close

Enter

Log in using OpenID

20140916_5525_980_delibrazione di c.c. dal n.59 al n.60

embedDownload
CITTA' DI M O N R E A L E
Provincia di Palermo
VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
N. 59
COPIA
OGGETTO : Proroga dei contratti a tempo determinato e parziale anno 2014. Presa d'atto
dell'ammontare presuntivo dello squilibrio finanziario in dipendenza dell'abrogazione di
norme recata daM'art.30, comma 6, della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5 . Presa d'atto
del ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario disposta dall'art.30, comma 7, della legge
regionale 28 gennaio 2014 n.5. Presa d'atto dell'impegno all'eventuale restituzione delle
somme erogate a titolo di anticipazione della quota di fondo, ove eccedente lo squilibrio
finanziario accertato, con la modalità della compensazione finanziaria.
L'anno duemilaquattordici
il giorno
09 del mese di Settembre
, alle ore 10.05 e
seguenti , nella Sala Biagio Giordano del Complesso Monumentale Guglielmo 11° di questo
Comune, nella seduta di prosecuzione, risultano presenti:
CONSIGLIERI
CONSIGLIERI
1
Barna
Francesco
P
16
Li Causi
Rosario
P
2
Costantini
Fabio
P
17
Lo Coco
Giuseppe
P
3
Cucchiara
Gina
P
18
Lo Coco
Marco
P
4
Davi
Ignazio
P
19
Naimi
Paola
P
5
Di Benedetto
Aurelia
P
20
Pica
Rosa
P
6
Di Verde
Giuseppe
P
21
Quadrante
Manuela
7
Gelsomino
Bartolomeo
P
22
Rincione
Giorgio
P
8
Giannette
Rosanna
P
23
Romanotto
Giuseppe
P
9
Giuliano
Antonella
P
24
Russo
Sandro
P
10
Giurintano
Filippo
P
25
Sanfilippo
Chiara
P
11
Gullo
Salvatore
A
26
Terzo
Silvio
P
12
Guzzo
Giuseppe
A
27
Valerio
Girolamo
13
Intravaia
Marco
P
28
Venturella
Angelo
14
Intravaia
Salvatore
P
29
Viola
Valeria
15
La Corte
Giuseppe
P
30
Vittorino
Girolamo
Per complessivi n. 25 presenti e n.5 assenti.
A
A
P
A
P
IL RESPONSABILE DELL'UNITA' ORGANIZZATIVA
Premesso che presso l'Ente sono impiegati n. 83 lavoratori già utilizzati ai sensi della L.R. 85/95 e
s. m. i. con contratto a tempo determinato e parziale a 24 ore, n. 1 già utilizzata con contratto a t.d.
tuli - time (36 ore), e n. 1 lavoratrice già utilizzata ai sensi della L.R. 21/2003, con contratto a
tempo determinato e part - time a 18 ore con contributo a carico della Regione Siciliana, (per
complessivi n. 85 lavoratori di cui all'allegato report ali. "A").
Che con Deliberazione di G. M. n. 92 del 26.03.2014 tali rapporti di lavoro sono stati prorogati per
tutto l'anno 2014, dando atto del permanere del fabbisogno organizzativo e delle comprovate
esigenze istituzionali volte ad assicurare i servizi erogati, nonché della temporanea fluidità ed
indeterminatezza dell'ambito regolamentare organizzativo - contabile mirato alla stabilizzazione,
ancorché graduale e finanziariamente sostenibile, a tempo indeterminato del bacino dei lavoratori
precari.
Visto l'avviso pubblico n. 8 del 24 giugno 2014 - prot. n. 9837 dell'Assessorato Regionale delle
Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, Servizio 2° - "Assetto organizzativo e funzionale
degli enti locali", emanato a seguito dell'entrata in vigore del comma Ibis dell'ari. 30 della legge
regionale 28 gennaio 2014, n. 5 (legge di stabilità regionale), per effetto delle modifiche ed
integrazioni apportate con legge regionale 11 giugno 2014, n. 13.
Considerato che con il suddetto avviso gli enti assoggettati all'applicazione delle disposizioni di
cui all'art 4, commi 6, 7, 8, 9 e 9bis del decreto legge 31 agosto 2013, n. 101, convcrtito, con
modificazioni, in legge 30 ottobre 2013, n. 125 e successive modifiche ed integrazioni, sono stati
invitati a trasmettere entro il termine del 15 luglio 2014 un report dettagliato (redatto in formato
cartaceo ed elettronico) nel quale risultano riportati i dati di ogni singolo lavoratore ricompreso tra i
soggetti di cui alla legge regionale n.85/95 e s.m.i. con l'indicazione:
a) dell'entità del contributo erogato dal Dipartimento regionale del lavoro, dell'impiego,
dell'orientamento, dei servizi e delle attività formative alla data del 31 dicembre 2013;
• della data di scadenza contrattuale;
• della data di scadenza dell'eventuale proroga già concessa, anche ai sensi della
normativa previgente;
b) i dati di ogni singolo lavoratore ricompreso tra i soggetti di cui alla legge regionale n.21/03 e
s.m.i.con l'indicazione:
• della data di scadenza contrattuale;
• della data di scadenza dell'eventuale proroga già concessa, anche ai sensi della
normativa previgente;
Considerato che 1 'anzidetta documentazione costituisce necessario allegato ali' istanza di
concessione dell'anticipazione della quota del Fondo destinato al compenso dello squilibrio
finanziario derivante dall'abrogazione delle norme recanti misure in favore dei lavoratori
appartenenti al regime transitorio dei lavori socialmente utili di cui all'ari. 30, comma 6 della legge
regionale 28 gennaio 2014, n. 5, nella misura massima del 40% delle somme dovute dalla Regione
nell'anno 2013 corredata, altresì, di dichiarazione del legale rappresentante dell'Ente attestante:
1. che, per l'anno 2014, l'importo presuntivo dello squilibrio finanziario derivante
dall'abrogazione delle norme recate all'art. 30, comma 6 della legge regionale 28 gennaio
2014, n.5 e s.m.i., risulta stimabile e stimata in € 1.188.275,33 ( importo che non deve
risultare superiore alle somme erogate dalla Regione con riferimento all'anno 2013)
2. che lo squilibrio, come sopra stimato, è stato desunto dall'analisi della previsione degli
accertamenti complessivi di competenza dell'entrata e della spesa dell'Ente;
3. di impegnare l'Ente alla restituzione delle somme erogate a titolo di anticipazione della
quota del Fondo, ove eccedenti lo squilibrio successivamente accertato, accettando, fin
d'ora, l'eventuale compensazione finanziaria a valere sui trasferimenti ordinari della
Regione (ex art.6, comma 2 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i., ovvero ex
art. 7 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i.);
4. di aver provveduto a trasmettere all'organo consiliare, giusta nota prot. n. 694/Gab del
10.07.2014, la documentazione necessaria, affinchè tale organo, con propria deliberazione,
nella prima seduta utile, possa prendere atto:
a. dell'importo presuntivo dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione delle norme
recate ali'art. 30, comma 6, della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i., come
quantificato dal legale rappresentante dell'Ente in sede di inoltro della richiesta di
anticipazione finanziaria di cui al comma Ibis del medesimo articolo;
b. della procedura di riequilibrio finanziario disposta dall'alt. 30, comma 7 della legge regionale
28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i.;
e. dell'impegno dell'Ente all'eventuale restituzione delle somme erogate a titolo di anticipazione
della quota del Fondo, ove eccedenti lo squilibrio finanziario accertato, con le modalità della
compensazione finanziaria a valere sui trasferimenti ordinari della Regione (ex art. 6, comma
2 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i.., ovvero ex art. 7 della legge regionale 28
gennaio 2014, n. 5 e s.m.i.).
RITENUTO altresì ribadire all'attenzione del Consiglio Comunale che l'Ente ha aderito alla
procedura di riequilibrio finanziario pluriennale di cui all'art. 3 D.L. 10/10/2012 n. 174 convcrtito
in Legge 213/2012, giusta deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 22 febbraio 2013 e che il
piano di riequilibrio approvato prevede il ripiano della somma complessiva di 32.577.487,81, così
ripartita nel decennio interessato:
Esercizio 2013
2.200.000,00
Esercizio 2018
3.600.000,00
Esercizio 2014
2.800.000,00
Esercizio 2019
3.600.000,00
Esercizio 2015
2.700.000.00
Esercizio 2020
3.600.000,00
Esercizio 2016
3.500.000,00
Esercizio 2021
3.600.000,00
Esercizio 2017
3.500.000,00
Esercizio 2022
3.477.487,81
32.577,478,81
In considerazione dell'adesione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale sopra citato, ed in
esecuzione delle linee guida della Corte dei Conti in materia ( PUNTO 9.2) l'Ente deve procedere al
contenimento della spesa per il personale sia in termini assoluti che in termini percentuali, e che
quindi la mancata erogazione del contributo nella misura già concessa negli scorsi anni da parte
della Regione Sicilia, non incide favorevolmente.
del
con cui il Legale rappresentante
Vista la nota racc. prot. n.
dell'Ente chiede e dichiara quanto espressamente indicato l'avviso pubblico n. 8 del 24 giugno 2014
- prot. n. 9837 dell'Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica,
Servizio 2° - "Assetto organizzativo e funzionale degli enti locali", emanato a seguito dell'entrata in
vigore del comma 7bis dell' art. 30 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 (legge di stabilità
regionale), per effetto delle modifiche ed integrazioni apportate con legge regionale 1 1 giugno
2014, n. 13.
