close

Enter

Log in using OpenID

30 second chair stand

embedDownload
Il ruolo del laureato in
Scienze Motorie nella
educazione alla Attività
Motoria nel Diabete
Mellito Tipo 2
CERUTTI Filippo
Laurea in Scienze Motorie
Il diabete mellito di tipo 2 o diabete dell'adulto, in quanto compare abitualmente dopo i 40 anni, a
differenza del diabete di tipo 1, non si caratterizza per la carenza assoluta di INSULINA, ma per una
resistenza patologica periferici dei tessuti alla sua azione. La malattia è favorita da fattori
ambientali quali
-ELEVATO APPORTO CALORICO
-SEDENTARIETA’
Tali fattori, inoltre, si ritrovano anche nell’ECCESSO PONDERALE e nell’ OBESITA’ GRAVE coinvolti
nell’insorgenza del diabete
Nel diabete di tipo 2 la terapia si basa inizialmente sulla modificazione dello stile di vita attraverso
l’aumento dell‘ESERCIZIO FISICO e le modificazione nella DIETA. Se, tramite queste misure, i
livelli di glucosio nel sangue non vengono adeguatamente controllati, può rendersi necessaria la
somministrazione di FARMACI
La prevalenza di T2DM nella popolazione italiana è stimata intorno al 6-7% (1,5 milioni diabete
noto, oltre 2 milioni malattia non conosciuta)
- 30 % (prediabetici) ridotta tolleranza agli zuccheri
-
25% T2DM prossimi 25 anni (Italia)
DIETA (dietologo)
TERAPIA
FARMACOLOGICA
(diabetologo)
ATT. FISICA
(laureato scienze motorie)
Perché è IMPORTANTE fare
ATTIVITA’ FISICA?
 Aristotele : «Il movimento è VITA»
 MENS SANA IN CORPORE SANO (una mente sana in un
corpo sano)
 ASICS (anima sana in corpo sano)
 Migliora l’andamento glicemico
 Riduce il fabbisogno insulinico
 Aumento massa magra e riduzione massa grassa
 Migliora l’assetto lipidico (colesterolo, trigliceridi)
 Riduzione pressione arteriosa
RISCHI DURANTE
L’ATTIVITA’ FISICA
Ipoglicemia :




consumo muscolare di glucosio
incremento della sensibilità insulinica
effetto non-insulino mediato
ricostituzione delle riserve di glicogeno muscolare per cui il
fenomeno può presentarsi sino a 16 ore dopo l’esercizio fisico
Iperglicemia


insufficiente insulina circolante
aumento degli ormoni della contro-regolazione (esercizio molto
intenso, sport anaerobici, agonismo)
SGAS
SUISM
PROGETTO DIABEMOTO
Come è stato strutturato il
Progetto DIABEMOTO?
•
Questionario attività fisica, alimentazione
• Misura circonferenza vita
• Esame impedenziometrico (massa magra,massa
grassa)
• 3 test motori
- 30 second chair stand
- Arm curl (braccio dominante)
- Test dei 6 minuti
30 SECOND CHAIR
STAND
• Valutazione forza espressa a carico
degli ARTI INFERIORI (zona di
pericolo <8 ripetizioni)
ETA’
UOMINI
DONNE
60-64
14-19
12-17
65-69
12-18
11-16
70-74
12-17
10-15
75-79
11-17
10-15
80-84
10-15
9-14
85-89
8-14
8-13
90-94
7-12
4-11
ARM CURL
• Valutazione forza espressa a carico
dell’ARTO SUPERIORE dominante
(zona di pericolo <11 ripetizioni)
ETA’
UOMINI
DONNE
60-64
16-22
12-17
65-69
15-21
11-16
70-74
14-21
10-15
75-79
13-19
10-15
80-84
13-19
9-14
85-89
11-17
8-13
90-94
10-14
4-11
TEST DEI 6 MINUTI
• Valutazione RESISTENZA AEROBICA
del soggetto per 6 minuti (zona di
pericolo <320 mt)
ETA’
UOMINI
DONNE
60-64
549-661,5
490,5-594
65-69
504-630
450-571,5
70-74
490,5-612
432-553,5
75-79
423-576
387-526,5
80-84
400,5-544,5
346,5-486
85-89
342-513
306-459
90-94
274,5-450
274,5-396
COSA SI PROPONE DURANTE
LA LEZIONE DI ATTIVITA’
FISICA?
