close

Enter

Log in using OpenID

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa

embedDownload
Il progetto è realizzato nell’ambito di Creatività Giovanile, promosso e sostenuto dal Dipartimento
della Gioventù - Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci - Associazione Nazionale Comuni
Italiani
BISCEGLIE PUSH UP 2.0
SOSPIRI PER LA MUSICA
Il progetto è realizzato nell’ambito di Creatività Giovanile, promosso e sostenuto
dal Dipartimento della Gioventù - Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci Associazione Nazionale Comuni Italiani
PROGRAMMA
Venerdì 17, Sabato 18 e Domenica 19 Gennaio – h. 21,00
c/o Teatro Garibaldi, Bisceglie (Piazza Margherita Di Savoia)
Presentano Sabrina Morea e Valerio Di Bitetto, con la partecipazione di Wintana Rezene
(Deejay Tv, X Factor).
Ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti.
Venerdì 17
BAND NON IN CONCORSO
* Nadar Solo (Massive Arts Records)
Band non in concorso, con la partecipazione di Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli Orrori
* The Yellow (Otium Records)
Band non in concorso, testimone del percorso della creatività giovanile
BAND IN CONCORSO
* Odiens (Faro Records)
* Il Guaio (Minus Habens)
* La Bestia Carenne (Subcava Sonora)
***
Sabato 18
BAND NON IN CONCORSO
* Stip'Ca Groove
Band non in concorso, vincitrice del contest “Open Up” dell'Associazione Open Source di Bisceglie
* Camillorè
Band non in concorso, con la partecipazione del Maestro Roberto Ottaviano e di Michele Marzella
(Improbabilband)
BAND IN CONCORSO
* Musica Per Bambini (Trovarobato)
* The Rust and The Fury (Woodworm Label)
* Manu PHL (La Grande Onda)
***
Domenica 19
Locus Mood (live)
Mirko Signorile (piano), Vertere String Quartet (archi),
Marco Messina (elettronica), Neutra (Vj)
Premiazione ed esibizione della band vincitrice
Push Up's got talent
Parata di giovani talenti del territorio, a cura di Associazione Futuro Anteriore, con
la partecipazione di:
Orchestra ritmico-sinfonica dell’I.I.S.S. “G. Dell’Olio” di Bisceglie, diretta dal
Maestro Nico Arcieri;
“Insomnie”, esecuzione per piano del maestro Marco Maenza, Associazione
U.I.C. Bisceglie;
“Sonori Corpi”, performance musicale per voci a cura di Teresa Vallarella;
EVENTI COLLATERALI
Lunedì 13, Martedì 14, Mercoledì 15 – h. 16,00
Sonori Corpi
c/o Ex Monastero Santa Croce, Bisceglie, Via Frisari n.1
Laboratorio musicale per voci a cura dell'Ass. Futuro Anteriore, con la
partecipazione di Teresa Vallarella (Faraualla). La partecipazione è a numero
chiuso ed è aperta a persone con disabilità per le quali è prevista la presenza di
assistenza specialistica.
***
Sabato 18 – h. 11,00
Push Up S-chool
c/o Teatro Garibaldi, Bisceglie, Piazza Margherita Di Savoia
Incontro musicale con i giovani artisti The Yellow e Stip'Ca Groove. Evento
riservato alle scolaresche degli istituti superiori di Bisceglie, a cura dell'Ass. Futuro
Anteriore.
***
Sabato 18 – h. 10,00/13,00 – 15,00/18,00
c/o Teatro Garibaldi, Bisceglie, Piazza Margherita Di Savoia
Puglia Sounds Label Corner
Incontri professionali per etichette pugliesi con la partecipazione di Stefano
Senardi, Paola Sarappa (Deezer), Antonio Princigalli (Puglia Sounds). Evento
aperto alle sole etichette pugliesi è possibile prenotarsi inviando una mail a
[email protected]
***
Sabato 18 – h. 19,00
Workshop “Musica Oltre Confine”
c/o Ex Monastero Santa Croce, Bisceglie, Via Frisari n.1
Relatore Avv. Vincenzo Raguseo sul tema “Che possibilità hanno le case
discografiche e di edizioni musicali indipendenti di commercializzare i loro prodotti
all'estero?”, a cura dell'Ass. Tutela Creativa – Presidente Avv. Letizia Fata
***
Sabato 18 – h. 24,00
After Party – Nicola Conte Dj Set
c/o Glam'House, Bisceglie, Via Cristoforo Colombo n.16
***
Durante il Festival saranno attivi servizi di accoglienza a cura di personale disabile del progetto
“Steward in progress” in collaborazione con l’Associazione “Un mondo per tutti” e attività di back
stage artistico a cura degli studenti degli Istituti Superiori di Bisceglie che renderanno il Festival
anche un’opportunità di partecipazione e crescita per tutti.
