close

Enter

Log in using OpenID

20150313_p39

embedDownload
38
Venerdì 13 marzo 2015
Studiare l’impresa
Il Mattino
(C) Il Mattino S.p.A. | ID: 00119722 | IP: 84.253.138.146
L’azienda studia e garantisce compatibilità ambientale
tecnologie efficienti, redditività e contenimento dei costi
L’iniziativa dell’Unione Industriali
Non solo impiantistica ma «cura» del cliente
Graded, l’energia pulita che cerca nuovi orizzonti
Scuola e lavoro
L’intervista
Enrica Buongiorno
Dall’impiantistica tecnologica ai
servizienergetici ma sempre nel rispettodell’ambiente.GradedSpaè
una moderna società partenopea
operante nel settore dell’energia
da oltre cinquant’anni.
La storia di questa azienda inizianellontano1958quandol’ingegnere Lucio Grassi, con una propria ditta individuale, inizia a operare nell’installazione di impianti
di riscaldamento. Nel 1962 la trasformazione in società a responsabilitàlimitataconl’attualedenominazione di Graded (acronimo dei
cognomiLucioGrassieMariaRosaria de Donato). Successivamente,
allafinedeglianni’90,l’aziendadiviene una società per azioni aumentando gradualmente il suo capitale sociale e pronta per affrontare le sfide del nuovo millennio. Infattinel2002costruisceilprimoimpianto di generazione di energia
per la più grande centrale di autoproduzione installata nel settore
pubblico sanitario in Campania: la
centrale tecnologica di cogenerazione ad alto rendimento per
l’Azienda ospedaliera universitariaFedericoIIdiNapoli.Dopoqualche anno poi, nel 2008 progetta e
realizza un impianto di trigenerazioneamicroturbineperilpresidio
ospedaliero di Fabriano, un impianto di cogenerazione con turbinaagasperl’UniversitàMagnaGrecia di Catanzaro ed un impianto
con motori endotermici a gas
per l’Università
degliStudidiSalerno. Da allora, Graded non
sièpiùfermata,
raggiungendo
obiettivi semprepiù grandi e
importanti. La
sede aziendale,
nei pressi del
centro direzionale, è di circa
Il metodo
1500metriquaApproccio
drati.
integrato
«Audit, diaal problema gnosi, ottimizenergetico: zazione e prodi interpreliminare poste
vento con tecuno studio
nologieefficienad hoc
ti,contenimento dei costi,
redditività degliinvestimentiecompatibilitàambientale: questo è Graded - spiega
il presidente esocio Federico Grassi insieme al fratello - Siamo in grado di garantire un approccio integrato al problema energetico.
L’energia è fonte di vita e di benessere sociale e ambientale, la nostra
sfida è creare efficienza e produttività in ogni singolo impianto».
Università, comuni, aziende
”
Il presidente Grassi:
noi in crescita
caccia ai talenti
nelle Università
Il portafoglio
Comuni, Università, aziende ospedaliere e molti privati
si affidano alla società per ottimizzare i propri impianti
ospedaliere,ministerimaanchealcune tra le più accreditate imprese
private italiane sono clienti Graded. «Alle società che richiedono
consulenza, Graded Spa è in grado
difornirepreliminarmente unsupporto che prevede un’analisi al fine
divalutaretuttelepotenzialitàdiottimizzazione dei costi attualmente
sostenutiesuccessivamentevalutare e concordare le possibili modalità di intervento – continua Grassi L’esperienza nei servizi energetici
alla pubblica amministrazione ed
all’industria,cosìcome l’accredita-
mento presso l’Autorità per l’Energiaelettricaeperilgas,ciconsentono oggi di accedere attivamente ai
meccanismi di riconoscimento e
negoziazione dei titoli di efficienza
energetica(certificatibianchi) conseguibiliconlapromozioneel’adozione di interventi di risparmio
energetico, sia per interventi standardizzaticheperprogetticomplessi».
Qualità delle prestazioni e dei
servizi erogati e soddisfazione dei
propriclientisonoiprincipaliobiettivi dell’azienda che ha istituito e
mantiene attivo un sistema di gestione integrato per la qualità e
l’ambienteconformeallenormeinternazionali UNI EN ISO 9001:2008
e 14001:2004, E.s.co Unicei
11352.2014 , Bs Ohsas 18001-2007.
