close

Вход

Log in using OpenID

DECRETO n. 131 del 27/02/2014

embedDownload
ASL di Brescia – Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - [email protected]
Posta certificata: [email protected]
Codice Fiscale e Partita IVA: 03436310175
DECRETO n. 131
del 27/02/2014
Cl. 1.1.02
OGGETTO:
Fornitura in forma congiunta tra l'Azienda Sanitaria Locale della
Provincia di Brescia e l'Azienda Sanitaria Locale Vallecamonica–Sebino,
di soluzioni e reagenti per strumenti di laboratorio per analisi acque (di
rete, piscina, lago), per un periodo di anni tre. Indizione nuova
procedura in economia - cottimo fiduciario - con approvazione degli atti
di gara. CIG n. ZF60D5F199.
Il DIRETTORE GENERALE - Dr. Carmelo Scarcella
nominato con D.G.R. IX/001088 del 23.12.2010
Acquisito il parere di legittimità del
DIRETTORE AMMINISTRATIVO
Dott. Pier Mario Azzoni
_________________________________________________________________
IL DIRETTORE GENERALE
Premesso che:
con Decreto D.G. n. 483 del 03.10.2013 è stata indetta – in forma consorziata con
l'ASL Vallecamonica–Sebino – procedura in economia - cottimo fiduciario - ai sensi
dell'art. 125 del D.Lgs. n. 163/2006, per l'affidamento della fornitura in oggetto,
per un periodo di anni tre dalla data di aggiudicazione;
l'ASL di Brescia ha ricoperto il ruolo di Azienda capofila;
l'appalto è stato indetto per un importo complessivo di € 13.200,00 (IVA esclusa)
= € 15.972,00 (IVA compresa) così suddivisi:
ASL di Brescia
€ 12.000,00 (IVA esclusa);
ASL di Vallecamonica–Sebino
€ 1.200,00 (IVA esclusa);
Dato atto che:
entro il termine stabilito dal bando – 08.11.2013, ore 12.00 – è pervenuta solo
un'offerta da parte della società Tecno – Lab srl di Brescia;
si è provveduto all'analisi della documentazione amministrativa apposta in Sintel
la cui verifica ha evidenziato la completezza della stessa; pertanto il concorrente è
stato ammesso alla fase successiva della procedura di appalto;
si è quindi proceduto alle operazioni di apertura e valutazione dell'offerta
economica presentata in Sintel; da tale analisi si è riscontrata la non accettabilità
dell'offerta in quanto superiore alla base d'asta;
Dato atto, altresì, che per quanto sopra non si procede all'aggiudicazione dell'appalto
indetto con Decreto D.G. n. 483 del 03.10.2013;
Precisato che:
l'ASL di Brescia, rivalutando l'andamento del mercato di riferimento e l'impegno
triennale richiesto alle società concorrenti, ritiene opportuno bandire un nuovo
appalto;
l'ASL di Vallecamonica–Sebino, con nota in data 18.12.2013, ha confermato il
mandato trasferito all'ASL di Brescia;
quest'Azienda espleterà la procedura di affidamento in qualità di Azienda capofila;
la nuova procedura di gara viene indetta per un importo complessivo di €
15.180,00 (IVA esclusa) = € 18.519,60 (IVA compresa) così suddivisi:
ASL di Brescia
€ 13.800,00 (IVA esclusa);
ASL di Vallecamonica – Sebino
€ 1.380,00 (IVA esclusa);
Precisato inoltre che:
in considerazione della spesa prevista, come di seguito evidenziato, si procederà
mediante procedura in economia – cottimo fiduciario – ai sensi dell'art. 125 del
D.Lgs. n. 163/2006;
per l'aggiudicazione si è individuato il criterio dell'offerta al prezzo più basso di cui
all'art. 82 del D.Lgs. n. 163/2006, previo giudizio di idoneità dei prodotti, espresso
mediante analisi delle schede tecniche, come nel dettaglio precisato nel Capitolato
di gara;
l'esatto ammontare della fornitura verrà rideterminato in sede di aggiudicazione,
in ragione dell'offerta presentata dalla ditta aggiudicataria;
non sono attualmente attive convenzioni stipulate da Consip SpA o dalla Centrale
Regionale Acquisti in ordine al servizio di che trattasi;
Richiamati:
gli articoli 26 e 27 della Legge 23.12.1999, n. 488, e gli articoli 58 e 59 della
Legge 23.12.2000, n. 388, con i quali è stato delineato un sistema centralizzato
per la razionalizzazione degli acquisti di beni e servizi da parte delle Pubbliche
_________________________________________________________________
Amministrazioni;
il Decreto Legge del 18.09.2001, 347, convertito con Legge del 16.11.2001, n.
405, che ha disposto che le Regioni adottino iniziative necessarie affinchè le
Aziende Sanitarie e le Aziende Ospedaliere aderiscano a tale sistema;
Richiamate altresì:
la D.G.R. n. 4334/2012 (Regole 2013), che sottolinea l'importanza di procedere a
forme di acquisto di beni ed affidamento di servizi mediante procedure
consorziate;
la Deliberazione D.G. n. 763 del 05.11.2003, ad oggetto “Accordo Interaziendale
per procedure aggregate di acquisto di beni e servizi”;
Richiamata, inoltre, la D.G.R. Lombardia n. 1185 del 20.12.2013 avente ad oggetto
“Determinazioni in ordine alla gestione del servizio socio sanitario regionale per
l’esercizio 2014” (Regole 2014);
Precisato che:
la procedura di gara verrà condotta mediante l'ausilio della Piattaforma Sintel,
messa a disposizione delle Aziende del Sistema Regionale da Regione Lombardia;
il dettaglio dei prodotti è descritto nell'Allegato “A” (composto da n. 1 pagina),
parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
Stabilito che:
i rapporti contrattuali avranno validità di tre anni, con decorrenza dalla data di
aggiudicazione;
dopo l'aggiudicazione le Aziende consorziate provvederanno autonomamente alla
gestione operativa del contratto;
Stabilito inoltre che le spese derivanti da un eventuale contenzioso in merito alla
procedura di gara dovranno essere suddivise in misura paritaria tra le Aziende
partecipanti, come meglio definito dalle Linee Guida per l'espletamento delle gare
aggregate valide per il Consorzio AIPEL e formalizzate con Decreto n. 170 del
28.03.2013;
Dato atto che:
si provvederà ad invitare alla procedura, nel rispetto del disposto dal D.Lgs. n.
163/2006, almeno n. 5 (cinque) interlocutori, selezionati a seguito di accurata
analisi del mercato di riferimento, nonchè di un'attenta valutazione degli operatori
economici iscritti alla Piattaforma regionale “Sintel” ed a quella aziendale “Albo
Fornitori”;
ai sensi di quanto stabilito dall'art. 13 del D.Lgs. n. 163/2006, il diritto all'accesso
all'elenco dei soggetti invitati a presentare offerta è differito fino alla scadenza del
termine per la presentazione delle offerte medesime;
Evidenziato che gli atti di gara sono stati elaborati, congiuntamente, secondo le
specifiche competenze, dall'U.O. Approvvigionamenti e dal Dipartimento Prevenzione
Medico dell'ASL di Brescia e condivisi con l'Azienda partecipante;
Visto l'allegato documento di gara, parte integrante e sostanziale del presente
provvedimento: Capitolato Speciale di gara e lettera d'invito (Allegato “B”, composto
da n. 38 pagine);
Accertata la conformità del presente provvedimento con il Regolamento Aziendale
disciplinante le procedure di acquisto di beni e servizi di cui al Decreto D.G. n. 287 del
06.06.2013;
Visto il D.Lgs. n. 163/2006 e successive modifiche, che disciplina, tra le altre, l'attività
contrattuale delle Aziende Sanitarie Locali;
Vista
la
proposta
presentata
dalla
Dirigente
Responsabile
dell'U.O.
Approvvigionamenti, Dott.ssa Elena Soardi, che attesta in qualità di Responsabile del
-
_________________________________________________________________
procedimento, la regolarità tecnica del presente provvedimento, nonchè la conformità
al disposto dell'art. 13, comma 17, della L.R. 30.12.2009, n. 33;
Vista l'attestazione della Responsabile dell'U.O. Programmazione e Bilancio, Dott.ssa
Lara Corini, in merito alla regolarità contabile;
Acquisito il parere di legittimità del Direttore Amministrativo, Dott. Pier Mario Azzoni;
DECRETA
a)
b)
c)
d)
e)
f)
g)
h)
i)
di non aggiudicare, per le motivazioni ampiamente descritte in premessa, la
procedura di gara indetta con Decreto D.G. n. 483 del 03.10.2013;
di indire nuovo appalto, con la forma della procedura in economia – cottimo
fiduciario – ai sensi dell'art. 125 D.Lgs. n. 163 del 12.04.2006, in consorzio con
l'ASL Vallecamonica–Sebino, per l'affidamento della fornitura di soluzioni e
reagenti per strumenti di laboratorio per analisi acque (di rete, piscina, lago),
come specificato nell'allegato “A” al presente provvedimento, per il periodo di anni
tre dalla data di aggiudicazione;
di accettare la conferma del mandato con rappresentanza, formalizzato con
decreto dell'ASL di Vallecamonica–Sebino n. 0547 del 24.07.2013, per
l'espletamento di tutte le procedure relative alla gara in oggetto;
di dare atto che l'ASL di Brescia svolgerà tutte le procedure di gara in qualità di
capofila;
di dare atto che dopo l'aggiudicazione, le Aziende consorziate provvederanno
autonomamente alla gestione operativa dell'appalto (stipulazione del contratto,
richiesta di fidejussione alla ditta aggiudicataria, emissione ordinativi d'acquisto,
fatturazione, pagamenti);
di dare atto che le spese derivanti da un eventuale contenzioso in merito alle
procedure di gara, dovranno essere suddivise in misura paritaria tra le Aziende
partecipanti, come meglio definito dalle Linee Guida per l'espletamento delle gare
aggregate valide per il Consorzio AIPEL e formalizzate con Decreto n. 170 del
28.03.2013;
di approvare, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, il
documento di gara: Capitolato Speciale di gara e lettera d'invito (Allegato “B”,
composto da n. 38 pagine);
di dare atto che gli oneri derivanti dalla fornitura in oggetto, quantificati per l'ASL
di Brescia in € 18.519,60 (omnicomprensivi) per il periodo di anni tre, troveranno
riferimento nella Contabilità Analitica – Bilancio Sanitario – al conto “Prodotti
chimici: materiali diagnostici (senza CND)” cod. 40.01.430, come segue:
- anno 2014 per € 4.629,88 (ominicomprensivi), programma di spesa n.
220/2014;
- anno 2015 per € 6.173,20 (ominicomprensivi), programma di spesa n.
220/2015;
- anno 2016 per € 6.173,20 (ominicomprensivi), programma di spesa n.
220/2016;
- anno 2017 per € 1.543,32 (ominicomprensivi), programma di spesa n.
220/2017;
di dare atto che il presente provvedimento è sottoposto al controllo del Collegio
Sindacale, in conformità ai contenuti dell’art. 3-ter del D.Lgs. n. 502/1992 e
ss.mm.ii. e dell’art. 12, comma 12, della L.R. n. 33/2009;
_________________________________________________________________
j)
di disporre, a cura della U.O. Affari Generali, la pubblicazione all’Albo on-line ai
sensi dell’art. 18 della L.R. n. 33/2009 e dell’art. 32 della L. n. 69/2009.
Firmato digitalmente dal Direttore Generale
Dr. Carmelo Scarcella
30
Soluzioni certificate pHmetro pH 4.01 per HI9025 Cod. HI70004
Soluzioni certificate pHmetro pH 7.01 per HI9025 Cod. HI70007
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
3
3
30
51
57
60
30
156
21
9
141
30
30
3
30
Descrizione prodotto
9
3
Fabbisogno triennale ASL BRESCIA – presunto
in confezioni/scatole
Soluzione elettrolitica KCl per Ossimetro Hanna Instrument HI9146 – 04 Cod.
