close

Enter

Log in using OpenID

Bergamo Artigiana - settembre-ottobre 2014

embedDownload
Periodico mensile degli organi direttivi dell’Associazione Artigiani di Bergamo
Poste Italiane spa • Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB Bergamo
Alla 69ª
Assemblea
Pubblica
l’invito ad abbattere
gli steccati
e rigenerare positività
ANNO 70 • NUMERO 5 • SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
CATA L O G O. R I CA M I F I C I O 3 V. I T
o r a d a r i a . n e t . immagini su gentile concessione dei relativi proprietari
bergamoartigiana
SOMMARIO
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
SOMMARIO
05 EDITORIALE
20 WELFARE
Un autunno al top con
la Conferenza Organizzativa e la Settimana per l’Energia
Un accordo con Politerapica
per la salute e il benessere degli imprenditori
21 INTERNAZIONALIZZAZIONE
06 SPECIALE ASSEMBLEA
Alla 69ª Assemblea Pubblica
Legno e Costruzioni
La relazione
Matching – Share & Grow
Il saluto dei presidenti
Ricerca clienti all’estero
l’invito ad abbattere gli steccati e rigenerare positività
l’artigianato bergamasco in Svezia
un’opportunità di business per le imprese
del presidente Carrara
disponibili supporti economici per le imprese
dei movimenti associativi
Il Bilancio Sociale
22 SPECIALE ALIMENTAZIONE
di Confartigianato Bergamo
Le conclusioni
del presidente nazionale Merletti
Alimento del mese: la carne
La top ten dei cibi che inquinano
Il riconoscimento
Medaglia d’oro a 11 dipendenti
Il Rapporto 2014
sull’Artigianato bergamasco
Lombardia in lieve crescita, Bergamo risale
25 AREE DI MESTIERE
EXPOdetergo International 2014
11 PRIMO PIANO
l’innovazione del settore vi aspetta a Milano
Area Casa
Alla 27a Conferenza Organizzativa
si parla di internazionalizzazione delle imprese familiari
12 SETTIMANA PER L’ENERGIA
dal 19 al 26 ottobre la sesta edizione
dall’11 al 13 Settembre c’è Condominio Expo
Edilizia di qualità
il processo di certificazione energetica degli edifici
Manutenzione impianti
da ottobre nuovo libretto
Revisione veicoli
aggiornamento apparecchiature
Meccatronica
necessaria la regolarizzazione entro il 4 gennaio 2018
14 AGENDA DELL’UNIONE EUROPEA
Le priorità socioeconomiche
per il futuro dell’Europa
Giovani imprenditori
concluso il percorso Let’s Synergy
SDArt
discusse le tesi degli artigiani
Patentino caldaisti
19 impiantisti hanno superato l’esame provinciale
17 TESSERAMENTO
Mobilità apprendisti in Europa
Confartigianato Bergamo fa scuola a Parigi
32 ULTIM’ORA • SCADENZE
Confartigianato Bergamo
Scadenze fiscali e per il personale
informa tutti i suoi associati
settembre e ottobre 2014
Sportello assicurativo
L’informazione ai Soci
le nostre pagine sui media
Campagna convenzioni 2015
EDITORE
Associazione Artigiani
via Torretta, 12
24125 Bergamo
tel. 035.274.111
www.artigianibg.com
[email protected]
29 VITA ASSOCIATIVA
a settembre Antonella Fusili
I corsi di Settembre e Ottobre
DIRETTORE RESPONSABILE
Angelo Carrara
capacità finanziaria più conveniente
Arte&’Artigianato:
15 FORMAZIONE
Periodico mensile degli organi direttivi
dell’Associazione Artigiani di Bergamo
aderente a Confartigianato
Con Confartigianato Trasporti
REDAZIONE
Ufficio Comunicazione di
Confartigianato Bergamo
via Torretta, 12
24125 Bergamo
PUBBLICITÀ
XComunicare srl
via Torretta, 7
24125 Bergamo
tel. 035.4284864
fax 035.4132194
[email protected]
Autorizzazione del Tribunale di Bergamo
n. 501 del 13-12-1968
iscrizione ROC n. 10601
STAMPA
Sestanteinc srl
Chiuso in redazione il 28.07.2014
♻ chlorine-free bleached paper
Printed on elemental
3
bergamoartigiana
EDITORIALE
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Un autunno al top
con
la Conferenza Organizzativa e la Settimana per l’Energia
S
ono due gli appuntamenti importanti di quest’autunno per le imprese associate. Il primo è quello con la Conferenza Organizzativa che
si terrà il 19 settembre nella nostra sede di Bergamo e come ogni anno
si concentrerà sui temi fondamentali per lo sviluppo delle imprese.
Dopo le tematiche delle scorse edizioni, legate alle aggregazioni e al welfare, quest’anno l’argomento al centro dei lavori sarà l’Internazionalizzazione
(si veda il programma nelle pagine seguenti), grazie al contributo dell’apposito Gruppo di lavoro, composto da imprenditori di Confartigianato Bergamo guidati dal membro di giunta Lorenzo Pinetti, che nel corso di questi mesi
hanno svolto analisi e impostato strategie. La riflessione, che interesserà sia
le imprese di Servizi, delle Costruzioni sia quelle di Produzione, partirà dalla
domanda: l’internazionalizzazione è un must o una conditio sine qua non? se
ne può fare a meno o invece serve davvero? Il fenomeno internazionale investe molteplici significati: dalla vendita di prodotti o servizi all’estero, alla delocalizzazione produttiva, alla presenza sempre più imponente nel nostro territorio di persone provenienti da tutto il mondo. Un fattore, quest’ultimo, che
sarà in forte crescita con l’arrivo di milioni di visitatori in occasione di Expo
2015. La Conferenza Organizzativa invita quindi a riflettere su cosa è oggi e
cosa comporta il processo di internazionalizzazione e quali sono le opportunità che questo cambiamento ci può riservare. Certo, gli imprenditori si stanno ponendo le seguenti domande: ne vale la pena? Quanto può costare?
Da dove devo partire? Cosa devo rischiare? L’operazione, non semplice e
tutt’altro che lineare, presuppone un cambiamento: imparare ad accogliere,
capire e conoscere gli altri. Trattative economiche complicate che non possono basarsi su certezze assolute.
La Conferenza si aprirà con una panoramica sullo stato dell’arte dell’internazionalizzazione grazie ai risultati di un sondaggio, realizzato in collaborazione
con Confartigianato Lombardia. Procederà quindi, grazie al prezioso contributo
dei docenti dell’Università di Bergamo, a delineare lo scenario attuale del mercato globale con l’intervento del prof. Lucio Cassia. Si andranno poi a trattare, grazie all’approfondimento del prof. Gianpaolo Baronchelli, i temi più attuali legati alla globalizzazione. L’evento terminerà con la testimonianza di piccole imprese che hanno osato guardare oltre confine ed in particolare l’illustrazione di un caso interessante studiato dalla dr.ssa Mara Brumana.
Altro appuntamento da non perdere è quello con la VI edizione della Settimana per l’Energia che si svolgerà dal 19 al 26 ottobre, grazie come sempre alla sapiente organizzazione da parte del Gruppo di lavoro Innovazione,
coordinato dal vicepresidente Giacinto Giambellini, che partecipa al tavolo tecnico scientifico realizzato tra i numerosi partner dell’iniziativa.
Il tema di quest’anno è “Lo sviluppo sostenibile per le imprese e per il territorio che rappresentiamo” da declinare anch’esso in ottica internazionale, considerato che il 2014 è “anno europeo della green economy”, “anno
europeo contro lo spreco alimentare”, e infine “anno internazionale dell’agricoltura familiare come strumento per uno sviluppo sostenibile”. Potete
leggere tutti i dettagli nelle pagine che seguono.
Vi attendo ai due eventi, ricordando che i nostri uffici sono a vostra disposizione per ogni necessità.
Il presidente
Angelo Carrara
5
SPECIALE ASSEMBLEA
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Alla 69ª Assemblea Pubblica
l’invito ad abbattere gli steccati
e rigenerare positività
S
i è tenuta lo scorso 5 luglio, alla presenza di numerose autorità politiche ed istituzionali e di una folta platea
di imprenditori, la 69ª Assemblea Generale di Confartigianato Bergamo dal titolo “#cambiamoprospettiva
– Affrontare il mondo da un diverso punto di vista”.
I lavori hanno preso inizio con la relazione del presidente Angelo Carrara che ha invitato imprese, istituzioni e mondo sociale a “cambiare prospettiva”, mutando il proprio modo di vedere le cose, e ad uscire dall’isolazionismo, per
creare relazioni in un’ottica europea. Carrara insieme al direttore Stefano Maroni ha poi presentato il Bilancio Sociale di Confartigianato Bergamo, realizzato per la prima volta dalla nostra Organizzazione per rendere pubbliche
le numerose attività compiute nel 2013 a favore delle imprese e del territorio.
Di seguito la presentazione dell’ultimo Rapporto di Confartigianato Lombardia sull’artigianato bergamasco a cura
di Licia Redolfi, e gli interventi dei presidenti dei tre movimenti associativi: Ida Rocca (Donne), Giuseppe Carrara
(Anziani), giunto all’ultimo anno del suo mandato, e Daniele Lo Sasso (Giovani).
È stato poi il momento degli interventi delle autorità politiche ed istituzionali. A portare i loro saluti, in particolare, il
presidente della Camera di Commercio Paolo Malvestiti, il neosindaco di Bergamo Giorgio Gori e l’Assessore regionale all’Ambiente e all’Energia Claudia Terzi. In platea, tra gli altri, anche il presidente di Imprese&Territorio Giuseppe
Guerini insieme a diversi parlamentari e consiglieri regionali.
In chiusura dell’evento, prima delle premiazioni del personale dipendente, è intervenuto il presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti che ha sottolineato le principali criticità che le imprese si trovano ancora ad affrontare e
ha ricordato l’importante appuntamento con Expo 2015, quale irrinunciabile occasione da cogliere.
La relazione
del presidente Carrara
“C
on questa mia relazione mi piacerebbe innescare un processo di rinnovamento che parta da dentro ognuno di noi. Lo scorso anno parlavo di sentimenti e relazioni, reti e comunità, consapevolezza e avvenire, solidarietà, pathos e positività. Questi
sostantivi devono diventare dei modi di essere, degli stili
6
di vita su cui costruire il primo cambiamento, quello, appunto, della nostra prospettiva personale”.
Questo l’esordio della relazione del presidente di Confartigianato Bergamo che ha sottolineato come questa
69^ Assemblea vuole essere da una parte la prosecuzione logica delle due assemblee degli anni preceden-
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
ti, nel 2012 Guardiamo oltre, e nel 2013 Guardiamoci dentro, dall’altra vuole rendere evidente la necessità di adeguarci a nuove modalità operative e di comunicazione, come suggerito anche dall’utilizzo di un
hashtag (ossia il cancelletto che nei social network anticipa le parole chiave) nel titolo.
“Abbiamo bruciato questi ultimi anni in un delirio di onnipotenza – ha detto Carrara – senza visioni, con sogni di basso profilo, verso obiettivi di portata limitata;
allora, non possiamo stupirci se rimaniamo tagliati fuori dalle strade dello sviluppo e della crescita. Se vogliamo
veramente riprenderci il nostro futuro, dobbiamo abbandonare questi atteggiamenti di chiusura e rigenerare positività”.
SPECIALE ASSEMBLEA
il valore aggiunto per i nostri prodotti e per le nostre
aziende, ma, per fare emergere il nostro “Made in Italy”, dobbiamo sempre più “interpretare” e non possiamo
limitarci solo ad eseguire”.
“È giunto il tempo di dimostrare che le micro e piccole imprese non sono la retrovia del nostro sistema produttivo – ha esortato Carrara –, ma, al contrario, pur
tra mille difficoltà, possono esercitare una fondamentale funzione economica e sociale.
Carrara ha precisato che per affrontare le nuove sfide
ci sono due strade da percorrere: quella del mercato
interno, che deve puntare all’innovazione, allo sviluppo sostenibile, alla green economy e al concetto della
smart city, e quella della proiezione internazionale delle imprese che Confartigianato Bergamo da tempo sta
intraprendendo.
UNA NUOVA
VISIONE DI IMPRESA
Carrara ha precisato che occorre cambiare prospettiva
non solo come persone ma anche come imprenditori.
“Dobbiamo affrontare con una nuova visione temi importanti quali l’innovazione (makers, stampanti 3D, robotica, web) l’internazionalizzazione (missioni, fiere, incoming, marketing) e la formazione (corsi, aggiornamenti
e percorsi formativi in genere), – ha detto – argomenti
oggi spesso trattati in termini troppo astratti”. E ancora:
“Da un po’ di anni stiamo confondendo il benessere con
il benavere e pensiamo erroneamente che lo sviluppo
equivalga all’accumulo individualistico di beni e risorse.
La soluzione potrebbe essere cominciare a ragionare cambiando prospettiva, operando in modo non più egocentrico, ma comunitario”.
“Prendo in prestito una frase del nostro rettore Paleari – ha detto ancora Carrara –: nel contesto attuale o
si cambia, e rapidamente, o si diventa periferia. E questo non ce lo possiamo più permettere: diventare periferia equivale a scomparire. Occorre ricreare al più presto un clima di fiducia reciproca profonda, un mondo
di relazioni basate su rapporti veri, umani, non solo utilitaristici e di interessi”.
ANCHE LE ISTITUZIONI
CAMBINO PROSPETTIVA
“Certo – ha ammonito Carrara – abbiamo bisogno soprattutto che anche le istituzioni cambino prospettiva.
Per esempio una chiara visione Europea è imprescindibile. Inoltre, soprattutto nel contesto europeo, dobbiamo mandare a rappresentarci persone preparate e
competenti. Quando sarà il momento in cui tutti gli attori sociali cambieranno la prospettiva? È impossibile
aspettare oltre, ce lo chiede la gravità della situazione,
ce lo chiedono soprattutto i nostri giovani”. È un cambiamento che da tempo anche le Organizzazioni di rappresentanza stanno affrontando, mettendosi in gioco
per aiutare le imprese ad affrontare le sfide.
Per concludere, un augurio a tutte le imprese: “facciamo in modo – ha detto – che questo periodo di difficoltà che sembra un inciampo sul nostro percorso, diventi un gradino per raggiungere una meta ancor più
elevata”.
