close

Enter

Log in using OpenID

1600. SUA L37 - Università di Palermo

embedDownload
Informazioni generali sul Corso di Studi
Università
Università degli Studi di PALERMO
Nome del corso
Sviluppo economico e cooperazione internazionale(IdSua:1513269)
Classe
L-37 - Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
Nome inglese
Economic Development and International Cooperation
Lingua in cui si tiene il corso
italiano
Eventuale indirizzo internet del corso di laurea
http://www.unipa.it
Tasse
Pdf inserito: visualizza
Modalità di svolgimento
convenzionale
Referenti e Strutture
Presidente (o Referente o
Coordinatore) del CdS
MILITO Anna Maria
Organo Collegiale di gestione del
corso di studio
Consiglio di Coordinamento SECI-COSVI
Struttura didattica di riferimento
Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche (SEAS)
Eventuali strutture didattiche
coinvolte
Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale. Diritti, Economia, Management,
Storia, Lingue e Culture (D.E.M.S.)
Culture e societa'
Docenti di Riferimento
N.
COGNOME
NOME
SETTORE
QUALIFICA
PESO
TIPO SSD
1.
BUSETTA
Annalisa
SECS-S/04
RD
.5
Caratterizzante
2.
D'AGOSTINO
Gabriella
M-DEA/01
PA
.5
Base/Caratterizzante
3.
DAVI'
Maria
SECS-S/03
PO
.5
Caratterizzante
4.
EPIFANIO
Rosalia
SECS-P/06
PA
1
Base/Caratterizzante
5.
GIAIMO
Rosa
SECS-S/02
PO
1
Affine
6.
LO VERDE
Fabio Massimo
SPS/07
PA
.5
Caratterizzante
7.
MENDOLA
Daria
SECS-S/05
RU
1
Caratterizzante
8.
PERA
Alessandra
IUS/02
RU
1
Base
9.
BELLADELLI
Anna
L-LIN/12
RU
1
Base
10.
PROVENZANO
Davide
SECS-S/06
RU
1
Affine
11.
PROVENZANO
Vincenzo
SECS-P/06
PA
1
Base/Caratterizzante
Rappresentanti Studenti
Basso Marta
Bucoli Giulia
Cinà Manfredi
Urso Adriano
Cipolla Dario
D'Angelo Valerio
Gruppo di gestione AQ
Anna Maria (coordinatore del CdS) Milito
Maria Davì
Alessandra Pera
Alessia (manager didattico) Vaccaro
Giulia (studente) Bucoli
Tutor
Filippa BONO
Daria MENDOLA
Nicola ROMANA
Rosalia EPIFANIO
Maurizio GIANNONE
Davide PROVENZANO
Il Corso di Studio in breve
Il Corso di Studio è essenzialmente finalizzato a fornire conoscenze e competenze multidisciplinari nel campo delle scienze
sociali, economiche e demoetnoantropologiche che consentano di comprendere, affrontare e gestire con adeguatezza e
professionalità i problemi derivanti dagli interventi di cooperazione e sviluppo economico nelle aree definite, a vario titolo,
depresse o a ritardo di sviluppo. La formazione mira anche a trasmettere quelle attitudini necessarie a operare all'interno di
contesti organizzati come quelli della pubblica amministrazione, sia a livello locale che nazionale, ma anche delle organizzazioni
internazionali, governative e non, e del terzo settore, oltre, ovviamente, a tutte quelle imprese private, nazionali ed internazionali,
che abbiamo interesse specifico a intraprendere un processo di investimento nelle aree economiche meno sviluppate.
QUADRO A1
Consultazione con le organizzazioni rappresentative - a livello nazionale e
internazionale - della produzione di beni e servizi, delle professioni
Nel 2009, al momento dell'attivazione del CdS, erano state effettuate le consultazioni con i portatori di interesse. Durante
l'incontro, svoltosi presso l'allora Facoltà di Economia, tra il Preside, i Presidenti dei corsi di laurea e i rappresentanti delle Parti
Sociali era stata presentata l'offerta formativa della Facoltà con particolare attenzione ai contenuti didattici e agli sbocchi
occupazionali dei corsi proposti. All'incontro avevano partecipato referenti dell'Associazione Indutriali, delle Aziende ospedaliere,
dell'Ufficio regionale e del comune di Palermo, dell'ISTAT. I responsabili delle altre organizzazioni rappresentative a livello locale
della produzione, dei servizi e delle professioni e del no-profit sono stati regolarmente informati sulle caratteristiche dell'offerta
formativa.
Nel 2014, a seguito delle indicazioni contenute nella Relazione del Riesame e in quella della commissione Paritetica, è stata
avviata una nuova tornata di consultazione degli stakeholder. Il Corso infatti, per la sua specificità di impiego in contesti
particolarmente sensibili ai processi di trasformazione continui nel quadro delle dinamiche globali, richiede una azione di
aggiornamento e di razionalizzazione costante per garantire agli studenti e alle studentesse una formazione adeguata ai profili
professionali di sbocco.
Per rispondere a questa specifica esigenza la Commissione del Riesame e quella della Commissione Paritetica hanno suggerito
di pianificare un rapporto articolato e costante con i portatori di interesse, non limitandosi più quindi ad organizzare singoli incontri
a cadenza più o meno ravvicinata, ma a programmare una sorta di consultazione periodica, sempre aperta, che coinvolga
attivamente le parti sociali nel processo di aggiornamento e razionalizzazione dell'offerta formativa del Corso.
Il processo, avviato nel 2014 dal Consiglio di Corso di Studio,, è stato articolato in vari step: per prima cosa si è provveduto ad
aggiornare la lista degli stakeholder coinvolti e da coinvolgere; fatto ciò sono stati loro sottoposti alcuni materiali informativi sul
corso, fra i quali anche i piani di studi, per condividere una serie di informazioni di base utili alla valutazione e alla progettazione
di nuove strategie di formazione; sono stati somministrati alcuni questionari, per avere un primo feedback che consentisse di
individuare punti critici e questioni nuove da mettere all'ordine del giorno. Al momento della chiusura di questa Scheda SUA è già
stato programmato un primo incontro con i portatori di interesse (22 maggio 2014), durante il quale si valuteranno i risultati dei
questionari e si progetteranno le attività future utili ad una verifica costante e programmata, ad ogni nuovo ciclo, dell'adeguatezza
dell'offerta formativa del Corso nell'ambito della progettazione, delle competenze statistiche ed economico amministrative, delle
competenze linguistiche e informatiche e giuridiche e un investimento crescente sul piano dei tirocini formativi e
dell'internazionalizzazione del corso di studi.
QUADRO A2.a
Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati
Esperto nell'ambito della progettazione e della coordinazione di programmi e progetti di sviluppo
funzione in un contesto di lavoro:
Funzione di progettazione e gestione di interventi di cooperazione e sviluppo:
- capacità di analizzare contesti economici a ritardo di sviluppo
- capacità di selezionare ed implementare politiche di intervento idonee ad innescare processi di sviluppo
Funzione di analisi economica e di contesto sociale
- capacità di utilizzare gli strumenti statistico-metodologici per l'analisi economica
- capacità di analizzare le relazioni tra le grandezze economiche fondamentali e di interpretare gli indicatori statistici che le
descrivono
competenze associate alla funzione:
Nei primi anni di impiego nel mondo del lavoro i laureati del corso in "Sviluppo economico e cooperazione internazionale"
potranno svolgere attività professionali nella pubblica amministrazione, nelle organizzazioni non
governative e del terzo settore, nelle istituzioni educative, nel sistema della cooperazione sociale e culturale e nelle
organizzazioni internazionali.
sbocchi professionali:
L'esperto in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale potrà essere coinvolto come attore primario nelle attività di
analisi dei contesti in cui si intende intervenire
al fine di svolgere una attività di cooperazione e sviluppo. Esso sarà inoltre capace di individuare e approfondire le necessità
di intervento all'interno della sua progettazione
e, inoltre, monitorare e valutare i risultati dell'intervento progettato o di altre azioni di sviluppo e cooperazione internazionale.
Altro sbocco occupazionale è quello
rappresentato da attività, in forma individuale o di studi associati e cooperative giovanili, indirizzate alla cooperazione, agli
interventi sociali verso gli immigrati,
all'assistenza e all'osservazione elettorale nelle aree di crisi internazionale, alla promozione e tutela dei diritti umani e civili e
al conseguimento delle pari opportunità nei
paesi a ritardo di sviluppo o in quelle aree in cui il ruolo della donna è ancora marginale rispetto ai processi sociali ed
economici. Il laureato potrà trovare occupazione anche
presso organizzazioni che si occupano di progettazione e gestione di programmi e progetti di sviluppo, presso enti di
cooperazione decentrata (Regione, Provincia e
Comune), ONG, imprese con interessi in paesi in via di sviluppo.
QUADRO A2.b
Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)
1. Specialisti dei sistemi economici - (2.5.3.1.1)
2. Sociologi - (2.5.3.2.1)
QUADRO A3
Requisiti di ammissione
Il CdS prevede un test di accesso con una doppia valenza: consente sia di stabilire la graduatoria per l'accesso, sia di verificare
l'adeguatezza della preparazione iniziale. Pertanto lo scopo della prova di accesso è sia di selezionare gli studenti, nell'ambito del
contingente di posti disponibili, sia di verificare, come previsto dall'art.6, comma 1 del D.M. 270/04, che lo studente abbia una
"adeguata preparazione iniziale".
In altri termini, si potrà verificare anche il caso che uno studente utilmente collocato in graduatoria per l'accesso non abbia una
preparazione iniziale adeguata allora; in questo caso, lo studente si immatricolerà (perché utilmente collocato in graduatoria) ma
avrà un obbligo formativo aggiuntivo (perché non ha una preparazione iniziale adeguata).
