close

Enter

Log in using OpenID

AQ 10 WG® - Agripiudabenito

embedDownload
AQ 10 WG®
Fungicida antiodico a base di Ampelomyces quisqualis
Cosa è AQ 10 WG
AQ10 WG è un fungicida microbiologico a base del fungo
antagonista Ampelomyces quisqualis per il controllo biologico dell’oidio. Si tratta di un microrganismo comunemente
presente in natura che vive a spese di tutti gli oidii appartenenti alla famiglia Erysiphacee . Il ceppo originario che
agisce da principio attivo nel formulato commerciale è
stato isolato in Israele e non è modificato geneticamente.
AQ10 WG è il primo fungicida microbiologico per il controllo
dell’oidio registrato sul mercato mondiale.
Il microrganismo può essere conservato a temperatura ambiente per almeno 12 mesi (fino oltre 2 anni in frigorifero).
COMPOSIZIONE:
100 grammi di prodotto contengono:
Ampelomyces quisqualis (isolato M-10)........g 58*
Coformulanti q.b. a ......................................g 100
*Contiene non meno di 5,0 x 109 spore/g
Formulazione: granuli idrodispersibili in acqua
Indicazioni di pericolo:
Non classificato
Tempo di carenza: 0 giorni
Registrazione del Ministero della Salute:
n. 11786 del 22.01.2004
Confezioni: 30 g x 40 - 10 g x 20
Conservazione:
• in frigorifero (4-5 °C) per oltre 2 anni
• in luogo fresco e asciutto non alla luce
diretta del sole (20-21 °C) per oltre 1 anno
Il principio attivo è inserito nell’allegato II del Reg. CE n. 834/2007 e
successive modifiche e/o integrazioni
che elenca i mezzi tecnici ammessi in
Agricoltura Biologica
Come agisce AQ 10 WG
Le spore di Ampelomyces quisqualis che vengono distribuite con il trattamento, una volta a contatto con il
micelio dell’ospite, germinano e danno origine ad un
tubetto che penetra nel micelio dell’oidio.
Modalità di impiego
AQ10 WG si impiega preferibilmente in miscela con olio
minerale estivo (UFO) o con pinolene (NU-FILM-P) o con un
bagnante siliconico; una volta aperta, utilizzare completamente la confezione o richiuderla accuratamente e riporla
in frigo (per 2/3 volte al max.).
Effettuare il trattamento nelle prime ore del mattino o
meglio verso sera. Dal momento che la spora del fungo
antagonista agisce al meglio quando viene posta a
contatto con il micelio dell’oidio, curare la bagnatura
ottimale della vegetazione.
Applicazione su vite
AQ10 WG può essere applicato in tutte le fasi vegetative
della coltura, da solo o in una strategia di difesa con altri
fungicidi di sintesi. I primi trattamenti possono essere
avviati nelle zone a rischio dalla rottura delle gemme fino
alla pre-fioritura al dosaggio di 15 g/ha. Da questo punto
in avanti il dosaggio deve essere aumentato a 35 g/ha.
I trattamenti con AQ10 WG possono essere eseguiti
durante la fioritura e in pre-chiusura grappolo, anche se in
questo periodo più a rischio di infezione, possono essere
applicati fungicidi di sintesi come quinoxyfen, IBE o zolfo
per il biologico.
Il periodo ottimale di impiego di AQ10 WG va dalla
chiusura grappolo alla invaiatura, durante il quale
esistono le migliori condizioni per l’applicazione.
Nella fase di pre-vendemmia o post-vendemmia è possibile
utilizzare AQ10 WG contro i cleistoteci, ovvero gli organi
svernanti della crittogama nella maggior parte dei vigneti
italiani. In questo modo (con uno-due interventi al dosaggio
di 30-60 g/ha) si riduce in maniera significativa l’inoculo
dell’oidio per l’annata successiva.
Applicazione su uva da tavola
AQ10 WG può essere applicato nei periodi precedentemente segnalati per la vite da vino e soprattutto in
prossimità della raccolta a dosaggi di 50-70 g/ha.
Applicazione su orticole e fragola
AQ10 WG va applicato su queste colture al dosaggio di
3-5 g/hl in caso di una presenza appena accennata di
oidio, mentre si passa ad un dosaggio di 5-7 g/hl in caso di
presenza più evidente del micelio fungino della crittogama.
Il biofungicida può essere utilizzato da solo o in strategia
con altri antioidici, privilegiando AQ10 WG in prossimità
della raccolta; evitare di trattare alternativamente con zolfo
e AQ10 WG; applicare zolfo nei primi trattamenti e iniziare
poi in seguito gli interventi a cadenza settimanale con
AQ10 WG.
Applicazione su rosa
AQ10 WG può essere vantaggiosamente applicato anche
su rosa; il prodotto deve essere inserito nella strategia di
difesa ed alternato, come qualunque altro fungicida, nella
serie di trattamenti da eseguire; si consiglia di intervenire
però con una serie di almeno due trattamenti con il
biofungicida a distanza di 5-7 giorni uno dall’altro.
Compatibilità
AQ10 WG è miscibile con molti fitofarmaci, soprattutto insetticidi, acaricidi, concimi e biostimolanti; è necessario fare
attenzione alla compatibilità con i fungicidi: ad esempio
non può essere miscelato con strobilurine, ditiocarbammati,
clortalonil, zolfo e saponi potassici. Nel caso sia necessario
intervenire con questi prodotti distanziare l’intervento con
AQ10 WG di almeno 5 giorni. Per ogni dubbio consultate il nostro sito internet www.intrachem.com
alla voce selettività.
Vantaggi dell’applicazione di AQ 10 WG
AQ10 WG può essere applicato nelle strategie di lotta integrata ed è ammesso anche in agricoltura biologica. Inoltre:
• Riduce i rischi di sviluppo di ceppi di oidio resistenti ai fungicidi di sintesi, in quanto possiede un meccanismo di
azione totalmente innovativo ed originale, diverso da
ogni altro fungicida.
• Non è fitotossico.
• Agisce a temperature più basse dello zolfo (è attivo
già a 12°C)
• Non interferisce con i processi di fermentazione, non
altera gli aromi, anzi riducendo i residui indesiderati migliora anche le qualità organolettiche del vino.
• È innocuo per gli insetti utili e per gli acari fitoseidi.
• È sicuro per l’uomo e per l’ambiente.
• NON HA TEMPO DI CARENZA e può essere impiegato
fino al giorno stesso della raccolta.
Dosaggi e colture di impiego
COLTURA
DOSAGGIO
NOTE
VITE DA VINO
15 g/ha fino in prefioritura
35 g/ha da fioritura in avanti
Miscelare con Nu-Film-P, 30-50 cc/hl
30-60 g/ha in pre-vendemmia
o post-vendemmia.
Limita la formazione dei casmoteci.
Ripetere eventualmente il trattamento
dopo 15 gg dal primo.
50-70 g/ha
Miscelare con Nu-Film-P, 30-50 cc/hl
3-5 g/hl all’inizio dell’attacco
5-7 g/hl con sintomi più evidenti
Miscelare con Nu-Film-P, 30-50 cc/hl
5-7 g/hl all’interno di una
strategia di difesa integrata
Miscelare con Nu-Film-P, 30-50 cc/hl
UVA DA TAVOLA
CUCURBITACEE:
zucca, zucchino, melone,
cocomero, cetriolo
SOLANACEE: pomodoro,
peperone, melanzana
FRAGOLA
ROSA
Per ulteriori informazioni richiedere l’apposita Brochure Tecnica.
56
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
3
File Size
356 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content