close

Enter

Log in using OpenID

Beneficiari

embedDownload
~.
è. t
-:0\ 4\ wl ~
P~~.:ç .t.. ~
A
•
TRIBUNALE ORDINARIO
LI s.:>\ A (.,\ I j.J1
DI TRIESTE
Il Presidente
ritenuto che ai sensi dell'art. 7 bis, comma 2, dell'Ordinamento Giudiziario è necessario
provvedere in via di urgenza alla variazione delle tabelle 2009-2011, poi prorogate,
attualmente in vigore;
rilevato che il dotto Giovanni Sansone, già Presidente della Sezione Civile di questo
Tribunale, con delibera del Consiglio Superiore della Magistratura dd. 19 febbraio 2014,
è stato nominato Presidente del Tribunale di Gorizia;
che il predetto Magistrato, a seguito di provvedimento dellO aprile 2014 del Ministero
della Giustizia, ha preso possesso delle nuove funzioni il 14 aprile 2014;
che stante il trasferimento
del dotto Sansone è necessario provvedere alla
riorganizzazione dell'assetto della sezione civile (nella quale sono inseriti i due giudici
del lavoro di pianta organica destinati alla trattazione delle cause di lavoro);
che il Magistrato più anziano della Sezione Civile, la dott.ssa Anna Lucia Fanelli,
assumerà quale facente funzioni la presidenza della Sezione Civile e di regola, salvo
quanto verrà precisato, presiederà i collegi civili;
che la dott.ssa Fanelli vigilerà sull'osservanza dei criteri di assegnazione degli affari
della sezione, che avverrà, per quanto possibile, in via automatica, in appiicazione delle
tabelle;
che considerato l'aggravio del carico di lavoro della dott.ssa Fanelli conseguente alla
direzione della Sezione Civile, si ritiene di non assegnare alla stessa, ciò sino alla data
di immissione in possesso del Presidente della Sezione Civile, un turno relativo ai
procedimenti cautelari anteriori alla causa ed il ruolo di relatore nei procedimenti
collegiali di reclamo avverso i provvedimenti cautelari ai sensi dell'art. 669 terdecies
cod. proc. civ.;
che nell'attribuzione dei procedimenti sopravvenuti secondo il criterio della rotazione
non sarà tenuto conto del turno di assegnazione degii affari già previsto per il dotto
Sansone;
che le funzioni speciaiistiche di giudice delegato ai faliimenti e di giudice delle
esecuzioni immobiliari, già svolte in via esclusiva dal dotto Sansone, saranno assegnate
al dotto Merluzzi ed al dotto Venier secondo i criteri sotto indicati, tenuto conto
dell'esperienza professionale specifica maturata da entrambi i Magistrati per il
pregresso svolgimento di dette funzioni;
che i procedimenti civili contenziosi pendenti assegnati al dotto Sansone saranno trattati
in via provvisoria quale supplente dal GOT dotto Roberto Battaglia sino al momento
della copertura effettiva del posto di Presidente della Sezione Civile, al quale sarà
assegnato detto ruolo;
che ricorrono i presupposti per il ricorso alla supplenza del GOT costituito
dall'impedimento in senso lato dei giudici professionali, essendo vacanti due posti di
Magistrati assegnati alla sezione civile (sono destinate alla trattazione degli affari civili
della sezione dieci unità e mezzo, esclusi i due giudici del lavoro di pianta organica);
che infatti, oltre ai trasferimento già intervenuto del dotto Sansone, sarà operativo,
dopo il 15 maggio 2014 (verosimile data di pubbiicazione del D.M. sul B.U.), il
trasferimento deiiberato dal Consiglio Superiore della Magistratura nella seduta plenaria
del 5 febbraio 2014, con le stesse funzioni, al Tribunale di Udine, del dotto Sergio
Carnimeo, pure assegnato alla Sezione Civile;
1
4
l~
"\
che non può essere omesso che il dotto Carnimeo è stato destinato per sei mesi, sino al
7 aprile 2014, in supplenza infradistrettuale al Tribunale di Gorizia (settore civile), e, ha
tuttora in carico provvedimenti da depositare per affari trattati presso quell'Ufficio;
precisato - quanto alla posizione del dotto Carnimeo - che con provvedimento di
variazione tabellare dd. 10 febbraio 2014, valutata la complessiva situazione sopra
precisata, è stato disposto che lo stesso sino all'operatività del trasferimento si occupi
esclusivamente degli affari della materia Tutelare allo stesso tabellarmente assegnati,
in particolare, dei procedimenti relativi alle amministrazioni di sostegno;
che conseguentemente con la suindicata variazione tabellare è stata disposta
l'assegnazione dei procedimenti contenziosi civili in carico al dotto Carnimeo, ad
eccezione dei procedimenti trattenuti dal Magistrato per lo scioglimento di riserve procedimenti che, sciolta la riserva, ove non definiti, è previsto che confluiscano
nuovamente sul ruolo - e per la decisione, alla dott.ssa Giulia Spadaro, con udienza di
prima comparizione fissata il martedì di ogni settimana;
che, considerato l'aggravio del carico di lavoro della dott.ssa Spadaro, i procedimenti
sopravvenuti relativi alla materia della protezione internazionale assegnati alla predetta
sono stati ripartiti tra i seguenti Giudici a rotazione: dotto Paolo Vascotto 1/2, dott.ssa
Monica Pacilio 1/3, dotto Mauro Sonego 1/12, dott.ssa Giulia Spadaro 1/12 (Vascotto,
Vascotto, Vascotto, Vascotto, Vascotto, Vascotto, Pacilio, Pacilio, Pacilio, Pacilio,
Sonego, Spadaro);
che è stata anche prevista l'assegnazione dei procedimenti relativi alle amministrazioni
di sostegno in misura uguale (salva eventuale perequazione dei ruoli formati dai
procedimenti pendenti e operata la ridistribuzione del ruolo del dotto Carnimeo tra il
dotto Vascotto ed il dotto Sonego, nell'ordine Vascotto-Sonego, partendo dal
procedimento di più risalente iscrizione), alla dott.ssa Anna Lucia Fanelli, al dotto Paolo
Vascotto, al dotto Mauro Sonego, alla dott.ssa Giulia Spadaro, ciò all'atto dell'effettiva
operatività del trasferimento del dotto Carnimeo;
che in conclusione, non essendo possibile in base alla normativa l'assegnazione di nuovi
affari civili al dotto Carnimeo in quanto trasferito ad altra sede giudiziaria, appare
opportuno per una migliore funzionalità dell'Ufficio che l'attuale carico di lavoro del
Magistrato sia integrato con la sola attribuzione di procedimenti che consentano, per il
rito previsto, una pronta definizione, quali, a titolo esemplificativo, i procedimenti di
istruzione preventiva ed i procedimenti sommari già fissati, procedimenti di competenza
funzionale del presidente del Tribunale, da attribuirsi con delega al dotto Carnimeo,
considerate l'attività di direzione dell'Ufficio del presidente ai sensi dell'art. 47 R.D. 30
gennaio 1941, n. 12 e la necessità dello stesso di potere assolvere al deposito di
residue motivazioni di sentenze penali - delle quali una di particolare complessità incamerate nello svolgimento del precedente incarico presso il Tribunale di Gorizia;
che è essenziale, in conformità a quanto previsto dai paragrafi 21 e 22 della Circolare
sulla formazione delle Tabelle di organizzazione degli Uffici Giudiziari per il triennio
2014-2016, e nell'ottica pienamente condivisa dai giudici della Sezione Civile, da un
lato di favorire l'acquisizione e l'affinamento di competenze specialistiche dirette a
garantire un'efficace e celere risposta all'istanza di giurisdizione, e dall'altro di
assicurare la compiuta applicazione della disciplina prevista dall'art. 19 D.L. vo
160/2006 e del relativo Regolamento attuativo del C.S.M. 13 marzo 2008 in tema di
permanenza massima nel medesimo incarico, prevedere nella riorganizzazione della
Sezione Civile la formazione, all'interno della stessa, di due distinti ruoli specializzati (A
- B), composti da 4 giudici ciascuno, ai quali siano assegnate specifiche e
predeterminate materie;
che la ripartizione, basata sull'analisi delle iscrizioni a ruolo nel triennio 2011-2013
riassunte nella tabella di seguito allegata, appare rispondere al modello di
specializzazione perseguito dalla Circolare (vedi in particolare i paragrafi 21.3 e 22),
essendosi previsto quanto ai procedimenti contenziosi l'accorpamento, all'interno di
2
ciascun gruppo, di materie appartenenti ad aree omogenee, segnatamente con la
distinzione tra il' contenzioso riguardante la materia contrattuale (A) e quello
concernente la responsabilità extracontrattuale (B), e l'inclusione, all'interno del primo,
delle materie specialistiche delle locazioni (e, nell'ambito di queste, dei procedimenti
per convalida di licenza e sfratto), del diritto industriale, societario e fallimentare, e,
all'interno del secondo, di quelle, del pari specialistiche ed estranee all'ambito
contrattuale, del diritto di famiglia e delle persone, delle successioni, dei diritti reali,
del contenzioso condominiale e delle opposizioni ad ordinanze ingiunzioni;
che una ulteriore suddivisione che tiene conto dell'esigenza di specializzazione si
riscontra nella materia non contenziosa, comprendendosi nel ruolo A le funzioni di
giudice delegato, di giudice del registro delle imprese, di giudice delle esecuzioni civili,
di giudice tavola re e nel ruolo B la metà degli affari tutelari comprensivi delle
amministrazioni di sostegno;
che una tale bipartizione è altresì coerente con l'esigenza di favorire la rotazione
interna alla stessa Sezione, nel rispetto della disciplina sopra citata relativa al periodo
massimo di permanenza nel medesimo incarico;
che invero nei rispettivi due ruoli sono contemplate materie specialistiche che
percentualmente rappresentano, in base ai dati forniti dalla Cancelleria ed estratti dal
SICro - dal punto di vista quantitativo e qualitativo - ben oltre il 60% dei rispettivi
carichi individuali dei giudici (art. 22.1 della Circolare), risultando comune ai due ruoli
esclusivamente l'assegnazione dei procedimenti cautelari (ferma peraltro l'attribuzione
ai soli giudici del gruppo A di quelli in materia industriale e societaria), dei procedimenti
di ingiunzione e dei procedimenti di volontaria giurisdizione residuale (quelli,
numericamente prevalenti, in materia familiare essendo attribuiti al ruolo B);
, .:f
che un ruolo distinto infine, pure ad elevato tasso di specializzazione, come tale ~
v
rispondente quindi ai criteri sopra indicati, viene attribuito al dotto Paolo Vascotto;
che detto ruolo riguarda i procedimenti in materia di protezione internazionale (nella
~
percentuale della metà), i procedimenti di volontaria giurisdizione cosiddetta
successoria (nella stessa percentuale), i procedimenti relativi all'amministrazione di
~
sostegno (nella percentuale di 1/4), le funzioni di giudice tutelare (nella percentuale
della metà), oltre al 20% delle cause di lavoro e di previdenza;
che la tabella, riportata in nota', evidenzia per quanto riguarda gli affari contenziosi la
loro ripartizione tra i due ruoli specializzati A e B, e pone in rilievo: a) la diversità delle
materie; b) la tendenziale equivalenza numerica dei carichi ;che quest'ultima è la
seguente:
anno 2011: ruolo A 523 procedimenti iscritti; ruolo B 587 procedimenti iscritti
t
, ISCRIZIONI A RUOLO 2011-2013
15.12.13
2012
2011
101
73
83
OODosizione esecuzione atti esecutivi terzo
6
6
9
Tutela diritti (azione revocatoria 5urronatoria'
52
49
46
Altri istituti leooi soeciali
,9
Il
Stato nersona e diritti oersonalità
II
H27
~OS
~23
Diritto di famialia - minorile
[8
116
~9
Successioni
1118
1142
1108
D i ritti rea Ii nossesso condominio
344
417
Contratti e obbliaazioni varie
361
59
70
52
Locazione comodato affitto d'azienda
Ml4
i:1.1~
116S
ResDonsabilità extracontrattuale
5
7
9
Contratti bancari
23
16
Diritto societario
14
12
10
Diritto industriale
9
27
21
Fallimento e nrocedure concorsuali
62
Diritto amministrativo (opposizione ordinanza
120
ì7~
~~
inniunzione)
Sono evidenziati in grassetto ed in giallo j dati relativi al ruolo specializzato A ed in verde i dati relativi al ruolo
specializzato B.
3
anno 2012: ruolo A 525 procedimenti iscritti; ruolo B 454 procedimenti iscritti
anno 2013: ruolo A 470 procedimenti iscritti; ruolo B 452 procedimenti iscritti
che i procedimenti relativi alle materie comprese nel ruolo specializzato "A" verranno
attribuiti al dotto Picciotto, al dotto Merluzzi, al dotto Venier ed alla dott.ssa Spadaro,
mentre i procedimenti relativi alle materie comprese nel ruolo specializzato "B" saranno
attribuiti alla dott.ssa Fanelli, al dotto Sonego, alla dott.ssa Bardelle ed alla dott.ssa
Pacilio;
che il dotto Vascotto sarà assegnatario di un ruolo distinto specializzato come sopra
delineato;
che i procedimenti d'ingiunzione ed i divorzi congiunti, in funzione anche di un'equa
perequazione dei carichi di lavoro, saranno assegnati a rotazione a tutti i Magistrati
assegnati alla Sezione Civile, con esclusione dei Giudici di lavoro di pianta organica e
del dotto Vascotto;
che deve tenersi conto altresì dell'esonero parziale spettante al dotto Arturo Picciotto,
designato formatore decentrato per il distretto della Corte d'Appello di Trieste per gli
anni 2014 - 2015 con delibera del C.S.M. del 5 marzo 2014;
che ai sensi del paragrafo 68 della circolare sulla formazione delle tabelle si ritiene di
fissare la percentuale di esonero, obbligatorio e non rinunciabile da parte del dotto
Picciotto, nella misura del 10%, che appare adeguata, tenuto conto dell'organico
dell'Ufficio pari a 25 unità, compreso il presidente;
che l'esonero si attuerà con l'esclusione del dotto Picciotto dalla trattazione dei
procedimenti cautelari anteriori alla causa, non compresi i procedimenti cautelari in
materia societaria e industriale;
che - per la migliore funzionalità della Sezione civile - si ritiene di disporre l'impiego
dei G.O.T. dotto Di Paoli Paulovich, dotto Battaglia, dott.ssa Toresini e dott.ssa Cortese,
previa
l'individuazione/assegnazione
di ruoli aggiuntivi,
secondo il modello
dell'affiancamento al giudice togato per le seguenti materie:
• procedimenti per convalida di licenza e sfratto - ruolo aggiuntivo trattato dal G.O.T.
dotto David Di Paoli Paulovich - Giudice titolare del ruolo dotto Merluzzi
• esecuzioni mobiliari e dirette - ruolo aggiuntivo trattato dal G.O.T. dotto David Di Paoli
Paulovich - Giudice titolare del ruolo dotto Venier
• procedimenti relativi all'amministrazione di sostegno, nella percentuale di 1/4,
assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Vascotto, Spadaro - i GOT dott.ssa
Patrizia Cortese e dotto Roberto Battaglia saranno delegati per il compimento di
attività giudiziaria specifica da parte del Giudice togato
• assunzione di prove delegate - ruolo aggiuntivo trattato dal G.O.T. dott.ssa Patrizia
Cortese, Giudice titolare del ruolo dott.ssa Bardelle
• rogatorie internazionali - ruolo aggiuntivo trattato dal G.O.T. dott.ssa Patrizia Cortese,
Giudice titolare del ruolo dott.ssa Bardelle;
che le cause di lavoro, comprese le opposizioni alle ordinanze ex art. 1 legge 28 giugno
2012, n. 92, e di previdenza, i procedimenti d'ingiunzione in materia di lavoro, i
procedimenti cautelari anteriori alla causa in materia di lavoro, i relativi reclami, i
procedimenti sommari ex art. 28 legge 20 maggio 1970, n. 300, le impugnazioni di
licenziamento ex art. 1 legge 28 giugno 2012, n. 92, i procedimenti ai sensi dell'art.
