close

Enter

Log in using OpenID

delibere cons com.le 10-2014

embedDownload
w
MUNICIPIO CITTA'
@
DI NASO
Provincia dí Messina
Delibera N. 10 del 28.04.2014
COPIA DELIBERAZIONE.DT.L CONSIGLIO COMUNALE
OGGETTOI Approyazione schem. di convenzione per la gestione associata e coorditrata del
PRUSST VALDEMON E.
L'a.rlflo DUEMILAQUATTORDICI, addì WNTOTTO del úese di APRILE ( 28.04.2010 alte ore
18:30 e seguenti, nella sala del Cine Auditorium Cori.ìunale ubioata ir via Cuffari, giùsta ofdinabza sindacale
n. 08 del 16 gìugno 2010, a seguito detenninazione del Presidente del ConsigÌio Comunalq il Consiglio
Comunale, convocato ai sensi dell'art. 19, 3" comm4 della L,R. 1192 e dell'aît. 22 del vige[te Statuto
Comùnale, si è riunito
sessione ordinada ed il seduta di inizio disciplinata dal l. comma, dgll'af, 30
della L.R. 6-3-86, n. 9, risultano a.ll'appello norninale:
ií
Consiglieti
2
3
4
5
6
7
8
9
10
X
X
x
x
LO PRESTI DECIMO
BONTEMFO CLAUDIO
SCORDINO CONO
TRISCARI fMNCESCO
PORTINARI AI,FREDO
TRISCARI ANTONINO
x
x
LETIZIA ANTONINO
x
13
PARASILITI MARIA
X
t4
GORGONE ROSAI,IA
CATANIA FRANCÉSCO
Assegllah n,
B.
l5
It
x
X
12
15
ln carica
x
BEVACOUA IVAN
NANI' GAETANO
CALANNA MASSTMO
PENSABENÉ BUEMI LUCIANO
RII'ICI FILIPPO MASSIMILIANO
x
X
x
x
Presenti
À
ll
04
Assùme la Presiderza il consigliere, dr. Ivan Bevacqua, nella qualità di Presiderte del Consiglio
Comruale.
Pafecipa il Segetario Comunale, doft.ssa Carmela Caliò.
Sono presenti: il Sindaco, ew. Dauiele Letizla, Itassessore Giùseppe Rrndazzo Migúaccar l,assessore
Giovanni Rubino, l'r$essore Massimo Costantino e il responsabile dell'lrea contabile, dott.ssa
Giuseppina Mangauo.
II Presidente, ficonosoiuto legate il numero degli intervenuti, apre la s€duta-
La sédìrta è pubblica.
li Presidènté léBge la propolita e il vèrbalè dèlla commissiòne'relatiúà,'
' '
r
aivoti per alzata e seduta, Ia proposta cheviene
è n. l ASTENfiO ( to Pr€sti Decimoh
Noll essendoci richieste di interventi, il PresidetÉe mette
approvata con n. 10 voti FAVOR€VOU
It coNsfcuo @MuNAlE
Sentita la letturé di deliberazione nonehé ilverbale della commiss'lone consiliare relativa;
vista la proposta agli atti, con'votàzioie :'n. 10
resa per alzata e seduta;
"oii
rnvoÀevou
DEUBERA
di approvare la proposta agli atti.
.
n.
f nsitfuiro 1 fo frcsti
oecimo;'
MUNICIPIO DELLA CITTA'DI NASO
PROVINCIA DI MESSINA
RILTNIONE DELLA III" COMMISSIONE CONSILIART PERMANENTE
BILANCIO E FINANZE PERSONALE
Í
i
1123/04D0t4
VERBALE n. 1 /14
L'anno duemilaquattordici, addì 23 del mese di Aprile, alle ore 15,30 su convocazione del
Presidente, si è riunita nei locali Municipali, la III^ Commissione Consiliare Permanente, sono
prcsente i Signo :
1. NANi'GaetaDo
Vice-Presidente
2. CATANIA Francesco
Componente
3. TRISCARI Francesco
Componente
Assenti j Sigg. BEVACQUA lvan- BONTEMPO Claudio- RIFICI FilippoSvolge ie mansioni di Segretario verbalizzante la Sig.ra Calcerano Anna Ri1a.
Il Presidente, constatato che il numero dei presenti raggiunge quelìo legaie invita Ia
Co-nmis"ione r esprinere pcrere sui punti i5c-iili all o.d.g. dcll odienra seor,ta:
ùna prcsa d'atto della convenzione a suo tempo sottoscritta, rinvia ogni decisione al Consiglio
Comùnale.
P ma di passare alÌ'esame del 2" punto aÌl'o.d.g., il Presidente propone alla commissione
di esaminare complessivamente i puDti relativi al úconosciù1ento dei debiti fuo bìlancio.La Conmissione è favorevole e, dopo avere analizzato ogni debito e vlsto che sono
conedati da1 parere favorevole del Revisore, rimanda al Consiglio Comunale ogni úÌteriore
decisione. Si dà atto che ìl Consiglierc Triscaîi si astiene sù ogni debito.
A questo punto su proposta del Presidente, si passa all'esame delle proposte relative ai
Tributj. Il Presidente relaziona alÌa Commissione dicìriarando che le tariîfe, per l'anno 2014,
sono state confermale, lraùne i1 "Canone fitto terre in C/da Malò" che, come per legge, è
aumentato dalla percentuale d'inflazìone. La Commissione esprime parere îavorevoLe e rimarda
al Consiglio Comunale ogni decjsione.
