close

Enter

Log in using OpenID

Avviso e bando rettificato

embedDownload
Provincia Regionale di Caltanissetta
ora
Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta(l.r.8/2014)
Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856
Lavori di “opere urgenti di primo impianto della Riserva Naturale – SIC Lago Sfondatoriqualificazione del percorso di accesso, tabellazione, acquisizione e conservazione
delle aree di massima valenza naturalistica” – CIG 5772097520 – CUP
I42D12000200006. Rettifica bando
Si comunica che, per mero errore materiale contenuto nella scheda di
completamento bando, propedeutica alla predisposizione dello stesso, la categoria
richiesta per l’esecuzione dei lavori di cui alla procedura di gara in epigrafe indicata,
riportata ai punti 3.5 e 3.6 del bando di gara, non è la OG 3 (lavori stradali) classifica I,
bensì la OG 13 (Opere di ingegneria naturalistica) classifica I.
Pertanto il bando di gara corretto è quello di seguito riportato:
Provincia Regionale di Caltanissetta
ora
Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014)
Codice Fiscale e Partita IVA : 00115070856
BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA
BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L’APPALTO DI LAVORI: P.O
F.E.S.R. 2007/2013 Asse 3 obiettivo operativo 3.2.1 – “Opere urgenti di primo impianto della Riserva
Naturale – SIC Lago Sfondato- riqualificazione del percorso di accesso, tabellazione, acquisizione e
conservazione delle aree di massima valenza naturalistica” – CIG 5772097520 – CUP I42D12000200006
1. STAZIONE APPALTANTE: Provincia Regionale di Caltanissetta, ora Libero Consorzio Comunale di
Caltanissetta (l.r. 8/2014) Viale Regina Margherita n. 2 93100 Caltanissetta, tel. 0934 534111, fax
0934/575045 - 0934/534204, email certificata: [email protected]
2. PROCEDURA DI GARA: Procedura aperta ai sensi dell’art. 55 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163, con
il criterio del ribasso sull’importo dei lavori posto a base di gara, ai sensi dell’art. 82, comma 2, lett. a).
3. LUOGO, DESCRIZIONE, IMPORTO COMPLESSIVO DEI LAVORI, ONERI PER LA
SICUREZZA E MODALITA' DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI:
3.1. Luogo di esecuzione: Provincia di Caltanissetta, Comune di Caltanissetta – Codice ISTAT 085004
3.2. Descrizione: Opere urgenti di primo impianto della Riserva Naturale – SIC Lago Sfondatoriqualificazione del percorso di accesso, tabellazione, acquisizione e conservazione delle aree di massima
valenza naturalistica
I lavori sono finanziati con i fondi P.O F.E.S.R. 2007/2013 Asse 3 obiettivo operativo 3.2.1
3.3. Natura: Lavori stradali
3.4.a Importo a base di gara: € 188.412,17 (euro centottantottomilaquattrocentododici/17), IVA esclusa,
soggetto a ribasso, oltre a € 45.459,23 (euro quarantacinquemilaquattrocentocin-quantanove/23) per costo
della manodopera ed € 5.236,60 (euro cinquemiladuecentotren-tasei/60) per gli oneri derivanti
dall’applicazione delle misure in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, non soggetti a ribasso.
3.4.b Importo complessivo: € 239.108,00 (euro duecentotrentanovemilacentootto/00) (IVA esclusa).
3.5. Lavorazioni di cui si compone l'intervento:
Lavorazione
Categoria
Importo (euro)compresi
Classifica
costo della manodopera ed oneri della
sicurezza
Lavori stradali: scavi di sbancamento e
a sezione obbligata per ripristino sede
stradale … ricarica del piano viario
con tout-venant di cava
Fornitura e collocazione di terramesh
Fornitura e collocazione di tubolari
metallici e realizzazione di pozzetti in
cls
Fornitura e collocazione di gabbioni
metallici …
Realizzazione di canalette in legno per
regimentazione acque etc.
OG 13
239.108,00
I
3.6. Categoria prevalente OG 13 classifica I subappaltabile nella misura massima del 30%;
3.7.
Modalità di determinazione del corrispettivo: a misura;
3.8
Lotti
Questo appalto è suddiviso in lotti:
sì X no
4. TERMINE DI ESECUZIONE: giorni 168 (centosessantotto) naturali e consecutivi decorrenti dal
verbale di consegna dei lavori.
5. CONTRIBUTO ALL’A.N.A.C. (EX AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI
PUBBLICI):
Ai sensi dell’art. 1, comma 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 e della deliberazione dell’Autorità
medesima del 5.3.2014, per la partecipazione alla gara è dovuto, a pena di esclusione, il versamento di
€.35,00 (euro trentacinque) da effettuare secondo le modalità di cui al punto VII) del disciplinare di
gara allegato al presente bando e contenute nelle istruzioni operative pubblicate sul sito dell'Autorità
disponibili al seguente indirizzo: http://www.avcp.it/riscossioni.html
6. DOCUMENTAZIONE: Il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente bando
relative alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione
dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione
dell’appalto, il bando di gara integrale, unitamente al modello di domanda per la partecipazione al
pubblico incanto in uno alla dichiarazione a corredo dell’offerta, nonché tutti gli elaborati progettuali
sono visionabili presso l’ufficio contratti II Settore – Piazza Marconi, 2 - Caltanissetta nei giorni di
lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,30 alle 12,00. E’ possibile acquistarne una copia, fino a sette
giorni antecedenti il termine di presentazione delle offerte, presso l’Ufficio Contratti sito in Piazza
Marconi n. 2 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9,30 alle 12,00, previo versamento di €
0,13 a facciata oltre ad € 0,26 (per diritto di segreteria) sul C/C postale n. 11634938 intestato alla
“Provincia Regionale di Caltanissetta – servizio Tesoreria Caltanissetta”; a tal fine gli interessati ne
dovranno fare prenotazione a mezzo fax inviato al n. 0934/534204 prima della data di ritiro, alla
stazione appaltante di cui al punto 1.; il presente bando, il disciplinare di gara unitamente a tutta la
modulistica predisposta da questa Amministrazione sono, altresì, disponibili sul sito internet
www.provincia.caltanissetta.it; il bando di gara e gli avvisi di gara sono altresì pubblicati sul sito
informatico dell’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici www.avcp.it e sul sito del ministero delle
Infrastrutture www.serviziocontrattipubblici.it
7. TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITÀ DI PRESENTAZIONE E DATA DI
APERTURA DELLE OFFERTE, SCAMBIO DI INFORMAZIONI:
7.1. Termine di ricezione dei plichi: a pena di esclusione, entro le ore 11,30 del giorno 27.10.2014;
7.2. Indirizzo: Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta
(l.r. 8/2014) – Ufficio Protocollo, Viale Margherita n. 28 93100 Caltanissetta.
7.3. Modalità: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara;
7.4. Apertura offerte: alle ore 9,30 del giorno 28 ottobre 2014 presso l’Ufficio Gare e Contratti della
Provincia, sito a Caltanissetta in Piazza Marconi n.2.
7.5 Scambio di informazioni: Tutte le comunicazioni e tutti gli scambi di informazioni tra stazione
appaltante e operatori economici si intendono validamente ed efficacemente effettuate qualora rese al
domicilio eletto, all’indirizzo di posta elettronica o al numero di fax indicato dal concorrente, il cui
utilizzo sia stato espressamente autorizzato dal candidato ai sensi dell’art.79, comma 5-bis, del Codice.
