close

Enter

Log in using OpenID

Bilancio Sociale 2013 - Associazione Progetto Sorriso

embedDownload
2013
Bilancio Sociale
………… quando i numeri sono accompagnati
dalla descrizione di un cammino.
Un cammino percorso da volontari e condiviso
da genitori, bambini e stakeholder dove si
incrociano vite, aspirazioni, sogni ed esperienze
diverse ma accomunate dalla stessa vision e dalla
stessa determinazione per raggiungere la meta.
Associazione Progetto Sorriso
via molino di sopra, 24
37054 Nogara, Verona
PRESENTAZIONE
Il Bilancio Sociale, nell’Associazione Progetto Sorriso, è diventato da
diversi anni un appuntamento molto atteso da tutti i volontari,
benefattori, enti pubblici e privati ed in genere da tutti gli stakeholder,
per comprendere meglio tutto
quello che sta dietro ai numeri di
un
impersonale
bilancio
finanziario.
Rendicontare nel dettaglio
l’andamento dell’Associazione,
l’impiego delle risorse umane ed
economiche, il raggiungimento
degli obiettivi programmati, le
metodologie di lavoro, la visione
dei programmi futuri e della
direzione
tracciata
o
da
intraprendere, permette di capire
aspetti dove tutti gli stakeholder,
secondo le personali esperienze
dirette, possono riconoscere il
proprio contributo prestato al progresso ed ai traguardi dell’Associazione
Progetto Sorriso.
Il Bilancio Sociale però, nell’Associazione Progetto Sorriso, non è
solamente un’opportunità indispensabile di feedback e coinvolgimento
dei propri stakeholder, ma è sentito anche come un modo doveroso per
manifestare pubblicamente a quanti sostengono in qualsiasi modo
l’Associazione, il rispetto e la riconoscenza sia dell’Organizzazione che
dei beneficiari finali dell’azione dell’Associazione.
In questa edizione del Bilancio Sociale, si è cercato di fare uno sforzo
ulteriore per renderlo ancora più comprensibile, sfoltendolo da una mole
di dati talvolta difficili da mettere in relazione fra loro, ma nel contempo
sintetizzando la loro elaborazione finale senza comprometterne la
completezza.
La nostra Associazione aderisce a
Merita Fiducia è un marchio etico
regionale dedicato alle organizzazioni
di volontariato con sede nelle
provincie di Verona e Rovigo. Il
registro on line del marchio è
consultabile
sul
sito
www.meritafiducia.it.
Aderendo al marchio abbiamo
accettato di:
 adattare il sistema di lavoro e
rendicontazione agli standard del
marchio e secondo le indicazioni
regionali, consultabili sul sito;
 garantire
la
pubblicazione
annuale dei documenti contabili
e di rendicontazione aggiornati;
 accettare
una
valutazione
esterna a opera di un comitato
indipendente.
Il livello di certificazione assegnato
dal 2009 all’Associazione Progetto
Sorriso è il Merita Fiducia +plus.
A tutti quanti remano con passione e dedizione in questa splendida
squadra, volontari attivi e simpatizzanti, benefattori e sostenitori, un
sentito grazie.
Non ultimo, un grandissimo grazie a tutti i “nostri” bambini ed ai
loro genitori per i loro sorrisi meravigliosi e i loro sguardi riconoscenti,
unici scopo e ricompensa del nostro agire.
Claudio Scarmagnani
Presidente
Pagina 2 di 17
I contenuti del presente elaborato si
intendono a carattere riservato e ad
uso interno dell’Associazione
Progetto Sorriso di Nogara. Non è
ammessa la divulgazione ad estranei
all’Associazione e non sono
ammesse copie anche parziali del
documento se non espressamente
autorizzate dall’Associazione.
INDICE
Presentazione
Merita Fiducia
Indice
I principi di redazione della Rendicontazione Sociale
La nostra associazione
Presentazione e Missione – Perché l’Associazione –
Modalità d’azione
Una storia: la nostra
Come è la situazione intorno a noi
Il progetto continua: mattone dopo mattone…..
I servizi erogati
I bisogni sociali a quali rispondiamo
I dati sui servizi erogati all’utenza nel 2013
I progetti di solidarietà
I progetti di Solidarietà realizzati nel 2013
Volontariato e territorio
Il servizio di Comicoterapia
I risultati del servizio 2013
Misurare il capitale sociale: la Formazione
Governo e risorse umane
Il Comitato Esecutivo - Il Collegio dei Revisori dei Conti L’Assemblea
Lavoro in rete sul territorio
La rete dei Volontari
I Soci
Misurare il capitale sociale: I Volontari
L’impegno dei Volontari
La dimensione finanziaria/economica
Le raccolte fondi
Le fonti d’entrata: Come e dove abbiamo lavorato?
La gestione delle risorse economiche
Le fonti d’entrata: ma quanto produce il nostro lavoro?
Come riesce a stare in piedi la nostra Associazione?
Le nostre Entrate
Le Uscite – La Liquidità di fine esercizio
I Costi della gratuità: Quali sono i Costi?
La Comunicazione
Il nostro sito – Il nostro rapporto con i donatori
Comunicare: I nostri strumenti
I progetti e gli obiettivi futuri
Realizzare: I nostri progetti
Conclusioni
Punti di forza – Obiettivi di miglioramento
Verificare: Tiriamo le somme
I principi di redazione della
“Rendicontazione Sociale”
2
5
Nella stesura di questa piccola
rendicontazione abbiamo tentato di
lavorare con coerenza informativa
facendo riferimento ad alcuni principi
comunemente
riconosciuti,
in
particolare alle “Linee Guida per la
Redazione del Bilancio Sociale delle
Organizzazioni Non Profit”(pubblicate
nel 2010 dall’Agenzia per le Onlus).
5
CHIAREZZA: esprimere le informazioni
in modo chiaro e comprensibile.
3
4
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
COMPLETEZZA:
identificare
gli
stakeholder che influenzano e/o sono
influenzati
dall’organizzazione e
inserire tutte le informazioni ritenute
utili per consentire a tali stakeholder di
valutare i risultati sociali, economici e
ambientali dell’Organizzazione.
INCLUSIONE: coinvolgere
tutti gli
stakeholder rilevanti per assicurare che
il processo e il contenuto del Bilancio
Sociale rispondano alle loro ragionevoli
aspettative e/o esigenze.
RILEVANZA: rendicontare le attività che
riflettono gli impatti significativi
economici, sociali e ambientali, o che
potrebbero influenzare in modo
sostanziale le valutazioni e le decisioni
degli stakeholder, motivando eventuali
esclusioni o limitazioni delle attività
rendicontate.
PERIODICITA’: la rendicontazione deve
essere periodica, sistematica e
tempestiva.
TRASPARENZA: rendere chiaro il
procedimento logico di rilevazione e
classificazione delle informazioni; le
eventuali stime o valutazioni soggettive
effettuate devono essere fondate su
ipotesi esplicite e coerenti.
VERIDICITA':
fornire
informazioni
veritiere e verificabili, riguardanti gli
aspetti sia positivi sia negativi della
gestione.

