close

Enter

Log in using OpenID

Arc € FM - Ambito Territoriale di Caccia - Firmano

embedDownload
..-7!t.
Arc €
FM
BANDO PER I MIGLIORAMENTI AMBIENTALI
ANNO 2014
ISTITUTI DI PROTEZIONE INTERESSATI DAL PRESENTE BANDO:
I)
ZRC CASTELLETTA - FERMO;
2) ZRC SAN G\OVANNI - MONTE URANO / S.ELPID|O A MARE;
3) ZRC
SVARCHT - ALTIDONA;
4) ZRC CAMERA - FERMO/LAPEDONA;
5)
CPUR CAPRIANO - MONTE GIBERTO;
6) ZRC MONTE STCURO - PETRITOLI/MONTERUBBTANO;
7) ZRC INDACO - ORTEZZNO/MONTE RINALDO;
S) CPUR S.MARIA - M.S.PIETRANGELI-RAPAGNANO;
9) ZRC VARANO - FALERONE;
t?)zRc RENGONE - MONTELPARO/S.WTTORIA tN M.;
II)ZRC FONTEROSA - MONTEGIORGTO;
t2)zRc MADONNA Dl LORETO - SERVIGLIANO / BELMONTE PICENO/MONTELEONE Dl
FERMO;
I3)AREE DI RISPETTO;
I 4) TERRT TORI
A CACCIA PROGF?AMMATA Dl PARTICOLARE VOCAZTONE
FA UNIS
TICA;
e la Regione Marche (Decreto Dirigenziale P.F'
Attività lttiche e Faunistico Venatorie n.292 del 11.10.201q incentivano gli agricoltori alla
creazione e ripristino di aree finalizzate alla sosta, rifugio ed alimentazione della fauna
selvatica, tramite I'erogazione di contributi, per un importo complessivo di e.17.300,00
L'Ambito Tenitoriale di Caccia FM
(d
iciassettemilatrecento/o0).
Per lo sviluppo di tali obiettivi I'ATC FM propone un bando che disciplina qli interventi
all'interno delle ZZ.RR.CC.. C.PU.R. ed AREE Dl RISPETTO sopraindicate oltre che nei
territori a caccia proqrammata di particolare vocazione faunistica e/o nei fondi dove si sono
verificati danni alle colture aqricole per più anni consecutivi.
DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE
ART.1 Principi generali
Ai sensi
dell'art.19 della L.R.7/95, spetta
l'organizzazione delle attività
al
Comitato
di
Gestione
la
promozione e
di ricognizione delle risorse ambientali e della
consistenza
faunistica, la programmazione degli interventi per il miglioramento dell'habitat e I'attribuzione
degli incentivi economici ai conduttori dei fondi rustici per
a)
b)
:
la ricostruzione di una presenza faunistica ottimale per il territorio;
le coltivazioni per l'alimentazione naturale della fauna selvatica e degli uccelli, nelle zone
di zone di ripopolamento e cattura di cui all'art.9 (..omissis..);
c)
il ripristino di zone umide e fossati;
d)
e)
la differenziazione delle colture;
la coltivazione di siepi, cespugli ed alberi adatti alla riproduzione della fauna selvatica;
f)
la tutela diretta dei nidi e dei nidiacei;
g) la collaborazione operativa ai fini del tabellamento, della difesa preventiva delle
coltivazioni passibili di danneggiamento, della pasturazione invernale degli animali in
difficoltà, della manutenzione degli apprestamenti per I'ambientamento della fauna
selvatica.
ART.2 Modalità attuative deqli interventi
l.Finalità
ll presente bando ha come obiettivo generale la valorizzazione ambientale di tenitori inclusi
all'interno degli lstituti protetti e territorio a caccia programmata di pertinenza dell'ATC FM, al
fine di un ausoicabile incremento faunistico.
