close

Enter

Log in using OpenID

31. 1149 20-27 05 2014 (33%)

embedDownload
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Seduta del 20 MAGGIO 2014
L’anno duemilaquattordici addì 20 del mese di maggio alle ore 15,30 in Palermo, nella sede del
Rettorato presso la Sala “M. Carapezza” di Palazzo Chiaromonte - Steri (Piazza Marina n° 61) si è
riunito il Consiglio di Amministrazione, convocato dal Rettore con avviso n.34129 del 15 maggio
2014.
Sono presenti:
Prof. Roberto Lagalla
Rettore
Prof. Mario Enea
Professore Ordinario
Prof. Giovanna Bruno Sunseri
Prof. Valeria Militello
Professore Associato
Professore Associato
Dott. Alessandro Riccobono
Ricercatore
Dott. Ignazio Filippi
Rappresentante personale TAB
Sig. Sara Pizzillo
Sig. Marco Tirone
Rappresentante degli studenti
Rappresentante degli studenti
Dott. Antonio Valenti
Direttore Generale
Presiede l’adunanza il Rettore, prof. Roberto Lagalla.
Assume le funzioni di Segretario il Direttore Generale, Dott. Antonio Valenti.
Assenti giustificati: Prof. Vito Ferro, pro Rettore vicario, prof. Alberto Auteri, Dott. Giancarlo
Trevisone.
Presenziano alla riunione odierna del Consiglio, quali componenti del Collegio dei Revisori dei
Conti la Dott. Nunziata Barone e la Dott. Manuela Dagnino.
Sono altresì presenti i dott. Sergio Casella, Angelo Neri e Pasquale Di Maggio quali collaboratori
del Direttore Generale.
Constatata la presenza del numero legale dei Consiglieri, il Presidente dichiara aperta la seduta ed
invita i presenti all’esame degli argomenti posti all’ordine del giorno:
1.
2.
3.
4.
Comunicazioni
Risposte ed interrogazioni
Approvazione verbale seduta del 15 aprile 2014
Ratifica D.R. n. 1876/2014 prot. 33182 del 12/05/2014, relativo all’approvazione alla
partecipazione dell’Università di Palermo all’Associazione Temporanea di Scopo per
l’attuazione del progetto dal titolo “Recupero di Acqua ed energia dispersa nel cicLo idrico
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
1
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
integrAto. SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione, moNitoraggio, ottimizzazione ALADIN”, autorizzazione alla sottoscrizione ed accettazione contributo
Graduatoria proposte dottorati XXX ciclo
Avvio procedure per la copertura di n. 13 posti di Ricercatore a tempo determinato già
individuati dal C.d. A. nella seduta del 09.12.2013
Approvazione delle graduatorie relative alla procedura di selezione per l’attribuzione
dell’incentivo una tantum ai professori e ai ricercatori dell’Università degli Studi di Palermo di
cui all’art. 29, comma 19 della Legge n. 240/2010, così come previsto dal Decreto
Interministeriale n. 314 del 21.07.2011
Proposta di utilizzazione residui punti organico al 31.12.2012
Regolamento disciplinante il telelavoro del Personale Tecnico, Amministrativo e
Bibliotecario dell'Università degli Studi di Palermo
Dott. Calogero Licata, ricercatore confermato, settore scientifico disciplinare M-FIL/06, in
servizio presso il dipartimento di Culture e Società - richiesta di trattenimento in servizio
Dott. Maria Giuseppina Mazzola, ricercatore confermato, settore scientifico disciplinare LART/02, in servizio presso il dipartimento di Culture e Società - richiesta di mantenimento in
servizio in deroga
Progetto “Reti Smart” ammesso a finanziamento nell’ambito della linea d’intervento 4.1.1.1.
del P.O. F.E.S.R. 2007/2013 (G.U.R.S. n. 45 del 28/10/2011) – Approvazione schema di
ATS, autorizzazione alla sottoscrizione ed accettazione finanziamento
Assunzione del finanziamento concesso dal MIUR relativo al progetto dal titolo “Piattaforma
scientifico-tecnologica mirata allo sviluppo di nuovi approcci terapeutici nel trattamento delle
principali patologie degenerative della retina” domanda PON01_01434 presentato
dall’Ateneo nell’ambito dell’avviso D.D. Prot. 01/Ric del 18/01/2010 PON & REC 2007/2013
Conto Consuntivo E.F. 2013
Parziale novazione delle Convenzioni in essere con i consorzi Universitari di Caltanissetta e
Trapani
Consorzio Universitario di Agrigento: Regolamentazione transitoria dei rapporti e connesse
determinazioni
Storno per contributi Master Universitari dall’Amministrazione Centrale alla voce di bilancio
D8MASTD19 + 1398 del Dipartimento di Scienze Umanistiche
Storno per adempimenti concernenti le polizze “kasko” e “infortuni conducente”
Storno per versamento IVA intracomunitaria (Centri di Gestione D15+ - D02+ - D17+ - P01+
D10+)
Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) - Storno
somme accantonate nell’anno 2013 derivanti da attività commerciale routinaria “quota
docenti” del Dipartimento
Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) - Storno
per rinuncia quota direttore DICAM su proventi derivanti da attività commerciale routinaria e
tarature del Dipartimento III quadrimestre 2013
Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) - Storno
somme accantonate nell’anno 2012 derivanti da attività commerciale routinaria “quota
docenti” del Dipartimento
Scuola delle Scienze di Base e Applicate - Variazione per maggiore entrata e maggiore
spesa su bilancio di Ateneo E.F. 2014 per iscrizione contributo di € 163.965,00
collaborazione progetto n. 613265 MEMOLA (MEditerranean MOntainous LAndscapes: an
historical approach to cultural heritage based on traditional agrosystems) Responsabile
Scientifico Prof. Giuseppe Bazan
Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport - Storno tra voci di bilancio in
uscita per autofinanziamento della Summer School in Diritti umani, ambiente e sviluppo
economico” nell’ambito delle attività formative del Dottorato di ricerca in Diritti Umani”,
Direttore Prof. Nicola Gullo
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
2
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
25.
26.
27.
28.
29.
30.
31.
32.
33.
34.
35.
36.
37.
38.
39.
40.
Dipartimento di Culture e Società - Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa di €
5000,00 per convenzione con il Comune di Baucina per l’esecuzione di ricerche
archeologiche
Dipartimento di Fisica e Chimica – Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa per
contributo Società Laviosa Chimica Mineraria
Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e Materno Infantile “Giuseppe
D’Alessandro” - Storno per rimborso spese di missioni sostenute dal personale del’area
funzionale di Microbiologia nell’ambito dell’attività commerciale
Dipartimento di Biomedico di Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.) – Variazione per
maggiore entrata e maggiore spesa per contributo derivante da studi clinici
Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa – per intero importo Progetto n. 607524
FP7-PEOPLE-2013-ITN nell'ambito del Seventh Framework Programme of the European
Community for Research (VII PQ) dal titolo "Sustainable Pavements & Railways Initial
Training Network" ovvero brevemente SUP&R ITN, CUP B74G13000330006, Responsabile
Scientifico Prof. Gaetano Di Mino per € 646.402,34
Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa – per Contributo CINFAI (Consorzio
Interuniversitario Nazionale per la Fisica delle Atmosfere e delle Idrosfere) per progetto
RITMARE CUP D51J110003300001, Responsabile Scientifico Prof. Goffredo La Loggia per
€ 23.000,00
Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare - Variazioni per maggiore entrata e maggiore
spesa per Convenzione per la creazione di un Inventario della Biodiversità Marina Siciliana
e sviluppo di tecniche di monitoraggio utili alla gestione di specie e habitat protetti tra IAMC
CNR e Università degli studi di Palermo Dipartimento DiSTeM
Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica (DICGIM) Variazione di storno di € 1.750,00 per attività conto terzi. Fattura attiva n. 2/2014/DICGIM
del 17/01/2014 (OMER)
Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica (DICGIM) Variazione di bilancio di € 200,00 per maggiore entrata e maggiore spesa per incasso
contributo Museo dei motori
Dipartimento di Architettura Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa – per
partecipazione progetto COST In VISU Action IS0904 con l’Institut national d’histoire de l’art
Paris e il dipartimento D01+
Scuola Politecnica - Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per € 11.700,00
Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport - Storno tra voci di bilancio in
uscita per liquidazione dei corrispettivi c/terzi al personale T.A. (corso di formazione area
giuridica) e per impinguamento fondo destinato alla ricerca scientifica, responsabile Prof.
Giuseppe Verde
Dipartimento di Matematica e Informatica - Variazioni per maggiore entrata e maggiore
spesa per € 2.000,00 – finanziamento convegno PSSL96/2014
Dipartimento di Matematica e Informatica - Variazioni per maggiore entrata e maggiore
spesa per € 8.000,00 - Progetto europeo FETCH
Dipartimento di Matematica e Informatica - Storni per impinguamento voci di spesa
2200080000D11+ “acquisto licenze d’uso per programmi informatici” e 6300010000D11+
“acquisto piccoli impianti mobili ed arredamenti vari” per copertura spese per HPC e
fornitura armadio Rack
Dipartimento di Matematica e Informatica - Storni per impinguamento voce di spesa
D200020003D11+ 2 “Spese per laboratorio e biblioteca altri costi” per copertura spesa
cablaggio di rete del Dipartimento di Matematica e Informatica
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
3
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
41.
42.
43.
44.
45.
46.
47.
48.
49.
50.
51.
52.
53.
54.
55.
56.
Dipartimento di Biomedico di Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.) - Variazione per
maggiore entrata e maggiore spesa per attività conto terzi a favore MERCK SHARP &
DOHME Italia srl
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa - Distretto Sicilia Navtec - Consorzio di
Ricerca per l’Innovazione Tecnologica, Sicilia, Trasporti Navali, Commerciali e da Diporto
S.c.a.r.l.” – Progetto di formazione “Tecnologo del trattamento delle acque inquinate navali“
PON02_00153_2849085 - CUP B68J12000290007, collegato al progetto di ricerca “STITAM” - Avviso MIUR D.D.G. prot. 713/Ric del 29/10/2010 - PON R&C 2007-2013- Regioni
Convergenza Asse I Titolo II. Richiesta variazione di bilancio
Alienazione immobile sito in Palermo via Mario Rapisardi n. 13/c
Determinazioni relative all’assegnazione degli spazi dell’edificio sito in Piazza Bologni e
dell’ex Collegio San Rocco
Lavori di manutenzione straordinaria e interventi di riqualificazione energetica dell’Aula F180
del corpo centrale dell’ex Facoltà di Ingegneria – edificio 8 Viale delle Scienze – Parco
d’Orléans
Convenzione quadro tra il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le scienze del mare
(CONISMA) e l’Università degli studi di Palermo
Proposta di rinnovo del Centro Interdipartimentale CITC Centro Interdipartimentale di
Tecnologie della Conoscenza
Varie, eventuali e sopraggiunte
Rinnovo Convenzione tra l’Università degli Studi di Palermo – Dipartimento di Scienze
Umanistiche – e l’Associazione per la Musica Antica “Antonio Il Verso”
Rinnovo Protocollo d’Intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra l’Università degli Studi di
Palermo ed il Comando Regionale Sicilia della Guardia di Finanza per lo svolgimento di
accertamenti fiscali e attività culturali
Autorizzazione avvio procedura negoziata con unico interlocutore per fornitura di una
consulenza specialistica sullo sviluppo di pacchetti applicativi e per l'acquisizione di un
sistema software per l'archiviazione, la catalogazione, lo scambio e la rappresentazione dei
dati e delle informazioni in grado di garantire funzionalità multimediali e spazio temporali in
rete nell’ambito del progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali
PAC01_00119, CUP B72F13000300001, finanziato dal MIUR – Linea intervento “Ricerca e
Innovazione” – Azione “Potenziamento Strutturale” – Avviso n.274 del 15 febbraio 2013, di
cui è responsabile il prof. Goffredo La Loggia. Autorizzazione avvio n. 1 procedura
negoziata con un unico interlocutore importo € 134.000,00 (centotrentaquattromila/00) + IVA
ovvero € 163.480,00 (centosettantatremilaquattrocentoottanta, 00) IVA inclusa. CIG:
5747326B71
Autorizzazione avvio procedura negoziata per fornitura di un sistema di virtualizzazione
multiprocessore progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali
PAC01_00119, CUP: B72F13000300001, finanziato dal MIUR – Linea intervento “Ricerca e
Innovazione” – Azione “Potenziamento Strutturale” – Avviso n.274 del 15 febbraio 2013, di
cui è responsabile il prof. Goffredo La Loggia - Autorizzazione avvio n. 1 procedura
negoziata - importo € 170.187.50 + IVA ovvero € 207.628,75 iva inclusa. CIG: 5657879573
Accordo di collaborazione tra l’Università degli Studi di Palermo e l’Università di Bogotà
Jorge Tadeo Lozano(Colombia)
Proposta di approvazione del protocollo di collaborazione tra l’Università degli Studi di
Palermo e The Institute of Advanced Legal Studies of the School of Advanced Study of the
University of London (United Kingdom)
Mobilità intercompartimentale mediante scambio dei sigg.ri Luca Mellina e Lucia Chiara
Sabella
Approvazione del progetto “BIGGER DATA”, domanda PAC02L1_00086, di cui all’Avviso
D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
4
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
57.
58.
59.
60.
61.
62.
63.
64.
65.
66.
67.
68.
69.
70.
71.
72.
Up - Linea 1 – BIG DATA, PON R&C 2007/2013, assunzione del finanziamento ed
autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di accettazione delle agevolazioni.
Approvazione del progetto “BookAlive”, domanda PAC02L2_00068, di cui all’Avviso D.D.
MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione del
finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di accettazione
delle agevolazioni.
Approvazione del progetto “Digitema”, domanda PAC02L2_00215, di cui all’Avviso D.D.
MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione del
finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di accettazione
delle agevolazioni.
Approvazione del progetto “Efian”, domanda PAC02L2_00147, di cui all’Avviso D.D. MIUR
prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea
2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione del finanziamento ed
autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di accettazione delle agevolazioni.
Approvazione del progetto “Smartheritage”, domanda PAC02L2_00167, di cui all’Avviso
D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start
Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione del
finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di accettazione
delle agevolazioni.
Ratifica D.R. n. 2024/2014 del 21/05/2014 prot. 35369 del 21/05/2014, partecipazione
dell'Ateneo al progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente per l'analisi di Big Data
clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie della mammella
Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa-Progetto “Spazzatrice meccanica su
auto cabinato stradale con telediagnosi intelligente” P.O. F.E.S.R. Regione Siciliana
2007/2013 Asse 4 linea d’intervento 4.1.1.1
Protocollo d’Intesa per l’Istituzione di un partenariato tra Università italiane ed estere e
l’Associazione 1001 Velacup, finalizzato ad attività di ricerca, sperimentazione e
divulgazione nel campo della nautica.
Rinnovo del Protocollo d’Intesa e dell’accordo attuativo per l’Istituzione dell’Ambulatorio
Medico Universitario tra l’Università degli Studi di Palermo e l’Azienda Ospedaliera
Universitaria Policlinico “P.Giaccone”
Lavori di costruzione di un soppalco in acciaio all'interno del capannone dell'edificio 18 a
Parco d'Orleans
Attivazione della seconda edizione del Corso internazionale di studi avanzati (Summer
School) denominata “Differenze e identità plurali” - Direttore Prof. Matteo Di Gesù (3
giugno - 8 giugno 2014)
Accordo di cooperazione tra UNIPA e l'Universidade federal de Ouro Preto (Brasile) per
l’attivazione di un percorso doppio titolo nell’ambito dei Corsi di laurea magistrale in
Ingegneria meccanica LM-33, Ingegneria elettrica LM-28, Ingegneria dell'automazione LM25, Ingegneria gestionale LM-31 (prof. Fabrizio Micari): modifica articolo 3 della
convenzione e approvazione tabelle di corrispondenza degli insegnamenti
Disattivazione del CIRDPE. Centro Interdipartimentale sul Diritto Privato Europeo
Regolamento per la mobilità interna interdipartimentale. Afferenza della prof. Maria
Immordino al Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali Statistiche (SEAS)
Regolamento per la mobilità interna interdipartimentale. Afferenza della prof. Elena Mignosi
al Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione
Storno a favore della Scuola di Lingua italiana per servizi linguistici effettuati a favore di
studenti etiopi
Trattenimento in servizio art.72, commi 7-10,della legge n.133/2008
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
5
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Dott. Marco Pensabene – Autorizzazione proroga sospensione frequenza Scuola di
specializzazione in chirurgia plastica
Situazione liquidità di cassa dal 22/05/2014 al 30/09/2014
Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai progetti finanziati dai programmi
internazionali, comunitari , nazionali e regionali - Programmazione attività
73.
74.
75.
1. Comunicazioni
Il Rettore comunica che:


2.
Il 9 giugno p.v. avverrà presso il Teatro Massimo la proclamazione dei Dottori di ricerca
(XXIV Ciclo) dell'Università degli Studi di Palermo;
Il 23 maggio p.v. verrà intititolato ai giudici Falcone e Borsellino l’atrio dell’ex Facoltà di
Giurisprudenza.
Risposte ed interrogazioni
L’argomento non è trattato in questa seduta
3.
Approvazione verbale seduta del 15 aprile 2014
L’argomento non è trattato in questa seduta
4.
Ratifica D.R. n. 1876/2014 prot. 33182 del 12/05/2014, relativo all’approvazione alla
partecipazione dell’Università di Palermo all’Associazione Temporanea di Scopo per
l’attuazione del progetto dal titolo “Recupero di Acqua ed energia dispersa nel cicLo
idrico integrAto. SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione, moNitoraggio,
ottimizzazione - ALADIN”, autorizzazione alla sottoscrizione ed accettazione
contributo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Rettore con decreto n. 1876/2014 del 12/05/2014 prot. n. 33182 del 12/05/2014, emanato in via
d’urgenza, ha approvato la partecipazione dell’Università, in qualità di partner, all’Associazione
Temporanea di Scopo per l’attuazione del progetto dal titolo “Recupero di Acqua ed energia
dispersa nel cicLo idrico integrAto. SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione,
moNitoraggio, ottimizzazione - ALADIN”, ammesso a finanziamento con D.D.G. n. 569/3 del
14/03/2014 dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive – Dipartimento Regionale delle
Attività Produttive.
Il progetto, di cui è responsabile scientifico il prof. Goffredo La Loggia, è stato presentato dall’
Università di Palermo, su proposta del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e
Aerospaziale, in partenariato con la Sering Ingegneria s.r.l. (Capofila), Consorzio Tecnologie per le
Osservazioni della Terra e dei Rischi Naturali “TeRN” e Hydro Engineering S.S. di Damiano e
Mariano Galbo, nell’ambito dell’ avviso pubblico per la concessione delle agevolazioni in favore
della Ricerca, Sviluppo ed innovazione previste dall’art. 5 della legge regionale 16 dicembre 2008
n. 23 a valere sull’obiettivo operativo 4.1.1., linea d’intervento 4.1.1.1., del P.O. F.E.S.R.
2007/2013 – Assessorato regionale delle Attività Produttive emanato con D.D.G. n. 4591 del 26
ottobre 2011 (G.U.R.S. n. 45 del 28/10/2011).
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
6
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il contributo complessivo concesso per l’attuazione del progetto “Recupero di Acqua ed energia
dispersa nel cicLo idrico integrAto. SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione, moNitoraggio,
ottimizzazione - ALADIN” è pari ad € 2.243.777,03, a fronte di una spesa ammissibile di €
3.346.004,39, di cui € 657.691,02 a fronte di una spesa ammissibile pari ad € 772.280,00.
Il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali, con decreto del
Direttore n. 32 del 08/05/2014, ha decretato:
- l’approvazione del progetto ALADIN per l’importo del contributo concesso;
- l’approvazione della proposta di atto costitutivo dell’ Associazione Temporanea di Scopo tra
l’Ateneo e gli altri partner progettuali;
successivamente in data 16/05/2014 il responsabile amministrativo, Dott.ssa Alessandra Gagliano,
ed il Direttore del Dipartimento DICAM prof. Ing. Francesco Di Quarto, hanno dichiarato che il
DICAM può sostenere il carico amministrativo con le risorse di personale a disposizione per il
progetto di cui trattasi.
Considerato che l’art. 14 comma 6 dell’avviso succitato prevede che entro 20 giorni solari dal
ricevimento del decreto di assegnazione del contributo i soggetti beneficiari devono formalmente
costituirsi nel partenariato e al fine di poter rispettare la scadenza indicata nella nota 23592 del
22/04/2014 del Dipartimento delle Attività Produttive, con il Decreto rettorale n. 1876/2014, si è
provveduto ad approvare la partecipazione dell’Università, in qualità di partner, all’Associazione
Temporanea di Scopo per l’attuazione del progetto con capofila la Sering Ingegneria s.r.l..
Con lo stesso decreto è stato approvato lo schema dell’atto costitutivo dell’ Associazione
Temporanea di Scopo autorizzandone la sottoscrizione e accettando il contributo concesso all’
Ateneo pari ad € 657.691,02.
Il progetto non prevede oneri a carico del bilancio dell’Ateneo e tutti gli eventuali oneri che
potranno derivare dalla realizzazione dello stesso sono stati assunti dal Dipartimento di Ingegneria
Civile, Ambientale e Aerospaziale, dei Materiali, giusto Decreto direttoriale succitato.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
la ratifica del Decreto Rettorale n. 1876/2014 del 12/05/2014 prot. n. 33182 del 12/05/2014,
emanato in via d’urgenza, nel testo di seguito integralmente riportato:
IL RETTORE
Visto l’avviso pubblico per la concessione delle agevolazioni in favore delle PMI per lo Sviluppo
sperimentale e l’innovazione, in attuazione della linea d’intervento 4.1.1.1. del P.O. F.E.S.R
2007/2013, dell’ Assessorato regionale delle Attività Produttive emanato con D.D.G. n. 4591 del 26
ottobre 2011 (G.U.R.S. n. 45 del 28/10/2011) e s.m.i.;
Considerato che, nell’ambito dell’avviso succitato, l’Università di Palermo, su proposta del
Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Aerospaziale, responsabile scientifico prof.
Goffredo La Loggia, ha presentato in partenariato con le seguenti imprese:
 Sering Ingegneria s.r.l. (Capofila);
 Consorzio Tecnologie per le Osservazioni della Terra e dei Rischi Naturali “TeRN”;
 Hydro Engineering S.S. di Damiano e Mariano Galbo ;
 Università degli Studi di Enna “Kore”;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
7
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
il progetto dal titolo “Recupero di Acqua ed energia dispersa nel cicLo idrico integrAto.
SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione, moNitoraggio, ottimizzazione - ALADIN” ;
Visto il D.D.G. n. 2810/3 del 25/07/2012 dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive –
Dipartimento Regionale delle Attività Produttive, pubblicato nella G.U.R.S. n. 41 del 28/09/2012,
con il quale è stata approvata la graduatoria dei programmi ammessi a contributo a valere
sull’obiettivo operativo 4.1.1., linea d’intervento 4.1.1.1. del P.O. FESR 2007/2013, nella quale
risulta essere utilmente collocato il progetto de quo al posto n. 85 per un importo delle spese
ammissibili pari ad € 3.346.004,39 ed un contributo concedibile di € 2.243.777,03;
Visto il D.D.G. n. 569/3 del 14/03/2014 dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive –
Dipartimento Regionale delle Attività Produttive, registrato alla Corte dei Conti il 16/04/2014, reg. 1
fg. 208 e trasmesso alla capofila Sering s.r.l., con nota prot. n. 23592 del 22/04/2014 del
Dipartimento delle Attività Produttive - Servizio 3, con il quale si approva la concessione del
contributo complessivo di € 2.243.777,03, a fronte di una spesa ammissibile di € 3.346.004,39 al
partenariato promotore del progetto “Recupero di Acqua ed energia dispersa nel cicLo idrico
integrAto. SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione, moNitoraggio, ottimizzazione ALADIN” e che, in particolare, la quota di contributo assegnata all’Università di Palermo ammonta
ad € 657.691,02 a fronte di una spesa ammissibile pari ad € 772.280,00;
Considerato che, contestualmente alla partecipazione all’avviso di cui sopra, i suddetti soggetti
attuatori si sono impegnati, con esplicita dichiarazione allegata alla domanda di partecipazione,
successivamente all’ammissione a finanziamento del progetto a costituirsi in partenariato per la
realizzazione delle relative attività;
Visto l’art. 14 punto 6 dell’avviso succitato il quale prevede che entro 20 giorni solari dal
ricevimento del decreto di concessione del contributo i soggetti beneficiari devono formalmente
costituirsi nel partenariato, nel caso in cui non fosse già costituito alla data di presentazione della
domanda;
Vista la succitata nota prot. n. 23592 del 22/04/2014 del Dipartimento delle Attività Produttive Servizio 3 la quale fissa nel termine perentorio di 20 gg. solari dal suo ricevimento la costituzione
del partenariato così come previsto dall’art. 14 comma 6 del bando;
Vista la delibera del C.d.A. n. 29 del 29/04/2014 che ha fissato le condizioni per l’accettazione dei
finanziamenti assegnati a valere sull’avviso per la concessione delle agevolazioni in favore delle
PMI per lo Sviluppo sperimentale e l’innovazione, in attuazione della linea d’intervento 4.1.1.1. del
P.O. F.E.S.R 2007/2013, emanato con D.D.G. n. 4591 del 26 ottobre 2011 Assessorato Regionale
delle Attività Produttive, e con la quale è stato, altresì, approvato lo schema di delibera che i
Dipartimenti coinvolti nelle attività progettuali devono adottare ai fini dell’approvazione di tali
progetti
Visto il decreto direttoriale del Dipartimento DICAM n. 32 del 08/05/2014, con il quale è stato
approvato il progetto “Recupero di Acqua ed energia dispersa nel cicLo idrico integrAto.
SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione, moNitoraggio, ottimizzazione - ALADIN” secondo lo
schema di delibera approvato dal C.d.A. nella seduta n. 29 del 29/04/2014 ad eccezione del
seguente punto delle premesse così modificato:
“Considerato che il Responsabile Amministrativo del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale,
Aerospaziale, dei Materiali, Dott.ssa Alessandra Gagliano Candela ha valutato che i tempi
amministrativi necessari alla realizzazione del progetto possono essere compatibili con i tempi
assegnati qualora siano assegnate, anche temporaneamente, ulteriori unità di personale
amministrativo aventi competenze adeguate”;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
8
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Considerato che il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali con il
citato decreto direttoriale ha, comunque, confermato che le attività progettuali possono essere
realizzate nel suo complesso entro i termini previsti, sostenendo tutti gli oneri necessari per la
realizzazione delle attività progettuali e assumendo ogni responsabilità in ordine all’eventuale
revoca del finanziamento;
Visto lo schema dell’atto costitutivo dell’Associazione Temporanea di Scopo per la realizzazione
del progetto succitato;
Ravvisata l’urgenza di trasmettere l’A.T.S. entro i termini per non incorrere nella decadenza del
contributo concesso;
Considerato che il partenariato ha fissato quale data di stipula dell’ATS il giorno 12/05/2014;
VISTO l’art. 16 del Regolamento Generale di Ateneo;
DECRETA
Per i motivi richiamati in premessa e da ritenersi qui integralmente riportati:
Di approvare la partecipazione dell’Università, in qualità di partner, all’Associazione Temporanea
di Scopo per l’attuazione del progetto dal titolo “Recupero di Acqua ed energia dispersa nel
cicLo idrico integrAto. SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione, moNitoraggio,
ottimizzazione - ALADIN”, responsabile scientifico prof. Goffredo La Loggia, con capofila Sering
Ingegneria s.r.l., ammesso a contributo con il D.D.G. n. 569/3 del 14/03/2014 dell’Assessorato
Regionale delle Attività Produttive - Dipartimento Regionale delle Attività Produttive, a valere
sull’obiettivo operativo 4.1.1. linea d’intervento 4.1.1.1. del P.O. FESR 2007/2013, per un importo
complessivo di € 2.243.777,03, a fronte di una spesa ammissibile di € 3.346.004,39, di cui
contributo assegnato all’Ateneo pari ad € 657.691,02 a fronte di spese ammissibili pari ad €
772.280,00;
Di approvare lo schema dell’atto costitutivo dell’Associazione Temporanea di Scopo nel testo di
seguito integralmente riportato:
COSTITUZIONE DI ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO E MANDATO COLLETTIVO
SPECIALE CON RAPPRESENTANZA
I sottoscritti:
Capofila:
SERING INGEGNERIA SRL con sede legale in Palermo, Via Emerico Amari n.148, Partita IVA
03649740820, in persona del suo legale rappresentante pro-tempore;
a.
b. Membri:
Consorzio Tecnologie per le Osservazioni della Terra e dei Rischi Naturali “TeRN” con sede
legale in TITO (PZ), c/o IMAA-CNR, C.da S.Loja, Zona Industriale, Codice Fiscale e Partita IVA
01631540760 in persona del suo legale rappresentante pro-tempore (ovvero procuratore
speciale);
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
9
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
HYDRO ENGINEERING S.S. DI DAMIANO E MARIANO GALBO con sede legale in Alcamo, Via
Rossotti, 39, Partita IVA
, in persona del suo legale rappresentante pro-tempore;
Università degli Studi di Enna “Kore”, con sede legale in Enna, Cittadella Universitaria, Partita
IVA e Codice Fiscale 01094410865.in persona del suo legale rappresentante pro-tempore (ovvero
procuratore speciale);
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO, con sede legale in Palermo, Piazza Marina 61,
codice fiscale 80023730825 Partita IVA 00605880822 in persona del suo legale rappresentante
pro-tempore (ovvero procuratore speciale);
PREMESSO
che costituiscono i soggetti attuatori del progetto “Recupero di Acqua ed energia dispersa
nel cicLo idrico integrAto. SalvaguarDia ambientale tramite Innovazione, moNitoraggio,
ottimizzazione - ALADIN” presentato alla Regione Siciliana al fine di essere ammesso a
beneficiare delle agevolazioni previste ai sensi dell’art. 5 della Legge Regionale
16.12.2008, n. 23, Obiettivo operativo 4.1.1 – Linea di intervento 4.1.1.1. del PO Sicilia
FESR 2007-2013, con le modalità e nei limiti consentiti dal bando pubblicato nella GURS n.
45 del 28/10/2011, emanato con D.D.G. dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive
– Dipartimento delle Attività Produttive n. 4591 del 26 ottobre 2011;
 che, contestualmente all’atto di presentazione del progetto, i soggetti attuatori come sopra
costituiti, si sono impegnati a raggrupparsi in Associazione Temporanea di Scopo, prima di
dare inizio all’attuazione dello stesso e, in ogni caso, entro il termine di 20 giorni dalla data
di notifica del decreto di concessione provvisoria del contributo di cui all’art. 14 del bando
succitato;
 “che, a seguito dell’approvazione e del finanziamento concesso, i soggetti attuatori su
indicati si sono impegnati alla realizzazione del suddetto progetto secondo le modalità, i
contenuti ed i costi approvati, nonché alla relativa programmazione”;
 che i comparenti, nelle spiegate qualità di rappresentanti legali intendono, con il presente
atto, regolare il quadro giuridico ed organizzativo dell’Associazione predetta, nonché
conferire
alla
società/capofila:SERING
INGEGNERIA
SRL
mandato collettivo speciale con rappresentanza, designandola quale soggetto beneficiario
e gestore del finanziamento;
 che con D.D.G. n. 2810/3 del 25/07/2012 sono state approvate le graduatorie e gli elenchi
delle istanze agevolabili;
 che con D.D.G. 2707 del 27/11/2013, registrato alla Corte dei Conti il 21/01/2014, con il
quale è stata approvata la modifica della graduatoria precedentemente ammessa con
D.D.G. n. 2810/3 del 25/07/2012;
 che il progetto risulta essere utilmente collocato nella graduatoria definitiva con esito
istruttorio positivo al posto n. 64 della stessa per un importo delle spese ammissibili pari ad
€ 3.346.004,39 con un contributo a valere sulle risorse comunitarie di € 2.243.777,03;
 che con D.D.G. n.569/3 del 14/03/2014, registrato alla Corte dei Conti al Reg. n.1 - Foglio
n. 208 del 16/04/2014, è stato concesso alle società suindicate ed anche all’Università degli
studi di Palermo e all’Università degli Studi di Enna “KORE” per la realizzazione del
progetto succitato il contributo complessivo pari ad € 2.243.777,03 ed assegnato il codice
identificativo CUP G71I14000000007;
Per quanto fin qui esposto, i sottoscritti nelle rispettive qualità come sopra indicate

DICHIARANO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
10
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
di riunirsi in Associazione Temporanea di Scopo (di seguito ATS) per lo svolgimento delle
attività di cui al progetto indicato in premessa e di essere perfettamente edotti sulla natura del
Progetto da eseguirsi e sulle condizioni e modalità che devono regolare il relativo Atto di
affidamento e secondo le proporzioni da ognuna di esse Associate assunte nel progetto come
previsto nell’apposito documento che viene allegato al presente atto.
Tutto ciò premesso, con il presente atto, i sottoscritti nelle rispettive qualità e quali rispettivi
rappresentanti legali della società SERING INGEGNERIA SRL(capofila), legalmente
rappresentata da __________, della società Hydro Engineering società semplice di Mariano
e Damiano Galbo (partner ), legalmente rappresentata da ____________, delConsorzio TeRN
– Tecnologie per l’osservazione della Terra ed i Rischi Naturalipartner ), legalmente
rappresentato da _____________, dell’ UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO (partner),
legalmente rappresentata da ___________e dell’Università degli Studi Kore (partner),
legalmente rappresentata da ___________, con il presente atto
DESIGNANO
La società SERING INGEGNERIA SRL quale mandataria, conferendo mandato collettivo
speciale gratuito e irrevocabile, con obbligo di rendiconto e con rappresentanza esclusiva e
processuale ad essa Società Capofila e per essa al suo rappresentante legale pro-tempore, il
quale in forza del presente atto rimane:
a) autorizzato a stipulare, in nome e per conto di
SERING INGEGNERIA
SRL(capofila)., della società Hydro Engineering società semplice di Mariano e
Damiano Galbo (partner ), delConsorzio TeRN – Tecnologie per l’osservazione
della Terra ed i Rischi Naturali (partner ), dell’ UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI
PALERMO (partner) e dell’Università degli Studi Kore (partner),.), con ogni più
ampio potere e con promessa di rato e valido fin da ora, tutti gli atti consequenziali
connessi alla realizzazione del progetto indicato in premessa;
b) autorizzato a rappresentare in esclusiva, anche in sede processuale, gli associati,
nei confronti dell’Amministrazione Regionale – Dipartimento delle Attività Produttive
e dell’Organismo Intermedio, per tutte le operazioni e gli atti di qualsiasi natura
dipendenti dal suddetto incarico, fino all’estinzione di ogni rapporto;
c) a sottoscrivere tutti gli atti ed i documenti richiesti dall’avviso pubblico indicato in
premessa, nonché tutti gli atti comunque riferiti allo stesso e conseguenti alla
eventuale concessione delle agevolazioni previste dalla Misura;
d) fare tutto quanto la stessa mandataria riterrà utile ed opportuno ai fini della
concessione delle agevolazioni, anche se qui non espresso o specificato, ritenendo
il tutto sin d’ora per rato e fermo senza bisogno di ulteriore ratifica.
In particolare la società mandataria SERING INGEGNERIA SRL a mezzo del suo legale
rappresentante potrà:
a. sottoscrivere le dichiarazioni sostitutive di certificazioni e dichiarazioni
sostitutive di atto di notorietà secondo forme e termini previste dalla
normativa vigente;
b. raccogliere e coordinare la documentazione amministrativa di tutti i
partecipanti e mantenere i rapporti con la Regione ed il gestore
concessionario;
c. stipulare tutti gli atti necessari per la concessione delle agevolazioni di cui in
premessa;
d. incassare e rendicontare le agevolazioni eventualmente concesse ;
e. assumere, nei confronti dell’Amministrazione Regionale – Dipartimento delle
Attività Produttive, la piena ed esclusiva responsabilità degli atti e dei
comportamenti derivanti dall’espletamento dell’incarico assegnato,
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
11
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
rispondendone con la diligenza del mandatario ai sensi dell’art. 1710 c.c. e
s.m.i., fatte salve le eventuali rivalse per fatti dei mandanti come per legge;
il tutto nei termini e con le modalità prescritte dall’Avviso Pubblico citato in premessa e dal D.D.G.
n.569/3 del 14/03/2014.
Il mandato qui conferito è irrevocabile ed accettato dalla mandataria società SERING
INGEGNERIA SRL e la sua eventuale revoca per giusta causa non ha effetto nei confronti
dell’Amministrazione Regionale – Dipartimento delle Attività Produttive.
Il suddetto mandato non determina di per sé organizzazione tra le “Parti” e ciascuna di esse
resterà indipendente e conserverà la propria autonomia nella esecuzione, gestione ed
amministrazione delle attività di propria competenza, anche in relazione agli adempimenti fiscali ed
agli oneri sociali, nonché degli adempimenti in materia di sicurezza ed igiene sui luoghi di lavoro.
Le “Parti” convengono di eleggere domicilio, al fine dell’espletamento delle attività oggetto
del progetto, presso la capofila SERING INGEGNERIA SRL sita in Palermo, via Emerico Amari
n.148..
L’ATS costituita è disciplinata da quanto disposto dai successivi articoli, nonché da specifici
ulteriori accordi organizzativi che potranno essere stipulati fra i soggetti attuatori.
Art. 1
(Impegni dei soggetti attuatori)
I sottoscritti si obbligano, a concordare le modalità, la tempistica e quanto connesso alla gestione e
realizzazione del progetto anche in relazione ai compiti spettanti a ciascuna parte.secondo quanto
previsto nel progetto approvato.
Ciascun associato eseguirà le prestazioni di propria competenza in totale autonomia fiscale,
gestionale ed operativa, con personale responsabilità in ordine alla perfetta esecuzione dei compiti
a ciascuno affidati, ferma restando la responsabilità solidale di tutti gli altri soggetti facenti parte
della presente ATS.
I soggetti attuatori si impegnano inoltre sin da ora a fornire il più ampio quadro di collaborazione
per la realizzazione dell’intervento.
I soggetti attuatori si impegnano, altresì, ad adottare le disposizioni previste dalla società capofila
per la corretta gestione amministrativa delle attività, nel rispetto di quanto previsto dalla Regione
Siciliana - Dipartimento Regionale Attività Produttive.
I soggetti attuatori si impegnano ad adempiere tutti gli obblighi e le prescrizioni fornite dal
Dipartimento Regionale Attività Produttive, sia quelle contenute nell’Avviso Pubblico citato in
premessa ed in particolare per quanto prescritto all’art.17 “obblighi dei soggetti beneficiari”, sia
quelle fornite, ove differenti dal primo, nel Decreto di concessione del finanziamento.
I soggetti attuatori si impegnano a realizzare le attività progettuali di competenza di ciascuno
secondo la ripartizione di cui all’Allegato “A” al presente atto.
I soggetti attuatori si impegnano, in relazione alle conoscenze e utilizzo dei risultati del progetto,
secondo quanto appresso riportato.
Ciascuna Parte è proprietaria delle conoscenze autonomamente sviluppate nello svolgimento delle
attività previste nel Progetto esecutivo e che vengono messe a disposizione del Progetto stesso.
Le conoscenze acquisite congiuntamente costituiscono proprietà comune delle Parti che potranno
utilizzarle per i rispettivi scopi istituzionali.
Ciascuna Parte è proprietaria degli eventuali diritti di utilizzazione economica, ivi incluso quello a
brevettare, conseguenti ad attività svolte autonomamente. Nel caso di attività svolte
congiuntamente, il regime degli eventuali diritti di utilizzazione economica, ivi incluso quello a
brevettare, verrà definito dalle Parti interessate mediante specifici Accordi e sulla base dell'apporto
fornito da ciascuna.
Per quanto riguarda la ricerca industriale e quella fondamentale eseguita dagli organismi di ricerca,
solo in capo al soggetto che svilupperà azioni di ricerca sarà mantenuta la piena titolarità di tutti i
diritti di proprietà intellettuale sui risultati ottenuti dalla propria attività nell’ambito del progetto, e gli
stessi risultati saranno ampiamente diffusi attraverso convegni tecnici o scientifici oppure pubblicati
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
12
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
in riviste tecniche e scientifiche o inseriti in banche dati di libero accesso (in cui i dati della ricerca,
non elaborati, possono essere consultati da tutti) o divulgati tramite software gratuito od open
source”
Art. 2
(Doveri del Capofila)
L’associato capofila SERING INGEGNERIA SRL si impegna a svolgere in favore dell’ATS
qualsiasi attività occorrente per la migliore redazione di tutti gli atti necessari al perfezionamento
della concessione del finanziamento con la Regione Siciliana - Dipartimento Regionale Attività
Produttive, nonché a coordinare:
 gli aspetti amministrativi e legali correnti;
 i rapporti con la Regione Siciliana - Dipartimento Regionale Attività Produttive.
In particolare esso assume:
a. la responsabilità e il coordinamento della rendicontazione delle attività finanziate
svolte fino alla data di scadenza del progetto conformemente alle norme stabilite
dalla Regione Siciliana – Dipartimento Regionale Attività Produttive;
b. la responsabilità della sottoscrizione degli atti necessari per la realizzazione del
progetto;
c. la responsabilità ed il coordinamento generale del progetto;
d. la responsabilità del coordinamento della progettazione e organizzazione delle
attività connesse al progetto;
e. il coordinamento dei rapporti finanziari con la Regione Siciliana – Dipartimento
Regionale Attività Produttive provvedendo ad incassare le somme dovute sia in
acconto che a saldo, indicando l’istituto di credito prescelto;
f. il coordinamento amministrativo e segretariale del progetto, così come definiti
all’interno di successivi accordi organizzativi fra i soggetti attuatori, compreso il
versamento degli importi di competenza di ciascuno dei soggetti attuatori, da
effettuare entro 30 gg. dal ricevimento dei finanziamenti da parte della Regione
Siciliana – Dipartimento Regionale Attività Produttive;
g. il coordinamento nella predisposizione dei rapporti di monitoraggio e degli altri
documenti necessari alla realizzazione del progetto;
h. il coordinamento nella predisposizione della relazione finale;
i. l’impegno alla stipula della fidejussione sulla base dell’atto di concessione del
finanziamento in favore della Regione Siciliana – Dipartimento Regionale Attività
Produttive;
la responsabilità in solido per l’intero raggruppamento nei confronti dell’Amministrazione Regionale
in caso di decreto di revoca del finanziamento in ordine all’eventuale restituzione di somme già
percepite, fermo restando quanto stabilito nel successivo articolo 9.
Art. 3
(Doveri dei membri)
Le modalità circa la realizzazione del progetto sono affidate agli associati soggetti attuatori
secondo quanto indicato nel progetto e specificato da eventuali successivi accordi organizzativi.
I predetti soggetti attuatori sono tenuti inoltre alla elaborazione del rendiconto di tutti i costi relativi
alle attività loro affidate nel rispetto della normativa vigente e delle procedure stabilite dalla
Regione Siciliana – Dipartimento Regionale Attività Produttive, nonché alla predisposizione,
relativamente alle proprie attività, del monitoraggio e della documentazione necessaria allo
svolgimento del progetto, compresa la relazione finale.
Gli stessi dovranno inoltre partecipare a tutte le fasi di loro competenza previste per la
realizzazione del progetto.
Ogni soggetto che ha la responsabilità di un'attività dovrà adottare un sistema contabile distinto e/o
una codificazione contabile appropriata di tutti gli atti contemplati dall’intervento, da realizzarsi
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
13
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
attraverso l’istituzione di un adeguato sistema contabile, eventualmente correlato alla contabilità
generale, al fine di poter definire in ogni momento le disponibilità relative ad ogni singola voce di
costo. “Tale sistema dovrà, altresì, consentire di poter dimostrare la congrua ripartizione dei costi
indiretti di progetto e di funzionamento delle diverse attività svolte nonché evidenziare nella
relazione di bilancio relativa a ciascun esercizio interessato, l’attuazione del programma agevolato
attraverso l’indicazione dei costi sostenuti a fronte delle erogazioni ottenute nell’esercizio cui si
riferisce il bilancio cos’ come prescritto dall’art.17 dell’Avviso Pubblico.
Ogni soggetto è tenuto a scambiare liberamente con il capofila e con gli altri partner il know-how
necessario per la realizzazione del progetto”
Art. 4
(Coordinamento e gestione)
Come indicato al precedente art. 2, il coordinamento degli adempimenti amministrativi ed operativi,
durante la realizzazione del progetto, sarà demandata alla capofila SERING INGEGNERIA SRL.
“Per quanto concerne il coordinamento scientifico, questo è affidato al Prof. Goffredo La Loggia
afferente al partner Università degli Studi di Palermo”.
Per quanto riguarda la gestione, l'ATS affida all’Organismo Capofila/Responsabile amministrativo i
contenuti espressi nel prossimo articolo
Art. 5
(Controllo e ripartizione delle spese)
Il Capofila ed i membri sono tenuti al rispetto delle procedure definite dalla Regione
Siciliana – Dipartimento Regionale Attività Produttive per quanto riguarda l'effettuazione ed il
controllo delle spese sostenute nell'ambito del progetto.
Ciascuna parte si fa comunque carico delle spese autonomamente assunte per
l'esecuzione delle attività, fatta salva la sua eleggibilità e il conseguente finanziamento.
I costituenti l'ATS si impegnano a consentire ai funzionari preposti, nonché agli Organismi a
tale scopo delegati, di procedere alle ispezioni ed all’acquisizione di documenti rilevanti ai fini dei
controlli amministrativi e contabili, fornendo ogni utile collaborazione durante eventuali visite in
loco.
Art. 6
(Riduzione del finanziamento)
I sottoscritti concordano che eventuali riduzioni percentuali, eventuali non riconoscimenti di singole
voci di spesa e/o eventuali revoche del finanziamento concesso per il progetto verranno attribuiti ai
partner responsabili, titolari della funzione cui la voce è attribuita, fermo restando quanto
specificato all’art. 2 comma 2 lett. l). Nell’eventualità in cui le riduzioni o non riconoscimenti di
singole voci di spesa dovessero eccedere gli importi già corrisposti dal soggetto capofila al singolo
partner, a titolo di anticipazione, questi dovrà immediatamente restituire l’importo corrispondente al
soggetto capofila, affinché quest’ultimo provveda, a sua volta, a restituirlo all’ente finanziatore.
In particolare, in relazione ad eventuali revoche del finanziamento, considerato che queste
possono verificarsi soltanto a seguito di atti e comportamenti non legittimi o assunti in violazione
degli impegni dovuti con il presente accordo, il o i componenti che ne dovessero essere
responsabili saranno chiamati a rispondere nei confronti degli altri soggetti firmatari ai sensi della
vigente legislazione in materia penale e civile, ciò anche in relazione a quanto previsto all’art.18
dell’Avviso Pubblico, ed in particolare per l’impegno assunto da ciascun soggetto di sostenere un
ammontare non inferiore all’80% delle spese ammissibili previste ed approvate.
Articolo 7
(Modifiche del partenariato)
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
14
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
L’avviso pubblico per la concessione delle agevolazioni citato in premessa, all’art.16 commi 1, 2 e
3, non prevede modifiche al partenariato tranne che una variazione dei soggetti coinvolti solo in
diminuzione e con le limitazioni previste nel medesimo articolo, fermo restando il mantenimento del
partenariato minimo previsto all’art.4 comma 2 del medesimo Avviso Pubblico.
Nel caso in cui, dunque, per cause di forza maggiore, un partner dovesse rinunciare o essere
escluso dal partenariato, tale variazione dovrà essere preventivamente comunicata ed autorizzata
dalla regione e le spese ammissibili relative al soggetto escluso devono essere sostenute dagli altri
partner, nelle quote e nei modi che gli stessi saranno tenuti a comunicare.
Il programma agevolato dovrà rimanere organico e funzionale e i soggetti rimanenti dovranno
essere in grado di affrontare tecnicamente, organizzativamente e finanziariamente il nuovo
accresciuto impegno progettuale.
Art. 8
(Riservatezza)
Tutta la documentazione e le informazioni di carattere tecnico e metodologico, fornite da uno dei
soggetti attuatori ad un altro, dovranno essere considerate da quest'ultimo di carattere
confidenziale, salvo che: siano qualificate come non confidenziali (o altra equipollente) al momento
della loro comunicazione; siano già in suo possesso al tempo della rivelazione da parte dell’altra
Parte.
Esse non potranno essere utilizzate per scopi diversi da quelli per i quali sono state fornite, senza
una preventiva autorizzazione scritta dal soggetto che le ha fornite.
Ciascuna Parte avrà cura di applicare le opportune misure per mantenere circoscritte le
informazioni e le documentazioni ottenute.
Art. 9
(Validità)
II presente atto ha validità dalla data della sua costituzione attuata con il presente atto e cesserà
ogni effetto alla data di estinzione di tutte le obbligazioni assunte e successivamente alla verifica
amministrativa contabile effettuata da parte della Regione Siciliana - Dipartimento Regionale
Attività Produttive sul rendiconto presentato, alla data dell'avvenuta erogazione del saldo finale del
finanziamento.
Il presente atto sarà comunque valido ed avrà effetto sin tanto che sussistano pendenze tra i
soggetti attuatori e/o tra di essi e la Regione Siciliana - Dipartimento Regionale Attività Produttive
tali da rendere applicabile il medesimo presente atto.
Art. 10
(Modifiche al presente atto)
II presente atto potrà essere modificato solo per atto scritto e firmato da tutti i soggetti attuatori e
consegnato agli organi competenti della Regione Siciliana - Dipartimento Regionale Attività
Produttive.
Art. 11
(Arbitrato e foro competente)
Per qualunque controversia relativa all’interpretazione, applicazione ed esecuzione del presente
contratto, se non risolta amichevolmente, la competenza esclusiva è del Foro di Palermo.
Art. 12
(Norma finale)
Per quanto sopra non espressamente previsto si fa riferimento alle disposizioni di legge, ai
regolamenti comunitari vigenti in materia e al bando citato in premessa.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
15
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Di autorizzare la sottoscrizione dell’atto costitutivo dell’ Associazione Temporanea di Scopo
succitato.
Di accettare il contributo concesso, così come determinato con il D.D.G n. 569/3 del 14/03/2014,
pari ad € 657.691,02.
Il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Giuseppe Piazza
Il Dirigente dell’Area
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto il Decreto n. 1876/2014 del 12/05/2014 prot. n. 33182 del 12/05/2014 adottato dal Rettore in
via d’urgenza citato in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
6. Avvio procedure per la copertura di n. 13 posti di Ricercatore a tempo determinato già
individuati dal C.d. A. nella seduta del 09.12.2013
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

il Consiglio di Amministrazione nella seduta del 17 gennaio 2012 avendo reso
disponibili risorse per 15 Punti Organico, corrispondenti a 30 posizioni di ricercatore a
tempo determinato di tipo “A” a tempo pieno, dava mandato al Senato Accademico di
ripartire fra le Facoltà i citati PO relativi alla programmazione 2012 dei ricercatori a tempo
determinato e del personale docente, sulla base delle documentate esigenze delle Facoltà
e nel rispetto dei vincoli della legge 240/2010 programmando altresì i 17,8 P.O. di cui al
piano straordinario 2011;

-
-
il Senato Accademico. nella seduta del 24.01.2012 aveva deliberato:
di approvare una programmazione tra le Facoltà che prevedeva un’assunzione
complessiva di 60 nuovi ricercatori a tempo determinato e a tempo pieno, vincolando lo
stesso ad un primo bando che prevedeva l’assunzione di 30 ricercatori entro il 31 marzo
2012;
entro lo stesso termine, la programmazione di ogni Facoltà doveva indicare la priorità dei
SSD sia per il primo bando che per gli eventuali successivi;
le Facoltà avrebbero valutato di impegnare i ricercatori a tempo pieno o a tempo definito;
la seguente distribuzione dei posti di ricercatore tra le Facoltà:
 Agraria:
5
 Architettura:
6
 Economia:
5
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
16
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO








Farmacia:
Giurisprudenza:
Ingegneria:
Lettere e Filosofia:
Medicina e Chirurgia:
Scienze della Formazione:
Scienze MM.FF.NN.:
Scienze Motorie:
Scienze Politiche
4
3
9
5
6
6
9
1
1
nonché la seguente distribuzione ai fini della emanazione del primo bando:
 Agraria:
2
 Architettura:
3
 Economia:
3
 Farmacia
2
 Giurisprudenza:
1
 Ingegneria:
4
 Lettere e Filosofia
3
 Medicina e Chirurgia:
4
 Scienze della Formazione: 3
 Scienze MM.FF.NN.:
5
 Scienze Motorie:
0
 Scienze Politiche:
0

il Senato Accademico, nella seduta del 29.05.2012, aveva deliberato
- di approvare, in base alla relazione delle competenti Commissioni senatoriali istruttorie, le
richieste relative ai settori concorsuali e al regime di impegno a tempo pieno o a tempo
definito sui posti di ricercatore universitario a tempo determinato assegnati alle Facoltà di
Agraria, Architettura, Economia, Farmacia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere e Filosofia,
Medicina e Chirurgia, Scienze della Formazione, Scienze MM.FF.NN e Scienze Motorie di
questo Ateneo, nonché la richiesta di un posto, per trasferimento, di ricercatore
universitario a tempo indeterminato per la Facoltà di Economia;
- di proporre al Consiglio di Amministrazione di autorizzare l’immediata emanazione delle
procedure di selezione per i posti di Ricercatori a TD – Tipo A e della procedura di
trasferimento di Ricercatore TI per il 1° bando, così come riportato nella relazione delle
Commissioni e complessivamente per:
 n. 13 Ricercatori TD – Tipo A – Tempo pieno
 n. 21 Ricercatori TD – Tipo A – Tempo definito
 n.1 Ricercatore TI (procedura di trasferimento)
 per un impegno di spesa totale pari a quello di 29,12 Ricercatori TD – Tipo A – Tempo
pieno.
Ai fini dell’emanazione del primo bando le sopra indicate Facoltà avevano fatto pervenire
all’Area Risorse Umane, Settore Reclutamento e Selezioni, le proprie richieste di attivazione di
procedure di valutazione comparativa sui posti assegnati loro dal Senato Accademico comprensive
anche dei posti da bandire con il secondo bando che di seguito si riportano:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
17

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
FACOLTA’ DI AGRARIA – n. 4 posti di Ricercatore a T.D. – (S.S.D. AGR/02 – S.C.
07/B1)
(S.S.D. AGR/08- S.C.07/C1) – ( S.S.D. AGR/12 – S.C. 07/D1) – (S.S.D. AGR/16 - 07/F2)
 FACOLTA’ DI ARCHITETTURA - n. 4 posti di Ricercatore a T.D.
(S.S.D. ICAR/08 – S.C. 08/B2 )- ( S.S.D. ING/IND/11 – S.C. 09/C2 ) – (S.S.D. ICAR/17 – S.C.
08/E1 ) –
( S.S.D. ICAR/12 – S.C. 08/C1 )–
 FACOLTA’ DI ECONOMIA - n. 3 posti di Ricercatore a T.D.
(S.S.D. SECS-P/04 – S.C. 13/C1 ) – ( S.S.D. SECS-S/01 – S.C. 13/D1 ) –(S.S.D. SECS-P/07 –S.C
13/B1) 
FACOLTA’ DI FARMACIA – n. 2 posti di Ricercatore a T.D. – (La Facoltà si riserva la
indicazione dei S.S.D. da inserire nel 2° bando).
 FACOLTA’ DI GIURISPRUDENZA – n. 2 posti di Ricercatore a T.D.
(S.S.D. IUS 02 – S.C. 12/E2) - (S.S.D. IUS 13 – S.C. 12/E1)

FACOLTA’ DI INGEGNERIA – n. 6 posti di Ricercatore a T.D. (per n. 1 posto la Facoltà
si riserva di indicare il S.S.D. successivamente)
(S.S.D. FIS/03 – S.C 02/B1 ) – ( S.S.D. ICAR/09 – S.C 08/B3 ) – ( S.S.D. ING-IND/10 – S.C.
09/C2) – (S.S.D. ICAR/10 – S.C. 08/C1) – ( S.S.D. ING-INF/07– S.C.09/E4 ) – (S.S.D. MATH/07 –
S.C. 01/A4)
 FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA -n. 2 posti di Ricercatore a T.D.
(S.S.D. L-ART/04 – S.C. 10/B1) – ( S.S.D. M-FIL/06 – S.C. 11/C5)
 FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA – n. 3 posti di Ricercatore a T.D.
(S.S.D. BIO/12 – S.C. 05/E1) – (S.S.D. MED/14 – S.C. 06/D2 )– (S.S.D. MED/22 –S.C.06/E1)–
 FACOLTA’ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE – n. 4 posti di Ricercatore a T.D.
(S.S.D. L-FIL-LET/14 – S.C. 10/F4 ) – (S.S.D. SECS-S/05 – S.C 13/D3) - (S.S.D. M-PED/04 –
S.C.11/D2) – (S.S.D. M-PSI/05 – S.C 11/E3 )
 FACOLTA’ DI SCIENZE MM.FF.NN – n. 4 posti di Ricercatore a T.D.
(S.S.D. FIS/05 – S.C. 02/C1 ) – ( S.S.D. BIO/03 – S.C. 05/A1 ) – ( S.S.D. CHIM/06 – S.C.03/C1) ( S.S.D. BIO/19 – S.C. 05/I1 )
 FACOLTA’ DI SCIENZE MOTORIE - n. 1 posto di Ricercatore a T.D.
(S.S.D. BIO/16 – S.C. 05/H1 )

FACOLTA’ DI SCIENZE POLITICHE – n. 1 posto di Ricercatore a T.D (La Facoltà si
riserva
di presentare proposte in prossimità della emanazione del 2° bando.
Si riportano di seguito elencati i 23 posti già banditi e i 13 ancora da bandire:
FACOLTA’
POSTI GIA’ BANDITI
POSTI DA BANDIRE
TOT.
AGRARIA
S.S.D. AGR/08 – S.C.07/C1
S.S.D. AGR/16 – S.C. 07/F2
S.S.D. AGR/02 – S.C. 07/B1
S.S.D. AGR/12 – S.C. 07/D1
4
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
18
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
ARCHITETTURA
ECONOMIA
S.S.D. ICAR/08 – S.C. 08/B2
S.S.D. ING/IND/11 – S.C. 09/C2
S.S.D. ICAR/17 – S.C. 08/E1
S.S.D. ICAR/12 – S.C. 08/C1
S.S.D. SECS-P/04 – S.C. 13/C1
S.S.D. SECS-S/01 – S.C.
13/D1
3
S.S.D. BIO/14 – S.C. 05/G1
2
4
S.S.D. SECS-P/07 – S.C 13/B1
FARMACIA
S.S.D. CHIM/08 – S.C. 03/D1
GIURISPRUDENZA
S.S.D. IUS 02 – S.C. 12/E2
S.S.D. IUS 13 – S.C. 12/E1
INGEGNERIA
LETTERE E FILOSOFIA
MEDICINA E CHIRURGIA
SCIENZE DELLA FORMAZIONE
SCIENZE MM.FF.NN
SCIENZE MOTORIE
SCIENZE POLITICHE
2
S.S.D. ING-IND/10 – S.C. 09/C2
S.S.D. ICAR/10 – S.C. 08/C1
S.S.D. ING-INF/07 – S.C.09/E4
S.S.D. FIS/03 – S.C. 02/B1
S.S.D. ICAR/09 – S.C. 08/B3
S.S.D. MATH/07 – S.C.
01/A4
6
S.S.D. L-ART/04 – S.C. 10/B1
S.S.D. M-FIL/06 – S.C.
11/C5
2
S.S.D. BIO/12 – S.C. 05/E1
S.S.D. MED/22 – S.C.06/E1
S.S.D. MED/14 – S.C. 06/D2
S.S.D. L-FIL-LET/14 – S.C. 10/F1
S.S.D. SECS-S/05 – S.C 13/D3
S.S.D. M-PED/04 – S.C.11/D2
S.S.D. M-PSI/05 – S.C.
11/E3
S.S.D. FIS/05 – S.C. 02/C1
S.S.D. CHIM/06 – S.C.03/C1
S.S.D. BIO/19 – S.C. 05/I1
S.S.D. BIO/03 – S.C. 05/A1
3
4
4
S.S.D. BIO/16 – S.C. 05/H1
1
S.S.D. M-STO/04 – S.C.
11/A3
1
 Nella seduta del 08.10.2013 il Consiglio di Amministrazione delibera
di confermare la delibera del Senato Accademico n.29 del 29 maggio 2012;
di considerare la disponibilità di 11,5 P.O;
di dare mandato al Comitato di coordinamento ci cui al D.R. 2224 del 22 luglio 2013 di
istruire, entro il 19 ottobre p.v., i criteri sulla base dei quali dovrà procedersi a selezione.
Nell’individuazione dei criteri il Consiglio chiede si faccia riferimento alla recente valutazione VQR
con particolare riguardo al punteggio medio ottenuto in Ateneo rispetto al punteggio medio
nazionale per ogni SSD di cui ai posti di ricercatori del II bando della delibera del Senato
Accademico n.29 del 29 maggio 2012.
-
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
19

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Nella seduta del 22.10.2013 il Consiglio di Amministrazione delibera
a) di prendere atto della valutazione VQR relativa agli SSD oggetto della programmazione che
di seguito si riportano:
Voto
Voto
medio medio
vm/vm
naziona SSD in
n
le SSD Atene
vmn
o vm
FACOLTA’ DI AGRARIA
AGR/02 - AGRONOMIA E COLTIVAZIONI
ERBACEE
AGR/08 - IDRAULICA AGRARIA E SISTEMAZIONI
IDRAULICO-FORESTALI
AGR/12 - PATOLOGIA VEGETALE
0,572
0,216
0,377
0,596
0,649
0,747
0,180
1,253
0,277
AGR/16 - MICROBIOLOGIA AGRARIA
FACOLTA’ DI ARCHITETTURA
ICAR/08 - SCIENZA DELLE COSTRUZIONI
ING-IND/11 - FISICA TECNICA AMBIENTALE
ICAR/17 - DISEGNO
ICAR/12 - TECNOLOGIA DELLARCHITETTURA
FACOLTA’ DI ECONOMIA
SECS-P/04 - STORIA DEL PENSIERO
ECONOMICO
SECS-S/01 - STATISTICA
SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
FACOLTA’ DI FARMACIA
2 posizioni non assegnate
FACOLTA’ DI GIURISPRUDENZA
IUS/02 - DIRITTO PRIVATO COMPARATO
0,851
IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE
FACOLTA’ DI INGEGNERIA
FIS/03 - FISICA DELLA MATERIA
ICAR/09 - TECNICA DELLE COSTRUZIONI
ING-IND/10 - FISICA TECNICA INDUSTRIALE
ICAR/10 - ARCHITETTURA TECNICA
ING-INF/07 - MISURE ELETTRICHE ED
ELETTRONICHE
1 posizione non assegnata
FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA
L-ART/04 - MUSEOLOGIA E CRITICA ARTISTICA
E DEL RESTAURO
M-FIL/06 - STORIA DELLA FILOSOFIA
FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA
BIO/12 - BIOCHIMICA CLINICA E BIOLOGIA
MOLECOLARE CLINICA
MED/14 - NEFROLOGIA
MED/22 - CHIRURGIA VASCOLARE
0,548
0,683
0,540
0,500
0,379
Manca dato di
UNIPA
0,520
0,504
0,500
0,380
0,761
0,934
1,000
1,002
Manca dato di
UNIPA
0,353
0,436
0,129
0,205
0,161
0,470
1,248
0,619
0,461
0,745
0,868
0,629
0,710
0,444
Manca dato di
UNIPA
0,565
0,462
0,900
0,471
0,650
0,735
1,268
1,063
Manca dato di
UNIPA
0,807
0,500
0,625
0,656
0,596
0,235
Manca dato di
UNIPA
0,318
0,508
Manca dato di
UNIPA
0,150
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
0,252
Manca dato di
20
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
UNIPA
FACOLTA’ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
L-FIL-LET/14 - CRITICA LETTERARIA E
LETTERATURE COMPARATE
SECS-S/05 - STATISTICA SOCIALE
M-PED/04 - PEDAGOGIA SPERIMENTALE
M-PSI/05 - PSICOLOGIA SOCIALE
FACOLTA’ DI SCIENZE MM.FF.NN.
FIS/05 - ASTRONOMIA E ASTROFISICA
BIO/03 - BOTANICA AMBIENTALE E APPLICATA
CHIM/06 - CHIMICA ORGANICA
BIO/19 - MICROBIOLOGIA GENERALE
FACOLTA’ DI SCIENZE MOTORIE
BIO/16 - ANATOMIA UMANA
FACOLTA’ DI SCIENZE POLITICHE
1 posizione non assegnata
0,726
0,273
0,770
0,225
1,060
0,824
Manca dato di
UNIPA
0,593
0,561
0,187
0,333
0,752
0,395
0,810
0,738
0,916
0,136
0,744
0,836
1,217
0,344
0,918
1,134
0,498
0,413
0,830
b) di confermare la disponibilità di 11,5 PO pari a 23 posizioni sulle 36 previste, restando le
residuali 13 posizioni vigenti ai fini della successiva programmazione di Ateneo;
c) di ritenere prioritarie tra le posizioni da bandire, quelle relative ai settori scientifico
disciplinari contraddistinti da una valutazione VQR di settore che, rapportata alla media
nazionale, risulti maggiore o eguale a 1, e segnatamente: AGR/08, ICAR/17, ICAR/12,
SECS-P/07, ING-IND/10, ICAR/10, L-FIL-LET/14, FIS/05 e BIO/19;
d) di rinviare, sin d’ora, alla successiva programmazione le posizioni non assegnate dalle
Facoltà ai SSD (2 posti Farmacia, 1 posto Ingegneria, 1 posto Scienze Politiche);
e) di disporre l’acquisizione dei dati VQR dei SSD mancanti entro il termine perentorio del 5
novembre p.v. In mancanza di riscontro (ovvero di riscontro incompleto), i suddetti SSD
saranno inseriti nella successiva programmazione di Ateneo. Al riguardo, si dà mandato al
competente Ufficio di richiedere ai singoli docenti appartenenti ai SSD di seguito richiamati
il punteggio ottenuto nella valutazione VQR: AGR/16, SECS-P/04, IUS/13, ING-INF/07, LART/04, BIO/12, MED/22, M-PED/04;
f) di inoltrare alle Facoltà le sole posizioni residuali, rispetto alle 23 previste, relative a SSD
con valutazione VQR minore di 1, affinché solo in caso di eccezionali e motivate situazioni
possano procedere alla rivalutazione della programmazione in senso difforme dalla
graduatoria in ordine decrescente di punteggio VQR. Si esclude, comunque, l’inserimento
di SSD diversi da quelli già programmati. In ogni caso il Consiglio di Amministrazione si
riserva, come statutariamente previsto, ogni definitiva deliberazione;
g) di autorizzare sin da subito gli Uffici, una volta acquisite le informazioni da parte dei docenti
appartenenti ai settori di cui al precedente punto e), in atto senza valutazione VQR, a
procedere al bando di tutte le posizioni riguardanti SSD con valutazione VQR maggiore o
eguale a 1;
h) di sottoporre la presente delibera al previsto e preventivo parere del Senato Accademico.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
21
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

il Senato Accademico, nella seduta del 29.10.2013 , nel prendere atto della delibera del
Consiglio di Amministrazione, delibera di:
 prevedere il carattere vincolante e prioritario delle 13 posizioni residuali ai fini della
programmazione 2014;
 confermare, ai fini della presente programmazione, il carattere prioritario dei SSD con VQR
uguale o maggiore a 1;
 affidare alle Facoltà la definizione di priorità dei SSD già programmati con VQR inferiore a
1, tenendo conto degli stessi risultati VQR ed, eventualmente, di esigenze didattiche
sopravvenute, della cospicuità dei SSD proposti e del numero delle assegnazioni pregresse
(con particolare riferimento al bando precedente);
 rivalutare in Senato Accademico, sulla base degli stessi criteri, le proposte delle Facoltà per
formulare motivato parere al CdA;
 includere nella programmazione le due posizioni della Facoltà di Farmacia programmati
prima del 29 maggio 2012 e precisamente: CHIM/08 e BIO/14;
 richiedere alle Facoltà di Ingegneria e Scienze Politiche l’individuazione dei SSD da coprire
con il bando in itinere.

