close

Enter

Log in using OpenID

Allegato_7 Presentazione ACCREDITAMENTO Unità Spinali 2

embedDownload
Ricognizione dei modelli di
accreditamento internazionale per
le unità spinali
Aprile 2014
I modelli accreditati dall’ISQua
International Society for Quality in Health Care
Standard
accreditati
Organizzazione
Acronimo
Qmentum – Long Accreditation
Term Care
Canada
Standards
Long Term Care
Standards, 1st
Edition
Joint
Commission
International
JCI
Paese
Data di scadenza
accreditamento
Canada
Luglio 2014
USA
Novembre 2016
Non sono presenti standard specifici per le unità spinali o
per le strutture di riabilitazione accreditati dall’ISQUA
JCI standard per strutture di lungo
degenza
Gli standard della Joint Commission International per le strutture di
lungo degenza fanno riferimento alle strutture post-acuzie quali:
•Assistenza domiciliare
•Centri di riabilitazione
•Strutture per la cura delle malattie croniche
I temi specifici che sono governati dagli standard sono:
1.Accesso e continuità dei servizi
2.Diritti dei pazienti e dei familiari
3.Valutazione dei bisogni
4.Gestione delle cure, dei servizi e delle funzioni di supporto
5.Gestione della qualità e miglioramento continuo
6.Prevenzione e controllo delle infezioni
7.Gestione delle informazioni e dell’organizzazione
8.Gestione dei farmaci
9.Educazione del paziente e dei familiari
Accreditation Canada – Spinal
Cord Injury Acute Services e Long term care
Accreditation Canada ha definito standard per la cura delle lesioni spinali
nei setting per acuti (manuale non accreditato ISQUA). Tali standard fanno
riferimento a:
•Governo dei servizi per acuti per la gestione delle lesioni spinali
•Coinvolgimento di personale preparato e proattivo
•Sicurezza e appropriatezza delle cure
•Accessibilità e efficienza del sistema di gestione delle informazioni cliniche
•Monitoraggio della qualità e del raggiungimento degli outcomes
Per quanto riguarda le strutture di lunga degenza, il manuale (accreditato
ISQUA) contiene le seguenti sezioni:
•Governo delle strutture di lungo degenza
•Coinvolgimento di personale preparato e proattivo
•Sicurezza e appropriatezza delle cure
•Miglioramento della qualità di vita dei pazienti
•Accessibilità e efficienza del sistema di gestione delle informazioni cliniche
•Monitoraggio della qualità e del raggiungimento degli outcomes
ACHS - Gli indicatori previsti
dal modello australiano
Il modello australiano prevede standard
comuni per tutte le strutture sanitarie (sia
di acuzie che di post-acuzie) ed una serie
di indicatori specifici per le strutture di
riabilitazione:
1.Valutazione tempestiva delle funzioni
del paziente all’ammissione;
2.Valutazione delle funzioni del paziente
prima della dimissione;
3.Definizione tempestiva di un piano di
riabilitazione individuale multidisciplinare;
4.Pianificazione dell’assistenza ai fini e
nella fase di dimissione;
5.Obiettivi funzionali raggiunti dal piano di
riabilitazione;
6.Collegamento con strutture di
dimissione.
Commission on Accreditation of
Rehabilitation Facilities - CARF
CARF è un’organizzazione non profit indipendente il cui obiettivo è
quello di migliorare la qualità dei servizi sanitari per soddisfare i
bisogni dei cittadini per il raggiungimento dei migliori outcomes.
CARF fornisce servizi per l’accreditamento delle strutture a livello
internazionale.
CARF accredita i programmi di riabilitazione in vari setting
assistenziali e in riferimento a diverse specialità includendo anche le
unità spinali.
Commission on Accreditation of
Rehabilitation Facilities - CARF
Il manuale CARF per i centri di riabilitazione è organizzato in tre
sezioni:
• Sezione 1 – “ASPIRE to excellence”: standard relativi al governo
dell’organizzazione, orientati al cambiamento e al miglioramento
continuo
• Sezione 2 – Processo di riabilitazione: standard relativi al
processo riabilitativo