2. Competenza
I contributi in conto capitale per le opere di miglioramento ambientale a fini faunistici vengono
erogati nei limiti delle disponibilità finanziarie assegnate dal Comitato di Gestione per
l'annualità in corso, attingendo dalle disponibilità del finanziamento deliberato dalla Regione
Marche con Decreto n.292113, per l'assegnazione delle somme agli AA.TT.CC. marchigiani
per la concessione di contributi a favore di proprietari o conduttori di terreni agricoli.
ART.3 Soggefti beneficiari dei contributi
I contributi sono concessi a favore di proprietari e/o conduttori di terreni agricoli situati nel
territorio di pertinenza dell'ATC FM.
I soggetti interessati dovranno presentare al Comitato di Gestione apposita domanda
di
accesso ai contributi di cui al presente programma, con modalità stabilite e rese note dallo
stesso Comitato direttivo, secondo i criteri previsti nella determinazione sopra richiamata, con
la massima trasparenza e sulla base delle indicazioni contenute nel presente prowedimento.
Ai fini della dimostrazione del possesso sono ritenuti validi i documenti catastali di proprietà
aggiornati (validità di
6 mesi) e/o il
regolare contratto
di affitto debitamente registrato. ll
richiedente, al momento della sottoscrizione dell'impegno, sarà ritenuto responsabile in solido
nei confronti di eventuali comproprietari e considerato conseguentemente unico beneficiario
del contributo.
ART.4 Tipoloqie di intervento
1) SEMINA Dl
COLTURE
A
PERDERE:
con le seguenti percentuali: sorgo
bianco
"zuccherino" 30% - mais 60% - girasole 1OVo, al fine di aumentare la diversità ambientale.
Dovranno essere adottate tecniche colturali tali da garantire la produttività delle coltivazioni..
Le superfici seminate possono anche essere di ridotte dimensioni e comunque , la superficie
aziendale destinata a colture a perdere non può essere superiore a 0,50 ha. lmpegno fino al
15 marzo dell'anno successivo. IMPORTO CONTRIBUTO: € 1 .000.00 /Ha;
2)
IMPIANTO
O
MANTENIMENTO
DI FILARI DI SIEPE, ZONE
DECESPUGLIATE E
PICCOLI BOSCHETTI: Tipo di intervento: impianto di arbusti sempreverdi (agrifogli, bosso,
a foglia caduca (acero campestre, bianco spino,
prugnolo, nocciolo, corniolo, ginestra, finestrella, sambuco). Le siepi dovranno essere
agazzino, ligustro) alternati ad arbusti
prowiste di scoline laterali. Lo sviluppo lineare delle essenze non può essere inferiore ai 10
m. e la superficie aziendale destinata a tale scopo non può essere inferiore 0.05.00 Ha. Per il
solo mantenimento di strutture vegetali già esistenti il contributo è pari alla metà di quello
previsto nel caso di impianto ex novo. lmpegno quinquennale.
IMPORTO DEL CONTRIBUTO €.20.00/ml:
3) INCREMENTO E CONSERVAZIONE Dl SUPERFICI AD INCOLTO: Tipo di intervento:
annualmente e per fasce alterne va eseguito lo sfalcio e la rimozione superficiale del terreno.
Le superfici destinate ad incolto possono avere anche ridotte dimensioni e, comunque
la
superficie aziendale all'uopo destinata non può essere inferiore a 0,5 Ha. lmpegno fino al 15
marzo dell'anno successivo - CONTRIBUTO € 400.00/Ha:
4) POST|C|PAZTONE DELLO SFALCTO DELLA VEGETMTONE SPONTANEA DELLE TARE
AZIENDALI (bordi di strade, fossi, canali ecc.) - CONTRIBUTO €.100,00 /Ha;
5)
POST|CtPMtONE DELL'ARATURA O ALL',TNTERRAMENTO pELLE STOpptE:
Posticipazione a dopo la metà di ottobre di ogni anno dell'aratura o dell'interramento delle
stoppie (grano e/o girasole e/o orzo) - IMPORTO DEL CONTRIBUTO €.200.00/ Ha
Superfici interessate: da 1a6Ha.