Si passa alla discussione delle proposte relative al Piano di MigÌioramento dei Selvizi di
PoÌizia Municipale ami 2013 e 201,4 .- La Commissione esprime parere favorevole e rimanda
ogni decisione al Consiglio Comtrnale.
Si passa alla discùssione della prcposta " SdemaniaÌizzazione di porzione deila Strada
11 Presidente illustra la proposta e la commissione esprime parere
vicinale S.Iilippo"
favorevole linandando ai Consiglio ogni ulteriote decisione.
A questo punto il Presidente, considerato che sono statì trattati tùtti ipùnd all'o.d.g. e che
nessun conponente chiede la parola, dichiara scioha la sedula.
"
I
I
-
LETTO, APPROVATO e SOTTOSCRITTO.
IL VICE- PRESIDENTE
f:to NANI'
I COMPONENT]
IL SEGRETARIO
Ito TzuSCARI
f.IO CATANIA
ItO CALCERANO
COMUNE DI NASO
Provincia di Messina
n, 06
del registro generale
!g
L
2$
[4AR, 2014r
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE PER IL CONSIGLIO COMUNALE
PRESENTATA
)AL
úilòil
uo
UFFICIO INIERESSATO:TECNICO - Area LL.PP.
Oggetto: Approvazione
schema di convenzione per la gestione associata e coordinata del
PRUSST VALDEMOND.
Premesso che:
.
.
.
con deliberazione del Consiglio Cornunale n- 55 del21/12/2001 questo Comune approvava il
Programma di fuqualificazione Urbala e Sviluppo Sostenibiìe del territorio (PRUSST)
denominato VALDEMONE di cui al D.M. LL. PP. 08/10/1998 e ss. mm. ed ii., d€ndo tra l'altro
ma1ìdato al Sindaco del Comune di Randazzo, quale ente capoftla ed attuatore, per la
sottoscdzione deil'Accordo Quadro con il Miuistero dei LL. PP. E con la Regione Siciliana,
regolannento sottoscitto il 30/05D002;
che entro 1131/12/2013 dovrebbero coocludersi le attività del suddetto programma PRUSST e
che in dipendenza dei procedimenti ancora in cotso è stala attivata dall'Ente attuatore la
procedura per ottenere dal Ministero delle Infrastruttùre e Trasporti una prorcga di ulteriori
cinque anni:
che il Ministero delle Infrastutture e Trasporti coÍ ].rota d,el29/04/2010 richiedeva un'ulteriore
converzione ai frni della presa d'atto da parte dei soggetti pubblici partecipanti al programma del
rinnovo in convenzione delle deleghe per ltl svolgin'ìento delle attività pro$aÍrmate, atto questo
predisposto dall'Enle Attuatore e soltoscritto da1la quasi totalità dei partecipanti al program1|a
de quo ivi compreso qùesto Comune;
VISTA la nota data 30104/201,3 r1. 7445 di Prot. con la quale il Sindaco del Comune di Randazzo
rella quaiità di soggetto responsabile dell'Ente attuatore, ha comunicato che il Ministero delle
Infrastmtture e Trasporti a seguito di parcrc dell'A$/ocatwa dello Stato, úti€ne le predette
convenzioni, se pù meramente dproduttive di accordi già approvati, ro11 derogabili
dall'approvazione dei rispettivi Consigli Comunali, pefianto ai fine di accogliere la rìchiesta del
Ministero l'Ente Altùatore ha invitato i co[ìrni aderenti ad approvare Ìo schema di convenziote
all'uopo predisposto dallo stesso, con la dichiaraziole esplicita di DICHIARARE RATA E
VALIDA LA SOTTOSCRIZIONE EFFETTUATA DA PARTE DEL LEGALE
RAPPRESENTANTE DELL'ENTE;
- VISTO 1o scilema di convenzione prcdisposto dali'Ente Attuatore ed allegato alla nota sopra
-
crtala;
- RITENUTO, pertanto alla luce di quanto sopra, di dover prowedere in merito;
- VISTO il Decrefo Legislativo 18 agosto 2000 n. 267 avente ad oggetto "testo Unico delle Leggi
sull'Ordinamenlo degli Enti Locali";
- \4STO 10 Statuto Comunale;
- \aISTO l'O. A. EE. LL. vigente in Sicilia come integrato con la L.R. 11.12.1991 n. 48;
- VISTE LE LL. RR. t1. 44/91,t1.'7192,r.26/93, î.32194, í.23197;
SI PROPON'E CIIE
IL CONSIGLIO COMIJNAI-E
DELIBERI
1) di approvare per i motivi sopra esposti, l'úito schema di convenzione per la gestione associala e
coordinata del PRUS ST.VAIDEMONEj così come predisposto ed hviatoci dall'Ente Attuatore
con la nota datata 30/04D012î.7445 diProt.;
2) di dichiarare rata e valida la sottoscrizione già effettuata da parte del legale Rappresentante di
questo Ente;
3) di trasmettere copia della delibera di approvazione della presente proposta al Comune di
Randazzo quale Ente Attuatore del PRUSST VAIDEMONE, per
consequenziali
prowedime[ti di comperen/a.
