close

Enter

Log in using OpenID

CISI j FOGGI@ - Cisl Foggia

embedDownload
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
CISI FOGGI@
j
~
'\ UNIONE SINDACALE TERRITORIALE
"
"
a cura dell'Ufficio Informazione
Via Trento, 42 - Foggia
TeL 0881,724388 - 348.8543490 Fax 0881,771681
e-mail: [email protected]
www.cis1foggia.it
1
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
I 4 IPRIMO PIANO
IL PIANO DEL EMIER
LE QUESTIONI PRINCIPALI
Il MINISTRO PADOAN
({L'Italia ha fatto e continua afare i compiti
a casa. Tra il2011 e il2013 varate
manovre per 67 miliardi»
Irpef, slitta l'estensione
del bonus di 80 euro
alle famiglié numerose
• ROMA. li bonus da 80
euro non cambia natura e
resta un beneficio a favore dei
lavoratori, un intervento «puro» sul cuneo fiscale, così come il governo lo aveva voluto,
senza alcun allargamento alle
famiglie più o meno numerose o in difficoltà economiche. il tira e molla all'interno
della maggioranza è durato
fmo all'ultimo minuto utile in
Commissione Finanze del Senato, ma alla fine la linea del
Tesoro l'ha spuntata su quella
di Ncd che invece cantava
vittoria dando per assodata
l'estensione ai nuclei monoreddito con almeno tre figli.
L'esclusione dal dl Irpefnon
significa però un accantonamento derlllitivo. Il nodo arriverà al pettine in autUlUlo.
Come per gli incapienti e le
partite Iva, la questione viene
infatti rimandata alla legge di
stabilità per li 2015, dove, in
parallelo alla definizione di
nuovi interventi permanenti
di spending review, dovranno
essere individuate anche le
risorse per rendere il bonus
strutturale.
Allora il governo dovrà ri·
fare i conti, ma probabilmente con qUalche asso nella ma·
nica sul fronte del bilancio
pubblico ottenuto nel corso
del semestre italiano di presidenza dell'Ve.
E' in quella sede infatti,
come ribadito ancora una volta dal ministro dell'Economia
Pier Carlo Padoan, che l'Italia
punta a modificare l'agenda
europea, imprimendole una
sterzata verso nuove priorità:
crescita e lavoro e non più
solo rigore, tradottosi fmora
in austerità. Il nostro Paese
ha. secondo il titolare del Tesoro, le carte in regola per
giocarsela. «L'Italia ha fatto e
continua a fare i compiti a
casa. Tra il 2011 e il 2013 le
manovre sono ammontate a
67 miliardi, pari a 4,3 punti di
Pil», ha calcolato il ministro.
Ieri il nostro debito pubblico,
sul quale Bruxelles ha puntato il dito nelle sue racco·
mandazioni, è tra i maggior·
mente sostenibili in Europa.
E lo sarebbe ancora di più se
la crescita nominale - e dunque l'inflazione - fossero più
alte. Un tema, questo, su cui
Padoan insiste spesso e che,
alla vigilia del consiglio Bee,
suona quasi come un'esortazione alla Banca centrale
per un intervento di ulteriore
taglio dei tassi e di immissione di liquidità' nel mercato.
A livello nazionale intanto
però il governo deve anche
confrontarsi con le sollecitazioni in arrivo dalla Corte dei
Conti. I magistrati contabili
non si spingono sulla strada
dì critiche dirette al governo,
del quale apprezzano invece
l'intento riformatore, ma annotano come il sistema fiscale
italiano sia decisamente squilibrato, con un prelievo eccessivo che ha nell'Irpef il suo
sostanziale unico cardine. Da
qui la richiesta di una riforma complessiva dell'imposta e non solo di un suo
"surrogato", come si presenta
il bonus da 80 euro o come
risultano anche altri strumenti cui si fa spesso ricorso:
i contributi di solidarietà o ì
tagli retributivi.
Anche se l'Irpef non ne fa
parte, la riforma del fisco è
costruita nella delega fiscale,
su cui il governo sta lavorando rapidamente per arrivare, ha spiegato il vicemi"nistro Luigi Casera, entro
l'anno ai tre decreti attuativi
della riforma del catasto ed
entro giugno al provvedimento per la dichiarazione dei
redditi precompilata.
GOVERNO Il premier Matteo Renzi e il ministro Pier Carlo Padoan
2
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
'Il CASO Il Ol SI APPRESTA APASSARE Il GIRO DI BOA IN SENATO EPOI ANDRÀ AllA CAMERA
Ecco le novità del decreto
dall'Irap alla Tasi ai tagli
6) r ROMA.
dovranno sborsare 73,50 euro,
il D1 Irpef si appresta a passare il
primo giro di boa in Senato e ad affrontare l'esame
(chiaramente blindato visto che scade il23 giugno)
della Camera dei Deputati.
Poche le novità inserite da Palazzo Madama in
un testo rimasto «solido» nei suoi cardini fondamentali. E neanche l'estensione del bonus alle
famiglie alla fme ha trovato posto, nonostante il
pressing di Ncd. Lo stesso per l'Irap. I due interventi dovrebbero però arrivare con la Legge di
Stabilità e con i decreti attuativi della delega fio
• CITTADINANZA COSTA 300 EURO -, 11 ri-
conoscimento della cittadinanza italiani sarà salato: 300 euro da versare.
• TAGLIO A RAI, SALVE SeDI - Per la Rai si
conferma il taglio di ISO milioni. Salve le sedi
regionali e si potrà procedere alla cessione di
quote dì Rai Way. La tv pUbblica non dovrà più
assicurare il mantenimento di Rai World.
scale.
Ecco le modillche approvate e gli interventi
eaUITALIA 'RIAPRE' RATE - Riapertura dena
rateizzazione per chi aveva perso il beneficio. La
misura riguarderebbe debiti per 20 miliardi. Verranno riammessi alla rateizzazione i contribuenti
decaduti con un massimo di 72 rate. Va presentata
domanda entro luglio per i benefici persi entro 1122
giUgno_
(Q1lancanti»
• NO BONUSAFAMIGLIE -, UNcdingaggia una
dura battaglia, Ma alla fme spunta solo una 'promessà: ok ad una norma d'indirizzo che rinvia
l'allargamento del bonus Irpef alle famiglie numerose alla legge di Stabilità 2015.
• SLITTA CANONE SPIAGGE -: Okalla proroga
del pagamento dei canoni delle concessioni de·
maniali marittime al 15 settembre.
IRAP IN DELEGA·; Stesso discorso del bonus
alle famiglie. Taglio Irap più corposo rinviato alla
delega fiscale.
TAGLI MA PIU' FLESSIBILI A PARTECIPATE-:
- SLITTA TASI·: rinvio del pagamento della Tasi
Oltre alla Rai anche la Consip e le controllate delle
società in via dì privatizzazione (poste ed Enav)
vengono escluse dai tagli. Più in generale si prevede che i tagli ai costi operativi delle società
(fissati nel 2,5% per 112014 e 4% nel 2015) avverrà
con modalità alternative.
al16 ottobre nei Comuni che non hanno deliberato
l'aliquota, solo nel 2014_
CARO "PASSAPORTO» .; per ottenere il rilascio del passaporto (oltre al costo del libretto) si
3
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
la Repubblica GlOVEDls G!UGN02014
"
Bonus, saJta l'estensione
mancaflo,lè'çppenufe
rinvio alla Legge distabHità
Rottura evitata, gli alfanianiaccettanolospostamento
Tasi, slitta il pagamento nei comuni in ritardo con le delibere
,
"
'
ROMA. Colpo discenasul bonus alle,famislie: il:
stato presentatq anche l' emenq?ID~nto per
Tesoro ha'detto {(no)} petmancanza w'coperture'e
rinviare la scaq.éiìza della T,~i pèd C~ro:oni~"
la misura viené rinViàtaalla legge diStabilità.
