close

Enter

Log in using OpenID

CDE Newsletter - Università degli Studi di Ferrara

embedDownload
CDE Newsletter
Sommario
Febbraio 2015
• EURES: OFFERTE DI
LAVORO IN
INGHILTERRA PER
INFERMIERI/E
• INFERMIERE/A IN UK?
ECCO ALCUNI
CONSIGLI PRATICI!
• EURES: OFFERTE DI
LAVORO IN FRANCIA
PER FISIOTERAPISTI/E
EURES: LAVORO IN INGHILTERRA PER INFERMIERI/E
EURES
(EUROPEAN
EMPLOYMENT
SERVICES) è una rete di cooperazione
per facilitare la libera circolazione dei
lavoratori all'interno dello Spazio
economico europeo. Sul sito EURES si
incrociano domande e offerte di
lavoro, e fra i partner della rete ci sono
i servizi pubblici per l'impiego, i sindacati
e le organizzazioni dei datori di lavoro.
La rete, che offre i propri servizi
gratuitamente, è coordinata dalla
Commissione europea.
Per
consultare
il
sito
EURES:
https://ec.europa.eu/eures/page/hom
epage?lang=it
Ultimamente EURES propone molte
offerte di lavoro per infermieri/e in tutta
Europa, ma soprattutto nel Regno Unito.
Eccone un paio:
5 INFERMIERI PER IL REGNO UNITO
Descrizione: Health Education West
Midlands sta cercando infermieri/e per
coprire aree quali ortopedia, chirurgia
generale, dialisi, oncologia ed
ematologia pediatriche, etc.
Luogo: West Midlands (Birmingham,
Wolverhampton, Staffordshire, etc.)
Requisiti: i candidati devono essere
infermieri registrati (quindi avere l’NMC
pin number), avere già completato il
periodo di pratica ed essere cittadini
europei.
Lingua: conoscenza dell’inglese di
livello B1/B2.
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminate full time (il salario va da
21,478 a 27,901£ pro rata).
Candidature: inviare il CV e una lettera
di motivazione, entrambi in inglese, con
oggetto “Nurse for the UK” a:
[email protected]
SCADENZA: 10/03/2015
• BORSE DI STUDIO PER LA
SLOVENIA
• CONCORSO “THE
GRAND CHALLENGE”
• INIZIATIVE DEL CDE DI
FERRARA
15 INFERMIERI NEOLAUREATI O ESPERTI
Luogo: Ospedale di Newcastle-NHS
Foundation Trust (GB)
Requisiti: Laurea triennale in infermeria,
inglese B1/B2
Candidature: CV e lettera di
motivazione, entrambi in inglese, da
inviare a [email protected] e in CC
a [email protected]
Maggiori informazioni:
https://ec.europa.eu/eures/euressearchengine/servlet/ShowJvServlet?lg=I
T&pesId=32&uniqueJvId=4890981&nnIm
port=false
SCADENZA: 20/02/2015
CENTRO DI DOCUMENTAZIONE E
STUDI SULLE COMUNITÀ EUROPEE
UNIVERSITÀ DI FERRARA
Corso Ercole I d'Este, 44
44121 Ferrara
e-mail: [email protected]
Tel +39 0532 455960
Fax +39 0532 200188
ORARIO DI APERTURA:
dal lunedì al giovedì
ore 9.00-13.30
e-mail redazione:
[email protected]
Sito web:
http://www.unife.it/centri/centro/cde
VUOI LAVORARE COME INFERMIERE/A IN INGHILTERRA? ECCO ALCUNI
IMPORTANTI CONSIGLI PRATICI. Intervista a Yuri Lucia, infermiere
italiano che vive e lavora nel Regno Unito.
Il Regno Unito offre ogni anno molti posti di lavoro per laureati
in Scienze infermieristiche che possiedano un livello intermedio
di conoscenza della lingua inglese (B1/B2). Per accedervi è
però necessario sapere qual è la procedura burocratica da
seguire per candidarsi e quali sono gli errori da evitare. Yuri
Lucia, Infermiere e Registered General Nurse nel Regno Unito, vi
spiega come orientarvi all’interno del sistema sanitario inglese.
Che cos’è l’NMC?
NMC sta per Nursing and Midwifery Council, ed è il Registro
nazionale britannico degli infermieri.
È indispensabile l’iscrizione a tale registro per lavorare nel
Regno Unito?