HI7041S
Reagenti in polvere per la determinazione del cloro residuo libero (scala bassa) per
Hanna Instrument HI93701 / 93711 / 95711 / 96711 HI93701-0
Reagenti in polvere per la determinazione del cloro totale per Hanna Instrument
HI93711 / 95711 / 96711 / HI93711-0
Standard cloro libero 0,50 mg/l per la verifica della taratura per Hanna Instrument
HI93701 / 93711 / 95711 / 96711 HI93701-50
Reagenti DPD1 in pastiglie per la determinazione del cloro residuo libero (0,01 - 6,0
mg/l) per Fotometro Aqualytic AL 250 Cod.: 85110603
Reagenti DPD3 in pastiglie per la determinazione del cloro totale (0,01 - 6,0 mg/l)
per Fotometro Aqualytic AL 250 Cod.: 85110803
Reagenti in compresse per la determinazionazione del pH (6,5 - 8,4) per Fotometro
Aqualytic AL 250 Cod.: 85117703
Reagenti DPD1 in pastiglie per la determinazione del cloro residuo libero (0,01 - 6,0
mg/l) per Fotometro Lovibond Cod.: 511060BT
Reagenti DPD3 in pastiglie per la determinazione del cloro totale (0,01 - 6,0 mg/l)
per Fotometro Lovibond Cod.: 511080
Reagenti in pastiglie per la determinazionazione del pH (6,5 - 8,4) per Fotometro
Lovibond Cod.: 511770
Reagenti liquidi per la determinazione del cloro residuo libero e totale per
Spectroquant Colorimeter Picco Merck Cod. 1.00599.0001 Reagenti liquidi per la determinazione del pH per Spectroquant Colorimeter Picco
Merck Cod. 1.01744.0001 -
Fabbisogno triennale –
ASL VALLECAMONICA
SEBINO – presunto in
confezioni/scatole
Allegato “A”
25
25
Scatole
da
100 bustine
Scatole
da
100 bustine
Scatole da 4
pz
Scatole
da
100 pastiglie
Scatole
da
100 pastiglie
Scatole
da
100 pastiglie
Scatole
da
100 pastiglie
Scatole
da
100 pastiglie
Scatole
da
100 pastiglie
Conf.
200
test
Conf.
280
test
30 ml
Conf.
bustine
Conf.
bustine
Conf.
Allegato “B”
Modello “A”
AZIENDA SANITARIA LOCALE DI BRESCIA
CAPITOLATO SPECIALE
FORNITURA DI SOLUZIONI E REAGENTI PER STRUMENTI DI LABORATORIO PER
ANALISI ACQUE (DI RETE, PISCINA, LAGO) PER L'ASL DI BRESCIA E L'ASL
VALLECAMONICA – SEBINO, PER UN PERIODO DI ANNI TRE, MEDIANTE COTTIMO
FIDUCIARIO AI SENSI DELL'ART. 125 DEL D. LGS. N. 163/2006.
Stazione appaltante – capofila
ASL di Brescia
Azienda consorziata
ASL di Vallecamonica – Sebino
CIG n. ZF60D5F199.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
1\\\\\\\\\\\\\\\
PREMESSE
L'ASL di Vallecamonica – Sebino ha delegato l'ASL di Brescia quale capofila e amministrazione
aggiudicatrice, affidando alla stessa l'espletamento della procedura di gara.
1) GENERALITA'
Il presente disciplinare viene approvato sotto l'osservanza delle norme del capitolato generale
per le somministrazioni e forniture dell'Azienda, approvato con deliberazione n. 1161 del
17.06.1998, ed in applicazione del Regolamento Aziendale disciplinante le procedure di acquisto
di cui al decreto D.G. n. 287 del 06.06.2013, in quanto non in contrasto con le seguenti
disposizioni:
* R.D. n. 827/24;
* D. Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 (Codice dei contratti pubblici) e ss.mm.ii.;
* D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207 (Reg. attuaz. Codice contratti pubblici) ed in particolare art. 296;
* D. Lgs. 7 marzo 2005 n. 82 (Codice dell'Amministrazione Digitale);
* Legge Regionale Lombardia n. 14/1997, in particolare art. 3 comma 7, relativo alle procedure
di acquisto esperite attraverso l'utilizzo di sistemi e strumenti telematici e l'utilizzo di
infrastrutture tecnologiche appositamente predisposte;
* Legge Regionale Lombardia n. 33/2007, in particolare art. 1 comma 6, relativo all'utilizzo della
Piattaforma Sintel.
La procedura è svolta mediante l'ausilio di sistemi informatici e l'utilizzo di modalità di
comunicazione anche in forma elettronica, ai sensi dell'art. 77 del Codice dei Contratti pubblici.
Fatto salvo quanto diversamente ed espressamente previsto dalla documentazione di gara, i
fornitori partecipano alla presente procedura di gara interamente gestita con sistemi telematici ai
sensi dell'art. 296 del D.P.R. n. 207/2010, attraverso il Sistema, con le modalità e nei termini di
seguito indicati.
In particolare la stazione appaltante utilizza il Sistema di intermediazione telematica di Regione
Lombardia denominato Sintel, messo a disposizione di Lombardia Informatica spa ai sensi della
Legge Regionale Lombardia n. 14/1997, in particolare art. 3 comma 7, nonchè della Legge
Regionale Lombardia n. 33/2007, in particolare art. 1 comma 6. La descrizione del Sistema e
della Piattaforma informatica su cui si basa è contenuta nel presente Disciplinare, allegato “M” Modalità tecniche utilizzo piattaforma Sintel.
2) GARA IN FORMA AGGREGATA E CLAUSOLA DI ESTENSIONE
La presente gara verrà svolta in forma aggregata. Conseguentemente le seguenti Aziende:
Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia (Azienda capofila)
Azienda Sanitaria Locale di Vallecamonica – Sebino (Azienda mandante)
procedono congiuntamente, in aggregazione d'acquisto, all'affidamento della fornitura in
oggetto.
La gara darà vita a due distinti rapporti contrattuali intercorrenti tra la ditta aggiudicataria e le
Aziende Sanitarie partecipanti all'aggregazione.
Tali rapporti, indipendenti gli uni dagli altri, si costituiranno con il provvedimento di
aggiudicazione della gara per l'ASL di Brescia e con decreto di presa d'atto dell'esito della gara
per l'ASL di Vallecamonica – Sebino.
Inoltre, in attuazione dei principi sanciti dal Piano Socio Sanitario Regionale 2002-2004
approvato con D.G.R. Lombardia n. 462 del 13.03.2002, dalla D.G.R. Lombardia VII/12101 del
14.02.2003 e dalla D.G.R. Lombardia n. VII/12528 del 28.03.2003 che auspicano forme
consorziate di acquisto tra gli Enti del SSR, l'Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia e
l'ASL mandante hanno sottoscritto un accordo con le Aziende sotto indicate, valido per tutte le
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
2\\\\\\\\\\\\\\\
altre Aziende che avranno sottoscritto tale accordo al momento dell'aggiudicazine della presente
gara, per attivare modalità di acquisto a livello aggregato.
Tale accordo consente agli Enti firmatari di chiedere al soggetto che, a seguito della procedura in
argomento, sarà dichiarato aggiudicatario, l'estensione del contratto alle condizioni tecnicoorganizzative definite dalla procedura stessa, riservandosi per quanto riguarda l'aspetto
economico di concordare con il fornitore condizioni più favorevoli per tutte le Aziende
Ospedaliere/Sanitarie interessate all'appalto, fino ad un importo massimo di € 200.000,00.
Pertanto, nel corso di validità del contratto sottoscritto con l'Azienda di Brescia e l'Azienda
mandante (incluse proroghe e rinnovi), al soggetto individuato come aggiudicatario potrà essere
chiesto di estendere la fornitura anche ad una o più Aziende più avanti indicate. La durata di
quest'ultima fornitura non potrà protrarsi oltre quella del contratto originario stipulato dall'ASL di
Brescia, ivi incluse eventuali proroghe e rinnovi.
Per il resto, fatte salve le eventuali migliorie economiche, questa Stazione Appaltante resterà
estranea in ordine ai patti e condizioni che si stabiliranno tra fornitore ed Azienda cui viene
esteso l'accordo, che daranno origine ad un rapporto contrattuale autonomo.
Il fornitore non è obbligato ad accettare la richiesta di estensione.
Le Aziende Ospedaliere/Sanitarie che hanno aderito all'accordo interaziendale per la disciplina
delle forme aggregate riguardante le forniture di beni e l'appalto di servizi sono:
A.O. Spedali Civili di Brescia
A.O. Carlo Poma di Mantova
A.O. Desenzano del Garda (Brescia)
A.O. Istituti Ospedalieri di Cremona
A.O. Mellino Mellini di Chiari (Brescia)
A.O. Di Treviglio Caravaggio (Bergamo)
A.O. Ospedale Maggiore di Crema (Cremona)
A.O. Ospedali Riuniti di Bergamo
A.O. della Provincia di Lodi
A.O. Bolognini di Seriate (Bergamo)
A.O. della Provincia di Pavia
A.S.L. Provincia di Brescia
A.S.L. Provincia di Cremona
A.S.L. Vallecamonica – Sebino (Brescia)
A.S.L. Provincia di Mantova
A.S.L. Provincia di Lodi
A.S.L. Provincia di Pavia
Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna.
Si evidenzia che, da ultimo, tale accordo ha trovato ulteriore fondamento nella D.G.R. n.
VIII/3776 del 13.12.2006 – allegato III – parte II – la quale, nello stimolare forme di
aggregazione per acquisti ed appalti nell'ambito del S.S.R., pone l'accento su “gare aziendali
aperte ad adesioni successive”.
Il presente capitolato prescrive le norme di partecipazione alla gara in oggetto. Ai fini della valida
partecipazione alla procedura in corso, l'impresa concorrente dovrà, pena esclusione dalla
procedura medesima, sottomettere tutti i file richiesti solo tramite Piattaforma e non è
consentito inviare a questa A.S.L. file con altre modalità o tramite e-mail, a meno che non sia
stato richiesto esplicitamente al fornitore stesso dalla stazione appaltante.
L'A.S.L. avrà la facoltà di sospendere o rinviare la procedura di gara senza che le
imprese possano avanzare pretese qualora si verificassero anomalie nel
funzionamento dell'applicativo o della rete che rendano impossibile ai partecipanti
l'accesso a Sintel, o che impediscano di formulare l'offerta.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
3\\\\\\\\\\\\\\\
Fabbisogno
triennale –
ASL
VALLECAMO
NICA SEBINO
– presunto in
confezioni/sc
atole
Soluzioni certificate pHmetro pH 4.01 per HI9025 Cod. HI70004
30
3
Conf.
bustine
25
Soluzioni certificate pHmetro pH 7.01 per HI9025 Cod. HI70007
30
3
Conf.
bustine
25
Soluzione elettrolitica KCl per Ossimetro Hanna Instrument HI9146 – 04 Cod.
HI7041S
9
Reagenti in polvere per la determinazione del cloro residuo libero (scala bassa) per
Hanna Instrument HI93701 / 93711 / 95711 / 96711 HI93701-0
141
Reagenti in polvere per la determinazione del cloro totale per Hanna Instrument
HI93711 / 95711 / 96711 / HI93711-0
9
Scatole da 100
bustine
Standard cloro libero 0,50 mg/l per la verifica della taratura per Hanna Instrument
HI93701 / 93711 / 95711 / 96711 HI93701-50
21
Scatole da 4
pz
Reagenti DPD1 in pastiglie per la determinazione del cloro residuo libero (0,01 6,0 mg/l) per Fotometro Aqualytic AL 250 Cod.: 85110603
156
Scatole da 100
pastiglie
Reagenti DPD3 in pastiglie per la determinazione del cloro totale (0,01 - 6,0 mg/l)
per Fotometro Aqualytic AL 250 Cod.: 85110803
30
Scatole da 100
pastiglie
Reagenti in compresse per la determinazionazione del pH (6,5 - 8,4) per Fotometro
Aqualytic AL 250 Cod.: 85117703
60
Scatole da 100
pastiglie
Reagenti DPD1 in pastiglie per la determinazione del cloro residuo libero (0,01 6,0 mg/l) per Fotometro Lovibond Cod.: 511060BT
57
Reagenti DPD3 in pastiglie per la determinazione del cloro totale (0,01 - 6,0 mg/l)
per Fotometro Lovibond Cod.: 511080
51
Scatole da 100
pastiglie
Reagenti in pastiglie per la determinazionazione del pH (6,5 - 8,4) per Fotometro
Lovibond Cod.: 511770
30
Scatole da 100
pastiglie
Reagenti liquidi per la determinazione del cloro residuo libero e totale per
Spectroquant Colorimeter Picco Merck Cod. 1.00599.0001 -
3
Conf. 200 test
Reagenti liquidi per la determinazione del pH per Spectroquant Colorimeter Picco
Merck Cod. 1.01744.0001 -
3
Conf. 280 test
Conf.
Descrizione prodotto
Fabbisogno
triennale ASL BRESCIA
– presunto in
confezioni/sc
atole
3) CONTENUTO E NORME REGOLATRICI DELLA GARA
Il presente capitolato ha per oggetto la fornitura di soluzioni e reagenti per strumenti di
laboratorio per analisi acque (di rete, piscina, lago) per l'ASL di Brescia e l'ASL Vallecamonica –
Sebino, per un periodo di anni tre, rinnovabile per altri tre, come di seguito evidenziato.
30 ml
30
30
Scatole da 100
bustine
Scatole da 100
pastiglie
L'importo dell'appalto, in unico lotto indivisibile, per un valore presunto complessivo di €
13.200,00 (IVA esclusa), sarà comprensivo di tutti gli obblighi ed oneri pattuiti, ad esclusione
dell'IVA, e resterà fisso ed invariato per tutta la durata del contratto.
La gara avrà durata triennale a decorrere dalla data del provvedimento di aggiudicazione.