• Misurazione glicemia (tramite glucometro)
• Attività fisica AEROBICA (bassa intensità)
composta da :
• Camminate (lente, veloci)
• Utilizzo di piccoli attrezzi (elastici
propriocettivi, palline di spugna)
• Durata del corso : 6 settimane (1 volta
settimana x 1 ora alla settimana)
COSA CI SI ASPETTA DA
QUESTE 6 SETTIMANE DI ATT.
FISICA?
• Maggiore convinzione : l’ attività fisica FA BENE !!!!
• Maggiore mobilità articolare ( spalle, gambe, caviglie)
• Aumento velocità di esecuzione dei movimenti
• Maggiore capacità oculo-manuale
• Miglior compenso glicemico
RISULTATI
TABELLA 1
CAMPIONE DI POPOLAZIONE (numero)
255
ETA’ MEDIA
66,6 ± 8,72
SESSO
143 Maschi / 112 Femmine
DURATA DIABETE (anni)
12,5 ± 9,10
SOLA DIETA
39 (15,2 %)
INSULINA anche in associazione
46 (18%)
IPOGLICEMIZZANTI
170 (66,8%)
HbA1c <7,5
135 (53%)
HbA1c 7,5-9
80 (31%)
HbA1c >9
40 (16%)
IMPEDENZIOMETRIA (kg massa grassa) media
37,04 ± 18,43
BMI media
29 ± 8
CIRCONFERENZA VITA media
106, 3 ± 9,22
TABELLA 1.1
255
VALUTAZIONE 60-64 anni
NON SUFFICIENTE
30 SECOND CHAIR
STAND
ARM CURL
6 MINUTI
Non sufficienti 124
Sufficienti 131
Non sufficienti 41
Sufficienti 214
Non sufficienti 186
Sufficienti 69
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
TOTALE 64
TOTALE 8
TOTALE 92
TOTALE 46
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 104
ARM CURL
TOTALE 20
6 MINUTI
TOTALE 33
TOTALE 7
TOTALE 41
TOTALE 26
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 52
ARM CURL
TOTALE 18
6 MINUTI
TOTALE 17
TOTALE 1
TOTALE 31
TOTALE 26
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 42
ARM CURL
NESSUNO
TOTALE 12
6 MINUTI
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 65-69 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 70-74 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 75-79 anni
NON SUFFICIENTE
TOTALE 9
TOTALE 16
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 80-84 anni
NON SUFFICIENTE
TOTALE 20
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 27
ARM CURL
SOLO 1 INSUFFICIENTE (10 ripetizioni)
TOTALE 1
TOTALE 13
6 MINUTI
TOTALE 6
SUFFICIENTE
TOTALE 13
TOTALE 24
TOTALE 6
Della popolazione totale presa in esame (255):
75 soggetti che hanno dichiarato il loro disinteresse per il progetto.
180 hanno dichiarato di essere interessati, ma
103 hanno rinunciato per la distanza
32 per una mancanza di tempo
45 soggetti hanno aderito al programma.
Quest’ultimo gruppo è poi stato rivalutato dopo 6 settimane di attività fisica. I risultati globali sono riportati nella Tabella 2
TABELLA 2
VALORI
CAMPIONE DI POPOLAZIONE (numero)
ETA’ MEDIA
MASCHI/ FEMMINE
DURATA DIABETE (anni)
SOLA DIETA
INSULINA anche in associazione
IPOGLICEMIZZANTI
HbA1c <7,5
HbA1c 7,5-9
HbA1c >9
GRUPPO B
75
66,3 ± 9,16
51 M / 24 F
10,10 ± 8,56
10 (13,3%)
15 (20%)
50 (66,7%)
49 (65,4%)
17 (22,6%)
9 (12%)
GRUPPO C (prima)
45
66 ± 8,42
28 M / 17 F
10,2 ± 9,46
6 (13,3%)
14 (31,1%)
25 (55,6%)
35 (77,7 %)
10 (22,3%)
0
GRUPPO D (dopo att.fisica)
32
65,5 ± 6,94
21 M / 11 F
9,65 ± 9,46
6 (18,7%)
4 (12,5%)
22 (68,8%)
22 (68,7%)
10 (31,3%)
0
IMPEDENZIOMETRIA (kg massa grassa) media
30,09 ± 15,38
30,8 ±17,37
30,2 ± 16,16
BMI media
CIRCONFERENZA VITA media
29 ± 6
106,3 ± 9,22
29 ± 4
103,5 ± 11,8
29 ± 4
103,3 ± 16,1
Nella valutazione tra GRUPPO B e GRUPPO C non ci sono significative
differenze nel tipo di terapia praticata. Tra i 45 soggetti che hanno