Sempre ai sensi dell’art.79, comma 5 bis, del Codice e dell’art.6 del d.lgs.7 marzo 2005, n.82, in caso
di indicazione di indirizzo PEC, le comunicazioni verranno effettuate in via esclusiva /o principale
attraverso PEC. Eventuali modifiche dell’indirizzo PEC o del numero di fax o problemi temporanei
nell’utilizzo di tali forme di comunicazione, dovranno essere tempestivamente segnalate all’ufficio
della Stazione appaltante ([email protected]), via fax al n. (0934
534204) o con raccomandata A/R o via PEC; diversamente, l’amministrazione declina ogni
responsabilità per il tardivo o mancato recapito delle comunicazioni. In caso di raggruppamenti
temporanei, aggregazioni di imprese di rete o consorzi ordinari, anche se non ancora costituiti
formalmente, la comunicazione recapitata al mandatario capogruppo si intende validamente resa a tutti
gli operatori economici raggruppati, aggregati o consorziati. In caso di avvalimento la comunicazione
recapitata all’offerente si intende validamente resa a tutti gli operatori economici ausiliari.
L’Amministrazione si riserva comunque la facoltà, ove risulti necessario, di trasmettere le
comunicazioni tramite il Servizio Postale con raccomandata A.R. o con altre modalità ritenute idonee.
Eventuali delucidazioni relative agli aspetti generali inerenti le modalità di partecipazione alla gara
potranno essere richieste all’Ufficio Gare e Contratti della Provincia ai numeri 0934/534205-212-201-202203 tutti i giorni lavorativi dalle ore 9:30 alle ore 12:30; delucidazioni attinenti gli aspetti tecnici del bando,
invece, potranno essere richieste all’ufficio Tecnico della Provincia – Settore 7° -al numero 0934/534157
tutti i giorni lavorativi dalle ore 9:30 alle ore 12:30;
8. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE: i legali rappresentanti dei
concorrenti di cui al successivo punto 11), ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di
specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti.
9. CAUZIONE: L’offerta dei concorrenti deve essere corredata da una cauzione provvisoria redatta nei
modi previsti dall’articolo 75 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163, pari al 2% (due per cento)
dell’importo complessivo dell’appalto di cui al punto 3.4) del bando. La predetta cauzione deve
contenere, a pena di esclusione, l’impegno di un fideiussore per il rilascio, in caso di aggiudicazione,
della cauzione definitiva.
I contratti fidejussori ed assicurativi devono essere conformi allo schema di polizza tipo approvato dal
Ministero delle Attività Produttive con Decreto 12/03/2004, n. 123 (G.U.R.I. n. 109 del 11/05/2004
S.O.), tenendo conto delle norme di cui al D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163.
Si applica la riduzione del 50% dell’importo della cauzione a favore delle imprese certificate,
pertanto, ai sensi dell'art. 40, comma 7, D.Lgs. 163/2006, le imprese alle quali venga rilasciata da
organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI
CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee della
serie UNI CEI ISO 9000, usufruiscono del beneficio che la cauzione provvisoria e la cauzione
definitiva, previste rispettivamente dall'art. 75 e dall'art. 113, comma 1, D.Lgs. 163/2006, sono ridotte,
per le imprese certificate, del 50%. Per i concorrenti costituiti da imprese riunite o consorziate (art.
2602 c.c.) o da riunirsi o da consorziarsi, il requisito deve essere posseduto da tutte le Imprese. Per
fruire di tale beneficio, l'operatore economico segnala, in sede di offerta, il possesso del requisito, e lo
documenta nei modi prescritti dalle norme vigenti, ai sensi dell'art. 75, comma 7, Codice.
10. FINANZIAMENTO E PAGAMENTI:
10 a. FINANZIAMENTO L'opera è finanziata con i fondi PO FESR 2007-2013 – Asse 3 obiettivo
operativo 3.2.1 “giusto Decreto 204 del 26.3.2014 del Dirigente Generale dell’Assessorato Regionale
Territorio ed Ambiente inviato con nota prot. 22012 del 15.5.2014.
10 b. PAGAMENTI I pagamenti dipendenti dall’appalto saranno corrisposti con le modalità fissate dal
disciplinare di gara. A norma dell’art. 26-ter del D.L.69/2013, convertito in L.98/2013, all’appaltatore
sarà corrisposta l’anticipazione del 10% dell’importo contrattuale, secondo le modalità fissate dallo
stesso articolo. Trovano applicazione nella fattispecie gli articoli, 124, commi 1 e 2, e 140, commi 2 e
3, del regolamento di cui al D.P.R. 207/2010.
11. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA: concorrenti di cui all’art. 34, del D. L.vo 12 aprile 2006, n.
163, costituiti da imprese singole di cui alle lettere a), b), e c), o da imprese riunite o consorziate di cui
alle lettere d), e) ed e-bis), ai sensi degli articoli 92, 93 e 94, del D.P.R. n.207/2010, ovvero da
imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell’articolo 37 del D. L.vo 12 aprile 2006, n.
163, nonché concorrenti con sede in altri Stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui
all’articolo 39, del medesimo D.L.vo.
E’ ammessa la partecipazione delle aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete ai sensi
dell'articolo 3,
modificazioni,
comma
dalla
4-ter,
legge
del
decreto-legge
10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con
9 aprile 2009, n. 33. A tal riguardo si applicano le disposizioni
dell'articolo 37 del D.L.gs 163/2006.
E’ ammessa altresì la partecipazione delle imprese di cui all’art.34, comma 1 lettera f bis) del D. L.vo
12 aprile 2006, n. 163.
Ai sensi dell’art.36, comma 5, del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163, i consorzi stabili sono tenuti ad
indicare in sede di offerta per quali consorziati il consorzio concorre; a quest’ultimi è fatto divieto di
partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara
sia il consorzio che il consorziato; nel caso di inosservanza di tale divieto si applica l’art.352 del
codice penale. E’ vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile.
Ai sensi dell’art. 37, comma 7, del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163, è fatto divieto ai concorrenti di
partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti,
ovvero di partecipare alla gara in forma individuale qualora abbia partecipato alla medesima in
raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti. I consorzi di cui all’art. 34, del D.
L.vo 12 aprile 2006, n. 163, sono tenuti ad indicare, in sede di partecipazione alla gara, per quali
consorziati il consorzio concorre; a quest’ultimi è fatto divieto di partecipare in qualsiasi altra forma,
alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio che il consorziato; nel
caso di inosservanza di tale divieto si applica l’art.352 del codice penale. Le disposizioni di cui allo
stesso articolo 37 trovano applicazione, in quanto compatibili, alla
partecipazione
delle
aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete, di cui all'articolo 34, comma 1, lettera e-bis.
12. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE PER LA
PARTECIPAZIONE:
I concorrenti devono possedere:
12.1. (caso di concorrente stabilito in Italia): i concorrenti all’atto dell’offerta devono possedere
attestazione rilasciata da società di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. n. 207/2010 regolarmente
autorizzata, in corso di validità che documenti il possesso della qualificazione in categorie e
classifiche adeguate ai lavori da assumere ed essere in possesso della certificazione riportata
nell’attestazione rilasciata dalla suddetta SOA, ai sensi dell’art. 63 del D.P.R. n. 207/2010;
12.2. (caso di concorrente stabilito in altri Stati aderenti all'Unione Europea): i concorrenti devono
possedere i requisiti previsti dal D.P.R. n. 207/2010 accertati, ai sensi dell’articolo 62 del suddetto
D.P.R., in base alla documentazione prodotta secondo le norme vigenti nei rispettivi Paesi.
