close

Enter

Log in using OpenID

Brochure Abbabula 2014 - Le Ragazze Terribili

embedDownload
PROGRAMMA
ANTEPRIMA SABATO 12 APRILE
Stefano
Bollani
Ore
21:00
Nuovo
Teatro
Comunale
Ore
16.30
Cortile
Scuola
San Donato
lezione di cucina con preparazione
a cura dello chef pasticciere
Mario Sechi
Ore
17:30
Cortile
Scuola
San Donato
a cura di Nicola Virdis e
della Compagnia Circomobile
Ore
18:30
Cortile
Scuola
San Donato
in collaborazione con Chocol’Art e
Campagna Amica di Coldiretti
Ore
20.30
Cortile
Palazzo
Ducale
Un artista oggi: deve morire
reading di letture e musica con lo scrittore
Giuseppe Rizzo e il cantautore
Lorenzo Urciullo
Piano Solo
GIOVEDI’ 8 MAGGIO
Merende naturali
Biancaneve e un bè di nani
Merenda per I piccini
A
B
B
A
B
U
L
A
B
A
B
Y
VENERDI’ 9 MAGGIO
Ore
18.30
Cortile
Palazzo
Ducale
Takoma
Ore
19:15
Cortile
Palazzo
Ducale
Tommaso di Giulio
Ore
20.00
Cortile
Palazzo
Ducale
Peppe Voltarelli trio
Ore
21:30
Piazza
d’Italia
TRAIN TO ROOTS
Ore
24.00
The Hor
Foxhound
SABATO 10 MAGGIO
Ore
12:00
Libreria
Mondadori
Ore
18:30
Cortile
Palazzo
Ducale
ChiaraeFFe
Ore
19:45
Cortile
Palazzo
Ducale
Ilaria Porceddu
Ore
20.30
Piazza
d’Italia
Dj Pravda e Chef Berna
Balkan grill
Ore
22.00
Piazza
d’Italia
The Bluebeaters
Ore
24.00
The Hor
Did
Presentazione libro di Peppe Voltarelli
Il caciocavallo di bronzo
DOMENICA 11 MAGGIO
Ore
12:00
Piazza
Nazario
Sauro
Ore
16:00
Piazza
San Donato
in collaborazione con Tamalacà
Ore
16:30
Piazza
San Donato
a cura di Renzo Cugis
e Gianfranco Liori
Ore
17:30
Piazza
San Donato
in collaborazione con
Campagna Amica di Coldiretti
Nuovo
Teatro
Comunale
CAETANO
VELOSO
Chiaraeffe
LUNEDI’ 12 MAGGIO
Liberamenteinliberapiazza
Filastrocche’n ‘roll
Merenda per i piccini
MARTEDI 13 MAGGIO
Ore
21:00
Abraçaço Tour
A
B
B
A
B
U
L
A
B
A
B
Y
20 APRILE - Sabato - ANTEPRIMA ABBABULA
ORE 21:00
INGRESSO A PAGAMENTO
NUOVO TEATRO COMUNALE
STEFANO BOLLANI – Piano Solo
In data unica regionale, Stefano Bollani arriva a Sassari per l’anteprima del Festival Abbabula.
Fresco del successo per la seconda stagione del programma “Sostiene Bollani”, in onda su Rai3, il
compositore porterà sul grande palco del Nuovo Teatro Comunale uno spettacolo dedicato alla
lunga ed appassionante storia del jazz.
Il pubblico sarà protagonista di un viaggio imprevedibile durante il quale Bollani condurrà gli
spettatori fin dentro al suo universo e alle sue emozioni musicali, dal Brasile alla canzone degli
anni ’40, fino ai grandi classici. Talento straordinario, Stefano Bollani è dotato di una tecnica prodigiosa e di una poliedrica sensibilità musicale che gli permettono di suonare con la stessa passione
un rag, un tango o gli standard più conosciuti, spingendosi fino alla più ardita improvvisazione.
Servizio di baby parking gratuito in collaborazione con la UISP.
8 MAGGIO - Giovedì
ORE 20:30
INGRESSO GRATUITO
CORTILE PALAZZO DUCALE
Un artista oggi: deve morire. Reading di letture e musica con
lo scrittore Giuseppe Rizzo e il cantautore Lorenzo Urciullo.
Come diavolo vive oggi chi fa musica, scrive romanzi, dipinge? Come le paga le bollette, l’affitto, i biglietti dell’aereo? Bisogna essere ricchi di famiglia per vivere dei propri libri album quadri?
Quanta velleità c’è in chi è ricco di famiglia e fa il bohémien? “Un artista oggi: deve morire” è la
risposta per parole e musica a queste domande. Una risposta ironica e leggera, il racconto della
sopravvivenza di scrittori musicisti artisti al tempo delle crisi economiche sentimentali universali.
Lo spettacolo è una produzione originale del Festival Abbabula.
9 MAGGIO - Venerdì
ORE 18:30
INGRESSO GRATUITO
CORTILE PALAZZO DUCALE
TAKOMA
La giornata si apre con il consueto spazio che Abbabula dedica
alla scena musicale regionale. Il compito di dare il via alle danze
è affidato ai Takoma di Cagliari, gruppo nato nel 2009 a Londra
e dal respiro decisamente internazionale.
