close

Enter

Log in using OpenID

31/01/2015 - Il Nuovo Torrazzo

embedDownload
SABATO 31 GENNAIO 2015
ANNO 90 - N. 5
UNA COPIA € 1,20
ABBONAMENTO ANNUO € 42
DIREZIONE: ☎ 0373 256350
VIA GOLDANIGA 2/A CREMA
SETTIMANALE
CATTOLICO
CREMASCO
D’INFORMAZIONE
FONDATO NEL 1926
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN
ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003
(CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
www.ilnuovotorrazzo.it
Per fortuna...
O
Domani
la giornata
nazionale
ggi andiamo in prestito alle parole dell’allenatore
Sinisa Mihajlovic. In un’intervista parla dell’Italia:
“Un Paese molto peggiorato. C’è più aggressività, i ricchi diventano più ricchi, i poveri più poveri, la differenza tra Nord e Sud aumenta”; e chiosa: “L’unica fortuna
è che siete tutti cattolici!”. Goal!
Per fortuna siamo tutti cattolici! Se parliamo di fede,
non è proprio così, ma se parliamo di radici culturali è
vero. Sono cristiane, come quelle dell’intera Europa. È
la nostra fortuna... una fortuna che stiamo sperperando.
È il senso della bellissima prolusione del card. Bagnasco al Consiglio dei vescovi italiani. Leggetela sul
nostro sito: www.ilnuovotorrazzo.it, ne vale la pena!
Parla del sinodo sulla famiglia e cita papa Francesco:
“Ogni minaccia alla famiglia è una minaccia alla società stessa! Proteggete le vostre famiglie! Sono il più
grande tesoro della vostra Nazione. Attenti alle colonizzazioni ideologiche che cercano di distruggerla.”
Poi il prossimo Convegno di Firenze (9-13 novembre), dove si parlerà di nuovo umanesimo in Gesù
Cristo. “Qual è – dice il cardinale – lo scopo della
colonizzazione in atto? Forse capovolgere l’alfabeto
dell’umano e ridefinire le basi della persona e della società? La persona concepita come individuo sciolto da
legami etici e sociali, perché l’unica cosa che conta è
la libertà individuale assoluta. Si dice famiglia, ma si
pensa a qualunque nucleo affettivo a prescindere dal
matrimonio. Si parla dei figli come se fossero un diritto
degli adulti e un oggetto da produrre in laboratorio. In
Europa si vuole far dichiarare l’aborto come un diritto
fondamentale! Si discute sulla malattia e sulla morte
come qualcosa che deve essere a nostra disposizione.”
Poi apre uno sguardo oltre l’Italia: “Quanto accade
sul fronte del terrorismo ci interpella con grande serietà
e qualche preoccupazione.” Parla dell’Isis che attira i
giovani: “L’Occidente dovrebbe fare un serio esame di
coscienza e chiedersi il perché di questo arruolamento
violento e suicida. Una ragione è che un certo islamismo riempie il vuoto nichilista dell’Occidente.”
Torna infine sulla “colonizzazione ideologica” e parla della teoria del gender nelle scuole: “Si vuole colonizzare le menti dei bambini con una visione dell’uomo
distorta e senza l’esplicita autorizzazione dei genitori.”
Conclude con la situazione economica del Paese: “C’è
chi ha sempre di meno e chi è sempre più ricco. La forbice si allarga pericolosamente anche per la tenuta sociale.” È convinto che la nostra fortuna sta nella visione
cristiana dell’uomo. Non distruggiamola!
pagg. 2 e 10
A pagina 3
San Giovanni Libera
Bosco. Oggi Artigiani
Scuola
Giornata
A 200 anni dalla nascita
Materna
per la Vita
Oratori in festa
Consacrata MOSCAZZANO
Celebrazione eucaristica
presieduta
dal vescovo Oscar
Domenica 1 febbraio
ore 18
Chiesa parrocchiale
di Izano
a pag. 10
DIOCESI
DI CREMA
via Caprotti, 2
giornata
aperta
Oggi SABATO
31 gennaio
dalle ore 9.30 alle 12
Commissione Ecumenica e per il dialogo interreligioso
Commissione pr la Pastorale della Famiglia e Ufficio Famiglia
Il matrimonio nelle Chiese Ortodosse
La teologia del matrimonio e la relativa disciplina
canonica nella prassi delle Chiese Ortodosse
Venerdì 6 febbraio - ore 21
Oratorio SS. Trinità - Crema
Interverrà:
Archimandrita Teofilatto Vitsos
Chiesa Greca Ortodossa
OGGI
A cura della Libera
Associazione Artigiani
CHIESA E FAMIGLIA
ascolto, sguardo, confronto
Riflessioni e prospettive
dal Sinodo sulla famiglia
Lunedì 2 febbraio ore 21
La vocazione di credere all’amore:
uno sguardo sul Sinodo 2015
con Christian Albini
Centro di Spiritualità
via Medaglie d’Oro 10 - Crema
PERCORSO DI FORMAZIONE
AGGIORNAMENTO PER CATECHISTI
indirizzato a tutti i catechisti
Incontriamo Gesù: il nuovo
documento CEI sulla Catechesi
3 febbraio ZONA SUD
Parrocchia Ripalta Nuova ore 21
4 febbraio ZONA OVEST
Parrocchia Bagnolo Cremasco ore 21
Non alziamo muri, ma gettiamo ponti
Il Vescovo sul dialogo ecumenico e interreligioso
D
i ritorno da una preghiera ecumenica in una
nostra parrocchia, nella settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, rifletto sulla reale fatica,
che non è tolta a nessuno di noi, di riconoscere
le ricchezze e la fecondità delle altre Chiese cristiane, sulle persistenti prevenzioni, dovute a un
retaggio della storia, nei confronti di tradizioni
religiose diverse dalla nostra. Considero quanta apertura mentale e di cuore, quanta continua
“conversione” sia necessaria per accettare che lo
Spirito Santo possa offrirci nuovi motivi di vita
proprio attraverso le ricchezze di fede che provengono dai nostri fratelli separati.
I giovani sono i primi a sollecitare le diverse
Chiese cristiane a fare passi in avanti verso la piena comunione, tuttavia anch’essi riconoscono di
non conoscere bene ciò che ancora ci separa da
ciò che, invece, ci accomuna e come sia possibile
giungere all’unità attraverso la diversità. Per crescere nella conoscenza reciproca occorre tornare
ai fondamenti della propria fede.
Se queste nostre precomprensioni sono
ancora presenti nei confronti delle
altre confessioni cristia-
ne, dobbiamo ammettere quanto sia più difficile
e arduo il dialogo interreligioso, l’accoglienza e
l’ascolto di quanti professano Dio fuori dalla tradizione cristiana. Già il Concilio Vaticano II, nel
documento Nostra aetate, al n.2, ci ha richiamato
a un “rispetto profondo e duraturo per le altre religioni”, accomunate dal “desiderio di sapienza, di
verità e di santità”.
Una certa resistenza, più emotiva che razionale, un clima di paura, derivato e giustificato in
parte anche dai recenti atti terroristici che hanno
insanguinato la Francia e non solo, ci porta a considerare gli immigrati, i membri di religioni diverse, soprattutto i Musulmani, presenti sul nostro
territorio, come persone da cui difendersi o da cui
salvaguardarsi, prima ancora che fratelli da accogliere e riconoscere nella loro dignità.
Ne è prova l’accentuato clima di tensione che
sta vivendo in questo periodo l’intera società,
compreso il nostro ambiente cremasco, che si interroga su quali siano le regole per una accoglienza leale di questi nostri ospiti, nel rispetto delle
nostre tradizioni cristiane e nelle stesso tempo
della tradizione islamica. I cristiani stessi stanno
dibattendo a lungo su questo importante tema. So
che i pareri sono discordi, anche nella nostra
comunità ecclesiale, of-
frendo ciascuno motivazioni comprensibili, che
spesso però sottendono una sfiducia nella accettazione della diversità dell’altro. Tali focosi
dibattiti generano a volte anche lo svilupparsi di
sottili divisioni interne, che alla fine fanno il buon
gioco del diavolo, il quale non cerca altro che le
nostre divisioni. Le molte espressioni di ammirazione con cui viene presentato papa Francesco perdono subito consistenza quando il suo
insegnamento sul tema, più volte sottolineato, in
contesti diversi, vanno al di là delle certezze a cui
si è attaccati. Cito fra i tanti, il suo discorso ai
partecipanti all’incontro promosso dal pontificio
istituto di studi arabi e d’islamistica del 24 gennaio scorso, dove il Papa afferma che “se si parte
dal presupposto della comune appartenenza alla
natura umana, si possono superare i pregiudizi e
le falsità e si può iniziare a comprendere l’altro in
una prospettiva nuova”.
Voglio sottolineare, inoltre, che la nostra comunità ecclesiale, al di là di molti luoghi comuni,
ha avviato significative forme di dialogo e di accoglienza, in piena gratuità. Ne è prova la presenza di ragazzi musulmani ai grest delle nostre parrocchie, il servizio generoso della Caritas a quanti
chiedono aiuto, indipendentemente dalla religione professata, l’assistenza del nostro Consultorio
familiare alle donne straniere in difficoltà: tutti
+ Oscar Cantoni, vescovo
(segue a pagina 4)
In primo piano
2
SABATO 31 GENNAIO 2015
LA FESTA DEL SANTO NEL BICENTENARIO
DON BOSCO
L’AMICO
DEI GIOVANI
don bosco in buona stampa
Colette Schaumont, DA MIHI ANIMAS
La vita di Don Bosco tra scelte, sfide e passione
Questa nuova biografia di don Bosco mette in
particolare evidenza le sue grandi scelte e lo zelo
dispiegato per realizzarle. Lo fa conoscere nella sua
umanità, come figlio del proprio tempo, come personalità segnata dalle proprie esperienze illustra il suo
specifico temperamento, i suoi lati positivi e i suoi
limiti, e soprattutto l’incessante lotta per fare capo
a tante sfide e problemi. Una presentazione di don
Bosco che offre al lettore una evocazione storicamente ben fondata, e mette in evidenza perché possiamo
ancora oggi considerare don Bosco un educatore di
grande ispirazione, un santo per il tempo presente.
AA.VV., L’ ACCOMPAGNAMENTO SPIRITUALE
Itinerario pedagogico spirituale in chiave salesiana
al servizio dei giovani (a cura di: Fabio Attar e Miguel
Angel García)
L’accompagnamento spirituale e il discernimento hanno avuto un ruolo molto importante nella pedagogia e
nella storia dei Salesiani. Questo libro è il frutto di quattro
seminari di studio sull’argomento, svoltisi tra il 2010 e il
2014. I temi affrontati offrono uno spazio di riflessione
sulle sfide odierne, con un approccio storico, pedagogico e
spirituale. Attraverso le diverse relazioni sono state dibattute questioni che possono aiutare nell’accompagnamento
spirituale e vocazionale. Si possono trovare in queste pagine orientamenti pastorali e proposte operative per elaborare nuovi piani di accompagnamento spirituale.
O
ggi, 31 gennaio, è la festa di san Giovanni Bosco. La festa del bicentenario. Il santo torinese, infatti è nato a Castelnuovo d’Asti il 16 agosto 1815. Dallo
scorso agosto si sono aperte le celebrazioni centenarie. La sede è Castelnuovo,
lì dove nacque e crebbe il “padre, maestro e amico dei giovani”.
“L’anno bicentenario – spiega il vicario del rettor maggiore, don Francesco
Cereda – ci offre l’opportunità di dare
visibilità al grande movimento suscitato
da don Bosco. Sarà interessante rilevare le sfide, le problematiche, le necessità, le aspettative dei giovani di allora e
confrontarle con quelle attuali per dare
non le risposte di don Bosco, ma le nostre orientate su quel modello. La nostra
intenzione è accogliere e comunicare la
grandezza del carisma di don Bosco, che
non appartiene solo al mondo salesiano
ma a tutta la Chiesa e alla società”.
Infinite le iniziative organizzate in
questo anno 2014/2015. Si parlava addirittura della GMG a Torino. Non è
andata in porto (si farà a Cracovia, in
onore di san Giovanni Paolo II), ma due
grandi eventi sono ugualmente in agenda: l’ostensione della Santa Sindone e la
visita di papa Francesco.
LA VITA DEL SANTO
Giovanni Bosco nasce il 16 agosto
1815 in una famiglia contadina poverissima a Becchi Castelnuovo d’Asti (oggi
rinominata Castelnuovo don Bosco). Rimasto orfano di padre a soli due anni,
matura la vocazione sacerdotale fin da
subito. Nel 1841, giovane prete, arriva a
Torino e rimane sconvolto dalle condizioni dei giovani: ragazzi che vagabondano per le strade, disoccupati, sbandati
e depressi pronti a qualsiasi cosa; molti
prendono la via delle patrie galere. Capisce che non può rimanere indifferente
e decide di agire per cercare di sanare,
come può, la difficile situazione. Aiuta
i ragazzi a cercare lavoro, si prodiga per
ottenere condizioni migliori a chi è già
occupato e fa scuola ai più volonterosi.
Nasce così nella periferia torinese il primo oratorio.
Nell’aprile 1846, don Bosco apre a
Valdocco nella “casa Pinardi” un oratorio intorno al quale nascerà col tempo il
grandioso complesso della casa-madre
dei Salesiani. Diventa promotore in prima persona della sua iniziativa e si mette
alla ricerca di fondi. La sua prima benefattrice è la madre Margherita, che vende tutto quello che possiede per sfamare
Giuseppe Buccellato
LA SPIRITUALITÀ DI DON BOSCO
Origine e “idee-luce” della spiritualità del fondatore dei Salesiani
Questo piccolo volume costituisce un tentativo di
analisi e di sintesi degli elementi caratteristici della
spiritualità di san Giovanni Bosco e delle radici della
sua esperienza spirituale. L’autore offre a quanti si
accostano, anche per la prima volta, alla spiritualità
del santo piemontese alcuni elementi di riflessione e
alcuni spunti per un approfondimento. Il quadro che
emerge dalle conclusioni si fonda su studi e ricerche
documentate e si presta per questo a essere uno strumento di verifica per la famiglia spirituale che da don
Bosco ha avuto origine.
In diocesi la festa di san Giovanni
Bosco è stata celebrata con una veglia in
cattedrale venerdì 23 gennaio
(nella foto sopra) e un convegno sugli
oratori il sabato successivo.
Le parrocchie hanno organizzato molte
belle iniziative, concluse con la Messa
che oggi verrà celebrata dappertutto in
onore del santo dei giovani.
A fianco, la visita della reliquia
di don Bosco a Crema (12.2.2014)
i ragazzi. Tra i giovani che hanno don
Bosco per padre e maestro, qualcuno
gli chiede di “diventare come lui” e così
nasce la Società di San Francesco di Sales
che inizia a dare ai giovani il pane, una
casa, istruzione professionale e religiosa,
possibilità di inserirsi nella vita sociale e
buoni contratti di lavoro.
Don Bosco diventa col tempo una figura di rilievo nazionale, tanto da essere
spesso consultato da papa Pio IX, è dotato di uno straordinario carisma, anche
se rimane una persona umile e semplice.
Nel 1872 fonda la Congregazione femminile delle figlie di Maria Ausiliatrice,
detta delle Suore Salesiane. Inizia anche
l’attività missionaria, con la prima spedizione in Argentina nel 1875.
Muore a Torino il 31 gennaio 1888,
viene dichiarato venerabile nel 1907,
Beato nel 1929 e Santo nel giorno di Pasqua, 1 aprile 1934.
SINDONE E VISITA PAPA
Due le grandi iniziative in questo centenario. La prima è l’ostensione della
Sindone, una delle più lunghe della sto-
Valter Rossi
CAMMINIAMO CON DON BOSCO
Dieci passi con il santo dei giovani
Dieci tappe ricche di proposte pratiche e accattivanti, nuovi fumetti, giochi e lavori di gruppo, testi
originali e brani per l’approfondimento e la preghiera. Un invito a scoprire gli aspetti fondamentali della
spiritualità, del metodo pedagogico e dell’attività di
san Giovanni Bosco.
Adattabile a un pubblico molto vasto, utilizzabile
nei ritiri o nelle giornate di studio, per i curiosi e per
chi si mette alla scuola di don Bosco.
ria: 67 giorni dal 19 aprile al 24 giugno.
Anche questa volta ci sarà un pellegrino
d’eccezione: papa Francesco, atteso il 21
giugno prossimo. Insieme con Francesco, nei 67 giorni, si attendono milioni di
persone (furono 2,186 milioni nel 2010).
I più attesi sono i giovani: a loro, come
ai malati, l’ostensione vuole dedicare
un’attenzione particolare.
L’URNA A CREMA
12 febbraio 2014
Ricordiamo anche che il 12 febbraio
2014 è arrivata a Crema l’urna con la
reliquia di san Giovanni Bosco, collocata in San Bernardino-Cattedrale. Tappa
di un lunghissimo pellegrinaggio che
l’ha portata in tutto il mondo.
Il Vescovo ha celebrato la Messa con
i sacerdoti, davanti a un gran numero di
fedeli. Per l’intera giornata è continuata la visita dei fedeli e dei giovani delle
scuole, a seguire quella degli oratori. Di
sera alle ore 21 la Veglia per tutti. Davanti a don Bosco, il vescovo Oscar ha
auspicato “un risveglio dell’arte di amare e di essere veri educatori”.
STORIA DI DON BOSCO A FUMETTI (3 VOLUMI)
RISTORANTE GOMEDO
Via provinciale Adda n° 60 Gombito (Cr)
☎ 0374 350556 Cell. 349 2613589
www.gomedo.com e-mail: [email protected]
Menù
di San Valentino
domenica 15 febbraio a pranzo
♥
♥
♥
Gli affettati misti all’italiana
Le verdurine di stagione in agrodolce alla nostra maniera
Gli anelli di cipolla in pastella
I bocconcini di sfoglia alla finanziera
Gli involtini di gamberi e verdure in pasta fillo
♥♥
L’insalata di calamari e patate tiepida
♥
all’olio extravergine d’oliva e limone verde ♥
♥

Il risotto con radicchio e barbera
Le pennette con salsa di salmone affumicato e porri

La frittura mista di pesce (calamari, gamberi,
polipetti e pesciolini) - Il sorbetto al mandarino € 35 TUTTO
COMPRESO

Le lombatine di tacchino alla valdostana
SENZA
Le costine di maiale al vino rosso - Patatine fritte
LIMITAZIONE

DI QUANTITÀ
Il dolce degli innamorati - Il caffè

Il Gutturnio piacentino doc - Il Trebbianino dei colli piacentini doc
Il Prosecco Brut - Il Moscato
♥


La giornata sarà allietata con musica dal vivo e balli
A
ABBIGLIAMENTO DONN
SALDI
ITÀ
DI QUAL
- CREMA
a 10
Viale Repubblic
ACQUISTO ORO
E DIAMANTI
massima valutazione
PAGO
CONTANTI
CONSULENZA ANCHE A DOMICILIO
Via Crotti 30
MONTODINE
Tel. 0373 31542 - 366 9308517
— CHIUSO DOMENICA E LUNEDÌ —
1° febbraio: 37° giornata per la vita
Solidali per la vita
ATTIVITÀ DEL CENTRO
MESSAGGIO DEI VESCOVI
PER LA GIORNATA NAZIONALE
bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popo“I
li; i bambini perché porteranno avanti la storia, gli anziani perché trasmettono l’esperienza e la saggezza della
loro vita”. Queste parole ricordate da papa Francesco sollecitano un rinnovato riconoscimento della persona umana e una cura più adeguata della vita, dal concepimento al
suo naturale termine. È l’invito a farci servitori di ciò che
“è seminato nella debolezza” (1Cor 15,43), dei piccoli e
degli anziani, e di ogni uomo e ogni donna, per i quali va
riconosciuto e tutelato il diritto primordiale alla vita.
Quando una famiglia si apre ad accogliere una nuova creatura, sperimenta nella carne del proprio figlio “la
forza rivoluzionaria della tenerezza” e in quella casa risplende un bagliore nuovo non solo per la famiglia, ma
per l’intera società.
Il preoccupante declino demografico che stiamo vivendo è segno che soffriamo l’eclissi di questa luce. Infatti,
la denatalità avrà effetti devastanti sul futuro: i bambini
che nascono oggi, sempre meno, si ritroveranno a essere
come la punta di una piramide sociale rovesciata, portando su di loro il peso schiacciante delle generazioni
precedenti. Incalzante, dunque, diventa la domanda: che
mondo lasceremo ai figli, ma anche a quali figli lasceremo il mondo?
Il triste fenomeno dell’aborto è una
delle cause di questa situazione, impedendo ogni anno a oltre centomila esseri
umani di vedere la luce e di portare un
prezioso contributo all’Italia. Non va
dimenticato, inoltre, che la stessa prassi
della fecondazione artificiale, mentre
persegue il diritto del figlio a ogni costo,
comporta nella sua metodica una notevole dispersione di ovuli fecondati, cioè
di esseri umani che non nasceranno mai.
Il desiderio di avere un figlio è nobile
e grande; è come un lievito che fa fermentare la nostra società, segnata dalla
“cultura del benessere che ci anestetizza
e dalla crisi economica che pare non finire. Il nostro Paese non può lasciarsi rubare la fecondità.”
È un investimento necessario per il
futuro assecondare questo desiderio che
è vivo in tanti uomini e donne. Affinché
questo non si trasformi in pretesa occorre
aprire il cuore anche ai bambini già nati
e in stato di abbandono. Si tratta di facilitare i percorsi di adozione e di affido che
sono ancora oggi eccessivamente carichi
di difficoltà per i costi, la burocrazia e,
talvolta, non privi di amara solitudine.
Spesso sono coniugi che soffrono la sterilità biologica e che si preparano a divenire la famiglia di chi non ha famiglia, sperimentando
“quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce
alla vita” (Mt 7,14).
La solidarietà verso la vita può aprirsi anche a forme
nuove e creative di generosità, come una famiglia che
adotta una famiglia. Possono nascere percorsi di prossimità nei quali una mamma che aspetta un bambino può
trovare una famiglia, o un gruppo di famiglie, che si fanno carico di lei e del nascituro, evitando così il rischio
dell’aborto al quale, anche suo malgrado, è orientata.
Una scelta di solidarietà per la vita che, anche dinanzi
ai nuovi flussi migratori, costituisce una risposta efficace
al grido che risuona sin dalla genesi dell’umanità: “Dov’è
tuo fratello?”(cfr. Gen 4,9). Grido troppo spesso soffocato, in quanto, come ammonisce papa Francesco, “in
questo mondo della globalizzazione siamo caduti nella
globalizzazione dell’indifferenza. Ci siamo abituati alla
sofferenza dell’altro, non ci riguarda, non ci interessa,
non è affare nostro!” La fantasia dell’amore può farci
uscire da questo vicolo cieco inaugurando un nuovo
umanesimo: che è la vera sfida che ci attende e parte dal
sì alla vita.
CONSIGLIO PERMANENTE
CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA
l’Udito Naturale:
Spatial Sound
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
14/02/2006
14/02/2006
Il Centro per la Vita offre
alle mamme in difficoltà comprensione, dialogo, amicizia;
visite medico specialistiche
(ginecologiche e pediatriche);
consulenza legale - sociale psicologica e morale; aiuti economici.
Attualmente vi operano 23
volontari nelle varie funzioni
di aiuto alla persona e per il
funzionamento dell’organizzazione i collaboratori esterni
sono: 1 pediatra, 1 ginecologo,
2 avvocati.
Nel 2014 le mamme accolte sono state 210; i bambini
nati 68
HANNO SOSTENUTO
L’ATTIVITÀ DEL CENTRO
Panetterie e Pasticcerie F.lli
Marazzi, Diocesi (contributo 8
per mille), 13 Parrocchie con la
raccolta fondi nella Giornata
per la Vita, privati, gruppi parrocchiali, associazioni laiche,
Banche; il Comune di Crema;
i soci.
APERTURA SEDI
La sede del Centro di Aiuto
alla Vita di via Civerchi, 7 è
aperta tutti i martedì dalle 15
alle 16,30 e i mercoledì dalle
ore 15 alle 17,30.
È anche attivo uno sportello
presso l’Ospedale Maggiore di
Crema il venerdì dalle ore 9
alle ore 11.
È possibile fissare un appuntamento telefonando al n° 0373
256994, sempre attivo con trasferimento di chiamata.
La sede operativa è in viale
Europa, 2/a.
- e-mail: [email protected]
- sito:
www.cavcrema.wordpress.com
18.26
18.26
Pagina
Pagina
“ASCOLTIAMO LE
MAMME E STIAMO
AL LORO FIANCO
NELLA GRANDE
FATICA CON CUI
DECIDONO DI
ACCOGLIERE UNA
NUOVA VITA IN
QUESTO LUNGO
PERIODO DI CRISI”
14/02/2006
18.26
Pagina
I
n prima linea, tra i promotori e
sostenitori della 37° Giornata per la
Vita, sicuramente si trovano gli oltre
300 Centri di Aiuto alla Vita dislocati sul
territorio italiano. Tra questi anche il
Cav cremasco che, proprio in questi
giorni, sta lavorando alla relazione
sulle attività svolte nell’anno appena
trascorso.
Il Centro di Aiuto alla Vita opera a
Crema dal 1979 e, dati alla mano, si
nota che grazie all’attività di questa
Onlus, da quell’anno sono state salvate
a Crema ben 1.102 nuove vite. Un
successo per quella manciata di volontari – più volontarie in realtà – che
operano in Associazione. L’attenzione
al sociale, il costante aggiornamento
e un sempre più forte radicamento sul
territorio cremasco hanno creato le
condizioni per tale successo: “Tante
vite sono state salvate e certamente
dobbiamo ringraziare i nostri concittadini e le istituzioni locali per l’aiuto
economico – commenta Rosa Rita
Assandri Vailati, presidente del Centro
– ma sono convinta che anche il senso
di conforto, di incoraggiamento, la
possibilità di avere qualcuno con cui
parlare, confidarsi, sfogarsi abbiano
un forte peso nella nostra attività di
volontariato”.
Come risulta dai primi dati della
relazione relativa all’attività 2014, gli
interventi effettuati dal Centro sono
stati ben 210 tra assistenza a donne gestanti e a puerpere; nel 2013 erano stati
197; 151 nel 2012 e 132 nel 2011.
Il Centro, al fine di operare al meglio,
a ogni nuova richiesta di aiuto stila un
profilo della futura mamma o della
famiglia e “purtroppo, in linea con
questi tempi di terribile recessione o
stagnazione – prosegue la presidente
– sono le difficoltà economiche e la disoccupazione a incidere maggiormente
sui timori di chi ci chiede aiuto. A
volte si presentano famiglie in cui tutti
i componenti hanno perso il lavoro e
si trovano spiazzati dall’arrivo di una
nuova vita; come non comprendere le
loro paure, i dubbi che li attanagliano?
E noi li ascoltiamo e cerchiamo di
stare al loro fianco; cerchiamo di dare
loro un piccolo sollievo nella grande
fatica con cui, alla fine, decidono di
accogliere la nuova vita in questo lungo
1
1
1
non è mai stato
così bello.
APPARECCHI ACUSTICI DIGITALI IN PROVA GRATUITA
AZIENDA AUTORIZZATA ALLE FORNITURE ASL/INAIL
ASSISTENZA A DOMICILIO GRATUITA
PILE, ASSISTENZA E RIPARAZIONI
DI APPARECCHI ACUSTICI
Aguzza
l’ingegno... non
non le
le orecchie!!!
orecchie!!!
DI TUTTE LE MARCHE
Aguzza Aguzza
l’ingegno...non
le orecchie!!!
orecchie!!!
l’ingegno...
Aguzza
l’ingegno...non
le
PAGAMENTI RATEALI PERSONALIZZATI
Aguzza
l’ingegno...
non
le
orecchie!!!
l’ingegno...non le orecchie!!!
APERTO TUTTI I GIORNI 9-12,30 e 15,30-19
SABATO SOLO MATTINO 9-12,30
Via Beltrami, 1 - CREMONA - Tel. 0372 26757 - 0372 36123
Convenzionato ASL/INAIL
Convenzionato ASL/INAIL
Via Beltrami,
- CREMONA
Tel.PREVENIRE!
0372 26757 - 0372 36123
E’1 IL
MOMENTO- DI
sentire
Convenzionato
ASL/INAIL
Gratuitamente
per
accurato esame
ed un simpatico omaggio.
E’voiILun
MOMENTO
DIdell’udito
PREVENIRE!
ed
essere
Gratuitamente
voi un
accurato
esame
dell’udito ed un simpatico omaggio.
Via Beltrami, 1 - CREMONA
- ascoltati
Tel.per0372
26757
- 0372
36123
E’ IL MOMENTO DI PREVENIRE!
Gratuitamente per voi un accurato esame dell’udito ed un simpatico omaggio.
Via Borgo S. Pietro, 15
CREMA
Tel. 0373 81432
CREMONA - Via Beltrami, 1 - Tel. 0372 26757 - 0372
36123
CREMONA
Via
Beltrami,
E S-A
M
E D E1L- Tel.
L’0372
U D26757
I T O - 0372
G R36123
AT U I T O
CREMA - Via Borgo S. Pietro, 39 Tel. 0373 81432
- ViaCREMA
Beltrami,-1Via
- Tel.
0372S.
26757
- 0372
36123
Borgo
Pietro,
39 Tel.
0373 81432
E’
IL
MESE
DELLA
PREVENZIONE
- Via Borgo
Pietro, DELLA
39 Tel. 0373
81432
E’ ILS.MESE
PREVENZIONE
Gratuitamente
per
voi un
un accurato
accurato esame
esame dell’udito
dell’udito
L MESE
DELLA per
PREVENZIONE
Gratuitamente
voi
3
Cav Crema: vivono 1.102 bimbi
Il tuo
Hai problemi
problemi
di
udito?
Hai
problemi di
didi
udito?
Hai
udito?
Hai problemi
udito?
udito
problemi
di
udito?
Hai problemi di
udito?
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
In primo piano
La presidente e alcune volontarie del Centro cremasco
SABATO 31 GENNAIO 2015
LA CULLA PER LA VITA COMPIE SEI ANNI
Di recente sono tornate agli onori delle cronache alcune notizie sull’abbandono di neonati, spesso con esiti tragici; per fortuna, proprio ai primi giorni del
gennaio appena trascorso, una bambina è stata sì abbandonata, ma nella culla
termica dell’ospedale fiorentino di Careggi; la bimba, nata prematura, oggi sta
bene e sono in corso le procedure per la sua adozione.
Una delle “Culle per la Vita” che, disseminate sul territorio nazionale, rappresentano una moderna riedizione delle Ruote degli esposti; una Culla come
quella che si trova a Crema, presso le suore del Buon Pastore (via Carlo Urbino
23, angolo Vicolo Colbert).
Oggi tecnologicamente all’avanguardia, oltre ad accogliere i neonati in tutta
sicurezza, le Culle garantiscono l’anonimato. Inoltre, ogni anno, subiscono un
rigoroso controllo e la conseguente messa a punto per poter assolvere, nel migliore dei modi, alla propria funzione.
Sono ormai sei anni che a Crema esiste la Culla per la Vita e “fortunatamente” non è mai stata usata. Iniziativa che è stata resa possibile grazie ai sette club
di servizio della città – Inner Wheel, Rotaract, Rotary Cremasco San Marco,
Lions Crema Host, Gerundo, Serenissima e Leo Club – il Comune di Crema, i
consiglieri comunali di Capergnanica, Casartigiani Lombardia e Libera Associazione Artigiani di Crema.
LE PRIMULE PER LA VITA
Una delle iniziative che il Movimento per la Vita e il Centro di Aiuto alla Vita
portano avanti da ormai qualche anno è la “primula per la vita”. Il 1° febbraio,
Giornata per la vita, davanti ad alcune parrocchie cremasche – Cattedrale, Santa
Maria della Croce, San Benedetto, San Carlo, Sabbioni e Madignano – sarà
possibile avere un vasetto di primule in cambio di un’offerta; in questo modo si
potrà contribuire a sostenere tutto il grande lavoro del Centro.
periodo di crisi”.
Decisamente Pro Life, ai primi posti
dell’associazione sta invariabilmente la
cultura della vita, la cultura che genera
attenzione verso i soggetti più deboli
e “cosa c’è di più debole – conclude
Assandri Vailati – di un bambino non
ancora nato? È lui che cerchiamo di
proteggere con la nostra attività. Lo
stesso messaggio della CEI per l’imminente Giornata per la Vita ci invita
a farci servitori di ciò che è seminato
nella debolezza; ecco, noi proviamo a
mettere in pratica questo invito”.
In stretta relazione con il Cav, agisce
il Movimento per la Vita, federazione
altrettanto ben radicata sul territorio
nazionale, che si prefigge il compito di
promuovere e di difendere il diritto alla
vita e la dignità di ogni uomo, dal concepimento alla morte naturale; il fulcro
del Movimento è rappresentato dalla
cultura dell’accoglienza nei confronti
dei più deboli e indifesi.
“Secondo la Relazione del Ministro della Salute italiano relativa al
2013 – afferma Faustina Marazzi
Mariani, che presiede il Movimento per
la Vita cremasco – ogni anno in Italia
sono circa centomila le vite che non
vedono la luce; ricordiamoci però che
i rapporti ufficiali non tengono conto
dei moderni metodi farmacologici che
interrompono le vite nascenti; e c’è
anche chi, perseguendo il diritto ad
avere figli a ogni costo, disperde ovuli
fecondati. Eppure, anche secondo le
più moderne acquisizioni scientifiche –
conclude – la vita di ogni singolo essere
umano inizia con il concepimento. Da
quell’istante l’individuo umano, contraddistinto da un patrimonio genetico
unico e irripetibile, inizia uno sviluppo
senza salti di qualità, che si chiami embrione, feto, neonato, bambino, giovane, adulto, anziano, vecchio. Come si
può, nel nostro Paese, ignorare questa
meravigliosa complessità?”.
Dall’Italia e dal mondo
SABATO 31 GENNAIO 2015
LA RIFLESSIONE DEL VESCOVO OSCAR
Non muri, ma ponti
(dalla prima)
segni questi che dicono concretamente
che l’atteggiamento non è di chiusura
o di indisponibilità.
Non è mio compito offrire una
risposta politica sul tema dell’accoglienza dei Musulmani e sui luoghi di
culto, in quanto è di competenza delle
autorità civili, che faranno riferimento
alle attuali legislazioni. Ritengo che
un luogo di preghiera debba essere
riconosciuto per non restare solo sul
piano teorico. A riguardo del dialogo
interreligioso, in particolare con i credenti dell’Islam, ho già espresso con
chiarezza un preciso orientamento, in
piena sintonia con l’attuale insegnamento magisteriale della Chiesa mediante un testo che ha offerto motivi
di riflessione, già nel 2012, e che oggi
è aperto a nuovi ulteriori approfondimenti.
Il rispetto e la stima per le altre religioni non sminuisce la consapevolezza
che esse non sono tutte eguali: un
fraintendimento simile non è lontano
da una certa mentalità superficiale di
tante persone, che giustifica un facile
irenismo. Per affrontare e conoscere
le originalità di ciascuna religione è
necessario che si sviluppi un dialogo
sincero, al di là dei pregiudizi, un approfondimento a partire dalla coscienza della identità di ciascuno, mediante
una presentazione piena e schietta
delle proprie rispettive convinzioni più
profonde. Il dialogo fa risaltare quanto
siano diverse le nostre credenze, le
tradizioni e le pratiche: esso ci obbliga,
nello stesso tempo, a comprendere le
identità e i valori degli altri, ma anche
a far emergere quelli comuni.
Non diamo per scontato che è impossibile vivere in armonia con quanti
provengono da altre culture e religioni.
Senza per nulla sminuire la ricchezza
e la fecondità della nostra fede cristiana, dovremmo considerare come in
una società secolarizzata quale è la
nostra, dove la tendenza prevalente
è quella di relegare la religione a un
fatto privato e, molto di più, dove si
è portati a credere che l’uomo possa
sostituirsi a Dio, anzi a fare a meno
di lui, tutte le religioni sono un forte
richiamo al trascendente, e nello stesso
tempo, un’occasione per la promozione della dignità della persona, un
servizio nella costruzione della pace e
della giustizia.
Riguardo al dialogo con i fedeli
dell’Islam, papa Francesco, nella Evangelii gaudium, auspica con chiarezza
che, quale conseguenza dell’affetto e
del rispetto che gli immigrati dell’Islam sperimentano da noi, i Paesi
di tradizione islamica, a loro volta,
“assicurino libertà ai cristiani affinché
possano celebrare il loro culto e vivere
la loro fede, tenendo conto delle libertà che i credenti dell’Islam godono nei
paesi occidentali” (EG 253).
Molto interessanti e istruttive sono
le testimonianze dei monaci trappisti
di Tibhirine, in Algeria, sette dei quali
furono rapiti e poi uccisi nel febbraio
del 1996. Fra questi il superiore della
comunità, in una lettera a un suo
interlocutore, ha affermato che “in
verità dobbiamo accettare, in nome di
Cristo, che anche l’Islam abbia qualcosa da dirci, altrimenti l’attenzione che
mostriamo per l’altro resta sterile”.
In quanto poi agli episodi ben noti
di fondamentalismo violento, davvero
preoccupanti ed esecrabili, occorre
ricordare, sono le parole stesse di
Christian de Chergé, superiore della
fraternità trappista, che “tutto ciò che
si può commettere un po’ ovunque
o dire o credere in nome di un Islam
duro e incontestabilmente offensivo,
io dico semplicemente che quello non
è l’Islam di Dio”, perché il vero Islam
e un’adeguata interpretazione del
Corano, sottolinea papa Francesco, “si
oppongono ad ogni violenza”.
Continuiamo, quindi, con umiltà
e senza improvvisazioni, anche attraverso uno studio serio e approfondito,
nella ricerca appassionata della verità
e della bellezza, visibili nel cuore di
ogni persona e presenti in ogni autentica espressione religiosa.
Opinioni e commenti
Accoglienza del diverso
In merito al dibattito sull’opportunità o meno di concedere un
luogo di culto ai fedeli di religione
islamica, riferendoci come cittadini alla Costituzione Italiana che
afferma:
“Tutte le confessioni religiose
sono egualmente libere davanti
alla legge. Le confessioni religiose
diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri
statuti, in quanto non contrastino
con l’ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con lo Stato
sono regolati per legge sulla base di
intese con le relative rappresentanze” (art. 8).
“Tutti hanno diritto di professare liberamente la propria fede
religiosa in qualsiasi forma, individuale o associata, di farne propaganda e di esercitarne in privato o
in pubblico il culto, purché non si
tratti di riti contrari al buon costume.” (art. 19).
“Il carattere ecclesiastico e il
fine di religione o di culto d’una
associazione od istituzione non
possono essere causa di speciali limitazioni legislative né di speciali
gravami fiscali per la sua costituzione, capacità giuridica e ogni
forma di attività.” (art. 20)
E alla convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che recita:
“Negli Stati in cui esistono minoranze etniche, religiose o linguistiche oppure persone di origine
autoctona, un fanciullo autoctono
o che appartiene a una di tali minoranze non può essere privato del
diritto di avere una propria vita culturale, di professare e di praticare
la propria religione o di far uso della propria lingua insieme agli altri
membri del suo gruppo.” (art. 30).
Ricordando, come cittadini cristiani, che il pensiero della Chiesa
dal Concilio Vaticano II in poi,
nel pensiero dei Papi che si sono
succeduti e del nostro Vescovo in
tempi recentissimi ha sempre ribadito che:
“Si fa quindi ingiuria alla persona umana e allo stesso ordine stabilito da Dio per gli esseri umani,
se si nega ad essi il libero esercizio
della religione nella società, una
volta rispettato l’ordine pubblico
I
ELEZIONI IN GRECIA
Vince Tsipras. Un voto di rabbia
di DANIELE ROCCHI
“Un voto storico? Si vedrà. Con le elezioni di domenica i
greci hanno detto all’Ue che vogliono seguire una strada fatta
non di austerità ma di solidarietà perché è sulla solidarietà che
deve nascere la nuova Europa”. Così monsignor Franghiskos
Papamanolis, presidente della Conferenza episcopale greca,
commenta i risultati della tornata elettorale del 25 gennaio, che
ha visto prevalere, come ampiamente previsto, il partito di sinistra radicale Syriza guidato da Alexis Tsipras con 149 seggi, due
in meno di quelli necessari per un governo a maggioranza assoluta. Secondo partito è quello del premier greco uscente Antonis Samaras, Nea Demokratia, con 76 seggi, mentre il gruppo di
estrema destra, con chiare connotazioni filo-naziste e razziste,
Alba dorata, diventa il terzo partito portando a casa 17 seggi. Lo
stesso numero di rappresentanti della neo-f ormazione politica
To potami (Il fiume) mentre Anel (Greci indipendenti) prende 13
seggi. I restanti seggi vanno al Partito comunista (15) e a quello
socialista del Pasok (13) che subisce un vero tracollo.
Che voto è stato quello di domenica in Grecia?
“Un voto di rabbia, l’espressione di un popolo frustrato, che
soffre e che vedeva nel governo precedente, guidato da Samaras,
nessun segno di sensibilità verso questa sofferenza. Il popolo
ha scelto chi crede possa dargli un poco di speranza. Nelle sue
apparizioni televisive Samaras non faceva altro che provocare
timore e tremore nella popolazione. Le sue affermazioni contro
Tsipras – se va al potere i sacrifici fatti fino ad oggi non saranno serviti a nulla – non sono state ascoltate. I risultati del voto
parlano chiaro. Ma va detto anche che la campagna elettorale
non ha detto nulla, né da una parte né dall’altra. Non abbiamo
ascoltato programmi da nessuna parte”.
Il popolo ha votato così il cambiamento punendo i partiti
tradizionali che hanno governato il Paese per oltre 40 anni…
“Il popolo ha scelto Tsipras per metterlo in azione, dopo aver
visto i Governi precedenti. Samaras non faceva altro che annunciare che non ci sarebbero state altre tasse, salvo smentirsi
qualche tempo dopo. La gente non ce la fa più e aveva voglia di
cambiamento per lasciarsi dietro disperazione e crisi. E a uscirne con le ossa rotte sono stati i partiti tradizionali. Ma c’è un
dato che non va sottovalutato in questo voto…”
Quale sarebbe?
“L’alta percentuale di astensioni, circa il 40%. Tsipras ha portato a casa il 36% del 60% di coloro che hanno votato. Questo
deve spingere il nuovo leader a lavorare per ridare forza, voce e
speranza anche a chi, davanti al baratro della crisi, ha scelto di
non votare per disperazione e disaffezione”.
Quali sono i primi passi concreti che il popolo attende dal
nuovo premier?
“Si è parlato del taglio delle tasse, dell’aumento dello stipendio minimo, della sanità gratuita per i più poveri, tanto per citare alcuni punti illustrati in campagna elettorale da Syriza. Ma
come? Con quali soldi? Dove li troverà? Basterà non pagare i
La penna ai lettori
debiti, o cancellarli come ha detto Tsipras? A questa domanda nessuno ha mai risposto compiutamente. E per arrivare a
questi risultati bisognerà lottare, non poco, contro una grande
corruzione”.
****
Alexis Tsipras, ha giurato il 26 gennaio alle 15 nelle mani del
presidente della Repubblica ellenica Papoulias che gli ha conferito l’incarico di formare il nuovo governo. Come preannunciato, Tsipras ha fatto un giuramento solo politico e non religioso.
Lunedì mattina Tsipras ha raggiunto un accordo per formare
un esecutivo con il partito della destra nazionalista Anel (Greci
indipendenti). Avendo infatti ottenuto 149 seggi nelle elezioni
legislative di domenica (la maggioranza assoluta sarebbe stata
di 151 deputati), Syriza aveva bisogno di trovare un alleato di
governo. Anel ha ottenuto in Parlamento 13 seggi.
La nascita di questa “strana coppia” formata da Tsipras e
dai Greci Indipendenti di Panos Kammenos è come il diavolo
e l’acquasanta: la sinistra radicale che si allea con una destra
conservatrice e xenofoba, in nome del comune rifiuto del Memorandum, della troika, dell’austerity, della macelleria sociale
che per quattro anni ha sfigurato la società dell’Ellade portando
povertà e disoccupazione ai massimi livelli senza riuscire a tagliare il debito greco. “Non andremo a una rottura distruttiva
sul debito, ha detto Alexis Tsipras aprendo il suo primo Consiglio dei ministri. Il governo di Atene è pronto a negoziare
con partner e finanziatori per una soluzione giusta e duratura per il taglio del debito”. Abbiamo un piano greco per
fare riforme senza far salire il deficit e senza gli obblighi
asfissianti” degli ultimi anni, ha detto Tsipras. “Siamo un
governo di salvezza sociale”, ha aggiunto. “Nostra priorità
dovrà essere quella di affrontare la crisi umana. Il popolo
pretende da noi di lavorare duramente per difendere la sua
dignità”.
✍
Un martire ogni cinque minuti!
l Movimento Cristiano Lavoratori tutto e nello specifico quello
del territorio provinciale ancora una volta condivide pienamente le proposte avanzate dal Cardinal Angelo Bagnasco durante la sua prolusione ai lavori del Consiglio permanente della
Cei. In particolare la lucidissima e toccante analisi sul fenomeno
dell’intolleranza religiosa che sconfina sempre più spesso nel terrorismo e che, per dirla con le parole del Cardinale “va a toccare
in modo barbaro persone e Nazioni, con l’evidente intento di seminare insicurezza, terrore e soggezione psicologica e culturale
(…). Quanto è accaduto recentemente a Parigi – ha detto ancora
– ha suscitato giustamente l’indignazione del mondo: abbiamo
pregato per le vittime e per la Francia. Però non abbiamo potuto
non pensare anche alle migliaia di fratelli e sorelle perseguitati,
straziati e uccisi perché cristiani o per motivi etnici. Abbiamo
pensato che la libertà religiosa non è garantita nel 60% del pianeta e che, nelle minoranze, sono i cristiani quelli maggiormente
perseguitati: ne muore uno ogni cinque minuti. Avremmo voluto allora che anche la protesta per questo continuo genocidio,
fosse stata pubblicamente proclamata dal mondo, specialmente
quell’Occidente che si fa paladino dei diritti umani”.
Sono affermazioni che pesano come un macigno sulla coscienza di tutti noi che abitiamo questo pianeta devastato da guerre
cruente e fratricide. Condividiamo totalmente anche il passaggio della “colonizzazione ideologica” già denunciata da papa
informato a giustizia”. “L’autorità
pubblica dovrebbe perciò favorire
e rispettare la vita religiosa delle
singole persone e delle comunità.”
(Dignitatis humanae 3)
“Per sostenere il dialogo con
l’Islam è indispensabile la formazione adeguata degli interlocutori,
non solo perché siano solidamente
e gioiosamente radicati nella loro
identità ma perché siano capaci
di riconoscere i valori degli altri,
di comprendere le preoccupazioni soggiacenti alle loro richieste
e di fare emergere le convinzioni
comuni. Noi cristiani dovremmo
accogliere con affetto e rispetto gli
immigrati dell’Islam che arrivano
nei nostri Paesi, così come speriamo e preghiamo di essere accolti
e rispettati nei Paesi di tradizione
islamica.” (papa Francesco Evangelii Gaudium 252).
“Pertanto, la diocesi di Crema
vede con favore che sia riconosciuto ai musulmani, che da anni
vivono tra noi pacificamente, il
diritto all’esercizio della loro attività di culto. È importante che gli
uomini e le donne di buona volontà si adoperino per realizzarne le
condizioni concrete. Le esigenze
e gli eventuali timori dei cittadini
non vanno ignorati, ma ascoltati,
in modo da compiere i passi necessari affinché tutto avvenga nel
rispetto reciproco. Spetta in modo
particolare alle Amministrazioni
Comunali prevedere gli spazi più
idonei e determinare le condizioni
Francesco, e grazie alla quale si vorrebbe sottilmente insinuare la
teoria del gender, e così “colonizzare le menti dei bambini e dei
ragazzi con una visione antropologica distorta”, come ha spiegato il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana.
E infine, non possiamo non sentir nostro il forte richiamo,
anch’esso particolarmente apprezzato, che il Cardinale ha fatto
al Governo e alla politica: “Condividiamo le speranze di tutti,
ma noi vediamo che la lama del disagio continua a tormentare
moltissime famiglie che non arrivano da tempo alla fine del mese;
anziani che attendono le loro magre pensioni mangiando pane e
solitudine; giovani che hanno paura per il loro futuro incerto, e
che bussano – non di rado sfiduciati – alle porte del lavoro; adulti
che il lavoro lo hanno perso e che hanno famiglia da mantenere e
impegni da onorare. Su tutto si staglia l’urgenza che, più di tutte,
s’impone: il lavoro e l’occupazione”.
Le parole del Cardinale sono per noi di MCL un grande motivo
di incoraggiamento che ci stimolano a ricercare quotidianamente, con la nostra opera e il bagaglio di valori cristiani che possediamo e che sono quel di più e quel valore aggiunto che possiamo
offrire alla nostra società, la costruzione della città dell’uomo
nella città di Dio e che ci permettono di servire le Chiesa del
nostro territorio con ancora più forza.
Michele Fusari
presidente provinciale MCL
opportune perché questo si realizzi.” (vescovo Oscar ottobre 2012).
Il Consiglio Pastorale dell’Unità Pastorale San Bartolomeo-San
Giacomo afferma di essere in perfetta sintonia con la Carta Costituzionale e dei diritti e di condividere
appieno il pensiero della Chiesa qui
sopra solo sinteticamente riportato.
A partire dalla considerazione
che un diritto fondamentale della
persona umana non deve essere
concesso, ma semplicemente riconosciuto, il nostro organismo
pastorale:
- invita a eliminare muri e contrapposizioni;
- invita a promuovere una società civile non solo multiculturale
ma interculturale;
- stimola ad aprire strade di:
Ascolto
Per questo è essenziale l’esercizio dell’ ascolto. Esso non è soltanto una condizione necessaria in un
processo di reciproca comprensione e di pacifica convivenza, ma è
anche un dovere pedagogico al fine
di essere “capaci di riconoscere i
valori degli altri, di comprendere
le preoccupazioni soggiacenti alle
loro richieste e di fare emergere le
convinzioni comuni” (Esort. ap.
Evangelii gaudium, 253). Alla base
di tutto ciò vi è la necessità di un’adeguata formazione affinché, saldi
nella propria identità, si possa crescere nella conoscenza reciproca.
(al Pontificio Istituto di Studi Arabi e d’Islamistica).
Il Primo Ministro greco Alexis Tsipras
4
Incontro
Quando ci accostiamo a una
persona che professa con convinzione la propria religione, la sua
testimonianza e il suo pensiero ci
interpellano e ci portano a interrogarci sulla nostra stessa spiritualità.
Al principio del dialogo c’è, dunque, l’incontro. Da esso si genera la
prima conoscenza dell’altro. Se, infatti, si parte dal presupposto della
comune appartenenza alla natura
umana, si possono superare i pregiudizi e le falsità e si può iniziare
a comprendere l’altro secondo una
prospettiva nuova (ibidem).
Educazione all’accettazione
della differenza
Forse mai come ora si avverte
tale bisogno, perché l’antidoto più
efficace contro ogni forma di violenza è l’educazione alla scoperta
e all’accettazione della differenza
come ricchezza e fecondità.
La cultura e l’educazione non
sono affatto secondarie in un vero
processo di avvicinamento verso
l’altro che rispetti in ciascuna persona “la sua vita, la sua integrità fisica, la sua dignità e i diritti che ne
scaturiscono, la sua reputazione, la
sua proprietà, la sua identità etnica
e culturale, le sue idee e le sue scelte politiche” (Messaggio per la fine del
Ramadan, 10 luglio 2013).
Riconoscimento della verità e
della bellezza degli altri.
Non tradire mai il compito primario dell’ascolto e del dialogo,
fondato su identità chiare, sulla
ricerca appassionata, paziente e
rigorosa della verità e della bellezza, sparse dal Creatore nel cuore di
ogni uomo e donna e realmente visibili in ogni autentica espressione
religiosa. (ibidem)
La nostra comunità vuol essere
immagine di Gesù che va incontro,
ascolta, accoglie, dialoga e offre
amore gratuito liberando dal male
e valorizzando tutto il bene che c’è
in ciascuno.
La nostra comunità ritiene infine che ogni atteggiamento di esclusione e di rifiuto, niente abbia a che
vedere con il Regno che Gesù è venuto a portare e a costruire con e
per gli uomini.
Consiglio Pastorale, Unità
pastorale San BartolomeoSan Giacomo
sabato 31 gennaio 2015
GIORNATA DELLA MEMORIA
MARTEDÌ 27
GENNAIO, GIORNO
DELLA MEMORIA:
LA CERIMONIA
DI SCOPRIMENTO
DEL MONUMENTO
A CREMA. SONO
INTERVENUTI
AUTORITÀ CIVILI
E RELIGIOSE,
STUDENTI E
MOLTISSIMI
CITTADINI
Un bassorilievo
per la coscienza
di MARA ZANOTTI
O
ra il monumento c’è: anche Crema testimonia di non avere dimenticato, di portare ancora nei propri ricordi, e nel proprio cuore, il sacrificio dei suoi concittadini e di tutti i cremaschi del territorio.
Certamente non è solo un ‘segno’ pubblico che dimostra questo ma
la cerimonia toccante e coinvolgente che si è svolta martedì 27 gennaio alle ore 11.30 in occasione della Giornata della Memoria e del
settantesimo anniversario della liberazione del campo di sterminio di
Auschwitz apporta una dimensione pubblica e quindi ampiamente
condivisibile della volontà dimostrata dalla nostra ampia comunità.
In piazza Istria e Dalmazia si è infatti provveduto all’inaugurazione del bassorilievo scolpito da Fidia Toffetti e realizzato su iniziativa
del nostro Settimanale Il Nuovo Torrazzo con il contributo dell’Associazione Popolare Crema per il Territorio e di alcuni sensibili cittadini cremaschi, nonché con il Patrocinio del Comune di Crema.
Ha introdotto gli interventi il cerimoniere Giovanni Soloni mentre il
primo a prendere la parola è stato il direttore del nostro settimanale
don Giorgio Zucchelli che ha illustrato motivazioni e principi che
soggiacciono all’iniziativa: “Visitando un campo fra i più tristemente
celebri – Mauthausen-Gusen, Dachau – si scoprono nomi cremaschi,
come quello di Ernesto Cremonesi (7-2-1908 Ripalta Cremasca - 193-1945 Mauthausen) tra cui quello di Enrico Dagnoni di Ricengo,
nato il 21/4/1898 e deportato anch’egli a Mauthausen, da dove non
ha fatto più ritorno. Perché dunque non pensare anche nella nostra
città a un ricordo indelebile dell’Olocausto che colpì anche cittadini
di Crema e del suo territorio? Ne abbiamo parlato in redazione, già
mesi fa, proprio nella prospettiva del 70° anniversario della liberazione del lager di Auschwitz, giungendo con impegno e determinazione
alla giornata di oggi... Abbiamo constatato che in città non esisteva
nessun monumento che suggellasse la memoria dell’Olocausto. Data
l’amicizia con il compianto scultore Mario Toffetti, con i suoi figli e
la moglie Caterina, abbiamo affidato a Fidia la realizzazione di questo bellissimo monumento che oggi inauguriamo”.
Quindi sono intervenuti il Vicario Generale mons. Franco Manenti che ha portato anche i saluti del Vescovo e Guido Hassan la cui
vita venne salvata dal cremasco Ernesto May. La vicesindaco Angela
Maria Beretta con un intervento di sensibilizzazione e ricordo: “Una
giornata per riflettere sulle ragioni storiche, sui fattori sociali, culturali e politici che favorirono l’affermarsi di quella pazzia collettiva che
fu il nazifascismo. Una giornata per raccontare alle giovani generazioni che se quella follia contagiosa, che fu il nazismo, è riuscita ad
affermarsi nella civilissima Germania, terra di poeti, di scrittori, di
grandi pensatori, allora vuol dire che nessun ideale di libertà, di giustizia, di dignità umana è conquistato una volta per tutte”, quindi ha
terminato con le seguenti parole: “Concludo questo mio breve intervento con l’auspicio che il ricordo, portato avanti con nobile spirito
di civiltà, della giornata odierna, rimanga in tutti noi e nelle nostre
coscienze, affinché la stessa memoria delle scelleratezze consumate
contro l’Umanità negli anni trascorsi impegni il tempo presente in un
domani nel quale non abbiano mai più a ripetersi”
Lo splendido monumento che riporta la frase Vittime cremasche
dell’Olocausto – La memoria nutre la coscienza rimarrà a imperituro ricordo di quei tragici eventi.
Alla cerimonia hanno partecipato non solo diversi privati cittadini, ma anche sindaci del territorio, classi di alcune scuole superiori,
rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e D’Arma e un
solista che ha suonato con la sua tromba il Silenzio, un brano struggente che ha toccato il cuore di tutti gli intervenuti. Invitiamo dunque
tutti coloro che non lo hanno ancora visto a recarsi in piazza Istria
e Dalmazia ad ammirare il bel bassorilievo che al di là dell’indubbio
valore artistico racchiude una memoria storica irrinunciabile.

