close

Enter

Log in using OpenID

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n° 395 del 03/12

embedDownload
DELIBERAZIONE DEL
DIRETTORE GENERALE
n° 395 del 03/12/2014
Oggetto: Manifestazione di volontà a contrarre l'acquisto di n. 2
Vidas e n. 1 MiniVidas a seguito di specifico avviso volontario per
la trasparenza preventiva-ex ante, ai sensi dell'art. 79bis del
codice degli appalti.
<ç;:~~'~~~
~L ~~RETTO.RE GENERALE.
. .
(f'
su proposta del/Umta OperatIVa GestIone Bem ServIzI e Lavort';c\
~';;r~~.;~
ii~i1"'!';
,;
i
~:~{~!I!j;~1J}!f,i
OGGE~O:. mani~estazion.e di volontà.a contrarre l'acquisto di n02 ~idase
a seguito di specifico AWlso Volontano per la Trasparenza Preventiva - ex antè,~jRsetlSj/
dell'art. 79-bis del Codice degli Appalti.
~
PREMESSO che con propria deliberazione n. 354 del 4/11/2014 è stato approvato il piano
esecutivo relativo agli investimenti per le acquisizioni di apparecchiature scientifiche per il
triennio 2014-2016, in relazione alla pianificazione di livello strategico determinata in sede
di approvazione del Bilancio Economico Preventivo di cui alla deliberazione del C.d.A. n. 10
del 19/11/2013;
DATO ATTO che in sede di approvazione del piano esecutivo di cui sopra sono state
determinate le priorità di acquisto in aderenza agli obiettivi di mantenimento dell'efficienza
delle linee analitiche in essere (sostituzione di strumentazione obsoleta e/o fuori
manutenzione) e di sviluppo di metodiche innovative (acquisizione di nuove tecnologie);
PRESO ATTO che in relazione a quanto sopra esposto il Piano Triennale degli Investimenti
2014-2016, di cui alla citata delibera n. 354/2014 prevede le seguenti priorità di acquisto:
Strumentazione
SC/UO
SC3 (CSVM3)
SC4
(LCPG4/LCCBAN4)
SC5
SC5
(LMA5)fSCl/SC8
SC5(lMB5)
UODOF
UODOF
UODOF
UODOF
UODOF
Cromatoarafo LC-MS-MS alta risoluzione
Importo
stimato
400.000,00
90.000,00
n. 2 HPLC/UHPLC
140.00000
36.600,00
Fossomatic
Sistemi VIDAS
Cromatoarafo ionico
Autoclave 60 LT
Centrifuqhe da terra
Disoensatore Der oiastre
Miscelatore liquidi + apparecchio
riscaldamento/raffreddamento
Cappe a flusso laminare
RAWISATA pertanto la necessità di dare awio
strumentazione sopra individuata;
ai procedimenti
70.000,00
45.000,00
24.000,00
20.000.00
23.000,00
10.000,00
di acquisto inerenti
la
VISTI i modelli Q.208, presentati e sottoscritti, rispettivamente, dai Dirigenti Responsabili
del Laboratorio Microbiologia Alimentare - LMA5, da quello del Laboratorio Controllo
Alimenti di Pesaro - LCA7PS, nonché da quella del Laboratorio Controllo Alimenti di Ancona
_ LCA8AN, ed indirizzati alla Responsabile dell'STPG11, corredati, tutti, di un'unica
relazione, agli atti dell'Ufficio Acquisizione Beni - Allegato 1;
PRESO ATTO che, con la sopra citata documentazione, i medesimi laboratori, hanno
chiesto di procedere all'acquisto di "no2 sistemi Vidas' per il LMA5 e LCA7PS, nonché di
l dì 6
/:f:::~~:-;':;'z;~\
\
"nol sistema Mini Vidas' per il LCA8AN, in sostituzione dell'attuale sthimenMtione
dichiarata obsoleta, malfunzionante ed inadeguata all'uso;
(N
'~-,\
~~~;}J;~)
'. ~-:.,\;,Y'''l>1~~t::}J~.,
.•.- .;;~:/
TENUTO CONTOche, le vecchie apparecchiature, in uso dal 2003, sono state-~!l1esse
fLioq;.YI
produzione dalla ditta produttrice e che, pertanto, non saranno più garaQtiti:~f;l:JturJY
interventi di manutenzione in caso di malfunzionamento a far data dal 1.01.2Ò15~'c:osì
come risulta dall'allegata nota della ditta Biomerieux Italia S.p.A. - Allegato 2;
VISTO che gli strumenti sono coperti da contratto di manutenzione fino alla data del
31.12.2014, e che, quindi, si rende opportuno andare a sostituire, tramite dismissione dal
patrimonio dell'Ente, quelli attualmente in uso ai seguenti numeri di inventario:
o Vidas n° inventario "PG9669" qstanza nOllO laboratorio LMA5;
o Vidas n° inventario "PS9097" qstanza n0204 laboratorio LCA7PS;
o Mini Vidas n° inventario "AN6222" qstanza n01l2 laboratorio LCA8AN;
anche in virtù del fatto che la ditta fornitrice Biomerieux Italia S.p.A., effettua una sorta di
"rottamazione" prowedendo al ritiro, ed alla sostituzione, di vecchi modelli con dei nuovi a
prezzi scontati;
PRESOATTO di quanto riportato nei modelli Q.208, nonché dall'allegata relazione, dal
quale si evince che il prezzo indicativo di tutta la strumentazione da acquistare, al netto
dell'I.V.A., sarà pari ad € 30.000,00;
PRESO ATTO, inoltre, delle caratteristiche tecniche della strumentazione richiesta dai
Responsabili, di seguito riassunte:
ditta Biomerieux Italia S.p.A.
q modello "Vidas da banco, automatico, multiparametrico, selettivo, per l'esecuzione di
determinazioni immunoenzimatiche con modulo analitico, monitor, pc, start-up kit,
gruppo di continuità UPS';
q modello "MiniVidas da banco, automatico, multiparametrico, selettivo per l'esecuzione di
determinazioni immunoenzimatiche dotato di monitor, tastierino e stampante interna con
start-up kit'
PRESO ATTO che, per le motivazioni sopra esposte dai Responsabili dei laboratori
richiedenti, si rende necessario procedere all'acquisizione dei sistemi" Vidas' e "Mini Vidas'
prodotti e commercializzati da Biomerieux Italia S.p.A., anche in virtù del fatto che
"l'eventuale passaggio a metodi biomolecolari comporterebbe uno sforzo imponente di
rivalidazione/riaccreditamento delle metodiche, oltre ad un maggior costo analiticd' e che
"i modelli di più recente produzione, consentirebbero un'ottimizzazione del flusso di lavoro
ed un'accurata tracciabilità del campione grazie alla lettura dei reagenti mediante lettore
ottico e che, per quanto concerne il Mini Vidas, è stata incrementata la facilità di
inserimento datt,
ATTESO che, sulla scorta di quanto dichiarato dagli stessi Responsabili, le uniche
apparecchiature che possiedono le caratteristiche richieste, ritenute indispensabili
all'attività dei laboratori, sono quelle prodotte e commercializzate da Biomerieux Italia
S.p.A.;
PRESOATTO che, per le motivazioni sopra esposte, la procedura di acquisto awerrà con
affidamento diretto mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando,
2di6
"", ..•~ ••.....•.•...
_/'~';'"l:-:::':'J!.:~
/;>.'" .'
/.,\-'
c
••••• :.;
FF',~
f '•......
~.
••
,
/.':.-.\.
'<'- \
ai sensi dell'art. 57, comma 2, lettera b) e comma 3, lettera c) del D. Lgs. n8:163/2QO~,
.
f c\
l'~i:.''i;,
che recita:
\ ",
1)",.,/'"
~~l";{:'-:';
I.,
'i.'"
,
):1
Art. 57. Procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara (art. 31, dire~;i'2lJ7J4Yif6!"'1:"
art. 9, d.lgs. n. 358/1992; art. 6, co. 2, legge n. 537/1993; art. 24, legge n. 109/1994; art .•:;:; çJo'f/S' n.. .!)/
157/1995)
(25/)
(l'j'j)
,~.
--_ _
!".:"'\jGH
..•..•..•.~./
.. ..•~
1. Le stazioni appaltanti possono aggiudicare contratti pubblici mediante procedura negoziata senza
previa pubblicazione di un bando di gara nelle ipotesi seguenti, dandone conto con adeguata motivazione
nella delibera o determina a contrarre.
2. Nei contratti pubblici relativi a lavori, forniture, servizi, la procedura
è consentita:
a) qualora, in esito all'esperimento di una procedura aperta o ristretta, non sia stata presentata
nessuna offerta, o nessuna offerta appropriata, o nessuna candidatura. Nella procedura negoziata non
possono essere modificate in modo sostanziale le condizioni iniziali del contratto. Alla Commissione, su
sua richiesta, va trasmessa una relazione sulle ragioni della mancata aggiudicazione a seguito di
procedura aperta o ristretta e sulla opportunità della procedura negoziata; l'B)
b) qualora, per ragioni di natura tecnica o artistica ovvero attinenti
alla tutela di diritti
esclusivi,
il contratto
possa essere affidato
unicamente
ad un operatore
economico
determinato;
c) nella misura strettamente necessaria, nei casi urgenti di bonifica e messa in sicurezza di siti
contaminati ai sensi della Parte quarta, Titolo V, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, o, quando
l'estrema urgenza, risultante da eventi imprevedibili per le stazioni appaltanti, non è compatibile con i
termini imposti dalle procedure aperte, ristrette, o negoziate previa pubblicazione di un bando di gara. Le
circostanze invocate a giustificazione della estrema urgenza non devono essere imputabili alle stazioni
appaltanti (lS"),
3. Nei contratti pubblici relativi a forniture, la procedura del presente articolo
è, inoltre, consentita:
a)
qualora i prodotti oggetto del contratto siano fabbricati esclusivamente a scopo di
sperimentazione, di studio o di sviluppo, a meno che non si tratti di produzione in quantità sufficiente ad
accertare la redditività del prodotto o a coprire i costi di ricerca e messa a punto;
b) nel caso di consegne complementari
effettuate dal fornitore originario e destinate al
rinnovo parziale di forniture o di impianti di uso corrente o all'ampliamento
di forniture
o
impianti esistenti, qualora il cambiamento di fornitore obbligherebbe la stazione appaltante ad
acquistare
materiali
con caratteristiche
tecniche
differenti,
il cui impiego
o la cui
manutenzione comporterebbero
incompatibilità
o difficoltà tecniche sproporzionate; la durata di
tali contratti e dei contratti rinnovabili non può comunque di regola superare i tre anni;
c) per forniture quotate e acquistate in una borsa di materie prime;
d) per l'acquisto di forniture a condizioni particolarmente vantaggiose, da un fornitore che cessa
definitivamente l'attività commerciale oppure dal curatore o liquidatore di un fallimento, di un concordato
preventivo, di una liquidazione coatta amministrativa, di un'amministrazione straordinaria di grandi
imprese.
omissis
DATO AnO che in ragione di quanto indicato nella relazione allegata trova applicazione il
combinato disposto del comma 2, lettera b) e del comma 3, lettera b) dell'art. 57 del
Codice dei Contratti e che pertanto la fornitura sarà realizzata mediante affidamento
diretto alla ditta Biomerieux Italia S.p.A., per tutte le sopra citate motivazioni;
RITENUTO di procedere, in analogia con quanto previsto dall'art. 79-bis del D. Lgs.
n0163/2006, alla pubblicazione, in G.U.R.I. - Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - e
nel sito internet dell'Istituto, di un "Awiso di TrasparenzaPreventiva - Ex Anté', volto ad
accertare l'unicità della strumentazione così come dichiarata dagli utilizzatori richiedenti;
RAWISATA la necessità di chiedere specifici preventivi, alle ditte
pubblicazioni degli Awisi, per quantificarne il migliore importo;
3 di 6
deputate alle
.
,
/:'::~:)::!~~;0'\
RITENUTO OPPORTUNO procedere, all'acquisizione dello Smart c.(f (<;~,~ice;:~~
Identificativo Gara) all'interno del sito deIl'A.N.A.C.(Autorità NazionaleAntic4~~'UZiOnEpiJ~~~\
\ ,:.....
4
;;_.,,1 i
:~~
..-
DATO ATTO che il presente Awiso, a seguito di specifica pubblicazione in G.èif~;I:;rim'af;Ì;à,.é:}
pubblicato nel sito dell'Ente per almeno 10 (dieci) gg. consecutivi al termine deì(qu,a.l.i",çonS>"
successivo prowedimento, si procederà alla presa d'atto delle risultanze ed all'aSsJf!~Mmé'
delle conseguenti determinazioni in ordine all'affidamento della fornitura, mediante
specifico contratto, che sarà sottoscritto tra le parti;
PRESO ATTO che le argomentazioni rappresentate dai responsabili dei laboratori
richiedenti sono state vagliate dalla Direzione dell1stituto e ritenute congrue ed in linea
con i programmi e gli obiettivi aziendali e che pertanto la proposta di acquisizione della
strumentazione oggetto del presente prowedimento è condivisa anche in relazione alla
valutazione sulla congruità e sostenibilità dell'investimento dal punto di vista economicofinanziario;
VISTO l'Awiso di Trasparenza Preventiva - Ex Ante, di cui sopra, che si allega al presente
prowedimento - Allegato 3;
VISTA la documentazione inerente la procedura di affidamento costituita da:
• disciplinare e istanza di partecipazione (Allegato 4A)
• capitolato Tecnico (Allegato 48)
• schema offerta economica (Allegato 4C)
• bozza contratto (Allegato 4D)
allegata al presente prowedimento;
VISTO il parere favonTl,o~e.d~rigente
Alimentare - LMA5; ~VIU
VISTO il parere favorevole de Diri
Ancona - LCA8AN;
nt
Responsabile del Laboratorio Microbiologia
esponsabile del Laboratorio Controllo Alimenti di
VISTO il parere favorevole del Dirigente Responsabiledella Struttura complessa
VISTO il parere favorevole del Dirigente Responsabiledella Struttura complessa
VISTO il parere favorevole del Dirigente Responsabiledella Str~ura complessa
VISTO il parere favorevole del Dirigente dell'Unità o\ir'l?ti.v~e~ione
Lavori;
J ~
~~
Beni, Servizi e
VISTA la dichiarazione di regolarità tecnica rilasciata dalla Responsabile dell'Ufficio
Acquisizione Beni, per quanto di co~za;
~
VISTA la dichiarazione di regolarità tecnica rilasci.9J:adalla Responsabiledell'Ufficio Servizi
Tecnici, per quanto di competenza#~e.-.I..
ACQUISITO il parere favorevole del Direttore Amministrativo, per la parte di competenza,
ai sensi e per gli effetti delle Leggi Regionali n028/2013 dell'Umbria e n040/2013 delle
4dì6
/\,~~j-~~:~>:
Marche e sS.mm.ii. nonché ai sensi dell'art. 10 dello Statuto dell'E
,'.- onci;le, la ':\
dichiarazione di legittimità, congruità ed utilità per il servizio pubblico
,"
fjn,~ '~"\
ACQUISITO il parere favorevole del Direttore Sanitario, per la pa e di c~~~eri~i>
""~~;/
sensi e per gli eff.etti delle. Le.ggi R~gionali n028/2013 dell'Umbria e, n04012~1'~'jaK!Il:j~/"
Marche e sS.mm.lI. nonche al sensI dell'art. 10 dello Statuto de I Ente, noneAe-'la
dichiarazione di legittimità, congruità ed utilità per il servizio pubb .
tutto ciò premesso,
DELIBERA
1) di prendere atto dei modelli Q.208, presentati e sottoscritti, rispettivamente, dai
Dirigenti Responsabili del Laboratorio Microbiologia Alimentare - LMA5, da quello del
Laboratorio Controllo Alimenti di Pesaro - LCA7PS, nonché da quella del Laboratorio
Controllo Alimenti di Ancona - LCA8AN, ed indirizzati alla Responsabile del PGGST,
corredati, tutti, di un'unica relazione, agli atti dell'Ufficio Acquisizione Beni - Allegato n01;
2) Di prendere atto e di condividere quanto riportato nella relazione presentata dai
laboratori richiedenti e allegata al presente prowedimento e di approvare 11nvestimento
proposto dando awio al procedimento di affidamento;
3) di dare atto che l'investimento approvato comporta, per tutte le motivazioni espresse in
premessa, l'affidamento diretto della fornitura a favore della ditta Buiomerieux Italia
S.p.A., ai sensi del comma 2, lettera b) e del comma 3, lettera b) dell'art. 57 del Codice
dei Contratti;
4) di prendere atto che le vecchie apparecchiature, in uso dal 2003, sono state messe fuori
produzione dalla ditta produttrice e che, pertanto, non saranno più garantiti futuri
interventi di manutenzione in caso di malfunzionamento a far data dal 1.01.2015, così
come risulta dall'allegata nota della ditta Biomerieux Italia S.p.A. - Allegato n02;
5) di prendere atto di quanto riportato nei modelli Q.208, nonché dall'allegata relazione,
dal quale si evince che il prezzo indicativo di tutta la strumentazione da acquistare, al
netto dell'I.V.A., sarà pari ad € 30.000,00;
6) di procedere, in analogia con quanto previsto dall'art. 79-bis del D. Lgs. n0163/2006,
alla pubblicazione dell'Awiso di Trasparenza Preventiva - Ex Ante - Allegato n03 al
presente prowedimento, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana nonché nella
sezione del sito Internet dedicata alla pubblicazione delle Gare d'Appalto, per la durata
minima di 10 (dieci) giorni consecutivi, volto ad accertare l'unicità della seguente
strumentazione:
ditta Biomerieux Italia S.p.A.
q modello "Vidas da banco, automatico, multiparametrico, selettivo, per l'esecuzione di
determinazioni immunoenzimatiche con modulo analitico, monitor, Pc, start-up kit,
gruppo di continuità UPS';
q modello "MiniVidas da banco, automatico, multiparametrico, selettivo per l'esecuzione di
determinazioni immunoenzimatiche dotato di monitor, tastierino e stampante interna con
start-up kit'
Scii 6
..-~_.-:--:-;-:~:.
--' •..•
7) d'incaricare l'Ufficio Acquisizione Beni di chiedere specifici preventivi, alle dlttE{ deP.ljtate\~\
alle pubblicazioni degli Awisi, per quantificarne il migliore importo, nonché ~if'acqUi~ij-j0ne'~~\
dello Smart C.LG. (Codice Identificativo Gara) all'interno del sito deIl'A.N\~.C. (A.l{,tQ.'lI'ltà~ I
Nazionale Anticorruzione) ai fini della pubblicazione dell'Awiso di cui soprà;)!l""G.,p..
Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana;
'Z,:/""",. _
,,~L,;/
..~
,,1J/
8) di dare atto che l'investimento, di cui al presente prowedimento, è già stato oggetto di
approvazione in sede di aggiornamento del Piano Triennale degli Investimenti, a mezzo
della propria delibera n0354 del 4.11.2014 e che risulta finanziato dal budget di cui al
conto n011231002 - contratto n° 79/2012;
9) di incaricare l'UAB - Ufficio Acquisizione Beni - di dar luogo a specifica trattativa con la
ditta Biomerieux Italia S.p.A. nelle more della pubblicazione dell'Awiso di Trasparenza
Preventiva - Ex Ante di cui al punto 6) del presente atto;
10) di approvare la documentazione, allegata al presente prowedimento, da inoltrare
alla ditta Thermo Fisher Scientific ai fini dell'awio della trattativa:
• Disciplinare e istanza di partecipazione
• capitolato Tecnico
• schema offerta economica
• bozza contratto
11)
di procedere, con successivo prowedimento, alla presa d'atto delle risultanze ed
all'assunzione delle conseguenti determinazioni in ordine all'affidamento della fornitura,
dando atto della necessità di procedere alla sostituzione della strumentazione attualmente
in uso per le ragioni di obso scenza evidenziate in premessa, mediante specifico contratto
che sarà sottoscritto tra I arti.
6di6
AI Responsabile
UAB
Sig.ra Laura Berardi
SEDE
Oggetto: acquisto VIDAS e Mini VIDAS
In allegato alla presente si trasmettono i MOD.Q.208 inviati dalla Dott.ssa Scuota e dal Dott. Tonucci
relativamente alla richiesta di acquisto di due nuovi sistemi VIDAS, e dalla Dott.ssa Ottaviani per l'acquisto di
un nuovo sistema Mini VIDAS, per la sostituzione degli strumenti attualmente utilizzati, aventi i seguenti
numeri di inventario: PG9669, PS9097, AN6222.
Gli strumenti in uso da oltre 10 anni presso i tre laboratori che ne hanno fatto richiesta, sono stati messi fuori
produzione dalla ditta costruttrice e non saranno più garantiti interventi di manutenzione in caso di
malfunzionamento, e che gli strumenti sono coperti da contratto di manutenzione fino al 31/1212014 .
I nuovi Vidas e MiniVidas sono venduti dalla ditta Biomerieux e le motivazioni per l'acquisto presso fornitore
predeterminato sono espresse nella relazione allegata.
Il costo presunto dei nuovi strumenti, il cui acquisto è previsto nel Piano Triennale degli Investimenti, è circa di
euro 30.000,00 oltre iva.
Si invia la presente richiesta via mail , i MOD.Q.208 e la relazione vengono consegnati a mano.
Il Responsabile
STPG11
Monica Timi
GESTIONE SERVIZI TECNICI
STPG11/STAN11
~:\'
.,'
~ ~:,\:,>-ì ;;' :
I,-~'"
ISTITUTO
zooPROFILA TTICO
SPERIMENTALE
DELL'UMBRIA
E DELLE MARCHE
MOD.Q(208
MODULO QUALITÀ
APPROWIGIONAMENTI
' ,,'
PagincU' di 3
\';:"J
giI-.
"'$. '"
Per le motivazioni espresse nella relazione
seguito descritto:
"~
Articolazione organizzativa richiedente:
delle Produzione
Laboratorio/U.O. __ Microbiologia Alimentare
Referente per la richiesta: __
~
dott. Stefania SCuota_
DATA:_24/0Y/2014_
ACQUISTO
PROGRAMMATO
Voce n. _new 2014__
ACQUISTO
X
del Piano Triennale degli Investimenti
NON PROGRAMMATO
D
Descrizione dell'apparecchiatura richiesta:
Denominazione generale: VIDAS blue - Biomerieux
Prezzo indicativo
•
Il prezzo indicativo unitario I.V.A. esclusa dell'apparecchio richiesto è di euro 12000.00
Informazioni per lo svolgimento della gara
(non compilare nel caso di acquisto diretto presso contraente predeterminato
- specifico fornitore)
Ai fini della valutazione delle offerte, si richiede che la gara si aggiudicata con il seguente criterio:
A. Prezzo più basso
[J
oppure:
B. Offerta economicamente più vantaggiosa in termini di:
•
•
•
•
•
•
•
•
Prezzo
Qualità e valore tecnico
Servizio Post-vendita
Termine di consegna
Costo di utilizzazione
Costo di gestione
Rendimento
punti ---.l100
punti ---.l100
punti ---.l100
punti ---.l100
punti ---.l100
punti ---.l100
punti ---.l100
punti ---.l100
[J
'.'
,\\
". \
h~t} 'in
che segue si richiede l'acquisto dell'appa~iii&i"d~'
s.e. _Igiene
"',
"'~,
,'
-
.;,
. ~
MODULO PER LA RICHIESTA DI APPARECCHIATURE SCIENTIFÌCtft:''''''-'
\' ..•.