L'Azienda si riserva tuttavia la facoltà di protrarre l'appalto alle stesse condizioni economiche,
per un periodo fino a 180 giorni nel caso l'Azienda stessa non abbia potuto aggiudicare la nuova
fornitura.
La Ditta sarà tenuta a rispettare integralmente gli articoli del presente capitolato ed a presentare
i documenti richiesti.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
4\\\\\\\\\\\\\\\
L’aggiudicazione avverrà a lotto unico, completo ed indivisibile, con il criterio di cui
all'art. 82 del D. Lgs. n. 163/2006 (criterio dell'offerta al prezzo più basso), previo
giudizio di idoneità dei prodotti, espresso mediante analisi delle schede tecniche. Si
precisa che non verranno valutate le offerte per i prodotti per i quali le stesse non
siano state presentate; pertanto l'offerta priva di scheda tecnica, anche con riferimento ad
una sola voce, verrà esclusa per l'intero lotto.
L'Azienda si riserva di non aggiudicare l'intera fornitura, o parte di essa qualora le offerte
presentate in sede di gara non siano compatibili con le disponibilità di bilancio.
L'Azienda si riserva la facoltà di procedere all'aggiudicazione anche nel caso in cui, in deroga a
quanto sopra esposto, nessun concorrente abbia presentato offerta completa per lotto.
La Stazione Appaltante terrà monitorato il mercato di riferimento per verificare che le quotazioni
siano congrue ed in linea con lo stesso; nel caso in cui si verificasse la possibilità di acquisti
economicamente più vantaggiosi, l'Azienda si riserva di procedere con l'emissione di ordinativi
nei confronti di tali operatori, nell'interesse collettivo, fino ad un limite del 20%.
La ditta dovrà presentare, per ogni voce del lotto, un solo prodotto; non verranno accettate
offerte alternative.
I quantitativi indicati sono assolutamente orientativi e non vincolano la Stazione Appaltante, la
quale si riserva la facoltà di aumentarli o diminuirli senza che la ditta aggiudicataria possa
avanzare pretese.
L'Azienda non procederà all'affidamento della fornitura qualora sussistano opposti fondati motivi
di pubblico interesse. L'impresa aggiudicataria si impegna a fornire servizi conformi agli standard
richiesti nonchè alle norme di sicurezza.
Il provvedimento di aggiudicazione ha effetto giuridico immediato nei confronti della ditta
aggiudicataria.
L’offerta è da considerarsi ultima e definitiva. Valore massimo è la base d’asta, pertanto l'importo
a base d'asta, non è superabile.
In caso di offerte uguali si procederà all’estrazione a sorte.
4) DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL’OFFERTA
La domanda di partecipazione deve contenere tassativamente, pena l’esclusione dalla gara,
documenti ed informazioni per la verifica delle condizioni minime che la ditta deve dimostrare di
possedere in relazione all’oggetto, in ottemperanza a quanto previsto dal D. Lgs 163/2006.
Per la compilazione dell’offerta la ditta partecipante dovrà procedere mediante la compilazione
della documentazione sottoriportata (Modelli A, A2, B, C, D, E, F, F1, G), firmata digitalmente
per accettazione, ed alla loro apposizione sulla Piattaforma Telematica Sintel. Dovrà inoltre
produrre ed apporre nella medesima Piattaforma Telematica Sintel i documenti, come più sotto
meglio specificato, denominati Allegati H e I:
x Capitolato firmato digitalmente per accettazione di tutte le clausole (modello
“A”) solo da sottoscrivere;
x Modello offerta (modello A2 a capitolato speciale) in cui verrà apposta l'offerta
inserita sull'apposita schermata della piattaforma. Dovrà essere uguale o inferiore alla
base d'asta – non superabile – prevista dalla stazione appaltante.
L’offerta è da considerarsi ultima e definitiva. Valore massimo è la base d’asta,
pertanto l'importo a base d'asta, non è superabile.
In caso di offerte uguali si procederà all’estrazione a sorte.
L'offerta economica, dovrà essere formulata per il totale del lotto in euro
(IVA esclusa) – considerando n. 2 decimali – e mediante l'indicazione di una
percentuale di sconto rispetto alla base d'asta.
Il periodo di tempo cui l’offerente è vincolato alla propria offerta è di 180
giorni dalla data di scadenza del termine fissato per la presentazione della
stessa.
La ditta dovrà altresì indicare, per ogni prodotto, il tipo di confezionamento offerto.
Si precisa che tale modello è da inserire sulla Piattaforma Sintel nella busta
telematica contenente l'offerta economica.
x Modello di autocertificazione (modello “B”): tale modello riguardante tutte le
informazioni che devono essere fornite ai sensi degli artt. n. 38, 39, 41 e 42 del D.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
5\\\\\\\\\\\\\\\
Lgs n. 163/2006, viene consegnato da questa Azienda Sanitaria Locale e dovrà essere
restituito dalla ditta, debitamente compilato in ogni sua parte. Le parti che non si
compilano perché non di pertinenza, devono essere barrate all’atto della
compilazione.
La mancata o l’incompleta compilazione del Modello di Autocertificazione allegato alla
Piattaforma comporterà per la ditta l’esclusione dalla gara. Peraltro, ai sensi di quanto
stabilito dall’art. 46 del D. Lgs 163/2006, le imprese concorrenti possono essere invitate
dall’Amministrazione a completare l’offerta fornendo i chiarimenti in ordine al contenuto dei
certificati, documenti e dichiarazioni presentati. In questo caso la ditta dovrà far pervenire
quanto richiesto all’indirizzo di posta elettronica indicato ed entro la data che verrà stabilita,
sempre pena l’esclusione dalla gara. Si procederà alla revoca dell’aggiudicazione qualora i
controlli amministrativi dovessero evidenziare criticità non sanabili;
x (Modello “C”): dati per richiesta Durc;
x (Modello “D”): dati impresa partecipante;
x (Modello “E”): cessati dalla carica;
x (Modello “F” e “F1”): nota presa visione codice etico aziendale e regionale;
x (Modello “G”): dichiarazione per tracciabilità dei flussi finanziari;
x (Modello “H”): attestato avvenuta registrazione della contribuzione di cui all'art. 10
del presente Capitolato;
x (Allegato “I”): tale Allegato, che è da inserire sulla Piattaforma Sintel nella busta
telematica dell'offerta tecnica, deve contenere le Schede tecniche di tutti i prodotti
offerti.
Comporterà dichiarazione di nullità dell'offerta la mancata osservanza delle modalità richieste
dall'Azienda per la compilazione e la presentazione dell'offerta e della documentazione; saranno
ritenute altresì nulle le offerte condizionate, contenti riserve o espresse in modo indeterminato,
così che non sia possibile desumere con certezza la volontà dell'offerente.
Si procederà alla valutazione della documentazione amministrativa e tecnica. Riscontrata la
completezza ed idoneità tecnica dei prodotti offerti, si procederà alla valutazione economica.
L'inidoneità anche di una sola voce, determinerà l'esclusione per l'intero lotto.
La legge 136/2010, entrata in vigore il 7 settembre 2010 u.s., prescrive all’art.3 alcuni obblighi
in materia di tracciabilità dei flussi finanziari relativi a lavori, servizi e forniture pubbliche, per
prevenire eventuali infiltrazioni criminali.
In sintesi la norma dispone l’obbligo di appoggiare tutti i pagamenti legati ad appalti
pubblici su conti correnti dedicati accesi presso banche o presso la società Poste
Italiane S.p.A.
Si precisa inoltre che, qualora Codesta Spett.le Ditta intendesse avvalersi della cessione di
credito o di procura all’incasso, anche il cessionario e/o il procuratore dovranno fornire i dati
sopra specificati.
IMPORTANTE:
Tutta la documentazione richiesta dovrà essere:
sottoscritta tramite firma digitale dal legale rappresentante, dal procuratore autorizzato o
comunque da altra persona legittimamente autorizzata ad impegnare l’impresa stessa, in
caso di singola impresa, dal legale rappresentante o dal procuratore autorizzato di tutte
le imprese partecipanti in caso di RTI/ATI/Consorzi;
sottomessa tramite piattaforma digitale. In caso di mancato funzionamento o
problematiche riscontrate sulla piattaforma, è consentito l’invio di documenti come
“allegati” nella sezione “Comunicazioni della procedura” previa comunicazione telefonica
alla stazione appaltante. Per evitare rischi e problematiche dovute all’eventuale
sovraffollamento delle linee o della piattaforma si consiglia di formulare l’offerta in
anticipo sulla scadenza ultima indicata.
MODELLO “A” CAPITOLATO : prima di apporre la propria firma digitale (che garantisce
l’autenticazione dei documenti cioè la provenienza certa e l’integrità) si raccomanda al fornitore
di effettuare la normale firma autografa manuale in calce al documento cartaceo, in maniera da
ottenere la firma autografa integrata nel documento stesso prima della scannerizzazione. Le
firme garantiscono l’ accettazione di tutte le norme ivi indicate.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
6\\\\\\\\\\\\\\\
Ai sensi di quanto stabilito dall’art. 46 del D. Lgs 163/2006 le imprese concorrenti possono
essere invitate dall’Amministrazione a completare o a fornire i chiarimenti in ordine al contenuto
dei certificati, documenti e dichiarazioni presentati. La ditta dovrà far pervenire – solo in questo
caso
–
quanto
richiesto
al
seguente
indirizzo
di
posta
elettronica:
[email protected]
e
per
conoscenza
ai
seguenti
indirizzi:
[email protected] ed [email protected] ed entro la data che verrà
contestualmente comunicata, pena l’esclusione dalla gara.
5) RICHIESTA DI INFORMAZIONI E CHIARIMENTI
Eventuali richieste di informazioni complementari e/o di chiarimenti sull’oggetto e sugli atti della
procedura e ogni richiesta di notizia utile per la partecipazione alla procedura o sullo svolgimento
di essa devono essere presentate in lingua italiana e trasmesse alla Stazione appaltante per
mezzo della funzione “Comunicazioni della procedura” presente sulla piattaforma Sintel entro il
termine perentorio del giorno 00/00/2014.
Le risposte ai chiarimenti saranno comunicate a tutti i fornitori invitati alla procedura, attraverso
la funzionalità “comunicazioni della procedura”.
Eventuali integrazioni alla documentazione di gara o risposte a richieste di chiarimento
pervenute dai partecipanti, verranno pubblicate sul portale www.arca.regione.lombardia.it.
6) TERMINE PER L’INVIO DELL’OFFERTA
L’offerta e la documentazione che la compone dovranno essere inviate e fatte pervenire alla
Stazione appaltante attraverso Sintel entro il termine perentorio delle ore
12,00 del
giorno 00/00/2014, pena la nullità dell’offerta e comunque la non ammissione alla procedura.
Non sarà ritenuta valida e non sarà accettata alcuna offerta pervenuta oltre tale termine, anche
per causa non imputabile al Concorrente. Il mancato ricevimento di tutta o parte della
documentazione richiesta per la partecipazione alla procedura comporta l’irricevibilità dell’offerta
e la non ammissione alla procedura. E’ in ogni caso responsabilità dei soggetti concorrenti l’invio
tempestivo e completo dei documenti e delle informazioni richieste, ai sensi del presente
Disciplinare di gara, pena l’esclusione dalla presente procedura.
L’offerta si considera ricevuta nel tempo indicato da Sintel, come risultante dai log del Sistema.
Il Concorrente che ha presentato l’offerta può richiedere di ritirarla entro il termine previsto per
la presentazione, mediante apposita richiesta scritta da inviare al Responsabile Unico del
Procedimento.
Il concorrente potrà presentare una nuova offerta entro e non oltre il termine sopra indicato,
previsto per la presentazione della medesima; questa nuova offerta sarà sostitutiva a tutti gli
effetti della precedente. Non è necessario provvedere alla richiesta scritta di ritiro dell’offerta
precedentemente inviata poiché Sintel automaticamente annulla l’offerta precedente (stato
“sostituita”) e la sostituisce con la nuova.
Saranno escluse le offerte irregolari, equivoche, condizionate in qualsiasi modo, difformi dalla
richiesta o, comunque, inappropriate.
La stazione appaltante si riserva facoltà di sospendere o rinviare la procedura qualora riscontri
anomalie nel funzionamento della piattaforma o della rete che rendano impossibile ai
partecipanti l’accesso a SINTEL o che impediscano di formulare l’offerta.
RIFERIMENTI:
Per problematiche relative al contenuto del bando si può fare riferimento all'ASL – UO Approvv.ti
- per le questioni amministrative: Dott. Sergio Manca di Mores 030 3838066, Rag. Anna
Romano 030 3838110, UO Approvvigionamenti 030 3838.245/220/320.
7) CRITERI DI AGGIUDICAZIONE
L'aggiudicazione avverrà secondo il criterio dell'offerta al prezzo più basso, di cui all'art. 82 del
D. Lgs n. 163/2006, per il totale del lotto, unico ed indivisibile.
Si precisa che l’offerta presentata dalla ditta partecipante deve considerarsi
comprensiva di qualsiasi servizio oggetto della presente procedura, ESPRESSO E NON
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
7\\\\\\\\\\\\\\\
DAL CAPITOLATO DI GARA. Questa Azienda non corrisponderà alcun corrispettivo
aggiuntivo, rispetto a quelli approvati in sede di aggiudicazione.
