close

Enter

Log in using OpenID

BANDO GARA BAR

embedDownload
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio
Istituto di Istruzione Superiore di Via delle Scienze RMIS02400L
Liceo Scientifico “G. Marconi”
via della Scienza e della Tecnica, s.n.c. - 00034 Colleferro (RM)
Tel./Fax 06-121126040 – 06-121126041
Liceo Classico
via Scroccarocco, 20 Segni (RM) – tel./fax 06-121128265
www. marconicolleferro.it
e-mail: [email protected] - P.E.C.: [email protected] – C.F.: 95017680588
BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL BAR
INTERNO ALL’I.I.S. DI VIA DELLE SCIENZE, COLLEFERRO
LICEO SCIENTIFICO “G. MARCONI” E LICEO CLASSICO
Via della Scienza e della Tecnica, s.n.c. – 00034 Colleferro
Prot. n. 918/B02c
Colleferro, 7 marzo 2014
A tutti gli Istituti Secondari della Provincia di Roma
[email protected]
All’Amm.ne Provinciale di Roma
[email protected]
Al Comune di Colleferro
[email protected]
Alla Camera di Commercio di Roma
[email protected]
All’Albo della Scuola
Al Sito Istituzionale
www.marconicolleferro.it
Oggetto: DETERMINA e CAPITOLATO.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
VISTO l’art. 30 del D.L.vo 163/2006 (“codice dei contratti pubblici”) e norme connesse;
VISTO l’art. 55 dello stesso “codice dei contratti pubblici”;
TENUTO CONTO della necessità di rinnovare la concessione del servizio in epigrafe, data
1
la scadenza del precedente contratto (prot. N° 3384/C38 dell’11/03/2009) e relativa
integrazione per l’installazione di un distributore automatico nelle ore di chiusura del bar
(prot. N. 544/C38 del 09/02/2011);
DETERMINA
l’indizione di una procedura aperta di gara informale ai sensi della normativa citata
in premessa PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL BAR INTERNO
ALL’I.I.S. DI VIA DELLE SCIENZE, COLLEFERRO
Codice Identificativo Gara: N. ZD40E2E825 (da indicare nei preventivi).
Art. 1
Il posto di ristoro dovrà avere i requisiti richiesti:
- dalla L.R. 29 novembre 2006 n. 21;
- dal D.P.R. del 26 marzo 1980 n. 327.
La concessione in argomento sarà disciplinata dal D.Lgs. n. 157/95 e successive integrazioni e
modificazioni, dal D. Lgs. del 12 aprile 2006 n. 163 (nei limiti di applicabilità di cui all’art. 30 dello stesso) e
dal Regolamento di contabilità delle istituzioni scolastiche (D.I. n. 44/01).
Art. 2
L’istituto, alla data di pubblicazione del presente bando, ha una popolazione scolastica di:
- ca. n. 700 alunni;
- ca. n. 55 docenti;
- n. 11 unità di personale ATA;
Il servizio è altresì rivolto ai partecipanti a convegni e corsi organizzati dall’Istituto, ai commissari d’esame, ai
genitori degli studenti, agli esperti, agli ospiti dell’Istituto a qualsiasi titolo.
L’Istituto non garantisce nessun flusso minimo.
Il concessionario non potrà erogare il servizio a soggetti e in orari diversi da quelli stabiliti dal presente
capitolato o comunque non autorizzati dal Dirigente Scolastico.
Il servizio dovrà essere attivo in tutte le mattine in cui la scuola è aperta. L’orario di cui al successivo art. 7 si
riferisce alle giornate di lezione (circa n. 200).
Il servizio andrà erogato anche durante gli scrutini finali, i corsi di recupero estivi, gli Esami di stato e il
periodo 1° settembre-inizio delle lezioni, con orario da concordare con il D.S:, così come eventuali estensioni
del servizio al pomeriggio o, in occasioni particolari, eventualmente anche in giornate prefestive e/o festive
(es.: open day, accoglienza di ospiti etc.).
Art. 3
La gestione del servizio avrà durata di quattro anni non rinnovabili tacitamente, a partire dal 16 luglio 2014
e fino al 15 luglio 2018. E’ escluso ogni obbligo di preavviso.
La gara sarà aggiudicata a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa, valutabile rispetto ai
parametri indicati appresso nel capitolato.
Art. 4
E' assolutamente vietata la sub-concessione o il sub-appalto del servizio.
Si precisa che l’utilizzo del bar da parte dell’utenza è facoltativo e pertanto il gestore non potrà avanzare
alcuna richiesta o pretesa né richiedere modifiche, anche di natura economica del contratto per l’eventuale
mancata fruizione del bar da parte dell’utenza e dei lavoratori dell’I.I.S. di Via delle Scienze, Colleferro.
Art. 5
MESSA A DISPOSIZIONE DEI LOCALI. SOPRALLUOGO E INDIVIDUAZIONE DEGLI INTERVENTI
NECESSARI AL RISPETTO DELLA NORMATIVA.
Per l’espletamento del servizio verranno messi a disposizione i locali già attualmente adibiti a quell’uso e
relative pertinenze.
I locali sono forniti in concessione per il solo uso di gestione del bar interno con divieto di mutamento di
destinazione. E’ vietata la concessione a terzi dell’uso anche saltuario della struttura oggetto della presente
procedura di gara o di parte di essa. La messa a disposizione dei predetti locali non configurerà in alcun
modo locazione di unità immobiliari destinate ad attività commerciali e pertanto non sarà sottoposta alla
disciplina delle locazioni urbane.
2
Ai fini della partecipazione alla gara è obbligatorio prendere visione dei locali presso i quali si
svolgerà il servizio; a tal scopo si prega di prendere un appuntamento telefonico con l’Assistente
Tecnico sig.ra Romina Martella.
Da tale obbligo è dispensato l’attuale gestore del bar interno.
Salvo quanto previsto da precedente comma, Ai documenti prodotti va allegato, pena l’esclusione, la
dichiarazione di avvenuto sopralluogo, controfirmata dal D.S.G.A. dell'I.I.S. di Via delle Scienze,
Colleferro.
Tale sopralluogo dovrà essere finalizzato principalmente alla constatazione dello stato dei luoghi che
consenta alla ditta che intende partecipare alla gara di presentare un progetto finalizzato ad apportarvi a
proprie spese le migliorie che ritenga opportune e, se necessario, ad effettuarvi tutti gli interventi
indispensabili al rispetto delle normative provinciali, sanitarie della ASL territorialmente competente, dei
regolamenti comunali, delle norme di sicurezza di cui al D. L.vo 81/08 e di prevenzione incendi, anche al fine
di ottenere dagli organi competenti i titoli abilitativi necessari.
