close

Enter

Log in using OpenID

Banche: la rivoluzione «popolare»

embedDownload
 Oggetto dell’incarico STUDIO GEOLOGICO GEOMORFOLOGICO IDROGEOLOGICO MODELLAZIONE GEOLOGICA MODELLAZIONE SISMICA Committente GEOLOGO SERVETTINI LUCA Via Ponte Nestore 12, 06055 Marsciano PG Tel./fax 0758748631 – cell. 3282642117/3490609458 – e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 027478540 GRASSINI MAURO Titolo dell’incarico PIANO ATTUATIVO PER LA DEMOLIZIONE DI UN ANNESSO E LA DELOCALIZZAZIONE DELLA S.U.C. ALL’INTERNO DI UNA ZONA V.P.R. Località Sant’Angelo di Celle ‐ Deruta Mappale FOGLIO 9 PARTICELLE 99‐520 Spazio timbro professionista Emissione/revisione Settembre 2011 Spazio timbri Grassini Mauro – Piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. – Sant’Angelo di Celle (DERUTA) – Settembre 2011 PREMESSA L’incarico in oggetto è stato commissionato dal Sig. Grassini Mauro e riguarda lo studio geologico del piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. in località Sant’Angelo di Celle del comune di Deruta. Il quadro normativo di riferimento comprende principalmente il D.M. 14/01/2008, e successive modifiche. L’intervento in progetto è di modesta entità e prevede una ricostruzione edilizia futura. L’area in esame è posta sul fondovalle percorso dal F.Tevere, ad ovest di Deruta, all’interno della C.T.R. dell’Umbria ‐ Elemento 323011 ‐ in scala 1:5.000 ed è distinta in planimetria catastale al foglio n°9 particelle n°99/520. Le coordinate geografiche del sito sono: lat.=42.999° long.=12.398° (datum ED50) lat.=42.998° long.=12.397° (datum WGS84). Non ci sono vincoli che riguardano gli aspetti geologi riferiti alle carte PRG, PAI, IFFI, PTCP. STUDIO GEOLOGICO, GEOMORFOLOGICO E IDROGEOLOGICO Il presente studio intende caratterizzare dal punto di vista geologico e sismico l’area interessata dall’intervento descritto in premessa. Al reperimento degli elaborati progettuali e della cartografia tematica del sito, sono seguiti il primo sopralluogo e la raccolta delle notizie degli abitanti della zona; successivamente sono state ricercate le opportune indagini nelle vicinanze e la stesura della presente relazione sulla base delle osservazioni compiute e dei risultati ottenuti. Il sottosuolo appartiene alle alluvioni terrazzate antiche deposte dal F.Tevere, che costituiscono il ripiano dove si ergono Sant’Angelo di Celle e San Nicolò di Celle per molte decine di metri in profondità dal p.c., al disopra del substrato fluvio‐lacustre del Villafranchiano affiorante sulla collina di S.Valentino‐S.Enea. Si tratta di depositi di origine alluvionale costituiti da facies argilloso‐limose e sabbioso‐ghiaiose disposte in strati e lenti di variabile spessore e granulometria. Il terreno in esame ricade al margine del ripiano terrazzato, alla base del quale sono presenti le alluvioni più recenti deposte dal F.Tevere, ed è caratterizzato da una morfologia pianeggiante con lievi pendenze verso est. Geologo Servettini Luca ‐ Via Ponte Nestore 19, 06055 Marsciano (PG) Tel./Fax 0758748631 ‐ cell. 3282642117‐3490788996 ‐ e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 02742780543 2 Grassini Mauro – Piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. – Sant’Angelo di Celle (DERUTA) – Settembre 2011 Non sono presenti dati sulla franosità storica dell’area, anche in considerazione della stabilità globale della posizione di fondovalle. La circolazione idrica del sottosuolo si sviluppa all’interno dei livelli sabbioso‐ghiaiosi più permeabili presenti all’interno della successione alluvionale e forma falde acquifere sospese a diverse altezze stratigrafiche e variamente comunicanti, a