"o
, :..•...,
,~
,::.'/
'
~:t~'1
•• \ •••
..> '/
~"<0~~i~:;~
/<'-
ISTITuiÒ\
"._
DÉf1.luMBRIA
"" spÈkfilifÉNitALE
"':e.bdU:£ M;\~é~E
."
'-'1',\:8"
'q..
lo"
f'.C"
MOD.Q.208
MODULO QUALITÀ
APPROWIGIONAMENTI
ZOOPROFILATTlCO
Rev.002/Pagina
2 di 3
".:o:.:
M1?6lJlJ)jPER LA RICHIESTA DI APPARECCHIATURE SCIENTIFICHE
punti --.1100
I punteggi sopra riportati saranno assegnati in sede di gara secondo quanto dettagliatamente
indicato nel Capitolato Tecnico allegato.
Allegare Capitolato Tecnico/scheda tecnica - scheda punteggi - criteri motivazionali come
descritto nel punto __
della PRQ.
_
Acquisto diretto presso specifico fornitore/beni
infungibili
(non compilare nel caso di acquisto tramite gara)
Si richiede l'acquisto della strumentazione della seguente marca/modello:
•
•
Biomérieux_
per l'esecuzione
produttore:
modello:
di 30 test
presso il seguente fornitore/i:
Ragione Sociale __
bioMérleux Italia S.p. A
Indirizzo Via Fiume Bianco, 56.
Cap 00144
Prov. RM - Te!. _06 52 3081
Ragione Sociale
Indirizzo
Provo
Cap
- Te!.
Ragione Sociale
Indirizzo
ProVo
Cap
- Te!.
per le motivazioni
Località _ROMA
_
Località
Località
dettagliate
nella relazione allegata.
è richiesto in sostituzione dello strumento n. inventario _09669_ perché:
•
L'apparecchio
A
B
C
D
FUORI USO
NON RIPARABILE
INADEGUATO ALLE ATIUALI ESIGENZE
ALTRO: lo strumento attuale, in uso dal 2003, è fuori produzione, quindi
non è iù ossibile re erire arti di ricambio in caso di malfunzionamento
In seguito all'acquisto del nuovo strumento l'apparecchio n. inventario _09669_
essere alienato dal patrimonio dell'Istituto?
•
Si
D
•
No
D motivazione:
_
dovrà
•
•
•
l8l
•
"
l-
ISTITUTO
zoo PROFILA TTICO
SPERIMENTALE
DELL'UMBRIA
E DELLE MARCHE
:f., '. -
MOD,òf208 U£.l1
MODULO QUALITÀ
APPROVVIGIONAMENTI
Rev,0021~~~ina
3
, >c ,,-..,
\_
,
MODULO PER LA RICHIESTA
f- :,}
DI APPARECCHIATURE
&rhl
-<.'
iI{I
SCIENTlFI~tt~;~'"
Informazioni tecniche
Ai fini dell'installazione e del corretto utilizzo si segnala che:
1. L'apparecchio
sarà
installato
nella stanza
n°
110
LMAS __
2. Per il corretto funzionamento l'apparecchio occorre prevedere: nulla
_
del
barrare le ipotesi di interesse solo se non disDonibili nell'ambiente di destinazione
Allacciamento alia rete elettrica
Aliacciamento alia rete idrica
Acqua deioniuata
Uscite esterne (es. cappa)
Gas Tecnici
Vapore
Scarichi
Ambiente climatizzato
Aria compressa
Altro:
Eventuali Vincoli
Spazio obbligato (mobili ed arredi, porte d'ingresso, ecc.)
Le dimensioni massime dell'apparecchio devono essere: Ixhxp __
na
_
(lunghezza x altezza x profondità)
Il peso massimo dell'apparecchio deve essere: _na __
kg
La coliòcazione / installazione dell'apparecchio richiede opere murarie: si / no
Se si descrivere brevemente:
Altre annotazioni ed informazioni
Data _24
utili alla fornitura
settembre 2014_
Firma del referente per la richiesta:
Firma di autorizzazione: IL DIRmORE
jJ O
""'/~_.
della S.c.
n"
"
k
_
~l\cl'rJ:,k-£-------'~===--
laboratorio
I
."PAG~"1'I2/1'15
./;:"' .,' ;,~'";..j':,~\
- ..
..
':~~
K~,i
MOD.d.~Ot8 I,,~A'!;~~\ '0.\
• (I. .•.
ISllTUTO
ZOOPROFllATllCO
SPERIMENTALE DELL'UMBRIA
E DELLE MARCHE
l'"
IZSUM PESARO
+390721-283130
26/09/2014 07:34
MODULO QUALITÀ
APPROWIGIONAMENTI
'I
Pagina 1:'qj 4..
\
<,
l .::j
i
.~," l.,.,1l.';j,t''l':',,_,'''': _
..
.. -,
'
. MODULO PER LA RICHIESTA DI APPARECCHIATURE SCIENTIFICfrE;:~:~":'J'J"~~
_-_
•.•.
...••
che segue si: richiede l'acquisto dell'appare,:chio di
Per le motivazioni espresse nella relazione
seguito descritto:
Articolazione organizzativa richiedente:
S,c. 7PS
Laboratorio/uO,
Referente per ljriChiesta:
LCA7PS
Dr. F. Tonucci
DAT: .• 23/09/2014
ACQUISTO PROGRAMMATO
Voce n.
135 del
OX
Piano Triennale degli Inv
ACQUISTO NON PROGRAMMATO
imenti
D
Descrizione dell'apparecchiatura
richiesta:
,
lenominazione generale:
VIDAS - Biomérieux
_____
.--.J
-l.---
prebo indicativo
•
Il prezzo indicativo unitario I.V.A. esJlusa dell'apparecchio richiesto è di euro 12000,00*"
,.,. Vedi accordi con direzione sanitaria
~
Informazioni per lo svolgimenfD del/a gara
(non rompilare nel casodi acquistodiretto
so contraentepredeterminalD- speciilro fomito~~
l
Ai fini della valutazione delle offerte, si riChiede che la gara si aggiudicata oon il seguente critE!rio:
A, Prezzo più basso
.
l3il
.
,'PPU~:
B. Offerta economicamente più vantaggiosa in termini di:
•
')
Prezzo
punti
-.1100
El
25/09/2014
07: 34
+390721-283130
IZSUM PESARO
P-AG".-.-03/05
--,é../:<~.".:.,',,"J»,
I--,..--:===----,.--------------,--zoo~~6~~~co
MODULO QUALITÀ
APPROWIGIONAMENTI'
SPERIMEIliTALE DELL'ur"BRIA
E DELLE MARCHE
R
MODULO PER LA RICHIESTA DI APPARECCHIATURE
•
•
•
•
•
•
MOD.Q.io8Wr(i~.~,:.\
002/P
. i ..~)d' 4 ~ ).1."~
';; i
evo
agln?:;,
SCIENTIFICH'ìZ:~
I
, ..,.
J
;: ,
::.:j'.:\\t~-s;'~~/
~/'
Qualità e valore tecnico
SelVizio Post-vendita
Termine di consegna
Costo dì utilizzazione
Costo di gestione
Rendimento
punti -f100
punti -1100
punti -1100
punti -1100
punti -1100
punti -fl00
punti -fl00
punti -f100
•
•
I punteggi sopra riportati saranno assegnati in sede di gara secondo quanto dettagliatamente
indicato nel Capitolato Tecnico allegato.
Allegare capitolato Tecnico/scheda tecnica - scheda punteggi - criteri motivazionali come
descritto nel punto __
della PRQ.,
_
AcqUisto diretto presso specifico fornitore/beni
inhJngibili
(non compilare nel caso di acquisto tramite gara)
Si richiede l'acquisto della strumentazione della seguente marca/modello:
•
•
produttore:
modello:
__
Biomérieux_
per l'esecuzione di 30 test
presso il seguente fomitore/i:
Ragione Sociale __
bioMémerieux__
Indirizzo _Via Fiume Bianco, 56__
Locaiità _'_Roma
Cap 00144 Prov, _RM_ - Tel. _06-523081_
Ragione Sociale
Indirizzo
Prov,
Cap
- Tel.
Ragione Sociale
Indirizzo
Cap
Provo
- Tel.
per le motivazioni dettagliate
•
L'aooarecchio
A . FUORI USO
B
'e
D
i
_
Località
Località
nella relazione
allegata,
è richiesto in sostituzione dello strumento n. inventariO 13SPS pereh'e:
""v.t'
~,
I NON
I~jl'
l~\-~:
RIPARABILE
INADEGUATO ALLE ATTUALI ESIGENZE
~
ALTRO;
La Ditta produttrice
ha dato informaziOne che il mini Vidas è fuori
.,
in corso.
pertanto
impossibile.
in caso
di
produzione
dall'anno
sarà
malfunzionamento.
qualunque manutenzione che comQ9rtj l'acguisizigne di parti eli ~~;.
~~,~'
f6
25/09/2014
07:34
/~::~PA~"-'B:4iB,5
IZSUM PESARO
+390721-283130
/.;.;:...".v
MODULO QUALITÀ
ZOO~~~;~~~Co
APPROWIGIONAMENTI
SPERIMENTALE OELL'UMBRIA
" OELL" MARCHE
l
MODULO PER LA RICHIESTA DI APPARECCHIATURE
R
~;
Moo.Q{Iri"8
2/P"
3 d'
ev.OO
,."
SCIENTIFICHE.<";:'J,~:
[JJiambio
In seguito all'acquisto del nuovo strumento' l'apparecchio n. inventario 09097 dovrà essere
alienato dal patrimonio dell'Istituto?
• Si
oX
• No
o motivazione:
~--------------tecniche
Ai fini dell'installazione e del corretto utilizzo si segnala che:
1. L'apparecchio sarà installato nella stanza n° 204 del laboratOrio LCA7PS
2. Per il corretto funzionamento l'apparecchio occorre prevedere:
barrare le
tesi di interesse so'o se nDn dis.
j
!
I
~
Eventuali Vincoli
Spazio obbligato
(mobili ed arredi, porte d'ingresso,
ecc.)
Le dimensioni massime dell'apparecchio devono essere: Ixhxp
_
nunghem x alte= x profondità)
Il peso massimo dell'apparecchio deve essere:
kg
La collocazione! installazione dell'apparecchio richiede opere murarie:
Se si descrivere brevemente:
Altre annotazioni ed informazioni utili all<Jfornitura
/'.
Data 23{09{2014
Firma del referente per la richiesta:
/
si! no
5;.'
,.,,/
"'è1'1
~;....--
~
Allacciamento alla rete elettrica
I Allacciamento alla rete idrica
Gas Tecnici
Vapore
Scarichi
. '".> \
3;~~~,
'i}'
'",4~"'31'::'
agi~~,"
....•
Informazioni
:r
26/09/2014
ISTITUTO
IZSUM PESARO
+390721-283130
07:34
'
ZOOPROFILATTICO
SPERIMENTALE DELL'UMBRIA
E OE~LE MARCHE
I
I
MODULO QUALITÀ
APPROVVIGIONAMENTI
MODULO PER LA RICHIESTA DI APPARECC
Rrma di autorizzazione:
IL DIRElTORE della S.C.
PAG
0S/05
'""
ISTITUTO
zoo PROFILA nlco
SPERIMENTALE
DELL'UMBRIA
E DELLE MARCHE
MOD.Q':208
' -
MODULO QUALITÀ
APPROVVIGIONAMENTI
.-.•••..•.
Pagil1à)'i di 3
J ::'~
;'.:
-.
[!t~
,..
\
'~." \
'* ~1~ofit
MODULO PER LA RICHIESTA DI APPARECCHIATURE SCIENT~,~ìcHE lli;~}
Per le motiv~zioni espresse nella relazione che segue si richiede l'acquisto dell~(~;e;~:;fd~f;:;
seguito descntto:
~'<!.:;:;:J:-../
Articolazione organizzativa richiedente:
s.e. A8
3(;&1 ONG
LaboratoriojU.O.
Referente per la richiesta:
DATA:
ACQUISTO PROGRAMMATO
\'I W 'Wl (,.,
Voce n. __
G C A- ,8J
ANeQtJf't
_CO_t"'_'
(l.oLv-Q
OOìJA Te-L LA-
I l 'W/l.-)
\2 0.3
D
del Piano Triennale degli Investimenti
ACQUISTO
NON PROGRAMMATO
D
Descrizione dell'apparecchiatura richiesta:
'N.hVI
Denominazione generale:
Vl DA-5 ~
lplO MeQl€UX
Prezzo indicativo
•
Il prezzo indicativo unitario I.V.A. esclusa dell'apparecchio richiesto
è di euro
6000
0000.00
Informazioni per lo svolgimento della gara
(non compilare nel caso di acquisto diretto presso contraente predeterminato
- specifico fornitore)
Ai fini della vaiutazione delle offerte, si richiede che la gara si aggiudicata con il seguente criterio:
A. Prezzo più basso
~
oppure:
B. Offerta economicamente
•
•
•
più vantaggiosa in termini di:
Prezzo
Qualità e valore tecnico
Servizio Post-vendita
punti --.1100
punti --.1100
punti --.1100
0
~i.\
f.n
l'
;"'.'1
ISTITUTO
ZOOPROFILATTICO
SPERIMENTALE
DELL'UMBRIA
E DELLE MARCHE
"
•••••••
> ••••••••
MOD.Q.20B.
.I \,'
MODULO QUALITÀ
APPROWIGIONAMENTI
~..
".
....
.-~
Rev.002/Paj;liI}8
2 dii!~",
. -,
.~
..,.
'
MODULO PER LA RICHIESTA DI APPARECCHIATURE SCIENTIFICHE
..•
)
•
•
•
•
Termine di consegna
Costo di utilizzazione
Costo di gestione
Rendimento
punti
punti
punti
punti
punti
punti
•
•
-~
t~-;}~'\:.\';
Ji~!,;~~I~
",,,"0," "
--.1100
--.1100
--.1100
--.1100
--.1100
--.1100
I punteggi sopra riportati saranno assegnati in sede di gara secondo quanto dettagliatamente
indicato nel Capitolato Tecnico allegato.
Allegare Capitolato Tecnico/scheda tecnica - scheda punteggi - criteri motivazionali
descritto nel punto __
della PRQ..
_
Acquisto diretto presso specifico fornitore/beni
come
infungibili
(non compilare nel caso di acquisto tramite gara)
Si richiede l'acquisto della strumentazione
•
•
della seguente marca/modello:
~\ O'M.E R\éV-X
\( 13()2.. L' 5""çe- c \J ~ lOW
produttore:
modello:
presso il seguente fornitore/i:
Ragione Sociale
\:,tOrt6'l2.lE\l
,"AL \4- S.l(' 4
Indirizzo
,l,A
ç::\'J~\'l (J-,'AiJ0C)
sG
Località
Cap 00 \
Provo ~
- Te!' O
?Q
K
ç, -
!..'"
Ragione Sociale
Indirizzo
Cap
ProVo
Ragione Sociale
Indirizzo
Cap
Provo
per le motivazioni
dettagliate
$<,
8 -i
Località
- Te!.
Località
- Te!.
nella relazione
allegata.
•
L aDDarecchio e ric h iesto in sostituzione de Ilo strumento n. inventario
A
FUORI USO
B
NON RIPARABILE
C
INADEGUATO ALLE ATTUALI
D
ALTRO:
IlI.•••.•
X
ESIGENZE
Si
Il
(descrivere)
In seguito all'acquisto del nuovo strumento l'apparecchio n. inventario
alienato dal p~monio
dell1stituto?
•
Derche:
'\
~
Oh C2 2
dovrà essere
ISTITUTO
ZOOPROFILATTICO
SPERIMENTALE
DELL'UMBRIA
E DELLE MARCHE
MODULO QUALITÀ
APPROWIGIONAMENTI
- .•..;~.:
MOD.ci;2B8<:
Rev.002~P~gina
MODULO PER LA RICHIESTA DI APPARECCHIATURE
No
.:'i.:.:. ('{'lo.
SCIEN1~iICHEgl£ç,¥
A~
_.~.
•
3::dh3
I /":~'
O motivazione:
P"_._
_
Informazioni tecniche
Ai fini dell"rnstallazione e del corretto utilizzo si segnala che:
JL 1..,'0
1. L'apparecchio sarà installato nella stanza nO
del laboratorio
2. Per il corretto funzionamento l'apparecchio occorre prevedere:
LCA
barrarele inotesi di interesse solo se non disoonibili nell'ambiente di destinazione
Allacciamento alla rete elettrica
Acqua deionizzata
Allacciamento alla rete idrica
Uscite estern e (es. cappa)
Gas Tecnici
Ambiente climatizzato
Vapore
Aria compressa
Scarichi
Altro:
Eventuali Vincoli
Spazio obbligato (mobili ed arredi, porte d'ingresso, ecc.)
Le dimensioni massime dell'apparecchio devono essere: Ixhxp
_
(lunghezza x altezza x profondità)
Il peso massimo dell'apparecchio deve essere:
kg
La collocazione / installazione dell'apparecchio richiede opere murarie:
Se si descrivere brevemente:
Altre annotazioni ed informazioni utili alla fornitura
Data
Firma del referente per la richiesta:
Firma di autorizzazione: IL DIRETTORE della S.c.
si / no
R
,-'---.>-4/"""\","'u~":~:'\~)
/""
Relazione strumento
(~:'
VIDAS
\:-.
J/<if;'~
\ ;::.,.".'" ".~"'.",,-; .
Lo strumento
automatizzato
VIDAS,
prodotto
in esclusiva
dalla Ditta Biomeriéux,
di screening per la ricerca di microrganismi
è~2:1:'~~~-~~
patogeni (Salmonella spp.,
Lisferia monocyfogenes e spp., Campylobacfer termotolleranti, Escherichia coli O 157) e di
enterotossine
stafilococciche
in campioni
alimentari
e ambientali,
mediante
metodo
immunoenzimatico.
I metodi impiegati dal sistema VIDAS per la ricerca di germi patogeni e delle enterotossine
stafilococciche rispondono ai requisiti previsti dall'art. 5 del Reg. CE 2073/2005 e s.m.i.
(Criteri microbiologici
applicabili ai prodotti alimentari),
sono cioè metodi alternativi
validati sul rispettivo metodo di riferimento (Norma ISO) in base ai criteri definiti dalla
Norma ISO 16140.
Lo sviluppo e l'utilizzo di metodi alternativi per la ricerca di germi responsabili di malattie
a trasmissione alimentare, ha avuto in questi ultimi anni un notevole incremento, dovuto
principalmente al fatto che la maggior parte dei campioni di alimenti risulta negativa per la
ricerca di patogeni; pertanto un sistema di screening che dà la certezza del negativo in tempi
rapidi (24-48 ore), semplifica le attività analitiche, consentendo un notevole risparmio di
tempo e di terreni colturali.
] metodi automatizzati di screening possono essere ascritti principalmente a due tipologie:
metodi immunoenzimatici
e metodi biomolecolari: i primi si basano sulla ricerca del germe
in oggetto, sfruttando le sue caratteristiche fenotipiche (es. antigeni di superficie, sensibilità
al fago, ecc) per operare una cattura selettiva tramite una reazione antigene anticorpo; i
secondi si basano sulla ricerca dei geni che caratterizzano
il germe. Entrambi i metodi
forniscono indicazioni certe riguardo alla negatività del campione, mentre per i campioni
positivi sono necessarie prove ulteriori di conferma.
I principali vantaggi dei sistemi automatizzati nell'attività analitica possono essere ascritti a:
Sicurezza per gli operatori, in quanto le manipolazioni sono ridotte al minimo
Rapidità di esecuzione, che si traduce in una marcata riduzione dei tempi di risposta.
Alta automazione del metodo, che comporta una riduzione degli errori operativi.
Manutenzione minima, che si traduce in un notevole risparmio di tempo
f{;
"5,;:;
.•
&":;;~~\
\~ -
ul?ìi~it'd.~&L stessi terreni di arricchimento previsti dalle metodiche ufficiali (Norme
.<~>J.S'0), -y
U:i6é consente,
• ":;.-
A~-<r"'-;.
~
o
.•••.•
'.,lf};!;S\
in caso di esito positivo, di procedere all'isolamento del patogeno
'd~r~ffamente, senza dover ripartire dal campione.
Assenza di risultati dubbi: l'esito positivo o negativo, calcolato dallo strumento, è
obiettivo e non necessita di interpretazioni.
Diminuita produzione di rifiuti rispetto al metodo tradizionale con riduzione dei costi di
smalti mento.
Il sistema VIDAS presenta inoltre i seguenti vantaggi:
Assenza di operazioni pre-analitiche (ad es. preparazione di soluzioni di lavoro dei
reagenti, delle mix di reazione, esecuzione di diluizioni, ecc.) che possono rappresentare
un fattore di criticità qualora non perfettamente standardizzate.
Organizzazione
a
compartimenti
indipendenti,
che
consente
di
rIcercare
simultaneamente più parametri, anche con protocolli analitici diversi
Kit monotest a lunga scadenza (9-12 mesi), che consentono di ridurre al mmlmo gli
sprechi di materiale inutilizzato e che non richiedono un numero minimo di campioni
Calibrazione dello strumento valida per 14 giorni, cosa che non comporta l'utilizzo di
controlli in linea ad ogni seduta analitica e che si traduce pertanto in una riduzione del
costo per singola prova.
Inoltre, da una accurata valutazione dei costi analitici per singola prova, effettuata nel
giugno scorso dai Responsabili dei Laboratori di microbiologia alimentare dell' istituto e
trasmessa alla Direzione, è emerso che, a parità di analita, i costi dell' analisi effettuata con
lo strumento VIDAS sono decisamente inferiori a quelli dell'analisi effettuata con metodi
biomolecolari.
Il Laboratorio di Microbiologia Alimenti di Perugia (LMA5) utilizza da anni il sistema
VIDAS e nel corso degli anni sono state accreditate tutte le metodiche per la ricerca di
patogeni alimentari o di tossi ne eseguibili con questo strumento
Attualmente è presente nel laboratorio LMA5 uno strumento VIDAS 30 Mod. W3205, in
uso dal 2003; con questo strumento nel corso del 2013 sono state effettuate oltre 4000
L
•
(
~~~
determinazioni
e precisamente:
2220 ricerche
di Salmonella
spp,
1388~
monocytogenes, 316 di Enter~tossine stafilococciche, 110 di Escherichia coli
LiSflb;
~::e"~Q;1.~l
'<':!.>:it: -;~:>/
Campylobacter termotollerantl.
-.-.--.-..-, --
Il Laboratorio di Microbiologia Alimenti di Pesaro (LCA 7) utilizza dal 2005 il sistema
VIDAS e nel corso degli anni ha accreditato tutte le metodiche che possono essere eseguite
con tale apparecchiatura
Attualmente
M01I85E;
è presente
sia per la ricerca di germi patogeni che per la ricerca di tossine.
nel laboratorio
LCA 7 uno strumento
miniVIDAS
modello
con questo strumento nel corso del 2013 sono state effettuate oltre 3000
determinazioni
e precisamente:
1615 ricerche
di Salmonella
monocytogenes, 269 di Enterotossine stafilococciche,
Campylobacter termotolleranti.
spp, 931 di Listeria
157 di Escherichia coli 0157 e 46 di
Vista l'elevata attività svolta, dovuta anche all' esecuzione
delle analisi del Centro Regionale Autocontrollo
presente presso la Sezione di Pesaro,
emerge la necessità di poter processare simultaneamente più campioni attraverso l'uso di
uno strumento VIDAS in sostituzione dell'attuale miniVIDAS.
