close

Enter

Log in using OpenID

adempimenti delibera n. 435 del 17/10/2013

embedDownload
DIREZIONE SANITARIA
Prot. 1458 del 24.04.2014
A tutti i Direttori dei DAI
Agli operatori del Front-Office CUP
Al Referente Aziendale CUReP
Ing. Guglielmo Toscano
e p.c.
Al Direttore Generale
Al Direttore Amministrativo
LORO SEDI
Oggetto: Adempimenti Delibera n. 435 del 17/10/2013 - PROGRAMMA ATTUATIVO
AZIENDALE PER IL GOVERNO DELLE LISTE D'ATTESA 2010-12 (D.G.R.C. N. 271 DEL
12.06.2012) - Classi di Priorità: Accordo Regionale Decreto Commissario ad Acta n. 87_2013.
In riferimento all’oggetto, si porta a conoscenza delle SS.LL. che, con nota prot. n. 96274 del
10.02.2014 della Regione Campania avente ad oggetto Classi di priorità. Approvazione dell’Accordo
Integrativo Regionale per la Medicina Generale, è stato notificato alle Aziende il Decreto Commissario
ad Acta n. 87_2013. L’entrata in vigore del Decreto, in osservanza del D.M. 17 marzo 2008 (a sua volta
attuativo della L. 326_2003 – art. 50, comma 2) e dei Piani Nazionale e Regionale di Governo delle
Liste di Attesa 2010-12, prevede che il Medico Prescrittore indichi sull’impegnativa SSN il codice
di priorità associato alla richiesta.
L’obbligo della biffatura del codice di priorità sull’impegnativa, peraltro già sancito con D.G.R.C.
170_2007, è, dunque, in capo alle ASL in quanto rientra tra le prerogative di MMG/PLS e non dello
specialista ospedaliero. All’ospedale, tuttavia, compete la stratificazione della propria offerta
ambulatoriale in classi di priorità, in modo da poter “riservare” dei posti alle varie richieste
(impegnative) in base alla priorità indicata in sede prescrittiva .
L’approvazione dell’accordo e il definitivo utilizzo delle classi di priorità hanno, dunque, un
significativo impatto sull’organizzazione e la gestione dei processi dell’AOU in quanto la priorità
assegnata ad una richiesta di prestazione in sede prescrittiva deve trovare risposta in una adeguata
stratificazione della offerta dei nostri ambulatori. In sintesi, ciascuna agenda di prenotazione dell’AOU
va configurata in modo da riservare un certo numero di posti alle prestazioni che saranno richieste
come urgenti (“U”, da erogare entro 72 ore dalla richiesta al CUP), come brevi (“B”, da erogare entro 10
giorni), come differibili (“D”, entro 30 o 60) o come programmabili/senza priorità (“P”, da erogare
entro 180 giorni).
Il “numero di posti” da riservare a ciascuna classe non è, però, in alcun modo determinabile in quanto
non esiste un metodo “scientifico” per ricondurre la casistica aziendale storica alle quattro classi (es.
stimare quale proporzione dei casi trattati meriti di essere considerata urgente, quale breve, quale
differibile e quale programmabile); inoltre, qualunque tecnica l’AOU adottasse per riprogrammare
l’offerta in classi, non è, oltremodo, prevedibile quale sarà il comportamento prescrittivo del
MMG/PLS: se, da un lato, è auspicabile che ciascun prescrittore analizzi caso per caso il carattere di
urgenza/differibilità del bisogno espresso dal paziente, dall’altro la sensibilità e la cultura dei
prescrittori sono affidate a “percorsi di condivisione” (come recita la stessa nota prot. n. 96274 della
Regione Campania) che sono ancora da avviare nelle ASL campane.
Direzione Sanitaria – LISTE DI ATTESA 081.7464373
Tanto premesso, con la presente si chiede:
1. Agli operatori addetti alla prenotazione, di verificare sulla ricetta SSN la biffatura del campo
"PRIORITA' DELLA PRESTAZIONE" (ovvero di richiederlo all’utente in caso di prenotazione
telefonica) e procedere come segue:
o Qualora la biffatura del campo indicasse priorità U = urgente, ricercare la prima
disponibilità offerta dal sistema, come di consueto;
o Se la data di prima disponibilità supera i 3 gg (>72 h) cioè il tempo massimo di attesa
per le prestazioni Urgenti:

Ricercare sul sistema CUReP (CUP Regionale) una disponibilità alternativa che
risulti compatibile con i tempi di attesa per la priorità Urgente (≤3 gg);
o Se non è presente sul sistema CUReP alcuna disponibilità compatibile con i tempi di
attesa per la priorità Urgente (≤3 gg),
oppure
o Se il paziente rifiuta la prenotazione presso altre strutture della Regione, ancorchè in
grado di garantire i tempi di attesa per la priorità Urgente (≤3 gg)
oppure
o Se il sistema CURep è momentaneamente indisponibile

Prenotare la prestazione presso l’AOU nella prima seduta utile entro i 3 gg o,
comunque, nella prima giornata di attività dell’ambulatorio applicando il
meccanismo della forzatura (overbooking), avendo cura di segnalarlo allo
specialista di riferimento dell’ambulatorio.
Lo stesso meccanismo va applicato a garanzia delle altre classi di Priorità, ciascuna in relazione al
tempo massimo di attesa:
CLASSE DI
PRIORITA’
U
B
D
P
SIGNIFICATO
CODICE
TEMPO MASSIMO ATTESA PER EROGAZIONE DELLA
PRESTAZIONE
Urgente
Breve
Differibile
Programmata
Nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore
Entro 10 giorni
Entro 30 giorni per le visite o 60 giorni per gli accertamenti diagnostici
Entro un arco temporale massimo di 180 giorni
Direzione Sanitaria – LISTE DI ATTESA 081.7464373
2. Ai Direttori dei DAI, di:
a) Notificare la procedura descritta al punto 1. al proprio personale eventualmente
impegnato in attività di prenotazione per prime visite/prime prestazioni diagnostico
terapeutiche (agende cd esclusive in gestione al personale di struttura);
b) Notificare il contenuto della presente a tutti gli specialisti impegnati in attività
ambulatoriali, affinché possano attribuire la dovuta comprensione e sensibilità agli
adempimenti di cui all’oggetto;
c) Richiedere al Referente Aziendale CUReP di abilitare il personale di cui al punto 2.a)
all’accesso al sistema CUReP.
3. Al Referente Aziendale CUReP di abilitare tutto il personale di front-office del CUP centrale e,
su richiesta del Direttore del DAI, il personale di cui al punto 2.a) all’accesso al sistema CUReP.
Si specifica, altresì, che classi di priorità si applicano limitatamente alle prime visite/prime
prestazioni diagnostico-terapeutiche (sono esclusi i controlli e gli screening) e che l’accordo
Regionale di cui all’oggetto è, all’oggi, valido solo per le prestazioni traccianti di cui al
paragrafo 3.1 del Piano Regionale di Governo delle Liste d’Attesa (DGRC 271_12) – ELENCO
ALLEGATO.
A seguito dell’applicazione della presente, saranno monitorate le richieste pervenute con
indicazione della classe di priorità e si interverrà caso per caso sulle singole agende in base
al fabbisogno rilevato.
Distinti saluti
Il Referente Unico Liste d’Attesa
Dott. ssa Patrizia Cuccaro
F.to
Direzione Sanitaria – LISTE DI ATTESA 081.7464373
Il Direttore Sanitario
Dott. Gaetano D’Onofrio
F.to
Prestazioni traccianti di cui al paragrafo 3.1 del Piano Regionale di Governo delle Liste d’Attesa
(DGRC 271_12)