Assolutamente sì. Senza di essa ed il pin number che l’NMC vi
rilascerà, non potrete in nessun caso lavorare come infermieri
nel Regno Unito. Con l’iscrizione invece potrete lavorare in
Inghilterra, Scozia, Galles, Nord-Irlanda e Isole del Canale
(sebbene queste ultime non facciano parte del Regno Unito
ma ne siano un “protettorato”), sia nel settore privato che in
quello pubblico, cioè nel National Health Service (NHS).
Attenzione! Chi vi dice che potete iniziare a lavorare come
infermieri senza il pin-number, a condizione che lo facciate
sotto la supervisione di un infermiere regolarmente iscritto, vi sta
dando un’informazione non corretta. In nessun caso vi è
possibile esercitare la professione senza il pin-number definitivo
(quindi non parliamo di PRN, cioè di Pre Registration Number,
che è un numero provvisorio valido solo ai fini della
registrazione) rilasciato dall’NMC. In caso contrario le
conseguenze potrebbero essere serie e spiacevoli.
Sono un infermiere neolaureato che vuole andare a lavorare in
UK: ho comunque bisogno di essere prima iscritto all’IPASVI
(Federazione Nazionale Collegi Infermieri) qui in Italia?
E’ preferibile che lo facciate. Su questo punto lo stesso NMC
sembrerebbe avere le idee confuse, poiché alcuni suoi
impiegati dichiarano che basterebbe una serie di certificazioni
sostitutive prodotte dall’Università che ha rilasciato il vostro
titolo, altri invece sostengono che tali certificazioni andrebbero
prodotte dal Ministero della Salute. L’unico dato certo è che
con l’iscrizione all’IPASVI si evitano problemi e lungaggini
burocratiche che potrebbero pesarvi sul lungo termine. Il mio
consiglio, dunque, è: iscrivetevi sempre e comunque all’IPASVI.
Qual è la procedura da seguire per iniziare le pratiche di
iscrizione presso l’NMC?
Per prima cosa bisogna richiedere l’Application Pack (AP). Qui
di seguito vi verrà spiegato come richiederlo, come compilarlo
e quali documenti allegarvi per iniziare le pratiche (vi
raccomandiamo comunque di controllare sempre le
informazioni contenute in questo articolo sul sito ufficiale
dell’NMC, in quanto leggi e regolamenti potrebbero essere
cambiati dopo la sua redazione).
Prima di tutto andate sul sito ufficiale dell’NMC, dove
troverete un buon numero di informazioni utili:
http://www.nmc-uk.org/
Dovrete quindi richiedere on-line l’invio di un Application
Pack, o più brevemente di un AP, per l’iscrizione all’NMC
attraverso questo indirizzo:
https://forms.nmc-uk.org/Forms/eurequest
Nella pagina in questione troverete un modulo (form) da
compilare on-line. Al termine dell’operazione, dopo un
periodo di tempo che potrà variare dai 4 ai 10 giorni, vi
arriverà l’AP. L’invio dell’AP è gratuito ed insieme ad esso vi
arriverà anche una copia cartacea dello stesso libretto
informativo che troverete in pdf sul sito.
Nell’AP troverete un Pre Registration Number (PRN), che
non vi consente di iniziare a lavorare come infermieri, ma
rappresenta un riferimento che vi verrà chiesto ogni volta
che contatterete l’NMC per ricevere informazioni sullo
stato delle vostre pratiche. L’AP ha una validità di 6 mesi e
se non doveste compilarlo e spedirlo entro tale termine
dovrete richiederne un altro. La data da cui l’AP è valido è
indicata sul form stesso. La richiesta va inoltrata all’NMC
che vi chiederà il numero di PRN che vi è stato assegnato.
Quindi prendete nota di tale numero e abbiate cura di non
smarrirlo. Se però doveste perderlo c’è comunque il modo
di recuperarlo (anche se questo comporterà un allungarsi
dei tempi di registrazione) chiamando o contattando via
mail l’NMC. Dopo che avrete comunicato loro i vostri dati
personali ve lo spediranno (di solito non lo comunicano per
telefono).
Per quanto riguarda invece la richiesta di un nuovo AP,
qualsiasi ne sia il motivo (scadenza, danneggiamento,
smarrimento o errore nella sua compilazione) non andate
nuovamente alla pagina on-line dove avete compilato la
prima volta il modulo di richiesta, scrivete invece a:
[email protected] ricordando di inserire nella mail il
PRN assegnatovi, la vostra data di nascita e la categoria
infermieristica per cui state facendo domanda.