13 AVCPASS
13.1. Gli operatori economici interessati a partecipare alla procedura devono obbligatoriamente registrarsi
al sistema accedendo all’apposito link sul Portale ANAC - ex AVCP - (Servizi ad accesso riservato AVCPASS) secondo le istruzioni ivi contenute e inserire nella documentazione per partecipare alla gara la
PASSOE
13.2. La verifica del possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economicofinanziario avverrà, ai sensi dell’articolo 6-bis del Codice dei contratti pubblici, attraverso l’utilizzo del
sistema AVCPASS, reso disponibile dall’Autorità, fatto salvo quanto previsto dal comma 3 del citato art. 6bis;
14. TERMINE DI VALIDITÀ DELL’OFFERTA: 180 giorni dalla data di presentazione;
15. AVVALIMENTO: ai sensi dell’art. 49 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163, il concorrente potrà fare
ricorso all’istituto dell’avvalimento. Il concorrente e l’impresa ausiliaria devono rendere e produrre, a
pena di esclusione, le dichiarazioni e documentazioni prescritte dal comma 2 del citato art. 49, con le
specificazioni di cui all’art. 88, comma 1, del D.P.R. n. 207/2010.
L’impresa ausiliaria, dovrà, inoltre produrre a pena di esclusione, la documentazione e la
dichiarazione di cui al punto V) del disciplinare di gara.
Il concorrente potrà avvalersi di una sola impresa ausiliaria per ciascuna categoria di qualificazione.
16. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: L’aggiudicazione ai sensi dell’art. 82 comma 2, del codice dei
contratti pubblici e dell’art. 19 comma 1, lettera a) della L.R.12/2011, sarà effettuata con il criterio del
prezzo più basso inferiore di quello a base di gara, determinato mediante offerta, espressa in cifre
percentuali di ribasso con 4 (quattro) cifre decimali sull’importo complessivo a base d’asta, al netto
degli oneri, per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4 a del presente bando di gara, da
applicare all’elenco prezzi posto a base di gara con l’esclusione automatica delle offerte che
presentano una percentuale di ribasso pari o superiore alla soglia di anomalia individuata ai sensi
dell'art. 86 del codice dei contratti pubblici. Si precisa che non si terrà conto delle eventuali cifre oltre
la quarta.
L’Amministrazione appaltante si avvale della facoltà di esclusione automatica delle offerte anomale, ai
sensi dell'art.19, comma 6, della L.R. n.12/2011 e dell’art.253 comma 20 bis del D.L.vo n.163/2006 e
ss.mm.ii. Comunque la facoltà di esclusione automatica non è esercitabile quando il numero delle
offerte ammesse è inferiore a dieci e quando l'appalto ha natura transfrontaliera, in tali casi si applica
l’articolo 86, comma 3 del codice dei contratti pubblici.
Si applica l'art.11, comma 3, lettere c), c2) e d) del Regolamento approvato con D.P.R.S. n.13/2012
Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta
congrua e conveniente.
In caso di offerte uguali si procederà immediatamente al sorteggio
17. VARIANTI: non sono ammesse offerte in variante.
18. ALTRE INFORMAZIONI:
I L'appalto è disciplinato dal Codice dei Contratti Pubblici e dal relativo Regolamento attuativo, per
come recepiti dalla L.R. n.12/2011, e dal Regolamento di esecuzione e attuazione di detta L.R.
12/2011 approvato con D.P.R.S. n.13/2012.
II Non è ammessa la partecipazione alla gara di concorrenti per i quali sussistano:
a) le cause di esclusione di cui all’articolo 38,comma 1, lettere a), b), c), d), e), f), g), h), i), l), m), mbis), m-ter ed m-quater), del Codice;
b) l’applicazione di una delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui all’art.6 del d.lgs. 6
settembre 2011, n. 159 e ss. mm. ii. oppure l’estensione, negli ultimi cinque anni, nei propri confronti,
degli effetti di una delle misure stesse irrogate nei confronti di un convivente;
c) sentenze, ancorché non definitive, confermate in sede di appello, relative a reati che precludono la
partecipazione alle gare di appalto, ai sensi dell’articolo 67, comma 8, del d.lgs. 6 settembre 2011, n.
159 e ss. mm. ii.;
d) l’esistenza di piani individuali di emersione di cui all’articolo 1 bis, comma 14, della legge18
ottobre 2001, n. 383, come sostituito dal decreto legge 25 settembre 2002, n. 210, convertito, con
modificazioni dalla legge 22 novembre 2002, n. 266.
e) al momento di presentazione dell’offerta, non dimostrino, di aver versato la somma dovuta a titolo
di contribuzione all’Autorità di Vigilanza Contratti Pubblici;
III Eventuali provvedimenti di esclusione dei concorrenti dalla gara, saranno assunti sulla base del
combinato disposto degli artt. 46 e 38 del D.L.gs. 163/2006. Si precisa, pertanto, che ai sensi del
comma 2 bis di detto art 38 e del comma 1-ter dell’art.46, del D.lgs. 163/2006, introdotti dall’art. 39
del D.L. n.90/2014, convertito con la Legge n.114/2014, la mancanza, l’incompletezza, l’irregolarità o
la discordanza delle dichiarazioni di cui al comma 1 di detto art.38, anche di soggetti terzi,
costituiscono irregolarità essenziali per le quali sarà applicata, nei confronti del concorrente che ne ha
dato causa, una sanzione pari all’1 per mille del valore della gara, il cui versamento è garantito dalla
cauzione provvisoria prodotta. In tal caso, sarà assegnato al concorrente interessato un termine, non
superiore a dieci giorni perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni necessarie,
indicandone il contenuto e i soggetti che le devono rendere. In caso di inutile decorso del termine dato,
il concorrente è escluso dalla gara.
IV In caso di verifica delle eventuali offerte che appaiono anormalmente basse, si applicano gli articoli
87, 88 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163 e l’art. 121 del D.P.R. 207/2010.
V Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia ritenuta
conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto.
VI In caso di offerte uguali si procederà immediatamente all'aggiudicazione mediante sorteggio.
VII L’aggiudicatario deve prestare la garanzia fidejussoria definitiva nella misura e nei modi previsti
dall’articolo 113 del D.L.vo 12 aprile 2006, n. 163 e dall’art. 123 del D.P.R. n.207/2010 e la garanzia
di cui all’art.129 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163 e all’art.125 del D.P.R. n.207/2010 relativa alla
copertura dei seguenti rischi:
- danni di esecuzione (CAR): con un massimale pari all’importo contrattuale;
- responsabilità civile (RCT) per danni causati a terzi nel corso dell’esecuzione dei lavori fino alla data
di emissione del certificato di collaudo provvisorio o del certificato di regolare esecuzione, con un
massimale pari ad € 500.000,00 (euro cinquecentomila/00).