LA PASSIONE
DEL LAVORO ARTIGIANO
Carrara ha fatto l’esempio di un’orchestra, dove per avere un buon risultato, non basta la competenza tecnica
e la padronanza degli strumenti poiché è la “passione”
che crea quella differenza che c’è tra l’eseguire e l’interpretare un brano: se eseguire significa suonarlo in
modo tecnicamente ineccepibile, interpretarlo vuol dire
metterci l’anima. “È lo stesso anche per le nostre imprese – ha detto –. In un mondo sempre più globalizzato, il nostro modo di lavorare, le nostre capacità sono
7
SPECIALE ASSEMBLEA
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Il saluto dei presidenti
dei movimenti associativi
“N
onostante rappresenti
l’imprenditoria femminile – ha esordito la
presidente del Gruppo Donne Ida
Rocca – sono sempre più convinta del
fatto che l’impresa non ha genere: se
si è bravi si riesce, altrimenti meglio
fare altro; ciò è particolarmente vero
in quest’epoca di crisi. Tuttavia le donne sono un bacino potenziale di imprenditori a cui il Paese non può rinunciare e che deve valorizzare. In
questo contesto i comitati per l’imprenditoria femminile sono punti di riferimento importanti per le donne che
si vogliono mettere in gioco. È il riconoscimento di un sistema che funziona e che va rinforzato, e in questo
le banche devono fare la propria parte”. Rocca ha poi esposto i propri dubbi sul fatto che, con la prospettata riduzione delle entrate delle Camere di
Commercio, si riducano le risorse a disposizione delle imprese femminili col
rischio di perdere le posizioni faticosamente raggiunte.
I
l presidente del gruppo Anziani
dell’Anap Bergamo Giuseppe
Carrara ha portato a tutti il suo
saluto ricordando che a ottobre ci
sarà il rinnovo delle cariche del
Gruppo a cui però non si ricandiderà. “Ho deciso di “passare la
mano” – ha detto – lascio per fare
posto ai giovani”. Carrara ha così ricordato il ruolo dell’Anap Bergamo
che con i suoi quasi 6000 pensionati aderenti è il primo gruppo in
Lombardia e uno dei primi in Italia.
“L’arma vincente è la positiva relazione con i dirigenti di Confartigianato: l’Organizzazione di Bergamo
ci ha sempre sostenuto, grazie anche all’impegno dell’ufficio Inapa,
mentre purtroppo in altre realtà
provinciali manca questo collante e
così emergono le difficoltà. Il nostro
compito è essere vicini ai pensionati
che, dopo aver passato una vita da
artigiani, si trovano ora ad affrontare le sfide e i problemi della terza età”.
Il Bilancio Sociale
di Confartigianato Bergamo
I
n occasione dell’Assemblea è stato presentato il Bilancio
Sociale che Confartigianato Bergamo ha voluto pubblicare per l’anno 2013. Scopo del documento è
quello di garantire la massima trasparenza sulle attività
compiute dalla nostra Organizzazione, pubblicando dati
e informazioni che rendano conto a tutti gli stakeholders
– ossia tutti i soggetti con cui Confartigianato Bergamo
viene quotidianamente in contatto per la propria attività come imprese artigiane, loro famiglie e clienti, istitu8
I
l presidente dei Giovani Imprenditori Daniele Lo Sasso ha ripercorso
le oltre 40 iniziative realizzate dallo
scorso anno. Tra queste, figurano partecipazioni a eventi formativi come il
Corso di innovazione “Go in” con Bergamo Sviluppo, attività sociali come la
predisposizione di un Business plan
per la cooperativa Aeper, iniziative ludiche come l’Alleanza di cervelli, un
brain storming atipico svolto tra i torni di un’impresa associata. E ancora Let’s Synergy con il Coordinamento dei
Gruppi Giovani di Bergamo. “Insieme
– ha detto Lo Sasso – possiamo scrivere qualcosa di questo cambiamento, per dare un valore sociale alle nostre imprese e ai nostri giovani”. “Non
tutti i giovani sono destinati ad emergere per cambiare il mondo – ha concluso –. Spesso incontro giovani che
non hanno interessi e pensano solo al
proprio io: questi giovani sono destinati ad avere ali e sogni piccoli, perché
per realizzare un sogno la prima cosa
da fare è quella di averne uno”.
zioni e collettività – di come siano state ben impiegate
le risorse, a beneficio delle aziende e del territorio. Nel
bilancio sociale anche i cenni al Sistema qualità di cui l’Organizzazione da anni si è dotata, alle attività di ascolto
e consulenza alle imprese, alla gestione del personale e
alle soluzioni “green” nella gestione delle infrastrutture.
“Confartigianato Bergamo è una tra le prime realtà
sindacali ad aver pubblicato un bilancio sociale. È
una scelta di impegno nei confronti di tutte le imprese bergamasche, di tutte le istituzioni e anche – ha
precisato il direttore Stefano Maroni – di tutti i collaboratori che ogni giorno lavorano con passione per
sostenere la nostra imprenditoria”.
bergamoartigiana
SPECIALE ASSEMBLEA
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Le conclusioni
del presidente nazionale Merletti
H
a chiuso i lavori dell’Assemblea il presidente nazionale
di Confartigianato Imprese
Giorgio Merletti, da pochi giorni
anche presidente semestrale di
R.Ete Imprese Italia, la realtà che
riunisce le principali organizzazioni nazionali dell’artigianato e del
commercio a tutela di oltre 2 milioni di imprese, con 6 milioni di
addetti.
Merletti è andato subito al punto,
denunciando le perplessità esistenti nel mondo dell’imprenditoria
e della rappresentanza per il silenzio della politica. “Dopo la manifestazione dello scorso 18 febbraio a
Roma, che ha visto in piazza un’imponente rappresentanza di piccole imprese per far valere i propri diritti, siamo stati completamente
ignorati – ha detto Merletti –. È
vero che c’era un cambio di governo, ma questa mancanza di attenzione non si spiega. Inoltre, con alcuni ministri si riesce a interloquire, ma con altri no, in primis col presidente del Consiglio. La politica e
i politici devono capire che senza
comunità non c’è Stato”.
Parlando agli imprenditori Merlet-
ti ha detto: “Non pretendete che le
cose cambino se continuiamo a fare
le stesse cose. Il mondo è cambiato. Dobbiamo cambiare anche noi.
Sono certo che l‘economia del futuro non la faranno né la politica né
gli economisti, ma la faranno gli imprenditori. Certo dovranno permetterci di correre. E dovremo cominciare a “darci del noi”, collaborando tra imprenditori e lavorando
con le istituzioni.” “Anche la struttura di Confartigianato deve essere all’altezza del compito – ha aggiunto Merletti – perché oggi le domande sono cambiate. Dovremo
quindi metter mano al nostro strumento organizzativo e chiederci in
questo contesto come dobbiamo
cambiare anche noi”.
Il presidente di Confartigianato ha
poi ricordato l’ottimo esempio di
collaborazione e sussidiarietà con
le amministrazioni rappresentato
dall’Agenzia delle imprese che consente di iniziare un’impresa in un
giorno. “Questo, concretamente,
vuol dire sburocratizzare! Per ora è
soltanto Confartigianato ad avere
ottenuto il “lasciapassare” dal Ministero per lo sviluppo economico
e, quindi, i Comuni che vogliono
agevolare le loro imprese sanno a
chi rivolgersi”. Un invito subito raccolto dal nuovo sindaco di Bergamo Giorgio Gori che ha dato la propria disponibilità a collaborare con
Confartigianato Bergamo.
Dopo aver toccato i temi del Made
in Italy, dei pagamenti della P.A., dei
rapporti con l’Europa e delle criticità dovute all’eccesso di burocrazia e di tassazione, Merletti ha illustrato le opportunità legate a Expo
2015. In concreto Confartigianato
prevede uno spazio espositivo di
190 mq a disposizione delle aziende (dove la Confederazione intende anche organizzare l’Assemblea
nazionale 2015) e l’importante
percorso del fuori Expo, oltre ad
eventi inseriti nel palinsesto di padiglione Italia e un servizio di assistenza alle imprese fornitrici.
Infine Merletti si è congratulato
per la decisione di Confartigianato
Bergamo di pubblicare il bilancio
sociale “Non è la prima, ma è tra le
prime organizzazioni di Confartigianato ad averlo fatto, è una cosa
estremamente positiva e farò di tutto per farlo notare”.
Il riconoscimento
Medaglia d’oro a 11 dipendenti
N
el corso dell’Assemblea si è tenuta anche la
tradizionale cerimonia di consegna delle medaglie d’oro ad alcuni dipendenti di Confartigianato Bergamo quale riconoscimento per la professionalità e l’impegno mostrati in molti anni di servizio.
Quest’anno sono stati 11 i dipendenti premiati, che
hanno ricevuto la medaglia dalle mani del presidente
Angelo Carrara, del vicepresidente Giacinto Giambellini, del direttore Stefano Maroni e del presidente nazionale di Confartigianato Giorgio Merletti.
Si tratta di Roberto Gargantini, Roberto Pauzzi (18
anni di servizio), Giovanni Agazzi, Silvia Brambilla,
Stefano Ghilardi, Silvia Golinelli, Laura Leoni, Elena
Licini, Roberta Mauriello, Cristian Pianetti e Marina
Redondi (17 anni di servizio).
9
SPECIALE ASSEMBLEA
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Il Rapporto 2014
sull’Artigianato bergamasco
Lombardia in lieve crescita, Bergamo risale
I
l Rapporto 2014 sull’Artigianato bergamasco curato
dall’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia,
illustrato nel corso dell’Assemblea, mostra scenari di
apertura e di speranza.
Dai dati emerge che nonostante la crisi, la Lombardia
è cresciuta dell’1,1%, recuperando i livelli di 10 anni
fa, mentre il resto dell’Italia ha perso il 4,7%. Ciò mostra che la nostra è una regione resiliente, capace di cogliere i cambiamenti in atto, riorganizzando positivamente la propria attività dinanzi alle difficoltà. La dinamica della produzione del manifatturiero in Lombardia
(indice 97) ha un andamento uguale a quella della media europea (indice 99,7) e ben maggiore rispetto al resto d’Italia (indice 82,6).
Per quanto riguarda la dinamica della produzione dell’artigianato manifatturiero, dal IV trimestre 2013 la
produzione, seppure ancora negativa, torna a crescere e al I trimestre 2014 fa segnare un positivo +1,7.
Sempre al I trimestre 2014 la dinamica imprenditoriale
dell’artigianato lombardo è ancora negativa ma il calo
è meno intenso: –1,3%.
Tra i 4 motori europei, la Lombardia è la seconda dopo
il Baden Wurttemberg per Pil pro-capite (33.900 nel
2011) e per tasso di crescita del valore aggiunto (4,7
nel 2010), ma è al secondo posto (questa volta dopo
la Catalunya) anche per il tasso di disoccupazione 1524 anni (26,6 nel 2012) e all’ultimo posto per ricerca
e sviluppo.
La pressione fiscale nel 2014 e 2015 persiste sui livelli
massimi con una media del 44,0% del Pil e segue la
dinamica in crescita del debito. L’Italia è la 15^ nazione
al mondo e 1^ in Europa per peso della fiscalità sulle imprese, pari al 65,8%: ciò rappresenta uno svantaggio competitivo per tutte le regioni, ma soprattutto per la Lombardia che si colloca così soltanto al 33°
posto per export nella competizione globale tra le prime 50 economie.
LA PROVINCIA DI BERGAMO
La dinamica dell’artigianato della provincia di Bergamo nel I trimestre 2014 fa segnare un calo del –1,4%
in linea con quello regionale, ma meno intenso degli ultimi 7 trimestri. In particolare sono positivi i servizi alle
imprese (+1%), in lieve calo i servizi alle persone (–
0,4%) e in calo moderato il manifatturiero (–1,3%) e
10
le costruzioni (–2,1%). Il 33,7% delle imprese della provincia di Bergamo è costituito da aziende artigiane.
Passando all’export, sono buone le performance delle vendite sui mercati esteri che fanno segnare un
+6,6%. Con un totale di export manifatturiero pari a
3,3 miliardi di euro, Bergamo è la seconda provincia
lombarda dopo Lecco. I principali Mercati Extra UE verso i quali sono dirette le esportazioni provinciali sono
la Repubblica di Corea (+43,7%), la Cina (+41,3%) e
il Brasile (+33,6%).
Dal 2007 al 2013 il tasso di occupazione è sceso di
–3,1 punti e il tasso di disoccupazione è aumentato di
+4,8 punti. Tuttavia tra il 2012 il 2013 c’è una timida inversione di tendenza: il tasso di occupazione torna infatti
a salire anche se poco (+0,5%). Per quanto riguarda i giovani dai 15 ai 29 anni, il tasso di disoccupazione, pari
al 15,5%, nel 2013 è in diminuzione di 0,7 punti rispetto
al 2012. Sono 262.000 i giovani lombardi esclusi dal mercato del lavoro e dai processi formativi.
Per quanto riguarda i finanziamenti alle imprese i dati
mostrano un calo del credito all’artigianato del
–7,8%, mentre sotto l’aspetto della tassazione sugli
immobili, il passaggio da ICI a TASI, passando per IMU
ha comportato per le piccole imprese un incremento medio annuo del prelievo del +25,8%.
I settori trainanti dell’artigianato bergamasco contano più
di 3000 imprese, pari all’11%, con un incremento complessivo del 3,5%. Tra questi, le attività di supporto alle
imprese, i servizi informatici, la riparazione, manutenzione
ed installazione di macchine ed apparecchiature.
I drivers su cui si può fare leva sono il turismo, che coinvolge 2895 imprese e le Smart city, che coinvolgono
oltre 2000 imprese con 5000 addetti nella sola Bergamo, particolarmente del Sistema casa.
Dal 2008 al 2013 cresce del 33,6% la dinamica delle imprese artigiane create da stranieri (nel 2013 erano 3508) con performance migliori rispetto alle imprese
condotte da italiani.
Infine sempre nel 2013 erano 4.318 le imprese artigiane gestite da under 35 nel territorio di Bergamo,
con uno stock capitale umano che vale 1.281 miliardi,
circa 4 volte il Pil.
In coda al rapporto è stata infine presentata la storia
di due imprese artigiane d’eccellenza: la Giambellini Srl
Life Technology (impianti termici) come esempio di realtà che ha intrapreso la strada della green economy,
e la Pinetti Srl (pelletteria e cartoleria di alta manifattura) che ha conquistato il mercato orientale.
bergamoartigiana
PRIMO PIANO
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Alla 27a Conferenza Organizzativa
si parla di internazionalizzazione delle imprese familiari
I
n un contesto di difficoltà dell’economia nazionale che
perdura ormai da anni, diventa sempre più importante
anche per le piccole imprese, sia di produzione che
di servizi, aprire una riflessione sulla necessità o
meno di approcciare mercati diversi, portando i propri prodotti o il proprio business fuori confine, ma anche di rivolgersi a una clientela diversa pur restando
nei confini provinciali, considerata la presenza sempre
più imponente sul nostro territorio di persone provenienti da altre nazioni.
