close

Enter

Log in using OpenID

Agosto 2014 pdf - Ruote del Passato

embedDownload
notiziario del club
Ruote del Passato
via Nuova di Corva, 15 - 33170 Pordenone
il radiatore
AGOSTO 2014
Anno XVIII numero 208
www.ruotedelpassato.org
[email protected]
IN CASO DI MANCATA CONSEGNA INVIARE A UFFICIO DI PORDENONE CPO
12ª edizione
PIANCAVALLO
REVIVAL
ne
io io
iz gl
ed lu
ª 0
12 8-2
1
14
ir
ed
on
zi
sta
20
ife
an
m
eg
Ruote del Passato
ità
ar
ol
Tel., Fax e Segr. telef. 0434/27752 linea tecnica: 333/9675581 linea informazioni: 333/9675520
n
co
ril
am
ev
ti
en
di
io
g
ag
ss
pa
Piancavallo Revival: un successo di gruppo
“Una gara sicuramente impegnativa, ben ritmata e organizzata con grande cura, sicuramente quanto di più divertente e appagante si può
trovare in Italia: un road book perfetto e molto meticoloso, strade spettacolari e poco frequentate, prove di abilità ben assortite e mai banali e,
fattore non secondario, ristori, pranzi e cene di alto livello e senza l’assillo di tempi ristretti”. È abbastanza frequente che il vincitore di una gara si
lasci andare a elogi a volte tutt’altro che sinceri... Non è questo il caso di Mario Passanante, da alcuni anni leader incontrastato della Regolarità
storica: è la prima volta che lo sentiamo sbilanciarsi in questo modo a favore di un Organizzatore e, proprio perché complimenti simili sono
merce rara, anzi rarissima, ci fanno molto piacere. In un ambiente in cui è l’esercizio della critica ad andare per la maggiore, basta un elogio
come questo per ridare la carica, aumentare il buonumore e stimolare ad un ulteriore miglioramento. Lo Staff ha molti buoni motivi per essere
orgogliosamente soddisfatto per i risultati ottenuti in questa dodicesima edizione di Piancavallo Revival: non dimenticando la valenza
promozionale e le positive ricadute a favore del territorio friulano e dell’intera regione, è stato gratificato da una pioggia di complimenti non solo
per le capacità tecnico-organizzative dimostrate, ma anche per il contesto paesaggistico, per il patrimonio culturale ed enogastronomico che è
stato offerto. Nel quadro delle altre proposte a livello nazionale nel terzo week end di luglio la classica di Ruote del Passato aveva quest’anno
dei concorrenti illustri che avevano scelto (!?!) la stessa data. Anche in questo caso non c’è stata competizione: alla Coppa delle Dolomiti (la
seconda manifestazione in Italia dopo la 1000 miglia a detta del “modestissimo” organizzatore) meno di trenta vetture ed al Sanremo Historic
meno di venti... Questi i motivi per cui lo splendido gruppo che si è creato con il passare degli anni intorno a questa manifestazione può essere
soddisfatto: alcuni lavorano nell’ombra, dietro le quinte, senza mai apparire ma con il loro indispensabile e disinteressato apporto rendono
possibile la disputa di un evento così importante. L’itinerario prescelto è stato gradito da tutti, con strade impegnative ed inedite dai suggestivi
panorami montani e piccoli paesi impossibili da trovare su una carta stradale, con tortuosi saliscendi e l'accoglienza della gente, pronta a
salutare le auto al loro passaggio con applausi e incitamenti che da tempo non si vedevano più nemmeno nelle gare vere. In questa
ambientazione il piacere di guidare un'auto storica, magari da tempo ferma, sentire i suoi odori di cuoio vecchio e di benzina vera, ritrovarsi un
po' scomodi e appiccicosi per il caldo a fare un percorso all'indietro nel tempo è sicuramente un’esperienza unica. Le tanto temute “salite
impossibili”, Forca di Pani e Monte Zoncolan, non hanno fatto vittime, tanto è vero che i carri attrezzi predisposti al seguito e lungo il percorso
sono rimasti assolutamente inattivi: per un paio di radiatori fumanti sono stati sufficienti una breve sosta ed un rabbocco e... tutte le vetture
hanno tagliato il traguardo, a riprova delle ottime condizioni di manutenzione in cui vengono tenute le vetture storiche dai loro proprietari. Per
quanto riguarda la parte sportiva si è assistito ad un continuo inseguimento degli equipaggi di punta alla coppia Passanante - Maniscalco, in
testa fin dalle prime prove; tra tutti l’ultimo ad arrendersi è stato l’equipaggio monzese Rapisarda - Piga autori di un inatteso errore nella
penultima delle sessanta prove: la discesa dal Piancavallo a media imposta. Al termine quindi nulla da fare contro i 2,7 centesimi di media a
prova dell’equipaggio formato dallo specialista di Campobello di Mazara e dall’avvocato marchigiano: per tutti appuntamento all’edizione 2015.
PIANCAVALLO REVIVAL 2014
Classifica Assoluta
Pos. Num.
Pen.
P.Net. Coeff.
Gr.
elaborata dal Gruppo di Cronometraggio dell’A.S.I.
(le schede dei singoli equipaggi possono essere scaricate Classifica
dal sito www.ruotedelpassato.org)
Class. di Gr.
