close

Enter

Log in using OpenID

20140212_4694_140_Deliberazioni di G.M. n.27 e n.28_Giunta

embedDownload
COMUNE DI MONREALE
Provincia di Palermo
VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE
COPIA
N.27/IE
OGGETTO: ATTO DI CITAZIONE DEL SIG. PILLITTERI ANTONINO - NOMINA LEGALE
AVV.MELIALESSIA.
L'armo 2014, il giorno 31 del mese di GENNAIO, in Monreale nella Sala
destinata alle adunanze, si è riunita la Giunta Municipale con l'intervento dei Componenti i Signori:
Risultano presenti:
Di Matteo
Filippo
Sindaco
Sig.ra Giangreco
Rosalia
Assessore
Sig.
Cardullo
Giovanni
Assessore
Dott.
La Fiora
Giuseppe
Assessore
Aw.
Risultano assenti:
Sig.
La Corte
Giuseppe
Vice Sindaco
Dott.
Scalici
Salvatore
Assessore
Sig.
Vittorino
Girolamo
Assessore
Partecipa il Segretario Generale, Dott. E. Sunseri
Assume la Presidenza 1' Aw. Filippo Di Matteo , in qualità di Sindaco, il quale,
riconosciuta legale radunanza, dichiara aperta la seduta ed invita la Giunta a deliberare
.sull'argomento indicato in oggetto.
IL DIRIGENTE
VISTO l'Atto di Citazione, introitato al protocollo di questo Ente in data 04.11.2013 e
registrato al n°. 25886, promosso dal Sig. Pillitteri Antonino, nato a Palermo il 12.02.1980,
rappresentato, difeso ed elettivamente domiciliato presso lo studio dell' Avv. Salvino Pantuso, con
studio legale in Palermo, Via Ruggero Settimo n°. 55, con cui si cita il Comune di Monreale, in
persona del suo legale rappresentante prò-tempore, a comparire all'udienza del 28.02.2014 innanzi
al Tribunale Civile di Palermo, per ottenere il risarcimento, per l'ingiusta detersione per colpa dei
dipendenti del Comune di Monreale, per un importo di €. 25.000,00, oltre interessi legali
dall'occorso al soddisfo, spese, competenze ed onorari;
VISTA la nota prot. n°. 650 del 19.11.2013, con cui il Dirigente dell'Area Programmazione
Gestione Risorse Umane, Dott.ssa Maria Rita Curcio, relaziona in merito alla prestazione lavorativa
gratuita in favore del Comune di Monreale;
RITENUTO, pertanto, opportuno, al fine di tutelare gli interessi del Comune, costituirsi nel
giudizio avverso l'Atto di Citazione sopra citato ed affidare incarico a persona iscritta nell'elenco
dei legali, approvato con determinazione dirigenziale AIG n. 30 del 16.01.2012, nella persona
dell'Aw. Meli Alessia, nata in Monza il 17.05.1980, con studio legale in Palermo,jVia Marchese di
Villabianca, n° 9, 90143 PALERMO' codice fiscale: MLELSS80E57F704E;
VISTA la parcella proforma, sottoscritta in data 23.01.2014, che si allega, inoltrata
dall'Aw. Meli Alessia, nata in Monza il 17.05.1980, con studio legale in Palermo,iVia Marchese di
Villabianca n°.9, 90143 PALERMO, codice fiscale: MLELSS80E57F704E, con cui si comunica la
spesa per l'espletanda opera professionale è pari ad €. 1.470,00, oltre C.P.A. ,IVA ed€. 100,00 per
spese vive;
VISTO il regolamento approvato con deliberazione di G.M. n. 230 del 10.10.2012;
VISTO il D.M.n. 140/2012;
VISTO l'art. 125 del D.L.vo 163/06 e s.m.i.;
VISTA la L.R. 12/2011;
VISTO il D. L.vo n. 267/2000;
VISTO l'Ordinamento Anrm.vo degli EE.LL.;
PROPONE
Per quanto in premessa indicato:
1 - AUTORIZZARE il Sindaco a costituirsi all'udienza del 28.02.2014, , giusta atto di citazione in
premessa indicato, promosso dal Sig. Pillitteri Antonino, nato a Palermo il 12.02.1980;
2 - AFFIDARE all'Aw. Meli Alessia, nata in Monza il 17.05.1980, con studio legale in Palermo,
Via Marchese dfvillabianca n°.9, 90143 PALERMO, codice fiscale: MLELSS80E57F704E,
l'incarico di rappresentare il Comune nel presente giudizio e negli eventuali gradi successivi;
3 ~ IMPEGNARE, con successiva determinazione dirigenziale, la complessiva somma di €
1.965,13 CPA , IVA e spese vive incluse, occorrente per le spese di giudizio, all'intervento
1.01.02.03 - Gap. 1058 - denominato "Spese per liti, arbitraggi, ecc." del bilancio 2014 che con
riferimento allo stanziamento ammesso al corrispettivo capitolo del bilancio 20J-37) presenta la
necessaria disponibilità.
Monreale, lì 24.01.2014
X*
0
LA GIUNTA MUNICIPALE
VISTA la superiore proposta di deliberazione.
VESTI gli allegati pareri, espressi ai sensi dell'alt. 12 della L.R. n. 30 del 23.12.2000.
VISTO il D.Lgs. n. 267/2000.
VISTO l'Ordinamento Amministrativo degli EE.LL.
Ad unanimità di voti favorevoli, espressi a scrutinio segreto, così come proclamato
dal Sindaco
DELIBERA
APPROVARE e fare propria la superiore proposta deliberativa.
Su proposta del Sindaco
VISTA la L.R.n. 44/91,
VISTO l'Ordinamento Amministrativo degli EE.LL.