i
11
Proponente
Il Sindaco z
'-X.-/-ffia"
'-/
/
SCHEMA CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA E COORDINATA
DEL PRUSST VALDEMONE
PREMESSO
Che il comune di Randazzo ha promosso, ai sensi del D.M. LL.PP. 08/10/199B e ss. mm. ed
Programma di Riqualificazione Urbana e Sviluppo Sostenibile del Territorio (PRUSST)
denominato VALDEMONE, approvato ed ammesso a finanziamento con D.M. n. 14 del
19t04t2004;
iÍ.,
il
al citato D.M, gli oryani consiliad degli enti proponenti, hanno
programma,
il
dando
mandato al rispettivo rappresentante legale di sottoscrivere o sub
approvato
Che, successivamente
delegare
il
sindaco del Comune
di
Randazzo, quale ente capofÌla
ed attuatore, per
la
sottoscrizione del relativo protocollo di Intesa con ìl MÌnistero dei LL. PP.;
Che il 23.10.2000 è stato sottoscritto fra il
l\,4inistero deì LL.PP. ed il sindaco del Comune di
pubblici proponenti, il Protocollo di Intensa per Ia
per
anche
in
nome
e
conto
degli
enti
Randazzo,
definizìone del oredetio PRUSST:
Che, dopo la sottoscrizione di detto protocollo, il Comune di Randazzo ha attivato le procedure
per poter stipulare con il predetto Ministero l'accordo quadro previsto dal bando allegato al D.M.
0B/1071998 e ss. mm. ed ii.:
Che a seguito di dette procedure è stato rimodulato il programma del PRUSST VALDEMONE
e riproposto ad una nuova approvazione da parte degli organi consiliari degli enti pubblici
proponentr;
Che gli organi consiliari degli Enti Pubblici aderenti al PRUSST in forza delle succitate
deliberazioni hanno, fra l'altro:
- riapprovato il programma del PRUSST VALDEMONE, cosi come rimodulato nei rèlativi
allegati, confermando la delega per la sua attuazione al Comune di Randazzo, quale soggetto
pfomotore del programma;
-
individuato e locaLzzalo, come richiesto dall'art. 11, c '1 lett. A) dell'Allegato al D.l\,4
08.10.1998, ai sensi dell'art. 17 comma 59 della legge 127197 e ss. mm. ed ii., le aree interessate
dagli interventì pubblici e privati;
'delegato al comune di Randazzo, anche ricorrendo alle procedure di conferenze di servizio,
le attività previste dal programma, non riservate espressamente agli organi consiliari degli Enti
proponenti, relativamente alle opere pubbliche e private presenti nel PRUSST VALDEMONE
- dato mandato al rispettivo rappresentante lègale di aderire all'Accordo Quadro, delegando ìl
sindaco di Randazzo alla sua sottoscrizione ìn nome e per conto dell'ente deliberante e per tutti i
necFssari adempimenti conseguenti.
Che il 31105/2002 è stato sottoscritto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la
Regione Siciliana I'Accordo Quadro, con il quale sono state defÌnite le modalità di attuazione degii
interventi inclusi nel PRUSST e imodie itempidelle relative procedure;
che di deito Accordo Quadro fanno pafe i integrante i seguenti allegati:
>
>
Aìlegaio 1:aito di nomina del responsabile del procedimento;
Allegato 2: afto di nomina del responsabile del monitoraggio;
>
>
>
>
Allegato 3: cronoprogramma,
Allegato 4:piano finanziario;
Allegato 5: planimetria ed inquadramento generale delprogramma;
Allegato 6 :relazione sintetica diinquadramento complessivo del programma Pruss!;
> Allegato 7: elenco deisoggettì proponenti pubblici e privati;
> Allegato B: elenco dei soggetti realizzatori pubblici e privati;
> AIIègato 9: verbali del tavolo di concertazione di cui all'art.2, comma
4, del D.[4. 18 aprile
2OO1i
>
Allegato 10: elenco delle variazìoni appofate al programma rispetto al protocollo d'intesa
sottoscritto:
>
>
Allegato 11: elenco degli interventi suddivisi in pubblici e prìvati;
Allegato 12: elenco delle risorse finanziarie pubbliche da reperìre, provenienza (identificativo
intervento, titolo, costo complessivo, fabbisogno risorse finanzia.ie pubbliche da
reperire, oggetto, possibíli canali pubblici attivabili;
>
Allegato 13: scheda Ìnformativa diognisingolo intervento: soggetto realizzatore, tipo di
intervento (pubblico/privato), provenienza delle risorse per la realizzazione degli
interventi pubblici, lÍveìlo di progettazione, modalità di affidamento, tempì di
realizzazione',
>
Allegato 14: elenco degli interventi ricompresinelle aree da assoggettare a procedure dÍ
variante ai vigenti strumenti urbanistici;
>
>
Allegato 15: elenco deglieventuali accordi, intese sottoscritte o da sottoscriversi;
Allegato'16: aspetti di particolare rilevanza;
Che il citato accordo confefma il Comune di Randazzo nel ruolo di Ente promotore e attuatore
delle inizìative presenti nel PRUSST VALDEMONE, anche per efletto della delega ricevuta con le
delibere consiliari degli enti pubblici proponenti;
Che I'allegato n. 16 al citato accordo quadro, in conformità alle vigenti disposizioni, nel
confermare la costituzione di un Ufficio Speciale Consortile per l'espletamento dei compiti e delle
funzioni riservate al soggetto promotore ed attuatore del PRUSST VALDEI\,4ONE, disciplina
A)
:
Le procedufe approvative dei progetti pubblicie privatipresenti neì programma
B) Le procedure di progeftazione delle opere pubbliche presenti nel programma
C) La composìzione e compiti dell'ufficio speciale consortile
D)
Le modalità di affidamento degli incarichì di progettazione esterna
E) Le attività per la ricerca delle rìsorse finanziarie necessarie alla realizzazione delle opere
pubbliche
Che nel rjspetto di tali indicazioni è stata costituita la struttura tecnìca dell'Uflicio Specìale
Consortile PRUSST, con personale distaccato da comuni aderenti e con personale reclutato
tramite evìdenza pubblica, con rapporto di pubblico impiego part time e a tempo definito, che può
2
espletare funzioni pubbliche, compresì
i
comp:ti
di
responsabile del procedimento e/o di
progettazione;
Che con nota prot N.0005338 del 291412010, il Ministero delle Infrastrutture e dei TrasportiDipartimento per le Infrastrutture, glj Affari Generali ed il Personale - Direzione cenerale per te
politiche abitative - Divisione 4 - ha fafto presente l'opportunità di fotmalizzare la costituzione
dell'Uffìcio Speciale Consortile con le modalità di cui agli a.tt.2 comma 2 e 30, 3'1,32 del D.Lgs.
