close

Enter

Log in using OpenID

25.neolitico recente - Omero - Università degli Studi di Pisa

embedDownload
Università degli Studi di Pisa
Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali, Curriculum archeologico
Archeologia preistorica I
Anno accademico 2013-14
Neolitico recente
Chassey – Lagozza
Aspetti recenti della cultura di Ripoli
Diana
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Italia settentrionale, seconda metà del VI millennio a.C. in
cronologia non calibrata (5400-5000 anni da oggi),
la compagine della cultura dei vasi a bocca quadrata comincia a
rivelare incrinature e difficoltà, evidenti nella scelta per
l’insediamento che cade su località naturalmente difese o
comunque ben controllabili, anche se non comode per la vita
quotidiana.
Questo clima di instabilità è verosimilmente determinato dalla
pressione operata dalla società di Chassey, la quale, una volta
affermatasi fortemente in Francia sul suo territorio, tentava di
modificare a proprio vantaggio quei rapporti di scambio
reciproco, che in precedenza avevano legato il mezzogiorno
francese e l’Italia settentrionale.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Lagozza
spilamberto
chiomonte
Arene
candide
Gr. All’onda,
romita, gr. leone
5400-5000 anni da oggi
VBQ III fase
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Le testimonianze archeologiche di alcuni siti del ponente ligure e della
costa settentrionale della Toscana documentano la presenza di gruppi
legati alla sfera chasseana
L’ influenza si fa sentire in tutte le regioni centrali - Toscana meridionale,
Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo – dove la situazione appare molto
variegata.
Infatti si possono trovare realtà che sono più o meno fortemente
influenzate dai caratteri chasseani e contesti di tradizione locale che
acquisiscono elementi tipici chasseani, continuando a mantenere la
loro identità.
In particolare nelle regioni adriatiche gli elementi chasseani sono
presenti, senza modificare gli aspetti della tarda cultura di Ripoli,
saldamente affermata nei territori, mentre sul versante tirrenico si
creano aspetti misti, risultanti dalla fusione degli apporti provenienti
da più province culturali.
Inoltre, almeno per il momento, le datazioni radiometriche in nostro
possesso indicano che la presenza di questi oggetti di tipo chasseano
in area abruzzese può risalire intorno a 5400 anni circa da oggi,
rivelando una introduzione precoce di elementi della cultura nella
nostra Penisola.
chasseano in Francia
In Francia il mondo chasseano affonda le radici nelle realtà della fine
del neolitico antico, nel cosiddetto epicardiale, ove la decorazione
impressa tipica è scomparsa. Le forme vascolari permangono simili,
soprattutto nella base convessa, ma anche in genere nella struttura
d’insieme, perché per lo più sono semplici, non troppo chiuse.
Da alcuni gruppi locali la cultura chasseana può avere ereditato la
decorazione graffita, o il decoro cosiddetto “a baffi” spesso
accompagnante l’ansa.
Una modificazione fondamentale si realizza nella produzione ceramica,
a pareti sempre più sottili e ben levigate, nella quale si introduce la
lavorazione del recipiente in due parti, che successivamente sono
assemblate e unite in uno spigolo spesso evidente, che è definito
“carena”.
Anche l’impasto viene preparato con cura, con l’aggiunta di
degrassanti selezionati, solitamente di calcite.
Chasseano in Francia
Chasseano in Francia
Le forme vascolari
• scodelle a calotta di sfera, con
spigolo o linea incisa all’interno
• scodelle a calotta di sfera ed orlo a
tesa, con decoro graffito
• olle cilindriche, con bugne, o corona
poco sotto l’orlo
• orcioli a corpo globulare e collo
ampio, con anse ‘a cartucciera’ o a
‘flauto di Pan’
• ciotole carenate
• vasi supporto, cilindrici, decorati a
graffito
Chasseano in Francia
Industria litica
Tecnica di scheggiatura a
pressione
Per la selce : riscaldamento
ossidiana : la qualità migliore,
Monte Arci A
•Débitage laminare
•Ritocco piatto
•Cuspide perforante
•Cuspide tranciante
Chasseano in Francia
Industria litica levigata
oggetti sferoidali forati, (teste di
mazza) ritenuti contrassegni di
potere
Asce e accette
Ornamenti
Conchiglie forate
Placchette in conchiglia
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Dalla documentazione nota fino a
qualche tempo addietro sembrava
che le infiltrazioni provenienti da
occidente penetrassero in Italia
solo attraverso un percorso
costiero, lungo il quale la Caverna
delle Arene Candide
rappresentava una delle tappe.
