close

Enter

Log in using OpenID

27 aprile 2014

embedDownload
Gr.Est. MIRANO 2014
Dal 10 giugno al 10 luglio,
luglio
nel nostro Patronato Pio X
Pronti per vivere
divertente, bella,
te…
ISCRIZIONI aperte
in Canonica.
Canonica
un’avventura
entusiasmandal 3 giugno
PROGRAMMA LA TUA ESTATE,
SARA’ UN’AVVENTURA UNICA!
Gruppo SCOUT AGESCI MIRANO 12
«Il campo è la parte gioiosa di una vita scout. Vivere
fuori, all'aperto, tra montagne ed alberi, tra uccelli ed
animali, tra mare e fiumi, in una parola vivere in mezzo
alla natura di Dio, con la propria casetta di tela,
cucinando da sé ed esplorando: tutto questo reca tanta
gioia e salute, quanta mai ne potete trovare
tra i mari ed il fumo della città.»
campi scout
Il Campo estivo
Branca L/C (Lupetti) 14 - 21 giugno
Branca E/G (Esploratori-Guide) 29 luglio - 9 agosto
Branca R/S (Rover-Scolte) Route NAZIONALE 10 - 17 agosto
L’estate quando vissuta insieme
diventa un tempo eccezionale!!!
I Campiscuola sono tra le avventure più belle
ed entusiasmanti da vivere… eccovi allora
alcune date:
ACR 11-2 med: 26 lug -2 ago
• ACR 3 med: 1919-26 lug
• ACG 11-2 sup: 2525-31 lug
• Campo Giovani 33-4-5 sup 1818-23 ago
•
Per info: don Flavio (Rivolgersi in Canonica)
ISCRIZIONI APERTE DAL 10 MAGGIO 2014
Pellegrinaggio in Grecia
“Con Paolo, sui passi della Carità”
23 - 30 giugno 2014 (Info e iscrizioni in Canonica)
PARROCCHIA SAN MICHELE ARCANGELO in MIRANO
Diocesi di Treviso [email protected]
tel-041-430273
AVVISI DELLA SETTIMANA 27 aprile 4 maggio 2014
Domenica 2ª di PASQUA
“Quelle ferite del Risorto
che ci danno pace ”
Gv 20,19-31
La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo
dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro:
"Pace a voi!". 20Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. 21Gesù disse loro di nuovo: "Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando
voi". 22Detto questo, soffiò e disse loro: "Ricevete lo Spirito Santo. 23A coloro a cui perdonerete i
peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati". 24Tommaso,
uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù.25Gli dicevano gli altri
discepoli: "Abbiamo visto il Signore!". Ma egli disse loro: "Se non vedo nelle sue mani il segno
dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io
non credo". 26Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c'era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: "Pace a voi!". 27Poi disse a Tommaso:
"Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!". 28Gli rispose Tommaso: "Mio Signore e mio Dio!". 29Gesù gli disse:
"Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!" 30Gesù,
in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non sono stati scritti in questo libro. 31Ma
questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo,
abbiate la vita nel suo nome.
Commento al Vangelo (Cfr : Ermes Ronchi Avvenire del 24/04/2014)
I discepoli erano chiusi in casa per paura dei Giudei. Hanno tradito, sono scappati, hanno paura: che cosa
di meno affidabile di quel gruppetto allo sbando? E tuttavia Gesù viene. Una comunità dove non si sta bene, porte e finestre sbarrate, dove manca l'aria. E tuttavia Gesù viene. Non al di sopra, non ai margini, ma,
dice il Vangelo «in mezzo a loro». E dice: Pace a voi. Non si tratta di un augurio o di una promessa, ma di
una affermazione: la pace è. È scesa dentro di voi, è iniziata e viene da Dio. È pace sulle vostre paure, sui
vostri sensi di colpa, sui sogni non raggiunti, sulle insoddisfazioni che scolorano i giorni. Poi dice a Tommaso: Metti qui il tuo dito; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco. Gesù va e viene per porte chiuse, nel
vento sottile dello Spirito. Anche Tommaso va e viene da quella stanza, entra ed esce, libero e coraggioso.