Galleria fotografica della cerimonia su www.ilnuovotorrazzo.it
A sinistra don Zucchelli
e il vicesindaco Beretta
tolgono il drappo al monumento,
quindi l’intervento
di Guido Hassan
LEGGE REGIONALE SUI NUOVI CENTRI DI CULTO
E la città s’appresta al consiglio comunale aperto, venerdì
L
a città s’appresta al confronto, nel
consiglio comunale aperto fissato per
venerdì 6 febbraio prossimo, sulla musalla-centro culturale islamico a Crema.
La questione è da mesi al centro dell’attenzione, con posizioni contrastanti tra
chi ritiene doveroso – come i gruppi di
maggioranza del centrosinistra e i 5 Stelle
– riconoscere a tutte le convinzioni religiose, libertà di espressione, anche correndo
qualche eventuale rischio; e chi invece –
quelli del centrodestra all’opposizione –
intende preservare l’identità culturale del
mondo occidentale, ed è fortemente preoccupato di alcune connotazioni dell’Islam, nonché di pericolose derive ideologiche di matrice terroristico islamiste.
L’incontro – concordato nella conferenza dei capigruppo, dopo che con motivazioni tecniche son state respinte le
richieste d’affrontare il tema nella sede
istituzionale ma in un’assemblea aperta,
sia delle minoranze che della maggioranza – è previsto dalle 20,30 alle 24, con
tempi d’intervento contingentati in 5 minuti ciascuno per tutti, consiglieri comunali e cittadini.
Il confronto, per quanto divergenti siano i punti di vista e complessa quanto
scottante la materia, sembra destinato a
risultare “spuntato”, avendo la maggioranza del consiglio regionale approvato
martedì una nuova legge in ordine all’edificazione di nuovi luoghi di culto. Che, a
quanto sottolinea anche il consigliere del
Ncd Carlo Malvezzi, “introduce regole
certe, nel pieno rispetto della nostra Costituzione, intervenendo a coprire un grave
vuoto normativo a livello nazionale su un
tema di centrale importanza per i grandi
mutamenti a cui stiamo assistendo soprat-
Fedeli dell’Islam in preghiera in un luogo di culto
tutto sul fronte dell’integrazione”.
“Questa legge – spiega Malvezzi – ha
l’obbiettivo di tutelare chi davvero vuole
esercitare una pratica di fede, e mette in
condizione le istituzioni locali, attraverso
la sottoscrizione di convenzioni, di interloquire con soggetti finalmente riconoscibili, andando a colpire, se necessario, chi
si presta ad attività politiche o di proselitismo inneggiante alla violenza. Non possiamo, infatti, negare che negli ultimi anni
è diventato sempre più evidente come alcuni culti presentino un confine troppo labile e indefinito tra la dimensione religiosa
e una certa deriva ideologica.”
“Per questo – aggiunge – abbiamo ritenuto necessario dotare gli enti locali di questo
nuovo strumento di natura urbanistica con
tre sostanziali caratteristiche: l’istituzione
di una Consulta regionale che affianchi i
sindaci nella valutazione dei requisiti dei
soggetti richiedenti; la possibilità di indire
un referendum, laddove lo statuto comunale lo preveda; la realizzazione di un Piano
delle attrezzature religiose sottoposta a VasValutazione ambientale strategica.”
“La maggioranza ha scelto di prendere
sul serio le preoccupazioni dei cittadini
lombardi – tiene a sottolineare Malvezzi
– tenendo dritta la schiena e continuando
a difendere ciò che abbiamo di più caro:
quei valori dell’Occidente che reggono la
convivenza civile nel nostro Paese.”
“Valori sui quali mi sembra evidente dal
dibattito di ieri in aula – conclude – qualcuno nei banchi dell’opposizione si sia già
arreso, sposando quella fallimentare idea
di integrazione che ha dimostrato i propri
risultai in molti Paesi europei.”
SUZUKI CELERIO: LA SMALL CAR GRANDE IN TUTTO, SU MISURA PER TE.
Concessionario esclusivo
5
A.M.
tua a
8.990 €
*
MADIGNANO via Oriolo, 41 (di fianco al Mercatone) tel. 0373 65.82.83
CREMONA via Dante, 78 (ang. piazza Stazione F.S.) tel. 0372 46.30.00
www.carulli.com
DAL 1905 TI MOTORIZZA E TI ASSISTE MEGLIO
La Città
6
SABATO 31 GENNAIO 2015
FIUMI SICURI
EUROPARLAMENTO
Esperienza
straordinaria
UN PRIMO BILANCIO A SEI MESI
DALL’INSEDIAMENTO
di ANGELO MARAZZI
I
l cremasco Massimiliano Salini, essendosi piazzato alle spalle del capolista Ncd
Maurizio Lupi, il 25 maggio scorso – avendo ottenuto nella circoscrizione Nord Ovest
27.013 preferenze – a inizio luglio è entrato
nel Parlamento europeo.
Dopo mezzo secolo il Cremasco torna ad
avere un suo rappresentante nell’assemblea
di Strasburgo, dove si reca una volta al mese
per la plenaria; mentre per le altre settimane
partecipa assiduamente ai lavori nella sede
di Bruxelles.
A sei mesi dall’avvio di questa esperienza
che definisce “straordinaria”, con lui facciamo il punto della situazione, anche in rapporto all’attualità.
La vittoria di Tsipras in Grecia, cosa
cambierà per l’Europa?
“Sicuramente inciderà sull’assetto comunicativo della politica italiana. Temo una
esondazione di Renzi che immagino guardi
con ansia all’ipotesi di essere superato come
popolarità nella sinistra
europea dal coetaneo
Tsipras. E cambierà
sicuramente il debito
greco, che non è poi
così enorme per i conti
europei; ma se deciderà
effettivamente di onorare i propri debiti in
modo non propriamente ortodosso come annunciato, qualche scossone ci sarà. Perché
il rischio che possa essere seguito da altri
Paesi è rilevante.
Io non dubito che le regole, soprattutto
di politica fiscale disomogenea a livello europeo debbano essere corrette e, in qualche
caso modificate. Perché i problemi del debito non si risolvono, come spesso si fa anche
in Italia, incidendo sulla pressione fiscale.
E non si può avere un’Europa che interviene su tutto, tranne che su questi soprusi ai
danni dei cittadini.
Regole fiscali comuni dovrebbero consentire nel tempo non solo di pagare meno tasse, ma anche alle imprese di gareggiare ad
armi pari sul mercato globale.”
Come sta andando l’esperienza al Parlamento europeo?
“Straordinaria. In termini di concretezza
e di possibilità di incidere su partite estremamente rilevanti per il futuro del mio Paese.
Mi piace il ritmo di lavoro, amo il confronto
Esercitazione lungo
il Serio, oggi e domani
S
L’europarlamentare cremasco Massimiliano Salini
con i colleghi di nazionalità diverse; mi sento arricchito dal paragone con esperienze
politiche e culturali differenti dalla mia.
La sola nota molto negativa è la scarsa
presenza soprattutto nelle commissioni, in
cui si lavora concretamente lontano dalle
telecamere: sul totale di 73 parlamentari
italiani, presenti siamo si e no una ventina.
Una minoranza che non fa onore al Paese
e spesso, come accaduto, ridimensiona l’autorevolezza della delegazione e incide negativamente anche sul lavoro dei pochi che
l’impegno ce lo mettono.”
Quali gli ambiti di cui ti stai occupando
in modo più specifico?
“Io sono nella commissione Industria,
Ricerca ed Energia e in quella Trasporti e
Turismo. Ma mi occupo molto anche delle
questioni che ritengo centrali per una proposta politica solida: ovvero di tutti i provvedimenti diretti o indiretti che riguardano
educazione e famiglia. Perché dal punto di
vista delle competenze i tre pilastri su cui ho
fondato la candidatura e continua a essere
al centro del mio impegno da euro parlamentare sono: la cultura di
impresa, la libertà di
educazione e la centralità della famiglia.”
Com’è andato il semestre di presidenza
italiana?
“Al netto della coincidenza non favorevole della nomina, durante questo semestre,
della nuova Commissione europea, che ha
fatto perdere molto tempo, non è stato brillante. I risultati non sono particolarmente
evidenti. Ne ricordo solo uno: l’approvazione del Piano Juncker da 315 miliardi di euro
per gli investimenti, che costituisce sicuramente un punto di merito, perché è la prima
volta che l’Europa concentra l’attenzione
più che sulle regole sulla strategia per ridare
sviluppo economico e speranza e approva
un piano in cui tutti i Paesi, Germania inclusa, mettono qualcosa di proprio a favore
di tutta l’Unione.
Una sconfitta, che mostra la debolezza
negoziale dell’Italia, è stata invece quella
sul ‘made in’: anche qui, per resistenze tedesche, non è passato un sistema di riconoscimento dei nostri prodotti e dell’enorme
lavoro per puntare più sulla qualità che sulla
quantità.”
Quali le decisioni con incidenza diretta
L’ELEZIONE DI TSIPRAS
POTREBBE PORTARE
QUALCHE SCOSSONE.
UN PO’ DELUDENTE
IL SEMESTRE ITALIANO
i terrà a Crema, oggi e domani, l’esercitazione di Protezione Civile “Fiumi sicuri”. Iniziativa figlia del Protocollo d’intesa che ne
porta il nome sottoscritto nell’autunno del 2006 da Regione Lombardia e Province lombarde. “Fiumi sicuri” prevede, infatti, l’impiego
del volontariato di Protezione Civile nella prevenzione del rischio
idrogeologico e il coinvolgimento degli enti tecnici che sono presenti
sul territorio e che ne conoscono e gestiscono le problematiche. Primo fra tutti l’Aipo.
L’esercitazione riguarderà il tratto cittadino del Serio compreso tra
il ponte ferroviario e via Visconti. Ambito scelto d’intesa proprio da
Aipo, Comune di Crema e Parco del Serio. “Le attività che verranno
poste in essere – si legge tra l’altro nel comunicato diffuso dalla Provincia – saranno relative alla prevenzione del rischio idraulico del territorio e comporteranno operativamente la rimozione di vegetazione
all’interno dell’alveo fluviale (sterpaglie, rami, alberi caduti, taglio di
alberi ancora in posizione di vita ma ormai disseccati...). ”
La task force che sarà attivata per la supervisione dell’operazioni
è composta oltre che dai tecnici di Aipo e Parco del Serio anche da
quelli dell’amministrazione comunale di Crema e della Protezione
Civile di Cremona. Al lavoro decine di volontari.
“L’iniziativa ‘Fiumi Sicuri’ – chiarisce il sindaco di Crema Stefania Bonaldi – è importante sotto vari punti di vista. Ha risvolti molto
concreti sul piano delle azioni di prevenzione del rischio idrogeologico, ma al contempo mette tutti gli operatori di Protezione Civile, dai
gruppi volontari agli enti preposti (Comuni, Provincia, Aipo) nelle
condizioni di cooperare e di esercitarsi insieme in vista di evenienze
che ormai, con i cambiamenti climatici in atto, possono verificarsi
ed essere molto impattanti anche sugli ambienti urbani e periurbani,
quando sono attraversati da fiumi e reticolati idrici come i nostri. Da
ultimo, queste iniziative sono molto utili anche per sensibilizzare i
cittadini sul tema della prevenzione dei rischi e in generale sull’operato della Protezione Civile.”.
Il programma prevede il ritrovo stamattina dei volontari davanti al
piazzale della Cri alle 7 per la registrazione. Alle 8 via ai lavori con
l’allestimento di 4 cantieri sulla sponda destra del Serio all’altezza
lungo via Viviani. Alle 16 conclusione della fase di cantiere e de-briefing della giornata con la conclusione della prima fase di lavoro e il
rompete le righe. Idem domani con termine alle 13.
sulla vita dei cittadini italiani?
“Tra le diverse, particolarmente importante mi sembra la partita del Cef: circa
12 miliardi di euro a favore di nuove infrastrutture di interesse europeo, in cui stiamo
inserendo investimenti anche per il nostro
territorio in ambito trasporto ferroviario, su
acqua e su nuove reti autostradali.
E un’altra che mi sta molto a cuore, e che
ritengo centrale, è il presidio delle politiche
sul sistema educativo: a partire dalla constatazione che incredibilmente l’Italia e la
Grecia sono gli unici due Paesi d’Europa a
non sostenere la libertà di educazione e le
scuole paritarie. Tutti gli altri lo fanno. Eppure se le suore di Lombardia e Veneto dovessero scioperare, chiudendo per tre giorni
le scuole materne da loro gestite, il sistema
produttivo andrebbe in default, perché decine di migliaia di lavoratori non potrebbero
recarsi al lavoro non avendo a chi affidare
i figli.
Questo Governo, che parla di tutto e promette anche di più, non ha minimamente
colto la centralità del tema educativo nelle
proprie politiche di sviluppo.”
Problema terrorismo islamista: come lo
stà affrontando l’Assemblea di Strasburgo?
“Su questo tema c’è stata una reazione
molto forte, dopo la strage a Parigi, come
l’intervento fatto a Strasburgo dal presidente Schultz all’indomani dei fatti francesi;
ma si tratta di reazioni che il più delle volte
subiscono gli effetti nefasti di quell’inaccettabile complesso di inferiorità culturale
che sembra aver annebbiato la vista a molti
cristiani, o comunque alla nostra Europa.
Le cui radici giudaico cristiane ritengo non
possano essere messe in discussione.
Avrei preferito meno parole dedicate al
tentativo di distinguere l’Islam moderato
da quello degenerato in terrorismo, con
tentativi goffi di operare divisioni teoriche,
e più parole di consapevolezza circa il fatto
che l’attacco alla nostra cultura e civiltà è
già in atto e i segni sono evidenti. Non c’è
necessità di ulteriori segnali perché l’Europa cristiana decida di difendere con forza la
propria storia e gente. Questo non significa
chiudersi, snaturarsi e trasformarsi in folli
con armi in mano; ma semplicemente fare
quello che qualunque persona di buon senso
fa quando vede attaccato quello cui tiene di
più. Di questo ne sono certo e non accetto
equilibrismi spesso figli di strategie politiche
perdenti. Ne sanno qualcosa anche i cremaschi.”
GIORNATA ECOLOGICA: domani in città
È
in calendario domani, 1 febbraio, in concomitanza con la prima
giornata del “Carnevale Cremasco”, una “Giornata ecologica
senz’auto”. Il divieto di transito dei veicoli a motore è istituito dalle
ore 8 alle 18, indicato dalla necessaria segnaletica stradale temporanea,
nelle intersezioni stradali: piazza Giovanni XXIII con le vie Crispi
e Gramsci; via Massari con il tratto principale di via Gramsci; le vie
Quartierone e Monte di Pietà con via Mercato; via S. Chiara con via
Stazione; piazzale Rimembranze con via Cadorna con obbligo di svolta a sinistra in direzione del quartiere di S. Bernardino; divieto d’accesso – con obbligo svolta destra per chi proviene da via Diaz – in piazza
Garibaldi; via Pesadori all’intersezione con via Diaz; via Kennedy con
le vie IV Novembre e Crispi; le vie Vailati e Delle Grazie con via Crispi.
L’elenco dettagliato delle categorie di mezzi interessate dal provvedimento, nonché delle deroghe ed eccezioni, è disponibile sul sito
http://www.albopretorionline.it/crema/alboente.aspx
“Con la domenica ecologica – spiega l’assessore all’ambiente Matteo Piloni – vogliamo attirare l’attenzione dei cittadini sul problema
della qualità dell’aria e su ciò che tutti noi possiamo fare e stiamo già
facendo per limitare le emissioni. Le domeniche di blocco del traffico
veicolare contribuiscono alla diffusione di modelli e stili di vita sostenibili e responsabili. Questa domenica a piedi coincide con l’apertura del
Carnevale Cremasco che eccezionalmente sarà ad ingresso gratuito. È
davvero l’occasione giusta per goderci al meglio Crema e vivere a misura d’uomo la nostra bellissima realtà, soprattutto per quanto riguarda il
centro storico in un’ottica di zona pedonale allargata.”
“SOGNO” PROGETTUALE
“Pierina”: Crema
sporting park?
L’
associazione sportiva Ac Crema 1908 ha presentato un’ipotesi progettuale per la realizzazione di
un grande centro sportivo ricreativo nella zona della
ex cascina Pierina.
La proposta – che ha l’ambizione di coinvolgere le
141 associazioni che promuovono diverse discipline
sportive e la cultura dello sport in Crema – va sottoposta dal consiglio di amministrazione del Crema 1908
all’approvazione dei soci. Ragione per la quale oggi pomeriggio alle 18, presso il PalaBertoni di via Sinigaglia,
è stata convocata l’assemblea aperta anche al pubblico.
Avuto da questi l’eventuale assenso a perseguire
la realizzazione andranno ricercate manifestazioni
d’interesse a partecipare attivamente, condividendo
le logiche progettuali e apportando anche nuove idee
supportate dalla sostenibilità economica.
Solo se si otterrà un esito positivo da questo passaggio, il progetto verrà presentato all’amministrazione
comunale di Crema per la valutazione finalizzata al
riconoscimento dell’interesse pubblico e all’apertura
di un bando pubblico per l’assegnazione dell’area.
L’intervento prevede la riqualificazione dell’intero
comparto dell’ex cascina Pierina – che ha un’estensione di 110.000 metri quadrati – a uso sportivo ricreativo, attraverso la realizzazione di campi di calcio in
erba sintetica e naturale con relative tribune, aree di
parcheggio, campi polifunzionali coperti e all’aperto,
Salone dedicato
agli sposi e alla cerimonia
Fiera
di Bergamo
6·7·8
Febbraio 2015
Ven 6
17.00 23.00
Ortofoto dell’area oggetto dell’intervento
di beach volley, una piscina scoperta, un’area bambini, un campo di tiro con l’arco, la pista di atletica e la
sistemazione a parco con percorsi vita.
Per quanto riguarda la cascina si prevede la ristrutturazione con l’introduzione di locali accessori alle attività sportive – magazzini, spogliatoi, locali tecnici... – e di
varie attività complementari e a servizio della comunità, come a titolo esemplificativo: reception, ristorante,
alloggi ricettivi per lo sport, locali per associazioni sportive, centro fisioterapico, sale fitness per allenamenti degli atleti, sala polifunzionale, casa del custode.
Verranno inoltre realizzate nuove strutture per spogliatoi e magazzini.
“La realizzazione delle strutture sportive sopra
elencate – ammettono gli stessi proponenti – deve essere inequivocabilmente interpretata come il ‘libro dei
sogni’, che potrà concretizzarsi in base alla condivisione del progetto, più o meno ampia, con le altre associazioni sportive del territorio, con l’amministrazione
pubblica e con altri stakeholder.”
L’investimento complessivo è stato preventivato in
circa 7,5 milioni di euro oltre all’Iva di legge.
Le risorse necessarie saranno rese disponibili da attività di fund raising che coinvolgeranno anche la pubblica amministrazione in alcune scelte politiche.
La disponibilità dell’area verrà chiesta in convenzione per almeno quarant’anni.
ingresso
gratuito
Sab 7
10.00 23.00
Dom 8
10.00 20.00
organizzata da
ideata e promossa da
ingresso gratuito
Ritaglia questo
coupon e presentalo
alle casse per ricevere
il tuo biglietto omaggio
in collaborazione con
main sponsor
offerto da
Il Nuovo Torrazzo
800 90 33 20
fierabergamosposi.it
SABATO 31 GENNAIO 2015
SANITÀ LOMBARDA
PETIZIONE POPOLARE
No a un Centro
islamico a Crema
IL CLUB FORZA SILVIO PROTOCOLLA
UNA PRIMA TRANCHE DI 5.000 FIRME
di ANGELO MARAZZI
P
romossa dal Club socio culturale “Forza
Silvio Crema 1” a fine novembre scorso,
la raccolta firme in calce alla petizione popolare che chiede all’amministrazione cittadina
di “interrompere il progetto di realizzazione
di un centro culturale islamico” è stata sostenuta anche dai gruppi consiliari di minoranza
– meno i 5 Stelle – e dalle segreterie di FI,
Lega e Ncd.
In dieci giornate, tra
dicembre e gennaio, ai
gazebo allestiti in centro città l’hanno sottoscritta in 5 mila, l’80%
circa dei quali residenti
in Crema e il resto nel
circondario. Perché la
questione, ha spiegato
il presidente del Club
Gianmario Donida, “preoccupa tutti, per l’impatto anche sull’intero territorio, tanto che tre
sindaci – di Soncino, Romanengo e Salvirola –
hanno chiesto i moduli per una raccolta firme
in loco e altri si aggiungeranno”.
“Nei prossimi giorni – ha sottolineato
nell’incontro stampa di mercoledì – consegneremo al protocollo, indirizzata al sindaco,
questa prima tranche di firme. Perché si renda conto della forte contrarietà al progetto e
interrompa l’iter.”
“Ai gazebo – ha tenuto a sottolineare Donida – abbiamo avuto modo di percepire il
comune sentire, ottenendo conferma d’avere
interpretato correttamente il desiderio del-
la nostra comunità a volersi esprimere sulla
questione. Trovando inoltre la condivisione
anche di buona parte di elettori di centro sinistra, che han fatto osservare come il progetto
non era nel programma elettorale dell’amministrazione.”
I lusinghieri risultati rafforzano nei promotori il convincimento che “sono in molti a
pensarla come noi”, e le firme – ha spiegato
ancora il presidente del Club Forza Silvio –
“verranno protocollate per restare a futura
memoria della richiesta
precisa e chiara fatta
dai cittadini.”
E nel riferire che l’iniziativa
proseguirà
fino a quando il progetto non sarà cancellato,
o fino al suo completamento, con consegne
periodiche delle firme contro.
“Molti cittadini avrebbero voluto le dimissioni della Giunta – ha sostenuto – noi però
chiediamo all’amministrazione solo di recedere dal progetto. Perché il sindaco ha costretto la comunità alla divisione, mostrando
l’incapacità di cogliere i reali bisogni dei cittadini, come la mancanza di lavoro, il carico
di bisogni sociali...”.
Da parte sua il segretario della circoscrizione cittadina della Lega Bombelli ha puntualizzato che la nuova legge regionale – approvata martedì – “non è anti moschee, come
si cerca strumentalmente di far credere, ma
regolamenta con vincoli urbanistici gli inse-
L’INIZIATIVA SOSTENUTA
ANCHE DALLE SEGRETERIE
DI FI, LEGA E NCD
E DAI GRUPPI CONSILIARI
DI CENTRODESTRA
Riforma: il territorio
deve essere compatto
L
Area in via Milano, individuata
per l’eventuale Centro culturale islamico
diamenti di nuovi luoghi di culto”.
E quindi a Crema non è escluso possa essere comunque realizzato il centro islamico,
attenendosi ai requisiti, che non escludono
nemmeno religioni che che non hanno sottoscritto l’Intesa. Ragione per la quale, ha
aggiunto, è necessario proseguire la raccolta
firme e partecipare venerdì prossimo al consiglio comunale aperto.
“Con questa legge – ha rilevato inoltre
Agazzi, di Servire il cittadino, ma anche
come vice commissario provinciale di FI – gli
enti locali possono ricorrere allo strumento
del referendum.”
E non ha fatto mistero di nutrire “il dubbio che la maggioranza abbia atteso che
qualcuno le tolga la responsabilità di dire
no agli amici islamici, visto che la richiesta
era già al secondo punto all’odg della prima
commissione urbanistica a inizio mandato, e
non l’hanno portata avanti. Quindi non scarichino su di noi la colpa di non mantenere
gli impegni presi con la comunità islamica in
campagna elettorale, magari per raccattare
qualche voto”.
La stessa Zanibelli, di Ncd, ha tenuto a ribadire che “non è in dubbio la libertà di culto”.
“Il tema pone una sfida culturale, ma anche amministrativa, ed è stato affrontato in
modo sbagliato – ha osservato – che va a
detrimento delle comunità islamiche stesse,
avviando l’iter della variante al Pgt senza motivazioni, perché altre aree per nuovi luoghi
di culto già sono previste nel nostro Piano di
gestione del territorio. Si motivi perché non
sono più adeguate”.
Rossoni presidente del nuovo “Sistema Fidi”
L
’ex consigliere e assessore regionale – ora sindaco di Offanengo – Gianni Rossoni è stato designato presidente di “Sistema Fidi”, la rete dei confidi territoriali che aggrega Fidicom A.svifidi Antali
di Asvicom Crema e altre 6 realtà distribuite su tutto
il territorio nazionale: Cooperativa Commercianti
Parma, Usarcifidi Albignasego (PD), Arcafidi Varese, Garcom Piacenza, Commerfidi San Benedetto
del Tronto (AP) e Confidi Calabria soc. cons. a r.l.
di Catanzaro.
Oggi la rete rappresenta oltre 22.000 imprese
socie, garanzie residue prossime ai 150 milioni di
euro e oltre 32 milioni di euro di fondi monetari. Il
progetto è stato promosso e coordinato dalla federazione di confidi Sistema Credito, aderente a Sistema
Commercio e Impresa.
“Possiamo superare le sfide del futuro solo se
pensiamo oltre le nostre strutture. Dal mese di gennaio cominceremo il road show di presentazione della nostra iniziativa in tutti i territori.”

L’
Associazione Industriali Cremonesi consolida la
collaborazione con la Libera Artigiani Cremaschi con l’iniziativa “L’Italia parte dal lavoro”, incontri di approfondimento sponsorizzati dalle quattro Bcc
del territorio: Banca Cremasca, Cassa Rurale Adda e
Cremasco, Bcc di Postino Dovera e Banca Cremonese.
Dopo aver ospitato – a fine novembre scorso, alla
Bosch di Offanengo – il ministro del Lavoro Giuliano
Poletti che ha illustrato il Jobs act, venerdì prossimo
propongono un incontro con il professor Pietro Ichino
su questo attualissimo strumento.
Nel sottolineare la novità di questo “nuovo percorso di condivisione su tematiche che interessano tutto
il nostro territorio: artigiani, piccole, medie imprese
e grandi aziende”, il presidente dell’Aic, il cremasco
Umberto Cabini, ha evidenziato l’importanza di “avere ulteriori chiarimenti sugli sviluppi futuri di questa
legge, che dovrebbe dare impulso a nuove assunzioni,
con le agevolazioni triennali”.
“Ora con Draghi, che ha messo a disposizione capitali – ha osservato – sono molto ottimista per il 2015,
per una auspicata ripresa, di cui si parla da anni.”
Confortato, ha riferito, anche dalla conferma del
centro studi di Confindustria di “segnali di crescita,
anche perché il dollaro è sceso e scenderà ancora, favorendo l’export”.
Il tema dell’incontro, ha sottolineato a sua volta il
direttore dell’Aic Massimiliano Falanga, è “focalizza-
a Regione sta mettendo a punto la riforma della Sanità lombarda.
E l’apposita commissione consiliare intende procedere a consultazioni dei territori.
Data l’importanza vitale della materia per l’intero Cremasco, il sindaco di Crema Stefania Bonaldi ha immediatamente formalizzato la
richiesta di audizione al presidente della commissione Rizzi, inviandola, per conoscenza, anche ai consiglieri regionali Agostino Alloni,
Federico Lena, Carlo Malvezzi. Sollecitando al contempo i colleghi
dei Comuni del circondario a sottoscrivere analoga richiesta.
“L’interesse e la sensibilità al delicato e importante tema della tutela del
presidio ospedaliero di Crema era già
stato evidenziato dalla nostra amministrazione in passato con un atto della
Giunta comunale – sottolinea in una
nota la Bonaldi – ma ritengo ora sia il
momento di rinnovare l’attenzione e
farlo in modo corale. Per questo, oltre
che ai sindaci, ho scritto ai capigruppo
consiliari di Crema, perché auspico di
potere raccogliere da tutti indicazioni e
condividere alcune linee essenziali da
riportare agli amministratori regionali,
con il solo fine della più ampia tutela e
Il sindaco Stefania Bonaldi
garanzia per il nostro ospedale.”
“Il tema della riforma della Sanità
lombarda deve necessariamente essere trattato con un forte coinvolgimento dei territori e delle istituzioni locali, dunque dei sindaci e degli
amministratori – aggiunge – in quanto chiama direttamente in causa
la qualità di servizi essenziali e delicatissimi come quelli che riguardano la salute dei cittadini e quelli altrettanto decisivi delle risorse
investite per garantirli. Il confronto coi territori è dunque elemento
decisivo e dirimente che ci auguriamo venga adeguatamente colto e
valorizzato.”
Il presidente della commissione consiliare regionale Sanità ha evidenziato che “le audizioni possono operarsi solo per realtà su base
regionale o provinciale, in questo caso per specifiche peculiarità”.
“Ritengo che un’area omogenea di 150 mila abitanti, su cui insiste
un’unica azienda ospedaliera e che si relaziona ad aree limitrofe extra
provincia come il trevigliese e il lodigiano – incalza la Bonaldi – sia
estremamente peculiare. Per questo mi auguro che i sindaci cremaschi rispondano all’appello lanciato qualche giorno fa e che Rizzi
accolga la nostra istanza.”
“Tutelare il nostro ospedale, la qualità dei servizi essenziali che
eroga e l’entità delle risorse professionali, umane ed economiche allo
stesso assegnate – conclude il sindaco di Crema – è una priorità assoluta del territorio.”
A.M.
Corso triennale
di formazione professionale
OPERATORE AMMINISTRATIVO
SEGRETARIALE
Articolo completo sul sito
www.ilnuovotorrazzo.it
•Corso professionale
gratuito, interamente
finanziato dalla
Regione Lombardia
AIC-LIBERA ARTIGIANI
Incontro con Ichino,
“padre” del Jobs act
La Città 7
O pen D ay
SABATO 7
FEBBRAIO 2015
•Alto tasso di occupazione,
verificabile da tutti
gli studi di settore
Zucchetti, Cabini e Falanga nell’incontro stampa
to sul lavoro, partendo dalle novità del Jobs act illustrate dal professor Ichino, il tecnico che più ha collaborato all’elaborazione”.
“È una materia in continua evoluzione – ha spiegato Giuseppe Zucchetti, direttore della Libera Artigiani, intervenuto in rappresentanza del presidente Marco Bressanelli, trattenuto da improrogabili impegni
– che introduce il contratto a tutele crescenti, con una
rivisitazione su cui si sono aperte polemiche sull’art.
18, ma in realtà si rimette mano al contratto a tempo
determinato e a una nuova disciplina su indennità di
disoccupazione e l’altra grossa rivoluzione che riguarderà gli ammortizzatori sociali.”
I promotori auspicano che l’incontro – che si terrà
nella prestigiosa sala Pietro da Cemmo, al Sant’Agostino, dalle ore 17.45 – sia interattivo: dopo la sua relazione, il professor Ichino sarà infatti a disposizione
per domande del pubblico sui vari aspetti della riforma
del lavoro del Governo Renzi, i cui decreti attuativi
stanno passando in commissione, mentre la parte sugli
sgravi è già contenuta nella legge di stabilità.
“Sarà interessante capire se si va verso una cassa
integrazione sul modello tedesco”, ha sostenuto ancora il presidente Cabini. E se sarà possibile introdurre
la “flexsecurity”, che sarà “fondamentale, insieme
all’abbassamento della pressione fiscale, per contrastare l’occupazione sommersa”.
A.M.
•Durata breve di 3 anni
(possibilità di proseguire
con il quarto e quinto anno)
dalle 9 alle 12.30
e dalle 14 alle 16
Visita il sito per maggiori dettagli
www.cfpcanossacrema.it
•Un ambiente tranquillo e
curato in tutti i suoi aspetti
con grande passione
(laboratori e attrezzature
innovative)
CFP CANOSSA
F IDES ET RATIO
Via del Macello, 26 - Crema
Tel. 0373 84977
[email protected]
La Città
8
Rari
Nantes
SABATO 31 GENNAIO 2015
ASSOCIAZIONE “RUBINO”
Concorso Asvicom
#CERCALAMAGIA
Invito a cena
a Castelnuovo
omenica scorsa alcuni
Atleti della Rari Nantes
Crema sono stati impegnati
a Lodi per la Coppa Rio. La
mattina, primo a entrare in
vasca Francesco Gabbio che
ha migliorato nei 200 stile di
ben quattro secondi chiudendo in 2.21.32, di seguito nei
100 rana Letizia Paioli che
con il tempo di 1.42.37, ha
ritoccato verso il basso il suo
personale di ben 2 secondi.
Nella gara più veloce, i
50 stile libero, ottima la prestazione di Greta Guarneri
che ha concluso con 31.05,
a seguire Marco Zaghen in
27.31. Nel pomeriggio la
Rari Nantes Crema ha visto
entrare per prima in acqua
Diana Basso Ricci nei 100
dorso in 1.19. 21, migliore prestazione stagionale.
Diana ha migliorato di tre
decimi anche nei 100 stile segnando il tempo di 1.11.50.
Nella stessa gara strepitose
Letizia Paioli che ha chiuso
in 1.16.80 e Greta Guarneri
che con una gara tenace ma
lineare ha chiuso in 1.07.34.
Sempre domenica a Gussago
la Master Ornella Facchini
(nella foto) era impegnata per
un trofeo nei 50 rana dove
con il tempo di 52.00 ha ottenuto la medaglia d’ar
d’argento.
’associazione Rubino – Ricerca umanizzazione,
benessere in Oncologia – invita i cremaschi a una
cena a offerta libera presso il salone dell’oratorio parrocchiale di Castelnuovo, appuntamento in agenda
per sabato prossimo 7 febbraio alle ore 20.30.
La serata è aperta a chiunque desiderasse conoscere da vicino questa nuova realtà nata nell’ottobre
2013 e, magari, associarsi (il costo annuo della quota
di iscrizione è pari a 15 euro). Per partecipare occorre dare la propria adesione entro oggi sabato 31
gennaio presso il negozio Ottica Foto Angelo di via
Cavour.
Presidente del gruppo è Gianni Risari. L’associazione, senza scopo di lucro, agisce a sostegno delle
persone che vivono l’esperienza del reparto di Oncologia dell’ospedale “Maggiore” di Crema: pazienti,
loro familiari, ma anche operatori sanitari. Nell’articolo 2 dello Statuto si legge: “Rubino non persegue
fini di lucro e opera mediante le prestazioni dirette,
personali e gratuite dei propri aderenti nel settore
socio-sanitario per il perseguimento di scopi di solidarietà sociale”.
Lo scopo è, dunque, quello di contribuire a non
lasciare solo chi è toccato dalla malattia oncologica,
promuovendo incontri informativi e formativi per i
pazienti, i familiari e la cittadinanza in merito alle
problematiche oncologiche e sostenendo la partecipazione a corsi d’aggiornamento per le figure professionali che lavorano in Oncologia.
Ancora, collaborare con quanti sono impegnati
nel territorio sul fronte della prevenzione, cura e assistenza, contribuire a rendere più accoglienti e funzionali le strutture e i servizi dell’ospedale cittadino,
offrire supporto per le pratiche burocratiche. Non
meno importante, per Rubino, è la promozione, specialmente tra i giovani, di una corretta conoscenza
dei possibili rapporti tra stili di vita e malattie oncologiche. La cena di sabato prossimo, così come la
partecipazione a eventi culturali, ricreativi e sportivi è finalizzata alla sensibilizzazione dell’opinione
pubblica e al reperimento di risorse da destinare alla
realizzazione delle finalità associative.
Luca Guerini
Dott. Tommaso Riccardi
medico chirurgo - specialista in neurologia
Malattie neurodegenerative dell’anziano: Parkinson, Alzhemier
Carnevale, domani
una sfilata gratuita
I
L
D
EVENTO
l concorso #cercalamagia, iniziativa che
Asvicom ha messo in campo durante il
periodo natalizio per incrementare le vendite dei commercianti della città, ha raggiunto l’obiettivo. Dal 5 dicembre al 5 gennaio
scorso son stati distribuiti 8.000 passaporti
a tutti coloro che hanno effettuato un acquisto nei circa 150 negozi aderenti.
In palio diversi premi – sul tema del viaggio – tutti molto prestigiosi, gentilmente
offerti dai commercianti.
L’estrazione è stata affidata all’assessore al
Commercio del Comune di Crema, Morena
Saltini, presso la sede di Sistema Commercio
e Impresa-Asvicom Cremona, in via Olivetti.
Questi i fortunati vincitori e relativi premi: Valentina Pandini, borsa da viaggio
Andy Next; Palmira Mazza, buono per trattamento, taglio e piega da Giulia Saloon;
Lodovica Guerini, fascia di visone Piacentini di Ornella Piacentini; Guido Vezzoli,
fascia di visone Piacentini di Ornella Piacentini; Valentina Robati, buono per abito su misura Barbara Montagnoli atelier;
Massimo Marchesini, libri Viaggiatore
Curioso; Loretta Cremonesi, smart box
Emozione 3Weekend romantico Mainardi
viaggi; Benedetta Ghidini, smart box Fuga
dalla città Scalo 74; Claudia Crotti, bottiglia di champagne Enoteca Fuoriporta; Lucilla Parati, bracciale Ruben, Ruben gioielleria; Eva Fortini, lampada Edi Son Agorà
progettazione arredamento luce; Maria Luisa Vigani, scarpe Saucony Enrico IV.
“Siamo soddisfatti della buona riuscita
dell’iniziativa e della collaborazione che
si sta creando tra commercianti e sistema
associativo”, ha commentato il presidente
di Sistema Commercio e Impresa-Asvicom
Cremona, Berlino Tazza. “Siamo costantemente impegnati a trovare nuove strategie
di attrazione sul territorio per impreziosire
la città e il suo bel centro storico ma anche
per incrementare il business degli operatori
che tanto si impegnano e tanto contribuiscono a rendere attrattiva Crema.”
L
a grande novità di
quest’anno è che domani, domenica 1 febbraio, in
collaborazione con il Comune di Crema, la prima domenica organizzata dal Comitato prevede una sfilata con
un percorso diverso che sarà
completamente gratuita.
L’inizio del divertimento
è previsto per le 14,30: bande musicali, complessi che
suonano dal vivo, majorettes, danzatori brasiliani e
boliviani, ma anche il mitico
trenino Beniamino e altri
piccoli carri previsti per far
salire i bambini, sfileranno
tra piazza Duomo e piazza Garibaldi per poi tornare in piazza
Giovanni XXIII.
Si tratta di una bellissima occasione per ‘buttare nella mischia’
anche adulti e bambini che potranno sfilare insieme a tutti i gruppi sopracitati.
Questa sera invece, presso il teatro San Domenico alle ore 21
andrà in scena La Mandragola di Niccolò Machiavelli: nel corso
della serata il Comitato Carnevale nella persona del suo presidente Eugenio Pisati e l’assessore alla Cultura Paola Vailati daranno
vita allo scambio della ‘chiave di Crema’, antica tradizione onorata dai più grandi carnevali d’Italia.
Da domenica 8 febbraio invece partiranno le tre domeniche di
sfilate dei carri allegorici veri e propri, quelli che numerosissimi
volontari con passione costruiscono per buona parte dell’anno. Il
percorso sarà il solito e ogni volta la sfilata sarà condita da gruppi d’accompagnamento diversi e coloratissimi. Contemporaneamente prenderanno vita in piazza Duomo i tradizionali mercatini
e come sempre non mancheranno le visite guidate della città e
Carneval Cioc, oltre al raduno dei camperisti, divenuto negli anni
un appuntamento consolidato.
L’altra grandissima novità per questa edizione 2015 del Carnevale Cremasco, riguardante appunto le tre sfilate con i carri allegorici, è la riduzione del costo del biglietto da 8 a 7 euro. Invariato
il ridotto a 4 euro, mentre i bambini fino agli 8 anni entreranno
gratis.
F.D.
STUDIO PODOLOGICO
Spazio salute
Dott.ssa
Riceve su appuntamento al n. 0373 84975 - Cell. 339 7478573
Specialista in Chirurgia Generale - Master Universitario di II livello in Chirurgia Plastica Estetica
Visita Chirurgia Generale - Visita Senologica
Asportazione ambulatoriale lesioni cutanee (nei e cisti)
TRESCORE CREMASCO c/o Poliambulatorio sant’Agata, via Alzeni, 39 - Tel. 0373 273054
CREMA c/o Poliambulatorio Medicina Domani (ex ancelle) via Medaglie d’Oro - Tel. 0373 84975
Riceve in via Zara 5 a Crema - per appuntamenti
Tel. 0373 80343 - cell. 339 3715956
[email protected]
Studio medico dott.ssa Golfari Maria Giulia
esperta in medicina naturale e nutrizione biologica
Riceve su appuntamento cell. 349 1868192
Ripalta Cremasca - San Giuliano Mil.se - Milano
www.docvadis.it/dottoressagolfarimariagiulia
AMBULATORIO
AMBULATORIO POLISPECIALISTICO
POLISPECIALISTICO
ODONTOIATRIA
ED
ODONTOIATRIA
ODONTOIATRIA
dott.ssa
Marina
Stramezzi
medico
chirurgo
Autorizzazione
n. 7611/2004
Prot. 15040/99/CR/M/VC/bg
Direttore
Odontoiatrico
Medico
Chirurgo
dott. Filippo Forcellatti
Aperto lunedì e venerdì ore 9-22
lunedì e venerdì ore 9 -22
martedì,
mercoledì,
ore9-19
9-19
martedì,
mercoledì,giovedì
giovedìee sabato
sabato ore
orario continuato
ODONTOIATRICO
Aperto tutti i giorni dalle 8,00 alle 20,00
Musica per il tuo sorriso
388 4222117
Resp. Sanitario Dr. Marco Cesarini
Specialista in Oftalmologia
Visite Oculistiche - Visite Ortottiche
SI RICEVE SU APPUNTAMENTO
da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 il sabato dalle 9.00 alle 12.00
Crema - via Capergnanica, 8/h (zona Ospedale)
Tel. 0373.200520/0373.201767 - Fax 0373.200703
E-mail: [email protected]
64166 DEL 08/10/2004
MIOPIA - IPERMETROPIA
ASTIGMATISMO
AUT. PUBBLICITÀ SANITARIA N°
s.r.l.
Dr.ssa
· Dott. Barbati Sante
Crema Tel. 0373 86709
· Dott. Carlino Enrico
Cremona Tel. 0372 24450
· Dott. Carlino Massimo
Cremona Tel. 0372 460125
· Dott. Chiragarula Faustin
Crema Tel. 0373 630578
· Dott. De Micheli Federica
Cremona Tel. 0372 30212
· Dott. Della Nave Cesare
Casalmorano Tel. 0374 374056
· Dott. Duchi Lorenzo
Cremona Tel. 0372 410290
· Dott. Fiorentini Anna
Crema Tel. 0373 257766
· Dott. Flora Francesco
Cremona Tel. 0372 451611
· Dott. Furlani Paolo
Cremona Tel. 0372 411234
· Dott. Ghilardi Lanfranco
Cremona Tel. 0372 412786
· Dott. Grassi Gianluca
Cremona Tel. 0372 452788
· Dott. Guerrini Ermanno
Cremona Tel. 0372 457721
· Dott. Pelagatti Saverio
Cremona Tel. 0372 22407
· Dott. Pini Mauro
Cremona Tel. 0372 412167
· Dott. Sanella Massimo
Crema Tel. 0373 31994
· Dott. Sangalli Michele
Dovera Tel. 0373 94584
· Dott. Santarsiero Angelo
Soresina Tel. 0374 342666
· Dott. Serventi Ferruccio
Cremona Tel. 0372 457355
· Dott. Tartari Elisabetta
Cremona Tel. 0372 457745
www.associazionedentistidelcremonese.it
Elena Piovanelli
- Schemi Dietetici Personalizzati
- Percorsi di Educazione Alimentare
- Consulenza per Regimi Vegetariani
- Conteggio Carboidrati per diabetici
Riceve per appuntamento Via Verdelli 2/a - CREMA
Cell. 335 8338208
www.dietistapiovanelli.com
Dott.ssa
Tiziana Guadagnini
Pediatra
Gastroenterologo Pediatra
In libera professione riceve per appuntamento al. 335 36 51 44
In regime mutualistico, Ospedale Robbiani di Soresina
Per appuntamenti CUP tel. 0374 415901
Il TEAM di PROFESSIONISTI del tuo
territorio SEMPRE AL TUO FIANCO
Chirurgia Rifrattiva Laser ad Eccimeri per:
IN OSTETRICIA-GINECOLOGIA
Riceve per appuntamento a Crema via Marazzi n. 8
Tel. 0373 84197 - Cell. 335 6564860
Riceve presso Centro Medico Fisioterapico s.n.c.
di Villani e Torri via Cavalli 22 - CREMA
Tel. 0373 203810
www.centromedicofisioterapico.it
Dott.ssa M.G. Mazzari
medico chirurgo
Specialista in ostetricia e ginecologia
- VIA CIVERCHI 22
Arancio Francesco
SPECIALISTA
Fisioterapista - Osteopata
PRONTO SOCCORSO
SANTA
CLAUDIA
SRL
- CREMA
LaPira,
Pira,8 -8N.
- N.
Verde
800 273222
SANTA
CLAUDIA
SRL
- CREMA -- Via
Via La
Verde
800273222
Palazzo
Ipercoop
Rondò
- (2°
piano)
Palazzo
Ipercoop -- Gran
Gran Rondò
- (2°
piano)
Dott.
dottore in scienze e tecniche psicologiche
Riceve per appuntamento al n. 0373 257706
via Mazzini, 65 - Crema
Aperto tutto l’anno in orario continuato
CENTROMEDICO
Riceve a Castelleone per appuntamento tel. 338 9824545
Visite ostetrico - ginecologiche
Ecografie - 3D e 4D
Direttore Sanitario
Direttore
Sanitario
dott.ssa Marina Stramezzi
ODONTOIATRIA
Santa Claudia
CREMA
Per appuntamenti 331-8662592
Aut. n. 946/2002
Medico Chirurgo - Specialista in Ostetricia e Ginecologia
[email protected]
Specialista in Otorinolaringoiatria
PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA
specializzata in disturbi di ansia, disturbi psicosomatici,
forme depressive, tecniche di rilassamento
DOTT. ADALBERTO VILLANI
ANTONIA CARLINO
Dott.ssa
Dr. Walter Fontanella
Dr.ssa Lorenzetti Maria Beatrice
Bassi Mauro
Autorizzazione n° 40/2000 Prot. n. 40/II°/AL/an
Medico Chirurgo Dr.
Chiara Caravaggi
Crema - Via Desti n. 7
☎ 0373 259432 - 338 5028139
DOTT. ALDA PILONI
Medico Chirurgo
Dermatologo
Specialista in clinica dermosifilopatica
via Diaz, 32 - CREMA
Tel. 0373 / 82357
Riceve per appuntamento: lun. - merc.- ven.- h. 14.30 - 18.00
RI
VU
AS
IN
amenti
Aggiorn ni
quotidia to
ro si
sul nost rrazzo.it
uovoto
www.iln

sabato 31 gennaio 2015
MOSCAZZANO
PALAZZO P: diverbio degenera
Agguato mortale
Marocchino freddato
I
Carabinieri della stazione di Pandino, nel pomeriggio di lunedì, hanno tratto in arresto un cittadino italiano per minaccia
a mano armata e lesioni aggravate. Si tratta di un 44enne, F.G.
le iniziali fornite, finito nei guai per aver colpito e minacciato il
vicino di casa, un romeno con il quale non aveva buoni rapporti
di vicinato.
Una situazione degenerata lunedì a seguito dell’ennesima
lite. L’operaio 44enne avrebbe deciso di farsi giustizia da solo
armandosi di un coltello da cucina e presentandosi alla porta
del vicino. Quando il romeno ha aperto la porta F.G. lo avrebbe colpito con due testate sbattendolo poi contro un muro. Il
malcapitato, liberatosi, è riuscito a chiamare i Carabinieri che
giunti sul posto hanno tratto in arresto, dopo averlo disarmato,
l’aggressore con l’accusa di minaccia aggravata e lesioni personali, legate alle ferite medicate e giudicate guaribili in 5 giorni,
patite dal suo vicino.
Condotto a processo il 44enne è stato giudicato colpevole e
condannato alla pena di 6 mesi di reclusione, sospesa per effetto
della condizionale.
IN MANETTE UN 28ENNE E UN 23ENNE
S
ono approdate nel Cremasco, concludendosi con un duplice arresto, le indagini avviate dai Carabinieri di Monza
a seguito dell’omicidio di un 43enne marocchino trovato cadavere nelle campagne
di Cambiago lo scorso 7 novembre. A Moscazzano i militari dell’Arma hanno fatto
scattare le manette ai polsi
di due giovani. Mercoledì il
28enne D.C. e il 23enne S.B.
sono stati prelevati da casa
e condotti prima presso la
caserma dei militari di Crema e poi presso il carcere di
Opera.
L’ipotesi investigativa è
che siano stati loro a freddare con un colpo
di fucile alla nuca lo straniero. Un personaggio noto alle Forze dell’Ordine per precedenti legati allo spaccio di stupefacenti.
Il marocchino è stato rinvenuto cadavere nelle campagne brianzole nei pressi di
Cambiago. Una macabra scoperta che ha
dato avvio alle verifiche per risalire alla sua
identità, prima, e poi capire chi lo avesse
ucciso. Il suo legame con il mondo degli
stupefacenti ha messo gli inquirenti su specifiche piste. Una di queste ha portato nel
territorio Cremasco e precisamente in quel di Moscazzano.
In passato, infatti, alcuni giovani avrebbero avuto
contatti con il pusher. Le investigazioni si sono concentrate su un operaio 28enne
che risultava essere assente
dal lavoro alle 13 del giorno
dell’omicidio del marocchino Moustapha Delloufi. Al
moscazzanese i militari sarebbero arrivati
vagliando le posizioni di tutte le persone
che a cavallo dell’ora in cui si sarebbe verificato l’omicidio avrebbero avuto contatti
con la vittima.
Oltre al 28enne i Carabinieri hanno
deciso di avviare accertamenti anche a
IL NOTO
SPACCIATORE
TROVATO
CADAVERE
A CAMBIAGO
CC E DENUNCE
Controllo del territorio
Furti, alcol e droga
A
l fine di contenere il fenomeno
dei reati predatori, contrastare
lo spaccio di sostanze stupefacenti, evitare l’incidentalità stradale e
dare una maggiore percezione di
sicurezza alla popolazione, Carabinieri in campo nel fine settimana
con un controllo straordinario del
territorio. Risultato tre denunce, refurtiva recuperata e piccolo quantitativo di droga sequestrato.
“Sono stati eseguiti diversi posti
di controllo sulle principali arterie
di accesso alla città di Crema e nei
parcheggi dei centri commerciali – ha spiegato il capitano dei Cc
di Crema Giancarlo Carraro – con
l’impiego di 12 pattuglie. Nel complesso sono state controllate oltre
90 persone delle quali oltre una
quindicina gravate da pregiudizi
penali per reati di vario genere”.
DENUNCE
E SEGNALAZIONI.
RECUPERATA
MERCE RUBATA
E MARIJUANA
In Crema lungo la via Mazzini
è stata fermata e controllata una
17enne romena domiciliata a Soresina già gravata da precedenti per
furto, che aveva appena asportato
alcuni capi d’abbigliamento in un
negozio. La merce, da cui era stata
staccata la placca antitaccheggio,
è stata restituita all’avente diritto.
Dalla visione delle immagini a circuito chiuso del negozio è stato accertato che la stessa aveva compiu-
carico di un amico. Un 23enne residente
nello stesso paese che, secondo il castello
accusatorio disegnato dalla Procura della
Repubblica di Milano dalla quale sono partite le ordinanze di custodia cautelare in
carcere, avrebbe accompagnato il 28enne
a Cambiago.
I due avrebbero contattato il marocchino. Si sarebbero portati nelle campagne
per l’incontro. Qualcosa poi sarebbe precipitato. A quel punto sarebbe spuntato un
fucile, che i due moscazzanesi si erano portati appresso con l’intenzione, o la scusa,
di venderlo a Delloufi e a un connazionale
che lo accompagnava. Arma con la quale
sarebbe stato ucciso il marocchino, lasciato cadavere nella zona boschiva brianzola
a ridosso del centro abitato di Cambiago.
Dalle indagini pare che il fucile utilizzato nell’agguato non fosse registrato ma fosse comunque nelle disponibilità di uno dei
due Cremaschi. Questo elemento avrebbe
pesato nella definizione del quadro che ha
portato in carcere i due amici.
to altri furti nei giorni precedenti.
In Camisano veniva controllato un romeno, T.Z.D. 27enne, di
Pandino, gravato da precedenti per
reati contro il patrimonio, è stato
deferito per possesso di attrezzi atti
allo scasso.
D.G. 51enne turco residente a
Scandiano (Re) è stato invece controllato alla guida di un camion
in stato di ebbrezza alcolica (ritiro della patente di guida e fermo
del mezzo). Stessa sorte per, F.D.
31enne di Crema, operaio, fermato
alla guida di una mercedes e risultato in stato di ebbrezza alcolica
(patente ritirata).
Anche sul fronte della lotta
al consumo di stupefacente i Cc
hanno ottenuto positivi riscontri.
T.D.R. nigeriano 41enne domiciliato a Crema, è stato controllato
nei giardini del parco delle Rimembranze e trovato in possesso di tre
grammi di marijuana (sequestrati)
per uso personale. È stato segnalato alla Prefettura di Cremona,
così come F.T. 20enne di Vaiano
Cremasco, già trovato in possesso
di alcuni grammi di marijuana nel
mese di dicembre; all’atto della notifica del verbale di analisi è stato
trovato in possesso di altra droga.
Come dire il lupo perde il pelo ma
non il vizio.
R
lenti a contatto apparecchi acustici
VEDERE E SENTIRE BENE RICCI

N
OTICO CIC
microl mondo
oa
l’unic
LESS
WIRE
Crema
Lite e feriti
L
ite ai giardini di Porta
Serio e due nordafricani
finiscono in ospedale. È accaduto nella notte tra venerdì e sabato, due settimane
dopo un analogo episodio
verificatosi sempre sul ponticello che dall’area verde
porta verso via Griffini. Qui
per futili motivi si sono affrontati due magrebini con
un egiziano intervenuto per
riportare la calma.
Il suo intervento però non
è servito. Armati probabilmente di cocci di bottiglia i
due contendenti, venuti alle
mani per futili motivi, se le
sono date di santa ragione
ferendosi con le improvvisate armi. Anche l’egiziano
avrebbe rimediato qualche
ammaccatura.
I feriti sono stati medicati
al pronto soccorso.
Ricci Group
Vip Crema
Non perdere
i momenti che contano
Scopri com’è INVISIBILE sentire meglio
• Ideale per chi è alla ricerca
di buon udito ed invisibilità
· Informazioni
· Mutuabili ASL
Da noi e consigli sull’udito
· Controllo gratuito specialistico
i:
trovera · Prova gratuita per un mese · Servizio Assistenza tutti i giorni
CREMA - via Mazzini, 82 - Tel. 0373 / 257055
SERGNANO (CR) - via Giana, 3 - Tel. 0373 / 41700
CREMA: incendio, paura in via Frecavalli
I
ncendio lunedì mattina in un appartamento in via Frecavalli
22. Vigili del Fuoco chiamati a intervenire per domare il rogo.
Fiamme e fumo si sono levate alte dal tetto del palazzo all’incrocio con via dell’Oca che ospita appartamenti e uffici. All’interno
dell’unità immobiliare, al momento dello scoppio del rogo, non
si trovava nessuno.
I pompieri sono stati chiamati a intervenire intorno alle 9.30.
Le fiamme si sarebbero sviluppate da una canna fumaria e
avrebbero intaccato il tetto della storica palazzina. Lavoro impegnativo per i Vigili del Fuoco di Crema che si sono portati in
via Frecavalli chiedendo la collaborazione dei colleghi di Lodi
e Cremona.
Al termine dell’operazione di spegnimento del rogo e di messa in sicurezza dello stabile è iniziata la conta dei danni, ingenti.
Alcune unità immobiliari sono state dichiarate inagibili.
CASTELLEONE: truffati da finti addetti gas
A
ncora le odiose truffe a danno di anziani. A Castelleone in
azione falsi addetti del gas che mettono in allarme le loro
vittime evidenziando fughe di metano dall’impianto delle abitazioni prese di mira. In questo modo riescono a entrare nelle case
compiendo furti.
Nella città turrita due i casi denunciati nell’ultima settimana.
Nel mirino una sessantenne e un settantenne. Vittime non certo scelte a caso. Alle porte delle loro abitazioni hanno bussato
finti tecnici di una fantomatica azienda incaricata di effettuare
controlli sugli impianti domestici. I truffatori dicono di dover
intervenire a causa di una perdita. In questo modo riescono a
entrare nella dimora del malcapitato di turno. Mentre uno dei
due lestofanti tiene impegnato il padrone di casa, l’altro ripulisce l’appartamento.
Le Forze dell’Ordine mettono in guardia: mai aprire la porta a
sconosciuti e in casi analoghi telefonare all’azienda che gestisce
l’utenza o a Polizia e Carabinieri.
CASTELLEONE: sinistro, Paullese in tilt
I
ncidente ieri pomeriggio intorno alle 16.30 a Castelleone,
lungo la Paullese, nei pressi del Santuario. Un’auto, un furgone e un camion per il trasporto di mangime sono entrati in
collisione. Il bilancio parla di lievi feriti ma di gravi disagi alla
circolazione stradale.
Sul posto 118, Polstrada e Vigili del Fuoco. Ad avere la peggio è stata la statale invasa dal mangime, tanto che si è resa
necessaria la chiusura del tratto di strada interessato dal sinistro. A perderlo è stato il camion ribaltatosi tra carreggiata e
banchina.
VAILATE: spesa con i soldi del Monopoli
1
00 euro falsi per pagare la spesa. L’ha fatta franca uno straniero recatosi in un negozio del centro storico di Vailate per comprare alcuni prodotti. Giunto alla cassa ha esibito la banconota
verde ottenendo il resto. Quindi se ne è andato. Il marito della
titolare ha poi controllato il biglietto da 100 risultato un’abile
contraffazione.
NOVITÀ PER L’UDITO !
• L’unico apparecchio acustico
che SCOMPARE nel condotto uditivo
Qualità
della vita
9
MANTIENI IL TUO UDITO IN FORMA

