close

Enter

Log in using OpenID

centro servizi scolastici padova sud sudsud

embedDownload
CENTRO SERVIZI SCOLASTICI PADOVA SUD
SUDSUD
ACCORDO DI RETE a.s. 2013 - 2014
fra le Istituzioni scolastiche:
1) ISTITUTO COMPRENSIVO DI
BATTAGLIA TERME
2) ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALSERUGO
3) E.N.A.I.P.
DI
CONSELVE
4) ISTITUTO COMPRENSIVO “N. TOMMASEO” DI CONSELVE
5) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “E. MATTEI” DI CONSELVE
6) ISTITUTO COMPRENSIVO DI DUE CARRARE
7) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “EUGANEO” DI
ESTE
8) ISTITUTO COMPRENSIVO “G. PERLASCA” MASERA’ di PADOVA
9) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “ J.F. KENNEDY” DI
MONSELICE
10) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “C. CATTANEO” DI
MONSELICE
11) ISTITUTO COMPRENSIVO “ D. PEGORARO” DI
SOLESINO
12) CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE EDILE DI STANGHELLA
13) ISTITUTO COMPRENSIVO “DON P. GALLIERO” TRIBANO
Convenzione di Rete “CSS Padova Sud” / a.s. 2013_2014 / Pagina 1 di 7
INDICE DEL PRESENTE DOCUMENTO:
-
Dati anagrafici dei Dirigenti aderenti alla Rete “CSS Padova Sud”
-
Premessa alla Convenzione
-
Articolo 1: Norma di rinvio
-
Articolo 2: Definizioni
-
Articolo 3: Denominazione
-
Articolo 4: Oggetto dell’accordo di rete
-
Articolo 5: Durata
-
Articolo 6: Progettazione e gestione delle attività
-
Articolo 7: Conferenza dei Dirigenti scolastici
-
Articolo 8: Finanziamento e gestione amministrativo-contabile
-
Articolo 9: Fonti di finanziamento
-
Articolo 10: Utilizzazione del personale docente
-
Articolo 11: Modalità di adesione alla rete scolastica
-
Articolo 12: Modalità di recesso
-
Articolo 13: Norme generali e finali
Convenzione di Rete “CSS Padova Sud” / a.s. 2013_2014 / Pagina 2 di 7
L’anno
Duemilatredici (2013) il giorno dieci (10) del mese di Ottobre
sono presenti e sottoscrivono i Dirigenti Scolastici :
Antico Ettore (NTC TTR 53L15B249D) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica denominata
ISTITUTO COMPRENSIVO di CASALSERUGO, suo legale rappresentante pro-tempore, autorizzato alla
stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima istituzione scolastica;
Bertazzo Massimo (BRT MSM 63R15C964P) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO COMPRENSIVO di CONSELVE, suo legale rappresentante pro-tempore, autorizzato
alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima istituzione scolastica;
Bussi
Francesco (BSS FNC 55L09D442R) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “Euganeo” di Este, suo legale rappresentante protempore, autorizzato alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima
istituzione scolastica;
Buvoli Alessandra (BVL LSN 57P66E897Y) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO COMPRENSIVO “PERLASCA” DI MASERA’, suo legale rappresentante pro-tempore,
autorizzato alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima istituzione
scolastica;
Cosimo Milena (CSM MLN 64M71D442F) in qualità di Dirigente
preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO COMPRENSIVO “DON PEGORARO” di SOLESINO, suo legale rappresentante protempore, autorizzato alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima
istituzione scolastica;
Lupato Giampaolo (LPT GPL 69H07F394L) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica
denominata C.P.I.P.E. CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE EDILE DI STANGHELLA, suo legale
rappresentante pro-tempore, autorizzato alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio
d’Istituto della medesima istituzione scolastica;
Sbrissa Giorgio (SBR GRG 65A23G224P) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica
denominata E.N.A.I.P. ENTE NAZIONALE DI ISTRUZIONE PROFESSIONALE di CONSELVE, suo legale
rappresentante pro-tempore, autorizzato alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio
d’Istituto della medesima istituzione scolastica;
Michielon Luigi (MCH LGU 50E17A438Y) in qualità di Dirigente
preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “CATTANEO” di MONSELICE e Reggente dell’ISTITUTO