445 bis cod. proc. civ. saranno trattati dai due Giudici del lavoro di pianta organica, la
dott.ssa Annalisa Multari e la dott.ssa Silvia Burelli, coadiuvati - in percentuale di poco
superiore al 20% complessivamente e limitatamente alle cause di lavoro, comprese le
opposizioni alle ordinanze ex art. 1 legge 28 giugno 2012, n. 92, e di previdenza ed ai
procedimenti d'ingiunzione in materia di lavoro - dal dotto Vascotto;
4
che l'assegnazione di tali procedimenti al dotto Vascotto tiene conto dell'esonero
parziale - obbligatorio e non rinunciabile - dall'attività giudiziaria ordinaria nella misura
del 20% della dott.ssa Multari, quale componente elettivo del Consiglio Giudiziario per il
quadriennio 2012-2016, determinato nell'assegnazione del 32% delle cause di lavoro,
comprese le opposizioni alle ordinanze ex art. 1 legge 28 giugno 2012, n. 92, e di
previdenza;
che alla sezione specializzata agraria saranno assegnati il dotto Arturo Picciotto, il dotto
Riccardo Merluzzi, il dotto Daniele Venier, la dott.ssa Giulia Spadaro;
che il Collegio sarà composto dal dotto Arturo Picciotto, quale Presidente del Collegio,
dal giudice relatore, e dal giudice più anziano in ruolo, ovvero nell'ipotesi in cui sia
relatore il Presidente, dai due giudici più anziani in ruolo, oltre che dai due esperti,
designati quali componenti effettivi;
che quanto alla Sezione specializzata in materia di impresa - istituita presso questo
Tribunale - con attribuzione di competenza nelle materie di cui all'art. 3, comma 3, D.
L. vo 27 giugno 2003, n. 168, modificato con D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito
nella L. 24 marzo 2012, n. 27, la Sezione deve per legge essere composta da almeno
sei magistrati;
che, ferma l'attribuzione delle materie di competenza della sezione come sarà
precisata, la sezione stessa sarà pertanto composta dai Giudici facenti parte del ruolo
specializzato A, segnatamente, il dotto Picciotto, il dotto Merluzzi, il dotto Venier, la
dott.ssa Spadaro, ed inoltre dal dotto Vascotto e dalla dott.ssa Pacilio ed i Collegi
verranno presieduti dal Magistrato più anziano del gruppo dei giudici al quale sono
attribuiti rispettivamente la materia fallimentare, societaria e della proprietà industriale
ed intellettuale;
che si ritiene altresì necessario procedere alla variazione - anche se meno incisiva dell'assetto organizzativo della sezione penale per poter conseguire una funzionalità
adeguata allo scopo di ridimensionare le pendenze del settore dibattimentale
monocratico;
che appare in particolare opportuno tra l'altro prevedere:
a) la previsione di ruoli monocratici aggiuntivi, con affiancamento al giudice togato dei
tre G.O.T. assegnati alla Sezione Penale, con la precisazione che il Giudice Togato
verificherà, anche sotto il profilo organizzativo, i'andamento della gestione del ruolo
aggiuntivo;
b) la soppressione dell'udienza dibattimentale di smista mento monocratica per i
procedimenti provenienti dall'udienza preliminare, in modo che il GUP in sede di rinvio a
giudizio possa indicare il giudice monocratico assegnatario dei processi secondo l'ordine
di iscrizione a R.G. GIP secondo le modalità sotto indicate;
c) una più puntuale speCificazione del carico di lavoro attribuito al Presidente della
Sezione;
d) la tendenziale adozione di diverse modalità di organizzazione delle udienze atta a
razionalizzare il lavoro del giudice;
d) una diversa previsione dei criteri di composizione dei collegi penali - tre collegi fissi la quale dovrebbe consentire la riduzione della durata dei processi collegiali;
che deve tenersi conto altresì dell'esonero parziale spettante al dotto Piero Leanza,
designato formatore decentrato per il distretto della Corte d'Appello di Trieste per gli
anni 2014 - 2015 con delibera del C.S.M. del 5 marzo 2014;
che ai sensi del paragrafo 68 della circolare sulla formazione delle tabelle si ritiene, di
fissare la percentuale di esonero, obbligatorio e non rinunciabile da parte del dott
Leanza, nella misura del 10%, che appare adeguata, tenuto conto dell'organico
dell'Ufficio pari a 25 unità, compreso il presidente del Tribunale;
5
che l'esonero si attuerà con l'esclusione del dotto Leanza dall'assegnazione del 10% dei
processi monocratici a citazione diretta e dei procedimenti di riesame, secondo le
modalità che saranno in seguito indicate;
che quanto alla Sezione GIP, la sua efficienza non può prescindere dalla presenza di
quattro unità (l'esiguità numerica dei Magistrati assegnati alla Sezione ha determinato
sempre una partecipazione sostanzialmente paritaria del Presidente e del Presidente
Aggiunto al lavoro giudiziario);
che per questa ragione, essendo intervenuta la decadenza del dotto Morvay dall'incarico
semidirettivo di Presidente della Sezione GIP, in attuazione del disposto di cui all'art. 46
D.L.vo n. 160/2006 (Temporaneità delle funzioni semidirettive),
in attesa della
decisione del C.S.M. sulla domanda di assegnazione del dotto Morvay all'ufficio
semidirettivo richiesto di Presidente della Sezione Civile di questo Tribunale, il predetto,
con provvedimento di variazione tabellare urgente dd. 27 marzo 2014, è stato
assegnato in soprannumero alla Sezione GIP, in considerazione della specifica
esperienza professionale maturata nello svolgimento di tali funzioni e dell'esigenza di
potenzia mento della Sezione nella quale è allo stato vacante un posto semidirettivo;
che le ulteriori previsioni relative alla Sezione GIP adottate con il presente decreto
hanno tenuto conto della necessità di garantire la funzionalità della Sezione nei periodi
di criticità per assenza o impedimento dei Magistrati ovvero nel periodo feriale con
ricorso previsto già in tabella a supplenze interne al fine di prevenire incompatibilità
nello svolgimento della funzione di G.U.P..
Tutto ciò premesso,
precisato che restano ferme le assegnazioni degli affari già intervenute, non modificate
con il presente provvedimento, sentiti i Magistrati dell'Ufficio, ritenuta l'eccezionalità,
vista la circolare sulla formazione delle tabelle di organizzazione degli uffici giudicanti
per il triennio 2012-2014;
.
dispone
in via di urgenza, con immediata esecutività, le modifiche tabellari come sotto indicate.
dotto Matteo Giovanni Trotta, Presidente del Tribunale
o attività di direzione dell'Ufficio ai sensi dell'art. 47 R.D. 30 gennaio 1941, n. 12.
Sezione Civile
La Sezione è composta attualmente da 13 Magistrati. Presidente dotto Matteo Giovanni
Trotta, dott.ssa Anna Lucia Fanelli, dotto Arturo Picciotto, dotto Riccardo Merluzzi, dotto
Paolo Vascotto, dotto Mauro Sonego, dotto Daniele Venier, dotto Sergio Carmineo,
dott.ssa Giulia Spadaro, dott.ssa Roberta Bardelle, dott.ssa Monica Pacilio; giudici del
lavoro di pianta organica, dott.ssa Annalisa Multari e dott.ssa Silvia Burelli.
Alla Sezione sono assegnati i G.O.T. dotto David Di Paoli Paulovich, dotto Roberto
Battaglia, dott.ssa Camilla Toresini e dott.ssa Patrizia Cortese.
Criteri per l'assegnazione degli affari
Presidente dotto Matteo Giovanni Trotta
data di immissione in possesso nell'incarico
quadriennio 29 luglio 2017
direttivo:
29 luglio 2013 - scadenza
o funzioni presidenziali in materia di famiglia
o procedimenti di competenza funzionale del presidente del Tribunale
6
.
~
II Presidente potrà delegare le funzioni presidenziali in materia di famiglia ad altro
magistrato della Sezione Civile - ruolo specializzato B.
Analogamente potrà delegare ai Giudici delle esecuzioni civili i provvedimenti
demandati al Presidente del Tribunale (a titolo esemplificativo previsti dagli artt. 482,
519, comma 1, e 545, comma 3, codice procedura civile) e ad aitro giudice della
Sezione Civile i procedimenti previsti dagli artt. 84, 99, 126 e 170 del D.P.R.
30.5.2002, n. 115 in materia civile e penale.
audienza di separazione e divorzi: martedì e mercoledì ore 9,30
a udienza per gli altri procedimenti civili: venerdì ore 9,30
Ruolo specializzato A
materia "contratto e impresa", comprendente le seguenti sottomaterie:
• industriale, societario, fallimentare contenzioso
• contratti di impresa: appalto, sub-forniture, contratti bancari e locazioni e
cessioni! affitti di azienda
• tutti i rimanenti contratti e altri atti o fatti produttivi di obbligazioni, esclusi
i fatti illeciti
Giudice dotto Arturo Picciotto - ruolo specializzato A
Commissario Regionale Aggiunto agli Usi Civici
Formatore decentrato
anni 2014 - 2015
2
per il distretto della Corte di Appello di Trieste per gli
Esonero parziale dall'attività giudiziaria ordinaria nella misura del 10% determinato
nell'esclusione °del Magistrato dall'assegnazione di procedimenti cautelari anteriori alla
causa, non compresi i procedimenti cautelari in materia societaria e industriale
situazione di permanenza ultradecennale:
presente provvedimento.
decorrenza dalla data dell'adozione
del
a procedimenti
in materia "contratto
e impresa", comprendente
le seguenti
sottomaterie:
a societario
nella percentuale di 1/2, assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Picciotto, Venier,
Spadaro
a fallimentare contenzioso
a contratti di impresa: appalto, sub-forniture,
contratti bancari e locazioni e
cessioni/affitti di azienda
a tutti i rimanenti contratti e altri atti o fatti produttivi di obbligazioni, esclusi i fatti
illeciti
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Venier,
Spadaro
a procedimenti civili contenziosi già pendenti sul ruolo
a procedimenti in materia agraria, nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione,
nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
a procedimenti di opposizione alla dichiarazione di fallimento, reclami proposti ai sensi
dell'art. 26 R.D. 16.3.1942 n. 267, procedimenti di impugnazione dei crediti ammessi
2
\I provvedimento
di esonero parziale dall'attività giudiziaria ordinaria è facoltativoo
7
ai sensi degli artt. 98 e 99 R.D. citato, assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto,
Spadaro
o procedimenti d'ingiunzione, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o divorzi congiunti, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti cautelari anteriori alla causa assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e quindi nell'ordine Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e così di seguito: nell'ambito di tale
ripartizione, i procedimenti cautelari in materia societaria e industriale saranno
assegnati a rotazione ai soli Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari (esclusi quelli relativi a cause di lavoro) ai sensi dell'art. 669 terdecies cod.
proc. civ., assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Sonego, Venier,
Spadaro, Bardelle, Pacilio
o giudice tavoiare, ferma restando la facoltà di delega ai Conservatori dei Libri Fondiari
o procedimenti di volontaria giurisdizione cosiddetta successoria - certificati di eredità
ed eredità giacenti, questi ultimi nella percentuale di 1/2, assegnati a rotazione,
nell'ordine Picciotto, Vascotto
o procedimenti di volontaria giurisdizione residuale, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Meriuzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza dei Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
o provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (lunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
o udienza di comparizione delle parti e trattazione: lunedì, ore 11,00
Saranno tenute altre due udienze settimanali monocratiche, istruttorie
camerale
e con rito
Giudice dotto Riccardo Merluzzi - ruolo specializzato A
Magistrato di riferimento
per l'informatica3
situazione di permanenza
presente provvedimento.
ultradecennale:
decorrenza dalla data dell'adozione
del
o procedimenti
in materia "contratto
e impresa", comprendente
le seguenti
sottomaterie:
o industriale
nella percentuale di 1/2, assegnati a rotazione, nell'ordine Merluzzi, Merluzzi, Venier,
Spadaro
o fallimentare contenzioso, con esclusione delle cause civili ordinarie autorizzate come
Giudice Delegato al fallimenti, delle cause di opposizione alla dichiarazione di
fallimento, dei reclami proposti ai sensi dell'art. 26 legge fallimentare, delle
impugnazioni dei crediti ammessi ai sensi degli artt. 98 e 99 legge fallimentare
3
Non è previsto per tali funzioni particolari esonero parziale dall'attività giudiziaria ordinaria.