20 SCONTO
ollo
ContTr UITO
GRA UDITO
dell’ che
an CILIO
I
a DOM
PROVA
GRATUITA
SENZA IMPEGNO DI ACQUISTO
% di
PAGAMENTI PERSONALIZZATI
CASTELLEONE (CR) - via Garibaldi, 29 - Tel. 0374 / 350969 CARAVAGGIO (BG) - P.zza Locatelli, 14 - Tel. 0363 / 350322
TRESCORE CR. (CR) - via Carioni, 15 - Tel. 0373 / 274473
10 sabato 31 gennaio 2015
PASTORALE GIOVANILE
Grande festa
per gli oratori
FOLTA PARTECIPAZIONE ALLA VEGLIA
E AL CONVEGNO DELLO SCORSO
FINE SETTIMANA: PRESENTI I VESCOVI
CANTONI E SIGALINI. LANCIATO
UN PROGETTO PER TUTTE LE PARROCCHIE
di GIAMBA LONGARI
O
LITURGIA DEL GIORNO DEL SIGNORE
ratori in primo piano, lo scorso
weekend nella nostra diocesi, in
occasione della settimana dedicata
a quest’importante realtà educativa
parrocchiale, settimana che ha il
suo culmine oggi nel ricordo di
San Giovanni Bosco, patrono degli
oratori e “padre” della gioventù.
Due gli eventi programmati a livello
diocesano, a cura dell’Ufficio per la
Pastorale giovanile e degli Oratori
guidato da don Emanuele Barbieri:
la veglia di venerdì 23 gennaio e il
convegno che, la mattina di sabato
scorso, è stato ospitato dalla parrocchia di Ombriano.
Alle ore 21 di venerdì, giovani,
ragazzi, educatori e sacerdoti si sono
trovati nella piazzetta antistante la
chiesa cittadina di San Benedetto.
Presenti il vescovo Oscar e il vescovo
di Palestrina monsignor Domenico
Sigalini, presidente della Commissione Episcopale per il Laicato e,
come ha detto il nostro Vescovo,
“amico di tutti i giovani d’Italia”.
La fiaccolata s’è snodata lungo via
Mazzini per raggiungere la Cattedrale dove s’è svolta la Veglia – guidata
da don Stefano Savoia, responsabile
del Team Oratorio – con diversi gesti
simbolici. A guidare la riflessione
e la preghiera, il brano evangelico
della Samaritana. Tre i momenti di
riflessione e tre i commenti di monsignor Sigalini. Nel primo, “leggendo”
la vicenda umana della Samaritana
e il suo incontro con Gesù al pozzo,
il Vescovo ha rilevato che niente
avviene per caso: c’è sempre una
chiamata e una risposta. “Gesù – ha
detto – ci apre una nuova prospettiva dicendo che la vita dell’uomo
è risposta a una chiamata. Non c’è
nessun destino cieco nella vita, non
c’è nessuna fortuna o sfortuna, ma
la risposta libera a una chiamata
originale. C’è in tutti una chiamata
nella vita. Non siamo fatti con lo
stampino, ma in maniera originale;
nessuno è generico, non siamo clonati, possiamo sperare di intravedere
ciò per cui siamo nati, costruire la
nostra risposta originale. L’oratorio
– ha continuato monsignor Sigalini –
deve essere il luogo che mi permette
di fare questo cammino, di ascoltare,
di vagliare la mia vita con i miei
amici, di decidermi. È un luogo in
cui nessuno deve parlare di destino o
di caso, ma di chiamata e risposta”.
Nel secondo commento, il vescovo di Palestrina ha invitato tutti a
farsi accompagnare dal Vangelo, che
significa “offrire a tutti la vera vita
cristiana, dando al nostro cuore la
bellezza dell’incontro con Colui che
amiamo sopra ogni cosa”. Infine,
monsignor Sigalini ha parlato di
“missione”: un “andare” verso tutti,
fondato sulla pietra viva che è Cristo.
Una novità per la Veglia è stata
la presenza del gruppo di ballerine
della scuola di danza delle Acli, che
hanno eseguito tre danze al termine
di ogni momento. Concludendo, il
vescovo Oscar ha manifestato la sua
soddisfazione. A tutti in regalo un
braccialetto sul quale scrivere una
parola che sia programma di vita.
Il sabato mattima, all’oratorio di
Ombriano, il convegno sul tema Fare
comunità insieme. Presente il vescovo
Oscar, ha introdotto monsignor
Domenico Sigalini: “Bisogna che
l’operatore pastorale in oratorio sia
appassionato della propria comunità
– ha detto – e innamorato di Gesù,
per far scaturire nei giovani di oggi
un’adesione al Vangelo e costruire
una vita che abbia Gesù al centro”.
È seguita la relazione tecnica
del dottor Mauro Bignami docente
universitario, incaricato nazionale
per la formazione ANSPI. I numerosi
partecipanti si sono poi divisi per i
lavori di gruppo sulla scorta di un
questionario di 46 domande. Era
loro richiesto di individuare urgenze,
bisogni e l’idea forte da cui partire
per la progettazione.
Alle 12 tutti si sono trovati ancora
in sala per scambiarsi i risultati e per
pianificare il progetto condiviso dei
prossimi mesi. Il convegno è terminato alle 12.45.
Positivo il giudizio di don Emanuele Barbieri responsabile della pastorale giovanile diocesana. “La cosa
bella – ha detto – sta nel fatto che
38 oratori sui 46 attivi nella diocesi,
hanno il ‘mattone-scatola’ consegnato loro due mesi fa con una parola
all’interno su cui riflettere. Dentro a
ogni scatola ciascun oratorio ha posto una cartella con proposte, idee,
esperienze, per il futuro progetto.
Idee forti, non teoriche o mutuate da
qualche parte, ma incarnate dentro
le nostre realtà con le loro risorse e le
loro criticità”.
Don Emanuele ha inoltre ringraziato gli oratori per quanto fanno e
per la disponibilità a mettersi in gioco e ha presentato il concorso per il
nuovo logo della Pastorale giovanile.
A fianco: i vescovi Sigalini e Cantoni e un momento della Veglia
di venerdì scorso. In alto, il convegno all’oratorio di Ombriano
SABATO 7 FEBBRAIO IN CATTEDRALE
Veglia nel ricordo del martirio di padre Cremonesi
S
La targa a ricordo di padre Cremonesi posta sulla sua casa natale a Ripalta Guerina
I
l 7 febbraio ricorre l’anniversario del martirio
di padre Alfredo Cremonesi, il missionario
cremasco ucciso in Birmania nel 1953. Mentre
prosegue in Vaticano la Causa di Beatificazione,
la nostra diocesi ricorda la straordinaria figura
di questo Servo di Dio organizzando, per sabato
7 febbraio, una veglia di preghiera, che si svolgerà in Cattedrale a Crema alle ore 21.
Nato a Ripalta Guerina il 16 maggio 1902,
Alfredo Cremonesi entrò giovanissimo nel Seminario diocesano e, dopo una lunga malattia,
maturò la vocazione missionaria, completando
gli studi presso il Seminario lombardo del PIME,
a Milano. Ordinato sacerdote nel 1924, dopo
un’esperienza a Genova partì, il 16 ottobre
1925, per la missione di Taungngu, in Birmania dove, per 28 anni – senza mai più tornare
in Italia – lavorò ininterrottamente con le tribù
dei cariani rossi. In un periodo segnato da guerra e rappresaglie, padre Cremonesi – uomo di
profonda spiritualità e azione allo stesso tempo
– fu ucciso dai soldati governativi che fecero irruzione nel villaggio di Donoku: il missionario
difese la sua gente e fu trucidato senza pietà, in
un evidente gesto “in odio alla fede”.
Il sue esempio estremo di fedeltà al Vangelo
non è stato vano. Sabato 7 febbraio, dunque, la
veglia in Cattedrale per ricordare il martirio di
padre Cremonesi avvenuto 62 anni fa in Myanmar (allora Birmania). È un momento molto
importante per la Chiesa di Crema, perché
riscopre nel missionario originario di Ripalta
Guerina la sua genuina natura missionaria che
s’è manifestata in tante vocazioni e continua a
manifestarsi nell’impegno quotidiano di tante
laiche e tanti laici. La Veglia avrà come tema
Vedere Dio, amare Dio, servire Dio in ogni cosa: la
spiritualità missionaria di padre Alfredo Cremonesi.
Sarà presieduta dal vescovo Oscar, con la testimonianza di una sorella delle Suore della Provvidenza, presenti da molti anni in Myanmar.
Giamba
INSEGNAVA LORO COME UNO CHE HA AUTORITÀ
Prima lettura: DT 18,15-20
Salmo: 94
Seconda lettura: 1COR 7,32-35
Vangelo: MC 1,21-28
In quel tempo, Gesù, entrato di sabato
nella sinagoga, [a Cafàrnao,] insegnava.
Ed erano stupiti del suo insegnamento:
egli infatti insegnava loro come uno che
ha autorità, e non come gli scribi.
Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un
uomo posseduto da uno spirito impuro e
cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi
da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!».
E Gesù gli ordinò severamente: «Taci!
Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui.
Tutti furono presi da timore, tanto
che si chiedevano a vicenda: «Che è mai
questo? Un insegnamento nuovo, dato
con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!».
La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.
D
Vita
consacrata
opo la chiamata dei quatto pescatori, Marco racconta una
giornata di Gesù a Cafarnao, vicino
al lago di Genezaret. Il primo episodio è la liberazione di un indemoniato, in giorno di sabato,
nella Sinagoga.
Un miracolo in una
Sinagoga. La fede e
l’esperienza religiosa
degli ebrei conosceva
il mistero del male,
la sua prepotenza nel
tenere prigioniera una
vita umana, eppure
nella consapevolezza
che Dio può liberare
da questa schiavitù,
umanamente invincibile, che lega il potere
della morte al mistero del male.
Israele ha conosciuto Dio come
liberatore e salvatore, così come
conosce l’opposizione tra il bene e
il male, ma ora, con Gesù, si completa la rivelazione che il Signore è
capace di liberare l’uomo dal male.
Gesù, che ha appena chiamato i
primi discepoli, si trova davanti la
presenza del male che si oppone
alla sua opera di liberazione. La
liberazione dell’indemoniato in una Sinagoga significa che la
salvezza è prima di
tutto per Israele e la
sua tragedia di popolo
eletto, che riconosce il
“santo di Dio”, ma lo
rifiuta violentemente.
Il “demone” che
si è impossessato di
quell’uomo è chiamato più volte “impuro”,
per indicare l’opposto
della santità di Dio.
La sua cacciata diventa così il
segno del riavvicinamento di tutti i
“lontani” da Dio. E infatti attorno
a Gesù si radunano folle in cui si
mescola gente di ogni fede e provenienza.
i celebra lunedì 2 febbraio, festa della Presentazione di Gesù al Tempio (la
Candelora), la 19a Giornata
mondiale della Vita consacrata, distinta stavolta dal
titolo Portate l’abbraccio di
Dio e che assume ancor più
rilevanza nell’Anno della
Vita consacrata indetto da
papa Francesco.
Per i consacrati e le consacrate della nostra diocesi
l’appuntamento è fissato
per le ore 18 di domani,
domenica 1° febbraio, nella
chiesa parrocchiale di Izano, dove il vescovo monsignor Oscar Cantoni presiederà la santa Messa, alla
quale tutti sono invitati.
“Rallegriamoci – scrivono i Vescovi – per la presenza delle consacrate e dei
consacrati nelle nostre comunità. Facciamo festa con
loro, ringraziando per una
storia ricca di fede e di umanità esemplari e per la passione che mostrano oggi nel
seguire Cristo. Grazie per
il contributo che potete offrire a rinnovare lo slancio
e la freschezza della nostra
vita cristiana, così da elaborare insieme forme nuove di
vivere il Vangelo e risposte
adeguate alle sfide attuali”.
SCOUT CREMA 1
Pellegrinaggio a Caravaggio
Prima d’incontrarsi con l’indemoniato, Gesù mostra d’insegnare
con autorità e potenza. L’autorità
si esprime nell’insegnamento e nella
capacità di liberare dal male. È questo che lo distingue dagli scribi: la
sua Parola compie quello che dice.
Come agli scribi non basta conoscere la Legge e la Scrittura, così all’indemoniato non basta sapere chi è
Gesù (gli altri nella Sinagoga non lo
sanno e fino a che non entra Gesù
nessuno capisce che l’uomo è posseduto da uno spirito immondo).
L’azione di Gesù è perentoria:
“Taci! Esci da lui!”; prima mette
in silenzio, poi manda via. Dopo il
gesto, l’effetto: la sua parola “corse”
ovunque. La gente è meravigliata
per questa dottrina “nuova” che è
l’annuncio che il Regno di Dio sta
per venire, anzi si sta facendo. Gesù
comincia a essere conosciuto anche
al di fuori della sua regione, in zone
abitate soprattutto da gentili.
Angelo Sceppacerca
Quarta domenica del Tempo ordinario (Anno B) - domenica 1 febbraio 2015
A
nche quest’anno, come ormai avviene
da 68 anni, il Movimento Scoutistico
Cremasco effettua il tradizionale pellegrinaggio al santuario della Madonna di
Caravaggio. L’appuntamento è per oggi,
sabato 31 gennaio, con il ritrovo fissato alle
ore 19.30 presso il santuario di Santa Maria della Croce: dopo l’incontro di saluto
e preghiera, ci sarà la partenza da Crema
per Caravaggio. La prima sosta è prevista a
Campagnola Cremasca dove, con una breve riflessione, verrà illustrato il tema che
caratterizza il pellegrinaggio di quest’anno.
Alle ore 23 circa l’arrivo a Capralba e la
sosta presso il centro sportivo-oratorio parrocchiale per un ristoro. Mezzora dopo, di
nuovo in marcia, con l’arrivo al santuario
della Beata Vergine Maria del Fonte intorno all’una: qui, ci sarà un ultimo momento
di preghiera, con la chiusura del pellegrinaggio.
Il tema scelto dagli Scout per accompagnare la riflessione è il seguente: La Carta
del coraggio per abitare il mondo: uno stile essenziale, una fede coerente, un servizio gratuito e
una comunità fraterna. Spunti per una riflessione comune di giovani e adulti.
I pellegrini dovranno provvedere a organizzarsi per il rientro a Crema con mezzi
propri.
La Chiesa 11
SABATO 31 GENNAIO 2015
DON FEDERICO SCRIVE DALL’URUGUAY
DOPO L’APPELLO DI DON EMILIO
I migranti
eravamo noi...
Un uomo muore solo:
folla al suo funerale
P
er molti resterà un uomo senza volto e senza nome. Un uomo
solo, rimasto senza parenti e amici, che nei giorni scorsi è morto
presso il reparto Hospice della Fondazione Benefattori Cremaschi,
in via Kennedy a Crema. Ma al suo funerale, in Cattedrale, sono accorsi in tantissimi: rispondendo all’appello del parroco don Emilio
Lingiardi, sono diventati la famiglia
e gli amici dell’uomo solo. Che solo
più non è stato, almeno nel suo ultimo viaggio. Un gesto bellissimo, un
saluto dignitoso per questa persona
sola che è diventata fratello e prossimo di molti.
Don Emilio aveva conosciuto
l’uomo durante le sue quotidiane
visite ai malati del Kennedy. Rimasto
solo dopo la morte della madre – che
ha accudito per anni, isolandosi ancor più dal mondo – l’uomo ha poi
avuto problemi di salute che l’hanno
condotto, per la fase terminale della
sua esistenza, all’Hospice di Crema: qui, accudito dai volontari e
dal personale della Fondazione, oltre che da persone buone, è andato incontro alla morte, avvenuta sabato scorso. Durante le Messe
in Cattedrale, don Emilio ha lanciato l’appello: almeno al funerale,
non lasciamolo solo; nell’ultimo giorno del suo pellegrinaggio terreno possa toccare con mano il senso profondo della dignità, della
compagnia... L’invito di don Emilio non è caduto nel vuoto: lunedì
26 gennaio, al funerale – per il quale la parrocchia della Cattedrale
ha sostenuto i costi – la chiesa s’è riempita. Don Emilio, commosso e grato, ha ringraziato tutti e ha ricordato che di realtà simili,
segnate da solitudine e sofferenza, ce ne sono molte. Non soltanto
nelle grandi metropoli, ma anche a Crema. L’importante è vederle
e “sentirle” con gli occhi del cuore, per stare vicino a quanti, ogni
giorno, soffrono o vivono un disagio.
Per molti resterà un uomo senza volto e senza nome. Ma, nel suo
ultimo istante in questo mondo, ha visto segni e gesti d’amore, ha
assaporato il calore umano. E il suo morir non è stato vano.
Giamba
“C’È SEMPRE TANTO DA IMPARARE”
C
arissime/i, ho perso i colpi... e vi devo il
racconto di un bel po’ di tempo. La scorsa settimana sono stato nel sud del Brasile per
partecipare alla festa del centenario di una Congregazione religiosa con cui il nostro Centro
Missionario, da anni, mantiene una bella collaborazione: le Catechiste Francescane.
La commovente ricostruzione storica che ha
preceduto la Messa di ringraziamento, riportando la memoria a cento anni prima, ricordava fatiche e speranze della prima migrazione italiana
di fine Ottocento. “Noi siam partiti dai nostri paesi….36 giorni di macchina a vapore…. e all’America
siamo arrivà… abbiam dormito sul nudo terreno,
senza trovare né paglia né fieno….”. Concretamente, in quella zona dello Stato di Santa Catarina,
furono due i gruppi umani che si organizzarono
attorno a elementi culturali e linguistici propri,
che si mantengono anche oggi: i bergamaschi/
cremaschi e i veneti, conosciuti come “tirulés”.
È emozionante poter comunicare in dialetto
con gente che incontri per la strada, lontano dal
cremasco, e riconoscere cognomi della tua terra
un po’ dappertutto: Pedrini, Paloschi, Maestri,
Bianchessi, Pavesi, Comandulli, Ogliari, Gianesini… Risulta che all’inizio del Novecento i
padri francescani, responsabili di quella zona
pastorale, cominciarono a vedere il grande bisogno di formazione scolastica e religiosa dei
bambini e degli adulti e organizzarono le prime
La festa del Santo patrono dei giornalisti
Don Federico con Giulio Boara, in visita in Uruguay
scuole parrocchiali. Non fu facile trovare persone preparate e ogni anno era una sofferenza
per i frati non sapere come assicurare l’insegnamento nelle scuole. Tre ragazze, di origini
venete, Amabile e Maria Avosani e Liduvina
Venturi cominciarono a formarsi, a collaborare con la parrocchia, a prestare il loro servizio
come catechiste e maestre, per un anno, per due
e poi per tutta la vita. Il giorno in cui diedero a
Dio e al parroco il loro “Sì” definitivo era il 14
gennaio 1915, data dei primi passi di un piccolo
gruppo di donne generose – le “maestre catechiste” come le chiamavano – che è cresciuto
fino a formare, appunto, la Congregazione delle Catechiste Francescane. Il presidente della
Regione riconobbe il ruolo fondamentale delle
“maestre” per l’educazione primaria.
La festa è stata molto bella e in me è rimasta
l’ammirazione per la capacità celebrativa dei
brasiliani. Perché vivere una Eucaristia di due
ore con una partecipazione coinvolgente di più
di 1.200 persone che cantano e pregano, una
sessantina di preti e dieci Vescovi, unendo la
memoria di Gesù con la vita, la parola con la
storia e il progetto, modulando silenzio, gioia,
adorazione, ringraziamento, con una dignità e
bellezza liturgica indiscutibili, bisogna proprio
essere bravi. C’è sempre tanto da imparare!
Una settimana prima abbiamo vissuto in tutto l’Uruguay la gioia della nomina a cardinale
elebrazione annuale, sabato 24 gennaio, per
i giornalisti e gli operatori della comunicazione sociale cremaschi, che hanno ricordato il
loro patrono san Francesco di Sales.
L’incontro, iniziato nella Sala Rossa del Palazzo Vescovile con la presentazione del volume
Il settimanale diocesano. Questo sconosciuto di don
Giorgio Zucchelli (di cui riferiamo nelle pagine
di cultura) è proseguito in Cattedrale dove, alle
ore 18, il vescovo Oscar ha presieduto la santa
Messa, concelebrata con lo stesso don Zucchelli, direttore de Il nuovo Torazzo. Numerose le
persone che hanno partecipato.
Nell’omelia, monsignor Cantoni ha parlato
del giornalismo come comunicazione del Vangelo. Ha richiamato al servizio costante e at-
e bs
tento della verità e ha esortato a essere promotori e diffusori di “buone e liete notizie” che,
nonostante tutto e i messaggi contrari, sono
numerose e presenti nella nostra vita, nella società. Perché altrimenti, ha rilevato il Vescovo,
continuando a parlare di fatti negativi si vede
tutto nero e non ci si rende conto che, nel mondo, il bene continua a operare. Il giornalismo,
dunque, come occasione per trasmettere i fatti
alla luce del messaggio cristiano, educando le
coscienze.
Chiaro l’invito del vescovo Oscar ai giornalisti: andare oltre gli scandali e le polemiche e
saper guardare oltre il proprio recinto, per promuovere ciò che rende bella la vita.
Il volume
“Il settimanale diocesano.
Questo sconosciuto”
di don Giorgio Zucchelli
è in vendita
presso la libreria
Buona Stampa
le bs
Don Federico Bragonzi
A CURA DEL CENTRO MISSIONARIO DIOCESANO
“Dare senso al viaggio”: parte il 15° corso di preparazione
A
C
dell’arcivescovo di Montevideo, monsignor Daniel Sturla, 55 anni, salesiano, storico di formazione. Ci raccontava che per lui fu una sorpresa assoluta e che ricevette la notizia da amici
uruguayani che erano in piazza san Pietro e che
lo chiamarono al cellulare per dirgli cosa stava
accadendo. Scherzi graditi di papa Francesco!
Anche il mondo laico è rimasto gradevolmente colpito, sentendo questo riconoscimento come uno stimolo e un apprezzamento non
solo per la Chiesa, ma anche per tutto il Paese.
La storia e la situazione culturale e religiosa
dell’Uruguay è particolare e a volte provoca
impasse o smarrimento. Ne parliamo nelle nostre riunioni con il vescovo Arturo. E ci sembra
che l’unica via di uscita sia proprio la missione
coraggiosa e fiduciosa, con chi ci sta, anche se
sono poche persone, magari un po’ anziane, ma
disposte a incontrare, a visitare, a cogliere tutto
il bene che c’è nella vita della gente e attente ai
segnali di ricerca, di bisogno di senso che aspettano l’annuncio della misericordia di Dio e della vicinanza di Gesù e della comunità.
In dicembre ho avuto la graditissima visita di
un amico, Giulio Boara, che ha condiviso con
me le attività delle prime comunioni e delle feste
natalizie, ha lavorato da mattina a sera per rifare
l’impianto elettrico della casa e mi ha fatto tanta
compagnia. Grazie, Giulio!
Giamba
l via il 15° corso di preparazione per una breve esperienza in missione, organizzato dal
Centro Missionario Diocesano per permettere a
giovani e adulti di conoscere e apprezzare il lavoro
di tante giovani Chiese.
“Ciò che ho trovato davvero meraviglioso in questo viaggio sono le persone. La gente della cooperativa, presso cui siamo state ospiti a Gulu, che ci hanno
accolte ogni giorno con gioia. La comunità di Opit,
dove esiste una solidarietà così grande che è impossibile anche solo immaginare. E poi tutte le persone
incontrate per caso, con un’incredibile curiosità, voglia di conoscerci e parlare con noi, che lì eravamo
i diversi. Noi che invece a volte dimentichiamo che
la diversità non può che essere una ricchezza. Ma la
cosa più bella è stata comprendere che dopo tre settimane eravamo diventate parte della loro famiglia.
E ora non vedo l’ora di tornare”. In queste poche
parole di Alessandra, una giovane che l’estate scorsa
è stata in Uganda, è sintetizzata tutta l’esperienza di
chi affronta il viaggio e questo tipo di vacanze.
Articolato in sei incontri con cadenza quindicinale e con l’aggiunta di un settimo alla fine di settembre, per condividere le esperienze vissute e valutarle
insieme, il corso propone un percorso formativo per
conoscere i temi legati alla diversità delle culture,
alla missionarietà, ai problemi del Sud del mondo.
Attraverso una metodologia essenzialmente partecipativa, si darà ampio spazio alla relazione di gruppo
e all’esperienza personale in modo che ciascuno pos-
sa riflettere sugli atteggiamenti che caratterizzano la
propria capacità di relazione e di dialogo e la propria spiritualità. L’obiettivo del corso è fornire quegli
strumenti culturali che permettano di non partire
allo sbaraglio, di non giudicare affrettatamente, di
non sprecare il tempo, di non rimanere delusi, ma al
contrario permettano di incontrare nella missione un
modello di Chiesa attenta ai bisogni degli uomini.
PROGRAMMA DEL CORSO 2015
• 8 febbraio: dalle 14.30 alle 17.30,
presentazione e introduzione al corso.
• 22 febbraio: dalle 9.30 alle 17.30,
Dare senso al viaggio.
• 1 marzo: dalle 14.30 alle 17.30,
Incontro ad altre culture.
• 15 marzo: dalle 9.30 alle 17.30,
Uno sguardo sul mondo.
• 12 aprile: dalle 14.30 alle 17.30,
La multiforme ricerca di Dio (spiritualità).
• 26 aprile: dalle 14.30 alle 17.30,
verifica del corso.
• Settembre: racconto delle esperienze.
Gli incontri del pomeriggio si svolgono presso il
Centro San Luigi, in via Bottesini 4 a Crema. Per le
giornate intere il luogo verrà indicato. La partecipazione è obbligatoria. La quota d’iscrizione è di 30
euro. Per informazioni: 0373.87989 (pomeriggio),
0373.256274 (mattino), 331.1016709 (sempre); email [email protected]
SOLO
SALDI
DI QUALITÀ
ABBIGLIAMENTO MASCHILE
FORMEN
SCEL TA DI STILE
Libreria Editrice Buona Stampa
Libreria Editrice Buona Stampa
Crema, via Bottesini, 4
presso il Centro San Luigi
☎ 0373 256265
O
FEBBRAI
1
A
C
I
N
E
DOM
APER TO
RIGGIO
IL POME
CREMA
GALLERIA V. EMANUELE, 5
(PIAZZA ALDO MORO)
12
Necrologi
"Sii buono con tutti, sii gentile.
È breve il tempo che resta.
Poi saremo scie luminose.
E quanta nostalgia avremo dell'umano.
Come ora ne abbiamo dell'infinito".
È mancato all'affetto dei suoi cari
SABATO 31 GENNAIO 2015
La Società Crema Volley partecipa al
dolore dei familiari per la perdita del
caro
Luisanna, Nanda e Rosanna partecipano
al lutto di Beppe, Daniela, Eleonora e i
familiari per la scomparsa del loro caro
Bruno Doldi e famiglia partecipano al
lutto della famiglia Gaiotto Alvise per la
perdita della stimatissima signora
Lino
Domenico Bolzoni
(Gino)
Mariateresa Bonetti
Quando una città perde un uomo che ha
dedicato la sua vita allo sport perde la
parte migliore di se stessa.
Ciao Lino
Crema, 24 gennaio 2015
Il Consiglio Direttivo del CRAL Banca
Popolare di Crema si stringe a Stefania,
Pierangelo e Agnese per l'improvvisa
perdita di
Lino Lodetti
Ne danno il triste annuncio Stefania, il
fratello Pierangelo, la sorella Agnese e
i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Crema, 27 gennaio 2015
Gianfranco, Daniela, Gianni, Domenica,
Gabriele, Beatrice, Lamberto, Roberta,
Natalino, Nuccia, Loredana, Angelo,
Manuela, Maurizio, Sandro, Graziella,
don Vito, don Guido e tutti gli amici
partecipanti agli annuali viaggi turistico-culturali, sono vicini a Stefania, Pierangelo e Agnese per la perdita del caro
Lino
Gli iscritti di UNI-CREMA con il presidente e il Direttore dei corsi si strignono a Stefania e ai fratelli per piangere la
grande e immatura perdita dell'adorato
Lino Lodetti
persona splendida e unica che ci ha
arricchito con le sue memorabili esperienze di viaggio.
Crema, 24 gennaio 2015
È mancata all'affetto dei suoi cari
Lino Lodetti
Lino
e partecipa all'immenso dolore di Pierangelo, Agnese e Stefania.
Crema, 24 gennaio 2015
Riviviamo le tue apprezzate esibizioni
canore, i tuoi voli all'incrocio, il bagher
più del palleggio, le tue spericolate
ascensioni e quelle sfrenate discese
sugli sci come in bicicletta. Ciao
Ne danno il triste annuncio le sorelle
Bettina e Giuseppina, gli affezionati nipoti e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure presrtate
alla sig.ra Maria, al signor Alberto, alle
infermiere dell'A.D.I. Alessandra, Jelly
e al collaboratore Mario.
Crema, 30 gennaio 2015
Ci ha lasciato il nostro caro
Lino
Lino
collega e amico sincero.
Crema, 24 gennaio 2015
Giovanni e Giusi si uniscono al dolore di Stefania, Agnese, Pierangelo per
l'improvvisa scomparsa dell'amico
Lino
Crema, 24 gennaio 2015
Ciao
Lino
questo non è il nostro ultimo saluto, ma
solo un arrivederci...
Un giorno torneremo a cantare e chiacchierare come facevamo nelle lunghe
trasferte pallavolistiche, dove il tuo
sorriso ci ha sempre sostenute.
Il tuo ricordo ci farà compagnia in ogni
momento. Grazie.
Nadia Marchesetti,
Ilaria e Laura Nicolini,
Daniela Spoldi e Lara Micheletti
Crema, 24 gennaio 2015
È mancata all'affetto dei suoi cari
Crema, 24 gennaio 2015
di anni 94
di anni 75
Maria Ogliar Badessi
(Gabriella)
in Gritti
Ne danno il triste annuncio la moglie
Esilda, i figli Emanuela con Stefano,
Francesca, Stefano con Rossana, i cari
nipoti Elisa, Alessandra, Marta, Davide,
Alessandro, il fratello Mario, la sorella Emilia, i cognati, le cognate e tutti i
parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai
medici e al personale infermieristico
del reparto di Oncologia dell'Ospedale
Maggiore di Crema e del reparto Hospice - Fondazione Benefattori Cremaschi.
Crema, 31 gennaio 2015
Ne danno il triste annuncio il marito
Francesco, i figli Agostino con Amneris, Maria Teresa con Massimo, i nipoti
Simone e Debora, la sorella Mariuccia,
i cognati, le cognate, i nipoti e i parenti
tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Esprimono un particolare ringraziamento al dr. Cristiano Crotti, a tutto il
personale infermieristico dell'Ospedale
Kennedy di Crema per le cure prestate
e a don Franco per la sua assidua presenza e il conforto spirituale.
Zappello, 27 gennaio 2015
Cav. Marcello Crotti
(Lino)
"Sia fatta la tua volontà".
Carmen, Renzo con Massimo e Laura,
Simone e Raffaella si stringono con
affetto a Esilda, Emanuela, Stefano,
Francesca e a tutta la famiglia Crotti nel
ricordo del caro amico fraterno
Lino
di anni 77
Tutto il personale del reparto di Oncologia dell'Ospedale Maggiore di Crema
è vicino a Maria Teresa per la perdita
della cara mamma signora
Marcello Crotti
Crema, 31 gennaio 2015
di anni 88
Il Presidente e il Consiglio Direttivo
dell’Associazione Cremasca Cure Palliative “Alfio Privitera” onlus, esprime
profondo cordoglio alla signora Marilena Guerini per la scomparsa del papà
Domenico
Crema, 26 genanio 2015
Gli operatori dell'Unità Operativa di
Cure Palliative dell'Ospedale Maggiore
di Crema si stringono accanto a Marilena per la perdita del caro papà
Domenico
Crema, 26 genanio 2015
di anni 81
Ne danno il triste annuncio il marito, i
fratelli, i nipoti e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Un particolare ringraziamento ai medici, alle rev. suore e a tutto il personale
dell'istituto Brunenghi per le cure prestate.
Cremosano, 25 gennaio 2015
"Non rattristiamoci di averla persa, ma ringraziamo di
averla avuta".
(Sant'Agostino)
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Maria Ogliar Badessi
Ne danno il triste annuncio i figli Rosangela con Roberto, Elio con Ornella,
Giusi, i cari nipoti Rodolfo, Elena, Barbara, Andrea con Helena e la pronipote
Giulia, la cognata e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Infiniti ringraziamenti vanno all'infermiera dell'ADI sig.ra Alessandra Scaravaggi e all'operatrice sanitaria sig.ra
Carla Cazzamalli per le amorevoli cure
prestate a domicilio, con grande professionalità, umanità e dedizione.
Crema, 28 gennaio 2015
Partecipano al lutto:
- Silene, Maria e Franco
Il Presidente, l'Assistente Spirituale
don Angelo Frassi e i Consiglieri dell'M.C.L. "A. Grandi" di Crema Nuova
esprimono sentite condoglianze all'amico e consigliere Elia Avaldi per la
scomparsa della carissima mamma
Teresina
ved. Avaldi
Crema, 28 gennaio 2015
Delia, Antonio e Alessandro sono vicini
a Rosangela e a tutti i familiari per la
perdita della cara signora
Teresina Calvi
ved. Avaldi
Crema, 27 gennaio 2015
Crema, 28 gennaio 2015
A funerali avvenuti del caro
Rosa Pozzi
ved. Bombelli
Luigi Marazzi partecipa con la preghiera al dolore della moglie Esilda, dei figli
e dei nipoti per la scomparsa del caro
collega
Lo Studio Vaiani, famiglia e collaboratrici, partecipano con affetto al dolore
della cara Emanuela e famiglia per la
perdita del caro papà
Lo annunciano la moglie Chiara, le figlie Antonia con Mauro, Marilena con
Giuliano, gli adorati nipoti Paolo, Marco e Laura, tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con presenza, scritti
e preghiere, hanno partecipato e condiviso il loro dolore.
Crema, 31 gennaio 2015
Francesca Donida
in Doldi
Il suo ricordo conserverà il profumo del
vissuto nell'amicizia.
Crema, 31 gennaio 2015
Crema, 31 gennaio 2015
Domenico Guerini
Teresina Calvi
ved. Avaldi
È mancata all'affetto dei suoi cari
di anni 91
Lino
resterai sempre tra di noi.
Gli amici di Santa Trinita, commossi,
partecipano al dolore di Pierangelo,
Agnese e Stefania.
Crema, 24 gennaio 2015
I componenti l'Associazione ex-dipendenti Banca Popolare di Crema, affranti, si uniscono al dolore di Stefania,
Pierangelo e Agnese per l'improvvisa e
prematura scomparsa di
Circondato dall'affetto dei suoi cari è
mancato il
Partecipano al lutto:
- Antonio e Giusi Agazzi
- Angelo e Rina Gandola
Maria Francesca
Stanzù
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Daniele Algisi
amico e fidato collaboratore.
Crema, 24 gennaio 2015
I soci del Club Alpino Italiano sezione
di Crema ricordano con riconoscenza e
affetto l'amico e collaboratore
Ricordandone la sincera amicizia, l'Unione Sportiva Standard 1932 abbraccia
Crema, 23 gennaio 2015
Lino
Crema, 24 gennaio 2015
che sempre si è impegnato con entusiasmo e serietà nella realizzazione di
diverse iniziative.
Crema, 24 gennaio 2015
Ripalta Cremasca, 15 genanio 2015
Il Presidente dei Consorzi di Irrigazione
della Roggia Morgola e dei Bocchelli
della Roggia Morgola, sig. Alceste Zaghen, i Consiglieri di Amministrazione,
gli utenti tutti e il segretario regolatore
dott. agr. Alessandro Moro partecipano
il lutto del consigliere sig. Claudio Algisi per la scomparsa del padre sig.
Giuseppe De Stefani
la moglie Silveria, il figlio Massimo,
la figlia Manuela con Nico e il nipote
Alberto ringraziano quanti con fiori,
scritti, preghiere e la partecipazione al
rito funebre hanno preso parte al loro
dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare ai familiari e ad Alessandra che in
questa triste circostanza hanno manifestato sentimenti di grande affetto e di
conforto.
Crema, 25 gennaio 2015
Ne danno il triste annuncio le figlie Andreina con Agostino, Angela, il nipote
Luca e i nipoti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un sentito ringraziamento
alla dr.ssa Marchesi e alla dr.ssa Colombetti per esserle state vicine con
grande professionalità e umanità, a
tutto il personale infermieristico e agli
operatori della Casa Albergo.
Crema, 30 gennaio 2015
Rossella e Marco, Giulia e Nanni,
Franca e Rosolo, Mimma e Francesco,
Nicoletta e Luciano, Fulvia e Andrea,
Lina e Pietro, Loredana e Guido, Tina e
Dodo, Francesca e Tino, Irvana e Cito,
Zizi e Raffaello, Maria Teresa e Carlo,
Fausta e Carlo Enrico, Anna e Dalmazio, Marica e Nando, Irvana ed Edo,
Giuliana, Isa e Maria Teresa abbracciano Elio e sorelle per la perdita della cara
mamma
Teresina
Crema, 28 gennaio 2015
Maria Teresa, Renzo con Cinzia e Luca,
Guido con Mara, Irene ed Elena sono
vicini con tanto affetto a Rosangela,
Elio e Pinuccia e alle loro famiglie per
la morte della cara mamma
Teresina Calvi
ved. Avaldi
È mancato all’affetto dei suoi cari
Crema, 28 gennaio 2015
I familiari del caro
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Nella ed Elena partecipano al dolore
della cara amica Rosangela e dei familiari per la perdita della mamma signora
Teresina Calvi
ved. Avaldi
Gianni Mussi
Crema, 28 gennaio 2015
di anni 71
Battista Garbelli
(Dino)
profondamente commossi ringraziano
quanti hanno partecipato al loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare, per le premurose cure prestate al
dott. Tommaso Diaco, al dott. Gianfranco Vaccari e ai medici e personale infermieristico del Reparto di Rianimazione
dell'Ospedale Maggiore di Crema.
Un grazie di cuore a don Luciano Cappelli e a don Alessandro Vagni per il
conforto religioso.
Chieve, 27 gennaio 2015
Enzia Alghisi
ved. Cattaneo
di anni 65
Ne danno il triste annuncio i figli Alessandro, Adele, i fratelli, le sorelle, i cognati, le cognate, gli affezioanti nipoti e
tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Casaletto Vaprio, 26 gennaio 2015
Ne danno il triste annuncio la moglie
Ornella, i figli Simone con Melissa,
Manuela con Vincenzo, le cognate, i
cognati e i parenti tutti.
Un particolare ringraziamento al personale e medici del Reparto Cure Palliative dell’Ospedale Maggiore di Crema
per le cure prestate.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano chi, con fiori, preghiere e scritti
hanno partecipato al loro dolore.
Domenica 1 febbraio alle ore 10.30
presso la chiesa parrocchiale di Capralba si celebrerà la santa messa in
memoria di Gianni.
Capralba, 29 gennaio 2015
Ciao
zia Resi
Grande e solida quercia accogliente;
sorrisi, dolcezza, ottimismo e parole
buone per tutti. Mamma, nonna, bisnonna e zia adorata, cuoca e sarta di
classe. Avevo un debole per te!
Riposa nella pace di Cristo, nella schiera dei giusti, insieme con il tuo amato
marito, l'indimenticabile zio Massimiliano e la tua cara mamma, la nonnina
Giuseppina.
MariaRaffaella Guercilena con Pietro e
Serena Ziglioli
Crema, 28 gennaio 2015
sabato 31 gennaio 2015
13
MONTE CREMASCO
Nuova mensa:
progetto che vale
di LUCA GUERINI
S
i torna a parlare della nuova
mensa scolastica che sarà realizzata a Monte Cremasco. Questa
settimana alla voce del sindaco
Giuseppe Lupo Stanghellini s’unisce quella del predecessore Achille
Zanini, sotto la cui legislazione
venne avviato l’iter di progettazione. L’attuale sindaco ha risposto
all’interpellanza del gruppo di
minoranza “ViviAMonte”.
“Innanzitutto trovo quanto
meno ingeneroso il giudizio
sull’attività svolta non solo dalla
precedente amministrazione Zanini, grazie alla cui lungimiranza
in tempi assai critici quali quelli
correnti si è resa possibile la realizzazione della mensa, ma anche
dell’amministrazione in carica per
ciò che concerne il settore Sport,
considerato l’impegno profuso, soprattutto dal consigliere Bombelli,
e di coloro che hanno collaborato
a vario titolo, sottoponendosi spesso a non condivisibili e infondate
critiche”.
Detto questo in merito al progetto del costruendo refettorio in uso
alle due scuole, il primo cittadino
ribadisce che “non è previsto alcun
tunnel di collegamento, poiché
non considerato dal progetto
originario e dunque neppure ipotizzabile con la procedura di cui ha
beneficiato il nostro Comune. In
ogni caso sarebbe di assai critica
realizzazione, atteso lo stato dei
luoghi degli edifici esistenti e da
edificare”. Circa i pannelli solari –
al di là del non trascurabile aspetto
economico – Lupo Stanghellini
ricorda “la predisposizione della
sala mensa a essere sopra-elevata
e la più che probabile necessità
di dover edificare sulla stessa, a
medio termine, in considerazione
dell’aumento della popolazione
studentesca; ciò rende sconsigliabile l’opera, che sarebbe sprecata”.
Questione arredo. “Non mi pare
che l’attuale sala mensa ne sia
sfornita e altrettanto avverrà per il
nuovo edificio; infine il progetto in
questione è stato esposto agli organi interessati come da prassi e a tal
fine segnalo la piena approvazione
del Dirigente Paola Orini”.
Per l’opposizione “267.000 euro
per un cubo sono troppi”. “Sulla
questione rilevo che il computo
metrico, redatto dal progettista
ingegner Cimarosti, in base al
vigente listino prezzi, su espressa
richiesta del nostro ufficio Tecnico,
è stato consistentemente ribassato
e i lavori sono stati appaltati con
un ulteriore ribasso di oltre il
25%: dunque un bel risparmio, di
cui l’amministrazione non può
disporre per la realizzazione di
altre opere e ciò in conformità alla
nota normativa vigente”, spiega il
sindaco.
Anche l’ex sindaco Achille
Zanini non riesce a comprendere
“l’accanimento della minoranza
contro il progetto. Non mi aspettavo apprezzamento, ma nemmeno
di leggere critiche perché non si è
deciso il tipo e colore dell’arredamento... S’è detto che il progetto
è stato presentato in fretta e furia,
ma ciò non è vero. La fase progettuale è cominciata nella precedente amministrazione e, anzi, colgo
l’occasione per ringraziare tutti
per il lavoro svolto, in particolare
Oscar Porchera, ex assessore
alla Scuola”. Zanini difende la
soluzione scelta: “L’edificio è stato
collocato tra le due scuole per
renderlo agevolmente accessibile ai
due plessi, consentendo di liberare
subito gli spazi, attualmente adibiti
a mensa, da destinare alle attività
didattiche”. Obiettivi primari che
hanno guidato l’amministrazione sono stati “l’aumento della
sicurezza dei bambini con misure
antisismiche, il rispetto dell’ambiente, accorgimenti in grado di
non ostacolare ulteriori futuri e
probabili ampliamenti. Inoltre
che si potesse costruire per stralci
funzionali”. Grazie al progetto
– ricorda l’ex amministratore –
s’è potuto partecipare al bando
statale, che ha dato esito positivo.
Al bando hanno partecipato numerosi Comuni, ma solo una parte
hanno avuto il finanziamento. “Mi
sembra un ottimo risultato e spero
che presto inizino i lavori; che i
fatti subentrino alle critiche”.
Infine la palestra. “La minoranza chiede di fare un tunnel per
collegarla alla scuola. Il progetto
è stato presentato in assemblea ai
cittadini, discusso in Consiglio e
votato favorevolmente anche da
Golani. Mi sembra che la minoranza avanzi proposte senza aver
ben approfondito il tema. La palestra comunale sarà omologata per
i campionati di basket e volley”.
NE SONO CONVINTI IL SINDACO GIUSEPPE
LUPO STANGHELLINI E L’EX ACHILLE ZANINI.
“DA PARTE DELLA MINORANZA CRITICHE
INGENEROSE E INASPETTATE”, DICONO
Il municipio di Monte e, in alto, il sindaco Lupo Stanghellini e Zanini
MOSCAZZANO: SINDACO E VICE REPLICANO
Scuola materna: “Bellandi, che dici? Ecco la realtà”
di GIAMBA LONGARI
A
silo, parlano il sindaco Gianluca Savoldi e il vice Francesca
Gipponi. Dopo il volto nuovo nel Consiglio d’amministrazione e il cambio di presidente, con le immancabili polemiche da
parte dell’opposizione, il primo cittadino di Moscazzano coglie
l’opportunità di spiegare ai cittadini “le modalità di gestione della
Fondazione Scuola Materna e le mie responsabilità nelle nomine
del CDA della stessa, rispondendo in modo chiaro e trasparente alle
‘provocazioni’ del capogruppo di minoranza Aldo Bellandi”.
Chi amministra un Comune, tiene a puntualizzare il sindaco,
“ha l’obbligo di conoscere i contenuti del proprio Statuto, strumento fondamentale per la gestione quotidiana dell’Ente. La ricomposizione del Consiglio d’amministrazione della Fondazione è
stata da me effettuata a seguito delle dimissioni per ‘motivi personali e professionali’ del presidente Agostino Groppelli. La nomina
della signora Bianca Berlonghi nel CDA della Scuola Materna, non
risulta incompatibile in quanto la Fondazione non dipende dal Comune, ma ha una propria autonomia gestionale. Il Comune non
sottopone la Fondazione a controllo o a vigilanza: questo renderebbe incompatibile nominare una consigliera comunale in carica
all’interno di qualsiasi Ente o Istituzione”. Del resto, nello Statuto
della Fondazione vi è un passaggio che ben chiarisce, precisamente
all’articolo 11: “Tra i compiti del Consiglio d’amministrazione,
c’è quello di redigere annualmente una relazione sull’attività della
Fondazione nell’anno trascorso e sui programmi per l’anno successivo, e ne verrà data comunicazione al Comune di Moscazzano”
che, da anni, eroga un contributo alla Fondazione.
“L’amministrazione da me guidata – rileva Savoldi – si conferma
trasparente e anche disponibile a dissipare i dubbi sollevati dalla
minoranza, ma per quanto riguarda l’opportunità o meno di un
atto amministrativo, di un decreto di nomina del sindaco o di un
indirizzo politico, questo viene valutato dalla maggioranza e cioè
da coloro cui spetta l’attività decisionale vera e propria, legittimata dal voto dei cittadini. Personalmente sono convinto che l’atteggiamento del capogruppo d’opposizione sia fortemente deleterio,
non solo per gli amministratori che sottraggono tempo alle attività
dell’Ente per occuparsi di queste ‘annose’ questioni, ma soprattutto per la gestione quotidiana della scuola. Un amministratore con
alle spalle tanta esperienza, e che sostiene di conoscere specificità
0373 203020
Sede: Via G. Pascoli,3
Crema CR
Negozio: ViaKennedy, 1
Crema CR
e finalità della Fondazione, dovrebbe anche sapere quanto sia utile
diffondere un messaggio positivo su tutto il territorio che ci circonda, per fare in modo che la scuola materna, e in particolare l’asilo
nido, diventino davvero un punto di riferimento per tante famiglie.
Tema, questo, sul quale stiamo già lavorando da mesi”.
Più piccata la dichiarazione di Francesca Gipponi. “Come vicesindaco sono veramente stanca di dedicare tempo al capogruppo di minoranza dottor Bellandi che, per mantenere un clima da
‘campagna elettorale’, racconta problemi inesistenti e fa illazioni
sulle modalità di gestione della nuova amministrazione comunale.
Continua a predicare di voler essere collaborativo, ma poi esce con
frasi rancorose che, credo, non si addicono a chi dichiara di essere
amministratore di lungo corso e disponibile a dare una mano ai
nuovi amministratori ‘incompetenti’! Basta, dottor Bellandi: se
nessuno glielo ha spiegato, lei ha perso le elezioni e quindi si metta
il cuore in pace! Noi ‘incompetenti’ non abbiamo bisogno di imparare nulla da lei, visto che l’unica collaborazione fino a ora data si è
concretizzata in polemiche sterili e inopportune. Voglio anche dire
ad Andrea Bertesago e Lucio Bianchi, consiglieri di minoranza,
che questa amministrazione ha tutta l’intenzione di continuare a
dialogare e collaborare con loro, ma si smarchino dal loro capogruppo, visto che non ha nessuna intenzione di lavorare per migliorare la nostra comunità”.
14
Necrologi
È mancato all'affetto dei suoi cari
SABATO 31 GENNAIO 2015
Con profondo dolore Enrico Tupone e
famiglia partecipa agli amici la scomparsa della cara sorella
Ginetta Tupone
Frosio
Non fiori.
Edolo, 28 gennaio 2015
Michelangelo Sfolciaghi
(Michi)
Ne danno il triste annuncio la sorella e
i nipoti.
Milano, 28 genaio 2015
È mancato all'affetto dei suoi cari
Partecipa al lutto:
- Giuseppe, Emma con famiglia
- Elena
Gli amici Nanni e Giulia con Massimo e
Francesco si uniscono al grande dolore
di Enrico e famiglia per la scomparsa
della cara sorella
Ginetta
Crema, 28 gennaio 2015
Marianna e Dino sono vicini in questo momento di dolore al caro Enrico
e famiglia per la scomparsa della cara
sorella
Ginetta
Crema, 28 gennaio 2015
Ermanno Bressani
di anni 80
Ne danno il triste annuncio il fratello
Giuseppe, le cognate, i nipoti e tutti i
parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà domani, domenica 1 febbraio alle ore 15
nella chiesa parrocchiale di Zappello; la
tumulazione avverrà nel cimitero locale.
La cara salma, proveniente dalla camera ardente dell'Ospedale Maggiore di
Crema, giungerà in chiesa alle ore 14.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore.
Crema, 30 gennaio 2015
A funerali avvenuti l’amata moglie Angela, le figlie Lidia e Manuela, il genero
Tomas, i nipoti e i parenti tutti, nell’impossibilità di farlo singolarmente ringraziano tutti coloro che con fiori, scritti
e la partecipazione ai funerali, hanno
condiviso il loro dolore per la perdita
del caro
Vogliamo porgere un particolare ringraziamento ai medici, agli infermieri, e a
tutto il personale sanitario del reparto
Hospice della Fondazione Benefattori
Cremaschi, che con le loro premurose
cure e attenzioni hanno assistito il nostro caro.
Crema, 28 gennaio 2015
"Non piangete la mia assenza:
sono beato in Dio e pregherò
per voi. Io vi amerò dal Cielo
come vi ho amato sulla terra".
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
3 novembre 2014
3 febbraio 2015
A tre mesi della scomparsa del caro
"Ora sei un ricordo indelebile
nel cuore e nella mente di chi
ti ha conosciuto. Riposa in
pace".
Nell'anniversario della scomparsa dei
cari
Nel primo anniversario della scomparsa del caro
Grazie
Rosalma
per quello che sei stata per noi.
Famiglie Meanti
Ombriano-Mapello, 22 gennaio 2015
Il Sindaco, l’Amministrazione Comunale, i dipendenti del Comune di
Montodine partecipano con profondo
cordoglio al grave lutto del Consigliere
Mauro Gallinari, per la perdita del caro
papà
Giuseppe
Giuseppina Cervi
Renato Samanni
Luigi
Zaniboni
la moglie Giocomina, i figli Gabriela e
Franco, i nipoti Ambra e Marco, la nuora, il cognato lo ricordano con immutato affetto e nostalgia.
Crema, 3 febbraio 2015
Montodine, 30 gennaio 2015
Circondato dall'affetto dei suoi cari è
mancato
2003
5 febbraio
2015
Nel dodicesimo anniversario della tua
morte è sempre vivo il tuo ricordo in
noi
Benito Sudati
la moglie Franca, la figlia, il figlio, il
genero, la nuora, i nipoti e i parenti tutti ne rievocano la memoria a quanti lo
conobbero e l'ebbero caro.
Un ufficio funebre di suffragio sarà
celebrato giovedì 5 febbraio alle ore
20.15 nella chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco.
Tutti i familiari li ricordano con l'amore
e l'affetto di sempre.
Ss. messe in suffragio saranno celebrate rispettivamente sabato 7 e 28 febbraio alle ore 18 nella Basilica di S. Maria
della Croce.
1990
20 gennaio
2015
"Mi indicherai il sentiero della
vita, gioia piena alla tua presenza, dolcezza senza fine alla
tua destra".
(Sal. 16,11)
"Tutto ci parla di te, il cuore
ti ricorda, sappiamo che dal
cielo tu vegli su di noi".
In occasione del 70° compleanno del
caro
Ginetta
Crema, 28 genanio 2015
Il Presidente e tutti i membri del Rotary
Club Crema sono vicini al socio e amico Enrico Tupone e alla sua famiglia in
questo momento di dolore per la scomparsa della sorella
Ginetta
Crema, 28 gennaio 2015
È mancato all'affetto dei suoi cari
di anni 78
di anni 63
sei stata e rimarrai sempre una delle
persone che più ho amato al mondo.
La tua morte lascia un vuoto che difficilmente riuscirè a colmare.
Bea
Crema, 26 gennaio 2015
Gigi, Rita, Andrea, Paola e Dada commossi si uniscono con profondo affetto
al dolore di Enrico e famiglia per la perdita della cara sorella
Giuseppe Campari
Gioacchino Turco
Rosi
Ne danno il triste annuncio i fratelli Antonio e Gaetano, le cognate, i nipoti, i
pronipoti e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Crema, 28 gennaio 2015
Vincenzo Macchioli
di anni 83
Ne danno il triste annuncio la moglie
Rosalba, la figlia Silvia con Marco e l'adorata nipotina Ginevra, tutti i parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà oggi,
sabato 31 gennaio alle ore 10 partendo
dall'abitazione in via G. Verga n. 3 per
la chiesa parrocchiale di Offanengo; la
tumulazione avverrà nel cimitero Maggiore di Crema.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate al
medico curante dott. Luigi Bonizzoni
e all'associazione cremasca Cure Palliative.
Offanengo, 29 gennaio 2015
"Nessuno muore sulla terra
finché vive nel cuore di chi
resta".
Nell'ottavo anniversario della scomparsa della cara
Antonio Patrini
I familiari tutti lo ricordano con immenso amore a quanti gli hanno voluto
bene.
Ss. messe saranno celebrate in sua
memoria.
Offanengo-Bagnolo, 1 febbraio 2015
Nel diciottesimo anniversario della
scomparsa del caro
2004
30 gennaio
Nell'undicesimo anniversario
scomparsa del caro
2015
della
È mancata all'affetto dei suoi cari
Battista Facchinetti
Giuseppina Boroni
(Stefana)
di anni 88
Lorenzo Colombetti
(Renzo)
ti ricordano con affetto tua moglie
Edda, i tuoi figli, le tue figlie, i nipoti e
i parenti tutti.
Una s. messa verrà celebrata giovedì 5
febbraio alle ore 20 presso la chiesa di
San Rocco a Credera.
Angelo Gritti
Nel venticinquesimo anniversario della
morte, il fratello Giovanni con Giuliana,
Matteo e Anna, le sorelle, i cognati e i
nipoti lo ricordano con grande affetto.
Una s. messa a suffragio sarà celebrata giovedì 5 febbraio alle ore 20 nella
chiesa di Casaletto Vaprio.
"I giorni non cancelleranno
l'amore, la bontà, la generosità che ci hai donato nel
silenzio".
Circondato dall'affetto dei suoi cari è
mancato
Improvvisamente è mancato all'affetto
dei suoi cari
Felice
Fusar Poli
Ne danno il triste annuncio i fratelli
Lucia e Andrea con la moglie Felice, i
cari nipoti Graziella con Sandro, Elio,
Giacomo con Maria, i pronipoti e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano tutti coloro che l'hanno ricordata in
modo speciale.
Sergnano, 26 gennaio 2015
Madre
Lucia Gozzoni
Giuseppe
Germani
Ancella della Carità
i parenti tutti lo ricordano sempre con
grande affetto.
Un ufficio funebre sarà celebrato lunedì
2 febbraio alle ore 20.15 nella chiesa
parrocchiale di Bagnolo Cremasco.
i familiari la ricordano sempre con immutato affetto a tutti coloro che l'hanno
conosciuta.
Una s. messa in suffragio verrà celebrata domani, domenica 1 febbraio
alle ore 11 nella chiesa parrocchiale di
Zappello.
la moglie Emma con i figli Pieralberto e
Luca, unitamente alle sorelle, ai fratelli,
alle cognate, ai cognati e ai parenti tutti
lo ricordano con tanto affetto.
Una s. messa sarà celebrata venerdì
30 gennaio alle ore 16.30 nella chiesa
dell'Ospedale Kennedy in Crema.
2008
Nell'anniversario della scomparsa
dell'indimenticabile mamma
"Saria sempre nei nostri cuori".
4 febbraio
2015
Da sette anni vivi nella pace del Signore
e il tuo ricordo vive nelle nostre giornate come stella che guida il nostro
cammino.
Nel secondo anniversario della scomparsa della cara
di anni 85
Fabio Massarini
di anni 54
Ne danno il triste annuncio la moglie
Alessandra, i figli Mattia, Filippo e
Raffaele, i fratelli, le sorelle, i cognati,
le cognate, i suoceri, i nipoti e tutti i
parenti.
A funerali avvenuti i familiari profondamente commossi per la grande manifestazione di affetto e di cordoglio ringraziano di cuore quanti hanno partecipato
e condiviso il loro dolore.
Pieranica, 29 gennaio 2015
Ne danno il triste annuncio la moglie
Lucia, la sorella Iride, i cognati, le cognate, i nipoti, i pronipoti e tutti i parenti.
La cerimonia funebre si svolgerà oggi,
sabato 31 gennaio alle ore 14.30 partendo dall'abitazione in via Vittorio Veneto n. 16 per la chiesa parrocchiale di
Offanengo; la tumulazione avverrà nel
cimitero locale.
I familiari ringraziano di cuore quanti
partecipano al loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate al
dott. Lodrizzini.
Offanengo, 30 gennaio 2015
Tecla Bianchessi
e nel ricordo del papà
Tiziana Tomella
Via Rossignoli, 22
Ombriano - Crema
Tel. 0373.230082
[email protected]
la mamma e i fratelli ti ricorderanno
nelle ss. messe di lunedì 2 febbraio alle
ore 15.30 e mercoledì 25 febbraio in
occasione del tuo compleanno alle ore
20 sempre nella chiesa parrocchiale di
Capergnanica.
Prospero
e del fratello
Battista
sarà celebrata una s. messa lunedì 2
febbraio alle ore 15 nella chiesa del
cimitero maggiore di Crema.
Germano Fusari
La moglie Luisa, il figlio Luciano con
Verusca, la nipote Alice, la sorella, il
fratello, le cognate e i cognati, i nipoti, i
pronipoti, gli amici e i parenti tutti.
Una s. messa di suffragio sarà celebrata
mercoledì 4 febbraio alle ore 20 nella
chiesa parrocchiale di Ripalta Cremasca.
Il Cremasco 15
SABATO 31 GENNAIO 2015
MONTODINE
Il Comune scrive alla Provincia:
“Rendiamo più sicura via Garibaldi”
RIPALTA G.
Biblioteca:
tante novità
RIPALTA CREMASCA
“Concrescis”: nuova
associazione culturale
Un tratto di via Garibaldi
di GIAMBA LONGARI
P
oco meno di un chilometro, ma
a Montodine è uno dei punti
nevralgici della viabilità: stiamo
parlando di via Garibaldi, il tratto
della Strada Provinciale Cremasca
che attraversa il centro abitato, al
di là del ponte sul Serio andando
verso Piacenza. Da anni l’amministrazione comunale sta cercando
una soluzione in grado di rendere
la strada più sicura, ma le risposte
tardano ad arrivare: la competenza, infatti, è della Provincia e, se
si escludono alcuni sopralluoghi,
finora nulla di concreto è stato
fatto. Adesso, però, dal Comune
montodinese è partita una nuova
richiesta di collaborazione in grado di produrre, finalmente, interventi risolutivi.
Il sindaco Alessandro Pandini
e Mauro Gallinari, consigliere comunale con delega alla viabilità,
nei giorni scorsi hanno inviato una
lettera al “Settore manutenzione
strade e viabilità” della Provincia chiedendo, appunto, soluzioni adeguate per l’ex Statale 591
“Bergamo-Piacenza” nel tratto di
via Garibaldi. “Come amministrazione – rileva Gallinari – abbiamo
riscontrato una situazione di pericolo causata dall’elevata velocità
di percorrenza dei veicoli su questa strada, situata all’interno del
centro abitato e che presenta ben
quattro attraversamenti pedonali:
ricordo che lo scorso anno, tanto
per citare l’episodio più recente,
una ragazza è stata investita”.
È
Il problema, dunque, è grave
e purtroppo si trascina da anni.
“Noi – riprende Mauro Gallinari
– vogliamo migliorare la sicurezza della viabilità: è una priorità,
ben indicata anche nel nostro programma elettorale premiato dai
cittadini. Pertanto, agli organismi
provinciali preposti chiediamo di
poter beneficiare delle loro specifiche competenze, sia per gli aspetti
pratici sia per quelli normativi, al
fine di acquisire indicazioni utili per realizzare gli interventi più
adatti a risolvere la criticità viaria
in via Garibaldi”.
In particolare, gli amministratori montodinesi chiedono suggerimenti per migliorare la visibilità
degli attraversamenti pedonali e
sensibilizzare i conducenti dei veicoli circa la presenza di pedoni.
“Come Comune – tengono a precisare il sindaco Pandini e il consigliere Gallinari – i progetti, supportati dal nostro Ufficio Tecnico,
ci sono, ma è la Provincia a dover
dare il nulla osta. Finora hanno
detto no ai dossi dissuasori e ai
‘semafori intelligenti’, pertanto
noi adesso pensiamo, ad esempio,
all’inserimento di ‘isole salvagenti’
dove ci sono i passaggi pedonali.
Confidiamo in una proficua collaborazione con la Provincia: siamo
pronti al confronto e allo scambio
d’idee, ma è doveroso e urgente arrivare, dopo anni, a una soluzione
che garantisca maggiore sicurezza
e tranquillità in via Garibaldi”.
Quello della “mobilità dolce”,
del resto, è uno dei punti cardine
del programma della maggioranza che, da sempre, presta grande
attenzione alla viabilità. “Sono
due – puntualizza Gallinari – le
criticità viarie: oltre a via Garibaldi, c’è il pezzo di strada che, dalla Provinciale, in presenza di una
doppia curva, conduce alle scuole.
Pure in tal caso i progetti non mancano: confidiamo pertanto in un
pronto confronto con la Provincia,
in modo da poter attuare soluzioni
adeguate ad assicurare la tutela dei
pedoni e degli automobilisti”.
tempo di nuove iniziative a Ripalta Guerina. La Commissione
Biblioteca, guidata da Roberto Passeri, ha in cantiere una serie di progetti per
coinvolgere l’intera cittadinanza e, soprattutto, per
tenerla sempre informata.
È infatti in fase di definizione la realizzazione
del giornalino o, meglio,
del periodico comunale,
che si articolerà in diverse
parti e che sarà pubblicato tre volte l’anno. L’introduzione sarà affidata
al sindaco Luca Guerini,
il quale illustrerà opere e
iniziative svolte o in corso di svolgimento. Una
sezione sarà invece dedicata agli interventi socioassistenziali.
La Commissione sta
inoltre valutando di prevedere anche spazi per
le manifestazioni della
Biblioteca e per l’attività
della rinnovata Società
Sportiva. Al periodico
guerinese non è ancora
stato dato un nome.
Giamba
Il professor Simone Bolzoni e l’avvocato Roberta Manclossi
È
sorta una nuova realtà locale: l’Associazione Culturale Concrescis (crescere insieme). Apolitica e apartitica, senza scopo di lucro, con sede a Ripalta Cremasca, intende promuovere, sviluppare,
diffondere e trasmettere l’amore per la cultura musicale, teatrale,
letteraria e artistica in genere attraverso contatti fra persone, enti e
associazioni. La cultura intesa come un bene per la persona e un
valore sociale, strumento di aggregazione che assolve la funzione
sociale di maturazione e crescita umana e civile.
Svariate le forme di conseguimento delle finalità: promozione e
organizzazione di incontri, manifestazioni, concerti, mostre, conferenze e ogni altra iniziativa o servizio utile alla conoscenza della
cultura, con proposte diversificate per tutte le fasce d’età.
Per la costituzione dell’associazione era presente un nutrito
gruppo di soci fondatori, provenienti non solo dal territorio locale
e cremasco proprio perché la nuova realtà intende operare anche
in larga scala.
Per il primo mandato triennale 2015-2017 il Consiglio direttivo
eletto sarà così composto: presidente il professor Simone Bolzoni,
vicepresidente l’avvocato Roberta Manclossi, segretario il signor
Donato Pingaro, tesoriere il signor Valentino Brunetti e consigliere
Marianna Comassi.
Nel prossimo articolo verranno resi noti ulteriori dettagli, le procedure per potersi associare e quant’altro: l’Associazione Culturale
Concrescis vuole essere una realtà culturale aperta a tutti e disponibile con tutti a una costruttiva collaborazione. Eventuali informazioni a riguardo sono sempre disponibili contattando il presidente
al numero 340.2385426.
In centro città dalle 8.30 alle 19.00
direttamente da Forte dei Marmi
16
Necrologi
SABATO 31 GENNAIO 2015
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
2007
5 febbraio
2015
1996
4 febbraio
2015
2014
"Eccomi, eccomi Signore io
vengo, eccomi, eccomi si
compia di me la tua volontà".
A otto anni dalla scomparsa del caro
2015
"Ogni giorno c'è per voi un
pensiero e una preghiera".
"L'anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in
Dio, mio salvatore".
Nel decimo anniversario della scomparsa della cara
31 gennaio
BAGNOLO CREMASCO
Rinnoviamo Bagnolo
Insieme interroga Aiolfi
“A
Davide Bergonzi
Nadia, Vera e Andrea ti ricordano con
immutato affetto.
Una s. messa sarà celebrata martedì
3 febbraio alle ore 20.30 nella chiesa
parrocchiale di Sergnano.
2007
5 febbraio
2015
Nell'anniversario della scomparsa del
caro
Davide Bergonzi
la mamma, i fratelli e i parenti tutti lo
ricordano con immutato affetto. Accomunano nel ricordo il caro papà
Giovanni
Scartabellati
Un tempo infinito con un battito di ali...
Da quando ci hai lasciato il tempo non
ha cancellato il dolore, ma ha ravvivato
il ricordo di un bene perduto anche se
sappiamo che non siamo soli.
La speranza rinascerà sempre nel nostro cuore perché nei silenzi, nei ricordi, nelle parole sei sempre con noi.
I tuoi cari
Ci ritroveremo in comunione con te e
con il papà Mario nella s. messa che
verrà celebrata mercoledì 4 febbraio
alle ore 20.30 nella chiesa parrocchiale
di Offanengo.
2009
27 gennaio
Teresa Cabrini
Maria Piloni
2015
"A tutti coloro che la conobbero e l'amarono perché rimanga vivo il suo ricordo".
Nel primo anniversario della sua scomparsa, le figlie e i figli con le rispettive
famiglie, la ricordano con affetto unitamente al ricordo del papà
1983
2015
i figli Felice e Francesco la ricordano
con grande affetto unitamente all'indimenticabile papà
Remo Barboni
Casaletto Ceredano, 28 gennaio 2015
Edoardo Stamera
e della sorella
2011
2015
Nel primo anniversario un caro ricordo
da chi ti ha voluto bene. Sei sempre nel
nostro cuore.
Nell'anniversario della scomparsa della
cara mamma
Lorenzo
Un ufficio funebre sarà celebrato venerdì 6 febbraio alle ore 20.30 nella chiesa
parrocchiale di Sergnano.
1988
30 gennaio
Una s. messa in memoria sarà celebrata
oggi, sabato 31 gennaio alle ore 18 nella chiesa di S. Stefano.
"Sarai sempre nei nostri cuori".
Giovanni Pellegrini
e
genitori
la moglie Lina, le figlie, i generi, i nipoti
Mattia, Elisa e Noemi e i parenti tutti li
ricordano con immenso affetto e tanta
nostalgia.
Un ufficio funebre sarà celebrato martedì 3 febbraio alle ore 20.15 nella chiesa
parrocchiale di Bagnolo Cremasco.
2006
31 gennaio
Carmen Scorsetti
le figlie Cati e Giusi, il genero Antonio,
i nipoti Francesco, Sandra e Camilla
la ricordano con nostalgia e immutato
affetto.
Verranno celebrate ss. messe in suffragio.
Sabbioni, 27 gennaio 2015
2012
5 febbraio
Francesco Manzoni
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 1 febbraio alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale di Camisano.
2015
Nel terzo anniversario del caro
1990
29 gennaio
2015
A 25 anni dalla scomparsa del caro
"Per quello che siete stati, per
quello che avete dato sarete sempre comunque vivi in
noi".
Nel tredicesimo anniversario della
scomparsa della cara mamma
Amilcare Bignamini
Immatura è stata la tua scomparsa, ma
vivi sempre e immancabilmente nei
cuori di chi ti ha conosciuto e apprezzato.
Con affetto
Liliana, Gilberto e Mara
Intra-Verbania, 5 febbraio 2015
Luca Guerini
Nel nono anniversario della scomparsa
della cara
2000
Maria Rosa Marchesetti
il figlio Massimo con la moglie Sara e i
piccoli Giada e Davide e i parenti tutti la
ricordano con affetto.
Uniscono nel ricordo il caro papà
Maria Augusta
Premoli
Angelo Cortesi
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
domani, domenica 1 febbraio alle ore
11 nella chiesa parrocchiale di Castelnuovo.
PIANENGO: ampliamento scuola, Bando
L
’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ivan Cernuschi
ha partecipato al Bando regionale per l’ampliamento della nuova
scuola elementare, inaugurata nel settembre 2009, rivelatasi in fretta
abito stretto. Nei giorni scorsi è stato presentato il progetto preliminare che prevede la realizzazione di tre aule e uno spazio polifunzionale.
Per questa operazione necessitano 800mila euro. In caso di vincita del Bando, “la Regione Lombardia garantirebbe il 40% del costo
complessivo. Il 20%, da restituire in dieci anni seppur a tasso zero,
arriverebbe dalla Cassa Depositi e Prestiti, quindi mancherebbero
320mila euro, che dovremmo garantire col nostro Bilancio”, spiega
Cernuschi.
A giorni si conoscerà la graduatoria, si saprà se lo studio presentato dal Comune di Pianengo verrà finanziato o meno.
“Intanto possiamo dire che le iscrizioni si sono tendenzialmente
normalizzate, il prossimo anno verrà formata una sola classe prima.
Anche se i bimbi di sei anni residenti in paese sono una trentina, si
iscriveranno alla nostra primaria in 24”.
L’amministrazione comunale si auspicava di poter affittare l’ex
scuola elementare, “invece, almeno in questa fase, il progetto su cui si
faceva affidamento, è naufragato”.
el
Pasquale Paiardi
la moglie, le figlie, i generi e i cari nipoti lo ricordano con tanto amore.
Una s. messa sarà celebrata oggi, sabato 31 gennaio alle ore 18 nella chiesa di
S. Biagio a Izano.
2015
il marito Francesco, le figlie Arianna,
Valentina con il marito Edy e la piccola
Chiara e i parenti tutti la ricordano con
nostalgia e immutato affetto.
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 1 febbraio alle ore 18 nella
chiesa parrocchiale di Bagnolo Cremasco.
contenimento della spesa corrente.
Aggiunge Rinnoviamo Bagnolo Insieme: “Francamente
non si riesce a comprendere
perché a fronte di un’indicazione legislativa del 5% si sia
scelto il 7,40%. Inoltre non
è nemmeno comprensibile
perché la delibera riporti una
motivazione, che sembra solo
ricollegabile alla legge. Nei fatti il sindaco Aiolfi ha scelto di
ridurre il contratto dell’Istituto
Suore Trinitarie di Roma con
una comunicazione effettuata
15 giorni prima della scadenza, il 16 dicembre 2014”.
La minoranza ora si aspetta
di conoscere le motivazioni e
ottenere qualche chiarimento.
“Attendiamo di venire a conoscenza della valutazione sulla
sostenibilità della richiesta
effettuata dall’amministrazione – dichiara il capogruppo
Zuccotti –. Infatti numerose
interpretazioni della norma
hanno chiarito che il sindaco
e la Giunta debbono effettuare richieste di riduzione che
consentano il mantenimento
e il livello del servizio. Inoltre, tra i tanti contratti di beni
e servizi, ci chiediamo perché
sia stato scelto l’asilo. In un
Bilancio con circa 3 milioni
di euro di spese correnti, forse
l’asilo avremmo potuto risparmiarlo!”.
La convenzione è stata
prorogata per tre mesi e sarà
portata all’attenzione del Consiglio comunale, dove Rinnoviamo Bagnolo Insieme cercherà
di far valere le proprie ragioni.
Maddalena
2015
Nel diciassettesimo anniversario della
scomparsa del caro
ttraverso una delibera
di Giunta comunale,
nel dicembre 2014 il sindaco di Bagnolo Cremasco,
Doriano Aiolfi, ha ridotto il
compenso annuo dell’Istituto
Suore Trinitarie di Roma, che
da tantissimi anni gestisce la
scuola dell’infanzia comunale, meglio nota con la vecchia
denominazione di asilo. La
riduzione ha superato il 7%”,
segnala la minoranza di Rinnoviamo Bagnolo Insieme. Un
comportamento poco chiaro
quello della Giunta agli occhi
della minoranza capeggiata da
Luca Zuccotti, che sul tema ha
protocollato un’interpellanza.
“Nella delibera emerge che
il sindaco ha proposto la riduzione del compenso annuo
da 54.000 euro a 50.000 per
consentire il risparmio di spesa imposto dalle normative
vigenti ex art. 8 – comma 8
del D.L. 66/2014 , convertito
nella legge 89/2014”, riferiscono Paolo Aiolfi, Andreina
Broglio, Marco Cadisco e il
già citato Zuccotti, dai banchi
dell’opposizione. “Il riferimento a quell’articolo di legge
non è propriamente corretto;
infatti si accenna a un generico risparmio di spese imposto
dalla legge. Invece l’articolo
citato si riferisce alla possibilità delle amministrazioni di
chiedere una riduzione del 5%
sui contratti in essere o aggiudicati provvisoriamente”. La
norma – spiega la minoranza
– rientra nel novero di quei
provvedimenti che, per ridurre
la spesa pubblica, spingono le
amministrazioni ad azioni di
Castelleone: rinasce la Pro Loco
G
2015
Nel quindicesimo anniversario della
scomparsa del caro
Nilo Perolini
Marmi
e graniti
per edilizia
ed arte
funeraria
la moglie, il figlio, le nuore e i nipoti
tutti lo ricordano con l'affetto di sempre.
Una s. messa in suffragio verrà celebrata oggi, sabato 31 gennaio alle
ore 18 nella chiesa di San Pietro in
Crema.
CREMA
V. De Chirico, 8
(Zona P.I.P.)
☎ (0373) 20 43 39
razie alla caparbietà dell’Amministrazione Comunale, la Pro Loco di Castelleone ‘rinasce’ e cambia volto. Lo fa attraverso la volontà di un gruppo di cittadini che
da tempo, nel silenzio rotto solo da qualche indiscrezione,
sta lavorando per riuscire a dare nuova linfa all’associazione che negli anni si è sempre distinta nella promozione di
importanti iniziative.
Un nuovo Consiglio, al quale ha lavorato fattivamente il
Comune al fianco di Antonio Ruggeri che dovrebbe essere il
presidente, e un nuovo corso per la Pro Loco 2.0 sulla quale i
veli verranno tolti a giorni, in un incontro con la stampa e con
tutti i castelleonesi.
La nuova squadra raccoglie un’eredità importante, quella di
Rossella Spelta, presidente uscente che con impegno ha saputo
tener viva un’associazione in anni difficili. Prima di lei, a rendere grande il sodalizio, ci avevamo pensato Massimo Cisarri
e Nuccia Sansoni, compianti ex presidenti. A loro e ai primi
volontari del team, va il merito di aver lanciato, a cavallo tra
gli anni Ottanta e Novanta, iniziative importanti capaci di dare
lustro alla città, su tutte l’Expo, andata poi spegnendosi anche
a causa della crisi.
“Il nuovo Consiglio – scrivono in un comunicato i membri
del direttivo che ancora mantengono l’anonimato – tiene a ringraziare il presidente uscente Rossella Spelta e i suoi predecessori, Massimo Cisarri e Nuccia Sansoni”.
Tutto pronto quindi per una nuova avventura. La Pro Loco
c’è! E che abbia lunga vita e tante soddisfazioni. Presto il calendario degli eventi.
Tib
a
d
n
Age
SABATO 31 GENNAIO 2015
Inserto di informazioni
per usare la città e il circondario
SABATO 31
CREMA
TEATRO SAN DOMENICO CREMA
Informazioni in segreteria
ARANCE DELLA SALUTE
L’Airc-Associazione italiana per la ricerca sul cancro ripropone l’appuntamento Le Arance della salute. In cambio di una donazione di € 9, volontari Airc distribuiranno una reticella di kg 2,5 di arance + una guida con
gustose e sane ricette. Le arance saranno disponibili in città presso piazza
Duomo e nei paesi nelle piazze di: Camisano, Casale Cremasco, Casaletto
di Sopra, Castelleone, Fiesco, Izano, Madignano, Offanengo, Ripalta Cremasca, Rivolta d’Adda, Romanengo, Salvirola, Soncino e Trigolo.
CREMA
MOSTRA
Presso la sede della Pro Loco mostra di pittura collettiva Invasioni rivoltane. Esposizione visitabile fino al 1° febbraio ore 10-12 e 15-18.
CASTELLEONE
MOSTRA
Fino all’8 febbraio, presso l’ufficio del Turismo di via Roma 58 il pittore
Giovanni Cappellini espone le sue opere Il fascino dell’acquarello e della biro.
Esposizione visitabile dal martedì al sabato ore 9,30-12 e 15-18. Domenica
8 febbraio ore 10-12 e 14,30-17,30. Ingresso libero.
ORE 14
CREMA
SCUOLA APERTA
ORE 15
BAGNOLO CR.
All’istituto Galileo Galilei (Istituto tecnico e Liceo scientifico) di via
M. di Canossa incontro con il preside oggi alle ore 14 e alle ore 16.
CICLO INCONTRI
della Fondazione S. Domenico
via Matteotti, 39 - tel. 0373.85418
➜ Sabato 31 gennaio ore 21 Prosa: “Mandragola” di
Niccolò Machiavelli con J. Ferrini. Ingresso € 32, €
30, € 22, € 20 /12 ridotto. In serata apertura ufficiale della 29a edizione del Carnevale Cremasco.
ORE 21,30
BAGNOLO CREMASCO
MUSICA
Nella sala del cineteatrale dell’oratorio concerto degli Ondanomade che
proporranno un tributo ai Nomadi.
DOMENICA 1° FEBBRAIO
ORE 8
CREMA
GIORNATA ECOLOGICA
Fino alle ore 18 domenica ecologica senz’auto dedicata alla città
e al Carnevale Cremasco. Divieto di transito dei veicoli a motore
in varie zone della città. Elenco dettagliato delle categorie di mezzi
interessate al provvedimento, nonchè delle deroghe sul sito: www.
albopretorionline.it/crema/alboente.aspx.
All’asilo nido comunale, presentazione gratuita del ciclo d’incontri per
genitori sull’alimentazione, i rimedi naturali e le strategie relazionali nella
prima infanzia. Adesioni e info 349.3555604 oppure 328.462624.
ORE 8
CREMA
MERCATO AGRICOLO
ORE 15,30
ORE 14,30
CREMA
SFILATA CARNEVALE
In oratorio spettacolo EndyClown con il suo magic show. Domenica 1°
febbraio maxi tombolata per famiglie alle ore 14,30.
Con partenza da piazza Duomo sfilata composta da gruppi mascherati,
banda musicale majorettes, gruppo folk e complessi musicali a bordo di
piccoli carri. Ingresso libero e gratuito per tutti.
ORE 19,30
ORE 16,30
QUINTANO
FESTA DELL’ORATORIO
GOMBITO GIROPOLENTA-SPETTACOLO
In piazza, organizzato dalla Pro Loco, serata di “Giropolenta” e alle ore
19,30 show con il gruppo TachiPierina e la Ars&Spettacolo di Codogno.
ORE 19,30
CREMA
AGESCI E MASCI
Ritrovo presso la Basilica di S. Maria della Croce e, alle ore 20, partenza
per il santuario di Caravaggio. Soste a Campagnola e Capralba.
ORE 20,30
CAPERGNANICA
SERATA BALLO
Alla palestra Serata di ballo liscio. Questa sera musica con l’orchestra di
Mimmo e Laura. Ingresso € 5 con buffet dolce, salato e bevande.
ORE 21
CASALE CREMASCO
MUSICA
ORE 21
S. BERNARDINO
TEATRO
ORE 20,30
CASALETTO CEREDANO
Fino alle 12.30 in via Terni “Mercato di Campagna Amica”.
BAGNOLO CREMASCO SPETTACOLO
Al cineteatro la compagnia Filippazzi, in collaborazione con l’Accademia Perduta/Romagna teatri presenta lo spettacolo La notte dei
racconti per bambini e famiglie.
ORE 15
OFFANENGO
ORE 18
CREMA
Al Centro anziani Eden tombolata. Martedì 3, in occasione di San
Biagio, panettone per tutti.
ORARIO CONTINUATO
8.30 - 19.30 dal lunedì al sabato
CREMA - VIA MATTEOTTI, 17
TEL. 0373.256233
DAL 1° AL 10 FEBBRAIO
bébé
BALLO
SCONTO DEL 20%
In palestra ballo liscio con la musica di Manolo. Ingresso € 5 comprensivo di rinfresco. Iniziativa promossa dalla Pro Loco.
i
t
a
c
i
n
Comu
MCL BAGNOLO CREMASCO
Tour Cornovaglia-Londra
Da domenica 3 a sabato 9
maggio il circolo Mcl ha organizzato un viaggio in aereo + pullman
per il tour della Cornovaglia e Londra. Zone dai monumenti megalitici della Preistoria e dalle splendide
cattedrali gotiche. Visita alle rovine
del leggendario castello di Re Artù
e Mago Merlino, fra pittoreschi villaggi di pescatori e scogliere mozzafiato. Quota di partecipazione €
1.295. Per info 333.7389014.
CENTRO DIURNO
Iniziative varie
Il Centro Diurno volontariato 2000 di via Zurla 1, tel.
0373.257637 propone: ✔ lunedì
2 ginnastica; ✔ martedì 3 gara di
briscola; ✔ giovedì 5 ginnastica; ✔
venerdì 6 Musica con Grazioli.
CORO MONTEVERDI
Audizioni coristi
Il coro Monteverdi in previsione di importanti appuntamenti
artistici e discografici propone audizioni a partire dalla prima settimana di febbraio. Iniziativa riservata a
persone interessate al canto corale
per il successivo inserimento nelle diverse formazioni (coro misto,
coro femminile, coro da camera)
per le voci di soprano, contralto,
tenore e basso. Per info contattare
il presidente Enrico Tupone: [email protected] oppure il direttore del
coro Bruno Gini 335.5632751, indirizzo e-mail: [email protected]
COMUNE DI CAPRALBA
Viareggio per Carnevale
Il Comune di Capralba organizza per sabato 28 febbraio un
pullman per assistere alla giornata
conclusiva del Carnevale di Viareggio. Partenza ore 13,30 dai giardini pubblici di via Verdi e arrivo a
Viareggio. Ore 18,30 inizio sfilata
dei carri e a seguire gran finale con
premiazioni e fuochi d’artificio.
Ore 22,30 partenza per rientro a
Capralba. Quota di partecipazione
€ 37 (pullman e biglietto d’entrata),
€ 35 per ragazzi tra i 7 e 12 anni, €
22 fino a 6 anni. Per info e iscrizioni (entro il 10 febbraio) rivolgersi in
Biblioteca tel. 0373.452127.
ORATORIO DI MADIGNANO
Corsi di decoupage
Martedì 10 febbraio inizieranno i corsi di decoupage, lavori
con il feltro-pannolenci, floreali,
uova di Pasqua. Le lezioni si terranno dalle ore 14 alle 16 presso
l’oratorio di Madignano. Per info
chiamare Egidia 0373.65203.
S. MESSA PER LA VITA
In duomo s. messa per la Vita. In alcune parrocchie vendita di primule
il cui ricavato verrà devoluto al Centro di aiuto alla Vita. (ns. servizio pag. 3)
Presso l’oratorio serata di musica con Gizmo e la sua band. Ingresso
libero e gratuito.
Presso l’oratorio la compagnia de I Pieranichesi 2001 propone la
commedia in due atti La ca strècia. Ingresso € 5.
CENTRO EDEN
C.T.G. S. BERNARDINO
Spettacolo e gita
tamento di pernottamento e prima
colazione. Iscrizioni con acconto di
€ 100 presso la sede. Per informazioni e iscrizioni (ultimissimi posti)
chiamare in sede, 335.6533768.
GRUPPO CASTELNUOVO
Mostra a Vicenza
Il gruppo Castelnuovo organizza per il 23 febbraio un pullman
per visitare la mostra a Vicenza.
Per info, Gianna 0373.259152.
Il C.t.g. organizza un pullman per sabato 7 febbraio, in collaborazione con il Teatro Sociale
di Soresina, per partecipare allo
spettacolo di ballo argentino “Gauchos”. Partenza ore 19. Quota di
partecipazione € 38. Domenica
8 marzo gita culturale–turistica a
Racconigi: visita del Castello e del
centro medievale e Chieri, visita
della città € 55. La quota comprende: viaggio in pullman, ingressi, assicurazione e guida specializzata.
Pronto il programma per Volterra,
Pienza e altro. Aperto il tesseramento 2015. Iscrizioni: Gabriella
392.2168885, Gianni 0373.81647,
Fulvia
389.8199868,
Terry
0373.85025, Adina 335.6143128,
Andrea 0373.230348.
GRUPPO REGINA DELLA PACE
G.T.A. CREMA
Presso la Pro Loco di piazza Duomo è ancora possibile iscriversi ai corsi di inglese previsti il
venerdì. Per info 0373.81020 o via
mail: [email protected]
Maratona a Salisburgo
Il G.t.a. di via Forte 2 Crema informa che in occasione della
maratona di Salisburgo ha organizzato una gita nei giorni 1-2-3
maggio. Partenza il 1° maggio per
Innsbruck. Il 3 maggio partecipazione alla maratona, pranzo libero
e rientro a Crema. Quota singola in
camera doppia € 240, supplemento
camera singola € 50. La quota comprende pullman gran turismo, trat-
Pellegrinaggi 2015
Il gruppo di preghiera Regina della Pace organizza vari pellegrinaggi a Medjugorje nel 2015.
Calendario: maggio da lunedì 18
sabato 23; agosto da lunedì 24 a
sabato 29; settembre da lunedì 21 a
sabato 26; dicembre (Capodanno)
da mercoledì 30 dicembre a sabato 2 gennaio. Ritrovo partecipanti
a S. Bartolomeo. Per info e iscrizioni: Franco 0373.68155, Canzio
0373.234117, Angela 339.6514543.
PRO LOCO DI CREMA
Corsi di inglese
MCL VIDOLASCO-VAIANO
Incontro e assemblea
Il circolo Mcl di Vidolasco
ha organizzato per lunedì 2 febbraio alle ore 21 presso il circolo
un incontro sul tema: La Caritas in
Veritate, relatore prof. M. Cadisco.
Bagnolo Cremasco - S.S. Paullese Km 31
Tel. 0373.200610 - 0373.648164
www.pluricar.it - www.cassiniauto.it
ORE 18
TRIGOLO
CANTI DELLA MERLA
In piazza Europa tradizionali Canti della Merla attorno al falò. Ingresso libero e gratuito.
ORE 21
OFFANENGO
ORE 21
GOMBITO
MUSICA
All’oratorio S. Giovanni Bosco lezione-concerto tratta dai capolavori
del musical e delle colonne sonore del grande cinema.
CANTI DELLA MERLA
Tradizionale appuntamento in piazza con i Canti della Merla. Attorno ad un falò si canterà e ci si scalderà sorseggiando il classico vin-brulé.
Si potrà anche cenare in piazza, sotto il tendone, con il “Giropolenta”
organizzato dai volontari della Pro Loco.
LUNEDÌ 2
ORE 21
CREMA
INCONTRO
Presso il Centro di Spiritualità di via Medaglie d’Oro 10 per l’iniziativa “Chiesa e Famiglia- ascolto, sguardo, confronto” riflessioni e
prospettive dal Sinodo sulla famiglia, incontro sul tema: La vocazione
di credere all’amore: uno sguardo sul Sinodo 2015 con Christian Albini.
GIOVEDÌ 5
ORE 17
CREMA
C’ERA UNA VOLTA...
ORE 21
CREMA
CINEMA
Alla Biblioteca appuntamento viaggio alla scoperta dei libri più belli e
curiosi presso la Sala ragazzi. Info e prenotazioni (obbligatorie e gratuite) tel. 0373.893335 da martedì a venerdì ore 14,30-18 e sabato ore 9-12.
Alla Multisala Porta Nova proiezione di Io sto con la sposa di Antonio Augugliaro, Gabriele del Grande. Ingresso € 4 con tessera Amenic € 3.
VENERDÌ 6
ORE 20,45
OFFANENGO
CINEFORUM
ORE 21
CREMA
INCONTRO
ORE 21
CASTELLEONE
INCONTRO
Nella sala polifunzionale dell’oratorio proiezione di Central do Brasil.
Ingresso gratuito. Al termine possibilità di condividere riflessioni.
All’oratorio della SS. Trinità incontro Il matrimonio nelle Chiese Ortodosse. La teologia del matrimonio e la relativa disciplina canonica nella prassi delle chiese ortodosse. Interverrà l’Archimandrita Teofilatto
Vitsos della Chiesa ortodossa. Iniziativa della Commissione ecumenica e per il dialogo interreligioso, Commissione per la pastorale della
famiglia e Ufficio Famiglia.
Nella sala Aldo Moro per l’iniziativa “Una stagione dedicata all’energia” incontro sul tema Le fonti rinnovabili e l’innovazione tecnologica. Solare, termico e fotovoltaico per il residenziale. Innovazione tecnologica.
Relatore: Francesca Bazzocchi.
Il giornale non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma
Al Mcl di Vaiano sempre
lunedì 2 febbraio assemblea di bilancio alle ore 21. Aprirà la serata il
presidente Michele Fusari.
PROVINCIA DI CREMONA
Corso gratuito babysitter
La Provincia promuove un
corso di formazione gratuito per
aspiranti babysitter, propedeutico
all’iscrizione all’Elenco provinciale babysitter. L’Elenco (online su:
www.provincia.cremona.it/babysitter) è una banca dati contenenti
i nominativi di persone disponibili
a fornire servizi di babysitting per
bambini dai 0 ai 14 anni. I corsi si
terranno a Cremona e a Crema. A
Crema il 2, 9, 11, 16, 18, 23 e 25
marzo dalle ore 9 alle 13 e dalle 14
alle 16 presso la Camera di Commercio. Iscrizioni presso Servimpresa, piazza Stradivari 5, Cremona entro il 13 febbraio. Per info e
iscrizione rivolgersi a Servimpresa,
dr.ssa Greta Zanetti 0372.490228.
SERVIMPRESA
Amministratore
Servimpresa informa che,
in collaborazione con ANACI
è in programma a Cremona, il
corso di formazione per Amministratore Condominiale. Il corso, della durata di 86 ore, inizierà
mercoledì 11 febbraio. Le lezioni
si terranno il mercoledì dalle 18
alle 20 e il sabato dalle 9 alle 13
a Cremona presso la sede della
Camera di Commercio. Il corso
si rivolge a persone maggiorenni diplomate o laureate. Per info
Servimpresa (tel. 0372/490227)
oppure la segreteria dell’Anaci di
Cremona (Tel. 0372 35930) oppure consultare il sito Internet www.
servimpresa.cremona.it
Agenti e rappresentanti
Servimpresa informa che
sono aperte le iscrizioni per la nuova edizione del corso per agenti e
rappresentanti di commercio il cui
avvio è previsto in primavera, con
data ancora da definirsi, previo raggiungimento del numero minimo
di partecipanti. Il corso, della durata di 130 ore, si svolgerà nei giorni
di lunedì, mercoledì e giovedì dalle
17 alle 20 e sabato mattina dalle 9
alle 13. Per info e iscrizioni uffici
di Servimpresa (Referente: dr.ssa
Greta Zanetti - Tel. 0372/490228)
oppure consultare il sito Internet
www.servimpresa.cremona.it
SPILLE D’ORO OLIVETTI
Iniziative varie
L’Assoc. Spille d’Oro Olivetti con il Polo universitario di
Crema organizza dal 12 febbraio
al 2 aprile un corso base per principianti su computer. La partecipazione è aperta a tutti. Info e iscrizioni in via Borgo S. Pietro 14, tel.
0373.202797 il mercoledì e venerdì
ore 14,30-17,30.
AUSER MADIGNANO
Corso per i soci
L’Auser organizza un corso
gratuito di alfabetizzazione per l’uso del computer, aperto ai soli soci
tesserati Auser per un massimo di
10 persone. A partire dal 2 febbraio
si terranno 10 incontri nei giorni di
lunedì e giovedì dalle ore 20,30 alle
22,30 presso il Centro sociale di
Madignano. Per iscrizioni Centro
sociale durante l’apertura pomeridiana o tel. 366.2873184. Per accedere al corso è necessario avere la
tessera d’iscrizione Auser.
L’Approdo
Associazione Gruppi di Alcolisti in Trattamento
Alcool-Parliamone insieme 800 010886
via Bottesini 4
c/o Centro S. Luigi CREMA
Libreria Editrice
Buona Stampa Srl
via Civerchi, 7 - Crema
 0373 256994
Per altre info: Il Nuovo Torrazzo
Fondazione “Carlo Manziana”
SCUOLA DIOCESANA
www.fondazionemanziana.it
via Dante, 24 - CREMA

