close

Enter

Log in using OpenID

CISI j FOGGI@ - Cisl Foggia

embedDownload
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
CISI FOGGI@
j
~
'\ UNIONE SINDACALE TERRITORIALE
"
"
a cura dell'Ufficio Informazione
Via Trento, 42 - Foggia
TeL 0881,724388 - 348.8543490 Fax 0881,771681
e-mail: [email protected]
www.cis1foggia.it
1
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
/0
\
•
%',
IA·GAZZEID\DELMEZZOGIORl\lO
nn""'uTN"IA
'nr-,
T f4
j& v~ "lV~W ii
Il~H'"-71, 1f~
j~'fS!
,. 'LP' ...... ' Il..:_ .}.l.,,,...;l.. .-Zl" """ u.
..1k
Giovedì 22 maggio 2014
v
", }i :
'iV
-,
_
WfìWfllieJ APPELLO AFFil\lCHE' rII1llPIANrO NON PERDA ULTERIORI SERViZI. CHiESTO rlNURVENTO IlEilllSmUZiOl\I1
Stazione, chiude la biglietteria
Ancora un colpo di mannaia
Scalo ormai svilito'da ogni importanza, denuncia dei sindacati'
ANGELO CIAVARELLA
*SAN SEVERO. La biglietteria dellastazionedi
San Severo rischia di chiudere i battenti. In arrivo
nuovi disagi per pendolari e utenti già privati delle
fermate dei trenialunga percorrenza. Ascendere
in campo contro la ipotizzata decisione di Trenitalia di chiudere la biglietteria dello scalo san-
severese sono le organizzazioni sindacali Filt Cgil,
Fll Cis! e Uilt Uil, che hanno scritto all'assessore
regionale ai trasporti, Giovanni Giannini,:al commissario prefettizio Nicotina Miscia, e ai responsabili di Trenitalia per .chiedere di rivedere la
.decisione.
Secondo i sindacati, i dati contabili per l'anno
2013, riferiti al traffico media e lunga percorrenza
ed al trasporto regionale, si attestano intorno a un rkgionall sulla dorsale Adrlatica.
«Tale operazione garantirebbe, in maniera
milione e duecento mila euro, con un incremento
del 5,9% rispetto alle previsioni aziendali. Alla omogenea -continuano dal sindacato·, da nord al
luce di questi numeri, non sussistono motivi di sud della Puglia, un servizio efficie)lte e paritario
insostenibilità della biglietteria in questiona
da fornire a tutti i cittadini». Come"si ricorderà già
, «il servizio di vendita pres$o la stazione fer· in passato era stata paventata una chiusu,ra della
roviaria di San severo - spiegano le organizza- biglietteria ferroviarIa suscitando proteste degli
zioni sindacali " riveste un ruolo insostituibile organi politici e istituzionali e .dell'utenza. Oggi
tenuto conto dell'ampio bacino di utenza da essa dopo i tagli alle fermale dell'Eurostar e la ,opservito sia per il turismo religioso che per quello pressio.ne delle fermate Intercity a lunga percorstagionale diretto sul Gargano oltre che la con- renza, anche la biglietteria rischia di chiudere.
sistente presenza di traffico pendolare». Inoltre i
«Invitiamo tutte le istituzioni ad interveniresindacati evidenziano che il Piano regionale dei . concludono dalle organizzazioni sindacali -, aftrasporti ipolizzava di inglobare la biglietteria di fmché non sl-realizzi l'ennesimo taglio di strutSan Severo in biglietteria del Dtr (direzione tra- ture e servizi a scapito di un territorio, già pesporto regiònale) come già sono altre biglietterie santemente colpito}}.
2
SAN SEVERO La biglietteria della stazione
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
,.
,/
,.-~-
IA GAZZE1lADELMUZOGIORNO
Giovedl22 maggio 2014
Tasi, c' èla proroga
fino al 16 ottobre
Fassino: lo Stato deve anticipare i soldi ai Cgmuni
ANCI
Il presidente
Fassino
Ili contribuenti
delle città
® ROMA. Alla fme è proprio
il rappresentante dei Comuni,
Piero Fassina, ad annunciare la
data esatta dello slittamento
pagheranno
della prima rata Tasi: li 16 ottobre e non più U16 giugno. Ora
però si attende il decreto del
governo nel quale la scadenza
sarà messa nero su bianco. Ma i
il16 ottobre))
Comuni che intanto sono in
che non hanno
approvato
le aliquote Tasi
grado di far pagare già a giugno
aumentano: attualmente sono
1.385 le delibere pubblicate
(martedì erano 1.200) e 122 sono
in lavorazione.
E mentre le date sembrano
ormai acquisite si continua a
discuteresull'lmpatto 2014: Fas-
sino spiega che «i contribuenti
delle città in cui non sono sono
state approvate le aliquote Tasi
pagheranno il 16 ottobre con
aliquote che i Comuni stabiliranno entro il 31 luglio~>. Ma
sottolinea: lo Stato deve comunque anticipare i soldi ai Comuni che non incasseranno la Tasi
a giugno. Fassino esci ude anche che la Tasi costerà più della
vecchia Imu sulla prima casa:
«Su questo fanno testo le aliquote. L'Imu era minimo al 4
per mille, e mediamente si arrivava al 5 o al 6. Ora la 'fasi
minima è 2,5 per mille che può
essere incrementata al massimo al 3,3 per mille. È evidente
che sulla prima casa si spende
meno». E sull'ipotesi del ricorso
alla Consulta annunciato dai
consumatori commenta: «Si è
trovata una soluzione ragionevole, spero che non ci sia solo il
tarlo del ricorso da qualche par3
te». Ma appunto il Codacons insiste: «La proroga del pagamento della Tasi deve valere per tutti i cittadini altrimenti sararmo
inevitabili le azioni legali e i
ricorsi da parte dei contribuenti». L'associazione ha inviato
una formale diffIda al presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e
al ministro dell'Economia, Pier
Carlo Padoan, chiedendo di non
introdurre scadenze diversificate sul territorio, per il pagamento la tassa e posticipare la
scadenza per tutti i cittadini ad
ottobre.
«La maggioranza dei contribuenti sta vivendo nell'incertezza più assoluta», osserva
l'associazione. Ciò «evidenzia
un chiaro ed illegittimo operato
da parte della pubblica amministrazione che, stabilendodate
diverse per il pagamento della
Tasi, andrebbe in chiara violazione dell'articolo 3 della Costituzione e in possibile violazione delle norme contenute
nello Statuto del contribuente.
Il Codacons chiede, dunque,
formalmente al presidente del
ConsigliO e al ministro
dell'Economia {{un intervento
immediato al fine di individua-
re, per tutti i Comuni, una unica data di scadenza per il pagamento della prima rata della
Tash>. L'associazione chiede di
{(garantire il diritto alla trasparenza, alla corretta gestione e al
buon andamento delle pubbli·
che amministrazionh> e tutelare i contribuenti, nel rispetto
della legge.
A parte i ricorsi ci sono ancora dubbi anche sull'effettivo
peso dell'imposizione: la Cgia
ad esempio ricorda che il gettito
della Tasi 2014, come risultante
dalla Relazione tecnica allegata
alla legge di stabilità, dovrebbe
essere pari ad almeno 3.764 milioni di euro. il calcolo effettuato dai tecnici del ministero secondo la Cgia - si basa sull'ipotesi che il tributo sia applicato con aliquota base
all'lx1000. Ma - spiegano gli artigiani di Mestre - analizzando
le delibere pubblicate sul sito
del Dipartimento delle Finanze, si rileva che le scelte delle
amministrazioni comunali sono tra le più varie. Pertanto diventa difficile stimare non solo
il gettito della Tasi, ma anche
quello de11'Imu. E questo avrebbe un effetto rilevante anche sul
mercato inunobiliare: ({Fino a
qualche anno fa - ricorda il segretario della Cgia Giuseppe
Bortolussi - l'acquisto di una
abitazione o di un immobile
strumentale costituiva un investimento. Ora, chi possiede
una casa o un capannone sta
vivendo un incubo»,
Francesco Carbone
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
lA GAZZETlADELMEZZOGIORNO
Giovedl 22 maggio 2014
"
Agenzia Entrate
l'addio di Befera
Successione: in pale Di Capua el'ex prn Greco
€t ROMA. Attilio -Befera lascia la guida
dell' Agenzia delle Entrate e di Equitalia. Mr
Fisco ha 68 anni, è al comando da 6. La decisione
dell' Agenzia. L'outsider è l'ex pro del Paol Mani
Pulite, Francesco Greco. Proprio a lui, ad esempio, da tempo Palazzo Chigi ha affidato il «dos-
dovrebbe essere formalizzata oggi o domani du- sier Svizzera» per 11 rientro dei capitali.
rante il prossimo Consiglio dei ministri. Scade
La decisione riguarderebbe quindi la «terna»
infatti a fme mese il tempo per lo «spali system», Greco, Di Capua, Orlandi. E sarebbe ancora un
cioè il ricambio a cura del nuovo esecutivo dei «testa a testa», Chiunque sarà a prendere il posto
posti più «delicatu> della pUbblica amministra- di Befera dovrà comunque fare i conti con
zione. E Befera ha già fatto sapere che è pronto a un'eredità pesante. La gestione attuale (Befera si
lasciare. Si apre dunque la corsa per uno dei è insediato nel 2008 e confermato dall'ex miposti più difficili, quello di Mr
nistro Giulio Tremonti nel
2011) conta innanzitutto su un
Fisco,. soprattutto in tempi di
crisi economica quando è più
aumento degli incassi da evadifficile far pagare le tasse. Ansione: dai 6,9 miliardi di euro
ATTESA
che se come noto, al netto della
del2008 ai 13,1 miliardi de12013.