Push Up for social.
Venerdì 17 Gennaio
NADAR SOLO featuring PIERPAOLO CAPOVILLA
Il trio torinese composto da Matteo De Simone (voce e basso), Federico Puttilli (chitarra)
e Alessio Sanfilippo (batteria) sta vivendo una stagione importante, iniziata lo scorso
febbraio con l'uscita dell'album "Diversamente, come?", trainato dal successo del singolo
"Il vento" (feat. Il Teatro degli Orrori). Al disco, ben accolto dalla critica e dal pubblico, è
seguito un tour che li ha portati ad esibirsi in tutta Italia, mettendo in luce il talento di una
delle live band più intense ed emozionanti dei nostri giorni. I Nadàr Solo suoneranno a
Bisceglie il 17 gennaio in una serata speciale in cui ad affiancarli sul palco ci sarà l'amico
Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli Orrori per cantare con loro l'ormai conosciutissimo
featuring "Il Vento" e altre sorprese.
Sabato 18 Gennaio
CAMILLORÈ
I Camillorè sono cinque musicisti che spaziano dal rock al folk, dal jazz al TeatroCanzone. Dopo una breve raccolta d'esordio di live e inediti intitolata Principe Mio, hanno
pubblicato due dischi ufficiali: Non Mordete le ali alla Cicogna (S.Muzik) e Graffi e Perle
(Otr/Universal). Nel 2013 è uscito il loro terzo album ufficiale dal titolo Il kaos della
solitudine. Hanno vinto numerosi festival e premi della critica, e aperto concerti di alcuni
artisti italiani e internazionali come Gogol Bordello, Bandabardò, Roy Paci. Hanno anche
collaborato con affermati musicisti pugliesi tra cui R.Ottaviano e L.Minafra. Il 1°maggio
2010 si sono esibiti sul prestigioso palco di Piazza San Giovanni a Roma. Durante gli anni
hanno preso parte più volte ad entusiasmanti Speciali di Demo (RadioRai). Nell'estate del
'11 sono stati ospiti dello storico Bari in Jazz. I Camillorè, attraverso una "Poetica
Bizzarra" e una musicalità coinvolgente, ambientano le loro storie nella immaginaria
Sghisghigno, terra di anime sognanti e dimora di personaggi surreali guidati da 3 Sacri
Ispiratori: Totò, Eduardo e Fellini. Nel 2013 hanno anche firmato la colonna sonora del
cortometraggio Teresa dondolava. La canzone del film ha riportato un notevole successo
di critica e pubblico.
Il loro live racconta di eroi, ciclopi, dei e miti indelebili, proposti nel nuovo disco Il Kaos
della Solitudine con i grandi interventi di alcuni ospiti eccellenti tra cui il sassofonista
Roberto Ottaviano e il maestro Michela Marzella della Improbabilband.
Domenica 19 Gennaio
LOCUS MOOD
MIRKO SIGNORILE piano
VERTERE STRING QUARTET quartetto d’archi
MARCO MESSINA 99 POSSE beats and eletronics
NEUTRA vj
Il pianismo jazz, la musica classica di un quartetto d’ archi, la musica elettronica e il visual
design sono gli ingredienti di questa nuova produzione. Una convergenza di linguaggi e
stili diversi, ma con una sensibilità affine, nel nome dell’arte senza barriere e preconcetti.
Una squadra inedita con quattro campioni nei rispettivi ambiti artistici, ognuno con un
profilo brillante e riconosciuto. Le loro esperienze artistiche si confronteranno per rileggere
insieme il repertorio del pianista Mirko Signorile.
Mirko Signorile
Mirko Signorile, pianista pugliese classe ‘74, è da anni attivo sulla scena jazz nazionale
sia come leader di progetti a suo nome che come accompagnatore. Nel corso degli anni si
è esibito con Dave Liebman, Greg Osby, Coung Vu, Enrico Rava, Paolo Fresu, David
Binney, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Gaetano Partipilo, Roberto Ottaviano, Davide
Viterbo. La sua attività abbraccia anche altre arti come il cinema, il teatro e la danza
contemporanea. Ha al suo attivo sei album, il più recente si intitola ”Magnolia” ed è stato
pubblicato dall’etichetta Auand.
Vertere String Quartet
La nascita di questa formazione è frutto dell’incontro umano e professionale di quattro
musicisti pugliesi provenienti da esperienze e collaborazioni svolte con prestigiose
orchestre ed artisti di chiara fama. “VERTERE”: mutare, cambiar di forma, questa la
filosofia del quartetto, essere camaleontici, modellare il suono, dargli vita. Il quartetto,
formato da Giuseppe Amatulli (violino), Rita Paglionico (violino), Domenico Mastro (viola)
e Giovanna Buccarella (violoncello) ha un repertorio che spazia dal periodo classico al
contemporaneo ed ha registrato due CD.
