close

Enter

Log in using OpenID

confindustria imprese in rete 03032015

embedDownload
8
Impresa piacentina
LIBERTÀ
Martedì 3 marzo 2015
CONFINDUSTRIA
IMPRESE IN RETE
Incentivi ad assumere, nuovo
ossigeno per l’occupazione
Cella (Confindustria): dalla Legge di stabilità uno strumento interessante
PIACENZA - «Ci aspettiamo che le
novità introdotte dal Jobs Act
possano effettivamente ridare vigore al mercato del lavoro. Non è
però il solo intervento significativo messo in atto dal Governo».
Con questo commento Giuseppe Cella, vice direttore e responsabile delle relazioni Industriali
di Confindustria Piacenza apre
un capitolo importante, quello
degli incentivi al lavoro legati al
contenuto della Legge di stabilità
2015, incentivi particolarmente
interessanti per le aziende che
assumano a tempo indeterminato nel periodo compreso tra il 1°
gennaio 2015 e il 31 dicembre
2015.
A Cella rivolgiamo alcune domande.
Quanto è l’incentivo?
«Caratteristica importante dell’esonero contributivo, che può
raggiungere il limite massimo di
8.060 euro annui, è il fatto che lo
stesso non è inquadrabile quale
aiuto di Stato, e, pertanto, per la
sua erogabilità, non va applicato
il de minimis, né la verifica dell’incremento occupazionale,
condizioni che, spesso, nel passato, limitavano l’utilizzo degli
incentivi. Particolarmente interessante è la durata dello stesso
fissata in 36 mesi dalla data di assunzione purché la stessa avvenga entro il 31 dicembre 2015».
Quando si può utilizzare l’incentivo?
«Come abbiamo visto, l’incentivo si applica in tutti i casi di assunzione a tempo indeterminato
e in qualunque forma, vale a dire, tempo pieno, part time, lavoro ripartito, e per tutti i lavoratori, compresi i dirigenti. L’incentivo è applicabile anche nel caso di
trasformazione a tempo indeterminato di rapporti di lavoro a
tempo determinato anche se assunti a termine in data antecedente al 1° gennaio 2015. Ovviamente, anche in caso di assunzione a tempo indeterminato di
lavoratori che hanno avuto precedenti occasioni di collaborazioni a progetto o occasionali e
di lavoro accessorio con l’azienda. L’elasticità della norma con-
sente altresì lo sgravio in caso di
assunzione a tempo indeterminato di quei lavoratori con precedenti contratti a termine di durata superiore a sei mesi e, per i
quali, è stato acquisito il diritto
di precedenza».
Quando è escluso l’incentivo?
«L’incentivo non è previsto nei
rapporti di lavoro a tempo indeterminato in caso di apprendistato di contratto di lavoro domestico e di lavoro intermittente.
Inoltre, il lavoratore interessato,
non deve risultare occupato a
tempo indeterminato nei sei mesi precedenti l’assunzione presso qualsiasi datore di lavoro e
non deve essere stato in forza
presso il datore di lavoro o società a lui collegate, sempre a
tempo indeterminato, nel periodo compreso tra ottobre e dicembre 2014. La norma poi prevede, come prassi, l’esclusione
dell’esonero in caso di mancato
rispetto delle norme sulla sicurezza, della contrattazione collettiva, nonché della regolarità con-
tributiva».
L’incentivo quindi,è già applicabile?
«Sì per tutte le assunzioni a
tempo indeterminato rispondenti ai requisiti che abbiamo elencato, effettuate dal 1° gennaio
2015 e, sul punto, anche l’Inps ha
già fornito le istruzioni operative
con propria Circolare numero 17
del 29 gennaio di quest’anno e
messaggio Inps numero 1144 del
13 febbraio».
Quali gli effetti sull’occupazione?
«Le previsioni sono positivi soprattutto nel momento in cui è
possibile combinare le minori rigidità introdotte con il Jobs Act
sulle tutele crescenti e lo sgravio
contributivo con il risultato che
certamente per l’anno 2015 il
contratto a tempo indeterminato, in presenza di prospettive positive, sarà certamente considerato dalle aziende conveniente in
termini di costi rispetto ad altre
forme contrattuali».
Elena Roversi
«L’esonero
contributivo può
raggiungere
il limite massimo
di 8.060 euro annui»
GIUSEPPE CELLA
(Vicedirettore di Confindustria)
UNICA IMPRESA INTERAMENTE PIACENTINA QUOTATA IN BORSA,CHE HA SAPUTO AFFRONTARE E VINCERE PARECCHIE SCOMMESSE
«Bolzoni Spa,impariamo dai migliori»
Visita all’impresa di Gariga da parte del Gruppo Giovani di Confindustria
PIACENZA - Foto
di gruppo per
i giovani
industriali
in visita alla
Bolzoni Spa
PIACENZA - «Imparare sul cam-
po dai migliori e la Bolzoni Spa
rappresenta un’importante
eccellenza piacentina: questo
è lo spirito con cui abbiamo
approcciato l’idea di andare a
comprendere come funziona
un’organizzazione complessa
come può essere quella di
un’azienda globale leader
mondiale con unità produttive sparse in tutto il mondo».