Il Laboratorio di Microbiologia Alimenti di Ancona (LCA8) utilizza dal 2004 il sistema
VIDAS e nel corso degli anni ha accreditato le metodiche di ricerca di Salmonella spp,
Campylobacter termo tolleranti e Listeria monocytogenes.
Attualmente
MOIH848;
è presente
nel laboratorio
LCA8
uno strumento
miniVIDAS
modello
con questo strumento nel corso del 2013 sono state effettuate circa 1500
determinazioni
e precisamente:
806 ricerche di Salmonella spp, 466 determinazioni
di
Listeria monocytogenes e 127 determinazioni di Campylobacter termo tollerante.
La Ditta produttrice ha dato informazione che il VIDAS 30 e il mini VIDAS sono fuori
produzione
dali' anno in corso; sarà pertanto impossibile, in caso di malfunzionamento,
qualunque eventuale manutenzione che comporti l'acquisizione di parti di ricambio.
Tali strumenti
'r~~
sono stati sostituiti da modelli più attuali, che prevedono
tra l'altro
un' ottimizzazione del flusso di lavoro e una accurata tracciabilità del campione grazie alla
lettura dei reagenti mediante lettore ottico; nel mini VIDAS inoltre è stata incrementata la
facilità di inserimento dei dati e di refertazione.
L
.~
10;~;<;;;~)'
(;~er'''~~ì\t2IJI~)
.
La Ditta Biomeriéux
effettua una cosiddetta "rottamazione",
ovvero
\~):9vvefit al r:ifir.6dei vecchi modelli sostituendoli con i nuovi ed effettuando un sostanziale
""o,~.
".)~);/
SC()iJ~:!ilS;~((oal prezzo di listino, cosa che è stata illustrata dai vertici aziendali della Ditta
Biomeriéux alla nostra Direzione Sanitaria nel corso di un incontro tenuto a giugno scorso,
Pertanto, in considerazione del fatto che:
- gli apparecchi presenti in Istituto sono piuttosto datati,
- che tali apparecchi rivestono un'importanza
strategica nella attività dei laboratori che li
usano,
- a fronte di una sostituzione forzata in seguito ad eventuale rottura, le procedure di
acquisizione richiederebbero tempi piuttosto lunghi, che impatterebbero in modo sostanziale
con l'attività del laboratorio,
- che il passaggio
a metodi biomolecolari
rivalidazione/riaccreditamento
comporterebbe
uno sforzo imponente
di
di metodiche, oltre ad un maggior costo analitico,
si reputa opportuno provvedere nell' anno corrente alla sostituzione degli attuali apparecchi
con i modelli nuovi.
24 settembre 2014
.
Il Responsabile LMA5
Dott. Stefania Scuota
Il Responsabile LCA8
Dott. Donatella Ottaviani
Il Responsabile LCA 7
Dott, Franco Tonuc
BIOMÉ
.t
RIEUX
Data
Spett. le
l SI'
l~~o';j-(p\~
$Clof.
I.>'l-tB
t-o.el.-\
I
, indirizzo
('r--
------------
c.a. ~I~
Oggetto:
1i.~\
Interruzione produzione Linea Grey. Vidas "
Gentile Cliente,
con la presente Le comunichiamo che bioMérieux, azienda da sempre pioniere nell'innovazione e
impegnata nella ricerca continua di nuove soluzioni che possano migliorare la salute del paziente,
a più di 20 anni dalla produzione del primo sistema Vidas",
ha deciso di interrompere la
produzione della prima generazione:
La cessazione
della produzione della Linea VIDAS" Grey non interferirà in alcun modo con la
produzione e commercializzazione
L'interruzione
la linea VIDAS" Grey a cui il Suo sistema appartiene.
delle successive generazioni delle apparecchiature
VIDAS".
della produzione di questa sola linea VIDAS" Grey comporta una più complessa
gestione dell'approvvigionamento
dei materiali di ricambio' e della manodopera.
J
Per queste ragioni il prezzo degli interventi per la risoluzione di eventuali anomalie strumentali
subirà variazioni significative rispetto a quelle attualmente in vigore.
A disposizione per eventuali ulteriori informazioni, cogliamo l'occasione per porgere cordiali saluti
Copia peri Cliente
Data
Firma
bioMériewc
Sede legale
Via di Campigliano,
58 -loc..
Italia S.pA
Ponte a Ema - 50012 Bagno 8 Ripoli (FI) haria
Te!. +39 055 64497 I Fax +39055 643025 J WW'W.biomerieuxJt
Gapitale Sociale E 9.000.000 i.v. Socio Unico I n. REA FI44355S1 C.f.: 07146020586 Partiva: 01696821006
- pagina l di 2-
_
_
~-f!'.t/~~'
~'~'",(" ,fA': ..
.IJ~
.<~,.,.')
.;t::~..",
.
Unione Europea
Pubbhc~zione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea
**.
""
"*,,* "
"
2,rue
29RSLuxemoourg, Lussemburgo
MCfCJcr.
'i/r,~".~.
:.1~;~\
fax: .•352292942670
po.o;taelettronka: [email protected](lnnuh,n
fft"f~l
.~-.;j
an-Hoe: hupjlsimap.euroR,I~~
\ ~
.
~'"
," \
.;:.'~r:J"A'~~;~.'
t;;
""'1,
•
"\.A'. "'",s:.~",•.•
Avviso volontario per la traspare~~~!iie
Il prCSOltC (1wiS(l ha l'obicrril'O di garantire, SII bascwllontmia, la tra5{lC1rCl1Z!11lTt'VCl/i\'a di cui al/'artico/(I2 quinquics,
paragrafo~. dcUedircelivc 89/665/CEE c 9211YCEE sulrcproadurc di licorsn, c daIl'ro1icolo60,jX1nlgraF.f, deI/a
din1ti\!Q 2C09/811CE (infml7l11;j(lllC sull'aggiudica;jonc d& GllJXlfto5a4Y1 fa prC\;a pubblicazione di un btmfodi gara
ndla Ga;:zlta Uffieiakddl lWmc~.PO'utiIi;;;tarc
talenrccani.9JVsi ~rgadi caJl.'ibrcJc~alrlklllllUJl
nl-l, lli5, V3d m~nDLD2oD3asmnhdcicasi.
Le alS(UCrimanO'l{i S01IO faro/rative c l)(l5.5lm(lC'SStTC utiliz?pc{ Pu
fornire CI'C/11Ualiinfonna;z,ioni rol11planO'ltar1 riunute utili dall'amministra;z,ionc aggiudicaCricdmre
Il presente <lvvisoè disciplinato d<lll<l:
Direttiva 2004ns/CE
])ifettiva 2009/8VCE (Difes<l) O
Sezione I: Amministrazione AggiudicatricelEnte Aggiudicatore
1.1) Denominazione,
denominazione
indirizzi e punti di contatto
ufficiale: Istituto
Zooprofilattico
indirizzo p:>stale: Via G. Salvemini,
città: Perugia
Sperimentale
e delle Marche
dell'Umbria
I
paese: Italia
codice 'postale: ~126
punti di contatto'
<lll'attenzionedi: llfficioAcquisizione
tekfono:075.343249
Beni
fax:: 075. 3504 7
IXlStaelettronica: [email protected]
Indirizzi internet: (scdd caso) www.izsum.it
Indirizzo genemledell'amministt'àzione
aggiudicatrice/ente
aggiudicatore: (URL) www.izsum.it
Indirizzo del profilo di committente: (URL) www.izsum.it
Accesso elettronico alle informazioni: (URL)
Presentazione pcrvia elettronica di offerte c richieste di partecipazione: (URL)
1.2) Tipo di amministrazione
aggiudicatrice
(nd casodi IIn aY\'iw pubblicaroda
O Ì\.1inislero o qualsiasi altra autorità nazionale o federale. inclusi gli
uffici a livello locale o regionale
O Agenzia/ufficio nazionale o federale
O Autorit<Ì regionale o locale
O Agenzia/ufficio regionale o locale
un'amministrazione
aggiudicatrice)
x Organismo di diritto pubblico
O
lstituzione/Agenzia
o organizzazione
internazionale
O Altro:(sJ>aificarc)
1.3) Principali settori di attività
(nd ((l5{Jdi un ffivìsopubblicatoda
O
O
O
O
O
x
O
O
O
O
O
Wl'ammirrisrra;Jonf':
Sen'izi generati delie amministrazioni
Difesa
Ordine pubblico e sicurezza
Ambiente
Affari economid e finanziari
Salute
Abitazioni e assetto territoriale
Protezione sociale
Servizi ricreativi, cultura e religione
Istruzione
(nd caso di Wl ffi'\'iso1mbblieatoda un mlc a~udicatore)
agiudicatricc)
pubbliche
o
Produzione. t •.lSporto e distribuzione di gas
O Elettricità
O EsplorJZione ed estrazione di gas e petrolio
O Esplorazione ed estrazione di carbone o altri combustibili solidi
Altro:(spccificarc)
O
O
O
O
Acqua
Servizi postali
Senrizi ferroviari
Senti di ferrovia urbana. tr.un, filobus o bus
O
O
Attività
Attività
conncsseaifX)rti
connesseagliaelllporti
O Altro:(SfKcifìcarc)
lA) Concessione
L'amministrazione
(inmlO
aJTmtll.!t
di un appalto a nome di altre amministrazioni
aggiudicatrice/ente
aggiudicatorc
il'O,u!/Clioli it~'7IIa;joni.\Ilf/llCilCammini.\rrajonj
aggiudicattici/enti
aggiudicatori
acquista per conto cii altre amministmzioni
u-MudiC£lfridfrnt
i %>illdiwlori
aggiudicatrici/enti
pr.lS.'<J1k}~',(rcripr.1I1a1CIIdl'afkpn(l A)
1 di 6
x
Direttiva 20041I7/CE (Settori Speciali) O
aggiudicatore.
aggiudicatoli: O sì
x no
.~J
,~S:..
\ ~~, ...•.
-'I;~;_%.~
/,:,:~';::;~-':~
/~:~);H~;:~~)cll'apPalto
~+<,,~,ç~~~:..~
\
i1 :ll.l)
-.< Dcscniionèt,.
""'''
' ,"~
"'1
j'
•
.A:,-!::' {;
t '-:'-;;
'\'~':~
<;~F~ 0::'::1
\11.:1.1)DcnomiriazioiìVconf~fira
all'appalto:
~~
volon'~~
~ -J;.,t~~parenza
preventiva relativo alla pr<:>l'eduranegoziata senza previa pubblicazione
del bando di gara, ai sensi
d~ìi'~J5;;
del D. l.gs.163/2006e ss.mmii., per l'acquisto di n. 2 Vidas e n. l MiniVidas così descritti:
.....••..• "òrnifu~~~ìfnerab)
,.~~.~I:)
modeU;"Vidas
da banco, automatico, multiparametrico,
selettivo, per l'esecuzione di determinazioni
c) modello "'MiniVidas da banco, automatico, multiparametrico,
immunoenzimatiche"
selettivo per l'esecuzione di determinazioni
immunoenzimatiche"
11.1.2)Tipo di appalto e luogo di consegna o di esecuzione
(~((glj~,.clilla sola cUlC);oria -im'ort/omiilliro
D
sen'i .•:!. che «Jrri.~p()nd, mU&'iiclI"melllC ul/',~'Crto spr,~(ìcoddl'appallood'gli acqtllsli)
o ESfru;:ione
O Progetta::ione
ed esecl\::ione
() Reati=::ione,
con qualsiasi
Cl)l1forme :lllc prescri::ioni
:lggiudicarrici'enti
D
x Fomiturl'
LaVOli
me:::::o di lavoro,
x Acquism
O Leasing
di servi::i n :
(per le (al(~orie di s(fvi;::i(fr_~li {flle~{ftiCl, C' o O)
O Noleggio
delle :lmminismdoni
O Acquisto a risCHto
aggiudicatari
O {fna comhina::ione
di queste rorme
Luogo princip:zle di eSl'cu::lonl' {lei Lavori, di consegna delle forniture o di presta::ione
Codice NIITS
Servi;:i
O Caugoli:l
lTE21
dei Sl'l\'Ì:':Ì: Perugia
Codice NllTS
Codice N[ ITS
Codice NIITS
Il.I,3) Infonnazioni
sull'accordo
O L'aV\liso riguarda la conclusione
O L'avviso riguarda un appalto
ILI .4) Breve descrizione
quadro o il sistema dinamico di acquisizione
(SDA) ('>fJrlaHo)
di un accordo quadro
basato sul sistema dinamico di acquisi=ione
deU'appalto
(nrS)
(/KHI
perr/nCl1lencl CU\<JJI Iinav\'isodi wi (lI/aciirrllil'{f 1009/8J/CF.)
o degli acquisti:
indagine di mercato e avviso volonJ~.riopcfla'Ot.sparenza
prevìa pubblicazione del bandOldi~aì~Sì~art.
~q~
preventiva per dichiarare fliitenzione"dHndire
57, comma 2, lettera b) del D.
una procedura negozia.m senza
e ss.mmii., per l'acquisto di n. 2 Vidas
e n. l MiniVidas cosi descritti:
Q
modello "Vidas da banco, au
matico, multiparamemoo.
lettivo, per l'esecuzione di determinazioni
"
c) modello "MiniVidas da banco, aut6matico, multiparaJT1»selcttivo
Il.1.5) Vocabolario
Oggetto pdncipale
comune per gli appalti (CPV)
~
immunoenzimatiche"
per l'esecuzione di detenninazioni
immunoenzimatiche"
Vocabolari supplementare
(se dd caso)
38000000-5
Oggl"r\ i complementari"
Il.1.6) Informazioni
relative all'accomo
L'appalto
clan'accordo
~ disdplinatù
sugli appalti pubblici (AAP) (tllmpt:t1illftllend ra.~)[fi Ull 11'I'\'isodi cui ulludiretliv{f 2009/S/J1CE)
sugli appalti pubblici (AAP): O si
X n.,)
112) Valore finale totale degli appalti
Il.2.1) Valore finale totale degli appalti
(Imfjmrr sol" il valore lolak finale, iudmi 1U1li.l:'iuppahi, i Il'[/i, i ritmovi (le ,~iotli. Prr le injlwmu::.iotlisu::'i appali i il1dividua/i,compilale
XIVAesclusa
Valore: 30.000,00
Valuta: Euro
Offerta più hassa
Offerta più ,llta
Valuta"
presa in l'onsider-azione
2 di 6
lu ,",,::.iollr
V. /\.'Xilldi[CJ::.ioJleddl.appull~)
IVA compresa
IVA(%)
./5r~~~~~,~--
Sezione IV: Procedura
f
IV.l ) Tipo di procedura
di un .wviso di gara I indizione di gara
X Negoziata senza pubblicazione
,.0.1
s
"',o)
,"
fjdt~
;"'
.~.';....'_~.
.'. !{};,~
.c."',~.'
.,.~ ,
~f/
,-- ~.ù;;f
O Aggiudicazione di un appalto senza la prev'ia pubblicazione di un bando nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europe-a
~'~;~i'~~Y
(nei CQ5i dcncoli alla sezione 2 degli allegati D1, D2 o DJ a seconda dci casi)
""'---
Motivazione della decisione di aggiudicare l'appalto senza la previa pubblicazione di un bando di gara nella Gazzetta l)fficiale dell'Unione Europea (GUllE):
(complerare inrcgralmente !'allegato D 1.D2 o D3, a seconda dd casi)
IV. 2) Criteri di aggiudicazione
IV.2.1) Criteri di aggiudicazione
(contrassegnare kcasenepatinentO
X Prezzo più basso
Oppure
O Offerta economicamente
più vantaggiosa in base ai
Criteri
Criteri
L
L
L
2
2
3.
2
3.
4.
IV.2.2) informazioni
S.
5.
6.
6.
6
suD'asta elettronica
Ricorso ad un'asta elettronica:
IV.3) Informazioni
l.
4.
4.
5
6
Ponderazione
(per leamministmjoni aggiudicatarie)
Ponderazione
(pcr le amministrazioni aggiudicatarie)
O si
di carattere
IV.3.! ) Numero di riferimento
IV.3.2) Pubblicazioni
X no
amministrativo
attribuito
precedenti
al dossier dall'amministrazione
aggiudicatrice/ente
aggiudicatore:
(sedei caso)
relative allo stesso appalto: O si X no
(in caso affermativo. completare le caselle awroPriare)
O Awiso indicativo periodico
o Avviso sul sistema
O Avviso di preinfonnazione
O Avviso relativo ai profilo di committente
Numero dell'Avviso nella GUUE
del
(gglmm1aaaa)
O Bando di gara semplificato nell'ambito di un sistema dinamico di acquisizione
O Bando di gara
Numero dell'Avviso nella GlTlJE
O Altre pubblicazioni
di qualilicazione
15
del
15
(gglmmlaaaa)
precedenti
Numero dell'Avviso nella GUUE
15
del
(ggImmiaaaa)
Numero dell'AVviso nella GllOE
15
del
(ggImmlaaaa)
3di6
>
l'è'"
!,~.
.
Y.3) Nome e recapito deU'Operatore
denominazione
Economico in favore del quale è stata adottata
la decisione di aggiudicazione
deU'appalto
ufficiale: Biomerieux Italia S.p.A.
indirizzo postale: Via di Campigliano, 58
città: Bagno a Ripoli
(FI)
cocliceJXlStale:50012
paese:Italia
posta elettronica: [email protected].biornerieux.it/
[email protected]
indirizzo internet: (URl~www.biomerieux.it
Y.4) Informazione
sul valore dell'appalto
telefono: 055.64497
fax::800.012060 I 055.6449936
(indicart solo in cifre)
Valore totale inizialmenle stimato dell'appalto (sedei caso)
Valore: 30.000,00
Valuta:
Euro
Valore finale totale ddl'appalto
ValoreValuta.
Oppure
Offerra pHl bassa
Offerta più alta
Valuta:
presa in consider,lzione
Nel caso di un valore annuale o mensile: (indicarr)
Numero di anni.
V.5) Infonnazioni
oppure Numero di mesi:
sui subappalti
È possibile che l'app<1lto venga subappaltato:
Osi x no
(incaSiJaf[ennali\'O, indicare solo in afre) Indicare il ,"alare o la percentuale dell'appalto suooppaltabile a terzi:
Valore stimato, IVA esclusa:
OValuta.
Non noto:
PeITentuale
('l')
Breve descrizione del valore/p<'rcentuale clell'appalto da subappaltare: (scnoto)
solo nd !n,odi un avvisodi cui alla dirmrva 2{)"))/18/CE
[J tutti o parte dei subapp:.!lti S<lr.mnoaggiudicati a seguito di una procedura competi(Ì\~J (\'t'di Tirnlnl1I della dire/riva 2009/81/CE)
D
una quota all'appùlro sarà suooppaltara nell'ambito di una procedura competitiva (vali TIrn/o fll ddJadirettiva
peITentuale minima:
(La percentuale
(%) percentuale massima:
(%) del valore dell'appalto
massima non può ,>uperate il10Clbdel valore dell'appalto)
(Uti/i:;;prrIa~"fSmt(Ql1rnclnwu:rodiwpi('~"Ìi~
'idi 6
1OO9/8VCE)
~_ ..• :,U._, ._._'
Sezione VI: Altre infonnazioni
VI.l) Informazioni
L'appalto
sui fondi dell'Unione
è connesso
ad un progetto
(in caso affmllativo) indicare
~
/'
.
Europea
e/o programma
finanziato
da fondi dell'Unione
Europea: O sì
I
: .;:"
.,
...
,'.l.t;~,~.i ~:.,\)
\
complcmentari:($('"dclcaso)
c'-
'<'
\\_.:-~"'\":'"'' .':;:",#'.i
il o i programmi:
,".
"'.".- '.
é.~
..
r;.,,: .
x no
~,;!
....
.."
'\.'.' ;rll . ",.
VI.2) Informazioni
....•..•.••..
/< (...
.
~;~'J
~--:;'/
i.r.,'~"I:'
"".~!d - 11"\JU.
Con il presente Avviso s'intende accertare l'unicità della strumentazionc
prodotta e commercializzata
"-.-
dalla ditta Biorncricux Italia S.p.A. in
quanto, sulla scorta delle conoscenze di questo Istituto, nessun altro operatore economico è in grado di fornire/produrre/commercializzare
apparecchiature
con le medesime caratteristiche
tecniche. soprattutto
a livello di equivalenza prcstazionalc. a quelle offerte dalla ditta sopra
richiamata. Qualora venga confermata la circostanza secondo la quale l'impresa individuata costituisca l'unico fornitore della strumentazione
oggetto dci presente avviso. questo Istituto intende., ai sensi dell'art. 57. comma l,lettera b) dclI'art. 79~bis, nonché ddl'art. 24S,bis, comma 5,
lettera a) e b), del D. Lgs. 163/2006, e ss.mm.ii, manifestare l'intenzione di sottoscrizione
contrattuali,
con l'impresa che, allo stato attoale, risulta l'unico fornitore dell'apparecchiatura
VI.3) Procedure
di ricorso
VI.3.1) Organismo
responsabile
delle proccduredi
ufficiale: Tribunale
dcnomirulzjone
ricorso
di Perugia
città:
codice postale:
posta elettronica:
telefono:
fax"
indirizzo internet: (URI.)
Organismo
responsabile
denominazione
paese: Italia
delle procedure
di mediazione
ufficiale:
città"
codice postale:
posta elettronica:
telefono
paese:
indirizzo internet: (URL)
V1.3.2) Presentazione
Informazioni
precise
di ricorsi (compilarci/punto VI320Jr1m.an'OCcmTa&J1, iI/XInro \133)
sui termini
di presentazione
VI.3.3) Servizio presso ii quale sono disponibili
denominazione
dei ricorsi:
infonnazioni
sulla presentazione
dci ricorsi
ufficiale:
indirizzo postale:
cin:à:
cooice postale:
posta c1cttronic:r
telefono:
paese: Italia
indirizzo internet: (URl.J
VI.4) Data di spedizione
del presente avviso:
~/mmlaa)
'5di6
un contratto, previa negoziazione delle condizioni
descritta.
//,'~-:f~:""ii[0;;~
AlIçgàto DI- Appalti g~rici
'.• ..: '-" ~
•.•..• \
..
Mo,ti~one
d';h~,~~one
di~~udicare
! .:~
'~~~Y:r.al"
l\Ij
(GU\1E)
,:,..:-
<;,.t;.::-
,~?
Si prt'~~tip~icaHtìa
europea.
ufficiale dell'Unione
Europea
I
])irettIV.l.2004I18/CE
I.
di un bando di gara nella Gazzetta
;=, J
".. AY"'",pC>
...,. ,.~~
"''Ii'.:
\ ~::;.
l'appalco senza la previa pubblicazione
l
~:7)
'I r
',>
m~,~~~~_ne della decisione di aggiudicare ['appalto senza pITvia pubblicazione di un bando di gara nena Gazzetta ufficiale dell'lTnione
~rri9tiv£bon€
.....,~.__ .,....gk~~s-'>ere
conforme ai pertinenti articoli della direttiva 200-I!l8/CE. (si prega di contrassegnare
la o le caselle pertinenti e di fornire le
informazioni complementari richieste di seguito)
I) Motivazione
della scelta della procedura
confonnemente
alla direttiva 2004/l8/CE
negoziata
senza la previa pubblicazione
di un bando di gara nella Gazzetta
Ufficiale dell'Unione
Europea,
Non sono pervenute offerte, o non sono pervenute affette adeguate, in risposta a:
O procedut'a aperta O procedurd ristretta.
