close

Enter

Log in using OpenID

Approvazíone Rendiconto della Gestione Esercizio Finanziario 2013

embedDownload
COMUNE DI MASCALI
Provincia di Catania
Reg.
N. eo del 02 luglio 2014
DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA
CON I POTERI DELLA CONSIGLIO COMUNALE
OGGETTO:
I Approvazíone Rendiconto della Gestione Esercizio Finanziario 2013.
L'anno duemilaquattordici, il giomo due, del mese di luglio, alle ore 14,00 e seguenti, in Mascali,
presso il Palazzo Municipale, si è riunita la Commissione Straordinaria per la gèstione dell'Ente,
nominata con Decreto del Presidente della Repubblica in data 09/04/2013 e successivamente modificato
in data 06 Agosto 2013, con I'intervento dei sienori :
Presenúe
Dott. Piacentino Giusepoe
Vice Prefetto
x
Dott. Milio Francesco
Vice Prefetto Aggiunto
x
Dott. Chiofalo Giuseppe
Funzionario Economico Finanziario
x
Assente
Assiste con funzioni di Segretario Generale, la Dott. ssa Mosca Maria Luisa, ai sensi dell'art.97 del
D.Lgsn.267/00;
Visto il D. Lgs. del 1 8.08.2 000 n. 26712000 e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la proposta di deliberazione in oggetto, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto;
Visti i pareri, espressi ai sensi dell'art.
12 della L.R. n.30/2000 e successive modifiche ed integrazioni;
LA COMMISSIONE STRAORDINARIA
DELIBERA
X
Di approvare I'allegata proposta di deliberazione;
X
Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente esecutiva, ai sensi dell'art. l2,2ocommadella L.
R.44/91:
Proposta di deliberazione
DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA
Adottata con i ooteri del Consislio Comunale
Oggetto: Approvazione Rendiconto della Gestione Esercizio Finanziario 2013
PREMESSO:
CHE la Commissione Straordinaria con i poteri della Giunta Municipale con Delibera n. 87 del 2 luglio
approvato la proposta di Rendiconto della Gestione 2013; contestualmente ha approvato la Relazione di
cui all'art. 151, comma 6 del T.U. sull'ordinamento degli EE.LL. approvato con D. lgs. del 18 agosto 2000 n. 267
2014,
ht
per sottoporlo all'esame dell'organo di Revisione ed alla successiva approvazione del Consiglio Comunale;
\aISTO il Conto di Bilancio dell'Esercizio 2013 predisposto dall'ufficio, comprendente: Conto di Bilancio,
Conto Economico, Prospetto di Conciliazione e Conto del Patrimonio;
VISTA la Deliberazione della Commissione Straordinaria con i poteri del Consiglio Comunale n.l I del
30 maggio 2013 con la quale è stato approvato iÌ Rendiconto di Gestione 2012;
YISTA la relazione rilasciata in data 02 luglio 2014 dal Revisore dei Conti ai sensi dell'art.239, commi 1,
lett. d) del D. Lgs. N. 267 /2000 con la quale è stato espresso parere favorevole al conto di bilancio 2013
VISTO che il Tesoriere Comunale ha reso il proprio conto per I'Esercizio Finanziario 2013 in ottemperanza al
disposto dell'art. 226 del T.U.E.L. approvato con D. lgs del l8 agosto 2000 n. 267 ed accertata la perfetta
corrispondenza delle risultanze finali con quelle degli atti d'ufficio;
PRDSO atto delle operazioni di riaccertamento dei residui attivi e passivi effettuati in conformità agli artt.
189
e
190 del T.U.E.L. con Determina n. 410 del 16 giugno 2014, d'intesa con
gli altri
responsabili
di
area
int€ressate;
VISTI i rendiconti degli agenti contabili intemi le cui risultanze sono comprese nel rendiconto stesso;
VISTA la certificazione del rispefto del Patto di Stabilita per l,anno 2013;
VISTO il prospetto relativo alla verifica del rispetto dei limiti di spesa per il personale ai sensi dell'art. I
comma 198 - 206, L. 266/05 e s.m.i. dal quale risulta il rispetto delle riduzioni previste;
VISTO I'elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza;
VISTE le tabelle dei Parametri di riscontro della situazione di deficitarietà Strutturale;
\TISTO il conto consuntivo per codici Siope della banca d'Italia che coincide con il conto del tesoriere e il
conto consuntivo del Comune:
YISTE le certificazioni di cui al decreto M.L 23.01.2012 riferite a spese di rappresentanzr 2013;
VISTO il parere favorevole reso dal responsabile dei Servizi Finanziari;
\4STO il Regolamento di Contabilita;
PROPONE
l)
di Approvare lo Schema di Rendiconto della Gestione dell'Esercizio 2013 che comprende:
a) il Conto del Bilancio;
b) il Conto Economico, con accluso il Prospetto di Conciliazione;
c) il Conto del Patrimonio;
dai quali emerge il seguente quadro riassuntivo della gestione finanziaria ed il risultato complessivo della
stessa:
QUADRO RIASSTJNTWO DELLA GESTIOI{E FINANZIARIA 2OI3:
Residui
Competenza
Fondo di cassa al 1 gennaio 2013
r.021.409,9r
Riscossioni
4.692.77439
9.178.359,09
Pagamenti
2.873.542,15
10,879,577,07
Fondo di cassa al 31 dicembre 2013
Residui attivi
Residui passivi
13.E71.133,48
y
1.139,424,17
7.463.323,57
7.s93.29137
6.093.399,s7
3.864.008,52
13.556.723,14
ff1,'e
Differenza
2.089.4232s
RISI]LTATO DI AMMINISTRAZIONE AL 31.12.2013 - AVANZO -
3.238.847,42
2) di Dare Atto
che costituisce allegato integrante e sostanziale al presente atto la sotto elencata
documentazione:
Relazione al Rendiconto di gestione 2013;
Conto di Bilancio e allegati;
Certificazione del rispetto del Patto di Stabilità anno 2013
Tabella dei Parametri di deficitarietàr strutturale anno 2013
Relazione rilasciata dal Revisore dei Conti con la quale è stato espresso parere favorevole al
conto di bilancio 2013
o
o
o
o
o
Proposta di Area no
negistrata al n.
ì lJ
del registro g€nerale
ot
Cf
Parere in ordine alla regolarita tecnica: Favoreyole
Mascauu
Il
C ì ùI
?I/(
r€sponsabile del Servizio
ll
Capo Ar€a
ll ff.esponsabi,leArea Ffuranzi^ria
,DollssÀ FÉnc€sc&Slpisrrî
Parere in ordine alla regolarita contabile: Favorevole / Conrrsfío
Mascati
ti o
L
. c 7 . t ' t I,
ItffinnmhiJg4elm&i*ia
--d6fuEqérrca5.piòza
ATTESTAZIONE COPERTUR,A FINANZIARIA
Ai
di
sensi degli arn. 15'l e 183 del D.Lgs.267/2000, si attesta la copertura fmanziaria e si armotano le prenotazioni degli impegni
CONTO DI BILANGIO
GESTIONE DELLE ENTRATE - Anno 2O1g
Sintetico
cOMUNE 0lMAScALt prov. (CT)
Residui conservaii e
sranz€menti def initivì N' di
di bilancio
úerim-
0EscRtzloNE
(con i daii della classiticazion6: Codice - Risorsa _
Capitoto)
Ittolo | . ENIRAIE
RS
Residui(A)
CP
Competen!e (F)
T
Tohle (M)
Conto deltesonsre
Detemina:ionc dei
Rbcossionl
Residuida portarc
Residui{B)
Residui (C)
rèsidui
svorgF
Compelenza
(c)
Tokle lNl
Maggiorio minori
Residui(D=B+C)
Comp€l.nza (H)
Competenza (t=G+H)
Res. al 31i 12 (o=C+Hj
Acc. al31/î2 (P:D+t)
TRTBUTARTE
(E=o-A)
(E=A-0)
(L=l-F)
(L=F-l)
C.t6gorl. 1 . IMPOSÍE
1011O4O .IMPOSTACOMUNALE SULLAPUSBLICITA'
RS
OP
T
10t1045 - TMPOS-rA SU TARES
IO11O5() -ADOIZIONALECOMUNALESULCONSUMO
2.542,84
12.000,00
14.542,84
2.542,84
4.341,95
6.884,79
4.341,95
6.884.79
RS
CP
128.000,00
T
128.000,00
44.159,73
44.159,73
128.000,00
128.000,00
31.067,73
DELL,ENERGIA ETETTRICA
44.093,25
31.087,73
T
44.093,25
31.087,73
RS
CP
1.33'1.590,39
CP
1(]11O7(] - IMPOSTA COMUNALE SUGLI TMMOBILI
I
1OI2034 . ADOIZIONALE COMUNALE IRPEF
31.0S7,73
5s5.320.671
2.876.136,991
4.259.000,00
5.590.590,39
1.028.4T7,67
3.959.000,00
3.432.457,651
4.5A7.4n,67
i
RS
CP
T
Tolsle Calegori€ I
RS
CP
T
I
127.334,521
530.000,00 |
757.334,521
127.334.521
161.707,59
127
630.000,00
757.334,52
|
285.042,211
1.50s.561,00
5.029.000,00
6.534.561,00
717.295,76
3.0E6.346,36
3.803.532,12
472. t57,00
1.634.995,59
2.107 .152,55
\149.442,76
4.721.341,95
5.9î0.784,7î
Categorl.2 - TASSE
102106O
. TASSA
PER L'OCCUPAZIONE OI SPAZI ED AREE
PUBBLICHE
7.000,00
CP
T
1021
100.000,00
107.000,00
105 - ADDIZIONALE SULLA TASSA SMALIRIFIUTI
;i,$i,il1
386.591,86
r 16201,90
386.591,86
t to.zor,eo
CP
I
'j
|
|,l
I
zza.sot,azl
,zo.so,,ozl
*il
342.703.40
342.703,40
-316.'t18,24
-307.658,05
COMUNE Dl MASCALT prov. (CT)
R €sìdui conservali e
slanzramenli def inilivi
DESCRIZIONE
(con
idalidella ctsssticazione: Codics - RisoBa
Tot€l€ C€togoria 2
R6sidui(B)
tusidui (C)
T
'ro|ab (M)
3.617 .280,14
ComD€lsnza
lcì
Totsls (N)
E
3.375.574,00
6.992.854,14
1.196.166,31
8Ef.542,87
4.010 .a72,oo
3.475.574,00
7.485.446,00
Rèsiduí(D=8+C)
Comp€lenzs (H)
R.s.
wl||l,E|!|ÉqU-grn,
Bl 31/12 (O=C+H)
2.092.7A2,A8
2.129.030,
3.0'10.573,00
6.299.544,19
1.319.390,29
949.144,31
2.258.534,60
2.319.2A4,30
2.129.030,13
4.44E.314,43
3.O78.174,44
3.638.674,59
(E=D-A)
(EÈA-o)
(L=t.F)
(L=F-t)
-32E.30E,95
-s65.00.1,00
.372.197,41
-397.399,56
6.716.849,03
RS
CP
352.250,77
T
352_250,71
CP
î
2.000,00
3.451,24
CP
354.250,77
1.451,24
Totalè Cstegoria 3
1.451,24
T
I .ENTRAIE
3.288.971,19
13
4.221 .E13,01
292.565,52
292.565,52
352.250,77
352.250,77
130 . DIRIÎTI SULLE PUBELICHE AFFISSIONI
IIrOrc
Acc. el31/12 {P=D+t)
2.077 .731 ,18
-.TR|BUTI SPECIALIEo ALTRE ENTMTE
TRIBUTARIE PRoPRIE
1031026 - FPNDO DI SOLIOARIETA'DEI
COMUNI
1031
at|o
svotgr-
Compal.nza (F)
RS
CP
Maggiod o minori
Residuid5 riportare
Rà6idui(A)
T
3
resadui
Riscossioni
RS
I
Determinazione dei
dferim-
CP
RS
CP
Cooto deltesoriere
dibilancio
- Capttolo)
1021.I1O - TASSA PER !O SMALfIMENTO
DEI RIFTUII SOLIOI URBANI
Cet€goÌh
N'di
355.702,01
10
604,18
604,18
196,30
E00,46
600,4a
6(X,18
292.761,82
293.366,00
59.68s,25
s9.685,25
604,18
352.447,O7
353.051,25
.447,06
-1.€03,70
TRIBUIARIE
Categofa 1 -|MPOSTE
RS
CP
Categoria
T
1.505.561,00
5.029.000,00
5.534.561,00
717 285,76
3.066.346,36
3.E03.632,12
't.634.995,59
2.107.152,59
1.189.442,76
4.721.341 ,95
5.910]7E4,7.1
OP
4.010.872,00
3.475.574,00
7.4E5.446,00
1.319.390,23
949.144,31
2.268.534,60
2.319.284,30
2.129.030,13
4.44E-314,43
3.638.674,59
3,078.174,44
6.716.849,03
.372.187,41
.397.399,56
1.451,24
354_250,77
355.702,01
6(X,18
292.761,82
293.366,00
59.685,25
59.685,25
4.828.721 ,53
8.151.963,46
.689.162,71
2 -TASSE
I
C€tegoria
3
- TRtBUTt SpECtALt EO
472157,00
€16.1t8,24
€07.658,05
ALfRE ENTRATE TRTBUTARTE pROpRtE
CP
T
RS
CP
T
5.517.884,24
E.858.824,77
14.376.709,01
2.037.280,2X
4.328.252,49
5.365.532,72
2.791.441,30
3.823.710,97
4.615.152,27
12.880.684,99
.706.86 t;31
COMUNE Dt MASCALT prov. (CT)
(."" id"rid"r.
R esidui conserva{ e
sranz|amenti d€f initivi
di bilancio
- Risorsa - caploro)
"r"""ir35.,!9,Lzlo")r:e
N. di
R€sldL/i (A)
CP
Compotenza (F)
Residui{B)
Tot€lc (N)
siÉHlEEà;j[r;tÉfi íiH"Ìî"îî[:l'3i"'lilsii:xriÈ]."_?H5Tl'"Jî,:13,ì'fJ.?8^.,.:
I
Dotèrminazione dèi
rasirui
menlo
T
Categorta
Conto dellesorìerc
Meggloí o minod
Resrdui(c)
(E=D-A)
R€sidui(o=8+C)
Compet6nze (H)
Comperonza (t=O+n)
R6!. sl 3r/121O=c+Hl
Acc. al31/12 (P=D+o
(E=A-0)
(L=r-F)
{L=F-t)
.COI{IR|BUT|E IRASFERTMENI
CORRENll DALLO STATO
2012O1O -CONTRIBU'N DELLO
STATO PER IL FINANZIAMENÍO
OEL BILANCIO
RS
CP
I
20I2O2O - CONIRI8UIIDELLO
SIAIO
449.100,20
449.100,20
4es.58e,681
449.100,20
449.100,20
PER FINALIIA' DIVERSE
RS
CP
T
Tohlè Cstogoda I
cstegorl.2 - cot{TRlEuft
76.e79,591
41E.609,99 J
RS
CP
f
E TRASFER|MENI|
442.024.22|l
442.024,221
281.727,44
281.727,44
241.727,44
2E1.727,44
75.979,69
860.634,21
937.613,90
c.lDFENr
2022045 - IRASFERIMENl|
DALLA REGIONEPER LOCCUPAZIONE
1,R.3/9E
1
730.A27,64
730.E27,64
730.827.At
730.827,64
-76.979,59
-129.806,57
RI
320.894,lt
T
2022050 - TMSFERIMENTO
OELLA REGIONE PER SERVIZIL.R.6/S7
R€
CP
2022051 .ANÍICIPAZIONE REG,LE
CON VINCOLO OI OESIINAZIONEATO
ART.ll 1.R.6/09
T
320.894,1i
244.71A,73
244-71A,73
453.502,04
169.425,00
622.527,04
582.038.541
5e6.755,721
14.71E.08
565.612,85
565.612,85
46E.220,12
75.1.463,54
1.21S.583,75
RS
CP
T
I
2024280 - CON.TR|BUll OEL|-A
REGTONE
I
I
CP
70o,0ol
T
700,001
T0l€16 Calegoria 2
543.721,48
CP
T
r.507.350,65
2.15 1 .072,33
453.502,04
490.319,12
943.821,16
15.418,08
626.757,37
842.175,45
I
z0o,00l
I
700
onl
;fritrilíl
;iiiii#
COMUNE Dl MASCALI Prov. (CT)
R esidui conseNati e
stan.iamenti d€f initivi
rilcrimenlo
Riscossioni
R€sìdui da riportarc
RS
Residrri (A)
ao
Residui(B)
Residui(C)
Residui(D=B+C)
CP
competenza (F)
Compelcnza (G)
Comp6lènza (H)
Compet.nza (l=GaH)
T
Tolale (M)
Toiale (N)
DESCRIZIONE
(con Idatidella classificazioner Codicé - RisoÉa - Cepltolo)
categoria
3 -COI{TR|EUT|
R.s. al 31/12 (O:C+H) Acc. al31/12 (P'O+l)
(E=O-A)
(E=A-D)
(L=t-F)
(L=F-t)
E TRASFERIMENî DALLA REGIONE pER FUNZK}Nl DELEGATE
20320É.5 - IRASFERIMEN-Il DALLA REGIONEPER L'OCCUPAZIONE 1.R.3/98
RS
CP
95.666,45
T
95.988,45
2032050 . fRASFERIMENTO DELLA REGIONE PER SERVIZI L.R. 6/97
T
2032060 . IRASFERIMENTO DELLA REGIONE PER CONTRIEUTO STRAORDINARIO
CP
T
20321 20 - TRASFERIMENIO DELLA REGIONE PER EX ART,13
CP
T
2032170 - CONTRIBUTO REGIONALÉ GESTIONE COMUNIfA' ALLOGGIO
2034280 .CONTRIBUTI DELLA REGIONE
35.000,00
35.000,00
70.000,00
20
539.691,60
756.6E0,62
47.357,39
198.406,r9
?45.763,58
20.653,00
20.653,00
20.653,00
20.€53,00
s8.697,66
-85.705,79
-22,OOO,OO
21
109.066,38
394.368,94
503.435,32
28.219,00
35.000,00
63:219,00
24.219,O0
55.140,E6
56.140,E6
450.508,80
559.576,18
-5.781,00
35.000,00
53.21S,00
109.066,38
-107.922,64
-€9.181,60
RS
10.395,00
n0.395,00
25.000,00
35.395,00
-25.000,00
T
559.205,89
939.791,60
1.508.897,49
203-944,75
428.256,96
632.201,71
12.033,73
CP
35.000,00
12.033,73
12.821,E4
T
47.033J3
24.855,57
RS
75.576,39
289.547,05
365.123,44
TRASFERIMENII CORRENTI DAALTRIENî DELSET'IORE pUBBUCO
2052090 - TMSFERIMENTO DELLA REGIONE PER HANDICAPPAÍI
2053130 . CONÍRIBUT PROVINCIA
121.582,76
232.254,21
353.876,97
CP
CP
5 -CONTRIBUIIE
19
215.9S9,02
74225,37
33.888,02
108.113,39
20.553,00
22.000,00
42.653,00
RS
T
Tolale Categorìa 3
1E
318.000,00
508.280,42
CP
I
-95.888,45
-100,00
17
100,00
'190.280,42
CP
Catogoria
M6ggiorio lltinori
rcsìdui
N" di
di bilancao
RS
-r
13.500,00
13.500,00
5.858,E't
5.858,61
27g.521,14
717,EO4,01
997.325,15
-289.684,75
-221.967,59
COMUNÉ DIMASCALI Prov (CT)
Residui conseNati e
stanzramenti def inilivi
di bilancio
DESCRIZIONE
- Capihlo)
(con idatid6lla class icazions: Codice RisoÉa
RS
Residui(A)
CP
Compelenze (F)
Ili;5:lyiil:?$ii'
if;i{}H:{,"^*[ÈTi,'iiFly,ilLi*Î,?Ìxl'"1YJ,[
Callgoria
Cat6gori6
CORRÉNÎ DALLO STATO
I
'
2
DALLA REGIONE
- CONTRIBUTI E fRASFERIMENII CORRENTI
CONÍRIBUTI E TRASFERIMENTI
folale
f
CP
14.433,73
171.100,00
T
185.533,73
5
Residui{B)
Rasidui (C)
Rèsidui(D=B+C)
Compctenza (G)
Toble (N)
Compottnze (H)
R6s. al31/12 (O=C+H)
Competenza (l=G+H)
Acc. sl 31/12 (P=O+l)
2.400.00
7.832,88
2.400,00
7.832,88
(L=l-F)
(L=F-l)
-114.767,12
10.232,8€
10-232,E6
14.433.73
20.654,72
35.088,45
fE=D.A)
(E=A-D)
5.658,41
5.858,81
14.433,73
26.513,53
40.947,26
F
lRs
I
-76.979,69
tcP
75.979,69
860.634,21
937.613,90
CP
543.721,48
1.607.350,85
2.151.022,33
453.502,04
490.319,12
943.82',|,15
a42.17545
559.205,89
939.791,60
1.508.997,49
2O3.94É',71
75.576,39
289.547.05
365.123,44
lr
CP
T
Categorìa 5 . CONTRIBUTI
PUBBLICO
Residuida dPorlsre
I
"'
T
Cslogoria 3
Maggiori o minori
residLli
rferiÍì-
(M)
2.400,00
122.600.00
125.000,00
CP
Tot l€ Catosorie
Deleminaziono dei
N' di
svolgF
T
DEL SETTOREPUESLICO
2053135 .TRASFERIMENTI OAALTRI EN']]
Pagina 6
14-433,73
171.100,00
185.533,73
T
RS
CP
T
1.204.340,79
3.576.E76,66
4
.783.217 ,45
730.827,64
730.827,64
428.256,96
632.201,71
15.418,08
a
.f 57,37
14.433,73
20.654,72
35.0E8,45
671.880,52
1.670.056,44
2.341.938,95
5.856,81
5.858,81
90.994,47
1.122.163,27
1.213.157,70
730.827,64
730.827,64
129.806,57
4A8.920,12
-74.E01,36
-290.274,36
1.317.076,49
1.765.995,51
279.521,14
717.a04,O1
9S7.325,15
14,433,73
25.513,53
40.947.
762.874,99
2.192.221,67
3.555.096,56
-289.684,75
-221.987,59
COMUNE Dl MASCALT prov. (CT)
Residui conseNati s
slanziamenti d6linitivi
di bilafcio
DESCRIZIONE
(con
idalidelle classifi€zione:
Coctice - Risorsa _CaDitotoJ
RS
R€sidui(A)
CP
Compet€nza (F)
residul
N'di
dferim.
Riscossìoni
Rèsìdui(B)
R*ldui
svolgÈ
T
Iroro
r . Èx tÌ(aì
Categorla
J
(C)
Competenza (H)
Totalo (N)
R6s.
(E=D-A)
Rerldui(D=B+C)
C0mpot€nze
al31h2 (o=c+H) Acc.
{
(E=A-0)
l:c+H)
al 31h2 (P=D+t)
{L:t-F)
(L=F-t)
E !trTRAIR|EUTAR|E
- PROVENTT DEt SERVÌZ|
puaBLtCl
3013O1O - DIRIITI DI SEGRETERIA
12.858,75
70.000,00
E2.858,75
3013O2O - PROVENTI PER LA CESSIONE OICARTOGRAFIA,CAPITOLATI
STUMEN'TI URBANISTICI E STAMPA'N DVERSIVISURE CÀiÀSi
'-- '" D,APPALTO
-'
12.989,45
12.989,45
45.445,10
58.434,E5
45.445,40
58.434,85
E DI
3013025 . PROVENTI SERVTZIO IRASPORTO ALUNNI SCUOLA DELL,OBBLIGO
30'3040 -
Competenza (G)
Total6 (M)
Maggiorio minori
Rosidui da riporters
500,0()
381,06
500,00
361,05
500,00
5.000,00
5.500,00
1258,50
1250,50
3Et,06
381,05
-118,94
€00,00
1_25E,50
-3.74.t,50
1.258,50
OIRITTI PER RTIASCIO CARTE Oi IDENTITA'
10.000,00
10.000,00
't0.152,31
10.152,31
10.1s2,31
10.152,31
152,31
1.O0o,oo
1.137,98
1.137,96
1.137,98
1.137,98
137,9E
554.617,59
r99.793,16
754.410,75
575.069,13
3f7.503,53
892.572,65
-394.610,90
-69.49A,47
442,36
'1.000,00
442,36
l.oo0,o0
3013O5O - DIRITTI E RIMBORSO SPESE PER NO-TIFICHE
1.000,00
3013060 - SANZIONI AMM.VE PER V|OLAZ|ONI Dt REGOLAMENTI
COMUNAL|, ORDTNANZE, NORME
DI LEGGE
I
e6e.6s0,03
|
377.000,001
1.345.680,03 |
30I3O7O . PROVENTI DI SERVIZI CIMTIERIALI
"l
20.451,54
117.710,37
|
|
138.161,9r
I
I
I
r.000.001
557,641
5.000,001
I
6.000,00
s57,641
|
3013085 - PROVENII DA PARCHEGGIO AUTO
I
I
76.469,641
76.46e,641
30I3O9O - PROVENTT DEI-L'ACQUEOOTTO
COMUNALE
76.46s.641
I
I
2.105.755,431
1.105.000,001
3.210.755,43
76.4€9,54
76.469.64
76.469,641
34
1.285.143,14
|
475255,751
|
1.764.398,89
|
722.419,46
622.769,25
1.345.188,71
I
2.007.562,601
1.102.025,001
3.109.5E7_60 |
CO[4UNE Dl MASCALI Prov.