In relazione alle norme del regolamento generale dello Stato, il concorrente che avrà presentato
la migliore offerta resta vincolato, anche in pendenza dell’accettazione dell’offerta stessa da
parte dell’Azienda.
Il prezzo di aggiudicazione è fisso ed invariabile.
Ai sensi dell'art. 69 della legge n. 827 del 23/5/1924 si procederà all’aggiudicazione anche in
presenza di una sola offerta, purché valida.
L'ASL si riserva il diritto di non procedere all'aggiudicazione nel caso in cui nessuna delle offerte
presentate venga ritenuta idonea.
E' altresì facoltà delle ASL di interrompere o annullare in qualsiasi momento la procedura di
gara, senza che i concorrenti possano vantare diritti o attese di sorta.
Si precisa che l'aggiudicazione è immediatamente vincolante per la ditta mentre per l'ASL lo
diverrà solamente dopo l'adozione del relativo provvedimento. Qualora non dovesse essere
adottato il provvedimento di aggiudicazione del servizio, la ditta aggiudicataria non avrà nulla a
pretendere salva la restituzione del deposito cauzionale, qualora fosse stato prestato.
L'ASL richiederà alla ditta aggiudicataria la produzione di idonea documentazione a comprova del
possesso dei requisiti relativi a quanto dichiarato. Pena la decadenza dell'aggiudicazione, la ditta
dovrà provvedervi entro 10 giorni dalla data di ricezione della specifica richiesta in tal senso.
Ove risulti aggiudicatario un raggruppamento temporaneo di imprese, questo dovrà presentare
la documentazione sopraindicata con riferimento a ciascuna impresa riunita. Nel caso in cui i
documenti predetti non siano forniti, ovvero dal loro contenuto non si evinca la dimostrazione
dei requisiti previsti dal capitolato d'appalto, l'ASL provvederà ad annullare l'aggiudicazione ed a
dichiarare aggiudicatario il secondo classificato, previa la verifica dei documenti richiesti ai
precedenti articoli.
Ai sensi del Decreto Legislativo 30/06/2003 n. 916 e s.m.i., i dati di cui l'ASL verrà in possesso
saranno trattati nel rispetto di quanto disposto dalla citata legge ed esclusivamente in ordine al
procedimento instaurato per l'affidamento del servizio in oggetto.
8) CAUSE DI ESCLUSIONE
E' considerata legittima causa di esclusione dalla presente procedura, il verificarsi di una delle
seguenti ipotesi:
1) incertezza assoluta sul contenuto dell'offerta ed offerta carente di altri elementi essenziali;
2) incertezza assoluta sulla provenienza e offerta non sottoscritta;
3) file contenente l'offerta o la domanda di partecipazione non integro ovvero altre irregolarità
relative al file, tali da far ritenere, secondo le circostanze concrete, che sia stato violato il
principio di segretezza delle offerte;
4) violazione dei termini per la presentazione delle offerte;
5) partecipazione contemporanea alla medesima gara di consorzi stabili e dei consorziati per i
quali il consorzio ha dichiarato di concorrere; partecipazione contemporanea alla medesima gara
di consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro e/o consorzi tra imprese artigiane e
dei consorziati per i quali il consorzio ha dichiarato di concorrere (ai sensi all'art. 36, comma 5, i
consorzi stabili sono tenuti ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il consorzio
concorre; a questi ultimi è fatto “divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima
gara”. In caso di violazione di tale divieto, saranno esclusi dalla gara sia il consorzio sial il
consorziato. E' inoltre vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile. Del pari, ai sensi
dell'art. 37, comma 7, del Codice è fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di
un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla
gara anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in
raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti);
6) soggetti che versano in una delle situazioni di esclusione previste dall'art. 38 del D. Lgs. n.
163/2006;
7) concorrenti per i quali la stazione appaltante accerta che le relative offerte sono imputabili ad
un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi;
8) violazione delle norme sull'avvalimento;
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
8\\\\\\\\\\\\\\\
9) violazione sul subappalto (l'obbligo di indicare in sede di offerta la quota della prestazione che
il candidato intende subappaltare è una condizione necessaria per l'autorizzazione da parte della
stazione appaltante, nella successiva fase dell'esecuzione del contratto, ad affidare una quota
della prestazione ad un subappaltatore, con il quale l'appaltatore può stipulare un contratto
derivato secondo quanto stabilito all'art. 118 del D. Lgs. n. 163/2006);
10) mancato utilizzo di moduli predisposti dalle stazioni appaltanti nel caso in cui l'offerta del
prezzo sia determinata mediante prezzi unitari;
11) mancata produzione della garanzia provvisoria (l'offerta presentata senza garanzia è
incompleta e, pertanto, non ammissibile);
12) offerta non corredata dall'impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria per
l'esecuzione del contratto, qualora l'offerente risultasse affidatario;
13) mancato versamento del contributo all'Autorità (i concorrenti sono tenuti a dimostrare, al
momento della presentazione dell'offerta, di avere versato la somma dovuta a titolo di
contribuzione e che “la mancata dimostrazione dell'avvenuto versamento di tale somma è causa
di esclusione dalla procedura di scelta del contraente ai sensi dell'art. 1, comma 67 della legge
23 dicembre 2005, n. 266”);
14) mancata sottoscrizione per accettazione del Codice Etico degli Apparti Regionali approvato
con DGR Lombardia n. IX/1644 del 04.05.2011.
9) RESPONSABILITA' CIVILE
Sono a carico della Ditta aggiudicataria tutti i rischi derivanti dalle proprie responsabilità quale
assuntrice della fornitura.
Peraltro la Ditta si impegnerà a stipulare idonea polizza assicurativa RCT con primaria compagnia
di assicurazione per i seguenti massimali: € 5.500.000,00 per ogni sinistro, con limite di €
5.500.000,00 per ogni persona che abbia subito lesioni e di € 5.500.000,00 per danni a cose o
animali, qualunque sia il numero, anche se appartenenti a più persone.
10) TERMINI E MODALITA’ DI VERSAMENTO DELLA CONTRIBUZIONE (CIG)
In ossequio a quanto previsto dalla Deliberazione Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di
lavori, servizi e forniture in materia di Attuazione dell'art. 1, commi 65 e 67, della legge 23
dicembre 2005, n. 266 per l'anno 2011, i concorrenti che intendono partecipare alla procedura di
affidamento della fornitura di “SOLUZIONI E REAGENTI PER STRUMENTI DI LABORATORIO PER
ANALISI ACQUE (DI RETE, PISCINA, LAGO) PER L'ASL DI BRESCIA E L'ASL DI VALLECAMONICASEBINO” mediante cottimo fiduciario ai sensi dell'art. 125 del D. Lgs. n. 163/2006, sono tenuti
alla registrazione
della contribuzione quale condizione di ammissibilità alla selezione del
concorrente,
collegandosi
al
portale
web
“Sistema
di
riscossione”
all'indirizzo
http://riscossione.avcp.it seguendo le istruzioni disponibili sul portale stesso.
11) DEPOSITO CAUZIONALE DEFINITIVO
A garanzia dell'esatto adempimento degli obblighi contrattuali assunti, la ditta aggiudicataria
dovrà costituire, entro la data fissata nella lettera di comunicazione dell'avvenuta
aggiudicazione, una garanzia fideiussoria pari al 10%, arrotondato ad € 50,00 inferiori
dell'importo del servizio deliberato (IVA esclusa). La garanzia deve espressamente prevedere:
x
La rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale;
x
La rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del Codice Civile;
x
L’operatività della garanzia entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della Stazione
Appaltante.
La garanzia non potrà essere svincolata finché:
non siano state definite le eventuali controversie;
non sia stata liquidata l’ultima fattura;
non siano state definite tutte le ragioni di debito o di credito ed ogni altra eventuale
pendenza.
La mancata costituzione della garanzia determina la revoca dell’affidamento e l’acquisizione della
garanzia posta a corredo dell’offerta.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
9\\\\\\\\\\\\\\\
La fideiussione o la polizza, intestata all’Azienda Sanitaria Locale della provincia di Brescia, dovrà
avere una scadenza posteriore di almeno 6 mesi rispetto a quella fissata per la scadenza del
contratto.
In caso di proroga/rinnovo della fornitura/servizio oltre i termini contrattuali, la garanzia dovrà
essere rinnovata, alle stesse condizioni previste nel presente articolo, per un periodo non
inferiore alla proroga/rinnovo.
Il deposito cauzionale definitivo è dato a garanzia dell'adempimento di tutte le obbligazioni del
contratto, del risarcimento dei danni derivanti dall'inadempimento delle obbligazioni medesime e
della veridicità di quanto dichiarato dal concorrente nei documenti di gara. E' fatto salvo
l'esperimento di ogni altra azione nel caso in cui la cauzione risultasse insufficiente.
E' in facoltà dell'Azienda di incamerare, in tutto od in parte, la garanzia definitiva per
inosservanza degli obblighi contrattuali, per eventuali risarcimenti o penalità debitamente
contestati con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, senza obbligo di preventiva
azione giudiziaria.
12) RECESSO
Le Aziende hanno facoltà di recedere dal contratto stipulato in qualsiasi momento, ai sensi della
norma di cui all'art. 1671 del c.c.
Tale facoltà non è concessa all'appaltatore.
In caso di recesso delle Aziende, l'aggiudicatario ha diritto al pagamento delle forniture
effettuate, purchè correttamente ed a regola d'arte, secondo il corrispettivo e le condizioni
contrattuali, rinunciando espressamente, ora per allora, a qualsiasi ulteriore eventuale pretesa,
anche di natura risarcitoria, ed a ogni ulteriore compenso o indennizzo e/o rimborso delle spese,
anche in deroga a quanto previsto dall'art. 1671 del c.c.
Fermo restando quanto sopra previsto, qualora taluno dei componenti l'organo di
amministrazione o l'amministratore delegato o il direttore generale o il responsabile tecnico
dell'istituto aggiudicatario siano condannati, con sentenza passata in giudicato, per delitti contro
la Pubblica Amministrazione, l'ordine pubblico, la fede pubblica o il patrimonio, ovvero siano
assoggettati alle misure previste dalla normativa antimafia, le Aziende hanno diritto di recedere
dal contratto in qualsiasi momento e qualunque sia il suo stato di esecuzione, senza preavviso.
In tale ipotesi, l'appaltatore ha diritto al pagamento di quanto correttamente eseguito a regola
d'arte secondo i corrispettivi e le condizioni contrattuali, rinunciando espressamente, ora per
allora, a qualsiasi pretesa risarcitoria, ad ogni ulteriore compenso o indennizzo e/o rimborso
delle spese, anche in deroga a quanto previsto dall'art. 1671 c.c.
13) MODALITA' DI CONSEGNA
I prezzi di aggiudicazione si intendono per merce franco luogo di consegna presso:
x
x
Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia
Laboratorio di Sanità Pubblica – Via Cantore, 20 – 1° piano - 25124 – Brescia.
Azienda Sanitaria Locale di Vallecamonica – Sebino
Dipartimento di Prevenzione – Via Nissolina, 2 – 2° piano - 25043 – Breno (Bs).
La ditta dovrà essere in grado di effettuare consegne, a richiesta dell'ASL di Brescia e di
Vallecamonica - Sebino, a proprio rischio e spesa, nelle qualità e quantità indicate, entro cinque
giorni dalla data di ricevimento dell'ordine di consegna, anche se trasmesso per via telematica
(fax).
I documenti di trasporto (in caso di fatturazione differita), ai sensi della legislazione vigente,
devono obbligatoriamente indicare:
luogo di consegna della merce;
data e numero ordine;
n. del lotto di produzione dei singoli prodotti.
In mancanza di tali dati, qualora la merce venisse respinta, non saranno accettati reclami dalla
ditta fornitrice.
La ditta deve garantire, anche durante la fase di trasporto, il rispetto delle modalità di
conservazione dei prodotti.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
10\\\\\\\\\\\\\\\
14) RENDICONTAZIONE E FATTURAZIONE
I pagamenti sono disposti previa presentazione di regolare fattura che verrà liquidata dal
Responsabile U.O. Approvvigionamenti dell'Azienda richiedente.
Le fatture dovranno dovranno essere intestate a:
x
x
Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Brescia
Viale Duca degli Abruzzi, 15
25124 - BRESCIA
Partita I.V.A. 03436310175;
Azienda Sanitaria Locale di Vallecamonica – Sebino
Via Nissolina, 2
25043 – BRENO – Bs
Partita I.V.A. 02072150986
Dovranno essere emesse, in regola secondo le vigenti disposizioni legislative.
l pagamenti delle stesse sarà assicurato entro 60 giorni dalla data del ricevimento. Nel caso di
ritardo nei pagamenti verrà corrisposto il tasso di riferimento: “tasso di interesse determinato in
misura pari al saggio di interesse del principale strumento di rifinanziamento della Banca
Centrale Europea applicato alla sua più recente operazione di rifinanziamento principale
effettuata il primo giorno di calendario del semestre in questione, maggiorato al massimo di due
punti percentuali su base annua”.