I Takoma, alias Stefano Podda e Nick Rivera, aspirano alla tradizione vocale dell’antico folk americano e hanno presentato
il loro ultimo lavoro “The good boy sessions” in un tour che ha
toccato Inghilterra, Germania e Nord Italia. Dal vivo suonano
scarni, scanzonati e liricamente agrodolci; colpisce la potenza emotiva delle armonie vocali e degli
intrecci melodici, vero punto di forza della compagine sarda.
ORE 19:15
INGRESSO GRATUITO
CORTILE PALAZZO DUCALE
TOMMASO DI GIULIO
Dopo aver trionfato nell’ambito della manifestazione “Musicultura” ed esser stato tra i 60 finalisti di Sanremo, il cantautore romano Tommaso Di Giulio arriva a Sassari per
presentare il suo album di esordio “Per fortuna dormo
poco”. Un album che è il prototipo di una cultura di frontiera ed è il frutto della sua lunga esperienza sui palchi di tutta Italia, dalla prima band rockabilly alle esibizioni al fianco
di Max Gazzè, Mannarino, Dente e i Marlene Kuntz.
Tommaso Di Giulio racconta con grande capacità di scrittura gli spazi di confine, come quelle ore piccole che non si sa mai se chiamare notte o mattina, in
cui le impressioni di ieri si sommano alle speranze per affrontare il domani. Mai banale, ma sempre
leggero, anche quando tratta temi complicati, Tommaso Di Giulio è oggi uno degli artisti più interessanti della scena autorale italiana.
ORE 20:00
INGRESSO GRATUITO
CORTILE PALAZZO DUCALE
PEPPE VOLTARELLI
Calabrese di nascita e bolognese d’adozione, Peppe Voltarelli torna
sul palco del Festival Abbabula per presentare il suo ultimo lavoro
“Lamentarsi come ipotesi”.
Artista poliedrico e versatile, con incursioni nel cinema, nel teatro e
soprattutto nel mondo della scrittura, Voltarelli ha vinto nel 2010 la
Targa Tenco per il Miglior Album in Dialetto con il suo lavoro “L’ultima notte è Mala Strana”. Dopo aver girato tutta la penisola con “Il
Viaggio, i Padri, l’Appartenenza”, spettacolo dedicato alla canzone
italiana e ai suoi grandi interpreti, Voltarelli torna con un album di brani inediti, un disco di grande
qualità nel quale il cantautore calabrese sa miscelare sapientemente il colto e il popolare, il sarcasmo e il lirismo, fino al divertissement mai fine a se stesso.
Voltarelli sarà accompagnato sul palco di Abbabula da due grandi musicisti, per un concerto dedicato a tutti gli amanti della musica d’autore di qualità.
ORE 21:30
INGRESSO GRATUITO
PIAZZA D’ITALIA
TRAIN TO ROOTS
Sarà la band sarda dei Train to Roots, protagonista indiscussa della scena raggae italiana, a salire
sul grande palco di Piazza d’Italia per presentare al pubblico di Abbabula l’ultimo lavoro “Growing”.
L’album, uscito il primo aprile per l’etichetta torinese INRI, ha visto la collaborazione della band
sarda con Manuele “Max Stirner” Fusaroli, storico produttore della scena indipendente italiana che
ha raccolto la sfida di mescolare il loro sound reggae con il dubstep e l’hip hop, in una sorta di
viaggio nel tempo della black music.
I Train to Roots, che trovano nella dimensione live il loro spazio espressivo ideale, daranno vita a un
concerto come sempre intenso e coinvolgente.
In Piazza d’Italia sarà allestita per l’occasione la mostra mercato di prodotti a km zero organizzata
in collaborazione con Campagna Amica, Coldiretti e le Proloco della Provincia di Sassari.
ORE 24:00
INGRESSO CON TESSERA
THE HOR
ABBABULA NUOVI SUONI - FOXHOUND in concerto
ABBABULA NUOVI SUONI vuole creare ponti virtuali tra le
sonorità della scena cantautorale italiana e i nuovi suoni che
contaminano il fare musica oggi nelle principali location europee e non solo.
Nel caso dei Foxhound infatti, il sound della band varca i
confini continentali per creare una connessione di frequenze tra oriente ed occidente, il connubio possibile tra djembè
e sax, tra breakbeat e cantato in lingua araba: un meltin pot di suoni testato nei palchi dei principali festival europei. Abbabula parla un linguaggio internazionale.
Appuntamento organizzato in collaborazione con l’Associazione The Hor.
10 MAGGIO - Sabato
ORE 12:00
INGRESSO GRATUITO
Libreria DESSI’ – Largo Cavallotti
LE PAROLE DI ABBABULA - Peppe Voltarelli presenta “Caciocavallo di bronzo”
Torna “Le parole di Abbabula” , spazio che il festival dedica al mondo della
letteratura e ai suoi autori, organizzato in collaborazione con la Libreria Dessì.
Ospite di quest’appuntamento sarà Peppe Voltarelli e il suo ultimo lavoro,
“Caciocavallo di Bronzo, romanzo cantato e suonato”, Nuovi Equilibri Editore.