Se il test rivelerà che uno studente non ha una adeguata preparazione iniziale, perché nel test consegue una votazione inferiore
ad una prefissata votazione minima (ad es. ha risposto correttamente ad un numero di domande inferiore 5 delle 15 proposte in
una assegnata tematica) il CdS indicherà a questo studente degli "specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo
anno di corso".
È allora necessario stabilire, per ciascun Corso di Laurea, innanzitutto, quali sono i temi nei quali intende verificare l'adeguatezza
della preparazione iniziale dello studente che intende immatricolarsi. Indicheremo, nel seguito, questi temi con la dizione aree del
sapere (ad es. Matematica, Fisica, Chimica, Biologia).
Per ciascuna area del sapere l'obiettivo del test è proporre dei quesiti ai quali può rispondere uno studente che abbia una
preparazione adeguata al livello del "diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero,
riconosciuto idoneo". Per ciascuna area del sapere è, inoltre, necessario individuare i saperi essenziali cioè gli argomenti che lo
studente deve necessariamente conoscere e che costituiscono l'oggetto del test.
Per ciascuna area del sapere nella quale uno studente dovesse avere un obbligo formativo aggiuntivo (OFA) la Facoltà a cui
appartiene il Corso di Laurea dovrà stabilire la modalità per "l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale".
Per ciascuna area del sapere, gli studenti potranno frequentare dei corsi propedeutici a quelli universitari, denominati corsi zero,
che hanno l'obiettivo del recupero della preparazione iniziale dello studente e che saranno attivati dalle Facoltà con la
collaborazione del Centro di Orientamento e Tutorato (COT) dell'Ateneo.
Sono stabiliti i seguenti saperi essenziali:
Matematica:
Elementi di teoria degli insiemi: Operazioni tra insiemi.
Relazioni: Relazioni d'ordine, relazioni di equivalenza, il concetto di applicazione (o funzione).
Elementi di logica: Connettivi logici (non, e, o, implica, se e solo se). Proposizioni e quantificatori logici. Tabelle di verità.
Insiemi numerici: N, Z, Q, R\Q, R e loro ordinamento, proprietà e operazioni. Divisibilità. Numeri primi. Scomposizioni in fattori
primi. Massimo comune divisore e minimo comune multiplo di due o più numeri. Allineamenti decimali periodici e non periodici.
Potenze con esponente naturale, intero, razionale: proprietà ed operazioni. Valore assoluto di un numero reale. Approssimazioni.
Algebra di base: Ordine di esecuzione delle operazioni in una espressione aritmetica con o senza parentesi. Monomi e polinomi.
Prodotti notevoli. Fattorizzazioni. Regola di Ruffini. Frazioni algebriche. Radicali: proprietà e semplici calcoli. Equazioni e
disequazioni di primo grado. Equazioni e disequazioni di secondo grado. Metodi risolutivi per equazioni incomplete e complete.
Equazioni e disequazioni algebriche di grado superiore al secondo facilmente riconducibili al primo o al secondo grado. Equazioni
e disequazioni razionali fratte. Equazioni e disequazioni irrazionali. Equazioni e disequazioni con valori assoluti. Sistemi di
equazioni e disequazioni. Definizione di logaritmo. Proprietà dei logaritmi. Calcoli di logaritmi direttamente riconducibili alla
definizione e/o alle proprietà. Relazione d'ordine tra logaritmi di uguale base. La funzione esponenziale. Equazioni e disequazioni
logaritmiche ed esponenziali.
Geometria euclidea del piano e dello spazio: Punti, rette, semirette, segmenti e angoli. Piano e semipiani. Distanza tra due punti e
punto medio. Lunghezza di un segmento. Concetto di luogo geometrico. Asse di un segmento e bisettrice di un angolo. Poligoni e
triangoli. Perpendicolarità e parallelismo. Quadrilateri notevoli. Circonferenza e cerchio. Corona e settore circolare. Similitudine:
Teorema di Talete, Teorema di Pitagora, Teoremi di Euclide.
Trigonometria piana: Sistema sessagesimale e misura in radianti. Funzioni goniometriche, identità goniometriche, teoremi sui
triangoli. Equazioni e disequazioni goniometriche.
Geometria analitica: le rette. Coordinate cartesiane ortogonali. Le curve algebriche. Le equazioni cartesiane della retta.
Coefficiente angolare della retta e suo significato geometrico. Distanza di un punto da una retta. Le equazioni parametriche della
retta. Posizioni reciproche di due rette. Rette per un punto. Rette per due punti.
Geometria analitica: le coniche. Definizione ed equazione della parabola. La circonferenza. L'ellisse. L'iperbole. Intersezione tra
rette e coniche. Cenni sulle coordinate cartesiane nello spazio.
Funzioni di una variabile reale: Definizione di funzione. Dominio e campo di esistenza. Grafico di una funzione e sua
interpretazione. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive. Funzione inversa. Funzione composta. Funzione simmetrica. Funzione
periodica. Funzione crescente e decrescente. Funzione limitata. Funzione continua. Funzione lineare e lineare affine. Funzione
potenza xn (n intero positivo). Funzione 1/x. Funzione radice. Funzione valore assoluto. Funzione esponenziale. Funzione
logaritmica. Funzioni trigonometriche.
Informatica:
Architettura generale di un computer. Hardware e software. RAM-ROM-CPU-MEMORIA CACHE-BUS
Periferiche di I/O. Dispositivi di memoria: Hard disk, Cd-Dvd.
Cartelle e file: duplicare, spostare, eliminare, ripristinare file. Salvare e stampare file.
Elaborazione testi: aprire, creare, salvare un documento. Cancellare, copiare, spostare del testo all'interno di un documento.
Trovare e sostituire una parola o una frase. Creare tabelle e inserire del testo
Foglio Elettronico: aprire, creare, salvare un foglio elettronico. Inserire i dati.
Copiare, spostare, cancellare il contenuto di una o più celle. Formule aritmetiche.
Reti di computer: Tipologie di rete, internet.
WWW Browser motore di ricerca
Posta elettronica: leggere, inviare, rispondere a un messaggio.
Lingua inglese:
Livello A2: Comprende frasi isolate ed espressioni usate frequentemente relative ad ambiti di immediata rilevanza (informazioni di
base sulla persona e la famiglia, acquisti, la geografia locale, l'occupazione). Comunica in attività semplici e di routine che
richiedono uno scambio di informazioni semplici e dirette su argomenti familiari e abituali. Sa descrivere in termini semplici aspetti
del proprio vissuto e dell'ambiente che lo circonda e sa esprimere bisogni immediati.
Lingua italiana (disciplina la cui verifica non comporta obblighi formativi aggiuntivi)
Saper riconoscere il contenuto relazionale del messaggio orale per poter interagire efficacemente; saper esprimersi in modo
lessicalmente appropriato e usando i registri adeguati alle situazioni; saper analizzare un testo cogliendone gli elementi formali e
tematici e correlandoli fra loro; saper scrivere in modo grammaticalmente e sintatticamente corretto e con proprietà lessicale;
saper organizzare il testo in modo coerente ed armonico, rispettando le diverse tipologie testuali; leggere e produrre testi orali e
scritti, riconoscendone le caratteristiche e individuandone le differenze.
QUADRO A4.a
Obiettivi formativi specifici del Corso
Il percorso formativo del corso di laurea triennale è essenzialmente finalizzato a fornire conoscenze e competenze
multidisciplinari nel campo delle scienze sociali, economiche e demoetnoantropologiche che consentano di comprendere,
affrontare e gestire con adeguatezza e professionalità i problemi derivanti dagli interventi di cooperazione e sviluppo economico
nelle aree, a vario titolo, definite depresse o a ritardo di sviluppo. La formazione mira anche a trasmettere quelle attitudini
necessarie a operare all'interno di contesti organizzati come quelli della pubblica amministrazione, sia a livello locale che
nazionale, ma anche delle organizzazioni internazionali, governative e non, e del terzo settore, oltre, ovviamente, a tutte quelle
imprese private, nazionali ed internazionali, che abbiamo interesse specifico a intraprendere un processo di investimento nelle
aree economiche meno sviluppate.
Caratteristica peculiare del corso di laurea è, inoltre, quello di creare profili professionali capaci di gestire con attenzione e
accuratezza tutte le fasi che contraddistinguono l'intervento di cooperazione per lo sviluppo. Lo studente verrà dunque
accompagnato lungo un percorso formativo che lo condurrà a sviluppare una approfondita conoscenza:
- dei processi di relazione sociale, con una visione particolareggiata degli aspetti demoetnoantropologici con riferimento alle
tradizioni passate e moderne, attraverso le discipline antropologiche, sociologiche, storiche e demografiche;
- delle dinamiche sottostanti ai principali processi di sviluppo e convergenza economica, a livello micro e macro attraverso le
discipline di carattere economico;
- delle principali nozioni legate ai diritti con particolare attenzione al diritto internazionale e al diritto dell'Unione Europea,
attraverso l discipline giuridiche;
- di quegli strumenti e di quelle metodologie di statistica, metodologica, sociale ed economica, necessari a descrivere fenomeni
complessi.
Il corso mira, inoltre, a fornire agli studenti approfondimenti specifici legati ai flussi migratori e alle problematiche d'integrazione
dei cittadini stranieri, nonché agli aspetti concernenti i programmi politici internazionali.
Per questi approfondimenti gli studenti hanno a disposizione anche 12 CFU per le attività a scelta.