Così introduce la motivazione
di tale esperienza - che si è
svolta nei giorni scorsi presso
la sede del Gruppo Bolzoni a
Gariga di Podenzano - Giuseppe Conti, presidente dei giovani industriali piacentini, che
continua: «Il nostro Gruppo
Giovani promuove periodicamente visite ad importanti
realtà manifatturiere. Ci è
sembrato naturale promuovere una visita all’unica ditta interamente piacentina quotata
in borsa, che, negli ultimi anni, ha saputo affrontare e vincere parecchie scommesse».
Oggi Bolzoni è il maggior
produttore europeo di attrezzature per carrelli elevatori ed
il secondo a livello mondiale.
«La visita – dice Conti - si è rivelata particolarmente interessante, anche grazie a un
momento di confronto nel
quale il presidente Emilio Bolzoni e il suo management
hanno illustrato il cambio di
mentalità che ha portato a
questi traguardi, compresa la
quotazione in borsa. Una quotazione che è partita da una
condivisione di obiettivi con
una finanza “virtuosa” che ha
Impresa piacentina
LIBERTÀ
Martedì 3 marzo 2015
9
Rict: volto più “smart”
per la città e l’impresa
Ciclo di seminari in collaborazione con il Comune
PIACENZA - A un anno del de-
PIACENZA Sopra:il
momento
pubblico (e,a
sinistra,la platea
presente) alla
nascita del Rict
nel gennaio 2014.
In
quell’occasione
fu organizzato
l’incontro di
presentazione
della piattaforma
E015 con la
presenza
dell’ingegner
Maurizio Brioschi
del Cefriel del
Politecnico di
Milano,vale a dire
l’ambito di ricerca
nel quale è nato
E015,al suo
fianco (a sinistra)
Alberto Liverani e
Marco Livelli
butto - il Rict infatti è ufficialmente nato a gennaio 2014 - si
raccolgono i primi soddisfacenti risultati. Si esprime in tal
senso il presidente Alberto Belloni, illustrando il calendario
2015 che comprende seminari
informativi, Smart City, E015 e
naturalmente Expo 2015.
Rict sta per Ricerca, Innovazione, Comunicazione e Tecnologia. E’ una rete di una
trentina di aziende aderenti a
Confindustria Piacenza che,
pur operando in ambiti diversi, hanno come minimo comune denominatore la missione
di affiancare i propri clienti nei
loro processi innovativi, tecnologici e qualitativi. Quindi innovazione e ricerca a 360 gradi, anche nel campo del
marketing particolarmente ora le relazioni di business sono
sempre più legate al digitale e
dove i social networks aprono
possibilità per innovative strategie.
«Uno dei primari obiettivi
del nostro gruppo - prosegue
Belloni - è quello di promuovere la “cultura dell’innovazione”, attivando collaborazioni e
sinergie tra i membri del gruppo stesso, e tra il gruppo e le altre aziende piacentine, attraverso la realizzazione di progetti concreti che mettano a sistema il vasto bacino di com-
petenze disponibili sul nostro organizzando per la prima setterritorio. Ma poiché siamo timana di marzo in collaboraconvinti che il tema dell’inno- zione con il Comune di Piavazione non riguardi solo le a- cenza. «Sempre in tema di Exziende, ma tutta la nostra so- po 2015, il Rict si occuperà di
cietà, ci stiamo impegnando portare le informazioni del
per portare le nostre compe- portale “Experience Piacenza”
tenze anche fuori dal perime- all’interno dell’E015 - aggiuntro delle aziende, collaboran- ge Luigino Peggiani di Inside
do con gli Enti e le Istituzioni Srl e coordinatore del progetto
per trovare soluzioni “smart” E015 -. Si tratta di un passo
che possano
molto impormigliorare la
tante sulla straqualità della vi- Trenta aziende unite
da di una geta dei nostri Servizi anche per chi
stione del turiconcittadini.
smo territoriaSiamo è ben si candida alla presenza
le in un’ottica
consci che si in Piazzetta Piacenza
davvero
tratta di un o“smart”». Non
biettivo ambimanca neppuzioso, ma attraverso una stra- re la formazione nelle attività
tegia di piccoli passi siamo del Rict. Anzi ha una funzione
certi che potremo dare il no- assolutamente centrale come
stro contributo per progettare spiega Martina Sartori di Jm
il futuro».
