close

Enter

Log in using OpenID

14. Il piano di lavoro

embedDownload
sistemapiemonte
Sistema Informativo Lavoro
SILP PER ENTI ACCREDITATI
Manuale d uso
1
sistemapiemonte.it
1 Silp Accreditati
Giugno 2014
Sommario
1. Introduzione .................................................................................................................................................. 5
2. Obiettivo ........................................................................................................................................................ 5
3. Acronimi e abbreviazioni ............................................................................................................................... 5
4. Avvertenze ..................................................................................................................................................... 6
5. Assistenza tecnica e gestionale ..................................................................................................................... 6
6. Abilitazione a SILP .......................................................................................................................................... 6
7. Modalità di accesso all’applicativo ................................................................................................................ 7
7.1 Primo accesso a SILP ................................................................................................................................ 7
7.2 Accesso a SILP (successivo al primo) .................................................................................................... 10
8. Avvio dell’applicazione ................................................................................................................................ 11
8.1 Il menù di navigazione ........................................................................................................................... 14
9. Accoglienza ................................................................................................................................................ 16
9.1 Anagrafica Lavoratore ........................................................................................................................... 16
9.1.1 Scheda Ricerca ................................................................................................................................ 17
9.1.2 Scheda Lavoratore/Dati anagrafici................................................................................................. 18
9.1.2 Scheda Lavoratore/Reperibilità ..................................................................................................... 19
9.1.3 Scheda Lavoratore/ Altre informazioni........................................................................................... 20
9.1.4 Scheda Lavoratore/Note ................................................................................................................. 20
9.1.4 Scheda Lavoratore/Storico CPI...................................................................................................... 20
9.2 Ricerca anagrafica.................................................................................................................................. 21
9.3 Il Sunto .................................................................................................................................................. 24
9.4 Acquisizione anagrafiche da altri sistemi ............................................................................................. 25
9.4.1 Acquisizione dati anagrafici da CIA ................................................................................................. 25
9.4.2 Acquisizione dati anagrafici da A.O.F. ............................................................................................ 27
9.5 Aggiornamento e/o modifica Dati anagrafici ........................................................................................ 28
2 Silp Accreditati
Giugno 2014
9.6 Inserimento anagrafica .......................................................................................................................... 28
10. Scheda professionale ................................................................................................................................. 29
10.1 Consultazione e aggiornamento Scheda professionale ...................................................................... 32
10.2 Percorso formativo .............................................................................................................................. 32
10.2.1 Percorso scolastico ....................................................................................................................... 33
10.2.2 Qualifiche e Formazione professionale ........................................................................................ 36
10.2.3 Altri corsi....................................................................................................................................... 39
10.3 Altre competenze ................................................................................................................................ 40
10.4 Esperienze lavorative........................................................................................................................... 41
10.5 Dossier delle evidenze ......................................................................................................................... 43
10.6 Scheda Anagrafica Professionale (SAP) ............................................................................................... 45
10.6.1 SAP Ricevute/Inviate .................................................................................................................... 45
10.6.2 Consultare il contenuto di una SAP proveniente da MLPS e GGP ................................................ 48
10.6.3 Ricezione SAP................................................................................................................................ 50
10.6.4 Trasmissione SAP .......................................................................................................................... 52
10.7 Adesioni YG-GGP ricevute/inviate ....................................................................................................... 54
10.8 Contatti e prenotazioni........................................................................................................................ 57
11. La Dichiarazione di Immediata Disponibilità (D.I.D) .................................................................................. 58
11.1 Ultime disposizioni in materia di acquisizione della DID ..................................................................... 58
11.2 Ricerca DID .......................................................................................................................................... 59
11.2.1 Ricerca DID – Risoluzione ambiguità ............................................................................................ 63
12. Adempimenti ............................................................................................................................................. 67
12.1
Il sunto del lavoratore ...................................................................................................................... 68
12.2 Riepilogo dei rapporti di lavoro ........................................................................................................... 71
12.3 La richiesta di autorizzazione all’inserimento del provvedimento di ingresso in stato di
disoccupazione ............................................................................................................................................ 72
13. Il patto di servizio ...................................................................................................................................... 75
3 Silp Accreditati
Giugno 2014
13.1 Stampa del ‘Patto di servizio’ .............................................................................................................. 75
13.2 Registrazione della sottoscrizione del ‘Patto di servizio’ .................................................................... 75
14. Il piano di lavoro ........................................................................................................................................ 78
14.1 Contatti/Prenotazioni .......................................................................................................................... 78
14.2 Adempimenti – Richiesta di provvedimento ....................................................................................... 80
14.3 Adempimenti – Ricerca DID................................................................................................................. 81
14.4 SAP ricevute/inviate – Interscambio ................................................................................................... 82
14.5 Adesioni YG-GGP ricevute/inviate – Interscambio .............................................................................. 83
14.6 Progetti ................................................................................................................................................ 83
15. Stampe ....................................................................................................................................................... 85
16. Funzionalità principali di Silp ..................................................................................................................... 86
4 Silp Accreditati
Giugno 2014
1. Introduzione
Con D.G.R. 30-4008 dell’11 giugno 2012 la Regione Piemonte ha stabilito requisito, termini e
modalità per l’iscrizione e la permanenza nell’elenco degli operatori accreditati, stabilendo
l’obbligo all’erogazione, a tutte le persone che ne facciano richiesta, dei servizi di informazione e
accoglienza, così come descritti dalla D.G.R. n. 66-3576 del 19/03/2012.
2. Obiettivo
L’obiettivo di questo manuale è offrire agli operatori accreditati (d’ora in poi operatori) una guida
all’utilizzo di SILP per la gestione delle attività consentite dall’Accreditamento ai servizi al lavoro.
Attraverso SILP l’operatore garantisce al lavoratore 1, con domicilio nella regione Piemonte:
-
l’aggiornamento della scheda anagrafica e professionale;
la verifica della presenza a sistema e il recepimento della Dichiarazione di immediata
disponibilità;
l’adesione e la stipula del Patto di Servizio, in cui vengono definiti i reciproci impegni e
l’invio ai servizi di politica attiva.
3. Acronimi e abbreviazioni
IRIDE: Infrastruttura di Registrazione e IDEntificazione
SILP: Sistema Informativo Lavoro Piemonte
CPI: Centro per l’Impiego
CIA: Centro Interscambio Anagrafico
AOF: Anagrafe Obbligo Formativo
FP: Formazione Professionale
SAP: Scheda Anagrafico Professionale
GGP: Garanzia Giovani Piemonte
MLPS: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
PAI: Piano di azione individuale
1
La definizione lavoratore viene utilizzata in analogia alle funzionalità presenti nel sistema.
5 Silp Accreditati
Giugno 2014
4. Avvertenze
Per tutte le domande che non trovano risposta in questo documento, si rimanda al Servizio, i cui
contatti sono indicati nella relativa sezione dell’applicativo.
I dati relativi ad enti accreditati o i dati anagrafici visualizzati in questo manuale, non sono reali e
sono puramente esemplificativi.
Tra le cose da sapere prima di iniziare:
-
nelle maschere di SILP tutti i campi evidenziati in rosso sono obbligatori;
per accedere ad una qualsiasi funzionalità dell’applicativo disponibile dall’Area Lavoratori,
è necessario aver selezionato un’anagrafica;
non devono essere gestiti dagli enti accreditati in SILP lavoratori domiciliati fuori dalla
regione Piemonte;
la variazione della provincia di domicilio, per i lavoratori appartenenti alle liste disabili e/o
alle categorie protette ai sensi della Legge 68/99, non è consentita dal sistema.
5. Assistenza tecnica e gestionale
Le richieste di assistenza sull’utilizzo dell’applicativo devono essere inoltrate ai competenti
riferimenti
di
Italia
Lavoro,
indicati
sul
sito
di
Sistema
Piemonte
(http://www.sistemapiemonte.it/lavoro/guida_applicazioni/cms/).
Le segnalazioni di malfunzionamento e le richieste di trattamento dati devono essere inoltrate dagli
utenti master appartenenti a ciascun ente accreditato: [email protected]
Le problematiche di natura gestionale vanno sottoposte ai competenti uffici regionali.
Si ricorda che dal sito di Sistema Piemonte, nella sezione Lavoro è disponibile il portale
“Guida alle applicazioni” dove sono pubblicati i manuali e la documentazione di supporto.
6. Abilitazione a SILP
Il SILP è il sistema informativo che supporta gli operatori del mercato del lavoro nella erogazione
dei servizi a cittadini e imprese.
Le informazioni trattate sono principalmente finalizzate a garantire il sostegno all'occupazione e il
monitoraggio del mercato del lavoro e sono riconducibili ai seguenti ambiti:
-
Accoglienza Lavoratori e Imprese;
Rilevazione scheda Professionale;
Valutazione di occupabilità;
Supporto progettuale finalizzato all’occupabilità;
Supporto progettuale rivolto a giovani in obbligo formativo;
Gestione dei Tirocini;
Gestione Liste speciali (Mobilità, Art. 16);
Gestione collocamento Mirato Legge 68/1999 (Prospetti Informativi, Convenzioni,
Compensazioni territoriali, incontro Domanda/Offerta di lavoro);
Gestione adempimenti amministrativi (Comunicazioni obbligatorie);
6 Silp Accreditati
Giugno 2014
-
Iscrizione a Corsi di Formazione Continua Individuale;
Incontro Domanda/Offerta (Vacancies, Matching);
Planning (pianificazione servizi/risorse del CpI).
Per accedere a SILP è necessario essere abilitati alla piattaforma IRIDE.
Le richieste di abilitazione a SILP devono essere inoltrate al competente ufficio regionale.
Nel caso in cui l’utente fosse già in possesso di un’utenza SILP dovrà richiedere al referente
regionale la modifica della sua profilazione.
7. Modalità di accesso all’applicativo
L’indirizzo
internet
per
attivare
il
collegamento
a
SILP
è
http://www.sistemapiemonte.it/lavoro/silp/index.shtml
In questa pagina sono presenti le informazioni generali sull’applicativo e i servizi offerti dal
sistema.
Nei seguenti paragrafi vengono descritti i passi da seguire al primo accesso e agli accessi successivi
al primo.
7.1 Primo accesso a SILP
Di seguito vengono descritti i passi da seguire per accedere la prima volta a SILP, partendo
dall’area Lavoro di SistemaPiemonte.
1) Selezionare il collegamento a ‘Distribuzione On-line’;
Figura 1
7 Silp Accreditati
Giugno 2014
2) inserire i caratteri di controllo e premere ‘Invia’;
Figura 2
3) selezionare il collegamento attivo evidenziato nell’immagine sottostante;
Figura 3
4) provvedere all’installazione di Java selezionando il collegamento evidenziato
nell’immagine seguente, previa verifica dei requisiti, e installare la versione di SILP per
l’accesso da Internet;
8 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 4
In automatico il sistema chiede di aprire il file per l’installazione di SILP: selezionare ‘Apri con’ e
dare conferma (come indicato nell’immagine sottostante).
9 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 5
5) Inserire le credenziali e proseguire attivando il pulsante evidenziato.
Figura 6
7.2 Accesso a SILP (successivo al primo)
Dopo il primo accesso, per accedere a SILP è sufficiente selezionare Accedi al SILP dalla pagina
principale (http://www.sistemapiemonte.it/lavoro/silp/index.shtml), come evidenziato nell’immagine
seguente e seguire le istruzioni o attivando con un doppio clic l’icona di SILP creata in automatico
sul Desktop durante la prima installazione.
10 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 7
Selezionando il collegamento ‘Accedi al Silp’ si apre un’altra pagina, riportata nell’immagine sotto
riportata, da cui è necessario selezionare il collegamento alla versione in esercizio di SILP per
Internet, come evidenziato nell’immagine seguente.
Figura 8
A questo punto confermare l’apertura di SilpSoapSsl.jnpl (come descritto al punto 4 del paragrafo
precedente), inserire le credenziali per avviare l’applicazione.