26712000 e ss. mm. ed ii-
Che nell'ambito delle lndicazioni scaturenti dalle delibere consiliari di approvazione del
programma del PRUSST VALDEMONE e dalla documentazione allegata all'accordo quadro
sottoscritto n 3110512002 può essere formalizzata la forma associata della Convenzione prevista
dall'Art. 30 del D.Lgs 26712000 e ss. mm. ed ii.;
PRESO ATTO delle seguenti delibere degli organi consiliari degli enti pubbìici aderenti al
PRUSST, allegati e facenti parte dell'accordo quadro, relative alla riapprovazione del programma
del PRUSST VALDEMONE:
ENTI
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Camune
Comune
Comune
Comune
Camune
Camune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
DELIBERA N.
Acquedolci
díAlcara Li Fusi
di Antillo
di Barcellona Pozzo di Gotto
di Basícò
di Brolo
di Calatabiano
dí Capizzi
di Capo D'Orlando
di Capileone
dí
di Caronia
di Casalvecchio Siculo
dí Castel di Lucío
di Castell'Umbefto
di Castelmola
di Castiglione di Sicilia
di Castroreale
di Centuripe
di Cerami
di Ficarra
dí Fíumefreddo
di Floresta
di Fondachelli Fantina
Comune di Forza D'Agro'
Comune di Francavilla dí Sicilia
Comune di Frazzanò
c.c. N. u
c.c. N.46
c.c. N.43
c.c. M669
c.c. N.11
c.c. N.43
c.c. N.46
DATA
15/122001
M2/2001
c.c.N.33
11/12/2001
15/12/2001
14/1U2001
17/12J2001
12/12/2001
20/12/2001
14/12/2001
14/12/2001
14/122001
13/12/2001
c.c. N.02
c.c. N.50
19/12J2001
c.c
N.B6
c.c. N.109
c.c. N.63
c.c. N.62
c,c_ M39
c.c.N.u
c.c.N.72
c.c.N.65
c.c. N.56
c.c. N. 07
c.c. N.54
c.c. N.39
c.c. N.31
c.c.N.52
c.c. N.02
c.c. N.36
c.c, N.59
c.c. N.36
0aú/2002
13/122001
13/12/2001
27/12/2001
13/12/2001
14/12/2001
22,/0s/2002
13/12/2001
21/142001
16/142001
13/12/2001
29/01/2002
14/12/2001
14/142001
19/12/2001
Comune di Furci Siculo
comune di Fumai
Comune di Gaggi
Comune di Galati Mameftino
Comune di Gallodoto
Comune di Gíardiní Naxos
Comune di Gíarre
Comune di Gioiosa Marea
Comune di Graniti
Comune dí Gualtied Sicaminò
Comune di Itala
Comune di Leonforte
Comune di Letojanni
Comune di Librizzi
Comune di Limina
comune di Linguaglossa
Comune dí Longi
Comune di Maletto
comune di Malfa
Comune di Malvagna
Comune di Mazzarrc s.A. (ME)
comune di Meri
Comune di Mílo
Comune di Mitfo
Comune di Mistretta
Comune di Moio Alcantara
Comune di Monforte S. Giorgío
comune di Mongíufli Melia
Comune di Motta Camastra
Comune di Mofta D'Affermo
Comune di Naso
Comune dí Nicosia
comune di Novara di Sicília
Comune dì Oliveri
Comune di Pace del Mela
Comune di Pafti
Comune di Piedimonte Etneo
Comune dí Piraino
Comune dí Raccuia
Comune di Regalbuto
Comune di Reitano
Comune di Riposto
comune di Rocaatiorita
Comune dí Roccavaldina
c.c. N.43
c.c. N.59
c.c. N.54
c.c. N.50
c.c. N.44
c.c. N.87
c.c. N.174
c.c. N.73
c.c. N.40
c.c.56
c.c. N.09
c.c. N.49
c.c. N.163
c.c.N.58
c.c. N.04
c.c. N.67
c.c.N.22
c.c. N.3
c.c. N.39
c.c. N.35
c.c. N.56
c.c. N.71
c.c. N.42
c.c. N.39
c.c. N.22
c.c. N.49
c.c. N.50
c.c. N.45
c.c. N.42
c.c. N.3B
c.c. N.05
c.c N.3B
c.c. N.33
c.c. N.55
c.s. N.04
c.s. N.27
c.c. N.40
c.c. N.68
c.c.N.42
c.c. N.60
c.c. N.4B
c.c. N.sB
c.c. N.47
c.c. N.3B
c.c..130
c.c. N.32
c.c.N.41
M2J2001
21/12/2001
15/12f2001
13/1A2001
21/12/2001
16/122001
13/142001
20/12,2001
15/12,/2001
14/12/2001
1404/2002
13/122001