La decisione dovrebbe Le dichiarazioni fiscali tra·
crisi, l'Italia si «(distingue» per
smesse online e lavorate dagli
un livello enorme di evasione
essere formalizzata
che sfiora i 120 miliardi l'anno.
uffici sono più di 44 milioni,
oggi o domani
I nomi per la successione girispetto ai 38 milioni del 2008.
rano da tempo: c'è una soluAumento dei rimborsi: nel corzione «interna» che vede in «paso del 2013 sono stati erogati 1,5
le» il vicedirettore Marco Di Capua (arriva dalla milioni di rimborsi a famiglie e imprese per un
direzione pianificazione e controllo). Ma con- importo complessivo di 13,5 miliardi. Tra le altre
tinua a girare anche il nome (meno probabile cose, infine, ogni 100 euro di gettito incassato (sia
però) di Gabriella Alemanno, ex numero uno spontaneo che da attività di accertamento e
dell'Agenzia del Territorio già confluita nelle controllo) l'attività sostenuta dall'Agenzia delle
Entrate. Girava anche il nome di Fabrizia La- Entrate costa 0,85 centesimi al bilancio dello
pecoralla che però il Consiglio dei ministri della Stato. In particolare, dal 2008 al 2013 la red·
scorsa settimana ha confermato nell'incarico di ditività dell' Agenzia (ciOè il rapporto fra gli
direttore generale del Dipartlmento delle fman- incassi da recupero dell'evasione e il costo soze del ministero dell'Economia. E non si esclude, stenuto) è aumentata costantemente, anche at·
anche per via di un accento decisamente toscano traverso il contenimento dei costi, passando da
(è di Empoli), il nome di Rossel1a Orlandi, at·
1,93 a 3,82 euro recuperati dall'evasione per ogni
tualmente direttore della sede piemontese euro speso.
4
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
l'Attacco
boicotta
i debiti fuori ilancio vaghi
e indefiniti cliMa ili Co
Lamaggio
IL NUMERO MAGGIORE DI CREDITI LI VANTA LO CAMPO. COMPLESSIVAMENTE SONO 12
OUELLI CHE IL SINDA80, LISI E PIETROCOLA VORREBBERO RICONOSCERE A GRANIERO
.f
FRANCESCO BELLIZZI
Neanche stavolta ci sono
riusciti. I presenti ìn aula
nonSOHO bastati per votare
i debiti fuori bilancio che
dallo scorso aprile il sindaco Gianni Mongelli e gli assessori ai Lavori pubbliCi e
al Bilancio, Leonardo Pie-trocola e Rocco Lisi stanno
provando a far passare.
Si tratta di lavori che sono
stati ordinati e svolti nel
corso della giunta Ciliberti
senza che vi fosse copertura finanziaria e giustificati
dalla struttura tecnica con
la necessità l'urgenza della
loro realizzazione, Debiti
.' "occulti" che sono riaffio-
La delibera arrivata ieri in
aula modificava la prece~
dente, proponendo -una
transazione su ogni debito
con uno sconto de12S%, in
cambio della garanzia del
p.agamento. _
La domànda quindi sorge
spontanea: Cosa c'è in questa delibera che spaventa
così tanto la maggioranza?
Spulciando l'elenco dei 54
debiti fuori bilancio che la
compongono, la prima cosa che balza agli occhi è la
vaghezza della loro descri~
zione.
.
Lo Campo
Il numero maggiore di cre~
diti sono quelli che vanta
noscere e pagare,
Francesco Lo Campo, preLa seduta di consiglio co- sidente del Foggia Calcio,
munale si è sciolta come ex imbianchino che dal conevé"'al sole dopo l'appro- mune di Foggia avanza 21
dei 54 crediti"fuori bilancio
sono suoi (14 della ditta Lo
l!aprim.E>. .."""",
Campo e 7 deUa sua Nuova
Costruzione).
cl%"lI>~~
La vaghezza delle informa'" !!al
zioni fornite ai consiglieri
~~d®.
comunali, riguarda anche
R""""d®~_
lavori molto imponanti e
delicati.
Uno di questi particolari
vazione dell'accapo dedi- debiti presentati senza alcato alla.pl<1-te·a dei lavora- cuna descrizione è proprio
tori delle due.aziende co- in favore .di Lo Campo: Si
munali ormai sciolte Fog- . tratta del "ripristino e con~
gia Servizi e Amica Gestio- solidamento statico su alni e di quelli impiegati "in cuni pilastri del cavalca
passato nella mariùténzio.- ferrovia posto in agro:,di
ne dell'illuminazione ·pub-.:, Foggia su corso del MezzobliGa. I lor9. posti 4t1.a-yOJ0.: giorno (... )". Sarebbe in~e" .
ver.iann,O: s,alvag)làrtl:an- rl~l" ressante conoscere a.lmepro.~sirwta"PPJt!~Q.;:;\·,·;::'., '.' :_ . ' no il numero di questi pila"
La -:stran,e.$:z:a, :'sta:-;::g:el J~tto.. stri che, sembra di capire,
chè;'.se -i)'nu.mèrLaelf~aura rischiavano di cedere,
sono':' sta,tK;"i~tffff<lifu:tr'-p'~'+ Particolarmente, interesapprovare questo punto, sante è il credito ricono~
sembra siano diventati dì sciuto aFrancesco Lo Cam~
colpo troppo pochiperi4,2 po relativo ai :'lavori direamilioni di debiti fuori bi- lizzazione di n: l0810culi al
lancio ,ripres.en.tati con: la piano primo sul retro a ridelibera 3Q7:'
.
dosso del muro di cinta della zona denominata R del
Cimitero di Foggia, in favo-
\(\ Tati e che l'amministrazio~e ha deciso di voler rico-
"""~
re della ditta Lo Carppo
Francesco_ (.. .)". A quanto
ammonti il costo d,i questi
lavori non è dato saperlo
ma l'Attacco ha recuperato
la testimonianza di un imprenditore che sror{ci rapporti con Palazzo di Città.
"Per quei 108 Iaculi è stato
inserito un debito fuori bilancio da 6DDmita euro".
Unaclfra abnorme seSI tiene conto che attualmente il
costo di ,un 16culo per i cittadini è di 1.400 euro, Se la
cifra di 60 mila euro fosse
vera allora il comune-sarebbe pronto a pagare un
Iaculo intorno ,\1 6.000 euro.
"
l:unica risposta arrivata ieri su questo'punto è quella
del dirigente ai Lavori pubblici Potito Belgioioso -su"
bentrato da pochi giorni a
FernanQo Biaginì (in carce~
re per concussione) che insieme al suo predecessore
Matteo Ercolino ha realizzato le carte,oggi in discus-.sione-: "Non ricordo precisamente l'ammontare del
cost.o di queiIoculi. GOOmila? È una cifra attendibile",
Graniero
Nei giorni scorsi è capitato
di scrivere pitl volte del mi~
Hone e 400mila euro (.fiere"
diti che avanza la Gracos
Sas di Alberto Graniero.
.complessivameùte sono
5
12 i debiti che Mongelli, Li~
si e Pietrocola vorrebbero
riconoscergli (è il terzo in
classifica, dopo la ditta
Giemme che vanta 13 cre,diti).