Equipaggio
Veicolo
Anno
1
4
262,44
162
1,62
PC
1° P.Class. PASSANANTE Mario MANISCALCO Donato
Alfa Romeo Giulia Spider 1,6 1962
2
1
603,72
351
1,72
3
7
676,94
374
1,81
M
1° Modern
BALDISSERA Tiziano COVAZ Edoardo
Lancia Fulvia Montecarlo
M
2° Modern
CICUTTINI Amedeo CASTELLANO Lia
Alfa Romeo spider 1,6
4
5
683,64
422
1,62
PC
1981
2° P.Class. RUGO Carlo VARASCHINI Paola
Porsche 356 B T6
1962
5
3
696,6
405
1,72
6
10
1208
755
1,6
M
3° Modern
RAPISARDA Giuseppe PIGA Danilo
Fiat 124 spider 1,6
1972
CL
1° Classic
TRESOLDI Achille TRESOLDI Giovanna
Alfa Romeo Giulietta SV
7
8
1279,95
795
1,61
PC
3° P.Class. BUCCIONI Massimiliano GUERRINI Monica
Alfa Romeo Giulietta spider
1960
1961
8
14
1359,75
777
1,75
M
4° Modern
DE MARIN Ennio RUZZIER Roberto
Lancia Fulvia coupè
1975
5° Modern
BOSCOLO Wilmer MOLON Adele Rita
Innocenti Mini Cooper Export 1973
1972
9
6
1437,63
831
1,73
M
10
26
1438,8
872
1,65
PC
4° P.Class. TRINCO Remo Benaglia SOSI Annalisa
Autobianchi Bianchina berlina 1965
11
9
1797,89
1103
1,63
PC
5° P.Class. GHINATO Enrico LIVAN Marisa
Alfa Romeo Giulia Spider 1,6 1963
12
24
1848,28
1127
1,64
PC
6° P.Class. POZZAN Maurizio FORNASARI Andrea
Porsche 356 SC
13
37
2041,48
1268
1,61
PC
7° P.Class. PELLIS Furio PINOTTI Assunta
Alfa Romeo Giulietta Sprint
1961
14
11
2109,12
1248
1,69
PC
8° P.Class. BOLZON Attilio FERRONATO Enrico
Lancia Fulvia coupè
1969
15
29
2245,18
1421
1,58
CL
2° Classic
PELLEGRINO Rolando BINETTI Roberto
Alfa Romeo Spider Veloce
1958
16
15
2394,24
1376
1,74
M
6° Modern
DE ANTONI Massimo DE ANTONI Edoardo
Renault Alpine A 110
1974
17
27
2697,53
1507
1,79
M
7° Modern
GIORDANI Giorgio GIORDANI Alessandra
Saab 96 GL V4
1979
18
25
2738,59
1583
1,73
M
8° Modern
BENAGLIA Giovanni FLORIOLI Silvana
Fiat 124 Sport Spider 1600
1973
19
34
2762,5
1625
1,7
PC
9° P.Class. LACCHIO Roberto BORGHESIO Sergio
Lancia Fulvia HF 16
1970
20
20
3258
1800
1,81
M
9° Modern
Porsche 911 SC
1981
21
36
3459,43
2047
1,69
PC
22
22
3479,03
2011
1,73
M
23
42
3840,2
2110
1,82
M
24
28
4189,51
2479
1,69
PC
25
33
4439,18
2566
1,73
M
26
12
6401,52
4184
1,53
CL
27
16
6924,24
4248
1,63
PC
12° P.Class. ZELJKO Dubravko ZELJKO Borna
Porsche 356 SC cabrio
1963
28
35
7364,4
4332
1,7
PC
13° P.Class. TARTAGLIA Paola TARTAGLIA Bruno
Fiat 850 Racer Bertone
1970
29
21
7846,65
4935
1,59
CL
4° Classic
OMARCHI Giovanni VALSESCHINI Ezechiele
Alfa Romeo Giulietta
1959
30
32
8743,8
5605
1,56
CL
5° Classic
FERRO Giancarlo PITTOLO Sergio
Alfa Romeo Giulietta Sprint
1956
31
23
10163,3
6392
1,59
CL
6° Classic
MARIN Paolo GALASSI Simonetta
Jaguar XK 150 DMC
1959
32
39
10357,8
5660
1,83
M
13° Modern BERGAMIN David TAMIOZZO Fabio
Audi Quattro
1983
33
41
11198,3
5925
1,89
M
14° Modern REDIGONDA Giovanni PIPPO Roberto
SAAB 900 i 16 v.
1989
34
19
11223,5
6377
1,76
M
15° Modern ŠCULAC Valter ŠCULAC Loredana
Alpine A 110
1976
35
18
19011,2
11053
1,72
M
16° Modern BARBIERI Guerino BARBIERI Vilma
Fiat 124 spider
1972
36
31
34096,6
21178
1,61
PC
14° P.Class. SALVALAGGIO Antonio Ass.C. SAVIO Loris Isp. Capo Alfa Romeo Giulietta t.i.
1961
37
38
50150
29500
1,7
PC
15° P.Class. DELLA MEA Pietro DELLA MEA Giovanni
1970
2
GALLAI Edo ROMANUT Patrizia
1964
10° P.Class. GALIAZZO Pierfrancesco BOVIO Stefano
Alfa Romeo Giulia 1300 ti
1969
10° Modern MARCIANO' Nicoletta ZANETTI Elena
Triumph Spitfire mk 1
1973
11° Modern MARAFON Giovanni GIARDUZ Claudio
Ferrari 328 TS
1982
11° P.Class. PIEPOLI Giovanni BERTO Giovanni
Austin Healey Sprite
1969
12° Modern MICHIELETTO Piero MORELLI Marina
3° Classic
BOTTOS Giovanni MALLIA Davide
Fiat 124 Rally
1973
MG TD
1953
Lancia Fulvia HF 16
La pagina dei ringraziamenti
Piancavallo Revival è una manifestazione complessa e coinvolge moltissime persone che nei tre giorni di gara si fanno in quattro lungo il
percorso per rendere l’evento il più curato possibile; ma il lavoro di preparazione inizia molto, molto prima ed i protagonisti sono sempre gli
stessi... e pochi... Mi sembra giusto ringraziare, a nome di Ruote del Passato, tutto il gruppo di lavoro nel suo complesso, elencando tutte le
persone e sperando di non aver dimenticato nessuno. Grazie per l’impegno e per il grande lavoro di squadra con profusione di impegno umano e
professionale sia da parte del Direttivo che degli altri associati che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento, allestendo i vari controlli e le
sessanta prove cronometrate; a tutti loro, ai 30 addetti al percorso e ai 9 cronometristi ed in particolare a Nanni Cifarelli in qualità di speaker e a
Tonino Camilli, nella veste di DelegatoA.S.I., un grazie particolare...
