close

Enter

Log in using OpenID

Catalogo 2014 - Nuova Didactica

embedDownload
Il catalogo di Nuova Didactica per il 2014 diventa smart
nella forma ma conferma l’orientamento e l’attenzione per il
mondo delle aziende.
Un prodotto più piccolo e più snello nella sua consultazione
cartacea trova amplio spazio in ambito digitale: accendendo
al sito www.nuovadidactica.it si potranno visionare tutte
le proposte della Scuola di Management di Confindustria
Modena, che tradizionalmente offre alle aziende del territorio
modenese un panorama formativo completo, con soluzioni
personalizzate e flessibili, per allineare i servizi alle esigenze
del mercato del lavoro.
E’ necessario ripensare il processo di impresa e aiutare chi vi
opera a orientarsi verso le logiche che guidano il mercato.
Il capitale umano di un’azienda non si compra e non si misura,
ma si forma.
Nuova Didactica sostiene le imprese, fungendo da collettore
tra il mondo del lavoro, la scuola e le università, per dare
concretezza alla strategia Europa 2020, che non mira soltanto
a uscire dalla crisi che continua ad affliggere l’economia, ma
vuole anche colmare le lacune del nostro modello di crescita e
creare le condizioni per un diverso tipo di sviluppo economico,
più intelligente, sostenibile e solidale.
Il Presidente
Roberta Caprari
03
Nuova Didactica nasce dall’esigenza degli imprenditori
modenesi associati a Confindustria Modena di essere
affiancati nella creazione e gestione di percorsi formativi
precisi, personalizzati, flessibili e certificati.
L’ormai consolidata esperienza nella gestione dei fondi
pubblici destinati alla formazione (Fondo Sociale Europeo)
e dei fondi interprofessionali (Fondimpresa e Fondirigenti)
consente alle imprese di considerare la scuola un punto di
riferimento oltre che per la progettazione e la pianificazione,
anche per il finanziamento dei loro percorsi formativi.
04
Nuova Didactica è ente accreditato presso la Regione
Emilia Romagna per la formazione continua, formazione
superiore e apprendistato e certificato ISO 9001:2008 per
la progettazione ed erogazione di formazione finanziata,
attività di ricerca e sperimentazione, formazione aziendale
e interaziendale, specializzazione post laurea.
Nuova Didactica è socio fondatore della Fondazione
Istituto Tecnico Superiore Meccanica, Meccatronica,
Motoristica, Packaging, alta scuola di tecnologia che offre
a giovani diplomati l’opportunità di svolgere corsi biennali di
alta specializzazione per la formazione di Tecnici Superiori in
un’area tecnologica strategica per lo sviluppo economico e
la competitività del sistema territoriale.
Dal 2012 inoltre Nuova Didactica è socia di Formindustria
Emilia Romagna, consorzio costituito per esplicita volontà
delle Associazioni degli Industriali delle provincie di Modena,
Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Rimini, Ferrara, Ravenna,
Forlì-Cesena, con l’intento di aggregare la professionalità
e le competenze delle rispettive strutture formative per
dare risposte significative al sistema delle imprese a livello
regionale.
Con l’obiettivo di dare una risposta a fabbisogni più complessi
e articolati Nuova Didactica affianca alla formazione
l’indispensabile servizio di consulenza organizzativa e
gestionale, per contestualizzare l’intervento formativo
proposto e coordinare le varie iniziative necessarie per lo
sviluppo delle persone e delle aziende.
Nuova Didactica è soggetto promotore in grado di attivare
insieme all’aziende tirocini formativi e di orientamento
e tirocini di inserimento o reinserimento al lavoro. Oltre
a predisporre la convenzione, Nuova Didactica individua
un tutor didattico e si occupa del progetto formativo
individuale.
Nuova Didactica affianca le aziende anche nell’assolvimento
dell’obbligo formativo per l’apprendistato, realizzando
corsi secondo il repertorio delle qualifiche regionali e
occupandosi degli adempimenti burocratici per usufruire del
cofinanziamento della Regione Emilia-Romagna.
05
Nuova Didactica è orgogliosa di arricchire la propria
offerta formativa confermando l’attivazione del Master
Universitario di II livello in Ingegneria del Veicolo,
organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di
Modena e Reggio Emilia, Democenter Sipe e Politecnico di
Milano.
Le proposte contenute nel catalogo si articolano in
differenti aree di competenza: una sezione è espressamente
dedicata alla formazione obbligatoria sulla Sicurezza nei
luoghi di lavoro, sono previste iniziative specificamente
rivolte all’esigenze di manager, quadri, dirigenti aziendali,
imprenditori e si conferma con successo l’attività dell’area
linguistica LanguageWorks.
La sinergia tra formazione di matrice accademica ed
esperienze aziendali fornisce una solida preparazione tecnicoscientifica per gli aspetti di innovazione e progettazione di
prodotto e di processo nel settore automotive, in linea con
le esigenze del mercato di riferimento.
La gestione didattica è affidata ad una Faculty proveniente
dal mondo aziendale, da quello universitario, dalle libere
professioni, dal management.
L’approccio operativo consente di progettare interventi
personalizzati, focalizzati sul fabbisogno delle singole
aziende, con specifici contenuti, tempi di realizzazione e
organizzazione.
06
Per alcune e specifiche iniziative Nuova Didactica si avvale di
un portale per formazione e-learning.
Per ulteriori informazioni www.nuovadidactica.it
07
CATALOGO CORSI 2014
CODICE
ND.1.14
ND.2.14
ND.3.14
ND.4.14
ND.5.14
ND.6.14
ND.7.14
ND.8.14
ND.9.14
EX.2014
FAD.301
SIQ.302
SIQ.303
SIQ.304
SIQ.305
FAD.306
FAD.307
SIQ.308
FAD.309
SIQ.310
SIQ.311
SIQ.312
SIQ.313
SIQ.314
SIQ.315
SIQ.316
SIQ.317
SIQ.318
SIQ.319
SIQ.320
SIQ.321
SIQ.322
SIQ.323
SIQ.324
SIQ.325
PAG
14
16
18
20
22
24
26
28
30
32
36
38
40
44
46
50
52
54
56
58
60
62
64
66
68
70
72
76
78
80
82
84
86
88
90
CORSO
Marketing e territorio
Project management
Social media e orientamento al cliente
Il lavoro manageriale
Rapporti dell’impresa con le banche
Budgeting e reporting
Lean office
Relazioni commerciali
Produzione e manutenzione: laboratorio di condivisione delle attività
Work life balance: coniugare risultati eccellenti per l’azienda e vivere meglio la propria vita Formazione generale per i lavoratori (e-learning)
Modulo A
Modulo B (B3+B4+B5)
Modulo C
Formazione dirigenti
Formazione sicurezza per dirigenti (e-learning)
Aggiornamento Sicurezza Dirigenti (e-learning)
Formazione Preposti Aggiornamento Sicurezza Preposti (e-learning)
RLS base
RLS aggiornamento (aziende fino a 50 dipendenti) RLS aggiornamento (aziende con oltre 50 dipendenti)
Prevenzione incendi BASE rischio MEDIO (5+3) + aggiornamento ALTO
Prevenzione incendi AGGIORNAMENTO rischio MEDIO (2+3)
Primo Intervento BASE rischio Basso e Medio
Primo Intervento AGGIORNAMENTO rischio Basso e Medio
PES PAV
Aggiornamento sulla normativa della Sicurezza
Gestione efficace della riunione periodica in materia di sicurezza
Sicurezza delle macchine
Rischi specifici: rischio chimico Rischi specifici: rischio biologico per il settore metalmeccanico
Valutazione del rischio ergonomico Aggiornamenti sulle attrezzature di lavoro Formazione formatori della Sicurezza
Dettagli e iscrizioni
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio Giugno Settembre
Ottobre
7,14
11,12
15,16
15
9
19
11
10
2
17
25
24
20
18
25
25,27
4,6
23,25,30
2
11,13,18,20,25,27
1,3,8 7,9,14,16,21,23,28,30
7,14,21
26
2,9,16
16
9
8,10,15,17 6,8,13,15
20
28
20,22
28,30
27
4
29
4
28
4,11
11
10,17
6
7
18
14 9
26
22
19
23 27,29
29
10 26
5,12
24
1,8
www.nuovadidactica.it
Novembre
18,25
6
5
11
4
12,19,26
4,11,18,25
4,6,11,13,18,20,25,27
19,27
26,27
5,12,19 19 6,13
27
5
11 ISCRIZIONI
Per iscriversi occorre accedere al sito internet www.
nuovadidactica.it, selezionando il corso di proprio interesse e
compilando l’apposto form nella sezione ISCRIZIONE ONLINE.
SARÀ POSSIBILE ISCRIVERSI FINO A 10 GIORNI PRIMA
DELLA DATA DI REALIZZAZIONE PREVISTA.
L’iscrizione si intende perfezionata col ricevimento della
mail di conferma, contenente tutti i dati inseriti. Prima di
effettuare il pagamento occorre attendere la conferma
scritta del corso.
La conferma dello svolgimento del corso sarà data a mezzo
e-mail con un preavviso di 5 giorni.
DISDETTA
L’eventuale annullamento dell’iscrizione dovrà essere
comunicato entro 8 giorni dalla data di inizio corso e
comunque prima della conferma ufficiale da parte di
Nuova Didactica. Trascorso tale termine, Nuova Didactica è
autorizzata a trattenere l’intera quota, se già versata, o ad
emettere fattura per l’intero importo.
10
RINVII O ANNULLAMENTI
Per esigenze di natura organizzativa Nuova Didactica si riserva
la facoltà di annullare o rinviare i corsi programmati.
Ogni variazione sarà tempestivamente segnalata alle Aziende e
le eventuali quote già versate saranno interamente rimborsate.
Per verificare la possibilità di partecipare ad edizioni diverse è
possibile contattare direttamente gli uffici.
In caso di annullamento della prima edizione di un corso
si intenderà confermata l’iscrizione alla seconda edizione,
salvo indicazioni scritte contrarie.
SEDE DI SVOLGIMENTO
Nuova Didactica, Corso Cavour 56, Modena (salvo diverse
indicazioni)
QUOTE DI ISCRIZIONE
La quota di partecipazione è indicata nel catalogo per ciascun
corso. Le aziende che iscrivono 2 o più persone ad uno stesso
corso possono beneficiare dello sconto del 15% sulla seconda
e successiva partecipazione.
ATTESTATI DI PARTECIPAZIONE
Al termine di ogni singolo corso Nuova Didactica rilascia
un attestato di partecipazione individuale con evidenza dei
contenuti e di eventuali crediti formativi.
CONDIZIONI DI PAGAMENTO
Il pagamento della quota dovrà essere effettuato a
vista fattura attraverso bonifico bancario Codice IBAN
IT82O0503412902000000040835 – Banca Popolare - Agenzia
2, Modena
11
CATALOGO CORSI
2014
12
13
ND.1.14
14
MARKETING E TERRITORIO:
COME AUMENTARE LA COMPETITIVITA’
ND.1.14
DOCENTE
Gianfranco Ardenti
Sociologo, con specializzazioni post-laurea in Marketing
Internazionale e Gestione Strategica dei Servizi, ha maturato
esperienze professionali da Direttore Marketing, Analista dei
Mercati e Direttore Commerciale. Dal 1999 è titolare della
ditta Sima & co., specializzata in consulenza e formazione nel
Marketing Internazionale.
CONTENUTI
nTecniche di osservazione e di analisi del proprio territorio
nSistemi per stimolare il proprio mercato
nCome costruire un approccio attivo verso il cliente
nL’utilizzo di Internet e la Geo-localizzazione
nCome fare comunicazione di marketing in relazione al
proprio territorio
nTecniche di CRM
OBIETTIVI
Fornire le basi per affrontare il proprio mercato ed il proprio
cliente con un atteggiamento attivo e non passivo.
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 7 e 14 Maggio 2014; 10.00 – 13.30/14.30 – 17.00
II EDIZIONE: 18 e 25 Novembre 2014; 10.00 – 13.30/14.30 – 17.00
DESTINATARI
Tutti coloro che hanno come area di azione commerciale
una determinata estensione territoriale (Comune, Provincia,
Regione).
