close

Enter

Log in using OpenID

BlLANClO SOClALE 2013

embedDownload
o
i
c
n
a
e
l
i
l
b cia
so 13
20
Perché il Bilancio Sociale
Il Bilancio Sociale è:
•uno strumento per consolidare il rapporto con i soci e le
relazioni con la società e le istituzioni;
•l’occasione per rendere conto dell’attività svolta e degli
impegni presi.
I dati e le cifre del Bilancio Sociale derivano dai documenti
ufficiali della Cooperativa.
Si conferma la forma rinnovata
Dopo gli apprezzamenti ed i positivi commenti ricevuti
È lo strumento ideale per:
confermiamo, con questa edizione del Bilancio, la forma che
•illustrare i risultati ottenuti rispetto ai diversi obiettivi;
avevamo rinnovato lo scorso anno.
•comunicare finalità, strategie e programmi della Cooperativa.
Diverso ma ugualmente esaustivo e dettagliato: il Bilancio
Il Bilancio Sociale, è composto da fattori espressi dal bilancio
Sociale 2013 si conferma ridotto nel numero di pagine e nel
economico e da fattori immateriali quali:
formato mantenendo la stessa finalità informativa e di totale
•soddisfazione del socio;
trasparenza nei confronti dei soci.
•qualità dei processi;
Con questa scelta editoriale, si mantiene la scelta di conferire
•qualità di innovazione;
al Bilancio un aspetto più moderno e all’avanguardia, più
•immagine aziendale.
concentrato, maneggevole e di più pratica consultazione.
BILANCIO SOCIALE 2013
2 premessa
Politica, obiettivi ed impegni di Unica
UNICA intende fornire ai propri soci attuali e potenziali un alto livello di
servizio, prodotti di qualità ed una risposta rapida e conforme alle loro
esigenze ed aspettative, nel rispetto della realtà urbana in cui opera la
Cooperativa.
Gli obiettivi di fondo di UNICA sono:
•ascolto puntuale e mirato delle esigenze e dei bisogni del cittadino
(potenziale socio);
•incontro delle aspettative del cittadino con i nostri servizi/prodotti
•instaurare e rendere durevole il rapporto di fiducia con i soci;
•consolidare il Sistema di Gestione per la Qualità nell’organizzazione
aziendale.
Per assicurare tali obiettivi, l’impegno principale di UNICA è conferire
visibilità oggettiva alla Qualità dei servizi forniti al fine di essere percepita
sul mercato come un soggetto affidabile.
Questa finalità è raggiungibile sia attraverso il mantenimento della promessa
economica, architettonica e temporale, tra UNICA ed i soci, sia attraverso
la valorizzazione del fattore umano presente all’interno della struttura e dei
propri fornitori (imprese e professionisti), poiché la professionalità è una
condizione imprescindibile per trasferire affidabilità sul mercato.
In particolare UNICA si impegna a:
•rispondere qualitativamente e tempestivamente alle esigenze dei soci,
attraverso una costante analisi dell’evoluzione del mercato;
•consolidare i rapporti con i soci basati sulla massima serietà e
trasparenza, instaurando un clima fiduciario;
•assicurare l’effettiva corrispondenza tra la progettazione (“quanto
promesso”) e la realizzazione (“quanto consegnato”).
BILANCIO SOCIALE 2013
premessa 3
I VALORI E I PRINCIPI COOPERATIVI
01 Il socio è il nucleo originario di ogni forma di mutualità e rappresenta
il primo riferimento concreto dell’azione Cooperativa.
02 Le
imprese cooperative svolgono il proprio ruolo economico a
favore dei cooperatori, delle generazioni future, della comunità
sociale. Esse offrono ai propri partecipanti sicurezza, vantaggi e
riconoscimenti in proporzione al concorso individuale d’ognuno.
03 La
principale risorsa della cooperazione è rappresentata dagli
individui che ne fanno parte. Ogni Cooperativa deve valorizzare il
lavoro, stimolarne e riconoscerne la creatività, la professionalità,
la capacità di collaborare per il raggiungimento degli obiettivi
comuni.
04 Il
cooperatore si manifesta innanzi tutto con il rispetto per le
persone. Al cooperatore si richiede franchezza, spirito di giustizia
e senso di responsabilità, qualunque sia il suo ruolo o la sua
posizione.
05 Le
imprese cooperative si manifestano con la qualità dei lavori
che svolgono, la trasparenza, l’onestà e la correttezza dei
comportamenti.
06 La
cooperazione considera il pluralismo sempre un bene. Nei
rapporti che intrattiene con le altre forze economiche, politiche
e sociali essa rispetta la loro natura, opinione, cultura e agisce
secondo la propria originalità, autonomia, capacità di proposta.
07 L’esistenza
della cooperazione, il suo segno distintivo, la sua
regola sono fondate sul principio della solidarietà. Al fondo di ogni
relazione o transizione tra soggetti economici esistono sempre i
rapporti umani.
BILANCIO SOCIALE 2013
4 premessa
08 La cooperazione interpreta il mercato come un luogo di produzione
di ricchezza, di rispetto della salute e dell’ambiente, di sviluppo
dell’economia sociale. Essa agisce nel mercato non solo in
osservanza delle leggi, ma secondo i principi di giustizia e utilità
per i propri soci e per la collettività.
09 La cooperazione concorre allo sviluppo del mercato migliorando le
imprese esistenti e creandone di nuove; organizzando la domanda,
rispondendo ai bisogni della collettività. Con questi significati essa
intende la promozione Cooperativa.
10 La cooperazione considera il diritto e il rischio di fare impresa come
manifestazioni di libertà.
11 La cooperazione regola i rapporti interni sulla base del principio
di democrazia. Le imprese cooperative realizzano compiutamente
le proprie finalità associandosi nel movimento cooperativo, che
promuove le relazioni tra di loro, che ne valorizza i patrimoni
collettivi, garantendone le adeguate forme di controllo.
12 La
mutualità Cooperativa, definita dai principi dell’Alleanza
Cooperativa Internazionale, non è solo un modo di produrre e
distribuire ricchezza più adeguato agli interessi dei partecipanti,
ma una concezione dei rapporti umani.
13 La cooperazione trova le proprie radici nel valore dell’imprenditorialità
associata, ricerca il proprio sviluppo nel mercato, considera proprio
fine il miglioramento delle condizioni materiali, morali e civili
dell’uomo.
La missione di unica
Questi capitoli esplicitano sinteticamente le finalità e gli
obiettivi di Unica e come essa si propone nella società.
01
Essere riferimento per tutti coloro che hanno bisogni ed esigenze
abitative. Con una offerta di prodotti e servizi decisamente competitivi
sul piano della qualità, del prezzo e delle garanzie offerte.
Coinvolgere e tutelare il socio con la massima trasparenza,
chiarezza e coerenza nei comportamenti e negli strumenti.
Rispondere all’articolata domanda abitativa promuovendo costantemente
innovazione nella socialità e nella sostenibilità ambientale.
Far conoscere ai soci e alla società tutta
il nostro lavoro e le nostre proposte.
BILANCIO SOCIALE 2013
premessa 5
CAPITOLO
02
CAPITOLO
01
cooperativa
relazionI sociali
i soci
con i soci
10 I soci al 31.12.13
11 Nuovi iscritti nel 2013
13 Soci risparmiatori al 31.12.13
14 Osservatorio di Unica
15 Colloqui 2013
attivitÀ
17 Attività di Unica nel 2013
18 Interventi in corso
19 Interventi in programma
20 Attività della Cooperativa dalla
sua costituzione
struttura
21 Organi della società
23 Lo staff di Unica
26 Gli uffici
26 Tutela e sicurezza in ambiente di lavoro
BILANCIO SOCIALE 2013
6 premessa
30 Il Coinvolgimento dei soci
31 Garanzie per il socio:
i tratti distintivi di Unica
33 Soddisfazione del socio
con la società
36 Alcune iniziative
39 Iniziative sociali e solidarietà
40 Mutualità esterna
41 Mutualità: gli altri progetti finanziati
CAPITOLO
04
CAPITOLO
03
innovazione
COmunicazione
STRUMENTI E SERVIZI
Strumenti ed azioni
44 Nuovi strumenti
49 Nuove formule
51 Nuova qualità
55 Servizi collegati all’abitare
56 Servizi oltre la casa
57 ABITA.net
60 Prima Casa - House Organ della Cooperativa
60 Bilancio Sociale
61 Campagna pubblicitaria 2013
62 Le iniziative pubbliche come forma
di comunicazione
62 Trasmissioni televisive
63 Sito Internet
BILANCIO SOCIALE 2013
premessa 7
i
c
so
RA
U
ATTIVITà
UTT
STR
CAPITOLO
01
cooperativa
Essere riferimento per tutti coloro che
hanno bisogni ed esigenze abitative.
Con una offerta di prodotti e servizi
decisamente competitivi sul piano della
qualità, del prezzo e delle garanzie
offerte.
È proprio la possibilità di realizzare un
sogno che rende la vita interessante.
(Paulo Coelho)
Ecco a cosa serve il futuro: a costruire il
presente con veri progetti di vita.
(Muriel Barbery)
I SOCI AL 31.12.13
63% uomini
totale 4.490
37% donne
Età dei soci ___
fino a 30 anni
Condizione dei soci
2%
dai 40 ai 50 anni
35%
dai 50 ai 60 anni
16%
oltre 60 anni
25%
Soci in attesa
2%
dai 30 ai 40 anni 22%
23%
22%
25%
23%
Prenotatari
1%
Proprietari
76%
1%
16%
35%
76%
80%
71,5%
70%
Da quanto sono soci
60%
50%
40%
30%
20%
10%
0%
1%
1%
2,2%
3,6%
3%
3,3%
4,3%
5,6%
4,5%
1 anno
2 anni
3 anni
4 anni
5 anni
6 anni
7 anni
8 anni
9 anni 10 anni e oltre
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
10 cooperativa 01
Nuovi iscritti nel 2013
totale 44
profilo
42%
Celibe/nubile
62%
Dipendente
30%
Ha un’età compresa tra 30 e 40 anni
Risiede a Firenze
23%
Risiede a Scandicci
23%
42%
Preferisce la zona di Scandicci
Ha conosciuto la Cooperativa
attraverso amici
63%
BISOGNI E ASPETTIVE DEI SOCI ISCRITTI
96%
È interessato all’acquisto
41%
Desidera una casa di 2 vani
52%
Ne ha bisogno immediatamente
Cerca casa perché è in affitto
48%
55%
Il motivo della scelta è il prezzo
77%
Ha già contattato agenzie immobiliari
Finora ha trovato nel prezzo
la maggior difficoltà
69%
Cerca casa da 6 mesi
46%
50%
100%
BILANCIO SOCIALE 2013
01 cooperativa 11
CAPITOLO
0%
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
12 cooperativa 01
soci Risparmiatori al 31.12.13
totale 1.115
24,9% dei soci sono soci risparmiatori
Età dei soci risparmiatori
Condizione dei soci risparmiatori
18 - 30 anni
Superiore a 60 anni
22%
Prenotatari
3%
1%
30 - 40 anni
24%
Soci in attesa
32%
50 - 60 anni
16%
40 - 50 anni
35%
Importo totale al 31.12.13
Proprietari
67%
TOTALE 11.025.990
Risparmio libero
57%
Risparmio vincolato
43%
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
01 cooperativa 13
OSSERVATORIO DI UNICA
Fin dal 1997 Unica rileva i dati di coloro che contattano la
Il rilevamento avviene tramite una “Scheda Colloquio” da
Cooperativa per richiedere informazioni. La mole dei dati e la
compilare in occasione del primo incontro.
continuità temporale di questa raccolta hanno consentito di
Le analisi dell’osservatorio si articolano:
creare un vero e proprio Osservatorio: un punto di osservazione
•Soci potenziali (totale colloqui - chi si rivolge alla Cooperativa)
sul mercato e sulla domanda abitativa nell’area fiorentina.