ritardatari: la prima rata per chi hagià deliberato
L'emendamento'dell'Ncd, ~stato oggetto di una
'è'il16,giugno~men~rei Com~.più <<lenti))
,
' potr::Pmo approvare le delibere
lunga maratona llotturnain commissio~e Bilancio
Imo al, 10 settembre e i cittadini
del Senato, dove in mancanza dirisQrse, si è deciso
Q.i, approvare un ord.i.rie del giorno' pèrririviare il,
po~rannQ pag?Te il16 'ottobre. La
provvedimento' all~ autUIUlo. Gli alt'aniairl, che i~ri
" se,condarat:(lre~taal;6 ",
:' _dicembre. l'Comuni ritarda_tari
conilrelatore D'Ali avevano dato p'er certo il
.- avr~i:) un anticipo da parte del
bonus famiglia, che non dispiaceva aPalazzo
governo d,?150 per cento del
Chigi, hanno strategicamente rinunciato a
gettito annuo dellaTasi per far, '.
mostrare il proprio malumore. Ed anzi 'si sono
. fronte al rinvio dell'incasso previsto. Soddisfatta
detti «soddisfatt~)) che unloro tema sia entrato
l'Anci che ieri sera in una notaha parlato di
nell' agenda della legge di Stabilita
Il decreto Irpefè comlUlque arrivato ieri in aula e il «soluzioneragi6nevole).
(r.p.)
~overno porrà oggi la fiducia. Come ~unciato, è
",;"
.
4
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
,-
là Corte dei conti: '~'Rifonnate l'Irpef
'l'economia sommersa in Europa
-
\I.n!}~
Sciopero cali center
80% di adesioni
in 7,000 aRoma
............-.. Media Area Euro-17: 14.4
ROMA. Pressione fiscale al
43,8 per cento (quattro punti
più della media europea cheè
del 40 per cento), un sommerso che vale il2i per cento
30,0
-~,~~,_~_,
25,0
~'~~ _ _
-
ilili9n:mi?ll
del Pile 1'.1rpef-':la maggiore
imposta italiana - soggetta
ad un "sistematico svuotamento", con fughe dalla progressività (cedolare secca,.
rendite finanziarie, -premi
produttività). In unasituazio-
15,0
ne come questa per la Corte
dei Conti, che ieri ha presen-tato il "Rapporto sulla finanza
pubblica" interventi come il
10,0
I
bonusrrpefda80eurosonosolo"un ~'surrogato" ad una vera
riforma dell'imposta.
n temadellariformaètuttavia sul tavolo del governo che
conta di approvare le deleghe
fiscali, catasto e semplificazionE!, prima dell'estate e in proposito è in via di allestiInento
unaconunrn~onechepotte~
5.0
o
Cortecalcolachesesidepurail
PiI dai redditi evasi la pressio-
la Corte, come ha fatto più volte in passato, invita alla cautela con l'austerità. Gli sforzi, ha
detto Squitieri, devono esS'ere
«ispirati al rigore e non all' austerità» perché «uno sforzo eccezionale non può realistica-
ne raggiunge il 50 per centò.
be essere guidata dall'ex pre- Laconclusioneècheilprelievo
sidente della Corte' costituzio- in Italia è «eccessivo e maldinale, Franco Gallo.
stribuÌto».
TI rapporto della Corte, preSul fronte dei conti pubblici
sieduta da Raffaele Squitieri
punta l'indice stùl' evasione fiscale.. «L'evasione fiscale spiega - continua ad essere
un problema di stra'ordinaria
~avità, tra le prime cause, se
non la ,principale, delle diffiRai promuove un'iniziativa di selezione per titoli e
coltà del sistema produttivo,
prove finalizzata ad individuare 25 risorse da
dell' elevato costo del lavoro,
impiegare nell'Area Editoriale e nel!' Jl.rea
dello squilibrio "dei conti puIr'
Amministrativa con la qualifica di AssistentLai
blici, del malessere sociale esistente)}: Solo per 'rIva e rIrap, , programmi è Impiegati da-inserire in Azienda e
che 'rappresentano --solo un'
nelle' Società del Gruppo' con contratto_ di
quinto del gettito to~ale, amapprendistato professionalizzante.
monta a 50 miliardi L'evasioPer candidatlire e maggiori Informazioni consultare
ne contribuisce anche ad auwww.lavoraconnoi.rai.il ..
mentareiapressiònefiscale:la
5
menteessereprotrattotroppo
oltre in asseI1?a di crescita eco:nomica».ConcordaPadoan:l'Italia, ha detto, puntaamodificare l'agenda europea, imprimendole una sterzata verso
nuove priorità come crescita e
lavoro e non più «solo rigore,
tradottosi finora in austerità)}.
«L'Italia - ha aggiunto - ha
fatto e continua a fare i compitiacasa. Trail2011 eil20131e
manovre sono anunontate a
67 miliardi, pari a4,3 punti di
Pil», ha calcolato il ministro.
Oggiilnostrodebito-pubblico,
sulquale Bruxelles ha puntato
il dito nelle sue raccomandazioni, ètrai maggiormente sosteIDbili in Europa E lo sarebbe ancora di più se la crescita
nominale - e dunque l'inflazione- fossero più alte».
OR'PfI<'XlVZIDNE fliS€RVATA
ROMA. Adesionesuperiore
all'80%, secondo i
sindacati, allo sciopero_dei
lavorator~ dei call center,
mentre alla manifestazione
di ieri a Roma hanno
partecipato 7.000
lavoratori da tutta Italia. I
manifestanti lamentano
. stipendi bassissimi e
precarietà, alimentati da
una situazione di continuo
ricatto, conIo spauracchio
della delocalizzazione che fa
perdere ogni anno migliaia
di posti dilavoro.Al corteo
di Romaha partecipato
anche il presidente della
Commissione Lavoro. della
Camera, Cesare Damiano,
che ha denunciato. come il
settore, che impiega «SO
mila addetti, perun
fatturato che supera 1,3
miliardi di euro», sia
estremamentetrascurato
dalle politiche di governo.
Lo slogan principale del
corteo è state "No alle
delocalizzaziClnY ..
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
lA GA.ZZETIADELMEZZOGIORNO
Giovedì 5 giugno 2014
Allarme della Corte dei Conti
la pressione fiscale al 44%
Économia in nero al2l %. «Riforma strutturale non un surrogato»
• ROMA. il carico fiscale in Italia è eccessivo,
il 'suo peso arriva a quasi il 44 % del Pil e in
questa situazione una fetta importante dell'economia, circa un quinto, resta sommersa, sconosciuta a dati e statistiche. È la fotografia
scattata dalla Corte dei Conti nel rapporto 2014
sul coordinamento della fmanza pubblica.
I magistrati contabili dedicano la loro attenzione alle misure e alla novità del governo
Renzi, promuovendo gli intenti riformatori, a
partire dalla spending review. Un contenimento
della spesa, scrive la Corte, è <da strada ob·
bligata)} per ridurre il peso della tassazione
sull'economia. Alla fine del 2013, sottolinea il
rapporto, la pressione fiscale efa infatti pari al
43,8% del Pil, quasi tre punti oltre il livello del
2000 e quasi quattro rispetto al valore medio
degli altri ventisei Paesi Ue. Un prelievo «eccessivo e maldistribuito», come evidenziano
anche i confronti internazionali sul peso che
grava sul lavoro: il cuneo fiscale è in Italia pari al
47,8% rispetto ad una media Ue a 21 Paesi del
42%.