0373 257312 -  0373 80530
Tel. 0373 256265
Orari: lun. 15,30-18,30
dal mart. al sab. 9-12
e 15,30-18,30
Bonifico bancario: Banco Popolare
via XX Settembre Crema
IT 32N0503456841000000584575
COMUNE DI CREMA CENTRALINO 0373 8941 www.comunecrema.it
Apertura Palazzo Comunale: lun., mart., giov. 8.30-12/14.3016.30. Merc. 8.30-17.30. Ven. 8.30-12. Sab. 9-12
CONSULTORIO FAMILIARE
tel. 0373 82723
e-mail: [email protected]
Crema - via Frecavalli 16 (a pochi passi dal Duomo): al mattino ore 9-12
il lun., merc., ven. e sab. Il pomeriggio ore 14-18,30 dal mart. al ven.
OSPEDALE MAGGIORE CENTRALINO 0373 2801
DUOMO
Tutti i giorni ore 11-12
Lunedì ore 8.30-10.30 e 16-17.30
Martedì ore 8.30-10 e 16-18
Mercoledì ore 8.30-10 e 16-17.30
Giovedì ore 8.30-10.30 e 16-18
Venerdì ore 8.30-10 e 16-18
Sabato ore 8.30-10.30 e 16-18.30
Domenica ore 9-11 e 18-19
SANTA MARIA DELLA CROCE
Giovedì ore 10-12 e 15-18
Sabato ore 15-18
MADONNA DELLE GRAZIE
Dal lunedì al sabato ore 9-12 e 16-17.15
SANTUARIO DEL PILASTRELLO
Sabato ore 9.30-11.30. Tutte le sere ore 21.30-23.30
SABBIONI - FRATI CAPPUCCINI
Tutti i giorni, escluso il lunedì
ore 9-11.30 e 15-17.30
nuova attribuzione codice
colore alla dimiSSione dal
PRONTO SOCCORSO
Dal lunedì al venerdì
Gentile Signora, Egregio Signore,
se il suo accesso in Pronto Soccorso è stato classificato al triage con il codice
colore VERDE o BIANCO, è probabile che le prestazioni richieste dalle sue
attuali condizioni di salute non richiedano un ricovero, né siano da considerarsi indifferibili ed urgenti.
Se a conclusione del percorso diagnostico-terapeutico le prestazioni effettivamente erogate confermeranno la NON URGENZA e la DIFFERIBILITà,
le sarà attribuito il CODICE BIANCO alla DIMISSIONE.
In particolare saranno classificati come “codice bianco alla
dimissione” tutti coloro che:
>
>
Sabato
>
>
>
>
>
OSPEDALE VIA KENNEDY ☎ 0373 2061 (centralino)
>
Feriale: ore 11.30-13.30 e 17-19.30 • Festivo: 11-13 e 16.30-19.30
CAMERA ARDENTE: lun.-sab. ore 8-18.15. Dom. ore 8-19.15
OSPEDALE RIVOLTA D’ADDA ☎ 0363 3781 (centralino)
Lun.-Merc.-Ven.-Sab. dalle 12.30 alle 13.30. Dal lun. al sab.
dalle 19 alle 20. Dom. e festivi dalle 10 alle 11 e dalle 15 alle 17
e-mail: [email protected] - www.comunecrema.it
Dal lunedì al venerdì ore 9-12 - Martedì 14.30-16.30 - Mercoledì 14-17
INPS - CREMA ☎ 0373 281111
via Laris, 11 Crema - [email protected]
Dal lun. al ven 8,45-12. Il mercoledì anche al pomeriggio 14-15
BIBLIOTECA COMUNALE ☎ 0373 893331-329
Via Civerchi, 9 - Crema. Lunedì: mattino chiuso; pomeriggio apertura sala studio ore 14.30/18.30 senza servizi bibliotecari; sala ragazzi chiuso. Dal martedì
al venerdì 9.30-18.30 (continuato). Sabato ore 9-12.30. Sala ragazzi da lunedì a
venerdì 14.30-18. Sabato 9-12.
ORIENTAGIOVANI ☎ 0373.893325-324 - fax 0373.893323
Via Civerchi, 9 - Crema - Lunedì ore 15-18, martedì-giovedì-venerdì
10-12 e 15-18, mercoledì 10-18, sabato 10-12
MUSEO CIVICO ☎ 0373 257161-256414 - fax 0373 86849
www.comunecrema.it e-mail: [email protected]
Lun. chiuso. Mart.: 14/17.30, mattino chiuso. Merc., giov. e ven. 10-12
e 14-17.30. Il sabato 10-12 e 15.30-18.30. La dom. e festivi 10-12 e 15-17
ARCHIVIO STORICO DIOCESANO ☎ 0373 85385
Via Matteotti 41, Crema - al 1° piano. Martedì ore 9.30-12,
giovedì ore 15.30-18, sabato ore 9.30-12.
CENTRI SPORTIVI CREMA
Piscina comunale, via Indipendenza ☎ 0373.202940
Palestra PalaBertoni, via Sinigaglia 6 ☎ 0373.84189
Stadio Voltini, viale De Gasperi 67 ☎ 0373.202956
Campi sportivi: via Serio 1 (S. Maria) ☎ 0373.257728
via Ragazzi del ’99 n. 14 ☎ 0373.200196
PRO LOCO CREMA - UFFICIO IAT ☎ 0373 81020
Piazza Duomo, 22. Dal martedì al sabato 9,30-12.30 e 15-18; domenica
10-12, nel pomeriggio apertura solo in occasione di mostre con orario a
scelta dell’espositore
TURNI D’APERTURA
FARMACIE
Dalle ore 8.30 di venerdì 30/1 fino 6/2:
– Farmacia Vergine dr. Rizzi
via Cremona 3 - CREMA
tel. 0373 84906
– Castelleone (dott. Piantelli)
– Camisano
– Dovera, Farmacia
d’appoggio: fino alle 24.00
Dalle ore 8.30 di venerdì 6/2 fino 13/2:
– Farmacia Granata
via Matteotti 17 - CREMA
tel. 0373 256233
– Izano
– Vailate
DISTRIBUTORI CREMA
Apertura con presenza del gestore
Domenica 1/2: ENI via Milano, TOTAL ERG viale De Gasperi
EDICOLE
CREMA: via Verdi - piazza Giovanni
XXIII - piazza Garibaldi - Ospedale
Maggiore - piazza Mons. Manziana Stazione - via Kennedy. S. M. DELLA
CROCE: via Bramante. OMBRIANO:
v.le Europa 129; piazza Benvenuti 13.
SABBIONI: via Cappuccini. S. BERNARDINO: via Brescia.
non siano stati ricoverati;
non siano stati trattenuti in Osservazione Breve Intensiva
(O.B.I.) per più di 6 ore;
non abbiano subito traumatismi con frattura, lussazione,
distorsione che abbia richiesto applicazione di apparecchio
gessato;
abbiano riportato ferite che non hanno richiesto sutura
o applicazione di colla biologica;
non abbiano subito ustioni di primo grado di estensione
superiore al 18% della superficie corporea o ustioni
di maggiore gravità;
abbiano ingerito o inalato corpi estranei senza che si sia
resa necessaria estrazione strumentale;
affetti da intossicazione acuta che non abbia richiesto
ricovero o osservazione in OBI per più di sei ore;
nonché le donne in stato di gravidanza quando non
si rilevino condizioni di rischio.
Saranno classificati come codice bianco alla dimissione tutti i pazienti con
qualsiasi classificazione di colore di accesso che autonomamente lasceranno
il Pronto Soccorso prima della chiusura del verbale.
Il codice bianco prevede il pagamento del ticket attualmente
di Euro 25,00 con le sole eccezioni previste dalla normativa nazionale
e regionale vigente.
TRIBUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE www.tribunaletutelasalute.it
UFFICI TRIBUTI COMMERCIO E CATASTO ☎ 0373 894239
Presso il palazzo comunale in piazza Duomo (2° piano)
9.30 Villette Ferriera, S. Giacomo
9.45 Vergonzana, Casalbergo
10.00 Cattedrale, SS. Trinità, Ombriano
Cappella Cimitero Maggiore, S. Maria dei Mosi
10.30 S. Benedetto, S. Pietro, S. Stefano, Sabbioni, S. Carlo,
S. Bernardino, Kennedy,
S. Maria della Croce, Santuario delle Grazie,
Crema Nuova
10.45 S. Angela Merici - via Bramante,
S. Bartolomeo ai Morti, S. Giacomo
11.00 Cattedrale, Castelnuovo, SS. Trinità, Ospedale
11.15 Ombriano
12.00 Santuario delle Grazie
17.30 Santuario delle Grazie
18.00 S. Benedetto, S. Giacomo, Cattedrale
SS. Trinità, S. Carlo, Ombriano
Crema Nuova, S. Stefano,
S. Bernardino, S. Maria della Croce,
19.00 Cattedrale
20.30 Sabbioni
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
• Prenotazioni telefoniche al numero verde 800.638.638 (SENZA prefisso):
dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 20, esclusi festivi
PIATTAFORMA RIFIUTI via Colombo - ☎ 0373 89711 - SCS ☎ 800 904858:
Lun., mar., giov., sab. 8-12 e 13.30-17.30. Merc. e ven. 13.30-17.30. Domenica 8-12
PREFESTIVE
16.30 Kennedy
17.00 S. Antonio Abate
17.30 Ospedale, Santuario delle Grazie
18.00 SS. Trinità, S. Maria della Croce, Cattedrale,
S. Pietro, S. Carlo, Crema Nuova, S. Giacomo,
Ombriano, S. Bernardino, Castelnuovo,
S. Stefano, Sabbioni, Vergonzana,
18.30 S. Benedetto, S. Angela Merici via Bramante
20.30 S. Bartolomeo ai Morti
23.00 Santuario Madonna del Pilastrello
FESTIVE
7.00 S. Benedetto
7.30 Cattedrale
8.00 SS. Trinità, S. Carlo, Sabbioni,
S. Bernardino, S. Maria della Croce
8.30 S. Antonio Abate, Crema Nuova, Ospedale,
Ombriano
9.00 Cattedrale, S. Benedetto, Castelnuovo,
S. Bartolomeo ai Morti
REGIONE LOMBARDIA
ORARI SPORTELLI CUP
Distribuzione numeri per prelievi e per consegna
dalle ore 7 alle ore 9.30 materiale biologico
Accettazione amministrativa per prelievi e per
dalle ore 7.30 alle ore 9.30 consegna materiale biologico
Distribuzione numeri e attività di sportello per ritiro referti, accettazione amministrativa delle prenotazioni telefoniche, registrazione prestazioni
dalle ore 8 alle ore 16.45 eseguite, attività di cassa tranne la prenotazione.
Distribuzione numeri per prenotazioni agli sportelli
Cup per prestazioni ambulatoriali e di laboratorio
Inizio attività di prenotazioni agli sportelli Cup
dalle ore 9.30
per prestazioni ambulatoriali e di laboratorio
Distribuzione numeri
dalle ore 7
Prenotazioni, consegna referti clinici, pagamenti e
dalle ore 7.30 alle ore 12.30 altre attività di sportello
dalle ore 7.30 alle ore 9.30 Accettazione materiali biologici (feci-urine)
LABORATORIO ANALISI: prelievi dalle ore 7.30 alle ore 9
CIMITERI DELLA CITTÀ Uff. Cimiteriale ☎ 0373 202807 via Camporelle
Maggiore - S. Maria della Croce - S. Bernardino - S. Bartolomeo: i cimiteri cittadini sono aperti tutti i giorni con orario continuato dalle ore 8 alle ore 17.
SANTE MESSE IN CITTÀ
CONFESSIONI
ORARI VISITA PAZIENTI: lun., mart., giov. e ven.: ore 19.15-20.15
• Merc. e sab.: ore 15-16 e 19.15-20.15 • Domenica e festività infrasettimanali: ore 11-12 e 15-18. Rianimazione: tutti i giorni dalle ore 11 alle 23.
CAMERA ARDENTE: ore 8-18 (orario continuato tutti i giorni, festivi
compresi). Entrata solo da via Capergnanica.
Presso l’ospedale di Crema (venerdì dalle ore 9 alle 11) ☎ 0373 280873
cinema · ricetta · meteo · orari uffici · notizie utili · farmacie di turno
Criteri per
l’attribuzione
del codice colore
alla dimissione
del Pronto Soccorso
Si informano i cittadini che, come
da disposizioni normative, anche
nel caso in cui l’accesso in Pronto Soccorso sia stato classificato al
triage con il codice colore verde o
bianco, se a conclusione del percorso diagnostico-terapeutico le
prestazioni effettivamente erogate confermeranno la non urgenza
e la differibilità, sarà attribuito il
codice bianco alla dimissione che
prevede il pagamento del ticket, attualmente di euro 25,00 con le sole
eccezioni previste dalla normativa
nazionale e regionale vigente.
Rubrica dell’Associazione Bridge e Burraco Crema di via Cesare Battisti,1 - Crema
www.bridgeburracocrema.it
BRIDGE
Proseguono i tornei di bridge e burraco
Venerdì 30 gennaio si è giocata l’ultima partita di burraco valida per il torneo a punti disputato tra i Soci del
Circolo. Prima dell’ultima partita la classifica era guidata da Maria Teresa Mutti seguita a breve da Annarosa Piloni. Vi daremo conto nel prossimo articolo della
classifica finale e dei vincitori dei cinque premi assegnati ai primi classificati. All’inizio di febbraio partirà
un torneo analogo che si concluderà alla fine di giugno.
Un torneo con classifica finale individuale verrà disputato anche dai Soci che partecipano al torneo sociale
di bridge del martedì. I punti saranno assegnati sommando le percentuali realizzate dai giocatori in tutti i
tornei disputati da febbraio a giugno 2015. Calcolando
il punteggio in questo modo verranno premiati sia l’abilità dei giocatori che realizzano le percentuali più alte
sia la costanza dei giocatori più assidui.
Mercoledì 14 gennaio il Circolo delle Muse ha organizzato la seconda delle serate musicali tenute presso il
nostro Circolo dedicate alle vocalità nell’opera lirica.
CITTÀ E UNIVERSITÀ
Il concerto seguito con grande apprezzamento da un
pubblico numeroso era intitolato Il soprano nel barocco.
Una bravissima giovane soprano ha cantato brani del
600/700 accompagnata da una tiorba, uno strumento
a corde dell’epoca. Il prossimo appuntamento è per il 18
marzo per il concerto dedicato alla voce del basso nell’opera
di Verdi.
RICORDIAMO
I NOSTRI APPUNTAMENTI
I tornei di bridge si tengono al martedì
(riservato ai Soci) e al giovedì alle ore 21.30
e alla seconda e quarta domenica del mese
alle ore 15.30
I tornei di burraco si tengono al lunedì e al venerdì
(riservato ai soci) alle ore 21 e alla prima
e terza domenica del mese alle ore 15.
Vi attendiamo numerosi
[email protected]
131 - I NOSTRI VICINI SMART
Qualche lettore scettico avrà magari pensato che il quadro che
ho abbozzato nelle ultime quattro settimane relativamente alla
smart agriculture sia parente prossimo della fantascienza o che sia
praticabile solo all’estero (chissà perché all’estero dovrebbero essere sempre essere più smart di noi?). Invece non è così: i droni
volano già sui campi di mais del Mantovano, per spargere larve di
trichogramma brassicae, in grado di debellare in modo naturale un
parassita del mais, la piralide. E altri droni volano sui pomodori
del Casalasco per monitorare lo stato di salute delle piante e decidere di conseguenza come, dove e quanto irrigare e fertilizzare in
modo mirato. Pardon, in modo smart. (Fonte: www.wired.it/economia/business/2014/07/10/droni-agricoltura-mais/).
Navigando in rete leggo, senza meraviglia, di serre equipaggiate
con sistemi di controllo della temperatura, dell’umidità, dell’esposizione alla luce, dell’irrigazione, che regolano in modo ottimale
tutti questi parametri in tempo reale per ottimizzare la crescita
delle piante. Esistono perfino produzioni agricole idroponiche,
che non richiedono terreno perché acqua, luce e nutrimento
vengono forniti alle piante in ambiente controllato e regolato
artificialmente. Perché non mi meraviglio? Perché esperimenti
di questo tipo erano in corso anche presso il Polo Didattico e di
Ricerca di Crema negli anni Novanta, quando esso ospitava un
laboratorio dedicato all’ingegneria dei controlli, cioè quando l’iniziale concezione inclusiva dell’informatica prevaleva ancora su
quella esclusiva che l’ha soppiantata in seguito (con i risultati che
ben conosciamo).
Anche l’alimentazione degli animali da allevamento può essere
ottimizzata con appositi sistemi di supporto alle decisioni, scegliendo di giorno in giorno il giusto mix di mangime/foraggio/
alimentazione per migliorare la salute, la produttività e la resistenza alle malattie di bovini, suini e ovini. Leggo (stessa fonte
citata sopra) che sempre nel Mantovano, il titolare di un’azienda
agricola ha applicato un podometro alle zampe delle sue mucche.
In questo modo misura quanti passi compie ogni vacca, quanto
tempo sta in piedi e quanto tempo sdraiata, quando corre perché
è agitata. In base a questi dati l’agricoltore può determinare il momento in cui un esemplare è pronto per essere fecondato. Il fiume
di dati prodotti dai podometri sono passati ogni giorno al setaccio
dalla moglie dell’agricoltore e grazie a questa idea in un solo anno
i capi della mandria sono passati da 120 a 180. Sorrido pensando
alla povera signora alle prese con valanghe di numeri: dubito che
riceva Il Nuovo Torrazzo, ma spero che prima o poi qualcuno le
faccia sapere che il suo lavoro di ore può essere svolto in pochi
millisecondi. Con la matematica, naturalmente.
Mentre il mondo corre, qualche volonteroso anche in Italia cerca
per lo meno di camminare. E noi a Crema cosa facciamo di smart?
Noi che abbiamo voluto una sede universitaria in una zona di tradizioni agricole? Noi che (per adesso) abbiamo ancora una sede
universitaria? Sono allo studio master organizzati dalla facoltà di
agraria. Ma per rendere più competitive e più smart le aziende
agricole cremasche servono competenze in agraria (che i nostri
agricoltori hanno già) o competenze in informatica, statistica e
ricerca operativa (che i nostri agricoltori non possono avere)?
Giovanni Righini
IL S
ERV
IZI
CINEMA
F
DIF A LA O
FE
Crema FinoRalE
4N
febbraio
ZA
Porta Nova ☎ 0373 218411
• Notte al museo 3 • Unbroken • La
teoria del tutto • Exodus • Il nome del
figlio • Italiano medio • Sei mai stata
sulla luna? • Asterix e il regno degli dei
• Over 60 (merc. 4 febbraio) ore
15.30: Il nome del figlio
• Cineforum (mar. 3 febbraio) ore
21: Due giorni e una notte
• Cinemimosa (lun. 2 febbraio) ore
21.30: Sei mai stata sulla luna?
Castelleone
Cineteatro ☎ 0374 350882
• Si accettano miracoli (31/1 e 1/2
ore 21) • Magic in the moonlight
(2/2 ore 21)
Via Antonietti, 1
CAPERGNANICA (CR)
Tel. 0373 76022
[email protected]
Il giornale non è responsabile degli eventuali cambiamenti di programmazione
Lodi
Fanfulla ☎ 0371 / 30740
• La teoria del tutto • Nemmeno una
nuvola (cortometraggio 3, 4 e 5 febbraio) • Pasolini (3, 4 e 5 febbraio)
Moderno ☎ 0371 / 420017
• Il nome del figlio • Italiano medio
Pieve Fissiraga (Lodi)
Cinelandia ☎ 0371 237012
• Italiano medio • Notte al museo
3 - Il segreto del faraone • Unbroken
• Asterix e il regno degli dei • Exodus: dei e re • Minuscole - La valle
delle formiche perdute • La teoria
del tutto • Sei mai stata sulla luna •
American sniper
Treviglio Fino al 4 febbraio
Per la parrocchia di Offanengo
le sorelle Silvana e Adriana
in memoria di Sergio Giroletti € 100
Offerte dell’O.V.E.
per il Seminario
- Monte Cremasco € 780
- Bolzone € 370
- Costa M. Caterina
Casaletto Vaprio € 20
- Piloni Angela SS. Trinità
€ 20
- S. Bernardino 2015 € 1.005
- Bagnolo Cr. 2015 € 375
- S. Benedetto 2015 € 520
- Vergonzana 2015 € 300
- S. Giacomo 2015 € 200
- S. Pietro 2015 € 450
- SS. Trinità 2015 € 310
San Giovanni Bosco
Ariston ☎ 0363 419503
• Una notte al museo 3 • Unbroken •
Italiano medio • La teoria del tutto •
Sei mai stata sulla luna? • Exodus Dei e Re • American sniper • The imitation game • Asterix e il regno degli
dei • Original Movie Passion: Skylight
- National theatre live - v.o. inglese con
sottotitoli in italiano (mar. 3/2 ore 21)
• St. Vincent (merc. 4/2 - ore 21.15)
Spino d’Adda
I CLUSTER DI EXPO 2015: IL CACAO
I MERCATI DI CREMONA
re cosa renda il cioccolato così irresistibile. Una delle
spiegazioni è la presenza di alcune sostanze che hanno effetti stimolanti, e che agiscono sul cervello generando una sensazione di buonumore. Il cioccolato
fondente (almeno al 70%) presenta anche altre virtù:
stimola la concentrazione, è un elisir di giovinezza
(perchè ricco di antiossidanti) e ha un effetto positivo
sul sistema cardiovascolare.
Dr. Elena Piovanelli, dietista
Cioccolata calda al peperoncino
Ingredienti:
300 ml di latte vaccino o vegetale, 80 gr di cioccolato
fondente, 70 gr di cacao in polvere, 15 gr di amido di
mais, 20 gr di fecola di patate o farina di riso, un pizzico
di peperoncino in polvere, zucchero di canna (da dosare
in base al proprio gusto)
Sciogliete l’amido di mais e la fecola di patate (o la farina di riso) nel latte freddo, mescolando molto bene. Unite
anche il cacao in polvere e mescolate. Sminuzzate il cioccolato e versatelo in un pentolino insieme a tutti gli ingredienti. Potete anche decidere di sciogliere il cioccolato a
bagnomaria a parte prima di aggiungerlo alla cioccolata.
Aggiungete il peperoncino a poco a poco e assaggiate la
cioccolata calda durante la preparazione per non rischiare
di ottenere una cioccolata troppo piccante.
Riscaldate a fiamma media (non è necessario portare il
latte a ebollizione); continuate a mescolare e riscaldare
fino a ottenere la consistenza desiderata per la vostra cioccolata calda e zuccherate a piacere.
Della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura
CEREALI: Frumenti nazionali teneri con 14% di umidità Varietà speciali n.q.;
Fino (peso specifico da 78) 185-187; Buono mercantile (peso specifico da
75 a 77) 178-181; Mercantile (peso specifico fino a 74) 176-177 Frumenti nazionali duri (produzione Nord Italia): Fino (peso specifico da 80 e oltre) n.q.;
Buono mercantile (peso specifico 77/79) n.q.; Mercantile (p.s. 74/76) n.q.
Cruscami franco domicilio acquirente: Farinaccio alla rinfusa 151-153; Tritello
alla rinfusa 150-152; Crusca alla rinfusa 134-136; Crusca in sacchi n.q; Cruschello alla rinfusa 143-145. Granoturco ibrido nazionale (con il 14% di umidità):
Comune 140-142; Semivitreo n.q. Orzo nazionale: peso specifico da 61 a 64
n.q.; peso specifico da 55 a 60 n.q. Orzo estero pesante (da commerciante-franco
acquirente) n.q. Semi di soia nazionale 342 Semi da prato selezionati (da commerciante): Trifoglio violetto 2,80-3,20; Ladino nostrano (Lodigiano gigante)
8-9; Erba medica di varietà 2,90-3,30; Lolium italicum 1,40-1,70; Lolium
italicum tetraploide 1,40-1,70.
BESTIAME BOVINO: Vitelli da allevamento baliotti (peso vivo in kg): Da incrocio (50-60 kg) n.q.; Frisona (50-60 kg) n.q.. Maschi da ristallo biracchi (peso
vivo): Frisona (180-250 kg) n.q.
Bovini da macello (prezzo indicativo - peso morto in kg): Cat. B - Tori (maggiori
di 24 mesi) P2 (50%) - O3 (55%) 2,00-2,20; Cat. E - Manze scottone (fino
a 24 mesi) P3 (47%) - O3 (50%) 1,90-2,40; Cat. E - Manze scottone (sup. a
24 mesi) P2 (45%) - O3 (48%) 1,90-2,20; Cat. E - Vitellone femmine da incrocio O3 (54%) - R3 (57%) 3,15-3,65; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità
P3 (44%) - O2/O3 (46%) 1,90-2,10; Cat. D - Vacche frisona di 2° qualità
P2 (42%) - P3 (43%) 1,45-1,55; Cat. D - Vacche frisona di 3° qualità P1
Così, in questa ricorrenza, ‘l nòst dialèt vuol essere un inno alla Vita per tutti i giovani di oggi, per
il loro futuro che auguriamo sereno, pieno di buone intenzioni, umanità e rispetto gli uni verso
gli altri. Un inno alla famiglia e all’amore dei genitori, alla luce giovane che ogni madre lascia nel
cuore dei propri figli, per sempre
Guère, mafia, sfrütamént
rubarée, inquinamént.
ASPETTANDO EXPO 2015
I visitatori che sosteranno nel Cluster dedicato al
Cacao avranno l’impressione di entrare in una giungla, verranno accolti da un’atmosfera che riporta
alle piantagioni delle aree tropicali e subtropicali, e
potranno conoscere la storia di un alimento che ha
avuto un ruolo centrale nell’alimentazione e nella cultura dei Maya e degli Aztechi, che lo utilizzavano non
solo come cibo e bevanda, ma anche come “moneta”.
Il cioccolato veniva consumato dai Maya prevalentemente in forma liquida, tritato e amalgamato in una
miscela di acqua, spezie e abbondante peperoncino,
una bevanda amara e piccante ma dalle straordinarie
proprietà. Più di trenta Paesi in via di sviluppo lo producono e per la loro economia rappresenta la principale fonte di guadagno. Expo 2015 ospiterà in questo
padiglione alcuni di essi: Camerun, Costa D’Avorio,
Cuba, Gabon, Ghana, Sao Tomé Principe. Il cacao
giunse in Europa nel 1544, quando i chicchi furono
presentati al futuro re di Spagna, Filippo II. A quei
tempi il suo gusto si avvicinava a quello di una medicina. Ci vollero molti decenni prima di perfezionare
le tecniche di lavorazione e di giungere a un alimento
che fosse anche buono da mangiare. Va, ad esempio,
a Rudolph Lindt il merito se oggi possiamo apprezzare le sensazioni legate al consumo di una tavoletta
di cioccolato fondente. Lindt nel 1879 introdusse nel
processo di produzione una fase chiamata “concaggio”, che permise di migliorare il sapore, ma anche
la consistenza del cioccolato: fino a quel momento
andava masticato, ma da quel giorno si sarebbe sciolto
in bocca. Per anni gli studiosi hanno tentato di scopri-
è stato il Padre spirituale degli adolescenti e dei ragazzi che nella Torino della Rivoluzione
Industriale erano esposti allo sfruttamento e all’emarginazione sociale. A quei tempi molti
fanciulli sotto i dieci anni erano impiegati nelle fabbriche. Don Bosco conversava con i piccoli
spazzacamini, di circa sette o otto anni, che gli raccontavano il loro mestiere e i loro problemi.
“Ai nòst bagài” di Piero Valdameri (Pièr)
Vittoria ☎ 0373 980106
• Sei mai stata sulla luna?
Anno 1961.
Allievi della
Pergolettese.
In piedi:
Brazzoli,
Capetti,
Locatelli,
Martelli, ?,
Patrini.
Accovacciati:
?, Salvi,
?, Spinelli
e la mascotte
Alberto Piloni,
figlio del
mister Angelo
CRONACA D’ORO
Crema è in attesa della dedica
di un luogo o via cittadina,
come da raccolta di oltre 700 firme
AL NÒST DIALÈT
· I · M · M · A · G · I · N · I ·
L’apertura del palazzo non comporta automaticamente anche l’apertura al pubblico dei vari uffici
VENDITA E ASSISTENZA
TECNICA
SABATO 31 GENNAIO 2015
· I · M · M · A · G · I · N · I ·
Guida Utile
Emergenza sanitaria..................................................118
Guardia Medica...........................................800.567.866
Carabinieri .........................................112 - 0373.893700
Polizia ................................................113 - 0373.897311
Vigili del fuoco ...................................115 - 0373.256222
Soccorso stradale ................................................ 803803
Polizia stradale ........................................... 0373 897311
Vigili urbani................................................ 0373 894212
Associazione Fraternità.................................0373 80756
SCS ..............................................................800-904858
Linea Più (gas) - via Stazione 9 - Crema ........800-189600
Guasti elettrici (ENEL) ....................................... 803500
Etiopia e Oltre ............................................ 0373 255847
Giudici di Pace ........................ 0373 250571-0373 250587
Treni: Stazione ferroviaria di Crema:
piazzale Martiri della Libertà 1 (senza prefisso) 892021
Autobus: Autoguidovie
piazzale Martiri della Libertà 8 - Crema ......... 0373 204524
Taxi Crema: ................................................ 333 1212888
Miobus: Prenotazioni: ....................(gratuito) 800-907700
0373 287728 da cellulare - Informazioni: 840-620000
Via Antonietti, 1 - CAPERGNANICA (CR)
Tel. 0373 76022 - [email protected]
Bagài, cirché da stüdià!
perché al mund al sarà òst da guernà.
Cèrto, al vòst talént,
gh’ìf mia da druàl per ciaà la zént.
Gh’è tanti manigoldi al mund
ma i püsé i è amò la bràa zént.
Èco, da chèsti gh’ìf da cupià,
- dize mìa da chèi püsé ‘n ària ma i vòst genitùr, i nóni, che bunùra,
i éra ‘n di teré a laurà;
che ai puarèt, an cupèl da farìna i ga dàa
zént che prèst i g’à piegàt al grupù,
nüsù gh’è finìt an prezù.
Sté da lùns dai vése!
Pitòst, ‘né a insalìna,
fé le cùrse coi sérc,
giughé a bucìne, a giapì,
ai quàtre cantù,
ma sté da lùns apò da la televiziù.
“Lüs da màma” di Francesco Andrea Maestri
Se g’aaró chèl dé
amò fàm da éta
- quand saró riàt là
töt al sarà finìt –
capesaró da ‘ès nasìt
‘ntant che i sumenàa
con la lüs che finìa mài
‘n dal sògn da ‘na bagàia
Gh’éra ‘l témp da l’aradüra
- vizì al canàl söt
i lampiù ròt da le sasàde –
déte al giardì d’i siùr
töte le sò ugiàde
Fàce scüre da fadìga
mai pèrsa
fàce ‘n da l’ùmbra
prim che nasìa ‘l sùl
le fàa tremà da pùra
le màce dóre d’i furmént
Iniziative Ecclesiali
ADORAZIONE COMUNITARIA
■ Nella chiesa di S. Giovanni (tranne il sabato mattina e la domenica) ore 9-12 e 15-18.
ANIMAZIONE VOCAZIONALE RAGAZZI
■ Da sabato 31 gennaio ore 16 a domenica ore 14
presso il Seminario diocesano animazione vocazionale residenziale per ragazzi delle scuole medie.
PELLEGRINAGGIO A CARAVAGGIO
■ Sabato 31 gennaio alle ore 19,30 presso il Santuario di S. Maria della Croce ritrovo per il pellegrinaggio a Caravaggio organizzato dal Masci. Partenza
per Caravaggio alle ore 20
GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA
■ Domani, domenica 1° febbraio 37a Giornata nazionale per la Vita. Alle ore 18 in duomo S. messa.
GIORNATA MONDIALE VITA CONSACRATA
■ Lunedì 2 febbraio 19a Giornata mondiale della
vita consacrata. Domenica 1° febbraio nella chiesa
parrocchiale di Izano alle ore 18, celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Oscar.
SCUOLA DELLA PAROLA A SERGNANO
■ Lunedì 2 febbraio alle 21 all’oratorio di Sergnano Scuola della Parola sul Vangelo di Marco. Tra fede
e incredulità Mc 3,7-6,6 a cura di don Pier Luigi Ferrari.
Sultant ‘na spiga zèrba
la animàa ‘l silensio
ùnda fòrta e nóa
sö chèle vèce dal témp
Andàa zó i Urse
sö i téré bagnàt
ghignàa la bènula
vizì al pulér squèrciàt
Se g’aaró amò ‘n dé
tanta fàm da éta
là ‘ndóe cala ‘l sùl
cercaró ‘na funtàna
al sambüch sensa pö fiór
al bazarà la tramuntàna
ga sarà la lüs da ‘na candéla
la lüs gióina da me màma
...va salüda i “Cüntastòrie”
CONSIGLIO PRESBITERALE DIOCESANO
■ Martedì 3 febbraio alle ore 9,30 presso la
Casa vescovile Consiglio presbiterale diocesano.
FORMAZIONE CATECHISTI ZONA SUD-OVEST
Incontriamo Gesù - Il nuovo documento CEI sulla
Catechesi.
■ Martedì 3 febbraio alle ore 21 presso l’oratorio parrocchiale di Ripalta Nuova percorso
formazione-aggiornamento per tutti i catechisti
della zona sud.
■ Mercoledì 4 febbraio alle ore 21 nella parrocchia di Bagnolo incontro per tutti i catechisti
della zona ovest.
CONSULTA AGGREGAZIONI LAICALI
■ Mercoledì 4 febbraio alle ore 21 presso il S. Luigi Consulta delle aggregazioni laicali.
VISITA DEL VESCOVO ALLA ZONA OVEST
■ Giovedì 5 febbraio il Vescovo visita la zona
Ovest. Al mattino il presbiterio e alla sera il Consiglio Pastorale zonale.
RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO
■ Vi invita a condividere un’esperienza di preghiera gioiosa. Appuntamento ogni sabato alle ore 16
presso l’oratorio SS. Trinità.
GRUPPO REGINA DELLA PACE
■ Ogni lunedì alle ore 21 nella chiesa di San
Bartolomeo dei Morti momento di incontro con
la recita del s. Rosario e della s. Messa.
del 28/1/2015
(39%) - P1 (41%) 0,85-1,05; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità (peso vivo)
0,84-0,97; Cat. D - Vacche frisona di 2° qualità (peso vivo) 0,61-0,67; Cat. D
- Vacche frisona di 3° qualità (peso vivo) 0,33-0,43; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali di 1° qualità R3 (55%) - U3 (56%) 3,10-3,35; Cat. A - Vitelloni
incrocio nazionali di 2° qualità O3 (53%) - R2 (54%) 2,90-3,05; Cat. A - Vitelloni frisona di 1° qualità O2 (51%) - O3 (52%) 2,80-3,00; Cat. A - Vitelloni
frisona di 2° qualità P1 (49%) - P3 (50%) 2,20-2,45.
FORAGGI: Fieno e paglia (da commerciante-franco azienda acquirente): Fieno
maggengo 2014 105-115; Loietto 2014 105-115; Fieno di 2a qualità 2014 90100; Fieno di erba medica 2014 130-170; Paglia 80-100.
SUINI: Suini vivi (escluso il premio) da allevamento (muniti di marchio di tutela):
15 kg 3,94; 25 kg 2,55; 30 kg 2,34; 40 kg 1,87; 50 kg 1,56; 65 kg 1,46; 80 kg
1,35; 100 kg n.q. Magri da macelleria: 90-115 kg n.q. Grassi da macello (muniti di
marchio di tutela): 130-145 kg 1,260; 145-160 kg 1,290; 160-176 kg 1,350; oltre
176 kg 1,280.
CASEARI: Burro: pastorizzato 2,55; zangolato di creme fresche n.q.; crema
di latte centrifugata e pastorizzata (reg. Cee n. 1547/87) n.q. Provolone Valpadana: dolce 5,45-5,60; piccante 5,65-5,90 Grana: stagionatura tra 60-90 giorni
fuori sale n.q. Grana Padano: stagionatura di 9 mesi 6,40-6,60; stagionatura
tra 12-15 mesi 7,00-7,25; stagionatura oltre 15 mesi 7,35-7,95.
LEGNAMI: Legna da ardere (franco magazzino acquirente): Legna in pezzatura
da stufa: 60% forte e 40% dolce 100 kg 12-13; legna in pezzatura da stufa:
forte 100 kg 14-15 Pioppo in piedi: da pioppeto 4,8-6,5; da ripa 2,7-3,2 Tronchi
di pioppo: trancia 21 cm 10,0-12,0; per cartiera 10 cm 5,0-5,5.
Municipio di Crema
L’URP INFORMA...
Sportello consulenza materie giuridiche
Cantiere stradale in via Cappuccini
Estumulazioni concessioni scadute
Miobus-Autoguidovie: tariffe agevolate
■ Un notaio della città sarà gratuitamente a disposizione di ogni cittadino per consultazioni in materia notarile giovedì 5-12-19-26 febbraio dalle ore
9,30 alle 12 presso il Comune.
■ Proseguiranno anche in febbraio e marzo le
estumulazioni delle concessioni scadute presso i
quattro cimiteri cittadini.
1° febbraio, domenica ecologica
■ Dalle ore 8 alle 18 di domani, domenica 1° febbraio, domenica ecologica senz’auto in concomitanza con la prima giornata del Carnevale Cremasco.
Info Servizio ambiente ed ecologia 0373.894291.
■ Fino al 15 febbraio divieti e limitazioni di circolazione stradale sulla via Cappuccini con occupazione parziale della ciclabile di viale Europa. Istituito
anche un temporaneo senso unico di marcia su un
tratto di strada.
■ “Io viaggio ovunque in Lombardia e in provincia di Cremona” è un iniziativa con agevolazioni
valida per tutti i servizi di trasporto pubblico che
prevede l’emissione di titoli di viaggio giornaliero,
bigiornaliero, trigiornaliero, settimanale, mensile,
trimestrale, annuale e mensile Io viaggio ovunque
in Provincia di Cremona. Gli abbonamenti sono
già in vendita a tariffe adeguate nelle stazioni
ferroviarie, Atm Point, emettitrici automatiche...
20
Il Cremasco
SABATO 31 GENNAIO 2015
VAIANO CREMASCO
BAGNOLO: prosegue la Settimana dell’oratorio
Quinta “Marcia
dei Lumini”
DOMANI ALLE ORE 15 DAL MUNICIPIO.
NUOVO MONUMENTO: ECCO I PROGETTI
di LUCA GUERINI
N
ella ricorrenza del Giorno della Memoria, 27 gennaio 1945, data dell’abbattimento dei cancelli del campo di sterminio
nazista di Auschwitz, i Marciatori della Pace
vaianesi in collaborazione
con la scuola media di Vaiano, i Marciatori per la Pace di
Soncino, le Marciatrici della
Pace di Romanengo, con il
patrocinio dell’amministrazione comunale organizzano
per domani domenica 1° febbraio “Illuminiamo la Memoria”, quinta edizione della Marcia dei Lumini. Sono
stati invitati le associazioni, i
partiti politici, i gruppi consiliari locali.
“Con questa manifestazione – spiegano
gli organizzatori – intendiamo ricordare,
riflettere, soprattutto assieme ai giovani, su
questa tragedia”.
L’edizione di quest’anno è caratterizzata
dalla presentazione del progetto ‘’Monu-
L
Giovani “marciatori” in una precedente edizione
mento – Luogo della Memoria’’, che ha
coinvolto le giovani generazioni del paese.
28 i progetti presentati dai ragazzi/e della
locale scuola media che appartiene all’Istituto Comprensivo di Bagnolo, selezionati
tramite un referendum (358 i votanti).
Il monumento è da inserire nel Parco Fiano, dove
sorgeva la Sacet, luogo della
memoria, a ricordo di Giuseppe Fiano, morto ad Auschwitz il 6 agosto del 1944
a seguito dell’applicazione
delle leggi razziali in Italia.
Questo il programma della Marcia di domani: dalle
ore 8 alle 12 in piazza Gloriosi Caduti la presentazione
del progetto del monumento
a cura della scuola; alle ore
15 il ritrovo nel cortile del municipio per la
distribuzione dei lumini e la partenza della
manifestazione.
Il percorso per le vie del paese giungerà in
via Pajardi (intorno alle ore 16), nell’ex area
Sacet, per la deposizione dei lumini al Parco
IN MATTINATA
IN PIAZZA LA
PRESENTAZIONE
DEI 28 LAVORI
DEI RAGAZZI
della Memoria intitolato a Fiano; si uniranno come ogni anno i familiari, che sempre
sostengono l’iniziativa dei Marciatori della
Pace. Prima di ripartire in direzione oratorio parrocchiale Don Bosco, un minuto di
silenzio. All’oratorio saranno proposte immagini, testi e musica a cura gruppi teatrali
“Chicercatrova” e “Teatro dell’Incontro”.
La cittadinanza è invitata a partecipare numerosa.
“La collaborazione con i Comuni limitrofi ha visto l’adesione domenica scorsa 25
gennaio, a Dovera, e vedrà oggi sabato 31
gennaio a Crespiatica alle locali Marce dei
lumini – dichiara il presidente dei Marciatori di Vaiano Agostino Manenti –. Iniziative
nate con lo scopo di condividere e coinvolgere la propria comunità sui temi delle Memoria. La nostra Marcia dei Lumini, che partirà dal cortile del Comune alle 15, avrà dei
momenti di raccoglimento: presso il Parco
Martiri di Cefalonia, al parco di via Pajardi,
dove si procederà all’intitolazione del Parco
stesso. L’evento si concluderà con ‘Cosa è
cambiato… ‘Da Caino a John’ in oratorio,
momento coordinato da Angela Grossi”.
Casale Cr.
Oggi musica!
Trescore: centro sportivo, nuovi “ritocchi”
B
astone tra le ruote nell’avvio dei lavori –
con la gara d’appalto – della nuova area
feste che l’amministrazione comunale leghista ha progettato presso il centro sportivo comunale. Come noto l’idea è quella di procedere a stralci nel prossimo triennio, così come
messo nero su bianco nel Piano delle opere
pubbliche relativo agli anni 2015, 2016 e 2017.
L’iter – che per l’avvio prevederebbe l’edificazione della prima parte del nuova sala barristoro con cucina per un importo dei lavori
di 140.000 euro finanaziato con mezzi propri
– s’è per così dire “inceppato” per l’assenza
del Certificato di prevenzione incendi (Cpi)
del centro sportivo comunale, documento che
viene rilasciato dai Vigili del Fuoco senza il
quale l’appalto non può essere portato avanti
e i lavori non possono cominciare.
L’amministrazione comunale ha, quindi,
dato mandato all’ingegner Bettinelli di sistemare le cose, per procedere secondo la normativa vigente nella realizzazione dell’opera.
Ma di chi è la responsabilità per la mancanza?
Il sindaco Angelo Barbati è convinto che ciò
sarebbe dovuto spettare ai predecessori: “Chi
ci ha preceduto alla guida di Trescore avrebbe
dovuto provvedere a dotare il centro sportivo
del Certificato di prevenzione incendi, ma ora
è nostro compito, per cui ci siamo già attivati.
Certo in pasato si sarebbero dovute rispettare
le regole”.
Gli altri due stralci relativi alla riqualifica-
C
zione del centro sportivo del 2015, riguardano la seconda porzione nel nuovo bar-cucina
(160.000 euro) e la pista ciclopedonale che
collega il paese al Comune limitrofo di Quintano, infrastruttura del costo di 150.000 euro.
Così fino a oggi. Invero l’amministrazione
è pronta a nuovi “ritocchi” sul triennale per
dar vita a un progetto “sportivo” ancor più
ampio e ambizioso: “Esatto. Incontreremo
a breve il tecnico comunale per esporre altre
idee da inserire tra gli interventi. Mi riferisco
ad esempio a un campo polivalente per la pratica del basket e del volley, ma anche alle tribune per il campo da calcio. Quelle esistenti,
infatti, sono messe malissimo, non possiamo
tenerle così – spiega il sindaco Barbati –. A
questo punto, per ottimizzare le energie e le
risorse, faremo venire i Vigili del Fuoco una
sola volta, a discorso progettuale definitivamente terminato”.
CASALETTO VAPRIO
Gruppo Biblioteca:
pronte nuove iniziative
A
nche Casaletto Vaprio vivrà
il suo Carnevale. È previsto
per domenica 15 febbraio, con il
ritrovo in piazza Della Chiesa alle
ore 15, da cui partirà un breve corteo mascherato per le vie centrali
del paese. Tappa finale l’oratorio
parrocchiale di San Giorgio, dove
ci sarà una sfilata con premiazione delle maschere più belle e/o
originali. Le maschere verranno
valutate da una giuria e si pensa
di rivolgere l’attenzione a tre categorie: bimbi (dai 3 ai 10 anni),
ragazzi (dagli 11 ai 17), adulti (dai
18 in su...). Inoltre verrà allestito
un angolo “foto-ricordo”.
Non mancherà un po’ di ani-
mazione. La giornata nasce dalla
collaborazione tra Gruppo Biblioteca, Consulta dei giovani e
Parrocchia, tutte realtà desiderose
di mettersi a disposizione dei più
piccoli (e non) per vivere una giornata scherzosa e piacevole.
In caso di maltempo l’evento
verrà rinviato alla domenica successiva, con lo stesso programma.
Intanto, nella settimana in cui
ricorre la Giornata della Memoria,
l’attivo Gruppo Biblioteca propone una visita guidata al “Binario
21” di Milano. “L’uscita è fissata
per domenica 29 marzo, con ritrovo in piazza Della Chiesa alle ore
9, per raggiungere in macchina
Luca Guerini
San Donato, dove prenderemo
la metropolitana per arrivare alla
destinazione finale. Il costo è di
13 euro per gli adulti e di 8 euro
per gli studenti (visita più trasporto). I bambini con età inferiore ai
6 anni sono esenti dal pagamento
del museo”, spiegano gli organizzatori.
Per informazioni e prenotazioni contattare Domenico
335.5324581, Anna 328.9475991
o Simona 366.6556425.
Infine, sempre il Gruppo Biblioteca sta cominciando a lavorare su alcune iniziative da proporre
nei mesi futuri: la festa del papà e
della mamma e una “prima sagra
del paese”.
“La buona volontà non manca
e faremo il possibile per realizzare
i nostri progetti, anche grazie alla
cooperazione con altri gruppi o
associazioni del territorio. Ribadiamo che il Gruppo Biblioteca è
aperto a tutti, saremo ben lieti di
accogliere altre persone desiderose di dedicare un po’ di tempo alle
attività socio-culturali da offrire
alla comunità”.
LG
ambio di programma
per l’ultimo appuntamento della rassegna
teatrale “Teatro in riva al
Serio” (a ingresso gratuito), proposta da Comune
e Parrocchia di Santo Stefano.
Il cartellone per oggi
sabato 31 gennaio all’oratorio (ore 21) vedrà l’esibizione della Gizmo Live
Band. L’invito è aperto a
tutti e la data sarà anche
l’occasione per fare festa
insieme in onore del patrono e “padre” degli oratori, San Giovanni Bosco,
la cui ricorrenza è in calendario proprio oggi.
Il cambio di programmazione non toglie certo
nulla alla rassegna, che s’è
rivelata essere un grande
successo. Lo conferma il
sindaco Antonio Grassi:
“La risposta del paese è
stata superiore alle aspettative e anche amici da
fuori hanno apprezzato le
diverse rappresentazioni,
riempiendo sempre la sala
dell’oratorio. La collaborazione con la Parrocchia
è stata molto positiva e
produttiva e anche per il
futuro lavoreremo sicuramente insieme ad altre
interessanti
iniziative.
Ringrazio, anzi, il parroco don Piero Lunghi e i
volontari per la preziosa
collaborazione”.
Non solo. L’amministrazione comunale sta
lavorando alle proposte
di marzo, mese che a
Casale sarà dedicato al
gentil sesso, con tre film
a tema, una conferenza
e una mostra sulle donne
degli Anni Sessanta della
comunità. A proposito, gli
organizzatori
chiedono
ai cittadini che avessero
delle fotografie da esporre di recapitarle presso gli
uffici comunali. Saranno
scannerizzate e riconsegnate. Prossimamente il
programma completo del
“mese in rosa”.
Luca Guerini
a “Settimana dell’Oratorio” – organizzata per celebrare don Bosco – è ancora
in pieno svolgimento. Dopo
lo spettacolo Secondo Orfea e
le altre accattivanti proposte
ideate dalla Parrocchia, oggi
31 gennaio sarà la volta della pizza con tutti i volontari
dell’oratorio (ore 19.30), seguita dal concerto degli “Ondanomade”
che proporranno proprio un tributo ai Nomadi alle ore 21.30 nella
sala cineteatrale. Domani domenica 1° febbraio la funzione delle ore
10 con il lancio della “Missione Giovani”, su cui torneremo. Alle 11
l’incontro e l’attività dell’Acr; alle 12.15 il pranzo con i ragazzi di
elementari e medie; per chiudere giochi e merenda. La compagnia
“Filippazzi”, infine, in collaborazione con l’Accademia Perduta/
Romagna Teatri manderà in scena per bambini e famiglie “La notte
dei racconti” (ore 16.30 in cineteatro).
Tra gli eventi già andati in scena, a inizio settimana è stata molto
apprezzata la rappresentazione teatrale Il segreto di Villa gialla della compagnia bergamasca Teatro Prova (nella foto). Il parroco don
Mario Pavesi e il curato don Stefano Savoia hanno generosamente
messo a disposizione la sala cineteatrale anche per le scuole per far
sì che i bambini potessero assistere a quella che è stata un’ottima
celebrazione del Giorno della Memoria. I due attori hanno messo in
scena una storia realmente accaduta; la storia di Joseph Bernstein,
bambino ebreo, che, a soli 7 anni, venne strappato alla sua famiglia
dalla furia nazista. “La rappresentazione è stata interessante e intensa, arrivando al cuore dei bambini. Ha dato agli alunni delle scuole
primarie e secondarie dell’Istituto la possibilità di riflettere sul significato del termine ‘memoria’ e sulla parola finale con la quale lo spettacolo s’è concluso: pace”, il commento della dirigente Paola Orini.
VAIANO CREMASCO: si lavora al Carnevale
A
nche quest’anno il Carnevale ci sarà. L’annuncio è dei giorni
scorsi e l’invito campeggia già sul sito web comunale. In collaborazione con la Parrocchia e con alcuni sponsor del territorio, l’amministrazione Calzi proporrà le sfilate in centro domenica 15 e martedì
17 febbraio. La grande festa di Carnevale prevede alle ore 15 il ritrovo
in oratorio per la partenza della sfilata di maschere e mascheroni per
le vie del paese. Al rientro il divertimento continuerà nella sala polifunzionale dell’oratorio stesso, con frittelle e merenda per tutti (in
caso di maltempo non verrà effettuata la sfilata).
Il sindaco e il consigliere delegato alla Cultura, Emanuela
Moroni, attendono i cittadini di tutte le età, naturalmente e possibilmente travestiti! Un grazie per l’organizzazione va anche
all’associazione Donatori di Sangue locale.
QUINTANO: si fa festa al centro “Don Bosco”
P
rosegue in questi giorni la festa per il patrono del centro parrocchiale San Giovanni Bosco. Oggi sabato 31 ecco l’appuntamento dedicato ai ragazzi delle elementari e delle medie. Endy
Clown proporrà in oratorio (alle ore 15.30) il suo magic show.
Una gustosa merenda chiuderà il pomeriggio insieme. Alle ore
18 la santa Messa in chiesa animata dai ragazzi stessi, alle 19 la
cena in oratorio. Domani domenica 1 febbraio il momento dedicato alle famiglie della comunità con una maxi tombolata alle
ore 14.30. Il parroco don Piergiorgio Renzi invita tutti a vivere
con gioia questi bei momenti comunitari.
LG
CAMPAGNOLA: parcheggio in via Pianengo
Scorcio di via Pianengo, oggetto di lavori per il nuovo parcheggio
S
i lavora su più fronti in paese. Innanzitutto in via Pianengo, dove l’amministrazione capeggiata da Agostino Guerini
Rocco ha realizzato l’atteso parcheggio nei pressi delle cascine
Capri. Tredici posti auto utili alla cittadinanza, ma non solo. La
sistemazione della zona, infatti, s’è resa necessaria anche per
permettere allo scuolabus di effettuare la manovra.
Presto sarà posizionata una nuova pensilina per gli scolari
in attesa del mezzo. L’impresa incaricata ha provveduto alla
realizzazione di alcuni tratti d’asfalto per sistemare i dislivelli
principali, ma il tappetino d’usura sarà posato in primavera,
con temperature più miti. Il cantiere era partito ufficialmente
quest’estate; al lavoro la ditta “De Carli” di Capralba che ha
vinto la gara d’appalto e s’è aggiudicata l’opera presentando il
ribasso d’asta maggiore.
“L’importo totale dell’intervento è pari a 56.000 euro, ma
spenderemo meno per lo ‘sconto’ che l’impresa ci ha fatto. Tengo a precisare – afferma il primo cittadino Guerini Rocco – che
il parcheggio non è ancora omologato per i piccoli interventi che
restano da fare”. Intanto, però, i cittadini già lo impiegano per la
sosta e lo scuolabus per la manovra.
Nei giorni scorsi, intanto, i volontari hanno messo mano alla
pista ciclopedonale che corre a fianco della strada provinciale,
pulendo l’asfalto dalle erbe infestanti e dai detriti. “Li ringrazio, sono sempre pronti a prestare la loro opera per i diversi interventi, come la pulitura della ciclabile, ma anche dei tombini
delle acque bianche, per tinteggiature varie, ecc. Specie in questo
periodo sono un aiuto prezioso per il Comune”. A proposito
di ciclabile, presto il sindaco avrà un nuovo incontro con il primo cittadino di Crema, Stefania Bonaldi, o un suo delegato, per
avere aggiornamenti sulla situazione del tratto che da Crema si
congiunge alla pista del paese.
La città dovrebbe realizzare la parte di sua competenza già a
partire da quest’anno come annunciato qualche tempo fa. Speriamo in bene.
Luca Guerini
Il Cremasco 21
SABATO 31 GENNAIO 2015
Offanengo
Cooking!
L’
oratorio di Offanengo continua il suo
cammino verso Expo Milano. E lo fa proponendo
alcuni incontri dedicati a
un’attività ormai protagonista anche della televisione italiana e che attira
i moltissimi amanti della
creatività e della pasticceria: lo show cooking, partito, come ci suggerisce il
nome, dalle numerose food
tv del mondo anglosassone, è diventato infatti un
fenomeno diffuso e molto
apprezzato dagli appassionati di cucina.
L’oratorio di Offanengo
ospiterà lo “Show cookingVOG”, il corso di cucina
coordinato da VOG, l’Associazione “Vista, Olfatto,
Gusto” di Luca Bandirali e
Delfina Piana dell’Enoteca
Fuoriporta di Crema.
Lo Chef sarà il bergamasco Federico Chicco Coria,
membro della Nazionale
Italiana cuochi, che vanta
un lungo e prestigioso curriculum. A ogni lezione lo
Chef si occuperà della selezione delle materie prime,
introdurrà l’argomento
della serata con breve parte
teorica e tratterà argomenti
legati alla ricerca delle stesse, seguirà poi una parte
pratica con diretto coinvolgimento dei partecipanti.
L’abbinamento cibo-vino
verrà seguito da Luca Bandirali e Delfina Piana. Il
corso si articola in 4 lezioni
da giovedì 5 a giovedì 26
febbraio.
Info tel. 0373 83747 oppure 3349090014.
M.Z.
OFFANENGO
Offanengo
Settimana dell’Oratorio Pro Loco
e altre belle iniziative L
T
ermina oggi, sabato 31 gennaio, la
Settimana dell’Oratorio di Offanengo che ha preso il via domenica 18 gennaio con alcuni tornei
sportivi rivolti agli adolescenti e
ai giovani al Centro giovanile San
Luigi. Gli appuntamenti, sempre
frequentatissimi sono proseguiti
venerdì 23 gennaio con la fiaccolata degli oratori con partenza da
piazza Garibaldi a Crema mentre
sabato 24 si è svolto presso l’Oratorio di
Ombriano il III Convegno diocesano degli
oratori al quale non è mancato nemmeno quello di Offanengo.
Le iniziative, prettamente parrocchiali di Offanengo, hanno preso
il via sabato 24 gennaio con il musical Sussurro nel vento della compagna Caino & Abele, capace di attirare, nonostante le repliche precedenti, ancora moltissimo pubblico presso la sala polifunzionale
dell’oratorio offanenghese. Domenica 25 gennaio, dopo la Messa
animata in memoria di don Bosco e il pranzo per i bambini delle Primarie è stato proiettato un film, con tanto di pop corn per i
bambini e le loro famiglie. In serata giovani e giovanissimi si sono
‘goduti’ una bella pizza in compagnia, proposta che si è replicata ieri
sera, venerdì 30 gennaio per i ragazzi delle secondarie superiori di
1° grado che dopo la pizzata hanno anche vissuto una speciale caccia al tesoro notturna. A partire dalle 22.30 è iniziata l’adorazione
dell’Eucarestia.
Grande appuntamento finale per la Settimana dell’Oratorio made
in Offanengo, la serata di oggi, sabato 31, sui pattini, per ragazzi,
adolescenti giovani e famiglie: si andrà al palazzetto del ghiaccio di
Bergamo con partenza alle ore 19.20.
Ricordiamo che è partito il tesseramento all’oratorio Noi Associazione che invita tutti a fare la tessera dai più piccoli ai più grandi
…. È un modo per sostenerne le iniziative e per sentirsi parte di
qualcosa che ha anche il nostro volto.
Si è inoltre svolta lunedì 26 gennaio la cena per tutti i volontari
dell’oratorio mentre dal 26 sino a questa mattina preghiera e colazione in oratorio tutte le mattine a partire dalle ore 7.
Segnaliamo infine un’altra bella iniziativa promossa dalla parrocchia di Offanengo: nell’ambito della iniziativa Una chiesa in uscita sia
i sacerdoti che le madri cannossiane danno la loro disponibilità per
raggiungere le case degli offanenghesi per un momento di incontro,
confronto e preghiera: ampia la scelta per il giorno e l’orario è però
necessario compilare un foglio di adesione da riportare ai sacerdoti o alle Madri entro il 15 febbraio. Un’occasione per accogliere la
chiesa in uscita che cammina verso di noi.
M.Z.
a Pro Loco di Offanengo, presieduta da
Rodolfo Cappelli, si sta dimostrando non solo centro
di iniziative, incontri, proposte sempre molto apprezzate e partecipate, ma – in
questa settimana di ricorrenza del 70° anniversario
della liberazione del Campo
di sterminio di Auschwitz e
che martedì 27 gennaio ha
visto la celebrazione del
Giorno della Memoria –
particolarmente sensibile al
tema. Giovedì sera presso
la biblioteca la Pro Loco ha
organizzato l’incontro La
nascita e il perdurare dell’antisemitismo mentre per domani, domenica 1° febbraio,
la Pro Loco ha organizzato un’iniziativa, a numero
aperto, cui martedì 27 gennaio avevano già aderito
44 persone: si parte dalla
stazione di Crema alle ore
9.20 per giungere a Milano
intorno alle ore 10.35. Alle
ore 11 una guida accompagnerà il gruppo a visitare
il Museo del binario 21
unico ‘binario’ conservato
in Europa da cui partivano
i deportati per i campi di
concentramento, lavoro e
sterminio in Germania e
non solo. Si tratta di una
iniziativa significativa che
precede anche il viaggio che
la Pro Loco stessa sta organizzando per Auschwitz.
All’iniziativa di domani
tutti sono invitati, anche
giungendo domenica mattina ci sarà la possibilità di
fare i biglietti: costo complessivo 23.60 euro. Informazioni c/o Pro Loco.
OFFANENGO: Falcone e Borsellino open day
S
alone colmo di genitori e ragazzi giovedì scorso all’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino di Offanengo quando si è svolta
la giornata aperta. Hanno accolto i molti interessati alla visita e alla
presentazione della scuola – che si avvale anche dell’indirizzo musicale – la Junior Band che ha intrattenuto i presenti, diretta dall’insegnante Marco Rozzi suonando i seguenti brani: Donkey Round, Cardiff Castle, Eagle Summit March. L’accoglienza è avvenuta dalle ore
16.30 e l’open day è proseguito sino alle ore 18. Alunni delle classi
III accompagnavano i visitatori nelle scuola presentando le risorse,
dalle classi con le LIM, agli spazi comuni, dalla palestra al nuovo laboratorio scientifico. Ricordiamo che le iscrizioni anche per la scuola
secondaria di 1° grado devono essere fatte esclusivamente online dal
15 gennaio al 15 febbraio.
M.Z.
CAPRALBA: serata vegetariana con chef Cantoni
M.Z.
H
a riscosso una notevole partecipazione (nella foto) la serata vegetariana promossa venerdì, presso il Centro culturale di Farinate,
da chef Renato Cantoni e Annalisa Andreini, in collaborazione con la
biblioteca comunale di Capralba.
L’incontro è il primo di tre a tema diverso, con filo conduttore il libro
Dolci emozioni in cucina
in cui sono pubblicate
oltre un centinaio di ricette dello chef, proposte in analoghi incontri
e corsi organizzati dalla
stessa Andreini durante
i tre anni da assessore
alla Cultura.
La serata è stata introdotta dal consigliere
comunale Stefano Leoni, che ha portato il
saluto dell’amministrazione, quindi chef Cantoni ha presentato le sue ricette “verdi”: Asparagi alla milanese con melanzane fumé e Sformatino di asparagi alla
parmigiana di ricotta.
Entrambe con abbinamenti a vini riferiti dalla Andreini su proposta
dell’enogastronomo Osvaldo Murri. È poi intervenuta anche la dietista
Tania Baronio a illustrare le varie opinioni sulla cucina vegetariana,
dando corrette informazioni a tal proposito.
o
RC Auurtto
f
e
io
incaetnudit i
gr er
p *
1 anno
*Solo con Mercedes-Benz Financial
>> Nuova smart forfour a 77€ **al mese e 400€ solo a dicembre.
Per 3 anni.
ANTICIPO 2.950 € | 33 RATE DA 77 € | 3 RATE DA 400 € | MAXI RATA FINALE 7.595 € | TAN FISSO 5,90% | TAEG 7,96%
*Condizioni della polizza in concessionaria, offerta valida per immatricolazioni entro il 28/02/2015. **Esempio di finanziamento per smart forfour 70 Youngster. Prezzo chiavi in mano € 12.697 (IVA, Messa su strada e contributi smart
inclusi, IPT esclusa). Importo totale finanziato € 9.747, importo totale dovuto dal consumatore € 11.796 (anticipo escluso), incluse spese istruttoria e attivazione polizza € 302, imposta di bollo € 16 e spese d’incasso rata € 3,50. Valori
IVA inclusa. Salvo approvazione Mercedes-Benz Financial. L’offerta è valida su nuova smart forfour per contratti e immatricolazioni entro il 28/02/2015 e non è cumulabile con altre iniziative in corso. Concessionarie aderenti e
maggiori info su smart.com. Fogli informativi presso le concessionarie e sul sito internet della Società. La vettura raffigurata è una smart forfour 70 versione Proxy. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Consumi ciclo
combinato (Km/l): 21,3 (forfour 60) e 23,8 (forfour 70). Emissioni CO2 (g/Km): 108 (forfour 60) e 97 (forfour 70).
www. smart.com
Engineered with Mercedes-Benz.
smart – Un marchio Daimler
smart Center Città by Ragione Sociale Concessionaria Ufficiale di Vendita smart Nome Città, Via Indirizzo 00, tel. 000 000000
705873-9_MER_189x279_ForFour.indd 1
23/01/2015 10:41
Path:
Clients:Mercedes - MER:705873:Artworks and Linked files:Studio:705873-9_MER_189x279_ForFour.indd
Type area: 189x279mm ARTWORK @ 100%
Date:
23.01.15
Time: 10:40 GMT+00.00
DI:
Nathan
PRE
PRESS
1
191 Old Marylebone Road, London, NW1 5DW | Telephone:+44 20 7863 9400
22
Il Cremasco
SABATO 31 GENNAIO 2015
BAGNOLO CREMASCO - CHIEVE
RITIRO ORO
Consiglio “baby”
rinnovato
A
nno nuovo, Consiglio comunale dei
Ragazzi nuovo. Nei primi giorni del
2015, infatti, il baby Consiglio, che comprende alunni di Bagnolo e di Chieve che
frequentano l’Istituto Comprensivo Rita Levi
Montalcini, ha proceduto al rinnovo delle cariche per la fine del mandato biennale. Nuovo sindaco è Matteo Viviani (di Chieve, è
stato eletto con ben 61 voti ed è il terzo sindaco junior dall’avvio dell’assemblea, ndr),
il quale subentra a Miriam Sbaruffati che
nel suo mandato, tra le altre cose, ha avuto
l’onore di presenziare e intervenire all’intitolazione dell’Istituto bagnolese. Questi i
consiglieri: Sofia di Pietro, Michele Donida,
Marta Cantoni, Daniele Groppelli, Jasmine
Ferraro, Mattia Braguti, Mohamed Ragab,
Tommaso Maniscalco, Chiara Carelli, Anna
Tacchini ed Edoardo Ardemagni.
“Presto convocheremo una riunione congiunta del CCR e della Giunta per poter discutere le proposte avanzate dai ragazzi”,
spiega il sindaco “senior” Doriano Aiolfi.
La sua amministrazione a fine 2014, come
previsto dall’articolo 11 del Consiglio comu-
PAGO CONTANTI
DENTIERA ROTTA!!!
RIPARAZIONE IMMEDIATA
SCELTO IL NUOVO SINDACO:
SI TRATTA DI MATTEO VIVIANI
di LUCA GUERINI
CREMA - Piazza Marconi, 36
Per info: Tel 348.7808491
Pulitura, lucidatua e rimessa
a nuovo protesi mobili
Foto di gruppo per amministratori “senior” e “baby”
del primo Consiglio comunale dei Ragazzi, nel 2012
nale dei Ragazzi, ha deliberato un impegno
di spesa quale contributo per il Consiglio comunale degli alunni della scuola secondaria
di primo grado: 1.000 euro la cifra a disposizione dei “piccoli politici” bagnolesi, utile
per portare avanti le diverse iniziative.
La programmazione, dopo l’assise di
novembre, prevede la realizzazione di tre
interventi: il progetto wifi, il progetto parco per cani e la tinteggiatura delle aule di
sostegno, dell’aula di scienze e dell’Aula
Magna. “Aiuteremo i ragazzi a scegliere su
che strada procedere, lasciando comunque a
loro ogni decisione – prosegue il primo cittadino –. Ringraziamo i vecchi consiglieri e il
sindaco precedente che hanno ben lavorato
e diamo il benvenuto ai nuovi, certi che si
dimostreranno all’altezza, come i predecessori”.
Nato a fine 2012, il Consiglio comunale
dei Ragazzi è un’iniziativa che punta ad avvicinare le nuove generazioni al mondo della politica e all’impegno civico. Primo sindaco fu Alessandra Paparatto. L’input per
l’istituzione del Consiglio Comunale baby
è partito dagli amministratori bagnolesi che
hanno esteso la proposta di collaborazione
PALAZZO PIGNANO
Surroga tra le fila dell’opposizione
alla scuola media e al Comune di Chieve,
entrambi da subito entusiasti per il progetto.
Gli ambiti di discussione dei giovanissimi
gravitano attorno a tre “assessorati”: Città,
Scuola & Cultura, Sport & Tempo libero.
“L’obiettivo – riprende Doriano Aiolfi –
è quello di avvicinare i ragazzi ai princìpi
della democrazia partecipata, della cittadinanza responsabile e della negoziazione rispettosa, affinché sentano la ‘cosa pubblica’
anche un po’ propria. L’ambizione è quella
di sviluppare in loro un senso d’appartenenza e condivisione, nella consapevolezza che