Per far luce su queste tematiche e sostenere al meglio
le imprese associate, Confartigianato Bergamo, attiva
su questo tema da molti anni col suo ufficio Internazionalizzazione, ha deciso di incentrare proprio sull’internazionalizzazione delle imprese artigiane e particolarmente delle imprese familiari, i lavori della 27a Conferenza Organizzativa, grazie all’impegno dell’apposito
Gruppo di Lavoro coordinato dal componente di Giunta Lorenzo Pinetti. L’incontro dal titolo “IMPRESA E
MERCATO GLOBALE: DAVIDE CONTRO GOLIA? In un
mondo sempre più connesso possiamo ancora credere
che l’internazionalizzazione non ci tocchi?”, si terrà venerdì 19 settembre alle ore 9.00 (vedere spazio nella pagina).
Il programma dei lavori, che vedrà anche la presenza del
rettore dell’Università di Bergamo Stefano Paleari, pre-
vede in particolare la presentazione dei risultati di un sondaggio sull’internazionalizzazione delle imprese lombarde
promosso dalla nostra Organizzazione in collaborazione con Confartigianato Lombardia. Il sondaggio, somministrato via web a oltre 500 aziende lombarde, consentirà di fare un quadro di come sono internazionalizzate le nostre imprese, evidenziandone i problemi e le
difficoltà, per comprendere se questi siano legati alla piccola dimensione imprenditoriale o a fattori di carattere
locale o territoriale. I risultati, che verranno presentati dall’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia, saranno
poi approfonditi dal prof. Lucio Cassia e dal prof Gianpaolo Baronchelli dell’Università degli Studi di Bergamo.
Seguirà la presentazione di una case history sull’internazionalizzazione delle imprese familiari realizzata da
Mara Brumana, dell’Università di Bergamo. Un lavoro molto interessante che lo scorso anno è stato premiato al nono Workshop delle imprese familiari.
Di seguito alcuni imprenditori porteranno le proprie testimonianze sul coraggio di osare oltre confine e si aprirà quindi il dibattito moderato dal direttore di Confartigianato Bergamo Stefano Maroni. Al termine dell’incontro nella sala Agazzi verrà offerto un buffet internazionale, con la possibilità di visitare la mostra di Antonella Fusili realizzata nell’ambito della rassegna “Arte
&’ Artigianato”.
Invitiamo tutti i Soci alla
27a CONFERENZA ORGANIZZATIVA
“IMPRESA E MERCATO GLOBALE: DAVIDE CONTRO GOLIA?”
In un mondo sempre più connesso
possiamo ancora credere che l’internazionalizzazione non ci tocchi?
Venerdì 19 settembre 2014 ore 9.00
Palazzina Auditorium - Via Torretta 12 - BERGAMO
9.00
9.30
10.00
Saluto di ANGELO CARRARA
Presidente di Confartigianato Bergamo
Presentazione di LORENZO PINETTI
coordinatore del Gruppo Internazionalizzazione
Intervento di STEFANO PALEARI
Rettore dell’Università di Bergamo
L’innovazione devastante dell’era globale, oggi
LUCIO CASSIA, professore ordinario
Università di Bergamo e presidente Cyfe
Presentazione dei risultati
del sondaggio sull’internazionalizzazione
10.30
11.00
11.30
12.00
12.30
delle imprese lombarde
LICIA REDOLFI, Confartigianato Lombardia
Imprese e mercati internazionali
GIANPAOLO BARONCHELLI, Università di Bergamo
Imprese famigliari ed internazionalizzazione
MARA BRUMANA, Università di Bergamo e Cyfe
Testimonianze di imprenditori:
il coraggio di osare fuori confine
Dibattito moderato da STEFANO MARONI,
direttore Confartigianato Bergamo
Termine lavori e Buffet
11
SPECIALE SETTIMANA PER L’ENERGIA
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Settimana
per l’Energia
dal 19 al 26 ottobre la sesta edizione
“L
o sviluppo sostenibile per le imprese e per il territorio che rappresentiamo” sarà questo il tema
centrale della sesta edizione della Settimana
per l’energia, l’evento sulla green economy, il risparmio energetico e la sostenibilità in programma dal 19 al 26 ottobre.
Come ogni anno, la manifestazione promossa da Confartigianato Bergamo in collaborazione con Confindustria
Bergamo prevede una serie di seminari e convegni tematici, allestimenti legati alle fonti rinnovabili e all’efficientamento energetico, spettacoli ed eventi culturali
aperti ai ragazzi delle scuole e a tutta la cittadinanza, visite guidate a centri di ricerca d’eccellenza a cui possono partecipare le imprese associate e tutti i cittadini interessati; il tutto con l’obiettivo di offrire spunti di riflessione sulle questioni ambientali ed energetiche e nuove occasioni di sviluppo e riqualificazione per le nostre
imprese legate alla sostenibilità e alla green economy.
IL TEMA
Tema del 2014, sarà l’analisi dello sviluppo sostenibile delle imprese e del territorio declinati in ottica internazionale, considerato che proprio l’anno in corso viene celebrato come “anno europeo della green economy”, “anno europeo contro lo spreco alimentare”, e infine “anno internazionale dell’agricoltura familiare
come strumento per uno sviluppo sostenibile”. Tutto ciò
ad anticipare il principale evento internazionale che catalizzerà l’attenzione sulla nostra regione, ossia Expo
2015 che si terrà a Milano l’anno prossimo.
IL PROGRAMMA
Nella pagina a lato potete vedere l’elenco delle iniziative
in programma (aggiornate alla data di pubblicazione della rivista) che verranno via via integrate con ulteriori interessanti proposte. L’elenco aggiornato è sempre consultabile sul sito della manifestazione www.settimanaenergia.it, dove è anche possibile iscriversi agli eventi.
Tra i principali seminari per le imprese segnaliamo in particolare il convegno di Bergamo Sviluppo sui “Materiali
12
e soluzioni innovative per la bioedilizia” e quelli presso la nostra sede su: “Progettare e costruire l’efficienza energetica: le pompe di calore”, “Nuove norme
UNI/TS 11300 in materia di prestazioni energetiche degli edifici”, “Come partecipare e vincere gli appalti per
l’illuminazione pubblica: le aggregazioni di rete” (evento B2B), “La norma UNI 11528 in materia di progettazione, installazione e messa in servizio degli impianti a gas”.
Come lo scorso anno, la manifestazione sarà aperta dal
passaggio di testimone con BergamoScienza, grazie all’organizzazione di un convegno comune sulle “Smart
Grid (le reti intelligenti)” dal titolo “Energia: ricerca, innovazione e sostenibilità”, mentre il convegno conclusivo sarà sul tema “Lo sviluppo sostenibile: imprese e
istituzioni a confronto”.
Durante la settimana è previsto pure l’arrivo a Bergamo di una delegazione cinese che parteciperà ad alcuni
eventi e in particolare a un incontro “B2B” di matching
con aziende del settore delle rinnovabili e del trattamento acque.
Accanto ai diversi eventi pensati per gli imprenditori, la
Settimana per l’Energia 2014 proporrà anche un grande e coreografico allestimento in una delle piazze cittadine, che resterà aperto per tutta la durata della kermesse: un “roadshow” sulla produzione e sull’efficienza energetica.
I PARTNER
Tutti gli eventi sono stati progettati dal tavolo tecnicoscientifico della Settimana per l’Energia che riunisce, oltre a Confartigianato Bergamo e Confindustria Bergamo, anche Bergamo Sviluppo, l’Università di Bergamo,
gli Ordini degli architetti e degli ingegneri, l’Ufficio scolastico per la Lombardia e, dallo scorso anno, BergamoScienza.
Per informazioni sugli eventi, partecipazione,
ev. partnership e\o sponsorship:
Segreteria organizzativa Sportello Energia
(tel.035.274.293-337-327;
e-mail: [email protected]).
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
SPECIALE SETTIMANA PER L’ENERGIA
Convegni
19.10
20.10
20.10
21.10
21.10
22.10
22.10
23.10
23.10
24.10
25.10
Convegno “Bergamo Scienza”: “Energia: ricerca, innovazione e sostenibilità”
Convegno “Confartigianato Bergamo”: “Come partecipare agli appalti per l’illuminazione pubblica: le
aggregazioni di rete” (evento B2B)
Convegno “CAIB - Confartigianato Bergamo”: “Progettare e costruire l’efficienza energetica: le pompe di
calore”
Convegno “Ordine Architetti”: “Paesaggio smart, una risorsa per incentivare lo sviluppo delle economie
alternative”
Convegno “Ordine Ingegneri”: “La riqualificazione dell’illuminazione pubblica: tecnologie ed esperienze
innovative per una migliore gestione delle risorse”
Convegno “Confartigianato Bergamo”: “Le nuove norme UNI/TS 11300 in materia di prestazioni
energetiche degli edifici”
Convegno “Parco Tecnologico Padano”: “Il biogas”
Convegno “Hidrogest S.p.A. – UNICA Point”: “Per uscire dalla crisi l’efficienza è UNICA”
Convegno “Confindustria Bergamo”: “Responsabilità sociale d’impresa”
Convegno “Bergamo Sviluppo - Matech Point”: “Materiali e soluzioni innovative per la bioedilizia”
Convegno finale: “La sfida dello sviluppo sostenibile: valorizzazione delle risorse per il futuro dell’energia”
Area scuole
20.10
22.10
Seminario “Ufficio Scolastico Territoriale” per scuole secondarie di secondo grado: “Giovani di oggi,
professionisti di domani: perché il tema dell’energia riguarda anche me?”
Spettacolo teatrale a tema per scuole primarie e secondarie di primo grado
Eventi Collaterali
24.10
23/26.10
Visita guidata impianto Montello S.p.A.
Evento in Piazza: “Roadshow sull’efficienza energetica”
Fuori Provincia
LODI
ERBA
Visita guidata Parco Tecnologico Padano e presentazione progetto EXPO Factory
Convegno a Lario Fiere in occasione della Mostra Mercato dell’Artigianato
13
AGENDA DELL’UNIONE EUROPEA
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
RUBRICA A CURA DI RICCARDO LENA
Le priorità socioeconomiche
per il futuro dell’Europa
I
l vicepresidente della Commissione europea e responsabile della DG Imprese e Industria, on. Antonio
Tajani, prima delle elezioni europee dello scorso mese
di maggio, ha fatto il punto della situazione sulle risultanze del suo mandato dando atto di avere sin dall’inizio
avviato iniziative per aiutare l’industria a superare la crisi per tornare ad essere di nuovo un pilastro dell’economia europea e di avere soprattutto operato per sostenere il comparto delle piccole e medie imprese, dimostratosi più resistente alla crisi con un calo dell’occupazione di gran lunga inferiore a quello delle grandi
imprese.
Quanto ai provvedimenti adottati a favore di detto
comparto, Tajani ha innanzitutto ricordato lo Small
Business Act (SBA) elaborato nel 2008, quale nuovo
Quadro fondamentale per la piccola impresa in Europa e sottoposto a revisione nel 2011 per adeguarne i
principi guida alle linee di azione della Strategia “Europa 2020” che ha l’obiettivo di trasformare l’UE, nel
secondo decennio del secolo, in un’economia intelligente, sostenibile ed inclusiva, in grado di competere
al meglio con le potenze emergenti del mercato globale.
Tra le risultanze più favorevoli dello SBA, oltre al calo
degli oneri amministrativi a carico delle imprese (del
26% tra il 2008 e il 2012, con un risparmio di più di
30 miliardi di Euro all’anno), è stata ricordata l’introduzione del “Test PMI”, al fine di valutare l’impatto di
ogni proposta legislativa sulla minore imprenditoria e
il rafforzamento dello stesso comparto, grazie alla
possibilità di accesso ai nuovi mercati, soprattutto
esteri.
Accennando alla presentazione del progetto relativo
al piano di azione “Imprenditorialità 2020”, il quale
si propone di rilanciare lo spirito imprenditoriale in
Europa quale possente volano della crescita economica e della creazione di posti di lavoro, Tajani si è
infine intrattenuto sugli ultimi interventi adottati per
sostenere soprattutto le piccole imprese. Trattasi del
Programma per la Competitività delle Imprese e delle PMI (COSME) e del Quadro europeo per la Ricerca
e l’Innovazione (Orizzonte 2020), l’uno destinato in
particolare a favorire la concessione di finanziamenti
a vantaggio del minore apparato imprenditoriale, costantemente in lotta per ottenere i prestiti necessari
per gestire la propria attività, e l’altro avente il precipuo scopo di finanziare le aziende innovative e che
fanno ricerca, comprese le PMI.
Componente chiave del COSME è oltre a tutto la re14
te EEN (Enterprise Europe Network), strumento utile
per permettere anche alle minori imprese di accedere a nuovi mercati europei e internazionali.
A conclusione del proprio intervento l’on. Tajani si è
dichiarato convinto che, anche se resta molto da fare, grazie ai programmi avviati e migliorati nel corso
degli ultimi 5 anni l’economia dell’UE è di nuovo sulla
strada giusta per competere al meglio nella gestione
del mercato globale.
LA POSIZIONE DELL’UEAPME
L’Unione europea dell’Artigianato e delle PMI (UEAPME), accreditando quanto riferito dall’on. Tajani, dà a
sua volta atto che l’Europa è ormai tenuta a porre le
basi per la modernizzazione economica e la crescita
“post-crisi”. Ciò comporta prima di tutto l‘ulteriore
rafforzamento dello SBA, dato che il nostro Continente non si riprenderà senza un adeguato rilancio
dell’Artigianato e delle PMI, comparti che con i loro
milioni di imprese sono da considerare “al centro del
cosiddetto modello socioeconomico europeo”.
L’UEAPME richiede inoltre una futura politica europea per le PMI che rispetti le seguenti priorità:
• Combinazione di politiche economiche che incrementino la competitività, la crescita e la creazione
di posti di lavoro, senza compromettere la stabilità
finanziaria, la sostenibilità dei sistemi sociali e la
spesa pubblica.
• Rafforzamento della base industriale europea.
• Promozione dell’imprenditorialità e della cultura
imprenditoriale.