8. Avvio dell’applicazione
11 Silp Accreditati
Giugno 2014
Gli utenti dopo essersi autenticati sono chiamati a scegliere il dominio (società, Cpi, Provincia,
Regione) con cui accedere. I domini a disposizione dipendono dal profilo associato alla propria
utenza.
La profilazione dell’utente, definita in fase di abilitazione, dipende dal dominio scelto e consente
l'accesso alle funzionalità necessarie per lo svolgimento delle attività:
• se l’utente è in possesso di un unico Dominio o profilo entra automaticamente nel sistema
previa autenticazione;
Figura 9
• se l’utente è in possesso di più Domini, deve scegliere quello con cui operare all’interno del
sistema;
Figura 10
N.B.: gli utenti che lavorano per più enti accreditati, dopo l’accesso, possono modificare la società
con cui operare utilizzando l’utility attiva dalla toolbar
12 Silp Accreditati
.
Giugno 2014
A questo punto l’utente accede alla pagina principale di SILP.
Figura 11
13 Silp Accreditati
Giugno 2014
Sezione
Colore
Funzione
Barra di menù
Ciascun menù è collegato ad un elenco di azioni possibili.
ToolBar
Posizionando il cursore sui pulsanti viene descritto il comando corrispondente.
Sunto
In quest’area vengono sintetizzate e visualizzate alcune informazioni relative
all’anagrafica su cui si sta operando: nome, cognome, Centro per l’Impiego di
competenza e di proprietà, stato occupazionale, ecc. (cfr. info par. 9.3).
Menù di Navigazione
Mappa le funzionalità accessibili di Silp, organizzate in menù e sottomenù.
Area di lavoro
Area messaggi
In quest’area si attivano le finestre di dialogo delle funzionalità attivate dal menù
di Navigazione.
Fornisce informazioni utili all’utente (es. Stato del collegamento ai sistemi di FP).
Banner
Informativa
Barra di stato
Informativa: vengono indicati l’utente e l’ente accreditato di appartenenza
Tabella 1
Nel prossimo capitolo vengono descritte in dettaglio le funzionalità di SILP a disposizione
dell’operatore.
8.1 Il menù di navigazione
Il menù di navigazione ha una struttura ad albero tipica di Windows, ed è strutturato in tre sezioni:
-
Aree: Piano di lavoro, Lavoratori;
-
menù principali: raccolgono in un menù
diversi sottomenù (esempio: Adempimenti);
-
sottomenù: danno accesso alle funzionalità;
Figura 12
L’area Piano di lavoro dà accesso alle funzionalità
dedicate alla gestione dei Progetti, alle richieste di
Provvedimento e all’area di Interscambio, fornendo
una vista d’insieme e dando accesso ai dati senza la
preselezione di un’anagrafica. Al Piano di Lavoro è
dedicato il paragrafo 14.
Figura 13
14 Silp Accreditati
Giugno 2014
L’area Lavoratori è dedicata alla
completa delle singole anagrafiche.
gestione
Per tutte le azioni da compiere partendo dal menù
Lavoratori, è indispensabile aver impostato
l’anagrafica
del
soggetto
interessato
dall’erogazione del servizio di Accoglienza,
accessibile dal ramo di menù.
AccoglienzaDati anagrafici/Reperibilità.
Figura 14
15 Silp Accreditati
Giugno 2014
9. Accoglienza
L’ente accreditato è chiamato a censire tramite SILP le informazioni rilevate durante
l’Accoglienza: nello Schema sottostante vengono riassunte le singole fasi che la caratterizzano.
A
C
C
O
G
Attività da eseguire in SILP e paragrafo di riferimento all’interno del
documento
Ricerca anagrafica, aggiornamento ‘dati
anagrafici’ e ‘Scheda anagrafica’ (SAP) o
registrazione in caso di primo inserimento
(n.b.: solo domiciliati in Piemonte).
Capitoli 9 e 10
Rilevazione immediata disponibilità (DID) e
inserimento della richiesta di provvedimento
in ingresso in stato di disoccupazione e
stampa.
Capitoli 11 e 12
Registrazione e stipula del Patto di Servizio.
Capitolo 13
L
I
E
N
Z
A
9.1 Anagrafica Lavoratore
Per accedere ad un’anagrafica è necessario selezionare, dal menù di navigazione Lavoratori, il
sottomenù Accoglienza e attivare la funzionalità ‘Dati Anagrafici/Reperibilità’ con un doppio clic.
Figura 15
La maschera Dati anagrafici/Reperibilità è organizzata in due schede principali:
-
la scheda di ricerca, utile alla ricerca delle anagrafiche (cfr. par 9.2);
-
la scheda lavoratore, utile alla consultazione/aggiornamento dei dati presenti in procedura e
all’inserimento se l’anagrafica non è presente nel sistema;
16 Silp Accreditati
Giugno 2014
Dalla maschera Dati anagrafici/Reperibilità l’operatore può:
-
ricercare e verificare la presenza dell’anagrafica del lavoratore in SILP;
-
inserire un’anagrafica, ovvero aggiornare i dati risultati incongruenti con quelli forniti dal
lavoratore;
-
acquisire le anagrafiche mancanti sul sistema da altri sistemi connessi con SILP (AOF e
CIA);
-
richiedere al MLPS l’invio di una Scheda Anagrafica Professionale attivando il pulsante
Richiedi SAP
(cfr. par. 10.6 e seguenti).
Di seguito vengono illustrate le schermate disponibili all’operatore da ciascuna delle schede e
sottoschede presenti all’interno della funzionalità Dati anagrafici/Reperibilità.
N.B.: per i soggetti iscritti nelle liste speciali ai sensi della Legge 68/99 l’ente accreditato ha alcune
limitazioni sull’aggiornamento dell’anagrafica, ovvero non può modificarne la provincia di domicilio.
9.1.1 Scheda Ricerca
Dalla scheda in oggetto si attiva la verifica della presenza di un’anagrafica nel sistema.
Figura 16
Nota bene:
Il Cpi di competenza viene definito dal sistema in base al domicilio del cittadino.
Il Cpi di proprietà individua il proprietario del dato, che non necessariamente coincide con quello di
competenza (es. cittadini domiciliati fuori regione).
17 Silp Accreditati
Giugno 2014
9.1.2 Scheda Lavoratore/Dati anagrafici
Contiene tutte informazioni anagrafiche del lavoratore.
Figura 17
18 Silp Accreditati
Giugno 2014
9.1.2 Scheda Lavoratore/Reperibilità
In questa sottoscheda sono riportate le informazioni relative a Residenza, Domicilio e Centro per
l’Impiego.
Figura 18
Nota bene
La modifica del comune di domicilio può dare origine al cambio del CPI di competenza e/o Proprietà.
19 Silp Accreditati
Giugno 2014
9.1.3 Scheda Lavoratore/ Altre informazioni
In questa sottoscheda sono raccolte le informazioni utili per contattare il cittadino (indirizzo e-mail,
fax) ed altre informazioni se inserire nelle note.
Figura 19
9.1.4 Scheda Lavoratore/Note
L’area Note contiene informazioni aggiuntive facoltative.
Figura 20
9.1.4 Scheda Lavoratore/Storico CPI
Quest’area non è attiva e memorizza le informazioni relative ai passaggi da un Cpi di competenza
all’altro: si ricorda che la competenza del Cpi viene definita sulla base del domicilio del cittadino.
20 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 21
9.2 Ricerca anagrafica
In fase di accoglienza l’operatore accreditato come prima cosa verifica la presenza
dell’anagrafica del cittadino nel sistema.
Per verificare la presenza dei dati anagrafici del cittadino deve essere attivata la funzionalità Dati
anagrafici/Reperibilità dal menù Lavoratori/Accoglienza.
Una volta selezionato il ramo di menù ‘Dati Anagrafici/Reperibilità’, all’attivazione della
funzionalità il sistema propone la scheda Ricerca.
Figura 22
Per avviare la ricerca di un’anagrafica è necessario inserire le informazioni relative a Cognome,
Nome e/o Codice Fiscale e attivare la ricerca dal bottone disponibile dalla barra multifunzione
21 Silp Accreditati
Giugno 2014
.
Figura 23
Per ripulire i criteri di ricerca è necessario attivare il tasto funzione
dalla Scheda Ricerca.
Il campo Esatto può essere selezionato per le ricerche mirate, eseguite partendo da Cognome e
Nome.
Il risultato della ricerca viene visualizzato nella parte inferiore della finestra di dialogo (fig. 24).
Figura 24
22 Silp Accreditati
Giugno 2014
Se la ricerca non produce il risultato desiderato prima di procedere all’inserimento di una nuova
anagrafica è necessario verificare la presenza di anagrafiche simili, che potrebbero essere riferite al
nominativo che si sta cercando (es. inversione cognome e nome, anagrafiche stranieri).
La funzionalità Ricerca per similitudine, che si attiva selezionando il tasto
.
Figura 25
Selezionando con un doppio clic il nominativo esito della ricerca il sistema attiva:
- la maschera contenente i dati anagrafici disponibili nella Scheda Lavoratore/Dati anagrafici (fig.
17);
- le informazioni sullo stato occupazionale del lavoratore nell’area del sunto (come evidenziato in
figura 26).
Figura 26
23 Silp Accreditati
Giugno 2014
L’operatore può verificare tutte le informazioni presenti nelle schede ‘Reperibilità’, ‘Altre
informazioni’, ‘Note’, ‘Storico CPI’ selezionando le schede con il cursore.
Da questo momento e fino ad una nuova ricerca, il sistema propone nell’area del Sunto, con
riferimento all’anagrafica selezionata, le informazioni principali ad esso riferite e tutte le
funzionalità attivate dal menù di navigazione si riferiranno a quest’ultima.
9.3 Il Sunto
La selezione di un’anagrafica produce la compilazione dell’area Sunto, che rende immediatamente
disponibili alcune informazioni essenziali sull’anagrafica selezionata, ovvero:
Figura 27
-
Nome e cognome: tra parentesi viene riportata l’età;
-
Cpi di proprietà: normalmente coincide con il Cpi di competenza 2, o se diverso, con il Cpi
che ha inserito i dati nel sistema ma che non ha competenze sull’anagrafica inserita;
-
Obblighi formativi: indica se il soggetto è in obbligo formativo;
-
Provvedimento: se non è presente alcun provvedimento il sistema indica NO, altrimenti
riporta il tipo provvedimento e la data del provvedimento.
I valori che può assumere il Provvedimento sono:
 Ingresso, ovvero Ingresso in stato di disoccupazione;
 Perdita, ovvero Perdita anzianità di disoccupazione;
 Disponibilità, ovvero Disponibilità ad altra occupazione;
-
2
Richiedente: è indicato il soggetto che ha inoltrato la richiesta di provvedimento;
Progetti: se il soggetto ha partecipato ad un progetto, viene riportato sinteticamente l’ultimo
progetto attivato in ordine di tempo e lo stato (es. PROGETTO CRISI - CHIUSO);
Il Cpi di competenza è quello cui appartiene il lavoratore: la competenza è definita dal domicilio.
24 Silp Accreditati
Giugno 2014
-
Stato occupazionale: può assumere i seguenti valori.
Stato occupazionale
Casistica
Altro
E’ la classe che assume automaticamente il cittadino oggetto di
primo inserimento in Silp o che per motivi diversi è stato
riclassificato dal sistema ad esempio alla cessazione dall’impiego
o al decadimento dallo stato di disoccupazione.
Occupato
Il cittadino ha un rapporto di lavoro in essere.
Inoccupato
Il cittadino non ha mai instaurato alcun rapporto di lavoro.
Disoccupato
Il cittadino ha già prestato attività lavorativa ma al momento non
risulta occupato e in cerca di nuova occupazione.