il bene collettivo sia di tutti, quindi anche un
po’ ‘loro’: sin dalla scuola possono farsene
carico”.
Dagli esordi, l’amministrazione comunale ha interpretato l’esperienza come un importantissimo momento per tutta la comunità, “fondamentale per il miglioramento
della convivenza sociale, di avvicinamento
dei più giovani alla vita pubblica e del loro
coinvolgimento nella vita sociale. Per tutti poi, grandi e piccoli, un rafforzamento e
una rivalutazione del ruolo e del significato
profondo delle istituzioni, oggi, più che mai,
necessario”.
ovità in Comune a Palazzo Pignano. Il Consiglio comunale ha salutato Giuliano Zambon della minoranza di In Comune con noi, sostituito dal nuovo consigliere Paolo Losco. La minoranza, s’apprende dalla lettera inviata a chi è al governo, intende far ruotare i propri componenti del
gruppo. Di qui la surroga. Altro volto nuovo dell’assise è il segretario, seppur “provvisorio”, Giovanna Cristina Gado, che in realtà sarà a Palazzo
per soli tre mesi. Poi l’amministrazione Bertoni vorrebbe convenzionarsi
con altri Comuni del Cremasco per la figura del segretario comunale.
In municipio, intanto, sono giunte una sessantina di firme (59 per l’esattezza) di residenti di Cascine Capri per chiedere all’amministrazione
d’installare dei dissuasori di velocità nelle vie della frazione Manzoni e
Uscerine e sulla strada per Torlino Vimercati. Si tratta di arterie interne,
ma il mancato rispetto dei limiti da parte di auto e mezzi pesanti provoca
una situazione d’insicurezza e qualche incidente. L’assessore alla Viabilità Virgilio Uberti ha fatto sua la segnalazione e s’è già attivato per risolvere al meglio il problema. In passato la posa dei dissuasori fu sconsigliata
perché le strade sono molto strette. Vedremo come si intenderà procedere.
CORSO DI GINNASTICA DOLCE
Sono aperte le iscrizioni per il corso di callanetica (ginnastica light) che
si terrà dal 2 febbraio. Si tratta di movimenti specifici che tonificano, ma
non affaticano o sforzano le articolazioni. Un lavoro intenso che porta
gradualmente a rafforzare tutto il corpo e a sperimentare il vero benessere.
I micro-movimenti aiuteranno a prevenire il prolasso addominale, il mal
di schiena e l’accumulo di adiposità localizzate. La lezione si articola in
quattro fasi: un riscaldamento iniziale per preparare il corpo e sciogliere le
tensioni; esercizi a terra concentrandosi sui muscoli addominali, fianchi
e glutei; esercizi in piedi per tonificare le gambe; stretching e un breve rilassamento finali. Per iscrizioni: Gledis 333.4504767 o Rosa 335.668099.
LG
CREMA: Via Podgora, 3 (zona Villette Ferriera)
CREMA
VIA MILANO 59 B
 0373 31430
· DISINFESTAZIONI · DERATTIZZAZIONI
· INTERVENTI SPECIALI PER L’ALLONTANAMENTO
DEI PICCIONI DAI TETTI
POTATURE
PREVENTIVI GRATUITI
VENDITA E NOLEGGIO
ATTREZZATURE
DA GIARDINAGGIO
www.ceserani.it
L’
amministrazione guidata da Rosolino Bertoni sta illustrando la variante generale al Piano di Governo del Territorio
alla cittadinanza. Per questo ha indetto tre assemblee pubbliche:
nel “capoluogo” la riunione s’è svolta giovedì, mentre martedì 3
febbraio alle ore 21 l’appuntamento è presso l’Oratorio di Cascine
Capri e Gandini e mercoledì 4, sempre alle 21, nella palestra delle
scuole di Scannabue.
Interessante il Piano Triennale delle Opere pubbliche presentato di recente da chi è al governo. Per quest’anno sono previsti tre
interventi: la riqualificazione dell’impianto sportivo della palestra
della scuola elementare di Scannabue (120.000 euro, con nuovi
spogliatoi e servizi igienici), la realizzazione della pista ciclopedonale tra Palazzo e Scannabue (250.000 euro, con una parte dei
soldi che giungerà da un contributo regionale) e il collegamento
della zona nord-est e sud est dell’abitato di Scannabue senza attraversamento dell’abitato, opera quest’ultima che prevede una spesa
di 875.200 euro. Nel 2016 è prevista un’altra ciclabile, quella che
collegherà Scannabue a Trescore Cremasco, con un investimento
di 170.000 euro; nel 2017, con 10.000 euro in più, ecco, infine,
la realizzazione del percorso vita e la riqualificazione delle strade
vicinali di San Pietro e delle Gasparine.
Ancora una volta, dunque, la sicurezza guida l’amministrazione comunale nelle sue scelte: l’intervento prioritario è, infatti, la
“tangenzialina” per portare fuori dal centro il traffico nella frazione di Scannabue. La somma per riuscire nell’impresa è molto
sostanziosa e chi è al governo spera di poter avere introiti dall’alienazione di terreni di proprietà comunale. Per realizzare la nuova
strada si sfrutterebbe una “sterrata” esistente, raggiungendo poi
via Torlino e la zona nei pressi della rotonda di Cascine Capri.
www.cattoglioservice.com
[email protected]
LG
Bagnolo: grande successo per Magia di suoni
U
n folto pubblico ha riempito la sala cineteatrale bagnolese per lo spettacolo Magia di
suoni, saggio che lo scorso weekend ha concluso
il laboratorio musicale del primo quadrimestre.
Ha visto coinvolti gli alunni delle classi III, IV e
V della scuola primaria di Bagnolo. Questo appuntamento è reso possibile grazie al patrocinio
dell’amministrazione comunale che ogni anno
riconferma il finanziamento e permette alla
scuola di offrire agli alunni un laboratorio musicale che si avvale dell’intervento di un esperto
per 15 lezioni. Ieri il via a quelle dedicate ai piccoli di I e II, che si concluderà il 22 maggio.
Sul palco gli alunni più grandi sono stati guidati dal maestro Andrès Caiçedo, della Scuola di
musica Monteverdi di Crema, che da anni collabora con la scuola. I genitori hanno potuto vedere i frutti del particolare intervento dell’esperto:
la metodologia che egli adotta stimola l’interesse e l’entusiasmo dei ragazzi; è un metodo che
li porta a far musica in modo naturale, attiva la
collaborazione tra i membri del gruppo, attiva
la capacità di ascolto e migliora la disciplina, la
concentrazione e il controllo del proprio corpo.
Presenti allo spettacolo la dirigente Paola Orini, il sindaco Doriano Aiolfi e l’assessore alla
Cultura Giuliana Samele. La Orini, molto soddisfatta nel sentir suonare gli alunni della scuola
Primaria diretti dal maestro, ha dichiarato: “Lo
spettacolo è stato entusiasmante anche perché
0373•83385
RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE GIARDINI
PALAZZO PIGNANO
Tra variante al PGT e opere pubbliche
N
Per tutti un utile OMAGGIO
telefonando allo
è il momento finale di laboratori che hanno
coinvolto i bambini e li hanno resi protagonisti.
Ringrazio il bravissimo maestro Andres e le insegnanti. Un ringraziamento più che doveroso anche al Comune di Bagnolo Cremasco che da anni
sovvenziona quest’iniziativa. Credo che il nostro
Istituto Comprensivo si caratterizzi proprio per
il progetto musicale, oltre che per altre attività;
penso dunque che negli anni andrà non solo confermato, ma anche ampliato e valorizzato”.
Anche il sindaco Aiolfi ha espresso il suo parere positivo: “È un piacere confermare ogni anno
un progetto così valido che porta i bambini a sperimentare e vivere la musica in prima persona”.
L’assessore ha sottolineato la grande opportunità che hanno gli alunni di fare musica, stimolati
da un maestro che li motiva e li coinvolge.
Luca Guerini
BAGNOLO CR.
Il mercato resta dov’è
“I
n questi giorni alcuni organi
di stampa hanno riportato,
con grande rilevanza, la notizia
di un imminente trasferimento del
mercato settimanale che si tiene il
lunedì mattina a Bagnolo Cremasco in piazza Aldo Moro, con conseguente ‘subbuglio’ di ambulanti
e commercianti, ma ciò non corrisponde al vero”.
L’amministrazione comunale,
dunque, smentisce categoricamente quanto riportato. “Si conferma
che il mercato settimanale del lunedì si terrà, anche per il futuro
nella stessa sede. Anzi, facciamo
presente che i lavori di manutenzione straordinaria e conservazione che hanno interessato piazza
Aldo Moro, circa un anno fa, sono
stati realizzati previo accordo con
gli ambulanti senza alcun trasferimento del mercato, con minimi
disagi e senza alcuna interruzione
della loro attività commerciale. Ribadiamo che le voci di trasferimento sono assolutamente infondate e
prive di ogni consistenza”, la precisazione di chi è al governo.
LG
I
R
B
I
L
9.000 GIORNI
Dal
*
io
3 febbra
per 90
con
SCONTO
del
30%
ione
*Promoz
lo sui
valida so ozio
eg
libri in n
CREMA via Delle Grazie, 6/F Tel. 0373 84875
www.libreriadornetti.it
Il Cremasco 23
SABATO 31 GENNAIO 2015
PIANENGO
SERGNANO: un aiuto ai malati di lebbra
Siamo tutti
amici del Serio
“Q
ASSOCIAZIONE, COMUNE E PARCO
INSIEME PER LA SALVAGUARDIA
di ELISA LORENZETTI
N
uovamente sottoscritta la convenzione
tra il Parco regionale del fiume Serio e
il Comune di Pianengo, in collaborazione
con l’associazione ‘Amici del Verde’, per la
manutenzione e la gestione di aree di sosta
di proprietà del Parco destinate alla fruizione ricreativa.
“Parco e Comune intendono collaborare fattivamente per far sì che le aree
utilizzabili da tutti siano ben
mantenute, evitando così
l’ingenerarsi di fenomeni di
abbandono e di atti impropri che potrebbero portare
e innescare degrado, data la
particolare localizzazione,
isolate rispetto alle principali vie di accesso alle aree stesse”, spiega il sindaco Ivan
Cernuschi. Per centrare l’obiettivo è “fondamentale la collaborazione della nostra associazione ‘Amici del Verde’ nella gestione
delle aree attrezzate e delle relative porzioni
boscate”.
Come da convenzione appena sottoscrit-
uando le proposte vanno nella direzione giusta, il paese
risponde sempre alla grande”. Ebbene, i sergnanesi ancora una volta hanno preso in seria considerazione la Giornata
mondiale dei malati di lebbra, svoltasi lo scorso fine settimana,
giunta alla 62esima edizione (a Sergnano si è svolta la 36esima
edizione).
La determinazione del gruppo ‘Amici dei lebbrosi’ ha convinto molti a dare il proprio contributo per la realizzazione
della mostra informativa-illustrativa sul tema che ha caratterizzato la giornata. In bella esposizione nell’atrio delle scuole
elementari anche oggetti
artigianali: miele, dolci,
torte, lavori a maglia ed
effettuati con l’uncinetto e altro ancora, grazie
all’impegno di sergnanesi motivati e pronti a dare
disinteressatamente.
Carlo Perola, regista
dell’iniziativa è molto
soddisfatto per la risposta
La mostra informativa promossa
ottenuta dai concittadini.
dagli ‘Amici dei lebbrosi’
“Davvero in tanti hanno
visitato la mostra, tornando a casa con alcuni
prodotti. Il ricavato andrà interamente devoluto, come sempre”.
Il gruppo ‘Amici dei lebbrosi’ di Sergnano ha cominciato a occuparsi del problema lebbra nel 1980, “quindi un po’ di strada è
stata fatta” ed è in stretto contatto da sempre con l’associazione
Raul Follerau, l’AIFO di Bologna e si prodiga seriamente per
le adozioni a distanza. Attualmente i bambini ‘adottati’ dai sergnanesi al lebbrosario di Nalgonda (India) dove operava padre
Luigi Pezzoni, scomparso due anni fa, sono 45. Il contributo richiesto consente il mantenimento di un bimbo affetto da lebbra
o figlio di malati di lebbra. Chi vuole prendere in considerazione la proposta può rivolgersi alla Banca di Credito Cooperativo
Crema, filiale di Sergnano o direttamente al signor Carlo Perola
(0373-419249), che provvede direttamente al ritiro e al versamento del contributo.
Iniziativa comunale in un’area verde
situata all’interno del Parco del Serio
ta, il Parco si impegna a installare presso
le aree, ove non ancora presenti, appositi
contenitori per la raccolta differenziata dei
rifiuti (carta, plastica, vetro, alluminio, indifferenziata), oltre che nella installazione
di un compostore per la frazione umida
(anche proveniente dagli sfalci delle aree
boschive) per consentire ai
visitatori di conferire i loro
rifiuti e, al contempo, sviluppare una maggiore coscienza
ecologica verso il tema della
raccolta differenziata.
Il Comune di Pianengo,
avvalendosi appunto degli
‘Amici del Verde’ si impegna
a provvedere all’allontanamento dalle aree dei rifiuti
lasciati dai visitatori negli appositi contenitori, alternativamente, secondo il calendario della raccolta, conferendoli
in luogo individuato affinché la società preposta al servizio di raccolta e prelievo possa
provvedere. L’amministrazione comunale,
in collaborazione con il Parco, è chiamata anche a organizzare attività didattiche
con la partecipazione di ragazzi o adulti e
CONVENZIONE
PER TUTELA E
CONSERVAZIONE
DELL’AREA
PROTETTA
giornate-evento aperte al pubblico presso
l’area, volte a sensibilizzare la popolazione
alle tematiche ambientali, vista la particolare sensibilità dei luoghi, da preservare il più
possibile da fonti di disturbo per la flora e
per la fauna.
Gli ‘Amici del Verde’ effettueranno periodicamente e secondo l’andamento meteorologico stagionale le bagnature necessarie
a garantire l’affrancamento della giovane
piantagione, nonché gli sfalci che si rendano necessari, soprattutto intorno alla vegetazione del nuovo impianto, ma anche intorno alle altre aree attrezzate presenti nel
Parco e lungo i sentieri. Il Parco si impegna
altresì a ripristinare le aree in stato di abbandono, sistemando anche gli elementi di
arredo urbano ammalorati o danneggiati
(panche, tavoli, staccionate) e a installare
in tutte le aree attrezzate del Parco un cestino dalla forma e nei materiali che ben si
integrino nel contesto naturalistico, per la
raccolta indifferenziata. Il Consorzio Parco
fiume Serio riconoscerà all’amministrazione comunale un contributo di 500 euro per
la collaborazione annuale, importo che sarà
girato all’associazione ‘Amici del Verde’.
El
ROMANENGO: restauro chiesa, ragazzi in campo
C
ontinua l’impegno dei ragazzi dell’oratorio volto alla raccolta fondi utili a sostenere le spese per il rifacimento del tetto
della chiesa parrocchiale. Dopo la domenica, la scorsa, passata
a vendere mele, per oggi è in programma la raccolta di materiale usato. Indumenti, tessuti e giocattoli in qualsiasi stato di
conservazione serviranno ai giovanissimi volontari per garantire un’ulteriore somma da destinare all’importante intervento.
Chiunque volesse dare il proprio contributo può farlo contattando l’oratorio.
ROMANENGO
Tib
Il ricordo, prima della
passeggiata in musica
U
na passeggiata sonora ha
preso per mano il pubblico
accompagnandolo in un cammino alla scoperta delle stagioni in
musica. L’iniziativa ha avuto luogo
giovedì pomeriggio presso l’istituto
Falcone e Borsellino di Romanengo. Protagonisti gli studenti delle
classi quinte della primaria e della
terza sezione A della secondaria di
primo grado. Insieme per dare continuità agli ‘Intrecci’ che caratterizzano il progetto promosso da scuola e Unione dei Comuni ‘Fontanili’
volto a favorire l’interscambio culturale e di interesse tra diverse realtà ed espressioni artistiche.
Curata da Fabrizia Ruospo con
il coordinamento di Rossana Pedrini, la passeggiata sonora “nasce
– spiegano i promotori – in seno al
CASALETTO DI SOPRA: tesseramento Auser
L
a sezione Auser di Casaletto di Sopra apre la stagione 2015.
Lo farà ufficialmente domani in sala Fantasy con la giornata di tesseramento. Dalle 9 alle 12.30 chi lo desidera potrà
rinnovare la propria adesione all’associazione di volontariato o
formalizzare il proprio nuovo ingresso.
progetto DM8, con l’obiettivo di
contribuire alla sensibilizzazione
musicale degli alunni delle classi
quinte della scuola primaria e di
metterli in contatto con l’offerta
formativa dell’indirizzo musicale
della scuola secondaria di primo
grado”. Un percorso attraverso
quattro quadri sonori e visivi dedicati alle altrettante stagioni, allestiti
dagli allievi con la collaborazione
della maestra Celestina Ferla Lodigiani, dei docenti di strumento
(Viviana Carniti per il violino,
Cinzia Rogna per il fauto traverso,
Cristiano Paluan per il pianoforte
e Giorgio Sclavo per la chitarra) e
della prof.ssa di educazione artistica Monica Cannistrà.
Voci narranti quelle delle ex
alunne Claudia Francesconi, Alice
Tib
TICENGO: corso di fotografia
L’orchestra ‘Galilei’ impegnata la sera del 24 gennaio
Carioni, Gloria Doldi. Protagonisti
delle performance musicali sono
stati: Giulia Rossoni, Francesca
Casile, Anna Guerrisi, Rumi Acerbi, Veronica Lazzarini, Lucia Toninelli, Andrea Facchinetti, Marielle
Kokoua, Ikram Iamlih, Gloria Ingiardi, Deivin Dollaku, Alessandro
Agarossi (violino); Brian Arrigoni, Emanuel Lorenti, Francesco
Gritti, Giulia Vailati, Vladir Sali
(pianoforte); Eddy Lanzi, Giada
Belotti, Harlin Kaur, Giorgia Pozzi, Jasmine Kaur, Milandeep Kaur,
Daniele Fortini, Mattia Tanchis
(flauto); Manuel Locatelli, Enrique
della Giovanna, Stefano Zipoli,
Gurwinder Singh, Mario Silvestro,
Fiorenzo, Lanza, Mattia Bandera,
Stefano Fortini (chitarra).
Qualche giorno prima, sabato
24, erano stati gli ex allievi della
scuola, divenuti musicisti dell’orchestra ‘Galilei’ ad esibirsi a teatro
in occasione della Giornata della
Memoria. Sempre nell’ambito
del Progetto Intrecci, si è tenuta
una lettura/concerto dal titolo
... Non è stato il freddo la cosa peggiore....
Tib
C
oncetti di base della fotografia digitale, è il solco nel quale
si muoverà il Corso di fotografia promosso dall’amministrazione comunale di Ticengo. Sei lezioni della durata di due ore
oltre a due uscite collettive per conoscere i fondamenti della fotografia, i meccanismi e i comandi delle fotocamere e le peculiarità di una passione che può diventare professione.
Con l’ausilio di videoproiezioni i partecipanti saranno accompagnati alla scoperta dei principi della fotografia, della tecnica,
della composizione, della postproduzione e dell’audiovisivo;
con uscite sul campo per testare le nozioni acquisite.
Le lezioni prenderanno avvio il 25 febbraio. Saranno ospitate
in biblioteca il mercoledì dalle 20.30 alle 22.30. La partecipazione è aperta a tutti: per informazioni e adesioni gli interessati
possono contattare gli uffici comunali al numero 0374.71118.
Quota di partecipazione 80 euro. Il corso si svolgerà al raggiungimento delle 15 adesioni.
Tib
PROFESSIONALITÀ • ESPERIENZA • PRECISIONE
MANODOPERA QUALIFICATA
• tinteggiature
• sistemi decorativi
PROFUMI - ARTICOLI REGALO
PRODOTTI E ACCESSORI
PER CAPELLI E
BENESSERE CORPO
PIANENGO - Via A. Moro, 1
CREMOSANO - Via Crema, 31
[email protected]
[email protected]
Tel. 0373 74858 • Fax 0373 751049
Tel. 0373 273666 • Fax 0373 291567
Orari di apertura: dal lunedì al sabato 9-12.30 e 14.30-19.30 - CHIUSO LA DOMENICA
• rivestimenti a cappotto
• tappezzerie
VAIANO CREMASCO
Tel. 0373 278150
Cell. 335 6325595
il nostro sito
a
t
i
Vis
• moquettes
• pavimenti tecnici
• parquet
• tende
www.dadasnc.it
24
Il Cremasco
SABATO 31 GENNAIO 2015
CASTELLEONE
CASTELLEONE: il liscio si mette la maschera
Fiori & Co.
attenzione a 360°
U
n ballo in maschera, per chi lo vuole. Questa la novità
che il mese di febbraio porterà con sé per gli amanti del
liscio che ogni domenica sera si ritrovano alla palestra di via
Cappi. L’appuntamento è programmato per domenica quindici, terza serata festiva del mese in compagnia delle migliori
orchestre.
Si parte domani, domenica 1° febbraio, con Jack, l’8 febbraio sarà la volta di Cesare mentre il 15, a far danzare i ballerini in costume carnevalesco, saranno Marzia e Roberto.
Durante la serata non mancheranno le frittelle.
A chiudere il mese spetterà a Norma.
Il via alle danze sempre in prima serata, tra le 20.30 e le
21. Per rifocillarsi e riprendere le energie, non mancherà un
piccolo spuntino.
Tib
SINDACO E STAFF VOLGONO
LO SGUARDO ALLE FRAZIONI
di BRUNO TIBERI
P
restare attenzione a quartieri e frazioni
e coinvolgerli maggiormente nella vita
amministrativa ascoltando e recependo le
istanze di chi vi risiede. Questo era uno dei
temi che il gruppo di maggioranza ‘Fare
Castelleone’ aveva affrontato in campagna elettorale.
Una sorta di promessa ai
castelleonesi che il sindaco
Pietro Fiori e il suo staff
hanno mantenuto.
È stata istituita da alcune
settimane a questa parte la
figura del ‘Rappresentante
delle frazioni’. La persona
facente parte del Consiglio
comunale scelta per svolgere questa mansione è Paola
Cassani, presente in Comune ogni mercoledì mattina dalle 10 alle 11 per migliorare
il dialogo con i cittadini (quelli residenti
nelle frazioni ma non solo) ricevere segnalazioni e problematiche da porre all’attenzione della Giunta.
“Quello che cerchiamo – ha spiegato
Paola Cassani presentando l’iniziativa – è
una cittadinanza attiva, perché crediamo
che da un attento coinvolgimento si possano creare situazioni di collaborazione e
aiuto, evitando così l’isolamento ed episodi di degrado. Il dialogo serve anche per
ricevere nuove idee, nuove proposte, per
creare un giusto tramite tra
i cittadini e i diversi uffici
competenti”.
Il ‘Rappresentante delle
frazioni’ è disponibile a incontrare il pubblico anche
su appuntamento che si può
fissare contattando l’Ufficio
relazioni col pubblico del
Comune al numero telefonico 0374/356301.
Attenzione, dicevamo, a
quartieri e frazioni, come
al comparto scuola e alla salute dei cittadini. Concetti che ben si sono coniugati
nell’intervento che potremmo far passare
sotto lo slogan ‘Amianto? Eliminamolo’.
Questo l’indirizzo scelto dall’amministrazione comunale fermamente intenzionata
a rimuovere dagli edifici pubblici e da tutte
AVVIATA ANCHE
UNA CAMPAGNA
PER ELIMINARE
L’AMIANTO DALLE
COPERTURE DEGLI
EDIFICI PUBBLICI
GOMBITO
Due giorni di festa
... arriva la Merla
S
iamo nel cuore del weekend
più freddo dell’anno. Lo
dice la tradizione. Una credenza che a Gombito viene presa
alla lettera tanto da richiamare
tutti in piazza per festeggiare
e allontanare l’inverno con le
sue ristrettezze.
Torna la ‘Merla’ oggi e domani sulle rive dell’Adda. Lo
fa con un programma ricco
che prende avvio questa sera
nel tendone allestito in piazza
Roma con il ‘Giropolenta’ organizzato dalla Pro Loco. A
riscaldare l’atmosfera ci penseranno i TachiPierina e la
Ars&Spettacoli di Codogno,
pronti a esibirsi in uno show.
Cena, musica e spettacoli per
MADIGNANO:
eterni secondi
C
osa sarebbero stati
Merckx senza Gimondi, Coppi senza
Bartali e Anquetil senza
Poulidor? Alla domanda
ha cercato di dare risposta Fabio Guerini con
un libro che parla di un
grande romanzo, il ciclismo. Una disciplina
che non è solo sport, ma
storia di uomini e campioni, sacrifici e sudore.
Una ‘drammaturgia’ alla
quale l’Italia ha regalato
negli anni tantissimi protagonisti.
La leggenda degli eterni
secondi, titolo del volume, sarà presentata mercoledì 4 febbraio alle 21
nella Sala delle Capriate
di piazza Portici. Presente l’autore e, al suo
fianco, Valerio Villa.
Tutti sono invitati a
partecipare, gli amanti
del ciclismo come quelli
delle vere storie di vita.
Tib
TENDONE IN PIAZZA
OGGI E DOMANI
PER CENARE
E DIVERTIRSI INSIEME.
DAVANTI AL FALÒ
LIVE DEI CANTORI
stare insieme e combattere il
freddo con tanta allegria e divertimento.
Domani, domenica 1° febbraio, pranzo sotto il tendone
con i bimbi e i ragazzi del paese e pomeriggio di animazio-
CASTELLEONE: penna e acquerelli
Il Comune di Castelleone
le proprietà comunali, le coperture contenenti le pericolose fibre.
Il via alla campagna lo ha dato l’intervento presso le scuole elementari di via
Cappi. Durante la chiusura per le festività
natalizie l’Asm ha effettuato una bonifica
eliminando la tettoia in amianto della pensilina del porta biciclette situato nel cortile interno del plesso, sostituendola. Nel
frattempo sono anche stati posti a dimora
nuovi alberi davanti all’ingresso principale, e calendarizzati altri interventi migliorativi che vanno ad aggiungersi a quelli
realizzati nel recente passato dalla precedente Giunta.
La campagna contro l’amianto porterà
a breve anche all’apertura di uno Sportello apposito che possa informare i cittadini e raccogliere le loro istanze in merito
a smaltimenti o situazioni da segnalare.
Oltre a questo massimo, lo ha assicurato
il sindaco Pietro Fiori, sarà l’impegno per
eliminare tutta la fibra pericolosa dalle
coperture degli immobili comunali. Interventi saranno calendarizzati a partire
dall’anno in corso compatibilmente con le
risorse di Bilancio.
ne in compagnia di Monica e
Michele.
Alla sera, dalle 19.30, cena
con ‘Giropolenta’ sotto al tendone e, alle 21, via al momento
clou, l’intonazione dei ‘Canti
della Merla’. Un rito propiziatorio per una primavera mite e
un buon raccolto, che vedrà i
cantori esibirsi nei brani della
tradizione popolare attorno a
un falò in cima al quale brucerà la ‘vecchia’, realizzata dai
bambini della scuola dell’infanzia, simbolo della stagione
fredda che pian piano lascia
spazio alla primavera. Non
mancheranno il vin brulé e i
‘ciuchin’ per rendere ancor più
ghiotta la festa e calda l’atmosfera, intrisa di quei profumi
della pianura che rimandano
al passato e che resteranno, domani, come indelebile ricordo
anche nelle nuove generazioni.
Bimbi e ragazzi che da tempo
vengono coinvolti nell’organizzazione dell’appuntamento folcloristico. La ‘vecia’ che
ogni anno i più piccoli realizzano con tanta fantasia e impegno è il simbolo di un’usanza
radicata che si tramanda di generazione in generazione.
Tib
TRIGOLO:
Si canta la Merla
A
nche quest’anno l’amministrazione comunale di Trigolo
organizza la riedizione dei ‘Canti della Merla’ e i cantori,
alcuni provenienti da Cumignano sul Naviglio, guidati da Giovanna Stanga, l’infaticabile direttrice della Schola Cantorum
Parrocchiale di Trigolo, stanno ultimando la preparazione con
prove che ancora si tengono presso la sede del locale Corpo
Bandistico.
I cantori si ritroveranno domani, domenica 1 febbraio, alle
ore 18 in piazza Europa, con ingresso libero e gratuito, per riproporre una tradizione di lunga data le cui origini si perdono nella notte dei tempi, rispolverando i vecchi tabarri e gli
antichi scialli. Sono ormai ben trentaquattro anni che, anche
se ormai soltanto come momento folkloristico d’aggregazione
che coinvolge l’intera comunità, a Trigolo viene fatto rivivere
uno dei riti salienti dell’antico calendario contadino nel quale,
mediante il canto e l’accensione di fuochi, il mondo rurale cercava di propiziarsi il buon andamento del nuovo anno agricolo
e, specialmente, della stagione d’allevamento dei bachi da seta,
dalla quale i contadini traevano la più cospicua integrazione
del magro bilancio familiare. I riti propiziatori sono ancora
oggi scanditi dagli stessi momenti che un tempo caratterizzavano questa antica usanza contadina: stornelli, falò, distribuzione di cibi tradizionali della civiltà contadina, accompagnati
dalla mescita di vin-brulé contro il freddo.
In caso di maltempo, la manifestazione si terrà nei locali della Biblioteca Comunale di Via Roma.
Madignano
Torna
il Carnevale
U
n paese che annovera
tra i suoi residenti il
presidente del comitato
organizzatore del Gran
Carnevale Cremasco non
può non avere in calendario, a febbraio, un appuntamento con maschere e
stelle filanti. Così, dopo
tanti anni, torna il Carnevale Madignanese. In
pole position, nell’organizzazione la Pro Loco
con il suo presidente
Eugenio Pisati (leader
anche del comitato del
Carnevale di Crema) e lo
staff, ma anche Amministrazione comunale e le
associazioni del paese;
oratorio e parrocchia non
mancheranno di far la
loro parte. Tutti insieme
per un unico obiettivo far
decollare la festa nel pomeriggio del 17 febbraio.
Il 17 febbraio il paese sarà invaso da colori,
suoni e divertimento. Il
via alle 14 presso la sede
Pro Loco con un laboratorio per imparare a
costruire le maschere al
quale tutti, grandi e piccini, potranno prendere
parte.
Alle 15, in piazza Portici, partenza della sfilata con carro allegorico e
mascherine che porteranno la gioia del carnevale
nelle vie del paese. Un
tour che si concluderà
all’oratorio alle 16 con
una merenda e con la parte conclusiva della festa
tra lanci di coriandoli e
stelle filanti.
Il Carnevale Madignanese ha rimesso in moto
la propria macchina.
Unico ostacolo che potrebbe trovarsi ad affrontare è il meteo. In caso
di maltempo, infatti, la
manifestazione sarà annullata.
Tib
R
esterà aperta sino all’8 febbraio la personale del pittore
Giovanni Cappellini. Castelleonese, autodidatta ha seguito corsi di perfezionamento presso il professor Mori di
Cremona. Si è quindi dato all’arte del disegno e dell’acquerello, forme espressive che
ritroviamo nella mostra
allestita presso gli spazi
dell’ufficio turistico di via
Roma 58 a Castelleone.
Sono i paesaggi, della
sua terra e dei fotogrammi ritagliati dalle memorie di viaggio, i soggetti
dei quadri. Resi splendidamente sia nel chiaroscuro della penna, il cui
tratto disegna ora alberi,
ora montagne bianche,
ora casolari di campagna, sia nell’acquerello,
tecnica difficile ma quanto mai espressiva quando
la mano sa scorrere sul
cartoncino. Una dote che
Cappellini ha e coltiva
da anni. Lo si vede nello
scorrere i quadri in mostra, produzione recente
Un quadro del pittore Cappellini
accostata a tuffi nel passato, con opere degli anni
Ottanta.
La mostra è visitabile dal martedì al sabato dalle 9.30 alle
12 e dalle 15 alle 18. Domenica 8 febbraio apertura straordinaria, mattutina e pomeridiana, in occasione del Mercatino
del piccolo antiquariato.
Cappellini torna a esporre nella sua Castelleone a un anno
di distanza dall’ultimo allestimento all’ombra del Torrazzo.
In quella occasione unanimi furono i consensi della critica e
grande l’apprezzamento del pubblico.
Tib
MADIGNANO: Auser a scuola di pc
S
oci Auser a scuola di computer. L’iniziativa, volta a far
apprendere ai tesserati le nozioni di base per l’uso del pc e
al contempo creare maggiore coesione all’interno del gruppo
di volontari, porta la firma della sezione madignanese con
la collaborazione dell’Auser Insieme – Università popolare
delle libertà del Cremasco.
Il corso, dieci incontri in tutto, prenderà avvio lunedì 2 ed
è riservato, appunto, a chi può vantare l’iscrizione all’associazione. Due lezioni a settimana, il lunedì e il giovedì dalle
20.30 alle 22.30, per l’alfabetizzazione informatica. Un corso
gratuito aperto a 10 ‘studenti’ ospitato dal centro sociale di
via Lago Gerundo a Madignano.
Per informazioni gli interessati possono contattare il numero telefonico 3662873184.
Tib
POLIZIA PROVINCIALE: occhi vigili
I
ntensa su tutto il territorio l’azione della Polizia locale Provinciale, che vede operative 21 unità, tra Ufficiali e Agenti,
in servizio in turni anche notturni, suddivisi in due nuclei:
Stradale e Ambientale, Faunistico – Venatorio, oltre a personale che cura la parte burocratica.
Già a inizio 2015 molti i controlli lungo le strade dal Cremasco al Casalasco che, oltre alla consueta vigilanza preventiva e monitoraggio, hanno visto anche interventi mirati,
grazie al nuovo strumento denominato ‘Falco’, che permette
di identificare immediatamente macchine rubate, senza assicurazione o mezzi che non hanno fatto la revisione.
Tra i diversi compiti e azioni della Polizia locale Provinciale, quelli collegati al recupero di animali rapaci (nella foto
il salvataggio di un airone) così come di controllo ambientale,
che ha l’obiettivo primario della salvaguardia del territorio e
dei cittadini.
Tra le azioni che hanno caratterizzato il passaggio tra il
vecchio e il nuovo anno da segnalare il sequestro di attrezzature a 12 pescatori di frodo sorpresi a Casalbuttano.
Impegno anche sulle strada. In questo, come in ogni
weekend, sono previsti turni mirati e controlli in materia stradale, lungo le arterie principali, più critiche rispetto all’elevata incidentalità.
Il Cremasco 25
SABATO 31 GENNAIO 2015
PANDINO
Rivolta d’A.
Convegni,
mostra e poi
... la Fiera
Ospedale dei Poveri
Attività in crescita
C
OFFERTA SEMPRE PIÙ AMPIA IN RISPOSTA
ALLE ESIGENZE DEL TERRITORIO
di ELISA LORENZETTI
L
a Fondazione ‘Ospedale dei Poveri’
di Pandino ONLUS ha chiuso il 2014
“caratterizzato da un forte aumento dei
servizi sanitari e assistenziali erogati sul territorio
superando in generale i
numeri del 2013 – spiega il
membro del Cda Claudio
D’Errico –. Il numero degli
interventi ADI (Assistenza
domiciliare integrata) totali
del 2013 (9.091) rispetto al
2014 (10.652) da parte di
personale sanitario qualificato ha subito un incremento del 17%. Con l’ADI
vengono erogate prestazioni domiciliari
da parte di figure professionali sanitarie e
sociali integrate fra loro: medico di medicina generale, infermiere, fisioterapista, assistente sociale, medico specialista e altro
ancora”.
In merito all’attività di prelievo del sangue rispetto ai 9.153 del 2013 nel 2014 si è
raggiunto il numero di 10.300 a cui si som-
mano circa 1.000 effettuati a domicilio.
L’attività d RSA (residenza sanitaria assistenziale Aperta) avviata ad agosto 2014
si è conclusa in dicembre con un totale di
2.584 servizi. ‘Il progetto “RSA Aperta’ è
destinato alle famiglie che
da tempo gestiscono con
sacrifici i propri parenti
con malattia di Alzheimer
o demenze senili in forme
già evolute. Il progetto
consente di poter fruire
di alcune ore da dedicare
a loro stessi in sicurezza,
lasciando momentaneamente i cari con persone
preparate e qualificate”.
La Casa di Riposo di
Pandino “per il 2015 prevede un forte aumento della domanda e delle risorse dedicate nella gestione del servizio di RSA
Aperta. La nostra Fondazione sta inoltre
per attivare in convenzione con l’amministrazione comunale di Pandino un servizio di preparazione pasti, gestendo la
parte amministrativa direttamente con le
persone assistite e bisognose. Al momento
NON SOLO
ASSISTENZA
ANCHE CULTURA:
PRESTO UNA
MOSTRA
L’ospedale dei Poveri di Pandino
il servizio è stato già avviato per le persone
assistite nel Comune di Palazzo Pignano
per 12 pasti al giorno”.
Analoga iniziativa, ma distinta dalla
precedente, sta per essere avviata in collaborazione diretta con l’associazione San
Vincenzo a Pandino. “Tale progetto prevede la preparazione di pasti quotidiani
forniti in beneficenza a famiglie o persone
segnalate direttamente dall’associazione
alla Fondazione che, con le sue attività e
le sue strutture, nel territorio costituisce
un riferimento anche sociale e culturale
per la comunità di Pandino. Per questo è
in programma un’iniziativa finalizzata alla
condivisione di alcuni spazi interni della
Fondazione per attività culturali”.
Si è pensato di “organizzare una mostra
fotografica legata a un periodo particolare
nella storia di Pandino forse poco conosciuto. L’obiettivo di fondo del progetto è
quello di considerare la Fondazione come
luogo ricco di memorie, esperienze e storie locali. La mostra avrà come oggetto la
colonia elioterapica di Pandino che negli
anni 1930-1940 aveva portato molti bambini da tutta la Lombardia a passare del
SPINO D’ADDA
Il sindaco di Spino d’Adda
Paolo Daniele Riccaboni
Rivoluzione informatica
nel segno della trasparenza
“T
utto è pubblico, archiviato e visibile
per sempre, per rendere Spino una
casa di vetro e permettere ai cittadini di poter
controllare quanto accaduto sulle varie questioni in Consiglio comunale, chi fa cosa, chi
dice cosa, cosa avviene realmente durante le
sedute”. Lo comunica il sindaco Paolo Riccaboni, soddisfatto del risultato conseguito.
“A Spino si è conclusa la rivoluzione di
digitalizzazione e comunicazione guidata
dall’assessore Luca Rossini. Sin dall’insediamento, Progetto per Spino ha deciso di lavorare sul sito, per mano di Marco Migliorini (ad
affiancarlo c’era consorzio.it) adeguandolo
alle normative (accessibilità ai disabili prima
non rispettata) e organizzando in modo razionale i contenuti, divisi in vari canali, con
informazioni e aggiornamenti settimanali.
La mailing list legata al sito fa 685 iscritti,
un numero molto alto per Comuni delle di-
tempo in colonie estive”.
La Colonia elioterapica di Pandino
rappresentava ai tempi un luogo di cura
e prevenzione di malattie come scrofola,
rachitismo e tubercolosi. Il materiale fotografico è stato “cortesemente prestato
dall’Archivio di Etnografia e Storia Sociale della Regione Lombardia ed è di
proprietà del fotografo Fazioli i cui eredi
hanno gentilmente concesso l’utilizzo per
la mostra”. L’Allestimento e l’organizzazione dell’evento sono realizzati grazie
alla fattiva e preziosa collaborazione con
l’associazione Informamusica di Pandino.
La mostra sarà inaugurata sabato 14 febbraio alle 16.30 e si potrà visitare sino a
metà marzo.
La Fondazione Casa di Riposo Ospedale dei Poveri di Pandino Onlus è sorta nel 1899 per iniziativa di spontanei
comitati cittadini di Pandino. Svolge la
propria attività nei settori dell’assistenza
sociale, socio sanitaria e sanitaria. È senza fini di lucro. Lo scopo di questa fondazione è quello di prestare assistenza a
persone anziane in un particolare stato
di bisogno.
RICCABONI:
“PER I CITTADINI ORA
IL COMUNE È DAVVERO
UNA CASA DI VETRO...
E NON ABBIAMO
ANCORA FINITO”
mensioni di Spino, e da pochi giorni il sito è
anche in versione smartphone e tablet”.
Il primo cittadino spiega che “è stato rifatto sia il sistema informatico della Polizia Locale che della biblioteca, con una nuova rete
e un nuovo gestionale. In biblioteca sono arrivati tre Pc per gli utenti. Il vero passo avanti
si è fatto in Comune. Dato che gli operatori
SPINO D’ADDA
devono essere messi nelle condizioni di lavorare in modo da rispondere in fretta alle richieste dei cittadini, è stato rifatto il sistema,
creando una rete dati comunali, sostituito
l’80% dei computer, adottato un nuovo sistema gestionale più sicuro per la protezione
dei dati, il cui backup, come la gestione, avviene in remoto”. I moduli parlano tra loro,
quindi gli uffici possono scambiarsi dati.
“Vengono custoditi i dati che sono tutti nel
remoto di Cremona e copiati ogni ora in un
remoto di Milano”.
“Uno degli ultimi passi è quello presentato nei giorni scorsi: il servizio di streaming
online delle sedute consigliari. Tutto è pubblico, archiviato e visibile per sempre. Per
rendere Spino una casa di vetro e permettere
ai cittadini di poter controllare quanto accaduto e accade”.
Riccaboni sottolinea che “il prossimo
passo, da concludere in tre mesi, riguarda
la creazione del portale del cittadino da cui
gli spinesi potranno accedere ai propri dati
anagrafici e stampare certificazioni o vedere
lo stato delle pratiche edilizie. L’obiettivo è
arrivare agli F24”.
Il sindaco aggiunge che “in questi quattro
anni abbiamo migliorato sui servizi ai cittadini e sulla comunicazione con l’apertura
della nuova biblioteca, del nuovo sito, della
nuova sede dei vigili, la nuova direzione con
l’istituto comprensivo, rifatti informaticamente i plessi, che ora parlano tra loro, e presto si rifarà anche l’aula di informatica alla
scuola media in modo totalmente nuovo”.
El
onvegni zootecnici,
ma non solo, le tappe di avvicinamento alla
Fiera di Sant’Apollonia.
Domani, e sino a metà
del prossimo mese, presso la biblioteca comunale
sarà di attualità la mostra
personale Usci, gusci e poesie di Roberta Cologni.
“Si tratta piccoli quadri
che raffigurano porte,
passaggi, cancelli, portoni, e che rappresentano
i limiti da oltrepassare,
i viaggi da cominciare,
i percorsi da intraprendere… Gli usci evocano
l’apertura. Simboleggiano il coraggio, la forza,
la determinazione. Sono
realizzati con elementi
naturali e contengono
gusci, baccelli, cortecce,
semi o scorze”. I gusci,
“al contrario, indicano
la chiusura. Sono corazze, armature, barriere di
protezione”.
Nella sala convegni
‘Oriana Fallaci’ (ex palazzina
delle
Scuole
Medie) ubicata in via
Galilei, è tempo di convegni zootecnici. Il primo s’è tenuto lunedì e
ha riguardato Le nuove
sfide del 2015: il rilancio
dell’Agricoltura, dal PSR
ai nitrati. Mercoledì è
stato proposto il tema
Alcuni indicatori di salute
dell’allevamento bovino da
latte. Tema proposto ieri
sera Clostridiosi-patologia
emergente nella bovina da
latte. Lunedì prossimo si
discuterà su Come recuperare efficienza economica
dalla fase delle rimonta;
mercoledì sulle Persone,
ambiente e animali: gestirli
bene per produrre latte di
qualità. Venerdì si ragionerà su La gestione tecnicoeconomica dell’allevamento
da latte: dati, interpretazione e utilizzo.
Sabato prossimo, nel
pomeriggio (ore 18) , è in
programma la santa Messa di apertura della fiera
con la Corale Polifonica
nella basilica di San Sigismondo. Nello stesso
giorno il nostro settimanale sarà in edicola con
uno speciale dedicato a
Rivolta d’Adda e alla Fiera di Sant’Apollonia.
El
PANDINO
MercaSpino,
cibo e borgo in mostra
A spasso nel territorio
dopo il virtual tour
I
l Comune di Spino rivolge a tutti i cittadini e realtà produttive locali l’invito a collaborare sin da ora per ‘MercaSpino’, in
calendario il 24 maggio prossimo a parco ‘Rosselli’. “Abbiamo
contattato nei giorni scorsi molti operatori del paese – spiega il
sindaco Paolo Riccaoni – che producono cibo, o lo gestiscono,
e artigiani locali. Ma certo ci è sfuggito qualcuno. Per questo
ci rivolgiamo a chi pensa di avere le caratteristiche adatte per
partecipare ed esporre, o semplicemente voglia informazioni, a
scriverci all’indirizzo: [email protected]
Le finalità dell’evento sono la promozione del territorio e delle
risorse agricole e artigianali; far conoscere le realtà locali lombarde specializzate nella produzione di cibi filiera corta (dal produttore al consumatore) e di artigianato in pezzi unici; sensibilizzare
bambini e adulti su stili di vita ecosostenibili e solidaristici.
“Gli espositori da mezza Lombardia che hanno aderito sono
oltre un centinaio, e saranno organizzati laboratori, attività per
bambini, uno spettacolo teatrale (con tema legato al cibo) realizzato dal Tae Teatro e un progetto a sè vedrà coinvolta la scuola.
Si svolgerà anche una Photo Marathon, un concorso riservato
alla fotografia digitale, che avrà come tema il cibo”.
El
P
resentato il nuovo portale ‘EXPOVisconteo’ (nella foto la homepage) e gli applicativi per I-Pad
e Smartphone che ora possono
essere scaricati e utilizzati per poter conoscere le offerte turistiche e
commerciali del Distretto Diffuso
del Commercio comprendente 13
Comuni dell’alto cremasco che
sono: Pandino, comune capofila,
Agnadello, Capralba, Cremosano, Bagnolo Cremasco, Dovera,
Monte Cremasco, Palazzo Pignano, Pieranica, Quintano, Rivolta
D’Adda, Spino D’Adda, Trescore
Cremasco.
“Pandino è storicamente un punto di riferimento del territorio per il
commercio e le attività produttive.
Partendo dalle sagre e dal mercato
NUOVO PORTALE
DEL DISTRETTO
DEL COMMERCIO
IN VISTA DI EXPO
storico siamo oggi arrivati a spiccare il volo grazie ai più moderni
strumenti di comunicazione per
essere pienamente inseriti nella rete
delle offerte e dei servizi che hanno
lo scopo di attrarre potenziali fruitori e visitatori”, considera il sindaco Maria Luise Polig, convinta che
“nell’anno di Expo è importante
essere presenti con un nostro prodotto da offrire e da pubblicizzare.
Sul sito EXPOVisconteo (http://
expovisconteo.it/) sono caricati
percorsi interattivi che presentano
tutte le categorie commerciali, le
offerte e i prodotti disponibili”.
Per il primo cittadino pandinese
“la parte sicuramente più coinvolgente è quella dei Virtual Tour che
permettono, stando comodamente
davanti al computer o seguendo
le indicazioni dal tablet o dallo
smartphone, di visitare i luoghi e le
strutture entrando nelle stanze dei
palazzi e all’interno delle chiese.
Un vero e proprio viaggio virtuale
che dovrà invogliare a visitare il
nostro territorio gustando dal vivo
tutto ciò che di bello offre e mette
a disposizione”. Il sito sarà aggiornato con le informazioni inerenti
alle manifestazioni e agli eventi
programmati durante l’anno.
La Polig evidenzia che “il manager del distretto Confcommercio
Cremona è stato capace di condurre con successo la gestione del V
Bando, che grazie al finanziamento di Regione Lombardia ha reso
possibile la realizzazione di questi
prodotti di marketing territoriale.
Le realtà produttive hanno quindi a
disposizione un ulteriore strumento per la valorizzazione della nostra
splendida terra, ricca di proposte
interessanti e godibili”.
Il sindaco aggiunge che “ora
siamo in attesa dell’esito del 6°
Bando che, sempre con Pandino
Comune capofila, vede uniti nel
Distretto della Bellezza 23 comuni
cremaschi allargando ulteriormente la platea dell’offerta territoriale,
consapevoli che per essere competitivi è indispensabile fare sistema”.
26
Domande & Offerte
SABATO 31 GENNAIO 2015
Signora con esperienza cerca
lavoro come BADANTE.
24h su 24 o sola giornata.
Disponibile da subito
cerca lavoro come
BADANTE, DOMESTICA,
BABY-SITTER o STIRO
☎ 389 2177264
☎ 324 5832789
REINDUSTRIA - AGENZIA CREMONA SVILUPPO
CERCA DIRETTORE GENERALE
TITOLI:
(INCARICO A TEMPO DETERMINATO)
Laurea (economia, giurisprudenza, equivalenti)
ESPERIENZA:
Esperienza pluriennale in Agenzie di Sviluppo con qualifica adeguata,
almeno un anno di esperienza con la Pubblica Amministrazione e, in
generale, esperienza pluriennale in aziende modernamente organizzate
e internazionali.
COMPETENZE TECNICHE:
• Utilizzo del PC (Office, Internet, E-Mail)
• Lingue: inglese - gradita terza lingua
• Competenze economico-gestionali di base
• Competenze di analisi funzionale e di progetti di finanza pubblica
agevolata (Regionale, Nazionale, Europea) per Enti Pubblici e aziende
• Competenze su sviluppo economico locale e sugli elementi strategici
che lo caratterizzano
Gli interessati possono inviare il curriculum vitae a [email protected]
entro e non oltre il 13 Febbraio 2015.
Sul sito www.reindustria.com - sezione news
è disponibile la versione completa del profilo
Ucraina con il permesso in regola
come BADANTE o per PULIZIE e STIRO
☎ 320 8858726
RICERCHIAMO TECNICO per assistenza
e manutenzione caldaie, centrali termiche e solare termico
con esperienza in analoga mansione, competenze termo-idrauliche
ed elettriche. Buone capacità relazionali con la clientela e flessibilità
negli orari. Inviare curriculm: [email protected]
Azienda per la lavorazione della lamiera e carpenteria leggera
CERCA OPERAIO CON ESPERIENZA su presso
piegatrici a controllo numero - punzonatrici CNC
Tel. 0373 65195 Fax 0373 65196 E-mail: [email protected]
Privato AFFITTA AMBULATORIO ARREDATO
PER ATTIVITÀ SANITARIE già dotato di autorizzazioni.
OMBRIANO, VIA RAMPAZZINI. C.E. “G” (97,36 kwh/m a)
3
☎ 346 3257764
OMBRIANO. TRILOCALE ULTIMO PIANO, TRIPLA
ESPOSIZIONE E TERRAZZO. OTTIME FINITURE.
ZONA GIORNO CON PARETE IN PIETRA, GRANDE
PARETE FINESTRATA. CUCINA AD ISOLA, BAGNO
OSPITI, CAMERETTA ED CAMERA MATRIMONIALE CON ACCESSO AL BAGNO PRIVATO. CL F
(154,36 KWH/MQA).
info in studio RIF 1322
€ 250.000 RIF VT15
CREMA, PREZZO RIBASSATO. QUATTRO LOCALI
RISTRUTTURATO IN ZONA SEMI-CENTRALE. INGRESSO, SOGGIORNO, CUCINA ABITABILE, TRE
CAMERE, DOPPI SERVIZI, DUE BALCONI. IDROMASSAGGIO) E LA CUCINA CON MATERIALI DI
OTTIMA QUALITA', OLTRE AL CONDIZIONAMENTO
DEGLI AMBIENTI. ABBINATI ANCHE GRANDE
BOX, E CANTINA. CL G (177,44 Kwh/mqa).
CREMA. BILOCALE COMPLETAMENTE ARREDATO
AL PIANO RIALZATO, INSERITO IN CONTESTO
RESIDENZIALE BEN ABITATO ED IMMERSO NEL
VERDE. INGRESSO CONTROSOFFITTATO CON ARMADIATURA A SCOMPARSA, ZONA GIORNO CON
PARETE COTTURA, CAMERA, SERVIZI. TENUTO
BENE. CL G (337,38 KWH/MQA).
€ 215.000 RIF 1325
€ 80.000 RIF AB64V
CREMA, POSIZIONE CENTRALISSIMA. VENDIAMO LOCALI AD USO UFFICIO O ABITAZIONE PER
UN TOTALE DI 120 MQ, CON DOPPI SERVIZI E
DUE BALCONI. RIFATTI A NUOVO I SERVIZI, GLI
IMPIANTI ELETTRICO E IDRAULICO, I SERRAMENTI CON DOPPI VETRI, ARIA CONDIZIONATA. CL C
(22,90 KWH/MQA).
CREMA CENTRO. RECENTE BILOCALE SU DUE
LIVELLI, COMPOSTO, AL PIANO TERRA DA INGRESSO, ZONA GIORNO CON PARETE CUCINA,
DISIMPEGNO, BAGNO E TERRAZZO, AL PIANO
SOPPALCATO CAMERA SOPPALCATA DI BUONA
METRATURA. BOX AL PIANO INTERRATO. CL F
(152,84 Kwh/mqa).
€ 190.000 RIF VQ13
€ 175.000 RIF VB10
CREMA (CR) - via Griffini, 26
tel 0373.257778
[email protected] - www.arcocase.com
TRIBUNALE DI CREMONA
Es. imm. N. 9/2011 R.G.E. ex Tribunale di Crema,
Reg. Incarichi N. 31/14 - G.E. Dott. Sieff
ESTRATTO AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI - II esperimento
Vendita senza incanto: 25 marzo 2015 ore 15.30 presso lo studio del delegato avvocato Giulia Bravi in Crema, via del Ginnasio 15.
LOTTO A: Comune di Crema (CR) Via Vittorio Veneto n. 2/C: appartamento in Condominio di quattro unità, non del tutto ultimato posto al
piano secondo e terzo con annessa autorimessa al piano terra.
CERTIFICAZIONE ENERGETICA DELL’IMMOBILE L’immobile non necessita
dell’attestato A.P.E. Il prezzo base è di € 78.750,00=.
LOTTO B: Comune di Crema (CR) Via Vittorio Veneto n. 2/C: appartamento in Condominio di quattro unità, non del tutto ultimato posto al
piano secondo e terzo con annessa autorimessa al piano terra.
CERTIFICAZIONE ENERGETICA DELL’IMMOBILE L’immobile non necessita
dell’attestato A.P.E. Il prezzo base è di € 90.000,00=.
LOTTO C: Comune di Crema (CR) Via Vittorio Veneto n. 2/C: appartamento in Condominio di quattro unità, non del tutto ultimato posto al
piano primo con cantina ed annesso posto auto al piano terra.
CERTIFICAZIONE ENERGETICA DELL’IMMOBILE L’immobile non necessità
dell’attestato A.P.E. Il prezzo base è di € 37.500,00=.
LOTTO D: Comune di Vaiano Cremasco (CR) Via Medaglie d’Argento n. 8:
immobile in corso di edificazione in forza del permesso di costruire rilasciato in data 12.01.2007 dal Comune di Vaiano Cremasco. L’immobile è
formalmente in regola con le normative di legge vigenti. I dati catastali
si riferiscono allo stato dei luoghi antecedente la demolizione.
CERTIFICAZIONE ENERGETICA DELL’IMMOBILE L’immobile non necessità
dell’attestato A.P.E. Il prezzo base è di € 56.250,00=.
Custode Giudiziario è l’Istituto Vendite Giudiziarie, Via Vittorio Veneto, 4,
Ripalta Cremasca, tel. 0373/80250, e-mail [email protected] Le offerte d’acquisto dovranno essere presentate in bollo
e busta chiusa presso lo studio del Delegato Avv. Giulia Bravi sito in
Crema, Via del Ginnasio n.15, entro le ore 12.00 dell’ultimo giorno non
festivo precedente la vendita, nei giorni dal Lunedì al Venerdì dalle ore
09.30 alle ore 12.00 (escluso sabato e festivi), unitamente ad assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, non trasferibile intestato
alla procedura esecutiva immobiliare n. 9/2011 R.G.E. Tribunale di Cremona
ex Crema. Vendita con incanto: 31 marzo 2015 ore 15.30 presso lo studio
del delegato avvocato Giulia Bravi in Crema, via del Ginnasio 15. Il prezzo
base è di € 78.750,00= per il LOTTO A, offerte in aumento non inferiori ad € 5.000,00=; di € 90.000,00= per il LOTTO B, offerte in aumento
non inferiori ad € 5.000,00=; di € 37.500,00= per il LOTTO C, offerte in
aumento non inferiori ad € 3.000,00=; di € 56.250,00= per il LOTTO D,
offerte in aumento non inferiori ad € 3.000,00=. La domanda di partecipazione all’incanto, sottoscritta ed in carta da bollo, dovrà essere depositata
presso lo studio del Delegato Avv. Giulia Bravi sito in Crema, Via del Ginnasio
n.15, entro le ore 12.00 dell’ultimo giorno non festivo precedente la vendita,
nei giorni dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00 (escluso sabato
e festivi) e dovrà contenere le indicazioni di cui sopra. Gli offerenti dovranno
prestare cauzione di importo pari al 10% del prezzo base con assegno circolare, non trasferibile, intestato come sopra, che dovrà essere depositato
con la domanda di partecipazione all’incanto presso lo Studio del Delegato.
La relazione di stima è pubblicata sui siti Internet www.tribunale.cremona.
giustizia.it, www.astalegale.net, www.asteimmobili.it, www.portaleaste.
com, www.publicomonline.it e www.crema.astagiudiziaria.com, unitamente all’ordinanza di vendita ed al presente avviso di vendita. La presentazione
dell’offerta implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata
di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi allegati, agli atti del
fascicolo processuale, nonché dell’ordinanza e dell’avviso di vendita. Ogni
ulteriore informazione potrà essere richiesta dagli interessati all’Avvocato
Delegato, presso il proprio studio, Tel. 0373/259128 – Fax 0373/84768 – email [email protected], o presso la Cancelleria del Tribunale di Cremona, nonché presso il Custode Giudiziario.
Crema, 13.01.2015
Avv. Giulia Bravi
www.ilnuovotorrazzo.it
[email protected]
Orario uffici: dal lunedì al venerdì 8.30 - 12.30 e 14 - 17.30
Sabato, solo mattino 9 - 12
cerca lavoro
Zona Crema o vicinanze. Disponibile anche il sabato e le domeniche
CREMA CENTRO STORICO, APPARTAMENTO DA
SOGNO DI 150 MQ, APPENA RISTRUTTURATO A
NUOVO CON FINITURE DI ALTO LIVELLO E ALTEZZE INTERNE SUPERIORI AI 4 METRI. GRANDE INGRESSO, SOGGIORNO, CUCINA ABITABILE ZONA
PRANZO, DUE CAMERE E DUE BAGNI, OLTRE A
UN BALCONE CHE AFFACCIA SUL CENTRO STORI
CO. CL EN E (124,76 Kwh/mqa).
CENTRO per IMPIEGO di CREMA
Signora referenziata con esperienza
VENDO OPEL
ZAFIRA
COSMO 1800
benzina, 46.000 km,
Nov. 2006. € 7.500.
☎ 388 1195416
PRIVATO
VENDE/AFFITTA
CREMA via Civerchi
MONOLOCALE in particolare
contesto. (Solo a referenziati)
Riscaldamento autonomo
e senza spese condominiali
C.E. “G” 379.64 kwh/m3a
C.I. 19035 - 000251/11
☎ 335 8382744
Tribunale di Cremona - Estratto avviso di vendita
Esec. Immob. n. 154/2011 RGE Trib. Crema (reg. incarichi n. 98/14)
G.E. dott. Giulio Borella
Professionista delegato: avv. Anita Brunazzi, con studio in Crema – via Borgo
S. Pietro, 4 – Vendita senza incanto: 19.3.2015 alle ore 17.00 presso lo studio
del delegato. Lotto unico: In Comune di Casaletto Vaprio (CR) – via F.lli Cervi
n. 30: villetta a schiera di testa di due piani fuori terra, con autorimessa e area
di proprietà, composta al p.t. da portico, soggiorno, cucina abitabile, disimpegno, bagno/lavanderia, cantina sottoscala e locale cantina, da cui si accede all’autorimessa; al p. I da disimpegno, bagno e tre camere, di cui una con
balcone. Dati catastali e confini come in atti. Immobile, abitato dagli esecutati, in classe energetica E; indice di prestazione energetica climatizzazione
invernale 138,42 Kwh/mqa. Custode giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie
e all’Asta s.r.l – via Vittorio Veneto, 4 – Ripalta Cremasca (CR) (tel. 0373/80250)
– e-mail: [email protected] Prezzo base € 146.000,00.
Offerte da presentare, pena inefficacia, in bollo e busta chiusa presso studio professionista delegato (da lunedì a venerdì – sabato e festivi esclusi)
entro le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito
assegno circolare n.t. per cauzione, pari al 10% del prezzo offerto, intestato
a: Tribunale di Cremona Proc. Esec. Imm. n. 154/2011 RGE Trib. Crema. Vendita con incanto: 2.4.2015 alle ore 17.00 nello studio dell’Avvocato delegato.
Prezzo base € 146.000,00 con offerte in aumento non inferiori ad € 2.000,00.
La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, va
presentata come sopra indicato, con unito assegno circolare n.t. per cauzione dell’importo di € 14.600,00, intestato come sopra. Maggiori informazioni
presso: professionista delegato; custode giudiziario, anche per visionare l’immobile; Cancelleria Esec. Immob. Tribunale Cremona, anche relative alle generalità dei debitori ex art. 570 c.p.c. Relazione di perizia, con A.P.E., e avviso
di vendita con modalità partecipazione consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.tribunale.cremona.giustizia.it – www.portaleaste.
it – www.asteimmobili.it – www.astalegale.net - www.astagiudiziaria.com
avv. Anita Brunazzi
TRIBUNALE DI CREMONA
EX TRIBUNALE DI CREMA Sezione esecuzioni immobiliari
Esecuzione Immobiliare n. 18/12 R.G.E.
G.E. GOT Avv. Nunzia Corini
ESTRATTO AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI (I esperimento)
Professionista Delegato: Avv. Anna Scartabellati, con studio in Crema, Via
Castello, n. 1 – Vendita senza incanto 8 Aprile 2015, ore 16.30 presso lo
studio del Delegato. Lotto unico: L’appartamento, posto in Comune di Vailate, Via De Gasperi n. 26 (già Via Arzago), è inserito in un complesso condominiale composto da due palazzine ed un capannone, denominato “CASE
TAZZI” ed é posto al piano secondo della palazzina “A”. L’unità abitativa
si sviluppa su una superficie lorda di mq. 68,52, ed è composta da ingresso su corridoio-disimpegno di mq 8,00, un locale adibito a cucina di mq.
12,54, un locale adibito a soggiorno di mq. 12,00, un bagno di mq. 2,86 e
una camera di mq. 10,90. L’impianto elettrico è da rifare, l’impianto idraulico
non risulta molto affidabile (se ne consiglia la sostituzione) e l’impianto di
riscaldamento è assente. L’immobile è libero da circa due anni. Dati catastali
e confini come in atti. PREZZO BASE: € 55.000,00= offerte da depositare
in bollo e busta chiusa presso lo studio dell’avv. delegato alla vendita, avv.
Anna Scartabellati, in Crema (CR), Via Castello n. 1, dal lunedì al venerdì
dalle 15.00 alle 18.00, entro e non oltre il giorno non festivo precedente
quello della vendita a pena di inefficacia, con unito assegno circolare per
cauzione pari al 10% del prezzo proposto dagli offerenti intestato a: “Tribunale di Cremona – Proc. Esec. n. 18/2012 ex Trib. di Crema”. Vendita con
incanto 9 Aprile 2015 ore 16.30, presso lo studio del Delegato – PREZZO
BASE: € 55.000,00= con offerte in aumento non inferiori ad € 1.500,00=. La
domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e busta non chiusa, dovrà
essere depositata presso lo studio dell’avv. Anna Scartabellati, dal lunedì
al venerdì dalle 15.00 alle 18.00, entro e non oltre il giorno non festivo
precedente quello della vendita, con unito assegno circolare come sopra
intestato, per cauzione, di € 5.500,00=. Custode Giudiziario: Istituto Vendite
Giudiziarie e all’Asta S.r.l. Maggiori informazioni: presso il Professionista Delegato, Avv. Anna Scartabellati (tel. 0373.256706, e-mail: anna.scartabellati@
libero.it), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Cremona e all’Asta S.r.l.
(tel. 0373.80250). Ordinanza G.E., perizia e avviso di vendita con modalità di
partecipazione, consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.
tribunaledicremona.it, www.portaleaste.it, www.asteimmobili.it, www.astalegale.net, www.creditmanagementbank.eu e www.venditegiudiziali.it.
Crema lì 12 gennaio 2015
(Avv. Anna Scartabellati)
Tel. 0373 201632-202592
- Proposte di Lavoro • Agenzia lavoro temporaneo Crema cerca 1 manutentore elettromeccanico con esperienza,
tempo determinato
• Azienda settore commercio di Madignano cerca 1
impiegata/o commerciale
• Azienda del settore commercio di Madignano cerca
1 impiegata/o contabile
• Azienda metalmeccanica di Spino d’Adda cerca 1
disegnatore/perito meccanico
• Agenzia per il lavoro di nuova apertura in Crema
cerca 1 addetto commerciale - settore servizi
• Agenzia per il lavoro di nuova apertura in Crema
cerca 1 addetto/a ricerca e selezione del
personale
• Azienda di lavorazione meccaniche conto terzi di
Vailate (Cr) cerca 1 fresatore macchine controllo numerico