Marco Messina
Componente fondatore del celebre gruppo italiano 99 Posse, Marco Messina è un noto
dj/producer napoletano. Oltre ai 99, Marco ha dato vita al progetto elettronica Retina. Ha
collaborato con personaggi come Meg, Raiz, Alma Megretta, General Levy, Linton Kwesi
Johnson, Dennis Bovell, 24 Grana, Roy Paci e tantissimi altri. Insieme a Mirko Signorile,
ha composto il tema musicale del film “Il passaggio della linea” diretto da Pietro Marcello.
BaseNeutra
Al secolo Vincenzo Recchia, BaseNeutra insegna progettazione multimediale presso
l’Istituto Superiore di Design di Napoli, dal 2008 è Creative Director dell’agenzia Imood e
della rivista Pool Magazine. All’attivo ha collaborazioni video in contesti live con Roni Size,
dj Patife, Liars, Matmos, Ned new body, Carl Craig, Stunner International, The Lovely
Jonjo, Konkiduet, Rechenzentrum, Ellen Allie, X-PRESS 2, Kruder & Dorfmeister, Motel
Connection, Scarlette Etienne, Thomas Brinkman, Nicola Conte e tanti altri artisti.
Sabato 18 Gennaio
NICOLA CONTE Dj-Set
Musicista, DJ e produttore, Nicola Conte è un artista di fama internazionale, protagonista
indiscusso della nuova scena jazz. Con l’ultimo album “Love & Revolution”, uscito sulla
leggendaria etichetta Impulse Records nel 2011, il suo caratteristico nu-jazz è diventato
sempre più soul e spirituale, attingendo profondamente alle radici afroamericane della
musica. Creatore di ardite interazioni sonore, Conte è un eclettico esploratore
dell’elettronica contemporanea e ballabile, nonché curatore di varie compilation tra cui
svetta “Viagem”, di cui è appena uscito il quarto volume su Far Out Recordings. Dal Jazz
Cafè di Londra al Blue Note di Milano al Billboard Tokyo, dallo svizzero Montreux Jazz
Festival al tedesco Jazz Open Stuttgart, il sound di Nicola Conte ha ricevuto ampi
riconoscimenti di successo ed un grande riscontro di pubblico, dimostrando il feeling unico
che lega la freschezza del suo sound all’innovazione delle sue composizioni.
Venerdì 17 Gennaio
ODIENS
Band in concorso per l’etichetta Faro Records
Gli “Odiens” nascono nella primavera del 2011 dalle ceneri di due gruppi precedenti, i
“Ballast” e i “Lapsus”. Fra il 2008 e il 2009 suonano praticamente ovunque in Italia, fanno
aperture per The Virgins, Orange, The Niro e alla reunion dei Buzzcocks. Nel 2009
iniziano la collaborazione con Casasonica Management, registrano due brani nei
Transeuropa Studios e tre video interviste più un live al Lapsus di Torino. Aprono ai
Baustelle in Piazza Castello a Torino nel 2010 insieme a Marracash, Mannarino ed altri in
occasione della Festa Nazionale della Liberazione. Come Odiens debuttano live il 14
luglio 2011 in apertura ai ‘Tre Allegri Ragazzi Morti’. Il primo lavoro discografico è un Ep
di cinque tracce, ‘Tema di scandalo al sole’, disponibile per intero su Soundcloud. Il
progetto Odiens nasce dall’esigenza di unire la melodia e i contenuti tipici della canzone
d’autore italiana con l’attitudine indie rock/new wave americana ed anglosassone.
L’immaginario di riferimento sono gli anni ’60 (soprattutto per quanto riguarda il movimento
beat italiano) rivisitati in chiave moderna.
Venerdì 17 Gennaio
IL GUAIO
Band in concorso per l’etichetta Minus Habens Records
Il Guaio è un trio pugliese composto da Michelangelo Angiulli, Tatiana Ariani e
Alessandra Costantiello, nato per proseguire e consolidare il lavoro iniziato con “Sono
un Vulcano”, performance audiovisiva ispirata all’omonimo libro di poesie (Il Grillo Editore)
scritte da Michelangelo, illustrate da Tatiana ed interpretate da Alessandra. Il Guaio è
giunto finalista al concorso We Will Pop You, in semifinale al Tour Music Fest, ha vinto il
Festival Suburbano e ha raggiunto il 2° posto del festival Fuori dal Comune dove gli è
stato attribuito anche il premio della giuria popolare. Ultimamente si è esibito dal vivo con
Piero Pelù, Gianni Maroccolo, Caparezza, Radiodervish, Donatella Rettore, Righeira,
Ginevra Di Marco, Tetes de Bois, Après La Classe e Lo Stato Sociale. L’intreccio fra voci,
ritmi e melodie sinuose, la visual art di Tatiana in real-time e i versi che irrompono fra i
brani, rendono i concerti de Il Guaio un’esperienza irresistibile. Nell’estate del 2013, sono
affidate a Il Guaio le musiche di “Bella di Papà”, cortometraggio diretto da Enzo Piglionica
e prodotto da Vertigo Imaging e Abbinante Produzioni. Il Guaio è stato incluso, insieme a
noti artisti pugliesi come Negramaro e Radiodervish, nella compilation Puglia Sounds
pubblicata in 80.000 copie in abbinamento al numero di novembre 2013 di XL, il mensile
musicale di Repubblica. Il trio si definisce “Electro-domestic indie”. La musica de Il Guaio
non nasce in sala prove, ma nell’appartamento di nonna Lucia, fra vecchi elettrodomestici
e cimeli di ogni tipo. Il Guaio è espressione di un originale percorso musicale fra
indietronica e cantautorato italiano.