12/122001
14/122001
14/02/2002
12./122001
14/122001
29/01/2002
13/1U2001
13/122001
14/12/2001
14/122001
14/12/2001
19/122001
12/12/2001
15/12/2001
13/12J2001
1212/2001
13/122001
13/12/2001
28/02/2002
15/12/2001
13/12,/2001
20/142001
10/12/2001
13/12/2001
12/142001
14/12f2001
17/12/2001
11/122001
15/122001
11/1/2001
13/12/2001
13/12/2001
1s/12/2001
15/142001
11/122001
Comune di Roccella Valdemone
Conune di Rodi Milici
Comune di Romefta
Comune di San Filippo del Mela
Comune di San Fratello
Comune di San Marco DAlunzio
Comune dí San Pier Niceto
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
Comune
di San Piero Patti
di San Salvatore di Filalia
di San Teodoto
di Sant' Alessio Siculo
di Sant' Angelo di Brolo
di Santa Domeníca Viftoia
di Santa Lucia del Mela
di Santa Teresa di Riva
di Sant'Agata di Mititetlo
di SantAlfio
di Santo Stefano di Camastra
di Santa Venerìna
di Saponara
c.c.N.14
07/04/2002
c.s. N. 07
21/01/2002
14/12n001
14/142001
c.c.N.43
c.c. N.59
c.c.N.74
c.c.N.23
c.c.N.126
c.c.N.53
c.c.N.50
c.c. N.14
c.c. N.76
c.c. N.3B
c.c. N.52
c.c. N.32
c.c. N.50
c.c. N.42
c.c. N.46
c.c.N.39
c.c..174
c,c. N.39
c.c. N.56
c.c. N.56
20/12/20Ó1
22/ún001
13/12,2002
1A12J2001
14/122001
o2/04/2002
13/12/2001
21/12/2001
13/12/2001
14/142001
12/12,/2001
18/12/2001
1B/142001
17/142001
21/122001
Comune di Savoca
c.c.N.45
c.c. N. 2
13/12/2001
14/12/2001
18/122001
20/1A2001
02/04/2002
13/12/2001
29/01/2002
Comune di Sinagra
Camune di Spadafora
Comune di Taormina
cc.
2AU/2002
c.c.N.44
c.c.
Comune di Terme
Vígliatorc
N14
N.B
c.c. N.45
c.c..101
C.C.N.87
c.c. N.05
Camune dÌ
C.C.N.51
c.c.N.4 -5
Comune di
C.C. N.Bs
Comune di
C.C. N.31
Comune di
C.C. N.61
Comune
C.C. N.5g
Comune di
C.C. .20/C
Comune dì
C.C. N.44
Comune di
C.C. N.52
Comune di
C.C.N.61
c.c. N.o7
Comune diZaffenna
C.C, N.67
Consorzio Intercomunale Pubblici Seruizi C.A. N.34
Torrenova
To!'trici
Trípi
TroÌna
diTusa
Ucria
Valdina
Venetico
Villafnnca
Etnea
28/142001
20/142001
15/12/2001
18/02/2002
19/122001
2201/2002
14/12/2001
15/12/2001
12./12/2001
19/12/2001
21/122001
13/122001
14/12J2001
11/12/2001
ou04/002
14/1?f2001
20/122001
Frt
Parco deí Nebrodi
Parco dell'Etna
Hrovlncta Regtonate vannE
Provincia Regíonale di Messína
Provi ncia Reg i ana Ie En na
Soprintendenza BB.CC. di Catania
Sopintendenza BB.CC. di Messina
Uníversità di catania
Uníversità di Messina
c.A. N.13
15/12/2001
c.P. N. 105
c.P. N. 57
c.P. N.101
Prowe.to
Prowe.to
Prowe.to
Prowe.to
12/10/2001
18/05/2002
19/12/2001
Sopintende
Sopintende
Reftore
Rettore
Che ll Consiglio Comunale del Comune di
con delibera n.
qel
ha approvato lo schema della presente convenzìone con la
dichiarazionè di dichiarare raia e valida la sottoscrizione già effettuata da parte del Legale
Rappresentante dell'Ente.
ART ,1 OGGETTO DELLA CONVEZIONE
1.
2.
Le premesse costituiscono parte integrante e sostanzjale delìa presente Convenzione.
La presente convenzione ha per oggetto lo svolgimento in modo coordìnato, unico ed
associato, tra gli Enti di cui sopra di tutte le attivìtà, le iunzioni, i compiti e le operazioni facenti
capo al PRUSST VALDEI\,1ONE, tramite I'Ufficio Speciale Consortile cosj come previsto
dalf'Accordo-Quadro succitato e dagliallegati che ne fanno parte integrante.
