close

Enter

Log in using OpenID

clicca qui - parrocchia caviola

embedDownload
SETTIMANA 15 – 22 MARZO 2015
SAPPADE
17.00
++ nonni di Romanel Martina ed
Anita
18.00
a. di Costa Costante// ++ Angela e
Giovanni Del Din ricordati dalla
filgia Lucia
8.00
a. di Albertina/ a. di Busin Dino
SABATO 14
s.Pier Damiani
CAVIOLA
DOMENICA
CAVIOLA
10.00
15 MARZO
Quarta di
Quaresima
CAVIOLA
18.00
. a. di De Biasio Tullio/ a. di
Serafini Margherita e marito Ettore/
a. di Rossi Anna e Da Rif Egisto
++ genit. E fratelli ricordati da
Rosetta
trigesimo di Valt Armando/ann. di
Quader Fioretta
PARROCCHIA BEATA VERGINE DELLA SALUTE – CAVIOLA
Ognuno di noi è il figlio prediletto del padre
15 MARZO
2015
Canto al Vangelo
Lode e onore a te,
LUNEDI’ 16
s. Agapito
MARTEDI’ 17
s. Patrizio
MERCOLEDI’ 18
s. Cirillo di
Gerusalemme
CRIPTA
17.00
++ De Rocco Oliva e figlio Paolo
FREGONA
17.00
a. di De Ventura Lisetta e
Gabriella
CRIPTA
17.00
++ di Mariolina Ferrante
GIOVEDI’ 19
s. Giuseppe
CRIPTA
18.00
a. di Dante Scardanzan/ ann. di
Ugo Gobbis
VENERDI’ 20
s.Patrizia
FEDER
17.00
Per fam. Dillon
SABATO 21
s.Matilde
SAPPADE
17.00
++ De Biasio Gino e Ronchi Elvira
Signore Gesù !
Dio ha tanto
amato il mondo
da dare il
Figlio unigenito;
chiunque crede in
Lui ha la vita
eterna
CAVIOLA
18.00
Settimo di Lucia Andrich // ++
Tonino e Pino ricord. da Domiitilla
22 MARZO :QUINTA DI QUARESIMA
s. Giovanni di Dio
8.00
10.00
Comunità a. di Scola Rosa //
++ Costa Fiorina, Celestina e
Attilia Bortoli
18.00
a. di Pasquali Vincenzo e
Tabiadon Lina
CAVIOLA
CAVIOLA
++ Fontanive Vito,Erminia e Gino
Lode e onore a te,
Signore Gesù!
***
BUONA
SETTIMANA
Dio ha tanto amato il mondo da dare suo Figlio. Questo versetto è il
punto sorgivo e il perno attorno al quale danza la storia di Dio con
l'uomo. Dio ha amato, un passato che perdura e fiorisce nell'oggi,
verità che assorbe ogni cosa: tutta la storia biblica inizia con un “sei
amato” e termina con un “amerai” (P. Beauchamp). È la lieta notizia
da ripeterci ad ogni risveglio, ad ogni difficoltà, ad ogni sfiducia.
Noi non siamo cristiani perché amiamo Dio. Siamo cristiani
perché crediamo che Dio ci ama. Che cos'è l'amore? Ossigeno della
vita.
Il nucleo incandescente del Vangelo è la bellezza dell'amore di Dio
(Ev. Ga. 36) che Gesù ha mostrato, vissuto, donato.
È questo il fuoco che deve entrare in noi, la cosa più bella, più
grande, più attraente, più necessaria, più convincente e radiosa (Ev.
Ga.35).
Tanto da dare suo Figlio. Nel Vangelo “amare” si traduce sempre
con un altro verbo, umile, breve, di mani e non di emozioni: “dare”.
Dio altro non fa che eternamente considerare ogni uomo più
importante di se stesso. «Il mondo sappia che li hai amati come hai
amato me» (Gv 17,23), il Padre ama me come ha amato Cristo, con
la stessa passione, la stessa fiducia, la stessa gioia, con in più tutte
le delusioni che io so procurargli. Ognuno è il figlio prediletto di
Dio. Cristo, venuto dal Padre come intenzione di bene, nella vita
datore di vita, ci chiama ad escludere dall'immagine che abbiamo di
Lui, a escludere per sempre, qualsiasi intenzione punitiva, qualsiasi
paura. L'amore non fa mai paura, e non conosce altra punizione che
punire se stesso.
E non solo l'uomo, è il mondo intero che è amato, dice Gesù, la
terra, gli animali e le piante e la creazione tutta. E se Egli ha amato
il mondo e la sua bellezza fragile, allora anche tu amerai il creato
come te stesso, lo amerai come il prossimo tuo.
Dio non ha mandato il Figlio per giudicare il mondo, ma perché il
mondo sia salvato. A Dio non interessa istruire processi contro di noi,
neppure per assolverci, ora o nell'ultimo giorno.
La vita degli amati non è a misura di tribunale, ma a misura di
fioritura e di abbraccio. Dio ha tanto amato, e noi come lui:
quando amo in me si raddoppia la vita, aumenta la forza, sono
felice. Ogni mio gesto di cura, di tenerezza, di amicizia porta in me la
forza di Dio, spalanca una finestra sull'infinito.
Dio ha tanto amato, e noi come Lui: ci impegniamo non per
salvare il mondo, l'ha già salvato Lui, ma per amarlo; non per
convertire le persone, lo farà Lui, ma per amarle.
Se non c'è amore, nessuna cattedra può dire Dio, nessun pulpito.
Non c'è più il ponte che ricollega la terra al cielo, il motore che fa
ripartire la storia, una storia con sapore di Dio
Tel./fax 0437 590164
e-mail: [email protected]