•Soci (coloro che decidono di iscriversi ad Unica)
Soci
Potenziali
Al 31.12.13 L’osservatorio dispone dei dati di 16.891 famiglie,
cioè di tutti coloro che si sono rivolti alla cooperativa
Nel 2013 si sono rivolte a Unica 360 familglie;
• il 13% si è iscritto
• il 43% degli iscritti ha prenotato un’alloggio
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
14 cooperativa 01
• Stato civile
• Residenza
• Conoscenza Cooperativa
• Tempo di attesa
• Motivo ricerca nuovo alloggio
• Indicazione tipo di abitazione
• Comune di preferenza
• Priorità nella scelta
• Da quanto tempo sono alla ricerca
• Operatori contattati
• Difficoltà incontrate
colloqui 2013
totale 360
profilo
44%
Coniugato
70%
Dipendente
57%
È giovane (sotto 40 anni)
86%
Interessato all’acquisto
Risiede a Firenze
22%
45%
Lavora a Firenze
Preferisce la zona
di Scandicci
Preferisce la zona
di Pontassieve
Ha conosciuto la Cooperativa
attraverso gli amici
Ha conosciuto la Cooperativa
attraverso il sito
20%
20%
29%
27%
bisogni
Desidera una casa di 3 vani
43%
Può attendere un anno la
costruzione dell’abitazione
43%
La cerca da sei mesi
Ha contattato altre cooperative
Ha trovato nel prezzo
la maggior difficoltà
La sceglie prevalentemente in
base al prezzo e alla località
0%
41%
43%
40%
86%
40%
50%
100%
BILANCIO SOCIALE 2013
01 cooperativa 15
CAPITOLO
Cerca casa perché è in affitto
CAPITOLO
16 cooperativa 01
Foto di ALESSANDRO CIAMPI
BILANCIO SOCIALE 2013
Attività di Unica nel 2013
Abitazioni consegnate
... il coronamento di un sogno: le chiavi di casa ...
Abitazioni trasferite in proprietà ai soci
Intervento
... la conclusione del percorso ed il mantenimento
degli impegni da parte della Cooperativa ...
Intervento
Comune di Pontassieve – Casa Rossa
Comune Sesto Fiorentino – PL13
Comune di Greve in Chianti – Greve
Comune di Calenzano – Dietropoggio
Comune di Fiesole – Montebeni Peep
Comune di Scandicci – Scandicci Centro
Comune di Firenze – Via Michetti
Comune di Firenze – Via Ricasoli
Comune di Firenze – Via Modigliani
unità
Comune di Scandicci – Intervento Scandicci Centro
TOTALE 50
unità
5
2
2
1
8
47
2
2
1
50
Abitazioni in corso di realizzazione
... il lavoro quotidiano ...
Intervento
unità
Comune di Pelago – Ex Merinangora
Comune di Montelupo Fiorentino – Ex vetreria Lux
Comune di Tavarnelle – Via delle Fonti
Comune di Sesto Fiorentino – Ex Cantieri Comunali
79
36
30
36
TOTALE 181
TOTALE 70
Abitazioni in programma
... l’attività che continua: il domani ...
Intervento
unità
Comune di Rufina – Rufina Centro
Comune di Montelupo Fiorentino – Ex vetreria Lux
Comune di Sesto Fiorentino – Ex Cantieri Comunali
Comune di Fiesole – Caldine Mimmole
Comune di Sesto Fiorentino – Battilana
12
71
71
22
100
TOTALE 276
Pelago - Ex Merinangora
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
01 cooperativa 17
Interventi in corso
totale 181
... il lavoro quotidiano ...
30 app.
36 app.
Montelupo Fiorentino - Ex vetreria Lux
Tavarnelle - Via delle Fonti
36 app.
Sesto fiorentino - Ex Cantieri Comunali
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
18 cooperativa 01
79 app.
Pelago - Ex Merinangora
Interventi in programma
totale 276
... l’attività che continua: il domani ...
22 app.
Fiesole - Caldine
71 app.
Sesto fiorentino - Ex Cantieri Comunali (completamento)
12 app.
RUFINA - Ex Cinema Rufina Centro
71 app.
Sesto Fiorentino - San Lorenzo in Battilana
BILANCIO SOCIALE 2013
01 cooperativa 19
CAPITOLO
Montelupo fiorentino - Ex vetreria Lux (completamento)
100 app.
ATTIVITÀ DELLA COOPERATIVA DALLA sua COSTITUZIONE
TOTALE 4.816 unità
dati al 31.12.13
Montecatini
18
578
Sesto Fiorentino
Scarperia
34
49
Fiesole
1879
Firenze
230
Pontassieve
18
Dicomano
21
Rufina
48
Pelago
18
Arezzo
20
Impruneta
17
Greve in Chianti
15
Figline Valdarno
12
San Giovanni Valdarno
45
Tavarnelle Val di Pesa
12
Certaldo
Barberino del Mugello 18
Calenzano
119
Campi Bisenzio
276
Signa
36
Lastra a Signa
132
Scandicci
916
+50
(consegna 2013)
Cerreto Guidi
Vinci
Empoli
20
24
24
Castelfiorentino
90
San Casciano V.P.
97
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
20 cooperativa 01
ORGANI della SOCIetà
ORDINARIA
Assemblea dei Soci
Organo principale della Cooperativa
Approvazione bilancio di esercizio, nomina del Consiglio di
Amministrazione, Collegio Sindacale, società di revisione,
regolamenti attività
STRAORDINARIA
Modifiche statutarie, proroga/scioglimento società, emissione
strumenti finanziari
Consiglio di Amministrazione in carica eletto il 30.06.11:
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Organo preposto alla gestione ed amministrazione
della società
Becattini Costanza**
Caldesi Paolo
Carletti Marco
Cecchini Andrea
Chirici Ettore
Cortelli Maria Cristina**
Farnesi Fulvio
Gbegnikin Akakpovi Koffi
Marzocchini Marco*
Masini Donatella
Poggesi Sergio
Rossi Francesca
Rutigliano Nadia
Terzani Valeria
Zei Andrea
Stefano Tossani - Presidente
Alvaro Fiaschi - Vicepresidente
I consiglieri restano in carica 3 anni
* Eletto nell’assemblea soci 23.04.12
** Eletto nell’assemblea soci 01.07.13
Organo preposto alla vigilanza sulla conformità alla legge,
allo Statuto ed alle deliberazioni dell’Assemblea. Controlla
il rispetto di corretta amministrazione e la regolarità nella
tenuta dei libri sociali. Riferisce all’Assemblea dei soci sui
risultati di esercizio.
Il Collegio è stato eletto il 23.04.12 e resta in carica 3 anni:
Dott. TERZANI ENRICO - Presidente
Dott. PASSERI RICCARDO
Dott. PEZZATI GIANLUCA
Sindaci supplenti:
Dott. CASTAGNOLI MARCO
Dott. PRETELLI MASSINO
BILANCIO SOCIALE 2013
01 cooperativa 21
CAPITOLO
COllegio sindacale
Legacoop – Legacoop Abitanti
LegaCOop Abitanti Toscana
Unica aderisce alla Lega Nazionale delle Cooperative
(Legacoop) all’Associazione di settore Legacoop abitanti
sia nazionale che regionale
Certificazione Bilancio
Il 14.06.13 il Bilancio di Esercizio 2012 è stato certificato
dalla società Ria Grant Thornton SpA
Certificazione QUALITÀ
UNI EN ISO 9001:2008
14.03.13 Visita di Mantenimento Certificazione secondo
la norma UNI EN ISO 9001:2008
Modello Organizzativo Gestione
e Controllo ai sensi dell’art. 231/01
Unica ha adottato il Modello di Gestione e Controllo idoneo alla
prevenzione dei reati previsti dal decreto 231/01 ed incaricato
l’Organismo di Vigilanza
CODICE ETICO
Unica si è dotata di un Codice Etico.
I principi contenuti nel Codice Etico costituiscono un esplicito
riferimento nello svolgimento dei compiti e funzioni. Si applicano
ai dipendenti, ai collaboratori esterni e agli altri soggetti che
intrattengono rapporti con la Cooperativa
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
22 cooperativa 01
LO STAFF di UNICA
Anno
full time
part time
collaboratori
2012
7
7
10
2013
5
6
10
21 addetti di cui 10 donne
Stefano Tossani
Presidente
Alvaro Fiaschi
Vicepresidente - Resp. Qualità - Coordinartore Sviluppo
Enrico Santini
Coordinatore Operativo - Dir. Amm.ne Controllo e Finanza - Coord. Referenti - Resp. Personale
Laura Poggiolini
Segreteria Presidenza - Addetto Analisi Organizzativa - Referente Qualità
Lucia Baracchi
Responsabile Contabilità
Simona Magazzini
Addetto al Controllo e Tesoreria
Silvia Zoppi
Addetto Amministrativo
Antonella Fei
Addetto ai Supporti Amministrativi - Gest. Personale
Giusi Giannone
Ufficio Servizi e Documentazione
Tancredi Attinà
Coord. e Controllo Area Gestione Patrimonio - Assistente Coord. Operativo - Uff. progettazione
Gabriella Bellandi
Front line Affitto
Pietro Vassale
Servizi tecnici patrimonio manutenzione tecnica - Addetto Ufficio Tecnico
Roberto Benvenuti
Coordinatore Tecnico
Stefano Bruni
Responsabile Progettazione
Tiziana Gai
Assistente Ufficio Tecnico
Stefano Monti
Addetto Ufficio Tecnico
Andrea Ravasio
Addetto Ufficio Tecnico
Marco Giordani
Addetto Ufficio Tecnico
Stefano Viciani
Front line Studenti - Referente di Programma - Sede Sesto Fiorentino
Angela Dei
Referente di Programma - Sede Scandicci
Silvia Migliorini
Referente di Programma - Sede Pontassieve
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
01 cooperativa 23
organigramma
Assemblea Soci
Collegio Sindacale
Consiglio di Amministrazione
Presidenza
Coord. allo Sviluppo
Rappresenta la Cooperativa. Predispone le delibere
da sottoporre al CdA. Assicura la adozione di quanto
deliberato nelle assemblee dei soci.
Definisce e gestisce tutte le iniziative
dirette all’identificazione dei nuovi
programmi della Cooperativa
Progetto Qualità
Direzione
Coordina tutte le attività della Cooperativa.
Coordinatore Operativo
e Resp. Personale
Coord. e Controllo
Area Gestione
Patrimonio
Direttore Amm.ne
Controllo e Finanza
Ufficio
Servizi Docum.