(Cl)
Pagina
Res idui cons6rvati 6
sranziam6nli dctinilivl N' di
di bifancio
if€rim-
DESCRIZIONE
(con idalidella classficazione: Codi€e - Riso.s€ - Capiloto)
Conto delleso are
Magoiorio minod
Riscossioni
Resìduìda riportare
Ra8idui(B)
Re3idui{C)
cn10
RS
Rssidui(A)
(E=D-A)
(E=A-D)
svorgrCP
Compelsnza (F)
T
Tolalo (M)
30I3O91 - PROVENTI SERVIZIO PUBBLICA FOGNATURA
118.0E1,29
CP
45.000,00
T
163.081,2S
30 13092 -PROVEN'N DEL SERVIZIO DI DEPURAZIONE
248.495.E4
-r
30131OO -PROVENTIE DIRITII DEt MERCATI E FIEREATTREZZATI
3013110 - PROVENTI DISERVIZI COMUNALIDIVERSI
Total. Calsooia
2 . PROVENTI
R63. al31/12 (O=C+H)
28.444,39
438,07
Acc.
al31h2 (P=D+l)
109.430,46
28.842,4A
44.561,93
125.588,00
154.430,46
25.706,15
'143.779,16
27.93A,27
68.767,69
212.547,05
4.500,00
RS
CP
T
774,94
2.000,00
2.774,94
3.457 ..147 ,28
1 .771 .169,64
1.375.027,26
CP
5.22S.6r6.92
2.111272,72
1
Competenzq (l=G+H)
8 t.026,O7
4_500,00
(L-l-F)
(L=F.l)
-E.650,83
45.000,00
170.485,32
70.000,00
.74.o11,52
240.485,X2
37
-!r.500,00
38
n4,94
n4,94
2.764,27
2.754,27
3.539,21
3.539,21
736245,45
1.502284,64
935.892,23
2.43e.176,A7
2.877.311,90
Î.672.137,69
4.549.449,59
764,27
-579.835,38
€9.331,S5
DEI BEN| OELL'EIITE
11,254,1A
Tobl. C€teooris
.INTERESSI SU
ANîCtpAz|OIt
39
I
20.000,00
31.258,16
10.638,18
4.554,73
15292,9',|
10.636,'t8
4.654,73
11.258,1E
10.63E,18
CP
20.000,00
10.636,18
4.654,73
620,00
T
31_258,16
4.554,73
-15.345,27
RS
CP
s00,00
CP
3
36
70.000,00
318.496,84
Compelenza (H)
Tolal€ (N)
T
3023I20 - FIITI REALI DI FASBRICATI
Caúegorb
35
Comp€lenza (G)
RS
CP
I
catogorls
m6nlo
I
2
1s.292,91
E CREDm
3033160 - INTERESSI ATTIVI SU DEPOSIfI BANCARI E POSTALI
I
500,00
1.000,00
40
500,00
2.366,08
2.866,08
€20,00
-15.345,27
't5.292,91
15.292,91
COMUNE Dl MASCALT prov. (CT)
R esidui conseNati e
slanziam6nli dotinitivi N'd
di bilancio
iferimenlo
0EscRtzloNE
(con i dali della classficezioné: Codic. Risorsa - Capitoto)
TdÈùùI AI IIVI SULLE GIACENZE PRESSO
Rc6ldui(4
LA TESORERIA PROV,LE DELLO
SÎATO
CP
Compèlonza (F)
T
Toratc (M)
RS
CP
:
Tolsla Cslèoona 3
allo
Conto dellssoriere
Delerminazione dei
Riscossioni
Residuida riportróro
Residui{8)
Residui (C)
Maggiorìo mino
residua
Comp6t6nz.
(c)
Total6 (N)
Resid0i(D=8+c)
Comp€lenze (H)
Comp6lsnze (l=G+H)
R€s. al 31/12 (O=C+H)
Aca, al31/12 (P=O+l)
(E:0-A)
(E:A-D)
(L=l-F)
(L=F-l)
41
500,00
500,00
1.466,29
1.466,29
1.466,29
1_466,29
500,00
500,00
3.832,37
4.332,37
3.832,37
4.332,37
RS
CP
1.000,00
T
1.500,00
966,29
500,00
2.832,37
Categoria 5 . PROVEII| DÍVERSI
3053185 - RIMBORSI DIVERSI
17.397,56
CP
T
3053190
DIVÈRSI
RS
CP
f
Toialà C€teoorir s
. LI!
Categoda
I
I
'qI
RS
CP
T
42
1.715,96
1,933,07
4.000,00
21.397,55
82.000,00
76.000,00
158.000,00
3.649,03
43
42.000,00
32.957,43
32.957,€
99.397,56
80.000,00
179.397,56
42.000,00
1.715,96
6,438,91
-15.581,60
2.438,91
8.154,87
42.000,00
32.957,43
74.957,43
-40,000,00
43.042,57
1.715,96
42.000,00
34.890,s0
36.606,46
4.505,E4
46_505,84
43.715,96
39.396,34
83.112,30
-55.681,50
-40.603,66
.375.O21 ,26
1.502.284,64
935:892,23
2.438.176,87
2.877.31.t,90
1.572.137,69
4.549.449,58
.579.835,38
-89.331,95
E E^ I r1AIlrIUU IARIE
- PROVENTT DEtSERV|Z| pUBBL|CI
RS
CP
3.457 .147 ,2A
1 .771 .469,64
T
s.228.6.t6,92
CP
I
20.000,00
31.258,16
RS
CP
500,00
1.000,00
1
736.245,46
2. t11272,72
Cslegoía 2 - pROVENT| DEtBENt DELL,ENIE
11.258,18
Calegorla
4.505,84
4.505,84
3 - INTERESS|
SU ANT|CIpAZtONt E cREDtTl
T
1.500,00
10.638,1E
4.654,73
15.292,91
500,00
3.432,37
4.332,37
10.538,18
{20,00
4.654,73
-1s.345,27
15.292,91
500,00
3.E32;37
4_332,37
2,432,37
COMUNE Dl MASCALI Prov. (CT)
Pagina 10
Residui cons€ rvati c
DESCRIZIONE
(con i dati d8lla classlficazions: Codica. Ri3oBa. Capitolo)
Cstsgoria
RS
5 - PROVENfI DIVERSI
N' di
dibilancio
rleim-
Residul (A)
CP
CompEtonza (F)
T
Total€ (M)
RS
99.397,56
CP
80.000,00
T
T()IALE TITOLO
stanziamenti definilivì
fI
CP
I
179.397,56
3.568.303,02
1 .872.469,64
5.440.772.66
svolgF
m6nlo
Conto dellcsoriere
Maggiori o minori
residua
RÈcossioni
Residuida rlpoÉare
R.sidui(B)
Residui(C)
Rè6idul(D=B+C)
Comp.tenzÉ (G)
Competnnz€ (H)
Compclènza (l=G+H)
Rcs. al31/12 (O=C+H)
Acc. al31/12 (P=D+l)
loiale
(N)
-1.715,95
34.890,50
36.606,46
1.387,681,40
779.623,06
2.167.50,4.,46
42.000,00
4.505,84
46.505,84
43.715,96
1 .544.284,64
940.398,07
2.454.682,71
2.932.166,04
1.720.021,'t3
4.652.187,17
3S.396,34
(E=D-A)
(E=A.D)
(L=l-F)
(L=F-l)
-55.681,€0
-40.603,66
63.112,30
€36. t36,98
-152.448,51
COMUNE 0l MASCALI Prov. (Cl)
Resid! i conseru.li €
slanzam€nli definitiy
di bilancio
0EscRtztoNE
(con i dali della cla$iibazione: Codics - Risorsa - Capjtolo)
RèBidui(A)
Rìscossioni
Residui da riportare
6o
Rosidui(B)
Résldui(C)
avogr-
Tftolo IV - ÉNIRATE DERfVAt{Tt DA AL|ENAZJON|, DA TRASFERTMEIîI
RtscosstoNE otcRED|ll
Catogo.la
I
CP
Compelenza (F)
T
Tol8la {M)
Compgionza
(c)
Totale {N)
Comp6tenza (H)
Comp€lenze (l=G+H)
Rss. al31/12 (O:C+H)
Ac.. el31/12 (P'o+l)
(E=D-A)
(E=A-D)
(L=t-F)
(LèF-t)
.ALIÉNAZONE Dt BEl.lt pAtRtMONtALl
102.9r6,40
11.079,62
91.836,78
102.916,40
102.916,40
11.079,62
91.636,78
102.916,40
CP
-T
4114002 -ALIENAZIONE TERRENI E FABBRICATI
50.500,00
45
52.059,00
52.058,00
52.059,00
52.059.00
CP
T
40140,10 - PROVENII DI CONCESSIONI CIMIIERIALI.
RS
50.500,00
1.753.110,06
46
149.651,75
25.441,54
175.0S3,31
T
1.753.110,08
149.651,751
25.441,56
175.093,31
RS
't.906.526,48
212.790,37
117.27A34
T
1.906.526.48
212.790,37
117.27A,34
CP
123.479,44
T
't23.479,44
RS
CP
T
100,00
100,00
CP
Tobla Cstoooria
1
CP
1.559,00
-1
,578.016,77
- t .576.457 ,77
-TRASFERIMENT| Dt CAP|TALE OALLO STATO
4O22O2O . CONTRIBUTI DELLO SÎATO PER FINALITA' OIVERSE
4024049 - CONTR|B.STAÍALE
ARtI3
47
C.3 QUAÍER 1.06.06.2008 N.133
Totale Calègorìa 2
RS
CP
T
C.t€goria
Rosidui(D-8+C)
minora
Ot CAP|TALE E DA
40I4OOO - ALIENMIONÉ OI FABBRICATI
C.togorl.2
Maggiorio
resldui
N" di
rifadÍF
3 . TRASFERTMENTT DtCAP|TALÉ DALLA
REGTONE
115.000,00
115.000,00
4A
123.579,44
'123.579,44
r00,00
115.000,00
115.000,00
4.479,44
8.479,44
-100,00
COMUNE Ol MASCAL|Prov. (CT)
Pagina 12
Residuiconserv8tie
slanziam€nli delinitivi N. di
di bilancio
rfcírh-
DESCRIZIONE
(con idalidella classflicazione: Codice - Risorsa - Cepibto)
RS
Residul(A)
CP
Compelcnza (F)
T
4034074 . FINANZ.REG.LE RISIRUTf.EDIFICIO SCOL.PIAZZA VI NOV.PER REALIZZAZ,MICRO NIDO
coM.
fot€lc
a|.o
svorgF
499.500,00
CP
T
499.500,00
CP
T
350.000,00
350.000,00
RS
CP
T
100,00
4034081 . FINANZ.REG,LE MANUT, OPERE SÍRAOAU
Rs3iduida riportare
ResiduilB)
R*ijui(c)
Compst€nza
(M)
Maggiòrio minori
r€silui
Riscossioni
(c)
Tolalo (N)
49
Rcsidui(o=B+C)
(E=D-A)
(E=A-D)
Comp.lcnz€ (H)
Compctcnza (l=G+H)
(r=t-F)
R6s. sl31/12 (O=C+H)
Acc. al31/12 (P=o+l)
499.500,00
488.500,00
499,500,00
499,500,00
50
4034092 - FINAZ,REG.LE PROGEÍTO IVIESSA IN SICUREZZA D'EMERGENZA EX OISC.
SCORC TAFVACCA
4034120 - L,R. 1/79 INVESTIMENII
RS
CP
T
4034265 . FIN.REGIONE COSTR.CENTRO PER MINORI
51
100,00
5Z
366.711,15
366.711,15
366.711,15
365.711,15
366.7'11,'t5
366.711,15
477.874,72
477.E74,72
477.A74,72
T
477.874,72
477.874,72
477,474,72
RS
977.374,72
CP
T
715,811, t5
977.374,72
gTt.374,72
368.71î,15
977.374,72
1.3{4.0E5,87
CP
T0l€16 Calègoris 3
c.togoria 4 -TRASFERTMENI
(L=F-ì)
366.711,15
366.71't,15
1.694.185.87
-350.100.00
Dt CAP|TALE DAALTRT ENT| DELSETTORE PUBBL|CO
4044120 - L.R. 1/79 |NVES ÍIMENTI
54
CP
T
50.000,0o
50.000,00
f
50.000,00
50.000,00
T
510.315,49
450.000,00
960.315,49
-50.000,00
Tolslc Calcgoria 4
categorla 5 - TRASFER|ÍiIENI Dt CAptTAt_E OA ALtRt SOGGETÌI
. PROVÉNTI OERIVANI DALLÉ CONCESSIONI EDILIZIE
E DALLÉ SANZ, PREVISIE DALLA
DISCIPLINA URBANISTICA
4()543OO
170233,71
272.O89,39
442.323,1O
173.647,86
284.157
3l
COMUNE DIMASCAL| prov. (CT)
(con
idat
Residui conseùati e
slsn.amenti d€f initivi N' di
dibilancio
rff€dln-
DESCRIZIONE
dalla ctassificazions: Codice - RisoBa. Capilolo)
Tot€ls Cal6gorja 5
rtroro
rv - ENrtarE oERtvaNTt
DA RISCOSSIONE DI CREDITI
DA AL|ENAZ|ON|,
DAIRASFER| ENT|
Oelerminazione dei
residui
Riscossioni
RS
Residui(A)
allo
Residui(B)
CP
Competonzs (F)
m0nlo
I
Compol€nza (G)
Toislr (M)
RS
CP
T
Toialo (N)
MÉggiorio minorì
Residui da dpod€re
Residui
(c)
Compelèn:a (H)
Rés.
Rosidui(O=B+C)
{E=D.A)
Compctenza (l=c+H)
fL-t-F)
(L:F-t)
al31/t2 (O=C+H) Acc.613î/12 (P=D+l)
510.3î5,49
170_233,71
450.000,00
1'10.509,95
950.315,4S
272.089,35
442.323,10
2E4.157,81
280.743,66
445.737,25
726.480,9f
RS
CP
1.906.525,48
212.790,37
117.278,34
330.06E,71
T
1.906.52818
212.790,37
117.278,34
330.068,71
RS
CP
123.579,44
T
'123.579,14
115.000,00
8.479,44
8.479,44
123.475,4
CP
977,374,72
716.811,15
't73.647,86
(E:A-D)
-228.57 t,A3
-4.262,75
Dt CAptraLE E
-1.576,457,77
Categoria 2 . TRASFERIMENTI
1'15.000,00
123.47g,44
-f00,00
Calegoria 3 .-TRASFERIMEN'TI
T
1.694.1E5,87
977.374,72
366.711,.15
366.711,.15
sn
374,72
356.7î1,15
9T1.374,72
€50.100,00
1.344.085,87
Categoía 4 - TRASFERIMENT
CP
-T
50,000,00
-50.000,00
50_000,00
C€lègori€ 5
5î0.3î5,4S
TOTALE
CP
450.000,00
T
950.3'15,49
IIIOLO IV
CP
3.394.216,69
1.340.390,53
T
4.734.607 ,2A
170.233,71
272.089,39
442.323,10
110.509,95
173.547,86
284.157,81
280.743,66
-229.571,A3
445.737,2.5
4.262,75
363.024,08
753.800,54
1.136.824,62
1.205.153,01
142.127,30
1.387.290,31
1.588.187,09
726.48q91
935.S27,84
2.524.114,93
COMUNE Dl MASCALI P.ov. (CT)
Pagina 14
Coolo d€llesoiere
Determinazionè dsi
Riscossioni
Resiclui da dportrrc
R6sldui(A)
ReEidui(B)
tusidui (C)
Recidui(O:B+C)
CP
Colllpeianza (F)
Comp6t6nza (G)
Conpelonze (H)
Comp6t6nza (l=G+H)
T
ToElo (M)
Tolal6 (N)
Residui conseNali e
slanziamènti defi nitivi
di bilsncio
DESCRIZIONE
(con idaiidella claslificazione: CodÈe - Risorsa - Caoiblo)
lltolo V - É TRATE DERIVANÍI
Crtogorle
I
N'di
Ifeaim-
Meggiod o minori
1e3idui
Res.6131/12 (O=C+H) Acc. al31h2 (P=0+l)
(E=D-A)
(E=A-D)
{L=l.F)
(LrF-l)
OA ACCENS|OiIE Dt PREST|TI
.ANIICIPAZIONI Dl CASSA
50,I5192 . ANTICIPAZIONE DI'TESORERIA
56
CP
T
Tot€lo Cst.gori€
î
RS
CP
I
catcgorl. S . ASSIJ'IZIONE
ol
2.500.000,00
2.500,000,00
-2.500.000,00
2.500.000,00
2.500.000,00
-2.500.000,00
UTUI E PRESTm
5035005 -COSTRUZIONE STRAOE
s0350s5 - MUTUO CASSA DD,PP.. CIMITERO COM,LE.
RS
CP
î.600.000,00
37.956.04
1.552.043,96
1.600.000,00
T
1.600.000,00
37.956,04
1.s62.043,96
1.600.000,00
RS
't00.138,67
58
100.138,67
100.13E,67
100,138,67
100.138,67
29.2s7,18
29.257,18
CP
5035160 - MIJTUO CASSA DD.PP. CAMPO FOLIVALEN'rÉ
T
100.136,57
RS
29.257,18
59
CP
T
5035180 - MUTUO COMPLEIAMENTO CASÉRMA CARABINIERI
29.257,18
29.570,95
T
5035192 - AN-nCtpAZlONE Dt TESORERIA
T
Tolale Calegoria 3
RS
CP
-r
60
29.570,95
29_570,95
RS
CP
29.257,18
29.570,95
6',]
744.864,16
744.864,16
744.864.16
744.864,16
't,758.966,80
744.864,16
2.503.830.96
37.956,04
744.864,16
762.820,20
1.721.010;76
1
.721.0 10,76
COMUNE Dl MASoALI Prov. (cT)
Pagina 15
DESCRIZIONE
(con idatidela clsssificazioner Codice. Risorse - Caplolo)
D6t6rminazione del
Residui conseNali B
stanziamenli def inÌtivi
N' di
dibilancio
rfedm-
Riscossioai
Rcsiduida dporlarc
ello
ReBidtii(B)
Rcsldui(C)
R6Eidui(0=B+C)
Compo16nze (G)
Comp€t€nza (H)
Competenza (lÉG+H)
loralo (N)
R6s. el3'l/12 (O-C+H)
Acc. al31/12 (P=D+l)
ResaduiiA)
aesidui
Accerlamenti
svorgr-
RIASSUNTO Tilolo
V - ENTRATE D€RIVANî DAACCENSIONE
CP
Compalenza (F)
T
Tol8le (M)
manlo
Maggioi o minori
(E=D-A)
(E=A-D)
(L=t-F)
(L=F-l)
Dl PRESTÍII
Cetègoria 1 -ANTICIPAZIONI Dl CASSA
CP
T
Célegoria
3
- ASSUNZIONE Dl MUTUI E
PRESTIÍI
CP
T
TOIALE TIfOLO V
RS
CP
T
-2.500.000,00
2.500-000,00
2.500.000,00
1.758.966,80
744.864,16
2.503.630,96
37.956,04
744.854,16
7ò2.820,20
1.721.010,70
1.758.966,80
1.721.010,76
2.503.E30,86
1.75E.956,60
37.955,04
744.664,16
742.420,20
1.721.010,76
1.758.965,80
744.664,16
2.503.830,96
3.244.s64,16
5.003.830,96
7zt4.s€4,15
,l
.721 .010,76
-2.500.000,00
COMUNE Dl MASCALI Prov.
(CI
Pagina 16
R
esidui consefvati e
stanzìamanli def inilivi
dibilancio
0EscRtztoNE
(con i dali della classficazione: Codbe - Risorsa - CaDitoto)
TItoIo VI - ENTRATE DA SERVIZT PER
60lOOOO
. RIÍENUIE
Oeterminazione dei
Riscossioni
Rcaidul da dportaro
Résidui(B)
Re€Uui(c)
resilui
Maggiod o
RS
Rosidui (A)
CP
Competenze (F)
Compotsnza (O)
Compet6n:a (H)
Compètenzs (l=G+H)
T
Tolalo (M)
Toial! (N)
Res. al31/12 (O=C+H)
Acc. al31/'12 (P=Orl)
minoí
(E=o-A)
(E=A-0)
(L=l-F)
{L=F-t)
Rcsidui(D=B+C)
co[To DITERZ
PREVIDENZIALT E ASSISTENZIALI AL PERSONAIE
62
CP
T
262.E35,66
262.835,66
227,721,45
227.721,45
227 -721,45
CP
34,57
750.000,00
750.034,57
470.438,42
470.138,42
470.438,42
470-438,42
113.078,4S
113.078,49
113.078,49
6020000 - RITENUTE ERARIALI
T
6030000 -ALTRÉ RITENUTE AL PERSONALE PER CONTO DITERZI
RS
CP
-35.114,21
227.721,45
-34,57
-279.551,58
54
f
152.450,00
152.450,00
CP
30.000,00
T
11.53,96
'11.253,96
30.000,(r0
11253,96
11.253,96
RS
295.589,74
220.000,00
515.589,74
149.752,12
260.f61,51
53.268,08
6040000 - oEPostTt cAUztoNALl
113.078,49
-39.371,51
55
6050000 - RIMBORSO SPESE PER SERVIZI PER COTITO DIIERZI
CP
T
6O6OOOO
N'di
riferimanlo
allo
Conlo dell€soriere
- RìMBORSO OIANICIPAZIONE DI FONDI PER tL SÉRVIZIO ECONOMATO
CP
T
66
53.266,08
203.020,20
25.000.00
52.000,00
87.000,00
25.000,00
26.000,00
51.000,00
-18.744,01
35.40E,23
-166.731,92
3'13.449,59
,.,tr,r,
,5.000,001
2s.000,00
51.000,00
75.000,00
-11.000,00
l
6()T0000 - DEPOSITIPER SPESE CONTMÍÎUALI
CP
T
I
68
42.000.001
42.000,001
-42.000,00
I
I
TOTALE TITOLO VI
CP
T
320.624,311
1.519.285,66 |
1.839.90e,e7
|
174.752,12
901.760,40
1.076.512,52
l
110.429,39 |
25.000,001
1s5.42e,3e
I
285.181,511
926.760,401
35.442,80
-s92.525,26
1.21r.94r,9r
I
COMUNE Dl MASCALI Prov. (CT)
ll Sogruratu
ll RésponsEbilc dsl S€rvizjo Flnanziario
Prov. (CT)
CONTO DI BILANCIO
GESTIONE DELLE SPESE - Anno 2013
Sintetico
COMUNE Dl iTASCAL| prov. (Cî)
(con i dsr dérs craslncDaEzÎocn:l13ji
"
nrolo
l
. SPESE CORRE
-
""0,,","1
l|
R.B. al31/12 (O=C+H)
Funzlon. 01 - FUNZjONT GENERAU Ol
S€ruizio
""-","
Atfli
NtSTRAzlOl'lE, Dt cÈSnO}{E E Dt COITROLLo
01 .- ORGANT
ORGANI tsrrrt,Tl.rNAr
IS'IIIUZIOIjALI,I o^ÈrÈ^,D^,
PARIECIPAZIONE
101()1O2 . ACQUISTO DI BENÍ DI CONSUMO
gO
E OECENIRAMENTO
DI MATERJE PRIME
3.516,0.1
E.300,00
11.816,01
6.141,.t0
329,A7
9.060,11
6.470,97
325,87
9.388,9E
58.177,38
144.072,05
202.249,43
17.854,09
112.253,02
19.849,84
15.747.14
130.147,11
35.596,S8
37.703,S3
128.040, t6
155.7a,1,09
f
11.000,00
11.000,00
5.057,76
5.057,75
s.057,78
5.057,76
10.115,52
10.115,52
T
3.984,93
2.001,00
5.985,93
4.990,45
CP
T
1010103 - PRESTAZTONT DtsERVlzl
RS
CP
I
1010104 _ UT|L|ZZO Ot gENl Dt
lERz
RS
CP
101Oî05 . TRASFERIMENÎ
1010107 -|MPOSTE E îASSE
CP
T
1010108 - ONERI STMORDINARI OELLA
GESTIONE CORREN'rE
CP
T
lobl6 Sorvizlo ol
Sórvizlo 02 - SEGRETERTA GENERALE, pERSONALE
E ORGANIZZAZTONE
6.338,28
21.700,00
31.038,28
2.91S,01
3.984,93
1.005,52
240,28
13.822,25
14.062,53
89.89f,86
89.891,88
2.919,0î
3_984,93
1.005,52
4.990,45
6.338,28
24.691,47
31.02S,75
89.891,88
69.891,86
COMUNE Dl iÍASCALI Prov. (CT)
Delsrminszione dei
Residllicon3€rvatie
slenzìementi defi nilivi N' di
rif6rimdi bilancio
DESCRIZIONE
(con ldeticl€lla clalsficazione:Codice è Numcro - Cepitolo)
't
rot
gO
lvolgF
T
CP
540,00
T
540,00
Totale (N)
7
14.862,54
CP
24.927.96
CP
6.257,92
4.500,00
10.757,92
.TRASFERIMENfI
RS
CP
1010206 - INTERESSI PASSM E ONERI FINANZIARI DIVERSI
,10.065,32
î
T
T
T
2.513,50
25.576,28
28.089,78
9
10
805,56
8.111,64
8.917,20
41.690,28
371.734,27
413.424,55
2.873,21
521,70
-3.732,74
6,657,01
3.394,91
1.953,06
3.151,S3
740,10
3.759,90
6.911,83
3.O27,70
-9.834,84
5.024,22
10.051,92
-5_041,10
5.104,r9
4.500,00
9.604,99
-1.152,93
-5.000 ,00
12
895,37
23.187,62
24.182,55
45.987,64
392.052,87
438.040,5'l
1.511,35
1.909,66
3,421,01
8.342,05
'14.302,90
2.506,72
25.097,29
27.604,00
-11.048,07
-14.792,84
-7.568,79
.1.'t60,84
2186.526,37
2.536.24
636,11
CP
221.023,00
231.764,14
2'10.648,34
9.213,82
3.172,35
219.862,16
213,184,58
9.849,S3
223.034,51
CP
3.000,0!
2.531,32
T
3.297,52
2-824,U
CP
T
66.650,0t
10.741,14
13
22.644,95
a7,32
n7,s2
DI MAfERIE PRIME
1€.820,4S
86.,170,4!
