close

Enter

Log in using OpenID

6luglio - Parrocchia Santa Maria Assunta

embedDownload
Camminiamo insieme…
BIBIONE GUARDA ALL’AVVENIRE, VIII edizione
Lunedì 7 luglio
Spettacolo teatrale: Incredilmente unico, a cura del gruppo
teatrale Sichar. Liberamente ispirato alla storia del Piccolo
Principe. Arena Parco Parrocchiale, ore 21.15
Martedì 8
Concerto d’organo: M° Daniele Toffolo. Chiesa, ore 21.15
Mercoledì 9
Concerto meditativo sulla fede, coro e organo. Corale di
Maniago. Chiesa, ore 21.15
Giovedì 10
Notte bianca di preghiera e di adorazione, dalle 20.00 del
giovedì alle 8.00 del venerdì. Ore 21.15, proposta di lectio divina
sul Vangelo della domenica; segue notte di preghiera e disponibilita di confessori fino al mattino.
Venerdì 11
Incontro con il Testimone: Superbia, no grazie, umiltà.
Interviene Gianni Valente, amico di Papa Francesco. Piazza Treviso, ore 21.15 (in caso di pioggia, auditorium parrocchiale)
Recita del S. Rosario, animato dal gruppo di preghiera di
Lignano, ore 21.45 parco chiesa parrocchiale.
Si ringraziano:
Diocesi di Concordia-Pordenone, Pontificio Consiglio per la nuova
evangelizzazione, Uffici CEI per le comunicazioni sociali, per il turismo,
per la cultura, Avvenire, tv2000, Radio in Blu, Credere, Famiglia
Cristiana, Il Popolo, Regione Veneto, Provincia di Venezia, Comune di S.
Michele, Consorzio Turistico Bibione, ABA, ABIT, ASCOM, APT, Bibione
Terme, Lions Club Bibione, Campeggio Internazionale, Bibione Spiaggia,
Bibione Mare, Opera Romana Pellegrinaggi.
Bollettino settimanale della Parrocchia S. Maria Assunta, Via Antares, 18 - BIBIONE
anno XI/27, 6 luglio 2014 tel. 0431/43178; cell. 3491554726
Il numero del 29 giugno 2014 e stato stampato in 1200 copie, rimaste 0.
www.parrocchiabibione.org [email protected]
Facebook: parroco bibione
Twitter: parroco bibione
Salpati
Carissimi,
possiamo dire di essere “salpati”, di aver tolto gli ormeggi e aver così preso il largo. Non mi
riferisco alle barche che possiamo trovare in riva al mare, quanto a quella “barca” che e la
parrocchia. Il calendario estivo e ormai entrato nel pieno della sua programmazione: ogni
serata la parrocchia offre a se stessa e ai suoi turisti iniziative di vario interesse: dal teatro
alla musica d’organo, dalle conferenze alle notti bianche di preghiera, alla disponibilita
quotidiana di confessori. Sì, siamo salpati alla grande, vista la risposta della gente.
Giunti all’VIII edizione, la grande estate “Bibione guarda all’Avvenire” continua a
piacere, a interessare, a coinvolgere.... E cio che piu colpisce, e il fatto che la gente per
partecipare deve scegliere di muoversi dal centro e venire in parrocchia: e una scelta
deliberata, ponderata e questo, come m’insegnano gli stessi operatori turistici, vale ancora di
piu a conferma che la meta “spiaggia Bibione” e scelta anche per le proposte della parrocchia.
Potra sembrare strano, eppure nelle schede di valutazione della clintela, la proposta
parrocchiale e entrata a pieno titolo tra le preferenze segnalate dagli ospiti.
Se tutto questo e possibile, e grazie innanzitutto alla squadra di volontari che si dedica
con passione e impegno affinche ogni cosa funzioni per il meglio. Ad essi si affianca il convinto
sostegno della Regione Veneto, del Comune e delle categorie imprenditoriali. Si tratta di un
unicum nel panorama italiano sia per l’ambito ecclesiale, dove non risultano esserci proposte
di pastorale del turismo così organizzate e continuative, sia sotto il profilo civile, dove Enti
pubblici e privati insieme alla Parrocchia sono uniti per uno stesso progetto a servizio dei
turisti. Non si tratta di bravura, quanto di convinzione che insieme e possibile offrire una
proposta articolata e, perche no, anche piu economica, vista la forza di volontariato che la
parrocchia puo mettere in atto.