partire dal p.c.. Il terreno in esame ricade ad una quota di circa 171/172 m s.l.m., ed assume una pendenza naturale di pochi punti percentuali verso est. Non sono presenti movimenti in atto o latenti in grado di interferire con l’intervento in progetto, né lo stesso per la sua entità e la sua posizione di fondovalle può ledere a tale stabilità globale. Il reticolo idrografico non interessa la posizione rialzata del sito. La circolazione idrica sotterranea più superficiale può essere posizionata a circa ‐4.0/4.5 m di profondità dal p.c. ed è di buona entità, con una massima risalita nei periodi di morbida fino a circa ‐3 m dal p.c.. Le esondazioni fluviali, di qualsiasi entità e provenienza, non interessano la posizione rialzata del sito. La cartografia sulla propensione ai dissesti (carta PRG, PAI, IFFI, PTCP) non riportano alcuna zona che possa interessare il sito di studio. Non ci sono vincoli di normativa derivanti dalla pericolosità idrogeologica e idraulica e di PRG. MODELLAZIONE GEOLOGICA Le indagini di riferimento, sufficienti in relazione alla tipologia dell’intervento in progetto, sono consistite in n°2 prove penetrometriche DPM e in n°1 prospezione geofisica MASW. Si fa riferimento inoltre alle osservazioni sugli affioramenti superficiali ed alle notizie sulle perforazioni idriche condotte nelle vicinanze. L’ubicazione delle indagini è visibile nelle tavole in appendice; la tipologia e descrizione delle indagini sono riportate di seguito. Geologo Servettini Luca ‐ Via Ponte Nestore 19, 06055 Marsciano (PG) Tel./Fax 0758748631 ‐ cell. 3282642117‐3490788996 ‐ e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 02742780543 3 Grassini Mauro – Piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. – Sant’Angelo di Celle (DERUTA) – Settembre 2011 DPM La strumentazione utilizzata è costituita da un penetrometro dinamico prodotto dalla Ditta Compac e contraddistinto dalle seguenti caratteristiche: ‐ modello Penni 30, tipo DPM (medio), peso massa battente M = kg 30, altezza caduta libera H = cm 20, peso sistema di battuta Pp = kg 12, diametro punta conica D = mm 35,70, area base punta conica A = cmq 10,00, angolo apertura punta  = 60°, lunghezza aste L = m 1,00, peso aste per metro P = kg 2,9, lunghezza tratto di infissione  = cm 10; I risultati in appendice riguardano: ‐ grafico Ndp‐profondità in funzione del numero di colpi ogni 10 cm; ‐ elaborazione statistica e parametri geotecnici; e fanno riferimento a: ‐ resistenza dinamica alla punta Rpd (Formula Olandese): Rpd = M2 H / A e (M + P + Pp) [kg/cmq], M = Peso massa battente [kg] H = Altezza caduta libera [cm], A = Area base punta conica [cmq] e = Infissione per colpo = 10/N [cm], P = Peso aste per metro [kg/m] Pp = Peso sistema di battuta [kg]; ‐ legenda parametri geotecnici: strati incoerenti Dr = Densità relativa [%],  = Angolo attrito interno [°], y = Peso di volume [t/mc], M = Modulo di deformazione drenato [kg/cmq], E = Modulo di deformazione di Young [kg/cmq], Go = Modulo di deformazione di taglio [t/mq], Vs = Velocità onde sismiche [m/s]; strati coesivi Ic = Indice di consistenza, Cu = Coesione non drenata [t/mq], y = Peso di volume [t/mc], Ed = Modulo di deformazione non drenato [kg/cmq], Go = Modulo dinamico di taglio [t/mq]. MASW La prova MASW permette di determinare in modo dettagliato l’andamento della velocità delle onde sismiche di taglio (o onde S) in funzione della profondità, attraverso lo studio della propagazione delle onde superficiali di Rayleigh ed in particolare attraverso la conversione della curva velocità di fase‐periodo di tali onde (denominata curva di dispersione). Le onde di Rayleigh