COSTI
€ 450 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 500 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
15
ND.2.14
PROJECT MANAGEMENT: lavorare
per progetti e massimizzare la resa del
lavoro e lo sfruttamento del tempo
DOCENTE
Alessandro Grecu
Consulente di Direzione, qualificazione internazionale di
competenze CMC.
OBIETTIVI
Nel contesto odierno, caratterizzato da frammentazioni
e necessità di risultati rapidi in contesti di continuo
cambiamento, la gestione dei progetti può risultare
problematica. Questo corso vuole studiare come impostare i
progetti (dai grandi progetti ai medi ed alle attività giornaliere)
lavorando sulla dimensione individuale e sulla dimensione di
team. Verranno analizzate le logiche di gestione delle priorità
e razionalizzazione di tempi ed energie per una massima
resa. Durante il corso sono previste simulazioni, confronti e
discussioni di gruppo per conferire al corso un taglio operativo
e di immediata applicazione al rientro in azienda.
DESTINATARI
Project Manager, Livelli manageriali, intermedi e coordinatori
16
ND.2.14
CONTENUTI
nDefinire gli obiettivi dei progetti: macro, intermedi, a breve termine, e quelli operativi (JDI-AP-LP)
nGestire i progetti, scomponendo in attività
nGestire e pianificare le priorità: meno tempo e più risultati.
nGestire le pause e i momenti intensivi
nGestire gli imprevisti e le attività non previste
nGestire il tempo in relazione ai progetti: le work-box di gestione tempo/progetti
nGestire la progressione ed i fuori controllo
nCome organizzare la propria giornata lavorativa e come definire e gestire la priorità
nTecniche di base di Project Management: dal “macro” al “micro”
nCondizioni al contorno: il Time Management ed il Daily Management nella gestione dei progetti giornalieri
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 11 e 12 Giugno 2014; 10.00 – 13.30/14.30 – 17.00
II EDIZIONE: 15 e 16 Ottobre 2014; 10.00 – 13.30/14.30 – 17.00
COSTI
€ 450 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 500 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
17
ND.3.14
SOCIAL MEDIA E ORIENTAMENTO AL
CLIENTE: comunicare, interagire, vendere
DOCENTE
Gruppo Len
Learning Education Network
OBIETTIVI
Fornire le basi per affrontare il proprio mercato ed il proprio
cliente con un atteggiamento attivo e non passivo.
DESTINATARI
Tutti coloro che operano nella promozione prodotti/servizi,
customer care, public relation, od organizzazioni di altra
natura.
ND.3.14
CONTENUTI
nIntroduzione internet marketing (cambiamenti in atto, nuove logiche)
nL’attenzione al cliente
nSocial media marketing
nInformare il cliente attraverso i social media
nInteragire con i clienti attraverso i social media
nVendere con i social media
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 15 Aprile 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
II EDIZIONE: 9 Ottobre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
18
19
ND.4.14
IL LAVORO MANAGERIALE: riflessioni
e strumenti per interpretare al meglio
l’attività manageriale
DOCENTE
Gianmarco Falzi
Consulente e formatore specializzato nella gestione delle
persone e nell’organizzazione aziendale delle PMI.
OBIETTIVI
Durante il seminario i partecipanti avranno modo di
confrontare la propria esperienza manageriale con una serie
di griglie interpretative della funzione, in un percorso fatto di
diagnosi (a che punto sono, quali sono le criticità della mia
situazione) e di strumenti operativi utilizzabili dal giorno dopo
nella quotidianità.
DESTINATARI
Titolari, Dirigenti, Responsabili di funzione aziendali.
ND.4.14
CONTENUTI
Un seminario che si concentra su quello che i manager fanno e
non disserta su ciò che dovrebbero fare.
Il percorso è incentrato sul celebre testo “Il lavoro manageriale”
di Henry Mintzberg, recentemente rieditato e aggiornato, che
viene sezionato ed attualizzato alle pratiche diffuse nelle aziende
del nord est italiano.
Un modo per riflettere sul ruolo manageriale, mettere in comune
criticità e soluzioni, confrontandosi con un consulente che fa del
pragmatismo e della concretezza le sue cifre distintive.
nUna panoramica sul lavoro manageriale
nIl fattore internet ed il fattore telefonia mobile
nUn modello interpretativo:
Gestire l’informazione | Gestire le persone | Agire direttamente
nStili di gestione
nI dilemmi della gestione manageriale
nAnalisi di casi concreti
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 19 Giugno 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
II EDIZIONE: 6 Novembre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
20
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
21
ND.5.14
RAPPORTI DELL’IMPRESA CON LE
BANCHE
DOCENTI
Carlo Caselgrandi; Roberto Spaccini
Consulenti aziendali del Gruppo Teikos
22
ND.5.14
OBIETTIVI
L’obiettivo del corso è, da un lato, fare emergere e condividere
le informazioni che, normalmente a disposizione degli
istituti bancari per determinare il rating delle imprese
clienti, sono adeguate a cogliere la situazione economica
e finanziaria, ma non sempre idonee a valutare aspetti
essenziali quali l’organizzazione dell’azienda, le previsioni di
sviluppo di mercato in cui opera, il suo positioning; dall’altro
fornire all’impresa strumenti per conoscere ancor più
approfonditamente la propria realtà e, quindi, focalizzare al
meglio i propri obiettivi strategici e organizzativi.
CONTENUTI
nIntroduzione e concetti di base
nEvoluzione del rapporto Impresa-Banche negli ultimi anni
nBASILEA II e III
nRating quantitativo ed andamentale
nCentrale Rischi
nQuadro dei documenti da presentare periodicamente agli
istituti di credito (piano strategico, operativo e piano finanziario + aggiornamenti)
nAnalisi tecnica del rating quantitativo aziendale e pianificazione finanziaria
nRating e valore aziendale
nPianificazione finanziaria ed ottimizzazione delle fonti di
finanziamento
nCaso aziendale
DESTINATARI
Imprenditori, responsabili e operatori aziendali che hanno
rapporti con le banche.
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 11 Marzo 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
II EDIZIONE: 5 Novembre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.430
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
23
ND.6.14
DOCENTE
Angelica Ferri Personali
Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti, Giornalista
Pubblicista. Consulente in Controllo di Gestione , Business
Plan, Budget, Analisi macroeconometriche patrimoniali
economiche e finanziarie, simulazioni di nuovi investimenti ,
contenimento dei costi.
CONTENUTI
nRaccordo tra pianificazione strategica, piano d’impresa e
budget
nRedazione del budget
nMisurazione e verifica dei risultati: il reporting
nConfronto tra obiettivi e risultati: analisi degli scostamenti
tra budget e consuntivo
OBIETTIVI
Fornire strumenti pratici e tecniche per elaborare e controllare
il budget economico e patrimoniale ed i budget operativi delle
principali aree aziendale.
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 10 Aprile 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
II EDIZIONE: 2 Ottobre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
DESTINATARI
Operatori nelle funzioni Amministrazione, Finanza e Controllo
e coloro che sono chiamati a gestire un budget e a prendere
decisioni controllando le variabili delle risorse, obiettivi e
prestazioni.
24
ND.6.14
BUDGETING E REPORTING
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
25
ND.7.14
DOCENTE
Federico Colombo
Docente Senior e consulente di Organizzazione Aziendale nelle
aree Logistica, Produzione, Manutenzione e Sviluppo Prodotto
in alcune delle più importanti aziende metalmeccaniche.
OBIETTIVI
Sviluppare l’ applicazione del Lean Thinking per riconoscere
ed eliminare le cause di spreco di tempo e risorse nelle attività
di ufficio.
DESTINATARI
Responsabili
e
Addetti
di
Uffici
Commerciali,
Amministrativi,Tecnici e di Gestione delle Aree operative di
qualsiasi tipo di Azienda
26
ND.7.14
LEAN OFFICE
CONTENUTI
nIl lean thinking : pensiero snello
nLa creazione di valore nei processi di gestione
nL’identificazione degli sprechi
nIl lean thinking nell’ organizzazione degli uffici
nIl metodo operativo
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 17 Aprile 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
II EDIZIONE: 11 Novembre 2014 ; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
27
ND.8.14
DOCENTE
Massimiliano Verde
Consulente aziendale e Temporary Manager con significative
esperienze di Business, Sales & Marketing Management in vari
settori industriali, maturate in società nazionali e multinazionali.
OBIETTIVI
Le “relazioni commerciali” esprimono le molteplici interazioni
tra l’impresa e l’ambiente in cui opera e sono indispensabili alla
concezione, produzione, comunicazione e trasmissione del valore
tra i soggetti che costituiscono il mercato inteso in senso ampio.
In un’impresa orientata al mercato le relazioni commerciali
coinvolgono tutte le funzioni aziendali.
Si fondano sulla corretta comprensione dei confini del mercato di
riferimento, delle forze che in esso agiscono, delle loro necessità
e interazioni e si esplicano attraverso adeguate decisioni di
prodotto/servizio, prezzo, distribuzione e comunicazione.
L’incontro, oltre a costituire un momento di approfondimento e
riflessione sui temi citati, vuol essere un’occasione di confronto
e di condivisione di esperienza tra i partecipanti.
28
ND.8.14
LE RELAZIONI COMMERCIALI
DESTINATARI
Tutti coloro che per la gestione delle loro attività hanno
interesse a sviluppare relazioni di tipo commerciale.
CONTENUTI
nL’orientamento al mercato
nIl processo di marketing
nLa definizione del mercato di riferimento
nGli attori del mercato in senso ampio
nIl cliente
nI prescrittori
nI distributori
nL’ambiente di macro-marketing
nI concorrenti
nLe forze competitive
nLa situazione concorrenziale
nLa concezione e produzione del valore attraverso il
prodotto/servizio
nLa remunerazione del valore attraverso il prezzo
nIl “far sapere e far valere” attraverso la comunicazione di
marketing
nLa trasmissione del valore attraverso i canali di vendita
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 25 Marzo 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
II EDIZIONE: 24 Settembre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
29
ND.9.14
LABORATORIO DI CONDIVISIONE DELLE
ATTIVITA’: Produzione / Manutenzione /
Acquisti / Amministrazione / Qualità
DOCENTE
Dott. Ing. Carlo Bonato
Socio fondatore di PRODUCTILITY srl e consulente aziendale
con una consolidata esperienza professionale. Dal 2006
collabora come Esperto con le attività della Comunità Europea
nella valutazione di finanziamenti a progetti di innovazione
tecnologica. Esperto di Lean Manufacturing e Supply Chain
management. Docente in corsi di formazione sui temi di
organizzazione e gestione aziendale.
OBIETTIVI
Massimizzare il rendimento con iniziative congiunte,
migliorare i processi di pianificazione e gestione delle attività
attraverso l’ analisi dei processi critici e il trasferimento di
know how.
ND.9.14
CONTENUTI
nAnalisi dei processi di pianificazione e gestione delle attività
nLaboratorio guidato per sviluppare proposte di
collaborazione in azienda
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 20 Marzo 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
II EDIZIONE: 18 Settembre 2013; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
DESTINATARI
Si consiglia la partecipazione di almeno due ruoli dell’azienda
(di ogni dimensione), responsabili aziendali di processi/
funzioni di confine, non necessariamente di reparti produttivi.
30
31
EX.2014
WORK LIFE BALANCE: coniugare
risultati eccellenti per l’azienda e vivere
meglio la propria vita
DOCENTE
Valter Borellini
Formatore, Coach e Direttore di Azienda. Esperto di public
speaking e utilizzo della voce, business e executive coaching
comunicazione avanzata per vendere e uso di linguaggi
persuasivi, gestione dei conflitti e tecniche avanzate di
negoziazione .
OBIETTIVI
L’obiettivo generale del progetto è di aumentare:
il livello di consapevolezza, che permetterà ai partecipanti di
raccogliere informazioni su di loro, è il “ conoscere se stessi”,
i loro bisogni, il loro stile di pensiero, i loro stati d’animo e il
loro livello di benessere psicofisico, per:
valutare la priorità nelle varie aree della loro vita per poter
definire obiettivi raggiungibili;
verificare costantemente e periodicamente l’andamento delle
loro azioni in funzione degli obiettivi definiti per individuare
eventuali scostamenti di rotta.