Tabella 2
- Valutazione occupabilità: indica le valutazioni del Centro per l’Impiego sull’occupabilità
del soggetto. L’indicazione ‘Da definire’ riportata in esempio indica semplicemente che la
valutazione non è stata effettuata.
-
Adesione Youth Guarantee/GGP: viene indicata l’adesione al progetto.
9.4 Acquisizione anagrafiche da altri sistemi
Se l’esito della ricerca descritta nel precedente paragrafo non produce alcun esito è data la
possibilità di estendere la ricerca ai seguenti database connessi a SILP:
-
servizio di interscambio CIA;
-
sistema AOF, attivando l’icona
presente nella Toolbar (Tab. 1 ).
9.4.1 Acquisizione dati anagrafici da CIA
Il C.I.A. (Centro Interscambio Anagrafico) è un archivio che fornisce agli utenti la possibilità di
accedere agli archivi anagrafici dei comuni piemontesi connessi al sistema ed importare le
informazioni anagrafiche in essi contenuti.
Per attivare la funzionalità di ricerca dei cittadini tramite CIA, è necessario selezionare l’icona
dalla Toolbar attiva nella maschera Anagrafica lavoratore (descritta al paragrafo 9.1 e seguenti),
impostando i criteri nella finestra di Ricerca CIA.
25 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 28
Per l'immissione dei parametri vanno osservate alcune regole: oltre ai dati anagrafici è obbligatorio
inserire il Comune di residenza nel quale effettuare la ricerca (nel campo Comune di Residenza è
possibile selezionare un comune, solo se questo ha aderito alla convenzione).
È inoltre obbligatorio inserire almeno una delle seguenti combinazioni:
•
•
•
Codice fiscale completo
Parte del Codice Fiscale (almeno 6 caratteri) e parte del cognome (almeno 2 caratteri)
Parte del Cognome (almeno 2 caratteri) e parte del Nome (almeno 2 caratteri)
Tutte le altre informazioni sono opzionali. Spuntare la casella Completo per indicare che i caratteri
inseriti nel campo del cognome corrispondono al cognome esatto da ricercare e non ad una sua
parte.
Per attivare la ricerca fare clic sul pulsante ricerca nella barra degli strumenti in alto: se la ricerca
produce l’esito desiderato, cliccando due volte sul nominativo vengono visualizzate tutte le
informazioni di dettaglio.
Se le informazioni coincidono con quelle del lavoratore è possibile procedere all’importazione in
SILP selezionando il pulsante
26 Silp Accreditati
attivo nella barra degli strumenti in alto.
Giugno 2014
Figura 29
Il sistema copia i dati visualizzati nella scheda dettaglio del lavoratore all'interno della scheda
Anagrafica lavoratore e completa le informazioni mancanti ove ricavabili da quelle in possesso,
ovvero:
•
•
•
•
•
Prefisso telefonico
INPS di competenza
ASL di competenza
Centro per l'impiego di competenza
Centro per l'impiego di proprietà
Nota bene
quando un nominativo è già presente in SILP, l’operatore viene avvisato con un messaggio che l’informazione è già
presente nel sistema e per questo non può essere importata.
Se le informazioni sono corrette, procedere al salvataggio.
Dopo la copia delle informazioni nella maschera è possibile completare la compilazione dei dati
utilizzando le stesse indicazioni fornite per la procedura di un inserimento manuale di
un’anagrafica, per le quali si rimanda al paragrafo 9.6. Terminato l’aggiornamento, procedere al
salvataggio.
9.4.2 Acquisizione dati anagrafici da A.O.F.
A.O.F. (Anagrafe obbligo formativo) è uno strumento, alimentato dalle scuole, dalle agenzie
formative, dai centri per l’impiego e dai comuni già aderenti al C.I.A., da cui è possibile estrarre i
dati anagrafici dei ragazzi residenti in Piemonte in obbligo formativo (14-17 anni) e permette, come
per il sistema di interscambio CIA, di acquisire i dati anagrafici dei cittadini.
Per attivare la funzionalità di ricerca è necessario selezionare l’icona
presente nella Toolbar,
attiva dalla maschera Anagrafica lavoratore: le funzionalità sono analoghe a quelle descritte per il
sistema CIA.
27 Silp Accreditati
Giugno 2014
9.5 Aggiornamento e/o modifica Dati anagrafici
Qualora un’anagrafica sia già presente in SILP ma si rendesse necessario l’aggiornamento di una o
presente nella
più informazioni ad essa associate, è sufficiente attivare il tasto funzione
maschera ‘Dati anagrafici/Reperibilità’ e
modificare le informazioni: al termine
dell’aggiornamento per procedere al salvataggio è necessario selezionare il tasto funzione
.
Non è consentita all’operatore la variazione della provincia di domicilio del lavoratore, se il
soggetto in questione è disabile o appartenente alle categorie protette previste dagli articoli 1
e 18 - comma 2 - Legge 68/99: per tali soggetti la variazione del comune di domicilio deve
essere demandata al Centro per l’Impiego.
L’appartenenza di un cittadino a tali categorie è indicata nell’area Sunto, che viene compilata con le
informazioni presenti nel sistema al momento della selezione dell’anagrafica.
9.6 Inserimento anagrafica
Per inserire un’anagrafica è necessario attivare il tasto funzione
presente nella maschera
Anagrafica lavoratore accessibile dal menù di navigazione, seguendo il percorso evidenziato a
sinistra dell’immagine.
Figura 30
Le informazioni da inserire nel sistema sono quelle definite nelle sottoschede ‘Dati Anagrafici’,
‘Reperibilità’ e ‘Altre informazioni’ della Scheda Lavoratore.
Tutte le informazioni evidenziate in rosso sono obbligatorie e senza il loro inserimento non è
consentito procedere al salvataggio.
La compilazione della scheda Note è facoltativa.
28 Silp Accreditati
Giugno 2014
La compilazione della scheda Storico Cpi non è attivabile .
Nota bene
l’inserimento di un’anagrafica deve essere eseguito solo se la ricerca non produce l’esito desiderato.
10. Scheda professionale
Le attività di aggiornamento e/o la compilazione della scheda professionale, in caso di nuovi
inserimenti, vengono eseguite durante la fase di Accoglienza.
La scheda professionale è l’area di SILP in cui vengono raccolte tutte le informazioni disponibili
sulle competenze professionali acquisite da un lavoratore nel corso del tempo.
Dal menù principale presente nell’area lavoratori si accede al menù Scheda professionale, che a sua
volta è strutturato in quattro sotto menù evidenziati nell’immagine e in seguito descritti:
Figura 31
Percorso formativo: all’interno della quale le informazioni sono suddivise in quattro schede,
Percorso Scolastico, Qualifiche, Formazione professionale, Altri corsi.
29 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 32
Altre competenze: all’interno della quale sono presenti le schede Altre competenze e Altre
informazioni, che riportano le conoscenze linguistiche, informatiche e patenti.
Figura 33
Esperienze lavorative: in cui sono memorizzate le esperienze di lavoro dipendente, di lavoro
autonomo e altre esperienze (es. tirocini, stages).
30 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 34
La scheda professionale di un lavoratore può essere stampata/visualizzata, accedendo al menù
Stampe (cfr. par. 15).
31 Silp Accreditati
Giugno 2014
Dossier delle evidenze: in cui è possibile visualizzare i dossier delle evidenze creati per il soggetto
ed il relativo documento (in formato PDF).
Figura 35
10.1 Consultazione e aggiornamento Scheda professionale
Per poter accedere ad una qualsiasi delle funzionalità fin qui descritte, si ricorda come sia
indispensabile aver selezionato l’anagrafica di un lavoratore dal menù Accoglienza: un lavoratore
risulta selezionato se nel Sunto in alto a sinistra dell’applicativo sono riportati sinteticamente i suoi
dati.
Durante l’accoglienza l’operatore, oltre a verificare la correttezza delle informazioni presenti nel
sistema, provvede al loro aggiornamento.
10.2 Percorso formativo
All’interno di funzionalità sono disponibili tutte le informazioni relative ai titoli di studio posseduti
dal lavoratore, suddivise nelle schede Percorso scolastico, Qualifiche, Formazione professionale e
Altri corsi.
Attivando questa finestra di dialogo è possibile:
-
visualizzare i titoli di studio, le qualifiche, gli attestati posseduti dal lavoratore;
-
aggiornare i dati presenti, attivando il tasto
-
cancellare i dati, in caso di errato inserimento;
-
importare i dati relativi a corsi di formazione professionali, se presenti nella banca dati del
;
sistema della FP regionale, nelle finestre da cui risulta attivo il tasto
32 Silp Accreditati
.
Giugno 2014
10.2.1 Percorso scolastico
Le informazioni relative al percorso scolastico già presenti nel sistema vengono riassunte nella
parte inferiore della maschera: per visualizzare nel dettaglio le informazioni è necessario
posizionarsi sulla riga che si vuole consultare (che diventa azzurro) e attivare il tasto Visualizza.
Figura 36
Le informazioni di dettaglio sono quelle visibili nell’immagine di seguito riportata.
Figura 37
Nota bene
tutte le funzionalità in cui è valorizzata la check-box ‘C.v.’ (fig. 36), vengono inserite e visualizzate dalla stampa del
curriculum vitae accessibile dal menù ‘Stampe’.
Per elaborare una stampa completa del curriculum vitae di un lavoratore si consiglia di valorizzare sempre questo
campo.
Per aggiornare le informazioni è sufficiente attivare il tasto funzione
alle variazioni provvedere al salvataggio.
e dopo aver provveduto
Terminato l’aggiornamento per tornare alla vista principale è necessario chiudere la maschera.
33 Silp Accreditati
Giugno 2014
Per inserire un nuovo titolo di studio è necessario selezionare il pulsante Nuovo (immagine
inserire le informazioni nella finestra di dialogo attivata.
)e
Figura 38
Mentre il campo Grado è associato ad un elenco predefinito, per la compilazione del Campo
Codice, se non si conosce il codice numerico, è possibile inserire solo la descrizione del titolo
(anche parziale) e attivare la ricerca. Se la ricerca estrae più risultati, viene visualizzata una finestra
Ricerca Titolo di studio.
Figura 39
Selezionando il risultato d’interesse con un doppio clic il sistema chiude automaticamente la
finestra di ricerca e compila i campi. Se la ricerca non ha estratto nessun codice, per effettuare una
nuova ricerca è necessario provvedere a rieseguire la ricerca, modificandone i criteri.
34 Silp Accreditati
Giugno 2014
La check-box completato, se valorizzata, indica che il percorso di studi è stato completato.
Il campo c.v., se valorizzato, attiva la visualizzazione del titolo di studio all’interno del Curriculum
vitae del lavoratore (di cui si dirà al paragrafo 15).
Nella scheda Informazioni aggiuntive possono essere inserite le informazioni relative all’istituto
presso il quale è stato conseguito il titolo di studio oggetto di inserimento ed eventualmente i dati
relativi alla tesi, nel caso in cui il titolo di studio sia uguale o superiore ad un diploma universitario.
Nella scheda Azienda stage possono essere inserite le informazioni relative all’azienda presso cui il
lavoratore ha svolto il suo periodo di stage utile al conseguimento del titolo di studio oggetto di
inserimento.
Al termine dell’inserimento è necessario provvedere al salvataggio delle informazioni.
35 Silp Accreditati
Giugno 2014
10.2.2 Qualifiche e Formazione professionale
All'interno del Percorso formativo, sono disponibili le informazioni relative alle qualifiche
possedute e ai corsi di formazione professionale frequentati dal lavoratore.
Figura 40
Per visualizzare nel dettaglio le informazioni presenti è necessario posizionare il cursore in
corrispondenza della riga che si vuole consultare (che diventa azzurro) e attivare il tasto Visualizza.
Figura 41
Per aggiornare le informazioni presenti è necessario attivare il tasto funzione
provveduto alle variazioni provvedere al salvataggio
e dopo aver
.