O i prodotti in questione sono fabbricati unicamente a sc0Ix> di riceI'C'J.,esperimento, studio o svilup[Xl alle condizioni fissate dalla direttiva. {unicamente
{lO'
le
forniture)
i lavori/le mercVi servizi possono essere fomiti unicamente da un detelTIlinatoofferente per ragioni che sono:
x tecniche;
O di carattere
artistico;
O connesse alla tutela di diritti esclusivi;
O estrema urgenza determinata da eventi che non pote\'dnO essere previsti dall'amministrazione
aggiudicatrice e confolTIlemente alle rigorose condizioni
fissate
dalla direttiva;
O lavori/fornitureJservizi
complementari
O nuovi lavori/servizi che costituiscono
sono ordinati conformemente
alle rigorose condizioni fissate dalla direttiva;
una ripetizione di hlvori/servizi precedenti, ordinati conformemente alle rigorose condizioni fissate dalla direttiva;
O app;.llto di servizi aggiudicato al vincitore o a uno dei vincitori di un concorso di progettazione;
O per forniture quotate e acquistate in una borsa di materie prime;
Per l'acquisto di forniture a condizioni particolarmente
wntaggiose.
O da un fornitore che è in fase di liquidazione definitivd della propri.t attività;
O dai cUrJtori
° liquidatori
di un fallimento, di un accorno con i creditori o di procedine analoghe;
O tutte le offerte presentate in risposta ad una procedura aperta, una procedura ristretta o a un dialogo competitivo erano irregolari o inaccettabHi Solo le offerte
conformi ai criteri di selezione qualitativi sono state incluse nelle negoziazioni.
2) Altre motivazioni
per l'aggiudicazione
deU'appalto senza la pre •...
ia pubblicazione
di un bando di gara nella Gazzetta
Ufficiale deU'Unione Europea
O l'appalto ha per oggetto i servizi di cui all'allegato II B della direttiva;
O l'appalto non rientra nel campo di applicazione della pertinente
direttiva
Per beneficiare della riduzione dei tennini di cui sopra. oltre a contr.lSsegnare la o le caselle pertinenti, si prega di iUustrare in modo chi<1toe organico le ragioni
per cui è considerata leg<1lel'aggiudicazione dell'appalto senza previa pubblicazione di un bando di gara nella Gazzetta ufficiale dell'llnione
ogni caso i fatti pertinenti e, sedei caso, le conclusioni di diritto, conformemente alla direttiva 2004n8/CE:
(massimo 500 pan11c)
6di 6
Europel, efencando in
lstitul(l Z(l{lrrl'libl1ico
PROCEDURA
Sperimentale
ì'iI<:GOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE
rORI'iITURA
ddl'l!mhria
e delle Marche
DEI. BANDO DI GARA PER LA
E POSA IN OPERA UI N, 3 SISTEMI VIOAS
DISCIPLINARE
DI GARA
NUMERU GARA ANAC:
Smart CIG:
xm'd
mm
Importo prt'sunto della fornitura euro 30,000,00'" l.V.A., così suddiviso:
..•..Termine per la ricezione delle offerte: ore 13:00 del giorno
iw_ii
In riferimento agli ohblighi di cui al D.Lgs. n. 81/2008, ai fini del presente appalto non esistono interterenze
poiché trattasi di mera forniluru di cui all'art. 2h del cilalO Decreto. Pertanto nQn è prevista la redazione del
DUVRI (Documento Unico Valutazione Rischi e Interlercnze) cd i relativi costi sono pari a zero.
In caso di rischi attualmente non previsti c non prevedibili, prima dell'esecuzione della fornitura sarà
applicato quanto disposto dall'art. 26 del citato Decreto.
RICHIESTA DI INFORMAZIONI:
Le richieste di eventuali infonnazioni complementari eia di chiarimenti sul COlllcnutodella documentazione
t'annuiate in lingua italiana e recanti l'indicazione dell'oggetto ed il numero della gara, dovranno essere
inoltmte esclusivamente a mezzo fa." al n. 075.35047 c dovranno pervenire entro le ore 13:00 del giorno
mm
l:;titU\(l ZonpmJit11tic{l Speril11entak
ddl'Ulllhl'ia
e delle Mnrche
DEFINIZIONI:
1) Per Istituto, IZSUM, o Amministrazione (1 Stazione Appaltante si intende l'Istituto Zooprflfilattico
Sperimentale delrUmbria e delle Marche
2) Per Fornitura si intende la fornitura dci beni oggetto della presente gara
3) Per Strumentali, Strumentazioneli, Apparecchio/i. Apparecchiaturale si intendono i ocni oggetto della
pn.~sente fornitura
4) Per legale rappresentante, si intende la persona con potere di rappresentare il concorrente
5) Per Codice o Codice dei contralti si intende il D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 "Codice dei contratli pubblici
relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/l7/CE
e 2004/1 S/CE" e sS.ITIIl1.ii.
h) Per Disciplinare si intende il presente disciplinare di garo
7) Per Autoriti, si intende l"Autorità Nazionale Anticorruzione
8) Per Soggetto interpellato si intende l'opcrlllOTc economico invitato a presentare oetena
NORMATIVA DI RIFERIi\'IE~TO;
La procedura e la fornitura sono regolate oltre ehe dal Disciplinare e dai suoi allegati:
l) Dal D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 163 "Codice dei contrani pubblici relativi a lavori. servizi e forniture in
attuazione delle direttive 2004/1 7/CE e 200411S/CE" c SS.mm.ii.
2) Dal D.I'.R. 5 ottohre 2010, n. 207 "Regolamento di esecuzione e di attuazione del decreto legislativo 12
aprile 2006, n. 163, rec<tote "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione
delle direttive 2004/l7/CE
e 2004!18/CE"
3) Dal D.Lgs. 9 <tprile200S, n. 81
4) Dal Codice Civile
5) Dalle altre disposizioni nonnative in materia in quanto applicabili e compatibili
ART, I • OGGETTO DELL'AI'PALTO
l) L'Istituto 7..ooprOSlattico Sperimentale dcll'Umbria e delle Marche con delibera del Direttore Generale
n.~.
del ~
2014 ha disposto l'a\'Vio del procedimento, ai sensi dell'art. 57 del D.Lgs. 163/2006 e
SS.mm.ii. volto all'aftidamento detta fornitura e posa in opera di n. 2 sistemi VII)AS e n. 1 sislema
MINIVIDAS destinati ai laboratori dell'Ente, "Ile condizioni espressamente stabilite negli allegati tecnici,
nel capitolato speciale d'appalto e dalle presenti norme.
2) l beni devono essere fomiti completi di ogni accessorio o complemento occorrente per renderli
pienamente funzionanti ed idonei alt"uso cui sono destinati.
3) Le apparecchiature offerte dovranno essere eonfomli alle caratteristiche tecnichc":minime descritte
nell'allegato Capitolato Tecnico, ai quali integralmente si rinvia.
4) Il montnggio e l'installazione devono essere eseguili a regola d'ane a spese dell'affidatario nei piani e nei
locali indicati dall'Istituto all'allo dell'ordine, sotto la super\"Ìsione del personnle re ferente dell'Istituto.
5) La ditta affidataria dovrà essere dotatn di tulle le attrezzature utili al montaggio ed alla installllzione al
piano di destinazionc dei beni oggetto dì fornitura.
6) Le allre"..zature dovranno essere dot<tte di spine corrispondcnti agli impianti dci locali di destinazione in
hase agli standard dell'Istituto. Pertanto, se l'apparecchiatura e dOlat" di spina non idonea rispetto
all'impianto del locale di destinazione, l'atlidatario si obbliga a sostituire i cavi eIa le spine.
ART, 2 - MODALITÀ DI AFI;II)AMENTO
L'affidamento si svolgerà mediante procedura negoziata senza pre\'ia pubblicazione del bando di gara, ai
sensi dell'art. 57 del D.Lg:;. 16312006 e sS.mm.ii" con l'osservanza delle presenti nonne, nonché delle
disposizioni contenute nel Capitolato Tecnico e negli allegati.
;'''.<'-~':--~
/'/ ;'~:"'
..
'
,:
'"
6
J
::~
..~.~\
ART. 3 _ SOGGETT'I AMMESSI ALLA PRUCEL>uRA I REQUlSITll'ER
LA rÌ\,.!r~F.C1.rAZIONE
I) Sono ammessi a partecipare alla procedura i soggetti di çui all'art. 34 del Codice j~:p'0ssess~'iJei seguenti
ii:
~
~
d' ~.....•
~-,
-'.....' ,I\..
': ' ,~
\'r,....,.
reqUISiti
• A) iscrizioni
'
~~ (~:~.:~-e~,~.:'.,.
Il soggetto concorrente do\ ra essere 10 possesso dI ISCriZionenel regIstro della Cam~ dI . '" me!elO;.•.~'Ct.'.
~
atllvlta coerente con l'oggello della procedura
\ 1";1,
~a"'"
i
I di 16
:! di
16
~'1i8>';O
y- ://
-,.....
--
blituLo lll(lp1'(\!ila1Ii~'(l Srcrilllcnlaie
ddl'LJmnria c delle Marche
• B) Requisiti di ordine generale ed assen1.a di cause di esclusione
Il sog!:Jetto concorrente e" per esso, con riferimento ai requisiti personali. il legale rappresentante c i
componenti del Consiglio di Amministrazione, dovranno, a pena di esclusiom'. non trovarsi in una o più
delle situazioni di esclusione dalla partecipazione alle procedure di aflìdamento e di stipula dei relativi
contralti previste dall'art 38 del Codice e da qualsiasi altra disposizione lel.!islativa o regolamentare cd,
inoltre:
3) non essere stati destinatari di pnwvedimenti di sospensione dell"altivitil imprenditoriale e di
provvedimenti interdittivi alla contrattazione con le Amministrazioni Pubbliche ai sensi:
o dell"art 14 D.Lgs. n, 81/2008 (Testo Unico sulla sicurezza del lavoro)
o dell'art. 44 D.Lgs. 286/1998 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e
nonne sulla condizione dello straniero)
o dell'arI. 41 del D.Lgs, 19812001 (Codice delle pari opportunita tra uomo e donna)
o dell'art. 53 del D.Lgs. 165/2001 (Nonne generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
Amministrazioni Pubhliche)
o da qualsiasi altm disposizione legislativa n regohllnemare
oppure che tali provvt:dimenti, adottati nei confronti dell'impresa, sono scaduti o revocati in bnse '1113
medesima disposizione.
2) Le dichiarazioni di natura personale di cui alle lettere b), c) e m-ter) del comma l dell'art, 38 del Codice
potmnno essere effettuate, ai sensi dell'art. 47, co. 2, D.P.R. n. 44512000, dal dichiarante per conto di tutti i
soggetti tenuti a renderle, quali previsti dall'art. 38, comma I, lettera c) del Codice, o direttamente dai
soggetti interessati utilizzando preferibilmente lo S1essomodello allegato n. I.
3) L'attestaziont: del possesso dei requisiti di cui ai punti A) /serbolli e B) Requisiti di ordille gel/erale,
deve essere fornita mediante dichiarazioni rese confnnm:mente all'allegato n. l, preferibilmente utilizz.1ndo
il modello stesso e comunque fornendo tutte le indicazioni in esso richieste; la finna in calce non necessita di
autenticazione tuttavia, ex art. 38, comma 3, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, l)Ceorre lrasmellere
unitnmentc alla dichiarazione copia fotostatica di un valido documento di identiti! del sottoscrittore.
4) Il concorrente ha facoltà sia di utilizzare l'allegato modello debitamente compilato in ogni sua parte, sin
di predispome, per eventuali carenze di sp<lzio o altre esigenze, uno redatto in proprio, contenente
comunque, pena esclusione, tutte le dichiarazioni ed informazioni richieste.
5) Nel modello di cui all'Allegato n, I (o sull'eventuale autodichiarazione redatta confonnemente alto
stesso), inoltre, il concorrente dovrà dichiarare:
a) di essere infonnato, ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 D.L!:Js.n. 19612003, che i dati personali raccolti
saranno trattati, anche con strumenti infonnatici, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale la
presente dichiarazione viene resa;
b) di essere a conoscenlit che l'Istituto si riserva il diritto di procedere d'ullicio a verifiche, anche a
campione, in ordine alla veridicità delle dichiarazioni;
c) di essere consapevole che, qualora fosse accertata la non veridicità del contenuto della dichiarazione,
l'operatore economico verrà escluso dalla procedura per la quale è rilasciata, o, se risultato aggiudicat<lrio.
decadrà dalla aggiudicazione medesima la quale verrà annullata e/o revocata, inoltre, qualora la non
veridicità del contenuto della dichiarazione fosse accertata dopo la stipula del contratto, questo potrà essere
risolto di diritto dall'Istituto ai sensi dell'art. 1456 cod. civ,;
d) di aver preso visione del Disciplinare, del capitolato tecnico c di tutti gli allegati, di tutte le condizioni di
luogo e di fatto necessarie per la fonnulazione del!'offert<l, nonché di tutte l~ circostanze generali e
particolari che possano aver inlluito sulla determinazione dci prezzi e sull'accettazione delle condizioni
contrattuali e che possano inlluire sull'esecuzione dell'appalto, di accettare integralmente il disciplinare di
gara ed il capitolato tecnico nonché gli allegati a tali documenti, di aver giudicalO i prezzi indicati in offerta
nel loro complesso remunerativi e tali da consentire l'offerta presentata, per cui non potrà essere avanlitta
alcuna giustificazione od attenuante in merito;
e) di aver predisposto l'ollerta tenendo conto di tutti i costi derivanti dagli obblighi imposti dalla vigente
nOllnativa in matcl'ia di sicurezza e protezione dci lavoratori, nonché delle condizioni stesse di lavoro;
t) di impegnarsi a garantire a favore dei lavoratori dipendenti (e, se COOpel'Mive,anche a favore dei soci)
condizioni retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti di lavoro c dagli accordi locali integrativi
degli stessi, applicahili alla categoria ed alla località ove si svolge l'appnlto, indicando il ,"ontratto collettivo
applicato in relazione al settore mcrceologico di riferimento;
g) di impegnarsi a ,"omunicare tempestivamente all'Istituto le eventuali modilicazioni agli stati o fatti
indicati nella dichiarazione;
h) di impegnarsi a collaborare con il direttore dell'esecuzione del contratto designato dall'Istituto al line di
agevolare l'esecuzione ddl'<lppa1to;
i) il nominativO e la qualificazione giuridica del soggetto ahilitato a sottoscrivere: l'offerta in nome e per
conIO dell'operatore econOlnico;
j) di eleggere domicilio presso una Sede determin<lta e di (lutorinarc espressamente l'Istituto ad utilizzare
un preciso numero di telerax e/o indirizzo PEe per la trasmissione di ogni eventuale comunicazione inerente
la procedura in oggetto e/o richieste di chiarimento eIa integrazione della documentazione presentata, ivi
comprese le comunicazioni previste dall'art. 79 del D.Lgs. 16311006 e sS.mm,ii.;
k) di possedere l'idoneità tecnico professionale, o\'\'ero le capacità organizzative, la disponibilità di lorza
lavoro, macchine ed attrezzature, in relazione al tipo di appalto da realizzare e di essere a completa
conoscenza di tul1e le prescrizioni, provvcdimenti, nonne \'igenti che disciplinano il contratto oggetto della
procedura;
l) di incaricare dello svolgimento dci lavori dipendenti regolarmente iscritti a libro m<ltricola e assicurati a
termini di legge per gli infortuni e per le malattie prolt,'ssionali;
m)di impegnarsi ad assumere, in caso di aggiudicazione, pena la nullitù del contratto, gli ohblighi di
tracciabilità dci llussi tinanziari previsti ai sensi dell'art. 3, c. R, legge 13 agosto 2010, n, 136, linaliz7~lta a
prevenire infi!lmzioni criminali;
n) di impegnarsi a comunicare, in caso di aggiudicazione ai sensi dell'art. 3, c. 7, legge 13 agosto 2010, n.
136 gli estremi dei conti eorrcnti hancari o postali dedicati, anche in via non esclusiva, nonché le generalita e
il codice fiscale delle persone dele!:Jatead operare su di essi;
o) di accettare che l'Istituto possa avvalersi della faco1t,i di non procedere all'aggiudicazione ovvero di
risolvere il contratto eventualmente stipulato, in caso di sopravvenuta stipu!azione di una convenzione ai
sensi dell'art. 26 della legge n048~/99 e sS.mm,ii., salvo che ad avvenuta aggiudicazione, l'impresn
aggiudicataria non offw di ndeguare l'offerta ai parametri di qualità e pre•..
..zooggetto di convcnzionamento;
p) di essere disposta a dare inizio alla fornitura anehe in pendenza della stipula del conlratto di fornitura;
q) di autorizzare/non aulOrizzarc l'accesso alla documentazione trasmessa in confonnita alle disposizioni di
cui alla Legge 7 agosto 1990, n, 241 (in caso negativo allegare motivazione espressa al diniego con preci~
indicazione delle parti dell'offerta per le quali si nega l'accesso)
ART, 4 - MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
l) Per partecipare alla procedura l'impresa deve far pervenire all'Istituto Zooprofilanico Sperimentale
dell'Umbria e delle Marche - Ufficio Protocollo - Via G. Salvemini, l - 06126 Perugia, tassativamente
entro e non oltre le ore 13,00 del giorno ij:};M, un'offerta valida formulata e presentata secondo le
modalita di seguito indicate.
2) La docwnentazione dovrà pervenire in uno dci seguenti modi:
A mezzo raccomandata A.R.
A me7..zoagenzia di rC(:apito autorizzata
A mezzo rEe (posta elettronica certilieata) all'indirizzo pn'tl'cl'lln.izsumfii:lc"allllail.it
1\ lTlanopresso l'uflicio Protocollo dell'Istituto
nei seguenti giorni leriali ed orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00,
3) Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente, ove per qualsiasi motiVO,il plico inviato non
gIUnga a destmazlOne m tempo uttle
4) A segUIto della consegna etìenU3ta a mano prcsso l'UfficIO Protocollo sara nJJlsctFtfaJ1su1),çhiesta,
/,r-" "l ,li ~"0,:---"
regolare ncevuta
./' \":> \'
'~.II'-;,.:.:\.
5) In caso dI moltro a mano o a meZ70 fXIsta/cotTlere la documentazione do\'ra~~ere lnstrìta m un uniCO,
pliCOche deve essere ChIUSO,tirmato SUIlembI di chl~sura dal tItolare o lega~rrn"}preseniate dell'lmpr~r'\
SigIllato IO modo da garantire 1<1segrctc7.za e recante <l11'esterno11nommatlvo érmltte[l;tt (ragIone Socl,lle
\
detrlmpresa che presenta l'olferta) e l'oggetto dell'otlerta "Ol"FERT A PER L :f1>RNl"F{rJR4-t?!cS.A:~TEMI-
Il
VIDAS"
,
"'~.
~;. li"
...-; t'i
"[i.
'\ fr;,
3 di 16
4 di 16
\. ".C,',. , ,
"\.
&'<\:~,,':',:,
"''l"~~;.
..•.
,,"
J
•.••,v
!
',/
._'
'. ..-
'--,'/
~'....;.r!!JaIl n ~~":>/
lstitut(l Z,)Opl'l'tilaltiC(l Sp~ril11~ntale ddl' Umbria ~ ddk
Man:h.:
o) [n caso di invio del plico tramite corrieri o agenzie di recapito, è onere del concorrente veriticare che le
diciture sopra indicate c la denominazione dell'impresa concorrente siano presenti anche sull'involucro
all'interno del quale lo spedizioniere do\'esse porre il plico predisposto dal concorrente.
7) In caso di inoltro a mezzo posta elettronica ceniticata, l'oggcllo dci messaggio dovrà esscre "OFFERTA
PER LA FORN[TURA DI SISTEMI VIDAS"
DOCUMENTI
DA PRESENTARE
8) Documenti Amministrativi
In presenza di documentll:.ione re~'a ai ~'ensi (lei n,p,R. 445/2000 e SS.mlll.ii, Id mdncald aJJeRa;:jOnt~e
pn~senla:iOnt! della fotocopid del documento di identitÙ comporta l'e.~cJusione dalla gara,
La documenta;:jone ri£,/,iesta può essere sottoscrittll da procuratori dei Leg(I1i Rappre~'entanli delle
imprese ed in tal C(ISOde~'ees.mre trasmessa la relali~'aprocura in originale iJ copid autentica.
I. Istanza di partecipazione alh, gara, redal1a come da modello allegato fallegato JJ. sottoscritta
dal Legale Rappresentante dell'impresa partecipante o persona autorizzata ad impegnarc
l'impresa munita di procura, con allegata copia del documento di identità del tinnatario ai sensi
del D.P.R. 44512000,
2, impegno rilasciato, al sensi dell'art, 7~ comma 8 del Codice, da un fideiussore inerente
l'impegno di quest'ultimo a rilasciare garanzia fideiussoriu per l'esecuzione del contralto,
di cui all'art, 113 del D.Lgs. 16312006;
3, Copia della l'roeura, in C3S0dì SOlloscrizione dell'offerta da parte dì un procuratore;
9) Oll'erta Tecnica
1, Offerta tecnica composta da:
Il) Relazione tecnica libera ndla quale dovranno essere descrine e dichiarate le caratteristiche tecniche le
prestazioni, le modalità di funzionamento e le prestazioni ritenute rilcvanti <lilini della valutazione tec~ica
ivi comprese le specilichc inerenti il sollware di gestione, le dimensioni, l'ingomhro ed il peso c quanto altro
necessario a compicre una puntuale valutazionc dell'apparecchio ofterto;
h) Schede tl'cnichl', depliant.' fotogratie c cl;':nilicazioni inerenti la strumentazione oflclta cd ogni
informazione l'dativa ai reqUlslti di installazione (alimentazione elettrica, n. prese nt..'Cess;lrie per la corrella
alimentazione elettrica, lavorazioni eventualmente necessarie per l'installazione dello strumento, rumorosità,
allacciamenti non denrici - acqua, gas, scarichi, evcntuali necessità di condizionamento ambientale temperatura, umidilil liltraggio polvere, ecc.);
c) Dichiarazione circa I hrC\"e«1 inerenti la strumentazionc offerta con indicazione delle date di scadenza,
ovvero Copie dei bre\'elli stessi.
dl Le dichiarazioni di conformità alle nonne di sicurezza delle apparecchiature offerte;
e) Dichiarazione circa la data di immissione in commercio dei modellì di apparecchiatura offerti;
O Dichiarazione circa la durata della garanzia compresa nel prezzo offerto. Si preciS<1che la garanzia
minima è pari a 12 mesi decorrenti dalla data del certificato di collaudo con esito positivo;
gl indicazione del Centro di assistenza tecnica (denominazione cd indirizzo) competente per le
apparecchiature offerte (da installare presso le sedi di Perugia) e, se di\'ersa, della sede presso la quale
saranno svolti gli interventi non praticabili presso i laboratori di destinazione;
h) Relazione contenente una de«agliala
dl'scrizlone del servizio post-,,'endita di manutenzione
periodico-prewlIli\'"
oggetto dell'offerta economica ed eventuak: allegazione dc1 fac-simile di contratto;
il Dichiarazione relativa al tempi di conse~na, di installazione e collaudo della fornitura (da riportare
anche nello schema di oflerta economica);
2. Tutta la documcntazione tecnica dovrà essere lomita su carta intestata dell'ofterente, ovvero, in
mancanza, dovrà essere apposto ii proprio timbro.