Questo simbolo nel testo,
segnala gli indicatori di performance
esaminati dal Comitato Esecutivo.
.
Pagina 3 di 17
Una storia: la nostra
LA NOSTRA ASSOCIAZIONE
a. Presentazione e Missione.
L'Associazione Progetto Sorriso, in seguito “Associazione”, è una
Organizzazione di Volontariato liberamente costituita nel 1996 su iniziativa
di un gruppo di genitori che hanno vissuto l’esperienza di un figlio affetto
da grave malattia.
L’Associazione svolge le propria attività in ambito Socio-Sanitario come
individuato dall’allegato “C” del Dgr n. 4314 del 29/12/2009 e ha come
finalità esclusiva quella di promuovere tutte le iniziative possibili a
favore dei bambini affetti da patologie gravi e delle loro famiglie. In
genere, queste patologie rientrano nella categoria delle malattie rare.
L’Unione Europea ha stabilito che una malattia è da considerarsi rara
quando la sua incidenza è inferiore allo 0,5 0/00.
Possono aderire all’Associazione solamente le persone fisiche e le
attività vengono svolte esclusivamente da Volontari. L’adesione
all’Associazione non conferisce un diritto a ricevere aiuti o trattamenti
di favore.
“17 anni” di storia
La partenza
12 soci fondatori.
L’Associazione è un organismo di
primo livello ed è quindi dotata di
completa autonomia sotto ogni
profilo.
I primi passi e le tappe
principali
L’Associazione Progetto Sorriso, è l’unica organizzazione di
volontariato della Provincia di Verona iscritta al Registro Regionale a
svolgere contemporaneamente attività di Comicoterapia in modo
regolare, attività di sostegno alle famiglie di bambini ammalati e a
realizzare progetti d’intervento sulle strutture, attrezzature ed
apparecchiature dei Reparti Pediatrici.
1996
b. Perché l’Associazione.
Aiutare i genitori di bambini affetti da malattie gravi ed i loro bambini
partendo da esperienze dirette vissute da soci dell’Associazione e
condividendo i problemi e le emozioni che comportano queste malattie
pediatriche.
Gli obiettivi principali dell’Associazione comprendono aspetti come
l’indirizzare i bambini presso i centri specializzati per una corretta diagnosi
precoce ed una terapia appropriata, il sostegno psicologico e finanziario
prima, durante e dopo i ricoveri ospedalieri, la realizzazione di strutture
sanitarie accoglienti a misura di bambino e di genitore, la dotazione dei
centri di diagnosi e cura di apparecchiature ed attrezzature d’avanguardia.
•Iscrizione al Registro
Regionale al nr. VR0292
•Primo progetto di
solidarietà realizzato
c. Modalità d’azione.
L’Associazione ha recepito la Carta dei Valori del Volontariato e tutte
le attività dei Volontari si ispirano ai contenuti e allo spirito di questo
documento.
Per il servizio di Comicoterapia, l’agire dei volontari è regolamentato da
specifiche procedure interne.
Pur non aderendo per limitato volume di affari all’Istituto Italiano della
Donazione, l’Associazione osserva i criteri della Carta della Donazione,
primo codice italiano di autoregolamentazione per la raccolta e l’utilizzo
dei fondi nel non profit.
Nelle raccolte fonti, l’Associazione oltre a ottemperare a quanto
previsto dalla legislazione cogente, fa riferimento alle Linee guida per la
raccolta dei fondi emesse dall’Agenzia per le ONLUS.
•Inizio servizio di
Comicoterapia
•Adozione sistema HACCP
Pagina 4 di 17
1999
•Iscrizione al Registro
Provinciale al nr. 118
2000
2001
•Attivazione sito Web
2002
•€.100'000,00 di progetti di
solidarietà realizzati
•Recepimento Carta dei
Valori del Volontariato
Il Progetto continua
Mattone dopo mattone,
le tappe fino a oggi
LA NOSTRA ASSOCIAZIONE
Come è la situazione intorno a noi?
In un periodo di crisi che si protrae ormai da qualche anno mettendo
alla prova le risorse economiche ed umane dell’Associazione, le
difficoltà economiche sempre maggiori dell’utenza, i bambini colpiti da
malattia in costante aumento e le differenze culturali sempre più
diffuse, stimolano l’adozione di nuove strategie, più adeguate, più
efficaci ed efficienti. L’Associazione Progetto Sorriso, in un panorama di
generale difficoltà, ha mantenuto sostanzialmente trend positivi per i
propri indicatori più significativi sia per gli aspetti qualitativi che per
quelli quantitativi dei servizi offerti.
2006
•Acquisto sede operativa
2007
•Superamento 500
ore/anno del servizio di
Comicoterapia
I SERVIZI EROGATI
I bisogni sociali ai quali rispondiamo.
aiuto diretto alle famiglie con bambini ammalati
2008
donazione di apparecchiature mediche a ospedali
•Attivazione sito Web su
dominio autonomo
2009
donazione attrezzature e giocattoli a ospedali
•Cerificazione Merita
Fiducia +plus
•Sistema qualità integrato
servizio di Comicoterapia nei Reparti Pediatrici del
Policlinico B.go Roma Verona
supporto a famiglie con bambini ammalati senza
esborso economico
2010
•€. 200'000,00 di progetti di
solidarietà realizzati
2011
I dati sui servizi erogati all’utenza nel 2013.
Ore di servizio
per assistenza
bambini senza
esborso
economico
10
Ore di servizio
realizzazione
progetti di
solidarietà
34
Ore di servizio
Comicoterapia
831
Il servizio
generato dai
volontari
935 ore