Se invece si vuole inserire una nuova qualifica, partendo dalla funzionalità principale (fig. 39)
attivare il tasto Nuovo e provvedere all’inserimento delle informazioni.
Figura 42
36 Silp Accreditati
Giugno 2014
Mentre il campo Ambito disciplinare è associato ad un elenco predefinito attivabile dal menù a
tendina, per la compilazione del Campo Codice, che richiede l’inserimento di un codice numerico, è
possibile inserire la descrizione della qualifica (anche parziale) e attivare la ricerca. Se la ricerca
estrae più risultati, viene visualizzata la finestra Ricerca qualifica. Se invece il codice è conosciuto,
è possibile procedere direttamente al suo inserimento.
Selezionando il risultato d’interesse con un doppio clic il sistema chiude automaticamente la
finestra e compila i campi. Se la ricerca non ha estratto nessun codice, per effettuare una nuova
ricerca è necessario provvedere a rieseguire la ricerca, modificandone i criteri.
La voce c.v., se selezionata, attiva la visualizzazione della qualifica all’interno del Curriculum vitae
del lavoratore (di cui si dirà al paragrafo 14).
Al termine dell’inserimento è necessario provvedere al salvataggio delle informazioni.
Con le stesse modalità descritte per le qualifiche è possibile consultare le informazioni inerenti ai
Corsi di formazione professionale frequentati dal lavoratore.
Per l’inserimento delle informazioni invece esistono due possibilità:
-
l’importazione dal sistema della FP regionale;
-
l’inserimento manuale, mediante l’attivazione del tasto ‘Nuovo’ evidenziato in figura 42.
Figura 43
Per acquisire un corso d Formazione Professionale è necessario attivare il tasto modifica
e il
tasto acquisisci dato da FP
: il sistema in questo attiva la finestra di ricerca corsi FP in cui
vengono proposti in automatico, nella sezione Parametri di ricerca, alcuni parametri (Codice
Fiscale, Cognome, Nome, Data di nascita) che è possibile selezionare/deselezionare a discrezione.
37 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 44
Una volta attivata la ricerca il sistema estrae i corsi di formazione del lavoratore corrispondenti ai
parametri impostati:
-
se non viene proposto alcun risultato si può procedere con l’inserimento manuale;
-
se il sistema produce l’esito desiderato, ovvero il corso o l’elenco dei corsi svolti dal
lavoratore presenti nel sistema, per provvedere alla sua acquisizione è necessario
visualizzare le informazioni di dettaglio e attivare il pulsante salva. In presenza di più corsi
ripetere l’acquisizione per ciascun corso.
Attenzione: se tra i criteri di ricerca non viene selezionato il codice fiscale, è possibile che il
sistema proponga un elenco di nominativi/corsi corrispondenti ad altri lavoratori, quindi si rende
necessario verificare che i dati anagrafici corrispondano a quelli del lavoratore selezionato, prima di
effettuare l’acquisizione.
Per inserire manualmente un corso di formazione professionale è necessario selezionare il tasto
Nuovo (fig. 42) ed inserire le informazioni richieste.
38 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 45
Nel campo corso deve essere inserito il codice alfanumerico con cui il corso è conosciuto
nell’archivio della formazione professionale e la sua descrizione: se l’informazione non è a
disposizione non è possibile procedere all’inserimento.
A/gest è l’anno di gestione al corso (es. 2012).
10.2.3 Altri corsi
In questa sezione vengono indicati i corsi svolti dal lavoratore fuori regione o corsi erogati da
soggetti privati.
Per procedere all’inserimento di un nuovo corso selezionare il tasto ‘Nuovo’ dalla scheda Altri corsi
e procedere all’inserimento delle informazioni, nella finestra attivata.
39 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 46
La voce c.v., se selezionata, attiva la visualizzazione del titolo di studio all’interno del Curriculum
vitae che è possibile stampare tramite l’apposita funzionalità di cui si dirà al paragrafo 14.
Terminato l’aggiornamento procedere al salvataggio: automaticamente viene visualizzata la scheda
Percorso formativo con l'elenco dei corsi di formazione aggiornato.
10.3 Altre competenze
In questa sezione sono presenti le informazioni relative a:
1. competenze linguistiche, informatiche e patenti possedute dal lavoratore selezionato,
accessibili dalla scheda ‘Altre competenze’;
Per attivare la modalità di inserimento di tali informazioni è sufficiente attivare il tasto
modifica e il tasto ‘Nuovo’, come evidenziato nell’immagine sotto riportata
40 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 47
Per visualizzare le informazioni è sufficiente selezionare il rigo d’interesse e attivare il pulsante
visualizza e attivando il tasto Cancella è possibile eliminare le informazioni corrispondenti.
2. eventuali iscrizione ad albi, abilitazioni professionali, dalla scheda ‘Altre informazioni’;
Figura 48
Per attivare l’inserimento di nuove informazioni selezionare il tasto
: al termine
dell’aggiornamento, prima di chiudere la finestra, è necessario provvedere al salvataggio .
10.4 Esperienze lavorative
Da questa funzionalità vengono visualizzate, se presenti, le esperienze professionali dichiarate dal
cittadino e quelle acquisite dal sistema, a fronte di comunicazione obbligatorie trasmesse dal datore
di lavoro (contraddistinte dalla valorizzazione del campo ‘Registrato’, cfr. fig. 48).
41 Silp Accreditati
Giugno 2014
In fase di accesso la finestra di dialogo propone in forma sintetica le informazioni sulle esperienze
professionali presenti nel sistema.
Figura 49
Selezionando una riga e attivando il tasto visualizza si accede alle informazioni di dettaglio riportate
nell’immagine seguente.
Figura 50
42 Silp Accreditati
Giugno 2014
Le informazioni relative alle esperienze lavorative sono organizzate in due schede:
-
Informazioni generali, che contiene tutte le informazioni relative al rapporto di lavoro;
-
Datore-Azienda, da cui sono visibili i dati relativi al datore di lavoro o all’azienda
utilizzatrice in caso di lavoro interinale;
Per provvedere all’inserimento delle esperienze professionali è necessario attivare il tasto Nuovo e
inserire tutte le informazioni richieste, con particolare riferimento alle informazioni in rosso che si
ricorda essere obbligatorie.
Per provvedere alla modifica dei dati presenti è necessario attivare il tasto Visualizza e il tasto
si precisa che la modifica delle esperienze acquisite dalle C.O. è consentita limitatamente a:
:
-
inserimento c.v.: se valorizzato l’informazione viene riportata nella stampa del cv, (cfr. par.
14);
-
responsabilità altre persone: se il ruolo ricoperto prevede la responsabilità di un gruppo di
lavoro (es. capo ufficio).
Si ricorda infine di provvedere sempre al salvataggio delle informazioni.
10.5 Dossier delle evidenze
Nel dossier delle evidenze di un soggetto sono riportate:
• le competenze spendibili del soggetto declinate in conoscenze ed abilità;
• le evidenze documentali che sono state presentate per rilevare una determinata competenza:
o prodotti/output: progetti, report, pianificazioni, fotografie di prodotti realizzati dalla
persona stessa
o documentazioni formali: contratti, dichiarazioni del datore di lavoro o di
clienti/committenti, attestati
•
la motivazione per la quale sono state scelte quelle particolari tipologie di evidenza.
43 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 51
Per visualizzare il PDF evidenziare il dossier e fare un doppio clic, in tal modo viene presentato il
documento associato.
Figura 52
44 Silp Accreditati
Giugno 2014
10.6 Scheda Anagrafica Professionale (SAP)
L’insieme delle informazioni anagrafiche, formative, lavorative e di disponibilità di un soggetto
presente nel sistema, costituisce la Scheda Anagrafica Professionale (d’ora in poi SAP).
Dal 2014 ogni volta che un dato afferente la SAP viene inserito e/o aggiornato 3 da un operatore, il
sistema invia, sia al MLPS che al Portale GGP 4, le notifiche di modifica delle SAP; ogni notte il
sistema elabora un flusso contenente i dati aggiornati e trasmette le SAP al MLPS e al portale GGP.
Ad ogni modo, l’operatore che modifica una SAP può decidere di inviarla immediatamente al
MLPS/portale GGP, attivando l’apposito pulsante disponibile all’interno della funzionalità ‘SAP
ricevute/inviate’, di cui si dirà in seguito, o lasciare che le variazioni vengano prese in carico dal
flusso notturno di trasmissione dei dati.
Allo stesso modo, il MLPS e il portale GGP inviano a SILP le notifiche di modifica delle SAP di
competenza della Regione Piemonte, ad esempio trasmesse da altre Regioni al nodo Ministeriale, e
SILP effettua una richiesta di ricezione delle SAP aggiornate.
La consultazione di tale funzionalità in fase di accoglienza è utile all’operatore, che può così
verificare la presenza di informazioni aggiornate sulla persona: i dati presenti nelle SAP provenienti
dal MLPS, sono consultabili accedendo alla funzionalità descritta nei paragrafi seguenti.
10.6.1 SAP Ricevute/Inviate
La funzionalità, accessibile sia dall’Area Lavoratori all’interno del menù Scheda professionale che
dall’Area Piano di lavoro del menù Interscambio (cfr. Figura 53), mostra, in base ai criteri impostati
dall’operatore:
- le SAP provenienti dal MLPS e/o dal portale GGP;
- le SAP che, per effetto di una qualsiasi modifica di un dato afferente la SAP eseguito
dall’operatore, devono essere inviate al MLPS o al portale GGP.
3
Le SAP vengono generate anche a seguito di un aggiornamento derivante dall’acquisizione di una Comunicazione
Obbligatoria: in questo caso il sistema aggiorna in automatico le informazioni presenti e invia al MLPS una SAP.
4
https://www.garanziagiovanipiemonte.it/
45 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 53
N.B.: si ricorda che i dati
estratti dal menù Lavoratori si
riferiscono al solo lavoratore
selezionato, mentre dal menù
Piano di lavoro la ricerca è
estesa a tutti i lavoratori
presenti nel sistema, le cui
SAP hanno subito una
variazione.
Accedendo alla funzionalità, sia dal menù Piano di Lavoro che dal menù Lavoratori, il sistema
mostra all’operatore la scheda di ricerca delle SAP.
Figura 54
I criteri di ricerca delle SAP sono organizzati nelle tre sezioni evidenziate in figura 54:
Prima sezione - Provenienza dati: in questa sezione è possibile definire la fonte dati, impostare un
intervallo temporale definito e definire una tipologia di evento (ricezione/invio). Di seguito il
dettaglio per ciascun campo.
46 Silp Accreditati
Giugno 2014
Fonte dato: rappresenta la fonte di origine della SAP, a seconda se la SAP sia stata ricevuta/inviata
da/a Ministero, portale GGP. Il campo può assumere uno dei seguenti valori: Tutti, Ministero,
Portale GGP, SILP.
Data da a: permette di definire un intervallo temporale per circoscrivere la ricerca.
Evento: può assumere i valori  Invio, se la SAP è inviata da SILP al Ministero e al portale GGP;
 Ricezione, se la SAP è ricevuta in SILP dal Ministero o dal
portale GGP.
Seconda sezione - Stato: si riferisce allo stato delle SAP elaborate/da elaborare.
Il campo Stato può assumere valori differenti se abbinato al tipo Evento Invio e Ricezione
Se il tipo Evento selezionato è Invio, il campo Stato può assumere i seguenti valori:
Da elaborare: SAP modificate, pronte per l’invio al Ministero e al portale GGP. Nota bene: le SAP
in questo stato sono inviate con un flusso notturno (c.d. batch);
Elaborata: SAP inviata al Ministero o al Portale GGP;
Rifiutata: SAP il cui invio al Ministero o al Portale GGP non è andato a buon fine a causa di
un’anomalia sui dati;
Fallita: SAP il cui invio al Ministero o Portale GGP non è andato a buon fine a causa di
un’anomalia sui sistemi di trasmissione. Il flusso notturno (c.d. batch), ritenta la trasmissione;
Se il tipo Evento selezionato è Ricezione, il campo Stato può assumere i seguenti valori:
Da elaborare: SAP ricevute da Ministero o portale GGP.