costituiscono un particolare tipo di onde superficiali che si propagano sulla superficie libera di un corpo isotropo ed omogeneo ed hanno origine dell'interferenza tra le onde di compressione (P) e quelle di taglio verticali (Sv). In un mezzo stratificato tali onde sono di tipo dispersivo e sono denominate pseudo‐Rayleigh. La dispersione è la deformazione di un treno d'onde dovuta ad una variazione di velocità con la frequenza. Le componenti a frequenza minore penetrano più in profondità rispetto a quelle con frequenza maggiore e presentano normalmente velocità di fase più elevate. La presente indagine è stata eseguita con il metodo attivo utilizzando la strumentazione classica per la sismica a rifrazione con onde P. Le onde superficiali sono state generate attraverso una sorgente impulsiva (mazza) disposta a piano campagna e registrate tramite uno stendimento lineare composto da 24 geofoni con una certa frequenza di risonanza posti a breve distanza intergeofonica. Geologo Servettini Luca ‐ Via Ponte Nestore 19, 06055 Marsciano (PG) Tel./Fax 0758748631 ‐ cell. 3282642117‐3490788996 ‐ e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 02742780543 4 Grassini Mauro – Piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. – Sant’Angelo di Celle (DERUTA) – Settembre 2011 Questo tipo di analisi produce dunque uno spettro di potenza rappresentato in un grafico f‐V nel quale è possibile individuare visivamente le onde di Rayleigh sulla base del carattere dispersivo, della coerenza di fase e della potenza significativa. Successivamente si costruisce una sequenza di strati caratterizzati da spessore e velocità tali che la curva di dispersione calcolata per il suddetto modello si avvicini il più possibile a quella misurata nel grafico f‐V. Il grado di corrispondenza fra la curva di dispersione misurata e quella calcolata è espresso dall’errore (Misfit Value). Il modello sismo‐stratigrafico che si ottiene è mediato su tutto il volume di sottosuolo posto al di sotto dello stendimento di acquisizione. La strumentazione utilizzata è la seguente: Unità di acquisizione Sara Elettronic Instruments 24 canali – 24 bit Sensori GS11D 4.5 Hz distanziati di 2 m Energizzazione Mazza da 8 kg su piastra metalica – offset 2 m Campionamento Lunghezza 2 s – Frequenza 1000 Hz – Periodo 1 mS Programma di elaborazione Geopsy, Dinver Da tali indagini di riferimento è stato possibile, oltre che definire la modellazione sismica, ricostruire il seguente profilo stratigrafico‐geotecnico del sottosuolo dell’area in oggetto (modello geologico‐geotecnico), a partire dalla quota del p.c.: da 0.0 a 0.4/0.5 m terreno vegetale tenero (limo argilloso/sabbioso) parametro simb
Unità valore rilevato M1 v. caratter. M2 v. progett. peso di volume naturale 
kN/m3 peso di volume saturo coesione non drenata ‐ tensioni totali sat c u 18.5 18.5 18.5 3
19 19 19 2
7/8 7 5 2
kN/m kN/m coesione efficace ‐ tensioni effettive c’ kN/m ‐ ‐ ‐ angolo attrito non drenato ‐ tensioni totali u gradi ses. (°) 0 0 0 angolo attrito interno efficace ‐ ten. effettive ’ gradi ses. (°) ‐ ‐ ‐ 3
coefficiente sottofondo (cost. di Winkler) K0 kg/cm ‐ ‐ ‐ grado di sovraconsolidazione OCR ‐ ‐ ‐ ‐ modulo di Poisson 
‐ modulo deformazione drenato (t.incoerenti) modulo deformazione Young (t.incoerenti) modulo deformazione di taglio (t.incoerenti) modulo deformazione non drenato (t.coesi.) modulo dinamico di taglio (t.coesivi) M E G0 Ed G0 0.4 0.4 0.4 2
2
4/6 4 4 1300/1600 1300 1300 kg/cm kg/cm 2
t/m 2
kg/cm 2