8
o contratti di impresa: appalto, sub-forniture,
contratti
bancari e locazioni e
cessioni/affitti di azienda
o tutti i rimanenti contratti e altri atti o fatti produttivi di obbligazioni, esclusi i fatti
illeciti
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Venier,
Spadaro.
o procedimenti civili contenziosi già pendenti sul ruolo
o procedimenti in materia agraria, nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione,
nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
o procedimenti d'ingiunzione, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o divorzi congiunti, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti cautelari anteriori alla causa assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e quindi nell'ordine Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e così di seguito: nell'ambito di tale
ripartizione, i procedimenti cautelari in materia societaria e industriale saranno
assegnati a rotazione ai soli Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari (esclusi quelli relativi a cause di lavoro) ai sensi dell'art. 669 terdecies cod.
proc. civ., assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Sonego, Venier,
Spadaro, Bardelle, Pacilio
o giudice delegato ai fallimenti - procedimenti sopravvenuti assegnati a rotazione,
nell'ordine Merluzzi, Venier, procedimenti pendenti assegnati a rotazione, nell'ordine
Merluzzi, Venier a partire dal procedimento di più risalente iscrizione
o procedimenti civili di competenza esclusiva del Giudice Delegato
o giudice del registro delle imprese
ogiudice
delle esecuzioni immobiliari:
procedimenti sopravvenuti assegnati a
rotazione, nell'ordine Merluzzi, Venier, con esclusione dei procedimenti di opposizione
all'esecuzione immobiliare e mobiliare, di opposizione agli atti esecutivi promossi dopo
l'inizio dell'esecuzione, di opposizione di terzi relativi a procedimenti assegnatigli quale
Giudice delle esecuzioni civili, procedimenti pendenti assegnati a rotazione, nell'ordine
Merluzzi, Venier a partire dal procedimento di più risalente iscrizione
o procedimenti previsti dalla legge 27 gennaio 2012, n. 3 (Disposizioni in materia di
usura e di estorsione, nonché di composizione delle crisi da sovra indebita mento) e
dal decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 212 (Disposizioni urgenti in materia di
composizione delle crisi da sovraindebitamento e disciplina del processo civile),
assegnati a rotazione, nella successione, Merluzzi, Venier
o procedimenti per convalida di licenza e sfratto - formeranno un ruolo aggiuntivo
trattato dal G.O.T. dotto David Di Paoli Paulovich addetto alla Sezione Civile, in
affiancamento
o procedimenti di volontaria giurisdizione residua le, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
o provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (lunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
o udienza di comparizione delle parti e trattazione: martedì, ore 9,30
9
Saranno tenute altre due udienze settimanali
camerale
monocratiche,
Giudice dotto Daniele Venier - ruolo specializzato
situazione di permanenza ultradecennale:
presente provvedimento.
istruttorie
e con rito
A
decorrenza dalla data dell'adozione
del
o procedimenti
in materia "contratto
e impresa", comprendente
le seguenti
sottomaterie:
o industriale
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Merluzzi, Merluzzi, Venier,
Spadaro
o societario
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto,
Picciotto,
Venier, Spadaro
o fallimentare contenzioso, con esclusione delle cause civili ordinarie autorizzate come
Giudice Delegato ai fallimenti, delle cause di opposizione alla dichiarazione di
fallimento, dei reclami proposti ai sensi dell'art. 26 legge fallimentare, delle
impugnazioni dei crediti ammessi ai sensi degli artt. 98 e 99 legge fallimentare
o contratti di impresa: appalto, sub-forniture,
contratti bancari e locazioni e
cessioni/affitti di azienda
otutti i rimanenti contratti e altri atti o fatti produttivi di obbligazioni, esclusi i fatti
illeciti
nella percentuale di 1/4, sono assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi,
Venier, Spadaro.
o procedimenti civili contenziosi già pendenti sul ruolo
o procedimenti in materia agraria, nella percentuale. di 1/4, assegnati a rotazione,
nell'ordine Picciotto, Meriuzzi, Venier, Spadaro
o procedimenti d'ingiunzione, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o divorzi congiunti, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti cautelari anteriori alla causa assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e quindi nell'ordine Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e così di seguito: nell'ambito di tale
ripartizione, i procedimenti cautelari in materia societaria e industriale saranno
assegnati a rotazione ai soli Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari (esclusi quelli relativi a cause di lavoro) ai sensi dell'art. 669 terdecies cod.
proc. civ., assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Sonego, Venier,
Spadaro, Bardelle, Pacilio
o giudice delegato ai fallimenti - procedimenti sopravvenuti assegnati a rotazione,
nell'ordine Merluzzi, Venier, procedimenti pendenti assegnati a rotazione, nell'ordine
Merluzzi, Venier a partire dal procedimento di più risalente iscrizione
o procedimenti civili di competenza esclusiva del Giudice Delegato
o giudice
delle esecuzioni immobiliari:
procedimenti sopravvenuti assegnati a
rotazione, nell'ordine Merluzzi, Venier, con esclusione dei procedimenti di opposizione
all'esecuzione immobiliare e mobiliare, di opposizione agli atti esecutivi promossi dopo
l'inizio deli'esecuzione, di opposizione di terzi relativi a procedimenti assegnatigli quale
Giudice delle esecuzioni civili, procedimenti pendenti assegnati a rotazione, nell'ordine
Merluzzi, Venier a partire dal procedimento di più risalente iscrizione
10
o giudice
delle esecuzioni mobiliari e dirette - le esecuzioni mobiliari e dirette
formeranno un ruolo aggiuntivo trattato dal G.O.T. dotto David Di Paoli Paulovich
addetto alla Sezione Civile, in affiancamento
o procedimenti previsti dalla legge 27 gennaio 2012, n. 3 (Disposizioni in materia di
usura e di estorsione, nonché di composizione delle crisi da sovra indebitamento) e
dal decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 212 (Disposizioni urgenti in materia di
composizione delle crisi da sovraindebitamento e disciplina del processo civile),
assegnati a rotazione, nella successione, Merluzzi, Venier
o procedimenti di volontaria giurisdizione residuale, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
o provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (lunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
udienza di comparizione delle parti e trattazione: mercoledì, ore 9,00
Saranno tenute altre due udienze settimanali monocratiche, istruttorie
camerale
e con rito
Giudice dotto Sergio Carnimeo
Il dotto Carnimeo nel periodo in cui resterà in servizIo presso questo
occuperà dei procedimenti relativi alle amministrazioni di sostegno e dei
contenziosi civili in corso di definizione già attribuiti, dei procedimenti
preventiva e degli affari civili di pronta definizione rientranti nella
funzionale del Presidente del Tribunale.
Tribunale si
procedimenti
di istruzione
competenza
Giudice dott.ssa Giulia Spadaro - ruolo specializzato A
situazione di permanenza ultradecennale:
presente provvedimento.
decorrenza dalla data dell'adozione
del
o procedimenti
in materia "contratto
e impresa", comprendente
le seguenti
sottomaterie:
o industriale
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Merluzzi, Merluzzi, Venier,
Spadaro
o societario
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto,
Picciotto,
Venier, Spadaro
o fallimentare contenzioso
o contratti di impresa: appalto, sub-forniture,
contratti bancari e locazioni e
cessioni/affitti di azienda
o tutti i rimanenti contratti e altri atti o fatti produttivi di obbligazioni, esclusi i fatti
illeciti
nella percentuale di 1/4, sono assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi,
Venier, Spadaro
o procedimenti civili contenziosi pendenti sul ruolo del dotto Carmineo
o procedimenti in materia agraria, nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione,
nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
11
o procedimenti di opposizione alla dichiarazione di fallimento, reclami proposti ai sensi
dell'art. 26 R.D. 16.3.1942 n. 267, procedimenti di impugnazione dei crediti ammessi
ai sensi degli artt. 98 e 99 R.D. citato, assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto,
Spadaro
o procedimenti d'ingiunzione, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o divorzi congiunti, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti cautelari anteriori alla causa assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e quindi nell'ordine Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e così di seguito: nell'ambito di tale
ripartizione, i procedimenti cautelari in materia societaria e industriale saranno
assegnati a rotazione ai soli Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari (esclusi quelli relativi a cause di lavoro) ai sensi dell'art. 669 terdecies cod.
proco civ., assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Sonego, Venier,
Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti in materia di protezione internazionale e di immigrazione, nella
percentuale di 1/12, assegnati a rotazione, nell'ordine Vascotto, Vascotto, Vascotto,
Vascotto, Vascotto,Vascotto, Pacilio, Pacilio, Pacilio, Pacilio, Sonego, Spadaro
o procedimenti di volontaria giurisdizione residua le, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
• giudice tutelare:
procedimenti relativi all'amministrazione
di sostegno, nella
percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Vascotto,
Spadaro - in affiancamento i GOT dott.ssa Patrizia Cortese, dotto Roberto Battaglia e
dott.ssa Camilla Toresini con le attribuzioni sotto specificate (con decorrenza
dall'operatività del trasferimento del dotto Sergio Carnimeo e con perequazione dei
ruoli con suddivisione dei procedimenti in carico al dotto Carnimeo tra il dotto Sonego
ed il dotto Vascotto, nell'ordine Sonego-Vascotto, partendo dal procedimento di più
risalente iscrizione)
o ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
o provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (lunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
udienza di comparizione delle parti e trattazione: martedì, ore 9,00
Saranno tenute altre due udienze settimanali monocratiche, istruttorie
camerale
e con rito
Ruolo specializzato B
procedimenti
in materia
extracontrattuale,
sottomaterie:
• responsabilità extracontrattuale,
comprese
professionale medica
• opposizioni ad ordinanze ingiunzioni
• famiglia
• successioni
• diritti reali
comprendente
le
ipotesi
di
le
seguenti
responsabilità
12
• diritti della personalità
• materia condominiale
Giudice dott.ssa Anna Lucia Fanelli - ruolo specializzato
situazione di permanenza ultradecennale:
presente provvedimento.
B
decorrenza dalla data dell'adozione
del
La dott.ssa Fanelli, quale Magistrato più anziano assegnato alla Sezione Civile, sino
all'immissione in possesso del Presidente della Sezione Civile, oltre a dirigere la
Sezione, svolgerà i compiti previsti dal paragrafo 35.1 della circolare sulla formazione
delle tabelle, sorveglierà l'andamento dei servizi di cancelleria ed ausiliari, distribuirà il
lavoro tra i giudici - curando l'osservanza delle tabelle - e vigilerà sulla loro attività,
coordinerà le ferie dei magistrati appartenenti alla sezione, organizzerà, con cadenza
almeno bimestrale, degli incontri tra tutti i magistrati del settore civile al fine di
diffondere la conoscenza delle novità normative, di discutere i principali problemi
applicativi e di favorire lo scambio delle informazioni sulle esperienze giurisprudenziali e
sui problemi di organizzazione dell'ufficio, in funzione della instaurazione di prassi
comuni e della elaborazione di soluzioni ed indirizzi condivisi, inoltre collaborerà, con il
Presidente del Tribunale, alia verifica trimestrale dei termini di deposito dei
provvedimenti da parte dei Magistrati deila Sezione, collaborerà con il Presidente del
Tribunale nell'attività di direzione dell'ufficio anche per il raggiungimento degli obiettivi
del Documento Organizzativo Generale.
Presiederà i Collegi civili nelle ipotesi indicate dal presente decreto.
o procedimenti in materia extracontrattuale, comprendente le seguenti sottomaterie:
o responsabilità extracontrattuale, comprese le ipotesi di responsabilità professionale
medica
o opposizioni ad ordinanze ingiunzioni
ofamiglia
o successioni
o diritti reali
o diritti della personalità
o materia condominiale
nella percentuaie di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Bardelle,
Pacilio
o procedimenti civili contenziosi già pendenti sul ruolo
o procedimenti d'ingiunzione, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o divorzi congiunti, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti cautelari anteriori alla causa assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e quindi nell'ordine Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e così di seguito: nell'ambito di tale
ripartizione, i procedimenticautelari
in materia societaria e industriale saranno
assegnati a rotazione ai soli Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
o procedimenti di volontaria giurisdizione in materia di famiglia (a titolo esemplificativo,
ex art. 710 codice procedura civile, art. 9 L. 898/70, art. 342 bis codice civiie, art.
156 codice civile), nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Sonego, Bardelle, Pacilio
o procedimenti di volontaria giurisdizione residua le, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o giudice tutelare:
procedimenti relativi all'amministrazione
di sostegno, nella
percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Vascotto,
13
Spadaro - in affiancamento i GOT dott.ssa Patrizia Cortese, dott. Roberto Battaglia e
dott.ssa Camilla Toresini con le attribuzioni sotto specificate (con decorrenza
dall'operatività del trasferimento del dott. Sergio Carnimeo e con perequazione dei
ruoli con suddivisione dei procedimenti in carico al dott. Carnimeo tra il dotto Sonego
ed il dott. Vascotto, nell'ordine Sonego-Vascotto, partendo dal procedimento di più
risalente iscrizione)
o ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
o provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (lunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
o udienza di comparizione delle parti e trattazione: martedì, ore 11,00
Saranno tenute altre due udienze settimanali monocratiche, istruttorie
camerale
Giudice dotto Mauro Sonego - ruolo specializzato
situazione di permanenza ultradecennale:
presente provvedimento.
e con rito
B
decorrenza dalla data dell'adozione
del
o procedimenti in materia extracontrattuale, comprendente le seguenti sottomaterie:
o responsabilità extracontrattuale, comprese le ipotesi di responsabilità professionale
medica
o opposizioni ad ordinanze ingiunzioni
ofamiglia
o successioni
o diritti reali
o diritti della personalità
o materia condominiale
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Bardelle,
Pacilio
o procedimenti civili contenziosi già pendenti sul ruolo
o procedimenti d'ingiunzione, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o divorzi congiunti, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti cautelari anteriori alla causa assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e quindi nell'ordine Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e così di seguito: nell'ambito di tale
ripartizione, i procedimenti cautelari in materia societaria e industriale saranno
assegnati a rotazione ai soli Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari (esclusi quelli relativi a cause di lavoro) ai sensi dell'art. 669 terdecies cod.
proc. civ., assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Sonego, Venier,
Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti in materia di protezione internazionale e di immigrazione, nella
percentuale di 1/12, assegnati a rotazione, nell'ordine Vascotto, Vascotto, Vascotto,
Vascotto, Vascotto,Vascotto, Pacilio, Pacilio, Paciiio, Pacilio, Sonego, Spadaro;
14
a procedimenti di volontaria giurisdizione in materia di famiglia (a titolo esemplificativo,
ex art. 710 codice procedura civile, art. 9 L. 898/70, art. 342 bis codice civile, art.