Venerdì 17 Gennaio
LA BESTIA CARENNE
Band in concorso per l’etichetta Subcava Sonora
La Bestia Carenne si è avvalsa di cinque musicisti. Da che si muovevano individualmente
nell’ambiente musicale campano, le loro esperienze artistiche si sono connesse
inizialmente per mezzo di collaborazioni, perlopiù estemporanee, fondendosi
definitivamente dall’ottobre 2011, in un progetto unico e definito. Votati all’eclettismo,
hanno mantenuto ognuno le proprie peculiarità come compositori ed esecutori. Il
loro è uno spettacolo che se affonda le radici nella canzone d’autore, nel folk italiano
fiorisce alla luce di sonorità ora rock ora gitane: un ascolto impegnato e contemplativo può
senza soluzioni di sorta mescolarsi ad un coinvolgimento puramente dedito al ritmo. Il live
ha un impatto sul pubblico spesso immediato. I musicisti alternano sul palco chitarre,
ukulele, banjo, tromba, violino, flauti, basso, cajon, percussioni, voci e urla,
amalgamandole nel rispetto e nelle possibilità che offre il contesto in un turnover di voci e
strumenti e promiscuità artistica.
Sono attivi dal vivo dal febbraio 2012 con più di 60 date tra festival e club. Oltre ad aver
suonato con Folkabbestia, Giovanni Block, Nick Mulvey, Nino Bruno e le 8 Tracce, tra le
date con maggior risonanza spiccano l’apertura ai Modena City Ramblers per il Meeting
del Mare 2012 a Marina di Camerota, quella ai 24 Grana per il Riot Music Festival nel
luglio 2012 ad Ostuni e la vittoria, dopo soli pochi mesi di intensa attività live, del premio
per il miglior arrangiamento Botteghe d’Autore 2012 consegnato da Enrico Deregibus del
CluTenco3. Il 22 febbraio 2013 la Bestia ha inoltre aperto il concerto dei Bisca in
occasione dell’‘Onda Sonora’ ad Angri.
L’esperienza della Bestia Carenne comincia con la registrazione dell’EP “pONTE”,
interamente autoprodotto, registrato tra luglio e ottobre 2011 nelle campagne
dell’omonima cittadina della provincia di Benevento.
Utilizzando molto spesso mezzi di fortuna e rumori ambientali come fonte sonora, Ponte
restituisce una giostra di stili, colori ed emozioni differenti che rispecchiano il mosaico dei
giorni in cui l’EP è stato registrato. Per il secondo disco, Catacatassc’, prodotto da
Subcava Sonora e in uscita a febbraio 2014, La Bestia si nutrirà di quattro elementi:
Giuseppe Di Taranto, Luigi De Cicco, Antonello Orlando, Paolo Montella.
Sabato 18 Gennaio
Musica Per Bambini
Band in concorso per l’etichetta Trovarobato
Musica Per Bambini (a volte chiamato MusicaPerBambini o MxB) ha pubblicato cinque
album: Nascondino coll’assassino (1998), Del Superuovo (2002), M__sica (2005), Dio
Contro Diavolo (2009), Dei Nuovi Animali (2011).
Nel 2006 ha dato alle stampe un disco col suo vero nome (Manuel Bongiorni) intitolato
Storie per un Re, sponsorizzato dal Parco delle Fiabe del Castello di Gropparello (PC).
Ha collaborato con Radio Deejay producendo la sigla finale del programma B-Side di
Alessio Bertallot (stagione 2006 – 2007). Fra il 2007 e il 2008 ha collaborato con
Dispenser, programma di Radio Due, fornendo alcuni brani e sigle di servizi. I concerti di
MxB sono caratterizzati da originali performance teatrali, una sorta di teatrino punk che si
avvale di attori, mimi e giocolieri. Questo tipo di esibizioni è stato portato, in forma ridotta,
anche in radio (a B-Side su Radio Deejay) e in televisione (Your Noise su MTV). Dal vivo il
gruppo è costituito dallo stesso Manuel con i fidi Andrea Mansi e Mirko Montesissa.