Oggi i rinvenimenti del Piemonte occidentale mettono in evidenza
che le popolazioni Chasseane si introducevano anche attraverso
vie più difficili da superare, ma che conducevano direttamente alle
aree di approvvigionamento delle rocce verdi o ofioliti
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Queste popolazioni entrano verosimilmente in contrasto con le
società dei vasi a bocca quadrata, costringendole a una
condizione di difesa e riducendo sempre più la loro area ai
territori orientali : Veneto orientale e Friuli.
Esistono siti con elementi misti Chassey-Lagozza:
Alba (CN) , un complesso a bocca quadrata che accoglie alcuni
tipi ceramici (orcioli con anse a flauto di Pan e frammenti di
mestoli) e litici dello Chassey; una struttura abitativa
rettangolare molto lunga delimitata da una canaletta
la datazione di Alba a 5330 anni BP colloca il sito in una fase
iniziale di penetrazione di gruppi occidentali.
Cfr con le datazioni di La Maddalena di Chiomonte :
4224-3709 BC; 3950-3640 BC; 3908-3649 BC cal.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Lagozza
spilamberto
chiomonte
Arene
candide
Gr. All’onda,
romita, gr. leone
5400-5000 anni da oggi
VBQ III fase
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Chiomonte, in alta Val di
Susa (Torino), medio bacino
della Dora Riparia,
è un sito chasseano
alla base di un versante a
quota 718 m s.l.m.
Abitato e necropoli
• strutture rettangolari
allungate, delineate da buchi
per pali, interpretate come
abitative.
• Focolari : un tipo piatto,
un tipo con fossa e
riempimento di ciottoli
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Chiomonte,
alta Val di Susa
(Torino)
•bosco misto a latifoglie : querce carpino e aceri
•Pineta : più estesa e più prossima al sito: Pinus cfr silvestris
•Margini boschivi : nocciolo e pruni
•Aree disboscate o sottoposte a erosione : betulla (rara)
•Ambiente più fresco di riva, paleo alveo: ontano
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Chiomonte, alta Val di Susa (Torino)
le numerose macine e l’estesa deforestazione, indicata dalle
analisi botaniche, possono attestare l’agricoltura
Analisi delle faune
% di cervo 50% dei resti: coesistenza controllata ?
Capriolo, camoscio, stambecco, cinghiale, orso
Domestici : caprini (18%), bovini (10%), suini (6%), cane
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Chiomonte,
alta Val di Susa
(Torino)
La ceramica
giare ovoidali-cilidriche con ornato plastico,
Ollette con bugne e prese forate
scodelle troncoconiche con decorazione incisa
Piatti
Ciotole e tazze tazze carenate con elementi di
presa forati,
Cordoni con perforazioni plurime
Elementi di VBQ e frammento di pintadera
Neolitico recente Chassey - Lagozza
l’industria litica scheggiata
laminare,
punteruoli, geometrici , foliati
fra le materie prime l’ossidiana ha
provenienza da definire, ma la selce
proviene dalla valle del Rodano e
dalla Provenza.
l’industria litica levigata:
presenza di numerosi abbozzi indica
che l’attività primaria del sito era la
trasformazione della pietra verde e la
preparazione di prodotti destinati allo
scambio rivolto anche verso la
Francia.
•Lame di ascia e di accetta
•Biglie
Chiomonte,
alta Val di Susa
(Torino)
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Chiomonte,
alta Val di Susa
(Torino)
Fusaiole interracotta con decoro radiale
Industrie in osso
Manici in corno
Punteruoli
Scalpelli
Stecche
pendenti
Ciottoli in steatite con incisioni lineari :
Rudimentale sistema di conteggio ?
