close

Enter

Log in using OpenID

ALPINFONET TOOLBOX

embedDownload
Newsletter N. 3 / Giugno 2014
4a riunione dei partner di AlpInfoNet
a Bregenz (Austria)
I partner di AlpInfoNet si sono incontrati il 28 e 29 aprile
2014 a Bregenz in occasione della 4a riunione
transnazionale di progetto. Le due giornate di lavoro si
sono rivelate importanti per il futuro svolgimento delle
attività, poiché i partner hanno preso decisioni
fondamentali riguardanti i risultati finali del progetto e la
concreta messa a punto di una rete informativa sulla
mobilità sostenibile nelle 5 aree pilota selezionate. Le
esperienze e i risultati che emergeranno dal progetto
saranno riassunti in un manuale che costituirà una guida
su come realizzare un sistema informativo sulla
mobilità sostenibile (SMIN).
4a riunione di progetto a Bregenz
(fonte: LKZ Prien GmbH)
Inoltre, verrà realizzata una strategia di marketing che
sarà messa a disposizione degli operatori turistici,
fornendo esempi concreti, come buone pratiche e ogni
altro suggerimento utile su come incoraggiare turisti e
pendolari a viaggiare attraverso modalità maggiormente
eco-compatibili, lasciando la propria auto a casa.
La Toolbox di AlpInfoNet
All’interno del progetto, si distinguono due principali
tipologie di sistemi informativi on-line. Nel primo caso si
tratta di siti web a prevalente indirizzo turistico (hotel, siti di
prenotazioni on-line) chiamati sistemi informativi
turistici (TIS). Nel secondo caso si tratta di sistemi
informativi di mobilità (MIS), i quali forniscono
informazioni relative ai trasporti. Un esempio di
applicazione dei MIS sono i journey planners, strumenti
che informano l’utenza su come viaggiare da un punto A a
un punto B. Spesso i journey planners coprono mezzi di
trasporto molto diversi (trasporto pubblico, bicicletta,
piedi). Grazie ai tools di AlpInfoNet, tali sistemi informativi
possono essere migliorati, realizzando opportune
connessioni tra due o più sistemi.
La toolbox di AlpInfoNet contiene descrizioni dettagliate ed
elementi esplicativi sui seguenti dieci tools:
Smart Links
AMS /
Last Mile
information
Widget
Connection
of two journey
planners
POI data
adaptation and
completion
Time Table
completion
ALPINFONET TOOLBOX
Il progetto AlpInfoNet intende fornire all’utenza migliori
informazioni sulla mobilità sostenibile. Ciò significa
garantire dati facilmente accessibili, utilizzabili, accurati e
comprensivi di tutti i mezzi di trasporto sostenibili. Questo
obiettivo non può essere raggiunto attraverso un’unica
soluzione, ma piuttosto attraverso l’adozione di soluzioni
tecniche di diversa natura. Nel progetto AlpInfoNet queste
soluzioni tecniche sono chiamate tools. Insieme,
costituiscono la toolbox di AlpInfoNet. Al momento sono
disponibili dieci tools, ma il loro numero è destinato ad
aumentare ulteriormente durante lo sviluppo del progetto.
Enhancements
of journey
planners
Maps
Web Service
Editorial
information
La Toolbox di AlpInfoNet
Smart Links
Gli “Smart links” presenti sui siti web portano l’utenza a visualizzare informazioni rilevanti su
un altro sito online in maniera intelligente. Ad esempio, il sito web di un hotel può offrire uno
smart link a un journey planner, all’interno del quale l’hotel stesso è già suggerito come
possibile destinazione.
Newsletter N. 3 / Giugno 2014
Widget
Sono piccole maschere di inserimento posizionate all’interno di un sito web che offrono la
possibilità agli utenti di reperire informazioni direttamente da un altro sito web. Ad esempio,
il sito di un hotel può offrire un widget come accesso a un journey planner, dove l’utente può
inserire l’orario del viaggio desiderato e ottenere direttamente le informazioni di viaggio
necessarie.
Collegamento di due journey planner
Ogni journey planner copre una specifica regione. Collegando i journey planner di aree
confinanti, ognuno di essi può offrire informazioni di viaggio per un’area più vasta.
Adattamento dei dati POI e loro completamento
TIS e MIS spesso offrono informazioni su hotel, siti turistici, fermate e altri punti di interesse
(POI). Adattando, completando e armonizzando i dati sui POI in tutti i sistemi in uso, questi
ultimi possono offrire informazioni più accurate, evitando di diffondere informazioni
contraddittorie e in grado di confondere l’utenza.