Sabato 18 Gennaio
The Rust And The Fury
Band in concorso per l’etichetta Woodworm Label
The Rust And The Fury è una band perugina che inizia la sua esperienza a metà degli
anni 2000. Dopo le esperienze con Matta-clast e Perfect Trick, a fine 2011 Daniele
(chitarra) e Marco (basso) decidono di formare una nuova band ripartendo dall’esperienza
dei TRATF. Viene a nascere così l’attuale formazione composta da Daniele Rotella alla
voce e chitarra, Marco Zitoli al basso e voce, Francesca Lisetto alla voce-tastiere,
Francesco Federici (Rubik3, Iononso+chisono) alla chitarra e voce e Andrea Spigarelli
(Wonder Vincent, Pornovalium) alla batteria. Inizialmente la band riparte dai pezzi della
vecchia formazione (di stampo indie-rock) riarrangiandoli a sonorità più sperimentali e
iniziando presto a comporre nuovi brani che si distaccano in maniera evidente dalla
vecchia produzione. Il 24 Settembre 2012 esce “May The Sun Hit Your Eyes” il loro primo
album per La Fame Dischi in collaborazione con Cura Domestica.
Sabato 18 Gennaio
Manu PHL
Band in concorso per l’etichetta La Grande Onda
Manu PHL è un rapper e produttore attivo ed apprezzato sulla scena italiana già da alcuni
anni. Vanta collaborazioni importanti sia come mc che come beatmaker, ed alcune hit
underground. Nasce a Torino ma sin da bambino si trasferisce e cresce in Toscana, patria
della lingua italiana. È con questa e le sue molteplici sfaccettature che gioca in rima, a
volte pungente come la terra da cui proviene, a volte profondo come il suo carattere.
Questi elementi fanno di Manu PHL un rapper atipico, rappresentante di un diverso modo
di concepire l'hip-hop, lontano dai cliché per suoni, testi e look. Nel 2009 esce il suo primo
disco, “Indole Indolente”, che lo porta in tour in giro per l'Italia, dalla Val d’Aosta al
Salento, forte di uno show coinvolgente e apprezzato sia dal pubblico rap che da quello
più lontano. Anche la critica se ne accorge e lo premia come “miglior nuovo rapper” al
Meeting delle Etichette Indipendenti e alla storica manifestazione Da Bomb, in quell’anno i
due premi più accreditati per l’hip hop italiano. Nel 2010 esce il video “Jente di Toscana”,
esperimento di rap in vernacolo toscano, che ottiene un notevole successo web,
superando in un mese le 120.000 views, fino a diventare un “caso” di cui si interessano
media come La Repubblica, La Nazione, RaiTre. Nel 2014 pubblicherà il suo nuovo
album su etichetta La Grande Onda, in quasi dieci anni di attività sempre attenta ad artisti
emergenti di talento (Amir, Brokenspeakers, Brusco, CorVeleno, Jesto, Othelloman,
Rancore). Il nuovo album si intitolerà Stonato e sarà composto da 14 i brani, prodotti dallo
stesso Manu PHL, e vanterà la presenza di illustri colleghi che in questi anni hanno
mostrato grande stima nei suoi confronti (Caparezza, Clementino, Piotta).
Venerdì 17 Gennaio
The Yellow
Band non in concorso, testimone del percorso della creatività giovanile
Gli Yellow sono una band brit-pop di Bari che canta esclusivamente brani originali
in lingua inglese. Il progetto Yellow nasce nell’inverno del 2011 con l’incontro tra
Gianluca Damiani e Francesco Loiacono, rispettivamente voce/chitarra acustica e chitarra
elettrica solista del gruppo, autori di testi e musica. I due, provenienti da esperienze
musicali differenti, decidono di fondere le loro diverse attitudini per dar vita ad un nuovo
percorso sonoro. Da un lato l’ispirazione british più classica che va dai Beatles a Oasis e
Coldplay, dall’altro l’influenza del rock d’oltreoceano in stile Smashing Pumpkins, Goo Goo
Dolls, il tutto mescolato all’attitudine indi che caratterizza il loro sound.
Alla formazione iniziale si unisce alla batteria acustica e campionamenti Claudio
Mazzarago con la sua ispirazione più elettronica che spazia dai Daft Punk ai Police.
Dopo aver vinto Un Palco Per Tutti Bari, concorso in vista della biennale MArteLive 2014,
finalisti per le selezioni nazionali dello Sziget Festival 2013 e del M.A.C. 1.3, si
aggiudicano anche il Giovinazzo Rock Contest.