DI ISTRUZIONE SUPERIORE “MATTEI” di CONSELVE, suo legale rappresentante pro-tempore, autorizzato
alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima istituzione scolastica;
Passatempi Paola (PSS PLA 56D53B249R) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO COMPRENSIVO di BATTAGLIA TERME, suo legale rappresentante pro-tempore,
autorizzato alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima istituzione
scolastica;
Pulze
Lorenzina (PLZ LNZ 61L52I938S) in qualità di Dirigente
preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO COMPRENSIVO di TRIBANO, suo legale rappresentante pro-tempore, autorizzato alla
stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima istituzione scolastica;
Ponchia Stefania (PNC SFN 69C57G224I) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO COMPRENSIVO di DUE
CARRARE, suo legale rappresentante pro-tempore,
autorizzato alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della medesima istituzione
scolastica;
Zanellato Giacomo (ZNL GCM 52D02A075H) in qualità di Dirigente preposto all’istituzione scolastica
denominata ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “KENNEDY” di MONSELICE, suo legale rappresentante
pro-tempore, autorizzato alla stipulazione del presente atto con delibera del Consiglio d’Istituto della
medesima istituzione scolastica;
Convenzione di Rete “CSS Padova Sud” / a.s. 2013_2014 / Pagina 3 di 7
PREMESSO CHE
-
L’art. 7 del D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275 prevede la facoltà per le istituzioni scolastiche di
promuovere accordi di rete per il raggiungimento delle proprie finalità istituzionali, nonché di
quanto previsto dal D.lg. 19/02/2004 n° 59, art. 7 comma 2 e art. 10, nonché di eventuali
ulteriori disposizioni legislative in attuazione della Legge 53/2003;
-
Sulla base della stessa disposizione l’accordo può avere ad oggetto attività didattiche, di
ricerca, di sperimentazione e sviluppo, di formazione e aggiornamento, di amministrazione e
contabilità, di acquisto di beni e servizi, di organizzazione e di altre attività coerenti con le
finalità istituzionali, nonché l’istituzione di laboratori finalizzati, tra l’altro, alla ricerca didattica
e alla sperimentazione, alla documentazione di ricerche, esperienze e informazioni, alla
formazione in servizio del personale scolastico, all’orientamento scolastico e professionale;
-
Le istituzioni scolastiche sopraddette hanno interesse a collaborare reciprocamente per
l’attuazione di iniziative comuni afferenti agli ambiti predetti;
-
Tale collaborazione è finalizzata alla miglior realizzazione della funzione della scuola come
centro di educazione ed istruzione, nonché come centro di promozione culturale, sociale e
civile del territorio; al completamento e miglioramento dell’iter formativo degli alunni; a
favorire una comunicazione più intensa e proficua fra le istituzioni scolastiche; a stimolare e a
realizzare, anche attraverso studi e ricerche, l’accrescimento della qualità dei servizi offerti
dalle istituzioni scolastiche; ad applicare e implementare le innovazioni richieste dal MIUR;
-
L’accordo di rete è inoltre finalizzato a rendere maggiormente visibile il sistema Scuola
nel territorio di riferimento e a migliorarne le potenzialità contrattuali nei confronti
degli interlocutori esterni, istituzionali e non istituzionali, anche mediante forme di
rappresentanza unitaria.
I SOPRACITATI
DIRIGENTI SCOLASTICI CON IL PRESENTE ATTO SOTTOSCRITTO
CONVENGONO QUANTO SEGUE:
Articolo 1: NORMA DI RINVIO
La premessa e gli allegati (Convenzione precedente, Progetti di rete, Rendicontazioni
economiche) costituiscono parte integrante e sostanziale della presente convenzione. Sono forniti
ad ogni Istituto aderente e sono a disposizione presso la segreteria della Scuola capofila.
Art. 2: DEFINIZIONI
Per “istituzioni scolastiche aderenti”, si intendono le istituzioni scolastiche che sottoscrivono il
presente accordo e quelle che successivamente vi aderiscono.
Per “istituzioni scolastiche coinvolte” , si intendono quelle fra le istituzioni scolastiche aderenti che
siano coinvolte dalle attività oggetto dei progetti attuativi del presente accordo.