Oppure potete telefonare dal Lun al Ven, dalle 8.00am, alle
18.45pm (rispettivamente le 7.00 e le 17.45 italiane) ai
numeri che troverete a questo indirizzo:
http://www.nmc-uk.org/Contact-us/
Quando vi giungerà l’AP, inviato all’indirizzo che avrete
fornito, vedrete che esso è composto da diverse parti,
spillate insieme, composte da fogli stampati fronte-retro
che per comodità chiameremo V1, V2, V3, V4 e V5
(attenzione, queste parti non sono realmente chiamate
Febbraio 2015 ● Numero 2 ● CDE Newsletter
così! questa classificazione è un’idea dell’intervistato per
spiegare meglio com’è strutturato l’Application Pack). Le parti
in questione non vanno separate! Se per qualche motivo
questo dovesse accadere, cercate di spillarle nuovamente
insieme, a patto di non procurare danni all’AP, in tal caso
meglio chiederne uno nuovo al NMC.
Un consiglio: se avete lavorato all’estero, specialmente con
società che si occupano di vacanze-studio, fate attenzione
nel riportare tale esperienza! Queste società non operano
sempre in modo trasparente per quel che concerne le
assunzioni e da questo potrebbero scaturire spiacevoli
problematiche.
A pag 2 di 2 vi chiederanno invece se nel momento in cui
state compilando l’AP vi trovate a risiedere nel Regno Unito
(residenti, non di passaggio!) e, in caso di risposta
affermativa, a partire da quando. Firmate e datate il tutto.
Vi si chiede anche se siete iscritti ad altri enti o registri
infermieristici, IPASVI escluso, e, nel caso, quali e se siete stati
fatti o meno oggetto di provvedimenti disciplinari per
- V2: un altro foglio stampato fronte retro in cui troverete cattiva condotta professionale.
ripetuto il vostro PRN, situato nella parte alta della pagina,
Nell'ultima pagina del modulo, dove troverete la firma e la
diviso in 4 sezioni:
V2 - Section 1, pag 1 di 2, dove troverete i vostri dati anagrafici data da apporre, c’è la voce "Registration or licensing
e l’indirizzo dove inviare il Pin Number già stampati in base al authorities". In realtà non sarebbe necessario compilarla,
ma per sicurezza inserite quanto segue in ognuno dei box
modulo on-line da voi riempito;
V2 - Section 2, pag 1 di 2, nella quale vi si richiede dove avete che si trovano sulla colonna di sinistra:
conseguito il titolo di studi (ad esempio Università degli Studi di Name and address of... - (metterete IPASVI, il Collegio
Ferrara, Via Savonarola 9, 44121 Ferrara), la qualifica Provinciale a cui appartenete, e il relativo indirizzo)
professionale ottenuta (es: Nurse RN1) e la data di inizio e fine Qualification – Nurse
Date of Registration - la data in cui siete stati registrati
del corso;
V2 - Sempre nella sezione 2 vi si richiede anche un eventuale Part of register - registred (significa che siete ancora
titolo di qualifica professionale addizionale, ovvero se avete registrati all'IPASVI)
Registration number - il numero di registrazione sul vostro
conseguito una laurea di secondo livello o un master;
V2 - Tra la Sezione 2 e 3 di V2, a pagina 2 di 2, troverete la tesserino
domanda “Have you been convicted… etc.”, in cui vi si chiede
Quali allegati è necessario inserire nell’Application Pack?
se avete commesso dei reati;
V2 - La Section 3, pag 2 di 2, è una autocertificazione, self- Insieme all’AP correttamente compilato, dovrete spedire
declaration, che dovrete firmare e datare, in cui si attesta che all’NMC i seguenti documenti:
siete consapevoli che rendere false dichiarazioni è un reato
- il vostro Diploma di laurea (non la pergamena, non il
perseguibile dalla legge;
V2 - La Section 4, pag 2 di 2, Declaration of good health by supplemento di diploma, ma il DIPLOMA DI LAUREA VALIDO
occupational health department/medical practitioner, vi PER L’ESTERO). E’ indispensabile specificare “valido per
interessa solo nel caso l’IPASVI non compilasse completamente l’estero” quando lo richiederete presso la Segreteria
V3, in tal caso la sezione 4 di V2 va fatta firmare e timbrare o Amministrativa del vostro corso di Laurea;
da un medico di base, o da un medico legale. Essa attesta che
non avete malattie che vi impediscano di svolgere l’attività - un Certificato di CASELLARIO GIUDIZIALE che attesta la
infermieristica. Ricordate, vi serve solo nel caso l’IPASVI non mancanza di condanne per reati penali in Italia che
richiederete presso il Tribunale/Procura della Repubblica di
compili V3 per intero.