3. L'ambito territoriale per la gestione associata dell'Ufficio Speciale Consortile è individuato
nel territorio deglì Enti sottoscrittori della presente Convenzione.
ART. 2 SOGGET1O CAPOFILA
1. ll
Comune di Randazzo, quale soggetto promotore e attuatore del PRUSST, all'uopo
delegato con rappresentanza esterna dagli altri Enti Pubblici, è responsabile della gestione delle
attività Drevisie dalla Dresente convenzione.
2. La presente convenzione prevede la delega in capo al Comune di Randazzo, quale Ente
capofila, per le funzioni meglio descritte nel citato Allegato 16 all'Accordo Quadro, per lo
svolgimento di tutta la gestione assocìata dell'Ufficio Speciale Consortile e per l'affidamento, nel
rispetto di quanto al riguardo previsto dal precitato Allegato 16 e delle disposizioni soprawenute
alla data di sottoscrizione dell'Accordo Quadro anzidetto, degli incarichi di proge'ttazione esterna a
liberi professionìsti.
3.
Tale delega sarà esercitata dal legale rappresentante del Comune capofila.
4. ll comune di Randazzo, in qualità di soggetto rappresentante e coordinatore
dell'aggregazione, svolge funzioni di coordìnamento organizativo del PRUSST gestendo e
coordinando I'impiego dèi fondi per il finanziamento delle attività del PRUSST di cui cura la
gestione e Ia contabilità economica/finanziaria.
5. La sede legale del PRUSST, ai fini della presenie Convenzìone, è ubicata presso il
Comune di Randazzo. Gli ufficisono procurati dal comune di Randazzó.
fi
ARf 3 - SOGGETTO RESPONSABILE
'1. ll Sindaco del Comune di Randazzo, individuato quale Comune attuatore, è il soggetto
.esponsabile, delegato per conto degli altri Enti Pubblici per la gestione delle attività previste dalla
pfesente convenzone.
2- ll
Sindaco del Comune di Randazzo è responsabile dell'attuazione del PRUSST
VALDEMONE, che rappresenta in esclusiva nei confronti dell'amministrazione Statale,
dell'Amministrazione Regionale e di altri Entì, per tutte le operazioni e gli atti di qualsiasi natura,
relativi alla rcalizzazíone delle aftività del PRUSST, fino all'estinzione di qualsìasi rapporto
inerente le medesime attività.
3. ll Sindaco del Comune di Randazzo risponde dell'avanzamento gestionale nonché degli
obiettivi perseguiti, sovrintende all'Ufîcio Speciale Consortile, nomina il responsabile del
procedimento del PRUSST, svolge ed esercita icompiti, le competenze e le funzioni attribuiti
dalì'ordinamento degli EE.LL. al Sindaco.
4. Gli atti a valenza normativa e generale adotiaii dal soggetto responsabile, oltre che
pubblicati all'albo del comune di Randazzo sono inviati, per la relativa pubblicazione, a tutti gli albi
degli alirienti sottoscrittori .
5. Per le procedure non dìsciplinate dalla legge, dalla presente convenzione, dal citato
accordo quadro e dai suoi allegati, si applicano le norme regolamentari vigenti nel comune di
Randazzo.
ART4
-
UFFICIO SPECIALE CONSORTILE
1.
Come previsto dall'allegato 16 al citato accordo quadro l'attìvità amministrativa, finanziaria
e tecnica del PRUSST VALDEMONE è esercitaia dall'Ufficio Speciale Consortile.
Per quanto rjguarda Ia composizione e i compiti dell'Ufficio Speciale Consortile in oggetto
si fa espresso rinvio alle relative previsioni contenute nell'Allegato 16 e successive modnche e/o
ìntegrazioni del citato Accordo Quadro sottoscrifto il 31/5/2002.
3. ll predetto ufficio, costituito utilizzando I'istituto del comando part time o con procedura di
evidenza pubblica, potrà essere , ìn relazione alle esigenze ed al carico di lavoro, composto da:
Responsabile del procedimento del PRUSST (Segfetario cenerale del Comune di
Randazzo) :
3 Collaboratori Amministrativi (dipendentidel Comune di Randazo);
Coordinatore tecnico;
2 Esperti in Normativa e Pianiflcazione Urbanistica;
. 2 Esperti in normative e procedimenti relativi alle opere pubbliche;
Esperto in discipline giuridiche;
Esperto in problematiche ambientaìì;
Esperto in analisi di fattibilità finanziaria ed analisi difattibilità economico-sociale;
Esperto in finanza di progetto, risorse comunitarie e programmazione negoziata;
Esperto in gestione ambientale delterritorlo;
. 2 Esperti in discipline geologiche;
Esperto in progettazìone impiantistica e progettazione della sicurezza;
Espèrto in mobìlità urbanistica e progetlazione di sistemi trasportistici;
Esperto in comunìcazione ed informazione;
3 Geometri.
2.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
4.
ll predetto ufficio svolge Ie seguenti atiività:
H
.
.
.
.
.
.