Completamento delle tabelle degli orari
Qualora alcune informazioni dei journey planner dovessero essere mancanti, queste lacune
possono essere colmate completando i dati mancanti.
AMS / Informazioni relative all’ «Ultimo Miglio»
I Servizi Addizionali di Mobilità (AMS) consistono in ulteriori offerte di mobilità, a
completamento del trasporto pubblico convenzionale. Tali servizi includono ad esempio
autobus turistici, funivie, taxi o servizi di noleggio biciclette. Queste offerte di mobilità sono
adatte a gestire i collegamenti «ultimo miglio», ovvero il percorso esistente tra l’ultima
fermata del trasporto pubblico e la destinazione finale. Nonostante servizi di tale genere
siano presenti nelle regioni turistiche, tuttavia non sono solitamente inclusi all’interno dei
sistemi informativi. Ulteriori informazioni provenienti dagli AMS dovrebbero quindi essere
aggiunte, ove mancanti.
Miglioramenti dei journey planner
Tutti i journey planner convenzionali, non ancora in grado di integrare informazioni
sull‘ultimo miglio, sulla base di quanto detto nel punto precedente, dovrebbero essere
migliorati e resi capaci di operare anche in tal senso.
Mappe
Le mappe rappresentano strumenti efficaci per fornire informazioni geografiche aggiuntive
all’utenza. I servizi esistenti, come ad esempio Open Street Map, possono essere utilizzati
per dare informazioni sui POI.
Servizio Web
Un servizio web riporta informazioni provenienti da diversi TIS e MIS, li combina in maniera
adeguata, e li restituisce all’utenza. I servizi web offrono informazioni in maniera
particolarmente chiara, ma risultano spesso economicamente onerosi.
Informazioni editoriali
I siti web possono aggiungere un semplice testo o rappresentazioni grafiche per migliorare
l’informazione sulla mobilità per i turisti e gli abitanti. Tale strumento costituisce un mezzo
molto semplice ma estremamente efficace
Naturalmente, i tools racchiusi all’interno della toolbox di AlpInfoNet possono essere
combinati e integrati fra loro. Così come un artista sceglie gli strumenti adeguati per
realizzare ogni suo lavoro, ogni regione pilota può selezionare i tools che riterrà
maggiormente indicati e opportuni per essere sviluppati, conformemente alle condizioni
quadro esistenti a livello locale.
Una versione preliminare della toolbox è ora disponibile sul sito web del progetto
> www.alpinfonet.eu
Newsletter N. 3 / Giugno 2014
Notizie dalle regioni pilota di AlpInfoNet
Lago di Costanza
Nel mese di gennaio 2014, i rappresentanti austriaci e
tedeschi della regione pilota del Lago di Costanza si sono
incontrati a Bregenz per discutere le attività in programma
e le possibili interazioni su entrambi i lati del confine.
L’Associazione Internazionale Turistica del Lago di
Costanza (IBT) è stata incaricata delle attività di marketing
nella regione, a livello regionale e internazionale. E’
rappresentata da 10 istituzioni regionali, tra le quali
comuni, dipartimenti e associazioni turistiche regionali. Nel
corso di un incontro tenutosi nel gennaio 2014, Ifuplan si è
incontrato con i rappresentanti dell’IBT per discutere le
opzioni percorribili relative all’« hosting » di un database
sui servizi regionali aggiuntivi sulla mobilità. Un successivo
incontro in programma con i rappresentanti turistici locali
fornirà l’occasione di esplorare ulteriori modalità di
disseminazione dei risultati di progetto tra gli operatori
turistici regionali.
Area pilota Piemonte, Provence-Alpes-Côte-d’Azur e
Rhône-Alpes: iniziamo la parte pratica del lavoro!
Ci è voluto quasi un anno ai partner francesi e piemontesi
di AlpInfoNet per definire le attività, a livello pratico e
transnazionale, da realizzare congiuntamente al fine di
favorire l’interoperabilità di alcuni sistemi informativi
turistici e dei trasporti. La descrizione puntuale delle
rispettive specifiche tecniche ha costituito un’importante
precondizione per definire il quadro generale del lavoro
comune da svolgere. Si è trattato di un lavoro
particolarmente oneroso in termini di tempo, ma
indispensabile per assicurare il contributo della regione
pilota all’implementazione del sistema informativo sulla
mobilità per lo Spazio Alpino.