32
il livello di flessibilità, che permetterà loro di cambiare
l’approccio di rivedere gli obiettivi e le strategie per:
EX.2014
permettere di trovare ed attuare nuove soluzioni nel caso in
cui vi sono scostamenti rispetto ad obiettivi o di fronte di
eventi imprevisti;
aumentare il loro livello di autoefficacia nel gestire le attività
rifocalizzando le risorse.
In particolare gli obiettivi specifici sono quelli di consentire ai
partecipanti di:
nsviluppare la propria Leadership potenziando le risorse che
già possiede in una visione olistica del sistema Mente/Corpo;
migliorare la conoscenza di se stessi e del proprio stile di pensiero;
naumentare la capacità di governare i propri stati d’animo
nei vari contesti della propria vita;
valutare la propria situazione nelle varie aree della propria vita;
ndefinire correttamente i propri obiettivi nelle varie aree,
individuare e sviluppare azioni per il raggiungimento
dell’equilibrio voluto tra “vita professionale e vita privata” e
tra “Benessere Fisico e livello di performance individuale”.
33
EX.2014
DESTINATARI
Tutti coloro che desiderano coniugare risultati per l’azienda e
vivere meglio la propria vita.
CONTENUTI
L’approccio sistemico alla gestione della nostra vita
nLe aree del nostro sistema
nLa valutazione della situazione attuale nelle varie aree
nIl miglioramento e la definizione della situazione desiderata
nelle varie aree
nLa definizione degli obiettivi e delle azioni per raggiungerli
o come individuare obiettivi ben formati
nCome gestire i propri stati psicologici e identificare i
momenti d’eccellenza
nCome accedere alla proprie risorse inconsce per raggiungere
risultati individuali e sviluppare la creatività
nCreare l’allineamento del sistema individuale di obiettivi
rispetto alla Visione e alla Missione dell’organizzazione
nLa definizione dell’equilibrio fra le varie aree individuando
gli ostacoli e definendo le priorità
nCome gestire un’efficace comunicazione con se stessi e con
gli altri individui dell’organizzazione
nLa gestione degli stati emotivi
n
34
DATA E ORARIO
25 Giugno 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 17.30
COSTI
€ 300 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 360 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
35
FAD. 301
FORMAZIONE PER TUTTI I LAVORATORI
(E-learning)
In collaborazione con INTERATTIVA by Progetto Ulisse Group
OBIETTIVI
Il corso intende ottemperare al requisito obbligatorio (Art. 37
T.U. 81/08) per il quale tutti i lavoratori devono ricevere una
formazione sufficiente ed adeguata in materia di sicurezza.
L’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 sulla formazione in
materia di sicurezza dei lavoratori prevede una durata dei corsi
variabile in funzione del settore di appartenenza dell’azienda e
una composizione con modulo generale e moduli di carattere
specifico.
Alla formazione generale si possono sommare i moduli
corrispondenti alla formazione specifica per il livello di rischio
dell’azienda.
DESTINATARI
Tutti i lavoratori.
36
FAD. 301
CONTENUTI
nOrganizzazione del sistema aziendale della prevenzione e
della protezione
nDiritti e doveri dei soggetti aziendali relativamente alla
sicurezza
nOrgani di vigilanza, controllo e assistenza
nI concetti di rischio, danno, prevenzione e protezione
Al termine del percorso formativo è presente un test di verifica
dei contenuti acquisiti durante l’apprendimento.
Dal momento del primo accesso al portale il partecipante
ha a disposizione 6 mesi di tempo per ultimare il percorso.
COSTI
€ 40 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 50 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
37
SIQ. 302
MODULO A PER RESPONSABILI
E ADDETTI SPP – FORMAZIONE
NORMATIVO GIURIDICA
Consulenti e docenti Sen Sistemi srl, esperti in materia di
sicurezza sul lavoro.
OBIETTIVI
Il modulo A è il corso base ed è obbligatorio per RSPP e ASPP
ai fini di svolgere le funzioni proprie dei ruoli.
E’ finalizzato ad acquisire nozioni utili in tema di sicurezza
e igiene sul lavoro e di prevenzione e valutazione dai rischi,
conoscere compiti e responsabilità dei soggetti del sistema
di prevenzione aziendale e degli Enti preposti alla tutela dei
lavoratori.
DESTINATARI
Il modulo A è rivolto a Addetti o Responsabili SPP che devono
essere nominati o non hanno mai esercitato la funzione.
La frequenza al MODULO A è propedeutica rispetto ai MODULI
B e C, costituisce Credito Formativo Permanente, è valido per
qualsiasi macrosettore ATECO.
38
SIQ. 302
CONTENUTI
I contenuti del percorso sono conformi a quanto previsto
dall’art.32 del DLgs 9 Aprile 2008 n°81 e dall’accordo
sancito dalla Conferenza Stato-Regioni del 26/01/2006,
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n°37 del 14/02/2006.
nIl sistema legislativo: esame delle normative di riferimento
nI soggetti del Sistema di Prevenzione aziendale
nIl Sistema Pubblico di Prevenzione
nCriteri e Strumenti per la individuazione dei rischi
nDocumento di Valutazione dei Rischi
nClassificazione dei rischi
nRischio Incendio ed Esplosione
nValutazione dei rischi
nRicadute applicative e organizzazione della valutazione del rischio
Durata: 28 ore
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 25, 27 Febbraio 2014 e 4 Marzo 2014 dalle 9,30
alle 18,30; 6 Marzo 2014 dalle 9,30 alle 13,30.
II EDIZIONE: 23, 25 e 30 Settembre 2014 dalle 9,30 alle
18,30; 2 Ottobre 2014 dalle 9,30 alle 13,30.
COSTI
€ 480 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 575 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
39
SIQ. 303
MODULO B PER RESPONSABILI E
ADDETTI SPP – SPECIFICO PER MACRO
SETTORI B4 E B5
Consulenti e docenti Sen Sistemi srl, esperti in materia di
sicurezza sul lavoro
OBIETTIVI
Il MODULO B di specializzazione,prevede una formazione
adeguata alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro
e relativi alle attività lavorative: per ogni macrosettore sono
indicati i principali argomenti relativi ai diversi comparti che
lo compongono.
DESTINATARI
Addetti e Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione.
La frequenza del modulo B è obbligatoria per RSPP e ASPP
e costituisce credito formativo con fruibilità quinquennale
anche per l’eventuale nomina in altre aziende dello stesso
macrosettore.
40
SIQ. 303
CONTENUTI
Il corso, come previsto dall’accordo sancito il 26 Gennaio 2006
in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato,
le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano,
pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 37 del 14 Febbraio 2006,
e successive modificazioni, termina con la somministrazione di
una prova finale, composta da un test a risposta multipla e la
risoluzione di un caso studio per la valutazione e registrazione
dell’apprendimento.
Agli iscritti verrà fornito il calendario preciso e il
programma dettagliato delle giornate.
nRischi organizzazione del lavoro
nDVR
nPiano di emergenza
nRischi legati alla presenza di cancerogeni e mutageni
nRischi chimici
nRischi biologici
nRischi fisici
nRischi infortuni
nSicurezza antincendio
nMovimentazione
nDispositivi di Protezione Individuale
41
SIQ. 303
SIQ. 303
DURATA, DATA E COSTI
Modulo B.4 (Durata: 48 ore)
Settore di riferimento: Industrie alimentari, tessili,
abbigliamento - Conciarie, Cuoio - Legno - Carta, editoria,
stampa - Minerali non metalliferi - Produzione e Lavorazione
metalli - Fabbricazione macchine, apparecchi meccanici
- Fabbricazione macchine app. elettrici, elettronici Autoveicoli - Mobili - Produzione e distribuzione di energia
elettrica, gas, acqua - Smaltimento rifiuti
Modulo B.5 (Durata: 68 ore)
Settore di riferimento: Raffinerie - trattamento combustibili
nucleari - Industria chimica, Fibre - Gomma, Plastica
I EDIZIONE: 11 Marzo 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30;
13,18,20,25, Marzo 2014 9.30 – 13.30 ; 27 Marzo 2014 9.30
– 13.30/14.30 – 18.30; 1Aprile 2014 9.30 – 13.30; 3 Aprile
2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30; 8 Aprile 2014 9.30 – 13.30
test finale
€ 1280 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 1550 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
I EDIZIONE: 11,13,18,20,25,27 Marzo 2014 e 1, 3 Aprile 2014
dalle 9,30 alle 18,30, e 8 Aprile 2014 dalle 9,30 alle 13,30
esame finale
II EDIZIONE: 7,9,14,16,21,23,28,30 Ottobre 2014 dalle 9,30 alle
18,30, 4 Novembre 2014 dalle 9,30 alle 13,30 esame finale
II EDIZIONE: 7 Ottobre 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30;
9,14, 16, 21 Ottobre 2014 9.30 – 13.30; 23 Ottobre 2014
9.30 – 13.30/14.30 – 18.30; 28 Ottobre 2014 9.30 – 13.30; 30
Ottobre 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30; 4 Novembre 2014
dalle 9,30 alle 13,30 esame finale
42
€ 880+ IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 1100 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
43
SIQ. 304
MODULO C DI SPECIALIZZAZIONE PER
RESPONSABILI SPP
Consulenti e docenti Sen Sistemi srl, esperti in materia di
sicurezza sul lavoro
OBIETTIVI
Fornire ai partecipanti gli elementi in materia di prevenzione
e protezione dei rischi anche di natura ergonomia e psicosociale, di organizzazione e gestione delle attività tecnico
amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di
relazioni sindacali.
Componenti della squadra di primo soccorso o di emergenza
le nozioni fondamentali per assicurare un corretto intervento
a favore di eventuali infortunati.
DESTINATARI
Personale che deve essere nominato Responsabile SPP in
azienda, altri ruoli aziendali interessati alle materie del corso.
Il modulo C di specializzazione per RSPP riguarda la formazione
di natura ergonomica e gestionale relazionale. Costituisce
credito permanente.
44
SIQ. 304
FORMAZIONE GESTIONALE – RELAZIONALE
CONTENUTI
Il corso, come previsto dall’accordo sancito il 26 Gennaio 2006
in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato,
le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano,
pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 37 del 14 Febbraio 2006,
e successive modificazioni, termina con la somministrazione
di una prova finale, che consiste in un colloquio orale relativo
ai contenuti del Modulo frequentato.
nOrganizzazione e sistemi di gestione
nIl sistema delle relazioni e della comunicazione
nRischi di natura psicosociale
nRischi di natura ergonomica
nRuolo dell’Informazione e della Formazione
Durata: 24 ore
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 7, 14 e 21 Maggio 2014 9.30 – 13.30/14.30 –
18.30
II EDIZIONE: 12, 19 e 26 Novembre 2014 9.30 – 13.30/14.30
– 18.30
COSTI
€ 450 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 500 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
45
SIQ. 305
CORSO PER DIRIGENTI: ruolo nella
gestione della sicurezza
DOCENTI
Marco Ferrari
Docente e consulente aziendale per l’attuazione di normative
per la sicurezza.
Luigi Lomonaco
Psicologo del Lavoro, consulente aziendale per la gestione e lo
sviluppo delle risorse umane; esperto nei processi formativi e
nella gestione del cambiamento, nel coaching e nella sicurezza
dei lavoratori.
Francesco Bianchini
Esperto in processi di comunicazione, docente e formatore in
materia di comunicazione aziendale
OBIETTIVI
Il presente corso si pone l’obiettivo di fornire ai dirigenti la
formazione specifica necessaria per l’adempimento degli
obblighi ex art. 37, del D.Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81, e successive
modifiche e integrazioni (di seguito D.Lgs. n. 81/08).
46
DESTINATARI E DURATA
Dirigenti che organizzano, dirigono o sovraintendono l’attività
produttiva, laddove il datore di lavoro effettui nei loro confronti
una specifica delega di alcune delle funzioni di cui è investito.