Referenti
di programma
Coordinatore
Tecnico
Assicurano l’accoglienza e
Assicura la conoscenza
Garantisce ed assolve
Controlla la gestione
agli obblighi amministrativi, e le modalità di accesso l’informazione sui programmi
al socio potenziale. Assicurano Resp. Assist. Addetto a finanziamenti e
economica, organizzativa contabilli e fiscali. Segue i
l’attuazione delle procedure Progett. Ufficio Ufficio
contributi pubblici da
e manutentiva degli
soci nel piano dei
Tecnico Tecnico parte dei soci. Assicura di iscrizione del nuovo socio e
alloggi in affitto
versamenti e ne cura
di Produz.
lo sviluppo del rapporto nelle Ufficio la completezza e la
coordinando il front line,
le pratiche di mutuo.
diverse fasi di realizzazione Progett.
correttezza formale della
affitto, studenti ed
Garantisce una corretta
del programma fino alla
pratica mutui per i soci e
ufficio tecnico
pianificazione della
della documentazione al consegna. Promuovono incontri
gestione della tesoreria.
con i soci. Il Referente è il
momento dei rogiti.
Assicura l’organizzazione
Servizi Tecnici punto di riferimento per il
Patrim.
ed il coordinamento tra le
socio per tutta la durata
Manutenzione tecnica
varie aree funzionali della
dell’intervento.
Cooperativa.
Sede di Firenze
Front line Affitto
Sede di Scandicci
Sede di Pontassieve
Sede di Sesto Fiorentino
Front line Studenti
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
24 cooperativa 01
I dipendenti hanno un inquadramento relativo ai contratti
L’anzianità lavorativa degli addetti è la seguente:
collettivi nazionali di riferimento (CCNL Dirigenti Cooperativi
80%
e CCNL dipendenti contratto commercio – cooperative di
70%
consumo). Oltre ai dipendenti la Cooperativa si avvale di
60%
collaborazioni esterne.
50%
72%
40%
30%
20%
14%
14%
10%
0
Fino ai 10 anni
di anzianità
Dai 10 ai 20 anni
di anzianità
Oltre di 20 anni
di anzianità
Fascia di età dei dipendenti
La vogliamo ricordare
anche per la disponibilità
nei confronti dei soci
e per lo spirito sempre
amichevole nei rapporti
con tutti i colleghi.
50%
40%
30%
20%
10%
0
43%
24%
24%
51 - 60
anni
oltre 60
anni
9%
30 - 40
anni
41 - 50
anni
BILANCIO SOCIALE 2013
01 cooperativa 25
CAPITOLO
In seguito ad una improvvisa
malattia, il primo agosto ci ha
lasciato la nostra carissima
amica e collega Giuliana
Bertelloni. Giuliana lavorava
in Cooperativa fin dal 1979,
prima in Cooperativa Italia
e poi, dopo l’unificazione, in
Unica. Era anche consigliera
di Legacoop Toscana in
attuazione
del
codice
antimolestie.
Ci fa piacere ricordare Giuliana
per la sua alta professionalità,
per l’impegno costante e per
il lavoro puntuale e curato nei
minimi particolari.
Gli Uffici di unica
Per rendere più agevole l’accesso ai servizi ed all’informazione
gli uffici della Cooperativa si trovano in varie zone.
Firenze, viale Gramsci, 53 - Tel. 055 2345472
Si tratta di un ulteriore miglioramento della presenza storica di
Scandicci, piazza Gramsci, 4b - Tel. 055 256761
Unica nel territorio di Sesto Fiorentino, inizialmente in Via della
Pontassieve, piazza Pavese, 16 - Tel. 055 8368911
Tonietta, poi in Galleria Fosco Giachetti, fino ad arrivare ad oggi
NUOVA SEDE di sesto fiorentino
Sesto Fiorentino, via Gramsci, 15 - Tel. 055 445484
appunto in Via Gramsci.
L’ufficio è collocato al piano terreno di una piccola palazzina,
luminoso, moderno e funzionale. Si trova anche nelle vicinanze
del nuovo intervento in costruzione denominato “Ex Cantieri
Comunali”.
TUTELA E SICUREZZA
IN AMBIENTE DI LAVORO
Allo scopo di tutelare la sicurezza, la salute ed il rispetto dei
diritti dei lavoratori nei cantieri della Cooperativa, nei contratti
di appalto di Unica con le diverse imprese appaltatrici sono
Il 21 novembre Unica ha trasferito l’ufficio di Sesto Fiorentino
contenute specifiche clausole che obbligano al rispetto delle
dalla Galleria Fosco Giachetti ai nuovi locali ubicati in Via
normative nazionali e regionali circa la sicurezza nei luoghi
Gramsci 15. I numeri telefonici, l’orario di apertura e tutti gli
di lavoro.
altri riferimenti sono rimasti invariati.
La Cooperativa inoltre conferisce incarichi relativi alla
Questo ha comportato un miglioramento in termini di servizio
sicurezza (dalla responsabilità dei lavori per la sicurezza,
ai soci e ai tanti cittadini che quotidianamente si rivolgono ad
ai coordinatori alla sicurezza in fase di progettazione e ai
Unica in quanto i nuovi locali presentano facilità di accesso e di
coordinatori in fase di esecuzione) a professionisti abilitati e
parcheggio, e sono ben visibili sul fronte della strada.
di acquisita esperienza nel settore.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
26 cooperativa 01
Nel 2013 si sono tenute le seguenti iniziative a carattere formativo (corsi/convegni):
Gennaio
Aggiornamento amministrativo IVA - IRAP
CAAF
Personale Amministrativo
Gennaio
Assemblea dei delegati Legacoop “Affrontare la crisi
con progetti per il futuro”
Associazione
Presidenza
Gennaio
Qualità dell’Abitare e Social Housing
Associazione
Presidenza
Febbraio
CUD 2013
CAAF
Personale Amministrativo
Marzo
Aggiornamento 9001:2008
Dott.ssa Paolino
Referenti Qualità
Marzo
Verso Unico 2013:dal bilancio alla determinazione degli
imponibili IRES e IRAP e delle relative imposte
Associazione
Personale Amministrativo
Aprile
Workshop Housing Sociale
Associazione
Presidenza
Aprile
Le Reti di Impresa
Associazione
Presidenza
maggio
Il modello 770
CAAF
Personale Amministrativo
giugno
Il modello Unico 2013
caaf
Personale Amministrativo
giugno
Come finanziare l’efficienza energetica
Associazione
Ufficio Tecnico
giugno
Abitare in Toscana 2013 – secondo rapporto sulla
condizione abitativa
Regione Toscana
Presidenza
ottobre
Aggiornamento Prestito Sociale: novità
Associazione
Personale Amministrativo
ottobre
Nuovi strumenti per lo sviluppo finanzario a sostegno
delle cooperative
Associazione
Dir. Finanziario
Novembre
Urban Promo
Evento
Presidenza Uff. Tecnico
Novembre
Nuovi investimenti e opportunità nella programmazione
europea sul risparmio energetico 2014-2020
Associazione
Presidenza
dicembre
Il conguaglio fiscale e contributivo di fine anno
caaf
Presidenza Amministrativo
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
01 cooperativa 27
i
c
o
s
I SOCIETà
CON LA
CON
CAPITOLO
02
relazioni sociali
Coinvolgere e tutelare il socio con la
massima trasparenza, chiarezza e
coerenza nei comportamenti e negli
strumenti.
Viviamo in società. Per noi dunque
niente è davvero buono se non è buono
per la società. (Voltaire)
L’unione e la solidarietà degli uomini
possono prosciugare i mari e abbattere
le montagne. (Proverbio cinese)
IL COINVOLGIMENTO DEI SOCI
per acquisti o servizi. Può aprire un libretto nominativo
Ogni attività rivolta al socio è regolata da una serie di Procedure
interne e dal Manuale della Qualità, documentazione certificata
secondo la normativa UNI EN ISO 9001:2008 e sottoposta a
di Risparmio Sociale. Naturalmente il coinvolgimento si
accentua quando il socio decide di costruirsi la casa con
Unica diventando socio prenotatario.
verifica annuale. Rispetta pertanto i requisiti richiesti dalla
normativa ed è omogenea ed uguale per tutti.
Nel 2013 si sono iscritti 44 nuovi soci
Come si diventa socio
Occorre compilare l’apposita domanda presso uno degli uffici
di Unica e versare la tassa di ammissione, la quota annua di
gestione ed il capitale relativo alle azioni da sottoscrivere (al
31.12.13 l’ammontare di tali somme è 149,00 €).
Il Consiglio di Amministrazione, previa verifica dei requisiti
necessari, approva la domanda di ammissione.
Dopo la registrazione nel Libro Soci, il socio riceve una
comunicazione dell’avvenuta ammissione e del numero
Nel 2013 si sono tenute le seguenti assemblee relative
agli interventi di:
personale risultante dal Libro Soci.
Intervento
Data
Il socio partecipa alla vita della Cooperativa attraverso le
TAVARNELLE VIA DELLE FONTI
18.06.13
assemblee ordinarie e straordinarie, gli incontri specifici per
TAVARNELLE VIA DELLE FONTI
29.07.13
i singoli interventi, riceve il periodico Prima Casa che contiene
SCANDICCI CENTRO
25.03.13
SCANDICCI CENTRO
26.03.13
SCANDICCI CENTRO
18.07.13
SCANDICCI CENTRO
22.07.13
ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI
01.07.13
molte informazioni utili alla vita associativa.
Può recarsi presso gli uffici della Cooperativa per aggiornarsi
sulle iniziative e sui programmi. Può utilizzare la sua Card
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
30 relazioni sociali 02
GARANZIE PER IL SOCIO:
I TRATTI DISTINTIVI DI UNICA
Polizze Fidejussorie
Unica a fronte di ogni versamento in conto costruzione consegna
al socio una polizza fidejussoria rilasciata da primari istituti
bancari o assicurativi che garantisce in caso di fallimento
l’integrale restituzione delle somme versate.
La legge 210/2004 ed il successivo decreto 122/2005,
riguardante la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di
immobili da costruire, ha introdotto una normativa per la tutela
di chi acquista un appartamento in costruzione. In particolare
ha introdotto l’obbligo di rilasciare all’acquirente una apposita
fidejussione a garanzia degli importi versati prima del contratto
notarile di assegnazione. Tutti gli operatori (Cooperative ed
Imprese) sono soggetti a questa legge. Non essendo però
previste sanzioni in caso di mancato rispetto di tale obbligo,
la legge viene spesso ignorata e non vengono offerte tutele agli
acquirenti contro i rischi di fallimento.
Dal 2009 al 2013 sono stati sostenuti costi per rilascio
fidejussioni per 381.000,00 €.
Atto di Prenotazione
Le garanzie che Unica offre al socio con tale atto sono:
il prezzo invariato fino al trasferimento della proprietà e
l’impegno a consegnare l’appartamento entro termini stabiliti,
corrispondendo penali in caso di mancato rispetto.
Polizza decennale postuma
Il D. Lgs 122/2005 tra gli altri obblighi a tutela dell’acquirente,
ha individuato anche l’obbligo della polizza decennale
postuma. Il fine di tale polizza è garantire l’acquirente per 10
anni da gravi danni materiali all’appartamento, anche nel caso
in cui il costruttore sia impossibilitato a fronteggiare i propri
impegni richiesti dal Codice Civile, nei 10 anni successivi
alla realizzazione. Unica ha introdotto nei Contratti di Appalto
l’obbligo dell’Impresa Costruttrice a stipulare tali polizze che
al momento del rogito la Cooperativa consegna ad ogni socio.