VIII I contratti fidejussori ed assicurativi devono essere conformi rispettivamente allo schema di tipo
1.2) e 2.3) approvati dal Ministero delle Attività Produttive con Decreto 12 marzo 2004, n. 123
(GURI n. 109 dell’11.5.2004 S.O.);
IX Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o
corredati di traduzione giurata;
X Gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle vigenti leggi mentre i noli e le forniture
sono regolati dall’art. 21 della L.R. 20/99 e s.m. ed integrazioni; le imprese aggiudicatarie hanno
l’obbligo di depositare il contratto di subappalto presso la stazione appaltante almeno venti giorni
prima della data di effettivo inizio dell’esecuzione delle relative prestazioni;
XI I pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o cottimista verranno effettuati,
dall’aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento
effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle ritenute a garanzie effettuate.
Nell’ipotesi di cui all’art. 37, comma 11, del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163, la stazione appaltante
provvederà alla corresponsione diretta al subappaltatore dell’importo delle prestazioni eseguite dallo
stesso, nei limiti del contratto di subappalto. Si applica l’art. 118, comma 3, ultimo periodo del D.
L.vo 12 aprile 2006, n. 163;
XII Alle transazioni finanziarie oggetto del presente appalto si applicano le norme di cui agli artt. 3
e 6 della legge 13 agosto 2010 n. 136 e s.m. ed integrazioni relativi agli obblighi di tracciabilità dei
flussi finanziari.
XIII Ai sensi dell’art.2, comma 1 della L.R. n.15 del 20.11.2008 e dell’art. 3 della legge 136/2010 e
s.m. ed integrazioni, l’aggiudicatario è obbligato ad indicare uno o più conti correnti bancari o postali,
accesi presso banche o presso la società Poste Italiane s.p.a., dedicati anche in via non esclusiva,
fermo restando quanto previsto dal comma 5 del predetto art. 3, a tutte le operazioni relative al
presente appalto da effettuarsi – indicando sempre il CIG ed il CUP - , pena la risoluzione del
contratto, esclusivamente a mezzo di bonifico bancario o postale, ovvero con altri strumenti di incasso
o di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, e sul quale questa Stazione
Appaltante farà confluire le somme relative all’appalto.
XIV Ai sensi dell’art.2, comma 2, della l.r. 20/11/2008 n.15 nell’ipotesi che il legale rappresentante o
uno dei dirigenti dell’impresa aggiudicataria siano rinviati a giudizio per favoreggiamento nell’ambito
di procedimenti relativi a reati di criminalità organizzata, Il contratto d’appalto verrà risolto.
XV È esclusa la competenza arbitrale;
XVI Ai fini dell’invio di tutte le comunicazioni relative alla presente procedura, nei casi in cui la legge
preveda il rispetto di termini decorrenti dalla data di comunicazione, ai fini della notifica sarà
considerata valida la data di spedizione mediante pec o fax, rispettivamente all’indirizzo di posta
elettronica o al numero di fax indicato nella documentazione di gara, mentre in caso di utilizzo del
Servizio Postale mediante raccomandata A.R. o con altre modalità ritenute idonee, sarà considerata
valida la data di ricezione. In nessun caso la Stazione Appaltante potrà essere considerata responsabile
per disguidi nelle comunicazioni dipendenti da erronee indicazioni fornite dal concorrente e per fatti
non imputabili alla stessa.
XVII Ove sussista discordanza tra la previsione del bando e del capitolato speciale di appalto si
considera prevalente la disposizione del bando di gara.
19. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ing. Giuseppe Tomasella, Piazza Marconi, n. 2,
93100 Caltanissetta, tel. 0934/534125.
20. TRATTAMENTO DATI PERSONALI: Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 30.06.2003 n. 196 e
s.m. ed integrazioni, i dati personali verranno raccolti per lo svolgimento delle funzioni istituzionali
della Stazione Appaltante. I dati verranno trattati in modo lecito e corretto per il tempo non superiore
a quello necessario agli scopi per i quali sono raccolti e trattati. Il trattamento dei dati personali
avverrà nel rispetto delle norme di cui al Titolo III Capo II del D.Lgs. 196/03. L’interessato può far
valere, nei confronti dell’Amministrazione Comunale, i diritti di cui all’art. 7, ai sensi degli artt. 8, 9
e 10 del D. Lgs. N. 196/2003.
AVVERTENZE
1) La stazione appaltante si riserva di acquisire sia preventivamente alla stipula del contratto di
appalto, sia preventivamente all'autorizzazione dei sub-contratti le informazioni del prefetto ai
sensi dell'art. 91 del D.Lgs. n.159/2011 (Codice Antimafia). Qualora il prefetto attesti che nei
confronti dei soggetti interessati sussistono una delle cause di decadenza, di sospensione o di
divieto di cui all’art.67 del suddetto Decreto, o, fatto salvo quanto previsto dal ripetuto
art.91, comma 7, emergono tentativi di infiltrazione mafiosa tendenti a condizionare le scelte
e gli indirizzi della Società o imprese interessate, la stazione appaltante procede all'esclusione
del soggetto risultato aggiudicatario ovvero al divieto del sub-contratto.
2) Oltre i casi in cui ope legis è previsto lo scioglimento del contratto di appalto, la stazione
appaltante recederà, in qualsiasi tempo, dal contratto, revocherà l’autorizzazione al sub-contratto,
cottimo, nolo o fornitura al verificarsi dei presupposti stabiliti dall’art.92, comma 4 del D. Lgs. 6
settembre 2011, n.159. In caso di recesso dal contratto, ai sensi del comma 3 del suddetto
art.92, viene fatto salvo il pagamento del valore delle opere già eseguite e il rimborso delle spese
sostenute per l’esecuzione del rimanente, nei limiti delle utilità conseguite.
3) Qualora la commissione di gara rilevi anomalie in ordine alle offerte, considerate dal punto di vista
dei valori in generale, della loro distribuzione numerica o raggruppamento, della provenienza
territoriale, delle modalità o singolarità con le quali le stesse offerte sono state compilate e
presentate ecc., il procedimento di aggiudicazione è sospeso per acquisire le valutazioni (non
vincolanti) dell’Autorità, che sono fornite previo invio dei necessari elementi documentali.
L’Autorità si impegna a fornire le proprie motivate indicazioni entro 10 giorni lavorativi dalla
ricezione della documentazione. Decorso il suddetto termine di 10 giorni la commissione di gara,
anche in assenza delle valutazioni dell’Autorità, dà corso al procedimento di aggiudicazione. Gli
eventuali provvedimenti di esclusione saranno adottati tempestivamente, subito dopo la stazione
appaltante darà corso al procedimento di aggiudicazione dell’appalto. Nelle more, è individuato il
soggetto responsabile della custodia degli atti di gara che adotterà scrupolose misure necessarie ad
impedire rischi di manomissione, garantendone l’integrità e l’inalterabilità.
4) Qualora la stazione appaltante accerti, nel corso del procedimento di gara ed attraverso indizi
gravi, precisi e concordanti, una situazione di collegamento sostanziale in violazione delle clausole
riportate nella dichiarazione di cui al punto 8 del Disciplinare di Gara, procederà all’esclusione
delle imprese interessate.
21.