SIQ. 305
CONTENUTI
La formazione dei dirigenti, così come definito dal D. Lgs. n.
81/08 sostituisce integralmente quella prevista per i lavoratori
e deve essere strutturata in quattro moduli per la durata
complessiva di 16 ore.
MODULO 1. GIURIDICO – NORMATIVO
Il sistema legislativo: compiti, obblighi, responsabilità;
Gli organi di vigilanza e le procedure ispettive
La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa delega
di funzioni
La delega di funzioni
La “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche,
delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità
giuridica”ex D.Lgs. n. 231/2001
I sistemi di qualificazione delle imprese e la patente a punti
in edilizia
Il sistema istituzionale della prevenzione
MODULO 2. GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA
I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione
dei rischi;
La considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di
accadimento degli stessi e la considerazione delle risultanze
47
SIQ. 305
SIQ. 305
delle attività di partecipazione dei lavoratori;
Il documento di valutazione dei rischi (contenuti specificità e
metodologie);
Modelli di organizzazione e gestione della sicurezza;
Gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di
somministrazione e Il documento unico di valutazione dei
rischi da interferenza;
MODULO 3. INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI
Criteri e strumenti per l’individuazione e la valutazione dei
rischi;
Il rischio da stress lavoro-correlato;
Il rischio ricollegabile alle differenze di genere, età, alla
provenienza da altri paesi e alla tipologia contrattuale;
Il rischio interferenziale e la gestione del rischio nello
svolgimento di lavori in appalto;
Le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione
e protezione in base ai fattori di rischio;
48
MODULO 4. COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE
DEI LAVORATORI
Competenze relazionali e consapevolezza del ruolo e problem
solving
Importanza strategica dell’informazione, della formazione e
dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà
aziendale
Tecniche di comunicazione
Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti
Tecniche di comunicazione
Consultazione e partecipazione dei rappresentanti dei
lavoratori per la sicurezza
Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei
rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.
ESAME FINALE
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 26 Marzo, 2, 9 e 16 Aprile 2014 dalle 9.30 alle 13.30
II EDIZIONE: 4, 11, 18, 25 Novembre 2014 dalle 9.30 alle 13.30
COSTI
€ 400 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 480 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
49
FAD. 306
FORMAZIONE PER I DIRIGENTI
(E-learning)
In collaborazione con INTERATTIVA by Progetto Ulisse Group
OBIETTIVI
Il dirigente aziendale che svolge i compiti del servizio di
prevenzione e protezione deve ricevere adeguata formazione.
Tale è l’obiettivo primario di questo corso che, a seguito
dell’Accordo Stato-Regioni del 21 Dicembre 2011, affronta
la formazione per i dirigenti sotto quattro fondamentali
aspetti già individuati dall’Accordo stesso: norme, gestione
ed organizzazione, individuazione e valutazione dei rischi,
comunicazione e formazione dei lavoratori.
DESTINATARI
Coloro che in azienda vengono designati a svolgere il ruolo
del dirigente, che cura la sovrintendenza all’attività lavorativa
e che garantisce l’attuazione delle direttive ricevute,
controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori
ed esercitando un funzionale potere di iniziativa (art. 2 c. 1
lett. e) D.Lgs. n. 81/08.
50
FAD. 306
CONTENUTI
nIl sistema legislativo e i soggetti del sistema di prevenzione
aziendale
nLa responsabilità amministrativa civile e penale dei soggetti
giuridici
nI modelli di organizzazione e di gestione, la vigilanza e gli
addetti al servizio di prevenzione e protezione
nLa gestione delle emergenze
nIndividuazione dei rischi
nFattori di rischio e relative misure di prevenzione
nInfortuni mancati e dispositivi di protezione
nCompetenze relazionali e conoscenza della realtà aziendale
nTecniche di comunicazione e lavoro di gruppo
All’interno di ogni modulo vi sono dei momenti di verifica
dell’apprendimento non vincolati che consentono all’utente
di interagire con l’animazione verificando l’apprendimento dei
concetti presentati.
Il corso ha la durata di 16 ore. Al termine del percorso formativo
è previsto un esame finale da effettuarsi in presenza.
Dal momento del primo accesso al portale il partecipante
ha a disposizione 6 mesi di tempo per ultimare il percorso.
COSTI
€ 200 + IVA a persona per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 250 + IVA a persona per Aziende non associate a Confindustria Modena
51
FAD. 307
AGGIORNAMENTO SICUREZZA PER I
DIRIGENTI (E-learning)
In collaborazione con INTERATTIVA by Progetto Ulisse Group
OBIETTIVI
L’Accordo Stato-Regioni del 21 Dicembre 2011 disciplina la
durata, i contenuti minimi, le modalità della formazione ed
aggiornamento dei lavoratori e delle lavoratrici, datori di
lavoro, dirigenti e preposti ai sensi dell’art. 37 del D.Lgs. n.
81/2008. L’obiettivo del presente corso è quello di fornire un
percorso formativo di aggiornamento adeguato ai dirigenti in
merito alla salute e sicurezza sul luogo di lavoro, nel totale
rispetto dell’Accordo sopraccitato.
DESTINATARI
Facendo seguito alle disposizioni dell’Accordo Stato-Regioni
del 21 Dicembre 2011, la figura del dirigente deve ricevere un
adeguato aggiornamento, della durata di 6 ore quinquennali
per tutti i settori di rischio.
52
FAD. 307
CONTENUTI
nD.Lgs. 81/2008 Testo Unico (Agg. D.Lgs.106/09)
nI Principi Comuni e i Luoghi di Lavoro
nI DPI e la segnaletica di salute e sicurezza sul lavoro
nAgenti fisici
nSostanze pericolose
nNorme e Disposizioni diverse in materia penale e di
procedura penale
nRischio Stress-Lavoro Correlato
nScheda di Verifica
Dal momento del primo accesso al portale il partecipante
ha a disposizione 6 mesi di tempo per ultimare il percorso.
COSTI
€ 85 + IVA a persona per Aziende associate a Confindustria
Modena
€ 100 + IVA a persona per Aziende non associate a
Confindustria Modena
53
SIQ. 308
DOCENTE
Marco Ferrari
Docente e consulente aziendale per l’attuazione di normative
per la sicurezza.
OBIETTIVI
Il corso consentirà ai partecipanti di migliorare la conoscenza
del proprio ruolo, di comprenderne i limiti e le sfaccettature,
di riconoscere le implicazioni penali di cui tener conto,
di possedere gli strumenti cognitivi ed operativi per
l’assolvimento delle proprie funzioni.
DESTINATARI
Preposto che in ragione delle competenze professionali e nei
limiti delle rispettive attribuzioni e competenze sovrintendono
alla attività lavorativa e garantiscono l’attuazione delle
direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da
parte dei lavoratori ed esercitando un potere funzionale di
iniziativa.
54
SIQ. 308
FORMAZIONE PER PREPOSTI
CONTENUTI
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Campo di applicazione e definizioni
Obblighi del preposto
Organismi di Vigilanza
CONTROLLO E VIGILANZA
Verifica della corretta applicazione delle misure di
prevenzione e protezione
Segnalazione infortuni, incidenti, anomalie e guasti
Attività di richiamo
FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO LAVORATORI
Diffusione delle procedure e delle modalità operative
Verifica dell’apprendimento
Reportizzazione informatica ai vertici aziendali
SISTEMA SANZIONATORIO
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 16 Aprile 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 9 Ottobre 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
55
FAD. 309
AGGIORNAMENTO SICUREZZA PER I
PREPOSTI (E-learning)
In collaborazione con INTERATTIVA by Progetto Ulisse Group
OBIETTIVI
Facendo seguito alle disposizioni dell’Accordo Stato -Regioni
del 21 dicembre 2011, la figura del preposto deve ricevere un
adeguato aggiornamento, della durata di 6 ore quinquennali
per tutti i settori di rischio.
DESTINATARI
Tutti coloro che in azienda vengono designati a svolgere il
ruolo del preposto, vale a dire la persona che, in ragione delle
competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e
funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli,
sovrintende all’attività lavorativa e garantisce l’attuazione
delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione
da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di
iniziativa (art. 2 comma 1, lettera e), D.Lgs. 81/2008).
56
FAD. 309
CONTENUTI
nD.Lgs. 81/2008 Testo Unico (Agg. D.Lgs. 106/09)
nI Principi Comuni e i Luoghi di Lavoro
nI DPI e la segnaletica di salute e sicurezza sul lavoro
nAgenti fisici
nSostanze pericolose. Proteggersi da Atmosfere Esplosive
nNorme e Disposizioni diverse in materia penale e di
procedura penale
nRischio Stress-Lavoro Correlato
nScheda di Verifica
Dal momento del primo accesso al portale il partecipante
ha a disposizione 6 mesi di tempo per ultimare il percorso.
COSTI
€ 85 + IVA a persona per Aziende associate a Confindustria
Modena
€ 100 + IVA a persona per Aziende non associate a
Confindustria Modena
57
SIQ. 310
RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI
PER LA SICUREZZA - CORSO BASE
Funzionari di Confindustria Modena, Consulenti esperti di
Sicurezza.
OBIETTIVI
Il corso, rivolto ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
eletti dai lavoratori, consente alle aziende di ottemperare
all’obbligo di formazione sancito dal D.Lgs. 81/08.
Il programma è quello stabilito dall’accordo Confindustria
– Sindacati del 1995 e risponde agli indirizzi individuati
dall’organismo paritetico provinciale.
L’obiettivo primario è fornire al Rappresentante dei Lavoratori
per la Sicurezza eletto, le competenze necessarie per lo
svolgimento corretto del suo ruolo, nell’ambito del sistema
aziendale di prevenzione infortuni e igiene del lavoro ai sensi
della normativa vigente.
DESTINATARI
Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza di nuova
nomina.
58
SIQ. 310
CONTENUTI
nIl D.Lgs. 81/08: campi di applicazione e figure coinvolte
nDocumento di Valutazione dei Rischi
nVideoterminali
nRischio chimico e fisico
nMovimentazione Manuale dei Carichi
nLa prevenzione incendi, il piano d’emergenza, il DM 10/03/98
nSegnaletica
nLa sorveglianza Sanitaria
nL’accordo Interconfederale Confindustria – Sindacati
nLa comunicazione ed il ruolo partecipativo del RLS
Durata: 32 ore, suddivise in 8 incontri da 4 ore
Al termine di ciascun incontro i partecipanti svolgeranno un
test di verifica dell’apprendimento, come previsto dall’art. 37
del d. lgs. 81/08.
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 8, 10, 15, 17 Aprile 2014 e 6, 8, 13, 15 Maggio
2014 dalle 14,30 alle 18,30
II EDIZIONE: 4, 6, 11, 13, 18, 20, 25, 27 Novembre 2014 dalle
14,30 alle 18,30
COSTI
€ 400 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 480 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
59
SIQ. 311
AGGIORNAMENTO PER RLS
(per Aziende fino a 50 dipendenti)
DOCENTE
Marco Ferrari
Docente e consulente aziendale per l’attuazione di normative
per la sicurezza.
OBIETTIVI
Aggiornare le conoscenze dei Rappresentanti dei Lavoratori
per la Sicurezza che abbiano già ricevuto debita formazione
e che debbano provvedere all’aggiornamento ai sensi D.Lgs
81/08.
DESTINATARI
Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza che abbiano
già ricevuto debita formazione e che debbano provvedere
all’aggiornamento.
L’obbligo di aggiornamento decorre dopo un anno dal
completamento corso di formazione base .
SIQ. 311
CONTENUTI
nCompiti, attribuzioni e competenze del RLS
nAnalisi di valutazioni aziendali di rischio e delle misure di
prevenzione da adottare
nL’informazione e la formazione dei lavoratori
nLa sorveglianza sanitaria
nDefinizione e individuazione dei fattori di rischio
nLe statistiche sugli infortuni e sugli incidenti sul lavoro
nLa valutazione dei rischi e il Documento di Valutazione dei Rischi
nAppalti e sicurezza nLa valutazione dei rischi interferenti e il Documento Unico
di Valutazione dei Rischi Interferenti
nEsercitazione sulla valutazione dei rischi interferenti
Test di valutazione finale
La durata della formazione di aggiornamento è di 4 ore
annue per le imprese che occupano da 15 a 50 lavoratori
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 20 Maggio 2014 , 14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 28 Ottobre 2014 , 14.30 – 18.30
60
COSTI
€ 100 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 160 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
61
SIQ. 312
AGGIORNAMENTO PER RLS
(Aziende con oltre 50 lavoratori)
DOCENTE
Marco Ferrari
Docente e consulente aziendale per l’attuazione di normative
per la sicurezza.