Nel 2013 lanciano la campagna DressinSziget ideata e prodotta da ZerottantaProduzioni
campagna crowdfunding pubblicizzata fra gli altri anche dal M.E.I.
La band si è esibita in apertura dei concerti di artisti del calibro di Motel Connection, Après
la Classe e 99 Posse.
Si esibiscono nell’estate 2013 sul palco MamboStage di PugliaSounds allo Sziget Festival
a Budapest, alla Festa del Parco dell’Alta Murgia, al Gioia Rock, al Giovinazzo Rock
Festival e al M.E.I. 2.0.
Sabato 18 Gennaio
Stip’Ca Groove
Band non in concorso, vincitrice del contest “Open Up” dell'Associazione Open Source di Bisceglie
Sonorità oscillanti dal Funk alla Spy-Music, sulle quali si innestano Rap e timbriche Rock.
Il repertorio degli Stip' Ca Groove – formazione nata a Bari nell'ottobre 2011 – si compone
di brani inediti, nati dalla fusione del bagaglio di nove esperienze musicali diverse
ma unanimemente convergenti nell'orizzonte della black music e riarrangiamenti di classici
del jazz e del funk.
Nell'arco del loro primo anno di vita gli Stip' Ca Groove hanno goduto delle eccellenti
collaborazioni di Valeria Quarto (voce del B.U.M. e dei Rhomanife) e di Davide Ceddìa,
eclettico cantante dei Camillorè, che ha collaborato alla composizione e all'incisione del
primo featuring della band, "Ultimo Piano!", registrato presso l'OWT Studio di Guido Lioi e
Marcello Magro, già componenti della formazione barese One Way Ticket.
La band si è esibita in svariati contesti, fra i quali quello del Bari Summer Village, in piazza
Mercantile, nella serata del 24 Agosto '12, e quello del Politecnico, in occasione delle Notti
in Campus organizzate dal sindacato studentesco Link nelle date del 24 maggio '12 e del
6 dicembre '12, dividendo il palco, in quest'ultima occasione, con U'Papun e Folkabbestia.
La band si è esibita il 24 Aprile 2013 in piazza Mercantile in occasione delle celebrazioni
per il Bicentenario Murattiano ed ha aperto il 21 giugno il concerto del Managment del
Dolore Post-Operatorio a Molfetta.
Attualmente impegnati in vari contest per band emergenti, gli Stip' Ca Groove si sono
aggiudicati l'accesso alla finalissima dell'edizione 2013 del concorso nazionale Sanremo
Rock.
Sabato 18 Gennaio
Puglia Sounds Label Corner
Puglia Sounds sostiene la seconda edizione di Push Up e sabato 18 gennaio organizza incontri con
professionisti della musica rivolti alle etichette discografiche pugliesi
Puglia Sounds sostiene la seconda edizione di Push Up, contest rivolto alle etichette
indipendenti regionali e nazionali in programma a Bisceglie da venerdì 17 a domenica 19
gennaio, e sabato 18 gennaio promuove Puglia Sounds Label Corner, una giornata di
incontri con professionisti della musica rivolti alle etichette discografiche pugliesi.
Un’occasione per analizzare punti di forza e punti di debolezza del settore discografico
regionale e stabilire attività di supporto e azioni di sviluppo con il supporto di esperti del
settore. Sabato 18 gennaio i rappresentanti delle label pugliesi potranno confrontarsi con
Stefano Senardi, discografico attualmente impegnato nella direzione artistica del Festival
di Sanremo, Paola Sarappa, editorial manager Deezer che si occupa degli artisti
emergenti e Antonio Princigalli, coordinatore di Puglia Sounds.
Puglia Sounds Label Corner è in programma sabato 18 gennaio presso il Teatro Garibaldi
di Bisceglie e per partecipare è necessario inviare, entro e non oltre le ore 12.00 di giovedì
16 gennaio 2014, una mail all'indirizzo [email protected] specificando
nome dell’etichetta, nome del rappresentante che parteciperà all’incontro, breve
descrizione dell’attività svolta e recapito telefonico.
Push Up Your 2014
Eventi organizzati dall’associazione Futuro Anteriore
13, 14 e 15 Gennaio
@ Sepolcreto Santa Croce di Bisceglie, dalle ore 16.00 alle 19.00
Push Up for Social
Laboratorio musicale per voci “Sonori Corpi” a cura di Teresa
Vallarella delle Faraualla. Attività di inclusione e promozione sociale
del Festival sulla sperimentazione di canti legati alle diverse etnie
come spazio di scoperta della relazione tra corpo, spazio, suono
vocale e strumenti che producono l’incisività di un messaggio
espresso da un’intera collettività, anche attraverso le sue differenze.
La partecipazione è a numero chiuso ed è aperta a persone con
disabilità per le quali è prevista la presenza di assistenza
specialistica. Il laboratorio è propedeutico all’esibizione finale del 19 gennaio nella cornice
ufficiale del Festival Push Up.
Le attività di Push Up for Social comprendono anche un lavoro di ufficio stampa a cura
degli studenti delle scuole degli Istituti Superiori di Bisceglie (in collaborazione con
l’associzione Un Mondo Per Tutti) e comprende l’attività Steward In Progress.
Sabato 18 Gennaio
@ Teatro Garibaldi di Bisceglie, ore 11.00
Push Up S-chool
Si intitola Push Up S-chool il seminario informativo dedicato al mestiere di musicista e
rivolto all’Istituto Superiori Sergio Cosmai, ITC Dell’Olio e liceo Scientifico Leonardo Da
VincI della città di Bisceglie. All’incontro parteciperanno le band The Yellow e Stip’Ca
Groove.
Domenica 19 Gennaio
@ Teatro Garibaldi di Bisceglie, ore 21.00
Push Up’s Got Talent
La serata di domenica 19 gennaio parte con “Tu chiamale se vuoi vibrazioni”,
performance musicale a cura dell’Orchestra ritmico-sinfonica dell’I.I.S.S. “G. Dell’Olio” di
Bisceglie.
L’Orchestra ritmico-sinfonica dell’IISS Dell’Olio
di Bisceglie è espressione concreta del POF
“Tu chiamale se vuoi vibrazioni”, promosso a
partire dall’a. s. 2010-2011 dal Prof. Luigi Nigri.
Con tale progetto si è allestito presso l’IISS
Dell’Olio di Bisceglie un vero e proprio
laboratorio musicale destinato ad alunni con un
interesse comune a condividere un’esperienza
musicale già vissuta o da voler vivere in
apertura alla musica e a tutte le sue forme. Il
progetto realizzato considera e concretizza
l’esigenza
pedagogica di ampliare l’offerta formativa, non solo limitata alle pur
fondamentali ed importanti discipline professionalizzanti, ma aperta e tendenzialmente
rivolta anche a sviluppare la creatività artistica dei giovani e la propensione degli stessi
verso le espressioni artistiche in genere e, in particolare come nel progetto in questione,
verso la musica.
Si è quindi creata un’orchestra ritmico-sinfonico attualmente composta da ben 30 elementi
(6 violini, 3 flauto traverso, 3 trombe, 4 chitarre acustiche, 1 chitarra elettrica, pianoforte,
basso, batteria, percussioni, 7 vocalist e 2 tecnici) e diretta dal Maestro Nico Arcieri,
affermato pianista, compositore e arrangiatore di livello internazionale. Tra le varie
esperienze si ricorda la partecipazione al concerto organizzato, nell’ambito della Giornata
Mondiale dedicata alla Pace del Mondo, nel maggio 2011 a Bari, in Piazza del Ferrarese,
e trasmesso in diretta televisiva su Antenna Sud. Inoltre, l’orchestra ha accompagnato
l’artista Iskra Menarini, la vocalist dell’indimenticabile Lucio Dalla, durante un concerto per
Telethon al Teatro Garibaldi di Bisceglie nel dicembre 2011.
L’ultimo lavoro degli alunni li ha visti cimentarsi nella composizione del brano intitolato
“Aquila senza ali”, con cui l’Orchestra ha partecipato al concorso nazionale “1° Trofeo
della nuova Musica Italiana”.
Push Up’s Got Talent comprende anche “Insomnie”, l’esecuzione
per piano del maestro Marco Maenza dell’Unione Italiana Ciechi
(UIC). Marco Maenza si è diplomato presso il conservatorio di Bari
nel 2013 e rappresenta uno dei giovani talenti del panorama
musicale biscegliese. Il brano “Insomnie”, da lui composto, verrà
eseguito in anteprima per il Festival Push Up 2.0.
Push Up’s Got Talent vedrà poi la performance intitolata “Sonori Corpi”, nata dal
laboratorio musicale per voci curato da Teresa Vallarella delle Faraualla nelle giornate che
precedono la serata conclusiva del festival.
Sabato 18 Gennaio
Musica Oltre confine
Che possibilità hanno le case discografiche e di edizioni musicali indipendenti di
commercializzare i loro prodotti all'estero?
Eventi organizzati dall’associazione Tutela Creativa
@ Auditorium S. Croce – Bisceglie, ore 19-21
Un prezioso approfondimento curato dall’avvocato Vincenzo Raguseo ed organizzato
dall’ass. Tutela Creativa, di cui è presidente l’avv. Letizia Fata. L’incontro seguirà i
seguenti temi:
• Il contratto di edizione ed il contratto discografico
• Il portafoglio dei diritti di editore e il produttore discografico
• Rapporti tra case di edizione italiane e straniere sulla gestione dei diritti d'autore
• Rapporti tra case discografiche italiane e straniere sulla gestione dei diritti d’autore
e dei diritti connessi
• Internet e le nuove modalità di sfruttamento dei diritti musicali in Italia e all’estero
• Modalità di incasso dei diritti d'autore e dei diritti connessi in Italia e all'estero.