6
Ma con la pressione fiscale alle stelle, a
prendere piede è l'economia in nero, che, calcola .
la Corte, è arrivata a121,1 % del Pil, con un'evasione di Iva e Irap pari a 50 miliardi e con
un'erosione probabilmente anche maggiore. Per
questo, secondo i magistrati, tutto il sistema
andrebbe rivisto e riformulato, partendo dall'Irpef, intorno alla quale ruota tutto il sistema
fiscale italiano.
La spinta verso una riduzione ed un riequilibrio della pressione tributaria si deve però
confrontare con i vincoli della fmanza pubblica,
che devono continuare ad essere ispirati al
rigore ma non all'austerità. La Corte parla di
«politiche redistributive basate sulle detrazioni
di imposta cosi come scelte selettive rientranti
nell'ambito proprio e naturale della funzione
dell'Irpef, affidate a strumenti "surrogati" (pre·
lievi di solidarietà, bonus, tagli retributivi) sono
àll'origine di un sistematico svuotamento della
base imponibile dell'Irpeffinendo per intaccare
la portata e l'efficacia redistributiva dell'imposta».
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
lA GAZZEllA DELMEZZOGIORNO
Giovedì 5 giugno 2014
IL CASO SCIOPERI ARTICOLATI DAL 14 ALI8 GIUGNO. I GESTORI CONTESTANO LA POLITICA DEI PREZZI DELLE COMPAGNIE
Benzinai contro il caro-carburanti
pronti alasciare l'Italia asecco
@Nientebenzinail18giugnoe
parecchie difficoltà per fare il
pienoancheneìgiorniprecedenti. I benzinai scendono infatti sul
piede di guerra e, proprio nel
. giorno dell'assemblea dell'Unione petrolifer~, chiudono i distri-
butori per protestare contro la
politica dei prezzi alti imposta
dalle compagnie ma anche con-
tra "l'indifferenza" per il settore
da parte di politica e istituzioni.
Lo sciopero annunciato da
Faib Confesercenti, Fegica Cis1 e
FigisclAnisa Confcommercio è
di quelli che possono mettere in
ginocchio la circolazione su strade e autostrade, Le tre sigle hanno infatti proclamato un'agitazione molto articolata, che par-
tirà dalle 7 del mattino del 14
giugno con la chiusura, fmo alle
19.30 del 17 giugno, di tutti gli
impianti self service, con rela·
tivo oscuramento dei prezzi
"scontati" ad essi collegati e
dell'insegna dena compagnia. il
giorno dello sciopero vero e proprio, che non casualmente coin·
cide con l'assemblea dell'Up che
vedrà la partecipazione dei
vertici delle
principali
compagnie petrolifere,. è fissato per il 18
giugno, o me·
glia dalle 19.30
del 17 giugno
fmo alle 7 del
19 giugno sulla rete ordina·
ria e dalle 22 del 17 giugno alla
stessa ora del 18 nelle aree di
servizio autostradali: sempre il
18 è in programma una mani·
festazione nazionale dei gestori
a Roma. L'agitazione avrà anche
lilla coda: dalla mezzanotte del
21 giugno alla stessa ora del 28
non sarà accettato alcun mezzo
di pagamento elettronico e sa-
ranno sospese tutte le campagne
promozionali di marchio su tutta la rete ordinaria,
Una vera e propria dichiarazione di guerra, dunque, che i
gestori intendono recapitare in
primo luogo alle istituzioni, che
"si limitano ad occuparsi di ben·
7
zina solo per aumentarne sistematicamente le accise"; tutti gli
interventi relativi alla ristrutturazione della rete e alla riforma
dei modelli contrattuali, lamentano i benzinai, sono [miti sul
binario morto. Tanto che ormai
contro il vincolo di esclusiva i
gestori cominciano a ricorrere
ai tribunali. Ma il destinatario
principale del-
la protesta ri·
mangano comunque
le
compagnie
che, "forti del
vincolo di fornitura
in
esclusiva, continuano ad imo
porre unilate·
ralmente ed
arbitrariamente ai gestori prezzi con tutta
evidenza fuori mercato e comunque molto più alti" dì quelli delle
no-lago o di quelli vicini ai supermercati, "che pure vengono
riforniti dalle medesime compagnie petrolifere". Secondo i gestori si tratta di "un comportamento in aperta violazione delle
norme, che danneggia la stragrande maggioranza degli automobilisti italiani, prima ancora
che le migliaia di piccole imprese di gestione, spinte forzatamente al fallimento ed alla perdita della loro attività che occupano complessivamente oltre
120.000 lavoratori".
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
CORRIERE DEL MEZZOGIORNO
L'appuntamento Il presidente di Rcs Libri domani e sabato a Foggia ospite della Fondazione Banca del Monte
A Paolo Mieli il «Premio Donato Mernchella 2014»
iuscire a fare i conti con la
storia senza pregiudizi ci
aiuterebbe a vivere meglio
iI presente. Di ciò è convinto Paolà Mieli, che da anni con l'oggettività di un giornalista e lal'rofessionalità di uno storico indaga nel
passato per restituirei attraverso i
suoi libri e i suoi articoli una parte
della nostra umanità che rischia di
cadere nell'oblio.
Nel suo ultimo saggio r conti
con la storia (Rizzoli 201g), Mieli
accompagna il lettore in un viaggio coraggioso e appassionato. che
R
attraversa oltre due millenni di
storia, di storie e di uomini, ma anche di interpretazioni, errori di valutazione e menzogne.
10 scrittore e giornalista, che oggi ricopre la carica di presidente di
Rcs Libri dopo essere stato direttore del Corriere della Sera) domani
6 e sabato 7 giugno sarà in Puglia,
a Foggia, per le «Giornale economiche del Mezzogiorno» promosse ed organizzate dalla Fondazione Banca del Monte di Foggia con
il patrocinio della Banca d1talia.
Nel dettaglio, venerdì Mieli parle-
·,rà del suo ultimo saggio r conti
con la storia nell'auditorium
ta Chiara di Foggia L'incontro, realizzato in collaborazione con la
fondazione <<Apulia Felix», sarà introdotto da Saverio Russo, presidente della Fondazione Banca del
Monte di Foggia All'indomani,
sabato 7 (alie ore 10,gO nella sala
Rosa Del Vento delia Fondazione
Banca del Monte di Foggia) Mieli
riceverà il premio «Donato Meni ..
chella 2014» dalie mani di Michelangelo Borrillo, vice capo redattore del Comere del Mezzogiorno e
San-
II presidente di Rcs libri Paolo Mieli
~-_._._.
8
-----,~
responsabile di Mezzogiorno Economia: Nel corso della cerimonia
interverranno Gianfranco Viesti,
docente di Economia applicata
all'Università di Bari, con una relazione sul tema ,<Nord e Sud d'Europa oggi» e Giorgio Salvo, responsabile della filiale regionale della
Banea d'Italia. Il ,<Premio Meniehella» ha come finalità quella di'
onorare, nel ricordo di un grande
economista del passato di origini
foggiane (nacque a Biccari), studiosi. che si sono impegnati nel
proporre e realizzare progetti di
crescita del nostro Paese.
Michela lIentrella
.:>"'~RlS8lVATA
. '---""-'-
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
I
ItaRepubblica GIOVEOISGIUGN0201.
"Un aiuto concretò
al piccolo Salvatore"·
Napolitàno chiama
il pr.efetlo di Foggia
diunalastrametallicadalcor~
po dei gènitori che 10""Stringevano nel letto matrimoniale.