6) ASTENSIONE DALL'USO Dl FITOFARMACI nelle fasce perimetrali degli appezzamenti
coltivati, per una larghezza di 8-10 m., e nelle tare aziendali - CONTRIBUTO € 100.00 /Ha:
ART.S Criteri di priorità
Se le richieste di interventi dovessero superare il budget previsto si ritiene opportuno stilare
una graduatoria secondo il protocollo di ricezione dell'Ufficio Segreteria.
L'ATC FM darà comunque precedenza alle richieste
i
cui fondi ricadono neqli lstituti di
Protezione che hanno fornito il maogior catturato di selvaoqina neoli ultimi due anni. come da
qraduatoria riportata in frontespizio.
Le domande prescelte tramite la selezione sopraindicata, saranno sottoposte a controllo
preventivo da parte di tecnici preposti dall'ATC FM.
ll sopralluogo avrà lo scopo di verificare che i moduli ammissibili di contributo abbiano
un'ubicazione tale che:
a) non siano situati all'interno di centri abitati, borgate o gruppi di case;
b) sia rispettata una distanza superiore a mt.50 da case, anche singole, abitate;
c) sia rispettata una distanza superiore a mt.50 da cortili ed aie;
d) sia rispettata una distanza superiore a mt.50 da strade e medio-alto
veicolare;
e)
sia rispettata una distanza superiore a mt.50 da fenovie;
In caso contrario la domanda in questione verrà categoricamente respinta.
scorrimento
ART.6 Presentazione delle domande
Le domande dovranno pervenire all'Ufficio dell'Ambito Tenitoriale Caccia FM - Via De
Dominicis nr.9 - 63900 FERMO, utilizzando esclusivamente la modulistica alleqata al
presente regolamento, compilata in ogni sua parte e completa di tutti gli allegati richiesti.
Qualora la domanda risulti incompleta dei dati e degli allegati richiesti, non si darà luogo
all'istruttoria e la domanda stessa si intende tacitamente respinta.
L'apertura del bando awerrà perentoriamente dal:
01 APRILE 2014 al30 APRILE 2014.
La domanda dovrà essere corredata da:
a)
Planimetria attuale del fondo con indicazione della localizzazione dell'intervento in tinta;
b) Visura catastale attuale delle supefici interessate attestanti il titolo di possesso e
la
relativa quota di proprietà del richiedente;
c)
Autodichiarazione ai sensi degli artt.46 e 47 del DPR 445 del 28J2.2000 quale unico
beneficiario e responsabile dell'attuazione della misura richiesta;
d)
Fotocopia sottoscritta in calce di valido documento di riconoscimento.
Le domande dovranno essere spedite tramite raccomandata a/r, Posta Elettronica Certificata
[email protected] o recapitate direttamente al seguente indirizzo'.
ATC FM "Fírmano Sibillini"
Wa De Dominicis,
I
- 63900 FERMO
Tel. 0 7346050 75 Fax. 0 734608 I 26
PEc,,[email protected]
ART.7 lstruttoria e modalità di paqamento
Le domande relative agli interventi di cui all'art.4 verranno dichiarate ammissibili da parte del
Comitato di Gestione dell'ATC FM, in base all'interesse delle stesse per il conseguimento
degli obiettivi di gestione fissati dalI'ATC stesso.
L'ATC si riserva comunque il diritto di valutare la valenza faunistica del tipo di intervento
richiesto dal proprietario e/o conduttore del fondo, escludendo le domande obiettivamente
inidonee al miglioramento dell'habitat e l'incremento della fauna selvatica.
lcontrolli relativi alla corretta esecuzione degli interventi ammessi a contributo ed al rispetto
degli impegni assunti, saranno effettuati da parte di tecnici ATC, anche a campione.
