close

Enter

Log in using OpenID

embedDownload
SETTIMANALE DI ATTUALITÀ
15-7-2014 N. 28
ITALIA EURO 2,00
DA QUESTO NUMERO
16 nuove
pagine
speciali
AMORI
GOSSIP
GIOCHI
E TEST
IL CONCORSO
PIU’ RICCO
DELL’ESTATE
VINCI SUBITO
1.000 EURO
CON UN SMS
Scoppia
un nuovo giallo
ESCLUSIVO
MAMMA ARCURI
PRESENTA MATTIA
PARLA IL MARITO
DELLA DONNA
RAPITA PER SBAGLIO
INCHIESTA IN VATICANO
COME
STA
DAVVERO
IL PAPA
ECCOpiccolo
IL MIO
GIGANTE
A 2 MESI PESA 6 CHILI E MEZZO!
ESCLUSIVO
La COpErtIna la arcuri ci fa conoscere mattia, il figlio di due mesi
«QuEStO BamBinO
mi ha camBiatO la
vita», dicE manuEla,
chE Ora SOgna il BiS
E l’aBitO BiancO.
«Sì, l’annO prOSSimO
SpOSO giOvanni
davanti a diO.
ma Si può farE Sulla
Spiaggia? QuaSi
QuaSi ScrivO a papa
francEScO...»
inSiEmE da QuattrO anni
la arcuri con il compagno,
l’imprenditore giovanni di
gianfrancesco, 37. Sono legati
da quattro anni. «È un papà
adorabile», confida l’attrice.
il mio piccolo grande uomo
sei chili d’amore
di Sabrina Bonalumi ed Elena Oddino
Q
«
uesto cucciolo mi ha cambiato la vita!»,
confida Manuela Arcuri, mamma innamorata del piccolo Mattia, nato l’8 maggio.
«Non credevo si potesse essere così felici.
Averlo tra le braccia è un regalo fantastico
che la vita mi ha fatto! Tante volte da attrice ho partorito sul set. Ora invece è tutto meravigliosamente vero. E mi sembra ancora un sogno».
Manuela è raggiante. E basta entrare nella sua casa
alle porte di Roma, immersa nel verde, per capire
quanta gioia abbia portato questo bebè nato dall’amore con l’imprenditore Giovanni Di Gianfrancesco.
L’ingresso della villa è un trionfo di fiocchi azzurri appesi sulla porta e alle finestre. All’interno, nel salone,
28
il lungo tavolo è apparecchiato con confetti e biscotti
celesti di ogni tipo e forma. «È un’usanza del sud, si
chiama “confettata”», spiega Manuela. «Mia madre è di
Avellino e lì si usa, durante il primo mese di vita del
neonato, allestire un banchetto per accogliere e ringraziare parenti e amici in visita al bebè. Vedi quegli
orsacchiotti azzurri di biscotto? Li ho preparati io.
Mattia sta per compiere i due mesi, sarebbe il caso di
“sparecchiare”. Però mi dispiace, fa tanta allegria».
Sorride l’attrice, e racconta l’emozione che ha provato quando per la prima volta ha tenuto in braccio il
suo bambino. «È stato un travaglio lungo, per fortuna
Giovanni era accanto a me e mi ha sostenuto tutto il
tempo. Ho avuto un parto naturale, con l’anestesia
epidurale, e questo mi ha permesso di seguire ogni
momento della nascita di Mattia. Vederlo, finalmen-
legati da un numero magico
Roma. manuela arcuri, 37 anni,
stringe a sé il piccolo mattia:
ultima pesata oltre sei chili.
«Ho pregato tanto perché
nascesse il mio stesso giorno»,
dice lei. «io sono nata l’8
gennaio, mattia l’8 maggio.
È il mio numero fortunato,
è simbolo dell’infinito e per
i cinesi esprime prosperità.
e ho voluto dare a mio figlio
un nome con la mia stessa
iniziale». (Foto massimo Brugé).
29
inchiesta in vaticano la salute del pontefice diventa priorità assoluta
dopo un anno
fitto, deve
rallentare.
franCeSCo ha
i piedi piatti
e Gli ManCa
un pezzo
di polMone.