Un'esistenza stravolta in pochi secondi e dariorganizzare
totalmente. "n bambino sarà
seguito dai nonni materni e
paterni, noi zii gli saremo
sempre accanto" r spiegalasorella di Luigi, ricordato da pa~
renti e amici come "un padre
modeUo", "un lavoratore instancabile" r "un sant'uomo,
nonmeritavaquestafine". Di~
strutti dal dolore, fuori la éap-pella dell'ospedale; anche i
Il bambino in ospedale assistito da zii
e nonni non èpiù in prognosi nselVata
J
LPRESIDENTE della.Repubbli~
I
ca. Giorgio Napolitano, si
. prenderà qrra di Salvatore
Veneziano, il bambino di tre
anni estratto vivo dalle maeede del crollo della palazzina al
civico 22, di via De Amicis, in
unazonasenÙcentralediFog.
gia "Un aiuto concreto";dicono dalla Prefettura di Foggia,
dove ieri è arrivata la telefonata del Quirinale. La tragedia che ha colpito la città" alle
3.5Q della notte tra il2 ed il 3
giugno. con _quell~ violenta
, esplosioneperunafugadigas
~ \. che ha distrutto quattro, ap'\partamentidiunpalazzoneri·
sÈÙente agli anni Sessanta, ~
scosso. il presidente Napolitano. n Capo dello Stato ha telefonato al prefetto Luisa Latella ed ha manifestato" la volontà di prendersi cura del
bambino. Lo stesso prefetto,
abbracciando i familiari delle
vittime ha portato le condoglianzepersonalidelcapodel~
lo. Stato. li capo di gabinetto
della Pre(ettura, Carmela
Aponteconferma: "C'è un con~
creto interessamento da.parte della Presidenza della Repubblica in merito alla situazione del piccolo rimasto orfa~ .
no.
La storia di Salvatore conti. nua a commuovere !'Italia, e
la città si stringe attorno alle
famiglie di Giusy Fioree Luigi
"
Luigi era un
padre modello
. un lavoratore
instancabile
non meritava
questa fine
Il Capo dello
Stato ha fatto
pervenire le
condoglianze
alla famiglia
delle vittime
"
Veneziano, i genitori di Salvatore, le due vittime dell' esplosione. Calore, affetto e vici-'
nanza dimostrati anche. dal
primo cittadino in carica ancoraperqualchegior.q.o, Gianni Mongelli, che più volte ha
fatto visita al piccolo, ricove. rato nel reparto di .chirurgia
pediatrica degli Qspedali Riuniti di Foggia. Lasua prognosi
eradi"circa40giorm,mavista
l' ottima risposta del bambino
- psicologica prima ch~ fisicanon si esclude che possa esse-re presto dimesso e riprendersi in un paio di settimane.
Inospedaleèseguito-insieme
atuttolo staffdelreparto-dai
nonni materni e paterni ~ dai
suoiziLSonoloroadessolasua
famiglia, l'anello di sostegno
nece~sario per elaborarel'inferno vissuto.
A loro si mostra sereno e
chiedespessodellamammae
del papà. Non una domanda,
non un accenno invece a
quanto accaduto l' altra notte.
Salvatore ancora non sa cosa
sia successo, né per quale mo.tivo .si sia risvegliato, impolverato e coperto di calç:inacci,
tra le braccia di un vigile clel
fuoco. "Salvatore è forte, Salvatore è forte", ripetevano
prima i soccorritori, e ripetono ancora adesso i medici egli
iÌ1:fermieri che lo hanno preso
in carico. Lorlpetono increduli come un mantra, come a voler prendere forza da quel
bambino miracolato perché
scampato incredibilmente al·
la morte, difeso dalla caduta
9
parenti di Giusy Fiore. Lei im~
pegnata .nel volontariato si
dedicava animae corpo al suo
bambino. "Lo amava tanto,
non gli faceva mancare null
la '. Le parole - poche, tirate,
sl!ssurrate -cedono il passo ai
sospiri.. ma non certo alla ràssegnazione. "Larabl1iaè trop-pa, me l'hannp ammazzata,
mi auguro che chi di dovere
faccia qualcosa", spiega inV&
. c~ il padre, prima di calare la
-testa e chiudersi n~l suo dolore. Quando Salvatore lascerà
ilrepartq,saràaffidato8inon~
ni. Lafamiglia, intanto, èinattesa di poter celebrare i funeralidiGiusyeLuigLPrimadei_
le esequie, infatti, dovrà essere effettuata l' autopsia disposta dal sostituto procuratore
AlessandraFini che, a conclusionedella pratica,rilasceràil
nullaosta per la cerimonia funebre. E" se la città piange, la
politica si ferma: "Rispettia~
mo la tragedia che ha colpitO
la comwùtà" spiegano Franco Landella e Augusto Marasco, candidati sindaco pronti
per il ballottaggio dell'8 giugno e accomuliati dal dolore
. che ha colpito, per la terza volta (dopo le tragedie di Viale
Giotto del 1999 e di via delle
Frasche del 2004) la comu~
nità foggiana. li primo, centr.odestra, ha annullato tutte
le manifestazioni di piazza;
l'altro, centrosinistra, ha
bloccato gli ordini per materiale elettorale e donato 4mila euro per le cure a.Salve.tore.
I
I
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
FUGHE DI GAS
. APPARECCHIO SAlVAVITA
Il congegno si attiva con segnalatore
visivo esirena anche con.una bassissima
UN'IDEA PER EVITARE LE TRAGEDIE percentuale di gas in atmosfera
f1mf!=W;;:=!';'k<'iW~~m8$1'i"WEliho/<"Kl~Il:WI0='i!1M_WermNllIIma
IL CROLLO.
Soccorritori in
lA GAZZElfA DELMEZZOGIORNO
Giovedì 5 giugno 2014
azione fra le
m~cerie del
palazzo
croJlato in via
De Amicis
[Foto Maizzil
«Date un rilevatore
atutti gli utenti Amgas»
Movimento consumatori: «Basta un apparecchio in comodato»
a Un rilevatore di gas domestico fornito in comodato gratuito a tutti gli
utenti dell' Amgas: è la proposta lanciata dal Movimento consumatori per
prevenire altre tragedie come quella di
via De Amicis, che che è costata la vita a
gas in cucina
fra le prime
cause delle
due giovani genitori.
tragedie
UN
FORNELLO
Le fughe di
··llVAIIEMECUM. (E REGOLE DETTATE DAL COMITATO ITAUArlIO GAS
il presidente provinciale di Mc, Bru-
~eHtQle,telefonì,campanelli
iiC9SanQl1fare~ec'èunafuga
no Maizzi precisa che l'apparecchio da-
to in comodato gratuito costerebbe
all'azienda pochi euro, ma l'efficacia
nella prevenzione sarebbe assoluta: «il
rilevatore gas è dotato di allarme che
rileva qualsiasi fuoriuscita di gas butano, propano o naturale. Basta una
minima percentuale, lo 0,5% di gas
presente nell'atmosfera - chiarisce
Maizzi - e si attiva un segnale sia acustico (sirena) sia visivo Oed). Il costo
medio al pubblico si aggira sui 15/20
euro ed è di immediata installazione.
L'Amgas potrebbe fornire in comodato
d'uso gratuito agli utenti un rilevatore
di gas domestico. Costerebbe pochi euro, ma eviterebbe tante tragedie».
Le cause delle sciagure cui Foggia
continua ad assistere sono evitabili.
({Prima con le classiche bombole di gas,
poste sotto la cucina, bastava veramente poco per saltare in aria e forse questo
serviva come deterrente, tutti eravamo
più accorti e previdenti -osserva Maizzi
- oggi con il gas naturale (metano) domestico, siamo diventati più superfi-
.,
::):-::,:"""':-->",',
_o,
"':,"
",
,_ "_ ,_-:~,:E·:itçQlIlit!l.ti>Jt~_ariQ gasi,: to_ d~rga§'_9-'deJlà pomb'pla e,se
::,}jçCtr~ilr_e,,:: il ::,ya~ell1e~~l1l: "p~r', ,rQd()re'_'~i:g~s"pers~ste ..9hia:$lla~
:- I>r~v~n4'eJug_lle: dl gas;:-Eyitare ': -reJIvronto,inJerye_nto, o i ,vigili;
dt~,allont~ri~sf la,sc~aIldQ 'pipi delfuoco:.,',Per qU(lnto rigll~rda
dali. Ma con il gas non si scherza, è
potenziahnente molto più pericoloso di
qualsivoglia causa ed i suoi effetti sono
disastrosi. I più previdenti e meticolosi
adottano le regole tramandate da generazioni. I nostri genitori prima di
andare a letto chiudevano la chiavetta
della bombola del gas e la mandata del
gas al contatore, ma è una prassi quasi
in via di estinzione. Oggi si utilizza il
gas metano con la stessa naturalezza
con cui si utilizza l'energia elettrica, che
da tempo però stata resa meno invasiva
grazie ai salvavita.Il gas metano invece
è da sempre stato sottovalutato, benché
continui a mietere vittime}}.
