close

Enter

Log in using OpenID

Associazioni - Unione Commercianti di Piacenza

embedDownload
anno LVII - n. 2 - FEBBRAIO 2014
UNIONE COMMERCIANTI PIACENZA
Abbonamento annuo 5.50 euro - Spedizione in abbonamento postale 45% - art. 2, comma 20/b Legge 662/1996
UNIONE COMMERCIANTI PIACENZA
Associazioni:
ognuno eserciti
le sue competenze
SOTTO
R ULBAR. I. .C AL E N T E
EXPO la svolta per
Piacenza?
L
ALFREDO PARIETTI
Presidente dell’Unione
Commercianti di Piacenza
a discesa in picchiata sembrerebbe essersi interrotta e la
sensazione di aver toccato finalmente il fondo e, quindi,
risalire è la speranza che ci sta facendo continuare nel lavoro quotidiano. Il crollo dei consumi che in modo inesorabile
ha contraddistinto gli ultimi tre anni si è arrestato ed il mese
di dicembre ha manifestato segnali, pur timidi, di una piccola
ripresa. Il primo appuntamento che nell’anno appena iniziato
fa da “cartina tornasole” sono i saldi, un banco di prova per le
nostre imprese. Gli sconti elevati proposti nei negozi, con tagli
ai prezzi di cartellino tra il 30 ed il 40%, e la professionalità
degli operatori sono un segnale significativo della volontà di
mettercela tutta per dare una mano alla ripresa. Certo non è il
massimo per un dettagliante del commercio affidarsi all’andamento dei saldi, ma questo è il vero contesto in cui, suo malgrado, si trova ad operare, un contesto difficile dove assistiamo
al massimo impegno degli imprenditori che stanno investendo ogni possibile e residua energia rimasta. In questo scenario
forti sono altresì le aspettative che i commercianti si attendono
dallo Stato, provvedimenti certi nei contenuti, ma soprattutto
nella tempistica, riduzione degli sprechi, lotta alla corruzione,
maggiore attenzione alla progettazione ed alla programmazione; tutto questo con il preciso obiettivo di creare un contesto
nuovo e favorevole che possa essere stimolo di fiducia nel consumatore e spingere l’economia reale alla crescita. Noi commercianti non siamo abituati a guardare indietro, se non per
andare incontro al futuro con nuove idee e nuove strategie, ma
ognuno deve necessariamente fare la sua parte ed il Governo
deve venire incontro alle imprese che hanno dato sinora prova
della loro tenacia e della loro capacità di fare sacrifici. Il 2014 è
anche l’anno decisivo per prepararsi all’EXPO 2015, un’ Esposizione universale che può rappresentare una svolta per il nostro territorio. Piacenza si misurerà presto con l’EXPO e dovrà
approfittare della sua collocazione geografica per attrarre sul
territorio il più possibile dei visitatori e farsi conoscere non
solo nell’arco della durata di EXPO 2015, ma anche e soprattutto per il dopo. Siamo la porta dell’Emilia Romagna, non possiamo permetterci di perdere una così importante occasione
per farci conoscere, farci apprezzare, fare gustare i nostri prodotti D.O.P. la nostra cultura e le nostre bellezze ambientali.
Noi di Unione Commercianti siamo pronti e stiamo collaborando sui vari tavoli perché la “Cenerentola” dell’Emilia Romagna diventi la “Principessa” corteggiata da tutti.
febbraio 2014 3
SOMMARIO
NUMERO 2 FEBBRAIO 2014
UNIONE COMMERCIANTI PIACENZA
Mensile dell’Unione Commercianti, del Turismo
e dei Servizi della Provincia di Piacenza
EDITORE
Unione Commercianti di Piacenza
DIRETTORE RESPONSABILE
Giovanni Struzzola
COORDINAMENTO EDITORIALE
[email protected]
HANNO COLLABORATO
Giuseppe Accordino, Alberto Malvicini,
Alessia Pelò, Ernesto Torretta
FOTOGRAFIA
Archivio fotografico Unione
Commercianti di Piacenza
In copertina Foto di Carlo Pagani
Archivio immagini Provincia di Piacenza.
STAMPA
Grafiche Cesina
CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ
Grafiche Cesina - Strada Malpaga, 8
29010 Calendasco (PC) - Tel. 0523 768301
Referente: Roberta Ticchi
Tel. 340 8274713 - [email protected]
La rivista è stata consegnata in posta il giorno 11 Febbraio 2014
Numero ROC 126 del 10/09/1957
ASSOCIATI ALL’USPI
Unione Stampa Periodica Italiana
www.uspi.it
La rivista è leggibile anche sul sito
www.unionecommerciantipc.it
3
5
7
8
SOTTO LA... LENTE
- EXPO la svolta per Piacenza?
L’EDITORIALE DEL DIRETTORE
- Associazioni: ognuno eserciti le sue competenze
L’AVVOCATO RISPONDE
- Il ristoratore che non indica gli alimenti surgelati risponde di frode
CAF IMPRESE UNCOM
11
NOTIZIE DAL CENTRO STORICO DI PIACENZA
12
NEWS
TUTTO ASSOCIATI
13
- Associazione Piacentina Gioiellieri e Orefici informa gli associati
- Legge Hobbisti, FIVA: andiamo avanti senza modifiche
14
LE NOSTRE CATEGORIE
- Aumenti ENASARCO
- Per gli Agenti FNAARC credito garantito
- SISTRI: nuovo slittamento
- FIVA - Ambulanti Piacenza
- Dichiarazione annuale delle emissioni in atmosfera. Scadenza 31 Maggio 2014
- ISI: imposta annuale sugli apparecchi da divertimento ed intrattenimento
16
50&PIÙ PIACENZA
- PREMIAZIONI “MAESTRI DEL COMMERCIO” ultime occasioni per inviare l’adesione
17
18
ENASCO
- Proroga dell’indennizzo per cessazione attività commerciale
- Nuovo ufficio a Bobbio
ISCOM E.R.
20
LE NOSTRE CONVENZIONI
BREVI
22
- L’Unione incontra i Commercianti di Podenzano
- L’Unione Commercianti sempre più vicino agli associati
per la tua pubblicità
su questa rivista ...
Roberta Ticchi
Tel. 340/8274713
[email protected]
Uffici e stabilimento: CALENDASCO (PC)
Strada Malpaga, 8 - Zona Ind. Ponte Trebbia
Tel. 0523. 768301 - Fax 0523. 768392
e-mail: [email protected]
snc
E DR IUTBORRIICAAL E
Associazioni: ognuno eserciti
le sue competenze
N
GIOVANNI STRUZZOLA
Direttore
Unione Commercianti di Piacenza
egli ultimi anni si è evidenziato un forte dibattito sulla crisi della democrazia rappresentativa che ha investito l’Europa ed, in modo significativo l’Italia, dove sono
in via di sperimentazione nuove forme di maggiore coinvolgimento dei cittadini
e dei corpi intermedi quali i sindacati ed le associazioni di categoria. Sono quindi in atto
iniziative di partecipazione volte ad affiancare ai tradizionali organi istituzionali, assemblee ed altre forme consultive che vedono coinvolte nuove figure e nuovi modelli, a metà
tra la democrazia rappresentativa e quella diretta e che prende oggi il nome di democrazia
partecipativa. Inoltre, il perdurare della crisi economica nel nostro paese sta mettendo a
“nudo” tutte le inefficienze sia strutturali che strategiche di cui soffre il nostro paese, compromettendo la sopravvivenza di interi comparti economici un tempo fiore all’occhiello della nostra economia. Ogni giorno contiamo numerose cessazioni, la dove la nostra
economia era particolarmente ferrata, ovvero nelle piccole imprese del mondo artigiano,
del commercio, del turismo e dei servizi. In questo contesto, alcune associazione, stanno
operando cercando di valorizzare al massimo la delega che è stata concessa da migliaia
di colleghi imprenditori, un compito già difficile in partenza ed oggi ancora di più, considerato la debolezza della democrazia partecipativa. Le imprese che quotidianamente rappresentiamo hanno necessità di strumenti concreti per poter investire nell’innovazione e
per fare rete e, sempre più denunciano una politica creditizia che non li supporta nei loro
investimenti, mortificando, in questo modo, la necessità di cambiamento, che l’attuale
momento richiede. Un serio esame di coscienza risulta quindi opportuno anche per le
Associazioni di categoria, soprattutto per quanto concerne la rappresentanza ed anche
per esse appare importante avviarsi verso un cambiamento di strategia che tenga conto
delle modifiche intervenute nella società e nell’economia in questo ultimo decennio. C’è
convinzione che, oggi più che mai, i corpi intermedi devono tendere verso una rappresentanza unica che miri alla tutela dell’impresa e dell’imprenditore “tout court” e non farsi
tentare, invece, da invasioni di campo utili solamente a confondere maggiormente i propri soci e non certamente ad assisterli al meglio. La velocità dei cambiamenti, il ricambio
generazionale nelle imprese evidenzia sempre più, come la fidelizzazione di un associato
non risulti più essere quella che era con la classe imprenditoriale che ha operato dal dopoguerra fino agli anni ottanta. Oggi il socio lo fidelizzi solamente nel momento in cui operi
con un prodotto di qualità e con un giusto rapporto qualità prezzo e nel campo sindacale
facendogli percepire di essere veramente tutelato nei suoi legittimi interessi a tutto vantaggio della sua attività e della sa impresa. Le Associazioni più attente e lungimiranti, dovrebbero seriamente riflettere sulla necessità di una loro trasformazione che potrebbe trovare
in un futuro prossimo, la soluzione nel progetto di una rappresentanza unica a tutela dell’
impresa. Al contrario, in alcune di esse purtroppo, si assiste a fenomeni di gemmazione di
rappresentanza nella stessa Associazione, cosa questa che in molti casi disorienta gli stessi
imprenditori che non riescono a comprendere chi e, con quale competenza si estrinseca
l’opera della propria Associazione di appartenenza. Il futuro non potrà essere quello dei
frazionamenti e delle “invasioni di campo” ma, certamente quello dell’abbattimento degli
steccati tra le varie categoria ed un nuovo modo moderno ed innovativo di operare come
un’unica filiera allo scopo di far crescere le nostre imprese, l’occupazione e l’economia italiana. L’azienda non dovrà più essere considerata solo come una cosa propria dell’imprenditore o dell’Associazione, ma un elemento vitale della società moderna che unitamente
ad altri soggetti legittimati deve ripensare e progettare un futuro migliore.
febbraio 2014 5
E.Bi.Ter.