Tabella 1 PRESTAZIONI AMBULATORIALI PER CUI VANNO FISSATI TEMPI MASSIMI DI ATTESA (PUNTO 3.1 PNGLA) - VISITE SPECIALISTICHE
Numero
Prestazione
Codice Nomenclatore
Codice Disciplina
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
Visita cardiologia
Visita chirurgia vascolare
Visita endocrinologica
Visita neurologica
Visita oculistica
Visita ortopedica
Visita ginecologica
Visita otorinolaringoiatrica
Visita urologica
Visita dermatologica
Visita fisiatrica
Visita gastroenterologica
Visita oncologica
Visita pneumologica
89.7
89.7
89.7
89.13
95.02
89.7
89.26
89.7
89.7
89.7
89.7
89.7
89.7
89.7
08
14
19
32
34
36
37
38
43
52
56
58
64
68
Direzione Sanitaria – LISTE DI ATTESA 081.7464373
Tabella 1.2 PRESTAZIONI AMBULATORIALI PER CUI VANNO FISSATI TEMPI MASSIMI DI ATTESA (PUNTO 3.1 PNGLA) STRUMENTALI
Numero
Prestazione
PRESTAZIONI
Codice Nomenclatore
Diagnostica per Immagini
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
Mammografia
TC senza e con contrasto Torace
TC senza e con contrasto Addome superiore
TC senza e con contrasto Addome inferiore
TC senza e con contrasto Addome completo
TC senza e con contrasto Capo
TC senza e con contrasto Rachide e speco vertebrale
TC senza e con contrasto Bacino
RMN Cervello e tronco encefalico
RMN Pelvi, prostata e vescica
RMN Muscoloscheletrica
RMN Colonna vertebrale
Ecografia Capo e collo
Ecocolordoppler cardiaca
Ecocolordoppler dei tronchi sovra aortici
Ecocolordoppler dei vasi periferici
Ecografia Addome
Ecografia Mammella
Ecografia Ostetrica – Ginecologica
Altri esami Specialistici
34
Colonscopia
35
Sigmoidoscopia con endoscopio flessibile
36
Esofagogastroduodenoscopia
37
Elettrocardiogramma
38
Elettrocardiogramma dinamico (Holter)
39
Elettrocardiogramma da sforzo
40
Audiometria
41
Spirometria
42
Fondo Oculare
43
Elettromiografia
Direzione Sanitaria – LISTE DI ATTESA 081.7464373
87.37.1 - 87.37.2
87.41 - 87.41.1
88.01.2 – 88.01.1
88.01.4 – 88.01.3
88.01.6 – 88.01.5
87.03 – 87.03.1
88.38.2 – 88.38.1
88.38.5
88.91.1 - 88.91.2
88.95.4 - 88.95.5
88.94.1 – 88.94.2
88.93 – 88.93.1
88.71.4
88.72.3
88.73.5
88.77.2
88.74.1 - 88.75.1 - 88.76.1
88.73.1 - 88.73.2
88.78 - 88.78.2
45.23 – 45.25 – 45.42
45.24
45.13 – 45.16
89.52
89.50
89.41 – 89.43
95.41.1
89.37.1 – 89.37.2
95.09.1
93.08.1
Tabella 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO PER CUI VANNO FISSATI TEMPI MASSIMI DI ATTESA (PUNTO 3.2 PNGLA) - Day Hospital/Day Surgery
PRESTAZIONI IN DAY HOSPITAL//DAY SURGERY
Numero
Prestazione
Codice Intervento
44
45
46
47
48
Chemioterapia (1)
Coronarografia
Biopsia percutanea del fegato (1)
Emorroidectomia
Riparazione ernia inguinale (1)
99.25
88.55 - 88.56 - 88.57
50.11
49.46
Codice
Diagnosi
V58.1
53.0 - 53.10
(1) Qualora tali prestazioni vengano erogate prevalentemente od esclusivamente in regime ambulatoriale,
il monitoraggio sarà svolto in tale setting assistenziale.
Direzione Sanitaria – LISTE DI ATTESA 081.7464373
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 059 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content