PITTON GIORGIO
RINALDI ANTONINO
RIOLO SANDRO
RUPOLO LUCIANO
SALVADOR ANTONIO
SINIGAGLIA PIETRO
TONIAL TIZIANO
TONIAL TONINO
TRAMONTIN ADRIANO
TURCHET PAOLO
TURCHET STEFANO
VIRCO RENATO
ZADRO ALDO
FREGUJA DANILO
GABATEL TIZIANA
GIARDUZ CLAUDIO
MANNA ANGELO
MANZATO REDENTO
MARAFON GIOVANNI
MEZZAVILLA GIANNI
MICHELUZ PIETRO
MICHIELOTTO ORIANA
MION WALTER
MODOLO ANTONIO
PETRANI SILVANO
PIANEZZOLA CLAUDIO
BONAVENTURA MASSIMO
BORTOLUSSI GIANNI
BOTTOS LORENA
BUSETTO MARIAROSA
CAMILLI TONINO
CAMPANA SALVATORE
CARCICH DARIO
CARLI PAOLO
CAVEDON LUCIA
CECCHINI TERESA
CEMULINI MICHELE
CIFARELLI NANNI
DONATO NICOLA
CIATTAGLIA FERNANDO
CRESTI MASSIMO
DI CARLO LUCA
LAUDI FRANCESCO
MACCHI ANTONIO
PAGLICCI REATTELLI RICCARDO
RANCIARO BRUNO
ROSA PAOLO
STENTELLA ALESSANDRO
un ringraziamento speciale ai nostri sponsor:
www.wwtsrl.it
Barcis
un particolare grazie a:
Regione Friuli Provincia di Provincia di Comune di
Venezia Giulia Pordenone
Udine
Pordenone
Comune di
Tolmezzo
Comune di
Ampezzo
Comune di
Arta
Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di
Colloredo Comeglians Enemonzo Fiume Veneto Forgaria nel Majano
Montereale
Friuli
di M.A.
Valcellina
Comune di Comune di Comune di
San Daniele S. Giorgio d. Sequals
del Friuli Richinvelda
Comune di
Arba
Comune di
Moruzzo
Comune di Comune di
Barcis
Aviano
Comune di
Osoppo
Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di
Tavagnacco Trasaghis
Sutrio
Socchieve Spilimbergo
3
Comune di
Ovaro
Comune di
Tricesimo
Comune di
Bordano
Comune di Comune di
Comune di Castelnovo Cavazzo
Buia
Carnico
nel Friuli
Comune di Comune di
Cercivento Clauzetto
di
Comune di Comune
di Comune di Comune di
Pinzano al Comune
Pagnacco Tagliamento
Ragogna Ravascletto
Raveo
Comune di Comune di Comune di
Verzegnis Villa Santina Vito d’Asio
Comune di
Vivaro
Comune di
Zoppola
Comune di
Roveredo
in Piano
Comune di
Zuglio
manifestazione di regolarità con rilevamenti di passaggio
2
0
Luciano RUPOLO - Lucia CAVEDON
Jaguar XK cabriolet - 2006
1
Tiziano BALDISSERA - Edoardo COVAZ
Lancia Fulvia Montecarlo - 1973
3
Pippo RAPISARDA - Danilo PIGA
Fiat 124 spider 1,6 - 1972
Mario PASSANANTE - Donato MANISCALCO
Alfa Romeo Giulia spider 1,6 - 1962
5
Carlo RUGO - Paola VARASCHINI
Porsche 356 B T6 - 1962
6
Wilmer BOSCOLO - Adele Rita MOLON
Innocenti Mini Cooper 1,3 exp. - 1973
Amedeo CICUTTINI - Lia CASTELLANO
Alfa Romeo Duetto spider - 1968
8
Massimiliano BUCCIONI - Monica GUERRINI
Alfa Romeo Giulietta spider - 1961
9
Enrico GHINATO - Marisa LIVAN
Alfa Romeo Giulia 1,6 spider - 1963
Achille TRESOLDI - Giovanna TRESOLDI
Alfa Romeo Giulietta SV - 1960
11
Attilio BOLZON - Enrico FERRONATO
Lancia Fulvia coupè 1,3 - 1969
12
Giovanni BOTTOS - Davide MALLIA
M G TD - 1952
1
4
3
7
10
4
14
Ennio DE MARIN - Roberto RUZZIER
Lancia Fulvia coupè - 1975
15
Massimo DE ANTONI - Edoardo DE ANTONI
Renault Alpine A 110 - 1974
16
Dubravko ZELJIKO - Borna ZELJIKO
Porsche 356 SC cabriolet - 1963
18
Guerino BARBIERI - Vilma BARBIERI
Fiat 124 spider - 1972
19
Valter ŠĆULAC - Loredana ŠĆULAC
Renault Alpine A 110 - 1976
20
Edo GALLAI - Patrizia ROMANUT
Porsche 911 SC Targa - 1981
21
Giovanni OMARCHI - Laura BUTTURINI
Alfa Romeo Giulietta t.i. - 1959
22
Nicoletta MARCIANO’ - Elena ZANETTI
Triumph Spitefire Mk I - 1973
23
Paolo MARIN - Simonetta GALASSI
Jaguar XK 150 DMC - 1959
24
Maurizio POZZAN - Andrea FORNASARI
Porsche 356 SC - 1964
25
Giovanni BENAGLIA - Silvana FLORIOLI
Fiat 124 sport spider 1600 - 1973
26
Remo TRINCO - Annalisa SOSI
Autobianchi Bianchina berlina - 1965
27
Giorgio GIORDANI - Alessandra GIORDANI
Saab 96 GL V4 - 1979
28
Giovanni PIEPOLI - Simone RUSIN
Austin Healey Sprite - 1969
29
Rolando PELLEGRINO - Roberto BINETTI
Alfa Romeo Giulietta spider vel. - 1958
5
31
Antonio SALVALAGGIO - Loris SAVIO
Alfa Romeo Giulietta t.i. 1300 - 1961
32
Giancarlo FERRO - Sergio PITTOLO
Alfa Romeo Giulietta sprint - 1956
33
Piero MICHIELETTO - Marina MORELLI
Fiat 124 Rally - 1973
34
Roberto LACCHIO - Sergio BORGHESIO