.
predisporre, per conto dei comuni impossibìlitati e indisponibili a farlo, la progettazione degli
interventi pubblici presenti nel programma, che, se non conformi alte previsioni urbanistiche
vigenti nei singoli terriiori, saranno sottopostialle procedure di conferenza di servizi;
procedere, ai sensi e per gli effetti dell'art. 17 della legge 109/94, come vigente in Sicilia, alla
redazione degli studi di fattibilità ed alla progettazione delle opere pubbliche previste nel
programma, compatibilmente con le professionalità presenti nell'uffÌcio ed in dipendenza
deìl'eventuale impossibilità a farlo da pade degli uffici tecnici deì soggetti pubbljci proponenti
e delle altre amministraloni proponenti convenzionate;
predisporre
le
procedure amministrative relatìve all'affidamento degli incarichi
di
progettazione e degli studi difattìbilità e curare tutto il susseguente iter procedurale fino alla
relativa approvazione;
predisporre tutti gli atti tecnico-ammìnistrativi pet la rcalizzazione delle opere infrastrutturali
che utilizzano il contributo delle rìsorse assegnate al Prusst ai sensi dell'art.6 - comma 1lett.c) dell'Ailegafo al D.M. B/10/98,
effettuare tutta I'attìvita isiruttoria iecnica amministrativa e di preparazione ed assistenza
per Ie conferenze dei servizi, che si debbono tenere do il soggetto promotore, per la
valutazione ed approvazione di tutti i progetti pubblici e privati presèntìnel programma,
verificare la regolarità della documentazione tecnìca ed amministrativa prodotta dagli enti
pubblici proponenti e relativa alle opere pubbliche previste nel programma;
-
assistere gli enti pubblici proponenti e collaborare con gli stessi, al fine di individuare i
possibili canali attivabìli per il reperimento delle rìsoase necessarie alla realizzazione delle
iniziative pubbliche presenti nel programma.
5. All'interno del predetto uflicio sarà nominato, con ptowedimento del sindaco di Randazzo,
il RUP per ogni singola opera che verrà attivata dal PRUSST.
6. La composizione dell'ufficio è definita con provvedimento del rappresentante legale del
soggetto attuatore. L'attività sopla elencata svolia dall'Ufficio Speciale Consortile sarà remunerata
nel modo specificaio nell'Allegato 16 dell'Accordo Quadro e successÌve modifiche ed integrazioni,
nel rispetto della normativa vigente;
ART
5_ RAPPORTI FINANZIARI - IMPEGNI ED OBBLIGHI DEI
COIVlUNI ADERENTI
Comune di Randazzo, quale soggetto promotore ed attuatore del PRUSST
VALDEMONE, per le attività previste dal precedente afticolo utilizzerà ifondi assegnati dal
'1.
ll
comma 1- lett.b) dell'Aìlegato al D.M. 8/10/98 e ss. mm. ed ii.,
2. Le anticlpazioni eventualmente effettuate per lo studio e la progettazione delle opere
pubbliche saranno recuperate dal finanziamento delle singole opere progettate.
3. All'uopo è fatto obbligo ai soggetti proponenti di riversare sulla contabilità separata del
PRUSST , presso la tesoreria del Comune di Randazzo, le somme dallo stesso anticipate
prelevandole dal finanziamento dell'opera.
4. In caso di finanziamento esterno ìl predetto obbligo dovrà essere comunicato al soggeito
finanziatore che prowederà direttamente al versamento delle somme anticìpaie dal PRUSST
VALDEI\lONE. ll predetto impegno e le relative modalità del recupero delle anticipazioni dovranno
essere formalizzati al momento della richiesta dell'intervento di progettazìone, in un accordo tra il
soggetto proponente ed il Sindaco del Comune di Randazzo quale Ente promotore ed attuatore,
con l'obbligo del soggetto proponente di notifìcare icontenuti del predetto accordo al soggetto
finanziatore contestualmente alla richiesta di finanziamenio.
l\,4inistero a sensi dell'art.6
-
i
*"t"nti si impegnano
p-RUSsT Vj.LDEMoNE
l occoffenti
i documentr e sti atti jn
propflo
i,lgl!î" degfi
3t
^-^^u:^ 9l^gi
possesso
al raggiungimento
obbiettivi aetiifreseite tnvenzrone.
ART6 DURATA
La presente
.. costituzioneconvenzione, riguardand_o-compiti e funzionj già oggetto di precedenti atti relativi
alla
e gestione det
VALDEMONE," nJl,.fiAiè "",no a'a scadenza
dellAccordo-Quadro suddetto.
'RUSST
ART 7 RECESSO
Ogni Ente può recedere dalla presente convenzione
dandone comunicazione al soggetto
responsabile entro il mese di settembre di ogni
anno.
ll recesso avrà efîcacia dal primo gennaio dell,anno successivo,
previa definizione delle
eventuali pendenze finanzia.,e o organizzative.
ART B CONTROVERSIE
La definizione di ogni e qualsiasi controversia
dipendente dall,interpretazone della presente
convenzrone sarà devoluta a ,assemblea dei
soggetti pubblici soitoscrittori, convocata
e
preieduta dal legale rappfesentante del Cornun"
Detta assemblea, con funzioni 0"":i:L"li." voto
"upófil".
deliberativo, è composra dai rappresentanti
-u-na"d"erega
regari degri Enti sottoscrittori, con possibirità
partecipare
di
ancne'co-n
oi un artro regate
rappresentante di ente pubbtico aderente. L,assembiu"
O
Jlfìoggetto
responsabile,
con ordine del giorno comunicato alm€no
cjnque giorni prima"onuo*t"
an"f,u fur a*ì fu
può
essere richiesta anche da almeno l/5 dei suoi
"onuocazione
componenti. fn prirnu lonui""rione
le sedute sono
varide con ra paúecipazione deta maggioranza
dei componenti. i;;";;;"" convocazione,
da
svolgersi armeno due orc dopo l,orario di convocazione
defla prima, r.
valide con la
"uout"
"ono
yn numero qualunque deicomponentj. Le decisionisono
l:f":ll".i:T,di
assunre a maggioranza
-OJf-f,nUSST,
der
presentj. lsingoli Organi Consiliari, in
merito alle p.""arru
adottano i
prowedimenti previsti dafi'ordinamento degri
Enti Locati in rorma auton-oma ma coordrnata
con
l'Uffício Speciale Consoriile PRUSST.