L'Ambito Territoriale di Caccia FM entro 30 gg. consecutivi dalla scadenza del bando accerta
che siano state rispettate le condizioni di ammissibilità degli interventi di cui al presente
bando ed entro 40 gg. consecutivi stabilisce l'ammissibilità owero la non ammissibilità della
richiesta di contributo, dandone comunicazione ai richiedenti.
lcontributi verranno erogati in regime de minimis ai sensi del Reg CE 1535/07 (de minimis
cosi come istituito con Regolamento (CE) n. 1535/2007 della Commissione del 20
dicembre 2007 relativo alla applicazione degli articoli 87 e B8 del traftato CE agli aiuti de
minimis nel settore della produzione dei prodotti agricoli pubblicato sulla gazzefta Ufficiale
dett'ltnione Europea L 337 del 21 dicembre 2007 (pagine 35-41)), precisando che il
Regolamento si applica fino al 31 dicembre 2013 e che al termine del periodo di validità di
detto regolamento gli aiuti de minimis, che soddisfano irequisiti da esso prescritti , possono
continuare ad essere attuati alle condizioni previste dallo stesso per un ulteriore periodo di
sei mesi, quindi fino al 30.06.2014. Successivamente a questa data seguirà adeguamento
alla emananda nuova disciplina sugli aiuti di Stato.
Sono aiuti "de minimis" le sowenzioni pubbliche concesse ad una medesima impresa
che non superino i 7.500,00 €. nell'arco di tre esercizi finanziari.
ll richiedente dovrà rilasciare apposita autodichiarazione come da modello allegato
(Allegato A) per I'accertamento del superamento del limite previsto dal richiamato
Reg.CE 103512007.
La Commissione Europea, con il proprio Regolamento CE n. 1535/2007 ha stabilito che:
- l'importo massimo di aiuti pubblici che possono essere concessi ad una medesima impresa
in un triennio, senza la preventiva notifica ed aulorizzazione da parte della Commissione
Europea e senza che ciò possa pregiudicare le condizioni di concorrenza tra le imprese è
pari a € 7.500,00; stante I'esiguità dell'intervento, la Commissione ritiene, infatti, che questi
aiuti non corrispondano a tutti icriteri di cui all'articolo 87, paragrafo 1 del trattato e non siano
pertanto soggetti alla procedura di notifica di cui all'articolo 88, paragrafo 3 del trattato;
- gli aiuti de minimis non sono cumulabili con altri aiuti (sia regionali che statali) relativamente
agli stessi costi ammissibili se un tale cumulo dà luogo ad un'intensità d'aiuto superiore a
quella fissata, per le specifiche circostanze di ogni caso, in un regolamento di esenzione o in
una decisione della Commissione;
- ai fini della determinazione dell'importo massimo complessivo degli aiuti de minimis di €
7.500,00 per triennio, devono essere prese in considerazione tutte le categorie di Aiuti
Pubblici, concessi da autorità nazionali, regionali o locali, indipendentemente dalla forma di
aiuto o dall'obiettivo perseguito;
- gli anni da prendere in considerazione sono gli esercizi finanziari utilizzali per scopi fiscali
nello Stato membro e pertanto l'importo massimo complessivo del triennio deve essere
valutato su una base mobile nel senso che, in caso di nuova concessione di un aiuto de
minimis, occorre ricalcolare l'importo complessivo degli aiuti
de
minimis concessi
nell'esercizio considerato e nei due esercizi fiscali precedenti;
- ai fini del calcolo del massimale dell'aiuto
concesso, I'aiuto de minimis deve essere
considerato concesso nel momento in cui all'impresa
è
riconosciuto il diritto di percepire
l'aiuto in virtù della normativa in questione;
Che in caso di superamento della soglia di € 7.500,00, l'aiuto non può beneficiare
dell'esenzione prevista dal regolamento, neppure per una parte che non superi detto
massimale;
Tale periodo viene considerato in modo retroaftivo dalla data dell'ultima
eventuale
concessione di un aiuto in regime "de minimis". Vanno quindi dichiarate le concessioni e le
erogazioni percepite negli esercizi finanziari 2011 e 2012. I richiedenti ai quali nei tre anni
precedenti, ai sensi di altre normative, fosse già stato assegnato un contributo pubblico in
regime
di "de minimis" senza aver ancora raggiunto il tetto massimo dei 7.500'00 €.'
potranno presentare nuova istanza di finanziamento per il valore residuale, perché la stessa,
naturalmente, non riguardi spese già rendicontate.