• Miglioramento del contesto normativo per l’Artigianato e le PMI.
• Miglioramento dell’accesso ai mercati, alle tecnologie, all’innovazione, alle strutture di supporto e ai
servizi pubblici richiesti.
• Costante miglioramento dell’accesso ai finanziamenti.
• Promozione delle competenze e delle qualifiche in
un mercato del lavoro modernizzato, grazie soprattutto al potenziamento dell’istruzione e della formazione professionale.
• Riconoscimento dell’importante ruolo delle PMI nel
contribuire ad una maggiore competitività, grazie
al varo di politiche idonee ad assecondare una crescita sostenibile basata su un uso efficiente delle risorse energetiche, ambientali e climatiche.
bergamoartigiana
FORMAZIONE
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
I corsi di Settembre e Ottobre
È
ripresa a pieno regime l’attività dell’ufficio Formazione che, per i mesi di settembre e ottobre, propone alle
imprese associate un ricco calendario di corsi. Si tratta di percorsi formativi obbligatori o di tipo tecnicoprofessionale, avviati al raggiungimento del numero minimo di partecipanti, in grado di soddisfare le necessità delle singole categorie artigiane.
Ecco le proposte dei mesi.
CATEGORIA
CORSO E DATA
ALIMENTARISTI
• ETICHETTATURA ALIMENTI – 13 ottobre
AUTOMOTORIPARATORI
• AUTRONICA – 6 ottobre
IMPIANTISTI
• NUOVI LIBRETTI D’IMPIANTO – 2 ottobre
• MODULISTICA E CERTIFICAZIONI OBBLIGATORIE – 2 ottobre
CORSI OBBLIGATORI
PER LA SICUREZZA
ai sensi del d.lgs 81/08,
rivolti al datore di lavoro e
suoi dipendenti al
raggiungimento del numero
minimo di partecipanti (a
cadenza mensile)
PRIMO SOCCORSO – 10 settembre
RSPP – 15 settembre
AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO – 22 settembre
AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO – 29 settembre
FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER PREPOSTI – 29 settembre
FORMAZIONE OBBLIGATORIA DIPENDENTI Ex art. 37 T.U. 81/08:
- IMPIANTISTI – 18 settembre
- IMPIEGATI – 22 settembre
- AUTORIPARATORI – 24 settembre
- ADDETTI ALLE VENDITE E SERVIZI ALLE PERSONE – 24 settembre
- METALMECCANICI – 26 settembre
- FALEGNAMI ED EDILI – 26 settembre
• ANTINCENDIO 4 ore – 13 ottobre (Oratorio S. Colombano)
• ANTINCENDIO 8 ore – 17 ottobre (Oratorio S. Colombano)
•
•
•
•
•
•
Per dettagli dei corsi e iscrizioni: ufficio Formazione (tel. 035.274.321-325; e-mail: [email protected]).
Patentino caldaisti
19 impiantisti hanno superato l’esame provinciale
L
o scorso luglio 19 impiantisti, nella sede di via Torretta, hanno superato l’esame provinciale per l’ottenimento del “patentino del caldaista”, indispensabile per poter operare su impianti termici di potenza superiore a 232 kW di secondo grado. L’esame ha
concluso la 3^ edizione del corso abilitante, che la nostra Associazione organizza in qualità di ente accreditato da Regione Lombardia.
Di seguito i nomi dei nuovi termoidraulici abilitati e
l’azienda di cui sono titolari, soci o dipendenti: Alessandro Michele Colombo della ditta omonima, Daniele Bartoli (Linea Servizi srl), Fabio Brambilla (Pozzoni spa), Domingo Cantoni (Belotti Paolo), Angelo
Corti (Ibi Service srl), Raffaele D’Adamo (Caldaie Ra-
vasio srl), Francesco Felleti (Venti Gradi), Davide Ferrara della ditta omonima, Matteo Ferrari (Valtellina
spa), Domenico La Spina della ditta omonima, Luca
Lecchi (Idraulica F.lli Lecchi snc), Mario Peracchi
(Ma-Be snc), Marco Persano dell’impresa omonima,
Alessandro Piazzalunga (Idraulica Piazzalunga Aldo),
Luca Quarti (Ibi Service srl), Ivan Rocca (Campesi
Impianti srl), Santo Sirtoli (Confort Clima srl), Giuliano Tolotti (GT Tecnoservice srl) e Marco Tomasoni
(Tomasoni Giuseppe).
Per informazioni sulle prossime edizioni:
ufficio Formazione (tel. 035.274.321-325;
e-mail: [email protected]).
15
ATTUALITÀ
16
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
bergamoartigiana
TESSERAMENTO
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Confartigianato Bergamo
informa tutti i suoi associati
C
onfartigianato Bergamo comunica con gli associati in molti modi diversi. Puoi infatti trovare
importanti informazioni sul nostro sito internet
all’indirizzo www.artigianibg.com, sulla nostra newsletter AAB NEWS, che viene inviata a tutti i soci che
ci hanno comunicato la propria mail e che riporta le
notizie più importanti per operare con tranquillità nel
rispetto delle leggi, e sulla rivista Bergamo Artigiana
che ricevi direttamente in azienda. Inoltre ogni settimana puoi trovare le notizie riguardanti le nostre iniziative sulle pagine del quotidiano L’Eco di Bergamo
(2° e 4° giovedì del mese), sul settimanale La Rassegna (1° e 3° giovedì del mese) e nella trasmissione Bergamo Artigiana Tv in onda su Bergamo Tv. Da
quest’anno inoltre è operativa una convenzione con
la rivista Bergamè che ospiterà notizie sulla nostra
Associazione e con il mensile Eco.Bergamo che darà
spazio alle imprese “green”.
serti più vicini. In particolare stiamo potenziando l’informazione che viaggia per posta elettronica, in modo da consentire a tutti gli associati di ricevere per
tempo le informazioni necessarie in modo completo
e senza costi aggiuntivi.
E tu ci hai già comunicato la tua mail? Se non lo
avessi ancora fatto ti chiediamo di compilare il prospetto sottostante e di inviarcelo per fax o di consegnarlo nei nostri uffici. In questo modo anche tu potrai ricevere le nostre informazioni anche per posta
elettronica.
COMUNICACI LA TUA MAIL!
La comunicazione si sta evolvendo e sempre più, tutti si stanno indirizzando verso nuove tecnologie e
nuovi strumenti informatici. Anche noi di Confartigianato Bergamo stiamo studiando nuovi mezzi per es-
Per informazioni: Ufficio Marketing
(tel. 035.274.228; fax 035.274.209,
e-mail: [email protected]).
RICHIESTA RICEZIONE NEWSLETTER
(da compilare e inviare a [email protected] oppure al fax 035.274.209)
IL SOTTOSCRITTO. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
TITOLARE/SOCIO DELLA DITTA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
VIA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
COMUNE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
TEL. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
FAX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
È interessato a ricevere la AAB NEWS e le comunicazioni di Confartigianato Bergamo,
pertanto comunica l’e-mail sulla quale riceverle:
E-MAIL . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Privacy: Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell’art.13 del D.Lgs. 196/2003
DATA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
FIRMA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
17
SPORTELLO ASSICURATIVO
TESSERAMENTO
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Scopri quanto è facile risparmiare
Lo Sportello Consulenza Assicurativa ti offre una molteplicità di pacchetti assicurativi studiati in base alle diverse specificità aziendali, lavorative e famigliari
Grazie ad una convenzione stipulata con un primario broker
assicurativo, la Plutone Broker Assicurazioni, puoi ottenere,
gratuitamente e senza impegno, consulenza qualificata per:
• stipulare nuove polizze, scegliendo tra le proposte assicurative presenti sul mercato nazionale ed estero le più adeguate alle tue esigenze
• un check-up in merito alla tua posizione assicurativa
(aziendale e personale), valutando i costi e le coperture delle
polizze già attive, per ottenere un risparmio dei premi e maggiore sicurezza contro le insidie del futuro
IL SERVIZIO DI SPORTELLO ASSICURATIVO E’ PRESENTE
IN MOLTI UFFICI TERRITORIALI: PER CONOSCERE LE
DATE DI PRESENZA NELLA DELEGAZIONE D’INTERESSE
E FISSARE UN APPUNTAMENTO CONTATTA L’UFFICIO
WELFARE TEL 035/274.276 - FAX 035/274.253
Per Informazioni:
18 Sportello Consulenza Assicurativa
Antonella Gambarini (Tel 035.274276)
e-mail: [email protected]
COSA ASPETTI???
CORRI SUBITO IN UNO DEI NOSTRI UFFICI
TERRITORIALI E RITIRA IL DEPLIANT
CON TUTTE LE INFORMAZIONI...
CAMPAGNA CONVENZIONI 2015
Diventa il nostro nuovo Partner!!
I
nformiamo i nostri associati che è in partenza la
Campagna di raccolta delle nuove Convenzioni
FKH SHUPHWWHUj D WXWWL L SRVVHVVRUL GHOOD
Tessera di usufruire di un pacchetto sempre più ricco
di sconti e vantaggi.
Oltre alle convenzioni con i partner nazionali (che
WURYL ULSRUWDWH QHO ER[ TXL D ¿DQFR VL IDQQR VHPSUH SL
interessanti quelle “dal territorio bergamasco”.
Se anche tu vuoi diventare partner convenzionato,
compila il coupon sottostante oppure scarica la scheda
Convenzione direttamente dal nostro sito www.
artigianibg.com e inviaci la tua migliore proposta di
VFRQWR GD ULVHUYDUH D WXWWL L VRFL SHU O¶DQQR 1RQ SHUGHUH O¶RFFDVLRQH GL IDU FRQRVFHUH OD WXD
impresa e acquisire nuovi clienti!
>>
3HU LQIRUPD]LRQL8I¿FLR 0DUNHWLQJ
7HO HPDLOPDUNHWLQJ#DUWLJLDQLEJFRP
Per scoprire nel dettaglio tutte le convenzioni
consulta il nostro sito internet www.artigianibg.com
COUPON CONVENZIONI - PROPOSTA NUOVA CONVENZIONE
(Da compilare e inviare a [email protected] o al fax 035.274.209 RSSXUH FRQVHJQDUH DJOL XI¿FL $$% HQWUR IL SOTTOSCRITTO................................................................................................................................................
7,72/$5(62&,2 '(//$ ',77$
9,$&2081(
7(/)$;
0$,/&(//
è interessato a proporre una convenzione che garantisca sconti e vantaggi in esclusiva ai soci Confatigianato;
a tal proposito propone le seguenti agevolazioni:
.................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................
Privacy: Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D.lgs 196/2003
Data........................................................................ Firma....................................................................
19
WELFARE
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Un accordo con Politerapica
per la salute e il benessere degli imprenditori
C
onfartigianato Bergamo investe sulla salute e
la prevenzione. A settembre partirà l’iniziativa
denominata “Quando c’è la salute…Quattro
incontri per stare bene (e un convegno)” voluta dal
Gruppo Welfare della nostra Organizzazione.
Dall’indagine statistica in tema di Welfare realizzata
nel 2012 è emerso il pragmatismo degli artigiani,
che affrontano i problemi con determinazione via via
che si presentano. Sappiamo tuttavia quanto aiuti
psicologicamente avere le giuste conoscenze, essere
informati, per individuare i problemi al loro nascere e
saperli affrontare nel modo giusto senza dare troppa
enfasi, ma anche senza minimizzare, quei piccoli segnali che magari con pochi accorgimenti possono essere risolti. Da queste riflessioni nasce l’idea di organizzare quattro incontri formativi e informativi curati
da terapisti e specialisti di Politerapica e un convegno durante i quali verranno trattati con un linguaggio semplice ed aperto alcune situazioni che potrà
capitare di affrontare nella nostra vita, con particolare enfasi anche ai nostri figli, per formare la loro personalità.
Di seguito un elenco di tutti gli incontri gratuiti in
programma da settembre a novembre.
• Lunedì 15 settembre – ore 20.30 – incontro “Il
mal di schiena, un problema di tutti. Che si fa?”.
Si parlerà del problema che fa soffrire dall’80 al
90% degli adulti e che colpisce per il 75% dei casi
uomini e donne in età lavorativa, rappresentando
la principale causa di assenza dal lavoro. Si cercherà di capire quali sono le cause, come si può prevenire e come curarla nel migliore dei modi.
• Lunedì 29 settembre – ore 20.30 – incontro “Il
bambino da 0 a 5 anni. Lo sviluppo per la vita”.
Si parlerà del bambino, della sua crescita, del suo
sviluppo, dei primi anni di vita, perché è tra gli 0 e i
5 anni che si forma la personalità dell’adulto di domani, è qui che si susseguono le tappe decisive
nello sviluppo dell’individuo.
• Sabato 11 ottobre – ore 9.30 – convegno “Il bambino da 6 a 10 anni. Crescita, sviluppo, scuola,
salute”. Un convegno aperto a tutti che, col patrocinio di Asl e Ordine dei Medici, riproporrà il tema
dell’infanzia, focalizzandosi sullo sviluppo del bambino da 6 a 10 anni, con specifici riferimenti alla
psicomotricità, alla logopedia, alla psicologia, alla
pedagogia e alla pediatria.
Dopo i saluti e l’apertura dei lavori da parte di Angelo Carrara, presidente Confartigianato Bergamo,
e Pasquale Intini, della Politerapica – Terapie della
20
Salute, interverranno Morena Cassani, neuropsichiatra infantile; Laura Cometti, psicologa clinica;
Cristian Gualandris, terapista delle neuro psicomotricità dell’età evolutiva; le tre logopediste Paola Tintori, Daniela Trano e Roberta Distante; Sergio Clarizia, pediatra di famiglia; Mario Leo Brena,
chirurgo pediatrico e coordinatore dell’ambulatorio
di uro dinamica pediatrica A.O. Papa Giovanni
XXIII; e Paolo Viganò, medico chirurgo ortopedico.
Al termine del convegno gli interessati potranno
approfondire in modo più riservato i temi trattati
presso tre sportelli informativi (logopedico, psicomotorio e psicologico).
• Lunedì 27 ottobre – ore 20.30 – incontro “La menopausa. Continua la vita…”. Tema di grandissimo
impatto, dato che il 40% della popolazione femminile è in menopausa e che oltre il 50% della popolazione è femminile. Un’età della vita della donna,
un cambiamento fisiologico, un’evoluzione naturale
che deve essere capita per essere gestita e vissuta
bene.