Aumento del 8,2% rispetto al 2012.
Pagina 5 di 17
Ore di servizio
organizzazione
progetti e analisi
dei bisogni
60
•Attivazione Facebook e
Twitter
2012
•Attivazione raccolta fondi
on-line "il Mio Dono"
•Superamento 800
ore/anno Comicoterapia
2013
• oltre €. 400'000,00 di
progetti di Solidarietà
realizzati
•Premio all'Impegno
d'Impresa per il Bene
Comune, Festival DSC
Volontariato e territorio
Le necessità del
territorio
I PROGETTI DI SOLIDARIETA’
Totale progetti di solidarietà realizzati 1996-2013: €. 409'347,59.
Progetti Solidarietà 1996-2013
Donazioni a bambini per
interventi cure, protesi, ecc
7%
Donazioni a altre
organizzazioni/associazioni
34%
Donazione attrezzature,
arredi, giocattoli a ospedali
48%
45%
I reparti pediatrici del Policlinico
“G. B. Rossi” di Verona visitati dai
nostri Clown di corsia
14%
Donazioni apparecchiature
mediche a ospedali
I progetti di Solidarietà realizzati nel 2013: €. 48'093,14.

L’obiettivo
indicato
dall’Assemblea
dell’Associazione
e
formalizzato nel Bilancio Preventivo 2013, per quanto riguarda
l’ammontare dei progetti di Solidarietà, era di €. 29’128,76 ed è stato
superato del 65% pur non intaccando l’ammontare dell’avanzo di
gestione che, anzi ha registrato un leggero aumento.
Camilla Ruffo:
€. 41'100,00
Matheus De Souza:
€. 4'527,90
Materiali per Ospedale VR:
€. 1'465,24
Sostegno ad altre OdV:
€. 1'000,00
Assistenza a bambini senza
esborso economico ma con
impegno di risorse ed
energie dell’Associazione

Progetto attivo dal 2011 per sostegno cure per
grave malattia non riconosciuta.
Progetto attivo dal 2002 per interventi chirurgici
e rinnovo annuale protesi ortopediche.
Progetto “spedisci un sorriso”: cartoline da
colorare per bambini ricoverati.
ABEO Verona.
tre famiglie con altrettanti bambini ammalati
nella ricerca del centro di diagnosi, ricovero e
cura specializzato per la patologia pediatrica e
per i vari aspetti logistici correlati.
Considerando la media annuale dei progetti di Solidarietà come
obiettivo di riferimento storico, si è passati da una media del 2012 di
21’250,26 €/anno ad una media di 22’741,53 €/anno con un aumento
del 7%.
Pagina 6 di 17
Neuropsichiatria infantile, 6
posti letto;
Pediatria, Gastroenterologia,
a
a
lattanti 2 e 3 Infanzia,
Endocrinologia Pediatrica, 20
posti letto;
Pediatria D.H., 3 posti letto;
Chirurgia Pediatrica, 9 posti
letto;
Oncoematologia Pediatrica, 9
posti letto, D.H. 2 posti letto
Il servizio di Comicoterapia nel
2013 in numeri
Date totali effettuate: 67
Ore di Servizio Totali: 831
Oncoematologia
Pediatrica:
607,5 ore, 73,1% del totale
Clinica Pediatrica: 214 ore
Chirurgia Pediatrica e ORL: 9,5
ore
Clown-dottori coinvolti: 38
Di cui 10 Tirocinanti Clowndottori
Gruppi dei Clown-dottori: 6
Anzianità media di servizio dei
Clown-dottori: 3 anni
I 10 Clown-dottori Tirocinanti,
completato
il
corso
di
formazione, hanno iniziato il
servizio semestrale in Clinica
Pediatrica nel dicembre 2013
(Santa Lucia) seguiti dal Tutor.
Organigramma: 1 Coordinatore
generale, 6 Referenti (uno per
ogni gruppo).
Misurare il capitale sociale
La Formazione
IL SERVIZIO DI COMICOTERAPIA
Numero di ore del servizio di Comicoterapia 2007-2013.