Ente Bilaterale Terziario Piacenza
Promosso da: UNIONE COMMERCIANTI
CONFCOMMERCIO - CONFESERCENTI
FILCAMS CGIL - FISASCAT CISL - UILTuCS UIL
Lavori nel COMMERCIO?
L’Ente Bilaterale TI RIMBORSA
AI
LAVORATORI DIPENDENTI
ACQUISTO LIBRI SCOLASTICI SCUOLA SECONDARIA
SUPERIORE PER I FIGLI DEI LAVORATORI DIPENDENTI:
CONTRIBUTO SINO AD UN MASSIMO DI € 100,00
ALL’ANNO.
BORSE DI STUDIO AI FIGLI DEI LAVORATORI
DIPENDENTI FREQUENTANTI LA SCUOLA
SECONDARIA SUPERIORE:
CONTRIBUTO DA € 250,00 AD € 500,00 ALL’ANNO.
ACQUISTO PROTESI OCULISTICHE: CONTRIBUTO AL
LAVORATORE DIPENDENTE DEL 20%
DELL’IMPORTO DELLE LENTI CON UN MASSIMO DI
€ 100,00 ALL’ANNO.
ASTENSIONE FACOLTATIVA POST MATERNITÀ:
CONTRIBUTO DI € 15 AL GIORNO PER MAX 3 MESI.
SPESE ASSISTENZA FIGLI DISABILI:
CONTRIBUTO UNA TANTUM € 800,00.
ALLE
AZIENDE
FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO.
VISTI DI CONFORMITÀ ALL’ASSUNZIONE DI
APPRENDISTI.
COMMISSIONI CONCILIAZIONI E ARBITRATO.
COMMISSIONI INSTALLAZIONE TELECAMERE
SORVEGLIANZA.
CONTRIBUTO LAVORATORI LICENZIATI PER
GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO E PRIVI DEL
DIRITTO ALLA INDENNITÀ DI MOBILITÀ.
Per informazioni: EBITER PIACENZA
Via Prevostura, 62 - 29121 Piacenza - Tel. 0523.321333
www.ebiterpc.it - [email protected]
Trovi le condizioni di accesso alle erogazioni
e la modulistica necessaria sul sito web
www.ebiterpc.it
Lavori nel TURISMO?
L’Ente Bilaterale TI RIMBORSA
AI
LAVORATORI DIPENDENTI
CONTRIBUTO PER FREQUENZA DEI FIGLI AI CENTRI
ESTIVI.
CONTRIBUTO LIBRI DI TESTO PER I FIGLI.
CONTRIBUTO SPESE SANITARIE FIGLI DISABILI.
CONTRIBUTO INSERIMENTO FIGLI AL NIDO O
SCUOLA MATERNA.
CONTRIBUTO CONGEDI PARENTALI PER MALATTIA
DEI FIGLI.
CONTRIBUTO LAVORATRICI MADRI IN ASPETTATIVA
NON RETRIBUITA.
ALLE
FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO LAVORATORI E
TITOLARI.
CONTRIBUTO LAVORATORI LICENZIATI PER
GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO E PRIVI DEL
DIRITTO ALL’INDENNITÀ DI MOBILITÀ.
VISTI DI CONFORMITÀ ALL’ASSUNZIONE DI
APPRENDISTI.
Trovi le condizioni di accesso alle erogazioni
e la modulistica necessaria sul sito web
www.eburt.it
Via Prevostura, 62
29121 Piacenza
Tel. e Fax 0523.321333
www.ebiter.it
UNIONE COMMERCIANTI PIACENZA - FILCAMS CGIL FISASCAT CISL - UILTUCS UIL
AZIENDE
Centro Servizi Territoriali
EBURT - Piacenza
Per informazioni: CST EBURT PIACENZA
Via Prevostura, 62 - 29121 Piacenza
Tel. e Fax 0523.321333
L’organismo Paritetico Provinciale svolge i compiti previsti dal DLgs 9 Aprile 2008, n. 81,
integrato con DLgs 3 Agosto 2009, n. 106. In particolare:
FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO IN MATERIA DI PREVENZIONE
INFORTUNI SUL LAVORO.
SUPPORTO ALLE DITTE CON LA FIGURA DELL’RLST
(RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
TERRITORIALE) E FORMAZIONE RLS AZIENDALI.
AVVALLO DELLA FORMAZIONE GENERALE IN MATERIA DI SICUREZZA
COME PREVISTO DALL’ACCORDO CONFERENZA STATO REGIONI DEL
21.12.2011.
L’ A V V O C
RA
U TB OR I RC IAS P O N D E
Il ristoratore che non
indica gli alimenti surgelati
risponde di frode.
I
GIUSEPPE ACCORDINO
Avvocato
Legale Unione Commercianti
di Piacenza
l ristoratore che non indica nel menù gli alimenti congelati utilizzati in cucina, risponde penalmente per frode in commercio, essendo
del tutto irrilevante l’inizio di un’effettiva contrattazione con i clienti. E’ il principio espresso dalla Suprema Corte con la sentenza n. 44643
del 05.11.2013. La vicenda vedeva imputati i titolari di un esercizio per la
somministrazione di cibi e bevande per avere compiuto atti idonei diretti
in modo non equivoco a consegnare agli acquirenti sostanze alimentari
diverse da quelle indicate nella lista dlele vivande ed, in particolare, cibi
congelati, benchè detta qualità non fosse indicata nella predetta lista. Il
Giudice di primo grado aveva escluso che la mera detenzione all’interno di un frigorifero di merce congelata e la mancata indicazione nella lista delle vivande di detta qualità integrasse la fattispecie degli atti diretti
in modo non equivoco alla vendita fraudolenta. Impugnata la sentenza
dal Procuratore Generale, la Corte di Appello ha, invece, affermato che
la descritta condotta integra l’ipotesi del tentativo di frode in commercio, osservando che l’inserimento degli alimenti congelati nel menù, senza la menzione della indicata qualità, costituisce un’offerta al pubblico,
in quanto tale non revocabile, con la conseguente idoneità della stessa
a determinare il conseguimento del risultato illecito. Gli imputati hanno
proposto ricorso avverso la predetta sentenza, denunciando vizi di motivazione e violazione di legge. La Suprema Corte ha rigettato il ricorso
degli imputati, confermando la sentenza di condanna della Corte di Appello, rilevando che il contrasto interpretativo in ordine alla configurabilità del tentativo di frode in commercio nella fattispecie in esame, risulta definitivamente superato dalla giurisprudenza più recente, ma ormai
consolidata, di legittimità, secondo la quale “ anche la mera disponibilità
di alimenti surgelati, non indicati come tali nel menù, nella cucina di un
ristorante, configura il tentativo di frode in commercio, indipendentemente dall’inizio di una concreta contrattazione con il singolo avventore”
(Cass. n. 6885 del 18.11.2008; Cass. n. 10145/2002; Cass. n. 14806/2004;
Cass. n. 24190/2005), orientamento dal quale la Suprema Corte non ritiene di discostarsi. Osserva, ancora, la Suprema Corte che la questione
civilistica della cosiddetta offerta al pubblico, non revocabile se non con
le medesime forme, di cui trattano la sentenza impugnata e il ricorso degli
imputati per contestarne le affermazioni, non appare affatto dirimente,
nè rilevante, ai fini della configurabilità del tentativo. Infatti, la questione
della revocabilità dell’offerta contenuta nel menu può assumere rilevanza
solo ai fini della configurabilità della desistenza, atta ad escludere il reato
nell’ipotesi in cui il ristoratore, a seguito della richiesta del cliente di una
determinata pietanza, rifiuti di consegnare l’aliud pro alio, ma non incide
sul perfezionamento della fattispecie del tentativo, che si consuma con
la mancata indicazione nel menu della qualità degli alimenti surgelati o
congelati.
febbraio 2014 7
C A F I MRPURBERSI EC AU N C O M
FEBBRAIO 2014
17 FEBBRAIO 2014
IVA LIQUIDAZIONE MENSILE E TRIMESTRALE “SPECIALE”
• Liquidazione IVA riferita a gennaio e versamento dell’imposta
dovuta;
• Liquidazione IVA riferita al quarto trimestre 2013 da parte dei
contribuenti “speciali” e versamento dell’imposta dovuta considerando l’eventuale acconto già versato.
IVA DICHIARAZIONI D’INTENTO
Invio telematico della comunicazione dei dati relativi alle dichiarazioni d’intento ricevute:
• per le quali sono state emesse “per la prima volta” fatture
senza IVA registrate per il quarto trimestre 2013 (soggetti trimestrali “speciali”);
• per le quali sono state emesse “per la prima volta” fatture
senza IVA registrate per il mese di gennaio (soggetti mensili).
Tale termine va inteso quale “termine ultimo” e pertanto la comunicazione può essere inviata anche in un momento antecedente
ancorché nel mese / trimestre non sia stata emessa alcuna fattura connessa con le dichiarazioni d’intento ricevute.
IRPEF - RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI
Versamento delle ritenute operate a gennaio relative a redditi di
lavoro dipendente e assimilati (collaboratori coordinati e continuativi / a progetto – codice tributo 1004).
IRPEF - RITENUTE ALLA FONTE SU REDDITI DI LAVORO
AUTONOMO
Versamento delle ritenute operate a gennaio per redditi di lavoro
autonomo (codice tributo 1040).
IRPEF - ALTRE RITENUTE ALLA FONTE
Versamento delle ritenute operate a gennaio relative a:
• rapporti di commissione, agenzia, mediazione e rappresentanza di commercio (codice tributo 1038);
• utilizzazioni di marchi e opere dell’ingegno (codice tributo
1040);
• contratti di associazione in partecipazione con apporto di lavoro (codice tributo 1040) e con apporto di capitale o misto
(codice tributo 1030) se l’ammontare dell’apporto è non superiore al 25% del patrimonio netto dell’associante risultante
dall’ultimo bilancio.