Requisiti e codici di riferimento sul nostro sito
www.ilnuovotorrazzo.it
VENDESI
VILLA SINGOLA a Madignano, 200 mq coperti
su lotto di 1.000 mq. 150 mila € - ESENTE DA CE
INTERO PALAZZO NOBILE del ’700
già restaurato, in Crema centro, circa 1.800 mq
abitazione + portici, cantine e cortile interno.
Ideale anche per tre famiglie - CE G
Per informazioni ☎ 0373 200588
TRIBUNALE DI CREMONA
Es. imm. N. 276/2011 R.G.E. Tribunale di Crema, Reg. Incarichi N. 57/13 G.E. Dott. Borella
ESTRATTO AVVISO DI VENDITA di IMMOBILI - IV esperimento
Vendita senza incanto: 24 marzo 2015 ore 15.00 presso lo studio del delegato avvocato Giulia Bravi in Crema, via del Ginnasio 15. Comune di Casaletto
Vaprio (CR) Via Giuseppe Verdi n. 2: villetta, compresa nel comparto B) composto da n. 5 villette, costituita da soggiorno, cucina, ingresso, due camere,
bagno, disimpegno e cantina e portico al piano terra; bagno, guardaroba,
una camera, bagno, due locali sottotetto non abitabili e terrazza al piano
primo; con area strettamente pertinenziale adibita a cortile/giardino; due
box autorimessa al piano terra. Detti box auto, unitamente a porzione di
area cortilizia antistante, sono pertinenzialmente vincolati all’abitazione
per soddisfare lo standard di parcheggio. CERTIFICAZIONE ENERGETICA
DELL’IMMOBILE L’immobile in oggetto è in classe energetica G con un consumo di 197.62 KWh/m2a. Il prezzo base è di € 175.104,00=. Custode Giudiziario è l’Istituto Vendite Giudiziarie, Via Vittorio Veneto, 4, Ripalta Cremasca,
tel. 0373/80250, e-mail [email protected] Le offerte
d’acquisto dovranno essere presentate in bollo e busta chiusa presso lo
studio del Delegato Avv. Giulia Bravi sito in Crema, Via del Ginnasio n.15,
entro le ore 12.00 dell’ultimo giorno non festivo precedente la vendita, nei
giorni dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00 (escluso sabato e
festivi), unitamente ad assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, non trasferibile intestato alla procedura esecutiva immobiliare n. 276/2011
R.G.E. ex Tribunale di Crema. Vendita con incanto: 31 marzo 2015 ore 15.00
presso lo studio del delegato avvocato Giulia Bravi in Crema, via del Ginnasio 15. Il prezzo base è di € 175.104,00=, offerte in aumento non inferiori ad €
5.000,00=. La domanda di partecipazione all’incanto, sottoscritta ed in carta da
bollo, dovrà essere depositata presso lo studio del Delegato Avv. Giulia Bravi sito
in Crema, Via del Ginnasio n.15, entro le ore 12.00 dell’ultimo giorno non festivo
precedente la vendita, nei giorni dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore
12.00 (escluso sabato e festivi) e dovrà contenere le indicazioni di cui sopra. Gli
offerenti dovranno prestare cauzione di importo pari al 10% del prezzo base con
assegno circolare, non trasferibile, intestato come sopra, che dovrà essere depositato con la domanda di partecipazione all’incanto presso lo Studio del Delegato. La relazione di stima è pubblicata sui siti Internet www.tribunaledicremona.it, www.astalegale.net, www.asteimmobili.it, www.portaleaste.com, www.
astalegale.net e www.crema.astagiudiziaria.com, unitamente all’ordinanza di
vendita e al presente avviso di vendita. La presentazione dell’offerta implica la
conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata di quanto contenuto nella
relazione peritale e nei suoi allegati, agli atti del fascicolo processuale, nonché
dell’ordinanza e dell’avviso di vendita. Ogni ulteriore informazione potrà essere richiesta dagli interessati all’Avvocato Delegato, presso il proprio studio, Tel.
0373/259128 – Fax 0373/84768 – e-mail [email protected], o presso
la Cancelleria del Tribunale di Cremona, nonché presso il Custode Giudiziario.
Crema, 13.01.2015
Avv. Giulia Bravi
TRIBUNALE DI CREMONA
Esec. Immob. n. 171/2011 R.G.E. ex Crema G.E.: Dr. B. Sieff (Dr. G. Trotta)
Estratto avviso di Vendita di Immobili
Professionista Delegato: Avv. Corrado Locatelli con studio in Crema, P.zza Istria e Dalmazia n. 20. Vendita senza incanto: 02 Aprile 2015 ore 15,00 presso lo studio del
delegato In Comune di Ricengo (CR) Via Gavazo n. 59, villetta a schiera eretta su due
piani fuori terra con box. La villetta è cosi composta: al piano terra soggiorno, cucina, disimpegno, bagno, scala di accesso al primo piano, portico, gazebo in legno ed
annessa area esterna di pertinenza ad uso giardino; al primo piano n. 3 camere da
letto, bagno e disimpegno. Il box è posto in adiacenza alla villetta. Edificio conforme
alla normativa urbanistica ed edilizia. Vi sono piccole opere soggette a rimozione
con ripristino allo stato autorizzato. Lo stato di manutenzione è buono. L’abitazione
ha una superficie commerciale di 138,00 mq., il box ha una superficie di 18,00 mq.,
il portico di 17,50 mq., il giardino di 332,00 mq.. Per una descrizione più dettagliata dell’immobile si rinvia alla perizia del Ctu incaricato Geom. Giuseppe Bertesago.
Attualmente l’immobile è occupato dalla debitrice esecutata. Classe energetica “G”.
Indice di prestazione energetica (IPE): 231,35 Kw/m2a.. Dati catastali e confini come
in atti. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta s.r.l. Prezzo base:
€. 130.000,00=. Offerta da depositare in bollo ed in busta chiusa presso lo studio
del Professionista Delegato Avv. Corrado Locatelli (si prega gli offerenti di contattare prima telefonicamente il Professionista Delegato per concordare l’appuntamento per il deposito delle offerte) in Crema (CR) P.zza Istria e Dalmazia n. 20, entro le
ore 12,00 del 01.04.2015 con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del
prezzo proposto dall’offerente intestato a “Tribunale di Cremona – Procedura
Esecutiva Immobiliare n. 171/2011 R.G.E. ex Crema” Vendita con incanto: 09
Aprile 2015 ore 15,00 presso lo studio del delegato. Prezzo base: €. 130.000,00=
con offerte in aumento non inferiori ad €. 3.000,00=. La domanda di partecipazione
all’incanto, in bollo ed in busta aperta, dovrà essere depositata presso lo studio del
Professionista Delegato Avv. Corrado Locatelli (si prega i partecipanti di contattare
prima telefonicamente il Professionista Delegato per concordare l’appuntamento
per il deposito delle domande) in Crema (CR) P.zza Istria e Dalmazia n. 20 entro le
ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare,
come sopra intestato, per cauzione di €. 13.000,00=. Maggiori informazioni: presso
il professionista delegato, Avv. Corrado Locatelli (tel. 0373 1970882), la Cancelleria
Esec. Immob. Tribunale di Cremona e l’Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta s.r.l.
(tel. 0373 80250). Ordinanza G.E., perizia ed avviso di vendita con modalità di partecipazione consultabili sui siti Internet www.portaleaste.it, www.astegiudiziarie.it,
www.tribunaledicremona.it, www.asteimmobili.it, www.astalegale.net.
Crema lì 14 gennaio 2015
Avv. Corrado Locatelli
sabato 31 gennaio 2015
27
Gli annunci di questa rubrica sono gratuiti (con foto) per le persone che festeggiano le nozze di diamante (60 anni) e più e i 95 anni e oltre. Tutte le altre ricorrenze sono a pagamento: per gli auguri,
lauree, ringraziamenti e simili, senza foto € 1,00 a parola, con foto € 35,00; per i festeggiamenti di classe € 80,00; per i matrimoni, gli anniversari di matrimonio e le quattro generazioni (con foto)
€ 55,00. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente ogni inserzione non consona alla linea del giornale. Gli annunci saranno pubblicati fino a esaurimento dello spazio disponibile.
CREMA: AUGURI NONNO MARCO!
VIDOLASCO: CHE FORZA DI RAGAZZI!
Ecco riuniti i
piccoli e grandi
fratelli Fortini.
C’è chi danza
come Gabriele,
chi gioca a calcio come Danilo
che sabato 21
febbraio compirà 7 anni, ma
ora la festa è
tutta per Edoardo e i suoi meravigliosi 2 anni
che festeggerà
mercoledì 4 febbraio!
Tanti auguri
dai nonni e dai
genitori!
28 gennaio
Caro nonno
i tuoi nipoti ti
vogliono fare i
più cari auguri per i tuoi 80
anni. Sembrerà banale, ma
ogni giorno che
passa ti vogliamo sempre più
bene!
Un abbraccio grande da
Elisa, Mattia,
Alessandro
e
tutta la famiglia.
Ringraziamento
BAGNOLO CREMASCO
I nipoti di Costa Secondo ringraziano l’Associazione Combattenti di Bagnolo Cremasco, l’Amministrazione Comunale e l’oratorio per il conferimento della Medaglia d’onore al loro caro.
MONTODINE: 1 ANNO!
Oggi, sabato 31 gennaio, Valentina
spegnerà la sua prima candelina.
Un anno è passato, grazie dell’immensa gioia che ci hai regalato.
I migliori auguri di buon compleanno
da mamma e papà.
PIERANICA: I 90 ANNI DI ZIA VINCENZINA!
Friendly
Per GIUSY AGOSTI che
martedì 3 febbraio festeggerà
il compleanno. Tanti auguri da
Eustella, Barbara, Erminia, Cristina, Michela, Francesca, Giusy,
Eugenia, Enrica, Polli, Caterina.
Per GIUSEPPE SANGALLI di Trescore Cr. che lunedì 26
gennaio ha compiuto gli anni.
Tanti auguri di buon compleanno da Eustella, Barbara, Erminia,
Cristina, Michela, Francesca,
Giusy, Eugenia, Enrica, Polli,
Caterina.
Per NICOLA ROSSONI di
Campagnola Cr. che venerdì 30
gennaio ha compiuto gli anni.
Tanti auguri di buon compleanno da Letizia, Cristina, Eugenia,
Egidia, Enrica, Giusy, Polli, Caterina.
Per Mansueto Ogliari di Trescore Cr. che lunedì 2 febbraio
compirà gli anni. Auguri di buon
compleanno da Michela, Giusy,
Francesca, Enrica.
Per GIUSY AGOSTI e
ASIA DEGLI AGOSTI che
martedì 3 febbraio compiranno gli anni. Tantissimi auguri di
buon compleanno da Letizia, Cristina, Alberto, Egidia, Giovanni,
Hermes, Fiorenza, Stefano e dalla cognata Della Giovanna.
Per MARTINA di Camisano
che venerdì 30 gennaio ha festeggiato l’onomastico e oggi sabato
31 gennaio diventa maggiorenne. Doppi auguri e un evviva
alla giovinezza e alla tua vitalità
che tu tanto bene rappresenti nel
giorno del tuo 18° compleanno
con l’augurio di ogni bene per il
tuo futuro. Mamma Aurora, papà
Renato, Nicola e Lucia.
Per CLAUDIA. 30 gennaio
2015. Quest’anno il regalo più
bello è dentro di te. Tanti auguri
di buon compleanno. Tuo marito
Matteo.
A CLAUDIA. 30/01/2015.
Mamma, papà, nonna Carla e zio
Daniele ti augurano buon compleanno e ti fanno un grande in
bocca al lupo per tutto quello che
la vita ti sta regalando. Ti vogliamo tanto bene.
Il Gruppo operativo “Mai
vinti” Sclerosi multipla presso Ospedale di Crema CERCA
VOLONTARI AUTISTI per accompagnamento malati. ☎ 334
1412608
Animali
VENDO 3 DIAMANTINI, 2
maschi e una femmina € 4 cad. ☎
0373 667359
CERCO IN REGALO
CUCCIOLO DI CANE buldog
inglese o francese. ☎ 333 2979647
Arredamento
e accessori per la casa
VENDO CASSETTIERA
con Secreter a € 90, in legno
marrone. ☎ 0373 244103
VENDO CAMERETTA
in buono stato di colore bianco
adatta per bambine o ragazze,
composta da letto singolo con
TRIBUNALE DI CREMONA
Esec. Immob. n. 112/2011 R.G.E. ex Crema (Reg. Incarichi n. 72/2014)
G.E.: Dr. G. Borella (Got Avv. N. Corini)
Estratto avviso di Vendita di Immobili
Professionista Delegato: Avv. Corrado Locatelli con studio in Crema, P.zza Istria e
Dalmazia n. 20. Vendita senza incanto: 10 Aprile 2015 ore 15,00 presso lo studio
del delegato. In Comune di Pandino (CR) Via Don Mazzolari n. 19, appartamento
posto al terzo piano, con annessa cantinola, composto da soggiorno, cucina abitabile, tre camere da letto, due bagni, ingresso e disimpegno notte e due balconi.
L’appartamento fa parte di uno stabile condominiale denominato “Bonomelli-scala
A” disposto su quattro piani fuori terra. Edificio conforme alla normativa urbanistica ed edilizia. Lo stato di manutenzione è buono. Il fabbricato ad uso abitativo ha
una superficie commerciale complessiva lorda di 117,80 mq. Per una descrizione
più dettagliata dell’immobile si rinvia alla perizia del Ctu incaricato Geom. Angelo Barbieri. Attualmente l’immobile è occupato dai familiari dell’esecutato. Classe
energetica “G”. Indice di prestazione energetica (IPE): 445,84 Kw/m2a.. Dati catastali
e confini come in atti. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta
s.r.l. Prezzo base: €. 100.000,00=. Offerta da depositare in bollo ed in busta chiusa
presso lo studio del Professionista Delegato Avv. Corrado Locatelli (si prega gli offerenti di contattare prima telefonicamente il Professionista Delegato per concordare
l’appuntamento per il deposito delle offerte) in Crema (CR) P.zza Istria e Dalmazia
n. 20, entro le ore 12,00 del 09.04.2015 con unito assegno circolare per cauzione
pari al 10% del prezzo proposto dall’offerente intestato a “Tribunale di Cremona
– Procedura Esecutiva Immobiliare n. 112/2011 R.G.E. ex Crema” Vendita con
incanto: 17 Aprile 2015 ore 15,00 presso lo studio del delegato. Prezzo base: €.
100.000,00= con offerte in aumento non inferiori ad €. 2.000,00=. La domanda
di partecipazione all’incanto, in bollo ed in busta aperta, dovrà essere depositata
presso lo studio del Professionista Delegato Avv. Corrado Locatelli (si prega i partecipanti di contattare prima telefonicamente il Professionista Delegato per concordare l’appuntamento per il deposito delle domande) in Crema (CR) P.zza Istria
e Dalmazia n. 20 entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente la vendita,
con unito assegno circolare, come sopra intestato, per cauzione di €. 10.000,00=.
Maggiori informazioni: presso il professionista delegato, Avv. Corrado Locatelli (tel.
0373 1970882), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Cremona e l’Istituto Vendite
Giudiziarie ed all’Asta s.r.l. (tel. 0373 80250). Ordinanza G.E., perizia ed avviso di vendita con modalità di partecipazione consultabili sui siti Internet www.portaleaste.
it, www.astegiudiziarie.it, www.tribunale.cremona.giustizia.it, www.asteimmobili.it,
www.astalegale.net.
Crema lì 15 gennaio 2015
Avv. Corrado Locatelli
materasso comodino armadio a
3 ante comò con specchiera, il
tutto ad euro 300 trattabili. ☎
340 2426875
VENDO 2 POLTRONE
NERE, in similpelle e acciaio
satinato, moderne + poggiapiedi
a € 90; 5 SGABELLI similpelle, rossi con schienale, base in
acciaio a € 35 tot.; LAMPADA
da tavolo, stile liberty con vetri
colorati a € 50. ☎ 0373 244103
VENDO 2 PORTE uguali
in noce con vetro, complete di
stipite, maniglie e serrature. Misure: stipite cm 89, altezza cm
213. Vendo a € 50 cad. ☎ 035
878400
VENDO LETTINO come
nuovo con cassetto retrostante
con materasso, paracolpi, piumino, lenzuolini € 65 tutto compreso. ☎ 346 2869977
VENDO DIVANO 3 posti,
divano 2 posti, TAVOLINO da
salotto con vetro, TAPPETO
da 2x1,5 metri, tutto a € 300;
FRIGORIFERO piccolo perfettamente funzionante con celletta, marca Ignis a € 70. ☎ 345
9240963
VENDO 4 SEDIE campagnole impagliate color noce in
buono stato a € 120 totale trattabili. ☎ 349 6391671
Auto, cicli e motocicli
VENDO GRAZIELLA a
€ 80. ☎ 346 8028718
VENDO 4 CERCHIONI
in ferro per auto modello Toyota 14’’ € 50; VENDO 4 CER-
CHIONI in ferro per auto modello Fiat 14’’ in buono stato a € 50.
☎ 349 1557136
VENDO BICICLETTA da
donna e BICI da uomo in buono stato a € 40 cad. ☎ 0373
667359
VENDO BICI DA DONNA
marca Isperia con cambio, cesto
anteriore e posteriore in vimini a
€ 60. ☎ 0373 31957
Lunedì 2 febbraio sarà un giorno
importante per la nostra cara zia
Vincenzina Rossi che taglierà il
prestigioso traguardo dei 90 anni.
I nipoti Giuseppina, Elda e Roberto e tutti i pronipoti augurano
alla cara zia un felice compleanno e
tanti cari auguri di salute e serenità.
Buon compleanno!
Abbigliamento
VENDO PELLICCIA
agnellino color beige tg. L a
€ 100. ☎ 347 3947548
VENDO COLLO DI MARMOTTA argentato a scialle € 50.
☎ 339 7323719 (ore pasti)
VENDO GIACCONE
uomo in vera piuma tg. Large
Skelton € 25. Vero affare!
☎ 340 8325111
Varie
VENDO CASCO fuori strada Acerbis € 60. ☎ 347
9753753
VENDO COMPLETO 3
pezzi per DANZA DEL VENTRE nuovo, mai usato a € 75,
tg. 44-46; ABITO EGIZIANO
lungo, blu chiaro per donna a €
35, tg. 42-44; ELETTROSTIMOLATORE, mai usato a € 380
nuovo, professionale. ☎ 0373
244103
VENDO DISCHI 45 GIRI:
La ragazza dell’ombrellone accanto mi guarda di Mina; Mio
TRIBUNALE DI CREMONA
Esec. Imm.re R.G.E. 21/2011 (ex Tribunale Crema) - Reg. Inc. 26/2014
G.E. dott. Benedetto Sieff
ESTRATTO DI AVVISO DI VENDITA (II esperimento)
Professionista delegato: Avv. Laura Moruzzi, con studio in Crema – via Tensini n. 4 (tel. 0373 85732, fax 0373 252682, e-mail [email protected]). Vendita senza incanto: 31 marzo 2015, ore 16.00, presso lo
studio del delegato. Lotto unico: in Comune di Crema (CR), Via Attilio Boldori n. 64, appartamento posto al primo piano composto da ingresso, soggiorno con angolo cottura, una camera, bagno e con annessa cantina al
piano cantinato. L’accesso pedonale avviene dalla via Boldori, carrale dalla
via Del Fante. Classe energetica “G”, prestazione energetica per la climatizzazione invernale 313.95 kWh/m2a e prestazione raffrescamento 27.46
kWh/m2a. PREZZO BASE euro 20.250,00 con offerte in aumento di euro
1.500,00. Offerte da depositare in bollo e in busta chiusa presso lo studio
dell’avv. Laura Moruzzi, in Crema Via Tensini n. 4, nei tre giorni antecedenti
la vendita (esclusi il sabato e i festivi), dalle ore 9.30 alle 12.00, con unito
assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, intestato alla
Procedura Esecutiva Immobiliare n. 21/2011. Vendita all’incanto: 9 aprile
2015, alle ore 16.00 sempre nello studio dell’avv. Laura Moruzzi al prezzo base di euro 20.250,00 con offerte in aumento di euro 1.500,00. La
domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovrà essere depositata presso lo studio dell’avv. Laura Moruzzi, in Crema Via
Tensini n. 4, nei tre giorni antecedenti la vendita (esclusi il sabato e i festivi),
dalle ore 9.30 alle 12.00, con allegato assegno circolare per cauzione di
euro 2.025,00, intestato come sopra. In ogni caso sui siti www.tribunale.
cremona.giustizia.it, www.astalegale.net, www.asteimmobili.it, www.portaleaste.com e www.publicomonline.it è pubblicata la relazione di stima
dell’immobile per cui è la presente procedura di vendita. La presentazione
dell’offerta implica la conoscenza integrale e l’accettazione incondizionata
di quanto contenuto nella relazione peritale e nei suoi allegati, negli atti
del fascicolo processuale, nonché nell’avviso affisso, in forma integrale,
all’Albo del Tribunale di Cremona. Sono a carico dell’aggiudicatario le spese, i diritti e le competenze successive alla vendita, ai sensi dell’art. 179 bis
disp. att. cod. proc. civ. e dell’art. 7 D.M. 25 maggio 1999 n. 313.
Crema, 16 gennaio 2015
(avv. Laura Moruzzi)
fratello è figlio unico di Rino
Gaetano; Fantastic Fly dei Pooh;
Yesterday the night before dei Beatles a € 25 cad. ☎ 335 8382744
VENDO QUADRO di Tullio
Bacchetta (pittore cremasco del
1892) 30x25 cm su tavola datato
1935 a € 140. ☎ 0363 908948
VENDO SCIVOLO della
Chicco a 5 gradini a € 50. ☎
392 6472374
VENDO TRITURARAMI
nuovo 2.500 watt di potenza €
70. ☎ 0373 667359
VENDO PESA ELETTRONICA Chicco a € 30. ☎
346 2869977
VENDO Q. 20 DI LEGNA
da ardere già stagionata, per pizzerie e privati a € 14 al quintale.
☎ 338 1649737
VENDO PIASTRA PER
CAPELLI temperatura regolabile, placche in ceramica € 20.
☎ 340 0096082
Collezionista
compra,
scambia MODELLINI DI
AUTO in scala 1:43 in metallo
(anche obsolete), MODELLINI
DI TRENI in H:0 e vari kit di
montaggio. ☎ 339 4145719
Causa doppio regalo VENDO CORNICE DIGITALE
(Trevi) led display 8’’ a € 40. ☎
345 8727493
VENDO MACCHINA DA
CAFFÈ Saeco Armony funzionante con cialde. ☎ 340 8325111
Oggetti smarriti/ritrovati
Domenica 25 gennaio
SMARRITO ORECCHINO in
Crema centro. Valore affettivo.
Chiunque lo trovasse è pregato
di chiamare ☎ 338 5846751
Martedì 27 gennaio, in
Crema zona centrale, sono stati
SMARRITI OCCHIALI da vista nella custodia. Chi li avesse
ritrovati è pregato di contattare
il n. 0373 256066
TROVATO IN CREMA
DOCUMENTO di S. Fausto
classe 1994. ☎ 329 0803216
(ore 20)
TRIBUNALE DI CREMONA
Esec. Civ. n. 94/2011 G.E. dott. Borella
ESTRATTO AVVISO DI VENDITA - III Esperimento
Professionista delegato: avv. Simone Benelli, con studio in Crema (CR), v. Crispi, 5. Vendita senza incanto: 15.04.2015 ore 15,30, presso lo studio del
delegato. Lotto unico: in Comune di Casaletto di Sopra (CR), v. don Albino
dall’Olmo, 1, villetta a schiera, facente parte di un complesso immobiliare
composta da cinque unità, composta di due piani così costituita: al piano
terra soggiorno, cucina, bagno, disimpegno e autorimessa; al piano primo n.
3 camere da letto, bagno, disimpegno, balcone. Inerisce all’esterno un giardino distribuito su tre lati. Dati catastali e confini come in atti. La condizione del compendio risultano conformi agli elaborati progettuali agli atti del
Comune; la scheda catastale dell’unità abitativa risulta invece non conforme
(corretta la numerazione, ma non la scheda) essendo state presumibilmente
invertite le schede delle due unità abitative di testa. Risulta in essere un contratto di locazione registrato presso l’Agenzia delle Entrate di Crema al n. 886,
serie, 3 in data 20 marzo 2013 e quindi successivamente sia alla data di notifica che a quella di trascrizione del pignoramento. Il decreto di trasferimento
costituirà titolo per il rilascio. Immobile abitativo in classe energetica “G” e
indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale pari a 264,93
kWh/m2a. Custode giudiziario: IVGA S.r.l. (Ripalta Cremasca, v. Vittorio Veneto, 4, tel. 0373.80250). PREZZO BASE: euro 78.750,00. Offerte da depositare
in bollo e in busta chiusa presso lo studio dell’Avv. Simone Benelli, in Crema
(CR), via Crispi, 5, non oltre le ore 12,00 del 14.04.2015, con unito assegno
circolare N.T. per cauzione pari al 10% del prezzo offerto, intestato a “Proc. Es.
Immob. n. 94/2011 R.G.E. – Trib. Crema”. Vendita all’incanto: 22.04.2015 ore
15,00, presso lo studio dell’avv. Simone Benelli al PREZZO DI BASE di euro
78.750,00 con offerte in aumento non inferiori a euro 2.000,00. La domanda
di partecipazione all’incanto, in bollo, dovrà essere depositata nello studio
dell’Avv. Simone Benelli, in Crema (CR), via Crispi, 5, non oltre le ore 12,00
del giorno 21.04.2015, con unito assegno circolare N.T. per cauzione di euro
7.875,00, intestato come sopra. Per maggiori informazioni: avv. Simone Benelli (tel. 0373.251049); Custode giudiziario (anche per visionare l’immobile);
Cancelleria esec. immob. Cremona. Relazione e avviso di vendita per esteso
consultabili in Cancelleria e sui siti www.astalegale.it, www.asteimmobili.it.it,
www.portaleaste.it e www.tribunaledicremaon.it. La presentazione dell’offerta implica la conoscenza e l’accettazione degli atti della procedura.
Avv. Simone Benelli
28 sabato 31 gennaio 2015
GIORNO DELLA MEMORIA
DUE GLI
SPETTACOLI
PROPOSTI IN
SETTIMANA PER
CELEBRARE IL
GIORNO
DELLA MEMORIA
A 70 ANNI
DALLA
LIBERAZIONE
DI AUSCHWITZ
Anche il teatro si
ricorda la Shoah
di MARA ZANOTTI
A
nche il teatro sa parlare il linguaggio della storia, dell’impegno civile,
della consepevolezza. Al di là dei generi più accattivanti (musica,
cabaret, danza...) a teatro si può – si deve – andare anche per ‘imparare’,
per apprendere e ricordare. Con queste intenzioni ieri mattina, durante la
settimana di celebrazioni per il Giorno della Memoria, gli studenti hanno
potuto assistere in San Domenico allo spettacolo Vuoti a perdere (replicato
anche alle 14.30, proposta portata in scena dalla Compagnia Centrale
Produzioni nell’ambito del calendario eventi didattico-educativo, pensato
per le scuole di Crema) con testi di Laura Forti, per la regia di Teo Paoli,
musiche originali di Teo Paoli ed Enrico Fink; gli interpreti: Enrico Fink,
Lavinia Rosso, Silvia Baccianti, Alessandro Mazzoni.
Il titolo è emblematico. Ripreso da una lettera di un forno locale, in
cui si chiedeva il pagamento del pane fornito aun campo di sterminio
e ai treni su cui viaggiavano i deportati. Scritta che era presente anche
sui sacchi che contenevano appunto il pane, definiti “vuoti a perdere”
poiché non sarebbero più tornati, esattamente come quelle persone che
da lì partivano per i campi. “Questa rappresentazione teatrale, – spiega
l’assessore alla Cultura Paola Vailati – si svolge in occasione dei Giorni
della Memoria, per ricordare l’orrore della Shoah, e racconta del campo nazi-fascista di Fossoli, punto di raccolta e smistamento dei deportati
italiani. Volevamo che fosse la rappresentazione teatrale il momento, il
luogo, l’occasione per parlare ai nostri ragazzi di un periodo orribile della
nostra storia”. Vagano i protagonisti sul palco, non sanno ancora cosa gli
accadrà, non conoscono il loro destino: “Ma molti ebrei – viene narrato
– non fuggirono, non si nascosero, alcuni persino si consegnarono perché
loro erano cittadini per bene e rispettavano le leggi. Fossoli, per alcuni
mesi fu semplice campo di prigionia, dal gennaio 1944 fu di transito, per
essere caricati e deportati verso la Germania. Le storie di ognuno, i ricordi, la disperazione, i tentativi di essere rilasciati: uomini, donne bambini,
anche quelli ancora nella pancia della mamma, anziani... tutti a Fossoli
attesero la fine... Lo spettacolo è ben costruito, non con toni drammatici,
ma tutto fa comprendere.
“Da questo campo di transito, costruito e gestito da italiani nel 1942,
e poi anche dai tedeschi, – chiarisce la prof.ssa Graziella della Giovanna,
presidente del Comitato per la valorizzazione dei princìpi della Costituzione italiana – sono partiti circa settemila fra ebrei e prigionieri politici e
militari, verso i campi di sterminio. Fra questi, nel 1944, lo stesso Primo
Levi, che racconta la sua esperienza a Fossoli nel libro Se questo è un uomo.
Oggi di questo campo che si trova a Carpi (Modena), rimane solo uno
spiazzo abbandonato”. Dentro il campo sono transitati anche i famigliari
di Enrico Fink, marito dell’autrice dei testi, Laura Forti. “La struttura
di questo bellissimo spettacolo – spiega l’assessore Vailati – è formata
da ‘piccoli quadri’ dentro il campo, dove le persone si rapportano fra di
loro. Un racconto fatto di frammenti, che prende vita attraverso la voce
degli attori, il video, la musica dal vivo. I ragazzi sono il nostro pubblico
principale – conclude Vailati –. La memoria deve restare viva. La storia
ci insegna che gli abomini si ripetono: basta pensare ai nostri giorni, alle
epurazioni etniche, ai recentissimi fatti di terrorismo spietato”.
In settimana il teatro ha offerto un’altra occasione di crescita e approfondimento: mercoledì 28 mattina, all’interno della rassegna Junior si è
svolto Solo neve di Giorgio Putzolu con la compagnia Teatrale Instabile:
hanno partecipato alunni di moltissime scuole di Crema per una fascia di
età tra i 10 e i 14 anni. San Zeno, piccolo paese ai bordi di una grande città
del centro Italia, 1938. Il fascismo in Italia, e il nazismo in Germania hanno ormai spento la luce del pensiero, della ragione, della libertà individuale. Hanno interrotto, drammaticamente, il cammino che l’umanità aveva
iniziato nella metà del Settecento con l’Illuminismo, facendola ripiombare velocemente nel buio della paura e della tirannide. In Italia le leggi
razziali, al contrario della Germania, non sono ancora state emanate, e
San Zeno è un piccolo paese, tutti si conoscono, si frequentano, ognuno
ha bisogno dell’altro... ma le cose stanno per cambiare, nella storia e nel
cuore delle persone...
M
ostre e concerti preparati
dal “lavoro di squadra” di
alunni e docenti: è l’open day del
liceo linguistico “W. Shakespeare”, proposto nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 gennaio,
non solo per presentare il percorso formativo dell’istituto di via
del Macello, ma anche per offrire
alla città di Crema l’opportunità
di assistere ai frutti del metodo a
cui la scuola si ispira.
A dare il benvenuto ai visitatori, la preside prof.ssa Lorena
Ghilardi che ha accompagnato
genitori e alunni delle scuole
medie inferiori lungo le attività
allestite, in aula informatica, nelle classi dotate di lavagne LIM,
nell’aula studio aperta al pomeriggio e nel laboratorio scientifico. Al termine del tour, per i
neo-primini, che si fossero subito
iscritti nella futura classe prima,
è stata assicurata una gita scolastica in omaggio. Offerta che
continuerà anche in occasione
degli stage di oggi sabato 31 gennaio. Allo “Shakespeare” l’accoglienza è sempre stata la virtù
che contraddistingue l’istituto,
ma “la vera marcia in più” che
può offrire questo liceo è certo
la sua missione educativa, eredi-
Un momento dello spettacolo
“Vuoti a perdere” e
il numeroso pubblico
di studenti che lo ha seguito
venerdì mattina in teatro
ISTITUTO CREMA 2: Memoria protagonista
A
nche quest’anno all’Istituto Comprensivo Crema 2 sono stati
organizzati vari momenti di celebrazione della Giornata della Memoria: incontro con il testimone Emo Bargellini alla Scuola
Primaria di Capergnanica e Ombriano (nella fotografia), incontro con Gianfranco Bruschi alla Scuola Secondaria di I grado di
Ombriano, partecipazione degli alunni della Scuola Secondaria
di Ombriano al Teatro San Domenico alla rappresentazione Solo
neve nella mattinata del 28 gennaio, visione di vari film, tra cui Belle e Sébastien e Tirnanog, alla Scuola Primaria di Ombriano e Sabbioni, analisi di documenti e di video accuratamente selezionati,
produzione di lavori grafici e di commenti elaborati dai bambini/
ragazzi oltre al minuto di silenzio che verrà fatto osservare in tutte
le classi di tutti gli ordini di scuola il 27 gennaio alle ore 12.
Il Giorno della Memoria, tradizionalmente vede tutti, insegnanti e alunni, esercitare la funzione del ricordo storico in maniera partecipata e condivisa. Ogni anno è un evento di grande
pathos, di consapevolezza storica e di crescita civile, che un Istituto come il Crema II considera irrinunciabile. “Forse non farò
cose importanti, ma la storia è fatta di piccoli gesti anonimi, forse
domani morirò, magari prima di quel tedesco, ma tutte le cose
che farò prima di morire e la mia morte stessa saranno pezzetti
di storia, e tutti i pensieri che sto facendo adesso influiscono sulla
mia storia di domani, sulla storia di domani del genere umano”
(Italo Calvino, Il sentiero dei nidi di ragno).
Prof. Pietro Bacecchi
Dirigente Scolastico
Istituto Comprensivo Crema 2
LICEO LINGUISTICO W. SHAKESPEARE
IO Robot: gara internazionale
P
aola Vailati, assessore alle Politiche Giovanili, sorrideva soddisfatta mercoledì pomeriggio alla presentazione dell’evento
Io robot dell’omonima associazione: “Crema ha puntato sul gioco,
come momento di relazione e di crescita condivisa in modo sano e
stimolante, siamo davvero orgogliosi di questo evento; con Io Robot
stiamo infatti collaborando da alcuni anni con la manifestazione
Insula dei Bambini”. È quindi intervenuta l’insegnante Donatella
Tacca che, affiancata dal collega Luca Pellegrino, ha illustrato l’occasione che Io robot vivrà: “Si tratta della partecipazione alla gara
internazionale di robotica FLL (First Lego League) di domenica 1°
gennaio a Rovereto, al concorso mondiale per qualificazioni successive di scienza e robotica a squadre di ragazzi tra i 9 e i 16 anni. La
nostra è l’unica in provincia di Cremona che vi prenderà parte con
i robot autonomi realizzati e che sono riusciti ad applicare a problemi reali”. È quindi seguita una simpatica dimostrazione dei robot
che parteciperanno, sia pur limitatamente visto il contesto: stupore per tanta tecnica così ben congeniata; complimenti ai ragazzi e
all’intero team di Io robot
robot, progetto rivolto a tutte le età che basa la
sua attività su un processo cognitivo d’apprendimento dei bambini
che punta alla curiosità. Proprio per questo la filosofia è quella di
insegnare qualcosa stimolando la curiosità naturalmente presente
in ogni bambino. Tre i cardini fondamentali: Learning by Doing;
Metodo Didattico Sperimentale; Imparare Giocando: per saperne
di più e conoscere i loro corsi www.iorobot.it. Per ora tifiamo per
il team cremasco che domani possa dimostrare tutto il suo valore!
Mara Zanotti
CONVEGNO: per una scuola inclusiva
Molto bene l’open day
del 24 e 25 gennaio!
tata dall’esperienza del sacerdote
milanese, mons. Luigi Giussani.
“Non sono qui – recita una frase
del don Gius, postata sul nuovo
sito Internet dell’istituto – perché riteniate come vostre le idee
che io vi do, ma per insegnarvi
un metodo vero per giudicare le
cose che vi dirò. E le cose che io
vi dirò sono un’esperienza che
è l’esito di un lungo passato di
duemila anni.” I frutti di questo
metodo sono stati ben visibili per
tutto l’Open Day. Ne sono state
una testimonianza la mostra dedicata al metodo scientifico dove,
attraverso esperimenti di fisica e
di chimica, gli alunni dimostravano quanto la meraviglia sia
una componente fondamentale
della scienza. La mostra storica
GIORNATA APERTA
ANCHE OGGI
SABATO
31 GENNAIO
Uomini nella Grande Guerra, sulla
Prima Guerra Mondiale e sui numerosi poeti, artisti e intellettuali
che vi presero parte, è stata invece
incentrata sull’umanità di persone che non si arresero all’inferno
delle trincee: non è mancato uno
sguardo sul presente, attraverso
la visione di un video sugli scenari di guerra del 2015, costruito
dagli alunni della classe quinta.
A colorare di stupore l’open day
P
sono stati i brani interpretati dal
coro dello “Shakespeare”, che
ha aperto il suo nuovo tour We
fall in love in mysterious ways, con
un concerto incentrato sul tema
dell’amore. Nelle giornate aperte
dello “Shakespeare” non è mancata la Messa domenicale, proposta ad alunni, amici e genitori,
celebrata nell’aula magna dell’istituto dal prof. di Religione, don
Cesare Beltrami.
artecipatissimo convegno, giovedì pomeriggio, presso una
gremita sala Alessandrini. Su invito e organizzazione del dirigente scolastico Pietro Bacecchi del Circolo Crema 2 e del Cts,
insegnanti, assistenti sociali, medici, educatori, terapisti e operatori scolastici e sanitari si sono ritrovati per assistere alle relazioni
di Davide Moscone e David Vagni, rispettivamente presidente
e vice nazionali di Spazio Asperger Onlus. Argomento della
giornata formativa Disegnare una scuola inclusiva per accogliere chi
apprende diversamente. Focus sulla sindrome di Asperger (conosciuta
come SA, è considerata un disturbo pervasivo dello sviluppo, imparentata con l’autismo e comunemente considerata una forma
dello spettro autistico “ad alto funzionamento”).
Un’opportunità formativa notevole, gratuita, che i docenti non
si sono fatti scappare. S’è parlato di autismo, di neurodiversità,
del protocollo del “sesto senso” di Carol Gray per capire come
includere la diversità percettiva e sociale nella scuola. I qualificati relatori hanno chiarito anche come esplorare i sentimenti in
classe per una regolazione emotiva e un’educazione congnitivoaffettiva a vantaggio di tutti gli studenti.
29
SABATO 31 GENNAIO 2015
Caffè
Letterario
e FATF
Rete Bibliotecaria Cremonese
in pericolo... ci si fa sentire!
di MARA ZANOTTI
“Invasioni
rivoltane”
alla Pro Loco
P
ubblichiamo volentieri e con piena solidarietà le preoccupazione dei
Bibliotecari della Rete Cremonese che rischiano di ridurre in maniera drastica servizi, qualità e a volte presenze delle biblioteche stesse, che in
realtà funzionano benissimo, sono molto frequentate e sono un presidio culturale essenziale nei nostri sia piccoli che grandi Paesi.
È
una serata rigorosamente
under 25 quella che il Caffé
Letterario ha organizzato per
lunedì 9 febbraio al teatro San
Domenico: tutti giovanissimi i
protagonisti. L’autore: Antonio
Dikele Distefano, 23enne self
(nella foto) publisher diventato
tanto famoso che il suo libro
Fuori piove, dentro pure, passo a
prenderti?, dopo aver conquistato
il popolo dei giovanissimi lettori,
viene ora pubblicato da Mondadori. L’intervistatore: Giorgio
Ghiotti, romano 21enne, finalista al Campiello Giovani nel
2011 e nel 2012, autore del fortunato libro Dio giocava a pallone
(Nottetempo) e presidente della
giuria del V concorso letterario
Nutrire il corpo, nutrire l’anima
indetto dal Franco Agostino
Teatro Festival in collaborazione con il Comitato Soci Coop
di Crema e dello stesso Caffé
Letterario. Ecco i finalisti del
concorso letterario del quale durante la serata verranno decretati
i vincitori: per la sezione Under
14 Rosa Fiorentini con il racconto Nutrirsi di sogni, nutrirsi di vita,
Andrea Sangiovanni con Tre corpi che nutrirono l’anima e Jacopo
Semenzato con La vita non una
guerra; per la sezione ‘Scrittori
in erba (delle scuole medie superiori) Alessia Galimberti con
Africa, Michele Maestroni con
C6: la mensa dei maggiori cibi della
Terra, Leonardo Provana con La
cucina dell’anima e Melania Vecchi con L’incontro di Pommy con
A’. La coordinatrice della serata:
Valentina Cipriani, 23enne volontaria del FATF.
La Rete Bibliotecaria Cremonese sta vivendo un momento di
grave crisi. I tagli ai trasferimenti della Regione Lombardia e la
legge di riordino delle Province rischiano di avere ripercussioni disastrose.
La Provincia di Cremona deve, in breve tempo, decidere quali servizi mantenere e quali no. In sostanza deve decidere a cosa
destinare le minori risorse disponibili. C’è il serio rischio che la
Rete Bibliotecaria Cremonese non venga considerata prioritaria e,
quindi, non venga più finanziata. In tale ipotesi, le sole quote di
adesione dei Comuni non saranno sufficienti a garantire il mantenimento degli attuali servizi. Si dovrà, quindi, pensare alla riduzione – o addirittura alla soppressione – di alcuni servizi essenziali,
portando seri disagi a chi frequenta le Biblioteche. In particolare:
il prestito interbibliotecario sarà garantito solo fino a fine febbraio
2015. Oltre questa data, rischia di non esserci più la possibilità di
avere libri in prestito da altre biblioteche. Nel 2014 senza prestito
interbibliotecario 50.000 cittadini sarebbero andati a casa a mani
vuote! Alcune Biblioteche (Agnadello, Vailate, Casaletto Vaprio,
Palazzo Pignano, Genivolta, Credera Rubbiano, Salvirola e, in
parte, Rivolta d‘Adda), la cui apertura viene gestita dalla Rete Bibliotecaria Cremonese, potranno subire pesanti ridimensionamenti
o i Comuni dovranno farsi carico della loro gestione.
L‘Ufficio Biblioteche della Provincia di Cremona, a causa
dell’obbligo di ridurre del 50% la spesa del personale, rischia di
perdere i collaboratori che da anni si occupano con passione e
competenza della RBC.
Non si potrà garantire la disponibilità delle risorse digitali presenti su MediaLibraryOnLine (edicola, e-book ecc.). Torneremmo
indietro di 5 anni, almeno!
L‘inserimento delle novità acquistate nelle biblioteche, nel catalogo online della Rete Bibliotecaria (opac.provincia.cremona.it)
potrà essere garantito solo fino a marzo 2015. I cittadini non potranno più prenotare comodamente da casa i libri ed essere avvisati
con sms quando saranno arrivati in Biblioteca!
Non si potranno garantire le aperture straordinarie (serali, domenicali, estive). Saranno sospese alcune attività della Rete Bibliotecaria che hanno, in questi anni, garantito un aumento della qualità dei servizi offerti e reso significativa l’esistenza della rete stessa:
acquisto di libri di qualità per bambini e ragazzi, la formazione di
bibliotecari e il supporto al personale, la promozione di MediaLibraryOnLine e tutte quelle azioni di sviluppo dei servizi che fanno
della RBC un’eccellenza lombarda!
La Rete Bibliotecaria è una struttura essenziale per il nostro territorio. In questi anni ha saputo garantire servizi di qualità e lo ha
fatto con grande efficienza.
Non sostenere la rete, nascondendosi dietro la garanzia dei suoi
servizi di base è affossare l’accesso all’informazione per tutti e
quindi la Democrazia e la crescita civile dei cittadini! Non possiamo permettere che questo accada!
Abbiamo quindi creato in Facebook una comunità di sostegno
alla rete (Io sostengo la Rete Bibliotecaria Cremonese). Dateci una
mano a sostenerla: costa poco e fa crescere tutti!
I bibliotecari della RBC
La Biblioteca di Crema e i suoi mille ‘servizi’
In questo preoccupante contesto il presidente della Provincia Carlo Vezzini e il presidente della Rete Bibliotecaria provinciale Pierguido Asinari si sono incontrati per analizzare lo stato dell’arte della
Rete stessa in vista anche delle future dinamiche e indirizzi regionali
relativamente a funzioni delegate, risorse finanziarie collegate e personale. Nel corso dell’incontro è emersa una forte volontà politica di
sostenere la Rete, valutando ogni soluzione possibile che permetta
di mantenere senza soluzione di continuità i servizi erogati nei 106
comuni aderenti.
I presidenti non nascondono la difficile situazione odierna che è
fortemente condizionata dalle previsioni della Legge di stabilità relativa alla struttura organizzativa delle Province e dalla mancanza
di certezze da parte di Regione Lombardia per i trasferimenti economici. “È prevista a breve – ha commentato il presidente Asinari
– la convocazione dell’Assemblea dei Sindaci al fine di informare
correttamente sull’evoluzione di tale situazione, valutando possibili
proposte e presentando alcune soluzioni operative”.
“Ho particolarmente a cuore il futuro della Rete Bibliotecaria
provinciale – ha precisato il presidente Vezzini – consapevole della
difficile situazione economica in cui versa la PA. Insieme al presidente Asinari stiamo valutando le possibili situazioni concrete per
proseguire nell’erogazione di tali servizi, fondamentali per le nostre
comunità”.
Abbiamo intervistato anche Francesca Moruzzi coordinatrice
della Rete Interbibliotecaria e responsabile della Sezione Cultura del
Comune di Crema che ha dichiarato: “Sia il presidente della Rete
Bibliotecaria cremonese Asinari, sindaco di San Giovanni in Croce sia il presidente della Provincia Vezzini si stanno frequentemente
incontrando e questo evidenzia la convinta attenzione nei confronti
del nostro servizio. Dal punto di vista tecnico – prosegue Moruzzi –
noi stiamo lavorando per garantire la non sospensione dei servizi di
base come il prestito interbibliotecario e ci stiamo organizzando per
assicurarne altri anche se la situazione è ancora in piena evoluzione.
ma contiamo che con il sostegno delle amministrazioni, che credono
molto nella Rete questa continuerà a erogare i propri servizi”.
E in qualità di utenti non si può che sperare che la soluzione si
risolva postivamente e che gli eventuali tagli regionali siano contenuti
e non vadano a ledere in alcun modo la qualità del servizio bibliotecario al quale migliaia di cittadini, per lo più lombardi dunque, si
affida trovando risorse, risposte, materiale, spazi e grandi opportunità
di crescita culturale e sociale.
M. Zanotti
VIAGGIO AD AVILA
NEL V CENTENARIO DELLA NASCITA DI S. TERESA
13 - 17 APRILE 2015
Il 2015 è il quinto centenario della nascita di Santa Teresa D’Avila (28 marzo 1515
- 15 ottobre 1582), la grande mistica spagnola, riformatrice dell’ordine carmelitano sulla scia del Concilio di Trento, coadiuvata da san Giovanni della Croce.
IN COLLABORAZIONE CON SPORTING B&B TRAVEL SERVICE
COSTO DEL PELLEGRINAGGIO: € 950,00 (acconto di € 300)
LA CURIA (apertura dalle 9 alle 12.30, escluso il sabato), LE SINGOLE PARROCCHIE,
IL NUOVO TORRAZZO (orari d’ufficio: 8.30-12-30/14.00-17.30)
AFFRETTATEVI: ULTIMI GIORNI PER ISCRIVERVI
UN GIORNO a LOURDES
con il vescovo OSCAR
GIOVEDÌ 19 MARZO 2015
Il 19 marzo 2005, festa di San Giuseppe il vescovo Oscar ha fatto il suo ingresso nella
nostra diocesi di Crema. A dieci anni esatti da quel giorno, oltre alle altre celebrazioni che verranno organizzate, la diocesi vuol raccogliersi in preghiera alla grotta della
Madonna di Lourdes (della quale mons. Cantoni è molto devoto) per ringraziare e pregare insieme la Vergine Maria, invocando Grazie per il Vescovo e la diocesi intera. Il
pellegrinaggio sarà di un solo giorno e verrà ovviamente guidato dal vescovo Oscar.
Partecipate numerosi!
INIZIATIVA IN COLLABORAZIONE CON ITERDEI E BREVIVET
COSTO DEL PELLEGRINAGGIO: € 350,00 (acconto di € 100,00)
CURIA (apertura dalle 9 alle 12.30, escluso il sabato), SINGOLE PARROCCHIE,
IL NUOVO TORRAZZO (orari d’ufficio: 8.30-12-30/14.00-17.30)
I
naugurata mercoledì mattina
la nuova mostra alla Pro Loco
di Crema: si tratta dell’esposizione collettiva di alcuni amici
pittori che, essendo tutti di Rivolta D’Adda, hanno intitolato
simpaticamente la mostra Invasioni Rivoltane. All’inaugurazione la presidente della Pro Loco
Elena Moretti ha ringraziato
gli espositori per avere scelto
gli spazi della Pro Loco Crema
per la loro bella collettiva che
presenta opere realizzate in diversi stili che possono soddisfare
più gusti. Dando un’occhiata ai
quadri presenti, di diverse dimensioni, si notano infatti più
stili e originali soggetti: dalla
naturalistica più tradizionale a
quella più creativa, da paesaggi
delle nostre zone molto affascinanti, perché segnati dalle stagioni a incursioni nelle città o
in ambientazioni straniere, dalla
giungla ai paradisi tropicali.
Una mostra da visitare e da
scoprire che, come ha dichiarato il presidente onorario della
Pro loco Luigi Ferrigno “Dà
l’opportunità di scoprire artisti
altrimenti poco noti che della
pittura hanno fatto non la loro
professione ma la loro autentica
passione”.
Ecco dunque i nomi dei pittori: Wilmer Pandini, Gianfranco Mellini, Michele Oggionni,
Daniele Moroni, Aldo Brunetti
e Nico De Sanctis: una mostra
davvero gradevole che rimarrà
aperta fino a domani, domenica
1° febbraio, con i seguenti orari:
10-12 e 15-18.
Mara Zanotti
ALGHISI
RREDAMENTI
VENDITA
PROMOZIONALE
fino al 31 gennaio
SUI MOBILI
IN ESPOSIZIONE
DOMENICA APERTI SU APPUNTAMENTO
Via Bagnolo, 1 - Tel. 0373 791234
26010 VAIANO CREMASCO (CR)
www.arredamentialghisi.it
- DENTIERE -
RIPARAZIONI - MANUTENZIONI
E MODIFICHE
- Pulitura e Lucidatura Gratis RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
- GIORDANO RAFFAELE -
CREMA - p.zza C. Manziana, 16 (zona S. Carlo)
- Telefonare al 0373/202722. Cell. 339 5969024 -
à
AUGURI A PAP
E MAMME ASPETTIAMO LE VOSTRE FOTO
PER IL 19 MARZO E IL 10 MAGGIO
Inviateci le foto di papà e mamma con i vostri auguri... verranno
pubblicate in pagine speciali e sul sito (in uno spazio apposito)!
- Le fotografie potranno ritrarre rispettivamente il papà o la
mamma singolarmente o con i figli.
- Nel caso siano ritratti minori, è necessaria una liberatoria firmata da entrambi i genitori (il modulo della liberatoria è rintracciabile nei nostri uffici di via Goldaniga 2/A Crema, o scaricabile
dal sito del Nuovo Torrazzo, www.ilnuovotorrazzo.it).
- Ogni singola fotografia dovrà essere corredata con nome e
cognome della mamma o del papà e con una frase augurale di
non più di 20 parole.
30 Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione
sabato
31
domenica 1 lunedì 2
martedì 3 mercoledì 4 giovedì 5
venerdì 6
TV
TG1 ore 7-9-13.30-17-20-0.30
8.25 Unomattina in famiglia. Conten
10.30 Buongiorno benessere. Rb
11.05 Linea Verde Orizzonti. Rb
12.00 Sabato con "La prova del cuoco"
14.30 Linea Bianca. Rb
16.05 Legàmi. Telenovela
17.15 A sua immagine. Rb religiosa
17.45 Passaggio a Nord-Ovest. Docum
18.50 L'eredità. Gioco
20.35 Affari tuoi.. Speciale. Gioco
23.10 Canzone - Elisa - "L'anima vola"
0.15 S'è fatta notte. Rb
TG1 ore 7-8-9-13.30-16.30-20 e nella notte
6.30 Unomattina in famiglia. Conten
9.45 Dreams Road 2014. Docum
10.30 A sua immagine. Rb religiosa
10,55 Santa Messa da Salice Salentino
12.20 Linea Verde. Rb
14.00 L'Arena. Talk show
16.35 Domenica in. Contentore
18.50 L'eredità. Gioco
20.35 Affari tuoi. Gioco
21.30 Braccialetti rossi. Serie Tv
23.30 Speciale Tg1. Settimanale
01.00 Applausi. Teatro e arte
TG1 ore 6.30-7-8-9-10-13.30-17-20-0.50
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
11.10 A conti fatti. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.05 Dolci dopo il Tiggì. Rb
14.40 Torto o ragione?. Talk show
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.15 Con il sole negli occhi. Film
23.25 Porta a porta. Talk show
1.35 Sottovoce. Rb
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
11.10 A conti fatti. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.05 Dolci dopo il Tiggì. Rb
14.40 Torto o ragione? Talk show
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Roma-Fiorentina. Calcio
23.10 Porta a porta. Talk show
1.20 Sottovoce. Rb
2.20 Il musichiere. Varietà
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
11.10 A conti fatti. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.05 Dolci dopo il Tiggì. Rb
14.40 Torto o ragione?. Talk show
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Napoli-Inter. Calcio Coppa Italia
23.10 Porta a porta. Talk show
1.20 Sottovoce. Rb
2.20 Biblioteca di studio uno.
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-1.00
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
11.10 A conti fatti. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.05 Dolci dopo il Tiggì. Rb
14.40 Torto o ragione?. Talk show
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.15 Un passo dal cielo 3. Serie Tv
23.30 Porta a porta. Talk show
1.40 Cinematografo. Speciale
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.55
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
11.10 A conti fatti. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.05 Dolci dopo il Tiggì. Rb
14.40 Torto o ragione?. Talk show
16.00 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.15 Forte forte forte. Talent show
23.45 Tg7. Rb
1.25 Cinematografo. Rb
TG2 ore 13-18-20.30-23.30
10.00 Documentario
10.45 Cronache animali. Rb
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten
13.25 Dribbling. Rb sportiva
14.00 Detto fatto sabato. Contenitore
15.45 Marvel Agents of SHIELD. Tel
17.10 Sereno variabile. Rb
18.50 Sea Patrol. Tel
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.05 Castle. Tel
21.50 Elementary. Tel
23.00 Sabato sprint. Rb sportiva
TG2 ore 13-17.05-20.30-1.00
8.05 Delitti in paradiso. Tel
10.00 Il grande squalo bianco. Doc
10.45 Cronache animali. Rb
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten
13.45 Quelli che aspettano. Talk show
15.30 Quelli che il calcio. Talk show
17.10 Stadio sprint. Rb sportiva
18.10 90° minuto. Rb sportiva
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 NCIS. Tel
21.45 NCIS–Los Angeles. Tel
22.40 La domenica sportiva. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.10
8.30 Il tocco di un angelo. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Ghost Whisperer. Tel
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.50 Blue Bloods. Tel
21.00 Lol :.) Sketch comici
21.10 Boss in incognito. Reality show
22.40 Blue Bloods. Tel
23.45 13. Film poliziesco
TG2 ore 13-18-15-20.30-23.25
8.30 Il tocco di un angelo. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Ghost Whisperer. Tel
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.50 Blue Bloods. Tel
19.40 NCIS. Tel
21.00 Lol :.) Sketch comici
21.10 Unici. Spec. musica Pino Daniele
23.15 Next-Economia e futuro. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.05
8.30 Il tocco di un angelo. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Ghost Whisperer. Tel
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.50 Blue Bloods. Telefilm
19.40 NCIS. Tel
21.00 Lol :.) Sketch comici
21.10 Resurrection. Serie Tv
22.45 Blue Bloods. Telefilm
TG2 ore 13-18.15-20.30-0.10
8.30 Il tocco di un angelo. Tel
10.05 Rubriche varie
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Ghost whisperer. Tel
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.50 Blue Bloods. Tel
19.40 NCIS. Tel
21.00 Lol :.) Sketch comici
21.10 Virus. Talk show
0.05 Obiettivo pianeta. Doc
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.25
8.30 Il tocco di un angelo. Tel
10.00 Rubriche varie
11.00 I fatti vostri. Contenitore
13.50 Tg2 Sì Viaggiare. Rb
14.00 Detto fatto. Contenitore
16.15 Ghost whisperer. Tel
18.50 Blue Bloods. Tel
19.40 NCIS. Tel
21.00 Lol :.) Sketch comici
21.10 The Blacklist. Tel
23.50 Troppo giusti. Magazine
1.50 Sci. Da VAil-Beaver Creek
TG3 (+TG Regione) ore 12-14-19-23.35
7.55 La signora del West. Tel
8.45 Due lettere anonime. Film
10.10 Ai confini della realtà. Tel
11.00 Rubriche varie
12.55 Ambiente Italia. Attualità
14.55 Tv Talk. Talk show
16.30 Presa Diretta. Inchieste (R)
18.05 Squadra Speciale Vienna. Tel
20.10 Che fuori tempo che fa. Talk
21.30 Anteprima "Gomorra"
22.00 Gomorra–La Serie. Serie Tv
24.00 Stelle nere. Documenti
TG3-TG Regione ore 12-14-19-23.35-0.50
7,20 Ai confini dell'arizona. Tel
8,55 Giorno di nozze. Film
11,30 Tgr regioneuropea. Rb
12,55 Figu. Album di persone notevoli
13,00 Radici. L'altra faccia dell'immag.
14.30 In 1/2 ora. Rb
15.05 Kilimangiaro–Il borgo dei borghi
15.45 Kilimangiaro–Ci divertiremo
un mondo. Rb
20.10 Che tempo che fa. Talk show
21.45 Presa Diretta. Inchieste
23.45 Gazebo. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Rb
10.15 Mi manda Raitre. Rb
11.00 Elisir / Fuori Tg. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Cultura–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra 2. Telenovela
15.55 Aspettando "Geo". Rb
16.40 Geo. Rb
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Ulisse–Il piacere della scoperta
23.10 Gazebo. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Rb
8.00 Agorà. Talk show
11.00 Elisir. Rubrica condotta di Michele 10.15 Mi manda Raitre. Rb
Mirabella e Virginie Vassart
11.00 Elisir / Fuori Tg. Rb
12.25 Fuori Tg. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Cultura–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra 2. Telenovela
13.10 Rai Cultura–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra 2. Telenovela
15.55 Aspettando "Geo". Rb
15.55 Aspettando "Geo". Rb
16.40 Geo. Rb
16.40 Geo. Rb
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Chi l'ha visto?. Inchieste
21.05 Ballarò. Talk show
24.00 Linea Notte. Attualità
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.15 Mi manda Raitre. Rb
11.00 Inaugurazione anno giudiziario.
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Cultura–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra 2. Telenovela
15.55 Aspettando "Geo". Rb
16.40 Geo. Rb
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 The sentinel Film
23.05 Scandal. Tel
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.15 Mi manda Raitre. Rb
11.00 Elisir / Fuori Tg. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Cultura–Il tempo e la storia
15.15 Terra nostra 2. Telenovela
16.00 Aspettando "Geo". Rb
16.40 Geo. Rb
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Walesa-L'uomo della speranza.
23.15 Sfide- Javier Zanetti. Docum
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.45 In forma–Dimensione benessere. Rb 8.50 Le frontiere dello spirito.
10.00 Melaverde. Rb
Rb religiosa
10.50 Supercinema. Rb
10.10 Mondo sommerso. Docum
11.00 Forum. Rb
11.10 Le storie di "Melaverde". Rb
13.40 Beautiful. Soap
12.00 Melaverde. Rb
14.10 Amici. Talent show
13.40 L'arca di Noè. Rb
16.00 Il segreto. Telenovela
14.00 Domenica Live. Contenitore
16.30 Verissimo. Talk show
18.45 Avanti un altro!. Gioco
18.45 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Paperissima sprint. Show
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Il segreto. Telenovela
21.10 C'è posta per te. Show
23.10 X-Style Collage. Rubrica moda
1.00 Striscia la notizia. (R)
2.35 Paperissima sprint. (R)
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautuful. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.45 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 L'isola dei famosi. Reality show
0.30 X-Style. Rb di moda e costume
2.20 Striscia la notizia. (R)
2.50 Uomini e donne. (R)
3.55 Ma il potere non c'è mai?
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautuful. Soap
13.40 Beautuful. Soap
13.40 Beautiful. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
14.45 Uomini e donne. Talk show
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.20 Il segreto. Telenovela
16.20 Il segreto. Telenovela
16.10 L'isola dei famosi. Reality
17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore 17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore 16.20 Il segreto. Telenovela
18.45 Avanti un altro!. Gioco
18.45 Avanti un altro!. Gioco
17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore
20.40 Striscia la notizia. Show
20.40 Striscia la notizia. Show
18.45 Avanti un altro. Gioco
21.10 Immaturi. Il viaggio. Film
21.10 Solo per amore. Serie Tv
20.40 Striscia la notizia. Show
23.40 Diverso da chi? Film
23.30 Matrix. Talk show
21.10 Il gladiatore. Film
1.40 Striscia la notizia. (R)
1.40 Striscia la notizia. (R)
0.50 Striscia la notizia. (R)
2.10 Uomini e donne. (R)
2.10 Uomini e donne. (R)
1.20 Uomini e donne. Talk show
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.45 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.20 Il segreto. Telenovela
17.00 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.45 Avanti un altro. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Solo per amore.
23.30 Supercinema. Rb
0.05 Sbirri. Film
1.35 Striscia la notizia. (R)
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.10 Cartoni animati
11.00 Scooby-Doo. Film animazione