Vincenzo Raguseo è avvocato dal 1996. Da circa15 anni svolge attività di consulenza ed
assistenza legale, finalizzata alla tutela, giudiziale e stragiudiziale, ed alla valorizzazione,
anche contrattuale, della proprietà industriale ed intellettuale (marchi, domain names,
software, diritti d’autore, design, idee pubblicitarie, concorrenza sleale etc,) e del diritto
dello spettacolo e dello sport. Le aziende sue clienti operano nel settore della
comunicazione, della produzione discografica, audiovisiva e teatrale, oltre che nei settori
meccanico, oftalmico, agroalimentare, dell’abbigliamento, dell’arredo, dei trasporti, del
credito, della consulenza aziendale etc. È rappresentante dinanzi all’Ufficio Italiano
Brevetti e Marchi, all’Ufficio del Marchio e Design Comunitario (Alicante–Spagna) ed
all’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (Ginevra – Svizzera).
Per conto dei autori, editori, produttori, artisti cura i rapporti con SIAE, Nuovo IMAIE, SCF
etc., oltre che con gli enti assistenziali e previdenziali.
È docente in diritto della proprietà intellettuale, dello spettacolo e della pubblicità presso
enti di formazione post – laurea (Comvey – Torino, IFOC – Bari etc.), aziende e
associazioni di imprese (Segnali di Fumo, associazione di aziende operanti nel settore
della comunicazione).
Open Up Contest: buona la prima!
Il 2, 3, 4 gennaio 2014 si è svolta in quel del circolo Arci "Open Source" di Bisceglie la
prima edizione del contest "Open Up" rivolto alle band emergenti senza etichetta. L'idea è
nata dalla esigenza e dalla volontà del circolo di smuovere una sempre più quotidiana
aridità culturale che attanaglia questo paese partendo da una delle componenti
fondamentali della cultura, la musica, da sempre nostra prerogativa.
Un bando, 3 giorni di gara, un vincitore, stessa passione. A candidarsi per la
partecipazione al primo bando "Open Up contest" son state più di trenta band,
provenienti da qualsiasi zona della Puglia. Per la commissione giudicante il compito è
stato arduo in quanto tutti i partecipanti han mostrato un livello artistico, tecnico-creativo
non indifferente. Ma a superare la fase di selezione son state solo sei band: Sunset Soul
(Trani), Stip Ca Groove (Bari), Stereofab (Foggia), Olga & The Gangband (Modugno),
Cluster C (Bisceglie), Ginkgo Dawn Shock (Molfetta). Si è aperta così ufficialmente la
seconda parte del contest, che ha visto salire sul palco dell' Arci Open Source, le sei band
in gara. Tra votazione del pubblico e votazione della giuria tecnica "sovrana", si sono così
delineati i primi nomi dei gruppi ad accedere alla finale del 4 gennaio.
Vincitrice della prima giornata è Maria Di Tullio, in arte Cluster C, giovane biscegliese
dalle sonorità acustic rock. Vincitori della seconda serata, gli Stip Ca Groove, nove
scalmanati che con la loro musica oscillano in maniera simpatica e grintosa tra sonorità
funk e sonorità spy-music, sulle quali si innestano rap e timbriche rock.
La finale del 4 gennaio ci ha regalato emozioni allo stato puro tra giochi di plettri e squilli di
trombe e tromboni. Il momento più atteso si è concluso dopo un parentesi musicale dei
Crifiu, ospiti della serata con un dj set live version. A vincere la prima edizione di "Open
Up " contest sono gli Stip Ca Groove, che avranno la possibilità di passare una giornata
intera di registrazione presso "Itaca Recording Studio" di Mirko Patella e di esibirsi sul
palco del Teatro Garibaldi di Bisceglie in occasione di "Push Up-Sospiri per la musica".
Alla seconda classificata, Cluster C, spetteranno due giornate di scatti fotografici. Al terzo
posto, come più suffragati tra le due serate, i Ginkgo Dawn Shock con la potenza del loro
post progressive rock. Per tutti un ricordo stampato su targa di partecipazione.
Per noi, un forte centrifugato di emozioni che ha caratterizzato questa grande maratona di
musica live emergente che continuerà il 17, 18, 19 gennaio presso il Teatro Garibaldi con
"Push Up".
Non possiamo che ringraziare sentitamente tutti, invitarvi a partecipare agli eventi del 17,
18, 19 gennaio e... augurarci una seconda edizione di Open Up contest!"
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
6 547 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content