Si ritrovano in altri siti –Lagozza- con
caratteri simili
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Travo, località S. Andrea (PC),
inizio anni '80 in località S. Andrea di Travo
su un terrazzo della riva sinistra del Trebbia
Abitato con strutture complesse : case, fossa di combustione, silos
-> alto livello di organizzazione.
fase piuttosto arcaica del Neolitico recente.
presenza di frammenti di vasi a bocca quadrata di fase tarda +
materiali di fase culturale di Chassey- Lagozza.
Gli strumenti in selce alpina o appenninica:
grattatoi, perforatori, troncature e punte di freccia,
trasversale”
“a tranciante
Altri materiali :
cristallo di rocca e asce di pietre verdi levigate dalle Alpi occidentali,
ossidiana dalla Sardegna.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Travo, località S. Andrea (PC),
Abitato con strutture
complesse
strutture di combustione :
Fosse allungate
silos
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Travo, località S. Andrea (PC),
strutture abitative
pianta rettangolare delimitata da
canaletta di fondazione e buche di palo
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Travo, località S. Andrea (PC),
forte componente chasseana
Le ceramiche
• grandi orci con orli talvolta
impressi,
• vasi a collo ristretto,
• scodelle
• Tazze, spesso piccole,
con bugne o prese forate
una “pintadera” è tipica della cultura “dei Vasi a Bocca Quadrata”.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Travo, località S. Andrea (PC),
forte componente chasseana
Le ceramiche
• grandi orci con prese coniche
• fusaiole
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Spilamberto (MO)
alcuni siti :
caratteri riferibili a diverse fasi
evolutive
Le ceramiche
Orcioli con anse a cartuccera
Scodelle
Tazze carenate
Fusaiole
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Lagozza di Besnate (VA),
1877 il Conte Cornaggia Castiglione scopre il sito
eponimo della cultura della Lagozza :
esplorato da Laviosa Zambotti nel 1939.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Lagozza di Besnate
La ceramica è standardizzata
impasto fine, superficie
lucidata
impasto grossolano
Caratteristici i coperchi : forma e decoro
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Lagozza di Besnate
La ceramica è standardizzata
impasto fine, superficie lucidata
ciotole carenate, scodelle e
orcioli,
base convessa, prese a bugna
forata, spesso in coppia, sulla
carena e sulla pancia;
impasto grossolano
tazze troncoconiche profonde,
con bugne in fila sotto l’orlo
Caratteristici sono i coperchi, cilindrici, bassi con ornato sulla faccia
esterna realizzato ad impressione, incisione e graffito associati in
motivi radiali che coprono la superficie.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Lagozza di Besnate
Fra gli oggetti in terracotta
• fusaiole, anch’esse spesso
con decoro radiale,
• pesi da telaio, reniformi con due fori.
L’industria litica
tipi con ritocco erto, punteruoli,
ritocco piatto, le cuspidi trancianti.
Sono presenti ciottoli con incisioni:
motivi formati da fasci di linee,
reticolati irregolari.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Fra gli oggetti in terracotta
fusaiole, anch’esse spesso
con decoro radiale,
pesi da telaio, reniformi con due fori.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
i gruppi Chasseani seguono
verso est la direttrice costiera,
riconoscibile in Liguria e poi
verso sud : siti della Versilia e
della provincia di Pisa,
ritrovamenti sporadici nelle
province di Livorno e di
Grosseto.
Una via di penetrazione verso
l’interno è il corso dell’Arno (le
grotte dei Monti Pisani, Podere
Casanuova a Pontedera e Neto a
Sesto Fiorentino) da dove si
arriva all’alta valle del Tevere.