La sua è un’opera fatta di storie e di canzoni, 19 episodi in cui si celebra la
Calabria dentro e fuori se stessa. L’ambientazione è il microclima relazionale
del villaggio, un paese della provincia popolato da bizzarri personaggi alla
ricerca di riscatto. La consapevolezza di vivere in un luogo dove il talento
può diventare un disvalore, conduce il protagonista alla fuga e la musica e le
canzoni sono la colonna sonora di questa erranza.
ORE 18:30
INGRESSO GRATUITO
CORTILE PALAZZO DUCALE
CHIARAeFFe
ABBABULA si nutre di ricerca: l’esibizione di CHIARAeFFe, nel cartellone del
Festival, è frutto di questo lavoro. E’ una “casualità voluta” affiancarla a Ilaria
Porceddu: entrambe giovanissime, entrambe sarde, ed entrambe, a nostro
parere, con una capacità vocale che resta impressa. Il jazz che si immerge
nella melodia, testi che vestono perfettamente una voce unica e duttilissima, una formazione di supporto di musicisti di rilievo. ChiaraeFFe, nome
d’arte della cantante cagliaritana Chiara Figus, presenterà al pubblico sassarese in anteprima le tracce del suo primo lavoro discografico, in fase di realizzazione, che uscirà in autunno. Perchè a noi piace giocare d’anticipo, e nel caso di chiaraeFFe sappiamo già di vincere questa ennesima scommessa.
ORE 19:45
INGRESSO GRATUITO
CORTILE PALAZZO DUCALE
ILARIA PORCEDDU
Ilaria Porceddu è un’autrice lieve e raffinata e un’interprete
appassionata, una voce calda e possente in un fisico minuto
e fragile, una pianista dal tocco profondamente evocativo e
tecnicamente ineffabile. L’avete conosciuta dietro lo schermo
ad X Factor, l’avete apprezzata a Sanremo, vi conquisterà definitivamente, se mai ce ne fosse bisogno, dal palco di Abbabula.
Il nuovo progetto live sottolinea la sua eleganza e il suo spessore artistici: insieme a due straordinari musicisti di formazione
jazz – Luca Pirozzi al basso e Paolo Recchia al sassofono - Ilaria
arrangia il suo repertorio lasciando libero spazio alla ricerca melodica e la incrocia con l’armonizzazione e l’improvvisazione tipiche della più squisita tradizione jazz. E’ un progetto in cui si rincorrono
lingue e linguaggi, norme ed eccezioni, in un confronto continuo con le sonorità dei maggiori autori
degli anni Sessanta.
ORE 20:30
INGRESSO GRATUITO
PIAZZA D’ITALIA
BALKAN GRILL
Gli amanti del balkan sound e della buona cucina non potranno perdersi
l’appuntamento con Dj Pravda e lo Chef Berna ed il loro “Balcan Grill”.
Dj Pravda, personaggio leggendario dalla biografia oscura, ormai da qualche anno è protagonista - con il suo dj set - della scena alternativa europea.
Il suo è un mix di balkan beat, gipsy groove, russian ska, tarantella e latin
patchanka, un viaggio immaginario tra gli Urali, i Balcani, gli Appennini e
i Pirenei passando attraverso tutto il Mediterraneo. DJ Pravda interpreta
in modo del tutto originale il concetto di “World Music” coinvolgendo il
pubblico in un unico grande ballo collettivo.
Fa ormai coppia fissa con lo chef Berna che durante il dj set offre al pubblico le sue prelibatezze preparate alla griglia.
ORE 22:00
INGRESSO GRATUITO
PIAZZA D’ITALIA
THE BLUEBEATERS
The Bluebeaters, nati nel 1994 e con all’attivo 19 anni di tour e 5 album insieme a Giuliano Palma, rinascono dopo alcuni mesi di silenzio con nuovi “singers” da Pat Cosmo dei Casino Royale,
a Bunna degli Africa Unite, Lady Soul Maya e Mr Tbone. Sul palco di Piazza D’Italia porteranno un
repertorio di brani che fanno parte del background dei singoli musicisti, come lo ska/rock steady
e il reggae anni ‘60/70 ma anche il soul e il rythm&blues, con qualche piccola concessione a The
Album, primo disco registrato dalla band con Giuliano Palma. Un concerto che è soprattutto una
festa, un party da condividere con il pubblico di Abbabula, un affascinante ritorno alle origini.
In Piazza d’Italia sarà allestita la mostra mercato di prodotti a km zero organizzata in collaborazione con Campagna Amica, Coldiretti e le Proloco della Provincia di Sassari.
ORE 24:00
INGRESSO CON TESSERA
THE HOR
ABBABULA NUOVI SUONI - DID in concerto
Come mischiare attitudine pop e energia punk con una dose esplosiva di
funk? Ci sono riusciti quei “bad boys” dei DID, europei, perchè localizzarli in
Italia sarebbe riduttivo. Per loro i palchi di mezza europa sono la prima casa,
per i loro suoni questa apertura internazionale un marchio inscindibile. Tutto
questo concentrato nel loro ultimo lavoro BAD BOYS che porteranno live ad
ABBABULA nuovi suoni, aprendo le porte dell’Europa al dopofestival sassarese.