Lancia Fulvia HF 1,6 - 1970
35
Paola TARTAGLIA - Bruno TARTAGLIA
Fiat 850 Spider Racer Bertone - 1970
36
Pierfrancesco GALIAZZO - Stefano BOVIO
Alfa Romeo Giulia 1,3 t.i. - 1969
37
Furio PELLIS - Assunta PINOTTI
Alfa Romeo Giulietta sprint - 1961
39
David BERGAMIN - Fabio TAMIOZZO
AUDI Quattro - 1983
41
Giovanni REDIGONDA - Roberto PIPPO
Saab 900 i 16 v. - 1989
42
Giovanni MARAFON - Silvano PETRANI
Ferrari 348 GTS - 1982
CA
Massimo BONAVENTURA e Salvatore CAMPANA - Servizio assistenza
Carro Attrezzi IVECO della Carrozzeria Serenissima di Prata di PN
6
Pillole di Piancavallo
Per l’Alpine Renault di Massimo e Edoardo
De Antoni una serie di fumate degne delle
Frecce tricolori... Il problema è stato risolto al
momento con l’utilizzo di alcune bottiglie di
acqua sempre pronte in auto... ma forse per i
De Antoni è il momento di pensare ad una
revisione del radiatore della berlinetta
francese...
Sulla Forca di Pani ad aspettare le vetture
c’erano gli amici del M.C. la Motorete di
Udine con le loro moto da regolarità d’epoca:
avevano appena concluso una delle prove di
abilità: una “speciale” su prato da urlo. Tutti i
settanta motociclisti sono saliti alla Forca con
i camper, allestendo un mega motodromo
con tanto di servizi e ristori vari. In bella
mostra le loro KTM, Bultaco, Montesa... ecc.
Stefano Turchet, nuovo Presidente di Ruote
del Passato ha seguito tutta la gara in qualità
di apripista simulando però la partecipazione;
la moglie Lorena si è immediatamente calata
nelle vesti di abile navigatrice, per cui gli
specialisti della regolarità sono avvisati: la
vettura “giusta” è già pronta ed è quindi in
arrivo un nuovo ed agguerrito equipaggio in
grado di dare filo da torcere a tutti.
Nonostante le chiare indicazioni fornite dal
cartello, l’equipaggio 29 Pellegrino-Binetti
non ha resistito e si è dissetato con l’acqua
della fontanella (nota 96 a km 9,49 dall’arrivo
in Hotel, con ristoro finale). Per ora non ci
sono giunte notizie di conseguenze derivanti
dall’imprudente comportamento: il fisico da
montanari d.o.c. dei due avrà sicuramente
avuto il sopravvento sui vibrioni ingeriti.
È stato un Piancavallo d’attesa per la coppia
formata da Enrico Ghinato e Marisa Livan,
sempre con il cellulare in mano ed in continua
apprensione: la piccola Alice infatti li ha fatti
attendere fino a martedì mattina quando è
venuta al mondo rendendo l’equipaggio di
Pieve di Cadore NONNI effettivi e certificati...
A loro e ai genitori i complimenti di tutti gli
amici del Piancavallo revival.
Sul sito web www.campobellonews.it è
uscito, con grande evidenza l’articolo dal
titolo “Al Piancavallo Revival 2014, Mario
Passanante su tutti” - Ennesimo successo in
terra friulana del driver campobellese, in
coppia con Donato Maniscalco - Il dominio
dell’equipaggio leader è iniziato fin dalle
prove di Rauscedo: un centesimo a prova sui
primi quattro tubi.
Pubblico delle grandi occasioni per il CO n°6
di Piancavallo, dove molti villeggianti hanno
accolto le vetture in Piazzale Della Puppa. La
concomitanza con il tradizionale mercato
domenicale ha favorito l’affluenza di molti
appassionati. Nel centro montano sono
numerosi in questo periodo gli eventi riservati
ai turisti, dalle passeggiate in malga agli
eventi musicali e sportivi di ogni tipo.
Dopo il secondo posto fatto registrare lo
scorso anno, Enrico Ferronato si è
aggiudicato, assieme al nonno Attilio Bolzon,
da lui navigato, il Trofeo riservato al migliore
equipaggio formato da nonno & nipote o
padre & figlio. La premiazione è stata
effettuata dall’Assessore all’Urbanistica e
Territorio del Comune di Pordenone Martina
Toffolo e dal DelegatoA.S.I. Tonino Camilli.
Sono loro i dominatori delle prove di media:
Giorgio ed Alessandra Giordani hanno fatto
registrare due zeri nelle PMI, eguagliando la
prestazione di Passanante e Maniscalco. Da
notare che altri 13 equipaggi hanno centrato
almeno uno zero in una delle due PMI: le
prove di media cominciano ad essere
gradite, almeno dai più bravi...