OBIETTIVI
Aggiornare le conoscenze dei Rappresentanti dei Lavoratori
per la Sicurezza che abbiano già ricevuto debita formazione
e che debbano provvedere all’aggiornamento ai sensi D.Lgs
81/08.
DESTINATARI
Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza che abbiano
già ricevuto debita formazione e che debbano provvedere
all’aggiornamento.
L’obbligo di aggiornamento decorre dopo un anno dal
completamento corso di formazione base.
SIQ. 312
CONTENUTI
nCompiti, attribuzioni e competenze del RLS
nAnalisi di valutazioni aziendali di rischio e delle misure di
prevenzione da adottare
nL’informazione e la formazione dei lavoratori
nLa sorveglianza sanitaria
nDefinizione e individuazione dei fattori di rischio
nLe statistiche sugli infortuni e sugli incidenti sul lavoro
nLa valutazione dei rischi e il Documento di Valutazione dei Rischi
nAppalti e sicurezza nLa valutazione dei rischi interferenti e il Documento Unico
di Valutazione dei Rischi Interferenti
nEsercitazione sulla valutazione dei rischi interferenti
Test di valutazione finale
La durata della formazione di aggiornamento è di 8 ore
annue per le imprese che occupano oltre 50 lavoratori
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 20 e 22 Maggio 2014 , 14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 28 e 30 Ottobre 2014 , 14.30 – 18.30
62
COSTI
€ 200 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 240 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
63
SIQ. 313
CORSO BASE PER ADDETTI ALLA
PREVENZIONE INCENDI: per Aziende
Rischio Medio
DOCENTE
Arturo Poli
Titolare di un istituto di vigilanza privata, esperto formatore
con rilevante esperienza.
OBIETTIVI
Tutti i lavoratori che svolgono l’incarico di addetto alla
squadra di emergenza antincendio devono ricevere una
specifica formazione attraverso dei corsi specifici.
DESTINATARI
Lavoratori incaricati della Prevenzione Incendi, Addetti alla
squadra antincendio.
CONTENUTI
La durata e i contenuti sono correlati alla tipologia delle
attività ed al livello di rischio incendio secondo quanto
previsto dal D.M. 10/03/98
64
L’INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI
Principi sulla combustione e l’incendio
Sostanze estinguenti
Triangolo della combustione
Principali cause di un incendio
Rischi alle persone in caso di incendio
Principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi
SIQ. 313
LA PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE
IN CASO DI INCENDIO
Principali misure di protezione contro gli incendi
Vie di esodo
Procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso
di allarme
Procedure per l’evacuazione
Rapporti con i vigili del fuoco
Attrezzature ed impianti di estinzione
Sistemi di allarme
Segnaletica di sicurezza
Illuminazione di emergenza
ESERCITAZIONE PRATICA
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 27 Maggio 2014 14.30 -19.30 - 4 Giugno 14.30
-17.30
II EDIZIONE: 19 Novembre 2014 14.30 -19.30 - 27
Novembre 2014 14.30 -17.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
65
SIQ. 314
AGGIORNAMENTO PER ADDETTI ALLA
PREVENZIONE INCENDI per Aziende
Rischio Medio
SIQ. 314
DOCENTE
Arturo Poli
Titolare di un istituto di vigilanza privata, esperto formatore
con rilevante esperienza.
CONTENUTI
La durata e i contenuti sono correlati alla tipologia delle
attività ed al livello di rischio incendio secondo quanto
previsto dal D.M. 10/03/98
OBIETTIVI
Tutti i lavoratori che svolgono l’incarico di addetto alla
squadra di emergenza antincendio devono ricevere una
specifica formazione attraverso dei corsi specifici.
L’incendio e la prevenzione incendi
DESTINATARI
Lavoratori incaricati della Prevenzione Incendi, Addetti alla
squadra antincendio.
Esercitazione pratica
La protezione antincendio e procedure da adottare in caso
di incendio
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 29 Maggio 2014 14.30 -16.30 4 Giugno 2014
14.30 -17.30
II EDIZIONE: 26 Novembre 2014 14.30 -16.30 - 27 Novembre
2014 14.30 -17.30
COSTI
€ 150 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 180 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
66
67
SIQ. 315
ADDETTI AL PRIMO INTERVENTO BASE
(Rischio Basso + Medio)
Personale competente ed esperto in materia di primo soccorso
(Sen Sistemi srl)
OBIETTIVI
In base al D. Lgs. 9/04/08 n°81, ogni azienda deve nominare un
numero idoneo di ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO, in possesso
dell’attestato di frequenza ad un corso di formazione specifico.
Il corso consente di assolvere all’obbligo di formazione degli
addetti al primo soccorso, promuovere la costituzione di
un’efficiente organizzazione dedicata ad effettuare interventi
di primo soccorso tempestivi ed efficaci. Il corso è finalizzato,
in particolare, ad aumentare le conoscenze sugli interventi di
primo soccorso nei casi di infortunio e/o malore dei dipendenti
DESTINATARI
Addetti al Primo Soccorso secondo la classificazione del DM
388/03 di aziende di rischio MEDIO e BASSO.
SIQ. 315
CONTENUTI
nLa normativa vigente sulle attività di primo soccorso in
azienda: responsabilità.
nIl sistema di soccorso e l’allertamento della pubblica assistenza
nRiconoscere un’emergenza sanitaria.
nAttuazione degli interventi di primo soccorso
nRiconoscimento e limiti d’intervento di primo soccorso
nI traumi in ambiente di lavoro
nPatologie specifiche in ambiente di lavoro
nAcquisire capacità di intervento pratico
Durata: 12 ore
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 28 Maggio 2014 , 4 e 11 Giugno 2014 dalle 9.30
alle 13.30
II EDIZIONE: 5, 12, 19 Novembre 2014 dalle 9,30 alle 13.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
68
69
SIQ. 316
ADDETTI AL PRIMO INTERVENTO
AGGIORNAMENTO
(Rischio Basso + Medio)
Personale competente esperto in materia di primo soccorso
(Sen Sistemi srl)
OBIETTIVI
In base al D. Lgs. 9/04/08 n°81, ogni azienda deve nominare un
numero idoneo di ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO, in possesso
dell’attestato di frequenza ad un corso di formazione specifico.
Il corso consente di assolvere all’obbligo di aggiornamento
nella formazione degli addetti al primo soccorso.
DESTINATARI
Addetti al Primo Soccorso secondo la classificazione del DM
388/03 per aziende di rischio MEDIO e BASSO.
SIQ. 316
CONTENUTI
nTecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del
S.S.N.
nTecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
nTecniche di primo soccorso nella sindrome di insufficienza
respiratoria acuta
nTecniche di rianimazione cardiopolmonare
nTecniche di tamponamento emorragico
nTecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del
traumatizzato
nTecniche di primo soccorso in casi di esposizione accidentale
ad agenti chimici e biologici
Durata: 4 ore
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 11 Giugno 2014 9.30 – 13.30
II EDIZIONE: 19 Novembre 2014 9.30 – 13.30
COSTI
€ 150 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 180 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
70
71
SIQ. 317
FORMAZIONE PER OPERATORI
ELETTRICI PES/PAV
DOCENTE
Gianfranco Ceresini
Docente e consulente in elettrotecnica, impiantistica elettrica
e automazione.
OBIETTIVI
Il corso assolve all’esigenza del datore di lavoro di formare
e informare il personale elettrico (manutentori, impiantisti,
quadristi e tecnici di laboratorio) in relazione a quanto
previsto dalle norme CEI EN 50110-1 (2005) e CET ll-27 (2005).
In base alle conoscenze acquisite e all’esperienza maturata, il
personale potrà essere qualificato come Persona Esperta (PES)
o Persona Avvertita (PAV), idoneo oppure no per interventi
sotto tensione.
DESTINATARI
Installatori e Manutentori elettrici, Quadristi, Artigiani,
Formatori aziendali, RSPP e ASPP.
72
SIQ. 317
CONTENUTI
Conoscenze teoriche
Principali disposizioni legislative in materia di sicurezza
elettrica con particolare riguardo ai principi ispiratori del Dlgs
81/08
Norma CEI EN 50110-1 e CEI 11-27 per gli aspetti
comportamentali
Norme CEI 11-1 e 64-8 per gli aspetti costruttivi dell’impianto
Effetti dell’elettricità (compreso l’arco elettrico) sul corpo
umano e cenni di primo intervento di soccorso
Attrezzature e DPI: impiego, verifica e conservazione
Procedure di lavoro generali e aziendali; responsabilità e
compiti del responsabile degli impianti e del preposto ai lavori;
preparazione del lavoro, documentazione, sequenze operative
di sicurezza, comunicazioni; cantiere.
73
SIQ. 317
Conoscenze teoriche di base per lavori sotto tensione
Norme CEI 50110 – 1 (11-48) e CEI 11-27 (con riguardo ai
lavori sotto tensione)
Criteri generali di sicurezza con riguardo alle caratteristiche dei comportamenti elettrici su cui si può intervenire nei lavori
sotto tensione
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 10 e 17 Aprile 2014, 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 6 e 13 Novembre 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
COSTI
€ 380 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 460 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
Attrezzature e DPI: particolarità per i lavori sotto tensione
Test di verifica
74
75
SIQ. 318
AGGIORNAMENTO SULLA NORMATIVA
DELLA SICUREZZA
Il corso costituisce aggiornamento per Responsabili e Addetti SPP, di
cui all’art. 32, com. 6 del D. Lgs. 81/08. Ai sensi dell’Accordo Stato
Regioni del Gennaio 2006, il corso attribuisce crediti formativi per
tutti i codici Ateco pari a 8 ore
DOCENTE
Nicola D’Erario
Collaboratore ADAPT-CSMB Università degli Studi di Modena
e Reggio Emilia.
OBIETTIVI
Fornire una conoscenza giuridica e gestionale di base agli
operatori della sicurezza a vario livello negli ambienti luoghi
di lavoro pubblici e privati, in un’ottica integrata e innovativa,
che tenga conto delle novità introdotte dal Testo Unico della
salute e sicurezza sul lavoro, dei relativi adempimenti, delle
prassi interpretative delle autorità ispettive, al fine di suggerire
soluzioni gestionali sostenibili e innovative.
76
DESTINATARI E DURATA
Il corso si rivolge ai datori di lavoro, dirigenti, ai preposti, ai
RSPP ed ASPP, agli RLS, medici del lavoro e in generale alle
figure che ricoprono ruoli di responsabilità nella gestione
della sicurezza nel settore pubblico e privato.
SIQ. 318
CONTENUTI
nL’andamento del fenomeno infortunistico nel contesto
italiano e comparato
nNuovi lavori, nuovi rischi
nIl TU della salute e sicurezza sul lavoro dopo il correttivo:
novità e problematiche
nCampo di applicazione e tipologie contrattuali
nGli attori della sicurezza
nIl rischio e la gestione della prevenzione
nLa valutazione dei rischi
nFormazione, informazione e addestramento
nLa sorveglianza sanitaria e la sorveglianza sanitaria speciale
nLa sicurezza negli appalti e nella somministrazione e il DUVRI
nQualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi e le
prospettive della certificazione
nConsultazione e partecipazione dei rappresentanti dei
lavoratori e Il ruolo della bilateralità
nIl sistema sanzionatorio
nGli orientamenti della giurisprudenza e della prassi applicativa
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 6 Marzo 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 7 Ottobre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
77
SIQ. 319
GESTIONE EFFICACE DELLA RIUNIONE
PERIODICA IN MATERIA DI SICUREZZA
Il corso costituisce aggiornamento per Responsabili e Addetti SPP, di
cui all’art. 32, com. 6 del D. Lgs. 81/08. Ai sensi dell’Accordo Stato
Regioni del Gennaio 2006, il corso attribuisce crediti formativi per
tutti i codici Ateco pari a 8 ore
DOCENTE
Alessandro Laschi
Titolare Sen Sistemi srl, Sicurezza - Ambiente - Risparmio
Energetico - Sistemi di Gestione.