I locali verranno presi in consegna dalla ditta aggiudicataria allo scadere del termine di cui alla determina di
cui sopra.
Da quel momento la ditta dovrà procedere ad effettuare gli interventi opportuni e necessari di cui
sopra, al fine di poter iniziare il servizio entro e il 1° settembre 2014.
Solo nel caso di comprovata impossibilità di rispettare tale termine per cause indipendenti dalla
volontà della ditta, il Dirigente Scolastico potrà concedere una proroga per il tempo strettamente
necessario al venir meno dei suddetti impedimenti e comunque non oltre il 20 settembre 2014.
In caso contrario, il contratto non potrà essere sottoscritto e si procederà all’individuazione del
concessionario scorrendo la graduatoria stilata secondo la procedura di cui al presente bando.
All’atto della consegna dei locali, verrà redatto apposito verbale.
Gli stessi dovranno essere restituiti alla scadenza del contratto in buon stato, salvo il normale
deterioramento d’uso.
Il concessionario dovrà impegnarsi alla sottoscrizione del Documento Unico di Valutazione dei Rischi
(DUVRI).
In ogni caso, la ditta aggiudicatrice dovrà accertarsi se i lavori da eseguire richiedano specifica
autorizzazione dell’amministrazione provinciale o comunale e nel caso munirsene.
Per la concessione in uso dei locali, la ditta aggiudicataria dovrà fare esclusivo riferimento all’Ufficio della
provincia di Roma a ciò preposto (questo vale anche per l’attivazione delle utenze occorrenti, sia contrattuali
sia tecniche: acqua, fogna, energia elettrica, ecc.) e dovrà corrispondere alla Provincia di Roma il canone di
concessione.
Questo Istituto si limiterà a consegnare i locali nello stato in cui si trovano al momento della consegna e con
il vincolo specifico di destinazione a bar interno alla scuola.
Nessuna responsabilità potrà essere imputata all’Istituto nel caso in cui la ditta aggiudicatrice non possa
ricevere in consegna i locali o avviare l’attività nei termini previsti per la mancata osservanza delle
disposizioni di cui ai commi precedenti (a mero titolo esemplificativo: divieto della Provincia di far uso dei
locali adibiti a bar; mancato rispetto della normativa provinciale; mancata attivazione delle utenze contrattuali
e tecniche; mancata osservanza delle prescrizioni della ASL e dei VV.FF. etc.).
Conseguentemente, in caso di impossibilità di avviare l’attività per carenza di uno o più dei requisiti
richiesti dalle citate autorità competenti entro il termine previsto, il contratto non potrà essere
sottoscritto e si procederà all’individuazione del concessionario scorrendo la graduatoria stilata
secondo la procedura di cui al presente bando.
La ditta dovrà allestire e attrezzare a proprie spese i locali per il servizio del bar con macchinari, arredi e
strutture conformi alle disposizioni di legge.
La scuola non è tenuta a fornire alcunché.
Il Dirigente Scolastico potrà concordare con il gestore del bar l’installazione e gestione di un
distributore automatico al fine di garantire il servizio minimo di somministrazione di alimenti e
bevande anche oltre l’orario ordinario di apertura e chiusura dello stesso e, in aggiunta, durante
l’intervallo delle lezioni.
In tutti gli altri momenti della giornata, il distributore di cui sopra andrà disattivato.
La ditta dovrà, altresì, provvedere alla pulizia, allo smaltimento dei rifiuti prodotti ed alla manutenzione
ordinaria dei locali adibiti a bar interno e corridoio antistante e dell’area di eventuale installazione del
distributore automatico.
Nel caso di ricorso a personale dipendente, la ditta aggiudicatrice dovrà applicare integralmente tutte le
norme contenute nel contratto collettivo nazionale di lavoro per la specifica categoria di dipendenti e negli
accordi dello stesso, in vigore per il tempo in cui si esegue il servizio.
3
Art. 6
ASSICURAZIONE ED ALTRI OBBLIGHI DEL CONCESSIONARIO.
I beni oggetto della vendita sono quelli normalmente rientranti nelle categorie riferite all’esercizio
commerciale di un bar, fatta eccezione per i prodotti espressamente esclusi dal presente bando o
successivamente su richiesta del Dirigente Scolastico.
Pertanto, è data facoltà al gestore di proporre al pubblico cibi/bevande non compresi fra quelli obbligatori
elencati nella lista di cui all’Allegato n.1 per la comparazione dei prezzi ai fini della gara.
I prezzi dei beni non elencati nell’Allegato n.1 dovranno essere concordati con il D.S.
In ogni caso il listino dei prezzi, sia dei beni obbligatori che di quelli facoltativi, dovrà essere controfirmato dal
D.S.
Il concessionario deve assicurare il servizio bar con gestione a proprio esclusivo rischio e responsabilità, in
forma organizzata autonoma di mezzi e attrezzature e personale secondo quanto prescritto dal presente
capitolato e dalla vigente normativa in materia. Il servizio dovrà essere svolto nel pieno rispetto delle norme
igienico-sanitarie vigenti e dovrà essere eseguito a regola d’arte sia per la qualità delle materie prime
utilizzate che per le modalità di esecuzione delle varie operazioni, nel rispetto dei tempi, delle procedure
gestionali richieste, delle garanzie igienico-sanitarie nonché delle garanzie sulla continuità del servizio.
La tutela del consumatore dovrà essere assicurata in applicazione della normativa vigente con particolare
riferimento alla sicurezza dei prodotti e alla visibilità dei prezzi. Per tutti i prodotti somministrati dovranno
essere chiaramente indicati ingredienti, prezzi e data di scadenza.
Il Gestore del bar dovrà garantire nell’esercizio dell’attività un adeguato livello di decoro nel rispetto
dell’immagine dell’Amministrazione.
La ditta concessionaria è direttamente responsabile di tutti i danni, derivanti da cause ad essa imputabili, di
qualunque natura, che risultino arrecati a persone, a beni mobili od immobili, sia dal proprio personale che
da terzi, in dipendenza di omissioni o negligenze nell'esecuzione del servizio.