t/m Geologo Servettini Luca ‐ Via Ponte Nestore 19, 06055 Marsciano (PG) Tel./Fax 0758748631 ‐ cell. 3282642117‐3490788996 ‐ e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 02742780543 5 Grassini Mauro – Piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. – Sant’Angelo di Celle (DERUTA) – Settembre 2011 da 0.4/0.5 a 1.5/2.0 m limo argilloso/sabbioso medio compatto simb
parametro peso di volume naturale peso di volume saturo coesione non drenata ‐ tensioni totali 
sat c u Unità valore rilevato M1 v. caratter. M2 v. progett. 3
19 19 19 3
20 20 20 2
80/150 80 57 2
kN/m kN/m kN/m coesione efficace ‐ tensioni effettive c’ kN/m ‐ ‐ ‐ angolo attrito non drenato ‐ tensioni totali u gradi ses. (°) 0 0 0 angolo attrito interno efficace ‐ ten. effettive ’ gradi ses. (°) ‐ ‐ ‐ 3
coefficiente sottofondo (cost. di Winkler) K0 kg/cm 2/4 2 2 grado di sovraconsolidazione OCR ‐ >1 >1 >1 modulo di Poisson 
‐ modulo deformazione drenato (t.incoerenti) modulo deformazione Young (t.incoerenti) modulo deformazione di taglio (t.incoerenti) modulo deformazione non drenato (t.coesi.) modulo dinamico di taglio (t.coesivi) M E G0 Ed G0 0.4 0.4 0.4 2
2
60/110 60 60 9000/15000 9000 9000 kg/cm kg/cm 2
t/m 2
kg/cm 2
t/m oltre 1.5/2.0 m sabbie e ghiaie medio dense parametro peso di volume naturale peso di volume saturo coesione non drenata ‐ tensioni totali simb

sat c u Unità valore rilevato M1 v. caratter. M2 v. progett. 3
18.5 18.5 18.5 3
20 20 20 2
0 0 0 2
kN/m kN/m kN/m coesione efficace ‐ tensioni effettive c’ kN/m ‐ ‐ ‐ angolo attrito non drenato ‐ tensioni totali u gradi ses. (°) 35 35 29 angolo attrito interno efficace ‐ ten. effettive ’ gradi ses. (°) 35 35 29 3
coefficiente sottofondo (cost. di Winkler) K0 kg/cm 6/8 6 6 grado di sovraconsolidazione OCR ‐ >1 >1 >1 modulo di Poisson 
‐ modulo deformazione drenato (t.incoerenti) modulo deformazione Young (t.incoerenti) modulo deformazione di taglio (t.incoerenti) modulo deformazione non drenato (t.coesi.) modulo dinamico di taglio (t.coesivi) M E G0 Ed G0 0.35 0.35 0.35 2
200/350 200 200 2
400/500 400 400 17000/25000 17000 17000 kg/cm kg/cm 2
t/m 2
kg/cm 2
t/m Geologo Servettini Luca ‐ Via Ponte Nestore 19, 06055 Marsciano (PG) Tel./Fax 0758748631 ‐ cell. 3282642117‐3490788996 ‐ e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 02742780543 6 Grassini Mauro – Piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. – Sant’Angelo di Celle (DERUTA) – Settembre 2011 Il sito ricade in posizione pianeggiante per cui è del tutto stabile e non necessita di verifiche di stabilità specifiche in relazione all’intervento in progetto; la modesta entità del suddetto intervento è tale da non determinare un aggravio delle condizioni di stabilità attuali, confermate dalle notizie raccolte e dalle indagini effettuate di riferimento. MODELLAZIONE SISMICA L’edificio ricade nella zona sismica di 2a categoria (grado di sismicità pari a 9), come individuato nella D.G.R. del 18 giugno 2003 n. 852 “Approvazione classificazione sismica del territorio regionale dell’Umbria” e seguita alle disposizioni dell’Ordinanza del P.C.M. n°3274 del 20/03/2003. Per la definizione dell'azione sismica di progetto si farà riferimento all’effettiva dimensione del fabbricato in elevazione nella fase esecutiva. Di supporto alla modellazione è stata presa come riferimento una prospezione geofisica MASW con stendimento ubicato nella tavola in appendice, le cui caratteristiche strumentali e modalità d’esecuzione sono state precedentemente indicate e con la quale è stato possibile definire la categoria “C” di sottosuolo, ossia “depositi di terreni a grana grossa mediamente addensati o terreni a grana fina mediamente consistenti, con spessori superiori a 30 m, caratterizzati da un graduale miglioramento delle proprietà