INPS - DIPENDENTI
Versamento dei contributi previdenziali relativi al personale
dipendente, per le retribuzioni maturate nel periodo di paga di
gennaio.
INPS - GESTIONE SEPARATA
Versamento del contributo del 22% o 27,72% da parte dei
committenti, sui compensi corrisposti a gennaio a collaboratori
coordinati e continuativi, lavoratori a progetto, collaboratori occasionali, nonché incaricati alla vendita a domicilio e lavoratori
autonomi occasionali (compenso superiore a € 5.000).
Versamento da parte dell’associante del contributo dovuto sui
compensi corrisposti a gennaio agli associati in partecipazione
con apporto esclusivo di lavoro, nella misura del 22% ovvero
27,72% (soggetti non pensionati e non iscritti ad altra forma di
previdenza).
INPS CONTRIBUTI IVS
Versamento della quarta rata fissa 2013 dei contributi previdenziali sul reddito minimale da parte dei soggetti iscritti alla
gestione IVS commercianti – artigiani.
25 FEBBRAIO 2014
IVA COMUNITARIA ELENCHI INTRASTAT MENSILI
Presentazione in via telematica degli elenchi riepilogativi delle
cessioni di beni / servizi resi e degli acquisti di beni / servizi
ricevuti, registrati o soggetti a registrazione, relativi a gennaio
(soggetti mensili).
28 FEBBRAIO 2014
CERTIFICAZIONE COMPENSI E PROVVIGIONI
Consegna ai percettori di compensi di lavoro autonomo e di
provvigioni della certificazione attestante i compensi / provvigioni
corrisposte e le ritenute effettuate nel 2013.
CERTIFICAZIONE UTILI
Consegna ai soci della certificazione delle somme corrisposte
nel 2013 da parte di società di capitali (srl, spa, ecc.) a titolo di
dividendo / utile.
La certificazione è necessaria anche per i compensi corrisposti
nel 2013 ad associati in partecipazione con apporto di capitale
o misto.
IVA COMUNICAZIONE DATI
Presentazione in via telematica, diretta o tramite intermediario
abilitato, della comunicazione dati IVA riferita al 2013. Si rammenta che tra i soggetti esonerati sono ricompresi coloro che
presentano nel mese di febbraio la dichiarazione IVA relativa al
2013.
IVA ELENCHI “BLACK LIST” MENSILI
Invio telematico della comunicazione delle operazioni, registrate
o soggette a registrazione, con soggetti aventi sede, residenza o
domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata per le operazioni registrate o soggette a registrazione, di importo superiore a € 500,
relative al mese di gennaio (soggetti mensili).
IVA ACQUISTI DA SAN MARINO
Invio telematico della comunicazione degli acquisti con operatori
economici aventi sede a San Marino, annotati a gennaio.
La pesatura
VENDITA E RIPARAZIONE: BILANCE, AFFETTA SALUMI, STADERE A PONTE IN BILICO, LAVASTOVIGLIE,
CUCINE - ATTREZZATURE INDUSTRIALI PER RISTORANTI, BAR, NEGOZI, MENSE, COMUNITA’
Bilanciai Associati è in grado di
fornire, installare ed assistere una
vasta gamma di pese.
LABORATORIO METROLOGICO BAGI 1968
abilitato per le verifiche periodiche
su strumenti per pesare.
(Aut. n. 29 del 22/02/09 della CCIAA di Piacenza)
Bilanciai Associati Grandi Impianti srl
29100 Piacenza - Viale dell’Industria, 74-76 - Tel. 0523 590256 - Fax 0523 590701 - E-mail: [email protected]
C A F I MRPURBERSI EC AU N C O M
Nuove comunicazioni obbligatorie, non è punibile
l’errata indicazione del compenso
Ministero Lavoro - Nota prot. 10/01/2014 - n. 489
Il Ministero del Lavoro, con la nota prot. n. 489 del 10 gennaio 2014, ha fornito importanti precisazioni in merito alla
corretta compilazione del modulo mediante il quale tutti i datori di lavoro adempiono all’obbligo di comunicazione
dell’assunzione dei lavoratori, della proroga, trasformazione e cessazione dei relativi rapporti di lavoro. In particolare, si forniscono chiarimenti relativi alla sezione “2.2.4 Quadro Inizio”, in cui è stata inserita la casella “Retribuzione/
compenso”. Secondo il Ministero, sono da considerarsi meramente formali e, quindi, non sanzionabili, tutte le violazioni che si concretino in una comunicazione di assunzione errata o incompleta, tale da non incidere sull’essenziale
funzione di controllo e di monitoraggio che caratterizza la materia del collocamento. Nell’ambito delle suddette violazioni rientrano anche quelle relative all&rsquo ;indicazione, richiesta dalla nuova modulistica, sulla retribuzione/
compenso che sarà corrisposto al lavoratore. Pertanto, ferma restando l’obbligatorietà della compilazione del campo
in esame, la stessa potrà essere effettuata in maniera indicativa.
Ammortizzatori in deroga, possibile utilizzare le risorse residue 2013
INPS - Messaggio 09/01/2014 - n. 372
L’Inps, con il messaggio n. 372 del 9 gennaio 2014, ha ricordato che le Regioni e le Province autonome possono continuare
ad utilizzare le risorse finanziarie già attribuite, e non ancora utilizzate, per gli ammortizzatori sociali in deroga nel 2013. Gli
stessi Enti, inoltre, nelle more dell’entrata in vigore dei nuovi criteri per il riconoscimento degli ammortizzatori sociali in
deroga per il 2014, sono stati invitati dal Ministero del Lavoro (nota 43332/2013) a non concedere CIGD o mobilità in deroga
superiori a 6 mesi per i periodi di competenza 2014.
Lombardia: disponibile la modulistica per la CIGD
Regione Lombardia - News 09/01/2014
È disponibile, per i datori di lavoro della Regione Lombardia, la modulistica necessaria per la richiesta di cassa integrazione
guadagni in deroga per il primo trimestre 2014. In particolare, la comunicazione relativa all’obbligo di attivazione di percorsi di politiche attive deve essere consegnata al lavoratore ed una copia, controfirmata per ricevuta dal lavoratore, rimane in
possesso del datore.
Ammortizzatori in deroga 2014, Accordo Quadro in Lombardia
Regione Lombardia - Accordo 23/12/2013
In data 23 dicembre 2013, è stato siglato, tra la Regione Lombardia e le parti sociali, un accordo quadro sui criteri per l’accesso agli ammortizzatori sociali in deroga (primo trimestre 2014).
In particolare, viene prorogato l’Accordo Quadro II semestre 2013, fino al 31.3.2014, come di seguito:
- Le aziende, ad esito della sottoscrizione di un nuovo accordo sindacale, potranno inoltrare a Regione Lombardia domanda
di CIGD con decorrenza a partire dall’1.1.2014 e con termine entro il 31.3.2014;
- Gli accordi sottoscritti in sede sindacale, compresi gli accordi di solidarietà e per evento sismico, dovranno avere la durata
massima di 3 mesi, comunque non oltre il 31.3.2014;
- Gli accordi sottoscritti entro il 31 gennaio potranno avere efficacia retroattiva a partire dall’1 gennaio;
- La concessione dell’indennità di mobilità in deroga potr&agra ve; essere autorizzata per un periodo massimo di tre mesi,
con decorrenza a partire dall’1.1.2014 e, comunque, con termine massimo entro il 31.3.2014;
- La Regione provvederà alle autorizzazioni di CIG e mobilità in deroga per il 2014 e alla relativa trasmissione all’Inps successivamente all’emanazione, da parte del Governo, dei decreti di assegnazione delle risorse finanziarie previste, per il 2014,
dalla L. 92/2012, dal DL 63/2013 e dalla Legge di Stabilità 2014.
Con successivo atto, verranno definiti gli adeguamenti procedurali necessari e le modalità operative con relative modulistiche.
Aumenta il contributo di licenziamento
Redazione di LF - News 09/01/2014
A decorrere dal 1° gennaio 2014, in conseguenza della rivalutazione del massimale A.S.p.I., aumenta il contributo di licenziamento dovuto, ai sensi dell’art. 2, commi 31 e ss. della L. n. 92/2012, nel caso di interruzione di rapporti di lavoro a tempo
indeterminato per causa diversa dalle dimissioni. Si ricorda che il massimale A.S.p.I. è aumentato dell’1,2%, ed è ora pari ad
€ 489,61 per ogni anno di anzianità aziendale (il massimale previsto per 3 anni di anzianità è quindi pari ad € 1.468,83).
febbraio 2014 9
C A F I MRPURBERSI EC AU N C O M
Lombardia, niente ticket sanitario per i cassaintegrati
Regione Lombardia - Delibera 16/12/2013 - n. 1095
Regione Lombardia, con la delibera n. X/1095 del 16 dicembre 2013, ha determinato, per il 2014, il regime di esenzioni
alla partecipazione alla spesa per la specialistica ambulatoriale e l’assistenza farmaceutica.
In particolare, è stata prorogata, per l’anno in corso, l’esenzione per:
- i disoccupati iscritti agli elenchi anagrafici dei centri per l’impiego, con un reddito familiare pari o inferiore ad
€ 27.000/anno, ed i familiari a loro carico, per il periodo di durata di tale condizione;
- i lavoratori in cassa integrazione straordinaria o in deroga o in mobilità che percepiscano una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale o indennità, non superiore ai massimali mensili previsti dalla circolare Inps n.
14/2013 e suoi eventuali successivi aggiornamenti, ed i familiari a carico, per il periodo di durata di tale condizione;
- i lavoratori cui è stato concesso il contratto di solidarietà difensivo ex art. 1del DL n. 726/1984, che percepiscano
una retribuzione, comprensiva dell’integrazione salariale, non superiore ai massimali previsti dalla circolare Inps
n. 14/2013 e suoi eventuali successivi aggiornamenti, per la cassaintegrazione ed ai familiari a loro carico, per il
periodo di durata di tale condizione.
