close

Enter

Log in using OpenID

Chirurgia estetica, giungla Italia tra illusionisti e offerte low cost

embedDownload
se
ganismoinissosiinterrose. Che cosa
o l’ischemia
o l’intervento
so che ci sia
trattamento
nza dichiaraschemia? C’è
artitonelcorure a una soDifficile stabiore Santini nzare alcuna
bata, c’è solo
o poco conomunemente
ell’intestino,
asi sanguigni
iscono, ridul’afflusso di
ntestino.Ese
dell’apparato
icevono memanca loro
si indeboliuoiono, dan’intestino.
la paziente è
ortata d’ura operatoria,
dishockprotuazione era
messa. «Siaa - prosegue
i Clinica chiniversità - abdell’intestino
ranoalterna-
erata la scorgonapoletaUninterveno non più di
qualchepunfinale per dio al grasso in
utto fosse and’altronde la
nterventi più
ambito della
mente riserva
lcosa non ha
iorni dopo la
ad avvertire
a nella parte
alla gamba,
e più insoponediportarto di Clinica
a università,
e in sala opentensiva e la
ime ore poscologico che
ato.
DUZIONE RISERVATA
10˚
Iran
1˚
Aumento seno
2˚
Liposuzione
3˚
Blefaroplastica
4˚
Lipofilling
1.053.890
5˚
Rinoplastica
954.423
174.778
LE OPERAZIONI PIÙ RICHIESTE
Il Mattino
24/10/2014 - pag. 11
1.773.584
1.614.031
1.379.263
LE OPERAZIONI NON CHIRURGICHE IN ITALIA
Totale ritocchi “Soft”
192.576
Punturine
89.576
Botulino
76.472
Anti età
8.280
Peeling
Fonte: ISAPS
Chirurgia estetica, giungla Italia
tra illusionisti e offerte low cost
Il fenomeno
In Campania operano
almeno cento centri
Un lunga scia di incidenti
Gigi Di Fiore
La casalinga disperata che cerca
una seconda giovinezza. L’adolescenteannebbiatachesognaleforme della sua attrice preferita. Il
trans che vuole adattare il suo corpo al suo sentirsi donna. L’uomo
che spera di piacere eliminando
pancia e maniglie dell’amore. La
casistica di chi si rivolge ai chirurghiesteticièinfinita,lemotivazioni
tante, sommate a insoddisfazioni,
ricerca di autostima, psicologie in
frantumi.
Dall’altra parte, quella dei professionisti dell’estetica nel corpo,
c’èunmondoeterogeneo.Viconvivonomedicispecializzati,illusionisti senza laurea, centri estetici non
sempre a norma. Un mondo diviso, dove i medici laureati e specializzatiinchirurgiaplasticaedestetica sono circa 1500 in tutt’Italia. In
Campania,nonraggiungonoilcentinaio e si fanno concorrenza spietata per fatturati da decine e decine
di migliaia di euro.
È la liposuzione, l’intervento
più richiesto: 44464 interventi nel
Gli interventi
Caviglie, gambe
e addome sono le
richieste più gettonate
anche dai giovani
ma i chirurghi plastici
avvertono: attenti ai
centri non specialistici
ISTITUTO TECNICO STATALE “E. BERSANTI”
80038 - Pomigliano D’Arco (NA) TEL. 081.8840350 - Mail: [email protected] - www.itibarsanti.it
BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA
con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa
CIG n. 5915392FE3
CUP n. D58G10001110007
Istituto Tecnico “E. Bersanti” - Via Mauro Leone n. 105 - 80038 Pomigliano D’Arco (Na). OGGETTO
DELL’APPALTO: lavori di riqualificazione Istituto Tecnico “E: Bersanti” CIG n. 5915392FE3- 3) PROCEDURA
DI AGGIUDICAZIONE: Procedura aperta ai sensi del D.Lgs 163/2006 e del D.P.R. 207/2010 con il criterio
dell’offerta economicamente più vantaggiosa. 4) IMPORTO LAVORI· Euro 491.123,33, oltre Iva, incluso oneri per
la sicurezza. Termine e luogo per la presentazione delle offerte: Ore 12,00 del giorno 25/11/2014 presso l’Ufficio
Protocollo dell’ Istituto Tecnico “E: Bersanti” sito in Pomigliano D’Arco (NA) in Via Mauro Leone n. 105. Il
procedimento di gara è regolamentato dal Disciplinare di gara: RUP: Ing. Antonio Mazzocca. Per Tutte le informazioni
ed allegati si rimanda ai siti:www.itibarsanti.it; www.serviziocontrattipubblici.it; albo pretorio della Provincia di Napoli.
IL DIRIGENTE SCOLASTICO (Prof. Mario Rosario Ponsiglione)
6.584
ANSA
ni ci vengono fatte anche per un seno non rispondente a quello richiesto, o un naso sgradito».
Clamorosa fu la vicenda delle
protesi prodotte in Francia dalla
Poly Implant Prothese con silicone
industriale invece che medicale.
Due milioni di protesi prodotte in
dieci anni fino al 2011, che hanno
2013,secondoidatidell’Aicpe(l’as- provocato seri problemi di salute e
sociazione dei chirurghi plastici ed sono state ritirate dal commercio
estetici). È l’operazione cui si era anche in Italia. L’effetto sono state
sottopostalasessantennenapoleta- centinaia di cause.
Ma abusivi e centri estetici sono