Con nota del 06.11.2013 il Magnifico Rettore invita i Consigli di Facoltà a deliberare
con urgenza le priorità dei SSD già programmati con VQR inferiore a 1, tenendo conto
oltre che alla ponderazione VQR, ad altri e giustificati motivi eventualmente intervenuti
dopo il 29 maggio 2012.
Alla nota è allegato il seguente elenco aggiornato, rispetto a quelli precedenti, con le
indicazioni dei valori medi delle valutazioni ottenute in Ateneo e del loro rapporto rispetto
alle medie nazionali relative ai SSD di cui al precedente punto e), nonché ai SSD indicati
dalla Facoltà di Farmacia:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
22
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
23
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Consiglio di Amministrazione nella seduta del 09.12.2013 ha deliberato quanto proposto dal
Senato Accademico nella seduta del 02.12.2013, che di seguito si riporta:
1) autorizzare le sotto elencate richieste (n. 36):
FACOLTA’ DI AGRARIA
1 posto per il S.S.D. AGR/08 - Idraulica agraria e sistemazioni idraulico forestali settore concorsuale 07/C1 – Ingegneria agraria, forestale e dei biosistemi (1,253)
1 posto per il S.S.D. AGR/16 - Microbiologia agraria - settore concorsuale 07/F2 –
Microbiologia agraria (1,117)
1 posto per il S.S.D. AGR/02 - Agronomia e coltivazioni erbacee - settore concorsuale
07/B1 – Agronomia e sistemi colturali erbacei ed ortofloricoli (0,377)
1 posto per il S.S.D. AGR/12 - Patologia vegetale - settore concorsuale 07/D1 Patologia vegetale ed entomologia (0,277)








FACOLTA’ DI ARCHITETTURA
1 posto per il S.S.D. ICAR/12 – Tecnologia dell’Architettura – Settore concorsuale 08/C1 –
Design e Progettazione Tecnologica dell’Architettura (1,002)
1 posto per il S.S.D. ICAR/17 – Disegno – Settore concorsuale 08/E1 – Disegno (1,000)
1 posto per il S.S.D. ING/IND/11 – Fisica Tecnica Ambientale – Settore concorsuale 09/C2
– Fisica tecnica (0,934)
1 posto per il S.S.D. ICAR/08 – Scienza delle Costruzioni – Settore concorsuale 08/B2 –
Scienza delle Costruzioni (0,761)



FACOLTA’ DI ECONOMIA
1 posto per il S.S.D. SECS-P/04 - Storia del pensiero economico - Settore
concorsuale 13/C1 – Storia economica (1,669)
1 posto per il S.S.D. SECS-P/07 - Economia aziendale - Settore concorsuale 13/B1 Economia aziendale (1,248)
1 posto per il S.S.D. SECS-S/01 - Statistica - Settore concorsuale 13/D1 – Statistica
(0,470)
FACOLTA’ DI FARMACIA
 1 posto per il S.S.D. CHIM/08 - Chimica farmaceutica - Settore concorsuale 03/D1–
Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Tossicologiche e Nutraceutico-Alimentari (0,711)
 1 posto per il SSD BIO/14 - Farmacologia – Settore Concorsuale 05/G1 – Farmacologia,
Farmacologia clinica e Farmacognosia (0,410)





FACOLTA’ DI GIURISPRUDENZA
1 posto per il S.S.D. IUS 13 - Diritto internazionale - Settore concorsuale 12/E1– Diritto
Internazionale e dell’Unione Europea (1,305)
1 posto per il S.S.D. IUS 02 - Diritto privato comparato - Settore concorsuale 12/E2– Diritto
Comparato (0,745)
FACOLTA’ DI INGEGNERIA
1 posto per il S.S.D. ING-IND/10 – Fisica tecnica industriale - Settore concorsuale 09/C2 –
Fisica Tecnica (1,268)
1 posto per il S.S.D. ICAR/10 – Architettura tecnica - Settore concorsuale 08/C1– Design e
Progettazione Tecnologica dell’Architettura (1,063)
1 posto per il S.S.D. ING-INF/07– Misure elettriche e elettroniche - Settore concorsuale
09/E4 – Misure (1,054)
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
24

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
1 posto per il S.S.D. ICAR/09 - Tecnica delle costruzioni - Settore concorsuale 08/B3 –
Tecnica delle Costruzioni (0,735)
 1 posto per il S.S.D. FIS/03 - Fisica della materia - Settore concorsuale 02/B1– Fisica
Sperimentale della Materia (0,650)
 1 posto per il S.S.D. MAT/07 – Fisica Matematica - Settore concorsuale 01/A4 – Fisica
Matematica (1,382)













FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA
1 posto per il S.S.D. L-ART/04 - Museologia e critica artistica e del restauro- Settore
concorsuale 10/B1– Storia dell’Arte (0,800)
1 posto per il S.S.D. M-FIL/06 - Storia della filosofia- Settore concorsuale 11/C5– Storia
della Filosofia (0,508)
FACOLTA’ DI MEDICINA
1 posto per il S.S.D. BIO/12 - Biochimica clinica e Biologia Molecolare clinica - Settore
concorsuale 05/E1– Biochimica Generale e Biochimica Clinica (0,793)
1 posto per il S.S.D. MED/22 - Chirurgia vascolare - Settore concorsuale 06/E1– Chirurgia
Cardio-Toraco-Vascolare (0,852)
1 posto per il S.S.D. MED/14 - Nefrologia - Settore concorsuale 06/D2 – Endocrinologia,
Nefrologia e Scienze della alimentazione e del benessere (0,252)
FACOLTA’ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
1 posto per il S.S.D. L-FIL-LET/14 - Critica letteraria e Letterature comparate - Settore
concorsuale 10/F4 – Critica letteraria e Letterature comparate (1,060)
1 posto per il S.S.D. SECS-S/05 - Statistica sociale - Settore concorsuale 13/D3 Demografia e Statistica Sociale (0,824)
1 posto per il S.S.D. M-PED/04 - Pedagogia sperimentale - Settore concorsuale 11/D2 Didattica, Pedagogia Speciale e Ricerca Educativa (0,843)
1 posto per il S.S.D. M-PSI/05 - Psicologia sociale - Settore concorsuale 11/E3 – Psicologia
Sociale, del lavoro e delle organizzazioni (0,333)
FACOLTA’ DI SCIENZE MM FF NN
1 posto per il S.S.D. FIS/05 - Astronomia ed astrofisica – Settore Concorsuale 02/C1 –
Astronomia, Astrofisica, Fisica della Terra e dei Pianeti (1,217)
1 posto per il S.S.D. BIO/19 - Microbiologia generale – Settore Concorsuale 05/I1 –
Genetica e Microbiologia (1,134)
1 posto per il S.S.D. CHIM/06 - Chimica Organica - Settore Concorsuale 03/C1 – Chimica
Organica (0,918)
1 posto per il S.S.D. BIO/03 - Botanica Ambientale ed Applicata – Settore Concorsuale
05/A1 – Botanica (0,344)

FACOLTA’ DI SCIENZE MOTORIE
1 posto per il S.S.D. BIO/16 - Anatomia Umana – Settore Concorsuale 05/H1 – Anatomia
Umana (0,830)

FACOLTA’ DI SCIENZE POLITICHE
1 posto per il S.S.D. M-STO/04 - Storia Contemporanea – Settore Concorsuale 11/A3 –
Storia contemporanea (0,84)
2) autorizzare, entro il 31.12.2013, l’emanazione delle procedure di selezione relative alla
copertura di n.23 posti di Ricercatore a TD – Tipo A, per i settori concorsuali sotto indicati:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
25
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
FACOLTA’ DI AGRARIA
1 posto per il S.S.D. AGR/08 - Idraulica agraria e sistemazioni idraulico forestali settore concorsuale 07/C1 – Ingegneria agraria, forestale e dei biosistemi (1,253)
1 posto per il S.S.D. AGR/16 - Microbiologia agraria - settore concorsuale 07/F2 –
Microbiologia agraria (1,117)





FACOLTA’ DI ARCHITETTURA
1 posto per il S.S.D. ICAR/12 – Tecnologia dell’Architettura – Settore concorsuale 08/C1 –
Design e Progettazione Tecnologica dell’Architettura (1,002)
1 posto per il S.S.D. ICAR/17 – Disegno – Settore concorsuale 08/E1 – Disegno (1,000)
1 posto per il S.S.D. ING/IND/11 – Fisica Tecnica Ambientale – Settore concorsuale 09/C2
– Fisica tecnica (0,934)











FACOLTA’ DI ECONOMIA
1 posto per il S.S.D. SECS-P/04 - Storia del pensiero economico - Settore
concorsuale 13/C1 – Storia economica (1,669)
1 posto per il S.S.D. SECS-P/07 - Economia aziendale - Settore concorsuale 13/B1 Economia aziendale (1,248)
FACOLTA’ DI FARMACIA
1 posto per il S.S.D. CHIM/08 - Chimica farmaceutica - Settore concorsuale 03/D1–
Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Tossicologiche e Nutraceutico-Alimentari (0,711)
FACOLTA’ DI GIURISPRUDENZA
1 posto per il S.S.D. IUS 13 - Diritto internazionale - Settore concorsuale 12/E1– Diritto
Internazionale e dell’Unione Europea (1,305)
1 posto per il S.S.D. IUS 02 - Diritto privato comparato - Settore concorsuale 12/E2– Diritto
Comparato (0,745)
FACOLTA’ DI INGEGNERIA
1 posto per il S.S.D. ING-IND/10 – Fisica tecnica industriale - Settore concorsuale 09/C2 –
Fisica Tecnica (1,268)
1 posto per il S.S.D. ICAR/10 – Architettura tecnica - Settore concorsuale 08/C1– Design e
Progettazione Tecnologica dell’Architettura (1,063)
1 posto per il S.S.D. ING-INF/07– Misure elettriche e elettroniche - Settore concorsuale
09/E4 – Misure (1,054)
FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA
1 posto per il S.S.D. L-ART/04 - Museologia e critica artistica e del restauro- Settore
concorsuale 10/B1– Storia dell’Arte (0,800)
FACOLTA’ DI MEDICINA
1 posto per il S.S.D. BIO/12 - Biochimica clinica e Biologia Molecolare clinica - Settore
concorsuale 05/E1– Biochimica Generale e Biochimica Clinica (0,793)
1 posto per il S.S.D. MED/22 - Chirurgia vascolare - Settore concorsuale 06/E1– Chirurgia
Cardio-Toraco-Vascolare (0,852)
FACOLTA’ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
26







UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
1 posto per il S.S.D. L-FIL-LET/14 - Critica letteraria e Letterature comparate - Settore
concorsuale 10/F4 – Critica letteraria e Letterature comparate (1,060)
1 posto per il S.S.D. SECS-S/05 - Statistica sociale - Settore concorsuale 13/D3 Demografia e Statistica Sociale (0,824)
1 posto per il S.S.D. M-PED/04 - Pedagogia sperimentale - Settore concorsuale 11/D2 Didattica, Pedagogia Speciale e Ricerca Educativa (0,843)
FACOLTA’ DI SCIENZE MM FF NN
1 posto per il S.S.D. FIS/05 - Astronomia ed astrofisica – Settore Concorsuale 02/C1 –
Astronomia, Astrofisica, Fisica della Terra e dei Pianeti (1,217)
1 posto per il S.S.D. BIO/19 - Microbiologia generale – Settore Concorsuale 05/I1 –
Genetica e Microbiologia (1,134)
1 posto per il S.S.D. CHIM/06 - Chimica Organica - Settore Concorsuale 03/C1 – Chimica
Organica (0,918)
FACOLTA’ DI SCIENZE MOTORIE
1 posto per il S.S.D. BIO/16 - Anatomia Umana – Settore Concorsuale 05/H1 – Anatomia
Umana (0,830)
Nella seduta del 19.12.2013 il Consiglio di Amministrazione, vista la nota prot. n. 92496 del
19.12.2013, con la quale il Prof. Giuseppe De Giovanni “….si dichiara disponibile ad una
inversione tra i posti che si riferiscono ai SSD ICAR/12 e ICAR/08 in modo che il posto attribuito al
settore “Scienza delle Costruzioni” sia ricompreso all’interno delle 23 posizioni da bandire nel 2013
e il posto ICAR/12 venga bandito come previsto nei primi mesi del 2014”
approva di bandire il posto per il
 S.S.D. ICAR/ 08 - Scienza delle Costruzioni
in sostituzione del posto
 S.S.D. ICAR/12 - Settore concorsuale 08/C1 .
Considerato che la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19.12.2013 ,relativa
all’approvazione della programmazione triennale 2013/15 di Ateneo del personale, prevede n. 20
ricercatori di tipo A (tabella 13) la cui entrata in servizio, in relazione alle previsioni di spesa, è
prevista nel 2015, possono essere banditi i residuali 13 posti a completamento dei 36 posti di
ricercatore deliberati dal Consiglio di Amministrazione il 9.12.2013, di cui n. 23 procedure sono
state già bandite con il D.R n. 4246 del 23.12.2013. Le rimanenti n.13 procedure sopra citate ,
con il regime di impegno a tempo pieno sono quelle nei settori scientifici disciplinari e concorsuali
che di seguito si riportano:
Ex FACOLTA’ DI AGRARIA
 1 posto per il S.S.D. AGR/02 - Agronomia e coltivazioni erbacee - settore concorsuale
07/B1 – Agronomia e sistemi colturali erbacei ed ortofloricoli (0,377)
 1 posto per il S.S.D. AGR/12 - Patologia vegetale - settore concorsuale 07/D1 Patologia vegetale ed entomologia (0,277)
Ex FACOLTA’ DI ARCHITETTURA
 1 posto per il S.S.D. ICAR/12 – Tecnologia dell’Architettura – Settore concorsuale 08/C1 –
Design e Progettazione Tecnologica dell’Architettura (1,002)
Ex FACOLTA’ DI ECONOMIA
 1 posto per il S.S.D. SECS-S/01 - Statistica - Settore concorsuale 13/D1 – Statistica
(0,470)
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
27
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Ex FACOLTA’ DI FARMACIA
 1 posto per il SSD BIO/14 - Farmacologia – Settore Concorsuale 05/G1 – Farmacologia,
Farmacologia clinica e Farmacognosia (0,410)
Ex FACOLTA’ DI INGEGNERIA
 1 posto per il S.S.D. ICAR/09 - Tecnica delle costruzioni - Settore concorsuale 08/B3 –
Tecnica delle Costruzioni (0,735)
 1 posto per il S.S.D. FIS/03 - Fisica della materia - Settore concorsuale 02/B1– Fisica
Sperimentale della Materia (0,650)
 1 posto per il S.S.D. MAT/07 – Fisica Matematica - Settore concorsuale 01/A4 – Fisica
Matematica (1,382)
Ex FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA
 1 posto per il S.S.D. M-FIL/06 - Storia della filosofia- Settore concorsuale 11/C5– Storia
della Filosofia (0,508)
Ex FACOLTA’ DI MEDICINA
 1 posto per il S.S.D. MED/14 - Nefrologia - Settore concorsuale 06/D2 – Endocrinologia,
Nefrologia e Scienze della alimentazione e del benessere (0,252)
Ex FACOLTA’ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
 1 posto per il S.S.D. M-PSI/05 - Psicologia sociale - Settore concorsuale 11/E3 – Psicologia
Sociale, del lavoro e delle organizzazioni (0,333)
Ex FACOLTA’ DI SCIENZE MM FF NN
 1 posto per il S.S.D. BIO/03 - Botanica Ambientale ed Applicata – Settore Concorsuale
05/A1 – Botanica (0,344)
Ex FACOLTA’ DI SCIENZE POLITICHE
 1 posto per il S.S.D. M-STO/04 - Storia Contemporanea – Settore Concorsuale 11/A3 –
Storia contemporanea (0,84)
La Responsabile del procedimento
Dott.ssa Alessandra Fallica
La Dirigente
Dott.ssa Giuseppa Lenzo
Premesso quanto sopra esposto, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
a) di autorizzare l’avvio delle restanti sotto elencate procedure (n. 13 posti di Ricercatore a
T.D. – Tipo A):
Ex FACOLTA’ DI AGRARIA
 1 posto per il S.S.D. AGR/02 - Agronomia e coltivazioni erbacee - settore concorsuale
07/B1 – Agronomia e sistemi colturali erbacei ed ortofloricoli (0,377)
 1 posto per il S.S.D. AGR/12 - Patologia vegetale - settore concorsuale 07/D1 Patologia vegetale ed entomologia (0,277)
Ex FACOLTA’ DI ARCHITETTURA
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
28

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
1 posto per il S.S.D. ICAR/12 – Tecnologia dell’Architettura – Settore concorsuale 08/C1 –
Design e Progettazione Tecnologica dell’Architettura (1,002)
Ex FACOLTA’ DI ECONOMIA
 1 posto per il S.S.D. SECS-S/01 - Statistica - Settore concorsuale 13/D1 – Statistica
(0,470)
Ex FACOLTA’ DI FARMACIA
 1 posto per il SSD BIO/14 - Farmacologia – Settore Concorsuale 05/G1 – Farmacologia,
Farmacologia clinica e Farmacognosia (0,410)
Ex FACOLTA’ DI INGEGNERIA
 1 posto per il S.S.D. ICAR/09 - Tecnica delle costruzioni - Settore concorsuale 08/B3 –
Tecnica delle Costruzioni (0,735)
 1 posto per il S.S.D. FIS/03 - Fisica della materia - Settore concorsuale 02/B1– Fisica
Sperimentale della Materia (0,650)
 1 posto per il S.S.D. MAT/07 – Fisica Matematica - Settore concorsuale 01/A4 – Fisica
Matematica (1,382)
Ex FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA
 1 posto per il S.S.D. M-FIL/06 - Storia della filosofia- Settore concorsuale 11/C5– Storia
della Filosofia (0,508)
Ex FACOLTA’ DI MEDICINA
 1 posto per il S.S.D. MED/14 - Nefrologia - Settore concorsuale 06/D2 – Endocrinologia,
Nefrologia e Scienze della alimentazione e del benessere (0,252)
Ex FACOLTA’ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
 1 posto per il S.S.D. M-PSI/05 - Psicologia sociale - Settore concorsuale 11/E3 – Psicologia
Sociale, del lavoro e delle organizzazioni (0,333)
Ex FACOLTA’ DI SCIENZE MM FF NN
 1 posto per il S.S.D. BIO/03 - Botanica Ambientale ed Applicata – Settore Concorsuale
05/A1 – Botanica (0,344)
Ex FACOLTA’ DI SCIENZE POLITICHE
 1 posto per il S.S.D. M-STO/04 - Storia Contemporanea – Settore Concorsuale 11/A3 –
Storia contemporanea (0,84)
b) di autorizzare che i suddetti n. 13 posti siano approvati con il regime di impegno a tempo
pieno;
c) l’entrata in servizio dei ricercatori, successivamente all’espletamento delle procedure
concorsuali, sarà stabilita in funzione della previsione di spesa di cui alla delibera del Consiglio di
Amministrazione del 19.12.2013.
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VISTE le delibere del Consiglio di Amministrazione del 08.10.2013 e del 22.10.2013;
VISTA la delibera del Senato Accademico del 29.10.2013;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
29
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTA la nota del M.R. del 06.11.2013;
VISTE le delibere dei Consigli di Facoltà di Agraria, Architettura, Economia, Farmacia,
Giurisprudenza, Ingegneria, Medicina e Chirurgia, Scienze della Formazione, Scienze
MM.FF.NN., Scienze Motorie, Scienze Politiche e la nota del Preside della Facoltà di
Lettere e Filosofia relative alla individuazione dei Settori concorsuali e delle relative
priorità;
VISTA la delibera del Senato Accademico del 02.12.2013;
VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione del 09.12.2013;
VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19.12.2013;
VISTA la relazione del Responsabile del procedimento;
PRESO ATTO del parere espresso in merito dalla Commissione Gestione del Personale e
Funzionamento Ricerca;
DELIBERA
- di approvare la proposta sopra riportata
Letto ed approvato seduta stante.
7. Approvazione delle graduatorie relative alla procedura di selezione per l’attribuzione
dell’incentivo una tantum ai professori e ai ricercatori dell’Università degli Studi di
Palermo di cui all’art. 29, comma 19 della Legge n. 240/2010, così come previsto dal
Decreto Interministeriale n. 314 del 21.07.2011
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con il D.R. n. 1736 del 11.06.2013 e successivi D.R. nn. 2050 del 04.07.2013 e 2617 del
05.09.2013 è stato emanato il “Regolamento per l'Attribuzione delle Risorse di cui all'art. 29 comma
19 della Legge 30 dicembre 2010, n. 240 ai sensi del Decreto Interministeriale 21.07.2011, n. 314”.
Con il D.R. n. 2108 del 09.07.2013 è stato pubblicato il bando per l’attribuzione dell’incentivo una
tantum ai professori e ai ricercatori dell’Università degli Studi di Palermo di cui all’art. 29, comma 19
della Legge n. 240/2010.
Con il D.R. n. 3181 del 14.10.2013 è stato emanato il Regolamento attualmente in vigore per
l'Attribuzione delle Risorse di cui all'art. 29 comma 19 della Legge 30 dicembre 2010, n. 240 ai
sensi del Decreto Interministeriale. 21.07.2011 n. 314.
Con il D.R. n. 3259 del 21.10.2013 e successivo D.R. n. 3840 del 25.11.2013 è stata nominata la
Commissione deputata ad effettuare la valutazione comparativa dei candidati, distinti per ruolo e per
fascia, secondo criteri di merito accademico e scientifico. La stessa ha svolto complessivamente
nove riunioni, al termine delle quali, ultima riunione del 29.04.2014, ha stilato le graduatorie
suddivise nei tre ruoli previsti dal bando (Professori Ordinari, Professori Associati e Ricercatori).
Come indicato all’art. 5, comma 1, del bando e all’art. 3, comma 4, del Regolamento “le graduatorie
stilate per ciascun ruolo, sono approvate dal Consiglio di Amministrazione dell'Università di
Palermo".
Premesso quanto sopra esposto, si propone che il Consiglio di Amministrazione esamini le
graduatorie allegate al verbale n. 9:
 allegato - Professori Ordinari - n. 2 pagine;
 allegato - Professori Associati - n. 2 pagine;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
30
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