TERMINI
E
MODALITÁ
DI
PRESENTAZIONE
DI
RICORSI
RILIEVI
O
CONTESTAZIONI:
Organismo responsabile delle procedure di ricorso giurisdizionale-amministrativo:
T.A.R. Sicilia Palermo via Butera 6 – 90133 - Palermo Telefono: 091.7431111 - Fax: 091.6113336
Presentazione di ricorsi giurisdizionali
Si richiama l'art.243 bis del codice dei contratti pubblici e il codice del processo amministrativo,
approvato con D.Lgs. 2 luglio 2010 n.104, artt. 119 e 120
Eventuali ricorsi amministrativi, rilievi o contestazioni dovranno essere presentati secondo le modalità
e i termini indicati nella normativa vigente, esclusivamente presso la Provincia Regionale di
Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) v.le Margherita, n. 2 –
Ufficio Contratti, tel. 0934/534205 – fax 0934/534204. Indirizzo di posta elettronica PEC
[email protected]
Caltanissetta li
IL FUNZIONARIO DELEGATO
TITOLARE DI P.O.
(Dott. Francesco Ferlisi)
DISCIPLINARE DI GARA PER L’AFFIDAMENTO DEI LAVORI
1. Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte
I plichi contenenti l’offerta e le documentazioni, pena l’esclusione dalla gara, devono pervenire, a mezzo
raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine perentorio
ed all’indirizzo di cui al punto 7. del bando di gara; è altresì facoltà dei concorrenti la consegna a mano dei
plichi, pena l’irricevibilità degli stessi, dalle ore 8,30 alle ore 11,30 dei tre giorni lavorativi antecedenti la data
di apertura della gara, fissata per il giorno 28.10.2014, all’ufficio Archivio della stazione appaltante sito in
Viale Regina Margherita n.28 che ne rilascerà apposita ricevuta.
Il plico, a pena di esclusione, deve essere idoneamente sigillato, controfirmato sui lembi di chiusura e deve
recare all’esterno – oltre all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello stesso – le indicazioni relative
all’oggetto della gara, al giorno ed all’ora dell’espletamento della medesima. Nel caso di imprese riunite
devono essere indicate tutte le imprese associate, evidenziando quella designata capogruppo.
Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente. Non si terrà conto dei plichi
pervenuti oltre il termine di scadenza fissato nel bando di gara, anche se sostitutivi o integrativi di plichi già
pervenuti.
Il plico deve contenere al suo interno due buste, a loro volta sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura,
recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente “Busta A - Documentazione” e “Busta B Offerta Economica”.
Si precisa che la Stazione Appaltante ha predisposto dei modelli da utilizzare per la formulazione della
domanda di partecipazione alla gara e delle dichiarazioni sostitutive ai sensi del D.P.R. 445/2000 e s.m. e
int., che sono disponibili sul sito internet www.provincia.caltanissetta.it
Il mancato utilizzo dei suddetti modelli non costituisce causa di esclusione, purché il concorrente si
attenga a tutte le disposizioni e prescrizioni previste nel presente bando di gara e nel presente disciplinare.
Nella “busta A - Documentazione” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i seguenti documenti:
I) domanda di partecipazione, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente; alla domanda, in
alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione dalla gara,
copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i; la domanda può essere sottoscritta
anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va allegata, a pena di esclusione dalla
gara, copia conforme all’originale della relativa procura. Si precisa che nel caso di concorrente costituito
da raggruppamento temporaneo o da un consorzio non ancora costituiti, la domanda, a pena di esclusione
deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno il predetto raggruppamento o consorzio;
Si precisa che nel caso di concorrente costituito da aggregazioni di imprese aderenti al contratto di rete:
a) se la rete è dotata di un organo comune con potere di rappresentanza e di soggettività giuridica, ai sensi
dell’art.3, comma 4-quater,del d.l. n.5/2009, la domanda di partecipazione deve essere sottoscritta
dall’operatore economico che riveste le funzioni di organo comune;
b) se la rete è dotata di un organo comune con potere di rappresentanza ma è priva di soggettività
giuridica ai sensi dell’art.3, comma 4-quater,del d.l. n.5/2009, la domanda di partecipazione deve essere
sottoscritta dall’impresa che riveste le funzioni di organo comune nonché da ognuna delle imprese aderenti
al contratto di rete che partecipano alla gara;
c) se la rete è dotata di un organo comune privo del potere di rappresentanza o se la rete è sprovvista di
organo comune, ovvero, se l’organo comune è privo dei requisiti di qualificazione richiesti per assumere la
veste di mandataria, la domanda di partecipazione o l’offerta deve essere sottoscritta dal legale
rappresentante dell’impresa aderente alla rete che riveste la qualifica di mandataria, ovvero (in caso di
partecipazione nelle forme del raggruppamento da costituirsi), da ognuna delle imprese aderenti al
contratto di rete che partecipano alla gara;
II) “PASSOE” di cui all’art. 2, comma 3.2, delibera n. 111 del 20 dicembre 2012 dell’A.V.C.P. (ora
A.N.A.C.);
III) dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’art. 47 del d.P.R. del 28 dicembre 2000, n.445, relativa al
possesso dell’attestazione di qualificazione ovvero attestazione di qualificazione in copia autentica (anche
mediante fotocopia sottoscritta dal legale rappresentante ed accompagnata da copia del documento di
identità dello stesso) o, nel caso di concorrenti costituiti da raggruppamenti, aggregazioni di imprese di rete
o consorzi - costituiti o da costituirsi - più dichiarazioni o attestazioni (o fotocopie sottoscritte dai legali
rappresentanti ed accompagnate da copie dei documenti di identità degli stessi), rilasciata/e da società
organismo di attestazione (SOA) regolarmente autorizzata, in corso di validità che documenti la
qualificazione in categorie e classifiche adeguate, i sensi dell’articolo 40, comma 3, lett. a) e b) del Codice)
nonché il possesso del sistema di qualità aziendale (per appalti di importo superiore ad euro 516.000)
IV) (nel caso di concorrente stabilito in altri stati aderenti all’Unione Europea che non possiede
l’attestazione di qualificazione)
dichiarazione/i sostitutiva/e resa/e ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e
ss.mm.ii. oppure documentazione idonea equivalente resa/e secondo la legislazione dello Stato di
appartenenza, con la/e quale/i il concorrente o suo procuratore, assumendosene la piena responsabilità
attesta di possedere i requisiti d’ordine speciale previsti dal titolo III , parte II del Regolamento come
specificati al paragrafo 7 del presente disciplinare;
V) (in caso di avvalimento)
Il concorrente deve allegare alla domanda di partecipazione:
a) dichiarazione sostitutiva, rilasciata dal legale rappresentante dell’impresa ausiliaria, relativa al possesso
dell’attestazione di qualificazione ovvero copia autentica dell’ attestazione di qualificazione posseduta
dall’impresa ausiliaria;
b) dichiarazione sostitutiva sottoscritta, nelle forme e modalità specificate per la domanda di
partecipazione, attestante che, per dimostrare il possesso dei requisiti necessari per partecipare alla gara,
intende ricorrere all’istituto dell’avvalimento; la dichiarazione deve specificare i requisiti per i quali intende
ricorrere all’avvalimento ed indicare l’impresa ausiliaria;
c) dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa ausiliaria attestante il
possesso da parte di quest’ultima dei requisiti generali di cui all’articolo 38 del Codice nonché il possesso
dei requisiti tecnici e delle risorse oggetto di avvalimento;
d) dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa ausiliaria con cui
quest’ultima si obbliga verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione per tutta
la durata dell’appalto le risorse necessarie di cui è carente il concorrente;
e) dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa ausiliaria che attesta che
quest’ultima non partecipa alla gara in proprio o associata o consorziata ai sensi dell’articolo 34, del
Codice;
f) originale o copia autentica del contratto in virtù del quale l’impresa ausiliaria si obbliga, nei confronti
del concorrente, a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata
dell’appalto, oppure, in caso di avvalimento nei confronti di una impresa che appartiene al medesimo
gruppo, dichiarazione sostitutiva attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo; dal