3. Precisa7.ioni;
a. il nome adoltato per ogni modello deve essere lo stesso riportato nella documentazione allegata all'ollerta
tecnica (depliant) e nelle quotazioni economiche. Ove ciò non fossc possibile (presen7~1di sinonimi) devono
essere espressamente riportati nell'oOena tecnica tutti i nomi commerciali altrove adottati idcntiticati da un
simbolo di identicità (es. ";='");
5 di 16
J:;liiuto Z(){lpmli!auic{l Srl..'ril11(;1l1;\lcckll"LJmbria
L'
delle Ì\-lan:h.:
b. la documentazione teçnica presentata deve essere redalta in lingua italiana, se redatta in altra linb'Ua,
dovra essere corredata da traduzione in italiano;
c. sulla relazione tecnica e sui depliant dovrà risultare in maniera chiara ed inequivocabilc l'impresa
produttrice cd il modello dell'apparecchiatura offerta;
d. qualora i dep1iant riportino la descrizione di altre apparecchiaturc cio altre7zature non comprese
nell'offerta, dovranno essere evidenziate le parti of1erte e le parti non incluse nell'arterta;
IO) Offerta Economica
I. L'offerta e~'onomica, redalla in bollo ed in lingua italiana, deve essere d;ltata, timbrata e tinnata
su ogni pagina, per esteso cd in modo leggibile dal titolare della dilla o dal Legale
Rappresentante o da procuratore. All'offertOl dovrà essere allegata la copia del documento di
idcntità del sottoscriltore.
2. L'ofl'erta economica può essere formulata medianle compilazione del modello ..of1erta
economica" (allegato 3) allegato al presente Disciplinare.
3, L 'ollerta economica dovrà essere corredata dall'elenco dei prezzi delle singole voci (inleSe qunli
pe?..?:ifiniti, es. strumento, personal computer, gruppo di continuità, software, ecc.), l'indicazione
del codice articolo (ave previsto) c della ditta produttrice. l.'elenco dci prezzi delle singole voci
dovrà riportare il totale indicato nell'offerta economica.
4. Il prezzo complessi\'o ot1'eno deve essere compn:nsivo di tulle le spese, nessuna esclusa, per
l'esecuzione completa della fornitura oggeno dell'appalto,
compresa la consegna, il
posizionamento e rinsta1l37.ione al piano delle apparecchiature offerte, ivi incluso il collaudo
finale ed il collaudo di pertonnances.
5. La validità dell'o n'erta non deve essere inferiore li 180 giorni dalla scadenza lissata per la
ricezione delle offerte.
6. Non è ammessa ["ort'erta in aumento rispeno a[[,importo indicativo della fornitura cosi come non
sono ammesse offerte parziali. Le otTenc il cui importo complessivo sia superiore al prezzo
posto a base di g<lrasaranno respinte.
7. Le offel1e che presenteranno un carattere an0ll1laimente basso rispello alla prestazione saranno
soggette a veritica ai sensi dell'art. So del [),L~s. 163/2006 c sS.mm.ii.
8. Sc non lonnulatn sul modello predisposto dall'lslituto, l'l'nerta economica dovrù, pena
esclusione, contenere tuttc le voci riportate nel citato modello.
9. L'offerta non dovrù recare correzioni, abrasioni, cancellazioni che non siano vidimale mediante
tinna del sonoscrinore.
lO. Si precisa che non sono ammesse modifiche od inserzioni al testo riportato (precompilato) nel
modello .'offerta economica",
11. Le offene non linnate saranno escluse.
12. L'onerta deve essere timbrata dal titolare o dal legale rappresentnnte con il relativo timbro,
senza cancellature o correzioni che non siano chiaramente sol1oscriUe. Per le società
commerciali, le Cooperative ed i conso17.i di cooperative, I"offerta deve essere sottoscritta da chi
ha la linna sociale o da un mandatario provvisto di regolare procura.
ART. 5 _A.'I~lnAMENTO
DELLA "ORNITURA
I) L'anidamento
riguarda esclusivamente la !ornitura della strumentazione. il contratto di manutenzione
periodico-preventiva sarà, a discrezione dell'Istituto, sottoscrino a scguito del tennine del periodo di
garanzia alle condizioni economiche olkrte con la presentazione dell'orterta riferita al presente
rroccdimeTlto.
2) L'aggiudicazione definitiva sarù disposta dal Direttore Generale dcl1'lslitul0 (.;onproprio atto;
3) L'efficacia dell'aggiudicazil'ne definitiva (aflidamento) è subordinat:l alla verilica delle dichiarazioni
rilasciate in sede di gara ed alla veritica del possesso dei requisiti c dell'inesisten7..<1delle causc ostative alla
stIpula del contratto In caso dI eSIstenza di cause ostatl\e l'IstItuto procederà all'annullameJ1to~"""':--~
4) L'ls\l1uto SI nserV,l, qualora ncorrano mOll\ l dI OpportuOlta c conVeOlen2fl~~, ~dhr Prri.1:odè're
all'aftidamento,
/.~"'i
'v'?:>;'",
5) L'aggIudIcazione non terrà luogo del contratto,
.:
6) La stlpulazlOne del contratto e subordm<ltd all'accertamento dell'msusslstenzl.oèfle cau ostallVC dI cOl(;,-',\
sopra
'ft
->x ~\
'~9
l i!
6dll6
\,.•..;:
\1-';.
\";'~.I,
~.~~ ~
..
.~~ .,,~"-.-., cv"~
'",,5
.
"Q:llI?:
"
._1,/
'<::~1~3"fS~;!~:;::;""
I~{ituto ZI)(lprnlilal1ico
Sperilll<.:nla1l: d<.:lrl)mhria
<.:ddle Mur..:h..:
ART, 6 -AVVERTEi\ZE
ED ALTRE INDICAZIONI
I) Nei limiti previsti, l'Istituto si riserva di richiedere di completare o fornire chiarimenti in ordine al
contenuto dci certificmi, documenti e dichinra7.ioni presentati, ai sensi dell'art. 46 del Codice dei contraili;
2) L'Istituto si riserva l" facoltà di non far luogo [JlI'allidamento senza che il soggetto interpellato abbi"
nulla a pretendere;
3) E" fatto s<llvo, da parte dell'Istituto, ogni pro\'\'edimento di autotutela che potrà essere attivato, ad
insindacabile giudizio dello stesso, senza che il soggello interpellato possa avanzare richieste di risarcimento
o altro. Dell'avvio del relativo procedimento sarà data comunicazione al soggetto interpellato;
4) Nessun compenso (1 rimborso sarà dovulO dall'Istituto, a qualsiasi titolo, per la presentazione delle
offerte;
5) L'offerta presentata reslerà di proprietà dell'Istituto sen711alcun compenso per il soggetto interpellato.
6) L'Istituto si riserva inoltre la facoltà insindacabile di:
• Sospendere la procedura c rinviarla a data successiva;
Non dar luogo alla gara o prorogame i termini di scadenza;
Non procedere all"aggiudicazione nel caso in cui l'all'erta sia reputata non rispondente alle aspettative o
per mOtivi di pubblico interesse;
• Revocare l'aggiudicazione qualora l'aggiudicataria non provveda a costituire il deposito cauzionale elo
altri adempimenti previsti nel presente disciplinare, ovvcro non proceda all'l stipula del contratto entro il
termine indicato dalla stazione appaltantc;
• Non assegnart: le t(Jrniture dei beni in gara ovvero di risolvere di diritto il contratto di fornitura, senza
alcun indennizzo per la dilla artidataria qualorn CONSlr asst:gni una tornitura equivalente ad un prezzo
inferiore a quello aggiudicato con il presente appalto, a fronte di una sostanziale parità tecnica dei prodotti e
tàlta salva la facoltà di negoziare le quotazioni offerte al line di allinearle ai prezzi rilevHti nelle convenzioni
CONSIP.
ART, 7. ADEMPIMENTI SUCCESSIVI
l) Il soggetto aflidatario, entro il termine indicato dall'Istituto, non interiore a lO giorni, decorrenti dalla
data di inoltro della comunicazione relativa all'allidamento dovril far pervenire a!l'lstituto i seguenti
documenti:
O Tutte II::informazioni necessarie per la verilica delle dichiarazioni sostitutive presentate;
O La documentazione probatoria dei requisiti dichiarati a]['allo della presentazione dell'offerta:
D Eventuale procura speciale, in originale o copia autentica, riferita al soggetto che ha sottoscritto le
dichiarazioni c l'otl'erta, se procuratore speciale; la procura dO\'rà risultare valida al lemJX} della
sottoscrizione della documentazione e dell'offerta;
D Gli estremi identificativi dci conti correnti dedicati si sensi dell'art. 3, COmma 7, della Legge 136/2010
(IBAN del conto corrente e gent:ralitil e codice fiscale dci delegati);
Q Cauzione delinitiva da costituire ai sensi dell'art. 113 del codice.
La garanzia dovril essere costituilH per la somma pari al 10% dell'importo contrattuale.
La garanzia lideiu."soria prevista con le modalità di cui alrart. 75, comma 3 del codice, deve prevedere
espressamente:
::: la rinuncia al bcnelicio della preventiva escussione del debitore principale;
::: la rinuncia ali "eccezione di cui all'art. 1957, comma 2 del codice civile;
::: l'operatività della garanzia entro quindici giorni a semplice richiesta scrilla dell'Istituto Zooprolilattico
Sperimentak: dcll'Umbria e dclle Marche;
::: l" validitillino alla scaden7..a del periodo di garanzia della strumentazione.
La mancata costituzione della cauzione definitiva comporta la revoca dell'aflidamento.
2) Scaduto il termine di cui sopra, che potrà essere prorogato su richiesta dell'affidatario per giustilicati
motivi, l'lstituto procedem alla verilica sulla complele7...7...a
e regolarità della documentazione presentata,
valuterà il possesso dei requisiti dichiarati all'allo della presentazione dell'offerta c, se del caso, procederà
alla richiesta di chiarimenti l'Io completamcnti della documentazione presentata.
btiLul(l Z(\(lpm!ìblli..:o
Sp •...
rilll<..:llIa!t:d<.:!l"LJ1l1nria<.: del I•...i••.
lun:h •...
L'esito negativo delle veritiche comportt'rà la decHdenza dell'arJidamento
che sarà comunicata
all'atlidatario.
3) Con l'atlidatario s<,rù stipulalO apposito contratto di fornitura secondo quanto stabilito dall'art. Il dci
codice, commi 9 e lO nella fonna pubblica amministrativa a cura dell'ufliciale rogante dell'Istituto, le cui
spese saranno a totale carico dell'atlidatario. L'Istituto si riserva la facoltà di procedere alla stipula del
c0ntratto secondo gli usi del commercio;
4) La ditta atlidataria è tt::nutaa prendere immediati cont::ltti con il Respons'lhile del Servizio Prevenzione e
Protezione di qucsto Istituto al \Ìnc di promuovere la cooperazione cd il coordinamento di cui al D.Lgs.
81/"2008 e SS.mm.ii. per re\'entualc elaborazione del DUVRI (Documento Unico di Valutazione dei Rischi)
che contiene le misure d'l adottare per eliminare le interferenze.' a carico della ditta aggiudicataria. Il
documento eventualmente redatto costituirà parte inteb'fante del contratto.
ART, 8 - ACCESSO AGLI AlTI
I) Nel rispetto dei principi di cui agli artI. 22 ss. legge 1R agosto 1990, n. 241, per g<lrantirc la trasparenza
dell'attività amministrativa ed il suo imparziale svolgimento, l'Istituto assicura a tutti i soggetti che ahbiano
un interesse diretto, concreto ed attuale il dirillo di accesso agli alli ed ai docUlm:nti amministrativi formati
dall'Ente stesso (\ comunque utilizzati ai tini dci prescnte procedimento.
2) Tutti gli atti sono pubblici, ad eccezione di quelli coperti da segreto o da divieto di divulgazione R£[
espressa, motivahl c comprovata dichiarazione del concorrente circa le inlormazioni che nell'ambito
delle oll'erte ovvero a giustiticazione delle medesime costituiscano segreti tecnici o commerciali. A tal
riguardo, costituisce one-re del soggetto inter[)£lIato Indicare In sede- di presentazione dell'offerta
(mediante
motivata
e comprovata
dlchlllrazione
scritta) guaii parti della medesimll sono
en'ntualmenll,' coperte dal divielo di divulgazione, fenno rcstnndo quanto stabilito dall'art. 13, commn 6,
D.Lgs. n. 163/2006.
ART, 9 - COMUNICAZIONI
Le informazioni di cnraltere amministrativo eIa tecnico devono essere richieste unicamente n mezzo làx al n.
075.35047, ovvero PEe all'indirizzo [email protected] indiri7..711te
all'Ufiicio Acquisizione Beni
dell'Istituto, citando il numero di gara.
ART, IO -CONSEGNA
DELLE APPARI<:CCHIATURE
I) La stmmenlUzione oggetto della prcsente gara dovrà essere consegnaltl ed installata presso i laboratori di
destinazione, entro il termine massimo di 60 (sessanta) giomi solari e consecutivi decorrenti dalla dat;l
stipulazione del contralto, ovvero nel più breve termine indicato nell'all'erta dall'aflidatario. I laboratori
destinatari sono i seguenti:
Sistemi VIDAS:
n. I destinato al laboratorio LMA5 sede di Perugia - D.ssa Stefania Scuota
n. 1 destinato allaboralOrio LCA 7 sede di Pesaro - Dott. Franco Tonucci
Sistema MinIVIIlAS:
n, 1 destinato al laboratorio LCA8 sede di Ancona - D.ssa Donatella Ottaviani
2) Il termine di consegna può essere prorogato, dall'aflidatario, una sola volta, per giustificate ragioni, per
un periodo massimo di giorni 15 (quindici).
3) L"affidatario dovrà comunicare all'Istituto il giorno esatto della consegna con almeno lO (dieci) giorni di
anticipo, indicando altresi il tempo previsto per la conclusione delle operazioni di conseb'lla e montaggio
presso i locali dì destinazione.
4) L'affidatario è tenuto a consegnnre apparecchiature c componenti perfettamente funzionanti e~ondenti
per qualità e quantitit a quelle indicate in oflerta. Nel caso in cui la \'ersionc della strun]$n~nT;;lç,ll~
componenti o degli accessori a corredo fosse diversa da quella indicata in offerta, l'afli_~d'fa~9\t.\cibblìg~lo:,"a")~)~
dame tempestiva comunicazione 'lll'lstituto, ai lini della preventiva m'cessarla autorjliatione.4T
'~/',
5) La conseb'lla dovrà essere effettuata nei locali di destinazione previo accordo con iJ'dij'igente:~sponsabile.
L'eventuale temporanea consegna in magazzino in attesa del personale ,lddellpaiJ mont~~gio. ed alla
::'.
inst~llaz~one no~ esonerano l'am~atar~o dal.l'obh,ligo di consegna p~esso.l~ sede,~~esso J~~al1l)@1gr-i.p-4.i '0 ~
destmazlOnc, ne configura depOSIto al sensI dcII art. 1766 del codice CH'ile. L \stt!uto st,~rt:e~. ;.~~~n~.
~
consentire l'appoggio a magazzino della stnllnentazione,
\
i~"!',,~~
....
~
;~j
'<:;'
'-1:
'>
i di 16
•• ',
•
'\'/
8d; lO
~
I
Il ...
-~.•)
I
t"èJ"t;"T!5~~
I:-:tituto Znoprolilanico
Srt.::rim..:nla!c (!..::l1'l.;mbria t.: ddk
6) Sono a carico deWallidatario lu11Cle spese derivanti dal Ir3SportO intemo, anche qualora non fosse
possihile, a causa delle dimensioni o del peso dci colli, l'impiego di asccnsori eln montacarichi o il normale
accesso ai locali, ferma restando la tàcolta di comprendere nell'affeTta la relativa quotazione. A tal tine il
soggetto intr:rpellato potril richiedere di effettuare un sopralluogo presso i locali di desii nazione delle
apparccchialure.
7) Il documento di trasporto che accompagna la merce comegnata (D.D.T.) dovrà riponare i riferimenti
dell"ordine o del contratto di lornitura e ["esalla indÌçnzione della merce consegnata cosi come indicata
nell'oft~rta di gara in modo da consentire l'immediata identiticazione. La firma apposta sul documento di
trasp0l10 non costituisce in alcun modo ceniticazione di collaudo ed attesta solamente la corrispondenza del
numero dei colli ricevuti.
8) Le appare<:chiature dovranno essere consegnate unitamentc ai manuali d'uso preferibilmente in lingua
italiana, e\'entualmente tradotti a cura dell'atlidatario, o in via subordinata in lingua inglese.
9) Le apparecchiature dovranno essere corredate, inoltre, dai manuali tecnici e di manutenzione
possibilmente in lingua italiana. Detti manuali potranno essere fornili anche su supporto informatico;
lO) La consegna si intende porto franco presso la sede di destinazione (laboratorio) e tutte le spese di
qualsiasi natura connesse alla consegna, al posi7.ionamenlo, all'installazionc, alla rimozione degli imballaggi
sono a totale carico del soggetto at1ìdatario;
Il) La consegna dovrà nvvenire in unic(l soluzione per ciascuna sede di deslinnzione, perciò ave
l'affidatario non disponga di tutta la strumcntazione che compone la fomitul1l, non porri'! procedere a
consegni.' purziali dII integrure succes'ii\'lIrnentl';
12) L'Istituto potn\, per proprie particolari esigenze, richiedere il differimento della consegna per un periodo
comunque non superiore a 60 (sessanta) giorni rispetto alla data prevista, sen7~1che POSS(lessere addebitato
alcun onere o spesa.
13) Durante le fasi di consegna, montaggio ed installn7.ione le vie di fuga \'erso l'esterno dovranno essere
mantenute sempre sgombre cd accessibili.
14) Sono a carico dell'aftidatario i rischi di perdite e danni dei materiali durante il trasporto e la sosta nei
locali messi a disposizione dall"1stituto fino alla data del \'erbale di collaudo positivo.
15) La ditta aggiudicataria risponderà direttamente nei confronti dell"1stituto della corretta fornitura e della
corretta installazione degli strumenti fomiti.
ART, II-AVVIAMENTO
E COI.LAUDO
COLLAUf)O FUNZIONAtE
1) L'allidatario è obbligato al montaggio ed alla messa a punto inizi,l!e della strumenlazionc fornita presso
ciascuna sede di destinazione.
2) Entro lO (dieci) giorni dalla consegna, dovni essere en'cttuato il collaudo e dovranno essere effettuate e
verhalizzatc, alla presenza dci personalc collaudatore incaricnto dall'Istituto, Ic operazioni di messa in
fum:ione e presa in consegna delle apparecchiature (collaudo). La tìrma del verbale di collaudo da parte
dell'aftidatario certifica che la strumentazione è utiliz7.abile in picna sicurezza.
3) l costi connessi o derivanti dalla messa in funzione e dal collaudo della strumentazione sono a carieo
dell'affidatario, ivi i compresi eventuali materiali e/o prodotti che dovessero essere necessari per il
compimento dclle prove di funzionamento.
4) Il collaudo deve accertare chc i beni corrispondono a quanto all'erto dall'atlidatario per qualità c quantità.
5) Sino al collaudo ed alla presa in consegna la strumentazione rimane di proprietà dci fornitore e \'Istituto
non risponde di furti o smarrimenti, fatte salve le responsabilità direttamente riscontrabili.
6) L'Istituto, tramitc il dirigente destinatario della strumenta7.ionc, si riserva il diritto di richiedere specifiche
prove o di procedere direttamente a veritìche strumentali, oltreché a richicdere modifiche all'installazione ed
alla configurazione af1inché la fomitura sia rispondente a quanto è stato ottimo cd ordinnto cd alle nonne
vigenti. L'aftidatario dovrà fornire a titolo gratuito quclle parti che non fossero descritte l'Io conteggiate
nell'offerta e nel contratto e chc tuttavia risultassero necessarie per garantire il funzionamcnto di tutta
l'apparecchiatura o di sottoparti.
7) Il verbale di collaudo dovrÌl contenere la descrizione dcllagliata delle apparecchiature fornite e dovrà
essere sottoscritto dal soggetto affidatario e controfirmato dal responsabile incaricato dali' Istituto.
8) Le parti riliutate al collaudo dovranno essere sostituite a cura c spese dell' nffidatario entro il termine di
30 giorni dl,.'Correntidalla data del verb31e dal quale risulta la non conformità delle pani cd il correlato riliuto
al collaudo.
9di
blitutil Z()opmlil(lt1ico Sr..::rillll:ntak ddl'UmhriCl":
ì\'lan:ht.:
ddlc ":Iarche
9) Decorso inutilmenle il termine di cui al punto precedente, l'lslituto potrà recedere dal contralto,
incamerare la cauzione e promuovere la richiesta di risarcimento di ogni ulteriore danno.
lO) Il regolare collaudo delle apparecchiature non esonera comunque l'nftidatario per eventuali difeni o
imperfezioni che non siano emersi al 1l1()mcntodci collaudo e che vengano accertati in momenli successivi.
11) Non sono previste t'ormc di pagamento o collaudo parziali nel caso in cui il soggetto af1idatario non sia
in grado di consegnare nei tennini stabiliti, una parte dei quanto orl~rto cd ordinato c richieda il supera mento
del collaudo ('d il pagamento della quota reluliva alla pane consegnata c collaudabile.
ART, 12 - I()[NTIFICAZIONE
DEGLI ADDETTI (l>, LGS, SI/2008/1.EGGE
136/2010)
1) Nello svolgimento delle attività previste dal contralto, l'aflidatario dO\Ta munire i lav{lratori di apposita
tessera di riconoscimento, corredata di totogratìa, contenente le generalità del lavoratore, la data di
assunzione, l'indicazione dci datore di lavoro e, in caso di suhappalto la relativa autorizzazione.
2) Nel caso di lavoratori autonomi la tessera di riconoscimento di cui all'art. 21, comma l, letl. c) del O.Lgs.
81/2008 devc contenere oltre la totogratia e le generalità, anche l'indicazione del committente.
ART. 13 - FORMAZIONE DEI. PERSONALF.
l) In seguito al collaudo, l"atlidatario etl~ttuerà pre!\!\o i laboratori destinatari delle apparecchiature i corsi
dedicati alla conoscenza ed all'u~ dci sistemi e dci sol\wllre per tutti gli nperatori chc li utilizzeranno.
2) La l'onnazionc dovrà essere commisurata al grado di cOlllplessità della stmmenlaziot1l:: e dovrà fornire al
personale utilizzatore ogni cognizione necessaria per l'impiego in totale autonomia. La formazione dovrà
altresì comprendere gli aspetti connessi alla sicurezza di cui al D.Lgs. n. 626/1994 e sS.mm.ìi.
3) La duratil minima del training è comunque tissata in 3 ore.
ART. 14- GARAì\ZIA I MANUT ••:NZION"~ POST-VF:r'\D1TA
I) La lornitura deve essere priva di difetti e non dovrà presentare vizi dei materiali impiegati e deve
possedere tutti i requisiti richiesti dall'Istituto e indicati dall'imprcsa nella documentazione presentata.