La formazione dei
Clown-dottori
900
Aumento delle ore
800
700
di servizio totali del 3,6%
rispetto al 2012.
Aumento del 20,3% delle
ore di servizio in
Oncoematologia Pediatrica
rispetto al 2012.
600
ORL
500
CHP
400
CLP
300
OEP
100
0
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
Le date dei servizi di Comicoterapia effettuati.

Incontri di
accompagnamento
200
Tutor sul
campo
Date intervento
Aumento delle
Corso
Aspiranti
Clown dottori
80
date di servizio del 6,3%
rispetto al 2012.
70
60
50
40
Corsi 2013
30
Incontri psicologici di
accompagnamento
Corso per Aspiranti Clowndottori
Corso Igiene e Sicurezza
Corso make-up
20
10
0
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
Formazione Clown-dottori.
Nel 2013 si è introdotta una miglioria nel percorso formativo dei Clowndottori con incontri dedicati “di accompagnamento” per i Clown-dottori
già in servizio.
1. Gli Aspiranti Clown-dottori hanno partecipato al corso di
formazione interna. 11 incontri totali di cui 5 con lo Psicologo, 10
candidati.

Tutti hanno superato il test di valutazione finale. Frequenza
del corso 94,5% (+11,3% rispetto al 2012). Ore totali di
formazione 156 (+23,8% rispetto al 2012).
2. I Clown-dottori in servizio hanno partecipato a 6 incontri specifici di
cui 4 “di accompagnamento” con lo Psicologo messo a disposizione
dalla OdV ABEO Verona. 26 partecipanti.
3. Incontri aggiuntivi con Psicologo per tutti i Clown-dottori: 4 incontri
Valutazione Corso.
La valutazione dei
clown-dottori sugli
incontri su una
scala di 5.
Scala di Valutazione
1.
2.
3.
4.
5.
Scarso
Sufficiente
Buono
Molto buono
Ottimo

Giudizio finale
Aspiranti clown
- Incontri Psicologo: 4,4
(4.3 nel 2012)
- Incontri Tecnici: 4,3
(4,5 nel 2012)
5
4
3
2
Clown-dottori in servizio:
- Incontri Psicologo: 3,7
(3,3 nel 2012)
1
0
Aspiranti Clown - incontri
Psicologo
Pagina 7 di 17
La Valutazione dei corsi
Clown-dottori
Aspiranti Clown - incontri tecnici
Clown in servizio - incontri
Psicologo
Lavoro in rete sul territorio
Tessere e gestire
relazioni e progetti
GOVERNO E RISORSE UMANE
Il Comitato Esecutivo.
Nel corso del 2013 è stato rinnovato il Comitato Esecutivo alla sua
scadenza naturale. Sono stati eletti per il biennio 2013-2015 (fra
parentesi la data di prima nomina e la presenza alle riunioni nel 2013):
- Scarmagnani Claudio, Presidente (1996-100%)
- Pasotto Donata, Vicepresidente (2007-57%)
- Piccoli Lorella, Segretario (2009-100%)
- Carazza Luisa (2007-71%)
- Maselli Matteo (2013-71%)
- Scarmagnani Guglielmo (2013-79%)
- Soardo Gabriella (2013-43%).
Collaborazioni con altre OdV
Le presenze alle riunioni del C. E. nell’ultimo quadriennio
Gabriella
80
Matteo
70
Guglielmo
60
Luisa
50
Dea
40
ABEO Verona
ANAVI Verona
ASC Correzzo
ANA Zona Isolana
Noi Donne Villimpenta
AVIS Concamarise
Riccardo
30
Sabrina
20
Lorella
10
Donata
0
2010

2011
2012
2013
Claudio
Le presenze dei componenti del Comitato Esecutivo nel 2013
sono aumentate del 46%. Le riunioni del Comitato Esecutivo nel
2013 sono aumentate del 16%.
Il Collegio dei Revisori dei Conti riconfermato nel corso del 2013.
- Besutti Stefano, Coordinatore responsabile,
- Pasotto Giancarlo
- Roveri Roberto
Collaborazioni con altre
Organizzazioni
Scuola di danza Petit Rats
Scuola di ballo Tropical Style
Scuola di ballo Stelle Azzurre
Tennis Club Nogara
E’ impegnativo dirigere
l’Associazione?
3
Assemblee
L’Assemblea.
Tutte le politiche d’indirizzo e di spesa, nonché le decisioni riguardanti
sia i progetti di solidarietà che quelli riguardanti il patrimonio
dell’Associazione, sono decise dall’Assemblea. Nel 2013 sono state
tenute tre Assemblee come nel 2012 con una partecipazione
soddisfacente. Il nuovo Comitato Esecutivo insediato ha implementato
nuove strategie per aumentare la partecipazione degli Associati ed il
loro coinvolgimento.
Pagina 8 di 17
2 riunioni
generali
Clown-dottori
14 riunioni del
Comitato Esecutivo
Misurare il capitale sociale
I Volontari
LA RETE DEI VOLONTARI
Il motore dell’Associazione
I Soci.
Tutte le attività dell’Associazione vengono pianificate, organizzate, gestite
e realizzate da volontari. Le raccolte fondi, la formazione interna,
l’organizzazione di eventi, la partecipazione a convegni in qualità di
relatori, il servizio di Comicoterapia, le iniziative di informazione e
sensibilizzazione sono le attività principali svolte dai Volontari
dell’Associazione.
Turn-over dei Volontari
mancati rinnovi 34
nuovi soci 49
(soci ritornati 21)
Età media dei
soci: 44,9 anni
le ore di
formazione in
un anno:
450 ore
Anzianità media
di appartenenza:
9,1 anni
Il Trend dei soci
La rete dei
volontari
2013
Soci
simpatizzanti:
48
Soci
Totale soci: 131
•maschi: 43
•femmine: 88
(soci junior: 9)
•Numero
•Età media
•Anzianità
Soci attivi: 83
(clown-dottori 38)
Nel 2013 si è riscontrata un’inversione di tendenza degli indicatori relativi
al numero dei soci e alla loro età media. Questo ci incoraggia a proseguire
con le strategie adottate dal nuovo Comitato Esecutivo.
2012
2013
•115
•46,7
•9,2
•131
•44,9
•9,1
Il sistema integrato della
qualità e sicurezza
19
procedure
interne
Numero Soci e Età media Anno 2013
Numero Soci
250
Qualità e
Sicurezza
200
23
150
moduli
37
documenti
collegati
100
Età media
46