La defìnizione di controversie sute attiviià previste
data presente convenzione è devoruta aJ
colJegio di vigilanza del PRUSST, previsio
dall,articolo a oàf
À"*a" euadro, che può
essere adito da ogni soggetto proponente.
"ià,"
ART 9 RINVIO
previsfo dalla presente Convenzione
le parti fanno riferimento a a normaiiva
euadro del 31/05/2002, sottoscritio
ìnfrastrutture e deiTrasportje Ia Regione
""' ,, Ministero delle
Sjciliana ed ai retaúvi
Letto, approvato e sottoscritto
,,,^^T]
vrgenre1:"1_1",1"."
In maieria, all,Accordo
at"n"i"'
-
iln
lRappresentantiLegalideiComunipafecipanti
I Rappresentanti Legalidelle prcvince
I Soprintendenti delle Soprintendenze BB.CC.
|
Rettoridelle Università
VISTO
ll Responsabìle del procedimento
ll Rappresentante Legale dell,Ente attuatore
Parere del reqionsabile dcl serqizio in oÈdine alla regoluria &crica.
AÍ sensi dell'art- 49, comma 1" del D.Lg;. T\OO p6 c.ome modificato óa!Ìù.L. IO/1O|ZO1Z, î_
174, per quanlo conceme la regolarifà tecnica della propo$ta di deliberazione reiativa all,oggetto
esprime parere: Favorcvole-
Naso, -
aÀ"
2 --, lli
Par€rc del r€sponsabile dell'rfficio di ragioneria in ordine alla regolarità contabíle.
Ai se$i dell'a.t.4g, comma 1", del DJ-gs. 267100 percome modificato ó"JDL. IO|IO'ZO12, î. 174.
per quanto cotceme la regolarità contabile dellè prcposta di delibemzione relati\,a all'oggetto
11
Respomabile dell
dolt.ssa Gi
Lcflo, approvato e sottoscritto.
IL CONSIGLIERE
ANZIANO
ILPRXSIDENTE TLSEGRETARTOCOMÚNALE
Bevacqua F.to dott.ssa Camela Caliò
F.to dr. Ivatr
F.to dott. Massimo Calaffa
CERTIF,ICATO DI PTEBLICAZIONE
B' oopiB
Naso,
da
seÍire
Il
per uso ammidstrativo.-
sotioscritto Segretario Coúunale, so confonne r€lazion€
dell'addeto alle pubblicazioni, visii gli ani di ufitcio;
lì _ ,I:
CERTIFICA
Che la pr€s€nte delitemzione
IL SEGRETARIO COMI]NAI-E
Datt
siata
pùbbiicata all'Albo on
cons€.urivi dd
)
L'addetto all€ pubblicazioni
Catmela Calíò
ssa-
è
irffl?Loafqlune per ]5 giomj
llAU, lu lr+ ( Ree. Pub. N.
line
F.to
IL SEGRETARIO COMI]NALÈ
F.to Datt ssa" Carnela Caliò
SI
ATTìSTA CIIE
E' rina-{a publlicata all'Arbo Pretorio on line di q
L,4.
PRESENTtr DtrLIBERAZIONE
esto Com n€ per 15 giomi [email protected] e che contro
-
preseniati opposizioni o reclami.
E rata lasmessa ai c.pig.uppo consiliari con nota n
di
€ssa
ron sono
stari
del
Naso,lì
IL SIGRETARIO COMI]NALE
F. ta D ott.ss a C $nela C aliò
CERTIFICATO DI ESECUTIVITA'
Si c&tìfics che la p|€s€de deliberazione ò diveluta eseouliva
Naso,
lì
il
decorsi t 0 giomi dalla pìrbblicazione
_
IL SEGRf, TÀXJO COMI]NA.LE
F.to Dott.ssa Camela Caliò
CERTITIC,I.TO DI RIPUBBLICAZIONE
Si
certifica ch€ 1a lresenle deliberazione
è
stata ripubblicata all'Albo Èetorio on line per 15 giomi consecùtivi, dal
, e che conao di essa non sono staf pr€sentati opposiziotri o reclani.
Naso,ll
IL SECRNTARIO COMITNALI
F.to Dott,ssq Camlela Caliò
La presenre defibemzione
ai sensi dell'art.
è imoediataderk esecudva
colnma
E' copia da s€Nire pù tlso aÍuninisùativo
d9[a
Legge RegioÀale rr.44/1991.Naso, ll
Naso,ll
TL SEGRETARIO
TL
SEGRf,TARIO COMÙNALE
F.to dotîssd Carnela Caliò
COMUNALE
DotLssa Carmela Caliò
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 719 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content