Ecco alcun~ esempi di tota~
le vaghezza nella, descrizione dei debiti del comune nei confronti di Graniero; "Rifacimento del piazzare ex carcere ed alcuni
tratti di strade cittadine";
"eliminazioni buche stradali in varie zone della città"; "Rifacimento di parte
del piazzale esterno alla
Basilica Inc'o:ronata di Foggia". E ancora: "eliminazio"
ne buche stradali, sterpaglie in varie zone della città
ed abbattimento alber-O secolare con sistemazione (li
ter colmate gli evidenti
vuoti di memoria di cui è
affetto.
La stranezza sta nel fatto
che accanto a q'ueste descrizioni a dir poco generiche, ci siano altri debiti che
a quanto pare hanno meritato una maggiore attenzione,ÈHcas'o, ad esempio,
dei lavori sulla "rampa di
accesso del cavalcavia" sul
quale corrono i binari della'
linea Foggìa"Bari e i lavori
sullo "sprofondamento
della strada via San SeveroParcheggio mercato Pinto",
cortile ad una scuola materrla tra viaS.Antonio evia
Zoccolo". In questo caso,
consigliamo, all'assessora~ !f>allIlI:",
<i!l"'~~
mGm!m_n_
lha:J!m,.~.-ri,.m
~
ta ai Lavori pubblici di tenere sempre sottomano
l'elenco degli ~stituti scolastici comunali, così da po-
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
/';",
/
\
l1\ttacco
REAZIONI
il consigliere comunale: "Non si possono portareìn consiglio cose tàIitoimportantìsenza carte che gìustìfichìoo questììmportì"
Terenzio: (iNon si pos~(:)Do votare. Ci sono problemi
tecnici, legali"J suotè~Qo~~ghidipartito
condiyidono...
,(:,,-:.,
.. :,.,: .. -
,
,-'-,',
Sì intende pagare debiti
perlavori, adesempio-su
"alcuni tratti di vie cittadine", si legge. -Questa
espressionè-la, titrbvia~.
nìo più volte nel corpo
della delibera senza .a1
ctin,' approfondhne.llto .
né sul nome della strada
e né sul tipo di intervento. Nénel testo de1la delibera sono presenti cifre
sull'ammontare di questi debiti. Sul sito internet del comune non è a
disposizione la proposta
di delibera votata. in
giunta e portata in. aula
nel marzo scorso. 1:unica cosa che si sa, è che
complessivamente si 6milionL
tratterebbe di 4 ,2 milioni Presenti
di euro di debiti. Ma su vari imprenditori che erano
questa cifra idubbi non in attesa dell' approvazione
sono pochi, c'è chi ride~ dei lOro crediti. Manulla da
nechesi tratti in realtà di fare: la maggioranza ha laM
sciato soli sindaco e assessori con qualche sparuto
suo rappresentate tra i banchi dell'opposizione i' due
solitari Bruno Longa e Paolo A~o8tipacchio '(presenti
6
del partito Democratico,
ora candidato alle amministrativeconLeoDiGioia.La
sua posizione è condivisa
da molto altri suoi colleghi;
anche Pasquale Dell'Aquila, sull'edizione di ieri
esprimevadubbisulsuovoto ai" debiti presentati da
. Mongelli:. Usi .e.Pietrocola,
1: assessore al 'Bilancio ha
detto chiaramente a l'Attacco che "la proposta di
df!libera ha copertura finanziaria~'. "Nonèvero, ildirigente non ha firmato nessuna carta - commenta Terenzio smentendo quanto
detto dall'assessore -. Non
si possono portare in consiin aula anche due giorni fa). glio cos~c.tanto importanti
"Questi debiti non si poss.o- senza carte che giustifichino votare. Cisono problemi no questi importi. A pochi
tecnici, legali". È il com.~ giorni dalle elezioni, oltre.
mento di Paolo Terenzìb, tutto".
consigliere ex capogruppo
jb
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
GIOVEDì 22 MAGGIO 2014 u\~
IL CqLLOQUIO
LaconfusionedeiLo Campo sulcostodeiloroloClili
"Sì sono 600mila euro
anzino... 200mila"
€C'E' assurdo, hanno ap- 6.000 euro?". La risposta
provato il project finan- dell'imprenditore: (1\bbia~
cing con lo stesso nùmero ma realizzato un'intera
di consiglieri e hanno palazzina, le strade ... ".
sciolto la seduta quando Dopo questo breve scam~
sono arrivati. all'approva- bio di battute dalle quali
zione dei nostri crediti per sembra arrivare conferma
mancanza di numero lega- 'dell'indiscrezione ricevulè", Michele Lo Campo era ta da ['Attacco sull'amfuori di sé ieri in consiglio montare di 600mila euro
comunale. Mentre su pa- del debito fuori bilancio in
dre. discuteva con j consi- favore della loro impresa, i
glieri Bruno Longo, Giulio Lo Campo hanno raggiunScapato e il presidente del- to dopo una quindicina di
l'aula Raffaele Piemonte- minuti il cronista. "Ci siase, sua figlio Francesco, mo sbagliati - hanno esor~
presidente del Foggia Cal- dito -. I Iaculi sono costati
cio, spiegava il perché del- 200mila euro, 600 mila eu~
la loro rabbia.
l'O è il costo del secondo
'~bbiamo lavorato, abbiapiano della sede dell'asmo realizzato quei loeuli e sessorato an'Annona che.
ancora non ci pagano". ''A ab biamo realizzato e arrequanto ammonta il vostro dato", Alla ricerca eH un ri~
creditd per quei lOBloculi? scontro, l'Attacco è'andato:
Ci risulta 600mila euro. lei a controllare nell'elenco
conferma?", gli chiediamo. dei 54 debiti inseriti nella
"Sì, più o menn".-"Non cre~ Inoposta di delibera, ma di
de che sia troppo? Ai citta- questo, particolare 'lavoro
dini un Iaculo viene a co- non c'è traccia.
stare 1.400 'euro. Quanto
valgono i vostri Iaculi.
7
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
~.
/' >.....
I
/
Ambiente La sottosegretaria all'ambiente interviene sul caso dei rifiuti campanisotterratì ne/foggiano
«Chi ha inquinato dovrà pàgare»
Giovedì 22 Maggio 2014 Cçniere del Mezzogiorno
TI governo annuncia: «Le bonifiche a carico dei responsabili»
FOGGIA - Prenderanno il via
la prossima settimana, forse già
tra lunedì e martedÌ, i controlli e
le analisi delle acque di alcuni pozzi di Ordona che si trovano a ridosso della cava dove, secondo quanto emerso dall'inchiesta <<Black
land», sarebbero stati sversati illegalmente parte dei rifiuti provenienti dalia Campania. Otto i pozzi d'acqua identificati dal Cnr e dall'Arpa, l'Agenzia regionale della
protezione ambientale~ su cui inizieranno le analisi: molti fii questi
pozzi si trovano su terreni di pro-
prietà della stessa persona che aveva la disponibilità della cava, coinvolta con altre dodici nell'inchie-
sta della Direzione distrettuale an-
timafia di Bari e dei carabinieri e
aécusate di traffico illecito di rifiuti. L'obiettivo delle analisi è verificare se i rifiuti interrati nella zona
abbiamo potuto inquinare la falda
acquifera.
Secondo quanto emerso dalle
indagini i.fanghi di depurazione la cosiddetta filiera umida - venivanoconferitiall'impiantorucompostaggio della Biocompost Irpino sr! di Bisaccia, in provincia di
Avellino. Qui i rifiuti, che avrebbe
dovuto subire il trattamento previsto, venivano solo triturati e miscelati per poi essere trasportati e
abbandonati aII'interno della ex cava di Ordona, della EdIi C.