appartenenza;
- V3: dovete portare l’AP al vostro Collegio IPASVI di
appartenenza per far firmare e timbrare al Presidente del - un vostro documento di identità (anche se la Carta di
Collegio la “Supporting Declaration of Good Character” e la Identità italiana è riconosciuta come documento valido da
“Supporting Declaration of Good Health”. La pratica può parte dello Stato Britannico, vi consiglio di munirvi di
richiedere qualche giorno e sarà l’IPASVI a dirvi quando passaporto).
tornare per ritirare l’AP. Normalmente l’IPASVI si occupa di
entrambe le voci ma è accaduto che in alcune sedi del Le fotocopie può autenticarle il Municipio dove avete la
Collegio non sia stata compilata la Declaration of Good residenza. Se i Comuni dovessero avere problemi a farvi
Health. In tal caso dovrete provvedere a far firmare e timbrare l’autenticazione di documenti non rilasciati da loro, ovvero
Diploma di Laurea e Casellario Giudiziale, potreste provare
la Sezione 4 di V2 da un medico, curante o legale.
a rivolgervi agli enti che ve li hanno rilasciati, cioè la
- V4: a pag 1 di 2 vi si richiede semplicemente di riportare Segreteria del Corso di laurea e il Tribunale, oppure potreste
eventuali esperienze professionali. Se non ne avete avute richiedere un’autentica ad un notaio. Poiché ultimamente
l'NMC ha contestato alcune fotocopie autenticate da
perché siete neo-laureati, lasciate in bianco.
Come è strutturato l’Application Pack?
- V1 e V5: sono rispettivamente un elenco di quello che
troverete nell’AP ed un elenco di documenti da allegare ad
esso. Sulla pagina 1 di 2 di V1 troverete anche i contatti
dell’NMC e, importantissimo, il PRN, ovvero il Practice
Registration Number, il numero della vostra pratica.
Febbraio 2015 ● Numero 2 ● CDE Newsletter
Pubblici Uffici, non si sa per quale motivo, per sicurezza è
meglio, se possibile, fare autenticare tutte le copie dei
documenti (compreso il certificato di laurea e il casellario
giudiziale) da un notaio.
Se doveste avere ulteriori problemi, o reputaste il tutto troppo
macchinoso, spedite gli originali insieme alle traduzioni giurate,
eccezion fatta ovviamente per Passaporto o Carta d’Identità.
Per questi dovrete invece inviare una copia autenticata. Del
vostra Diploma e del Casellario dovrete fornire traduzioni in
lingua inglese che vengano “asseverate”. L’asseverazione
avviene presso un apposito ufficio della Procura della
Repubblica (rivolgetevi al vostro tribunale d’appartenenza) ed
è sostanzialmente una certificazione che attesta la conformità
della traduzione al testo originale. Tale certificazione può
essere effettuata anche da un privato debitamente
autorizzato ma ovviamente quella fornita dalla Procura della
Repubblica Italiana ha un valore diverso. Io raccomando
quest’ultima. Ci sono diverse agenzie che oltre alla traduzione
prendono in carico anche le pratiche per l’asseverazione.
Ora preparate una lista di tutti i documenti che allegherete
all’AP, utilizzando magari una graffetta per tenerli insieme, in
cui indicherete:
- Diploma di Laurea – Bachelor Degree (o solo Degree).
- Casellario Giudiziale – Criminal Record/Police Clearance
- Certified Copy of passport (o Certified ID copy, se preferite
usare comunque la Carta d’Identità)
- 110 Pounds Fee Receipt (Ricevuta della tassa di 110 pounds)
Quindi iscriversi all’NMC ha un costo?
