close

Enter

Log in using OpenID

01.02_Info_Stabelektroden für unlegierte Baustaehle

embedDownload
Elettrodi rivestiti SMAW per acciai da costruzione
non legati fino a S355K2
Oggi, quasi il 70% delle saldature di acciai da costruzione non
legati avvengono mediante saldatura MAG. Ciononostante la
saldatura manuale con elettrodi continua a essere una soluzione molto diffusa. Nessun altro procedimento offre infatti al
saldatore che lavora in cantiere maggiore flessibilità nella
fonte di corrente e nella disponibilità di materiali di apporto.
Campi d’impiego degli elettrodi
rivestiti SMAW
INFO PER L‘UTILIZZATORE | Non è pubblicità,
siate cortesi e trasmetterlo alla technica
La norma di riferimento degli elettrodi rivestiti SMAW per la
saldatura di acciai da costruzione non legati è la EN ISO 2560,
che li suddivide in 8 gruppi, in base al loro rivestimento.
A:
C:
R:
RR:
RC:
RA:
RB:
B:
rivestimento acido, p.e. Phoenix SH Gelb
rivestimento cellulosico, p.e. Fox CEL
rivestimento al rutilo, p.e. Phoenix Grün
(lamiera sottile)
rivestimento al rutilo di grosso spessore,
p.e. Fox ETI, UTP 611, Phoenix Rot R 160 S
rivestimento rutil-cellulosico, p.e. Fox OHV
rivestimento rutil-acido, p.e. Phoenix Rot AR 160
rivestimento rutil-basico, p.e. Fox EV 50-A,
UTP 614Kb
rivestimento basico, p.e. Fox EV 47, Fox EV 50
Anche se nella maggior parte dei casi si distingue fra elettrodo
al rutilo o basico, di frequente si impiegano anche dei tipi misti, che presentano una grande versatilità di applicazione. Per
scegliere il tipo di elettrodo più adatto a una determinata applicazione non bisogna però solo considerare le caratteristiche
di saldatura, ma anche i valori di resistenza e tenacità.
L’elettrodo di tipo misto più noto è quello a doppio rivestimento basico, p.e. Fox EV 50-A o UTP 614Kb, le cui caratteristiche di rivestimento lo fanno rientrare nella tipologia rutilbasica. Permette una saldatura eccellente in tutte le posizioni
e presenta dei valori di resistenza sufficientemente elevati fino
a S355 (St 52-3) e valori di tenacità abbastanza alti per temperature di servizio fino a –20°C.
Oltre a quelli sopra indicati esistono molti altri elettrodi, che,
per le loro caratteristiche particolari, vengono impiegati solo
per determinate applicazioni. Il Fox OHV è per esempio uno
straordinario elettrodo con rivestimento rutil-cellulosico con il
quale si possono effettuare molto facilmente in cantiere dei
punti di saldatura in posizione discendente. È abbastanza insensibile alla sovra saldatura di pezzi con ruggine incipiente e
leggera pre-verniciatura. Il suo rivestimento pieghevole consente all’operatore di accedere anche ai punti più difficili.
Per i pezzi che devono essere zincati dopo la saldatura e nei
quali il cordone deve essere il meno visibile possibile, si usa di
preferenza il Fox SPE. Il basso tenore di silicio (0,2%) fa sì che
nel bagno di zinco si deposita sul cordone di saldatura solo un
piccolo strato di zinco.
Per le saldature d’angolo lunghe si dovrebbero utilizzare di
preferenza elettrodi rivestiti al rutilo di grosso spessore. Per
esempio il Fox ETI o l‘UTP 611. Se si vuole effettuare il lavoro
con particolare celerità, si consiglia l’impiego di elettrodi ad
alta performance, come il Phoenix Rot R 160 S. Rispetto a un
Fox ETI questo tipo di elettrodo contiene nel suo rivestimento
grosse quantità di polvere di ferro. Assieme al filo dell’elettrodo e la polvere di ferro fusa del rivestimento si ottiene un
tasso di deposizione pari al 160%. Ciò significa che una saldatura d’angolo lunga 30 cm di un Fox ETI con il Phoenix Rot R
160 S si allunga del 60%, cioè arriva a 48 cm. Questo effetto
può essere però anche capovolto. Se l’elettrodo viene saldato
con una certa compressione, la saldatura d’angolo raggiunge
forse solo i 30 cm, ma diventa anche più spessa. Ciò consente
di evitare un secondo o addirittura terzo strato rispetto agli
elettrodi standard a rivestimento rutilico, come il Fox ETI.
Indipendentemente dall’applicazione di saldatura è necessario considerare quale acciaio deve essere saldato e quali proprietà meccaniche devono essere garantite a quali temperature di servizio. Così come per determinate temperature di
servizio si devono impiegare determinati tipi di acciaio, anche
l’elettrodo deve essere scelto in funzione della temperatura di