Il corso di laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale mira a formare professionalità attive nel campo della
cooperazione e dello sviluppo in possesso di strumenti relativi alla comprensione delle realtà del sottosviluppo, dei problemi
inerenti la crescita economica e lo sviluppo sostenibile, delle politiche di lotta alla povertà e dei processi di modellizzazione,
democratizzazione, globalizzazione e regolazione internazionale. E questo anche attraverso una lunga attività di tirocinio
obbligatorio alla quale vengono assegnati 12 CFU.
QUADRO A4.b
Risultati di apprendimento attesi
Conoscenza e comprensione
Capacita di applicare conoscenza e comprensione
Discipline nellambito statistico-matematico
Conoscenza e comprensione
Conoscenza degli strumenti di base della statistica descrittiva e inferenziale. Capacità di utilizzare la terminologia e il
linguaggio statistico-matematico nellanalisi di fenomi economici e sociali. Capacità di misurare fenomi sociali e costruire dati e
informazioni utilizzabili per la ricerca sociale. Capacità di progettare un disegno di indagine statistica. Conoscenza dei
fondamenti della matematica e dellinformatica. Capacità di formalizzare, analizzare, commentare e presentare un problema di
natura economica o statistica.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Capacità di valutare le implicazioni che una scelta metodologica comporta su unanalisi statistica. Capacità di utilizzare le fonti
statistiche per ottenere informazioni utili allanalisi socio-economica. Capacità di scegliere la metodologia statistica più
appropriata in ragione della natura quantitativa o qualitativa del dato. Capacità di impiegare i principali indicatori economici
nellanalisi dei livelli di sviluppo socio-economico di unarea territoriale. Capacità di valutare i risultati delle analisi effettuate e di
comunicarli sia a un uditorio competente che a soggetti non provvisti di elevate conoscenze scientifiche.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Discipline nellambito giuridico-politico
Conoscenza e comprensione
Comprendere le ragioni dello sviluppo dei principali istituti del diritto internazionale. Capacità di comprendere il ruolo delle
diverse Istituzioni Comunitarie, i rapporti tra Stati membri ed Unione Europea e la circolazione dei modelli giuridici da un
livello normativo nazionale ad uno transnazionale e viceversa. Conoscenza delle materie e politiche in cui lintervento
comunitario ha inciso sensibilmente sul tessuto normativo degli Stati membri, con riferimento particolare alle tecniche e alle
modalità di produzione delle nuove norme uniformi. Conoscenza delle nozioni fondamentali relative allordinamento giuridico
internazionale.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Capacità di ricercare ed analizzare le fonti del diritto comunitario. Capacità di analizzare casi concreti attraverso lo studio di
sentenze della Corte di Giustizia. Individuazione delle possibili strategie di intervento normativo e del loro diverso impatto sui
sistemi giuridici destinatari dellintervento. Saper trasferire in ambiti applicativi le conoscenze acquisite.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Discipline nellambito economico
Conoscenza e comprensione
Conoscenza dei fondamenti della teoria economica e comprensione dei meccanismi economici alla base del comportamento
dei singoli agenti economici, del funzionamento dei mercati e del sistema macroeconomico. Conoscenza degli strumenti
necessari per la redazione di uno studio storico-economico. Conoscenza degli strumenti necessari per lanalisi dellattività
pubblica nel mercato. Capacità di utilizzare gli strumenti dellanalisi economica positiva per analizzare gli effetti dei fallimenti
del mercato. Capacità di comprensione delle principali teorie della crescita e dello sviluppo economico.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Capacità di utilizzare il linguaggio specifico proprio della scienza economica. Capacità di svolgere analisi economiche
utilizzando levidenza empirica disponibile. Capacità di specificare i modelli analitici appropriati alle tematiche da esaminare.
Capacità di riconoscere i potenziali costi e benefici delle politiche pubbliche. Capacità di riconoscere le interrelazioni esistenti
tra le varie componenti dello sviluppo sostenibile.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Discipline nellambito sociologico-antropologico
Conoscenza e comprensione
Capacità di lettura, comprensione e spiegazione dei fenomeni sociali. Conoscenza dei principali approcci teorici e degli ambiti
di indagine privilegiati dalla ricerca antropologica (sistemi sociali, economici, politici, simbolici) in ordine alla relazione
individuo/società e capacità di comprenderne le trasformazioni. Acquisizione di strumenti cognitivi utili per definire il processo
di costruzione sociale della devianza. Comprensione dei rapporti esistenti tra variabili macro, meso e micro sociali
nellelaborazione delle teorie sociologiche della devianza. Comprensione delle nozioni di: diritto, norma, reato, sanzione,
controllo sociale.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Capacità di applicare gli strumenti teorico-metodologici della sociologia alla realtà socioculturale da indagare e alle diverse
rappresentazioni di essa, in prospettiva interdisciplinare e comparativa. Capacità di costruire spiegazioni sociologiche dei
fenomeni sociali. Capacità di utilizzare gli strumenti metodologici necessari per lanalisi dei fenomeni politici. Capacità di
riconoscere il carattere storico e costruito delle norme sociali e di quelle del sistema penale, cogliendo le motivazioni dei
provvedimenti normativi ed evidenziando i nessi che legano teoria e prassi. Capacità di analizzare i fenomeni sociali,
comparare tra loro i possibili approcci, scegliere le tecniche di ricerca di volta in volta più appropriate.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Discipline nellambito storico-geografico-ambientale
Conoscenza e comprensione
Conoscere e comprendere le dinamiche fondamentali che presiedono al funzionamento del dominio naturale del pianeta.
Conoscenza dei vari approcci storicamente elaborati dalla Geografia nellindagine territoriale. Conoscenza dei principali
strumenti fisici e concettuali di rappresentazione e interpretazione di dati e fenomeni dello spazio geografico. Conoscenza
delle variabili fondamentali del rapporto società-ambiente-territorio (dinamiche demografiche, urbanizzazione, risorse naturali,
inquinamento).
Conoscenza del periodo storico dellEtà moderna e contemporanea e, in particolare, comprensione delle dinamiche che
hanno determinato i suoi snodi fondamentali.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Essere in grado di utilizzare autonomamente strumenti cartografici, riferimenti teorici e indicatori sociali e ambientali
applicandoli alle varie realtà geografiche. Riuscire a fare un uso adeguato della terminologia disciplinare specifica riguardante
la diffusione e la variabilità spaziale delle situazioni e la loro dimensione problematica
Capacità di cogliere nessi e relazioni tra fattori storici di tipo diverso: di carattere politico-istituzionale, economico-sociale e
scientifico-culturale. Capacità di decifrare tipi diversi di fonti e coglierne i significati. Capacità di organizzare le conoscenze
secondo un livello critico adeguato. Capacità di orientarsi con sicurezza fra le più recenti problematiche storiografiche.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
Lingue straniere
Conoscenza e comprensione
Acquisizioni delle abilità linguistiche e della terminologia specialistica necessarie per occupare ruoli diversi nel settore della
cooperazione internazionale.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Sviluppo delle abilità linguistiche necessarie per comprendere e redigere documenti specialistici e
per esprimersi su argomenti di natura economica e internazionale.
Le conoscenze e capacità sono conseguite e verificate nelle seguenti attività formative:
QUADRO A4.c
Autonomia di
giudizio
Abilità
Autonomia di giudizio
Abilità comunicative
Capacità di apprendimento
Il corso di laurea tende a formare soggetti capaci di valutazione critica e di autonomia di giudizio
nell'analisi di fenomeni che costituiscono oggetto principale di studio. I laureati devono avere la
capacità di raccogliere e interpretare i dati ritenuti utili a determinare giudizi autonomi, inclusa la
riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi.
Questo verrà attuato nei diversi insegnamenti presentando le varie teorie e portando lo studente
verso riflessioni critiche. L'autonomia di giudizio verrà verificata durante le prove di esame e i
seminari, eventuali prove in itinere e nell'esame finale di laurea.
Il corso di laurea tende a formare soggetti con adeguate capacità di espressione, non solo in lingua
italiana, ma anche in almeno due lingue straniere, di cui una dell'Unione Europea. A tale scopo sono
normalmente previste relazioni e presentazioni, sia scritte sia orali. I laureati dovranno saper
comunicare informazioni, idee, progetti a tutti i livelli della comunicazione, quindi nei confronti di
interlocutori specialisti e non specialisti.
Attraverso l'organizzazione seminariale di parte degli insegnamenti e la partecipazione attiva alle
discussioni in aula, infatti, i laureati avranno:
- approfondito e consolidato le proprie conoscenze linguistiche e informatiche;
comunicative
Capacità di
apprendimento
QUADRO A5
- sperimentato un'apertura internazionale, anche attraverso esperienze formative all'estero;
- imparato a esprimere le proprie conoscenze e capacità di comprensione con un approccio
professionale alla loro futura attività lavorativa;
- acquisito le abilità comunicative necessarie per comunicare correttamente e con un lessico
disciplinare adeguato,
sia in forma scientifica che divulgativa, le acquisizioni della propria attività di studio e/o di ricerca;
- imparato a calibrare i diversi registri dell'informazione secondo i differenti contesti formativi.
Queste abilità verranno verificate attraverso le prove d'esame di ciascun insegnamento,
presentazioni e relazioni, sia scritte sia orali, seminari nei corsi e naturalmente la prova finale.
Il corso di laurea, il cui carattere è fortemente interdisciplinare, connotato da materie più prettamente
tecnico-pratiche e da studi teorici e di concetto, consente sia l'acquisizione delle capacità di
apprendimento necessarie per intraprendere studi successivi sia la possibilità di inserirsi nel mondo
del lavoro. I laureati devono aver sviluppato quelle capacità che sono loro necessarie per
contestualizzare e finalizzare i diversi fenomeni osservati e intraprendere studi con un alto grado di
apprendimento.