Emilia Romagna, dettate le istruzioni operative per la
gestione della disoccupazione
Regione Emilia Romagna - Delibera 23/12/2013 - n. 2025
La Giunta della Regione Emilia Romagna, con la delibera n. 2025 del 23 dicembre 2013, ha approvato gli indirizzi operativi
per l’attuazione, nel sistema regionale dei servizi per l’impiego delle Province, dei principi fissati nel D.Lgs. n. 181/2000, del
DPR n. 442/2000, della Legge Regionale n. 17/2005 e delle linee guida regionali per la gestione dello stato di disoccupazione
di cui all’accordo Stato Regioni del 5 dicembre 2013. In riferimento alle gestione dello stato di disoccupazione, in particolare, si evidenzia che detto stato si acquisisce con la presentazione della Dichiarazione che attesti l’Immediata Disponibilità
allo svolgimento di attività lavorativa (DID) che può essere richiesta dall’interessato recandosi presso il Centro per l’impiego nel cui ambito territoriale si trovi il proprio domicilio, oppure utilizzando la modalità on-line del portale della Regione
Emilia-Romagna &ldq uo;Lavoro per te”. Tale stato può essere attestato mediante una dichiarazione sostitutiva ex DPR n.
445/000.
Lavoro accessorio, non sarà più possibile la
comunicazione via fax
INPS - Comunicato 09/01/2014
L’Inps, con il comunicato del 9 gennaio 2014, ha reso noto che, a decorrere dal 15 gennaio p.v., tutte le comunicazioni
di inizio attività di lavoro accessorio, nonché le eventuali variazioni, dovranno essere effettuate direttamente all’Inps,
esclusivamente in modalità telematica, qualunque sia il canale di acquisizione dei buoni lavoro. All’uopo, si rammenta che, prima dell’inizio della prestazione di lavoro accessorio, i committenti hanno l’obbligo di comunicare la data
di inizio attività, indicando i dati anagrafici e il codice fiscale propri e del prestatore, il luogo dove si svolge l’attività
lavorativa e il periodo presunto di durata di quest’ultima. Finora, la comunicazione è avvenuta, per i voucher cartacei
distribuiti presso le sedi Inps, con la trasmissione della dichiarazione all’Inail a mezzo fax o tramite i servi zi online del
sito www.inail.it. Per gli altri canali di distribuzione (tabaccai abilitati, sportelli delle banche popolari, uffici postali,
procedura telematica) la comunicazione è trasmessa direttamente all’Inps tramite contact center o tramite il sito
istituzionale www.inps.it. Per razionalizzare e uniformare l’adempimento e rendere più tempestiva ed efficiente la
gestione, Inps e Inail hanno stipulato un accordo per la realizzazione del coordinamento informativo e operativo per
una migliore gestione dei buoni lavoro, il quale prevede l’abolizione della comunicazione a mezzo fax.
Pubblicate le retribuzioni convenzionali per l’estero
per l’anno 2014
Ministero Lavoro - Decreto 23/12/2013 - Gazzetta ufficiale n.2 del 03/01/2014
È stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3 gennaio 2014, il decreto del Ministero del Lavoro 23.12.2013 con
cui sono state determinate, per l’anno 2014, le retribuzioni convenzionali da prendere a base per il calcolo dei contributi dovuti per le assicurazioni obbligatorie dei lavoratori italiani operanti all’estero. I valori convenzionali, in caso
di assunzioni, risoluzioni del rapporto di lavoro, trasferimenti da o per l’estero, nel corso del mese, sono divisibili in
ragione di ventisei giornate. Sulle retribuzioni convenzionali va, inoltre, liquidato il trattamento ordinario di disoccupazione in favore dei lavoratori italiani rimpatriati.
10
febbraio 2014
NOTIZIE DAL CENTRO STORICO DI PIACENZA
La cabina di regia incontra i commercianti
G
iovedì 30 gennaio, presso l’auditorium Sant’Ilario in Corso Garibaldi, a Piacenza i commercianti del centro storico della città hanno preso parte ad un incontro organizzato dalla Cabina di Regia, composta da Comune, Camera di Commercio, Unione Commercianti
Piacenza-Confcommercio Imprese per l’Italia e Confesercenti. Durante l’incontro pubblico, si
è parlato del progetto di rivitalizzazione del centro storico la cui prima fase ha avuto inizio nel
2012 (con l’approvazione del primo progetto da parte della Regione) e che oggi vede l’avvio della
seconda. Grazie al primo progetto è stato possibile
organizzare numerose iniziative, dalla creazione
del qr code e della app (disponibile sia per I-phone che per Android), al portale web Vita in Centro
a Piacenza, dove è possibile prendere visione degli
eventi commerciali, delle promozioni e delle novità
relative al commercio del centro storico, l’omonima pagina Facebook e diversi eventi. Carnevale di Baci, Sbaracco, Piace Mamma, Piace
Fiore sono solo alcune delle manifestazioni organizzate nel centro della città grazie alla
collaborazione fra i commercianti e la Cabina
di Regia. Necessari per l’organizzazione degli
interventi sono stati i momenti di indagine,
rivolti sia agli operatori che frequentatori del
centro svolti sia nella fase iniziale che durante e al termine del progetto. Attraverso l’analisi dei dati raccolti è stato possibile individuare le principali problematiche e pianificare le
diverse attività necessarie a rivitalizzare il centro storico della città. Ogni iniziativa attuata
è stata divulgata attraverso una campagna di comunicazione a trecentosessanta grandi,
ovvero: attraverso camion vela, spazi sul quotidiano locare e su quelli delle provincie limitrofe, radio e social network. Simbolo della campagna è stata la Mano Piace, comparsa
all’inizio 2013 nei negozi e per le vie del centro. Tanti i fan di Vita in Centro che hanno scattato foto con la manina accanto ai negozi preferiti o al commerciante “del cuore”, creando
un vero e proprio contest fotografico. Tanto è stato fatto in questo intenso anno di attività ma molto ancora può essere fatto. Proprio
per questo occorre andare avanti con la consapevolezza che solo una collaborazione costruttiva da parte di: commercianti, Comune,
Associazioni di categoria, potrà portare all’ottenimento di risultati significativi anche e soprattutto in un particolare momento come
quello che stiamo vivendo.
SEI UN COMMERCIANTE DEL CENTRO STORICO DI PIACENZA?
VUOI AVERE MAGGIORI DETTAGLI SUL PROGETTO DI RIVITALIZZAZIONE DEL CENTRO?
CONTATTA L’UFFICIO AFFARI GENERALI!
febbraio 2014 11
NEWS
NOTIZIE FLASH
AFFITTI: Niente più pagamenti in contanti. In deroga al limite di Euro 1.000,00 per i pagamenti in contanti ex art. 49, D. Lgs n. 231/97,
è disposto l’obbligo di effettuare il pagamento dei canoni di locazione di immobili abitativi, a prescindere dal relativo ammontare,con
mezzi di pagamento diversi dal contante, in grado di assicurare la tracciabilità, anche ai fini dell’asservazione di patti contrattuali per
la fruizione, da parte del locatore/conduttore, di agevolazioni e detrazioni fiscali. Tale disposizione non opera per gli alloggi di edilizia
residenziale pubblica e per le locazioni di immobili strumentali.
IMPOSTA DI REGISTRO: Cambiano i moduli per il pagamento dell’imposta di registro. Dal 1 gennaio 2014, in alternativa all’F23
potrà essere utilizzato il modello F24 ELIDE per il pagamento delle somme dovute in relazione alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili. Dal 1 gennaio 2015 verrà soppiantato completamente l’F23, in favore del nuovo modello
REGISTRAZIONE CONTRATTI DI LOCAZIONE: Recentemente l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il nuovo modello denominato RTL utilizzabile per la registrazione di contratti di locazione di immobili, comunicazione deroghe, cessioni e risoluzioni dei
contratti, esercitare revocare l’opzione per la cedolare secca, comunicare i dati catastali dell’immobile locato. Il nuovo modello sostituisce a decorrere dal 3 febbraio 2014 il mod69 e va presentato in via telematica direttamente o tramite un intermediario abilitato.
Fino al 31 marzo è comunque possibile utilizzare il vecchio modello.
PER CHI HA PIÙ DI 10 UNITÀ IMMOBILIARI: con il Decreto Semplificazioni, è stato ridotto da 100 a 10 il numero di unità immobiliari possedute che fa scattare l’obbligo di utilizzare la procedura di registrazione telematica. Lo stesso obbligo è disposto anche per
gli agenti di affari in mediazione iscritti all’apposito ruolo.
POS: È entrato in vigore all’inizio del 2014 il provvedimento, inserito nel D.L. 179 di ottobre 2012 (“Cresci Italia”) che obbliga tutti
coloro che esercitano attività di vendita di prodotti e prestazioni di servizi ad accettare anche pagamenti effettuati con carte di credito
convenzionali, prepagate e bancomat dotandosi di Pos (Point of sale). Il provvedimento riguarda per ora solo le attività commerciali e
professionali il cui fatturato dell’anno precedente a quello nel corso del quale è effettuato il pagamento sia superiore a 200mila euro.
L’obbligo scatta per pagamenti superiori alla soglia minima di 30 euro.
Qualità, Puntualità, Tempestività..
giorno dopo giorno al servizio del cliente.
Giemmevending rappresenta attualmente una dinamica ed innovativa realtà nel settore della
ristorazione automatica di Bevande Calde, Fredde e Snack, operante nella provincia di Piacenza
con estensione geografica nelle provincie limitrofe di Lodi, Pavia, Cremona, Mantova e Parma.
L’esperienza acquisita e gli aggiornamenti del settore ci permettono un costante miglioramento dello
standard qualitativo nei servizi offerti ai clienti, integrando all’esperienza del personale qualificato
innovative soluzioni nel settore della ristorazione automatica.