Appuntamento organizzato in collaborazione con l’Associazione The Hor.
11 MAGGIO - Domenica
ORE 12:00
INGRESSO GRATUITO
PIAZZA NAZARIO SAURO
Chiaraeffe
Abbiamo chiesto a CHIARAeFFe di raccontare Abbabula al naturale. Lei e la
sua splendida voce accompagnata dal suono del violoncello, in un set che
ripercorrerà le fondamenta della tradizione cantautorale italiana, immersa in
una location floreale da sogno. In collaborazione con la Cantina Li Duni di
Badesi, verrà offerto un fresco aperitivo durante il concerto. In collaborazione
con L’ Associazione Florovivaisti di Confcommercio Nord Sardegna.
13 MAGGIO - Martedì
ORE 21:30
INGRESSO A PAGAMENTO
NUOVO TEATRO COMUNALE
CAETANO VELOSO - “ABRAÇAÇO”
Sarà Caetano Veloso, vera icona della musica brasiliana nel mondo, a chiudere la 16^ Edizione
del Festival Abbabula.
Dopo tanti anni di assenza dall’isola, Caetano Veloso porta a Sassari il suo “Abraçaço”, tour
mondiale che dopo il Brasile ha toccato tutta l’America latina per arrivare negli Usa e quindi
in Europa, Asia e Australia.
Sul palco, insieme al re del Tropicalismo, la Banda Cê, composta da Pedro Sà (chitarre), Marcello Callado (batteria), Ricardo Dias Gomez (basso elettrico).
“Abracaco Tour 2014” segue l’uscita dell’omonimo album (2013), un disco con un sound decisamente elettropop, terzo di una trilogia di canzoni inedite prodotte dal figlio Moreno Veloso.
Servizio di baby parking gratuito in collaborazione con la UISP.
ABBABUS per Caetano Veloso
l’Abbabus, bus navetta da Cagliari e Oristano (Santa Giusta) per raggiungere comodamente Sassari, con un biglietto a prezzo concordato.
Da CAGLIARI, piazza Papa Giovanni XXIII - Ore 16:00 - €18 a persona
Da SESTU, Corte del Sole fronte Semeraro - Ore 16:10 - €18 a persona
Da SANTA GIUSTA, Uscita SS131 - Ore 17:10 - €15 a persona
Per info e prenotazioni: Autolinee Mereu - Tel. 070/494345
9 - 10 MAGGIO - Venerdì e Sabato
Chiusura straordinaria alle ORE 22:00
INGRESSO GRATUITO
ABBABULA OPEN THAMUS - Visita i siti storici della nostra città
Venerdì 9 e sabato 10 maggio, grazie ad un accordo siglato con l’Assessorato alle Culture del Comune di Sassari, eccezionalmente fino alle ore 22, sarà possibile visitare i seguenti siti: il Barbacane
del Castello Aragonese in Piazza Castello, Palazzo di Città, Palazzo Ducale e il Palazzo della Frumentaria.
CASTELLO ARAGONESE - IL BARBACANE
Piazza Castello
ore 10.00 - 13.00 / 16.30 - 22.00
PALAZZO DUCALE
LE STANZE E LE CANTINE DEL DUCA
Piazza del Comune
ore 9.30 - 13.00 / 16.30 - 22.00
PALAZZO DI CITTÀ
Corso Vittorio Emanuele II
ore 10.00 - 13.00 / 17.00 - 22.00
PALAZZO DELLA FRUMENTARIA
Via delle Muraglie
ore 10.00 - 13.00 / 17.00 - 22.00
ABBABULABABY
Musica e parole d’autore per bambini
8 MAGGIO - Giovedì
ORE 16:30
INGRESSO GRATUITO
CORTILE SCUOLA SAN DONATO
MERENDE NATURALI
Laboratorio pratico a cura dello Chef Pasticciere Mario Sechi
Lo Chef Pasticciere Mario Sechi, della pasticceria Chocol’Art, proporrà
a genitori ed appassionati una dimostrazione interattiva dedicata alla
preparazione di “merende naturali”, dolci sani e genuini pensati per i
bambini ed offerti come alternativa a merendine e prodotti pre-confezionati. L’idea è quella di creare delle merende capaci di esercitare
sui bimbi lo stesso fascino di quelle confezionate evitando l’utilizzo di
conservanti e ingredienti di scarsa qualità.
ORE 17:30
INGRESSO GRATUITO
CORTILE SCUOLA SAN DONATO
Biancaneve e un bè di nani
A cura di Nicola Virdis e della Compagnia Circomobile
Nello spettacolo che vi proponiamo i sette piccoli nanetti saranno i
protagonisti di un’altra fiaba. Avete mai sentito parlare di Biancaneve, della strega cattiva e della mela avvelenata? Benissimo, sappiate che ve ne manca un pezzo, il più ingombrante, perché nella
splendida fiaba dei Fratelli Grimm è sempre stato censurato il pezzo in cui i nani scappano dalla miniera per diventare artisti di uno
splendido format televisivo. I sette piccoli nanetti riescono a realizzare il loro sogno, essere indipendenti e portare in giro un vero e proprio carosello contemporaneo durante il quale possono raccontare le loro doti artistiche, attoriali e circensi.