156 codice civile), nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Sonego, Bardelle, Pacilio
a procedimenti di volontaria giurisdizione residua le, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
a giudice tutelare:
procedimenti relativi all'amministrazione
di sostegno, nella
percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Vascotto,
Spadaro - in affiancamento i GOT dott.ssa Patrizia Cortese, dotto Roberto Battaglia e
dott.ssa Camilla Toresini con le attribuzioni sotto specificate (con decorrenza
dall'operatività del trasferimento del dotto Sergio Carnimeo e con perequazione dei
ruoli con suddivisione dei procedimenti in carico al dotto Carnimeo tra il dotto Sonego
ed il dotto Vascotto, nell'ordine Sonego-Vascotto, partendo dai procedimento di più
risalente iscrizione)
a ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
a giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
a provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (lunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
audienza di comparizione delle parti e trattazione: giovedì, ore 9,30
Saranno tenute altre due udienze settimanali monocratiche, istruttorie
camerale
Giudice dott.ssa Roberta Bardelle - ruolo specializzato
situazione di permanenza ultradecennale:
presente provvedimento.
e con rito
B
decorrenza dalla data dell'adozione
del
a procedimenti in materia extracontrattuale, comprendente le seguenti sottomaterie:
a responsabilità extracontrattuale, comprese le ipotesi di responsabilità professionale
medica
a opposizioni ad ordinanze ingiunzioni
afamiglia
a successioni
a diritti reali
a diritti della personalità
a materia condominiale
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Bardelle,
Pacilio
a procedimenti civili contenziosi già pendenti sul ruolo
a procedimenti d'ingiunzione, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
a divorzi congiunti, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
a procedimenti cautelari anteriori alla causa assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e quindi nell'ordine Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e così di seguito: nell'ambito di tale
ripartizione, i procedimenti cautelari in materia societaria e industriale saranno
assegnati a rotazione ai soli Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
15
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari (esclusi quelli relativi a cause di lavoro) ai sensi dell'art. 669 terdecies cod.
proc. civ., assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Sonego, Venier,
Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti di opposizione all'esecuzione immobiliare e mobiliare, di opposizione agli
atti esecutivi promossi dopo l'inizio dell'esecuzione, di opposizioni di terzi, assegnati a
rotazione, nell'ordine Bardelle, Pacilio
o procedimenti di volontaria giurisdizione in materia di famiglia (a titolo esemplificativo,
ex art. 710 codice procedura civile, art. 9 L. 898/70, art. 342 bis codice civile, art.
156 codice civile), nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Sonego, Bardelle, Pacilio
o procedimenti di volontaria giurisdizione residua le, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o giudice tutelare per i residui affari tutelari (tra i quali, a titolo esemplificativo, i
procedimenti di convalida de trattamenti sanitari obbligatori - art. 35 I. 23.12.1978 n.
833 - e le autorizzazioni all'espianto di organi) nella percentuale di 1/2, assegnati a
rotazione, nell'ordine Vascotto, Bardelle
o assunzione di prove delegate - formeranno un ruolo aggiuntivo trattato dal G.O.T.
dott.ssa Patrizia Cortese, addetta alla Sezione Civile, in affiancamento
o rogatorie internazionali - formeranno un ruolo aggiuntivo trattato dal G.O.T. dott.ssa
Patrizia Cortese, addetta alla Sezione Civile, in affiancamento
o ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
o provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (lunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
o udienza di comparizione delle parti e trattazione: mercoledì, ore 9,30
Saranno tenute altre due udienze settimanali monocratiche, istruttorie
camerale
Giudice dott.ssa Monica Pacilio - ruolo specializzato
situazione di permanenza
presente provvedimento.
ultradecennale:
e con rito
B
decorrenza dalla data dell'adozione
del
o procedimenti in materia extracontrattuale, comprendente le seguenti sottomaterie:
o responsabilità extracontrattuale, comprese le ipotesi di responsabilità professionale
medica
o oppOSizioni ad ordinanze ingiunzioni
ofamiglia
o successioni
o diritti reali
o diritti della personalità
o materia condominiale
nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Bardelle,
Pacilio
o procedimenti civili contenziosi già pendenti sul ruolo
o procedimenti d'ingiunzione, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
16
o divorzi congiunti, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti cautelari anteriori alla causa assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Merluzzi, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e quindi nell'ordine Merluzzi,
Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio e così di seguito: nell'ambito di tale
ripartizione, i procedimenti cautelari in materia societaria e industriale saranno
assegnati a rotazione ai soli Picciotto, Merluzzi, Venier, Spadaro
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari (esclusi quelli relativi a cause di lavoro) ai sensi dell'art. 669 terdecies cod.
proc. civ., assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Merluzzi, Sonego, Venier,
Spadaro, Bardelle, Pacilio
o procedimenti di opposizione all'esecuzione immobiliare e mobiliare, di opposizione agli
atti esecutivi promossi dopo l'inizio dell'esecuzione, di opposizioni di terzi, assegnati a
rotazione, nell'ordine Bardelle, Pacilio
o procedimenti in materia di protezione internazionale e di immigrazione, nella
percentuale di 1/3, assegnati a rotazione, nell'ordine Vascotto, Vascotto, Vascotto,
Vascotto, Vascotto,Vascotto, Pacilio, Pacilio, Pacilio, Pacilio, Sonego, Spadaro
o procedimenti di volontaria giurisdizione in materia di famiglia (a titolo esemplificativo,
ex art. 710 codice procedura civile, art. 9 L. 898/70, art. 342 bis codice civile, art.
156 codice civile), nella percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli,
Sonego, Bardelle, Pacilio
o procedimenti di volontaria giurisdizione residua le, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
o provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (lunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
o udienza di comparizione delle parti e trattazione: mercoledì, ore 10,00
Saranno tenute altre due udienze settimanali monocratiche, istruttorie
camerale
e con rito
Giudice dotto Paolo Vascotto
situazione di permanenza ultradecennale:
presente provvedimento.
decorrenza dalla data dell'adozione
del
o procedimenti in materia di protezione internazionale, nella percentuale di 1/2,
assegnati a rotazione,
nell'ordine
Vascotto,
Vascotto, Vascotto,
Vascotto,
Vascotto,Vascotto, Pacilio, Pacilio, Pacilio, Pacilio, Sonego, Spadaro
o procedimenti di volontaria giurisdizione cosiddetta successoria - eredità giacenti, nella
percentuale di 1/2, assegnati a rotazione, nell'ordine Picciotto, Vascotto
o procedimenti di volontaria giurisdizione residua le, assegnati a rotazione, nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
o giudice tutelare:
procedimenti relativi all'amministrazione
di sostegno, nella
percentuale di 1/4, assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Sonego, Vascotto,
Spadaro - in affiancamento i GOT dott.ssa Patrizia Cortese, dott. Roberto Battaglia e
dott.ssa Camilla Toresini con le attribuzioni sotto specificate (con decorrenza
dall'operatività del trasferimento del dotto Sergio Carnimeo e con perequazione dei
17
ruoli con suddivisione dei procedimenti in carico al dotto Carnimeo tra il dotto Sonego
ed il dotto Vascotto, nell'ordine Sonego-Vascotto, partendo dal procedimento di più
risalente iscrizione)
o giudice tutelare per i residui affari tutelari (tra i quali, a titolo esemplificativo, i
procedimenti di convalida de trattamenti sanitari obbligatori - art. 35 lo 23.12.1978 n.
833 - e le autorizzazioni all'espianto di organi) nella percentuale di 1/2, assegnati a
rotazione, nell'ordine Vascotto, Bardelle
o ricorsi e/o istanze relativi a procedimenti civili definiti assegnati in base ai criteri
indicati nel presente provvedimento
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
o provvedimenti di convalida delle espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei
cittadini stranieri, assegnati secondo turni settimanali (iunedì-domenica), nell'ordine
Fanelli, Picciotto, Merluzzi, Vascotto, Sonego, Venier, Spadaro, Bardelle, Pacilio
Udienze civili:
udienza di comparizione delle parti e trattazione: martedì, ore 9,30
Saranno tenute altre due udienze settimanali monocratiche, istruttorie
camerale
G.O.T.
G.O.T.
G.O.T.
G.O.T.
e con rito
dotto David Di Paoli Paulovich
dotto Roberto Battaglia
dott.ssa Camilla Toresini
dott.ssa Patrizia Cortese
Supplenza del Giudice togato
G.O.T. dotto Roberto Battaglia
I procedimenti civili contenziosi pendenti assegnati al dotto Sansone saranno trattati in
via provvisoria quale supplente dal GOT dotto Roberto Battaglia, sino al momento della
copertura effettiva del posto di Presidente delia Sezione Civile, al quale sarà attribuito
detto ruolo, ricorrendo, per quanto si è sopra precisato, i presupposti per il ricorso
all'istituto della supplenza da parte dei GOT, stante i'impedimento in senso lato dei
giudici professionali per le vacanze dell'organico della Sezione civile.
Il dotto Battaglia svolgerà le funzioni di supplente per i procedimenti per i quali non è
preclusa la trattazione da parte del G.O.T. (paragrafo 61.2 della circolare sulla
formazione delle tabelle di organizzazione degli uffici giudicanti per il triennio 20142016).
La trattazione avverrà nelle udienze già fissate, precisandosi che il procedimento sarà
iscritto a SICID con il nominativo del giudice onorario quando sarà trattenuto per la
eventuale decisione o quando sarà definito in modo diverso.
Ruoli aggiuntivi - affiancamento
I trasferimenti
assicurare la
adeguato dei
Giudici Togati
al Giudice togato
del Presidente di Sezione e di un Giudice, e, la conseguente necessità di
migliore funzionalità della Giurisdizione civile, impongono un impiego
Giudici Onorari secondo i modelli dell'affiancamento dei quattro GOT ai
secondo le modalità che sono state indicate.
G.O.T. dotto David Di Paoli Paulovich -
18
o procedimenti per convalida di licenza e sfratto - ruolo aggiuntivo, in affiancamento al
Giudice dotto Riccardo Merluzzi.
Il dotto Merluzzi verificherà l'andamento del ruolo aggiuntivo.
udienze: martedì, ore 8,30
o esecuzioni mobiliari e dirette - ruolo aggiuntivo,
in affiancamento al Giudice dotto
Daniele Venier.
Il dotto Venier verificherà l'andamento del ruolo aggiuntivo.
udienze: mercoledì, ore 8,30
G.O.T. dott.ssa Patrizia Cortese
o assunzione di prove delegate - ruolo aggiuntivo, in affiancamento al Giudice dott.ssa
Roberta Bardelle
o rogatorie internazionali - ruolo aggiuntivo, in affiancamento al Giudice dott.ssa
Roberta Bardelle
La dott.ssa Bardelle verificherà l'andamento dei ruoli aggiuntivi.
G.O.T. dott.ssa Patrizia Cortese
G.O.T. dotto Roberto Battaglia
G.O.T. dott.ssa Camilla Toresini
o nei procedimenti relativi alla materia tutelare - amministrazioni di sostegno, assegnati
a rotazione, nella percentuale di 1/4 ciascuno, ai Giudici Togati dott.ssa Fanelli, dotto
Sonego, dotto Vascotto, dott.ssa Spadaro, i predetti saranno affiancati dai GOT,
segnata mente la dott.ssa Fanelii ed il dotto Vascotto dal G.O.T. dott.ssa Patrizia
Cortese, il dotto Sonego e la dott.ssa Spadaro dal G.O.T. dotto Roberto Battaglia, con
le seguenti attribuzioni:
nei procedimenti per la nomina di amministratore di sostegno che riguardano
beneficiari, assegnati a ciascuno dei Giudici tutelari secondo 11 criterio di assegnazione
sopra indicato, ciascun giudice togato potrà delegare ai GOT:
.l'esame dei beneficiari e la relativa udienza istruttoria
.l'udienza di giuramento dell'Amministratore di sostegno
Il giudice onorario dott.ssa Camilla Torresini subentrerà quale supplente nelle ipotesi di
incompatibilità o impedimento dei GOT delegati Cortese e Battaglia.
Sezione specializzata
agraria
Alla sezione specializzata agraria sono assegnati i seguenti magistrati:
• dotto Arturo Picciotto
• dotto Riccardo Merluzzi
• dotto Daniele Venier
• dott.ssa Giulia Spadaro
I Collegi saranno composti dal dotto Arturo Picciotto, quaie Presidente del Collegio, dal
giudice relatore, e dal giudice più anziano in ruolo, ovvero nell'ipotesi in cui il
Presidente sia 11 relatore, dai due giudici più anziani in ruolo, oltre che dai due esperti,
designati quali componenti effettivi.
Sezione specializzata
in materia di impresa
La Sezione deve per legge essere composta da almeno sei magistrati.
19
L..:J
..
~
~
Qj
~
'""'
La Sezione è composta dai Giudici facenti parte del ruolo specializzato A, segnata mente
il dotto Picciotto, il dotto Merluzzi, il dotto Venier e la dott.ssa Spadaro, ed inoltre dal
dotto Vascotto e dalla dott.ssa Pacilio.
Criteri di composizione dei Collegi Civili e calendario delle udienze
Per la decisione degli affari di competenza collegiale, ricompresi nelle materie dei ruoli
specializzati A e B, i collegi verranno presieduti di regola dal dotto Arturo Picciotto e
dalla dott.ssa Anna Lucia Fanelli, quali Magistrati più anziani, assegnati ai due ruoli
specializzati.
I collegi in materia di impresa verranno presieduti dal Magistrato più anziano del
gruppo dei giudici, al quale è rispettivamente attribuita la materia fallimentare,
societaria e della proprietà industriale ed intellettuale.
I collegi saranno composti dal presidente, dal giudice relatore ed a rotazione dagli altri
giudici, secondo anzianità decrescente.
Le udienze dei collegi del ruolo specializzato A saranno tenute di regola a settimane
alterne, a partire dalla prima settimana del mese, ogni mercoledì alle ore 11,00.
Le udienze dei collegi del ruolo specializzato B saranno tenute di regola a settimane
alterne, a partire dalla seconda settimana del mese, ogni venerdì alle ore 12,00.
Le udienze per i divorzi congiunti saranno tenute il primo giovedì di ciascun mese alle
ore 9,00 e segg. e saranno presieduti dalla dott.ssa Anna Lucia Fanelli e nell'ipotesi che
la stessa non sia designato Giudice relatore nell'udienza dal Magistrato più anziano.