meccaniche con la profondità e da valori di Vs,30 compresi tra 180 m/s e 360 m/s (ovvero 15<NSPT,30<50 nei terreni a grana grossa e 70<cu,30<250 KPa nei terrebui a grana fina)”. Per quanto riguarda la categoria topografica si può assegnare al sito in esame la categoria T1 ossia “superficie pianeggiante, pendii e rilievi isolati con inclinazione media i ≤ 15°”, visto la semplice morfologia superficiale/sepolta e le basse pendenze del sito. Nell'ambito della zona in esame non sono inoltre superficialmente rilevabili evidenti lineazioni morfologiche di faglie sismogenetiche in grado di testimoniare fenomeni tettonici attivi. Per quanto riguarda l’amplificazione si indicano: ‐ coefficiente di amplificazione stratigrafica SS compreso tra 1 ≤ 1.7‐0.6F0ag/g ≤ 1.5; ‐ coefficiente CC pari a 1.05 (TC)‐0.33; ‐ coefficiente di amplificazione topografica ST = 1. Geologo Servettini Luca ‐ Via Ponte Nestore 19, 06055 Marsciano (PG) Tel./Fax 0758748631 ‐ cell. 3282642117‐3490788996 ‐ e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 02742780543 7 Grassini Mauro – Piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. – Sant’Angelo di Celle (DERUTA) – Settembre 2011 L’esclusione della verifica a liquefazione può essere omessa quando si manifesti almeno una delle circostanze indicate nel punto 7.11.3.4 del DM 14.01.2008: 1. eventi sismici attesi di magnitudo M inferiore a 5; 2. accelerazioni massime attese al p. campagna in assenza di manufatti (condizioni di campo libero) minori di 0,1g; 3. profondità media stagionale della falda superiore a 15 m dal piano campagna …; 4. depositi costituiti da sabbie pulite …; 5. distribuzione granulometrica esterna alle zone indicate nella Figura 7.11.1 … . Quando nessuna delle condizioni precedenti risulti soddisfatta e il terreno di fondazione comprenda strati estesi o lenti spesse di sabbie sciolte sotto falda, occorre valutare il coefficiente di sicurezza alla liquefazione alle profondità in cui sono presenti i terreni potenzialmente liquefacibili. La valutazione in oggetto è stata effettuata con i metodi semplificati di “Seed e Idriss” e “To‐kimatsu e Yoshimi” che si basano sul rapporto fra le sollecitazioni di taglio che producono liquefazione e quelle indotte dal terremoto; hanno perciò bisogno di valutare i parametri relativi sia all'evento sismico sia al deposito, determinati questi ultimi privilegiando metodi basati su correlazioni della resistenza alla liquefazione con parametri desunti da prove in situ. I risultati della valutazione riportati in appendice si riferiscono al livello acquifero posto a circa 3 m di profondità, con presenza di acqua, ed escludono in definitiva la liquefazione del terreno in fase sismica. CONCLUSIONI Da un punto di vista geologico, si può concludere che non esistono controindicazioni alla realizzazione dell’intervento in progetto in relazione alla sua tipologia ed, in particolare: ‐ i terreni del sottosuolo sono di natura alluvionale ed hanno buone caratteristiche geotecniche, non sono suscettibili di liquefazione in fase di sisma e non hanno una disposizione eteropica significativa; ‐ il sito non è interessato da movimenti gravitativi in atto o latenti e da azioni morfogenetiche delle acque superficiali, né tale stabilità può essere alterata dall’intervento stesso; Geologo Servettini Luca ‐ Via Ponte Nestore 19, 06055 Marsciano (PG) Tel./Fax 0758748631 ‐ cell. 3282642117‐3490788996 ‐ e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 02742780543 8 Grassini Mauro – Piano attuativo per la demolizione di un annesso e la delocalizzazione della S.U.C. all’interno di una zona V.P.R. – Sant’Angelo di Celle (DERUTA) – Settembre 