close

Enter

Log in using OpenID

Comunicato stampa Direzione Generale USR Lombardia

embedDownload
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Direzione Generale
COMUNICATO STAMPA
Come nuova responsabile della direzione dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, sono lieta di
poter illustrare le principali aree di impegno dell’amministrazione scolastica della regione, da me già
apprezzate nel pur breve periodo trascorso dal mio insediamento.
Per riscontrare i quesiti più spesso rivolti all’Ufficio, informo che il sistema scolastico in Lombardia, la cui
consistenza è di notevole rilevanza rispetto al totale nazionale, ha affrontato con successo tra la fine del
precedente e l’inizio del presente anno scolastico operazioni massicce di rinnovamento del personale
dirigenziale dell’Area V, con diverse centinaia di nomine che sono state accompagnate dal varo di azioni
formative che hanno coinvolto come mentor i dirigenti scolastici già in servizio. Si è così ridimensionato a
livello fisiologico il fenomeno delle reggenze, risultato di vitale importanza in una situazione nella quale sta
maturando il sistema di valutazione dei dirigenti scolastici e delle autonomie scolastiche stesse.
Significativo è stato anche il capitolo delle immissioni in ruolo di docenti e personale ATA - operazioni che si
sono di recente completate con l'assunzione di circa 6000 unità di personale - riducendo il precariato.
Si sono determinate così condizioni strutturali sufficienti per il regolare funzionamento delle istituzioni
scolastiche.
Ritengo anche opportuno sottolineare l’importanza delle iniziative sin qui intraprese nell’ambito
dell’internazionalizzazione della scuola.
A titolo esemplificativo indico:
- Piano di formazione nazionale per lo sviluppo delle competenze linguistico-comunicative e
metodologico-didattiche in lingua inglese per i docenti della scuola primaria;
- Piano nazionale di formazione CLIL, volto a porre in essere l’impiego della metodologia CLIL (Content and
Language Integrated Learning) come previsto nei DPR 88/2010 e DPR 89/2010;
- Progetto IBI/BEI – Bilingual Education Italy, Insegnamento Bilingue Italia nella scuola primaria, che
discende da un Protocollo d’Intesa del 2010 tra MIUR, Direzione Generale Ordinamenti e Autonomia
Scolastica, USR Lombardia e British Council Italy;
- Progetto nazionale Europa dell’Istruzione della Direzione Generale per gli Affari Internazionali;
- ERASMUS+ Il nuovo Programma del Consiglio d’Europa a sostegno della formazione e della mobilità dei
cittadini dell’Unione che ha sostituito il programma LLP e che avrà validità dal 2014 al 2020;
- Progetto nazionale ESABAC, dispositivo volto al rilascio del doppio diploma di maturità italo-francese della
Direzione Generale per gli Ordinamenti (DM 8 febbraio 2013,n.95);
- Progetto internazionale CertiLingua, Attestato europeo di eccellenza per competenze plurilingui e
competenze europee/internazionali (protocollo d’intesa USRLO - Rete internazionale 26 novembre 2008);
- Progetto per il potenziamento della lingua tedesca Mi diverto con il tedesco: iniziativa di sensibilizzazione
al tedesco nella scuola primaria.
Milano, 05.11.2014
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Direzione Generale
A livello qualitativo la scuola lombarda intraprende, nel presente anno scolastico, il cammino verso la
valutazione come fattore sistemico della vita degli istituti, forte di investimenti cospicui nell’innovazione
tecnologica garantita negli anni dalla politica di attenzione di Regione Lombardia per l’intero contesto
formativo pubblico (istruzione e formazione professionale, statale e paritario: coinvolte nel biennio 201214, 689 autonomie scolastiche per oltre 41 milioni di euro di investimenti dell’ente locale). Può mettere
dunque a regime un’esperienza, consolidata e già diffusa sui territori, di formazione in vista della
valutazione avviata da tempo anche grazie a specifici protocolli d’intesa con il Dipartimento della Funzione
Pubblica.
All'attenzione dell'ufficio che dirigo sono in questo periodo:
-
l’istruzione degli Adulti (IdA), erogata nei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA) di
nuova istituzione e nelle Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado, per la quale si sta
cercando di rafforzare o di costituire una rete territoriale di servizio che sostenga la specifica
offerta formativa volta ad innalzare le competenze degli adulti nell’ambito dell’apprendimento
permanente;
-