La cultura Chasseana in Toscana
Grotta all’Onda
Massacciucoli
San Rossore
La Romita
Grotta del Leone
Pontedera
Neto
La Consuma
Belverde di Cetona
Grotta Lattaia
Grotte e siti all’aperto
Le datazioni sono comprese fra 5300 e 4800 anni da oggi.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
i caratteri sono diversi da sito a sito,
ma è possibile accomunare le
documentazioni delle grotte
Arene Candide (SV), Grotta all’Onda
(LU), Riparo La Romita di Asciano e
Grotta del Leone di Agnano (PI)
dove le ceramiche di ottima fattura, le
forme più tipiche e qualche esemplare
decorato conservano maggiore
aderenza ai modelli originali.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
abitati o aree di frequentazione
occasionale all’aperto :
prevalgono forme meno tipiche
• si sono modificate per adattarsi
alle esigenze dell’uso o per la
mescolanza con realtà locali?
mescolanza di tratti differenti è
riconoscibile a La Consuma (AR),
dove sono anche influssi derivanti
dalla cerchia meridionale della
cultura di Diana,
ciononostante ha restituito uno
degli esemplari più apprezzabili di
scodellina decorata a graffito.
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Tra le forme vascolari significative presenti nei vari siti
dell’area ricordiamo:
• Ciotole carenate, solitamente con prese forate
• Scodelle con orlo a tesa decorato
• Scodelle carenate
• Orci profondi con bugne
• Orcioli a collo con prese forate
• rare anse a cartucciera
• rari esempi di manici nastriformi dei mestoli
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Scodelle
Scodelle con
orlo decorato
Manico
Grotta all’Onda
Grotta del Leone
Neolitico recente Chassey - Lagozza
fusaiole
San Rossore
Pesi da telaio
Caratteri simili a quelli della
cultura della Lagozza
Podere Casanuova,
Pontedera :
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Industrie litiche
i tratti distintivi sono rari, quasi solo le
Cuspidi a tranciante trasversale
Grotta del Leone
San Rossore
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Lagozza
VBQ III fase
spilamberto
chiomonte
Arene
candide
Gr. All’onda, san
rossore, romita, gr.
Leone, podere
casanuova
Quadrato torre
spaccata, casale
valleranello,
Grotta Veneri
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Nella Toscana meridionale e nel Lazio i siti hanno caratteri misti
originati dall’incontro di più componenti, fra cui gli aspetti della tarda
cultura di Ripoli, la cultura di Diana, lo Chassey.
A volte una componente può essere riconoscibile come prevalente
le datazioni radiometriche sono concentrate fra 5300 e 5000 anni da
oggi.
Chiarentana (SI): grande struttura infossata,
alcuni tipi dei vasi a bocca quadrata sembrano permanere accanto a
ceramiche ricollegabili alla sfera meridionale della cultura di Diana. La
presenza di una quantità rilevante di ossidiana di provenienza per lo
più da Lipari e Palmarola conferma un legame forte con l’ambiente
meridionale.
Quadrato di Torre Spaccata (Roma) e Casale Valleranello nel Lazio,
Norcia e la Grotta del Lago di Triponzio in Umbria
Componente Chasseana in contesto Ripoli tardo
Neolitico recente Chassey - Lagozza
In Abruzzo e nelle Marche:
numerosi elementi propri dello Chassey si inseriscono negli aspetti
della tarda cultura di Ripoli, Fossacesia (CH) e Paterno (AQ), nei
siti eponimi e nelle grotte.
Le scodelline con orlo a tesa decorato con motivi graffiti sono
documentate a Fossacesia, nella Grotta dei Piccioni e a Settefonti
(AQ), Santa Maria in Selva di Treia : queste scodelline hanno
sempre un carattere locale cioè la morfologia a base piana
A Fossacesia altro elemento importantissimo è un frammento di
vaso supporto cilindrico, recante decoro a incisione sia sul piano
sia sulla parete laterale, unico esemplare conosciuto in Italia di
questo tipo di oggetto.
rari esempi di anse a flauto di Pan, a Ripoli e a Santa Maria in Selva
di Treia,
Fra gli aspetti della tarda cultura di Ripoli sono evidenti episodi di
regionalizzazione, che almeno in parte sono da ricondurre
all’elaborazione degli apporti o delle influenze esterne
Neolitico recente Chassey - Lagozza
Cronologia
Le datazioni più antiche, indicative di una già avvenuta
diffusione dello chasseano nel nord Italia, sono oltre
5300 anni da oggi (Arene Candide, Chiomonte e Alba)
le date più recenti, intorno a 4700 anni dal presente,
sono di siti della cultura della Lagozza, in accordo con
la definizione della cultura come ultima espressione
di adattamento e rielaborazione dei caratteri chasseani
nell’Italia settentrionale.