44
42
Reclami 2013: nessuno
Azioni Preventive intraprese: 1
40
38
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
Anno

Numero Soci: +13.9%
Età media: -3,8%
Anzianità media di appartenenza: -1,0%
Pagina 9 di 17
Altre attività organizzate
per i soci nel 2013
S. Rosario.
Via Crucis.
Misurare il capitale sociale
LA RETE DEI VOLONTARI
I Volontari
L’impegno dei volontari.
Partecipazione dei Volontari
come relatori ai convegni:
L’Associazione Progetto Sorriso, in tutte le sue attività ed in tutti gli
aspetti ed adempimenti della gestione dell’organizzazione, non si avvale
di personale retribuito ma esclusivamente di Volontari.
Ore di docenza
esterna
12
Ore di servizio
raccolte fondi
411
Ore per gestione e
rendicontazione
110
Il capitale
generato
dai
volontari
Ore di docenza
interna
38
Ore di servizio
convegni e eventi
106
677ore
Numero di Volontari impegnati nelle raccolte fondi degli ultimi anni.
- XII° Premio AIF Filippo Basile
2013 per la formazione nella
P.A., il valore di un sorriso,
AOUI Verona, 04 ottobre 2013.
a
- XXI Giornata Mondiale del
Malato, 15 febbraio 2013.
- Corso ECM “Il valore di un
sorriso nella relazione di cura”,
AOUI Verona, 12 marzo e 27
maggio 2013.
- Corso ECM “Una Giornata
dedicata al Sorriso”, AOUI
Verona, 07 novembre 2013.
Sede Operativa
160
140
Altro
120
Dicembre
100
Calendari
80
Riso Nòse
60
Festa
40
Saggi
Fiori
20
0
2008

2009
2010
2011
2012
2013
Il numero dei Volontari impegnati nel 2013 nelle varie iniziative di
raccolta fondi sono aumentati del 13,7% rispetto al 2012.
Pagina 10 di 17
Anche nel 2013 la sede
operativa si è riconfermata
come
un
indispensabile
strumento per tutte le attività
dell’Associazione.
Nel 2013 sono stati fatti
interventi di manutenzione
straordinaria
con
la
sostituzione dei serramenti dei
locali seminterrati. Progetto
finanziato dal CSV di Verona.
Sulla sede operativa è ancora
attivo un mutuo ipotecario con
scadenza marzo 2016.
Le fonti d’entrata
Come e dove abbiamo
lavorato?
LA DIMENSIONE FINANZIARIA/ECONOMICA
Le raccolte fondi.
Anche nel 2013 le iniziative di attività commerciale marginale hanno
mantenuto come caratteristica predominante quella di essere strumentali
agli obiettivi di informazione e di sensibilizzazione. Pur essendo quindi
secondario l’obiettivo economico, complessivamente le raccolte fondi da
attività commerciali marginali, manifestazioni e lotterie realizzate
dall’Associazione, hanno permesso di realizzare:
Guadagno netto €. 42'776,70 – Resa Netta 88,48%.
11,52%
Spese
Guadagno
88,48%