L'eroqazione del contributo awerrà in unica soluzione entro 90 oiorni dalla scadenza dei
termini e modalità di impeqno. previo accertamento da parte di tecnici incaricati dall'ATC e
redazione del relativo verbale di collaudo finale.
ART.8 Esclusioni
mancato rispetto degli obblighi derivanti dall'adesione al programma comporterà
I'esclusione dal contributo. Qualora icontrolli in fase istruttoria evidenzino una differenza
ll
superiore
al
1O"/o
tra la superficie per la quale è stato richiesto il finanziamento e quella
effettivamente accertata, non verrà concesso alcun contributo e la domanda sarà considerata
decaduta. ll beneficiario, inoltre, decadrà totalmente dal contributo nei seguenti casi:
a)
ove si accerti la mancanza dei requisiti dell'area compresa nel progetto;
b) qualora non mantenga l'intervento per il periodo previsto dal presente programma.
I beneficiari del presente bando non possono in nessun caso effettuare richieste di
risarcimento danni sui fondi interessati dal contributo.
La decadenza totale
o
parziale comporta l'obbligo a carico del beneficiario di restituire gli
importi eventualmente già percepiti in relazione alle superfici decadute.
In tutti icasi le somme indebitamente percepite dovranno essere recuperate maggiorate degli
interessi calcolati al tasso ufficiale di sconto in vigore nel periodo intercorrente tra la data di
erogazione e la data di recupero.
Si richiamano comunque le norme di legge applicabili, in particolare nel caso di dichiarazioni
non veritiere.
Fermo. li 31.03.2014
ATC
FM
IL PRESIDENTE
Tonino Pasquali
A1'(: l'Ì\l
l{odello di domanda
Domanda di concessione di contributi a favore Ot p.op.i.tu.i
o.ot
RACCOMANDATA A/R - PEC - o A MANI
TIMBRO PROTOCOLLO
Spett.le
Ambito Territoriale di Caccia FM
Via De Dominicis, 9
63900 FERMO
Oggetto: Bando per la concessione di incentivi economici a proprietari o conduttori di terreni agricoli ai
fini di incremento faunistico in ZZ.RR.CC, C.P.U.R. AREE DI RISPETTO e territori a caccia
programmata. ANNO 2014.
la casella
Misura
E
Posticipazione dell'aratura o dell'interramento delle
stoppie a dopo la metà di ottobre
E
Colture a perdere con miscugli vari
0
Posticipazione
dello sfalcio della
vegetazione
O Impianto di siepi naturali e filari,
zone
decespugliate e piccoli boschetti
E
Incremento e conservazione di superhci a incolto
0
Astensione dall'uso di fitofarmaci
spontanea
Il
sottoscritto
"'
nato a
il . ................. e residente in ...............