servizio. Un pezzo saldato p.e. con un elettrodo a rivestimento
rutilico può presentare una sufficiente tenacità a temperature
estive, mentre se la temperatura scende sotto 0°C i cordoni di
saldatura possono diventare porosi e spaccarsi in caso di sovrasollecitazione. Anche se la resistenza era sufficiente, il cordone non ha tenuto per insufficiente tenacità. In funzione
della temperatura di impiego si consiglia, per le temperature
inferiori a –20°C, di utilizzare un elettrodo a rivestimento interamente basico, come il Fox EV 50.
Se con gli elettrodi rivestiti si vogliono saldare degli acciai
meccanici ad elevato tenore di carbonio, come un E295 (St
50-2 / 0,3%C) o E335 (St 60-2 / 0,4%C), si dovrebbe invece
ricorrere ai tipi speciali altamente basici, come il Fox EV 63.
Non bisogna però dimenticare che tali tipi di acciaio devono
essere debitamente preriscaldati (vedi flyer: Preriscaldare.
Quando e quanto?). Dopo la saldatura, i cordoni di saldatura
dovrebbero raffreddarsi lentamente, per evitare indurimenti
nel e accanto al cordone di saldatura. Per realizzare i lavori di
saldatura in modo sicuro, può essere opportuno procedere alla
ricottura distesa dopo la saldatura.
Se non è possibile un preriscaldamento sufficientemente elevato e/o una ricottura distesa dopo la saldatura, si consiglia di
solito di saldare mediante un materiale di apporto austenitico.
(Maggiori dettagli a riguardo nel flyer: “Saldatura degli acciai
resistenti contro l’usura”.
La tabella a tergo offre una panoramica dei diversi elettrodi
rivestiti disponibili e del loro campo di impiego ottimale.
01.02 Elettrodi rivestiti SMAW per acciai da costruzione
voestalpine Böhler Welding Schweiz AG
Hertistrasse 15, Postfach, CH-8304 Wallisellen, T. +41 (0)44 832 88 55, F. +41 (0)44 832 88 58
Email: [email protected] / www.voestalpine.com/welding
zertifiziert nach ISO 9001:2000
|
Pagina 1 di 2
|
Situazione: 2014-05-08
Elettrodi
Tipi di
rivestimento
Campi di impiego consigliati
Fox EV 50-A / UTP 614Kb
Fox OHV
Fox ETI / UTP 611 /
Phoenix Rot R 160 S
Fox HL 180 Ti
Fox EV PIPE / Fox BVD RP /
Fox SPE
Fox CEL
Fox ETI
Fox SPE
Fox OHV / Fox ETI
Fox EV 63
Fox EV 50-A / UTP 614Kb
Fox EV 50
Fox EV 60
Per un impiego universale nella fabbricazione, montaggio e riparazione. Saldabile in
tutte le posizioni eccetto quella discendente.
Per lavori di montaggio e per la saldatura dell’acciaio da costruzione in tutte le
posizioni, inclusa quella discendente; anche in caso di ruggine incipiente e
pre-verniciatura; rivestimento pieghevole.
Per cordoni di saldatura lisci e senza incisioni marginali, con autorimozione della
scoria; saldare preferibilmente in posizione orizzontale; ideale per saldature
d’angolo lunghe e lisce.
B / RB
RC
RR
B / RB
Per saldature della radice e per saldare tubi in posizione.
Per la saldatura di tubi di pipeline in posizione discendente.
Per la saldatura di lamiere sottili.
Per i pezzi che devono essere zincati o smaltati dopo la saldatura.
Per la saldatura di piccoli trasformatori (220 V) e per gli apparecchi di saldatura con
una tensione protettiva di 42 V.
Per la saldatura di acciai difficilmente saldabili a elevato tenore di carbonio,
superiore allo 0,2% e per la saldatura di giunti di rotaia.
Per i pezzi impiegati a temperature di servizio fino a max. –20°C.
Per i pezzi impiegati a temperature di servizio da –20°C a max. –50°C.
Per i pezzi impiegati a temperature di servizio da –50°C a max. –60°C.
C
RR
RB
RC / RR
B
B
B
B
Fox ETI
UTP 611
Phoenix Rot R 160 S
Fox EV 50-A
UTP 614 Kb
UTP 614 Kb
Fox EV PIPE
Fox BVD RP
Fox SPE
01.02 Elettrodi rivestiti SMAW per acciai da costruzione
Fox EV 50
Fox EV 63
|
Pagina 2 di 2
|
Situazione: 2014-05-08
Queste informazioni sono indicative per l‘artigiano. Essi descrivono delle circostanze tecniche fondamentali semplificate e non sono esaustive.
La garanzia delle qualifiche per ogni utilizzo/messa in opera richiede un accordo scritto anticipatamente.
voestalpine Böhler Welding Schweiz AG
Hertistrasse 15 | Postfach | CH-8304 Wallisellen | T. +41 (0)44 832 88 55 | F. +41 (0)44 832 88 58 |
EMail: [email protected] | www.voestalpine.com/welding
zertifiziert nach ISO 9001:2000
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
173 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content