«il Mio
pontifiCato
Sarà Breve»,
avreBBe detto
la fatiCa
sul Volto
Papa francesco,
77 anni, mostra in
volto i segni della
fatica: gli occhi sono
cerchiati, il sorriso
un po’ tirato.
allarme stress per il papa
non può reggere
di Vania Crippa
D
i lui si sottolineano sempre i gesti semplici. Gli abbracci. Lo
sguardo e le parole da papà più
che da Papa Francesco. La presenza costante in mezzo alla
gente. Agli umili, ai bisognosi. Perché così ci ha abituato. Quasi fosse un super
32
eroe. Ma quando, qualche giorno fa, il
Pontefice ha annullato all’ultimo momento la visita al Policlinico Gemelli per
il 50° anniversario della struttura, si è
scoperta tutta la sua vulnerabilità. Si è
rivelato l’uomo. E il mondo intero si è interrogato. L’apprensione è stata immediata. Così come le preghiere. Cos’è successo al nostro Papa? Non sta bene?
Tutto era pronto sul piazzale dell’ospedale romano, lo aspettavano in più di
5 mila tra malati, fedeli, personale medico, e pure l’arcivescovo di Milano, Angelo Scola, giunto per l’occasione. Persino
la papamobile era parcheggiata, segno
che tutto andava come da programma.
Invece, nella sorpresa generale, lui, Papa
Francesco, ha dato forfait. Colpa di
gLi manda
un abbraccio
Roma. il cardinale
di milano angelo
scola, 72, presiede
la messa al
Policlinico gemelli
dopo il forfait
del Papa.
«mandiamogli un
grande abbraccio
perché superi
presto questa
indisposizione»,
ha detto.
ha bisogno
di aiuto
il Papa ha problemi
alla schiena a causa
dei piedi piatti.
La sua andatura,
divenuta ora incerta,
lo porta a chiedere
aiuto: cede la borsa a
un suo collaboratore.
«un’indisposizione improvvisa», come ha
spiegato ai presenti monsignor Claudio
Giuliodori, assistente ecclesiastico della
Università cattolica. E così le speculazioni sulla salute di Francesco si diffondono
a macchia d’olio. La Santa Sede dà la versione ufficiale dell’accaduto, piuttosto
gelida: si è trattato solo di un malore dovuto a «un ritmo di impegni assillante,
pieno, non ci sono preoccupazioni», assicura il portavoce, padre Federico Lombardi. Mentre il cardinale Scola manda
“un grande abbraccio al Papa, perché
presto superi questa indisposizione”.
Passano 24 ore e Papa Francesco riprende i suoi impegni: l’udienza privata con il
presidente del Madagascar, Hery Rajaonarimampianina, quella con i nuovi reali
di Spagna e, prima, le celebrazioni per i
santi apostoli Pietro e Paolo. Milioni di
fedeli tirano un sospiro di sollievo. Momentaneo. Chi c’era
ha sentito qualche
non è
colpo di tosse, la voLa Prima
ce bassa, ha notato
l’aria un po’ provata VoLta chE iL
santo
del Santo Padre.
«Probabilmente è PadrE buca
stata solo spossatez- un imPEgno
za, tanto che la sera
della disdetta al Gemelli il Papa non ha
ricevuto il medico personale in camera,
un segnale, questo, rassicurante. Ha
scelto lui stesso di fermarsi, di prendersi
una piccola pausa in vista anche dei tanti appuntamenti dei mesi a venire», sostiene Fabio Marchese Ragona, vaticanista di TgCom24. «Papa Francesco, inoltre, soffre spesso di malanni stagionali, è
sempre tra la gente, non si risparmia e
quando piove non pensa a ripararsi,
piuttosto a sorridere a chi è lì per lui, a
33
ESCLUSIVO in sicilia con ornella muti, capace di ammaliare come trent’anni fa
nessuno potrebbe
mai darle 59 anni.
«eppure ci sono
tutti. i miei segreti?
la famiglia e
la meditazione»,
confida l’attrice,
onorata con
una importante
retrospettiva
un sorriso
che incanta
Roma. ornella
Muti, 59 anni,
splendida sulla
terrazza della casa
dove abitano
i suoi tre figli,
naike, carolina,
andrea, e il nipote
akash. (Foto
Fabrizio De Blasio/
Photomovie).
54
l’età non si ferma
la bellezza sì
da Aci Catena (Catania) Sara Recordati
B
ella, bellissima, insuperabile.
Ornella Muti arriva nella piazza di Aci Catena gremita di
duemila persone, tutte per lei,
in occasione della manifestazione CineNostrum, ed è emozionata e
contenta come una bambina. Starle accanto nel corso della serata e anche il
giorno seguente, all’inizio della retrospettiva di film a lei dedicata, è un’esperienza indimenticabile. Perché abbiamo l’occasione di vedere all’opera la
diva Ornella Muti, fatale e incantevole
ancora in grado di ammaliare il pubblico con uno sguardo e un battito di ciglia, e la donna e mamma Francesca Rivelli (vero nome della Muti) che invece
è frizzante, spiritosa, chiacchierona,
protettiva e anche chioccia con i figli e
tutto il proprio vasto entourage; noi
compresi per un giorno.