La discarica di Ordona sequestrata un mese fa, Sarebbero stati sotterrati rifiuti pericolosi provenienti dalla Campania
zione aveva espresso la preoccupazione che a Ordona potessero essere stati intenati illegalmente quasi 500mila tonnellate di rifiuti:
una quan~tà che non solo potrebbe essere\~ale, ma addirittura Ìnferiore:-a qu~a che effettivamente
'
Agli indagati viene contestato
lo s'versamento illecito di 6500
tonnellate di rifiuti·di frazione secca e 5400 di frazione umida, ,ossia
di fanghi di depurazione: gli scarti
che sarebbero stati tombati proprio nella ex cava. Dai primi carotaggi, effettati ad Ordona emergerebbe chiaramente che in quella
zona, però, sarebbero stati interrati decisamente molti più rifiuti di
quelli accertati, in un primo mo~
mento dall'inchiesta. L' 11 aprile
scorso, qualche inquirente, durante la conferenza stampa dell'opera-
si troverebbe sotto ij terreno della della cava di Ordona Qui i controlli avranno una duplice finalità: vecava
Dopo aver analizzato le acque rificare se il terreno sia stato inquidei pozzi l'ulteriore passo sarà . nato dagli scarti tombati nella caq\lello di controllare anche i terre- va ma, anche, se siano stati interrani agTIcoli, molti dei quali coltiva- ti altri rifiuti provenienti dalla
ti, che si trovano sempre a ridosso Campania.
intanto il sottosegretario al Ministero dell'Ambiente, l'onorevole
Silvia Velo, nel corso di un incontro politico in provincia di Foggia
ha evidenziato che i costi per la bonifica dovranno essere sostenuti
dagli indagati. <<Qui - ha precisato
la deputata - c'è stata un'azione
gravissima che ha coinvolto anche personaggi locali che hanno
consentito che questi rifiuti fossero stoccati illegalmente in questo
territorio. n Ministero sta collaborando con la magistratura eIe forze dell'ordine e chiederà conto ai
responsabili, perché è giusto cl,le
chi ha fatto questi .danni e chi ha
guadagnato a1Ie spalie di questo
territorio e dei suoi cittadini pa
ghino conseguenze non solo penali ma, anche, economiche».
Luca Pernice
M
(I
.,0R00tlZ10K€ ">l<!!VAT'
---.-..---"'-
8
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
{ L'iniziativa} Martedì prossimo nella Sala della Ruota di Palazzo Dogana
Casa Di Vittorio eCgil Foggia promuovono
ilconfronto sul 'Valore territorio'
La buona occupazione possibile innovando le vocazio~
Di economiche della Capitanata.è il tema dell'incontro 'Valore
territorio':'" Lavoro/Competen.,
za/Innovazione~ organizzato da
Gasa Di Vittorio e Ggil Foggia ed
in programma martedì prossi-
mo, a partire dalie 17.00, presso
la Sala della Ruota di Palazzo
Dogana (piazza JO(Settembre).
Al confronto interverran-
no: Mena Trizio, segretario generale CGIL Foggia; Fabio Porreca, presidente della Camera
Cgil Foggia - Una collocazione strategica di cerniera sull" adriatico e verso
il Tirreno; una vasta pianura seconda solo a quella Padana; una propaggine montuosa ricca di vegetazione di interesse al
punto da farne area naturale protetta~ una costa
fra le più belle d'Italia in.castonata nella ricchezza forestale del Gargano;
un patrimonio, archeologico e culturale di grande
interesse; tradizioni enogastronomiche di qualità.,-Dhe cosa impedisce a
questa miscela esplosiva
di esplodere?".
"La riflessione sul
Piano del Lavoro elaborato oltre mezzo secolo fa
da Giuseppe Di Vittorio fa
di Commercio Foggia; Gianlu- emergere la tensione innovatica Nardone, presidente del Di- va da cui era animata' una prostretto Agroalimentare regio- posta che sulla ricostruzione
nale; J-tosario Di Donna, pro- post bellica fondava la model'motore Sud Food System; Giu- nizzazione dell'Italia - afferma
seppe Romondia, destination Giovanna Zunino, direttrice di
manager Pizzicato; Gianfranco Casa Di Vittorio - A noi è toccaViesti, docente di Economia ap:- to di attraversare la più grave
plicata; Fulvio Fammoni, presi- e ampia crisi econo~ica dell'uldente della Fondazione Di Vit- timo secolo e, dunque, anche a
torio.
,
noi tocca individuare orizzonti
"Vanalisi degil indicatori ci e percorsi della ripresa. In Caparla di una provincia povera, pitanata ci impegniamo a farlo
ma la Capitanata gode di ric- rifl.ette~do con gli attori sociachezze naturali che rappresen- li, economici ed istituzionali su
tano, nella loro articolata com- come promuovere occupazione
posizione, possibilità enormi' e sviluppo innovando i comparti
per uno sviluppo forte del ter- tradizionali dell'agroalimentaritorio - afferma Filomena Tri- re e del turismo con l'innesto di
zio, segretario generale della competenze e qualità".
9
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
lAtW:oo GIOVEDì 22 MAGGIO 2014
Colon · 'S glione sara
della GH di atto, che
ha scalzato la ewco
G. F. CICCOMASCOLO
Alla fine Colo Ilia Postiglione
diverrà 'sì un albergo, ma
non comè era nei piani della
Newco,Mancasolol'ufficialità, e poi la GR, una società
che fa capo all'imprenditore
Po'tito Salatto, potrà rendere ITuibile la struttura sita a
metàstradatraSanMenaioe
Rodì Gar,8l:lnico finora di
proprietà della Regione Puglia e abbandonata da diversi anni.
r: edificio a forma di nave ha
ospitato per anni i ragazzi
delle scuole foggiane che ci
passavano intere estati accompagnatidaoperatoridel
Comune di Foggia, prima di
diventare la sede di alcune
"lezioni tenute dall'Ipssar di
Padre Timòteo. I.:istituto
scolastico'ha lasciato la Colonia dopo che alcune crepe
nellemuranehannominato
la stabilità, La Regione ha
provato a ristabilirla, incaricando la Forestale locale di
apportare dei lavori' di mi~
glioda, ma da allora - circa
~ ;, dieci anni - è totalmente ab~
" bando nata.
"{-o scorso 4 Febbraio la Re~
gione ha re~o nota la richiesta,di una società foggiana,
face.Q;te capo a Rossella rota
Grioni e ad un ingegnere
viestano, Giovanni Minervino, che chiedeva di pot~rge-
Erastatoilprimo,
conlasuaNewco,
apresentare la
richiesta di
concessione
della struttura
stire la struttura rendèndola
fruibile ai visitatori e trasfermandola in un albergp: Il éClsto déll'operazione 'si aggirava intorno a).milione e sei·
centomila euro, 1: ente di Bari dava delle scadenze per
chi volesse presentare delle
domandealternativeaql.lelle della Newco srl, ed eccone
giunte altre quattro. Apreva~
I!m p_sa*",
"'''p,t_a
,:l!>"'.
bwmb....
~'~delllla
N",w",.,
lere su tutte è stata quella
dellaGH, unasocietàdiPotitoSalattolacuiiniziativaimprenditoriale per Colonia
Postiglione è stata gestita da
Matteo Gimabavicchio, dirigente amministrativo della clinica 'Madonna delle Li~
bere' di Rodi 'Garganico, che
a l'Attacco ha spiegato quali
sono i programmi peril futu.ro per la Colonia diVico: "In~
nanzitutto, dobbiamo atte·
nerei a ciò che impone la Regione, ovvero non possiamo
dar vita a altro che non sia
unastruttufa ricettiva" esordisce Giambavicchio,' che
prosegue "Sarà una stlUttura a vocazione turistica, c,
anche seha solo nOVi:! stanze
più due saloni al piano terre~
no, speriamo dì r!cavarne
qualcun!altra, così come, tra
l'altro, prospettato nel progetto iniziale",
Quindi, nonostante il settore imprenditoriale dal quale
provengono Giambavfcchio
e Salatto, niente clinica o casa di riposo a Colonia Postiglione, ma solo un albergo.
Ma potrà essere una stlUttura licettiva mirata ad ospitare un certo target di turisti?
"Per il momento non è dato
saperlo, mancaancoral'uffi-
cialit(( dell' assegnazione allà nostra società, anche se la
Regione ci ha fatto' sapere di
avere grandi probabilità di
aggiudicarci la struttura",
'~d ogni modo, non penso si
potrà rivolgere solo a deter~
minati turisti, ma vedremo
in futuro cosa realizzeremo".
In quanti avete partecipato
alla gara? E, soprattutto, a
quanto ammonta il costo
della realizzazione del ptogetto? "Hanno partecipàto
alla gara altre quattro s'ocie~
tà, cOfl.1presa la Newco. Sui
costi non posso dire nulla
perché non ricordo precisa~
mentelestimefatteinfasedi
redazione del progettQ" ha
concluso il dirigente amministrativo della clinica rodiana.
Seia Regioneha-comepare
- deciso di assegnare la gestione della struttura di sua
10
proprietà -che rimarrà talealla GH diSalatto e Giamba~
vicchio, ciò ~ta a testil1).onia-
progetto permettendo agli
altri di prenderne visione e,
'quindi, presentarneuno mj~
recheilprogettodenasocie~
gliore? Su quest.a cosa non
tà foggiana è stato cbùside- transigeremo e andremo a
rata migliore di quello della' fondo, vogliamo vederci
Newco di M~riervino e della -chiaro. Abbiamo perso
Grioni. Madà ambienti vici· un'ottimaopportunitàdiinni all'ingegnere viestano vestimento", La delusione
sappiamo che l'aria che tira c'è, no~ tanto per la mancaintorno al tecnico nonè del· ta aggiudicazione della
struttura, quanto per il modo in cui è maturata e per le
presunte colpe dell'ente reGi.",SiI., ",b", "iia.
gionale.