A tal fine è a carico del concessionario l'obbligo di stipulare una polizza assicurativa (RCT,
Responsabilità Civile verso Terzi) con massimali congrui.
Nella polizza l’Istituto Scolastico deve essere espressamente considerato terzo.
Copia della polizza dovrà essere consegnata all’Istituto ai sensi dell’art. 50 del D.I. 44/2001 (“Uso
temporaneo e precario dell'edificio scolastico”).
Art. 7
MODALITA’ DI EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO – ORARI.
Fatto salvo quanto previsto dal precedente art. 2, il gestore dovrà erogare il servizio bar dal lunedì al sabato
osservando il seguente orario: dalle ore 8,00 alle ore 13,00 (ore 7,30: accesso del gestore nell’Istituto), salvo
diversi accordi con il Dirigente Scolastico, che potrà richiedere l’apertura fino alle 18,30 in occasione delle
attività istituzionali della scuola: scrutini, consigli di classe ecc.
Permane il diritto del Dirigente Scolastico di individuare dei momenti di chiusura, durante tali orari, a tutela
dello svolgimento delle attività didattiche.
L’accesso da parte del gestore al locale adibito al servizio bar sarà consentito esclusivamente nelle ore di
apertura dell’Istituto.
Per consentire l’accesso in caso di emergenza nei periodi di interruzione del servizio, le chiavi di tutti i locali
devono essere lasciate in copia, in busta sigillata e controfirmata in ogni lembo dal gestore, presso
l’Amministrazione Scolastica.
L’orario potrà essere modificato qualora la Scuola adotti orari diversi. Il gestore dovrà garantire, entro gli
orari di servizio su indicati, la piena disponibilità di tutti i generi di consumo necessari, garantendo fino
all’orario di chiusura un congruo quantitativo di generi alimentari.
E’ vietata la vendita di bevande alcoliche (anche in caso di contenuto di alcol minimo) e/o
superalcoliche e dei cd. “energy drink” o simili (in generale: tutte le bevande contenenti eccitanti e/o
alteranti anche in dose minima).
E’ vietato tenere deposito di materie infiammabili in quantità eccedente il fabbisogno giornaliero o materie
producenti esalazioni moleste, installare apparecchi ed altri oggetti di peso eccessivo, senza la preventiva
autorizzazione, esercitare nell’Istituto il servizio di ristoro non previsto nel capitolato e comunque rumoroso,
molesto o fonte di odori sgradevoli, esporre insegne, targhe o scritte sulle pareti esterne, interne o sulle
finestre, con esclusione del listino prezzi, senza la preventiva autorizzazione scritta del Dirigente Scolastico.
Il concessionario è tenuto a garantire comunque il servizio di ristoro per tutta la durata della concessione.
Al fine di assicurare la continuità del servizio stesso nell’evenienza del caso di malattia o grave impedimento
comprovato, il concessionario dovrà indicare il temporaneo sostituto, come soggetto idoneo che abbia i
requisiti richiesti dal presente atto.
Il concessionario rimarrà sempre e comunque unico responsabile nei confronti dell’Istituto, anche in caso di
inadempienza per fatti o cause di costui.
4
Art. 8
IGIENE E CONSERVAZIONE DEGLI ALIMENTI.
Il gestore dovrà provvedere alla conservazione di tutti i prodotti confezionati e non, rispettando
scrupolosamente le disposizioni vigenti in materia. I prodotti deteriorabili dovranno essere conservati in frigo
secondo le temperature previste dalla vigente normativa in materia. I residui alimentari e gli altri scarti della
produzione alimentare dovranno essere gestiti e trattati in base alla normativa in vigore e dovranno sostare
negli ambienti del bar non oltre il tempo necessario alla lavorazione, preparazione, somministrazione
quotidiana degli alimenti.
Art. 9
PERSONALE.
Qualora il concessionario si avvalga di proprio personale dovrà garantire che lo stesso sia qualificato, di
assoluta fiducia e di provata riservatezza, che osservi diligentemente tutte le norme e disposizioni generali
con particolare riferimento all’art. 5 del Decreto Legislativo n. 114 del 31/3/98. Il personale dovrà essere in
regola con la normative vigenti del C.C.N.L. di riferimento della categoria. Il gestore è tenuto all’osservanza
delle norme legislative e dei regolamenti vigenti in materia di igiene degli alimenti, di prevenzione degli
infortuni sul lavoro, di assicurazione degli operatori contro gli infortuni, delle assicurazioni sociali,
dell’inquadramento contrattuale, degli accordi sindacali nazionali e locali per il personale dipendente.
Ogni addetto in servizio dovrà essere munito delle autorizzazioni sanitarie previste e mantenere uno
standard elevato di igiene e pulizia personale. A richiesta del Capo d’Istituto, il gestore dovrà inoltre esibire i
libri paga e matricola del personale addetto e le ricevute dei versamenti contributivi prescritti dalle vigenti
disposizioni in materia.
Nessun rapporto di lavoro verrà ad instaurarsi tra l’Istituto e il personale addetto all’espletamento del servizio
bar, che lavorerà alle dirette dipendenze e sotto l’esclusiva responsabilità del gestore.
Il gestore è responsabile nei confronti sia dell’Amministrazione che dei terzi della tutela della sicurezza,
incolumità e salute dei lavoratori addetti al servizio. Esso è tenuto al rispetto delle disposizioni legislative e
regolamenti sulla sicurezza e igiene del lavoro, sia di carattere generale che specifico per l’ambiente in cui si
svolgono i lavori.
Il gestore deve fornire a tutto il personale indumenti di lavoro come prescritto dalle norme vigenti in materia
di igiene, abbigliamento e pulizia del personale (D.P.R. 327/80 art. 42), da indossare durante le ore di
servizio.
Dovranno essere previsti indumenti distinti per la preparazione e la distribuzione degli alimenti e per i
lavori di pulizia, in conformità della normativa vigente.
L’impresa deve osservare le disposizioni in materia di sicurezza del lavoro, di igiene del lavoro e di
prevenzione degli infortuni sul lavoro (D.P.R. 547/55, D.P.R. 303/56, D. Lgs 81/2008 e le direttive
89/392/CEE e 91/368/CEE), nonché le disposizioni in materia di assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro.
Art. 10
VARIAZIONI PER SOSPENSIONE DEL SERVIZIO E LAVORI STRAORDINARI.