Collaudo Tecnico
Dopo la conclusione dei lavori tutti gli alloggi vengono sottoposti
al Collaudo Tecnico. Tale procedura pur non obbligatoria per
Al momento della prenotazione di un alloggio il socio sottoscrive
legge, è adottata da Unica per maggiore tutela del socio. Il
l’Atto di Prenotazione che regola in modo chiaro e completo i
collaudo, effettuato da un tecnico iscritto all’Albo Professionale,
rapporti tra socio e Cooperativa durante tutto il periodo di
verifica infatti la corretta esecuzione delle opere e dispone gli
costruzione.
eventuali interventi di misure correttive.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
02 relazioni sociali 31
risparmio
prima casa
iscrizione a Socio
card
diritto al voto
adesione ad un intervento
presentazione intervento
prenotazione appartamento
personalizzazione
visite in cantiere
scelta materiali
scelta mutuo
consegna chiavi
Contratto notarile
socio
proprietario
prima casa
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
32 relazioni sociali 02
card
risparmio
Foto di ALESSANDRO CIAMPI
diritto al voto
Soddisfazione del Socio
Unica si propone di fornire ai propri soci un alto livello di
servizio, prodotti di qualità ed una risposta adeguata alle
loro esigenze ed aspettative, anche in rapporto al contesto
in cui opera. Per questo ha implementato un sistema per
poter valutare la soddisfazione dei propri soci sulla base delle
criticità o degli apprezzamenti dagli stessi segnalati.
La soddisfazione del socio rappresenta per Unica un elemento di
misurazione della qualità percepita. I dati sulla soddisfazione
Dal 2009, la rilevazione è stata integrata con la gestione dei
suggerimenti, che pervengono in Cooperativa sia tramite
gli stessi questionari oppure direttamente tramite mail. I
suggerimenti sono classificati per argomento, analizzati e
pubblicati sia sul periodico Prima Casa che sul sito con la
relativa risposta.
risposte QUESTIONARI
50%
del socio, forniscono utili indicazioni circa le specifiche del
40%
servizio, del prodotto e delle sue modalità di erogazione.
30%
La Cooperativa si è dotata di un sistema articolato per la
20%
rilevazione della soddisfazione dei propri soci che con gli anni
si è perfezionato ed integrato. Tale sistema prevede che in
determinate fasi di realizzazione dell’intervento (prenotazione,
personalizzazione, consegna, contratti), e per determinate
38%
41%
37%
35%
30%
22%
28%
10%
0
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
tipologie di soci (socio in attesa, socio risparmiatore,
Purtroppo con il passare degli anni, dopo un sensibile aumento
socio proprietario) venisse rilevato direttamente dai soci
dal 2007 al 2009, l’andamento della risposta dei soci è andato
se il servizio/prodotto fornito avesse o meno soddisfatto
pian piano diminuendo. Ed anche i suggerimenti hanno subito
le aspettative. La rilevazione avviene attraverso appositi
un netto calo, tale che per il 2013 il dato è stato ritenuto
questionari, spediti ai soci.
poco significativo. In questi mesi pertanto la Cooperativa sta
I risultati dei questionari vengono analizzati mediante
riorganizzando questa iniziativa, definendo una procedura e
specifiche elaborazioni, e forniscono elementi utili per
strumenti di rilevazione più adeguati, immediati ed efficienti.
eventuali azioni correttive da apportare ai processi o ai
I risultati raggiunti saranno quindi riportati sul prossimo
prodotti/servizi.
Bilancio Sociale.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
02 relazioni sociali 33
30%
estremamente delicato ed è forse quello a cui Unica dedica
10%
3,3%
Quello delle anomalie e dei ripristini post consegna è un tema
6,1%
15%
Ripristini post consegna
13,7%
• ANOMALIE IN FASE DI CONSEGNA
5%
maggiore attenzione ed impegno.
1,5%
20%
4,0%
• RIPRISTINI POST CONSEGNA
2,9%
25%
9,4%
misurazione:
20,5%
La Cooperativa utilizza infatti anche dati indiretti per tale
26,2%
altre forme ed occasioni.
Le segnalazioni sono state dei seguenti tipi:
12,9%
La soddisfazione del socio può essere rilevata anche attraverso
e delle garanzie rilasciate.
L’attenzione ai ripristini comporta anche un’analisi di quali sono
i difetti e le anomalie più ricorrenti, quale sia la loro incidenza,
quali le possibili cause, quali gli aspetti fonte di maggior disagio.
Oltre a questo rimaniamo convinti che quello che continua a fare
la differenza è l’impegno di Unica a risolvere i problemi che
man mano si presentano.
Unica infatti monitora costantemente i reclami dei soci. Si è
dotata di una apposita procedura che viene periodicamente
aggiornata.
Nel 2013 ci sono stati 197 reclami; 129 di questi sono stati
chiusi nel corso dell’anno.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
34 relazioni sociali 02
Altro
/rifiniture
Tinteggiature
Accessori
/rubinetterie
Sanitari /rivestimenti
IO
NI
I
nfissi
O
Pavimentipere murarie
AZ
LIZZ
BI
EA
Imp
. idraulico
RM
nuovi cantieri. C’è poi da tener conto dei profili di responsabiltà
PE
far intervenire le imprese che nel frattempo sono impegnate su
IM
Infatti dopo la consegna, è certamente più difficile intervenire e
Imp
. elettrico
0
della Direzione Lavori.
Le anomalie eventualmente riscontrate sono riportate sul
Verbale di Visita di Preconsegna. Il Verbale firmato da socio,
23,33%
0
0%
con la presenza del socio, del Referente Tecnico, dell’Impresa e
5%
TIN MUR
TE
AR
PE I GGIA IE
RM NT TU
EA ONA RE
BI C /
LIZZ O
AZ
I
ID ONI
RA
SA
UL
NI
IC
TA
O
RI ELE
O/
TT
RU
RI
C
PA
VIM BINE O
. R TTE
IVE RI
ST E
IM
EN
TI
IN
FIS
SI
A
MA CCE
SS
NC
OR
AN
I
O
PIA SCO
RT
NT
UM E
AZ
IO
NE
eventuali anomalie presenti nell’alloggio. Tale visita si svolge
IM
La visita di preconsegna consente al socio di verificare
12,67%
10%
0,67%
Visita di preconsegna
2,67%
15%
3,33%
maggiore tutela del socio.
14,67%
20%
collaudo non è obbligatorio per legge, ma adottato da Unica per
10,67%
del collaudo tecnico da parte del professionista qualificato. Tale
25%
15,33%
visita in cantiere da parte del socio e termina con l’attivazione
1,33%
La fase di consegna degli alloggi prende avvio dopo l’ultima
Le segnalazioni sono state dei seguenti tipi:
15,33%
Anomalie in fase di consegna
e, per presa visione da Cooperativa, Impresa e Direttore Lavori
Consegna Chiavi
viene rilasciato in copia ad ogni soggetto. I dati vengono
Nel periodo intercorrente la visita di preconsegna e la data
utilizzati dalla Cooperativa anche per la redazone del report
di consegna delle chiavi, l’ufficio tecnico si attiva affinché
annuale sulle difformità in fase di consegna.
l’impresa elimini le anomalie rilevate.
Il giorno della consegna il socio procede con la visita finale
dell’alloggio per verificare la corretta esecuzione, da parte
dell’impresa, dei ripristini segnalati nella precedente visita. Al
termine della visita viene sottoscritto il modulo Verbale Verifica
Alloggio.
Inoltre le parti sottoscrivono il Verbale di Assegnazione
Provvisoria e Consegna Alloggio.
Nel corso del 2013 sono stati consegnati 50 appartamenti.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
02 relazioni sociali 35
alcune iniziative
11.05.13
OPEN DAY EX MERINANGORA – SAN FRANCESCO DI PELAGO
Anche quest’anno abbiamo ripetuto l’esperienza del cosiddetto
“Open-day” già sperimentato nel maggio 2012. Ed anche
stavolta, sabato 11 maggio, abbiamo invitato tanti cittadini
della Valdisieve a visitare, nell’arco dell’intera giornata, gli
alloggi di questo intervento.
Questa convinzione ci è derivata dal successo della giornata
dello scorso anno, soprattutto in termini di giudizi, soddisfatti e
meravigliati al tempo stesso, espressi da quasi tutti i visitatori
al termine del loro tour all’interno degli alloggi di diversa
tipologia e diversa collocazione ai piani.
Il successo di partecipazione si è ripetuto. Sono state tante le
famiglie che nel corso della giornata si sono avvicendate nelle
visite. Il loro giudizio è stato generalmente positivo e quasi
sempre superiore alle aspettative che avevano arrivando in
cantiere.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
36 relazioni sociali 02
Martedì 7 maggio il Progetto è stato presentato alle 38 famiglie
del condominio di Via dei Querci a Firenze, già interessate dal
18.05.13
OPEN DAY MONTEBENI
Il 18 maggio si è svolta una giornata dedicata alle visite
progetto di riqualificazione realizzato da Unica con la formula
Rinnova. Alla iniziativa erano presenti diversi rappresentanti di
Eco Courts, di Legacoop e della Regione Toscana.
all’intervento ed agli alloggi non ancora prenotati. Anche in
Sabato 18 maggio, all’interno della manifestazione Terra Futura
questo caso l’affluenza delle famiglie avvicendatesi nelle visite
(Fortezza da Basso 17÷19 maggio) si è tenuto il convegno
e nella richiesta di informazioni durante la giornata è stata
dedicato al progetto Eco Courts “La gestione ecologica delle
notevole.
abitazioni e dei condomini di Eco Courts: fare rete tra cittadini,
enti locali e cooperative”.
07.05.13 - 18.05.13
Progetto ECO Courts
Ad aprire il convegno è stato l’assessore della Regione Toscana
Salvatore Allocca.
Unica ha partecipato al Progetto ECO Courts (Cortili ecologici),
Alvaro Fiaschi, vicepresidente di Unica, ha presentato l’esperienza
iniziativa promossa dalla Comunità Europea, con l’adesione
di riqualificazione energetica del condominio di Via dei Querci,
della Legacoop Nazionale oltre alle Regioni Toscana ed Emilia
effettuata da Unica con la formula Rinnova, dove la Cooperativa
Romagna. Eco Courts è un progetto volto a ridurre i consumi
è intervenuta finanziando una parte delle spese di riqualificazione
di energia e acqua a livello domestico e di condominio nonché
energetica e scommettendo sul risparmio energetico conseguente,
la produzione di rifiuti. Il progetto europeo intende coinvolgere
assumendosi quindi il rischio dell’iniziativa e liberando il
gli abitanti nell’adozione di una gestione domestica sostenibile
condomino da ogni onere organizzativo e di investimento.
e stimolarli in pratiche di risparmio energetico, per rendere
A distanza di due anni dai lavori, il primo bilancio sul risparmio
l’abitare più sostenibile e più economico per le famiglie.
energetico dell’edificio è stato positivo: circa il 22% del consumo.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
02 relazioni sociali 37
01.07.13
L’assemblea per l’approvazione del bilancio consuntivo 2012 si
è tenuta nel salone della Casa del Popolo di San Bartolo, luogo
storico delle assemblee di Unica.
Ampio spazio è stato dato alla relazione del Presidente che a
30.11.13
nome del Consiglio di Amministrazione ha cercato di esporre
Consegne – Rogiti ed inaugurazione
intervento Scandicci Centro
la situazione patrimoniale della Cooperativa all’interno del
contesto economico generale in cui si colloca la pesante crisi
del settore edilizio.