Ad unanimità di voti favorevoli, espressi per alzata di mano, così come proclamato
dal Sindaco;
DICHIARA
II presente provvedimento di IMMEDIATA ESECUZIONE, per garantire i termini
di costituzione in giudizio.
PARERI
Proposta di deliberazione della GIUNTA MUNICIPALE avente per oggetto:
ATTO DI CITAZIONE DEL SIG. PILLITTERI ANTONINO - NOMINA LEGALE
AVV. MELI ALESSIA.
Esperita l'istruttoria di competenza;
Visto l'art. 12 della L.R. n. 30 del 23.12.2000;
II Dirigente del Settore esprime parere FAVOREVOLE, in ordine alla regolarità tecnica, sulla
proposta di deliberazione sopraindicata.
Data
II Dirigente dell'Area Gestione Risorse esprime parere FAVOREVOLE, in ordine alla regolarità
contabile, sulla proposta di deliberazione sopraindicata.
Data
II Dirigente f.f.
Dott. E. Sunseri
••- "TRteUNALE CIVILE DI PALERMO
_rv-- ' ATTO DI CITAZIONE
Antonino, nato a Palermo il 12.02.1980, e. f. PLL NNN
Cai
80B12 G273K, residente
rappresentato
e
difeso
PNTSVN54R23Z6M.":,
O
ti)
in Monreale, Via Valle Paradiso n. 92,
dail'Avv.
PEC
Salvino
Pantuso,
C.F.
[email protected],
fax
CM
091326922, presso il cui studio sito in Palermo, via Ruggero Settimo, 55
l
è elettivamente domiciliato giusta procura a margine del presente atto
§
CITA
o,
I! Comune di
G)
Monreale,
in persona del Sindaco prò
tempore,
>»
O SSe»
elettivamente domiciliato per la carica in Monreale, Piazza Vittorio
cu
o
Emanuele n°8, a coi parire dinanzi il Tribunale Civile di Palermo, sez.
distacca di Monrea'o, sezione e giudice ìstruttore designandi, all'udienza
che questi terrà il gicmo 28.2.2014 ore legali, nei locali di sue ordinarie
Od
CO
sedute siti Palermo, p.zza VE. Orlando, con invito a costituirsi nei modi e
o
CS
nei termini di legge, con l'avvertimento che la costituzione oltre il
IO
suddetto termine imperierà le decadenze di cui a agli artt. 38 e 167
o"
c.p.c. e che, in manca;./a, si procederà in loro contumacia, per ivi sentire
to
accogliere le infrascr..;.e domande per la cui migliore intelligenza si
premette
TATTO E DIRITTO
li sig. PNIitteri Antoni- e slato imputato nel processo penale n.1848/07
RGNR.per i reati pp. <J:-ili artt. 110, 624 e 625 nn. 2 e 5 c.p..
A seguito di sententi • . 270/2007 (RGNR 1848/2007), emessa in data
28.06.2007 dal Tribù:1 : •:- di Cefalù, il prevenuto veniva condannato alla
i
_.-y,j ftfi et,.":!.''
C! li A U?, i«r^--- :
-".A,; P y .
^ fe# !
Procura
Delego a rappresentarci
e
difendermi
L''AV>
Salvino Pantuso in ogr
fase e grado dei present
procedimento.
La presente procu«;
estesa
ad
ogr
impugnativa,
all'esecuzione
forzati
alle
opposizior
all'esecuzione e agli ari
esecutivi.
Autorizzo i! sopra detto;
a rappresentarmi coi
pieni poteri ogni voltche sia richiesta la mi;
presenza personale.
a conciliare e transiger!
in mia vece la lite davant
a qualsicsi giudee e agi
organi di conciliazione
stragiudizìale, U.P.Lfv'i.O
compreso;
a chiamare in causa ~^-i
e/o
ad iniegrare \i rad
a farsi sostituire da altr
procuratori nelle udienze.
a rinnovare arti nuitì,
senza nuova procura;
a riassumere giudizi; •
a
nominare
sltri
procuratori;
a rilasciare in mio nome
quietanze liberatorie;
a rìnunziare all'azione e
agli atti del giudizi? e ad
accettare
le
?tesr,e
rinunzìe di parte avversa,
a integrare o ridurre i:/!'
modificare le domoi.ot.senza
necessità
ulteriore delega.
Dichiaro di aver ric^viao
le informazioni di cui ,iì
D.Lvo 196/2003 e di
avere dato i! consenso
all'uso dei miei dati
personali.
Eleggo domicilio plesso io
studio del sopra dette
Avvocato in Pslarmo, V>3
Ruggero Settimo n'SS.
E' autentica
A/v, Salvino Pantcrss---
pena eli mesi 8 di '• : isione ed euro 300,00 di multa. La predetta
sentenza d i condan: ••
veniva definitiva il 18.09.2007.
L'odierno attore ver'1,
itlavia ammesso al beneficio della sospensione
condizionale della n
!, ex artt. 163 e 165 c.p., subordinando la
sospensione stessn
• adempimento dell'obbligo di prestare attività
lavorativa non retrib'.i"•
:n
favore del Comune di Monreale, per la durata
di gg. 20,
II sig. Pillitterì periamo
/iava tale attività così come previsto.
Successivamente vri
: inoltrata richiesta al Comune di Monreale circa
l'esatto adempimeni •
: suddetto obbligo da parte dello scrivente.
I! Comune interpello
' ittavia forniva unajsrrata comunicazione circa
l'esatto adempimeti o
^obbligo da parte del Pilìitteri, segnalando la
sua assenza, allori! ;
) io stesso invece si trovava regolarmente a!
proprio posto.