La ditta non potrà avanzare eccezioni o pretese di sorta per eventuali sospensioni del servizio, dovute ad
eventi straordinari (a titolo meramente esemplificativo: sciopero del personale, proteste degli alunni,
assemblee, uscite didattiche di una o più classi, lavori di manutenzione, chiusura della scuola per ordinanza
del Sindaco ecc.).
Sarà cura della ditta acquisire dall’Amministrazione Scolastica le informazioni relative agli eventi di cui
all’elenco esemplificativo di cui sopra.
Alla ditta potrà essere richiesto di sostituire temporaneamente, in caso di lavori di manutenzione, ecc., il
normale servizio con la somministrazione di generi di bar trasportati dall’esterno.
Art. 11
CONTROLLI.
Il servizio sarà vigilato da una commissione paritetica nominata dal Consiglio di Istituto e presieduta dal
Dirigente Scolastico che potrà agire anche a seguito di segnalazioni da parte dell’utenza.
Detta commissione avrà la facoltà di effettuare verifiche periodiche a campione sulla qualità dei generi
venduti, sui prezzi praticati, sulla qualità del servizio svolto ed inoltre autonomamente chiedere al servizio
ASL competente di effettuare controlli in relazione al rispetto delle norme igieniche, modalità di svolgimento
del servizio, rispetto in materia di igiene degli alimenti previste dal D.L.vo 155/97, sicurezza dei dipendenti
della ditta in materia di tutela della salute negli ambienti di lavoro.
Qualora, a seguito delle suddette verifiche, dovessero emergere irregolarità o conclusioni negative
l’Amministrazione si riserva di adottare i provvedimenti del caso.
5
Art. 12
CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE.
La concessione sarà aggiudicata a favore dell’impresa che proporrà l’offerta economicamente più
vantaggiosa, valutata in base ai seguenti parametri:
1. Listino prezzi: da 0 a 50 punti;
2. Precedenti esperienze nell’ambito del settore da 0 a 25 punti;
3. Progetto di allestimento dei locali da 0 a 15 punti;
4. Modello organizzativo dell’attività proposta da 0 a 10 punti;
1) Punteggio relativo ai prezzi dei prodotti, punti da 0 a 50.
Al presente bando si allega un listino dei prodotti obbligatori con i coefficienti di ponderazione
(Allegato n. 2) sul quale verrà condotta la comparazione delle offerte.
Tutti i prodotti dovranno essere di marche conosciute a livello nazionale e reperibili facilmente nei
normali canali di distribuzione al pubblico, pena l’esclusione dalla gara.
Ai fini dell’aggiudicazione verrà effettuata la media aritmetica ponderata dei generi obbligatori di cui
all’Allegato n. 2, come di seguito indicato:
· si moltiplicherà il prezzo di ogni prodotto per il relativo coefficiente;
· si sommeranno tutti i valori risultati dalla moltiplicazione;
· si dividerà il valore somma per la somma totale dei coefficienti (70).
All’offerta economicamente più vantaggiosa, cioè con media aritmetica ponderata più bassa, verrà attribuito
il massimo punteggio (50 punti). Per le altre offerte il punteggio verrà valutato in modo inversamente
proporzionale rispetto all’offerta migliore secondo la seguente formula:
Migliore offerta x 50
Punteggio= ---------------------------------Offerta da valutare
2) Punteggio relativo a precedenti esperienze nell’ambito del settore, punti da 0 a 25.
Sulla base del curriculum presentato, punti 1 (uno) per ogni anno di attività nel settore bar- ristorazione
e nelle attività collegate, punti 2 (due) per ogni anno di attività nel settore scolastico.
Non saranno valutati periodi inferiori a sei mesi; per periodi superiori a sei mesi ma inferiori all’anno
verranno attribuiti punti 0,50.
I punteggi per attività diverse svolte contemporaneamente nello stesso periodo di tempo, potranno
essere cumulati.
La dichiarazione relativa alle precedenti esperienze nel settore bar- ristorazione e nelle attività
collegate andrà redatta compilando e sottoscrivendo l’apposito modulo allegato al presente bando
(Allegato n. 3).
3) Punteggio relativo al progetto di allestimento dei locali, punti da 0 a 15.
Il progetto di allestimento del punto di ristoro verrà sottoposto all’insindacabile giudizio della
Commissione che procederà alla valutazione delle offerte. Si terrà conto dei requisiti relativi
all’igiene e alla sicurezza previsti per legge, nonché delle esigenze del comune decoro e della
massima cura nella pulizia, nella manutenzione e nell’efficienza per l’esplicazione del servizio di
ristoro anche al fine di una corretta aereazione del bar per evitare sgradevoli immissioni nei locali
scolastici.
4) Punteggio relativo al Modello organizzativo dell’attività proposta, punti da 0 a 10.
Il progetto relativo al modello organizzativo verrà sottoposto all’insindacabile giudizio della
Commissione che procederà alla valutazione delle offerte.
Per la valutazione e l’assegnazione del punteggio è opportuna una descrizione del progetto di
gestione del servizio di ristoro che la ditta adotterà per l’esecuzione dei servizi di cui in concessione,
specificando il modello organizzativo, la quantità e le competenze professionali delle risorse
impegnate nel servizio.
Particolare attenzione sarà prestata alle modalità con cui la ditta intende impegnarsi nell’educazione
ad una corretta alimentazione ed al consumo di cibi e bevande sani.
CAPITOLATO.
Art. 13
INADEMPIENZE E CLAUSOLA RISOLUTIVA.
Qualora il servizio reso dal soggetto aggiudicatario risultasse inadeguato, l’Istituto formulerà i propri rilievi
scritti, la cui mancata ottemperanza potrà determinare la risoluzione del contratto per inadempienza. Le
prestazioni e/o le modalità di adempimento, alle quali viene attribuito carattere di essenzialità ai fini della
risoluzione contrattuale, sono così individuate:
o qualità del servizio e sua conformità a quanto prescritto dal presente capitolato;
o qualità degli alimenti distribuiti e qualità delle prestazioni;
o rispetto degli orari di apertura e chiusura dell’esercizio;
o esito positivo dei controlli effettuati dall’Amministrazione;
6
o qualità e stato di conservazione delle merci;
o igiene generale dei locali, delle attrezzature e del personale addetto;
o corretto uso dei locali, attrezzature e arredi;
o rispetto delle norme di sicurezza;
o impiego del personale corrispondente a quanto prescritto dal Capitolato;
o assenza anche di singoli episodi di sospensione, abbandono o mancata effettuazione del servizio da parte
del gestore;
o assenza di lamentele da parte dei consumatori sulla qualità e genuinità dei prodotti;
o astensione dal cedere o subappaltare il contratto;
o mantenimento della destinazione d’uso dei locali;
o assenza di ritardi o omissioni nel pagamento della indennità dovuta all’Amministrazione Provinciale;
o adempimento di tutti gli “Obblighi del concessionario” di cui all’art. successivo.