15
19.E20,4S
36.814,15
56.634,64
479,00
54.329,69
406.355,77
460.€85,46
T
f
1010303 - PRESTAZIONI Dl SERVIZI
(r:F-t)
(O.{+H) lmp. al31/12 (P=O+l)
2.154,49
4.502,s2
2.693.'16
421.148,61
90
(E=A-D)
-540,00
65.377,7È
Toli.l6 Srrvizio 02
-ACOUISfO DI BÈNI DI CONSUMO
40.88/,72
R6sìdui(D=8+C)
Compélènza (l=G+H)
11
5.000,00
5.000,00
1010207 - TMPOSTE E TASSE
,1O,IO3O2
R6s. al31/12
363.622,63
404.507,35
(c)
Compelènza (H)
6
DI MAÍERIÉ PRIME
10î0301 - PERSOMLE
Residul
Compelenzr (G)
lè (M)
375.467,O1
417.210,81
CP
10r0203 - PRESTAZTONI Dl SERVIZI
1O1O2O5
Comp€1e^26 (F)
41.743,80
1010201 . PÉRSOMI-E
1010202 .ACQUISTO DIBENIOICONSUMO
Residui(s)
R6sidui (A)
CP
rmpegnl
460,68
468,68
3.000,00
3.297,52
29.832,26
66.646,211
19.820,4S
-3,5S
COMUNÉ 0t MASCAL| pfov. (Ct)
Rasidui con!èNsti e
sla nziamontt dotìnhivi
DESCRIZIONE
(con id.tidètla chssificazionè: Codjcè
e Numero -Capitoto)
RS
Rè!idut(A)
CP
Competènz! (F)
T
TUIUJU/ .IMPOSTEEIASSE
1O1O3O9
N. di
di bllancio
Tot l.
Pagamenti
€llo
3.484,84
't6.347,00
T
1€.83.t,84
CP
972.000,00
972.000,00
Rasiduide
(c)
uompo!3n:l {H)
Totate tNl
't5
R€!.
341,30
12692,76
13.034,05
al3li
lmpègni
riponst
Residul(B)
Cornpetenzr
(M)
RS
CP
Dalèrminazione dèi
16!idlri
Cont\î d6l tèsorière
12 (O=CIH)
1.778,22
3.347,24
5.125.46
-AMMORÎAMENN DI ESERCIZIO
Rèsidui(D=B+c)
(E=A-D)
Comp.tcnza (t:G+H)
(L:F-l)
rmp. al31/12 (P=D+D
2.119,52
-1.365,32
16.02rc,00
18.15S,s2
n07,00
17
î
Tolale S.rvizio 03
34.343,99
CP
T
SérViZiO
04 -GESTIONE DELLE ENfRAIE
TRIBUTARTE E
SER'IZI
-972.000,00
1
22.996,55
262.666,57
245.682,12
.275.020,On
t.313.363,99
2.414,33
42.862,00
45,276,33
25,40s,88
305.548,57
330.958,45
-8.934,11
-973.471,43
FISCALI
1010401 - PERSOMTE
RS
T
.IO1O4O2
.ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO gO
DI MATÉRIE PRIME
1S.15,t,9(
43.257,!
18
102.409,21
1.254,59
6.754,5t
CP
61,000,00
78.061,08
17.06.r,08
100.603,33
2285,37
2.184,63
3.539,96
2.184,63
4.470,00
5.724,55
't4.661,08
2.400,00
42.227,02
17.0€1,081
58.n637
44.627.O2
75.S37,451
1.25,{,59
T
2.968,17
13,000,00
't5.968,17
2l
2,482,29
T
îO1O4O8 . ONERISÎRAORDINARI DELLA GES]IONE
CORRENIE
RS
CP
T
Totllè sèrvizio ort
CP
T
378,84
6.000,00
6.378,84
485,8E
10.604.951
13,O87,241
1010407 - TMPOSîÉ E TASSE
-1.030,00
l
16.t{S,35
3t.210,43
1010404 - UT|L|ZZO DtaENt otTERZI
CP
-1.805,81
83.257,U
34.699,Et
10't0403 - PRESTAZTONI Dt sERVtzl
T
17.345,99
34.699,81
12t,59
5.S00,0t
T
17.345,99
48.557,46
65.903,45
|
-2.223,83
2.s6s,171
2.237,17
2.723,05
15.8î0,291
2.756,43
2.756,43
6.000,001
5.378,841
12.A42,121
-151
I
22
I
378,841
3243,571
3.622,411
378,U1
I
3.275,23
1.012.438,00
1.01s.7f3,23
1.665.64 t
1.005.741,23 |
1.007.406.871
44.089,81
1.î8't.1S5,34
1.225.285,15
't.086.981,93
37.768,€
1.124.770,36
I
1.509,58
3,2?5,231
1.509,59
1.005.74f ,231
1.00s.016,4€ I
4.4e5,47
64,105,13
88.600,60
42.283,90
1.171.087,06
1.213.370,36
4.696,
-1.805,S1
-10.'t0E,28
COMUNE Dl tulASCALl Prov. ICT)
Res idul consefvatl €
stenAamenti defrnilivl
DESCRIZIONE
(con idatidèlla cl€ssificazionèt Codjce e Numoro -CaDilolo)
dr balancao
N' di
rlenm-
R6sldui(A)
CP
Compèl€nza (F)
T
rotrlo (M)
svolgi-
Conlo d6l
l*od.rÈ
Pagamonli
Delèrminazione dci
lm9€gni
resìdui
Minod
Èsiduio
Re8iduids riportEre
Rèsidul(B)
R6sidui (C)
Rosidui(D-B+C)
Compélena (c)
Compélanza (H)
Total. (N)
R63. al31/12 (O=C+H)
Comp.lonza 0=G+H)
lmp. el3 Ut2 (P:D+l)
(E:A-D)
(L: F.
0
Scrvizio 05 . GESîONE DEI EEN| DEMANIAL| E PATR|MON|ALI
1O1O5O2
-ACQUISTO DI BENI DI CONSUMO E/O OI MATERIÉ PRIME
CP
T
1010503 - PRESTAZTONT 0t SERV|ZI
RS
CP
T
5.724,28
14.500,00
20.224,24
24
6.051,85
4s.000,00
s5.051,85
25
2.349,85
6.139,4S
8.48S,34
3.974,59
2.770,56
2.638,47
5.409,43
1E,227,31
1.972,9X
17.4A9,O2
22.201,90
19.451,95
5.120.A1
€03,47
8.777,56
-5.722,04
13.898,77
5.947,52
35.716,33
41.663,85
-r04,33
"r3.283,67
'1.670,47
1.670,47
-3.529,53
11.066,33
-707,80
-22.535,24
1010507 - TMPOSTE E TASSE
CP
Totrlè S.lvizlo 05
T
5.200,00
5.200,00
RS
CP
11.776,13
6.324,44
68.700,00
26.O17,27
E0.476,'13
32.361,71
f
1.670,47
1.670,47
4.743,69
20.127,19
24.471,38
16.164,76
s7.233,09
Sèrvlzlo 06 " UFFICIO TECNICO
10î060r - PERSONALE
CP
T
1010602 .ACQUISIO
DI EENI DI CONSUMO PO DI MATERIE PRIME
CP
T
1010603 - PRESTAZTONT Dt SERV|ZI
25.762,64
411.896,12
437.658,76
27
1.434,65
2A
34.177,53
10r0607 - tMPostE E îAssE
102,00
T
34.279,59
RS
CP
T
Tolab S€rvlzlo 06
RS
CP
T
1.833.40
26.460,87
26.300,36
63.214,37
440.45E,99
503.673,36
9.609,82
8.746,55
18.356,37
41î.896,12
664,65
664,65
2.000,00
3.421,64
1.421,U
't.335,35
2.756,99
2.000,00
3.434,65
CP
fi.310,3î
40i1.149,57
,r14.459.88
29
20.920,13
1.412,51
132.A16,25
1.421,64
34.177,69
34.177,59
34.177,59
u.177.59
-13,01
-102,00
30
446,72
408,72
26.4t0,28
.410,28
26.8i9,00
13.î40,67
430.895,20
444.035,87
-1.430,77
-50,59
26,81S,00
43-787,41
9,411,20
53.198,61
56_928,08
€.286,29
440.306,40
"'t52,59
497.231,4A
COMUNE Dl iIASCAL| prov. (Ct)
DESCRIZIONE
{con idatldellà ctassticazione: Codicè e Numero _Csoitolo)
-,.,,-,-., _^,heMrr, ù,^
rv urvfl.E,
È1ts | tUtiALE, LEVA E SERVIZIO
Ré3idui consefvÉti e
nzia mènli dlfin itivi
di bllancio
N. di
Rósidui(A)
6[O
st
lmpegni
resilui
Minori.ósiluio
Pegsmènli
R.sidul(B)
R.sidu' (C)
Residui(O=8+C)
CP
Compolsnza (F)
Comp€bnz! (G)
Comperènza (H)
Comp6icnza (l:G+H)
T
Totllè (M)
Totalo (N)
R€6. el31/12 (O=C+H)
lmp. al31/12 (P=D+t)
(E
=A-
O)
(L:F-l)
STAIISîlco
10t0701 - PERSONALE
RS
1OIO7O2 -ACQUISIO OI BEN|OI CONSUMO
gO
'1f0_935,00
T
110.935,00
CP
9.560,00
.10.943,73
109.101,4'l
32
Ot SERV|ZI
RS
CP
T
21.100,79
T
12.500,00
'1E.375,36
10r0704 - uTtltzzo Dt EEN| OtTERZI
1OIO7O5
10s.101,41
DI MAIERIE PRIME
T
10f0703 - PRESTAZONT
31
CP
1.383,72
7
213,U
8.597,56
3.100,79
18.000,00
33
1.062,s3
12.711,62
13.774,15
5.87s,36
1.833,49
1.633,49
2.324,06
6.976,39
9.3(X),45
866,16
986,16
2,038,26
5.108,42
7.r46,6E
3.55î,30
1.289,04
t[.840,32t
110.934,90
10
110.s34,90
1.383,72
E-200,00
-0,01
-1.360,00
9.583,72
3.100,79
17.820,04
-179,96
20.920,83
5.875.36
8.265,4:ì
4.231,57
14..t44,79
-IRASFERIMENÎ
4.475,001
CP
'r
1,00
I
101O7O7 - IMPOSTE E TASSE
I
CP
T
I
7.139,661
7.139,681
-l
CP
T
4.175.o01
4.475,00
4.475.001
I
I
7l2A,9S
7.12S,951
7.128.s5
7.128,95
-----1
Totelè Sérvizio 07
{.475,00
|
4.476,001
|
14.634,8E1
158.135,681
172.970,56 |
4.no31
10,064,56
14.834,871
152.315,92lt
167.îE4,19 |
113,132,21
9.217,11
147.902,52
19.281,67
262261,27
25.491,29
328.734,17
354.225,46
S€rvlzlo 08 .ALTR|SERV|Z| GEN€RAL|
-10.73
;;t
T
350.434,36
982.982,09
1.333.4î6,45
1OÎOEO2
.ACQUISIO
CP
19.500,00
8.039,65
11.441,54
25.4A7.16
20.4A1,19
DI BENI OI CONSUMO E/O DI MATERJE PRIME
9_987,15
f
653.477,6î
915.738,86
38
287.752,56
942.211,78
t,259.964,34
35E,70
9.398,35
7.106,25
7.454.96
14.547,A0
27.918,15
I
-s.786,361
1010801 - PERSOMLE
CP
|
-770,31
-588,81
-s52,20
COMUNE DlirASCAt-t prcv. (CT)
Rcsidui coru.rvsti e
anziamontid.finitivi
DESCRIZIONE
(€on ídaiid.lla ctasEifics.zione:Codic6 è Numerc Caoitolo)
di bllencio
RS
R.Bidul{A)
CP
Comp.tcnza (F)
T
Tolalo (M)
,e.vve{ -.^Ee rMtuNt ut ùEnvzl
1010804 - uTtLtzzo DtBEN| DTTERZ
allo
svorgF
406.134,32
497.600,00
903.734,32
RS
CP
't0.000,00
I
Conlo dellèsoriel6
2.450,03
rmpagnl
Minol Ésldul o
(E=A-D)
ReBldul(B)
Residui (C)
Residui(D--B+C)
Compct nza (G)
Cohpetenza (H)
Comp.lenza (l=G+H)
Totalo (N)
T
CP
N. di
riterimoni0
Res.
124.828,79
523.416,30
246.677,75
78.087,65
324.765,40
1.956,14
5.171,44
7.127,58
493,69
2.449,55
2.943,44
398.567,51
40
12.450,03
al31/r2 (O=C+H)
(L =
F.l)
lmp. al 31/12 1P=D+D
371.506.54
476.675,15
844.181,70
2.450,03
7.620,99
-34.627 7a
-20,924,84
-2.379,01
10.071,02
IOî0805 - TRASFERIMENÎ
1010807 .IMPOSÍE E fASSE
CP
13.253,00
53.000.00
T
65.253,00
41
14.300,40
13.253,00
11.047,40
24.300,40
3.017,70
23.041,57
26.059,27]
21.495,221
65.811,64 |
87.336,861
I
RS
24.170,0E
65.950,00
T
1E.477.521
42.E00,071
90.120,0E
61.2n,5el
CP
289.209.331
300.000.001
220.n3,711
54.r55,051
58s.2oe,33l
E6.490,571
3O7
1'14.053,80 |
'178.20E.851
I
42
lOI()SIO . FONDO SVALUIAZIONE CREDIÎ
l
-2.674.851
-106,36 |
I
I
264,281
-4'1.952,60
I
2t,l'.s2A,76ll
200.544,371
,t85.473,131
I
CP
300.000.00
|
T
30o.00o,ool
CP
73.683,401
73.683,401
1OIO81I . FONDO DIRISERVA
I
Tot
I
T
---+
CP
2.302.715,491
lé Sèrvazto 08
"l
1.095.638,28 |
f
Total. Funlone 0l
3.39S.353,771
1.401.291,A2
T
S€rvizio 02 - CASA CTRCONDARTALE EALTR|SERV|Z|
3.253,00
.11.047,40
CP
10't0808 . ONERI STRAORDINARI DELLA GESÎONE
CORRENIE
Fun,on. 02 - FUI'IZ|oI,I RELAT|\/E ALLA GIUSTIZIA
10.000,00
't0.0(X),00
5.151.447,16
7.552.738,98
647.337,08
1
.197 .96A,71
1.845.305,82
603.342,43
3.757.966,32
4.5,|.308,75
343.447,38
564.520,40
907.967,78
2.753.273,60
443.242,93
776.550,22
1.219.793,.t5
't.22t6.585.35
-154.706,46
4.544.515,54
5.791.101,90
n.606.930,52
990.784,46
1.762.485,14
-104.853,E2
-540.226,35
Flrn.lon.
03 . FUirZOr{t
S.Mro ot
- POUZ,A
Dt
POLAA tOCAtE
MUNtCtpALE
t03otoj - PÈRSOi/A(E
1030102 _ACQUtsro
Dl EENI Dl
1030103 PRESÌAZIo^J'
1030104
- uftLtzzo Dt
Dl
BENI
co
sERVzl
ot IERZI
suMo E/o
lRs
lcP
I'
i^.
Dt MAIERTE pRtME
I
litr;î
98.686,22
/^.
I
lcPl
lî
tt
lRsl
1030107 .
tMPoslE
ICPI
/rl
'""
E TASSE
/
cPl
rl
25.574,24
57.s00,00
43.074,24
cpl
tt
2.414,35
14.413,97
15.A28,32
1E.289,80
42.512,06
60.80.t.E6
7.558,54
8t.000,00
88.558.54
3.750,00
8.750,00
12.500,00
I
RSI
20.s02,15
475.605,03
496.f07.t8
I
r030'05 .IRASFERIMENÌ
iír,r;;i;
6.905,53
21,669,38
2A.574,e1
19.271,A7
8.404,31
27.676.18
6.205,00
2.629,O2
8.834,92
653,01
5.302,25
5,955,27
42,364,47
58.t.s78,03
4.027,49
21
22.818,28
44.504,50
24.495,70
45.141,08
69.536,78
-1.076,54
7
26.371,64
34.530,16
-54.028,36
3.750,00
3.750,00
3.750,00
3.750,00
7.500,00
-5.000,00
7.815.00
7.815,00
417,23
39..113,95
39.53.t,16
3.750,00
3.750,00
417,23
39.&11,83
39.759,06
21.862,32
f06.373,00
128.235,32
417,23
31298,95
31.716,.1a
COMUNE Dl MASCALI Prcv, (CT)
Residui conseNali e
slanziamcfl ti d.f oiiivi N' da
rlcrilfrdi bllancio
DESCRIZIONE
(con idrlidelle classifcazione: Codic€ o Numèro - Cepitoto)
RS
Residui(A)
Comp.l6nzs (F)
f
TolEle Servizio 01
6llO
3VOlg,-
Totalo (M)
Conlo dollasoricÉ
Pegsmenli
RèsidrJi(8)
Cohp.t
Tot
107.378,19
848.464,a5
nza (G)
lè (N)
52279,05
rè3ldui
Resitui (C)
Residui(0=B+C)
Comp€l6nze (H)
CompèienzÉ (l:G+H)
Réi. al 3l/12 (O:C+H)
lmp. el 31/12 (P=D+l)
T
955_843,04
585.499.39
637.778,45
47.S93,r0
134.273,59
î82.265,6S
CP
107.378,19
848.464,85
9s5.843,04
52.275,06
585.499.39
637.776,45
Totale Fundon€ 03
T
lmp€gni
Rèsiclulda íportarc
(E:A- D)
(L:F.D
100.272,15
715.772,98
42o.o45,14
-7.106,03
-128.691,€7
47.993,10
1O0.272,15
'131.273,59
182.266,69
719.772,98
820.045,14
-7.'t06,03
-128.691,87
Fùnzlono 04 ' FUNZlOtll Dl |SîRUZIONE PI,BBLICA
SEíVIZ|O
01 -SCUOLA MATERM
1040103 - PRESTAZTONT 0tSERV|ZI
RS
CP
T
2.000,00
2.000,00
990,81
990,61
s90,6'l
2.000,00
2.000,00
990,61
930,61
990,6î
-1.009,39
990,61
Totslo SèNizio 01
CP
T
1.009,39
990,61
Servizio 02 . ISTRUZIONE ELEIUENTARE
1o/0202 -ACQUISfO DI EENI DI CONSUMO gO DI MAÎERIE PRIME
1.129,97
CP
f
1040203 .PRESTAZIONI DI SERVIZI
RS
1.757,21
f
26.000,00
29.757,24
2.887,21
444,51
CP
30.000,00
T
14243,98
32.887,21
14.632,49
Totalè ScNizio 02
SeNi2lo 03 -ISIRUZIONE MEDIA
51
2.000,00
3.129,57
55
4,t8,51
14.243,98
14.692,49
'1.129,97
732,O0
1,129,97
1.861,97
1.86f,97
1-308,73
1.757,24
27.732,60
13.488,52
14.797,36
2.438,70
14.220,62
16.559,32
732,OO
1.268,00
-267,40
29.48e,U
2.487,21
28.464,50
31.351,81
-1.535,40
COMUNE Dl ||,|ASCALT
prcv.lCî)
.
(con idati
d.lL
Rèsidui conseru€tl
stanziam6nli déf initivi
DESCRIZIONE
classfics-.ione: Codic6. Numero - Cagiioto)
IWVJUZ .'it,r.IUIè IU UI EINI OI CONSUMO FJO DI MATERIE
PRIME
1fx0303 -
ífedmEIO
svorgF
RS
Rosldui(A)
CP
Comp€16nza (F)
T
Toblc (M)
RS
CP
N' di
dl bilancìo
Pagsmontl
lmpegni
Minorirasiduio
Résidiri (C)
R6!idui(D=B+C)
(E=A-0)
Compeienzs (H)
Comp.lcnza (l=G+H)
(L=F-D
R.3lduida dportar€
Residui(8)
(c)
Compet6nzr
Tolal6 (N)
Res.
al3l/12 (O:C+H)
Imp. el31/12 (P=D+l)
î
41.500,00
41.500,00
1.174,13
CP
T
473,93
25.000,00
700,20
12.579,E6
13.053,79
1.174,13
488,64
1.t88,84
13.058,50
14.242,63
CP
473,93
12.579,86
13.053,79
700,20
'1.174,13
T
66.500,00
67.674,13
4EB,61t
1.t86,84
13.066,50
14.212,63
CP
15.660,51
37.500,00
2.041.32
16.2117,31
55.221,A3
34.097,62
1,102,69
3.444,01
PRESTAZTONI Dt SER\4Z|
Totale Servì2to 03
-41.500,00
26.174,1X
1.174,13
-11.s31,50
-53.431,50
Sorvizio05 .ASSISTENZAscolAsÌIcA,TMsPoRTo, REFEZIoNE
EALTRI SERVIZI
1O4O5{)2 -ACQUISIO DIBENIOICONSUMO E/O DIMATERIE
PRIME
17.721,a3
f
1040503 - PRESTAZIONI DI SERVIZI
RS
CP
127,168,75
307.000,00
434.168,75
58
59
84.321,14
6.611,80
17.721,83
19.820,00
37.541,83
-17.6E0,00
265.5{},15
101.836,78
'108.448,58
90.932,94
283.058,?9
373.991,73
-23.s11,21
75.000,00
75.000,00
20.85€,84
20.858,64
53.433,16
53.433,16
74.282,00
71.292,00
-708,00
CP
144.890,58
4îS.500,00
100.001,65
220.498,16
564.390,5E
320.499,81
E.653,î2
î56.672,53
165.325,75
106354,77
T
377.170,79
485.825,56
-36.235,61
42.329,21
T
148.95.t,92
518.000,00
666.951,92
100.924,09
248.312,61
34S236.70
T
181.222,01
n6.235,81
1040505 . ÎRASFERIMENÎ
60
CP
f
Tolel6 Se|vlzio
lotal.
Fun2ron6 05 . FUNZ|O}{| RELAÍVÉ ALLACULTURA ED
At
Scrvato
Ol - SIBLIOTECHE,
MUSET E pINACOTECHE
BE t Ct LTURALI
OE
Funzione 04
11.7e2,02
î71,381.8S
't83.173,91
112.716,11
419.684,50
532.410,61
.36.235,81
-98.305,50
COMUNE Ol MASCALI Prcv.
0EscRtztoNE
(con
idslid.ll€ chssncazionèì
Codtce € Numero - Cepitolo)
(Cl
Re3ldul oonscrvali è
slanziamonti daf nilivi
dl bllancio
N. di
ao
Rcaldui(A)
Residui (8)
Rasitui(C)
Rèsidui(D:S+C)
(E:A-0)
Comp.tonz8 (F)
Compalenza (G)
Cornpetènza (H)
f
Toblè (M)
(L=F-l)
Tolalé (N)
R66. al 31/12 (O=C+H)
Compclenza {l=G+H)
lmp. el31/12 (P=D+l)
61
f
02
r O5O2O2
lmpègni
Rèsidui da dportier6
RS
CP
SèTV|ZIO
Pagamenti
CP
IOsOî02 -ACQUISTO DI EENI DICONSUMO E/O DI MATERIE PRIME
Totalè S€Nizio 01
Conto deltesoicr!
375,21
800,00
1.178,21
387,91
37A,21
T
378,21
E00,00
1.174,21
T
RS
CP
378,21
640,30
640,30
650.00
374,21
640,30
640,30
1-O2A,21
5E0,00
580,00
3.000,00
3.s80,00
580,00
580,00
580,00
6.028,00
387,9î
-150,00
1,028,21
650,00
-150,00
- TEATRI, ATTIVITA' CULTURALI E SERVZI óVERSI NEL SÉTTORE CULTURALE
. ACQUISTO
OI BENI DI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME
1050203 - PRESTAZTONT Ot SERV|ZI
25_961,73
'19.933,73
T
42.000,00
67.561,73
u.282,25
10.756,81
16.786,81
25.961,73
25.107,33
51.069,06
RS
CP
14.548,35
500,00
2200,00
12.348,35
f4.548,35
T
15-048,35
2200,o0
12348,35
14.546,35
41.090,08
4s.500,00
86.590,08
22.133.73
î8.956,35
14.348,52
T
10,758,81
34.462,25
-20.392,67
29.715,16
41.090,08
25.107,33
66.197,41
41.468,29
46.300,00
87.768,29
22.511,94
18.956,35
1r.399,11
30.355,46
41.468,29
25.757,33
67.225,62
-20.542,67
1.378,26
-53,
4.S49,50
4.S49,50
6.000,00
7.378,26
RS
CP
1O5O2O5 -TRASFERIMENTI
Totalo S.rvizio 02
Totala Fùndona 05
-3.000,00
RS
CP
T
14.348,52
64
11.359,2
36.870,'15
-16.892,67
-500,00
Funzlono 05 . FUNZlOl.ll IEL SETR)RE SpORîVO E RICRÉAÍVO
S6Tvi,O 02 .STAOIO COMUNALE, PATAZZO OEILo
1060203 - PRESTAZTONT Dt SERV|ZI
sPoRf
ED
ALTRIIMPIANÎ
RS
T
1.431,40
6.000,00
7.431,40
137A,26
1.050,50
2,42A,76
t4
COMUNE Dl MASCAI-l Prov.
{Cl)
Rcsktul con!arvati o
N' di
3lsnziam6nla d.f iniivi
rfcdmdi balÉncio
DESCRIZONE
(con adetld.lla
cbsslicszionè:Codir e Numerc - Caoitoto)
Totat€ SeNizio 02
SCTV|2iO
03 . i,ANIFESÎAZIONI OIVERSE
1060303
'
falilui
R€3idli(A)
Residui(B)
Rcailui(C)
Rtsidui(0=8+C)
CP
Compclènza (F)
Comp!l.nza (G)
I
Compaton2a (H)
Compelènza (l=G+H)
Totelc (M)
Toiale (N)
Ras. al31/12 (O=C+H)
lmp. 6131/12 (P=D+l)
RS
1.431,40
T
6.000,00
7.431,40
1.378,26
1.050,50
4.949,50
2.124,76
,1.949,50
6.000,00
7.378,26
23.665,00
10.000.00
33.665,00
T
33.665,00
s00,00
34.165,00
23.665,00
10.000,00
33.665,00
18.448.00
7.000,00
25.488,00
9.2S9,40
9.t88,60
18.1188,00
f
s.299,40
9.1E8,60
1E.468,00
32.964,10
11.188,60
52.'t53,00
T
52.153,00
7.500.00
59.653.00
32.9A1,40
19.t68,50
52.153,00
34.142,56
r.050,50
35.393,16
19.168,60
4.949,50
24.138,10
53.631,26
6.000,00
59.531.26
1.378,26
(E=A-D)
(L=F-D
-53,14
NEL SETTORE SPORTIVO E RTCREATIVO
PRESTAZONI DI SERVIZI
't060305 .IRASFERIMENÎ
Totale SéNIzlo 03
Totalo Fundon.06
53.584J0
CP
S.Ni2io
Dcl.rminazione dgl
RS
CP
!!!4o!e
Conlo d€llosonere
T
13.500,00
67.084,40
CP
500,00
T
500,00
-500,00
-7.000,00
-7.500,00
r3,14
-7.s00,00
07 . FUIJZOi{| NEL CAltpO îUR|SÌCO
0i
- SERVIZI
îUR|SîCl
1070102 -ACQUISIO OI EENI OI COIiSUMO
1070103
. PRESTAZ|ONI
gO
DI MAfERIE PRIME
68
OI SERVIZI
RS
CP
î
.500,00
37.500,00
37.500,00
-37.500,00
38_000,00
-3E.000,00
lolalc S6Nlzb 0'l
T
38.000,00
plov. (CT)
COMUNE Dl
'itASCALt
srEnziamenti défi nitivi N" di
tferlmdi bilancio
DESCRIZIONE
(con Idetidcllac.tassifclzione: Codicc
c Numcro-Cepftoto)
T
Rcsidui(A)
ao
Compètenz€ (F)
svorgF
Conio d.l tesori.re
Delèlminazione dei
Pagamènd
Raaidui da dportar.