allegato - Ricercatori Universitari - n. 3 pagine
e
DELIBERI
di approvarle tenendo conto che, nella graduatoria relativa ai Professori Associati, i Professori di
seguito elencati:
SOTTILE Francesco;
DI SALVO Ines;
DI LORENZO Gabriele;
GILIBERTO Concetta;
ROCCELLA Michele;
ARGIROFFI Alessandro
hanno riportato nella suddetta il medesimo punteggio, pari a 0,5.
La Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Alessandra Fallica
La Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa Lenzo
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VISTO l'art. 29, comma 19, della Legge 30.12.2010 n. 240;
VISTO il Decreto Interministeriale n. 314 del 21.07.2011;
VISTI i D.R. nn. 1736 del 11.06.2013, 2050 del 04.07.2013 e 2617 del 05.09.2013;
VISTO il D.R. n. 2108 del 09.07.2013;
VISTO il D.R. n. 3181 del 14.10.2013;
VISTI i D.R. nn. 3259 del 21.10.2013 e 3840 del 25.11.2013;
VISTI i verbali dal n. 1 al n. 9 della Commissione;
VISTE le graduatorie dei Professori Ordinari, dei Professori Associati e dei Ricercatori Universitari
allegati al verbale n. 9.
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità
DELIBERA
-
di approvare le graduatorie sopra riportate;
di assegnare, in considerazione del fatto che i fondi sono previsti per 127 unità e che si è
verificata una situazione di pari merito nella graduatoria dei Professori Associati, dalla
posizione 124 alla posizione 129, l’importo dell’incentivazione per tutti i soggetti pari merito
con somme a carico dell’Ateneo.
Letto ed approvato seduta stante.
8. Proposta di utilizzazione residui punti organico al 31.12.2012
L’argomento non è trattato in questa seduta
9. Regolamento disciplinante il telelavoro del Personale Tecnico, Amministrativo e
Bibliotecario dell'Università degli Studi di Palermo
RELAZIONE DEI RESPONSABILI DEL PROCEDIMENTO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
31
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Per quanto previsto dall’art. 9, comma 7, del D. L. n° 179 del 18 ottobre 2012, convertito in Legge
n° 221 del 17 dicembre 2012, in data 31 marzo 2014 è stato pubblicato il “Piano di utilizzo del
telelavoro”.
Con il predetto piano sono state tracciate le linee di indirizzo e di programmazione generale per
l’attuazione del telelavoro nell’Ateneo e indicate le fasi di attuazione con relativi tempi di
realizzazione.
Il primo passaggio previsto dal predetto piano, prevede la costituzione di un gruppo di lavoro per la
redazione di una proposta di regolamentazione, da realizzare entro il 30 aprile 2013, oggetto di
consultazione delle rappresentanze sindacali, da portare all’attenzione del Consiglio di
amministrazione per l’eventuale approvazione, possibilmente entro il mese di maggio 2014.
La sopra citata consultazione delle rappresentanze sindacali si è svolta il 14 maggio u.s. e, in esito
alle osservazioni formulate dalle stesse, la proposta di regolamento è stata integrata e modificata
in accoglimento delle proposte ritenute compatibili con la vigente normativa e disciplina
contrattuale, nonché con l’attuale organizzazione del lavoro delle strutture universitarie, tenendo
presente che, almeno nella fase sperimentale di avvio dei progetti di telelavoro, si è ritenuto
opportuno limitare il numero di postazioni rese disponibili e l’orario di lavoro settimanale che il
dipendente effettua in modalità di telelavoro.
Si riporta quindi di seguito il testo della proposta di
“Regolamento disciplinante il telelavoro del personale tecnico, amministrativo e
bibliotecario dell’Università degli studi di Palermo”:
Art. 1 – Fonti
1-
2-
Il presente regolamento è redatto in conformità alla Legge n. 191 del 16 giugno 1998, al DPR
n. 70 dell’8 marzo 1999, alla Legge n. 53 dell’8 marzo 2000, all’Accordo quadro 23 marzo
2000 sul telelavoro nella P.A., alla Delibera A.I.P.A. n°51 del 23 novembre 2000, alla
Delibera A.I.P.A. n°16 del 31 maggio 2001, all’Accordo quadro europeo sul telelavoro del 16
luglio 2002, al D. Lgs. 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e relativi
allegati, al D. Lgs. 9 aprile 2008 n°81, al Contratto collettivo nazionale di lavoro del personale
comparto Università del 16 ottobre 2008 (CCNL) ed in particolare all’art. 23 ed è coerente
con quanto previsto dal vigente Contratto collettivo integrativo del personale tecnico,
amministrativo e bibliotecario dell’Università degli studi di Palermo (CCI), dal vigente
Regolamento per la valutazione della performance del personale dirigente e TAB, dal vigente
Regolamento disciplinante il sistema di rilevazione delle presenze del personale
contrattualizzato dell’Università degli studi di Palermo, dal Regolamento sul trattamento dei
dati sensibili e giudiziari approvato dal Consiglio di Amministrazione con deliberazione del 27
gennaio 2006, dal Disciplinare sull’utilizzo della rete internet e della e-mail emanato con DR
1249/2012, al Regolamento per la disciplina delle modalità di trattamento dei dati personali
emanato con DR 168/2014 e dal “Piano di utilizzo del telelavoro” presso l’Università degli
studi di Palermo del 31 marzo 2014, redatto e pubblicato ai sensi dell’art. 9, comma 7, del
Decreto Legge 18 ottobre 2012 n. 179 convertito con modificazioni in Legge 17 dicembre
2012 n°221.
Le sopra elencate normative e discipline contrattuali/regolamentari costituiscono il quadro di
riferimento del presente Regolamento, al quale si rinvia per quanto non espressamente
previsto dal Regolamento medesimo.
Art. 2 – Definizione
1- Con il termine “telelavoro” si intende la prestazione di lavoro eseguita dal/dalla dipendente in
qualsiasi luogo ritenuto idoneo, collocato al di fuori della sede di lavoro, dove la prestazione sia
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
32
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
tecnicamente possibile con il prevalente supporto di tecnologie dell’informazione e della
comunicazione che consentano il collegamento con l’Amministrazione.
2- Con il presente Regolamento viene disciplinata la fattispecie del “telelavoro domiciliare” che
riguarda la possibilità per il/la dipendente di lavorare presso il proprio domicilio, attraverso
l’adozione di supporti tecnologici che consentano il collegamento a distanza e un’adeguata
comunicazione con l’ufficio di appartenenza durante le fasce giornaliere di compresenza di cui
all’art. 5, comma 3, del vigente CCI (fasce di reperibilità telematica).
Art. 3 – Finalità
1- L’Amministrazione universitaria riconosce il valore del telelavoro, sia in termini di
razionalizzazione dell’organizzazione del lavoro sia di realizzazione di economie di gestione,
attraverso l’impiego flessibile delle risorse umane, il prevedibile miglioramento del clima
organizzativo e il conseguente abbattimento dei tassi di assenteismo correlati alla mancata
conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei/delle dipendenti in particolare situazione di disagio
personale e/o familiare e la riduzione degli spostamenti fisici dei/delle dipendenti.
2- Conseguentemente le potenzialità del telelavoro, alle quali devono riferirsi i singoli progetti,
devono essere orientate ad assicurare:
a) all’amministrazione universitaria la concreta possibilità di avvalersi funzionalmente di tale
forma di flessibilità lavorativa, in modo da potere fruire al meglio e continuativamente delle
professionalità e competenze disponibili nonché di cogliere nuove opportunità
nell’organizzazione del lavoro, nell’economicità e nel livello globale di qualità del servizio;
b) ai/alle dipendenti di avvalersi di una diversa modalità di prestazione del lavoro, tale da
poter conciliare le esigenze personali e/o familiari con il mantenimento e la salvaguardia
della continuità della prestazione lavorativa, delle aspettative di formazione e crescita
professionale nonché dell’appartenenza ad un contesto lavorativo che garantisca
informazione, innovazione e socializzazione.
Art. 4 – Campo di applicazione
1- Il presente Regolamento si applica al personale del comparto Università con rapporto di lavoro
di tipo subordinato a tempo indeterminato, sia a tempo pieno sia a tempo parziale, intrattenuto
con l’Università degli studi di Palermo, non destinatario degli artt. 64, 67 e 68 del vigente
CCNL.
Art. 5 – Classificazione dei processi e delle attività telelavorabili
1- Attraverso specifica analisi potranno essere individuate con esattezza le attività e i processi
che maggiormente si prestano a questa tipologia di organizzazione determinando, per ciascun
processo, alcuni indicatori oggettivi (relativi, per esempio, al livello di digitalizzazione dei
documenti o al livello di standardizzazione delle procedure) e soggettivi (riferiti alle competenze
e caratteristiche che deve possedere il personale interessato al lavoro a distanza).
2- Dalla predetta analisi dovrà emergere un quadro delle attività che in Ateneo si prestano ad
essere “telelavorate”. La costruzione di un indice di telelavorabilità potrà inoltre consentire di
stimare il grado di propensione al telelavoro (alto, medio, basso) di una determinata figura
professionale operante in Ateneo, stimando le attività svolte sulla base di una serie di variabili
(attività digitalizzabile/standardizzabile o meno, grado di relazionalità, livello di delocalizzabilità
delle tecnologie, esigenza di tecnologie aggiuntive, etc.).
3- Nelle more che venga sviluppata l’analisi di cui ai commi precedenti, necessaria per una
corretta individuazione delle postazioni da adibire al telelavoro, l’individuazione delle attività
che è possibile svolgere in modalità di telelavoro si basa, in via provvisoria e sperimentale,
sulla ricognizione effettuata all’interno dell’unità organizzativa dove presta servizio il/la
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
33
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
dipendente che chiede di avvalersi di tale forma di lavoro, in modo da assicurare comunque la
funzionalità della struttura e la qualità del servizio offerto dalla stessa.
4- Il Responsabile amministrativo della struttura determina, pertanto, il grado di telelavorabilità in
base al quale potrà coerentemente essere preso in esame il progetto di telelavoro presentato
dal/la dipendente tenendo conto delle seguenti condizioni:
a) che l’attività riguardi lo studio e la realizzazione di applicativi o l’elaborazione e la
trasmissione di informazioni oppure la gestione di sistemi o di database mediante
tecnologie e strumenti informatici, attività queste che possono anche comportare analisi,
ricerca e studio. Tali attività potranno quindi prevedere lo svolgimento di compiti sulla base
di procedure prestabilite o, in alternativa, richiedere un elevato grado di autonomia
operativa tale da non prevedere una costante supervisione del diretto superiore;
b) che l’attività non richieda incontri frequenti e riunioni con gli utenti, con i colleghe/i e/o con i
Responsabili diretti e nel caso in cui siano necessarie comunicazioni, queste possano aver
luogo con la medesima efficacia e livello di soddisfazione mediante l’utilizzo di strumenti
telefonici e telematici, essendo sufficiente il contatto diretto previsto nei giorni di rientro
periodico;
c) che l’attività non richieda l’uso di materiale cartaceo (atti e documenti) del quale sia vietata
o inopportuna, per motivi di riservatezza e/o sicurezza, la dislocazione al di fuori dell’ufficio;
d) che l’attività da svolgere e l’obiettivo da realizzare siano ben identificabili e sia possibile
valutare il loro svolgimento e/o raggiungimento fissando le scadenze entro cui devono
essere svolte le prestazioni richieste e che, quindi, siano pianificabili e misurabili tramite
standard qualitativi e quantitativi per la misurazione delle prestazioni.
5- Da una prima analisi risultano in linea generale non telelavorabili le attività che:
a) prevedono/necessitano un contatto diretto e costante con utenza e/o colleghi/e;
b) non sono soggette ad una precisa programmazione e conseguente verificabilità qualiquantitativa;
c) non possono essere svolte in modo efficace attraverso l’uso del computer e in modalità
remota;
d) comportano la responsabilità di posizioni organizzative di particolare rilevanza tali da
richiedere, anche in relazione al numero di collaboratori, la presenza costante del titolare o
la responsabilità di funzioni specialistiche che richiedono il costante presidio delle attività
affidate;
e) richiedono l’accesso a risorse e servizi dell’Ateneo che non risiedono presso il sistema
informativo di Ateneo;
f) svolte presso il domicilio del/della dipendente, comportino costi non compatibili con le
effettive disponibilità del bilancio di previsione dell’esercizio finanziario di riferimento.
Art. 6 – Piano di lavoro e verifica dell’attività svolta
1- La richiesta di trasformazione della prestazione lavorativa ordinaria in modalità di telelavoro
deve essere accompagnata da un progetto redatto dal/dalla dipendente, in conformità allo
schema allegato all’avviso di selezione di cui al successivo art. 8. La proposta progettuale sarà
dichiarata ammissibile dal Responsabile amministrativo della struttura dove il/la dipendente
presta servizio (Responsabile di Settore, Ufficio di Staff e/o di Unità organizzativa di Area, di
Centro di Gestione di Scuola, Responsabile amministrativo di Dipartimento, di Polo
bibliotecario di Area, Coordinatore Poli territoriali decentrati, ecc.) e approvata dal Dirigente
dell’Area, Direttore di Dipartimento, Presidente della Scuola, Presidente e/o Direttore di Polo
territoriale decentrato, soltanto se ritenuta compatibile con l’organizzazione del lavoro della
struttura. L’eventuale diniego deve essere opportunamente motivato.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
34
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2- Il progetto deve individuare anche i giorni di lavoro che il/la dipendente svolgerà in sede,
concordati con il Responsabile amministrativo della struttura, prevedendo che, almeno nella
fase sperimentale, il 50% dell’impegno orario settimanale del/della dipendente sia svolto
presso la propria sede di servizio. La predetta percentuale potrà essere successivamente
ridotta in relazione agli esiti della sperimentazione. Il Responsabile amministrativo della
struttura è tenuto altresì a classificare la proposta progettuale in relazione al grado di
telelavorabilità (alto, medio, basso).
3- Qualora la richiesta di trasformazione della prestazione lavorativa ordinaria in modalità di
telelavoro venga autorizzata in seguito alle procedure di cui al successivo art. 8, il
Responsabile amministrativo della struttura è tenuto a redigere, prima dell’avvio del progetto e
successivamente con cadenza almeno mensile, un piano di lavoro che, concordato e
sottoscritto per accettazione dal/dalla dipendente, dovrà essere allegato in copia alla relazione
di cui al successivo comma 5. L’invio e l’accettazione del piano di lavoro possono avvenire
anche a mezzo posta elettronica.
4- Il piano, che dovrà comportare un’attività lavorativa rapportata all’impegno orario
contrattualmente previsto per il/la dipendente, potrà essere rimodulato per eventuali
sopraggiunte esigenze con l’accordo delle parti.
5- La verifica periodica dell’attività svolta dal telelavoratore è a carico del Responsabile
amministrativo della struttura che è tenuto ad attestare il grado di realizzazione quantitativa e
qualitativa delle attività preventivamente assegnate al telelavoratore. Tale attestazione sarà
inviata per opportuna conoscenza al telelavoratore e al competente Ufficio dell’Area risorse
umane e allegata in copia alla relazione di cui ai successivi commi 8 e 10.
6- Nel caso in cui la verifica periodica dell’attività svolta dal telelavoratore attesti un insufficiente
grado di realizzazione delle attività assegnate dal Responsabile amministrativo della struttura
allo stesso, che si ritenga causato da fattori non eccezionali e imprevedibili, e qualora la
verifica del periodo successivo non attesti il recupero delle attività non realizzate nel periodo
precedente, il programma di telelavoro viene interrotto e il/la dipendente è tenuto/a a rientrare
nella propria sede di servizio entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento della comunicazione del
Dirigente dell’Area risorse umane.
7- Il programma di telelavoro viene altresì interrotto e il/la dipendente è tenuto/a a rientrare nella
propria sede di servizio entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento della comunicazione del
Dirigente dell’Area risorse umane per motivate e documentate esigenze del/della dipendente,
non prima che sia trascorso un periodo di tempo non inferiore a tre mesi, o in caso di
valutazione negativa della prestazione lavorativa. In prima applicazione, in relazione alla sua
natura sperimentale, il progetto di telelavoro può essere interrotto in qualsiasi momento per
gravi motivi e/o per motivate esigenze dell’Amministrazione.
8- Con cadenza trimestrale il Responsabile amministrativo della struttura relazionerà al
Dirigente/Direttore/Presidente di riferimento – e, per opportuna conoscenza, anche al Dirigente
dell’Area risorse umane – sull’andamento dell’attività lavorativa e sul raggiungimento dei
risultati attesi in modo da poterne tenere conto anche in sede di monitoraggio della valutazione
della performance individuale.
9- Entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello di realizzazione del programma di telelavoro
– e in prima applicazione entro 30 giorni dalla conclusione del progetto – il/la dipendente è
tenuto/a a trasmettere al Responsabile amministrativo della struttura di appartenenza una
relazione riepilogativa delle attività svolte, dei tempi dedicati all’attività, delle difficoltà e dei
vantaggi riscontrati dalla modalità lavorativa in remoto. In particolare il/la dipendente dovrà
rendere evidente la comparazione dei risultati conseguiti operando in modalità di telelavoro
rispetto all’analoga prestazione che sarebbe stata resa utilizzando le ordinarie metodologie di
lavoro.
10- La verifica finale delle prestazioni del telelavoratore è demandata al Responsabile
amministrativo della struttura dove lo stesso risulta assegnato e si baserà sulla rispondenza
qualitativa e quantitativa dei risultati raggiunti nelle attività svolte rispetto a quelli attesi. Tale
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
35
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
verifica si concretizza in apposito documento che, previa condivisione e sottoscrizione del
Dirigente/Direttore/Presidente della struttura, dovrà essere trasmesso al/alla dipendente e al
Dirigente dell’Area risorse umane entro la fine del mese di febbraio (in prima applicazione entro
60 giorni dalla conclusione del progetto di telelavoro). Quest’ultimo riassumerà gli esiti dei
programmi di telelavoro realizzati nell’anno di riferimento nel Piano di utilizzo del telelavoro, da
pubblicare entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello di svolgimento dei programmi di
telelavoro.
Art. 7 – Caratteristiche/requisiti dei progetti
1- Le proposte progettuali di telelavoro devono prevedere:
a) attività interessate;
b) obiettivi;
c) tecnologie da utilizzare per garantire il funzionamento delle postazioni di telelavoro e il loro
collegamento con l’Amministrazione;
d) configurazione della/e prestazione/i di telelavoro (articolazione settimanale e giornaliera
dell’orario di lavoro, previsione rientri in sede, ecc.);
e) eventuali modificazioni nell’organizzazione dei servizi e del lavoro all’interno della struttura
dove presta servizio il/la dipendente determinate dall’attivazione del progetto;
f) quadro analitico delle attrezzature e utenze che si prevede debbano essere poste a carico
dell’Amministrazione per l’avvio e la realizzazione del progetto;
g) piano delle attività di formazione eventualmente necessarie per la realizzazione del
progetto;
h) parere preventivo di fattibilità reso dal Responsabile amministrativo e dal
Dirigente/Direttore/Presidente della struttura.
2- I progetti di telelavoro hanno di norma durata annuale coincidente con l’anno solare. In prima
applicazione i progetti ammessi saranno realizzati nel periodo intercorrente tra la data di
autorizzazione degli stessi e il 30 giugno 2015, salvo possibile eventuale rinnovo limitato al
solo secondo semestre del medesimo anno.
Art. 8 – Procedura di ammissione dei progetti
1- La partecipazione dei/delle dipendenti ai progetti di telelavoro avviene esclusivamente su base
volontaria. Il numero delle postazioni di telelavoro disponibili è stabilito con l’avviso di selezione
che sarà emanato annualmente dal Dirigente dell’Area risorse umane e pubblicato all’Albo
ufficiale di Ateneo. In prima applicazione tale numero è stabilito in misura pari allo 0,5% dei
dipendenti di cui all’art. 4 del presente regolamento. La predetta percentuale potrà essere
successivamente incrementata in relazione agli esiti della sperimentazione.
2- I/le richiedenti dovranno presentare, entro i termini indicati dall’avviso medesimo, specifico
progetto redatto in conformità allo schema allegato all’avviso di selezione.
3- I progetti saranno preliminarmente esaminati dalla Commissione di cui all’art. 7, comma 4, del
CCNL 16 ottobre 2008 che, dopo aver reso formale dichiarazione di insussistenza di vincoli di
parentela fino al quarto grado o di affinità fino al secondo grado o di convivenza con i candidati,
ne verificherà la conformità alla vigente normativa e disciplina contrattuale nonché al presente
regolamento e all’avviso di selezione.
4- Nel caso in cui le richieste ritenute ammissibili risultino superiori a quelle delle postazioni
disponibili per l’anno di riferimento, la Commissione predisporrà una graduatoria in relazione ai
criteri di priorità individuati con l’avviso di selezione di cui al precedente comma 1.
5- L’avviso di selezione indicherà i punteggi o il limite massimo dei punteggi attribuibili,
assicurando il maggiore equilibrio possibile tra le diverse casistiche riconducibili alle seguenti
fattispecie:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
36
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
a) disabilità psicofisica del/la dipendente tale da rendere disagevole il raggiungimento del
luogo di lavoro o gravi patologie che richiedono terapie salvavita di lunga durata e ripetute
nel tempo certificate da struttura pubblica competente:
 il punteggio sarà graduato in relazione alla gravità della/e patologia/e.
b) Esigenze di cura di figli minori di 8 anni:
 il punteggio sarà graduato in funzione dell’età dei figli del/della dipendente, attribuendo
un punteggio maggiore ai figli di età minore;
 nel caso di pluralità di figli il punteggio attribuito al secondo e ai successivi (di età
superiore al primo) sarà ridotto progressivamente;
 nel caso di genitori single o affidatari esclusivi ovvero genitore “collocatario” (nei casi di
affido condiviso) il punteggio attribuito sarà significativamente aumentato nel caso in cui
il dipendente non sia stabilmente convivente con altra persona che possa partecipare
alla cura dei figli;
 nel caso di coniuge o convivente del dipendente non occupato stabilmente, il punteggio
attribuito sarà sensibilmente ridotto.
c) Assistenza a parenti o affini entro il secondo grado o a conviventi (in questo caso con
certificazione dello stato di famiglia), in situazione di gravità psicofisica accertata ai sensi
dell’art. 4 c. 1 della legge 104/92 residenti presso lo stesso nucleo familiare, a condizione
che il lavoratore sia l’unico a poter prestare assistenza:
 Il punteggio attribuito va graduato in relazione alla gravità delle patologie e alle
correlate esigenze di assistenza;
 In caso di più soggetti che necessitano di cure e/o assistenza del/della dipendente i
punteggi si cumulano.
d) Maggiore tempo di percorrenza dal domicilio del/della dipendente alla sede di servizio:
 l’avviso di selezione dovrà preliminarmente individuare una distanza minima dalla sede
di servizio affinché tale fattispecie possa trovare applicazione;
 il punteggio attribuito dovrà poi essere graduato in relazione a diversi parametri da
prendere in esame, quali la distanza dell’abitazione del/della dipendente dal posto di
lavoro, il tempo mediamente necessario per raggiungere il posto di lavoro con l’utilizzo
di mezzi pubblici, i costi sostenuti per il trasporto giornaliero con mezzo pubblico.
6- In caso di più fattispecie riconducibili al/alla medesimo/a dipendente i punteggi potranno essere
cumulati.
7- Un ulteriore punteggio sarà attribuito in base al grado di telelavorabilità delle attività svolte
dal/la dipendente, così come classificate dal Responsabile della struttura ai sensi dell’art. 6
comma 2 del presente Regolamento.
8- Fermo restando la fornitura da parte dell’amministrazione universitaria di adeguato personal
computer con funzionalità VoIP, un ulteriore congruo punteggio dovrà essere attribuito ai
progetti presentati dai/dalle dipendenti che dichiarino di volere utilizzare attrezzature, risorse
energetiche e collegamenti telematici propri. In tale ipotesi il/la dipendente dovrà rilasciare
formale dichiarazione in merito alla natura volontaria dell’utilizzo di mezzi propri, rinunciando a
qualsivoglia rivalsa economica nei confronti dell’Amministrazione universitaria e sollevando la
stessa da ogni forma di responsabilità derivante dal loro utilizzo.
9- La Commissione potrà richiedere la regolarizzazione del progetto per quanto attiene agli
aspetti formali della richiesta nonché integrazioni e/o modifiche, assegnando al/la dipendente
un tempo congruo per il riscontro della richiesta, comunque non superiore a 15 giorni lavorativi.
10- Una volta esaurita l’attività istruttoria, la Commissione di cui al precedente comma 3
trasmetterà al Dirigente dell’Area risorse umane il verbale conclusivo dei lavori che riporterà
l’elenco delle richieste prese in esame, l’elenco di quelle ritenute non ammissibili con
indicazione delle relative motivazioni e la graduatoria di priorità redatta in conformità ai criteri e
ai punteggi previsti dall’avviso di selezione relativamente ai progetti ritenuti dalla stessa
ammissibili. Il Dirigente dell’Area risorse umane, verificata la correttezza formale dei predetti
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
37
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
atti, adotterà un proprio provvedimento di approvazione della graduatoria provvisoria e
provvederà alla sua pubblicazione nel sito web istituzionale dell’Ateneo.
11- Avverso la graduatoria come sopra determinata i/le richiedenti potranno avanzare motivata e
documentata istanza di revisione entro i termini indicati nel provvedimento di cui al precedente
comma 9.
12- Esaurito l’esame della Commissione delle eventuali richieste di revisione e data comunicazione
ai soggetti interessati degli esiti del riesame, la graduatoria definitiva sarà resa esecutiva con
provvedimento del Dirigente dell’Area risorse umane. Alla pubblicazione della graduatoria
definitiva seguiranno le comunicazioni individuali ai soggetti interessati e ai rispettivi
Responsabili di struttura.
13- Qualora dall’accertamento dei requisiti di ammissibilità risultino carenze sostanziali, il/la
richiedente viene dichiarato/a decaduto/a e si procede allo scorrimento della graduatoria. Il/la
richiedente può essere altresì dichiarato decaduto anche dopo l’avvio del progetto a seguito
degli accertamenti che saranno effettuati ai sensi dell’art. 71 del DPR 445/2000.
14- I soggetti utilmente collocati in graduatoria per i quali sia stato accertato il possesso di tutti i
requisiti richiesti e per i quali i sopralluoghi effettuati in applicazione del D.Lgs. 81/2008
abbiano dato esito positivo, saranno invitati a sottoscrivere, prima dell’avvio delle attività, un
atto integrativo del proprio contratto individuale di lavoro, relativo alla trasformazione della
prestazione lavorativa ordinaria in modalità di telelavoro.
Art. 9 – Applicabilità della disciplina contrattuale
1- L'assegnazione a progetti di telelavoro non muta la natura del rapporto di lavoro in atto e
pertanto ai/alle dipendenti impegnati/e nei progetti di telelavoro si applica integralmente la
normativa di riferimento per il personale universitario e la disciplina contrattuale e
regolamentare vigente nel tempo per il personale TAB dell’Università degli studi di Palermo, sia
per gli aspetti normativi sia per quelli a contenuto economico.
2- La registrazione dei tempi di lavoro avviene mediante specifico applicativo web avente
funzionalità analoghe al sistema di rilevazione delle presenze del personale contrattualizzato
dell’Ateneo. Le registrazioni vengono effettuate direttamente dal telelavoratore che ne assume
la responsabilità, fermo restando l’apparato sanzionatorio previsto dagli artt. 55-quater e 55quinquies del D.Lgs. 165/2001.
3- Nessun dispositivo di controllo automatico può essere attivato senza preventivo avviso del
telelavoratore il quale deve essere tempestivamente informato circa l’introduzione di ulteriori
eventuali modalità di verifica della prestazione.
4- Rimane a carico del Responsabile amministrativo della struttura dove il/la dipendente è
assegnato/a ogni possibile verifica in merito alle presenze e/o assenze, nonché all’effettivo
assolvimento dell’orario di lavoro svolto dal/dalla dipendente in modalità di telelavoro. Le
procedure autorizzative che comportano l’annotazione dell’evento nel c.d. registro dei
permessi, previsto dal vigente “Regolamento disciplinante il sistema di rilevazione delle
presenze del personale contrattualizzato dell’Università degli studi di Palermo”, sono sostituite
da analoghe comunicazioni che il telelavoratore è tenuto a inviare al Responsabile
amministrativo della struttura di appartenenza a mezzo posta elettronica.
5- Nei giorni di telelavoro non sono configurabili prestazioni di lavoro straordinario remunerabili. Il
diritto a percepire il c.d. buono pasto, erogato in sostituzione del servizio di mensa aziendale,
matura per il telelavoratore esclusivamente nei giorni in cui il servizio è prestato presso la sede
di lavoro ordinaria al verificarsi delle condizioni previste dal vigente CCI. L’Amministrazione può
convocare il/la dipendente per riunioni ed incontri specifici previo congruo preavviso, di norma
non inferiore a tre giorni.
6- L’Amministrazione garantisce ai telelavoratori le stesse opportunità di carriera e partecipazione
a iniziative formative previste per i dipendenti. Attraverso i sistemi di comunicazione telematica
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
38
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
viene garantito al/alla dipendente il livello di informazione e di comunicazione istituzionale
previsto per tutto il personale tecnico, amministrativo e bibliotecario.
7- I telelavoratori hanno gli stessi diritti sindacali dei dipendenti che prestano la propria attività
lavorativa con modalità tradizionali. Sono salvaguardati i diritti sindacali ai fini di
informazione/comunicazione/partecipazione alle azioni sindacali.
Art. 10 – Postazione di lavoro
1- La stazione di telelavoro è il sistema tecnologico costituito da un insieme di apparecchiature e
di programmi informatici che, attraverso idonei collegamenti telematici, consente lo
svolgimento di attività di telelavoro.
2- L’Amministrazione fornisce al/alla dipendente in comodato d’uso – secondo la disciplina di cui
all’art. 1803 e seguenti del codice civile – una postazione di lavoro idonea alle esigenze
dell’attività lavorativa nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti, che verranno verificate
attraverso sopralluoghi, preventivi ed in itinere, da parte del Responsabile del servizio di
Prevenzione e Protezione di Ateneo o suo incaricato.
3- La consegna della stazione di lavoro (di norma personal computer portatile), già predisposta
per l’uso, verrà effettuata presso i locali dell’Area servizi a rete. L’eventuale assistenza tecnica,
in remoto o presso i predetti locali, verrà garantita dal personale dell’Area servizi a rete.
4- Qualora si verifichino malfunzionamenti dei collegamenti e/o dell’apparecchiatura in dotazione,
sia hardware che software, non risolvibili nell’arco di una giornata e tali da pregiudicare il
normale svolgimento dell’attività lavorativa, il/la dipendente è tenuto/a a rientrare in sede finché
il problema non verrà risolto o, in alternativa, chiedere di essere collocato in ferie e/o riposo
compensativo.
5- Qualora il/la dipendente non dichiari di volersi avvalere di collegamenti propri, l’installazione del
collegamento telematico, la relativa configurazione del PC per l’uso dello stesso e l’eventuale
manutenzione saranno effettuate a spese dell’Ateneo e a cura del fornitore del servizio in
collaborazione con il personale dell’Area servizi a rete tenuto conto delle effettive disponibilità
di bilancio.
6- L’uso della postazione di telelavoro deve essere effettuato esclusivamente dal/dalla dipendente
nell’interesse dell’Ateneo e per le attività attinenti il rapporto di lavoro. Sarà cura del/della
dipendente mantenere tale postazione nel miglior stato di efficienza possibile.
7- Qualora il/la dipendente non dichiari formalmente di rinunciarvi, previa verifica della
compatibilità dei costi con le effettive disponibilità di bilancio, l’Amministrazione provvederà al
rimborso in misura forfetaria, secondo quanto disposto dall’art. 6, comma 3, dell’Accordo
quadro del 23 marzo 2000, di quanto anticipato dal/dalla dipendente a titolo di spese per
consumi telematici ed elettrici. L’entità del rimborso è definita dall’Amministrazione universitaria
in base alla stima dei consumi energetici del personal computer relativi al tempo di utilizzo
dello stesso e dei collegamenti telematici calcolati in proporzione ai costi sostenuti
mensilmente dal/dalla dipendente, rapportati, qualora il/la dipendente ne utilizzi uno proprio, ai
tempi di collegamento.
8- Il/la dipendente è responsabile civilmente ai sensi dell’art. 2051 del codice civile per danni
provocati alla stazione di lavoro ricevuta in custodia, a meno che non provi il caso fortuito. La
postazione di lavoro verrà restituita dal/dalla lavoratore/trice al termine del periodo di
telelavoro.
Art. 11 – Sicurezza dei luoghi di lavoro
1- Al telelavoratore è garantito il trattamento equivalente a quello dei dipendenti impiegati nella
sede di lavoro, in particolare per quanto riguarda la tutela della salute e la sicurezza del lavoro.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
39
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2-
3-
4-
5-
6-
7-
8-
Pertanto trova applicazione quanto in particolare previsto dall'art. 3,comma 10, del D. Lgs.
81/2008 e s.m.i.
Sia nell’ipotesi in cui il datore di lavoro fornisca le attrezzature proprie o per il tramite di terzi,
sia qualora il telelavoratore utilizzi attrezzature proprie, queste devono essere conformi alle
disposizioni di cui al Titolo III del citato decreto “Uso delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi
di protezione individuale”.
La postazione di lavoro deve essere organizzata secondo quanto previsto dall’ allegato XXXIV
del D.Lgs 81/2008 che prevede precisi requisiti per le attrezzature (schermo, tastiera e
dispositivi di puntamento, computer portatili, oltre al piano e al sedile di lavoro), per l’ambiente
(spazio, illuminazione, rumore, radiazioni, parametri microclimatici), per l’interfaccia
elaboratore-uomo.
Al fine di verificare la corretta attuazione della normativa in materia di tutela della salute e
sicurezza da parte del lavoratore a distanza, il datore di lavoro (e per esso il Responsabile del
servizio di Prevenzione e Protezione di Ateneo o suo incaricato), le rappresentanze dei
lavoratori per la sicurezza e le autorità competenti hanno accesso al luogo in cui viene svolto il
lavoro, nei limiti della normativa nazionale e dei contratti collettivi, dovendo tale accesso essere
subordinato al preavviso e al consenso del lavoratore.
Il telelavoratore, oltre a individuare nella propria abitazione un ambiente idoneo alla postazione
di lavoro, dovrà produrre la seguente documentazione attestante l’adeguatezza dei locali:
a) dati catastali dell’edificio ospitante la postazione di telelavoro e relativa certificazione di
abitabilità e agibilità, ove normativamente prescritta;
b) planimetria con evidenza del locale individuato che dovrà risultare isolato dalle restanti
stanze abitate dal nucleo familiare, in modo da impedirne la normale frequentazione agli
eventuali familiari conviventi;
c) certificazione attestante che gli impianti elettrici risultino a norma.
Il Servizio di Prevenzione e Protezione di Ateneo verifica l’adeguatezza degli ambienti
lavorativi alle norme generali di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro. Prima all’avvio del
programma di telelavoro il predetto Servizio concorda con il/la telelavoratore/trice i tempi e le
modalità di effettuazione dei sopralluoghi e redige una relazione attestante l’eventuale
rispondenza del luogo di lavoro alla normativa vigente in materia di sicurezza. Copia della
predetta relazione dovrà essere inviata al Responsabile della struttura dove il/la dipendente
presta abitualmente servizio. In caso di valutazione negativa il programma di telelavoro non
potrà essere avviato.
Il telelavoratore, ai sensi dell’art. 20 del D.Lgs n. 81/08, deve prendersi cura della propria
salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro su cui ricadono gli
effetti delle sue azioni o omissioni conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai
mezzi forniti dal datore di lavoro.
Le polizze già in essere garantiscono la copertura assicurativa per l’attività svolta in telelavoro
così come per quella svolta in sede. Al pari degli altri dipendenti il/la tele lavoratore/trice
continua ad essere coperto/a dall’assicurazione INAIL.
Art. 12 – Sicurezza dei collegamenti telematici e del flusso documentale
1. L’identificazione e autenticazione dell’operatore avviene attraverso le credenziali di accesso
fornite dall’amministrazione universitaria. La sicurezza della connessione alla rete telematica
avviene mediante tecniche di crittografia capaci di rendere sicuro il canale di trasmissione ai
fini dell’integrità e riservatezza delle informazioni (VPN).
2. Il telelavoratore è tenuto alla massima riservatezza nel trattamento delle informazioni che
gestisce nello svolgimento della sua attività. Il predetto è altresì tenuto all’adozione dei
comportamenti necessari per la protezione dei dati nel rispetto delle disposizioni contenute nel
D. Lgs. 196/03 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e nei suoi allegati, nonché
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
40
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
nei Provvedimenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali. Il telelavoratore, al
pari della generalità dei dipendenti dell’Ateneo, è tenuto a garantire la sicurezza nell’uso dei
sistemi informatici e al rispetto delle politiche e delle regole di comportamento stabilite
dall’Università degli Studi di Palermo in materia (regolamenti di Ateneo in materia di privacy,
Disciplinare sull’utilizzo di internet e della e-mail, eventuali altre istruzioni fornite dal Titolare del
trattamento).
3. La postazione di telelavoro può essere utilizzata esclusivamente per le attività inerenti lo
svolgimento del rapporto di lavoro. Il PC deve essere configurato affinché si attivi lo
screensaver con sblocco tramite password. Inoltre, quando il telelavoratore si allontana dalla
postazione, è tenuto ad attivare il blocco della stazione di lavoro o a effettuare l’arresto del
sistema, in modo da impedire l’utilizzo del PC da parte di altre persone.
4. L’accesso ai dati avviene unicamente per fini lavorativi. Il telelavoratore è ritenuto responsabile
della salvaguardia della riservatezza dei dati trattati e ha il dovere di custodire con la massima
diligenza i documenti elettronici e cartacei di cui dovesse eventualmente entrare in possesso.
5. I documenti informatici sono formati, gestiti e conservati secondo le modalità di cui alle Regole
tecniche in materia di sistema di conservazione dei documenti informatici, adottate ai sensi del
Codice dell'amministrazione digitale di cui al D. Lgs. 82/2005.
Art. 13 – Norme finali e transitorie
1- Il presente regolamento entra in vigore dalla data di pubblicazione all’Albo ufficiale dell’Ateneo,
previa consultazione delle Rappresentanze sindacali e approvazione del Consiglio di
Amministrazione.
2- Il mancato rispetto degli obblighi e delle procedure cui è tenuto ad attenersi il telelavoratore è
rilevante anche ai fini della misurazione e valutazione della performance individuale.
3- Per quanto non espressamente previsto nel presente Regolamento si fa riferimento alla
normativa e disciplina contrattuale e regolamentare nonché ai provvedimenti in materia di
telelavoro nelle amministrazioni pubbliche vigenti nel tempo.
Per quanto fin ora esposto si propone, ai sensi dell’art. 11, comma 2, del vigente Statuto, che il
Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di approvare la proposta di regolamento sopra riportata.
Il Responsabile del procedimento
f.to Nicola Giannone
Il Dirigente dell’Area risorse umane
f.to Giuseppa Lenzo
Il Direttore Generale
f.to Antonio Valenti
La commissione Gestione del Personale, Funzionamento e Ricerca, nella seduta del 19 maggio
u.s. ha proposto la modifica all’art.6 comma 2 nella formulazione di seguito riportata:
2- Il progetto deve individuare anche i giorni di lavoro che il/la dipendente svolgerà in sede,
concordati con il Responsabile amministrativo della struttura, prevedendo che, almeno
nella fase sperimentale, di norma il 50% dell’impegno orario settimanale del/della
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
41
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
dipendente sia svolto presso la propria sede di servizio, estensibile, su valutazione del
responsabile dell’ufficio e fatte salve le prioritarie esigenze di servizio, fino ad un
massimo del 50% della durata complessiva del progetto presentato. La predetta
percentuale potrà essere successivamente ridotta in relazione agli esiti della
sperimentazione. Il Responsabile amministrativo della struttura è tenuto altresì a
classificare la proposta progettuale in relazione al grado di telelavorabilità (alto, medio,
basso).
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il “Piano di utilizzo del telelavoro” del 31 marzo 2014;
Vista la proposta di “Regolamento disciplinante il telelavoro del personale tecnico, amministrativo e
bibliotecario dell’Università degli studi di Palermo”;
Vista la normativa e disciplina contrattuale ivi richiamata all’art. 1;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata con le integrazioni proposte dalla
Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e Ricerca.
Letto ed approvato seduta stante.
10. Dott. Calogero Licata, ricercatore confermato, settore scientifico disciplinare M-FIL/06,
in servizio presso il dipartimento di Culture e Società - richiesta di trattenimento in
servizio
L’argomento non è trattato in questa seduta
11. Dott. Maria Giuseppina Mazzola, ricercatore confermato, settore scientifico disciplinare
L-ART/02, in servizio presso il dipartimento di Culture e Società - richiesta di
mantenimento in servizio in deroga
L’argomento non è trattato in questa seduta
12. Progetto “Reti Smart” ammesso a finanziamento nell’ambito della linea d’intervento
4.1.1.1. del P.O. F.E.S.R. 2007/2013 (G.U.R.S. n. 45 del 28/10/2011) – Approvazione
schema di ATS, autorizzazione alla sottoscrizione ed accettazione finanziamento
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo ha presentato il progetto dal titolo “Reti Smart”, nell’ambito dell’avviso pubblico per la
concessione delle agevolazioni in favore delle PMI per lo Sviluppo sperimentale e l’innovazione, in
attuazione della linea d’intervento 4.1.1.1. del P.O. F.E.S.R 2007/2013, emanato con D.D.G. n.
4591 del 26 ottobre 2011 (G.U.R.S. n. 45 del 28/10/2011) Assessorato Regionale delle Attività
Produttive.
Il progetto, di cui è responsabile scientifico il prof. Antonino Valenza, è stato presentato, su
proposta del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Aerospaziale, in partenariato con le
seguenti imprese:
- Ekso s.r.l. (Capofila);
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
42
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- Synapto s.r.l.;
- Idragest s.r.l. .
Con il D.D.G. n. 2810/3 del 25/07/2012 dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive –
Dipartimento Regionale delle Attività Produttive, pubblicato nella G.U.R.S. n. 41 del 28/09/2012, è
stata approvata la graduatoria dei programmi ammessi a contributo a valere sull’obiettivo operativo
4.1.1., linea d’intervento 4.1.1.1. del P.O. FESR 2007/2013, nella quale risulta essere utilmente
collocato il progetto de quo al posto n. 59 per un importo delle spese ammissibili pari ad €
1.584.167,16 ed un contributo concedibile di € 887.256,61, di cui contributo assegnato all’Ateneo
di Palermo pari ad € 386.652,64, a fronte di spese ammissibili di € 483.315,80.
Successivamente, l’Assessorato Regionale delle Attività Produttive - Dipartimento Regionale delle
Attività Produttive, ha trasmesso alla Capofila Ekso s.r.l., con la nota prot. n. 11718 del
27/02/2014, copia del D.D.G. n. 2640/3 del 21/11/2013, registrato alla Corte dei Conti il 7/02/2014,
reg. 1 fg. 129, di concessione del contributo per il progetto citato, per un importo complessivo di €
887.256,61, a fronte di una spesa ammissibile di € 1.584.167,16, di cui quota di contributo
assegnata all’Università di Palermo € 386.652,64, a fronte di una spesa ammissibile di €
483.315,80.
Il progetto dovrà concludersi improrogabilmente entro il 30 aprile 2015.
L’art. 14 comma 6 dell’avviso pubblico prevede che entro 20 giorni solari dal ricevimento del decreto
di assegnazione del contributo, i soggetti beneficiari devono formalmente
costituirsi nel
partenariato, nel rispetto della scadenza indicata nella nota prot. n. 11718 del 27/02/2014, del
Dipartimento delle Attività Produttive, mediante la costituzione di un’Associazione Temporanea di
Scopo per l’attuazione del progetto.
Sebbene sia trascorso il termine utile per la costituzione dell’ATS, l’Assessorato Regionale delle
Attività Produttive – Dipartimento Regionale delle Attività Produttive ha comunicato, per le vie brevi
alla capofila Ekso s.r.l., la disponibilità ad accettare l’atto anche oltre il termine prescritto.
Pertanto, al fine di adempiere a quanto richiesto dall’Assessorato, è necessario approvare il
progetto, lo schema di ATS ed accettare il finanziamento.
La tempistica di svolgimento delle attività progettuali, particolarmente stringente, richiede, tuttavia,
una attenta valutazione non solo della conducibilità delle azioni previste dal progetto, ma
soprattutto della ammissibilità delle spese e della relativa rendicontazione.
A questo riguardo, ai fini dell’accettazione da parte dell’Ateneo del finanziamento dei progetti
ammessi a contributo, a valere sull’avviso succitato, il C.d.A. con delibera n. 29 del 29/04/2014 ha
fissato alcune condizioni escludenti, stabilendo, altresì, uno schema di delibera che ciascun
Dipartimento deve adottare ai fini dell’approvazione di tali progetti.
Il Dipartimento DICAM, pertanto, con decreto direttoriale n. 36 del 08/05/2104 ha approvato la
realizzazione del progetto RETI SMART, secondo lo schema di delibera approvato dal C.d.A. nella
seduta sopra citata, con la sola eccezione del seguente punto delle premesse:
“Considerato che il Responsabile Amministrativo del Dipartimento, dott./ssa ………….., ha valutato
che i tempi amministrativi necessari alla realizzazione del progetto sono compatibili con i tempi
assegnati e che è sostenibile il carico di lavoro del personale TA, afferente al Dipartimento, anche in
funzione delle unità disponibili e delle attività già in essere”
Tale punto è stato così riformulato:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
43
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
“Considerato che il Responsabile Amministrativo del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale,
Aerospaziale, dei Materiali, Dott.ssa Alessandra Gagliano Candela ha valutato che i tempi
amministrativi necessari alla realizzazione del progetto possono essere compatibili con i tempi
assegnati qualora siano assegnate, anche temporaneamente, ulteriori unità di personale
amministrativo aventi competenze adeguate”.
Si sottopone, pertanto, alla valutazione di questo Consiglio di Amministrazione l’opportunità di
procedere all’accettazione del finanziamento assegnato per il progetto “RETI SMART” ed alla
conseguente costituzione dell’Associazione temporanea di scopo con approvazione del relativo
schema di atto costitutivo.
Tutto ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
a) di approvare la partecipazione dell’Università, in qualità di partner, all’Associazione
Temporanea di Scopo per l’attuazione del progetto dal titolo “Reti Smart”, responsabile
scientifico prof. Antonino Valenza, con capofila Ekso s.r.l., ammesso a contributo con il
D.D.G. n. 2640/3 del 21/11/2013 dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive Dipartimento Regionale delle Attività Produttive, a valere sull’obiettivo operativo 4.1.1. linea
d’intervento 4.1.1.1. del P.O. FESR 2007/2013, per un importo complessivo pari ad €
1.584.167,16 ed un contributo concedibile di € 887.256,61, di cui contributo assegnato
all’Ateneo di Palermo pari ad € 386.652,64, a fronte di spese ammissibili di € 483.315,80;
b) di approvare lo schema dell’atto costitutivo dell’Associazione Temporanea di Scopo nel
testo di seguito integralmente riportato:
COSTITUZIONE DI ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI SCOPO E MANDATO COLLETTIVO
SPECIALE CON RAPPRESENTANZA
I sottoscritti:
a.
(Capofila: Ekso s.r.l.)
…………., nato a ……….. (…) il ……… e residente a ……. (….), VIA …….. n. ….il quale dichiara
di essere titolare del C.F. n. …………….., della carta di identità n. …………….. rilasciata dal
comune di ……. il ……… e di intervenire alla presente scrittura quale ……… della società: “Ekso
s.r.l.”, con sede legale in Ragusa (RG), Zona Ind. C.da Tabuna, ove per quest’atto è domiciliato,
capitale sociale euro ……….. (………..), codice fiscale e numero iscrizione al Registro Imprese di
……… n. ………., partita IVA ……….., REA n. …….., (giusta procura speciale rilasciata dal
notaio ……………. di ………… dell’………….., rep. n. ………. che alla presente scrittura si allega
la lettera “…” per costituirne parte integrante e sostanziale);
b.
(Partner: Synapto s.r.l.)
…………., nato a ……….. (…) il ……… e residente a ……. (….), VIA …….. n. ….il quale dichiara
di essere titolare del C.F. n. …………….., della carta di identità n. …………….. rilasciata dal
comune di ……. il ……… e di intervenire alla presente scrittura quale ……… della società:
“Synapto s.r.l.”, con sede legale in Catania (CT), Stradale Vincenzo Lancia n. 57, Blocco Palma I
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
44
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
– Zona Industriale, ove per quest’atto è domiciliato, capitale sociale euro ……….. (………..), codice
fiscale e numero iscrizione al Registro Imprese di ……… n. ………., partita IVA ……….., REA n.
…….., (giusta procura speciale rilasciata dal notaio ……………. di ………… dell’………….., rep. n.
………. che alla presente scrittura si allega la lettera “….” per costituirne parte integrante e
sostanziale);
c.
(Partner: Idragest s.r.l.)
…………., nato a ……….. (…) il ……… e residente a ……. (….), VIA …….. n. ….il quale dichiara
di essere titolare del C.F. n. …………….., della carta di identità n. …………….. rilasciata dal
comune di ……. il ……… e di intervenire alla presente scrittura quale ……… della società:
“Idragest s.r.l.”, con sede legale in Catania (CT.), via Imperia n. 13, ove per quest’atto è
domiciliato, capitale sociale euro ……….. (………..), codice fiscale e numero iscrizione al Registro
Imprese di ……… n. ………., partita IVA ……….., REA n. …….., (giusta procura speciale
rilasciata dal notaio ……………. di ………… dell’………….., rep. n. ………. che alla presente
scrittura si allega la lettera “….” per costituirne parte integrante e sostanziale);
d.
(Organismo di ricerca Partner Università degli Studi di Palermo)
- Lagalla Roberto, nato a Bari il 16 aprile 1955, nella qualità di legale rappresentante
dell'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PALERMO, con sede legale in Palermo, Piazza Marina 61,
C.F. 80023730825 P. IVA 00605880822;
PREMESSO
che i sopradetti rappresentano i soggetti attuatori del progetto “Reti Smart” presentato alla
Regione Siciliana al fine di essere ammesso a beneficiare delle agevolazioni previste ai sensi
dell’art. 5 della Legge Regionale 16.12.2008, n. 23, Obiettivo operativo 4.1.1 – Linea di intervento
4.1.1.1. del PO Sicilia FESR 2007-2013, con le modalità e nei limiti consentiti dal bando pubblicato
nella GURS n. 45 del 28/10/2011, emanato con D.D.G. dell’Assessorato Regionale delle Attività
Produttive – Dipartimento delle Attività Produttive n. 4591 del 26 ottobre 2011 e successive mm. e
ii.;;
che, contestualmente alla partecipazione all’atto di presentazione del progetto, i soggetti
attuatori come sopra costituiti, nonché l’Università degli Studi di Palermo, si sono impegnati a
raggrupparsi in Associazione Temporanea di Scopo, prima di dare inizio all’attuazione dello stesso
e, in ogni caso, entro il termine di 20 giorni dalla data di notifica del decreto di concessione
provvisoria del contributo di cui all’art. 14 del bando succitato;
che gli stessi intendono con il presente atto, regolare il quadro giuridico ed organizzativo
dell’Associazione predetta, nonché conferire alla società/capofila: “Ekso s.r.l.” mandato collettivo
speciale con rappresentanza, designandolo quale soggetto gestore del finanziamento;
che con D.D.G. n. 2810/3 del 25/07/2012 sono state approvate le graduatorie e gli elenchi
delle istanze agevolabili;
che il progetto risulta essere utilmente collocato in graduatoria con esito istruttorio positivo al
posto n. 59 della stessa per un importo delle spese ammissibili pari ad € 1.584.167,16 con un
contributo a valere sulle risorse comunitarie di € 887.256,61;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
45
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
che con D.D.G. n. 2640/3 del 21/11/2013, registrato alla Corte dei Conti al n. 1 - Foglio n. 129
del 7/02/2014, è stato concesso alle società suindicate ed anche all’Università degli studi di
Palermo per la realizzazione del progetto succitato il contributo complessivo pari ad € 887.256,61
ed assegnato il codice identificativo CUP G25C13000570007;
Per quanto fin qui esposto, i sottoscritti nelle rispettive qualità come sopra indicate
DICHIARANO
di riunirsi in Associazione Temporanea di Scopo (di seguito ATS) per lo svolgimento delle
attività di cui al progetto indicato in premessa e di essere perfettamente edotti sulla natura del
Progetto da eseguirsi e sulle condizioni e modalità che devono regolare il relativo Atto di
affidamento e secondo le proporzioni da ognuna di esse Associate assunte nel progetto come
previsto nel decreto di approvazione del progetto indicato in premessa.
All’uopo, con il presente atto, la EKSO S.R.L., la SYNAPTO S.R.L., la IDRAGEST S.R.L. e
l’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO
DESIGNANO
La società EKSO S.R.L. quale mandataria, conferendo mandato collettivo speciale gratuito e
irrevocabile, con obbligo di rendiconto e con rappresentanza esclusiva e processuale ad essa
Società Capofila e per essa al suo legale rappresentante pro-tempore, il quale in forza del
presente atto:
a) è autorizzato a stipulare, in nome e per conto di EKSO S.R.L., SYNAPTO S.R.L., IDRAGEST
S.R.L. e UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO, con ogni più ampio potere e con promessa di
rato e valido fin da ora, tutti gli atti consequenziali connessi alla concessione ed erogazione del
finanziamento al progetto indicato in premessa;
b) è autorizzato a rappresentare in esclusiva, anche in sede processuale, gli associati, nei
confronti dell’Amministrazione Regionale – Dipartimento delle Attività Produttive e dell’Organismo
Interno, per tutte le operazioni e gli atti di qualsiasi natura dipendenti dal suddetto incarico, fino
all’estinzione di ogni rapporto;
c) è autorizzato a sottoscrivere tutti gli atti ed i documenti richiesti dall’avviso pubblico indicato in
premessa, nonché tutti gli atti comunque riferiti allo stesso e finalizzati alla concessione ed
erogazione delle agevolazioni previste dalla Misura;
d) potrà fare tutto quanto la stessa mandataria riterrà utile ed opportuno ai fini della concessione
delle agevolazioni, anche se qui non espresso o specificato, ritenendo il tutto sin d’ora per rato e
fermo senza bisogno di ulteriore ratifica.
In particolare la società mandataria EKSO S.R.L., a mezzo del suo legale rappresentante potrà:
a.
sottoscrivere le dichiarazioni sostitutive di certificazioni e dichiarazioni sostitutive di atto di
notorietà secondo forme e termini previste dalla normativa vigente;
b.
raccogliere e coordinare la documentazione amministrativa di tutti i partecipanti e mantenere
i rapporti con la Regione ed il gestore concessionario;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
46
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
c.
stipulare tutti gli atti necessari per la concessione delle agevolazioni di cui in premessa;
d.
incassare e rendicontare le agevolazioni eventualmente concesse ;
e.
assumere, nei confronti dell’Amministrazione Regionale – Dipartimento delle Attività
Produttive, la piena ed esclusiva responsabilità degli atti e dei comportamenti derivanti
dall’espletamento dell’incarico assegnato, rispondendone con la diligenza del mandatario ai sensi
dell’art. 1710 c.c. e s.m.i., fatte salve le eventuali rivalse per fatti dei mandanti come per legge;
il tutto nei termini e con le modalità prescritte dall’Avviso Pubblico citato in premessa e dal D.D.G.
n. 2640/3 del 21 novembre 2013.
Il mandato qui conferito è irrevocabile ed accettato dalla mandataria società EKSO S.R.L. e la
sua eventuale revoca per giusta causa non ha effetto nei confronti dell’Amministrazione Regionale
– Dipartimento delle Attività Produttive.
Il suddetto mandato non determina di per sé organizzazione tra le “Parti” e ciascuna di esse
resterà indipendente e conserverà la propria autonomia nella esecuzione, gestione ed
amministrazione delle attività di propria competenza, anche in relazione agli adempimenti fiscali ed
agli oneri sociali, nonché degli adempimenti in materia di sicurezza ed igiene sui luoghi di lavoro.
Le “Parti” convengono di eleggere domicilio, al fine dell’espletamento delle attività oggetto del
progetto, presso la sede operativa di Palermo della capofila EKSO S.R.L. sita in Ragusa (RG),
Zona Ind. C.da Tabuna.
L’ATS costituita è disciplinata da quanto disposto dai successivi articoli, nonché da specifici
ulteriori accordi organizzativi che potranno essere stipulati fra i soggetti attuatori.
Art. 1
(Impegni dei soggetti attuatori)
I sottoscritti si obbligano, a concordare le modalità, la tempistica e quanto connesso alla gestione e
realizzazione del progetto anche in relazione ai compiti spettanti a ciascuna parte.
Ciascun associato eseguirà le prestazioni di propria competenza in totale autonomia fiscale,
gestionale ed operativa, con personale responsabilità in ordine alla perfetta esecuzione dei compiti
a ciascuno affidati, con la sottoscrizione degli atti relativi, ferma restando la responsabilità solidale
di tutti i partner nei confronti dell’Amministrazione Regionale – Dipartimento delle Attività Produttive
per quanto riguarda l’esecuzione del progetto.
I soggetti attuatori si impegnano inoltre sin da ora a fornire il più ampio quadro di collaborazione
per la realizzazione dell’intervento.
Art. 2
(Doveri del Capofila)
L’associato capofila EKSO S.R.L. si impegna a svolgere in favore dell’ATS qualsiasi attività
occorrente per la migliore redazione di tutti gli atti necessari al perfezionamento della concessione
del finanziamento con la Regione Siciliana - Dipartimento Regionale Attività Produttive, nonché a
coordinare:
-
gli aspetti amministrativi e legali correnti;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
47
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
-
i rapporti con la Regione Siciliana - Dipartimento Regionale Attività Produttive.
In particolare esso assume:
a.
la responsabilità del coordinamento della rendicontazione delle attività finanziate svolte fino
alla data di scadenza del progetto conformemente alle norme stabilite dalla Regione Siciliana –
Dipartimento Regionale Attività Produttive;
b.
la responsabilità della sottoscrizione degli atti necessari per la concessione ed erogazione
del finanziamento destinato alla realizzazione del progetto;
c.
la responsabilità del coordinamento generale del progetto;
d.
la responsabilità del coordinamento della progettazione e organizzazione delle attività
connesse al progetto;
e.
il coordinamento dei rapporti finanziari con la Regione Siciliana – Dipartimento Regionale
Attività Produttive provvedendo ad incassare le somme dovute sia in acconto che a saldo,
indicando l’istituto di credito prescelto;
f.
il coordinamento amministrativo e segretariale del progetto, così come definiti all’interno di
successivi accordi organizzativi fra i soggetti attuatori, compreso il versamento degli importi di
competenza di ciascuno dei soggetti attuatori, da effettuare entro 30 gg. dal ricevimento dei
finanziamenti da parte della Regione Siciliana – Dipartimento Regionale Attività Produttive;
g.
il coordinamento nella predisposizione dei rapporti di monitoraggio e degli altri documenti
necessari alla realizzazione del progetto;
h.
il coordinamento nella predisposizione della relazione finale;
i.
l’impegno a richiedere, in accordo con tutti i partner e senza garanzia di ottenimento, la
fidejussione sulla base dell’atto di concessione del finanziamento in favore della Regione Siciliana
– Dipartimento Regionale Attività Produttive;
l.
la responsabilità in solido per l’intero raggruppamento nei confronti dell’Amministrazione
Regionale in caso di decreto di revoca del finanziamento in ordine all’eventuale restituzione di
somme già percepite. Peraltro nell’eventualità in cui avvenga la revoca totale, ciascun partner si
impegna a versare alla Capofila la propria quota di contributo già ricevuta, almeno 7 gg prima della
data stabilita dalla Regione Siciliana – Dipartimento Regione Attività Produttive e/o dall’Organismo
Intermedio per la restituzione delle suddette eventuali somme di contributo già ricevute.
Art. 3
(Doveri dei membri)
Le modalità circa la realizzazione del progetto sono affidate agli associati soggetti attuatori
secondo quanto indicato nel progetto e specificato da successivi eventuali accordi organizzativi.
I predetti soggetti attuatori sono tenuti inoltre alla elaborazione del rendiconto di tutti i costi relativi
alle attività loro affidate nel rispetto della normativa vigente e delle procedure stabilite dalla
Regione Siciliana – Dipartimento Regionale Attività Produttive, nonché alla predisposizione,
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
48
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
relativamente alle proprie attività, del monitoraggio e della documentazione necessaria allo
svolgimento del progetto, compresa la relazione finale.
Gli stessi dovranno inoltre partecipare a tutte le fasi di loro competenza previste per la
realizzazione del progetto.
Ogni soggetto che ha la responsabilità di un'attività dovrà adottare metodologie di
contabilizzazione separata delle spese di progetto e comunque secondo quanto specificato da
bando e/o dalle linee guida di rendicontazione.
Art. 4
(Coordinamento e gestione)
Come indicato al precedente art. 2, il coordinamento degli adempimenti amministrativi ed operativi,
durante la realizzazione del progetto, sarà demandata alla capofila EKSO S.R.L.
Per quanto riguarda la gestione, l'ATS affida all’Organismo Capofila/Responsabile amministrativo i
contenuti espressi nel prossimo articolo.
Art. 5
(Controllo e ripartizione delle spese)
Il Capofila ed i membri sono tenuti al rispetto delle procedure definite dalla Regione Siciliana –
Dipartimento Regionale Attività Produttive per quanto riguarda l'effettuazione ed il controllo delle
spese sostenute nell'ambito del progetto.
Ciascuna parte si fa comunque carico delle spese autonomamente assunte per l'esecuzione
delle attività, fatta salva la sua eleggibilità e il conseguente finanziamento.
I costituenti l'ATS si impegnano a consentire ai funzionari preposti, nonché agli Organismi a
tale scopo delegati, di procedere alle ispezioni ed all’acquisizione di documenti rilevanti ai fini dei
controlli amministrativi e contabili, fornendo ogni utile collaborazione durante eventuali visite in
loco.
Art. 6
(Riduzione del finanziamento)
I sottoscritti concordano che eventuali riduzioni percentuali, eventuali non riconoscimenti di singole
voci di spesa e/o eventuali revoche del finanziamento concesso per il progetto verranno attribuiti ai
partner responsabili, fermo restando quanto specificato all’art. 2 comma 2 lett. l).
Anche in tale caso, come già specificato nel caso di revoca totale, ciascun partner interessato dalla
riduzione del contributo, si impegna a versare al Capofila la propria quota di contributo già ricevuta
almeno 7 gg prima della data stabilità dalla Regione Siciliana – Dipartimento Regione Attività
Produttive e/o dall’Organismo Intermedio per la restituzione delle eventuali somme di contributo
già ricevute.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
49
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Art. 7
(Riservatezza)
Tutta la documentazione e le informazioni di carattere tecnico e metodologico, fornite da uno dei
soggetti attuatori ad un altro, dovranno essere considerate da quest'ultimo di carattere
confidenziale, salvo che:
- siano qualificate come non confidenziali (o altra equipollente) al momento della loro
comunicazione;
- siano già in suo possesso al tempo della rivelazione da parte dell’altra Parte.
Esse non potranno essere utilizzate per scopi diversi da quelli per i quali sono state fornite, senza
una preventiva autorizzazione scritta dal soggetto che le ha fornite.
Ciascuna Parte avrà cura di applicare le opportune misure per mantenere circoscritte le
informazioni e le documentazioni ottenute.
Art. 8
(Validità)
II presente atto ha validità dalla data della sua costituzione attuata con il presente atto e cesserà
ogni effetto alla data di estinzione di tutte le obbligazioni assunte e successivamente alla verifica
amministrativa contabile effettuata da parte della Regione Siciliana - Dipartimento Regionale
Attività Produttive sul rendiconto presentato, alla data dell'avvenuta erogazione del saldo finale del
finanziamento.
Il presente atto sarà comunque valido ed avrà effetto sin tanto che sussistano pendenze tra i
soggetti attuatori e/o tra di essi e la Regione Siciliana - Dipartimento Regionale Attività Produttive
tali da rendere applicabile il medesimo presente atto.
Art. 9
(Modifiche al presente atto)
II presente atto potrà essere modificato solo per atto scritto e firmato da tutti i soggetti attuatori e
consegnato agli organi competenti della Regione Siciliana - Dipartimento Regionale Attività
Produttive.
Art. 10
(Arbitrato e foro competente)
Per qualunque controversia relativa all’interpretazione, applicazione ed esecuzione del presente
contratto, se non risolta amichevolmente, la competenza esclusiva è del Foro di Palermo.
Art. 11
(Norma finale)
Per quanto sopra non espressamente previsto si fa riferimento alle disposizioni di legge, ai
regolamenti comunitari vigenti in materia e al bando citato in premessa.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
50
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Le parti contraenti, come sopra rappresentate, convengono che le spese del presente atto siano
imputate tra i costi ammissibili di competenza del soggetto Capofila società EKSO S.R.L.
Luogo, data
Firme dei sottoscrittori
c) di autorizzare il Rettore, prof. Roberto Lagalla, o suo delegato/procuratore, alla sottoscrizione
dell’atto costitutivo dell’ Associazione Temporanea di Scopo per l’attuazione del progetto “Reti
Smart”;
d) di accettare il contributo concesso all’Ateneo, così come determinato con il D.D.G n. 2640/3 del
21/11/2013 dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive - Dipartimento Regionale delle
Attività Produttive, pari ad € 386.652,64;
e) di autorizzare l’anticipazione delle somme necessarie per assicurare il regolare svolgimento
delle attività progettuali, in attesa delle erogazioni da parte dell’Assessorato Regionale delle Attività
Produttive – Dipartimento delle Attività produttive.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Giuseppe Piazza
Il Dirigente dell’Area
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto il D.D.G. n. 2640/3 del 21/11/2013 dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive Dipartimento Regionale delle Attività Produttive, con il quale è stato concesso al progetto “Reti
Smart” il contributo pari ad € 386.652,64, a valere sull’obiettivo operativo 4.1.1. linea
d’intervento 4.1.1.1. del P.O. F.E.S.R. 2007/2013, avviso D.D.G. n. 4591 del 26/10/11;
Considerato che il progetto citato è in partenariato tra l’Università di Palermo, per il tramite del
Dipartimento DICAM, sotto la responsabilità scientifica del prof. Antonino Valenza, e le
seguenti imprese:
Ekso s.r.l. (Capofila);
Synapto s.r.l.;
Idragest s.r.l. .
Vista la delibera del C.d.A. n. 29 del 29/04/2014 che ha fissato le condizioni per l’accettazione
dei finanziamenti assegnati a valere sull’avviso per la concessione delle agevolazioni in favore
delle PMI per lo Sviluppo sperimentale e l’innovazione, in attuazione della linea d’intervento
4.1.1.1. del P.O. F.E.S.R 2007/2013, emanato con D.D.G. n. 4591 del 26 ottobre 2011
Assessorato Regionale delle Attività Produttive, e con la quale è stato, altresì, approvato lo
schema di delibera che i Dipartimenti coinvolti nelle attività progettuali devono adottare ai fini
dell’approvazione di tali progetti;
Visto il decreto direttoriale del Dipartimento DICAM n. 36 del 08/05/2014, con il quale è stato
approvato il progetto “Reti Smart” secondo lo schema di delibera approvato dal C.d.A. nella
seduta n. 29 del 29/04/2014 ed eccezione del seguente punto delle premesse così modificato:
“Considerato che il Responsabile Amministrativo del Dipartimento di Ingegneria Civile,
Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali, Dott.ssa Alessandra Gagliano Candela ha valutato che i
tempi amministrativi necessari alla realizzazione del progetto possono essere compatibili con i
tempi assegnati qualora siano assegnate, anche temporaneamente, ulteriori unità di personale
amministrativo aventi competenze adeguate”;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
51
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Considerato che in data 16/05/2014 successiva al decreto del 08/05/2014, il responsabile
amministrativo, Dott.ssa Alessandra Gagliano, ed il Direttore del Dipartimento DICAM prof. Ing.
Francesco Di Quarto, hanno dichiarato che il DICAM può sostenere il carico amministrativo con
le risorse di personale a disposizione per il progetto di cui trattasi;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
Considerato che non sono previsti oneri a carico del Bilancio dell’Ateneo;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
13. Assunzione del finanziamento concesso dal MIUR relativo al progetto dal titolo
“Piattaforma scientifico-tecnologica mirata allo sviluppo di nuovi approcci terapeutici
nel trattamento delle principali patologie degenerative della retina” domanda
PON01_01434 presentato dall’Ateneo nell’ambito dell’avviso D.D. Prot. 01/Ric del
18/01/2010 PON & REC 2007/2013
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo ha presentato in qualità di soggetto co-proponente domanda di finanziamento al MIUR
per il progetto dal titolo: “Piattaforma scientifico-tecnologica mirata allo sviluppo di nuovi
approcci terapeutici nel trattamento delle principali patologie degenerative della retina” –
domanda PON01_01434 nell’ambito dell’avviso MIUR D.D. prot. 01/Ric del 18/01/2010 “Invito alla
presentazione di progetti di ricerca industriale nell’ambito del PON “Ricerca e Competitività”
2007/2013 Regioni Convergenza – ASSE I – Sostegno ai mutamenti strutturali Obiettivo operativo:
Aree scientifico-tecnologiche generatrici di processi di trasformazione del sistema produttivo e
creatrici di nuovi settori Azione: Interventi di sostegno della ricerca industriale”.
Il progetto è stato presentato in partenariato con i seguenti soggetti attuatori:
1) S.I.F.I. – Società Industria Farmaceutica Italiana s.p.a. (capofila);
2) Università degli studi di Palermo;
3) CNR di Roma.
Il progetto PON01_01434, inizialmente non ammesso a finanziamento, a seguito di ricorso della
capofila SIFI spa, è stato definitivamente riammesso alle agevolazioni con D. D. MIUR n. 533 del
21/02/2014, successivamente rettificato con D.D. MIUR n. 1428 del 16/04/2014, nelle forme e
modalità di seguito indicate: totale costi ammessi € 7.265.958,00, di cui € 6.236.498,00 di Ricerca
Industriale, € 328.700,00 di Sviluppo Sperimentale e € 700.760,00 di Formazione; il contributo
totale è di € 5.409.913,70.
Il totale dei costi ammessi per l’Ateneo è di € 1.660.760,00; La quota di contributo prevista è di €
1.456.460,00 di cui €. 1.076.950,00 per attività di Ricerca Industriale, € 80.750,00 di Sviluppo
Sperimentale e € 298.760,00 di Formazione.
I Dipartimenti coinvolti nell’attività progettuali per l’Ateneo sono i seguenti:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
52
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
1) Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche (STEBICEF);
2) Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche (BIONEC);
3) Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e Materno Infantile
"G.D'Alessandro" (PROSAMI);
4) Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche (DSEAF).
Il responsabile scientifico del progetto per l’Ateneo è il prof. Gaetano Giammona afferente al
Dipartimento STEBICEF.
I Dipartimenti coinvolti nelle attività progettuali hanno deliberato, ognuno per la parte di propria
competenza, l’assunzione di tutti gli obblighi previsti dal progetto con l’impegno a garantire la
disponibilità delle risorse necessarie per la sua realizzazione, compresa la copertura del
cofinanziamento previsto assicurato in termini di ore uomo del personale docente/ricercatore.
Il progetto è stato avviato in data 10/01/2014 ed avrà una durata di 36 mesi.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI

1)
2)
3)
4)
di approvare la partecipazione al progetto “Piattaforma scientifico-tecnologica mirata
allo sviluppo di nuovi approcci terapeutici nel trattamento delle principali patologie
degenerative della retina” domanda PON01_01434, presentato a valere sull’avviso MIUR
succitato, ammesso alle agevolazioni con D.D. MIUR prot. n. 533 del 21/02/2014,
successivamente rettificato con D. D. MIUR n. 1428 del 16/04/2014, di cui è responsabile
scientifico per l’Ateneo il prof. Gaetano Giammona, con il coinvolgimento dei seguenti
Dipartimenti:
Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche (STEBICEF);
Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche (BIONEC);
Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e Materno Infantile
"G.D'Alessandro" (PROSAMI);
Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche (DSEAF).

di assumere il finanziamento relativo alla propria quota spettante – fino a € 1.456.460,00 in
forma di contributo nella spesa – determinata dal MIUR in base alle percentuali di
intervento previste dalla normativa di riferimento nell’ambito del contributo totale sopra
indicato, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni finanziarie di cui
al decreto ministeriale di concessione, che prevede una durata del progetto di 36 mesi a
partire dal 10/01/2014.