Consulting Srl, coordinatrice
E’ il caso della collaborazio- del progetto denominato “Idee
ne che si è avviata con il Co- per lo sviluppo”. «Lungo tutto il
mune di Piacenza e che presto 2015, a cominciare dal 9 marzo
sarà presentata al pubblico, e fino a tutto novembre con caspiega Stefano Guglielmetti, denza quindicinale, abbiamo
della Isi Srl, coordinatore del- varato un corposo calendario
l’area “Smart City”: «Abbiamo di incontri seminariali, per ofmesso a disposizione le nostre frire un panorama di informacompetenze per dare visibilità zioni, soluzioni, case-histories,
alle iniziative del Comune in idee innovative, per supportavista di Expo 2015 attraverso re le aziende piacentine nella
l’ecosistema digitale E015. Sa- loro quotidiana sfida della
remo inoltre presenti alla ma- competitività. Quella dei seminifestazione “Smart City Days” nari è un’attività che abbiamo
che l’associazione SD4SC sta svolto anche in passato – pro-
segue Sartori - ma oggi ci presentiamo al territorio con un
impegno di gruppo, con un articolato ventaglio di tematiche
che vuole diventare un punto
di riferimento, un appuntamento fisso nell’agenda delle
aziende per un aggiornamento
continuo delle risorse umane,
a costo zero. Tutti i seminari,
che sono comunque aperti al
pubblico, sono infatti realizzati grazie alla disponibilità delle
aziende del Rict».
«Sempre in vista dell’Expo –
conclude Belloni nella sua veste di coordinatore delle azioni
promozionali del Rict – abbiamo inoltre proposto alle aziende che saranno presenti nella
“Piazzetta Piacenza”, un pacchetto di servizi di comunicazione integrata, a condizioni
fortemente agevolate, con l’obiettivo di massimizzare il loro
investimento, garantendo la
maggiore visibilità possibile
prima, durante e dopo la settimana in cui saranno protagoniste a Milano. Ma questi servizi potranno essere utilizzati
anche dalle aziende che, pur
non essendo fisicamente presenti all’Expo, vorranno cogliere le grandi occasioni offerte
dall’Expo per un territorio come il nostro a soli 60 km da
quello che, per sei mesi, sarà il
centro del mondo».
red. eco.
DAI 32 EURO DI COSTO (DATA APERTA) SI PAGANO SOLO 20 EURO
consentito alla Bolzoni di acquisire importanti realtà concorrenti e di crescere considerevolmente. Da qui, ovvero
raggiunta una dimensione
molto significativa, l’attenzione si è concentrata ancora di
più su due concetti fondamentali per il successo aziendale,
vale a dire innovazione ed efficienza. Grazie a questa impostazione e all’implementazione della lean production Bolzoni ha saputo guadagnare ulteriori quote di mercato e ha
potuto affrontare e superare la
crisi del 2009 che ha visto la
domanda mondiale crollare di
circa il 50 per cento. Mi ha fatto molto piacere vedere una
partecipazione così elevata a
questa iniziativa che ha consentito ai presenti di analizzare la composizione e la suddivisione del fatturato sui vari
mercati e di discutere la stra-
tegia aziendale che si è posta,
come obiettivo principale,
l’aumento delle quote di mercato nei mercati asiatici e nordamericani. Credo che questi
momenti rappresentino il miglior modo per consentire a
noi giovani di crescere, anche
come visione e mentalità. Un
momento formativo come
quello che abbiamo vissuto
vale molto ed è il giusto corollario alle attività formative che
ogni anno poniamo in atto per
gli iscritti al Gruppo. Quest’anno abbiamo già individuato
nella tematica del “public
speaking” il tema da affrontare. Ne abbiamo bisogno per
maturare nel rapporto con i
nostri collaboratori, con i
clienti ed i fornitori ed in generale con tutti i nostri interlocutori. Siamo alle porte di
Expo: dovremo essere pronti
sotto tutti i punti di vista».
Biglietti per Expo,super-sconto
Intesa tra Confindustria e la società che gestisce la kermesse
PIACENZA - Confindustria ha
perfezionato un accordo
con Expo 2015 SpA per l’acquisto dei biglietti di ingresso all’Esposizione Universale della tipologia "1 day - adult open date", ottenuti a
condizioni agevolate per il
sistema. Il biglietto a data aperta consente l’accesso per
una giornata compresa tra il
2 maggio e il 31 ottobre
2015.
Trattandosi di biglietti a
data aperta, affinché lo stesso attribuisca il diritto ad accedere all’Esposizione Universale, dovrà essere convertito in data fissa per il tramite della sezione MyExpo del
sito www. expo2015. org. Una volta confermata la data,
il biglietto non potrà più essere modificato. I biglietti a
data aperta, non convertiti
in data fissa, potranno consentire l’ingresso solamente
in base agli spazi disponibili. Per i biglietti acquistati
con finalità non commerciale ma di distribuzione interna (da vendere o omaggiare
a dipendenti, ospiti, special
guests e affiliati) al valore
facciale di 32 euro sarà applicato uno sconto del 37,5
per cento.
Pertanto il prezzo finale di
acquisto sarà di 20 euro
(comprensivo di Iva, da in-
tendersi pre-assolta). E’
possibile anche acquisire il
servizio "fast pass" al costo
di 6 euro l’uno (i fast pass
potranno essere acqistati
nel limite massimo del 10
per cento dei biglietti comprati). Per le condizioni applicabili ad acquisti effettuati a fini commerciali (rivendita maggiorata dei biglietti) invitiamo ad approfondire le procedure da
seguire direttamente con i
nostri uffici. Per ogni maggiore informazione contattare
Luca
Groppi,
[email protected] pc. it tel.
0523.450411.
Particolare di Palazzo Italia ad Expo
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
530 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content