ORE 18:30
INGRESSO GRATUITO
CORTILE SCUOLA SAN DONATO
MERENDA per i piccini
La giornata dedicata ai bambini si conclude con una merenda offerta
da Abbabula ai piccoli partecipanti. I prodotti che verranno proposti
saranno a km zero, offerti da Campagna Amica di Coldiretti, le merende verranno preparate dallo Chef Pasticciere Mario Sechi della pasticceria Chocol’Art e i succhi di frutta offerti dall’Emporio Alcatraz.
Un’occasione per stare insieme, ma anche per imparare a conoscere e
degustare prodotti buoni e di qualità.
12 MAGGIO - Lunedì
ORE 16:00
INGRESSO GRATUITO
PIAZZA SAN DONATO
LIBERAMENTEINLIBERAPIAZZA
L’evento, nato dalla collaborazione tra il festival Abbabula e Tamalacà, laboratorio di ricerca e azione per la città dei diritti, prevede una serie di attività finalizzate a “liberare” Piazza San Donato dalle
macchine e consegnarla nelle mani dei bambini.
Il parcheggio si trasformerà quindi nello spazio ideale in cui mettere in scena lo spettacolo Filastrocche’n’roll, offrendo al quartiere e ai suoi piccoli abitanti l’occasione per vivere in modo alternativo e costruttivo uno spazio urbano che li circonda.
ORE 16:30
INGRESSO GRATUITO
PIAZZA SAN DONATO
FILASTROCCHE’N’ROLL
Abbabulababy propone al suo giovane pubblico una divertente
lezione concerto dal titolo “Filastrocche‘n’roll”. I bambini assisteranno a un vero e proprio concerto dal vivo, condotto da un duo
acustico formato da Renzo Cugis (chitarra e voce) e da Gianfranco Liori (chitarra, ukulele e voce). Un appuntamento organizzato
grazie alla partnership avviata con il I Circolo di San Donato.
ORE 17:30
INGRESSO GRATUITO
PIAZZA SAN DONATO
Merenda per i piccini
La giornata dedicata ai bambini si concluderà con una merenda a
base di prodotti biologici e a km zero.
L’iniziativa è organizzata in collaborazione con Campagna Amica della
Coldiretti. I succhi di frutta, rigorosamente biologici, saranno offerti
dall’Emporio Alcatraz. Un’occasione per stare insieme e allo stesso
tempo per scoprire un nuovo modo di fare merenda.
I PROTAGONISTI DEL FESTIVAL
CAETANO VELOSO
Caetano Veloso nasce in Brasile a Santo Amaro da
Purificazione, il 7 agosto 1942. La sua carriera come
musicista, compositore, produttore e scrittore supera i quattro decenni. Veloso è considerato uno
dei più influenti artisti brasiliani di sempre, nonché
vero ambasciatore della musica brasiliana nel mondo.
Impara a suonare la chitarra sin da piccolo, tra il
1960 e il 1962 scrive come critico cinematografico
per il “Daily News” e nel 1965, insieme con la sorella,
inizia la sua carriera con il singolo “Rider / Samba e
Pace”. Nel 1967 esce il suo primo LP “Domenica” con
Gal Costa, ma è nel suo secondo disco, omonimo,
che Veloso elettrifica e arricchisce la musica popolare brasiliana di elementi provenienti dalla cultura
pop, dal cinema e dalla letteratura, elaborando così
una nuova estetica e avviando la rivoluzione del Tropicalismo. Il disco manifesto TROPICALIA concretizza la filosofia onnivora della nuova musica brasiliana che da allora non
sarà più la stessa. La MPB (musica popolare brasiliana) aveva infatti come obiettivo principale la consapevolezza sociale di natura politica. Per questo negli anni della dittatura
Veloso finì in carcere e dovette recarsi in esilio a Londra.
Considerato uno dei musicisti latino-americani più conosciuti nel mondo, la sua discografia si compone di oltre cinquanta album. Il suo ultimo lavoro, “Abraçaço”, è uscito nel
2013 e fa parte di una trilogia prodotta dal figlio dell’artista.
CHIARAEFFE
Chiara Figus (28-10-1984) è una musicista cagliaritana che opera
nel mondo musicale della sua città da circa cinque anni. Negli anni
ha portato avanti studi che le permettessero di sfruttare al meglio
la sua voce. Laureata in Etnomusicologia, affronta la musica con
approccio antropologico, ricercando nei generi che la riguardano
le radici socio-culturali che stanno alla base. E proprio su questa
impronta decide nel 2012 di mettersi a scrivere i suoi primi testi
componendo e abbinando musiche di varia natura che risultino semplici ed orecchiabili, ma non scontate o sempre facili da suonare. Ha partecipato per due anni consecutivi
all’European Jazz Expo e ad altri festival e rassegne regionali. Ha vinto una borsa di studio nel 2013 grazie alla quale ha potuto prendere parte alla “Città della canzone”, seminario tenutosi a Cremona per il perfezionamento nella stesura delle canzoni. Da diversi
anni il suo progetto solista la vede proporre un repertorio cantautoriale.