di autorizzare il Rettore prof. Roberto Lagalla, a stipulare, eventualmente a mezzo di
procuratori o delegati, il disciplinare con il MIUR, in nome e per conto della Università degli
Studi di Palermo - secondo il testo predisposto dal MIUR - per l'assunzione
dell'agevolazione per l’importo determinato dal MIUR, assumendo tutte le obbligazioni
derivanti dalla normativa vigente, dal Decreto di concessione dell'agevolazione stessa e dal
contratto/disciplinare medesimo.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Luciano Tropea
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
53
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto il Decreto Direttoriale del MIUR prot. n. 533 del 21/02/2014, successivamente rettificato
con D.D. MIUR n. 1428 del 16/04/2014, con il quale è stato ammesso alle agevolazioni il
Progetto identificato con il codice PON01_01434, nell’ambito dell’Avviso MIUR citato in
premessa;
Visti gli atti deliberativi dei Dipartimenti coinvolti nel progetto con i quali gli stessi hanno
assunto tutti gli obblighi previsti per la realizzazione del progetto, ognuno per la parte di propria
competenza, di seguito indicati:
Delibera del Consiglio di Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e
Farmaceutiche (STEBICEF) n. 3 del 05/03/2014;
Decreto n. 12 del 16/04/2014 del Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e
Neuroscienze Cliniche (BIONEC);
Decreto n. 22 del 16/04/2014 del Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e
Materno Infantile "G.D'Alessandro" (PROSAMI);
Decreto n. 09 del 17/04/2014 del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(DSEAF).
Preso atto che il contratto/disciplinare di concessione delle agevolazioni, sarà perfezionato
sulla base di un testo predisposto dal MIUR in contestazione con i soggetti co-proponenti citati
in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
Considerato che non sono previsti oneri a carico del Bilancio dell’Ateneo;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata
Letto ed approvato seduta stante
14. Conto Consuntivo E.F. 2013
L’argomento non è trattato in questa seduta
15. Parziale novazione delle Convenzioni in essere con i consorzi Universitari di
Caltanissetta e Trapani
L’argomento non è trattato in questa seduta
16. Consorzio Universitario di Agrigento: Regolamentazione transitoria dei rapporti e
connesse determinazioni
L’argomento non è trattato in questa seduta
17. Storno per contributi Master Universitari dall’Amministrazione Centrale alla voce di
bilancio D8MASTD19 + 1398 del Dipartimento di Scienze Umanistiche
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
54
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g.,
relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche, n. 19 del
22.04.2014;
Vista
la nota prot. 30418 del 29.04.2014 dell’Area Formazione, Cultura e Servizi agli
Studenti, U.O.A. Master e IFTS, con la quale si chiede lo storno per contributi
Master Universitari dall’Amministrazione Centrale alla voce di bilancio D8MASTD19
+ 1398 del Dipartimento di Scienze Umanistiche, che di seguito si riporta
integralmente:
“Visto il Programma Operativo Obiettivo Convergenza 2007-2013, Fondo Sociale
Europeo, Regione Siciliana, approvato dalla Commissione Europea con decisione n.
C (2007) 6722 del 18 dicembre 2007;
Visto l’Avviso pubblico per la realizzazione di Master Universitari di II livello
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n.32 del 10 luglio 2009;
Vista la delibera del Senato Accademico seduta del 20 ottobre 2009 con la quale
viene approvato il Master di II livello in “Sistemi di Gestione della Sicurezza nei
luoghi di lavoro ed Analisi del Rischio;
Visto il D.D.G. n.385/III/IS del 30/07/2010 pubblicato sulla G.U.R.S. n.53 del
3/12/2010, di approvazione della graduatoria del progetto di Master ammesso al
finanziamento, presentato a valere sull’Asse IV capitolo Umano del P.O. FSE 20072013 Obiettivo specifico I2, a seguito dell’Avviso pubblico, per la realizzazione del
Master Universitario di II livello in“Neuroscienze e alta formazione docente di lingua
straniera” CIP 2007.IT.051.PO.003/IV/I2/F/9.2.14/1398 CUP B75C10001220009 per
un importo pari a € 179.839,00 per la I Edizione e di € 179.839,00 per la II Edizione
per un totale di € 359.678,00;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione seduta del 15/12/2010 con cui si
assume l’incondizionato impegno alla restituzione delle somme eventualmente
percepite, in caso di revoca del finanziamento per inadempimento degli obblighi
assunti;
Viste le note di avvio dell’attività progettuale del Master in oggetto;
Visto il Decreto direttoriale n.19 del 22/04/2014, con cui il Direttore del Dipartimento
di Scienze Umanistiche Prof.ssa Laura Auteri propone lo storno di bilancio, di €
95.063,46 dalla voce D8MASTDA000000 alla pertinente voce di bilancio
D8MASTD19 + 1398 del Dipartimento di Scienze Umanistiche;
Al fine di imputare le somme, si prega di voler procedere ad effettuare lo storno di €
95.063,46 dalla voce D8MASTDA000000 alla pertinente voce di bilancio
D8MAST.D19 + 1398 del Dipartimento di Scienze Umanistiche.”
Vista
la disponibilità sulla relativa voce di spesa D8MASTDA000000 “Spese di
funzionamento MASTER FSE”
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
55
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del
07/02/2013;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
storno di € 95.063,46 dalla voce di spesa D8MASTDA000000 “Spese di funzionamento MASTER
FSE” alla voce D8MASTD19 + 1398 “Master in Neuoroscienza e alta formazione docente di lingua
straniera”, descritto in premessa, nel Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F. 2014, e riportato
nella seguente tabella:
SPESA
Voce di bilancio
D8MASTDA000000
Stanziamento
Storno
Stanziamento definitivo
€ 3.702.112,98 - € 95.063,46
€ 3.607.049,52
€ 95.063,46
€ 95.063,46
D8MASTD19 + 1398
0
Il Responsabile del Procedimento
f.to Dott. Valerio Castiglia
Il Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
18. Storno per adempimenti concernenti le polizze “kasko” e “infortuni conducente”
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vista
la nota dell’Area Patrimoniale e Negoziale, Settore Patrimonio Mobiliare e Immobiliare,
U.O.B. Polizze e denunce assicurative, prot. 92696 del 19.12.2013, relativa agli
adempimenti concernenti le polizze “kasko” e “infortuni conducente”;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
56
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto
il verbale n. 4 del 1.04.2014 del Consiglio del Dipartimento di Scienze della Terra e del
Mare, relativo allo storno di € 608,84, dalle pertinenti voci di spesa del Dipartimento, per
il versamento delle quote inerenti le polizze “kasko” e “infortuni conducente”;
Visto
il Decreto n. 36 del 15.04.2014 del Dipartimento di Scienze di Fisica e Chimica, relativo
allo storno di € 182,32, dalla pertinente voci di spesa del Dipartimento, per il versamento
delle quote inerenti le polizze “kasko” e “infortuni conducente”;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
storno di € € 791,16 per il versamento delle quote inerenti le polizze “kasko” e “infortuni
conducente”, come riportato nella seguente tabella:
SPESA
Voce di Bilancio
Descrizione
Convenzione BIONAT
Prof. P.Censi
Altre spese per attività
270003D14+PQ0C
commerciale – Dott. M.
Agate
Progetto di Ricerca
R4D14+PGAMMEGI
MEGIS Prof.G.Sarà
Dottorato di Ricerca
D50002D14+1001
GEOCHIMICa
Prog. Ric. INGV
R4D14+P14AP14A
Palermo - Prof. Valenza
PON R&C 2007/2013Asse 1 Prog.Distr ad
alta tecnol- tit. II Distr
R4D14+P1P8DAR5
Agrobiopesca
“INNOVAQUA” Prof.
Santulli
Fondi PRIN 2010 R.S.
R1D14+P20X2010
Prof. S. Calvo Altre spese per attività
270003D14+P5F5
commerciale –Prof.
P.Di Stefano
Progetto MIPAF 6C150
R4D14+P5R36C15
- Prof. Mazzola
Prog. AMP Capo GalloI.D.F. Progr. di
R4D14+P630CG05
gest.2005- prof.
Chemello
R4D14+P5D1DISV
270003D14+P942
PROF. ROTIGLIANO
Stanziamento
Stanziamento
definitivo
Storno
9.700,00 -€
59,60
50,00 -€
49,36
241,00 -€
123,96
3.084,84 -€
29,40
51.792,46 -€
13,40
271.279,17 -€
44,48
18.500,00 -€
19,70
33.212,36 -€
134,48
9.640,40
0,64
117,04
3.055,44
51.779,06
271.234,69
18.480,30
33.077,88
3.690,34 -€
58,80
2.741,42 -€
5,50
3.631,54
2.735,92
22,75 -€
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
16,32
6,43
57
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Responsabile
del Procedimento
Il
Dirigente
f.to
Dott. Valerio
Castiglia
f.to
Dott.ssa Giuseppa
La Tona
Il Consiglio di
Amministrazione
R4D14+PLHABEST
R4D14+PNAZRICC
R5D14+P1MTCETR
5300010002D08+
53000100000000
Conv. STATOILDIBEST UNICALProf.Caruso
Contr. prog.
Monitoraggio ricci 2009
prof. Gianguzza
CETRAWEM
MONTANA
Fondo di riserva
indisponibile
Fondo di riserva per
maggiori spese
€
1.150,00 -€
14,04
43,17 -€
31,20
2.740,21 -€
8,60
46.555,60 -€
182,32
46.578,26 €
791,16
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata e di rivalersi sui dipendenti nei casi di
responsabilità degli stessi con eventuale responsabilità disciplinare.
Letto ed approvato seduta stante.
19. Storno per versamento IVA intracomunitaria (Centri di Gestione D15+ - D02+ - D17+ P01+ D10+)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il verbale n. 2 del 13.02.2014 del Consiglio del Dipartimento di Scienze e Tecnologie
Biologiche Chimiche e Farmaceutiche STEBICEF D15+, relativo allo storno per
versamento dell’IVA intracomunitaria di € 323,40 connessa alla fattura estera n.
005080178 del 16/12/2013 di € 1.470,00 ditta BACHEM dalla voce di spesa
R4D15+P5MEDMR1; di € 97,68 connessa alla fattura estera n. SIN068699 del
09/01/2014 di € 444,00 ditta MEGAZYME dalla voce di spesa R4D15+P25HDAR2; di €
93,06 connessa alla fattura estera n. 40584 del 02/01/2014 di € 423,00 ditta
ELECTROCELL EUROPE dalla voce di spesa R4D15+P5MEDMR1;
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Culture e Società D02+ n. 26 del 26.03.2014,
relativo al versamento dell’IVA intracomunitaria per € 57,64, connessa alla fattura della
Ditta Belle Lettres Diffusion n. 14029708 del 14.03.2013 di € 262, da stornare dalla
pertinente voce di spesa 6300060000D02+;
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche della Società e dello Sport
D17+ n. 40 del 28.03.2014 relativo al versamento dell’IVA intracomunitaria per € 523,60,
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
58
€
4
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
connessa alla fattura n. 9823 del 25/02/2014 emessa dalla Harrassowitz Verlag (DE)
per servizi editoriali (contributo alla pubblicazione Passages of faith 2014), da stornare
dalla pertinente voce di spesa R4D17+PA0Z2008;
Visto
il Decreto del Polo Territoriale Universitario della Provincia di Trapani P01+ n. 6 del
16.04.2014, relativo al versamento dell’IVA intracomunitaria per € 528,00, connessa alla
fattura n. 158252OI della Ditta Nature Publishing Group di € 2.400,00, da stornare dalla
pertinente voce di spesa R4P01+P1352013;
Visto
la nota del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali
(DICAM) D10+ prot. n. 1104 del 24.04.2014, relativa al versamento dell’IVA
intracomunitaria per € 1.480,60, connessa alla fattura n. CD99000433 del 29/04/2014
emessa dalla ditta Mistras Group SA avente un imponibile di € 6.730,00, da stornare
dalla pertinente voce di spesa R1D10+P51P2009;
Visto
la nota del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali
(DICAM) D10+ prot. n. 1104 del 24.04.2014, relativa al versamento dell’IVA
intracomunitaria per € 282,04, connessa alla fattura n. 401 del 02/04/2014 emessa dalla
ditta Müller Elektronik-Optik avente un imponibile di € 1.282,00, da stornare dalla
pertinente voce di spesa 270003D10+0000;
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
Visto
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
storno di € € 3.386,02 per il versamento dell’IVA intracomunitaria come riportato nella seguente
tabella:
SPESA
Voce di bilancio
Stanziamento
Storno
Stanziamento definitivo
R4D15+P5MEDMR1
457.932,67
R4D15+P25HDAR2
105.067,99
6300060000D02+
26.587,50
R4D17+PA0Z2008
13.960,56
R4P01+P1352013
418.100,98
R1D10+P51P2009
26.579,82
270003D10+0000
25.606,44
€ 416,46
457.516,21
-
€ 97,68
104.970,31
-
€ 57,64
26.529,86
-
€ 523,60
13.436,96
-
€ 528,00
417.572,98
€ 1.480,60
25.099,22
€ 282,04
25.324,40
-
-
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
59
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
43000300000000
+ € 3.386,02
200.000,00
203.386,02
Il Responsabile del Procedimento
Il Dirigente
f.to Dott. Valerio Castiglia
f.to Dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
20. Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Storno somme accantonate nell’anno 2013 derivanti da attività commerciale
routinaria “quota docenti” del Dipartimento
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 n. 9 dell'o.d.g., che ha approvato
il Bilancio Unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Considerato che In data 21 maggio 2013 il Consiglio si è espresso positivamente sulla
finalizzazione delle somme accantonate nella cosiddetta “quota docenti” non distribuita dell’anno
2012 derivante dall’attività commerciale routinaria/tarature del DICAM. In base al regolamento
c/terzi interno per attività routinarie del DICAM, infatti, la quota ai singoli docenti del dipartimento
non viene distribuita, ma accantonata, quantificata al termine di ogni esercizio finanziario e,
successivamente, finalizzata per acquisto ad esempio di grandi attrezzature, per manutenzione di
apparecchiature del laboratorio commerciale, per altre finalità che il Consiglio ritiene importanti e
fondamentali per il dipartimento.
Il responsabile amministrativo ha fatto presente che l'importo accantonato per il 2012 ammonta ad
€ 25.244,23.
Si riporta, pertanto, di seguito la proposta di storno nella voce di funzionamento c/terzi del
dipartimento per dare attuazione alla delibera del 21.05.2013, nel rispetto dei vigenti regolamenti
c/terzi dell’Ateneo e del DICAM.
Visto
l’art. 14 punti del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno dal capitolo 270002D10+0000 "Quota c/terzi spettante al personale afferente presso i
dipartimenti in applicazione al Regolamento D.R. n. 3930 del 2011" per € 25.244,23 alla voce
270003D10+0000 "Altre spese per attività commerciale Dipartimenti - D10+".
SPESA
Voce di Bilancio
Stanziamento
Storno/Impinguamento
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
Stanziamento
60
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
270002D10+0000
Quota c/terzi spettante
al personale afferente
presso i dipartimenti in
applicazione al
Regolamento D.R. n.
3930 del 2011.
270003D10+0000
"Altre spese per attività
commerciale
Dipartimenti - D10+".
329.948,81
- € 25.244,23
definitivo
304.704,58
25.606,44
+ € 25.244,23
50.850,67
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore
f.to Prof. Ing. Francesco Di Quarto
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
21. Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Storno per rinuncia quota direttore DICAM su proventi derivanti da attività
commerciale routinaria e tarature del Dipartimento III quadrimestre 2013
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 n. 9 dell'o.d.g., che ha approvato
il Bilancio Unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Considerato che in data 3 luglio 2013 il Consiglio si è espresso positivamente sull’istanza del prof.
Francesco Di Quarto relativamente alla sua rinuncia all’erogazione in suo favore del compenso
derivante dalla partecipazione alle attività routinarie e tarature del Dipartimento. Dal momento che
nella seduta del 27.02.2014 il Consiglio ha anche approvato la proposta di ripartizione di quanto
dovuto a tutto il personale del DICAM per le attività commerciali relative alle prestazioni routinarie e
tarature del III quadrimestre 2013, si è potuto quantificare l’importo dovuto al direttore per tale
periodo e di cui chiedere lo storno nella voce di funzionamento c/terzi del Dipartimento per dare
attuazione alla delibera del 3.7.2013, nel rispetto dei vigenti regolamenti c/terzi dell’Ateneo e del
DICAM. Si riporta, pertanto, di seguito la proposta di storno, comprensiva della quota dell’IRAP.
Visto l’art. 14 punti del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013.
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
61
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno dal capitolo 270002D10+0000 "Quota c/terzi spettante al personale afferente presso i
dipartimenti in applicazione al Regolamento D.R. n. 3930 del 2011" per € 2.935,58 alla voce
270003D10+0000 "Altre spese per attività commerciale Dipartimenti - D10+".
SPESA
Voce di Bilancio
270002D10+0000
Quota c/terzi spettante
al personale afferente
presso i dipartimenti in
applicazione al
Regolamento D.R. n.
3930 del 2011.
270003D10+0000
"Altre spese per attività
commerciale
Dipartimenti - D10+".
Stanziamento
Storno/Impinguamento
329.948,81
- € 2.935,58
25.606,44
+
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
€ 2.935,58
Stanziamento
definitivo
327.013,23
28.542,02
Il Direttore
f.to Prof. Ing. Francesco Di Quarto
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
22. Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Storno somme accantonate nell’anno 2012 derivanti da attività commerciale
routinaria “quota docenti” del Dipartimento
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 n. 9 dell'o.d.g., che ha approvato
il Bilancio Unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Considerato che in data 27 febbraio 2014 il Consiglio si è espresso positivamente sulla
finalizzazione delle somme accantonate nella cosiddetta “quota docenti” nell’anno 2013 derivante
dall’attività commerciale, routinario, tarature del DICAM. In base al regolamento c/terzi interno per
attività routinarie del DICAM, infatti, la quota ai singoli docenti del dipartimento non viene
distribuita, ma accantonata, quantificata al termine di ogni esercizio finanziario e,
successivamente, finalizzata per acquisto ad esempio di grandi attrezzature, per manutenzione di
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
62
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
apparecchiature del laboratorio commerciale, per altre finalità che il Consiglio o il Direttore
ritiengano importanti e fondamentali per il Dipartimento. Il responsabile amministrativo ha fatto
presente che l'importo riveniente da accantonamenti per il 2013 ammonta ad € 20.627,82.
Si riporta, pertanto, di seguito la proposta di storno nella voce di funzionamento c/terzi del
Dipartimento per dare attuazione alla delibera del 27.02.2014, nel rispetto dei vigenti regolamenti
c/terzi dell’Ateneo e del DICAM.
Visto
l’art. 14 punti del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno dal capitolo 270002D10+0000 "Quota c/terzi spettante al personale afferente presso i
dipartimenti in applicazione al Regolamento D.R. n. 3930 del 2011" per € 20.627,82 alla voce
270003D10+0000 "Altre spese per attività commerciale Dipartimenti - D10+".
SPESA
Voce di Bilancio
270002D10+0000
Quota c/terzi spettante
al personale afferente
presso i dipartimenti in
applicazione al
Regolamento D.R. n.
3930 del 2011.
270003D10+0000
"Altre spese per attività
commerciale
Dipartimenti - D10+".
Stanziamento
Storno/Impinguamento
329.948,81
- € 20.627,82
Stanziamento
definitivo
309.320,99
25.606,44
+ € 20.627,82
46.246,26
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore
f.to Prof. Ing. Francesco Di Quarto
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
23. Scuola delle Scienze di Base e Applicate - Variazione per maggiore entrata e maggiore
spesa su bilancio di Ateneo E.F. 2014 per iscrizione contributo di € 163.965,00
collaborazione progetto n. 613265 MEMOLA (MEditerranean MOntainous
LAndscapes: an historical approach to cultural heritage based on traditional
agrosystems) Responsabile Scientifico Prof. Giuseppe Bazan
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
63
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9
dell'o.d.g., relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo
per l'E.F. 2014;
Viste
le delibere del Consiglio di Amministrazione n. 5 del 23 settembre 2013 e n.
74 dell’8 ottobre 2013, relative all’istituzione e alla denominazione delle
Strutture di Raccordo;
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n.
285 del 07/02/2013;
Visto
Visto
il Regolamento dell’Università degli Studi di Palermo per la gestione delle
risorse derivanti dai progetti finanziati da programmi internazionali,
comunitari, nazionali e regionali D.R. n. 2011/2013 del 01/07/2013;
Vista
la nota del Direttore del CIRITA prot.n.11 del 13/02/2014;
Visto
l’estratto del verbale del Consiglio Scientifico del CIRITA seduta del
24/01/2013 e la scheda del Progetto Settimo Programma Quadro;
Visto
l’estratto del verbale del Consiglio della Scuola delle Scienze di Base e
Applicate seduta del 10/04/2014;
Visto
l’Annex IV – Accession of beneficiaries to the grant agreement;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
variazione per maggiore entrata e maggiore spesa di € 163.965,00, descritto in premessa, nel
Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F. 2014, e riportato nella seguente tabella:
ENTRATA
Voce di Bilancio
e descrizione
Stanziamento
Variazione in +/-
Stanziamento definitivo
€ 0,00
+€ 163.965,00
€ 163.965,00
1230S01+
€ 163.965,00
Totale
SPESA
Voce di Bilancio e
descrizione
Stanziamento
Variazione in +/-
Stanziamento definitivo
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
64
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
R4DA00SRIC0001
R4DA00SRIC0002
R4S01+SRIC0001
R5S01+PNHGMEMO
€ 172.690,16
168.769,07
+€ 3.921,09
96.480,57
+€ 3.136,87
0,00
+€ 784,22
€ 784,22
0,00
+€ 156.122,82
€ 156.122,82
Il Responsabile Amministrativo
f.to Dott.ssa Giovanna Messina
€ 99.617,44
Il Presidente
f.to Prof. Valerio Agnesi
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
24. Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport - Storno tra voci di
bilancio in uscita per autofinanziamento della Summer School in Diritti umani,
ambiente e sviluppo economico” nell’ambito delle attività formative del Dottorato di
ricerca in Diritti Umani”, Direttore Prof. Nicola Gullo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA
la delibera del C.d.A. del 19/12/2013 n. 9 che ha approvato il Bilancio Unico di
previsione di Ateneo E.F. 2014;
VISTO
la delibera del Consiglio del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello
Sport, seduta del 08/04/2014,punto 12 dell’odg, che ha autorizzato lo storno di
bilancio in uscita dalla voce D500020009D17+ “Spese funzionamento Dottorato” alla
voce
D70009D17+DIUM “Summer School Prof. Nicola Gullo“
per
l’autofinanziamento della Summer School dal titolo “Diritti umani ambiente e sviluppo
economico”, nell’ambito delle attività di dottorato in Diritti Umani, che si svolgerà a
Palermo dal 10 al 17 giugno 2014;
VISTO
l’art. 14 del Regolamento Amministrativo - Contabile dell’Università degli Studi di
Palermo;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare lo
storno descritto in premessa e riportato nella seguente tabella;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
65
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Voce di Bilancio
D500020009D17+
D70009D17+DIUM
Descrizione
Spese
funzionamento
Dottorato di
Ricerca D17+
Stanziamento
Storno
29.948,93
28.948,93
-€
Summer School
Prof. Nicola
Gullo
0
Stanziamento
definitivo
€
Il Responsabile del procedimento
f.to Rita Livecchi
Il Consiglio di Amministrazione
1.000,00
1.000,00
1.000,00
Il Direttore
f.to Prof. Giuseppe Verde
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
25. Dipartimento di Culture e Società - Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa di
€ 5000,00 per convenzione con il Comune di Baucina per l’esecuzione di ricerche
archeologiche
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTA
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g.,
relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
VISTA
la delibera del Consiglio di Dipartimento del 03/02/2014 punto 5 con cui autorizzava
la sottoscrizione della convenzione con il Comune di Baucina per l’esecuzione di
ricerche archeologiche nel territorio comunale in accordo e di concerto con la
Soprintendenza BB. CC. AA. di Palermo;
VISTO
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Culture e Società n. 27 del 9 Aprile 2014;
VISTO
il mandato di trasferimento n. 390 del 20/03/2014 del Comune di Baucina di €
5.000,00;
VISTO
il Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n.285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
66
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 1.2.5.3.D02+ – “Contratti/Convenzioni
con i Comuni – D02+” per Euro 5.000,00 e corrispondentemente incrementare l’importo dello
stanziamento sulla voce di spesa sotto riportata:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di bilancio
Stanziamento
1253D02+
0
Contratti e Convenzioni
USCITA
Voce di bilancio
R4D02+P02B2014
Conv. Comune di
Baucina
Stanziamento
Variazione in +
Stanziamento Definitivo
5.000,00
Variazione in +
0
Il Responsabile del procedimento
f.to Cinzia Cusumano
5.000,00
Stanziamento Definitivo
5.000,00
5.000,00
Il Direttore
f.to Prof. Maria Concetta Di Natale
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
26. Dipartimento di Fisica e Chimica – Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa
per contributo Società Laviosa Chimica Mineraria
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, punto 9
dell'o.d.g., relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo
per l'E.F. 2014;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n.
285 del 07/02/2013;
Vista
la lettera d’intenti del 01/04/2014 tra la Società Laviosa Chimica Mineraria e
il Dipartimento di Fisica e Chimica, relativa ad una collaborazione di ricerca
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
67
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
con la Prof.ssa Maria Liria Turco Liveri, che prevede un contributo di €
5.000,00, a fini di liberalità, per il finanziamento di una borsa di studio
nell’ambito del progetto di ricerca: “Progettazione, sintesi e
caratterizzazione di bentonite modificate con tensioattivi biocompatibili.
Applicazioni biotecnologiche”.
Tenuto conto
della delibera del Consiglio del Dipartimento di Fisica e Chimica n. 3 del
04/03/2014 che si allega;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
variazione di € 5.000,00, descritta in premessa, nel Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F.
2013, e riportata nella seguente tabella:
ENTRATA
Voce di Bilancio
e descrizione
Stanziamento
Variazione in +/0,00
Stanziamento definitivo
5.000,00
5.000,00
5.000,00
5.000,00
127D08+
Contratti/convenzi
oni/accordiprogramma: con
soggetti privati
Totale
USCITA
Voce di Bilancio
e descrizione
Stanziamento
R4D08+P8F0LAVI
Convenzioneprof. M.L.Turco
Liveri
Variazione in +/-
0,00
TOTALE
Stanziamento definitivo
5.000,0000
5.000,00
5.000,00
5.000,00
Il Responsabile Amministrativo Vicario
f.to Eugenia D’Anna
Il Direttore
f.to Prof. Maurizio Leone
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
68
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
27. Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e Materno Infantile “Giuseppe
D’Alessandro” - Storno per rimborso spese di missioni sostenute dal personale
del’area funzionale di Microbiologia nell’ambito dell’attività commerciale
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19.12.2013
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
relativa
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze per la Promozione della Salute e
Materno Infantile “Giuseppe D’Alessandro” n. 21, prot. 384 del 5.4.2014 relativo alla
codifica della voce di spesa 270003D18+0002 “Altre spese per attività commerciale
- Microbiologia” nonché alla proposta di storno di € 377,00
dalla voce
270001D18+0000 ed al conseguente impinguamento della voce di spesa
270003D18+0002 finalizzato al rimborso delle spese di missione sostenute dal
personale del’area funzionale di Microbiologia nell’ambito dell’attività commerciale;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del
07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno per € 377,00 dalla voce 270001D18+0000 ed il conseguente impinguamento della voce
270003D18+0002 come riportato nel seguente prospetto:
SPESA
Voce di Bilancio
Stanziamento
Storno/Impinguamento
Stanziamento definitivo
270001D18+0000
7.185,64
- 377,00
6.808,64
270003D18+0002
0
+ 377,00
377,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Maria Antonietta Rubino
Il Direttore
f.to Prof. Giovanni Corsello
Il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
69
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
28. Dipartimento di Biomedico di Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.) – Variazione
per maggiore entrata e maggiore spesa per contributo derivante da studi clinici
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vista
la richiesta di contributo economico liberale (prot. 205/2013 DEL 10.06.2013) del
Dipartimento di Biomedico di Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.) formulato
alla ROCHE S.p.A. per il progetto di ricerca “Il ruolo dell’elastometria epatica e splenica
nella prognosi della cirrosi epatica ad eziologia virale”;
Vista
la nota del 6.11.2013 della ROCHE S.p.A di conferma del contributo liberale a favore
del Dipartimento di Biomedico di Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.) per €
20.000,00;
Visto
il verbale del 20.12.2013 del Consiglio del Dipartimento di Biomedico di Medicina Interna
e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.), relativo all’accettazione contributo liberale di € 20.000,00;
Visto
il verbale del 7.04.2014 del Consiglio del Dipartimento di Biomedico di Medicina Interna
e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.), relativo alla richiesta di variazione per maggiore entrata e
maggiore spesa di € 20.000,00
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
variazione per maggiore entrata e maggiore spesa di € 20.000,00, come riportato nella seguente
tabella:
ENTRATE
Voce di Bilancio
2322D04+
Descrizione
Contributo da
Enti privati
Stanziamento
Variazione +
0
20.000,00
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
Stanziamento
definitivo
20.000,00
70
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il
Responsabile
del
Procedimento
Il
Direttore
f.to
Rag. Mario
Piazzese
SPESA
Voce di Bilancio
Descrizione
Stanziamento
R4D04+P88DENPR
R4D04+XRICERCA
Variazione +
0
18000,00
0
2000,00
f.to Prof. Antonio Craxi
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
29. Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa – per intero importo Progetto n.
607524 FP7-PEOPLE-2013-ITN nell'ambito del Seventh Framework Programme of the
European Community for Research (VII PQ) dal titolo "Sustainable Pavements &
Railways Initial Training Network" ovvero brevemente SUP&R ITN, CUP
B74G13000330006, Responsabile Scientifico Prof. Gaetano Di Mino per € 646.402,34
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Nell'ambito delle Marie Curie Actions— Initial Training Networks (ITN) del Seventh Framework
Programme of the European Community for Research (VII PQ) è stato finanziato all'Ateneo di
Palermo il progetto n. 607524 dal titolo "Sustainable Pavements & Railways Initial Training
Network" ovvero brevemente SUP&R ITN CUP B74G13000330006, Responsabile Scientifico
Prof. Gaetano Di Mino per € 646.402,34 (seicentoquarantaseimilaquattrocentodue/34 euro). Il
suddetto progetto, con inizio 01/10/2013, si concluderà il 30/09/2017. L'ente finanziatore è la
"Research Executive Agency (REA)". Il Coordinatore del progetto è l'Università di Nottingham.
L'importo totale del progetto ammonta ad € 4.066.597,00. L'importo assegnato ad Unipa e che
sarà gestito dal DICAM (Responsabile Scientifico Prof. Gaetano Di Mino) ammonta ad €
646.402,34. Con sospeso di incasso n. 134 del 2014 è stato effettuato il bonifico del 60% di €
646.402,35 (a meno di arrotondamento) pari ad € di € 387.840,00 in favore dell'Ateneo, Da qui
l'esigenza di effettuare, con carattere di urgenza, la variazione di bilancio non solo per la somma
da incassare ma nel complesso per l'intero importo previsto per il progetto per consentire sia il
relativo incasso sia le attività di ricerca previste dal progetto nei tempi indicati dal cronoprogramma.
Vista la delibera del C.d.A. del 19/12/2013 n. 9 che ha approvato il Bilancio Unico di previsione di
Ateneo E.F. 2014;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
71
Stan
de
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto l’art. 14 punti 1 e 3 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 1.2.3.0.D10+ "Contratti/ Convenzioni/
Accordi programmi Unione europea” per DICAM (o altra che l'Area Economico-Finanziaria
riterrà più opportuna) per Euro 646.402,34 e corrispondentemente incrementare l’importo dello
stanziamento sulla voce di spesa sotto riportata:
VARIAZIONI
ENTRATE
Voce di Bilancio
Stanziamento
Variazione in +/-
0
+ € 646.402,34
1230D10+ "Contratti/
Convenzioni/
Accordi programmi
Unione europea”
Totale
USCITA
Voce di Bilancio
Stanziamento
definitivo
€ 646.402,34
+ € 646.402,34
Stanziamento
Variazione in +/-
0
+ € 646402,34
R5D10+P8B2RITN –
Progetto VII PQ
People SUP&R ITN n.
607524, prof. Gaetano
Di Mino CUP
B74G13000330006
Totale
Stanziamento
definitivo
€ 646.402,34
+ € 646.402,34
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore
f.to Prof. Ing. Francesco Di Quarto
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
72
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
30. Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM) Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa – per Contributo CINFAI (Consorzio
Interuniversitario Nazionale per la Fisica delle Atmosfere e delle Idrosfere) per
progetto RITMARE CUP D51J110003300001, Responsabile Scientifico Prof. Goffredo
La Loggia per € 23.000,00
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Nella seduta del Consiglio del 05.11.2013 il direttore del DICAM è stato autorizzato alla richiesta di
un bando per un assegno di ricerca finanziato dal CINFAI (Consorzio Interuniversitario Nazionale
per la Fisica delle Atmosfere e delle Idrosfere) come indicato nella nota di prot. 311 del 4
novembre 2013. Pertanto, è stato istruito l'iter finalizzato alla pubblicazione del bando e
subordinando l’approvazione degli atti e la nomina del vincitore ovviamente all’effettivo incasso
dell’intera somma nonché all’assunzione dell’impegno di spesa da parte del DICAM. Con sospeso
di incasso n. 2198 del 2014 è stato effettuato il bonifico di € 23.000,00 in favore dell'Ateneo per
l'attivazione dell'assegno di ricerca deliberato nella seduta del Consiglio del DICAM del 5.11.2014.
Da qui l'esigenza di effettuare la pertinente variazione di bilancio e proseguire, con carattere di
urgenza, al relativo incasso e assunzione dell'impegno di spesa per l'importo dell'assegno di
ricerca.
Vista la delibera del C.d.A. del 19/12/2013 n. 9 che ha approvato il Bilancio Unico di previsione di
Ateneo E.F. 2014;
Visto l’art. 14 punti 1 e 3 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 1.2.6.0.D10+ "Contratti e
Convenzioni” per DICAM (o altra che l'Area Economico-Finanziaria riterrà più opportuna) per
Euro 23.000,00 e corrispondentemente incrementare l’importo dello stanziamento sulla voce di
spesa sotto riportata:
VARIAZIONI
ENTRATE
Voce di Bilancio
1260D10+
"Contratti e
Convenzioni”
Stanziamento
Variazione in +/-
0
+ € 23.000,00
+ € 23.000,00
Totale
SPESA
Voce di Bilancio
R4D10+P0GQCINF –
Contributo CINFAI per
progetto RITMARE
CUP
D51J110003300001
Stanziamento
definitivo
€ 23.000,00
Stanziamento
Variazione in +/-
0
+ € 23.000,00
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
Stanziamento
definitivo
23.000,00
73
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
+ € 23.000,00
Totale
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore
f.to Prof. Ing. Francesco Di Quarto
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
31. Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare - Variazioni per maggiore entrata e
maggiore spesa per Convenzione per la creazione di un Inventario della Biodiversità
Marina Siciliana e sviluppo di tecniche di monitoraggio utili alla gestione di specie e
habitat protetti tra IAMC CNR e Università degli studi di Palermo Dipartimento DiSTeM
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Tenuto conto
della delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013, relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n.
285 del 07/02/2013;
Tenuto conto
del processo di dipartimentalizzazione d'Ateneo, conclusosi con la delibera
del Consiglio di Amministrazione del 27 Novembre 2012, che ha ridefinito la
nuova organizzazione dipartimentale;
Viste
le “Linee guida per la gestione contabile dei progetti di ricerca" approvate dal
Consiglio di Amministrazione nella seduta del 14 Maggio 2013;
Visto
il “Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai progetti finanziati
da programmi internazionali, comunitari, nazionali e regionali “ emanato dal
Rettore con Decreto n.2572 del 23/07/2010 e successive modifiche ed
integrazioni;
Tenuto conto
della delibera del Consiglio di Dipartimento del 01 aprile 2014 punto 5
all’OdiG relativa all’approvazione della Convenzione per la “Creazione di un
Inventario della Biodiversità Marina Siciliana e sviluppo di tecniche di
monitoraggio utili alla gestione di specie e habitat protetti” tra IAMC CNR e il
DiSTeM;
Considerata
che la suddetta Convenzione prevede l’erogazione di un contributo pari ad
€ 100.000,00;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
74
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto
il cronoprogramma dei pagamenti relativi alle tipologie di spesa previste dal
piano finanziario presentato dal Responsabile Scientifico Prof. A. Mazzola
come da allegato n.1 della presente richiesta di variazione
Considerato
che le voci di spesa oggetto della suddetta proposta di variazione non sono
soggette a vincoli di finanza pubblica;
Visto
il programma delle attività da condurre nell’ambito della Convenzione per la
creazione di un Inventario della Biodiversità Marina Siciliana e sviluppo di
tecniche di monitoraggio utili alla gestione di specie e habitat protetti;
Tenuto conto
della delibera del Consiglio di Dipartimento del 30 aprile 2014, relativa all’
approvazione delle proposte di storno e variazione di Bilancio da sottoporre
al CdA;
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare la
variazione in aumento per € 100.000,00 ,iscrivendo nel bilancio unico di Ateneo per l’E.F.2014 la
suddetta somma come di seguito specificato:
Voce di
Bilancio e
descrizione
1260D14+
Contratti/Conve
nzioni/Accordiprogramma:
con altri Enti
Pubblici-D14+
Stanziamento
ENTRATA
Variazione in +
275.250,00
€ 100.000,00
Stanziamento
definitivo
€ 375.250,00
€ 100.000,00
SPESA
Voce di Bilancio
e descrizione
R4D14+P5R3IA
M2
Convenzione per
la creazione di
Inventario della
Biodiversità
Marina Siciliana
con IAMC CNR .
Prof. Mazzola
R4D14+SRIC00
01
Autofinanziament
o del
Stanziamento
Variazione in +
Stanziamento
definitivo
0,00
€ 95.000,00
€ 95.000,00
€
€ 2.596,68
2.096,68
500,00
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
75
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Dipartimento
coinvolto
nell’attività di
Ricerca
R4DA00SRIC00
01
Quota per
interventi a
sostegno della
ricerca e del
funzionamento di
Ateneo
R4DA00SRIC00
02
Quota per
Ricerca di
Ateneo
R4DA00SRIC00
03
Quota
d’incentivazione
al personale T.A.
su progetti
168.769,07
€
2.000,00
€ 170.769,07
96.480,57
€
2.000,00
€ 98.480,57
19.878,42
€
500,00
€ 20.378,42
€ 100.000,00
TOTALE
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Maria La Barbera
Il Direttore
F.to Prof. Antonio Mazzola
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
32. Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica (DICGIM) Variazione di storno di € 1.750,00 per attività conto terzi. Fattura attiva n.
2/2014/DICGIM del 17/01/2014 (OMER)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
della delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9
dell'o.d.g., relativa all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per
l'E.F. 2014;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
76
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285
del 07/02/2013;
Tenuto conto
del processo di dipartimentalizzazione d'Ateneo, conclusosi con la delibera del
Consiglio di Amministrazione del 27 Novembre 2012, che ha ridefinito la nuova
organizzazione dipartimentale;
Viste
le “Linee guida per la gestione contabile dei progetti di ricerca" approvate dal
Consiglio di Amministrazione nella seduta del 14 Maggio 2013;
Visto
il Regolamento conto terzi dell’Università degli Studi di Palermo;
VISTO
il Regolamento interno per la gestione di contratti e convenzioni approvato
nella seduta del C.d.D. del 27/07/2012;
VISTA
la convenzione conto terzi stipulata tra il DICGIM e la OMER srl in data
29/05/2012;
che il Consiglio di Dipartimento, in fase di approvazione del budget di
bilancio 2014, ha deliberato che tutte le somme relative alle convenzioni
conto terzi fossero previste in uscita al capitolo 270000D09+0000 per essere
successivamente stornate ai pertinenti capitoli al momento della emissione
delle fatture relative ai vari SAL;
TENUTO CONTO
CONSIDERATO
che, relativamente alla predetta convenzione con la ditta OMER srl, nell’anno
2013 è stato previsto in bilancio soltanto l’importo pari al primo stato
avanzamento lavori;
VISTA
la fattura attiva n. 2/2014/DICGIM del 17/01/2014 di € 2.135,00 IVA
compresa, emessa dal DICGIM nei confronti della OMER srl e relativa al
secondo acconto;
CONSIDERATO
che UNICREDIT ha incassato la somma di € 2.135,00 con sospeso di cassa
n. 2811 del 26/03/2014;
CONSIDERATO
che si rende necessario ed urgente provvedere ad effettuare gli storni di
bilancio nei pertinenti capitoli;
Visto
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale,
Informatica, Meccanica (DICGIM) n. 121 del 22/04/2014, relativo allo storno di €
1.750,00;
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare lo storno
di € 1.750,00, descritto in premessa, nel Bilancio Unico di previsione d'Ateneo, E.F. 2014, e riportato
nella seguente tabella:
USCITA
Voce di Bilancio e
descrizione
Stanziamento
Storno
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
Stanziamento def.
77
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
270000D09+0000
270001D09+0000
270002D09+0075
270004D09+0000
1100020006D09+
5300010002D09+
R40000FFRAD09+
€
€
€
€
€
€
€
270.083,96
85.884,18
0,09
900,00
1.200,00
300,00
2.100,00
- - € 1.750,00
+€
253,31
+ € 1.234,19
+€
52,50
+€
70,00
+€
17,50
+€
122,50
€
€
€
€
€
€
€
268.833,96
85.630,87
1.234,28
952,50
1.270,00
317,50
2.222,50
Totale
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Maria Graziella Giaccone
Il Direttore
f.to Prof. Carmelo Sunseri
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
33. Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica (DICGIM) Variazione di bilancio di € 200,00 per maggiore entrata e maggiore spesa per incasso
contributo Museo dei motori
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTO
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9, relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
VISTO
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285
del 07/02/2013;
TENUTO CONTO
che il DICGIM è sede del Museo storico dei Motori e dei Meccanismi ;
CONSIDERATO
che UNICREDIT ha incassato la somma di € 200,00 da Automobil Club
Palermo con sospeso di cassa n. 1716 per contributo Museo storico dei
Motori e dei Meccanismi;
CONSIDERATO
che si rende necessario ed urgente provvedere ad effettuare le variazioni per
maggiore entrata nei pertinenti capitoli di bilancio;
TENUTO CONTO
che occorre procedere con urgenza ad incassare i predetti sospesi;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
78
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTO
il Decreto del Direttore del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale,
Informatica, Meccanica (DICGIM) n. 118 del 22/04/2014, relativo alla variazione
di € 200,00;
Si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad effettuare la
variazione di bilancio per Euro 200,00 alle sotto indicate voci di bilancio:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di
bilancio
2320D09+
Stanziamento
Variazione in +/-
0
+ € 200,00
Stanziamento
definitivo
€ 200,00
+ € 200,00
Totale
Voce di bilancio
Stanziamento
SPESA
Variazione in +/-
230006D09+0000
€ 11.045,09
+ € 200,00
Totale
Stanziamento
definitivo
€ 11.245,09
+ € 200,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott.ssa Maria Graziella Giaccone
Il Direttore
f.to Prof. Carmelo Sunseri
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
34. Dipartimento di Architettura Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa – per
partecipazione progetto COST In VISU Action IS0904 con l’Institut national d’histoire
de l’art Paris e il dipartimento D01+
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
79
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Visto l’accordo stipulato con l’Institut national d’Histoire del l’art de PARIS del 17/12/2013
nell’ambito del progetto COST per la realizzazione di un convegno dal 13 aprile al 14 aprile 2014 a
Palermo per la conoscenza sulla diffusione internazionale dell’architettura europea nel corso del
secolo scorso;
Vista la delibera del C.d.A. del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa all’approvazione del
bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 punti 3 e 4 bis del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013
e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la nota de l’Institut national d’Histoire del l’art de PARIS del 6/5/2014 con la quale viene
comunicata l’integrazione del finanziamento del convegno “Crossin Boundaries: Rethinking
European architecture beyond Europe che si è svolto dal 13 al 16 aprile.
Vista la delibera del Consiglio di Dipartimento del 09/05/2014 di approvazione della variazione di
bilancio di €.3.060,00 quale integrazione al contributo dell’Istitut national d’Histoire del l’art de
Paris per il predetto convegno;
Considerato che si deve procedere alla predetta variazione di bilancio;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 1260D01+ “contratti convenzioni
accordi di programma con altri enti pubblici” per Euro 4.000,00 e corrispondentemente
incrementare l’importo dello stanziamento sulla voce di spesa sotto riportata:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di Bilancio
1260D01+
Totale
Stanziamento
175.020,49
3.060,00
Stanziamento
definitivo
178.080,49
175.020,49
3.060,00
178.080,49
SPESA
Voce di Bilancio
Variazione in +/-
Stanziamento
Variazione in +/-
Stanziamento
definitivo
4.000,00
3.060,00
7.060,00
3.060,00
7.060,00
R4D01+P1BY2014
Totale
4.000,00
Il Responsabile Amministrativo
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
Il Direttore
80
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
F.to Dott. Iolanda Carollo
f.to Prof.ssa Marcella Aprile
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
35. Scuola Politecnica - Variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa per € 11.700,00
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Sulla voce 1322S02+ Contratti e convenzioni ex art. 66 DPR 382 secondo la convenzione stipulata
con la Regione Siciliana Assessorato dei Trasporti considerato che sono state emesse n. 26
fatture attive (dal n. 1 al 26) per € 17.200,00, esenti da IVA, e si prevede di emetterne altre non
appena verranno pagate le quote di iscrizione relative agli esami. Tenuto che sul capitolo non vi è
la necessaria capienza si rende necessaria una variazione di bilancio in aumento per l’importo di €
11.700,00.
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2014, relativa all’approvazione del
bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 punto 4 bis del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7/2/2013;
Vista il provvedimento con la quale il Presidente della Scuola Politecnica approva la variazione di
bilancio si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla 1322S02+ Contratti e convenzioni ex art. 66
DPR 382 per € 11.700,00.
ENTRATA
Somma stanziata
nel B.U. di Prev.
E.F. 2013
Voce di bilancio e
descrizione
1322S02+ Contratti e
convenzioni ex art. 66 DPR
382
Iva S4300001 Totale
Voce di bilancio e descrizione
Disponibili
tà odierna
Variazione
in +/-
Stanziame
nto
definitivo
10.000,00
10.000,00
11.700,00
21.700,00
10,000,00
10.000,00
21.700,00
SPESA
Somma
stanziata nel Disponibilit Variazione in Stanziament
B.U. di Prev. à odierna
+/o definitivo
E.F. 2013
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
81
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
270003S02+0000 Altre spese per
attività commerciale
270004S02+0000 Fondo comune di
ateneo su prestazioni a terzi c/0 le
strutture
1100020006S02+ Miglioramento
servizi
5300010002S02+ Finanziamento
spese generali
R40000FFRAS02+
Finanziamento ricerca Ateneo
Totale
3.500,00
7.892,81
9.945,00
17.837,81
300,00
300,00
351,00
651,00
400,00
400,00
468,00
868,00
100,00
100,00
117,00
217,00
700,00
700,00
819,00
1.519,00
11.700,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Maria Parafioriti
Il Presidente della Scuola Politecnica
f.to Prof. Fabrizio Micari
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
36. Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport - Storno tra voci di
bilancio in uscita per liquidazione dei corrispettivi c/terzi al personale T.A. (corso di
formazione area giuridica) e per impinguamento fondo destinato alla ricerca
scientifica, responsabile Prof. Giuseppe Verde
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VISTO il Bilancio di Previsione 2014;
VISTO l’art. 14 commi 1, 3, 4 e 4bis del
Regolamento
Amministrativo - Contabile
dell’Università degli Studi di Palermo;
VISTO la delibera del Consiglio del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello
Sport, seduta del 04/12/2013 ,punto 5 dell’odg, che ha approvato la ripartizione dei corrispettivi
conto terzi al personale docente e T.A. nell’ambito del Corso di formazione, Area Giuridica, rivolto
al personale della Regione Siciliana, R.S. Prof. Giuseppe Verde;
Considerato che per procedere alla liquidazione del corrispettivo al personale T.A. occorre
stonare la somma di € 1.699,45 dalla voce di bilancio “2700003D17+P52R
Altre spese per attiv. comm. Corso di formaz. Area Giuridica - Prof. G. Verde” alla specifica voce
di bilancio “2700002D17+P52R Compensi al personale Conv. Regione , Corso Area Giuridica Prof. G. Verde”;
Considerato che, per procedere all’accantonamento della somma di € 3.153,07 sulla voce di
bilancio “R4D17+P52RCCRS Contributi per la ricerca da contratti e convenzioni (Prof. G. Verde)” ,
derivante dal compenso per il R.S. Prof. Giuseppe Verde per € 1.000,00 e per € 2.153,07 da
economie di spesa della convenzione c/terzi in parola, occorre stornare dalla voce di bilancio
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
82
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2700003D17+P52R
Verde”;
Altre spese per attiv. comm. Corso di formaz. Area Giuridica - Prof. G.
DELIBERI
di autorizzare l’Area Economico-finanziaria dell’Ateneo di Palermo di effettuare il seguente storno
di bilancio:
Voce di Bilancio
270003D17+P52R
270002D17+P52R
R4D17+P52RCCRS
Descrizione
Altre spese per attiv. comm. Corso di
formaz. Area Giuridica - Prof. G. Verde
Importo
- € 4.852,52
Compensi al personale Conv. Regione ,
Corso Area Giuridica - Prof. G. Verde
Contributi per la ricerca da contratti e
convenzioni (Prof. G. Verde)
Il Responsabile del procedimento
f.to Rita Livecchi
+ € 1.699,45
+ € 3.153,07
Il Direttore
f.to Prof. Giuseppe Verde
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
37. Dipartimento di Matematica e Informatica - Variazioni per maggiore entrata e maggiore
spesa per € 2.000,00 – finanziamento convegno PSSL96/2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la disponibilità del prof. Antonio di Nola (Università di Salerno) coordinatore nazionale di un
progetto PRIN, di finanziare con € 2.000,00 il Convegno PSSL96 organizzato dal prof. Giuseppe
Metere per i Giorni 11-12 ottobre 2014;
Visto che in bilancio non è stata prevista tale entrata;
Considerato che la presente proposta è stata approvata dal Consiglio di Dipartimento del
28/03/2014;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013 relativa all’approvazione
del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 punti 3 e 4bis per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
83
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione in aumento dello stanziamento relativo alla voce 3191D11+ ”Contributi per convegni e
seminari D11+”e corrispondentemente incrementare l’importo dello stanziamento sulla voce di
spesa 2100020002D11+ “Congressi e iniziative culturali dell’U.O. D11+”
VARIAZIONI
Voce di Bilancio
3191D11+
Stanziamento
0
ENTRATA
Variazioni in +/2.000,00
Totale
Stanziamento definitivo
2.000,00
2.000,00
Voce di Bilancio
Stanziamento
2100020002D11+
1.516,81
SPESA
Variazione in
+/2.000,00
Totale
2.000,00
Stanziamento definitivo
3.516,81
2.000,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Cesare Ferrante
3.516,81
Il Direttore
f.to Prof. Camillo Trapani
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
38. Dipartimento di Matematica e Informatica - Variazioni per maggiore entrata e maggiore
spesa per € 8.000,00 - Progetto europeo FETCH
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Dipartimento del 13/02/2014 relativa alla adesione del
Dipartimento al Progetto europeo FETCH (responsabile il dott. B. Lenzitti);
Visto che il suddetto progetto, per quanto riguarda l’Ateno Palermitano, è stato finanziato, per €
8.000,00 e
sta per ricevere un primo trasferimento di € 3.200,00;
Visto che in bilancio non è stata prevista tale entrata;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
84
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Considerato che la presente proposta è stata approvata con Decreto del Direttore n. 21 del
13/05/2014;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013 relativa all’approvazione
del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 punti 3 e 4bis per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 7 febbraio 2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare la
variazione
in
aumento
dello
stanziamento
relativo
alla
voce
1240D11+
“Contratti/Convenzioni/Accordi Programma con Organismi Pubblici Esteri o Internazionali” e
corrispondentemente incrementare l’importo dello stanziamento sulla voce di spesa
R6D11+P8RYFETC “Progetto europeo ETN FETCH responsabile dott. B. Lenzitti”
VARIAZIONI
Voce di Bilancio
1240D11+
Stanziamento
0
ENTRATA
Variazioni in +/8.000,00
Totale
Stanziamento definitivo
8.000,00
8.000,00
Voce di Bilancio
R6D11+P8RYFETC
Stanziamento
0
8.000,00
SPESA
Variazione in +/8.000,00
Totale
Stanziamento definitivo
8.000,00
8.000,00
Il Responsabile del procedimento
f.to Cesare Ferrante
8.000,00
Il Direttore
f.to Prof. Camillo Trapani
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
39. Dipartimento di Matematica e Informatica - Storni per impinguamento voci di spesa
2200080000D11+ “acquisto licenze d’uso per programmi informatici” e
6300010000D11+ “acquisto piccoli impianti mobili ed arredamenti vari” per copertura
spese per HPC e fornitura armadio Rack
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
85
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la necessità di impinguare le voci di spesa relative ad acquisto licenze d’uso per programmi
informatici ed acquisto piccoli impianti mobili ed arredamenti vari per la copertura delle spese
relative al rinnovo della manutenzione software di IBM Platform HPC con fornitura ed
installazione di un armadio Rack IBM;
Vista la delibera del Consiglio di Dipartimento del 28.3.2014 che propone lo storno di € 16.000,00
dalla voce di spesa 6300060000D11+ "acquisto materiale bibliografico ” alle voci di spesa
2200080000D11+ “acquisto licenze d’uso per programmi informatici” per € 11.500,00
e 6300010000D11+ “acquisto piccoli impianti mobili ed arredamenti vari ” per € 4.500,00;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013., relativa all’approvazione
del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Vsto l’art. 14 punti 3 e 4bis del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare lo
storno di € 16.000,00 dalla voce di spesa 6300060000D11+ "acquisto materiale bibliografico
” alle voci di spesa 2200080000D11+
“acquisto
licenze d’uso per
programmi
informatici” per
€ 11.500,00 e 6300010000D11+ “acquisto piccoli impianti mobili ed
arredamenti vari ” per € 4.500,00;
SPESA
Storno/Impinguamento
Voce di Bilancio
Stanziamento
6300060000D11+
64.114,75
- 16.000,00
Stanziamento
Storno/Impinguamento
1.000,00
11.500,00
Stanziamento
Storno/Impinguamento
8.000,00
4.500,00
SPESA
Voce di Bilancio
2200080000D11+
SPESA
Voce di Bilancio
6300010000D11+
Il Responsabile del procedimento
f.to Cesare Ferrante
Stanziamento
Definitivo
48.114.75
Stanziamento
Definitivo
12.500,00
Stanziamento
Definitivo
12.500,00
Il Direttore
f.to Prof. Camillo Trapani
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
86
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Letto ed approvato seduta stante.
40. Dipartimento di Matematica e Informatica - Storni per impinguamento voce di spesa
D200020003D11+ 2 “Spese per laboratorio e biblioteca altri costi” per copertura spesa
cablaggio di rete del Dipartimento di Matematica e Informatica
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la necessità di impinguare la voce di spesa relativa alle spese per laboratorio e biblioteca altri
costi motivata dalla copertura della spesa relativa al cablaggio di rete del Dipartimento;
Vista la delibera del Consiglio di Dipartimento del 28.3.2014 che propone gli storni dalle voci di
spesa D200020001D11+ “ Spese per laboratorio e biblioteca mat. inv.” di € 25.000,00 e
D200020002D11+ “ Spese per laboratorio e biblioteca mat.cons” di € 19.830,02 alla voce di spesa
D200020003D11+ “ Spese per laboratorio e biblioteca altri costi”;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2013., relativa all’approvazione
del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto l’art. 14 punti 3 e 4bis del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare gli
storni dalle voci di spesa D200020001D11+ “ Spese per laboratorio e biblioteca mat. inv.”di €
25.000,00 e D200020002D11+ “ Spese per laboratorio e biblioteca mat.cons” di € 19.830,02 alla
voce di spesa D200020003D11+ “ Spese per laboratorio e biblioteca altri costi”
SPESA
Storno/Impinguamento
Voce di Bilancio
Stanziamento
D200020001D11+
86.940,19
- 25.000,00
Stanziamento
Storno/Impinguamento
19.830,02
- 19.830,02
Stanziamento
Storno/Impinguamento
23.631,11
44.830,02
SPESA
Voce di Bilancio
D200020002D11+
SPESA
Voce di Bilancio
D200020003D11+
Il Responsabile del procedimento
f.to Cesare Ferrante
Stanziamento
Definitivo
61.940,19
Stanziamento
Definitivo
0
Stanziamento
Definitivo
68.461,13
Il Direttore
f.to Prof. Camillo Trapani
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
87
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
41. Dipartimento di Biomedico di Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.) - Variazione
per maggiore entrata e maggiore spesa per attività conto terzi a favore MERCK
SHARP & DOHME Italia srl
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 dell'o.d.g., relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
Visto
il Decreto del 9 maggio 2014 n. 65 del Direttore del Dipartimento di Biomedico di
Medicina Interna e Specialistica (Di.Bi.M.I.S.), relativo alla variazione per maggiore
entrata e maggiore spesa di € 29.820,24 connessa alla fattura n. 1 del 9.05.2014;
Considerato che la MERCK SHARP & DOHME Italia srl ha versato nel c/c dell’Ateneo la
somma di euro 29.820,24, relativa al pagamento della nostra fattura n°1 del
09/12/2013, emessa per l’incasso della prima tranche dello studio clinico IISP40945, di
cui è responsabile scientifico il prof. M. Averna;
Considerato che la predetta entrata non è stata prevista e che è pertanto necessario procedere a
variazione di bilancio per complessivi euro 29.820,24;
Visto
l’art. 14 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Si propone, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico-Finanziaria ad apportare la
variazione per maggiore entrata e maggiore spesa di € 29.820,24, come riportato nella seguente
tabella:
ENTRATA
Voce di Bilancio
e descrizione
1322D04+
Stanziamento
Variazione in +
Stanziamento definitivo
29.820,24
0
29.820,24
Totale
29.820,24
SPESA
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
88
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Voce di Bilancio e
descrizione
270002D04+0000
Stanziamento
Variazione in +/-
Stanziamento definitivo
3.400,00
2.100,00
5.500,00
0
23.247,20
23.247,20
0
894,61
894,61
0
1.192,81
1.192,81
0
298,20
298,20
0
2.087,42
2.087,42
270003D04+0000
270004D04+0000
1100020006D04+
5300010002D04+
R40000FFRAD04+
29.820,24
Totale
Il Responsabile del Procedimento
f.to Rag. Mario Piazzese
Il Direttore
f.to Prof. Antonio Craxi
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
42. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa - Distretto Sicilia Navtec - Consorzio
di Ricerca per l’Innovazione Tecnologica, Sicilia, Trasporti Navali, Commerciali e da
Diporto S.c.a.r.l.” – Progetto di formazione “Tecnologo del trattamento delle acque
inquinate navali“ PON02_00153_2849085 - CUP B68J12000290007, collegato al
progetto di ricerca “STI-TAM” - Avviso MIUR D.D.G. prot. 713/Ric del 29/10/2010 - PON
R&C 2007-2013- Regioni Convergenza Asse I Titolo II. Richiesta variazione di bilancio
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista
la nota dell’Area Ricerca e Sviluppo – Servizio di supporto alla ricerca prot.n.34099
del 15.05.2014 con oggetto: Distretto Sicilia Navtec - Consorzio di Ricerca per
l’Innovazione Tecnologica, Sicilia, Trasporti Navali, Commerciali e da Diporto
S.c.a.r.l.” – Progetto di formazione “Tecnologo del trattamento delle acque inquinate
navali“ PON02_00153_2849085 - CUP B68J12000290007, collegato al progetto di
ricerca “STI-TAM” - Avviso MIUR D.D.G. prot. 713/Ric del 29/10/2010 - PON R&C
2007-2013- Regioni Convergenza Asse I Titolo II. Richiesta variazione di bilancio,
che riporta nel testo quanto segue:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
89
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
“Come è noto sull’avviso citato in oggetto, il “Distretto Sicilia Navtec- Consorzio di
Ricerca per l’Innovazione Tecnologica, Sicilia, Trasporti Navali, Commerciali e da
Diporto S.c.a.r.l.”, del quale l’Università di Palermo è socio, ha presentato un progetto
di ricerca dal titolo “STI-TAM: Sviluppo di Tecnologie Innovative per il trattamento dei
rifiuti liquidi della navigazione finalizzate alla Tutela dell’Ambiente Marino” ed un
progetto di Formazione dal titolo “Tecnologo del trattamento delle acque inquinate
navali”, domanda PON02_00153_2849085, finanziato con D.D.G. n. 634/Ric del
08/10/2012.
Per lo svolgimento di parte delle attività formative del progetto di formazione
“Tecnologo del trattamento delle acque inquinate navali“ PON02_00153_2849085 –
CUP B68J12000290007, riguardanti la docenza, il tutoraggio ed il coordinamento, il
Distretto Sicilia Navtec ha espresso la volontà di avvalersi del personale docente e
tecnico amministrativo dei vari soci consorziati, tra cui l’Ateneo di Palermo, in
attuazione di quanto previsto dal citato art. 34 dello Statuto Consortile, il quale prevede
che “La Società potrà avvalersi del personale e delle strutture di ricerca dei soci, nelle
forme previste dalla legge e da appositi Regolamenti interni, previa convenzione che
ne disciplinerà le relative condizioni”.
A riguardo, è stata stipulata in data 17/03/2014 una convenzione tra il Distretto e
l’Ateneo di Palermo, giusto decreto rettorale n. 966/2014 del 17/03/2014, ratificato con
delibera del Consiglio di Amministrazione n. 7 del 15/04/2014, per lo svolgimento di
parte delle attività formative.
I docenti, ricercatori ed il personale TA dell’Università di Palermo che dovranno
svolgere le attività per il citato progetto di formazione afferiscono ai seguenti
Dipartimenti:
1. Dipartimento di Fisica e Chimica;
2. Dipartimento DICAM;
3. Dipartimento DEIM
Il Distretto Sicilia Navtec per le attività svolte dal personale dell’Ateneo provvederà a
rimborsare i costi valorizzati sulla base del costo orario di ciascuna unità di personale
coinvolta, inoltre, rimborserà le spese necessarie per i materiali di consumo e altri costi
di esercizio per il regolare svolgimento delle attività didattiche affidate, per un importo
massimo di € 12.000,00.
Per lo svolgimento delle attività di lezione, coordinamento e tutoraggio che verranno
svolte dal personale docente e amministrativo dell’Ateneo di Palermo, è stato
quantificato un costo complessivo pari ad € 33.752,00, che dovrà essere rimborsato da
parte del Distretto Sicilia Navtec, ripartito tra i Dipartimenti come di seguito riportato:
1. Dipartimento di Fisica e Chimica: € 21.300,50
2. Dipartimento DICAM: € 9.374,65
3. Dipartimento DEIM: € 3.076,85
Il Direttore del Dipartimento di Fisica e Chimica, Prof. Maurizio Leone, con nota prot. n.
985 del 06/05/2014, ha comunicato che la somma di € 12.000,00, relativa ad altre
spese correnti, riportata all’art. 3.5 della convenzione, verrà gestita dal Dipartimento
stesso, sotto la responsabilità scientifica del prof. Antonio Gianguzza, referente interno
per le attività formative per l’attuazione della convenzione.
Tenuto conto di quanto sopra, si chiede di iscrivere nel bilancio dell’Ateneo, per l’e.f.
2014, l’importo di € 45.752,00 quale quota per le attività di Formazione, riguardanti la
docenza, il tutoraggio ed il coordinamento, assegnate all’Ateneo di Palermo per il
progetto di formazione “Tecnologo del trattamento delle acque inquinate navali“
PON02_00153_2849085 - CUP B68J12000290007, collegato al progetto di ricerca
“STI-TAM”, provvedendo ad effettuare le conseguenti variazioni di bilancio come di
seguito riportato:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
90
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
ENTRATE
VOCE
12700009
DESCRIZIONE
Contratti/Convenzioni/Accordi-programma: con
"DISTRETTO NAVTEC" - Consorzio di ricerca per
l'innovazione tecnologica, Sicilia Trasporti Navali,
Commerciali e da Diporto S.c.a.r.l.
SPESE
VOCE
R.4.D08+.P0EH.DN
F1
R.4.D10+.P2KZ.DN
F1
R.4.D07+.P53W.DN
F1
Viste
Considerato
Vista
Visto
Tenuto conto
DESCRIZIONE
Progetto di formazione
PON02_00153_2849085 - DISTRETTO
NAVTEC - “Tecnologo del trattamento delle
acque inquinate navali“– CUP
B68J12000290007, prof. Antonio
Gianguzza
Progetto di formazione
PON02_00153_2849085 - DISTRETTO
NAVTEC - “Tecnologo del trattamento delle
acque inquinate navali“– CUP
B68J12000290007, prof. Antonino Valenza
Progetto di formazione
PON02_00153_2849085 - DISTRETTO
NAVTEC - “Tecnologo del trattamento delle
acque inquinate navali“– CUP
B68J12000290007, prof. Giuseppe Marcì
IMPORTO
€ 45.752,00
IMPORTO
€ 33.300,50
€ 9.374,65
€ 3.076,85
la scheda voce 12700009 in entrata e le schede voci di uscita di nuova
costituzione;
che al momento della presente proposta di delibera al consiglio di
Amministrazione non è stato incassato alcun importo relativo al Progetto in
oggetto;
della delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9, relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione d'Ateneo per l'E.F. 2014;
l’art. 14 punto 1 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità
dell’Università degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285
del 07/02/2013 e successive modifiche ed integrazioni;
del processo di dipartimentalizzazione d'Ateneo, conclusosi con la delibera del
Consiglio di Amministrazione del 27 Novembre 2012, che ha ridefinito la nuova
organizzazione dipartimentale;
DELIBERI
di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad operare le variazioni
per maggiore entrata e maggiore spesa, descritte in premessa, nel bilancio unico di previsione e.f.2014,
variando gli stanziamenti sia nell’entrata che nella spesa per la somma di euro 45.752,00 secondo lo
schema sotto riportato:
VARIAZIONI
ENTRATA
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
91
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Voce di Bilancio e
descrizione
Stanziamento
Variazione in +/-
12700009
€
380.800,00
TOTALE
€
380.800,00 €
USCITA
Voce di Bilancio e
descrizione
€
Stanziamento
Stanziamento definitivo
45.752,00 €
426.552,00
45.752,00 €
426.552,00
Variazione in +/-
Stanziamento definitivo
R.4.D08+.P0EH.DNF1
€
0 €
33.300,50
€
33.300,50
R.4.D10+.P2KZ.DNF1
€
0 €
9.374,65
€
9.374,65
R.4.D07+.P53W.DNF1
€
0 €
3.076,85
€
3.076,85
TOTALE
€
120.441,00 €
45.752,00
€
45.752,00
Il Responsabile del Procedimento
f.to Dott. Valerio Castiglia
Il Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’A.O.U.P.;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
43. Alienazione immobile sito in Palermo via Mario Rapisardi n. 13/c
L’argomento non è trattato in questa seduta
44. Determinazioni relative all’assegnazione degli spazi dell’edificio sito in Piazza Bologni e
dell’ex Collegio San Rocco
L’argomento non è trattato in questa seduta
45. Lavori di manutenzione straordinaria e interventi di riqualificazione energetica dell’Aula
F180 del corpo centrale dell’ex Facoltà di Ingegneria – edificio 8 Viale delle Scienze –
Parco d’Orléans
L’argomento non è trattato in questa seduta
46. Convenzione quadro tra il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le scienze del mare
(CONISMA) e l’Università degli studi di Palermo
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
92
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con nota e-mail del 15.04.2013 della Segreteria tecnica del Rettore, veniva trasmessa la bozza di
convenzione quadro da stipulare tra il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del
mare (di seguito CONISMA) e l’Università degli Studi di Palermo.
Tale proposta perveniva dal Prof. Antonio Mazzola, Direttore del Dipartimento di Scienze della
Terra e del Mare di Ateneo, nonché Vice-presidente del medesimo CONISMA.
Con nota prot. n. 32804 del 2.5.2013, rilevando che il rapporto negoziale aveva per oggetto
l’instaurazione di una collaborazione scientifica tra il CONISMA ed alcuni Dipartimenti di Ateneo
con il fine di realizzare programmi di ricerca comune, questo Servizio esprimeva un primo parere in
ordine al testo convenzionale.
Successivamente perveniva la nota prot. n. 452 del 14.10.2013, con la quale il CONISMA
trasmetteva nuovo testo di convenzione rielaborato.
Quindi, con nota prot. n. 74843 del 28.10.2013, il Servizio scrivente esprimeva nuovo parere
formulando alcuni emendamenti al testo proposto dal Conisma.
Veniva, inoltre segnalata al Prof. Mazzola la necessità di acquisire le deliberazioni dei Consigli di
Dipartimento di Ateneo interessati in ordine all’assunzione da parte dei medesimi degli impegni
contrattuali.
Con nota e-mail del 4.4.2014, il Prof. Mazzola trasmetteva il testo di convenzione rimodulato alla
luce delle proposte di modifica formulate da questo Settore, unitamente ad una breve relazione sul
Consorzio in parola.
Venivano, inoltre, trasmessi gli estratti dei verbali delle sedute del 9.5.2013, del 19.06.2013 e del
27.02.2014, nelle quali i Consigli rispettivamente del Dipartimento di Scienze della Terra e del
Mare (DISTEM), del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche
(STEBICEF) e del Dipartimento di Ingegneria, Civile, Ambientale, Aerospaziale dei Materiali
(DICAM) deliberavano di approvare la stipula della convenzione in parola, impegnandosi ad
adempiere alle relative obbligazioni contrattuali.
Quanto sopra premesso si osserva che il CONISMA è un consorzio interuniversitario partecipato
da 32 Università consorziate, tra cui l’Università degli Studi di Palermo. Il Consorzio si propone di
promuovere e coordinare le ricerche e le altre attività scientifiche e applicative nel campo delle
Scienze del Mare; in particolare il CONISMA si propone di favorire le collaborazioni tra Università,
altri Enti di ricerca, Enti locali e territoriali e Industrie, anche al fine di eventuale partecipazione alla
costituzione e gestione di laboratori esteri o internazionali operanti nel campo delle Scienze del
Mare.
Il CONISMA ha personalità giuridica (D.M. del MIUR 15.03.1996 e 16.05.1996), è posto sotto la
vigilanza del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, è iscritto all’Anagrafe
Nazionale della Ricerca (n. 515810DU) e fa parte – con un proprio rappresentante - dell’European
Marine Board dell’European Science Foundation.
Dalla relazione trasmessa dal Prof. Mazzola, inoltre, si apprende che il CONISMA è impegnato
nell’esecuzione di vari progetti di ricerca (21 istituzionali e 15 commerciali), tra i quali il progetto
Bandiera RITMARE, l’Accordo con l’ISPRA per la Marine Strategy, i progetti europei quali primo tra
tutti CoCoNET, il progetto BIOMAP con l’ARPA Puglia.
Con la stipula della convenzione quadro in parola le parti concordano di collaborare per la
realizzazione di progetti di ricerca finanziati; previi successivi accordi specifici, sia il CONISMA che
i Dipartimenti interessati potranno partecipare all’esecuzione delle attività di singoli programmi di
ricerca mettendo a disposizione attrezzature, risorse umane e/o locali. Ai fini della stipulanda
convenzione, inoltre, viene localizzata presso il Distem una unità locale di ricerca del CONISMA.
Il Senato Accademico ha espresso parere favorevole alla stipula, con delibera n. 7 del 6.5.2014.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
93
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione deliberi:
- di approvare la stipula della convenzione di cui in oggetto, nel testo di seguito riportato:
“
CONVENZIONE QUADRO
TRA
Il Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare (qui di seguito denominato
CoNISMa), con sede legale in Roma, Via Isonzo 32, codice fiscale 91020470109 rappresentata
dal Presidente e legale rappresentante Prof. Angelo Tursi, nato a Taranto (TA) il 7/03/1951,
domiciliato per la carica presso la sede del Consorzio, a quanto segue autorizzato dalla Giunta
Amministrativa del CoNISMa con delibera del 10 ottobre 2013 (Verbale n. 157),
E
l’Università degli Studi di Palermo (qui di seguito Università di Palermo), con sede in Piazza
Marina, - 90133 Palermo - Codice Fiscale 80023730825 - Partita IVA 00605880822, rappresentata
dal Magnifico Rettore prof. Roberto Lagalla nato a Bari il 16/04/1955 a quanto segue autorizzato
dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del….
PREMESSO, CONSIDERATO, RICONOSCIUTO CHE
– l’Università è il centro primario della ricerca scientifica oltre che della formazione e che è
compito delle Università elaborare e trasmettere criticamente le conoscenze scientifiche, anche
promuovendo forme di collaborazione con Soggetti di ricerca extra - ovvero intra - universitari
per promuovere l’esecuzione anche congiunta di progetti finanziati dallo Stato e da altri
Organismi pubblici, nazionali, internazionali o Soggetti privati;
– in base all’atto costitutivo e allo statuto, il CoNISMa ha il compito di promuovere e coordinare le
ricerche e le altre attività scientifiche e formative nel campo delle Scienze del Mare tra le
Università consorziate, favorendo collaborazioni tra le Università ed altri Enti di Ricerca pubblici
o privati, tanto nazionali che internazionali;
– in relazione all’assetto organizzativo dell’Università di Palermo, le attività nel settore delle
Scienze del Mare sono svolte principalmente presso i propri Dipartimenti che già afferiscono al
Consorzio e che di seguito sono evidenziati: Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare
(DiSTeM); Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali (DICAM),
Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche (STEBICEF);
– in tal senso, in via estensiva, ulteriori Dipartimenti potranno
essere coinvolti nelle
problematiche del mare, anche investendo competenze economiche, giuridiche, sociali,
veterinarie ecc., già presenti ed attive nell’Università di Palermo ed altre competenze che, di
volta in volta, possano essere coinvolte in attività formative e di ricerca;
– è ritenuto opportuno da parte dell’Università di Palermo e del CoNISMa, dare maggiore
impulso a dette attività di ricerca e formative, utilizzando le risorse del Consorzio e
valorizzando le sinergie tra tali risorse ed i mezzi messi a disposizione dall'Università di
Palermo;
– sussiste la necessità, per i docenti, i ricercatori ed i tecnici dell'Università di Palermo di poter
accedere ai laboratori nazionali e internazionali che operano nel campo delle Scienze del Mare
– ivi incluso l’accesso ai mezzi navali – “facilities” tutte che sono riconducibili al nell’ambito
della propria attività di coordinamento consortile;
– il CoNISMa intende favorire la promozione e lo sviluppo delle attività didattiche con azioni di
sostegno e di rafforzamento, con particolare riguardo ai Master ed al Dottorato di Ricerca, e
contribuire alla preparazione di figure professionali altamente qualificate, sia attraverso
l’organizzazione di Scuole nazionali e di corsi di formazione per tecnici, sia attraverso
l’appoggio ai Corsi di Studio e di Perfezionamento, alle Scuole di Specializzazione e alle
Scuole di Dottorato, atteso che tali azioni si esplicheranno tanto mediante il finanziamento di
borse di studio (come già avvenuto numerose volte negli anni addietro), tanto attraverso il
coinvolgimento diretto di ricercatori ed altri esperti di alta specialità e di competenze elevate su
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
94
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
indicazione dell’Università ed in sinergia con la stessa, ed infine utilizzando laboratori e risorse
proprie che potranno derivare da progetti nazionali ed internazionali;
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE
ART. 1
Considerato quanto espresso nelle “Premesse”, che fa parte integrante della presente
Convenzione, le attività del CoNISMa potranno essere svolte presso i Dipartimenti
precedentemente citati nonché presso gli altri che potranno aggiungersi nel tempo, appartenenti
all’Università di Palermo.
Ai fini della presente Convenzione, l’Unità Locale di Ricerca CoNISMa (qui di seguito ULR) è
localizzata presso il Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare (DiSTeM), Via Archirafi, 22 cap
90123 Palermo, stante la maggiore concentrazione di competenze sulle Scienze del Mare
attualmente presenti presso predetto Dipartimento.
ART. 2
A. Per quanto riguarda gli aspetti generali e per quanto pertiene all’attività di programmazione,
l’esecuzione, applicazione della presente Convenzione è affidata:
– per l’Università di Palermo, al Rappresentante dell’Università in seno al Consiglio Direttivo
del CoNISMa;
– per il CoNISMa, al Presidente.
B. Per quanto riguarda gli aspetti operativi, tecnico-scientifici, logistici e amministrativi, legati alla
realizzazione delle attività di uno specifico progetto allocate presso l’Università di Palermo,
l’applicazione delle norme pattuite nella presente Convenzione verrà affidata:
– per l’Università di Palermo, al Direttore del Dipartimento dove saranno svolte dette attività;
– per il CoNISMa, ad un Responsabile ULR di progetto, nominato dalla Giunta
Amministrativa e comunicato al Rappresentante dell’Università in seno al Consiglio
Direttivo del CoNISMa.
ART. 3
I programmi di ricerca che si possono articolare - in quanto alla loro concreta esecuzione - in
progetti specifici dell’ULR CoNISMa sono predisposti, approvati e finanziati dagli Organi direttivi
del CoNISMa, previi accordi con i Dipartimenti coinvolti che autorizzano l’esecuzione delle attività,
sulla base del proprio assetto organizzativo interno, anche per quanto pertiene alla disponibilità di
personale e di attrezzature dei Dipartimenti secondo quanto previsto ai successivi articoli della
presente Convenzione.
La responsabilità dell’attuazione dei programmi approvati è riservata ai Soggetti affidatari di cui al
precedente Art. 2 in base alle rispettive competenze.
ART. 4
Programmi comuni di ricerca del CoNISMa e dei Dipartimenti di cui all’Art. 1, primo comma,
possono essere finanziati:
a) direttamente tramite il CoNISMa e i Dipartimenti con la previsione di attivazione di specifici
progetti - inclusi quei progetti che devono essere svolti in determinate aree geografiche indicate
da specifici programmi e o call nazionali e internazionali;
b) utilizzando i contributi pubblici per i progetti di ricerca scientifica acquisiti e di pertinenza di
ciascuna Parte coinvolta nei programmi stessi.
Il CoNISMa e i Dipartimenti di cui all’Art. 1 potranno assegnare proprio personale alla realizzazione
di tali programmi secondo quanto previsto dai successivi artt. 7 e 8.
Il Direttore del CoNISMa in base ai dati amministrativi ed economici desumibili dal sistema
contabile del CoNISMa e in accordo con il Responsabile ULR di progetto di cui all’Art.2 preparerà
una relazione certificata sull’entità dei finanziamenti stanziati dal CoNISMa per tutti quei programmi
che prevedono il coinvolgimento, e che hanno coinvolto il personale scientifico e tecnico afferente
ai Dipartimenti. Tale relazione verrà trasmessa annualmente e a consuntivo, dal Presidente del
CoNISMa al Rappresentante dell’Università in seno al Consiglio Direttivo del CoNISMa che
provvederà, a sua volta a trasmetterla al Rettore e ai competenti uffici dell’Università.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
95
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
ART. 5
I Dipartimenti, previi specifici accordi sottoscritti dalle Parti, potranno consentire che attrezzature
acquistate con risorse del CoNISMa vengano allocate ed installate presso i locali dei Dipartimenti. I
Dipartimenti, compatibilmente con le esigenze di ricerca del CoNISMa potranno utilizzare dette
attrezzature per progetti di ricerca del Dipartimento stesso.
Analogamente, i ricercatori dei Dipartimenti e loro eventuali collaboratori beneficiari di un contratto
ad hoc e di cui ai seguenti artt. 7 e 8 - impegnati nell’esecuzione di progetti del CoNISMa, previi
specifici accordi sottoscritti tra le parti, potranno utilizzare attrezzature dei Dipartimenti,
compatibilmente con le esigenze di ricerca dei Dipartimenti.
I costi di gestione di tali attrezzature ed i materiali di consumo, saranno a carico della Parte che
avrà titolo di utilizzarli.
I costi assicurativi e di manutenzione straordinaria verranno concordati di volta in volta secondo le
peculiarità del caso.
ART. 6
Nell’attuazione dei programmi in relazione a specifici progetti, nei limiti e nelle forme consentite e
previste da ciascuno di essi, verranno riconosciute al Dipartimento ospitante le attività, forme di
ristoro finanziario al fine di compartecipare al rimborso degli oneri di funzionamento ordinario. Detti
interventi finanziari saranno stabiliti secondo modalità tecnico giuridiche compatibili rispetto
all’assetto contrattuale di ciascun progetto, nonché nella misura concordata tra il Responsabile
ULR di progetto ed il Direttore del Dipartimento, i quali daranno comunicazione ufficiale al
Presidente del CoNISMa e al Rappresentante dell’Università in seno al Consiglio Direttivo del
CoNISMa.
In ogni caso, le attività relative ad eventuali progetti di ricerca implementati per conto del CoNISMa
saranno poste in essere dai Dipartimenti accademici interessati nei limiti della quota di progetto ad
essi destinati e nel rispetto del vigente Regolamento per la gestione dei programmi di ricerca
dell’Università degli Studi di Palermo.
ART. 7
L’Università prende atto che il CoNISMa può svolgere i propri programmi utilizzando personale
proprio ai sensi del successivo art. 8 e/o personale dipendente da altri Enti comandato o distaccato
presso l’Unità Locale di Ricerca.
Il personale del CoNISMa, preventivamente informato dal CoNISMa stesso, nella qualità di datore
di lavoro, si dovrà attenere alle norme generali di disciplina e di sicurezza vigenti all’interno dei
Dipartimenti, norme che il Dipartimento si impegna a comunicare (comprensivi di eventuali
aggiornamenti) e di cui il CoNISMa dichiara di impegnarsi a prendere visione e che dichiara di
accettare e far accettare dal personale che opera presso la struttura Dipartimentale.
I Dipartimenti sono esonerati da qualsiasi responsabilità nei confronti del suddetto personale e per
gli atti dallo stesso personale compiuti nell’ambito delle strutture operative appartenenti ai
Dipartimenti coinvolti. A tal fine il personale del CoNISMa e il personale degli altri enti dovrà essere
coperto da idonea polizza di assicurazione, a carico del CoNISMa o degli enti di appartenenza, per
infortuni e responsabilità civile per tutta la durata delle attività.
La lista del personale di cui al presente articolo, ed ogni sua variazione, sarà concordata tra il
Direttore del Dipartimento ed il Responsabile ULR di progetto e verrà comunicata al Direttore del
CoNISMa e al Rappresentante dell’Università all’interno del Consiglio Direttivo del CoNISMa.
ART. 8
Allo svolgimento dei programmi del CoNISMa articolatisi successivamente nei progetti di comune
interesse con i Dipartimenti, collabora personale docente e tecnici dipendenti dall’Università, previo
assenso degli interessati e nulla osta del Dipartimento di afferenza. A detto personale il CoNISMa
può assegnare un incarico gratuito di ricerca, o di collaborazione tecnica, che preveda, sotto il
profilo finanziario, il solo rimborso delle spese sostenute dai collaboratori stessi per l’esecuzione
delle attività predette. Nei limiti delle norme vigenti, può essere assegnato dal CoNISMa al
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
96
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
personale docente e ricercatore un “incarico di ricerca” retribuito ed ai tecnici associati agli stessi
programmi un “incarico di collaborazione tecnica” retribuito, nel rispetto delle norme previste nel
Regolamento in materia di incarichi retribuiti dell’Università di Palermo e della normativa nazionale.
L’espletamento degli incarichi deve essere compatibile con il pieno adempimento, da parte degli
interessati, dei propri doveri nei confronti dell’Università.
L’Università accorda al CoNISMa la possibilità di rendicontare i costi correlati all’attività svolta da
detto personale nell’ambito di programmi, nazionali ed internazionali, di comune interesse e nei
quali sia previsto il co-finanziamento tramite il computo di mesi/uomo impegnati nelle attività di cui
trattasi.
L’Università, a sua volta e con le stesse modalità, può utilizzare per le proprie attività scientifiche e
didattiche, previo nulla osta del Responsabile ULR di progetto e consenso degli interessati,
personale dipendente o collaboratore del CoNISMa nell’ambito di attività istituzionali proprie di
condiviso e comune interesse dell’ULR.
ART. 9
Il CoNISMa si impegna, a cadenza annuale ed in occasione della consegna del bilancio consuntivo
annuale, a trasmettere all’Università di Palermo apposita scheda contabile certificata, estratta dal
proprio stesso Bilancio, da cui si desumano le risorse ed i costi per facilities, umane e strumentali,
opportunamente valorizzate anche quali contributi in natura di cui il Dipartimento - in cui è allocata
l’ULR CoNISMa - ha usufruito nel corso dell’anno. Tali risorse, così valorizzate e certificate,
andranno a far parte del Bilancio ampliato agli Enti partecipati dell’Università di Palermo, ai sensi
dell'articolo 6 del Dlgs 27 gennaio 2012 n.18.
ART. 10
Il CoNISMa e l'Università di Palermo concordano sull’opportunità di menzionare reciprocamente
l’altra Parte in ogni opera o scritto scientifico relativo ai propri programmi di attività svolti presso o
con il concorso di una delle Parti, nel quadro della presente Convenzione e si impegnano a vigilare
che gli autori ottemperino a questa indicazione.
ART. 11
Nell’ambito di progetti commissionati a CoNISMa da Enti Pubblici e Privati, il Consorzio potrà
avvalersi, mediante la stipula di appositi contratti a corrispettivo, di prestazioni e servizi dei
Dipartimenti per l’esecuzione di ricerche, consulenze e studi specifici.
ART. 12
Le Parti aderenti alla presente Convenzione hanno facoltà di recedere unilateralmente dalla
Convenzione stessa; il recesso deve essere esercitato con comunicazione scritta da notificare
all’altra Parte mediante raccomandata a/r o PEC. Il recesso ha effetto decorsi 30 giorni dalla data
di notifica dello stesso. In caso di esercizio di recesso unilaterale, le Parti convengono fin d’ora che
saranno portate a termine tutte le attività in itinere previste dalla Convenzione e da eventuali
accordi attuativi in corso di esecuzione al momento del recesso, salvo diverse pattuizioni
specifiche intervenute tra le Parti.
Per eventuali controversie che dovessero insorgere in merito all’interpretazione e all’esecuzione di
quanto disposto con la presente convenzione sarà competente il Foro di Palermo.
ART. 13
La presente Convenzione ha durata di 4 anni e si ritiene automaticamente rinnovata per un eguale
periodo di durata alla prima scadenza quadriennale a meno che una o entrambe le Parti contraenti
non intendano dar corso al rinnovo. Tale manifestazione di volontà dovrà essere oggetto di
informativa tramite preavviso da comunicarsi almeno tre mesi prima della scadenza.
Palermo, ...............................
IL RETTORE
DELL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI
PALERMO
IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO
NAZIONALE INTERUNIVERSITARIO
PER LE SCIENZE DEL MARE
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
97
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Prof. ROBERTO LAGALLA
Prof. ANGELO TURSI
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Antonino Pollara
Il Dirigente
f.to Dott. Sergio Casella
Il Consiglio di Amministrazione
VISTA la delibera del Consiglio di Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare (DISTEM) del
09.05.2013 seduta n.3;
VISTA la delibera del Consiglio di Dipartimento di Scienze Chimiche e Tecnologiche, Biologiche
Chimiche e Farmaceutiche (STEBICEF) del 19.06.2013 verbale n.6;
VISTA la delibera del Consiglio di Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei
Materiali (DICAM) del 27.02.2014 verbale n.3;
VISTO lo Statuto del CONISMA;
VISTO il testo di convenzione sopra riportato;
VISTO il parere favorevole espresso dal Senato Accademico nella seduta 06.05.2014 al punto 7;
VISTA la relazione del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto e approvato seduta stante
47. Proposta di rinnovo del Centro Interdipartimentale CITC Centro Interdipartimentale di
Tecnologie della Conoscenza
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Si sottopone all’attenzione del Consiglio di Amministrazione la proposta di rinnovo del Centro
Interdipartimentale CITC - Centro Interdipartimentale di Tecnologie della Conoscenza.
A tal proposito, gli artt. 34 e 35 del Regolamento Generale di Ateneo espressamente recitano:
“1. I Centri Interdipartimentali di ricerca sono costituiti, ai sensi dell’art. 31 dello Statuto, su
proposta di docenti e/o ricercatori a tempo determinato interessati, afferenti a Dipartimenti diversi.
2. La proposta deve indicare gli ambiti di attività e gli obiettivi, contenuti in un programma di durata
almeno triennale e non superiore ad anni sei.
3. I Centri Interdipartimentali non possono essere sede di riferimento di corsi di studi né sede di
dottorati di ricerca. Possono essere sede di master di I e di II livello. Possono richiedere
l’attivazione di assegni di ricerca di tipo B (art. 22 comma 4 lettera b della L. 240/2010) e stipulare
contratti di collaborazione.
4. La proposta di istituzione deve essere approvata dai Consigli dei Dipartimenti di afferenza dei
proponenti. La delibera di approvazione deve indicare le risorse messe a disposizione anche in
forma non esclusiva.
5. I Centri Interdipartimentali sono istituiti dal Consiglio di Amministrazione previo parere del
Senato Accademico.
6. La gestione amministrativa e contabile dei Centri Interdipartimentali è affidata alla struttura
amministrativa di uno dei Dipartimenti che contribuiscono alla loro costituzione”.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
98
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
“1. Il Centro Interdipartimentale viene istituito per un periodo strettamente limitato alla durata del
programma di attività, indicato nella proposta di attivazione.
2. È possibile avanzare la proposta motivata di rinnovo. In quest’ultimo caso si applica la
procedura di approvazione e istituzione di cui al precedente articolo”.
Il Senato Accademico nella seduta del 27 marzo 2012 ha deliberato di “rinnovare per due anni i
sotto elencati Centri Interdipartimentali, avendo gli stessi avanzato istanza di rinnovo contenente
gli ambiti e gli obiettivi di ricerca, nonché il programma dell’attività avente una durata almeno
triennale e non superiore a sei anni, acquisite le delibere dei Dipartimenti proponenti e partecipanti
ai Centri Interdipartimentali, nonché l’indicazione dei docenti che ne faranno parte:
- C.I.R.I.A.S. Centro Interdipartimentale di Ricerca di Ingegneria della Automazione e dei Sistemi.
- C.I.B.A. Centro Interdipartimentale di Biotecnologie Applicate.
- C.I.R.D.P.E. Centro Interdipartimentale sul Diritto Privato Europeo.
- C.I.T.C. Centro Interdipartimentale di Tecnologie della Conoscenza.
A conclusione dei periodi così determinati, ciascun Centro Interdipartimentale dovrà presentare
idonea rendicontazione sulla stessa, sia dal punto di vista scientifico che finanziario. Quest’ultima
sarà oggetto di valutazione anche ai fini di ulteriore richiesta di rinnovo”.
Il Direttore del Centro CITC ha presentato motivata istanza di rinnovo contenente gli ambiti e gli
obiettivi di ricerca, nonché il programma dell’attività avente una durata di sei anni, acquisite le
delibere dei Dipartimenti proponenti e partecipanti al Centro Interdipartimentale, nonché
l’indicazione dei docenti che ne faranno parte e la descrizione delle azioni ed obiettivi del Centro.
Il Direttore del Centro CITC - Centro Interdipartimentale di Tecnologie della Conoscenza ha
trasmesso i verbali dei seguenti Dipartimenti, proponenti e partecipanti al Centro: Dipartimento
Biomedico di Medicina Interna e Specialistica, del Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e
Neuroscienze Cliniche (BIONEC), del Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche e
Forensi, del Dipartimento di Fisica e Chimica, del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale,
Informatica, Meccanica, del Dipartimento di Matematica e Informatica, Dipartimento di Scienze per
la promozione della salute e materno infantile “Giuseppe D’Alessandro”, Dipartimento di Scienze
Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione, del Dipartimento Scienze Umanistiche, con i quali
si esprime parere favorevole al rinnovo del Centro in questione e si indicano i docenti che ne
faranno parte. La durata del progetto è prevista in sei anni.
La gestione del Centro è affidata al Dipartimento di Matematica e Informatica.
Il Senato Accademico nella seduta del 06 maggio 2014 ha espresso parere favorevole al rinnovo
del Centro in questione.
Alla luce di quanto esposto, si chiede, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione presa visione
della documentazione allegata, approvi il rinnovo del Centro citato.
Il Responsabile del procedimento
F..to Dott.ssa Maria Rosa Donzelli
Il Dirigente
F.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visti gli artt. 34 e 35 del Regolamento Generale di Ateneo che espressamente recitano:
“1. I Centri Interdipartimentali di ricerca sono costituiti, ai sensi dell’art. 31 dello Statuto, su
proposta di docenti e/o ricercatori a tempo determinato interessati, afferenti a Dipartimenti diversi.
2. La proposta deve indicare gli ambiti di attività e gli obiettivi, contenuti in un programma di durata
almeno triennale e non superiore ad anni sei.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
99
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
3. I Centri Interdipartimentali non possono essere sede di riferimento di corsi di studi né sede di
dottorati di ricerca. Possono essere sede di master di I e di II livello. Possono richiedere
l’attivazione di assegni di ricerca di tipo B (art. 22 comma 4 lettera b della L. 240/2010) e stipulare
contratti di collaborazione.
4. La proposta di istituzione deve essere approvata dai Consigli dei Dipartimenti di afferenza dei
proponenti. La delibera di approvazione deve indicare le risorse messe a disposizione anche in
forma non esclusiva.
5. I Centri Interdipartimentali sono istituiti dal Consiglio di Amministrazione previo parere del
Senato Accademico.
6. La gestione amministrativa e contabile dei Centri Interdipartimentali è affidata alla struttura
amministrativa di uno dei Dipartimenti che contribuiscono alla loro costituzione”.
“1. Il Centro Interdipartimentale viene istituito per un periodo strettamente limitato alla durata del
programma di attività, indicato nella proposta di attivazione.
2. È possibile avanzare la proposta motivata di rinnovo. In quest’ultimo caso si applica la
procedura di approvazione e istituzione di cui al precedente articolo”.
Vista la delibera n. 13 adottata dal Senato Accademico nell’adunanza del 27 marzo 2012;
Considerato che ha presentato motivata istanza di rinnovo il Centro Interdipartimentale CITC –
Centro Interdipartimentale di Tecnologie della Conoscenza;
Visto il parere espresso dal Senato Accademico nella seduta del 06 maggio 2014;
Vista la relazione del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare il rinnovo per sei anni del Centro Interdipartimentale CITC - Centro Interdipartimentale
di Tecnologie della Conoscenza, avendo lo stesso avanzato istanza di rinnovo contenente gli
ambiti e gli obiettivi di ricerca, nonché il programma dell’attività avente una durata di sei anni,
acquisite le delibere dei Dipartimenti proponenti e partecipanti al Centro medesimo, nonché
l’indicazione dei docenti che ne faranno parte.
A conclusione del periodo così determinato, il Centro Interdipartimentale in questione dovrà
presentare idonea rendicontazione sulla stessa, sia dal punto di vista scientifico che finanziario.
Quest’ultima sarà oggetto di valutazione anche ai fini di ulteriore richiesta di rinnovo.
Letto ed approvato seduta stante.
48. Varie, eventuali e sopraggiunte
L’argomento non è trattato in questa seduta
49. Rinnovo Convenzione tra l’Università degli Studi di Palermo – Dipartimento di
Scienze Umanistiche – e l’Associazione per la Musica Antica “Antonio Il Verso”
Con nota formale, il presidente dell’Associazione per la Musica Antica “Antonio Il Verso”, Sig.ra
Maria Teresa Amari, rende noto che la convenzione sottoscritta con questa università nell’ aprile
2011, che prevede la concessione a titolo gratuito di un locale all’interno della sezione
musicologica del Dipartimento di Scienze Umanistiche (cfr pianta allegata), per le esigenze
organizzative dell’Associazione, nonché la concessione di spazi adeguati alla realizzazione dei
concerti, è prossima alla scadenza.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
100
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Ritenuto che la collaborazione tra l’Università e l’Associazione ha prodotto negli anni rilevanti studi
scientifici, pubbliche esecuzioni, registrazioni discografiche televisive realizzate in Sicilia, in Italia e
all’estero, spesso in collaborazione con prestigiosi enti, chiede al Magnifico Rettore di questo
Ateneo che vengano messe in atto tutte le procedure necessarie per il rinnovo della convenzione
per i prossimi tre anni accademici.
Considerato che il giorno 14 aprile 2014 il Consiglio del Dipartimento di Scienze
Umanistiche ha espresso parere favorevole al rinnovo della Convenzione tra il Dipartimento
medesimo e l’Associazione musicale “Antonio Il Verso”,
Considerato quanto sopra, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
a) di approvare ed autorizzare l’appresso riportata convenzione tra l’Università degli Studi di
Palermo – Dipartimento di Scienze Umanistiche – e l’Associazione per la Musica Antica “Antonio
Il Verso”
“”“”RINNOVO CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA’ DIDATTICHE,
ARTISTICHE E SCIENTIFICHE IN COLLABORAZIONE TRA L’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI
PALERMO – DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE – E L’ASSOCIAZIONE PER LA
MUSICA ANTICA “ANTONIO IL VERSO”
L’anno 2014, il giorno ______________________ del mese di __________________
TRA
L’Università degli Studi di Palermo, di seguito “Università”, codice fiscale 80023730825, con sede
a Palermo, piazza Marina, in persona del Rettore, prof. Roberto Lagalla, domiciliato per la carica a
Palermo, in Piazza Marina 61, autorizzato alla sottoscrizione del presente atto con delibera del
Consiglio di Amministrazione in data _______________________
E
L’Associazione per la musica antica “Antonio Il Verso” di seguito “Associazione”, codice fiscale e
partita IVA n. 03644890828, costituitasi nel 1988 senza fini di lucro, con sede in Palermo, via
Catania 3, in persona del presidente, signora Teresa Amari, domiciliato per la carica in via Catania
3, autorizzata alla sottoscrizione del presente atto con delibera del Consiglio Direttivo in data
___________,
PREMESSO CHE
-tra la sezione musicologica del Dipartimento di Scienze Umanistiche (d’ora in avanti
“Dipartimento”) dell’Università di Palermo e l’Associazione, che ha come scopo statutario lo studio,
l’esecuzione, la didattica ed ogni forma di diffusione della musica antica, medievale, rinascimentale
e barocca, esiste da tempo una documentata attività di collaborazione scientifica, artistica e
didattica;
-che lo stretto legame tra Università e Associazione è sancito inoltre dal fatto che questa è sorta ed
è stata promossa in seno all’Istituto di Storia della Musica, confluito dapprima nel Dipartimento
“Aglaia”, poi “Fieri-Aglaia”, quindi nell’attuale di Scienze Umanistiche, da alcuni studenti (oggi
docenti e nel Conservatorio e nell’Università), che ne sono tuttora, assieme ad attuali studenti,
animatori;
-che tale collaborazione ha prodotto negli anni studi scientifici, pubbliche esecuzioni, registrazioni
discografiche, radiofoniche e televisive, realizzate in Sicilia, in Italia e all’estero, spesso in
collaborazione con prestigiosi enti, quali la Fondazione Teatro Massimo di Palermo, la casa
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
101
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
discografica francese K-617/Harmonia-Mundi ed il Rèseau Europèen de Musique Ancienne
(REMA);
-che Le Antiche Musiche Elleniche, nell’edizione pratica curata da Paolo Emilio Carapezza, gli
oratori di David Perez, maestro di cappella nella Cattedrale di Palermo a metà del XVIII secolo, la
liturgia solenne, a dodici cori vocali e strumentali, del Vespro dello Stellario della Beata Vergine di
Bonaventura Rubino, tal quale celebrata a Palermo nel 1644, sono soltanto alcuni degli oggetti di
studio pubblicati in edizione moderna dall’Istituto, poi Dipartimento, e che proprio per questo hanno
successivamente trovato realizzazione sonora e diffusione nel mondo attraverso esecuzioni,
registrazioni discografiche e trasmissioni radiofoniche e televisive, che hanno ricevuto importanti
premi discografici internazionali a testimonianza del felice esito della collaborazione tra l’Università
e l’Associazione.
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:
Articolo 1
Le premesse costituiscono parte integrante della presente convenzione.
Articolo 2
L’Università e l’Associazione intendono collaborare alla realizzazione sonora delle musiche
antiche, medievali, rinascimentali e barocche, studiate presso la sezione musicologica del
Dipartimento di Scienze Umanistiche, organizzandone pubbliche esecuzioni, registrazioni
discografiche, seminari di studio ed eventuali stages di attività formative musicali teoriche e
pratiche relativi alla prassi esecutiva della musica antica. A tale scopo l’Associazione metterà a
disposizione il proprio ensemble musicale, i propri esperti e la propria organizzazione sulla base di
quanto concordato in tal senso tra l’Associazione e l’Università, senza alcun onere di spesa da
parte dell’università.
L’Università, dal canto proprio, parteciperà a dette attività con le proprie ricerche, mettendo a
disposizione dell’Associazione un locale per le esigenze di organizzazione all’interno della sezione
musicologica del Dipartimento di Scienze Umanistiche, in via Divisi 81 – 83, contrassegnato con il
n. 6 nella pianta allegata. L’Università, inoltre, fornirà compatibilmente con le proprie attività
istituzionali, spazi adeguati alla realizzazione di concerti, stage o seminari, per la pubblica fruizione
(luoghi per l’esecuzioni di pubblici concerti) e per la preparazione degli stessi (prove e quant’altro
utile alla loro realizzazione), secondo quanto concorderà in tal senso con l’Associazione.
Articolo 3
Le parti convengono che alle attività concertistiche aperte al pubblico, citate tra quelle individuate
nell’articolo 2 di questa convenzione, possano partecipare i dipendenti e gli studenti dell’Università,
con riduzione del 50% sul prezzo del biglietto o dell’abbonamento. Inoltre l’Associazione offrirà a
proprie spese due concerti all’anno concordati con l’Università.
Articolo 4
La presente convenzione decorre dalla data di stipula e avrà durata di tre anni.
Articolo 5
Le spese di registrazione, che sarà effettuata a tassa fissa e solo in caso d’uso, saranno a carico
della parte richiedente.
Articolo 6
Per ogni eventuale controversia che dovesse sorgere dall’interpretazione e/o esecuzione della
presente convenzione sarà competente il Foro di Palermo.
Palermo, _____________________
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
102
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Per l’Associazione per la Musica Antica
“Antonio Il Verso”
Per l’Università degli Studi
di Palermo
Il Presidente
f.to Sig.ra Teresa Amari
Il Rettore
f.to Prof. Roberto Lagalla) “”
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott. Antonino Pollara
Il Dirigente
F.to Dott. Sergio Casella
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VISTA la nota del presidente dell’Associazione per la Musica Antica “Antonio Il Verso”;
VISTA la surriportata proposta di rinnovo della convenzione tra l’Università degli Studi di Palermo
– Dipartimento di Scienze Umanistiche – e l’Associazione per la Musica Antica “Antonio Il Verso”;
VISTO l’estratto del verbale del 14/04/2014 del Consiglio di Dipartimento di Scienze Umanistiche;
VISTA la delibera del Senato Accademico n° 27 del 06/05/2014, con la quale è stato espresso
parere favorevole;
VISTA la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
50. Rinnovo Protocollo d’Intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra l’Università degli
Studi di Palermo ed il Comando Regionale Sicilia della Guardia di Finanza per lo
svolgimento di accertamenti fiscali e attività culturali
Con comunicazione pervenuta con e-mail del 17 marzo u.s. la Segreteria Tecnica del
Rettore trasmetteva allo scrivente la proposta in oggetto ai fini del rinnovo del precedente rapporto
negoziale con il Comando Regionale Sicilia della Guardia di Finanza instaurato con atto dell’1
ottobre 2008.
Il protocollo in questione, come già rilevato da questo servizio nel corso dell’attività
istruttoria, è fondamentalmente orientato , stante quanto previsto dall'art. 2, al consolidamento di
un'attività di collaborazione tra l’Università ed il Comando GDF finalizzata a stabilire le modalità
tramite le quali avviare e gestire un utile flusso informativo sulle dichiarazioni ed attestazioni rese
dagli studenti ai fini dell’ottenimento dei benefici e delle agevolazioni previste dalle vigenti leggi e
dall’ordinamento interno dell’Università, azione di competenza del SSP Segreterie Studenti.
Il servizio da ultimo citato ha peraltro proposto di cassare il punto delle premesse che di
seguito si riporta:””presso il Settore Fiscale dell’Università è costituita l’Unità
Operativa
Permanente “Consulenza e Controllo Fiscale Studenti” preposta a coordinare e regolare il servizio
di consulenza fiscale da prestare agli studenti che ne fanno richiesta e di attivare il controllo delle
autocertificazioni rese dagli studenti che richiedono il beneficio dell’esenzione parziale o totale
delle tasse e/o contributi””
Come comunicato dal servizio SSP Segreterie Studenti e condiviso dallo scrivente, detta
clausola sarebbe inopportuna considerato che numerosi studenti potrebbero attribuire eventuali
errori di digitazione/trascrizione, al servizio di consulenza fiscale dell'Ateneo e che, in ogni caso,
gli operatori delle Segreterie hanno l'obbligo di verificare le autodichiarazioni rese dagli studenti.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
103
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Considerato quanto sopra, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
a) di approvare ed autorizzare la stipula del protocollo d’intesa in oggetto, emendato alla luce
delle superiori considerazioni, che di seguito si riporta:
“”PROTOCOLLO D’INTESA RELATIVO AI RAPPORTI DI
COLLABORAZIONE TRA L’UNIVERISTA’ DEGLI STUDI DI PALERMO E IL
COMANDO REGIONALE SICILIA DELLA GUARDIA DI FINANZA PER LO
SVOLGIMENTO DI ACCERTAMENTI FISCALI E ATTIVITA’ CULTURALI
L’anno
, il giorno
del mese di
TRA
L’Università degli Studi di Palermo, C.F. n. 80023730825 rappresentata dal Rettore-pro tempore,
Prof. Roberto Lagalla, nato a Bari il ………….., domiciliato per la carica presso la sede
dell’Università medesima, sita a Palermo in Piazza Marina n. 61, di seguito indicato “Università”;
E
Il Comando Regionale Sicilia della Guardia di Finanza rappresentato per questa convenzione dal
Comandante Regionale Generale D. Ignazio Gibilaro, nato a …………. il ……………. e domiciliato
per la carica in Via Cavour n. 2 – Palermo, di seguito indicato “Comando”;
VISTO
- il D. Lgs. 31 marzo 1998 n. 109 “Definizione di criteri unificati di valutazione della situazione
economica dei soggetti che richiedono prestazioni sociali agevolate, a norma dell’art. 59,
comma 51, della L. 27 dicembre 1997 n. 449, modificato ed integrato con il D. Lgs. 3
maggio 2000 n. 130;
- il D.P.C.M. 7 maggio 1999 n. 221 “Regolamento concernente le modalità attuative e gli
ambiti di applicazione dei criteri unificati di valutazione della situazione economica dei
soggetti che richiedono prestazioni agevolate” modificato con D.P.C.M. 4 aprile 2001 n.
242;
- il D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 “Disposizioni legislative in materia di documentazione
amministrativa”;
- il D.P.C.M. 9 aprile 2001 “Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi
dell’art. 4 della L. 2 dicembre 1991 n. 390;
- la L. 2 dicembre 1991 n. 390 “Norme sul diritto agli studi universitari”;
- l’art. 1 comma 2 e l’art. 11 comma 1 del D.P.R. 20 ottobre 1998 n. 403 in materia di idonei
controlli che le amministrazioni procedenti sono tenute ad effettuare, anche a campione,
laddove sussistano ragionevoli dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive che
ricevono;
PREMESSO CHE
1. l’Università ed il Comando intendono sviluppare una efficiente attività di cooperazione
istituzionale anche attraverso servizi, attività di informazione e promozione della cultura e
della legalità rivolte agli studenti;
2. l’innovazione informatica consente, attraverso la predisposizione e messa in opera di
adeguati strumenti, significativi miglioramenti dei servizi, delle attività amministrative ed
istituzionali;
3. l’Università ha interesse a promuovere la corretta applicazione delle norme che favoriscono
il diritto allo studio;
4. gli studenti, al fine dell’inserimento nelle fasce a contribuzione ridotta, devono dichiarare la
situazione reddituale e patrimoniale del proprio nucleo familiare;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
104
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
5. l’Università, in atto, intende avvalersi ai fini della valutazione della situazione economica
dello studente, con riferimento al nucleo familiare della disciplina sul Reddito Equivalente
calcolato ai sensi del D.P.C.M. del 30 aprile 1997 e D.P.C.M. 9 aprile 2001 ed, in futuro
eventualmente, anche di altri indicatori quali: ISE, ISEE, ISEEU e ISPEU, per trattare
uniformemente la situazione reddituale e patrimoniale di ogni cittadino e quindi, al fine di
garantire il diritto allo studio, degli studenti in relazione alle procedure di concessione di
benefici e/o riduzioni fiscali;
6. l’Università intende allineare il proprio sistema di pagamento delle tasse universitarie sulla
base degli indicatori ISEEU e ISPEU;
7. l’Università ha chiesto l’accesso al collegamento telematico con il Sistema Informativo
dell’Anagrafe Tributaria;
CONVENGONO E STIPULANO QUANTO SEGUE
Articolo 1
Tutto quanto visto e premesso costituisce parte integrante del presente protocollo d’intesa.
Articolo 2
L’Università ed il Comando si impegnano a cooperare per stabilire le modalità tramite le quali
avviare e gestire un utile flusso informativo sulle dichiarazioni ed attestazioni rese dagli studenti ai
fini dell’ottenimento dei benefici e delle agevolazioni previste dalle vigenti leggi e dall’ordinamento
interno dell’Università, che si inserisca in un efficace sistema dei controlli di merito previsti dal
decreto legislativo n. 109/1988.
I suddetti accordi potranno essere formalizzati anche a mezzo corrispondenza o con la
verbalizzazione degli stessi sottoscritta dalle parti.
L’Università, annualmente, effettua controlli a campione sulle autodichiarazioni rese dagli studenti,
per le finalità di cui al comma 1. Il controllo consiste nel confronto tra le autodichiarazioni e i dati
rilevabili dall’Anagrafe Tributaria. Il campione delle autodichiarazioni da sottoporre a verifica rientra
nei compiti demandati dal Decreto Legislativo n. 109/1988 all’Università.
L’impulso alle verifiche da sottoporre al Comando, nei confronti dei soggetti individuati con le
modalità di cui al 3° comma e di quelle comunque consentite dalla vigente normativa, proviene
dall’Università, se non diversamente stabilito tra le parti nei limiti del 1° comma, al fine dello
svolgimento dei controlli sulle dichiarazioni.
L’esito dei controlli, oggetto della presente convenzione, rileva ai fini delle attività istituzionali di
competenza del Comando che, nella propria autonomia, valuterà tutte le posizioni che presentano
elementi di incongruenza.
L’Università ed il Comando, con successivi accordi, determineranno modalità e strumenti per una
attiva cooperazione finalizzata anche a svolgere ogni azione utile a tutelare i diritti di proprietà
intellettuale dell’Ateneo ed a verificare il rispetto della normativa riguardante i dipendenti a tempo
pieno.
Articolo 3
Gli accordi tecnici riguardanti le eventuali procedure informatiche da porre in essere, i dati da
utilizzare, i servizi da attivare e quant’altro necessario al raggiungimento dei fini previsti dalla
presente convenzione saranno oggetto di successivi accordi.
L’Università ed il Comando si propongono di individuare e porre in essere sistemi che, a regime,
possano consentire un facile interscambio dati al fine di potere rendere più rapide ed efficaci le
procedure convenute ai fini degli accertamenti fiscali di cui all’articolo 2.
Articolo 4
L’Università ed il Comando convengono inoltre di promuovere iniziative congiunte finalizzate a:
1. promuovere ogni azione utile alla diffusione della cultura della legalità e contributiva;
2. promuovere campagne informative a favore dell’utenza e degli operatori universitari con
particolare riguardo ai fenomeni degli “affitti in nero” agli studenti universitari fuori sede,
della lotta alla contraffazione e della tutela della proprietà intellettuale;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
105
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
3. individuare problematiche fiscali generali di particolare interesse che potranno costituire
oggetto di analisi e di studio comune al fine di potere formulare proposte di valenza
culturale;
4. collaborare e cooperare, rendendo anche disponibili propri locali ed attrezzature, per
organizzare convegni ed attività formative di interesse comune.
Articolo 5
L’Università ed il Comando si impegnano a cooperare alla diffusione delle comunicazioni relative
alle iniziative che verranno poste in essere in base alla presente convenzione attraverso gli
strumenti di informazione di cui ciascuno dispone (sito web, direct mailing, materiale informativo a
stampa, ecc.).
Articolo 6
L’Università ed il Comando provvedono al trattamento, alla diffusione ed alla comunicazione dei
dati personali di cui disporranno ai fini della presente convenzione solo al fine del perseguimento
dei propri fini istituzionali e nel rispetto del Decreto Legislativo n. 196/2003 e successive modifiche
ed integrazioni, nonché del vigente Regolamento d’Ateneo in materia di privacy.
Articolo 7
La presente convenzione, che non ha per le parti alcun onere diverso da quelli convenuti con il
presente atto, ha durata biennale, a decorrere dalla data della stipula, e si intenderà tacitamente
rinnovata solo per il successivo biennio salva disdetta espressa di una delle parti da comunicare, a
mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, almeno centoventi giorni prima della scadenza
naturale.
Articolo 8
Il presente protocollo di collaborazione sarà registrato in caso d’uso a cura e spese della parte
richiedente.
Palermo, __________________
Guardia di Finanza
Comando Regionale Sicilia
Il Comandante
Gen. D. Ignazio Gibilaro
Università degli Studi di Palermo
Il Rettore
Prof. Roberto Lagalla””
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Antonino Pollara
Il Dirigente
f.to Dott. Sergio Casella
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VISTA la sopra riportata bozza di protocollo d’intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra
l’Università degli studi di Palermo e il Comando Regionale Sicilia della Guardia di Finanza per lo
svolgimento di accertamenti fiscali e attività culturali;
VISTO il precedente protocollo d’intesa relativo ai rapporti di collaborazione tra l’Università degli
studi di Palermo e il Comando Regionale Sicilia della Guardia di Finanza per lo svolgimento di
accertamenti fiscali e attività culturali stipulato in data 1/10/2008;
VISTA la nota e-mail del 17.03.2014 della Segreteria Tecnica del Rettore;
VISTA la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
106
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
51. Autorizzazione avvio procedura negoziata con unico interlocutore per fornitura di una
consulenza specialistica sullo sviluppo di pacchetti applicativi e per l'acquisizione di
un sistema software per l'archiviazione, la catalogazione, lo scambio e la
rappresentazione dei dati e delle informazioni in grado di garantire funzionalità
multimediali e spazio temporali in rete nell’ambito del progetto MITO Informazioni
Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119, CUP B72F13000300001, finanziato
dal MIUR – Linea intervento “Ricerca e Innovazione” – Azione “Potenziamento
Strutturale” – Avviso n.274 del 15 febbraio 2013, di cui è responsabile il prof.
Goffredo La Loggia. Autorizzazione avvio n. 1 procedura negoziata con un unico
interlocutore importo € 134.000,00 (centotrentaquattromila/00) + IVA ovvero €
163.480,00 (centosettantatremilaquattrocentoottanta, 00) IVA inclusa. CIG:
5747326B71
L’Ateneo di Palermo ha avuto ammesso a finanziamento con decreto n. 001256 del 28.6.2013,
nell’ambito del Piano di Azione e Coesione, a valere su fondi PAC, il progetto MITO - Informazioni
Multimediali per Oggetti Territoriali codice PAC01_00119, CUP B72F13000300001, responsabile
scientifico prof. Goffredo La Loggia.
Il Progetto MITO nasce nell’ottica di garantire alla community della ricerca (e nel contempo a
qualsiasi community intenda utilizzarlo) uno strumento di cooperazione, di condivisione e di
disseminazione dei risultati ottenuti. Infatti nella sua idea di base il sistema intende migliorare,
estendere, e rendere più concreto lo scambio e l’interoperabilità dei dati, delle informazioni e dei
risultati scientifici e non. Si prevede che il sistema abbia una modalità di utilizzo del tutto
disaccoppiata dal tipo di dato, informazione, modello, ecc., e ciò a prescindere dall’utente: questo
mette chiunque in grado di esprimere alla comunità i risultati ottenuti anche in termini di prodotti
intermedi, vista la capacità di gestire lo storico e quindi anche le fasi intermedie e l’evoluzione dei
processi e dei risultati man mano ottenuti.
Il progetto in sintesi ha lo scopo di realizzare “un sistema di acquisizione, catalogazione, scambio e
rappresentazione del dato e dell’informazione che garantisce funzionalità multimediali e spazio
temporali in rete” e che tale sistema “è solo da “montare” grazie all’offerta che la tecnologia Open
garantisce ed offre. Infatti tutte le componenti sono state inserite da tempo in un Framework Open
(GeoPlatform http://geosdi.github.com/geo-platform/ ) e sono continuamente aggiornate e rese
disponibili a chiunque voglia contribuire al loro sviluppo e mantenimento, infatti “da anni un gruppo
di ricerca italiano sviluppa soluzioni Open in questo ambito raggiungendo ottimi risultati (geoSDI
www.geosdi.org)”.
Il progetto coinvolge le seguenti Università e Enti:
Università degli studi di Napoli Partenope, Università degli studi di Napoli Federico II,Seconda
università degli studi di Napoli, Università degli studi Suor Orsola Benincasa; Università degli studi
di Palermo;Politecnico di Bari; ISPRA; Università degli studi di Salerno.
L'Università degli Studi di Palermo, all'interno del progetto, ha una quota complessiva di budget di
€ 1.350.000,00 interamente finanziata dal MIUR.
In data 27.2.2014 il Consiglio di Dipartimento del DICAM ha autorizzato il Direttore e il
Responsabile amministrativo ad istruire le procedure relative ad acquisti superiori ad € 100.000,00
ai sensi dell’art. 55 comma 6 del vigente Regolamento amministrativo –contabile dell’Ateneo a
valere sul progetto MITO.
Nel rispetto del piano finanziario approvato e delle attività di competenza dell'Università degli studi
di Palermo, con nota del 18.04.2014, il Prof. Goffredo La Loggia, nella qualità di responsabile
scientifico del suddetto progetto, ha richiesto al Direttore del DICAM di avviare le procedure per
l’acquisizione di una consulenza specialistica, di supporto e affiancamento alle attività del DICAM,
per lo sviluppo di specifici applicativi e di acquisire un sistema software per l'archiviazione, la
catalogazione, lo scambio e la rappresentazione dei dati e delle informazioni in grado di garantire
funzionalità multimediali e spazio temporali in rete.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
107
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Nella stessa richiesta il prof. la Loggia, specifica che, le attività e gli applicativi di cui sopra
conformemente a quanto previsto dal progetto MITO devono essere realizzate su base
piattaforma Geosdi e che tale piattaforma è sviluppata dal gruppo geoSDI, gruppo di
ricerca dell'Istituto di Metodologie per l'Analisi Ambientale del Consiglio Nazionale delle Ricerche
(CNR IMAA) con sede in Tito Scalo (PZ).
In data 24.04.2014 al n. 720, è stato affisso all'albo di Ateneo il pertinente avviso per la verifica del
requisito di unicità.
In data 29.04.2014 con nota prot. n. 0001529 del 28.04.2014, assunta al protocollo del DICAM
stessa data, al prot. 1125, è pervenuta dal CNR Istituto di Metodologie per l'analisi Ambientale di
Tito Scalo attestazione requisito di esclusività specificando che la consulenza e gli applicativi
richiesti sono stati sviluppati dal laboratorio GeoSDI Gruppo di ricerca dell'istituto CNR IMAA che,
in quanto proprietario e gestore della piattaforma, è l'unico soggetto che ad oggi può sviluppare
l'attività di manutenzione evolutiva del framework geo-platform.
In data 08.05.2014 con proprio decreto n. 34, il Direttore del DICAM ha autorizzato il
proseguimento dell’iter di acquisizione in ossequio a quanto previsto dall’art. 57, c.2, lett. b del D.
lgs 163/2006 e ss.mm.ii..
In data 08.05.2014, con nota prot. 1259 il DICAM ha inviato la richiesta preventivo per la fornitura
di una consulenza specialistica sullo sviluppo di pacchetti applicativi e per l'acquisizione di un
sistema software per l'archiviazione, la catalogazione, lo scambio e la rappresentazione dei dati e
delle informazioni in grado di garantire funzionalità multimediali e spazio temporali in rete
nell’ambito del progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119,CUP
B72F13000300001, finanziato dal MIUR secondo l’Avviso Pubblico D.D. 274 del 15 febbraio 2013
- Piano di Azione Coesione Codice Identificativo 2012MIURXPAC21 - Linea di intervento “Ricerca
e Innovazione” - Azione “Potenziamento strutturale" CIG: 5747326B71.
In data 13.05.2014 con nota prot. 0001756 del 13.05.2014, assunta al protocollo del DICAM al n.
1331 del 13.05.2014, il CNR Istituto di Metodologie per l'analisi Ambientale di Tito Scalo ha inviato
la propria offerta per un importo pari ad € 134.000,00 (euro centotrentaquattro/00) IVA esclusa
ovvero € 163.480,00 (centosettantatremilaquattrocentoottanta, 00) IVA inclusa.
Il prezzo di € 134.000,00 (centotrentaquattromila/00)+IVA ovvero € 163.480,00
(centosettantatremilaquattrocentoottanta, 00) IVA inclusa offerto dal CNR Istituto di Metodologie
per l'analisi Ambientale di Tito Scalo per l’acquisizione della fornitura in parola, è stato ritenuto
congruo dal prof. Goffredo la Loggia.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI

di autorizzare l’acquisizione di una consulenza specialistica inerente lo sviluppo di
pacchetti applicativi e l'acquisizione di un sistema software per l'archiviazione, la
catalogazione, lo scambio e la rappresentazione dei dati e delle informazioni in
grado di garantire funzionalità multimediali e spazio temporali in rete nell’ambito del
progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119,CUP
B72F13000300001, finanziato dal MIUR secondo l’Avviso Pubblico D.D. 274 del 15
febbraio 2013 - Piano di Azione Coesione Codice Identificativo 2012MIURXPAC21 - Linea
di intervento “Ricerca e Innovazione” - Azione “Potenziamento strutturale", responsabile
scientifico prof. Francesco Goffredo La Loggia,CIG: 5747326B71, facendo ricorso alla
procedura negoziata con un unico interlocutore ai sensi dell’ art 57, comma 2, lett. b) del
D.Lgs. n. 163/2006, per un importo complessivo di € 134.000,00, IVA esclusa, ovvero €
163.480,00 (centosettantatremilaquattrocentoottanta,00) IVA inclusa nell’ambito del
progetto.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
108
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

di far gravare la spesa complessiva di € 134.000,00 (centotrentaquattromila/00) + IVA di
legge ovvero € 163.480,00 (centosettantatremilaquattrocentoottanta, 00) IVA inclusa da
assumere in c/competenza E.F. 2014 sulla voce di bilancio “R4D10+P0GQMITO progetto
MITO Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119,CUP
B72F13000300001 - responsabile scientifico Prof. Goffredo La Loggia su cui è stata
accertata la copertura finanziaria.
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore
f.to Prof. Francesco Di Quarto
VISTO PER LA LEGITTIMITÀ
DELLA PROCEDURA ACQUISITIVA
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
f.to Dott. Calogero Schilleci
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la relazione del Responsabile del Procedimento;
Accertata la copertura finanziaria;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
52. Autorizzazione avvio procedura negoziata per fornitura di un sistema di
virtualizzazione multiprocessore progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti
Territoriali PAC01_00119, CUP: B72F13000300001, finanziato dal MIUR – Linea
intervento “Ricerca e Innovazione” – Azione “Potenziamento Strutturale” – Avviso
n.274 del 15 febbraio 2013, di cui è responsabile il prof. Goffredo La Loggia Autorizzazione avvio n. 1 procedura negoziata - importo € 170.187.50 + IVA ovvero €
207.628,75 iva inclusa. CIG: 5657879573
L’Ateneo di Palermo ha avuto ammesso a finanziamento con decreto n.001256 del 28.06.2013
nell’ambito del Piano di Azione e Coesione, a valere su fondi PAC, il progetto MITO - Informazioni
Multimediali per Oggetti Territoriali codice PAC01_00119, CUP B72F13000300001, responsabile
scientifico prof. Goffredo La Loggia.
Il Progetto MITO nasce nell’ottica di garantire alla community della ricerca (e nel contempo a
qualsiasi community intenda utilizzarlo) uno strumento di cooperazione, di condivisione e di
disseminazione dei risultati ottenuti. Infatti nella sua idea di base il sistema intende migliorare,
estendere, e rendere più concreto lo scambio e l’interoperabilità dei dati, delle informazioni e dei
risultati scientifici e non. Si prevede che il sistema abbia una modalità di utilizzo del tutto
disaccoppiata dal tipo di dato, informazione, modello, ecc., e ciò a prescindere dall’utente: questo
mette chiunque in grado di esprimere alla comunità i risultati ottenuti anche in termini di prodotti
intermedi, vista la capacità di gestire lo storico e quindi anche le fasi intermedie e l’evoluzione dei
processi e dei risultati man mano ottenuti.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
109
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il progetto in sintesi ha lo scopo di realizzare “un sistema di acquisizione, catalogazione, scambio e
rappresentazione del dato e dell’informazione che garantisce funzionalità multimediali e spazio
temporali in rete” e che tale sistema “è solo da “montare” grazie all’offerta che la tecnologia Open
garantisce ed offre. Infatti tutte le componenti sono state inserite da tempo in un Framework Open
(GeoPlatform http://geosdi.github.com/geo-platform/ ) e sono continuamente aggiornate e rese
disponibili a chiunque voglia contribuire al loro sviluppo e mantenimento, infatti “da anni un gruppo
di ricerca italiano sviluppa soluzioni Open in questo ambito raggiungendo ottimi risultati (geoSDI
www.geosdi.org)”.
Il progetto coinvolge le seguenti Università e Enti:
Università degli studi di Napoli Partenope, Università degli studi di Napoli Federico II, Seconda
Università degli studi di Napoli, Università degli studi Suor Orsola Benincasa, Università degli studi
di Palermo, Politecnico di Bari; ISPRA; Università degli studi di Salerno.
L'Università degli Studi di Palermo, all'interno del progetto, ha una quota complessiva di budget di
€ 1.350.000,00 interamente finanziata dal MIUR.
In data 27.02.2014, il Consiglio di Dipartimento del DICAM, ha autorizzato il Direttore e il
Responsabile Amministrativo ad istruire le procedure relative ad acquisti superiori ad €
100.000,00, ai sensi dell'art.55, comma 6 del vigente Regolamento amministrativo-contabile
dell'Ateneo a valere sul progetto MITO.
Nel rispetto del piano finanziario approvato e delle attività di competenza dell'Università degli studi
di Palermo, con nota del 06.03.2014, il Prof. Goffredo La Loggia, nella qualità di responsabile
scientifico del suddetto progetto, ha richiesto al Direttore del DICAM, l'autorizzazione ad avviare le
procedure per l'acquisto dell'attrezzatura denominata:"Sistema di virtualizzazione multiprocessore"
il cui importo presunto è pari ad € 175.000.00 + IVA. Nella stessa richiesta il prof. La Loggia,
specifica che, se disponibile, la suddetta attrezzatura potrà essere acquistata attraverso il M.E.P.A.
In data 25.03.2014, con RDO n. 455375 del 25.03.2014, applicando il criterio del prezzo più basso,
per la selezione della migliore offerta, importo totale a base di gara € 175.000,00, è stata avviata la
suddetta procedura
Sono stati invitati i seguenti fornitori:
1.
2.
3.
4.
5.
ACS DATA SYSTEMS, P. IVA 00701430217, Codice fiscale 00701430217;
H.M.S. SIPAC S.P.A., P. IVA 10520350157, Codice fiscale 01501890063;
SIM NT P. IVA 04863810729, Codice fiscale 04863810729;
T.T. TECNOSISTEMI, P. IVA 00305120974, Codice fiscale 03509620484;
TECNOLOGICA, P. IVA 01866280645, Codice fiscale 01866280645.
Alla data ultima di presentazione delle offerte, fissata per il 18.04.2014, sono pervenute le seguenti
offerte
1. ACS DATA SYSTEMS SPA, P. IVA 00701430217, C. F.00701430217, Offerta
economica: € 172.375,00 (Centosettantaduemilatrecentosettantacinque/00) + IVA;
2. SIM NT Srl, P.IVA 04863810729, C. F. 04863810729, Offerta economica : €
172.375,00 (centosettantaduemilatrecentosettantacinque,00) + IVA;
3. TECNOLOGICA Srl, P. IVA 01866280645 C. F01866280645, Offerta economica: €
170.187,5 (Centosettantamilacentoottantasette/5) + IVA.
Dall'esame delle offerte pervenute, il prezzo più basso risulta il seguente:
TECNOLOGICA Srl, P. IVA 01866280645, C.F. 01866280645;
Offerta economica: €170.187,50 (Centosettantamilacentoottantasette/50) + IVA ovvero
€ 207.628,75 (duecentosetteseicentoventootto/85) Iva inclusa.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
110
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

di autorizzare l’acquisto della fornitura del "Sistema di virtualizzazione multiprocessore"
nell'ambito del progetto MITO Informazioni Multimediali per Oggetti Territoriali,
PAC01_00119,CUP:B72F13000300001, finanziato dal MIUR, secondo l’Avviso Pubblico D.D.
274, del 15 febbraio 2013 - Piano di Azione Coesione Codice Identificativo 2012MIURXPAC21
- Linea di intervento “Ricerca e Innovazione” - Azione “Potenziamento strutturale" CIG:
5657879573, a mezzo stipula RDO n. 455375 facendo ricorso alla procedura negoziata per un
importo complessivo € 170.187,50 (Centosettantamilacentoottantasette/50) + IVA ovvero €
207.628,75 (duecentosetteseicentoventootto/85) IVA inclusa;