contratto e dalla suddetta dichiarazione discendono , ai sensi dell’art.49, comma 5 del Codice, nei confronti
del soggetto ausiliario, i medesimi obblighi in materia di normativa antimafia previsti per il concorrente, in
ragione dell’importo dell’appalto posto a base di gara;
VI) dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e
ss.mm. ii. oppure, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea equivalente secondo la
legislazione dello Stato di appartenenza, con la quale il concorrente :
a) attesta, indicandole specificatamente, di non trovarsi nelle condizioni previste nell’articolo 38, comma
1, lettere a), b), c), d), e), f), g), h), i), l), m), m-bis), m-ter) e m-quater) del Codice e precisamente:
1. di non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di amministrazione controllata o di
concordato preventivo e che nei propri riguardi non è in corso un procedimento per la dichiarazione di una
di tali situazioni;
(ovvero, in caso di ammissione al concordato preventivo con continuità aziendale)
si trova in stato di concordato preventivo con continuità aziendale, di cui all’articolo 186 bis del Regio
Decreto 16 marzo 1942, n. 267, giusto decreto del Tribunale di ____ del --/--/2013: per tale motivo,
dichiara di non partecipare alla presente gara quale impresa mandataria di un raggruppamento di imprese ed
allega la documentazione prevista dal comma 4 del citato art. 186 bis (art.38, comma 1, lett. a), del Codice
);
2. che non è pendente alcun procedimento per l'applicazione di una delle misure di prevenzione o di una
delle cause ostative di cui rispettivamente all'art. 6 e all’art. 67 del d.lgs. 6 settembre, n. 159 del 2011
(art.38, comma 1, lett. b), del Codice ); l’esclusione ed il divieto operano se la pendenza del procedimento
riguarda il titolare o il del direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; il socio o il direttore tecnico
se si tratta di società in nome collettivo, i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in
accomandita semplice, gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio
unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci, se si tratta
di altro tipo di società;
3. che nei propri confronti non è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso
decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, o sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi
dell'articolo 444 del codice di procedura penale;
(oppure, se presenti)
indica tutte le sentenza di condanna passata in giudicato, i decreti penali di condanna divenuti irrevocabili,
le sentenze di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale
emessi nei propri confronti, ivi comprese quelle per le quali abbia beneficiato della non menzione, ad
esclusione delle condanne per reati depenalizzati o per le quali è intervenuta la riabilitazione o quando il
reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna o in caso di revoca della condanna medesima.
L’esclusione o il divieto operano se la sentenza o il decreto sono stati emessi nei confronti: del titolare o
direttore tecnico se si tratta di impresa individuale; del socio o del direttore tecnico, se si tratta di società in
nome collettivo; dei soci accomandatari o del direttore tecnico se si tratta di società in accomandita
semplice; degli amministratori muniti di potere di rappresentanza o del direttore tecnico o il socio unico
persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di società con meno di quattro soci se si tratta di altro
tipo di società o consorzio; in ogni caso l’esclusione e il divieto operano anche nei confronti del soggetti
cessati dalla carica nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara, qualora l’impresa non
dimostri che vi sia stata completa ed effettiva dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata (art.38
comma 1, lett. c) del Codice);
4. di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all’articolo 17 della legge 19 marzo 1990, n.
55 e ss. mm.ii.. L’esclusione ha la durata di un anno decorrente dall’accertamento definitivo della
violazione e va comunque disposta se la violazione non è stata rimossa ( art.38 comma 1, lett. d) del
Codice );
5. di non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni
altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro, risultanti dai dati in possesso dell’Osservatorio dei contratti
pubblici dell’Autorità (art.38 comma 1, lett. e) del Codice);
6. di non aver commesso grave negligenza o malafede nell’esecuzione di lavori affidati da codesta Stazione
appaltante e di non aver commesso errore grave nell’esercizio della sua attività professionale (art.38
comma 1, lett. f) del Codice);
7. di non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto gli obblighi relativi al
pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui è stabilito; ai
sensi dell’art. 38, comma 2 del Codice, si intendono gravi le violazioni che comportano un omesso
pagamento di imposte e tasse per un importo superiore a quello di cui all' articolo 48-bis, comma 1e 2-bis
del d.P.R. 29 settembre1973, n.602 e costituiscono violazioni definitivamente accertate quelle relative
all’obbligo di pagamento di debiti per imposte e tasse certi, scaduti ed esigibili ( art.38 comma 1, lett. g)
del Codice);
8. che nel casellario informatico delle imprese, istituito presso l’Osservatorio dell’Autorità non risulta
nessuna iscrizione per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione in merito a requisiti e
condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara e per l’affidamento di subappalti (art.38,
comma 1, lett. h) del Codice);
9. di non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi
previdenziali ed assistenziali secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui è stabilito; ai sensi
dell’art. 38, comma 2 , del Codice si intendono gravi le violazioni ostative al rilascio del Documento unico
di regolarità contribuiva (DURC) di cui all’art. 2, comma2, del decreto legge 25 settembre 2002 n.20,
convertito, con modificazioni, dalla legge 22 novembre 2002, n. 266 (art.38, comma 1, lett. i) del Codice);
10. di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, ai sensi della Legge
12/3/1999 n. 68 (art.38, comma1, lett. l) del Codice) ;
11. che nei propri confronti non è stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’articolo 9, comma 2,
lettera c), del d.lgs. n. 231/2001 e non sussiste alcun divieto di contrarre con la pubblica amministrazione
(ad esempio: per atti o comportamenti discriminatori in ragione della razza, del gruppo etnico o linguistico,
della provenienza geografica, della confessione religiosa o della cittadinanza, ai sensi dell’articolo 44,
comma 11, del decreto legislativo n. 286 del 1998; per emissione di assegni senza copertura ai sensi degli
articoli 5, comma 2, e 5-bis della legge n. 386 del 1990), compresi i provvedimenti interdittivi di cui
all’articolo 14 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 (art.38, comma1, lett. m) del Codice);
12. che nel casellario informatico delle imprese, istituito presso l’Osservatorio dell’Autorità, non risulta
nessuna iscrizione per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione ai fini del rilascio
dell’attestazione SOA (art.38, comma1, lett. m-bis) del Codice);
13. di non trovarsi nelle condizioni di cui all’art.38, comma 1, lettera m-ter), del Codice;
14. attesta, ai sensi e per gli effetti di cui al comma1, lettera m-quater e comma 2 dell’art.38, del Codice:
opzione 1
di non essere in una situazione di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile con altri operatori
economici e di aver formulato l’offerta autonomamente;
opzione 2
di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di altri operatori economici che si
trovano, nei suoi confronti, in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile e di
aver formulato autonomamente l’offerta;
opzione 3
di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di altri operatori economici che si
trovano, nei suoi confronti, in una delle situazioni di controllo di cui all’articolo 2359 del codice civile con
…………………………… (specificare l’operatore economico o gli operatori economici) e di aver
formulato autonomamente l’offerta;
Altre dichiarazioni
b) attesta che nei propri confronti non sono state applicate le misure di prevenzione della sorveglianza di
cui all’art. 6 del d.lgs 6 settembre,2011, n. 159 ss.mm., e che, negli ultimi cinque anni, non sono stati estesi
gli effetti di tali misure irrogate nei confronti di un proprio convivente;
c) attesta di non essersi avvalso dei piani individuali di emersione previsti dalla legge 18 ottobre 2001, n.