2) Per il periodo minimo di 12 (dodici) mcsi - decorrenti dalla data di collaudo con esito positivo, o per il
maggior termine indicato dall"al1idatario nell'offena,
l"impresa assume l'obhligo di mantenere
(manutenzione preventiva) o riponare (manutenzione correttiva), !\en7.3alcuna spesa a carico dciI 'Istituto, le
apparc<:chiature lornite in condizioni di regolare funzionamento.
3) La garanzia comprende una visita annuale di manutenzione prcventiva comprensiva della verilica delle
prestazioni strumentali e del solhvarc, nonché di tutto quanto previsto dalle procedurc riltlsciate dal
produttore alle a comprovare il buon funzionamento dell'apparecchiatura.
In seguito alla vislttl di
manutenzione e veritica delle preslazioni strumentali e del solhvarc, il produttore è tenuto a rilasciare un
report esaustivo comprendente le prove effettuate e i [imiti di accettabilità per ciascuna <tiesse,
4) Nel periodo di garanzia oll'erto dovrà essere assicurato, a titolo gratuito, l'aggiornamento all'ultima
versione disponibile, di tutti i sotlware lorniti.
5) Sono da ritenerSI incluse, quindi sen7.a oneri per l'Istituto, le parti di ricambio sostituite in fase di
manutenzione preventiva, nonché i ricambi sostituiti durante gli interventi di manutenzionc correttiva a
seguito di malfunzionamento,
6) Gli interventi di manutenzione preventiva devono essere effettuati con assistenza diretta del personale del
fornitore o del costruttore e devono esserc pianificati dal fornitore e comunicati al Responsabile dci
laboT<ltoriodì destin3zionc della strumentazione, enlro un mese dal collaudo.
7) La sostituzione di parti di ricambio e consumabili dovrà avvcnire esclusivamente con prodotti originali
nuovi di làbbrica.
8) Al tennine della manutenzione preventiva il fornitore d{lvrà rilasciare al Responsabile del laboT'illorio in
repon finale m COPlacartace,l
~
9) Glt mterventl per manutenzlOnc correttl\<1 dovr;lnno a\\enue cscluslvamcnte pressoffl
.•.)abutatQnò{t~~
A.~ '-\\dY'I.;
/rr
d
destlllazlone, cntro il tcnmne massimo dI 3 (tre) glOrlll dalla chiamata, con eSclUSlOne.l...~~\.glòm~1
/ saDato,,~;.:~
domemca ed altre tesll\ltà, senza solUZione dI contlllUltà nel penodo estl\O
I ~,,..
'-.'"
lO) Il fenno macch1ll3 ha pertanto llllZIOcomenzlOnalmente tre glOml dopo la c~r~~ata. a~/ e a mezzo
-{telefono e tine con Il npnslmo della l'Iena funZionalità del sIstema In relazIOne all.tmmOntarc/d.el !!:Iornldi
7""
,
'~I~~<t_h.~""Cl\1
-"'\'
termo macchma,
durante LIpcnodo di garanzia, SI apphca una penale dalo10'(,- zcrolVLTgo
a ~~ I-"'"~"c~~--x..~
,
4% (quattro per cento) del costo di acquisto dell'apparecchiatura, secondo la gr,l\.<! e
treO$lIl{l{c~~~
c..•,
t
r,nno
IO di lO
<!~:~
,~;Ji'" ""._,:)
16
'\::;'1:/L;":l -l'"
;~::;'>"
Il) Nel caso di ripetuti fermi totali o parziali dell"apparecchiatura eccedenti i 20 (venti) giorni ne[["nnno,
l'lstituto potrà procedere alla risoluzione del contrailo.
12) Dalln garanzia sono espressamente esclusi:
a. gli inten'enti che dovessero rendersi necessari a seguito di eventi straordinari (quali a titolo
esemplilkativo: incendio, terremoto, crollo. ecc,)
b. gli interventi che dovessero rendersi necessari a causa di uso improprio, abuso, dolo, colpa c
manomissione da parte degli utilizza tori degli strumenti o da parte di terzi, opportunamente comprovati
dall'affidatario.
13) Il pagamento degli interventi esclusi dalla garanzia avverrà, l'l'evio urdinativo delrlstituto, ncltermine
di sessanta giorni dalla data di ricevimento di della faltura.
ART, 15 -SERVIZI POST VEi"'DlTA - CONTRAITO 01 MANUTENZIONE PREVI<:NTIVA
l) Entro il termine di scadcnza del periodo di garanzia l'Istituto dctenninerà se procedere alla stipula del
contratto di manutenzione preventiva,
2) Il contratto di assistenza offerto, per manutenzione periodico preventiva, dovrù avere durota triennale e
decorrerà a seguito della scadenza della g,lr,lnzia; dovrà comprendere I (una) visita annuale per ciascun
strumento fornito e le parti di ricamhio sostituite durante detta visita, la manodopero e tutto quanto
necessari() a mantenere in perfetta crtÌ(;ienza la strumentazione e le parti ::lccessorie ad CSS::l
collcgutc.
3) Il c()ntmt\o :Wl'iÌdecorrenza dalla data di sottoscrizione, successiva alla scad~n7..a dd periodo di garanzia
incluso nel prezzo di vendita, pertanto il pn:::;r..7.0
offcrto in sede di gara si intende valido fino all" d::lta di
stipula dd contralto di manutcnzione prcventiva e per tutta la durata del contratto medl:simo.
4) Il pagamento del cunone sarà corrisposto anticipatamente, per la quota annuale di competenza, oll'inizio
di ogni anno, nel tennine di 60 (sessanta) giorni dalla dala di rice\'imento ddla l'altura a mezzo bonifico
bancario con spese ::lc"rico del beneliciario.
5) Per le parti di ricambio esclusc dal contratto e per gli interventi di manutenzione correttiva che dovessero
rendcrsi nccess"ri, la ditta dovrà lornire, all'atto della sottoscrizionc del contratto, il listino/t<lriffario di
riferimento e lo sconto da applicare. Eventuali llggiomamenti dd listini dovranno cssere comunicati
all'Istituto.
6) L'offerta relativa al contratto di manutenzione preventiva dovrà essere corredata dalla descrizione dcI
servizio offerto, in particolare dovranno essere evidenziati i segucnti clementi:
a) Pezzi di ricambio inclusi nel contratto;
b) Pezzi eventu::llmente esclusi dal contratto;
c) Visit::l annuale;
d) Indicazione del numero e dell'ubicazione delle sedi di assisten;r...a;
e) Indicazione dei tempi di intcn'ento e delle modalità di chiamata;
l) lndicazionl: delle unità di personale dedicate all'assistenza/manutenzione per ciascuna sede indic::lta;
g) Ogni altra infonnazione utile alla detenninazione della qualità del servizio proposto.
ART. 16 - PREZZI! PAGAMENTI
l) I prezzi ollerti si intendono per materiale installato a l'egol" d'nrte prcsso il laboratorio di destinazione, al
franco di ogni spesa, imballo, trasporto e qualsiasi altro onere ad eccezione dell'Imposta sul Valore
Aggiunto.
2) I prczzi cd i canoni offerti in scde di gara sono fissi ed invariabili per tutta la dumla del contratto e
saranno comprensivi di tulli gli oneri conseguenti alle prestazioni oggetto del disciplinare di gara e del
capitolato tecnico.
3) Lu fallura dnvn'l c~scrc emessa solo a seguito del collaudo con esito positivo.
4) La fallurazione dovrà avvenire, a norma di legge, con esplicito riferimento alle seguenti infonnazioni:
a. al numero dell'ordinelcontratto di fornitum;
b. al numel'O del documento di trasporto (bolla di consegna);
c. alla quantità e qualità dl:i beni forniti;
d. al codice merceologico eventualmente indicato ncll'ordinc.
Dovranno inoltrc esscrc riportati il CIG (Codice Identificativo Gar::l) indicato sul contratto o sull'ordinc e le
coordinate bancarie del conto COtTcntcdedicato ai sensi della Lcgge 136/2010 e ss.mm.ii., su cui dovrà
essere etTettuato il pagamento.
1\ di 16
5) L'omessa o inesalla indicazione delle infonnazioni di cui al punto precedente comporterà ritardi nella
liquidazione e nel pngamcnto della fomitura, senza che illornitore possa sollevare riserve o eçcezioni.
6) Il pagamento avverrà a mezzo mandato con spese a carico del beneficiario, nel tenni ne di 60 giorni fine
mese, dceorrenti dalla data di ricezione della faltura da parte dcll"l)f!icio Protocollo dell"lstituto attestata
mediante apposizione dell"apposita etichetta o timbro. Il tenni ne decorre comunque dalla data di collaudo
con esito positivo se successiva alla data di ricezione della Iattura.
7) Le contestazioni fonnalizzate impediranno, lino a completa detinizione, il diritto al pag::lmento delle
fatture.
8) In caso di stipula del contrailo triennalc di manutenzione pre\'entiva, il pagamento del relati\'o canone
fissato in sede di gara sarà ripartito per quote annuali e sarà corrisposto anticipatamente all'ini7.io di ogni
anno di vigenza dietro presentazione di regolare Iattura, sempre nel tennine di 60 giorni decorrenti dalla di
ricezione della fattura da parte dci protocollo de[l'lstituto ::lttestata mediante apposizione dell'apposita
etichetta, semprc mediante mandato con spese a carico dci beneficiario, AI]"inizio di ogni anno di vigcnza
del contratto l'affidatario dovrà invi::lrc il listino/taritlario aggiornato relntivo alle parti di ricambio
eventualmente escluse dal contratto e agli interventi di manutenzione correttiva (costo chiamata, costi
trasferta, costi giorni/uomo, ccc.) unitamentc all'indicazione degli sconti applicabili.
ART, 17 -OBBLlGI-II ()I TRACCIABlLlTA' DEI FLUSSII,'INANZIARI
l) L'appaltatore assume tutti gli obblighi di tracciabilitil dei !lussi finanziari di cui aOa legge 13 agosto 20 lO,
n. 136 (PiallO straordinario co11l1'()le ma/il', 1101/(:1)(;
delega al GOl'emo iII /lwleria di lIormativa anl/lIlC!(ia).
2) [n attuazionc di quanto previsto dall'art. 3, comma 7 della Legge 136/2010 è n,,!O obbligo ai "soggelli
eeol/omici di CIIi al comllm I di comullicare alla sla=iOllc appaltallw gli estremi identificativi dei collli
corremi dedicali di CIIÌ al medesimo COli/11mI elilm selle giorni dalla loro accellsiOlle, nOl/cilé, !lello stesso
termine. le generalità e il codice ./Ìscale delle persone delegatc ad opc'rate SII di essi". Il fornitore dovrà
pertanto comunicare quanto sopra indicato all'Istituto ai tini della stipulazione del contratto.
3) La comunicazione dCIdati di cui al punt('l prccC'dentc è 1:1ttamedianle dichiarazione sostitutiva detratto di
notorietà ex art. 21 D.P,R. 44512000 da inviursi a mezzo posta o la", (075.35047) intestato al1'1).O. Gestione
l3eni Servizi e L::lvori- Ufficio Acquisizione Beni,
4) In caso di successive variazioni in ordine ai delegati ad operare sUI conti correnli dedicati, le genem!ilà e
il codice fiscale delle nuove persone delegate o di quelle cessate devono essere comunìcale enlro settc g.iorni
da quello in cui la variazione è intervenuta.
5) In pendenza delle comunicazioni di cui al presente urticolo, l'istituto non eseguirà il pagamento a n1\'ore
dell'affidatario e i tennini di pagamento si intendcranno sospesi.
6) L'affidatario è tcnuto a trasmcttere, entro 15 (quindici) giorni dalla stipul::lzione, copia dci contratti
sottoscritti con i subappa1tatori e ì subcontracnti della filiera delle imprese a qualsiasi titolo interessate al
presente appalto, per la verifica dell'inserimento della clausola con la quale i COntraenti assumono gli
obblighi di tracciabilità dei nussi finanziari previsti dalla Legge n. 136120lO.
ART. 18 - Cr.SSIOl'lE DI<:ICREI)ITI
Per la cessione dei crediti si rimand::l a quanto previsto dall'art. 117 del D.Lgs. 16312006 e sS.mm.ii,
ART. 19 - DIVIETO DI CESSIONF: DEL COi'TRA'I~ro
E' tàtto assoluto divieto al fornitore di cedere. a qualsiasi titolo, il contratto di appalto, a pena dì nullità della
cessione stessa.
ART, 20 - SUBAPPALTO
1) [l formtore potrd a\ \alcrSI del subapPd1to nell.! miSura. nClnsupenore al 30% dell'lmporto.cottfi1i~''''-u;nè',-....,
••. .•..
d
ll'mtSUra),
r,
~
2) Il soggctto mtcl pell<ttodovrà mdlcarc ncll'ollerta quah pdrtl dell'appalto IOtenda [email protected]
percentuale delle medeSime L'affidamento In subappalto c SOttClpost()alle condi~lpl\l, prlcTlzmnl e''';).
f"~'
M
'/
modahtadlcU1all'art
118delDLgs
163/2006css 111111
li
_ I~~{ q
3) l'affidamento dclle attIVità subappallale a tem non comporta alcuna modIfica agh;()hb1lillV e agh onen
.- " ~
contrattuah del fonlltore che nmane responsabIle lO s01ldo nel confronti dell'IZ$'l3NI
per~ìese~Y"lop.e
dI
:_
,
q::; •.••
=
tutte le alll\ Itil conII attualmente pre\ Istc
\ '
~"- /i;.,';"'''''~~i'/>~,
-4) 11 fornnore è responsabile dCl danni che dmessero denvarc all' IZSUM o a erz,. r&r
1i}]Qmlfuqu'c
•..•.
t
•
imputabili ai soggetti cui sono atlidate le suddette attività.
.Cif •••-.....
l;.
'.\!?J./!"
l:!di
16
\(/./
"-'
/-"
..,,;1
<»
-......,}(jfj(.;r: ~/ .. ~
btituln Zoopr(l!ilattil'o
Srl.:rim-:ntal-: ddl'lJmhria
5) [ subappaltntori dovranno mantenere per tulla la dur<lta del contratto i requisiti richicsti per la
pattecipazione alla gnm.
6) All'atto delrautorizzazione
l'IZSUM si riserva l'insindacabile façoltà di indicare se provvederù a
corrispondere direttamente al subappaltatore l"importo delle prestazioni eseguite ovvero consentire al
fornitorc di pagare direttamente il subappall:ltore. In tal caso e fatto obbligo al fornitore di trasmettere
alr[ZSUM, entro iltennine di 20 (venti) giorni dalla data di ciaswn pag<lmento eflettuato nei confronti del
subapP<llt<ltore, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da loro corrisposti con l'indicazione
delle ritenute di gnranzia effettuate,
AHT, 21-INADEMPIENZ":
E PE;'JALlTA'
1) L'inosservanza delle prescrizioni descritte nel contrailo in ordine ai tempi ed alle modnlità di esecuzione
delb prestazione ed ogni altra inadempien7.:l, d'l luogo all'applicazione di penali.
2) Sono a carico de1rartidatario:
• La mancata fornitura, nei tempi e nei modi stabiliI i, delle apparecchiature, delle componenti e degli
accessori necessari;
Il mal funzionamento delle apparecchiature ed il conseguente ritardo nell'attività lInalitiea dell'Istituto;
I ritardi nell'esecuzione del contratto o l'esecuzione non cnnfnnne alle modalità indicnte;
I ritardi nella sostituzione delk p<lrtirisultate difettose o non confonni.
3) L'ammontare delle penali, che saranno dCllagliatmncnte delìnite all'alto della stipula del contratto di
fornitura, potrà variare da un minimo di euro 5u,l,)uad un massimo del 20% del valore della tomitura.
4) Resta salva la tàçoltà dell'Istituto di applicare ulteriori penalità ritenute necessarie durante l"esecuzione
del contratto incluso il periodo di garanzia e di aggiungere a dette penali gli oneri derivanti da:
~..llIggiori spese per acquisti sul libero mercato;
l'..•.
laggior costo derivante dalraggiudicazione alla ditt<lche segue in k'Taduatoria;
Danni di immagine e percezione all"estemo della qualità dci servi7.i erogati deirlstlluto;
r..•.
linori introiti.
5) L'incameramento di quanto dovuto a titolo di penale avvcrrà tramite ritenuta della cauzione delìnitiva
che, in tal caso dovrà essere prontamente reintegrata dalla ditta, ovvero mediante compensazione con quanto
dovuto al fornitore a qualsiasi titolo.
6) A titolo esemplificativo e non esaustivo, potranno essere applicate le seguenti penalità:
Ritardi nella consegna: decorso il termine massimo di ritardo di lO giorni solari c consecutivi, oltre il
tennine di consegna dclle apparecchiature previsto, l'istituto potrà:
--+ Risolvere il contratto con incameramento della cauzione;
--+ Applicare la penale di euro 50,00 per ogni giorno di ritardo sui termini contrattualmente stabiliti.
Ritardi nell'assistenza tecnica (manutenzione preventiva e correttiva) dur<lnte il periodo di g<lranzia:
dee()fso il tcnnine contrattualmente previsto per l'intervento, l'istituto, previa formale contestazione da
nl'tificare nlla ditta, potrà:
--+ Applicare una penale giornaliera dallo 0,2% al 4% del costo di acquisto dello stnUl1ento, in relazione ai
giorni di ritardo sui termini contrattualmente stabiliti, secondo la gravità e le circostanze del fermo macchina.
7) L'Istituto ha facoltà di escn;itare i diritti sopra indicati senza aver prima intimato o costituito in mora il
fornitore e senza bisogno di pronuneia giudiziaria, benefici ai quali il fornitore rinuncia con la presentazione
dell'offerta.
S) Qualora l'ammontare delle penali complessivamente addebitate al fornitore per le inadempienze nei
termini di consegna ed installazione superi il 10% (dieci perccnto) dell'importo contrattuale, l'Istituto si
riserva la fàeoltà di risolvere il contratto stesso, fatto salvo il risarcimento di ogni danno subito.
9)
E' considerato ritardo nell"adempimento anche il caso in cui il lòrnitore esegun le prestazioni
contrattuali in maniera parzialmente diffonne rispetto alle prescrizioni contenute nei documenti di gara, nel
caso di mancata sostituzione di apparecchiature c atll'eZ7~1turediffonni o difettose. In tal e<lSOsaranno
applicate al fornitore le penali di cui sopm sino al momento in cui la fornitura sarà completamente conforme
alle disposizioni contrattuali, fatto salvo il caso di risarcimento del maggior danno.
lO) La richiesta ed il pag<lmento delle penali non esonera in alcun modo il fornitore da1l'adempimento
dell'obbligazione per la quale si t! reso inadempiente e che ha fatto sorgere l'obbligo di pagamento della
penale stessa. Il fornitore prende atto che l'applicazione delle penali non preclude il diritto dell'Istituto a
richiedere il risarcimento degli eventuali maggiori danni.
13 di I (j
I~tiillt() Z()pprofil:ltt.ic() Spo.:tilllo.:nlalcddl.vmhl'ia
-: delle Marche
c ddll.: March •..•
11) Sono llltie salve le cause di fnr7~'lmaggime, le ragioni del lornitore per cause r\l'n dipendenti da sua
volontà, per rit<rrdoo inadempienze di terzi o imputnbili all'Istituto.
AHT, 22 - RISOLUZIOO'iE E RECESSO
l) In caso di inadempimento del fornitore anche ad uno solo degli obblighi assunti con il contratto che si
protragga oltre il termine, non inferiore a 15 (quindici) giorni, che sarà assegnato dall"lstituto per porre line
all'inadempimento, l'Istituto potnì considerare risolto di dirino il contrailo di app"ho (art. 1456 del Cod.
Civ.) ed incamerare delinitivamentc la cauzionc eia lIpplicare una Pl"nale equivalente qualora la cauzione sia
stata restituita, nonché procedere nei confronti del tornitore per il risarcimento del danno.
2) In particolare ['istituto ha diril10 di risolvere il contratto nei seguenti casi:
a. Il fornitore non esegilll In fornitura in modo strettarnt'nte contorme alle disposizioni del contrailO di
appalto;
b. Esito negativo del collaudo;
c. Il fornitore non si conformi entro un termine ritenuto ragionevole alla richiesta dell'Istituto di porre
rimedio a negligenze o inadempienze contrattuali che compromettano in maniera gra\'e la corretta esecuzione
del contralto di appalto nei termini prescritti;
d. Il fornitore interrompa l'esL'Cu7.1ont:dci contratto;
e, Il fornitore si renda colpevole di frode;
t: Il fornilOrt.~ritiuti di eseguire le disposi7.ioni impanite dal!' [stitul();
g. 11 [()rnrlore non rispetti i termini di consegna ed installazione deliri fomitura previsti dal c()ntratto di
appalto;
h. n fornitore non intervenga per il ripristino di guasti nei tempi previsti arrecando disagi o danni ali. Istituto.
3) In ogni caso l'Istituto può risolvere di diritto il c()ntratto, previa dichiarazione da çomunicare al fornitore,
nei seguenti casi:
a. Per molivi di interesse pubblico motivati nel provvedimento di risoluzione del contrntto;
b. Qualora fosse :lccertat<l la non veridicita del contenuto delle dichiarazioni presentatc dal fornitore ncl
corso della procedura di gara, O\'vero nel caso in cui vengano meno i requisiti minimi richiesti per la
partecipazione alla gara;
c. Qualora uno o più strumenti e/o nltrezzature fomiti non siano pienamente o completamente rispondenti
alle specifiche dichiar;lte nell'offerta tcenic3;
d. Qunlora gli accertamenti antimalia risultino positivi;
e. In caso di cessione del contralto o di suhappalto di parte della fornitura senza auloriuazione della
stazione appaltante;
f. Mancato reintegro della cauzione eventualmente escussa entro il termine di 15 giorni dal ricevimento
della richiesta da parte dell'Istituto;
g. Azioni giudiziarie per violazioni dei diritti di hrevetto, di autore ed in genere di privativa <lltrui, intentate
contro l'Istituto;
h. Avvenuto deposito contro l'impresa di un ricorso ai sensi della legge fallimentare o di altra legge
applicabile in materia di procedure concorsuali, che proponga lo scioglimento, la liquidazione, la
composizione amichevole, la ristrutturazione dell'indebitamento o il concordato con i creditori, ovvero nel
caso in cui \'enga designato un liquidatore, curatore, custode o soggetto avente simili funzioni, il qualc entri
in possesso dci beni o venga incaricato della gestione degli affari dell'impresa;
i. Tutti gli altri casi di risoluzione previsti dal presenle capitolato.
4) [n caso di risoluzione del contratto per una dellc cause sopra indicate l'lstiluto incamererà a titolo di
penale e di indennizzo l'intem cauzione definitiva prestata dal fornitore salvo il risarcimento del maggior
danno (costo per l'affidamento a terzi della fornitura, ecc.).
5) Ncssun indennizzo è dovuto al tornitore inadempiente.
6) L'es~cllzione in .dan~o non esime il ~'ornitore.dal\a responsabilità civile in cui lo stcss~~rrrrf~9~~.~
nornln dr legge per l fattI che hanno mott~'ato la risolUZIone.
..
/:- '~;,;, '.; iJ
7) Il tomitore che recede dal contr<ltto 1l1correrà nella perdita del deposrto cauzlOl}ilJ~~('nza ppter ele\'an~"T);',\
contestazioni o eçcezioni, salvo la refusione del maggior danno qualora il deposito t"~~;ional~_~on risultasse '<;:- \
l
,.
~"'.: :'-:'.'"
".
(~?.'.
.....