di far gravare la spesa complessiva di € 170.187,50 (Centosettantamilacentoottantasette/50) +
IVA ovvero € 207.628,75 (duecentosetteseicentoventootto/85) Iva inclusa da assumere in
c/competenza E.F. 2014 sulla voce di bilancio R4D10+P0GQMITO progetto MITO Informazioni
Multimediali per Oggetti Territoriali PAC01_00119,CUP B72F13000300001 - Prof. Goffredo La
Loggia " su cui è stata accertata la copertura finanziaria.
Il Responsabile del procedimento
f.to D.ssa Alessandra Gagliano Candela
Il Direttore
f.to Prof. Francesco Di Quarto
VISTO PER LA LEGITTIMITÀ
DELLA PROCEDURA ACQUISITIVA
Il Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale
f.to Dott. Calogero Schilleci
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la relazione del Responsabile del Procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
53. Accordo di collaborazione tra l’Università degli Studi di Palermo e l’Università di
Bogotà Jorge Tadeo Lozano(Colombia)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Al fine di formalizzare una collaborazione tra il nostro Ateneo e l’Università di Bogotà Jorge
Tadeo Lozano (Colombia), il professore Carmine Bianchi del Dipartimento di Studi Europei e
dell'Integrazione Internazionale (DEMS) e referente di Ateneo dell’accordo in oggetto, ha proposto
la stipula di un accordo, già firmato dal partner straniero, che prevede la mobilità di studenti e
personale accademico da/per le università partner.
Come si evince dalla scheda informativa, che si allega, recante il visto di autorizzazione del
Delegato per le Relazioni Internazionali, prof. Pasquale Assennato, il suddetto accordo è
complementare alla convenzione – già stipulata tra le due università- relativa al programma di
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
111
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
dottorato di ricerca internazionale in “Modelli per il miglioramento della performance nel settore
pubblico” attraverso cui l’Università di Bogotà si impegna ad erogare n.4 borse di studio all’anno a
beneficio degli studenti.
Ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
l'approvazione della stipula del predetto protocollo di collaborazione tra il nostro Ateneo e
l’Università di Bogotà Jorge Tadeo Lozano (Colombia), che di seguito si riporta nella versione
inglese
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
112
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
113
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
114
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Responsabile del procedimento
F.to Antonio Serafini
Il Dirigente
F.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto lo Statuto di Ateneo;
Visto il Regolamento Generale di Ateneo del 31/10/2013;
Vista la scheda informativa;
Vista la nota a firma del referente di Ateneo;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
l'approvazione in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
54. Proposta di approvazione del protocollo di collaborazione tra l’Università degli Studi
di Palermo e The Institute of Advanced Legal Studies of the School of Advanced
Study of the University of London (United Kingdom)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Al fine di formalizzare una collaborazione tra il nostro Ateneo e The Institute of Advanced
Legal Studies of the School of Advanced Study of the University of London (United Kingdom), la
professoressa Giulia Adriana Pennisi del Dipartimento di Studi Europei e dell'Integrazione
Internazionale (DEMS) ha proposto la stipula di un accordo, già firmato dal partner straniero, che
prevede la collaborazione in attività di Ricerca comuni, mobilità di studenti e docenti e
organizzazione di eventi scientifici internazionali.
Come si evince dalla nota, che si allega, a firma della prof.ssa Pennisi, vi è già attiva dal
2012 una collaborazione scientifica e didattica che ha visto portare a termine pubblicazioni,
seminari e lezioni in LLM e MA Courses svolti anche nell'ambito della Summer School organizzata
dalla prof.ssa Helen Xanthaki, professor in Law and Legislative Drafting, Director of Research
Programmes – Sir William Dale Centre, Institute of Advanced Legal Studies (University of London).
Sono inoltre attualmente in corso i lavori per la realizzazione di un Seminario sui recenti sviluppi
del Plain Language Movement che vedrà la partecipazione di membri del British Counsel ed
esperti di legislative drafting da Bruxelles.
Si allegano, la lettera di intenti a firma della prof.ssa Helen Xanthaki, l'estratto del verbale
del Consiglio di Dipartimento del 19.12.2013 in cui si approva la proposta e la scheda informativa.
Il visto di autorizzazione del Delegato per le Relazioni Internazionali, prof. Pasquale Assennato, è
arrivato per le vie brevi alla scrivente UOA 07.
Ciò premesso si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
115
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
l'approvazione della stipula del predetto protocollo di collaborazione tra il nostro Ateneo e
The Institute of Advanced Legal Studies of the School of Advanced Study of the University of
London (United Kingdom), che di seguito si riporta nella versione inglese.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
116
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
117
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
118
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
119
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Responsabile del procedimento
f.to Antonio Serafini
Il Dirigente
f.to ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Visto lo Statuto di Ateneo;
Visto il Regolamento Generale di Ateneo del 31/10/2013;
Vista la scheda informativa;
Vista la nota a firma del referente di Ateneo;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
l'approvazione in conformità alla proposta sopra riportata.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
120
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Letto ed approvato seduta stante.
55. Mobilità intercompartimentale mediante scambio dei sigg.ri Luca
Chiara Sabella
Mellina e Lucia
Premesso che con istanza inviata via pec il 31.03.2014 il Sig. Luca Mellina, dipendente di questo
Ateneo cat, C area amministrativa, posizione economica C1, in servizio presso l’Area Ricerca e
Sviluppo, ha chiesto di essere trasferito presso il Comune di Favignana per ricongiungimento
familiare dichiarando di avere un bambino di cinque anni residente a Trapani. Pertanto essendo
venuto a conoscenza che la sig.ra Lucia Chiara Sabella, cat. C1, istruttore amministrativo, in
servizio presso il Comune di Favignana( TP) ufficio Segreteria – Personale, area Affari Generali,
ha presentato istanza di trasferimento presso questo Ateneo con nota prot. n. 23744 del
01.04.2014 , ha proposto lo scambio con la suddetta dipendente.
Considerato che la normativa di riferimento è data dall’art.7 del D.p.c.m. n.325 del 05.08.1988 e
dall’art. 30 del Dlgs 165/2001 che prevede la possibilità di uno scambio tra dipendenti della
pubblica amministrazione, anche di diverso comparto, purché esista l’accordo delle
amministrazioni di appartenenza ed entrambi i dipendenti posseggano un corrispondente profilo
professionale, ovvero svolgano le medesime mansioni.
Considerato che dal combinato disposto delle suddette norme con l’art. l’art. 57 del CCNL si
evince che, nei casi di mobilità compensativa sia compartimentale che tra comparti diversi il
rapporto di lavoro prosegue senza interruzioni con l’Amministrazione di destinazione.
Considerato che ai sensi dell’art. 57 CCNL è previsto che : “… in caso di trasferimento
intercompartimentale , il personale proveniente da altri comparti verrà collocato nella posizione
economica stipendiale della categoria di inquadramento sulla base del maturato economico
posseduto. Ai fini dell’inquadramento economico verrà calcolato il maturato acquisito
nell’amministrazione di provenienza distintamente per la parte riferibile agli assegni a carattere
fisso e ricorrente con carattere di generalità e alla parte concernente il trattamento accessorio.
L’inquadramento economico nella nuova posizione si effettua conferendo la posizione economica
della categoria di destinazione immediatamente uguale o inferiore conservando l’eventuale
eccedenza a titolo di assegno ad personam non riassorbibile.”
Considerato che da un confronto, quindi, dei trattamenti fondamentali dei relativi comparti di
appartenenza deriva che la sig.ra Lucia Chiara Sabella , inquadrato nella categoria C – come
istruttore amministrativo ha uno stipendio tabellare pari a € 19.454,15( CCNL comparto Enti Locali
biennio economico 2008-2009). Applicando pedissequamente l’art. 57 del CCNL comparto
università la sig.ra Lucia Chiara Sabella sarebbe inquadrata nella cat. C alla posizione economica
C2 con una retribuzione pari a € 18.993,11 oltre la somma di € 461,04 a titolo di assegno ad
personam a.l. non riassorbibile.
Da ciò deriva che questa amministrazione cederebbe un dipendente inquadrato nella cat. C
posizione economica C1, con retribuzione pari a € 18.614,99 e accoglierebbe un nuovo
dipendente inquadrandolo nella posizione economica C2 con conseguente aggravio di spesa per
la stessa.
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del Procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità
DELIBERA
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
121
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
di autorizzare la suddetta mobilità intercompartimentale mediante scambio di personale, previa
acquisizione del parere del MIUR e previo accertamento da parte degli uffici del personale
dell’applicabilità del comma 458 della legge di stabilità n.147/2013 alla suddetta mobilità.
Letto e approvato seduta stante.
5. Graduatoria proposte dottorati XXX ciclo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Senato Accademico nella seduta del 20.5.2014 delibera n. 8 ha stabilito l’approvazione dei
dottorati di ricerca XXX ciclo e la relativa graduatoria.
Così come previsto dal DM 8 febbraio 2013 n.45, si dovranno pertanto attribuire le borse di
Ateneo attribuendo ai corsi di dottorato che stanno per essere attivati e successivamente
accreditati dal Ministero, un numero medio obbligatorio di sei borse con l’eccezione dei
dottorati internazionali che possono averne attribuite un numero minimo di quattro.
Dovranno anche essere assegnate le tre borse da destinare al finanziamento di altri Atenei
sede amministrativa con sede convenzionata Palermo e i posti senza borsa.
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di attribuire i posti con borsa e senza borsa necessari all’attivazione e successivo accreditamento,
dei dottorati di ricerca XXX ciclo.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Modesta Semilia
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Rettore illustra i contenuti della delibera.
Segue dibattito.
La prof. Militello ritiene che i criteri stabiliti debbano essere rispettati e che va pertanto tenuta fede
alla graduatoria che ne è derivata, privilegiando i dottorati internazionali.
La prof. Bruno Sunseri sottolinea la necessità della rappresentanza di tutte le aree, in particolare di
quella umanistica, fondamentale per un Ateneo pluralista come quello di Palermo.
A questo punto il Rettore pone in approvazione la delibera in oggetto.
Il Consiglio di Amministrazione
prende atto della proposta formulata dal Senato Accademico e delle considerazioni dallo stesso
svolta, in uno con la propria delibera di approvazione.
In particolare condivide l’esigenza di assicurare premialità compatibile con le risorse esistenti ai
dottorati con i più alti punteggi soprattutto se assistiti questi ultimi da un profilo di internazionalità.
Al contempo il Consiglio di Amministrazione rileva come in più macroaree disciplinari sia stato
compiuto un importante e significativo sforzo di aggregazione disciplinare teso a limitare il numero
di proposte di Area e a qualificare i parametri di valutazione.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
122
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Tale processo, tuttavia, non ha riguardato in pari misura tutte la macroaree dell’Ateneo tanto da
rendere necessarie, nella fase finale delle procedure, iniziative di ulteriore aggregazione, non
sempre assistite dalla necessaria ed opportuna generale condivisione.
Tale fattispecie conferma, anche da parte del Consiglio di Amministrazione, l’opportunità di
regolare ulteriormente, al più presto, senza attendere le successive scadenze, le modalità e i criteri
di costituzione dei dottorati.
Volendo comunque il Consiglio di Amministrazione evitare che la mancata rappresentazione
dottorale di importanti Aree culturali, quale in particolare quella umanistica, possa penalizzare le
opportunità di studio e di crescita culturale dei giovani laureati, accede alla richiesta del Senato
Accademico di implementazione, nei limiti sotto specificati, della dotazione di borse poste a
disposizione a buon fine, fissando il criterio di inclusione al valore minimo di 2 valori positivi tra i
parametri presi in considerazione ai fini della valutazione.
Pertanto
visto il DM 45 dell’8 febbraio 2014;
vista la nota Ministeriale del 24.3.2014 relativa alle “Linee guida per l’accreditamento dei corsi di
dottorato”;
vista la delibera del S.A. n. 8 del 20.5.2014 che approva la graduatoria delle proposte di dottorato
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
con l’astensione della prof. Militello
DELIBERA
1. di autorizzare la trasmissione all’ANVUR, ai fini dell’accreditamento, le proposte di dottorato di
cui alla tabella di seguito riportata con assegnazione di posti per come nella stessa tabella
determinati;
denominazion
e corso
dottorato
AREA
prevalente del
Dottorato
COGNOME
NOME
B.S.
UNIPA
TOTALE
POSTI SENZA
B.S.
TOTALE GEN.
1
DIRITTI UMANI: EVOLUZIONE,
TUTELA E LIMITI
(INTERNAZIONALE)
12
Schiavello
Aldo
4
4
5
9
2
PLURALISMI GIURIDICI.
PROSPETTIVE ANTICHE E ATTUALI
(INTERNAZIONALE)
12
Falcone
Giuseppe
5
5
5
10
3
MODELLI PER IL MIGLIORAMENTO
DELLA PERFORMANCE NEL
SETTORE PUBBLICO IN INGLESE
"PHD PROGRAM IN MODEL BASED
PUBLIC PLANNING, POLICY
DESIGN, AND MANAGEMENT"
(INTERNAZIONALE)
13
Bianchi
Carmine
4
Università
di Bogotà
3
7
3
10
4
SCIENZE DELLA TERRA E DEL
MARE
4
Aiuppa
Alessandro
1
IAMC-CNR
5
6
2
8
5
SCIENZE AGRARIE FORESTALI E
AMBIENTALI
7
Colazza
Stefano
5
7
3
10
2
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
B.S. EXT
B.S. BANDO
GIOVANI
N.
Elenco Dottorati approvati per il XXX ciclo e distribuzione posti con Borsa e Senza
Borsa (delibera del C.d.A. del 20.5.2014, n. 5 )
123
denominazion
e corso
dottorato
AREA
prevalente del
Dottorato
COGNOME
NOME
B.S. BANDO
GIOVANI
B.S.
UNIPA
TOTALE
POSTI SENZA
B.S.
TOTALE GEN.
6
INGEGNERIA CIVILE, AMBIENTALE,
DEI MATERIALI
8
Di Paola
Mario
2
4
6
2
8
7
SCIENZE ECONOMICHE,
STATISTICHE, PSICOLOGICHE E
SOCIALI
13
Chiodi
Marcello
1
5
6
2
8
2
n. 1 con
50% Fondi
Dipart.
Dicgim
50% Prog
REAPOW
ER n. 1
Distret.
Tecnolog.
5
7
2
9
B.S. EXT
N.
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
8
INGEGNERIA DELL' INNOVAZIONE
TECNOLOGICA
9
Chella
Antonio
9
ENERGIA E TECNOLOGIE
DELL'INFORMAZIONE
9
Cellura
Maurizio
2
2
n. 2
Prysmian
group
3
7
2
9
10
SCIENZE FISICHE
(INTERNAZIONALE)
2
Palma
Gioacchino
Massimo
1
1
Inaf
3
5
2
7
11
MEDICINA MOLECOLARE E
BIOTECNOLOGIE
6
Caruso
Calogero
5
5
2
7
12
ARCHITETTURA, ARTI,
PIANIFICAZIONE
8
Lo Piccolo
Francesco
5
5
2
7
13
ECONOMICS, MANAGEMENT AND
STATISTICS (SEDE AMMINISTR.
MESSINA + CT+CZ)
13
Dardanoni
Valentino
3
15
14
BIOMEDICINA E NEUROSCIENZE
(INTERNAZIONALE)
5
Farina
Felicia
3
4
15
SCIENZE DEI MATERIALI E
NANOTECNOLOGIE (SEDE AMM.
CATANIA)
3
Grimaldi
Maria
Grazia
16
SCIENZE MOLECOLARI E
BIOMOLECOLARI
(INTERNAZIONALE)
3
Diana
Patrizia
17
MEDICINA CLINICA E SCIENZE DEL
COMPORTAMENTO (CONV. ME)
6
Pinto
Antonio
MATEMATICA E INFORMATICA
18
(SEDE AMMINISTRATIVA CATANIA)
19
STUDI CULTURALI EUROPEI
(INTERNAZIONALE)
1
Russo
Giovanni
10
Cometa
Michele
12
(6 ME, 3
CT,3 CZ)
1
1
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
15
1
5
3
(3 CT)
3
6
1,5
n. 1
progetto
PON 50% Univ.
York
2,5
5
2
7
3
(3 ME)
3
6
2
8
7
(3 CT, 3
ME, 1
Telecom
CT)
3
10
4
4
6
10
1
124
5
B.S. BANDO
GIOVANI
Giuseppina
1
21
STUDI LETTERARI, FILOLOGICO
LINGUISTICI E STORICO
CULTURALI (CONV. CT)
10
D'Agostino
Maria
22
FORMAZIONE PEDAGOGICO
DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI
(INTERNAZIONALE)
11
La Marca
Alessandra
INFORMATION AND
COMMUNICATION TECHNOLOGIES
23 CON I DUE CURRICULA IN ICT FOR
SMART COMMUNITIES E KET FOR
SMART COMMUNITIES
TOTALI
9
Busacca
3
Alessandro
9
B.S.
BAN
DO
GIO
VAN
I
11
(3 CT)
TOTALE GEN.
NOME
Campisi
POSTI SENZA
B.S.
COGNOME
6
TOTALE
AREA
prevalente del
Dottorato
ONCOLOGIA E CHIRURGIA
SPERIMENTALI
(INTERNAZIONALE)
B.S.
UNIPA
denominazion
e corso
dottorato
20
B.S. EXT
N.
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
3
4
1
5
3
6
0
6
4
4
1
5
6
2
11
n. 3 CNR,
n. 3 Avens
dottorato
industriale
+ 3 fin. dal
Dipart.
DEIM vedi
decreto del
Direttore
B.S. EXT
B.S.
UNI
PA
T
O
T
A
L
E
48,5
83,5
140
POS
TOT
TI
ALE
SEN
GE
ZA
N.
B.S.
42
185
I dottorati con sede amministrativa Palermo sono n. 20 di cui due ( vedi nn. 15 e 17 dell'elenco), convenzionati con gli Atenei di
ME e CT che finanziano n.3 borse ciascuno (n. 3 Messina e n. 3 Catania)
L'Ateneo di Palermo è convenzionato con gli Atenei di ME e CT sede amministrativa (vedi nn. 13, 15 e 18 dell'elenco) a cui
finanzia n. 3 borse per ogni convenzione (n. 3 Messina, n. 6 Catania)
I DOTTORATI INTERNAZIONALI sede amministrativa Palermo sono n. 9 (corrispondenti ai nn. 1, 2, 3, 10, 14, 16, 19, 20, 22
dell'elenco)
2. di rendere disponibili ulteriori 12,5 borse che saranno decontate da quelle ulteriormente messe
a disposizione dall’ulteriore prossimo “bando giovani”, in aggiunta alle 11 borse già
contabilizzate e derivanti dal “bando giovani” già operante, oltre le 5 borse potenzialmente
provenienti dall’imminente finanziamento INPS;
3. di stabilire che quanto deliberato dallo stesso CdA nella seduta del 13 maggio 2014 al punto
22, si intende modificato limitatamente all’attribuzione delle borse al ciclo dottorale (XXX ciclo e
non XXIX ciclo).
4. in caso di sopraggiunte disponibilità di ulteriori borse esterne oltre quelle precedentemente
indicate e già assorbite, di distribuirle privilegiando i dottorati con punteggio più elevato.
Letto ed approvato seduta stante.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
125
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
56. Approvazione del progetto “BIGGER DATA”, domanda PAC02L1_00086, di cui all’Avviso
D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di
Start Up - Linea 1 – BIG DATA, PON R&C 2007/2013, assunzione del finanziamento ed
autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di accettazione delle
agevolazioni.
L’argomento non è trattato in questa seduta
57. Approvazione del progetto “BookAlive”, domanda PAC02L2_00068, di cui all’Avviso
D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di
Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione
del finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di
accettazione delle agevolazioni.
L’argomento non è trattato in questa seduta
58. Approvazione del progetto “Digitema”, domanda PAC02L2_00215, di cui all’Avviso
D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di
Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione
del finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di
accettazione delle agevolazioni.
L’argomento non è trattato in questa seduta
59. Approvazione del progetto “Efian”, domanda PAC02L2_00147, di cui all’Avviso D.D.
MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start
Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione del
finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di
accettazione delle agevolazioni.
L’argomento non è trattato in questa seduta
60. Approvazione del progetto “Smartheritage”, domanda PAC02L2_00167, di cui
all’Avviso D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il
sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013,
assunzione del finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto
d’Obbligo e di accettazione delle agevolazioni.
L’argomento non è trattato in questa seduta
61. Ratifica D.R. n. 2024/2014 del 21/05/2014 prot. 35369 del 21/05/2014, partecipazione
dell'Ateneo al progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente per l'analisi di Big
Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie
della mammella
L’argomento non è trattato in questa seduta
62. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa-Progetto “Spazzatrice meccanica
su auto cabinato stradale con telediagnosi intelligente” P.O. F.E.S.R. Regione
Siciliana 2007/2013 Asse 4 linea d’intervento 4.1.1.1
L’argomento non è trattato in questa seduta
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
126
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
63. Protocollo d’Intesa per l’Istituzione di un partenariato tra Università italiane ed estere
e l’Associazione 1001 Velacup, finalizzato ad attività di ricerca, sperimentazione e
divulgazione nel campo della nautica.
L’argomento non è trattato in questa seduta
64. Rinnovo del Protocollo d’Intesa e dell’accordo attuativo per l’Istituzione
dell’Ambulatorio Medico Universitario tra l’Università degli Studi di Palermo e
l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “P.Giaccone”
L’argomento non è trattato in questa seduta
65. Lavori di costruzione di un soppalco in acciaio all'interno del capannone dell'edificio
18 a Parco d'Orleans
L’argomento non è trattato in questa seduta
66. Attivazione della seconda edizione del Corso internazionale di studi avanzati
(Summer School) denominata “Differenze e identità plurali” - Direttore Prof. Matteo
Di Gesù (3 giugno - 8 giugno 2014)
L’argomento non è trattato in questa seduta
67. Accordo di cooperazione tra UNIPA e l'Universidade federal de Ouro Preto (Brasile)
per l’attivazione di un percorso doppio titolo nell’ambito dei Corsi di laurea
magistrale in Ingegneria meccanica LM-33, Ingegneria elettrica LM-28, Ingegneria
dell'automazione LM-25, Ingegneria gestionale LM-31 (prof. Fabrizio Micari): modifica
articolo 3 della convenzione e approvazione tabelle di corrispondenza degli
insegnamenti
L’argomento non è trattato in questa seduta
68. Disattivazione del CIRDPE. Centro Interdipartimentale sul Diritto Privato Europeo
L’argomento non è trattato in questa seduta
69. Regolamento per la mobilità interna interdipartimentale. Afferenza della prof. Maria
Immordino al Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali Statistiche (SEAS)
L’argomento non è trattato in questa seduta
70. Regolamento per la mobilità interna interdipartimentale. Afferenza della prof. Elena
Mignosi al Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione
L’argomento non è trattato in questa seduta
71. Storno a favore della Scuola di Lingua italiana per servizi linguistici effettuati a favore
di studenti etiopi
L’argomento non è trattato in questa seduta
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
127
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
72. Trattenimento in servizio art.72, commi 7-10,della legge n.133/2008
L’argomento non è trattato in questa seduta
73. Dott. Marco Pensabene – Autorizzazione proroga sospensione frequenza Scuola di
specializzazione in chirurgia plastica
L’argomento non è trattato in questa seduta
74. Situazione liquidità di cassa dal 22/05/2014 al 30/09/2014
L’argomento non è trattato in questa seduta
75. Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai progetti finanziati dai
programmi internazionali, comunitari , nazionali e regionali - Programmazione attività
L’argomento non è trattato in questa seduta
La seduta è sospesa alle ore 20.15 e si aggiorna a martedì 27 maggio alle ore 15.30 per la
trattazione dei punti all’ordine del giorno non trattati nella seduta odierna.
—————————————
L’anno duemilaquattordici addì 27 del mese di maggio alle ore 15,30 in Palermo, nella sede del
Rettorato presso la Sala “M. Carapezza” di Palazzo Chiaromonte - Steri (Piazza Marina n° 61) si è
riunito il Consiglio di Amministrazione, convocato dal Rettore con avviso n.34129 del 15 maggio
2014.
Sono presenti:
Prof. Roberto Lagalla
Rettore
Prof. Mario Enea
Professore Ordinario
Prof. Giovanna Bruno Sunseri
Prof. Valeria Militello
Professore Associato
Professore Associato
Dott. Alessandro Riccobono
Ricercatore
Dott. Ignazio Filippi
Rappresentante personale TAB
Sig. Sara Pizzillo
Sig. Marco Tirone
Rappresentante degli studenti
Rappresentante degli studenti
Dott. Antonio Valenti
Direttore Generale
Presiede l’adunanza il, Prof. Vito Ferro.
Assume le funzioni di Segretario il Direttore Generale, Dott. Antonio Valenti.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
128
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Assente: Prof. Vito Ferro, pro Rettore Vicario
Assenti giustificati: Prof. Alberto Auteri, Dott. Giancarlo Trevisone
Presenziano alla riunione odierna del Consiglio, quali componenti del Collegio dei Revisori dei
Conti il dott. Maurizio Meloni, la Dott. Nunziata Barone e la Dott. Manuela Dagnino.
Sono altresì presenti i dott. Sergio Casella, Angelo Neri e Pasquale Di Maggio quali collaboratori
del Direttore Generale.
Constatata la presenza del numero legale dei Consiglieri, il Presidente dichiara aperta la seduta ed
invita i presenti all’esame degli argomenti non trattati nella seduta del 20 maggio.
10. Dott. Calogero Licata, ricercatore confermato, settore scientifico disciplinare M-FIL/06,
in servizio presso il dipartimento di Culture e Società - richiesta di trattenimento in
servizio
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con sentenza n. 83 del 16 maggio 2013 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità
costituzionale dell’art. 25 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 che testualmente prevedeva che
“l’art. 16 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 503 non si applica ai professori e ricercatori
universitari I provvedimenti adottati dalle università ai sensi della predetta norma decadono dalla
entrata in vigore della presente legge, ad eccezione di quelli che hanno già iniziato a produrre i
loro effetti”.
Per effetto di tale pronuncia rivive per i professori e ricercatori universitari, così come per le restanti
categorie di personale, la facoltà di chiedere il trattenimento in servizio per un periodo massimo di
un biennio, oltre i limiti di età per il collocamento al riposo per essi previsti, secondo quanto
disciplinato dall’art. 16 del decreto legislativo n. 503/92, che è stato a sua volta modificato dall’art.
72, commi da 7 a 10, dal d.lgs n. 112/2008 , convertito con modificazioni in legge n. 133/2008.
Con delibera del 23 luglio 2013, alla luce della normativa intervenuta in materia previdenziale e
tenuto conto del disposto di cui all’art. 9, comma 31, del D.L. 31/5/2010 n. 78, convertito in legge n.
122 del 30/7/2010, il Consiglio di Amministrazione ha definito le nuove linee di indirizzo per la
politica del personale (ai sensi dell’art. 72 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con
legge 6 agosto 2008, n. 133) per quanto concerne, in particolare, la concessione del trattenimento
biennale in servizio ex art. 16, comma 1, D.lgs n. 503/1992, per i professori, i ricercatori, i dirigenti
e il personale tecnico amministrativo.
L’Organo collegiale, in particolare ha deliberato che:
1) non si concede la proroga ai dipendenti, soggetti al nuovo regime di accesso al trattamento
pensionistico previsto dall’art. 24 del D.L. n. 201/2011, convertito in Legge n. 214/2011, che
hanno raggiunto i requisiti necessari per il diritto alla pensione anticipata, distinti per sesso
e adeguati periodicamente in funzione dell’incremento del valore atteso della vita residua
calcolato dall’Istat;
2) non si concede la proroga ai dipendenti che, avendo maturato i requisiti per il
pensionamento entro l’anno 2011, ed essendo soggetti al regime previgente per l’accesso
al trattamento pensionistico di vecchiaia e di anzianità, hanno raggiunto quaranta anni di
contribuzione.
e che pertanto la proroga avrebbe potuto essere concessa, nel caso in cui il dipendente non
avesse maturato i suddetti requisiti, riservando al Consiglio di Amministrazione la competenza a
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
129
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
decidere, anche in base alle funzioni svolte dal richiedente, tenendo conto, in tale esame, di
quanto disposto dall’art. 9, comma 31, del D.L. 31/05/2010 n. 78, convertito in Legge 30/07/2010 n.
122, a condizione che il dipendente non godesse di altro trattamento pensionistico.
Inoltre il predetto Organo collegiale ha deliberato che:
 la concessione del trattenimento in servizio, considerata nuova assunzione è
subordinata all’inserimento della stessa nella programmazione del fabbisogno di
personale e alla disponibilità di punti organico necessari al mantenimento in
servizio del personale;
 si tenga conto della categoria di appartenenza;
 l’eventuale concessione del trattenimento in servizio dovrà riferirsi al periodo successivo al
conseguimento del requisito anagrafico necessario per la pensione di vecchiaia,
individuato secondo il regime applicabile in relazione alla data di maturazione dei requisiti
per il pensionamento, per un massimo di due anni e sino al raggiungimento del requisito
per la pensione anticipata o dei quaranta anni di anzianità contributiva.
In ultimo il Consiglio di Amministrazione, nel contesto del citato deliberato, ha previsto eventuali
deroghe, limitate ai seguenti casi:
a) professore unico di Ateneo del settore scientifico-disciplinare di appartenenza che sia
ricercatore attivo di III soglia, che comunque abbia almeno svolto il carico didattico minimo per
norma nell’ultimo triennio;
b) coordinatore principale di contratti europei a gestione diretta, qualora la scadenza del contratto
ricada nel biennio di proroga;
c) ricercatore qualora docente unico di Ateneo del settore scientifico-disciplinare di appartenenza,
che sia ricercatore attivo di III soglia, che comunque abbia già svolto incarichi di insegnamento
negli ultimi tre anni con continuità per almeno 60 ore all’anno.
Infine ha precisato che per i docenti dell’area medica, con riferimento all’attività assistenziale,
l’intesa è raggiunta con l’Azienda ospedaliera sulla base delle normative e dei protocolli nel tempo
vigenti e che le istanze per il trattenimento in servizio in deroga vanno indirizzate al Magnifico
Rettore nell’arco temporale compreso tra i 24 ed i 12 mesi precedenti il compimento del limite di
età per il collocamento a riposo e che la valutazione delle richieste di deroga verrà deliberata dagli
Organi collegiali di governo, sulla base delle suddette linee di indirizzo.
In data 9/4/2014 il Dott. Calogero Licata, ricercatore confermato, afferente al ssd. M-FIL/06, ha
presentato istanza di mantenimento in servizio, ai sensi della normativa sopra citata.
Con nota prot. 29615 di prot. del 23/04/2014, tenuto conto del fatto che nell’ultimo triennio il Prof.
Calogero Licata ha prestato servizio presso il Rettorato, è stato richiesto al Rettore di “conoscere
se la permanenza in servizio del dott. Calogero Licata sia da ritenersi essenziale per l’Ateneo.”
Con nota n. 30402 di prot. del 28/04/2014 il Rettore ha comunicato quanto segue:
“Con riferimento all’oggetto, si prende atto della richiesta di mantenimento in servizio oltre i
limiti di età, presentato dal Prof. Calogero Licata, e, al riguardo, si fa osservare che la
delega, dallo scrivente conferita al richiedente sin dall’assunzione della responsabilità
rettorale, configura una condizione di particolare e speciale peculiarità ed investe
direttamente lo stretto rapporto fiduciario esistente tra il delegante e il delegato.
Per quanto precede e ribadita, ai fini dell’efficiente andamento dei servizi e delle attività
intestate al Rettorato, l’insostituibilità del prof. Calogero Licata, si richiede di sottoporre ai
competenti organi di governo l’autorizzazione a mantenere in servizio il predetto docente
almeno fino alla scadenza del mandato rettorale attualmente in corso e, quindi, alla data del
31 ottobre 2015.”
Pertanto, al riguardo, non si può prescindere dal tener conto delle argomentazioni sottese alla
recente Ordinanza n. 743 del 22/11/2013 emessa dal TAR della Sicilia in merito ai criteri generali
stabiliti con delibera del C. di A. del 23/07/2013 ai fini del trattenimento in servizio ex art. 16,
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
130
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
comma 1, del D. Lgs 503/1992, e di quelle esposte nella delibera n. 39 adottata da codesto
Consiglio di Amministrazione nella seduta del 25/02/2014, di cui si riportano, di seguito, le
argomentazioni più salienti:
 la sentenza della Corte Costituzionale n. 83/2013, nel dichiarare l’incostituzionalità dell’art.
25 della legge n. 240/2010, conferma che il più volte citato art. 16 del D.lgs n. 503/92 affida
“all’amministrazione la facoltà di accogliere o no la richiesta del dipendente in base alle
proprie esigenze organizzative e funzionali e secondo i criteri dalla norma medesima
indicati”;
 la costante giurisprudenza del Consiglio di Stato ha affermato che “…..all’ipotesi del
trattenimento sarà da riconoscere carattere di eccezionalità, con la necessità di esplicitare
in modo adeguato le relative ragioni giustificatrici, conferendo rilievo preminente alle
esigenze dell’amministrazione latu sensu intese”. Rispetto a tali esigenze “la particolare
esperienza professionale acquisita dal richiedente in determinati o specifici ambiti “
rappresenta – se del caso – un criterio giustificativo necessario, ma non già la ragione
determinante della scelta”.
Si tratta, infatti,di dar corso ad un’ipotesi eccezionale di provvista di personale docente,
che deve essere adeguatamente giustificata da oggettivi e concreti fatti organizzativi, tali
da imporre che si faccia ricorso ad un tale strumento eccettuale”, e ciò “per dar conto del
come e perché l’amministrazione si determini, derogando alle esigenze di risparmio
perseguite dalla legge, a seguire questa speciale via. La qualità professionale del docente
che chiede il mantenimento in servizio oltre i limiti di età non è suscettibile di rilevare per
sé sola, a prescindere dal ricorso di esigenze organizzative e funzionali non altrimenti
adeguatamente fronteggiabili e laddove l’amministrazione abbia indicato che l’efficiente
andamento dei servizi non sarebbe stato compromesso dal suo collocamento in
quiescenza”..
 la valutazione delle esigenze organizzative e funzionali dell’Università, anche in funzione
dell’efficiente andamento dei servizi (dove efficienza è anche il rapporto tra risorse
impiegate e prodotti), dovrà tenere conto delle norme sul contenimento delle spese in
materia di impiego pubblico (art. 9, comma 31, del D.L. n. 78/2010) e delle politiche
generali dell’Ateneo in merito all’utilizzo delle limitate risorse finanziarie destinabili a nuove
assunzioni.
Considerato che la concessione del trattenimento in servizio, ritenuta nuova assunzione, rientra
nella disponibilità di punti organico riconosciuta all’Ateneo in sede di assegnazione FFO,
comportando l’impegno di 0,50 P.o. dei 5 riconosciuti;
Visto l’art. 16 del decreto legislativo n. 503/92;
Visto l’art. 72, commi da 7 a 10, dal D.L n. 112/2008 , convertito con modificazioni in legge n.
133/2008;
Visto l’art. 9, comma 31, del D.L. n. 78 del 31/05/2010, convertito in legge n. 122/2010
Visto l’art. 25 della legge 30 dicembre 2010, n. 240;
Vista la sentenza n. 83 del 16 maggio 2013 della Corte Costituzionale;
Vista la delibera n. 18a del Consiglio di Amministrazione del 23 luglio 2013;
Vista l’istanza del 9/4/2014 con la quale il dott. Calogero Licata ha chiesto il mantenimento in
servizio per un biennio oltre i limiti di età, ai sensi dell’art. 16 del D.L. 503/1992 e successive
modifiche ed integrazioni;
Visto il D.R. n. 250del 24/1/2014;
Vista la nota rettorale, prot. n. 30402 del 28/04/2014;
Vista la delibera n. 34 del 13 maggio 2014 con la quale, tenuto conto dei suesposti principi, il
Consiglio di Amministrazione ha rivisitato la delibera n. 18a adottata dal Consiglio di
Amministrazione nella seduta del 23 luglio 2013, limitatamente all’applicazione dell’art. 16, comma
1, del D.Lgs n. 503/1992, come segue:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
131
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
“Concessione del trattenimento biennale del servizio (professori, ricercatori, dirigenti e
personale tecnico amministrativo che hanno raggiunto il requisito anagrafico per la
pensione di vecchiaia) ex art. 16 comma 1 D.L. n. 503/1992 e successive modifiche ed
integrazioni
-
-
-
-
la concessione del trattenimento in servizio, considerata nuova assunzione, è subordinata
all’inserimento della stessa nella programmazione del fabbisogno di personale ed alla
disponibilità di punti organico necessari al mantenimento in servizio del personale, tenuto
conto anche della categoria di appartenenza;
l’eventuale concessione del trattenimento in servizio dovrà riferirsi al periodo successivo al
conseguimento del requisito anagrafico necessario per la pensione di vecchiaia, individuato
secondo il regime applicabile in relazione alla data di maturazione dei requisiti per il
pensionamento, per un massimo di due anni;
che l’istituto del trattenimento in servizio ha carattere eccezionale, in considerazione
delle generali esigenze di contenimento della spesa pubblica che hanno ispirato e informato
l'intero impianto normativo di cui all’art. 72 del d.l. 112/2008;
che l’accoglimento delle istanze degli interessati può avvenire unicamente nelle
ipotesi in cui sussistano esigenze organizzative indispensabili e comprovate, tali da
imporre all’amministrazione di dar corso ad un’ipotesi eccezionale di provvista di
personale, in deroga alle finalità di risparmio presupposte dalla legge;
che, in assenza di particolari esigenze organizzative e funzionali, il criterio ordinario
sarà quello della mancata concessione del trattenimento oltre i limiti di età, in
conformità alle norme sul contenimento delle spese in materia di impiego pubblico
(art. 9, comma 31, del D.L. n. 78/2010) e delle politiche generali dell’Ateneo in merito
all’utilizzo delle limitate risorse finanziarie destinabili a nuove assunzioni.
Pertanto eventuali deroghe saranno limitate ai seguenti casi:
coordinatore principale di contratti europei a gestione diretta, qualora la scadenza del
contratto ricada per almeno un anno nel biennio di proroga;
titolare di posizione, correlata a esigenze gestionali, con caratteristica di specialità e
straordinarietà.
Per i docenti e ricercatori dell’area medica che dichiarino di svolgere attività assistenziale, deve
essere richiesto il parere dell’Azienda ospedaliera, fermo restando che la stessa Azienda deve
dichiarare di porre a carico del proprio bilancio l’intero ammontare delle retribuzioni ed indennità a
qualunque titolo spettanti, sino alla cessazione dal servizio.
Le istanze per il trattenimento in servizio in deroga vanno indirizzate al Magnifico Rettore nell’arco
temporale compreso tra i 24 ed i 12 mesi precedenti il compimento del limite di età per il
collocamento a riposo; la valutazione delle richieste di deroga verrà deliberata dagli Organi
collegiali di governo, sulla base delle suddette linee di indirizzo.”
Preso atto del carattere di insostituibilità del prof. Calogero Licata ai fini dell’efficiente andamento
dei servizi e delle attività del Rettorato;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
per le motivazioni esposte, di accogliere l’istanza del Prof. Calogero Licata, limitando il
mantenimento in servizio fino al 31/10/2015, data di cessazione del Rettore dalla carica.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
132
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
La Responsabile dell’U.O.B.
Carriere Ricercatori e Assistenti
f.to Sig.ra Maria Anna Calabrese
La Responsabile del procedimento
f.to Dott. Loredana Ferraro
La Dirigente
f.to Dott.ssa Giuseppa Lenzo
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto l’art. 16 del decreto legislativo n. 503/92;
Visto l’art. 72, commi da 7 a 10, dal D.L n. 112/2008, convertito con modificazioni in legge n.
133/2008;
Visto l’art. 9, comma 31, del D.L. n. 78 del 31/05/2010, convertito in legge n. 122/2010
Visto l’art. 25 della legge 30 dicembre 2010, n. 240;
Vista la sentenza n. 83 del 16 maggio 2013 della Corte Costituzionale;
Vista la delibera n. 18a del Consiglio di Amministrazione del 23 luglio 2013;
Vista l’istanza del 9/04/2014 con la quale il prof. Calogero Licata ha chiesto il mantenimento in
servizio per un biennio oltre i limiti di età, ai sensi dell’art. 16 del D.L. 503/1992 e successive
modifiche ed integrazioni;
Vista la nota rettorale, prot. n. 30402 del 28/04/2014;
Vista la delibera n. 34 del 13 maggio 2014 con la quale il Consiglio di Amministrazione ha rivisitato
la delibera n. 18a adottata dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 23 luglio 2013,
limitatamente all’applicazione dell’art. 16, comma 1, del D.Lgs n. 503/1992;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Considerato che il Rettore, con nota n. 30402 di prot. del 28 aprile 2014, ha rappresentato che la
delega del Prof. Licata configura una condizione di particolare e speciale peculiarità ed investe lo
stretto rapporto fiduciario tra il Rettore ed il Delegato, per cui si verificano ipotesi di esigenze
organizzative indispensabili e comprovate, con caratteristiche di specialità e straordinarietà, legate
al ruolo ricoperto dal Prof. Licata nello staff del Rettore;
Sentita la relazione del Presidente della competente Commissione;
all’unanimità,
DELIBERA
per le motivazioni esposte
di accogliere l’istanza del Prof. Calogero Licata, limitando il mantenimento in servizio fino al
31/10/2015, data di cessazione del Rettore dalla carica.;
di inserire nella programmazione del fabbisogno del personale la quota di 0,5 P.O. per il
mantenimento in servizio del Prof. Calogero Licata
Letto ed approvato seduta stante
15. Parziale novazione delle Convenzioni in essere con i consorzi Universitari di
Caltanissetta e Trapani
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Università degli studi di Palermo e i Consorzi universitari delle province di Agrigento,
Caltanissetta e Trapani hanno sottoscritto in data 15 aprile 2013 la nuova convenzione, e il
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
133
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
relativo addendum, per lo sviluppo dei Poli universitari territoriali e la compartecipazione ai
costi del decentramento.
I punti 2 e 7 del cennato addendum stabiliscono come, nel caso di accertata ed insufficiente
disponibilità finanziaria dei Consorzi, le parti possano rinegoziare gli accordi economici
esistenti, anche con l'adozione di concordati piani di rientro concernenti, in particolare, la
rimodulazione degli oneri previsti a carico dei Consorzi.
In data 22 novembre 2013 Università e Consorzi hanno concordemente stabilito di riconsiderare la
parametrazione dei costi già dall'A.A. 2013-2014 anche in relazione alle perduranti difficoltà
gestionali dei Consorzi, derivanti dall'indeterminatezza della contribuzione regionale e dalla
trasformazione normativa e giuridica delle Amministrazioni provinciali, attualmente in corso.
Tenuto presente che l'Università di Palermo ha svolto e svolge, presso i Consorzi universitari delle
province di Agrigento, Caltanissetta e Trapani, una continuativa e qualificata azione formativa
dalla quale è derivato, negli anni, un oggettivo vantaggio ed un indubbio arricchimento agli
stessi Consorzi e, per il tramite di questi ultimi, a tutto il territorio comunale e provinciale di
riferimento, è volontà comune garantire la continuità dell'offerta formativa nelle sedi decentrate,
onde assicurare la valorizzazione culturale dei territori di riferimento e tutelare il diritto di
accesso dei giovani agli studi universitari, in particolare di quelli meritevoli e con maggiore
disagio economico.
Inoltre, con ulteriore riferimento agli accordi convenzionali operanti in data antecedente alla stipula
della convenzione attualmente vigente, non risulta concordante tra le parti la quantificazione
delle provviste economiche ancora da trasferire all'Università per il ristoro degli incardinamenti
dei docenti fin qui chiamati ad assicurare la sostenibilità dei corsi di studio in sede decentrata.
Vista la nota rettorale prot. n. 23374 – VI/11 del 31/03/2014, con la quale questo Ateneo ha
trasmesso ai Presidenti dei Consorzi universitari di Agrigento, Caltanissetta e Trapani l’atto di
novazione, predisposto sulla base delle precedenti considerazioni, della Convenzione in atto
esistente, con la richiesta di formale approvazione;
Vista la nota prot. n. 113/14 del Consorzio Universitario della provincia di Caltanissetta, con la
quale conferma l’adesione alla novazione della Convenzione proposta;
Vista la nota prot. n. 34829 del 19/05/2014 del Consorzio Universitario della provincia di Trapani,
con la quale conferma l’adesione alla novazione della Convenzione proposta;
Per i motivi suesposti si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
l’approvazione degli atti aggiuntivi, relativi ai Consorzi Universitari di Caltanissetta e Trapani, di
seguito riportate, contenenti modifiche e integrazioni della convenzione sottoscritta in data
15.04.2013 tra Università degli studi di Palermo e Consorzi Universitari di Agrigento, Caltanissetta
e Trapani per lo sviluppo dei Poli universitari territoriali e la compartecipazione ai costi del
decentramento:
ATTO AGGIUNTIVO CONTENENTE MODIFICHE E INTEGRAZIONI DELLA CONVENZIONE
SOTTOSCRITTA IN DATA 15.04.2013 TRA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO E
CONSORZIO UNIVERSITARIO DI CALTANISSETTA
-
Vista la convenzione, e relativo addendum, sottoscritti tra l’Università di Palermo ed i Consorzi
universitari delle province di Agrigento , Caltanissetta e Trapani in data 15 aprile 2013;
considerate le previsioni di cui ai punti 2 e 7 del cennato addendum che, nel caso di accertata
ed insufficiente disponibilità finanziaria dei Consorzi, attribuiscono alle parti la potestà di
rinegoziare gli accordi economici esistenti, anche con l’adozione di concordati piani di rientro
concernenti, in particolare, la rimodulazione degli oneri previsti a carico dei Consorzi;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
134
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
-
visti gli esiti a verbale della riunione tra Università e Consorzi, svoltasi in data 22 novembre
2013, nel corso della quale le parti hanno concordemente stabilito di riconsiderare la
parametrazione dei costi già dall’a.a. 2013-2014;
- ulteriormente accertate le perduranti difficoltà gestionali dei Consorzi, derivanti
dall’indeterminatezza della contribuzione regionale e dalla trasformazione normativa e
giuridica delle Amministrazioni provinciali, attualmente in corso;
- confermata la comune volontà della parti di garantire la continuità dell’offerta formativa nelle
sedi decentrate, onde assicurare la valorizzazione culturale dei territori di riferimento e tutelare
il diritto di accesso dei giovani agli studi universitari, in particolare di quelli meritevoli e con
maggiore disagio economico;
- dato atto che l’Università di Palermo ha svolto, presso il Consorzio universitario della provincia
di Caltanissetta, una continuativa e qualificata azione formativa dalla quale è derivato, negli
anni, oggettivo vantaggio ed indubbio arricchimento allo stesso Consorzio e, tramite
quest’ultimo, alla predetta Città Capoluogo e ai territori provinciali di riferimento;
- premesso, altresì, che, con ulteriore riferimento agli accordi convenzionali operanti in data
antecedente alla stipula della convenzione attualmente vigente, non risulta concordante tra le
parti la quantificazione delle provviste economiche ancora da trasferire all’Università per il
ristoro degli incardinamenti dei docenti fin qui chiamati a garantire la sostenibilità dei corsi di
studio in sede decentrata;
- attestata concordemente la volontà di scongiurare possibili contenziosi tra l’Università statale
di Palermo e l’Ente consortile, a maggioritaria partecipazione pubblica, con imprevisti oneri
aggiuntivi per la parte eventualmente soccombente e con il tangibile rischio di sospensione
delle attività didattiche;
- vista la _________________ del Consorzio universitario di Caltanissetta;
- visto il parere formalmente reso dal Senato Accademico dell’Università di Palermo nella
seduta del ________;
- vista la delibera del Consiglio di Amministrazione, assunta nella seduta del____________;
le parti ulteriormente convengono di modificare, con effetti novativi e durata
quindicennale, la vigente convenzione e di determinarsi come segue:
I.
con riferimento all’art. 1 della vigente convenzione, viene così modificata la tabella in
esso contenuta, relativa alla parametrizzazione dei costi standard (su base generale e
con riferimento alla consistenza dell’offerta formativa ad oggi erogata presso ogni sede
decentrata):
TABELLA I
LEGENDA:
A: Annualità di corso
B: Docenti di riferimento per anno
C: Totale docenti di riferimento
D: Costo unitario per Docente di riferimento (in €)
E: Costo Standard incardinamento (100%)
F: numero di CFU max da coprire con incarichi (contratti, supplenze,
incentivazioni)
G: Costo minimo (€) di ogni CFU di F
H: Costo minimo incarichi e incentivazioni
COSTI STANDARD
CdL TRIENNALE CON SEDE
DECENTRATA
CANALE DECENTRATO DI
CdL TRIENNALE
CdL MAGISTRALE CON
SEDE DECENTRATA
A
B
C
D
E
F
G
H
3
3,5
10,5
53.384
560.532
180
300
54.000
3
3
9
53.384
480.456
180
300
54.000
2
3,5
7
53.384
373.688
120
300
36.000
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
135
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CANALE DECENTRATO DI
CdL MAGISTRALE
2
3
6
53.384
320.304
120
300
36.000
COSTI STANDARD/SEDE DI CALTANISSETTA
CdL
TRIENNALE
CON
SEDE
DECENTRATA
CANALE
DECENTRATO
LAUREA A CICLO
UNICO
N
1
A
3
B
3,5
C
10,5
D
53.384
E
560.532
F
180
G
300
H
54.000
1
6
3
18
‫״‬
960.912
360
300
108.000
TOTALE
2
9
--
28,5
--
1.521.444
540
--
162.000
II.
III.

Dall’art. 1 della vigente convenzione si intende espunta ed annullata la parte finale:
“All’inizio di ogni anno accademico, l’Università provvederà all’aggiornamento dei costi
dei Docenti secondo la parametrizzazione individuata (P.A. di I fascia stipendiale)
secondo le diverse categorie utilizzate per la parametrizzazione. Tale aggiornamento,
comunicato formalmente ai Consorzi, si riterrà automaticamente approvato dalle parti
ed utilizzato per la conseguente computazione dei costi del personale necessario al
sostegno dei CdL”. Essa viene così sostituita: “Con congruo anticipo rispetto
all’inizio di ogni anno accademico, l’Università provvederà a comunicare
formalmente ai Consorzi gli oneri a carico di questi ultimi, nei limiti delle
previsioni di cui alla precedente tabella e delle quote percentuali precisate nel
seguito del presente accordo integrativo”.
Resta inteso che gli oneri di incardinamento potranno subire eventuali aggiornamenti
annuali al variare dei parametri ministeriali relativi al trattamento economico del P.A. di
prima fascia stipendiale.
Con riferimento all’art. 2 della vigente convenzione, gli impegni dell’Università si
intendono confermati ove non diversamente previsto dal presente atto modificativo e a
condizione che il Consorzio assicuri, da parte sua, la copertura dei costi standard di
propria competenza nella misura prevista dalla presente intesa integrativa.
Con riferimento all’art. 3 della vigente convenzione, si confermano gli impegni finanziari
dei Consorzi che, in ragione delle motivazioni espresse in premessa e avuto riguardo
alle precedenti tabelle relative ai costi standard, vengono così rideterminati:
a) per il solo E.F. 2014 copertura degli incardinamenti nella misura concordata a
verbale in esito all’incontro tra le parti del 22.11.2013 e fissata, per il Consorzio
di Caltanissetta, in €. 521.221;
b) copertura del 25%, per gli EE.FF. 2015-2028, dei costi relativi
all’incardinamento del personale docente che, in relazione alla tipologia e
consistenza dei corsi di studio in atto esistenti, viene determinato, per il
Consorzio di Caltanissetta, in €. 380.361;
c) nel riconoscere l’attività formativa svolta, con continuità nel tempo,
dall’Università di Palermo nelle sedi decentrate e per garantire l’adeguata
valorizzazione delle funzioni accademiche, anche in relazione alle pretese di
dare/avere di incerta composizione e valutate di diversa entità tra le parti, il
Consorzio si impegna ad assicurare il seguente e differenziato incremento
annuale del contributo destinato alla copertura dei costi standard per
incardinamento dei docenti, individuando il medesimo trasferimento finanziario
quale “fondo di riequilibrio:
EE.FF. 2015-2027: +15% della copertura di cui al precedente punto a), pari a €.
228.216/anno
COSTI INCARDINAMENTO E FONDO DI RIEQUILIBRIO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
136
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
2014
2015-2027
2028
521.221
(1 annualità)
380.631 + 228.216 = 608.577
(13 annualità)
380.361
(1 annualità)
d) il Consorzio si impegna, altresì, ad assumere a proprio esclusivo carico (100%)
i costi relativi a contratti di insegnamento, supplenze ed incentivazioni
nell’ordine di CFU indicato nella colonna F della tab. 1, i cui rispettivi valori
economici unitari, a partire dall’a.a. 2013-2014, sono rideterminati come segue
nella misura minima:
supplenza: €. 350 per ogni CFU;
contratto esterno: €. 250/CFU
incentivazione: €. 300 per ogni CFU > 6 attribuiti ad ogni docente di
riferimento o incardinato, per specifica previsione concorsuale,
nella sede decentrata.
Il Consorzio esonera, altresì, l’Università da ogni intervento finanziario per il
pagamento delle predette competenze e di quelle, eventuali, relative ad attività
di tutorato (ed ogni altra funzione didattica integrativa) previste dalla
convenzione sottoscritta in data 15 aprile 2013, non aventi copertura nei
trasferimenti obbligatori previsti dalla colonna H della tabella 1 del presente atto
integrativo.
Restano fermi ed invariati gli obblighi assunti fino all’A.A. 2012-2013 per
la copertura, da parte del Consorzio, degli oneri relativi a contratti,
supplenze ed incentivazioni.
In relazione a quanto sopra e fatti salvi eventuali adeguamenti dei costi di
supplenze, contratti ed incentivazioni che, sulla base delle disponibilità di
bilancio, saranno concordati con cadenza biennale, si riassumono di seguito gli
oneri obbligatori minimi, previsti a carico del Consorzio per la copertura annuale
delle ulteriori funzioni didattiche (oltre l’incardinamento ed il fondo di riequilibrio)
di cui alle colonne F-G-H della precedente tab. I:
CL
IV.
CFU
540
€/ANNO
162.000
In relazione a quanto fin qui novato in materia di rapporti economici tra Università e
Consorzio, si riportano di seguito e per la durata quindicennale della oggi novata
convenzione, gli oneri complessivi minimi ed obbligatori, annualmente previsti a carico
del Consorzio di Caltanissetta:
2014
2015-2027
2028
INCARDINAMENTO
521.221
380.361*
380.361*
RIEQUILIBRIO
-228.216
-SUPPLENZE, CONTRATTI,
162.000
162.000**
162.000**
INCENTIVAZIONI
ATTIVITÀ
ALTRE
ED
DA CONCORDARE ANNUALMENTE
EVENTUALI
TOTALE ANNUALE
683.221
770.577
542.361
(*) Salvo rivalutazioni ministeriali
(**) Salvo adeguamenti biennali (costi in atto confermati per a.a. 2013-2014 e 2014-2015).
V.
Con riferimento all’art. 4 della vigente convenzione e, in particolare, all’eventuale
ulteriore reclutamento di personale docente che dovesse rendersi necessario a
garanzia della sostenibilità dei corsi di studio in sede decentrata, si conviene che, a
seguito di motivata richiesta dell’Università di Palermo, nell’ambito della
programmazione di quest’ultima, il Consorzio, verificata e dichiarata la disponibilità di
risorse per la durata residua della convenzione (e comunque per il periodo temporale
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
137
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VI.
VII.
previsto dalle disposizioni ministeriali), provvederanno, con oneri a proprio carico (e
quindi con contribuzione aggiuntiva), al soddisfacimento di una o più delle seguenti
fattispecie:
 copertura di almeno il 50% dell’intero ed effettivo costo stipendiale del docente,
in funzione del ruolo accademico dello stesso (limitatamente ai ruoli di P.O.,
P.A. e R.U. di tipo B);
 copertura dell’intero differenziale stipendiale in caso di promozione dal ruolo
accademico inferiore a quello superiore (passaggi da R.U. a P.A. e da P.A. a
P.O.);
 copertura dell’intero trattamento economico nel caso di reclutamento di
ricercatori universitari a tempo determinato (tipo A) per un periodo non inferiore
a cinque anni.
Nel caso in cui, per sopravvenute esigenze di ordine finanziario o per intervenute
modifiche degli attuali assetti normativi e di programmazione dell’offerta formativa,
ovvero per qualunque altra motivazione, l’Università dovesse procedere alla
soppressione di uno o più corsi di studio in sede decentrata, si provvederà, d’intesa tra
Università e Consorzio, alla contestuale e correlata revisione degli oneri obbligatori di
incardinamento e di quelli riguardanti supplenze, contratti ed incentivazioni, fermo
restando l’impegno dello stesso Consorzio a mantenere immodificato, fino a scadenza
di convenzione, il contributo relativo al cosiddetto fondo di riequilibrio. Ogni eventuale
soppressione di attività formative sarà comunque concordata secondo modalità atte a
prevenire e contenere ogni possibile disagio in capo alla popolazione studentesca.
Il presente atto integrativo produce i suoi effetti a decorrere dall’anno accademico
2013-2014 e nova la convenzione vigente fino al 31 dicembre 2028. Quest’ultima
mantiene piena validità ed efficacia per le parti non modificate dal presente accordo.
============
ATTO AGGIUNTIVO CONTENENTE MODIFICHE E INTEGRAZIONI DELLA CONVENZIONE
SOTTOSCRITTA IN DATA 15.04.2013 TRA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO E
CONSORZIO UNIVERSITARIO DI TRAPANI
-
-
-
-
-
Vista la convenzione, e relativo addendum, sottoscritti tra l’Università di Palermo ed i Consorzi
universitari delle province di Agrigento , Caltanissetta e Trapani in data 15 aprile 2013;
considerate le previsioni di cui ai punti 2 e 7 del cennato addendum che, nel caso di accertata
ed insufficiente disponibilità finanziaria dei Consorzi, attribuiscono alle parti la potestà di
rinegoziare gli accordi economici esistenti, anche con l’adozione di concordati piani di rientro
concernenti, in particolare, la rimodulazione degli oneri previsti a carico dei Consorzi;
visti gli esiti a verbale della riunione tra Università e Consorzi, svoltasi in data 22 novembre
2013, nel corso della quale le parti hanno concordemente stabilito di riconsiderare la
parametrazione dei costi già dall’a.a. 2013-2014;
ulteriormente accertate le perduranti difficoltà gestionali dei Consorzi, derivanti
dall’indeterminatezza della contribuzione regionale e dalla trasformazione normativa e
giuridica delle Amministrazioni provinciali, attualmente in corso;
confermata la comune volontà della parti di garantire la continuità dell’offerta formativa nelle
sedi decentrate, onde assicurare la valorizzazione culturale dei territori di riferimento e tutelare
il diritto di accesso dei giovani agli studi universitari, in particolare di quelli meritevoli e con
maggiore disagio economico;
dato atto che l’Università di Palermo ha svolto, presso il Consorzio universitario della provincia
di Trapani, una continuativa e qualificata azione formativa dalla quale è derivato, negli anni,
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
138
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
oggettivo vantaggio ed indubbio arricchimento allo stesso Consorzio e, tramite quest’ultimo,
alla predetta Città Capoluogo e ai territori provinciali di riferimento;
- premesso, altresì, che, con ulteriore riferimento agli accordi convenzionali operanti in data
antecedente alla stipula della convenzione attualmente vigente, non risulta concordante tra le
parti la quantificazione delle provviste economiche ancora da trasferire all’Università per il
ristoro degli incardinamenti dei docenti fin qui chiamati a garantire la sostenibilità dei corsi di
studio in sede decentrata;
- attestata concordemente la volontà di scongiurare possibili contenziosi tra l’Università statale
di Palermo e l’Ente consortile, a maggioritaria partecipazione pubblica, con imprevisti oneri
aggiuntivi per la parte eventualmente soccombente e con il tangibile rischio di sospensione
delle attività didattiche;
- vista la _________________ del Consorzio universitario di Trapani;
- visto il parere formalmente reso dal Senato Accademico dell’Università di Palermo nella
seduta del ________;
- vista la delibera del Consiglio di Amministrazione, assunta nella seduta del____________;
le parti ulteriormente convengono di modificare, con effetti novativi e durata
quindicennale, la vigente convenzione e di determinarsi come segue:
VIII.
con riferimento all’art. 1 della vigente convenzione, viene così modificata la tabella in
esso contenuta, relativa alla parametrizzazione dei costi standard (su base generale e
con riferimento alla consistenza dell’offerta formativa ad oggi erogata presso ogni sede
decentrata):
TABELLA I
LEGENDA:
A: Annualità di corso
B: Docenti di riferimento per anno
C: Totale docenti di riferimento
D: Costo unitario per Docente di riferimento (in €)
E: Costo Standard incardinamento (100%)
F: numero di CFU max da coprire con incarichi (contratti, supplenze,
incentivazioni)
G: Costo minimo (€) di ogni CFU di F
H: Costo minimo incarichi e incentivazioni
COSTI STANDARD
CdL TRIENNALE CON SEDE
DECENTRATA
CANALE DECENTRATO DI
CdL TRIENNALE
CdL MAGISTRALE CON
SEDE DECENTRATA
CANALE DECENTRATO DI
CdL MAGISTRALE
A
B
C
D
E
F
G
H
3
3,5
10,5
53.384
560.532
180
300
54.000
3
3
9
53.384
480.456
180
300
54.000
2
3,5
7
53.384
373.688
120
300
36.000
2
3
6
53.384
320.304
120
300
36.000
COSTI STANDARD/SEDE DI TRAPANI
CdL
TRIENNALE
CON
SEDE
DECENTRATA
CANALE
DECENTRATO
DI
CdL
TRIENNALE
CANALE
DECENTRATO
LAUREA
A
N
1
A
3
B
3,5
C
10,5
D
53.384
E
560.532
F
180
G
300
H
54.000
1
3
3
9
‫״‬
480.456
180
300
54.000
1
5
3
15
‫״‬
800.760
300
300
90.000
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
139
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
CICLO UNICO
TOTALE
IX.
X.

3
11
--
34,5
--
1.841.748
660
--
198.000
Dall’art. 1 della vigente convenzione si intende espunta ed annullata la parte finale:
“All’inizio di ogni anno accademico, l’Università provvederà all’aggiornamento dei costi
dei Docenti secondo la parametrizzazione individuata (P.A. di I fascia stipendiale)
secondo le diverse categorie utilizzate per la parametrizzazione. Tale aggiornamento,
comunicato formalmente ai Consorzi, si riterrà automaticamente approvato dalle parti
ed utilizzato per la conseguente computazione dei costi del personale necessario al
sostegno dei CdL”. Essa viene così sostituita: “Con congruo anticipo rispetto
all’inizio di ogni anno accademico, l’Università provvederà a comunicare
formalmente ai Consorzi gli oneri a carico di questi ultimi, nei limiti delle
previsioni di cui alla precedente tabella e delle quote percentuali precisate nel
seguito del presente accordo integrativo”.
Resta inteso che gli oneri di incardinamento potranno subire eventuali aggiornamenti
annuali al variare dei parametri ministeriali relativi al trattamento economico del P.A. di
prima fascia stipendiale.
Con riferimento all’art. 2 della vigente convenzione, gli impegni dell’Università si
intendono confermati ove non diversamente previsto dal presente atto modificativo e a
condizione che il Consorzio assicuri, da parte sua, la copertura dei costi standard di
propria competenza nella misura prevista dalla presente intesa integrativa.
Con riferimento all’art. 3 della vigente convenzione, si confermano gli impegni finanziari
dei Consorzi che, in ragione delle motivazioni espresse in premessa e avuto riguardo
alle precedenti tabelle relative ai costi standard, vengono così rideterminati:
a) per il solo E.F. 2014 copertura degli incardinamenti nella misura concordata a
verbale in esito all’incontro tra le parti del 22.11.2013 e fissata, per il Consorzio
di Trapani, in €. 609.239;
b) copertura del 25%, per gli EE.FF. 2015-2028, dei costi relativi
all’incardinamento del personale docente che, in relazione alla tipologia e
consistenza dei corsi di studio in atto esistenti, viene determinato, per il
Consorzio di Trapani, in €. 460.437;
c) nel riconoscere l’attività formativa svolta, con continuità nel tempo,
dall’Università di Palermo nelle sedi decentrate e per garantire l’adeguata
valorizzazione delle funzioni accademiche, anche in relazione alle pretese di
dare/avere di incerta composizione e valutate di diversa entità tra le parti, i
Consorzio si impegna ad assicurare il seguente e differenziato incremento
annuale del contributo destinato alla copertura dei costi standard per
incardinamento dei docenti, individuando il medesimo trasferimento finanziario
quale “fondo di riequilibrio:
EE.FF. 2015-2028: +5% del costo standard, pari a €. 92.087/anno
COSTI INCARDINAMENTO E FONDO DI RIEQUILIBRIO
2014
2015-2028
609.239
(1 annualità)
460.437 + 92.087 = 552.524
(14 annualità)
d) il Consorzio si impegna, altresì, ad assumere a proprio esclusivo carico (100%)
i costi relativi a contratti di insegnamento, supplenze ed incentivazioni
nell’ordine di CFU indicato nella colonna F della tab. 1, i cui rispettivi valori
economici unitari, a partire dall’a.a. 2013-2014, sono rideterminati come segue
nella misura minima:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
140
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
supplenza: €. 350 per ogni CFU;
contratto esterno: €. 250/CFU
incentivazione: €. 300 per ogni CFU > 6 attribuiti ad ogni docente di
riferimento o incardinato, per specifica previsione concorsuale,
nella sede decentrata.
Il Consorzio esonera, altresì, l’Università da ogni intervento finanziario per il
pagamento delle predette competenze e di quelle, eventuali, relative ad attività
di tutorato (ed ogni altra funzione didattica integrativa) previste dalla
convenzione sottoscritta in data 15 aprile 2013, non aventi copertura nei
trasferimenti obbligatori previsti dalla colonna H della tabella 1 del presente atto
integrativo.
Restano fermi ed invariati gli obblighi assunti fino all’a.a. 2012-2013 per la
copertura, da parte del Consorzio, degli oneri relativi a contratti,
supplenze ed incentivazioni.
In relazione a quanto sopra e fatti salvi eventuali adeguamenti dei costi di
supplenze, contratti ed incentivazioni che, sulla base delle disponibilità di
bilancio, saranno concordati con cadenza biennale, si riassumono di seguito gli
oneri obbligatori minimi, previsti a carico del Consorzio per la copertura annuale
delle ulteriori funzioni didattiche (oltre l’incardinamento ed il fondo di riequilibrio)
di cui alle colonne F-G-H della precedente tab. I:
TP
XI.
CFU
660
€/ANNO
198.000
In relazione a quanto fin qui novato in materia di rapporti economici tra Università e
Consorzio, si riportano di seguito e per la durata quindicennale della oggi novata
convenzione, gli oneri complessivi minimi ed obbligatori, annualmente previsti a carico
dal Consorzio di Trapani:
2014
2015-2028
INCARDINAMENTO
609.239
460.437*
RIEQUILIBRIO
-92.087
SUPPLENZE, CONTRATTI,
198.000
198.000**
INCENTIVAZIONI
ATTIVITÀ ALTRE ED EVENTUALI
DA CONCORDARE ANNUALMENTE
TOTALE ANNUALE
807.239
750.524
(*) Salvo rivalutazioni ministeriali
(**) Salvo adeguamenti biennali (costi in atto confermati per a.a. 2013-2014 e 2014-2015).
XII.
Con riferimento all’art. 4 della vigente convenzione e, in particolare, all’eventuale
ulteriore reclutamento di personale docente che dovesse rendersi necessario a
garanzia della sostenibilità dei corsi di studio in sede decentrata, si conviene che, a
seguito di motivata richiesta dell’Università di Palermo, nell’ambito della
programmazione di quest’ultima, il Consorzio, verificata e dichiarata la disponibilità di
risorse per la durata residua della convenzione (e comunque per il periodo temporale
previsto dalle disposizioni ministeriali), provvederanno, con oneri a proprio carico (e
quindi con contribuzione aggiuntiva), al soddisfacimento di una o più delle seguenti
fattispecie:
 copertura di almeno il 50% dell’intero ed effettivo costo stipendiale del docente,
in funzione del ruolo accademico dello stesso (limitatamente ai ruoli di P.O.,
P.A. e R.U. di tipo B);
 copertura dell’intero differenziale stipendiale in caso di promozione dal ruolo
accademico inferiore a quello superiore (passaggi da R.U. a P.A. e da P.A. a
P.O.);
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
141
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

XIII.
XIV.
copertura dell’intero trattamento economico nel caso di reclutamento di
ricercatori universitari a tempo determinato (tipo A) per un periodo non inferiore
a cinque anni.
Nel caso in cui, per sopravvenute esigenze di ordine finanziario o per intervenute
modifiche degli attuali assetti normativi e di programmazione dell’offerta formativa,
ovvero per qualunque altra motivazione, l’Università dovesse procedere alla
soppressione di uno o più corsi di studio in sede decentrata, si provvederà, d’intesa tra
Università e Consorzio, alla contestuale e correlata revisione degli oneri obbligatori di
incardinamento e di quelli riguardanti supplenze, contratti ed incentivazioni, fermo
restando l’impegno dello stesso Consorzio a mantenere immodificato, fino a scadenza
di convenzione, il contributo relativo al cosiddetto fondo di riequilibrio. Ogni eventuale
soppressione di attività formative sarà comunque concordata secondo modalità atte a
prevenire e contenere ogni possibile disagio in capo alla popolazione studentesca.
Il presente atto integrativo produce i suoi effetti a decorrere dall’anno accademico
2013-2014 e nova la convenzione vigente fino al 31 dicembre 2028. Quest’ultima
mantiene piena validità ed efficacia per le parti non modificate dal presente accordo.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Ettore Castorina
Il Direttore Generale
f.to dott. Antonio Valenti
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Udito il Rettore;
Dopo ampio dibattito;
all’unanimità;
DELIBERA




di integrare gli atti aggiuntivi sopra riportati inserendo la previsione: “XV. Il Consorzio si
impegna a provvedere alla rinegoziazione dell’atto qualora dovessero determinarsi a favore
dello stesso nuove risorse finanziarie”;
di approvare gli atti aggiuntivi, relativi ai Consorzi Universitari di Caltanissetta e Trapani
così come sopra riportati e integrato come al capoverso superiore, contenenti modifiche e
integrazioni della convenzione sottoscritta in data 15.04.2013 tra Università degli studi di
Palermo e Consorzi Universitari di Agrigento, Caltanissetta e Trapani per lo sviluppo dei
Poli universitari territoriali e la compartecipazione ai costi del decentramento;
di subordinare l’approvazione degli atti aggiuntivi all’invio delle delibere dei competenti
Consigli di Amministrazione dei Consorzi;
di provvedere alla rinegoziazione degli stessi atti aggiuntivi qualora dovessero determinarsi,
negli stessi consorzi, nuove risorse finanziarie.
Letto ed approvato seduta stante
16. Consorzio Universitario di Agrigento: Regolamentazione transitoria dei rapporti e
connesse determinazioni
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Università degli studi di Palermo e i Consorzi universitari delle province di Agrigento,
Caltanissetta e Trapani hanno sottoscritto in data 15 aprile 2013 la nuova convenzione, e il relativo
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
142
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
addendum, per lo sviluppo dei Poli universitari territoriali e la compartecipazione ai costi del
decentramento.
I punti 2 e 7 del cennato addendum stabiliscono come, nel caso di accertata ed insufficiente
disponibilità finanziaria dei Consorzi, le parti possano rinegoziare gli accordi economici esistenti,
anche con l'adozione di concordati piani di rientro concernenti, in particolare, la rimodulazione
degli oneri previsti a carico dei Consorzi.
In data 22 novembre 2013 Università e Consorzi hanno concordemente stabilito di
riconsiderare la parametrazione dei costi già dall'A.A. 2013-2014 anche in relazione alle perduranti
difficoltà gestionali dei Consorzi, derivanti dall'indeterminatezza della contribuzione regionale e
dalla trasformazione normativa e giuridica delle Amministrazioni provinciali, attualmente in corso.
Tenuto presente che l'Università di Palermo ha svolto e svolge, presso i Consorzi universitari
delle province di Agrigento, Caltanissetta e Trapani, una continuativa e qualificata azione formativa
dalla quale è derivato, negli anni, un oggettivo vantaggio ed un indubbio arricchimento agli stessi
Consorzi e, per il tramite di questi ultimi, a tutto il territorio comunale e provinciale di riferimento, è
volontà comune garantire la continuità dell'offerta formativa nelle sedi decentrate, onde assicurare
la valorizzazione culturale dei territori di riferimento e tutelare il diritto di accesso dei giovani agli
studi universitari, in particolare di quelli meritevoli e con maggiore disagio economico.
Inoltre, con ulteriore riferimento agli accordi convenzionali operanti in data antecedente alla
stipula della convenzione attualmente vigente, non risulta concordante tra le parti la
quantificazione delle provviste economiche ancora da trasferire all'Università per il ristoro degli
incardinamenti dei docenti fin qui chiamati ad assicurare la sostenibilità dei corsi di studio in sede
decentrata.
Vista la nota rettorale prot. n. 23374 – VI/11 del 31/03/2014, con la quale questo Ateneo ha
trasmesso ai Presidenti dei Consorzi universitari di Agrigento, Caltanissetta e Trapani l’atto di
novazione, predisposto sulla base delle sopra esposte considerazioni, della Convenzione in atto
esistente, con la richiesta di formale approvazione;
Nelle more di acquisire formale riscontro da parte del Consorzio Universitario di Agrigento,
ritenendo comunque necessario rispettare i tempi della programmazione dell’offerta formativa,
viene formulata la presente proposta che diverrà operativa non appena acquisita la formale
accettazione da parte del suddetto Consorzio;
Per i motivi suesposti si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
l’approvazione dell’atto aggiuntivo relativo al Consorzio Universitario di Agrigento, di seguito
riportato, contenente modifiche e integrazioni della convenzione sottoscritta in data 15.04.2013 tra
Università degli studi di Palermo e Consorzi Universitari di Agrigento, Caltanissetta e Trapani per
lo sviluppo dei Poli universitari territoriali e la compartecipazione ai costi del decentramento.
ATTO AGGIUNTIVO CONTENENTE TRANSITORIE MODIFICHE DELLA CONVENZIONE
SOTTOSCRITTA IN DATA 15.04.2013 TRA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO E
CONSORZIO UNIVERSITARIO DI AGRIGENTO
-
Vista la convenzione, e relativo addendum, sottoscritti tra l’Università di Palermo ed i Consorzi
universitari delle province di Agrigento , Caltanissetta e Trapani in data 15 aprile 2013;
considerate le previsioni di cui ai punti 2 e 7 del cennato addendum che, nel caso di accertata
ed insufficiente disponibilità finanziaria dei Consorzi, attribuiscono alle parti la potestà di
rinegoziare gli accordi economici esistenti, anche con l’adozione di concordati piani di rientro
concernenti, in particolare, la rimodulazione degli oneri previsti a carico dei Consorzi;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
143
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
-
visti gli esiti a verbale della riunione tra Università e Consorzi, svoltasi in data 22 novembre
2013, nel corso della quale le parti hanno concordemente stabilito di riconsiderare la
parametrazione dei costi già dall’a.a. 2013-2014;
- ulteriormente accertate le perduranti difficoltà gestionali del Consorzio di Agrigento, derivanti
dall’indeterminatezza della contribuzione regionale e dalla trasformazione normativa e
giuridica delle Amministrazioni provinciali, attualmente in corso;
- confermata la comune volontà della parti di garantire la continuità dell’offerta formativa nella
sede decentrata, onde assicurare la valorizzazione culturale del territorio di riferimento e
tutelare il diritto di accesso dei giovani agli studi universitari, in particolare di quelli meritevoli e
con maggiore disagio economico;
- dato atto che l’Università di Palermo ha svolto, presso il Consorzio universitario della provincia
di Agrigento, una continuativa e qualificata azione formativa dalla quale è derivato, negli anni,
oggettivo vantaggio ed indubbio arricchimento allo stesso Consorzio e, tramite quest’ultimo,
alla Città Capoluogo e al territorio della provincia;
- premesso, altresì, che, con ulteriore riferimento agli accordi convenzionali operanti in data
antecedente alla stipula della convenzione attualmente vigente, non risulta concordante tra le
parti la quantificazione delle provviste economiche ancora da trasferire all’Università per il
ristoro degli incardinamenti dei docenti fin qui chiamati a garantire la sostenibilità dei corsi di
studio in sede decentrata;
- preso atto che il Consorzio non ha, ad oggi, assunto efficaci determinazioni in ordine al ristoro
delle predette pendenze;
- ferma restando la facoltà dell’Università di Palermo di procedere al riconoscimento dei propri
crediti mediante ricorso alle pertinenti sedi giurisdizionali;
- ulteriormente considerato il persistente e condiviso interesse pubblico ad assicurare, ancorché
transitoriamente, la continuità dell’offerta formativa;
le parti ulteriormente convengono di modificare, limitatamente agli aa.aa. 2013-2014 e
2014-2015, la vigente convenzione e di determinarsi come segue:
XV.
con riferimento all’art. 1 della vigente convenzione, viene così modificata la tabella in
esso contenuta, relativa alla parametrizzazione dei costi standard (su base generale e
con riferimento alla consistenza dell’offerta formativa ad oggi erogata presso la sede
decentrata):
TABELLA I
LEGENDA:
A: Annualità di corso
B: Docenti di riferimento per anno
C: Totale docenti di riferimento
D: Costo unitario per Docente di riferimento (in €)
E: Costo Standard incardinamento (100%)
F: numero di CFU max da coprire con incarichi (contratti, supplenze,
incentivazioni)
G: Costo minimo (€) di ogni CFU di F
H: Costo minimo incarichi e incentivazioni
CdL TRIENNALE CON SEDE
DECENTRATA
CANALE DECENTRATO DI
CdL TRIENNALE
CdL MAGISTRALE CON
SEDE DECENTRATA
CANALE DECENTRATO DI
CdL MAGISTRALE
COSTI
STANDARD
A
B
C
D
E
F
G
H
3
3,5
10,5
53.384
560.532
180
300
54.000
3
3
9
53.384
480.456
180
300
54.000
2
3,5
7
53.384
373.688
120
300
36.000
2
3
6
53.384
320.304
120
300
36.000
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
144
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
COSTI STANDARD/SEDE DI AGRIGENTO
CdL
TRIENNALE
CON
SEDE
DECENTRATA
CANALE
DECENTRATO
DI
CdL TRIENNALE
CdL
MAGISTRALE
CON
SEDE
DECENTRATA
CANALE
DECENTRATO CdL
A CICLO UNICO
N
2
A
5
B
3,5
C
17,5
D
53.384
E
934.220
F
360
G
300
1
3
3
9
‫״‬
480.456
180
300
54.00
0
1
2
3,5
7
‫״‬
373.688
120
300
36.00
0
2
10
3
30
‫״‬
1.601.52
0
600
300
180.0
00
TOTALE
6
20
⸗
63,5
⸗
3.389.88
4
1.260
⸗
378.0
00
XVI.
XVII.
H
108.0
00
Dall’art. 1 della vigente convenzione si intende espunta ed annullata la parte finale:
“All’inizio di ogni anno accademico, l’Università provvederà all’aggiornamento dei costi
dei Docenti secondo la parametrizzazione individuata (P.A. di I fascia stipendiale)
secondo le diverse categorie utilizzate per la parametrizzazione. Tale aggiornamento,
comunicato formalmente ai Consorzi, si riterrà automaticamente approvato dalle parti
ed utilizzato per la conseguente computazione dei costi del personale necessario al
sostegno dei CdL”. Essa viene così sostituita: “Con congruo anticipo rispetto
all’inizio di ogni anno accademico, l’Università provvederà a comunicare
formalmente ai Consorzi gli oneri a carico di questi ultimi, nei limiti delle
previsioni di cui alla precedente tabella e delle quote percentuali precisate nel
seguito del presente accordo integrativo”.
Resta inteso che gli oneri di incardinamento potranno subire eventuali aggiornamenti
annuali al variare dei parametri ministeriali relativi al trattamento economico del P.A. di
prima fascia stipendiale.
Con riferimento all’art. 2 della vigente convenzione, gli impegni dell’Università si
intendono confermati ove non diversamente previsto dal presente atto modificativo e a
condizione che il Consorzio assicuri, da parte sua, la copertura dei costi standard di
propria competenza nella misura prevista dalla presente intesa integrativa.
Con riferimento all’art. 3 della vigente convenzione, si confermano gli impegni finanziari
del Consorzio che, in ragione delle motivazioni espresse in premessa e avuto riguardo
alle precedenti tabelle relative ai costi standard, vengono così rideterminati:
e) per il solo E.F. 2014 (a.a. 2013-2014) copertura degli incardinamenti nella
misura concordata a verbale in esito all’incontro tra le parti del 22.11.2013 e
fissata in €. 1.038.878.
f) Per l’E.F. 2015 (a.a. 2014-2015), copertura del 35% dei costi standard relativi
all’incardinamento del personale docente che, in relazione alla tipologia e
consistenza dei corsi di studio in atto esistenti, viene determinato in:
€. 1.186.459.
g) Pur riconoscendo l’attività formativa svolta, con continuità nel tempo,
dall’Università di Palermo nella sede di Agrigento e per garantire l’adeguata
valorizzazione delle funzioni accademiche, anche in relazione alle pretese di
dare/avere di incerta composizione e valutate di diversa entità da Università e
Consorzio, le parti rinviano a successive intese il riconoscimento di queste
ultime, fatti salvi la possibilità di adire, al riguardo, la competente giurisdizione
e, per il Consorzio, l’impegno al trasferimento delle somme al riguardo poste in
bilancio consortile negli EE.FF. precedenti;
h) Il Consorzio si impegna, altresì, ad assumere a proprio esclusivo carico (100%)
i costi relativi a contratti di insegnamento, supplenze ed incentivazioni
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
145
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
nell’ordine di CFU indicato nella colonna F della tab. 1, i cui rispettivi valori
economici unitari, per l’a.a. 2014-2015, sono rideterminati come segue nella
misura minima:
supplenza: €. 350 per ogni CFU;
contratto esterno: €. 250/CFU
incentivazione: €. 300 per ogni CFU > 6 attribuiti ad ogni docente di
riferimento o incardinato, per specifica previsione concorsuale, nella sede
decentrata.
Per l’a.a. 2013-2014, il Consorzio si impegna a remunerare le predette attività
secondo quanto previsto dall’accordo intervenuto in data 22.11.2013.
Il Consorzio esonera, altresì, l’Università da ogni intervento finanziario per il
pagamento delle predette competenze e di quelle, eventuali, relative ad attività
di tutorato (ed ogni altra funzione didattica integrativa) previste dalla
convenzione sottoscritta in data 15 aprile 2013, non aventi copertura nei
trasferimenti obbligatori previsti dalla colonna H della tabella 1 del presente atto
integrativo.
Restano, peraltro, fermi ed invariati gli obblighi assunti dal Consorzio di
Agrigento fino all’a.a. 2012-2013 per la copertura degli oneri relativi a
contratti, supplenze ed incentivazioni.
In relazione a quanto sopra e fatti salvi eventuali adeguamenti dei costi di
supplenze, contratti ed incentivazioni che, sulla base delle disponibilità di
bilancio, potranno essere concordati, si riassumono di seguito gli oneri
obbligatori minimi, previsti a carico del Consorzio per la copertura, relativa
all’a.a. 2014-2015. delle ulteriori funzioni didattiche (oltre l’incardinamento) di
cui alle colonne F-G-H della precedente tab. I:
CFU
€/ANNO
AG 1.260
378.000
XVIII.
Con riferimento a quanto fin qui transitoriamente novato in materia di rapporti
economici tra Università e Consorzio, si riportano di seguito e per la durata biennale
del presente atto integrativo, gli oneri complessivi obbligatori, previsti a carico del
Consorzio di Agrigento:
INCARDINAMENTO
SUPPLENZE, CONTRATTI,
INCENTIVAZIONI
ATTIVITÀ ALTRE ED EVENTUALI
TOTALE ANNUALE
2014 (a.a. 2013-2014)
1.038.878
2015 (a.a. 2014-2015)
1.186.459*
816.325
378.000**
DA CONCORDARE ANNUALMENTE
1.855.203
1.564.459
(*) Salvo rivalutazioni ministeriali
(**) Salvo eventuali adeguamenti
XIX.
XX.
Per effetto della valenza transitoria del presente atto integrativo e stanti le
documentate difficoltà economiche del Consorzio, le parti concordano di procedere,
dall’a.a. 2014-2015, alla progressiva soppressione di almeno un corso di laurea, fermo
restando che ulteriori rimodulazioni potranno essere disposte nel prosieguo, sulla base
della verifica di sostenibilità degli stessi corsi.
L’eventuale soppressione delle attività formative sarà comunque adottata con modalità
atte a prevenire e contenere ogni possibile disagio in capo alla popolazione
studentesca.
Il presente atto integrativo produce i suoi effetti a decorrere dall’anno accademico
2013-2014 e nova la convenzione vigente fino al termine dell’a.a. 2014-2015 (31
ottobre 2015). Quest’ultima mantiene piena validità ed efficacia per le parti non
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
146
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
modificate dal presente accordo, in particolare per quanto attiene all’impegno del
Consorzio di Agrigento di assicurare vitto e alloggio ai Docenti dell’Università di
Palermo impegnati nella sede decentrata.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Ettore Castorina
Il Direttore Generale
f.to dott. Antonio Valenti
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Udito il Rettore;
dopo ampio dibattito;
con il voto contrario del Prof. Enea
DELIBERA