partecipato alle 6 sedute di attività fisica, in 32 è stata eseguita una
rivalutazione dei test e si è evidenziato una riduzione percentuale dei
pazienti che utilizzavano la terapia insulinica (dal 31,1% al 12,5 %)
Nei soggetti del GRUPPO C (prima), la glicemia è stata valutata prima e
dopo l’esercizio fisico per un totale di 169 determinazioni .La glicemia
media prima dell’attività fisica era 135 ± 44 mg/dl, mentre dopo l’attività
fisica è risultata pari a 112 ± 32 (delta medio 23 mg/dl)Nelle Tabelle 3, 3.1,
3.2 vengono riportati i risultati dei test svolti dai pazienti
VALUTAZIONE 60-64 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 65-69 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 70-74 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 75-79 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 80-84 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
TABELLA 3
30 SECOND CHAIR STAND
GRUPPO B (75 pazienti)
NON SUFFICIENTI 50
SUFFICIENTI 25
ARM CURL
NON SUFFICIENTI 9
SUFFICIENTI 66
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 23
6 MINUTI
NON SUFFICIENTI 66
SUFFICIENTI 9
ARM CURL
TOTALE 5
6 MINUTI
TOTALE 36
SOLO 1 E’ SUFFICIENTE (493,5mt)
TOTALE 15
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 33
TOTALE 13
TOTALE 3
TOTALE 14
TOTALE 3
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 13
TOTALE 4
ARM CURL
TOTALE 11
ARM CURL
SOLO 1 E’ INSUFFICIENTE (13
ripetizioni)
TOTALE 5
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 15
ARM CURL
TOTALE 3
NESSUNO
NESSUNO
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 3
ARM CURL
NESSUNO
NESSUNO
TOTALE 2
TOTALE 2
6 MINUTI
6 MINUTI
TOTALE 11
504,75 ± 27,09
TOTALE 3
6 MINUTI
TOTALE 4
NESSUNO
6 MINUTI
SOLO 1 E’ INSUFFICINTE
(Interrotto)
SOLO 1 E’ SUFFICIENTE (450)
TABELLA 3.1
GRUPPO C (45 pazienti
PRIMA ESERCIZIO)
VALUTAZIONE 60-64 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 65-69 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 70-74 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 75-79 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
30 SECOND CHAIR
STAND
ARM CURL
6 MINUTI
12,9 ±3,6
NON SUFFICIENTI 35
SUFFICIENTI 10
22,5 ± 6,44
NON
SUFFICIENTI
NESSUNO
SUFFICIENTI 45
476,5 ± 85,6
NON SUFFICIENTI 37
SUFFICIENTI 8
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
10, 6 ± 0,89
TOTALE 8
NESSUNO
454,27 ± 49,49
TOTALE 14
15,8 ± 3,09
30 SECOND CHAIR STAND
24,5 ± 4,43
TOTALE 45
ARM CURL
562,83 ± 47
TOTALE 2
6 MINUTI
9,66 ± 0,57
TOTALE 9
NESSUNO
428,83 ± 50,76
TOTALE 13
15,3 ± 2,51
30 SECOND CHAIR STAND
20,4 ± 4,57
TOTALE 45
ARM CURL
520,8 ± 37,13
TOTALE 2
6 MINUTI
SOLO 1 E’ INSUFFICIENTE (11
ripetizioni)
NESSUNO
400,5 ± 35,35
TOTALE 12
14,5 ± 3,10
30 SECOND CHAIR STAND
19,75 ± 4,42
TOTALE 45
ARM CURL
500, 25 ± 13,78
TOTALE 2
6 MINUTI
7 ± 1,41
TOTALE 27
NESSUNO
363,75 ± 66,82
TOTALE 6
14,5 ± 1
21,66 ± 8,28
TOTALE 45
529,87 ± 79,76
TOTALE 2
VALUTAZIONE 60-64 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 65-69 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 70-74 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 75-79 anni
NON SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
TABELLA 3.2
30 SECOND CHAIR
STAND
ARM CURL
6 MINUTI
GRUPPO D (32 pazienti
DOPO ESERCIZIO)
NON SUFFICIENTI 10
SUFFICIENTI 22
NON SUFFICIENTI
NESSUNO
SUFFICIENTI 32
NON SUFFICIENTI 6
