close

Enter

Log in using OpenID

8 aprile 2014 () - csv basilicata

embedDownload
RASSEGNA STAMPA
8 aprile 2014
AREA INFORMAZIONE - [email protected]
LATRONICO - Insieme, abbiamo un compito: dobbiamo far tornare a sorridere
la gente. Questa la conclusione di Marcello Pittella,alla platea di Latronico.
Si teneva il convegno “Il vo-
lontariato oltre la crisi”; un
confronto a tutto tondo, tra
i responsabili delle associazioni di volontariato lucane, per la terza edizione della giornata regionale. Per
l’occasione erano convenu-
programmazione della Giunta Lacorazza e al lavoro svolto dalla struttura e dagli uffici otteniamo un ottimo risultato - ha affermato l'assessore
all'Edilizia scolastica Rosaria Vicino - mettendo
a disposizione spazi adeguati, nei quali cresceranno e si formeranno nuovi talenti. Si concretizza così il sogno di una scuola accessibile a tutti, aperta anche a coloro i quali, fino a poco tempo fa, consideravano le porte degli istituti come
insegnanti ostili a causa delle tante barriere architettoniche. Una scuola dove poter realizzare
idee e progetti per la costruzione di un futuro
migliore».
Il centro, finanziato per 150 mila euro nell’ambito del Po Fesr Basilicata 2007/2013 e del
Pois Val d’Agri, è stato realizzato dalla Provincia di Potenza. Tra gli interventi eseguiti, l'amtre, è stata installata una Lavagna interattiva
multimediale di 105 pollici destinata a tutti gli
studenti. «Si tratta dell'ennesimo tassello di un
programma complessivo di investimenti che
questo Ente ha destinato al settore dell'edilizia
scolastica - ha commentato l'assessore all'Ambiente Massimo Macchia - con particolare riguardo ai diversamente abili e con l'obiettivo di
rendere gli istituti sempre più vivibili, accessibili e sostenibili, al fine di restituire centralità alla
scuola e generare dei cambiamenti culturali».
Alla inaugurazione erano presenti, inoltre, il
presidente del Consiglio regionale della Basilicata Piero Lacorazza, il consigliere provinciale
Vittorio Prinzi, il sindaco di Marsicovetere
Claudio Sergio Cantiani e il dirigente scolastico
Serafina Rotondaro.
ti a Latronico, presso l’edificio della scuola media
“Benedetto Croce” centoventi associati rappresentanza di novantatre associazioni presenti sul territorio di ogni angolo della
regione. Con il sostegno
del comune di Latronico,
rappresentato dal sindaco
Fausto De Maria, della fondazione “con il sud”, la rete
“Lagonegrese-Pollino”,
della quale è referente Antonella Viceconte, che ha
fatto gli onori di casa, oltre
ad aver molto ben curato
l’organizzazione, con l’ausilio di altre organizzazioni, strappando alal fine un
impegno da parte del presidente Pittella a volere fare
un apposito incontro con
una delegazione da qui ad
un mese; la rete “Amerete”
di Potenza, rappresentata
da Emanuele Landro ed il
Csv (centro servizio volontariato) di Basilicata, rappresentata da Leonardo Vita, che ha tracciato un quadro preciso sullo stato delle
associazioni presenti sul
territorio regionale; più di
seicento le organizzazioni,
in rappresentanza di oltre
cinquantatre mila iscritti
che dunque si dedicano,
chi a tempo pieno, chi a
tempo parziale ad una
qualsiasi attività di sostegno alla gente che soffre,
facendo un consuntivo,
sulla crisi che ha toccato
anche questo settore sulla
quale riflettere ad alta voce.
Proprio per agevolare la
discussione al fine di trovare una sintesi sulle proposte da presentare in una apposita piattaforma programmatica che servirà
per le tracce future, sono
stati organizzati sei gruppi di lavoro, divisi per ambiti di interventi omogenei,
includendo territori diversi. Il primo gruppo ha discusso delle “reti di volontariato, è tempo di bilanci”;
il secondo: “La rappresentanza del volontariato nei
confini delle leggi regionali inapplicate”; il terzo:
“Contrasto alla povertà”. Il
quarto: “Processi partecipativi e sussidiarietà”; il
quinto: “Inclusione, sostenibilità, bellezza. Il ruolo
del volontariato nelle nuove avanguardie culturali”
ed infine, il sesto gruppo di
lavoro: “Tutela del territorio”.
gia. co.
«La gente deve tornare a sorridere»
LATRONICO Cala il sipario sulla terza giornata regionale del volontariato
sul posto, hanno subito disposto
una serie di posti di blocco con l'obiettivo di bloccare i due rapinatori che però, in serata, non erano stati ancora rintracciati. Pare
che gli inquirenti, attraverso le
testimonianze raccolte e l'esame
delle immagini girate dalle telecamere interne, stiamo procedendo anche all'identikit di uno
dei due uomini, che avrebbe agito a volto scoperto. Comunque
continuano le indagini in ogni
direzione per arrivare possibilmente alla cattura dei due criminali ed accertare se ci siano altre
persone coinvolte nella vicenda.
Fabio Falabella
Lucanianews24.it
La sede dell’ufficio postale
alcuni
utenti tra
cui
degli
anziani recatisi a ritirare la pensione, sono
L’ufficio postale (da googlemaps)
entrati due
persone, di
cui uno a volto coperto, brandendo una spranga con la quale hanno sfondato i vetri che separano