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Misano, Miramare, Fiaschi di
Bondeno
Santa Maria in Selva
Monte Tinello
Fonte Noce
7fonti
Ripoli
Gr. Piccioni
Torre
Spaccata
Fossacesia
Paterno
Fucino
sudest
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Nella definizione proposta da Cremonesi nel 1985
agli aspetti individuati nel villaggio di Ripoli (fasi I, II, III) seguiva una
fase IV o di Fossacesia e una fase V o di Paterno
Oggi grazie a revisioni e a nuove scoperte si può dire che :
alla cultura di Ripoli classica, con decorazione dipinta tricromica, nel
neolitico recente fra 5500 e 5000 anni BP, seguono aspetti privi del
decoro dipinto, come evoluzione della cultura e regionalizzazioni
Aspetto di Ripoli III quale identificato da Cremonesi nel villaggio
eponimo e riconoscibile anche nella Marche
aspetto di Fossacesia, oltre che nel sito eponimo attestato in siti
dislocati soprattutto nella fascia costiera da Abruzzo a Romagna
Aspetto di Paterno, sito eponimo nel Fucino, è ben datato nel sito di
Settefonti e sembra proprio di aree interne
la cultura di Ripoli
Cremonesi : 1973, 1985
complesso di Fossacesia = IV fase
Paterno = V fase
dell’evoluzione di Ripoli
• percentuali modestissime di
ceramiche figuline
• assenza di decorazione dipinta
• presenza di decori plastici e incisi
• dominanza ceramiche fini e delle
relative forme
Oggi :
aspetto di Fossacesia e aspetto di
Paterno : contemporanei a Ripoli III
Aspetti regionali ?
la cultura di Ripoli : aspetti recenti
Santa Maria in Selva di Treia
Scavi Lollini 1960
cultura di Ripoli fase III
Scodella graffita:
Chassey
la cultura di Ripoli : aspetti recenti
Santa Maria in Selva di Treia
Scavi Lollini 1960
cultura di Ripoli fase III
la cultura di Ripoli : aspetti recenti
Santa Maria in Selva di Treia
Scavi Lollini 1960
cultura di Ripoli fase III
la cultura di Ripoli : aspetti recenti
Santa Maria in Selva di Treia
Scavi Lollini 1960
cultura di Ripoli fase III
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Fossacesia (Chieti): planimetria
Insediamento
1: molto ampia e profonda
con riempimento in tre fasi
su un terrazzo
fluviale della riva
sinistra del fiume
Sangro
Altre strutture
non sono state
esplorate
10 : ampia e poco profonda,
riempimento in due fasi
2-4 e 6-9 fosse allungate che
descrivono un allineamento di m 47
con riempimento uniforme
5 di combustione ? circolare, piccola,
con ciottoletti alterati dal calore e
materiali combusti
Struttura 1
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Fossacesia (Chieti): planimetria
1: molto ampia e profonda
con riempimento in tre fasi
Insediamento
su un terrazzo
fluviale della riva
sinistra del fiume
Sangro
10 : ampia e poco profonda,
riempimento in due fasi
Altre strutture
non sono state
esplorate
2-4 e 6-9 fosse allungate che
descrivono un allineamento di m 47
con riempimento uniforme
5 di combustione ? circolare, piccola,
con ciottoletti alterati dal calore e
materiali combusti
Struttura 10
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Fossacesia (Chieti): planimetria
Insediamento
1: molto ampia e profonda
con riempimento in tre fasi
su un terrazzo
fluviale della riva
Strutture del
2-9 fiume
sinistra
Sangro
Altre strutture
non sono state
esplorate
10 : ampia e poco profonda,
riempimento in due fasi
2-4 e 6-9 fosse allungate che
descrivono un allineamento di m 47
con riempimento uniforme
5 di combustione ? circolare, piccola,
con ciottoletti alterati dal calore e
materiali combusti
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Fossacesia (Chieti): planimetria
Insediamento
1: molto ampia e profonda
con riempimento in tre fasi