• Lunedì 10 novembre – ore 18.00 – incontro “L’incontinenza, un disturbo tanto diffuso quanto curabile”. Una tematica che ha a che fare con la fisiologia e l’età. Un disturbo frequente che procura
tanti fastidi nella vita di ogni giorno, ma che si può
curare, nella maggior parte dei casi con attività di
riabilitazione.
Vi rammentiamo che grazie ad un accordo con la
struttura sanitaria “Politerapica – Terapie della salute” di Seriate, che si occupa di riabilitazione, prevenzione e trattamento di stati patologici tutti gli imprenditori tesserati possono usufruire di servizi e
prestazioni specialistiche a tariffe agevolate.
Per informazioni e iscrizioni rivolgersi
all’ufficio Welfare (tel. 035.274.276;
e-mail: [email protected]).
bergamoartigiana
INTERNAZIONALIZZAZIONE
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Legno e Costruzioni
l’artigianato bergamasco in Svezia
L
e aziende dei settori Legno e Costruzioni hanno la
possibilità di partecipare ad un soggiorno ad Övertorneå, in Svezia, il prossimo novembre. Si tratta del
secondo dei quattro flussi relativi al progetto di mobilità T.E.E.M, nell’ambito del programma europeo di
scambio Leonardo da Vinci. Il soggiorno formativo, della durata di una settimana, è rivolto ad imprese che non
hanno mai aderito ad altri progetti Leonardo. Il viaggio
si pone l’obiettivo di favorire lo scambio di conoscen-
ze e il trasferimento di know-how volto al miglioramento
professionale e alla crescita personale, grazie al confronto con realtà differenti nel mondo artigianale.
Per informazioni e iscrizioni
(entro e non oltre il 30 settembre):
ufficio Internazionalizzazione
Gisella Inverardi (tel. 035.274.323;
e-mail: [email protected]).
Matching – Share & Grow
un’opportunità di business per le imprese
È
in programma dal 24 al 26 novembre alla Fiera
Rho di Milano la decima edizione di Matching –
Share &Grow, un importante appuntamento che
permette alle imprese di scambiarsi opportunità di business, aggregazione e formazione.
La manifestazione, che già lo scorso anno aveva registrato la partecipazione di 1.600 imprese e 45.000 contatti commerciali, favorisce la conoscenza delle tematiche concrete dell’impresa, attraverso l’organizzazione di incontri e la creazione di network tra imprese e
professionisti. L’iniziativa offre opportunità di incontro
diretto, confronto, consulenza e formazione per favorire la ricerca di nuovi partner professionali, nuovi mercati, comprensione del proprio scenario economico di
riferimento.
I settori più coinvolti saranno la meccanica, l’area casa
e i servizi.
La novità di quest’anno è la suddivisione del percorso
in 4 fasi, per massimizzare tutte le opportunità che Matching offre alle piccole, medie e grandi imprese.
• Matching Welcome: da giugno a novembre 2014. At-
traverso gli strumenti a disposizione, come il sito web,
i canali social dedicati e il catalogo digitale, inizia il confronto tra le imprese per individuare necessità e obiettivi.
• Matching Training: le imprese possono iscriversi ad
una piattaforma digitale dedicata.
• Matching Live:tre giorni (24-26 novembre) di incontri
e workshop tra partecipanti di tutto il mondo e appartenenti a nove diversi settori: agroalimentare, comunicazione, edilizia, energia, finanza, ICT, logistica,
meccanica e sanità.
• Matching Follow Up: Matching continua sulla piattaforma digitale, in modo da favorire la comunicazione
e la condivisione tra le aziende.
È possibile beneficiare di contributi della Camera di
Commercio.
Le imprese interessate possono contattare
l’ufficio Internazionalizzazione
(tel. 035.274.220;
e-mail: [email protected]).
Ricerca clienti all’estero
disponibili supporti economici per le imprese
P
rosegue sino a fine anno per le imprese l’opportunità di avvalersi di supporti economici volti a ridurre le spese di consulenza per la ricerca di clienti all’estero e/o la realizzazione degli strumenti di comunicazione.
Le imprese interessate possono richiedere, attraverso lo Sportello di Orientamento all’Internazionalizzazione attivo presso Confartigianato Bergamo, un
check-up della durata di un’ora che consente, grazie
ad uno staff di professionisti qualificati, di ricevere
un primo accompagnamento nella realizzazione del
proprio percorso commerciale.
Il Servizio di Orientamento è disponibile
gratuitamente su appuntamento
contattando l’Ufficio Internazionalizzazione
(tel. 035.274.220;
e-mail: [email protected]).
21
E NE
L
A ZIO
I
C A
E
SP ENT
IM
L
A L’alimento del mese: LA CARNE
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
LA CARNE NELL’ALIMENTAZIONE:
TIPOLOGIE, SALUBRITÀ E CONTROLLI
L
a carne è uno degli alimenti principali. Attualmente la media globale dei consumi di carne è di circa 100 g al giorno per persona, ma con notevoli
differenze tra le popolazioni ad alto consumo (Paesi
occidentali e America Latina) e quelle a basso consumo (Paesi arabi, Africa e Paesi in via di sviluppo).
Il termine carne è usato comunemente per indicare
le parti commestibili degli animali, compresi gli organi interni, come fegato, reni, ecc. Nel linguaggio comune e nella normativa attuale, il termine esclude invece i prodotti della pesca.
Nel 2004 la normativa europea (c.d. Pacchetto Igiene) ha definito “carne” tutte le parti commestibili,
compreso il sangue, appartenenti alle seguenti categorie di animali:
• ungulati domestici: bovini, bufali, bisonti, suini, ovini, caprini ed equini domestici;
• pollame: volatili d’allevamento, come polli, tacchini,
anatre, faraone, oche, ecc., con l’eccezione dei ratiti
(struzzi e simili);
• lagomorfi: conigli, lepri;
• selvaggina selvatica e d’allevamento.
Il provvedimento considera a parte i prodotti della
pesca, i molluschi bivalvi vivi, le rane, le lumache e
altri alimenti, anche se classificati sempre come “prodotti di origine animale”.
Dal punto di vista merceologico, la qualità delle carni
è definita da diversi fattori:
• il colore, che varia in base alla specie animale, al sesso, all’età (le carni degli adulti sono più scure di quelle dei giovani) e all’alimentazione;
• l’odore, che varia con la specie, l’età, il sesso e l’alimentazione dell’animale. Le carni fresche presentano
in genere un odore non forte, simile a quello dell’acido lattico, con sfumature dovute all’alimentazione. Tuttavia, alcune specie presentano aromi più forti, come
la carne di capra, che ha un odore muschiato, o quella di selvaggina, con un caratteristico odore di selvatico. Un odore stantio denota invece la carne conservata troppo a lungo. L’odore putrido indica i processi
di deterioramento delle proteine; l’odore rancido è dovuto alla degradazione dei grassi. Il sapore della carne varia con la specie. Anche l’età influenza questo parametro: le carni degli animali giovani hanno un gusto
più delicato rispetto a quelle degli individui adulti;
• la consistenza, che dipende dall’età dell’animale e dallo stato d’ingrassatura;
22
• la finezza, che dipende dalla quantità e dal tipo di tessuto connettivo presente nei muscoli;
• la succosità, dovuta all’acqua liberata dalla carne durante la masticazione.
Tra questi aspetti, il colore è quello che definisce una
prima suddivisione delle carni:
• le carni rosse sono quelle degli animali da macello
adulti come bovino, cavallo, suino, ovino e caprino;
• le carni bianche, invece, sono quelle degli animali giovani come agnello e vitello e quelle dei volatili come
pollo, tacchino, coniglio.
In aggiunta a queste e a seconda degli usi locali, sono utilizzate per il consumo alimentare le carni di selvaggina spesso denominate, sempre per il colore,
carni nere.
Le modificazioni che si verificano post mortem, quando il muscolo è trasformato in carne, hanno un marcato effetto sulla qualità delle stesse. Dopo la macellazione, il glicogeno nei muscoli è trasformato in acido lattico, causando una diminuzione del pH da un
valore iniziale di pH 6,8-7,3 a circa 5,4-5,8. Una volta esaurito il glicogeno nei tessuti, sopravviene il rigor mortis in quanto le fibre muscolari si contraggono; in tale condizione di rigidità, la cottura della carne è molto difficile. Per questo motivo le carni, soprattutto quelle di bovino adulto, vengono lasciate
“maturare e intenerire” attraverso il processo di frollatura; la cui durata è variabile e, in certi casi, è anche di alcune settimane.
In Italia, come nel resto d’Europa, le carni licenziate
al consumo umano devono provenire da animali che
siano stati sottoposti, a cura del veterinario ufficiale,
a sistematica visita ante mortem e ispezione post
mortem.
La certezza che la macellazione dell’animale e la lavorazione delle carni siano avvenute sotto il controllo
del veterinario ufficiale, che ne attesta la salubrità e
l’idoneità, è fornita dal bollo sanitario identificativo
dello stabilimento di macellazione e lavorazione, applicato direttamente su ciascuna mezzena o sulle etichette per le carni confezionate.
L’Autorità competente a livello locale per il controllo
sanitario delle carni è l’ASL – Dipartimento di Prevenzione Veterinario, a cui appartengono i Medici Veterinari dirigenti, unica professionalità che può legalmente emettere il giudizio ispettivo sulla sanità e
l’idoneità al consumo umano delle carni.
bergamoartigiana
AL SP
IM EC
EN IA
TA LE
ZIO
NE
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Le principali e più conosciute frodi nella vendita delle carni sono:
-vendita di carni provenienti da animali ai quali sono
state somministrate sostanze ad azione anabolizzante (steroidi, ormoni naturali come gli estrogeni, il progesterone, il testosterone, ormoni tireostatici, altre
sostanze anabolizzanti come gli stilbenici ed i betaagonisti);
-vendita di carni contenenti residui di medicinali utilizzati per la cura degli animali, il cui trattamento non
è stato dichiarato o senza aver rispettato i tempi di
sospensione prescritti prima della macellazione;
-vendita di carni contenenti sostanze atte a migliorarne l’aspetto (es. solfiti);
-vendita di carni della stessa specie ma di qualità diversa (es. bovino adulto per vitello);
-vendita di tagli meno pregiati per tagli pregiati (es.
lombata del quarto anteriore per lombata del quarto
posteriore o filetto).
I primi tre esempi possono essere definite frodi di tipo igienico-sanitario, che rappresentano anche un
pericolo per la salute dei consumatori. Gli ultimi due
esempi, invece, sono frodi nell’esercizio del commercio.
Normalmente, non è possibile per il consumatore rilevare, con la semplice osservazione dei tagli in vendita, se la carne sia stata trattata in maniera illecita o
provenga da animali trattati con sostanze vietate. La
maggior parte di esse sono inodori e insapori e non
alterano l’aspetto esteriore o la consistenza. È importante, quindi, che le carni provengano dai canali
commerciali autorizzati.
PRODUZIONE MONDIALE DI CARNE
Nel totale delle carni consumate a livello mondiale la
più diffusa è la carne suina, seguita dal pollame e
dalla carne bovina e ovina. L’importanza relativa di
queste varie fonti di carne nella dieta varia da regione a regione e in base alle diverse culture: alcuni tipi
di carne possono essere rifiutate da alcune culture,
ma essere pienamente accettate da altre: nel subcontinente indiano ad esempio, la carne bovina è
economicamente e socialmente percepita come di
seconda classe rispetto all’agnello, montone e pollame, mentre è vero il contrario nella maggior parte
dei Paesi industrializzati. Molti occidentali aborriscono il pensiero di mangiare carne di cane o di cavallo,
che viene invece gustata altrove. Lo stesso si può dire per le interiora rispetto al muscolo, che varia nelle
diverse regioni.
Tipo di carne
Carne bovina
Pollame
Carne suina
Carne ovina
Altre carni
Totale
Produzione anno 2006
Milioni di Tonnellate
65,6
85,4
101,7
13,3
5,4
271,4
Aggiungiamo inoltre che, accedendo al sito internet
www.anmvioggi.it e digitando la parola “carne” nella
sezione cerca, è possibile accedere all’interessante
lavoro realizzato dall’Istituto Zooprofilattico del Veneto che riassume sinteticamente la gestione del rischio microbiologico nelle carni.
23
E NE
L
A ZIO
I
C A
E
SP ENT
IM
L
A
La top ten dei cibi che inquinano
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Sul podio ciliegie cilene, mirtilli argentini e asparagi peruviani
perché è importante consumare cibi a Km 0 e di stagione?
L
e ciliegie cilene, i mirtilli argentini e gli asparagi
del Perù salgono sul podio della top ten dei cibi
che inquinano perché arrivano sulle tavole degli
italiani dopo lunghi viaggi con mezzi inquinanti che
consumano petrolio ed emettono gas ad effetto serra. E’ quanto emerge dal Dossier “Lavorare e vivere
green in Italia” che include la top ten dei cibi che inquinano di più, elaborata da Coldiretti. Nella lista dei
prodotti a rischio ci sono anche le rose dell’Ecuador
per le quali sono state denunciate anche situazioni di
sfruttamento del lavoro, condizioni a rischio per la
salute, messa in pericolo dai numerosi prodotti chimici con cui sono trattati i fiori e la mancanza di tutele sindacali. Nell’elenco ci sono anche le more del
Messico, i cocomeri del Brasile, i meloni di Guadalupe, i melograni da Israele e i fagiolini dall’Egitto,
che arrivano sulle tavole a causa della cattiva abitudine di consumare fuori stagione alimenti di cui è ricca anche l’Italia. E’ stato calcolato che 1 Kg di ciliegie
dal Cile per giungere sulle tavole italiane deve percorrere quasi 12mila Km con un consumo di 6,9 Kg
di petrolio e un’emissione di 21,6 Kg di anidride carbonica, mentre 1 Kg di mirtilli dall’Argentina deve volare per più di 11mila Km con un consumo di 6,4 Kg
di petrolio e uno sviluppo di 20,1 Kg di anidride carbonica e gli asparagi dal Perù viaggiano per oltre 10
mila Km, bruciando 6,3 Kg di petrolio e liberando
19,5 Kg di anidride carbonica per ogni Kg di prodotto attraverso il trasporto con mezzi aerei.
Secondo Coldiretti, consumando prodotti locali, di
stagione a Km 0 e facendo attenzione agli imballaggi, una famiglia può arrivare ad abbattere fino a
1000 Kg di anidride carbonica l’anno.
Fare la spesa con attenzione all’ambiente significa
anche impegnarsi per il territorio, la cultura, le tradizioni ed i prodotti che rendono il Made in Italy unico
e competitivo nel mondo e quindi sostenere l’economia e il lavoro in Italia in un difficile momento di crisi.