Di qui l'idea del rilevatore di gas, di
cui molte famiglie si dotano di propria
iniziativa, ma che non è ancora obbligatorio tenere in casa, come invece
dovrebbe essere. Se l'azienda distributrice del gas provvedesse anche alla
distribuzione dei rilevatori di gas, veri
apparecchi salvavita, sarebbe più semplice prevenire tragedie provocate da
dimenticanze e disattenzioni, più frequenti in caso di anziani che vivono da
[a./ang.}
soli.
10
jJ:I-_cott1,u;~: e'n()it,Fi~mpir13 f;r0:P~ le})():rn1>0le,: yaupo -se~pre"co~~
:: pO:_' ~a:_' :pe;n,.t?~a; ll~;r:',' ~yit~e' ,_c:he,' ,Joca,t~; ~lg~ste,rp.(): e_ -,q1,l,e;uc.',vll,()M
:, f\i~Ji\lS~ité, ,s:p,e~g_3f-t:t :,l~;, -P;~":" -': te:' _ricorl;segnate;, _1Ù'; :fornitore;
:":n:ta.':)~~ç#_':~,c~~ll,4ere::,il;-'~()rp.~~~::-::- M~~Nnzio:n~':e::contr()lli,'~ebj
, _s_e,guÌl'e, :",qll:e$_ta, 'sequenz,a:_',' prb/ })onQ:_ esser,e: ~ffett1,la,ti;,:_ ,Fon ,re~ ,
"~,_~,~ce~_4er;e nf:i~~]:_o; _aç~ '" golGlrità,.:rer-i ç(),llegéplle~1:t~o:n
~9~ta.~lo :;,àl ,:~ornello::',e ':iiUril_e:', 'tubi})essi1}ili"_ ilI::go~ma,' o:,ac~;::
?:'l;p~#~,~jLgas;"E':::b~tie:i~yer:e' ili 'ciaio;:t:tll_1)~,',debp~:t;lo,':esser~,-in
,'~<l-'Jll}<~Je~at,OJ.'~:-',~,: g~s. :$e - ,,'ottiJl1Q s~tQ. ed hapnci,sp~denza.,
:;,peptr~~q"si:_~èp.te oc.l~r~ Ili:~a,$ ::4i,'(}:~:.:-;A}ive1l9 nCl'zi?nal~,gp.:
:, jl()l1:+-<lc9_eri,d,~r~,:': ll,lpi;; ;:su:on~~ ':;_,'~~id,ep~tt~QYU1t-:ClJ~gb:~,: ~Fg~s(
. ici:unp~e.1Ii:':,e,,'O'n§l1::'tls,~U'~:,:p;: t~: ,',':neI CPt;s~~'df'W ?9;1_3J~_~11~;A~nn:.':_
;:lffoi1,Q;:~R'Y~~initl:~;:api:~~4q:l~:; ~:l1,Uiii;hiia)~~,èYalt~~~\$t~~O,'}~~ ,
i;:Jlp.~,sW_e.J~,ol1irg11a:r:eil:r·ÌlbÌligt~:" :';c_~lo'_4ei;c:(}l_1~UAP/':>'" '
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
vAttacco
ll·limbodelle 17
famiglie con la casa
inquarantenn
IERI, APOCO PIÙ DI 24 ORE DALL:ESPLOSlbNE, GLI INQUILINI HANNO FINITO
DI RECUPERARE GLI EFFETTI PERSONALI. "SIAMO PREOCCUPATI PERCHÉ .
NON SAPPIAMO QUANTO DOVREMO ASPEITARE", DICE UNA SIGNDRA
8.
Soltanto otto delle 17 famigli~ a cui il comune aveva
messo adisposizione l' allog-
Famiglie su 17 a cui
il comune aveva
offerto alloggio
iio temporaneo in due al-
2
sistemazione da parenti e
Le famiglie ospitate
dali' Hotel degli
Atleti su via Bari
,6
Famiglie, si trovano
irivece all'Hotel Holiday~.su via Napoli
berghi cittadini. La maggior.
parte degli abitanti dell'edificio al numero civico 20 di
via deAmicisha trovato altra
màd~",h~d",ii
"""'~~deli~",
.,-"'.,.-~"''''
hs.,"'.....,"''''''''''''''
.. ~''''"''''
~"'tmIl.. h~
11"--""""""'"
m"~_,.,,,
al!
""".,~." ""~IW..,,
d""""",èp~h~
<lli!!!l1_è_",~",,,,,
....... d@!FU <lli!!",~""
amici.
"NOi ospitiamo solo due fa-
miglie-spiegailreceptionist
dell'Hotel degli ~tleti su via
Bari -, .Una delle due aveva
anche disdetto la stanza ma
è tornata. Sono usciti presto
stamattina e torneranno in
serata", Le altre sei famiglie si
trovano invece all'Hotel Ho-
liday su via Napoli.
"Siamo preoccupati perché
non sappiamo· quanto dovremo aspettare prima di
poter rientrare nelle nostre
case", dice una signora. PeriI
momento non si sa quanto
durerà la _quarantena del~
l'edificio. Ma è ipotizzabile
chealmenopartediessoverràriapertaai proprietari. Già
duegiomifa,durantelamattinata dei soccorsi, vigili del
fuocoecomune,siìnterrogavano se fosse necessario oppure no dichiarare inagibile
tutto lo stabile oppure soltanto j 12 appartamenti disposti sulla verticale del
piant.erreno esploso insieme al primo piano. Per pntdenza'e per rispondere ai timori dei cittadini, l'evacuazione ha riguardato tutti gli
appartamenti.
Ieri, a poco più 24 ore dall'esplosione, gli inquilini
dell' edificio evacuato hanno
finito di recuperare i propri
effetti personali. In fila, in atte$a del proprio turno, veni-
vano scortati dai vigili del salvando, così, il resto del- fornello di quello stesso ap,fuoco'lungo iseì piani del pa- l'edificio.
partamento.Sopradìluiabi~
lazzo.
Buone notizie arrivano dagli tavano Anna· Rosa Ricucci
I pompieri, insieme ai fun- Ospedali Riuniti: Salvatore, (62 anni) e suo marito Alber~
zionari dell'ufficio dei lavori il bambino di quasi 4 anni to Capolòngo (suo coetapubblici del comune, hanno scampato alla morte al con~ neo).Entrambihannoriporsvolto gli ultimi controlli sul:"- trario dei suoi genitori, -sta tato ferite ma fortunatale centraline del gas. L'eroga- .molto meglio.
mente non gravi.
zione è stata ovviamente La tragedia che ha colto nel Alprimopianoabitavanoin. bloccata e con il metaQome- sonno gli abitanti dì vìa de vece·le due vittime: Giuseptra hanno constatato la te- Amicis alle 3.50 di martedì pina Fiore e Luigi Venezianutadei tubi esterni checor- mattina è stata prodotta dal no. I due erano una coppia
rono lungo facciata princi- gas che, dopo aver saturato prossimaallenozzeegenitopale.
probabilmente l'ambiente ri di Salvatoxe. Il 'bimbo è so~
I.:accesso al pianterreno ac- dell'alloggio al pianterreno pravvissuto per miracolo alcanto a quello da cui è parti- in cui abitava l'ottantacin- la lastra che si è abbattuta sui
ta la fuga dì gas è stato èhili- quenneAntonio Morelli (ri- corpi dei $uoì genitori. Il
so con daghe di legno che masto ferito e da ieri tenuto bimbo,raccontaunvigiledel
hanno preso il posto· della . in coma farmacologico), ha fuoco "è stato trovato sotto il
serranda proiettata dal- p~eso fuoco forse con lascin- corpo della mamma".
l'esplosione contro le auto- tilladiunalampadinaodiuh
jb
mobili e il muro del palazzo
accanto.