AVVISI DELLA SETTIMANA 15 – 22 MARZO 2015
Cell. 328 1747 318
LA VOCE DELL’ORGANO
. Offerte ordinarie in data 7 marzo: 55.063 offerte per
registri: 31.970, e così abbiamo raggiunto la cifra (tot.
87.063). Nei prossimi mesi, puntiamo alle 100.000 € e
sono certo che le raggiungeremo (magari con qualche
offerta anonima o con offerte non particolarmente
consistenti. Penso che ci siano sicuramente 150 le
famiglie favorevoli all’organo: ebbene se nei prossimi
mesi le 150 famiglie potessero dare 100 €, avremmo
raggiunto la quota prefissata.
Il Papa annuncia Giubileo straordinario:
"Chiesa riscoprirà Misericordia"
. "Il mio pontificato? Penso sarà breve"
Domenica 15 marzo : Quarta di Quaresima
Stazioni quaresimali (i mercoledì, ore 20.00),
sul tema della vita consacrata (i voti di castità, povertà, obbedienza).
-
MARTEDI’ 17 ore 14.45 : catechismo
-
MERCOLEDI’ 18 a Cencenighe : Stazione quaresimale: s. Antonio abate
VENERDI’ 20 ore 15.00 : Via Crucis in cripta. Ore 20.30: Gr. Vangelo.
A SANTIAGO? Siamo in tanti!
E’ in programma nella terza decade di giugno, un pellegrinaggio a piedi sul
cammino di Santiago (11 giorni). Costo? Circa 600€. Chi è deciso di partecipare, si
faccia vivo al più presto per prenotare il biglietto dell’aereo con costi vantaggiosi.
Per ulteriori informazioni, contattare Marco (3470006905).
PELLEGRINAGGIO FORANIALE del 1° maggio al Nevegal: vedere foglio a parte.
Misericordia. È un cammino che inizia con una conversione spirituale. Per
IMPEGNI Quaresimali: Vorrei raccomandarvi la preghiera:
- La partecipazione alla messa festiva, in particolare delle 10: messa della comunità.
Alla messa delle 10 o ad altra messa attendo i genitori con i figli; molti fanciulli e fanciulle
si sono impegnati nel servizio all’altare. Bello!
- via Crucis
- ritiro a s .Maria d. Grazie,
- stazione quaresimale
- per la carità: prendete la scatolina
- per la riflessione: il foglio dei vangeli della settimana. il Gruppo del Vangelo..
questo ho deciso di indire un Giubileo straordinario che abbia al suo centro la
Dalla stazione quaresimale di Mercoledì scorso
misericordia di Dio. Questo Anno Santo inizierà nella prossima solennità
Un grazie grande a quanti hanno collaborato per la preparazione, a quanti hanno
collaborato per l’animazione e a quanti sono intervenuti. E’ stata una bella
esperienza con la testimonianza di suor Manuela (Longarone – Col Cumano).
"Cari fratelli e sorelle - ha detto Bergoglio -, ho pensato spesso a come la
Chiesa possa rendere più evidente la sua missione di essere testimone della
dell'Immacolata Concezione e si concluderà il 20 novembre del 2016, domenica
di Nostro Signore Gesù Cristo, re dell'universo e volto vivo della misericordia
del Padre. Affido l'organizzazione di questo Giubileo al Pontificio consiglio per
la promozione della nuova evangelizzazione, perché possa animarlo come una
nuova tappa del cammino della Chiesa nella sua missione di portare a ogni
persona il vangelo della Misericordia".
Perché "nessuno può essere escluso dalla Misericordia di Dio - ha proseguito
il Pontefice nel corso dell'omelia - tutti conoscono la strada per accedervi e la
Chiesa è la casa che tutti accoglie e nessuno rifiuta. Le sue porte permangono
spalancate, perché quanti sono toccati dalla grazia possano trovare la certezza
del perdono. Più è grande il peccato e maggiore - ha scandito Bergoglio -
dev'essere l'amore che la Chiesa esprime verso coloro che si convertono".
Beato Charles de Foucauld (1858-1916)
Da Lettere e Scritti: «Vedo in ogni essere umano soprattutto un fratello, un
figlio di Dio, un’anima riscattata dal sangue di Gesù, un’anima che dobbiamo
amare come noi stessi. «L’imitazione è inseparabile dall’amore: è il segreto
della mia vita: ho perduto il mio cuore per questo Gesù di Nazareth crocifisso
millenovecento anni fa e passo la mia vita a cercare di imitarlo per quanto è
possibile alla mia debolezza.
«Riceviamo il Vangelo. È dal Vangelo, secondo il Vangelo che saremo
giudicati… non secondo tale o tal libro del tal maestro spirituale, del tale o
tal dottore, del tale o tal santo, ma secondo il Vangelo di Gesù, secondo le
parole di Gesù, gli esempi di Gesù, gli insegnamenti di Gesù».
CAVALLINO 2015
PER I RAGAZZI /E DELLE MEDIE: VEDERE FOGLIO A PARTE PER LE
ISCRIZIONI
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
578 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content