Art. 3: DENOMINAZIONE
E’ istituito il collegamento in rete tra le istituzioni scolastiche in premessa indicate,
che assume la denominazione di “Rete C.S.S. PADOVA SUD ” (Centro Servizi Scolastici Padova
Sud) istituita nel 15/06/2001 con la denominazione originaria di “CSSC” (Centro Servizi Scolastici
del Conselvano).
Art.4: OGGETTO
Il presente accordo ha ad oggetto la collaborazione fra le istituzioni scolastiche che vi
aderiscono per la progettazione e la realizzazione di iniziative comuni nei seguenti ambiti:
a) attività didattiche, attività di integrazione ed ampliamento dell’offerta formativa;
b) attività di ricerca, sperimentazione e sviluppo, in ambito didattico e amministrativo;
c) attività di formazione e aggiornamento per il personale delle istituzioni scolastiche aderenti;
d) attività di amministrazione e di contabilità;
e) acquisto di beni e servizi;
f) organizzazione delle Istituzioni scolastiche;
g) altre attività coerenti con le finalità istituzionali;
h) ogni attività strumentale alle precedenti;
i) accordi e/o convenzioni con soggetti istituzionali e non, utili alle finalità scolastiche.
Convenzione di Rete “CSS Padova Sud” / a.s. 2013_2014 / Pagina 4 di 7
Art. 5:
DURATA
Il presente accordo ha validità dal 01 settembre 2013 al 31 agosto 2014.
Non è ammesso il rinnovo tacito: ad ogni inizio anno scolastico le singole scuole devono
fornire formale adesione alla rete, attraverso sottoscrizione della Convenzione.
Art.6:
PROGETTAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ
Le istituzioni scolastiche aderenti al presente accordo definiscono all’inizio di ciascun anno
scolastico il Programma di collaborazione per le attività di cui all’art. 4; successivamente
individuano in concreto e volta per volta le attività oggetto della reciproca collaborazione.
Per ciascuna attività dovrà essere predisposta una scheda di attività/“progetto”,
in cui siano sinteticamente individuate le attività da porre in essere e la finalità cui le stesse si
indirizzano, con specificazione di:
a) attività istruttorie e di gestione;
b) risorse professionali (interne o esterne) e della loro ripartizione fra le istituzioni scolastiche
aderenti o coinvolte;
c) risorse finanziarie e della loro ripartizione fra le istituzioni scolastiche aderenti o coinvolte;
d) istituzione scolastica incaricata della gestione delle attività amministrative e contabili;
e) attività di monitoraggio, verifica, rendicontazione.
Le attività istruttorie comprendono tutte le attività di proposta, di progettazione
(di massima o esecutiva), di acquisizione di informazioni o documentazione, di istruttoria vera
e propria nell’ambito dei procedimenti di scelta del contraente, di ogni elemento utile alla
realizzazione delle iniziative previste e funzionali alle necessità organizzative e gestionali
della rete scolastica.
Le attività di gestione comprendono le attività di attuazione tecnico-professionale
e le attività di attuazione amministrativa.
Le attività di gestione amministrativa comprendono sia le attività deliberative
sia le attività meramente esecutive.
Il programma di cui al 1° comma del presente articolo è approvato dalla conferenza dei
Dirigenti scolastici di cui all’art.7, previo parere dei rispettivi Collegi Docenti e deliberazioni
dei Consigli di Istituto.
Art. 7:
CONFERENZA DEI DIRIGENTI SCOLASTICI
Successivamente all’approvazione del presente accordo (Convenzione
annuale),
i D.S. delle Istituzioni aderenti si riuniscono periodicamente (minimo quattro volte ogni a.s.),
per individuare l’Istituzione scolastica cui affidare la gestione amministrativo-contabile dello
stesso e la necessaria attività di segreteria per il periodo di incarico come capofila
(attualmente Istituto Comprensivo di Battaglia Terme in a.s. 2012/2013, 2013/2014).