Elaborata: SAP verificata dall’operatore.
Rifiutata: SAP che l’operatore ha verificato e che ha deciso di ignorare o che il sistema non ha
accettato per anomalie;
Scartata: SAP con anomalie che l’operatore deve verificare (ad esempio se il codice fiscale
contenuto nella SAP non esiste l’operatore dovrà inserire manualmente l’anagrafica per risolvere
l’anomalia).
Terza sezione - Dati: permette di estrarre le SAP relative ad un’anagrafica definita dall’operatore.
I criteri definibili dall’operatore sono:
Dati anagrafici: cognome, nome, Codice Fiscale, Comune Domicilio;
Ente Titolare: CpI competente per domicilio
Codice SAP gen.: è il codice alfanumerico univoco generato da SILP per le SAP provenienti dal
Portale GGP;
47 Silp Accreditati
Giugno 2014
Codice SAP: è il codice attribuito dal Ministero per le SAP provenienti dal portale nazionale.
Si ricorda che i risultati della ricerca possono essere esportati in formato Excel tramite l’apposito
pulsante presente nella maschera.
10.6.2 Consultare il contenuto di una SAP proveniente da MLPS e GGP
Una volta avviata la ricerca e ottenuto uno o più risultati, per visualizzare il contenuto di dettaglio di
ciascuna SAP è necessario selezionarla posizionandosi sul record corrispondente, come evidenziato
nell’immagine sottstante, ed effettuare un doppio click.
Figura 55
La scheda di dettaglio mostra i dati presenti per il lavoratore selezionato come nell’esempio
riportato nella Figura 56.
48 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 56
I dati di Dettaglio mostrati dal sistema sono organizzati in cinque sezioni.
Prima sezione - Dati SAP: dati anagrafici del lavoratore, CpI di competenza (per domicilio) e stato
occupazionale.
Seconda sezione - Dati elaborazione (riferiti alla SAP):
•
•
•
•
•
•
Ente titolare
Codice SAP
Codice SAP Generato
Fonte dato
Evento
Tipo variazione 5:
01 - primo inserimento
02 – aggiornamento
03 – variazione titolare
04 – annullamento
5
Valori possibili previsti dalla tabella ministeriale di riferimento.
49 Silp Accreditati
Giugno 2014
Terza sezione - Esito: è riportato il risultato dell’invio o della ricezione della SAP.
Quarta sezione - Stato: in questa sezione l’operatore può agire in modifica dello Stato della SAP e
delle note.
Note: in questa sezione l’operatore può inserire e modificare eventuali osservazioni, appunti, ecc.
Quinta sezione - Aggiornamenti: in questa sezione sono riportate cronologicamente tutte le
trasmissioni relative alla SAP selezionata.
Il contenuto di dettaglio dei dati SAP, organizzato per sezioni, è visualizzabile all’interno della
scheda di Dettaglio della funzionalità in parola, selezionando dalla toolbar l’icona
57).
(cfr. Figura
Figura 57
10.6.3 Ricezione SAP
50 Silp Accreditati
Giugno 2014
In presenza di una SAP associata al tipo evento ‘Ricezione’ l’operatore, una volta consultati i dati in
essa contenuti, può decidere se:
-
accettare e aggiornare manualmente i dati presenti nel sistema con quelli contenuti nella
SAP ricevuta;
Nota bene: per accettare la SAP in stato ‘Da Elaborare’ l’operatore attiva il tasto
lo stato in ‘Elaborata’ e provvede al salvataggio .
-
, ne modifica
rifiutare i dati contenuti nella SAP (Es: se quelli presenti nel sistema risultano più aggiornati
rispetto a quelli contenuti nella SAP);
Nota bene: per rifiutare la SAP in stato ‘Da Elaborare’ l’operatore attiva il tasto
, ne modifica
lo stato in ‘Rifiutata’ e provvede al salvataggio . In questo caso può essere utile la compilazione
del campo note, che non è obbligatoria.
-
annullare la SAP, attivando l’icona
che permette la cancellazione logica della SAP, che
non comparirà più nel risultato di ricerca;
Nota bene: per annullare la SAP in stato ‘Da Elaborare’ l’operatore attiva il tasto
la SAP non sarà più visibile in fase di ricerca.
, dopodichè
L’operatore ha inoltre la possibilità, in qualsiasi momento, di inviare al MLPS/portale GGP la
richiesta per acquisire una SAP al MLPS/GGP, laddove disponibile: per effettuare la richiesta è
dal menù Lavoratori (‘Dati anagrafici-reperibilità) o dalla
necessario attivare il pulsante
funzionalità ‘SAP inviate/ricevute’, ma per visualizzare le informazioni in essa contenute deve
attivare la funzionalità SAP ricevute/inviate.
Azioni/Icone attive per tipo evento ‘Ricezione’
Icona
Azione
Modifica SAP: permette la modifica del campo ‘Stato’ e
delle note. L’icona è sempre attiva ma permette la modifica
dello stato della SAP solo nel caso in cui questa non si già in
uno degli stati finali ‘Rifiutata’ ed ‘Elaborata’.
Annulla SAP: permette la cancellazione logica della SAP,
che non comparirà più nel risultato di ricerca.
Seleziona il lavoratore nel sunto: sono riportati nel Sunto i
dati del lavoratore oggetto della SAP selezionata.
51 Silp Accreditati
Giugno 2014
Report: consente di visualizzare i dati della SAP (tranne nel
caso in cui lo stato della SAP sia ‘Da elaborare’).
Risolvi ambiguità: nel caso in cui esistano più codici fiscali
uguali, l’operatore con questa funzionalità seleziona il
lavoratore a cui attribuire univocamente la SAP, risolvendo
l’ambiguità.
Richiesta scheda anagrafico-professionale: tale icona,
disponibile dal menù Lavoratori (‘Dati anagraficireperibilità) permette all’operatore di richiedere al Ministero
la SAP disponibile. Per visualizzare le informazioni
contenute nella SAP è necessario accedere al menù ‘SAP
ricevute/inviate’.
Tabella 3
10.6.4 Trasmissione SAP
Laddove l’operatore andasse in modifica di una SAP, questa viene mostrata nella funzionalità di
ricerca associata al tipo evento ‘INVIO’ e allo stato ‘DA ELABORARE’.
In questi casi l’operatore può decidere se inviare immediatamente la SAP al ministero o aspettare
che il flusso notturno che elabora tutte le SAP da inviare la prenda in carico: nel primo caso
l’operatore attiva il pulsante
disponibile dalla scheda di dettaglio (Fig. 58), nel secondo caso
l’operatore non deve fare nulla.
52 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 58
Al termine dell’invio i dati contenuti nella scheda di dettaglio vengono aggiornati dal sistema in
tempo
reale,
come
riportato
in figura
59 .
53 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 59
Azioni/Icone attive per tipo evento ‘Invio’
Icona
Azione
Annulla SAP: permette la cancellazione logica della SAP,
che non comparirà più nel risultato di ricerca.
Seleziona il lavoratore nel sunto: riporta nel Sunto i dati del
lavoratore oggetto della SAP selezionata.
Report: consente di visualizzare i dati della SAP (tranne nel
caso in cui lo stato della SAP sia ‘Da elaborare’)
Invia SAP: attiva la trasmissione immediata di una SAP in
stato ‘Da elaborare’ al Ministero e a GGP.
Tabella 4
10.7 Adesioni YG-GGP ricevute/inviate
I giovani che aderiscono ai progetti Youth Guarantee e Garanzia Giovani Piemonte hanno diritto ad
usufruire, tra le altre cose, del servizio di Accoglienza nei tempi e nei modi previsti dalle
disposizioni nazionali e regionali (per maggiori approfondimenti sull’argomento si rimanda ai siti
istituzionali).
Le adesioni programmi Garanzia Giovani Piemonte (GGP) e Youth Guarantee (YG) avvengono, da
parte dei giovani, a seguito di registrazione sui portali di riferimento 6 e sono consultabili tramite la
funzionalità in esame.
Il SILP acquisisce le adesioni tramite cooperazione applicativa e ed elabora ogni notte un flusso dati
indirizzandolo a sua volta al nodo regionale e nazionale, rendendo poi le adesioni ai programmi
consultabili dalla funzionalità in esame, disponibile sia da menù Lavoratori che da menù Piano di
lavoro.
I criteri di ricerca sono i medesimi già descritti al paragrafo 10.6.1 “SAP ricevute/inviate”.
6
http://www.garanziagiovani.gov.it/Pagine/default.aspx (YG) e https://www.garanziagiovanipiemonte.it/index.php (GGP)
54 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 60
Dal risultato della ricerca è possibile visualizzare con il doppio click il dettaglio delle informazioni
relative alla singola adesione, come riportato nella figura 61.
Figura 61
La maschera di dettaglio presenta le medesime caratteristiche della maschera di dettaglio della
Ricerca SAP, con alcune differenze:
55 Silp Accreditati
Giugno 2014
Sezione Dati Elaborazione - Ente titolare: mostra la regione per la quale il giovane ha aderito (per
il portale GGP sarà sempre Regione Piemonte);
Sezione Note – Ambiguità: in questa sezione il sistema segnala se per l’adesione selezionata ci
sono delle ambiguità, ad esempio:
-
Codice fiscale non univoco: il sistema rileva la presenza di più codici fiscali associabili
all’adesione;
-
Codice fiscale assente nel sistema: l’anagrafica dell’aderente alla Garanzia Giovani non è
presente in SILP.
In questi casi il campo presente nella sezione Esito descrive in maniera sintetica il motivo di tale
ambiguità, come evidenziato in figura 62.
Per la risoluzione di un’ambiguità valgono le indicazioni fornite al par. 11.2.1
Figura 62
Se l’adesione afferisce alla Garanzia Giovani Piemonte, il campo ‘Fonte Dato’ riporta il valore
Portale GGP (Figura 62); viceversa se l’adesione riguarda la YG, il campo ‘Fonte Dato’ riporta
Ministero.
L’operatore ha la possibilità:
-
di inserire delle Note a corredo dell’adesione, previa attivazione del pulsante modifica
56 Silp Accreditati
;
Giugno 2014
-
di annullare un’adesione, tramite il pulsante
-
di richiedere l’acquisizione della SAP
-
di selezionare il lavoratore oggetto di consultazione , che viene di conseguenza visualizzato
nel Sunto
;
;
(in caso di accesso alla funzionalità da Piano di Lavoro).
10.8 Contatti e prenotazioni
Dall’area Lavoratori presente nel menù Accoglienza, si accede alla funzionalità
‘Contatti/Prenotazioni’ da cui è possibile consultare gli incontri e gli appuntamenti registrati, dal
Cpi o enti accreditati, per l’anagrafica selezionata.
Figura 63
In fase di accesso la funzionalità propone, se presenti, i contatti registrati per l’anagrafica
selezionata: quando i contatti sono numerosi è possibile impostare un periodo definito, compilando i
campi dal/al e avviare la ricerca
.
L’esito della ricerca può essere ulteriormente filtrato tramite la funzione ‘Filtro’ evidenziata
nell’immagine, che si attiva inserendo una o più lettere e agisce su tutti i dati presenti dall’elenco
dei risultati.
L’esito della ricerca può essere esportato in formato Excel tramite il tasto funzione
57 Silp Accreditati
.
Giugno 2014
Posizionandosi su ciascun risultato, che assume colore azzurro, e cliccando due volte, si attiva la
finestra che mostra le informazioni relative all’incontro, come nell’esempio proposto nelle
immagini seguenti: l’interfaccia grafica può cambiare in base all’incontro selezionato.