.~:.,
\
~ lf~'i~~>:<--~:I
suftieicntc a coprirlo integralmente.
.::/~d/
'~~~,~i:~"''!;è~i'
..
/'
14 di 16
\~>/-,,_
<5
-""~:2~./~
...
l::;titut(1Z()(lJ1H'lilattico Sr~tim~ntal~
ddl'l;mbria
(: ,kllL' r\:liln.:h~
ART. 23 - DANNI
Il fornitore assume in proprio ogni responsabilità per infortunio o danni e\'entualmente subiti du p;lrle di
persone o dì beni, tanto del fornitore stesso quanto dell'Istituto l'Io di te,Li in virtù delle apparccchifl\Un:
fomite, ovvero a causa di omissioni, negligen7.c o altre inadempienze relative nl1'csccuzione delle prest<Jzioni
contralluali ad esso riferihili, anche sc eseguite da parte di terzi.
ART. 24 - ORI<:\'ETTI lì'iI>USTRIALlI<.: DIRITTI Il'AUTORE
1) 1"'atTidatario assumc ogni responsabilità conscguente all'uso di dispositi\'i o all'adozione di solllzioni
tecniche o di <JltmnatUr3 (disegni, licenze, modelli. marchi di fabbrica, ecc.) che violino diritti di brevetto, di
autore ed in genere di privativa altrui.
2) Qualora venga prl)mOSSanci confronti dciI' Istituto azione giudiziaria da parte di terzi che vantino diritti
sui beni acquistati, l'affidatario assume a proprio carico tutti gli oneri conseguenti, induse le spese sostenute
per la dilesa in giudizio. Silrà cura dell'Istituto informare tempestivamente l'aggiudicat.ario delle suddctte
iniziative giudiziarie.
ART. 25 - TRA1TAMENTO 1)1;;1 DATI
I) Per quanto attiene il trnttamento dei dati personali si fa riferimento al D.Lgs. 196/2003 che dovrà essere
applicnto neJresecuzione del contratto. 11 trattamcnto verrà effettuato anche con l'ausilio di mezzi
informatici.
2) La comunicazione dci dati ad altri soggctti puhblici l'Io privati verrà dTetlllata in esecuzione agli obblighi
di lcgge.
3) E' fallo divieto all"impresa aggiudicataria ed :lI personale della stessa impicgato nel servizio di utilizzare
le informazioni nssunte nell'espletamento delle attivitn pcr lini diversi di! qudli inerl;;nti il contratto di
appalto.
4) Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196 del 30/06/2003, si infonna che:
Il tr;lllUrncnto dei dati raccolti è linaliì'.7~1toallo svolgimento dclla presente procedura di gara ed
all' eventuale successiva instaurazione e gestione del rapporto contrattuale;
• Il conferimento dci dati si conligura come onerc del concorrente pena l'esclusione dalla gara e la
decadenza dell'aggiudicazione;
• I soggetti o le categorie di soggctti a cui i dati possono esserc comunicali sono: il personale
dell'amministrazione coinvolto nel procedimento per ragioni di servizio, la Commissione di gara, i
concorrenti che partecipano alla seduta puhblica dì gara, gli aliri soggctti aventi titolo ai sensi della Legge n.
241/90 e SS.mm.ii., l'Autorità per la vigilanza sui Cont,dtti Pubblici;
I suddetti dati vengono raccolti in archivio cartaceo cd infonnatico;
• L'interessato può esercitare i diritti di eui all'art. 7 del D,Lgs. 196/2003;
• 11titol,lrc del trallamento è l'Istituto 7..oopmlilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche con sede
legale in Via G. Snlvemini n. 1 - 06126 Perugia, Il Responsabile del trattamento è il Direttore Gcncrnle
dell'Istituto.
ART. 29 - ì\ORME GENERAti E DI RI~'VIO
l) L'Impresn aflidataria dovra confonnarsi. di propria iniziativa, a propria cura e spese, entro i tennini
stahiliti, a tutte le disposizioni legislativc o regolamcntan che dovessero I.'ssere emanate nella materia oggetto
della fornitura;
2) L'lmpresa <lggiudicataria sarà tenut<l <lll'ossen'anza di lutte le leggi, decreti, reg:olamenti ed in genere
prescrizioni che siano o saranno emanate dai pubhlici pOlL:riitali<lnio dalle competenti Autorità deII'U.E. in
qualsiasi maniera o in qualsivoglin materia (sicurezza del lavoro, assunzioni obbligatorie, trattamento
normativo cd t:conomicn del persona1c, trattamcntl) dei dati personali, ecc.).
3) L'accettalione incondizionata c senza riserl'a delle clausole di eul all'art. 1341 del Codice Civile si
intende soddisfatta medianle l'accettazione del presente disciplinare. Per ogni ulteriore mancata
prel'isionl' \'algono le norme del Codice Cil'ile.
Cl
D
Cl
Cl
Allegati:
Allegato
Allegato
Allegato
Allegato
n,l.
n. 2
n. 3
n. 4
Dichiarazione ai tini della partecipazione
- Capitolato tecnico
- Modello "offcl1a economica"
- Bozza contratto
ART, 26 -ADEMPIMENTI
R[LATIVI ALLA SICUREZZA
L'affidatario si obhliga all'osservanza delle normc in materia di sicurczza e tutela della salute dei lavoratori
ed in particolare si impegna ad assolvere il tutti gli ildempimenti previsti d.1ID.Lgs. S 1/1008.
ART. 27 -ONERI DERIVANTI DA RISCHIINTERFERENZIALI
1) Si da atto che nell'ambito del presentc appalto, trattandosi di fornitura di stmmentazione, si escludono
interferenze tra comminente ed appaltatore.
2) Si precisa che al momento della consegna e della successiva installazione l'area interessata sarà ad
esclusivo utilizzo dell'affidatario.
3) Qualora nel corso dell"esecuzione del contralto dovessero emergere rischi intcrferenziali, questi dovranno
essere immediatamente segnalati dal fornitore al Servizio di Prevenzione e Protezione dell'lZSUM chc, in
caso di fondate7.za, provvcdcrà a predisporre il D.U.V.R.!. con le modalità previste dalla nonnativa vi~l.'nte,
ART. 28 - FORO COMPETENTE
Per tutte le controversie comunque attinenti all'interpretazione o all'esecuzione del contratto, è stabilita In
competenza esclusiva dcI Foro di Perugia.
15 di 16
16 di 16
l:;lituto Zoorr(,libltic(I
allegato n. I
ISTANZA DI PARTECIPAZIONE
ì\'UMERO GARA A~AC:
Srcrì1l1t:llt<lk ddl'Umbl'ia
(' d~'lk ~.lar('hc
./ sede Società.
./ per il seguente settore di aui~'ità, coerente con l'oggetto della gara (oggetto sociale)
rum
Smart CIG: p;~x•.i----
Modulo per autocertificazionc/dichhmlzionc
sostitutiva di atti di notorietà e di certifica7Jone
(artt. 46 e 47 dcllWR 445 del 28.12.2000)
Oggetto: proc('durll negoziata senza previa pubbliclll':ione di bando al ~en~l dell'art. 57 del Codice dl'i Contratto
per l'acquisto di sistemi VIOAS
'
Il sottoscrillo ..
(cognome e nome per cstcso e leggibile)
....... Provo
....... a.
nato il.
che le persone tisiche di cui all'art. 38, comma l. lettera cl del D.lgs. 163/2006 c sS.mm.ii. (vedi elenco sotto) sono:
• titolare e direttore tecnico, ave presente (se si tratlll di impresa individuale)
soci e direttore tecnico, ove presente (se si tratta di socil;:t:'!in nome collettivo)
• soci accomandatari e direttore: tecnico, ove presente (se si tralla di società in accomandita semplice)
amministratori muniti di potere di rappresentanza c, ove presenti, direttore tecnico. socio unico ovvero socio di
maggioranza in caso di società eon meno di quattro soci (se si tralta di altro tipo di società o consorzio)
in qualità di .
(amm inistri1torellegale rappresentantc/procuratore)
cognomI;: I;:nome
data di nascita
nato a
dell'impresa ...
(denominazione sociale comprensiva della fonna giuridica)
. ..... Iocalità/cini! .
C.A.P.
.. e panita 1.V.A. nO.
,.. codice fiscale:,
pro\'ineio .
..
telefono.
e-mail.
fa.'( .
.. ..... pee ..
consapevole delle responsabilita e dellc sanzioni penali previste dagli ant. 75 e 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n0445
e s.mm.ii. con ano 15 della L. n0183nOli (c.d. "Leggc di stahilità 2012"), per le ipotesi di falsità in ani e dichiarazioni
mendaci,
DICHIARA, CON RIFERIMENTO
.
nella sua qualità di ..
.
Notaio.
ALL'IMPRESA
del.
(in caso di sottoscrizione da parte di un procuratore)
iscrina nd REGISTRO DELLE IMPRESE, istituito presso la CAMERA
INDUSTRIA, ARTIGIANATO
E AGRICOLTURA di
come segue:
./ sede CCIAA ..
./ numero di iscrizione,
.
..................................................
dala di iscrizione
2, di non trovarsi in una o più delle situazioni di esclusione dalla partecipazione alle procedure di al1ìdamento c di
stipula dei relativi contratti previste dall'ano 38 del Codice;
Le dichiarazioni di natura personale di cui alle lettere b). c) c m-ter) del comma I dell'art. 38 del Codice potranno
essere elTettuate, ai sensi dell'art. 47, co. 2. D.P.R. n. 44512000, dal dichiaranle per conto di tutti i soggetti lenuli a
renderle, quali previsti dall'art. 38, comma 1, lettera c) del Codice, o direttamente dai soggetti interessati utilìu.ando
preferibilmente una copia del presente modello per le pani di interesse. Tale circostanza va specilicata barrando una
delle opzioni che seguono
SOI'RA INDICATA
(titolo del dichiarante), giusta procura n.
di
1. chc l'impreS<1è regolannente
COMMERCIO,
Carica ricoperta
(barrare la casella corris ndente)
Rapp.te Direttore Socio Socio di
Le ''Ile Tecnico Unico ma!!l!ìor.
I
. .... via.
con sede legale in .
residenza
DI
D che la presente dichiarazione, relativamente al punto 2 della presente dichiarazione, con riferimento ai requisiti
personali, è rC!\aai sensi dell'ano 47, cU. 2, D.P.R. n. 445/2000, con riguardo a s!mi, qualità personali e fatti di cui ha
dirctta conoscenza relativi ai soggetti quali previsti dall'art. 38, comma l, lettere b) c c) del Codice
D che 111presente dichiarazione, relativamente al punto 2 della presente dichiarazione, con ,~~Je~iffi~riiO
•.•.
{lt"reguisiti
personali, è resa a titolo individuale con esclusivo riferimento al sotluscrino
,,/' {:;,.,.!'j~-;'I.; '.:,C:..:;.~, .
;. ;..
t;;
"".'.
Compilare in eoso di condanne di cui all'art, 38, comma l, lettera c) del Codice, ihd!?~ndolutte
le cond~~~e \\
definitive, compre~ quelle per le quali abbiano beneficiato della non menzione
t! /;;£
if
:;;
I'
./ codice fiscale/p. l.V.A.
~ di i"
t di 7
~~.
-"':;~1I~'''''}
\"'1\ /1
./ forma giuridica attuale.
~:'.
~:;;"""'"
'j'}:;:~:;
••••..r>'
~
\0;;<.-.
I
,
,'-{/
• .J
f
"
-,
........•
:""V!ilS' '•. ~...' ~/
/
~.~':~
...::~~/
Istituto Zn(lpn)IiI~ltliç(\ Srl,'rirnt:lltale ddl"l;rnnria
l::tilutO ZN'Ir['~~tilaltiCf\ Srcrimcntak
e dt'lll' !vlarchc
delrUmbria
lo:
ddll? rvlan.:he
~
O che i soggetti appresso indicati hanno riportato le condanne di seguito elencate:
cognome e nome
ScntCn7~1/Dccrelol
Pro\'H.'dimenlo
Compilafl' per i soggetti cessati dalla
coso di condanne di cui all'art. 38,
compresc quellt' per le quali ahbiano
la completa ed effeltiva dissociazione
Procedimento pendente o
condanna rioortata
Reato
carica nell'anno antecedente la data di pubblicazione di.'! bando di guru in
comma I, lettera c) dci Codice. indicando tutte le condanne definitive,
ht!neficlato della non menzione, allegando la documentazione da cui risulti
dalll! condotta penalmente sanzionata
D che i soggetti appresso indicHti, cessati dalla carica nell'anno antecedente la data di pubhlicazione del bando di
gara, hanno riportato le condanne di seguito elencale:
c0l:;nome e nome
Data ccs~zione
Sentenza/Decreto
IProvvedimento
Remo
Procedimento
pendente o condann<l
rioortata
7. di aver preso visione dci Disciplinare, del capitolato tecnico e di tutti gli allegati, di tutte le condizioni di luogo e di
fatto necessarie per la lonnulazione dell"otlcrta, nonché di tutte le circostanze generali e particolari che possano aver
innuilo sulla detenninazione dci prezzi e sull'accettazione delle condizioni contrattuali e che possano inlluire
sull'esl'tuzione dell'app..1Ito, di accettare integralmente il disciplinare di gara ed il capitolato l~nico nonché gli
allegali a tali documenti, di aver giudicato i prezzi indicati In allerta nel loro complesso rcmunerativi e tali da
consentire l'offerta presentata, per cui non potrà essere avanzata alcuna giustiticazione od attenuante in merito;
S. di aver predisposto l'offerta tenendo conto di tutti i costi derivanti dagli obblighi imposti dalla vigente nonnativa in
materia di sicurezza e protezione dei lanmltori, nonché delle condizi(mi stesse di kt\'oro;
9, di impegnarsi a garantire a favore dci Invoralori dipendenti (e, se coopemtive, anche a favore dci soci) condizioni
retributivc non inferiori a quelle risultanti dai contralll di lavoro e dngli accordi locali integrativi degli stessi,
applicabili alla categoria cd alla localiti! ove si svolge l'app::t1l0, indicando il contratto collettivo applicato in relazione
al settore mcrceologico di riferimento;
10.di impegnarsi a comunicare tempestivamente all"lslitulo le eventuali moJiticazioni agli stati o fatti indicati nella
dichinrazione;
Il.di impegnarsi il collnborare con il direttore dell'esecuzione del contrailO desi~nato dall'Istituto al fine di agevolare
l'esecuzione dell'appalto;
12.di possedere l'idoneita tecnico professionale, ovvero le capacita orgnnizzative, la disponibilità di ror7~1lavoro,
macchine ed attre7.7~1ture.in relazione al tipo di appalto da renli7J.are e di essere a completa conoscenza di tutte le
prescrizioni, provvedimenti, nonnc vigenti che disciplinano il contratto oggetto della procedura;
13.di incaricare dello svolgimento dei lavori dipendenti regolanncnte iscritti a libro matricola e assicurati a tennini di
legge per gli infortuni e per le malattie profesSionali;
14.di impegnarsi ad assumere, in caso di aggiudicazione, pena la nullità dci contratto, gli obblighi di tracciabilità dei
flussi finanziari previsti ai sensi dell'art. 3, c. 8, legge 13 agosto 2010, n. 136, linaliz7.ata a prevcnire infiltrazioni
criminali;
15.di impegnnrsi a comunicare, in caso di aggiudicazione ai sensi dell'art. 3, c. 7, legge 13 agosto 2010, n. 136 gli
estremi dei conIi correnti bancari o postnli dedicati, anche in via non esclusiva, nonché le genernlil<Ì e il codice tiscale
delle persone delegate ad operare su di essi;
16.di nccettare che l'Istituto possa avvalersi della facoltà di non procedere all'aggiudicazione ovvero di risolvere il
contratto eventualmente stipulato, in caso di sopravvenuta slipulazione di una convenzione ai sensi dell'art. 26 della
legge n 4RS/99 c sS.mm.ii., salvo che ad avvenuta aggiudicazione, l"impn:sa aggiudic:ltaria non oHra di adeguare
l'offerta ai pnrametri di qualità e prezzo oggetto di eonvenzionamento;
17.di essere disposta a dare inizio alla fornitura anche in pendenza della stipula del contratto di tornitura;
18.Per quanto riguarda l'accesso aIla documentazione trasmessa:
O di autori7.z.are
O di non llutoriz7.are
l'accesso alla documentazione trasmessa in confonnità alle disposizioni di cui alla Legge 7 agosto 1990, n. 241 (in
caso negHtivo allegare motivazione espressa al diniego con precisa indicazione delle parti dell"olTerta per le quali si
nega l'accesso)
19.che il SOl:;geUoabilitato a sottoscrivere l'offena oggetto della proccdura, in nome e per conto dell'impresa, è
(compilare se di\'cl"So dal dichiarunte):
COb'llome e Nome
Codice Fiscale
il
Nato a
del
giusta procura n.
In qualit:'! di
del notaio
di
che si Illlega iII copill.
lO.dì essere a conoscenza che l'Istituto sì riserva il diritto di procedere d'ullicio a verifiche, anche a ~pione,
in
ordine alla veridiCità delle dichiarazioni rese; a tallìne indica di seguito gli unici di competenztt.,.(-da~ligitori):
INPS
/'\S,\\ \Il I <) ~" .• 'i,'>.'<"""'"
Q
imprcnditoriale e di provvedimenti
interditlivi alla contrattazione con le Amministrazioni Pubbliche ai sensi:
- dcll'llrt. 14 D.LI:;S.n. 8112008 (Testo Unico sulla sicurezza dcllavoro)
- detrart.44 D.Lgs. 286/1998 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina deJrimmigrazione e nonne
sulla condizione dello straniero)
- dcll'art. 41 del D.Lgs. 198r.WOl (Codice delle pari opportunit.à tra uomo e donna)
- deJrart. 53 del D.Lgs. 165/2001 (Nonne generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
Amministrazioni Pubbliche)
- da qualsiasi altra disposizione legislativa o regolamentare
oppure che tali provvedimenti, adottati nei confronti dell'impresa, sono scaduti o revocati in base alla medesima
disposizione
3. Di non essere stati destinatari di provvedimenti di sospensione dcll'allività
Altre dichinrazioni c informazioni;
4. di essere inrormato, ai sensi e per gli effetti dell'art. lJ D.Lgs. n. 196/2003, che i dali personali l'accolli Sllr,lTlIlO
trattati. anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale I, prcsente
dichillnlzione viene resa;
5. di essere a conoscenza che l'Istituto si riserva il diritto di procedere d'uflicio a veritiche, anche a campione, in
ordine alla veridicità delle dichiarazioni;
6. di essere consapevole che, qualora fosse accertala la non veridicità del contenuto della dichiarazione, l'opemtore
economico verrà escluso dalla procedura per la quale è rilasciata, o, se risultato aggiudicatario, decadrà dalla
aggiudkazione medesima la quale veml annullata eio revoca!<l, inoltre, qualora la non veridicità del contenuto della
dichiarazione tosse accertata dopo la stipula del contratto, questo potrà essere risolto di diritto dall'Istituto ai sensi
dell'art. 1456 cod. civ.;
3di 7
(comnctcntc ocr il rilascio della certifica.z~onc dal o~alc risulti il.versamento4~,~:co~trl.~tti)..
. ."::.;...~
SedI::competente
Indlnzzo - teletono, pec e lax
NlllR!ro dI IscnzlOne\.:::..~
\
li"
~ -~,
t' ~~'
~.Do
,<
, '
fi»
i'r;,
">or,,:,!
"~~-~'~-h-
- -:, \
:~
1
\\~j1:,~'~~~
4 di i
'...::.y t-'!"9~''''11\'...,..
....
.-..:!~..:.~;.../
A
Istituto ZODpmlil:ìl1ic(l Sperimcllwk
dl'll'UlIIbria
e delle ì•..
lardk
PROVINCIA.
()IRrZIONE PROVINCIALE LAVORO
(competente per il rilascio di certilicazioni dal quale risulti che la SOCiClfI
sia in regola rispetto adi ohblighi di cui alla Lcggl' 0°383/2001 e s~.mm.ii.)
Sede compt:tt:nte
Indirizzo -telt::fono. pcc e lax
INAlI.
(comoctcnlc OCfil rilascio della certificazione dal auale risulti il versamento dci contributi)
Numerll di iscrizione
Indirizzo -telefono, pce t: t~l."
Sede competente
TRIBUNAI.E CIVILE. CA~CELLERIA "'ALlX\IEì'òTARE
(competente per il rilascio della certificazione dnl quale risulti che la Società non si trovi in stato di fallimento, di
liguidazione coatta, di concordato ~re\'t'nti\'o, o nei cui ri"uardi sia in corso un nrocedimento)
Indirizzo - telefono, pcc e tax
St:de competente
I
AGENZIA DELLE ENTRATE:
(competente per il rilascio di certificazioni inerenti c\.entuali violazioni. detiniti\"<lmente accertate, rispetto agli
obbliuhi relativi aloa 'amento delle iln"'\)ste e tasse della dit~a'
Sede competente
Indiri"..zo- teiet()no, pee e fax
PROCURA nEI.LA RF.PVRBLlCA - CASELLARIO GIUDIZIARIO
(comoctente Der il rilascio del certiticato generale dei consi 'lieri della ditta)
Indirizzo - telefono, pcc c l'a..••
Sede competente
PER LUOGO ili Rf..SIIlI-:NZA O DIMORA DIo:ISOGGETTI,
SOCI E/O AMMIJ\lSTRATORI
(competente per il rilascio di certilicazioni dal quale ri~ultinù eventuali procedimenti in cio~sOper l'applicazione delle
misure di revenziom: ex urto 3 tCl!gc nOI4Bfl956 e sS.mm.ii.
Indirizzo - telefono. pee e fax
Sede competente
I
PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE
DEL GOVERNO
(coml"lf'tente ner il rilascio di certificazioni inerenti certificazioni antimnfia li carico della ditta)
Sede competente
Indirizzo -telefono. ree e là.'\
I
I
TRIBUNALI COMPETF.NTI
2l.che, al tine di poter procedere <lll<lrichies1<ldel D.U.R.C., i d<ltiaziendali net'essmi sono i sei'uenti:
C.C.N.L.
applic:lto:
DaOa 5 addetti
.ID86a 15 addetti
Da 16a50addetti
.IDa51 <llOOaddeni
IOltre 100
DIMENSIONE
AZIENDALE
Cl INAIL CODICE DITTA
DATI POSIZIONI
CONTRIBUTIVE
Cl I.N.P.S. SEDE DI
Cl MATRICOLA
N°
2:2.che per la ricezione di ogni comunicazione inerente la gara in oggetto c/o richieste di chiarimento c/o integrazione
della documentazione presentata, nonché ai tini delle comunicazioni previste dall'ano 79 del Codice dei contraui
1llihl2lki. da inviare a mezzo posta, posta elettroniC<lCt:rtiticata o là.'\, si autorizza l'impiego dei seguenti recapiti:
CAP
Città
Pec (posta eleltronica certificata)
Fax
Vili
Telefono
PROVINCIA - DIREZIONE l'ROVINCIAtE
LAVORO
(competente per il rilascio di certificazioni dal quale risulti che la SOCi~t~
sia in re 'ola risnelto a di obblighi di cui alla Legge 0°68/99 e 55.mm.ii.