Il risultato economico 2012 di Unica ha evidenziato un
modesto segno positivo, che nel contesto generale acquista
maggiore valore.
Durante il 2013 si sono svolte diverse iniziative relative
all’intervento: il 3 ottobre sono stati inaugurati gli spazi
commerciali del piano terra: 10 negozi, uno sportello bancario,
una libreria, un ristorante. Il 30 novembre, quando anche la
grande piazza, antistante i 3 edifici e adiacente alla stazione
della tramvia per Firenze, è stata aperta al pubblico, si è svolta
l’inaugurazione ufficiale dell’intero intervento. L’architetto
Richard Rogers, assieme ai suoi più stretti collaboratori, è stato
presente fin dal mattino per visitare ogni parte dell’iniziativa
01.07.13
e per verificare i risultati raggiunti. La sua soddisfazione è
I premi per i soci risparmiatori
stata palese, espressamente e ripetutamente dichiarata. Un
Al termine dell’assemblea sono stati estratti i premi destinati
risultato positivo anche per Unica che aveva sempre creduto
ai soci risparmiatori.
nell’intervento.
Nel 2013 accogliendo alcuni suggerimenti dei soci, i premi sono
Gli appartamenti sono stati consegnati ai soci nel mese di
diventati tre e consistenti in un viaggio con pernottamento per 3
maggio. Nel mese di luglio si sono svolte le assemblee per
notti, per due persone, in alcune delle più belle capitali europee:
illustrare il percorso relativo alla stipula dei contratti. La
Parigi, Berlino e Praga.
stipula dei rogiti è iniziata dal mese di settembre.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
38 relazioni sociali 02
Foto di ALESSANDRO CIAMPI
ASSEMBLEA DI BILANCIO
Foto di ALESSANDRO CIAMPI
iniziative sociali e solidarietà
Nel 2013 Unica ha sostenuto alcune manifestazioni,
il sindaco Matteo Renzi, il segretario generale
associazioni culturali e non, quali:
della Fiom Maurizio Landini, i segretari della
• Città di Fiesole VIN ART
Fiom Firenze e della Camera del Lavoro
fiorentina Daniele Calosi e Mauro Fuso.
• Vivere in Toscana
La mostra, attraverso una cinquantina di
• Work Allarm Pontassieve
immagini, racconta la storia delle lotte dei
• Associazione Culturale Volver
metalmeccanici fiorentini dagli anni ‘60 ad oggi:
• Associazione Ragazzi del Sole Scandicci
tra le altre, si trovano le foto delle mobilitazioni
Inoltre ha contribuito a promuovere una importante
per la salute e la sicurezza sul lavoro della Fiat
mostra fotografica organizzata dalla FIOM CGIL
di Novoli, i piani industriali e gli accordi firmati
“Città lotte diritti – la Firenze operaia ed industriale”
in Galileo, gli atti del Consiglio di fabbrica del
inaugurata il 12 dicembre alla biblioteca delle
Nuovo Pignone, le vertenze della Zanussi e le
Oblate a Firenze. All’inaugurazione erano presenti
ultime mobilitazioni Targetti.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
02 relazioni sociali 39
MUTUALITÀ ESTERNA
• Con il successivo contributo di 40.000,00 Euro (progetto
2008/2009) Unica ha finanziato l’acquisto di un ventilatore
Con lo scopo di individuare le iniziative da sostenere nel 2002
polmonare per la rianimazione pediatrica dell’Ospedale.
l’Assemblea dei soci ha costituito un Comitato Etico ed ha
• Per gli anni 2010/2011 è stato finanziato l’acquisto di un
approvato uno specifico Regolamento contenente i criteri per
ecocardiografo iE33 completo di strumenti di quantificazione
misurare l’efficacia dell’intervento e le priorità fra i bisogni non
e di imaging Live 3D e 2D complementari, per un importo di
soddisfatti diversamente.
70.000,00 Euro.
Dal 2006 tali iniziative si sono orientate a sostegno della
• Nel 2012 il contributo che è stato di 15.000,00 Euro ha
Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer, considerato da
finanziato l’attività di accoglienza bambini, animazione,
sempre uno dei simboli della “buona sanità”. Una realtà di
teatro e ludoteca.
eccellenza nel panorama nazionale ed europeo vissuta come
Il 3 aprile 2013 presso la sede dell’Ospedale Pediatrico
una ricchezza dell’intera comunità fiorentina e toscana.
si è tenuta la consegna ufficiale del moderno ecografo. La
• Con il suo primo contributo di 30.000,00 Euro Unica ha
consegna, alla presenza del Direttore Generale dell’Ospedale
finanziato l’allestimento e l’arredamento di 8 ambulatori
e presidente della Fondazione Meyer Tommaso Langiano, è
chirurgici della nuova struttura dell’Ospedale operativa dal
avvenuta con la presenza dei principali donatori che hanno
dicembre 2007.
aderito all’iniziativa.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
40 relazioni sociali 02
Mutualità: gli altri progetti finanziati
Progetto 2003
Realizzazione di una rete informatica in grado di assicurare la
continuità del percorso assistenziale a pazienti afflitti da ictus
cerebrale, fratture di femore, protesi all’anca e necessità di
assistenza per lungodegenza.
27.000,00 €
Progetto 2004
Acquisto di un’auto medica per il 118, dotata di tutta la
strumentazione tecnica necessaria per il primo soccorso medico
e di un satellitare per consentire l’immediata localizzazione
dell’intervento per la Asl 10 di Firenze.
30.000,00 €
Progetto 2005
Fornitura di 20 letti elettrodinamici automatici donati a due
Unità Operative della Azienda Sanitaria ASL 10.
30.000,00 €
Progetto 2006/2007
Il progetto riguarda il dipartimento Area Critica Medico
Chirurgica dell’Università degli Studi di Firenze e consiste
nell’erogazione di assegni di studio finalizzati a finanziare
una ricerca denominata ”fattori di rischio genetico per ictus
ischemico”.
36.000,00 €
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
02 relazioni sociali 41
UMENTI
STR
E SERVIZI
CAPITOLO
03
innovazione
Rispondere
all’articolata
domanda
abitativa promuovendo costantemente
innovazione nella socialità e nella
sostenibilità ambientale.
Tutte le idee che hanno enormi
conseguenze sono sempre idee semplici.
(Lev Tolstoj)
In coscienza, non so dire se la situazione
sarà migliore quando cambierà; posso
dire però che deve cambiare se si vuole
che diventi migliore. (Georg Lichtenberg)
Foto di ALESSANDRO CIAMPI
INNOVAZIONE
L’innovazione è una strada obbligata per tutti i soggetti che
vogliono misurarsi con i cambiamenti in atto nella società e
A) NUOVI STRUMENTI
nel mercato.
L’innovazione va intesa dunque come impegno concreto che
coinvolge strategie e comportamenti quotidiani.
come Unica declina l’innovazione:
Project Financing
Risale al 2001 la prima esperienza di utilizzo di questo
strumento. Il risultato che ne è derivato per Unica sono i 71
posti letto in Piazza Alberti a Firenze destinati a studenti fuori
A) Utilizzo di nuovi
strumenti
• Project Financing
• Sistema Integrato Fondi
B) Nuove formule
per rispondere ai bisogni
• Affitto
• Residenze Studentesche
• Modalità Affitto/Acquisto
La seconda esperienza, che ha mosso i primi passi nel 2004,
stata presentata la proposta relativa al nuovo centro urbano
C) nuova qualità
• Soluzioni tecnologiche per il
contenimento dei consumi energetici
ed il miglioramento delle condizioni di
benessere abitativo;
• Riqualificazione territoriale e recupero
di aree industriali dismesse
D) servizi collegati
all’abitare
• Servizi all’infanzia
• Servizi alla comunità
E) Servizi oltre la
casa
• Risparmio Sociale
• Card di Unica
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
44 innovazione 03
sede sia italiani che stranieri.
ha interessato Scandicci, dove, assieme ad altri operatori, è
in corrispondenza della stazione della Tramvia. Residenziale,
torre direzionale, auditorium, negozi commerciali, parcheggi
e nuova piazza. La progettazione è stata curata dallo Studio
Rogers di Londra.
I lavori sono stati completati nel 2013: gli appartamenti sono
stati consegnati nei mesi di maggio e giugno. L’inaugurazione
dell’intero complesso si è tenuta il 30 novembre.
Come nasce
Questa esperienza nasce in un contesto in cui i finanziamenti
pubblici destinati all’affitto sono pressoché scomparsi e non
sono pertanto ripetibili iniziative quali quella cosiddetta
“20.000 alloggi in affitto” che avevano prodotto interessanti
Sistema integrato Fondi: Fondo Housing Toscano
risultati.
Nel 2008 il “Piano Casa”, ai sensi dell’art. 11 del D.L. 112/08
Il contesto
e del D.P.C.M. di attuazione (16/07/2009), prevede l’utilizzo di
Con Housing Sociale si intende l’offerta di alloggi e servizi
Fondi immobiliari chiusi come possibile strumento al fine di
con forte connotazione sociale per coloro che non riescono a
valorizzare ed incrementare l’offerta abitativa sul territorio.
soddisfare il proprio bisogno abitativo sul mercato, per ragioni
Le prime esperienze nascono in Lombardia, di seguito a Parma
economiche o per assenza di un’offerta adeguata. Oggi i
e poi in Toscana.
cittadini in queste condizioni sono sempre più numerosi perché
Lo strumento “Fondo” merita una particolare attenzione
il potere di acquisto è progressivamente diminuito nel tempo,
perché si tratta di una novità di assoluto rilievo nel panorama
perché i mutui vengono concessi col contagocce o più spesso
nazionale del settore ed una realtà senza uguali in Toscana.
non vengono concessi, perché l’incertezza circa le sorti del
Parliamo con una certa enfasi di opportunità per questo
proprio posto di lavoro o gli sbocchi della precarietà lavorativa
territorio e la sua comunità, perché si tratta di uno strumento
condizionano qualunque progetto.
finalizzato ad immettere sul mercato alloggi dal contenuto
Nel contesto italiano con Housing Sociale si fa riferimento ad
fortemente sociale e nello stesso tempo dotato di importanti
un nuovo settore che comprende l’attività di sviluppo e gestione
capacità di investimento.
immobiliare, avente l’obiettivo di creare una offerta abitativa
Alcune cooperative, coordinate da Unica, hanno promosso
sostenibile, assegnando un titolo di preferenza alla locazione a
la costituzione del FONDO HOUSING TOSCANO con la
breve-medio e lungo termine.
collaborazione di Polaris Real Estate SGR, con la consulenza
Si possono combinare tante diverse soluzioni, compreso forme di
di Fondazione Housing Sociale e di Finabita SpA, società di
accompagnamento all’acquisto, vendita differita, rent to buy, etc.
servizio delle cooperative di abitanti di Legacoop.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
03 innovAzione 45
Il Fondo Housing Toscana è stato costituito il 14.12.12, con la
Il Gestore sociale
partecipazione del FIA di Cassa Depositi e Prestiti Investment,
Nell’ottica dell’ottimizzazione della gestione immobiliare
investitore istituzionale con 14,5 mln, di Coopfond di Legacoop
assume fondamentale importanza la creazione di un soggetto
e di UGF Unipol gruppo finanziario, anch’esso investitore con
unico per la Gestione Sociale.
un milione.