Figura 64
11. La Dichiarazione di Immediata Disponibilità (D.I.D)
L’operatore accreditato che rileva l’immediata disponibilità al lavoro del cittadino ne recepisce la
disponibilità attraverso:
- la firma della D.I.D., attivabile dal menù Stampe presente nell’area Lavoratori (cfr. par. 15);
- l’acquisizione della D.I.D. rilasciata all’Inps dal cittadino.
inoltra la richiesta di autorizzazione del provvedimento di ingresso in stato di disoccupazione,
accedendo alla funzionalità ‘Richiesta di provvedimento’ dal menù Provvedimenti presente
nell’Area Lavoratori.
Prima di illustrare la funzionalità dedicata alla richiesta di provvedimento di ingresso in stato di
disoccupazione si pone l’accento sulle novità in materia di acquisizione della DID rilasciata all’Inps
dal cittadino e a seguire si illustra la nuova funzionalità di ricerca e acquisizione delle DID messa a
disposizione degli operatori.
11.1 Ultime disposizioni in materia di acquisizione della DID
La Riforma Fornero ha stabilito all’art. 4, comma 38 che la DID possa essere rilasciata dal
disoccupato che presenta domanda di Aspi e Mini Aspi all’Inps 7, oltre che di persona presentandosi
presso i servizi competenti definiti dal D.Lgs. 181/2000.
7
Per un approfondimento si rimanda alla Circolare INPS n. 154/2013.
58 Silp Accreditati
Giugno 2014
La Regione Piemonte 8 in data 20 gennaio 2014 ha formalmente recepito le Linee Guida regionali
sullo stato di disoccupazione, nel testo approvato dalla Commissione Regionale per l’Impiego e dal
Comitato Istituzionale al Lavoro, precisando che un cittadino che rilasci all’Inps la dichiarazione di
immediata disponibilità nell’ambito di una domanda di ASpI o di Mini ASpI, dovrà presentarsi al
Centro per l’Impiego territorialmente competente, per convalidare lo stato di disoccupazione.
A seguito di convalida dello stato di disoccupazione presso i Servizi per l’Impiego (nel seguito,
SPI), lo stato di disoccupazione avrà decorrenza dalla data di presentazione all’Inps della
domanda di ASpI o Mini ASpI.
11.2 Ricerca DID
La funzionalità, disponibile sia nell’Area Piano di Lavoro che nell’Area Lavoratori dal menù
Adempimenti, permette di:
-
rilevare la presenza di DID provenienti dal nodo Inps;
-
generare un provvedimento di ingresso in stato di disoccupazione (descritta al paragrafo
12.3), abbinato alla data DID Inps.
Figura 65
In fase di attivazione della funzionalità da Piano di Lavoro per verificare la presenza di una DID è
necessario impostare opportunamente i criteri di ricerca
, di seguito illustrati, mentre accedendo
8
Si rimanda alle Linee Guida approvate dalla Regione Piemonte e disponibili al link
http://www.regione.piemonte.it/lavoro/
59 Silp Accreditati
Giugno 2014
dal menù lavoratori il sistema mostra immediatamente la presenza/assenza di DID associate
all’anagrafica selezionata.
Figura 66 - Ricerca DID - Piano di lavoro
I criteri di ricerca messi a disposizione dell’operatore per circoscrivere le ricerche sono:
•
Dati anagrafici, Cognome, nome e codice fiscale;
•
CPI competente: Cpi di competenza del lavoratore associato all’anagrafica SILP;
•
Data di dichiarazione (da/a): la data della dichiarazione effettuata all’Inps dal soggetto
richiedente l’ASpI o la Mini ASpI;
•
Identificativo DID: identificativo della comunicazione assegnato dal portale dell’INPS;
•
Stato (dichiarazione):
o Inserita da INPS: dichiarazione proveniente dal portale INPS;
o Modificata da INPS: dichiarazione modificata dal portale INPS;
o Cancellata da INPS: dichiarazione cancellata dal portale dell’INPS;
•
Provvedimento:
o SI: dichiarazione a cui è abbinato un provvedimento;
o NO: dichiarazione è priva di provvedimento;
•
Includi DID annullate: estrae le DID annullate da un Operatore, eliminate a seguito di
attivazione del pulsante
60 Silp Accreditati
(Figura 67);
Giugno 2014
•
Esporta: consente di generare un file Excel contenente il risultato della ricerca; oltre a tutti i
campi visibili dalla funzionalità, nel file sono presenti anche i recapiti (telefono, cellulare,
email) trasmessi con la comunicazione.
Dal risultato della Ricerca DID è possibile, con il doppio click, visualizzare il dettaglio delle
informazioni contenute nella dichiarazione selezionata.
Figura 67
Le informazioni di dettaglio della DID sono organizzate nelle tre sezioni evidenziate in Figura 67:
• INPS: mostra i dati generali della comunicazione; Comunicazione (identificativo
Dichiarazione Inps), Data dichiarazione, Stato Elaborazione e Annullata. Tranne il campo
‘Annullata’, che viene valorizzato solo se la comunicazione è stata annullata dall’Operatore
Silp, gli altri sono dati ricevuti dal portale INPS.
o Dati anagrafici: Codice fiscale, Cellulare, CpI, Telefono, Email, CF/P. Iva,
Denominazione. Tutti i dati provengono dal portale INPS.
• Silp: mostra i dati anagrafici presenti in Silp; Soggetto (Cognome + Nome + data di nascita
+ CF), Cellulare, Domicilio (indirizzo + cap + comune di domicilio), Telefono, Email, Cpi
61 Silp Accreditati
Giugno 2014
(di competenza), Stato Occupazionale e Provv. Generato (è riportata la data del
provvedimento generato).
o Rapporti di lavoro: l’elenco dei rapporti di lavoro del lavoratore.
• Esito: descrive l’esito dell’importazione della DID Inps.
Nella parte inferiore della maschera sono attivabili le seguenti funzioni:

Elimina legame Anag/ DID: cancella il legame tra DID e anagrafica del lavoratore; il tasto
risulta attivo solo se presente un legame;

Annulla DID: permette all’operatore di cancellare logicamente la DID selezionata;

Genera provvedimento: permette all’operatore di accedere alla funzionalità ‘Richiesta di
provvedimento’ descritta al paragrafo 12.3 per la creazione del provvedimento. Il
provvedimento creato da questa maschera è legato automaticamente alla DID selezionata, e
la data di ingresso in stato di disoccupazione decorre dalla data della firma della DID;

Elimina legame provv/DID: permette di cancellare il legame tra la DID e il provvedimento,
ma non cancella il provvedimento 9.
La scheda di dettaglio della DID presenta nella toolbar le seguenti icone selezionabili:
Icona
Azione
Il pulsante è attivo solo se la DID non è associabile ad
un’anagrafica (cfr. paragrafo 11.2.1 ‘Risoluzione
ambiguità’), ad esempio in presenza di più codici fiscali
abbinabili.
Attivando la modifica l’operatore ha la possibilità di
risolvere l’ambiguità (ricerca e selezione del lavoratore
corretto).
Salva: permette di salvare il legame con il lavoratore
selezionato.
Seleziona il lavoratore nel sunto: attivo solo quando la DID
selezionata è legata a un lavoratore, permette di selezionare
il lavoratore, visualizzandolo nel Sunto.
9
Per l’eliminazione del provvedimento è necessario rivolgersi al CpI competente.
62 Silp Accreditati
Giugno 2014
Report: consente di visualizzare i dati della DID proveniente
dal nodo Inps.
Risolvi ambiguità (attivo solo se la DID non è legata ad
un’anagrafica presente nel sistema): apre una maschera di
ricerca e selezione delle anagrafiche. Cfr. par. 12.2.1
‘Ricerca DID – Risoluzione ambiguità’
Tabella 5
11.2.1 Ricerca DID – Risoluzione ambiguità
In alcuni casi, di seguito descritti, è possibile che dall’esito della ricerca il sistema non riesca ad
abbinare al codice fiscale associato alla DID Inps ad un’anagrafica presente nel sistema.
Figura 68
I motivi di una tale visualizzazione delle informazioni sono riconducibili a due situazioni:
1) l’anagrafica non è presente in SILP;
2) l’anagrafica è presente in SILP ma è associabile a più soggetti;
Per visualizzare il dettaglio delle informazioni disponibili è necessario:
-
selezionare il record con un doppio clic;
63 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 69
-
attivare il tasto modifica
;
-
attivare il tasto risolvi ambiguità
;
Il sistema attiva la funzionalità ‘ricerca rapida lavoratori’ e consente all’utente di verificare,
attivando il pulsante modifica, l’esistenza di anagrafiche abbinabili al codice fiscale acquisito, in
abbinamento alla DID, dal nodo Inps.
Se l’esito della ricerca non produce alcun risultato, come mostrato in figura 70, è necessario inserire
manualmente l’anagrafica.
64 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 70
Se dall’esito della ricerca risultano più anagrafiche abbinabili (fig. 71) l’utente può associare il
codice fiscale all’anagrafica corrispondente, poiché già presente nel sistema.
Figura 71
65 Silp Accreditati
Giugno 2014
Per abbinare il codice fiscale ad una delle anagrafiche è necessario:
-
selezionare l’anagrafica valorizzando il campo evidenziato in figura 72 e attivare il pulsante
o in alternativa fare doppio clic sull’anagrafica selezionata;
Figura 72
-
attivare dalla toolbar il pulsante ‘Assegna i lavoratori selezionati’
;
Figura 73
A questo punto il sistema abbina i dati selezionati e torna a mostrare le informazioni aggiornate
nella sezione di dettaglio della funzionalità ‘Ricerca DID’.
66 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 74
Per rendere definitivo l’abbinamento è necessario procedere al salvataggio delle informazioni
tramite il pulsante attivo dalla toolbar: a fronte del salvataggio i tasti funzione presenti all’interno
della funzionalità risulteranno attivi, e l’operatore può procedere di conseguenza.
12. Adempimenti
L’operatore accreditato che rileva l’immediata disponibilità al lavoro del cittadino attraverso:
- la firma della DID, attivabile dal menù Stampe presente nell’area Lavoratori (cfr. par. 14);
- l’acquisizione della DID Inps, rilevabile dalla funzionalità ‘Ricerca DID’;
inoltra la richiesta di autorizzazione al rilascio del provvedimento di ingresso in stato di
disoccupazione, accedendo alla funzionalità ‘Richiesta provvedimenti’ dal menù Adempimenti
presente nell’area Lavoratori.
Figura 75
67 Silp Accreditati
Giugno 2014
Nota bene
un provvedimento è un atto amministrativo che crea/modifica lo stato di disoccupazione del soggetto a cui
è destinato.
Per stato di disoccupazione si intende la posizione di colui che risulta:
- privo di lavoro;
- immediatamente disponibile allo svolgimento di attività lavorativa.
La richiesta del provvedimento di ingresso in stato di disoccupazione deve essere effettuata nel caso
in cui il soggetto non risulti già disoccupato, inoccupato o disponibile ad altra occupazione.
Per verificare la situazione dello stato occupazionale del lavoratore l’operatore ha a disposizione
due strumenti:
1) Sunto del lavoratore, che in maniera sintetica fotografa la situazione del cittadino e
permette all’operatore di verificarne lo stato occupazionale a quel momento;
2) Riepilogo dei rapporti di lavoro, da cui è possibile consultare, in ordine cronologico
decrescente e nel dettaglio, tutte le informazioni sui rapporti di lavoro e i provvedimenti
associati all’anagrafica oggetto di selezione.
12.1 Il sunto del lavoratore
Le informazioni sullo stato occupazionale valide al momento della selezione dell’anagrafica nel
sistema e vengono proposte in forma sintetica nel sunto.
Le situazioni sintetizzate dal sunto sono riassumibili in tre principali casistiche che determinano le
linee operative da seguire nei passaggi successivi.