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.55 L'Isola dei famosi. Real
14.30 Supercop. Film
16.20 Alex rider - Stormbreaker. Film
18.15 Tom & Jerry. Cartoni
19.20 I Flintstones. Film com
21.10 L'era glaciale 3. L'alba dei
dinosauri. Film animazione
23.00 Sport Night. Rb sportiva
23.50 Pugilato. Italia-Portorico
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.45 Cartoni animati
8.30 Una mamma per amica. Tel
10.30 Everwood. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
14.05 Cartoni animati
15.00 Arrow. Tel
15.50 The vampire diaries. Tel
16.40 Dr House–Medical Division. Tel
19.00 Chicago Fire. Tel
20.30 CSI Miami Tel
21.10 Shadow man, triangolo del terrore.
23.10 Tiki Taka–Il calcio è il nostro gioco.
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.45 Cartoni animati
8.30 Una mamma per amica. Tel
10.30 Everwood. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
14.10 Cartoni animati
15.00 Arrow. Tel
15.50 The vampire diaries. Tel
16.40 Dr House–Medical Division. Tel
19.00 Chicago Fire. Tel
21.10 The Flash. Tel
22.00 Arrow. Tel
23.00 Almost Human. Tel
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.45 Cartoni animati
6.45 Cartoni animati
8.30 Una mamma per amica. Tel
8.30 Una mamma per amica. Tel
10.30 Everwood. Tel
10.30 Everwood. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
14.10 Cartoni animati
14.10 Cartoni animati
15.00 Arrow. Tel
15.00 Arrow. Tel
15.50 The vampire diaries. Tel
15.50 The vampire diaries. Tel
16.40 Dr House–Medical Division. Tel
16.40 Dr House–Medical Division. Tel
19.00 Chicago Fire. Tel
19.00 Chicago Fire. Tel
21.10 Sherlock Holmes. Film
21.10 La iene show
0.40 Californication. Telefilm
23.40 The Raven. Film thriller
2.25 Trasformat. Gioco
2.25 Trasformat. Gioco
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.45 Cartoni animati
8.30 Una mamma per amica. Tel
10.30 Everwood. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
14.10 Cartoni animati
15.00 Arrow. Tel
15.50 The vampire diaries. Tel
16.40 Dr House–Medical Division. Tel
19.00 Chicago Fire. Tel
21.10 I 2 soliti idioti. Film
23.10 American Pie 2. Film
1.50 Trasformat. Gioco
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle / Carabinieri
10.35 Sai cosa mangi? / Ricette all'italiana
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.30 Ieri e oggi in Tv. Varietà
17.00 Colombo. Tel
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.10 Centovetrine. Soap
20.45 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Quinta colonna. Talk show
23.55 Terra!. Rb di approfondimento
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle
10.35 Sai cosa mangi? / Ricette all'italiana
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 Rullo di tamburi. Film
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.10 Centovetrine. Soap
20.45 Tempesta d'amore. Soap
21.15 The next three days. Film
0.15 Voctor Ros. Film
2.00 Modamania. Rb
TG4 ore 11.30-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle / Carabinieri
10.35 Sai cosa mangi? / Ricette all'italiana
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 Il delitto perfetto. Film
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.10 Centovetrine. Soap
20.45 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Major Crimes. Tel
23.05 The Mentalist. Tel
1.15 Ieri e oggi in Tv. Varietà
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle / Carabinieri
10.35 Sai cosa mangi?. Rb
10.45 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Ieri e oggi in Tv. Varietà
16.10 I tre moschettieri. Film avv.
19.35 Tempesta d'amore. Soap
20.10 Centovetrine. Soap
20.45 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Quarto grado. Inchieste
0.20 Walking tall - Giustizia personale.
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
6.30 Cartoni animati
10.25 Un gente segreto al liceo. Film
13.00 Sport Mediaset XXL. Rb
13.55 L'isola dei famosi- Reality.
14.30 L'Odissea. Film
18.00 Big bang theory. Sit Com
19.00 Big bang theory. Sit Com
19.25 Rush Hour. Film poliziesco
21.30 Wild oltrenatura. Doc
0.15 Infested: via da questa casa. Doc
1.15 Sport Mediaset. Rb
1.55 Codice 46. Film
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.45 Donnavventura. Reportage
8.30 Magnifica Italia. Doc
10.45 Ricette all'italiana. Rb
9.00 Terra. Inchieste
12.00 Detective in corsia. Tel
10.00 Santa Messa da Maddaloni
13.00 La signora in giallo. Tel
10.50 Le storie di viaggio a... Docum
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
12.00 Walker Texas Ranger. Tel
15.30 Nessuno mi può giudicare. Talk
13.55 Donnavventura. Reportage
16.10 Ieri e oggi in Tv. Varietà
14.45 Ieri e oggi in Tv. Varietà
16.45 Poirot: diario di un assassino. Film 15.45 Padre Pio. Film
19.35 Il comandante Florent. Tel
19.35 Tempesta d'amore. Tel
21.30 True Justice–La Confraternita. Film 21.15 Uno sceriffo extraterrestre... Film
23.25 Daylight - Trappola nel tunnel- Film 23.10 Il Padrino. Film dramm
1.05 Ieri e oggi in Tv
2.45 Gosford park. Comm
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.05 Cuore ribelle / Carabinieri
10.35 Sai cosa mangi? / Ricette all'italiana
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 Ieri e oggi in Tv. Varietà
17.00 Walker Texas Ranger: Riunione
mortale. Film avv
19.35 Tempesta d'amore / Centovetrine
20.45 Tempesta d'amore. Soap
21.15 Via dall'incubo. Film thriller
23.45 L'agguato. Film dramm
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
15.50 Revolution. Talk show
17.30 Sulla strada
Il Vangelo
18.00 Santo Rosario
19.00 Sport 2000. Rb
19.30 Sulla strada
Il Vangelo
20.00 Santo Rosario
20.30 Soul. Rb
21.00 Nero Wolf. Tel
22.30 La compagnia del libro
23.00 Il mondo insieme.
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
14.25 Il mondo insieme
14.50 La coroncina della Divina
Misericordia
15.10 Il mondo insieme
18.00 Santo Rosario
18.30 Recita dell'Angelus
19.00 Il post. Rubrica
19.30 Borghi d'Italia. Docum
20.30 Soul. Rb
21.00 La Bibbia. Giacobbe.
Film tv con M. Modine
22.30 S. Rosario. Da Pompei
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
15.05 La coroncina della Divina....
15.25 Siamo noi. Contenitore
17.30 Diario di Papa Francesco
18.00 Santo Rosario
19.00 Sport 2000. Notiziario
19.30 Borghi d'Italia. Docum
20.30 Tg. Tg a confronto.
21.00 Don Milani.
ll priore di Barbiana
Film con S. Castellitto
22.40 Retroscena. Rb (R)
23.10 Siamo noi. Contenitore
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
15.05 La coroncina della Divina....
15.05 La coroncina
15.25 Siamo noi. Contenitore
della Divina Misericordia
17.30 Diario di Papa Francesco.
15.25 Siamo noi. Contenitore
Conferenza stampa del Santo Padre 17.30 Diario di Papa Francesco.
18.00 Santo Rosario
Conferenza stampa del Santo Padre
19.00 Attenti al lupo. Rb
18.00 Santo Rosario
19.30 Borghi d'Italia. Docum
19.00 Attenti al lupo. Rb
21.00 Souvenir d'Italie. Film
19.30 Borghi d'Italia. Docum
con A. Sordi
21.00 Raccontami
22.40 Retroscena. Rb (R)
22.40 Effetto notte. (R)
23.10 Siamo noi
23.10 Siamo noi
Contenitore
Contenitore
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
15.05 La Coroncina della Divina
15.05 La Coroncina della Divina
Misericordia
Misericordia
15.25 Siamo noi. Contenitore
15.25 Siamo noi. Contenitore
17.30 Diario di Papa Francesco
17.30 Diario di Papa Francesco
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
19.00 Attenti al lupo. Rb
19.00 Attenti al lupo. Rb
19.30 Borghi d'Italia. Docum
19.30 Borghi d'Italia. Docum
20.30 Tg a confronto. Rb
20.30 Tg a confronto. Rb
21.00 Chi è più feliec di me. Commedia
21.00 L'uomo dell'argine. Miniserie
22.30 Il post. Rubrica
23.00 Siamo noi. Contenitore
22.40 Effetto notte. Rb
23.10 Siamo noi. Contenitore
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
7.15 Occasioni da shopping
7.30 Rassegna stampa
8.00 La chiesa nella città. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Ma che bontà. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.30 Agrisapori. Rb
19.00 Transport. Rb
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Vie verdi. Rb
24.00 Occasioni da shopping
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
6.00 Musica e spettacolo. Musica e
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.30 Rassegna stampa
8.00 Santa Messa. In diretta
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.30 Rassegna stampa
8.00 Santa Messa.
8.30 Shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 L'arca del dottor Bayer. Tel
14.00 Shopping
18.30 Ski Magazine
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.45 Sherlock Holms. La valle del
terrore. Film
23.00 Festival Show
24.00 Shopping
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.30 Rassegna stampa
8.00 Santa Messa. In diretta
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.30 Rassegna stampa
8.00 Santa Messa. In diretta
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.30 Rassegna stampa
8.00 Santa Messa. In diretta
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 L'arca del dottor Bayer. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.30 CISL. Rb
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Ski Magazine
24.00 Occasioni da shopping
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Vie verdi. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.30 La chiesa nella città. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Griglia di partenza. Rb sportiva
23.00 L'arca del dottor Bayer. Tel
24.00 Occasioni da shopping
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 Agrisapori. Rb
14.00 Occasioni da shopping
18.30 Mondo crociera
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.00 L'arca del dottor Bayer. Tel
ballo con le migliori orchestre
6.15 Borghi d'Italia. Docum
6.45 Occasioni da shopping
12.30 Novastadio. Rb sportiva
17.30 Occasioni da shopping
18.00 91° minuto. Rb sportiva
19.30 Novastadio. Rb sportiva con
aggiornamenti in diretta
23.00 Salute e sanità. Rb
23.30 La pesca. Rb
24.00 Occasioni da shopping
dal Duomo di Milano
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Guerrino consiglia. Rb
13.15 L'arca del dottor Bayer. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.30 CISL. Speciale
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra Lombardia.
Talk show
23.00 L'arca del dottor Bayer. Tel
dal Duomo di Milano
con Eduardo De Filippo
dal Duomo di Milano
con E. Fortunati
dal Duomo di Milano
V
Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche
EducAzione
REGIONE LOMBARDIA
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
SANITARIA
CREMA
a cura dei Medici dell’Ospedale Maggiore di Crema
PER LE URGENZE 24 ORE SU 24
Angiografia: staff dedicato
dott. ANGELO SPINAZZOLA *
N
egli ultimi anni la Radiologia interventistica
ha assunto un ruolo consolidato tra le "superspecialità" dell’ospedale di Crema e questo sia per il
numero di trattamenti effettuati sia, soprattutto, per
il tipo di procedure – sempre più complesse – che
vengono eseguite. La Radiologia è quindi intesa non
solo come Servizio funzionale a una diagnosi, ma
anche come possibilità d’intervento in senso terapeutico.
Le procedure messe in atto, rigorosamente percutanee, hanno l’obiettivo di raggiungere la minore
invasività e la massima efficacia.
La Radiologia interventistica ha un grande utilizzo specialmente in campo vascolare, infatti: le arterie
ristrette possono essere dilatate, quelle chiuse possono essere riaperte con posizionamento di stent (reti
metalliche che permettono al sangue di fluire e impediscono all’arteria di richiudersi). Tutte queste procedure vengono effettuate attraverso l’inserimento di
un piccolo catetere nell’arteria, in anestesia locale:
tramite i cateteri – che oggi sono di calibro sempre
più sottile – si può raggiungere qualunque punto del
corpo ed effettuare l’intervento necessario con palloncini, stent e spirali.
Di particolare importanza sono le procedure in
urgenza eseguite nel nostro ospedale.
Già da molti anni, in sala angiografica, venivano
effettuati interventi in urgenza grazie alla collaborazione tra radiologi e chirurghi vascolari e ora, dall’aprile 2014, è stato istituito un Servizio di reperibilità
angiografica, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, per i pazienti che provengono dal nostro Pronto Soccorso o da
altri ospedali, e necessitano di interventi di "emboliz-
zazione" in urgenza. Per embolizzazione si intende
la chiusura di un vaso arterioso lacerato in seguito a
un trauma (da incidente stradale, traumi del bacino o
rotture spontanee); lo scopo è quello di bloccare l’emorragia chiudendo la fonte di sanguinamento con
materiali dedicati (colla, spirali o particelle).
Questa procedura "salva vita", grazie alle metodiche attuate, può essere svolta con minor rischio e in
modo meno invasivo per il paziente rispetto a un intervento chirurgico vero e proprio che, in taluni casi,
addirittura non sarebbe possibile.
Il numero di pazienti trattati – tra cui molti giovani
coinvolti in incidenti stradali – è davvero considerevole e questo anche perché nelle immediate vicinanze non esiste un altro ospedale che possa offrire questo tipo di servizio. Di conseguenza la Radiologia
interventistica del nostro ospedale rappresenta un
vero e proprio punto di riferimento per il territorio,
a cui afferiscono pazienti di molti ospedali limitrofi.
Il team angiografico è costituito da un direttore e
da due radiologi interventisti che vengono supportati, quotidianamente e per tutte le 24 ore, da tecnici
e infermieri specializzati nel settore e dalla costante
assistenza di un anestesista.
Di rilievo il fatto che il nostro ospedale sia dotato di una sala angiografica di ultima generazione,
che permette di eseguire interventi ad alto grado di
complessità, e che il Servizio abbia la possibilità di
usufruire della grande collaborazione dei medici radiologi – e quindi delle apparecchiature diagnostiche
proprie della Radiologia tradizionale – che consentono di eseguire tutte le indagini radiologiche preliminari prima delle procedure di embolizzazione.
* Medico della Radiologia interventistica
Richiedi la nostra consulenza
per i rimedi naturali e omeopatici
contro i disturbi di stagione
VIA KENNEDY 26/B • TEL. 0373 256059 - CREMA
[email protected] - www.farmaciacontenegri.it
ORARIO:
8.30-12.30 E 15.00-19.30. SABATO 8.30 - 12.30 E 15.00-19.00
TELEVISIONE
Non fermiamoci
a Gomorra
di ROBERTO REA (AgenSIR)
S
ono finiti i tempi del Mulino del Po di Bacchelli o dei Promessi Sposi di Manzoni o dei Fratelli
Karamazov di Dostojevski. Troppa grazia per quella
generazione di italiani che grazie alla televisione
pubblica, con i suoi programmi di prima serata,
formavano le loro anime alla cultura.
Oggi, le persone sono consumate dalla degenerazione del mezzo televisivo, come profeticamente,
negli anni '70, aveva ammonito Pier Paolo Pasolini.
Si identificano nel concorrente che tenta di vincere
ogni sera mezzo milione di euro o sono costrette
ad ammirare le gesta della mamma – spiegate da
illustri psicologi, giornalisti e criminologi – che vie-
Città Solidale
ne accusata di aver ucciso il suo bambino di otto
anni. Può anche capitare di assistere alla violenza
allo stato puro, quella che più di tutte, insieme al
sesso, crea ascolti. È il caso dell'appuntamento che
la sera del sabato, da qualche settimana, va in onda
sulla terza rete della Rai. "Gomorra, Exceptionelle
Série Noire": l'ha presentata così la prima pagina
di 'Le Monde', prima della messa in onda di Canal+. Da Sky è stata venduta in oltre 100 paesi e
ha raccolto dovunque consensi di pubblico e premi:
quello nell'ambito della 71a Mostra del Cinema di
Venezia nelle Giornate degli Autori, i cinque premi al Roma Fiction Fest nel Concorso Fiction TV
Edita Italiana e il Best Programme agli Eutelsat Tv
Awards 2014. Un successo strepitoso, confermato
dal 'Guardian' ("Gomorra non è distante dalla Baltimora del superlativo The Wire o dalla Brooklyn
di Quei bravi ragazzi di Scorsese"), da 'Variety' ("è
la risposta italiana a The Wire"); da 'Der Spiegel'
("Dimenticate i Sopranos, ecco i Savastanos"), da
'Frankfurter Allgemeine' ("I 12 episodi della serie
segnano la fine di ogni romanticismo sulla mafia").
Grazie all'abilità del regista e alla capacità degli
attori, il prodotto – tratto, come il film, proiettato
in oltre 200 sale italiane, dal best seller di Roberto
Saviano – è tecnicamente perfetto e contiene l'intero armamentario della cultura mafiosa e camorristica. Con una clamorosa differenza rispetto a tutte
PROGETTO WELL-FARE LEGAMI
Benessere e ricchezza relazionale
C’
è proprio tutto il territorio provinciale in Wellfare Legami, il progetto vincitore del bando
“Welfare di comunità e Innovazione sociale” di
Fondazione Cariplo: Cremona, Crema e Casalmaggiore, insieme ai tanti enti, fra cui il Cisvol - CSV di
Cremona. Il progetto promuove benessere e ricchezza relazionale quali esiti di un modello di welfare locale capace di generare valore e di promuovere cambiamento culturale e operativo. Il progetto,
arrivato secondo al bando di Cariplo con un contributo deliberato pari a 1milione 500mila euro, è stato
presentato nel corso di una conferenza stampa alla
presenza dell’assessore al Welfare di comunità, servizi alle famiglie e alla persona del Comune di Cremona Mauro Platè, dal vice sindaco con delega al
Welfare del Comune di Crema Angela Beretta e da
Cesare Macconi, vicepresidente di Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona. Tanti i partner del progetto, oltre a Comune di Cremona e Comune di Crema: Provincia di Cremona, Camera di
Commercio di Cremona, Fondazione Comunitaria
Provincia di Cremona, Azienda Sociale del Cremonese, Confcooperative Cremona, Legacoop Lombardia, Consorzio Casalasco Servizi Sociali, Comunità Sociale Cremasca, Consorzio Arcobaleno di
Crema, Consorzio Sol.Co di Cremona, Cisvol di
Cremona. Alla presentazione hanno partecipato
rappresentanti del mondo della cooperazione, del
volontariato, del Terzo Settore, delle organizzazioni
sindacali e della scuola. Il progetto considera le persone come risorsa, come soggetti attivi chiamati a
recuperare, mantenere e vivere responsabilmente il
proprio percorso di vita all’interno della propria comunità e fattore di reciprocità tra la singola persona
in difficoltà, altre persone che condividono il problema e l’intera comunità, come insieme di legami,
relazioni, scambi che generano opportunità, crescita e possibilità di arricchimento reciproco e collettivo. Il miglioramento che tale iniziativa si prefigge di
raggiungere consiste nel superamento della condizione di fragilità connessa all’isolamento relazionale, alla mancanza di reti familiari e amicali e alla limitata possibilità di accesso alle opportunità e alle
condizioni di benessere che rendono possibile un
progetto di vita personale e comunitario. Nel suo
le serie – italiane e straniere – di questo genere. Qui,
viene rappresentato solo il male. Non c'è traccia del
bene che si contrappone al male e non c'è neanche
il male che si redime. C'è solo il male, punto e basta.
Roberto Saviano ha già risposto, tempo fa, a
quest'obiezione. Ha scritto: “Tutti cattivi? Sì, in
quel mondo non ci sono personaggi positivi, il bene
intervento l’assessore al Welfare del Comune di
Crema, Angela Beretta, dopo avere evidenziato il
faticoso ma fondamentale lavoro compiuto per arrivare a un progetto condiviso, ha detto che inizia un
percorso in cui ognuno porterà la propria esperienza, creando quei legami senza i quali non sarebbe
possibile affrontare le nuove povertà. Questi gli
obiettivi del progetto ‘Well-fare legami'. Creare legami nella comunità, intercettare i soggetti vulnerabili
in ottica partecipativa e preventiva, per gestire i problemi attraverso l’attivazione delle risorse della comunità; favorire la revisione complessiva del modello di lavoro sociale mediante l’investimento sul
lavoro di comunità quale asse portante del servizio
sociale professionale e attraverso l’incontro con altri
attori che operano per la promozione del welfare
locale; sviluppare opportunità d’incontro, di socializzazione e di aggregazione delle persone nei luoghi di vita.
Creare legami tra i mondi del sociale e del profit,
ovvero guardare allo sviluppo del territorio sulla
base della qualità del tessuto sociale e della vita lavorativa e privata di ogni singolo individuo; favorire
percorsi di attivazione delle persone per l’autonomia e la piena realizzazione dei propri progetti di
vita; ristrutturare i processi di accesso e (ri)collocamento al lavoro di persone in situazione di fragilità.
* Intanto il 2015 di CSVnet si è aperto con l'elezione
del nuovo Comitato esecutivo, nominato il 17 gennaio dal Consiglio direttivo nella sua prima riunione. I 9 componenti del Comitato, che resterà in carica fino al 2017, sono rappresentativi di tutta l'Italia,
da Nord a Sud. Al presidente Stefano Tabò e a Luciano Squillaci (CSV Reggio Calabria) e Silvio Magliano (CSV Torino) già nominati vicepresidenti, si
affiancheranno Emanuela Maria Carta (CSV Modena), Giorgio Casagranda (CSV Trento), Giuseppe De Stefano (CSV Napoli), Ermanno Di Bonaventura (CSV Chieti), Rosa Franco (CSV Bari) e
Adriana Mostarda (CSV Brescia). Rinnovato per il
75%, il Comitato è chiamato a realizzare gli impegni assunti dal Consiglio direttivo e a coadiuvare il
Presidente nelle sue funzioni. Il ruolo di tesoriere è
stato affidato a Enrico Marcolini (CSV Marche).
ne è alieno. Nessuno con cui lo spettatore può solidarizzare, nel quale si può identificare. Nessun balsamo consolatorio. Nessun respiro di sollievo. Lo
spettatore, in maniera simbolica, non doveva avere
tregua, come non ha tregua chi vive nei territori in
guerra. Quindi la visuale doveva essere unica. Nessuna salvezza per nessuno. Polizia, società civile,
sono state messe in secondo piano perché così è
nella testa dei personaggi che raccontiamo. Quindi nessuna via di fuga narrativa, nessuna quota di
bontà pari a quella della cattiveria. Non una serie
in cui ci sono 'il cattivo irredimibile, il cattivo che
si redime, un buono con delle ombre e il buono redentore'. Con la storia di sangue e la storia d'amore.
Questa dialettica così classica e così scontata non
serve più a un paese che è andato culturalmente oltre”. È stata, quindi, una scelta quella di raccontare
solo sparatorie e sangue, crudeltà e orrore. Si descrive così un mondo, quello criminale, come se quel
mondo rappresentasse tutto il Sud. Non stiamo qui
a difendere la realtà meridionale, che è fortemente
inquinata. Ci limitiamo a raccomandare a coloro
che su un canale del servizio pubblico hanno scelto di proporre, attraverso l'opera di Saviano, quel
male, di ricordarsi che esiste un altro Sud, di cui
il Paese non si deve vergognare, che ha diritto di
cittadinanza almeno alla pari della “serie più amata
dagli italiani”.
Presenta:
PAVICERAMICA
SS. 415 Paullese km18 (Via Parma, 8) - SPINO D’ADDA (CR)
Tel. 0373 965312 Fax 0373 966697
MACCHINE
PROFESSIONALI
PER CAROTAGGI
Dal lunedì al sabato 8.30-12 e 14-18.30. Sabato 15-18.00
e
h
c
i
ram
Ce
31
a NOLEGGIO
t
e
u
q
Par
Shoow Room di oltre 1500 mq
dove troverai esposte le migliori marche
Scopri l’offerta del mese. Visita il nostro sito internet: www.paviceramica.it
Ferramenta
VOLTINI
di G. DOSSENA
dal 1923
FORETTO
ORO SPIRAL
FORETTO
ORO 250
FORETTO
ORO GRES
CREMA (CR) - Via IV Novembre, 33 - Tel. 0373.256236 - Fax 0373.256393
32
La Cultura
SABATO 31 GENNAIO 2015
TEATRO SAN DOMENICO
TEATRO SAN DOMENICO
Beatles: ancora
nei nostri cuori
Stasera tutta l’ironia
della Mandragola!
P
SERATA BENEFICA PROMOSSA DAL
LIONS CLUB CREMA GERUNDO
di LUISA GUERINI ROCCO
G
rande successo sabato 24 gennaio per la
serata che ha coniugato musica e spettacolo, andata in scena alle ore 21 presso
il Teatro “San Domenico” e seguita da un
pubblico numeroso.
Oltre al rinnovato interesse per il mitico
gruppo inglese dei Beatles, riportato in città
grazie a Paolo Cella, l’iniziativa ha costituito un importante momento benefico per la
raccolta di fondi finalizzata all’acquisto di
un cane guida per un non vedente cremasco,
a cura del Lions Club Crema Gerundo presieduto da Walter Ruffoni.
La serata ha riconciliato l’amore di tutti
per la splendida musica dei Quattro di Liverpool, portando idealmente a compimento un vecchio progetto del “San Domenico”
rimasto tristemente interrotto. Questo per
merito degli artisti coinvolti nello spettacolo:
cinque musicisti che, oltre al già citato Cella
(voce e chitarre), hanno compreso Filippo
Guerini alle chitarre, synth, ukulele e voce,
nonché coordinatore musicale della serata,
Roby Big Conti, bassista e cantante, Giancarlo Dossena alla batteria e Gianfranco Zi-
Castelleone
Around
P
arte il 18 marzo alle ore 21 –
Teatro del Viale Sala GPII –
Castelleone (Cr) il tour italiano
di Around, il primo spettacolo
teatrale in cui una storia viene
raccontata con il linguaggio
hip hop. Per fare questo è stata
scelta la Crew italiana di street
dance degli Mnai’s, tra le più
innovative ed eterogenee del
mondo. Protagonista dello spettacolo una valigia che, smarrita
in aeroporto, viene rimbalzata
in ogni angolo del mondo. Nel
suo girovagare incontra culture
diverse, razze, costumi, vizi e
virtù di paesi e persone. La crew
degli Mnai’s – vincitrice tra l’altro di tre edizioni di seguito dello Street Fighters World Tour
– annovera alcune eccellenze
riconosciute a livello mondiale
nell’ambito dell’hip-hop e non
solo. Info tel. 3486566387.
betti alle tastiere. Un quintetto per rendere
al meglio le prodezze dei quattro musicisti
inglesi più famosi in un excursus non antologico, come sarebbe stato più facile fare, bensì
in un viaggio per musica, parole, movimenti
teatrali che, partendo dalla figura del produttore dei Fab Four George Martin, autore
del libro L’estate di Sgt. Pepper (copertina nella
foto), racconta le fasi di un disco che è stato
riconosciuto come un’autentica rivoluzione
musicale per la sua singolare costruzione,
capace di unire in un mirabile sincretismo
diversi linguaggi sonori, rivisitati da precise
motivazioni ideali, con un apporto tecnologico d’avanguardia per l’epoca. Il 33 giri del
1967, frutto di un lunghissimo lavoro in sala
d’incisione, rappresenta il viaggio di un’immaginaria orchestra, la Sgt. Pepper,s Lonely
Hearts Club Band, che tocca diverse fonti sonore, attingendo al rock and roll, al musical,
al jazz, alla musica classica, alle ballate inglesi, alle sonorità indiane, per giungere alle
neoavanguardie e alla musica psichedelica.
Un lavoro compatto dove i quindici brani, uno ripetuto, si legano l’uno all’altro in
un percorso ininterrotto attraverso divertimento, spavalderia, immagini visionarie e
poetiche. I cinque musicisti sul palco hanno
stupito per la capacità di rendere al meglio
ogni canzone eseguita, alcune riprese per il
bis, in un bell’amalgama sonoro e timbrico,
che ha attinto a numerosi strumenti, come
nell’abile e personale uso delle voci, simili
a quelle degli originali ma senza mai la pretesa di imitarli, facendo sognare l’uditorio
sulle note del brano che dà il titolo all’LP,
oltre a With a little help from my friends, Lucy
in the sky with diamonds, Getting better, She’s
leaving home, When I’m sixty-four, Lovely Rita,
Good morning good morning, per citarne alcune, senza tralasciare altri momenti importanti nella vita artistica dei Beatles, come
Strawberry fields forever e Penny Lane, che hanno offerto uno spaccato della vita a Liverpool nel 1966.
Il merito della riuscita della serata va
pure all’istrionico Nicola Cazzalini, figura
bohèmienne e dalla voce suadente, perfettamente a suo agio nel ruolo di Martin, che
rielabora conferendogli di volta in volta un
ruolo tecnico, artistico, manageriale, volgendosi pure al sognante mondo del circo,
mentre volteggia con disinvoltura sul palco
sospeso sui trampoli.
Sifasera: a Soresina Gauchos tra tango e mambo
ensata sia per la tradizionale stagione serale che per le
scuole – essendo un titolo così
noto tra i banchi di scuola, specie di quarta superiore quando
di Machiavelli e della sua Mandragola se ne parla e la si studia
– stasera sabato 31 gennaio,
alle ore 21, si potrà ammirarne la trasposizione teatrale con
Jurij Ferrini (nella foto), Davide
Lorino, Alberto Giusta, Antonio Zavatteri, Marco Zanutto,
Roberto Serpi e Wilma Sciutto
per la regia dello stesso Ferrini.
Lo spettacolo invita a fare una
prova: fare un salto indietro nel
tempo di quasi cinque secoli, per
ritrovarsi nel pieno Rinascimento italiano, un’epoca in cui c’era
di che esser fieri del nostro sventurato paese; eppure tra le più
autorevoli figure artistiche che
hanno lasciato il segno con le
loro opere nella storia dell’umanità, da Raffaello a Brunelleschi,
da Michelangelo a Leonardo da
Vinci, ci si ritrova di fronte, dal
punto di vista teatrale, al “caso
unico” di un’opera straordinaria della drammaturgia di tutti i
tempi, la Mandragola di Niccolò
Machiavelli. Machiavelli, l’autore de Il principe e delle Istorie fiorentine, uomo politico, grande e
appassionato studioso e scrittore
di filosofia, che ha inventato e
contestato la “politica moder-
na” insigne letterato, leggendo
la Mandragola, sembra che nella
vita non abbia fatto altro che
scriver commedie, data la perfezione assoluta di questa partitura teatrale, un semplice e geniale
meccanismo comico-allegorico,
satirico-graffiante. Mandragola,
ispirata da un motivo eroticocortese – d’ascendenza medievale e di sapore decameroniano,
ossia l’innamoramento da lontano per suggestione durante una
disputa sul primato di bellezza
“tra le donne italiane e quelle
franzesi” – non è solo una perfetta macchina comica ma anche una meravigliosa allegoria
sulla “corruzione della logica
politica”, allegoria che scambia i
vizi della vita pubblica con quelli della vita privata. Più attuale
di così! Biglietti: poltronissima
euro 32, poltrona euro 30, laterale euro 22 terzo settore euro 20
/ 12 ridotto.
M. Zanotti
SETTIMANALI DIOCESANI: presentato il libro
S
abato prossimo, 7 febbraio, al Teatro Sociale
di Soresina andrà in scena uno degli appuntamenti più attesi della stagione Sifasera, quello con
i tangueros argentini della Pasionses Company:
alle ore 21 si esibiranno i Gauchos con Adrian Aragon ed Erica Boaglio.
Torna nel cartellone Sifasera la straordinaria
compagnia di ballerini argentini Pasiones che lo
scorso anno riscosse straordinari consensi con
Tango y Musical.
Musical La tournée italiana 2015 vivrà di
un nuovo allestimento dal titolo Gauchos, un altro
omaggio all’America del sud.
Considerata nel mondo la terra del tango, del
gaucho, del mate, l’Argentina è un paese che ha
molte tradizioni, culture, balli. Uno di questi è il
malambo, danza dei gauchos inizialmente riservata ai soli uomini.
Da quando negli anni Quaranta è stato concesso di ballarlo anche alle donne, il malambo si è arricchito e trasformato in una seducente, impetuosa, affascinante danza di corteggiamento. Ricco di
ritmo sostenuto e balli scatenati, vetrina luminosa
e appassionata di quanto valorizza la cultura argentina – passando dai tamburi al malambo, dai
balli dei Gauchos alla magia di esperti Tangueros
– Gauchos è lo spettacolo firmato da Adrian Aragon ed Erica Boaglio, per celebrare la ricchezza
culturale dell’Argentina.
Al termine dello spettacolo, nel ridotto del teatro, spazio alla Milonga, con la possibilità per tutti
CONCERTO
Il Trillo apre in musica
il Carnevale Cremasco
Il Gaget presiede l’apertura del concerto de il Trillo in sala
Pietro da Cemmo, sabato scorso 24 gennaio
H
di danzare con i ballerini della compagnia.
Biglietteria: platea e palchi intero 25 euro, ridotto 23 euro, loggione 15 euro. I biglietti dello
spettacolo sono in prevendita presso: Castelleone,
Ufficio Turistico, via Roma 58, mercoledì e sabato 17.30-19; Soresina, Informagiovani c/o Biblioteca, via Matteotti 6, martedì e venerdì 15.3018.30; Orzinuovi, Libri a merenda, via Roma 15;
Crema - Libreria Buona Stampa, c/o Centro San
Luigi, via Bottesini; Bagnolo Cremasco La calzorapid, Centro Comm.le La Girandola. Per informazioni e prenotazione dei biglietti 0374/350944
- 348/6566386 - [email protected] La
sera dello spettacolo biglietteria aperta dalle 19.30
preso il teatro ospitante l’evento.
o cara la me zent, na musicheta tròpa bèla, ma sente
slargà l cor: al Trillo!
Ogni volta con l’Associazione
Musicale “Il Trillo” Orchestra di
fiati di Crema, è una nuova emozione, un prestigioso tributo alla
musica, così possiamo definire il
“Gran Concerto di Carnevale”,
organizzato dal Comitato Carnevale Cremasco, che sabato 24 gennaio, nella Sala Pietro da Cemmo,
ha dato inizio ai festeggiamenti
carnevaleschi. Il concerto, aperto
con la tradizionale sigla dell’Orchestra, Te Deum, ha subito incantato il numeroso pubblico con il
primo brano in programma, “La
marcia del Gagèt” brillante inno
del Carnevale Cremasco dedicata alla simpatica maschera della
città di Crema, appositamente
composta e diretta dal M° Davide
Pedrazzini per l’occasione vestito
da Gagèt!
La serata è poi proseguita con
musiche tra le più rappresentate di
Rossini, Barnes, Strauss, Khachaturian, brani caratterizzati da una
struttura imponente con materiale
tematico eccezionalmente ricco
e sapientemente orchestrato, che
hanno catturato e appassionato la
platea pronta a prolungati e intensi
M. Zanotti
applausi.
Nella seconda parte del concerto l’orchestra ha proposto brani
che hanno sempre più entusiasmato il pubblico quali, tra gli
altri, Florentiner March, Consuelo
Ciscar creando una calda atmosfera carnevalesca. L’Orchestra, già
apprezzata notevolmente non solo
in ambito lombardo, ha raccolto
un tripudio di applausi quando i
musicisti, con la loro sensibile interpretazione, hanno saputo unire
alla musica anche originali coreografie, trasportando il pubblico in
luoghi fantastici dove ritmo e allegria erano i veri protagonisti
La stupenda cornice della sala
Pietro Da Cemmo non è stata
sufficiente a contenere il folto
pubblico intervenuto e numerosi
ascoltatori hanno partecipato al
concerto rimanendo in piedi. Non
sono mancate inoltre, le richieste
di bis che “Il Trillo” ha saputo regalare riservando ancora scoppiettanti sorprese!
Alla serata sono intervenuti Eugenio Pisati, presidente del Comitato Carnevale Cremasco, Marco
Gipponi, lo speaker delle sfilate
carnevalesche, che ha illustrato le
iniziative del Comitato rivolte sia
alle scuole che a tutto il pubblico.
P
resentato, sabato pomeriggio, presso la Sala Rossa dell’episcopio, il volume pubblicato dal nostro direttore don
Giorgio Zucchelli con i tipi della Libreria Editrice Vaticana,
Il settimanale diocesano. Questo sconosciuto. L’iniziativa, nell’ambito della giornata dei giornalisti è stata celebrata nel giorno
della memoria del proprio patrono san Francesco di Sales.
Presenti all’incontro il vescovo Oscar che ha salutato ospiti
e partecipanti, il presidente della Federazione Italiana Settimanali Cattolici (Fisc) Francesco Zanotti, la vicepresidente
Chiara Genisio. Ha fatto da moderatore il giornalista Angelo
Marazzi, stimolando l’autore con diverse domande e provocando un simpatico dibattito che ha coinvolto tutti i partecipanti. Numeroso il pubblico presente. Nel dibattito è emersa
l’importanza della presenza dei 194 settimanali cattolici nelle
225 diocesi italiane.
Il volume è in vendita presso la Libreria Buona Stampa, in
via Bottesini 2 (presso l’Istituto San Luigi).
PRO LOCO: ballo delle debuttanti
U
na serata da sogno? Da ricordare per tutta la vita? Sì,
è proprio così, lo assicurano le ragazze che negli anni
scorsi hanno già provato tale emozione!
Questa domanda è comunque rivolta a tutte le ragazze di
Crema e del cremasco, in età compresa tra i 16 e i 22 anni,
desiderose di sentirsi “principesse” per una notte intera, un’esperienza davvero magica!
E lo sarete partecipando al Ballo delle debuttanti – di questo parliamo – che si terrà la sera del 9 maggio (sabato) a Milano con i cavalieri che vi accompagneranno, vale a dire gli
allievi della scuola militare Teuliè di Milano. La Pro Loco di
Crema sarà lieta di informare, spiegare, consigliare le ragazze
e i genitori su ogni dettaglio relativo a un “lungo momento”
che caratterizzerà la vita futura, con un ricordo indelebile e
prezioso.
La Pro Loco anticipa solamente un significativo dettaglio:
da parte della Scuola Militare Teuliè è stato confermato che le
debuttanti (e le loro famiglie) avranno un paio di piacevolissime “sorprese” tutte da scoprire. Le iscrizioni si chiuderanno
– salvo contrordine – domenica 15 febbraio.
Questi gli appuntamenti a cui presentarsi con un genitore
anche se già maggiorenni: 1° febbraio, domenica dalle ore 15
alle ore 17; 4 febbraio mercoledì dalle ore 15 alle ore 17; 7 e
14 febbraio, sabato sempre dalle ore 15 alle ore 17 e l’8 e 15
febbraio, domenica questa volta dalle ore 10 alle ore 12.
La Pro Loco attende tutte le interessate anche semplicemente
per rispondere alle innumerevoli domande che verranno poste e, se lo si desidera, per l’iscrizione
A presto dunque presso la Pro Loco di Crema, in piazza
Duomo, 22, tel. 0373/81020.
M. Zanotti
33
SABATO 31 GENNAIO 2015
CIAO LINO!
CALCIO SERIE D
di FEDERICA DAVERIO
L
a Pergolettese che non ti aspetti domenica
scorsa in quel di Seregno ha conquistato tre
punti pesantissimi in casa della seconda in classifica.
A decidere la gara il solito Lorenzi (giunto ora a quota
12 reti, ndr
ndr) che ha segnato all’inizio della seconda frazione di gioco.
I gialloblù, schierati con una sola punta e un centrocampista in più, hanno vinto e convinto e se proprio vogliamo dirla
tutta, visto il numero di occasioni sprecate, potevano ritornare dalla trasferta con un punteggio finale più largo. L’obiettivo,
come dichiarato dai protagonisti a fine gara, è riuscire a invertire
la tendenza e ritornare a fare punti anche al Voltini, cominciando
già dalla prossima partita domenica 8 febbraio (domani 1 febbraio il
campionato si ferma per l’inizio del Torneo di Viareggio dove nelle
fila della Cremonese, proprietaria del cartellino, giocherà il difensore
della Pergolettese Arpini, che sta facendo bene in questi mesi).
Queste le parole di mister Venturato a fine gara: “Con la giusta determinazione, lo spirito giusto e la voglia di rimettersi in gioco, le prestazioni arrivano”. Dopo la sosta non sarà certo facile battere la capolista Castiglione (allenata dall’ex gialloblù Alessio Delpiano, ndr), che
in questa stagione viaggia veramente a livelli altissimi, ma con cuore
e grinta i cremaschi non si mostreranno sicuramente arrendevoli. Del
resto la possibilità di rimanere agganciati al treno delle prime passa anche dal tentativo di fare continuamente risultati positivi, senza troppi
tonfi sul percorso, come accaduto settimana scorsa. E a tal proposito,
sempre il mister gialloblù: “All’andata abbiamo disputato un’ottima
gara a Castiglione, persa immeritatamente. Da martedì cominceremo
a pensare alla prossima gara, con l’obiettivo di dare qualche soddisfazione ai nostri tifosi anche al Voltini; in questa stagione non ne hanno avute moltissime. Rispetto per la capolista, ma se giochiamo con
questa sicurezza di oggi non temiamo nessun avversario.” Per mantenersi pronti in vista dell’importante impegno di domenica prossima,
dunque, la Pergolettese affronterà oggi pomeriggio alle ore 14.30 sul
terreno del Bertolotti il Fidenza. L’ingresso è libero.
CLASSIFICA
Castiglione 51; Seregno
45; Lecco 42; Ciserano 38;
Sondrio 36; Virtus Verona
35; Pergolettese 34; Inveruno 33; Pro Sesto 32;
Pontisola 31; Seriate 30;
Caravaggio 29; MapelloBonate 28, Olginatese 28;
Villafranca 22; Caratese
21; Ciliverghe 19; Castelgoffredo 12; Montichiari 3.
La Pergolettese che non
t’aspetti vince a Seregno!
PROSSIMO TURNO
Caratese-Aurora Seriate
Montichiari-Lecco
Inveruno-Castelgoffredo
Pergolettese-Castiglione
Olginatese-Ciliverghe
MapelloBonate-Ponte Isola
Villafranca- Pro Sesto
Sondrio-Virtus Verona
Ciserano-Seregno
Caravaggio riposa
PODISMO: domani “Al Gir da le lame”
I
Podisti di Cremosano hanno organizzato per domani, domenica 1
febbraio, la ventesima edizione de “Al Gir da le lame – Ricordando
l’architetto Cristian Marazzi e il piccolo Mattia”. La corsa si svolgerà su
percorsi di 7, 13 e 20 km pianeggianti attraverso la riserva del Moso. Il
ritrovo sarà presso il campo sportivo “Madonna del Campo”, via Della
Bassa a Cremosano. La partenza è prevista tra le 7.30 e le 9.
Chi sarà iscritto a quota piena, 4 euro (2 senza premio), riceverà come
riconoscimento una borsa alimentare; sono previsti trofei e coppe per i
gruppi più numerosi. Per informazioni e iscrizioni 347.4484312.
F.D.
VOLLEY PROVINCIALI: tutti i risultati
S
i è aperto all’insegna della Rama Ostiano anche il girone di ritorno
della Prima Divisione femminile. La compagine cremonese, autentica dominatrice della prima parte del torneo, ha inanellato nello
scorso weekend il 14’ successo consecutivo dall’inizio della stagione
superando nettamente la MgKVis con il punteggio di 3-0 (25-12, 2521, 25-22) e confermandosi al primo posto della graduatoria con 42
punti all’attivo. Alle spalle della battistrada ha mantenuto la seconda
posizione, seppur distanziata di ben 7 lunghezze, la Nuova Agrinord
Offanengo, vittoriosa in quattro set sul campo del San Luigi Pizzighettone. Dopo la sconfitta casalinga nello scontro diretto con la capolista
Rama è tornata al successo anche la Domus Agnadello vittoriosa per
3-2 nella lunga e appassionante maratona pallavolistica disputata in
casa de Le Nuvole Cingia De’ Botti è che ha visto prevalere il team
cremasco con i parziali di 23-25, 30-28, 23-25, 27-25 e 15-12. In virtù
di questo successo la Domus si è confermata solitaria sul terzo gradino della classifica con 30 punti.
Alle spalle del team agnadellese, distanziata di una lunghezza, vi
è quindi l’Esperia Cremona, reduce dal successo per 3-0 in casa del
fanalino di coda Cremona Gronde, mentre chiudono il gruppo di
alta classifica Le Nuvole e La Rocca 2000 che, di fronte al pubblico
amico, non ha avuto problemi ad aggiudicarsi l’intera posta contro il
Bar Marty Romanengo superato per 3-0 (25-19, 25-21, 25-14). Nelle
altre partite del 14’ turno, primo del girone di ritorno, da segnalare la
vittoria della Segi Spino d’Adda per 3-1 (25-12, 25-12, 23-25, 25-13)
sull’Italsinergie Pizzighettone, è la netta vittoria per 3-0 del Bagnolo
Cremasco nel derby giocato sul campo della Valetudo Monte Cremasco. Nel campionato di Seconda Divisione femminile, anch’esso
giunto alla prima di ritorno, la testa solitaria della classifica è stata
raggiunta sabato sera dalla Fadigati Cicognolo che si è imposta per
3-1 nello scontro al vertice con l’Arci Coop Vaiano. I parziali a favore
delle cremonesi sono stati di 25-18, 25-17, 15-25, 25-19. La Fadigati
ha così raggiunto quota 33 punti e precede di due lunghezze la coppia
formata da Cr81 Credera e Cova Gomme che venerdì scorso a Credera si sono affrontate nello scontro diretto vinto dalle ospiti casalasche
con il punteggio di 3-1 e i parziali di 16-25, 25-19, 25-21, 25-17. Ma la
squadra di Cingia De’ Botti potrebbe nel frattempo aver già conquistato la leadership del girone visto che in settimana ha recuperato la
partita in meno che lamentava rispetto alle avversarie. L’Arci Coop
Vaiano è scivolato al quarto posto con 28 punti e precede di un punto
La Clochette Solarolo reduce dalla vittoria per 3-1 sul Bar Torre Montodine. Il quadro della 14’ giornata è stato poi completato dai seguenti
risultati: Vicentini-Bcc Dovera e Postino 3-0, Valetudo Monte-Trony
Pandino 3-0, Corona-Inox Dadi Soncino 1-3 ed Esperia-Crema Volley Enercom 3-0. In questo fine settimana anche i campionati provinciali di Prima e Seconda Divisione osserveranno un pausa di riposo.
Junior
Sopra, in una foto di repertorio, la gioia di Lorenzi protagonista anche domenica scorsa a Seregno
H
a destato profondo cordoglio, lo scorso fine settimana, l’improvvisa scomparsa di Lino Lodetti, classe
1955, personaggio molto conosciuto nel panorama sportivo locale.
Lodetti,
vicepresidente
della Commissione Sport del
Comune di Crema, amava lo
sport in generale e promuoveva valori positivi. In particolare il suo amore erano la
montagna (per anni è stato il
referente per Crema del Cai),
e con grande soddisfazione
aveva accolto la parete di roccia in via Picco, e la pallavolo
(è stato il direttore sportivo
della Crema Volley negli anni
delle storiche promozioni in
B2 e B1).
I funerali si sono svolti lunedì in una chiesa della SS.
Trinità (e proprio nel campetto
dell’oratorio è stata scattata pochi mesi fa questa foto durante
un torneo con gli amici) veramente gremita.
VOLLEY B2: la Alkim finalmente conquista il primo “bottino pieno”
di GIULIO BARONI
S
i è dovuto attendere sino all’ultima giornata del girone d’andata, ma alla fine i
tifosi della Alkim Banca Cremasca sono riusciti a festeggiare la prima vittoria da 3 punti
conquistata dalle proprie beniamine al PalaBertoni. Fusar Imperatore e compagne, nel
13’ turno del girone B della serie B2, hanno
sfatato il “tabù” PalaBertoni superando in
quattro set (15-25, 25-11, 25-23, 25-20) la
tosta compagine romagnola del Volley Club
Cesena, quinta forza del torneo, a conclusione di un match avvincente e ben giocato da
entrambe le squadre. Dopo molto tempo, finalmente, coach Verderio, ha potuto contare
sulla disponibilità di tutta la rosa schierando
la regista Mazzini in diagonale con Bergomi,
Fumagalli e Ginelli in posto quattro, Fusar
Imperatore e Danesi al centro con Portalupi a
giostrare da libero. “Si tratta di tre punti fondamentali per noi – ha sottolineato il dirigente cremasco Luca Piantelli – e questa vittoria
contro un avversario forte come il Cesena è
una conferma di quanto di buono la squadra
aveva già fatto vedere nel turno precedente a
Offanengo. Molto positivo il fatto che le ragazze, dopo un primo set perso malamente,
hanno saputo capovolgere le sorti del match
offrendo anche una buona pallavolo al numeroso pubblico accorso al PalaBertoni. Ultimo aspetto positivo della serata il recupero
completo di tutte le giocatrici”. Alla luce dei
risultati della 13’ giornata le cremasche guadagnano una posizione in classifica portandosi al quartultimo posto con 15 punti, a una
sola lunghezza da Desio che attualmente occupa l’ultimo posizione utile per la salvezza.
In questo fine settimana il campionato di B2
osserverà un turno di riposo e poi sempre al
PalaBertoni l’Alkim riceverà la Picco Lecco,
compagine reduce dalla sconfitta per tre set
a uno sul campo dell’Anderlini. All’andata
furono le cremasche ad avere la meglio al tie
break.
ABO, NIENTE TITOLO D’INVERNO
Proprio sul filo di lana, e per un’inezia rappresentata da soli 3 set inmeno vinti equivalenti a un - 0,2727 nel quoziente set, la Abo
Offanengo non si è potuta fregiare del titolo
di “campione d’inverno” del girone B della serie B2. Nell’ultima giornata del girone
VOLLEY C/D: Vailate in caduta libera
N
on accenna ad arrestarsi la caduta libera della Pallavolo Vailate verso le ultimissime posizioni del girone B della serie C femminile.
Nell’ultima giornata del girone d’andata la squadra di coach Balestra
è riuscita a perdere tra le mura amiche anche con il fanalino di coda
Ambivere, scivolando così al penultimo posto della classifica con soli 12
punti in compagnia della Scuoladelvolley Varese e con un ritardo dalla
zona salvezza di ormai 4 punti. Il team orobico ha espugnato la palestra
di Vailate con il risultato di 3-0 (26-24, 19-25, 25-23 e 26-24).
Non è andata molto meglio, nel raggruppamento A, per la Walcor
Soresina, anch’essa sconfitta in quattro set (25-19, 25-22, 21-25 e 25-20)
di fronte al pubblico amico dalla Tomolpack Marudo. Sempre con il
punteggio di 3-1 (25-16, 25-17, 23-25 e 25-23), ma questa volta a favore
della squadra di casa, si è concluso anche il match disputato a Castelleone e che ha visto le padrone di casa opposte all’Olmatic Myvolley
Cisliano. Anche per la compagine maschile della Pallavolo Castellone,
il 13’ turno del girone C della serie D, è stato particolarmente propizio
visto che Agazzi e compagni sono andati a espugnare il campo della
cocapolista Go Volley Montirone con il netto punteggio di 3-0 (25-15,
25-21, 25-18), rimanendo così solitari al vertice della graduatoria con 34
punti. Pur rispettando il turno di riposo previsto in questo weekend, il
girone C della serie D maschile ha disputato infrasettimanalmente il14’
turno mentre a metà della prossima settimana è in programma la quindicesima giornata, ultima del giorno è d’andata. Buone notizie anche
per due delle tre squadre cremasche impegnate nel girone C della serie D
femminile. La Zoo Green Capergnanica ha chiuso il suo splendido girone d’andata superando tra le mura amiche la forte compagine pavese del
Casteggio per 3-1 (25-23, 22-25, 25-21 e 25-17). La Cr Transport Ripalta
ha allungato la sua striscia positiva ottenendo un netto successo da tre
punti sul Volley Segrate 1978 (25-15, 25-15, 21-25, 25-20). Nulla da fare,
invece, per la Crema Volley Enercom che, dopo la sconfitta casalinga
di sabato per 0-3 (22-25, 10-25, 14-25) contro il Cus Polimi Segrate, ha
chiuso il girone d’andata a quota 0. Questa settimana riposo.
Giuba
d’andata, infatti, il team di Offanengo solo
al tie break, e dopo aver rimontato il passivo
di due set (25-17, 27-25, 25-16, 25-2015-10), è
riuscito a espugnare il campo dell’Easy Volley Desio, compagine in lotta per garantirsi
la permanenza nel campionato nazionale. Al
di là delle ripercussioni sulla classifica, dove
la Abo continua comunque a occupare la posizione di vertice seppur in compagnia della
Clai Imola vittoriosa per 3-0 nella sfida con
la Sanda Brugherio, la trasferta di Desio ha
portato alla causa cremasca dei punti d’oro
per come si erano messe le cose all’inizio del
match. Le due battistrada hanno fatto il vuoto
alle loro spalle visto che la terza della classe,
Sanda Brugherio, è distanziata di ben 6 lunghezze. In questo fine settimana il torneo di
serie B2 osserverà un turno di riposo. Per non
perdere confidenza con il clima agonistico la
Abo ieri sera al PalaCoim ha disputato un test
amichevole contro la Properzi Lodi.
La fase ascendente del girone B della serie
B2 maschile si è conclusa positivamente per
la Imecon Offanengo che ha ottenuto un’importantissima vittoria in chiave salvezza imponendosi per 3-0 (25-20, 25-21 e 25-25) sui
bresciani del Villanova, penultimi della classe.
Tre punti pesantissimi che hanno consentito
al team di Offanengo di portarsi a quota 14 in
classifica. Pur occupando sempre la terz’ultima posizione, Faccioli e compagni restano in
scia del Parma, a quota 17, a soli 4 punti dalla
zona salvezza.
ATLETICA ESTRADA: risultati di alto livello
A
ncora risultati di alto livello per i cremaschi dell’Atletica Estrada,
impegnati nel weekend al Biel/Bienne Hallenmeeting di Magglingen, in Svizzera, e ai campionati provinciali bresciani di Castenedolo.
In primo piano i risultati di Castenedolo con la doppietta Estrada
nel salto triplo: Amina Vailati si aggiudica la gara saltando un ottimo
10,86. La misura vale nettamente il primato personale (il precedente
era 10,44) e dista solo 8 cm dal minimo fissato dalla federazione italiana per partecipare ai campionati nazionali di categoria. Estremamente soddisfacente anche la prestazione di Agostino Doneda che vince
la gara maschile con 11,60, misura eccellente trattandosi del debutto
nella specialità e del fatto che l’atleta è solo al primo anno di categoria.
Al momento Doneda e Vailati, entrambi allenati da Andrea Cacopardo sotto la supervisione di Paolo Brambilla, rivestono rispettivamente il primo e il secondo posto nelle graduatorie nazionali, complice anche l’esiguo numero di manifestazioni per la categoria svolte fino
a questo momento in Italia.
Buoni risultati anche per i velocisti impegnati all’Hallenmeeting di
Magglingen, disputato presso il centro di preparazione olimpico della
federazione svizzera.
Sofia Borgosano, impegnata sui 60 metri sia sabato che domenica,
fa segnare rispettivamente 8,06 e 8,12, assestandosi vicina al proprio
primato personale pur non in perfette condizioni fisiche, ma piazzandosi comunque 16a sulle 106 atlete al via, terza fra le pari età. Mattia
Peveri nella prima giornata debutta sugli 800 in 2,20,46 e fa poi segnare il personale sui 400 con 57,42, andandosi a migliorare di quasi
due secondi.
Alice Codebue fa segnare ampiamente il primato personale sui 60
ostacoli con 10,20 (il precedente era 10,52) nella giornata di domenica, dopo aver corso i 200 il giorno precedente in 28,34. Il tempo lascia
ben sperare in vista della stagione all’aperto, soprattutto in quanto ottenuto in una gara aperta ad atlete di tutte le categorie federali.
34 Calcio
SABATO 31 GENNAIO 2015
ECCELLENZA
PROMOZIONE
Crema, espugna
anche Villongo
Bella vittoria per
l’Offanenghese
V
LA COMPAGINE CREMASCA MANTIENE BEN SALDO
IL QUARTO POSTO E DOMANI ASPETTA IL CAVENAGO
C
ross al bacio di Marchesetti e
per Chiappella, solo a pochi
passi dalla porta, è stato facile
spingerla in rete. Correva il 13’.
Il Crema col gol del suo esperto
difensore ha espugnato Villongo,
scordando subito la sconfitta rimediata sette giorni prima al ‘Voltini’
per opera della Grumellese, che
dopo il successo di misura sulla
Vallecamonica guarda tutti da lassù. Domani i nerobianchi ospitano “la bestia nera Cavenago”, da
domare, per restare attaccati alle
prime tre della classe. All’andata
coi lodigiani finì 1 a 1 anche se i
lodigiani erano rimasti in 9 (contro 11).Col successo di domenica
(quarto esterno in rapida successione), la squadra di Nicolini è
tornata a più quattro sulla sesta
in graduatoria, il Rezzato. Convincente la prestazione in casa del
Villongo di Cantoni e soci, padroni del campo specie nella prima
frazione, da larghi consensi. “Abbiamo creato diverse occasioni da
rete, centrato un palo e concesso
R��������-G��. C
Asola-Sarnico
Cavenago-Rigamonti
Darfo Boario-Rezzato
Grumellese-Valcamonica
Orceana-Fanfulla
Villongo-Crema 1908
Palazzolo-Orsa
Pedrocca-Travagliato
3-0
1-1
2-2
2-1
0-1
0-1
1-4
0-0
poco all’avversario”, la riflessione
a bocce ferme del digì Massimiliano Gnatta. Passata a condurre
in fretta, la compagine cremasca
ha tenuto saldamente tra le mani
il telecomando e sino al riposo l’estremo difensore Barbieri l’ha fatta
praticamente da spettatore. Anche
dopo il tè il Crema è ripartito col
piglio giusto, ma cammin facendo
gli avversari, premendo sull’acceleratore come previsto, hanno
guadagnato metri riuscendo a impensierire il nostro portiere (se l’è
cavata con l’aiuto della traversa)
TERZA CATEGORIA
C���������
Grumellese 36; Darfo Boario
35; Vallecamonica 33, Crema
1908 31; Rigamonti 29; Rezzato 27; Cavenago 24, Travagliato 24, Villongo 24; Sarnico 22,
Orceana 22, Pedrocca 22; Orsa
20, Fanfulla 20; Asola 13; Palazzolo 7
con un tiro di Gugolati. Scampato
il pericolo, capita l’antifona, Nicolini ha effettuato tre cambi: Bressanelli per Dell’Anna, Piacentini
al posto di Pagano e Carminati
per Marchesetti. Costretta a sbilanciarsi in avanti, la formazione
bergamasca ha concesso ampi spazi per i contropiede dei nerobianchi, vicinissimi al raddoppio con
Pedrocca (palo interno a portiere
out) e Piacentini: ha sparacchiato
addosso all’estremo difensore da
posizione invidiabile.
Oggi alle 18 al ‘PalaBertoni’ il
el girone cremasco –
dalla classifica cortissima – comanda ora la Sergnanese, che ha vinto sul campo
dell’Acquanegra per 2 reti a
1, riprendendosi la vetta persa in dicembre. Tiene il passo della prima solo il Casale
Cremasco, che ha rifilato il
poker all’Annicchese. Ha
rallentato, invece, l’Agnadello che, come prevedibile,
ha trovato negli “orange”
di Pianengo una squadra in
salute. Bloccato, sempre nelle zone nobili, il Casaletto
Ceredano: in una gara incredibile ha perso contro il Bagnolo Cremasco 5 a 4 tra le
mura amiche.
Scintille anche in Ripaltese-Frassati, match terminato
3 a 2 per i padroni di casa.
Altro poker a Crema tra i
cremini di mister Biancardi
e il Castelleone: a servirlo i
boys del borgo turrito, a segno con Pandini e per tre volte con Pascuzzi, per una tripletta da urlo. I nerobianchi
hanno subìto tre espulsioni
che hanno compromesso la
gara.
I sergnanesi hanno rischiato grosso solo nel finale quando Dieng ha calciato
out un penalty concesso dal
direttore di gara; era il minuto 49 e sarebbe stata una
vera beffa. Pianenghese e
Agnadello hanno mostrato
ottime cose, in un confronto giocato a viso aperto,
ma senza grosse chance per
gonfiare la rete. Così è finita
0-0.
Detto della bella vittoria
del Casale, che continua a
fare bene, veniamo ai fuochi
d’artificio che si sono visti
in Casaletto Ceredano-Bagnolo, dove l’ex capolista è
stata sconfitta per 4 a 5.
Avanti 4 a 0 per i gol di
Luciano e Spoldi (autore di
una quaterna incredibile),
il Bagnolo ha visto il Casaletto sbagliare un rigore con
Braguti e realizzare quattro
gol con Bottoni (due), Tonani e Barca. Ma non è bastatato, per raggiungere la cin-
quina dei bagnolesi di coach
Spinelli, che si sono portati a
casa i sudatissimi tre punti,