La capacità di apprendimento sarà verificata in tutte le prove d'esame degli insegnamenti curriculari,
in eventuali
prove in itinere e nell'esame di laurea finale, momento importante per la valutazione complessiva sul
raggiungimento degli obiettivi formativi programmati.
Prova finale
La prova finale consiste nella redazione, presentazione e discussione di un elaborato scritto, secondo le modalità di seguito
elencate.
L'elaborato finale può avere carattere bibliografico, progettuale o può essere un saggio breve su un tema mono o
pluri-disciplinare.
Tra le tipologie dell'elaborato finale rientrano:
1) rassegna bibliografica su un tema assegnato da un relatore
2) saggio breve su un tema individuato nell'ambito di una disciplina del percorso curriculare;
3) saggio breve su una tematica interdisciplinare;
4) saggio breve su una tematica connessa con l'attività di stage/tirocinio curriculare;
5) presentazione di un caso di studio.
Il Regolamento per la prova finale è stato approvato dal Consiglio del corso di studio nella seduta del 14 aprile 2014 ed è stato
emananto con Decreto Rettorale n. 1826/2014 dell'8 maggio 2014.
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Regolamento prova finale
QUADRO B1.a
Descrizione del percorso di formazione
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Manifesto 2014-2015
QUADRO B1.b
Descrizione dei metodi di accertamento
Le conoscenze e competenze acquisite verranno verificate attraverso prove scritte, esami orali, prove pratiche. A seconda della
tipologia di insegnamento, sarà privilegiata una o più di tali metodologie di accertamento delle competenze acquisite. Potranno
essere svolte anche delle verifiche in itinere. La valutazione viene, di norma, espressa in trentesimi, con eventuale lode.
Ogni "scheda di trasparenza" indica, oltre al programma dell'insegnamento, anche il modo in cui viene accertata l'effettiva
acquisizione dei risultati di apprendimento da parte dello studente.
Ogni "scheda insegnamento", in collegamento informatico al Quadro A4-b, indica, oltre al programma
dellinsegnamento, anche il modo cui viene accertata leffettiva acquisizione dei risultati di apprendimento da parte dello
studente.
Link inserito: http://offweb.unipa.it/
QUADRO B2.a
Calendario del Corso di Studio e orario delle attività formative
http://www.unipa.it
QUADRO B2.b
Calendario degli esami di profitto
http://www.unipa.it
QUADRO B2.c
http://www.unipa.it
Calendario sessioni della Prova finale
QUADRO B3
Docenti titolari di insegnamento
Sono garantiti i collegamenti informatici alle pagine del portale di ateneo dedicate a queste informazioni.
N.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
Settori
Anno
di
corso
Insegnamento
Cognome
Nome
Ruolo
Crediti
Ore
M-DEA/01
Anno
di
corso
1
ANTROPOLOGIA CULTURALE link
D'AGOSTINO
GABRIELLA
CV
PA
8
64
IUS/02
Anno
di
corso
1
DIRITTO PRIVATO DELL' UNIONE
EUROPEA (modulo di SISTEMI
GIURIDICI EUROPEI C.I.) link
PERA
ALESSANDRA
CV
RU
6
48
SECS-S/06
Anno
di
corso
1
FONDAMENTI DI MATEMATICA ED
ELEMENTI DI INFORMATICA link
PROVENZANO
DAVIDE CV
RU
6
56
L-LIN/12
Anno
di
corso
1
LINGUA INGLESE link
BELLADELLI
ANNA CV
RU
8
72
SECS-P/06
Anno
di
corso
1
MICRO E MACROECONOMIA
APPLICATA link
EPIFANIO
ROSALIA CV
PA
8
72
IUS/02
Anno
di
corso
1
SISTEMI GIURIDICI EUROPEI E
COMPARATI (modulo di SISTEMI
GIURIDICI EUROPEI C.I.) link
PERA
ALESSANDRA
CV
RU
6
48
SPS/07
Anno
di
corso
1
SOCIOLOGIA GENERALE link
LO VERDE
FABIO
MASSIMO CV
PA
8
64
SECS-P/12
Anno
di
corso
1
STORIA ECONOMICA link
8
64
M-STO/02
Anno
di
corso
1
STORIA MODERNA E
CONTEMPORANEA link
8
64
6
48
IUS/13
Anno
di
corso
DIRITTO INTERNAZIONALE link
ROMANA
NICOLA CV
RU
Docente di
riferimento
per corso
2
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
SECS-P/06
Anno
di
corso
2
ECONOMIA DEL NON-PROFIT link
SECS-P/02
Anno
di
corso
2
PROVENZANO
VINCENZO CV
6
48
ECONOMIA E POLITICA DELLO
SVILUPPO link
6
48
SPS/04
Anno
di
corso
2
ELEMENTI DI PROGETTAZIONE PER LO
SVILUPPO (modulo di SCIENZA
POLITICA ED ELEMENTI DI
PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO
C.I.) link
4
32
SPS/07
Anno
di
corso
2
METODOLOGIA DELLA RICERCA
SOCIALE link
FRAZZICA
GIOVANNI CV
RD
6
48
SPS/04
Anno
di
corso
2
SCIENZA POLITICA (modulo di SCIENZA
POLITICA ED ELEMENTI DI
PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO
C.I.) link
VACCARO
SALVATORE
CV
PA
6
48
SPS/11
Anno
di
corso
2
SOCIOLOGIA DEI FENOMENI POLITICI
link
6
48
SPS/12
Anno
di
corso
2
SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA
DEVIANZA E DEI PROCESSI SOCIALI
link
DINO
ALESSANDRA
CV
PA
6
48
SECS-S/02
Anno
di
corso
2
STATISTICA link
GIAIMO ROSA
CV
PO
8
76
SECS-S/03
Anno
di
corso
2
STATISTICA ECONOMICA link
DAVI' MARIA
CV
PO
6
52
M-GGR/01
Anno
di
corso
3
AMBIENTE E REGOLAZIONE
INTERNAZIONALE (modulo di AMBIENTE
E REGOL. INTERNAZ. E GEOGRAFIA
ECONOMICA PER LO SVILUPPO C.I.)
link
6
48
SECS-S/04
Anno
di
corso
3
DEMOGRAFIA (modulo di STATISTICA
SOCIALE E DEMOGRAFIA C.I.) link
6
48
Anno
GEOGRAFIA ECONOMICA PER LO
SVILUPPO (modulo di AMBIENTE E
BUSETTA
ANNALISA CV
PA
RD
22.
di
corso
3
REGOL. INTERNAZ. E GEOGRAFIA
ECONOMICA PER LO SVILUPPO C.I.)
link
SECS-P/02
Anno
di
corso
3
POLITICA ECONOMICA E
DELL'INTEGRAZIONE EUROPEA link
AGNELLO
LUCA CV
SECS-P/03
Anno
di
corso
3
SCIENZA DELLE FINANZE link
SECS-S/05
Anno
di
corso
3
STATISTICA SOCIALE (modulo di
STATISTICA SOCIALE E DEMOGRAFIA
C.I.) link
26.
Anno
di
corso
3
27.
Anno
di
corso
3
23.
24.
25.
M-GGR/02
QUADRO B4
6
48
RU
6
48
BERRITTELLA
MARIA CV
RU
6
48
MENDOLA
DARIA CV
RU
6
48
TIROCINIO link
10
80
ULTERIORI CONOSCENZE
LINGUISTICHE link
6
48
Aule
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Aule
QUADRO B4
Laboratori e Aule Informatiche
Pdf inserito: visualizza
QUADRO B4
Pdf inserito: visualizza
Sale Studio
QUADRO B4
Biblioteche
Pdf inserito: visualizza
QUADRO B5
Orientamento in ingresso
Il Centro Orientamento e Tutorato dell'Ateneo organizza attività di orientamento in ingresso, tutorato ed orientamento in uscita. Le
iniziative di orientamento in ingresso, finalizzate a supportare lo studente durante tutta la fase di accesso ai percorsi universitari,
consistono in attività informative e di consulenza individuale.
Sono programmate attività con gli studenti delle scuole superiori, iniziative con le scuole ed è attivo uno sportello accoglienza per
i genitori.
Sono inoltre presenti uno sportello di orientamento e accoglienza per studenti stranieri ed un servizio di counselling psicologico
destinato a studenti che richiedono un sostegno psicologico per problemi di adattamento alla vita universitaria (ansia da esame,
problemi relazionali, disagi personali).
Descrizione link: pagina web del Centro di Orientamento e Tutorato
Link inserito: http://portale.unipa.it/strutture/cot/
QUADRO B5
Orientamento e tutorato in itinere
I servizi di orientamento e tutorato in itinere sono gestiti prevalentemente dal Centro Orientamento e Tutorato (COT), un ufficio
dell'Ateneo che eroga i suoi servizi a favore di tutti gli studenti. Tali servizi hanno lo scopo di mantenere la durata effettiva del
percorso universitario scelto entro i termini previsti e di aumentare l'efficacia del processo formativo, mettendo in grado gli
studenti di dispiegare le proprie risorse e le proprie potenzialità attraverso l'ottimizzazione del rapporto educativo.
Delegata per le attività di orientamento nella Scuola di Scienze giuridiche ed economico-sociali è la prof.ssa Marianna Alesi; per il
Corso di laurea la prof.ssa Rosalia Epifanio, delegata per le attività di orientamento anche del Dipartimento SEAS.