383e ss.mm.ii.;
(ovvero, qualora si sia avvalso di tali piani)
attesta di essersi avvalso dei piani individuali di emersione previsti dalla legge 18 ottobre 2001, n. 383e
ss.mm.ii ma che gli stessi si sono conclusi;
d) attesta di aver preso esatta cognizione della natura dell'appalto e di tutte le circostanze generali e
particolari che possono influire sulla sua esecuzione;
e) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel
bando di gara, nel disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato speciale d'appalto, nei
piani di sicurezza, nei grafici di progetto;
f) attesta di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori;
g)
attesta di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella formulazione dell'offerta delle condizioni
contrattuali e degli oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e smaltimento dei
rifiuti e/o residui di lavorazione nonché degli obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia
di sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di previdenza e assistenza in vigore nel luogo
dove devono essere eseguiti i lavori;
h)
attesta di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze generali, particolari e locali,
nessuna esclusa ed eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori, sia
sulla determinazione della propria offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l'offerta economica
presentata, fatta salva l'applicazione delle disposizioni dell'art. 133 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163;
i)
attesta di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile
per il prezzo corrispondente all'offerta presentata;
l)
dichiara di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per
lievitazione dei prezzi che dovessero intervenire durante l'esecuzione dei lavori, rinunciando fin d'ora
a qualsiasi azione o eccezione in merito;
m) attesta di avere accertato l'esistenza e la reperibilità sul mercato dei materiali e della mano d'opera da
impiegare nei lavori, in relazione ai tempi previsti per l'esecuzione degli stessi;
n)
dichiara di aver tenuto conto delle eventuali discordanze nelle indicazioni qualitative e quantitative
delle voci rilevabili dal computo metrico estimativo nella formulazione dell’offerta, che, riferita
all’esecuzione dei lavori secondo gli elaborati progettuali posti a base di gara, resta comunque fissa e
invariabile;
o)
indica le lavorazioni che, ai sensi dell’articolo 118 del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163, intende
eventualmente subappaltare o concedere a cottimo. La mancata presentazione di tale dichiarazione
costituirà motivo di diniego della relativa autorizzazione, in sede di esecuzione dei lavori; in caso di
associazione o consorzio o GEIE non ancora costituito, l’eventuale discordanza delle dichiarazioni da
parte dei componenti costituirà motivo di diniego della relativa autorizzazione, in sede di esecuzione
dei lavori.
p)
autorizza la Stazione Appaltante ad utilizzare il seguente numero di fax____________________ ed
il seguente indirizzo P.E.C.____________________________________________per la notifica di
tutte le comunicazioni di legge inerenti il presente appalto, comprese le comunicazioni di cui all’art.79
del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163;
q) (nel caso di consorzi di cui all’art. 34, comma 1, lett. b) e c) del D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163:
indica per quali consorziati il consorzio concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il
divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma; in caso di aggiudicazione i soggetti assegnatari
dell'esecuzione dei lavori non possono essere diversi da quelli indicati;
(nel caso di associazione o consorzio ordinario di concorrenti o GEIE - Gruppo Europeo di Interesse
Economico - non ancora costituito): si impegna, in caso di aggiudicazione, a conferire mandato
collettivo speciale con rappresentanza all’impresa designata capogruppo, specificando le quote di
partecipazione al raggruppamento di ciascuna impresa partecipante all’associazione;
r) Dichiara, in applicazione del protocollo di legalità “Carlo Alberto Dalla Chiesa”, a cui la Provincia ha
espressamente aderito, ed ai sensi della circolare dell’Assessorato Regionale ai LL..PP. 31/01/2006,n.593:
r.1) di obbligarsi espressamente, nel caso di aggiudicazione a comunicare, tramite il R.U.P., quale
titolare dell'ufficio di direzione lavori alla stazione appaltante e all'Osservatorio regionale dei lavori
pubblici: lo stato di avanzamento dei lavori, l'oggetto, l'importo e la titolarità dei contratti di sub
appalto e derivati, quali il nolo e le forniture, nonché le modalità di scelta dei contraenti e il numero
e le qualifiche dei lavoratori da occupare. Si obbliga, altresì, espressamente a inserire identica
clausola nei contratti di subappalto, nolo, cottimo etc., ed è consapevole che, in caso contrario, le
eventuali autorizzazioni non saranno concesse.
r.2) dichiara espressamente e in modo solenne:
- di non trovarsi in situazioni di controllo o di collegamento (formale e/o sostanziale) con altri
concorrenti e che non si è accordato e non si accorderà con altri partecipanti alle gare;
- che non subappalterà lavorazioni di alcun tipo ad altre imprese partecipanti alla gara - in forma
singola o associata - ed è consapevole che, in caso contrario, tali subappalti non saranno autorizzati;
- che la propria offerta è improntata a serietà, integrità, indipendenza e segretezza, si impegna a
conformare i propri comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza, dichiara che non si
è accordato e non si accorderà con altri partecipanti alla gara per limitare od eludere in alcun modo
la concorrenza.
r.3) Dichiara altresì:
- nel caso di aggiudicazione di obbligarsi espressamente a segnalare alla stazione appaltante qualsiasi
tentativo di turbativa, irregolarità o distorsione nelle fasi di svolgimento della gara e/o durante
l'esecuzione del contratto, da parte di ogni interessato o addetto o di chiunque possa influenzare le
decisioni relative alla gara in oggetto.
- di obbligarsi, altresì, espressamente a collaborare con le forze di polizia, denunciando ogni tentativo di
estorsione, intimidazione o condizionamento di natura criminale (richieste di tangenti, pressioni per
indirizzare l'assunzione di personale o l'affidamento di subappalti a determinate imprese,
danneggiamenti/furti di beni personali o in cantiere, etc.).
- di obbligarsi ancora espressamente a inserire identiche clausole nei contratti di subappalto, nolo,
cottimo etc, ed è consapevole che, in caso contrario, le eventuali autorizzazioni non saranno
concesse;
- dichiara altresì espressamente di essere consapevole che le superiori obbligazioni e dichiarazioni sono
condizioni rilevanti per la partecipazione alla gara sicchè, qualora la stazione appaltante accerti, nel
corso del procedimento di gara, una situazione di collegamento sostanziale, attraverso indizi gravi,
precisi e concordanti, l’impresa verrà esclusa;
Si precisa che le dichiarazioni di cui alla suddetta lettera “r” devono essere rese
obbligatoriamente, pena l’esclusione dalla gara.