Le udienze dei collegi in materia di famiglia - separazioni consensuali - saranno
presieduti dal Presidente del Tribunale, il quale potrà svolgere anche funzioni di
relatore.
I collegi saranno composti dal presidente, dal giudice relatore e dal giudice più anziano
tra gli altri giudici del ruolo specializzato B.
I collegi in materia di reclami verranno presieduti dalla dott.ssa Anna Lucia Fanelli.
I collegi saranno composti dal presidente, dal giudice relatore ed a rotazione, esclusi il
dotto Vascotto ed i giudici del lavoro di pianta organica, dal dotto Picciotto, dal dotto
Merluzzi, dal dotto Sonego, dal dotto Venier, dalla dott.ssa Spadaro, dalla dott.ssa
Bardelle e dalla dott.ssa Pacilio secondo anzianità decrescente.
Le relative udienze collegiali saranno tenute ogni mercoledì, di regola, alle ore 12,00.
I collegi in materia di reclami avverso i provvedimenti cautelari relativi a cause di
lavoro saranno presieduti dalla dott.ssa Anna Lucia Fanelli, quale Magistrato più
anziano della Sezione.
I collegi saranno composti dal presidente, dal giudice relatore, ed a rotazione dal dotto
Picciotto, dal dotto Merluzzi, dal dotto Vascotto, dal dotto Sonego, dal dotto Venier, dalla
dott.ssa Spadaro, dalla dott.ssa Bardelle e dalla dott.ssà Pacilio, secondo anzianità
decrescente.
Le relative udienze collegiali saranno tenute ogni mercoledì, di regola, alle ore 12,00.
I Collegi in materia agraria saranno presieduti dal dotto Arturo Picciotto, Magistrato più
anziano in ruolo, e composti dal presidente, dal giudice relatore, e dal giudice più
anziano, oltre che dai due esperti designati quali componenti effettivi.
Le relative udienze collegiali saranno tenute il giovedì, alle ore 11,00.
Il collegio competente a decidere sulle ricusazioni è composto dal Presidente del
Tribunale, che lo presiede, dal giudice relatore, come sopra individuato, e dal giudice
della sezione civile con maggiore anzianità in ruolo.
Le relative udienze collegiali saranno tenute di regola il venerdì, alle ore 11,00.
Criteri di sostituzione nei casi di astensione, ricusazione,
impedimento dei Magistrati assegnati alla Sezione Civile
incompatibilità
o
In caso di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento:
20
o nella prima udienza presidenziale di separazione e divorzi, nella presidenza dei collegi
civili in materia di separazione consensuale, nei procedimenti di competenza
funzionale del presidente, nei procedimenti di ricusazione il dotto Trotta verrà
sostituito dalla dott.ssa Fanelli, e, ove non possibile, per incompatibilità
o
impedimento della stessa, dal Magistrato più anziano della Sezione civile
o nella presidenza dei collegi competenti per gli affari nelle materie dei ruoli specializzati
A e B il dotto Picciotto e la dott.ssa Fanelli saranno rispettivamente sostituiti dal dotto
Merluzzi e dal dotto Sonego
o nella presidenza dei collegi fallimentari il dotto Picciotto verrà sostituito dal Giudice
Delegato ai fallimenti - dotto Merluzzi e dotto Venier - non incompatibile
o nella presidenza dei collegi in materia di reclami avverso i provvedimenti cautelari,
compresi quelli relativi a cause di lavoro, la dott.ssa Fanelli verrà sostituita dal dotto
Picciotto
o nella presidenza dei collegi in materia agraria ii dotto Arturo Picciotto verrà sostituito
dal Magistrato più anziano della Sezione specializzata agraria
o nei procedimenti del ruolo specializzato A e nei procedimenti civili contenziosi
pendenti dei magistrati addetti alla trattazione di tale ruolo il dotto Picciotto sarà
sostituito dal dotto Merluzzi, il dotto Merluzzi dal dotto Venier, il dotto Venier dalla
dott.ssa Spadaro, la dott.ssa Spadaro dal dotto Picciotto
o nei procedimenti del ruolo specializzato B e nei procedimenti civili contenziosi
pendenti dei magistrati addetti alla trattazione di tale ruolo la dott.ssa Fanelli sarà
sostituita dal dotto Sonego, il dotto Sonego dalla dott.ssa Bardelle, la dott.ssa Bardelle
dalla dott.ssa Pacilio, la dott.ssa Pacilio dalla dott.ssa Fanelli
o nei procedimenti in materia agraria il dotto Picciotto sarà sostituito dal dotto Merluzzi,
il dotto Merluzzi dal dotto Venier, il dotto Venier dalla dott.ssa Spadaro, la dott.ssa
Spadaro dal dotto Picciotto
o nei procedimenti di opposizione alla dichiarazione di fallimento,
reclami proposti ai
sensi dell'art. 26 R.D. 16.3.1942 n. 267, procedimenti di impugnazione dei crediti
ammessi ai sensi degli artt. 98 e 99 R.D. citato, il dotto Picciotto e la dott.ssa Spadaro
si garantiranno reciproca sostituzione
o nei procedimenti di opposizione all'esecuzione immobiliare e mobiliare, di opposizione
agli atti esecutivi promossi dopo l'inizio dell'esecuzione, di opposizioni di terzi, la
dott.ssa Bardelle e la dott.ssa Pacilio si garantiranno reciproca sostituzione
o nei procedimenti d'ingiunzione la dott.ssa Fanelli verrà sostituita dal dotto Picciotto, il
dotto Picciotto dal dotto Merluzzi, il dotto Merluzzi dal dotto Sonego, il dotto Sonego dal
dotto Venier, il dotto Venier dalla dott.ssa Spadaro, la dott.ssa Spadaro dalla dott.ssa
Bardelle, la dott.ssa Bardelle dalla dott.ssa Pacilio, la dott.ssa Pacilio dalla dott.ssa
Fanelli
o nei divorzi congiunti la dott.ssa Fanelli verrà sostituita dal dotto Picciotto, il dotto
Picciotto dal dotto Merluzzi, il dotto Merluzzi dal dotto Sonego, il dotto Sonego dal dotto
Venier, il dotto Venier dalla dott.ssa Spadaro, la dott.ssa Spadaro dalla dott.ssa
Bardelle, la dott.ssa Bardelle dalla dott.ssa Pacilio, la dott.ssa Pacilio dalla dott.ssa
Fanelli
o nei procedimenti cautelari anteriori alla causa, esclusi i procedimenti cautelari in
materia societaria e industriale, la dott.ssa Fanelli verrà sostituita dal dotto Merluzzi, il
dotto Merluzzi verrà sostituito dal dotto Sonego, il dotto Sonego dal dotto Venier, il
dotto Venier dalla dott.ssa Spadaro, la dotto Spadaro dalla dott.ssa Bardelle, la
dott.ssa Bardelle dalla dott.ssa Pacilio, la dott.ssa Pacilio dalla dott.ssa Fanelli
o nei procedimenti cautelari anteriori alla causa in materia societaria e industriale, il
dotto Picciotto verrà sostituito dal dotto Merluzzi, il dotto Merluzzi dal dotto Venier, il
dotto Venier dalla dott.sa Spadaro, la dott.ssa Spadaro dal dotto Picciotto
onei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti cautelari (esclusi quelli
relativi a cause di lavoro) ai sensi dell'art. 669 terdecies cod. proc. civ. - il giudice
relatore designato, verrà così sostituito: il dotto Picciotto dal dotto Merluzzi, il dotto
21
Merluzzi dal dott. Vascotto, il dott. Vascotto dal dott. Sonego, il dott. Sonego dal dott.
Venier, la dott.ssa Spadaro dalla dott.ssa Bardelle, la dott.ssa Bardelle dalla dott.ssa
Pacilio, la dott.ssa Pacilio dal dotto Picciotto
o nelle funzioni di giudice tavolare il dotto Picciotto verrà sostituito dal dotto Venier
o nelle funzioni di giudice delegato ai fallimenti, nei procedimenti civili di competenza
esclusiva del giudice delegato, di giudice delle esecuzioni immobiliari, mobiliari e
dirette il dott. Merluzzi ed il dott. Venier si garantiranno reciproca sostituzione
o nelle funzioni di giudice del registro il dott. Merluzzi verrà sostituito dal dotto Venier
o nei procedimenti previsti dalla legge 27 gennaio 2012, n. 3 e dal decreto-legge 22
dicembre 2011, n. 212 il dott. Merluzzi ed il dott. Venier si garantiranno reciproca
sostituzione
o nei procedimenti in materia di protezione internazionale e di immigrazione, il dott.
Vascotto verrà sostituito dal dott. Sonego, il dott. Sonego dalla dott.ssa Spadaro, la
dott.ssa Spadaro dalla dott.ssa Pacilio, la dott.ssa Pacilio dal dott. Vascotto
o nei procedimenti di volontaria giurisdizione in materia di famiglia, la dott.ssa Fanelli
verrà sostituita dal dott. Sonego, il dott. Sonego dalla dott.ssa Bardelle, la dott.ssa
Bardelle dalla dott.ssa Pacilio, la dott.ssa Pacilio dalla dott.ssa Fanelli
o nei procedimenti di volontaria giurisdizione cosiddetta successoria - certificati di
eredità ed eredità giacenti, il dott. Picciotto ed il dotto Vascotto si garantiranno
reciproca sostituzione
o nei procedimenti di volontaria giurisdizione residua le, la dott.ssa Fanelli verrà
sostituita dal dott. Picciotto, il dott. Picciotto dal dotto Merluzzi, il dott. Merluzzi dal
dott. Vascotto, il dott. Vascotto dal dotto Sonego, il dotto Sonego dal dott. Venier, la
dott.ssa Spadaro dalla dott.ssa Bardelle, la dott.ssa Bardelle dalla dott.ssa Pacilio, la
dott.ssa Pacilio dalla dott.ssa Fanelli
o nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di competenza del
Collegio - il giudice relatore designato verrà così sostituito: la dott.ssa Fanelli verrà
sostituita dal dotto Picciotto, il dott. Picciotto dal dott. Merluzzi, il dott. Merluzzi dal
dott. Vascotto, il dott. Vascotto dal dott. Sonego, il dott. Sonego dal dotto Venier, il
dott. Venier dalla dott.ssa Multari, la dott.ssa Multari dalla dott.ssa Spadaro, la
dott.ssa Spadaro dalla dott.ssa Bardelle, la dott.ssa Bardelle dalla dott.ssa Pacilio, la
dott.ssa Pacilio dalla dott.ssa Burelli, la dott.ssa Burelli dalla dott.ssa Fanelli
o nelle funzioni di giudice tutelare
relativamente
a procedimenti
relativi
all'amministrazione di sostegno, la dott.ssa Fanelli verrà sostituita dal dott. Sonego, il
dotto Sonego dal dotto Vascotto, il dott. Vascotto dalla dott.ssa Spadaro, la dott.ssa
Spadaro dalla dott.ssa Fanelli
o nelle funzioni di giudice tutelare -affari tutelari residuali, il dott. Vascotto e la dott.ssa
Bardelle si garantiranno reciproca sostituzione
o nel turno settimanale (lunedì-domenica) relativo ai provvedimenti di convalida delle
espulsioni/allontanamento dal territorio nazionale dei cittadini stranieri, il Magistrato
di turno verrà così sostituito: la dott.ssa Fanelli dal dott. Picciotto, il dott. Picciotto dal
dott. Merluzzi, il dott. Merluzzi dal dotto Vascotto, il dott. Vascotto dal dotto Sonego, il
dott. Sonego dal dott. Venier, il dott. Venier dalla dott.ssa Spadaro, la dott.ssa
Spadaro dalla dott.ssa Bardelle, la dott.ssa Bardelle dalla dott.ssa Pacilio, la dott.ssa
Pacilio dalla dott.ssa Fanelli
Nelle ipotesi in cui sia previsto un unico sostituto e questi sia incompatibile o impedito o
nelle ipotesi in cui vi sia necessità di integrazione di collegi civili per le stesse ragioni incompatibilità o impedimento - subentrerà il magistrato compatibile addetto alla
Sezione Civile, esclusi i giudici di lavoro di pianta organica, secondo ordine di anzianità
crescente.
Criteri di sostituzione nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità
impedimento dei G.O.T. assegnati alla Sezione Civile
o
22
o il dotto Di Paoli Paulovich sarà sostituito dalla dott.ssa Cortese, la dott.ssa Cortese dal
dotto Battaglia, il dotto Battaglia dalla dott.ssa Toresini, la dott.ssa Torresini dal dotto
Di Paoli Paulovich.
Magistrati destinati alla trattazione
delle cause di lavoro
Giudice dott.ssa Annalisa Multari - giudice del lavoro di pianta organica
Componente elettivo del Consiglio Giudiziario per il quadriennio 2012-2016
Esonero parziale dall'attività
giudiziaria ordinaria nella misura del 20% quale
componente elettivo del Consiglio Giudiziario per il quadriennio 2012-2016 determinato
nell'assegnazione del 32% delle cause di lavoro, comprese le opposizioni alle ordinanze
ex art. 1 legge 28 giugno 2012, n. 92, e di previdenza.
cause di lavoro e di previdenza
o cause di lavoro e di previdenza già pendenti sul ruolo
o cause di lavoro, comprese le opposizioni alle ordinanze ex art. 1 legge 28 giugno
2012, n. 92, e di previdenza nella percentuale del 32%, assegnate a rotazione,
nell'ordine VV (per Vascotto), MMM ( per Multari) e BBBBB (per Burelli) per 4 giri di
assegnazione e un ulteriore giro con il criterio VV, MMMM, BBBB
o procedimenti d'ingiunzione in materia di lavoro, assegnati a rotazione, nell'ordine
Multari, Vascotto, Burelli
o procedimenti cautelari anteriori alla causa in materia di lavoro, procedimenti sommari
ex art. 28 legge 20 maggio 1970, n. 300, impugnazioni di licenziamento ex art. 1
legge 28 giugno 2012, n. 92, assegnati a rotazione, nell'ordine Multari, Burelli
o procedimenti ai sensi dell'art. 445 bis cod. proc. civ., assegnati a rotazione,
nell'ordine Multari, Burelli
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari relativi a cause di lavoro emessi dal giudice del lavoro reclamato
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
Udienze: martedì, mercoledì, giovedì, ore 9,00.