QUADRO B5
Assistenza per lo svolgimento di periodi di formazione all'esterno (tirocini e stage)
L'assistenza viene effettuata dagli Uffici della Scuola che propongono al Liaison Office di Ateneo le Convenzioni con gli Enti e le
Aziende da accreditare.
Gli Uffici curano l'assegnazione dello studente alla Azienda/Ente, l'assegnazione del Tutor universitario e di quello aziendale e
forniscono una agenda di Tirocinio.
Il rapporto di stage predisposto dallo studente, e valutato da apposita commissione, viene consegnato alle Segreterie Studenti
per l'accreditamento dei CFU relativi all'attività di tirocinio.
Delegata per le attività di tirocinio della Scuola è la prof.ssa Claudia Giurintano; per il Corso di laurea è la prof.ssa Filippa Bono.
QUADRO B5
Assistenza e accordi per la mobilità internazionale degli studenti
Azioni intraprese a livello di Ateneo:
Monitoraggio dei learning agreement degli studenti e dei learning agreement changes per eventuali e successive modifiche
(studenti Erasmus, Visiting students etc)
Attività di informazione, supporto ed orientamento agli studenti prima della partenza e durante il periodo di mobilità all'estero
Offerta di corsi gratuiti, impartiti da parte del Centro Linguistico d'Ateneo (CLA), in lingua francese, inglese, tedesco, spagnolo,
differenziati in tre livelli (basico, intermedio ed avanzato) per gli studenti dell'Ateneo in mobilità Erasmus
Tutoring sulla didattica, fornito dai docenti coordinatori di accordi interistituzionali o dai responsabili di facoltà per la mobilità e
l'internazionalizzazione
Contributo aggiuntivo su fondi d'Ateneo a cofinanziamento della mobilità degli studenti
Sportelli di orientamento di Facoltà gestiti dal Centro di Orientamento e Tutorato d'Ateneo (COT)
Coordinamento, monitoraggio e supporto delle iniziative per l'integrazione degli studenti diversamente abili da parte dell'Unità
Operativa Abilità Diverse, struttura d'Ateneo, che fornisce allo studente, avente diritto e che ne fa richiesta, interventi che
riguardano il servizio di tutoring, di assistenza alla persona e la dotazione di attrezzature
Borse di mobilità internazionale erogate dell'Ente Regionale per il Diritto allo studio
Delegato per la Scuola di Scienze giuridico ed economico-sociali e per il Corso di laurea è il prof. Nicola Romana.
Descrizione link: pagina web dei programmi di mobilità internazionale
Link inserito: http://portale.unipa.it/amministrazione/area2/uoa06/programmi-di-mobilit/
Atenei in convenzione per programmi di mobilità internazionale
Nessun Ateneo
QUADRO B5
Accompagnamento al lavoro
Le attività di orientamento in uscita sono gestite dal Centro Orientamento e Tutorato (COT), un ufficio dell'Ateneo che eroga i suoi
servizi a favore degli studenti dell'Ateneo. Tali attività hanno l'obiettivo di favorire l'inserimento nel mondo del lavoro attraverso la
promozione di stage in azienda, consulenze individuali per l'inserimento lavorativo (career counseling), la compilazione del
proprio curriculum vitae, la diffusione di opportunità formative e di lavoro. I servizi sono rivolti ai laureandi e ai laureati dell'Ateneo
di Palermo, ma anche agli studenti che vogliono effettuare scelte formative in funzione di un obiettivo di carriera.
Il Servizio di Placement promuove metodi di ricerca attiva del lavoro supportando il laureato nello sviluppo di un personale
progetto di inserimento professionale in linea con i propri obiettivi lavorativi e le richieste del mercato del lavoro.
Il COT organizza periodicamente dei workshop sulla selezione del personale e sull'utilizzo di internet per la ricerca del lavoro.
Gestisce inoltre una database di curricula dei laureati dell'Ateneo denominato VULCANO, a cui possono accedere le aziende
interessate alla ricerca di nuovo personale, fornendo in questo modo uno strumento efficace e rapido per facilitare l'incontro tra
domanda e offerta di lavoro.
QUADRO B5
Eventuali altre iniziative
QUADRO B6
Opinioni studenti
Indagine sull'opinione degli studenti sulla didattica: attiva dal 1999, prevede la valutazione da parte degli studenti frequentanti
ciascun insegnamento, del docente, della logistica e dell'organizzazione della didattica, nonché dell'interesse degli argomenti
trattati.
L'indagine sull'opinione degli studenti è condotta mediante una procedura informatica di compilazione di un questionario
accessibile dal portale studenti del sito web di Ateneo. (procedura RIDO)
Lo studente accede alla compilazione dopo che sono state effettuate almeno il 70% delle lezioni previste.
Lo studente non può prenotare un esame né stampare lo statino, se non ha compilato il questionario relativo all'insegnamento.
I giudizi degli studenti sono formulati secondo una scala di sei classi (per niente, appena, poco, abbastanza, molto, moltissimo)
che per facilitare la lettura dei risultati sono state aggregate in due gruppi (giudizi positivi e giudizi negativi).
In allegato una scheda di sintesi dell'opinione degli studenti sulla didattica (anno accademico 2012-2013, questionari compilati
fino al 30 luglio 2012
Pdf inserito: visualizza
QUADRO B7
Opinioni dei laureati
Gli studenti dell'Università di Palermo sono tenuti a compilare, al momento della presentazione della domanda di laurea, un
questionario nell'ambito del progetto VULCANO (Vetrina Universitaria Laureati con Curricula per le Aziende Navigabile On-line,
http://vulcanostella.cilea.it/)
VULCANO (http://bussola.cilea.it) è un sistema che permette una gestione integrata delle banche dati contenenti le informazioni
sulla carriera dei laureati. Obiettivi principali sono:
Semplificare l'accesso al mondo del lavoro per i laureati;
Promuovere l'incontro tra domanda e offerta di personale qualificato.
La sezione D di tale questionario riguarda la valutazione, da parte dl laureando, del percorso formativo appena ultimato. Il
documento allegato è la sintesi delle risposte dei laureati nell'anno solare 2012.
Pdf inserito: visualizza
QUADRO C1
Dati di ingresso, di percorso e di uscita
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Dati di ingresso, di percorso e di uscita AA.AA 2010/2011 - 2011/2012 - 2012/2013
QUADRO C2
Efficacia Esterna
Il progetto interuniversitario STELLA (Statistica in Tema di Laureati e Lavoro, http://vulcanostella.cilea.it/) è nato nel 2002 dalla
collaborazione di un gruppo di Atenei italiani. L'obiettivo è quello di costruire un data base per monitorare le caratteristiche dei
percorsi dei laureati e monitorare gli stessi una volta entrati nel mondo del lavoro.
In allegato, la sintesi dei dati raccolti con le interviste ai laureati nell'anno solare 2011, condotte a 12 mesi dalla laurea.
Pdf inserito: visualizza
QUADRO C3
Opinioni enti e imprese con accordi di stage / tirocinio curriculare o
extra-curriculare
Al fine di uniformare e centralizzare la ricognizione delle opinioni delle Aziende convenzionate su stage/tirocini verrà utilizzato
dall'A.A. 2013/2014 il format di questionario, esitato dal Presidio di Qualità di Ateneo, scaricabile link in calce:
Link inserito: http://portale.unipa.it/ateneo/.content/documenti/pqa/questionario_stage_definitivo.docx
QUADRO D1
Struttura organizzativa e responsabilità a livello di Ateneo
La struttura organizzativa degli Uffici dell'Amministrazione centrale dell'Università degli studi di Palermo è articolata in Aree
(posizioni organizzative dirigenziali), all'interno delle quali si trovano Servizi Speciali e Settori SSP (posizioni organizzative
riservate alle elevate professionalità) nell'ambito dei quali vengono individuate le Unità Organizzative di Area e Unità
Organizzative di Base- UOA e UOB (posizioni organizzative riservate al personale della categoria D). e attribuiti incarichi per
Funzioni Specialistiche FSP (attribuibili al personale di categoria B, C e D) Il Rettorato e la Direzione Generale prevedono anche
le Strutture di staff STF (posizioni organizzative assegnate mediante incarico di natura fiduciaria e, pertanto, non riservate a
specifiche qualifiche).
Nello specifico sono state identificate le seguenti Aree Dirigenziali:
Area Formazione, cultura e servizi agli studenti
Area Ricerca e Sviluppo
Area Economico-Finanziaria
Area Risorse Umane
Area Patrimoniale e Negoziale
Area Affari Generali e Legali
Area Servizi a Rete
L'organigramma dell'amministrazione centrale dell'Ateneo di Palermo è visionabile al link indicato. Il documento in pdf allegato
riporta l'attuale sistema di governance e gestione dell'AQ dei corsi di studio, definito con Decreto Rettorale.
Descrizione link: struttura organizzativa dell'Università degli Studi di Palermo
Link inserito: http://portale.unipa.it/ateneo/amministrazione/
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: SISTEMA DI GOVERNANCE DELL'AQ
QUADRO D2
Organizzazione e responsabilità della AQ a livello del Corso di Studio
Per la composizione della Commissione Paritetica docenti-studenti della Scuola di Scienze giuridiche ed economico-sociali v. il
file pdf allegato.
La Commissione per la gestione dell'AQ è composta da:
- Prof.ssa Anna Maria Milito (coordinatore)
- Prof.ssa Maria Davì
- Prof.ssa Alessandra Pera
- Dott.ssa Alessia Vaccaro
- La studentessa Giulia Bucoli
Il precedente gruppo di riesame ha operato nei due precedenti anni accademici.