Sila@",.".,,,,,, ..<>1\,,,
Si poteva evitare che le altre
iR p_g<>1ltl:ìi
società ved essero il progetto
d",h
di Minervino e ne facessero
uno ritenuto migliore dalla
;ti Miia.e.."m",?
Regione? O la procedura dell'ente è questa?Ad ogni mole migliori, e lo stesso Miner- do, di certo si sa solo che la
vino pare alqmmto infastidi- GHfarà un albergo a Colonia
to dal comportamento della Postiglione, a meno di evenRegione. "Perché la Regione tuali colpi di scena dell'ultiha reso pubblico il nostro ma ora.
".,,,,.,,,tà
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
/"
\
lA GAZZEllA DEL MEZZOGIORNO
Giovedì 22 maggio 2014
on pagare il condominio
l'ultimo «taglio» dei foggiani
Eper colpa degli inquilini morosi interi
palazzi rimangono
senza acqua
.
.,
.
ANNA LANGONE
@ Più giovani che anziani, più nuclei
familiari che inquilini soli: è l'identiltit
dei foggiani che non pagano il condominio:
Un esercito che s'ingrossa mese dopo
mese e, purtroppo, anno dopo anno,
costringendo inquilini e proprietari
o
«solventi» a farsi carico di spese maggiori per colpa di chi non paga.
Un esempio? Un condom:inio medio,
con 30 famiglie, può accumulare un
passivo di oltre 20 mila euro per colpa di
chi non paga. E le conseguenze le patiscono tutti. «A Foggia - dice Alessandro Lippari, segretario provinciale
dell'Anaci - molti condominti riman-
gono senz'acqua. Questo accade perchè
la morosità condominiale va ad incidere sulle quote ordinarie, spesso la
quota Aqp è ordinaria e in alcuni con-
CASE ALl'ASTA
E' diventata più frequente in
città anche la messa all'asta degli
immobili dei morosi· "falliti»
dominiì' si prende a preventivo, così si prop:detari e inquilini morosi esclu·
stacca l'àcqua a tutto il condominio per dO:Qo sistematicamente il pagamento
alcuni morosi». Non mancano appar- delle spese extra (che poi tanto extra
tamenti di insolventi messi all'asta: ba- non sono, visto che ce n'è una ogni
mese), come il rifacimentò della facsta dare un'occhiata ai fallimenti.
E' l'associazione di amministratori di Ciata, del cortile, la sostituzione delle
condominio, che nel capoluogo segue 80 antenne, dei portoni ecc. ComUllque sia,
immobili che sviluppano 2.500 appar- i condomini sono responsabili dei debiti
tamenti, a registrare un pauroso balzo condominiali rispetto a terzi per le quoin avanti dei debitori della porta ac- te non versate dal moroso, che varmo
canto. «Nell'ultimo anno -rivela Lippari .ripartite fra tutti in percentuale ai mll- c'è stata un'impennata del 20-25 per . Iesimi, ricalcolati escludendo persmo il
cento». Tantissimo, se si pensa che la moroso! Piccola consolazione, l'obbligo
morosità è sempre, nel pensiero di chi la di sostituire il moroso nel.pagamento
compie, llll'emergenza temporanea. <<La riguarda solo i debiti mesigibili: non è
nostra esperienza -precisa il segretario consentito all'amministratore pretenAnaci - ci dice che il condominio è la dere denaro per semplici ritardi nel
scadenza che si paga per ultima, dopo versamento da parte di qualcuno o coaver versato le quote per le bollette di munque.senza aver richiesto il decreto
ingilllltiVO... Ma quando i «ritardi» si
luce e gas».
Tuttavia non sono sempre le quote del protraggono negli anni, a chi spetterà
condominio a non essere pagate. Molti pagat;~ se non a chi paga sempre?
11
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
.// ..
22/05/2014
,.
/""-
\
lA GAZZE'ID\. DEL MEZZOGIORNO
Giovedì 22 maggio 2014
.,
)'f'
'
({G·Jtlvam e qua l lcatI,ma cas
t
»
ParlanoJ~~,professionisti appena formati dal formedil: «Enti eprivati, tutto bloccato»
.-.-_ .•".,..
!...,-,,,,~,,,,..,.~,~
.,--
MASSIMO lEVANTACI •
CORSA A
OSTACOLI I
o,;)
Sono giO'\r~~L isfrfiiU e quà.lliicati. S.a~
rebbero le condiZioni ideali per rendersi
appetibili sul mercato del lavoro. Eppure tra
di loro si respirava un'aria incerta, ieri
mattina, alla presentazione del report sul
corso di alta formazione professionale., L'aria
di chi non sa da dove cominciare. Angela
giovani ieri
durante la
presentazione
\I}:
del ré}lort"" ,
di,-al~_.;. ____ "
. formaiione .
e
Bisceglia, 32 anni, di Monte Sant'Angelo Una .
di questi ragazzi: geologa e da ieri anche
tecnico superiore per i rilevamenti terri*
toriali informatizzati, esperta cioè nella di*
gitalizzazione delle cartine topografiche dal
cartaceo al formato elettronico. Una trasmi~--'­
grazione richiesta ormai in quasi ogni cosa
del nostro quotidiano, nella cartografia però
-questo passaggio non avviene ancora in modo
automatico. Troppe professionalità legate al
passato. Per questo al Formedil hanno or·
ganizzato questo corso di alta formazione.
Eppure nemmeno Angela sa che se quel pezzo
di carta sarà spendibile per trovare un lavoro.
«Gli enti locali per la verità ci vorrebbero
assumere, hanno capito il valore di quel che
facciamo perché con l'informatizzazione ogni
comunicazione da un ufficio all'altro avViene
in tempo reale e non c'è più bisogno di bolli e
raccomandate. Finora si procedeva con le
carte, oggi si semplifica e si guadagna anche
un sacco di tempo. Ma non possono assumerci: mancano i soldi e poi bisogna prima
mandare in pensione i tecnici che ci sono
già»,
La frustrazione di questi ragazzi è nei loro
volti, nel modo in cui si sentono già arrivati'
pur non essendo ancora partiti. ({lo mi sono
iscritta a questo corso per migliorare il mio
bagaglio ctùturale - racconta Assunta Cu·
truzzolà, architetto di Lucera, 32 anni -
,,-c
o
Rotice: «Di loro abbiamo
bisogno per vendere
case più moderne»
9' <<L'edilizia ha bisogno di questi ragazzi
per uscire dalla crisi, prima o poi il mercato
del lavoro dovrà accorgersi di loro». E' l'au·
spicio di Gianni Rotice, presidente dell'ente
scuola di formazione edlle Formedil, che ieri
ha cOncluso un percorso nella qualificazione
professionale di giovani architetti, -ingegneri,
geometri, geologi partecipanti al corso di alta
formazione. «Siamo
.
.c; molto soddisfatti per
il grado di prepara-
-)t;",
<'ti!
speriamo -sia anche una chance in piÙ per
trovare un impiego sia nel pubblico che nel
privato, ad esempio negli studi tecnici. Ab·
biamo anche la partita Iva, l'abbiamo aperta
proprio durante il corso. Molti di noi l'ab~
biamo fatto a prescindere dal fatto che si fosse
realmente interessati ai rilevamenti infor·
matizzati: può essere una porta d'accesso».
I 18 giovani qualificati (tra i partner il
Politecnico di Bari e l'istituto tecnico per
geometri Masi·Giannone) hanno sostenuto
stage e lezio~t teoriche per mille ore e sono
stati selezionati tt~ 110 aspiranti. L'incontro,
nella sala Euclide'dell'Itg Masi, è stato chiuso
dal presidente di Ance Foggia, Gerardo Biancofiore, che ha sottolineato come sia «fon·
damentale per le imprese puntare sull'export»
per trovare nuovi sbocchi di mercato. Un
. sibillino invito a questi ragazzi a fare le
valigie?
12
zionediquestiragazzi - ha aggiunto Ro~
tice - ora aspettano
solo di essere chia·
ID'lti per mettere :in
pratica ciò che han·
no acquisito durante
il percorso accademico e questo corso
di specializzazione».