Località
telefono
vla
1n
P.Iva
del fondo ubicato nel
appartenente secondo
qualità
di
Comune di
il Piano Faunistico Provinciale vigente alla:
ZaudiRiropohnmeCúua/oCJ.U.R/AREARirycrbo
sifuata./o nel territorio di competenza
dell'ATC FM
COM{JNE di
lcancellare le voci che non interessano)
CHIEDE
di poter usufruire del contributo secondo la misura prescelta, come da modalità previste nel bando per i
mislioramenti ambientali - Anno 2014 sulla superficie di seguito indicata:
ISTITUTO E LOCALITA'
PARTITA CATASTALE
FOGLIODIMAPPA
PARTICELLE INTERESSATE
COLTIJRE SEMINATE
ALTRI INTERVENTI
DICHIARA
A) di ESSERE / NON ESSERE coltivatore diretto;
(cqncellare lq voce che nott interessa)
B) di ESSERE / NON ESSERE imprenditore agricolo a titolo principale;
(cqncellqre la voce che non interessa)
C)
di
ESSERE
/ NON ESSERE soggetto alla trattenuta del 4% sul contributo
erogato, ai sensi dell'art.28
comma 2 del D.P.R. 600/73, come modificato dalla Legge 449/97, in quanto:
(cqncellqre lq voce che non inleressa)
0
E
D
non ha qualifica di impresa né svolge nemmeno occasionalmente attività commerciale;
di essere imprenditore agricolo;
di svolgere attività commerciale come s.r.l, s.n.c., s.d.f., altro
i
------);
----
(barrure il suqdro ínteressak,
D) che
(-
dati sopra indicati corrispondono
al vero, consapevole delle responsabilità assunte in caso di
dichiarazioni mendaci, ai sensi e per gli ef'fetti degli
art1".46 e
47 del D.P.R. 445 del28.12.2000;
SI IMPEGNA
ad accettare tutti gli obblighi e le prescrizioni previste dal relativo
contributi in regime "de
minimil'-
bando in particolare sulla erogazione
dei
ed a fomire eventuale documentazione supplementare e/o permettere in
qualsiasi momento e senza preavviso i sopralluoghi da parte di tecnici incaricati dall'ATC FM-
ALLEGA
I
)
2i
Planimetria attuale del fondo con indicazione della localizzazione dell'intervento in tinta in mappa;
Visura catastale attuale delle superfici interessate attestanti il titolo di possesso e la relativa quota di
proprietà del richiedente:
artt.46 e 47 del DPR 445 del 28.12.2000 quale unico beneficiario e
responsabile dell'attuazione della misura richiesta;
Fotocopia firmata in calce di valido documento di riconoscimento;
Dichiarazione aggiuntiva per regime "de minimis" - Allegato A;
3) Auiodichiarazione ai sensi degli
4)
5)
Luogo e data
Firma
sensì del D.Lg.l96l03 e succ.mod., il sottoscritto consente il trattamento dei dati personali da parte dell'Ente
comoletamento del procedimento autorizzativo, dell'attività di controllo e studi statistici
Ai
Luogo e data
in indirìzzo
unicamente al
Firma
INCOMPLETA DEr D^Tl RlCIlll'is',l
QLALORA l.A DOùtANDA RtSULTt NON CONFORMlì ALI.O STAMPATO RILASCIATO DALL"{TC IM O RISULTI
'l
ALLI]GATI. ìOir- SI DAR^'l,UOg) Al.l.'ISTRÙTTORIA E LA St l:SS^ SI llTENDl: ACITAìIEltì 11RESPINTA
l
U
Df,GLI
REGIONE MARCHE
Luogo di enrissione
Numero: 292lPEA
GIUNTA REGIONALE
Data: I li l0/2013
Allegato A
Dichiarazione aggiuntiva per regime "de minimis"
come sopra generalizzato,
ll sottoscritto
PRESO ATTO
del regime de minr,mis così come istituito con Regolamento (CE) n. 1535/2007 della Commissione del 20 dicembre 2007
produzione dei prodotti
relativó alla applicazione degliarticoliST e 88 del trattato CE agli aiuti de m,nm,s nel settore della
(pagine 35-41);
2007
21
dicembre
L
337
del
Europea
galzetta
dell'Unione
Ufficiale
pubbiicato
sutta
agricoti
che la Commissione Europea, con il pmprio Regolamento CE n 1535/2007 ha stabilito che:
- I'importo massimo di aiuti pubblici che possono essere concessi ad una medesima impresa in un triennio, senza la