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Commissione Paritetica Scuola
QUADRO D3
Programmazione dei lavori e scadenze di attuazione delle iniziative
La gestione dell'Assicurazione di Qualità del Corso di Studi è articolata nelle seguenti quattro fasi*:
1) Plan (progettazione)
2) Do (gestione)
3) Check (monitoraggio e valutazione)
4) Act (azioni correttive e di miglioramento)
Le azioni correttive e di miglioramento scaturenti dalla relazione della Commissione Paritetica, dal Verbale di Riesame annuale,
dalle segnalazioni delle parti interessate e da ogni eventuale indicazione dell'ANVUR e del MIUR sono a carico del Coordinatore
del CdS e della Commissione AQ del CdS.
*Per i tempi e i modi di attuazione delle quattro fasi si rimanda al documento pdf allegato.
Pdf inserito: visualizza
QUADRO D4
Riesame annuale
Il verbale del riesame relativo al 2104, redatto dalla Commissione per la gestione dell'AQ, è stato approvato dal Consiglio di
coordinamento nella seduta del 20 dicembre 2013 e dal Presidio di Qualità di Ateneo nella seduta del 20 gennaio 2014.
Pdf inserito: visualizza
Descrizione Pdf: Riesame SECI 2014
QUADRO D5
Progettazione del CdS
QUADRO D6
Eventuali altri documenti ritenuti utili per motivare lattivazione del Corso di Studio
Scheda Informazioni
Università
Università degli Studi di PALERMO
Nome del corso
Sviluppo economico e cooperazione internazionale
Classe
L-37 - Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
Nome inglese
Economic Development and International Cooperation
Lingua in cui si tiene il corso
italiano
Eventuale indirizzo internet del corso di laurea
http://www.unipa.it
Tasse
Pdf inserito: visualizza
Modalità di svolgimento
convenzionale
Referenti e Strutture
Presidente (o Referente o
Coordinatore) del CdS
MILITO Anna Maria
Organo Collegiale di gestione del
corso di studio
Consiglio di Coordinamento SECI-COSVI
Struttura didattica di riferimento
Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche (SEAS)
Altri dipartimenti
Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale. Diritti, Economia, Management,
Storia, Lingue e Culture (D.E.M.S.)
Culture e societa'
Docenti di Riferimento
N.
COGNOME
NOME
SETTORE
1.
BUSETTA
Annalisa
2.
D'AGOSTINO
Gabriella
QUALIFICA
PESO TIPO SSD
Incarico didattico
SECS-S/04 RD
.5
Caratterizzante
1. DEMOGRAFIA
M-DEA/01
.5
Base/Caratterizzante
1. ANTROPOLOGIA
CULTURALE
PA
3.
DAVI'
Maria
SECS-S/03 PO
.5
Caratterizzante
1. STATISTICA
ECONOMICA
4.
EPIFANIO
Rosalia
SECS-P/06 PA
1
Base/Caratterizzante
1. MICRO E
MACROECONOMIA
APPLICATA
5.
GIAIMO
Rosa
SECS-S/02 PO
1
Affine
1. STATISTICA
6.
LO VERDE
Fabio
Massimo
SPS/07
PA
.5
Caratterizzante
1. SOCIOLOGIA GENERALE
7.
MENDOLA
Daria
SECS-S/05 RU
1
Caratterizzante
1. STATISTICA SOCIALE
8.
PERA
Alessandra
IUS/02
RU
1
Base
1. SISTEMI GIURIDICI
EUROPEI E COMPARATI
2. DIRITTO PRIVATO DELL'
UNIONE EUROPEA
9.
BELLADELLI
Anna
L-LIN/12
RU
1
Base
1. LINGUA INGLESE
10.
PROVENZANO
Davide
SECS-S/06 RU
1
Affine
1. FONDAMENTI DI
MATEMATICA ED
ELEMENTI DI
INFORMATICA
11.
PROVENZANO
Vincenzo
SECS-P/06 PA
1
Base/Caratterizzante
1. ECONOMIA DEL
NON-PROFIT
requisito di docenza (numero e tipologia) verificato con successo!
requisito di docenza (incarico didattico) verificato con successo!
Rappresentanti Studenti
COGNOME
NOME
Basso
Marta
Bucoli
Giulia
Cinà
Manfredi
Urso
Adriano
Cipolla
Dario
D'Angelo
Valerio
EMAIL
TELEFONO
Gruppo di gestione AQ
COGNOME
NOME
Milito
Anna Maria (coordinatore del CdS)
Davì
Maria
Pera
Alessandra
Vaccaro
Alessia (manager didattico)
Bucoli
Giulia (studente)
Tutor
COGNOME
NOME
BONO
Filippa
MENDOLA
Daria
ROMANA
Nicola
EPIFANIO
Rosalia
GIANNONE
Maurizio
PROVENZANO
Davide
EMAIL
Programmazione degli accessi
Programmazione nazionale (art.1 Legge 264/1999)
No
Programmazione locale (art.2 Legge 264/1999)
Si - Posti: 150
Requisiti per la programmazione locale
La programmazione locale è stata deliberata su proposta della struttura di riferimento del: 31/03/2014
Titolo Multiplo o Congiunto
Non sono presenti atenei in convenzione
Sedi del Corso
Sede del corso: viale delle Scienze, Edifici 13, 15 e 19 - 90128 - PALERMO
Organizzazione della didattica
semestrale
Modalità di svolgimento degli insegnamenti
Convenzionale
Data di inizio dell'attività didattica
01/10/2014
Utenza sostenibile
150
Eventuali Curriculum
Non sono previsti curricula
Altre Informazioni
Codice interno all'ateneo del corso
2133
Massimo numero di crediti riconoscibili
12 DM 16/3/2007 Art 4 Nota 1063 del 29/04/2011
Numero del gruppo di affinità
1
Date
Data del DM di approvazione dell'ordinamento didattico
24/05/2011
Data del DR di emanazione dell'ordinamento didattico
29/06/2011
Data di approvazione della struttura didattica
25/01/2011
Data di approvazione del senato accademico/consiglio di amministrazione
01/03/2011
Data della relazione tecnica del nucleo di valutazione
22/01/2009
Data della consultazione con le organizzazioni rappresentative a livello locale della produzione, servizi,
professioni
18/12/2008 Data del parere favorevole del Comitato regionale di Coordinamento
Criteri seguiti nella trasformazione del corso da ordinamento 509 a 270
La trasformazione del corso di laurea triennale risponde all'esigenza di ristrutturare l'offerta formativa con una particolare
attenzione alla qualità della stessa, in riferimento ai noti DD.MM., ai criteri espressi in sede CRUI, alle indicazioni del Comitato
Nazionale di Valutazione e all'esperienza maturata tramite il feedback ricevuto dagli studenti nella loro fase di studio e di stage
internazionali.
In particolare la Facoltà ha considerato come irrinunciabile il mantenimento di un corso di studi che riflettesse:
° la necessità di pensare ad un percorso formativo per coloro che mirano a conoscere e programmare interventi volti alla
rimozione dei divari di sviluppo e a generare processi di crescita socio-economica, nella aree depresse o a ritardo di sviluppo;
° la mancanza di un corso di studio simile in altri Atenei della regione;
° le esigenze del Territorio e i potenziali sbocchi occupazionali;
° l'attrattività dei percorsi di studio e le aspettative degli studenti.
Sintesi della relazione tecnica del nucleo di valutazione - Ordinamento
Didattico
Il corso risulta dalla trasformazione di un precedente corso di laurea, caratterizzati da una buona attrattività, di molto superiore
alla numerosità massima della classe. Si tratta di un corso interfacoltà con Scienze della Formazione.
Gli obbiettivi formativi, così come i possibili sbocchi occupazionali appaiono ben descritti e delineati
I risultati di apprendimento attesi e le modalità didattiche adottate per conseguirli sono presentate in modo esauriente. Sono
opportunamente indicate le modalità di verifica degli stessi
Le conoscenze richieste per l'accesso sono descritte in modo sufficientemente ampio e sono descritte in termini generali le
modalità di verifica e recupero delle eventuali carenze.
La presenza tra gli affini di SSD già presenti tra le attività formative di base/caratterizzanti è argomentata in termini generali.
Gli intervalli di credito sono presenti per garantire flessibilità nella definizione di specifici futuri profili formativi
Sintesi della relazione tecnica del nucleo di valutazione - Scheda SUA
Il corso risulta dalla trasformazione di un precedente corso di laurea, caratterizzati da una buona attrattività, di molto superiore
alla numerosità massima della classe. Si tratta di un corso interfacoltà con Scienze della Formazione.
Gli obbiettivi formativi, così come i possibili sbocchi occupazionali appaiono ben descritti e delineati
I risultati di apprendimento attesi e le modalità didattiche adottate per conseguirli sono presentate in modo esauriente. Sono
opportunamente indicate le modalità di verifica degli stessi
Le conoscenze richieste per l'accesso sono descritte in modo sufficientemente ampio e sono descritte in termini generali le
modalità di verifica e recupero delle eventuali carenze.
La presenza tra gli affini di SSD già presenti tra le attività formative di base/caratterizzanti è argomentata in termini generali.
Gli intervalli di credito sono presenti per garantire flessibilità nella definizione di specifici futuri profili formativi
Sintesi del parere del comitato regionale di coordinamento
Offerta didattica erogata
coorte
1
2
3
4
5
6
7
8
9
2012
2012
2012
2012
2012
2012
2012
2012
2012
insegnamento
settori
insegnamento
docente
201421693
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
10 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201424267
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
3 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201426577
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
4 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201424303
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
5 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201430532
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
6 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201424222
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
7 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201432747
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
8 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201430620
ALTRE ATTIVITA' FORMATIVE
9 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201430403
AMBIENTE E REGOLAZIONE
INTERNAZIONALE
(modulo di AMBIENTE E
REGOL. INTERNAZ. E
GEOGRAFIA ECONOMICA PER
LO SVILUPPO C.I.)