E' fatta salva la definizione, in sede di contrattazione, di una maggiorazione inferiore ai 2 punti
percentuali su base annua.
L’IVA sarà a carico di questa Azienda con le aliquote previste dalle vigenti disposizioni.
Ai pagamenti delle forniture verrà dato corso in attuazione delle disposizioni di cui alla nota prot.
n. H1.2008.11104 del 12.03.2008 della Direzione Generale Sanità di cui alla D.G.R. n. VIII/4060
del 9.05.2007, con la quale viene conferito mandato per il pagamento diretto di forniture di beni
e servizi, a FINLOMBARDA S.p.A..
15) CESSIONE DEL CREDITO
La cessione del credito è regolata dall’art. 117 del D Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.; la Stazione
Appaltante non può essere chiamata a rispondere di pagamenti effettuati prima della notifica
dell’atto di cessioni di credito.
Le ditte aggiudicatarie, qualora intendano procedere alla cessione dei crediti, dovranno
espressamente (per ogni singola cessione) chiedere l’autorizzazione alle Aziende interessate,
nonché fornire contestuale autorizzazione alle stesse al trattamento dei dati per procedere alle
verifiche di cui alla Circolare n. 29 del 08/10/2009 del Ministero dell’Economia e delle Finanze,
mediante l’utilizzo del modulo allegato “A” alla citata circolare.
16) OBBLIGHI DELLA DITTA AGGIUDICATARIA
La ditta aggiudicataria è responsabile dell’osservanza di tutti i regolamenti e leggi vigenti ed
emanandi/e in materia.
Essa sarà inoltre responsabile di infrazioni o danni comunque arrecati a persone o cose sia delle
Aziende che di terzi.
In ogni caso non saranno presi in considerazione aumenti dei prezzi di aggiudicazione. In caso di
mancata fornitura l’Azienda potrà rivolgersi a ditte concorrenti sul mercato, addebitando la
maggiore spesa alla ditta aggiudicataria.
La ditta deve risultare in possesso di tutti i requisiti previsti dalla vigente legislazione in materia
di partecipazione alle pubbliche gare.
17) TRACCIABILITA' DEI FLUSSI FINANZIARI
Le ditte concorrenti, in ottemperanza a quanto stabilito dalla legge 136/2010, dovranno, ai fini
del pagamento delle fatture:
1- indicare nella documentazione che verrà presentata per la partecipazione all'appalto, gli
estremi identificativi del conto corrente bancario o postale dedicato, anche non in via esclusiva,
alle commesse pubbliche, nonchè il codice IBAN;
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
11\\\\\\\\\\\\\\\
2- inviare le generalità ed il codice fiscale delle persone delegate ad operare sul conto corrente
dedicato.
18) CONTROLLO DELLA MERCE, CONTESTAZIONI, INADEMPIENZE CONTRATTUALI E
PENALITA’
L'Azienda avrà la facoltà di respingere i prodotti per i quali si accertino vizi apparenti od occulti
che si dovessero riscontrare all'atto del consumo o caratteristiche non corrispondenti a quelle
dichiarate in offerta. In caso di ritardo nella consegna o di mancata sostituzione del materiale
contestato entro i termini previsti, le Aziende potranno provvedere all'acquisto di beni similari
presso altra ditta, a suo insindacabile giudizio, ponendo a totale carico del fornitore
inadempiente le maggiori spese sostenute e gli eventuali danni.
La firma, apposta all'atto del ricevimento della merce, indica solo la corrispondenza del numero
dei colli inviati.
L'accettazione dei prodotti da parte dell'Azienda non solleva il fornitore dalla responsabilità per
le proprie obbligazioni in ordine ai vizi, apparenti ed occulti, dei prodotti forniti. La ditta ha
l'obbligo di sostituire i prodotti difettosi entro 15 giorni dalla richiesta.
In caso di consegna di merce non conforme le ditte aggiudicatarie dovranno ritirarle a proprie
spese e sostituirle nei termini indicati dall'ordine.
Dove la fornitura risultasse, a giudizio insindacabile del Responsabile dell'U.O.
Approvvigionamenti dell'Azienda, in tutto od in parte di qualità inferiore e di condizioni diverse
da quelle stabilite, o si dovessero registrare ritardi nelle consegne, al fornitore sarà applicata una
penalità pari al 30% del valore della merce in contestazione.
La quantità è esclusivamente quella accertata presso la sede di consegna entro otto giorni dalla
data di consegna e deve essere riconosciuta ad ogni effetto dal fornitore, che provvederà ad
integrarla nel caso di non rispondenza.
L'accettazione dei prodotti da parte dell'Azienda non solleva il fornitore dalla responsabilità per le
proprie obbligazioni in ordine ai vizi apparenti ed occulti dei prodotti forniti.
In caso di contestazioni sulla qualità dei prodotti, varrà il giudizio inappellabile fornito, secondo
le categorie merceologiche, igieniche e scientifiche, da Laboratorio e/o Istituto Specializzato
ufficialmente riconosciuto.
Le spese di analisi saranno a carico del fornitore.
19) RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
L'ASL può chiedere la risoluzione del contratto nei seguenti casi:
- in qualsiasi momento dell'esecuzione, avvalendosi della facoltà consentita dall'art. 1671 del
Codice Civile;
- per motivi di interesse pubblico specificati nel relativo atto di indizione.
L'ASL potrà procedere di diritto (ipso iure) ex art. 1456 c.c. alla risoluzione del contratto e ad
assicurare direttamente, a spese del fornitore inadempiente, la continuità del servizio, con le
modalità indicate al precedente articolo:
in caso di gravi negligenze ed inadempienze nell'esecuzione del contratto tali da
compromettere la regolarità del servizio senza giustificato motivo; reiterate
inosservanze delle norme di legge e/o regolamento che disciplinano il servizio in
oggetto;
quando a carico degli aggiudicatari sia stato avviato procedimento penale per
frode, o per qualsiasi reato che incida sulla loro moralità professionale, o per delitti
finanziari;
in caso di cessazione di attività, oppure nel caso di concordato preventivo, di
fallimento e di atti di sequestro o pignoramento a carico dell'aggiudicatario;
nei casi di cessione del contratto o sub appalto, qualora non siano rispettati i
termini di legge.
Ove le inadempienze siano ritenute non gravi, cioè tali da non compromettere la regolarità del
servizio, le stesse saranno formalmente contestate alla ditta inadempiente. Dopo n. 5
contestazioni formali per le quali non siano pervenute o non siano state accolte le giustificazioni
del fornitore, l'ASL potrà procedere di diritto (ipso iure) ex art. 1456 c.c. alla risoluzione del
contratto come sopra.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
12\\\\\\\\\\\\\\\
La risoluzione del contratto, per qualsiasi motivo, comporta l’incameramento della
cauzione definitiva ed il risarcimento dei danni derivanti.
20) CESSIONE E SUBAPPALTO
E’ fatto divieto all’appaltatore di cedere, subappaltare, in tutto o in parte, il servizio senza il
preventivo consenso dell’Amministrazione, pena l’immediata risoluzione del contratto e il
riconoscimento dei danni e delle spese causate all’Azienda.
Nel caso la ditta aggiudicataria dovesse, durante il servizio, subire variazioni societarie, cessioni
o accorpamenti, dovrà darne tempestiva comunicazione a mezzo lettera A/R a questa
Amministrazione e nello stesso tempo la ditta subentrante dovrà comunicare l’accettazione di
tutte le condizioni e clausole in essere; l’Azienda comunicherà tramite l’ U.O. Approvvigionamenti
l’eventuale accettazione del cambiamento di cui sopra a mezzo lettera A/R.
21) NORMATIVA ANTIMAFIA
L'aggiudicazione del servizio è subordinata all'accertamento da parte degli organi competenti
dell'insussistenza di cause ostative in capo alla ditta aggiudicataria, come previsto dalla
normativa di legge vigente.
Qualora dall'accertamento risulti l'esistenza di alcuna delle cause ostative previste dalla legge,
l'Azienda chiederà l'annullamento della aggiudicazione e l'incameramento della cauzione fatta
salva la ripetizione di eventuali maggiori danni.
22) FORO GIUDIZIARIO COMPETENTE
Per eventuali controversie non risolte direttamente tra l’Amministrazione dell’Azienda e la ditta o
attraverso arbitrato, sarà competente il Foro di Brescia.
23) ELEZIONE DI DOMICILIO
Agli effetti dell’esecuzione del contratto le parti contraenti eleggono il domicilio per tutta la
durata dello stesso presso le rispettive sedi legali.
24) RINVIO
Per tutto quanto non contemplato nel presente Capitolato Speciale si rinvia al Capitolato
Generale dell’Azienda, approvato con deliberazione n.1161 del 17/06/98, consultabile presso il
Dipartimento Attività amministrative, nonché alla D. Lgs 163/06 e successive modifiche ed
integrazioni.
TIMBRO E FIRMA DITTA
per accettazione.
Struttura competente: Dip.to Att. Amm.ve – U.O. Approvv.ti
Il Responsabile del procedimento: Dott.ssa Elena Soardi
Il referente della pratica: Rag. Anna Romano tel: 030/3838110
ġı Ĵ ı İ Ĵ Ĺ Ĵ į Ĺ ij ĵ Ķ ġ- ġ-
[email protected]
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
13\\\\\\\\\\\\\\\
1
Lot
to
uni
co
21
156
Standard cloro libero 0,50 mg/l per la verifica
della taratura per Hanna Instrument HI93701
/ 93711/ 95711 / 96711 HI 93701 - 50
Reagenti DPD1 in pastiglie per la
determinazione del cloro residuo libero (0,01
– 6,0 mg/l) per Fotometro Aqualytic AL 250
Cod. 85110603
57
Reagenti DPD1 in pastiglie per la
30
30
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
60
30
Reagenti DPD3 in pastiglie per la
determinazione del cloro totale (0,01 – 6,0
mg/l) per Fotometro Aqualytic AL 250 Cod.
85110803
Reagenti in compresse per la determinazione
del pH (6,5 – 8,4) per Fotometro Aqualytic AL
250 Cod.: 85117703
141
9
Soluzioni certificate pHmetro pH 7.01 per
HI9025 Cod. HI70007
9
30
Soluzioni certificate pHmetro pH 4.01 per
HI9025 Cod. HI70004
Soluzione elettrolitica KCl per Ossimetro
Hanna Instrument HI9146 – 04 Cod. HI7041S
Reagenti in polvere per la determinazione del
cloro residuo libero (scala bassa) per Hanna
Instrument HI93701 / 93711 / 95711 / 96711
HI93701 - 0
Reagenti in polvere per la determinazione del
cloro totale per Hanna Instrument HI93711 /
95711 / 96711 / HI93711 - 0
3
30
Descrizione prodotto
3
Fabbisogno
Codice
triennale
Fabbisogno
triennale
presunto Codice asl
ditta (eusis
resunto ASL
ASL
)
Brescia
Vallecamoni
ca Sebino
Conf.
Prezzo
unitario
a base
d’asta
% di
Prezzo
sconto
deivato
Prezzo offerta
al netto
unitario rispett
dello
o al
sconto
prezzo
€
€
€
€
€
€
€
€
€
€
Imponibile
annuale
presunto
€
€
€
€
€
€
€
€
€
€
Imponibile
triennale
presunto
21
21
21
21
21
21
21
21
21
21
Iva
%
Modello A2
Il/la sottoscritto/a ....................................................................................... nato/a a ........................................................ prov. ....... il giorno ...............................in
qualità di (carica legale) ............................................................................... con sede legale in ................................................... via ...............................................
n. ........ cap .............. tel ......................................... fax ..................................... codice fiscale ............................................... partita IVA .......................................
indirizzo e-mail ......................................................................................
titolare della carica e dei poteri per rappresentare la società sopra descritta e per presentare l'offerta relativa alla gara in oggetto, presa visione del capitolato e
relativi allegati della procedura per l'affidamento sopra citato, si dichiara ben edotto e consapevole degli effettivi oneri che la fornitura comporta e della loro invariabilità.
Liberamente offre:
3
3
30
51
Timbro e visto dell'impresa.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Data .........................................
Totale lotto offerto (importo triennale) – IVA esclusa – Base d'asta triennale, non superabile, € 15.180,00 IVA esclusa
determinazione del cloro residuo libero (0,01
– 6,0 mg/l) per Fotometro Lovibond Cod.