La nostra azienda è in grado di offrire un servizio garantito da prodotti di marche prestigiose, assicurando
al cliente finale la massima qualità e serietà nel rispetto del servizio offerto scegliendo sia i prodotti
che i distributori automatici con accurata valutazione qualita-prezzo seguita da un’innovazione
continua in base alle esigenze di mercato in modo da poter in ogni monento soddisfare le richieste
del cliente finale.
A tutti gli Associati Unione Commercianti
viene riservato uno
SCONTO SPECIALE dal prezzo di listino.
Via Brodolini
12
- 29010 Pontenure (PC) - INFO: 339.6256981 - 392.4527746
12
febbraio 2014
g i e m m e . d a @ l i b e ro . i t - w w w. g i e m m e v e n d i n g . i t
T U T T O A S S O C I AT I
F
Associazione Piacentina Gioiellieri
e Orefici informa gli associati
ANTOMATICI FUNZIONARI DELLA CAMERA DI COMMERCIO
Alcuni soggetti presentandosi, telefonicamente, come funzionari della Camera di Commercio, tentano di fissare con l’interlocutore
un incontro affinché, con l’ausilio di un commercialista, possano procedere, durante la visita, alla verifica del conto corrente bancario, motivando l’iniziativa per finalità anti-usura. Attenzione, precisiamo che detta proposta non proviene dalla Camera di Commercio.
BOLLETTINO EQUIVOCO EMESSO DALLA SOCIETA’ KUADRA S.R.L.
Informiamo che la Società Kuadra s.r.l. sta emettendo ed inviando, alle Imprese, molteplici bollettini, tramite i quali, in modo assai poco
chiaro, viene richiesto il pagamento relativo, all’inserimento in un portale on-line di multiservizi. Si avverte che si tratta di un pagamento
non obbligatorio e con finalità esclusivamente commerciali, che nulla ha a che vedere con il Registro Camerale. Pertanto, si invitano gli
Associati a porre la massima attenzione nel caso di ricevimento di un simile bollettino, nonché a tenere a mente che non si tratta di un
pagamento obbligatorio ai fini delle CCIAA e Registro delle Imprese.
Legge Hobbisti, FIVA: andiamo avanti senza modifiche
L
a legalità, la trasparenza e la qualità all’interno dei mercati sono sempre i presupposti dell’azione di FIVA, Federazione Italiana Venditori
ambulanti, aderente a Unione Commercianti Piacenza – Confcommercio Imprese per l’Italia, che in accordo con le istituzioni operano per
qualificare e innovare il commercio su aree pubbliche del territorio, valorizzando la sua funzione di servizio ed attrattività per i centri storici e
la città. Con questo spirito, e con l’obiettivo di isolare e contrastare ogni forma di abusivismo che possa alterare la concorrenza all’interno del settore,
FIVA Piacenza ha sostenuto il percorso che ha portato all’approvazione, nel giugno scorso, della Legge Regionale 4/2013 – in vigore dal 1 gennaio
2014 – che introduce per la prima volta una regolamentazione degli “hobbisty” nella normativa regionale di settore. E’ indispensabile che la Legge,
parta il 1gennaio 2014, come preavviso dal provvedimento, senza deroghe o rinvii, in tutti i Comuni dell’Emilia Romagna. I commercianti ambulanti
si aspettano che tutti rispettino quella che è ormai a tutti gli effetti una legge in vigore frutto di un ampio percorso di concertazione e condivisione. “Siamo convinti della validità della norma – dichiara Angelo Grassi Presidente FIVA Piacenza – che rappresenta un importante punto di arrivo
dell’impegnativo confronto portato avanti in questi anni tra tutti i soggetti coinvolti, pubblici e privati. Per questo, chiediamo ai Comuni un impegno
per la sua applicazione su tutto il territorio regionale, senza accezioni.” FIVA considera la Legge Regionale 4/2013 una “buona” legge, perché disciplina gli hobbisti con regole certe e condivise, perché distingue in maniera chiara tra l’hobbista, che opera sui mercati in maniera non professionale, e
l’imprenditori del commercio su aree pubbliche, regolamento le modalità di partecipazione degli hobbisti ai mercatini, senza vietare o contingentare
tali manifestazioni sul territorio, permettere di isolare casi di abusivismo e di concorrenza sleale all’interno dei mercati, offre ai Comune uno strumento per conoscere le effettive dimensioni del fenomeno,che incide sul tessuto economico e sociale del territorio.
ENTRO IL 28 FEBBRAIO 2014
RINNOVO abbonamento
Società Italiana degli Autori ed Editori
Anche per il 2014, la SIAE provvederà a recapitare il bollettino MAV da corrispondere in banca o direttamente presso la sede SIAE di
competenza territoriale.
Per usufruire dello sconto CONFCOMMERCIO / FIPE invitiamo a regolarizzare la quota associativa per il 2014 e a ritirare, presso
l’ufficio licenze di Unione Commercianti, il certificato di iscrizione all’associazione.
RINNOVO abbonamento SCF per ESERCIZI e NEGOZI COMMERCIALI ED ARTIGIANALI
I diritti ai discografici si dovranno corrispondere entro il 28 febbraio 2013.
Nel caso in cui l’esercizio commerciale ha già versato negli anni precedenti i diritti ai discografici, riceverà da SCF il bollettino bancario, già scontato, direttamente al proprio indirizzo.
Diversamente, nel caso di istituzione di una nuova licenza, per usufruire della convezione che SCF ha stipulato con CONFCOMMERCIO è indispensabile ritirare presso la Nostra Associazione i bollettini di pagamento riportante l’importo già scontato.
Lo sconto e le tariffe agevolate verranno applicati solo ed esclusivamente entro il 28 febbraio 2014.
ENTRO IL 31 MAGGIO 2014
RINNOVO abbonamenti per PUBBLICI ESERCIZI (Bar, pizzerie, ecc) e STRUTTURE RICETTIVE
La riscossione dei compensi SCF per i pubblici esercizi, invece, anche per l’anno 2014, è stata affidata alla SIAE, che provvederà a riscuotere entro il 31 maggio 2014 i compensi stabiliti in convenzione. A seguito del pagamento la SIAE invierà una fattura a quietanza
da esibire in caso di controllo.
Chi non dovesse ricevere nessuna comunicazione da parte di SIAE entro la metà di maggio è invitato a contattare l’ufficio SIAE di
zona.
A tale proposito Vi ricordiamo di essere sempre muniti del certificato di iscrizione per l’anno in corso all’associazione Unione Commercianti che permetterà alla SIAE di predisporre il pagamento in forma scontata.
febbraio 2014 13
L E N O S RT U
RB
E RCI AC TA E G O R I E
Aumenti ENASARCO
R
icordiamo che a partire dal 01 Gennaio 2014, a seguito del nuovo regolamento delle Attività Istituzionali Enasarco, sono entrate in vigore le seguenti modifiche. L’aliquota contributiva è passata dal 13,75% al 14,20% (di
cui la metà a carico della ditta mandante); I massimali provvigionali su cui calcolare i versamenti contributivi
sono così variati:
- Agenti Plurimandatari - il massimale annuo per ciascuna Azienda è di 23.000,00 Euro.
- Agenti Monomandatari - il massimale provvigionale annuo è di 35.000,00 Euro.
I minimali sono rimasti invariati:
- Plurimandatari è di 412,00 Euro per ciascuna azienda;
- Monomandatari è di 824,00 Euro per ciascuna azienda.
Il Presidente F.n.a.a.r.c di Piacenza riceve il primo Lunedì del Mese dalle 9,00 alle 12,00 presso l’Unione Commercianti
Strada Bobbiese 2 - 29100 Piacenza previo appuntamento telefonico.
Per gli Agenti FNAARC credito garantito
U
nione Commercianti Piacenza-Confcommercio Impresa per l’Italia è lieta di segnalare a tutti gli
agenti e rappresentanti di Commercianti iscritti a Fnaarc l’arrivo di una nuova convenzione in
grado di facilitare la propria attività.
F.N.A.A.R.C.
Alla fine di gennaio, è stato formalizzato un accordo fra il sindacato Fnaarc, la Banca di Piacenza e
Garcom.
L’importanza dell’accordo è stata sottolineata anche dal presidente Fnnarc, Claudio Magnelli «aiuterà gli Agenti ad
accedere al credito per investimenti di beni strumentali: a esempio sostituendo l’autovettura, oppure per l’acquisto
dell’arredo degli uffici e per altri investimenti. Un’iniziativa – prosegue Magnelli – pensata con i Consiglieri della Fnaarc nell’ambito di una serie di nuove proposte a sostegno degli agenti che nel corso dell’anno verranno presentate».
Nello specifico, per quanto riguarda l’accordo, gli associati Fnaarc avranno la possibilità di ottenere finanziamenti
fino a 50mila euro dalla Banca di Piacenza per finalità di investimento con piani da tre a cinque anni; finanziamenti
che saranno garantiti al 50% da Garcom. Condizioni particolarmente vantaggiose, dunque, a cui si aggiungono ulteriori vantaggi: lo sconto del 20% sulle commissioni normalmente percepite dalla Cooperativa di garanzia e la riduzione del tasso di interesse praticato dalla Banca.
PER MAGGIORI DETTAGLI
Garcom
Strada Bobbiese , 8 –Piacenza
Tel 0523 711101
[email protected]
www.garcom.it Unione Commercianti – Fnnarc
Strada Bobbiese, 2 – Piacenza
Tel 0523 461811
[email protected]
www.fnaarcpiacenza.it
SISTRI: nuovo slittamento
S
i ritiene importante informare, che è stata pubblicata sulla G.U. n. 255 del 30 ottobre 2013, la legge 125 di conversione del DL
21 agosto 2013 n. 101 che ha apportato alcune novità in materia di Sistri. modificando la precedente formulazione dell’art.
11 del Decreto. Precisamente: le sanzioni previste per il sistri scatterebbero dal 1 Agosto 2014 per tutte le imprese coinvolte
(gestori/trasportatori/produttori).