N.B.: Le casistiche descritte si riferiscono a situazioni in cui tutte le comunicazioni obbligatorie
(assunzioni/cessazioni/trasformazioni/proroghe) sono state ricevute correttamente dal sistema: negli altri
casi le richieste di provvedimento vengono scartate/rifiutate e la valutazione sul rilascio del provvedimento
è demandata al Centro per l’Impiego di competenza del soggetto.
CASO A – LAVORATORE in STATO OCCUPAZIONALE ALTRO
Se lo stato occupazionale del lavoratore assume valore Altro e tutti i rapporti di lavoro risultano
conclusi la richiesta al rilascio del provvedimento di ingresso in stato di disoccupazione viene
accettata ed è possibile rilasciare al lavoratore una stampa dell’attestazione dello stato di
disoccupazione.
68 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 76
CASO B – LAVORATORE
INOCCUPATO
IN
STATO
OCCUPAZIONALE
DISOCCUPATO
Se il lavoratore selezionato risulta Disoccupato/Inoccupato, non deve essere inserita una nuova
richiesta di provvedimento: in questi casi non è consentito l’inserimento di nuove richieste mentre
è possibile rilasciare al lavoratore una stampa della scheda anagrafico-professionale che ne attesti lo
stato. (par. 14).
Figura 77
CASO C – LAVORATORE OCCUPATO
Se il lavoratore dichiara la sua immediata disponibilità al lavoro ma lo stato occupazionale rilevato
dal sistema è OCCUPATO l’operatore ha la possibilità di inserire una richiesta di provvedimento di
ingresso in stato di disoccupazione.
All’inserimento della richiesta il sistema, sulla base delle esperienze professionali in esso registrate,
rivaluta lo stato occupazionale del lavoratore. In questi casi la richiesta può essere autorizzata o
meno.
*****
Se per il soggetto selezionato la richiesta di provvedimento non viene autorizzata deve essere
stampata e consegnata al lavoratore la ricevuta di mancata autorizzazione, con la quale dovrà recarsi
presso il Cpi di competenza (per la stampa della ricevuta vedasi paragrafo 15).
69 Silp Accreditati
Giugno 2014
Nella tabella di seguito riportata vengono riassunte le casistiche descritte, partendo dallo stato
occupazionale.
Azioni possibili
Stato
occupazionale
Inserimento richiesta
provvedimento ingresso in stato
di disoccupazione
Tipo di stampa attivabile
Rinvio del
lavoratore al CPI
Altro
Si, il sistema autorizza
l’inserimento del provvedimento
di ingresso in stato di
disoccupazione
Attestazione di
disoccupazione (D).
No
No, il sistema non permette
l’inserimento della richiesta, il
provvedimento esiste già.
Attestazione di
disoccupazione (D/I).
Si, il sistema autorizza
l’inserimento del provvedimento
di ingresso in stato di
disoccupazione.
Attestazione di
disoccupazione (D).
Si, ma la richiesta viene rifiutata
Scheda
anagrafico
professionale da cui rileva lo
stato occupazionale (O) e
ricevuta
di
mancata
autorizzazione all’inserimento
del provvedimento di ingresso
in stato di disoccupazione.
Disoccupato
Inoccupato
Occupato*
Occupato**
70 Silp Accreditati
La stampa si attiva dal menù
stampe, funzione
‘Dichiarazione di immediata
Disponibilità’ (pagina 2)
No
La stampa si attiva dal menù
stampe, funzione
‘Dichiarazione di immediata
Disponibilità’ (pagina 2)
No
La stampa si attiva dal menù
stampe, funzione
‘Dichiarazione di immediata
Disponibilità’ (pagina 2)
Si, il lavoratore,
con la ricevuta
di
mancata
autorizzazione,
viene invitato a
recarsi presso il
Cpi
di
competenza per
una verifica.
Giugno 2014
Occupato***
Si, ma la richiesta viene scartata
Scheda anagrafico
professionale da cui rileva lo
stato occupazionale (O) e
ricevuta di mancata
autorizzazione all’inserimento
del provvedimento di ingresso
in stato di disoccupazione.
Si, il lavoratore,
con la ricevuta
di mancata
autorizzazione,
viene invitato a
recarsi presso il
Cpi di
competenza per
una verifica.
In questo caso il
Cpi ha la
possibilità di
modificare lo
stato della
richiesta (da
Scartato ad
Approvato), a
seguito di
verifica della
situazione
occupazionale.
Tabella 6
*il soggetto ha dichiarato la sua immediata disponibilità al lavoro e i rapporti di lavoro risultano tutti
conclusi.
** il soggetto ha dichiarato la sua immediata disponibilità al lavoro ma i suoi rapporti di lavoro non
risultano estinti.
*** il soggetto ha dichiarato la sua immediata disponibilità al lavoro ma il sistema rileva la presenza di una
comunicazione obbligatoria scartata che impedisce all’utente il rilascio dell’autorizzazione.
12.2 Riepilogo dei rapporti di lavoro
La funzionalità Esperienze di lavoro si trova nel menù Adempimenti dell’area Lavoratori e mette a
disposizione, in ordine cronologico, le informazioni sui rapporti di lavoro, sui provvedimenti e sulle
iscrizioni alle liste speciali (mobilità, collocamento mirato, spettacolo) associati al lavoratore.
Esempio:
71 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 78
Dalla lettura delle informazioni (figura 55), dal basso verso l’alto, è possibile ricostruire la
cronologia degli adempimenti associati al lavoratore durante il suo percorso professionale fino a
quel momento e verificare la presenza di provvedimenti in essere: nel caso descritto dall’immagine
si rileva che in data 04/05/2012 è stato rilasciato dal Centro per l’Impiego un provvedimento di
ingresso in stato di disoccupazione con mantenimento dell’anzianità dal 28/10/2010.
Le variazioni sul singolo rapporto di lavoro che seguono l’avviamento (trasformazione, cessazione),
non seguono l’ordine cronologico e vengono riportate sotto ciascun avviamento e sono riconoscibili
dall’allineamento traslato verso destra, come evidenziato nell’immagine.
12.3 La richiesta di autorizzazione all’inserimento del provvedimento di
ingresso in stato di disoccupazione
La richiesta di autorizzazione all’emissione di un provvedimento d’ingresso in stato di
disoccupazione si attiva dal menù ‘Richieste di provvedimento’:
Figura 79
72 Silp Accreditati
Giugno 2014
La finestra mostra nella scheda ‘Elenco’ i provvedimenti esistenti per il soggetto selezionato, o
nessun dato in assenza di richieste di provvedimento (come nel caso proposto dalla figura 79).
Se il provvedimento non è presente e il lavoratore dichiara la sua disponibilità immediata al lavoro,
l’operatore seleziona il pulsante
e prosegue compilando tutti i campi richiesti dalla scheda
‘Dettaglio’ (fig. 80); il sistema mostra nell’area messaggi, la presenza di una o più DID valide,
provenienti dal Nodo Inps.
Attenzione: in presenza di più DID valide, ai fini della generazione della richiesta di
provvedimento di ingresso in stato di disoccupazione, il sistema avvisa l’operatore (cfr. Fig 80). In
questi casi si suggerisce di sospendere la registrazione e procedere alla generazione del
provvedimento, previa definizione della DID valida, utilizzando la funzionalità descritta al
paragrafo 11.2 ‘Ricerca DID’ .
Figura 80
Data provvedimento: assume la data d’inserimento della richiesta;
Tipo provvedimento: assume il default ‘Ingresso in stato di disoccupazione’
Motivo provvedimento: assume il default ‘Nuova Presentazione’.
73 Silp Accreditati
Giugno 2014
Classe 181: valori possibili ‘disoccupato’ o ‘inoccupato’. A differenza del disoccupato,
l’inoccupato non ha mai lavorato.
Stato occupazionale: viene valorizzato dal sistema dopo il salvataggio. Se la richiesta viene
autorizzata assume valore D di Disoccupato o I di Inoccupato, a seconda della casistica;
Note: campo a disposizione per l’inserimento di note;
Terminato l’inserimento dei dati è necessario procedere al salvataggio della richiesta (
) e:
- se presente una DID Inps, il sistema, su conferma dell’operatore autorizza al rilascio del
provvedimento di ingresso in stato di disoccupazione, decorrente dalla data della DID Inps;
- in assenza della DID Inps, crea il provvedimento, in base alla coerenza dei dati presenti nel
sistema, decorrente dalla data di inserimento.
A fronte del salvataggio la finestra di dialogo torna a mostrare la scheda elenco (fig. 58), che
presenta all’operatore l’esito della richiesta:
-
se il sistema non trova incongruenze, l’autorizzazione all’emissione del provvedimento
viene rilasciata e lo stato occupazionale visibile nel Sunto si aggiorna (passando da Altro a
Disoccupato), mostrando i mesi di anzianità per le DID provenienti dal nodo Inps;
-
se il sistema rileva incongruenze la richiesta viene rifiutata o scartata, e l’utente invita il
lavoratore a recarsi presso il Cpi di competenza per verificare la sua situazione.
Figura 81
Per la verifica sullo stato di emissione del provvedimento è sufficiente verificare il valore assunto
dalla colonna ‘Stato’ dalla scheda Elenco presente all’interno della funzionalità in parola.
74 Silp Accreditati
Giugno 2014
L’autorizzazione all’inserimento della richiesta viene rifiutata o scartata quando le informazioni
presenti nel sistema risultano incongruenti.
Se la richiesta viene rifiutata o scartata, l’utente rilascia al lavoratore la stampa della ricevuta che
ne attesta la mancata autorizzazione: per attivare la stampa è necessario attivare il pulsante ; per
stampare la ricevuta è necessario posizionare il cursore sulla riga corrispondente nella parte
inferiore della maschera ed elaborare la stampa della ricevuta.
Se la richiesta è andata a buon fine l’addetto rilascia l’attestazione dello stato di disoccupazione.
dell’attestazione dello stato di disoccupazione.
Attivando il pulsante Esporta attivo dalla finestra di dialogo si attiva lo scarico delle richieste in
formato Excel.
13. Il patto di servizio
Il Patto di Servizio:
-
riassume e definisce le azioni e i reciproci impegni reciproci tra l’ente accreditato e il
lavoratore che ha sottoscritto la Dichiarazione di Immediata disponibilità;
-
deve essere rilasciato al lavoratore al termine della fase di accoglienza;
La firma del Patto di Servizio sancisce per l’ente accreditato l’impegno a seguire e sostenere il
soggetto nel suo percorso di inserimento nel mondo del lavoro, e per il lavoratore a partecipare alle
azioni proposte dall’ente accreditato.
La mancata firma del patto di servizio da parte del lavoratore deve essere registrata nel sistema,
come indicato ai paragrafi successivi.
13.1 Stampa del ‘Patto di servizio’
La stampa del Patto di servizio, si attiva dal menù Accoglienza, previa attivazione della
funzionalità ‘Patto di servizio’.
Una volta stampato, il Patto di servizio deve essere integrato in calce con le informazioni mancanti
e consegnato al lavoratore, mentre una copia deve essere conservata agli atti dall’ente accreditato e
registrata in SILP.
13.2 Registrazione della sottoscrizione del ‘Patto di servizio’
Per la registrazione del Patto di servizio deve essere attivata la funzionalità ‘Patto di Servizio’
all’interno del menù Accoglienza presente nell’area Lavoratori.
Selezionato con doppio clic il ramo di menù ‘Patto di servizio’ si attiva la finestra di dialogo per l’
inserimento:
75 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 82
All’apertura il sistema propone la scheda Elenco, dove vengono memorizzati e visualizzati, se
presenti, tutti i patti di servizio inseriti per il lavoratore selezionato.