511060BT
Reagenti DPD3 in pastiglie per la
determinazione del cloro totale (0,01 – 6,0
mg/l) per Fotometro Lovibond Cod. 511080
Reagenti in pastiglie per la determinazione
del pH (6,5 – 8,4) per Fotometro Lovibond
Cod. 511770
Reagenti liquidi per la determinazione del
cloro residuo libero e totale per Spectroquant
Colorimeter Picco Merck Cod. 1.00599.0001
Reagenti liquidi per la determinazione del pH
per Spectroquant Colorimeter Picco Merck
Cod. 1.01744.0001
€
€
€
€
€
€
21
21
21
21
IL LEGALE RAPPRESENTANTE
(firma leggibile e confrontabile con il documento d'identità)
€___________
€
€
Modello B1 semplificato
MODELLO DI AUTOCERTIFICAZIONE
Oggetto:._
(modello da compilare solo per le parti di pertinenza)
***************
(Da restituire compilato in ogni sua parte e sottoscritto. La presente
Autocertificazione deve essere sottoscritta con firma autenticata oppure
semplicemente firmata ed accompagnata dalla fotocopia di un documento
d'identità non scaduto).
***************
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA'
Ai sensi del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, art. 47
Io
Sottoscritto/a
__________________________________________
_______________________________
il
__________________
____________________________________________
generale/speciale n. __________ del
nella
nato/a
mia
(eventualmente
a
qualità
giusta
di
procura
_________________) autorizzato a rappresentare
legalmente l'impresa/ società
________________________________________________________________
________________________________________________________________
________________________________________________________________
______
forma
giuridica
____________
codice
fiscale
______________________ Partita IVA n. ____________________________
con
sede
legale
in
_________________________
Via/Piazza
_____________________________
Sede Amministrativa ______________________________________________
numero
telefonico
____________________________
___________________________
corrispondenza
e/o
richieste
indirizzo
di
ove
inviare
chiarimenti/informazione
numero
fax
la
successiva
e
quant’altro:
________________________________________________________________
__
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
indirizzo
P.E.C____________________________________________________________
__
Indicazione dell'eventuale depositario, indirizzo, n. di telefono e n. di fax:
_____________________________________________________
Data: ____________
Timbro della Ditta
Firma del Legale Rappresentante
___________________________________
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
CONSAPEVOLE DELLA RESPONSABILITA' PENALE CUI POSSO ANDARE
INCONTRO IN CASO DI AFFERMAZIONE MENDACI AI SENSI
DELL'ART. 76 DEL PRECISATO D.P.R. N. 445
CERTIFICO E DICHIARO:
1) che l'impresa è iscritta al n. ___________ della Camera di Commercio Industria Artigianato di
______________________________ dal ________________________;
OPPURE
Che la società o cooperativa o consorzio è iscritta al n. _____________ del
registro
delle
società
della
Cancelleria
Commerciale
del
Tribunale
di
____________________________________;
OPPURE
Che l'impresa o società o cooperativa o consorzio è iscritta al n. ___________
del registro della imprese di ________________________ che la Cooperativa o
Consorzio è iscritta al n. ___________ del Registro della Prefettura di
_______________________________;
OPPURE
(per le imprese di altri Stati)
Che l'impresa è iscritta al n. _______________ del registro professionale o
commerciale
_________________________
di
Ente
___________________________________ analogo a quelli italiani, operante
nel proprio Stato di appartenenza;
(PER TUTTI)
- che la rappresentanza legale è attribuita alle seguenti persone (nome,
cognome, data e luogo di nascita, carica sociale e relativa scadenza):
________________________________________________________________
________________________________________________________________
________________________________________________________________
________________________________________________________________
______
(PER TUTTI)
x che il/i seguente/i legale/i rappresentante/i
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
________________________________________________________________
__
ha/hanno firma congiunta con il/i seguente/i altro/i legale/i rappresentante/i
_________________________________________________
________________________________________________________________
__
Data:_________________
Timbro della Ditta
____
Firma del Legale Rappresentante
___________________________
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
2) che ai fini della presente gara, l’impresa partecipante nelle persone dei suoi
rappresentanti ovvero i soggetti che possono essere affidatari di subappalti
e/o possono stipulare i relativi contratti, posseggono i requisiti di cui all’art.
38 del D. Lgs. 163 del 12/04/2006 così come modificato dal decreto-legge n.
70 del 2011, conv. dalla L. n. 106/2011.
In particolare dichiaro che:
ai sensi dell'art. 38 del D. Lgs. 163 del 12/04/2006 e ss.mm.ii.,
l'impresa/società/consorzio ed il titolare o direttore tecnico – nel caso di
impresa individuale – i soci o il direttore tecnico – nel caso di società in
nome collettivo – i soci accomandatari o il direttore tecnico – nel caso di
società in accomandita semplice - il/i legale/i rappresentante/i o il
direttore tecnico o il socio unico persona fisica, ovvero il socio di
maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta di
altro tipo di società, versano nella situazione sotto indicata:
non si trovano in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato
preventivo, o nei cui riguardi sia in corso un procedimento per la
dichiarazione di una di tali situazioni;
non è pendente procedimento per l'applicazione di una delle misure di
prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di
una delle cause ostative previste dall'articolo 10 della legge 31 maggio
1965, n. 575; in particolare non è pendente il procedimento nei confronti
del titolare o direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; dei soci o
del direttore tecnico se si tratta di società in nome collettivo, dei soci
accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in accomandita
semplice, degli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o de
direttore tecnico o del socio unico persona fisica, ovvero del socio di
maggioranza in caso di società con meno di quattro soci se si tratta di altro
tipo di società;
nei loro confronti non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in
giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile,
oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'articolo
444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o
della Comunità che incidono sulla moralità professionale; è comunque causa
di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più
reati di partecipazione a un'organizzazione criminale, corruzione, frode,
riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all'articolo 45, paragrafo
1, direttiva Ce 2004/18; nei confronti dei soggetti cessati dalla carica
nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, l'impresa
ha dimostrato che vi sia stata completa ed effettiva dissociazione della
condotta penalmente sanzionata; nel caso di accertamento di reato
l'esclusione e il divieto di partecipazione a questa gara non operano in
quanto il reato è stato depenalizzato ovvero è intervenuta la riabilitazione
ovvero il reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna ovvero è stato
revocato in caso di condanna;
non hanno violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all'articolo 17
della legge 19 marzo 1990, n. 55; l'esclusione ha durata di un anno
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
decorrente dall'accertamento definitivo della violazione e va comunque
disposta se la violazione non è stata rimossa;
non hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle
norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di
lavoro;
non hanno commesso grave negligenza o malafede nell'esecuzione delle
prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara; o che
non hanno commesso un errore grave nell'esercizio della loro attività
professionale (potrà accertato con qualsiasi mezzo di prova da parte della
stazione appaltante);
non hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto
agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la
legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti;
nei loro confronti, ai sensi del comma 1-ter, non risulta l’iscrizione nel
casellario informatico di cui all’articolo 7, comma 10, D. Lgs 163/2006 per
aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione in merito a
requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara e
per l’affidamento dei subappalti;
non hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle
norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la
legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti;
sono in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili
di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68;
nei loro confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui
all'articolo 9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo dell'8 giugno 2001
n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica
amministrazione compresi i provvedimenti interdittivi di cui all'articolo 36bis, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con
modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248; (ora articolo 14 del d.lgs.
n. 81 del 2008);
nei loro confronti, ai sensi dell'articolo 40, comma 9-quater, non risulta
l'iscrizione nel casellario informatico di cui all'articolo 7, comma 10, per
aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione ai fini del
rilascio dell'attestazione SOA;
pur essendo stati vittime dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629
del codice penale aggravati ai sensi dell’articolo 7 del decreto-legge 13
maggio 1991, n. 152, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 luglio
1991, n. 203, risultino aver denunciato i fatti all’autorità giudiziaria, salvo
che ricorrano i casi previsti dall’articolo 4, primo comma, della legge 24
novembre 1981, n. 689.
La circostanza di cui al periodo precedente deve emergere dagli indizi a
base della richiesta di rinvio a giudizio formulata nei confronti dell’imputato
nell'anno antecedente alla pubblicazione del bando e deve essere
comunicata, unitamente alle generalità del soggetto che ha omesso la
predetta denuncia, dal procuratore della Repubblica procedente all’Autorità
di cui all’articolo 6, la quale cura la pubblicazione della comunicazione sul
sito dell’Osservatorio;
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
non si trovano, rispetto ad un altro partecipante alla medesima procedura
di affidamento, in una situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del
codice civile o in una qualsiasi relazione, anche di fatto, se la situazione di
controllo o la relazione comporti che le offerte sono imputabili ad un unico
centro decisionale.
Hanno subito le seguenti condanne:
______________________________________________________________
______________________________________________________________
______________________________________________________________
______________________________________________________________
____________________________________________
Il concorrente non è tenuto ad indicare nella dichiarazione autocertificata le condanne quando
il reato è stato depenalizzato ovvero per le quali è intervenuta la riabilitazione ovvero quando
il reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna ovvero in caso di revoca della condanna
medesima. Si intendono gravi le violazioni individuate ai sensi dell'articolo 14, comma 1,
del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni, fermo restando
quanto previsto, con riferimento al settore edile, dall'articolo 27, comma 1-bis, del
decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81. Si intendono gravi le violazioni che
comportano un omesso pagamento di imposte e tasse per un importo superiore all'importo di
cui all'articolo 48-bis, commi 1 e 2-bis, del d.P.R. 29 settembre 1973, n. 602. Si
intendono gravi le violazioni ostative al rilascio del documento unico di regolarità contributiva
di cui all'articolo 2, comma 2, del decreto-legge 25 settembre 2002, n. 210, convertito, con
modificazioni, dalla legge 22 novembre 2002, n. 266; i soggetti di cui all’art. 47, comma 1,
D.Lgs 163/2006 devono dimostrare, ai sensi dell' articolo 47, comma 2, decreto citato, il
possesso degli stessi requisiti prescritti per il rilascio del documento unico di regolarità
contributiva.
nei loro confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'art.
9, comma 2, lettera c), del decreto legislativo del 8/06/2001 n. 231 o altra
sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica
amministrazione.
che possiedono la capacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione,
in quanto non hanno mai subita condanna per i delitti commessi in danno
o a vantaggio di un'attività imprenditoriale o comunque in relazione ad
essa, previsti dagli artt. 316 bis – 317 – 318 – 319 – 319 bis – 320 – 321
– 322 – 353 – 355 – 356 – 416 - 416 bis – 437 – 501 - 501 bis – 640 n.1,
II c. - 644;
che non hanno mai violato l'art. 144, Legge n. 689/81, effettuazione di
scarichi inquinanti che superano i limiti di accettabilità;
che non hanno mai violato le leggi tributarie che comportano l'applicazione
di sanzioni penali che espressamente prevedono, quale pena accessoria,
l'incapacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione;
3) SOLO PER LE IMPRESE CHE OCCUPANO NON PIU’ DI 15 DIPENDENTI
E DA 15 FINO A 35 DIPENDENTI CHE NON ABBIANO EFFETTUATO
NUOVE ASSUNZIONI DOPO IL 18 GENNANIO 2000:
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
1 la propria condizione di non assoggettabilità agli obblighi di assunzioni
obbligatorie di cui alla legge n. 68/99 in tema di diritto al lavoro di disabili;
x
SOLO PER IMPRESE CHE OCCUPANO PIU’ DI 35 DIPENDENTI E PER LE IMPRESE CHE
OCCUPANO DA 15 A 35 DIPENDENTI CHE ABBIANO EFFETTUATO UNA NUOVA
ASSUNZIONE DOPO IL 18 GENNAIO 2000:
2 ai sensi della legge 68/99 in tema di diritto al lavoro dei disabili,
l’ottemperanza alla norma della suddetta legge;
3 sede dell’Ufficio provinciale per l’Impiego – Collocamento mirato Disabili
x
x
territorialmente
competente
……………………………………………………………………………………………..
tel.
………………………………………..
e-
mail………………………………………………………………………..………..
N.B. 1: per la compilazione barrare la casella di competenza
N.B. 2: per la compilazione barrare la casella di competenza
N.B. 3 da compilare anche se l’impresa non è soggetta agli adempimenti
di cui alla L. 68/1999
4) dichiaro che l’impresa è in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei
contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la
legislazione italiana:
indicare gli uffici INPS - INAIL presso i quali è possibile verificare quanto
dichiarato: Ufficio, indirizzo, CAP, città – Fax – Tel – Cod. Società –
n. posizione);
N. di matricola INPS………………………………..
N. codice ditta INAIL……………………………….
Settore CCNL applicato……………………………
la sede Ufficio Imposte – Agenzia delle Entrate territorialmente competente:
………………………………………………………………………………………………………………………………
………………………
via
…………………………………………………………….…………………………………………………………………
……………...
città
…………………….…………………………………………….…………
………………………………………………….
fax
…………………………………………
tel.
e-
mail……………………………………………………………………………….………..
ovvero, ove trattasi di Grandi contribuenti
sede Direzione Regionale Agenzia delle Entrate – Ufficio Grandi Contribuenti
territorialmente
competente
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
…………………………………………………………………………………………………………………………………
……
via
…………………………………………………………….……………………………………………………………………
…………...
città
…………………….…………………………………………….……..……
…………………………………………………..
fax
……………………………………………
tel.
e-mail
.……………………………………………………………………………….………..
la sede del Tribunale territorialmente competente al rilascio del certificato
di assenza/pendenza di procedure fallimentari o concorsuali (L.F. D.Lgs.