Residui(B)
Tot8te (M)
rmp.gnl
rétidui
Resklui (C)
Residui(D:8+C)
Cornpeton2a (H)
Compclcnza (tEG+Ht
Rès.6131/12 (O=C+H)
rmp. ai31/12 (P=D+D
Tobh Funrtono 07
CP
RS
cPl
'l
1080.103 - PRESTAZIONI DI SERVIZI
Rsl
cPl
rl
1080105
.INÌERESSI PASSIVI
E ONERI FIMNZIARI OTVERSI
rl
1.175,26
11.000,00
12.176,26
534,53
1212,14
71
534,53
1.058,20
1.06E,20
400,00
748,86
î.148,86
748,E6
1.057.001
2.205,861
r.457,00
2.310,U
2.844,87
70.993,13
70.9t3,13
I
cPl
3.7S4,76 |
300,001
Tolalc S.lvizio 01
CP
î
-27,10
-9.943.00
I
71.292,00
71.292,00
4.084,76
-150.57
-5..r89,66
1.776,67
1.057,00
l
RSI
É SERVIZI
70
7.500,00
8.185,10
I
TI
S6Ni,o 02 .IILUMIMzIoNE PUBBUcA
685,10
=4. o)
(L=F-l)
-36.000,00
RSI
r080107 .IMPOSTE E TASSE
(E
38.000,00
38.000,00
T
't080î02 -ACQUISTO OI8ÈNIOICONSUMO
E/O DI MATERIE PRIME
Minorirèsiduio
70.ee3,13
|
-rrs,s?l
70.ss3,13
|
73
,'^.1
ii,ó;l
27,O5
27,05 )
|
5.545,12
90.092,00
9s.738,12
934,53
73.3.t9,32
74253,A5
746,86
1.683,39
1.068,20
1.817,06
743a7,52
-3-?S1,?61
-272,s51
-3.962,73
-15-701,1A
76.O70,91
coNNEssI
10s0203 - PRESTAZ|ON|Dt sERVlZl
14.377,A1
T
Tolele Scrvtzto 02
994.000,00
r.008.377,81
14.377,81
T
994.000,00
1.008.377,81
74
13.000,36
938.69î,44
s5f.691,80
13.000,36
936.69î,44
85't.691,E0
1.351,19
45.038,84
46.400,03
8E3.730,28
998.091,83
1.361,19
45.03E,84
46.400.03
983.730,28
998.091,83
14.361,55
14.36.t,55
-10.269,72
-î6,26
-10.269,72
COMUNE Dl MASCALI Prcv. (Cî)
Residli conservaii è
stanzismentl defi nitivi
oEscRtztoNE
N" di
di balancio
{con i dalidotl€ clssstfcszione: Codace 6 Numoro - Csoitotol
CP
T
Toblo Funzlone
08
CP
T
PagarÍ.ntl
Rosldui(A)
ello
Compelcnzr (F)
svolgj-
roblc
Conto dèi ls3orilrÉ
(M)
Rèsldui(B)
Compotarua (G)
lotate (N)
20.023,93
1.084.092,00
1.104.115,93
13.934,89
1.012.010,76
1.025.945,65
rmpègnl
rosidni
Mino rrsidúlo
Rèsidui da ripotaru
Rolldui (C)
Rè!idui(0=B+C)
Compct.nz, (H)
Compètèn2a 0:c+H)
Res. al31/12 (O=C+H) lmp. al31/12 (P=O+D
2.1t0,05
,r,6.107,04
4A.217,09
(E
=A- o)
(L=F-D
16.04.{,94
1.058.117,80
1
-3.S78,99
-25.974,20
.O71.162,74
Funzlon. Og . FUNZ|ONI RtCìUARoAIITILA oEsTIoiIE DEL IERRIToRIo E DELL.Ai,aIENTE
SCrvI2iO
OI . URBANISNGA
È GESTIONE DEL TERRIIORIO
t0s0t01 - PERSOMLE
l OSOf02
. ACQUISTO DI EENI
765,87
CP
10,00
T
795,87
CP
T
2.000,00
CP
92.320,00
94.591,62
OI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME
131,56
10e0î03 - PRESTAZIONt Dt SERVIZI
-10,00
76
2.13î,56
2271,62
T
-7E5,87
n
131,56
13t,56
949,09
6so,91l
'r.600,00
1.0E0,55
650.911
1.73f,s6]
398,55
64.3,t4,73
64,743,2A
*0,oo1
,ur.rul
10.493,301
10.8s3,30
-.,.r,a,orl
7,{.838.031
r7.:t81,971
zs.sss,se
-400,00]
I
|
1O9O106 - INTERESSI PASSM E ONERI FINANZIARI DIVERSI
78
T
1090'107 - tMPosTE E îASSE
Totalè SotvizioOl
I
16.000,00
16.000,00
.tu.ooo.ool
I
RS
CP
75,6€
T
85,66
RS
CP
3.264,71
110.340,00
T
65293,82
113.604,71
65.823,Sa
CP
757,59
700,00
I
79
-- --l
10,00
.10,001
530,11
--l
360,001
11.144,211
1r.504,2t1
890,11
76.436,03
77.328,14
-"."ro,uol
-33.901,971
g'gE#HrS$'?reaEFDÉHÉ#lEs'DÉNZTALEP
1090203 - PRESTAZTONT Dt SERV|ZI
î
1.457,59
I
80
280,00
280,00
280,00
280,00
477,59
-700,00
COMUNE Dl iilASCALl Prov. (CT)
Rosidui consèrvali e
stenzi€m.nla d€tinitivi
di bilanclo
DESCRIZIONE
(con ldalid6lle classmcazionor Codice o Numcrc - CeDiloloì
RS
Rc6ldul(A)
CP
Compèlonza (F)
I
Tolelc (M)
folala ScNirio 02
CP
T
N' di
Conto
d.llesodere
Pegemónti
rmpé9nl
Mino residuio
Rè!idul (C)
ResidrJi(0:B+C)
(ErA-D)
Comp€t6nza (H)
Comp.l.nzs (l:G+H)
(L=F-D
rèsilui
R.siduidé riportsrc
Rcsidul(B)
svorgF
Comp.t
nza (G)
Totràle (N)
757,59
700,00
1.457,5!
Res.
al3l/12 (O=C+H)
rmp. ar31ir2 (P=D+D
280,00
280,00
280,00
280,00
477,59
-700.00
ScNlzio 03 -SERVIZ| Dt PROTEZTONE CtVtLE
'10s0302 -ACQUISTO DI EENI OI CONSUMO E/O DI MATERIEPRIME
CP
T
î0s0303 . PRESIAZIONI
OI SERVIZI
CP
T
68,90
1.500,00
1.568,S0
8t
404,4S
82
7.600,00
8.004,49
1080307 - IMPOSTE E TASSE
68,90
1.0'15,64
94,06
94,06
6E,90
1.04'1,00
1.10S,90
4n4,49
5.127,O8
7î4,89
5.84t,97
711,89
6.246,46
458,01
45E.01
458,01
458,01
1.266,96
473,39
7.340,98
1.268,e5
7.8r4,37
9115,94
459,00
404,19
-1.758,03
83
CP
2.300,00
2.300,00
473,39
473,39
CP
11.400,00
11.E73,39
6.O74,O2
6.547,41
I
TofEl€ S6rul2io 03
T
-1.841,99
-4.059,02
Soruiro 04 -SERVIZ|O tDR|CO TNTEGRAîó
'1080401
. PERSONALE
RS
CP
25264,53
26264,53
3.092,18
75.000,00
76.092,16
'1281,86
1.528,56
T
6268,99
16.266,88
17.895,54
CP
571.823,93
804.000,00
T
109{X02 -ACQUIS'TO DI BENI DI CONSUMO
gO
OI MATERIE PRIME
RS
CP
1000403
.
84
26.495,94
26.495,94
PRESTAZIONT Dt SERVIZI
I
10s0405 -TRASFERIMENTI
CP
f
7.550,85
E5
1.375.823,S3
't.206,90
132.000,00
133.208,90
646.470,68
26.264,53
26.264,53
395.865,7S
23.105,09
284.880,36
s44,436,47
307.8E5,45
a7
131.545,98
131.5,{5,98
-231,41
2.910,52
22.535,87
25.446,39
42.464,13
571.575,77
680.646,î5
1.252.421,92
-248,14
-123.153,85
1.208,90
1.208,90
1.208,90
131.5,t5,98
132.754,88
-'t8 t,66
454.02
COMUNE ol [4ASCAL|Prcv. (CT)
Residui conservali e
stanziam€nti dèf inilivi N' di
rfedmdi bll€nclo
DESCRIZIONE
(con
idalidella clsssmc.2jonèiCodicr o Nurierc
_
Cepitoto)
CP
T
IU5U'U/ -
R66idui(A)
alto
Compclenza (F)
svolgi.
menlo
Tot
IMP(JSTE E TASSE
Rèsidui(B)
Compclènze
(c)
lotalo (N)
88
Resiiui(C)
Rèsidui(D=8+C)
(E=A-D)
Competen:a (H)
Compeienze (l=G+H)
(L:F-D
Re!.6131/t2 (O=C+H) lmp.
î.10't,91
61
31/12 (P=o+t)
f.101,9f
T
16_500.00
18.458,51
9.693,89
10.795,80
7€0,00
780,00
10.473,89
CP
578.083,52
1.053.995,94
550.854,45
569.739,18
.632.079 ,46
E71.666,42
1.120_593,53
25.942,65
301.927,24
327.869,89
Totel€ servi:lio 04
T
_
le (M)
1.958,5î
CP
ù€rvEo uc
lmpagni
Rcaldulds dpodsrc
1
-856 60
€.026,1'1
1i.575,80
576.797,10
-1.286,42
-182.329,52
'.444.463,52
ùÈl(vlzt9 5MALatMENlo RtFtuTl
10s0503 - PRESTAZTONT Dt SERV|ZI
305.806,63
CP
2.887 .018,24
T
3.t93.826,87
89
30€.808,53
2.564.836,5î
2.891.645,14
280-A61,77
.306.808,63
2.665.696,28
2E0.E6't,77
3.172.506,91
-21.319,96
1OSO5O5 -TRASFERIMENTI
s0
CP
135.400,00
135.400,00
T
Totalo Slrvizio 05
RS
CP
306.808,63
Ètr+'ù'Ai #ìXitsoins8ÉÉrz#iffiBîElurE
i
Rsl
cPl
1090602 -ACOUISTO DI SENI OI CONSUMO E/O DI MATERIE PRIME
'l
rl
415.261,77
416.261,77
306.808,63
3.00't.098,28
3.307.906,9t
-21.319,86
654,15
30.E49,88
662t,16
30.849,8S
31.514,05
31.514,05
2.6r4,98
6.100,00
8.714,96
92
3f.679,52
122.500,00
154.179,52
93
î03,00
2.315,11
2.418,11
664,16
30.64S,89
31.514,05
2.500,00
3.378,16
5.878,16
2.603,00
5.693,27
4.296,27
-11,88
-406,73
I
Rsl
"{l
10s0607 - IMPOSTE E ÍASSE
135.400,00
135.400,00
AMB'ENil
1090601 - PERSOMTE
1090603 - PRESTAZIONI DI SERVIZI
306.808,63
2.584.836,5t
2.891.645,14
3.022.418 ,24
3.329 .226,A7
f
135.400,00
î35_400,00
26.304,00
1.340,00
27.644,00
5.173,52
115.157,18
120.330,70
31.4n,52
116.497,18
147.974,70
I
cPl
TI
s4
1.989,81
1.989,61
1.910,6î
1.910,61
1.910,61
î.910,61
.202.00
4.002,82
COMUNE DIMASCALI Prov. (Cî)
Residui conseruati e
N' di
stanziamènti clèfinitvi
dfeÌimdi bilanclo
DESCRIZIONE
(corì | datid6lle classfica2bné: Codlc€ € Num€ro - Capilolo)
RS
Rósidul (A)
CP
Comp6lonla (F)
f
Totalè (M)
fotalè SeNizio 06
CP
T
Totale Funzlorie 0g
RS
CP
T
Funzlono
t0
34.958,66
161.4ít9,70
196.398,36
6o
svorgF
Conto del tasoriore
Rè.idui(B)
Comp.i.né
(G)
Toratè (N)
27.O71,16
36.415,61
residui
lmpcgni
Minoriresiduio
(E=A-D)
(L=F-D
Rcaidul (C)
R.sidui(D=B+c)
Comp€lènza (H)
Comp6t6nzÈ (l=G+H)
Rrs. al31/12 (O=C+H)
lmp. al31/12 (P=O+l)
63.486,77
7.673,52
118.535,34
î26.208,86
34.714,68
154.950,95
189.695,63
924.346,50
4.360.293,88
5.284.640.38
446.017,74
3.262.359,.t4
4.148.376,88
33.976,.t7
849.135,52
883.111,63
4.11î.494,66
5.031.488,57
37,687,48
160.000,00
197.887,48
3.172,05
32.095,55
73-Sn,61
E6.005,65
11€,101,40
819.993,91
-213,98
4.488,75
-4.352,59
-248.799,22
- FUtlZlONl NEL SETîORE SOCIALE
S€rviIo 01 .ASILI NIOO, SERVIZI PER UNFANZL{ E PER IMINORI
1
100103 - PRESTAZTONT Ot SERV|ZI
RS
CP
f
I1OO105 -IRASFERIMENTI
CP
1.614,4{t
10.000,00
11.614.48
CP
39.501,96
170.000,00
209.501,95
T
s0.793,53
90.793,63
80.2€7,88
90.297,88
CP
7.846,16
3.550,00
f
'lotal6 Se.vazio
01
T
lqqElqt!! :t!998!E!ZA,qE!lEFlcENzA
11OO4O1
-2.619,88
-16,51
-1.614,4E
10.000.00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
73.9n,44
32.095,55
96.005,85
4.234,38
77.149,6S
't28,t01,40
35.267,60
169.983,49
205.251,09
90.297,88
495,75
3.172,05
-16,51
. PERSONALE
.ACQUISÎO
DI BENI DI CONSUMO
gO
DI MAIERIE PRIME
T
1
35.267,60
159.983,49
195.251,09
PUBBUCA É sERVlz 0lVÉRsl ALLA PERSoNA
CP
11OO4O2
77.149,69
100403 - PRESÌAZ|ONt Dt SERV|ZI
CP
T
98
299,12
2.507,03
2.806,45
7.200,00
1.008,97
8.208,97
7.499,42
3.516,00
1î.01S,42
99
314.317,89
430.807,33
745.125,22
36.988,17
223.048,25
260.035,42
351.306,06
653.855,56
î.005.161,64
1.t.396,16
395.333,59
746.891,60
1.112.225,19
90,2S7,88
-346,74
-34,00
44.027,53
.s3.036,02
COMUNE DlÀTASCAL| prov.
I
,-n,0,,,0"* o""",*tl?lltJ3|l
I
"
,u*,o
(Cl)
Rosidui cohsèrveti é
stanz{amonti d.fi nitivi
I
dib ancio
Rs
[--i;Aj (A-j--
CP
I
Compèten:€ (F)
-
""o*o,0,
T
roble
Dètèrminezionè
N. dl
Paggmanli
allo
svotgl-
R.sldul(B)
Comp6t.nz€
(c)
(M)
RS
'125.5a8,77
CP
666.100,00
791.688,77
T
1100407
_
100
45.489,31
33.126,21
78.915,52
TMPOSTE E TASSE
RS
CP
T
CP
528.768,52
r.513.328,93
T
CP
I
360.106,62
563.029,48
823.136,10
2.O12.0s7,45
477,6a
1.000,00
1,477,65
10i
I
1f00506 . INTERESSI PASSIVI E ONERI
FINANZIARI OIVERSI
CP
T
Totele Funroh6,t0
CP
f
Funzion€,lI - FUl,lZONt NEL CA pO DELLO
SVILUPPO ECONO
soMzio 04 - sERvtzt RELATIV| ALL.INDUSTR|A
TCO
-5.952,57
403.017,27
5.99.t,03
5.991,03
118.334,96
478.441,58
1.016,713,22
453.683,74
572.01A,70
-50.326,94
-496.515,71
1.495.154,E0
4S3,8E
'i!!,tr1
463,68
r.193J00
r.193,00
41,00
l:i31331
41,00
i33:33
_1.266,00
101
54.1?3,00
Torate S€rvizto 05
{L:F-l)
't 1s.636,10
263.052,73
362.688,63
t03
2.500,00
2.500,00
RS
T
74.146,75
229.626,52
303.773,31
tZ 1C=g,t)
(E=A"0)
368,0!
604,21
1100503 - PRESTAZ|ONtOI sERVtzl
CP
r
Jr/12 (o=C+H)l tmp. et
5.991,03
5.991,03
Serviro 05 -SERVIT|ó
11O()5O2 .ACQUISTO DI BENt DI CONSUMO
E/O DI MAIERIE PRIME
competen2' 0=G+Ht
101
5.993,70
5.993,70
'fotab S.Ni2io tX
lmpognj
;*+sì__l__r+!eg
ar
lTU{J405 - ÍRASFERIMENII
de-
rèsdiri
RèEiduid! riporar.
u.173,00
477,65
57.673,00
58.150,65
s68.748,13
1.741.001,93
2.30S.750,06
54.172,31
54.172,31
368,09
55.601,43
55.969,52
363.646,76
692.608,55
1.0s6.255,3.1
5q.172,311
s4.172p11
:sr:#l
150.430,51
550.t94,47
700.621,e8
.r08,56
:sjfiil;
-1.566,59
514.077.27
-54.670,86
-498.198,91
1.242.A03,02
1.755.880,29
COMUNE 0l MASCALT prov.
(Cl)
Rca idul conservali e
si,anzi€ménti dalinitivi
(co" id"ti d"rh
"b*m3,:si"Î:l13}i . *,,","
N' di
dibilancto
-
""ono,o,
Conh d6lle3ori6aB
Dèlerminszionè dei
re3idui
Pagam6nd
RS
6voqF
CP
T
11IO4O5 . TRASFERIMENÎ
RS
CP
T
Tolelè S6rví2io 04
CP
I
Tohle lMl
'12.000,00
Comp6t€nz!
R.si'ui
(c-
Torat. (N)
105
xer
(C)
et J 1/12 {O=C+H)
12.000,00
7.300,00
19.300,00
6.000,00
1E.000,00
12.000,00
7.300,00
19.300,00
ro
Servizlo 05 - sFF\/r7r DE
lnpagni
nporiE;
Rèsiduida
(E:A-0)
(L=F-t)
lmp. al31/12 (P=0+t)
12.000,00
€.000.00
-1.300,00
18.000,00
12000,00
6.000,00
12.000,00
18.000,00
'18.000,00
6.000,00
-1.300,00
1I'O5()î - PERSONALE
IRS
IT
11î0503
_
10(
50.742,7t
60.742,30
60.742,30
60.742,3C
I
PRESîAZIONI OtSERVjZI
1".
783,52
lr
783,52
lcP
1110507 -|MPOSTE E TASSE
60.742,30
60.742,30
107
-7A3,52
I
lRs
l"i
Totat. Scrvizio 05
L_
CP
T
Tolalo Funztono
fi
RS
CP
I
TOTALE
ÎTOLO
I
;
108
4.017,95
4.017,55
783,52
64.760,25
65.543,77
64.758,62
54.758,62
12.783,52
72.060,25
44.843,77
64.758,62
64.758,62
3.278.576,70
CP
T
4.016,32
4.016,32
'14,910.171 ,07
1E.188,747,77
2.276.999,57
9.685.934,91
11.962,934,48
I
'''l
4.0î6,321
4.016,321
64.758,52
64.758.62
12.000,00
6.000,00
1E.000,00
739.689.73
2.549.981 ,34
3.269.68.t,07
12.000,00
70.758,62
82.7s6,62
3.015.68S,30
12.235.926,25
't5.252.6t5,55
.
-783,52
1.63
-783,52
-1.301,63
-261.887,40
-2.674.244,82
coMr ]NE
("o" id"ri derh
DI MASoALI Pfov, (cT)
R*idui coruéav€ii e
slanz6mènli dcfinilivi
chs"iril:Lî:l13Ji
"
",,",
dibilancio
-."0,,",",
PaOam6nta
RS
CP
0t
- FUNZ|ON| GENERALT
Ot ArÀftNtSTRAZtOl{È,
Ot
cÈSflOlJE
dea
rmpègni
Resraui de
ripoìa-È_Rósldui (c)
.llo
cornpetenz€
I
Funrone
Detelminazionà
rèsÉuf
N' di
fferirr
lFf
Compcron:a (H)
Toralè (N)
Rcs.
alsrrr: 1Oì[È]
Comet."'.1Èiii
|mP.
el3l/12 (P:0+t)
(E:A-D)
1L: F_
t)
E Dt CONÌRO|.LO
Serv'No 05 - GESTIoNE
DEI BENI oEMANIALI
E PATRIMoNIALI
2010501 -ACQUIStZtoNE
Dt EENt |MMOB|LI
RS
CP
I
?liti$t":i.ÎEa,Y+Ì#?#.
Dr sENr MoBrLr, MAccHrNE,
Eo ATTREZZATUR€
CP
î
i
olar. Seryizìo
4.615,33
101
1.563,.15
1.563,15
78.000,001
78.000,001
Os
RS
CP
I
1.563,15
78.000,00
79.563,15
i1
2.198,3.t
4.515,331
2.19A
Ssrvizio 06 - UFF|C|O ÌECNICO
?010606 - tNcARlCHt pRoFESStoMLt
1.583,15
100.000,00
101.553,15
6.178,48
100.000,00
106.178,48
1.563,15
1.563,15
!l
2.198,31
I
2.198,31
78.000,00
80..t98,31
3.761,45
78.000,00
81.761,16
:;J
-2.417,02
-22.000,0a
ESÌERNI
RS
CP
T
fobt
SéMzio 06
CP
s6ri/jzjo 08 - ALTRT sERVtzt
GENER,AT-I
T
274.124,64
17.000,00
291.124,64
274.124,54
17.000,00
291.124,64
111
41.042,25
233.08t,32
)
41.042,2sl|
41.042,25
41.042,25
9.500,00
242.581,32
233.081,32
8.500,00
242.5a132
274,123,57
9.500,00
283,823,57
-1,07
-7.500,00
274.123,57
9.500,00
263.623,57
-1,07
-7.500,00
2010801 -AcQUtstztoNE
Dt SENl tMMoBtLl
CP
T
28.571,09
2s.571,09
2e.57r,0s1
29.571,091
2e.57t,oe
29.s71,09
cot\ IUNE Dl MASCAL,prov.
1-n ,0"',0",,"
"r"",n3.1î.îll.J3lli. ,,,","
Residtri conservati è
f
st€ntidmenf déllnitivi I N. di
---=--_
Competenze tÈi
----oreÈ
dt bilancio
_
""ono,o1
RS
CP
T
Tolale Seùtzio
I
.--r.-------j-
( IE
€tlo
Conto
.==-déltesote€
F.gamenti
--:----
svolgi-
(M)
Toht6 (N)
CP
T
DetermrnazionììllesÉui
-aÈ--:-
xcsrdui (C)
{a;ò;fi
nès. at 3lh2
._____.___-.__i_._.__i
29.571,09
42.605,40
117.000.00
426.874,211
42.605,40
LocALE
264.850,72
82500,00
352.350,72
Mino.i r€sidui o
Ros'dur(O=J+C)-
comp"te.z.
29.571,09
309.874,21
lmpègni
ne3|dut de dportErc
29.571,09
---+
.-_,e, qtr4ené ul
0f
ffc'lm-
29.571,09
I
SèNiro
I
r-{6srd,rj(A)
CP
&!&Ei1:Eg@!lqll9!!xA
(CT)
tmr.
"la
rÈdd
(L-F-l)
rz @=6*1-
29.571,09
29.57t,09
307.456,12
87.500,00
394.956,12
-2.418,09
-29.500,00
- pOUZtA MUNtCtpAtE
i9,..;3."3.îÈi1ilíl?!.
Dr EENr MoBrLr,
f,,AccHrNE, ED Ar_rRF:zzATURE
Rsl
cpl
:l
lot6le S€rvizio 0l
CP
I
Totlle Fundon.
03
RS
CP
T
Fundono 0a - FUNZONT
Dt |SîRUZ|ONE pUgaL|cA
5î5,80
113
-5r5,80
5.t5,80
515,80
s15,80
-515,80
5t5,80
-515.80
515,80
S6rvkrb 01 - SCUOLA
MATERM
íg:tJ,t%:3.:3i+Ì1ilÎ!.
Dr EENr
Mo8ru, MAccH|NE,
ED
Ar-rREzzAruRE
CP
I
Torat! s€ruizio
74.500,00
74.500,00
-74.500,00
or j Rs
CP
T
114
74.500,00
74.500,00
-7{.500.00
COMUNE Dl MASCAU prcv.
