close

Enter

Log in using OpenID

Arrivano_2,5_miliardi_

embedDownload
ECONOMIA
GIORNALE DI BRESCIA MARTEDÌ 18 MARZO 2014
AGENZIA ENTRATE «Servizi gratuiti
35
CONCORSO PACKAGING Premi
IVECO In aprile dodici giorni di fermo
OSSERVATORIO Scenari & Tendenze
su www.agenziaentrate.gov.it»
aOliviniDesenzanoeRiccafanaCologne
«coperti» dal contratto di solidarietà
nuovo appuntamento in Aib
■ L’Agenzia Entrate evidenzia che sul suo
sito www.agenziaentrate.gov.it si può fruire
di servizi catastali gratuitamente. I siti
www.agenziadelterritorio.it e catasto.it
sono invece di una società privata che non
ha alcun rapporto con le Entrate.
■ Il concorso internazionale Packaging
Vinitaly ha premiato due bresciani:
Etichetta d'Oro al Lugana Doc 2013 della
Società agr. Olivini di Desenzano; Etichetta
d'Argento al Franciacorta Docg Brut La
Riccafana di Riccardo Fratus, Cologne.
■ Oltre alle giornate di fermo previste dal
dal 24 al 31 marzo, ieri sono stati
comunicati alle rsa di Iveco altre 12 giornate
di chiusura del sito di via Volturno in aprile.
Nello specifico: 1 e 2 aprile, 7 e 11 aprile e da
venerdì 18 fino a martedì 30 aprile.
■ Martedì 8 aprile 2014, alle 16,30, è fissato
il nuovo incontro in Aib con Scenari &
Tendenze, l’osservatorio congiunturale
dedicato a tutti coloro che in azienda sono
interessati alle dinamiche dei prezzi delle
materie prime, dei cambi e dell’economia.
Alle pmi di filiera il rating dei campioni
La mossa di Aib per sostenere il credito alle piccole imprese eccellenti della subfornitura
Credito Bergamasco firma la prima intesa: plafond da 30 mln con finanziamenti convenienti
BRESCIA Favorire l’accesso
olo, La Valsabbina ed Unicrediata dal Tavolo andrà a supIL NODO DEL CREDITO
al credito alle imprese. È da
dit. «Tra banche ed imprese
portare le piccole imprese di
sempre uno dei «chiodi fissi»
c’è un divario di cultura finanfiliera del nostro territorio. Si
di Marco Bonometti. Il presiziaria che va colmato il prima
tratta della subfornitura d’ecGLI ISTITUTI PARTECIPANTI AL TAVOLO
dente di Aib conosce bene l’inpossibile - spiega Bonometti
cellenza in grado di fare la difBanco di Brescia
terdipendenza che sussiste
-, ce lo impongono le regole di
ferenza dei grandi player breBnl
tra industria e fiBasilea, ma anche
sciani presenti sui mercati innanza, «l’una non
lanecessità dicomternazionali.Ieri il Credito BerCredito Bergamasco
può sopravvivere
petere a livello ingamasco ha firmato con Aib
Federaz. Lomb. Bcc
BONOMETTI
senza il supporto
ternazionale con
un importante accordo operaIntesa SanPaolo
dell’altra e viceverimprese di dimentivo volto a sostegno dei piccoLa Valsabbina
sa» ed allo stesso
sioni maggiori e
li fornitori di filiera di gruppi
Unicredit
tempo è consapepiù strutturate».
classificati come «Champion»
vole che bisogna
A questo scopo
che hanno ottimi rating, met«agire fretta e su
proprio oggi prentendo sul piatto 30 milioni di
più fronti» perché
derà il via a Isfor
euro.
LE AZIONI
ogni giorno che
2000 il primo di
«L’accordo permette di offrire
1) Formazione con il supporto di ISFOR 2000
passa la crisi bruuna serie di corsi
ai fornitori strategici l’accesso
cia aziende e con
di
formazione
sul
al
credito
preferenziale
spieI piccoli fornitori
2) Affiancamento del sistema bancario
esse posti di lavocredito, per comga Bruno Pezzoni, amminiper fare crescere l’impresa
di
gruppi
eccellenti
ro. Per questa raprendere, direttastratore delegato di Creberg -.