Il tema dell’estate 2014 riflette sui 7 vizi capitali, cercando di guardare all’altra faccia
della medaglia, ossia alle virtu. Preso atto che i vizi sono insiti in ciascuno di noi, come poterli
riconoscere e quindi vincere? Sapendo che non bastano discorsi, abbiamo invitato una serie
di testimoni disposti a raccontarci come hanno reagito di fronte al “vizio” e come hanno
intrapreso quel cammino che li ha resi capaci di “reinventarsi” la vita, fuggendo da
rassegnazione e pessimismo. Convinti quanto mai che oggi servono piu testimoni che relatori,
crediamo di offrire un bel servizio ai nostri turisti, per tornare a casa rinfrancati e lieti.
Crediamo, anche alla luce dell’esperienza di questi anni, che la proposta di pastorale del
turismo che stiamo offrendo esprima quella prossimita verso quanti sono vicini alla Chiesa
ma anche a quanti sono “alla soglia”, desiderando parlare a tutti, con rispetto e gioia; le
tematiche proposte in questi anni hanno voluto e continuano a mostrare quanto il Vangelo e i
valori che da esso traggono origine e linfa, sono gli elementi essenziali per vivere una vita
bella, che in fondo tutti cercano. In questo impegno, un ruolo di prim’ordine e dato dai nostri
mass media cattolici - Avvenire, Il Popolo, Famiglia Cristiana. Avere lo stesso linguaggio e
ancor piu essere uniti nella stessa passione e dagli stessi valori aiuta ad agire con coraggio e
gioia. Così, di fronte al “vizio” di scorciatoie… noi scegliamo la “virtu” dell’assunzione di
responsabilita a favore dell’uomo, di tutto l’uomo, di ogni uomo. E lo facciamo...o almeno
cerchiamo di farlo! Con verita e gioia.
AV
Comunità in cammino: pregando
INTENZIONI SANTE MESSE
Sabato 5, Sant’Antonio Zaccaria
Ore 19.00
+ def.ti fam. Mori
Domenica 6, XIV domenica t.o.
Ore 7.30
+ Ilenio Zecchinel
Ore 9.00
- per i nostri anziani e malati
Ore 10.15
Santa Messa in lingua tedesca
Ore 11.30
- per la Comunità parrocchiale
Ore 19.00
- per i turisti e operatori turistici
+ Rino Benedet
Ore 20.00
S. Messa in lingua polacca
Ore 21.00
- per le giovani coppie e famiglie
Lunedì 7, S. Ampelio
Ore 8.00
+ Carla Raminelli Panzarin
Ore 19.00
+ Ivano Blasigh
Martedì 8, Santi Aquila e Priscilla
Ore 8.00
+ Gina e Antonio Bellomo
Ore 19.00
+ Luciano Geo
Mercoledì 9, S. Veronica
Ore 8.00
+ Sr. Domenica
Ore 19.00
+ Mario Dorigutto
+ Florindo Mason
+ Pietro M.
Giovedì 10, S. Rufina
Ore 8.00
+ Paolo Vezegnesi
Ore 19.00
- per le vocazioni sac. e religiose
+ Esterina Valent
Venerdì 11, S. Benedetto da Norcia
Ore 8.00
+ N.N.
Ore 19.00
+ Maria Selvaggi Pasian
+ Franco Scapolan
Sabato 12, S. Giovanni Gualberto
Ore 8.00
- N.N.
Ore 19.00
- N.N.
Domenica 13, XV domenica t.o.
Ore 7.30
+ Ilenio Zecchinel
Ore 9.00
- per i nostri anziani e malati
Ore 10.15
S. Messa in lingua tedesca
Ore 11.30
- per la Comunità parrocchiale
Ore 19.00
- per i turisti e operatori turistici
+ Rino Benedet
+ Luigi Pilosio
Ore 20.00
S. Messa in lingua polacca
Ore 21.00
- per le giovani coppie e famiglie
G R A Z I E
APPUNTAMENTI DI SPIRITUALITÀ
Ogni giorno
Ore 18.15: recita del S. Rosario
Ore 18.45: canto dei Vespri
Ogni giovedì
Ore 18.00: apertura adorazione eucaristica
Ore 18.40: canto dei vespri
Ore 18.55 chiusura adorazione
Ore 20.00: apertura adorazione eucaristica.