Tra ì presenti c'erano anche i
proprietari dei box. ':Aveval!!i.._
...~~""
mo un ~ox - spiega con una
punta di sarcasmo un signo~l!iO"'ll"<><'I!_~~,
re carico di buste -. Ormai
$ib~"" <lli!~4~,,,,,,,,,,!t>p,,,,t<>
non esistono più". In effetti i
al!h.....,>:teal!.,@..tmri""d",.,..."".
ga.rage sono tra le stmtture
più danneggiate dall'esplo!lf",_..ri,--"~"'-"'!!l1l1ù>
sione che proprio' in quegli
. spazi ha trovato uno sfogo
11
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
vAttacco
Caosa~
ordodeibus
di Bprgo M zzanone
,Confai1: "E le istituzioni?"
CONTINUANO LE DISCUSSIONI TRAI RESIDENTI E GLI OSPITI DEL CARA. UN AUTISTA
AGGREDITO E LA RICHIESTA DELsrNDACATO: "VOGLIAMO PARLARE CON LE ISTITUZIONI"
li Prefetto,
Luisa
Latella,
G. F. CICCOMASCOLO
ontinuano a non ricevei sindacalisti
che rappresentano i conelu-
Cre -risposte
èora
chiamato a
rispondere
centidegli at,ltobus che conducono da Borgo Mezzanone - in corrispondenza del
'a!l'app~110
del
.
sindacato
degli autisti
centro dì accoglienza per gli
immigrati, il Cara - al centro'
diFoggi?,imembrideIFai.saConfai! hanno crnesto più
dell'Atal
volte al Sindaco, Gianni
Mongelli, 'e al Prefetto, Luisa
Late11a, di essere ascoltati in
merito ai continui subbugli
"Nel mese di Aprile segnala
N
che si verifican.o a bordo dei varna alle Istituzioni locali il
bus che fanu0 scctlo nelle vi- disagio che il personaleAtaf,
cinanze del Cara. il tutto na- in servizio sulla linea '24' (
sce dal fatto che, oltre ad es- collegamento Fog~ia-Borgo
sere diminuita la capienza Mezzanone e viceversa) av-
dei busadisposizione dei re'.; sìdenti di quella zona - dagli
, "" atltobus a due vagoni si è
"-passati a quelli con un solo
v'imo -, quei"pochi.posti ri-
vertiva per le continue di~
scussionì che avvenivano su
talelinea,concontinuiinter·
venti delle Forze dell' Ordine,
fra residenti del borgo e gli
ospiti del Cara, e per le con~
tinue minacce subite, da
quando era cambiato il ge:
stare del collegamento fra 11
Cara e la città di Foggia. Purtroppo a tale segn~azione
non c'è stato alcun rIscontro
da parte dei rappresentanti
'delle Istituzioni" fanno sa-
stretto a ricorrere alle cure
dei sanitari del Pronto Soccorso!',
Poi, la' richiesta di un nuovo
incontro. "Dopo questoultima episodio, su cui ci risu1t~
sta, indagando, la Squadra
Mobile, chiediamo ai Rappresentant1
Istituzionali
una convocazione, unitamerite an' Azienda, che ci risulta aver segnalato più volte
quanto succede sulla suddetta linea, per trovare solu~
zioni al problema e non
aspettare che succeda l' irreparabile prima dì interveniie, Nel caso anche questa ri-
chiesta non dovesse avereriscontro, ci vedremo costretti
a prendere,iniziative a tutela
dei lavoratori Maf e degli'
utenti tutti, denunciando
pubblicamente il disinteresse dei Rappresentanti delle
Istituzioni rispetto a questi
episodi".
masti sono occupati dagli
immigrati che risiedono nel
Cara che, contrariamente a
quanto fanno i cittadini fog~
giani chevivono inzona, non
pagano il biglietto perti viag~
gio. Le continue richieste di,
spiegazioni da parte dei cittadini hanno fatto non poco
infuriare gli ospiti del Cara,
pere i responsa,bili del sindachepiùvoltehannodatovita
cato' .e ancora "In data 30
ad accesi diverbi a bordo dei
maggio, un nostro collega in
bus con i conducenti che si
servizio sulla linea '24' è sta~
trovavano a dover sedare le
tp, oggetto di aggressione da
ire dei presenti. Ma la sitlla~
zione è precipitata qualche .- "partedialcu!Jjextrac.9m..unitari, dopo l'ennesima, di~
giorno faquando. alI' ennesi
scussione fra i residenti e gli
ma questione sollevata dagli
ospiti del Cara, ed è st.,aFo coutenti che obliteravano il tic~
ket, un9 degli immigrati" ha
iniziato ,a prendersela con gli
utenti e, dopo che'U condu'cente delJnezzo ha intimato
loro di abbassare i toni. ruo~
ma ha aggredito l'autista che
è stato costretto a recarsi al
Pronto Soccorso per le cure
dél casa. In più, asubire danni è stato anche il veicolo
stesso. Da ciò scattala.nuov(:l
denuncia di Faisa-ConfaiI.
N
12
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
~INIZIATIVA ARCI.
CGIL ELIBERA HANNO LANCIATO UNA CAMPAGNA DIGITALE PER LE ISCRIZIONI
.
Ecco, i campi della legalità
..
.
apertI soprattutto al gIovanI
• Quest'anno per partecipare ai campi antimafia pro-
mossi da Libera basterà un
selfie. Arei e Cgil hanno lanciato l'idea sulla pagina _di
Facebook, l'iniziativa si chiama #fattilmcampo, quasi un
gioco la cui fmalità resta però
molto seria: promuovere attività sulle terre confiscate alle
mafie. E' stata lanciata per
promuovere i campi antimafia
2014 in Puglia, promossi da
Arei, Cgil, Spi-Cgil e Flai-Cgil
con Libera e in collaborazione
con le Cooperative Pietra di
Scarto e ArterEco di Cerignola
e con Terre di Puglia - Libera
Terra Puglia di Mesagne.
È stata lanciata in rete la
campagna digitale per incen-
tivare
la
partecipazione
all'esperienza di voloniariato
sui beni confiscati nella nostra
regione. A metterei la faccia
/
sono i ragazzi d'ogni parte
d'Italia che, negli anni, hanno
animato i campi. Ma anche le
associazioni, le Cooperative
sociali, i familiari pugliesi del·
le vittime irmocenti delle mafie. E tanti cittadini che stanno
rispondendo spontaneamente
all'appello online,
Tutte le foto sono raccolte
attraverso la pagina facebook
ufficiale dei campi: "Campi
antimafia e laboratori della
legalità in Puglia". I campi
nelle terre confiscate alle mafie sono giunti alla loro ottava
edizione e rappresentano una
proposta alternativa di costruzione di socialità, che passa
attraverso il lavoro, la formazione, la condivisione degli
spazi, il mutuo aiuto, la corresponsabilità,
Luoghi che, un tempo siro-
13
bolo del potere mafioso, vengono restituiti alla collettività,
Attraverso la ricostruzione di
spazi sociali ed economici, diventano liberi e produttivi. I
mesi di luglio e agosto vedranno una pacifica "occupazione" di questi beni, abitati
dalla presenza di centinaia di
persone che si spendono con
impegno e dedizione per costruire una comunità alternative alle mafie,
In Puglia, i campi si svolgeranno a CerignOla e a Mesagne. Le iscrizioni sono aperte per i singoli, anche minorenni, e per i gruppi e si
raccolgono fmo ad esaurimento dei posti disponibili. È possibile iscriversi scaricandoil
modulo da compilare. Per
maggiori informazioni scrivere
[email protected]
•·•.• ··.;?Qr~illl!·It1.~~ic.i.