5/2006
e
169/2007):
…………………………………………………………………………………………………………………………
……………………………
via
…………………………………………………………….…………………………………………………………
……………………... città …………………….…………………………………………….………… tel.
………………………………………………….
fax
…………………………………………
e-
mail……………………………………………………………………………….………..
IL CERTIFICATO CCIAA CON DICITURA ANTIMAFIA, IL DURC ED EVENTUALI
REFERENZE BUON ESITO FORNITURE/SERVZI SVOLTI VERRANNO ACQUISITI
D’UFFICIO DALLA STAZIONE APPALTANTE.
La presente dichiarazione si compone di n. 6 pagine.
Data: _________________
Timbro della Ditta
Firma del Legale Rappresentante
_________________________________
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Modello C
DATI PER RICHIESTA DURC
3
APPALTATORE
Codice Fiscale *
Denominazione/
ragione sociale *
Sede legale *
1
IMPRESA
Codice Fiscale *
1
2
E-mail
cap
Comune
Via/Piazza
(appaltatrice/subappaltatrice)
E-mail
2
Denominazione/Ragione
Sociale *
3
Sede legale *
4
Sede operativa *
5
6
7
8
Recapito corrispondenza*
Tipo Impresa*
Lavori *
C.C.N.L. applicato*
9
Dimensione aziendale *
10
Quota percentuale subappalto *
ENTI PREVIDENZIALI
INAIL - codice ditta *
Pr
N°
Cap
Comune
Pr
Via/Piazza
N°
Cap
Pr
Comune
Via/Piazza
N°
sede legale
oppure
sede operativa
impresa
lavoratore autonomo
eseguiti
da eseguire
Edile Industria
Edile Piccola Media Impresa
Edile Cooperazione
Edile Artigianato
Altro non edile (specificare – vedi prospetto)--------------------lavorazioni ------------------------------da 16 a 50
Nessun dipendente
da 51 a 100
oltre
Da 1° 5 (SPECIFICARE)
da 6 a 15
1
2
3
4
INPS - matricola azienda *
INPS - posizione contributiva
individuale titolare/soci
imprese artigiane *
CASSA EDILE-codice impresa *
INAIL - posizioni
assicurative territoriali*
INPS - sede competente*
INPS - sede competente*
CASSA EDILE - codice
cassa *
(*) campi obbligatori
Data
.............................................................
Firma
...............................................................
NB:Si prega cortesemente di scrivere chiaro in stampatello
E di compilare i campi con l’asterisco
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
IMPRESA PARTECIPANTE
Ŋŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
Partita IVA
Modello “D”
Il Legale Rappresentante dell’Impresa
………………………………..,
lì ……………………….
---------------------------------------------Ŋŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
Ragione Sociale
NOTE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO
ŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋŊŏŋ
Impresa
Partecipante
Luogo (Immettere il Comune italiano o lo Stato
estero dove
ha sede l’Impresa)
Prov.
E’ un’Impresa che:
Ŋŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
x
se si è presentata singolarmente, inserire i dati relativi all’Impresa stessa, indicare “Singola” come
ŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
CAP/ZIP
Sede legaleTipo Impresa
x
se è un Consorzio, inserire solo i dati relativi al Consorzio e non inserire i dati relativi alle singole
Imprese che costituiscono il Consorzio; come Tipo Impresa indicare “Consorzio”
Ŋŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋ
x
se è Tipo
un Raggruppamento
Temporaneo
i Raggr.Temporaneo
dati relativi a ciascuna
del
Codice attività
Impresa: Singola
( ) di Imprese,
Consorzioinserire
( )
ImpreseImpresa
( )
Raggruppamento; come Tipo Impresa indicare “Raggr. Temporaneo Imprese”
Stato/Comune indicare lo Stato per le imprese che hanno sede all’estero ed il Comune per le imprese che
ŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋŊŏŋŊŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŏŋŊŏŋ
hanno
sede in Italia
Volume affari
Capitale Sociale
Tipo Divisa: Euro
CAP/ZIP se il luogo è in territorio italiano identifica il codice di avviamento postale del luogo se il luogo è in
territorio estero identifica lo Zip/code
Codice Attività deve essere conforme ai valori dell’Anagrafe Tributaria
Tipo Impresa:
se l’Impresa si è presentata singolarmente, indicare “Singola”
se l’Impresa è un Consorzio, indicare “Consorzio”se l’Impresa fa parte di un Raggruppamento Temporaneo di
Imprese, indicare “Raggr. Temporaneo Imprese”.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Modello “E”
PROCEDURA ………………………………………………………………………………….
Dichiarazione concernente l’inesistenza di cause d’esclusione dalle gare d’appalto per
l’esecuzione di appalti pubblici di cui alla lettera c), comma 1, dell’art. 38 del D. Lgs.
163/2006 e ss.mm.ii.
Il sottoscritto …………….……………………………………………………………………………………………..
nato a …………………………………………………..………………..…………… il ………………………………
residente in ………………………………………………………….………………………….………………..……..
nella sua qualità di legale rappresentante, ai sensi dell’art. 47 del DPR 28/12/2000 n. 445
consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di
atti falsi,
dichiara
che nell'ultimo anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara non ci sono stati
soggetti cessati dalla carica di legale rappresentante o direttore tecnico
OVVERO
dichiara (*)
sotto la propria responsabilità quanto segue:
nei confronti del sig . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . , nato a . . . . . . . . . . . il .
. . . . . . . . . . . (**), cessato dalla carica di . . . . . . . . . . . . . , in data . . . . . . . . . ,
l’inesistenza di sentenze definitive di condanna passata in giudicato, o di decreto penale di
condanna divenuto irrevocabile, ovvero di sentenze di applicazione della pena su richiesta ai
sensi dell'articolo 444 del c.p.p., ai sensi dell’art. 38, comma 1, lett. c) del D. Lgs. n. 163/2006 e
ss.mm.ii.;
ovvero che il soggetto cessato ha riportato (indicare il ruolo, imputazione, condanna)
---------------------------------------------------------------------------------------------------------…………………… lì ……………………………..
Firma…………………………………..……...
Allegare fotocopia del documento di identità del sottoscrittore.
N.B. Qualora sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto
penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure di applicazione della pena su richiesta ai sensi
dell'articolo 444 c.p.c., per reati che incidono sull'affidabilità morale e professionale ai sensi della
lett. c), comma 1, art. 38, del D.Lgs. 163/2006, nei confronti dei soggetti cessati dalla carica
nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando, l'impresa dovrà dimostrare di aver
adottato atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata.
(*)
La dichiarazione dovrà essere effettuata per ogni soggetto interessato cessato dalla carica
di:
Titolare e direttore tecnico, per le imprese individuali;
Tutti i soci e i direttori tecnici per le società in nome collettivo;
Tutti gli accomandatari e i direttori tecnici per le società in accomandita semplice
Tutti gli amministratori muniti di potere di rappresentanza e i direttori tecnici o il socio unico
persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci se si
tratta di altro tipo di società.
(**) Compilare solo nel caso di dichiarazione resa dall’attuale legale rappresentante
dell’impresa.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Modello “F”
Spett.le
Azienda Sanitaria Locale di Brescia
Viale Duca degli Abruzzi, 15
25124 Brescia
Prot. n.
Oggetto: Codice Etico Aziendale e Codice Etico degli Appalti Regionali.
La presente per confermarVi di avere preso visione del “Codice Etico” dell’Azienda
Sanitaria Locale di Brescia, approvato con decreto del Direttore Generale n. 178 del 05.04.2013
e disponibile nella home page del sito Internet aziendale (http://www.aslbrescia.it) nonché
del Codice Etico degli Appalti Regionale di cui alla D.G.R. 4 maggio 2011 n. IX/1644 su Bollettino
Regionale n. 19 del 09 maggio 2011 (http://www.regione.lombardia.it).
Sarà, pertanto, preciso obbligo della nostra Società/Ditta, nell’ambito delle attività da noi
prestate per Vostro conto, adottare le linee di comportamento prescritte nei summenzionati
documenti.
Siamo altresì consapevoli che, qualora si concretizzassero inadempimenti causati da
comportamenti in contrasto con le disposizioni previste dal Codice Etico aziendale o regionale,
l’Azienda provvederà alla irrogazione di sanzioni patrimoniali o addirittura alla risoluzione dei
contratti in essere e ad avanzare, in sede giurisdizionale, eventuale richiesta di risarcimento del
danno di immagine subito.
Sarà nostra cura portare a conoscenza dei succitati Codice Etico aziendale/regionale i
nostri dipendenti/collaboratori/subappaltatori incaricati di svolgere le attività previste nel
contratto in essere con ASL Brescia, del cui operato ci rendiamo pienamente responsabili.
Distinti saluti.
Ragione/ Denominazione Sociale:
________________________________________________
Data: ____________
Firma del Legale Rappresentante:
________________________
NB: la presente nota deve essere compilata, datata, firmata digitalmente per accettazione.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Modello F1
CODICE ETICO DEGLI APPALTI REGIONALI
1.
2.
3.
4.
Articolo 1
Ambito di applicazione
Il Codice etico degli appalti regionali regola i comportamenti dei concorrenti e aggiudicatari di lavori, servizi
e forniture e loro subappaltatori e sub affidatari e dei dipendenti della Giunta e degli enti e società del
Sistema Regionale di cui all’All.A1 L.R. n. 30/2006, nell’ambito delle procedure di affidamento e gestione
degli appalti.
Esso stabilisce la reciproca e formale obbligazione tra le Amministrazioni aggiudicatrici individuate al
comma 1, i concorrenti e gli aggiudicatari, di improntare i propri comportamenti ai principi di lealtà,
trasparenza e correttezza, nonché l’espresso impegno anticorruzione di non offrire, accettare o richiedere
somme di denaro o qualsiasi altra ricompensa, vantaggio o beneficio.
Il Codice etico costituisce parte integrante dei contratti stipulati da RL e dagli enti e società del Sistema
Regionale di cui all’All.A1 L.R. n. 30/2006. L’espressa accettazione dello stesso costituisce condizione di
ammissione alle procedure di gara ed alle procedure negoziate di importo non inferiore ad € 20.000,00,
nonché per l’iscrizione all’Albo Fornitori. Tale condizione deve essere esplicitamente prevista nei bandi di
gara e nelle lettere d’invito.
Una copia del Codice etico, sottoscritta per accettazione dal legale rappresentante dell’operatore
economico concorrente, deve essere consegnata unitamente alla documentazione amministrativa richiesta
ai fini sia della procedura di affidamento, sia dell’iscrizione all’Albo. Per i consorzi o raggruppamenti
temporanei l’obbligo riguarda tutti i consorziati o partecipanti al raggruppamento
Articolo 2
Mancata allegazione
1. La mancata consegna di copia del Codice sottoscritta per accettazione dal legale rappresentante
dell’operatore economico concorrente, non iscritto all’Albo Fornitori della stazione appaltante
dell’Amministrazione aggiudicatrice, comporta l’esclusione dalla procedura di affidamento.
Articolo 3
Obblighi del concorrente e dell’aggiudicatario
Il concorrente:
1.1 si obbliga a non ricorrere ad alcuna mediazione o altra opera di terzi finalizzata all’aggiudicazione e/o
gestione del contratto;
1.2 dichiara di non avere influenzato il procedimento amministrativo diretto a stabilire il contenuto del
bando o di altro atto equipollente al fine di condizionare le modalità di scelta del contraente da parte
dell’Amministrazione aggiudicatrice e di non aver corrisposto né promesso di corrispondere ad alcuno
- e s’impegna a non corrispondere né promettere di corrispondere ad alcuno - direttamente o tramite
terzi, ivi compresi i soggetti collegati o controllati, somme di denaro o altra utilità finalizzate a facilitare
l’aggiudicazione e/o gestione del contratto;
1.3 dichiara, con riferimento alla procedura aperta
PER L'AFFIDAMENTO DELLA
FORNITURA/SERVIZIO
DI
…………………………………………………………………………………………, PER UN PERIODO DI
…………., di non avere in corso né di avere praticato intese e/o pratiche restrittive della concorrenza e
del mercato vietate ai sensi della normativa vigente, ivi inclusi gli artt. 101 e segg. del Trattato FUE e
gli artt. 2 e segg. della l. 287/1990, e che l’offerta è stata predisposta nel pieno rispetto della predetta
normativa;
1.4 si impegna a segnalare all’Amministrazione aggiudicatrice qualsiasi illecito tentativo da parte di terzi di
turbare, o distorcere le fasi di svolgimento della procedura di affidamento e/o l’esecuzione del
contratto;
1.5 si impegna a segnalare all’Amministrazione aggiudicatrice qualsiasi illecita richiesta o pretesa da parte
dei dipendenti dell’amministrazione o di chiunque possa influenzare le decisioni relative alla procedura
di affidamento o all’esecuzione del contratto;
16 si impegna, qualora i fatti di cui precedenti punti 14 e 15 costituiscano reato, a sporgere denuncia
all’Autorità giudiziaria o alla polizia giudiziaria;
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
1.7 si impegna a rendere noti, su richiesta dell’Amministrazione aggiudicatrice, tutti i pagamenti eseguiti e
riguardanti il contratto assegnato;
1.8 si impegna, oltre a quanto previsto dalla legge per i subappalti, ad acquisire con le stesse modalità e
gli stessi adempimenti previsti in materia di subappalto, preventiva autorizzazione da parte
dell’Amministrazione aggiudicatrice, anche per i subaffidamenti relativi alle seguenti categorie :
A. trasporto di materiale a discarica;
B. fornitura e/o trasporto terra;
C. fornitura e/o trasporto calcestruzzo;
D. fornitura e/o trasporto di bitume;
E. smaltimento rifiuti;
F. noli a caldo e a freddo di macchinari;
G. forniture di ferro lavorato;
H. servizi di guardiania dei cantieri.
2.