su un terrazzo
fluviale della riva
sinistra del fiume
Sangro
Altre strutture
non sono state
esplorate
10 : ampia e poco profonda,
riempimento in due fasi
Struttura 5
2-4 e 6-9 fosse allungate che
descrivono un allineamento di m 47
con riempimento uniforme
5 di combustione ? circolare, piccola,
con ciottoletti alterati dal calore e
materiali combusti
Le ceramiche dipinte: la cultura di Ripoli
Fossacesia (Chieti)
ceramiche figuline
• vasi a collo
• decori plastici e incisi
• rare spalmature di colore rosso
Le ceramiche dipinte: la cultura di Ripoli
Fossacesia (Chieti)
ceramiche fini
• scodelle troncoconiche
• ciotole con prese a rocchetto
stilizzate
• ollette globulari, anse a rocchetto
Le ceramiche dipinte: la cultura di Ripoli
Fossacesia (Chieti)
ceramiche grezze
• vasi troncoconici, base sagomata,
superficie ad ampie solcature
oblique
• vasi semiovoidali con decoro a file
di impressioni sotto l’orlo, due anse
verticali, talora con margine
espanso ad « orecchia »
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Fossacesia (Chieti)
Elementi appartenenti a culture esterne
Chassey
Frammenti di
scodelline con orlo a tesa
Vaso a supporto
decorazione a graffito
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Fossacesia (Chieti)
Elementi appartenenti a culture esterne
Serra d’Alto
• Olletta a corpo lenticolare
• prese
Aspetti recenti della cultura di Ripoli
Santa maria in selva
Ripoli, fase III
Gr. Piccioni
Fossacesia
7fonti
Paterno
Misola, madonnella
cultura di Ripoli
Paterno, Fucino (L’Aquila)
Scavi 1970, 1979 1986
frequentazioni nel
neolitico
• ceramica impressa
• cultura di Ripoli fase
classica
• aspetto di Paterno
cultura di Ripoli
Fucino
Paterno
Ortucchio
Madonnelle
La Punta
Misola
la cultura di Ripoli : aspetto di Paterno
Piani di Navelli:
Settefonti (AQ)
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Struttura di combustione A
Settefonti a Prata d’Ansidonia
nord
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Struttura di combustione A
Settefonti a Prata d’Ansidonia
nord
Rami, diam. 3-4 cm, cerro dominante
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Struttura di combustione 6
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Settefonti a Prata d’Ansidonia
nord
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Strutture di conservazione
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Strutture di conservazione
Diametro cm 140-160
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Strutture di conservazione
Diametro cm 100/120
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Struttura di conservazione ?
Contenitore (?) in argilla indurita
costruito sopra la struttura 9
Diametro ca cm 90
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Fosse di incerta funzione
Settefonti a Prata d’Ansidonia
la cultura di Ripoli : aspetto di Paterno
Ceramica fine
Scodelle troncoconiche
Settefonti (AQ)
e Paterno
la cultura di Ripoli : aspetto di Paterno
Paterno e Settefonti
(AQ)
Ceramica fine
Ollette
la cultura di Ripoli : aspetto di Paterno
Paterno e Settefonti
(AQ)
Ceramica fine
Ollette
la cultura di Ripoli : aspetto di Paterno
Ceramica fine e figulina
Ciotole carenate
Paterno e Settefonti
(AQ)
la cultura di Ripoli : aspetto di Paterno
Ceramica fine e figulina
Ciotole carenate
Paterno e Settefonti
(AQ)
Decorazione :
file di pasticche
applicate sulla
parete
la cultura di Ripoli : aspetto di Paterno
Paterno e Settefonti
(AQ)
Ceramica grossolana
Forme
semiovoidali con
anse verticali a
nastro
la cultura di Ripoli : aspetto di Paterno
Settefonti (AQ)
Ceramica figulina
Vasetti a collo
cfr Serra d’Alto ?