DID
Ecco tornare i Did. Tornare poi non è il verbo adatto: la band
non si è mai allontanata troppo dalla scena, anzi questo loro
secondo album Bad Boys è una sorta di raccoglitore con gli ultimi 4 anni di peripezie, un ponte ideale tra la Torino dell’Astoria
e del Club To Club e l’Europa fibrillante che ha scelto la bipolarità tra Berlino e Londra come punto di stabilità del sound contemporaneo. Brani scritti e registrati in un lustro intero, passato
tra i palchi di un’Europa mai stata così vicina. Ci sono pezzi composti a inizio carriera,
come four-piece band, affinati in trio nei bassifondi di Londra, ci sono voci riprese alla
buona in momenti catartici, idee arrivate in furgone con l’emicrania del post-concerto e
l’entusiasmo del tour, ma anche canzoni nate dopo tribolazioni durate una vita intera.
Forte principalmente dell’accordo tra Guido Savini e Andrea Prato, l’album si agita tra hip
hop e punk funk, si scioglie fra new wave e gay-pop, errando fino a raggiungere una
summa.
DJ PRAVDA
Nelle pochissime interviste rilasciate, Dj Pravda sostiene di essere
nato il 31 marzo 1972 a Leningrado (“ora tristemente ribattezzata
San Pietroburgo” dice lui stesso) da madre russa e padre bolognese.
Le notizie sulla sua vita sono frammentarie e molto incerte, non ci
sono documenti né foto che possano testimoniare il periodo della
sua gioventù. L’unica certezza è che ormai da qualche anno questo
anomalo personaggio della scena alternativa europea incendia le
sale con dj sets a base di un letale mix di balkan beat, gipsy groove,
russian ska, tarantella e latin patchanka! Le sue apparizioni nelle sale del vecchio continente contengono sempre un alone di mistero, vengono spesso annunciate poche
ore prima e c’è chi tuttora sostiene che DJ Pravda in realtà non sia mai la stessa persona. Essendo di fatto molto schivo e poco avvezzo alla popolarità e ai rapporti interpersonali, non si trovano molte informazioni sul web: non vuole un profilo facebook,
non vuole un suo Myspace e nemmeno un proprio sito personale o un proprio indirizzo mail pubblico!
FOXHOUND
Classe 1992, i Foxhound salpano con “Concordia”, il loro
primo disco uscito per INRI nel maggio 2012, e il vento li
porta veloci fino al Primavera Sound di Barcellona nel
maggio del 2013. Hanno aperto il concerto di Peter Hook
a Torino, i The XX al Traffic Festival, si sono esibiti al Miami, al Milano Film Festival, Spaziale Festival, A Night Like
This, realizzando un tour di 60 date iniziato ad ottobre 2012 e concluso a luglio 2013.
Nel frattempo hanno vinto la Targa Giovani MEI Supersound come Miglior Gruppo
2012 e sono stati artisti del mese su MTV con il video del singolo ‘Criticize you’ in alta
rotazione sul canale musicale. Ora la nave porta i segni fluo di due anni di concerti e i
Foxhound aspettano l’arrivo della primavera scrivendo un nuovo brano, “Dejeja”, cantato interamente in lingua araba. Breakbeat ipnotico, sax tenore newyorkese e djem-
bè africani, delay che si tuffano sul mollone del riverbero: “Dejeja” è un canto liberatorio, un ponte tra l’oriente e l’occidente, ma anche tra un primo e un secondo album. Il
21 marzo è uscito “In Primavera”, il secondo disco.
GIUSEPPE RIZZO
Giuseppe Rizzo è nato nel 1983 a Agrigento. Collabora con l’Unità,
Repubblica (ed. Sicilia), Il Sole 24 Ore e Rai Educational. Ha pubblicato “L’invenzione di Palermo” (2010,Giulio Perrone Editore) e “Piccola Guerra Lampo per radere al suolo la Sicilia” (Feltrinelli,2013)
ILARIA PORCEDDU
Ilaria nasce a Cagliari il 16 ottobre 1987. Nel 2004, sedicenne, vince il Festival della Sardegna e il Festival di Castrocaro Terme e conosce, grazie a quest’ultima vittoria, il
maestro Peppe Vessicchio. Un incontro decisivo dal momento che Vessicchio, insieme a Marco Rinalduzzi, produrrà due anni più tardi il suo primo album, Suono naturale.
Trasferitasi a Roma per studiare Arti e Scienze dello Spettacolo all’Università della
Sapienza, Ilaria prosegue il suo percorso artistico e nel 2008 è special guest nel tour
“L’uomo delle stelle” di Ron. Lo stesso anno partecipa a X Factor, arrivando in semifinale; questo le garantisce – finalmente – la pubblicazione del primo album, Suono
naturale, uscito per la Sony Music. Apre i concerti della tournée “Storie” di Gino Paoli e
parte subito dopo in tour con lo spettacolo “Pianeta Proibito”, al quale partecipa come
attrice e cantante.