«Risparmio energetico, compatibilità ambientale, funzionalità degli
impianti, ma anche continuità del
servizio, rappresentano un valore
perinostriclientiunitiperòallapersonalizzazionedellesoluzionienergetiche ed impiantistiche mediante un accurato studio ingegneristico ad hoc, al rispetto delle quote
CO2inconformità con il Protocollo
di Kyoto e dei titoli di efficienza
energetica (TEE) – sottolinea Federico Grassi – l’affidabilità, l’ascolto
nella progettazione e la manutenzione sono fondamentali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
”
Il futuro
È importante offrire
opportunità ai giovani
nonostante le difficoltà
Puntiamo sempre
alla qualità per crescere:
i nostri dipendenti
costantemente aggiornati
Turbine Alcune immagini dei potenti impianti per la
produzione di energia installati negli stabilimenti
della Graded. La sede sociale è al centro direzionale
Unasocietàproiettataversoilfuturo. La Graded Spa, con oltre cinquant’annidiesperienzaallespalle, guarda avanti con un obiettivo
preciso:efficienzaesviluppoenergetico. «La Graded è sempre in
evoluzione, come dimostra la sua
storia dal 1958 ad oggi. Puntiamo
alla qualità per essere concorrenti
sul mercato ed è per questo che i
nostri dipendenti hanno un alto
profilo professionale, un’elevata
preparazioneeunaformazioneottima costantemente aggiornata»,
spiega Federico Grassi, presidente oltre che socio e legale rappresentante dell’azienda partenopea.
Quali sono gli obiettivi
aziendali?
«Attualmente siamo in una fase di
sviluppo e pensiamo ad un
ampliamento dell’organico tanto
che abbiamo costruito rapporti
anche con l’Università, punto di
riferimento per le aziende che
intendono crescere e svilupparsi
aggiornandosi continuamente».
Quanto conta il rapporto con i
giovani e in particolare con gli
studenti?
«Non è la prima volta che
partecipiamo a “Studiare
l’impresa, l’impresa di studiare”.
Crediamo molto nel rapporto
impresa-scuola e perciò abbiamo
aderito anche quest’anno al
progetto. Visiteremo l’istituto
tecnico industriale “Augusto
Righi” di Fuorigrotta con il quale
abbiamo già un rapporto
consolidato dal progetto di
Confindustria “Adotta una scuola
per l’Expò 2015”. È importante
offrire ai ragazzi delle opportunità
nonostante le difficoltà del
momento. Noi ci proviamo».
Dopo la crisi economica, gli
imprenditori italiani si
preparano ad affrontare una
nuova sfida, il cosidetto “Job’s
act”. Cosa ne pensa?
«La crisi ci ha colpito ma ha
contribuito anche a modificare la
nostra mentalità. Oggi siamo più
attenti ai costi e soprattutto a
evitare i cosiddetti sprechi.
Graded ha un’unica grande forza:
il nostro impegno. Il mondo del
lavoro è in evoluzione, stiamo
studiando la nuova legge e
speriamo in un cambiamento in
grado di apportare benefici reali
per le aziende».
e.b.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Composite IL_MATTINO - NAZIONALE - 38 - 13/03/15 ----
Time: 12/03/15
22:32
Cronaca Napoli 39
Venerdì 13 marzo 2015
Il Mattino
(C) Il Mattino S.p.A. | ID: 00119722 | IP: 84.253.138.146
Sòphia High Tech
Italrobot
Tra porte bunker
e tavole rotanti
c’è il supertelescopio
Unagiovaneazienda
campanacreainItalia
unnuovomercato:
quellodelleattrezzature
pertestmeccanicisu
materialicompositinei
settoriaerospaziale,
automobilistico,
ferroviarioenavale.Si
chiamaSòphiaHigh
Techedèstatafondata
nel2013daquattro
under30chehanno
decisodirestarein
Campania,invecedi
andareall'esteroa
lavorareperqualche
multinazionale.Unodi
loro,l'amministratore
unicoAntonio
Caraviello,natoaTorre
Annunziata,èanzi
tornatodallaGermania
perfareaffariqui.Con
AleniaAeronautica,
Fincantieri,Magnaghi
AeronauticaeCentro
RicercheFiat.Luieisuoi
colleghi-RoccoDi
PalmadiBrusciano,
RaffaeleSansonee
PierluigiCirillodi
Boscoreale-sisono
divisiicompitie,graziea
duedocentidel
Dipartimentodi
Ingegneriachimicaedei
materialidellaFederico
II-AntonioLangellae
LuigiNele-hannodato
vitaallalorocreatura,
cheinEuropahaunsolo
concorrente:latedesca
Zwick.Oralasocietà,
sedeaPoggiomarinoe
baseaBrusciano,è
stataammessaalle
agevolazioni
Smart&StartdiInvitalia,
circa90milaeuroperil
softwarediproprietà,
chevannoad
aggiungersiai40mila
euroversatidaiquattro
giovani.Lasocietà
progettaerealizzaporte
bunkerperl'Istituto
rumenodiricerca
nucleare,attrezzature
perilCentroRicerche
Fiat,pannellicompositi
perFincantierieuna
tavolarotanteper
telescopiperMagnaghi.