Sì. Prima di inviare il tutto dovrete pagare la tassa per sostenere
le spese amministrative per l’iscrizione e allegare la ricevuta del
pagamento. Il pagamento può essere effettuato in diversi
modi, come indicato sulla pagina dell’NMC. C’è la possibilità
di pagare on-line utilizzando una carta di credito o una
prepagata (caricate l’importo dovuto, regolandovi con il
cambio euro-sterlina e tenendo conto che si paga una piccola
commissione su queste operazioni). Senza il pagamento della
tassa di 110 sterline la vostra pratica di iscrizione all’NMC non
verrà attivata! Quindi ricordatevi di pagare la tassa prima di
inviare l’AP insieme ai relativi documenti.
Una
volta
sulla
pagina
dei
pagamenti
on-line
(https://www.onlinepayments.nmc-uk.org/) cliccate sul tasto
proceed per passare dallo step 1 al 2. Alla voce “Are you an
international nurse/midwife applying for UK registration?”
spuntate l’opzione yes e cliccate su proceed nuovamente. La
pagina farà un refresh e anziché il Pin Number vi verrà richiesto
il PRN fornitovi con il vostro AP. Inseritelo insieme agli altri dati
richiesti e cliccate di nuovo su proceed per abdare avanti. Al
termine di tutte le operazioni avrete la possibilità di stampare
una ricevuta (vi conviene stamparvene qualche copia in più).
Riassumendo, assieme alla domanda dovrete inviare
fotocopie autenticate di: passaporto, Diploma di Laurea,
Casellario Giudiziale;
traduzioni giurate di: Diploma di Laurea, Casellario
Giudiziale; ricevuta di pagamento della tassa di 110
pounds.
Spedite il tutto con una raccomandata con ricevuta di
ritorno internazionale (specificate che è per l’estero, mi
raccomando). Oppure, se non vi fidate delle poste,
scegliete un corriere privato che effettui questo tipo di
spedizioni e magari ne garantisca la tracciabilità.
L’indirizzo a cui effettuare la spedizione è:
Nursing & Midwifery Council (NMC)
23 Portland Place, London W1B 1PZ (United Kingdom)
Una volta spedita la domanda che succede?
A questo punto non vi resta che aspettare. L’NMC si prende
un tempo che può variare da uno a tre mesi per portare a
termine la vostra iscrizione. Una volta concluse le pratiche
vi invieranno per posta il vostro Pin Number per poter
lavorare come infermieri nel Regno Unito. Ricordatevi che,
per rendere effettivo il vostro diritto di lavorare, dovrete
pagare un’ulteriore tassa di 120 sterline.
Dopo quest’ultima spesa, i cui estremi di pagamento vi
saranno dati via posta (e che comunque potrete pagare
on-line come la precedente tassa), sarete riconosciuti a
tutti gli effetti come infermieri in grado di lavorare nel Regno
Unito. Una volta l’anno dovrete pagare una tassa di
rinnovo, come avviene in Italia, ma a questo punto credo
non sarà più un grande problema.
Quali sono le categorie di infermieri nel Regno Unito?
In UK esistono diverse categorie di infermieri, tutte indicate
da sigle, a partire dalla qualifica di General Nurse, che
corrisponde ad un infermiere con una laurea triennale,
identificato dalla sigla RN1. Quindi se possedete una laurea
di primo livello la vostra categoria è RN1 (o RGN). Anche i
laureati in ostetricia in Italia devono registrarsi all’NMC
come gli infermieri per poter lavorare in UK (in questo caso
la loro tipologia è Midwife, e la sigla corrispondente RM).
Per consultare la lista completa delle categorie:
http://www.nmc-uk.org/registration/usefulinformation/registration-qualifications/
E’ necessario essere in possesso di un certificato che attesti
la conoscenza della lingua inglese?
Per il momento no, perché la conoscenza della lingua
viene testata durante i colloqui. E’ però possibile che nei
prossimi mesi cambi qualcosa e che per iscriversi venga
richiesta la certificazione IELTS (International English
Language Testing System), che in Italia si ottiene presso il
British Council.
Anche per questo motivo vi ricordiamo, prima di
procedere, di verificare sempre le informazioni (indirizzi,
modalità di invio, etc.) riportate in questo articolo. Per
eventuali chiarimenti o domande potete scrivere una
e-mail al CDE ([email protected]) che vi metterà in contatto con
Yuri Lucia, il quale sarà lieto, compatibilmente con i propri
impegni di lavoro, di rispondervi.