di integrare l’atto aggiuntivo sopra riportato inserendo la seguente previsione: “VII.Il
Consorzio si impegna a provvedere alla rinegoziazione dell’atto aggiuntivo qualora
dovessero determinarsi a favore dello stesso nuove risorse finanziarie”;
di approvare l’atto aggiuntivo relativo al Consorzio Universitario di Agrigento nella
formulazione sopra riportata ed integrato con la disposizione di cui al capoverso
precedente, contenente modifiche e integrazioni della convenzione sottoscritta in data
15.04.2013 tra Università degli studi di Palermo e il Consorzio Universitario di Agrigento per
lo sviluppo dei Poli universitari territoriali e la compartecipazione ai costi del
decentramento;
di richiedere la liquidazione delle somme già iscritte nei bilanci del Consorzio degli anni
precedenti riguardanti l’incardinamento dei docenti dell’Ateneo;
di avviare le eventuali procedure di recupero dei crediti vantati dall’Ateneo a valere sui costi
dei Docenti incardinati presso il Consorzio di Agrigento che risultassero non effettivamente
trasferiti all’Ateneo a seguito della superiore richiesta.
Letto ed approvato seduta stante.
43. Alienazione immobile sito in Palermo via Mario Rapisardi n. 13/c
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Si informa il Consiglio di Amministrazione che è pervenuta per il tramite della PU.MA. Immobiliare
di Puleo Marianna affiliata Grimaldi, affidataria di mandato esclusivo di vendita, la proposta
d’acquisto avanzata dal promissario acquirente, Prof. Alberto Brucato, per l’immobile attualmente
da lui condotto in locazione, sito in Palermo via Mario Rapisardi 13/c, che di seguito,
integralmente, si riporta:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
147
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
148
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
La stessa agenzia immobiliare ha, altresì, fatto pervenire una relazione tecnico-economica che,
parimenti, si riporta integralmente:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
149
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Spett.le Università degli Studi di Palermo
Alla c.a. Dottor Calogero Schilleci
Dirigente Area Patrimoniale e Negoziale
E p.c. del Dottor Pier Luigi D’Angelo
Dirigente Settore Patrimonio Immobiliare e Mobiliare
Oggetto: sollecito accettazione proposta d’acquisto Prof. Alberto Brucato.
In merito alla proposta d’acquisto sottoscritta dal Prof. Alberto Brucato, in data 07/04/2014 e
riconfermata in data 17.04.2014 per l’immobile da lui locato, sito in Palermo, via Mario Rapisardi
13/c, invito la S.V. a prendere in considerazione un decurtamento sul prezzo di vendita richiesto
dall’Amministrazione pari al 20%, poiché trattasi di immobile locato che necessita di lavori di
manutenzione/ristrutturazione descritti nel documento in allegato.
Cordiali saluti
Palermo, lì 18/04/2014
Firma
Marianna Puleo
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
150
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- assenza di un ripostiglio
Applicando le quantificazioni più comunemente adottate per tali fattori risultano leggermente
prevalenti i fattori di deprezzamento su quelli di apprezzamento, talché il combinato disposto della
loro applicazione si tradurrebbe in un deprezzamento del valore dell'immobile quantificabile in
qualche unità percentuale. Tuttavia l'aleatorietà della quantificazione di tali fattori induce a ritenere
congruo un sostanziale pareggiamento dei loro effetti.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
151
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il valore commerciale dell'immobile di che trattasi può quindi essere stimato semplicemente come
prodotto del valore OMI medio, pari a Euro 2.200,00, per la superficie commerciale stimata
ammontare a 185 mq:
Valore commerciale dell'immobile (libero)
mq.185 x €.2.200,00 = €.407.000,00
Della sostanziale congruità di tale stima si ha piena conferma scorrendo le offerte di vendita di
appartamenti similari, siti nella stessa zona, che spesso presentano prezzi al metro quadro
leggermente minori di quello qui assunto a base di calcolo, e talvolta prezzi leggermente maggiori
(ma è qui utile rimarcare che le cifre indicate concernono le richieste dei venditori, mentre il prezzo
di vendita della effettiva transazione si colloca tipicamente al di sotto di tali richieste, in misura più
o meno marcata a seconda delle circostanze).
Tuttavia si tratta, come noto, di un immobile locato con regolare contratto di affitto. La taglia
dell'immobile lo pone peraltro al di fuori della fascia di quelli di interesse a fini di investimento, il
che limita la platea dei potenziali acquirenti a quelli che intendono acquistare l'immobile per uso
proprio. Risulta pertanto congruo applicare un fattore di deprezzamento per immobile locato,
stimabile intorno al 20% del valore commerciale dell'immobile libero.:
Riduzione di valore per immobile locato
-20 %
Valore commerciale immobile (locato) €.325.600,00
L'offerta di €. 350.000,00 avanzata dal promissario acquirente appare pertanto più che congrua se
confrontata con il valore commerciale dell'immobile. La non marginale differenza tra l'offerta e il
valore commerciale dell'immobile può essere vista come più che congrua compensazione per la
formula di pagamento diluita proposta dall'acquirente.
Tutto ciò premesso e considerato si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
-
di accettare, a seguito di attenta valutazione, la proposta di acquisto avanzata dal
promissario acquirente, Prof. Alberto Brucato, fatta pervenire dalla PU.MA: Immobiliare;
-
di porre in essere tutti gli atti necessari per l’alienazione dell’immobile in questione.
Il Responsabile del procedimento
f.to Dr. Pier Luigi D’Angelo
Il Dirigente
F.to Dr. Calogero Schilleci
IL CONSIGLIO
Vista la proposta del Responsabile del Procedimento;
Sentito il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’AOUP;
all’unanimità
DELIBERA
Approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
152
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Letto ed approvato seduta stante.
56. Approvazione del progetto “BIGGER DATA”, domanda PAC02L1_00086, di cui all’Avviso
D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di
Start Up - Linea 1 – BIG DATA, PON R&C 2007/2013, assunzione del finanziamento ed
autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di accettazione delle
agevolazioni.
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo ha presentato, nell’ambito dell’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per
la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 1 – BIG DATA, PON R&C
2007/2013, il progetto dal titolo “BIGGER DATA” responsabile scientifico Prof. Marco Ortolani, su
proposta del Dipartimento di Ingegneria chimica, gestionale, informatica, meccanica in partenariato
con:
 Italtel spa;
 3OS srl;
 Lookout srl;
 Intelener srl;
 CNR – Istituto per le tecnologie didattiche.
Il MIUR, con D.D. prot. 2145 del 12 novembre 2013, ha pubblicato l'elenco generale dei progetti
ammessi a finanziamento, tra i quali la domanda PAC02L1_00086 “BIGGER DATA”, previa
verifica dei requisiti necessari al rilascio del nulla osta per la sottoscrizione del Disciplinare di
Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il MIUR con D.D. 2690 del 11/12/2013, ha ammesso alle agevolazioni, il progetto citato, per un
importo complessivo di € 702.130,00 a fronte di un contributo di € 460.020,80, di cui € 407.920,80
di Ricerca Industriale e 52.100,00 di Sviluppo Sperimentale. La quota di costo ammesso per
l’Università di Palermo è pari ad € 100.000,00 di Ricerca Industriale, a fronte di un contributo
concesso pari ad € 85.000,00.
Il MIUR, con la nota prot. 30552 del 11/12/2013, ha comunicato che l’ammissione definitiva alle
agevolazioni, è subordinata alla verifica dei requisiti dei soggetti attuatori del progetto richiedendo
la presentazione di documentazione integrativa in vista della sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di
Accettazione.
Il Dipartimento di Ingegneria chimica, gestionale, informatica, meccanica –DICGIM-, con decreto
del Direttore n. 1 del 07/01/2014 ha approvato la partecipazione al progetto “BIGGER DATA”,
impegnandosi ad assumerne la gestione, individuando quale Responsabile scientifico il prof.
Marco Ortolani, garantendo nel contempo la disponibilità delle risorse necessarie (umane, di
attrezzature e di spazi) per la realizzazione delle attività progettuali, ed impegnandosi a coprire
eventuali oneri finanziari, senza oneri a carico del bilancio dell’Ateneo.
Pertanto, al fine di procedere alla sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di Accettazione, occorre
deliberare l’assunzione del finanziamento da parte dell’Ateneo, relativo alla propria quota spettante
determinata dal MIUR in base alle percentuali di intervento previste dal D.D. MIUR n. 2690 del
11/12/2013 di ammissione, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni
finanziarie di cui al decreto stesso.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
153
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERI
Di approvare la partecipazione al progetto “BIGGER DATA”, domanda PAC02L1_00086, di cui è
responsabile scientifico il Prof. Marco Ortolani, finanziato a valere sull’Avviso pubblico D.D. MIUR
prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 1 – BIG
DATA, PON R&C 2007/2013;
Di assumere il finanziamento relativo alla propria quota spettante – pari ad € 85.000,00, per
attività di Ricerca Industriale, in forma di contributo nella spesa – determinata dal MIUR in base
alle percentuali di intervento previste dalla normativa di riferimento, a fronte di costi ammissibili pari
ad € 100.000,00, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni finanziarie di
cui al decreto ministeriale di concessione D.D. MIUR prot. n. 2690 del 11/12/2013;
Di prendere atto che le attività progettuali verranno svolte dal Dipartimento di Ingegneria Chimica,
Gestionale, Informatica, Meccanica;
Di prendere atto del codice identificativo del progetto “BIGGER DATA”, PAC02L1_00086 – CUP
Ricerca B78F13000700008;
Di autorizzare il prof. Giacomo De Leo, Pro-Rettore alla ricerca, autorizzato alla firma con D.R. n.
1157/2014 del 31/03/2014, alla sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e
dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Luciano Tropea
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
57. Approvazione del progetto “BookAlive”, domanda PAC02L2_00068, di cui all’Avviso
D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di
Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione
del finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di
accettazione delle agevolazioni.
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo ha presentato, nell’ambito dell’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per
la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato,
PON R&C 2007/2013, il progetto dal titolo “BookAlive”, responsabile scientifico Prof. Antonio
Gentile, su proposta dei seguenti Dipartimenti:
- DICGIM;
- Dipartimento Culture e Società (già Dipartimento dei Beni Culturali – Studi Culturali);
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
154
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport;
- Dipartimento di Scienze Umanistiche;
in partenariato con Informamuse srl.
Il MIUR, con D.D. prot. 2145 del 12 novembre 2013, ha pubblicato l'elenco generale dei progetti
ammessi a finanziamento, tra i quali il progetto con numero domanda PAC02L2_00068 dal titolo:
“BookAlive”, previa verifica dei requisiti necessari al rilascio del nulla osta per la sottoscrizione del
Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il MIUR con D.D. 3083 del 24/12/2013, ha ammesso alle agevolazioni, il progetto citato per un
importo complessivo di € 1.106.428,00 a fronte di un contributo di € 886.463,80, di cui €
825.713,80 di Ricerca Industriale e 60.750,00 di Sviluppo Sperimentale. La quota di costo
ammesso per l’Università di Palermo è pari ad € 431.428,00 di Ricerca Industriale, a fronte di un
contributo concesso pari ad € 366.713,80.
Il MIUR, con la nota prot. 35 del 07/01/2014, ha comunicato che l’ammissione definitiva alle
agevolazioni, è subordinata alla verifica dei requisiti dei soggetti attuatori del progetto richiedendo
la presentazione di documentazione integrativa in vista della sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di
Accettazione.
I Dipartimenti coinvolti nel progetto hanno approvato la partecipazione al progetto “BookAlive”,
impegnandosi ad assumerne la gestione, individuando quale Responsabile scientifico il prof.
Antonio Gentile, garantendo nel contempo la disponibilità delle risorse necessarie (umane, di
attrezzature e di spazi) per la realizzazione delle attività progettuali, ed impegnandosi a coprire
eventuali oneri finanziari, senza oneri a carico del bilancio dell’Ateneo:
- DICGIM, giusta delibera del CdD n. 2 del 18/02/2014;
- Dipartimento Culture e Società (già Dipartimento dei Beni Culturali – Studi Culturali), giusto
decreto n. 10 del 26/02/2014;
- Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, giusto decreto n.25 del 27/2/2014;
- Dipartimento di Scienze Umanistiche, giusto decreto n. 8 del 26/02/2014;
Pertanto, al fine di procedere alla sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di Accettazione, occorre
deliberare l’assunzione del finanziamento da parte dell’Ateneo, relativo alla propria quota spettante
determinata dal MIUR in base alle percentuali di intervento previste dal D.D. MIUR n. 3083 del
24/12/2013 di ammissione, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni
finanziarie di cui al decreto stesso.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di approvare la partecipazione al progetto “BookAlive”, domanda PAC02L2_00068, di cui è
responsabile scientifico il Prof. Antonio Gentile, finanziato a valere sull’Avviso pubblico D.D. MIUR
prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 2 –
Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013;
Di assumere il finanziamento relativo alla propria quota spettante – pari ad € 366.713,80, per
attività di Ricerca Industriale, in forma di contributo nella spesa – determinata dal MIUR in base
alle percentuali di intervento previste dalla normativa di riferimento, a fronte di costi ammissibili pari
ad € 431.428,00, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni finanziarie di
cui al decreto ministeriale di concessione D.D. MIUR prot. n. 3083 del 24/12/2013;
Di prendere atto che le attività progettuali verranno svolte dai Dipartimenti:
- DICGIM;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
155
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- Dipartimento Culture e Società (già Dipartimento dei Beni Culturali – Studi Culturali);
- Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport;
- Dipartimento di Scienze Umanistiche;
Di prendere atto del codice identificativo del progetto “BookAlive”, PAC02L2_00068 – CUP
Ricerca B78C13000900005;
Di autorizzare il prof. Giacomo De Leo, Pro-Rettore alla ricerca, autorizzato alla firma con D.R. n.
1157/2014 del 31/03/2014, alla sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e
dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Luciano Tropea
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale Funzionamento e
Ricerca
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
58. Approvazione del progetto “Digitema”, domanda PAC02L2_00215, di cui all’Avviso
D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di
Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione
del finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di
accettazione delle agevolazioni.
L’Ateneo ha presentato, nell’ambito dell’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per
la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato,
PON R&C 2007/2013, il progetto dal titolo “DIGITEMA – Fruizione DIGItale del patrimonio del
Teatro Massimo di Palermo”, responsabile scientifico Prof. Roberto Pirrone, su proposta dei
seguenti Dipartimenti:
- DICGIM;
- Dipartimento Culture e Società (già Dipartimento dei Beni Culturali – Studi Culturali);
in partenariato con Informamuse srl e Ieeng Solution sas di Paolo Carilli & C. .
Il MIUR, con D.D. prot. 2145 del 12 novembre 2013, ha pubblicato l'elenco generale dei progetti
ammessi a finanziamento, tra i quali il progetto con numero domanda PAC02L2_00215 dal titolo:
“DIGITEMA – Fruizione DIGItale del patrimonio del Teatro Massimo di Palermo”, previa verifica dei
requisiti necessari al rilascio del nulla osta per la sottoscrizione del Disciplinare di Concessione
delle Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il MIUR con D.D. 3082 del 24/12/2013, ha ammesso alle agevolazioni, il progetto citato dal titolo
“DIGITEMA – Fruizione DIGItale del patrimonio del Teatro Massimo di Palermo”, per un importo
complessivo di € 1.168.000,00 a fronte di un contributo di € 933.800,00, di cui € 830.275,00 di
Ricerca Industriale e 103.525,00 di Sviluppo Sperimentale. La quota di costo ammesso per
l’Università di Palermo è pari ad € 421.500,00 di Ricerca Industriale ed € 38.500,00 di Sviluppo
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
156
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Sperimentale, a fronte di un contributo concesso pari ad € 358.275,00 di Ricerca Industriale ed €
32.725,00 di Sviluppo Sperimentale.
Il MIUR, con la nota prot. 35 del 07/01/2014, ha comunicato che l’ammissione definitiva alle
agevolazioni, è subordinata alla verifica dei requisiti dei soggetti attuatori del progetto richiedendo
la presentazione di documentazione integrativa in vista della sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di
Accettazione.
I Dipartimenti coinvolti nel progetto hanno approvato la partecipazione al progetto “DIGITEMA”,
impegnandosi ad assumerne la gestione, individuando quale Responsabile scientifico il prof.
Roberto Pirrone, garantendo nel contempo la disponibilità delle risorse necessarie (umane, di
attrezzature e di spazi) per la realizzazione delle attività progettuali, ed impegnandosi a coprire
eventuali oneri finanziari, senza oneri a carico del bilancio dell’Ateneo:
- DICGIM, giusta delibera del CdD n. 2 del 18/02/2014;
- Dipartimento Culture e Società (già Dipartimento dei Beni Culturali – Studi Culturali), giusto
decreto del Direttore n. 10 del 26/02/2014.
Pertanto, al fine di procedere alla sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di Accettazione occorre
deliberare l’assunzione del finanziamento da parte dell’Ateneo, relativo alla propria quota spettante
determinata dal MIUR in base alle percentuali di intervento previste dal D.D. MIUR n. 3082 del
24/12/2013 di ammissione, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni
finanziarie di cui al decreto stesso.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di approvare la partecipazione al progetto “DIGITEMA – Fruizione DIGItale del patrimonio del
Teatro Massimo di Palermo”, domanda PAC02L2_00215, di cui è responsabile scientifico il Prof.
Roberto Pirrone, finanziato a valere sull’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per
la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato,
PON R&C 2007/2013;
Di assumere il finanziamento relativo alla propria quota spettante – pari ad € 358.275,00 di
Ricerca Industriale ed € 32.725,00 di Sviluppo Sperimentale, in forma di contributo nella spesa –
determinata dal MIUR in base alle percentuali di intervento previste dalla normativa di riferimento,
a fronte di costi ammissibili pari ad € 421.500,00 di Ricerca Industriale ed € 38.500,00 di Sviluppo
Sperimentale, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni finanziarie di cui
al decreto ministeriale di concessione D.D. MIUR prot. n. 3082 del 24/12/2013;
Di prendere atto che le attività progettuali verranno svolte dal Dipartimenti DICGIM e dal
Dipartimento Culture e Società (già Dipartimento dei Beni Culturali – Studi Culturali).
Di prendere atto del codice identificativo del progetto “DIGITEMA – Fruizione DIGItale del
patrimonio del Teatro Massimo di Palermo”, PAC02L2_00215 – CUP Ricerca B78C13000920005;
Di autorizzare il prof. Giacomo De Leo, Pro-Rettore alla ricerca, autorizzato alla firma con D.R. n.
1157/2014 del 31/03/2014, alla sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e
dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Luciano Tropea
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
157
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
59. Approvazione del progetto “Efian”, domanda PAC02L2_00147, di cui all’Avviso D.D.
MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start
Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013, assunzione del
finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo e di
accettazione delle agevolazioni.
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo ha presentato, nell’ambito dell’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per
la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato,
PON R&C 2007/2013, il progetto dal titolo “EFIAN – Experimental Fruition Ingenious Ancient
Noto”, responsabili scientifici Prof. Rosario Nobile e Prof. Stefano Piazza, su proposta del
Dipartimento di Architettura, in partenariato con Services & Advice srl, UNICT e Siqilliya srl .
Il MIUR, con D.D. prot. 2145 del 12 novembre 2013, ha pubblicato l'elenco generale dei progetti
ammessi a finanziamento, tra i quali il progetto con numero di domanda PAC02L2_00147 dal
titolo: “EFIAN – Experimental Fruition Ingenious Ancient Noto”, previa verifica dei requisiti
necessari al rilascio del nulla osta per la sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle
Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il MIUR con D.D. 3003 del 19/12/2013, ha ammesso alle agevolazioni, il citato progetto, per un
importo complessivo di € 793.400,00 a fronte di un contributo di € 647.246,00, di cui € 788.980,00
di Ricerca Industriale e 4.420,00 di Sviluppo Sperimentale. La quota di costo ammesso per
l’Università di Palermo è pari ad € 94.000,00 di Ricerca Industriale, a fronte di un contributo
concesso pari ad € 79.900,00.
Il MIUR, con la nota prot. 31265 del 19/12/2013, ha comunicato che l’ammissione definitiva alle
agevolazioni, è subordinata alla verifica dei requisiti dei soggetti attuatori del progetto richiedendo
la presentazione di documentazione integrativa in vista della sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di
Accettazione.
Il Direttore del Dipartimento DARCH, con decreti n. 7 del 27/02/2014 e n. 22 del 20/05/2014 ha
approvato la partecipazione al progetto “EFIAN”, impegnandosi ad assumerne la gestione,
individuando quale Responsabili scientifici il Prof. Rosario Nobile ed il Prof. Stefano Piazza,
garantendo nel contempo la disponibilità delle risorse necessarie (umane, di attrezzature e di
spazi) per la realizzazione delle attività progettuali, ed impegnandosi a coprire eventuali oneri
finanziari, senza oneri a carico del bilancio dell’Ateneo.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
158
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Pertanto, al fine di procedere alla sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di Accettazione, occorre
deliberare l’assunzione del finanziamento da parte dell’Ateneo, relativo alla propria quota spettante
determinata dal MIUR in base alle percentuali di intervento previste dal D.D. MIUR n. 3003 del
19/12/2013 di ammissione, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni
finanziarie di cui al decreto stesso.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di approvare la partecipazione al progetto “EFIAN – Experimental Fruition Ingenious Ancient
Noto”, domanda PAC02L2_00147, di cui sono Responsabili scientifici il Prof. Rosario Nobile ed il
Prof. Stefano Piazza, finanziato a valere sull’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013
per la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto
aumentato, PON R&C 2007/2013;
Di assumere il finanziamento relativo alla propria quota spettante – pari ad € 79.900,00 di Ricerca
Industriale, in forma di contributo nella spesa – determinata dal MIUR in base alle percentuali di
intervento previste dalla normativa di riferimento, a fronte di costi ammissibili pari ad € 94.000,00 di
Ricerca Industriale, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni finanziarie di
cui al decreto ministeriale di concessione D.D. MIUR prot. n. 3003 del 19/12/2013;
Di prendere atto che le attività progettuali verranno svolte dal Dipartimenti di Architettura.
Di prendere atto del codice identificativo del progetto “EFIAN – Experimental Fruition Ingenious
Ancient Noto”, PAC02L2_00147 – CUP Ricerca B78C13000890008;
Di autorizzare il prof. Giacomo De Leo, Pro-Rettore alla ricerca, autorizzato alla firma con D.R. n.
1157/2014 del 31/03/2014, alla sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e
dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Luciano Tropea
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata
Letto ed approvato seduta stante
60. Approvazione del progetto “Smartheritage”, domanda PAC02L2_00167, di cui
all’Avviso D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il
sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato, PON R&C 2007/2013,
assunzione del finanziamento ed autorizzazione alla sottoscrizione dell’Atto
d’Obbligo e di accettazione delle agevolazioni.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
159
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’Ateneo ha presentato, nell’ambito dell’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per
la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad impatto aumentato,
PON R&C 2007/2013, il progetto dal titolo “SMART HERITAGE”, responsabile scientifico Prof. A.
Gentile, su proposta del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica e
Dipartimento Beni culturali – Studi culturali, in partenariato con:
 Informamuse;
 E.Lab S.r.l.;
 Kappaelle comunicazione & eventi soc. coop arl;
Il MIUR, con D.D. prot. 2145 del 12 novembre 2013, ha pubblicato l'elenco generale dei progetti
ammessi a finanziamento, tra i quali il progetto con numero di domanda PAC02L2_00167 dal
titolo: “SMART HERITAGE”, previa verifica dei requisiti necessari al rilascio del nulla osta per la
sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo e di
Accettazione.
Il MIUR con D.D. 3080 del 24/12/2013, ha ammesso alle agevolazioni, il progetto citato, per un
importo complessivo di € 711.428,58 a fronte di un contributo di € 566.314,29, di cui € 639.428,58
di Ricerca Industriale ed € 72.000,00 di Sviluppo sperimentale. La quota di costo ammesso per
l’Università di Palermo è pari ad € 231.428,58 di Ricerca Industriale, a fronte di un contributo
concesso pari ad € 196.714,29.
Il MIUR, con la nota prot. 40 del 07/01/2014, ha comunicato che l’ammissione definitiva alle
agevolazioni, è subordinata alla verifica dei requisiti dei soggetti attuatori del progetto richiedendo
la presentazione di documentazione integrativa in vista della sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di
Accettazione.
Il Direttore del Dipartimento Beni culturali – Studi culturali con decreto n. 10 del 26/02/2014 ha
approvato la partecipazione al progetto “SMART HERITAGE”, individuando quale Responsabile di
unità scientifica la Prof.ssa Maria Concetta Di Natale e Responsabile scientifico d’Ateneo il prof. A.
Gentile, garantendo nel contempo la disponibilità delle risorse necessarie (umane, di attrezzature e
di spazi) per la realizzazione delle attività progettuali, ed impegnandosi a coprire eventuali oneri
finanziari, senza oneri a carico del bilancio dell’Ateneo.
Il Consiglio del Dipartimento DICGIM con verbale n. 2 del 18/02/2014 ha approvato la
partecipazione al progetto “SMART HERITAGE”, impegnandosi ad assumerne la gestione,
individuando quale Responsabile scientifico d’Ateneo il prof. A. Gentile, garantendo nel contempo
la disponibilità delle risorse necessarie (umane, di attrezzature e di spazi) per la realizzazione delle
attività progettuali, ed impegnandosi a coprire eventuali oneri finanziari, senza oneri a carico del
bilancio dell’Ateneo.
Pertanto al fine di procedere alla sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di Accettazione, occorre
deliberare l’assunzione del finanziamento da parte dell’Ateneo, relativo alla propria quota spettante
determinata dal MIUR in base alle percentuali di intervento previste dal D.D. MIUR n. 3080 del
24/12/2013 di ammissione, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni
finanziarie di cui al decreto stesso.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
160
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Di approvare la partecipazione al progetto “SMART HERITAGE”, domanda PAC02L2_00167, di
cui è responsabile di unità scientifica la Prof.ssa Maria Concetta Di Natale e Responsabile
scientifico d’Ateneo il prof. A. Gentile, finanziato a valere sull’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436
del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 2 – Cultura ad
impatto aumentato, PON R&C 2007/2013;
Di assumere il finanziamento relativo alla propria quota spettante – pari ad € 196.714,29, per
attività di Ricerca Industriale, in forma di contributo nella spesa – determinata dal MIUR in base
alle percentuali di intervento previste dalla normativa di riferimento, a fronte di costi ammissibili pari
ad € 231.428,58, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni finanziarie di
cui al decreto ministeriale di concessione D.D. MIUR prot. n. 3080 del 24/12/2013;
Di prendere atto che le attività progettuali verranno svolte dal Dipartimento di Ingegneria Chimica,
Gestionale, Informatica, Meccanica e dal Dipartimento Beni culturali – Studi culturali;
Di prendere atto del codice identificativo del progetto “SMART HERITAGE”, PAC02L2_00167–
CUP Ricerca B78C13000910005;
Di autorizzare il prof. Giacomo De Leo, Pro-Rettore alla ricerca, autorizzato alla firma con D.R. n.
1157/2014 del 31/03/2014, alla sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e
dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Luciano Tropea
Il Dirigente
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
Alle ore 16 entra il prof. Ferro.
61. Ratifica D.R. n. 2024/2014 del 21/05/2014 prot. 35369 del 21/05/2014, partecipazione
dell'Ateneo al progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente per l'analisi di Big
Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie
della mammella
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Rettore, con decreto n. 2024/2014 del 21/05/2014 prot. n. 35369 del 21/05/2014, emanato in via
d’urgenza, ha approvato la partecipazione al progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente
per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie
della mammella”, domanda PAC02l1_00106, di cui è responsabile scientifico il Prof. Salvatore
Vitabile, finanziato a valere sull’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la
presentazione di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 1 – BIG DATA, PON R&C 2007/2013.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
161
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Con lo stesso decreto, è stato assunto il finanziamento relativo alla quota spettante all’Ateneo di
Palermo, pari ad € 186.303,41 per attività di Ricerca Industriale, a fronte di costi ammissibili pari ad
€ 219.180,48, si è preso atto che le attività progettuali verranno svolte dal Dipartimento di
Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi ed è stato autorizzato il prof. Giacomo De Leo,
Pro-Rettore alla ricerca, autorizzato alla firma con D.R. n. 1157/2014 del 31/03/2014, alla
sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo e di
Accettazione.
Nell’ambito dell’avviso MIUR D.D. prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il
sostegno di Start Up - Linea 1 – BIG DATA, PON R&C 2007/2013, l’Università di Palermo ha
presentato l’idea progettuale dal titolo “BD4BREAST - Un Framework Intelligente per l'analisi di Big
Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie della mammella”,
domanda PAC02l1_00106, su proposta del Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche
e Forensi, Responsabile scientifico Prof. Antonio Lo Casto, in partenariato con la MIRC srl.
Il MIUR con il D.D. prot. 2145 del 12 novembre 2013, ha pubblicato l'elenco generale dei progetti
ammessi a finanziamento, tra i quali la domanda PAC02l1_00106 “BD4BREAST - Un Framework
Intelligente per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi
delle patologie della mammella”, previa verifica dei requisiti necessari al rilascio del nulla osta per
la sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti d’Obbligo e di
Accettazione.
Il MIUR con la nota prot. 30550 del 11/12/2013, ha comunicato l’ammissione definitiva alle
agevolazioni, subordinata alla verifica dei requisiti dei soggetti attuatori del progetto domanda
PAC02l1_00106, ed ha richiesto la presentazione di documentazione integrativa in vista della
sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il MIUR con il D.D. prot. n. 2688 del 11/12/2013, ha ammesso alle agevolazioni, nell’ambito
dell’Avviso Start Up - Linea 1 – BIG DATA, il progetto dal titolo “BD4BREAST - Un Framework
Intelligente per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi
delle patologie della mammella”, domanda PAC02l1_00106, per un importo complessivo di €
548.802,28 a fronte di un contributo di € 440.112,19, di cui € 410.446,96 di Ricerca Industriale e
29.665,96 di Sviluppo Sperimentale e che la quota di costo ammesso per l’Università di Palermo è
pari ad € 219.180,48 di Ricerca Industriale, a fronte di un contributo concesso pari ad €
186.303,41.
Il Dipartimento DIBIMEF, con la delibera del C.d.D. del 15/01/2014 ha approvato la partecipazione
al progetto “BD4BREAST” e con il decreto del Direttore n. 17 del 16/05/2014, ha comunicato di
accettare il finanziamento MIUR, individuando quale Responsabile scientifico il prof. Salvatore
Vitabile, subentrato all’originario responsabile prof. Lo Casto, garantendo nel contempo la
disponibilità delle risorse necessarie (umane, di attrezzature e di spazi) per la realizzazione delle
attività progettuali, ed impegnandosi a coprire eventuali oneri finanziari, senza oneri a carico del
bilancio dell’Ateneo.
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
- la ratifica del Decreto Rettorale n. 2024/2014 del 21/05/2014 prot. n. 35369 del 21/05/2014,
emanato in via d’urgenza, nel testo di seguito integralmente riportato:
IL RETTORE
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
162
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Visto l’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione di progetti per il
sostegno di Start Up - Linea 1 – BIG DATA, PON R&C 2007/2013;
Considerato che l’Ateneo, nell’ambito del citato Avviso, ha presentato l’idea progettuale dal titolo
“BD4BREAST - Un Framework Intelligente per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle
decisioni nel processo di diagnosi delle patologie della mammella”, domanda PAC02l1_00106, su
proposta del Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche e Forensi, Responsabile
scientifico Prof. Antonio Lo Casto, in partenariato con la MIRC srl;
Visto il decreto del Dipartimento DIBIMEF n. 12 del 06/05/2013, ratificato con delibera del C.d.D.
del 19/07/2013 con il quale si approva la partecipazione al progetto “BD4BREAST - Un Framework
Intelligente per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi
delle patologie della mammella”;
Visto il D.D. prot. 2145 del 12 novembre 2013, con il quale il MIUR ha pubblicato l'elenco generale
dei progetti ammessi a finanziamento, tra i quali la domanda PAC02l1_00106 “BD4BREAST - Un
Framework Intelligente per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di
diagnosi delle patologie della mammella”, previa verifica dei requisiti necessari al rilascio del nulla
osta per la sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti
d’Obbligo e di Accettazione.
Vista la nota prot. 30550 del 11/12/2013, con la quale il MIUR comunica l’ammissione definitiva
alle agevolazioni, subordinata alla verifica dei requisiti dei soggetti attuatori del progetto domanda
PAC02l1_00106, e richiede la presentazione di documentazione integrativa in vista della
sottoscrizione degli Atti d’Obbligo e di Accettazione;
Visto il D.D. prot. n. 2688 del 11/12/2013, con il quale il MIUR ha ammesso alle agevolazioni,
nell’ambito dell’Avviso Start Up - Linea 1 – BIG DATA, il progetto dal titolo “BD4BREAST - Un
Framework Intelligente per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di
diagnosi delle patologie della mammella”, domanda PAC02l1_00106, per un importo complessivo
di € 548.802,28 a fronte di un contributo di € 440.112,19, di cui € 410.446,96 di Ricerca Industriale
e 29.665,96 di Sviluppo Sperimentale e che la quota di costo ammesso per l’Università di Palermo
è pari ad € 219.180,48 di Ricerca Industriale, a fronte di un contributo concesso pari ad €
186.303,41;
Vista la delibera del C.d.D. del DIBIMEF del 15/01/2014 con la quale si approva la partecipazione
al progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente per l'analisi di Big Data clinici per il supporto
alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie della mammella”.
Visto il decreto n. 17 del 16/05/2014 del Direttore del Dipartimento DIBIMEF, con il quale si
approva definitivamente la partecipazione al progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente
per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie
della mammella”, accettando il finanziamento MIUR, individuando quale Responsabile scientifico il
prof. Salvatore Vitabile in sostituzione del prof. Lo Casto, garantendo nel contempo la disponibilità
delle risorse necessarie (umane, di attrezzature e di spazi) per la realizzazione delle attività
progettuali, ed impegnandosi a coprire eventuali oneri finanziari, senza oneri a carico del bilancio
dell’Ateneo;
Considerato che occorre deliberare l’assunzione del finanziamento da parte dell’Ateneo, relativo
alla propria quota spettante determinata dal MIUR in base alle percentuali di intervento previste dal
D.D. MIUR n. 2688 del 11/12/2013 di ammissione, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le
eventuali condizioni finanziarie di cui al decreto stesso;
Vista la mail trasmessa dal prof. Vitabile del 13/05/2014, con la quale sono state comunicate le
modalità, le tempistiche e la documentazione richiesta dall’Istituto Convenzionato, Mediocredito
Centrale, per la sottoscrizione dell’Atto d’Obbligo ed accettazione degli Atti Disciplinari da parte dei
soggetti beneficiari;
Considerato che, in particolare occorre trasmettere, tra l’altro, all’Istituto Convenzionato
Mediocredito Centrale, la delibera di assunzione del finanziamento con l’indicazione del soggetto
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
163
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
autorizzato a sottoscrivere il Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e dei relativi Atti
d’Obbligo e di Accettazione;
Considerato che la prossima seduta del C.d.A è programmata per il giorno 20/05/2014;
Ravvisata l’urgenza di dover trasmettere la documentazione citata;
VISTO l’art. 16 del Regolamento Generale di Ateneo;
DECRETA
Per i motivi richiamati in premessa e da ritenersi qui integralmente riportati:
Di approvare la partecipazione al progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente per l'analisi
di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie della
mammella”, domanda PAC02l1_00106, di cui è responsabile scientifico il Prof. Salvatore Vitabile,
finanziato a valere sull’Avviso pubblico D.D. MIUR prot. 436 del 13-03-2013 per la presentazione
di progetti per il sostegno di Start Up - Linea 1 – BIG DATA, PON R&C 2007/2013;
Di assumere il finanziamento relativo alla propria quota spettante – pari ad € 186.303,41, per
attività di Ricerca Industriale, in forma di contributo nella spesa – determinata dal MIUR in base
alle percentuali di intervento previste dalla normativa di riferimento, a fronte di costi ammissibili pari
ad € 219.180,48, il tutto con le modalità, i termini, le durate e le eventuali condizioni finanziarie di
cui al decreto ministeriale di concessione D.D. MIUR prot. n. 2688 del 11/12/2013;
Di prendere atto che le attività progettuali verranno svolte dal Dipartimento di Biopatologia e
Biotecnologie Mediche e Forensi;
Di prendere atto del codice identificativo del progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente
per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie
della mammella”, PAC02l1_00106 – CUP Ricerca B78F13000710008;
Di autorizzare il prof. Giacomo De Leo, Pro-Rettore alla ricerca, autorizzato alla firma con D.R. n.
1157/2014 del 31/03/2014, alla sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e
dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione.
Il presente Decreto sarà sottoposto a ratifica nella prima seduta utile del Consiglio di
Amministrazione.
- l’assunzione del finanziamento relativamente alla quota di Ateneo, pari ad € 186.303,41 per
attività di Ricerca Industriale;
- di prendere atto che le attività progettuali verranno svolte dal Dipartimento di Biopatologia e
Biotecnologie Mediche e Forensi;
- di prendere atto del codice identificativo del progetto “BD4BREAST - Un Framework Intelligente
per l'analisi di Big Data clinici per il supporto alle decisioni nel processo di diagnosi delle patologie
della mammella”, PAC02l1_00106 – CUP Ricerca B78F13000710008;
- di autorizzare il prof. Giacomo De Leo, Pro-Rettore alla ricerca, autorizzato alla firma con D.R. n.
1157/2014 del 31/03/2014, alla sottoscrizione del Disciplinare di Concessione delle Agevolazioni e
dei relativi Atti d’Obbligo e di Accettazione
Il Responsabile del procedimento
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
Il Dirigente
164
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
f.to Dott. Luciano Tropea
f.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Visto il Decreto n. 2024/2014 del 21/05/2014 prot. n. 35369 del 21/05/2014,, emanato in via
d’urgenza, citato in premessa;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
62. Variazione per maggiore entrata e maggiore spesa-Progetto “Spazzatrice meccanica
su auto cabinato stradale con telediagnosi intelligente” P.O. F.E.S.R. Regione
Siciliana 2007/2013 Asse 4 linea d’intervento 4.1.1.1
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 12/03/2013 p. 32 che ratifica il D.R n. 337 del
12/02/2013 con il quale è stato approvato il Progetto di ricerca “Spazzatrice meccanica su auto
cabinato stradale con telediagnosi intelligente” del P.O. F.E.S.R. 2007/2013 Regione Siciliana linea d’intervento 4.1.1.1. ammesso a contributo con D.D.G. n. 3670/3 del 05/11/2012
dell’Assessorato Regionale delle Attività Produttive; il cui costo agevolabile per l’Università degli
Studi di Palermo è pari ad Euro 283.800,00;
Visto che il progetto “Spazzatrice meccanica su auto cabinato stradale con telediagnosi
intelligente” è in partenariato con ECOLMEC SRL (capofila), CLS Informatica SRL, I.T.S. SRL,
Associazione CRITICA;
Tenuto conto che il Consiglio di Amministrazione nella seduta del 21/05/2013 al p. 27 dell’odg ha
deliberato la variazione per maggiore entrata e corrispettiva maggiore spesa del 50% del
contributo concesso di € 141.900,0;
Considerato che il capofila al progetto in oggetto, ECOLMEC SRL, ha trasferito all’Ateneo
l’importo di € 141.900,00 a titolo di I acconto pari al 50% del contributo complessivo concesso (€
283.800,00);
Visto che il finanziamento è gestito presso il dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale,
Informatica, Meccanica quale referente in Ateneo per il progetto, di cui è responsabile scientifico il
prof. V. Nigrelli;
Visto che il dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica con nota del
09/05/2014 prot. n. 1389 ha rappresentato la necessità di iscrivere in bilancio il saldo del 50% del
finanziamento ai fini della continuità delle attività progettuali;
Vista la nota prot. n. 35408 del 20/05/2014 con la quale il Dirigente dell’Area Ricerca e Sviluppo
chiede la variazione di bilancio per l’ulteriore 50% del finanziamento pari ad € 141.900,00, relativa
al progetto ” Spazzatrice meccanica su auto cabinato stradale con telediagnosi intelligente” linea
d’intervento 4.1.1.1. del P.O. F.E.S.R. 2007/2013 Regione Siciliana;
Considerato che occorre effettuare la variazione in aumento nella voce di entrata 1.2.5.7.0003
“Contratti e convenzioni con la Regione Siciliana - FSE - P.O. Convergenza 2007/2013 - P.O.
FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.1” per € 141.900,00 ai fini dello
svolgimento delle attività progettuali come indicato nel piano finanziario;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
165
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Considerato che parte della somma (€ 128.380,80) è gestita dal dipartimento di Ingegneria
Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica, la stessa è allocata nelle voci di spesa:
R.4.D09+.P5RQ.RI33 “P.O. FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.1
progetto " Spazzatrice meccanica su auto cabinato stradale con telediagnosi intelligente " R.S.
Prof. V.Nigrelli - Ricerca Industriale (CUP: G83F12000130004)”per Euro 89.866,56;
R.4.D09+.P5RQ.RF33 “P.O. FESR Regione Siciliana 2007/2013 - Linea intervento 4.1.1.1
progetto " Spazzatrice meccanica su auto cabinato stradale con telediagnosi intelligente " R.S.
Prof. V.Nigrelli - Ricerca Fondamentale (CUP: G83F12000130004)”per Euro 38.514,24;
Tenuto conto che, in applicazione del “Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai
progetti finanziati da programmi internazionali, comunitari, nazionali e regionali”, l’Ateneo dove
trattenere sull’ulteriore contributo da iscrivere in bilancio (Euro 141.900,00) la restante quota
proporzionale spettante pari ad € 13.519,20, di cui al piano finanziario di ripartizione delle quote
debitamente sottoscritto, nelle seguenti voci di spesa: R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a
sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo- D.R. 2572/2010” per € 6.008,53;
R4DA00SRIC0002 “Quota per ricerca di Ateneo – D.R. 2572/2010” per € 6.008,53;
R4DA00SRIC0003 “Quota di incentivazione al personale T.A. su progetti – D.R. 2572/2010” per €
1.502,14;
Visto che il responsabile scientifico del progetto ha predisposto il cronoprogramma delle spese;
Considerato che al momento della presente proposta di delibera al Consiglio di Amministrazione
non è stato incassato alcun importo relativo al Progetto in oggetto;
Vista la delibera del Consiglio di Amministrazione del 19/12/2013 punto 9 odg relativa
all’approvazione del bilancio unico di previsione E.F. 2014;
Visto l’art. 14 c. 2 del Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università
degli Studi di Palermo, emanato dal Rettore con Decreto n. 285 del 07/02/2013;
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Di autorizzare il Settore Bilancio e Rendiconto dell’Area Economico Finanziaria ad apportare le
variazioni per maggiore entrata e maggiore spesa, descritte in premessa, nel bilancio unico di
previsione del corrente esercizio finanziario 2014, variando gli stanziamenti sia nelle entrate che
nelle spese per la somma complessiva di Euro 141.900,00 nelle seguenti voci:
VARIAZIONI
ENTRATA
Voce di Bilancio
1.2.5.7.0003
Stanziamento
1.436.091,39
Variazioni in +
141.900,00
Stanziam. Definitivo
1.577.991,39
USCITA
Voce di Bilancio
R.4.D09+P5RQ.RI33
R.4.D09+P5RQ.RF33
R.4.DA00.SRIC.0001
R.4.DA00.SRIC.0002
R.4.DA00.SRIC.0003
Stanziamento
2.237,57
7.014,24
174.690,16
101.617,44
20.378,42
Tot.
Variazioni in +
89.866,56
38.514,24
6.008,53
6.008,53
1.502,14
141.900,00
Il Responsabile del procedimento
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
Stanziam. Definitivo
92.104,13
45.528,48
180.698,69
107.625,97
21.880,56
Il Dirigente
166
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
F.to dott.ssa Gaetana Giuliana
F.to dott.ssa Giuseppa La Tona
Il Consiglio di Amministrazione
Visto il parere della Commissione Risorse Finanziarie e Affari di Bilancio;
Visto il parere del Collegio dei Revisori dei conti,
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
63. Protocollo d’Intesa per l’Istituzione di un partenariato tra Università italiane ed estere
e l’Associazione 1001 Velacup, finalizzato ad attività di ricerca, sperimentazione e
divulgazione nel campo della nautica.
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con deliberazione n. 37 del 4.11.2013 il Consiglio di Amministrazione di Ateneo ha
approvato il protocollo d’intesa in oggetto, proposto dal Prof. Antonio Mancuso afferente al
Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica di questa Università, che
disciplina l’espletamento di attività di ricerca, sperimentazione e divulgazione nel campo della
nautica.
Tale protocollo, come comunicato dal soggetto proponente vedeva coinvolti una pluralità di
atenei italiani e specificatamente l’Università di Enna “Kore”, il Politecnico di Milano, il Polo
Universitario della Spezia, l’Università di Pisa, l’Università degli Studi di Firenze, la Sapienza
Università di Roma, l'Università di Padova, l'Università di Bologna, l'Università di Brescia,
l'Università di Genova, l'Università di Trieste, l'Università di Messina, l'Università di Venezia –
IUAV, l'Università di Roma Tre, il Politecnico di Bari, l’Università degli Studi di Napoli Federico II,
oltre all’associazione senza fini di lucro MILLE E UNA VELA CUP®.
Successivamente il prof. Mancuso, nel rilevare il carattere aperto del protocollo in
questione, ha segnalato l’intervenuto intendimento di ulteriori atenei italiani ed esteri di contribuire
alle attività regolamentate dal protocollo d’intesa medesimo aderendo allo stesso.
Sotto diverso profilo, si comunica che, come rilevato con nota prot. n. 77701 del 4.11.2013,
il C. di A., nell’approvare il protocollo d’intesa in oggetto, ha indicato la voce di bilancio – spese per
quote associative e contributi agli enti partecipati a carico dell’Amministrazione Centrale- sulla
quale fare gravare eventuali spese (non superiori ad euro 3.000,00) per attività che potrebbero
essere convenute successivamente alla stipula dell’intesa de qua.
Tuttavia, considerato che la natura del rapporto che si costituisce tra le parti del protocollo
d’intesa non è di tipo associativo bensì di collaborazione di ricerca la suddetta voce di spesa non
pare pertinente, perché dedicata alle quote associative degli enti partecipati dall’Ateneo che,
peraltro, è annualmente contingentata e contenuta nei limiti delle previste quote associative e di
funzionamento di tali enti.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
167
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Conseguentemente, sulla scorta di quanto disposto dal Magnifico Rettore, l’Area Ricerca e
Sviluppo ha provveduto ad individuare la corretta voce di bilancio R4DA00SRIC0001 "Quota per
interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo"sulla quale far gravare gli oneri
derivanti dal protocollo d'intesa in oggetto.
Ad ogni buon fine si precisa che, ai fini della gestione delle attività concordate, il contributo
erogato dagli atenei ex art. 4 del protocollo in oggetto dovrà confluire nei fondi della struttura
amministrativa di cui si avvale il Comitato Gestore ovverossia quella cui afferisce il coordinatore
degli atenei sottoscriventi, prof. A. Mancuso, e quindi il Dipartimento di Ingegneria Chimica,
Gestionale, Informatica, Meccanica
Considerato quanto sopra, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
a) di autorizzare la successiva adesione da parte di altri atenei italiani ed esteri al protocollo
d’intesa per la realizzazione del progetto volto all’istituzione di un partenariato tra
Università italiane ed estere e l’associazione 1001 VelaCup, finalizzato ad attività di ricerca,
sperimentazione e divulgazione nel campo della nautica;
b) di prendere atto che gli eventuali oneri di cui all’art. 4 del protocollo d’intesa in oggetto sulla
voce di spesa n. - R4DA00SRIC0001 quota per interventi a sostegno della ricerca e del
funzionamento di ateneo “d.r. 2572/2010” del Bilancio Universitario;
c) di autorizzare l’introito dei contributi eventualmente versati dalle altre parti del rapporto
nella misura che sarà successivamente concordata tra le parti nelle modalità stabilite
dall’art. 4 del protocollo in oggetto;
d) di autorizzare il trasferimento delle superiori somme al Dipartimento di Ingegneria Chimica,
Gestionale, Informatica, Meccanica, struttura amministrativa di cui si avvale il Comitato
Gestore di cui al più volte citato art. 4 del protocollo di che trattasi.
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Antonino Pollara
Il Dirigente
f.to Dott. Sergio Casella
Il Consiglio di Amministrazione
VISTA la deliberazione n. 14 del 19/09/2013 con la quale il Senato Accademico ha espresso
parere favorevole all’approvazione del Protocollo d’intesa per l’istituzione di un Partenariato tra
Università Italiane ed Estere e l’associazione 1001 Velacup, finalizzato ad attività di ricerca,
sperimentazione e divulgazione nel campo della nautica;
VISTA la deliberazione n. 37 dell’8/10/2013 con la quale il Consiglio di Amministrazione ha
approvato il Protocollo d’intesa per l’istituzione di un Partenariato tra Università Italiane ed Estere e
l’associazione 1001 Velacup, finalizzato ad attività di ricerca, sperimentazione e divulgazione nel
campo della nautica;
VISTA la nota prot. n. 77701 del 4.11.2013 del Servizio SSP08;
VISTA la nota prot. n. 52 del 10.01.2014 del Prof. A. Mancuso del Dipartimento di Ingegneria
Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica;
VISTA la comunicazione pervenuta a mezzo e-mail il 14/05/2014 con la quale l’Area Ricerca e
Sviluppo ha comunicato l’individuazione della voce di spesa su cui far gravare gli oneri connessi
all’esecuzione del protocollo in oggetto;
VISTA la proposta del Responsabile del procedimento;
SENTITA la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e Servizi agli Studenti;
all’unanimità,
DELIBERA
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
168
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto e approvato seduta stante.
64. Rinnovo del Protocollo d’Intesa e dell’accordo attuativo per l’Istituzione
dell’Ambulatorio Medico Universitario tra l’Università degli Studi di Palermo e
l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “P.Giaccone”
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con delibera n. 34 del 14.06.2011 il Consiglio di Amministrazione di Ateneo approvava la stipula
del Protocollo di intesa per l’istituzione dell’Ambulatorio Medico Universitario tra l’Università degli
Studi di Palermo e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “P. Giaccone”nel testo di seguito
riportato:
PROTOCOLLO D’INTESA
PER L’ISTITUZIONE DELL’AMBULATORIO MEDICO UNIVERSITARIO
L’anno duemilaundici il giorno _________ del mese di _________ in Palermo,
TRA
L’Università degli Studi di Palermo, in persona del Rettore pro tempore, Prof. Roberto Lagalla, nato
a Bari il 16 aprile 1955
E
L’A.O.U.P. - Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Paolo Giaccone”, in persona del
Direttore Generale pro tempore Dott. Mario La Rocca, nato a Palermo il 6 marzo 1963
INTERVIENE
l'Assessore Regionale alla salute, Dott. Massimo Russo, che controfirma il presente atto;
PREMESSO
- che l’Università degli Studi di Palermo, in collaborazione con l’A.O.U.P. “Paolo Giaccone”,
intende mettere a disposizione un servizio di assistenza medica ambulatoriale multidisciplinare, di
medicina preventiva e supporto psicologico agli studenti dell’Ateneo palermitano;
- che, a tal fine, è stato individuato un locale di circa 100 mq, sito presso la Facoltà di Architettura
di Viale delle Scienze – Parco D’Orleans, piano terra, dove l’Università ha già provveduto a
realizzare le opere murarie e ad acquistare l’arredo necessario, tenendo conto dell’utilizzo ad
esclusivo fine medico-assistenziale a cui tali locali saranno destinati;
- che il suddetto locale è facilmente accessibile dal porticato interno della medesima Facoltà ed è
collegato al piano stradale da una scala e da un ascensore;
CONSIDERATO
- che rientra nella mission dell’Azienda Universitaria Policlinico “P. Giaccone” assicurare tutti i
processi di assistenza coerenti con la politica sanitaria regionale, tenendo conto della propria
specifica funzione didattico-scientifica;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
169
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- che, nell’ambito delle proprie finalità istituzionali, è intenzione dell’AOUP “P. Giaccone” ampliare
la propria rete di offerta assistenziale sul territorio della città di Palermo, con particolare riferimento
agli insediamenti universitari;
- che l’apertura di un ambulatorio sanitario presso la Cittadella Universitaria, consentirebbe
all’AOUP di raggiungere più facilmente e in via immediata l’utenza costituita dagli studenti
universitari, con rilevanti ricadute sul piano della promozione di politiche di prevenzione e
informazione sanitarie;
Tutto ciò premesso e considerato, le parti convengono quanto segue:
Art. 1 – Preambolo
Il preambolo costituisce parte integrante del presente protocollo di intesa per l’istituzione e il
funzionamento dell’ambulatorio medico universitario
Art. 2 – Finalità
Con il presente protocollo le parti intendono istituire presso la Cittadella Universitaria – Parco
d’Orleans di Viale delle Scienze un ambulatorio Sanitario, che sarà denominato Ambulatorio
Medico Universitario (A.M.U.).
Art. 3 – Impegno dell’Università degli Studi di Palermo
L’Università degli Studi di Palermo metterà a disposizione, concedendolo in comodato d’uso
all’AOUP “P. Giaccone”, il locale sito presso la Facoltà di Architettura di Viale delle Scienze, piano
terra, composto da due sale visita, una sala d’aspetto, due bagni - di cui uno per disabili - e un
locale deposito, così come meglio specificato nella planimetria allegata sub lettera “A”, che fa parte
integrante del presente protocollo.
Il suddetto locale risulta già idoneo all’uso di ambulatorio ed è dotato di tutte le attrezzature e gli
arredi necessari.
Art. 4 – Impegno dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “P. Giaccone”
L’AOUP “P. Giaccone” si impegna a svolgere in favore degli studenti universitari regolarmente
iscritti, le attività assistenziali meglio specificate al successivo articolo 5. Tali attività verranno
svolte presso il locale di cui all’articolo precedente.
A tal uopo l’AOUP si impegna a mettere a disposizione il personale necessario a garantire il
funzionamento della struttura ambulatoriale ed in particolare n. 1 medico internista, n. 1 medico
ginecologo, n. 1 psicologo, n. 2 collaboratori sanitari infermieri ed altre figure professionali che
saranno successivamente individuate.
L’AOUP, inoltre, si impegna a fornire il materiale di consumo necessario allo svolgimento
dell’attività assistenziale e a curare il servizio di pulizia e di smaltimento dei rifiuti.
Art. 5 – Attività assistenziali garantite
L’ambulatorio fornirà all’utenza un servizio di medicina interna e preventiva, un servizio di supporto
psicologico, un servizio di ginecologia, e altre prestazioni specialistiche che potranno essere
successivamente individuate.
Art. 6 – Rinvio ad accordi attuativi
Le parti si impegnano, entro sei mesi dalla sottoscrizione del presente protocollo, a stipulare
appositi accordi attuativi al fine di individuare le specifiche modalità di gestione dell’ambulatorio
medico universitario.
In particolare gli accordi disciplineranno le modalità di impiego del personale reso disponibile
dall’Azienda Ospedaliera, che verrà impegnato nell’attività assistenziale del medesimo
ambulatorio.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
170
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Gli accordi di cui al primo comma, inoltre, disciplineranno le modalità, i requisiti e gli eventuali costi
di accesso ai servizi resi dall’ambulatorio da parte degli studenti universitari.
Le parti convengono, inoltre, di procedere, laddove necessario, all’eventuale modifica del vigente
atto aziendale e degli atti ad esso correlati.
Art. 7 – Decorrenza e durata
La durata del presente Protocollo d’Intesa è di tre anni, rinnovabile per espressa volontà dei
contraenti, con decorrenza dalla data di stipula.
Art. 8 Referenti
L’Università indica quale referente per l’attuazione degli impegni previsti dal presente Protocollo il
Dott. Antonino Pollara, Responsabile del Settore Osservatorio Contratti-Convenzioni e Affari legali
Patrimoniali-Negoziali.
L’AOUP indica quale proprio referente il Dott. Luigi Aprea, Direttore Sanitario di Presidio.
”
Il suddetto Protocollo veniva sottoscritto tra le parti, con l’intervento dell’Assessore Regionale alla
Salute pro tempore, in data 27.06.2011. Ai sensi dell’art. 7 del protocollo in parola, il rapporto
negoziale ha una durata triennale rinnovabile per espressa volontà delle parti.
Successivamente, con delibera n. 37 del 15.11.2011, il Consiglio di Amministrazione approvava la
stipula dell’accordo attuativo richiamato dal summenzionato protocollo di intesa, nel testo di
seguito riportato:
“
ACCORDO ATTUATIVO
PER L’ISTITUZIONE DELL’AMBULATORIO MEDICO UNIVERSITARIO
L’anno duemilaundici il giorno _________ del mese di _________ in Palermo,
TRA
L’Università degli Studi di Palermo, in persona del Rettore pro tempore, Prof. Roberto Lagalla, nato
a Bari il 16 aprile 1955
E
L’A.O.U.P. - Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Paolo Giaccone”, in persona del
Direttore Generale pro tempore Dott. Mario La Rocca, nato a Palermo il 6 marzo 1963
INTERVIENE
l'Assessore Regionale alla salute, Dott. Massimo Russo, che controfirma il presente atto;
PREMESSO
- che l’Università degli Studi di Palermo, in collaborazione con l’A.O.U.P. “Paolo Giaccone”,
intende mettere a disposizione un servizio di assistenza medica ambulatoriale multidisciplinare, di
medicina preventiva e supporto psicologico agli studenti dell’Ateneo palermitano;
- che, a tal fine, in data 27.06.2011 è stato stipulato un Protocollo di intesa per l’istituzione
dell’Ambulatorio Medico Universitario;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
171
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
- che il suddetto Protocollo rinviava ad accordi attuativi la disciplina delle specifiche modalità di
gestione dell’ambulatorio in parola.
Tutto ciò premesso e considerato, le parti convengono quanto segue:
Art. 1 – Oggetto
Il presente accordo disciplina le modalità di gestione dell’Ambulatorio medico universitario (A.M.U.)
ed è adottato ai sensi dell’art. 6 del Protocollo di intesa sottoscritto il 27.06.2011.
Art. 2 – Locali
L’Università degli Studi di Palermo concede in comodato d’uso all’AOUP “P. Giaccone”, il locale
sito presso la Facoltà di Architettura di Viale delle Scienze, piano terra, composto da due sale
visita, una sala d’aspetto, due bagni - di cui uno per disabili - e un locale deposito, così come
meglio specificato nella planimetria allegata al presente accordo sub lettera “A”.
A tal fine le parti sottoscrivono il contratto di comodato allegato e parte integrante del presente
accordo.
Il suddetto locale risulta già idoneo all’uso di ambulatorio ed è dotato di tutte le attrezzature e gli
arredi necessari, così come specificati nell’elenco dei beni in dotazione all’ambulatorio, di cui
all’art. 1 del citato contratto di comodato.
L’Università curerà il servizio di pulizia dei suddetti locali.
Art. 3 – Attività ambulatoriali
L’AOUP “P. Giaccone” svolgerà in favore degli studenti universitari regolarmente iscritti, presso i
locali di cui al precedente articolo, le attività assistenziali di seguito specificate:
A) visite specialistiche di medicina interna e preventiva;
B) supporto psicologico;
C) visite specialistiche ginecologiche
Le suddette attività verranno svolte dall’AOUP attraverso proprio personale ed in particolare n. 1
medico internista, n. 1 medico ginecologo, n. 1 psicologo, n. 2 collaboratori sanitari infermieri ed
altre figure professionali che potranno essere successivamente individuate.
L’AOUP, attraverso l’articolazione del proprio personale addetto all’ambulatorio, garantirà
l’apertura dell’Ambulatorio nel periodo 1 ottobre – 15 luglio, a partire dal 24 ottobre 2011. L’attività
ambulatoriale sarà, altresì, sospesa nel periodo compreso tra il 15 dicembre e il 10 gennaio.
L’AOUP potrà pianificare autonomamente le attività assistenziali che verranno rese su
prenotazione, secondo le modalità di cui all’articolo successivo.
L’AOUP, inoltre, fornirà il materiale di consumo necessario allo svolgimento dell’attività
assistenziale, curando lo smaltimento dei rifiuti speciali e garantendo la copertura assicurativa per
la responsabilità civile.
L’Ambulatorio Medico Universitario non costituisce una struttura di “pronto soccorso” e non
verranno in alcun modo erogate prestazioni di medicina d’urgenza.
Art. 4 – Accesso degli studenti alle le attività ambulatoriali
L’AOUP predisporrà un sistema informatico per la gestione delle prenotazioni delle prestazioni
rese dall’Ambulatorio Medico Universitario. Tale sistema sarà pubblicizzato sulle home pages dei
siti istituzionali dell’Università e dell’AOUP.
Gli studenti universitari regolarmente iscritti usufruiranno gratuitamente delle prestazioni
dell’Ambulatorio medico universitario, previa prenotazione informatica attraverso il sistema di cui al
comma precedente.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
172
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Per potere accedere alle prestazioni sanitarie dell’Ambulatorio, gli studenti dovranno esibire al
personale addetto la documentazione comprovante la regolare iscrizione all’anno accademico in
corso.
Art. 5 – Rete di consulenze e visite specialistiche
Gli studenti che, a seguito di visita ambulatoriale, avessero necessità di ricovero ed esami
strumentali e di laboratorio, saranno indirizzati all’AOUP, presso la struttura di afferenza del
medico che ha effettuato la visita ambulatoriale, il quale avrà cura di programmare la prestazione
sanitaria ritenuta necessaria, secondo i tempi che saranno valutati dallo stesso.
Le prestazioni di cui al comma precedente saranno rese dall’AOUP in conformità alla vigente
normativa del SSN.
Art. 6 – Contributo per le attività ambulatoriali
L’Università, a titolo di contributo omnicomprensivo per le attività ambulatoriali di cui al presente
accordo, garantisce – nell’ambito della propria programmazione dell’attività di formazione
permanente per il personale tecnico/amministrativo – la partecipazione gratuita del personale
dell’AOUP, inquadrato nelle fasce, alle attività formative organizzate su tematiche di comune
interesse. La formazione si svolgerà presso la stessa Università secondo la programmazione
generale predisposta annualmente.
I posti da riservare, a titolo gratuito, ai dipendenti dell’AOUP saranno determinati annualmente
all’atto della programmazione e comunque in misura non superiore a n. 50 posti per ciascun anno
di formazione. Oltre detto numero di posti si rinvia, per le modalità ed i costi, ad eventuali accordi
posti in essere o da stipulare tra le parti per attività di aggiornamento e formazione professionale
dell’AOUP
Le eventuali spese sostenute dai propri dipendenti per la partecipazione alle attività formative
restano a carico dell’AOUP.
Le attività formative avranno, di norma, una durata di 16 (sedici) ore di formazione d’aula per i
corsi e da 6 (sei) ad 8 (otto) ore per i seminari. L’AOUP provvederà a comunicare i nominativi dei
partecipanti alle singole attività formative in numero comunque non superiore a 5 (cinque) unità per
ogni corso o seminario.
La scelta dei dipendenti da ammettere alle attività formative sarà, fermo restando il possesso degli
eventuali requisiti previsti per l’accesso, effettuata dall’AOUP secondo criteri propri ed
insindacabili.
I soggetti ammessi a partecipare, si atterranno a tutte le disposizioni valevoli per i corsisti
dell’amministrazione universitaria. Ove l’attività formativa preveda una prova o valutazione finale,
questa sarà sostenuta anche dal personale dell’AOUP e, in caso di esito positivo, verrà rilasciato il
relativo titolo.
A seguito della partecipazione all’attività formativa, l’Università rilascerà un’attestazione con
l’indicazione dell’ammontare delle ore di formazione guidata e non, e dell’eventuale superamento
della valutazione dell’apprendimento.
Per i fini di cui al presente articolo, l’Università comunicherà all’AOUP le attività formative
programmate con l’indicazione dei posti riservati ai dipendenti della stessa. Ciò permetterà
all’AOUP di inoltrare l’elenco dei partecipanti ammessi a tale titolo.
Art. 7 – Decorrenza e durata
Il presente accordo produce effetti dalla data di stipula e per il periodo di vigenza del Protocollo di
intesa del 27 giugno 2007.
Gli effetti del presente accordo cessano in caso di mancato rinnovo del suddetto protocollo di
intesa.
”
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
173
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Tale accordo veniva sottoscritto tra le parti in data 25 ottobre 2011, per la durata di vigenza del
Protocollo di intesa.
In forza di tali atti negoziali, l’Università - presso i propri locali siti in Viale delle Scienze, edificio 14
corpo C - attraverso il personale messo a disposizione dall’AOUP, garantisce agli studenti
universitari un servizio multidisciplinare gratuito di assistenza sanitaria, finalizzato soprattutto alla
prevenzione sanitaria.
A titolo di contributo per le attività ambulatoriali, l’Università garantisce (nel limite di 50 posti annui)
la partecipazione gratuita ai corsi di formazione rivolti al proprio personale t.a.b. ai dipendenti
dell’AOUP inquadrati nelle fasce.
Il Protocollo di intesa e il relativo accordo attuativo andranno a scadere il 26 giugno p.v..
Con nota prot. n. 33074 del 12.5.2014 il Magnifico Rettore ha chiesto al Commissario Straordinario
dell’AOUP di manifestare la propria disponibilità al rinnovo del suddetto protocollo e del relativo
accordo.
Con nota prot. n. 7701 del 13.05.2014, il Commissario Straordinario dell’AOUP ha comunicato la
propria disponibilità a rinnovare gli atti negoziali sopra menzionati per un ulteriore triennio alle
medesime condizioni.
Quanto sopra premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione deliberi:
- di rinnovare per un ulteriore triennio (sino al 26 giugno 2017) e alle medesime condizioni il
Protocollo di intesa e l’Accordo attuativo per l’istituzione dell’Ambulatorio Medico Universitario tra
l’Università degli Studi di Palermo e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “P. Giaccone”.
IL RESPONSABILE
f.to Dott. Antonino Pollara
IL DIRIGENTE
f.to Dott. Sergio Casella
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la delibera n. 34 del 14.06.2011 del Consiglio di Amministrazione;
Vista la delibera n. 37 del 15.11.2011 del Consiglio di Amministrazione;
Visto la nota prot .n. 33074 del 12.05.2014 del Magnifico Rettore;
Visto la nota prot .n. 7701 del 13.05.2014 del Commissario Straordinario dell’AOUP;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Considerate le esigenze di valorizzazione dello studente quale “essere umano” e la rilevanza
dell’iniziativa;
Ritenuta l’opportunità prolungare il servizio di assistenza sanitaria a tutela della salute degli
studenti universitari, con particolare riferimento alla prevenzione sanitaria;
Ritenuto il permanere dell’interesse pubblico ab origine individuato;
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto e approvato seduta stante
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
174
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
65. Lavori di costruzione di un soppalco in acciaio all'interno del capannone dell'edificio
18 a Parco d'Orleans
Il Responsabile del procedimento amministrativo
Riferisce che:
Con nota del 21/5/2014 il Responsabile Unico del Procedimento, ing. Antonio Sorce, ha
trasmesso il progetto esecutivo relativo ai lavori di costruzione di un soppalco in acciaio
all’interno del capannone dell’edificio 18 a Parco d’Orleans dell’importo complessivo di €
346.000,00 così elaborato:
A)
a.1)
a.2)
a.3)
B)
b.1)
b.2)
b.3)
b.4)
b.5)
b.6)
b.7)
Lavori
Importo dei lavori soggetti a ribasso
Importo per l'attuazione dei piani di sicurezza
Importo complessivo dei lavori
€ 225.337,73
€ 19.594,58
€ 244.932,31
Somme a disposizione dell'Amministrazione
Lavori in economia esclusi dall'appalto
€ 4.500,00
Imprevisti sui lavori e arrotondamenti ( circa il 10% )
€ 23.783,93
Incentivi ex art. 92 D.lgs163/2006 e ss. mm. e ii.
€ 4.898,65
IVA sui lavori (22% di a1+a2)
€ 53.885,11
Prove di accettazione sui materiali e prove di carico
€ 5.000,00
Oneri di collaudo per i lavori
€ 5.500,00
Oneri conferimento a discarica
€ 3.500,00
Totale somme a disposizione
€ 101.067,69
€ 244.932,31
€ 101.067,69
€ 346.000,00
In data 20/5/2014 il citato R.U.P. ha validato il suddetto progetto esecutivo.
L’intervento in questione si colloca nell’ambito del progetto “Mediterranean Center for Human
Health Advanced Biotechnologies (MED-CHHAB)” codice PONa3_00273 – avviso MIUR D.D. n.
254/Ric. del 18/05/2011.
Sussiste l’assoluta necessità di rendicontare al Ministero competente le spese sostenute entro i
termini previsti dal bando del relativo progetto di ricerca e, quindi, si rende necessario avviare con
urgenza i lavori di che trattasi.
Pertanto si propone che il Consiglio
DELIBERI
Approvare gli elaborati tecnici del progetto relativo ai lavori di costruzione di un soppalco in acciaio
all’interno del capannone dell’edificio 18 a Parco d’Orleans dell’importo complessivo di €
346.000,00.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
175
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Autorizzare l’Area Patrimoniale e Negoziale – Settore Appalti Opere e Lavori ad espletare la
procedura negoziata, ai sensi dell’art. 122, comma 7 del D.Lgs n.163/2006, con il criterio di
aggiudicazione del prezzo più basso, ai sensi dell’art. 82, commi 1 e 2 let. a) del citato D.lgs.
Fare gravare la relativa spesa di €. 346.000,00 quale importo complessivo dei lavori di cui sopra
sulla voce sulla voce R4.DA00.P8MS.PO01 del B.U. “PON R&C 2007/2013 ASSE I – Obiettivo
operativo 4.1.1.4 – I^ AZIONE – PONa3_00273 – “Mediterranean Center for Human Health
Advanced Biotechnologies (MED-CHHAB)” Progetto di Potenziamento – R.S. Prof. G. Ghersi”, es.
fin. 2011, giusta impegno di spesa n. 2990/2011, con specifico sub impegno.
Dare mandato al Dirigente dell’Area Patrimoniale e Negoziale di compiere qualsiasi atto
consequenziale fino al collaudo dei lavori.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott.ssa Marianna Tagliavia
Il Dirigente
f.to dott. Calogero Schilleci
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Visto il parere della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
66. Attivazione della seconda edizione del Corso internazionale di studi avanzati
(Summer School) denominata “Differenze e identità plurali” - Direttore Prof. Matteo
Di Gesù (3 giugno - 8 giugno 2014)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Con nota prot. 757 dell’11/04/2014, pervenuta a mezzo e-mail dell'11 aprile 2014, la Prof.ssa Mari
D’Agostino, del Dipartimento di Scienze Umanistiche, ha trasmesso il Decreto Direttoriale n. 17 del
26/03/2014 con il quale si approva l’attivazione della seconda edizione del Corso internazionale di
studi avanzati (Summer School) denominata “Differenze e identità plurali” Direttore Prof. Matteo Di
Gesù (3 giugno - 8 giugno 2014) completo del relativo progetto, piano finanziario. Il predetto D.D.
N.17/14 sarà proposto a ratifica del Consiglio di Dipartimento di Scienze Umanistiche nella prima
seduta utile.
Successivamente, a seguito di richiesta dello scrivente ufficio di integrare la documentazione
prodotta necessaria per l’approvazione da parte degli OO.CC. d’Ateneo, il Prof. Matteo Di Gesù, ha
trasmesso, a mezzo e-mail del 21/04/2014, la proposta di attivazione della Summer School
corredata dall’elenco del corpo docente, il numero minimo di iscritti e il riconoscimento dei crediti
formativi.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
176
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Verificata la conformità e la completezza degli allegati in relazione al vigente “Regolamento per
l’attivazione dei Corsi internazionali di studi avanzati”, si sottopone la stessa all’approvazione del
Consiglio di Amministrazione.
Il S.A. nella seduta del 20/05/2014, argomento n. 11, ha espresso parere favorevole all’istituzione
della predetta Summer School.
Verificata la conformità e la completezza degli allegati in relazione al vigente “Regolamento per
l’attivazione dei Corsi internazionali di studi avanzati”, si sottopone la proposta di approvazione del
corso al Consiglio di Amministrazione
Pertanto si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
Attivazione della seconda edizione del Corso internazionale di studi avanzati (Summer School)
denominata “Differenze e identità plurali” - Direttore Prof. Matteo Di Gesù (3 giugno - 8 giugno
2014), secondo proposta;
Il Responsabile del procedimento
f.to Antonino Serafini
Il Dirigente
f.to Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
visto il Regolamento per l’attivazione dei Corsi internazionali di studi avanzati approvato in Senato
accademico il 28 luglio 2009 ed emanato con Decreto rettorale n. 4781 del 14/09/2009;
vista la proposta di istituzione della seconda edizione del Corso internazionale di studi avanzati
(Summer School) denominata “Differenze e identità plurali” Direttore Prof. Matteo Di Gesù (3
giugno - 8 giugno 2014);
visto Decreto del Direttore del Dipartimento di Scienze Umanistiche n. 17 del 26/03/2014, che sarà
proposto a ratifica del Consiglio di Dipartimento nella prima seduta utile;
visto il parere positivo espresso dal S.A. al n. 11 della seduta del 20/05/2014;
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
sentita la relazione del Coordinatore della Commissione Cultura, didattica e Servizi agli Studenti;
DELIBERA
l’approvazione in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
177
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
67. Accordo di cooperazione tra UNIPA e l'Universidade federal de Ouro Preto (Brasile)
per l’attivazione di un percorso doppio titolo nell’ambito dei Corsi di laurea
magistrale in Ingegneria meccanica LM-33, Ingegneria elettrica LM-28, Ingegneria
dell'automazione LM-25, Ingegneria gestionale LM-31 (prof. Fabrizio Micari): modifica
articolo 3 della convenzione e approvazione tabelle di corrispondenza degli
insegnamenti
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
In data 03 marzo 2014 si è svolto un incontro presso la presidenza della Scuola Politecnica
alla presenza del Presidente, prof. Fabrizio Micari, dei proff. Assennato e Florena, delegati del
Rettore, dei Responsabili degli uffici “Programmi e ordinamenti didattici internazionali”, “Politiche di
internazionalizzazione per la mobilità” e “Ufficio raccordo - monitoraggio flussi - studenti stranieri”,
per valutare la necessità di modificare la vigente convenzione tra l’Ateneo e la Universidade
Federal de Ouro Presto (Brasile) al fine di rispettare le Norme ministeriali per l’accesso degli
studenti stranieri ai corsi universitari. Infatti, la norma prevede che gli studenti stranieri per essere
ammessi a un corso di Laurea universitario debbano essere in possesso di un titolo di studi
secondario, conseguito con almeno 12 anni di scolarità, mentre il sistema educativo brasiliano è
organizzato su otto anni di educazione primaria e tre anni di educazione secondaria, per un totale
di undici anni di scolarità.
Pertanto, si è concordato di modificare l’accordo, all’art. 3 relativo alla mobilità degli
studenti brasiliani, prevedendo che gli stessi, dopo aver già frequentato 4 anni di studi universitari
di primo livello, vengano immatricolati al primo anno del Corso di Laurea Magistrale della nostra
Università in maniera da recuperare l’anno mancante per raggiungere la soglia di scolarità prevista
dalla norma.
Successivamente, in data 11/03/2014 la prof.ssa Di Lorenzo ha trasmesso via mail le
tabelle delle corrispondenze fra gli insegnamenti dei Corsi di Studio in Ingegneria Meccanica LM33 (All. 1), Ingegneria elettrica LM-28 (All. 2), Ingegneria dell’automazione LM-25 (All. 3),
Ingegneria Gestionale LM-31 (All. 4). Tali tabelle sono state approvate e firmate dai rispettivi
coordinatori.
In data 5/05/2014, il Presidente della Scuola Politecnica ha trasmesso l’ufficiale richiesta di
modifica (All. 5) dell’art. 3 della Convenzione (All. 6).
Sia le tabelle che la modifica all’Accordo sono state approvate dal Consiglio della Scuola
Politecnica del 16/05/2014 (All. 7), dal Consiglio del Dipartimento di Ingegneria chimica,
gestionale, informatica, meccanica (All. 8) e dal Consiglio del Dipartimento di Energia, Ingegneria
dell’informazione e Modelli matematici (All. 9).
Lo scrivente ufficio ha verificato la correttezza formale e sostanziale della documentazione
ricevuta.
La proposta ha già ottenuto il parere favorevole da parte del S.A. nella seduta del 20/05/2014 argomento n. 12.
Infine, la proposta di accordo è stata sottoposta alla valutazione dalla UOA Cooperazione
internazionale per la formazione e la ricerca.
Ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
DELIBERI
l’approvazione della modifica dell’articolo 3 della convenzione già approvata tra l’Università degli
Studi di Palermo e la Universidade federal de Ouro Preto (Brasile) e alle tabelle di corrispondenze
fra gli insegnamenti in relazione al percorso formativo internazionale (Doppio Titolo di Laurea)
nell’ambito dei Corsi di Laurea Magistrale in Ingegneria meccanica LM-33, Ingegneria elettrica LM28, Ingegneria dell’automazione LM-25, Ingegneria gestionale LM-31 che si riportano qui di
seguito:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
178
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
ADDENDUM
Articolo 3
Per gli studenti della Università di Ouro Preto che aderiscono al programma
Gli studenti dei quattro corsi di laurea quinquennale della UFOP, che hanno superato tutti gli esami
previsti nei primi quattro anni del proprio piano di studi, possono continuare gli studi nei
corrispondenti corsi di laurea magistrale della UNIPA iscrivendosi al primo anno, per sostenere un
carico didattico uguale a quello previsto dall’intero corso di Laurea Magistrale, comprensivo della
prova finale, fatto salvo quanto già sostenuto presso UFOP che sarà riconosciuto dal competente
Consiglio di Corso di studio di UNIPA.
Gli esami superati nella UNIPA saranno riconosciuti e convalidati dell’Università di Ouro Preto.
Considerato che alla UNIPA vige un sistema di valutazione in trentesimi, la corrispondenza dei voti
tra UNIPA e UFOP sarà determinata da una conversione proporzionale con arrotondamento
all’intero più vicino tra il sistema di valutazione in base 10 e quello in base 30.
[…]
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
179
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
180
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
181
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
182
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
183
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Poiché nei manifesti proposti dalle Università straniere si rileva, talvolta, la presenza di
insegnamenti che possono trovare una corrispondenza più puntuale in insegnamenti erogati da
altri corsi di studio dell’Ateneo, sarà possibile, previa approvazione del Consiglio di Corso di Studi,
inserirli nei curricula formativi degli studenti stranieri e individuare idonee modalità di flessibilità
dell’offerta formativa nei confronti degli studenti incoming.
Il Responsabile del procedimento
f.to dott. Valeria Floriano
Il Dirigente
f.to dott. Antonio Valenti
Il Responsabile della UOA
Cooperazione internazionale per la formazione e la ricerca
f.to Antonio Serafini
Il Consiglio di Amministrazione
visti gli artt. 2, 4 e 9 dello Statuto vigente dell’Università degli Studi di Palermo
visti gli artt. 3, c.10 e 11, c.7-o del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270;
visto l’art 2, c.2-II del DM 15 ottobre 2013, n.827, “Linee generali di indirizzo della programmazione
delle università per il triennio 2013-2015”;
visti i DD.MM. 23 dicembre 2013 n. 1059, 30 gennaio 2013 n. 47 e 22 settembre 2010 n. 17;
vista la nota prot. 17 del 16 febbraio 2011 del MIUR – Direzione Generale per l’Università e il
Diritto allo Studio – Ufficio V;
visto il Regolamento Didattico dell’Ateneo di Palermo;
vista la nota della Segreteria Tecnica del Rettore prot. n. 31086 del 05 maggio 2010 avente per
oggetto le Linee Guida del Programma Doppio Titolo di Laurea;
vista la richiesta del Presidente della Scuola Politecnica di modifica dell’art. 3 della Convenzione;
vista la delibera del Consiglio della Scuola Politecnica di approvazione sia delle tabelle di
corrispondenza degli insegnamenti che della modifica all’art. 3 dell’Accordo;
visto l’estratto del verbale del Consiglio del Dipartimento di Ingegneria chimica, gestionale,
informatica, meccanica del 30/05/2014;
visto il Decreto del Direttore del Dipartimento di Energia, Ingegneria dell’informazione e Modelli
matematici del 30/05/2014;
visto il parere positivo espresso dal S.A. al n. 12 della seduta del 20/05/2014;
vista la proposta del Responsabile del procedimento;
sentita la relazione del Presidente della Commissione Cultura Didattica e servizi agli Studenti;
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto ed approvato seduta stante
68. Disattivazione del CIRDPE. Centro Interdipartimentale sul Diritto Privato Europeo
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Si sottopone all’attenzione del Consiglio di Amministrazione la disattivazione del CIRDPE Centro
Interdipartimentale sul Diritto Privato Europeo.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
184
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Il Senato Accademico nella seduta del 27 marzo 2012 aveva deliberato di “rinnovare per due anni i
sotto elencati Centri Interdipartimentali, avendo gli stessi avanzato istanza di rinnovo contenente
gli ambiti e gli obiettivi di ricerca, nonché il programma dell’attività avente una durata almeno
triennale e non superiore a sei anni, acquisite le delibere dei Dipartimenti proponenti e partecipanti
ai Centri Interdipartimentali, nonché l’indicazione dei docenti che ne faranno parte:
- C.I.R.I.A.S. Centro Interdipartimentale di Ricerca di Ingegneria della Automazione e dei Sistemi.
- C.I.B.A. Centro Interdipartimentale di Biotecnologie Applicate.
- C.I.R.D.P.E. Centro Interdipartimentale sul Diritto Privato Europeo.
- C.I.T.C. Centro Interdipartimentale di Tecnologie della Conoscenza.
A conclusione dei periodi così determinati, ciascun Centro Interdipartimentale dovrà presentare
idonea rendicontazione sulla stessa, sia dal punto di vista scientifico che finanziario. Quest’ultima
sarà oggetto di valutazione anche ai fini di ulteriore richiesta di rinnovo”.
La Prof.ssa Rosalba Alessi, con nota del 30 aprile 20I4, relativamente al Centro in questione, ha
comunicato che “essendosi estinti i Dipartimenti che vi avevano dato vita (Dipartimento di Diritto
Privato Generale e Dipartimento DISMOT), con la confluenza dei rispettivi docenti nell’attuale
Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, non si intende sottoporre ai
competenti organi accademici l’istanza di rinnovo del CIRDPE”;
La stessa docente ha allegato a tale comunicazione la rendicontazione finanziaria relativa alla
chiusura del Centro.
Il Senato Accademico nella seduta del 20 maggio 2014 ha espresso parere favorevole in merito
alla disattivazione del Centro di cui trattasi.
Alla luce di quanto esposto, si chiede pertanto che il Consiglio di Amministrazione approvi la
disattivazione del Centro citato.
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Maria Rosa Donzelli
Il Dirigente
F.to Ing. Gandolfo Gallina
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la delibera n. 13 adottata dal Senato Accademico nell’adunanza del 27 marzo 2012;
Considerato che la Prof.ssa Rosalba Alessi, con nota del 30 aprile 20I4, relativamente al Centro
in questione, ha comunicato che “essendosi estinti i Dipartimenti che vi avevano dato vita
(Dipartimento di Diritto Privato Generale e Dipartimento DISMOT), con la confluenza dei rispettivi
docenti nell’attuale Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, non si intende
sottoporre ai competenti organi accademici l’istanza di rinnovo del CIRDPE”;
Considerato che la stessa docente ha allegato a tale comunicazione la rendicontazione finanziaria
relativa alla chiusura del Centro;
Vista la relazione del Responsabile del procedimento;
Visto il parere espresso dal Senato Accademico nell’adunanza del 20 maggio 2014;
Visto il parere della Commissione Cultura, Didattica e Servizi agli Studenti;
All’unanimità,
DELIBERA
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
185
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
di approvare la disattivazione del CIRDPE Centro Interdipartimentale sul Diritto Privato Europeo.
Letto e approvato seduta stante.
69. Regolamento per la mobilità interna interdipartimentale. Afferenza della prof. Maria
Immordino al Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali Statistiche (SEAS)
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Si sottopone alll’approvazione del Consiglio di Amministrazione l’istanza, datata 24 marzo 2014, della
Prof. Maria Immordino, in atto afferente al Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello
Sport, con la quale la stessa chiede di potere afferire al Dipartimento di Scienze Economiche,
Aziendali e Statistiche (SEAS) per motivi di ordine etico, precisando che “….. si trova in una
situazione di incompatibilità, in quanto legata da rapporto di parentela di primo grado con una
assegnista di ricerca afferente allo stesso Dipartimento…...”.
Il Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, in conformità a quanto
disposto dal nuovo Regolamento sulla mobilità, emanato con Decreto Rettorale n. 953 del 14 marzo
2014, ha trasmesso a questo Settore la nota n. 1524 del 10 aprile 2014, contenente parere
favorevole, precisando che “….. tale mobilità non dovrà produrre alcun effetto sull’offerta formativa
del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, così come progettata per i
prossimi anni accademici”.
Il Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche (SEAS), ha, parimenti,
trasmesso a questo Settore la nota n. 1824 del 15 maggio 2014, contenente parere favorevole al
detto trasferimento, precisando che: “….. tale mobilità non dovrà produrre alcun effetto sull’offerta
formativa del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche, così come progettata per i
prossimi anni accademici”.
Il Senato Accademico, nell’adunanza del 20 maggio 2014, ha espresso parere favorevole in merito al
trasferimento della Prof.ssa Maria Immordino al Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e
Statistiche (SEAS):
Alla luce di quanto esposto, si chiede, pertanto, che il Consiglio di Amministrazione, presa visione dei
pareri espressi dai suddetti Direttori, approvi:
- il trasferimento della Prof. Maria Immordino dal Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e
dello Sport al Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche (SEAS).
- la decorrenza di detto trasferimento, tenendo conto che l’art. 6, comma 4, così dispone:“I
trasferimenti, salvo comprovati ed accertati motivi d’urgenza, dichiarati tali dal Consiglio di
Amministrazione, sulla base della documentazione prodotta, hanno decorrenza 1 marzo e 1 ottobre
di ogni anno”.
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Marisa Donzelli
Il Dirigente
F.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
186
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTA
la richiesta di afferenza, inoltrata in data 24 marzo 2014, dalla Prof. Maria Immordino al
Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche (SEAS), per motivi di ordine
etico;
VISTO Il “Regolamento sulla mobilità interna interdipartimentale” dei professori e dei ricercatori,
emanato con D.R. n. 953 del 14 marzo 2014;
VISTO l’art.6, comma 2, del suddetto Regolamento, il quale, per i casi di incompatibilità previsti dalla
Legge o dal Codice Etico, dispone che: “…. Il Senato Accademico si esprime direttamente,
sentiti i Direttori dei Dipartimenti di provenienza e di destinazione”;
VISTO il parere favorevole trasmesso a questo Settore dal Direttore del Dipartimento di Scienze
Giuridiche, della Società e dello Sport, con nota n. 1524 del 10 aprile 2014, nella quale
precisa che “…… tale mobilità non dovrà produrre alcun effetto sull’offerta formativa del
Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport, così come progettata per i
prossimi anni accademici”;
VISTO il parere favorevole trasmesso a questo Settore dal Direttore del Dipartimento di Scienze
Economiche, Aziendali e Statistiche (SEAS), con nota n. 1824 del 15 maggio 2014, nella
quale precisa che “…… tale mobilità non dovrà produrre alcun effetto sull’offerta formativa
del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche (SEAS), così come
progettata per i prossimi anni accademici”;
VISTO il parere favorevole espresso dal Senato Accademico nell’adunanza del 20 maggio 2014;
VISTA la relazione del Responsabile del procedimento;
SENTITO il Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e Ricerca;
All’unanimità,
DELIBERA
di approvare il trasferimento della Prof. Maria Immordino, proveniente dal Dipartimento di Scienze
Giuridiche, della Società e dello Sport, al Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche
(SEAS).
Il suddetto trasferimento, considerata l’urgenza dovuta a motivi di ordine etico, decorrerà dalla
formalizzazione del relativo decreto rettorale.
Letto ed approvato seduta stante.
70. Regolamento per la mobilità interna interdipartimentale. Afferenza della prof. Elena
Mignosi al Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Si sottopone alla aprovazione del Consiglio di Amministrazione l’istanza, datata 18 dicembre 2013,
della Prof.ssa Elena Mignosi, in atto afferente al Dipartimento di Scienze Umanistiche, con la quale la
stessa chiede di potere afferire al Dipartimento di Psicologia, ora Dipartimento di Scienze
Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione.
La docente in questione afferisce dal 01 gennaio 2013 al citato Dipartimento per effetto del processo
di dipartimentalizzazione attuato dall’Ateneo, in ottemperanza alle disposizioni impartite dalla legge
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
187
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
240/2010, e pertanto non è in possesso del requisito del triennio di permanenza nel Dipartimento di
provenienza.
In proposito, il Rettore, nella adunanza del Senato Accademico dell’11 febbraio 2014, ha osservato
che “sarebbe opportuno non considerare quale termine di decorrenza dei tre anni solari previsti
dall’art.2, comma III, la costituzione dei nuovi Dipartimenti, in quanto si tratta di accorpamenti non
determinati da scelte discrezionali dei singoli”.
Per quanto ora detto, questo Settore ha provveduto ad inoltrare al parere del Senato Accademico
l’istanza di mobilità di un altro docente, sebbene lo stesso non fosse in possesso del requisito della
permanenza triennale nel Dipartimento.
Il Senato Accademico, nella seduta del 06 maggio 2014, ha espresso parere favorevole al
trasferimento di detto docente ed il Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 13 maggio 2014,
ha deliberato positivamente in merito.
Il Direttore del Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione, con nota del
13/03/2014, ha trasmesso a questo Settore il verbale del Consiglio del Dipartimento del 05/03/2014,
contenente la proposta di nomina della Commissione di valutazione dell’istanza, ai sensi dell’art. 5
del Regolamento sulla mobilità dei docenti e dei ricercatori, che così recita: “La Commissione è
proposta dal Consiglio del Dipartimento di destinazione ed è nominata con Decreto del Rettore”.
La suddetta Commissione è stata nominata con Decreto Rettorale n.1059 del 24/03/2014.
.
La Commissione, riunitasi in data 07 aprile 2014, ha effettuato la valutazione della istanza della Prof.
Elena Mignosi, e i relativi esiti, in ottemperanza al Regolamento in materia, sono stati sottoposti ai
pareri del Consiglio del Dipartimento di provenienza (Scienze Umanistiche) e del Consiglio del
Dipartimento di destinazione (Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione).
Il Consiglio del Dipartimento di Scienze Umanistiche, nella seduta del 14 aprile 2014, ha espresso
parere favorevole in merito alla richiesta di trasferimento della Prof.ssa Elena Mignosi.
Il Consiglio del Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione, nella seduta
dell’8 maggio 2014, ha approvato all’unanimità la richiesta di afferenza di cui trattasi.
Il Senato Accademico nell’adunanza del 20 maggio 2014 ha espresso parere favorevole in merito al
trasferimento della Prof.ssa Elena Mignosi al Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e
della Formazione.
Alla luce di quanto esposto, si chiede che il Consiglio di Amministrazione, presa visione dei lavori
della Commissione di valutazione e dei pareri dei Dipartimenti interessati, approvi:
- il trasferimento della Prof.ssa Elena Mignosi dal Dipartimento di Scienze Umanistiche al
Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione;
- la decorrenza di detto trasferimento, tenendo conto che l’art. 6, comma 4, così dispone:“I
trasferimenti, salvo comprovati ed accertati motivi d’urgenza, dichiarati tali dal Consiglio di
Amministrazione, sulla base della documentazione prodotta, hanno decorrenza 1 marzo e 1 ottobre
di ogni anno”.
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Marisa Donzelli
Il Dirigente
F.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
188
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
VISTA la richiesta di afferenza inoltrata dalla Prof.ssa Elena Mignosi al Dipartimento di Scienze
Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione;
TENUTO CONTO che la docente in questione afferisce dal 01 gennaio 2013 al Dipartimento di
Scienze Umanistiche per effetto del processo di dipartimentalizzazione attuato dall’Ateneo,
in ottemperanza alle disposizioni impartite dalla legge 240/2010;
VISTO Il “Regolamento sulla mobilità interna interdipartimentale” dei professori e dei ricercatori,
emanato con D.R. n. 953 del 14 marzo 2014;
VISTA la documentazione trasmessa dalla Commissione di valutazione;
VISTA la delibera adottata in data 08 maggio 2014 dal Consiglio del Dipartimento di destinazione
(Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione), con la quale si
esprime parere favorevole alla richiesta di afferenza sopraccitata;
VISTA la delibera adottata in data 14 aprile 2014. dal Consiglio del Dipartimento di provenienza,
(Dipartimento di Scienze Umanistiche), con la quale si esprime, parimenti, parere favorevole
alla richiesta di afferenza sopraccitata;
VISTO il parere espresso dal Senato Accademico nell’adunanza del 20 maggio 2014;
VISTA la relazione del Responsabile del procedimento;
SENTITO il Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e Ricerca;
All’unanimità,
DELIBERA
di approvare il trasferimento della Prof.ssa Elena Mignosi, proveniente dal Dipartimento di Scienze
Umanistiche, al Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione.
La suddetta mobilità avrà effetto a decorrere dal 01 ottobre 2014, come previsto dall’art. 6, comma 4,
del Regolamento sulla mobilità interna interdipartimentale, che così dispone: “I trasferimenti, salvo
comprovati ed accertati motivi d’urgenza, dichiarati tali dal Consiglio di Amministrazione, sulla base
della documentazione prodotta, hanno decorrenza 1 marzo e 1 ottobre di ogni anno”.
Letto ed approvato seduta stante.
71. Storno a favore della Scuola di Lingua italiana per servizi linguistici effettuati a favore
di studenti etiopi
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Si sottopone alla aprovazione del Consiglio di Amministrazione l’istanza, datata 18 dicembre 2013,
della Prof.ssa Elena Mignosi, in atto afferente al Dipartimento di Scienze Umanistiche, con la quale la
stessa chiede di potere afferire al Dipartimento di Psicologia, ora Dipartimento di Scienze
Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione.
La docente in questione afferisce dal 01 gennaio 2013 al citato Dipartimento per effetto del processo
di dipartimentalizzazione attuato dall’Ateneo, in ottemperanza alle disposizioni impartite dalla legge
240/2010, e pertanto non è in possesso del requisito del triennio di permanenza nel Dipartimento di
provenienza.
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
189
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
In proposito, il Rettore, nella adunanza del Senato Accademico dell’11 febbraio 2014, ha osservato
che “sarebbe opportuno non considerare quale termine di decorrenza dei tre anni solari previsti
dall’art.2, comma III, la costituzione dei nuovi Dipartimenti, in quanto si tratta di accorpamenti non
determinati da scelte discrezionali dei singoli”.
Per quanto ora detto, questo Settore ha provveduto ad inoltrare al parere del Senato Accademico
l’istanza di mobilità di un altro docente, sebbene lo stesso non fosse in possesso del requisito della
permanenza triennale nel Dipartimento.
Il Senato Accademico, nella seduta del 06 maggio 2014, ha espresso parere favorevole al
trasferimento di detto docente ed il Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 13 maggio 2014,
ha deliberato positivamente in merito.
Il Direttore del Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione, con nota del
13/03/2014, ha trasmesso a questo Settore il verbale del Consiglio del Dipartimento del 05/03/2014,
contenente la proposta di nomina della Commissione di valutazione dell’istanza, ai sensi dell’art. 5
del Regolamento sulla mobilità dei docenti e dei ricercatori, che così recita: “La Commissione è
proposta dal Consiglio del Dipartimento di destinazione ed è nominata con Decreto del Rettore”.
La suddetta Commissione è stata nominata con Decreto Rettorale n.1059 del 24/03/2014.
.
La Commissione, riunitasi in data 07 aprile 2014, ha effettuato la valutazione della istanza della Prof.
Elena Mignosi, e i relativi esiti, in ottemperanza al Regolamento in materia, sono stati sottoposti ai
pareri del Consiglio del Dipartimento di provenienza (Scienze Umanistiche) e del Consiglio del
Dipartimento di destinazione (Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione).
Il Consiglio del Dipartimento di Scienze Umanistiche, nella seduta del 14 aprile 2014, ha espresso
parere favorevole in merito alla richiesta di trasferimento della Prof.ssa Elena Mignosi.
Il Consiglio del Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione, nella seduta
dell’8 maggio 2014, ha approvato all’unanimità la richiesta di afferenza di cui trattasi.
Il Senato Accademico nell’adunanza del 20 maggio 2014 ha espresso parere favorevole in merito al
trasferimento della Prof.ssa Elena Mignosi al Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e
della Formazione.
Alla luce di quanto esposto, si chiede che il Consiglio di Amministrazione, presa visione dei lavori
della Commissione di valutazione e dei pareri dei Dipartimenti interessati, approvi:
- il trasferimento della Prof.ssa Elena Mignosi dal Dipartimento di Scienze Umanistiche al
Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione;
- la decorrenza di detto trasferimento, tenendo conto che l’art. 6, comma 4, così dispone:“I
trasferimenti, salvo comprovati ed accertati motivi d’urgenza, dichiarati tali dal Consiglio di
Amministrazione, sulla base della documentazione prodotta, hanno decorrenza 1 marzo e 1 ottobre
di ogni anno”.
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Marisa Donzelli
Il Dirigente
F.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VISTA la richiesta di afferenza inoltrata dalla Prof.ssa Elena Mignosi al Dipartimento di Scienze
Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
190
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
TENUTO CONTO che la docente in questione afferisce dal 01 gennaio 2013 al Dipartimento di
Scienze Umanistiche per effetto del processo di dipartimentalizzazione attuato dall’Ateneo,
in ottemperanza alle disposizioni impartite dalla legge 240/2010;
VISTO Il “Regolamento sulla mobilità interna interdipartimentale” dei professori e dei ricercatori,
emanato con D.R. n. 953 del 14 marzo 2014;
VISTA la documentazione trasmessa dalla Commissione di valutazione;
VISTA la delibera adottata in data 08 maggio 2014 dal Consiglio del Dipartimento di destinazione
(Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione), con la quale si
esprime parere favorevole alla richiesta di afferenza sopraccitata;
VISTA la delibera adottata in data 14 aprile 2014. dal Consiglio del Dipartimento di provenienza,
(Dipartimento di Scienze Umanistiche), con la quale si esprime, parimenti, parere favorevole
alla richiesta di afferenza sopraccitata;
VISTO il parere espresso dal Senato Accademico nell’adunanza del 20 maggio 2014;
VISTA la relazione del Responsabile del procedimento;
SENTITO il Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e Ricerca;
All’unanimità,
DELIBERA
di approvare il trasferimento della Prof.ssa Elena Mignosi, proveniente dal Dipartimento di Scienze
Umanistiche, al Dipartimento di Scienze Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione.
La suddetta mobilità avrà effetto a decorrere dal 01 ottobre 2014, come previsto dall’art. 6, comma 4,
del Regolamento sulla mobilità interna interdipartimentale, che così dispone: “I trasferimenti, salvo
comprovati ed accertati motivi d’urgenza, dichiarati tali dal Consiglio di Amministrazione, sulla base
della documentazione prodotta, hanno decorrenza 1 marzo e 1 ottobre di ogni anno”.
Letto ed approvato seduta stante.
72. Trattenimento in servizio art.72, commi 7-10,della legge n.133/2008
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
L’art. 72, commi da 7 a 10, del D.L. 112/2008 convertito con modificazioni in Legge n.
133/2008 ha innovato la disciplina di cui all’art. 16, comma 1, del d.lgs. n. 503 del 1992,
modificando il regime dei trattenimenti in servizio.
L’art. 16 comma 1 del citato decreto, come modificato, prevede: "È in facoltà dei dipendenti
civili dello Stato e degli enti pubblici non economici di permanere in servizio, con effetto dalla
data di entrata in vigore della legge 23 ottobre 1992, n. 421, per un periodo massimo di un
biennio oltre i limiti di età per il collocamento a riposo per essi previsti. In tal caso è data facoltà
all’amministrazione, in base alle proprie esigenze organizzative e funzionali, di accogliere la
richiesta in relazione alla particolare esperienza professionale acquisita dal richiedente in
determinati o specifici ambiti ed in funzione dell’efficiente andamento dei servizi. La domanda di
trattenimento va presentata all’amministrazione di appartenenza dai ventiquattro ai dodici mesi
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
191
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
precedenti il compimento del limite di età per il collocamento a riposo previsto dal proprio
ordinamento."
Il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, nelle sedute del 16 dicembre 2008,
hanno approvato gli Atti di indirizzo per la politica del personale ai sensi dell’art. 72 della
legge n. 133/08, deliberando la concessione del trattenimento biennale in servizio esclusivamente
ai dipendenti non in possesso dell’anzianità contributiva di quaranta anni e sino all’eventuale
raggiungimento di tale requisito, stabilendo, inoltre, eventuali deroghe limitatamente ai seguenti
casi: a) unico professore di ruolo di SSD; b) coordinatore nazionale di PRIN o contraente principale
di contratti europei; c) personale con funzioni aventi documentate caratteristiche di insostituibilità.
Successivamente l’art. 9, comma 31, del D.L. n. 78/2010, convertito in legge n. 122/2010 ha
disposto che “i trattenimenti in servizio previsti dalle predette disposizioni possono essere disposti
esclusivamente nell'ambito delle facoltà assunzionali consentite dalla legislazione vigente in base
alle cessazioni del personale e con il rispetto delle relative procedure autorizzatorie; le risorse
destinabili a nuove assunzioni in base alle predette cessazioni sono ridotte in misura pari
all'importo del trattamento retributivo derivante dai trattenimenti in servizio”.
La concessione del prolungamento biennale è, pertanto, subordinata all’inserimento
della stessa nella programmazione del fabbisogno di personale e alla disponibilità di punti
organico necessari al mantenimento in servizio del personale, tenuto conto anche della
categoria di appartenenza.
In relazione a quanto sopra, con delibera del 24 febbraio 2011 il Consiglio di
amministrazione ha modificato l’atto di indirizzo adottato dal Senato accademico con delibera n.23
del 16 dicembre 2008, stabilendo che la proroga biennale dal servizio potrà essere concessa ai
dipendenti che non hanno raggiunto quaranta anni di contribuzione, previa approvazione del
Consiglio di amministrazione, che deciderà in merito anche in base alle funzioni svolte, e terrà
conto, in tale esame, di quanto disposto dall’art. 9, comma 31, del D.L. n.78/2010, convertito in
Legge n. 122/2010.
Infine, facendo seguito ai nuovi requisiti anagrafici e contributivi per la maturazione
del diritto al trattamento pensionistico previsti dal D.L. n. 201/2011, convertito nella legge n.
214/2011, il Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione con delibere, rispettivamente, n.
9 del 16 luglio 2013 e n. 18 del 23 luglio 2013 hanno provveduto nuovamente a riformulare gli “atti
di indirizzo per la politica del personale” ai sensi dell’art. 72 della legge 133/08.
In particolare, considerato che le politiche relative all’assunzione di personale di questo
Ateneo mirano prioritariamente, pur in un periodo di forte contenimento della spesa, ad assicurare
un adeguato ricambio generazionale con l’inserimento di giovani tra il personale docente ed il
personale tecnico-amministrativo, è stato disposto che la proroga potrà essere concessa, nel caso
in cui il dipendente non abbia maturato i requisiti per la pensione anticipata, previa approvazione
del Consiglio di Amministrazione che deciderà anche in base alle funzioni svolte e terrà conto, in
tale esame, di quanto disposto dall’art. 9, comma 31, del D.L. 31/05/2010 n. 78, convertito in
Legge 30/07/2010 n. 122.
Pertanto, la valutazione delle esigenze organizzative e funzionali dell’Università, anche in
funzione dell'efficiente andamento dei servizi (dove efficienza è anche il rapporto tra risorse
impiegate (input) e prodotti (output), dovrà tenere conto della disposizione di cui al comma 31
dell’art. 9 del D.L. n. 78/10, convertito in legge n. 122/10 “Contenimento delle spese in materia di
impiego pubblico” e delle politiche generali dell’Ateneo in merito all’utilizzo delle limitate risorse
finanziarie destinabili a nuove assunzioni.
Tenuto conto di quanto sopra espresso, si sottopone all’approvazione del Consiglio di
Amministrazione l’istanza della seguente dipendente:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
192
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