Viene definita dunque la figura del “Gestore Sociale”,
Nel fondo sono apportati immobili situati tra Firenze e Prato, già
il soggetto cioè chiamato a gestire gli alloggi in affitto,
realizzati e destinati all’affitto per 330 alloggi e 2 aree a Prato
che ha ruolo importante per le attività del Fondo e per il
destinate alla realizzazione di Housing Sociale per 150 alloggi
quale le cooperative di abitanti possono dare un contributo
(come da specchietto).
significativo di esperienza e struttura operativa.
sottoscrizione e apporto fht
Apportanti
Affitto Firenze S.p.A.
Abitcoop S.c.r.l.
Amicizia Soc. Coop.
Investitori
Istituzionali
Fondo Investimenti per l’Abitare (CDPI Sgr) € 14,6 mln
Unipol Assicurazioni (UGF) € 1 mln
CoopFond (ha acquisito quote di Abitcoop) € 1,5 mln
Elemento decisivo per attrarre investitori, in relazione alle
particolari caratteristiche del patrimonio realizzato e da
realizzare ed ai destinatari degli alloggi, è senza dubbio la
possibilità di porre in atto iniziative atte a garantire certezza
Data Avvio Operatività 14 dicembre 2012
Data Scadenza
Durata 25 anni (scadenza del Fondo: 2036)
e continuità dei ricavi da vendite e locazioni, sviluppare
percorsi di coesione sociale e mantenere il valore e la
funzionalità degli immobili destinati alla locazione.
Gestione del Risparmio
Polaris Real Estate SGR S.p.A.
Obiettivo del Gestore Sociale è pertanto coniugare in modo
Equity
Quote sottoscritte: € 24,4 mln
ottimale le implicazioni della gestione immobiliare con
Debito
Debito di sviluppo
Debito accollato: € 19,3 mln
Debito contratto: € 11 mln
le peculiari esigenze di presidio sociale necessarie al
Iniziative Apportate
9 fabbricati (locazione permanente)
330 alloggi - Superficie 23.261 mq
5 a Firenze (FHT01-FHT02-FHT03-FHT04-FHT05)
4 a Prato (FHT06-FHT07-FHT010-FHT11)
Iniziative in corso di
realizzazione
2 progetti di sviluppo (vendita convenzionata,
affitto/riscatto e locazione 15 anni)
157 alloggi - Superficie 16.330 mq
FHT13 Paperino (Prato), FHT14 Gello (Prato)
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
46 innovazione 03
perseguimento dell’obiettivo della costruzione di comunità
integrate.
L’incarico di Gestore Sociale del Fondo Housing Toscano (FHT)
è stato affidato ad Abitare Toscana s.r.l., società costituita
il 12 dicembre 2012 tra i soci Unica, Consorzio EdilCoop,
AbitCoop Soc. Coop. a.r.l. (come da specchietto).
Attività 2013
Trattandosi del primo anno di vita di FHT,
buona parte è stata dedicata a consolidare
il rapporto e le procedure per lo sviluppo tra
i vari soggetti coinvolti. Contestualmente è
stata svolta attività di analisi sul territorio
per verificare disponibilità ed interessi di enti
locali, altri enti, fondazioni bancarie per altre
iniziative da destinare all’Housing Sociale.
Gestore Sociale
Abitare Toscana S.r.l.
Soci
Unica Soc. Coop. di Abitazione
Consorzio EdilCoop
AbitCoop Soc. Coop. a.r.l.
Oggetto della
gestione
u.i. apportate a FHT – 330 alloggi
180 a Firenze (FHT01-FHT02-FHT03-FHT04-FHT05)
150 a Prato (FHT06-FHT07-FHT010-FHT11)
Inizio gestione
gennaio 2013
Staff
Responsabile Contrattuale
4 building managers a Firenze
8 building managers a Prato
Attività
Property Management: contrattualistica e contabilità
(fatturazione annuale ca € 1,8 mln)
Facility Management: manutenzione immobili, redazione budget di spesa, archivio informatico
Community Management: utenza telefonica, presidio
sociale e gestione della partecipazione
Ad Unica è affidato l’incarico di coordinare le varie attività
previste dal contratto. Si tratta di un risultato importante nella
strategia del riposizionamento nel mercato abitativo.
Inoltre la gestione degli alloggi apportati al Fondo ha avuto
nel 2013 risultati molto positivi, tanto che Abitare Toscana è
stata confermata soggetto gestore dei futuri beni di FHT ed
individuata anche quale soggetto a cui conferire l’incarico di
supporto allo sviluppo delle iniziative future.
A distanza di 1 anno ormai dalla costituzione del Fondo è in
corso di completamento l’istruttoria relativa allo sviluppo di
nuove iniziative per oltre 500 alloggi, oltre la metà destinati
all’affitto. Le iniziative collocate nell’area fiorentina si trovano
a Campi, Scandicci, Firenze e Pontassieve.
Nel complesso si tratta di 9 iniziative (63,4 mila mq – 550 alloggi)
per un valore dell’investimento complessivo pari a € 93,6 mln.
sviluppo fht: quali prospettive?
Gestione immobiliare di oltre € 90 mln di investimento, 9 interventi
residenziali in 4 province della Toscana, oltre 500 alloggi da realizzarsi in
un arco temporale di circa 6 anni.
BILANCIO SOCIALE 2013
03 innovAzione 47
CAPITOLO
GESTORE SOCIALE FHT
Firenze
Ex Gover (ca all. 100)
Altre opportunità per la gestione
Provincia di Firenze
Campi Bisenzio (ca all. 30)
Scandicci (ca all. 50)
Pontassieve (ca all. 100)
Prato
Capezzana Comune
(ca all. 60)
Capezzana Coop
promosso dall’Amministrazione Comunale di Calenzano
Il 16 dicembre Abitare Toscana ha partecipato al bando
per selezionare un soggetto in grado di svolgere il servizio
di gestione e supporto alla commercializzazione e gestione
amministrativa, tecnica e finanziaria per 33 unità abitative di
proprietà di una società del Comunale di Calenzano.
Pisa
Cisanello (ca all. 20)
project calenzano comune
Livorno
Shangai (ca all. 80)
Garibaldi (ca all. 110)
Oggetto del servizio
33 u.i. ubicate in 2 edifici del Project Calenzano
Comune di proprietà dell’A.C. di Calenzano e destinate
in parte (16 u.i.) alla locazione a lungo periodo ed in
parte alla locazione con patto di futura vendita
Unica guarda al Fondo FHT come un’opportunità per:
Inizio attività previsto
aprile 2014
•Ampliamento dell’offerta non solo quantitativo ma
Durata incarico
6 anni
Attività
Assistenza al collaudo
Gestione (Start up di comunità, Property, Facility e
Community Management) 16 alloggi
Commercializzazione (promozione e pubblicità,
individuazione utenza, contrattualizzazione
preliminare, personalizzazione alloggi, visite
pre-contratti, consegne alloggi, assistenza al rogito)
per 17 alloggi
qualitativo, cioè con la possibilità di offrire alloggi in affitto o
nelle diverse formule del rent to buy;
•Riposizionamento sul mercato;
•Riproposizione ruolo utilità sociale;
•Accordi di collaborazione con altri soggetti.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
48 innovazione 03
B) NUOVE FORMULE
Residenze per studenti
Tra i tanti profili della domanda che esprimono in modo nuovo
Allo studentato di Via Maragliano a Firenze inaugurato nel
il bisogno abitativo, quelli che sono attualmente oggetto di
2005, alla cui realizzazione Unica ha partecipato assieme ad
proposte ed iniziative concrete da parte di Unica sono:
altre tre cooperative, ed quello di “Piazza Alberti” a Firenze, nel
• Residenze in affitto
2012 si è aggiunto quello di Sesto Fiorentino, nei pressi del Polo
• Residenze per studenti
Scientifico Universitario che comprende 42 posti letto.
• AbitoSubito
Residenze in affitto
Unica si è misurata con questo tema sia direttamente che
tramite società partecipate. Attraverso “Affitto Firenze” sono
stati realizzati, grazie al finanziamento pubblico, 180 alloggi
a Firenze destinati all’affitto a canone moderato che varia dai
Residenze
posti letto
realizzazione
Via Maragliano
Firenze
340
Realizzazione e gestione
tramite Evergreen
Piazza Alberti Firenze
71
Gestione diretta
Via della Pace
Sesto Fiorentino
42
Realizzazione e gestione
diretta
380 ai 480 Euro/mese a seconda della dimensione dell’alloggio.
Questo patrimonio è stato conferito nel Fondo Housing
Toscana prima descritto.
Attraverso il Consorzio Nuova Badia sono previsti 30
alloggi a Scandicci, anche questi in affitto a
canone moderato. Quindici alloggi sono
stati già completati ed affittati; i
restanti quindici saranno terminati
entro metà 2014.
Unica inoltre detiene un patrimonio
abitativo di 29 alloggi attualmente in affitto.
Si trovano a Firenze, Calenzano e Scandicci.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
03 innovAzione 49
Abito Subito: nuova opportunità di Unica
Dopo il successo di interesse ottenuto dalla formula “Abito
Subito, paghi l’affitto compri la casa”, Unica ha ritenuto di
aggiornarla per renderla ancora più interessante ed efficace
rispetto alle condizioni di tanti soci. Dal settembre 2013 infatti
è diventata operativa la formula “Abito Subito.. ma pago a
rate” che permette di abitare da subito l’alloggio prescelto, e,
dietro versamento di una caparra del 15%, avere a disposizione
fino ad otto anni per stipulare l’atto di acquisto, pagando in
questo periodo la rata mensile di un mutuo che copre circa
i due terzi del prezzo dell’alloggio. Con tale formula Unica
finanzia, a tasso zero, una parte del prezzo per un periodo fino
ad otto anni aiutando così il socio a disporre di un consistente
periodo di tempo per consolidare la propria posizione familiare
e/o lavorativa, senza rinunciare da subito ai suoi progetti o
rimandandoli a tempi migliori.
La Formula ha suscitato subito un grande interesse: infatti dal
mese di settembre, data di entrata in vigore, al 31.12.13 sono
stati sottoscritti 5 contratti.
•Scegli la casa che risponde alle tue esigenze; puoi
abitare da subito la tua nuova casa.
•Versi una caparra del 15% ed una quota mensile
equivalente ad una rata di mutuo pari circa al
65% del prezzo. La quota capitale di tale rata
andrà a diminuire mensilmente l’importo che ti
rimane da pagare;
•Dopo 8 anni avrai dunque pagato oltre alla
caparra iniziale la quota capitale di ciascuna
rata mensile. Potrai saldare l’importo che rimane
o richiederlo come mutuo ad un Istituto di Credito
al momento del contratto notarile di acquisto.
•Nessun canone di locazione. La rata mensile è la
rata del mutuo che copre il 65% del prezzo;
•UNICA nei primi 8 anni ti finanzia a tasso zero la
differenza (pari al 20%) tra il prezzo dell’alloggio
(100%), la caparra versata (15%) e l’importo del
mutuo di cui paghi la rata mensile (65%);
•Questa Formula prevede un tempo massimo di
8 anni di rateizzazione prima del rogito ma puoi
stipulare anche prima se decidi in tal senso;
•Nel corso degli 8 anni potrai fare ulteriori
versamenti in conto prezzo.