Nelle fasi successive all’aggiudicazione, gli obblighi si intendono riferiti all’aggiudicatario il quale avrà
l’onere di pretenderne il rispetto anche dai propri subappaltatori e sub affidatari. La violazione del Codice
etico da parte dei subappaltatori e/o dei sub affidatari costituisce, nei casi più gravi, causa di risoluzione
del contratto a norma dell’art1456 del codice civile.
Articolo 4
Obblighi dell’Amministrazione aggiudicatrice
L’Amministrazione aggiudicatrice:
x
1.1 si impegna a pubblicare sul proprio sito internet le seguenti informazioni relative alle procedure di
affidamento con procedura aperta o ristretta o negoziata con pubblicazione del bando di gara: dopo lo
svolgimento della prima seduta pubblica, l’elenco dei concorrenti che hanno presentato offerta; dopo
l’aggiudicazione definitiva, l’avviso sui risultati della procedura di affidamento ex art. 13 D. Lgs.
163/2006. Con riferimento alle procedure negoziate senza pubblicazione del bando di cui all’artico 57,
comma 6 d. lgs. 163/06 ed ai cottimi fiduciari, la pubblicazione riguarda gli operatori economici invitati,
quelli che hanno presentato offerta e l’operatore al quale l’appalto viene affidato;
1.2 si obbliga ad attivare i procedimenti disciplinari nei confronti del personale a vario titolo intervenuto nel
procedimento di affidamento e nell’esecuzione del contratto in caso di violazione dei principi di lealtà,
trasparenza e correttezza e, specificamente, di violazione dell’impegno di non offrire, accettare o
richiedere somme di denaro o qualsiasi altra ricompensa, vantaggio o beneficio.
Articolo 5
Violazione del Codice etico
1. La violazione da parte del concorrente e dell’aggiudicatario di uno degli impegni previsti dall’articolo 3
comporta:
A. l’esclusione dalla procedura di affidamento e l’incameramento della cauzione provvisoria ovvero,
qualora la violazione sia riscontrata in un momento successivo all’aggiudicazione, l’applicazione di
una penale dall’1% al 5% del valore del contratto;
B. nei casi più gravi, la revoca dell’aggiudicazione, la risoluzione di diritto del contratto ai sensi e per
gli effetti dell’art. 1456 del codice civile e l’incameramento della cauzione definitiva.
L’Amministrazione aggiudicatrice può non avvalersi della risoluzione del contratto qualora la
ritenga pregiudizievole agli interessi pubblici, quali indicati dall’art. 121, comma 2 D. Lgs.
104/2010. È fatto salvo in ogni caso l’eventuale diritto al risarcimento del danno;
x
l’Amministrazione aggiudicatrice, per il tramite degli uffici della Giunta regionale, segnala, ai soggetti di
cui di cui all’All. A1 L. R. n. 30/2006, l’operatore economico che abbia violato uno degli impegni previsti
dall’articolo 3. La Giunta, gli enti e le società del Sistema Regionale tengono conto della segnalazione
ricevuta ai fini delle valutazioni relative all’esclusione degli operatori economici dalle procedure di
affidamento previste dall’articolo 38, comma 1, lett. F D. Lgs. 163/06.
2.
La violazione è dichiarata in esito ad un procedimento di verifica in cui venga garantito adeguato
contradditorio con l’operatore economico interessato.
Articolo 6
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Efficacia del Codice etico
1. Il presente Codice etico degli Appalti Regionali, in relazione alla procedura di affidamento PER
L'AFFIDAMENTO
DELLA
FORNITURA/SERVIZIO
DI………………………………………………………………..O, PER UN PERIODO DI --------------ANNI, dispiega i
suoi effetti fino alla completa esecuzione del contratto.
PER ACCETTAZIONE
L’Impresa
(Timbro e firma)
___________________________
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Stampare su carta intestata
Modello G
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETÀ
(art. 47 D.P.R. 28 Dicembre 2000, n. 445)
ai sensi dell'art. 3 della Legge 136/2010 relative agli obblighi di tracciabilità dei flussi
finanziari.
Oggetto della procedura : .
Il sottoscritto _________________________________________________________ nato a
__________________________________ il ___________________________ residente a
___________________ via ____________________________________
documento tipo: ________________ n. ________________ del ________________ codice
fiscale _________________________________________________________
in qualità di ___________________________________________________________
della ditta/ente ________________________________________________________
con sede in ________________________ via _______________________________
codice fiscale ___________________________ partita IVA _____________________
telefono _____________________________ fax _____________________________
e-mail _______________________________________________________________
consapevole delle sanzioni penali nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione
o uso di atti falsi, previste e richiamate dall'art. 76 del D.P.R. n. 445/2000
DICHIARA
di ottemperare alle disposizioni di cui alla Legge n. 136/2010, “Piano straordinario
contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” con
particolare riferimento all’art. 3 della citata legge, ed al fine
COMUNICA
gli estremi identificativi del
Conto Corrente Bancario/Conto Corrente Postale
dedicato in via esclusiva /dedicato in via non esclusiva
alle commesse pubbliche
Estremi identificativi del Conto Corrente Bancario:
Banca: ...…………………………………………………….
Sede/Agenzia: ……………………………………………..
Numero di conto: …………………………………………..
Intestazione: …………………………………………….…
Codice IBAN: ………………………………………….......
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Estremi identificativi del Conto Corrente Postale:
Banca: ...…………………………………………………..
Sede/Agenzia: ……………………………………………
Numero di conto: ………………………………………...
Intestazione: ………………………………………………
Codice IBAN: ……………………………………………..
COMUNICA
altresì i dati anagrafici, il Codice Fiscale e la carica della/e persona/e delegata/e ad
operare sul conto medesimo.
Delegato ad operare sul Conto Corrente:
Nome ……………………………………..Cognome ………………………………………
Carica …………………………………………………………………………………………
Nato a ……………………..il ………….Codice Fiscale …………………………………..
Delegato ad operare sul Conto Corrente:
Nome ……………………………………..Cognome ………………………………………
Carica …………………………………………………………………………………………
Nato a ……………………..il ………….Codice Fiscale …………………………………..
Delegato ad operare sul Conto Corrente:
Nome ……………………………………..Cognome ………………………………………
Carica …………………………………………………………………………………………
Nato a ……………………..il ………….Codice Fiscale …………………………………..
II sottoscritto si impegna altresì a comunicare alla stazione appaltante ogni eventuale
variazione dei dati sopra richiamati.
Dichiara di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui al D. Lgs. n. 196/2003 e
successive modificazioni ed integrazioni, che i dati personali raccolti saranno trattati,
anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale
la presente dichiarazione viene resa.
_________________________
(luogo, data)
_________________________
(firma)
Ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. 445 del 28 Dicembre 2000, la dichiarazione è sottoscritta dall’interessato in
presenza del dipendente addetto, ovvero sottoscritta o inviata insieme alla fotocopia, non autentica, di un
documento di identità del dichiarante in corso di validità, alla competente Sezione Gare o Contratti oppure a
mezzo posta, via telefax o tramite un incaricato.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Modello “H” - Registrazione di cui all'art. 10 del Capitolato di gara.
Questo documento non è da caricare, al suo posto va uplodato l'attestato di avvenuta
registrazione di cui all'Art. 10 del Capitolato di gara.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Modello “I”
Questo allegato è da inserire sulla Piattaforma Sintel nella busta telematica dell'offerta tecnica e
deve contenere le schede tecniche di tutti i prodotti offerti.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Allegato “B”
DIPARTIMENTO ATTIVITÀ AMMINISTRATIVE
SERVIZIO RISORSE STRUMENTALI
U.O. APPROVVIGIONAMENTI
Viale Duca degli Abruzzi, 15 – 25124 Brescia
Tel. 030 383.8245 - Fax 030 383.8360
E-mail [email protected]
Spett.le
Brescia,
ES/ar
Prot. Gen. n.
Cl. 05.13
Trasmissione a mezzo posta elettronica.
Oggetto:
Registrazione su piattaforma Sintel per partecipazione alla gara per
l'affidamento della fornitura di materiale di consumo per il Servizio IAN
dell'ASL di Brescia, per un periodo di anni tre.
LETTERA DI INVITO
Con la presente si comunica alla spett.le Società in indirizzo che quest’Azienda sta
procedendo all’indizione di gara per l’affidamento della fornitura in oggetto mediante procedura
negoziata ai sensi dell'art. 125 del D.Lgs. n. 163/2006.
Il contratto avrà durata di anni tre a decorrere dalla data del provvedimento di aggiudicazione
della fornitura in argomento.
Per l’espletamento della presente procedura, l’Azienda si avvale del Sistema Informatico
dell’ Agenzia Regionale Centrale Acquisti (ARCA).
Per poter partecipare alla presente procedura, i fornitori dovranno provvedere alla
Registrazione a Sintel, così come disciplinato dai “Manuali”, accedendo al portale dell’ Agenzia
Regionale Centrale Acquisti (ARCA) all’indirizzo internet della suddetta piattaforma
www.arca.regione.lombardia.it nell’apposita sezione “Registrazione”>>”Registrazione
all’Agenzia Regionale Centrale Acquisti (ARCA)”>>Registrazione Imprese”, facendo riferimento
esclusivamente al numero verde Sintel 800 116 738.
La registrazione è del tutto gratuita, non comporta in capo al concorrente che la richiede
l’obbligo di presentare offerta, né alcun onere o impegno.
In caso di aggruppamento Temporaneo di Imprese (R.T.I.) o Consorzio costituendo è
sufficiente la Registrazione a Sintel della capogruppo mandataria senza che sia necessaria la
registrazione di tutti i soggetti facenti parte del R.T.I. o Consorzio.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Una volta ottenuta l’abilitazione, potranno procedere alla qualificazione presso questa
Azienda Sanitaria per la seguente categoria merceologica: 2.6.2 – Reagenti e diagnostici sulla piattaforma Sintel.
Il presente invito indica la procedura iniziale per essere messi in grado di partecipare alla
selezione ed indica che la gara sarà a breve lanciata sulla piattaforma Sintel. In particolare, la
partecipazione alla presente procedura si articola nell’inserimento dei dati e delle informazioni
relative ai requisiti di ordine generale, di capacità economico – finanziaria e tecnico organizzativa, e dell’offerta economica dell’impresa concorrente, secondo le indicazioni riportate
sulla Piattaforma Sintel. Ai fini della valida partecipazione alla procedura in corso, l’impresa
concorrente dovrà, pena esclusione dalla procedura medesima, firmare digitalmente il file
prodotto dalla Piattaforma Sintel contenente l’offerta in tutte le sue parti.
L’A.S.L. avrà la facoltà di sospendere o rinviare la procedura di gara senza che le
imprese possano avanzare pretese qualora si verificassero anomalie nel
funzionamento dell’applicativo o della rete che rendano impossibile ai partecipanti
l’accesso a Sintel, o che impediscano di formulare l’offerta.
RIFERIMENTI:
Per informazioni sulla modalità di sottomissione dell’offerta e sulle problematiche connesse alla
Piattaforma Sintel (internet, qualificazione, iscrizione……) bisogna fare riferimento
esclusivamente al numero verde Sintel 800 116 738.
Per problematiche relative al contenuto del bando si può fare riferimento all’ASL – U.O.
Approvvigionamenti:
per questioni amministrative: Dott. Sergio Manca di Mores - Tel 030/3838.066 - 245, Rag. Anna
Romano – Tel 030/3838.110.
Si porgono distinti saluti.
IL DIRIGENTE RESPONSABILE
U.O. APPROVVIGIONAMENTI
(Dott.ssa Elena Soardi)
Sruttura competente: Dip.to Att. Amm.ve – U.O. Approvv.ti
Il Responsabile del procedimento: Dott.ssa Elena Soardi
Il Referente della pratica: Rag. Anna Romano
030/383.8110 - - [email protected]
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DR.SSA ELENA SOARDI
Author
Документ
Category
Без категории
Views
0
File Size
738 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа