close

Enter

Log in using OpenID

Bollettino n. 1 - 2014 - Ordine dei Medici e Odontoiatri di Como

embedDownload
Ordine Provinciale
dei Medici Chirurghi
e degli Odontoiatri
di Como
Bollettino
1.2014 Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
1
Volume 91
Numero 1
Gennaio-Aprile 2014
Direttore: Gianluigi Spata
Direttore Responsabile: Gianluigi Spata
Redazione: G. Corrado, I. M. Fini,
P. Fumagalli
Comitato di Redazione:
Il Consiglio Direttivo dell’Ordine:
G. L. Spata, Presidente;
L. Snider, Vice Presidente;
I. M. Fini, Segretario;
G. F. Prada (Odontoiatra), Tesoriere;
Consiglieri: P. Bianchi, P. Conti,
P. Fumagalli, M. Galli, C. Ghezzi,
L. Levrini, D. Lietti, M. Malinverno,
M. Mariani (Odontoiatra), G. V. Melfa,
G. Moltrasio, G. E. Rivolta, M. Russello
Commissione Albo Odontoiatri:
M. Mariani, Presidente;
F. Meani, Segretario;
F. De Simone, G. F. Prada
BOLLETTINO
dell’Ordine Provinciale dei Medici
Chirurghi e degli Odontoiatri di Como
rubriche
Comunicati della segreteria...................................4
Estratto verbale assemblea..................................... 6
Contributi.................................................................. 24
Attività delle associazioni.................................... 28
Elenco supplenti...................................................... 30
ATTIVITÀ DELL’ORDINE
Consiglio direttivo.................................................. 33
DIREZIONE
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE:
COMO - Via M. Masia, 30
Tel. 031572613 - Fax 031572466
Proprietà Ordine dei Medici Chirurghi e degli
Odontoiatri di Como
Autorizz.:
Tribunale di Como n. 11, aprile 1986
Realizzazione: JMD s.r.l. - Cantù
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
3
COMUNICATI DELLA segreteria
4
Nuovo Sito Omceoco.it
Dopo 14 anni il sito si rinnova completamente
Dopo 14 anni è venuto il momento di trasferire il portale dell’Ordine e il nuovo
dominio (www.omceoco.it) su una piattaforma più adeguata ai tempi, così come
successo per le sua versione per dispositivi cellulari perfettamente allineata alle
esigenze di oggi.
Le nuove tecnologie “open”, disponibili gratuitamente sul web, ci permetteranno
di non più dipendere da un software di sviluppo diventato ormai obsoleto.
Tutto è ora ottimizzato per interagire con la versione mobile del portale
(m.ordinemedici.como.it), con Youtube (OMCwebTv) e Twitter (OMCcomo).
Tutto ciò porterà l’Ordine ad avere un sito più facilmente leggibile (con adattamento automatico alle diverse risoluzioni video), più facilmente aggiornabile e
reperibile (tag per i motori ricerca).
Inoltre sarà possibile l’inserimento di notizie (tutte automaticamente indicizzate
in archivio) anche più volte al giorno, allineando così il portale agli standard di
informazione on-line di oggi.
Ogni notizia potrà essere aggiunta alle pagine facebook o twitter degli utenti con
un semplice click.
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
COMUNICATI DELLA segreteria
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
5
estratto VERBALE ASSEMBLEA
ESTRATTO DEL VERBALE DELL’ASSEMBLEA ORDINARIA
ANNUALE DEGLI ISCRITTI ALL’ORDINE PROVINCIALE DEI
MEDICI CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DI COMO DEL
GIORNO 17 MARZO 2014
L’anno 2014, il giorno 17 del mese di Marzo alle ore 21,00, a seguito di convocazione del
29.01.2014-prot.n.70 inviata a tutti gli Iscritti all’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e
degli Odontoiatri di Como, si è riunita in seconda convocazione -essendo andata deserta
la prima convocazione in data 15 marzo 2014 alle ore 12- presso la Sede dell’Ordine
in Como, Viale Masia n. 30, l’Assemblea Ordinaria Annuale degli Iscritti agli Albi Professionali dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Como con il seguente
ORDINE DEL GIORNO:
1. Lettura ed approvazione del verbale della precedente Assemblea Ordinaria Annuale;
2. Giuramento degli Iscritti neo laureati;
3. Relazione morale del Presidente;
4. Approvazione del Conto Consuntivo 2013;
5. Approvazione del Bilancio Preventivo 2014;
6. Ratifica della seguente delibera di Consiglio: -n°349-16.12.2013 (Esercizio provvisorio primi mesi anno 2014);
7. Varie ed eventuali.
Presidente: il Dott. Gianluigi Spata, Presidente dell’Ordine
Segretario: il Dott. Ilo Marco Fini, Segretario dell’Ordine
Il Presidente, alle ore 21,00, conta i presenti e ritira le deleghe:
- risultano presenti n. 64 (sessantaquattro) Iscritti, altri n. 23 (ventitre) hanno rilasciato
deleghe ai Colleghi;
- totale degli Iscritti presenti e rappresentati in Assemblea: n. 87 (ottantasette).
Il Presidente, in base al disposto del 5° comma dell’art. 24 del D.P.R. 5.4.1950-n°221,
dichiara aperta la Seduta e invita l’Assemblea a procedere alla trattazione dell’Ordine
del giorno.
1° PUNTO ORDINE DEL GIORNO
Lettura ed approvazione del verbale della precedente Assemblea Ordinaria Annuale
Il Presidente invita il Segretario a dar lettura del verbale dell’Assemblea Ordinaria Annuale dell’anno precedente, tenutasi il giorno 18 Marzo 2013. Al termine della lettura
l’Assemblea, a norma del 1° comma dell’art. 25 del D.P.R. 05.04.1950-n°221, con votazione espressa per alzata e seduta dei partecipanti, APPROVA con n. 87 (ottantasette)
voti favorevoli, nessun voto contrario, nessun astenuto il verbale della precedente Assemblea Ordinaria Annuale.
6
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
estratto VERBALE ASSEMBLEA
2° PUNTO ORDINE DEL GIORNO
Giuramento degli Iscritti neo laureati
“Buonasera a tutti mi fa molto piacere vedere una sala ordinistica così affollata e piena di
giovani. Prima di iniziare l’Assemblea è nostra consuetudine ricordare i nostri Colleghi che
nel corso dell’anno 2013 ci hanno lasciato:
Ornella Bordini
15 novembre 2013
Gabriele Butti
9 novembre 2013
Manlio Italo Cipolla
24 febbraio 2013
Rinaldo Conti
28 maggio 2013
Giorgio Francia
14 luglio 2013
Francesco Frisone
22 agosto 2013
Mario Gallinotti
20 luglio 2013
Stefano Lovisetti
7 aprile 2013
Nicola Luccisano
26 maggio 2013
Aurelio Marsili
13 giugno 2013
Fulvio Mauri
24 luglio 2013
Mario Nespoli
12 febbraio 2013
Alberto Orio
2 ottobre 2013
Adolfo Rigoli
8 settembre 2013
Fausto Roscio
4 maggio 2013
Giuseppina Rusconi
29 luglio 2013
Ettore Salamon 14 dicembre 2013
Giovanni Tentorio
13 gennaio 2013
Ernesto Torricelli
1 maggio 2013
Giovanni Valli
28 marzo 2013
Mario Vergani
11 agosto 2013
Massimo Vernazza 19 giugno 2013
Giovanni Vitale
2 luglio 2013
Vi ringrazio per questo minuto di silenzio; è una tradizione ricordare i nostri Colleghi che
non ci sono più ed ai quali rivolgo un mio pensiero affettuoso e tanta gratitudine per quello
che hanno fatto per i pazienti e per la professione.
Ritengo che questa sia una serata importante per tutti noi e in particolare per Voi neo iscritti.
L’iscrizione all’Ordine è il primo atto che Vi permette di poter esercitare la professione e di
entrare nel mondo del lavoro.
Per molti di Voi in realtà è l’inizio di un percorso formativo o verso le scuole di specialità o
verso la scuola di formazione in medicina generale. Per altri purtroppo non sarà possibile
accedere né all’una né all’altra (saranno circa 4000 in Italia i neolaureati che resteranno
fuori da questi corsi di formazione) e purtroppo tutto questo mette in evidenza come in
questo paese sia ancora difficile fare una programmazione seria ed efficace basata su un
calcolo preciso del fabbisogno lavorativo.
A proposito di lavoro può capitare che all’inizio della vostra attività vengano proposte delle
offerte allettanti ma che nascondono pericoli non indifferenti; per esempio la direzione sanitaria di centri polispecialistici o proposte di entrare in società; sono decisioni che vanno ben
valutate e per questo noi tutti componenti del Consiglio dell’Ordine abbiamo l’esperienza e
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
7
estratto VERBALE ASSEMBLEA
8
la competenza per darvi dei consigli che potrebbero essere importanti per evitare guai seri.
Il Dr. Mariani, presidente della Commissione Albo degli Odontoiatri della nostra provincia,
sicuramente avrà qualche cosa da dirvi a tal proposito.
Ma al di là di queste considerazioni quando mi trovo davanti a dei giovani medici mi soffermo sempre su alcuni aspetti della nostra professione che mi sembrano essenziali.
Il primo è sicuramente l’aspetto relazionale del rapporto medico – paziente ma anche
quello fra colleghi.
In tante riunioni, convegni ho parlato di questo rapporto che sta diventando indubbiamente
difficile, forse sta andando anche in crisi, noi abbiamo dedicato un congresso a novembre su questo argomento, in particolare la bioetica nel rapporto medico paziente. Non
spetterebbe a me dirlo ma ritengo che sia stata una giornata ben riuscita vista anche la
partecipazione e lo spessore dei relatori che vi hanno partecipato. Senza scendere nel filosofico, ma andando molto sul pratico, il paziente non è un numero ma una persona che ha
bisogno innanzitutto della nostra professionalità e capacità, del nostro sapere e del nostro
saper fare che sono indispensabili per il nostro lavoro di tutti i giorni, ma la persona che ci
troviamo di fronte ha spesso, per non dire sempre, bisogno di essere ascoltata e di ricevere
da noi una parola, un gesto che in molte occasioni valgono molto di più della terapia stessa o comunque contribuiscono ad acquisire quella fiducia e quel feeling necessari per un
buon esito del nostro lavoro.
Il rapporto tra colleghi è altrettanto importante; ormai la nostra professione si basa sulla
multidisciplinarità, sul lavoro di equipe, di gruppo per la condivisione di percorsi terapeutici
nell’interesse del paziente. È normale che ci possano essere idee diverse su diagnosi e
terapie, l’importante però è che il confronto avvenga sempre nel rispetto reciproco sia dei
valori della persona che dei propri ruoli.
Il confronto o la discussione non devono essere mai fatti in presenza del paziente che potrebbe trarre delle conclusioni distorte per non dire negative.
L’aggiornamento, come previsto dall’art. 19 del nostro attuale codice deontologico, ma
anche di quello nuovo che a fine anno sarà completato, è un dovere del medico sia per rispetto del paziente ma anche nei confronti di se stessi e della propria professionalità. I corsi
di aggiornamento non devono essere visti in funzione dell’acquisizione dei crediti formativi
obbligatori, i 150 crediti triennali, ma devono essere visti sempre come crescita culturale e
professionale, specialmente in momenti come questi dove la tecnologia e la scienza medica è in continua evoluzione.
Per concludere vorrei ricordare che all’interno dell’Ordine esiste una Commissione Giovani Medici, coordinata dal Dr. Rivolta e dalla Dr.ssa Iorio ai quali vi potrete rivolgere per
esporre eventuali vostre idee e proposte. Sicuramente, come è già successo negli scorsi
anni, faremo presto una serata dedicata agli aspetti medico-legali, assicurativi, fiscali e
certificativi che ritengo, per voi che iniziate la professione, siano estremamente importanti.
Prima di passare al giuramento ed alla consegna delle cartellette che contengono il codice
deontologico, che io Vi consiglio di leggere attentamente almeno una volta, il Caduceo, il
manuale Roversi offerto dall’Associazione Culturale Medico Odontoiatrica Comasca che si
occupa dell’organizzazione degli eventi proposti dall’Ordine, il libro del centenario della
istituzione degli Ordini dei Medici e una chiavetta che funge da vademecum della professione preparato dal Dott. Fini, dal Dott. Malinverno e dal Dott. Mariani sulla base di quello
predisposto dalla Federazione Nazionale.
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
Dott. Mariani
“Voglio farvi gli auguri per l’inizio della professione. La professione odontoiatrica una volta
era la bonanza della libera professione, purtroppo i tempi non sono più quelli, una serie
di fattori l’hanno stravolta e la stanno cambiando così rapidamente che è difficile anche
intravedere esattamente quale sarà l’uscita. Al momento il consiglio che posso darvi in
base alla mia esperienza personale è quello di cercare di raggiungere il massimo livello di
professionalità, ci sarà sempre spazio per chi sa svolgere al meglio la professione e per chi
ha adeguate conoscenze professionali, comprese le conoscenze di gestione del paziente,
che per noi liberi professionisti è essenziale. Voi dovrete combattere una battaglia che io ho
intravisto, all’inizio della mia attività era già difficile, non era più il periodo d’oro, voi arrivate
in un momento che la festa è proprio finita, per molti voi, soprattutto per chi non è figlio
d’arte, il problema iniziale sarà quello di trovare un posto dove fare palestra e guadagnare
qualcosa. Qui mi riallaccio a quello che diceva il Presidente, attenzione spesso questi posti
offrono direzioni sanitarie. Il direttore sanitario è una figura che molto spesso viene preso
come incarico senza sapere esattamente quello che comporta: se tu sei il direttore sanitario
sei il responsabile oggettivo di tutto quello che succede nello studio, quindi qualsiasi problema medico-legale, problemi con l’ASL, ma anche semplici problemi di pubblicità che molto
spesso le società fanno senza interpellare il direttore sanitario che poi rischia di trovarsi nei
problemi. Quindi la figura del direttore sanitario è molto rischiosa, pensateci molto bene
prima di accettare qualsiasi incarico, anche dal punto di vista legale è molto difficile tutelarsi completamente da quello che la società può fare a vostro danno e a vostra insaputa.
Non mi dilungo oltre, auguri!”
Al termine dell’intervento del Dr. Mariani, i giovani medici leggono il Giuramento di Ippocrate e ricevono in omaggio una cartelletta che contiene il codice deontologico, il manuale
Roversi offerto dall’Associazione Culturale Medico Odontoiatrica Comasca, il libro del centenario della istituzione degli Ordini dei Medici e una chiavetta che funge da vademecum
della professione.
estratto VERBALE ASSEMBLEA
Infine Vi ricordo ancora che l’Ordine è la Vostra casa, sempre aperta e pronta ad accogliervi e ad ascoltavi.
Passo ora la parola al Dr. Mariani, Presidente della Commissione Odontoiatrica del nostro
Ordine.”
3° PUNTO ORDINE DEL GIORNO
Relazione morale del Presidente
“Iniziamo con il movimento degli Iscritti agli Albi per l’anno 2013 che è stato il seguente:
Movimento albo dei medici anno 2013:
Nuovi iscritti
Provenienti da altri Ordini
Totale nuove iscrizioni
Trasferiti ad altri Ordini
Cancellati per cessata attività
Cancellati per decesso
n. 32
n. 28
n. 60
n. 15
n. 6
n. 22
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
9
estratto VERBALE ASSEMBLEA
10
Cancellati per trasferimento all’estero
Totale cancellazioni
TOTALE ISCRITTI AL 31.12.2013
n. 5
n. 48
n. 2.697
Movimento albo degli odontoiatri anno 2013:
Nuovi iscritti
n. 8
Doppie iscrizioni
n. 2
Totale iscrizioni
n. 10
Cancellati per trasferimento ad altro Ordine n. 2
Cancellati per cessata attività
n. 3
Cancellati per decesso
n. 3
Totale cancellazioni
n. 8
TOTALE ISCRITTI AL 31.12.2013
n. 527
Avrei voluto iniziare la mia relazione di quest’anno con qualche nota ottimistica ma da
quanto si percepisce in questi ultimi giorni, anche alla luce del rimpasto di Governo con
l’elezione di nuovi ministri, si susseguono tante notizie alle quali talvolta è difficile dare credibilità e per questo motivo quanto vi dirò questa sera, 17 marzo 2014, può essere smentito
già domani.
Il nostro Ministro Beatrice Lorenzin, riconfermata nell’incarico (credo e spero per nostra
fortuna), continua a difendere gli accordi del “Patto per la salute”con le Regioni, contenitore
nel quale sono presenti provvedimenti in controtendenza con quanto fatto fino ad ora (mi
riferisco ai tagli per 25 miliardi dal 2010).
Infatti, fatti salvi quei 2 miliardi che dovevano essere recuperati con l’introduzione di nuovi
ticket e che saranno, per la prima volta dal 2011, reinvestiti nella sanità, sembrerebbe, sempre per bocca del nostro Ministro, che nella definizione del nuovo Patto per la Salute sia
stato previsto, per il fondo sanitario, “un budget certo fino al 2016, partendo dai 109,902
miliardi per il 2014 fino ai 117,563 per il 2016 (per il 2015 è di 113.452)”.
La grossa incognita è che il Commissario straordinario per la revisione della spesa Carlo
Cottarelli non metta in discussione gli accordi presi nel patto per la salute ridimensionando
gli ipotetici stanziamenti per il SSN, alla ricerca di quei 10 miliardi di risparmi di spesa da
destinare al taglio del cuneo fiscale.
Se fossero comunque confermati gli orientamenti espressi dal nostro Ministro, sarebbe sicuramente un fatto importante per le amministrazioni regionali che potrebbero fare una
programmazione seria contando su un budget sicuro nel lungo termine contrariamente a
quanto avvenuto fino ad oggi.
Nonostante queste speranze, le incertezze, i dubbi restano e comunque c’è bisogno dell’impegno di tutti per salvaguardare un SSN che mi sento di difendere anche perché lo ritengo
uno dei migliori al mondo.
Come avevo già ricordato in occasione dell’assemblea del 2013 i tagli imposti dalle varie
finanziarie, a partire dal 2011 fino al 2013, al nostro SSN ha costretto tutte le Regioni, comprese anche quelle più virtuose come la nostra, a sottoporsi a piani di rientro con risultati
contrastanti e che oggi tutti noi possiamo toccare con mano.
In poche parole se gli effetti dei tagli imposti dalla finanziaria hanno indotto le Regioni a
una maggiore razionalizzazione della spesa contenendo in parte e riducendo gradualmenBollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
estratto VERBALE ASSEMBLEA
te la spesa stessa, dall’altra non c’è stato, fino ad ora, una reale e concreta progettazione
e adeguamento dei servizi alla nuova realtà.
È ovvio che tale situazione ha creato una notevole disparità fra le Regioni del nostro paese
e sicuramente quelle del centro sud sono quelle che hanno subito maggiori conseguenze
rispetto alle altre.
È bene ricordare che è il decreto Balduzzi, approvato in via definitiva nell’ottobre del 2012,
a dettare le direttive di questa riforma della nostra sanità, con proposte che riguardano soprattutto la riorganizzazione del territorio e il delicato problema della responsabilità professionale, provvedimenti che è bene ricordare saranno attuati “senza ulteriori oneri a carico
della finanza pubblica”.
Tutto questo dovrebbe essere fronteggiato con un riordino sia del sistema sanitario ospedaliero che di quello territoriale.
Sul fronte ospedaliero è stata imposta nella spending review Monti del 2012 la riduzione
dei posti letto a 3.7 per mille abitanti , dei quali 3,0 per acuti e 0,7 per riabilitazione e lungodegenza post acuti; quindi è stata ipotizzata la chiusura degli ospedali con meno di 120
posti letto che paradossalmente, se così fosse, potrebbe portare nella nostra regione ad
una ulteriore riduzione dei posti letto a circa 2,5 posti letto ben al di sotto di quanto previsto
nel decreto stesso. A tutto questo si aggiunge anche il mancato turnover negli ospedali che
coinvolge sia il comparto medico che infermieristico con inevitabili disagi sia per il cittadino
che per gli stessi operatori sanitari.
Sul fronte territoriale invece il decreto Balduzzi comporterebbe una ristrutturazione della
medicina generale attuale puntando sulla creazione, su imput delle Regioni, di nuove unità
operative denominate aggregazioni funzionali territoriali (AFT) e forme organizzative multi
professionali chiamate unità complesse di cure primarie (UCCP).
Lo scopo è quello di poter garantire, attraverso l’integrazione di più figure professionali
come i MMG, i PLS, la guardia medica, i medici specialisti, gli infermieri e il personale di
segreteria, una continuità assistenziale articolata nelle 24 ore.
Dovrebbe costituire una evoluzione o una integrazione di quanto già sul territorio esiste in
quanto vorrei ricordare che molti Medici e pediatri di Famiglia sono organizzati in medicina di gruppo e in rete e sono dotati di personale infermieristico e di segretaria.
Come spesso succede in Italia siamo ben oltre i termini attuativi stabiliti dalla legge (180
giorni per gli accordi nazionali e i 90 giorni successivi per quelli regionali) ma Vi posso
dire che circa un mese fa si è incominciato a discutere, nei tavoli aziendali, di queste problematiche anche se sinceramente, ma è una mia personale valutazione, non noto ancora
una vera strategia regionale di programmazione di tali progetti.
E la cosa non mi lascia indifferente, anzi mi preoccupa non poco.
In pratica ci troveremo di fronte ad un SSN dove l’ospedale sarà sempre più orientato alla
cura dell’acuto con riduzione dei tempi di degenza (ormai non esiste più la lunga degenza
se non in rari casi) e il territorio dovrà occuparsi più specificatamente della cronicità in costante aumento sia per effetto di una migliore qualità delle cure e della tecnologia medica
sia per l’allungamento della vita che ormai sta superando la soglia degli 80 anni.
Se così deve essere e se il territorio deve prendersi carico della gestione e cura della cronicità, credo che sia problematico che tutto ciò avvenga, e lo ripeto per l’ennesima volta, come
un assordante ritornello, “senza ulteriori oneri a carico della finanza pubblica”.
Se la logica della riorganizzazione del territorio è questa, in funzione di una deospeda-
11
estratto VERBALE ASSEMBLEA
12
lizzazione che dovrebbe portare a un risparmio sulla spesa, è altrettanto vero che non si
può prescindere dall’affrontare un altro problema che a questo punto diventa prioritario:
l’integrazione Ospedale Territorio.
La presa in carico della cronicità da parte del territorio implica la necessità di poter garantire al paziente la continuità delle cure e per far fronte a questo elemento assolutamente indispensabile per un’adeguata e corretta assistenza è indispensabile che siano resi attuativi
e condivisi fra i professionisti i vari PDTA e che siano trovati i mezzi più idonei perché ci sia
una soluzione ad uno dei grossi problemi della nostra professione come la comunicazione
interdisciplinare.
E’un tema sul quale stiamo lavorando da qualche anno con tanto impegno ma anche con
non poche difficoltà, sul nostro territorio,e sul quale Vi relazionerà il coordinatore del nostro
tavolo Ospedale-Territorio Dr. Melfa.
Ma quando si parla di integrazione non è solo fra medici ma riguarda anche altre figure
professionali in area sanitaria come gli infermieri, i fisioterapisti e i farmacisti anche alla
luce di tre recenti decreti ministeriali del 2010 relativi ai nuovi servizi erogati in farmacia.
Si è concluso proprio in questi giorni il tavolo ministeriale, al quale ho partecipato, su “Implementazione della qualità e della sicurezza dei servizi assistenziali erogati nelle farmacie
di comunità” e che produrrà un manuale proprio sulla collaborazione multi professionale e
multi disciplinare. In particolare al farmacista competerà un compito di supporto al medico
nel collaborare alla verifica dell’aderenza alla terapia, l’osservazione e segnalazione di
reazioni e eventi avversi, la partecipazione a campagne di promozione dei corretti stili di
vita, la distribuzione dei farmaci, dei presidi e dei device , con le indicazioni per un loro
corretto utilizzo.
È quindi necessario instaurare meccanismi di collaborazione fra tutte le figure professionali
sempre nel rispetto dei propri ruoli e soprattutto competenze.
Un altro problema che tocca da vicino la nostra professione e che in modo particolare ci
toglie quella tranquillità e serenità che il nostro ruolo di medici e odontoiatri richiede per
poter svolgere con perizia e professionalità il nostro lavoro è sicuramente il tema della responsabilità professionale, tema che grava sulle nostre teste come un macigno e che incide
non poco anche sulla spesa sanitaria, se son vere le stime di 12 – 13 miliardi all’anno di
costi della medicina difensiva; un altro tema ad esso correlato e molto preoccupante è il
costo delle polizze assicurative, a patto che un professionista riesca a stipulare un contratto
assicurativo ( ne sanno qualcosa i ginecologi, i chirurghi, gli ortopedici).
Il decreto – legge n. 158 del 2012, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 189 del
2012 (cosiddetto decreto Balduzzi) all’art. 3 ha provato ad affrontare il problema della
responsabilità penale medica ; val la pena ricordare che l’Italia, insieme alla Polonia, è l’
unico paese europeo dove il medico e l’odontoiatra vengono perseguiti penalmente mentre
negli altri paesi solo in ambito civile. Nel decreto Balduzzi infatti all’art. 3 recita testualmente “ l’esercente la professione sanitaria che nello svolgimento della propria attività si attiene
alle linee guida e buone pratiche accreditate dalla comunità scientifica non risponde penalmente per colpa lieve. In tali casi resta comunque fermo l’obbligo di cui all’art. 2043
del codice civile. Il giudice, anche nella determinazione del risarcimento del danno, tiene
debitamente conto della condotta di cui al primo periodo”.
A tal proposito esistono più proposte di legge depositate alla Camera dei Deputati e al
Senato relative al tema della responsabilità professionale ma mi preme ricordare che il 18
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
estratto VERBALE ASSEMBLEA
ottobre 2013 è stato depositato in Senato dal nostro Presidente nazionale un disegno di
legge dal titolo “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e di responsabilità in ambito
medico e sanitario”, proposta che il 16 dicembre scorso è approdata, in sede referente, alle
Commissioni riunite Giustizia e Igiene e Sanità.
Un disegno complesso che prima di scendere nel merito della responsabilità professionale propone un’attenta analisi dei vari fattori di tipo organizzativo, formativo, educativo,relazionale
e gestionale che possono contribuire alla prevenzione e/o alla riduzione del rischio clinico.
Nei successivi articoli di detto disegno di legge, a proposito di responsabilità penale
dell’esercente la professione medica o sanitaria, viene proposto che venga inserito nel
codice penale un art. (il 590 ter) secondo il quale il professionista che procuri, per effetto
del proprio agire, la morte o una lesione del paziente, viene punito solo in caso di colpa o
dolo, dove per colpa si intende “quando l’azione o l’omissione dell’esercente la professione
medica o sanitaria, inosservante delle buone pratiche e delle regole dell’arte, crei un rischio
irragionevole ed inescusabile per la salute del paziente, concretizzatosi nell’evento”.
Nell’articolato sono presenti altre proposte che riguardano la responsabilità civile per danni
occorsi in strutture sanitarie pubbliche e private, l’azione di rivalsa, la tutela obbligatoria
per responsabilità civile verso terzi e verso prestatori d’opera delle strutture sanitarie, ecc.
Delle iniziative sono state prese, esistono dei disegni di legge, si spera che la tempistica
sia rapida.
Strettamente legato al problema della responsabilità professionale è ovviamente quello legato alle assicurazioni e all’obbligo assicurativo (ricordo con decorrenza 14 agosto 2014).
Se dal rapporto ANIA (Associazione nazionale imprese assicuratrici) emerge che dal 2010
al 2011 è in calo il numero delle denunce contro i medici e le strutture sanitarie è altrettanto vero che comunque le denunce dal 1994 sono aumentate del 200 %, numeri ancora
estremamente elevati e che hanno inevitabilmente portato ad un incremento della medicina
difensiva, come ho precedentemente ricordato, e a costi sempre più elevati delle polizze
assicurative, soprattutto per le categorie più a rischio come quelle chirurgiche.
Si sta valutando, come FNOMCeO, la possibilità di trovare e proporre una polizza collettiva a copertura del primo rischio (compreso quello di rivalsa) per tutta la nostra categoria
professionale con lo scopo di raggiungere migliori garanzie e soprattutto costi accettabili
e competitivi.
Si sta concludendo il lungo percorso di revisione del nostro Codice Deontologico del 2006
ed entro la fine del 2014 sarà varato dal Consiglio nazionale della FNOMCeO. Come
dicevo è stato un percorso lungo durato quasi 2 anni che ha sollevato anche molte discussioni e critiche, come è giusto che sia, e che ha subito il vaglio dei consigli provinciali di
tutta Italia.
Ci sarà ancora un ultimo passaggio nei nostri consigli e quindi a Maggio di quest’anno ci
sarà un’ulteriore discussione in un consiglio nazionale dedicato e quindi l’approvazione.
Sempre sul fronte nazionale si sono conclusi alcuni tavoli ministeriali come quello sul FSE
(fascicolo sanitario elettronico) e sul patient summary.
Sono stato coinvolto anche al tavolo sul complicato problema della certificazione dell’attività sportiva non agonistica dove siamo riusciti a produrre un documento, attualmente in
valutazione presso ISS e il Ministero della Salute, condiviso con società scientifiche e sigle
sindacali, nel quale abbiamo eliminato il concetto molto pericoloso, dal punto di vista medico legale, di discrezionalità per quanto riguarda l’esecuzione dell’ECG.
13
estratto VERBALE ASSEMBLEA
Procede il lavoro dell’osservatorio nazionale giovani, del quale fa parte la nostra giovane
collega Dott.ssa Iorio che su questo ci relazionerà anticipando anche il nostro programma
provinciale.
Continua anche l’iter parlamentare della proposta di legge sulla riforma degli ordini professionali e si spera che proceda speditamente in modo da poter ottenere finalmente quella
riforma più volte bloccata e che ci permetterebbe di contare su una normativa nuova con
regole innovative a garanzia del cittadino e della professione.
Per quanto riguarda il nostro ente previdenziale si è svolto l’8 marzo scorso un consiglio
nazionale straordinario dove è stato presentata la bozza del nuovo statuto che prevede
come punti salienti:
• Garantire una più efficace rappresentanza di medici e odontoiatri e di tutte le categorie
(convenzionati, dipendenti e libero professionisti);
• Garantire invarianza ovvero riduzione della spesa storica per il funzionamento degli
organi collegiali indipendentemente dalla loro definizione e composizione;
• Ridefinire la composizione del Consiglio Nazionale e del CdA (ridimensionato) con abolizione del comitato esecutivo;
• Prevedere la quota di genere;
• Inserire l’osservatorio dei pensionati e dei giovani;
Queste sono solo alcune delle novità proposte nel nuovo statuto che ora saranno valutate
da tutti gli ordini provinciali che saranno liberi di proporre emendamenti entro il 20 aprile.
Il nuovo statuto dovrebbe essere approvato dal Consiglio Nazionale ENPAM a fine giugno.
Con il 31 dicembre 2013 si è concluso il primo “triennio formativo certificabile” per tutti
i medici e odontoiatri e già dal 2 dicembre 2013 ognuno di noi può, registrandosi alla
CO.Ge.A.P.S. (Consorzio Gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie), controllare i
propri crediti formativi acquisiti nel corso del triennio. Una volta che il sistema sarà a regime
l’Ordine sarà in grado di certificare i crediti formativi.
Il professionista può comunque avvalersi per la consultazione dei propri crediti dell’aiuto di
un call center.
Infine a livello provinciale posso dire con soddisfazione che siamo presenti su parecchi
tavoli istituzionali e non manchiamo di essere collaborativi con le istituzioni provinciali e
regionali dove per altro siamo sempre invitati.
Per brevità non voglio soffermarmi su quanto stiamo facendo come Ordine sul nostro territorio perché saranno i coordinatori delle nostre commissioni che Vi relazioneranno sul nostro
programma.
A conclusione di questa mia, spero non noiosa, relazione permettetemi di ringraziare tutti i
componenti del nostro Consiglio che mi sono sempre di grande aiuto e sostegno e i nostri
tre segretari per quanto ogni giorno fanno per me e per tutti Voi.
Grazie ancora per l’attenzione e, anche se con grande anticipo, auguro a tutti Voi e alle
Vostre famiglie una serena Pasqua.
Passo ora la parola ai coordinatori delle commissioni per eventuali integrazioni su quanto
detto.”
Dr.ssa Iorio
“Buonasera a tutti,
sono Laura Iorio, medico specializzando e faccio parte della Commissione Giovani. Gra-
14
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
estratto VERBALE ASSEMBLEA
zie a questa Commissione, che in questi anni ha organizzato incontri rivolti ai neoiscritti
con consulenti legali, assicurativi e fiscali, è stato possibile incontrare e avvicinare altri
giovani medici e odontoiatri con i quali abbiamo condiviso l’esigenza di creare un “Gruppo Giovani” che attualmente sta ampliando il numero di partecipanti e pertanto si sta
riorganizzando.
Il nostro programma prevede la condivisione delle esperienze. È nostra priorità organizzare
incontri dove si possano scambiare le varie professionalità sia attraverso le nostre esperienze, ma anche attraverso quelle di chi questa professione la esercita già da alcuni anni,
conosce il territorio e ci può dare sicuramente un aiuto nel crescere professionalmente. Non
mancheranno anche incontri pratici che ci serviranno per la nostra attività quotidiana.
Un altro obiettivo è quello di incentivare la comunicazione che a volte manca tra di noi ma
soprattutto tra il territorio e i giovani. Ci piacerebbe essere un tramite per portare proposte
costruttive al Consiglio. Comunicazione che abbiamo cercato di sviluppare già attraverso
dei social network, abbiamo infatti creato una pagina su facebook che si chiama “giovani
medici e odontoiatri @ Como” dove tra l’altro abbiamo caricato la foto di tutti i neoiscritti
presenti al giuramento, e ricordo che siamo presenti anche su twitter. Inoltre, abbiamo appena ottenuto una casella di posta elettronica [email protected]
Lascio per ultimo, ma non per questo di minore importanza, l’esigenza di organizzare degli
incontri per socializzare tra di noi e per creare quell’unione che serve alla nostra professione perché tra qualche anno saremo noi a lavorare sul territorio e a confrontarci.
Per quanto riguarda la Commissione Nazionale Giovani Medici e Odontoiatri, di cui faccio parte da un anno insieme ad altri giovani colleghi provenienti da tutta Italia, da parte
mia si è rivelata una bellissima esperienza ma per tutti noi giovani rappresenta una grande
opportunità. La Commissione è nata con l’intento di permettere il miglior e più rapido inserimento dei giovani medici e odontoiatri nella professione. Ad oggi abbiamo analizzato
alcuni degli aspetti più importanti come la programmazione, la formazione, la previdenza,
la responsabilità civile, ecc. Stiamo cercando di fare emergere tutti gli aspetti che a nostro
parere necessitano di migliorie al fine di proporre soluzioni concrete e fattibili in collaborazione con la FNOMCEO. Attualmente è in corso un’indagine conoscitiva, rivolta ai laureati
da non più di 10 anni, tramite la compilazione di un questionario da noi redatto che permetterà di tracciare un quadro dell’attuale situazione riguardante l’accesso al mondo del
lavoro. Chiedo a tutti i giovani che ancora non avessero compilato il modulo di farlo andando sul sito della FNOMCEO. Sarà mia premura tenervi aggiornati sugli sviluppi futuri.
Ringrazio tutti, in particolare i Consiglieri ed gli altri giovani Colleghi che sono venuti in rappresentanza del nostro gruppo, per la loro disponibilità e collaborazione che naturalmente
mettiamo a vostra disposizione.
Faccio ancora i complimenti ai neo iscritti per l’importante traguardo raggiunto e noi tutti vi
aspettiamo numerosi con le vostre proposte.”
Dr. Rivolta
“Aggiungendo qualcosa a quello che ha già detto la Dr.ssa Iorio posso darvi un’indiscrezione: stiamo lavorando, parlo per i medici di medicina generale, a Milano e insieme alle
altre associazioni di medici di famiglia europee a Bruxelles per cercare di creare una specie di Erasmus per coloro che frequentano il corso di formazione in medicina generale, c’è
qualche ostacolo, parlo soprattutto dell’assicurazione, ma per un piccolo numero penso che
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
15
estratto VERBALE ASSEMBLEA
16
nel giro di un paio d’anni possa iniziare e secondo me è un’esperienza molto qualificante e
interessante oltre per i giovani che verranno inviati all’estero anche per la nostra comunità
della medicina territoriale e per le strutture di ricovero che riceveranno gli stranieri.”
Dott. Melfa
“Buonasera a tutti. È già il terzo mandato che questo Ordine ha costituito la Commissione Ospedale Territorio con l’intento iniziale di rendere partecipi i medici ospedalieri
e i medici di medicina generale a tematiche comuni; in questi ultimi anni l’argomento è
divenuto più pressante, in quanto rientra negli obiettivi delle Direzioni Generali di ASL e
Ospedali, rendere attiva l’integrazione ospedale territorio, al fine di perseguire la continuità assistenziale. In particolare con l’avvio del nuovo Ospedale S. Anna, e il relativo
nuovo modello organizzativo secondo intensità di cura e complessità assistenziale, sono
venuti a cambiare molti paradigmi nel nostro territorio: se l’Ospedale ha avviato nuovi
modelli assistenziali, il territorio non ha avuto sincroni adeguamenti organizzativi tali da
far fronte alle problematiche di un nuovo modo di concepire la continuità assistenziale.
Nell’ultimo decennio nella nostra Provincia si è assistito alla riduzione dei posti letto
ospedalieri per acuti, suppliti in piccola parte dall’esperienza partita negli ultimi due
anni dei letti per sub-acuti e da un incremento della disponibilità riabilitativa, senza
un adeguamento consono della medicina territoriale. In questi ultimi tre anni la commissione ordinistica, per volere del Presidente, ha cercato di essere promotrice di tavoli
finalizzati proprio all’integrazione ospedale territorio, quali, ad esempio, la condivisione
della procedura e la modulistica dell’assistenza domiciliare integrata, delle cure palliative integrate, non volendo essere impreparati rispetto alle nuove esigenze organizzative
che ci venivano imposte dai direttori generali dell’ASL e delle Aziende Ospedaliere, in
rispetto alle regole di sistema volute dalla nostra Regione. Tra le criticità emerse, soprattutto nell’ultimo triennio e coincidenti all’apertura del nuovo ospedale, la comunicazione
tra colleghi (territoriali ed ospedalieri) è divenuta emergente. La Commissione si è fatta
promotrice di iniziative diversificate: lo scorso triennio sono stati attivati iter formativi
sul campo organizzati nei vari ospedali, pubblici e privati, della Provincia su tematiche
particolari (cardiologia, dermatologia, nefrologia, gastroenterologia, pneumologia…),
finalizzate a studiare e condividere i percorsi diagnostico terapeutici (PDTA) quali strumenti comuni di continuità assistenziale della patologie croniche. Soprattutto voi giovani, oggi così numerosi, dovrete lavorare secondo questi protocolli diagnostico terapeutici
condivisi. Poiché la nostra generazione è stata colta impreparata allo scopo, il percorso
formativo professionale deve essere rivolto anche in questo senso, formandoci insieme,
medici del territorio e medici dell’ospedale, individuando insieme la cura e l’assistenza
dei pazienti nelle diverse fasi di acuzie e/o stabilizzazione delle patologie croniche
condivise; vi assicuro che non è un problema teorico, come poteva essere interpretato
fino a qualche anno fa, ma è sicuramente il problema oggi emergente; l’ospedale per
intensità di cura e l’ innovamento tecnologico impongono di lavorare con tempi molto
più rapidi rispetto a quelli passati; l’aspetto assistenziale, caratteristico degli ospedali
degli anni 70-80, ora è marginale; l’assistenza nel post-acuzie è demandata al territorio;
questi tempi accelerati devono essere assorbiti da strutture che, al momento, il territorio
non offre e soprattutto la coordinazione tra medicina ospedaliera e medicina territoriale
non ha trovato, per ora, una soluzione efficace.
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
Dr. Spata
“Grazie al Dott. Melfa. È importante sottolineare come siano indispensabili nella nostra
professione la comunicazione e la collaborazione fra le diverse figure professionali. D’altra
parte se si punta ad una riorganizzazione del territorio e se veramente il territorio deve gestire tutte le cronicità è ovvio che il Medico di Medicina Generale deve avere la possibilità
di potersi confrontare con il medico ospedaliero in tempi rapidi per evitare che il paziente
vada al pronto soccorso e quindi venga ricoverato con inevitabili ripercussioni sulla spesa
sanitaria.”
estratto VERBALE ASSEMBLEA
Il Convegno organizzato nel novembre 2013 dal nostro Ordine a tema “ Aspetti Bioetici
del Rapporto Medico-Paziente” ha rilevato una numerosa partecipazione e un significativo interesse ai lavori del Laboratorio 1 “Paziente tra ospedale e territorio: continuità delle
cure”, inducendo a ritenere, nell’interesse del paziente e in rispetto della nostra deontologia,
un’emergenza trovare soluzioni professionali, innovative e condivise, che affrontino la problematica della continuità di cura ed assistenza.
La Commissione Ospedale e Territorio e il Consiglio dell’Ordine tutto intendono proseguire
nell’individuare e promuovere iniziative ordinistiche che consentano un approfondimento,
comune e condiviso, volto a migliorare il processo di continuità assistenziale attiva, in coerenza ai modelli organizzativi prospettati.
Vi ringrazio.”
Dr. Fini
“Io faccio parte della Commissione che si occupa del Bollettino e del sito insieme al Dott.
Corrado e alla Dr.ssa Fumagalli. Le cose stanno cambiando anche sotto questo aspetto,
ormai il Bollettino lo stampiamo solo per i circa 500 Colleghi che preferiscono il cartaceo,
ma per tutti spediamo il file del Bollettino via internet con un grosso risparmio per le casse
dell’Ordine. Col sito siamo sempre più presenti e cerchiamo di tenerlo aggiornato dal punto
di vista delle informazioni e dei comunicati ordinistici. E a questo proposito vedrete che,
nei prossimi mesi, ci sarà un cambiamento radicale dell’aspetto dello stesso. Grazie ad un
nuovo software sarà molto più veloce e agevole consultarlo e cambieranno sia l’impaginazione sia il sistema di dare notizie e confidiamo che anche voi giovani ci portiate il vostro
contributo. Alla Dr.ssa Iorio dico subito che siamo disponibilissimi ad aprire un link per il
vostro gruppo di giovani medici già presente su facebook. Ricordo, inoltre ai Colleghi, che
se volessero pubblicare casi clinici o lavori scientifici sia sul Bollettino che sul sito, noi della
Commissione siamo disponibili a valutarli. Vi ringrazio.”
Dr. Spata
“Ringrazio il Dott. Fini e passo la parola al Dott. Galli, Coordinatore della Commissione di
Bioetica.”
Dr. Galli
“Due parole rapidissime. La Commissione di Bioetica di cui fanno parte la Dr.ssa Snider, il
Dott. Bianchi, il Dott. Malinverno ed il Dott. Moltrasio si è riunita più volte nell’ultimo anno
per affrontare due temi in particolare: come prima cosa abbiamo collaborato all’organizzazione del Convegno già citato sulla “Bioetica nel rapporto Medico-Paziente”. È stato un
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
17
estratto VERBALE ASSEMBLEA
momento fondamentale ed ha avuto una grande partecipazione; tutto il Consiglio se ne è
occupato a partire dal Presidente e dal Prof. Levrini. Con il Dott. Melfa abbiamo preparato
in particolare l’incontro dal titolo “Il medico fra Ospedale e territorio”. Non voglio ripetere
quello che il Dott. Melfa ha già detto molto bene, ma questa è una emergenza: io sono
Cardiologo all’Ospedale di Saronno, abbiamo meno problemi nei rapporti tra noi e con
i Medici di Base rispetto l’Ospedale Sant’Anna perché Saronno è un Ospedale di media
grandezza, non organizzato per “Intensità di Cura”, e di ciò non mi rammarico. Per quanto
riguarda il rapporto tra ospedalieri e medici del territorio nutro la speranza che all’interno
dell’Ordine cresca la possibilità, e qui mi rivolgo in particolare ai giovani, che ci sia più
capacità di rapporto fra medici ospedalieri e del territorio, cosa che la mia generazione
non sta vivendo bene come potrebbe: si riuscirebbe a lavorare meglio e si potrebbe dare
un servizio migliore ai nostri assistiti. Le istituzioni hanno fatto di tutto per distruggere l’unità
fra di noi e dobbiamo cercare di ricostruirla, fare lobby nel senso buono del termine. Il
secondo tema su cui la Commissione ha lavorato e che già citava il Presidente è la valutazione della nuova bozza del Codice Deontologico, abbiamo fatto una serie di incontri ed
inviato, come hanno fatto gli altri Ordini provinciali, al Comitato Centrale della Federazione
Nazionale le osservazioni critiche sulla nuova bozza, osservazioni che non sono banali
perché il Codice Deontologico è importante nella professione, vale sicuramente la pena di
leggerlo, anche perché si viene giudicati a livello ordinistico solo in base al Codice Deontologico. È interessante che la Federazione abbia tenuto conto almeno di una parte delle
nostre osservazioni critiche e degli altri Ordini Provinciali, ora ci è stata rinviata la copia
aggiornata per una ulteriore revisione: per il mese di maggio dovremmo avere il nuovo Codice e potremmo dare seguito con un momento pubblico di illustrazione, questa è un’idea
che mi sento di lanciare.”
Dr. Spata
“Ringrazio il Dott. Galli e passo la parola al Prof. Levrini, Coordinatore della Commissione
per l’Aggiornamento Professionale.”
Prof. Levrini
“Lo scorso anno il nostro Ordine ha patrocinato venticinque eventi, numero insignificante se
non rapportato ad altre realtà. Realtà ordinistiche vicino alla nostra hanno richieste di patrocino in numero ridotto rispetto al nostro ordine. Affermo questo, non per spirito competitivo,
ma per farvi comprendere il valore del lavoro con il territorio; se è vero che non esiste una
relazione tra ospedale e territorio, esiste invece una fortissima relazione tra Ordine dei Medici e territorio. Deve quindi essere dato atto a questo Consiglio di aver lavorato in modo
importante con i rappresentanti degli Enti e delle Associazioni di categoria che hanno
compreso quanto l’Ordine sia un organismo da riconoscere come punto di rifermento, sia
per meglio divulgare l’offerta formativa sia per il valore intrinseco di quello che rappresenta.
Questo anno ne abbiamo concessi già dieci.
Anche quest’anno il Consiglio, con maggiori difficoltà, si impegna a lavorare all’”accompagnamento alla scelta degli studi”, operando sugli studenti liceali affinché facciano una
scelta consapevole e motivata per gli studi universitari. Giustamente il Presidente rimarca
l’importanza della riorganizzazione del sistema universitario che porterà ad una contrazione dei possibili accessi ai corsi di laurea Magistrali di medicina ed odontoiatria, con un
18
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
Dott. Spata
“Ringrazio il Prof. Levrini, il numero preciso dei patrocini lo scopro anch’io questa sera e questo mi fa solo piacere. Comunque stiamo lavorando parecchio e l’esperienza nelle scuole è
stata molto interessante in quanto abbiamo trovato sempre un centinaio di ragazzi che ci
ascoltavano attentamente; non siamo andati a spiegare come si fa ad accedere all’Università (test d’ingresso) ma abbiamo parlato di professione e cioè cosa vuol dire fare il Medico,
un po’ le cose che ho detto prima ai giovani e che servono per motivarli o demotivarli.
Passo ora la parola al Dott. Prada, che è il nostro Tesoriere e Presidente Nazionale A.N.D.I.,
per la relazione sui Bilanci.”
estratto VERBALE ASSEMBLEA
possibile incremento del numero degli specializzandi. L’ipotesi di decremento all’accesso
dei corsi di studi di area medica purtroppo non considera i sogni dei giovani che vogliono
fare una professione di alto valore come la nostra. Come facciamo a conciliare questa
ambizione, questo sogno, che tutti noi abbiamo raggiunto e perseguito, con la contrazione
degli accessi? Semplicemente tentando di andare a razionalizzare i sogni dei liceali, accompagnando solo quelli che hanno realmente motivazione, forte di missione, facendo in
modo che la selezione avvenga nella scelta non tanto nei test di selezione.
Nell’analisi del problema da non sottovalutare i percorsi di formazione nei paesi comunitari
che, grazie alla libera circolazione, consentono una illimitata e non controllato accesso dei
medici sul territorio italiano.
Circa l’offerta congressuale che faremo, magari dopo l’estate ci confronteremo con la Commissione Ospedale-Territorio per organizzare un convegno sulle relazioni tra Ospedale e
rete sanitaria territoriale.”
4° PUNTO ORDINE DEL GIORNO
Approvazione del Conto consuntivo 2013
… omissis …
L’Assemblea a norma del I comma dell’art.25 del D.P.R. 05/04/1950-n°221, con votazione
espressa per alzata e seduta dei partecipanti APPROVA con n°87 (ottantasette) voti favorevoli, nessun voto contrario, nessun astenuto:
-il Conto consuntivo anno 2013 e gli allegati:
-Situazione amministrativa al 31 dicembre 2013
-Situazione patrimoniale al 31 dicembre 2013
-Conto economico anno 2013.
5° PUNTO ORDINE DEL GIORNO
Approvazione del Bilancio preventivo anno 2014
… omissis …
L’Assemblea a norma del I° comma dell’art.25 del D.P.R. 05/04/1950-n°221, con votazione espressa per alzata e seduta dei partecipanti APPROVA con n°87 (ottantasette) voti
favorevoli, nessun voto contrario, nessun astenuto:
-il Bilancio di previsione per l’anno 2014 predisposto dal Consiglio direttivo dell’Ordine.
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
19
estratto VERBALE ASSEMBLEA
6° PUNTO ORDINE DEL GIORNO
Ratifica della delibera di Consiglio n°349 in data 16.12.2013 (Esercizio provvisorio primi
mesi 2014)
Il Presidente sottopone alla ratifica dell’Assemblea la deliberazione di Consiglio n°349
adottata in data
16.12.2013, il cui testo viene sotto riportato:
“Il Consiglio, relatore il Presidente;
- considerato che non risulta possibile predisporre il Bilancio di previsione per l’anno 2014
e ottenere l’approvazione dello stesso da parte dell’Assemblea degli iscritti entro la data
del 31 dicembre 2013;
- rilevata comunque la necessità di garantire la continuità e regolarità dell’attività amministrativa e contabile dell’Ordine;
- rilevata, pertanto, la necessità di adottare, salva la ratifica dell’Assemblea, l’esercizio provvisorio per il periodo intercorrente fra il 1° gennaio 2014 e la data di approvazione del
preventivo 2014 da parte dell’Assemblea, comunque non oltre i primi quattro mesi dell’anno 2014, con facoltà di effettuare, per ogni mese, spese corrispondenti ad un dodicesimo
degli stanziamenti previsti da ciascun capitolo del bilancio di previsione dell’esercizio
2013, ovvero nei limiti della maggior spesa necessaria ove si tratti di spesa non suscettibile di impegno frazionabile in dodicesimi;
- visto il D.L.C.P.S. 13/09/1946 e il D.P.R. n°05/04/1950;
- su proposta del Presidente e con n°15 (quindici) voti favorevoli, nessun contrario, nessun
astenuto, espressi per alzata di mano dai n°15 (quindici) Consiglieri presenti, i cui nominativi sono specificati nell’elenco dei partecipanti a questa riunione, riportato in premessa
al verbale,
DELIBERA:
a) di adottare l’”esercizio provvisorio” per il periodo intercorrente fra il 1° gennaio e la data
di approvazione del bilancio di previsione per l’esercizio 2014 da parte dell’Assemblea
ordinaria annuale degli Iscritti, comunque non oltre i primi quattro mesi dell’anno 2014;
b) di sottoporre la presente deliberazione alla ratifica dell’Assemblea degli Iscritti.”
L’Assemblea, a norma del I° comma dell’art.25 del D.P.R. 05.04.1950 n°221, con votazione
espressa per alzata e seduta dei partecipanti, RATIFICA con n°87 (ottantasette) voti favorevoli, nessun voto contrario, nessun astenuto, la deliberazione di Consiglio sopra specificata.
… omissis …
20
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
DATI RIEPILOGATIVI
ENTRATE
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AL 01/01/2014
(AVANZO DI CASSA)
€
215.481,92
TITOLO I Entrate Contributive
€
387.252,00 TITOLO II Entrate Correnti
€
10.362,08 TITOLO III Entrate in Conto Capitale
€
50.100,00 TITOLO IV Entrate per Partite di Giro
€
55.500,00 TOTALE GENERALE ENTRATE DI COMPETENZA
€
718.696,00 USCITE
TITOLO I Uscite Correnti
€
563.196,00 TITOLO II Uscite in Conto Capitale
€
100.000,00 TITOLO III Uscite per Partite di Giro
€
55.500,00 TOTALE GENERALE USCITE DI COMPETENZA
€
718.696,00 Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
estratto VERBALE ASSEMBLEA
BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014
21
22
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
DATI RIEPILOGATIVI
-€ 43.706,18
- € 2.423,00
€ 14.801,74
-€ 40.100,00
-€ 15.984,92
DIFFERENZA
USCITE DI COMPETENZA PREVENTIVO
SOMME RESIDUI
TOTALE
DIFFERENZA
2013
PAGATE
TITOLO I - USCITE CORRENTI
€ 585.174,63 € 405.147,61 € 15.858,66 € 366.455,61 -€ 189.052,20
TITOLO II - USCITE IN CONTO CAPITALE
€ 90.000,00 € 10.481,86 €-
€ 10.481,86
-€ 79.518,14
TITOLO III - USCITE PER PARTITE DI GIRO
€ 55.500,00 € 39.515,08 €-
€ 39.515,08 -€ 15.984,92
TOTALE GENERALE USCITE
€ 730.674,43 € 455.144,55 € 16.480,61 € 471.626,16 -€ 259.049,47
PREVENTIVO
SOMME
RESIDUI
TOTALE ENTRATE DI COMPETENZA 2013
RISCOSSE
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE
AL 31.12.2012
€ 240.741,71 € 240.741,71 €-
€ 240.741,71
TITOLO I - ENTRATE CONTRIBUTIVE
€ 385.480,00 € 382.457,00 € 600,00 € 383.057,00 TITOLO II - ENTRATE DIVERSE
€ 8.852,72 € 23.502,10 € 152,36 € 23.654,46 TITOLO III - ENTRATE IN CONTO CAPITALE
€ 40.100,00 €-
€-
€-
TITOLO IV - ENTRATE PER PARTITE DI GIRO
€ 55.500,00 € 39.515,08 €-
€ 39.515,08 TOTALE GENERALE ENTRATE
€ 730.674,43 € 686.215,89 € 752,36 € 686.968,25 CONTO CONSUNTIVO ANNO 2013
estratto VERBALE ASSEMBLEA
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
23
TITOLO II - USCITE CORRENTI
€ 15.874,16
€ 15.858,66 TITOLO II - USCITE IN CONTO CAPITALE
€-
€-
TITOLO III - USCITE PER PARTITE DI GIRO
€-
€-
€ 15.874,16
€ 15.858,66 RESIDUI PASSIVI
RESIDUI PASSIVI PAGATI AL 31.12.2012 €-
€-
€-
€ 16.480,61 RESIDUI ESERCIZIO 2013
€ 16.496,11
€-
€-
€ 16.496,11
TOTALE RESIDUI AL 31.12.2013
€ 1.692,30
€-
€-
€ 668,82
€ 1.023,48
TOTALE RESIDUI AL 31.12.2012
estratto VERBALE ASSEMBLEA
€-
€-
€-
€ 15.874,16 €-
€ 16.480,61 €-
€-
€-
€ 15,50 € 15.874,16 € 15,50 RIMASTI DA TOTALE VARIAZIONI PAGARE RESIDUI ATTIVI
RESIDUI ATTIVI RISCOSSI RIMASTI DA TOTALE VARIAZIONI RESIDUI AL 31.12.2012 RISCUOTERE ESERCIZIO 2012
TITOLO I - ENTRATE CONTRIBUTIVE
€ 543,48 € 120,00 € 423,48 € 543,48 €-
€ 600,00 TITOLO II - ENTRATE DIVERSE
€ 665,70 € 149,24 € 516,46 € 665,70 €-
€ 152,36 TITOLO III - ENTRATE IN CONTO CAPITALE
€-
€-
€-
€-
€-
€-
TITOLO IV - ENTRATE PER PARTITE DI GIRO
€-
€-
€-
€-
€-
€-
€ 1.209,18 € 269,24 € 939,94 € 1.209,18 €-
€ 752,36 GESTIONE RESIDUI
contributi
24
ACCOMPAGNARE IL MALATO. ETICA CLINICA DI FINE VITA.
Relazione del prof. Paolo Cattorini nel convegno “Aspetti bioetici del rapporto medicopaziente del 23 novembre 2013
Stiamo accompagnando veramente il malato? Riusciamo ad accompagnarlo addirittura fino alla fine? Per molte ragioni bisogna purtroppo rispondere di no, che questo
patto non si realizza del tutto, nonostante le buone intenzioni. Esporremo ora sinteticamente i contenuti dell’articolo, più analitico e corredato di note, in corso di stampa
(nel novembre 2013) per la rivista L’Arco di Giano (gentile concessione del Direttore,
Maria Pia Garavaglia, Milano, Istituto per l’Analisi dello Stato Sociale).
La prima ragione dell’impasse sta sulla bocca di alcuni sanitari, quando dicono di
poter parlare con chiarezza. “Non ce lo lasciano fare”- precisano. Non ci sono le
condizioni per farlo. Condizioni di tempo, di economia, di risorse mentali. E non si
tratta di un deficit organizzativo. Ma di una scelta etica, da cui discendono i criteri
allocativi concreti. Si tratta di privilegiare una o l’altra teoria della giustizia. Appunto,
qual è la nostra idea di giustizia? Molti, penso anche in questa sala, ritengono che a
ciascuno vada dato secondo il suo bisogno, non secondo le sue possibilità di pagare.
Chi la pensa così può richiamarsi a principi illuministi di fraternità, di eguaglianza.
Può trovare sostegni nella dottrina sociale della Chiesa, nella tradizione marxista. Chi
la pensa così ha molte perplessità da esprimere, per esempio, sul doppio regime, sulla
doppia velocità con cui si accede ai servizi alla persona. Perché un utente che paga
in proprio, o attraverso assicurazioni, dovrebbe ricevere nel giro di pochi giorni la
cura, l’accompagnamento appunto, che si ha solo dopo settimane o mesi, esibendo
una impegnativa del SSN? Non siamo tutti uguali? Aver cura di un sofferente, la stessa cura, prescindendo dalla sua condizione sociale (come recita il Giuramento, che
sta prima del Codice) non è la forma forse più esemplare della prossimità che ci lega
nel consorzio umano? Chi difende la teoria dei bisogni potrebbe esprimere svariate
ragioni di amarezza e irritazione. I tristi possibili esempi (quanto immaginari o no,
lascio giudicare a voi) non risiedono soltanto nei lager per anziani, negli episodi di
mostruosità, nelle bancarotte fraudolente, nelle tangenti pagate a politici (intrallazzati
con gli uffici che contano) perché garantiscano finanziamenti privilegiati a questa o
quella struttura. Lo scandalo sta nel cattivo aziendalismo, che pretende anzitutto guadagni a breve termine, trascura servizi non remunerativi ed espone il medico-dirigente
a pesanti conflitti di valore (servire anzitutto il proprio malato o l’ente che lo nomina?).
Come reagire a questa deriva? Molte domande assillano un teorico dei bisogni. I
cittadini sono a conoscenza di questa collisione o collusione di interessi? Se ne può
discutere in forma trasparente, argomentata? I forum del terzo settore che cosa ne
pensano? Che cosa fanno i comitati d’etica? Perché questi dilemmi morali vengono rimossi? Perché non vengono affrontati pubblicamente prima che esplodano? Perché un
ospedale non dichiara i criteri con cui alloca le risorse, con cui allestisce le liste d’attesa? Se la quantità delle prestazioni da fornire è divenuta così importante, è evidente
che la nozione di accompagnamento evapora. La prestazione tecnica si limita infatti
a riparare l’ingranaggio guasto. Ma l’accompagnamento, come dice la parola, significa avere del pane in comune con qualcuno. Significa onorare l’alleanza con chi sta
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
contributi
male, entrare nel suo mondo, comunicargli le alternative diagnostiche o terapeutiche,
stare al suo fianco. Un amico radiologo mi diceva che certe giornate conta decina
di referti eseguiti per ragioni non propriamente cliniche, ad esempio per puri scopi
difensivistici. Prima o poi commetterò uno sbaglio, aggiungeva, perché nella quantità
di immagini che vedo inutilmente, mi scapperà quella importante, quella grave, quella
che doveva fare la differenza. A chi scimmiotta la sanità liberista di marca Usa, quella
che sta cercando adesso di rimediare alle sue ingiustizie (decine di milioni di cittadini
americani privi di un’assicurazione meritevole di questo nome), a chi scimmiotta gli
Usa, bisogna semplicemente domandare a quali condizioni sia eticamente corretto
“far soldi” sulla salute e sui servizi sanitari. La salute non è un bene come un altro. Non
lo è per tanti motivi, anzitutto perché al profano è difficile prendere una decisione da
solo su temi così intimi (una decisione i cui effetti sono talora irreversibili). La salute non
è un televisore o un detersivo o una barca. Un’ “etica dei bisogni” sosterrebbe perciò
quanto segue. Possiamo tollerare che qualcuno abbia un televisore molto più costoso
del nostro. Non possiamo tollerare che qualcuno, povero, riceva le cure, di cui ha bisogno, in modi e tempi drasticamente diseguali rispetto a un altro, in ragione del fatto
che il sistema ha deciso di garantire ai più abbienti un’abnorme rendita di posizione.
Dobbiamo a un regista, al Michael Moore di Capitalism: A Love Story, Usa, 2009, una
rinnovata attenzione non solo sulle promesse mancate del sogno finanziario americano, ma anche sul secondo Bill of Rights che Roosevelt (annunciatolo l’11 febbraio 1944
nel suo “State of the Union Address”) non fece in tempo a veder adottato dal Congresso. In esso si riconosceva il diritto di tutti ad adeguate cure mediche e l’opportunità di
raggiungere e godere una buona salute. Un’autentica libertà individuale, sosteneva
il Presidente, non poteva esistere senza una sicurezza e un’indipendenza economica
congrue e la carta dei nuovi diritti (istruzione, casa, lavoro) avrebbe dovuto promuovere le condizioni di giustizia sociale, idonee a garantire la pace.
In una parola, la salute non è mercificabile.
La seconda difficoltà ad accompagnare sta nella persistenza del paternalismo sanitario. A parole sembra finita la presunzione dei tecnici di decidere da soli quale sia
l’interesse del paziente, il suo effettivo bene clinico. Una presunzione che prescinde
dall’effettivo incontro terapeutico, snobba la comunicazione seria, deprime l’ascolto,
evita la decisione condivisa. Che addirittura va contro le richieste del profano, perchè
lui - si insinua - non capirebbe, perché lui - si aggiunge - sarebbe emotivamente troppo
coinvolto. No, l’esproprio delle capacità decisionali non è ancora tramontato, di fatto.
Di fatto, un’adeguata comunicazione è spesso sostituita dalla firma in calce a moduli
di consenso, che sono o troppo evasivi e generici oppure così densi e somministrati
così sbrigativamente da affogare il profano in un’ esosa messe di dati. In entrambi i
casi il dispotismo rimane: un’informazione offerta in forme difficili da comprendere e
gestire, induce il malato a delegare grossolanamente la scelta a qualcun altro. Ma il
semplice foglio firmato è un alibi ipocrita, inconsistente anche sotto il profilo penale.
È una prova di negligenza, se è mancata una relazione idonea a far sì che ciascun
sofferente abbia l’informazione che egli vuole e può far sua. Troppo spesso si “dicono” pezzi di verità, ma non si “comunica” la verità. Ora, senza questa verità perso
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
25
contributi
26
nale, non solo tecnica, ma morale, non solo burocratica, ma esistenziale, non si può
accompagnare nessuno. Non si può condividere il barcollante mondo di valori di chi
è sconvolto da una malattia; non si può suggerire una scelta finale che sia veramente
la sua. L’attenzione viene spostata sul “come tecnicamente fare”, e viene allontanata
dal “perché” fare, dal senso in cui vivere il tempo che resta. Questo divario è purtroppo documentato dalla scarsa valorizzazione delle dichiarazioni anticipate del
malato: le indicazioni cioè che ognuno di noi ha il diritto di dare in merito al tempo
in cui non avremo coscienza e voce per esprimere le nostre preferenze. Senza questa
voce (registrata necessariamente in anticipo), nessun clinico può distinguere, in forza
di parametri esclusivamente biologici, che cosa sia accanito e che cosa invece proporzionato, che cosa sia utile e che cosa futile. L’utilità, la proporzione (anche quella
della nutrizione/idratazione artificiale) si riferiscono alla dignità di una persona, non
all’omeostasi di un apparato o a un parametro ematochimico. Ci stiamo preparando a
queste direttive o disposizioni? La tematizziamo nella nostra pratica medica, quando
si annuncia un’ingravescente patologia cronica? Oppure stiamo solo subendo questo
progresso di maturità civile?
La terza e ultima difficoltà è di ordine formativo. Qualcuno pensa che l’uso del bisturi
imponga un training ad hoc, ma che le parole possano venir usate con ingenua spontaneità. La ripetizione, la routine, si dice, creerà un buon comunicatore. Produrrà il
buon senso del medico. Niente di più sbagliato: si può ripetere per trent’anni lo stesso
errore comunicativo, si può confermare inconsapevolmente lo stesso pregiudizio etico, finchè un giovane studente di medicina, uscito fresco fresco dai corsi di medical
humanities, farà notare che si tratta di una gaffe. Che il re è nudo. Che si sono usate
parole, modi e processi decisionali goffi e arbitrari. Come in Ogni maledetta domenica, il film di Oliver Stone sul football americano, 1999, due medici litigano fra loro, in
nome della stessa parola: il “bene” del gigantesco difensore di colore con un problema alla vertebra cervicale. L’internista contesta l’ortopedico: l’atleta non può giocare,
corre troppi rischi. Nel film sono rappresentati principali fattori culturali: le pressioni
del business sportivo, il mito farmacologico, l’illusione di una medicina onnipotente, la
pretesa di una performance esasperata. Qual è l’interesse clinico? La definizione di
questo interesse esige narrazioni. Un training adeguato al professionista di oggi include l’ascolto, la comprensione e l’elaborazione di racconti. I cittadini chiedono che noi
entriamo nella loro storia così disturbata e che immaginiamo un futuro (scenari diversi
di futuro) in cui sarebbe ancora bello vivere, anche solo per un tempo limitato. Queste
sequenze devono essere raccontate, con le parole giuste, con la dovuta disponibilità
di tempo, se si vuole decidere assieme quale sia l’itinerario buono, “straight” (diritto
nel senso di giusto). Come in The Straight Story, il film di Lynch del 1999. A meno di
questo, noi frantumiamo una biografia umana unitaria in vicende cliniche scollegate,
in scelte tecniche episodiche. E lasciamo al malato il compito impossibile di fare
tutto da solo: il personaggio, il narratore, il regista, l’autore di una vicenda unica,
che meriterebbe un’alleanza allargata. Questo è un convegno medico: ebbene, noi
medici sappiamo usare le parole? Come raccontiamo? Come difendiamo un giudizio
etico? Su quali principi? In forza di quali teorie? L’etica clinica non è un optional per
un mestiere tecnico (l’assurda pretesa di pensarsi come tecnici), ma è una condizione
centrale della vita professionale, perché il professionista promette anzitutto sé e le
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
contributi
sue parole e i suoi gesti di accompagnamento e su questa scorta suggerisce le scelte
tecnico-scientifiche più idonee. Ma quale investimento si fa su questi corsi umanistici?
Il codice deontologico non è un regalino da distribuire in conversazioni salottiere,
attorno a un tè caldo. Almeno da trent’anni è diventato un luogo di disputa, di argomentazione, di confronto, di aiuto reciproco tra medici, medici e altri sanitari, sanitari
e società. Sempre più numerosi saranno i casi in cui i medici dovranno dire perché
praticano o invece omettono trattamenti (che sono in grado tecnicamente di fare).
Anzi verrà loro chiesto di mettere in cartella per iscritto le ragioni del loro assenso o
della loro obiezione. Questo sarà nel contempo un esercizio di prosa e un test di etica
clinica. Concludo. La clinica non è una tecnica, né una scienza applicata, ma è una
pratica d’aiuto che usa di scienze, di tecniche, di saperi empirici, di competenze eticopsicologiche, per promuovere il bene di chi ci chiede aiuto. Si realizzerà un coerente
accompagnamento di chi soffre, se i programmi formativi s’indirizzeranno a questa
figura, attualissima, di professionista.
Buon lavoro!
Paolo M. Cattorini, professore ordinario di Bioetica, Univ. Studi Insubria, School of
Medicine, Varese. Laureato in medicina e filosofia, è stato componente del Comitato
nazionale per la Bioetica. Tra le sue ultime pubblicazioni, Il desiderio di salute, Torino,
Camilliane, 2013; Neuroscienze, etica e cinema, Bologna, Dehoniane, 2013; Cura,
Padova, Ed. Messaggero S. Antonio, 2013.
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
27
attività delle associazioni
FEDER. S.P. e V. sezione di como
Assemblea provinciale elettiva
Come programmato con lettera del 13 gennaio 2014, si è svolta secondo la norma
statutaria in seconda convocazione presso la sede dell’Ordine dei Medici in Como, il
cui Presidente Dott. Gianluigi Spata ci ha voluto onorare del suo saluto, l’Assemblea
Provinciale Elettiva del Consiglio Provinciale e della Commissione dei Revisori dei
Conti della Sezione di Como.
In apertura i convenuti hanno avuto modo di apprezzare, partecipando vivamente
al dibattito, la brillante conferenza del Prof. Alfredo Vanotti, professore di Dietetica
e Nutrizione dell’Università Statale di Milano, sul tema “Alimentazione al passo con
l’età... miti e verità”.
Si è trattato di un ampio, qualificato e interessantissimo excursus sugli aspetti noti e
meno noti delle nostre quotidiane scelte alimentari e sulle opzioni più utili al riguardo
per gestire al meglio e più a lungo il nostro incedere nell’età.
Si è quindi passati alla fase assembleare in termini più francamente istituzionali con
l’ampia relazione del Presidente Dott. Paolo Ferraris sulle attività a livello locale, regionale e nazionale dell’esecutivo che sono culminate nel tradizionale incontro di Natale comprensivo della raccolta del nostro contributo per il Dott. Ambrosoli Memorial
Hospital di Kalongo in Uganda che è divenuta da anni momento tradizionale della
Sezione.
Sono seguite la relazione del Tesoriere e la presentazione e votazione dei nostri sparuti “bilanci”. Si è, quindi, giunti alla fase elettiva vera e propria che ha visto la conferma dei Consiglieri uscenti e le new-entry dei dottori Carlo Scaravelli e Armando
Peduzzi.
Gli eletti si sono quindi riuniti brevemente per la definizione delle cariche sociali.
Il Consiglio è così risultato composto:
Presidente
Dott. Paolo Ferraris
Vice Presidente Sig.ra Maria Pietroburgo Barbaro
Segretario
Dott. Francesco Valli
Tesoriere
Dott. Guido Imbasciati
Consiglieri
Dott.ri Piergiuseppe Conti, Margherita Lippolis e Carlo Scaravelli
Commissione dei Revisori dei Conti:
Presidente
Dott. Eugenio Rossini
Componenti
Dott. Armando Peduzzi, Sig.re Ernesta Bencini e Luisa Bozzetti
Il Prof Gianni Barberi è stato confermato Presidente emerito.
28
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
Gentilissimi Presidenti,
come anticipato nella lettera prot. 71-C/13 del 27/11/2013, e illustrato durante
la scorsa assemblea del Co.Ge.A.P.S., dalla data del 2 dicembre, contestualmente
all’apertura della banca dati del Co.Ge.A.P.S. ai singoli professionisti sanitari, è stato
attivato un Call Centre per rispondere ai quesiti e dare supporto ai professionisti sanitari, sia per la compilazione del Dossier Formativo per il triennio 2014-2016, sia per
fornire soluzioni ad eventuali quesiti sul funzionamento della banca dati del Consorzio o sul sistema ECM e sulla corrispondente normativa.
Il numero da comporre è 06/42749600 - opzione 4; la linea è attiva dal lunedì al
venerdì, dalle ore 9 alle ore 16. È stato altresì attivato un indirizzo e-mail dedicato,
[email protected], per offrire un supporto ulteriore.
Già molti professionisti si sono rivolti al Call Centre del Consorzio per ricevere un ausilio, tanto a livello tecnico quanto a livello informativo, sia via mail che via telefono e
permane un ulteriore margine di operatività da potere utilizzare.
Vi chiedo pertanto la cortesia di contribuire a rendere nota ai Vostri iscritti l’esistenza
di questo strumento di supporto per i professionisti, strumento che non solo è di grande utilità per il singolo professionista ma può aiutare a sollevare i singoli Ordini, Collegi ed Associazioni da una parte del carico di lavoro legato al complesso sistema
ECM.
Le informazioni relative al Call Centre ed alle sue funzionalità sono reperibili anche
sul sito istituzionale del Co.Ge.A.P.S. (http://www.cogeaps.it), a cui potrete eventualmente fare riferimento.
Certo della Vostra cortese ed indispensabile collaborazione, Vi ringrazio anticipatamente per l’interesse ed il sostegno alle attività del Consorzio inviandoVi i miei saluti
più cordiali.
attività delle associazioni
co.ge.a.p.s.
Consorzio gestione Anagrafica delle professioni Sanitarie
call centre per i professionisti sanitari
Il Presidente
Dott. Sergio Bovenga
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
29
elenco supplenti
ELENCO MEDICI SUPPLENTI
1
ACAMPORA
WALTER
S.ANASTASIA: VIA GARIBALDI, 41
2
ALBERIO
GIUSEPPINA
ROVELLO P.: VIA VERDI, 28/B
029622293
3
ALBERTI
PAOLA
SENNA C.: VIA AGGIO, 40
3335893750
4
ALBINI
ALESSIA
RONAGO: VIA RONCO, 8
3803252540
3393206803
5
ALKAYYALI
SULEIMAN
ALBESE CON C.: VIA BRUNATI, 9
6
BACCARIN ALESSANDRA
VILLA GUARDIA: VIA VARESINA, 77
031481902
7
BALCONI
GIANLUCA
ERBA: VIA D.ALIGHIERI, 32
8
BARBARA
MASSIMO
COMO: VIALE G.CESARE, 24
3286011039
9
BENNATI
LUCIANO
AREZZO: VIA N.SAURO, 1
3473394538 O. AREZZO
10 BERTOLA
GIUSEPPE
COMO: VIA M.E BOSSI,2
0312071214/3467771633
031260541 3405288918
11 BIASSONI
SIMONETTA
MARIANO C.: VIA AMENDOLA, 33
0313551436
12 BINDA
DAVIDE
VALBRONA: VIA ROMA, 51
3336541253
13 BISARO
M.CRISTINA
GUANZATE: VIA ISONZO,M 80
3397840054
14 BOSCHETTO
ADRIANA
FOSSALTA DI PORTOGRUARO
3347468659 O. VENEZIA
15 BOTTA
GABRIELE
BINAGO: VIA G.CARDUCCI, 49
3475382277
16 BRAKUS VLADIMIR
FAGGETO L.: VIA DEL SILVESTRO, 2
3298444164 O. MILANO
3381793004 O. LECCO
17 BRIOSCHI
ANNA MARIA
COSTA MASNAGA: VIA ITALIA, 21
18 BUTTI
FABIO
COMO: VIA SEGANTINI, 38
031530545
19 CAIRO
MATTEO
SEREGNO: VIA LAZIO, 14
3409057254O. MONZA E B.
20 CANTALUPPI
SIMONA
CADORAGO: VIA PETRARCA, 40
3479709001
21 CARELLI
LUCA
CAGNO: VIA G.LEOPARDI, 7
3331275347
22 CARMELINDA ROSA
BARILE: VIA INGHILTERRA, 14
3207610866 O. POTENZA
23 CARTELLA
STEFANIA
COMO: VIA CAMPARI, 47
3398885041
24 CARUGO
CHIARA
APPIANO G.: VIA MERCATO, 8/A
3470728560
25 CASAMASSIMAFEDERICO
CANTU’: VIA CERVINO, 5/B
3482437904
26 CASTORANI
ROBERTA
MALNATE - VIA CASTAGNEVIZZA 2A
3479586466
27 CELO
ELONA
MASLIANICO: VIA BARELLI, 12
3295386159
28 CERA
TERESA
BREGNANO: VIA MONTE ROSA, 11
3479690038
29 COCUZZA
IRENE
VILLA SAN GIOVANNI
3481025569 O. REGGIO C.
30 COLOMBO
JACOPO
MILANO: VIALE UMBRIA 64
3405334727
31 CORENGIA
ERNESTO
CERMENATE: VICOLO BUSA, 3
3355302166
32 DAMITRASC
CLAUDIA
CANZO: VIA RIMEMBRANZE, 24/A
3888193773
33 D’AURIA
ELENA LORED.
MARIANO C.: VIA MATTEOTTI, 11
3332904071
34 DE PALO
MICHELE
COMO: VIA S.FRANCES. D’ASSISI, 8
3282278793
35 DEMOVA
MARIANNA
SEREGNO: VIA SAN CARLO, 69
3475550578O. MONZA E B.
36 DERUDI
NADIA
37 FELICECIVITILLO MARCO
30
3204230293 O. NAPOLI
CARBONATE: VIA FROVA, 40
3470843222
COMO: VIA BARAGGIA, 5
3289390738
38 FRASSON
CRISTINA
VEDANO OLONA: VIA VIRGILIO, 23
3476274614 O.SAVONA
39 FRESCA
PASQUALE
ROVELLASCA: P.RISORGIMENTO 7
3339445679
40 FUSETTI
GIULIA
TURATE: VIA DELLA FORNACE, 12
3332532076
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
MARCO
CERNOBBIO: VIA TATTARLETTI, 1
3406169932
ERICA
INVERIGO: VIA BELVEDERE, 11
3387104961
3387198893
43 GAMBINO
ROSARIA
ALBESE CON C.: VIA GIOTTO, 12
44 GASTEIGER
CORNELIA
FAGGETO L.: VIA PER LEMNA, 8
45 GENOVESE
CARLETTO
COMO: VIA VIRGILIO, 1
46 GILARDONI
ELISA
BELLAGIO: VIA P. ROBINIE, 4
031309947
3389862071
031950949/3292253145
47 GIORATO
LORENZO
COMO: VIA LINATI, 5
3393728535
48 GRIDAVILLA
GIULIA
CANTU’: VIA DOMEA, 26
3333315322
49 GRIFFA ANDREA
CANTU’: VIA TRENTO, 7
3332457567
CAPIAGO INTIMIANO: VIA GRIGNE, 1
3318173967
50 IANNACCONE ANIELLO
51 IORNO MATTEO
ALBESE CON C.: VIA R.SANZIO, 18
3284314454
52 LATTANZI
DESIREE
MOZZATE: VIA LIMIDO, 37
3272877044
53 LENOCI
RENATA
SUELLO: VIA AI PASCOLI 15 031655115/3389908084
54 LICORDARI
FRANCESCA
VILLAGUARDIA: VIA F. TURATI, 11
O.LECCO
3495352848
55 LORUSSO
SILVIA
TAVERNERIO: VIA VERDI, 11
3347566256
56 LUISETTO
ELENA
CANTU’: VIA MEUCCI,21
3336438529
3407895530 O.FERRARA
57 MACCAFERRI
ANNA
CERNOBBIO: VIA CAVOUR, 1
58 MANGANO
VITTORIO
DOMASO: VIA REGINA, 9
59 MANTOVANI
ANTONIO
COMO: VIA XX SETTEMBRE, 25
60 MANZONI
GIUSEPPINA
ROBBIATE: VIA S.ELENA, 35
61 MARCHESE
GIANFRANCA
62 MARCHESOTTI FEDERICA
034489095
031272242/3391941714
3482318876 O. LECCO
MARIANO C.: VIA M. COLOMBO, 15
LOCATE V.: VIA A. MEUCCI, 2
3469847989
3386782889/331832303
63 MASCIOCCHI MICHELA
CARBONATE: VIA C.CATTANEO, 28
3298249231
64 MASPERO
ERIKA
VERTEMATE CON M. : VIA DEL RI’, 9
3332358213
65 MASPERO
FEDERICA
CANTU’: VIA SANT’ADEODATO, 17
3470567502
66 MATTIROLI
ANDREA
BINAGO: VIA VIGNA GRANDE, 8
3421048271
67 MOLARO
MARTA
SENNA C.: VIA C. VECCHIA, 12
3469562132
68 MOLTENI
SILVIA
CERMENATE: VIA CASTAGNETO, 13
3287718831
69 MOLTENI
MARINA
COMO: VIA TICOZZI, 28
3286766215
70 MONASTEROLOCHIARA
BRIENNO: VIA V. PRIMAVERA, 16
3349427837
71 MONTI
BREGNANO: VIA SAN ROCCO, 74
3477068015
CHIARA CARLA
72 MOTTA
SUSANNA
MARIANO C.: VIA RUSCHI, 22
3394468966
73 ORSENIGO
FRANCESCA
FIGINO SERENZA: VIA E.VEGRE’, 11
3483238663
74 PALMIERI
NICOLA
MARIANO C.: VIA DEI PLATANI, 5
3495212934
75 PANFILI
BIANCAELENA
LAGLIO: VIA REGINA, 3
3385368634
76 PINA
GLORIA
ASSO: VIA OLTOLINA, 19
77 POLLINOI
ANNA
CARDANO AL C. VIA ONGARO, 14/A
78 PONTI
MAURIZIO
ROVELLO PORRO.: VIA DANTE, 61
0296750523
79 POZZI
MATTIA
CANTU’: VIA CALIFORNIA, 27
3299722070
031682563
3475435662
80 POZZI
PAOLO
COMO: VIA t. GROSSI, 51
0310560279
81 PUCCIO
SALVATRICE
FALOPPIO: VIA MULINI, 20
3392134024
82 RAD
STANCA G.
FINO M.: VIA CAMPO SPORTIVO, 17
3283281402
elenco supplenti
41 GAIETTA
42 GALLI
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
31
elenco supplenti
83 ROILA
ADRIANO
COMO: VIA RISORGIMENTO, 28/C
3395731948
84 ROSSINI
SILVIO
COMO: VIA CARDANO, 54
3476924010
85 SAIBENE
ALBERTO M.
APPIANO G.: VIA LEOPARDI, 16
3282712411
86 SCIACCA RICCARDO
MONZA: VIA M. D’AZEGLIO
3384069776 O. PALERMO
87 SELLE
VALERIO
COMO: VIA T. GROSSI, 49
88 STUMPO
MARIO FRANCESCOMELEGNANO: VIA DEGLI OLMI, 7
3287226784/31306984
3334890436
89 TAFILI
ALMA
VARESE: VIA COMO, 22/A
3206460016
O.VARESE
90 TAFILI
REDONA
VARESE: VIA COMO, 22/A
3208163813
O.VARESE
91 TAGLUABUE
BENEDETTA
GIUSSANO: VIA E,FERMI, 5
3334311905
92 TURCAN
CAROLINA
CESATE: VIA BERGAMO, 10
3470422270 O. MILANO
93 VALENZISE
VALERIO
LIPOMO: VIA PARADISO, 48/6
3464096470
94 VERDE SANTO
COMO: VIA PIO, XI, 49
3407807048
95 VERSACE
ALESSANDRO
CANTU’: VIA C.CATTANEO,67
3489206245
96 VITALE AGOSTINA
LOMAZZO: VIA DEL ROCCOLO, 25
3299791275
97 ZANARDELLI
MADDALENA
ALSERIO: VIA CASCINETTE, 18
3392990338
98 ZAZZETTA
SARA
SARONNO: VIA P. PAOLO REINA
3208905103
PEDIATRI
1
ANTOGNAZZA SARA
LOCATE V.: VIA S.ROCCO, 43
2
BENNATI
LUCIANO
AREZZO: VIA N.SAURO,1
0331821138/3471075721
3473394538 O.AREZZO
3
CARUGO
CHIARA
APPIANO G.: VIA MERCATO, 8/A
3470728560
4
CERA
TERESASARA
BREGNANO: VIA MONTE ROA, 11
3479690039
5
FERRARI
MICAELA
COMO: VIA ISONZO, 1
3472103346
6
GANDINI VERA
CANTELLO: VIA S.LORENZO, 11
3470468049
7
LENOCI
RENATA
SUELLO: VIA AI PASCOLI 15 031655115/3389908084 O.LECCO
8
MALORGIO
CRISTIANA
MARIANO C.: VIA RIMEMBRANZE 12
O.VARESE
3396114907
Alla Direzione del Bollettino chiedo di segnalare sul prossimo numero del Bollettino la mia disponibilità per sostituire i colleghi di:
❑ MEDICINA GENERALE ❑
PEDIATRIA
Cognome
Nome
Via CAP Città
Tel. E-mail:
Pubblicazione del nominativo sul sito internet dell’Ordine
32
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
(Barrare la casellina che interessa)
n.
Data
❑ Sì
❑
No
L’anno 2014, il giorno 20 del mese di
Gennaio, alle ore 21,00, convocato
tramite Posta Elettronica Certificata in
data 13.01.2014, prot. n. 19, si è riunito
presso la Sede dell’Ordine in Como,
Viale Masia n. 30, il Consiglio direttivo
dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Como.
Sono presenti i Consiglieri:
Dott. Gianluigi Spata Presidente
Dr.ssa Licia Snider
Vice Presidente
Dott. Ilo Marco Fini
Segretario
Dott. Gianfranco Prada Tesoriere
Dott. Pierluigi Bianchi
Dott. Piergiuseppe Conti
Dr.ssa Patrizia Fumagalli
Dott. Carlo Ghezzi
Prof. Luca Levrini
Dott. Daniele Lietti
Dott. Marco Malinverno
Dott. Massimo Mariani
Dott. Gabriele Moltrasio
Dott. Gianvincenzo Melfa
Dott. Giuseppe Enrico Rivolta
Dr.ssa Marina Russello
ORDINE DEL GIORNO
1) Lettura ed approvazione del verbale della Seduta precedente;
2) Nuove iscrizioni, trasferimenti
e cancellazioni Albo Medici
Chirurghi;
3) Nuove iscrizioni, trasferimenti e
cancellazioni Albo Odontoiatri;
4) Convocazione Assemblea Ordinaria Annuale;
5) Tassa Annuale e Tassa Annuale
doppia iscrizione anno 2014;
6) Tassa Annuale anno 2014 per
l’iscrizione all’Albo delle Società
tra professionisti di cui al decreto 8
febbraio 2013, n. 34;
7) Tassa iscrizione Albi Professionali
anno 2014;
8) Tassa pareri liquidazione onorari
anno 2014;
9) Attività di Ufficio stampa per l’Ordine durante l’anno 2014;
10)Servizio di assistenza amministrativo-fiscale a favore degli Iscritti
durante l’anno 2014;
11) Assistenza fiscale tributaria e contabile amministrativa per gli Uffici
dell’Ordine durante l’anno 2014;
12)Consulenza e assistenza legale per
quanto possa occorrere agli Uffici
dell’Ordine durante l’anno 2014;
13)Nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e protezione
per l’anno 2014;
14)Assegnazione gestione e aggiornamento sito internet dell’Ordine
durante l’anno 2014;
15)Rinnovo servizio di rassegna
stampa;
16)Adozione “Regolamento di amministrazione e contabilità”;
17)Adozione “Regolamento per le
spese in economia”;
18)Eventuali richieste di patrocinio;
19)Delibere amministrative
20)Varie ed eventuali.
consiglio direttivo
VERBALE N. 27
VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’ORDINE PROVINCIALE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI
ODONTOIATRI DI COMO DEL GIORNO
20 GENNAIO 2014
Alle ore 21,00 il Presidente, verificata
la regolarità della convocazione, fatto
l’appello dei Consiglieri e riscontrata la
presenza degli stessi in numero legale
dichiara aperta la Seduta e passa alla
trattazione degli argomenti all’O.d.g.
Il Presidente, inoltre, propone e tutti i
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
33
consiglio direttivo
34
Consiglieri presenti approvano la partecipazione dei Revisori dei conti alla
Seduta di Consiglio.
DELIBERA N. 359
Lettura ed approvazione del verbale della Seduta precedente
Il Segretario dà lettura del verbale n°26
del 16 dicembre 2013 che viene approvato all’unanimità.
DELIBERA N. 360
Nuove iscrizioni, trasferimenti e cancellazioni Albo Medici
Chirurghi
Il Consiglio, relatore il Presidente, dopo
aver preso visione dei documenti ed
averne constatata la regolarità
DELIBERA:
- di iscrivere all’Albo dei Medici Chirurghi di questa Provincia proveniente da
altro Ordine il seguente sanitario:
Girardi Clara
proveniente dall’Ordine di Milano
- di cancellare dall’Albo dei Medici Chirurghi di questa Provincia, con decorrenza 31.12.2013, per cessata attività i
seguenti sanitari:
Luzi Gianfranco
Rumi Angelo
Il Consiglio, inoltre, presa in esame la
posizione dei seguenti sanitari:
- A minian Ciavash nato a Gonbadekavoos (Iran) il 05.06.1950, iscritto
all’Albo dei Medici Chirurghi di questo
Ordine al n. 5995 dal 25.05.2009,
laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Perugia il 2.10.1987
ed abilitato presso l’Università di Perugia nel 1988;
- B i a n c h i Pa o l a n a t a a C o m o
l’11.09.1960, iscritta all’Albo dei Medici Chirurghi di questo Ordine al n.
3998 dal 24.02.1987, laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università
di Milano il 03.07.1986 ed abilitata
presso l’Università di Milano nel 1986;
- D’Amico Francesco nato a Savona il
20.08.1941, iscritto all’Albo dei Medici
Chirurghi di questo Ordine al n. 3427
dal 24.06.1983, laureato in Medicina
e Chirurgia presso l’Università di Milano il 25.03.1983 ed abilitato presso
l’Università di Milano nel 1983;
- Scarpina Vincenzo nato a Maglie (Le)
il 18.04.1916, iscritto all’Albo dei Medici Chirurghi di questo Ordine al n.
1166 dal 09.08.1951, laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università
di Bologna il 04.06.1941 ed abilitato
presso l’Università di Bari nel 1942;
DELIBERA:
la cancellazione dall’Albo dei Medici
Chirurghi di questa Provincia per morosità con decorrenza immediata, a norma
dell’art.11, lettera f) del D.L.C.P.S. n.233
del 13.09.1946, dei seguenti sanitari:
Aminian Ciavash
Bianchi Paola
D’Amico Francesco
Scarpina Vincenzo
DELIBERA N. 361
Nuove iscrizioni, trasferimenti e
cancellazioni Albo Odontoiatri
Il Consiglio, relatore il Presidente, dopo
aver preso visione dei documenti ed
averne constatata la regolarità,
DELIBERA:
-d
i iscrivere all’Albo degli Odontoiatri
di questa Provincia i seguenti sanitari
neo laureati:
Arnaboldi Giulio
Collu Stefano
Greco Alessandro
Porro Sergio
-d
i cancellare dall’Albo degli Odontoia-
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
DELIBERA N. 362
Convocazione Assemblea Ordinaria Annuale
Il Consiglio, relatore il Presidente;
- v isti gli artt.23 e 24 del DPR n°221 in
data 05.04.1950;
- v iste le circolari: n°12 in data
30.01.1987-prot.n°1882/27, n°33 in
data 10.03.1988-prot.n°4381/27 e n°6
in data 16.01.1989-prot.n°614/27 della F.N.O.M.C. e O.;
- visto l’art.4 del DLCPS n°233 in data
13.09.1946;
a) di convocare l’Assemblea ordinaria
annuale degli Iscritti all’Albo dei Medici Chirurghi e all’Albo degli Odontoiatri, c.s.:
- in prima convocazione il giorno 15
marzo alle ore 12,00;
- occorrendo, in seconda convocazione,
il giorno lunedì 17 marzo alle ore 21
presso la Sede dell’Ordine con il seguente O.d.g.:
1) Lettura ed approvazione del verbale della precedente Assemblea
Ordinaria Annuale;
2) Relazione morale del Presidente;
3) Approvazione del Conto Consuntivo anno 2013;
4) Approvazione del Bilancio Preventivo 2014;
5) Ratifica della seguente delibera di
Consiglio:
6) -n°349-16.12.2013 (Esercizio provvisorio primi mesi anno 2014);
7) Varie ed eventuali.
DELIBERA N. 363
Tassa Annuale e Tassa Annuale
doppia iscrizione anno 2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di determinare in € 120,00 (centoventi/00) la misura della “Tassa Annuale”
da applicare per l’anno 2014 ai Medici Chirurghi ed agli Odontoiatri iscritti
ai rispettivi Albi di questo Ordine;
b) di determinare in Euro 97,00 (novantasette/00) la misura della “Tassa annuale doppia iscrizione” da applicare
per l’anno 2014 ai Medici Chirurghi
contemporaneamente iscritti anche
all’Albo degli Odontoiatri;
c) di procedere alla riscossione delle Tasse Annuale a mezzo MAV Elettronici
della UBI Banca Popolare di Bergamo
s.p.a.
consiglio direttivo
tri di questa Provincia, con decorrenza
31.12.2013, per rinuncia alla doppia
iscrizione i seguenti sanitari:
Barba Salvuccio
Testa Gustavo
DELIBERA N. 364
Tassa Annuale anno 2014 per
l’iscrizione all’Albo delle Società
tra professionisti di cui al decreto
8 febbraio 2013, n. 34
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA
a) d i determinare in € 300,00 (trecento/00) la misura della “Tassa
Annuale” da applicare per l’anno
2014 per l’iscrizione alla sezione
speciale dell’Albo delle società tra
professionisti.
DELIBERA N. 365
Tassa iscrizione Albi Professionali
anno 2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA
a) di determinare in € 10,00 (dieci/00)
la misura della “Tassa per l’iscrizione
agli Albi professionali” da applicare
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
35
consiglio direttivo
per l’anno 2014, salvo modifica a seguito dei risultati definitivi del bilancio
di previsione anno 2014 che verrà
approvato dall’Assemblea.
DELIBERA N. 366
Tassa pareri liquidazione onorari
anno 2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA
a) di determinare nella percentuale del
4% (quattro per cento) sul valore totale degli onorari liquidati, la misura
della “Tassa per il rilascio dei pareri per la liquidazione degli onorari”
da applicare durante l’anno 2014,
salvo modifica a seguito dei risultati definitivi del bilancio di previsione anno 2014 che verrà approvato
dall’Assemblea.
DELIBERA N. 367
Attività di Ufficio stampa per l’Ordine anno 2014
DELIBERA:
a) di assegnare a Elleci Studio s.a.s.
– Piazza del Popolo n. 14 – Como
l’incarico per l’attività di ufficio stampa per l’Ordine per l’anno 2014 in
base alle condizioni economiche e
normative previste nella convenzione
predisposta dal Presidente.
DELIBERA N. 368
Servizio di assistenza amministrativo-professionale a favore degli
Iscritti all’Ordine durante l’anno
2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di rinnovare per l’anno 2014 il servizio di assistenza amministrativo-pro-
36
fessionale a favore degli Iscritti, per il
tempo di n°2 (due) ore mensili presso
gli Uffici della sede più eventuali telefonate direttamente in studio;
b) di rinnovare l’incarico al Dott. Lorenzo
Longhi dello Studio Professionale Associato Andreani, Faverio, Longhi, Perlasca – Via F. Petrarca n° 2 – Como.
DELIBERA N. 369
Assistenza fiscale-tributaria e
contabile-amministrativa per gli
Uffici dell’Ordine durante l’anno
2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di rinnovare l’incarico per l’assistenza
fiscale-tributaria e contabile-amministrativa, per quanto possa occorrere
agli Uffici dell’Ordine durante l’anno
2014, allo Studio Botta Consulenza Aziendale -piazza del Popolo
n°14- Como.
A questo punto della Seduta il Dott. Piergiuseppe Conti si assenta dalla Sala.
DELIBERA N. 370
Consulenza e Assistenza legale
per quanto possa occorrere agli
Uffici dell’Ordine durante l’anno
2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di rinnovare l’incarico di consulenza
e assistenza legale stragiudiziale per
quanto possa occorrere all’Ordine durante l’anno 2014 all’Avv. Enrico Conti
dello Studio Legale Conti Giudici e
Recanzone –Via Vacchi n°1 – Como.
A questo punto della Seduta il Dott.
Piergiuseppe Conti rientra nella Sala ed
il Dott. Carlo Ghezzi si assenta dalla
Sala.
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
DELIBERA N. 372
Assegnazione gestione e aggiornamento sito Internet dell’Ordine
durante l’anno 2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di assegnare alla ditta One Vision s.r.l.
– Via Monte Nero n. 7 – Como l’incarico per la gestione e l’aggiornamento
del sito Internet dell’Ordine durante
l’anno 2014.
DELIBERA N. 373
Rinnovo servizio di rassegna stampa ditta Sifa s.r.l. - Milano
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di rinnovare per l’anno 2014 alla
ditta Sifa s.r.l. – Via G. Mameli n.
11 – Milano l’incarico per il servizio
di “Rassegna Stampa Quotidiana”,
comprendente il monitoraggio di tutti i quotidiani nazionali, locali, economico-finanziari, media di settore,
settimanali d’opinione ed economiciprofessionali, elaborata quotidianamente e consultabile 24h su 24h su
uno spazio Web espressamente dedicato all’Ordine tramite user-id e
password, con possibilità di visualizzazione e di stampa di ogni articolo in
formato PDF e TXT .
DELIBERA N. 374
Adozione “Regolamento di amministrazione e contabilità” dell’Ordine
Provinciale dei Medici Chirurghi e
degli Odontoiatri di Como
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di approvare l’allegato testo regolamentare denominato: “Regolamento di
amministrazione e contabilità” dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi
e degli Odontoiatri di Como, parte
integrante e sostanziale della presente
delibera, composto complessivamente
da 71 articoli;
b) di dichiarare immediatamente esecutivo il “Regolamento di amministrazione
e contabilità” dell’Ordine Provinciale
dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Como;
c) di trasmettere il presente Regolamento alla Federazione Nazionale degli
Ordini dei Medici Chirurghi e degli
Odontoiatri quale atto soggetto ad approvazione in conformità all’art.35 del
D.P.R. 5 aprile 1950, n.221.
consiglio direttivo
DELIBERA N. 371
Nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione per
l’anno 2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di rinnovare alla ditta Sidera 77 s.r.l.
– Via Merzario n. 18 – Como ed in
particolare al suo legale rappresentante Ing. Gabrio Ghezzi l’incarico quale
Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) per l’Ordine
per l’anno 2014.
A questo punto della Seduta il Dott. Carlo Ghezzi rientra nella Sala.
DELIBERA N. 375
Adozione “Regolamento per le spese in economia” dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli
Odontoiatri di Como
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di approvare l’allegato testo regolamentare denominato: “Regolamento
per le spese in economia” dell’Ordi-
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
37
consiglio direttivo
ne Provinciale dei Medici Chirurghi
e degli Odontoiatri di Como, parte
integrante e sostanziale della presente
delibera, composto complessivamente
da 18 articoli;
b) di dichiarare immediatamente esecutivo il “Regolamento per le spese in
economia” dell’Ordine Provinciale dei
Medici Chirurghi e degli Odontoiatri
di Como;
c) di trasmettere il presente Regolamento alla Federazione Nazionale degli
Ordini dei Medici Chirurghi e degli
Odontoiatri quale atto soggetto ad approvazione in conformità all’art.35 del
D.P.R. 5 aprile 1950, n.221.
DELIBERA N. 376
Richieste di patrocinio
Il Consiglio, relatore il Presidente,
DELIBERA:
a) di concedere il patrocinio al Convegno dal titolo: “Prima le mamme e i
bambini” che si svolgerà il giorno 21
Febbraio 2014 presso la Biblioteca
Comunale di Como;
b) di concedere il patrocinio subordinato
alla concessione dello stesso da parte dell’Ordine di Milano, competente
per territorio: al XXII Congresso Sio
dal titolo: “Le tecnologie digitali al
servizio della corretta pratica clinica
in implanto protesi” che si svolgerà
nei giorni 7 e 8 Febbraio 2014 presso
L’Ata Hotelexpo Fiera di Pero (Mi); alla
“II Edizione del premio letterario nazionale e internazionale: vinceremo le
malattie gravi”.
VARIE ED EVENTUALI
Il Presidente propone e tutti i Consiglieri
presenti accettano di trattare i seguenti
altri provvedimenti.
50° di Laura degli Iscritti all’Ordine
Il Presidente riferisce che quest’anno saranno 15 i Colleghi che festeggeranno il
50° anniversario di Laurea. Il Consiglio
deciderà successivamente se celebrare
il 50° tutti gli anni oppure ogni tre anni
come fatto sinora. In attesa della decisione verrà stanziata a bilancio annualmente la cifra necessaria allo svolgimento di
tale celebrazione.
Programma di formazione dell’Ordine
Il Presidente propone diversi temi da inserire nel programma di formazione per gli
Iscritti all’Ordine, puntando sul tema della comunicazione, soprattutto tra ospedale e territorio. Tali argomenti saranno
oggetto di discussione e di programmazione della commissione ospedale-territorio competente.
Esaurito l’ordine del giorno la Seduta viene dichiarata chiusa alle ore 22,55.
DELIBERE AMMINISTRATIVE DALLA N. 377
ALLA N. 382
38
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
8) Richiesta Dr.ssa Laura Iorio di attivazione casella di posta elettronica
intestata alla commissione giovani
medici;
9) Delibere amministrative
10) Varie ed eventuali.
L’anno 2014, il giorno 25 del mese di
Febbraio, alle ore 21,15, convocato tramite Posta Elettronica Certificata in data
17.02.2014, prot. n. 139, si è riunito presso la Sede dell’Ordine in Como, Viale Masia n. 30, il Consiglio direttivo dell’Ordine
Provinciale dei Medici Chirurghi e degli
Odontoiatri di Como.
Alle ore 21,15 il Presidente, verificata la regolarità della convocazione, fatto l’appello
dei Consiglieri e riscontrata la presenza
degli stessi in numero legale (presenti n.
13 come dall’elencazione riportata in premessa al presente verbale) dichiara aperta
la Seduta e passa alla trattazione degli
argomenti all’O.d.g.
Sono presenti i Consiglieri:
Dott. Gianluigi Spata
Presidente
Dr.ssa Licia Snider
Vice Presidente
Dott. Ilo Marco Fini
Segretario
Dott. Gianfranco Prada Tesoriere
Dott. Pierluigi Bianchi
Dott. Piergiuseppe Conti
Dr.ssa Patrizia Fumagalli
Dott. Massimo Galli
Dott. Daniele Lietti
Dott. Massimo Mariani
Dott. Gabriele Moltrasio
Dott. Gianvincenzo Melfa
Dott. Giuseppe Enrico Rivolta
Dr.ssa Marina Russello
Il Presidente, inoltre, propone e tutti i Consiglieri presenti approvano la partecipazione dei Revisori dei conti alla Seduta di
Consiglio.
ORDINE DEL GIORNO:
1) Lettura ed approvazione del verbale
della Seduta precedente;
2) Nuove iscrizioni, trasferimenti e cancellazioni Albo Medici Chirurghi;
3) Nuove iscrizioni, trasferimenti e cancellazioni Albo Odontoiatri;
4) Conto Consuntivo anno 2013;
5) Bilancio Preventivo anno 2014;
6) Richieste di patrocinio;
7) Consulta Regionale degli Ordini,
Collegi e Associazioni Professionali;
consiglio direttivo
VERBALE N. 28
VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’ORDINE PROVINCIALE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI
ODONTOIATRI DI COMO DEL GIORNO 25
FEBBRAIO 2014
DELIBERA N. 383
Lettura ed approvazione del verbale della Seduta precedente
Il Segretario dà lettura del verbale n°27
del 20 gennaio 2014 che viene approvato
all’unanimità.
DELIBERA N. 384
Nuove iscrizioni, trasferimenti e cancellazioni Albo Medici
Chirurghi
Il Consiglio, relatore il Presidente, dopo
aver preso visione dei documenti ed averne constatata la regolarità,
DELIBERA:
- di iscrivere all’Albo dei Medici Chirurghi
di questa Provincia i seguenti sanitari neo
laureati:
Ballesini Marta
Bassi Germana
Bianconi Eleonora
Campaner Riccardo Manfredo
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
39
consiglio direttivo
40
Capelli Mara
Cavandoli Clarissa
Di Natale Davide
Fasulo Mariaelena
Franzetti Jessica
Fraquelli Cristina
Freri Silvia
Gridavilla Daniele
Manzolini Dario
Marasco Roberto
Minuti Anna
Moretti Sara
Posca Francesco Rodolfo
Spina Stefano
Uccelli Sara
Urso Roberta
Vanoli Davide
Viganò Alessandro
- di iscrivere all’Albo dei Medici Chirurghi
di questa Provincia provenienti da altri
Ordini i seguenti sanitari:
Di Cesare Merlone Alessandra
proveniente dall’Ordine di Pavia
Furia Antonino
proveniente dall’Ordine di Palermo
- di cancellare dall’Albo dei Medici Chirurghi di questa Provincia per avvenuto
trasferimento ad altri Ordini i seguenti
sanitari:
Motta Susanna
iscritta all’Ordine di Lecco il 28.01.014
Osculati Giuseppe
iscrit to all’Ordine di Monza il
22.01.2014
Sguazzo Nicolina
iscrit ta all’Ordine di Salerno il
24.09.2013
- di cancellare dall’Albo dei Medici Chirurghi di questa Provincia per cessata
attività il seguente sanitario:
Asti Giuseppe
- di prendere atto dell’avvenuto decesso
dei seguenti sanitari:
Bordini Ornella
deceduta il 15.11.2013
Massola Gian Carlo
deceduto il 24.01.2014
Rizzi Bartolomeo
deceduto il 19.01.2014
Zingales Antonino
deceduto il 04.02.2014
DELIBERA N. 385
Nuove iscrizioni, trasferimenti e
cancellazioni Albo Odontoiatri
Il Consiglio, relatore il Presidente, dopo
aver preso visione dei documenti ed averne constatata la regolarità,
DELIBERA:
- di iscrivere all’Albo degli Odontoiatri di
questa Provincia il seguente sanitario neo
laureato:
Pasqualini Tiziano
- di iscrivere all’Albo degli Odontoiatri di
questa Provincia provenienti da altri Ordini i seguenti sanitari:
Colombo Chiara
proveniente dall’Ordine di Varese
Scoletta Stefano
proveniente dall’Ordine di Pavia
DELIBERA N. 386
Conto consuntivo anno 2013 e relativi allegati;
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) d i approvare il Conto consuntivo
dell’esercizio finanziario anno 2013,
che si allega in copia alla presente
deliberazione per costituirne parte integrante, che registra i seguenti dati
riepilogativi:
ENTRATE
TITOLO I
Entrate contributive
€ 382.457,00
TITOLO II
Entrate diverse
€ 23.502,10
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
b) di sottoporre il Conto consuntivo anno
2013 all’approvazione dell’Assemblea
degli Iscritti all’Ordine, appositamente
convocata.
DELIBERA N. 387
Bilancio Preventivo anno 2014
Il Consiglio, relatore il Presidente;
DELIBERA:
a) di approvare il Bilancio preventivo per
l’anno 2014 che si allega in copia alla
presente deliberazione per costituirne
parte integrante, in base alle seguenti
previsioni:
ENTRATE
Fondo iniziale di cassa al 01.01.2014
€ 215.481,92
TITOLO I
Entrate contributive
€ 387.252,00
TITOLO II
Entrate diverse
€ 10.363,08
TITOLO III
Entrate in conto capitale € 50.100,00
TITOLO IV
Entrate per partite di giro € 55.500,00
TOTALE ENTRATE
USCITE
TITOLO I
Uscite correnti
TITOLO II
Uscite in conto capitale
TITOLO III
Uscite per partite di giro
TOTALE USCITE
€ 718.696,00
€ 563.196,00
€ 100.000,00
€ 55.500,00
€ 718.696,00
b) di sottoporre il Bilancio Preventivo anno
2014 all’approvazione dell’Assemblea
degli Iscritti all’Ordine, appositamente
convocata.
consiglio direttivo
TITOLO II
Entrate in conto capitale € TITOLO III
Entrate per partite di giro € 39.515,08
TOTALE ENTRATE
€ 445.474,18
Residui attivi al 31.12.2013
€ 1.692,30
USCITE
TITOLO I
Uscite correnti
€ 405.147,61
TITOLO II
Uscite in conto capitale € 10.481,86
TITOLO III
Uscite per partite di giro € 39.515,08
TOTALE USCITE
€ 455.144,55
Residui passivi al 31.12.2013
€ 16.496,11
DELIBERA N. 388
Richieste di patrocinio
Il Consiglio, relatore il Presidente, con riferimento alle richieste di patrocinio qui di
seguito riportate:
DELIBERA di concedere il patrocinio:
- all’Iniziativa dal titolo: “Le Malattie Respiratorie e il Centro Specialistico: i Mmg
incontrano gli Pneumologi” che si svolgerà il giorno 27 Febbraio 2014 presso il
Reparto di Riabilitazione Cardio Respiratoria dell’azienda Ospedaliera Sant’Anna
di Como – Presidio di Mariano Comense;
- al Convegno dal titolo: “Contro i tumori
…. si può fare” che si svolgerà il giorno
21 Marzo 2014 presso la Biblioteca Comunale di Como;
- al Convegno dal titolo: “Uso appropriato
degli antibiotici” che si svolgerà il giorno
25 Marzo 2014 presso la Sala Formazione di Labor Medical a Cantù;
- al Congresso dal titolo: “Fourth Joint Meeting: Steatosi, Steato-Epatite e… non
solo” che si svolgerà il giorno 29 Marzo
2014 presso il Centro Congressi Artsana
di Grandate;
- al Convegno dal titolo: “II Edizione. I
traumi dello sport. Nuove Metodologie
di trattamento preventivo, conservativo
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
41
consiglio direttivo
e chirurgico” che si svolgerà il giorno
5 Aprile 2014 presso l’Hotel Limbiate
Fiera di Limbiate;
- all’iniziativa dal titolo: “Prime Giornate
Comasche di Endocrinologia, Diabetologia e Nutrizione Clinica” che si
svolgerà nei giorni 9 e 10 Maggio
2014 presso l’Hotel Cruise di Montano
Lucino;
- all’iniziativa dal titolo “Progetto stop
all’Ictus”.
DELIBERA N. 389
Consulta Regionale degli Ordini, Collegi e Associazioni
Professionali
Il Presidente Dr. Spata illustra le finalità
ed i compiti della Consulta Regionale degli Ordini, Collegi e Associazioni
Professionali. Dopo ampia discussione il
Consiglio all’unanimità DELIBERA di nominare quale rappresentante del nostro
Ordine il Dr. Gianvincenzo Melfa.
DELIBERA N. 390
Richiesta Dr.ssa laura Iorio di attivazione casella di posta elettronica intestata alla Commissione
giovani medici
La Dr.ssa Iorio sottolinea l’importanza di
attivare una casella di posta elettronica
presso l’Ordine intestata al gruppo dei
giovani medici. Tale iniziativa avrebbe
lo scopo di incrementare maggiormente lo scambio di informazioni utili sia
dal punto di vista istituzionale, sia di
crescita culturale che di opportunità di
lavoro. Da valutare i seguenti indirizzi: gruppo [email protected]
it oppure [email protected] Il Consiglio all’unanimità
DELIBERA di approvare la richiesta della
Dr.ssa Iorio.
42
DELIBERE AMMINISTRATIVE DALLA N.
391 ALLA N. 398
VARIE ED EVENTUALI
Il Presidente propone e tutti i Consiglieri
presenti accettano di trattare i seguenti
altri provvedimenti.
DELIBERA N. 399
M anuale Roversi della ditta
Sanofi
Il Dr. Ghezzi, che è risultato assente
questa sera, ha manifestato il proprio
disappunto sull’opportunità di distribuire
ai giovani colleghi il Manuale Roversi,
utile pubblicazione clinica di proprietà
della Sanofi. Dopo ampia discussione,
valutata l’assenza di qualsiasi inserto
promozionale e stabilita la sua indubbia
utilità, il Consiglio all’unanimità DELIBERA di consegnare il volume in oggetto
ai giovani alla prossima Assemblea tramite l’Associazione Culturale Medico
Odontoiatrica Comasca dell’Ordine.
DELIBERA N. 400
Linee di indirizzo regionali e Protocollo d’intesa ASL di Como
sulla protezione giuridica-amministrazione di sostegno
Il Presidente illustra le linee di indirizzo
regionali sulla protezione giuridica e
il Protocollo d’intesa dell’ASL di Como
per l’attivazione di un “Tavolo Interistituzionale” con il compito di realizzare un
piano operativo per l’amministrazione di
sostegno e la protezione giuridica.
Viene sottolineata l’importanza di
delegare un Consigliere dell’Ordine,
quale rappresentante tecnico del costituendo Tavolo Interistituzionale coordinato dall’ASL di Como. Il Consiglio
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
DELIBERA N. 401
Sito internet dell’Ordine: relazione Dott. Fini
Il Consiglio;
- sentita la relazione del Dr. Fini il quale a
nome della Commissione sito internet fa
presente al Consiglio, come da relazione
del Web Master dell’Ordine Maurizio
Pratelli, che dopo 14 anni di aggiornamenti ininterrotti e quotidiani con l’antico
Front Page, è venuto il momento di trasferire il portale dell’Ordine su una piattaforma più adeguata ai tempi, così come
successo per la sua versione mobile
perfettamente allineata alle esigenze di
oggi, per usufruire di tutti i suoi benefici.
I motivi principali che rendono necessaria
e non più differibile nel tempo questa operazione sono diversi, i più importanti sono:
innanzitutto le nuove “piattaforme open”,
disponibili gratuitamente sul web, ci permetteranno di non più dipendere da un
software di sviluppo inadeguato e non
più utilizzato da anni da chiunque sviluppi
nuovi siti; un altro aspetto fondamentale
è che gli aggiornamenti del sito potranno
essere fatti da qualsiasi pc, senza che su
di esso sia montato nessuno tipo di software: sarà sufficiente essere dotati delle
password di accesso ed essere connessi
a internet: tutto sarà poi più veloce: Front
Page, per tutta una serie di ragioni, anche dovute a 14 anni di aggiornamenti
continui sulle stesse pagine, soprattutto
in fase di pubblicazione e caricamento è
diventato lentissimo e instabile; altro punto
significativo è che il portale non essendo
sviluppato con un sw proprietario, ma su
una piattaforma aperta, chiunque in futuro
dovesse subentrare per modificare il portale, potrà farlo senza nessun problema,
mentre oggi dovrebbe rifarlo completamente; inoltre, cosa oggi non più trascurabile, queste nuove piattaforme sono tutte
ottimizzate per interagire con la versione Mobile (vedi m.ordinemedici.como.it),
Youtube (vedi OMCwebTv), Twitter (vedi
OMCcomo), Blog (vedi OMCwebCultur);
ultimo punto, come insegnano i portali
di informazioni di oggi, visto che il nostro sito si ispirava a quello dell’Ansa di
14 anni fa, questa migrazione ci fornirà
l’occasione per dare un’immagine più moderna del portale; tutto ciò porterà l’Ordine ad avere un portale più facilmente
leggibile (adattamento automatico alle
diverse risoluzioni video), più facilmente
aggiornabile e reperibile (tag per i motori
ricerca). Inoltre sarà possibile l’inserimento
di notizie (tutte automaticamente indicizzate in archivio) anche più volte al giorno
con uno strumento allineato agli standard
di informazione on-line di oggi. Ogni notizia potrà essere aggiunta alle pagine
facebook o twitter degli utenti con un semplice click e volendo anche commentata
in diretta.
Tutto ciò nell’ottica che ha sempre visto,
come riconosciuto a suo tempo dalla
Fnomceo, l’Ordine di Como all’avanguardia in questo settore di comunicazione;
- visto il preventivo in data 24.02.2014
della ditta Diane Le Cam di Balerna,
che, per il trasferimento del portale
dell’Ordine su una nuova piattaforma
mediante: programmazione e impaginazione delle sezioni statiche e istituzionali
(Consiglio direttivo, Commissoni, contatti); programmazione e integrazione Conten Management System per poter
inserire, modificare, cancellare le sezioni news (con archiviazione automatica
in base alla data impostata), eventi,
proposte di lavoro, studi e attrezzature, convenzioni; migrazione database,
testing (dal sito mobile); installazione e
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
consiglio direttivo
all’unanimità DELIBERA di nominare il
Presidente ed il Dott. Lietti quali rappresentanti dell’Ordine.
43
consiglio direttivo
44
testing sul server (requisiti: Server linux,
Apache e PHP 5.2+); trasferimento ed
ottimizzazione dati e documenti da
vecchio portale, prevede la spesa di €
1.990,00 (millenovecentonovanta);
- valutato il costo dell’intervento e ritenuto congruo;
- preso atto che la ditta cui trattasi già si
occupa della gestione e dell’aggiornamento del sito internet dell’Ordine;
- vista la deliberazione n°349 in data
16.12.2013 sull’”esercizio provvisorio”;
- considerato che il relativo impegno di
spesa “non è suscettibile d’essere frazionato in dodicesimi;
- sentito il Tesoriere ed acquisita l’attestazione della copertura finanziaria
con i fondi appostati al tit. 1°, cat. V,
cap. 18, voce “Abbonamento/acquisto/rilegatura pubblic. varie/canone
Tv/Internet” del bilancio deliberato del
corrente esercizio;
DELIBERA:
a) di assegnare alla ditta Diane Le Cam
– Via Corti n°5 – Balerna (Svizzera)
l’intervento per il trasferimento del
portale dell’Ordine su una nuova
piattaforma mediante: programmazione e impaginazione delle sezioni statiche e istituzionali (Consiglio
direttivo, Commissoni, contatti); programmazione e integrazione Conten Management System per poter
inserire, modificare, cancellare le
sezioni news (con archiviazione automatica in base alla data impostata),
eventi, proposte di lavoro, studi e attrezzature, convenzioni; migrazione
database, testing (dal sito mobile);
installazione e testing sul server (requisiti: Server linux, Apache e PHP
5.2+); trasferimento ed ottimizzazione
dati e documenti da vecchio portale,
al prezzo complessivo di € 1.990,00
(millenovecentonovanta/00).
Giornata nazionale di predizione dell’Alzheimer promossa
dall’Associazione Nazionale degli artigiani pensionati attraverso Confartigianato persone di
Como
Viene proposta dall’ANAP attraverso Confartigianato Persone di Como la “GIORNATA NAZIONALE di PREDIZIONE
DELL’ALZHEIMER” che si terrà il 5 Aprile
2014 in Piazza Miglio a Como. In tale
occasione verrà proposto un questionario
di valutazione. Viene richiesta la collaborazione di Medici Geriatri per cui si estenderà l’invito ai reparti di geriatria della
città. La Dr.ssa Snider si rende disponibile
a proporre l’iniziativa ai geriatri dell’Ospedale Sant’Anna di Como.
Esaurito l’ordine del giorno la Seduta viene
dichiarata chiusa alle ore 23,45.
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
L’anno 2014, il giorno 10 del mese di
Marzo, alle ore 20,45, convocato tramite Posta Elettronica Certificata in data
03.03.2014, prot. n. 189, si è riunito presso la Sede dell’Ordine in Como, Viale Masia n. 30, il Consiglio direttivo dell’Ordine
Provinciale dei Medici Chirurghi e degli
Odontoiatri di Como.
Sono presenti i Consiglieri:
Dott. Gianluigi Spata
Presidente
Dr.ssa Licia Snider
Vice Presidente
Dott. Ilo Marco Fini
Segretario
Dott. Gianfranco Prada Tesoriere
Dott. Pierluigi Bianchi
Dott. Piergiuseppe Conti
Dr.ssa Patrizia Fumagalli
Dott. Carlo Ghezzi
Prof. Luca Levrini
Dott. Daniele Lietti
Dott. Gabriele Moltrasio
Dott. Gianvincenzo Melfa
Dott. Giuseppe Enrico Rivolta
Dr.ssa Marina Russello
portata in premessa al presente verbale)
dichiara aperta la Seduta e passa alla
trattazione degli argomenti all’O.d.g.
Il Presidente, inoltre, propone e tutti i Consiglieri presenti approvano la partecipazione dei Revisori dei conti alla Seduta di
Consiglio.
DELIBERA N. 402
Nuove iscrizioni, trasferimenti e cancellazioni Albo Medici
Chirurghi
Il Consiglio, relatore il Presidente, dopo
aver preso visione dei documenti ed averne constatata la regolarità
DELIBERA:
- di iscrivere all’Albo dei Medici Chirurghi
di questa Provincia il seguente sanitario
neo laureato:
Zampini Davide
Precisazioni in merito al punto 3
dell’Ordine del giorno
Nuove iscrizioni, trasferimenti e
cancellazioni Albo Odontoiatri
Il Consiglio prende atto che non sono state
presentate richieste di nuove iscrizioni,
trasferimenti e cancellazioni all’Albo degli
Odontoiatri.
ORDINE DEL GIORNO:
1) Nuove iscrizioni, trasferimenti e cancellazioni Albo Medici Chirurghi;
2) Nuove iscrizioni, trasferimenti e cancellazioni Albo Odontoiatri;
3) Varie ed eventuali.
VARIE ED EVENTUALI
Il Presidente propone e tutti i Consiglieri
presenti accettano di trattare i seguenti
altri provvedimenti.
Alle ore 21,45 il Presidente, verificata
la regolarità della convocazione, fatto
l’appello dei Consiglieri e riscontrata la
presenza degli stessi in numero legale
(presenti n. 14 come dall’elencazione ri-
Bozza nuovo Statuto Fondazione E.N.P.A.M.
Il Presidente illustra nelle sue linee generali
le proposte di modifica del nuovo statuto
della Fondazione ENPAM. Gli indirizzi
consiglio direttivo
VERBALE N. 29
VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’ORDINE PROVINCIALE DEI MEDICI CHIRURGHI E DEGLI
ODONTOIATRI DI COMO DEL GIORNO 10
MARZO 2014
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
45
consiglio direttivo
riformatori riguardano soprattutto i molteplici aspetti finalizzati ad una migliore rappresentatività nel corretto equilibrio tra
costi e numerosità.
I rappresentanti in seno al Consiglio Nazionale saranno più numerosi (da 106 a
176) ma con migliore rappresentatività di
tutte le categorie e con un taglio del gettone di presenza. Si prevede una riduzione
di €. 480.000,00 delle spese annue del
C.d.A. È stato inserito inoltre l’Osservatorio
dei pensionati e dei giovani medici.
Il Presidente invita tutti i Consiglieri a leggere la bozza del nuovo Statuto e di portare le proprie osservazioni entro il 15
Aprile p.v..
Bozza codice di deontologia medica 2014
Il Presidente illustra quello che è stato l’iter
del nuovo Codice Deontologico. Verrà
inviata la bozza a tutti i componenti della Commissione Bioetica per le ultime
modifiche.
scrittive per la gestione dei pazienti in
Nutrizione Enterale.
Per i rinnovi dei pazienti già in trattamento
sarà sufficiente la richiesta del Medico
Curante o della struttura (RSA/RSD) inclusi
i pediatri di famiglia. Per le nuove prescrizioni occorrerà l’accesso alla Struttura
Ospedaliera, su ricettario unico, con richiesta di: VISITA DIETOLOGICA (prima visita)
con il quesito diagnostico: Valutazione paziente in Nutrizione Enterale Domiciliare.
Invito Tribunale per i Diritti del
Malato all’iniziativa dal titolo:
“C’era una volta… Il Medico di
Base” che si svolgerà il 15 marzo
2014 presso l’Associazione Anziani di Cadorago
Il Presidente illustra l’iniziativa in oggetto
che si terrà a Cadorago il 15 marzo p.v..
Esaurito l’ordine del giorno la Seduta viene
dichiarata chiusa alle ore 22,45.
Convegno in data 15 maggio 2014
Il Presidente ha preso contatti con l’Epatologia dell’Ospedale S. Anna di Como che
ha organizzato un percorso diagnosticoterapeutico con visite collegiali per il trattamento delle patologie neoplastiche del
fegato. Si organizzerà presso l’Ordine
una serata divulgativa di tale iniziativa, da
accreditare tramite l’Associazione Culturale
Medico Odontoiatrica Comasca. La data
prevista è il 15 maggio p.v.
Comunicazione ASL di Como relativa alla modifica della procedura per la Gestione dei Pazienti in
Nutrizione Enterale Domiciliare
Vengono rese note le nuove norme pre 46
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
Bollettino Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como - 1/2014
47
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
2 106 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content