Il quadro sanzionatorio diventerà dunque identico per tutti a prescindere dalla data di partenza del
sistema. In questi 10 mesi i soggetti obbligati al SISTRI, continueranno a compilare e conservare registro e formulario. Dovranno infatti seguire adempimenti ed obblighi, nonché le relative sanzioni, di cui
agli art. 188/189/190/193 del D. Lgs del 3 aprile 2006 n. 152, nel testo previgente quindi alle modifiche
apportate all’introduzione del SISTRI (dic. 2010).
Inoltre entro il 30 Aprile 2014, dovranno inviare il mud (modello unico denuncia rifiuti pericolosi). Per maggiori informazioni è
possibile contattare l’Ufficio Licenze (Dott. Barbieri, Dott.ssa Pagliari, Dott. Lucarelli)
allo 0523 461834/54.
14
febbraio 2014
L E N O S RT U
RB
E RCI AC TA E G O R I E
FIVA - Ambulanti Piacenza
A
seguito dell’approvazione da parte della regione Emilia Romagna della delibera di Giunta Regionale n. 485/2013, di
modifica della delibera n. 1368/1999, la partecipazione degli operatori titolari di autorizzazione per il commercio su
aree pubbliche alle spunte nei mercati è subordinata all’inserimento nell’apposita graduatoria formulata dallo sportello del Comune di Piacenza a seguito di esame delle domande presentate attraverso il SUAP–ONLINE nel link htpp://www.
suap.piacenza.it/people dal 1° al 31 gennaio di ogni anno (dal 1° al 31 luglio solo per chi ha ottenuto il titolo autorizzatorio
dopo gennaio). Per poter essere inseriti in graduatoria ed ammessi a spunta gli operatori dovranno risultare in regola con i versamenti INPS e INAIL ed i pagamenti del canone di occupazione suolo pubblico (COSAP). Si precisa che il pagamento del predetto
canone deve essere effettuato al omento dell’assegnazione giornaliera del posteggio o, in caso di impossibilità a causa dell’assenza
del personale incaricato dell’ICA Srl, entro e non oltre il mese successivo; in caso contrario, dopo aver verificato la sussistenza del
debito, il Corpo di Polizia Municipale escluderà l’operatore dall’assegnazione, fino alla regolarizzazione dei pagamenti. Nel caso
in cui l’operatore rinunci al posteggio assegnato senza valido motivo, non sarà riconosciuta la presenza.
Dichiarazione annuale delle emissioni
in atmosfera. Scadenza 31 Maggio 2014
S
ono chiamati a redigere e a presentare la dichiarazione entro il 31 maggio di ogni anno, gli operatori proprietari dell’impianto o i terzi responsabili nominati con contratto scritto specifico e piena autonomia decisionale ed economica sulla gestione
degli impianti, delle applicazioni fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore, nonche’ dei sistemi fissi di
protezione antincendio contenenti 3 kg o piu’ di gas fluorurati ad effetto serra. La dichiarazione va redatta ed inviata utilizzando
la piattaforma on-line nel sito www.sinanet.isprambiente.it/it/sia-ispra/fgas. Si ricorda che la figura dell’operatore come da reg.
Ce n. 842/2006 art. 2 viene definita – la presona fisica o giuridica che eserciti un effettivo controllo di funzionamento tecnico
delle apparecchiature e degli impianti contemplati dal regolamento (quelli descritti in premessa). La suddetta dichiarazione e’
dovuta anche qualora nell’anno di riferimento considerato non siano state rilevate quantita’ di gas fluorurati emesse (indicando
il valore 0). Coloro che non intendono inviare la dichiarazione dei dati rischiano una sanzione pecuniaria prevista dal d.lgs.
26/2013 art. 6 comma 3 da 1.000 a 10.000 euro.
ISI: imposta annuale sugli apparecchi da
divertimento ed intrattenimento
S
cade il 17 marzo 2014 il termine per il versamento dell’imposta sugli apparecchi da divertimento ed intrattenimento di cui all’art. 110
comma 7 lett. a) e c), installati entro il 1/03/2014 o non disinstallati entro il 31/12/2013, sia meccanici che elettromeccanici, sia che
non prevedono premi sia quelli con vincite di piccola oggettistica (quindi non in denaro). Gli altri apparecchi soggetti a questa imposta
sono: i biliardi, i biliardini, i calcio-balilla, i flipper ecc. Devono eseguire il versamento dell’ ISI e dell’IVA sugli apparecchi da intrattenimento,
coloro che esercitano la distribuzione, installazione e gestione economica degli apparecchi da divertimento, i quali siano posseduti a qualunque titolo, collocati in luoghi pubblici o aperti al pubblico in circoli o associazioni di qualunque natura. NB. E’ TENUTO AL VERSAMENTO
L’ESERCENTE DEI LOCALI DOVE SONO INSTALLATI, SOLO SE LO STESSO ESERCENTE E’ ANCHE IL PROPRIETARIO DEGLI APPARECCHI STESSI. Il versamento va effettuato in un’unica soluzione utilizzando il modello F24 ACCISE nel quale vanno riportati i seguenti dati:
Ente M - CODICE TRIBUTO ISI 5123 - IVA 6729 IVA FORFETTARIA - ANNO DI RIFERIMENTO 2014.
Se gli apparecchi sono installati dall’01/03/2014, il pagamento va eseguito entro il 16 del mese successivo a quello di avvenuta installazione.
Le relative imposte (ISI ed IVA) vanno calcolate in dodicesimi a partire dal mese di prima installazione fino al 31/12/2014. Come effettuare
il calcolo per il pagamento:
1) Per gli apparecchi e congegni elettromeccanici con vincite di piccola oggettistica e per quelli senza vincite di premi (apparecchi ex art. 110
comma 7 lett. A e C 9 del TULPS), e’ stato stabilito un imponibile medio forfettario, fissato a decorrere dal 2010 con il Decreto Direttoriale
10 Marzo 2010 n. 398/ CGV.
2) Per gli apparecchi non rientranti nella categoria precedente, l’importo delle imposte è calcolato sempre in maniera forfettaria su una base
specifica per ciascuna diversa categoria - tipologia di apparecchio (ved. tabella allegata al Decreto Direttoriale 10 marzo 2010 n. 398/CGV.)
SULLA BASE DI TALI IMPONIBILI MEDI FORFETTARI, VERRANNO CALCOLATE SECONDO LE MODALITA’ E LE PERCENTUALI DI LEGGE,
L’ISI E L’IVA. SE GLI APPARECCHI SONO STABILMENTE INSTALLATI IN LOCALI CHE RESTANO CHIUSI PER ALMENO 6 MESI ALL’ANNO
(ATTIVITA’ STAGIONALI) GLI IMPONIBILI VANNO RIDOTTI DEL 50%. SI RICORDA INFINE CHE IL GESTORE O L’ESERCENTE DEL LOCALE CHE RISULTI PROPRIETARIO DEGLI APPARECCHI, E’ TENUTO A PRESENTARE UN ‘APPOSITA DICHIARAZIONE AL COMPETENTE
UFFICIO REGIONALE DELL’AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI MONOPOLI DI STATO, ENTRO IL TERMINE DI 5 GIORNI LAVORATIVI DOPO IL VERSAMENTO DELL’ISI E DELL’IVA PER GLI APPARECCHI ESAMINATI: L’UFFICIO RILASCERA’ PER CONSEGUENZA UNA
QUIETANZA DI PAGAMENTO DELL’IMPOSTA DA TENERE NEL LUOGO DOVE GLI APPARECCHI SONO INSTALLATI.
febbraio 2014 15
5 0 & PRI U
Ù BPRI IACCAE N Z A
PREMIAZIONI “MAESTRI DEL COMMERCIO”
ultime occasioni per inviare l’adesione
L
a Direzione di 50&Più di Piacenza, segnala che si stanno chiudendo le adesioni per la premiazioni dei Maestri del
Commercio, che si terranno presso la sala convegno “M.CARPI” durante la primavera 2014 (data da stabilire). L’onorificenza di Maestro del Commercio viene assegnato a quegli operatori, in attività o meno, che hanno svolto attività
commerciale o turistica o sei servizi per almeno 25 anni/40 anni/50 anni e che sono soci della 50&Più a richiesta degli aventi
diritto. Chi fosse interessato è pregato di recarsi presso la sede di 50&Più (c/o Unione Commercianti a Piacenza in Strada
Bobbiese n.2) , personalmente o tramite un familiare.
Documenti necessari: carta d’identità in corso di validità, visura camerale di inizio e fine attività. L’onorificenza non solo da
giusto merito agli imprenditori che in tanti anni di attività hanno portato benefici al territorio, ma in un periodo economico
decisamente difficile, rappresentano uno stimolo per i nostri giovani a non mollare. Saranno premiati con l’Aquila d’Argento coloro che hanno maturato 25 anni di attività, con l’Aquila d’Oro chi ha maturato 40 anni di attività e con l’Aquila di
Diamante chi ha maturato 50 anni di attività.
C
aro socio,
aderisci alla nostra CARD, avrai i seguenti vantaggi a costo zero:
• Aumento della Tua clientela,
• Pubblicità gratuita per la Tua attività grazie all’inserimento del Tuo nominativo nella lista dei possessori CARD.
Come puoi vedere dall’elenco alcuni negozianti ci hanno già creduto, cosa aspetti !!!!!!!!
CITTÀ
Caseificio “AMENDOLARA” Elettrodomestici “EXPERT” Casa del materasso “Zucchi” Ab.to bambini “I PULCINI”
Lab. Ortopedico “VINCIGUERRA” Poliambulatorio “Centro Salute Naturale”
Tecnortopedia “OBERTELLI” Cent. Med. Riabilitativo “INAQUA” Alimentari “LA BUFALA” Palestra “LE CLUB”
Ottica “CISCO CORVI” Abb. “BULLA SPORTWEAR”
Studio Dentistico “Dr.MALCHIODI” Enoteca Bar “BOCCON DIVINO” “Casa di Cura Priv.”PIACENZA SpA”
Farmacia “DEL CORSO Dr.Laneri” Casa e Familia “ARREDOCASA” Materassi e Reti “DORMILIA”via Manfre
Agenzia Immobiliare “TOSCANI”
Benessere “NEWESTHETICA” Abbigliamento “IL FULMINE” Pneumatici “BERSAN GOMME”
Lab. Fotografico “FOTOLANDIA”
Elettrodomestici “PEDRINI” ”Ottica “PAGANI”
Art.Regalo “ADRIANA GHELFI” Telefonia “REMETAL”
Parrucchieri “REALITY di Fabio” Carrozzeria ”AMANI”
Dolciaria “DULCIS IN FUNDO” Parrucchieri “REALITY di Elisa” Parrucchieri “REALITY di Gabriele”
Calzature “LOVELY SHOES” Telefonia “GUIBEL”
Cartoleria “LUIGI FAGNOLA” Tendaggi “EVARREDO” di Castellana Paolo
Materassi e Reti “DORMILIA”via Emilia Pavese
Vendita Energia e GAS Meta Energia S.p.A.