s) Ai sensi dell’art. 2 della L.R. 20/11/08 n. 15 e s.m. ed integrazioni e dell’art. 3 della legge 136/2010 e
s.m. ed integrazioni, l’aggiudicatario è obbligato ad indicare uno o più conti correnti bancari o postali,
accesi presso banche o presso la società Poste Italiane S.p.A., dedicati anche in via non esclusiva, fermo
restando quanto previsto dal comma 5 del predetto art. 3, a tutte le operazioni relative al presente
appalto da effettuarsi, pena la risoluzione del contratto, esclusivamente a mezzo di bonifico bancario o
postale, ovvero con altri strumenti di incasso o di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità
delle operazioni, e sul quale questa Stazione Appaltante farà confluire le somme relative all’appalto;
t) Ai sensi dell’art.2 comma 2 della L.R. n.15 del 20.11.2008, dichiara che né i legali rappresentanti, né
alcuno dei dirigenti dell’impresa sono stati rinviati a giudizio per favoreggiamento nell'ambito di
procedimenti relativi a reati di criminalità organizzata, essendo consapevole che in caso di
aggiudicazione, qualora la stazione appaltante accertasse la sussistenza di tale condizione a carico dei
predetti soggetti, procederà alla revoca dell’aggiudicazione stessa;
u) In conformità all’art.21 della l.r. n.20/99, indica in maniera dettagliata i mezzi d’opera di cui dispone
in proprio; si precisa che la relativa dichiarazione, anche se negativa, va resa a pena di esclusione,
essendo prevista dall’art.21, comma 1, della L.R. 13/9/1999, n.20 (norma imperativa o di ordine
pubblico), non abrogata dall’art.32 della L.R. 12/2011 che ha recepito il D.Lgs. 163/2006;
v) di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 13 della legge 196/2003, che i dati
personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del
procedimento per il quale la dichiarazione viene resa.
VII) ricevuta, rilasciata dall’A.V.C.P. (ora A.N.A.C.), del pagamento, effettuato mediante carta di credito,
ovvero originale dello scontrino rilasciato dal punto vendita della rete dei tabaccai lottisti abilitati al
pagamento di bollette bollettini, della somma di €. 35,00 (euro trentacinque), quale contributo dovuto
all’Autorità di Vigilanza Contratti Pubblici, per la partecipazione alla presente gara, da effettuare
secondo le modalità di pagamento di cui all’avviso del 31/03/2010 della predetta Autorità.
Nella busta “B- Offerta Economica” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i seguenti documenti :
a)
dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante o da suo procuratore, in competente bollo, ai sensi
dell’art.2 Tariffa – allegato A – D.P.R. 642/1972, contenente:
l’indicazione del massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo dei lavori a base di
gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto II.2. del bando;
In caso che la documentazione sia sottoscritta da un procuratore del legale rappresentante, va trasmessa la
relativa procura.
2. PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE
Il seggio di gara, il giorno fissato al punto 7.4) del bando di gara per l'apertura delle offerte, in seduta
pubblica, sulla base della documentazione contenuta nelle offerte presentate, procede a:
a) verificare la correttezza formale delle offerte e della documentazione ed in caso negativo ad escluderle
dalla gara;
b) verificare che non abbiano presentato offerte concorrenti che sono fra di loro in situazione di
controllo e in caso positivo ad escluderli entrambi dalla gara;
c) verificare che i consorziati - per conto dei quali i consorzi di cui all'art. 34, comma 1, lett. b) e c), del D.
L.vo 12 aprile 2006, n. 163, hanno indicato che concorrono - non abbiano presentato offerta in qualsiasi
altra forma ed in caso positivo ad escludere il consorziato dalla gara;
d) esaminare la documentazione amministrativa prodotta dalle imprese per concorrere alla gara e procedere
alla loro ammissione o eventuale esclusione nel caso in cui la stessa non comprovi il possesso dei requisiti
di partecipazione richiesti, fatta salva, nei casi previsti, eventuale richiesta di integrazione documentale ai
sensi dell’art. 46 del codice dei contratti;
e) sorteggiare un numero di concorrenti non inferiore al 10% del numero delle offerte ammesse arrotondato
all’unità superiore, nei confronti dei quali, ai sensi dell’art. 48 del codice dei contratti, si procederà
attraverso il sistema AVCPASS alla verifica possesso dei requisiti di carattere tecnico-organizzativo
richiesti dal bando di gara; la suddetta verifica, a conclusione della procedura di gara, sarà effettuata anche
nei confronti dell’aggiudicatario e del concorrente che segue in graduatoria, qualora gli stessi non figurino
tra i concorrenti sorteggiati;
procedere:
f) all'esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non risulti confermato il possesso dei requisiti tecnicoorganizzativo;
Conclusa questa fase di gara, il seggio procederà, in seduta pubblica, all’apertura delle buste “B- Offerta
Economica” e alla lettura delle offerte economiche, anche di quelle escluse, e quindi alla determinazione
della graduatoria per l’aggiudicazione, con il criterio del prezzo più basso di cui al punto 15. del bando di
gara, prendendo in considerazione soltanto le offerte presentate dai concorrenti ammessi alla gara.
Nel caso in cui un offerta appaia anormalmente bassa, si applicano l’art.86, comma 3, del D. L.vo 12 aprile
2006, n. 163 e l’art. 121 del D.P.R. 207/2010.
Le giustificazioni di cui all’art. 87 del Codice da presentare per la verifica delle offerte che appaiano
anormalmente basse, dovranno essere prodotte per iscritto, a pena di esclusione, entro il termine di
quindici giorni dalla richiesta della Stazione Appaltante e dovranno riguardare le voci di prezzo che
concorrono a formare l’importo complessivo a base di gara.
Le suddette giustificazioni saranno esaminate dal Responsabile Unico del Procedimento.
All’esito del procedimento di verifica delle offerte anormalmente basse, il seggio di gara procede ai sensi
degli artt. 81, 82 e 83 del D. L.vo 12 aprile 2006.
Ove si sia in presenza di più aggiudicatari con offerte uguali, si procede esclusivamente al sorteggio del
primo e del secondo classificato, escludendo qualsiasi altro sistema di scelta. Il sorteggio sarà effettuato
nella stessa seduta pubblica in cui sono stati individuati più aggiudicatari con offerte uguali.
La commissione di gara predispone, quindi, la relativa graduatoria, aggiudicando provvisoriamente
l’appalto, previa verifica dei requisiti di carattere tecnico-organizzativo, al concorrente collocatosi al primo
posto e al concorrente secondo classificato, qualora gli stessi non figurino tra quelli sorteggiati ai sensi del
predetto art.48 del codice dei contratti.
L’aggiudicazione definitiva diverrà efficace ai sensi dell’art. 11, comma 8, del D. L.vo 12 aprile 2006, n.
163, previa verifica del possesso dei requisiti richiesti nei confronti del soggetto aggiudicatario. Tale
verifica, ove la Stazione Appaltante lo ritenga opportuno, potrà essere estesa al secondo classificato o ad
altri concorrenti individuati a campione.
I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere alla stazione appaltante, trascorsi i termini
per eventuali impugnative, la restituzione della documentazione presentata al fine della partecipazione alla
gara.
Ove le operazioni di gara non si esauriscano nell’arco di una seduta, i plichi – posti in contenitori sigillati a
cura della commissione di gara – saranno custoditi con forme idonee ad assicurarne la genuinità a cura di un
soggetto espressamente individuato prima di concludere la prima seduta.
La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla
normativa vigente in materia di lotta alla mafia ed al decorrere dei termini indicati dall’ art. 11, comma 10
del . D. L.vo 12 aprile 2006, n. 163.
Il Funzionario Delegato Titolare di P.O.
Ufficio Gare e Contratti
Dr. F. Ferlisi
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
189 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content