•Unica si fa carico dei lavori di manutenzione
straordinaria dell’alloggio fino al contratto
notarile;
•La quota interessi che mensilmente paghi potrà
essere detratta nella dichiarazione dei redditi
in base alle normative fiscali. Unica ti fornirà la
certificazione necessaria.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
50 innovazione 03
C) NUOVA QUALITÀ
25/30cm). I consumi vengono altresì confrontati con quelli da
Unica è impegnata affinché i suoi interventi abbiano una
progetto, esposti ai soci prenotatari in sede di presentazione
elevata qualità abitativa ed assicurino una migliore condizione
degli interventi.
di benessere agli abitanti.
Con gli anni la Cooperativa è passata dalle idee alle realizzazioni
edilizie vere e proprie. Ne sono esempi concreti i premi ricevuti
nel corso degli anni:
Monitoraggio consumi energetici Sesto F.no PL13 UMI 5 e 6
La tipologia costruttiva dei due edifici è una linea. Entrambe
gli edifici possiedono 5 piani fuori terra. L’impianto termico
è un impianto di trigenerazione e teleriscaldamento per
Premio Toscana ecoefficienza 2005:
per l’intervento il Neto a Calenzano (15 alloggi)
riscaldamento, raffrescamento e produzione acqua calda
Concorso Nazionale “Energia Sostenibile nelle città” 2010:
per l’intervento di Calenzano Dietropoggio (35 alloggi+3 fondi)
L’edificio, grazie alla fornitura di riscaldamento e raffrescamento
“Toscana Ecoefficiente” Premio 2011:
per l’intervento di Pontassieve Casa Rossa (81 appartamenti,
4 uffici e 4 unità)
Classe A. Le singole unità immobiliari, che se non collegate
Concorso Nazionale “Energia Sostenibile nelle città” 2011:
per l’intervento a Tavarnelle Rovai (30 alloggi)
sanitaria – gestito dalla Società Estraclima.
tramite trigenerazione, nella sua complessità è classificato in
alla rete di teleriscaldamento risulterebbero classificate in
Classe B/C, possiedono attestazione energetica di Classe
A (quanto specificato è riportato nelle singole certificazioni
consegnate ai soci).
Monitoraggio consumi energetici
Il monitoraggio effettuato sulle due annualità 2012 e 2013
Attribuiamo grande importanza a questa attività che non ha
evidenzia quanto segue:
riscontri diffusi nel mercato e che servirà oltre a rendicontare i
il consumo medio annuo per gas metano è notevolmente
risultati raggiunti ad individuare le condizioni di miglioramento
inferiore a quello di progetto (ca. -35%). Oltre il 90% delle
di ogni singolo intervento per future iniziative.
utenze analizzate ha avuto nell’esercizio 2012 consumi inferiori
L’attività di monitoraggio è basata sul confronto fra i consumi
a quelli attesi (7.770 kwh/mq anno). Il lieve incremento del
termici di 165 alloggi (Sesto PL13 e Pontassieve Casarossa)
consumo medio manifestatosi nell’esercizio 2013 (+9%) è da
ed i consumi standard di un alloggio con murature ed impianti
imputarsi al riallineamento alle condizioni contrattuali della
“tradizionali” (caldaia singola e murature di spessore
modalità di contabilizzazione dell’ACS.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
03 innovAzione 51
8% 1% 0%
15%
38%
2012
3% 0%
38%
2013
44%
53%
Consumi 2012 e 2013 - confronto con atteso
(esclusione casi anomali nr 10)
consumi inferiori oltre il 50%
consumi inferiori all’atteso
consumi superiori all’atteso
consumi superiori oltre il 50%
consumi superiori oltre il 100%
2012 2013
38%
53%
8%
1%
0%
38%
44%
15%
3%
0%
Il monitoraggio effettuato sulle due annualità 2012 e 2013
evidenzia quanto segue:
• il consumo medio annuo per gas metano è notevolmente
inferiore a quello di progetto (ca. -60%). La quasi totalità delle
utenze analizzate ha avuto in entrambi gli esercizi 2012 e 2013
consumi inferiori a quelli attesi (7.170 kwh/mq anno).
Monitoraggio consumi energetici Pontassieve Casarossa
La tipologia costruttiva dei due edifici è una linea. Gli edifici
30%
2% 0% 0%
1% 0% 0%
22%
possiedono dai 3 ai 4 piani fuori terra, dei quali 2/3 riscaldati.
L’impianto termico è del tipo centralizzato (uno per ogni lotto) per
2012
2013
la produzione di calore e acqua calda sanitaria con integrazione
solare. Ogni edificio è dotato di impianto fotovoltaico a servizio
68%
delle utenze elettriche condominiali.
Le unità immobiliari possiedono attestazione energetica di
77%
Consumi 2012 e 2013 - confronto con atteso
(esclusione casi anomali nr 8)
Classe B e C.
consumi inferiori oltre il 50%
consumi inferiori all’atteso
consumi superiori all’atteso
consumi superiori oltre il 50%
consumi superiori oltre il 100%
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
52 innovazione 03
2012 2013
68%
30%
2%
0%
0%
77%
22%
1%
0%
0%
Riqualificazione energetica
Unica, in accordo con l’Amministratore Condominiale e sulla
Si tratta di una nuova soluzione di Unica dedicata all’efficienza
base di un monitoraggio dei consumi energetici storici per il
energetica di condomini e abitazioni che, grazie a mirati
riscaldamento del fabbricato, ha effettuato una Diagnosi
interventi di riqualificazione ottiene risultati che garantiscono
Energetica in applicazione del Dlgs. 192/2005 – 311/2006
una casa più sana, che aumenta il suo valore ed un risparmio
– 59/2009, indispensabile ai fini della progettazione di un
che cresce nel tempo.
intervento di Riqualificazione Energetica dell’edificio.
Via dei Querci: la prima esperienza di riqualificazione
Descrizione del tipo di intervento realizzato.
Questa prima esperienza è stata effettuata nel 2011.
La formula “RINNOVA” prevede l’investimento da parte di
Il complesso immobiliare sul quale è stato effettuato
Unica di una parte consistente delle risorse necessarie per la
l’intervento di riqualificazione energetica è situato a Firenze in
riqualificazione energetica dell’edificio oltre alla erogazione
via dei Querci, zona San Bartolo a Cintoia. È un edificio di 38
di vari servizi, recuperando tale investimento in un periodo di
appartamenti la cui costruzione è stata ultimata nel 1975.
anni predeterminato, utilizzando a tale scopo esclusivamente
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
03 innovAzione 53
i risparmi nei consumi che si otterranno a seguito della
• 1 Novembre 2011 - 31 Ottobre 2012 il risparmio è stato
scommettendo
del 14,75%, quindi inferiore alle attese, a causa di alcuni
Riqualificazione
Energetica,
in
sintesi
sull’effettivo risparmio energetico conseguito.
mal funzionamenti della nuova centrale termica e per le alte
Nel caso di Via dei Querci, Unica ha sottoscritto con
temperature di utilizzo degli impianti;
l’Amministratore Condominiale, a seguito di approvazione
• 1 Novembre 2012 - 31 Ottobre 2013 il risparmio è stato del
in Assemblea, un Contratto di Rendimento Energetico in
22,50%, oltre ad un generale apprezzamento del benessere
base al quale la Cooperativa ha finanziato la differenza tra il
durante il periodo estivo.
semplice intervento di manutenzione straordinaria, consistente
Questo ottimo risultato è stato ottenuto anche e soprattutto
essenzialmente in rifacimento delle facciate e sostituzione di
per la acquisita consapevolezza dei condomini che il benessere
infissi scale comuni, così come il Condominio era intenzionato
di vivibilità non è avere all’interno del proprio appartamento
a realizzare, e la Riqualificazione Energetica dell’intero edificio
temperature di 24/25 gradi, ma di 20/21.
con isolamento termico a cappotto delle facciate, sostituzione
A questo riguardo l’intervento di riqualificazione energetica di Via
della caldaia e rifacimento della centrale termica.
dei Querci, dimostra inequivocabilmente che se la riqualificazione
Il
contratto
sottoscritto
prevede
che
Unica
rientri
si effettua con interventi sull’involucro dell’edificio e sulla centrale
dell’investimento e del corrispettivo per i servizi erogati in 12
termica, a seguito di una attenta e puntuale diagnosi energetica,
anni, utilizzando solo ed esclusivamente i risparmi nei consumi
il risparmio energetico che si otterrà, rilevato attraverso il rilascio
energetici che si determineranno a seguito dell’intervento,
dell’attestato di prestazione energetica, può costituire una risorsa
fissando nel 20% di diminuzione la soglia minima di riferimento.
attraverso la quale, in un congruo numero di anni, remunerare il
In modo che se i risparmi saranno inferiori a tale percentuale il
finanziamento concesso.
rischio è a carico di Unica, se invece saranno superiori, il tempo
Un possibile mezzo attraverso il quale poter
previsto per il rientro in12 anni diminuirà progressivamente.
finanziare programmi di riqualificazione degli
L’intervento iniziato nel mese di Aprile 2011 è stato terminato
edifici esistenti può essere quello dell’accesso
alla fine di Ottobre 2011. Conseguentemente abbiamo avuto
alle varie tipologie dei Fondi strutturali Europei
modo di monitorare e contabilizzare i consumi di due annualità
2014/2020 che prevedono una dotazione di risorse
con questi risultati:
finanziarie importanti specificatamente destinate.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
54 innovazione 03
Riqualificazione territoriale e
recupero aree industriali dismesse
Fra le iniziative che pongono attenzione all’uso
del territorio, vanno ricordate quelle che
interessano le cosiddette “aree dismesse”,
occupate in precedenza da attività produttive
cessate o trasferite.
Su questo delicato e strategico versante
Unica è da tempo impegnata, basti pensare
agli interventi riconducibili a questo titolo: ex
Fornace Balli a Castelfiorentino, ex Officine Grafiche Stianti a San
D) SERVIZI COLLEGATI ALL’ABITARE
Casciano, ex Sims a Scandicci, ex Vetreria Lux a Montelupo ed ex
Servizi all’infanzia
Industria tessile Merinangora a San Francesco di Pelago.
Unica da diversi anni realizza strutture di servizio per l’infanzia.
La caratteristica comune di questi interventi è quella di
La prima esperienza risale al 2003, con la realizzazione del
costituire una occasione di riqualificazione urbanistica ed
centro giochi “La Tartaruga” nell’intervento di Ugnano a Firenze.
ambientale tramite le opere di bonifica dei luoghi e la successiva
Nel 2005 la realizzazione insieme ad altre cooperative della
dotazione di spazi e servizi per un ambito territoriale più ampio
scuola materna “Don Milani” a Signa. Si sono poi sviluppate
dello specifico intervento.
esperienze importanti quali la realizzazione del Nido di infanzia
La nota critica che caratterizza queste iniziative è costituita da
“Albero Mago” a Badia a Settimo/Scandicci e a Pontassieve del
una procedura burocratica lunghissima e quasi sempre con tempi
“Ghirotondo e SaltaPicchio”.
che ne riduce significativamente i margini di sostenibilità.
Nel 2013 sono ripresi i lavori nell’ex vetreria Lux a Montelupo
ed è iniziato l’intervento a Sesto nell’area prima occupata dai
cantieri comunali.
Servizi alle comunità
Unica nel corso degli anni ha realizzato anche alcune strutture
di servizi per gli anziani. Ne sono un esempio lo “spazio anziani”
nell’intervento di Ugnano a Firenze e la Casa Famiglia Anziani
nell’intervento di Chiosina a Calenzano.