Per procedere con la registrazione della sottoscrizione del patto è necessario:
-
selezionare il tasto nuovo
-
inserire i parametri richiesti dal sistema, ovvero
;
o Data proposta che generalmente corrisponde alla data in cui il patto di servizio viene
sottoposto al lavoratore;
o In carico a, da cui si seleziona l’ente accreditato che provvede all’inserimento;
o Patto firmato, da valorizzare se il lavoratore ha sottoscritto il patto. Attenzione: se il
lavoratore rifiuta la sottoscrizione del patto la registrazione deve essere eseguita
ugualmente, senza valorizzazione del campo;
o Data firma, ovvero la data in cui il lavoratore ha sottoscritto realmente il patto. Se il
patto non è stato firmato, non deve essere compilato.
-
provvedere al salvataggio delle informazioni
Figura 83
Si ricorda che le informazioni evidenziate in rosso sono campi obbligatori.
76 Silp Accreditati
Giugno 2014
Al salvataggio la finestra di dialogo si sposta automaticamente nella scheda Elenco, da cui risulta
registrato l’inserimento e da cui è possibile, selezionando il tasto funzione
del Patto di Servizio.
, elaborare la stampa
Figura 84
77 Silp Accreditati
Giugno 2014
14. Il piano di lavoro
Il menù Piano di Lavoro, consente all’operatore di accedere a funzionalità di ricerca che forniscono
una visione complessiva e non mirata sul singolo lavoratore, dei contatti/prenotazioni, degli
adempimenti e dei progetti presenti nel sistema: per tale ragione in quest’area dell’applicazione non
è necessario selezionare preventivamente un’anagrafica.
Il menù Piano di Lavoro permette all’operatore di:
• accedere alle funzionalità di ricerca (su contatti/prenotazioni, progetti e adempimenti);
• estrarre i risultati della ricerca in formato Excel;
• accedere rapidamente alle informazioni su contatti/prenotazioni, progetti e adempimenti;
Nei paragrafi successivi vengono illustrate le seguenti funzionalità accessibili all’operatore
dall’Area piano di lavoro:
-
Contatti/Prenotazioni;
Richiesta di provvedimento;
SAP ricevute/inviate;
Adesioni YG-GGP ricevute/inviate;
Progetti.
14.1 Contatti/Prenotazioni
Attraverso il menù Contatti si attiva con doppio clic la funzionalità Contatti/Prenotazioni, con vista
sulla scheda Elenco, che mostra tutti i contatti inseriti in base ai criteri di ricerca impostati
dall’operatore.
78 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 85
I criteri che l’utente può impostare prima di avviare la ricerca sono:
Progetto: permette di ricercare per tipologia di progetto / registro interventi;
Tipo soggetto: indicare sempre la tipologia “Lavoratori”;
Soggetto: permette di indicare per quale soggetto, cioè per quale specifico lavoratore;
Cognome e Nome: permette di ricercare gli incontri che devono essere erogati da un determinato
operatore;
Periodo dal/al: permette di estrarre gli incontri in un intervallo temporale definito;
Esito incontro: è possibile estrarre solo gli incontri in un determinato stato (da erogare, erogato,
etc.);
Tipo contatto: permette di filtrare gli incontri in base alla modalità con cui è avvenuta la
comunicazione (es. SMS, Telefonata, etc.);
79 Silp Accreditati
Giugno 2014
Ente: per impostare una ricerca mirata sugli incontri di una determinata società / CpI.
L’esito della ricerca può essere filtrato tramite la funzione ‘Filtro’, che si attiva inserendo una o più
lettere e agisce su tutti i dati presenti dall’elenco dei risultati e può essere esportato in format Excel
tramite il tasto funzione.
14.2 Adempimenti – Richiesta di provvedimento
Attraverso il menù Adempimenti si attiva con doppio clic la funzionalità Richiesta di
provvedimento, con vista sulla scheda Elenco, che mostra le richieste di provvedimento inserite
dall’ente accreditato che sta operando nel sistema.
Figura 86
I criteri che l’utente può impostare prima di avviare la ricerca sono:
Data inserimento dal/al: permette di estrarre le richieste di provvedimento inoltrate in un intervallo
temporale definito;
Stato 10: può assumere i valori AUTORIZZATA (se la richiesta di autorizzazione all’inserimento
del provvedimento è stata accettata), RIFIUTATA (se la richiesta è stata rigettata) e SCARTATA
(se la richiesta non è andata a buon fine). Se invece si vogliono estrarre tutti gli stati non deve essere
impostato alcun valore.
Si riferisce allo stato della richiesta di autorizzazione al rilascio del provvedimento di ingresso in stato di
disoccupazione.
10
80 Silp Accreditati
Giugno 2014
Codice fiscale lavoratore: se si desidera impostare una ricerca mirata su un singolo lavoratore;
CPI: per impostare una ricerca mirata sulle richieste di provvedimento inoltrate ad un Centro per
l’Impiego definito è possibile selezionare il CpI dal menù a tendina.
Ente accreditato: è possibile impostare il codice dell’ente accreditato o ricercarne uno impostando
la descrizione o parte di essa e attivando il tasto di ricerca si apre una finestra che propone all’utente
la lista dei centri per l’impiego selezionabili tramite il menù a tendina.
I criteri da impostare non sono vincolanti, pertanto se l’utente non inserisce alcun criterio la ricerca
produce l’estrazione di tutti i cittadini per i quali è stato richiesta l’autorizzazione all’emissione del
provvedimento da parte dell’operatore accreditato.
Una volta avviata la ricerca il sistema estrae, rendendoli visibili nell’area ‘Richiesta provvedimenti’
i risultati.
L’esito della ricerca può essere filtrato tramite la funzione ‘Filtro’ evidenziata nell’immagine, che si
attiva inserendo una o più lettere e agisce su tutti i dati presenti dall’elenco dei risultati.
14.3 Adempimenti – Ricerca DID
La funzionalità mostra, in base ai criteri selezionati, le DID provenienti dal nodo Inps,
indipendentemente dal lavoratore selezionato.
La finestra di dialogo attivabile dal menù Piano di lavoro/Adempimenti, è la medesima descritta al
paragrafo 11.2 ‘Ricerca DID’.
81 Silp Accreditati
Giugno 2014
Figura 87
La funzionalità consente di ricercare un singolo lavoratore, o un insieme di lavoratori, a differenza
della funzionalità presente nell’area Lavoratori, che mostra solo i dati riferiti al lavoratore
selezionato.
L’esito della ricerca può essere esportato in formato Excel o filtrato dall’operatore.
Dall’esito della ricerca è possibile richiamare la singola anagrafica, attraverso i seguenti passaggi:
-
selezionare il singolo record, attivando la scheda di dettaglio;
-
attivare il pulsante ‘Seleziona il lavoratore nel sunto’
attivo sulla toolbar.
14.4 SAP ricevute/inviate – Interscambio
La funzionalità, accessibile dal menù Piano di Lavoro all’interno del menù Scheda professionale
che dall’Area Piano di lavoro del menù Interscambio, mostra, in base ai criteri impostati
dall’operatore:
- le SAP provenienti dal MLPS e/o dal portale GGP;
- le SAP che, per effetto di una qualsiasi modifica di un dato afferente la SAP eseguito
dall’operatore, devono essere inviate al MLPS o al portale GGP.
82 Silp Accreditati
Giugno 2014
La funzionalità, attivabile dal menù Piano di lavoro/Interscambio, è la medesima descritta al
paragrafo 10.6.1, a cui si rimanda per i dettagli sul funzionamento.
14.5 Adesioni YG-GGP ricevute/inviate – Interscambio
La funzionalità mostra, in base ai criteri impostati, le adesioni ai programmi GGP e YG.
I criteri di ricerca e le logiche di funzionamento sono i medesimi già descritti al paragrafo 10.7
“Adesioni YG-GGP ricevute/inviate”.
14.6 Progetti
Dal menù Progetti è possibile ricavare, tramite l’impostazione di criteri di ricerca, una visione
generale sulla partecipazione dei lavoratori a progetti di politica attiva e in generale sullo stato dei
progetti.
La finestra di dialogo con vista sulla scheda Elenco si attiva selezionando la funzionalità Progetti e
permette all’operatore di effettuare ricerche sui progetti, impostando i parametri di ricerca presenti
nelle varie sezioni:
-
Dati lavoratore, se si vogliono estrarre i dati relativi ai progetti per singolo lavoratore;
-
Dati progetto, se la ricerca mira a conoscere i partecipanti coinvolti in un dato progetto da
selezionarsi tramite il menù a tendina;
Dopo aver impostato i criteri di ricerca è sufficiente selezionare il tasto funzione
della ricerca viene visualizzato nella parte inferiore della finestra di dialogo.
83 Silp Accreditati
e il risultato
Giugno 2014
Figura 88
Per attivare una ricerca senza l’impostazione di un criterio specifico è sufficiente posizionare il
cursore su un tasto qualsiasi e selezionare il tasto funzione F2 dalla tastiera: il limite massimo di
estrazione dati è di 256 risultati, pertanto si consiglia l’impostazione di uno o più parametri prima di
avviare la ricerca tramite il tasto
Per attivare il tasto funzione
.
è necessario impostare almeno due caratteri.
Selezionando un singolo record con un doppio clic si attiva la funzionalità progetti con riferimento
al lavoratore selezionato: solo l’operatore che ha le autorizzazioni per agire sul progetto ha le
autorizzazioni necessarie per modificarne le impostazioni.
L’esito della ricerca può essere filtrato tramite la funzione ‘Filtro’ evidenziata nell’immagine, che si
attiva inserendo una o più lettere e agisce su tutti i dati presenti dall’elenco dei risultati.
L’esito della ricerca può essere esportato in formato Excel tramite il tasto funzione
84 Silp Accreditati
.
Giugno 2014
15. Stampe
Tipo stampa
Dove si attiva
Patto di servizio
Lavoratori
servizio
Come si attiva
 Accoglienza
 Patto di
A registrazione effettuata, attivando il
tasto funzione
Dichiarazione di
immediata
disponibilità
Lavoratori  Stampe  Dichiarazione
di immediata disponibilità (pagina 1)
Accedendo al ramo di menù
Curriculum vitae
Lavoratori
vitae
Attivando il tasto conferma dalla
finestra di dialogo, che permette di
includere/escludere
in fase di
elaborazione della stampa:
 Stampe
 Curriculum
-
le sezioni che non contengono
dati;
-
le preferenze del lavoratore: le
informazioni sulle preferenze
vengono inserite solo dai CPI;
n.b.: la stampa viene generata
attingendo
alle
informazioni
memorizzate in SILP per le quali è
stato attivato il campo CV.
Lavoratori
 Adempimenti  Richieste
di provvedimento
Selezionando la riga dall’area ’Richieste
provvedimenti’ e attivando il pulsante
Scheda anagrafico
Professionale
Lavoratori  Stampe
anagrafico professionale
Accedendo al ramo di menù
Attestazione di
disoccupazione
Lavoratori  Stampe  Dichiarazione
di immediata disponibilità (pagina 2)
Ricevuta
(richieste
scartate/rifiutate
 Scheda
Accedendo al ramo di menù
Tabella 7
85 Silp Accreditati
Giugno 2014
16. Funzionalità principali di Silp
Tasto
Descrizione funzione
funzione
Attiva la funzionalità di ricerca
Ricerca anagrafica per similitudine
Scelta rapida
F2
Alt+F2
Attiva la funzionalità di ricerca dati (es. Comune di residenza)
--
Attiva la funzionalità di modifica dei dati
F4
Seleziona il lavoratore nel sunto
Alt+F4
Risolvi ambiguità
Report
F1
Pulisci criteri di ricerca
F1
Invia SAP
Maiusc+F3
Richiedi SAP
Maiusc+F4
Attiva la funzionalità di registrazione del documento di identità
--
Nuova azione
F3
Attiva il salvataggio dati
F5
Stampa
F10
Ricerca in banca dati AOF
--
Indica la presenza di un menù a tendina
--
86 Silp Accreditati
Giugno 2014
Elimina
F7
Aiuto
F11
Esci
F12
Tabella 8
87 Silp Accreditati
Giugno 2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 610 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content