3)
Supporto
alle filiere per sostenere
potranno
avere
gione fin dalla sua
mente dagli operaSosterremo richieste di finani
fornitori
delle aziende leader del mercato
elezione alla guida le stesse condizioni tori dei maggiori
ziamento fino a 300mila euro,
degli industriali
istituti,
i
criteri
di
le
risposte
saranno
rapide,
ma
«di favore»
bresciani, Bonoaffidamento utilizsoprattutto a condizioni dedimetti ha affidato
zati, le variabili
cate con pricing correlato al rauna specifica deleche sottostanno al
ting delle aziende Chamga sultema del creditoa Giacorating.
pion». L’intesa con Creberg è
IL 1° ACCORDO
mo Gnutti «imprenditore in
Ci vuole cultura finanziaria, è
solo il primo tassello, ci si augrado di affiancare alla conovero, ma da sola non basta ad
gura ne seguano altri, con gli
Credito Bergamasco mette a disposizione della filiera
scenza del mondo manifattualleviare il credit crunch delle
altri istituti di credito.
dei fornitori un plafond di 30 milioni
Roberto Ragazzi
riero una profonda comprenimprese. Servono interventi
sione delle logiche e dei mecconcreti. La prima misura stur.ragazzi@ giornaledibrescia.it
canismi che regolano le banche» ed all’intraprendente vicepresidente Paolo Streparava. Da questi presupposti è nata l’idea di costituire il Tavolo
del Credito che fungesse da cabina di regia per sviluppare
progetti a favore delle imprese. E ieri, con orgoglio, il presidente ha annunciato i primi,
ADRO Un’acquisizione strategiva all’avanguardia - dichiara l’ad
Fabrizio Vicari titolare della Vgv
concreti, risultati di questo laca che permette alla Streparava
del gruppo di Adro Paolo Strepadi San Gervasio Bresciano.
voro. «Collaborare con gli istinon solo di ampliare il portaforava -, capace di soddisfare le esiRuggeri e Vicari sono tra l’altro
tutidi credito non vuol dire apglio prodotti, ma allargare la base
genze dei più importanti produtpartner di «Futuro all’Impresa
piattirsi sul volere delle bandei clienti. Il gruppo di Adro ha
tori italiani ed europei di motori
Advisory», la società di advisor
che, ma dialogare, confrontarconcluso ieri il processo di acquidi varie tipologie. Non solo: Borpromossa e gestita da imprendisi, proporre - ha precisato il
sizione della Borroni Powertrain
roni annovera tra i clienti più imtori professionisti che ha seguito
presidente - nella consapevodi Saronno, in provincia di Vareportanti MV Augusta Ducati,
direttamente l’operazione di aclezza che il destino di entramse. Si tratta di una società storica
Bmw; benelli, Liebherr, Same
quisizione. Circa 70 addetti, 10
bi è strettamente legato a dopdel settore automotive (venne
Deutz Fahr».
milioni di fatturato, la Borroni
pio filo».
Paolo Streparava
fondata nel 1973), specializzata
In questa operazione di acquisiPowertrain si trovava in un partiSette gli istituti che hanno paramministratore
nella produzione di alberi motozione Streparava non è sola. Al
colare momento di difficoltà.
tecipato al Tavolo, si tratta deldelegato
re ed alberi a camme per il settogruppo di Adro va infatti il 60%
Ora inserita nel gruppo Streparale principali banche presenti
della Streparava
re auto, racing motorbike e spedell’azienda di Saronno, mentre
va, l’azienda di Saronno potrà
sulla piazza bresciana per amcial equipment.
soci di minoranza sono altri due
contare sul supporto strategico e
montare degli impieghi: Ban«Borroni Powertrain è una realtà
imprenditori bresciani: Guglielcommerciale di primissimo livelco di Brescia, Bnl, Credito Bercon importanti competenze tecmo Ruggeri, imprenditore del setlo con un occhio all’internazionagamasco, Federazione Lomniche ed una struttura produttitore accessori moda in metallo; e
lizzazione.
raga
barda delle Bcc, Intesa Sanpa-
Streparava acquisisce la Borroni Powertrain
Con l’azienda di Saronno verrà ampliato il portafoglio clienti e quello prodotti
Da Banca Valle
un social bond
per «Giardini
Alzheimer»
BRESCIA La Banca di Valle
Camonica (Ubi) stringe un’altra alleanza con il territorio attraverso l’emissione di un social bond da 5 milioni per il
progetto «Giardino Alzheimer» della fondazione Rizzieri di Piancogno. Le obbligazioni, sottoscrivibili fino al 30
aprile, hanno un taglio minimo di mille euro e sono a tasso fisso per due anni con cedola del 2% lordo annuale. Lo
0,5% del capitale collocato sarà destinato alla realizzazione di un percorso sensoriale
e terapeutico all’aperto, dedicato a persone affette da demenza ospiti della Rsa di
Piancogno. Per Vittorio
Kuhn, direttore generale di
Banca Valle, tale operazione
«testimonia
l’attenzione
dell’istituto verso i progetti
che operano sulle nuove
emergenze sociali in Valle».