FORMEDll Gianni Rotice
llfuturo dell'edilizia anche in Capitanata si
gioca sull'innovazione tecnologica. Secondo
RoUce, costruttore edile, «si venderebbero più
case, anche in un periodo di crisi come quello
che sUanlO attraversando, se vi fossero sul
mercato abitazioni più innovative?). <<L'edilizia è da ripensare - aggiunge il presidente del
Formedil- il corso sull'efficientamento energetico degli edifici (900 ore, in dirittira d'arrivo: ndr) può essere una risposta)}.
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
FOCUS
GIOVEDì 22 MAGGIO 2014 ~O
scommette
sui futuri tecnici fl
rilevamenti territoriali
1&
E' IL CORSO DI FORMAZIONE CHE L'ENTE HA ORGANIZZATO CON UN
AMPI0P.ARTENARIATO PUBBLICO E PRIVATO. IL REPORT E' STATO
PRESENTATO AL "MASI". QUITADAMO: "I RAGAZZI SONO STATI COSTANTI"
np dei compiti più im:
U
portanti della scuola, si
sente spesso dire, è quello di
fOITÙre agli studenti stru~
menti e' competenze da
spendere nel mondo del lavoro. A questo ha mirato anche il corso di alta formazioneper"Tecnicosuperioieper
i rilevamenti territoriali informatizzati", organizzato da
Fonnedil'Poggia il): collaborazione con un ampio parte:llariato pubblico e privato. La
pres~ntazione del report. finple "Si è svolta i~ri presso la
·sala Euclide, dell'istituto
istruzione secondaria superiore "p' Giannone - E. Masi"
dì Foggia, eha visto la partecipazione, tra gli altri, di .Renato Di Bari ,dirigente scolasti:'
co I.1.S.5. "P.Giannol1.e E.Masi", Matteo Quitadamo,
. ,direttore di Formedil Fogbria,
'>:.\1\lberto Ferruccio Piccinni
d~l Dipartimento Dicatech
Politecnico di Bari, Antonio
Demaio, legale rappresen~
tante Geovega s.r.l.; Modesto
De Angelis, tutor stage per il
Comune dì San GiovdllIli Ro~
tondo, Assunta Cutruzzolà e
AlessandroD'Apolito, allievi
del corso. '.~bbiamo formato
.lm~mf~""""",
ha",~18~
.,.._1I
I
mplomati.,~1ilIti~.m
.~m 1«lOO"""",trta~""
lm ",..no s'iilI>,s",.....
~lI'm..~""d'"
""~S'l!mMedal!l!'_
",_<>lI<I!l!:clW.emC~
~dà<ee~dà",
18 allievi èhe hanno conSeguito una specializzazione
nazionale e i ragazzi hanno
partecipato con- molta costanza, - ha sottolineato Quitadamo -. La formazione de~
ve consentire a voi ragazzi di
affrontare il nevralgico e difficile mondo del lavoro, e in
tal senso credo che laspecializzazione tecnica rappresenti una possibilità in più ".
Concorde anche Renato Di
Bari, secondo cui "sono belle
oPPOltunità per la scuola e
.mi auguro che ce ne siano
sempre di più per i ragazzi".
1: expreside Pahnisano hainvece sottolineato che corsi
come questi I(dovrèbbero essere messi a ,sistema nelle
scuole superiod. Abbiamo
cercato di offrire un' opportunità di formazione qualifica~
ta". A fornire a Formedil Foggia il necessario .supporto
progettuale c'è anche il Politecnico çl.i Bari, presente ieri
con Ferruccio Piccinni. "Progetti come questi colmano
una lacuna nel nostro Paese,
owerolascarsaformazioneha detto- il ruolo del Politecnico è quello di affiançare
_",,~~d
questi percorsi di formazione, da parte nostra c'è la disponibilitàad accogliere i ra~
ga7..zi, qualora decidessero di
proseguire il percorso universitario". Il corso di fOlmazione-chehacoinvolto 18allievi laureati e diplomati per
un totale di 1000 ore tralezioni teoriche, pqttiche e stage
formativL ~ si inserisce nel
quadro più generale delle attività svolte dall' ente scuola
Ediledi Capitanata tese aformare tecnici specializzati in
grado di rispondere alla do~
manda proveniente dal"
mondo del lavoro. Viene così
ribadita la necessità di una
sempre maggiore attenzione
ed impegno nel rendere di~
sponibili per il sistema delle
imprese, e più in generale per
il mercato delle professioni,
elevate competenze tecniche in grado di seguire l'inno-
13
vazione al fine di creare nuo·
ve opportunità lavorative,
coniugando i saperi all'utiliz7..0 delle nuove tecnologie.
Due le fasi di stage condotti:
uno nell'azienda Asernet,
specializzata in comunica~
zione e marketing digitale, e
l' altro a Geoveva, che si configura come un Centro Elabo~
razione DaH, con sp"ecifiche
competenze nella rilevazione e gestione dei dati territoriali e nello sviluppo dei Sistemi Informativi Territoriali
per il governo del territorio.
"Viviamo ormai in unasodetà dell'informazione, in cui
c'èunagrandequantitàdidati - ha spiegato Antonio Demaio - ma non sempre i pati
sonocorrettLAbbiamoquindi indirizzato lo stage all'accuratezza del dato, facendo
parteèipare i ragazzi ad un
progetto di costruzione di
mappe e luoghi". Le conelusionisono state tenute da Ge~
rardo Biancofiore, presidente ANCE Foggia Sezione Co~
strutt01'i Edili di ConfindustriaFoggia.
l!:'men.,fa.""m~~",,~,_~
~..t,"'P~l.am
~'!>""""~~
",1!'~""~,~Sii"..",..~
'I:«<>~..
"""",,,,,,,",,,Ce..
D_
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
~o GIOVEDì 22 MAGGIO 2014
Verifica su Biancofiore,
"azzoppa "dopo
1'a ire M c Insalata
LUCIA PIEMONTESE
E' rovente'Uclima in Assindustria. Via Valentini Vista
Franco ribelle sia per lo
scontro Insalata- Biancofiore sia per le elezioni ormai 'alle porte. A fine giugno scadrà il mandato del
presidente . ,Pino Di Carlo,
prima impegnato nel ten~
tativo di far'confluire lepre-
ferenze deglì iscritti su un
unico nome, ora di fatto
spostatosi su una delleparti in causa. Uasse creatosi
tra Man fredopia, Cerignola
e le più grandi realtà pro-
duttive della zona ASI di
foggia avevano in un primo momento portato al·
l'individuazìone, come
successore diDi Carlo, del
sipontino Armando De Girolamo, patron'del colosso
Lotra5, espressione del
gruppo Biancofiore-Rotice. Ibigdel mattonefoggia~
no, Trisciuoglio e Marco Insalata hanno invece .indi~ \ cato il nome di Umberto
'(')~cco, presidente di Ita1N!;Opa. Inseguito Deçirolamo ha ritirato la sua disponibilità, pare per motivi
perso,!lali. E' entrato così in
còrsa Gianni Rotice, presidente del Formedil, numero uno del mattone nel Golfo, attivo'in tutta la Rrovincia ed oltre nel settorè edilio
R~~iiAl::",
Manca l'unanimità
sul nome dell' edile
sipontino, già
presidente del
Formedil e attivo
nella difesa del suolo
.(
zio e della difesa del suolo,
ma anéhe ex presidente di
Gespo-Marina del Gargano. La radicalizzazione del
conflitto potrebbe portar~"
all'individuazione di una
figu;ra di mediazione? "Non
si pensa ad un terzo nome,
bastano già due", afferma
netto al' Attacco GianniTriscluogUo, il quale avrebbe
"U!I>sWlat.. sta
~",e..<ìl..
bemSlsmt»~p'e7f
m",<Il!"""",,"'1!>~
Wl s .... posto"
indicato il presidente dei
semolieri. "C'è tempo per
cercare 'di trovare una soluzione unica, che è quel che
io auspico. Abbiamo due
candidati assolutamente
autorevoli, nomi spendibili
allo stesso modo".
I rumors indicano l'azionè
del gruppo del mattone
foggiano dì strappare consensi aUa candidatura ·di
Rotice. Trisciuoglio alza le
spalle: "Ci può essere da
una parte e dall'altra. E' come in politica, solo che qui
si tratta di politica industriale. E' e·vi.dente che capiti, ci, sarà sicuramente
l'·azionedaambedueleparti in proprio favore. Quanto
alle candidature, quando i
tempi saranno maturi verranno nominati i saggi, i
quali inviteranno le impre~
se a pronunciarsi. Perché sì
arrivi a presentare,ufficialmente due candidati è necessario che i saggi verifichino le preferenze, può accadere cbe non ci siano le
condizioni per due nomi,
ma per un solo candidato".