• Sezione 3 – Programmi: standard specifici ai programmi di
riabilitazione (ad es. Unità spinali)
Commission on Accreditation of
Rehabilitation Facilities - CARF
La sezione 1 “ASPIRE to excellence” è organizzata nei seguenti capitoli:
1. Leadership
2. Governance
3. Piano strategico
4. Informazioni di ritorno da pazienti e familiari
5. Aspetti legali
6. Pianificazione e gestione economico finanziaria
7. Gestione del rischio
8. Salute e sicurezza
9. Risorse umane
10. Tecnologia
11. diritti dei pazienti
12. Accessibilità
13. Gestione delle informazioni
14. Miglioramento della performance
n° criteri
8
7
2
2
2
11
2
14
13
2
6
5
4
3
81
Commission on Accreditation of
Rehabilitation Facilities - CARF
La sezione 2 relativa al processo di riabilitazione è caratterizzata da
49 standard cui si aggiungono ulteriori 15 standard se il programma
di riabilitazione fa riferimento anche a bambini/adolescenti.
Tali standard fanno riferimento a tutto l’iter di riabilitazione che va
dalla presa in carico del paziente alla dimissione.
Commission on Accreditation of
Rehabilitation Facilities - CARF
SECTION 2
REHABILITATION
PROCESS FOR THE
PERSONS SERVED
49*
GENERALI
64
STANDARD
15
x bambini
e adolescenti
* Uno standard non è applicabile alle unità spinali
Commission on Accreditation of
Rehabilitation Facilities - CARF
La sezione 3 è specifica per le unità spinali ed è caratterizzata da
29 standard cui si aggiungono ulteriori 15 standard se il programma
di riabilitazione fa riferimento anche a bambini/adolescenti.
Tali standard fanno riferimento a tutto l’iter di riabilitazione che va
dalla presa in carico del paziente alla dimissione.
Commission on Accreditation of
Rehabilitation Facilities - CARF
SECTION 3.I.
SPINAL CORD SYSTEM
OF CARE
29
STANDARD
Commission on Accreditation of
Rehabilitation Facilities - CARF
SECTION 1
ASPIRE to excellence
SECTION 2
REHABILITATION
48 PROCESS FOR THE
GENERALI
PERSONS SERVED
81
GENERALI
SECTION 1-2-3.1
STANDARD TOTALI
15
173
x bambini
e adolescenti
STANDARD
29
SPECIFICI
SECTION 3.I.
SPINAL CORD
SYSTEM OF CARE
SE L’UNITA’ SPINALE VUOLE
ACCREDITARSI PER TUTTO IL
PERCORSO
12 STANDARD HOME
6 STANDARD
OUTPATIENT Medical
Rehabilitation
Programs
17 STANDARD
Comprehensive
Integrated INPATIENT
Rehabilitation
Programs
and COMMUNITY
Rehabilitation
Programs
173
STANDARD
SPINAL CORD
SYSTEM
239 STANDARD
21 STANDARD
RESIDENTIAL
Rehabilitation
Programs
10 STANDARD
VOCATIONAL
SERVICES
29 STANDARD SPINAL
CORD SYSTEM
PIANIFICAZIONE-BUDGET
(18)
COMPETENZE
PERSONALE
SERVIZI EROGATI
(1-9- 14-15-17)
(6-8-10)
(2-7-12-16-19)
PERCORSI ASSISTENZIALI
(3-4-5-22-23-27)
RICERCA-INNOVAZIONE
(25-26-29)
INFORMAZIONI
(20-21-28)
EMPOWERMENT
(11-13-24)
I campi si combinano con gli elementi chiave
della Balanced Score Card
GOVERNO CLINICO
PROSPETTIVA
DEI
RISULTATI
PROSPETTIVA
DEL PAZIENTE
E “CLIENTE”
PROSPETTIVA
PROCESSI
INTERNI
PROSPETTIVA
SVILUPPO E
APPRENDIMENTO
GOVERNO ECONOMICO
PROSPETTIVA
DEI
RISULTATI
PROSPETTIVA
DEL PAZIENTE
E “CLIENTE”
PROSPETTIVA
PROCESSI
INTERNI
PROSPETTIVA
SVILUPPO E
APPRENDIMENTO
QUALITA’ DELLA VITA
del paziente
INFORMAZIONI
(20-21-28)
SERVIZI EROGATI
(2-7-12-16-19)
EMPOWERMENT
(11-13-24)
PERSONALE
(6-8-10)
COMPETENZE
(1-9- 14-15-17)
RICERCA-INNOVAZIONE
(25-26-29)
LI
A
ZI
N
E )
T
S
SI 3-27
S
I A 2-2
S
R 5-2
O
T
C -4E
R
G
PE (3
UD
B
EN
IO )
Z
CA (18
I
F
I
N
A
PI
IPOTESI DI LAVORO – Parte 1
SECTION 2
REHABILITATION
PROCESS FOR THE
PERSONS SERVED
15
x bambini
e adolescenti
SECTION 1
ASPIRE to excellence
48
Regioni con sistemi Standard riletti
accreditamento non maturi
GENERALI
SECTION 3.I.
SPINAL CORD
SYSTEM OF CARE
29
SPECIFICI
STANDARD
E.R.N
STANDARD
T.R.Ac.
IPOTESI DI LAVORO – Parte 2
STANDARD
OUTPATIENT
STANDARD
INPATIENT
STANDARD
HOME and
COMMUNITY
STANDARD
RESIDENTIAL
STANDARD
VOCATIONAL
SERVICES
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 257 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content