2011 ‐ la falda idrica sotterranea interferisce con le fondazioni nel caso si spingano ad una profondità di oltre ‐3 m dal p.c.; ‐ non esistono altre problematiche ambientali che possano essere di rilevante pericolosità. L’indicazione sulle fondazioni e la loro verifica tipologica e dimensionale, insieme a quella degli stati limite, sarà comunque valutata nella succesiva fase esecutiva, sulla base di quanto ipotizzato in fase di piano attuativo e da verificare con opportune indagini dirette in sito. Si consiglia di prevedere già in questa fase la migliore regimentazione delle acque superficiali ed ipodermiche (primo sottosuolo) con la verifica della buona funzionalità o con la nuova realizzazione di drenaggi e scoline, per evitare infiltrazioni pericolose soprattutto nella zona di monte dell’edificio; non è da escludere infatti la presenza di falde temporanee sui livelli più superficiali del sottosuolo durante gli eventi piovosi più gravosi. TAVOLE: ‐ corografia topografica, planimetria catastale, cartografia vincoli, cartografia geologica tematica, planimetria progettuale, sezioni geologiche. ALLEGATI: ‐ indagini geognostiche e geofisiche di riferimento; ‐ verifica alla liquefazione. IL GEOLOGO Luca Servettini Marsciano, settembre 2011 Geologo Servettini Luca ‐ Via Ponte Nestore 19, 06055 Marsciano (PG) Tel./Fax 0758748631 ‐ cell. 3282642117‐3490788996 ‐ e‐mail [email protected] c.f. SRV LCU 76S22 D653R ‐ P.I. 02742780543 9 Corografia I.G.M. - scala 1:25.000
Area in oggetto
Cartografia PAI - non in scala
DYNAMICA 2.0 by www.softrock.it
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA n° 1
Grafico Ndp - Profondità
GENERALITA'
Committente:
Cantiere:
Località:
Data:
Prof.tà prova:
Prof.tà falda:
S.Angelo di Celle di DERUTA
1-1-0
200 cm
Falda non rilevata
Colpi per tratto di infissione (Ndp)
0
5
10
15
20
25
30
35
40
0
10
20
30
40
50
60
70
80
90
100
110
120
130
140
150
160
170
180
190
200
210
220
230
240
250
Prof.
(cm) 260
270
280
290
300
310
320
330
340
350
360
370
380
390
400
410
420
430
440
450
460
470
480
490
500
Dott. Geol. LUCA SERVETTINI
Via Ponte Nestore, 12 - 06055 Marsciano (PG) - Tel 075/8748631 - 328/2642117
45
50
DYNAMICA 2.0 by www.softrock.it
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA n° 1
Elaborazione statistica e parametri geotecnici
GENERALITA'
Committente:
Cantiere:
Località:
Data:
Prof.tà prova:
Prof.tà falda:
S.Angelo di Celle di DERUTA
1-1-0
200 cm
Falda non rilevata
ELABORAZIONE STATISTICA
Strato n°
Profondità (m)
1
da 0,00 a 0,50
2
da 0,50 a 1,90
3
da 1,90 a 2,00
Parametro
minimo massimo
media
Ndp
1
2
1,4
Rpd (kg/cmq)
4,0
8,0
5,6
Ndp
5
35
22,5
Rpd (kg/cmq)
20,0
131,8
85,4
Ndp
50
50
50,0
Rpd (kg/cmq)
177,5
177,5
177,5
Nspt
1,0
22,5
50,0
PARAMETRI GEOTECNICI
INCOERENTE
STRATO Prof. (m)
Dr (%)

y (t/mc)
COESIVO
M kg/cmq E kg/cmq Go (t/mq)
Vs (m/s)
Ic (-)
Cu kg/cmq y (t/mc) Ed kg/cmq Go (t/mq)
1
0,50
-----
-----
-----
-----
-----
-----
-----
0,07
0,07
1,48
4,9
1378
2
1,90
-----
-----
-----
-----
-----
-----
-----
0,92
1,51
2,11
112,5
15879
3
2,00
100,0
42,4
2,04
355,0
504,9
25701
200,1
-----
-----
-----
-----
-----
Dott. Geol. LUCA SERVETTINI
Via Ponte Nestore, 12 - 06055 Marsciano (PG) - Tel 075/8748631 - 328/2642117
DYNAMICA 2.0 by www.softrock.it
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA n° 2
Grafico Ndp - Profondità
GENERALITA'
Committente:
Cantiere:
Località:
Data:
Prof.tà prova:
Prof.tà falda:
S.Angelo di Celle di DERUTA
1-1-0000
250 cm
Falda non rilevata
Colpi per tratto di infissione (Ndp)
0
5
10
15
20
25
30
35
40
0
10
20
30
40
50
60
70
80
90
100
110
120
130
140
150
160
170
180
190
200
210
220
230
240
250
Prof.