Incantierec'èancheun
dronecolCnreMp,
denominatoVigilo,per
lasorveglianzadistabili
oareearischio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Texplora
Piattaforme digitali
per stanare
gli evasori fiscali
Campo sanitario
e agroalimentare,
largo alla robotica
L’evento Un momento della convention organizzata da Città della Scienza e ministero dello Sviluppo economico
La convention L’evento di Città della Scienza e Mise
All’ombra del Networking Day
Bagnoli capitale delle start up
Dai sistemi di sicurezza digitale
ai software per trovare diamanti
i nuovi Gates sono nati al Sud
Sergio Governale
Lalottaall'evasione
fiscaleaNapolisichiama
Texplora.Èunastartup
fondatal'annoscorsoda
AntonioRusso,
ingegnereinformatico,e
daCorradoCuccurullo,
economista,con300mila
euro,170miladeiquali
erogatidaInvitaliacon
l'incentivoSmart&Start.I
dueneoimprenditori
hannocreatoun
algoritmocheincrociai
datipresentinelle
immensebanchedatidei
Comuni,chespessonon
dialoganotraloro,con
quellidelcatastoe
dell'Agenziadelle
entrate.Risultato?Un
rapportosinteticocon
segnalazioniqualificate
diposizionidipotenziale
evasione.Unservizioalla
collettivitàvistocheperi
Comuni,conlaspending
review,ilrecupero
dell'evasioneèl'unicavia
percorribileper
mantenereelevatoil
livellodeiservizisul
territorio.Mala
riscossionecoattivasulle
personechenonpagano
letassedapartedei
Comunièbassissima.
Avereinvece
segnalazioniqualificate
«consentediandaredritti
versoqueisoggettiche
hannounacapacità
patrimonialeadeguata,
magarinullatenentispiegaRusso-.Lanostra
piattaformaconsentedi
produrresegnalazioni
qualificateattraverso
unapiattaforma
softwarecheconsentedi
integraredatiche
provengonoda
molteplicifonti
informative:èpresente
unmotorechedigerisce
leinformazioni,leintegra
econsentediidentificare
icasidipotenziale
evasioneeprodurreun
fascicoloinformativo
completocheconsenta
diprocederecon
l'accertamento».Il
ComunediAfragola,in
provinciadiNapoli,con
oltre60milaabitanti,èil
primochemetteràalla
provailnuovosistema.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Centralineperlemetropolitanedriver-less (senza pilota) di mezzo
mondo prodotte dalla Gematica di
Marco De Angelis; indagini informatiche in collaborazione con le
principali Procure italiane e con i
servizi segreti israeliani condotte
dalla Ssri di Lorenzo Laurato; software per rilevare miniere di diamanti in fondo al mare in Sudafrica
creatidallaOceanixdiFrancoFevola. E, ancora, generazione di energiadairesiduiorganicipre-differenziati con compattatori di rifiuti domestici messi a punto dalla GeniusomdiLucaFalace esoci,sistemidi
sicurezzadigitaleperbancheePubblica amministrazione realizzati
dalla Bit4Id di Antonio Chello, diventataindieciannileaderinEuropa nella sicurezza digitale, tanto da
guadagnarsi nel 2011 il Premio Ok
Italia di Unicredit.