la cultura di Ripoli
Piani di Navelli: Settefonti (AQ)
Cronologia : datazioni
14
C
5350 BP
5470 BP
1817 BP
t.11.12: 5427 BP
t.6:5434 BP
t.12: 5561 BP
5178 BP
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Struttura A
4340- 4030BC
Cronologia
Datazioni 14C
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Struttura 30
t.4: 80 -270 AD
Struttura 25
t.3: 4270-3970 BC
t.6: 4370-4220 BC
t.8: 4370-4040 BC
t.15: 4460-4220 BC
Struttura 6
4460-4220 BC
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Struttura 29
t.8: 4520-4250 BC
t.11: 4370-4050BC
Struttura 28
t.8: 4490-4220 BC
t.12: 4490-4330 BC
t.15: 5050-4500 BC
Struttura 17
t.3: 4080-3790 BC
la cultura di Ripoli
cronologia
Ripoli villaggio
5600, 5500, 5100 anni BP
Arene candide
6200-5900 BP
settefonti
5800, 5500, 5300, 5200
anni BP
Fossacesia
5400 BP
Fonti San Callisto
5500 anni BP
Grotta Piccioni
4900 BP
la cultura di Ripoli : aspetti recenti
Cronologia
Analisi delle ceramiche
fini 40-60 %
grezze 30-50 %
figuline 4-16%
Settefonti a Prata d’Ansidonia
Ripoli
Fossacesia
Settefonti
Da M.Bubba 1997
la cultura di Ripoli
Cronologia
Ripoli I
6000-5500 anni bp
Ripoli II
Ripoli III
Paterno
Fossacesia
5500-5200 anni BP
la cultura di Ripoli, aspetti recenti
Misano
Santa Maria in Selva
Monte Tinello
Fonte Noce
Ripoli
7fonti
Gr. Piccioni
Torre
Spaccata
Fossacesia
Paterno
Fucino
sudest
La cultura di Ripoli: fasi recenti
ripoli
Cetrangolo
Grotte
salento
La cultura di Ripoli: fasi recenti
Cetrangolo di Montalbano Ionico
Elementi del tardo Ripoli
Scodelle con decorazione graffita
Ciotole carenate con decoro plastico
La cultura di Ripoli: fasi recenti
Cetrangolo di Montalbano Ionico
Elementi del tardo Ripoli: Scodelle con decorazione graffita
peso da telaio cilindrico
Elementi Diana
Cultura di Diana
• prende nome dalla contrada Diana a Lipari
• tradizionalmente è considerata originaria delle regioni
meridionali e legata al traffico dell’ossidiana
• diffusa in tutta la Penisola, il sito più a nord è Cesena (FO)
• si inserisce nella cultura di Ripoli
• è presente con alcuni elementi nell’area tirrenica centro
settentrionale.
• si associa in parziale contemporaneità a Serra d’Alto
Neolitico recente,
cultura di Diana
Chiarentana
Cesena
San Domino
Cala
Colombo
Fonti
s.callisto
Grotta
Pacelli
fucino
Cala
Scizzo
Matera
Mulino
s.antonio
arnesano
latronico
Lipari
s.anna
Masseria
bellavista
Neolitico recente, cultura di Diana
Lipari :
L’abitato si sposta dall’acropoli in aree aperte:
• Sicurezza del potere ?
altre isole sono frequentate:
• Aumento demografico ?
nella fase terminale l’insediamento torna ad occupare la posizione
dominante e di controllo dell’Acropoli
• Sentore di pericolo ?
Neolitico recente, cultura di Diana
mancano ricerche in estensione negli abitati e risultati completi circa
la vita quotidiana
pochi dati sono noti:
• Piano Vento: un focolare con piano di pietre e silos,
• Carife: strutture di combustione a fossa rettangolare con ciottoli.
• Dieci insediamenti nella piana di Acconia, non esplorati.
Alcuni siti sono probabilmente rifugi o sosta occasionale, come ad
esempio Latronico (PZ).
Molto più frequenti sono le testimonianze di necropoli e di ambienti –
generalmente ipogei - destinati ai rituali funerari.
Neolitico recente, cultura di Diana
L’ evoluzione è scandita sulla base dei materiali ceramici
Fase A : associazione con Serra d’Alto, colore della ceramica giallo
rosso, ciotole e ollette con collo alto, anse allungate a rocchetto
Fase B : di Mulino a Vento, corpi a profilo curvilineo con orli più
bassi, anse a rocchetto, colore rosso lucido « corallino »
Fase C : forme più rigide, l’orlo è trasformato in un sottile contorno
della bocca o suggerito da una linea incisa, le anse sono ridotte a un
cordone oppure sono molto massicce.