SUFFICIENTI 15
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
SOLO UN PAZIENTE E’ INSUFFICIENTE
(11 ripetizioni)
NESSUNO
TOTALE 11
TOTALE 12
TOTALE 3
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
TOTALE 7
TOTALE 3
30 SECOND CHAIR STAND
TOTALE 3
NESSUNO
SOLO UNO E’ INSUFFICIENTE (456,5)
TOTALE 5
TOTALE 4
ARM CURL
6 MINUTI
SOLO UN PAZIENTE E’ INSUFFICIENTE
(11)
NESSUNO
SOLO UN PAZIENTE E’ INSUFFICIENTE
(421,5)
TOTALE 3
TOTALE 11
TOTALE 3
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
SOLO 1 E’ INSUFFICIENTE (11)
NESSUNO
SOLO 1 E’ INSUFFICIENTE (360)
TOTALE 5
TOTALE 4
TOTALE 5
Rispetto ai non partecipanti, coloro che hanno accettato di svolgere le 6 settimane di attività fisica
presentavano valori maggiori nei test, probabilmente perché di base già più motivati o abituati all’esercizio
fisico. Nei soggetti che hanno svolto attività fisica le risposte ai 3 test sono parse migliorate al termine del
ciclo di sedute di attività fisica. Il test dove sono stati riportati i maggiori miglioramenti è il test dei 6 minuti
Alcuni pazienti (18% degli aderenti al programma) hanno poi deciso
di proseguire con un programma di attività fisica controllata: le loro
caratteristiche sono riportate nella Tabella 4.
TABELLA 4
CAMPIONE DI POPOLAZIONE (numero)
8
ETA’ MEDIA
65,3 ± 9,16
MASCHI / FEMMINE
5 Maschi / 3 Femmine
DURATA DIABETE (anni)
9,42 ± 7,72
SOLA DIETA
4 (50%)
INSULINA (anche in associazione)
1 (12,5%)
IPOGLICEMIZZANTI
3 (37,5%)
HbA1c < 7,5
6 (75%)
HbA1c 7,5-9
2 (25%)
HbA1c > 9
IMPEDENZIOMETRIA (Kg massa grassa) media
25,6 ± 8,35
BMI media
28 ± 3
CIRCONFERENZA VITA media
103,3 ± 16,1
TABELLA 4.1
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
8 pazienti
NON SUFFICIENTI
SUFFICIENTI
NON SUFFICIENTI 4
SUFFICIENTI 4
NON SUFFICIENTI 0
SUFFICIENTI 8
NON SUFFICIENTI 3
SUFFICIENTI 5
VALUTAZIONE 60-64 anni
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
NON SUFFICIENTE
NESSUNO
NESSUNO
SOLO 1 E’ INSUFFICIENTE (421,5
mt)
TUTTI
TUTTI
TOTALE 3
VALUTAZIONE 70-74 anni
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
NON SUFFICIENTE
SOLO 1 E’ INSUFFICIENTE (11
ripetizioni)
NESSUNO
TOTALE 2
TOTALE 3
TUTTI
SOLO UN PAZIENTE E’
SUFFICIENTE (490,5 mt)
30 SECOND CHAIR STAND
ARM CURL
6 MINUTI
NESSUNO
NESSUNO
TUTTI
SOLO UN PAZIENTE E’
SUFFICIENTE ( 390 mt)
SUFFICIENTE
SUFFICIENTE
VALUTAZIONE 75-79 anni
NON SUFFICIENTE
TOTALE 3
SUFFICIENTE
TOTALE 4
CONCLUSIONI
- Il programma denominato Diabemoto, ideato per
favorire l’attività fisica nel paziente diabetico, ha
dimostrato in questo primo periodo di essere uno
strumento facile da organizzare e con un buon
gradimento da parte dei pazienti diabetici;
il 37,5% dei pazienti ha aderito al progetto (esclusi
i casi di impossibilità logistica) contro un 25%
atteso dai risultati dei questionari.
- La glicemia misurata dopo l’attività fisica ha
raggiunto solo in un’occasione valori inferiori a <70
mg/dl e solo in un caso è risultata superiore a 250
mg/dl (276 mg/dl) dimostrando come il progetto
non rappresenti un rischio per i pazienti diabetici
anche se in terapia insulinica.
FUTURO?
• Il paziente
continua in
palestra dopo le 6
settimane di prova
in ospedale
• Il paziente
continua (?)
l’attività fisica in
modo autonomo
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
775 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content