La mancata osservanza delle prestazioni e/o delle modalità di adempimento elencate nel presente articolo,
determinerà la risoluzione del contratto per inadempienza e l’obbligo in capo alla ditta di risarcire eventuali
danni subiti dal concedente e derivanti dal ricorso ad altro soggetto fornitore del servizio. L’Istituto ha facoltà
di esercitare i diritti indicati senza aver prima intimato o costituito in mora il fornitore e senza bisogno di
pronuncia giudiziaria; benefici ai quali la ditta aggiudicataria rinuncia con la stessa presentazione dell’offerta.
Art. 14
OBBLIGHI DEL CONCESSIONARIO.
Il concessionario si dovrà impegnare a rispettare le seguenti clausole contrattuali:
richiedere a propria cura e spese le prescritte autorizzazioni amministrative e sanitarie per l’attivazione del
posto di ristoro;
corrispondere il canone di locazione dello spazio adibito a posto di ristoro nella misura e con le modalità
fissate dall’amministrazione Provinciale di Roma;
fornitura e stoccaggio delle derrate alimentari;
fornitura di tutti i materiali di consumo occorrenti per l’espletamento del servizio;
provvedere a propria cura e spese alle modifiche da realizzare sui locali individuati per il posto di ristoro e
alla sistemazione dei locali adiacenti in uso all’Istituto; agli stigli dell’ambiente destinato a posto di ristoro, al
bancone e ad ogni altra attrezzatura necessaria, nonché a tutte le opere di muratura, idraulica, falegnameria,
ecc. che si rendessero necessarie alla struttura per il funzionamento del servizio. Tutti i lavori devono essere
eseguiti nel rispetto della normativa vigente e previa autorizzazione dell’amministrazione provinciale e
dell’Istituto. Tutte le opere eseguite saranno acquisite al patrimonio dell’Istituto senza che il concessionario
possa vantare diritto ad alcuna indennità;
sono a carico del concessionario tutte le spese inerenti all’esercizio, le tasse e le imposte dirette ed
indirette;
la retribuzione, completa degli elementi accessori ed aggiuntivi, da erogare al personale alle
proprie dipendenze ed i relativi oneri assicurativi, previdenziali e sociali;
il pagamento delle imposte e tasse comunque derivanti dalla gestione del servizio;
le spese per le autorizzazioni amministrative e sanitarie prescritte per l’attivazione del posto di
ristoro;
il concessionario sarà esclusivo responsabile della custodia e della conservazione degli attrezzi e dei
materiali ubicati nel posto di ristoro per furti, sottrazioni e danneggiamenti di qualsiasi genere.
L’Istituto è esonerato da ogni responsabilità per danni ed infortuni che possano derivare a persone e a cose
presenti nei locali;
esporre il listino prezzi praticato. Ogni variazione del listino prezzi o inserimento di nuove merci deve
essere autorizzata dal Dirigente Scolastico;
la pulizia, sanificazione e disinfestazione dei locali bar e dei locali adiacenti utilizzati dal gestore, nonché di
tutti gli impianti, apparecchiature, arredi e di tutte le attrezzature fisse e mobili, comprese le stoviglie
utilizzate per la preparazione e somministrazione degli alimenti e delle bevande;
la manutenzione ordinaria dei locali compresa almeno una tinteggiatura annuale delle pareti dei locali
riservati al pubblico e corridoio adiacente;
la manutenzione ordinaria e straordinaria delle attrezzature, degli arredi e di quant’altro necessario
per l’espletamento del servizio;
la raccolta ed il trasporto dei rifiuti, nel rispetto della vigente normativa in materia, derivanti dall’attività
espletata;
il trasporto, l’installazione, il collaudo, la messa in funzione, la manutenzione ordinaria e straordinaria di
tutte le apparecchiature ed attrezzature occorrenti per la gestione del bar.
Nel corso della vigenza contrattuale, il gestore dovrà altresì integrare e/o sostituire a proprie spese le
apparecchiature, attrezzature, arredi e stoviglie non più funzionanti con altri. L’Amministrazione è esonerata
da ogni responsabilità per l’uso improprio, i danneggiamenti, i furti delle attrezzature, arredi e stoviglie in
dotazione al bar;
tutte le procedure di controllo di qualità del servizio previste dal D.Lgs. 26/5/97 n. 155;
7
in generale, il rispetto di tutte le normative vigenti in materia e l’ottemperanza a eventuali prescrizioni,
contestazioni, multe, altre sanzioni ecc. che dovessero essere accertate da parte dei N.A.S. e/o altri servizi
di vigilanza. Il gestore dovrà essere munito dell’autorizzazione per l’apertura degli esercizi di
somministrazione al pubblico di alimenti e bevande previste dall’art. 3 della Legge 25/8/91 n. 287 e
successive modificazioni ed integrazioni, nonché delle autorizzazioni necessarie per l’esercizio dell’attività.
Tutte le spese necessarie per l’ottenimento delle predette autorizzazioni restano a carico esclusivo del
gestore;
le spese per il rispetto delle misure di prevenzione e protezione dei luoghi di lavoro previste dal D.L.vo
81/08;
ogni onere diretto e indiretto derivante dall’assunzione della gestione del bar ai sensi del presente
capitolato.
somministrare alimenti di prima qualità nel rispetto delle norme igienico-sanitarie stabilite dalla legge.