I medesimi Dirigenti si riuniscono periodicamente al fine di:
a) approvare il programma annuale, previsto al comma 1 art. 6,
b) determinare l’ammontare di un fondo spese annuale per il generale funzionamento
amministrativo della “rete” e la ripartizione dello stesso fra le Istituzioni scolastiche
aderenti, (da versare alla scuola capofila entro fine Novembre di ogni anno).
c) individuare le attività che saranno oggetto dei progetti di cui all’art.6 e pianificare
le attività di progettazione;
d) individuare l’istituzione scolastica incaricata della redazione dei progetti di cui all’art.6;
e) approvare i progetti di cui all’art.6;
f) decidere, a maggioranza qualificata (2/3) in ordine all’adesione di ulteriori istituzioni
scolastiche al presente accordo o prendere atto del recesso di singole Istituzioni
scolastiche aderenti;
g) adottare ogni determinazione rientrante nell’autonoma competenza di gestione del
dirigente scolastico, che risulti necessaria all’attuazione dei progetti di cui all’art.6;
h) adottare ogni altra determinazione, previa acquisizione delle deliberazioni degli organi
collegiali competenti.
Convenzione di Rete “CSS Padova Sud” / a.s. 2013_2014 / Pagina 5 di 7
Sono previsti momenti di confronto anche con i Direttori dei Servizi dei rispettivi Istituti,
per riflessione condivisa su aspetti di innovazione amministrativo-contabile o di gestione
di ambiti generali come la sicurezza in ambiente di lavoro o le innovazioni informatiche.
La conferenza dei D.S. e D.S.G.A. opera come conferenza di servizi, ai sensi dell’art.14 della
L.7 Agosto 1990, n° 241 e successive modificazioni ed integrazioni.
La conferenza dei Dirigenti scolastici è convocata dal Dirigente preposto all’istituzione
scolastica di cui al presente articolo, comma 1, di sua iniziativa o su richiesta di ogni altro
Dirigente scolastico che ne indichi espressamente il motivo.
Le determinazioni in materia di attività, oggetto dei progetti di cui all’art.6, sono adottate
a maggioranza dei Dirigenti scolastici le cui istituzioni scolastiche sono coinvolte nei progetti
stessi.
Art.8: FINANZIAMENTO E GESTIONE AMMINISTRATIVO-CONTABILE
Le attività di gestione amministrativa di tipo deliberativo vengono adottate dalla
maggioranza dei presenti.
I progetti di cui all’art.6, nell’individuazione delle risorse finanziarie e nella ripartizione
delle stesse fra le istituzioni scolastiche coinvolte, specificano l’istituzione scolastica incaricata
della gestione delle attività amministrative e contabili.
L’istituzione scolastica così incaricata acquisirà al proprio bilancio il finanziamento destinato
all’attuazione del progetto, quale entrata finalizzata allo stesso.
La gestione amministrativo-contabile avverrà nelle forme e con le modalità previste
dall’art.8, D.P.R. 20 aprile 1994, n. 367 e dal D.I. 01 febbraio 2001, n. 44.
L’istituzione scolastica incaricata porrà in essere, con il supporto dei propri uffici, tutte le attività
istruttorie necessarie, ivi comprese quelle afferenti ai procedimenti di scelta del contraente.
La gestione amministrativo-contabile è oggetto di analitica rendicontazione, parziale e/o finale,
secondo le scadenze individuate nel progetto di Rete.
La destinazione degli eventuali saldi attivi è determinata a maggioranza dei presenti della
conferenza dei dirigenti scolastici.
Allo stesso modo è amministrato il fondo spese annuale per il generale funzionamento
amministrativo della “rete” da parte dell’istituzione scolastica a ciò incaricata, che è tenuta ad una
rendicontazione annuale. Le relative deliberazioni sono assunte a maggioranza.
In ogni momento gli organi delle
istituzioni scolastiche aderenti alla rete possono
esercitare il diritto di accesso ai relativi atti.
Art. 9: FONTI DI FINANZIAMENTO DELLA RETE:
1) Contributi delle singole scuole per la gestione della Rete:
il contributo è determinato in una quota annuale di € 100,00 (CENTO) per ogni
Istituto aderente alla Rete, da inviare ogni anno entro il mese di Novembre alla scuola capofila
attraverso bonifico bancario.