Competitività:
dal Pirellone
tre milioni
per le pmi
MIALNO La Regione Lombardia lancia il «Bando piani
di rilancio aziendale per le
PMI Lombarde» nell’ambito
del Programma operativo regionale (Por) legato al Fondo
europeo per lo sviluppo regionale (Fesr) che mira a consolidare la coesione economica e
sociale della Ue, rafforzando
la competitività regionale.
Obiettivo del bando è quello
di contribuire al rafforzamento della competitività dell'
economia regionale, con una
dotazione complessiva di tre
milioni di euro, per migliorare la pianificazione strategica
della Pmi lombarde.
Nello specifico, il bando si rivolge a piccole e medie imprese in bonis con almeno dieci
addetti attive nella nostra regione.
Arrivano 2,5 mld per impianti e attrezzature Koiné (call center), i timori di 57 addetti
Nuova Sabatini: giovedì 20 incontro Ibs-Acf alla Cdc
BRESCIA È una delle misure
più attese, finalmente arriva.
È la cosiddetta legge Nuova
Sabatini che, forte di una dote da 2,5 miliardi, finanzierà
l’acquisto di macchinari. Se
ne parlerà giovedì 20 marzo,
dalle ore 16, presso la Sala
Consiliare della Camera di
Commercio di Brescia in un
incontro promosso da Acf
spa e da Ibs Consulting. La misura sarà operativa dal 31
marzo e prevede agevolazioni per le imprese che investo-
V4f0uzNaO5eGx261VCSGACYH13tQQFpgDkRVMzio/ZI=
no, anche mediante leasing,
in beni strumentali. Nello specifico lo strumento prevede
l'intervento della Cassa Depositi e Prestiti che, eventualmente assistita dal Fondo di
Garanzia delle Pmi, permetterà a banche e società di leasing di finanziare le Micro Piccole e Medie imprese a tassi
agevolati con un contributo
in contro abbattimento tasso
pari al 2.75%.
Durante l'incontro, moderato da Alberto Bertolotti (a.d.
di Acf spa), Antonio Martini
del Mise illustrerà le modalità operative dello strumento
mentre Guglielmo Belardi di
MediocreditoCentrale approfondirà l'operatività del Fondo di garanzia per le Pmi. Parteciperà inoltre all'incontro
Valter Menghini di Cassa Depositi e Prestiti, istituto erogatore della misura. L’ingresso
ai lavori è libero previa registrazione. Per informazioni:
Email: [email protected] Telefono: 030-3666601.
L’incertezza è sorta col trasferimento di Mondadori a Verona
RONCADELLE «Siamo i 57 dipendenti di un
call center di Roncadelle e vogliamo portarvi a
conoscenza della gravissima situazione che si
è creata all’interno della nostra società». Si
apre così la lettera inviata al nostro giornale
dai lavoratori della Koiné Brescia, azienda che
gestisce in appalto il servizio clienti della Mondadori (ex Mondolibri).
La casa editrice della galassia Fininvest ha infatti una sede operativa anche in via Padana
Superiore a Roncadelle, ma dal 1° aprile questa chiuderà i battenti. Mondadori si trasferirà
quindi nel Veronese e per questo motivo ha
già raggiunto un accordo con i propri lavoratori attivi nel sito bresciano. «Dall’altro - spiega-
no per contro nella lettera gli addetti della
Koiné - il nostro avvenire all’interno del medesimo stabile è tutt’altro che certo: partito Mondadori, nostro unico cliente e fornitore, continueremo a occupare lo stesso ufficio? Se sì, a
che titolo? Se no, dove andremo?». Le preoccupazioni dei 57 addetti della Koiné Brescia si aggravano quando l’azienda - nonostante le loro
ripetute sollecitazioni - tarda a prendere una
posizione di merito. «Su delibera del consiglio
di fabbrica - svelano - giovedì abbiamo inviato
una raccomandata alla Koiné in cui chiediamo un incontro urgente». Ma fino ad oggi non
hanno ricevuto alcuna risposta e il loro futuro
resta segnato dalla massima incertezza.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
199 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content