pr"u"ntu, notifica ed autori)zazione da parte della Commissione Europea e senza che ciò possa pregiudicare le condizioni di
che questi aiuti
concorrenza tra le imprese è pari a € 7.500,00; stante I'esiguità dell'intervenlo, la Commissione ritiene, infafti,
procedura di
'l
pertanto
soggetti
alla
e
non
siano
paragrafo
deltrattato
87,
cui
all'articolo
non corrispondano a iutti icriieri di
notifrca di cuiall'articolo 88, paragrafo 3 deltrattato;
- gli aiuli de minimis non sono cumulabili con altri aiuti (sia regionali che statali) relativamente agli stessi costi ammissibili se
ui îale cumulo dà luogo ad un'intensita d'aiuto superiore a quella fìssata, per le specifiche circostanze di ogni caso. in un
regolamento di esenzione o in una decisione della Commissione;
per triennio' devono
- ,ì ìÀi O"ttu O"t"r;ninazione dell'importo massimo complessivo degli aiuti de minimís di €7.5O0,00
essere prese in considerazione tutte le categorie diAiuti Pubblici, concessi da autorità nazionali, regionali o locali,
indipendentemente dalla forma di aiuto o dall'obiettivo perseguito;
membro e pertanto
- jiianni aa prendere in considerazione sono gli esercizi fnanziari utilizzati per scopi fiscali nello Stato
in
caso dì nuova
che,
nel
senso
base
mobile
t'iirporto massimo complessivo deltriennio deve essere valutato su una
nell'esercizio
concessi
de
mlnlmis
aiuÎi
degli
I'importo
complessivo
ricalcolare
occorre
minimií
concessione di ún aiuto de
considerato e nei due esèrcizi fiscali precedenti;
nel momento in
- aifini del calcolo del massimale deli'aiuto concesso, I'aiuto de mrnimis deve essere considerato concesso
questione;
in
normativa
della
percepire
in
virtù
I'aiuto
di
il
diritto
è
dconosciuto
cui all'impresa
prevista dal regolamento'
òne in caso di superamento della soglia di € 7.500,00, I'aiuto non può beneficiare dell'esenzione
massimale;
neppure per una parte che non superi detto
DICHIARA
penali previste dall'art 76 dello
Ai sensi degli art. 46 e 47 del Testo Un ico del28l12t2OOO n 445, e consapevole delle sanzioni
quanto
segue:
propria
responsabilità,
la
veítiere,
sotto
stesso nel àaso di dichiarazioni non
non ha ottenuto altri benefici o
i. e, in retarione alle spese oggetto della richiesta ài contributo, I'azienda rappresentata pubblicai
di
natura
o
comunque
"t
regionali
agéuoiarioni preuis1 da normatiiè comunitarìe, nazionali,
precedenti), di contributi
2fche I'azienda rappresentata non ha beneficiato, nell'ulîimò triennio (anno in corso e due esercizi
€
7'500'00;
a
pet
superiore
uî importo
puÀnlici, percepiri à titolo di aiuti de minimis,
rappresentata, a titolo di aiuli de minimis (barrare la casel6 interessata):
i".i"n'Oa
fttu
!_t.
- ; non ha beneficiato, nell'arco ditre esercizi fiscali, cioè nell'esercizio considerato e nei due esercizi precedenti, di
concessione di contributi pubblici in rcgime de minimis'
Oppure
-";
precedenti, di
ha beneficiato nelt'arco ditre esercizifiscali, cioè nell'esercizio considerato e nei due esercizi
pubblici
minimis:
in
rcgime
de
concessione di contributi
Ente erogalore
Riferimento di leqqe
lmoorto dell'aiuto concesso
Data di concessione
tninim,s
Tutto ciò premesso e dichiarato I'azienda rappresentata può pertanto beneficiare di ulteriori contributi in regime de
previsto
7500,00
di
euro
massimo
l'importo
eccedere
non
al
fine
dì
di
€
fino ad un massimo
nell'arco ditre esercizi fiscali, ai sensi dell'articolo 3 del Reg. Ce 1535/07
In fede,
Luogo e data
(firma leggibile
+
fotocopia documento identita)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 224 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content