Febbraio 2015 ● Numero 2 ● CDE Newsletter
EURES: LAVORO IN FRANCIA PER FISIOTERAPISTI/E
1 posto in reparto cardio respiratorio,
riabilitazione post chirurgica e
ortopedica (Basse Normandie)
Requisiti: Laurea in fisioterapia,
conoscenza del francese a liv. B1/B2.
Condizioni: Contratto a tempo
determinato per 12 mesi che si
trasformerà in tempo indeterminato,
retribuzione di 1.694 euro netti mensili
più turno di servizio, aiuto nella ricerca
dell’alloggio.
1 posto in reparto di geriatria (Ile de
France)
Requisiti: Laurea in fisioterapia,
conoscenza del francese a liv. B1/B2.
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminato con periodo di prova di
3 mesi rinnovabile fino a 6 mesi, dopo
contratto da funzionario, retribuzione
minima di 1.380 euro netti mensili,
alloggio al costo di 200 euro al mese.
1 fisioterapista in reparto di
riabilitazione funzionale per adulti
(Normandie)
Requisiti: Laurea in fisioterapia,
conoscenza del francese a liv. B1.
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminato, retribuzione da 1.600
euro netti mensili, camera a 62
euro mensili e automuniti.
1 fisioterapista in reparto di neurologia
(Haute-Savoie)
Requisiti: Laurea in fisioterapia,
conoscenza del francese a liv. B1.
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminato, retribuzione minima di
1.330 euro netti mensili in base
all’esperienza, sistemazione in alloggio
di 3 stanze al costo di 350 euro mensili.
1 fisioterapista in reparto di neurologia,
traumatologia, ortopedia e
reumatologia (Haute-Savoie)
Requisiti: Laurea in fisioterapia,
conoscenza del francese a liv. B1.
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminato, retribuzione di
1.700/1.800 euro netti mensili in base
all’esperienza, aiuto nella ricerca
dell’alloggio.
1 fisioterapista in reparto di neurologia,
traumatologia e pneumologia (Rhône
Alpes vicino a Ginevra)
Requisiti: Laurea in fisioterapia, buona
conoscenza del francese (liv.B1).
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminato, retribuzione di 1.700
euro netti mensili, aiuto nella
ricerca dell’alloggio.
1 fisioterapista per reparto di
neurologia (Aquitania)
Requisiti: Laurea in fisioterapia, buona
conoscenza del francese (liv.B1).
Condizioni
Contratto a tempo indeterminato,
retribuzione di 1.600/1.700 euro netti
mensili, aiuto nella ricerca
dell’alloggio.
1 fisioterapista in reparto di
riabilitazione neurologica (Ile de
France)
Requisiti: Laurea in fisioterapia, buona
conoscenza del francese (liv.B1).
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminato, retribuzione di 2.100
euro netti mensili, aiuto nella ricerca
dell’alloggio.
1 fisioterapista in reparto di
riabilitazione funzionale (Ile de France)
Requisiti: Laurea in fisioterapia, buona
conoscenza del francese (liv.B1).
Condizioni: Contratto a tempo
determinato di 6 mesi, retribuzione di
1.700/1900 euro netti mensili, aiuto
nella ricerca dell’alloggio.
1 fisioterapista per reparto di
riabilitazione locomotoria, cardiovasc.
e polivalente (Côte d’Azur)
Requisiti: Laurea in fisioterapia, buona
conoscenza del francese (liv.B1).
Condizioni: Contratto a tempo
determinato di 6 mesi, retribuzione di
1.700/1.800 euro netti mensili, aiuto
nella ricerca dell’alloggio.
1 fisioterapista per reparto di
riabilitazione funzionale (Côte d’Azur)
Requisiti: Laurea in fisioterapia, buona
conoscenza del francese (liv.B1).
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminato, retribuzione di
1.700/1.800 euro netti mensili, aiuto
nella ricerca dell’alloggio.
COME CANDIDARSI PER TUTTI I
PROFILI INDICATI:
Per inoltrare la propria candidatura gli
interessati dovranno inviare una lettera
motivazionale e il curriculum in
francese, indicando il luogo scelto e la
posizione per cui ci si candida a:
[email protected] e per conoscenza
a [email protected]
La Società di selezione del personale
sanitario aiuterà il fisioterapista nel
riconoscimento del proprio diploma di
laurea (autorizzazione di esercizio) e
per la “collegiazione” in Francia
durante tutto il processo.
SCADENZA 28 FEBBRAIO 2015
1 fisioterapista per reparto di
cardiologia
(Côte d’Azur)
Requisiti: Laurea in fisioterapia, buona
conoscenza del francese (liv.B1).