PROVINCIA
Biciclette “LA ORSI BIKE” loc. San Nicolò
Estetica Solarium “SOLE BLU” loc. San Nicolò
Materassi e Reti “PhaseRem” loc. San Nicolò
Ottica Foto “VEDIAMOCI QUA”loc. Gragnano
Parafarmacia “Dott.ssa BOSI” loc. San Nicolò Trattoria “LA PIEVE” loc. Pieve di Rivergaro
“LA GIOIA DEGLI ANIMALI” via Manfredi
“LA GIOIA DEGLI ANIMALI” via I° Maggio
“LA GIOIA DEGLI ANIMALI” via Emilia Parmense
Parrucchieri “REALITY di Paolo” loc. Borgonovo
Parrucchieri “REALITY di Barbara” loc.Cortemaggiore “SALUS” Centro Salute Naturale loc Carpaneto P.no
COLLA Pelliccie e Pelle Loc. Cotemaggiore
Vendita.Vino Azienda.Agricola IL GHIZZO Loc.Ponte Dell’Olio
Agristorante IL GHIZZO Loc.Ponte Dell’Olio
Si ricorda ai soci che è possibile accedere al sito del 50&Più per consultare tutte le opportunità offerte dall’associazione
nella provincia di Piacenza e non. Come si entra nel stito??? Attraverso Internet digitando www.50epiu.it card, area riservata
ai soci, registrati al sito gratuitamente (inserendo in NOME UTENTE(il cognome punto nome), poi in PASSWORD (scegli
ad esempio LUNEDI o un sostantivo qualsiasi). A questo punto inserendo NOME UTENTE e PASSWORD si entra nel sito
pronti per navigare!!!!!!!
Per l’adesione rivolgiti a: 50&Più strada Bobbiese, 2 - Piacenza - Bonini Franco - Tel: 0523.461839 - cell. 340.5040628
Email: [email protected]
16
febbraio 2014
ENASCO
Proroga dell’indennizzo per cessazione
attività commerciale
N
el supplemento ordinario n. 87 alla G.U n. 302 del 27 dicembre 2013, è stata pubblicata la legge n.147 di pari data (“legge di stabilità
2014”), contenente diverse misure di carattere previdenziale per la cui illustrazione si rimanda ad una successiva comunicazione
di prossima pubblicazione. Con l’occasione, peraltro, si porta a conoscenza degli uffici che l’art. 1, comma 490, della citata legge
147/2013 ha previsto la riapertura dei termini, scaduti il 31.12.2011, per l’erogazione degli indennizzi a favore delle aziende commerciali
in crisi. Il comma in esame non ha modificato l’impianto della norma istitutrice dell’indennizzo (decreto legislativo n.207/1996) bensì ha
disposto semplicemente lo spostamento di alcuni termini temporali contenuti nell’art.19-ter del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185,
convertito dalla legge 28 gennaio 2009, n.2, come modificato dall’articolo 35 della legge 4 novembre 2010, n. 183, prevedendo:
•la possibilità di accedere nuovamente all’indennizzo fino al 31.12.2016, con termine di scadenza per le domande fissato al 31.1.2017;
•il prolungamento del pagamento dell’aliquota contributiva aggiuntiva dello 0,09% fino al 31.12.2018;
•la corresponsione degli indennizzi in pagamento alla data del 31. 12. 2011 fino alla data di decorrenza della pensione di vecchiaia.
Riapertura delle domande fino al 31.12.2016
Per quanto riguarda tale aspetto, la formulazione della norma di fatto si limita ad un mera proroga delle “vecchie” date e non ha risolto,
come sarebbe stato invece auspicabile, il problema del raccordo tra la legge istitutrice dell’indennizzo (in particolare l’art. 3, comma 4,
del decreto legislativo n.207/1996) e le nuove età pensionabili introdotte per i lavoratori/lavoratrici autonomi dalla legge n. 214/2011. La
norma non ha infatti apportato alcuna modifica all’età (57 o 62 anni) di accesso alla prestazione, ma ha solo modificato le date limite per
il pagamento dell’indennità contenute nell’art.19-ter del DL 185/2008, come sostituito dall’art.35 della Legge 183/2010. Tale articolo –
peraltro, emanato precedentemente all’elevazione dell’età pensionabile operata dal DL.201/2011 – prevede tuttavia che “Gli indennizzi
……… sono prorogati fino alla data di decorrenza della pensione di vecchiaia purché i titolari dell’indennizzo siano in possesso, nel
mese di compimento dell’eta’ pensionabile, anche del requisito contributivo minimo richiesto per conseguire la pensione di vecchiaia”;
pertanto, il mancato raccordo con le disposizioni introdotte dalla Legge 214/2011 lascia margini ad una possibile interpretazione circa
l’erogazione degli indennizzi fino alla decorrenza della pensione di vecchiaia con le nuove età anagrafiche previste dalla legge di riforma.
Poiché, però, tale interpretazione comporterebbe, in alcuni casi, la corresponsione dell’indennizzo per un periodo molto ampio, è probabile che in sede interpretativa o legislativa venga operata una ulteriore correzione della norma. Prima di pronunciare una parola definitiva
in merito, sarà comunque necessario attendere le disposizioni che l’INPS – anche a seguito di un eventuale chiarimento ministeriale –
dovrà emanare sulla materia.
Prolungamento degli indennizzi in pagamento al 31.12.2011
La modifica apportata dal comma 490 al comma 3 dell’art.19-ter (come modificato dall’art.35 della Legge 183/2010) sembrerebbe aver
risolto la questione delle lavoratrici alle quali l’INPS aveva cessato l’erogazione dell’indennizzo al compimento dei 61 anni e 6 mesi di età
senza che avessero raggiunto il diritto alla corresponsione della pensione di vecchiaia sulla base delle nuove età pensionabili introdotte
dal DL 201/2011 (si vedano in proposito le comunicazioni su Punto d’Incontro del 20 giugno 2013 e dell’ 11 dicembre 2013). L’INPS – interpellato per le vie brevi – tuttavia, mantiene alcune perplessità in merito e si accinge a presentare al Ministero del lavoro una richiesta
di chiarimento per avere conferma che tale disposizione possa superare la posizione assunta con messaggio n. 9656 del 13/06/2013 a
seguito del parere dei Ministeri Vigilanti, ai cui sensi “l’indennizzo in parola non può ulteriormente essere prorogato oltre l’età massima
di 66 anni e 6 mesi per gli uomini e 61 anni e 6 mesi per le donne” e che, pertanto, gli indennizzi in pagamento alla data di riferimento
(31/12/2011) vadano erogati fino alla decorrenza della pensione di vecchiaia. In attesa di un approfondimento in tal senso, quindi, la
questione non può al momento definirsi risolta.
Istruzioni operative
In attesa che su entrambe le questioni vengano forniti i dovuti chiarimenti dalla circolare INPS di prossima emanazione, si ritiene che gli
Uffici debbano provvisoriamente continuare a presentare le domande di ricostituzione sulla scorta dell’istanza di riesame predisposta
da questa Direzione e pubblicata in punto d’incontro lo scorso 11 dicembre.
Nuovo ufficio a Bobbio
I
n questo momento di crisi e di incertezza per tutti il nostro ufficio ha ritenuto di essere vicini alle persone che quotidianamente
sono alle prese con tanti problemi burocratici che ci assillano. Proprio per questo motivo a partire dal 01/01/2014 Vi informiamo
che abbiamo aperto un ufficio a
BOBBIO
In Via Corgnate , 8
Per la gestione di questo punto di incontro ci avvalliamo della collaborazione del Sig. Roberto Filippini figura nota ed esperta , in
tutta la Val Trebbia per il suo passato al servizio della collettività. Riceve per appuntamento tel. 3389292498
nelle giornate di Mercoledì e Sabato dalle 9,00 alle 12,00
a Ottone il Martedì Mattina
a Perino il Giovedì Mattina
Il nostro Ufficio offre i seguenti Servizi:
• Consulenza pensionistica, Invalidita’ vecchiaia- reversibilità
• Compilazione modello 730/IMU
• ISEE, detrazioni fiscali modelli Red pensionistici.
• Buste paga Colf- Badanti
febbraio 2014 17
I SRCUOBMR I EC .AR .
CORSI DI FORMAZIONE AL VIA...
06 febbraio
Inizio Corso SAB (Somministrazione Alimenti Bevande)
Valido per tutti coloro che intendono iniziare un’attività di somministrazione
di alimenti e bevande (es. ristoranti, bar) valido come requisito professionale
per il commercio alimentare)
27 febbraio
Inizio Corso Agenti e Rappresentanti di Commercio
Valido per tutti colori che intendono iscriversi in CCIA per esercitare attività
di agente e rappresentate
13 marzo
Antincendio BASSO RISCHIO
Rivolto agli addetti alle emergente incendio
20 marzo
Antincendio MEDIO RISCHIO
Rivolto agli addetti alle emergente incendio
Per iscriversi e avere maggiori informazione sulle modalità, è possibile contattare gli uffici di ISCOM E.R. Sede di
Piacenza, telefonando allo 0523 461812, scrivendo a [email protected] oppure recandosi presso
gli Uffici c/o Unione Commercianti a Piacenza, in Strada Bobbiese 2
ACCADEMIA DEL GUSTO
05 febbraio
Inizio corso CUCINA DALLA A ALLA Z
Le tecniche della cucina attraverso un menu completo in 4 lezioni.