-
Sig.ra Gaetana Albanese nata a Palermo il 21 marzo 1949, categoria B, in servizio presso il
Dipartimento di Chirurgia Generale d’Urgenza e dei Trapianti d’Organo;
Istanza di trattenimento in servizio del 24/09/2013 prot. n.65053;
Parere del Direttore del Dipartimento di Chirurgia Generale d’Urgenza e dei Trapianti d’Organo
prof. G. Gulotta del 07/05/2014, prot. n. 31953;
in caso di mancato accoglimento dell’istanza di proroga biennale, la sig.ra Albanese cesserà
dal servizio per limiti di età a decorrere dal 1° luglio 2014;
alla data del 1° luglio 2014 la suddetta dipendente raggiungerà l’anzianità contributiva di anni
22 e mesi 2;
l’eventuale prolungamento del servizio riguarderebbe il periodo 1° luglio 2014 – 30 giugno
2016 in quanto la cessazione dal servizio sarà determinata improrogabilmente a decorrere dal
1° luglio 2016.
Considerato che l’istituto del trattenimento in servizio ha carattere eccezionale, in quanto rivolto a
soddisfare esigenze organizzative e funzionali dell’Ateneo non altrimenti fronteggiabili;
Tenuto conto dei limiti posti dall’art. 9, comma 31, del D.L. 31/05/2010 n. 78, convertito in Legge
30/07/2010 n. 122;
Esaminata la posizione della sig.ra Albanese in base alle esigenze organizzative e funzionali
dell’Università;
Considerato che dalla relazione del prof. Gulotta non risulta che la suddetta dipendente svolga
funzioni aventi caratteristiche di preminente e rilevante interesse per l’Ateneo in relazione
alla particolare esperienza professionale acquisita in specifici ambiti ed in funzione
dell’efficiente andamento dei servizi;
Considerato che il mantenimento in servizio comporterebbe l’utilizzo di un punto organico, in
quanto equiparato ad una nuova assunzione;
Considerata l’esiguità dei punti organico assegnati dal Ministero per nuove assunzioni;
Considerato che l’utilizzazione di punti organico per i mantenimenti in servizio avrebbe
ripercussioni sulla programmazione di Ateneo, con conseguenze negative sulle esigenze
organizzative funzionali dell’Ateneo;
Considerato il Piano triennale del fabbisogno del personale 2013 – 15, deliberato dal Consiglio di
Amministrazione il 22 gennaio 2013, rimodulato il 9 dicembre 2013 in relazione al
contingente di Punti Organico attribuito all’Ateneo per l’anno 2013 con D.M. 9 agosto 2013
pari a 5,01 P.O. e i relativi vincoli, nell’ambito del quale non sono stati previsti P.O. da
destinare ai trattenimenti in servizio;
Si propone che il Consiglio di amministrazione:
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
193
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista l’istruttoria compiuta dal responsabile del procedimento
DELIBERI
Di non concedere alla sig.ra Gaetana Albanese nata a Palermo il 21 marzo 1949 il mantenimento
in servizio, in quanto non sussistono esigenze organizzative e funzionali che impongano il
trattenimento in servizio.
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott. M. Messina
La Dirigente
F.to Dott.ssa G. Lenzo
Il Consiglio di amministrazione
vista la proposta del Responsabile del procedimento
sentita la relazione del Presidente della Commissione Gestione del Personale, Funzionamento e
Ricerca
all’unanimità,
DELIBERA
Di non concedere alla sig.ra Gaetana Albanese nata a Palermo il 21 marzo 1949 il mantenimento
in servizio, in quanto non sussistono esigenze organizzative e funzionali che impongano il
trattenimento in servizio.
Letto e approvato seduta stante
73. Dott. Marco Pensabene – Autorizzazione proroga sospensione frequenza Scuola di
specializzazione in chirurgia plastica
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Premesso che:
con nota prot. 304 del 3/2/1995 indirizzata ai Rettori delle università sede di Facoltà di Medicina e
Chirurgia, il M.U.R.S.T. comunicava il proprio parere favorevole, condiviso dal C.U.N., alla
concessione della sospensione della frequenza dei corsi di specializzazione medica ai vincitori di
pubblico concorso, per lo svolgimento del periodo di prova;
con nota del 28/10/2013, il dott. Marco Pensabene, iscritto al 4° anno della Scuola di
Specializzazione in Chirurgia Pediatrica presso l’Università di Palermo, con contratto di formazione
specialistica decorrente dal 18/5/2010, ha richiesto la sospensione della frequenza di detta scuola
in quanto vincitore di concorso per il reclutamento di n. 5 sottotenenti nel ruolo speciale del Corpo
Sanitario Aeronautico in modo da potere frequentare il corso applicativo al quale è subordinata la
nomina definitiva;
con D.R. n. 3660 del 12/11/2013, al dott. Pensabene è stata concessa la sospensione richiesta
fino all’11/5/2014, in virtù della citata nota del M.U.R.S.T. del 1995;
con nota del 18/4/2014, il dott. Marco Pensabene ha richiesto la proroga della sospensione già
accordata, fino al 30/9/2014, a causa di una imprevista maggiore durata del corso applicativo
presso il citato Corpo Militare;
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
194
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
con nota prot. 32380 del 8/5/2014, atteso che la citata nota del M.U.R.S.T. del 3/2/1995 si riferisce
al periodo di prova, la cui durata presso le pubbliche amministrazione è fissata al massimo in mesi
6, l’istanza del dott. Pensabene è stata respinta;
con nota del 19/5/2014, l’avv. G. Li Cauli, in nome e per conto del dott. M. Pensabene, ha
comunicato di ritenere che dalla lettura congiunta della citata nota del M.U.R.S.T. del 1995 e del
D. L.vo 66/2010, disciplinante il rapporto di lavoro nelle forze armate, che stabilisce che i corsi
applicativi per gli ufficiali dell’Aeronautica Militare, la cui frequenza è obbligatoria ai fini
dell’immissione in ruolo dei vincitori di concorso, hanno durata non inferiore a mesi 3 e massima
imprecisata, scaturirebbe il diritto del citato specializzando ad ottenere la proroga della
sospensione;
che l’art. 42 del D. L.vo 368/99 che stabilisce che “Al personale in formazione specialistica
appartenente ai ruoli della sanità militare non si applicano le disposizioni di cui agli artt. 37….( che
disciplina il contratto di formazione specialistica )…Al personale di cui al presente articolo continua
ad applicarsi la normativa vigente sullo stato giuridico, l’avanzamento …propria del personale
militare”, seppur di non univoca interpretazione, sembra stabilire un regime distinto e più
favorevole per il personale militare rispetto a quanto previsto per i vincitori di concorso presso
amministrazioni civili;
che il Direttore della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Pediatrica, prof. De Grazia ha
comunicato di ritenere che un’eventuale proroga della sospensione non pregiudicherebbe il
raggiungimento degli obiettivi formativi del dott. Marco Pensabene.
Ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione valuti la superiore richiesta
esprimendosi al riguardo
Il Responsabile del procedimento
Il Dirigente dell’Area formazione, cultura e servizi agli
Responsabile del SSP03
studenti - ad interim
f.to dott. Onofrio Alessi
f.to dott. Antonio Valenti
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
Vista la relazione del responsabile del procedimento;
visto il parere del Direttore della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Pediatrica, prof. De Grazia
Sentita la relazione del Presidente della Commissione Bilancio, Edilizia e Patrimonio, Rapporti con
l’AOUP;
all’unanimità,
DELIBERA
di autorizzare il dott. Marco Pensabene a frequentare il corso applicativo presso l’Aeronautica
Militare con proroga della sospensione della frequenza della Scuola di Specializzazione in
Chirurgia Pediatrica fino al 30/9/2014.
Incaricare l’ufficio competente di acquisire dal dott. Pensabene attestazione dell’Aeronautica
Militare a conferma dell’obbligatorietà del predetto corso applicativo, ovvero autocertificazione del
dott. Pensabene avente il medesimo contenuto.
Il periodo di sospensione verrà interamente recuperato ai fini del conseguimento della
specializzazione e durante lo stesso al dott. Pensabene non verranno corrisposti emolumenti.
Letto ed approvato seduta stante.
74. Situazione liquidità di cassa dal 22/05/2014 al 30/09/2014
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
195
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Vista la nota a firma della Dirigente dell’Area Finanziaria prot 36312 del 23/05/2014 e relativa
tabella allegata dalla quale risulta che “data la liquidità di cassa alla data del 22/05/2014,
considerati certi i prossimi accrediti, da parte del MIUR, già sopra evidenziati, l’Ateneo si troverà in
sofferenza di liquidità di cassa già dal prossimo mese di Agosto c.a.;
Vista l’e.mail del 26/05/2014 del Responsabile del Settore Contabilità con allegata tabella excel
riepilogativa predisposta dalla DG sulla base dei dati forniti dalla quale risulta che l’Ateneo al 30
maggio 2013 aveva già ricevuto dal MIUR € 71 mln, contro i soli 5mln ricevuti nell’e.f. 2014;
Vista l’e.mail del 26/05/2014 del Responsabile del Servizio di supporto alla ricerca con i dati relativi
ai Progetti di Ricerca nella quale è evidenziato che
- Come già citato nella nota prot 36312 dell’Area Economico-Finanziaria, “per i progetti PON
R&C 2007/2013 Asse I – Linea 3 le spese programmate per il periodo giugno dicembre
2014 ammontano complessivamente ad € 21.532.846,68”
- la necessità, altresì “di considerare nella programmazione della liquidità di Ateneo anche le
spese che i Dipartimenti dovranno effettuare per i n. 4 progetti PO FESR Regione Siciliana
– linea d’intervento 4.1.2.A, il cui totale complessivo di finanziamenti ammonta ad €
11.550.000,00 e per i quali è previsto l’obbligo di quietanzare alla data del 31/12/2014
almeno il 70% delle spese previste, pena la revoca dei finanziamenti, con una spesa quindi
potenziale a tale data di circa 8 milioni di euro”;
ed inoltre
“un progetto di ATENEO della stessa LINEA d’intervento PO FESR gestito direttamente
dall’Amministrazione Centrale – SETTORE ILO - per un potenziale di spese alla data del 31
dicembre 2014 di circa € 400.000,00”.
La specifica “che nella programmazione della liquidità vanno considerate anche tutte le spese
che i Dipartimenti dovranno effettuare per i progetti PON linea 1 e PO FESR linea d'intervento
4111 e 4112 ancora in corso, per il cui dettaglio si rinvia agli stessi Dipartimenti”.
In un’ottica di programmazione si sottopone pertanto la citata documentazione affinchè il Consiglio
di Amministrazione fornisca le opportune indicazioni in merito.
Il Responsabile del procedimento
f.to Dott. Antonio Valenti
Il Dirigente
f.to Dott. Antonio Valenti
Il Consiglio di Amministrazione
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
all’unanimità,
DELIBERA
-
di dare mandato all'Amministrazione di inviare una nota di sollecito al Ministero ,
richiedendo una più regolare cadenza dei trasferimenti dovuti;
di dare mandato alla Commissione Bilancio Edilizia Patrimonio e Rapporti con l'AOUP di
concordare con le competenti aree dirigenziali criteri di eventuale razionalizzazione delle
uscite in relazione alla tipologia delle obbligazioni e al livello di priorità delle stesse.
Letto ed approvato seduta stante.
75. Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai progetti finanziati dai
programmi internazionali, comunitari , nazionali e regionali - Programmazione attività
RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
196
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
Premesso che il Regolamento per la gestione delle risorse derivanti dai progetti finanziati da
programmi internazionali, comunitari, nazionali e regionali” emanato con DR 2011/2013 del
01/07/2013 statuisce all’art. 5 c. 8 che “Le quote a titolo di autofinanziamento spettanti all’Ateneo
ed al finanziamento della ricerca di Ateneo derivanti dalle spese generali e dal personale interno
rendicontato, devono essere iscritte in specifiche voci del bilancio dell’Ateneo, l’utilizzo di dette
quote sarà deliberato dal C.d.A. su proposta del Rettore sentito il Direttore Generale”;
Considerato che le risorse finanziarie di cui sopra trovano allocazione in tre distinte voci di bilancio
di uscita, relative rispettivamente ad: autofinanziamento di Ateneo, spese di ricerca ed
incentivazione del personale;
Visto l’atto di indirizzo del Magnifico Rettore, prot. 36800 del 26/05/2014, con cui viene proposto
l’utilizzo delle risorse derivanti dai progetti finanziati da programmi internazionali, comunitari,
nazionali e regionali per far fronte:
1. alle esigenze di garantire la continuità didattica a sostegno degli studenti, tenuto conto delle
richieste di comando avanzate dalle Proff. Stefania Terzo, Donata Agnello e Anna Maria Danti,
della circolare n. 31 del 18/02/2014 del Dipartimento per l’Istruzione MIUR, dei Decreti
Direttoriali n. 36 e n. 37 del 8/05/2014 del Dipartimento Culture e Società e della delibera
esitata dalla Giunta del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche nella
seduta del 31/03/2014;
2. alle esigenze di rendicontazione dei progetti comunitari di ricerca (PO-FESR PON, PRIN),
tenuto conto della delibera del C.d.A n. 14 del 15/04/2014, dando luogo al prelevamento dalla
graduatoria del concorso bandito con Decreto n. 2760 del 19/09/2013 di sette unità di
personale di categoria B a tempo determinato collocatesi dalla posizione n. 16 alla n.22 ;
Acquisito il parere favorevole del Direttore Generale con cui si dà disposizione al Dirigente
dell’Area Ricerca e Sviluppo di curare gli adempimenti consequenziali;
Considerata la necessità di stornare la somma disponibile di € 121.764,12 dalla voce di spesa
R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo”
alla voce di spesa 83000000000000 “Trasferimenti ad altri soggetti pubblici e privati” per dare
seguito alle esigenze di garantire la continuità didattica a sostegno degli studenti (punto 1);
Verificata la disponibilità sulla voce di spesa, R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno
della ricerca e del funzionamento di Ateneo” del Bilancio Universitario, E. F. 2014;
Vista la composizione dell’Avanzo di Amministrazione E. F. 2013 nella parte in cui al punto b) 1
viene prevista la somma di euro - € 316.994,33 in attuazione della delibera del CdA n. 15 del
19/12/2013 derivante dalla voce di bilancio R4DA00SRIC0002;
Nelle more dell’effettuazione dello storno a seguito dell’approvazione del Conto Consuntivo E. F.
2013, prevista nel corso della seduta odierna, della somma di € 223.349,75 dall’Avanzo di
Amministrazione E. F. 2013 dalla voce di spesa R4DA00SRIC0002 “Quota per ricerca di Ateneo”
alle voci di spesa E. F. 2014 destinate alle retribuzioni del personale con contratto di lavoro a
tempo determinato, per far fronte alle esigenze di rendicontazione dei progetti comunitari di
ricerca, dando luogo al prelevamento di sette unità di personale di categoria B a tempo
determinato collocatesi dalla posizione n. 16 alla n. 22 (punto 2) della graduatoria del concorso
bandito con Decreto n. 2760 del 19/09/2013;
Tutto ciò premesso, si propone che il Consiglio di Amministrazione
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
197
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO
DELIBERI
di autorizzare:
 l’utilizzazione della somma disponibile pari ad € 121.764,12 della voce di spesa
R4DA00SRIC0001 “Quota per interventi a sostegno della ricerca e del funzionamento di Ateneo”
mediante lo storno alle seguenti voci di spesa:
83000000000000 Trasferimenti ad altri soggetti pubblici e privati
13DOC.IRAP0001 Contributo IRAP sulla retribuzione corrisposta
personale docente
al
€ 114.285,06
€ 7.479,06
per far fronte alle esigenze di garantire la continuità didattica a sostegno degli studenti, tenuto
conto delle richieste di comando avanzate dalle Proff. Stefania Terzo, Donata Agnello e Anna
Maria Danti, della circolare n. 31 del 18/02/2014 del Dipartimento per l’Istruzione MIUR, dei
Decreti Direttoriali n. 36 e n. 37 del 8/05/2014 del Dipartimento Culture e Società e della delibera
esitata dalla Giunta del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche nella seduta
del 31/03/2014;
 l’utilizzazione della somma disponibile pari ad € 223.349,75 della voce di spesa
R4DA00SRIC0002 “Quota per ricerca di Ateneo”, che sarà resa disponibile a seguito dello storno
che verrà effettuato a seguito dell’approvazione del Conto Consuntivo dell’E.F. 2013, mediante lo
storno alle seguenti voci di spesa:
Personale con contratto di lavoro a tempo determinato - € 146.517,93
Retribuzione base
13T.D.INPS0001 Contributo "INPS" sulla retribuzione corrisposta al
€ 2.358,94
Personale con rapporto di lavoro a Tempo Determinato
13T.D.IRAP0001
Contributo IRAP sulla retribuzione corrisposta al
€ 12.454,02
personale con rapporto di lavoro a T.D.
13T.D.PREV0001 Contributo OPERA DI PREVIDENZA sulla retribuzione
€ 8.322,22
corrisposta al personale con rapporto di lavoro a T.D.
13T.D.TESO0001 Contributo TESORO sulla retribuzione corrisposta al
€ 35.457,34
personale con rapporto di lavoro a T.D.
11000200040001 Produttivita' collettiva C.C.I. art.18
€ 10.080,00
11000200040002 Produttivita' individuale C.C.I. art.18
€ 3.500,00
13T.D.INPS0001 Contributo "INPS" sulla retribuzione corrisposta al
€ 218,64
Personale con rapporto di lavoro a Tempo Determinato
13C.ACIRAPIRTI Contributo "IRAP" sulla retribuzione accessoria erogata al
€ 1.154,30
Personale con rapporto di lavoro a Tempo Indeterminato
13C.ACTESOTPTI Contributo "Tesoro" sulla retribuzione accessoria erogata
€ 3.286,36
al Personale con rapporto di lavoro a Tempo
Indeterminato
per far fronte alle esigenze di rendicontazione dei progetti comunitari di ricerca, dando luogo al
prelevamento di sette unità di personale di categoria B a tempo determinato dalla posizione n. 16
alla n.22 (punto 2) della graduatoria del concorso bandito con Decreto n. 2760 del 19/09/2013;
12000500000000
Il Responsabile del procedimento
F.to Dott.ssa Maria Barbera
Il Dirigente
F.to Ing. Gandolfo Gallina
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
198
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO






Visto il Regolamento per l’amministrazione, la finanza e la contabilità dell’Università degli
Studi di Palermo, emanato con DR 285 del 7 febbraio 2013;
Visto il Regolamento per la gestione delle risorse dai progetti finanziati da programmi
internazionali, comunitari, nazionali e regionali, emanato con DR 2011/2013 del
01/07/2013;
Vista la proposta del Responsabile del procedimento;
Vista la documentazione allegata;
Vista la presa d’atto in corso di seduta del suddetto provvedimento da parte del Collegio
dei Revisori dei Conti;
All’unanimità
DELIBERA
di approvare in conformità alla proposta sopra riportata.
Letto e approvato seduta stante.
La seduta è tolta alle ore 18.40
IL DIRETTORE GENERALE
Segretario
Dott. Antonio VALENTI
VERBALE N. 1149 del 20 27 MAGGIO 2014
IL RETTORE
Presidente
Prof. Roberto LAGALLA
199
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
6 503 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content