Gesù e Tommaso, loro due soli cercano. Si cercano. Tommaso non si era accontentato delle parole degli
altri dieci; non di un racconto aveva bisogno ma di un incontro con il suo Maestro. Che viene con rispetto
totale: invece di imporsi, si propone; invece di ritrarsi, si espone alle mani di Tommaso: Metti, guarda; tendi la mano, tocca. La risurrezione non ha richiuso i fori dei chiodi, non ha rimarginato le labbra delle ferite.
Perché la morte di croce non è un semplice incidente da superare: quelle ferite sono la gloria di Dio, il punto più alto dell'amore, e allora resteranno eternamente aperte. Su quella carne l'amore ha scritto il suo racconto con l'alfabeto delle ferite, indelebili ormai come l'amore stesso. Il Vangelo non dice che Tommaso
abbia davvero toccato, messo il dito nel foro. A lui è bastato quel Gesù che si ripropone, ancora una volta,
un'ennesima volta, con questa umiltà, con questa fiducia, con questa libertà, che non si stanca di venire incontro. È il suo stile, è Lui, non ti puoi sbagliare. Allora la risposta: Mio Signore e mio Dio. Mio come il
respiro e, senza, non vivrei. Mio come il cuore e, senza, non sarei. Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto,
hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!». Grande educatore, Gesù. Educa alla libertà, ad essere liberi dai segni esteriori, e alla serietà delle scelte, come ha fatto con Tommaso. Che bello se
anche nella Chiesa, come nella prima comunità, fossimo educati più alla consapevolezza che all'ubbidienza; più all'approfondimento che alla docilità. Queste cose sono state scritte perché crediate in Gesù, e perché, credendo, abbiate la vita. Credere è l'opportunità per essere più vivi e più felici, per avere più vita:
«ecco io carezzo la vita, perché profuma di Te!» (Rumi).
27
DOMENICA
LO 2ª set
2ª DI PASQUA – Della divina Misericordia
At 2,42-47; Sal 117 (118); 1 Pt 1,3-9;
Gv 20,19-31
Otto giorni dopo venne
Gesù.
R Rendete grazie al Signore perché è
buono: il suo amore è per sempre.
Opp. Alleluia, alleluia, alleluia.
8.30 S. Messa: Gino e don Pietro
10.15 S. Messa:
11.30 S. Messa:
A p p u n ta m e n t i d i A P R I L E - M A G G I O 2 0 1 4
Domenica II di Pasqua 27 aprile:
16:00 Battesimo di Ciliesa Kevin - Zeggia Zoe Ongarato Leonardo
Papa Francesco proclamerà Santi i suoi predecessori Giovanni XXIII e Giovanni
Paolo II. Il Beato Giovanni XXIII è da tutti conosciuto come il «Papa buono», appellativo che meglio rispecchia non solo i tratti somatici del suo volto, così caro a
tanti fedeli, ma soprattutto il carattere di un Pastore premuroso che non mancava
mai, con poche e semplici parole, di dare conforto a coloro che ne avevano più
bisogno. La Sua fondamentale intuizione storica fu la convocazione del Concilio
Vaticano II, fortemente voluto e aperto l’11 ottobre del 1962: il Concilio sarà un
punto di svolta nella storia della Chiesa. Papa Roncalli morì il 3 giugno del 1963
e fu proprio in quei tristi giorni di commiato che si comprese appieno quanto la
sua figura fosse universalmente amata e quanto fondamentale fu il suo Magistero. Giovanni Paolo II è stato il Pastore che ha guidato la Chiesa nel nuovo millennio e la Sua figura è considerata una delle più significative e influenti della
storia contemporanea non solo della Chiesa, ma del mondo intero. Solo per citare alcuni degli aspetti salienti che possono riassumere il suo straordinario Pontificato: i viaggi apostolici nel mondo, il dialogo con le altre confessioni, la difesa
costante dei valori morali, della vita e della famiglia, il rapporto speciale con la
gente e in particolare con i giovani, lo spirito con cui affrontò la malattia soprattutto negli ultimi giorni terreni.