06 febbraio
Corso CUPCAKES
I cupcakes, dolcetti di origine americana e settecentesca, possono diventare
i veri protagonisti delle nostre feste se impreziositi da decorazioni, adattandosi
così alle varie occasioni di festa.
10 febbraio
Inizio Corso BARMAN 1 LIVELLO
Un corso completo per avviarsi alla professione di Barman
11 febbraio
A tu per tu con lo chef… ETTORE FERRI
13 febbraio
Inizio corso di PASTICCERIA BASE
Tecniche e ricette per impasti e creme base
15 febbraio
Inizio Corso CAKE DESIGN MODULO 1
Il corso per i futuri professionisti del cake design a cura di Morena Celaschi, Istruttrice Wilton
17 febbraio
A tu per tu con lo chef… CLAUDIO CESENA
25 febbraio
A tu per tu con lo chef… MARCO DI LORENZI
03 marzo
A tu per tu con lo chef… FILIPPO CHIAPPINI DATTILO
Per avere informazioni sulle modalità, per iscriversi è possibile contattare Accademia del Gusto telefonando allo
0523 462873, scrivendo a [email protected] oppure visitando il sito www.accademiadelgusto.pc.it
18
febbraio 2014
L’UNIONE COMMERCIANTI PIACENZA
ha in essere una convenzione con la società
ARIENTA CONSULTING SNC
di Arienta Omar e Spinola Marco
per quanto concerne tutte le problematiche inerenti la sicurezza sul lavoro
(D.Lgs 81/2008 s.m.i.) con tariffe particolarmente competitive
riservate a tutti i nostri associati.
Un responsabile della società Arienta Consulting s.n.c. sarà a disposizione, su appuntamento,
tutti i martedì mattina presso la nostra sede di Piacenza e
tutti i giorni negli orari di ufficio presso la sede di Castel San Giovanni, per una
prima consulenza gratuita sugli argomenti inerenti
le problematiche in convenzione.
Vi rimandiamo comunque al sito internet www.studioarienta.it
per maggiori informazioni in merito a tutte le attività svolte dalla società Arienta Consulting s.n.c
Di seguito troverete una sintesi degli argomenti di cui alla convenzione.
IGIENE, AMBIENTE
E SICUREZZA
Sicurezza sul lavoro
Valutazione conformità attrezzature
Medicina del lavoro
Gestione pratiche SISTRI
Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi)
Pratiche per autorizzazioni ambientali
CERTIFICAZIONI
Certificazioni ISO (qualità, ambiente, sicurezza)
Certificazioni di prodotto
Certificazioni di filiera
VERIFICHE E PERIZIE
Rilevazioni fonometriche per la sicurezza sul lavoro
Rilevazioni fonometriche per acustica ambientale
Valutazioni rischio vibrazioni
Rilevazioni luminose
Pratiche prevenzione incendi
Valutazioni microclima
Valutazioni stress da lavoro correlato
LIVRAGA (LO)
Via Fratelli Cairoli, 24
Tel: 0377875043
Fax: 0377875754
CASTEL SAN GIOVANNI (PC)
Corso Matteotti, 57
Tel: 0523884366
Fax: 0523840763
FIORENZUOLA D’ARDA (PC)
Piazza Marsala, 14
Tel: 0523245412
Fax: 0523840763
L E N O S T RR UE BCROI C
N AV E N Z I O N I
#"
Con Unione Commercianti
i VANTAGGI
durano tutto l’anno
&&
!
33 convenzioni stipulate dall’Associazione per agevolare gli imprenditori nelle loro attività!
!
#
!
!
!
!
%
!
"
$
convenzioni
- vantaggi
- convenzioni
- convenzioni
vantaggi - –convenzioni
- vantaggi –
Convenzioni
– vantaggi
– convenzioni
– vantaggi-– vantaggi
convenzioni
– vantaggi –- convenzioni
vantaggi – convenzioni
C
20
febbraio 2014
LE NOSTRE CONVENZIONI
"$!(-*+,.)/))
###%! % !""$#
%
!
!
I vantaggi di Unione Commercianti sono in continuo sviluppo e vanno ad arricchire
" le grandi agevolazioni offerte da Confcommercio, consultabili on line sul sito
###%%
www.confcommercio.it
e
sulla
brochure
che
accompagna
la
tessera
associativa nazionale.
convenzioni - vantaggi - convenzioni - vantaggi - convenzioni - vantaggi - convenzioni - vantaggi
Convenzioni – vantaggi – convenzioni – vantaggi – convenzioni – vantaggi – convenzioni – vantaggi – convenzioni –
t i C
i i
t
i
i i
t
i
i i
t
i C febbraio 2014 21
RU
BB
RR
E VI CI A
L’Unione incontra i Commercianti di Podenzano
U
nione Commercianti Piacenza ha incontrato i commercianti del Comune di Podenzano, durante un incontro organizzato
dall’Amministrazione Comunale a cui hanno preso parte anche il sindaco Alessandro Ghisoni, l’assessore al Commercio
Fiorenzo Piccoli Coppelli e la funzionaria Carmen Parenti.
La nostra Associazione era rappresentata dai Vicepresidenti Antonio Resmini e Alessandra Tampellini, dal Direttore Dott. Giovanni
Struzzola, dal Vicedirettore Alberto Malvicini e dal referente territoriale Lorenzo Montanari.
L’incontro ha offerto la possibilità di un confronto fra amministrazione pubblica, associazione di categoria e commercianti per cercare di capire come crescere insieme, quali iniziative organizzare. I commerciati di Podenzano, da sempre sono attivi promotori
delle proprie attività, grazie al referente Daniele Scarpa, purtroppo mancato lo scorso anno, in passato sono stati organizzati corsi di
formazione sul tema del marketing, della comunicazione, dell’organizzazione eventi e diversi momenti di gioco, come il concorso
delle vetrine e momenti di festa. Tanto è stato fatto, ma occorre andare avanti, cercare di proporre progetti innovativi, sfruttare l’opportunità offerte dal mondo di internet e dal web per promuovere le proprie aziende e il proprio territorio.
Durante la serata è stato possibile illustrare i progetti che l’Associazione ha in campo per il 2014 anche in preparazione dell’evento
MilanoExpo2015.
L’incontro di Podenzano è stato il primo di una serie di incontri che l’Associazione ha intenzione di organizzare in provincia per incontrare e collaborare insieme ai commercianti.
I commercianti della Provincia, desiderosi di avere maggiori informazioni, assistenza e consulenza possono
contattare il Referente Territoriale di Unione Commercianti, Lorenzo Montanari.
Telefono 338 5906669 e-mail: [email protected]
L’Unione Commercianti sempre
più vicino agli associati
U
nione Commercianti Piacenza ha riattivato l’ufficio di Castel San Giovanni, in via Fratelli Bandiera. L’ufficio, condiviso con
due partner storici dell’Associazione, Arienta e Assiprime, è a disposizione degli associati ogni giovedì mattina dalle 8.30 alle
12.30 previo appuntamento telefonando al numero 388 4343875 e in sede fissa dalle 14.00 alle 17.30. Un incaricato di Unione
Commercianti, dott. Marcello Delfanti potrà fornire assistenza e consulenze ai commercianti presenti a Castel San Giovanni e nei
Comuni Limitrofi. Per informazioni e per fissare appuntamenti è possibile contattare il referente al numero.
Orari Ufficio Castel San Giovanni
Giovedì mattina dalle 8.30 alle 12.30 previo appuntamento telefonico
Giovedì pomeriggio dalle 14.00 alle 17.30
Telefono 388 4343875
e-mail: affari [email protected]
È
in partenza la 5^ rassegna del consorzio asparago piacentino.
Se sei un ristoratore e vuoi partecipare dovrai proporre insieme al proprio menu’, un menù degustazione completo oppure almeno tre piatti che vedano come ingrediente principale l’asparago piacentino.
Alla manifestazione verrà data ampio risalto sui quotidiani locali.
Se sei interessato a partecipare puoi contattare la Dott.ssa Alessia Pelo’ 0523/461811.
22
febbraio 2014
SOSTENIAMO
IL TUO
PRESENTE
GARANTENDO
IL TUO FUTURO
Giovanni Ronchini
Presidente
GARCOM GARANTISCE
FINANZIAMENTI PER:
Iniziare una nuova attività
commerciale, artigianale
o di servizi.
Acquistare un’azienda già avviata.
Acquistare attrezzature, arredi,
automezzi e scorte di magazzino.
grafiche CESINA (PC) 0523 768301
Sostituire o rinegoziare
finanziamenti eccessivamente
onerosi, migliorando le condizioni
già in essere con la vostra Banca.
GARANTIAMO IL TUO FINANZIAMENTO CON TASSI
PARTICOLARMENTE AGEVOLATI
CONSULTABILI SUL SITO
www.garcom.it
TELEFONA SENZA IMPEGNO
per avere chiarimenti o fissare un incontro.
I nostri uffici sono a disposizione
per fornire la migliore consulenza e assistenza.
0523 711101
COOPERATIVA DI
GARANZIA FRA
COMMER CIANT I
www.garcom.it
SEDE LEGALE E OPERATIVA
29122 Piacenza - Str. Bobbiese n. 8
Tel. 0523 711101 - Fax 0523 711113
www.garcom.it - [email protected]
Segretario: Rag. SIMONA CAVALLI
ORARIO AL PubbLIcO
8:30 - 12:30 e 14:30 - 17:30
tutti i giorni feriali esclusi il sabato e il lunedì pomeriggio
a
g
n
ll ’i
o
s
s
ro
Grandi Magazzini
Emiliani
s.r.l.
SPECIALIZZATI IN FORNITURE PER
LA CUCINA E LA TAVOLA DI:
ristoranti, trattorie, mense, comunità, pizzerie,
gelaterie, pasticcerie, alimentari, gastronomie,
bar, pub, enoteche, ecc
Via Riva, 12 - quartiere Montale
29122 Piacenza
Tel. 0523 593060 - Fax 0523 593338
[email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 623 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content