Qualora da accertamenti effettuati dall’autorità sanitaria competente si dovessero riscontrare anomalie gravi,
la concessione verrà immediatamente revocata;
garantire l’attivazione e la gestione del servizio nel rispetto degli orari di apertura e con le modalità e i
prodotti richiesti;
facilitare le ispezioni amministrative e/o tecniche che l’Istituto ritenga necessario effettuare per la
verifica del rispetto delle condizioni previste nella concessione;
comunicare all’Istituto i nominativi del personale effettivamente incaricato del servizio, il quale dovrà
essere fornito di tutte le certificazioni richieste a norma di legge e garantire la continuità nello svolgimento
del servizio. La scuola si riserva di accettare i nominativi proposti o eventuali cambiamenti, motivando
l’eventuale rifiuto;
accettare espressamente che le inadempienze continuate, comunque accertate, rispetto anche ad uno
solo dei punti del presente capitolato siano causa di revoca immediata della concessione senza comportare
l’esborso di indennizzi di nessun genere da parte dell’Istituto.
stipulare una polizza assicurativa, con compagnia di rilevanza nazionale, per un massimale congruo per
danni che dovessero derivare all’Istituto e/o a terzi, cose e persone, in relazione all’espletamento dell’attività
di cui alla convenzione;
entro 30 giorni dalla data di inizio del servizio il gestore deve presentare al Dirigente Scolastico il proprio
piano di sicurezza ai fini delle verifiche dei dati e degli adempimenti previsti dall’art. 7 D.Lgs 81/08 e
successive modificazioni ed integrazioni.
a tal fine il gestore dovrà procedere, ai sensi dell’art. 4 del D.Lgs 81/08, in collaborazione con il R.S.P.P.
dell’Istituto, ad una attenta visita dei locali e dei luoghi oggetto del servizio, ad una ponderata valutazione dei
rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori, all’individuazione di idonee misure di prevenzione e protezione
ed all’opportuna istruzione ed addestramento del personale tutto adibito al servizio che dovranno confluire
nel DPS dell’Istituto.
Il documento sulla valutazione dei rischi è in visione presso apposito albo situato nell’atrio dell’Istituto.
Art. 15
MODALITA’
DI
PRESENTAZIONE,
CRITERI
DI
AMMISSIBILITA’
DELLE
OFFERTE
E
DOCUMENTAZIONE.
La ditta concorrente redigerà la propria offerta tenendo conto di tutte le richieste e le indicazioni specificate
nel presente capitolato.
Il plico contenente le offerte (economica e tecnica) e la documentazione, sigillato e controfirmato sui lembi
di chiusura, andrà indirizzato, pena l’esclusione, al Dirigente Scolastico dell’I.I.S. di Via delle Scienze, via
della Scienza e della Tecnica, snc, 00034 Colleferro (Roma) e dovrà pervenire entro il termine perentorio
delle ore 12,00 del 31 marzo 2014, presso l’Ufficio del Protocollo, tramite raccomandata del servizio
postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, ovvero mediante consegna a mano all’Ufficio del
Protocollo. Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente. All’esterno del plico andrà
riportata la seguente dicitura: ” Contiene documenti e offerte della gara per la concessione del servizio
di bar interno”.
Scaduto il termine di cui sopra non sarà accettato altro plico contenente alcuna offerta. Le offerte pervenute
in ritardo, ancorché aggiuntive, migliorative o sostitutive di altra presentata in tempo utile, saranno
considerate nulle e quindi non aperte, ma conservate agli atti.
Il plico deve contenere al suo interno tre buste, a loro volta sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura
e recanti la dicitura rispettivamente:
I. “A – Documentazione”.
- In essa sarà contenuta l’Istanza di partecipazione e l’autocertificazione resa ai sensi degli artt. 46
e 47 del DPR 445/2000, sottoscritta dal titolare/legale rappresentante, con in allegato, pena
l’esclusione, copia di un valido documento di identità del sottoscrittore e il verbale del
sopralluogo di cui al precedente art. 5;
8
L’istanza di partecipazione e l’autocertificazione dovranno essere redatte compilando e sottoscrivendo
l’apposito modulo allegato al presente bando (Allegato n. 1) e dovranno contenere:
- L’esatta denominazione o ragione sociale dell’impresa, la sede legale, codice fiscale, partita IVA e
generalità del legale rappresentante;
- La dichiarazione di iscrizione alla CCIAA per lo svolgimento dell’attività specifica attinente la
presente concessione;
- La dichiarazione che la ditta è in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi
previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la legislazione vigente;
- L’ accettazione incondizionata del capitolato relativo alla concessione;
- La dichiarazione del rispetto degli obblighi di cui al D. Lgs. 255/97 (Documento di autocontrollo
HACCP);
- L’autorizzare, ai sensi della legge 196/2003, al trattamento dei dati personali ai fini connessi
all’espletamento delle procedure di gara;
- L’impegno a produrre, in caso di aggiudicazione, la prescritta autorizzazione sanitaria;
- L’impegno a produrre, in caso di aggiudicazione, il certificato antimafia;
- L’impegno a produrre, in caso di aggiudicazione, il certificato penale dei carichi pendenti;
- L’impegno a stipulare la polizza RCT prevista dal presente capitolato;
- L’impegno a pagare la tassa di concessione;
- L’impegno ad organizzare tutti i rinfreschi che dovessero essere richiesti dal D.S. nel corso dell’anno
scolastico in occasione di eventi e manifestazioni, fino ad un ammontare annuo massimo di € 2.500.
Tale impegno non farà sorgere in capo alla Ditta il diritto di opporsi a somministrazioni di bevande e
alimenti in occasione di feste o altre manifestazioni autogestite dagli alunni con prodotti fatti in casa
o comunque a spese degli alunni stessi e di non opporsi all’organizzazione di rinfreschi,
somministrazione di pasti e simili fatti in casa o che il Dirigente Scolastico decida di affidare a ditte
esterne in occasioni particolari, purché, in quest’ultimo caso, non si configuri una forma di
concorrenza con l’attività principale oggetto della concessione (gestione del bar interno nel corso
dello svolgimento dell’ordinaria attività didattica).
La documentazione attestante l’avvenuto adempimento degli obblighi assunti dalla ditta
aggiudicatrice con la sottoscrizione dell’Allegato n. 2 costituisce condizione necessaria per l’avvio
dell’attività.
II.
“B - Offerta economica”.
In essa andrà inserito il modulo “Offerta economica” (Allegato n. 2 al presente bando),
debitamente compilato e sottoscritto dal legale rappresentante della ditta. L’offerta economica
deve riportare i prezzi offerti in cifre e in lettere.
I prezzi dell’offerta devono essere comprensivi di ogni onere a carico del gestore e dell’IVA.
III. “C - Offerta tecnica”.
In essa andranno inseriti i seguenti documenti: - progetto informale di allestimento dei locali di
cui ai precedenti artt. 5 e 12; - relazione sul modello organizzativo di cui al precedente art. 12;
- dichiarazione relativa alle precedenti esperienze nel settore bar- ristorazione e nelle attività
collegate di cui al precedente art. 12, redatta compilando e sottoscrivendo l’apposito modulo
allegato al presente bando (Allegato n. 3).