Fase D : di Spatarella, ceramiche scure levigate, con decorazioni a
pasticche o a graffito sottile, soprattutto su scodelle, all’interno
Neolitico recente, cultura di Diana
Fase A :
associazione con Serra d’Alto
colore della ceramica giallo rosso,
ciotole e ollette con collo alto
anse allungate a rocchetto
Serra d’Alto + Diana, capanna Gravela
Neolitico recente, cultura di Diana
Fase B :
di Mulino a Vento
corpi a profilo curvilineo
orli più bassi,
anse a rocchetto
colore rosso lucido
corredo della tomba
di Mulino a Vento
Neolitico recente, cultura di Diana
evoluzione dei caratteri nelle
ciotole da fase antica a recente:
• il collo si riduce di altezza fino a
scomparire
• le anse si assottigliano
Neolitico recente, cultura di Diana
Frammenti di ollette o tazze
con anse e prese a rocchetto
lipari
Neolitico recente, cultura di Diana
Altre forme
• Scodelle
• situle
• coperchio
Frammenti di scodelle
con prese a rocchetto
Neolitico recente, cultura di Diana
Decorazione a file di
•pasticche applicate
•impressioni
Fase finale :Spatarella
Decorazione incisa e graffita
Mulino Sant’Antonio
Grotta delle Veneri
Neolitico recente, cultura di Diana
Diffusione in Calabria, Basilicata
S. Angelo, Cassano Jonio
Santa Lucia al Bradano
Serra d’Alto
Neolitico recente, cultura di Diana
Cetrangolo, Montalbano Ionico
Tipi di Diana
Forme vascolari simili a Ripoli:
Ciotole carenate, decoro a pasticche
Scodelle troncoconiche
Decoro a zigzag graffito sotto l’orlo
Neolitico recente, cultura di Diana
Diffusione
Puglia
Frammento con presa a rocchetto stilizzato
Olletta con anse a rocchetto
Grotta delle Veneri,
Parabita (LE)
Neolitico recente, cultura di Diana
Aspetto Bellavista
Tremiti : San Domino
Forme rigide e carenate
Basi piane
Colore scuro, bruno
Aspetto regionale o tardivo ?
Neolitico recente, cultura di Diana
Fonti di San Callisto, Popoli
Associazione Diana + Serra d’Alto + Ripoli
Diffusione in
Abruzzo
Datazione 14 C
4490 BP
Neolitico recente, cultura di Diana
Diffusione in
Romagna
Cesena, Forli
Forme emisferiche, semiovoidali
Olle a imboccatura chiusa
Colore scuro, bruno
•Ansa a rocchetto massiccio
•prese allungate
Lame regolari
Neolitico recente, cultura di Diana
Pesi da telaio
Fusaiole
Cetrangolo, Montalbano Ionico
lipari
Neolitico recente, cultura di Diana
industria litica
Lipari :
Lame molto regolari
per lo più non
ritoccate
Elementi di falcetto
con lustro
Neolitico recente, cultura di Diana
Industria litica
Lipari :
•Punteruoli
•Geometrici
•Raschiatoi su lame
•Punta
•Nucleo piramidale
Neolitico recente, cultura di Diana
Cronologia, datazioni radiometriche
•
•
•
•
Mulino Sant’Antonio
Grotta della Madonna
Lipari, Castello
Lipari, Diana
Confronto
• Fonti di San Callisto
• Fossacesia
• Fossacesia
5070 ± 70 anni BP
5110 ± 70 anni BP
5000 ± 200 anni BP
4885 ± 55 anni BP
5490 ± 70 anni BP
5430 ± 120 anni BP
5420 ± 210 anni BP
Neolitico recente, cultura di Diana
Cronologia : discussione
Alcune questioni rimangono aperte:
• scarsità delle datazioni
• date meridionali più recenti delle centrali
• È possibile che sia esistito un centro di sviluppo di
Diana diverso rispetto al sud ?
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
18 598 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content