(cm) 260
270
280
290
300
310
320
330
340
350
360
370
380
390
400
410
420
430
440
450
460
470
480
490
500
Dott. Geol. LUCA SERVETTINI
Via Ponte Nestore, 12 - 06055 Marsciano (PG) - Tel 075/8748631 - 328/2642117
45
50
DYNAMICA 2.0 by www.softrock.it
PROVA PENETROMETRICA DINAMICA n° 2
Elaborazione statistica e parametri geotecnici
GENERALITA'
Committente:
Cantiere:
Località:
Data:
Prof.tà prova:
Prof.tà falda:
S.Angelo di Celle di DERUTA
1-1-0000
250 cm
Falda non rilevata
ELABORAZIONE STATISTICA
Strato n°
Profondità (m)
1
da 0,00 a 0,40
2
da 0,40 a 1,40
3
da 1,40 a 2,50
Parametro
minimo massimo
media
Ndp
1
2
1,8
Rpd (kg/cmq)
4,0
8,0
7,0
Ndp
12
18
15,3
Rpd (kg/cmq)
48,1
67,8
59,4
Ndp
20
50
32,7
Rpd (kg/cmq)
75,3
177,5
118,8
Nspt
1,2
12,2
32,7
PARAMETRI GEOTECNICI
INCOERENTE
STRATO Prof. (m)
Dr (%)

y (t/mc)
COESIVO
M kg/cmq E kg/cmq Go (t/mq)
Vs (m/s)
Ic (-)
Cu kg/cmq y (t/mc) Ed kg/cmq Go (t/mq)
1
0,40
-----
-----
-----
-----
-----
-----
-----
0,08
0,08
1,50
6,1
1640
2
1,40
-----
-----
-----
-----
-----
-----
-----
0,66
0,82
2,02
61,2
9876
3
2,50
100,0
37,2
1,96
232,4
408,5
17256
186,0
-----
-----
-----
-----
-----
Dott. Geol. LUCA SERVETTINI
Via Ponte Nestore, 12 - 06055 Marsciano (PG) - Tel 075/8748631 - 328/2642117
INDAGINI SISMICHE TIPO MASW (Multichannel Analysis of Surface Waves) Fanciullata (DERUTA) – 9/01/2011 Sismogramma acquisito e relativo spettro di velocità con ‘piccaggio’ curva di dispersione (distanza intergeofonica di 4.0 m con offset di 4.0 m per uno stendimento totale di 48 m) Dott. Geol. Luca Servettini ‐ Via Ponte Nestore, 12 – 06055 Marsciano (PG) Pag.1 Tel. 075/8748631 – Cell. 328/2642117 – Email [email protected] INDAGINI SISMICHE TIPO MASW (Multichannel Analysis of Surface Waves) Fanciullata (DERUTA) – 9/01/2011 Spettro di velocità e modello interpretativo della curva di dispersione Misfit Value Profilo velocità onde sismiche di taglio DIAGRAMMA NUMERICO DI VELOCITÀ Vs Strato Spessore (m)
1 1.0
2 2.0
3 1.5
4 2.0
5 23.5
Velocità Vs (m/s) 180 218 242 310 387 Vs,30=340 m/s
Dott. Geol. Luca Servettini ‐ Via Ponte Nestore, 12 – 06055 Marsciano (PG) Pag.2 Tel. 075/8748631 – Cell. 328/2642117 – Email [email protected] Verifica alla liquefazione
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 125 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content