7
Piancavallo Revival 2014 dall’abitacolo...
dagli appunti di Tiziano Baldissera
Tutto inizia sabato mattina, con partenza dall’Agriturismo Fossa Mala di
Fiume Veneto, sede delle verifiche di venerdì. L'ordine di partenza ci
regala il numero 1 e altre 40 vetture a seguire, è un "Multi Marca", nel
senso che ci sono diverse marche automobilistiche che con i loro pezzi
da collezione hanno segnato un'epoca. Siamo consapevoli, visto
l'elenco dei partenti, che sará molto difficile ripetere la prestazione dello
scorso anno che ci ha visto trionfare al primo posto, però ci proviamo di
sicuro ! Tutti pronti e alle 9.01 lasciamo il palco partenza per avvicinarci
alle prime prove cronometrate che si svolgono a Rauscedo, terra
vinicola da generazioni, i primi tre tubi sono larghi al massimo 2
metri...la vedo dura ! Infatti paghiamo un po', purtroppo nè io nè Edy
vediamo i pressostati che sfilano sotto le fiancate, pazienza ci rifaremo.
Il radar, predisposto dalla sempre efficiente scuderia Ruote del
Passato, ci porta verso la frazione di Celante, frazione di Vito d'Asio che
abbraccia le colline antistanti le prealpi Carniche, per poi proseguire
verso il Monte Prat, sulla strada giá teatro in passato delle prove speciali del Rally Piancavallo e Majano dove incontriamo le successive prove. Si prosegue poi
verso l'abitato di San Francesco, facciamo tre prove e proseguiamo poi in direzione Verzegnis dove i tratti cronometrati, come da tabella di marcia, si svolgono
lungo l'omonimo lago. Benché siamo rimasti in quota, il caldo nelle pause prima della partenza delle PC si fa sentire. È arrivato mezzogiorno, quindi meritata
sosta pranzo all'Albergo Roma di Tolmezzo, che come di consueto ci ospita con un magnifico e sempre ricco menu a buffet. Commenti, suggerimenti, tempi in
prova sono l'argomento a tavola, però uno su tutti, sono i paesaggi e gli scenari che noi concorrenti ci siamo trovati ad attraversare in questo angolo di
semisconosciuto Friuli. 90 minuti per mangiare e ricaricare le pile e via verso la frazione di Invillino...tre prove "mordi e fuggi" per raggiungere poi le 6 più
impegnative diAmpezzo, dove comincia a prendere forma la classifica. Via di qui ci attendono le "cronoscalate", teatro della scena la Forca di Pani, una strada
che sale con una pendenza di circa il 19% dove i motori vengono messi a dura prova, qui facciamo tre prove per poi portarci in direzione Monte Zoncolan e qui
la salita è ancora più "dura" con un tratto iniziale superiore al 22%. di pendenza, l'organizzazione della gara però ha predisposto un percorso alternativo per
raggiungere lo Zoncolan, un pò meno impegnativo e ripido per chi non volesse affrontare la mitica salita del Giro d'Italia e ha altresì predisposto la consegna di
un adesivo "NOI CI SIAMO ARRIVATI... E TU ?" a coloro i quali invece l'avessero portata a termine come da radar...io e Edy abbiamo l'adesivo appiccicato al
finestrino posteriore della Fulvia...tutta in seconda marcia ma ci siamo arrivati ! Giù dal monte ci attende una difficile prova a media imposta, che superiamo
brillantemente segnando uno Zero netto. Sono ancora 11 le PC da affrontare per portare a termine la prima tappa composta da 44, che ci vede occupare un
terzo posto assoluto alle spalle di due Top Driver. Una meravigliosa cena in un incantevole ristorante di Tricesimo conclude una giornata molto impegnativa.
Domenica mattina la sveglia suona alle 7.00, la partenza é prevista per le ore 8.30, 16 le PC tra cui una a media imposta. Pronti via e subito, dopo cento metri ci
attendono i cronometri per il responso delle prime due prove, partiamo concentrati cercando di mantenere la posizione acquisita. Fatto. Ci dirigiamo come da
radar verso le colline che portano verso Pagnacco, Colloredo, Susans e Monte di Ragogna, dalla cui sommitá si apre una finestra sulla pianura friulana
disegnata dal corso del Tagliamento, uno spettacolo !!! Breve sosta presso la cantina Bulfon per un ristoro, (ottimo !). Terminate le prime sette prove, andiamo
verso Sequals, patria del famosissimo pugile Primo Carnera; la prova é sulla piazza centrale del paese, una folla di persone la invade attorniando le vetture in
gara... 9" di prova, una bottiglia di vino ricordo in omaggio e giù verso ponte Giulio con altre tre PC per poi proseguire alla volta di Barcis, lungo lago, passaggio
sullo strettissimo ponte di legno dove le vetture passano una alla volta e sù in salita percorrendo la Val Caltea che porta alla stazione sciistica di Piancavallo
dove c'è un CO. 15 minuti di sosta e pronti per le 5 prove che si svolgono sull'altipiano, l'ultima delle quali è quella a media imposta lungo la strada che scende
verso la pedemontana di Pordenone: ci comportiamo egregiamente segnando un solo secondo di ritardo sul rilevamento. Una prova in pianura conclude le
ostilità. Arrivo previsto in centro a Pordenone in ZTL, che per l'occasione ha aperto le porte a 41 signore datate ma sicuramente affascinanti, l'hotel Ristorante
Moderno a pochi passi poi ci attende, pronto a soddisfare il palato del centinaio di persone tra concorrenti, organizzatori e maestranze presenti. La cerimonia
delle premiazioni, sempre sontuose, ha visto premiare tutti fino all'ultimo concorrente, come da tradizione..... A noi è capitato il secondo posto assoluto !!! Una
due giorni all'insegna dello stare in compagnia di gente meravigliosa e gioviale, giunta fin dalla lontana Sicilia. Complimenti ai vincitori e arrivederci al 2015 per
la “13ª edizione”.
Per la decima volta la Polizia di Stato al Piancavallo Revival
Al Club Ruote del Passato è andato il Trofeo per i Club, grazie ai
punteggi degli equipaggi Baldissera-Covaz, Rugo-Varaschin e
Boscolo-Molon. Uno speciale Trofeo è stato assegnato all’equipaggio
della Polizia di Stato composto da Loris Savio e Antonio Marangon a
ricordo della decima partecipazione consecutiva dell’Autocentro di
Padova al Piancavallo Revival. Anche quest’anno la vettura della
Polizia ha suscitato curiosità ed ammirazione. La presenza degli
equipaggi in divisa è di
grande importanza per
gli eventi storici: per
l’innegabile prestigio
che portano con sé, e
come testimonianza del
collegamento tra il
mondo dell’auto e i corpi
militari.