Viaggio in barca sul Lago di
Costanza da Bregenz
(fonte: Vorarlberg)
L’abbazia Sacra di San Michele,
sito della Regione Piemonte
(fonte: Regione Piemonte)
Grazie a questi sforzi comuni da entrambi i lati del confine,
è stato recentemente pubblicato, sotto la responsabilità
della regione Provence-Alpes-Côte-d’Azur, un bando
pubblico per lo sviluppo, dal punto di vista tecnico, di una
rete informativa per la mobilità. I primi sviluppi concreti
sono attesi il prossimo autunno 2014, al fine di fornire
nuovi ed efficienti servizi di informazione ai turisti per le
vacanze natalizie e la prossima stagione invernale.
In linea con le sperimentazioni da realizzare nell’ambito del
progetto AlpInfoNet, i sistemi informativi nell’area pilota
sono in continuo miglioramento. Sistemi come Pronto TPL,
Itinisère o MobiSavoie stanno attualmente passando a
nuove versioni aggiornate. Alcuni di essi hanno ricevuto,
inoltre, riconoscimenti a livello nazionale: è il caso, ad
esempio, di Paca Mobilité, insignita del premio “TER 2.0”
da una nota rivista nazionale del settore dei trasporti. Con
un tale dinamismo, non resta che aspettarsi il meglio
dall’area pilota per il futuro.
Maggiori informazioni sulle aree pilote sono disponibili al sito:
> www.alpinfonet.eu/pilot_regions
Il passo Galibier (2642 m) –
importante collegamento tra le
regioni Rhone-Alpes e ProvenceAlpes-Cote-d’Azur e uno dei passi
più noti della regione pilota
(fonte: Flickr CC, Will_cyclist)
Newsletter N. 3 / Giugno 2014
ZOOM – Area pilota della Provincia di Gorizia –
Goriška
Grazie alla sua ricca storia, alle sue bellezze naturali e la
sua enogastronomia, la provincia di Gorizia-Goriška
costituisce una destinazione turistica di richiamo per tutto
l’anno. Nonostante l’area transfrontaliera copra soltanto
2.792,14 km2, la Provincia registra più di 2,4 milioni
pernottamenti all’anno e un numero consistente di visitatori
giornalieri.
Uno dei tratti più distintivi e immediatamente riconoscibili di
entrambe le regioni è costituito dal fiume Soča/Isonzo,
paradiso per gli sport acquatici e d’avventura nelle Alpi,
nonché dalla Riserva Naturale della Foce dell’Isonzo nel
golfo di Trieste.
Castello di Dobrovo
(fonte: Tatjana Lampreht;
www.heritaste-project.eu)
Inoltre, l’attrattività del turismo ricreazionale e sportivo
aumenta grazie alla presenza di numerosi percorsi
escursionistici e ciclistici (www.hiking - biking slovenia.com) come l’Alpe Adria Trail (attraverso Slovenia,
Italia e Austria) o il sentiero storico “The Walk of Peace”, in
memoria della Prima Guerra Mondiale.
In particolare, grazie a quest’ultimo percorso, è possibile
realizzare un’escursione speciale con un treno d’epoca
lungo la ferrovia Bohinj, immersa nel paesaggio alpino.
In aggiunta ai servizi regolari di trasporto pubblico come le
Ferrovie dello Stato Italiane, Slovenske železnice e i
principali operatori degli autobus regionali come Avrigo
d.o.o. e APT Gorizia, un’ampia gamma di offerte di mobilità
“ultimo-miglio” sono disponibili, come ad esempio diversi
servizi di trasporto a richiesta (taxi, MIVAX, GoOpti,
Vinetou…) e servizi di noleggio biciclette. Nell’aprile 2014,
Slovenske železnice ha lanciato un’applicazione mobile
(“Grem z vlakom / I go by train”), che fornisce agli
utilizzatori del trasporto pubblico informazioni su orari e
ritardi nel corso dell’intero viaggio.
Informazioni sulle attrazioni turistiche sono disponibili sui
siti regionali, quali ad esempio l’Agenzia del Turismo del
Friuli Venezia Giulia, il Consorzio Turistico Gorizia e
l'Isontino, Smaragdna pot/Emerald trail, e sui siti di molti
altri operatori turistici locali e nazionali, come I feel
Slovenia - Official Slovenian Tourist Board Information
Portal, Turismo FVG, Movimento Turismo del Vino.
I partner di AlpInfoNet già collaborano con gli stakeholder
dei trasporti e del turismo, allo scopo di identificare
soluzioni tecniche per connettere offerte di mobilità
sostenibile con i punti di interesse presenti nell’area
transfrontaliera.