Ore 21.15: proposta di lectio divina sul vangelo
della domenica
Ogni venerdì
Ore 18.15: recita del S. Rosario
Ore 18.50: recita della Coroncina della Divina
Misericordia
ORARI SANTE MESSE
in lingua italiana
Sabato
ore 19.00
Domenica
ore 7.30, 9.00, 11.30, 19.00, 21.00
Feriali: ore 8.00 e ore 19.00
Cappella Sant’Antonio Pineda
Sabato ore 19.00
Domenica ore 8.00, 10.30, 19.00
Feriale: ore 8.00
Cappella Maria della Pace, Lido Pini
Sabato ore 19.00
Domenica ore 9.00 e ore 19.00
Feriali ore 19.00
Lido del Sole
Ore 10.30 e ore 19
Santo Stefano (zona terme)
Festive: ore 8.30 e ore 18.30
Feriali: ore 18.30
A partire dai primi di giugno la Parrocchia ha proposto una serie
di iniziative concertistiche e, al termine, ha offerto un rinfresco ai
membri dei gruppi che vi hanno partecipato. Desideriamo ringraziare
quanti in questo mese hanno offerto i rinfreschi:
Maci drink
Viale Aurora
Astra Bar
Viale Aurora
Las Vegas, Lido Pini
Pizzeria-Ristorante
Bibione Palace
Via Pleione
Ippocampo, piazzale Zenit
Pizzeria-Ristorante
Hotel Holiday
Corso Europa
Luciana, via Costellazioni
Hotel-Pizzeria-Ristorante
Grill Hof, C.so del Sole
Pizzeria-Ristorante
Centro Bibite “Glerean”
Via Pineda
Pizza al taglio Carlesso
Corso del Sole
Bibione Terme
Via delle Colonie
Morsanuto,via Costellazioni
Pizza al taglio
Hotel La Terrazza
Via Capricorno
Campeggio Internazionale
Via delle Colonie
Un grazie speciale alla Bibione Spiaggia per aver
completato l’arena nel parco parrocchiale: un grazie alla
Direzione e al personale.
Infine, un grazie alla Ditta Claudio Perissinotto per aver
offerto il trasporto Bibione-Sappada ai ragazzi del campo scuola,
grazie al suo nuovo pulmino di 19 posti.
Molte diocesi propongono un’esperienza di condivisione
Con la stessa tacita intesa con cui da ragazzi si preparavano ai cam-peggi e
poi ai pellegrinaggi giovanili, oggi Federico e Francesco – vent’an­ni esatti, tutti e
due – sono pronti a calarsi per un mese in uno degli angoli più poveri del
pianeta, il nord dell’Uganda, dove l’età media è sui 50 anni. Sbarcano infatti oggi
nella diocesi di Moroto dove si fermeranno un mese intero a condividere la vita
missionaria fra le popolazioni del Karamoja: con rispetto e umiltà d’approccio,
senza la spavalderia di una “mission” avventurosa della serie “Attenti a quei
due….”. E non solo perché nel loro gruppo ci sono altre quattro ragazze, ma
perché è soprattutto un’esperienza comunitaria, collaudata ormai in vent’anni,
quella che il Centro missionario diocesano di Trento offre ogni estate a una
quarantina di giovani, sei gruppi in tutto, accolti da missionari esperti che
operano in Brasile, Asia e, appunto, Africa centrale.
A Kotido, terra deserta e provata dalla diffusione del Hiv, dove è vescovo
il comboniano trentino padre Giuseppe Filippi, condivideranno le prime due
settimane: lo accompagneranno, come fecero altri sei giovani lo scorso anno, nel
visitare le capanne dei Karamojong, i 100 catechisti locali e la quindicina di preti.
Poi, via verso il nord ugandese dove saranno suor Claudia Piffer e fratel Elio
Croce a farli en-trare nelle capanne di paglia delle loro tribù e a far visitar loro
ospedali e orfano-trofi. Un impatto del tutto nuovo? «Non proprio, perché da
quando ci hanno assegnato a questa missione – spiega Federico Uez, trentino
della parrocchia cittadina di San Carlo – abbiamo potuto informarci, leggere e
parlare con quanti ci sono andati la scorsa estate. Certo, quando saremo lì,
vedremo…».
La preparazione è stata decisiva: «Il corso di una decina d’incontri curato
dall’equipe del Centro diocesano ci ha per­messo di approfondire molti temi e ci
ha dato una formazione molto utile – concorda Francesco Benanti – per allenarci
a non giudicare, a non misurare gli altri sui nostri criteri. È nata una comunità di
amici anche con i giovani che andranno in altri continenti: al rientro potremo
scambiarci le ricchezze acquisite».
La “loro” Africa richiederà uno stop: per Federico negli esami della laurea in ser­
vizio sociale, per Francesco nell’esperienza di servizio civile avviata in Caritas:
«Avrò la possibilità di cogliere un altro tipo di povertà rispetto a quella delle
nostre città, ma vedo una continuità con quanto sto vivendo».