OBIETTIVI
Il corso ha lo scopo di fornire indicazioni su come programmare
e gestire la riunione periodica.
DESTINATARI
Datori di Lavoro, RSPP e ASPP
SIQ. 319
CONTENUTI
Convocazione, formalita’, il ruolo dei partecipanti,
preparazione, argomenti da trattare, redazione del verbale,
azioni da mettere in atto.
Simulazione di una riunione periodica di prevenzione e
protezione dai rischi
Organizzazione, gestione e verbalizzazione della Prova di
Evacuazione
Scenari sia di una prova di evacuazione antisismica che di una
simulando un incendio
Interazione con la Prova di Evacuazione Ambientale per le
aziende certificate con un Sistema di Gestione Ambientale
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 18 Giugno 2013; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 14 Ottobre 2013; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
78
79
SIQ. 320
SIQ. 320
SICUREZZA DELLE MACCHINE
Il corso costituisce aggiornamento per Responsabili e Addetti SPP, di
cui all’art. 32, com. 6 del D. Lgs. 81/08. Ai sensi dell’Accordo Stato
Regioni del Gennaio 2006, il corso attribuisce crediti formativi per
tutti i codici Ateco pari a 8 ore
DOCENTE
Gabriele Cuccolini
Docente e consulente aziendale per l’attuazione di normative
per la sicurezza sui luoghi di lavoro e nello specifico sicurezza
di macchine, impianti ed attrezzature.
OBIETTIVI
Approfondire con taglio operativo le regole generali sulla
normativa relativa alle macchine nuove e gli obblighi sulle
macchine esistenti, le tecniche di valutazione del rischio.
DESTINATARI
Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, RSPP, ASPP, Responsabili
della manutenzione, Responsabili uffici tecnici.
CONTENUTI
nIntroduzione generale alla legislazione sulla sicurezza delle macchine
nImmissione sul mercato e messa in servizio
nFabbricante, Mandatario, Importatore
nInsiemi di macchine, attrezzature intercambiabili,
componenti di sicurezza
nLe procedure di certificazione
nLa Dichiarazione di Conformità
nLa gestione documentale
nLe norme tecniche
nI RES Requisiti Essenziali di Sicurezza
nL’analisi dei rischi: linee guida per la sua effettuazione in
accordo con le norme armonizzate vigenti.
nIl ciclo di vita delle macchine
nImpianti realizzati utilizzando attrezzature già presenti
nValutazione dello stato di idoneità e limiti di intervento
nManutenzione ordinaria e straordinaria delle attrezzature
nDalla manutenzione alla modifica delle attrezzature: casi significativi
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 9 Aprile 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 27 Novembre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
80
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
81
SIQ. 321
Il corso costituisce aggiornamento per Responsabili e Addetti SPP, di
cui all’art. 32, com. 6 del D. Lgs. 81/08. Ai sensi dell’Accordo Stato
Regioni del Gennaio 2006, il corso attribuisce crediti formativi per
tutti i codici Ateco pari a 8 ore
DOCENTE
Alberto Santi
Docente esperto e consulente in materia di sicurezza sul
lavoro.
OBIETTIVI
Acquisire la capacità di riconoscere i fattori di rischio legati
al contesto, dandone una corretta stima e valutazione.
Comprendere, con simulazioni di valutazioni del rischio,
cosa vuole dire “misurare” il rischio chimico. Conoscere la
classificazione delle sostanze pericolose
DESTINATARI
Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, RSPP, ASPP.
82
SIQ. 321
RISCHI SPECIFICI: RISCHIO CHIMICO
CONTENUTI
nAnalisi dei contenuti del D.Lgs 81/08 e criteri di valutazione
in esso contenuti
nAnalisi della statistica delle malattie professionali e degli
infortuni associati al rischio chimico
nElementi di tossicologia industriale, significato ed importanza
del REACH
nCaratterizzazione delle sostanze ed analisi di schede di
sicurezza secondo il modello definito dal CLP
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 26 Marzo 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 22 Ottobre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
83
SIQ. 322
RISCHI SPECIFICI: RISCHIO BIOLOGICO
per il settore metalmeccanico
Il corso costituisce aggiornamento per Responsabili e Addetti SPP, di
cui all’art. 32, com. 6 del D. Lgs. 81/08. Ai sensi dell’Accordo Stato
Regioni del Gennaio 2006, il corso attribuisce crediti formativi per
tutti i codici Ateco pari a 8 ore
DOCENTE
Marcello Grantini
Consulente area Sicurezza e Ambiente.
OBIETTIVI
Acquisire la capacità di riconoscere i fattori di rischio legati al
contesto, dandone una corretta stima e valutazione.
DESTINATARI
Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, RSPP, ASPP.
84
SIQ. 322
CONTENUTI
nPanoramica sugli agenti biologici: cosa sono, come operano,
trasmissione e dove si ritrovano
nRequisiti normativi
nAttività di prevenzione e protezione e le modalità operative
aziendali per contenere il rischio
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 19 Marzo 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 23 Settembre 2014; 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
85
SIQ. 323
VALUTAZIONE DEL RISCHIO
ERGONOMICO
Il corso costituisce aggiornamento per Responsabili e Addetti SPP, di
cui all’art. 32, com. 6 del D. Lgs. 81/08. Ai sensi dell’Accordo Stato
Regioni del Gennaio 2006, il corso attribuisce crediti formativi per
tutti i codici Ateco pari a 16 ore.
DOCENTI
Paolo Musi; Massimiliano Saccani
Consulenti area Sicurezza e Qualità della società M2
Engineering srl.
OBIETTIVI
Delineare il contesto (ambiente di lavoro, mansioni, “carichi”
da gestire, attrezzature utilizzate) usando indicatori oggettivi
mutuati dalle norme tecniche 11228 Parte 1 (NIOSH), Parte 2
(Snook Ciriello), Parte 3 (OCRA) e seguendo le indicazioni del Testo
Unico al fine di dare una corretta e coerente stima del rischio.
DESTINATARI
RSPP / ASPP.
86
CONTENUTI
Metodi di valutazione del rischio per la movimentazione
manuale di carichi: sollevamento, trasporto, traino e spinta
(ISO 11228-1, ISO 11228-2) - Indici Niosh e Snook &
Ciriello -
SIQ. 323
Introduzione al D.Lgs.81/08 sulla movimentazione dei carichi.
Caratteristiche generali della norma ISO 11228-1. Metodo
NIOSH: analisi dei diversi fattori che permettono di definire l’indice
di rischio, esempi applicativi ed esercitazioni all’uso del metodo,
con analisi di casi pratici e filmati. Cenni sulla valutazione del
rischio per compiti multipli con il metodo NIOSH.
Criteri e metodi di valutazione delle azioni di traino e spinta.
Caratteristiche generali della norma ISO 11228-2. Uso delle tabelle
di SNOOK e CIRIELLO ed esempi applicativi della valutazione del
rischio delle azioni di traino e spinta. Altre applicazioni inerenti la
valutazione rischio da MMC (carichi multipli e trasporto manuale)
Metodi di valutazione per il rischio da sovraccarico
biomeccanico arti superiori check list OCRA (ISO 11228-3)
Caratteristiche generali della norma ISO 11228-3. Criteri,
procedure, metodi ed indici per la valutazione del rischio: il calcolo
dell’indice di esposizione finale con metodo check list OCRA.
Esempi applicativi delle valutazioni di rischio.
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 27 e 29 Maggio 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 29 Ottobre e 5 Novembre 2014 9.30 – 13.30/14.30
– 18.30
COSTI
€ 350 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 400 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
87
SIQ. 324
AGGIORNAMENTI SULLE
ATTREZZATURE DI LAVORO
Il corso costituisce aggiornamento per Responsabili e Addetti SPP,
di cui all’art. 32, com. 6 del D. Lgs. 81/08. Ai sensi dell’Accordo
Stato Regioni del gennaio 2006, il corso attribuisce crediti formativi
per tutti i codici Ateco pari a 8 ore.
DOCENTE
Paolo Musi
Consulente area Sicurezza e Qualità della società M2
Engineering srl.
88
SIQ. 324
CONTENUTI
nAccordo Stato Regioni del 22/02/2012: I percorsi formativi
previsti sull’abilitazione all’uso delle attrezzature di lavoro
nContenuti dell’accordo Stato Regioni del 22/02/2012
nRealizzazione dei percorsi formativi: didattica, materiali e
esercitazioni
nRequisiti dei soggetti formatori e dei docenti
nL’integrazione con la formazione pregressa
nAltre tipologie di attrezzature non rientranti nell’accordo
OBIETTIVI
Il corso ha l’obiettivo di affiancare gli RSPP nella definizione
dei percorsi formativi obbligatori, così come stabilito dalla
normativa.
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 10 Giugno 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
II EDIZIONE: 11 Novembre 2014 9.30 – 13.30/14.30 – 18.30
DESTINATARI
RSPP / ASPP, Preposti.
COSTI
€ 250 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 300 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
89
SIQ. 325
FORMAZIONE PER FORMATORI DELLA
SICUREZZA
Il corso riconosce i crediti formativi in attuazione dell’art. 6 del D.lgs.
9 Aprile 2008, n. 8, conforme al Decreto Ministeriale 6 Marzo 2013
DOCENTI
Luigi Lomonaco
Psicologo del Lavoro, consulente aziendale per la gestione e lo
sviluppo delle risorse umane; esperto nei processi formativi e
nella gestione del cambiamento, nel coaching e nella sicurezza
dei lavoratori.
Francesco Bianchini
Esperto in processi di comunicazione, docente e formatore in
materia di comunicazione aziendale
OBIETTIVI
Il Decreto 81/2008 sottolinea il ruolo ed il valore della
formazione, informazione ed addestramento dei lavoratori
ai fini della sicurezza sul lavoro. Il corso ha l’obiettivo di
sviluppare conoscenze e competenze per la gestione dell’intero
processo formativo nel campo della sicurezza.
90
DESTINATARI
Tutti coloro che operano all’interno delle aziende nel Servizio
di Prevenzione e Protezione (sia il Responsabile del Servizio
di Prevenzione e Protezione, sia gli Addetti del Servizio di
Prevenzione e Protezione) e si dedicano, o si vogliono dedicare,
anche ad attività di formazione dei lavoratori.
SIQ. 325
CONTENUTI
nAspetti teorici e metodologici della formazione
nRealizzazione e gestione del progetto formativo
nGli strumenti della formazione
nTecniche d’aula e metodologie per la formazione degli adulti
nCreare, condurre e gestire il gruppo di apprendimento
DATA E ORARIO
I EDIZIONE: 26 Febbraio; 5 e 12 Marzo 2014; 9.30 –13.30
/14.30–18.30
II EDIZIONE: 24 Settembre; 1 e 8 ottobre 2014 9.30 –13.30
/14.30–18.30
COSTI
€ 500 + IVA per Aziende associate a Confindustria Modena
€ 600 + IVA per Aziende non associate a Confindustria Modena
91
GUIDA AI FONDI INTERPROFESSIONALI
Fondimpresa e Fondirigenti sono fondi di natura privatistica al
servizio delle imprese.
Aderendo ai Fondi le aziende dispongono, senza alcun costo
aggiuntivo, di risorse finanziarie per la formazione del proprio
personale, avvalendosi anche del supporto delle associazioni
territoriali di Confindustria.
Dal 2003 le aziende possono infatti destinare il contributo
obbligatorio dello 0.30% sul monte salari INPS (altrimenti
trattenuto dall’INPS) a Fondimpresa e a Fondirigenti, per la
formazione e l’aggiornamento dei propri dipendenti.