Ilaria si concentra sulla composizione, firmando le musiche per lo spettacolo teatrale
“Lisa” di Lorenzo Gioielli (2011). Nel 2013 nasce “In equilibrio”, il brano con il quale Ilaria
partecipa alla 63° edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo. La canzone
è stata scritta a Roma insieme ad Attilio Fontana.
LORENZO URCIULLO
Lorenzo Urciullo, già leader del gruppo Albanopower, rappresentante del progetto The Last Merendina e del trio Tempestine
e successivamente parte del progetto Santiago insieme ad Alessandro Raina (Amor Fou), nel 2010 lancia il progetto solista Colapesce per la produzione dell’EP Colapesce. Il nome scelto per il
progetto è un riferimento alla siciliana Leggenda di Colapesce,
rielaborata in occasione dell’uscita dell’EP da Angelo Orlando
Meloni. Nel gennaio 2012 esce “Un meraviglioso declino”, suo
album di esordio. Con questo lavoro Colapesce vince la Targa
Tenco 2012 come “migliore opera prima”. Nello stesso 2012 si aggiudica il premio “Fuori dal Mucchio” (assegnato dal mensile Il
Mucchio Selvaggio) per il “Miglior esordio”. Il 25 gennaio 2013
pubblica per 42Records un doppio CD dal titolo “Un meraviglioso declino Deluxe”. Il reading inedito “Un artista oggi: deve morire”, che presenterà ad Abbabula, sarà anche l’unica esibizione italiana di Colapesce fino all’uscita del nuovo album nel 2015.
PEPPE VOLTARELLI
Interprete, autore, attore, Peppe Voltarelli fonda nel 1990 “Il
parto delle Nuvole Pesanti”, creatore della tarantella punk
con centinaia di concerti in Italia e all’estero.
Nel 2005 é protagonista del film “La vera leggenda di Tony
Vilar” di Giuseppe Gagliardi e per il quale Voltarelli compone
la colonna sonora originale.
Nel Gennaio 2006, Peppe lascia la sua band e dà inizio alla
sua carriera da solista. Il suo primo album “Distratto ma però”
esce nel 2007 ed è tra i finalisti del Premio Tenco 2007.
Nel 2010 esce il suo secondo album “ Ultima notte è mala
strana” distribuito da Universal che vince il Premio Tenco
come Migliore Album in Dialetto. L’album esce anche in Francia con la prestigiosa etichetta Le Chant du Monde.
Nel 2011 Peppe compone la colonna Sonora originale per il film “Tatanka” di Giuseppe
Gagliardi, ispirato ad un racconto di Roberto Saviano.
Nel 2013 pubblica il suo romanzo “Caciocavallo di bronzo” e nel febbraio del 2014 è
uscito il suo ultimo lavoro discografico “Lamentarsi come ipotesi”.
STEFANO BOLLANI
Comincia a studiare pianoforte all’età di sei anni.
Dopo il diploma di conservatorio e una breve esperienza come turnista nel mondo della musica
pop, si afferma nel jazz, collaborando con grandissimi musicisti di caratura internazionale e calcando
i palchi più prestigiosi del mondo.
Negli anni collabora sia con musicisti sperimentatori e ‘di frontiera’, sia col mondo del pop-rock
italiano (tra i tanti: Elio e le storie tese, Samuele
Bersani, Daniele Silvestri). Nel 2006 è stato pubblicato il suo romanzo “La sindrome di Brontolo”.
Sempre nel 2006 per la rivista Musica jazz è il musicista italiano dell’ anno, e il disco dell’ anno è il
suo Piano solo. È ideatore e conduttore della trasmissione musicale radiofonica Dottor Djembé e di Sostiene Bollani, il suo primo programma televisivo completamente dedicato alla musica. In ambito classico si esibisce
come solista con importanti orchestre sinfoniche e con grandi direttori come Riccardo
Chailly, con cui incide un disco che diviene Disco d’oro con più di 55.000 copie vendute solo in Italia.
TAKOMA
Il progetto Takoma nasce ad Hackney (Londra) nel 2009
dall’incrocio fra due sardi e un texano.
Takoma s’ispira alla tradizione vocale dell’antico folk
americano (Carter Family, Woodie Guthrie, Hank Williams), ma anche il più recente come Wilco, Califone e
Daniel Johnston. Stefano Podda e Nick Rivera girano per
pub e locali londinesi con chitarre, ukulele e 2 voci.
Registrano e auto producono nel maggio del 2009 l’Ep Takoma, un piccolo sguardo
alla musica del Sud statunitense in salsa molto DIY. Seguono concerti in Europa insieme al one man band americano Juffage. In italia sono chiamati a far parte della line
up del festival siciliano Ypsigrock. Nel 2011 tornano di base a Cagliari e registrano fra
Londra e la Sardegna “The good boy sessions” che viene rilasciato nel gennaio 2013 e
che li porta a suonare in Inghilterra, Germania e ancora Nord Italia.
Integrano, dopo la release, il chitarrista Mirco Pilloni, già nei June e The Flying Sebadas.
Alla fine del 2013 entrano nel roster della piccola e neonata Hopetone Records.