(CT)
J Rèsidul conservsti e
("",' id"riderh cr€ssn3alloî:|13}f,..
r,-"_
|
""0,",",
ùorvlzlo
0z - tsTRuzloNE
2O4O2O1 .ACQUISIZIONE
TI
Fr EMENTT^
Conto delièloriere
Dctermin.ziona
rè3idUi
Pag6monti
svo19F
d;.
rfiìpegni
lèstdurds dporrsiRcsidui (C)
Compeien2a
(c)
TotEtè (M)
lRs
87.480,00
lr
87.480,00
or BEN| MosrLr. MAccHtNE,
Eo AîrREzzA.ruRE
n!3.
ar
Jr/12 (o=c+H)
lr
lolalè
S6rvizio 02
;
Res'aui
rn=a.Fi
T
olata Frrn on€ 0r,
RS
CP
lmp. at
s,t: (p=oi
T
cuLTuM
oz - îEA.rRt, AITTV|TA
CULîURAL|
87.480, 00
116
E5.444,73
65.444,73
85.432,32
85.432,32
85.444,73
172.924,73
45.432.32
85.432,32
12,41
12,41
85,444,,
8544' :jt
87.480,00
12,41
E7.480,00
a7.492,41
85.444,73
172.924,73
87.460,00
87.460,00
87.4€0,00
159.944,73
E5-432,32
247.424,73
a5-432,32
ED AI aEt{I CUITURALI
E SERVTZ D|VERS| NEL
87.480, 00
12,41
47.492,41
85.444,73
172.924,73
SEnORE CULTURALE
2050201 -ACQUtStZioNE
Ot BENt IMMOBtLI
210.290,25
CP
'r
Totalé Scrvkio 02
I
06 . FUTZONI
otats Fùnzionc 0S
RS
CP
î
NÈL SETIORE SPORTIVO
E RTCRFAIN,.I
193.000,00
403,290,25
"rl
210.290,25
193,000,00
403.290,25
403.290,25
210.250,25
193.000,00
403.290,25
210.290,25
193.000,00
403.290,25
210.290,25
193.000,00
403.290.2s1
210.250,25
193.000,00
403.290,25
210.290,25
193.000,00
210.290,25
CP
T
FIINdONó
(E=A.o)
:v,IP:'Énza (r-+H)
87.480,00
CP
FUn:Ioné 05 - Ft,NzIoNI
RELAÍT,E ALLA
87.480,0(
87.480,Oa
IRS
I
115
I
fcp
Servi.zio
N. di
rferim-
DI BENI IMMOBILI
lcP
í!i1,T"r"f.î3_rlÌlílrt
3tenzi€mcnti dcfinitivi
dlbjia^cio
I
R€sidui(A)
I(s I
cP I coh..r"";.,;i-
-
'193.000,00
403.290,25
210,290,25
193.000,00
403.2€0,25
-74.500,00
COMUNE OtMASCAt-t prov. (C ìJ
lcon
iaariaau crassm3allo?ll?3|ot"
"
*,-",o
Rasidui con€eNati e
3ranz6m6nti def initivi N. di
lifeaiÍÌdi bilancio
-
""ono,ol
allo
Competenzs (F)
T
ùETVIZE U)I
.
S
Conlo d€l tesoderc
Peg€m6nll
Rèsidui(8)
svorgF
Determinaziono
r€sÉui
dil
Rèsidui (C)
comperenzalfr
Tótaté (M)
Rès. al 31/12 (O=C+H)
I^OIO COMUNALE, PALAZO DELIO
SPORÍ ED ALÎRI IMPIANÎ
lmpegni
Rèsiduldr riporlarÉ
le3idui(D:B+C)
compet.nza
(-G+Ht
(E=A-D)
(L: F -D
lmp. al31/12 (P=D+l
2060201 -ACQUtStZIoNE Ot BEN| tMMoBlLl
33.976,90
CP
T
Tolele S6Nàio 02
t18
33.976,90
33.976,90
CP
.
-.*-,,-.. -.Ur.VNI
SeNlzio
0l
^ÈL
T
33.976,90
RS
33.976,90
î
33.976,90
33.976,90
33.975.90
33.976,90
33.976,90
33.976,90
33.876,90
33.976,90
33.976,90
33.976.90
33.975,90
33.976,90
33.976,90
U^'JIFO DELLA MABILfIA'E DEI ITIASPORTI
-VLABtLtTA., CTRCOIAAONE SîRAOALE E
SERVTZTCONNESSI
2080101 _ACQUIStZtONE Dt EEN MMOBt.
RS
CP
T
2O8O102 - ESPROPRI E SERVITU'
ONEROSE
2.752.810,77
350.000,00
3.102.810.77
u.u7,91
t1
't20
CP
T
îg'"',1,t'df"îgH+îlíi"#'
oI
BEN| Mo
B
rlr, MACCHINE, ED AITREZZAIUR E
44.u7,91
3.615,18
CP
T
Totalè scrvizio
0l
RS
CP
T
Totele Fun2tone 08
3.6't5,18
2.A40.773,86
350.000,00
3.190.773,86
RS
CP
2.844.n3,86
T
3.1s0.7/3,86
350.000,00
121
59.105,63
1.899.S55,S7
1.959_061,60
59.105,63
'1.899.955,97
1.959.061,60
80.000,00
4.347,91
44347,91
80.000,00
4.347,91
84.347,91
1.444,57
1.644,57
1.644,571
-753.749, t7
-350.000,00
n.s70,61
1,644,57
14'0.750,20
f.904.303,88
2.045.054,08
140.750,20
1.904.303,88
2.045.054,08
140.750,20
1.904.303,88
2.045,054.08
140.750,20
1.904.303,88
2.045.054,08
-795.719,78
-350.000,00
-795.719,7A
-350.000,00
COMUNE Dt [4ASCAL| p.ov .
Rè3idui conselvali r
stanzamenti detinitivi
("o" i d"tid.rh cr"$iri3:sioÎ:ltJ3|,j"
"
.
-..,-,,G V. ' rgl|.IUNI I{ISUARDANN LAGESÍ|ONE
(cr)
*,.*,o
dibihncio
-
""ono,,,
N.
da
RS
Rcsidui(A)
ello
CP
Compètenze (F)
svolgi-
T
Conto d€l tosorierè
Dèlaminazion. dei
resitui
Pag€mcnU
Rosiduida dporlarc
ffedrnRésidui(8)
Rosid!i(C)
rmpegnl
ResiduilD:B+c\
Corhpeten2s (H)
Tolalè (M)
Totat6 (N)
DEL IERRIÎORIO E DELL'AMBIE TE
al3l/12
(O=C+1.
'-ornp.Gnza
lmo.
(t=G+H)
el31/1, /P:n+r\
(E-A-O)
{L: F-
l)
Servizio 01 - URBANTSîtCA E GESÌONE
DEL IERR|lORtO
2090101 -AcQUtStztoNE Dt EENI
tMMOatLl
2O8O107
. ÍRASFERIMENTI
RS
CP
1.34S.775,63
T
1.532.255,05
249.586,86
35.493,27
285.082,13
142.180,42
DI CAPITALE
9.717,.t7
CP
T
Totalc Scrvizlo
0.1
CP
T
ffi*frt3ÉHzor*ÈEEsQflru
puBBLrcA
6cALE
E prANr pr
123
9.717,17
1.359.492,80
182.480,12
249.588,65
3s.493,27
285.082,13
1.541 .973,22
1.043,431,99
146.631,34
1.190.063,33
1.475.145,46
9.7 t7,17
9.71?,17
s.717,17
9.717,17
1.293.020,85
182.124,61
1.053..t49, t6
1
.302.738,02
146,531,34
1.r99_780,s0
1.484.862,63
.637 .929,22
1.704.038,14
182.124,61
Eo,ua
-56.754,78
-355,81
-56.754,78
-355,81
2OSO2O1 -ACQUISIZIONE
DI BENI IMMOBILI
îÈ11,i'.rds.îE_riîF;î]F
Dr BENr MoBrLr, MAccHrNE, ED
ArrREzzA.ruRE
RS
CP
1.704.038,14
T
1.704.03AJ4
RS
CP
I
lotalè
Servtzio 02
RS
1.000,00
1.000,00
1.705.038,14
CP
T
1.705.036,14
sèrvizlo 03 - SERVIZ| Ot pRoTEztoNF.|Vn F
?:r..^îLrd$"îÉ,V+Ì1fl?5
Dr BENr MoBrlr, MAccHrNE, Eo
124
66.108,92
66.106,92
1
1.637 .929 ,22
1.7M.038,.t4
"'l
-1.000,00
66.108,92
66.108,92
1
.637 .929,22
1
1
.637 .929,22
1.704.038,14
.704.038,14
AîrREzzAruRE
750,00
CP
î
750,00
750,00
750,00
750,00
-1.000,00
coMUNE Dl MASCAL| prcv. (Cî)
Rèsldui conservati e
sÌanzlamenti d€finiwi
oEscRtztoNE
dibilancio
(con i daf d€lla c.la$ifcazionèj Codic€
e Num€ro - CEoiloto)
Rcsjdui(A)
allo
CP
Compotsnza (F)
svolgF
T
Toratè (M)
Toial! Soruizto 03
Dalerminazion6
N'di
tif.dm-
Pagarhonti
Rèsidui{B)
lorate (N)
Rè3idui(D=B+C)
Ro8.
al31h2 (O=C+H) lmp.
CP
750,00
Sérvizio 04 - SERV|ZIO tDRtCO tNTEcRAtO
20e040.1
-AcoulstztoNE ol
lmpegni
R$iduide riporbr6
750,00
T
d.i
(E=A-D)
(L=F-r)
É131i 12 (P=C|+D
750,00
750.00
750,00
750,00
85.963,98
85.963,96
05.953,98
65.963,98
E5.963,9E
E5.963,98
85.963,98
85.963,9E
BENt tMMOB|LI
133_455,75
CP
1E3.455,75
Totiate Servàio 04
133.455,75
50.000,00
183.455,75
CP
T
ffiuAMBTEITALEpEL
127
50.000,00
T
47.491,77
-50.000,00
47.451,77
-50.000,00
LrRrsERVrz|
2090601 -ACQUtStZtONE Ot aENt tMMOB|LI
26.091,58
123.479,14
149.571,02
CP
T
Tolsle Sorvizio 06
RS
CP
123.479,44
149.571,02
T
3.224.a2A,27
355.9s9,E6
3.580.788,13
ruù4one ru . ÈuNz|qM tEL sEîloRE SOCTAlE
Sérvizio
O' .ASILI NIoo, SERVIZI
16.397,0.1
26.09'1,58
T
Totàlè Funzlono og
124
315.697,78
35.4e3.27
351.191,05
r6.397,01
123.479,44
r39.476,45
'123.179,44
16.397,01
123.479,44
16.397,01
123.479,44
139.875,45
139.875,45
2.794.1A937
270.110,7a
3.064.300,t5
3.109.887,15
305.604,05
3.415.191 ,20
PER L'INFANZIA E PER IMtNoRI
2100101 -ACQU|SIZ|ONE Dt AENt tMMOSt_.
1.327.874,72
1
I
1
.327 .a7 4,72
.327.871,72
1.327.871,72
-9.694,57
139.876.45
1.327.AA,72
1
.327.874,72
-9.694,57
-114.941,12
-50.355,81
COMUNE Dl [4ASCAI-t prov. {Ct)
Residui consetusti o
stanziemènli dcf initivi
DESCRIZIONE
(con
idalid€lle clalsfics.ione:
Codic€ é Numcro
_
dibilancio
N' di
rforim-
Conto deltolorieE
T
0î
Totale S€Nizio
Residui(A)
elló
Competèn:a (F)
svolg!
Tolale (M) -
Rè3idui(B)
Compot.nzs
(c)
Tolalc (N)
T
05 -SERV|Z|O NECROSCOPICO
Re6ldui lCì
uomp€t.nza (H)
1
.327 .a7 4,72
Residua(D=B+C)
Como.i6.2.l|l.l+H\
Ror sl31i12 (O=C+H)
1.327.874,72
CP
Servizio
lmp€gni
Minori rcsiiul o
R.si.fui da riporlare
Capitolo)
RS
D6iemineíon. dei
1
.327 -87 4,72
1.327 .874,?2
1
.327 -A? 4,72
1.327 .874,72
(E:A.
o)
(L:F-l)
E CtM|TER|ALE
2100501 -AcQUtstztoNEDt EENitMMOBtLl
1.496.118,52
58.117,70
160.371,36
218.48S,06
58.117,70
150.371,36
218.489,06
RS
CP
1.496.116,62
58.117,70
160.371,35
218.489,06
T
1.496.1î6,62
58.117,70
160.371,36
216.489,05
I
lotal. S.rvlzio
Totalo Fún.lone
05
î0
2.823.993,34
58.117,70
1.488.246,08
I
1.s46.363,78
2.82?.993,34
56.117,70
1_488.246 08
r.s46.363,78
CP
9.531.732,63
1.175.904,59
557.171,OA
10.707 .637 ,22
6.783.337,20
550.623,19
7.333.960,39
7.340.508,2E
T
CP
îoîaLE
molo
130
1.496.118,62
CP
tl
120.925,59
678.096,67
671.548,78
8.012.057,06
-1 .277
.629,56
-1 .277
.629,56
-1
.277 .625,56
-2.191.224,35
-504.355,81
COMUNE Dl MASCALI Prov. (cT)
R*idui conrefv€ti e
slenziEmcnti d.lnilivi
dibibncio
DESCRIZIONE
(con ldatid€lle classifìcgziooèr Codico 6 Numcro - Capilolo)
.l-rtolo
lll
N' di
6dm-
Conb dèllcsorière
Pegam6htl
Datarminazione dei
resitui
rmpcgnl
Rèsiduida riporlàrc
RS
R6Eidui(A)
R.sidui(B)
R€sllui (c)
Resid'rl(D=B+C)
CP
Comp€ienza (F)
Competianzr (G)
Competenza (H)
Compel6nze (l=G+H)
T
Totale (M)
lo16ls (N)
Rc3. al31/12 (O:C+H)
lmp. .131/12 (P=o+l)
(E:A-
D)
(L=F-l)
-SPESE PER RIMaORSO Dl PRESîî!
FÚn,on. 01 . FUNZONI GENERALI
DI AMMINISTRAZIONE' DI GESÍICTE E OI CONTROLLO
3010301 .RIMBORSO PER ANTICIPAZIONI DI CASSA
RS
CP
T
RS
CP
301O3O3 - RIMAORSO DIOUOTA CAPIÍALE D' MUTUI E PRESÍITI
T
131
2,500.000,00
2.500.000,00
"2.500.000,00
132
908.350,15
908.350,16
164.486,00
1€1.466,00
744.864,'t6
744.864,16
909.350,16
909.350,16
3.409.350,16
164.466,00
164.486,00
744.86416
909.350,16
909.350,16
.2.500.000,00
3.409.350,16
3.409.350,16
164.466,00
744.464,16
744.864.16
909.350,16
-2.500.000,00
164.2t86,00
3.40S.350,16
164.486,00
164.466,00
744.864.16
744.854,16
909.350,16
909.350,16
Totala Sarvizio 03
T
-Íotale Ftlnzlon€ 01
RS
CP
T
TOTALE TITOLO III
3.40S.350,16
744.664,16
909_350,15
RS
T
3.409.350,15
-2.500.000,00
COMUNE Dl [4ASCAL|Prov. (CT)
R63idui coruervali è
stan2iemsnli detinitivi
oEscRtztoNE
dlbllancio
{con idatidella classiltcazione: Codìc€ 6 Nurnero -CaDltolo)
r[0r0 |v .spEsE pER s€RvtzlpER co},|to
4OOOOOl
. RITENUTE PRFVIDENZIALI
E
Dt
Résidui(A)
6llo
CP
Compelenza (F)
rvorgr.
f
Tolale (M)
ASSISIENZIALIAL PERSONALE
- RITENUTE ERARIALI
Residul(B)
R$ldul(c)
Rèsidui(D=B+C)
(E:A-D)
Comp.ienze (G)
Comp.ténze (H)
Competenzs {l:c+H)
rmp, al3l/12 (P=o+t)
(L=F-D
Res.
470.403,59
470.403,59
ar31/î2 (O=C+H)
-364,9S
-33.114,21
227.721,45
227.721,45
34,€3
34,83
470.438,42
470,438,42
.279.561,58
113.078,49
113.078,49
-39.371,51
-'t8.746,04
135
CP
T
152.450,@
'113,078,49
152.450,00
113.078,49
CP
30.000,00
81.377,50
136
-SPESE PER SERV|ZI PER CONTO DI TERZI
RS
CP
-T
.1c00007
lmpé9ni
134
RITÉNU'TE AL PERSOMLÉ PER CONÍO DITERZI
T
4000006
Rèsidui da riportsÈ
227.721,45
227.721,45
750.000,00
750.000,00
4000004 - REsftfuztoNE Dt DEpostî cAUztoNALl
4OOO()OS
Pagamcnli
133
262.835,56
263.200,65
RS
T
-ALIRE
Detèrminazione dèi
rssidui
lorate (N)
364,S9
T
4OOOOO3
Conto dsl tésorie|e
tERz
CP
4OOOOO2
N' di
150,00
51.227,50
1s0,00i
62.481,46
51.377,50
11.2s3.96
62.631,46]
3e.221,501
46.027,041
85.248,541
18.520,54
7.241,04
25.761,58
57.742.041
53.26S,081
111.O10,121
11.253,96
57.794,9S
137
220.000,00
277.794,99
ANTICIPMIONÉ DIFONOI PER IL SERVIZIO ECONOMATO
138
TI
62.000,00
52.000,00
cPl
516,40
42.000,001
_l
RESfIIUZIONE DI DEPOSITI PER SPESE CONTRAÍTUALI
ÎOTALE ÎITOLO IV
'l
Rsl
cPl
ll
I
51.000.001
51.000,001
s 1.ooo,00 |
51.000,00
I
139
4L516,40l]
I
I
110.053,881
|
516,40
sr5,10l
516,40
516.401
70.264,44
18.529,83
88.794,27
109.635.94 |
928.760,401
1.036.396,34 |
I
3s.371.501
1.518285,661
908230.s71
1.629.339,54
94?.602,07
|
|
-52,95
-166.731,92
COMUNÉ 0l tASCAL|prov. (CT)
N' di
(con i dati
d.
il6dÍl-
DESCRIZIONE
a chssifc€zion€: Codicc c Numéro - Capitoto)
sllo
?es aM/12 (O=C+H) lmp
ar 31/ 12
(P:D+t)
RIEPILOGO GEIERALE DELLA SPESA
litolo | - SPESE CORRENII
18. t88.7 47 ,77
Tnolo
ll
Tltolo
lV . SPESE pER SERV|Z|pER CONTO OltERZl
- SPESE lN CONTO CAPITALÉ
ÍOTALE GENERALE OELLA SPESA
llSegretario
ll Rappresentale Legate
I' Responiabite det Servino Finanziario
Doll,ssa Franc6sc€ Saoienza
È,,%t
COMUNE DI MASCALI
Prov. (CT)
- Anno 2013
QUADRO GENERALE RIASSUNTIVO DELLE ENTR'ATE
RESIDUI
COMPETENZA
I
Inizialì I
Prevlsioni
ÉNTRATE
Ptevisionì
%di
Definitive
defnizione
on
Accertamenti
5
4
fìtolo
| - Entrat€ tributarle
ll - Éntîale derivanti da confibuti e
trasferirienti conenti dello Stato, della
reolone e di allrl enli pubblici anche in
raóporto all'eserckio di tunzionl delegate
dalla reglone
Rìscossioni
dl
Residui daua
fealrzz.ne
comp€tenza
7
8
ConseNata
%dl
Riscossi
real|zz.ne
10
1'l
Rimaslì
42,180
2.791,M1,30
3.823.71 0,97
4,828.721,53
2.037.280,23
.122j63,24
762.874.99
671.880,52
86,072
90.994, 47
45,326
940.398,07
2.932.166,04
1.387.881,40
47 ,332
1.V4.284,64
80,540
192.127,30
1.586.187,09
3E3.024,08
24,117
1.205.153,01
,304
.883,42
a.osa.az+,zzl
a.ase.ezl,zzl
100,000
e.rsr.sor,+el
4.328.252,49
53,094
a.urr.rra,aal
3.578.876.55
100,000
2.792.2.1 ,67
1.670.058,,14
59,811
',.urr.our,ual
1.872.469.64
100,000
.720.021 ,13
779.623,06
1.340.390,59
100,000
935.927,84
753.800,54
100,000
13.600.134,10
7.531.734,53
îtolo
Titolo lll - Entrate extratributarie
Titolo lV - ErfEte derìlvantlda alienazioni..
da lrasferimenti dl capilale e da r-lscosslonl
cfeditr
ldi
-tot.
|
I
1.340.3s0,5e1
;;
ENTRATE FINAU
15.650,561
1
1
6.066.399,57
10.111.S49,65
4.480.066 ,23
I
htolo V - gnt
"t"
d"riu"nti da accensionl
c
3.244.864,18
100,000
744.864,16
744.854,16
37.956,04
1.519.285,66
1.s19.285,6€
100,000
926.750,40
901.760,40
s7,302
25.000,00
285.181,51
171.752,12
61,277
1î0.1129.39
20.414.711 ,48
20,414.711,44
100,000
9,178.359,09
60, 100
6.093.399,57
12.î56.097,96
4.692,774,39
38,604
7,463.323.37
600.000,00
600.000,00
lr,".titi
per conto dl
lfitoto Vl - E,ttrat" o" "eNizl
I'""'
I
ronle
I
di amministBzione
lAvanzo
dl cassa al 1' qennalo
lFondo
I
I
ronle cot PlEsslvo
oelu euri4lE-
1.021.40S,91
1
.O21.409,21
15,271.
L72\.010,76
1.758.966,80
100,000
3.244.864,15
COMUNE DI MASCALI
prov. (CT)
QUADRO GENERALE RIASSUNTIVO DELLE SPESE 2013
COMPETENZA
RESIDUI
lmpegni
SPESE
Previsioni
lnlziali
Previsioni
Defìnilive
%di
defnizione
2
1
Tolale
Di cul spese
correlate alle
Pagamenti
enrale
5
6
7
%di
rcalizz.ne
8
Residui dalla
competenza
9
ConseNati
Pagali
10
11
%di
realzz.ne
Rimasli
ta
Tilolo | - Spese Correnli
14.910.171 ,o7
14.910. 171,07
100,000
12.235.926,25
9.685.934,S1
79,1 59
2.549.991,34
3.016.689,30
2.276.9S9,57
75,480
739.689,73
Titolo ll - Spese in conlo
capitale
1.'t75.904 ,5S
1.175.904,59
100,000
671.548,78
120.925.59
18,006
550.623, 19
7.340.508,28
557.171,08
7,5S0
6.783.337 ,20
ÍOTALE SPESE FINALI
16.086.075,65
r6.086.075,66
100,000
12.907 .475,03
9.806.860,50
75,S78
3.100.614,53
10.357.197,58
2.834. 170,65
,364
7.523.026,93
Titolo lll- Spese per rimborso
di presitl
3.409.350,16
3./109.350,16
100,000
909.350,16
164.486,00
18,088
714,864,16
1.519.285,66
1.5't9.285,66
100,000
926.760,40
908.230,57
98,000
18.529,83
109.635,94
39.371,50
35,9î1
100,000
i4.743.585.59
73,791
3.864 .008,52
't0.466.833,52
2.873.542,15
453
Tllolo
l\/- Spese perservki
tezi
per
conto di
TOTALE
Dlsvanzo dl ammlnistrarone
TOTALE COMPLESSIVO
DELLE SPESE
21.014.711,4A
21.014,711,4A
10.879.577,0?
70.264,14
7
.593.291 ,37
COMUNE DI MASCALI
Prov. (CT)
RIEPILOGO GENEMLE Dl CLASSIFICAZIONE DELLE SPESE - Anno 2013
Pagamenti CO+RE PER SPESE CORRENTI
On.rì
PreBlazbni cli
PeBorìalc
dilcr.i
di mat€d6 primé
Frnzlù
e
TlasfedÍiénlì
fn.nziaridiversi
slrào.dinari
délla geslionc
dlcaercirio
9
10
TOTALE
crediti
Servl/
4
3
ll
f undonl o€mnll dl
oèlllonè è dl conlrollo
1.1) OÌganl
Wlizzo di beni
7
6
5
'11
1?
't3
rmmlnír|zlon.. dl
bttuztoÈli, perledpÀr'onè
.
1.2)s6Fl€da !Én i6l., péfroml..
oryànlzzazlon
g.CéO,l
t
130.147,11
5.057,76
6.657,01
404.507.35
4.990,45
14_06453
8!.A91,64
2.693,16
24.$Zeg
43A.040.51
13.03406
?65,6€2,12
253.209.U
1.3) O6!ù0rÉ eclno,nic€, fll6ndarls,
prlgrmmzjoîe, prov€dildato. @rtlllo
14) G€slioru dollo €. Ele lrlbúad€ 6
1.5)
G66tloié del bsrìl d€nìadrll
213,184,58
2.428.U
50.63434
65.E03,45
3.539,€6
31,210,43
8.489,3,{
22.201,e4
.
41445q88
1.7)
Amgl€ra, 3l€to clvll6, dslioÉ16,
l6vd e 6eùizb
1.8) Alùi
rdìd
2) Fun:lonl
2.756,S€
.r.u3t o
109,10t,41
8.5S7,56
13.n4,14
9.30q45
ganmli
915.738,8€
20.,|l|1,1€
523.416.3C
7.127,58
2.12219s.5s
55_753,0€
7U.0/.1,62
îot l.tún onèt
3.622"41
13.047,24
34.573,03
1,@7.@.47
1.124,7?0,36
1.670,17
32.361.71
26.819.0!
444.035,87
7.1?!.95
10.000,0c
612n,59
17.643,61
151.796,00
147.502,52
3o7.2U,24
1345.305,E2
1.104.563,03
4.571.308,75
r.hÉlt .Ir slqll2h
21) Ullclgilcrzt.d
2.2) Ca36 circo.drdalè è 6 ri
Îot h
3) Fundonldl polÈl.