18.00 Canto dei Vespri
18.30 S. Messa: famm. Chelero e Biasutti - Masiero Gino Giacomello Sergio - Giusti Antonia in Vendrame
28
LUNEDÌ
LO 2ª set
S. Pietro Chanel (mf);
S. Luigi Maria Grignion de Montfort
(mf)
At 4,23-31; Sal 2; Gv 3,1-8 Se uno non
nasce da acqua e Spirito, non può entrare
nel regno di Dio. R Beato chi si rifugia in
te, Signore. Opp. Alleluia, alleluia, alleluia.
7.00 S. Messa
8.15 S. Messa e Lodi: - Voto del 1630 per intercessioni
contro il terremoto
18.15 S. Messa: Gambaro Luigi
* N.B. nei giorni di mar, mer, gio, ven, sab in caso di funerale, al mattino solo Lodi.
29
MARTEDÌ
LO Prop
30
MERCOLEDÌ
LO 2ª set
1
GIOVEDÌ
LO 2ª set
2
VENERDÌ
LO 2ª set
3
SABATO
LO Prop
4
DOMENICA
LO 3ª set
S. Caterina da Siena, patrona d’Italia
e d’Europa (f)
1 Gv 1,5−2,2; Sal 102 (103); Mt 11,2530 Hai nascosto queste cose ai sapienti e
ai dotti e le hai rivelate ai piccoli.
R Benedici il Signore, anima mia.
S. Pio V (mf)
At 5,17-26; Sal 33 (34); Gv 3,16-21
Dio ha mandato il Figlio nel mondo,
perché il mondo sia salvato per mezzo di
lui.
R Il povero grida e il Signore lo ascolta.
Opp. Alleluia, alleluia, alleluia.
S. Giuseppe Lavoratore (mf)
(Col 3,14-15.17.23-24; Sal 89 [90];
Mt 13,54-58) At 5,27-33; Sal 33 (34);
Gv 3,31-36
Il Padre ama il Figlio e gli ha dato in mano
ogni cosa. R Ascolta, Signore, il grido del
povero. Opp. Alleluia, alleluia, alleluia.
S. Atanasio (m)
At 5,34-42; Sal 26 (27); Gv 6,1-15
Gesù distribuì i pani a quelli che erano
seduti, quanto ne volevano.
R Una cosa ho chiesto al Signore: abitare
nella sua casa. Opp. Alleluia, alleluia,
alleluia.
Ss. Filippo e Giacomo, apostoli (f)
1 Cor 15,1-8a; Sal 18 (19); Gv 14,6-14
Da tanto tempo sono con voi e tu non mi
hai conosciuto, Filippo?
R Per tutta la terra si diffonde il loro
annuncio. Opp. Alleluia, alleluia, alleluia.
3ª DI PASQUA
At 2,14a.22-33; Sal 15 (16); 1 Pt 1,1721;
Lc 24,13-35
Lo riconobbero nello spezzare il pane.
R Mostraci, Signore, il sentiero della vita.
Opp. Alleluia, alleluia, alleluia.