Essere Ornella Muti per Francesca
(«Nella vita privata mi chiamano tutti
così») è un lavoro: comporta una squadra sempre attiva di stylist, parrucchiere, truccatore, addetto stampa, dietologo, personal trainer, che la segue e la
consiglia a ogni passo. Fare la diva sembrerebbe proprio una gran fatica. Lei
sorride e risponde con la consueta dolcezza: «Ma è anche bello sentire ancora
tanto affetto da parte del pubblico. E
poi ho sempre compiuto le mie scelte
con il cuore, cercando di non mettere
anima
Bionda
Un bel ritratto
della muti, che
dice: «adoro
avere i capelli
biondi, anche
se adesso
mi sono
un po’ scurita
per sembrare
più naturale».
ESCLUSIVO incontro con pif e giulia innocenzi il giorno prima del grande passo
«Dopo tRe
anni D’amoRe
anDaRe
a viveRe
inSieme
è come
SpoSaRSi»,
confiDa
il RegiSta. e
lei: «Se Sono
emozionata?
neanche
un pochino»
ci facciamo belli
Taormina (Messina).
pierfrancesco
Diliberto, in arte pif,
42 anni, e la fidanzata
giulia innocenzi,
30 anni, fanno
shopping insieme nel
negozio falconeri.
sei pronta? comincia
la convivenza
«D
da Taormina (Messina) Sara Recordati
edico questo premio a Giulia,
che mi ha supportato e sopportato in tutto». Solitamente
riservatissimo riguardo alla
sua vita privata, Pif (Pierfrancesco Diliberto) non è riuscito a trattenersi. E, chiamato sul prestigioso palco dei
Nastri d’Argento e premiato come miglior regista esordiente per il bellissimo
La mafia uccide solo d’estate, s’indirizza
pubblicamente alla donna che ama, che
dalla platea sorride soddisfatta avvolta in
un lungo abito nero. Lei è Giulia Innocenzi, giovane promessa della televisione
64
d’inchiesta a fianco del giornalista e
conduttore Michele Santoro, il quale, dopo cinque anni di lavoro insieme, a maggio le ha chiesto di condurre da sola il
talk show politico Announo su La7. «Da
ragazzina pensavo di seguire la carriera
politica nel Partito radicale», racconta la
Innocenzi a Gente. «Faccio questo mestiere un po’ per caso: ero andata in trasmissione da Santoro tra il pubblico e, dopo
essere intervenuta un paio di volte, lui mi
ha telefonato per offrirmi un lavoro».
Che bella soddisfazione. «All’inizio
pensavo fosse uno scherzo! Poi ho scoperto che Michele è così in tutto quello che fa. È molto istintivo: un uomo di
pelle». Una puntata dopo l’altra Giulia si è fatta strada finché quest’anno ha ottenuto la conduzione di
una trasmissione tutta sua a 30 anni appena compiuti: «Ben vengano i
30 anni, almeno non diranno più
che sono troppo giovane», commenta secca. Un risultato notevole: chissà com’era emozionata. «Invece no, quando vado in televisione sono un robot, altrimenti non
potrei fare questo lavoro».
Da veri intellettuali, Giulia e
Pif si sono conosciuti tre anni fa
durante una manifestazione politica e, nonostante i 12 anni di
vediamo come
ti sta la giacca
dopo aver indossato
un tubino viola, giulia
abbottona la giacca al
fidanzato (a sinistra),
poi fa un passo indietro
per ammirare il risultato
(sotto). «siamo entrambi
disordinati, a casa
i nostri armadi sono un
disastro», confessa lei.
differenza d’età, lui è riuscito a conquistarla con la sua simpatia. «Abbiamo appena festeggiato tre anni
che per me è come se mi fossi sposato», dice Pif. Ma poi comincia ad agitarsi quando si parla della sua vita
privata. «Voi giornalisti siete strani: o
meglio, sembra di parlare con persone normali, ma non lo siete». Osservazione che giriamo a Giulia, che fa il
nostro stesso mestiere. Lei alza le spalle e commenta: «Nemmeno io amo tanto i giornalisti, tanto che mi hanno
bocciata allo scritto dell’esame». Del
fatto che Pif e lei compongono una delle coppie più interessanti dello spet65
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
2 558 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content