!6Md
tunztrórlt 2
37.010,8c
37.010,40
37.010,80
37,010,40
b;b
3.1) PolElà mhìcipals
490.107,18
16,428,32
60.801,8{
26.57491
3. ?50,0c
31.716,18
637.77A,15
496.107,18
16.420,
60.801,8E
28.574,91
3.750.00
31.716,18
afl.77A,45
3.2) Polira tomm€.clala
3.3) Poliria a'llmirlsllEùva
COMUNE D] MASCALI
prov. (CT)
RIEPILOGO GENERALE Dt CLASS|F|CAZIONE DELLE SpESE -Anno 2013
Pagamenti CO+RÉ PER SPESE CORRENTT (segue)
COMUNE DI MASCALI
Prov. (CT)
RIEPILOGO GENERALE DI CLASSIFICMIONE DELLE SPESE . ANNO 2013
Pagamenti cO+RE PER SPESE CORRENTI (segue)
Oned
PÌèstazionidi
di rielori€ primc
Frnziri
6
se
Éi
Ulilizzo dibéni
dÌ lètz i
skaodinarl
Tra3ferimenii
fnanziérl diveasi
d€lla géstione
dieserci2io
I
10
TOTALE
créditl
Scn'lt
2
I
7
5
a
I
11
'13
'12
ll Funtlonl ncl qtrD. dèl rLÙllttl. d.l
É"p.dl-e.1)
Mabifia, cFcobld6 shadaro 6
1, n6,67
8.2) llluhina:jom Pubbllc.6!€rvit
8.4)
u2$,aa
27,05
951591,80
951,691,6C
TÉspodl polblid lo.all. ssNlZ
f.trl.
el
70.993,13
1.457,0C
tun
lon.I
1,7t6,6
70.993,13
953.1'r330
27,05
1
.ù25.0.5,65
Funzlo rloorrd.trd L c..llom d.l
--6.1 uEniG e".tto* letr""ro'to
s.2) Edilidr
"
fllld6n
1.080,65
6lé PuÙblica, locrlo 6
pLrl di.dillzie 6conoÍl€-popolars
9.3) Sedizl rl prlLdof! cMl€
9.4) SoMzio ldrc! lnl3gralo
1,015,&l
5.631,57
7.550,85
014.136.47
ed
all'6mblsrf6
rot.h tudlonè
I
I
6.5a7,41
131.545.08
10.795,40
3i.614,05
2.114,11
27.64!,00
52778,58
12.065,45
3.03.4.2a0,,4€
1.120.5S3,63
21s1.645,11
2.891.645,14
0.5) S€diAo
lan orio
240,00
260.00
26.264,53
|r|.r'úredo rlfuu
8.6) P.rcài è t ltid Pd Ù| Mda.mbi6nl6le
d6l vàrde, a[g|i .6îvi, Ìelawi al
65!?3,93
u.74326
131.545,0€
t.9't0,61
63.486,7?
12,706,41
4,1€.376,4€
I
ll0l Fúnzlonl rel..|loE roclrh
e"irfiiiiJ""raìo-ììfu
l-ii.o
p.. imirc.i
I
I
I
|
10.2)
"4".
S€rvl, ú FE€r'zlons 3
dúllllazion.
1o-3) sérvi2l
Élld.nzbll.
dl
dco!ۃ
77. 1:lgsg
n. 149,69
COMUNE DI MASCALI
Prov. (CT)
RIEPILOGO GENEMLE DICLASSIFICAZIONE DELLE SPESE -Anno 2013
Pagamenti CO+RE PER SPESE CORRENTI (segue)
Acqubto dib6nl
Funronl 6
di matedé
$rt{zl
I
2
10.4) A53l3t rza, b€mfc.È. pùbblha 6
36rvlzl divèrNl alla persona
10.5)
îot l.lun:|o
111
s0.297,A8
Sdizio, nè[email protected] . cirilèrià|.
10
!0.2978a
p
Preltàzionidl
Ulrliz:o cli beni
dilerli
me
Intere$i passivi
Tr8fédmenii
lmposle a bsse
linan:larl diver3i
7
3
2.606,45
745.125,22
6tx,2l
1.193,00
4410,66
a23.67,91
?8.915,52
Oned
slmordinad
9
B
TOIALE
dclh testion€
crèdili
10
13
11
s23,136,1C
5.991
55.969,5'
54_172,31
?8,915,52
54.17?'31
1.056255,31
5.9!1,03
Funtlnl n€l c.rl|po déllo .úlúppo
E6i66E;-
--ìiìlIn".r*i.
I
pouiau
L2) Fl€r€, ril€.cEÉ e s6fti, conné$l
1.3) Msltalolo . 8ar.vld c!rn.6!t
lt-4) Sdizl ÉLltvi eùh.tuiùi6
I 1.5) S.Md r.lalM al conmldo
1
1
1.6) S€rvlzl lsl€llvl
I 1.n Se.viti
4.016,32
64.75a,62
60.7,12,30
4.016,32
6.4.758,62
Ébùli [email protected]
lcù.L tunzlorè
12)
oo.742,38
allaligl€nslo
Fuîlonl r.l.dv.
r..rvl,
ll
produtlvi
12.1) Dislrib{dom g€r
12.?)
CúÈ.|è (H Hté
12.3) DblnblJzlorl€ on.€la obftlca
12.:l) tèl€ri$alclEriènlo
lZ5) Famci.
12.6) Alùi rcruts| pfttulùvl
ÎOÎALE îIT'LO
I
2t27.a21,4È
1243m,42
6.910.395,€
63,147,94
1,253,35
162.176.24
20625!.€9
L10r.563,03
1 1
.962.S34,1€
COMUNE DI MASCALI
Prov. (CT)
RIEPILOGO GENERALE DIGLASSIFICAZIONE DELLE SPESE -Anno 2013
Pagamenti CO+RE PER SPESE lN CONTO CAPITALE
htÈrvefl tl per hv"stincntl
Acqubizione di
beniimmobili
Fltìzimi
e
S.rvÈì
qrnèr.lldl
rÍrrfosf.rtrr.. dlq.8uom
99!!9!!9
paródpdoÉ
1.1) 0196.ù rsùrulonali,
1.2)
Utilizzo di benldi
spècifid per
lefi.| per
realizzaloniin
€alizzszioni in
Acquisizbna di
bènìmobili,
Trssfèdmèhti di
capìtale
altrczzElurc
lecnico-
Conlerimenti dl
cepitelc
Conc!s3ionidi
crodili o
anticlpaz-roni
TOTALE
1l
'12
scientifche
6
2
1
1l Fundonl
AcquiElo dibeni
7
6
9
10
e dl
é
S€s.6teia g€ne.Él€, p6lsoÉls 6
of!6n|zzlaoE
1.3) G6!ilon6
éconoîicr, f nanzl6.l6,
proglBmmeion6. prowsdilorat 6 contolb
1.4)
G.3ton6 d6||è €nrrsIs rdbura.ià
6ÉM2i f3cdl
1.5)
G.!!on€ dol b€d
dmldd
r
!
1.563,15
41.042,25
41.042,75
41.042,21
42'605,40
1.4 AnasÉtu, rl€lo .lvilo, €lèltor6l6,
i.€ é ..Mz!r 6lalklió
la) A|in r*izi gemll
iot
2l
h tunzlonc 'l
funrorl ól.dw rI. glGtlrr
2.1) Uftd qiudlzlErl
2.2) Ce.a drcondaùt6 ó
.M
36ru12
rotrt. tunztoî.
aì
2
ffftlonl dl pol2lr lú.k
3.î Poll2la m'Jnlclprl.
3.2) Poltsla
3.3ì PolEi.
comrudiJo
amî nirtratlva
to||t. tunzlon. t
t.563,15
COMUNE DI MASCALI
prov. (CT)
RIEPILOGO GENERALE Dl CLASSIFICAZIONE DELLE SPESE . Anno 2013
Pagamenti CO+RE PER SPESE
lit
CONTO CAPITALE (segue)
COMUNE DI MASCALI
Prov. (CT)
RIEPILOGO GENERALE DICLASSIFICAZIONE DELLE SPESE -Anno 2013
Pagamenti CO+RE PER SPESE lN CONTO CAPITALE (segue)
Acquisizione di
lntervcrúi per Inv!6tf nerll
dibcnidi
leEiper
Ulilizzo
Acqubizione di
béni l'rirhobill
Espropri e
2
3
spacifici pcr
l€alizzazioniin
réEllzztzioni in
bsnimobili,
TÉ3tèrimentidi
attrezzaiure
Part6cipazjoni
capitale
Cont6lmènlidi
c€Pitale
Conc6ssionldi
crcditiè
TOTALE
enlilps:ioni
scienlifiche
1
ll Fundonlnll
clmDo
Inr9om
ll|lJrìiEiffi
8,3)
fli.porii
.
Fun:lonl
E
s
10
11
12
59.10553
40.000,00
1
644,57
50.10533
80.000,00
1.644,51
140.750,24
pubblica 6 s6Ntzl
pubbhci
.dlt
[email protected]
TotrL funton!
g)
7
d!!vhùll[.. d.l
8.1) VhbllliÉ, .tcol.zlons Bùàdal€
8.2)
5
t
140,750,2C
dsurÉ.nt hsúdo'r. rl.l
--ci u;m;Ft*
a"r
lonlo,io
9.2) Edllrzla r€ddènzbl6 puùbìic!. loc€t€ 6
pbnl dl odlllzia écorcmlca{opoh|!
5.482,13
235,@2,13
66.108,92
06.1@,92
351.191,05
351.1S1,05
9.3) Ssfvld dl pÉl€zìon6 clvll€
€.4) S.ftlzro iùico Ini69r6to
9.O S.rv:ro dndtitrÉffo itúrd
s.6) P.rchi o r€ftit Ér la Mda
d€r v6rd.. allgri l8Mzi rElalivi al
l€nlorlo 6d all'ambl6nt3
lnbienlrle
lotrl. funron. I
lO) Funronl n.l3.noré
.úhl.
10.1)
Arli
p€r
10-2)
S6fvid di PBv6nziora 6
rÍrto,
s*vùi
llnlbnzL
.
10,3) Sorvlzi r63idgEiati o dt ricovsro
COMUNE DI MASCALI
Prov. (CT)
RIEPILOGO GENEMLE DIcLASSIFICAZIONE DELLE SPESE .Anno 2013
Pagamenti CO+qg p6p SPESE tN CONTO CAptTALE (segue)
COMUNE DI MASCALI
Prov. (CT)
RIEPILOGO GENEMLE Dl CLASSIFICAZIONE DELLE SPESE - Anno 2013
Pagament| GO+RE PER SPESE PER RIMBORSO PRESTIT
lrdewerìtl pef rlnbqso
d
FurEiori
prclll
ier anlicip€zioni
di
Rimborso di fr nenziamènti a
brÈva tarmìne
RimboBo di quota c€pikle di
mutuie preslili
Rimborso di préstjti
obbligalonari
RimboBo diquota cgpltale di
dabili pluriennala
fOTALE
5
5
7
r ScrYit
1
1l
Rirnborso
3
Fondonlo.n nll ú |aùrtnllrrdon..
tÈtflom è rr comrono
9é.ilon6.conomic€, firtanzarlE
programrìazlon., prowsdlioBlo 6
1.3)
conÙollo
d goltone
164.446,04
164,2t€6,00
1544&t,0C
,t64.486,00
COMUNE Dl MASCALI
Prov. (CT)
QUADRO RIASSUNTIVO DELLA GESTIONE FINANZ|ARIA - Anno 20i3
Residul
Competenza
Fondo di cassa al I " gennaio
1.021.409,91
RtscosstoNl
4.692.774,39
13.871.133,48
PAGAMENTI
2.873.542,'15
13.753.119,22
FONDO DI CASSA AL
3I
DICEMBRE
PAGAMENTI per azioni esecutive non regolarizzat e al 31 Dicembre
DIFFERENZA
1
.'t39 .424 ,17
RESIDUI ATTIVI
7.463.323,s71
6.093.3ee,s7
13.556.723,14
RESIDUI PASSIVI
7.593.291,37
3.864.008,52
11.457 .299,89
DIFFERENZA
2.099.423,25
AVANZO (+) o DTSAVANZO G)
RISULTATO
r_
|
- ionot vtncotafl
I
DI
AMMINSTRAZIONE
|
|
|
3.238.847,42
1.179,50
- Fondi per finanziamento spese in conio capitale
- Fondi di ammortamento
- Fondi non vincolati
3.237.667 ,92
MASCALT ,ti 30-06-2014
ll Segretario
ll Rappresentate Legale
ll Responsabile del Servizio
Finanziario
Dott.ssa Maria Luisa Mosca
z-\
/
.,.\
t Er{c r'J/ iú,
!'"r
ll"
lmbr! l. .,\
\ ' ./--i?
.
...,:"r'
coNTo
ECONOMTCO
ANNO 2013
Dat. rll
ILSEGREÎARIO
Do{te
Mria
Llis MG6
[tA*- /",- /A-
II LEGALÉ
d.mo.
RAFPRESEMAMIE
DEL|ENTE
30-06-2014
IL RESPONSASILE DEL SERVIZ]O
NMNZIARIO
Dottsr€ F
licese Sado@
PROSPETTO DI CONCILIAZIONE
ANNO 2013
oata dl rrarhoa 30-0&2014
PROSPEÎTO DI CONCILIAZIONE
IDLO
t-
El.lR^lE tÌ8UtA8€
4
ra.* (rt 1 qr 4
3)
ríòd sp.dr
Ìtolo
ll -
G. 1 óL 3)
É{fialE
0a
lRasEntt€l'Ill
tù 2 .tt 4
2)
D. Edore
3)
c', É[email protected] p.r tudo'i dor.C.r. îÀ.
4)
Dr o|p.
s) Dr
er 3)
6t r)
p{hòr6 $r 2 or g
lot r. .irrb dr rE36adnrt
otuitrl . Lf€turd.||
.td éilr srùoa
2
0,!. 2
ìIOLO fI . €IIIRAÎE É]Í'IRA'IREUTAiE
Pú€|{r $^{, pùbòfict (.L 3 qr O
PoÈ|ri où*,tu FrùFnrlh ît l €r 2)
3) PoÉ'{ nm.hr (tr 3 dt. 3)
- h$Èd *i rr€t !ll, @dí 6@.
' lntdÉlt & oprd€ dnl€rto .d .d€rÉ. sp.crd
I )
2)
,.r..è.tó
.
4)P6Enùp€rúridùadald 3t.r.rr.D.n€cb.r.(rt
5)
PoÉ'n ds^r 0r
3
c.r
t
.lré ÈtFùbrtrb
AflR fE C!"iENî
Toirr
-IDTÀ-E
prrl'dLr
.* ,
1)
ALd:tdl
2)
lEdbrrmnn d orh.li d.llo slrlo o. a *r. 2)
rrlt íúú ií èpr.n d. .lorod or 4 Ér 3)
3)
,0
h..l
cr. a
turtodm dleprú d!.ld údd.t !.ùr
pubòf6 (ùr
s)
ól
4
dr. 4)
rd.rÈrdnÙ
dl
dCt.h
dr .td &oerúl (u, a
6t
5)
rd.b rdft'fEnd .n ۃn. e.!+,r15)
6) RÈd.Cm d 4lnr (r . qr a)
rEdblfùtú
Errurt ol lcc:l{lolE
1) aftF.zb'r d {s
îr 5 €r o
moto
2)
v-
ot
dpr.r @
l&E:îm
dl
Fhr.d.m'tr . ùm rorÍrn. 0h. 6 úL 2)
d| nnll . p€új (1. 5 et 3)
3)
À[email protected]
1)
EdstJr.
p6t
oòòbaàd.r
0È
5
dt 4
t'.ta dl
PROSPETTO DI CONCILIAZIONE
GENÈRALE OELL
lnnicad4 d6l p.$hó
. Sor.!6a.n'. .n&
- rrcoÈn0 dt t.nrNb 42bd
-
-
Vùb:lod tuL
lrroM
dt
p.r
b6t
tit.trrl (@d
po<lm h @M dt
|Eb.|lÉl!Ùlkhd.|fl*l,lo&ú'.'bE@Éh.Ét,||v^.ó.bto'o'!cs.m9..@n.mtfEizhltd.lqob|||'Blt6l.ondbt/t!'ièip.r.tlvilÀhEllNdp6g'
(crrr)6dtu.rnoodobfto*úa.ntorfilrtod.tdldtio.c;i,ro.||oóoórvA'
ve rc-rloor,i,,ao
i,i iori-i-iiJiiiìo-i i.,,"o"r".lrr.*n o.rooo orv*
:ll.#f;'.A:?j;;if:.11.1,13:9.Í"lfllg1!-:1_h^9i1:j-r,er
o) qu..do
vkn. G.raù,j.. pr*r"u rx
E ru004oÉ d6r ú,oÉ ndo r*t . drt 4no 6.t
À,"" pìi',ia.'aiiíir'"1ú;;#;iJff;ilìà;;j;
poril.
rdtmîto), ! stoc
útÉ
@mn6
lorcio h d"r,*
;;;;
:lTf ::: :.i1:6^l.._,l:t1T.!y
or
àifii'ì-- -'*"ri;ó;
^, q{údo vrm.!anoú È.6, r -no arrn" a"rà,nì aa oítr'**; #;;; "ri;.r"
qt11n4"r €pù€h d. Br.ro. Esrom. pó,'ls. @tu, .zbd. .o6dra !.nèD{. .d 116:
l:l eDúD
:_1Tp9lll9_1",!1
.d@ pd @né3!ronr dr .drí..ú, p.r b quot. ft[ltùlr. . lp.s
rJ)
6ren0 (,lm .i loa d;t É|o; dt i Er,
(0) - trdbú r.
d. r.dt h @mo dnpd@. nqrrr.:
-nft rmf d, 'rdbÈ
(/, hùd
di rib't r|€ùù ohod È.5rr
p.r*{ dd dro d.t u..cb}
(3) rdriJ dr Éseiot q.dil (rl4cbr Èb|l ,ld,, (,.t dr6 d.t hL;dq,
(3)|6lÉp|l!0z,rd$noodtU|lld.@!.D.,r.d|6!Ùlsd.ndFa-i!p.$,.ùm.ifdùo|oDp.rh,Eduhr.'inocomnb.dlh|olúepom'd'|púliod|t&,@Óm'!@óod|È.3.;Md|ód
qpìut2.r óN 6ù,jr d. mur.n''r rnodh.r..'úrìÉ. d.
!.io*r o"r.nc, aar prirí_ir.jot,*iìiJìi*iiìpci.
n;;-;&t;;;;,6fi;t;f;;"_.,€-,Ì.úrDrunnr.r.i 6 i rn.m d.Í..mtuE ro | ód cdst rnm lmar*
po+:À -o-iiiiii
";cnroo
I,FbÈ.È'iùF'if,
"cri
*dj
rr o,r'rc
urra
iiir*:
"r;
ò
In
.[email protected] Dt @rlo
G 2.r:
ltarbr
30-06-201i1
Plglna 3
D.!!
PROSPETTO DI CONCILIAZIONE
rolo t -sP€aÉ cannglî
D p.@.rr.
)
.cq!Ètr dì bó'{ d
r)
dft,
t
rúsr6l@Ù,
cmom
..b dt .dtsif.
pltF
b.nldlt r:l
dl
@l
-
pD\hd. . dnc o.tF9olt.no
-
@ruil!d uirdldicoml
' .zb'tdo rFcl8|
a)
lrt.Ésl
7)
rfposlr .
Fr.cp.l.
€
oÉl nrùbtl diFln
p!3Ctt .rl
rrs
3)dol itrodlúldalb
omm.
o..uon.
,rolo'r.itrlEgl9g!!:EE
1)
.cqr#:to..
h..l lúnDùll
$nfu rfr*
q
4 €.9Dprl
b)
a)
dl
a
ol:
dl
p.!..
d.
4irlÙ 0.016,
dl
@r
$nd rn .L & p.stÈ
..qùlo
irldt
tll
bol .?.dtu p..
D.Èltoil
h
[email protected] .,
.)9loÉrud...0Ùd
$'[ dnBÈ &r p.FE
úió dtb.ldlr.r.lplr Gú'&ldl
b)
4)
b)
t
efm úr'!b
!.quiÉtzlon.
d{
l|! P.g.c
h.nl
túl@ dólÌ.1É,
dl
tuòil fi4fih.
dl:
$lD rrd. ó{ p.g.ó
kstu pFbcoúl.t.nl
!) p.sldi *.oii,
b)
6)
dlcrrl
q $l@ dnsr. ó. F!.o
4tnlolrÉr dl6Clil., dr ol:
q
3)
s|m
imsi! d. p.g.D
plfedprroru elonatu. d dl:
h)
s.!Ír
h @mnL d
lru3ro
ù
p.!trÉ
.d rtrÉ!2.!rG
dl
!t
mD.3G06-201,1
Ortr di 3tanp. 30.06-201'f
PROSPEIIO DI
t)e.l€lns
d @t'ibl€,
dl
dr:
sr@ lr6te d, p.$r!
l:l@$b.i di crdtl . ..tLÌ.tonl
h)
10)
ù)
$lW fimsi.
.)
errrHt.$!ù|,
b)
$nm
!c4
h 6nb dprtb, dl
dtu3ts d. p€o{D
fi - Rt/|aotl3o
turboe d.ntLlF
O
dil
d. peo.É
T<(rL
tolo
dl
Dl
9Ra€lm
dl6lú$.
4 lrìb.Fo d nni.zllmnu a brÉ rerrm
3) rlhhóGo d qlot àpùLdlmùiè tosu
a)
lúòoe
s)
rnòo6o d q!or. éd.lù
d Pcsùj oòtlhalon
]I'fALE
vrÉùLd mL íEúú.
-
ou.t
-
aedrúúto
o)
Q)
o)
{4)
(5Ì
(6)
cr)
aómn
pllrmrrl
GENERALE DELIA
-
dl
r
ól d.hìd
dl
dr.rh plc .b
d bdú
mb dd.$nttb
p.r
$últft
cúdÈ
l[tElÙldtd.|fbl.rofgEhíoÚ45.'Í.nv^.d.D..[email protected]'Èf!|í!.{n|lh..'.rd.tuob|€9.4€md'D.'.tÀdhr.o|DdbpúI'l.ÍflrrÉd.rvApqr.ùur.d.tìc.Éú'o|.h
ijftnrdtu
li-jiiiiie cùl -îó,ra" ".rar,o aa *no oe p"rn*ro iriú .c.aÍ poi rùr. e n o. ocn "do ,ri 6do ÉM t.Érb . ror. .rd ó.òùo .@'r'ó .r bnto drvaod !06r c
L1@|l.6Ìltpolld.dó.|p.o|f'lr^-n"-.'p***'iúiir-.sp"iiiirrro-prft;iirtlc,ror.om!odh!p.di;ìúoBL[?ruoNFd.|t(islóú|o!.mnr.Eo,.nloilh6fóúd'
ÚoFí[email protected]É..[email protected]**o.p.o."'.""-"if,L?-rii'iú.iiÉp"!i'r'-ónii'*pniú';r".ohó.b.;md!Ói$MÉn.|@|tofenut.fod.|l.ón$.bu'.F!lduqÚ..oè|llljÀó.|fh
r'mntó.|ó.l6dotlÓ.oo.Bd.."l-.."nap""".*íriÍt'ii''r..roda"dr'"'rn.p.rilp.top.cd.ÈÚ;.[email protected],'hoÉ|.$
;Èód.ntt €im d.'n b dir.uzk!ú Gt.tltF ó i.l FrslÉ .l ùJilddì dd 'ro'lh'
*o.rrlrF a ||r 2 "cEdilÉÈ Dr .dr.r.", oÉ k @@3c* d|códtl.d.ndicp.norù itr'r.rúl.t id. rp..til
i"-,ii-À
r tuò
r,ú^rn d.r|r.Éro.--or,l c
""iffii - Èsl dÙl --n".1"
é{
""01a ll .Llr^lÚF'cGdÙ
&Énto r|. @
oairr" iai.o"l", * ídno rtp.c|E
lh.ùlfl.
ónto
óntd.M
i r.ri h
vr llldeú b e;m lmrr d.
ii,i;i*,r.-,iiJa*"*"ia. crb ; pon.ro .d [email protected] d.t Fbdo d.nmtuMl. . qur.dr rn drír'ùzbm d.i @d+oid€d. *ròÉ ó.f.tlÉ lal
L1Mllo.€fnnoÍ.rM|ur.'-"","ol'o"-"p*-"rri']ij.'po'iij-.l"a.r'ur"n.n'*a"nomr-''roaire"r'r"*ronoim@}o;à[.dlF.||.o€hmb|||zdiù.f.dìd|dU.$$.1d
éúd|.ofl![.ltb!lÉhocd,uól'p'Ùd.[.tÈd.lc;;;ìff;;;i;;ì'd;;'iio*ltaro,'ttl"lguirdrpB.ù.€utlt'!Él.d.lodmnf'p.t.F6t|o3ÉfÙ|...cr!dfdh.$
Dù\r!r. dll R.oordtu d cort bia ótlBrt
rà6n d.dìt {mml 6!dù rM d.l dro d.l bltndo)
MASCÀLI, ll 30{6-2014
II
SÉGRETARIO
Oott.È! Mtis
P!1,)
#
Lúisa Mo3ca
llu- A,-l/^
f
LEO0.LE R'\PPRÉSENIANTE DÉL|ENTE
IL RESPONSABILE DEL SÉRVIZIO FINAIIZARIO
CONTO DEL PATRIMONIO
ANNO 2013
Dàl! dt
coNTo DÉL PAîRIMONIO (
.trrp.
30{6-2014
D.h
CONIO DEL PAIRTMONTO
dl
!hrÍp.
tO-Oó.ZOi4
0!t.
co
NEÍIO
ID
VARIAz]OM DAAITRÉ CAUSE
15,924.794,52
387.507,54
15 924 794,52
387.50t,5.!
11.230.541,11
490.190.5!
€.26€.2107,56
145.737.25
22€.571,A?
9.&.572.ea
20,406.944,73
$5.027,8,4
229.571,8X
21.203.304.74
3.496.366,62
744,864, 16
164.,t{ì6,00
!274.576,70
12.235.926,25
1r.062.93448
261.e87 ,40
3289,681,07
110.063,88
s2€.760,40
947.6@,07
417,84
84.794,27
6.444.097,20
13,007.550.31
13.075.022,5!
262.305,34
7.456220,12
4:1.306,74O,r15
15-230.986,1€
13.075.022,55
1_$6,9ù2,0t
€.475.802.A
9.760.682.