L'imprénditdre foggiano
smentisce anche che vi sia
anche la volontà dì sflduciare il presidente dell'ANH
CE :,Gerardo Biancofiore,
"azzoppato" dopo il tentativo rauftò di sollevare la
qué~tione morale su Marco
Insalata. "Non SO di nessuna raccolta firme per sfiduciarlo; mi risulta solo che in
wntistanno mostrando solidarietà al presidente Insalata. Vogliono confermarne
la presidenza, del resto sta
facendo bene in un momento molto delicato per
l'edilizia . . Molte imprese
hanno chiuso, vuoI dire che
minori contributi sono versati aUa Cassa Edile, la éassaforte dell' ANCE. Insalata
sta ottimizzando le spese,
peraltro senza penalizzare i
numerosi dipendenti del-l'ente. Per me deve assolutamente restare al suo posto".
Sereno anche Vincenzo Simeone, c.he spiega: "Sto
14
cercando personalmente
di mantenere le problematicbe all'interno' dell'associazione, senza fare pubblicità dannosa all'esterno.
Abbiamo bisogno di pacatezza. Pér me non esistono
çlue fronti contrapposti co·:
me scrivete· voi. Siamo ora
in una fase di djscussione,
c'è un confronto abbastan-'
zaserrato. Al di 1à dei nomi,
quello che vogliamo è arrivare ad una presidenza autorevole. In un momento eli
crisi come quello attuale,
c'è bis,ogno di una designazione unitaria per cercare
un rilancio, sia etico che
economico-sociale. Sacco
non conosco, Rotice sì e
molto bene avendoci lavorato assieme in passato. Ripeto: non è questione di
nomi, ma di programmi.
Serve confrontarci sulla ri-
In
o
cerca di un piano che dia un
rilando alle nostre imprese
ed economie. Abbiamo bisogno", prosegue Simeone,
"di· un forte rinnovamento,
che non è 50·10 nei nomi ma
nei fatti, di -.aria pulita".
Quanto allo scontro Insalata-Biancofiore, l'imprenditore rivela: "Penso G:he la
questione relativa ad Insalata sia da considerarsi
rientrata, abbiamo delegato tutto al presidente ed è risolta.Ame non.risulta alcuna a:ziolle per sfiduciare
Gerardo Biancofiore. C'è
piuttosto voglia di fare il
punto della situazione e di
mettere la palla al centro.
Dopo due anni di presidenza dell'ANCE, c'è bisogno
di,una verifica che consenta di fare il punto, vedere
cosa è stato fatto e cosa rimane da fare".
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
GIOVEDì 22 MAGGIO 2014
22/05/2014
~
IMEMO
I
InscontrosuCassaEdileelaquestionemorale
li terreno di scontro è la pre-
sidenza di Cassa Edile, Biancanore vOlTebbe le dim issioni di Marco Insalata, l'imprendiÌ:oreprotagonistadell~ ultime novità provenienti
dall'inchiesta sulle tangenti
nell'ufficio dei Lavori pubblici del comune di Foggia.
Davanti al giudfce'per le indagini preliminari, Insalata
ha confermato di aver pagato il dirigente Fernando Biagini eH consigliere comuna-
i
i le Massimo Laccetti una
tangente da lOmila euro. U
presidente degli Edili ha poI", \sto
in Confindustria la se-
r' -.gt.lente questione: Marco In-
obiettivo era quello delle dimissioni di Insalata dal verti-
; s'alata, pagando la mazzetta
! e nòn demillciando subito il
. fatto, ha violato il codice eti-
ce dell'Ente Bilaterale. La
co del,l:associa7jOne? Il suo
rnana era stata convocata
riunione della scorsa setti:
. per chiedere l'azzeràmento
delle presidenze di tutti gli
9rgani palitetici di Confindustria: la FOlmedii di Gianni Rotice è l'Atp di Federico
15
Moschella. Un azzeramento
motivato con la necessità di
rilanciare razione dell '.erganizzazione di categoria aUe
prese con la scadenza del
mandato· del presidente Pino Di Carlo. Una linea che
BÙmcofiore era fidl,lcioso di
far passare facilmente, convinto di poter contare su 9
dei 16 èomponenti del suo
direttivo. Ma l'esito dellariuniane di venerdì non gli ha
dato ragione. Insomma, come scrivevamo nell'edizio-,
ne di marted1 il presidente
degli Edili, da accusatore, rischia di salire sul bando degli imputati. E non è più una
voce la raccolta di firme che
sarebbe di fatto partitanelfi. ne settimana.
jb
D.iii &;;1i$J;m1Me
Scadrà afmegiugno
il mandato dell' attuale
presidente, che ha
inun primo tempo
tentatouna
mediazione
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
ACCOGUENZALO"IAT)) INAUGURATO DAL SINDACO
.Aprein~orsoGruiJjaIdl
il nuovo ufficio turistico
di PugIiapromozione
le altre notizie
PRoliI~cIA
.
.
Certificazione caldaie
entro il 18 luglio
!ili Nell'ambito delregolamen-
to provmciale,è stato introdotto !'istituto del ravvedi -
mento operoso per la verifica degli iinpianti termici,
rivolto ai responsabili drinipianti termici che non han·no provveduto all'autocertificazione del proprio impianto entro il31 marzo
2014. «Detto istituto· ~or·
ma una nota della Provincia
. concede ai responsabili la
possibilità di autocertilicare il proprio impianto entro
',«Parlare a Foggia di turismo sembrerebbe quasi un
conflitto di competenze, in realtà non è cosi, anzi è vero il
contrario. Foggia è una città che può avere nell'attrazione
tutistica un punto dì forza per il rilancio sociale ed
eèonomico}). Con queste parole il ~indaco Gianni Mongelli
ha motivato la presenza nel cett1:ro cittadino dell'ufficio
IAT (informazioni e accoglienza turistica), in corso Garibaldi presso la sede dell'assessorato comunale al Tu,@
rismo.
Al taglio del nastro è intervenuto Giancarlo Piccirillo,.
direttore geperale di PugIiaPromozione che ha ringraziato
«tutti coloro, nonchè l!;'l istituzioni che hanno fatto· ha detto
60 giorni dalla pubblicazio-
ne della citata deliberazione
- un gran lavoro di squadra nel portare avanti il progetto
dell'ufficio IAT a Foggiai>.
Tutti gii IAT sono tutti facilmente riconoscibili, caratterizzati da elementi in pietra
locale e dalle ceramiche di
Grottaglie, nonchè da compo-
STAMANE
nenti d'arredo che' rimandano
alle luminarie delle feste pa-
Ascuola sicuri
incontro al Marconi
tronali e da componenti di
grafica che richiamano lo stile
TURISMO Il sindaco Mongelli
all'Albo Pretorio dell'ente,
avvenuta 1119.05.2014, per
cui la scadenza è fissata al
18.07.2014».
architettonico romanico e ba·
fOCCO dei nostri più importanti monumenti. «Il turismo è
comunicazione - ha ribadito
PicCIrillo - noi pugliesi abbiamo una grande capacità di
accoglienza, ma dobbiamo accompagnare questa capacità all'efficienza. Siamo una delle
regioni più virtuose in qua.'1.to a flussi turisticì - ha
concluso il responsabile di PugliaPromozione -eppure fmo
a poco tempo fa alcune grandi città del nostro territorio
non avevano uffici di informazione e accoglienza turistic3>}.
Presente all'inaugurazione anche Fabio Parreca, presidente della Camera di Commercio, secondo iI quale «si
tratta di una iniziativa ,importante che costituisce un
ulteriore tassello al rapporto tra la Capitanata, la Daunia e
, la Regione. Stiamo, andando tutti -nella 'giusta direzione>r.·· ...
16
R
Verrà presentato stamane
alle ore lO presso il liceo
scientifico Marconi ti progetto riservato al personale
della scuola, '~scuola si
cresce sicuri", promosso dal
ministero dell'Istruzione in
collaborazione con i pediatri di famiglia della federa-
zione italiana medici pediatri e con il sostegno dell' Au·
torità Garante per l'Infanzia
e l'Adolescenza. Partecipano all'incontro il pediatri
Pasquale Conoscitore e Lucia Peccarisi e l'assessore
regionale alla Salute, Elena
. Gentile'····-_·_· . --. _._._- .. _.