Non siamo nella Silicon Valley
californiana,ma all'ombra dell'isolotto di Nisida, precisamente
nell'incubatore di Città della Scienza, che si è appena trasferito in via
Diocleziano nella nuova «Area Industria della Conoscenza» e che
ospita quindici imprese (22 se si
considerano anche quelle rimaste
nell'Area tech di Coroglio), alcune
delle quali pronte a fare il grande
saltodicrescitasuimercatiinternazionali.
Queste sono solo alcune delle drea Miccio, sottolinea che «la pri300startupprotagonisteieridell’In- maesperienzadiSmart&Startèstafo & Networking Day, la prima con- ta importante anche perché ha daventionnazionaleorganizzataaBa- touncontributodecisivonell’impognoli daCittà della Scienza assieme stazione della nuova versione
al ministero dello Sviluppo econo- dell’incentivo,confermandoilriliemico. Napoli è diventata così per vo che le nuove imprese innovative
ungiornolacapitaleidealedelleat- hanno nella politica industriale. In
tività high-tech italiane. Centinaia poco più di un anno sono state predi neo-imprenditori provenienti sentate 1.200 domande, di cui 442
da tutte le regioni si sono dati ap- finanziate e oltre il 40% provenienti
puntamento per capire come sfrut- dalla Campania». «Ora stiamo certare i nuovi incentivi Smart&Start cando di creare sistemi densi come
messi sul piatto dal Governo trami- quelli presenti in giro per il mondo
per far crescere le oltre
te Invitalia. Dopo lo stan3.130 start up italiane, di
ziamento di 75,4 milioni
cui un quarto del Sud,
di euro l’anno scorso (di I fondi
che danno lavoro a 13micui hanno beneficiato le
In
un
anno
latrasocieaddetticonun
quattro aziende presenti
fatturato di 600 milioni»,
inpagina,ndr),oraildica- presentate
aggiunge Firpo.
stero guidato da Federica 1.200
Guardando solo alle
Guidi eroga infatti altri domande
start up di Città della
200 milioni per le impre442
finanziate:
Scienza, tutte insieme
se innovative.
contano 250 dipendenti e
Come spiega il capo oltre il 40%
produconoungirod'affadella Segreteria tecnica campane
riannuo di 20 milioni con
del ministro Stefano Firinvestimenti per 4 miliopo. «Smart&Start nasce
ni. Ora gli aspiranti Bill
perle start updel Sud ed è
ora diventato accessibile a tutte le Gates all'ombra del Vesuvio vanno
nuove imprese del Paese. L’impor- a esplorare i mercati esteri, quali
tomassimo finanziabile è di 1,5 mi- Francia, Regno Unito, Romania,
lioni di euro. Previsto un finanzia- Usa, Croazia, Montenegro, Turmentoatassozero,chepotràarriva- chia, Albania, Taiwan, Cina, Hong
re fino al 70% dell’investimento to- Kong, Namibia, Ghana, Messico e
tale.Selastart-upècostituitaesclu- Perù. Tra le novità Enjinia di Pietro
sivamente da donne o da giovani, Ciotola, che ha appena rappresenlapercentualedifinanziamentopo- tato l’Italia al Mobile World Contrà salire all’80%. Inoltre, solo per le gress 2015 di Barcellona con la sua
start-updelSudedell'Aquila,èpre- applicazione BeApp, che fonde sovisto un contributo a fondo perdu- cialnetworkegeomarketing.Gliintodel20%».IlresponsabileIncenti- teressati? Vodafone e Telecom Itavi alle imprese di Invitalia Lina lia.