Condizioni: Contratto a tempo
indeterminato, retribuzione di
1.700/1.800 euro netti mensili, aiuto
nella ricerca dell’alloggio.
Febbraio 2015 ● Numero 2 ● CDE Newsletter
20 BORSE DI STUDIO PER LA SLOVENIA
CONCORSO “THE GRAND CHALLENGE”
Il Ministero dell’educazione, scienza, cultura e sport della
Slovenia offre 20 borse di studio per la frequenza di corsi di
studio di breve durata e attività di ricerca, rivolte
prevalentemente a studenti universitari, laureati e non,
dottorandi e giovani ricercatori.
Concorso internazionale di comunicazione e creatività per
opere edite e inedite, aventi per tema “I cambiamenti
climatici”. L’iniziativa vuole stimolare la sperimentazione
della scrittura e dell’espressione creativa sul tema dei
cambiamenti climatici, con la possibilità di utilizzare diversi
generi, modalità e supporti. I partecipanti dovranno
immaginare possibili modalità di convivenza tra uomini,
mondo naturale ed effetti del cambiamento climatico.
REQUISITI, DURATA E CONTRIBUTI ECONOMICI
Età massima per partecipare: 26 anni anni per studio, 30
anni per ricerca. Le borse sono di durata da 3 a 10 mesi, a
seconda della tipologia. Ogni borsista potrà beneficiare di
una borsa mensile pari a 286 euro e potrà usufruire di un
alloggio gratuito presso le residenze universitarie. Per
quanto riguarda l’assicurazione sanitaria, il beneficiario
dovrà premunirsi della TEAM – Tessera Europea di
Assicurazione Malattia.
DOMANDA
Le domande di partecipazione, compilate sull’apposito
modulo online secondo le indicazioni riportate nel bando
e complete degli allegati richiesti, devono essere
presentate ENTRO IL 31 MARZO 2015. Una copia
cartacea delle istanze deve essere inviata, entro la
medesima data, all’Ambasciata della Repubblica di
Slovenia (Borse di studio) – Via L. Pisano, 10 – 00197 Roma.
BANDO
Per maggiori informazioni, scaricare e leggere
attentamente
il
BANDO:
http://www2.cmepius.si/en/bilateralscholarships.aspx
Il concorso si suddivide in due sezioni tematiche:
1) climatechance - opportunità nel cambiamento
2) www when water wins - quando l'acqua vince - acqua e
cambiamenti climatici;
è possibile partecipare ad entrambe le sezioni con più opere
o candidare un’opera per entrambe le sezioni.
TIPOLOGIA DI OPERE
E' possibile concorrere con opere inedite o già edite. Le
opere possono essere elaborati di scrittura brevissima (tweet,
post), breve, poesia o piccoli libri, in italiano o in inglese,
purché venga allegata una traduzione. Possono inoltre
essere candidate opere di tipo visivo, fornite su qualsiasi
supporto. Per la lista esaustiva delle tipologie di opere
ammesse si rimanda all'art. 3 del bando di concorso.
PARTECIPANTI
Il concorso è aperto ai maggiori di 18 anni di qualsiasi
nazionalità.
ISCRIZIONE E SCADENZA
Le opere vanno inviate ENTRO IL 15 APRILE 2015 all'indirizzo
e-mail [email protected] nei formati indicati dal bando, dove
è riportata anche la documentazione da allegare. La
partecipazione prevede il contributo per spese di segreteria
di 10,00 €.
SELEZIONI E RICONOSCIMENTI
La giuria sceglierà un numero non predefinito di opere
vincitrici, che potranno essere pubblicate e/o esposte in
formato digitale o dal vivo. Si prevedono inoltre segnalazioni
per studenti universitari e degli ultimi anni delle scuole
superiori, di autori under 30, etc. Eventuali selezioni
aggiuntive legate alle due sezioni o collegate a EXPO 2015
saranno rese note in itinere.
Febbraio 2015 ● Numero 2 ● CDE Newsletter
INIZIATIVE DEL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE EUROPEA (CDE) DI FERRARA
7 FEBBRAIO 2015, ORE 9.00-11.00
CONFERENZA DEL PROF. MARCO
GREGGI SU "IL SISTEMA FISCALE
EUROPEO ED ITALIANO"
AULA MAGNA ISIT BASSI-BURGATTI DI
CENTO (FERRARA)
La conferenza costituisce il primo
appuntamento di una serie di incontri
organizzati
dall’ISIT
di
Cento
in
collaborazione con il Centro di
Documentazione Europea di Unife.
incontrastata prerogativa dello Stato,
risentono fortemente del processo di
integrazione eurounitaria.