671.648,7€
678,0€6,67
2.1s1.21,35
7.562.910,0(
9.760.6A2,24
671,54a,7e
678.096,67
z.tet .ut,ssl
7,562,910,00
1
OA BENIDÉMANIAU
ÎolaLE talntl1oNlo NEltc
I) CONFERIM ENI I DA TRASFERIMENTI IN COMTO CAPIIALE
CONFERTMENî OA CONCESSTONT Dt ED|F|CARE
ruraLÈ coNrEf{f,ENn
c)
.495.A24,84
1.495.02t,8,4
8)CONFÉRt Elln
J
50"1,6-2014
NÉIIO
NETIO PATRIMONIALE
|}
itfibr
To DEI- PAÌRIMONTO (PASSWO
vaRrazroNr 0A c/Fr|ANulaRto
AI PATRIMONIO
dl
14.817.277.p
14.9',t7
277,A
11.720.731,76
9E9g
l) DEAfl Ot nMNZTAMENTO
| ) Pér
fmr':lanl8nli
a br€vè te.min€
2) P6r mutui 6 pEsùd
3) Per plsiùU obbligEzjonsi
4.0f6,744,78
4) P€l dau! pl'nibùull
[)qEafl
or FUNZoMMENTO
lr0 D€BtTtPER
tv
M DEEm PER AMnCTPAZ|ONI Ot CISSA
9 O€BITIPER SOMME ANTICIPATE DA TERZI
vr) pE8lltvERso
1) lDpG3€
conùoll'r|
3) A,lri (adendè
VID
lpedat, .omoz| blhtlzton0
A!IEL9Eg]Il
TOIALE OEAM
RlSCOtilI
RAIE| Prlsstvl
D) RATEI E
r)
r)!l!99ry$4
IOfAIE
ÍLAIEI E RISCOMI]
TOTALÉ OEL PASSNO (A+B+C+DI
coÀrn D'oRotNE
q tMFEgNt OPEiÈ pA REAITZZARE
F) COIiIFERIIIIEN'N IN AZ'ENDE
G)
SPECIAU
aEM DttERZl
IOIALE CONfI D'ORDINE
ILSEGRETARIO
ftr
t*
Doll.8ss Mada Luise Mosca
ln,,t-
h," /n-
IL RESPONSABILE DEI SSRVAO NMNZIARIO
Ooù,s$ FEn
l/l
..cr Srpl.rua
./"
/r----.-.- L^_-_^_4
RELAZIONE
AL
RENDICONTO DI GESTIONE
ANNO 2013
Comune di.
COMUNE DI MASCALI
Pag.
1
sEzloNE
I
IDENTITA DELL'ENTE LOCALE
1,1- IL PROFILO ISTITUZIONALE
1.2 -LO SCENARTO
1.2.1 TABELLE DI SUPPORTO DELLA DESCRIZIONE DELLO SCENARIO DEIL'ENTE
I.3 - IL DISEGNO STRATEGICO
1.4 . LE POLITICHE GESTIONALI
1.5 . LE POLITICHE FISCALI
1.6 . L'ASSETTO ORGANIZZATIVO
1.6.1 - TABELLE A SUPPORTO DELLA DESCRIZIONE DELL'ASSETTO ORGANIZZATIVO
1.7 -LE PARTECIPMIONI DELL'ENTE
1.8 . LE CONVENZIONI CON ENTI
SEZIONE 2
TECNICA E ANDAMENTO DELLA GESTIONE
2.1 -ASPETTIGENERALI
2.1,1 - CRITERI DI FORIVAZIONE
2,1.2. CRITERI DI VALUTMIONE
2.2 - ASPETTI FINANZIARI
2.2,1 . PATÎO DI STABILITA
2.2,2
. SINTESI FINANZIARIA
2.2.2.1 - GESTTONE Dt CASSA
2.2.3.IMPATTO DELLA POLITICA FISCALE SUL BILANCIO
2.3 . ASPETTI ECONOMICI
Pao.2
2.4 - ASPETTI PATR]MONIALI
2.5. IL PIANO PROGRAMMATICO
2.6 . ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI
2.7 . POLITICHE DI INVESTIMENTO ED INDEBITAMENTO
2,8. RAPPORTO SULLE PRESTAZTONI E SERVIZI OFFERTI ALLA COMUNlTÀ
2,9 . ANDAMENTO DEI RISULTATI ECONOMICI, DEI COSTI E DEI PROVENTI
2.10 . INFORMAZIONI SULLE PARTECIPAZIONI
2.1I . ANALISI PER INDICI
2,12 -EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
Pag. 3
Introduzione
ll rendiconto della gestione costituisce il momento conclusivo di un processo di programmazione, gestione e conhollo che trova
la sintesi finale proprio in questo documento contabile.
Se, infatti, la relazione previsionale
e
programmatica
e il
di
previsione rappresentano la fase iniziale della
programmazione gestionale, nella quale I'amministrazione individua le linee strategiche e tattiche della propria
azione di governo, il
rendiconto della gestione costituisce la successiva fase di verifica dei risultati conseguiti, necessaria al fine di esDrimere
una
bilancio
valutazione di efficacia dell'azione condotta.
La relazione al rendiconto di gestione è prevista dal comma 6 dell'art. 151 del T.U.E.L. che, nello stabilire i principi generali
in
materia di contabilità, impone agli Enti locali un processo che si awia con la programmazione, prosegue con la gestione
e si
conclude
con la fase defla rendicontazione che deve permettere la verifica del raggiungimento degli obiettivi, della realizzazione dei programmi
e
del rispefto degli equilibri economici e finanziari.
Nell'ambito del processo di rend icontazione, devono essere evidenziati irisultati di gestione, sia sotto l'aspetto finanziario.
sia
sotto I'aspetto economico-patrimoniale, a tal fine è richiesta l'approvazione da parte dell'organo consiliare entro il 30 aprile del
documento contabile del "rendiconto di gestione", contenente il conto del bilancio, il conto economico ed il conto del patrimonio.
ll conto del bilancio espone irisultati della gestione finanziaria, il conto economico rileva irisultati della gestione economica e il
conto del patrimonio evidenzia le consistenze iniziali e finali delle voci patrimoniali.
Pag.4
In tale ambito si inserisce la relazione al rendiconto di gestione che deve, rispetto ai documenti obbligatori previsti, dare
informazioni integrative, esplicative e complementari, al fine di rendere maggiormente comprensibile il rendiconto.
Per la stesura della relazione il legislatore non ha previsto uno schema tipico, ma ha solo stabilito nell'art.231 del T.U.E.L che
deve esprimere valutazioni di efficacia dell'azione condotta, sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi
sostenuti, evidenziare i criteri di valutazione del patrimonio e delle componenti economich e ed analizzarc, gli scostamenti principali
intervenuti rispetto alle previsioni, motivando le cause che li hanno determinati.
Nella stesura della presente relazione si è cercato di seguire quindi le indicazioni contenute nel "Principio contabile n.3 - ll
rendiconto degli Enti locali" approvato dall'Osservatorio per la finanza e la contabilità degli Enti locali nell'aprile 2OOg, nel quale è
proposta una struttura di relazione con due sezioni:
l.
2.
La sezione dell'identita dell'Ente locale
La sezione tecnica e dell'andamento della qestione.
Pag.5
RELAZIONE AL RENDICONTO DI GESTIONE
2013
sEztoNE I
IDENTITA' DELL'ENTE LOCALE
Comune di:
COMUNE DI MASCALI
Pag.6
La presente sezione fornisce un profilo
inhoduttivo dell'Ente, illushando I,ambito
in
politico-ammin istrativa ed organizzativa,
nonché le principali politiche gestionali attuate
o da attuare.
Questa sezione viene strutturata nei seguenti capitoli:
1 .l - il profilo istituzionale;
1.2 - lo scenario;
'1
.3 - il disegno strategico;
1
.4 - le politiche gestionali;
I .5 - le politiche fiscali;
1.6 - I'assetto organizzativo;
1.7 - le partecipazioni dell,Ente;
1
.8 - le convenzioni con Enti.
Pag.7
cui opera l'Ente, la
struttura
1.1
.IL
PROFILO ISTITUZIONALE
In questo capitolo si dà una breve descrizione
del ruolo attribuito all'Ente da norme legislative, statuto
e regolamenti interni e della
struttura politico-amministrativa.
L'Ente locale secondo quanto previsto dalla costituzione
è un Ente dotato di una propria autonomia, che rappresenta
ra propria
comunità, ne cura gli interessi, ne promuove e ne
coordina lo sviluppo.
COMPETENZE DELL'ENTE
o
.
.
.
.
'
Le competenze dell'Ente sono definite dalla legge
nazionali o regionali che stabiliscono funzioni proprie
o delegate.
spettano, in particorare, afi'Ente rocare re funzioni
rerative ai seguenti settori:
Area Tecnica - Opere pubbliche;
Area Tecnica - Urbanistica:
Area Servizi sociali;
Area Pubblica lstruzione, Cultura, Sport e Tempo
Libero;
Area Economica;
Area Porizia Locare, Mortuaria, commerciare,Gestione
cimiterir, protezione civire.
secondo il principio di sussidiarietà lo stato, la Regione
e la Provincia deregano ir comune a svorgere, nel,ambito
der territorio di
riferimento iservizi di loro competenza, assegnando
risorse che risultano sempre piir insufficienti.
GLI ORGANI ISTITUZIONALI
Pag. 8
'
.
.
o
.
.
.
.
.
.
.
.
.
Sono organi di governo del comune il Consiglio, la Giunta, il Sindaco.
ll Consiglio è I'organo di indirizzo, di controllo politico e amministrativo dell'Ente ed
ha competenza limitatamente ai seguenti atti:
approvazione di statuto e regolamento di funzionamento del consiglio e delle commissioni;
bilancio di previsione, bilancio pluriennale e variazioni di bilancio:
rendiconto della gestione;
piani economici-finanziari, dei programmi triennali e dell'elenco annuale delle
opere pubbliche
piani tenitoriali e urbanistici:
convenzioni tra enti;
istituzione e dell'ordinamento dei tributi;
disciplina generale delle tariffe per beni e servizi;
indirizzi sulle attività delle aziende pubbliche:
contrazione di mutui e obbligazioni.
La Giunta è I'organo esecutivo dell'Ente ed, in base a quanto previsto dalla legge
e dallo statuto dell,Ente, compie:
Atti di indirizzo e controllo politico-amministrativo;
Atti di amministrazione non riservati al Sindaco ed al Consiglio;
Espressione di pareri.
La Gunta, in particolare, delibera in tema di:
'
o
o
o
Regolamenti di funzionamento interno dei servizi e degli uffici. Dotazione organtca;
Gestione del bilancio;
Gestione dei tributi e delle tariffe dei servizi pubblici;
Gestione urbanistica.
Pag.
I
ll sindaco esercita le funzioni che gli sono
attribuite dalla legge nonché dallo statuto
e dai regolamenti dell,Ente.
Le sue funzioni principali, in qualità di
ufficiale di governo, sono:
gestione dei servizi demografici e statistici;
svolgimento delle funzioni di sicurezza e ordine pubblico
attribuiteoli.
lL Sindaco, nelle svolgimento delle funzioni proprie,
spetta:
Nomina Della Giunta;
Convocazione e presidenza della Giunta;
Nomina dei rappresentanti der comune preso
Enti, Azienoe e rstituzioni;
Attribuisce incarichi dirigenziali e posizioni
organizzative;
Nomina Segretario Comunale.
con D'P'R' 9 aprile 2013' registrato alla corte dei
conti in data 15 aprire 2013,
ra gestione der comune di Mascari è
stata affidata,
per la durata di diciotto mesi' ai
sensi dell'art' 143 del D' Lgs. 18 agosto 2000,
n. 267, ad una commissione straordinaria composta
dar
dr' Enrico Gullotti' dal viceprefetto aggiunto dr.
Francesco Mirio e dar funzionario economico
finanziario dr. Giuseppe
:;il:T"
Con D.P.R.6 agosto 2013, registrato alla Corte
dei Conti l,g agosto 2013 Interno, registro
n. 5, foglio n. 111, si è proweduto alla
nomina del dottor Giuseppe piacentino quale
componente della commissione straordinaria per
la gestione del comune di Mascali, in
sostituzione del dottor Enrico Gullotti.
Dal 9 aprile 2013 le funzioni della Giunta Municipale
e del consiglio comunare vengono assorte
dala commissione straordinaria.
Pag. 10
1.2 -LO SCENARTO
Nel presente capitolo sl illustra sinteticamente il contesto sociale ed economico
del territorio in cui opera l,Ente, fornendo dati
relativi alla popolazione, al territorio e all,economia insediata.
L'evoluzíone dei datl realtivi alla popolazione indicano una riduzione di 1gg
unità, passando da 14.464abitanti a 13.g66.
ll territorio di competenza dell'Ente ha una superficie di 37,85 Km2
ed
è caratterizzato da una densità di 370,10 ab/Km2.
Dal punto di vista economico, negli ultimi anni si è evidenziato nel territorio
un'espansione del settore turistico atberghiero.
Pag. 12
1.2.1 TABELLE DTSUPPORTO PER LA DESCRIZIONE
DELLO SCENARIO DELL'ENTE
r.r t opotazione residente (ab.)
1,2 Nuclei famigliari (n,)
'1.3 Circoscrizioni(n.)
1.4 Frazioni geografìche (n.)
1.5 Superficie Comune {limol
1.6 Superfìcie urbana (timq)
1,7 Lunghezza delle strade esteme {Kmì
6400
0
10
37,68
2,O0
22,O0
- di cui in lerritorio montano (Km)
0,00
21,00
2,2
2.4
2.5
2.7
2,8
2.9
2.10
Programma di tabbricazione:
Programma pluriennale di attuazjone:-sospeso
in forza dell,art. 9 D.L. 498/95
e popotare: c.n.F. ar sensr de .an. s1 1.865r/1
::::
:91,:::,9*l"mica
prano per gti insediamenti produfivi:
- Industrieli
- arligianalj
- commerciali
Piano urbano del traffico:
2.11
ùI
NO
NO
sl
NO
NO
NO
sl
NO
Pag. 13
1.3 - IL DISEGNO STRATEGICO
con D.P.R. 9 aprire
20 r3, registrato aila corte dei conti in data l5 aorire
2013, la gestione del comune di Mascali, sciolto per
infiltraioni mafiose e'stata affidata, per ra durata di dicrotto
mesi, ai sensi de||,art. 143 del decreto legislativo ig agosto
2000, n.267, ad
una commissione straordinaria composta dar viceprefetto
dr. Enrico Gu otti, dal viceprefetto
funzionario economico finanziario dr. Giuseppe Chiofalo.
agg
iunto dr. Francesco Milio e dal
Considerato che il dottor Enrico Gullotti è stato destinato
ad altro incarico, con D.p.R. 6 agosto 20,13, registrato alla Corte dei
conti l'8 agosto 2013 lnterno, registro n. 5, foglio n.
111,
si è proweduto alla nomina del dottor Giuseppe piacentino quale
componente della commissione straordinaria per la gestione
del comune di Mascali, in sostituzione del dottor Enrico Gullotti.
Dal 9 aprile 2013 sia le funzioni della Giunta Municipale
sia quelle del Consiglio Comunale vengono assolte
dalla sopradetta
commissione straordinaria con l,obiettivo prioritario del
rispetto
della legalità.
Nel corso dell'anno 2013 sono stati realizzati le iniziative previste
nella R.p.p. 2013, con particolare riferimento allo sblocco di
due importanti opere, dando copertura finanziaria alle quote
di cofinanziamento relative alla realizzazione di:
l) Micro Nido comunale
2) Centro Incontri per Minori
L'azione amministrativa è stata fortemente improntata
alla necessità del rispetto del patto di stabilità che ha determinato una
limitazione della spesa e conseguente riduzione degli
obiettivi da raggiungere.
Pag,'14
1.4 . LE POLITICHE GESTIONALI
Le politiche gestionali sono contenute all'interno del programma amministrativo del triennio, all'interno del quale
trovano
esposizione gli obiettivi che l'amministrazione si è posta suddivisi per singolo seftore d'intervento.
Nel corso dell'anno 2013 è stata completato l'iter per la copertura del posto di Responsabile dell'Area Economico Finanziaria, la
cui procedura si è conclusa nel mese di marzo 2014.
Le direttive impartite ai vari settori dell'Ente sono state finalizzate al coinvolgimento dei sovraordinati nella
ammin istrativa.
Pag. 16
gestione
1.5. LE POLITICHE FISCALI
La riduzione dei trasferimenti statari e regionari, insieme
afi,obbrigo del rispetto del Patto di stabilità, ha determinato
un aumento
della pressione fiscale.
Alf'aumento delle alÍquote lMU, si
integrale dei costi del servizio.
e aggiunto I'aumento della tariffa TARES determinata dall'obbligo
di legge della
copertura
L'attività di recupero dei tributi evasi per gli anni precedenti
ha dato buoni risultati in termini di acceftamento, ma bisogna
attenzionare la fase della riscossione di dette somme.
L'attuazione di tale politica fiscale ha avuto effetti positivi
in termini di risorse finanziarie. L,azione di contrasto a fenomeni
di
elusione dei tributi verrà prorogata negli anni a seguire
mediante l'intensificazione der controlli sul territorio.
Si registra una riduzione dei proventi da oneri di
urbanrzzazione.
La crisi del settore edilizio ha fatto registrare un introito
ridotto rispetto agli anni precedenti ed un conseguente
abbattimento della
capacità di investimento per I'Ente.
Pag. 17
1.6 . L'ASSETTO ORGANIZZATIVO
Nel corso dell'anno 2013 sono state adottate modifiche alla struttura organizzativa dell,Ente
con l,obiettivo di rendere piir
efficiente la macchina comunate.
Pag. 18
1.6.1 . TABELLE A SUPPORTO DELLA DESCRIZIONE DELL'ASSETTO
ORGANIZZATIVO
Pag. 19
4.1
4.2
c
4,4
c
E-t
ó.2
c
).1
).2
A5_-
c
u.1
c
D.3
D.4
c
8.5
8.6
5C
TOTALE
c
4
c
4a
utngentl
46
TOTALE
14
7A
4.1
4.2
4.3
4.4
_-À5i-
c.1
c
et--_-
8.3
RA
7j
c
2
BI
-;
D.1
f
c
c
o.ó
TOTALE
_.!
0
11
5l
46
TOTALE
41
Pag.20
c
0
B
B
I
7
I
1
3
Diriqenti
Dirigenli
TOTALE
0
TOTALE
29
26
0
0
Èt
2
ft
Dirigenti
TOTALE
14
2
D
I
c
21
0
0
0
0
0
0
0t
0l
I
0
0
n
@a9'a!r*aí[email protected]@
1
B
!,
'|
Diriqenti
TOTALE
1
45
45
0
1
u
c
Dirisenti
TOTALE
44
Pag.21
14
0
12'l
Pag. 23
1.7
.LE PARTECIPAZIONI DELL'ENTE
In questo capitolo si espongono le partecipazioni dell'Ente acquisite evidenziando
isettori d'intervento, le motivazioni e la rilevanza
della partecipazione stessa nonché I'andamento di tali società od Enti partecipati.
L'Ente detiene una partecipazione del 8,52o/o nella società Jonia Ambiente
S.p.A. e una partecipazione del 16% nel consorzio
Servizio di Depurazione dei liquami.
Pag.24
LE PARTECIPAZIONI DELL'ENTE
0,00
Pag.25
I.8.
LE CONVENZIONI CON ENTI
Non sono state sottoscritte nuove Convenzioni nel corso dell,anno 2013.
Pag. 26
RELAZIONE AL RENDICONTO DI GESTIONE
2013
SEZIONE 2
TECNICA ED ANDAMENTO DELLA GESTIONE
Comune di.
COMUNE DI MASCALI
Pag.27
Nella presente sezione si cerca di fornire una serie di informazioni sui risultati finanziari ed economico-patrimoniali, sui criteri
adottati nella formazione del rendiconto e nella valutazione delle singole voci in esso contenute. Tali informazioni sono fondamentali
per permettere la valutazione dell'operato dell'amministrazione.
2.1 . ASPETTI GENERALI
2.1.'I . CRITERI DI FORMAZIONE
L'Ente, per la rilevazione dei fatti di gestione sotto itre aspetti, ha applicato un sistema contabile integrato che rileva sia l'aspetto
finanziario, sia quello economico-patrimoniale durante la gestione.
2.1.2 . CRITERI DI VALUTAZIONE
CONTO DEL PATRIMONIO
I criteri di valutazione delle attività e passività patrimoniali sono quelli previsti dall'art. 230, comma 4, D.Lgs. n. 26712000 elo
dall'applicazione dei principi contabili.
ATTIVO
o
IMMOBILIZZAZIONI
.
immateriali: sono state valutate al costo storico di acquisizione o di produzione, al netto degli ammortamenti effettuati nel corso
degli esercizi.
.
materiali:
Pag. 28
i beni demaniali acquisiti prima dell'entrata in vigore del D.Lgs. n.77l1ggs (ora
sostituito dal D.Lgs. n.26712000\sono stati
valutati al valore del residuo debito dei mutui ancora in estinzione, al
netto degli ammortamenti effettuati, mentre quelli
acquisiti successivamente all'entrata in vigore del predetto decreto legislativo
sono valutati al costo di acquisizione o di
realizzazione, al netto degli ammortamenti effettuati;
i terreni acquisiti prima dell'entrata in vigore del D.Lgs. n. 7711995 (ora sosfituito dat
D.Lgs. n. 267 t2o0o) sono vatutati al
valore catastale rivalutato; quelli acquisiti dopo I'entrata in vigore del decreto legislativo
sono valutati at costo di
acquisizione:
i fabbricati acquisiti prima dell'entrata in vigore del D.Lgs. n.77/1995 (ora
sostituito dal D.Lgs. n.267l2ooo)sono valutati al
valore catastale, rivalutato secondo le norme fiscali al netto degli ammortamenti
effettuati, mentre quelli acouisiti
'
'
'
r
successivamente sono iscritti al costo di acquisizione o di realizzazione,
al netto degh ammortamenii effettuati;
i macchinari, le attrezzature e gli impianti sono stati valutati al
costo di acquisizione, al netto degli ammortamenti effettuati;
Ie attrezzature ed isistemi informatici, gli automezzi e imotoveicoli, imobili
e te macchine d,ufficio sono stati valutati al
costo di acquisizione, al netto degli ammortamenti effettuati;
le universalità di beni sono iscritte al costo di acquisizione, al netto degli ammortamenti
effettuati;
le immobilizzazioni in corso sono state valutate al costo di acquisizione o produzione
di
del bene non ancora utilizzato Der
l'erogazione dei servizi dell'Ente.
finanziarie:
'
.
.
'
'
partecipazioni in imprese: sono state valutate, secondo
le norme del Codice Clvile, al costo di acquisto owero in base al
metodo del patrimonio netto;
crediti verso partecipate sono stati valutati al valore nominale:
titoli: sono stati valutati al valore nominale;
icrediti di dubbia esigibilità sono stati valutati al netto del relativo fondo svalutazione
crediti:
i crediti per depositi cauzionali sono stati valutati al valore nominale.
Pag.29
.
ATTIVO CIRCOLANTE:
rimanenze: sono state valutate, secondo le norme del codice civile, al minore tra il
costo di acquisto o di produzione ed il valore
desumibile dall'andamento del mercato,
'
.
.
.
'
crediti: sono stati valutati al valore nominale;
titoli: sono stati valutati al valore nominale;
disponibilità liquide: sono state iscritte al loro valore monetario reale.
RATEI E RISCoNTI: sono poste contabili rilevate per ripartire corfettamente fatti di gestione
che generano costi e proventi di
competenza economica in parte dell'esercizio in chiusura ed in parte dell'esercizio o degli esercizi
successivi:
'
o
ratei attivi: sono stati valutati in base alla quota di proventi di competenza dell'esercizio
in chiusura, ma la cui manifestazione
finanziaria awerrà nell'esercizio successivo;
risconti attivi: sono stati valutati in base alla quota di costi, la cui manifestazione finanziaria già
è
awenuta, ma che sono di
competenza degli esercizi futuri.
PASSIVO
'
.
'
CONFERIMENTI: sono stati valutati al valore nominale al netto dell'eventuale quota annuale
di ricavi pluriennali rilevata.
DEBITI: sono stati valutati al valore nominale residuo,
RATEI E RISCoNTI: sono poste contabili rilevate per ripartire correttamente fatti di gestione
che generano cosg e proventi
competenza economica in parte dell'esercizio in chiusura ed in parte dell'esercizio o degli esercizi
successivi:
d
i
o
ratei passivi: sono stati valutati in base alla quota di costi di competenza dell'esercizio in chiusura,
ma la cui manifestazione
finanziaria awerrà nell'esercizio successivo;
'
risconti passivi: sono stati valutati in base alla quota di proventi, la cui manifestazione finanziaria già
è
awenuta, ma che sono di
Pag. 30
competenza degli esercizi futuri.
coNTO ECONOMTCO
sulla base del sistema contabile adottato indicato precedentemente, i proventi
ed i costi sono stati quantificati al fine di
rappresentare rispettivamente la misura monetaria delle risorse
conseguite e det consumo dei fattori impiegati net processo
di
erogazione dei servizi.
Pag.31
2.2 - ASPETTI FINANZIARI
Sono rilevabili dal Conto di Bilancio e dagli allegati allo stesso.
Pag.32
Titolo 1'
Titolo 2"
Titolo 3'
Titolo 4"
Titolo 5'
Titolo
- TRIBUTARIE
- CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI
- EXTRATRIBUTARIE
. ALIENMIONI, TRASFERIMENTI DI CAPITALE E RISCOSSIONI DI CREDITI
- ACCENSIONE Dl PRESTITI
6'- ENTMTE
PER SERVIZI C/TERZI
Titolo 1" - CORRENTI
Titolo 2' - CONTO CAPITALE
Titolo 3' - RIMBORSO PRESTITI
TiIoIo 4. . SPESE PER SERVIZI C/TERZI
L858,824,77
3.578.876,66
'1.872.469,64
1.340.390,59
3.244.864,16
1.519.285,66
14.910.'171,07
1.175.904,59
3.409.350,16
1.519.285,66
indicati sono stati approvati con deliberazione consiliare n.