D’Amato, assieme al collega An© RIPRODUZIONE RISERVATA
Robotper
l'assemblaggiodiquadri
elettricidigrandi
multinazionali,peril
settoreagroalimentare,
perilcamposanitario
(dallachirurgiaalla
gestionedeifarmaci)e
perlamanutenzioneeil
controllodeisiti
archeologicisommersie
droniperapplicazioni
militarieambientali.Li
produceItalrobot,start
upcasertanacreatanel
2014suiniziativadi
GaetanoCapasso.Peril
suodecollolasocietàha
ricevutodaInvitalia
70milaeurodiincentivi
Smart&Startnecessari
pergliinvestimentiin
macchinariel'acquisto
diroboteattrezzature
perl'allestimentodel
laboratoriodi
prototipazione.Nascein
realtàdaTeaImpianti,
aziendaattivanelsettore
dell'automazione
industrialedacirca30
anniepresentesul
mercatoitalianoed
europeo.Aspiegarloè
l'amministratoreunico,
chehagiàricevutodal
ministeroperloSviluppo
economicocirca200mila
europerlaricercanel
campodellaroboticae
chequest'anno
incasseràaltri900mila
euro.L'ideaprende
formanel2008,quando
iniziailprogettoArque
(Assemblaggio
robotizzatodeiquadri
elettrici),conl'obiettivodi
progettareecostruirela
primacellarobotizzataal
mondoingradodi
assemblarequadri
elettriciediautomazione,
corebusinessdellaTea
Impianti.«Le
competenzematurate
nelcorsodiquesto
avveniristicoprogettodi
ricercaapplicata-dice
Capasso-permettonodi
coltivareimportanti
rapporticoni
DipartimentidiRobotica
delleUniversitàoconi
principalicostruttoridi
roboteuropeie
giapponesi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Hippocratica
Un neo sospetto?
In pochi minuti
arriva la diagnosi
Immaginatediavereun
neosullapelleouna
lesionecutanea
sospetta.Dovrete
recarvidalvostro
dermatologodifiducia,
cheincasodidifficoltà
potràricorrereaun
consultospecificoa
distanzacontempidi
almeno48ore.Invece
conI3Dermoscopy
App,applicazioneweb
creatadallasalernitana
HippocraticaImaging,il
vostroneoviene
esaminatodapiùocchi
umaniedauna
piattaformadigitalein
pochiminuti.Dettocosì
sembrafacile.Inrealtà,
comespiegail
neoimprenditorePaolo
Sommella,dietroci
sonodieciannidi
ricercaeuna
collaborazionetrail
Dipartimentodi
Ingegneriaindustriale
dell'Universitàdi
Salernoeil
Dipartimentodi
Medicinaclinicae
ChirurgiadellaFederico
IIdiNapoli.Lastartup
nascel'annoscorso
graziea40milaeurodi
agevolazioni
Smart&StartdiInvitalia.
I3DermoscopyAppnon
èideatapersostituirsi
aglispecialisti,maper
coadiuvarli,offrendo
lorol'opportunitàdiuna
secondaopinione.«La
responsabilitàdella
diagnosirestaal
medicoche,novello
Ippocratedell'era
digitale,puòavvalersi
dellapiattaformaper
migliorarelesue
capacitàdidiagnosie
confrontarsi
direttamenteconaltri
specialisti-spiega
Sommella-.Cosìi
medicipotranno
riceveredirettamente
sullorosmartphonei
risultatidiagnostici».
Unanovitàassolutanel
panoramadella
diagnosticaper
immaginipresentataa
Beneventoal
Congressonazionale
dell'Associazione
dermatologi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ambiente e territorio, Groupama investe sui giovani del Sud
Il bando
Iscrizioni aperte al «Think4South»
in palio quindicimila euro
come base per sviluppare i progetti
Si chiama «Think4south» il progetto
lanciato da Groupama Assicurazioni
dedicato a nuove Start Up e giovani
tra i diciotto e i trentacinque anni,
con residenza o sede legale in Basilicata,inCalabria,inCampania,inMolise,in Puglia, in Sardegna e in Sicilia.
Nel Sud del Paese.
Laprimaedizionedelprogettonasce con l’obiettivo di trasformare
idee in opportunità di lavoro, privilegiando le regioni italiane dove maggioreèiltassodidisoccupazioneefocalizzando le tematiche sui temi del-
la prevenzione del rischio.
Lecandidaturepossonoessereinviatefinoal15maggioprossimodirettamente sul sito www.think4south.it.
Per partecipare occorre presentare
un progetto che rientra tra le seguenti categorie: «Cambiamento climatico», «Rischi Sanitari», «Valorizzazione Territoriale», «Mobilità e sicurezza».
Saranno premiati i progetti (prodotti e/o servizi) di prevenzione del
rischio, «che abbiano la capacità di
rispondere a bisogni, a forte impatto
innovativo, con business plan sostenibile e basati su Tecnologie Digitali
avanzate, come ad esempio ”internet of things”».