Tutti i suddetti documenti dovranno essere debitamente datati e sottoscritti dal legale rappresentante
della ditta.
Art. 16
AGGIUDICAZIONE DELLA CONCESSIONE.
L’aggiudicazione della concessione avverrà anche in presenza di un solo preventivo.
Ai sensi dell’art. 81 del D.Lgs. 12/04/2006 n. 163 l’Istituto si riserva il diritto di non procedere
all’aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto del
contratto.
Decorsi i termini per la presentazione delle offerte, il Dirigente Scolastico nominerà una commissione,
presieduta dallo stesso o da un suo delegato.
Detta Commissione procederà all’apertura dei plichi e delle buste in essi contenuti.
La data di apertura delle buste, sarà fissata, con convocazione della Commissione da parte del
Dirigente Scolastico, successivamente alla data di scadenza della presentazione dei plichi.
L’avviso di convocazione sarà affisso all’albo e sul sito web dell’Istituto.
Tutti i partecipanti alla gara potranno assistere all’apertura delle buste.
Nella seduta pubblica la commissione si limiterà ad esaminare l’istanza di partecipazione prodotta da
ogni concorrente e relative dichiarazioni e allegati al fine valutarne la regolarità formale e di vistarle.
NON VERRANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE LE OFFERTE PRESENTATE DA DIPENDENTI
DELL'ISTITUTO E LORO PARENTI E AFFINI;
9
L’esame delle offerte e l’attribuzione dei punteggi ai fini della formulazione della graduatoria
saranno, invece, effettuati dalla commissione in una successiva seduta riservata.
Qualora una o più offerte dovessero presentare valori manifestatamene anomali rispetto alla media
delle altre offerte, la commissione ha facoltà di rigettare l'offerta/e con provvedimento motivato
escludendola/e dalla gara.
L’offerta deve rimanere valida almeno nove mesi dalla data di presentazione.
La quantificazione del punteggio complessivo da attribuire a ciascuna offerta sarà data dalla somma del
punteggio attribuito agli elementi esaminati.
In caso di offerte uguali (stesso punteggio finale), si procederà:
- in primis, alla richiesta di un miglioramento dell’offerta tra i concorrenti pari merito;
- in subordine, all’estrazione a sorte, in caso di ulteriore parità o se nessuno propone un’offerta migliorativa.
L’aggiudicazione della gara sarà effettuata dal Dirigente Scolastico in data da definirsi.
L’aggiudicazione sarà immediatamente impegnativa ma diventerà efficace solo se la verifica del
possesso dei requisiti prescritti avrà esito positivo.
La stipula del contratto avverrà non prima di trenta giorni da quando l’aggiudicazione diverrà
efficace ai sensi del comma precedente.
Il contratto sarà sottoposto alla clausola risolutiva del rispetto, da parte della ditta, del termine di cui
al precedente art. 5 (1° settembre 2014, prorogabile fino al 20 settembre 2014).
Successivamente all’aggiudicazione, l’esito della gara verrà affisso all’albo, pubblicato sul sito web
dell'I.I.S. di Via Delle Scienze e notificato al vincitore sia a mezzo di comunicazione telefonica sia in
forma scritta.
L’aggiudicazione passerà automaticamente alla successiva impresa nella graduatoria e così via sino
ad esaurimento della graduatoria medesima nel caso l’impresa risultata aggiudicataria non accetti
l’incarico, e/o non assolva a quanto previsto nel presente bando e nel capitolato.
Art. 17
SPESE CONTRATTUALI
Fanno carico al fornitore le tasse di bollo e di registrazione del contratto, le spese di scritturazione, copia,
ecc., nonché, ove sia fatto ricorso al notaio, le spese notarili.
Art. 18
CONTRASTO DI NORMATIVE E NORMA DI RINVIO.
In caso di difformità tra le norme del capitolato e quelle degli atti del procedimento, si applica la norma più
favorevole per l’Amministrazione.
Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente capitolato, si rinvia alle disposizioni contenute
nella normativa comunitaria, statale e regionale vigente oltre che nel Codice Civile.
Art. 19
NORME FINALI.
Non saranno ammesse offerte condizionate o per terzi da nominare. La presentazione delle offerte, per le
ditte partecipanti, implica l’accettazione incondizionata di tutte le clausole, norme e condizioni contenute nel
presente capitolato, il quale dovrà essere restituito controfirmato in segno di conferma e accettazione.
Saranno, altresì, approvate le condizioni previste dal disposto di cui all’art. 1341 del C.C. previste nel
presente capitolato; l’accettazione incondizionata e senza riserve delle clausole di cui all’art 1341 del C.C. si
intende soddisfatta mediante la controfirma in calce del presente capitolato. Non sono opponibili intese a
qualsiasi titolo e con chiunque verbalmente intercorse.
Tutti gli atti della gara saranno resi noti esclusivamente con la loro pubblicazione all’Albo Pretorio della
scuola e del sito web dell’Istituto (www.marconicolleferro.it).
Art. 20
FORO COMPETENTE.
Le parti contraenti per qualsiasi controversia riconoscono il Foro di Velletri come unico competente.
Il presente bando viene affisso all’Albo della scuola in data 10 marzo 2014, contestualmente
pubblicato sul sito web www.marconicolleferro.it e trasmesso per l’affissione a tutti gli Istituti
Secondari della Provincia di Roma; all’Amm.ne Provinciale di Roma; al Comune di Colleferro e alla
Camera di Commercio di Roma.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
(prof. Antonio Sapone)
10
ALLEGATO N. 1: ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E AUTOCERTIFICAZIONE
Il sottoscritto ________________________________________________________, titolare/ legale
rappresentante della ditta ______________________________________________________, con
sede legale in ______________________, via ________________________ e sede amm.va in __
_____________________________, via ______________________________________________,
Codice Fiscale _____________________________, Partita I.V.A. __________________________,
CHIEDE
di partecipare alla gara PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL BAR INTERNO
ALL’I.I.S. DI VIA DELLE SCIENZE, COLLEFERRO.