M-GGR/01
Docente non
specificato
48
Docente di
riferimento
(peso .5)
settore
docente
ore di
didattica
assistita
CUIN
Gabriella
D'AGOSTINO
Prof. IIa fascia
10
2014
201443785
ANTROPOLOGIA CULTURALE
M-DEA/01
M-DEA/01
64
Università degli
Studi di
PALERMO
11
12
13
2012
2013
2014
201421587
201438464
201443791
DEMOGRAFIA
(modulo di STATISTICA
SOCIALE E DEMOGRAFIA C.I.)
DIRITTO INTERNAZIONALE
DIRITTO PRIVATO DELL'
UNIONE EUROPEA
(modulo di SISTEMI GIURIDICI
EUROPEI C.I.)
SECS-S/04
Docente di
riferimento
(peso .5)
Annalisa
BUSETTA
Ricercatore a t.d.
- t.pieno (art. 24
c.3-a L. 240/10)
Università degli
Studi di
PALERMO
SECS-S/04 60
IUS/13
Nicola ROMANA
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/06
48
IUS/02
Docente di
riferimento
Alessandra PERA
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/02
48
SECS-P/06 48
14
2013
201438437
ECONOMIA DEL NON-PROFIT
SECS-P/06
Docente di
riferimento
Vincenzo
PROVENZANO
Prof. IIa fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
15
2013
201438268
ECONOMIA E POLITICA
DELLO SVILUPPO
SECS-P/02
Docente non
specificato
48
201438334
ELEMENTI DI
PROGETTAZIONE PER LO
SVILUPPO
(modulo di SCIENZA POLITICA
ED ELEMENTI DI
PROGETTAZIONE PER LO
SVILUPPO C.I.)
SPS/04
Docente non
specificato
32
SECS-S/06
Docente di
riferimento
Davide
PROVENZANO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
16
17
2013
2014
201443773
FONDAMENTI DI MATEMATICA
ED ELEMENTI DI
INFORMATICA
SECS-S/06 56
18
19
20
21
22
23
2012
2012
2012
2012
2014
2012
201424002
GEOGRAFIA ECONOMICA PER
LO SVILUPPO
(modulo di AMBIENTE E
REGOL. INTERNAZ. E
GEOGRAFIA ECONOMICA PER
LO SVILUPPO C.I.)
M-GGR/02
Docente non
specificato
48
Docente non
specificato
40
201426246
LINGUA ARABA
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
201419040
LINGUA E TRADUZIONE
CINESE I
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
40
LINGUA FRANCESE
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
40
LINGUA INGLESE
L-LIN/12
Docente di
riferimento
Anna
BELLADELLI
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
LINGUA SPAGNOLA
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
40
Docente non
specificato
40
48
201430223
201443780
201418767
L-LIN/12
72
24
2012
201419039
LINGUA TEDESCA
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
25
2013
201438453
METODOLOGIA DELLA
RICERCA SOCIALE
SPS/07
Docente non
specificato
SECS-P/06
Docente di
riferimento
Rosalia
EPIFANIO
Prof. IIa fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
SECS-P/06 72
SECS-P/02
Luca AGNELLO
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
SECS-P/02 48
26
27
2014
2012
201443798
MICRO E MACROECONOMIA
APPLICATA
201428386
POLITICA ECONOMICA E
DELL'INTEGRAZIONE
EUROPEA
Maria
28
29
2012
2013
201432450
SCIENZA DELLE FINANZE
201438296
SCIENZA POLITICA
(modulo di SCIENZA POLITICA
ED ELEMENTI DI
PROGETTAZIONE PER LO
SVILUPPO C.I.)
30
2014
201443776
SISTEMI GIURIDICI EUROPEI E
COMPARATI
(modulo di SISTEMI GIURIDICI
EUROPEI C.I.)
31
2013
201438424
SOCIOLOGIA DEI FENOMENI
POLITICI
32
33
34
35
36
37
2014
2013
2012
2012
2012
2012
SECS-P/03
BERRITTELLA
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
SECS-P/03 48
SPS/04
Salvatore
VACCARO
Prof. IIa fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
SPS/01
48
IUS/02
Docente di
riferimento
Alessandra PERA
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
IUS/02
48
SPS/11
Docente non
specificato
SPS/07
Docente di
riferimento
(peso .5)
Fabio Massimo
LO VERDE
Prof. IIa fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
SPS/07
64
SPS/12
48
48
201443792
SOCIOLOGIA GENERALE
201438467
SOCIOLOGIA GIURIDICA,
DELLA DEVIANZA E DEI
PROCESSI SOCIALI
SPS/12
Alessandra DINO
Prof. IIa fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
STAGE 10 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
STAGE 3 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
STAGE 5 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
STAGE 6 CFU
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
201426461
201428565
201430562
201430603
38
39
40
41
2012
2012
2013
2013
201426578
201419172
201438269
201438364
STAGE 7 CFU
STAGE 8 CFU
STATISTICA
STATISTICA ECONOMICA
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
Non è stato
indicato il settore
dell'attività
formativa
Docente non
specificato
0
SECS-S/02
Docente di
riferimento
Rosa GIAIMO
Prof. Ia fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
SECS-S/02 68
SECS-S/03
Docente di
riferimento
(peso .5)
Maria DAVI'
Prof. Ia fascia
Università degli
Studi di
PALERMO
SECS-S/03 48
SECS-S/05 48
42
2012
201434776
STATISTICA SOCIALE
(modulo di STATISTICA
SOCIALE E DEMOGRAFIA C.I.)
SECS-S/05
Docente di
riferimento
Daria MENDOLA
Ricercatore
Università degli
Studi di
PALERMO
43
2014
201443774
STORIA ECONOMICA
SECS-P/12
Docente non
specificato
64
44
2014
201443782
STORIA MODERNA E
CONTEMPORANEA
M-STO/02
Docente non
specificato
64
ore totali
1536
Offerta didattica programmata
Attività di base
settore
CFU CFU
Ins
Off
CFU
Rad
12
12
12 18
24
16
12 21
18
18
12 24
8
8
SECS-P/03 Scienza delle finanze
SCIENZA DELLE FINANZE (3 anno) - 6 CFU
istituzioni di economia
e politica economica
SECS-P/02 Politica economica
ECONOMIA E POLITICA DELLO SVILUPPO (2 anno) - 6 CFU
SECS-P/01 Economia politica
SECS-P/12 Storia economica
STORIA ECONOMICA (1 anno) - 8 CFU
discipline
storico-antropologiche
M-STO/02 Storia moderna
STORIA MODERNA E CONTEMPORANEA (1 anno) - 8 CFU
M-DEA/01 Discipline demoetnoantropologiche
ANTROPOLOGIA CULTURALE (1 anno) - 8 CFU
SPS/04 Scienza politica
SCIENZA POLITICA (2 anno) - 6 CFU
discipline
giuridico-politiche
IUS/02 Diritto privato comparato
SISTEMI GIURIDICI EUROPEI C.I. (1 anno) - 12 CFU
L-LIN/12 Lingua e traduzione - lingua inglese
discipline linguistiche
6 -
LINGUA INGLESE (1 anno) - 8 CFU
Minimo di crediti riservati dall'ateneo: 42 (minimo da D.M. 42)
12
Totale attività di Base
Attività
caratterizzanti
54
settore
42 75
CFU CFU
Ins
Off
CFU
Rad
20
20
12 24
12
12
12 18
26
20
18 24
SECS-P/06 Economia applicata
MICRO E MACROECONOMIA APPLICATA (1 anno) - 8 CFU
ECONOMIA DEL NON-PROFIT (2 anno) - 6 CFU
cooperazione
e sviluppo
SECS-P/02 Politica economica
IUS/13 Diritto internazionale
DIRITTO INTERNAZIONALE (2 anno) - 6 CFU
M-GGR/02 Geografia economico-politica
GEOGRAFIA ECONOMICA PER LO SVILUPPO (3 anno) - 6 CFU
geografia e
organizzazione
del territorio
M-GGR/01 Geografia
AMBIENTE E REGOLAZIONE INTERNAZIONALE (3 anno) - 6 CFU
SPS/12 Sociologia giuridica, della devianza e mutamento sociale
SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E DEI PROCESSI
SOCIALI (2 anno) - 6 CFU
sociologia e
sistemi sociali
e politici
SPS/11 Sociologia dei fenomeni politici
SOCIOLOGIA DEI FENOMENI POLITICI (2 anno) - 6 CFU
SPS/07 Sociologia generale
SOCIOLOGIA GENERALE (1 anno) - 8 CFU
METODOLOGIA DELLA RICERCA SOCIALE (2 anno) - 6 CFU
SECS-S/05 Statistica sociale
STATISTICA SOCIALE (3 anno) - 6 CFU
discipline
antropologiche
SECS-S/04 Demografia
18
12 21
Totale attività caratterizzanti
70
54 87
Attività formative affini o integrative
CFU
CFU
Rad
24
18 30
12 14
12 14
6 22
6 22
0 - 6
0 - 6
18
DEMOGRAFIA (3 anno) - 6 CFU
SECS-S/03 Statistica economica
STATISTICA ECONOMICA (2 anno) - 6 CFU
Minimo di crediti riservati dall'ateneo: 54 (minimo da D.M. 48)
intervallo di crediti da assegnarsi complessivamente all'attività (minimo da D.M. 18)
SECS-S/02 - Statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica
STATISTICA (2 anno) - 8 CFU
A11
SECS-S/06 - Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie
FONDAMENTI DI MATEMATICA ED ELEMENTI DI INFORMATICA (1 anno) - 6 CFU
SECS-P/02 - Politica economica
A12
POLITICA ECONOMICA E DELL'INTEGRAZIONE EUROPEA (3 anno) - 6 CFU
A13
SPS/04 - Scienza politica
A15
0 - 6
0 - 6
24
18 30
ELEMENTI DI PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO (2 anno) - 4 CFU
Totale attività Affini
Altre attività
CFU
CFU
Rad
A scelta dello studente
12
12 12
Per la prova finale
4
4 - 4
Per la conoscenza di almeno una lingua straniera
-
- Per la prova finale e la lingua straniera (art. 10, comma
5, lettera c)
Minimo di crediti riservati dall'ateneo alle Attività art. 10, comma 5 lett. c
-
Ulteriori conoscenze linguistiche
6
6 - 6
Abilità informatiche e telematiche
0
0 - 4
Tirocini formativi e di orientamento
10
6 - 12
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo
del lavoro
-
- Ulteriori attività formative
(art. 10, comma 5, lettera d)
Minimo di crediti riservati dall'ateneo alle Attività art. 10, comma 5 lett. d
Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali
-
- Totale Altre Attività
32
28 38
CFU totali per il conseguimento del titolo
180
CFU totali inseriti
180
142 - 230
Comunicazioni dell'ateneo al CUN
Note relative alle attività di base
Le variazioni rispetto all'ordinamento già approvato per l'Offerta Formativa 2009/2010 sono state apportate per tenere conto della
delibera del Senato Accademico dell'Università di Palermo del 28/10/2010.