8
Raduno d’Estate alla Festa del Nonsel
Festa del Nonsel con le auto storiche protagoniste, con i loro colori ed
il loro borbottio scoppiettante hanno animato la bella festa lungo le
rive del fiume. Infatti, il Noncello, il fiume che attraversa la città (nasce
a Cordenons, a Nord-Est della
città stessa) si collega alle origini di
Pordenone e ai collegamenti con
l’Austria: i colori della città sono
infatti bianco e rosso, gli stessi
della bandiera austriaca. Ha dato
origine al primo nucleo abitativo, al nome della città (da Portus Naonis
porto sul Noncello) e soprattutto alla sua crescita commerciale, come
porto della Repubblica Veneta: la dogana più a nord, in terra ferma.
Sul Noncello si portavano le spezie ed altre merci dalla Laguna e si
caricava il legname della Valcellina e della Carnia, necessario alla
città veneta. L’evento, nato per volontà di due associazioni, la Pro
Pordenone e la Pro loco, che hanno dato vita a questa Festa che, con
il gradimento del pubblico, si avvia a diventare la festa del solstizio
dell’estate, almeno nei desideri di chi ha a cuore il fiume ed il rispetto
delle aree circostanti. Quest’anno la kermesse è stata centrata su
manifestazioni fluviali, conferenze, passeggiate ecologiche con
risalto agli aspetti gastronomici della cucina e dei prodotti locali e le
auto storiche a fare da importante, e gradito, corollario.
9
Centomiglia sulla Strada del Prosecco Superiore 2014
Partirà sabato 13 settembre da Valdobbiadene la 9° edizione della Centomiglia sulla
Strada del Prosecco Superiore, l'evento che festeggia la nascita della Strada del Prosecco,
avvenuta il 10 settembre 1966, la più antica strada del vino d'Italia. Auto di grande bellezza
provenienti da diverse parti d'Europa percorreranno 160 chilometri sulle vie più inconsuete
delle colline di Conegliano Valdobbiadene in terra trevigiana, per scoprire borghi e luoghi di
raro incanto, immersi in un affascinante reticolo di vigneti. Un tuffo nel passato dove il
tempo sembra essersi fermato. Il tour prevede soste in alcune rinomate cantine quali
Ciodet, Gemin, Gregoletto, La Tordera, Malibràn, Scandolera e in altri luoghi di valore quali
il Relais Duca di Dolle, già eremo camaldolese, e l'antico Lanificio Paoletti, fondato nel
1795. Gli equipaggi potranno godere di piccole degustazioni enogastronomiche e
guadagnare ad ogni sosta le preziose bottiglie dei vini di Conegliano Valdobbiadene quale
souvenir.Arricchiranno la proposta i piatti dei ristoranti Cà del Poggio e Le Mesine. Momenti
significativi in cui i partecipanti alla Centomiglia potranno conoscere da vicino produttori e
ristoratori del territorio. Le verifiche tecniche e sportive delle auto si svolgeranno venerdì 12
settembre dalle 15,30 alle 19,00 presso Pieve di Soligo. La gara, organizzata tecnicamente
da Ruote del Passato in collaborazione con l’Associazione Strada del Prosecco, si
svolgerà invece sabato 13 settembre con partenza da Valdobbiadene alle ore 9,00 ed
arrivo verso le 17,30 nella Città di Conegliano. Programma e modulo di adesione alla
manifestazione sul sito www.ruotedelpassato.org e www.coneglianovaldobbiadene.it.
Lanificio Paoletti: alla scoperta della Via della Lana
Il progetto "La Via Della Lana" compie due anni. L'esperienza delle edizioni precedenti sottolinea
quanto sia importante, oggi più di ieri, recuperare e rafforzare le tradizioni che hanno impregnato la
storia del nostro paese e che ci consegnano il brusio di operose generazioni. All'interno del
Lanificio Paoletti, la rassegna degli eventi sulla cultura della lana si sviluppa con naturale fascino,
trova terreno fertile dentro ad uno stabilimento, monumento di archeologia industriale, che fin dal
tardo '700 ha disegnato lo spazio e ritmato il tempo di Follina. Resta uno sguardo curioso al mondo
della transumanza, che si rinnova nelle generazioni e che troverà spazio nella rassegna
documentaria e nella straordinaria mostra sulle scritture dei pastori della Val di Fiemme. Ma "La Via
Della Lana" punta dritto alla rivalutazione dei prodotti nuovi, di design, usando una materia antica,
la lana, allo scopo di stimolare il confronto e la riflessione sulle opportunità produttive di crescita e
rilancio economico che possono e devono ripartire dall'antico, dalla tradizione, dalla nostra storia.
La continuità e gli sviluppi di questa iniziativa ci permettono di guardare lontano, ad un passato
secolare e ad un futuro prossimo con l'obiettivo di trasformare la tradizione in cultura e la cultura in
valore tangibile, favorendo il processo di ricerca e innovazione per sviluppare nuove opportunità di
lavoro, legate non solo al rilancio del settore turistico ed enogastronomico, ma anche e
precipuamente di quello tessile. La Via Della Lana vuole essere un'operazione di recupero della
memoria storica di intere generazioni, di valorizzazione dell'identità di una comunità, di antichi e
complessi saperi da cui ripartire per riscrivere il nostro futuro.