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
22/05/2014
lA GAZZEllA DEL MEZZOGIORNO
Giovedì 22 maggio 2014
LA TRAMA DELLA COMMEDIA
Allestita una commedia degli equivoci
recitata in un improbabile arabo-russo
con accento e battute foggiane
lUINI JIVA
PIÉCE COMICA DEI RAGAZZI
·La butta o sul ridere
évincono.ll co corso
Lotta al razzismo, Salvatore Marino premia i ragazzi della «Bovio»
lORITA BRUNO
!SI E il telefonino "sporco" ha portato
fortuna agli studenti della "Bovio" che
harma indossato i panni dei comici per un
gioi-no. Luca, Mirlw, Alessia, Antonio, Dia·
na, Lorenza ed altri, proprio non se l'aspet.
tavano di salire sul pbdio dei vincitori del
un'altra fllorussa si ritrovano in un neTI motto dell'iniziativa è «se chiudi con il
gozio di telefonia mobile per restituire un razzismo si apre il mondo)}. il progetto è al
cellulare acquistato da soli due giorni ma prbno anno - ha spiegato Vanni Piccolo di
"sporcato" da immagini hard: L'inesora- Integrarsi - ma ha avuto subito un buon
bile catena di equivoci t;..;battute ··in fog- impatto nelle scuole. Circa una quarantina
giano (con spiccato accèlto arabo e ma- i prodotti giunti alla redazione Unar: «Non
scovita) finiscono per. rendere irresisti- è stato semplice scegliere il vil1citore - ha
bilmente comico lo sketch. E' il contenuto detto Paola Di Lazzaro, referente Unar -ma
devo dire che ciò che handel workshop ideato e scritto dai giono realizzato gli studenti
foggiani ci è apparso suvani talenti e che
bito un buon. prodotto.
ha portato alla·vitGli allievi della media
Abbiamo voluto intercettoria gli increduli
ragazzi, A. dare il Bovio harmointerpretato tare le pIazze UllPO' più di
nicchia, non le solite città
ciak d'inizio l'atlore·comico itala-eri- a scuola il lavoro premiato grandi, le scuole coinvoltreo Salvatore Mate appartengono a regioni
del Sud, Oltre alla Puglia,
rino, che insieme al
regista televisivo Federico Andreotti anche Calabria, Sicilia e Campania. Nella
ha diretto gli studenti-comici nello prima fase del progetto, partito nei mesi
spettacolo presentato nell'aula ma- scorsi, sono stati forniti agli studenti dei
questionari anonbnL in modo che potesgna della media.
«Solitamente preparare dei sipa- sero esprimere liberamente la loro opIrietti comici richiede del tempo - ha nione, sui pregi e difetti di alcune etnie
spiegato l'attore - ma con questi ra- presenti in Italia».
gazzi abbiamo provato poco piÙ di tre
Ai ragazzi è stato consegnato un at·
ore, Sono veramente bravi, hanno testata di parteCipazione con dei gadget.
scritto un testo formidabile ed originale. «Siamo molto orgogliosi dei nostri ragazzi .
Portando questo progetto nelle scuole, ab- che hanno portato a casa un bel successo biamo raccolto sentimenti e modi di pen- ha concluso il dirigente scolastico Gio·
sare del ragazzi nei confronti degli stra- vann:ino ruliani - con i nostri progetti
nieri. La nostra comicità vuole esorcizzare cerch~a.mo di dare ai ragazzi input in ogni
lll1a serie di pregiudizi cl.le i ragazzi pos- settore, utilizzando al meglio le risorse a
dlspo,sizionm}.
sono avere».
/'
STUDENTI ATTORI
concorso-nazionale "comici integrati contro il razzismo", 1111 progetto rivolto agli
studenti, patrocinato da Unar (ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) con
l'associazione culturale integrare@.
,Sul palco delia media di viale Colombo,
un'improvyisata famiglia talebana ed
/'
17
Copie ad esclusivo uso del destinatario
lA
GAZZE1TADELMEZZoGIORNO
RASSEGNA
STAMPA CISL FOGGIA
Giovedì
22 maggio 2014
22/05/2014
·La Costituzione studiata fra i bànchi ili scuola
gli studenti scoprono la «carta» che regola il Paese
l ragazzi sono partiti dà una domanda: «Perché il2 giugno è una data in rosso sul calendario?»
® La Costituzione è una bussola per
guidare l'Italia lungo la sua rotta: ap-
.'. . ...Domaminelliìlvilla· com~lDale
•. ·lilallgllrazioDleoI1iÌlrb~niperle:;CllOle
partiene a tutti noi ed unisce la parte
migliore della nostra storia. A raccontare
così la "serata dei 139 articoli" una trentina di studenti delle terze classi della
media "Bovio": hanno voluto ricordare in
questo modo la storia e il significato del
documento che rappresenta itpunto di
partenza della democrazia.
Poesie, citazioni dei padri costituenti,
power-point, il tutto per ripercorr.ere le
partifondamentali del "Libro dei diritti". I
ragazzi hanno commentato alcuni dei 12
diritti fondamentali, dal diritto al lavoro al
rispetto delle diversità ed ancora dalla
libertà di stampa all'indivisibilità della
Repubblica, al ripudio della guerra.
Gli studenti sono -s'aliti in cattedra per
spiegare gli organi costituzionali,.dal Parlamento al presidente dalla Repubblica,
dalla magistratura alla Corte Costituzionale.
Lezione conclusiv,a sui sim'Qoli della Co-:
stituzione, come)'emblema e il tricolore.
«Perché un percorso' sulla Costituzione?
Tutto è partito da un -progetto di 30 ore,"
dedicato alla Carta costituzionale . spiegano le docenti: GiÌilia Barbati eTina
Longobardi - poiogui tappa è stata una
scoperta per i ragazzi, curiosi di conoscere
i mattoni sui quali poggia la nostra comunità, dai quali derivano le norme che
regolano i rapporti tra singoli e tra il
singolo e la comunità. Vobiettivo è stato
quello di avvicinare i ragazzi a un tema
importantissimo come i principi fondamentali della democrazia e della convivenza civile. Siamo partiti dalle origini di
questo documento e dalle contingenze storiche che ne harmo determinato la.forma
':~;'-Òomarilane-'-'ore 1 i presso-,le :(;s,e_rre» dèUé(vitia co~'
'- munale inaugurazi.one degli ort! urbçmrper-I~ scuole. La
manifestazione è organizz:ata'-dall~assessorato alle-Politi-'
che. sociali" del Comune"in ,collaborazione -con IFas$ociçi-zJone "Euro"pa-Giovane PU_91!i:iu;, P~rteciperanno'gJi-'a!un'ni
•.. dellé'Scuole SantàChiara,ParisieM ....rialdoche~anno ..
'. c(>ntribuito aWallestimentoecuràdeglforti..Fra gllopiet,
·tivi -del progettt) ,"Giardino de!-.ben~sser-e_''-iJiJJanzi.ato:con
fQncH ,del J:>i_ano"so.ciale:di·z6n;a/~':è:-I'iq~egnare:ai-bainpirii
,; COrn!3, toltivare Ufl:o.rto·:didattico;,gr~n.d~ :o-pportunit~ pér
J~or1teg giare J'el1)er~_e rt~ d~g r:aci o :sq~i a~~'_ ~':élm~j(:~nt~;le;, '-
attuale, per passare àll'interno del testo,
prendendo in esame alcuni articoli per
calarli nella realtà, provando a capire insieme come dei- principi apparentemente
generali possano venire indicazioni precise sui nostri comportamenti, sui rapporti con gli altri, sui nostri diritti e doveri
intesi non in senso astratto, ma nella
pratica quotidiana».
Ragazzi attenti e curiosi hanno appreso
che la festa della Repubblica del 2 giuguo
segna un momento fondamentale del Paese: «Ci siamo chiesti come mai sia un
giorno rosso sul calendario - harmo osservato Diletta, Luigi, Elvira, Alessandra e
JacQpo, alcuni dei ragazzi coinvolti nel
progetto - così abbiamp appreso che quel
giugno del lontano '46 si decideva il cambiamento dell'Italia che si trasformava da
monarchia in repubblica e da quel giorno i
padri costituenti hanno cominciato a lavorare sulla Costituzione entrata in vigore
il lO gennaio del '48»."
.
Presenti alla cerimonia, con il dirigente
scolastico Giovarmino Iuliani, ilprefetio di"
Foggia Luisa Latella, alcuni rappresentanti della questura, l'assessore comunale
alla pubblica istruzione Maria Aida Episcopo e l'ono Colomba Mongiello.
[Lor. Brv.}
18
"~-"=-'"~".,-~.~~"-
------'-
Copie ad esclusivo uso del destinatario
______
_
•• _ •• r"
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 081 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content