LA TOP TEN DEI CIBI CHE INQUINANO
PRODOTTO
PAESE
DISTANZA KM
PETROLIO IN KG
CILIEGIE
CILE
11.968
6,93
CO2 IN KG
21,55
MIRTILLI
ARGENTINA
11.178
6,47
20,13
ASPARAGI
PERU’
10.852
6,28
19,54
NOCI
CALIFORNIA
10.497
6,08
18,90
ROSE
ECUADOR
10.205
5,91
18,38
MORE
MESSICO
10.162
5,88
18,30
ANGURIA
BRASILE
9.198
5,33
16,56
MELONI
GUADALUPE
7.800
4,52
14,05
MELOGRANI
ISRAELE
2.250
1,30
4,05
FAGIOLINI
EGITTO
2.132
1,23
3,84
Fonte:Elaborazione Coldiretti – calcoli effettuati sulla base del trasporto aereo per Kg di prodotto
24
bergamoartigiana
AREE DI MESTIERE
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
EXPOdetergo International 2014
l’innovazione del settore vi aspetta a Milano
S
empre più ampia e variegata
l’offerta di EXPOdetergo International, l’appuntamento
internazionale tra i più grandi a livello mondiale, dedicato a macchine, tecnologie, prodotti e servizi per lavanderia, stireria e manutenzione del tessile, in programma dal 3 al 6 ottobre 2014
alla Fiera di Milano (Rho).
Alla manifestazione saranno presenti i maggiori produttori del
settore provenienti da diciotto
Paesi: Austria, Belgio, Danimarca,
Francia, Germania, Giappone, Italia, Olanda, Polonia, Portogallo,
Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna, Ungheria, USA, UK, Svizzera
e Turchia. In percentuale, gli
espositori stranieri rappresentano
oltre un terzo del totale, un dato
che offre la prova della fortissima
vocazione internazionale di EXPOdetergo International.
Protagoniste in mostra le proposte tecnologiche legate a lavanderia industriale, lavaggio a secco e ad acqua, stireria, insieme
alle eccellenze di filiera, dai detergenti professionali alle macchine fino alle proposte del tessile – bedding e tovagliato - e ai
veicoli commerciali utilizzati per
lo spostamento delle merci o la
consegna ai grandi utenti finali,
dal mondo ospedaliero all’hotellerie. Una vetrina espositiva straordinaria, d’altra parte coerente
con un Paese come l’Italia, leader
riconosciuto in un settore nel
quale può esibire la più alta percentuale mondiale di aziende dedicate ai comparti del lavaggio a
secco e dello stiro.
A EXPOdetergo International sarà dato grande spazio alla ricerca
sull’ecosostenibilità e ai progressi
in termini di risparmio di acqua e
di energia, una variabile cruciale
in tempi in cui abbattere i costi
del servizio rappresenta uno dei
capisaldi della competitività. Saranno inoltre intensificati contatti
tra i comparti presenti alla manifestazione e le filiere ad essi più
vicine: dai servizi di lavaggio degli
abiti dal lavoro, un settore che
sta prendendo piede ora in Italia,
ma particolarmente sviluppato
all’estero, alle aziende produttrici
di tessuti, impegnate a divulgare
la cultura della qualità rispetto all’uso indiscriminato di succedanei
come carta e plastica nel mondo
della ristorazione e dell’ospitalità
professionale.
Un momento imprescindibile per
gli operatori del comparto e delle
filiere maggiormente interessati
ai relativi servizi che potranno visitare comodamente l’esposizione e senza fare code: è infatti già
attiva sul sito della manifestazione www.expodetergo.com la preregistrazione per i visitatori professionali, che consente di ricevere direttamente sulla propria casella e-mail il titolo di accesso.
Come per gli anni precedenti il
Gruppo Pulitintolavanderie di
Confartigianato Bergamo organizzerà un pullman per visitare la
manifestazione nella giornata di
domenica 5 Ottobre.
Coloro che sono interessati a partecipare possono rivolgersi
all’ufficio Aree di Mestiere – Marco Trussardi
(tel. 035.274.355; e-mail: [email protected]).
Area Casa
dall’11 al 13 Settembre
c’è Condominio Expo
C
ambia l’edilizia e cambia insieme a lei anche la principale manifestazione fieristica provinciale del settore. La fiera “Edil”
quest’anno diventa infatti Condominio Expo, il Primo Salone
Nazionale dell’innovazione per la gestione del Condominio, che si
terrà alla Fiera di Bergamo dall’11 al 13 settembre.
La manifestazione, dedicata in modo esclusivo agli amministratori e
alle imprese artigiane che operano in oltre un milione di condomini
italiani, ospiterà anche convegni e seminari sui temi della riqualificazione, del rinnovamento, della ristrutturazione e dell’efficientamento
energetico degli edifici condominiali. Tra le categorie merceologiche
interessate: arredo urbano e verde attrezzato, chiusure, automazioni
e protezioni solari, colore, finitura per esterni e decorazione per interni, impiantistica, ecologia ed energie rinnovabili, pavimentazioni e
rivestimenti, serramenti, materiali e componenti speciali high-tech,
tecnologie e procedimenti per il recupero edilizio.
Anche Confartigianato Bergamo sarà presente alla manifestazione
con un proprio stand.
Per informazioni:
ufficio Aree di Mestiere (tel. 035.274.267).
25
AREE DI MESTIERE
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Edilizia di qualità
il processo di certificazione energetica degli edifici
R
isparmio energetico e tutela del clima sono le nuove ed importanti sfide da affrontare. È evidente come
il futuro dell’edilizia sia strettamente legato alla sua
capacità di innovarsi, in sinergia con l’evoluzione dell’efficienza energetica. Il cambiamento di rotta a seguito delle evidenti criticità del settore è un elemento chiave se
si vuole perseguire l’obiettivo strategico di abbattimento dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti.
Se dobbiamo prepararci ad un futuro senza carbone
né petrolio dobbiamo orientare le nostre scelte verso
forme di energia alternative il più possibile rinnovabili, senza dimenticare che il risparmio energetico è la prima fonte rinnovabile ed è evidente che il primo modo
di ridurre le emissioni è quello di non produrle. In questo contesto la certificazione energetica può diventare lo strumento in grado di migliorare l’efficienza
energetica degli edifici, capace di rendere trasparente la qualità energetica degli immobili orientando in
modo più consapevole la scelta degli stessi da parte
dei potenziali utenti.
Consapevole dei vantaggi che una nuova “edilizia di qualità” porterà alle singole famiglie e alla collettività, Regione
Lombardia, attraverso la LR n.24 del 11/12/2006 e s.m.i.
e la DGR VIII/5018 e s.m.i., ha dato concreto avvio al processo di certificazione energetica degli edifici sul proprio territorio. La certificazione energetica degli edifici è
una grande opportunità, capace di far radicare una nuova cultura del progettare, costruire/ristrutturare e vivere
gli edifici, più attenta ai consumi energetici, alle emissioni
di gas climalteranti e al comfort degli utenti.
• Che cos’è la certificazione energetica degli edifici?
La certificazione energetica degli edifici è una procedura
che consente, attraverso una metodologia di calcolo
standardizzata, di classificare un edificio in base alla sua
efficienza energetica. Sulla base degli esiti di un calcolo,
effettuato da professionisti qualificati, viene assegnata all’edificio una classe energetica, dalla A+ (alta efficienza) alla G (bassa efficienza).
• A cosa serve la certificazione energetica degli edifici?
La certificazione energetica degli edifici, prevista da una
Direttiva comunitaria (2002/91/CE), è uno strumento
che consente da un lato di incentivare il mercato immobiliare ad investire in edifici ad alta qualità energetica, miglior comfort e minori emissioni di gas climalteranti e dall’altro di permettere all’utente finale di compiere una scelta più consapevole al momento dell’acquisto/affitto di un edificio.
• Che cos’è un Attestato di Prestazione Energetica
(APE)?
L’APE è un documento redatto da un professionista qualificato (Soggetto certificatore) e riconosciuto da Regione
Lombardia, che riporta gli esiti circa l’efficienza energetica dell’edificio al quale si riferisce. In esso vengono riportati diversi indicatori tra i quali la classe energetica dell’edificio, il fabbisogno di energia primaria per
la climatizzazione invernale e i possibili interventi migliorativi volti a migliorarne l’efficienza energetica.
Si ricorda che con l’approvazione del D.L. 63/2013, convertito con L. 90/2013, la DGR X/1216 modifica la denominazione di “Attestato di Certificazione Energetica”
(ACE) in “Attestato di Prestazione Energetica” (APE) a
far data dal 15 gennaio 2014.
• Qual è il riferimento normativo in materia di efficienza
e certificazione energetica degli edifici?
La norma di riferimento in Regione Lombardia in materia di efficienza e certificazione energetica degli edifici è la Delibera di Giunta Regionale VIII/5018.
• A chi devo rivolgermi per ottenere un APE?
Occorre rivolgersi a tecnici preparati e indipendenti, capaci di fotografare la qualità energetica dell’edificio oggetto di analisi e accreditati all’elenco opportunamente
predisposto. Per consultare l’elenco dei tecnici abilitati
consultare il sito: www.cened.it.
Per informazioni: Aree di Mestiere
Marco Trussardi (tel. 035.274.355;
e-mail: [email protected]).
Manutenzione impianti
da ottobre nuovo libretto
C
on l’approssimarsi dell’autunno è indispensabile che
l’impianto di riscaldamento sia perfettamente
funzionante al fine di avere la massima sicurezza
e di risparmiare. Dal 15 ottobre entrerà in vigore il nuovo libretto di impianto secondo quanto disposto dalla Regione Lombardia che ha approvato con D.d.U.O. n. 5027
26
dell’11 giugno scorso le “Disposizioni operative per
l’esercizio, la manutenzione, il controllo e l’ispezione degli impianti termici, in attuazione della D.G.R. X/1118 del
20.12.2013”. Il provvedimento definisce in particolare:
• Nuovi modelli di libretto di impianto e di rapporto
di controllo
bergamoartigiana
AREE DI MESTIERE
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
I nuovi modelli di libretto di impianto e di rapporto di
controllo entreranno in vigore a partire dal 15 ottobre;
fino a tale data resteranno in vigore gli attuali modelli, approvati con D.d.U.O. n. 6260/2012. I nuovi libretti
di impianto, che dovranno essere consegnati al cittadino responsabile dell’impianto in occasione della prima manutenzione utile e comunque in caso di nuova
installazione, oltre alle informazioni previste dal Decreto
ministeriale 10 febbraio 2014 contengono altri importanti dati funzionali alla migliore gestione dei catasti
regionali (Cened, Registro Sonde Geotermiche, ecc):
- la Targa dell’impianto;
- i dati catastali dell’edificio in cui è ubicato l’impianto
termico;
- i riferimenti all’Attestato di Prestazione Energetica
(ACE/APE) eventualmente presente;
- il punto di riconsegna combustibile (PDC);
- il punto di riconsegna energia elettrica (POD).
Sempre a partire dal 15 ottobre tutti gli impianti termici, compresi quelli alimentati a biomassa (con potenza termica >5kW), le sottostazioni collegate alle
reti di teleriscaldamento, gli impianti cogenerativi e
gli impianti di climatizzazione estiva (con potenza termica >12 kW), dovranno essere sottoposti a controllo
e manutenzione secondo le tempistiche indicate dalla D.G.R. X/1118 del 20.12.2013, utilizzando i modelli di Rapporto di Controllo approvati con D.d.U.O.
n. 5027 dell’11 giugno 2014.
• Modalità operative per la gestione del processo di
targatura degli impianti termici
In occasione della nuova installazione o della prima manutenzione utile, tutti gli impianti dovranno essere dotati della relativa targa. Le targhe impianto saranno distribuite gratuitamente dalle Autorità competenti e potranno essere utilizzate dall’installatore o manutentore
su qualsiasi impianto lombardo.
Sarà apposta un’unica targa anche nel caso di impianto costituito da uno o più generatori di calore, an-
che di tipo diverso, che condividono il medesimo impianto di distribuzione, poiché lo si considera un unico impianto termico.
• Portafoglio digitale
I contributi previsti dalla normativa regionale (quota
regionale e quota prevista per le Autorità competenti)
dovranno essere pagati a cura del manutentore tramite lo strumento del Portafoglio digitale. Sarà cura
di Finlombarda S.p.A. trasferire periodicamente
quanto dovuto agli Enti Locali.
• Termoregolazione e contabilizzazione del calore
Le sanzioni per il mancato rispetto dell’obbligo di installazione dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore (art. 9 comma 3 della L.r. n. 5
del 31 luglio 2013) non possono essere applicate fino
al 31 dicembre 2016. Pertanto tutti gli eventuali inadempimenti, che possono essere rilevati dall’Autorità competente, fino a quella data non danno luogo
a sanzioni. Le sanzioni saranno, invece, applicate dal
1° gennaio 2017 solo per gli inadempimenti riscontrati a decorrere da questa data.
Il D.d.U.O. n. 5027/2014 è stato pubblicato sul BURL
n.26 Serie Ordinaria del 23 giugno 2014.
Per informazioni: Aree di Mestiere
Marco Trussardi (tel. 035.274.355;
e-mail: [email protected]).
Revisione veicoli
aggiornamento apparecchiature
La circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei
Trasporti n. 4214 del 24 febbraio scorso ha prorogato, dal 31 marzo al prossimo 31 ottobre 2014, il termine precedentemente fissato per l’adeguamento
dei software Pc Prenotazione e Pc Stazione presso i
centri di revisione.
Di conseguenza, a partire dal 1 novembre 2014, i
centri di revisione dovranno aggiornare le apparecchiature entro il mese nel quale decorre la scadenza della verifica periodica annuale.
L’Area Servizi di Confartigianato Bergamo, che com-
prende il settore degli autoriparatori, intende seguire
lo sviluppo di questa nuova fase del protocollo
MCTCNet2, anche attraverso un costante contatto
tra il Capo Area Ernesto Belotti e gli uffici di Confartigianato Nazionale. A tal proposito stiamo attivando
una box-mail dei centri revisione nostri associati per
garantire un’informazione diffusa ed esauriente.
Per informazioni: Aree di Mestiere
Giorgio Bianchi (tel. 035.274.317;
e-mail: [email protected]).