la zona riservata al personale ed
hanno minacciato la direttrice,
intimandole di consegnargli il
denaro contante. Tanto spavento ma per fortuna nessun ferito,
perché i due malviventi, di cui al
aprile
208settembre
Pag
Pag 35
22
AREA INFORMAZIONE
[email protected]
d’Appello di PoCorte territotenza che hanriale ha escluso
no assolto Menla sussistenza
nuti dall’accudella diffamasa di diffamazione in danno
zione.
di Fasano poiIn primo graché ha ritenuto
do, lo ricordiache le affermamo, il poliziotto
zioni contenute
era stato connello scritto indannato a 300
criminato foseuro di multa e
sero oggettivaa risarcire i
mente confordanni in sepami alle esternarata sede per SQUADRA MOBILE Luisa Fasano
zioni di tipo
un
volantino
sindacale e, cosindacale che aveva affisso nella ba- me tali, riconducibili al legittimo
checa della Questura di Potenza.
esercizio del diritto di critica.
Mennuti, secondo il giudice del
La Corte ha anche ritenuto che il
Tribunale di Potenza Giovanni Conte, testo del volantino contenesse giudizi
che lo aveva giudicato in primo grado, non idonei a integrare gli estremi
aveva superato i limiti del diritto di dell’offesa personale gratuita e foscritica commentando le conversazio- sero formulati senza alcun ricorso ad
Secondo Liguori la Corte
avrebbe omesso
aprile
208settembre
di considerare
Pag
V
Pag
35
che il volantino
«è
essenzialmente
basato
sull’enfatizzazione di una serie di attacchi
diretti e personali nei confronti di Fasano».
Il procurato- COMMISSARIO Antonio Menn
re invita a considerare alcuni aspetti: 1. è lo stesso chiera»
Mennuti ad affermare che le queA pa
stioni che andava a trattare appa- palese
rivano di «carattere personale», evi- terizzat
denziando la consapevolezza di orien- tazioni
tare il contenuto dello scritto anche nigrato
sul piano privato; 2. gli eventi ripresi sano».
Famiglie con «non autosufficienti»
da gennaio senza l’assegno di cura
l Da gennaio le famiglie lucane
con componenti non autosufficienti
non ricevono l’assegno di cura e
continueranno a non riceverlo fino
all’approvazione del bilancio regionale. Una situazione che crea disagio su disagio. Di qui l’appello di
Nicola Allegretti, segretario generale Spi Cgil Basilicata che chiede
alla Giunta regionale «di fare il possibile perché venga accelerato l’iter
per l’erogazione dell’assegno di cura agli aventi diritto». Il sindacato
sollecita anche un incontro alle al-
AREA INFORMAZIONE
[email protected]
tre sigle in cui discutere dell’annoso
problema della non autosufficienza,
avviando una discussione più generale sui servizi sociali, in particolar modo quelli destinati alla popolazione anziana.
«Pur ritenendo positivo, infatti,
una previsione, nel bilancio regionale, di finanziamento triennale dei
piani sociali di zona, che consentirà
una programmazione degli interventi in maniera più strutturata aggiunge Allegretti - riteniamo urgente l’avvio di una discussione
specifica su tutto il sistema di welfare regionale e quindi sul sistema
dei servizi sociali da offrire agli anziani, in un rapporto di coinvolgimento anche degli enti locali e di
tutti quei soggetti pubblici che in
qualche modo sono essenziali per il
buon funzionamento del sistema di
welfare regionale. La non autosufficienza è uno dei grandi problemi
aperti, e dare una risposta certa e
puntuale sarebbe un modo concreto
per far sentire alle persone la vicinanza delle istituzioni».
DISABILITÀ Sos
Serata da divi e location senz’altro divina. Non vi
resta che provare!
aprile
208settembre
Pag
Pag 35
20
complice anche la primavera, ma bisogna dire
che l’atmosfera è stata realmente contagiosa.
racconto de
Berlinguer
cessi, in un
cercato di sa
tore con i ric
Nym
Lucanianews24.it
La Potenza della vita
Un virus anche quest’iniziativa che, da qualche tempo, a
Potenza fa parlare di sé. ‘Un bollino contro l’omofobia’: una
campagna di sensibilizzazione che i commercianti del
borgo antico hanno inteso intraprendere in virtù dell’azione
svolta dall’associazione Ritorno alla Vita, presieduta da
Vincenzo Manicone, e dall’Arcigay Basilicata. “Una
possibilità di sensibilizzazione che ben si coniuga alle
campagne sociali che intraprendiamo con la nostra
associazione – spiega il Presidente. Abbiamo voluto sfatare
il mito per cui i gay non possono donare gli organi per cui,
in sintesi, un ritorno alla vita anche attraverso
l’omosessualità”. Aderire all’iniziativa? È semplice: basta
richiedere all’Associazione Ritorno alla Vita il bollino
adesivo da affaiggere all’ingresso della propria attività.
Molte le attività che hanno aderito. Insomma: una stagione
che si apre all’insegna di virus contagiosi. Le cui
conseguenze sono sicuramente positive!
LA storia po
ne, come lei
tata attrave
ta fino all’et
fredda sera
chio e affas
Seligman tr
colo dopo ch
ta. La porta
le sue ferite
contargli l
mentre lei n
Albe
Per augura
questa imm
tua Rossel
AREA INFORMAZIONE
[email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
482 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content