Giudice dott.ssa Silvia Burelli - giudice del lavoro di pianta organica
cause di lavoro e di previdenza
o cause di lavoro e di previdenza già pendenti sul ruolo
o cause di lavoro, comprese le opposizioni alle ordinanze ex art. 1 legge 28 giugno
2012, n. 92, e di previdenza nella percentuale del 48%, assegnate a rotazione,
nell'ordine W (per Vascotto), MMM (per Multarl) e BBBBB (per Burelli) per 4 giri di
assegnazione e un ulteriore giro con il criterio W, MMMM, BBBB
o procedimenti d'ingiunzione in materia di lavoro, assegnati a rotazione, nell'ordine
Multari, Vascotto, Burelli
.
o procedimenti cautelari anteriori alla causa in materia di lavoro, procedimenti sommari
ex art. 28 legge 20 maggio 1970, n. 300, impugnazioni di licenziamento ex art. 1
legge 28 giugno 2012, n. 92, assegnati a rotazione, nell'ordine Multari, Burelli
o procedimenti ai sensi dell'art. 445 bis cod. proC. civ., assegnati a rotazione
nell'ordine Multar!, Burelli
'
23
o giudice relatore nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti
cautelari relativi a cause di lavoro emessi dal giudice del lavoro reclamato
o giudice relatore nei procedimenti di ricusazione - settore civile e del lavoro - di
competenza del Collegio assegnati a rotazione, nell'ordine Fanelli, Picciotto, Merluzzi,
Vascotto, Sonego, Venier, Multari, Spadaro, Bardelle, Pacilio, Burelli
Udienze: martedì, mercoledì, giovedì, ore 9,00.
Giudice dotto Paolo Vascotto
cause di lavoro e di previdenza
o cause di lavoro e di previdenza già pendenti sul ruolo
o cause di lavoro, comprese le opposizioni alle ordinanze ex art. 1 legge 28 giugno
2012, n. 92, e di previdenza nella percentuale del 20%, assegnate a rotazione,
nell'ordine VV (per Vascotto), MMM (per Multari) e BBBBB (per Burelli) per 4 giri di
assegnazione e un ulteriore giro con il criterio VV, MMMM, BBBB;
o procedimenti d'ingiunzione in materia di lavoro, assegnati a rotazione, nell'ordine
Multari, Vascotto, Burelli
Udienze: venerdì, ore 10,00.
Criteri di sostituzione nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità
impedimento dei Magistrati destinati alla trattazione delle cause di lavoro
o
o nelle cause di lavoro e di previdenza, comprese le opposizioni alle ordinanze ex art. 1
legge 28 giugno 2012, n. 92,
e di previdenza, nei procedimenti d'ingiunzione in
materia di lavoro, nei procedimenti cautelari anteriori alla causa in materia di lavoro,
nei procedimenti sommari ex art. 28 legge 20 maggio 1970, n. 300,nelle
impugnazioni di licenziamento ex art. 1 legge 28 giugno 2012, n. 92, nei procedimenti
ai sensi dell'art. 445 bis cod. proc. civ., la dott.ssa Multari e la dott.ssa Burelli si
garantiranno reciproca sostituzione
o nei procedimenti collegiali di reclamo avverso i provvedimenti cautelari relativi a
cause di lavoro il giudice relatore designato, dott.ssa Multari o dott.ssa Burelli, verrà
sostituito dal dotto Vascotto
o nelle cause di lavoro, comprese le opposizioni alle ordinanze ex art. 1 legge 28 giugno
2012, n. 92, e di previdenza e nei procedimenti d'ingiunzione in materia di lavoro il
dotto Vascotto sarà sostituito dalla dott.ssa Multari, e, nell'ipotesi di incompatibilità o
impedimento della dott.ssa Multari, dalla dott.ssa Burelli
Sezione Penale
La sezione penale è composta dal Presidente, dotto Filippo Gulotta, e da sei Magistrati,
il dotto Giorgio Nicoli, il dotto Enzo Truncellito, il dotto Massimo Francesco Giovanni
Tomassini, il dotto Francesco Antoni, il dotto Piero Leanza ed il dotto Marco Casavecchia.
Alla Sezione sono assegnati i G.O.T. dott.ssa Valentina Guercini, dott.ssa Barbara
Camerin e dott.Francesco Borsetta.
***
dotto Filippo Gulotta, Presidente della Sezione Penale
24
data di immissione in possesso nell'incarico semidirettivo:
scadenza secondo quadriennio: 14 dicembre 2017
14 dicembre
2009 -
Il dotto Gulotta oltre a dirigere la Sezione, svolgerà i compiti previsti dal paragrafo 35.1
della circolare sulla formazione delle tabelle, sorveglierà l'andamento dei servizi di
cancelleria ed ausiliari, organizzerà, con cadenza almeno bimestrale, ai sensi del
paragrafo 35.8 della circolare citata, degli incontri tra tutti i magistrati della Sezione al
fine di discutere le novità normative e di favorire lo scambio delle informazioni sulle
esperienze giurisprudenziali, di approfondire i problemi di organizzazione della Sezione
in funzione della instaurazione di prassi comuni e della elaborazione di soluzioni ed
indirizzi condivisi; inoltre collaborerà, con il Presidente del Tribunale nell'attività di
direzione dell'Ufficio, alla verifica trimestrale dei termini di deposito dei provvedimenti
da parte dei Magistrati della Sezione, come disposto dal paragrafo 60.1 della circolare
citata.
Il dotto Gulotta provvederà all'assegnazione degli affari penali secondo le tabelle,
presiederà i collegi dibattimentali del Tribunale e della Corte di Assise, nonché del
Tribunale del Riesame, predisporrà periodicamente il calendario delle udienze penali
collegiali e i turni di reperibilità per le convalide degli arresti, per il giudizio direttissimo,
nonché per i giudizi con rito immediato con imputati detenuti.
Criteri di assegnazione degli affari
Processi monocratici
Il criterio di assegnazione dei procedimenti monocratici ai magistrati, con esclusione del
Presidente della Sezione, avverrà, per quelli a citazione diretta, per quelli di opposizione
a decreto penale e per gli appelli avverso le sentenze del Giudice di pace secondo
sopravvenienza cronologica da iscrizione nel Ruolo Generale ed anzianità decrescente,
nell'ordine Nicoli, Truncellito, Tomassini, Leanza, Antoni e Casavecchia.
Le assegnazioni avverranno di regola settimanalmente.
I Giudici Truncellito, Antoni e Casavecchia saranno assegnatari di ruoli aggiuntivi
annuali rispettivamente di 60, 40 e 20 procedimenti monocratici (citazione diretta e
opposizioni a decreto penale), tenuto conto che i predetti Magistrati alla data del 19
febbraio 2014, come risulta dal RE.GE, sono titolari di ruoli dibattimentali monocratici
numericamente inferiori rispetto ai Colleghi (Truncellito: 154, Antoni 212, Casavecchia
233 a fronte di Nicoli: 352, Tomassini 291, Leanza 372).
Il Presidente di Sezione nel terzo turno di assegnazione del mese - esclusi i mesi di
agosto e settembre - procederà alla formazione dei ruoli aggiuntivi mensili
rispettivamente di 6 (Truncellito), 4 (Antoni), e 2 (Casavecchia) procedimenti, secondo
sopravvenienza cronologica da iscrizione nel Ruolo Generale ed anzianità decrescente,
nell'ordine Truncellito, Truncellito, Truncellito, Truncellito, Truncellito, Truncellito,
Antoni, Antoni, Antoni, Antoni, Casavecchia, Casavecchia.
I processi con giudizio immediato, esclusi i processi con giudizio immediato a carico di
soggetti detenuti, di competenza del giudice monocratico saranno assegnati a rotazione
dal Presidente di Sezione ai giudici del dibattimento secondo sopravvenienza
cronologica ed anzianità decrescente, nell'ordine Nicoli, Truncellito, Tomassini, Leanza,
Antoni e Casavecchia.
L'esonero parziale spettante al dotto Piero Leanza, designato Formatore decentrato per
il distretto della Corte di Appello di Trieste con delibera del C.S.M. del 5 marzo 2014 per
gli anni 2014 - 2015, esonero obbligatorio e non rinunciabile, fissato nella misura del
10%, si attuerà con l'esclusione del dotto Leanza dall'assegnazione del 10% dei processi
monocratici a citazione diretta e dei procedimenti di riesame.
Pertanto, considerata la sopravvenienza annuale media di 1.500 processi monocratici a
citazione diretta, e, conseguentemente una sopravvenienza annua di circa 250 processi
25
tit.
r:i
~
"'
monocratici a citazione diretta per ciascuno dei sei Magistrati assegnati alla Sezione
Penale, il dotto Leanza sarà esonerato dalla trattazione di 25 processi monocratici a
citazione diretta, secondo le modalità di seguito precisate.
Nei mesi di giugno, luglio, ottobre, novembre, dicembre, nel secondo turno di
assegnazione settimanale ed eventualmente in prosecuzione nel quarto turno di
assegnazione settimanale, i processi monocratici a citazione diretta saranno assegnati
per cinque volte nell'ordine Nicoli, Truncellito, Tomassini, Antoni e Casavecchia sì da
raggiungere in ciascun mese il numero di cinque processi non attribuiti al dotto Leanza.
Udienze
Le udienze dibattimentali monocratiche saranno tenute secondo il seguente calendario:
dotto Giorgio Nicoli e dotto Marco Casavecchia ogni lunedì, dotto Enzo Truncellito, dotto
Piero Leanza e dotto Francesco Antoni ogni mercoledì, dotto Massimo Francesco
Giovanni Tomassini ogni venerdì.
Una udienza mensile di ciascun giudice monocratico avrà funzioni di filtro o di
smista mento, nella quale saranno previste fasce orarie per la trattazione dei
procedimenti (ad esempio ore 9,00, ore 11,00, ore 13,00 etc.).
dotto Nicoli: secondo lunedì
dotto Truncellito: primo mercoledì;
dotto Tomassini: primo venerdì
dotto Leanza: quarto mercoledì
dotto Antoni: primo mercoledì
dotto Casavecchia: secondo lunedì
In detta udienza il dotto Truncellito, il dotto Antoni ed il dotto Casavecchia stabiliranno,
secondo i criteri generaii e astratti che verranno precisati, anche i procedimenti da
assegnare ai Giudici Onorari agli stessi rispettivamente affiancati.
Inoltre, di regola, la terza udienza mensile (Nicoli), la quarta udienza (Truncellito), la
seconda udienza (Tomassini), la terza udienza (Leanza), la seconda udienza (Antoni),
la quarta udienza (Casavecchia) sarà riservata ai processi diversi da quelli previsti
dall'art. 550 cod. proc. peno ed ai processi che non possono essere trattati dal GOT
(paragrafo 61.2 della circolare sulla formazione delle tabelle di organizzazione degli
uffici giudicanti per il triennio 2014-2016), ciò anche per consentire la partecipazione a
detta udienza del P.M. togato.
Per i procedimenti provenienti da udienza preliminare, il magistrato assegnatario verrà
indicato dal GUP in sede di rinvio a giudizio, a rotazione, secondo l'ordine di iscrizione a
R.G. GIP, secondo anzianità decrescente (nell'ordine Nicoli, Truncellito, Tomassini,
Leanza, Antoni, Casavecchia), con assegnazione di non più di tre processi mensili per
ciascun magistrato, salvo che si tratti di processi nei confronti di imputati in stato di
custodia cautelare e di processi relativi a reati prossimi alla prescrizione, con
indicazione delle udienze mensili di smista mento già sopra precisate per ciascun
magistrato:
I procedimenti provenienti da udienza preliminare verranno poi rinviati da ciascun
giudice monocratico all'udienza appositamente prevista (terza udienza mensile, Nicoli;
quarta udienza, Truncellito; seconda udienza, Tomassini; terza udienza, Leanza;
seconda udienza, Antoni; quarta udienza, Casavecchia).
Gli appelli avverso le sentenze del Giudice di pace verranno trattati nelle rispettive
udienze dai Magistrati della sezione, con assegnazione secondo sopravvenienza
cronologica ed anzianità decrescente, nell'ordine Nicoli, Truncellito, Tomassini, Leanza,
Antoni e Casavecchia.
Ciascun giudice, salvo casi eccezionali, avrà cura di fissare l'istruttoria dei processi con la previsione di fasce orarie - nella parte antimeridiana dell'udienza, mentre le
discussioni verranno concentrate nella parte pomeridiana.
26
4:1
I-•
~
~
Per i rinvii da udienze precedenti, ove necessario, potrà essere fissata udienza
straordinaria, consultato il Presidente di Sezione a fini organizzativi, da concordarsi con
la Procura della Repubblica.
Giudice dotto Giorgio Nicoli
situazione di permanenza ultradecennale: assegnato alla Sezione Penale il 5 giugno
2007 - termine decennalità: 5 giugno 2017
audienza di filtro o smistamento: secondo lunedì
a udienza monocratica per processi diversi da quelli previsti dall'art. 550 cod. proc. peno
e per processi che non possono essere trattati dal GOT: terzo lunedì
a udienza monocratica: ogni lunedì
Giudice dotto Enzo Truncellito
situazione di permanenza ultradecennale: assegnato alla Sezione Penale 1'11 gennaio
2010 - efficacia sospensiva per 18 mesi dei termini di permanenza massima per la
destinazione in supplenza a tempo pieno all'Ufficio GIP-GUP dal 9 gennaio 2012 al 9
luglio 2012 (decreto del Presidente del Tribunale f.f. prot. 1244jint. dd. 30 novembre
2011), dal 3 settembre 2012 al 3 marzo 2013 (decreto del Presidente del Tribunale f.f.
prot. 677jint. dd. 27 agosto 2012), dal 4 marzo 2013 al 3 settembre 2013 (decreto del
Presidente del Tribunale f.f. prot. 137jint. dd. 11 febbraio 2013 ).4_ termine
decennalità: 11 luglio 2021
a udienza di filtro o smista mento: primo mercoledì
a udienza monocratica per processi diversi da quelli previsti dall'art. 550 cod. proc. peno
e per processi che non possono essere trattati dal GOT: quarto mercoledì
a udienza monocratica: ogni mercoledì
Giudice dotto Massimo Francesco Giovanni Tomassini
situazione di permanenza ultradecennale: assegnato alla Sezione Penale il 3 giugno
2009 - termine decennalità: 3 giugno 2019
a udienza di filtro o smista mento : primo venerdì
a udienza monocratica per processi diversi da quelli previsti dall'art. 550 cod. proC. peno
e per processi che non possono essere trattati dal GOT: secondo venerdì
a udienza monocratica: ogni venerdì
Giudice dotto Piero Leanza
Formatore decentrato
per il distretto
della Corte di Appello di Trieste per gli
anni 2014 - 2015
Esonero parziale dall'attività giudiziaria ordinaria nella misura del 10% determinato
nell'esclusione del Magistrato dall'assegnazione di tale percentuale dei processi
monocratici a citazione diretta e dei procedimenti di riesame secondo le modalità
precisate nel decreto.