La scuola capofila non verserà la quota annuale prevista, in quanto utilizzerà quella
somma per le spese amministrative a vantaggio della rete (spese bancarie, fotocopie di attestati
di formazione, invio di comunicazioni scritte …)
2) Contributi provenienti da MIUR e istituzioni dell’organizzazione scolastica ai vari livelli;
3) Contributi di Enti Locali ai vari livelli;
4) Erogazioni liberali di privati.
Art. 9: UTILIZZAZIONE DEL PERSONALE DOCENTE:
I progetti di cui all’art.6, nell’individuazione delle risorse professionali interne,
specificano la distribuzione delle attività tecnico-professionali fra il personale docente delle
istituzioni scolastiche coinvolte.
Laddove la contrattazione collettiva lo preveda e nel rispetto dei limiti di tali previsioni, i
progetti di cui all’art.6 possono prevedere lo scambio di docenti fra le istituzioni scolastiche
coinvolte dai progetti stessi. Lo scambio ha durata strettamente limitata alla realizzazione del
progetto e può avvenire previa acquisizione di consenso da parte dei docenti coinvolti.
In difetto di specifiche disposizioni della contrattazione collettiva, è ammesso, ove occorra,
il ricorso alle collaborazioni plurime di cui all’art. 32 del CCNL 24 luglio 2003.
Convenzione di Rete “CSS Padova Sud” / a.s. 2013_2014 / Pagina 6 di 7
Art.10 : MODALITÀ
DI
ADESIONE ALLA RETE
SCOLASTICA
La richiesta di adesione al presente accordo va proposta con dichiarazione del Dirigente
scolastico, resa in forma pubblica e trasmessa tramite raccomandata A. R., previa conforme
delibera del Consiglio di Istituto, alla conferenza dei DS, presso la sede dell’istituzione scolastica
di cui all’art.7, comma 1.
L’adesione ha effetto dal momento della formale sottoscrizione dell’accordo da parte
dell’istituzione scolastica richiedente.
Art.11 : MODALITÀ DI RECESSO
Le istituzioni scolastiche aderenti hanno facoltà di recesso dal presente accordo.
Il recesso è esercitato tramite dichiarazione del Dirigente scolastico, resa in forma pubblica
e formalmente trasmessa per iscritto, previa conforme delibera del Consiglio d’Istituto,
alla conferenza dei Dirigenti scolastici, presso la sede dell’istituzione scolastica di cui all’art.7,
comma 1.
Se esercitato in un momento in cui le attività progettate e deliberate ai sensi dell’art.7, lett. e)
sono ancora in corso, il recesso sarà efficace solo al completamento delle predette attività.
Art.12: NORME GENERALI E FINALI
Ogni riunione di DS e DSGA sarà sinteticamente verbalizzata.
I verbali verranno archiviati dalla scuola capofila e resi disponibili su richiesta di ogni
interessato.
Il presente Regolamento/Convenzione potrà essere sottoposto a revisione anche prima
della scadenza, su proposta di 1 o più componenti con ratifica di 2/3 dei componenti.

Firme dei Dirigenti scolastici per lettura, approvazione e adesione alla Rete:
1) ISTITUTO COMPRENSIVO DI
BATTAGLIA TERME ……………………………………………………..
2) ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALSERUGO …………………………………………………………………..
3) E.N.A.I.P.
DI
CONSELVE……………………………………………………………………………………………
4) ISTITUTO COMPRENSIVO “N. TOMMASEO” DI CONSELVE ……………………………………………………
5) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “E. MATTEI” DI CONSELVE ………………………………………..
6) ISTITUTO COMPRENSIVO DI DUE CARRARE …………………………………………………………………..
7) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “EUGANEO” DI
ESTE ……………………………………………..
8) ISTITUTO COMPRENSIVO “G. PERLASCA” MASERA’ di PADOVA ……………………………………………..
9) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “ J.F. KENNEDY” DI
MONSELICE ………………………………..
10) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE “C. CATTANEO” DI MONSELICE ………………………………
11) ISTITUTO COMPRENSIVO
DI
SOLESINO ……………………………………………………………………..
12) CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE
EDILE
DI STANGHELLA ……………………………….
13) ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRIBANO ………………………………………………………………………..
Convenzione di Rete “CSS Padova Sud” / a.s. 2013_2014 / Pagina 7 di 7
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
532 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content