Tolmin, valle dell'Isonzo
(fonte: Matevž Lenarčič;
www.dolinasoce.com/alpe_adria_trail)
Castello di Gorizia
(fonte: Turismo FVG;
www.turismofvg.it
Treno d'epoca attraverso il ponte
in pietra Avče sul fiume Isonzo
(fonte: Slovenske železnice,
www.slo-zeleznice.si)
Newsletter N. 3 / Giugno 2014
AlpInfoNet allo SWOMM
a Vienna (Austria)
Mercoledì 11 Dicembre 2013 (Giornata Internazionale
della Montagna, indetta dall’Assemblea Generale delle
Nazioni Unite) si è tenuta la 9a edizione dello Scientific
Workshop on Mountain Mobility (SWOMM) presso il
Vienna International Centre.
L’evento è stato co-organizzato dalla Presidenza Italiana
della Convenzione delle Alpi e l’Università di Camerino,
con il supporto dell’Agenzia Ambientale Austriaca,
l’Accademia Europea di Bolzano (EURAC) e il
Segretariato ad Interim della Convenzione dei Carpazi
(UNEP Vienna - ISCC), che ha ospitato l’evento. Il
workshop si è focalizzato sulla mobilità e il turismo
sostenibile, con una particolare attenzione all’accessibilità
delle aree montuose delle Alpi e dei Carpazi.
SWOMM, Vienna
(fonte: R. Vergnani)
Harry Seybert, rappresentante del Ministero Bavarese
degli Interni, Edilizia e Trasporti e Capofila del progetto
AlpInfoNet, ha presentato gli obiettivi e le attività
progettuali attualmente in corso. Al workshop hanno preso
parte più di cinquanta esperti e rappresentanti istituzionali
provenienti da dieci Stati alpini e carpatici.
AlpInfoNet
alle giornate informative regionali in Francia
Nel mese di gennaio 2014, AlpInfoNet è stato presentato a
due giornate informative regionali sulla “Pianificazione
territoriale e il clima”, organizzate dal dipartimento
regionale del Ministero francese dell’Ecologia e
dall’Università di Tolosa-Le Mirail. Questi scambi hanno
puntato a condividere la conoscenza e le esperienze sul
clima e la pianificazione territoriale, mettendo assieme i
contributi scientifici e le attività realizzate sul campo. Ciò
ha permesso a differenti stakeholder di incontrarsi e di
scambiare differenti punti di vista con ricercatori,
professionisti, cittadini, associazioni e autorità pubbliche.
Giornate informative regionali,
Francia
(fonte: MEDDE/DREAL M.P.)
AlpInfoNet all'Assemblea
delle Regioni Europee a Bruxelles (Belgio)
Il 30 Maggio 2014, Federico Cavallaro (EURAC) ha
presentato
il
progetto
AlpInfoNet
a
Bruxelles
all’Assemblea delle Regioni Europee (AER) nel corso di
un incontro di lavoro e di una tavola rotonda con gli
stakeholders. AER rappresenta la più grande rete
indipendente di autorità regionali in Europa, includendo
circa 230 regioni appartenenti a 35 Stati e ulteriori 15
organizzazioni interregionali. L’incontro ha rappresentato
un’occasione per discutere con stakeholder europei,
tecnici e politici sulla sostenibilità dei trasporti alpini e sul
ruolo ricoperto in tal senso dal progetto AlpInfoNet.
Assemblea delle Regioni Europee
a Bruxelles (fonte: EURAC)
Newsletter N. 3 / Giugno 2014
Partenariato
Contatti
Partner coordinatore del progetto
Ministero Bavarese dell’Interno,
dell’Edilizia e dei Trasporti
Harry Seybert
T: +49 (0)89 2192 3814
F: +49 (0)89 2192 13814
E: [email protected]
Management del progetto
LKZ Prien GmbH
Karl Fischer, General Manager
Nicola Neumeier, Project Manager
T: +49 (0)8051 901 217
E: [email protected]
E: [email protected]
Responsabili di progetto per il partenariato italiano
Accademia Europea di Bolzano
Federico Cavallaro
T: +39 0471 055355
E: [email protected]
Comune di Gorizia
Stefano Ceretta
T: +39 0481 383468
E: [email protected]
Politecnico di Torino
Cristina Pronello
T: +39 011 0905613
E: [email protected]
Regione Piemonte
Gianluigi Berrone
T: +39 011 4324408
E: [email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 100 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content