l’implementazione delle Indicazioni nazionali 2012 per il primo ciclo, con una forte attenzione alle
novità tecnico-didattiche che sono illustrate in una serie di seminari tuttora in corso;
-
lo sviluppo a regime del sistema dell’istruzione secondaria superiore di secondo grado, con il
maturare del compimento dei cicli dei nuovi indirizzi e con le relative problematiche amministrative
e didattiche (Liceo Economico-Sociale, Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate, nuovi indirizzi
dei Tecnici e dei Professionali).
L’ufficio sta inoltre curando la formazione sulle nuove Indicazioni Nazionali per il primo ciclo, che dal
2012 hanno definitivamente sostituito i precedenti programmi di studio.
Dallo scorso anno più di 300 Istituti Comprensivi della regione, suddivisi in 52 reti di scuole alle quali
partecipano molte istituzioni paritarie, stanno seguendo progetti di formazione legati alle nuove
Indicazioni, con un’attenzione specifica al curriculum verticale e alla didattica multimediale.
Nell'ambito dell'attività di supporto ai progetti MIUR questo Ufficio segue le Olimpiadi di Italiano
(giunte alla quinta edizione), le manifestazioni connesse alla celebrazione della Giornata della Memoria
(tra l’altro con un corso di formazione per docenti sulla didattica della Shoah realizzato in
collaborazione con diverse università italiane), la realizzazione del protocollo di intesa tra il MIUR e il
Ministero della Giustizia sull’educazione carceraria, il progetto Problem Posing and Solving (PPS) sul
potenziamento di questo approccio alle materie scientifiche e dei progetti LES (Liceo Economico
Sociale) e LSA (Liceo delle Scienze Applicate) che accompagnano lo sviluppo di questi due nuovi indirizzi
previsti dalla riforma.
*
Milano, 05.11.2014
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
Direzione Generale
In relazione ai rapporti con la realtà sociale lombarda e con il grande pubblico, uno sforzo significativo
l’Ufficio sta compiendo in questo periodo con le iniziative legate a “La Buona Scuola”, documentate
sulla pagina di riferimento del nostro sito
http://www.istruzione.lombardia.gov.it/la-buona-scuola-consultazione-on-line/
e disseminate sui territori.
In vista della sempre maggiore vicinanza operativa e di supporto degli uffici amministrativi al mondo
delle scuole ed alla realtà sociale, promuoverò a breve una Giornata della Trasparenza che illustrerà le
attività consulenziali e di relazione con il pubblico dell’Ufficio Scolastico regionale, una macchina
amministrativa che nonostante la sua nota carenza di organico riesce a processare una quantità
cospicua di pratiche.
La dimensione del contesto di operatività dell’Ufficio si evince del resto dalle statistiche di accesso al
sito, che identificano quasi nove milioni di visite e oltre tre milioni di visitatori unici nell’ultimo anno
scolastico, per una media di quasi venticinquemila visite al giorno alle quali vanno aggiunte le
consultazioni dei siti degli Ambiti territoriali.
Un dato in linea con le rilevazioni relative a grandi attività commerciali e di intrattenimento in rete, che
mi rende ancor più impegnata a gestire il sistema scolastico lombardo con l’apporto del personale
dell’ufficio e nella continua relazione dialettica e cooperativa con le famiglie, gli studenti, le forze
sindacali e gli enti locali.
Oltre alla gestione del sito, USR Lombardia si occupa della gestione di URP online (con una evasione
media di 15-20 richieste al giorno) e della consulenza alle scuole autonome sulla gestione di diversi
applicativi amministrativi di comune utilizzo, con supporto telefonico e via email.
Ha seguito nel tempo le relazioni con Regione Lombardia per il progetto Generazione Web,
affiancandolo con attività di formazione mirata organizzate direttamente da USR che hanno coinvolto
oltre 300 scuole nel 2013-14.
Segue il Piano Nazionale Scuola Digitale e le relative rendicontazioni degli istituti. La quota messa a
disposizione delle reti di scuole dal DD 44 del 12/02/2014 è di 428.587,40 €.
Non va dimenticato, infine, il lavoro quotidiano di consulenza giuridico-legale agli uffici e alle scuole
statali e paritarie della regione mediante il Servizio legale, unitamente all'onerosa gestione del
contenzioso lavoristico e amministrativo, con la conseguente attività di assistenza ai dirigenti scolastici.
Milano, 05.11.2014
Il Direttore Generale
f.to Delia Campanelli
+
Milano, 05.11.2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
118 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content