Rispetto al 2012, a causa di minori ricavi del 13%, il guadagno
Raccolte fondi ed eventi 2013
Banchetto vendita fiori,
Saggio di danza Teatro Comunale
di Nogara,
Festa Musica per un Sorriso 18,
Lotteria, tornei tennis e calcio a 5,
a
a
8 Festa ACS Correzzo e 27 Festa
del Riso co’ le Nose,
Concorsi calendari e bigliettini
Scuole Primarie e dell’Infanzia,
Mercatino di Natale,
Autoraduno Minerbe,
Giornata per Camilla al Bar Le
Giroduo di Isola della Scala,
Vesparaduno Nazionale a cura del
Vespa Lake Club Peschiera,
Partita di calcio calciatori Ex Hellas
Verona e Amm.ne Comunale
Verona.
netto è diminuito del 15% e la resa netta è diminuita del 2,3%.
Altre iniziative di raccolta fondi
Le entrate nette delle raccolte fondi.
6%
fiori
13%
6%
25%
festa e lotteria
50%
salvadanai
eventi
calendari e Natale
Un confronto con analoghe attività svolte nel 2012 non è significativo in
quanto l’iniziativa “Adotta un Salvadanaio” non era praticamente
presente essendo stata avviata solo alla fine del 2012.
Pagina 11 di 17
Adotta un salvadanaio per Camilla.
“Un voto 100'000 aiuti concreti”
edizione Natalizia promossa da
UniCredit Banca.
“Un voto 100'000 aiuti concreti”
edizione estiva promossa da
UniCredit Banca.
Servizio donazioni on-line per
progetti promosso da Unicredit “il
Mio Dono”
Le fonti d’entrata
LA DIMENSIONE FINANZIARIA/ECONOMICA
Ma quanto produce il
nostro lavoro?
La gestione delle risorse economiche
Le Donazioni.
Come Policy gestionale, l’Associazione destina il 100%:
delle Donazioni ricevute in qualsiasi modo (detraibili, non
detraibili, cassettina offerte, banchetto, in memoria di….),
degli avanzi di gestione dell’anno precedente,
del 5x1000.
ai Progetti di Solidarietà o, se non utilizzati nell’anno corrente, vengono
accantonati nell’avanzo di gestione per i futuri progetti di Solidarietà.
La capacità di autofinanziamento
(da dove arrivano i contributi di autofinanziamento?).
Le entrate non derivanti da donazioni ma da altre fonti come da quote
associative, contributi da enti pubblici, convenzioni, attività commerciale
marginale, ecc., vengono impiegate per la realizzazione delle attività e per
il funzionamento della struttura.
Rientrano in questi costi anche tutti i materiali utilizzati dal clown-dottori
nel loro servizio (palloncini, trucchi, giochi, dolcetti di Santa Lucia…).
La quota rimanente di queste entrate, una volta coperti tutti i costi,
confluisce comunque nel fondo a disposizione dei Progetti di Solidarietà.
Il Diagramma di flusso Entrate/Uscite 2013.
(i valori in % sono riferiti al totale delle entrate)
altro
lotteria,
manifesta
zioni
contributi
enti
pubblici,
CSV
Entrate
2013
attività
comm.le
marginale
donazioni
5x1000
convenzio
ni
Su “cento” euro donati
all’Associazione, quanti ne
finiscono ai beneficiari?
ogni 100 euro
donati
ai beneficiari
ne finiscono
107,3
Quote Associative 2013
(tessere)
Le quote associative sono rimaste
invariate rispetto al 2012:
Socio €. 8,00
Socio Junior (fino a 15 anni) €. 5,00
Pagina 12 di 17
Le nostre Entrate
Quali sono state le
Entrate nel 2013?
LA DIMENSIONE FINANZIARIA/ECONOMICA
Come riesce a stare in piedi la nostra Associazione?
Uscite
€.76'743,69
Entrate
€.77'730,05
Le Entrate principali 2013
confrontate al 2012
ENTRATE
+2,74%
Quote
associative
+10,3%
Contributi per
Progetti e Attività
+27,9%
2013

Donazioni
detraibili
Rispetto al 2012 le entrate sono aumentate del 2,74%
soprattutto in virtù di un aumento delle voci d’entrata straordinarie,
relative a progetti finanziati dal CSV di Verona o a contributi da enti
pubblici, e alle entrate da una nuova iniziativa di raccolta fondi con
salvadanai. Quasi tutte le altre iniziative storiche di raccolta fondi e le
donazioni, hanno registrato invece una flessione generale. Rispetto alla
situazione di difficoltà generale del mondo no-profit, la flessione
registrata dall’Associazione è stata in parte contenuta dalle iniziative
poste in essere dal Comitato Esecutivo
Quote Associative
1,3%
Attività
Commerciali
marginali
+10,5%
Contributi CSV, Regione,
5x1000, Convenzioni
23,6%
Entrate straordinarie 2013
Proventi Manifestazioni
Spettacoli
3,9%
Attività Commerciali e
Produttive Marginali
22,3%
Interessi Bancari e altre Entrate
Quote Associative
Contributi CSV, Regione, 5x1000, Convenzioni
Proventi Manifestazioni Spettacoli
Attività Commerciali e Produttive Marginali
Contributi da Ditte e Privati
Pagina 13 di 17
+15,4%
-23,8%
Contributi da Ditte e Privati
48,7%
Le Entrate 2013 riclassificate.
Convenzioni
Altre Entrate
Entrate 2013
Interessi Bancari e altre
Entrate
0,3%
-20,8%
 Contributo dal CSV di Verona per
Progetto di Solidarietà,
 Rimborso dal Ministero della
Solidarietà Sociale ai sensi della
Legge n. 342/2000,
 Contributo della Regione del Veneto
per abbattimento delle barriere
architettoniche ai sensi della L. R.
16/2007.
I Costi della gratuità
Quali sono i Costi?
LA DIMENSIONE FINANZIARIA/ECONOMICA
Le Uscite 2013 riclassificate per area di spesa.
Ma quanto costa un volontario?
Spese 2013 riclassificate
Acquisto servizi, Assicurazioni,
Servizi e Beni di terzi, Tasse e
Ritenute Fiscali
2,2%
Beni durevoli
3,9%
Rate mutuo
14,7%
Gestione struttura
2,3%
assicurazioni
Materiali per attività
8,0%
Attività commerciale marginale
6,1%
Solidarietà
62,8%
Acquisto servizi, Assicurazioni, Servizi e Beni di terzi, Tasse e Ritenute Fiscali
Beni durevoli
Rate mutuo
Gestione struttura
Materiali per attività
Attività commerciale marginale
Solidarietà