•.•·.Irélpiilnt~d,ì()rgél.ni. •.
··()ggiu~ç()n!feg~().·
:'mii':D~;i:§:ci'bt~-~i_q:,,:~'ir~[:'~:,:':,:
piàntàtidiorgahidhPog,'
;' gi~~;qt~#in izia::tje-r::,q,ggt;:<~;-:­
• alle ore 16,15presso.;'"
:::;I~qrqì,Ii,Ef,ai3rrn,e,~jcr~~<-:,:,;:
;:,;6onyeg,n,ò,~ul)eJPa,::, ~';'", ,;~::
r. ·.a.'P. . .i.a...n. d. . 'or. g... ~. .niq.. ù......•.a..·. ·'. .••• •.
•• lìtàdell~\litàpre'post:
.".r. .
,.o. .
'::,:tt~p.iél,bt(tr,e,~ltàj,i?,eLtra":,::.:-: :
,'p i,~ rito. ji,~,1 i[1 ?S,t~()'JE?rritqR ,_ ::
t;Jjot> crutantE!fln:corÙto:,_~: '_'
, :s-~f1,o')J,r~:\(i.steil,è,,:,tèsti~:<i::::,:':
7: m()hiJlrge'_,di_::q irl,qù,è;tra:-;::
L-:pi~:ntat!:g:-om~,~p:-~;,;àE;::':'<::~
:':~-t~nnl_n,e,;-y:e(rà}:i_Q'mpiqtèt)~
!imCIl~.unapprofondi: ••.•
\;:,m:ehtQ;iq,t~rp~,:,çiij,rìyan::;::
',(çità,;c,iY,iJe':~9t\Iél: l?r:e~:f)6~::-:'
;Xza"dlJ,r,~nt~Jtav,cjrj'_ db:,,':!':'<>
·.··Eniànue.laFp.leando;.:
·p."esid~nte deUaGQrn"
',,!m~~;g,~~:ff,i~W;,r@~~:~r{!~;::;:
.vile.~'(I~~lhsla'H'mpoii".' .
:.toredLh.a.ndicapprésso.;
i> t~A:Zì e Qqa's~,n Ita:r1à' ,19c.a~\:­
ilì'diF.oggi~:Sa.(à:pt~'·
;:;S,~nte,_Sal:,,~~torELR,I,CCIL 'i'-
;·presidentediAtoil'as.'
::~;'dy~çg~,j~g,~_~~aR,l~~!,d~'_:::,~,)•• piessQiIP?Heliniq"Riw'
': :I}i~i<:~:-:,::,>:, ,!:>,:_<,_;".-:: ,: ,:>"_,,,-,,:":
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
lA GAZZE1D\DELMEZZOGIORNO
Giovedì 5 giugno 2014
NATA
IL FISMIC HA ILLUSTRATO I PIANI
~:wl?!mw;:rr:m==~~:mmt!:t'XmJ:lft'illr;:,glli\lm=B{t!$til{lrffl=9mill:1M'11i~mmmttoW[/itt')'?!;=-.i!W,,"
Il FIORINO IN TURCHIA
CONTRATTI WEEK END
Il segretario Di Maulo: «Commessa dalla
I giovani richiamati in azienda con
Turchia per il Fiorino, si farà anche un nuovo contratto di fine settimana. Ela cassa
motore ma lo stabilimento è top secret)}
integrazione è tornata un ricordo
Motori affidabili, futuro assicurato
Lex Sofim nei programmi di Marchionne: crescita costante, ok a 46 assunzioni
MASSIMO lEVANTACI
et Si respira un'aria meno pesante negli stabilimenti Fiat dopo
la svolta americana di Marchionne che potrebbe riguardare anche
l'impianto motoristico di Foggia
che dà oggi lavoro a 1750 di·
pendenti. n Fismic (sindacato autonomo, ma considerato vicino
all'azienda) qualche giorno fa ha
tirato le somme dei nuovi investimenti e dei programmi
aziendali durante un incontro
con il segretario nazionale Roberto Di Maulo che ha parlato a
iscritti e delegati del sindacato
che lavorano all'ex Sofim e in
altri stabilimenti del gruppo come Termoli e Melfi. Di Maulo era,
infatti, presente a Detroit alla
presentazione dei programmi di
FCA (Fiat Chrysler Automobiles), la nuova holding del gruppo
che prevede un rilancio di tutti i
marchi, nuovi modelli da lanciare sul mercato globale e risparmi per 1,5 miliardi di euro
per effetto della riduzione delle
architetture sui nuovi modelli in
produzione, dagli attuali 12 a
nove.
Un vento di rinnovamento che
potrebbe soffiare anche alla Fiat
powertrain di Incoronata che
produce i motori diesel più montati sui veicoli commerciali al
mondo. Di Maulo ha ricordato, a
tal proposito, quella battuta pronunciata dall'amministratore delegato nell'aprile 2012 in visita
nello stabilimento foggiano:
((Una fabbrica bella, potrebbe tornare utile per farci qualcosa anche negli Stati Uniti». Gli obiettivi di crescita dell'impianto di
Fiat powertrain, a prescindere
dalle mire di Marchionne, sono
comunque già nel mirino: «La
Turchia - ricorda Di Maulo - ha
aumentato gli ordini sul Fiorino,
prodotto della casa torinese che
monta il diesel ultraleggero prodotto a Foggia. E comunque stiamo parlando di un motore abbastanza versatile come del resto
la sua storia insegna. Per un
prodotto di questo tipo ci sarà
sempre mercato anche se ovviamente le variabili del segmento
automobilistico sono note e il
successo o meno di un prodotto
dipende da molti fattori, non ultima la congiuntura economica».
Nel frattempo alla ex Sofim la
cassa integrazione è ritornata già
da sei mesi in soffitta e anzi
siamo oggi proprio nel mezzo di
un picco di produzione. L'azienda
ha così richiamato in fabbrica 46
lavoratori, tutti con la formula
week-end. messi sotto contratto
per il momento flno a settembre.
«Attraversiamo un momento di
relativa tranquillità - spiega il
segretario provinciale Fismic,
Antonio Mancino - diciamo che
queste nuove assunzioni. sia pure
a tempo parziale ed a scadenza ci
suggeriscono !'idea di un'azienda
che, anche alla luce dei nuovi
programmi, abbia impostato con
decisione un futuro in continuità
che ovviamente lascia ben sperare tutti i dipendenti di Fiat
powertrain».
Lo stabilimento di Foggia si
attesta oggi intorno ai 230mila
motori prodotti ogni. anno, una
quota comunque destinata a non
aumentare nelle previsioni illustrate da Marchionne a Detroii:
la curva di crescita dei veicoli
commerciali per i prossimi anni
prevede, infatti, una leggera risalita dagli attuali 240mila modelli venduti all'anno attualmente a 270mila. Di Maulo ha però
ricordato che il gruppo ormai
italo-americano «in Europa punterà di più sui -motori diesel con
prodotti dalla forte sostenibilità
ambientale, risparmio di Co2 e
riduzione coppia. Dal tradizionale 4 cilindri - ha aggiunto il
segretario nazionale del Fismic si passerà al 2·3 cilindri: ma qui si
sono fermati, non ci hanno detto
in quale stabilimento vorranno
farli questi nuovi motori». Foggia
è là che aspetta.