COME SI ADERISCE
L’adesione può essere espressa in qualsiasi mese dell’anno,
scegliendo nella “DenunciaAziendale” del flusso UNIEMENS
aggregato, all’interno dell’elemento “FondoInterprof”, l’opzione
“Adesione” selezionando il codice FIMA per Fondimpresa e
FDIR per Fondirigenti e inserendo il numero dei dipendenti
interessati all’obbligo contributivo.
MOBILITÀ TRA FONDI
L’INPS ha indicato le modalità operative per il trasferimento, in
caso di revoca ed adesione ad altro Fondo, del 70 % del totale
delle somme confluite nel triennio antecedente (sono escluse le
aziende che rispondono alla definizione comunitaria di micro e
piccole imprese di cui alla raccomandazione dell’Unione Europea
n. 2003/361/CE4).
Le aziende interessate alla mobilità tra Fondi interprofessionali,
dovranno comunicare la revoca dal precedente Fondo indicando
il codice “REVO” o “REDI” sul flusso UNIEMENS e inserire,
contestualmente sullo stesso, il codice del nuovo Fondo al quale
intendono trasferirsi.
Per info www.inps.it
ATTENZIONE! Senza la revoca al fondo precedente non sarà
validata l’iscrizione.
L’adesione è gratuita, ha validità annuale e si intende
tacitamente rinnovata se non viene comunicata la revoca.
92
93
GESTIONE DEL FONDO
Per l’impresa ci sono due possibilità per finanziare un percorso
formativo.
CONTO FORMAZIONE: Il 70% del contributo versato ai Fondi
viene accantonato in un Conto Formazione proprio dell’azienda.
L’azienda può utilizzare le risorse finanziarie accantonate per
presentare, in qualsiasi momento dell’anno, un piano formativo
condiviso aziendale o interaziendale che sarà finanziato
attraverso il proprio conto formazione destinato a operai,
impiegati, quadri (tramite Fondimpresa) o ai dirigenti (tramite
Fondirigenti).
CONTO DI SISTEMA: Attingendo al 26% delle risorse accantonate
le aziende possono partecipare ad AVVISI emanati e promossi
annualmente da entrambi i Fondi, aderendo con piani settoriali
o territoriali.
Le aziende possono usufruire di entrambi i canali di
finanziamento, anche contemporaneamente, per più iniziative
di formazione.
Ogni anno Fondimpresa e Fondirigenti emanano avvisi pubblici ai
quali le aziende possono partecipare attraverso Nuova Didactica,
ottenendo il finanziamento di corsi di formazione aziendale e
interaziendale.
94
PER SOSTENERE LA FORMAZIONE DI
OPERAI, IMPIEGATI E QUADRI
IL CONTO FORMAZIONE
CHE COS’È ?
Le risorse finanziarie che affluiscono nel “Conto Formazione”
sono a disposizione dell’azienda titolare, che può utilizzare per
fare formazione ai propri dipendenti (operai, impiegati e quadri)
nei tempi e con le modalità che ritiene più opportuni, sulla base
di Piani formativi aziendali o interaziendali condivisi dalle
rappresentanze delle parti sociali.
QUANDO PUÒ ESSERE UTILIZZATO?
Il Conto Formazione può essere utilizzato in qualsiasi
momento dell’anno e si possono presentare più Piani formativi
contemporaneamente fino a capienza delle disponibilità
finanziarie.
COME SI USA?
Non vi è un numero minimo di partecipanti.
Ciascuna impresa aderente può richiedere il finanziamento del
Piano formativo condiviso con le rappresentanze sindacali
95
fino ad un massimo dei due terzi del costo complessivo
preventivato.
La soglia minima di finanziamento dei piani formativi
presentati sulle risorse del “conto formazione” è di 3.000 € ,
per un valore complessivo del piano, comprensivo della quota a
carico dell’impresa che consiste nella quota di mancato reddito ,
almeno pari a 4.500 € .
Per i piani che prevedono l’utilizzo esclusivo del voucher
formativo, la soglia minima di finanziamento è di 800 €, per un
valore complessivo del piano pari a 1.200 €.
Il finanziamento riconosciuto a consuntivo per il Piano non può
in ogni caso superare le disponibilità effettive presenti sul “Conto
Formazione” dell’azienda titolare alla data di presentazione del
rendiconto finale.
Il Piano formativo può avere una durata massima di 12 mesi
dalla data di presentazione, deve esporre il preventivo dei
costi da sostenere per la realizzazione delle attività e deve essere
condiviso con un accordo sottoscritto dalle rappresentanze
delle parti sociali, a livello aziendale, territoriale o di categoria.
96
Le azioni formative possono essere avviate di norma dopo 30
giorni dalla data di presentazione del piano; qualora l’azienda
abbia necessità di realizzare con urgenza le azioni formative del
piano, può avviare le attività sotto la propria responsabilità
anche 24 ore dopo la presentazione con la modalità dell’
“Avvio anticipato”.
COME SI PUÒ CONOSCERE L’AMMONTARE DEL PROPRIO
CONTO?
Per poter conoscere l’ammontare del proprio Conto le aziende
devono innanzitutto procedere alla registrazione, collegandosi
direttamente al sito http://pf.fondimpresa.it, menù Registrazione,
voce Responsabile Aziendale. Compilata ed inviata tale scheda, si
conclude la fase di registrazione.
Dal 1 Maggio 2013 le credenziali di accesso alla piattaforma
vengono esclusivamente inviate tramite PEC.
E’ pertanto indispensabile possedere una casella di posta
certificata e la firma digitale.
QUALE È LA SCADENZA DEI FONDI ACCUMULATI NEI
“CONTI FORMAZIONE DI FONDIMPRESA”?
Secondo il Regolamento di Fondimpresa le risorse trasferite
dall’Inps ai “conti formazione” dovranno essere utilizzati entro
i successivi 2 anni. Dal 1° Gennaio 2014 saranno riacquisite le
quote dei contributi versati nel 2011 e non utilizzati, in tutto o in
parte nel biennio 2012-2013.
CONTATTI Fondimpresa
[email protected] Per informazioni
e chiarimenti in merito all’adesione a Fondimpresa, al
funzionamento del Conto Formazione e all’utilizzo dei versamenti
[email protected] Per informazioni e comunicazioni
relative al rilascio delle credenziali di accesso (login – password)
TABELLA ESEMPLIFICATIVA
DELLE SCADENZE
Anno Data
di accumulo di scadenza
2011
2012
2013
2014
31 Dicembre 2013
31 Dicembre 2014
31 Dicembre 2015
31 Dicembre 2016
97
IL CONTO DI SISTEMA
Con il CONTO DI SISTEMA Fondimpresa consente alle imprese
aderenti di attingere a un conto collettivo attraverso Piani
formativi di ampia portata, che coinvolgono e aggregano le
imprese aderenti su tematiche e/o azioni formative di interesse
comune.
Queste risorse vengono utilizzate per finanziare piani formativi
secondo una procedura di pubblicazione di Avvisi che di norma
hanno diverse scadenze all’anno.
Nuova Didactica partecipa agli Avvisi pubblicati da Fondimpresa
attraverso la realizzazione di Piani, condivisi dalle rappresentanze
delle parti sociali, che rispondono alle esigenze formative delle
imprese in ambiti territoriali o settoriali.
CHI PUÒ PARTECIPARE
Imprese iscritte a Fondimpresa per la formazione rivolta ai
lavoratori dipendenti.
SINTESI DELL’OPPORTUNITÀ
Formazione di carattere generalista, corsi/azioni formative su
una o più aree tematiche quali innovazione tecnologica, sviluppo
organizzativo, competenze tecnico-professionali, gestionali e di
processo, ambiente e sicurezza.
98
Modalità di erogazione ammissibili: aula tradizionale, FAD,
action learning, affiancamento, training on the job, coaching.
Le aziende possono finanziare la propria formazione partecipando
a uno dei Piani che Nuova Didactica propone a Fondimpresa.
La formazione potrà essere realizzata in azienda o in altre sedi
in un periodo predeterminato a seconda dalle tempistiche
stabilite dall’Avviso, solo SE e DOPO l’approvazione del
progetto da parte di Fondimpresa.
DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER PARTECIPARE
(predisposta da Nuova Didactica per ogni Avviso)
Format fabbisogno formativo
Lettera di manifestazione d’interesse
Cassetto previdenziale recante l’adesione a Fondimpresa (sigla
FIMA)
NOTA BENE:
Le imprese che hanno Rappresentanze sindacali interne devono
obbligatoriamente informarle e far firmare anche a loro la
documentazione, pena l’esclusione della domanda
E’ possibile presentare domanda per un solo progetto formativo
per ogni singola scadenza.
99
PER PROMUOVERE LA FORMAZIONE DEI
DIRIGENTI
Per la formazione del proprio management ogni azienda
aderente può disporre delle risorse costituite dallo 0.30% del
monte salari trasferite dall’Inps sul proprio conto aziendale.
Fondirigenti mette a disposizione delle imprese aderenti un
ventaglio di servizi e strumenti per finanziare piani formativi su
misura di ciascuna azienda.
IL CONTO FORMAZIONE
Ogni azienda aderente al Fondo può richiedere il finanziamento
presentando un Piano formativo attraverso il Conto formazione
che accoglie il 70% delle risorse trasferite dall’INPS, utilizzabili
per la presentazione di iniziative formative per i propri dirigenti.
Possono essere presentati piani formativi Aziendali, Territoriali
e Settoriali condivisi dalle Parti Sociali, condivisi dai
Rappresentanti di Confindustria e di Federmanager o, a
livello aziendale, nel caso in cui sia presente la Rappresentanza
Sindacale Aziendale di Federmanager.
100
Le aziende aderenti a Fondirigenti possono richiedere il
finanziamento del “credito maturato” sul conto formazione al
momento della presentazione del Piano.
L’Accordo Costitutivo del Fondo stabilisce che l’importo massimo
finanziabile corrisponde ai 2/3 del totale costi indicati nel Piano
Finanziario. In tal senso l’azienda dovrà cofinanziare un importo
pari ad 1/3 dello stesso totale, anche attraverso il “mancato
reddito” dei dirigenti in formazione (non rimborsabile).
Tutte le attività del Piano dovranno svolgersi all’interno delle
date indicate come Inizio attività del Piano e Fine attività del
Piano.
COME CONOSCERE IL PROPRIO ACCANTONATO
Per poter presentare un piano e per monitorare il proprio
accantonato è necessario accedere all’area riservata del sito,
attraverso le password inviate automaticamente dal Fondo ad
ogni azienda all’atto dell’iscrizione. Nel caso in cui un’azienda
non avesse ricevuto i codici o li avesse smarriti può richiederli
direttamente dal sito www.fondirigenti.it cliccando “accedi
all’area riservata” che si trova in alto a destra (Richiesta
Password).
SCADENZA FONDI ACCUMULATI NEI CONTI FORMAZIONE
DI FONDIRIGENTI
Le risorse 0.30% saranno a disposizione delle Aziende sino al
31 Dicembre del secondo anno successivo a quello di accumulo.
101
TABELLA ESEMPLIFICATIVA
DELLE SCADENZE
Anno Data
di accumulo di scadenza
2011
2012
2013
2014
31 Dicembre 2013
31 Dicembre 2014
31 Dicembre 2015
31 Dicembre 2016
Tale regola è frutto della modifica (30/10/2008) all’Accordo
istitutivo del Fondo e prevede un periodo di transizione: per le
risorse trasferite dall’INPS dal 2004 al 2008 l’utilizzo è possibile
fino al 31 Dicembre del quarto anno successivo a quello di
accumulo.
Dopo tale periodo le risorse non utilizzate dalle aziende saranno
destinate ad iniziative di tipo strategico e solidaristico decise
annualmente dagli Organi Statutari del Fondo.
VOUCHER
Il fondo mette inoltre a disposizione voucher formativi per
i Dirigenti al fine di strutturare percorsi personalizzati su
un’area tematica a scelta, volti ad aggiornare e perfezionare le
competenze professionali del partecipante.