Rispetto al 2012 le Uscite sono diminuite del 26% in termini
complessivi. Per una corretta valutazione della gestione
dell’Associazione però, è utile escludere le uscite relative a progetti
discontinui e non ripetibili come, per esempio, l’acquisto di beni
durevoli ed i progetti di solidarietà. Non considerando queste uscite, le
uscite per il funzionamento dell’Associazione e per la realizzazione di
tutte le attività di raccolta fondi, sono diminuite del 2,06%.
Convenzioni. La convenzione stipulata con l’Azienda Ospedaliera
Universitaria di Verona, copre esclusivamente i costi vivi del servizio di
Comicoterapia e cioè, i premi assicurativi dei volontari ed i materiali di
consumo.
E i rimborsi spese ai Volontari?
Pur essendo un diritto riconosciuto dalla legge, i Volontari
dell’Associazione non hanno mai chiesto rimborsi spese per i costi
sostenuti personalmente per lo svolgimento delle attività e servizi (es.
rimborso chilometrico, pasti, telefono….).
vestiario e
strumenti
per
svolgimento
servizio
costo
complessivo
volontariato
costi di
formazione
38,10 €/volontario
Nel 2013 si è completato il progetto di
dotazione dei volontari di mezzi di
protezione individuali ed ausili per lo
svolgimento
del
servizio
di
Comicoterapia in Ospedale e per lo
svolgimento delle attività commerciali
marginali. Progetto finanziato dal CSV.
Quanto costa gestire la nostra
struttura?
manutenzioni
utenze
spese
condominiali
costo struttura
€. 1480,22
(-19,4% rispetto al 2012)
Liquidità Finale 2013.

Rispetto al 2012 la liquidità finale di fine esercizio,
immediatamente disponibile per nuovi progetti di solidarietà è
aumentata del 4,7%.
Pagina 14 di 17
Comunicare
LA COMUNICAZIONE
I nostri strumenti
Il nostro sito www.sorrisonogara.it
Quali strumenti sono utilizzati
per comunicare?
Contatto diretto.
e-mail.
Sito web.
Social media Twitter e
Faccebook.
Eventi.
Visualizzatore Feed.
Pieghevole cartaceo.
Emittenti e stampa locale.
Bacheche espositive in via XXV
Aprile a Nogara e presso la sede
operativa.
Servizio on-line “il Mio Dono” di
UniCredit.
Il sito web dell’Associazione è diventato, assieme ai social media ad esso
collegati, sempre più uno strumento per informare e tenere
puntualmente aggiornati non solo gli stakeholder, ma anche i Soci
dell’Associazione. Sul sito, si possono trovare il calendario delle attività e
tutte le informazioni relative ai progetti.
Nel 2013 è stato rinnovato completamente il sito dell’Associazione con
una grafica diversa ed una struttura più funzionale all’informazione.
Progettazione e realizzazione: Cristiana Tappi.
Web-master: Matteo Maselli e Guglielmo Scarmagnani.
Amministratore: Claudio Scarmagnani
Verso la fine del 2013, è stata completata l’attivazione delle funzioni
statistiche del sito al fine di una migliore comprensione degli interessi dei
visitatori. Si sono poste le basi pertanto per uno studio degli indicatori di
efficacia relativi al sito web per l’anno 2014.
Il nostro rapporto con i donatori
Come informiamo i donatori?
Comunicazione cartacea sempre (quando noto l’indirizzo postale).
e-mail.
Documento sulla trasparenza delle raccolte fondi.
Pagina 15 di 17
Il rapporto con i Soci
Come informiamo i nostri Soci?
Sito web.
e-mail.
Bacheca espositiva cartacea.
Convocazioni Assemblea
cartacee ai soci sprovvisti di
posta elettronica.
Convegni ed eventi 2013
Giornate presso le Scuole
Secondarie Superiori di Isola
della Scala.
Giornata presso la Scuola
dell’Infanzia di Aselogna.
Trasmissione Calcio dilettanti
TeleArena,
3° Festival della Dottrina Sociale
della Chiesa.
Realizzare
I PROGETTI E GLI OBIETTIVI FUTURI
I nostri progetti
Nel 2014 verranno continuati i progetti di solidarietà per i bambini
Matheus e Camilla.
- Matheus De Souza, ritornerà in Italia per un
intervento chirurgico programmato alla mano
al fine di correggere una malformazione
congenita. Si stima una permanenza in Italia
di Matheus e un suo genitore per circa due
mesi. I costi di viaggio e sanitari saranno
interamente
coperti
dall’Associazione.
- La famiglia Ruffo avrà ancora bisogno di sostegno economico per le
cure di Camilla e, in misura inferiore, anche per la sorellina Giada.
Nel 2014 prenderà avvio definitivamente il progetto “Spedisci un Sorriso”
predisposto nel 2013. Il progetto consiste nella realizzazione di cartoline
da consegnare ai bambini, ricoverati presso il Reparto di Oncoematologia
Pediatrica e presso la Clinica Pediatrica del Policlinico Universitario “G. B.
Rossi” di Verona, a cura dei Clown-dottori dell’Associazione durante il
loro servizio di Comicoterapia.
Le cartoline disegnate/scritte dai bambini verranno imbucate dal
bambino/genitore in una cassetta della posta appositamente dedicata.
Le cartoline imbucate verranno estratte ed analizzate dallo psicologo in
servizio nel Reparto che, attraverso l’analisi e l’interpretazione del
messaggio scritto sulle cartoline o del
disegno eseguito, cercherà di ricavare
un feedback sullo stato psicologico del
bambino, sul suo trend e sull’efficacia
del servizio di comicoterapia svolto dai
clown-dottori.
Questo feedback psicologico potrà
indirizzare il personale medico e
volontario verso interventi mirati più
efficienti con tempi di reazione minimi.
La misurazione del servizio di Comicoterapia inoltre, permetterà agli
organi direttivi dell’Associazione l’adozione di indicatori di efficacia e di
outcome del servizio stesso. Tali indicatori permetteranno anche una
maggiore concretezza nella comunicazione con i vari stakeholder
dell’Associazione con benefici nelle campagne di sensibilizzazione e
raccolte fondi.
E’ prevista la pubblicazione di un rapporto sull’efficacia del progetto dopo
circa dodici mesi di attuazione in modo di avere una quantità significativa
di dati da elaborare.
Il Bilancio Preventivo 2014 prevede la realizzazione di progetti di
Solidarietà nel 2014 per un ammontare complessivo di €. 29’128,76.
Pagina 16 di 17
Progetti di Solidarietà.
Per il 2014 sono riconfermate le
disponibilità per proseguire con
tutti i servizi storicamente offerti
dall’Associazione. L’aiuto diretto
alle
famiglie
con
bambini
gravemente
ammalati
e
la
donazione ai Reparti Ospedalieri di
strumentazioni
e
attrezzature
rimangono gli ambiti prevalenti dei
nostri progetti di solidarietà come
da disposizioni statutarie.
Quale è la nostra Vision?
La richiesta sempre crescente
dell’utenza, l’impegno costante dei
volontari ed il prezioso sostegno
degli stakeholder, ci incoraggiano a
proseguire
con
maggiore
determinazione nei nostri progetti e
a non perdere mai di vista
l’obiettivo.
Merita Fiducia
Nel 2014 l’Associazione rinnoverà la
certificazione etica al marchio
Merita Fiducia e intraprenderà il
percorso
per
l’ottenimento
dell’attestato “Carte in Regola”
rilasciato dal CSV di Verona.
Verificare
CONCLUSIONI
Tiriamo le somme
Punti di forza.
L’Associazione, in virtù delle contenute dimensioni, di una struttura snella
e della completa autonomia gestionale, ha come punti identificativi
qualificanti consolidati la rapidità di risposta alle richieste dell’utenza e la
flessibilità nell’organizzazione delle raccolte fondi.
Dal punto di vista gestionale, avvalendosi esclusivamente di personale
volontario, l’Associazione può giovarsi di costi ridotti e concentrarsi
sull’auto-sostenibilità economica delle raccolte fondi con benefici sul
rendimento complessivo.
La rigorosità e la trasparenza nella conduzione e rendicontazione di tutte
le attività, sono aspetti qualificanti riconosciuti all’Associazione fin dai
suoi inizi ed il marchio etico, Merita Fiducia di livello +plus, rappresenta il
coronamento ed il riconoscimento di un percorso intrapreso e mantenuto
con convinta determinazione.
Infine, un gruppo dirigente appassionato che condivide ed è garante dei
principi ispiratori dei soci fondatori, completa una modalità di lavoro e
relazione divenuta ormai prassi consolidata e normale per tutti i soci.
Gli obiettivi di miglioramento 2014.
Il Comitato Esecutivo ha analizzato la situazione complessiva e ha
individuato gli aspetti dove l’organizzazione presenta maggiori difficoltà
e, nel contempo, maggiori margini di miglioramento.
Le aree delle risorse umane e delle raccolte fondi sono state ritenute
come quelle prioritarie sulle quali verrà concentrata maggiore attenzione.
Le strategie ed obiettivi di miglioramento individuati per queste aree, che
hanno già manifestato le prime risposte positive nel 2013, verranno
ulteriormente implementati nel 2014.
Per l’area Risorse Umane, l’obiettivo sarà quello di migliorare gli aspetti di
delega, di senso di appartenenza, reclutamento e coinvolgimento dei
Soci. Per l’area Raccolte Fondi, gli obiettivi saranno quelli di intraprendere
nuove iniziative ed ottimizzare ulteriormente quelle storiche.
Ringraziamenti.
A tutti quanti, Volontari e Stakeholder, che assieme a noi vedono nel
sorriso di un bambino ammalato o di un genitore, molto, molto di più di
una semplice espressione del volto umano;
a tutti quanti nelle forme più varie, continuano con impegno e tenacia
non solo a fare qualcosa “per”, ma soprattutto a fare qualcosa “con” i
nostri bambini e i loro genitori;
a tutti quanti, non cessando di stupirsi davanti alla meraviglia di uno
sguardo sorridente, ci aiutano a portare con professionalità e delicatezza
sorrisi, calore, solidarietà vera e fiducia nel futuro;
il nostro grande e riconoscente GRAZIE!
-
Elaborato ed approvato dal Comitato Esecutivo il 22 gennaio 2014.
Approvato dall’Assemblea il 16 febbraio 2014.
il Segretario
Lorella Piccoli
Pagina 17 di 17
il Presidente
Claudio Scarmagnani
L’anno appena concluso.
Il 2013 ha messo a prova tutta
l’Organizzazione con nuove sfide,
nuovi progetti e crescenti difficoltà
estranee
al
controllo
dell’Associazione.
Tutti gli indicatori, la maggior parte
positivi, hanno però evidenziato una
buona capacità di reazione e
flessibilità dell’Associazione in tutte
le aree come servizi offerti, risorse
umane e gestione economica.
Riconoscimenti
Nell’ambito della Terza edizione del
Festival per la Dottrina Sociale della
Chiesa, svoltosi a Verona dal 21 al
24 Novembre 2014, assieme ad
altre otto Organizzazioni italiane, è
stato consegnato all’Associazione il
Premio all’Impegno d’Impresa per il
Bene Comune.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 131 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content