Annuisce Federico, che pure colloca il mese africano dentro un percorso in cui
molto ha pesato anche l’amicizia con un altro missionario, padre Valerio
Berloffa, trentino in Tanzania. Insomma, la chiamata dell’Africa per i due amici
del 1994 non è una trovata estemporanea, ma un investimento a cui pensavano
da tempo. Solo al rientro se ne coglierà il rendimento.
Diego Andreatta, in Avvenire 3 luglio 2014
Briciole di Vangelo: XIV domenica tempo ordinario
Diffondere la combattiva tenerezza di Dio
In quel tempo Gesù disse: «Ti rendo lo­de, Padre, Signore del cielo e della ter­ra,
perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai pic­coli. [...]
Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio
giogo sopra di voi e im­parate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete
ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».
Ti rendo lode, Padre ... il Vangelo registra uno di quegli slanci improvvisi che
accendevano di esultanza e di stupore gli incontri di Gesù: i piccoli lo capiscono, capiscono
il segreto del vivere. Sono i piccoli di cui è pieno il Vangelo: poveri, malati, vedove, bambini,
i preferiti da Dio. Rappresentano l’uomo senza qualità che Dio accoglie nelle sue qualità.
Perché hai rivelato queste cose ai piccoli… Le cose rivelate non si possono re­
cintare in una dottrina, non costituiscono un sistema di pensiero. Gesù è venuto per
mostrare, per raccontare la rivo­uzione della tenerezza di Dio (papa Francesco), nucleo
originario e freschezza perenne del suo Vangelo. Questa rivoluzione della tenerezza , Dio al
fianco dei piccoli, è la vera lingua universale, l’unica lingua comune ad ogni persona, in
ogni epoca, su tutta la terra. Un piccolo capisce subito l’essenziale: se gli vuoi bene o no. In
fondo è questo il segreto semplice della vita. Non ce n’è un altro, più profondo. I piccoli, i
peccatori, gli ultimi della fila, le periferie del mondo hanno capito che in questa rivoluzione
della tenerezza sta il segreto di Dio.
Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Gesù viene e
porta il ristoro della vita, mostra che è possibile vivere meglio, per tutti. Il Vangelo è il
sogno di rendere più umana e più bella la vita: l’umanizzazione è il grande segno della
spiritualità autentica. Nominare Cristo, parlare di Vangelo, celebrare Messa deve
equivalere a confortare la vita affaticata, altrimenti sono parole e gesti che non vengono da
lui. Le prediche, gli incontri, le istituzioni, devono diventare racconti d’amore, altrimenti
sono la tomba della domanda dell’uomo e della risposta di Dio.
Imparate da me... Andare da Gesù è andare a scuola di vita. Gesù: quest’uomo senza
poteri ma regale, libero come il vento, che nessuno ha mai potuto comprare o asservire,
fonte di libere vite.
Da me che sono mite e umile di cuore… Imparate dal mio modo di essere, senza
imposizione e senza arroganza. Imparate dal mio modo di amare, delicato e indomito. Il
maestro è il cuore. Dio stesso non è un concetto: è il cuore dolce e forte della vita.
Il mio giogo è dolce e il mio peso è leggero, dolce musica, buona notizia. Il giogo,
nel linguaggio della Bibbia, indica la Legge. Ora la legge di Gesù è l’amore: prendete su di
voi l’amore; prendetevi cura, con tenerezza e serietà, di voi stessi, degli altri e del creato,
diffondete la combattiva tenerezza di Dio, iniziando dai piccoli, che sono le colonne segrete
della storia, le colonne nascoste del mondo. Prendersi cura di loro, come fa Dio, è prendersi
cura del mondo intero.
( Letture: Zc 9, 9 -10 ; Sal 144; Rm 8, 9 . 11 -13 ; Mt 11 , 25 -30 )
Ermes Ronchi, in Avvenire 3 luglio 2014
Comunità in cammino: cosa si è fatto
UNA LUCE SUL MARE
Nontastante il brutto tempo e la
sopraggiunta aria fredda, circa 150
persone hanno partecipato alla S.
Messa in spiaggia, animata dal coro
Gospel di S. Michele al T.
CONCERTO D’ORGANO
Martedì sera, oltre 200 persone
hanno partecipato al concerto d’organo
proposto dal M° Daniele Parussini e da Gli
Archi del Friuli e del Veneto. Un
bellissimo momento di musica e di
spiritualità.
GR.EST.