BILANCIO SOCIALE 2013
03 innovAzione 55
CAPITOLO
non preventivabili per il rilascio delle autorizzazioni. Procedura
E) SERVIZI OLTRE LA CASA ... un impegno verso i soci
RISPARMIO VINCOLATO
... la casa costituisce l’obiettivo principale per ogni socio. Ma
Nel 2013:
Libretto vincolato a 12 mesi 4,00% lordo/annuo
Libretto vincolato a 18 mesi 4,25% lordo/annuo
cresce il bisogno e l’interesse per una molteplicità di servizi
collegati all’abitare, servizi che hanno visto crescere nel tempo
il gradimento dei soci ...
L’iniziativa, riservata ai soci di Unica iscritti da almeno 3 mesi,
RISPARMIO SOCIALE
partita nel 2007, ha riscosso una notevole diffusione. Nel
Il Risparmio sociale è uno strumento che rafforza il legame
31.12.13 il numero totale dei libretti vincolati era 275.
tra il socio e la Cooperativa ed esprime la fiducia del socio
nella Cooperativa stessa. È gestito da un Regolamento
approvato dall’Assemblea dei soci e disciplinato dalle leggi
e dalle disposizioni della Banca d’Italia. Il patrimonio della
Cooperativa costituisce il parametro di riferimento per l’entità
della raccolta.
LA CARD DI UNICA
Nata nel 1998 la Card è una carta che permette di usufruire
di opportunità e sconti per i soci di Unica. È una tessera
nominativa intestata al socio ma può essere utilizzata anche
dai suoi familiari. Presentando la Card il socio usufruisce di
sconti e agevolazioni con negozi e centri convenzionati.
Ogni anno vengono firmate convenzioni anche in base ai
I dati del 2013
suggerimenti dei soci e con il primo numero annuale di “Prima
Importo risparmio sociale:
11.025.990,00 €
Casa” viene consegnata la Guida alle Convenzioni con l’elenco
dei negozi e dei centri convenzionati con Unica.
Libretti al 31.12.13: 1.115
La Guida è presente anche sul Sito www.cooperativaunica.it.
Nuovi Libretti aperti nel 2013: 10
Rendimento dal 01.01.13 al
31.12.13: 3,3% lordo/annuo
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
56 innovazione 03
LIBRETTO DI USO E MANUTENZIONE
Particolare gradimento riceve il Libretto di Uso e
Manutenzione, che viene fornito al socio circa un mese
prima della consegna dell’appartamento. È utile per
tutti gli adempimenti fiscali e amministrativi derivanti
dall’assegnazione dell’alloggio e per le attivazioni
delle varie utenze. Viene completato con una serie di
informazioni utili per la corretta manutenzione ordinaria.
Nel 2013 sono stati realizzati i libretti di uso per gli
appartamenti consegnati dell’intervento Scandicci Centro.
Contratto di Rete sottoscritto il 9 dicembre, sono riconducibili
a perseguire con maggiore efficacia lo scopo mutualistico
INNOVAZIONE INTESA ANCHE COME NUOVA AGGREGAZIONE...
di ciascuna Cooperativa nell’attuale contesto sociale ed
Nasce la rete delle cooperative di abitanti: ABITA.net
economico, proponendosi di svolgere in comune alcune attività,
Nel 2013, per rispondere con maggiore forza alle problematiche
tra le quali: rafforzare il marketing immobiliare e rinnovare
derivate da una lunga situazione di incertezza e di crisi
l’approccio commerciale; progettare soluzioni abitative
generale, alcune cooperative di abitanti di Legacoop hanno
ed iniziative di sviluppo innovative; rafforzare il ruolo e le
deciso di “mettersi in rete”, unirsi, sottoscrivendo un apposito
capacità delle cooperative nello sviluppo e nella gestione dei
Contratto di Rete.
programmi di social housing; condividere competenze e risorse
Sono coinvolte in questo progetto 13 fra le maggiori cooperative
per accedere a nuovi settori di attività complementari a quello
a livello nazionale che insieme detengono un patrimonio
tradizionale; confrontarsi col sistema del credito come soggetto
complessivo di quasi 1 miliardo di euro ed aggregano una base
unitario anziché come singola Cooperativa.
sociale di circa 110.000 soci.
Unica ha aderito e partecipato attivamente alla costituzione
Le 13 cooperative sono localizzate prevalentemente nel centro
della Rete, convinta che questa possa rappresentare uno
nord del Paese: Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna,
strumento importante per sviluppare sinergie fra realtà
Toscana, Umbria e Lazio.
cooperative che hanno esperienze, conoscenze e competenze
Le finalità di questa iniziativa, chiaramente esplicitate nel
molto diversificate.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
03 innovAzione 57
UMENTI
STR AZIONI
ED
04
COmunicazione
Far conoscere ai soci e alla società tutta
il nostro lavoro e le nostre proposte.
Non già conoscere molte cose, ma
mettere molte cose in contatto, questo
è uno dei primi gradini dello spirito
creativo. (Hugo Von Hofmannsthal)
STRUMENTI ED AZIONI
Prima Casa – House Organ della Cooperativa
È il periodico che contiene informazioni sulle proposte ed i
progetti di Unica, sugli interventi in corso e quelli futuri, sulle
nuove opportunità per i soci e sulle varie iniziative.
Nel 2013 sono stati pubblicati 2 numeri (marzo e settembre)
ed inviati per posta a tutti i soci, alle istituzioni locali ed alle
principali realtà economiche e sociali.
I numeri si possono scaricare in formato pdf anche dal sito
www.cooperativaunica.it.
Bilancio Sociale
Nella politica della Cooperativa il Bilancio Sociale è uno
strumento utile per consolidare il rapporto con i soci, con la
società e con le istituzioni. È indispensabile per rendicontare
in maniera semplice e comprensibile il lavoro svolto dalla
Cooperativa e gli effetti sociali che questa attività produce e
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
60 comunicazione 04
che la sola la contabilità
aziendale non potrebbe
rappresentare.
Rispetto
al bilancio tradizionale,
il bilancio sociale rende
leggibili gli obiettivi, i
risultati raggiunti e le
strategie future.
Dal 1996 (anno della costituzione di Unica) la Cooperativa ha
dedicato sforzi ed impegno per migliorarlo sia nei contenuti
che nella forma grafica.
Al Bilancio Sociale 2012, per scelta editoriale, si è voluto
conferire un aspetto più moderno, più sintetico, maneggevole
e di più pratica consultazione. Nel rispetto dell’ambiente
Campagna pubblicitaria 2013
circostante, il volume è stato stampato utilizzando carta
La campagna pubblicitaria 2013 si è incentrata su alcuni
certificata FSC® (Forest Stewardship Council) prodotta con
specifici interventi in corso di costruzione: ex Merinangora
cellulosa derivante da foreste gestite in maniera responsabile
San Francesco di Pelago, Montebeni Peep Fiesole e La Corte di
e corretta, secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed
Sesto a Sesto Fiorentino.
economici.
Per gli interventi di Merinangora e Montebeni è stata utilizzata
Una copia del Bilancio Sociale viene consegnata a tutti i soci
la forma promozionale già positivamente sperimentata nel
in occasione dell’assemblea per l’approvazione del Bilancio di
2012, definita “Open Day”, ovvero una giornata di apertura
Esercizio, e può essere scaricata in formato pdf dal sito della
del cantiere e visita guidata agli appartamenti. Ed è stata
Cooperativa.
anche l’occasione per iniziare a presentare la nuova Formula
Ai nuovi soci viene consegnato in occasione della loro
rivisitata di Abito Subito. La campagna si è svolta nel mese
iscrizione alla Cooperativa.
Maggio.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
04 comunicazione 61
Relativamente alla Corte di Sesto
Le iniziative pubbliche come forma di comunicazione
(intervento ex Cantieri Comunali a
Una importante forma di comunicazione sono le iniziative
Sesto Fiorentino) poiché l’iniziativa
sociali e pubbliche che come consuetudine si sono tenute
era in fase iniziale, la campagna è
numerose anche quest’anno. Tali iniziative coinvolgono oltre
stata impostata per far conoscere
ai soci anche i rappresentanti delle amministrazioni pubbliche
l’intervento ad un pubblico più vasto
locali e delle forze economiche, sociali ed istituzionali.
e renderlo riconoscibile e familiare.
Queste iniziative sono ampiamente dettagliate al Capitolo 2.
È stato scelto un gioco di parole che
non solo suggeriva il nome della
realizzazione, ma anche la volontà
di
“conquistare”
con
qualità,
garanzie ed affidabilità i vecchi ed
i nuovi soci: ..... Unica ti fa la Corte
.... non solo la Casa.
Per questo sono stati utilizzati
anche grandi spazi pubblicitari
in alcuni importanti punti della
viabilità
cittadina,
localizzati
nella vicinanza dell’intervento.
Trasmissioni televisive
TOSCANA TV
Nel 2013, con la puntata di gennaio relativa al Fondo Housing
Toscana, si è conclusa la partecipazione di Unica ad una
serie di trasmissioni (Prima Casa) in onda su Toscana TV. La
rubrica di 10 minuti, trasmessa il primo mercoledì del mese,
ed in replica ogni mercoledì, affrontava temi della casa sia da
un punto di vista immobiliare che sociale e culturale.
È stata sicuramente una esperienza positiva, che potrebbe
essere ripresa nel prossimo futuro.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
62 comunicazione 04
i dati di unica
Data costituzione: 25 maggio 1972
Data fusione: 12.09.96
Con atto notarile del notaio
Mario Piccinini rep. 46097
Fascicolo 16466 anno di
scadenza 31.12.2095
Registro delle imprese di Firenze:
Codice fiscale e numero
iscrizione 01131810481
Camera di Commercio di Firenze:
Nr. 235839 del R.E.A.
Iscrizione all’Albo Nazionale delle
Società Cooperative Edilizie di Abitazione:
09/048/041/1030 del 29.09.94
Partita IVA e codice fiscale:
01131810481
www.cooperativaunica.it
Il sito web www.cooperativaunica.it è una fonte molto
Azioni capitale sociale:
4 azioni da 25,82 Euro cad.
Per un totale di 103,28 Euro
apprezzata di informazioni per chi vuole conoscere la
Cooperativa, le sue attività ed i suoi interventi. Viene
Consiglio di Amministrazione
Composizione: 17 membri (presidente, vicepresidente,
15 consiglieri)
Data elezione: 30.06.11
Durata: 3 anni
aggiornato costantemente, con informazioni su interventi,
eventi e attività.
Oltre agli aggiornamenti sui contenuti, ad ottobre 2013, è
stata rivista l’Home Page con l’introduzione di una nuova
Collegio Sindacale
Composizione: 5 membri
Data elezione: 23.04.12
Durata: 3 anni
presentazione grafica, più immediata e scorrevole.
Nel 2013 il sito della Cooperativa ha contato circa 63.000
visite. Più di 5.000 visitatori in media al mese con picchi nei
mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre.
BILANCIO SOCIALE 2013
CAPITOLO
04 comunicazione 63
Firenze, viale Gramsci, 53
Tel. 055 2345472 - Fax 055 2343229
Scandicci, piazza Gramsci, 4b
Tel. 055 256761
Pontassieve, piazza Pavese, 16
Tel. 055 8368911
Sesto Fiorentino, via Gramsci, 15
Tel. 055 445484
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 982 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content