Art. 4 del Regolamento in materia di permanenza nell'incarico presso lo stesso ufficio alla luce della
modifica introdotta dal Decreto Legislativo 160 del 30 gennaio 2006 come modificato dalla Legge 30
luglio 2007, n. 111 - Deliberazione del 13 marzo 2008 del Consiglio Superiore della Magistratura.
4
27
situazione di permanenza ultradecennale: trasferito d'ufficio dalla Sezione Civile alla
Sezione Penale il 31 maggio 2013 - termine decennalità: 31 maggio 2023
a udienza di filtro o smistamento: quarto mercoledì
a udienza monocratica per processi diversi da quelli previsti dall'art. 550 cod. proc. peno
e per processi che non possono essere trattati dal GOT: terzo mercoledì
a udienza monocratica: ogni mercoledì
Giudice dotto Francesco Antoni
situazione di permanenza ultradecennale: trasferito d'ufficio dalla Sezione Penale (alla
quale era stato assegnato il 15 settembre 2002) alla Sezione Civile con decreto prot.
1173 dd. 16 dicembre 2009 del Presidente del Tribunale - periodo 16 dicembre 2009 26 settembre 2011 (anni 1, mesi 10, giorni 10); assegnato alla S.ezione Penale con
decreto del Presidente del Tribunale del 26 settembre 2011; termine decennalità: 26
settembre 2021
a udienza di filtro o smistamento: primo mercoledì
a udienza monocratica per processi diversi da quelli previsti dall'art. 550 cod. proc. peno
e per processi che non possono essere trattati dal GOT: secondo mercoledì
a udienza monocratica: ogni mercoledì
Giudice dotto Marco Casavecchia
situazione di permanenza ultradecennale: assegnato alla Sezione Penale il 9 luglio 2010
- termine decennalità: 9 luglio 2020
a udienza di filtro o smistamento: secondo lunedì
a udienza monocratica per processi diversi da quelli previsti dall'art. 550 cod. proc. peno
e per processi che non possono essere trattati dal GOT: quarto lunedì
a udienza monocratica: ogni lunedì
Turni settimanali
di reperibilità
Turno di tre giorni consecutivi per le convalide degli arresti e per il giudizio direttissimo,
nonché per i giudizi con rito immediato con imputati detenuti, a rotazione, a partire dal
primo giorno del mese, secondo anzianità decrescente, nell'ordine Nicoli, Truncellito,
Tomassini, Leanza, Antoni e Casavecchia.
G.O.T. dott.ssa Valentina Guercini
G.O.T. dotto Barbara Camerin
G.O.T. dotto Francesco Borsetta
La Sezione Penale ha operato senza uno dei suoi componenti dal 14 dicembre 2009 fino
agli inizi di settembre 2013 (in tale data è rientrato in Sezione il dotto Truncellito
destinato in supplenza alla Sezione GIP).
Nell'arco dello stesso periodo di tempo si sono verificati l'assenza per alcuni mesi per
congedo straordinario per malattia di altri Giudici della Sezione e sono state disposte
supplenze infradistrettuali di Magistrati della Sezione presso il Tribunale di Gorizia.
Nella situazione delineata i GOT Guercini, Camerin e Borsetta sono stati
necessariamente impiegati nella trattazione di procedimenti previsti dall'art. 550 cod.
proC. peno come supplenti dei giudici professionali.
28
L~
f~
~
Dall'esame del RE.GE risulta - alla data del 19 febbraio 2014 - che la dott.ssa Guercini
ha in carico 104 procedimenti, la dott.ssa Camerin 169 procedimenti, il dotto Borsetta
194 procedimenti.
Allo stato, tenuto conto dell'entità delle vacanze di organico dell'Ufficio, l'assegnazione
dei procedimenti ai G.O.T avverrà secondo la previsione di cui al paragrafo 61.2 n 1)
della circolare sulla formazione delle tabelle, nei seguenti termini:
o al G.O.T. Guercini vengono assegnati sei procedimenti nuovi al mese, esclusi i mesi
di agosto e di settembre, e dunque 60 fascicoli all'anno;
o la dott.ssa Guercini è affiancata al dotto Truncellito, il quale diventa assegnatario di un
ruolo aggiuntivo di 60 procedimenti - del quale verificherà l'andamento - formato
secondo le modalità sopra indicate;
o il dotto Truncellito nell'udienza di filtro o di smista mento procederà all'assegnazione
dei sei procedimenti, individuati sulla base del numero di iscrizione a ruolo R.G. Trib.
e partire da quello di iscrizione più risalente, disponendone il rinvio innanzi al Giudice
Onorario nelle udienze dalla stessa tenute;
o al G.O.T. Cameri n vengono assegnati quattro procedimenti nuovi al mese, esclusi i
mesi di agosto e di settembre, e dunque 40 fascicoli all'anno;
o la dott.ssa Camerin è affiancata al dotto Antoni, il quale diventa assegnatario di un
ruolo aggiuntivo di 40 procedimenti - del quale verificherà l'andamento - formato
secondo le modalità sopra indicate;
o il dotto Antoni nell'udienza di filtro o di smistamento procederà all'assegnazione dei
quattro procedimenti, individuati sulla base del numero di iscrizione a ruolo R.G. Trib.
e partire da quello di iscrizione più risalente, disponendone il rinvio innanzi al Giudice
Onorario nelle udienze dalla stessa tenute;
o al G.O.T. Borsetta vengono assegnati due procedimenti nuovi al mese, esclusi i mesi
di agosto e di settembre, e dunque 20 fascicoli all'anno;
o il dotto Borsetta è affiancato al dotto Casavecchia, il quale diventa assegnatario di un
ruolo aggiuntivo di 20 procedimenti - del quale verificherà l'andamento - formato
secondo le modalità sopra indicate, ruolo aggiuntivo del quale verificherà
l'andamento;
o il dotto Casavecchia nell'udienza di filtro o di smistamento procederà all'assegnazione
dei due procedimenti, individuati sulla base del numero di iscrizione a ruolo R.G. Trib.
e partire da quello di iscrizione più risalente, disponendone il rinvio innanzi al Giudice
Onorario nelle udienze dallo stesso tenute;
Saranno esclusi dall'assegnazione i procedimenti di appello del Giudice di Pace, i
procedimenti per reati di cui all'art. 590 del cod. peno commessi con violazione della
normativa per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e della normativa sulia disciplina
sulla circolazione stradale, i procedimenti per reati previsti nel D.L.vo lO marzo 2000,
n. 74, per reati previsti in materia di edilizia e di urbanistica, di ambiente, di
inquinamento, i procedimenti per i quali siano in corso misure cautelari personali o
reali .
Udienze
I GOT terranno le seguenti udienze dibattimentali monocratiche mensili:
o G.O.T. dott.ssa Valentina Guercini: primo e terzo lunedì del mese
o G.O.T. dotto Barbara Camerin: terzo martedì del mese
o G.O.T. dotto Francesco Borsetta: quarto martedì del mese
Processi con rito collegiale
Criteri per la designazione
sentenze
del giudice estensore
delle motivazioni
delle
29
AI Presidente della Sezione sarà assegnato quale carico di lavoro giudiziario la
redazione della motivazione di almeno il 70% delle sentenze collegiali, nonché della
redazione della motivazione del 50% delle sentenze della Corte di Assise.
Il Presidente della Sezione - valutati i carichi di lavoro - potrà eventualmente designare
quale estensore per il rimanente 30% delle motivazioni delle sentenze collegiali i giudici
che comporranno i tre collegi dibattimentali, secondo l'ordine di anzianità decrescente,
nonché per il rimanente 50% delle motivazioni delle sentenze della Corte di Assise il
Giudice a latere, a rotazione, secondo l'ordine Presidente, Giudice a latere.
Misure di prevenzione
I procedimenti relativi alle misure di prevenzione saranno assegnati al Presidente ed a
tutti i Giudici della Sezione secondo sopravvenienza cronologica ed anzianità
decrescente, nell'ordine Gulotta, Nicoli, Truncellito, Tomassini, Leanza, Antoni e
Casavecchia.
Esecuzioni
I procedimenti delle esecuzioni monocratiche saranno trattati dal magistrato che è
assegnatario del processo o che ha emesso la relativa sentenza.
Nel caso non faccia più parte della Sezione, sarà seguito nell'assegnazione il criterio
dell'anzianità decrescente nell'ordine Nicoli, Truncellito, Tomassini, Leanza, Antoni e
Casavecchia.
I giorni di udienza del Tribunale in composizione monocratica per i procedimenti in
Camera di Consiglio coincideranno con i giorni d'udienza del giudice assegnatario del
procedimento.
I procedimenti delle esecuzioni collegiali saranno assegnati al Presidente a sé stesso ed
a tutti i Giudici della Sezione secondo sopravvenienza cronologica ed anzianità
decrescente, nell'ordine Gulotta, Nicoli, Truncellito, Tomassini, Antoni, Leanza e
Casavecchia.
I giorni di udienza per i procedimenti in Camera di Consiglio coincidono con i giorni di
udienza del Tribunale in composizione collegiale.
Tribunale del Riesame e degli Appelli in materia cautelare.
L'esiguità del numero dei magistrati addetti alla sezione penale non consente
l'istituzione di un'autonoma sezione con competenza esclusiva nella materia.
Alla formazione dei collegi per i procedimenti del Tribunale del Riesame e degli Appelli
in materia cautelare sono destinati il Presidente e tutti i Giudici della Sezione.
Saranno formati due Collegi rispettivamente presieduti dal Presidente di Sezione e dal
Giudice più anziano.
I componenti sono individuati nei due collegi secondo anzianità decrescente.
Collegio 1:
dotto Gulotta - Presidente
dotto Truncellito - Giudice
dotto Tomassini - Giudice
dotto Leanza - Giudice
Collegio 2:
dotto Nicoli - Presidente
dotto Antoni - Giudice
dotto Casavecchia - Giudice
I Collegi saranno formati dal presidente del collegio, dal giudice designato quale
relatore e dal terzo componente, nel caso del Collegio 1, nel quale sono previsti, il
30
kJ
,t
tQj~
presidente e tre giudici, gli altri due giudici si alterneranno, secondo anzianità
decrescente.
I procedimenti saranno quindi assegnati - recte la designazione del giudice
reiatore/estensore verrà effettuata - con attribuzione dei procedimenti secondo l'ordine
di iscrizione secondo anzianità decrescente nell'ordine Gulotta, Nicoli, Truncellito,
Tomassini, Leanza, Antoni e Casavecchia.
Il collegio sarà di regola individuato in base al Magistrato relatore (a titolo
esemplificativo designato quale giudice relatore/estensore il dotto Tomassini, il Collegio
sarà il Collegio 1, designato il dotto Antoni il Collegio sarà il Collegio 2).
Il Presidente parteciperà pertanto in misura paritaria alla relazione/redazione dei
provvedimenti conclusivi dei procedimenti di riesame e degli appelli in materia di
misure cautelari personali e reali, secondo il criterio già precisato.
Valutata la sopravvenienza media di circa 650 procedimenti all'anno - 50 per
Magistrato - l'esonero parziale dall'attività giudiziaria ordinaria nella misura del 10%
del dotto Piero Leanza si concreterà nell'esclusione del Magistrato dalla sua
designazione quale giudice reiatore/estensore in tale percentuale nei procedimenti di
riesame.
Nei mesi di giugno, luglio, ottobre, novembre, dicembre, in uno dei turni di
assegnazione del mese, la designazione del giudice relatore/estensore verrà effettuata
con attribuzione dei procedimenti secondo l'ordine di iscrizione secondo anzianità
decrescente nell'ordine Gulotta, Nicoli, Truncellito, Tomassini, Antoni e Casavecchia, sì
da raggiungere nei cinque mesi un numero pari a 5 procedimenti di riesame non
assegnati al dotto Leanza.
L'automatismo nelle assegnazioni sarà temperato in caso di procedimenti relativi a
provvedimenti cautelari emessi nell'ambito di un unico procedimento: in tale caso il
9iUlldiC~rel~tore Idiel hPrihmod
proce.dimento "sarà relatottre anch: per i successivi ed il
i
dImento Iserl o per primo.
co eglo sara que o c e a eClso I proce
Il Presidente della Sezione curerà che i giudici chiamati a decidere sull'impugnazione
delle ordinanze cautelari non facciano parte del Collegio del dibattimento, né trattino il
procedimento monocratico.
I giorni d'udienza del Tribunale del Riesame e del Tribunale in composizione collegiale
coincideranno con i giorni d'udienza del Tribunale in composizione collegiale.
I procedimenti del Tribunale del riesame e degli appelli in materia cautelare saranno
trattati prima dei dibattimenti collegiali, con inizio alle ore 9,00.
Criteri di composizione dei Collegi Penali - calendario delle udienze
I Collegi dibattimentali saranno tre, saranno presieduti dal Presidente della Sezione e
saranno così formati, secondo anzianità decrescente dei suoi componenti:
Collegio 1
dotto Filippo Guiotta - Presidente
dotto Nicoli - Giudice
dotto Truncellito - Giudice
Collegio 2
dotto Filippo Gulotta - Presidente
dotto Tomassini - Giudice
dotto Leanza - Giudice
Collegio 3:
dotto Filippo Gulotta - Presidente
dotto Antoni - Giudice
dotto Casavecchia - Giudice
Le udienze per i procedimenti collegiali saranno tenute il martedì e il giovedì di ogni
mese, dopo le udienze del Tribunale del Riesame, con inizio alle ore 11.00.
31
I-J
I.:
l
~
.:!.
"'
Il collegio 1 terrà udienza il martedì, il collegio 2 il giovedì, il collegio 3 il martedì, il
collegio 1 il giovedì e così via.