La pecora alpagota - Da secoli la pastorizia rappresenta la principale fonte di reddito
dell’Alpago, tanto che una pecora è immortalata nello stemma del Comune di Chies, il paese
dell'altopiano che contava il maggior numero di famiglie dedite all'allevamento ovino. E Alpago
ha dato il nome ad una razza autoctona di taglia medio-piccola, dalla curiosa maculatura scura
sulla testa e sulla parte inferiore degli arti, dal mantello folto, fine e ondulato che la ricopre
totalmente, dal ginocchio e dal garretto fino alla fronte. Senza corna, con orecchie piccole e
profilo montanino, è una razza rustica, adatta all'ambiente alpino, ma altrettanto adatta
all'allevamento in stalla. E' frequente che nascano agnelli con orecchie minuscole, quasi
inesistenti, che in Alpago li chiamano "Monghe". Come la maggior parte delle razze autoctone,
anche l'alpagota si è drasticamente ridotta e se oggi se ne contano tra i due e i tre mila capi, lo si
deve, oltre all'appassionato lavoro dei pochi allevatori rimasti, anche alla Comunità Europea,
che inserì l'ovino tra le specie locali minacciate di estinzione, sia al recupero della razza avviato
dall'Istituto Professionale di Stato per l'Agricoltura e l'Ambiente "G.Corazzin " di Colle Umberto in provincia di Treviso. Nel 1998, con Decreto
Legislativo n.173, l'Alpagota venne riconosciuta come prodotto agroalimentare tradizionale. Considerata ovino a triplice attitudine, cioè valida
sia per la carne, sia per la produzione di latte e lana, oggi è allevata quasi esclusivamente per l'ottima carne di agnello, purtroppo reperibile solo
nella zona dei cinque Comuni dell'Alpago: saporita, tenera e compatta allo stesso tempo, può reggere tranquillamente il confronto con i più
celebri pre-salé d'oltralpe. Gli agnelli migliori sono quelli macellati a 55 - 65 giorni dalla nascita e con un peso, da vivi, di 15 - 25 chilogrammi.
10
Calendario manifestazioni
3 agosto
3 agosto
15 agosto
16 agosto
30 agosto
6 settembre
6-7 settembre
5-6-7 settembre
13 settembre
12-14 settembre
18-21 settembre
27/28 settembre
12 ottobre
23 26 ottobre
31 ottobre
Raduno auto moto e ciclomotori d’epoca - Villanova di San Daniele - info: signor Giuliano Osso tel.: 339.4075588
Raduno auto e moto d’epoca - Nave di Fontanafredda - info: tel.: 333.7407678
Raduno Ferragosto a Bibione - org.: Circolo culturale Amatori Veicoli storici Latisana - info: Toni Gurrisi tel.: 368.3326926
1° Raduno di Auto d’Epoca a Vivaro - gratuito - org.: Parrocchia in collaborazione con R.d.P. - dalle ore 16.00 alle 22.30
Trieste-Opicina Historic - Regolarità ASI con strumenti liberi - org.: Club dei 20 all’Ora Trieste - tel.: 333.2353231
Gara Nazionale di Regolarità - 2° Trofeo Fiera PN - org.: Vespa Club Porcia
All Motor’s Show - Fiera di Pordenone - auto sportive, kart, quad e di tutto quello dove alla base ci sia un motore
Concorso di Eleganza per Automobili - Parco del Valentino - Torino - org.: A.S.I. - [email protected]
9ª ed. 100 Miglia sulla Strada del Prosecco - regolarità con strumentazione meccanica - org.: R.d.P.
38ª Imola Mostra Scambio - Autodromo Enzo e Dino Ferrari - org.: [email protected]
A.S.I. Autoshow 2014 - Padova e Colli euganei - org.: A.S.I. - [email protected]
19ª Mostra Scambio Internazionale a Caorle - org.: Epoca Car - tel.: 0421.311659 347.5883200
Raduno Festa del Piopparello - Pramaggiore - info: Claudio Pianezzola - tel.: 335.432584
Auto d’Epoca - Fiera di Padova - org.: Intermeeting srl PD - tel.: 049.7386856
Concorso di Disegno e Fotografia Lino Manfé - termine ultimo per la consegna delle opere - org. R.d.P.
Vi informiamo che questa è una pura segnalazione fra soci di cui il Club non si
assume nessuna responsabilità circa l’autenticità delle vetture e/o materiale proposto.
Gran Bazar
VENDO ALFA ROMEO 75 TS - km 115.000 - FIAT 132 - 1600 cc. - 1976 - km 150.000 - per informazioni signor Antonio - tel.: 334.3322870
VENDO LANCIA Fulvia coupè - 1971 - rossa interno nero - cerchi in lega originali - signor Giuliano Furlanetto - tel.: 347.2947626
VENDO MOTO GUZZI 1000 Idroconvert - 1974 - conservata - nera - ruote a raggi - targa PN - pronta all’uso - 4500 euro - signor Fermino De
Lorenzi - tel.: 328.6621024
VENDO MERCEDES 280 CE fuoristrada - 1985 - impianto a gas - bagagliera - 4 gommew nuove - autocarro - 2 posti - autoradio + cassette - 6500
euro - signor Fermino De Lorenzi - tel.: 328.6621024
AGOSTO: CHIUSO
PER FERIE
IL RECAPITO DEL CLUB IN VIA NUOVA DI CORVA 15 RESTERÀ CHIUSO
GIOVEDÌ 7 AGOSTO e GIOVEDÌ 14 AGOSTO
LA SEGRETERIA TELEFONICA DEL CLUB (0434-27752) CONTINUERÀ
A FUNZIONARE PER TUTTO IL PERIODO; UTILIZZATELA LASCIANDO
IL VOSTRO NUMERO O UN MESSAGGIO: SARETE RICHIAMATI...