GUIDA ALLA FORMAZIONE SULLA
SICUREZZA
LA NORMATIVA
Il D.Lgs. 81/2008 assegna una valenza centrale alla formazione,
come metodologia attraverso cui far crescere la consapevolezza
dei rischi presenti in azienda e attraverso cui veicolare l’adozione
di comportamenti lavorativi che prevengano questi rischi.
La conoscenza delle macchine, delle procedure di lavoro, dei
pericoli potenzialmente presenti e delle modalità per anticiparli
ed evitarli è fondamentale. Il vero fine non è eliminare il pericolo,
ma far sì che questo non si traduca in rischio, o che, in ogni caso,
questo rischio sia almeno correttamente valutato e gestito per
ridurlo al minimo.
Uno dei principali strumenti per raggiungere questo fine è
la formazione, intesa come processo educativo attraverso il
quale trasferire ai lavoratori e agli altri soggetti del sistema di
prevenzione e protezione aziendale conoscenze e procedure utili
alla acquisizione di competenze per lo svolgimento in sicurezza
dei rispettivi compiti in azienda.
102
La formazione è quindi responsabilizzazione di tutti i soggetti
che lavorano in azienda, in quanto tutti sono parte del corretto
funzionamento del sistema della sicurezza aziendale.
103
Il datore di lavoro, i dirigenti, i preposti, gli addetti all’emergenza,
i lavoratori, i loro rappresentanti, gli addetti alla conduzione
di attrezzature speciali: per ogni figura è previsto un percorso
formativo differente per contenuti e durata, perché differenti
sono i ruoli che svolgono in azienda.
FORMAZIONE DEI LAVORATORI
Formazione Giuridico-Normativa
4 ore
Può essere svolta in modalità e-learning
Datore di lavoro
Responsabile del
Servizio Prevenzione e
Protezione
Addetti al
Pronto Soccorso
Addetti
Antincendio
Medico
Competente
Formazione Rischi specifici
Aziende a Rischio Basso
Formazione Rischi specifici
Aziende a Rischio Medio
Formazione Rischi specifici
Aziende a Rischio Alto
4 ore
8 ore
12 ore
Uffici e Servizio, Commercio,
Artigianato, Turismo
Agricoltura, Pesca, P.A.,
Istruzione, Trasporti,
Magazzinaggio
Costruzioni, Industria,
Alimentare, Tessile, Legno,
Manifatturiero, Energia, Rifiuti,
Raffinerie, Chimica, Sanità,
Servizi residenziali
Dirigenti
Preposti
Rappresentante dei
Lavoratori per la
Sicurezza
AGGIORNAMENTO
6 ore quinquennali per tutti i macrosettori di rischio
Lavoratori
104
La formazione prevista dai Titoli successivi al Titolo I del D. Lgs.
N. 81/08 è aggiuntiva a questa.
105
FORMAZIONE DEI PREPOSTI
FORMAZIONE DEI DIRIGENTI
I preposti sono tenuti a svolgere la medesima formazione dei
lavoratori.
Dovranno poi svolgere la “Formazione particolare aggiuntiva”
come di seguito descritta.
I dirigenti non sono tenuti a svolgere la formazione prevista per
i Lavoratori e i Preposti.
Formazione particolare specifica
in relazione ai compiti
8 ore
Possono essere svolti in modalità e-learning solo 5 specifici argomenti degli 8 totali previsti
AGGIORNAMENTO
6 ore quinquennali per tutti i macrosettori di rischio
Può essere svolta in modalità e-learning
Formazione dei dirigenti
16 ore
La formazione è strutturata in 4 moduli formativi uguali per tutti i macrosettori di riferimento
Modulo 1
Modulo 2
Modulo 3
Modulo 4
Giuridico-normativo
Gestione ed
organizzazione della
sicurezza
Individuazione e
valutazione dei rischi
Comunicazione,
formazione e
consultazione
Il corso può essere svolto interamente in modalità e-learning
PROVA DI VERIFICA OBBLIGATORIA IN PRESENZA
AGGIORNAMENTO 6 ore quinquennali per tutti i macrosettori di rischio
Può essere svolta in modalità e-learning
106
107
FORMAZIONE DEI DATORI DI LAVORO CON
FUNZIONI SPP
Il Datore di Lavoro può svolgere il ruolo di SPP in:
• aziende artigiane e industriali fino a 30 lavoratori
• aziende agricole e zootecniche fino a 30 lavoratori
• aziende della pesca fino a 20 lavoratori
• altre aziende fino a 200 lavoratori
Rischio Basso 16 ore
Rischio Medio 32 ore
Uffici e Servizio, Commercio,
Artigianato, Turismo
Agricoltura, Pesca, P.A., Istruzione,
Trasporti, Magazzinaggio
Rischio Alto 48 ore
Costruzioni, Industria, Alimentare,
Tessile, Legno, Manifatturiero,
Energia, Rifiuti, Raffinerie, Chimica,
Sanità, Servizi residenziali
La formazione è strutturata in 4 moduli formativi
Modulo 1
Modulo 2
Modulo 3
Modulo 4
Giuridico-normativo
Gestione ed
organizzazione della
sicurezza
Individuazione e
valutazione dei rischi
Comunicazione,
formazione e
consultazione
FORMAZIONE DI ADDETTI E RESPONSABILI SPP
MODULO A GIURIDICO – NORMATIVO 28 ORE
propedeutico ai moduli B e C
MODULO B RISCHI PRESENTI SUL LUOGO DI LAVORO
durata variabile in base ai Macrosettori definiti dall’Accordo Stato Regioni del 14/02/2006
MACROSETTORE B1 (Agricoltura) 36 ORE
MACROSETTORE B2 (Pesca) 36 ORE
MACROSETTORE B3 (Estrazione minerali; Altre industrie estrattive; Costruzioni) 60 ORE
MACROSETTORE B4 (Industrie alimentari; Tessili; Abbigliamento; Conciarie; Cuoio; Legno; Carta; Editoria; Stampa; Minerali
non metalliferi; Produzione e lavorazione metalli; Fabbricazione macchine, apparecchi meccanici; Fabbricazione macchine,
apparecchi elettrici/elettronici; Autoveicoli; Mobili; Produzione e distribuzione energia elettrica, gas, acqua; Smaltimento
rifiuti) 48 ORE
MACROSETTORE B5 (Raffinerie-Trattamento combustibili nucleari; Industria chimica, Fibre; Gomma, Plastica) 68 ORE
MACROSETTORE B6 (Commercio ingrosso e dettagli; Attività artigianali non assimilabili alle precedenti “carrozzerie,
riparazione veicoli, lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri, ecc.”; Trasporti, magazzinaggi; Comunicazioni) 24 ORE
MACROSETTORE B7 (Sanità-Servizi sociali) 60 ORE
MACROSETTORE B8 (Pubblica Amministrazione; Istruzione) 24 ORE
MACROSETTORE B9 (Alberghi, Ristoranti; Assicurazioni; Immobiliari; Informatica; Associazioni ricreative, culturali, sportive;
Servizi domestici; Organizzazioni extraterritoriali) 12 ORE
MODULO C - 24 ORE
ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA SICUREZZA
modulo riservato ai soli Responsabili SPP
Questa formazione può essere svolta in modalità e-learning
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
108
Rischio Basso
6 ore
Rischio Medio
10 ore
può essere svolto in modalità e-learning
Rischio Alto
14 ore
ASPP
28 ORE
Aggiornamento quinquennale
RSPP
(Macrosettori 1 2 6 8 9)
40 ORE
RSPP
(Macrosettori 3 4 5 7 )
60 ORE
100 ore per gli RSPP che ricoprono il ruolo su macrosettori
appartenenti ai 2 insiemi
109
FORMAZIONE DEL RAPPRESENTANTE DEI
LAVORATORI PER LA SICUREZZA
Corso base
32 ore
dove previsto da CCNL
I contenuti del corso sono definiti dall’Accordo Interconfederale del 22/06/1995
FORMAZIONE DEGLI ADDETTI AL PRONTO
SOCCORSO
Il Decreto Ministeriale n. 388/2003 introduce una particolare
classificazione aziendale per quanto attiene le modalità di
organizzazione del pronto soccorso ed individua i contenuti dei
corsi di formazione degli addetti al primo soccorso.
Corso base
AGGIORNAMENTO
8 ore annue
4 ore annue
per le imprese che occupano da 15 a 50 lavoratori per le imprese che occupano oltre i 50 lavoratori
Aziende di Gruppo A
Rischio Alto
Aziende di Gruppo B e C
Rischio Medio e Basso
16 ore
12 ore
Corso di aggiornamento
ogni tre anni
a partire dalla data di realizzazione del corso base
110
Aziende di Gruppo A
Rischio Alto
Aziende di Gruppo B e C
Rischio Medio e Basso
6 ore
4 ore
111
FORMAZIONE DEGLI ADDETTI ANTINCENDIO
FORMAZIONE SULLE ATTREZZATURE DI LAVORO
La durata e i contenuti sono correlati alla tipologia delle attività
ed al livello di rischio incendio dell’azienda secondo quanto
previsto dal D.M. 10/03/98.
Accordo Stato Regioni 22/02/2012, in attuazione dell’art. 73,
comma 5, del decreto legislativo 9 Aprile 2008, n. 81 e smi.
Corso base
Per aziende a rischio incendio elevato Per aziende a rischio incendio medio Per aziende a rischio incendio basso
16 ore
da svolgersi esclusivamente in azienda
8 ore
4 ore
Il D. Lgs. 81/2008 prevede l’obbligo di un aggiornamento
periodico, rimandando i tempi e i contenuti dei corsi di
aggiornamento a successive disposizioni, ad oggi (novembre
2013) non ancora emanate.
Il 23 Febbraio 2011 la Direzione Centrale per la Formazione
del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, “acquisito il parere della
Direzione Centrale Prevenzione e Sicurezza Tecnica”, ha indicato
i contenuti e la durata dei corsi di aggiornamento “ai fini di un
uniforme applicazione dell’attività formativa sull’intero territorio
nazionale”.
I criteri indicati sono quelli di seguito indicati:
Corso di aggiornamento
Per aziende a rischio incendio elevato Per aziende a rischio incendio medio Per aziende a rischio incendio basso
112
8 ore
5 ore
2 ore
Il 12 Marzo 2013 è entrato in vigore “L’Accordo Stato Regioni
concernente l’individuazione delle attrezzature di lavoro per
le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori,
nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i
soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di
validità della formazione”
A partire dal 12 Marzo 2013 tutti i lavoratori adibiti all’uso delle
attrezzature presenti nell’elenco di seguito, dovranno dimostrare
di essere in possesso dei requisiti formativi previsti dall’accordo:
- Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo
- Macchine movimento terra
- Gru per autocarro, Gru a torre, Gru mobile
- Piattaforme di lavoro mobili elevabili
- Pompe per calcestruzzo
- Trattori agricoli o forestali
Alla data di entrata in vigore dell’accordo vengono riconosciuti
tutti i corsi già effettuati dai lavoratori sulla specifica attrezzatura,
che soddisfino i requisiti previsti dal punto 9 dell’accordo.
In ogni caso tutti i lavoratori che all’entrata in vigore risultano
incaricati all’uso di una o più attrezzature (vedi elenco sopra),
devono effettuare i corsi previsti dall’accordo entro 24 mesi
dall’entrata in vigore (Marzo 2015).
113
CONTATTI
PRESIDENTE
Roberta Caprari
Caprari spa
AMMINISTRATORE DELEGATO
Giovanni Bartolotti
Confindustria Modena
DIRETTORE
Emanuela Pezzi
[email protected]
AREA AMMINISTRAZIONE
Elena Bulgarelli
[email protected]
Carmen Ospite
[email protected]
AREA COMMERCIALE
Andrea Cavalieri
[email protected]
Giulia Novaretti
[email protected]
AREA RICERCA E SVILUPPO
Antonella Floris
[email protected]
114
AREA LINGUISTICA
Orianna Raggioli
[email protected]
AREA EROGAZIONE E FORMAZIONE
Maddalena Fierro
[email protected]
Simona Fontana
[email protected]
COORDINATORI
Dalila Borrelli
[email protected]
Anna Morana
[email protected]
Francesca Crucinio
[email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
5
File Size
450 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content