27
AREE DI MESTIERE
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Meccatronica
necessaria la regolarizzazione entro il 4 gennaio 2018
L
a normativa che ha modificato l’art. 1, comma 3,
della L. 122 /92, unificando nella nuova attività
della meccatronica le due preesistenti attività di
meccanica-motoristica ed elettrauto, è ormai in vigore dal 5 gennaio 2013.
Poiché non tutte le aziende esercenti l’attività di autoriparazione hanno provveduto alla verifica della
propria posizione, è opportuno ricordare che la mancata regolarizzazione entro il 4 gennaio 2018 sarà
causa dell’impossibilità di proseguire l’attività. Più
precisamente:
le imprese che, alla data del 5 gennaio 2013, sono
iscritte nel Registro delle imprese e abilitate sia all’attività di meccanica-motoristica che a quella di
elettrauto, sono abilitate di diritto allo svolgimento
della nuova attività di meccatronica;
le imprese che invece, alla data del 5 gennaio 2013,
sono iscritte nel Registro delle imprese e sono abilitate alla sola attività di meccanica-motoristica oppure solo a quella di elettrauto, possono proseguire le
rispettive attività per i 5 anni successivi alla medesima data.
Entro tale termine però le persone preposte alla gestione tecnica dell’impresa, qualora non siano in possesso di almeno uno dei requisiti tecnico-professionali previsti dalle lettere a) e c) del comma 2 dell’art.
7 della L. 122/1992 (“attività utilmente esercitata
nell’ultimo quinquennio o titolo di studio in materia
tecnica attinente all’attività, abilitanti all’esercizio
dell’attività per cui l’impresa non era abilitata”), dovranno frequentare con esito positivo il corso professionale previsto alla lettera b) del medesimo comma
2, limitatamente alle discipline relative all’abilitazione professionale non posseduta. In alternativa, nel
periodo transitorio è possibile l’acquisizione del requisito mancante anche con requisiti esclusivamente culturali (titoli di studio abilitanti) o di esperienza
qualificata. Contattando i nostri uffici di sede o sul
territorio è possibile procedere alle verifiche del caso
e se necessario alla regolarizzazione.
E’ prevista, infine, una deroga per le persone preposte alla gestione tecnica che abbiano già compiuto
55 anni alla data del 5 gennaio 2013, alle quali sarà
consentito di proseguire l’attività di meccanica-motoristica od elettrauto fino al compimento dell’età prevista, ai sensi della disciplina vigente in materia, per
il conseguimento della pensione di vecchiaia.
Per informazioni: Aree di Mestiere
Giorgio Bianchi (tel. 035.274.317;
e-mail: [email protected]).
Con Confartigianato Trasporti
capacità finanziaria più conveniente
P
rosegue con successo l’offerta della polizza di responsabilità civile professionale per gli autotrasportatori di Confartigianato che consente il riconoscimento della capacità finanziaria in modo semplice, sicuro, veloce e soprattutto molto conveniente
rispetto alle tradizionali fidejussioni o all’asseverazione del bilancio.
La nuova convenzione stipulata da Confartigianato
Trasporti Nazionale con la Plutone Brokers consente
l’ottenimento dell’Attestato di capacità finanziaria
annuale per l’attività di autotrasportatore (che deve
essere effettuato e presentato all’Albo degli Autotrasportatori ogni anno anche in presenza di fidejussioni
pluriennali) con costi molto contenuti rispetto alle
più convenienti attualmente sul mercato (in molti casi anche al di sotto della metà di quanto richiesto
dalle banche, da altre compagnie di assicurazione e
28
dai commercialisti abilitati). Inoltre l’invio viene effettuato tramite e-mail direttamente dal pc dell’azienda
o tramite anche le delegazioni di Confartigianato
Bergamo che sono a disposizione per seguire la
pratica, senza esibizione di conti correnti o bilanci
per l’ottenimento in tempi brevi dell’attestazione e
per l’accensione di una polizza di Responsabilità Civile Professionale appositamente studiata e ottimizzata.
Tale polizza può essere stipulata anche per gli autotrasportatori che iniziano l’attività, ancora privi di licenza e camion, per potersi iscrivere all’Albo Trasportatori.
Per informazioni: ufficio Aree di Mestiere
Danilo Bianchi (tel. 035.274.295;
e-mail [email protected])
bergamoartigiana
VITA ASSOCIATIVA
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
La rassegna artistica Arte &’Artigianato, promossa dall’Associazione Artigiani e patrocinata da Regione, Provincia, Comune di Bergamo, Camera di Commercio, Confartigianato Imprese Lombardia e Scuola d’Arte Andrea
Fantoni, continua il suo ciclo di esposizioni, ospitate nella Sala Agazzi di via Torretta 12 a Bergamo con
A settembre
ANTONELLA FUSILI
Inaugurazione ufficiale lunedì 1 settembre ore 18
Dopo la pausa estiva, Arte &’ Artigianato riprende ospitando
presso i propri spazi i lavori dell’artista bergamasca Antonella Fusili in una mostra dal titolo “Sguardi”.
L’artista, dopo aver conseguito la maturità artistica presso la
Scuola d’Arte Andrea Fantoni, inizia a lavorare realizzando quadri
su commissione, vetrate artistiche e murales.
Nel corso degli anni partecipa ad alcuni concorsi di pittura grazie
ai quali riceve diversi riconoscimenti, tra i quali la menzione
d’onore al premio illustrazione per bambini Scarpetta d’Oro di Venezia, la menzione d’onore al concorso di pittura Angelo Foppa,
con opere segnalate al prestigioso Premio Agazzi di Mapello (BG).
La prima esposizione collettiva avviene nel 1991 all’ateneo di
Bergamo, in Città Alta. Dal 2009 ad oggi si è dedicata ad esposizioni personali di pittura ad olio in diverse province lombarde come Milano, Brescia e Bergamo. Le tematiche principali dei suoi
quadri sono il mondo dei bambini, le loro espressioni, la loro vivacità e il gioco, distinguendosi per la tecnica innovativa, che ha come supporto diverse tele e stoffe.
Luca Signori scrive di lei: “L’arte è totale, senza date, senza divisioni, senza riferimento. L’arte è nell’aria, è nell’energia, nelle vibrazioni. Non è concretezza, materia, fisica, pesante. L’arte non può avere appuntamenti fissi,
non può avere tornaconto, non può essere logica. L’arte è impegno totale, costante, fluido. L’arte scorre, invade,
assorbe. Tutto il resto è matematica”.
Le opere dell’artista rimarranno esposte fino al 26 settembre, da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e
dalle 14 alle 18. Sabato e festivi solo su prenotazione.
L’inaugurazione della mostra si terrà lunedì 1 settembre alle ore 18, con la presenza dell’artista.
Contatti:
E-mail: [email protected]
Sito internet: www.antonellafusili.it
Per informazioni: Segreteria organizzativa - Alfredo Perico (tel. 035.274.292; e-mail: [email protected]).
29
VITA ASSOCIATIVA
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Giovani imprenditori
concluso il percorso Let’s Synergy
S
i è concluso lo scorso luglio, nella suggestiva cornice del castello di Malpaga, con un coinvolgente gioco a squadre, Let’s Synergy International, il percorso formativo costituito da 6 incontri, promosso dal Coordinamento Giovani
Bergamo composto dai Gruppi Giovani di Confartigianato Bergamo,
Ance Bergamo, Ascom e Confindustria Bergamo, per orientare i giovani
capitani d’impresa nello sviluppo
globale della propria azienda.
Obiettivo dell’iniziativa è stato quello
di approfondire il tema dell’internazionalizzazione sotto diversi aspetti, tra
i quali la crescita di marginalità, l’efficienza organizzativa e le forme d’aggregazione all’estero, la comunicazione innovativa, social network e
posizionamento SEO sui mercati internazionali, la gestione del personale, la formazione e il multiculturalismo.
All’appuntamento conclusivo, che ha
visto riunirsi oltre 120 persone, i giovani imprenditori, con il contributo di
Daniele Radici, esperto di innovazione aziendale del Talent Garden di Bergamo, sono stati coinvolti, insieme ai
presidenti senior, ai presidenti junior
e ai segretari delle Organizzazioni, in
un avvincente gioco formativo suddiviso in 8 squadre con lo scopo di stilare una check-list utile all’azienda per
approcciarsi all’export. La check-list,
frutto di un lavoro sinergico, ha affrontato 4 punti fondamentali:
• il livello di prontezza organizzativa
(costi e organizzazione interna, sales e canali di vendita, team export
e sensibilizzazione dei dipendenti);
• la comunicazione e il dialogo con
la cultura locale (canali di utilizzo
locale, modalità di relazione, vincoli religiosi);
• i vincoli del sistema da analizzare e conoscere (politica, regime fiscale, vincoli giuridici, infrastrutture logistiche, vincoli normativi da rispettare);
• appetibilità del prodotto o del
servizio (analisi di mercato, pricing,
competitors, Made in Italy).
Per conoscere meglio il Gruppo Giovani e le sue iniziative
contattare Carmelo Davì (tel. 035.274.340;
e-mail: [email protected]).
SDArt
discusse le tesi degli artigiani
L
o scorso luglio quattro imprenditori si sono diplomati alla 4a edizione della SDArt, la Scuola per Dirigenti Artigiani, il percorso accademico triennale ideato da Confartigianato Bergamo in collaborazione con la SdM
– School of Management dell’Università di Bergamo. Gli artigiani-allievi che
hanno discusso la loro tesi sono: Giovanni Premarini, Rossella Redolfi, Giovanni Rinaldi e Giovanbattista Spinoni. All’evento erano presenti il presidente di Confartigianato Bergamo Angelo Carrara, il membro di giunta con
delega alla Formazione Valentina Trevaini, l’ex alunno e dirigente di Confartigianato Bergamo Oscar Mora, il direttore Stefano Maroni, il direttore della SDArt Fabio Dovigo e il precedente direttore Giuseppe Delmestri. Si ricorda che sono gli ultimi giorni per potersi iscrivere alla nuova edizione biennale della “SDArt 2.0”, con una formula completamente rinnovata.
Per informazioni: Segreteria organizzativa:
(tel. 035.274.329; e-mail: [email protected]).
Mobilità apprendisti in Europa
Confartigianato Bergamo fa scuola a Parigi
D
opo Venezia, Confartigianato
Bergamo ha illustrato la propria esperienza a Parigi in un
seminario tenutosi lo scorso giugno, organizzato dalla DG Commissione Europea, per discutere sulla
formazione professionale e l’apprendistato. In qualità di relatrice
esperta sulla mobilità degli apprendisti in Europa, Marina Redondi, responsabile dell’ufficio Internaziona30
lizzazione della nostra Organizzazione, ha presentato il caso d’eccellenza della realtà associativa bergamasca, una peculiarità all’interno del
sistema delle Pmi da ormai una
ventina d’anni. Tematica principale il
progetto Euroapprenticeship, finalizzato a sviluppare una rete di organismi specializzati e organizzazioni intermediarie in grado di sostenere
la mobilità degli apprendisti. Inoltre
sono stati illustrati i progetti di accoglienza di Confartigianato Bergamo, l’apprendistato nel nostro Paese e nella nostra Provincia, il ruolo
dell’Organizzazione nell’ambito della formazione dei formatori, i progetti
Vetpro (progetti Leonardo) e il ruolo di Confartigianato Bergamo a livello internazionale in qualità di coordinatore di una rete che favorisce
la mobilità.
[email protected]
www.coopart-garanzia.it
24121 Bergamo
Via Stoppani, 10/D
Tel. 035.248601
Fax 035.248641
Garanzie su finanziamenti per risolvere ogni necessità legata a problemi di liquidità, acquisto macchinari, attrezzature, materie prime, rinnovo impianti.
COME SI DIVENTA SOCI
L’ammissione alla Cooperativa è aperta a tutte le ditte
iscritte all’Albo delle imprese artigiane provinciale ed alle
P.M.I. iscritte alla CCIAA di Bergamo che non abbiano subito
protesti nell’ultimo triennio.
Per l’ammissione devono essere sottoscritte “una tantum”
10 quote sociali dell’importo di À.5,16 ciascuna. Tali quote
sono infruttifere, ma il loro importo viene integralmente
rimborsato in caso di recesso.
I
ARTIG
HAI PR
ANO
FINAN
LEMI DI
ZIAMEN
TO?
I
TI A NO
I
G
L
O
V
RI
OB
NON E’ RICHIESTO VERSAMENTO DI QUOTE ANNUALI
TEMPI RAPIDI DI ISTRUTTORIA E DI EROGAZIONE.
CONVENZIONI CON I PRINCIPALI ISTITUTI DI CREDITO
Dal nostro sito Internet : www.coopart-garanzia.it
con un semplice click è possibile:
. scaricare la modulistica per l’iscrizione alla Cooperativa
e per le richieste di finanziamento;
. verificare il tasso di interesse e calcolare l’importo della
rata di rimborso dei prestiti.
FINANZIAMENTI PER
. l’acquisto di macchinari, attrezzature,
materie prime e rinnovo impianti;
. risolvere prontamente ogni necessità
legata a problemi di liquidità.
ULTIM’ORA • SCADENZE
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Scadenze fiscali
e per il personale settembre 2014
1 SETTEMBRE 2014
Persone fisiche non titolari di
partita Iva che hanno scelto nella
dichiarazione dei redditi - Unico
2014 - il pagamento rateale e
hanno effettuato il 1° versamento
entro:
• il 16 giugno 2014 - Versamento della 4^ rata delle imposte
dovute a titolo di saldo e di 1°
acconto, compreso eventualmente quello scaturente dai redditi soggetti a tassazione separata, risultanti dalla dichiarazione
dei redditi Unico 2014 (con applicazione degli interessi)
• il 16 luglio 2014 - Versamento
della 3^ rata delle imposte dovute a titolo di saldo e di 1° acconto, compreso eventualmente
quello scaturente dai redditi soggetti a tassazione separata, risultanti dalla dichiarazione dei
redditi Unico 2014 (con maggiorazione per lo spostamento del
termine ed interessi)
16 SETTEMBRE 2014
Sostituti d’imposta
• Versamento ritenute alla fonte su
importi corrisposti nel mese di
agosto 2014
• Versamento contributi Inps ex
Enpals, lavoratori dello spettacolo
• Versamento rata di addizionale
regionale e comunale trattenuta
ai lavoratori dipendenti sulle competenze del mese precedente a
seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno, o in unica soluzione a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di
lavoro; Versamento 6^ rata acconto anno 2014 addizionale
comunale, trattenuta ai lavoratori
32
dipendenti sulle competenze del
mese precedente.