I vincitori di questa prima edizione del progetto potranno beneficiare
di un contributo economico di quindicimilaeuroche,inpratica,potràco-
La mission
Narozniak:
«Servizi
innovativi
da sviluppare
in sette
regioni
meridionali»
Il manager Yuri Narozniak, vice
direttore generale di Groupama
stituire una base di investimento per
losviluppodelprogetto,oltreallapossibilità di entrare nel Programma di
AccelerazionediLuissEnlabs«lafabbrica delle startup» della durata di
cinque mesi e al supporto in termini
di know how, di tutoring e di consulenza da parte dei partner del progetto.
La selezione dei progetti vincitori
saràaffidataadunComitatodivalutazione composto dai top management di Groupama Assicurazioni,
rappresentanti dell’Acceleratore Luiss Enlabs - che gestisce il programma di accelerazione per Start Up esperti di Swiss Re e STMicroelectronics, con una forte specializzazione
sulla prevenzione del rischio e lo sviluppo di tecnologie elettroniche e digitali.
«Think4south - ha spiegato Yuri
Narozniak, vice direttore generale di
Groupama Assicurazioni - è in linea
con la nostra mission aziendale di
mettere servizi innovativi a disposizionedeiclientipermigliorarelaprevenzione del rischio e con la nostra
dimensione di responsabilità sociale:migliorarelaprevenzioneelaresilienza significa infatti migliorare il
quadro di investimenti, quindi sia lo
sviluppoeconomicochequellooccupazionale».
E Narozniak afferma: «Siamo lieti
di averlo concretizzato con partner
digrandeprestigioediportarloavantiladdovesipuòcontribuiremaggiormente ad aiutare i giovani e le start
up, ovvero il Sud del Paese».
Composite IL_MATTINO - NAZIONALE - 39 - 13/03/15 ----
Time: 12/03/15
22:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA
40 Napoli Cronaca
Venerdì 13 marzo 2015
Il Mattino
Il ricordo
Francesco Vastarella
Un premio ai neolaureati in ricordo di Salvo Sapio, il nostro
collega e amico carissimo prematuramente scomparso otto
mesi fa. Insieme Università Federico II, Il Mattino, Ordine dei
giornalistidellaCampaniaeRotary Club Napoli Castel
dell’Ovo hanno unito gli sforzi
per un’iniziativa tesa a premiare i giovani della Federico II che
hanno dedicato le loro tesi di
laurea ad argomenti legati a
giornalismo,comunicazionesociale,informazione. Quellematerie e quel mondo universitario che Salvo aveva vissuto primadastudenteepoidagiornalista,finoaquandounmaleincurabile,a soli 42 anni, lo ha strappato all’amore della famiglia e
all’affettodegliamici,cheavevano imparato ad apprezzare il
suo stile, il suo modo di volere
bene e di mettersi a disposizione degli altri. Per il Mattino un
modo per tenere viva la memoria di un collega, per l’Universitàunesempiodaoffrireaigiovani che si cimentano con il mondo della informazione. In palio
cinquemila euro, un segno per
chi lavora per una buona e sana
informazione. Dunque
mantenuta
L’idea
la promessa
Il rettore
del giorno
dellacommeManfredi:
morazione, a
incentivare
luglio scorso,
la crescita
proprio in
degli studi
un’aula
sulle relazioni dell’università che Sapio
sociali
tanto amava
eseguiva con
una pagina dedicata a studenti
e professori.
Lapresentazioneierinellasala del consiglio di amministrazionedellaFedericoII,nelrettorato al corso Umberto. Presenti
il rettore Gaetano Manfredi, il
prorettore Arturo De Vivo, il direttore del Mattino Alessandro
Barbano,ilpresidentedell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, il presi-
Il bando
Talento e studio
un esempio
per i più giovani
Salvo Sapio aveva 42
anni quando ci ha
lasciati, a giugno 2014.
Cresciuto a Santa
Maria Capua Vetere,
aveva presto
manifestato talento e
passione per la
scrittura, il giornalismo.