7.00 Lodi e S. Messa (Madri Canossiane): Secondo le
intenzioni dell’offerente
8.15 Lodi (Duomo):
18.15 Vespri e S. Messa: Sergio (II° anniversario) fam. Marzari Antonietta - Silvio e Elsa
7.00 S. Messa (Madri Canossiane): Secondo le intenzioni
dell’offerente
8.15 Lodi (Duomo)
18.15 Vespri e S. Messa : Oscar e Carmela - Salin Arben Agostini Lucinda - Pulvirenti Giuseppe defunti Simionato 7.00 S. Messa (Madri Canossiane): Secondo le
intenzioni .dell’offerente
8.15 Lodi (Duomo):
18:00 Recita del S. Rosario
18.00 S. Messa: Eugenio Reato e Romeo Lovato
7.00 S. Messa (Madri Canossiane): Secondo le intenzioni
dell’offerente
8.15 Lodi (Duomo):
18:00 Recita del S. Rosario
18:15 S. Messa: Frasson Lucia - Zecchinato Giovanni -
CANONIZZAZIONE DEI BEATI GIOVANNI XXIII
E GIOVANNI PAOLO II (Piazza San Pietro - Roma)
Cari giovani,
Giovanni Paolo II è rimasto nel cuore a molti di
O A NI
T
I
noi, ha inventato le Giornate Mondiali della Gioventù
INV GIOV
(GMG) e per molti è stato guida sicura nella fede, nella
speranza e nell’amore. Ci ha incontrati, ci ha ascoltati, ci
ha dato voce, ha pregato con noi e ci ha annunciato la
bella notizia che Gesù è vivo ed è possibile incontrarlo!
Lunedì 28 aprile: ritrovo alle 20:00 nella chiesetta del Patronato per la preghiera semplice dell’Adoro il lunedì, al termine (ore 20:45) ci recheremo a piedi in centro davanti a quella piccola edicola ricavata all’esterno del Duomo, dalla parte
che sta a nord, dove è esposta l’immagine di Giovanni Paolo II. Lì vivremo un
mento di GMG, una preghiera fatta in sua compagnia e per sua intercessione ricevere la benedizione di Dio su noi giovani.
Lunedì 28 aprile:
16:30-17:30 Catechismo 5ª el
20:45 ACG 1a-2a sup (Patronato - sede)
21:00 Programmazione Gr.Est (Santa Bertilla)
Martedì 29 aprile:
15:30-16:30 Catechismo 1ª med
celebrati nella
Giubilei
di Matrimonio
16:30-17:30 Catechismo 4ª el
7.00 S. Messa (Madri Canossiane): Secondo le intenzioni
dell’offerente
8:15 Lodi (Duomo):
18:00 Recita del S. Rosario
18.30 S. Messa: Benedetti Maria Grazia - Zampieri Elsa e
Bui Mario - Bolzonella Ferruccio e Giacomello
8.30 S. Messa: Chinellato Giulietta (anniv.)
e Bruna Chinellato
10.15 S. Messa
11.30 S. Messa:
18.00 Canto dei Vespri
18.30 S. Messa:
piccolo mo-
20:45 ACG 3^-4ª-5a sup (Patronato - sede)
Equipe ACG vicariale (20:45 - Olmo)
Mercoledì 30 aprile:
Giovedì 1 maggio:
15:30-16:30 Catechismo 2ª med
16:30-17:30 Catechismo 2ª el
S. MESSA
di sabato
10 maggio 2014
alle ore 16.00
RADUNO DIOCESANO CHIERICHETTI
(Treviso: San Nicolò e Seminario)
Inizia il mese di Maggio, tradizionalmente dedicato a Maria.
Si invita alla recita quotidiana del
Rosario, con l’intenzione di preghiera per le vocazioni sacerdotali e religiose. In Duomo il Rosario sarà
ogni giorno alle 18:00. Alle Domeniche di maggio verranno pregati i Vespri.
Sabato 3 maggio:
15:00 ACR (Patronato)
15:30 Reparti Scout (Patronato)
15:30 Branchi Lupetti (San Leopoldo)
Domenica 4 maggio: CONVEGNO VICARIALE ACR
(Spinea Santa Bertilla)
i Lupetti sono in CACCIA DI PIRIMAVERA
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
516 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content