••
14
____ o
__
~_ _ _
-
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
05/06/2014
LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO
Flessibili per,salvare il salario
'Zenga, segretario regionale Fismic: «In Cina eBrasile stesso Su", ma costi più bassi»
• il dilemma è sempre lo stesso nel mondo sindacale: assecondare maggior produzione quando il
mercato lo richiede, ma a costo di quali sacrifici per i
lavoratori? Al Fismic (così come in altri sindacati tipo
Uilm e Fim Cisl) non harmo esitazioni in tal senso e
hanno da tempo imboccato la
strada della flessibilità: il chè
vuoI dire scendere a patti con
l'azienda 0, per qUalCllllO, farsi
soggiogare da essa perdendo
progressivamente i diritti con·
quistati in tante battaglie sindacali.
Ma ha ancora un senso parlare in questi termini? No, a
parere di Antonio Zenga, segreFISMIC il segretario Roberto tario regionale del Fismic per
Puglia e Basilicata, nonché ex
Di Maulo (foto Maìzzi)
segretario generale della Fim Ci·
51 e gran conoscitore del mondo ex Sofnn prima di
trasferirsi armi e bagagli alla Sata dì Melfi dove
lavorano circa 2mila operai foggiani compreso l'indotto. «Quello che sta facendo oggi la Fiom Cgli - .
attacca subito Zenga - non si giustiflcava nemmeno
negli anni '80, quando l'azienda offriva ai sindacalisti
le chiavi degli stabilimenti. Oggi siamo in una con·
dizione in cui l'azienda ti chiede di produrre per un
mercato sempre più competitivo oppure si rischia
l'uscita di scena. Altre case automobilistiche nel mon·
do lo stanno facendo, la Volkswagen si è rilanciata
facendo questo tipo di politica. E noi che facciamo?».
Zenga contesta la decisione della Fiom di aver puntato i piedi alla Fiat sui 18 turni del contratto, ma poi
allo stabilimento della Boeing di Grottaglie ha assecondato la scelta per i 21 turni. «Ci saranno pure
condizioni diverse tra i due stabilimenti e le specifiChe
produzioni - osserva il sindacalista foggiano - ma
l'essere competitivi oggi non può diventare un concetto astratto. Jeep (marchio Fca: ndr) farà lo stesso
Suv a Melfi, in Cina e in Brasile con costi di lavoro
molto diversi. Noi per essere competitivi a Melfi dobbiamo per forza di cose essere flessibili sui turni di
lavoro, se non vogliamo la riduzione del salario che ci
metterebbe sullo stesso livello degli altri due impianti».
[m.lev.}
15
Copie ad esclusivo uso del destinatario
RASSEGNA STAMPA CISL FOGGIA
GIOVEDì 5 GIUGNO
05/06/2014
2014liA~()
ISANSEVERO
La protesta degli agenti della Polizia Municipale della cittàdatmanonsi placa eiresponsabiliminacciano lo stop
Ancora guerra fredda tra ivigili eil COffiillle
Isindacati: "O rivedono le scelte oscioperd'
C',è malcontento all'interno partecipanti all'assemblea
del comando della Polizia· respingonoconforzaeprenLoça1e di San Severo, per via dono le distanze da tali decidiunarigu7ionedeUerisorse sioniunilateralidell'Enteco-
finanziare. Cosìiresponsabilisindacali diFP-CGIL, CISLFP, UIL-FPeDICCAP, oltrea!la RSU dell'Ente: ''A seguito
dell'assemblea generale dei
dipendenti, è elnersa la VDlontàdi contrastareleiniziativeunilaterali,posteinessere dall'Amministrazione comunaledaidlrigenti,Taliiniziative sono ìrrispettose delle esigenze della collettività e
dello status. economico dei
dip'endenti comunali.
I.:azione porterà una cop.sequenziale riduzione dei s~r­
vizi ed una pianificata riduzione del salario accessorio.
La cosà che più fa specie in
qut;::sto caso,.è che si sta fa,\
cendo passare tale. 'unilate" raleedignobileazione' come
\ un piano di razionalizzazione del salario accessorio a
spesede1 personale, rendenda, monchi alcuni servizi a
danno della cittadinanza e
creando non poc9i disagi familirui, sia economici che
psico-fisìci. Con questo piano, pitl che di razionalizzazione, si potrà solamente
parlare di 'riduzione dei servizi' e dei legittimi compensi
ailavoratori per le prestazioni e le funzioni svolte. Per
. quanto è stato attuato, tutti i
o
munale, in palese violazione
di norme contrattuali eprincipi costituzionali posti a garanziadeilavoratorie deicittadini. Questeillogichedecisìonisonostateposteìnessere senza alcUna loglca.spìegazìone e nella totale mancanza di rispetto delle
relaZioni sindacali';. Da un
MANFREDONIA
Arrestati tre ladri rumeni
Ibanescu e la donna di qualocalità Monticchio,.a Manfredonia, . ne
del locale comando han- rantasetteanniVioletaCeafar. !tre, noInoni Carabinieri
tratto in arresto tre cittadini di nazio- nostante si fossero accorti di essere
Dorin
nalità'rumeha ma residenti nelle cam- 'controllati dal proprietario dell'esercipagne manfredoniane che àvevano zio commerciale, tentavano di portar
appena rubato della merce da un ne- via merce per un totale di trecento eu~
gozio di alimentari sito nella stessa lo- ro. Notati i tre malfattori, l'uomo iniziacalità della cittàsipontina.1l tutto è sta- va a rincorrerll, con l'ausilio dei militari
to possibile grazie al prezioso aiutò del appena giunti sul posto e chiamati daltitolare dell'attività commerciale che lo stesso titolare del negozio di alimenaveva subito diversi furti nell'ultimo pe- tari. La 1uga dei tre ladri è durata solo
riodo e, stanco di vedersi svuotare il ne~ qualche centinaia di metri, prima di esgozio, ha deciso di porre più attenzio- sere raggiunti e arrestati dai Carabiniene ai clienti già sospettati'di essere i re- ri. I tre sono stati condotti presso la casponsabili: A finire nel ,mirino del titola- sa circondariale di Foggia e saranno
're sono tre cittadini rumeni, il venti- chiamati a rispondere di furto aggravaduenne Eusebiu Danaìla, il ventotten- to.
....
----_.
__
.-._...• _.-.
16
sunto delle problematiche è
possibileillustrarE;lquellache
oggièlasìtuazionedel pe~so~
naledelComunediSanSeve- .
1.'0: sospensìone dell'istituto
della turnaziofle; sospens"tonedeU'istituwdeUareperibilitàì gestione unilaterale e discriminatoria dello straordinario elettorale; blocco delle
attività formative del personale; sospensione improvvisa della erogazione del salario accessorio del mese di ..
aprile '14 fondamentale per
la garanzia dei servizi; man~
cato riconoscimento delle
professionalità, interrie presenti 'nell'Entei carenz..1. di
forme ,positive' di politiche
del personale'e relazione tra
lavoratori e datore di lavoro;
mancato rispetto delle normali relazioni sindacali.
Questo è quanto detto dai
sindacati,checosìconcludonoedevidenzianoidubbiele '
perplessità:"Tali azioni sono
stateposteinessereinassenza della costitùZione del propedeutico fondo '14, nato,
originariamente e prioritariarnente, per il migliorare
l'efficienza degli uffici e dei
servizi e la produttività. An- .
cara una volta il tutto succede incomprensibilmente a
pochi giorni dalla elezione
del nuovo Sindaco. Seguirà
una mobilitazione".
beniamino pasca/e
Copie ad esclusivo uso del destinatario
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 691 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content