Facile l’approccio a
periodici locali, poi ai
quotidiani. Sapio aveva
la piena coscienza che
senza studi, senza
approfondimenti che
affinano la sensibilità
umana e sociale non si
riesca a fare del buon
giornalismo, a scrivere
racconti. Si era laureato
in lettere classiche con
una tesi in agiografia su
santa Matrona,
cristiana della sua
terra. Era approdato al
«Mattino», redazione di
Caserta, e dopo
l’assunzione alle
redazioni interni,
politica, cronaca,
Grande Napoli, sport,
sue erano le pagine
dell’università.
Giornalista completo,
destinato a una
brillante carriera,
troppo presto
strappato all’affetto dei
suoi cari, degli amici,
dei colleghi.
Domande e tempi
per partecipare
alla selezione
L’informazione, l’università
Federico II e giornalisti
premio nel nome di Sapio
Dedicato ai neolaureati con tesi sulle comunicazioni
dente del Rotary Club Fabio
Mangone. In sala la moglie di
Salvo,DanielaconilpiccoloMario,papàMarioemammaAdriana,ilfratelloGiuseppe,gliamici
e i colleghi.
«Con questainiziativa - spiega il Rettore Manfredi - vogliamo ricordare una persona molto cara e vicina al mondo
dell’Università e vogliamo ancheaffermarel’importanzadella professionalità nel mondo
del giornalismo. Con questo
premio intendiamo rafforzare e
valorizzare la professionalità
che riteniamo essere estremamenterilevantenelrapportotra
Università e società». «Non aveva mai spezzato il suo legame
con il mondo universitario - ricorda il prorettore De Vivo, che
di Sapio fu prima professore e
poi amico -. La pagina dell’universitàchecurava perilMattino
eraunostrumentoperrinsaldare il vincolo culturale».
«C’è un aspetto nella vicendaumanaeprofessionalediSalvo Sapio - argomenta il direttore Barbano -. Era un artigiano
dell’informazione come tutti
noi, ma anche uno scienziato,
nel senso che faceva del dubbio
unaprofessione,conunapproccio serio ai fatti e alle questioni.
Cercavalacomplessitàdelle cose senza inutili semplificazioni
e slogan. Senza presunzione di
possedere la verità, il suo era di-
ventato un metodo di vita e di
stile, di relazionarsi con gli altri
con misura e distacco. Un modo di vivere la professione del
giornalista che lo proiettava conclude Barbano - nel mondo
accademico e dell’università.
Dunqueunesempioperigiovani, gli studenti». Mangone parla
dell’amico, ricorda il legame
con Dino Falconio, e il fatto che
«era punto di riferimento per
chiunque era in contatto con
lui».InfineilpresidenteLucarelli:«Salvoeraungiornalistacompleto, ha lavorato in tanti settori
sempre con impegno e dedizione totale ed è stato un punto di
riferimento per tutti».
© RIPRODUZIONE RISERVATAc
Per partecipare al primo premio di laurea
in memoria del giornalista Salvo Sapio
bisogna avere conseguito il diploma di
laurea magistrale alla Federico II nell’anno
accademico 2013-2014. Le domande
dovranno essere inviate entro il 30 aprile
2015. L’indirizzo: Università degli Studi di
Napoli Federico II, Ufficio protocollo,
settore smistamento, corso Umberto I,
80138 Napoli. Farà fede soltanto il timbro
sul plico dell’ufficio smistamento
dell’Ateneo. Sulla busta dovrà essere
indicata la dicitura «Bando di concorso per
numero 1 Premio di Laurea intitolato alla
memoria di Salvo Sapio». Le domande
devono essere compilate in carta
semplice, secondo lo schema indicato dal
bando reperibile sul sito internet della
Federico II, del «Mattino» e dell’Ordine dei
Giornalisti. Alla domanda deve essere
allegata la tesi di laurea per l’anno
accademico 2013-2014 in materie di
giornalismo e comunicazione sociale. Il
Premio Sapio sarà assegnato da una
commissione composta dal Rettore
dell’Università Federico II, dal direttore
del dipartimento di studi umanistici, dal
direttore del Mattino, dal direttore del
Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo, dal
presidente dell’Ordine dei Giornalisti. La
commissione individuerà una graduatoria
di merito. Al vincitore saranno dati
cinquemila euro lordi.
Composite IL_MATTINO - NAZIONALE - 40 - 13/03/15 ----
Time: 12/03/15
22:09
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
950 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content