La conoscenza approfondita della lingua inglese (insegnamento del SSD L-LIN/12) è fondamentale per il corso di studio.
Si è abbassato a 12 il limite minimo di CFU delle discipline storico-antropologiche per consentire una divisibilità dei crediti di
ambito maggiormente in linea con il modulo minimo fissato dalle linee guida del Senato Accademico.
Si è elevato a 24 il limite massimo di CFU delle discipline giuridico-economiche per un eventuale approfondimento delle discipline
giuridiche.
Note relative alle altre attività
Le variazioni rispetto all'ordinamento già approvato per l'Offerta Formativa 2009/2010 sono state apportate per tenere conto della
delibera del Senato Accademico dell'Università di Palermo del 28/10/2010.
Nel corso di laurea una lingua è prevista tra le attività di base.
Si è abbassato a 6 il numero minimo di CFU delle attività formative relative a "Tirocini formativi e di orientamento" per avere una
maggiore flessibilità, in sede di attivazione, nei percorsi formativi dello studente.
Si precisa che il numero di CFU massimi relativi al "Tirocini formativi e di orientamento", che appare elevato, è motivato dal fatto
che il corso di laurea ha previsto tirocini all'estero di almeno tre mesi ed a tal fine ha stipulato convenzioni con ONG e Istituzioni
internazionali.
Motivazioni dell'inserimento nelle attività affini di settori previsti dalla classe
o Note attività affini
Le variazioni rispetto all'ordinamento già approvato per l'Offerta Formativa 2009/2010 sono state apportate per tenere conto della
delibera del Senato Accademico dell'Università di Palermo del 28/10/2010.
L'inserimento tra le "attività affini" di SSD previsti dalle tabelle ministeriali della Classe per le attività formative di base e/o
caratterizzanti risponde ad una duplice necessità:
- rinforzare ed approfondire le conoscenze e le competenze degli studenti negli ambiti disciplinari più coerenti con le esigenze del
mercato del lavoro,
- garantire alla Facoltà la possibilità di contestualizzare ed aggiornare l'offerta formativa in sede di definizione annuale dei corsi di
studio, considerato anche la partecipazione al corso, per il prossimo anno accademico, della Facoltà di Scienze Politiche.
Risponde altresì alla necessità di offrire agli studenti l'opportunità di approfondire ulteriormente tematiche avanzate, specialistiche
e di attualità nei settori economici.
In particolare:
- SECS-P/02, SECS-P/03, SECS-P/06, SPS/04, M-STO/02, M-STO/04, SECS-P/12 - per poter fornire agli studenti approfondite
conoscenze e competenze nelle discipline economiche in contesti internazionali e di cooperazione sociale e culturale. Inoltre,
trattandosi di un corso interfacoltà, si potrebbero approfondire maggiormente le materie storiche;
- L-LIN/04, L-LIN/07 e L-LIN/14 - il Consiglio del corso di laurea ha ritenuto fondamentale la conoscenza della lingua inglese,
inserendola come obbligatoria tra le attività di base. Si vuole offrire allo studente, oltre alle ulteriori conoscenze linguistiche
previste tra le altre attività, una ulteriore possibilità per potenziare le conoscenze delle lingue straniere;
- IUS/01, IUS/09 e SPS/04 - per un eventuale approfondimento delle discipline giuridico-politiche.
Si fa presente che le Facoltà hanno, al loro interno, personale docente strutturato in possesso delle competenze relative agli
insegnamenti attivati tra le attività formative affini ed integrative.
Note relative alle attività caratterizzanti
Si è abbassato a 12 il limite minimo di CFU delle discipline dell'ambito cooperazione e sviluppo per consentire una divisibilità dei
crediti di ambito maggiormente in linea con il modulo minimo fissato dalle linee guida del Senato Accademico.
Attività di base
CFU
ambito disciplinare
min
max
minimo da D.M. per
l'ambito
settore
istituzioni di economia e politica
economica
SECS-P/01 Economia politica
SECS-P/02 Politica economica
SECS-P/03 Scienza delle finanze
12
18
12
discipline storico-antropologiche
M-DEA/01 Discipline demoetnoantropologiche
M-STO/02 Storia moderna
M-STO/04 Storia contemporanea
SECS-P/12 Storia economica
SPS/06 Storia delle relazioni internazionali
SPS/08 Sociologia dei processi culturali e
comunicativi
12
21
12
discipline giuridico-politiche
IUS/01 Diritto privato
IUS/02 Diritto privato comparato
IUS/09 Istituzioni di diritto pubblico
SPS/04 Scienza politica
12
24
12
discipline linguistiche
L-LIN/12 Lingua e traduzione - lingua inglese
6
12
6
42
Minimo di crediti riservati dall'ateneo minimo da D.M. 42:
42 - 75
Totale Attività di Base
Attività caratterizzanti
CFU
min
max
minimo da D.M. per
l'ambito
cooperazione e sviluppo
IUS/13 Diritto internazionale
IUS/14 Diritto dell'unione europea
SECS-P/02 Politica economica
SECS-P/06 Economia applicata
12
24
12
geografia e organizzazione del
territorio
ING-INF/05 Sistemi di elaborazione delle informazioni
M-GGR/01 Geografia
M-GGR/02 Geografia economico-politica
SPS/10 Sociologia dell'ambiente e del territorio
12
18
12
sociologia e sistemi sociali e
politici
SPS/07 Sociologia generale
SPS/08 Sociologia dei processi culturali e
comunicativi
SPS/11 Sociologia dei fenomeni politici
SPS/12 Sociologia giuridica, della devianza e
mutamento sociale
18
24
12
discipline antropologiche
M-PSI/05 Psicologia sociale
SECS-S/03 Statistica economica
SECS-S/04 Demografia
SECS-S/05 Statistica sociale
12
21
12
54
ambito disciplinare
settore
Minimo di crediti riservati dall'ateneo minimo da D.M. 48:
Totale Attività Caratterizzanti
54 - 87
Attività affini
ambito: Attività formative affini o integrative
CFU
intervallo di crediti da assegnarsi complessivamente all'attività (minimo da D.M. 18)
18
30
12
14
A11
MAT/04 - Matematiche complementari
SECS-S/02 - Statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica
SECS-S/06 - Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie
M-STO/02 - Storia moderna
M-STO/04 - Storia contemporanea
SECS-P/02 - Politica economica
SECS-P/03 - Scienza delle finanze
SECS-P/06 - Economia applicata
SECS-P/07 - Economia aziendale
SECS-P/08 - Economia e gestione delle imprese
SECS-P/12 - Storia economica
6
22
A13
L-LIN/04 - Lingua e traduzione - lingua francese
L-LIN/07 - Lingua e traduzione - lingua spagnola
L-LIN/14 - Lingua e traduzione - lingua tedesca
L-LIN/18 - Lingua e letteratura albanese
L-OR/08 - Ebraico
L-OR/12 - Lingua e letteratura araba
0
6
A15
IUS/01 - Diritto privato
IUS/09 - Istituzioni di diritto pubblico
SPS/04 - Scienza politica
0
6
A12
Totale Attività Affini
18 - 30
Altre attività
ambito disciplinare
CFU
min
CFU
max
A scelta dello studente
12
12
Per la prova finale
4
4
Per la conoscenza di almeno una lingua straniera
-
-
Per la prova finale e la lingua straniera (art. 10, comma
5, lettera c)
Minimo di crediti riservati dall'ateneo alle Attività art. 10, comma 5 lett. c
Ulteriori attività formative
(art. 10, comma 5, lettera d)
-
Ulteriori conoscenze linguistiche
6
6
Abilità informatiche e telematiche
0
4
Tirocini formativi e di orientamento
6
12
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo
del lavoro
-
-
Minimo di crediti riservati dall'ateneo alle Attività art. 10, comma 5 lett. d
Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali
-
-
Totale Altre Attività
28 - 38
Riepilogo CFU
CFU totali per il conseguimento del titolo
180
Range CFU totali del corso
142 - 230
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
639 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content