In forza della e irai;
illazione, il Giudice Monocratico di Cefalù, in
qualità di Giudice ci'.' i
:CLuione, revocava i! beneficio di cui all'ari. 163
c.p. e con succes>:
provvedimento n. 217 SIEP del 18.12.2008,
l'Ufficio Esecuzioni •
^rocura dcila Repubblica presso il Tribunale di
Tèrmini Imerese u •
evo la revoca dei decreto di sospensione
dell'ordine di esecu/
•misso in data 08.10.2008 (cfr. ali. n°1).
Conscguentemente, -.
/a disposta l'esecuzione della pena a carico del
Pilìitteri, con partico;
gut rdo aiìa sanzione detentiva, pari a mesi 8 di
reclusione.
li provvedimento di :
•ca dell'ordine di esecuzione con sospensione
muoveva cNl'applic .
•i dell'ari. 656 e. 9° lett. A) c.p.p., modificato
dalla L. n. 125 enlrrt
vigore il 24.07.2008 e l'odierno istante veniva,
pertanto, ristretto, i .
•fazione di pena, presso la Casa Circondariale
"Ucciarclonc" di Palo;:
il
difensore
del
s
immediatamente,
i
Pilliti eri,
adendo
odierno
procuratore,
si
attivava
all'Ufficio
Esecuzione
Penale
la
trasmissione degli a:;!
compotente Tribunale della Sorveglianza, ai fine
di ammettere il Piilitt-i
ntonino a misura alternativa alla pena detentiva.
Nelle more, con istai
del 12,12.2003, il difensore chiedeva la revoca
ovvero la sospensi .••
dei provvedimento di revoca del decreto di
sospensione dell'oro •[ f di esecuzione, atteso che esso non era stato
notificato, come per io. o (arti. 656 e. 3° e 655 e. 5° c.p.p.), al difensore
di fiducia (C,T. ali. n°2 .
L'omissione della n '
a impediva al difensore di fiducia di essere
informalo, tempestio .•
:nte
procedura rii revoca
beneficio della sospensione condizionale della
e nei termini di legge, dell'avvio della
pena.
Impediva, altresì, la
liziono dei [notivi sottesi alla carcerazione de!
Pillitteri Antonino.
Attese
ie
a
particela i
-Mivan'ente e :
esecuzione della con; 11
Veniva pertanto acce;
esclusiva
dell'errore
Giudice dell'esecuzione di Cefalo e la
procedurale in cui se.
Procura di Termini I •
causa
ese, i - * difesa era impossibilitata ad attivarsi,
•nodo migliore, al fine di contestare l'ingiusta
.a a :;o';a detentiva.
• l'err:.:'.;.: comunicazione da parte de! Comune di
MonrS'iie, relativa r
inott r ;ri ; peranza, da parte dell'obbligato
avevano dirottamente
Herr ..i-ito l'ingiusta detenzione del Pillitteri,
paralizzando
Ji
i!
diri'
incomprensii vilmente, •
- : .sa
clell'esecutato,
3ten?..'''ne carceraria.
i!
quale
che
pativaj
La difesa, nell'intere s • dei condannato, proponeva, altresì, incidente di
esecuzione innanzi i. "rnp^lente Giudice Mon'ocratico di Cefalo.
1! Giudice adito fissavi udienza camerale per il giorno 07.01.2009;
Con ulteriore istanza <- >l 22.12.2008 (cfr. ali. n, 3), la difesa chiedeva la
revoca dell'ordine o
'cubine, quindi la scarcerazione del prevenuto,
rappresentando che
'iì'itt^ri Antonino, già ammesso al beneficio della
sospensione condir;.:
ile colia pena, ex artt. 163 e 165 c.p., aveva
interamente ottemp* •
'- nil',-riempimento dell'obbligo di prestare attività
non retribuita in
•
{a
e .3! Comune di Monreale, cui
era
stato
subordinato il prede!!
-^rn. fido, con conseguente inapplicabilità della
novella legislativa, • ; ;
;i z i L. n. 125/08. La medesima istanza era
inviata, per conosce' a "i! Giudice Monocratico dì Cefalo.
L'esatto adempimento e.
'o- bligo imposto al condannato risulta agli atti
del Comune di Mon:>; • . come da conforme attestazione Prot. n. 33395
dei 19.12.2008, a fii."
•!-; dirigente, Dott.ssa Maria Rita Curcio, dalla
quale si evince che; . ' 'itteri Antonino ha espletato qq. 20 di attività
lavorativa
non
ret: i.- > ' >
in
favoni? del
Comune di
Monreale
dal
03.03.200e alì'01.0^
Conseguen temente.
provvedimento
del
22.12.2008,
l'Ufficio
Esecuzioni Penali d
,.)ou:,-; deìln Repubblica, presso il Tribunale di
Termini Imprese, pn•-.*•
:to deha circostanza che "il provvedimento con
cui il G. E. '"lei Tribù1-;:
' 'ì'> traini Ir^eress Sez. Distaccata di Cefalo in
data 07.10.2008, hi:
o \/o / • revoca della sospensione condizionale
delia pena >'• fondai':
• i<retup'::-f^tto di fatto erroneo..., disponeva la
revoca dell'ordine d
cr^.izifne cel 10.12.2008, nonché l'immediata
scarcerazione del Pi;' •
' • iterano {cfr. aii. n°5).
Durante
lutto il ; • •
carcerazione del
io , ; ercorso tra
l'esecuzione dell'ordine
di
';,.
/.2006 e la scarcerazione, disposta in data
22.12.2.008, il Pilli;--
' i s 1 ro ristretto presso l'Istituto Penitenziario
"Ucciardone" d Pah i;
Tale circostanza .
e i: liusta, atteso che il prevenuto aveva,
correttamente e re-,
• : i e n . ? . ottemperato agli obblighi cui il beneficio
delia sospensione e: •
onci rina era stato subordinato,
La condona, diliga i
ìd ; ''iva, tenuta dalia difesa del Pillitteri, ha
consentito di acciar,-
ora. errori (di fatto e di procedura) in cui erano
incorsi gli Uffici del • ',
•ne a Monreale e i Giudici dell'esecuzione.
Per i suesposti mo v
Pill'-Tj avanzava istanza per il riconoscimento
dell'indennità da inr;
deli Azione ai sensi degli artt. 314 e ssc.p.c..
La proporzione (i
udc .ro procedimento tuttavia, non preclude
l'azione ctjgi inco;: -,
ilio '.crivente per ottenere il risarcimento del
danno dallo stesso ; .
a s • -iulto di quanto accaduto,
Accertato il fatto e; <•
io • 'iilitteri è stato sottoposto alla detenzione
presso l'is'ituio pei^ '
•iarì- Uccia:done di Palermo dal 11.12.2008 al
22.12.200.'ì per Ter
co;
tnicazione che i dipendenti degli uffici del
Comune ;::i Monrr >
ìvn> mo inoltrato al Giudice dell'esecuzione
penale, è chiara la i
isrr. ifità di quest'ultimo per quanto accaduto.
È indubbia infatti e
r r - , ; - ì com.micazione rappresenti una fonte di
resporsai> ita per i; .
oc • 'So che ha arrecato gravissimo danno allo
scrivanie.
Tale respc.-isabilità
osv;:e ricondotta direttamente al Comune di
Monreafe • er fatti i-.-'
;i
i
pri difendenti, rilevato che furono proprio i
dipendenti deli'app
3u, izio e; i e comunicarono erroneamente al
Giudice cU iì'esecu? •
et. He che il Pillitteri non aveva correttamente
adempiuto ni proprio
iigc, circostanza poi smentita dalle stesse
risultanze documenta!;
Orbene l'errore sopn.t
ato : ia comportato la detenzione dell'odierno
attore per ben 12 giof
.1 conseguenze quanto mai lesive dello stesso
sia su! piano fisico ci
orai , avendo inciso un bene particolarmente
tutelato qua;:,> quello e-.
ber- i personale.
La detenzicr.e infatti :
•ur. nenie privato l'attore delle relazioni dello
stesso con i famiiiari f
onc :centi r,er un periodo piuttosto prolungato,
oltre che avere inciso
jndé nenie stilla personalità dello stesso,
La ingiusta restrizioni'.
'ti 1- i causato notevoli prostrazioni, legate alla
incomprensibilità
mo vaziOi'Kj
d>.
provvedime'ìto di ca:
e
delle
cause
sottese
al
ion. , nonché alle immaginabili ripercussioni a
carico degli stessi far
Anche l'equilibrio ps
icc dei prevenuto è stato esposto a grave
pregiudizio.
Le immaginabili ripe
;ni subite fi causa dell'esperienza traumatica
vissuta dal Pillitteri /•
; no
-soggetto giovane e dai buoni precedenti
penali) soro state ,
ani ra più gravi da l'ambiente carcerario di
destinazione, la Gas:
..•nr iriale "Ucciardone", notoriamente destinata
a detenuti condamv
r Idilli ben più gravi dì quello contestato al
Pillitteri.
Tale ultima circostar
d- ermineto l'esposizione dell'odierno istante
ad uria realtà carcera
•isc Uibiìe eli compromettere irrecupero sociale
del giovane.
Quariìo
sopra
du
e .stifica
la
sussistenza
di
un
danno
giuridicamente rìsar> . , t, : •.;; onfromi di chi tale danno ha determinato e
ciò indipendentemente ci I prò', adimenlo instaurato ai sensi dell'ari 314
ss. c.p.p..
Per tutto quanto sopra
spos
;
dunque ìì sig. Antonino Pillitteri, come
sopra rappresentata e di' •sa cl..ede che voglia
L'OI:. TRIBÙ MALE
Reiectis adversìs
Ritenere e dichiarare eh- Ungi :sta detenutone dei sig. Antonino Pillitteri
dal 11.12.2008 al 22.12.. )08 f- esso la Casa Circondariale "Ucciardone"
dì Palermo è ascrivibile . fati
e colpa dei dipendenti del Comune di
jTTp^yionreale per le motiva?, ni di •;ui premessa e per l'effetto condannare il
di Monreale,
in
favor.
in p. .''sona del Sindaco prò
del; itlore
della
tempore,
al
somma
di
complessiva
oltre interes . iegjì i dell'occorso al soddisfo.
Con vittoria di spese cor
•2 ter. •e: ed onorar!.
Si dichiara che il valore^
ella
•esente controversia è di € 25.000,00 e
che ii contributo unificate
pari i d € 206,00.
Con !a più ampia riserve
indi are ulteriori mezzi istruttori.
Sa/ws Juribus
Palermo, 12.11.2013
Avvi Salvino Pantuso
io.sottosc: :o A' ^stenle U.N.E P. addetto aìrUftlcio Unia
pressar la C' ic da. \ppelio di Palermo, ho notificato copia al Sig
9.Ì...5 .^l.!=:^.Ufc
nel suo domicilia
(ViS:DlANTE NOTIFICA?
A MF.^0 IL SERVÌZIO POETALE
..R.
MANGAWiGi(jSEPPA
CITTA' DI MONREALE
Provincia di Palermo
AREA PROGRAMMAZIONE E
GESTIONE RISORSE UMANE
Prot. n.
Al Sig. Dirigente
Area Affari Istituzionali e Generali
Ufficio Legale
SEDE
Oggetto: Sig i litteri Ani mino nato a Palermo il 12.02.1980. Applicazione pena sostitutiva
dell'attività 1: 4
(iva non i-, ribuila in favore del Comune di Monreale.
Con riferì mento al l'fi io di citazione prot. 25886 del 14.11.2013, si significa quanto segue in
ordine all'escoi. ione dei gi idicalo penale dì cui alla sentenza del Tribunale diTennini Imerese,
sezione dista o, i di Gei'il n. 270/2007 che ha applicato al nominato in oggetto la sanzione
sostitutiva al' \a dcU-n '.'a della prestazione lavorativa gratuita in favore del Comune di
Monreale per ia Aurata di ^ i < ni venti.
1.
2.
•reale, è venuto a conoscenza di detta pena sostitutiva della reclusione
ìcio Esecuzioni' Penali della Procura di termini Imerese Reg. N.
.2008 diretta alla Stazione Carabinieri di Monreale e al Sindaco. In
:ro, si -chieil'.'va se il prevenuto avesse eseguito quanto statuito in
la
n. 5015 dei 15.02.2008 il Dirigente dell'Area Gestione Risorse prò
risposo
,-he alla data della comunicazione non era stata effettuata alcuna
n o n - r e l!'i i b u i t a secondo le modalità indicate nella sentenza. Tale
ptvs!;:/Ìone la\i • . ; .'iva
'cazionc
lata anche ai la locale Stazione Carabinieri.
inicri di Alt,'.rollo (FA) - Stazione di Baida ha provveduto all'invito di
11 - . < . ' -indo C;
iig. i'illiUv'i Crosso il Comune di Monreale, inserendolo nella relata di
p;,.-- .izionc i
noiji-'. .i della > : onza al destinatario, residente a Palermo in Via Clemente Ravetto n.
46. Tuie adempì ,-nto, eseguilo il 28 febbraio 2008, è stato reso noto alla Procura della
"ciò IZsccu/'.mc penali di Termini Imerese ed anche al Comando
R, ;M:' Mica lonrealc e il Sindaco di Monreale, con nota prot n. 0207218 del
Si • • • :C C C . '•
008.
2'
03.03.. i il rig, l ' i ! ;cri Antonino si è presentato negli Uffici Comunali per
I;
IX1: ,,..: l a > r - izione ailci:Kitiva alla reclusione; di ciò si è preso atto con
'rigcnzialeiu 61 del 04.03.2008.
D •lorr-nna/io!!'
/oraliva è : t n t a resa tra il 3 marzo e il primo aprile 2008 presso
L, \ ' stazio sx
onak1, coni.- comprovato dai relativi fogli di presenza settimanali,
.'. 'o del ;
il
dal Si;.i . littori.
•*',
iesta .
.i de: Sig. '. Billeri, in data 19.12.2008 è stato rilasciato attestato di
ic dolla i,uJ 'aia attività lavorativa.
a
ta CSL\
Il (Vnune di M>
con • >ta dell'' '
U :S 7 del 17 :
ta1 • : la, tra ! " .
seiiU;./a e con -\
r-
C
Jiuli
IL DIRI'
Dott.ssa Mari
E
Curcio
co *£xrsrjE
DI
A R T A A F F A K I ISTITUZIONALI E GENERALI
UFFICIO AFFARI LEGALI
. :ul£TTO : COMUNE Dì MONREALE e/ PILLITTERI ANTONINO
JOìENZA DEL 28.02.201 I -PREVENTIVO DI SPESA
\!!'ORTO€ 25.000,00 - iCAuLIONI-: CORRISPONDENTE : FINO AD €25.000,00
vjVTOSCRITTO Avv. MELI ALESS1A, NATA IN MONZA,. IL 17.05.1980
iiJARA DI ACCETTA RE I .'INCARICO IN OGGETTO INDICATO.
1-1 [ARA, ALTRESÌ', 1 .'INESISTENZA DI CAUSE DI INCOMPATIBILITÀ' E DI NON
!-;:<E PARENTE O AI FIN!.; CON ALCUNO DEGLI ATTUALI AMMINISTRATORI. ' '
PREVENTIVO DI SPF-SA V I E N E KEDATTO SULLA BASE DEI VALORI MEDI DI CUI
, DECRETO 20 L U G L - 0 2 0 Ì 2 N . 1 4 0 , PER LO SCAGLIONE CORRISPONDENTE, CON
-lì -.ATTIMENTO DEL ìO°/ . COSI' l ' O M E PREVISTO DAL VIGENTE REGOLAMENTO:
di studio.
.C
introdultiva ......... € 00.
;o istruito) ia
5U
• decisoria
f "'00.! .)
ule
£ :.!(•',',00 -3d% pari a £ 630,00= 1.470,00, oltre c.p.a.
4%, I.V.A. al 22% ed ( I O 1 ' ' O por sp^o vive, per un totale complessivo di Euro 1.965,13.
Avv.
M
Letto e sottoscritto.
Il Sindaco - F.to: Aw. F. Di Matfèo
I/Ass. Anziano -F.to: Sig.raR. Giangreco
II Segr. Gen.le - F.to: Dr. E. Sunseri
Pubblicata all'Albo Comunale dal f1 2 FEB, 2014-
al
2 fi H&
Monreale, lì
II Messo Comunale
PB1REG
Ai sensi degli artt. 12/2 e 16
Immediatamente Esecutiva.
della L.R. n. 44/91,
Ì^OSAVÌTA
la presente deliberazione è
Monreale, li 31.01.2014
II Segr. Gen.le
- F.to: Dr. E. Sunseri
COMUNE DI MONREALE
Provincia dì Palermo
VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE
N.28/IE
COPIA
OGGETTO: ATTO DI CITAZIONE DELLA SIG.RA D'AGOSTINO MARIA - NOMINA
LEGALE AVV. SUGAMELI EDUARDO.
L'anno 2014, il giorno 31 del mese di GENNAIO, in Monreale nella Sala
destinata alle adunanze, si è riunita la Giunta Municipale con l'intervento dei Componenti i Signori:
Risultano presenti:
Di Matteo
Filippo
Sindaco
Sig.ra Giangreco
Rosalia
Assessore
Sig.
Cardullo
Giovanni
Assessore
Doti
La Fiora
Giuseppe
Assessore
Aw.
Risultano assenti:
Sig.
La Corte
Giuseppe
Vice Sindaco
Doti
Scalici
Salvatore
Assessore
Sig.
Vittorino
Girolamo
Assessore
Partecipa il Segretario Generale, Dott. E. Sunseri
Assume la Presidenza 1' Aw. Filippo Di Matteo , in qualità di Sindaco, il quale,
riconosciuta legale l'adunanza, dichiara aperta la seduta ed invita la Giunta a deliberare
sull'argomento indicato in oggetto.
IL DIRIGENTE
VISTO l'Atto di Citazione, introitato al protocollo di questo Ente in data 04.11.2013 e
registrato al n°. 25888, promosso dalla Sig.ra Maria D'Agostino, nata a Monreale il 27.11.1933,
rappresentata, difesa ed elettivamente domiciliata presso lo studio dell' Aw. Salvino Pantuso, con
studio legale in Palermo, Via Ruggero Settimo n°. 55, con cui si cita il Comune di Monreale, in
persona del suo legale rappresentante prò-tempore, a comparire all'udienza del 28.02.2014 innanzi
al Tribunale Civile di Palermo, per ottenere il risarcimento dei danni, procurati dai frequenti travasi
d'acqua che fuoriescono dalla conduttura interrata, che attraversa l'intero fondo di proprietà della
sopracitata, per raggiungere una cisterna realizzata dal Comune di Monreale, per un importo di €.
10.800,00, oltre interessi legali maturati e maturandi ed alla svalutazione, spese, competenze ed
onorari;
RITENUTO, pertanto, opportuno, al fine di tutelare gli interessi del Comune, costituirsi nel
giudizio avverso l'Atto di Citazione sopra citato ed affidare incarico a persona iscritta nell'elenco
dei legali, approvato con determinazione dirigenziale AIG n. 30 del 16.01.2012, nella persona
dell'Aw. Sucameli Eduardo, nato in Belo Horizonte il 25.04.1980, con studio legale in Palermo,
Via Greto, 324;
VISTA la parcella proforma, sottoscritta in data 24.01.2014, che si allega, inoltrata
dall'Aw. Sucameli Eduardo, nato in Belo Horizonte il 25.04.1980, con studio legale in Palermo,
Via Greto, 324, con cui si comunica la spesa per l'espletanda opera professionale è pari ad €.
1.570,00;
VISTO il regolamento approvato con deliberazione di G.M. n. 230 del 10.10.2012;
VISTO il D.M.n. 140/2012;
VISTO l'art 125 del D.L.vo 163/06 e s.rn.i.;
VISTA la L.R. 12/2011 ;
VISTO il D. L.vo n. 267/2000;
VISTO l'Ordinamento Amm.vo degli EE.LL.;
PROPONE
Per quanto in premessa indicato:
1 ~ AUTORIZZARE il Sindaco a costituirsi all'udienza del 28.02.2014, , giusta atto di citazione in
premessa indicato, promosso dalla Sig.ra Maria D'Agostino, nata a Monreale il 27.11.1933;
2 - AFFIDARE all'Aw. Sucameli Eduardo, nato in Belo Horizonte il 25.04.1980, con studio
legale in Palermo,;] Via Greto, 324, l'incarico di rappresentare il Comune nel presente giudizio e
negli eventuali gradi successivi;
3 - IMPEGNARE, con successiva determinazione dirigenziale, la complessiva somma di €
1.570,00, occorrente per le spese di giudizio, all'intervento 1.01.02.03 ~ Gap. 1058 -XQfenominato
"Spese per liti, arbitraggi, ecc." del bilancio 2014 che con riferimento allo stanziamento ammesso al
corrispettivo capitolo del bilancio 2013, presenta la necessaria disponibilità. x"T\, lì 27.01.2014
Dr/ G. U
LA GIUNTA MUNICIPALE
VISTA la superiore proposta di. deliberazione.
VISTI gli allegati pareri, espressi ai sensi dell'art. 12 della L.R. n. 30 del 23.12.2000,
VISTO il D.Lgs. n. 267/2000.
VISTO l'Ordinamento Amministrativo degli EE.LL.
Ad unanimità di voti favorevoli, espressi a scrutinio segreto, così come proclamato
dal Sindaco
DELIBERA
APPROVARE e fare propria la superiore proposta deliberativa.
Su proposta del Sindaco
VISTA la L.R.n. 44/91,
''
'
VISTO l'Ordinamento Amministrativo degli EE.LL.
Ad unanimità di voti favorevoli, espressi per alzata di mano, così come proclamato
dal Sindaco;
DICHIARA
II presente provvedimento di IMMEDIATA ESECUZIONE, per garantire i termini
di costituzione in giudizio.
PARERI
Proposta di deliberazione della GIUNTA MUNICIPALE avente per oggetto:
ATTO DI CITAZIONE DELLA SIG.RA D'AGOSTINO MARIA - NOMINA
LEGALE AW. SUGAMELI EDUARDO.
Esperita P istruttoria di competenza;
Visto l'art. 12 della L.R. n. 30 del 23.12.2000;
'II Dirigente del Settore esprime parere FAVOREVOLE, in ordine alla regolarità tonica, sulla
proposta di deliberazione sopraindicata.
Data
II Dirigente dell'Area Gestione Risorse esprime parere FAVOREVOLE, in ordine alla regolarità
contabile, sulla proposta di deliberazione sopraindicata.
Data
II Dirigente f.f.
Dott. E. Sunseri
TRIBUNALE DI PALERMO
_^-
£f
ATTO DI CITAZIONE
signora Maria D'Agostino, nata a Monreale, il 27 novembre 1933, ivi
'e*
. l^dl O
residentelrTvia Venero n. 156, C.F. DGSMRA33S67F377W, rappresentata e
difesa
dall'Avv.
Salvino
Pantuso
(C.F.
PNTSVN54R23Z614Z;
PEC
[email protected]: FAX 091/326922), presso il cui
studio sito in Palermo, via Ruggero Settimo n. 55 è elettivamente domiciliata
giusta procura in calce al presente atto
CM
O)
CITA
«p
CM
00
H
Monreale (Pa) Piazza Vittorio Emanuele II n. 8, a comparire dinanzi al
U.
CO
lt—,<
Tribunale di Palermo, sezione e giudice designandi, in data 28.02.2014 nei
co
luoghi di sue ordinarie sedute, siti in Palermo, Piazza Vittorio Emanuele
CM
Orlando n. 1, ore 09.00 e seguenti, con l'invito a costituirsi secondo le modalità
co
O
e le forme stabilite dall'art. 166 c.p.c. e con l'avvertimento che la costituzione
o>
z
11 Comune di Monreale, in persona del Sindaco prò tempore, con sede in
difforme implica le decadenze di cui agli artt. 38 e 167 cod. proc. civ. e che, in
difetto di costituzione, si procederà in sua contumacia, per sentir accogliere le
presemi domande per la cui migliore intelligenza si premette
IN FATTO E IN DIRITTO
La sig.ra Maria D'Agostino è proprietarìa di un appezzamento di terreno con
annessa villetta sita in Comune di Monreale e. da Frassinelle e Mulini snc,
O
O
identificati in catasto rispettivamente al catasto terreni fg. 21 p.lle 3059 - 1642
edalNCEUfg21p.lla34l6.
Alla particella n. 3059, in corrispondenza del confine nord est con la via
Circonvallazione è situata una cisterna in c.a. realizzata dal Comune di
Monreale, che dovrebbe raccogliere le acque provenienti dal depuratore
comunale posto a monte del fondo, facendole transitare dentro una conduttura
interrata che attraversa l'intero fondo di proprietà della ricorrente.
Da detta cisterna comunale si verifìcano frequenti travasi di acqua che, per il
flusso, non riesce ad incanalarsi nelle tubature con esondazioni di liquami
stagnanti e maleodoranti che interessano la proprietà dell'odierna ricorrente
producendo gravissimi danni.
La signora D'Agostino, pertanto, si è vista costretta ad avviare un
procedimento cautelare ai sensi dell'ari. 700 c.p.c., il quale si è concluso con
ordinanza del 13-15 ottobre 2012. con la quale il Tribunale di Palermo - II
Sezione civile - Dott, De Gregorio ha ordinato al Comune di Monreale, in
persona del Sindaco prò tempore, l'immediata rimozione delle condutture
realizzate sul fondo di proprietà della ricorrente collegate alla cisterna posta sul
medesimo fondo e di dispome la collocazione in luogo differente.
Ad oggi il Comune di Monreale non ha mai realizzato le attività e le opere
ordinate dal giudice a conclusione del predetto procedimento.
Che ad oggi nonostante i numerosi solleciti l'adempimento dell'obbligo di fare
l'intimalo non ha adempiuto.
Per tale ragione l'odierna attrice si è vista costretta ad adire nuovamente
l'autorità giudiziaria per ottenere l'esecuzione deirobbligQ di fare ai sensi
dell'ari. 612 c.p.c.
La palese carenza di manutenzione delle condutture dì proprietà del Comune di
Monreale, che presumano ancora oggi uno stato tale da necessitare la loro
integrale sostituzione e riposizionamento in luogo distante dall'immobile della
ricorrente, ha causato un danno di notevole entità alla proprietà della signora
D'Agostino.
Tale danno è stato, inoltre, ulteriormente accresciuto dal comportamento inerte
tenuto dall'odierno convenuto anche a seguito dell'ordine del giudice di
eseguire i lavori necessari a rimuovere le cause e gli effetti derivanti
dairinadeguatezza dell'impianto comunale per lo smaltimento delle "acque
nere".
Appare, pertanto, evidente la responsabilità oggettiva del comune, ai sensi
dell'art. 2051 c.c., nei confronti dell'odierna attrice per i danni arrecati
all'immobile di proprietà della stessa.
Come, in più occasioni, ribadito dalla giurisprudenza di legittimità, infatti, gli
impianti fognari, una volta inseriti nel sistema delle fognature comunali,
rientrano nella sfera di controllo dell'ente pubblico che, come custode, risponde
ai sensi dell'alt. 2051 c.c. dei danni eziologicamente collegati alla cosa, salva la
prova del caso fortuito ^Cuss. n. 6665/2009; Cass. n. 19773/2003).
La pubblica amministrazione, nell'esercizio del suo potere discrezionale in
ordine alla esecuzione e manutenzione di opere pubbliche, nonché nella
vigilanza e controllo in iicnere dei beni demaniali, incontra i limiti derivanti sia
da norme di legge che regolamentari, sia da norme tecniche, sia da norme di
comune
prudenza e diligenza,
in particolare,
dalla
norma
primaria
fondamentale del nemincm laedere ( Cass. n. 15061/2003; n. 6463/2000).
Ne consegue la configurabilità della responsabilità della stessa ex art. 2051 c.c.
per il danno cagionato al privato da un bene demaniale, atteso che questo,
essendo nella custodia dell'amministrazione medesima, rientra nel suo potere di
vigilanza e controllo, il cui mancato o negligente esercizio segna il limite del
potere discrezionale di essa.
Da quanto sopra discende pertanto l'obbligo per ilo Comune convenuto di
risarcire integralmente i danni arrecati a parte attrice, così, come individuati in
seno alla relazione di
consulenza tecnica a firma del geom. Francesco
Albanese, già allegata al ricorso ex art. 700 c.p.c, e che si ripropone in questa
sede.
Per quanto sopra pertanto, la sig.ra Maria D'Agostino chiede che voglia
L'ON.LE TRIBUNALE
Reiectis Adversis
Ritenere e dichiarare che il danno per cui è causa si è verificato per esclusivi fatti e colpii riconducigli a responsabilità dell'odierno convenuto.
Conscguentemente condannare il Comune di Monreale,in persona del sindaco
prò tepore, al pagamento, in favore della sig.ra Maria D'Agostino, della complessiva somma dì £ 10.800,00, il tutto oltre interessi legali maturati e maturandi ed aK;t svalutazione rn< uetaria come per legge.
Con la più ampia facoltà d'i articolare mezzi istruttori in corso di causa e nei
termini di legge.
In via istruttoria chicle ammettersi CTU volta all'accertamento dei danni
arrecati alla proprietà dc!L: sig.ra D'Agostino Maria.
Si producono in copii! i seguenti documenti :
' -
ricorso ex art. 700 c.p.c.
ordinanza del Tribunale di Palermo - Sezione II Civile del 13 - 15
ottobre 2012 ;
relazione lecivcu (.ieom. Francesco Albano.
AI fini del contributo unificato si dichiara che il valore della presente
controversia è pari ;ul C 10.800,00, pertanto lo stesso è dovuto in € 206,00.
Palermo, lì 6.11.201.•
Sig.ra D'Agostino M • a
Avv]Salvino Pantuso
Procura
Delego a rappresentarmi e liìferuìormi in ogni stato e grado del presente procedimento e successive
esecuzioni ed opposizioni, ivi comprese la facoltà di transigere e conciliare, incassare somme e
rinunziare agli atti del procedimento, I'Avv. Salvino Pantuso, presso il cui studio sito in Palermo, via
fcfe-.V
Ruggero Settimo n. 55 eleggo domicilio con ogni facoltà dì legge.
Dichiaro di essere stato informato, ai sensi dell'art. 4, 3° comma, del d.lgs. n. 28/2010, della possibilità di
X
ricorrere ai procedimento di mediazione ivi previsto e dei benefici fiscali di cui agli artt. 17 e 20 del
medesimo decreto, come cn ruo a iegatc,
Dichiaro inoltre, ai sen^i e. a le^e vigente, di essere stato edotto che i dati personali richiesti
direttamente o raccolti pros- terzi, veiranno utilizzati ai soli finì del presente incarico, dichiarando di
avere preso visione deli'inf '(nativa redatta ex lege
e conseguentemente presto consenso al loro
trattamento.
Prendo atto che il trattamelo d(:, ,lati personali avverrà mediante strumenti manuali, informatici e
telematici con logiche coreu1': alle 'malità dell'jncarico.
Vera la firma
RELATA DI NOTIFICA
L'anno duemilatredici, il «ionio
del mese di
Istante come
in atti. Io sottoscritto Uttichle Giudiziario addetto all'Ufficio Unico Notificazioni
presso la Corte Di Appello d i Palermo ho notificato e dato copia del presente atto e
ciò perché ne abbia pien:i conoscienza al Comune di Monreale, in persona del
sindaco prò tempore, con sed;- in Monreale (Pa), Piazza Vittorio Emanuele II n. 8,
mediante
AREA AFFARI ISTITUZIONALI E G E N E R A L I
UFFICIO AFFARI LEGALI
OGGETTO : COMUNE DI MONREALE e/ D'AGOSTINO MARIA
UDIENZA DEL 28.02.2014 - PREVENTIVO DI SPESA
IMPORTO € 10.800,00 - SCAGLIONE CORIUSPONDENTE : FINO AD € 25.000,00
IL SOTTOSCRITTO Avv.S UCAM !" i . f ED UARDO, NATO IN BELO HORIZONTE IL
25/04/980, DICHIARA DI ACCETTA !IE I /INCARICO IN OGGETTO INDICATO.
DICHIARA, ALTRESÌ5, L'INESISTENZA DI CAUSE DI INCOMPATIBILITÀ' E DI NON
ESSERE PARENTE O AFFINE CON ALCUNO DEGLI ATTUALI AMMINISTRATORI. ' •'
IL PREVENTIVO DI SPESA VIENE REDATTO SULLA BASE DEI VALORI MEDI DI CUI
AL DECRETO 20 LUGLIO 2012.N.140. PER LO SCAGLIONE CORRISPONDENTE, CON
ABBATTIMENTO DEL 30%, COSI' COME PREVISTO DAL VIGENTE REGOLAMENTO:
Fase di studio
€ 550,00
Fase introduttiva
€300 : 00
Fase istruttoria
€ 550,00
Fase decisoria
£ 7 ; )0.00
Totale ..................... £ 2.IC' '.00 -."0% p:M -i a € 630,00 - 1.470,00 /oltre c.p.a.
Al 4%, I.V.ATal22%edk ! < > ' U ) 0 jvr jpcs-j vive, per un totale complessivo di Euro/ì.965,137]
"
MONREALEJCT 24 .01 .20
IL DIRIGENTE:
\.
d.5+0,00
Letto e sottoscritto
II Sindaco - F.to: Aw. F, Di Matteo
L'Ass. Anziano-F.to: Sig.raR. Giangreco
II Segr. Gen.le - F.to: Dr. E. Sunseri
Pubblicata all'Albo Comunale dal
'2
al
2 6 FEB,
Monreale, lì
II Messo (lomunale
& ROSA VITA
Ai sensi degli artt. 12/2 e 16
Immediatamente Esecutiva.
della L.R. -n. 44/91,
la presente deliberazione è
Monreale, lì 31.01.2014
II Segr. Gen.le
- F.to: Dr. E. Sunseri
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
841 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content