na che lotta tra la vita e la morte.
L’operazione più a rischio, se si lo spauracchio dei chirurghi estetici.
Nove
anni fa, dopo la morte di
guardaaidecessi.Noveannifa,Gelsomina Vitale, 48, si rivolse ad un Gelsomina Vitale, la Regione Camcentro estetico di Nola dove «ap- pania dispose una ricognizione sui
poggiava» un chirurgo con la mo- centriestetici:oltreuncentinaio.Alglie infermiera. Voleva fare un lif- cuni risultarono non rispettare le
ting cervico-facciale. Dopo essere leggi,madirecentelenormedisicurezza e igiene sono state aggiornate
entrata in coma, morì.
Il padre di Claudia Caldironi, 41 con nuove disposizioni in vigore
anni, morta in una clinica privata a dal 2011. Spiega un chirurgo estetiForlìperuninterventodiliposuzio- co: «Nei centri, si improvvisano inne, chiede giustizia dopo sette an- terventi senza il controllo medico.
ni. Sette mesi fa, toccò a Rossella Costano di meno, ma danno anche
Daga, 39 anni, di Cagliari. Ancora meno garanzie».
Il business dell’estetica fa gola.
un intervento di liposuzione, stavolta nello studio privato di uno Per fare un esempio, i costi medi di
specialista con studio a Roma e a una liposuzione vanno da 1000 euCagliari. Al ritorno a casa, uno sve- ropercaviglie,polpacciebraccia,ai
nimento e la morte. In Liguria, è 3000pergambeecosce.Eladomantoccato a Paola Residori, 45 anni, da aumenta: nel 2013, praticate
nota militante di Rifondazione co- 44464 liposuzioni, 33481 interventi
munista, che si era sottoposta a li- di aumento del seno, 31982 di rinposuzione per eliminare il grasso giovanimento dello sguardo, 23892
interventi al naso.
ineccesso che le cauSpiegano all’Aicpe,
sava disturbi digestiche ha diffuso questi
vi. È morta all’ospe- I fatturati
dale di Santa Corona Decine di migliaia dati: «Il 33,9 per cento
è eseguito in clinica, il
di Pietra Ligure in
34,4 in day hospital e il
provincia di Savona. di euro all’anno
Spiegano alla Sic- Dopo i ginecologi 31,2 in ambulatori. Va
detto che il 16 per cenpre (società italiana gli specialisti
to degli interventi, padi chirurgia plastica): della bellezza
ri a 37884, rimediano
«La liposuzione non
sono
tra
i
più
errori
precedenti.
comporta rischi speNon tutti distinguono,
cifici. Le complican- citati per danni
però,trachirurgiaplaze, talvolta mortali, si
sticae chirurgiaestetisonoregistrateinepisodi in cui le norme non sono sem- ca. La seconda non è riconosciuta
pre state rispettate. Per interventi dalleAslesiprestadipiùallespecueseguiti in ambulatori, o da mani lazioni di improvvisati».
Negliospedali,èlachirurgiaplanon esperte».
La Sicpre cita tassi di mortalità stica (25 per cento degli interventi)
bassi: 1 su 47415 interventi. Ma ad essere riconosciuta, quella che
emerge una realtà-giungla, dove corregge difetti provocati da serie
spesso gli improvvisati a basso co- patologie: ricostruzioni di seni
sto mettono a rischio il buon nome asportatiperuncancro,ricostruziodichièmedicospecialista.Unmon- ni nasali per difetti respiratori. Ma,
do dove gli stessi chirurghi plastici inutile negarlo, è sugli interventi
sifannoguerratraloroeun’associa- estetici (il 75 per cento, pari a
zionedi categoriaha avuto difficol- 956500), ben 39 nel prontuario, che
tà a nascere, per rivalità e divisioni. si giocano guadagni e colpi bassi.
Così, l’Aicpe è stata costituita solo Ed è facile capirlo dai dati ufficiali:
tre anni fa e oggi raggruppa 235 so- incremento del 6,8 per cento di rici. Spiega il presidente Mario Pelle chieste per interventi estetici. LomCeravolo: «Il nostro obiettivo, tra bardia, Lazio, Emilia Romagna, Vemoltedifficoltà,èarrivareadunco- neto le regioni in testa per numero
dice deontologico condiviso, con diinterventi.LaCampanianehasocontinui corsi di aggiornamento, lo il 4,58 per cento, la Basilicata zescambi scientifici e tutele legali». ro.Maspieganoall’Aicpe:«SonodaDopo i ginecologi, i chirurghi ti indicativi. Al Sud, in percentuale,
estetici sono la categoria di medici ci sono più interventi in strutture
inpercentualeconilpiùaltonume- non idonee e medici non specializro di cause di risarcimento in cor- zati che invadono il settore».
so. Spiegano all’Aicpe: «Le citazio© RIPRODUZIONE RISERVATA
Composite IL_MATTINO - NAZIONALE - 11 - 24/10/14 ----
Time: 23/10/14
22:10
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
477 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content