Contribuenti Iva mensili
• Versamento dell’Iva dovuta per il
mese di agosto 2014
Fornitore (cedente/prestatore)
dell’esportatore abituale
• Termine ultimo per l’invio telematico della comunicazione dei
dati relativi alle dichiarazioni d’intento, per le quali sono state
emesse fatture senza applicazione dell’Iva confluite nella liquidazione periodica Iva del mese di
agosto (contribuenti che liquidano l’imposta mensilmente)
Contribuenti titolari di partita Iva:
persone fisiche, società semplici,
società di persone e soggetti
equiparati che hanno scelto nella
dichiarazione - Unico 2014 - il
pagamento rateale e
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 7 luglio 2014 versamento della 4^ rata dell’Iva
dovuta a saldo, delle imposte dirette dovute a saldo e 1° acconto 2014 compreso eventualmente quello scaturente dai redditi soggetti a tassazione separata
(con applicazione degli interessi)
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 20 agosto 2014
- versamento della 2^ rata dell’Iva dovuta a saldo, delle imposte dirette dovute a saldo e 1°
acconto 2014 compreso eventualmente quello scaturente dai
redditi soggetti a tassazione separata (con maggiorazione per lo
spostamento del termine ed interessi)
Persone fisiche che si avvalgono
del regime agevolato per le nuove
attività (c.d. forfettino) che hanno
scelto nella dichiarazione dei
redditi – Unico 2014 – il
pagamento rateale e
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 7 luglio 2014 –
versamento 4^ rata dell’imposta
sostitutiva dell’IRPEF e dell’Iva
relativa all’intero anno 2013 risultante dalla dichiarazione annuale – Unico 2014 (con applicazione degli interessi)
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 20 agosto 2014
– versamento 2^ rata dell’imposta sostitutiva dell’IRPEF e
dell’Iva relativa all’intero anno
2013 risultante dalla dichiarazione annuale – Unico 2014 (con
maggiorazione per lo spostamento del termine ed interessi)
Persone fisiche che si avvalgono
del regime dei nuovi contribuenti
minimi che hanno scelto nella
dichiarazione dei redditi – Unico
2014 – il pagamento rateale e
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 7 luglio 2014 –
versamento 4^ rata del 1° acconto e del saldo dell’imposta
sostitutiva dell’IRPEF risultanti
dalla dichiarazione dei redditi
Unico 2014 (con applicazione
degli interessi)
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 20 agosto 2014
– versamento 2^ rata del 1° acconto e del saldo dell’imposta
sostitutiva dell’IRPEF risultanti
dalla dichiarazione dei redditi
Unico 2014 (con maggiorazione
per lo spostamento del termine)
Inps - Versamento contributi
Gestione Separata
• Soggetti obbligati: committenti.
Adempimento: versamento dei
bergamoartigiana
ULTIM’ORA • SCADENZE
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
contributi corrisposti su compensi erogati nel mese precedente a
collaboratori coordinati continuativi, associati in partecipazione e venditori a domicilio, iscritti
e non iscritti a forme di previdenza obbligatoria
Inps - Versamento contributi lavoro
dipendente
• Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati
di qualsiasi categoria e qualifica
iscritti alle gestioni previdenziali
e assistenziali dell’Inps. Adempimento: versamento dei contributi
Inps relativi alle retribuzioni dei dipendenti corrisposte nel mese
precedente
25 SETTEMBRE 2014
Operatori intracomunitari con obbligo mensile
• Invio telematico degli elenchi
Intrastat delle cessioni e/o acquisti di beni e servizi resi e/o ricevuti in ambito intracomunitario
effettuati nel mese di agosto
2014
Inps – Richiesta di autorizzazione
all’Inps per CIG e CIGS
• Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati
che hanno avuto una riduzione
dell’orario di lavoro nel mese
precedente. Adempimento: richiesta di autorizzazione all’Inps
30 SETTEMBRE 2014
Persone fisiche non titolari di
partita Iva che hanno scelto nella
dichiarazione dei redditi – Unico
2014 – il pagamento rateale ed
hanno effettuato il 1° versamento
entro il:
• 16 giugno 2014 - Versamento
della 5^ rata delle imposte dovute a titolo di saldo e di 1° ac-
conto, compreso eventualmente
quello scaturente dai redditi soggetti a tassazione separata, risultanti dalla dichiarazione dei
redditi Unico 2014 (con applicazione degli interessi)
• 16 luglio 2014 – Versamento
della 4^ rata delle imposte dovute a titolo di saldo e di 1° acconto, compreso eventualmente
quello scaturente dai redditi soggetti a tassazione separata, risultanti dalla dichiarazione dei
redditi – Unico 2014 (con maggiorazione per lo spostamento del
termine ed interessi)
Datore di lavoro – Stampa Libro
Unico
• Soggetti obbligati: tutti i datori di
lavoro. Adempimento: stampa
del Libro Unico del Lavoro relativamente ai dati retributivi del
mese precedente
Sono fatte salve
eventuali proroghe
o slittamenti dell’ultima ora
Operatori che intrattengono
rapporti commerciali con Paesi c.d.
“black list” con obbligo mensile
• Invio telematico del modello di
comunicazione delle operazioni
intrattenute (cessioni e/o acquisti
di beni e servizi resi e/o ricevuti),
di importo superiore a 500 euro,
con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata (c.d. “black
list”) per le operazioni effettuate
nel mese di agosto 2014
Persone fisiche titolari di redditi
d’impresa, di lavoro autonomo, di
partecipazione, società semplici,
società di persone, società di
capitali e soggetti equiparati:
• Invio telematico diretto o tramite intermediario, del Modello
Unico ed Irap 2014
Inps – Uniemens individuale
• Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati
di qualsiasi categoria e qualifica
iscritti alle gestioni previdenziali
e assistenziali dell’Inps
• Adempimento: presentazione dei
flussi retributivi e contributivi individuali dei lavoratori, relativi al
mese precedente, al posto della
denuncia DM 10/02 e del Flusso
Emens, in via telematica all’Inps
col mod. Uniemens individuale
33
ULTIM’ORA • SCADENZE
bergamoartigiana
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
Scadenze fiscali
e per il personale ottobre 2014
10 OTTOBRE 2014
Inps - Versamento contributi lavoro
domestico
• Versamento dei contributi dovuti per i lavoratori domestici in relazione al trimestre precedente all’Inps
16 OTTOBRE 2014
Sostituti d’imposta
• Versamento ritenute alla fonte su
importi corrisposti nel mese di
settembre 2014
• Versamento rata di addizionale
regionale e comunale trattenuta
ai lavoratori dipendenti sulle competenze del mese precedente a
seguito delle operazioni di conguaglio di fine anno, o in unica soluzione a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di
lavoro; Versamento 7^ rata acconto anno 2014 addizionale
comunale, trattenuta ai lavoratori
dipendenti sulle competenze del
mese precedente
Contribuenti Iva mensili
• Versamento dell’Iva dovuta per il
mese di settembre 2014
Fornitore (cedente/prestatore)
dell’esportatore abituale
• Termine ultimo per l’invio telematico della comunicazione dei
dati relativi alle dichiarazioni d’intento, per le quali sono state
emesse fatture senza applicazione dell’Iva confluite nella liquidazione periodica Iva del mese di
settembre (contribuenti che liquidano l’imposta mensilmente)
Contribuenti titolari di partita Iva:
persone fisiche, società semplici,
34
società di persone e soggetti
equiparati che hanno scelto nella
dichiarazione – Unico 2014 – il
pagamento rateale e
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 7 luglio 2014 – versamento della 5^ rata dell’IVA dovuta a saldo, delle imposte dirette
dovute a saldo e 1° acconto
2014 compreso eventualmente
quello scaturente dai redditi soggetti a tassazione separata (con applicazione degli interessi)
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 20 agosto 2014
– versamento della 3^ rata dell’IVA dovuta a saldo, delle imposte dirette dovute a saldo e
1° acconto 2014 compreso
eventualmente quello scaturente
dai redditi soggetti a tassazione
separata (con maggiorazione per
lo spostamento del termine ed interessi)
Persone fisiche che si avvalgono
del regime agevolato per le nuove
attività (c.d. forfettino) che hanno
scelto nella dichiarazione dei
redditi - Unico 2014 - il pagamento
rateale e
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 7 luglio 2014 –
versamento 5^ rata dell’imposta
sostitutiva dell’Irpef e dell’Iva relativa all’intero anno 2013 risultante dalla dichiarazione annuale – Unico 2014 (con applicazione degli interessi)
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 20 agosto 2014
– versamento 3^ rata dell’imposta sostitutiva dell’Irpef e dell’Iva relativa all’intero anno 2013
risultante dalla dichiarazione annuale – Unico 2014 (con maggiorazione per lo spostamento del
termine ed interessi)
Persone fisiche che si avvalgono
del regime dei nuovi contribuenti
minimi che hanno scelto nella dichiarazione dei redditi – Unico
2014 – il pagamento rateale e
• hanno effettuato il 1° versamento entro il 17 giugno 2014 – versamento 5^ rata del 1° acconto
e del saldo dell’imposta sostitutiva dell’Irpef risultanti dalla dichiarazione dei redditi Unico 2014
(con applicazione degli interessi)
• hanno effettuato il 1° versamento
entro il 16 luglio 2014 – versamento 3^ rata del 1° acconto e
del saldo dell’imposta sostitutiva
dell’Irpef risultanti dalla dichiarazione dei redditi Unico 2014 (con
maggiorazione per lo spostamento del termine ed interessi)
Inps – versamento contributi
Gestione Separata
• Soggetti obbligati: committenti.
Adempimento: versamento dei
contributi corrisposti su compensi erogati nel mese precedente a collaboratori coordinati
continuativi, associati in partecipazione e venditori a domicilio,
iscritti e non iscritti a forme di previdenza obbligatoria
Inps – versamento contributi lavoro
dipendente
• Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati di
qualsiasi categoria e qualifica iscritti alle gestioni previdenziali e assistenziali dell’Inps. Adempimento:
versamento dei contributi Inps relativi alle retribuzioni dei dipendenti
corrisposte nel mese precedente
Inps ex Enpals - Versamento
contributi
• Soggetti obbligati: datori di la-
bergamoartigiana
ULTIM’ORA • SCADENZE
SETTEMBRE-OTTOBRE 2014
voro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati
del settore dello spettacolo..
Adempimento: versamento dei
contributi relativi alle retribuzioni corrisposte nel mese precedente
24 OTTOBRE 2014
Inps – Richiesta di autorizzazione
all’Inps per CIG e CIGS
• Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati
che hanno avuto una riduzione
dell’orario di lavoro nel mese
precedente. Adempimento: richiesta di autorizzazione all’Inps
25 OTTOBRE 2014
Operatori intracomunitari con
obbligo mensile
• Invio telematico degli elenchi Intrastat delle cessioni e/o acquisti
di beni e servizi resi e/o ricevuti in
ambito intracomunitario effettuati nel mese di settembre 2014
31 OTTOBRE 2014
Persone fisiche non titolari di
partita Iva che hanno scelto nella
dichiarazione dei redditi - Unico
2014 - il pagamento rateale ed
hanno effettuato il 1° versamento
entro:
• il 16 giugno 2014 - versamento
della 6^ rata delle imposte dovute a titolo di saldo e di 1° acconto, compreso eventualmente
quello scaturente dai redditi soggetti a tassazione separata, risultanti dalla dichiarazione dei
redditi Unico 2014 (con applicazione degli interessi)
• il 16 luglio 2014 - versamento
della 5^ rata delle imposte dovute a titolo di saldo e di 1° acconto, compreso eventualmente
quello scaturente dai redditi sog-
getti a tassazione separata, risultanti dalla dichiarazione dei
redditi Unico 2014 (con maggiorazione per lo spostamento del
termine ed interessi)
Operatori che intrattengono
rapporti commerciali con Paesi c.d.
“black list” con obbligo mensile
• Invio telematico del modello di
comunicazione delle operazioni
intrattenute (cessioni e/o acquisti
di beni e servizi resi e/o ricevuti),
di importo superiore a 500 Euro,
con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata (c.d. “black
list”) per le operazioni effettuate
nel mese di settembre 2014
Operatori che intrattengono
rapporti commerciali con Paesi c.d.
“black list” con obbligo trimestrale
• Invio telematico del modello di
comunicazione delle operazioni
intrattenute (cessioni e/o acquisti
di beni e servizi resi e/o ricevuti),
di importo superiore a 500 Euro,
con soggetti aventi sede, resi-
denza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata (c.d. “black
list”) per le operazioni effettuate
nel 3° trimestre 2014
Inps ex Enpals Uniemens
individuale
• Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati
di qualsiasi categoria e qualifica
iscritti alle gestioni previdenziali
e assistenziali dell’Inps. Adempimento: presentazione dei flussi
retributivi e contributivi individuali
dei lavoratori, relativi al mese precedente in via telematica all’INPS
Datore di lavoro – Stampa Libro
Unico
• Soggetti obbligati: tutti i datori di
lavoro. Adempimento: stampa
del Libro Unico del Lavoro relativamente ai dati retributivi del
mese precedente
Sono fatte salve
eventuali proroghe
o slittamenti dell’ultima ora.
L’informazione ai Soci
le nostre pagine sui media
Proseguono i contenuti informativi dedicati all’artigianato pubblicati
sui principali giornali provinciali. Siamo presenti su:
L’ E co d i Be r gam o
il secondo e quarto giovedì del mese
La R as se gn a
il primo e il terzo giovedì del mese
“ Be rg amo Ar ti gi an a Tv ”, in onda su Bergamo TV
il primo e il terzo mercoledì del mese alle ore 19.50
e il giovedì in replica alle ore 23.30..
Tutte le nostre pubblicazioni possono essere lette e scaricate sul nostro
sito internet www.artigianibg.com, aggiornato quotidianamente con
tutte le news di interesse per le imprese artigiane.
Diventa inoltre settimanale la newsletter “AAB NEWS” inviata per posta
elettronica a tutte le imprese che ci hanno fornito la propria mail.
35
IMPRENDITORE
crede in te
Il Consorzio fidi dell’Associazione Artigiani Bergamo:
- è convenzionato con 30 banche;
- agevola l’accesso al credito con garanzia dal 50 all’80%;
- garantisce i prestiti a tassi particolarmente convenienti
con finanziamenti agevolati;
- predispone e inoltra domande per la partecipazione
ai bandi regionali, italiani ed europei;
- dà consulenza gratuita per riqualificare il rapporto tra banca e impresa.
Bergamo - Via Torretta, 12 - tel. 035.223442; fax 035.230397
e-mail: [email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 507 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content