A tal uopo, consapevole delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazione mendace,
DICHIARA
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 e in ottemperanza a quanto previsto all’art. 15, punto 1) del
bando di gara per la gestione del servizio di bar interno c/o l’Istituto, quanto segue:
-
-
-
-
Che la ditta è iscritta alla CCIAA di _________________________ per lo svolgimento dell’attività
specifica attinente la presente concessione;
Che la ditta è in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed
assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la legislazione vigente;
Di accettare incondizionatamente il capitolato relativo alla concessione;
Che la ditta è in regola con gli obblighi di cui al D. Lgs. 255/97 (Documento di autocontrollo HACCP);
Di autorizzare, ai sensi della legge 196/2003, al trattamento dei dati personali ai fini connessi
all’espletamento delle procedure di gara;
Di impegnarsi a produrre, in caso di aggiudicazione, la prescritta autorizzazione sanitaria;
Di impegnarsi a produrre, in caso di aggiudicazione, il certificato antimafia;
Di impegnarsi a produrre, in caso di aggiudicazione, il certificato penale dei carichi pendenti;
Di impegnarsi a stipulare, in caso di aggiudicazione, la polizza RCT prevista dal presente capitolato;
Di impegnarsi a pagare la tassa di concessione;
Di impegnarsi ad organizzare tutti i rinfreschi che dovessero essere richiesti dal D.S. nel corso
dell’anno scolastico in occasione di eventi e manifestazioni, fino ad un ammontare annuo massimo
di € 2.500.
Di essere consapevole che tale impegno non farà sorgere in capo alla Ditta il diritto di opporsi a
somministrazioni di bevande e alimenti in occasione di feste o altre manifestazioni autogestite dagli
alunni con prodotti fatti in casa o comunque a spese degli alunni stessi e di non opporsi
all’organizzazione di rinfreschi, somministrazione di pasti e simili fatti in casa o che il Dirigente
Scolastico decida di affidare a ditte esterne in occasioni particolari, purché, in quest’ultimo caso, non
si configuri una forma di concorrenza con l’attività principale oggetto della concessione (gestione del
bar interno nel corso dello svolgimento dell’ordinaria attività didattica).
Di essere consapevole che il possesso della documentazione attestante l’avvenuto adempimento
degli obblighi assunti dalla ditta aggiudicatrice con la sottoscrizione del presente Allegato n. 2
costituisce condizione necessaria per l’avvio dell’attività e che, pertanto, la mancanza anche di uno
solo di essi determinerà l’inefficacia dell’aggiudicazione che passerà automaticamente alla
successiva impresa nella graduatoria e così via sino ad esaurimento della graduatoria medesima.
Di essere consapevole che analogamente si procederà nel caso in cui l’impresa risultata
aggiudicataria non accetti l’incarico, e/o non assolva a quanto previsto nel bando e nel capitolato.
Di allegare alla presente, pena l’esclusione:
1. copia di un valido documento di identità del sottoscritto;
2. verbale del sopralluogo di cui all’art. 5 del bando;
Luogo e data, ____________________
(timbro impresa e firma del legale rappresentante)
___________________________________________
11
ALLEGATO N. 2: PRODOTTI OBBLIGATORI
Caffè espresso
Espresso decaffeinato
Espresso d’orzo
The caldo/Tisana
Camomilla calda
Cioccolata calda
Cappuccino
Latte macchiato
Acqua minerale al bicchiere
Acqua minerale naturale o frizzante
Bibita in lattina
The pesca/limone in lattina
Succo di frutta
Spremuta agrumi
Yogurt magro/intero/alla frutta
Cornetti freschi vuoti
Cornetti freschi farciti
PANINO con:
prosciutto cotto
prosciutto crudo
salame
speck
mortadella
prosciutto cotto e formaggio
prosciutto cotto, pomodoro e insalata
mozzarella e pomodoro
tonno e pomodoro
PIADINA con:
prosciutto cotto e formaggio
prosciutto crudo e formaggio
speck e formaggio
PIZZETTA rossa
PIZZETTA bianca
PIZZETTA ripiena
TOAST prosciutto cotto e formaggio
TOAST farcitura varia
CONTENUTO
MARCA
PREZZO
in €
(cifre)
PREZZO
in euro
(lettere)
COEFFICIENTE
DESCRIZIONE
20 cl.
50 cl.
33 cl.
33 cl.
125 ml.
20 cl.
125 gr.
60 gr.
70 gr.
3
2
1
2
1
2
3
2
1
3
3
2
1
1
1
3
3
40 gr.
40 gr.
40 gr.
40 gr.
40 gr.
80 gr.
80 gr.
80 gr.
60 gr.
3
3
3
3
1
1
3
2
2
80 gr.
80 gr.
80 gr.
130/150 gr. ca.
130/150 gr. ca.
130/150 gr. ca.
+40 gr.
di ripieno
40 gr.
(il ripieno)
40 gr.
(il ripieno)
2
2
2
2
2
2
1
1
TRAMEZZINI assortiti
TOTALE
1
70
(timbro impresa e firma del legale rappresentante)
___________________________________________
12
ALLEGATO N. 3: DICHIARAZIONE RELATIVA ALLE PRECEDENTI ESPERIENZE NEL SETTORE BARRISTORAZIONE E NELLE ATTIVITA’ CONNESSE
Il sottoscritto ________________________________________________________, titolare/ legale
rappresentante della ditta ______________________________________________________, con
sede legale in ______________________, via ________________________ e sede amm.va in __
_____________________________, via ______________________________________________,
Codice Fiscale _____________________________, Partita I.V.A. __________________________,
consapevole delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazione mendace,
DICHIARA
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 e ai fini dell’attribuzione del punteggio di cui all’art. 12, punto 2)
del bando di gara per la gestione del servizio bar interno c/o l’Istituto, di aver svolto le seguenti attività nel
settore bar- ristorazione e/o in attività collegate:
1. dal _________ al _________(descrizione) __________________________________________________
2. dal _________ al _________ (descrizione) __________________________________________________
3. dal _________ al _________ (descrizione) __________________________________________________
4. dal _________ al _________ (descrizione) __________________________________________________
5. dal _________ al _________ (descrizione) __________________________________________________
6. dal _________ al _________ (descrizione) __________________________________________________
7. dal _________ al _________ (descrizione) __________________________________________________
8. dal _________ al _________ (descrizione) __________________________________________________
9. dal _________ al _________ (descrizione) __________________________________________________
10. dal _________ al ________ (descrizione) __________________________________________________
Luogo e data, ____________________
(timbro impresa e firma del legale rappresentante)
__________________________________________
13
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
130 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content