THE BLUEBEATERS
Blue Beat, Ska, Reggae, Rock Steady: The
Bluebeaters, nati nel 1994 con all’attivo 19
anni di tour e 5 album insieme a Giuliano
Palma, rinascono dopo 9 mesi di silenzio
con nuovi “singers” sia interni che esterni
alla band: Pat Cosmo (Casino Royale, Neffa, BB), Bunna (Africa Unite, BB), Mr T Bone
(Young Lions, BB) e Maya “Lady Soul”
(Soulful Orchestra).
Il repertorio ripesca brani che fanno parte
del background dei singoli musicisti (lo
Ska/rock steady e il Reggae anni ‘60/70 ma anche Soul e Rythm&Blues) e in generale
della musica degli ultimi 50 anni, con qualche piccola concessione a episodi di The
Album, primo disco registrato dalla band con Giuliano Palma.
Il motivo di questa “nuova vita” rimane principalmente quello di recuperare e mantenere un suono assolutamente originale in Italia e forse anche nel mondo, costruito
negli anni, che è un valore unico e senza tempo. Derivazione di quel suono originario,
il Blue Beat - una derivazione emozionale dello Ska Giamaicano anni ‘60 - che ha cullato e fatto crescere prima il Rock Steady poi il Reggae portato alla fama mondiale da
Bob Marley.
TOMMASO DI GIULIO
Tommaso Di Giulio, nato a Roma nel 1986, inizia a
prendere dimestichezza col palco e col microfono a
quindici anni in una band rockabilly.
Approfondisce lo studio di diversi strumenti musicali
per poter sperimentare più sonorità possibili, passando dalla new wave al folk, dal jazz alle colonne sonore.
A partire dal 2006 gravita in varie formazioni sia in
veste di cantante che come bassista o chitarrista e parallelamente realizza più di dieci colonne sonore originali per il teatro e per numerosi
audiovisivi. Nel 2008 dà il via al suo progetto solista. Con l’intensificarsi dell’attività
dal vivo, la conquista di premi all’interno di alcuni importanti concorsi musicali, le esibizioni live in apertura di artisti noti (Marlene Kuntz, Dente, Alessandro Mannarino)
e la pubblicazione dell’album autoprodotto “Tutto il male vien per nuocere”, cresce
anche l’attenzione delle radio e della stampa specializzata, che ha definito il suo stile
come “pop cinematografico” o “rock tragicomico”. Nel 2012 è tra i primi 60 finalisti di
Sanremo 2013.
TRAIN TO ROOTS
Il gruppo sardo, tra i protagonisti della
scena reggae italiana, ha all’attivo quattro
lavori discografici, tra cui il recentissimo
“GROWING”.
La grande creatività e la costanza hanno
permesso ai Train To Roots di evolversi nel
corso del tempo e riuscire a stare sempre
al passo coi tempi.
Dal roots di matrice inglese che contraddistingue le produzioni degli esordi, la band
ha virato nel tempo verso composizioni
più in linea con i canoni della musica contemporanea spaziando con agilità tra le varie sfaccettature della musica reggae e
della black music.
Un percorso artistico intenso e ricco di soddisfazioni che ha visto i Train to Roots collaborare con artisti internazionali (Sergente Garcia, Al Campbel, General Levy...) e girare in tour in Italia ed Europa. Per il nuovo disco, Growing, i TTR collaborano con Manuele “Max Stirner” Fusaroli, lo storico produttore della musica indipendente italiana
che ha raccolto la sfida di mescolare il sound di un genere particolare come il reggae
con il dubstep e l’hip hop in una sorta di viaggio nel tempo della black music.
I partner del FESTIVAL:
Club Tenco
Coldiretti
Nissan
Campagna Amica
Associazione Florovivaisti
di Confcommercio Nord Sardegna
Tamalacà
Proloco Provincia di Sassari
Associazione The Hor
Ambiente in Rete
Emporio Alcatraz
I LUOGHI DEL FESTIVAL
1
NUOVO TEATRO
COMUNALE
2
PIAZZA
D’ITALIA
3
PIAZZA
SANTA CATERINA
4
CORTILE
PALAZZO DUCALE
5
LIBRERIA
DESSI’
6
PIAZZA
SAN DONATO
7
PIAZZA
NAZARIO SAURO
i
INFOPOINT
PIAZZA DEL COMUNE
gli AMICI di ABBABULA
PIZZERIA TERZO TEMPO - Piazza Tola
Si potrà assaggiare, in esclusiva per la giornate del festival,
la Pizza Abbabula. Menu completo 10 euro pizza a scelta e bibita.
HOTEL LEONARDO DA VINCI - Via Roma
Offrirà ospitalità agli amici del festival ad un prezzo speciale.
CANTINA LI DUNI - Badesi
CHOCOL’ART - Via Enrico Costa
Scarica l’app gratuita.
ORGANIZZAZIONE:
LE RAGAZZE TERRIBILI - Soc. coop.
PER INFORMAZIONI e PREVENDITE:
Via Tempio 65, Sassari
tel. 079 2822015
uFFICIO STAMPA a cura di:
PAROLE & DINTORNI s.r.l.
e.mail [email protected]
e.mail [email protected]
www.leragazzeterribili.com
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 892 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content