Ad esempio, la scelta di Fiat Auto di
trasferire la propria sede in un altro
paese dell’Unione europea e di
trasformarsi in FCA è stata facilitata
anche dall’assenza di norme fiscali che
tassano le imprese che vogliono
abbandonare il nostro Paese: e non
certo perché il legislatore non ci abbia
pensato, quanto piuttosto perché
sarebbero tasse proibite dal diritto
dell’Unione europea.
Insomma, la fiscalità italiana oggi è
sempre
più
fiscalità
europea:
nell’incontro in programma per il 7
febbraio si cercherà di capire che cosa
questo significhi, i costi che comporta e
i vantaggi che ne potrebbero scaturire
per tutti. (Marco Greggi, professore
associato di Diritto tributario e Diritto
tributario internazionale presso il
Dipartimento
di
Giurisprudenza,
Università degli Studi di Ferrara).
24 FEBBRAIO 2015
ORE 8.00-10.00
all’Unione
L’appartenenza dell’Italia
europea ha aperto grandi prospettive di
sviluppo e crescita, ma sta anche
pretendendo il rispetto di un rigoroso
equilibrio finanza pubblica e di
acquisizione delle risorse necessarie per
garantirlo.
Fra
questi
strumenti,
sicuramente quello fiscale assume un
ruolo centrale, destinato peraltro a
rafforzarsi.
Ogni Stato non è libero di introdurre le
imposte che crede opportune, ma può
farlo solo nella misura in cui le tasse e i
tributi siano compatibili con il diritto
eurounitario e con i principi fondamentali
che lo ispirano.
L’IVA, ad esempio, è una imposta sui
consumi che è stata concepita non a
Roma, ma a Bruxelles.
I dazi dogali sono regolati dal diritto
dell’unione europea pressoché in tutti gli
aspetti di maggior rilievo, e anche le
imposte dirette, un tempo assoluta e
CONFERENZA DEL PROF. PAOLO
BORGHI SU “PRINCIPI E DIRITTI
FONDAMENTALI NELLA
COSTITUZIONE ITALIANA”
AULA MAGNA ISIT BASSI-BURGATTI
DI CENTO (FERRARA)
Secondo appuntamento del ciclo di
incontri presso l’ISIT di Cento. Questa
volta ad incontrare gli studenti sarà
Paolo Borghi, professore ordinario di
Diritto dell’Unione europea presso il
Dipartimento di Giurisprudenza
dell’Università di Ferrara.
27 FEBBRAIO 2015
ORE 8.30-13.30
“L’UNIONE EUROPEA: COS’È, COME
FUNZIONA E QUALI RICADUTE
CONCRETE HA L’ESSERE CITTADINO
EUROPEO", AULA MAGNA DEL
DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA
DELL’UNIVERSITA’ DI FERRARA
Il Centro Europe Direct dell'Assemblea
Legislativa
della
Regione
Emilia
Romagna e l'Antenna Europe Direct
del
Comune
di
Ferrara,
in
collaborazione con il Centro di
Documentazione
e
Studi
sulle
Comunità Europee, nell'ambito del
programma
Crossing
Europe
organizzano
un’iniziativa
sulla
cittadinanza europea per gli studenti
degli Istituti superiori di Ferrara.
Sono previsti interventi di Cristiana
Fioravanti, professore associato di
Diritto dell’Unione europea presso il
Dip. Di Giurisprudenza di Unife, e di
Barbara Forni, funzionario dell’Ufficio in
Italia del Parlamento europeo. I
ragazzi, dopo gli interventi in plenaria,
saranno coinvolti in lavori di gruppo,
grazie
alla
collaborazione
dell’Associazione YouNet, sui temi
dell’incontro per sviluppare un’idea
comune da presentare nella parte
finale della mattinata.
Mentre i ragazzi saranno impegnati
con i lavori di gruppo, gli insegnanti
affronteranno
una
sessione
di
approfondimento sui temi dell’incontro
che verrà condotta dalla Prof.
Fioravanti.
Febbraio 2015 ● Numero 2 ● CDE Newsletter
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
518 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content