Indirizzo - telefono, pec e fax
Sede competente
Referente (Nome e Cognome)
I
Data:
5 di i
6 di 7
btituto Z(X'rWlibnic{1 Sr~ritnt:niak ddlTmbria
AVVERTI<:NZE
PER LA CORR[TTA
c ddk
~-1;..lrt:ht:
COMPILAZIONE:
Sottoscrizione:
,. la presente dichiarazione deve essere corredata, a pena d'esclusione, dalla fotocopia del documento di identità del
sottoscrittorc. In alternativa la presente dichiarazione dovrà recare la nona autentical<l;
lltilizzo dci presente modt.'lIo:
,. l'impresa concorrente ha facoltà di utili7J.flrCil presente modello. debitamente compilato in 0b'lli pane e sottoscritto
nei modi sopra illustrati. ovvero potrà predisporre un proprio modello che dona comunque contenere tutte le
dichiarazione ed inlonnazioni richieste;
7 di 7
A
istituto Zooprolilattico Sperimcntale dcll'Umbria c dcl~{~i~fi~~~)
PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE DEL BANDO DI
FORNITURA E POSA IN OPERA DI SISTEMI VlDAS
G{~'J\EEJi).
:~:~\
~,t"",,,g;L ,:;;
\\<~
'\.
'-::;"n
••••\",.'1''>"
~;.
CAPITOLATO
",:i~
'
_;;-;~~/
., ••~.)~/
••.•..
TECNICO
A. SISTEMA VIDAS
N.2 sistemi VIDAS - Configurazione completa - cod. 4700023
Sistema VIDAS da banco automatico, multi parametri co, selettivo
determinazioni immunoenzimatiche.
Comprende:
• Modulo analitico
• Monitor
• PC
• Start-up kit
• Gruppo di continuità UPS
per
l'esecuzione
di
Destinazione:
n. 1 laboratorio LMA5 - sede di Perugia - referente: D.ssa Stefania Scuota
n. 1 laboratorio LCA7 sede di Pesaro - Dot!. Franco Tonucci
B. SISTEMA
MiniVIDAS
N.1 sistema MiniVIDAS - Configurazione completa - cod. 410416
Sistema MIN IVIDAS da banco automatico, multiparametrico, selettivo per l'esecuzione
determinazioni immunoenzimatiche dotato di monitor, tastierino e stampante interna.
Comprende:
• Start-up kit
l di I
di
btituto ZI)ormlilaUic(l
htimto Zoopr()[ì!atlic()
Sr~rill1cntalc L1dl'Umbnil c dcllc Ì'vlarchc
allegalo n, 3
MODULO PI<:RCOMPILAZIONE
OFFERTA
ECOi\OMICA
Per il contrailo TR[ENNALE di manutenzione
periodic() prcvcntiva ne![n contiguraziònc
offerta.
NEGOZIATA SEN7.A PREVIA PUBBLICAZIONE I>EL BANIlO 01 GARA l'ER I.,A
..-ORi'iITURA E POSA 1;'\ OPERA 01 SISTEI\1I VIDAS
PREZZO TR[ENNALE OFFERTO IN EURO IN CIFRE:
PREZZO TR[F.NNALE
LETTERE:
NUMERO GARA ANAC: nxn:j!
Smar1 CIG: ~1'!:~ -PROCEDURA
ti..:! l'l)llIhria l' d~11c i\:larchl'
Srcrilllcntak
OFFERTO
IN
EURO
IN
%
A[iouota l.V.A. da noolican:
Validità dell"oll'erta (minimo 180 giorni d,llla scadenza lissata per [a riceziune
Giomi
delle offerte)
G(Jfaozia comoreSil ncl orczz() offerto (minimo l"" mesi)
Mesi
Validità dcl['offerta rdativa a[ contralto di
Fino alla stipula, a[ tcnninc dci periodI) di garanzia
manutenzione preventiva
compreso nel prezzo di acquisto della
strumcntazione
Giorni
dalla dala
Termine di consegna presso i laboratori di destinazione
dell"ordine (ma." 60 giorni)
Giorni
dalla data di
consegna (max [O giorni dalla
Termine di installazione e collaudo
consel!na)
Termine di pagamento della fornitura a seguito dcJravvenulO
collaudo con esilo positi\'o risultante da apposito verbale _ G[ORNI DATA RICEVIMENTO
FATTURA F[NE MESE
solloscritto dall'impresa e dall"lstitulo (RICH[ESTO TERivllNE
M[N[MO DI 60 GOl
Termini di pagamento dci contratto di manutenzione prevenliva •
canone triennalc ripartito
per quote annuali e corrisposto
GIORN[ DATA R[CEVIMENTO
anticipatamente all'inizio di ogni anno di decorrenza. dietro FAlì'URt\ FINE MESE
presenta7.i()ne di regolare faltura (RICHIESTO
TERMINE
M[N[MO 0160 GG)
I
In rclllzione alla procedura In oggetto presenta l'offerta che segue.
Sistema VIDAS
MARCA E MODELLO
OFFERTO
PREZZO UNITARIO OFFERTO IN EURO IN CIFRE:
PREZZO UNI1'ARIO OFFERTO
PREZZO UNITARIO OFFERTO EURO IN LETTERE:
PREZZO TOTALE OFFERTO PER 2 S[STEMI [N
EURO IN CIFRE:
TOTALE OFFERTO PER N. 2 SISTEMI
(PREZZO UNIT AR[O X 2)
Nel prei'.7.oofferto sono inoltre compresi:
• Training del personale
Numero delle ore di training chc saranno clTeUuate presso ciascun laboratorio di dcstinazione comprese ne!
prezzo offerto: _
_ giornate, per totali
ore di forma7.ione!addcslramento per ciascuna
sede di destinazione (minimo 3 orc lavorative per ciascuna sc,ç!e)
Colhludo funzionale
•
Imballo, trasporto, spese doganali, scarico presso i[ laboratorio di destinazione
• Manuali d'uso in lingua ita[iana! inglese
• Tullo quanto allm prc\'isto nel Disciplinare di g;ara
PREZZO TOTALE OFFERTO PER 1:SISTEMI EURO
IN LETTERE:
Sistema MiniVIDAS
MARCA E MODELLO
OFFERTO
PREZ7..0 UNIT AR10 OFFERTO [N EURO IN CIFRE:
Allegati:
Cl Allegato n. I. relazionc indicante la dettagliata descrizione del servizio post-vendita e le modalità di
esecuzione del contralto di manutenzione pre\'enti\'a olTerto.
IJ
PREZZO UNITARIO OFFERTO
PREZZO UNITARIO OFFERTO EURO IN LETTERE:
TOTALE COMPLESSIVO
OFFERTO
Totale offerto per la forniturll dl'i 3 (Ire)
sistemi
PREZZO TOTALE OFFERTO l'ER 3 SISTEM[ IN
EURO [N CIFRE:
DATA
_
Firma:
PREZZO TOTALE OFFERTO PER 3 SISTEMI EURO
IN LETTERE:
I
Per l'impn.su:
_
Leggibile e f!.er esteso
I di:l
.2 di.2
Perugia,
UFFICIO ACQUISIZIONE BENI
tel. 075.343284 - 075.3433058
fax 075.35047
pee: [email protected]
Tit. IX - CI. 3
OGGETTO: fornitura e posa in opera di n. 3 sistemi Vidas per l'Istituto Zooprofilattico
Deliberazione del Direttore Generale n.•• del ~2014
Contratto: .2014
PREMESSO
v' ch ',~:,delib, erazione del Direttore GeneraleJ;Jil.~,el,
nego ~a,
I
sen;;a.,p'revla pubblicazIOne di un
sistemi;Vidas;
sopra menzionata fornitura;
tutto-pe
-I
l
~ae
\il
con sede legale in ~
[V~ ~,
megli'~,g~c'~l
! J, di seguito
l
.2014 è stata aggiudiGata, a~ore
considerato, in esecuzione del , "itata deliberazione n.
alla ditta ~,
(II)
,20[4 è stata indettliu,na. ,procedura,
anao élilara, per la formtura e posa ID opera di n. 3
v' chJi!m delitier zione del Direttore Generale n.
ditta~
c
n.
III '.,l'[sti
t, affida
III-
denorn'in1ta Società, la fornitura di cum~ggetto,
successivo articolo l, allelaÌZiwiclirui
della
di seguito ed fanto
per:come
previslella
documentazione di gara e nell'offerta presentata dalla ditta, le quali costituiscono parte integrante e
sostanziale della presente anche se qui non materialmente allegati.
Articolo l - Premesse ed allegati
Le premesse di cui sopra, gli atti e i documenti richiamati, quali il disciplinare di gara, lettera di invito,
il capitolato tecnico, l'offerta tecnica e l'offerta economica, ancorché non materialmente
costituiscono
parte integrante
allegati,
e sostanziale del presente atto per patto espresso tra le parti.
Costituiscono, altresì, parte integrante e sostanziale, la polizza fideiussoria (Allegato l).
Le espressioni riportate negli allegati hanno il significato, per ognuna di esse, specificato nei medesimi,
tranne qualora il contesto delle singole disposizioni disponga diversamente.
Articolo 2 - Oggetto
L'Istituto, come sopra rappresentato,
affida alla società che, in persona del Legale rappresentante
Dott. Marco Casati, accetta, l'esecuzione della fornitura di n. 2 sistemi VIDAS e n. I sistema
MiniVIDAS,
come
risultante
dall'offerta
I di 6
presentata,
composta
da:
Istituto Zooprofilattico Spetimentale dell'Umbria c delle Marche
La fornitura viene affidata ed accettata secondo le norme, condizioni e modalità definite nel presente
atto e nei documenti di gara.
Articolo 3 - Condizioni
L'apparecchiatura
deve essere consegnata, entro il termine di 60 (sessanta) giorni solari e consecutivi
decorrenti dalla data di ricezione della presente, presso le sedi appresso indicate; n. l sistema VIDAS
presso il laboratorio
LMA5 di Perugia, n. l sistema VIDAS presso la sede di Pesaro e n. l sistema
MiniVIDAS presso la sede di Ancona. La Società si obbliga, altresì, nel termine di lO (dieci) giorni dalla
data di consegna, all'installazione;-messa
a punto iniziale della stroment.aziQne ed all'avviamento della
medesima, sino al raggiu~'b*d~ena
funzionalità prel!"filiEi'i
destinatarL Ogni costo
denvante dalle operazlOffi ili messa m funzIOne e dI avvIamento e a cancodella
a carico della società tu~e
laborarorio
di destina.
spese deril!ti
dal trasporto, imballo, s6doganali
I
ne. Sono altl!\
italianalinglese.
compresi
nella fornitura
Ad avvenuta installazione/; la società effettuerà presso illaborato
conoscenza
e all'uso del~is~e~i
pe~
socleta. Panmenn sono
'0
e scarico presso il
i manuali
utilizzatore
d'uso
in lingua
I corsi dedicati alla
gli operatori che lif.~~. ~ze~a.nno, previo accordo con il
dirigente responsabile. l cor~l~vere
una durata mm=
(fi'3 (treJ:ill'f?
Articolo 4 - Collaudo
4.1 Collaudo funzionale
Le prove di collaudo della strumentazione,
degli
consistenti nella verifica delle specifiche tecniche richieste
e nel corretto
funzionamento
apparecchi,
dovranno
avvenire
dall'installazione
previo accordo con il Dirigente del laboratorio
entro
lO (dieci)
giorni
e dovranno risultare da apposito
verbale.
Le eventuali spese sostenute per l'effettuazione del collaudo saranno a completo carico della società.
Non potranno
essere accettate
le forniture
che risulteranno
difettose
o in qualsiasi
modo non
rispondenti alle prescrizioni tecniche offerte.
In caso di esito negativo del collaudo, il fornitore si impegna a sostituire, a proprie spese, i beni non
perfettamente
funzionanti
e/o svolgere ogni attività necessaria affinché il collaudo sia ripetuto
positivamente
superato entro il termine perentorio
penali previste.
2di6
che verrà assegnato pena l'applicazione
e
delle
total~mplessivo
IW
La società e l'Istituto assumono gli obblighi ptevisti dalla legge n. 136/2010 e ss.mm.ii. in materia di
ttacciabilità dei flussi finanziari. L'importo della fornitura in oggetto è comprensivo dei costi della
sicurezza afferenti all'esercizio dell'attività svolta dalla società ed i rischi inter.ferenziali sono pari a
zeta. Il pagamento del corrispettivo sarà corrisposto dall'Istituto nel termine di 60 (sessanta) giorni
dalla data di ricevimento della fattura presso l'Ufficio ptatocollo dell'Istituto, sul conto corrente
dedicato alle commesse pubbliche e secondo le coordinate che dovranno essere comunicate dalla
Società entta il termine previsto dalla legge n.136/2010e ss.mm.ii.
Ai fini del calcolo del termine di pagamento farà fede la data apposta dal Ptatocollo dell'Ente.
La fattura emessa dalla società dovrà essere intestata e spedita all'Istituto al seguente indirizzo: Via G.
Salvemini
n.
I,
06126
Perugia,
ovveta,
inviata
[email protected]
Jcli6
tramite
pec
al
seguente
indirizzo:
~:;'
".
'<~~i>'
!
/
. '';;
,:-:'
'-"~.~)"\.
{)b ~
-,~;;\
~
-t;'
; .•.~'
,.•.., \
i~,;
~ \'! 'l: );.""
IstItuto Zooprofilattico SperImentale dell'Umbria c delle Marche
~i
H~V~
"~',0
'17~
\Z~;.re~n~
~j!!",
#~riodo
di garanzia, pari a 12 (dodici) mesi dalla data del collaudo, l'Istituto SIriserva di
-'~\;;Y
stfj5tr1af~.':;jfcontratto
GlJM,oo oltre
di manutenzione
preventiva il cui canone triennale
è determinato
!il
euro
I.V.A.
Articolo 8 - Clausola risolutiva espressa
La fornitura
è inoltre
condizionata
in via risolutiva
all'esito del controllo
di veridicità
delle
dichiarazioni rese dalla Società ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 445/2000 e sS.mm.ii. Inoltre, ai
sensi dell'art. 3 comma 9-bis della legge n. 136/2010, come modificata dalla legge n. 217/2010, il mancato
utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti
idonei a consentite
la piena
tracci abilità delle operazioni, detetmina la risoluzione di diritto del presente contratto.
Articolo 9 - Garanzia
La SoCI.
'~tà.,si~Obbli.g.a a garantire la strumentain;;~t;
mesi a aecorrere
comprende
dalla data del verbale del collaudofùnzionale
tut . gli interventi
struml:azione
tecnici richiesti dall'I!iuto,
eCJIinclude, altresì, la sostituzione gra.
ripar~,tto
l'
della presente fornitura
con esito pOSitiV•. "I
inerenti
garanzia
a mauunzl1amenro
della
dei pezzi o parti di ricam';io n!tssari
il peri~do di copertura, unEita
l'aggwrnamentò
iIìl.=2 (dodici)
annuale .di manutenzMre
alla
p.ntiva
e
all ultIma verSIOnedIspombIle, dI tUttlI software fornm.
Articolo IOlIdejussione
A ~a~i:
del pu tuale ed esatto
fideiussione
bancaria n.
adempimento
con
in Via
delle. prestazioni,
M:,
la soc età presta,
Filiale di
(D là
, per euro
ai ~ensi
con~e
~),
a
determinata
in
misura del 10% dell'importo della fornitura.
Nel caso in cui si verifichino, nel corso della fornitura, inadempienze ad opera della società, l'Istituto
incamererà quota parte della cauzione di cui al punto precedente, fermo restando che la Società dovrà
provvedere alla sua ricostituzione
entro lO (dieci) giorni.
Articolo Il - Risoluzione, recesso e penali
Gli istituti della risoluzione e del recesso verranno applicati in tutti i casi previsti dall'articolo
I!!!!!I e
segg. del Disciplinare di Gara.
La società sarà soggetta all'applicazione
di penalità, senza esclusione di eventuali responsabilità
penali, in caso di:
- ritardi nell'esecuzione della fornitura o esecuzione non conforme alle modalità indicate,
- ritardo nella sostituzione di componenti risultate difettose o non conformi.
4 di 6
/~<;;:~~:;-'~'?~~
•
.
Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e deJie~Llarcl1t~(~r":~\
t _"l
".~
~t;.~.
t'l:-
'~=-"l.
.
t
i"" r••~
t,l:
\I
"~Ii
'\\a''i'~'.c....•.sono così previJ:f:-:;., '\'~~.,,~,.)3.!
lo-
s:,
Le penalItà riguarclanti la liquiclazione del danno per inadempimento
/
~":;.,.
"''';'
~.
-
,Q:~'
,tl.'.)..,."'"
- decorso il termine massimo di ritardo pari a IO (dieci) giorni solari e consecutivi, oltre-i1'1empo di
consegna previsto, l'Istituto, oltre all'applicazione della penalità, avrà il diritto di risolvere la fornitura,
con incameramento
della cauzione e addebito al contraente inadempiente
del maggior prezzo pagato
per l'acquisto di beni similari.
Per ogni giorno di ritardo sui termini stabiliti, di cui al precedente articolo,
l'Istituto potrà applicare una penale giornaliera di euro 50,00 (cinquanta/OO).
In caso di inossen'anza
garanzia,
l'Istituto
degli obblighi in tema di assistenza tecnica previsti durante il periodo di
previa formale contestazione
da notificare
alla società mediante
raccomandata
A.R.,
potrà applicare una penalità giornaliera dallo 0,2% allo 0,4% del costo di acquisto della
strumentazione.
Agli importi delle penali s~
','
I
tranno essere aggiunt_ri
- maggiori spese per acqu~1 sulliber~ato;
I
derivanti da:
- maggior costo derivanlì, aall'aggiUdiCall,'one alla società che segue il:aauatoria;
.•.
- onen 'd'l natura orgamzzatlva;
- danni di immagine e di~cezione
~:7~::::,
['<oili
lnno
,
,Jti
all'esterno della qualità dei servizi forniti dall'Istituto;
socleta. L Istituto avra fac~-:e:S-~ltare
cl:
dili, ,""tinn,.
l dmttl sopramdicatlfsenza
in mora la società e senza bi~Jl1Uncia
ayer:ptlma mtlmato o COStltUlto
giudiziaria.
Articolo 12 - Brevetti industriali
La società assume ogni responsabilità
=m goiodi"in"~,, dili,
conseguente
'
e diritti d'autore
all'uso di dispositivi o all'adozione di soluzioni
tecniche o di altra natura che violino diritti di brevetto, di autore ed in genere di privativa altrui.
Qualora venga promossa nei confronti dell'Istituto
azione giudiziaria da parte di terzi che vantino
diritti su beni acquistati, la società assume a proprio carico tutti gli oneri conseguenti, incluse le spese
eventualmente
prontamente
sostenute
per la difesa in giudizio. In quest'ipotesi,
l'Istituto
è tenuto ad informare
per iscritto la società delle suddette iniziative giudiziarie.
Articolo I3 - Trattamento
Con l'affidamento
dei dati, consenso al trattamento
della presente fornitura le parti dichiarano di essersi reciprocamente
comunicate
oralmente tutte le informazioni previste dal D. Lgs. n. 196/03 e sS.mm.ii. ed, in particolare, dall'articolo
13del predetto decreto.
5 di6
--
/;~"I
!,.l ~~.""
1<,'. ~'
'<g:;!;\
~
{f:a}ò"E. ~
Id
Istituto Zooprofilattico SperimenjaIe: dell'Umbria e delle .Marche
;:)
',\V
CbR~&~~nel
':
del trattamento
dei dati personali de,Il,
•.'IJtituto dei quali venga eventuahnente
corso dell'esecuzione
della fornitura, Tali dati possono quindi essere utilizzati
esclusivamente per le finalità strettamente
I trattamenti
Il
.~.,II;
,;,...
~'r~S.'~sabile
~~'<"
a
It;iOt
I: .!
:~
"'('c'i\'
\.~~. '\till.
~f"
'" !I!!
dei dati saranno improntati
'
Il
, ~1
.
connesse all'esecuzione della fornitura ..
ai principi
" r'
di correttezza, liceità e trasparenza e nel rispetto
delle misure di sicurezza,
,;
I,
nIl,
.
Artico Io 14 - Foro competente
.
"
.
~'
i
Per le controversie inerenti la presente fornitura è stabilita la com'petenza in via esclusiva del Foro di
I I ~I
, ,
Perugia.
I
,
Articolo 15 - Dispos,izioni finali
•
,i
l'
In attuazione di quanto sopra defimto, s'invita la ditta a voIe'r restituire, allo scnvente Istituto, entro il
.. ,' . "I.
l' ..
termine-.cli 5-~orni dall'inoltro, copia della prestmte.,.,.de"'itam~nt~,sottoscritta in ogni 2,~gipàin segno
...
'd'
•••
I.
d
,...
d .
d. .,I plena"eu" mcou
IZlonata a~cettaz~one .1 qua'i1t&IiV'ess~)~e7uto,
a perso.n~ auto=ata
a agIre
r
m noSe
per ~to
,If:!'l
075.3 047.
della dItta, allmdinzzo
pec [email protected]!.lt
l l!
,
!
~l
,il
"
o
!II
ro di fax
,; IiI
l
l'.
Per l'IZSU
Unità Operativa Gestione el1l,Servizi e 'av:ori
_,
'.'
il Dirigelter
.
J Dott. Andrea &Wghella
:
I
Allegati:
D copia dell'Offerta Economica n,
D Polizza Fidejussoria n.
~ ~.
1:
;~ t
t
I
I
i
i
I
I
Il
!:
6 di6
Il1
I
,
1
l.
I
:i
I
:1
Il
I,
Il
l';' '
j
ATTESTATO DI PUBBIJICAZIONE
'I
,
Delibera del Direttore Generale
nO: 395
del, 03/121:20'14
-'
t
I
l'
li I
Il presente verbale di delibera viene pubblicato all'albol'pretorio dell'Istituto
il giorno:
- 3 DIC, 2014
.
,
}, ~"J.
rj
(4.\"""
p,erugia,
,"v OtY,9(~,
I;:::"
"
'
Il D mgente :
; i
~I
perla durata di giorni 15.
'/'
{;/
~~,
.' r-" ..e:~.""
,
',<"', .
••<. ••,
.
-{~~\
il; ":,' '"'
.~. 'r' ,
."'-.J
l,,:,
~
' l',
é",\
''ti","'~):..,
-------
','
~1
t"h,."..
",li,
- 3 DIC. 2014
~ .
c'>;;
i
')
_,",...•
-;~'{
.
ESECUTIVIT A' conseguita il'~<:'.:...2'-:;;"'-- 3 D I c,
'II
~"I\
ii:
20'14 H
'
d e I C onSlg
,.J~I,ìl':d"'S:A>'
"
,'~ n,1"6;' d e 1241103/2010 ,
al, sensI, d e IIa di'h
e I erazlOne
lO f htnrtUllistrazlOne
,
I.o;~"".
j
!$/
J!t
.,('t:;;~
'7~'\
F;.,~
.•..
li.
l
: <.;.,
Attestato di conformità all'\;f'igina
'i
'\,:\
~i
M'
::~"
,J.;~!
..••. \,,"\. ••/
'<~~:",:J~\'~~Y
,'I
'i'
Il
Il;
~J
~
:1
La presente copia è conforme all'originale esistente presso l'ufficio
composta da n°
pagine. 'r
IJ
Il Dirigente:
, l
-------
,j
li! '
Trasmissione oggetto delibera:
Collegio dei Revisori
l
J
I 111
~i
Registrato a p. n. 67
'I
del Registro n. lO delle deliberazioni del Direttore Generale.
I
/
l
I\
Inviata alla Corte dei Conti ilt
,------------,I
i- -
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 500 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content