mantenendosi in zona playoff. Per le prime cinque posizioni, comunque, la lotta
sarà aperta fino in fondo.
Questa è la Terza e ogni
domenica può succedere di
tutto! Due rigori sbagliati
(Dieng dell’Acquanegra al
49’ contro la Sergnanese e
Braguti al 35’ in CasalettoBagnolo) hanno scritto una
classifica, la loro realizzazione avrebbe provocato
“scossoni” e altri scenari.
Tra 24 ore, se non nevicherà, campi infuocati a
Sergnano, dove sbarcherà
la Ripaltese, che arriva da
una convincente vittoria, e
a Castelleone: sul sintetico
dell’oratorio il Casale cercherà l’impresa. Per Casaletto e, soprattutto, Agnadello,
match alla portata.
LG
R��������-G��. A
Acquanegra-Sergnanese
Casale Cr.-Annicchese
Casaletto Cer.-Bagnolo
Crema-Or. Castelleone
Madignanese-Paderno
Or. Cava-S. Carlo Crema
Pianenghese-Agnadello
Ripaltese-Or. Frassati
Sergnanese 35; Casale Crem.
34; Casaletto 32, Agnadello 32;
Bagnolo 30; Ripaltese 29; Or.
Castelleone 25; Frassati 24; Acquanegra 23, Pianenghese 23;
Madignanese 21, Paderno 21;
Annicchese 19; Or. Cava 18; San
Carlo Crema 11; Calcio Crema 5
P������� T����
Agnadello-Crema
Annicchese-Madignanese
Bagnolo-Or. Cava
Orat. Castelleone-Casale Cr.
Or. Frassati-Pianenghese
Paderno-Casaletto Cr.
S. Carlo Crema-Acquanegra
Sergnanese-Ripaltese
Fanfulla-Asola
Orsa-Darfo Boario
Rezzato-Pedrocca
Crema 1908-Cavenago
Rigamonti-Orceana
Sarnico-Palazzolo
Travagliato-Grumellese
Vallecamonica-Villongo
sodalizio guidato da Enrico Zucchi ha organizzato un’assemblea
pubblica per illustrare l’ambizioso progetto ‘Crema Sporting
Park’, che “prevede la riqualificazione dell’area oggi conosciuta
come “Pierina” che si estende su
110.000 metri quadrati. L’intervento prevede la riqualificazione
dell’intero comparto a uso sportivo ricreativo. Il costo dell’operazione è stimato in 7,5 milioni di
euro (un articolo completo su questo
argomento si trova a pagina numero 6
del giornale).
El
Excelsior: nuovo
mister, primo hurrà
L
a copertina è tutta dell’Excelsior Vaiano che, domenica
scorsa, ha ottenuto la sua prima
(importante!) vittoria nel girone
L dove comanda il Chieve, di
nuovo a segno contro l’Acop
Zelo: alla capolista è bastata la
rete in extremis di Piccolini, di
testa. Per la cronaca i nostri hanno giocato in dieci dopo il grave
infortunio a Recenti che ha costretto l’arbitro a sospendere il
match per una ventina di minuti. Fa notizia anche il rigore calciato fuori da bomber Bertolotti,
di solito cecchino infallibile, specie dagli 11 metri.
Ma torniamo ai gialloblù: a
volte il cambio di mister dà quella scossa in più che serve per
tornare a vincere. È stato così
in casa Excelsior, coi nostri che
hanno si sono regalati, insieme
al nuovo tecnico Riluci, il primo hurrà stagionale. A farne le
spese, in casa propria, il Locate,
piegato 1 a 2: i cremaschi hanno
recuperato lo svantaggio grazie alle reti di Gallarini e Cerri,
quest’ultima in rovesciata. Una
SECONDA CATEGORIA
Al Soncino non
riesce l’impresa
1-2
4-0
4-5
0-4
0-1
2-0
0-0
3-2
C���������
P������� T����
PRIMA CATEGORIA
Riecco in testa la Sergnanese
N
Il tavolo della conferenza stampa dei giorni scorsi
I
l San Paolo, pur giocando col
cuore in mano oltretutto in 10
dal 31’ per l’espulsione rimediata da Consolandi (fallo da ultimo
uomo) non è riuscito a fermare la
corazzata Fornovo, che ha portato a 9 le lunghezze di vantaggio
sulla formazione soncinese. La
capolista vede la Prima vicina, ma
nessuna meraviglia per gli addetti
ai lavori. Pieranica e Montodinese sono rimaste appaiate al terzo
posto, avendo impattato entrambe
rispettivamente a Fontanella e in
casa con l’Oratorio Sabbioni. La
Scannabuese, quarta in graduatoria, ha strapazzato letteralmente
il Castelnuovo e domani cercherà
di fermare la prima della classe in
suolo orobico. Il Fornovo ha gran-
de confidenza con la porta degli avversari (56 centri in 18 partite), ma
lascia giocare (18 le reti rimediate
come la Scannabuese). È ritornata
alla vittoria, sudata, la Doverese e
il Cso Offanengo ha colto il primo
successo con mister Patrini in panchina calando il poker sul Trescore
(Borgonovo, Guerini, Stringhi su
rigore e V.Tavazzi i marcatori).
Ha prevalso il segno ‘x’ in Monte-Spinese ed Aurora-Palazzo. Era
grande l’attesa per la sfida di Soncino e le aspettative non sono andate
deluse. Peccato per il fallo dal limite
dell’area costato il rosso a Consolandi. Proprio sul calcio di punizione procurato dal difensore del San
Paolo, il Fornovo ha messo fuori la
freccia. Immediata la reazione dei
ittoria importante, la prima con mister Felice Rossi, dell’Offanenghese, a spese
del Casalbuttano. La Luisiana
ha messo in cassaforte altri tre
punti, rimandano a casa a mani
vuote il Fara Olivana, mentre la
Rivoltana, che domani è attesa
dal Calcio, è andata in bianco
a domicilio per opera del Real
Qcm, prossimo avversario degli
uomini di Luciano Ferla.
Questo il quadro emerso domenica scorsa. L’Offanenghese,
col successo all’inglese firmato
dalla coppia Viviani&Piras, ha
agganciato al penultimo posto il
Vignate e domani in suolo bergamasco cercherà di effettuare
il sorpasso proprio ai danni del
Fara Olivana. I giallorossi domenica hanno dominato la scena, concedendo davvero pochi
spazi al Casalbuttano, costretto
a difendersi anche quando, dopo
appena un quarto d‘ora e sino
al 32’, quando ha rimediato il
cartellino rosso anche l’ospite
Pescatori, hanno agito in inferiorità numerica per l’espulsione
rimediata da Longari (fallo da
dietro da ultimo uomo).
La Luisiana, seppur a fatica,
ha avuto ragione del Fara coi gol
di Fiorentini al 15’ (girata di capoccia sul piazzato di Dognini)
e del solito Dognini, al 77’. Gli
ospiti erano riusciti a rimettere le
prodezza da tre punti, che permette all’ambiente di continuare
a sperare.
Risultati molto positivi anche
nel girone H. Il Castelleone di
mister Miglioli ha rifilato un bel
tris alla Nuova Gloria (De Goes,
Dragoni e Gorlani i finalizzatori), il Romanengo ha pareggiato
con il Santo Stefano per 1 a 1 e
il Salvirola ha vinto 3 a 2 col Robecco. Se i romanenghesi hanno
compiuto una mezza impresa
nel Lodigiano – i rivali sono in
zona playoff – il Salvirola tra le
mura amiche ha sofferto più del
dovuto col Robecco: avanti 1 a
0 ha subìto rimonta e sorprasso
per poi reagire e firmare il gol
vittoria con Cappa a cinque minuti dal termine.
Tra 24 ore derby tra Romanengo e Castelleone, sempre
molto sentito e San BiagioSalvirola nel girone H. Nel raggruppamento L il Chieve andrà
a far visita al Melegnano, che
spera di bloccare la capolista e
farsi sotto. L’Excelsior cercherà
il bis con il forte Casalmaiocco.
Comincerà a vedersi anche il
nuovo “modulo” di mister Riluci.
R��������-G��. E
Luisiana-Fara Olivana
Rivoltana-Real Qcm
Offanenghese-Casalbuttano
Vignate-Soresinese
Calvairate-Calcio
Codogno-Gessate
Settalese-Paullese
Tribiano-Sporting L e B
Riposa: San Giuliano
2-1
0-1
2-0
1-2
3-1
0-1
1-0
6-0
C���������
Calcio 41, Gessate 41; Settalese
37; Codogno 32; Luisiana 30;
S. Giuliano 28; Soresinese 27;
Calvairate 26; Rivoltana 24;
Tribiano 21, Paullese 21; Real
Qcm 20; Casalbuttano 17; Fara
Olivana 16; Vignate 15; Offanenghese 12; Sporting L e B 2
P������� �����
Calcio-Rivoltana
Codogno-Casalbuttano
Fara Olivana-Offanenghese
Gessate-Settalese
Paullese-Tribiano
Soresinese-San Giuliano
Real Qcm-Luisiana
Sporting L e B-Vignate
Riposa: Calvairate
cose a posto al 51’ con Bianchi e
ci ha provato due volte sul 2 a 1,
ma senza fortuna.
Rivoltana più in scuro che in
chiaro ed il Real Qcm ha ringraziato lasciando il segno al 60’
con Gellera.
el
R��������-G��. H
S. Stefano-Romanengo
Castelleone-Gloria Lod.
Salvirola-Robecco
R��������-G��. L
Chieve-Zelo B.
Locate-Excelsior
1-1
3-0
3-2
0-1
1-2
C����������
GIR. H: Castelleone 43; Or. Senna
Lod. 38; Castelvetro 34; Casalpusterlengo 30; S. Stefano 29, Oriese 29; Leoncelli 26, Salvirola 26; Gloria Lod.
22; Romanengo 21, Pescarolo 21;
Pizzighettone 20; Terranova 17; Castelverde 16, S. Biagio 11; Robecco 10
GIR. L: Chieve 41; Montanaso
37, Melegnano 37; Casalmaiocco
32; Rozzano 30; Pievese 28; Valleambrosia 26; Borgolombardo
24; Pantigliate 23, Locate 23; Zelo
B.P. 22; Medigliese 20; Savorelli 17;
Mazzola 14; Excelsior 11, Usom 8
P������� T���� G��. H
Romanengo-Castelleone
San Biagio-Salvirola
P������� T���� G��. L
Excelsior-Casalmaiocco
Melegnano-Chieve
LG
ragazzi di Gallina, vicini all’1 a 1
con un bel colpo di testa di Goisa
(parata d’istinto dell’estremo difensore ospite), ma in pieno recupero i
bergamaschi hanno raddoppiato su
palla inattiva. In avvio di seconda
frazione (48’), Maruti ha lasciato il
segno con un esterno destro al bacio, riaprendo il confronto. Al 58’
Minelli è andato vicino al 2 a 2, che
tutto sommato ci poteva stare.
La Scannabuese è andata sul
velluto. Nella prima frazione ha finalizzato tre volte su palle inattive
con Peveralli, Familari e Cattaneo.
Nella ripresa Peveralli e Familari
hanno concesso il bis irrobustendo
così il punteggio. Costretta a inseguire la Casiratese, in vantaggio al
70’, la Doverese di Caccialanza ha
saputo ribaltare il risultato coi gol
di Andena (85’) e del solito Cicchillitti (90’ su rigore). Il Monte ha
messo fuori la freccia con Tavani
al 10’, la Spinese ha risposto al 45’
con Piccichino.
Sono state le doppiette di Malusardi e Pavesi a decidere il risultato
di Aurora Ombriano-Palazzo Pignano. A Fontanella, il Pieranica
ha risposto al vantaggio dei bergamaschi, firmato Kaltic (11’), con
Soldati (20’).
El
R��������-G��. H
Doverese-Casiratese
Fontanella-Pieranica
Monte Cr.-Spinese Or.
Montodinese-Sabbioni
Ombriano-Palazzo P.
S. Paolo Sonc.-Fornovo
Scannabuese-Castelnuovo
Trescore-Offanengo
2-1
1-1
1-1
0-0
2-2
1-2
5-0
0-4
C���������
Fornovo 47; S. Paolo Soncino
38; Pieranica 31, Montodinese
31; Scannabuese 29; Fontanella
27; Doverese 25; Spinese Or. 24;
Castelnuovo 23; Sabbioni Crema
22, Monte Crem. 22; Ombriano
21; Palazzo P. 17; Casiratese 14;
Offanengo 11; Trescore 10
P������� T����
Casiratese-Ombriano
Castelnuovo-Trescore
Fornovo-Scannabuese
Offanengo-Montodinese
Palazzo Pignano-S. Paolo Sonc.
Pieranica-Monte Cr.
Sabbioni-Fontanella
Spinese Or.-Doverese
Sport 35
SABATO 31 GENNAIO 2015
BASKET D:
D: SimeComm ko
P
asso falso forse inatteso per la
SimeComm Ombriano, che
vede interrompersi a sei la striscia di
successi consecutivi dopo la sconfitta interna 84-92 contro il Bancole.
La Pontek Bancole, al terzo hurrà
di fila dopo l’acquisto di Riccaredo
Faccioli dalla B2 di Arzignano, si è
dimostrata compagine quadrata e
in forma, mettendo a ferro e fuoco
il PalaCremonesi, con ben 13 triple
a segno su 21 tentativi. Inizio sprint
per gli sopiti 0-7 grazie a Borretti
ma Ombriano, trascinata da Baggi, opera il sorpasso in chiusura di
parziale sul 19-18. I tiratori di coach
Martini si scatenano però nel secondo quarto, mettendo a referto ben
30 punti grazie a sei canestri dalla
lunga distanza quasi consecutivi.
A farla da padrone Mantovani, con
ben 3 conclusioni a segno in pochi
minuti. Con Cerioli (10/11 da 2 alla
fine) in grande spolvero però la SimeComm riesce a stare in scia e il
canestro iniziale di Piloni a rientro
dagli spogliatoi prelude alla grande
rimonta rossonera. In chiusura di
parziale, Zoljan e Manenti pareggiano; la guardia serba opera addirittura il sorpasso in coppia con Baggi
al 31’ ma, al minimo rilassamento,
Caravati e soci rimettono in chiaro le cose con un 12-0 firmato dal
solito Mantovani, ben coadiuvato
dai fratelli Faccioli. Ombriano non
molla e, dopo essere sprofondata a
meno 8, risponde dalla distanza con
Piloni e Baggi (il migliore dei suoi
con Cerioli). Sul 78-81, con un minuto e mezzo da giocare, Simone
Faccioli sbaglia due tiri liberi ma il
rimbalzo offensivo premia Borretti
che, con grande freddezza, chiude
la gara dall’arco.
Ora per Ombriano due trasferte insidiose, a Gussola (ieri sera) e
Chiari venerdì prossimo, per cercare
di mantenere la vetta.
tm
BASKET A2
TecMar alla
seconda fase
di TOMMASO GIPPONI
P
rende il via domani pomeriggio la seconda fase di
campionato per la TecMar Crema. Le biancoblù
non esordiranno con una novità. Era infatti prevedibile che nella prima giornata della Poule Promozione la
Federazione programmasse sfide tra provenienti dallo
stesso girone, con viaggi più agevoli da organizzare con
soli 6 giorni di preavviso visto che il calendario è stato
diramato lunedì. Alle 18 alla Cremonesi di via Pandino
dunque arriverà la Velco Vicenza, posizionata subito
alle spalle delle biancoblù (seconde) al termine della
prima fase. E sarà subito una sfida difficilissima.
Dopo il sacco cremasco in terra veneta, alla prima
di campionato, lo scorso ottobre, le vicentine hanno
reso il favore espugnando l’impianto cremasco il 30
novembre, una delle tre sconfitte stagionali finora della TecMar (le altre due contro la corazzata capolista
Ferrara). Avversaria dunque subito temibilissima, da
affrontare con la massima concentrazione e soprattutto
intensità. Nell’ultimo scontro diretto fu proprio un approccio troppo morbido alla partita da parte delle biancoblù a risultare decisivo. D’altronde, questa seconda
fase sarà tutta così. Crema è entrata con pieno merito
tra le migliori 12 formazioni di A2 a livello nazionale,
e ora è attesa in sostanza da 10 scontri consecutivi al
vertice.
Le prime due accederanno poi direttamente alla serie finale che vale la A1. Difficile dire se Crema sarà
una tra queste. Squadre come Torino e Castel San Pietro (nel girone con Crema, Vicenza, Genova e Santa
Marinella) si sono ulteriormente rinforzate. Intanto
però questa fase sarà utilissima a livello di esperienza
per le cremasche, che proveranno la propria consisten-
GOLF: gare prestigiose sul green cremasco
I
l ben curato green del Golf Crema Resort ha ospitato la disputa della
prima tappa della ‘9 Holes Golf Cup’, gara a 18 buche Stableford per
atleti di due categorie, aperta anche ai non classificati; semifinale nazionale e finale internazionale. Nel Lordo, doppietta del Golf Club Crema,
con Antonio Maioli che ha preceduto il compagno di circolo Marco
Gnalducci. Al romagnolo Massimo Cambiaghi del Cesena Golf Club
è andata invece la vittoria nella Prima categoria Netto. Nella Seconda
categoria, infine, il successo ha arriso a Luca Lanzalone del Garlenda
Golf Club. A questa gara favorita da una bella giornata di sole hanno
partecipato 43 giocatori.
A seguire si è giocata un’altra tappa della ‘Golf italiano winter cup
race to Turchia’, gara a 18 buche Stableford per tre categorie, aperta
ai nc. In palio c’erano quattro weekend al Golf Toscana per la finale
nazionale di maggio. La finale internazionale verrà disputata invece in
Turchia a giugno. Nel Lordo il più abile è risultato Marco Gnalducci
del Golf Club Crema, primo classificato davanti a Livio Calderoli e a
Marco Barbieri entrambi esponenti del Golf Club Villa Paradiso.
Sul gradino più alto del podio della Prima categoria Netto è salito Gabriele Massaia del Golf Club Crema, che ha preceduto Livio Calderoli e
Younes Bouhaja del Golf Club Benessere.
Nella Seconda categoria, invece, il successo è andato a Marzio Rossi
del Golf Club Salsomaggiore, che ha messo in fila il compagno di società Severino Grigolato oltre a Ettore Chinelli del Golf Club Crema.
Nella Terza categoria, infine, primo Enrico Liverani del Golf Club
Salsomaggiore, secondo Diego Agliardi del Mia Golf Club, terzo Sebastiano Bartolucci del Golf Club Crema.
dr
RUGBY: cremaschi superati a Lainate (29-5)
N
VIDEOTON: i cremaschi sbancano Pavia
on è stato un grande
esordio per il Crema
Rugby nella seconda fase del
campionato. I cremaschi,
poco determinati e precisi,
sono stati superati 29-5 a Lainate in una partita mai in discussione. Subito sotto di due
mete i neroverdi hanno accorciato con Guanzini, ma nella
ripresa sono crollati subendo altre tre mete. Urge subito una riscossa, a
partire dal match di domani pomeriggio al campo di via Toffetti contro
l’Amatori Milano alle 14.30. Weekend intenso anche per il settore giovanile. L’Under 14 sarà di scena oggi alle 17 in quel di Opera contro il
Metanopoli. Domattina sarà il turno della Under 12 alle 10 a Cesano
Boscone, mentre alle 11 in casa l’Under 18 riceverà il Cus Pavia. Buoni
anche i risultati dello scorso fine settimana per il vivaio cremasco. Bella
trasferta in terra bresciana per i bambini del minirugby che ben si sono
distinti nel concentramento di categoria svoltosi sul sintetico di Botticino, ottenendo anche due vittorie di prestigio contro i pari età del Mantova. Negli Under 8 hanno giocato Bianchessi, Leonardi, Cremonesi
Mar., Cippitelli A., Bonisoli, Cippitelli M, Rossetti, Devoti, Guercilena,
Cremonesi Mat., mentre nell’Under 10 sono scesi in campo Catalano,
Parietti, Mazzucchi, Imberti, Ruini, Di Martino, Capoferri, Premoli,
Contardi, Fidigatti. L’Under 12 invece era di scena a Mantova, dove si
è imposta bene contro i virgiliani e il Bergamo, ha pareggiato con Botticino e ha perso solo nel finale contro il forte Viadan, mostrando tanti
progressi. Le mete neroverdi sono state realizzate da Odiase, Festari,
Petrini e Maffi, che completavano la formazione assieme a Bergamaschi, Massimo, Perolini, Pipitone, Rossetti e Russo. L’Under 14 ha colto
un bel successo casalingo per 32-22 contro l’Oltremella. Inizio tutto in
salita per i nostri, sotto di tre mete quasi subito, prima di accorciare con
Cerioli. Nella ripresa tutt’altra determinazione, e mete degli esordienti
Zecchini (su bell’azione di Meanti), Denti Pompiani (fuga da metà campo) e Poli. L’Oltremella però riapriva la gara con una meta, ma Crema
non si disuniva e segnava due volte con Ferrari e Giacobbi. Per Crema
hanno giocato Misseroni (10’ s.t. Moreira), Cerioli, Ferrari, Giacobbi,
Denti Pompiani, Massimo, Caravaggio, Campanella, Poli, Tacchini,
Meanti, Zambelli (1’ s.t. Zecchini), Sy.
tm
S
erata memorabile per il Videoton che è riuscito a sbancare il Palaravizza costringendo Marrone e compagni alla seconda sconfitta
stagionale. Vittoria legittima quella dei cremaschi che arriva nell’ultimo
minuto di gioco dopo aver bloccato i biancorossi sul pareggio per la
quasi totalità del match.Si tratta di un risultato particolarmente importante in chiave playoff.
Pavia Calcio a 5 - Videoton Crema: 1-2 (1-1 p.t.)
Reti: (1) Pagano, (1) Santabrabara
BASKET PROMOZIONE: Izano sconfitto (57-74)
È
za contro le migliori compagini d’Italia. Nella peggiore
delle ipotesi, sarà un’occasione di crescita.
E senza la pressione di dover fare risultato ad ogni
costo, visto che la permanenza in A2 per la prossima
stagione è già garantita, le nostre possono davvero
esprimersi al meglio. Lo scorso weekend le nostre hanno riposato nell’ultimo turno della prima fase, per prepararsi al meglio all’esordio di domani con Vicenza. La
speranza è che, dopo una prima parte da 13 vinte e 3
perse la TecMar possa ancora regalare molte soddisfazioni ai suoi tifosi.
Classifica: Ferrara 30; TecMar Crema 26; Vicenza
24; Albino 16, Villafranca 16; A. Cagliari 14, V. Cagliari 8, Biassono 6, Muggia 4.
Pallanuoto giovanili
I
nizio positivo per la squadra Under 13 della
Pallanuoto Crema. Esordio casalingo a suon
di gol alle spese del Busto Nuoto. L’incontro è finito 21-4 per la formazione guidata da Giovanni
Marchesi. Il capitano Davide Rocco si è messo in
luce segnando sei reti, mentre Pietro Groppelli
e Daniele Andena hanno fatto un poker a testa.
Tre gol per Andrea Raimondi, doppietta per Vito
Cornigliaro e un punto per Marco Fadenti e Jacopo Farea. Se il buongiorno si vede dal mattino c’è
da stare tranquilli e fiduciosi. L’Under 15 di Luca
Mussi prosegue la sua marcia positiva vincendo
altre due gare e restando in vetta.
PEGASO BOWLING: un corso gratuito
I
l club bowling Pegaso di
Madignano continua intensamente la sua attività tra
il progetto con le scuole del
territorio e la stagione agonistica (qui a lato il gruppo).
Inoltre dal 5 febbraio verrà
proposto un corso gratuito
per chi vuole avvicinarsi a
questo gioco!
BOCCE: i risultati della gara d’apertura del 2015
È
Basket DNB: l’Erogasmet e la risalita
di TOMMASO GIPPONI
H
terminato con una netta sconfitta per la Etiqube Izano il big match
che la opponeva alla capolista Juvi, passata alla Serio per 57-74 in
una gara costantemente dominata, sin da un primo quarto, da 29 punti
con 6/6 da tre. Aschedamini e Masseroli, i migliori dei cremaschi con
18 e 20 punti rispettivamente, hanno imbastito la rimonta, ma nell’ultimo quarto la Juvi ha allungato inesorabilmente.
Successo interno invece per la Conad Offanengo, 54-49 sul Fadigati,
in una gara dominata dalle difese, con doppia cifra per i decisivi Airini
e Dedda, il primo con la tripla del sorpasso dopo il -7 del 38’e il secondo coi liberi della staffa nel finale. Nel girone milanese invece bel successo della Banca dell’Adda Rivolta, 72-63 contro i Tigers, e classifica
che va migliorando dopo un inizio difficile.
C FEMMINILE
Ha potuto fare ben poco il Basket Femminile Crema sul campo della
capolista Bresso, vincitrice per 64-38. Le cremasche sono rimaste in
partita solo nel primo quarto, prima di cedere nettamente. Stasera alle
20.45 inizia il girone di ritorno con una gara a Melzo decisamente più
alla portata di Schiavini e compagne.
tm
a dovuto probabilmente toccare il fondo l’Erogasmet Crema per
iniziare la risalita. Quel che conta è che però i cremaschi l’hanno
fatto, e finalmente sono riusciti a tornare al successo dopo quasi due
mesi d’astinenza. La gara interna di domenica scorsa con Pordenone,
che i biancorossi hanno vinto 76-74, ha davvero appassionato il numerosissimo pubblico presente come sempre in una Cremonesi peraltro
rinnovata, con nuovi canestri e soprattutto un tabellone elettronico
molto più chiaro e degno di questa categoria. Per tutta la prima metà
della partita si è vista una delle peggiori Erogasmet della stagione.
Sembravano quasi spaesati i biancorossi, intimoriti e poco incisivi.
I friulani senza strafare non avevano alcun problema a portarsi a
condurre anche di 16 lunghezze. C’erano tutte le premesse per la settima sconfitta consecutiva. Evidentemente nell’intervallo i cremaschi
si sono guardati negli occhi e sono finalmente riusciti a reagire. Tutto
è partito dall’intensità difensiva, che nella ripresa è stata quella che
dovrebbe sempre essere a questo livello per una squadra come Crema,
che non ha sicuramente talento sufficiente per stare con le prime ma
che deve guadagnarsi i punti col sudore e l’applicazione. Dalla difesa
finalmente intensa, e da parte di tutti, ha preso energia anche l’attacco, e così piano piano è iniziata la rimonta, arrivata fino a un possesso
di distanza, con più occasioni per operare il sorpasso non sfruttate.
Poi però, vuoi forse per le energie impiegate per la rimonta, Pordenone è riuscita a riportarsi avanti, e a due minuti dalla fine conduceva
nuovamente di nove. I biancorossi però ormai hanno abituato il loro
pubblico a delle grandi rimonte negli ultimi secondi, purtroppo però
mai coronate dal successo.
Questa volta è andata diversamente. Punto su punto Crema si è portata fino a meno uno. Il capitano avversario Colamarino ha avuto due
liberi con 10” da giocare ma li ha sbagliati entrambi. Crema quindi ha
avuto ancora una volta il tiro per vincere, e questa volta, dopo tanta
sfortuna, la dea bendata ha strizzato l’occhio ai biancorossi facendo sì
che il friulano Di Prampero commettesse un fallo onestamente suicida
sul tiro da tre punti di Ale Ferri quasi allo scadere. Tre liberi dunque,
che andavano comunque messi. L’ala lodigiana però è stata glaciale
mettendo i primi due per il sorpasso. Voleva sbagliare appositamente il terzo per far scadere il secondo e mezzo rimanente ma, se pur
di tabella, la palla è entrata. Pordenone in così poco tempo è riuscita
però a costruirsi solo un tiro da metà campo andato ben lontano dal
bersaglio, che ha liberato la gioia incontenibile di tutti i giocatori biancorossi e dei tifosi.
Successo fondamentale per la salvezza, visto che ha aumentato la
distanza da Arzignano penultimo a 8 lunghezze. Domani pomeriggio
l’Erogasmet sarà di scena a Pisogne contro Costa Volpino, in una trasferta importante per la quale la società sta organizzando anche un
pullman per i tifosi (per informazioni chiamare Gloria 3425781262).
Erogasmet Crema-Pienne Pordenone 76-74 (9-18; 29-42; 53-54)
Erogasmet Crema: Zanella 16 (7/11, 0/1), Del Sorbo 11 (0/3, 1/3),
Tagliaferri 5 (1/2, 1/3), Tardito 6 (3/9), Manuelli 4 (2/9, 0/1), Dedda
ne, Persico 6 (3/6), Colnago, Cardellini 13 (3/5, 1/6), Ferri 15 (3/5,
1/5). All. Baldiraghi.
toccato come da tradizione alla Mcl Capergnanica organizzare la
gara di apertura della nuova annata. Ad aggiudicarsela sono stati
Pierantonio Comizzoli (Zeni, Lodi) per le categorie AB e Roberto Cerioli (Polisportiva Madignanese) per le categorie CD. L’esperto Comizzoli in finale ha battuto Eros Cazzaniga per 12 a 9. Nel raggruppamento minore, invece, Cerioli è salito sul gradino più alto del podio dopo
aver battuto il lodigiano Luca Zucchelli nel match decisivo terminato
sul punteggio di 12 a 4. Le due classifiche della gara sono state stilate
dall’arbitro nazionale Franco Stabilini – che ha diretto con l’ausilio dei
giudici di corsia Parati e Morena – e sono risultate le seguenti: Categorie AB: 1) Pierantonio Comizzoli (Zeni, Lodi), 2) Eros Cazzaniga
(Bar Bocciodromo), 3) Stefano Guerrini (Mcl Achille Grandi), 4) Francesco Branchi (Cremosanese), 5) Paolo Reghenzani (Bissolati, Cremona), 6) Rodolfo Bocca (Sergnanese). Categorie CD: 1) Roberto Cerioli
(Polisportiva Madignanese), 2) Luca Zucchelli (Lodivecchio, Lodi), 3)
Luciano Pozzoli (Codognese ’88, Lodi), 4) Giuseppe Malinverni (Mcl
Achille Grandi), 5) Sergio Severgnini (Mcl Offanenghese), 6) Alessandro Forlani (Maffi, Bergamo), 7) Vinicio Papa (Mcl Capergnanica).
BOCCE NEWS
Le cremasche Vis Trescore, Scannabuese e Arci Crema Nuova parteciperanno ai campionati a squadre. Le prime due nella categoria A, la
terza nella B. Il Comitato è in attesa che vengano pubblicati i gironi e i
sorteggi della fase eliminatoria.
Nel frattempo, il presidente del Comitato Franco Stabilini è alle prese
con i problemi delle riaffiliazioni e dei tesseramenti. Mancano ancora
all’appello due società: la Santo Stefano e la Santamaria.
Intanto si è sollevata qualche voce di protesta per la temperatura
all’interno del bocciodromo comunale. Secondo alcuni bocciofili,
nell’impianto fa freddo, e sarebbe questo il motivo per il quale qualcuno
non sta partecipando alle competizioni invernali. Secondo il presidente
Stabilini, responsabile della gestione, invece, la temperatura è quella ideale per chi deve fare attività sportiva indoor. Nel bocciodromo, secondo
Stabilini, ci sono 17 gradi. L’impianto di riscaldamento viene acceso al
mattino alle 11.30 per fare in modo che ci sia caldo al pomeriggio e alla
sera, quando ci va la gente a giocare. “Se qualcuno ha freddo può indossare una maglietta termica. Dove fa tropo caldo la gente non gioca”. dr
GIORGIO ZUCCHELLI Direttore responsabile
Angelo Marazzi Coordinatore di direzione
IN REDAZIONE
Gian Battista Longari (redattore editoriale)
Bruno Tiberi (redattore editoriale)
Mara Zanotti (redattore editoriale)
Registrazione del Tribunale di Crema n. 18 del 02-01-1965
Direzione, redazione e amministrazione: via Goldaniga 2/A - 26013 Crema
Tel. 0373 256350 - Fax 0373 257136 - Posta elettronica: [email protected]
C.C. postale 10.35.1260 - IBAN IT60M0503456841000000647728
CCIAA Cremona 119560
Progetto grafico: Il Nuovo Torrazzo
Tipografia: Industria Grafica Editoriale Pizzorni, via Castelleone 152 Cremona Tel. 0372 471004 - 471008 Fax 0372 471175
Membro della FISC
Federazione Italiana
Settimanali Cattolici
Associato all’USPI
Unione Stampa
Periodica Italiana
Abbonamento 2015: anno euro 42, semestre euro 26
Pubblicità: uffici Il Nuovo Torrazzo via Goldaniga 2/A Crema Tel. 0373 256350
Fax 0373 257136 e-mail: [email protected]
www.ilnuovotorrazzo.it
U.P. Uggeri Pubblicità srl corso XX Settembre 18 Cremona Tel. 0372 20586 Fax
0372 26610 e-mail: [email protected] - sito: www.uggeripubblicita.it
Manoscritti e fotografie non richiesti dalla direzione, anche se non pubblicati, non vengono
restituiti. La direzione si riserva di condensare le lettere che a suo giudizio risultassero troppo
lunghe o di interesse non generale. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente qualsiasi inserzione anche pubblicitaria non consona all’indirizzo del giornale.
La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 90 n. 250
36
SABATO 31 GENNAIO 2015
ARTIGIANATO
Libera Associazione
Artigiani
Supplemento gratuito n. 3 a Il Nuovo Torrazzo n. 5 del
31 gennaio 2015
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE
D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
E-mail: [email protected] - Queste pagine anche su Internet: http://www.liberartigiani.it
Un altro importante evento organizzato il 6 febbraio al Sant’Agostino
Pietro Ichino e il Jobs Act
Dopo l’incontro con il ministro Giuliano Poletti, la Libera Artigiani di Crema e l’Associazione
Industriali di Cremona hanno invitato in città uno dei principali protagonisti della riforma del lavoro
Il professor Pietro Ichino
Dopo il ministro Giuliano Poletti, titolare del dicastero del Lavoro, che ha accettato l’invito di
raccontare in terra cremasca, - e
cioè nello stabilimento della Bosch/Vhit di Offanengo - la riforma
del Lavoro che a quel tempo (il 28
novembre 2014) era stata approvata solo alla Camera dopo un percorso travagliato e l’annuncio di
giorni di sciopero proclamati da
due organizzazioni sindacali, ora
è la volta del professor Pietro Ichino, giurislavorista, docente ordinario di Diritto del lavoro, senatore,
considerato il padre del Jobs Act e
della soppressione dell’articolo 18,
sicuramente il politico e lo studioso che, più di altri, ha teorizzato per
anni la necessità di un profondo
intervento riformatore del mercato del lavoro italiano, raccogliendo
attorno a sé adesioni trasversali agli
schieramenti politici.
E ancora una volta, come era già
successo con il ministro Poletti,
l’opportunità di ascoltare a Crema
un personaggio di livello internazionale è stata organizzata dalla
Libera artigiani di Crema e dall’As-
sociazione industriali di Cremona.
Infatti, Pietro Ichino sarà il principale oratore dell’incontro dal titolo
«L’Italia riparte dal lavoro» che si
terrà venerdì 6 febbraio, dalle ore
17.45, nella sala Pietro da Cemmo
del Sant’Agostino. A introdurre l’ospite famoso, ci saranno i discorsi
dei due presidenti delle associazioni che hanno voluto questo evento: Marco Bressanelli della Libera
artigiani e Umberto Cabini di Assoindustria di Cremona.
C’è tanto da sapere e da discutere perché il Jobs Act sicuramente
cambierà molte regole del gioco
nel mercato del lavoro. Innanzitutto bisogna sottolineare che questa
riforma, al suo nascere, era stata
salutata positivamente dalle organizzazioni artigiane. «Elogiamo»
aveva detto l’allora presidente di
Rete Imprese Italia, Giorgio Merletti, «la sensibilità manifestata dal
ministro del Lavoro, Giuliano Poletti che, per le imprese fino a 15
dipendenti, ha mantenuto le misure di indennizzo attualmente in
vigore, positivamente innovate con
il meccanismo delle tutele crescenti
che offre maggiori certezze».
Frasi di gradimento sono state
ripetute in questi giorni anche dal
nuovo presidente di Rete Imprese
Italia, Daniele Vaccarino: «Apprezziamo lo sforzo del Governo
di riformare complessivamente il
mercato del lavoro, cercando di
conciliare la flessibilità del sistema
produttivo, indispensabile per la
competitività, e la massima protezione nel mercato del lavoro». In
particolare, ha avvertito Vaccarino,
«valutiamo positivamente l’eliminazione della reintegra nel posto
di lavoro in caso di licenziamento illegittimo. Altrettanto positiva
è la conferma dell’attuale sistema
risarcitorio, senza aumenti di costi, per le imprese con meno di 16
dipendenti, mentre per le imprese più grandi andrebbe ridotta la
misura massima dell’indennizzo
Marco Bressanelli (presidente Libera Artigiani)
Umberto Cabini (presidente Industriali di Cremona)
in coerenza con la legislazione di
altri paesi europei. In particolare,
apprezziamo la principale finalità di sostenere le assunzioni stabili incentivando e rendendo più
conveniente il contratto a tempo
indeterminato e la discontinuità
operata nei confronti della Legge
n. 92/2012, la quale erroneamente
riteneva di incentivare il ricorso al
contratto a tempo indeterminato
attraverso pesanti interventi di aumento del costo del lavoro del contratto a termine».
C’è stato, dunque, un sospiro di
sollievo. Se, infatti, il contratto unico a tutele crescenti può contribuire a semplificare l’attuale quadro
normativo in materia di tipologie
contrattuali, il rischio che bisognava scongiurare (ma bisogna essere
vigili anche oggi) è la possibilità
che, con i decreti attuativi, vengano
introdotte nelle imprese, con meno
di 16 dipendenti, oneri nuovi e difficilmente sostenibili. L’altro tema
è quello dell’apprendistato. «Vogliamo essere certi» sottolinea il
presidente Marco Bressanelli, «che
il riordino dei contratti di lavoro
non finisca con il penalizzare l’apprendistato che non solo è la strada
maestra per garantire il lavoro certo ai nostri ragazzi, ma è anche lo
strumento per formare davvero i
giovani dal momento che la scuola
non garantisce quelle competenze
di cui hanno bisogno gli artigiani».
Certo, come ha più volte sottolineato anche il segretario della
Libera artigiani, Giuseppe Zucchetti, «il Jobs Act, da solo, non
basta a incentivare gli imprenditori
ad assumere e neppure stimola le
aziende estere a venire ad investire
in Italia; servirebbe da subito anche
una giustizia civile più rapida e più
semplice. Ma se i provvedimenti legati al Jobs Act andranno in porto,
si sarà fatta finalmente chiarezza
anche per i nostri artigiani: il diritto al reintegro varrebbe solo per i
licenziamenti discriminatori; per
tutti gli altri casi, l’azienda potrà
licenziare il lavoratore dietro pagamento di un’indennità economica
crescente in rapporto agli anni di
lavoro. Quindi - pur precisando
che gli artigiani non provano certo piacere nel licenziare i collaboratori che sono la vera ricchezza
dell’azienda (il 64% degli artigiani
iscritti alla Libera ha affermato di
«non avere avuto mai la necessità
di licenziare i propri dipendenti»,
secondo il nostro sondaggio) –
questa riforma sarà benvenuta se
l’artigiano potrà disfarsi con più
facilità di scansafatiche e di incompetenti».
Al fine di capire che il mercato
del lavoro abbia l’urgenza di diventare più flessibile, varrebbe la pena
di rileggere un attimo i dati negativi che ci riguardano: tra il 2008
e oggi la disoccupazione in Italia
è raddoppiata: siamo a 4 milioni
circa di disoccupati, senza contare
quelli in cassa integrazione. Tutto
ciò mentre negli altri Paesi in crisi quali Portogallo, Spagna, Irlanda, Slovenia, Cipro, Grecia, i dati
mostrano che la disoccupazione
ha cominciato scendere. La flessibilità degli altri ha permesso, per
esempio in Spagna, investimenti di
gruppi esteri e, di conseguenza, la
creazione di posti di lavoro. Questo, infatti, deve essere l’obiettivo:
snellire, rendere più facile fare impresa e quindi più facile assumere,
invogliare gli investimenti esteri,
dare la giusta tutela al lavoro ricordandosi ché di troppe tutele si può
anche morire.
Marco Bressanelli con il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti (nella Bosch di Offanengo)
La TUA IMPRESA è al centro delle attenzioni
A NE
R
BE AZIO NI
I
L I IA to
OC TIG daca
S
AS AR o sin
u
il t
ZI
I
RV
SE enze
TO nsul
A
AN ue co che
I
IG le t ecifi
T
p
AR per s
SA e
E
n
PR azio line
M
TI form e on
R
A r la ale
n
pe izio
d
tra
ria
I
a
i
D
FI nanz lato
T
o
AR a fi gev
z
en ito a
t
s
ssi ed
l’a il cr
e
SA ante
A
E ost
TO a e c ti
A
N ert ona
O
R esp nsi
T
PA ano r i pe
a m pe
n
u
2 SABATO 31 GENNAIO 2015
ARTIGIANATO - LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
IL NUOVO
Riforma del lavoro: tutto quello che bisogna sapere
Le regole che cambieranno
la vita nelle nostre aziende
Niente più reintegro nei casi di licenziamento per motivi economici
od organizzativi e limiti certi per i
casi disciplinari, con conferma della
tutela reale solo per casi nulli e discriminatori. Sì del parlamento al Jobs
Act. E in attesa dei decreti attuativi,
ecco le novità più importanti.
Licenziamenti economici. Con
l’introduzione del nuovo contratto
a tempo indeterminato a tutele crescenti in relazione all’anzianità di
servizio viene superato per sempre
il reintegro in caso di licenziamenti
economici illegittimi. La definizione
dell’indennizzo sarà fissato nel decreto delegato e l’ipotesi di partenza è sul
riconoscimento di un mese per ogni
anno di lavoro se le parti concordano
una soluzione del rapporto, e di un
mese e mezzo per ogni anno di lavoro in caso di impugnazione davanti a
un giudice. Il tetto massimo dovrebbe
essere fissato a 36 mesi, ma non è ancora chiaro se sarà così o se sarà più
limitato (a 24 mensilità).
Licenziamenti disciplinari. Per
i licenziamenti disciplinari ingiustificati, la sanzione del reintegro sarà
limitata a «specifiche fattispecie» dice
il testo della delega lavoro. Quasi sicuramente ci si muoverà nel solco
della recente sentenza della Cassazione, che ha vincolato l’applicazione
della tutela reale alla mancata “prova
materiale” del fatto contestato. Si farà
un’interpretazione.
Licenziamenti discriminatori. Il
Jobs act conferma la tutela reale per
i licenziamenti nulli: per esempio, se
si licenzia una madre durante il primo anno di vita del figlio. Rimarrà in
vigore l’attuale normativa (tutela reale
piena) anche nei casi di licenziamento
discriminatorio. Qui si tratta di ipotesi in cui l’azienda licenzia perché, per
esempio, si è iscritti a un sindacato, o
per un determinato orientamento politico, per questioni di credo religioso
o di colore della pelle. Oltre alla tutela
reale, si dovrà pagare un risarcimento
(previsto dalla legge Fornero).
Aspi (Assicurazione sociale per
l’impiego). La durata del trattamento di disoccupazione dovrà essere
rapportata alla «pregressa storia contributiva» del lavoratore con l’incremento della durata massima (per ora
fissata a 18 mesi a regime nel 2016,
ndr) per quelli con le carriere contributive più rilevanti. Si vuole estendere l’Aspi ai collaboratori fino al superamento di questo tipo di rapporto di
lavoro. Si prevede l’estensione dell’Aspi ai lavoratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa fino al loro esaurimento. Prevista
anche un’indennità di ultima istanza
a chi ha un Isee basso.
Contratti. Per quanto riguarda le
forme contrattuali flessibili è stato
di fatto previsto il superamento delle
collaborazioni coordinate e continuative. Ma una ricognizione verrà effettuata alla luce del nuovo contratto a
tempo indeterminato a tutele crescenti che, insieme con apprendistato e contratti a termine, diventerà la
SOLO TRE CONTRATTI
PER TUTTI I LAVORATORI
Saranno probabilmente tre
i contratti prevalenti: il nuovo
a tempo indeterminato
a tutele crescenti,
quello dell’apprendistato
e i contratti a termine.
nuova forma prevalente.
Mansioni flessibili. Si rivede la
disciplina delle mansioni in caso di
riorganizzazione, ristrutturazione o
conversione aziendale con l’interesse
del lavoratore alla tutela del posto di
lavoro, della professionalità e delle
condizioni di vita, prevedendo limiti
alla modifica dell’inquadramento. Il
passaggio da una mansione all’altra
diventa più semplice (con la possibilità anche di demansionamento).
Agenzia nazionale per l’occupazione. Per favorire il venirsi incontro
di domanda e offerta, sarà istituita
un’Agenzia nazionale per il lavoro
che, nelle speranze del governo, dovrebbe funzionare come nel modello
tedesco. Si punta a semplificare e razionalizzare le procedure di costituzione e gestione dei rapporti di lavoro
al fine di ridurre gli adempimenti a
carico di cittadini e imprese. L’obiettivo è svolgere tutti gli adempimenti
per via telematica.
Riforma della Cassa integrazioPASTICCERIA
ne. Non si potrà più autorizzare la
Cig in caso di cessazione definitiva di
attività aziendale. Ci saranno nuovi
limiti di durata sia per la cassa integrazione ordinaria (che ora è di due
anni) sia per quella straordinaria (che
è di quattro). L’obiettivo è di assicurare un sistema di garanzia universale
per tutti i lavoratori con tutele uniformi e legate alla storia contributiva del
lavoratore. Sarà, infine, prevista una
maggiore partecipazione da parte
delle aziende che la utilizzano.
Agenzia per le ispezioni, servizi
integrati Lavoro-Inps-Inail. È una
delle semplificazioni più attese: verranno razionalizzate le attività ispettive presso le imprese o con un maggiore coordinamento o con l’istituzione
di un’Agenzia unica per le ispezioni
del lavoro, tramite l’integrazione dei
servizi ispettivi del ministero del Lavoro, dell’Inps e dell’Inail, prevedendo anche forme di coordinamento
con i servizi ispettivi delle Aziende
sanitarie locali e delle Agenzie regionali per la protezione ambientale.
L’obiettivo dichiarato è garantire alle
imprese visite ispettive unificate in
un’unica giornata.
SCADENZARIO
Le scadenze fiscali e previdenziali
si potranno consultare collegandosi
al sito della sede nazionale di Casartigiani www.casartigiani.org alla voce
rubriche-scadenzario fiscale-scadenzario previdenziale
La Treccia d’Oro
Comm. Vittorio Maccalli
Crema · piazza Garibaldi, 77 Tel. 0373.257.643
TIPICO
ARTIGIANALE
CREMASCO
GUERCILENA
di Alzani Renato & C. s.n.c.
VENDITA E ASSISTENZA PRODOTTI TERMOTECNICI
IL VOSTRO ESPERTO DEL CALDO
VI RICORDA DI RISPETTARE GLI OBBLIGHI DI LEGGE PER UNA CALDAIA SICURA!
Servizio manutenzione e analisi combustione delle caldaie Sant’Andrea
a norma della legge Regionale
Via Roggia Comuna, 4 - Ombriano di Crema - ☎ 0373 31363 -  0373 230212
[email protected]
WWW.SUCCESSIONICREMA.IT
Piazza Garibaldi 53 Crema
Pratiche
di Successione
Dal 1987 una squadra... uno scopo...
il cliente soddisfatto!
MADIGNANO Via Oriolo, 1 vicino al
Tel. 0373 658833 438040 Mobile 373 544 8060 Fax 0373 658986
[email protected] www.nuovautosnc.com
Dr.ssa Calegari Alessandra
Maccalli Gianpietro
Tel/Fax 0373 83100
[email protected]
ARTIGIANATO - LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
TORRAZZO
SABATO 31 GENNAIO 2015
La nostra guida pratica nella Legge di Stabilità: la prima puntata
Finanziaria, le principali novità
Dall’Irap al TFR in busta paga, alle detrazioni per recupero edilizio e riqualificazione energetica: le norme
Le novità legate all’Irap. Con l’introduzione dell’articolo 11, D.Lgs n.
446/97 del nuovo comma 4-octies, è
riconosciuta la deduzione dal valore
di produzione IRAP della differenza
tra il costo complessivo per il personale dipendente con contratto a
tempo indeterminato e le deduzioni di cui ai commi 1, lett. a (premio
INAIL, cuneo fiscale, contributi previdenziali, apprendisti, disabili, CFL e
addetti alla ricerca e sviluppo), 1-bis
(indennità di trasferta autotrasportatori), 4-bis.1 (deduzione di 1.850 euro
per dipendente) e 4-quater (deduzione IRAP per incremento della base
occupazionale) del citato arti. 11.
La novità in esame, che comporta
di fatto la deduzione integrale del
costo del lavoro a tempo indeterminato, è applicabile:
• dai soggetti IRAP che determinano la base imponibile ai sensi degli articoli da 5 a 9, D.Lgs. n. 446/97, ossia
dalle imprese (a prescindere dal metodo- fiscale o da bilancio - adottato),
dai lavoratori autonomi, nonché dagli
agricoltori. Sono esclusi dalla fruizione della nuova deduzione gli enti non
commerciali che esercitano esclusivamente attività istituzionale, la cui
base imponibile IRAP è determinata
dal metodo retributivo.
• dal periodo di imposta successivo
a quello in corso al 31.12.2015 (2015
per i soggetti con periodo d’imposta
coincidente con l’anno solare). In sede
di approvazione, è stata altresì introdotta la deduzione del costo del lavoro a favore dei produttori agricoli/
società agricole per ogni lavoratore
dipendente a tempo indeterminato
che abbia lavorato almeno 150 giornate e con contratto di durata almeno
triennale. Tale disposizione è, comunque, subordinata all’autorizzazione
della Commissione Ue. Per effetto
della suddetta novità, è disposto che
l’IRAP riferita alla quota imponibile
del costo del personale dipendente
ed assimilato, deducibile dal reddito
d’impresa, va considerata al netto,
oltre che delle deduzioni ex art. 11,
lett. a), 1-bis, 4-bis e 4-bis 1, D.Lgs n.
446/97, anche della nuova deduzione
di cui al citato 4 comma-octies.
TFR in busta paga. In via sperimentale, per i periodi di paga
1.3.2015-30.6.2018, i lavoratori dipendenti del settore privato aventi un
rapporto di lavoro di almeno 6 mesi
presso lo stesso datore di lavoro possono (facoltà) richiedere di percepire la
quota di TFR maturata quale parte
integrativa della retribuzione. Detta
scelta è irrevocabile. La possibilità in
esame: • riguarda anche la quota de-
stinata dal dipendente alla previdenza complementare; non può essere
usufruita dai lavoratori domestici e
da quelli del settore agricolo.
La quota di TFR in busta paga: • è
soggetta a tassazione ordinaria; non
è imponibile ai fini previdenziali;
non concorre alla formazione del limite del reddito complessivo ex art.
13, comma 1-bis, TUIR, per il riconoscimento del «Bonus 80 euro».
A favore dei datori di lavoro che
non intendono corrispondere le quote di TFR in busta paga utilizzando
risorse proprie, è riconosciuta la possibilità di accedere a un finanziamento assistito da garanzia rilasciata da
uno specifico Fondo istituito presso
l’INPS. Le modalità attuative della disposizione in esame sono demandate
ad un apposito DPCM.
Detrazione lavori di riqualificazione energetica. A seguito delle
modifiche apportate all’art. 14, DL n.
63/2013 la detrazione IRPEF/IRES
relativa ai lavori di riqualificazione
energetica è riconosciuta nella misura del 65% per le spese sostenute nel
periodo 6.6.2013-31.12-2015. La detrazione spetta nella misura del 65%
anche per le spese, purché «documentate e rimaste a carico del contribuente» sostenute per:
• interventi su parti comuni consominiali o che interessano tutte le
unità immobiliare di cui si compone
il condominio sostenute nel periodo
6.6.2013-31.12.2015;
• acquisto e posa in opera di schemature solari ex Allegato M, D.Lgs n.
311/2006 sostenute nel periodo 1.131.12.2015, nel limite di 60.000 euro;
• acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale
con impianti dotati di generatori di
calore alimentati da biomasse combustibili, sostenute nel periodo 1.1.31.12.2015 nel limite di 30mila euro.
Si rammenta che la Finanziai 2014
aveva fissato la detrazione nella misura del 65% per le spese sostenute
dal 6.6.2013 al 31.12.2014 e del 50%
per le spese sostenute dall’1-1 al
31.12.2015; con riferimento agli interventi sulle parti comuni, la stessa era
stabilita al 65% per le spese sostenute dal 6.6.2013 al 30.6.2015 e al 50%
per le spese sostenute dall’1.7.2015 al
30.6.2016.
Detrazione interventi recupero
patrimonio edilizio. Modificato l’art.
16 DL n. 63/2013 è ora stabilito che la
detrazione
IRPEF relativa ai lavori
riparazione
di recupero del patrimonio edilizio
autovetture
è riconosciuta nella misura del 50%
per le spese sostenute nel periodo
2.6.2012-31.12.2015.
DENUNCIA MUD 2014
Come ogni anno anche per il 2014 deve
essere presentata la denuncia MUD.
I soggetti obbligati sono i produttori di rifiuti pericolosi ed i produttori di rifiuti non pericolosi che hanno avuto nel corso dell’anno
più di 10 dipendenti.
I documenti necessari per la denuncia sono:
• fotocopie del registro rifiuti con i movimenti di carico e scarico dell’anno 2014;
• fotocopie della quarta pagina dei formulari (quella controfirmata dallo smaltitore)
relativi agli scarichi effettuati nel medesimo anno.
• comunicazione su carta intestata della
ditta del numero della media dei dipendenti avuti nell’anno 2014.
BOSCHIROLI F.LLI
RIPARAZIONE AUTO
elettrauto
meccanico
Tali documenti vanno consegnati entro il
09 FEBBRAIO 2015 presso i nostri uffici
(Sig.ra Sonia 0373 207220).
Raccomandiamo di comunicare eventuali
variazioni avvenute nell’azienda: variazione
di ragione sociale, di sede o nell’assetto societario.
tagliandi
BOSCHIROLI
F.LLI
completi
RIPARAZIONE AUTO
Oltre 50 anni di esperienza
PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE APPARECCHI A PRESSIONE - PACKAGE PREMONTATI
Cremosano - via dei Tigli, 3/A - Tel. 0373 273003 - Fax 0373 274367
CRESPIATICO MARINO DOMENICO
DAL 1956
IMPIANTI ELETTRICI - CIVILI - INDUSTRIALI - TECNOLOGICI
IMPIANTI FOTOVOLTAICI - MONITORAGGI ENERGETICI
MANUTENZIONE ED ASSISTENZE PROGRAMMATE
BAGNOLO CREMASCO (CR)
Motorizzazione Cancelli
Via delle Industrie, 18
Tel. 0373 648043
Cell. 335 5331954 - Cell. 335 7721748
[email protected] - www.crespiaticoimpiantielettrici.it
Assistenza Autorizzata
· CARPENTERIA IN FERRO E INOX
· SERRAMENTI E FACCIATE CONTINUE IN ALLUMINIO
· PORTONI, CANCELLI E CANCELLATE
· SEMILAVORATI A MISURA E TENSOSTRUTTURE
preventivi e consulenze gratuite
VIA DELL’ARTIGIANATO, 15 - ZONA P.I.P. - MONTODINE (CR) ☎ 0373 66274  0373 668021
e-mail: [email protected]
diagnosi completa
multimarche
BOSCHIROLI
riparazione
riparazione
autovetture
RIPARAZIONE
autovetture
bollino blu
multimarche
elettrauto
meccanico
elettrauto-meccanico
riparazione
ricariche
autovetture
tagliandi
tagliandi
completi
aria
condizionata
completi
elettrauto
diagnosi
completa
meccanico
diagnosi
completa
multimarche
installazione
multimarche
tagliandi
climatizzatori
completi
bollino
blu
bollino blu
diagnosi completa
ricariche
ricariche
multimarche
installazione
aria
condizionata
aria condizionata
viva blu
voce
bollino
installazione
installazione
climatizzatori
climatizzatori
ricariche
aria condizionata
installazione
viva
voce
antifurti
installazione
viva voce
antifurti
installazione
F.LLI
AUTO
climatizzatori
antifurti
Officinainstallazione
autorizzata
il
cliente è
il cliente è
il
il nostro
nostro
partner
partnerè
il cliente
viva voce
antifurti
il nostro
partner
MADIGNANO (CR) - V.le Risorgimento, 18/20 - Tel. 0373.658978 - Fax 0373.658990
www.boschiroli.com - [email protected]
MADIGNANO (CR) - V.le Risorgimento, 18/20 - Tel. 0373.658978 - Fax 0373.658990
www.boschiroli.com - [email protected]
MADIGNANO (CR) - V.le Risorgimento, 18/20 - Tel. 0373.658978 - Fax 0373.658990
www.boschiroli.com - [email protected]
3
4 SABATO 31 GENNAIO 2015
ARTIGIANATO - LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
IL NUOVO TORRAZZO
Molto partecipata l’ultima assemblea. Il supporto alle piccole e medie imprese
Il forte rilancio di Reindustria
Il presidente Capellini: «Serve un salto di qualità. Ci stiamo già rimboccando le maniche»
Giuseppe Capellini, presidente di Reindustria. A breve il Piano programmatico del 2015.
Si è svolta il 13 gennaio l’Assemblea
di Reindustria per discutere del Piano
per l’anno 2015. Intensa è stata l’affluenza, pari al 92% del capitale sociale. Sul futuro di Reindustria è emersa
una condivisione unanime nel ritenere che vi sia la necessità di ridare vita,
in questa fase di riassetto istituzionale,
al ruolo operativo della società per la
promozione dello sviluppo territoriale, declinato soprattutto nel supporto
alle piccole e medie imprese anche su
progetti di rete.
Alla luce di questa esigenza i Comuni di Crema, Cremona e Casalmaggiore, insieme alla Provincia di
Cremona hanno presentato, durante
l’assemblea, un documento condiviso
che rilancia l’Accordo quadro per lo
sviluppo territoriale (Aqst), promosso
da regione Lombardia, previsto dalla
legge regionale n. 2 del marzo 2003,
tutt’ora in vigore. Il tavolo Aqst può
svolgere un ruolo fondamentale per
ridefinire le strategie di attrattività e
competitività territoriale, è caratterizzato da una totale rappresentatività
delle istituzioni e dei soggetti economici del territorio e potrebbe essere
la sede ideale per definire progetti da
inserire nella programmazione regionale e quindi da finanziare anche
attraverso le risorse derivanti dai fondi strutturali europei. Quindi, nella
prospettiva di un rilancio strategico
di Reindustria, i soci pubblici e privati
credono pienamente nel significativo
ruolo che Reindustria assume per lo
sviluppo del territorio offrendo il loro
supporto economico-finanziario al
Piano previsto anche per il 2015.
L’Assemblea, guidata dal presidente
Giuseppe Capellini, ha visto la presenza del presidente Gian Domenico
Auricchio e del segretario generale
Maria Grazia Cappelli per la Camera
di Commercio di Cremona, del presidente Carlo Vezzini per la Provincia
di Cremona, del sindaco Stefania Bonaldi e dell’assessore Morena Saltini
per il Comune di Crema, dell’assessore Maurizio Manzi per il Comune di
Cremona, del sindaco Filippo Bongiovanni e l’assessore Sara Valentini
per il Comune di Casalmaggiore, del
presidente Marco Bressanelli per la
Libera Artigiani, del direttore Massimiliano Falanga per l’associazione
Industriali di Cremona, del presidente Pierpaolo Soffientini per l’Autonoma Artigiani, di Marco Davò per
Apindustria Cremona, di Alessandro Ratini per Cna di Cremona, del
vice presidente Fabiano Gerevini per
Asvicom Cremona, del presidente
Antonio Zaninelli per Ascom Crema, di Cassa Padana, del presidente
Francesco Giroletti per Banca Cremasca, di Roberto Dalboni per Banco Popolare, di Massimo Dester per
Banca Cremonese, di Mimmo Palmieri per Cgil e Mino Grossi per Uil.
Quest’anno Reindustria compie 20
anni. E’ nata per il recupero dell’area
ex Olivetti nel 1995 e intende mettere in campo tutte le azioni necessarie
per rilanciare il territorio cremonese,
avendo nella sua compagine un tavolo
adeguato ad affrontare le sfide per la
competitività.
Presidente Capellini, è soddisfatto dell’ultima assemblea di Reindustria? «Certo. E’ stata un’assemblea
L’entrata della sede di Reindustria a Crema.
molto partecipata e le associazioni, le
banche e gli enti soci erano rappresentati ai massimi livelli. Questo significa
che il futuro della società sta a cuore a
tutti e che Reindustria dovrà rispondere ai bisogni della futura Area Vasta che avrà i confini provinciali». Un
fatto che l’ha colpita? «Tanti fatti. Tra
questi, la forte coesione tra i Comuni
delle tre principali città del territorio,
Cremona, Crema e Casalmaggiore. E
il filo rosso, che non si è mai spezzato,
che lega questi Comuni, Reindustria
e la Camera di commercio, grazie al
quale, durante l’Expo, Crema sarà la
sede di sei corsi altamenti specializzati in questioni agro-alimentari che
vedrà la partecipazione di operatori
internazionali del settore. E, inoltre,
sempre grazie alla Camera di commercio, gli studenti accompagnati dai
genitori che ogni anno vengono ospitati a Cremona, saranno dirottati an-
che a Crema per conoscere la nostra
città. Questa è la sinergia che conta».
Che cosa ci si aspetta da Reindustria? «Un salto di qualità. Dovremo
rimboccarci le maniche, insieme al
nuovo direttore, per rispondere al
meglio agli obiettivi che ci fisseranno i soci attraverso il Consiglio di
amministrazione. Chiarito, dunque
quali saranno le risorse finanziarie a
disposizione, presenteremo il piano
programmatico per il 2015».
Come mai solo un anno? «Non
certo per limitare le prospettive di
Reindustria. Un solo anno perché
dovremo consolidare quanto stiamo
facendo oggi. Non bisogna, infatti, dimenticare che questo è l’anno
dell’Expo, un’opportunità da cogliere
perché i benefici dell’Esposizione universale possano protrarsi anche negli
anni a venire. E, poi, c’è da rispondere ai primi obiettivi fissati dai soci.
Il 2015, quindi, sarà il trampolino di
lancio per un rapido miglioramento
qualitativo di Reindustria».
Ci sarebbe la volontà di accorpare Reindustria con Crema Ricerche.
«Volontà che è partita dal Comune di
Crema. Niente in contrario. A questo
punto, sono importanti due aspetti.
Il primo: rimangano dello stesso importo i i fondi che oggi le due società
ricevono singolarmente. Il secondo:
l’integrazione faccia emergere il meglio di entrambe le realtà. Il terzo: si
può anche cambiare il nome di Reindustria, anche se ci andrei cauto perché è un marchio conosciuto a livello
internazionale e ha partner esteri con
i quali collabora da tempo».
La soluzione specifica
per Artigiani e Micro Imprese
Il tuo primo deposito
a risparmio per sentirti grande
� MAGAZZINO - ORDINI - PREVENTIVI
DDT - FATTURE - EFFETTI
� INVIO DOCUMENTI VIA E-MAIL
� SCADENZIARIO E PRIMA NOTA
� POSSIBILITÀ DI PASSARE I DATI ALLA
LIBERA ASSOCIAZIONE ARTIGIANI
IL TUTTO DA EURO 20 MENSILI
concessionario
Libera Associazione
Artigiani di Crema
dal 1990...
CREMA ☎ 0373.202796
www.ecosystemsrl.com
0-17 anni
ZERO spese
tasso creditore
minimo 1,50% (Lordo)
imposta di bollo a carico della Banca
Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Per le condizioni contrattuali del prodotto illustrato e per quanto
non espressamente indicato fanno riferimento i fogli informativi disponibili in filiale e sul sito www.bancacremasca.it
Conto “FUTURO”
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
7 434 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content