INCONTRO CON IL TESTIMONE
Rita Coruzzi e gli Amici di Ale
Mercoledì sera l’incontro si è tenuto in
parrocchia e non in piazza Treviso causa
maltempo. Un incontro appassionato e bello
che ha toccato i cuori e le intelligenze delle
sessanta persone presenti. Il tema della serata
è stato “il vizio dell’accidia”, ma imparando a
individuare come vincerlo. Dopo una breve
presentazione da parte di d. Andrea, che ha
spiegato il “vizio dell’accidia”, la parola è
passata a Rita Coruzzi (dall’età di 10 anni in
carrozzella) e ai genitori di Alessandro (in
stato vegetativo dopo un incidente). Entrambi i
relatori hanno messo in evidenza che di fronte
alla forte tentazione di mollare tutto, allo
sconforto, alla rassegnazione, loro hanno
scelto di reagire, di ri-sognare la vita, di reinventarsi in modo nuovo. E ciò che poteva
sembrare impossibile si è rivelato una gioia
grande. Nel sito della parrocchia è presente il
video della serata.
E’ partito il Gr.Est., la proposta
educativa della parrocchia per l’estate.
Due intensi mesi di amicizia,
animazione, preghiera, studio, gioco…
per vivere l’estate in compagnia. Dopo i
primi giorni di rodaggio, ormai il gruppo
si è affiatato e ha iniziato la sua grande
avventura. Auguriamo a tutti buona
estate.
Spettacolo teatrale
“Scrivi Amore”
Lunedì scorso, alla presenza di
circa 550 spettatori, è andato in scena
lo spettacolo “Scrivi Amore”, curato dal
nostro gruppo teatrale Sichàr in
collaborazione con Jobel Teatro di
Roma. Si è trattato di una “prima” ed è
andata benissimo. Lo spettacolo,
dedicato alla figura del beato Luigi
Monza, è stato… spettacolare, ma ancor
più lo sono stati i ragazzi e giovani.
Complimenti vivissimi e sinceri a tutti.
Il gruppo Sichàr continuerà a proporre
spettacoli ogni lunedì, portando sul
palcoscenico l’impegno dell’inverno,
convinti quanto mai della validità
educativa dell’arte teatrale, ancor più
quando comunica “valori alti”.
NOTTE BIANCA
Prima “notte bianca” completa, dalle ore
20 del giovedì alle ore 8 del mattino del
venerdì. Circa 150 persone hanno partecipato
alla Lectio divina: abbiamo poi confessato in
tre sacerdoti fino alle 23, e in due sacerdoti fino
all’1. Nel cuore della notte c’è sempre stata una
persona in preghiera: segni belli che meritano
di essere custoditi e coltivati.
VISITA ANZIANI E MALATI
In questi giorni ho fatto visita ad alcuni
malati. Segnalatemi eventuali altri, grazie.
Comunità in cammino: cosa si farà...
Bibione guarda all’Avvenire
Il programma della settimana
in parrocchia lo trovate nell’ultima
pagina del bollettino.
Per il dono della pazienza…
GR.EST.
Signore Gesù.
Io ti invoco in questo momento di
povertà,
Lunedì prossimo (non martedì
perché già pieno) i ragazzi del Gr.Est.
andranno all’Aquafollie di Caorle per
una giornata di
divertimento. Ci
sarà anche d.
Andrea.

AGENDA DEL DON
Mercoledì alle ore 9.15 celebro S.
Messa per i ragazzi del Grest. Al
termine, vado a Pordenone per
Ufficio turismo.
Donami pace e serenità,
donami pazienza e calma,
frena il mio istinto,
perchè desidero arrivare ad affrontare
ogni imprevisto, ogni difficoltà, ogni
incontro
con grande serenità che solo da Te,
Signore, può venire.
Tu sei il mare calmo nella tempesta,
Tu sei la roccia salda nel cataclisma,
Tu sei la vera pace.
Donami la Tua Pace.
IL LOGO DELLA GIORNATA
MONDIALE DELLA GIOVENTÙ
DI CRACOVIA, estate 2016
Una croce stretta da un giovane le cui
braccia stilizzate ricordano i raggi della Divina
Misericordia nell’immagine fatta dipingere da
santa Faustina Kowalska, dentro il profilo della
Polonia. È il logo della Gmg 2016 («Sdm» la
sigla polacca) in programma a Cracovia,
presentato ieri nella città polacca dal cardinale
Stanislao Dziwisz. Il logo, affiancato da una
preghiera, è stato ideato a Roma da Monika
Rybczynska, ventottenne polacca laureata in
Scienze della comunicazione a Varsavia, dopo
la canonizzazione di Giovanni Paolo II.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 475 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content