Visto l'Ordinamento Amministrativo degli Enti Locali;
PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE
PRENDERE ATTO dell'importo presuntivo dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione
delle norme recate all'art. 30, comma 6, della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e successive
modifiche ed integrazioni, come quantificato dal legale rappresentante dell'Ente in sede di inoltro
della richiesta di anticipazione finanziaria di cui all'art. Ibis del medesimo articolo di legge, pari ad
€ 1.188.27533 ( importo che non deve risultare superiore alle somme erogate dalla Regione con
riferimento all'anno 2013)
PRENDERE ATTO della procedura di riequilibrio finanziario disposta dall'art. 30, comma 7 della
legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e successive modifiche ed integrazioni.
PRENDERE ATTO dell'impegno dell'Ente alla eventuale restituzione delle somme erogate a
titolo di anticipazione della quota del Fondo, ove eccedenti lo squilibrio finanziario accertato,
accettando l'eventuale compensazione finanziaria a valere sui trasferimenti ordinari della Regione,
ex art. 6, comma 2 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e succ. mm. ed il, ovvero ex art. 7
della legge medesima legge di stabilità regionale.
PRENDERE ATTO altresì che l'Ente ha impegnato per stipendi e salario accessorio dei
dipendenti in argomento la somma di € 1.575.287,55 sui competenti capp. del bilancio 2014, oltre
oneri previdenziali e IRAP, come da documento allegato che dettaglia" Spesa del personale P.U.C.
e previsione disavanzo da comunicare alla Regione Siciliana".
ganizzativa
racci
Il Dirigente dell'Area Risorse,
Vista la superiore proposta deliberativa;
Esperita l'istruttoria di competenza;
Visto Tari. 53 - 1° comma della legge n. 142/1990, come recepita dalla L.R. n. 48/1991 come
sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30 del 23.12.2000;
ESPRIME parere Favorevole in ordine alla regolarità contabile della superiore proposta di
deliberazione, stante che Tatto in esame è esclusivamente di presa d'atto di elementi comunicati dal
Sindaco, al competente assessorato regionale.
Pur tuttavia si ritiene opportuno evidenziare che un eventuale parziale riduzione del contributo
richiesto comporterebbe un aumento della spesa del personale a carico dell'Ente.
Nel dare atto che l'Ente ha aderito alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale di cui al
art.3 D.L. 10/10/2012, n° 174 convcrtito in Legge n°213/2012 , giusta deliberazione del Consiglio
Comunale n. 11 del 22 febbraio 2013 e che il piano di riequilibrio approvato prevede il ripiano della
somma complessiva di € 32.577.487,81 cosi ripartita nel decennio interessato:
esercizio 2014 esercizio 2015
esercizio 2017
esercizio 2013
esercizio 2016
2,200.000,00
2.800.000,00
2.700.000,00
3.500.000,00
3.500.000,00
esercìzio 2019
esercizio 2018
esercizio 2020
esercizio 2021
esercizio 2022
3.600.000,00
3.600.000,00
3.600.000,00
3.600.000,00
3.477.487,81
32.577.487,81
In considerazione dell'adesione del piano di riequilibrio sopra citato, ed in esecuzione delle linee
guida della Corte dei Conti in materia ( PUNTO 9.2), l'Ente deve procedere al contenimento della
spesa per il personale sia in termini assoluti che in termini percentuali, e che quindi la mancata
erogazione del contributo nella misura già concessa negli scorsi anni, da parte della Regione Sicilia,
inficerebbe l'approvazione del piano di riequilibrio e di conseguenza, comporterebbe la
dichiarazione di dissesto dell'Ente.
Monreale
-8 LUI 2014
te f.f.
Sumeri
PARERI
Proposta di deliberazione di CONSIGLIO COMUNALE avente per oggetto:
Proroga dei contratti a tempo determinato e parziale anno 2014. Presa d'atto dell'ammontare
presuntivo dello squilibrio finanziario in dipendenza dell'abrogazione di norme recata
dall'ari. 30, comma 6, della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5. Presa d'atto del ricorso alla
procedura di riequilibrio finanziario disposta dall'art. 30, comma 7, della legge regionale 28
gennaio 2014, n. 5. Presa d'atto dell'impegno a restituire le somme erogate a titolo di
anticipazione della quota di fondo, ove eccedente lo squilibrio finanziario accertato, con la
modalità della compensazione finanziaria.
Esperita l'istruttoria di competenza;
Visto l'art. 12 della L.R. n. 30 del 23.12.2000;
II Dirigente dell'Area Programmazione e Gestione Risorse Umane esprime parere
FAVOREVOLE, in ordine alla regolarità tecnica, sulla proposta di deliberazione sopraindicata.
Data
•
-
UDÌ
Dottssa j . JGta Curdo
Dirigente dell'Area Gestione Risorse — Servizio Gestione Finanziaria, esprime parere
FAVOREVOLE in ordine alla regolarità contabile sulla proposta di deliberazione sopraindicata
Data
II Dirigente f.f.
Dott. E. Sunseri
https://v«bmai!.pecJMavout/origrr^
Da
.
"dipartimento.autonomie.loca li" <dipartimento .autonomie, loca [email protected] il. regio ne. Sicilia. it>
"[email protected]" <[email protected]>,
" p rotoco Ilo @ pe e.co mu n e. mo nfortesa ngiorgio.me.it"
<[email protected]>, "comunedimongiuffì[email protected]"
<[email protected]>, "[email protected]" <[email protected]>
Data lunedì 30 giugno 2014 - 12:36
I: art. 30 e. 7 e 7 bis della l.r. n. 5/20 14 e s.m.i. - anticipazione della quota de I fondo
destinato al compenso squilibri fi nanziari
si trasmette l'avviso n. 8 del 24.06.2014 con relativi allegati
distinti saluti
Allegato(i)
BodyPart.txt (O Kb)
BodyPart.html (O Kb)
Avviso n. 8 del 24 giugno 2014.pdf (1505 Kb)
fac-simile file acquisizione dato.xls (27 Kb)
fac-simile file istanza.doc (34 Kb)
Klì PUBBLIO A ITAl.iANA
REGIONE SICILIANA
Assessorato delle Autonomie
Trasmessa via PEC
Locali e della Funzione Pubblica
Autonomie Locali
Servizio 2° "Assetto organizzativo
e funzionale degli enti locali"
Palermo, li
Prot.
Kcsp.le dd procedi monto: Dr. Biirnurito Campo. MJ!yJ_7ifl:l:ì<ì^ !-"ax:O l )l.707434ft; c
OGGETTO: Art._ 30A..comma, J.. e. J.bj.s..de]]a.Jegge. regionale. .2
A nticipazjone.de! la jqupta .del Fondo desxi.nalp.aj. compenso. sq.un.ibnJlnanzian.
allegali n.
AVVISO N 8
DFX
Ai
e, p.c. Al
2 4 G I Ù . 20U
Sindaci e Commissari Straordinari delle
Autonomie locali della Sicilia
LORO SEDI
Presidente deli'A.N.C.I. Sicilia
Villa Niscemi - Pia/za dei Quartieri, 2
90100-PALERMO
Al
Presidente dell' U.R.P.S.
Viale Lazio, 23
90100- PALERMO
Al
Presidente dell'A.S.A.E.t.
ViaNotarbartolo. 2/G
90100-PALERMO
Come è noto alle SS.LL., con Kart. 30, comma 7, della legge regionale 28 gennaio 2014. n. 5.
sono state fissate le procedure per il concorso della Regione Siciliana al compenso degli squilibri
finanziari delle autonomie locali derivanti dall'abrogazione delle norme recanti misure in favore dei
lavoratori appartenenti al regime transitorio dei lavori socialmente utili individuate al comma 6 del
medesimo articolo.
Con il comma 7bis dell'ari. 30 della medesima legge di stabilità regionale, introdotto dalla
legge regionale I 1 giugno 2014, n. 13, è slata prevista, nelle more dell'intesa prevista per l'emissione
Via Innacria 34/36
901441'A I. l£ R M O
dell'apposito decreto assessoriale di riparto del Fondo straordinario per la salvaguardia degli
equilibri di bilancio dì cui al citato comma 7. la possibilità di erogare un acconto agli enti locali fino al
40 per cento delle somme dovute dalla Regione nell'anno precedente. Giova anche ricordare,
nell'occasione, che la Giunta regionale con la deliberazione n. 112 del 20 maggio 2014 ha formulato
apposite direttive per l'erogazione agli enti locali dell'anticipazione sul Fondo in argomento.
Al riguardo, appare utile evidenziare, preliminarmente, che il modello procedurale per il
concorso della Regione alla salvaguardia degli equilibri di bilancio, racchiuso nell'ambito delle
disposizioni normative previste dall'ari. 30, comma 7 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5.
nell'assegnare a! Dipartimento regionale delle Autonomie locali le sole competenze afferenti alla
gestione del "Fondo straordinario per la salvaguardia degli equilibri di bilancio", ha fasciato
immutato
it quadro
generale delle competenze
istituzionalmente attribuite ad
altri
rami
dell'amministrazione regionale in materia di politiche del precariato, di stabilizzazioni di lavoratori
appartenenti al regime transitorio dei lavori socialmente utili, ovvero di lavoratori utilizzati in attività
socialmente utili, ancorché rientranti nell'ambito delle procedure di reclutamento speciale previste
dall'ari. 4 del decreto legge 31 agosto 201.3, n. 101, convcrtito, con modificazioni dalla legge 30
ottobre 2013. n. l25.cs.m.L
Invero, per i! triennio 2014-2016, è stata prevista, non più l'assegnazione - a seguito di
apposita formale richiesta ~ di un contributo da concedere agli enti utilizzatori dei soggetti
appartenenti al regime dei lavoratori socialmente utili, ma il trasferimento di una quota paite del
'Fondo straordinario per la salvaguardia degli equilibri dì hi/ciucio" istituito in favore degli enti
locali siciliani per compensare gli squilibri di bilancio derivanti dall'abrogazione delle disposizioni
normative appositamente indicate dall'ari. 30, comma 6 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5,
previa emissione dell'apposito decreto di riparto, predisposto di concerto con l'Assessore regionale
per la famiglia, le politiche sociali ed ii lavoro, previa intesa in sede di Conferenza RegioneAutonomie locali, tenendo anche conto, fermo restando la dotazione complessiva delle risorse, del
contributo già concesso per ogni singolo lavoratore alla data del 31 dicembre 2013.
A tal fine la scrivente Amministrazione, nell'ambito della seduta della Conferenza RegioneAutonomìe locali svoltasi in data 30 aprile 2014. ha già rappresentato la necessità di acquisire il dato
relativo alla misura del contributo già concesso alla data del 31 dicembre 2013 ad ogni singolo
lavoratore indicato dalla citata norma, atteso che il competente Dipartimento regionale del Lavoro.
dell 'Impiego. dell'Orìentumento, dei Servizi e delle Attività formative nel trasmettere un primo quadro
ricognitivo afferente ti dato relativo alla quantificazione numerica ed al contributo già concesso a
ciascuna amministrazione, ha comunicato di non essere in possesso del dato riferibile ad ogni singolo
lavoratore.
Si invitano, pertanto, tutti gli Enti in indirizzo, ove assoggettati all'applicazione delle
disposi/ioni di cui ali'art. 4. commi 6. 7. 8. 9 e 9,bis del decreto legge 31 agosto 2013, n . 1 0 1 .
Via rrinatria .14:36 - 90144 !' A L li K M O
convcrtito, con modificazioni dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125. e s.m.i., come integrato dall'ari. 30.
commi L 2, 3 e 4 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i.. a voler trasmettere:
•/
un rcport dettagliato (relativo ai lavoratori appartenenti al regime transitorio dei lavori
socialmente utili alla data del 31 dicembre 2013) nel formato .xh allegato alla presente:
a) di ogni singolo lavoratore ricompreso tra i soggetti di cui all'art. 12, comma 6. della legge
regionale 21 dicembre 1995, n. 85 e s.m.i., indicando l'entità del contributo erogato dal
competente Dipartimento regionale ilei Lavoro, dell 'Impiego, (foli 'Orientamento, dei Servizi e
delie Attività formative alla data del 31 dicembre 2013 (la cui sommatoria dovrà coincidere
con l'importo complessivamente erogato dall'Amministrazione regionale nell'anno 2013), la
data di scadenza contrattuale, ovvero la data di scadenza dell'eventuale proroga già concessa,
anche ai sensi della normativa previgente;
b) di ogni singolo lavoratore ricompreso tra i soggetti di cui all'art. 25 della legge regionale 29
dicembre 2003, n. 21 e s.m.i., indicando la relativa data di scadenza contrattuale, ovvero la
data dì scadenza dell'eventuale proroga già concessa, anche ai sensi della normativa
previgente;
-
Ciò posto, sulla base delle indicazioni espresse dalla Conferenza Regioni-Autonomie locali
tenutasi in data 19 giugno 2014, gli Enti interessati all'erogazione dell'acconto di cui al comma Ibis
del medesimo articolo, potranno, altresì, trasmettere:
^
una dichiarazione del legale rappresentante dell'Ente dalla quale sì evinca:
a) fa quantificazione dell'importo presuntivo dello squilibrio finanziario per l'anno 2014, desunto
dall'analisi della previsione degli accertamenti di competenza dell'entrata e della spesa,
derivante dall'abrogazione delle norme recate all'ari. 30, comma 6 della legge regionale 28
gennaio 2014. n. 5 e s.m.i.;
b) ("impegno alla restituzione delle somme erogate a titolo di anticipa/ione della quota del
Fondo, ove eccedenti lo squilibrio successivamente accertato, accettando l'eventuale
compensazione finanziaria a valere sui trasferimenti ordinari della Regione ex art.6. comma 2
della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i., ovvero ex ari- 7 della medesima legge di
stabilità regionale;
e) gli estremi di trasmissione all'organo consiliare della documentazione di cui ai precedenti
punti, affinchè con propria deliberazione, nella prima seduta utile, possa prendere atto:
-
dell'importo presuntivo dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione delle norme
recate all'art. 30, comma 6 della legge regionale 28 gennaio 2014. n. 5 e s.m.i., come
quantificato dal legale rappresentante dell'Ente in sede di inoltro della richiesta di
anticipazione finanziaria di cui al comma Ibis del medesimo articolo;
-
della procedura di riequilibno finanziario disposta dall'ari. 30, comma 7 della legge
regionale 28 gennaio 20 14, n. 5 Q s.m.i..
Via Trinacria 34/3^-91)144 [» A LI-: K M O
-
dell'impegno dell'Ente all'eventuale restituzione delle somme erogate a titolo di
anticipazione della quota del Fondo, ove eccedenti lo squilibrio finanziario accertato, con le
modalità della compensazione finanziaria a valere sui trasferimenti ordinar! della Regione
ex art.6, comma 2 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i., ovvero ex art. 7
della medesima legge di stabilità regionale;
In mancanza della trasmissione della suddetta documentazione non sarà possibile assicurare
l'erogazione dell'acconto, ovvero, delle quote da destinare, ai sensi dell'ari. 30. comma 7, della legge
regionale 28 gennaio 2014, n. 5, al compenso dello squilibrio finanziario di che trattasi, restando
inteso che la mancata trasmissione dei dati richiesti con l'allegato schema di tabella, comporterà la
sospensione delle procedure di erogazione dell'acconto di che trattasi.
In ogni caso tutti gli Enti in indirizzo dovranno trasmettere, entro e non oltre il 15.07.2014. al
seguente indirizzo di posta elettronica del Servizio 2° - "Assetto organizzativo e funzionale degli enti
locali"
di
questo
Dipartimento: autonomie locai i.ser\l/.^
SENZA
ALCUNA
INDICAZIONE O INFORMAZIONE AGGIUNTIVA O INTEGRATIVA, il report dettagliato, nel formato ..v/.v
allegato alla presente, affinchè lo stesso, unitamente ad altri file di pari formato, possa costituire parte
sostanziale di un unico DataBase regionale.
Ogni eventuale ulteriore chiarimento sull'argomento trattato, potrà essere richiesto ai seguenti
recapiti degli istruttori incaricati:
-
per le province di CL. RG e TP — tel.:091.7074295 (e-maìl: [email protected]);
-
per le province di EN, MB e PA - tei..'091.7074316 (e-mail: o,[email protected],sic i iia.it);
-
per le province di AG. CT e SR - tei.:091.7074676 (e-mail: g.semiliauòregione.sicilia.it).
Si resta in attesa di acquisire gli clementi necessari per la predisposizione degli atti preliminari
richiesti dalla normativa in oggetto.
11 presente avviso sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana ai lini della
regolare diffusione alia platea dei soggetti destinatali e reso disponibile, per la consulta/ione, sul sito
internet di questa Amministrazione,.
11 Funzionario Direttivo
Camr
M Dirìgente del Servizio
V.Aurora DÌo«uardÌ
11 Dirhgcfcte C^perale
CiiuacjAe Morate
Via l'rinacria 34'3fi - 91)144 P A I, I- R M C)
Carta intestata dell'ENTE
AH'
OGGETTO:
Assessorato regionale delle Autonomie Locali e
della Funzione Pubblica
Dipartimento autonomie locali
Servizio 2 - Assetto organizzativo funzionale EE.LL.
Via Trinacria, 36-36
90146-PALERMO
Art.3p1.co_mma_7..?.Jfr/_s__dj;ll^
della .quota, del Fondo, destinato, al compenso .squilibri, finanziari.
Il sottoscritto
(1), nella qualità di
del
_^^____ (2)
__(3), con sede in
(
), via
VISTO l'ari. 30 della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5
VISTO l'art. 10, comma 3 della legge 11 giugno 2014, n.13;
VISTO l'Avviso pubblico n.
del
che disciplina le modalità di accesso al fondo destinato al
compenso squilibri finanziari di cui all'art. 30, comma 7 della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5;
CHIEDE
ai sensi dell'ari. 30, comma 7bis della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5 come introdotto dall'ari. 10, comma
3 della legge 11 giugno 2014, n.13, la concessione dell'anticipazione della quota del Fondo destinato al
compenso dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione delle norme recanti misure in favore dei
lavoratori appartenenti al regime transitorio dei lavori socialmente utili di cui all'ari. 30, comma 6 della legge
regionale 28 gennaio 2014, n.5, nella misura massima del 40% delle somme dovute dalla Regione nell'anno
2013.
A tal fine, dichiara,
-
che, per l'anno 2014, l'importo presuntivo dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione delle norme
recate all'ari. 30, comma 6 della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5 e s.m.i., in relazione al contributo
erogato dalla Regione per far fronte alle occorrenze finanziarie di cui alle leggi regionali n.85/95 e n.16/06 ed
alle leggi regionali n.21/03 e n.27/07, risulta stimato in euro
(4);
che lo squilibrio come sopra stimato è stato desunto dall'analisi della previsione degli accertamenti
complessivi di competenza dell'entrata e della spesa dell'Ente;
-
di impegnare l'Ente alla restituzione delle somme erogate a tilolo di anticipazione della quota del Fondo, ove
eccedenli lo squilibrio successivamente accertato, accettando, fin d'ora, l'eventuale
compensazione
finanziaria a valere sui trasferimenti ordinari della Regione (ex art.6, comma 2 della legge__regionale 28
gennaio 2014, n. 5 e s.m.i., ovvero ex_art,7__ della legge regionale 28gennaio 2014, n. 5 e s.m.i.,) (5);
di aver provveduto a trasmettere all'organo consiliare, giusta nota prot. n.
del
, la
documentazione necessaria, affinchè tale organo, con propria deliberazione, nella prima seduta utile, possa
prendere atto:
a. dell'importo presuntivo dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione delle norme recate all'ari.
30, comma 6 della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5 e s.m.i., come quantificato dal legale
rappresentante dell'Ente in sede di inoltro della richiesta di anticipazione finanziaria di cui al comma Ibis
del medesimo articolo;
b. della procedura di riequilibrio finanziario disposta dall'ari. 30, comma 7 della legge regionale 28 gennaio
2014, n.5 e s.m.i.,
e. dell'impegno dell'Ente all'eventuale restituzione delle somme erogate a titolo di anticipazione della quota
del Fondo, ove eccedenti lo squilibrio finanziario accertato, con le modalità della compensazione
finanziaria a valere sui trasferimenti ordinar! della Regione (ex art.6. comma 2 della legge regionale 28
gennaio 2Q1_4, n. 5 e s.m.i., ovvero ex art. 7 della legge regionale 28 gennaio 2_QI4, n. 5 e s.m.i..) (5).
Si allega:
•/ apposito prospetto (redatto in formato cartaceo ed elettronico .xls) nel quale risultano riportati:
a) i dati di ogni singolo lavoratore ricompreso tra i soggetti di cui alle leggi regionali n.85/95 e n. 16/06, con
l'indicazione:
dell'entità
del
contributo erogato dal
Dipartimento
regionale
del
lavoro,
dell'impiego,
dell'orientamento, dei servizi e delle attività formative alla data del 31 dicembre 2013 (6);
della data di scadenza contrattuale;
-
della data di scadenza dell'eventuale proroga già concessa, anche ai sensi della normativa previgente;
b) i dati di ogni singolo lavoratore ricompreso tra i soggetti di cui alle leggi regionali n.21/03 e n.27/07. con
l'indicazione:
della data di scadenza contrattuale;
della data di scadenza dell'eventuale proroga già concessa, anche ai sensi della normativa previgente;
II legale rappresentante
dell'Ente
(1) Generalità dei legale rappresentante dell'Ente (Nomee Cognome);
(2) Qualità rappresentata (Sindaco, Commissario Straordinanrio, ecc...);
(3) Ente rappresentato (enti locali indicati all'ari. 2, comma 1 del TUEL approvato con DXgs 18 agosto 2000, n.267);
(4) Importo stimato relativo alle Decorrenze dell'anno 2014, il cui importo non deve risultare superiore alle somme erogate dalla Regione
con riferimento all'anno 2013;
(5) Da dichiarare in relazione alla tipologia dell'Ente.
(6) La sommatoria dell'entità dei contributi indicati dovrà coincidere con l'importo complessivamente erogato dall'Amministrazione
regionale nell'anno 2013.
ALLEGATO.
Report soggetti ex art. 12, comma 6 l.r. n.85/95 e s.m.i. ed ex art. 25 l.r. n.21/03 e s.m.i.:
DATI LAVORATORE
ENTE UTILIZZATOflE
RAPPORTO DI LAVORO
RIFERIMENTO
NORMATIVO
CONTRIBUTO EROGATO PER OGNI SINGOLO LAVORATOR
N.
DENQMINA2IONE ENTE
PR
COGNOME
DATA 01 NASCITA
NOME
(GG/MM/AAAA]
LL.RR.
LL RR
SCADENZA
85/95 e/o
21/03 e/o
CONTRATTUALE
16/06
27/07
(GG/MM/AAAA)
PROROGHE
(segnare con "X" la
AL 31 12 2014
parte interessata]
AL 31 12 2016
ALLA DATADEL 31.12.2013
DA PROROGARE
LL.RR. 85/95 e/o 16/06
ANNOTAZIONI
LLRR. 21/03 e/o 27/07
;
00
*!•
IN"
di
t-i
~^-
uà
o
1
3
OJ
\
T3
.
re
'e
re
o.
re
—
j
i
3
C
C
1
i
1
re
re
|
«=
(A
M
re
tn
<U
O.
VI
=5
o
o
,
j
j
3
k.
P
C
O
o
O
4-t
re
M
O
0)
o
3
Jl
k
**
O
•
1
u
i
TOTALE
«
•
•
1
Firma
// legale rappresentante dell'ente
—
ALLEGATO.
Report soggetti ex art. 12, comma 61.r. n.85/95 e s.m.i. ed ex art. 25 l.r. n.21/03 e s.m.i.:
ENTE UTILIZZARLE
DATI LAVORATORE
RAPPORTO DI LAVORO
RIFERIMENTO
NORMATIVO
CONTRIBUTO EROGATO PER OGNI SINGOLO UWORATOR
N
PR.
DENOMINAZIONE ENTE
COGNOME
NOME
DATA DI NASCITA
(GG/MM/AAAA]
LL.RR.
LL.RR.
SCADENZA
85/95 e/o
2 1/03 e/o
CONTRATTUALE
16/06
27/07
(GG/MM/AAAA)
(segnate con "X" la
2
3
4
5
e
7
8
PA COMUNE DI MONREALE
PA COMUNE DI MONREALE
ALIO RIZZO
ROSA
17/07/1960
X
31/12/2014
X
ARICO1
MARIA
23/02/1961
X
31/12/2014
X
PA COMUNE DI MONREALE
PA COMUNE DI MONREALE
BASILE
ROSA MARIA
13/05/1966
X
31/12/2014
X
BERTOLINO
MARIA
22/12/1961
X
31/12/2014
X
PA COMUNE DI MONREALE
PA COMUNE DI MONREALE
PA COMUNE DI MONREALE
BIONDO
ANNA MARIA
20/01/1965
X
31/12/2014
X
BONFARDINO
FRANCESCO
24/07/1965
X
31/12/2014
X
BRONZELLINO
DOMENICO
03/08/1968
X
31/12/2014
X
PA COMUNE DI MONREALE
PA COMUNE DI MONREALE
BRUNO
GIUSEPPE
28/09/1962
X
31/12/2014
X
X
BUCCOLA
SALVATORE
30/06/1962
X
31/12/2014
10 PA COMUNE DI MONREALE
11 PA COMUNE DI MONREALE
12 PA COMUNE DI MONREALE
CAMARDA
ANNA MARIA
28/08/1961
X
31/12/2014
X
CAMPANELLA
MAURIZIO
10/11/1969
X
31/12/2014
X
CANDOLO
NUNZIO
25/10/1966
X
31/12/2014
X
13 PA COMUNE DI MONREALE
14 PA COMUNE DI MONREALE
15 PA COMUNE DI MONREALE
CANGEMI
MARCELLO
06/02/1969
X
31/12/2014
X
CAPUTO
ROSALIA
06/03/1964
X
31/12/2014
X
9
CARTA
MARIA
05/10/1963
X
31/12/2014
X
16 PA COMUNE DI MONREALE
17 PA COMUNE DI MONREALE
CARUSO
GIUSEPPE
15/10/1966
X
31/12/2014
X
CASAMENTO
MARCELLO
21/08/1963
X
31/12/2014
X
PA COMUNE DI MONREALE
19 PA COMUNE DI MONREALE
20 PA COMUNE DI MONREALE
CERVELLO
ROBERTO
27/07/1969
X
31/12/2014
X
CIACCIOFERA
ROSALIA
02/01/1963
X
31/12/2014
X
CLESCERI
MARIA
26/08/1962
X
31/12/2014
X
21 PA COMUNE DI MONREALE
22 PA COMUNE DI MONREALE
23 PA COMUNE DI MONREALE
DELL'ARIA
MARCELLA
26/11/1967
X
31/12/2014
X
DI BENEDETTO
LUDOVICO
15/12/1967
X
31/12/2014
X
DI FIORE
SALVATORE
06/10/1968
X
31/12/2014
X
18
ALLA DATA DEI 31.12.201J
(segnare con "X" la parte nleressata)
AL 31.12.2014
parte interessata)
1
PROROGHE
Ai. 31.12.2016
DA PROROGARE
LL.RR. 85/95 e/o 16/06
LL.RR. 21/03 e/o27/07
14.989,38
O
b.
12.566,15
3
<1J
14.989,38
•o
ro
14.989,38
'C
nj
14.989,38
o.
<TJ
13.826,69
D
C
13.826,69
C
m
13.826,69
m
m
M
17.357,65
I?
ra
14.989,38
VI
£
«
13.826,69
o.
*t
Vi
._
r*
14.109,33
•D O)
0 1
12.566,15
0 *
D
14.989,38
C
15.335,89
o
o
12.566,15
o
*J
ro
12.566,15
M
O
12.566,15
i_
13.320,94
O
*J
3
14.989,38
-O
1_
12.566,15
o
12.566,15
12.566,15
320.885,41 ; ««_u^i
•4-»
SUB
Firma
TOTALE
ANNOTAZIONI
LLEGATO.
eport soggetti ex art. 12, comma 6 l.r. n.85/95 e s.m.i. ed ex art. 25 l.r. n.21/03 e s.m.i.
DATI LAVORATORE
ENTE UTILIZZATORE
RAPPORTO DI LAVORO
RIFERIMENTO
NORMATIVO
CONTRIBUTO EROGATO PER OGNI SINGOLO LAVORATOR
1.
PR
DENOMINAZIONE ENTE
COGNOME
NOME
DATA DI NASCITA
(GG/MM/AAAA)
LLflR
ILRR
SCADENZA
85/95 e/o
2 1/0 3 e/o
CONTRATTUALE
16/06
27/07
(GG/MM/AAAA)
PROROGHE
ALLA DATA DEL 31. 12.10ÌÌ
ANNOTAZIONI
(segnare con "X" la parte nleiessata)
(segnare con "X" la
AL 31 U 2014
parte interessata)
t
PA COMUNE DI MONREALE
5 PA COMUNE DI MONREALE
5 PA COMUNE DI MONREALE
7 PA COMUNE DI MONREALE
ì PA COMUNE DI MONREALE
i PA COMUNE DI MONREALE
DI MICELI
DI MITRI
FERRANTI
GANCI
GANCI
3 PA COMUNE DI MONREALE
1 PA COMUNE DI MONREALE
GANDOLFO
GEBBIA
GIACCONE
2 PA COMUNE DI MONREALE
5 PA COMUNE DI MONREALE
GIORDANO
GNOFFO
4 PA COMUNE DI MONREALE
5 PA COMUNE DI MONREALE
GNOFFO
GRIMAUDO
GULLO
5 PA COMUNE DI MONREALE
7 PA COMUNE DI MONREALE
3 PA COMUNE DI MONREALE
3 PA COMUNE DI MONREALE
D PA COMUNE DI MONREALE
1 PA COMUNE DI MONREALE
Z PA COMUNE DI MONREALE
i
PA COMUNE DI MONREALE
4 PA COMUNE DI MONREALE
5 PA COMUNE DI MONREALE
5 PA COMUNE DI MONREALE
GULLO
IGNOFFO
LA MANTIA
LACERVA
LI MANNI
LO COCO
LO NIGRO
LO VERDE
LO PICCOLO
LOTA'
CATERINA
MARGHERITA
ROSA
03/03/1970
09/03/1962
28/09/1966
FAUSTO
SALVATORE
GIUSEPPA
13/04/1968
01/11/1968
30/12/1966
03/12/1962
X
11/12/1969
12/03/1967
X
29/05/1967
VITTORIANO
GIOVANNI
ANTONELLA
CRISTINA MARIA
GIUSEPPA MARIA
ANGELA
ANTONINA
GIUSEPPE
SALVATORE
VINCENZO
VINCENZA
GUGLIELMO
EUSABETTA
FILIPPA
GIUSEPPE
DANIELA
STEFANO
X
X
X
X
X
X
31/12/2014
31/12/2014
X
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
X
X
X
X
X
X
X
X
31/12/2014
X
29/09/1968
29/07/1968
18/04/1966
X
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
X
21/03/1965
30/07/1970
X
31/12/2014
31/12/2014
X
08/10/1966
12/01/1962
26/10/1962
22/09/1965
X
X
04/04/1969
12/11/1963
22/03/1962
14/12/1959
X
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
X
X
X
X
X
X
X
X
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
DA PROROGARE
X
31/12/2014
31/12/2014
X
Al 31 12.2016
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
SUB
TOTALE
Firma
lile
presentante dell 'ente
LI RR 85/95 e/o 16/06
12.566,15
12.566,15
12.566,15
12.992,26
14.179,65
19.385,06
18.842,02
14.934,42
13.784,06
12.566,15
12.566,15
12.989,05
14.989,38
15.422,18
12.566,15
16.004,00
14.989,38
13.320,94
0,00
14.581,48
18.842,02
14.989,38
12.566,15
318.208,30
LL.RR 21/03 e/o 27/07
O
3
<U
flj
ra
o.
nj
3
C
C
ro
n
fi
(0
t/i
£§
i/i ._ r-
^
0
O
3
t-
c
o
U
o
•*->
ro
tuo
o
01
o
U
'e
o
Gì
*1
IXFGATO.
.sport soggetti ex art,_ 12, comma 6 l.r. n.85/95 e s.m.i. ed ex art. 25 l.r. n.21/03 e s.m.i.
DATI LAVORATORE
ENTE UTILIZZATORt
RAPPORTO DI LAVORO
RIFERIMENTO
NORMATIVO
CONTRIBUTO EROGATO PER OGNI SINGOLO LAVORATOR
LL.RR.
M.
PR
DENOMINAZIONE ENTE
COGNOME
NOME
DATA DI NASCITA
85/95
(GG/MM/AAAA]
LL.RR. 21/03
e/e 27/07
15/06
SCADENZA
CONTRATTUALE
PROROGHE
(GG/MM/AAAA)
(segnare con "X" la
AL 31. 12 2014
parte nteressata)
7 PA COMUNE DI MONREALE
8 PA COMUNE DI MONREALE
9 PA COMUNE DI MONREALE
0 PA COMUNE DI MONREALE
1 PA COMUNE DI MONREALE
2 PA COMUNE DI MONREALE
3 PA COMUNE DI MONREALE
4 PA COMUNE DI MONREALE
5 PA COMUNE DI MONREALE
6 PA COMUNE DI MONREALE
7 PA COMUNE DI MONREALE
8 PA COMUNE DI MONREALE
9 PA COMUNE DI MONREALE
0 PA COMUNE DI MONREALE
1 PA COMUNE DI MONREALE
2 PA COMUNE DI MONREALE
3 PA COMUNE DI MONREALE
LUPO
MADONIA
MAGGIORE
MANDALA1
MANDALA'
MARFIA
MARINELLO
MASSIMINO
MICELI
MI LAZZO
MI LITE ILO
MODICA
MODICA
MONTAPERTO
MOSCHELLA
5 PA COMUNE DI MONREALE
NICOLOSI
PARISI
PETRONE
PITUCCIO
6 PA COMUNE DI MONREALE
7 PA COMUNE DI MONREALE
S PA COMUNE DI MONREALE
9 PA COMUNE DI MONREALE
PITUCCIO
PREVITI
PROFETA
PINCIONE
4 PA COMUNE DI MONREALE
ROSA
LUCIA
CARLO
ANGELO
ROSALBA
ANTONINO
FRANCESCA
26/08/1963
20/09/1961
12/08/1964
01/02/1964
13/08/1961
09/11/1962
21/03/1972
X
X
X
X
X
X
X
ANTONINO
CALCEDONIO
PROVVIDENZA
31/10/1965
30/05/1967
X
25/09/1961
X
FILIPPO
ANGELO
05/03/1962
09/11/1964
20/01/1962
X
GIUSEPPA MARIA
GAETANO
GIUSEPPE
FRANCESCA
DOMENICO
CATERINA
FRANCESCO
ROSARIA
CALOGERO RING
SANDRO
SANTO
18/08/1969
19/09/1958
12/09/1968
11/07/1969
09/11/1963
01/12/1968
15/05/1966
27/05/1968
05/01/1969
01/06/1963
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
ALLA DATA DEL 31.12.2013
(segnare con "X" la parte interessata)
31/12/2014
31/12/2014
X
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
X
31/12/2014
31/12/2014
X
31/12/2014
31/12/2014
X
31/12/2014
31/12/2014
X
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
Al 31.122016
DA PROROGARE
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
31/12/2014
31/12/2014
X
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
X
X
X
X
SUB
TOTALE
Firma
rappyvsetitante deli 'ente
LL.RR. 85/95 e/a 16/06
14.934,42
14.989,38
14.989,38
14.989,38
14.989,38
13.826,69
14.934,42
12.992,26
15.550,23
12.566,15
14.989,38
13.320,94
14.989,38
13.670,38
16.325,54
14.989,38
12.566,15
14.989,38
13.557,65
13.320,94
14.864,93
12.992,26
14.934,42
330.272,38
L L R R ;l/03e/o27/07
ANNOTAZIONI
.LLEGATO.
eport soggetti ex ari. 12, comma 6 l.r. n.85/95 e s.m.i. ed ex art_25_Lr : n.21/03 e s.m.i.
DATI LAVORATORE
ENTE UTILIZZATORE
RAPPORTO DI LAVORO
RIFERIMENTO
NORMATIVO
CONTRIBUTO EROGATO PER OGNI SINGOLO LAVORATOR
LL.RR.
1.
PR.
DENOMINAZIONE ENTE
COGNOME
NOME
PROROGHE
SCADENZA
DATA DI NASCITA
85/95
LL.RR. 21/03
(GG/MM/AAAA)
e/o
e/e 27/07
ALLA DATA DE131.1Z.201J
(segnare con "X" la parte nteressala)
CONTRATTUALE
(GG/MM/AAAA)
16/06
AL 31 12.2014
parte nteressalal
D
1
2
3
4
5
5
7
PA COMUNE DI
PA COMUNE DI
PA COMUNE DI
PA COMUNE DI
PA COMUNE DI
PA COMUNE DI
MONREALI ROMEO
MONREALI RUSSO
MONREALI RUSSO
MONREALI SALA
MONREALI SALA
MONREALI SALA
PA COMUNE DI MONREALI SALERNO
PA COMUNE DI MONREALI SCHIERA
PA COMUNE DI MONREALI SCHIERA
PA COMUNE DI MONREALI SCHIERA
FRANCESCO
ANGELO
LUCIA NATALIA RITA
FRANCESCA
GIUSEPPE DOMENICO
MARIA PIA
MARCELLO
ANNA
X
27/08/1968
17/04/1967
16/12/1968
06/07/1967
X
X
X
X
X
X
X
30/09/1967
X
VINCENZO
PIETRO
D PA COMUNE DI MONREALI SEGRETO
TUMMINELLO
PIETRO
COMUNE
DI
MONREALI
1 PA
TURCO
GIUSEPPE
2 PA COMUNE DI MONREALI
GIUSTO
3 PA COMUNE DI MONREALI VITRANO
13/05/1966
12/12/1966
09/12/1967
X
01/01/1968
27/01/1964
X
4 PA COMUNE DI MONREALI VIZZI
5 PA COMUNE DI MONREALI ZUCCARO
14/04/1962
12/08/1961
3
9
GIUSEPPE
14/09/1964
06/11/1963
02/11/1961
17/12/1965
ANTONELLA
GIROLAMA
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
31/12/2014
31/12/2014
31/12/2014
X
X
31/12/2014
X
X
X
X
TOTALE
218.915,98
TOTALE GENERALE
1.188.282,06
SUB
Firma
I He
LL.RR. 85/95 e/o 16/06
L L R R 21/03 e/o 27/07
12.566,15
14.016,68
16.249,93
12.566,15
12.566,15
13.130,41
14.934,42
13.826,69
12.566,15
12.566,15
12.566,15
13.826,69
12.566,15
14.989,38
14.989,38
14.989,38
X
X
X
DA PROROGARE
X
31/12/2014
31/12/2014
X
AL 31 12. 2016
dell'ente
O^_^
U''i'w'PS5£*
ANNOTAZIONI
COMUNE DI MONREALE
Spesa del personale P.U.C, e previsione disavanzo da comunicare alla Regione Sicilia
Spesa totale personale CDP
1.575.287,55
spesa prevista a carica del bilancio dell'ente
333.451,99
Disavanzo
-1.241.835,56
Contributo concesso dalla Regione per l'anno 2013
1.188.275,33
ulteriore disavanzo nella ipotesi di conferma per l'anno 2014
del contributo erogato nel 2013
-53.560,23
/
II Fuffzionanp Contabile AGR
/ Salvatale l^slii^TsC^ «•
\ f
J
/^IpÉ^rp^rf/e AGR
/ DQÒtìorfeSunseri
/
/^Ì1/w-—'
/
1
/
/ ^\
/
JfFuhzionarioXpjaRU
/
PietroxQapafÉci
/
'
yC /
-S V /7
Ti Dirigente ^fey^U
Dott.ssa M. 5?ita/C/ircio
C/ //
COMUNE DI MONREALE
Provincia di Palermo
Prot.n
Racc. a r.
-1 -> -'*'-'
del
Ali'
OGGETTO:
Oo/W
,M.t/<- ^
Assessorato regionale delle Autonomie Locali e
della Funzione Pubblica
Dipartimento autonomie locali
Servizio 2 - Assetto organizzativo funzionale EE.LL.
Via Trinacria, 36-36
90146-PALERMO
Art._30^_cprnma_7.e_76rè_te^
della .qupto_del.Fondo_destinato al compenso squilibri.finanziari.
Il sottoscritto CAPIZZI PIETRO (1), nella qualità di SINDACO (2) del COMUNE DI MONREALE (3), con
sede in MONREALE (PA), PIAZZA VITTORIO EMANULE ,
VISTO l'art. 30 della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5
VISTO l'art. 10, comma 3 della legge 11 giugno 2014, n.13;
VISTO l'Avviso pubblico n 8 del 24.06.2014 prot. n. 9837 dell'Assessorato Regionale delle Autonomie Locali
e della Funzione Pubblica, Servizio 2° - "Assetto organizzativo e funzionale degli enti locali", che disciplina le
modalità di accesso al fondo destinato al compenso squilibri finanziari di cui all'art. 30, comma 7 della legge
regionale 28 gennaio 2014, n.5;
CHIEDE
ai sensi dell'alt. 30, comma 7bis della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5 come introdotto dall'alt. 10, comma
3 della legge 11 giugno 2014, n.13, la concessione dell'anticipazione della quota del Fondo destinato al
compenso dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione delle norme recanti misure in favore dei
lavoratori appartenenti al regime transitorio dei lavori socialmente utili di cui all'art 30, comma 6 della legge
regionale 28 gennaio 2014, n.5, nella misura massima del 40% delle somme dovute dalla Regione nell'anno
2013.
A tal fine, dichiara,
-
che, per l'anno 2014, l'importo presuntivo dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione delle norme
recate all'art. 30, comma 6 della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5 e s.m.i., in relazione al contributo
erogato dalla Regione per far fronte alle Decorrenze finanziarie di cui alle leggi regionali n.85/95 e n. 16/06 ed
alle leggi regionali n.21/03 e n.27/07, risulta stimato in eurol.188.27533 (4);
-
che lo squilibrio come sopra stimato è stato desunto dall'analisi della previsione degli accertamenti
complessivi di competenza dell'entrata e della spesa dell'Ente;
-
di impegnare l'Ente alla restituzione delle somme erogate a titolo di anticipazione della quota del Fondo, ove
eccedenti lo squilibrio successivamente accertato, accettando, fin d'ora, l'eventuale compensazione
finanziaria a valere sui trasferimenti ordinali della Regione (ex art. 6, comma 2 dellg^ legge regionale 28
gennaio 2014. n 5 e s.m.i.. ovvero ex art 7 della legge regionale 28 gennaio 2014. n. 5 e s.m.i..'} (5);
-4Q
di aver provveduto a trasmettere all'organo consiliare, giusta nota prot. n
/
documentazione necessaria, affinchè tale organo, con propria deliberazione, nella prima seduta utile, possa
prendere atto:
a. dell'importo presuntivo dello squilibrio finanziario derivante dall'abrogazione delle nonne recate ali 'art
30, comma 6 della legge regionale 28 gennaio 2014, n.5 e s.m.i., come quantificato dal legale
rappresentante dell'Ente in sede di inoltro della richiesta di anticipazione finanziaria di cui al comma Ibis
del medesimo articolo;
b. della procedura di riequilibrio finanziario disposta dalFart. 30, comma 7 della legge regionale 28 gennaio
2014, n.5 e s.m.i.,
e. dell'impegno dell'Ente all'eventuale restituzione delle somme erogate a titolo di anticipazione della quota
del Fondo, ove eccedenti lo squilibrio finanziario accertato, con le modalità della compensazione
finanziaria a valere sui trasferimenti ordinali della Regione (ex art.6, comma 2 della legge regionale 28
gennaio 2014. n. 5 e s.m.i., ovvero ex art, 7 della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5 e s.m.i.j) (5).
Si allega:
•^ apposito prospetto (redatto in formato cartaceo ed elettronico .xls) nel quale risultano riportati:
a) i dati di ogni singolo lavoratore ricompreso tra i soggetti di cui alle leggi regionali n.85/95__e nj_6/06, con
l'indicazione:
-
dell'entità
del contributo
erogato
dal
Dipartimento regionale
del lavoro,
dell'impiego,
dell'orientamento, dei servizi e delle attività formative alla data del 31 dicembre 2013 (6);
-
della data di scadenza contrattuale;
della data di scadenza dell'eventuale proroga già concessa, anche ai sensi della normativa previgente;
b) i dati di ogni singolo lavoratore ricompreso tra i soggetti di cui alle leggi regionali n.21/03 e n.27/07, con
l'indicazione:
-
della data di scadenza contrattuale;
-
della data di scadenza dell'eventuale proroga già concessa, anche ai sensi della normativa previgente;
;ale rappresentante
(1) Generalità del legale rappresentante dell'Ente (Nome e Cognome);
(2) Qualità rappresentata (Sindaco, Commissario Straordinanrio, ecc...),
(3) Ente rappresentato (enti locali indicati all'art 2, comma 1 del TUEL approvato con D.Lgs 18 agosto 2000. n.267);
(4) Importo stimato relativo alle Decorrenze dell'anno 2014, il cui importo non deve risultare superiore alle somme erogate dalla Regione
con riferimento all'anno 2013;
(5) Da dichiarare in relazione alla tipologia dell'Ente.
(6) La sommatoria dell'entità dei contributi indicati dovrà coincidere con l'importo complessivamente erogato dall'Amministrazione
regionale nell'anno 2013.
Assume la Presidenza, il Presidente Sig. Giuseppe Di Verde.
Ai sensi dell'art.184, comma 4° , dell'Ordinamento Regionale degli EE.LL vengono scelti tre
scrutatori nelle persone dei Consiglieri Giurintano, La Corte, Pica.
Partecipa il Segretario Generale, Dott. E. Sunseri.
Sono presenti gli Assessori Lo Coco e Russo.
E' presente il Dott. Polizzotto quale componente del Collegio dei Revisori.
La seduta è pubblica .
Si assenta il Presidente Di Verde e presiede il Vice Presidente Gelsomino.
L'Assessore Lo Coco prende la parola relazionando sulla proposta in oggetto..
Il Consigliere Barna relaziona sulla proposta ed illustra il parere favorevole espresso dalla 11°
Commissione.
Il Consigliere Venturella si dichiara favorevole alla prosecuzione dell'attività lavorativa del
precariato e sottolinea che anche l'opposizione deve assumersi le proprie responsabilità
II Consigliere Costantini afferma che l'Amministrazione ha chiamato i Consiglieri ad una presa
d'atto e che la Regione chiede un quadro sintetico della situazione. I precari costeranno
all'Amministrazione circa Euro 700.000,00 Per il momento il loro costo è minore poiché !'80% è
pagato dalla Regione, in seguito, nella fase della stabilizzazione, la Regione si farà carico del 40%,
mentre il 60% sarà a carico del Comune. Il consigliere si
chiede, a questo punto, dove
l'Amministrazione reperirà tali somme.
Rientra in aula il Presidente Di Verde
II Consigliere Romanotto constata che davanti a proposte così importanti il Sindaco è assente.
Sono presenti gli Assessori Lo Coco Giuseppe e Russo, ma la parte politica, quella che i cittadini
hanno votato, manca. Puntualizza che, in situazioni simili ,la presenza del Vice Sindaco, no n
nominato, avrebbe potuto sostituire politicamente il Sindaco . La Regione, afferma il Consigliere
Romanotto, comunica al Comune che diminuirà la dote finanziaria ed egli avrebbe voluto chiedere
al Sindaco dove reperirà Euro 700.00,00 che servono .
Il Consigliere Gelsomino risponde che il Sindaco non è presente in quanto ha altri problemi,
altrettanto importanti, e che l'Amministrazione Comunale garantisce la presenza degli Assessori
per dare le risposte al Consiglio.
Si procede alla votazione, per appello nominale, e si registra il seguente esito proclamato dal
Presidente:
Consiglieri presenti n. 20.
Voti favorevoli n.20 (Barna, Costantini, Cucchiara, Di Benedetto, Di Verde, Gelsomino, Giannette,
Giuliano, Giurintano, Intravaia Salvatore, La Corte, Li Causi, Lo Coco Giuseppe, Lo Coco Marco,
Naimi, Pincione, Romanotto,Russo, Terzo, Venturella }
IL CONSIGLIO COMUNALE
Valutato l'esito della votazione
DELIBERA
Approvare la superiore proposta deliberativa, così come emendata
Esce dall'aula il Consigliere Rincione.
Il Presidente comunica il ritiro dei punti 6 e 7 dell' o.d.g.
COMUNE DI MONREALE
( Provincia di Palermo)
Verbale n. 15
II COMMISSIONE CONSILIARE
II giorno 27/08/2014 alle ore 11.34 presso i locali di Villa Savoia si è riunita, su
convocazione del Presidente, la II Commissione Consiliare al fine di trattare i
seguenti punti ali' O.d.G:
- Proroga contratti a tempo determinato e parziale anno 2014.
- Approvazione Regolamento per la disciplina dell'Imposta Unica Comunale (
IUC).
- Tributo per i Servizi Indivisibili ( TASI). Approvazione aliquote e detrazioni
anno 2014.
Il Consigliere Gullo nella qualità di capogruppo dì Alternativa Civica in assenza del
Presidente e Vice Presidente assume la presidenza essendo il consigliere più anziano
per età.
Sono presenti i Consigliere Costantini, Di Benedetto, Vittorino, e Gullo.
Assiste con funzioni di segretaria la Sig.ra Lucia Russo.
Il Consigliere Li Causi entra in Commissione alle ore 11.40.
Il Presidente, constatata la presenza del numero legale, dichiara aperta la
commissione.
Il Consigliere Costantini,prima di iniziare la trattazione dei punti all'o.d.g. desidera
conoscere l'ordine di arrivo delle lettere di trasmissione degli argomenti da trattare.
La segretaria da risposta al Consigliere Costantini.
Il presidente prende in esame la trattazione del primo punto in premessa citato, la
proroga dei contratti a tempo determinato.
Si inizia a parlare della problematica dei precari.
Il Consigliere Vittorino comunica ai Consigliere che, prima di entrare nel periodo
delle ferie si è attivato a chiedere dei chiarimenti alla Dott.ssa Curcio quale Dirigente
dell'area A.P.G.R.U.
Il Consigliere Costantini puntualizza che occorre conoscere anche il parere del
Collegio dei Revisori.
Il Presidente Gullo dichiara che la stabilizzazione si muove entro dei paletti rigidi ed
il metodo è discrezionale nell'atto dell'assunzione.
Il Consigliere Vittorino vuole capire se nel Bilancio di previsione vi è disequilibrio o
meno per attivare la stabilizzazione.
Il Consigliere Gullo ribadisce che ci sono dei parametri molto stretti.
La Commissione, dopo ampia discussione, esprime PARERE FAVOREVOLE alla
proroga dei contratti a tempo determinato e parziale anno 2014.
Il Consigliere Costantini puntualizza che questo parere di fatto è una presa d'atto.
Alle ore 11.55 entra in Commissione il Consigliere Lo Coco.
La commissione inizia a trattare il secondo punto " Tributo per i servizi indivisibili TASI-. Approvazione aliquote e detrazioni anno 2014.
La Commissione, nella figura del Consigliere Vittorino, inizia a prenderne visione
leggendo il Regolamento.
Dopo la lettura, il Consigliere Lo Coco fa un appunto sugli Enti di Culto che non
devono essere esentati dal pagare il tributo per quei locali utilizzati non a scopo di
culto.
Il Consigliere Vittorino risponde che dal Regolamento si evince che gli Enti di Culto
devono pagare il tributo.
Il Consigliere Costantini dice che bisogna acquisire il limite tra la TASI e l'IMU che
non può superare 1' 11,4 per mille.
Il Consigliere Lo Coco afferma che per la seconda casa non si deve aggiungere nulla.
Dopo una prima trattazione dell'argomento, la Commissione, all'unanimità decide di
invitare il Responsabile del Procedimento Dott. Ettore Sunseri per mercoledì 03
settembre 2014 alle ore 10.00 presso il Savoia per chiarimenti in merito alle tabelle
delle aliquote attualmente in vigore per il pagamento dei tributi.
Il Consigliere Costantini fa un appunto dicendo che nella IUC ,il provvedimento
TARI è simile alla TASI per cui, conclude, entrambi i provvedimenti sono la
medesima cosa.
La Commissione, dopo avere dato lettura del provvedimento riguardante la TASI ,
inizia a leggere il provvedimento riguardante l'Imposta Unica Comunale ( IUC).
Il Presidente decide, data la complessità della trattazione, e dopo l'approvazione
all'unanimità, di riunirsi con la I Commissione per farne una congiunta, avente come
trattazione l'Imposta Unica Comunale.
Il Consigliere Costantini puntualizza che non ci sono i tempi prestabiliti dal
regolamento per la convocazione della commissione congiunta.
Il Consigliere Li Causi risponde che se il Presidente della I Commissione non ha
difficoltà la commissione congiunta può essere fatta.
Il Presidente Gullo chiede ai presenti se c'è all'interno della commissione la volontà
di confrontarsi con la I commissione.
I componenti, a larga maggioranza, rispondono di si.
II Presidente, quindi dichiara che la seduta viene aggiornata a Venerdì 29 agosto e.m.
alle ore 13.00 presso la Presidenza del Consiglio per continuare la disamina della
IUC, dando per avvisati i presenti in conformità a quanto avviene per le sedute del
Consiglio Comunale e dando comunicazione per via e-mail agli assenti, e
comunicazione per le vie brevi al Presidente della I Commissione per una trattazione
congiunta dell'argomento IUC.
Il Consigliere Costantini non ritiene legittima la convocazione per la giornata di
venerdì e non si ritiene formalmente convocato perché ciò è in contrasto con l'art. 57
del Regolamento Comunale.
Il Presidente risponde al Consigliere Costantini asserendo che la convocazione fatta
per le ore 13.00 del venerdì rispetta in loto quanto previsto nell'art. 57 che così recita
" Le Commissioni vengono convocate ogni qualvolta occorre, e almeno una volta al
mese con 48 ore di preavviso, dai rispettivi Presidenti, qualora vi siano proposte
deliberative, da inserire all'o.d.g. sulle quali sia necessario acquisire il prescritto
parere e/o anche per consultazione, studio e proposte sulle materie di competenza di
ogni singola Commissione. All'atto dell'invito per la convocazione, da diramarsi con
nota, anche con posta elettronica, da notìficare agli interessati, viene trasmesso
l'elenco delle proposte deliberative, sulle quali le medesime Commissioni debbono
esprimere il parere "
Alle ore 13.00 lascia la seduta il Consigliere Di Benedetto.
Alle ore 13.05 il Presidente dichiara chiusa la Commissione.
I Componenti della II Commissione:
II Presidente F.to Dott. Gullo Salvatore
II Consigliere Comunale F.to Vittorino Girolamo
II Consigliere Comunale F.to Li Causi Rosario
II Consigliere Comunale F.to Lo Coco Giuseppe
II Consigliere Comunale F.to Di Benedetto Aurelia
II Consigliere Comunale F.to Costantini Fabio
La Segretaria
F.to Lucia Russo
IL PRESIDENTE II COMMISSIONE
F.to Dott. Gullo Salvatore
COMUNE DI MONREALE
PROVINCIA DI PALERMO
II Collegio dei Revisori
Oggetto: PARERE
II Collegio dei Revisori, nominato in data 21 luglio 2013 con deliberazione del Consiglio
Comunale n. 42/1.E.
composto dal:
Dott. Alessandro Polizzotto - Presidente,
Dott. Vittorio Di Salvo - Componente,
Dott. Pietro Siragusa- Componente.
Vista la richiesta del 25 agosto 2014 della Presidenza del Consiglio Comunale ricevuta in
pari data della seguente proposta deliberativa :
1. Proroga dei contratti a tempo determinato e parziale anno 2014. Presa d'atto
dell'ammontare presuntivo dello squilibrio finanziario in dipendenza dell'abrogazione
di norme recata dall'art. 30, comma 6, della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5.
Presa d'atto del ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario disposta dall'art. 30,
comma 7, della legge regionale 28 gennaio 2014, n. 5. Presa d'atto dell'impegno
all'eventuale restituzione delle somme erogate a titolo di anticipazione della quota di
fondo, ove eccedente lo squilibrio finanziario accertato, con la modalità della
compensazione finanziaria;
Visti i pareri favorevoli di regolarità tecnica e contabile espressi dai rispettivi dirigenti di
area,
considerato che
il Comune di Monreale ha attivato la procedura di riequilibrio economico-fin anziano
pluriennale ex art. 243 bis del decreto legislativo n. 267 /2000 ancorché la stessa
procedura non è stata ancora validata dagli Organi competenti;
visto il. d.lgs 267/2000,
ESPRIME
parere favorevole alle proposta sopra evidenziata specificando che ove dovesse venir meno il
contributo anche in misura percentuale, tale fattispecie determinerebbe la lievitazione della
spesa del personale - in contrasto con le norme che regolano i principi per gli enti che
hanno attivato la procedura di riequilìbrio economico-finanziario
pluriennale ex art. 243
bis del decreto legislativo n. 267/2000 con la conseguente dichiarazione di dissesto
dell'ente.
Palermo 3 settembre 2014
II Collegio dei
f.to Dott. Alessandro Polizzotto - Presidente,
f.to Dott. Vittorio Di Salvo - Componente,
f.to Dott. Pietro Siragusa- Componente.
Letto e sottoscritto
II Presidente
- F.to: Sig. G. Di Verde
II Cons. Anziano - F.to: R. Giannette
II Segr. Gen.le- F.to: Dott E.Sunseri
Pubblicata all'Albo Comunale dal giorno"? S SET. 20Hai 3 p ^i 9Q1-
II Messo Comunale - F.tq^
E' copia conforme all'originale, per uso amministrativo.
Monreale, lì
II Segr. Gen.le -
CITTA' DI M O N R E A L E
Provincia di Palermo
VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
COPIA
N. 60
OGGETTO : Ordine del Giorno sollecito messa in funzione dell'ufficio del
Diversabili. Aggiornamento seduta.
L'anno duemilaquattordici
seguenti
il giorno 9 del mese di
Settembre
Garante dei
, alle ore 10.05 e
, nella Sala Biagio Giordano del Complesso Monumentale Guglielmo 11° di questo
Comune, nella seduta di prosecuzione risultano presenti:
CONSIGLIERI
CONSIGLIERI
1
Barna
Francesco
P
16
Li Causi
Rosario
P
2
Costantini
Fabio
P
17
Lo Coco
Giuseppe
P
3
Cucchiara
Gina
P
18
Lo Coco
Marco
P
4
Davi
Ignazio
19
Naimi
Paola
P
5
Di Benedetto
Aurelia
P
20
Pica
Rosa
A
6
Di Verde
Giuseppe
P
21
Quadrante
Manuela
A
7
Gelsomino
Bartolomeo
P
22
Rincione
Giorgio
P
8
Giannette
Rosanna
P
23
Romanotto
Giuseppe
P
9
Giuliano
Antonella
P
24
Russo
Sandro
P
10
Giurintano
Filippo
P
25
Sanfilippo
Chiara
11
Cullo
Salvatore
A
26
Terzo
Silvio
12
Guzzo
Giuseppe
A
27
Valerio
Girolamo
13
Intravaia
Marco
A
28
Venturella
Angelo
14
Intravaia
Salvatore
P
29
Viola
15
La Corte
Giuseppe
P
30
Vittorino
Valerla
Girolamo
A
Per complessivi n.20 presenti e n.10 assenti.
Assume la Presidenza, il Presidente Sig.Giuseppe di Verde.
A
P
A
P
A
A
7
v^\TO
u
Partecipa il Segretario Generale, Dott. Ettore Sunseri.
La seduta è pubblica .
Si da atto della presenza degli Assessori Lo Coco e Russo e del presidente del Collegio dei Revisori,
Dott. Alessandro Polizzotto.
Il Consigliere Giuliano illustra l'ordine del giorno.
Il Consigliere Romanotto, vista l'importanza
dell'Assessore competente
dell'ordine
propone l'aggiornamento
del giorno, constatata
l'assenza
della seduta di Consiglio Comunale al
giorno 16 Settembre 2014 alle ore 9.30, alla presenza dell'Assessore Cangemi.
Il Presidente pone in votazione la proposta, per appello nominale, registrando il seguente esito,
proclamato dal Presidente:
Consiglieri presenti n.19
Voti contrari n.4 ( Cucchiara, Di Benedetto, Gelsomino, Giannette}
Voti favorevoli n.14
(Barna, Costantini, Giuliano, Intravaia Marco, La Corte, Li Causi, Lo Coco
Marco, Naimi, Pica, Romanotto, Russo, Sanfilippo, Terzo, Venturella).
Astenuti: n.l
II CONSIGLIO COMUNALE
Valutato l'esito della votaziona , proclamato dal Presidente;
DELIBERA
Aggiornare la seduta consiliare a martedì 16 settembre 2014 alle ore 9.30.
Letto e sottoscritto
II Presidente - F.to Sig. G. Di Verde
II Consigliere Anziano - F.to Arch. R. Giannette
II Segr. Gen.le - F.to Dott. E. Sunseri
Pubblicata all'albo comunale dal
1 C SET, 20U
Monreale, lì 1 G SET, 20U
II Messo Comunale
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 487 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content