Per i rinvii da udienze precedenti potrà essere fissata udienza collegiale straordinaria
che il Presidente della Sezione avrà cura di concordare con la Procura della Repubblica.
I Magistrati in servizio rimarranno quali componenti del collegio penale, il quale abbia
diversa composizione da quella prevista nelle presenti tabelle, nei processi nei quali
l'istruttoria dibattimentale sia già iniziata.
Criteri di sostituzione nei casi di astensione, ricusazione o impedimento dei
Magistrati della Sezione Penale
In caso di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento in sede monocratica,
ciascun magistrato verrà sostituito da quello che lo segue, secondo anzianità
decrescente, nell'ordine Nicoli, Truncellito, Tomassini, Leanza, Antoni e Casavecchia,
precisandosi che il dotto Casavecchia verrà sostituito dal dotto Nicoli.
In caso di impedimento del Magistrato di turno settimanale di reperibilità, per le
convalide degli arresti, per il giudizio direttissimo, nonché per i giudizi con rito
immediato con imputati detenuti sarà anche adottato il criterio sopra indicato.
Nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento del dotto Gulotta,
quale Presidente dei Collegi dibattimentali, lo stesso verrà sostituito dal dotto Nicoli, al
quale subentrerà quale componente del collegio, nell'ipotesi che astensione,
ricusazione, incompatibilità o impedimento riguardino il presidente del Collegio 1, il
magistrato che lo segue, secondo anzianità decrescente, nell'ordine Tomassini, Leanza,
Antoni e Casavecchia.
Nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento dei componenti dei
collegi, ivi compresi quelli per le misure di prevenzione, del riesame e degli appelli in
materia cautelare, nonché per la materia dell'esecuzione, la sostituzione sarà
assicurata, a rotazione, dal dotto Truncellito, dal dotto Tomassini, dal dotto Leanza, dal
dotto Antoni e dal dotto Casavecchia.
Nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento del dotto Nicoli quale
Presidente del Collegio 2, competente nella materia del riesame e degli appelli in
materia cautelare, lo stesso verrà sostituito dal dotto Gulotta, e, ove debba essere
assicurata il funzionamento contestuale dei due Coliegi, dal dotto Leanza.
Nel caso in cui, in conseguenza di astensione, ricusazione, incompatibilità
o
impedimento, non sia possibile formare un collegio con i soli magistrati addetti alla
Sezione Penale, il collegio verrà integrato da uno o più magistrati compatibili della
sezione GIP-GUP, individuati secondo l'ordine di anzianità decrescente.
Nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento di tutti i magistrati
della Sezione Penale e dei supplenti della Sezione GIP-GUP, sì che non sarebbe
possibile provvedere alla formazione del collegio penale, il collegio verrà integrato da
uno del giudici onorari assegnati alla Sezione Penale Carotazione, nell'ordine Guercini,
Camerin, Borsetta), il quale potrà
intervenire come supplente del giudice
professionale.
Nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento del Giudice relatore
nei procedimenti nella materia del riesame e degli appelli in materia cautelare, la
sostituzione verrà garantita dal magistrato che lo segue, secondo anzianità
decrescente, nell'ordine Truncellito, Tomassini, Leanza, Antoni e Casavecchia.
Nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento del Giudice relatore
nei procedimenti relativi alle misure di prevenzione ed alle esecuzioni di competenza
collegiale ciascun magistrato verrà sostituito da quello che lo segue, secondo anzianità
decrescente, nell'ordine Gulotta, Nicoli, Truncellito, Tomassini, Leanza, Antoni e
Casavecchia, precisandosi che il dotto Casavecchia verrà sostituito dal Presidente della
Sezione, dotto Gulotta.
32
Criteri di sostituzione nei casi di astensione, ricusazione o impedimento
G.O.T. assegnati alla Sezione Penale
La dott.ssa Guercini sarà sostituita dalla dott.ssa Camerin, quest'ultima
Borsetta, il dotto Borsetta dalla dott.ssa Guercini.
dei
dal dotto
Corte d'Assise - calendario delle udienze
La Corte d'Assise è composta dai seguenti Magistrati:
Presidente
dotto Filippo Gulotta
Giudice
dotto Giorgio Nicoli
Presidente supplente:
dotto Giorgio Nicoli
Giudice supplente:
dotto Enzo Truncellito
La Corte d'Assise tiene udienza nei giorni di venerdì, alle ore 9,30, quando necessario.
Criteri di sostituzione nei casi di astensione,
Magistrati della Corte d'Assise
ricusazione o impedimento
dei
Il Presidente supplente dotto Gulotta ed il Giudice supplente dotto Nicoli verranno
sostituiti nei casi di astensione, ricusazione, incompatibilità o impedimento.
Sezione dei Giudici per le indagini preliminari
La sezione è composta da quattro Magistrati: dotto Guido Patriarchi, Presidente
aggiunto, dal dotto Raffaele MorvayS, dal dotto Luigi Dainotti, dalla dott.ssa Laura
Barresi.
E' in corso la pubblicazione sul B.U. il D.M. di nomina a Presidente della Sezione GIP del
dotto Patriarchi deliberata dal C.S.M..
E' vacante ed è stato messo a concorso dal C.S.M. il posto di Presidente aggiunto della
Sezione.
***
dotto Guido Patriarchi, Presidente Aggiunto di Sezione
data di immissione in possesso nell'incarico semidirettivo:
secondo quadriennio: 1 ottobre 2016
1 ottobre 2008 - scadenza
Il dotto Guido Patriarchi oltre a dirigere la Sezione, svolgerà i compiti previsti dal
paragrafo 35.1 della circolare sulla formazione delle tabelle, organizzerà, con cadenza
almeno bimestrale, ai sensi del paragrafo 35.8 della circolare, degli incontri tra tutti i
magistrati della Sezione al fine di diffondere la conoscenza delle novità normative, di
discutere i principali problemi applicativi e di favorire lo scambio delle informazioni sulle
esperienze giurisprudenziali e sui problemi di organizzazione della Sezione in funzione
della instaurazione di prassi comuni e della elaborazione di soluzioni ed indirizzi
condivisi; inoltre collaborerà, con il Presidente del Tribunale, alla verifica trimestrale dei
termini di deposito dei provvedimenti da parte dei Magistrati della Sezione.
Il dotto Patriarchi eseguirà il controllo dell'osservanza dei criteri di assegnazione
automatica previsti dalle tabelle degli affari.
SII dotto Raffaele Morvay,
soprannumero.
già Presidente della Sezione GIP,
è stato assegnato alla Sezione in
33
dotto Guido Patriarchi,
Laura Barresi
dotto Raffaele Morvay, dotto Luigi Dainotti e dott.ssa
Criteri di assegnazione degli affari
Tutti i magistrati della Sezione svolgono sia le funzioni di Giudice delle indagini
preliminari che di Giudice dell'udienza preliminare.
Gli affari vengono raggruppati in categorie omogenee ( richieste di archiviazione rinvio a giudizio - intercettazioni - misure cautelari - decreti penali - diverse, fra
quest'ultime, soltanto a titolo esemplificativo, richieste di incidenti di esecuzione,
opposizioni al decreto di archiviazione, rogatorie internazionali ed altri).
Si procederà quindi all'assegnazione automatica per ciascuna categoria di affari
secondo sopravvenienza cronologica da iscrizione nel Ruolo Generale, con il criterio
dell'anzianità decrescente (dal Presidente fino al Giudice meno anziano).
Per quanto riguarda le "urgenze" (convalide di arresto o fermo con richiesta di misura
cautelare, convalida di intercettazione, delega di interrogatorio di garanzia), provvederà
il giudice cui è stato già assegnato il relativo procedimento.
Nell'ipotesi non sia già intervenuta una previa assegnazione del procedimento, si
seguirà il turno di un giorno per il Presidente e di due giorni feriali consecutivi per gli
altri Magistrati secondo anzianità decrescente.
Ove necessario, per incombenti straordinari da espletare in giorni festivi, provvederà il
giudice di turno il precedente giorno feriale.
Allo scopo di contenere al minimo possibili incompatibilità per i procedimenti che
comportino l'udienza preliminare si procederà ad una doppia assegnazione (sia G.I.P
che G.U.P. secondo il criterio dell'anzianità decrescente, dal Presidente fino al Giudice
meno anziano), avendo cura che il secondo Magistrato designato possa mai trattare il
relativo fascicolo prima dell'udienza preliminare.
Nel periodo feriale ed in periodi di criticità che potranno comportare la presenza di
meno di tre Magistrati in servizio nella Sezione, al fine di contenere le incompatibilità, il
Presidente della Sezione o il Magistrato che lo sostituisce potrà richiedere la supplenza
interna per l'evasione di richieste indilazionabiii limitatamente alle richieste di proroga
delle indagini preliminari ed a provvedimenti in materia di intercettazioni
di
conversazioni o comunicazioni di un Magistrato della Sezione Civile (esclusi i giudici del
lavoro di pianta organica, individuati secondo anzianità crescente), il quale, avendo
conseguito la prima valutazione di professionalità, abbia i requisiti per l'espletamento
delle funzioni monocratiche penali e di GlP/GUP.
Il GUP in sede di rinvio a giudizio indicherà il giudice monocratico assegnatario dei
processi secondo l'ordine di iscrizione a R.G. GIP, a rotazione, secondo anzianità
decrescente (nell'ordine Nicoli, Truncellito, Tomassini, Leanza, Antoni, Casavecchia),
con assegnazione di non più di tre processi mensili per ciascun magistrato, salvo che si
tratti di processi nei confronti di soggetti in stato di custodia cautelare e di processi
relativi a reati prossimi alla prescrizione, con indicazione delle seguenti udienze mensili,
che avranno funzioni di smista mento, per ciascun magistrato:
dotto Nicoli: secondo lunedì
dott. Truncellito: primo mercoledì;
dotto Tomassini: primo venerdì
dotto Leanza: quarto mercoledì
dotto Antoni: primo mercoledì
dotto Casavecchia: secondo lunedì
Il GUP in sede di rinvio a giudizio per i processi collegiali, seguendo l'ordine di iscrizione
a R.G. GIP, fisserà i processi alla prima udienza dibattimentale utile, sentito il
Presidente della Sezione Penale, ferma restando la priorità nella fissazione dei processi
a carico di imputati in stato di custodia cautelare e per reati prossimi alla prescrizione.
34
Esecuzioni
Le funzioni di Giudice dell'Esecuzione saranno svolte dal magistrato, il quale abbia
definito il procedimento, e, ave ciò non sia possibile, applicando il criterio sopra
indicato.
Udienze
L'udienza del G.I.P e l'udienza preliminare (G.U.P.) saranno tenute di regola:
dal dotto Patriarchi il giovedì
dal dotto Morvay il martedì
dal dotto Dainotti il mercoledì
dalla dott.ssa Barresi il venerdì
Ciascun Magistrato della Sezione, consultato il Presidente di Sezione a fini organizzativi,
potrà fissare udienze straordinarie il iunedì.
Udienze di convalida non programmabili in anticipo verranno tenute dal G.I.P. di turno
su richiesta del P.M.
Criteri di sostituzione nei casi di astensione,
Sezione dei Giudici per le indagini preliminari
ricusazione o impedimento:
In caso di astensione, ricusazione, incompatibilità e impedimento del Presidente
Aggiunto e dei Giudici della Sezione la sostituzione avverrà con il magistrato che lo
segue, nell'ordine Patriarchi, Barresi, Dainotti, Morvay, precisandosi che il dotto Morvay
verrà sostituito dal dotto Patriarchi.
In caso di astensione, ricusazione, incompatibilità e impedimento del Magistrato che
svolga le funzioni di GIP nel periodo feriale ed in periodi di criticità che potranno
comportare la presenza di meno di tre Magistrati in servizio nella Sezione, subentrerà
per i soli provvedimenti urgenti (proroga delle indagini preliminari, provvedimenti in
materia di intercettazioni di conversazioni o comunicazioni) un Magistrato in servizio
della Sezione Civile, esclusi i giudici del lavoro di pianta organica, individuati secondo
anzianità crescente, i quali, avendo conseguito la prima valutazione di professionalità,
abbiano i requisiti per l'espletamento delle funzioni monocratiche penali e di GIP/GUP;
per i soli provvedimenti urgenti in materia di sostituzione o revoca delle misure
cautelari subentrerà quale supplente un Magistrato in servizio della Sezione Penale
individuato secondo anzianità crescente.
Il Collegio previsto dall'art.
composto come segue:
7 della
legge costo 16.1.1989,
n.
1 risulta
dotto Paolo Milocco - Presidente
dotto Francesco Florit - Componente effettivo
dotto Marco Casavecchia - Componente effettivo
dott,ssa Roberta Bolzoni - Componente supplente
dott.ssa Annalisa Barzazi - Componente supplente
dotto Paolo Lauteri - Componente supplente
• Magistrato di riferimento per l'informatica
Giudice dotto Riccardo Merluzzi - assegnato alla Sezione Civile - ruolo specializzato A
35
• Commissario Regionale Aggiunto agli Usi Civici
6
• Formatore decentrato per il distretto della Corte di Appello di Trieste per gli
anni 2014 - 2015
Giudice dotto Arturo Picciotto - assegnato alla Sezione Civile - ruolo specializzato A
• Formatore decentrato per il distretto della Corte di Appello di Trieste
Giudice dotto Piero Leanza - assegnato alla Sezione Penale
• Componente del Consiglio Giudiziario per il quadriennio 2012-2016
Giudice dott.ssa Annalisa Multari - giudice dei lavoro di pianta organica
Dispone
che il presente provvedimento sia comunicato ai Magistrati, i quali potranno proporre
osservazioni, ai sensi del paragrafo 14.2 della circolare del C.S.M. sulla formazione
delie tabelle di organizzazione degli uffici giudicanti per il triennio 2014-2016, al
Presidente della Corte d'Appello di Trieste, per l'inoltro al Consiglio Superiore della
Magistratura, previo parere del Consiglio Giudiziario e per conoscenza al Dirigente
Amministrativo.
Immediata esecutività ai sensi del paragrafo 14.1 della circolare sulla formazione delle
tabelle di organizzazione degli uffici giudicanti per il triennio 2012-2014.
Si registri nel programma Valeri@.
Trieste, 30 aprile 2014
Il Presidente del Tribunale
Matteo Giovanni Trotta
p.~ue.~
6
11provvedimento
di esonero parziale dall'attività giudiziaria ordinaria è facoltativo.
36
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 873 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content