CONCORSO DI DISEGNO E FOTOGRAFIA
“IL MONDO DELLE AUTO STORICHE”
Ÿ
Ÿ
Ÿ
Ÿ
Ÿ
Ÿ
Ÿ
Ÿ
Ÿ
Lino Manfé
il concorso è riservato a figli e nipoti di Soci fino a 18 anni compiuti, divisi in due categorie: fino a 12 anni e 13-18.
i disegni dovranno essere realizzati a matita lapis su foglio da disegno delle dimensioni di 40 x 30 cm, in bianco e nero o a colori.
le foto, a colori o in bianco e nero, dovranno avere una dimensione di 40 x 30 cm.
saranno accettati un massimo di tre disegni o foto per ciascun concorrente.
i concorrenti dovranno scrivere i loro dati con data di nascita e numero di telefono su un foglio allegato alle opere.
disegni ed immagini dovranno essere consegnate al club entro il 31/10/2014.
le opere saranno esposte a partire da novembre nei locali del club.
saranno premiate tre opere per ciascuna categoria, disegni o foto, per i due gruppi d'età.
i premi in palio sono: quattro tablet per i vincitori di categoria e ricariche telefoniche per i secondi e terzi piazzati.
11
T OUR
20-21 SETTEMBRE 2014
GITA TURISTICA IN AUTO D’EPOCA
PROGRAMMA DI MASSIMA (programma definitivo ne
Sabato 20 settembre
“il radiatore” di settembre)
ore 8.30 Ritrovo della comitiva a Villa Manin
ore 9.00 Partenza
ore 10.30 Sosta di riordino a Tarvisio
ore 13.00 Pranzo lungo il percorso (Spittal)
ore 15.30 Arrivo in Carinzia
ore 16.30 Visita turistica
ore 20.30 Cena in Hotel
Domenica 21 settembre
ore 8.30 Colazione in Hotel
ore 9.00 Giro turistico in auto
ore 13.00 Pranzo finale
ore 16.00 Rientro in Italia
Carinzia. Circondata da un paesaggio di rara bellezza con montagne svettanti e dolci cime
arrotondate, la Carinzia offre più di 1.200 laghi con acqua pura e potabile a temperature fino a
28 gradi, dove ci si può rinfrescare in acqua, praticare sport o semplicemente rilassarsi sulla
spiaggia. Sul litorale del lago Wörthersee si affacciano idilliache localita:̀ la mondana Velden con
il suo casino,̀ Pörtschach con la riva dei fiori, il pittoresco santuario di Maria Wörth e Klagenfurt,
il capoluogo della regione con i bei cortili interni del suo centro storico e i caffè di piazza. Ma la
regione offre ampi spazi per muoversi anche fuori dall’acqua: ben 4 campi di golf e il sentiero
che gira intorno al lago. Anche in bicicletta non mancano le occasioni: le famiglie pedalano
attraverso la pittoresca valle Rosental lungo la pista che costeggia la Drava, mentre i patiti della
bici da corsa possono scegliere tra 18 itinerari di diversi livelli di difficolta.̀ Per una vacanza di
successo, naturalmente, non può mancare la buona cucina. Dalla trattoria rustica al ristorante
premiato: qui si trova davvero gastronomia per tutti i gusti.
i posti disponibili sono riservati a 30 vetture storiche - prenotazioni in Segreteria
attenzione: la prenotazione sarà ritenuta valida solo con il versamento
della caparra -programma definitivo sul notiziario di settembre
MANIFESTAZIONE TURISTICA CULTURALE CON PROVE, 12-13 SETTEMBRE 2014
CULTURAL TOURISM EVENT WITH EVIDENCE, SEPTEMBER 12-13, 2014
Centomiglia sulla Strada del Prosecco Superiore è un evento
turistico-sportivo riservato ad auto d'epoca di gran prestigio,
che intende rievocare l'anniversario della nascita della Strada
del Prosecco, avvenuta il 10 settembre del 1966
1966. la più antica
strada del vino d'Italia. Un tour tra le splendide colline
trevigiane di Conegliano Valdobbiadene, già candidate a
divenire Patrimonio Unesco, che vi farà conoscere ed
apprezzare l'enogastronomia locale. La partenza è prevista da
Valdobbiadene proseguendo con un itinerario tra vigneti e
borghi storici per concludersi nella Città di Conegliano. Sono
previste soste in diverse rinomate Cantine le quali
consegneranno ad ogni equipaggio una preziosa bottiglia di uno
dei pregiati vini docg del territorio. Non mancherà l'aspetto
culturale della giornata con una sosta dedicata alla visita di uno
dei più antichi ed originali insediamenti industriali della zona.
la scheda di iscrizione può essere scaricata dai siti
www.ruotedelpassato.org e www.coneglianovaldobbiadene.it
Venerdì 12 settembre
PROGRAMMA DI MASSIMA
Ore 15,30 - 19,00 Pieve di Soligo, centro storico.
Raduno delle auto d'epoca.
Aperitivo di accoglienza. Verifiche sportive
Ore 20.30
Ristorante Ca’ del Poggio - San Pietro di
Feletto - Cena di Benvenuto
Sabato 13 settembre
Ore 08,00
Valdobbiadene, raduno in Piazza Marconi
Ore 09.00
Valdobbiadene, partenza primo concorrente
Ore 12,30
Valdobbiadene - Cantina Ciodet
Buffet con prodotti tipici locali
Ore 17,30
Conegliano, arrivo primo concorrente
Ore 20,30
Valdobbiadene, Agriturismo Le Mesine
Cena Finale con premiazioni
Domenica 8 settembre
Al mattino visita guidata e degustazione presso la Cantina Gemin
Sono previsti 6 controlli timbro ed una dozzina di prove di abilità.
Il regolamento prevede l'utilizzo di cronometri esclusivamente meccanici
12
Contributo alle spese per la
partecipazione all’evento: €
700,00 (€ 600,00 senza
pernottamento), comprendente
l’ospitalità completa per
l’equipaggio in camera doppia
(venerdì e sabato notte), cena
di benvenuto di venerdì sera,
pranzo e cena di sabato, ristori
vari nelle cantine, servizio
pullman per le cene, visita ad
una cantina con degustazione
dei vini la domenica mattina,
oltre al materiale sportivo
(road-book, pacco gara).
Supplemento camera singola €
50,00 a persona.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
5 880 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content