Pag. 33
O
del
Titolo
Titolo
Titolo
Titolo
Titolo
Titolo
1" - TRIBUTARIE
2" - CONTRIEUTI E TRASFERIMENTI
3" - EXTMTRIBUTARIE
4" - ALIENAZIONI, , TRASFERTMENTT Dt CAP|TALE E R|SCOSS|ON| Dt CRED|TI
5' - ACCENSIONE Dl PRESTITI
6' - ENTRATE PER SERVIZI C/TERZI
Titolo 1" - CORRENTI
Titolo 2' - CONTO CAPITALE
Titolo 3" - RIMBORSO PREST|TI
Titolo 4' - SPESE PER SERVIZI C/TERZI
8.151.963,46
2.792.221,67
1 .720 .021 ,13
935.927,84
744.864,19
12.235 .926 ,25
671.548,7E
909.350,'t6
Avanzo di amministrazione 2012 applicato al 2013
Pag. 34
Fondo dl cassa al 01/01/2013
1
.021.409,91
4.692.774,39
9.178.359,09
13.87 1.133,48
't3 .7 53 .1 19 ,22
13.556.723,14
in conto competenza
3.864.008,52
in conto residui
7.593.29',1,37
1
Pag. 35
1.457.299,89
MAGG|OR| (+)
o MtNoRt (-l RES|DU| ATTtVt
RTACCERTATI
-3.608.237,89
MINORI RESIDUI PASS|V| RTACCERTATT (+)
2.453.529,69
RISULTATO DELLA GESTIONE RESIDTJI
2.7',1O.67
4,35
't5.271.758,
IMPEGNI A COMPETENZA G)
14.743.585,59
RISULTATO DELLA GESTIONE DI èONITPETEI,IZA
Pag.36
1} LA GESTIONE CORRENTE
Entrate correnti (Titolo I ll e lll)
13.145.276.41
Eventuale quota permessi a costruirè accertatitra le entrate in conlo capitale applicata spese correnti
Enttate correnti che finanziano sDese in conto caDitale
Avanzo 2012 applicato a spese cofl'enti
dei mutui da non considerare nell'eouilibrio corrente
2) LA GESTTONE C/CAP|TALE
Entrate Titolo lV e Titolo V (Categorie 2-3-4)
Eventuale quota permessi a costruire accertatitra le entrate in conto capitale applicala a spese correnti
Entrate correnti che finanziano soese in conto caoitale
Auanzo 2012 applicato a investimenti
2) LA GESTTONE MOVTMENTO FONDI
Entrate Titolo V (Categoria 1)
Pag.37
+
+
Mlglioramenti
per maggioÍi accertamenti
di residui attivi
Per economie di residui Dassivi
1.689,70 +
2.453.529,69 +
2.455.219,39 +
Peggioramenfl
per eliminazione di residui
attivi
fÎ_î:9Pq19"I!eguite
îoto l" - coRRENTt
3.609.927,59 -
ha iresidui passivi sono state reatizzate ner seguenri titoti di spesa:
261.887 ,40
2.191.224,35
0,00
Titolo 2' - CONTO CAP|TALE
I IIOIO 3" . RIMBORSO PRESTITI
Ik!g1-_:SeEs E pER sERVtzi
Pag. 38
Fondi per tinanziamento spese in conto caDitale
Pag. 39
2.2.1 .PATTO DI STABTLITA
In base a tale normativa
in vigore è stato applicato il meccanismo dei saldi per quanto riguarda il calcolo degli obiettivi e la verifica
di raggiungimento degli
stessi.
E'stato definito un unico limite in termini
di saldo di competenza mista dato dalla combinazione degli accertamenti d,entrata
impegni di spesa della parte
corrente e dalle riscossioni e pagamenti a competenza e a residui della parte in conto capitale.
L'obiettivo relativo al patto
di stabilità nonché irisultati conclusivi dell'ente sono sintetizzati nella tabella che segue.
SALDO FINANZIARIO
1.177
SALDO OBIETTIVO 20I3
857
DIFFERENZA
320
Pag. 40
e
Saldo finanzlarlo OBIETTIVO in termlnl dl
857
Saldo flnanziaÌio REALIZZATO ln termini di COMPETENZA MISTA
1.177
OBIETTIVO P.S.I. ANNO 2013 RAGGIUNTO
Pag.41
2.2.2 . SINTESI FINANZIARIA
Dopo aver delineato nel secondo capitolo della presente sezione
le varie componenti del risultato finanziario, si forniscono ora, in
maniera sintetica, idati contabili della gestione finanziariada
cui deriva tale risultato, dettagliatamente indicati nel conto del bllancio.
Preliminarmente si presenta il conto del bilancio suddiviso
secondo macroaggregatr! ognuno dei quali prende in considerazione
particolare
un
aspetto della gestione.
Questa è un'analisi 'statica" tesa ad individuare la composizione e le
caratteristiche dei dati finanziari nel conto del bilancio.
successivamente si passe a un'analisi 'dinamica" tesa a porre
l'attenzione sugli scostamenti tra idati di previsione, risultanti sia
dal bilancio di previsione iniziale, sia da quello definitivo e quelli
ottenuti al termine della gestione.
ll risultato finanziario complessivo è determinato anche dalla gestione residui
e in particolare dalle variazioni derivanti dalle
operazioni di riaccertamento, effettuate dai responsabili dei
servizi, per la verlfica della sussistenza delle condizioni, per il mantenimento
dei residui stessi nel rendiconto; perciò si evidenziano anche le informazioni
principali riguardanti tali variazioni. Le operazione di
riaccertamento sono rilevabili dall'apposita rituale determina
adottata come ogni anno dal responsabile del servizio finanziario. d,intesa
con i vari servizi a tal uopo preposti.
Pag.42
oi
I
Enkate Tributarie
a.a'a.g24,77
8.858.424,77
0,00
0,00 %
ll
Entrale derivanlida contributi e kasferimentl correntldello Slato, della regione
e di altri entl pubblicl anche in rapporto all'esercizìo di funzioni delegate dalla
teotone
3.578.876,66
3.578.876,66
0,00
0,00
l
Entrate Exlratrlbdarie
1.872.469,64
1.872.469,64
0,00
0,00 %
lv
Entrate derivantida alienazioni, da lrasferjmentidi capitale e da riscosslonidi
crediti
1.340.390,59
1.340.390,59
0,00
0,00 %
Enlrate derivanlida accensioni di presliti
3.244.864,'16
3.U4.464,16
0,00
0,00 %
1.519.285,66
1.519.285,66
0,00
0,00 %
600.000,00
600.000,00
0,00
0,00 %
,48
0,00
0,00
'14.910.171,07
14.910.171,07
0,00
0,00 %
vl
Entrate da seNizi per conto diterzi
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE
21
,0',14.711,18
21 ,0',14.? 11
ó/o
I
Spese corenti
I
Spese in conto capitale
L175.904,59
1.'175.904,59
0,00
0,00 %
Il
Spese per rlmborso di prestiti
3.409.350,16
3.409.350,16
0,00
0,00 %
tv
Spese per servzi per conto di lerzl
'r.5'r9.285,66
1.519.285,66
0,00
0,00
oÉ
0,00
0,00
0,00
0,00
0/6
,014,711 ,48
0.00
0,00
DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE
2'l .014.711 ,48
Pag. 44
21
Enlrate Tribdanè
ll
uEtro rssrvl
Énirale dèrivanti da contdbutie traslenmenn corrent| o€r|l, ùÉru'
delegate dalla
ditunzionì
all'esercizio
rapporto
in
loì
"ìú -iip"uuri"r "nche
réotone
ltl
Entrate Extratrlbutarle
IV
e oc
Entrate derivantì da allenazioni' da trasÎenmenr ol caPrrale
creditl
EntEte derlvanll da accensìonl di prestilì
vl
Entrate da
se
izl Per conto
diterrl
8.151.963,46
-706.861,3î
3.578.876,66
2.792.221 ,67
-786.654,99
1.872.469,64
1.720.O21,13
-152.44E,51
1.340.390,59
935.927,84
404/62,75
-30,17
3.244 .864,16
7
44.864,16
-2.500.000,00
-77 ,04
1.519.285,66
926.760,40
-592.525,26
20,414.711,q
tl
Spese ìn conto capìtale
l
lv
14.910.171,07
SDese oer rimborso di Prcstitì
SDese per servizi per conto di ter2i
4,14./o
",/a
0,/o
-39,00 %
15.271.758,66
-5.112,952,82
.25,19 "l
12.235.526,25
-2.67 4.244,82
-17,94
0/o
'1.175.S04,59
671.548,74
-504.355,81
42,89./o
3.409.350,16
909.350,16
-2.500.000,00
-73,33 %
1.519.285,66
s26.760,40
.592.525,26
-39,00 %
21
,014.711 ,48
0,00
DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE
,a
enÌfatè e
0/"
,014.71'l ,44
21
Spese corenti
-21,98
600.000,00
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE
I
-7,98'/o
L858.824,77
na,
spese
Pag.45
4.743.51
l
l
Entfate T.ibul8rie
L858.824,77
8.151.963,46
-706.861,31
3.578.876,66
2.792.221,67
-786.654,99
1.872.469,64
1.720.O21.13
-152.448,51
1.340.390,59
935.927,84
4U.462,75
-30,17
0
Enlrate derivanti de accensioni
dlprestiti
3.244.864,î6
741.86/,16
-2.500.000,00
-77,M
ok
Entrate da servizi per conto
dt terzi
1.51S.285,66
926.760,40
-592.525,26
-39,00 %
20.114.711,48
15.271.758,66
.5.142,952,82
-25,19./.
12.235.926,25
-2.674 ,244,82
.17,U
olo
42,85
o/o
;ì ;; ;ii;ffi i[i"',i;ffi :#:f Íff ::"::[?Jil"i1i?31îT;,Xi1iîJ?'ifi:
'1ll
Il
Entrate Extratribularle
@
IV
;
VI
AVANZODTAMMTNTSTRAZTONE
M
-7 ,98 %
-21 ,98
o/o
-8,1404
600.000,00
I
Spese coÍenti
tl
Spese in conlo capitale
'1.175.904,59
671.548,78
-504.355,8'l
Spese per rjmborso di prestiti
3.409.350,16
909.350,16
-2.500.000,00
.73,33 %
spese per se.vizi pe. conto di terzi
1.519.285,66
926.760,40
-552.525,26
-39,00 %
.014.711 .1A
14.7/|3.585,59
t
IV
14.910.171,07
c-
21
DISAVANZO Dt AMMTNTSTRAZTONE
e--+
o
minoi
en',J|ate
6
0,00
spese
Pag. 46
|
4.27r.125,89
|
-23,U4
1.559,00
4002
2011
108
AUSILIATRICE S.R.L IMPORTO CONVENUTO
ACCONTO Z.qqo_qo A DrC. 2011
ilbóîo.
Pag. 47
P[ìiùl; fi%TSMENTo PER
MAGGToRT
r.559,00
-3.609.927,59
€0.035,'18
LE SPIAGGE LIBERÉ SICILIANE .ACOUISTZIONE DEL SERVIZIO
PER LANNO
2OIO.AUTORIZZAZIONÉ ESPLETAMENTO GARA
Pag. 48
3144
2012
4o3s 2010
4035 2011
4035 2012
4035 2012
144
COMPARTECIPMIONÉ
MENT
-7.924,U
AL COSTO DEL RICOVERO DI N.3 DISABILI
40 --- llÍ+31,iJl'íi'i"'J:ilu'irÍlllÌl"lruli""iiàiil"".'i.zbiÀi,i"o "----n.ì'à?zioo.ro.zoro
^^
68
^^
prataa Edmzia rì. 6995 --eoncessione Edilizia n. 69 /2011 - LA SPINA Nulla Dovuto
- I rata Vedi Rev.le
-n-oìirnin
n3070/0s 1120î1
LEoNARDo - I rala=-.NotlPrq!laq.n.292J! 1g1q?01L -. .-.
5725 - c.Ed.n. 74 t2011 PRlvlrERA MICHELANGELo
'
,,,-. ,
-'-
-1 8e53s
-1.079,29
-1.046,24
-P.Ed.n.
Pag.49
-2,,153.529,69
1007
2011
6î4
SEGUITO
FURTO.DITTA
DOCTOR
1016 2010
z3
1022 2012
382
PRESIARE LAVORO STRAORDINARIO
1038/01
2012
'eru,v' .v,.
'to38ro2
'""*"' 2012
rou
MOSCA MARTA
LUTSA
MoscA MA8IA
LUISA
'"''
1040 2012
1043 2oO9
561
oo|
558
GABRILE ECONOMIA DI SPESA.
uu, ,.L,uL/u
6ì"dìì;;L:il;ìó"
A
,^*,,
--
2010
104301
2011
1046
2009
1046
2010
1046
2011
1050i04
2012
1050/05
2012
1052
2012
'*
'-'
VITALE
spEsA.
-48.35
D;SPESA.
{,14
EcoNoMtA Dt
DIVERSI DIP.COM.LI ECONOMIA
' ECONoM|A Ot
EcoNoMlA
SPESA.
_0,4S
DlsPÉsA.
-0,59
ECONOMIA DI SPESA.
{,40
ECONOMIA DI SPESA.
-247,25
691
AREA V
104301
'^L
-597,00
-1.329,57
-360,00
TRAMITE
4U
NOTA AREA I SÉRVIZIO II E III
-5.600,00
-2.086,44
1
Fbr^T5pli1"r"j"me
brciiÀre vEóf Èfiòrnr.N.?6, ;;.óó.iî ÈRJî.S^t?;,,ì'.&YlÍ,"
di ciurisprudenza con
-2.148.00
ECONOMIA DI SPESA.
-52,93
ECONOMIA DI SPESA.
$,r9
aggiornamenti in temp; ECONOMTA Dl SPESA.
{,15
10.12t31.1
on
Repertorio
,'
Pag. 50
<RAs.
tosg
]o:s
g
reea
1058
1058
,|*
tgga
1995
855
1058 1996
t05s tggo
1058 1996
2ooo
tgur rooo
1058 2ooo
10sB
ro58
tNcARtco AW.LA DErro oo
1995
lgs
iz33
*
LreurDAzroNÉ
pARcar*
o*l] rr*,o^ror,"o
ta
2002
=i
<|NcAR|coPERsENT'N.9l6/20o2coMUNEc,crxap91
ro58 2006
_
10582oo9255-cosTllUz'o.uo,,,o^,nonoÀJ"t.,oNoTAffi
1060
^rou@
NZTOSO
rocS[yÈ.R4G.630/03.04.14
2011
+re,
Pag.51
_
_8.OOO,OO
-.ru,ru
PRoGETTO MTGLTORAMENTO QUANTITATTVg,E^
DEI
-O:UILIIîIVO
ECONOUA
Or
SpeSe
108201
2012
6'16
OUALTÍATIVO DEI SERVIZI ALUUTENZA PERSONALE P.M.ANNO ECONOMIA DI SPESA
-1.391,72
084/01
2010
640
ECONOMIA DI SPESA
-551.90
10s6
2011
ECONOMIA DI SPESA.
-13,0'1
1099 2010
1116 2012
1155 2012
ECONOMIA DI SPÉSA.
-3,75
220
FORNITUM MODULISTICA VARIA UFFICIO ANAGRAFE.DITTA C^
ECONOi A Dt SPSA.
230
FORNITURA BUONI ACQUISTO CAREUMNTE IRAMITE CONSIP C^
ÉCONOMIA OI SPESA
.129,80
1155
2012
388
ECONOMIA DI SPESA
-179,52
1156
2011
't
12€l.t'1 2O1O
LA CONSIP
E
638
{,01
SLARGO ALL1NNESTO VIA CANNAVO FRAZ.PUNTALAZZO ECONOMIA DISPESA
"*'-.';-:i,:"j.^'".:'
DELUENTE ANNO 20IO
MIA
TMPEGNO SPESA RIPARAZ. URGENTE SCOOTER E CICLOMOTORI
Pag. 52
.--,.ùM|A
"^^.,n
DISPESA
Dl
SPESA
-442,04
-0,50
1428tO1
200s
1428t01
2010
1428t01
2010
31
Azato1
2010
34
1428tO1
2010
42
1428tO1
20î0
194
M24rc1
2010
405
A2AtO',l
20 t1
1428tO1
2011
A2A|O1
2011
1428tO1
2011
41
142atol
2011
875
BUONI CARBURANTE TRAMIIE CONSIP SERVIZIO SCUOLABUS
1428t01
2012
22
ZONE NON SERVITE ANNO
1428t01
2012
1424t01
2012
1428tO1
20t2
181
1567
2008
3477
454
-289,69
-570,48
-1.405,40
!ÈmlrrÀeen
sruoer.riiÈnÉouÉruinri'còàsr ói ÈònunziblÉ
!33)33î..3l"r.Ff31r,,)l?'o
-6.676,80
-2.391,98
ANNO
RILASCIO ABBONAMENTI DITTA BUDA MESE MAGGIO 201O
-50,86
-645,12
MEZZI PUBBLICI D! LINEA
-1.14S,80
38
-1.075,30
STUDENTI
FREQUENT.CORSI
FORMAZIONE
-1.439,22
.RAG.N.241l14
SCOLASTICO
";;:;;,'";
-3.982,95
-1.275,75
ECONoMIA
Dt
SPÉSA NOrA
.t. PROT.RAG.N.241lt4
P
P.t.
-10.352,83
-2.285,30
-2.3U,40
-0,03
SCUOLABUS DAL
ECONOI\4IA DI SPESA
Pag. 53
-867.72
ACOUISTO SOFTWARE ISE-ISEE 201 l.DITTA NMAGGIOLI
18S0/09
2011
AREA
1890/15 20't0
604
IMPEGNO SPESA ATTUAZIONE ARTT.1s E 2,I REGOL.COM.LE
DlsctPLtNA SERV.SOC|AL|(BUONI SPESA QUALE FORMA NOTA AREA
SERVIZ|O
ALTERNATIVA INTERVENTO ECONOMICO SPENDILBILI PRESSO PRO-T.RAG.656/09.04,14
I
1O
-572,00
FORNITORI CONVENZIONATI CON AMM.COM.LÉ
rKv
1890/15
2012
1890/16
2012
249
REGOLAMENTO COM.LE IN FAVORE DI NUCLEI FAMILIARI
VÉRSANO IN STAÍO DI BISOGNO
'tE90/18
2006
2795
TNTERVÉNî|SOCIO-ASS|STEM|AL|L.23S/00
1890t24
2009
616
1850t24
2010
.iAG.656/09.04..14
23
NOTA AREA I' .,.'
SERVIZIO
CHE:X:î
^^:^*
t,t{u t.RAU.656/09.(N.14
NOTA
PROT.RAG.N.656/09.04.14
ASSIST,ALUNNI PORTATORI
DI H.DAL
01.01.10
AL
PSICHIATRICI IN ISTITUTI ASSISTEMIALI.ACCERTAMENTO ED
NOTA
PROT.MG.684/14.04.14-
.,^.^
NOTA
PROI.MG.684/14.04.14.
i'::î. ^'J:Y,]]T:
ArtE{t-ùtrKvlztuc
'.':]î
. ^'JìY,J:1::
}lnÈ,lt-ùEr(vtztuc
I
1893
2012
'1898
2012
-200,00
-1.614,48
-125,67
RICOVÉRO DISAEILI MENTALI DIMESSI DAGLI OSPEDALI
682
10
ACCOGLTRINACRIA-ASMID ONLUS N.2 UTENTI/ PERIODO NOTA AREA
SERVIZIO 10
15.07.0€/31.12.08-MARtA SS,ADDOLOMTA
RTPOSTO (N.1 PROT.MG.656/09.04.14
1893
-400.00
-1.060,00
23.1 0.1 0-COOP.SOCTALE L.STURZO
1891/03 2010
|
ECONOMIA DI SPESA
GESTIONE COMUNITA ALLOGGIO EUSEBIA E LAURA
Pag.
PROT.RAG.656/09.04.14
t4
{15,00
-1.776,49
-2.619,40
-0,4E
42.110,54
1928
2152
2152
2166
MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE SEDI ÉCONOMIA DISPESA,
2011
ÉcoNoMtA
2001
INCARICO LEGALE PIGN.PRESSO TERZI DITTA VIVAI RUSSO
-258,55
COSTITUZ.INGIUDIZIOGUGLIELMOC/COMUNE.
-901,25
2001
20î0
2226
46
RETRIBUZIONE
DI
AL
SEGRETARIO GENERALE ECONOMIA DISPESA
431,62
2O1O DELLA MAGGIORAZIONE DELLA
POSIZIONE AL SEGRETARIO GENERALE ECONOMIA DISPESA
-232.95
ECONOMIA DI SPESA
-5,39
ECONOMIA DI SPESA
4,95
POSIZIONE
DOTT.SSA RIVA
47
CONFERMA PÉR
IL
DI
2166tO1
2010
2166t01
2011
2166tO1
2011
17',|
2171
2005
2824
2172
2003
2366
ECONOMIA DI SPESA
-1.277,20
2005
2039
ECONOMIA DI SPESA
.'t.232,63
RETRTBUZIONE
DOÎT.SSA RIVA
.'t.800,00
ECONOMIA DI SPESA
2185 2007
2189 2007
2490
2510
31.01.08
ADEG.CONTRATTUALE
ECONOMIA DI SPESA
PARI A 24 ORE
Pag. 55
SETf.PUC
.^^^,^,,,
ECONO['IA DI SPESA
-372,63
-'10.58t,91
2l99
ztsstor
SOMMA DISPONIBILE AL 31.12.0E PER PAGAMENTO ARREIRI
2008
zooe
21aglo1 2012
grsz
.^
l0
3ó'i11ìiîArrúi'úi'À!'àì;Nr,.^'
'oo.r^r_rr, , rrfl rra,..ìr
I
""''""
ecoNol,ln or spesn
MTADTSPESA
"^'
FTTr\/a
EcoNoMlA Dl
spEsA
_3.ois,e7
-732,41
2192
2008
ASSUNTO CON CONÎRATTO DI DIRITTO PRIVAÎO PER MÉSI DUE ECONOMIA DI SPESA
-3.829,80
2152
2008
ECONOMIA DI SPESA
-944,90
2192t01
2008
2193
2005
ECONOMIA DI SPESA
-948,09
2193
2008
ECONOMIA DI SPESA
-2.516,55
3304
2003
ASSUNTO CON CONTRATTO DI DIRITTO PRIVATO PER MESI DUE
DAL
CON CONIRA
-1.277.629,56
1996
NOTA U.I.C.
NOIA U.T.C.
NOTA U.T.C.
Pag. 56
-22.414,23
36ú
1999
NOTA U.T.C.
-143,52
3604
2001
NOTA U.T.C.
-529,15
NOTA U.T.C.
-549,72
1776 ;ú;t.
NO'rA U.T.C.
-804,68
2126
,,_,^ J.T.C.
36M
3604
2003
3604 2003
-3.029,60
NOÎA U.T.C.
NOTA U.T.C.
3604
2009
3604
2009
291
NOIA U.T.C.
-255,14
MARE lN LOCALITA'GURNA MESE Dl DICEMBRE 2009-DITTA CAJ|\il NOTA U.l.C.
-216,00
PÉR MANIFESTAZ.ESTIVE E DELLÉ PEDANÉ PER REALIZZAZIONE NOTA U.T.C.
3604/03
2012
36M/03 zutz
rot^rur
2012
3607
2009
3613
2011
588
DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE DI FONDACHELLO.DITTA IMPIANTI ECONOMIA DISPESA
bru
: - - hcoNoMl'A
ECONOMIA Dl
DI sPESA
SPESA
ACOUISTO DI PEDANE ANTISDRUCCIOLO PER LA..^-...-^
NOTA U.T.C.
467
sANt ANNA DITTA EDTLSTRADE SRL Dl EMAr,rúg1ÉÌ.
CONSULTING€ATANIA
CANTIERI
LAVORO NOTA U.T.C.
-141.10U41tc'l-142
3613
2011
3623 2011
OCCUPATA DALLAMPLIAMENTO CIMITERO MASCALI CÉNTRO E NOTA U.T.C.
176
Pag.57
-5,89
-3,21
-400,00
5005
2012
319
5005
2012
487
5005
2012
489
Pag. 58
2.2.2.'t - GESTIONE Dl CASSA
per ivincoli imposti dal patto di stabilità interno sia per attuare una
oggetto di attenta analisi è anche la gestione di cassa, sia
anticipazioni di tesoreria'
corretta gestione dei flussi finanziari, al fine di evitare costose
questa gestione'
Nelle tabelle che seguono st evidenzia I'andamento nell'anno di
SINTESI DELLA GESTIONE DI CASSA NELL'ANNO 2OI3:
1.021.409'91
FONDO CASSA AL OI/II2OI3
13.871.133,48
RISCOSSIONI
12 7S? llo??
PAGAMENTI
FONDO CASSA AL
31.12.2013
l'139'424',17
Faq.59
FONDO Dl CASSA al 1 gennalo 2013
Riscossioni +
Pagamenti
FONDO Dl CASSA
rl'ultanto
Pagamenti per azioni eseculive non rcgolarÉzate
FONDo Dl cAsSA al 3l dlcembro 2013
FONDO OI CASSA AL
FONDO DI CASSA AL
Pag. 60
I
GENNAIO 2Of3
3I OICEMBRE 2OI3
1.119.4U,17
2.2.3 - IMPATTO DELLA POLITICA FISCALE SUL BILANCIO
La politica fiscale rappresenta una delle più importanti politiche di bilancio di reperimento risorse per I'attuazione dei programmi
dell'a
m m in
istrazio ne.
All'interno delle entrate kibutarie, I'evoluzione nel corso dell'anno registrata per le singole voci di entrata, che compongono tale
categoria, è rappresentata dalla una specifica tabella, che mette a confronto le risultanze finali con la previsione iniziale.
Particolarmente significativo, per comprendere l'evoluzione della politica fiscale dell'Ente, è infine confrontare, per ogni tipologia
di entrata tributaria, idati dell'ultimo quinquennio.
Accertamenti Entrate Tributario neoli anni:
ZUUY
4.071.307 ,79
2010
4.821.862,08
2011
4.416.186,29
Pag.61
2012
4.594.075,22
2013
8.151.963,46
3.959.000, 0
4.259.
c
3.375.574,
AP
100.000,
Pag. 62
-300.000,00
c
630.000,00
0,
3.010.573,
67.601,44
c
-365.001
-32.398,
-7.04%
(
2.3 - ASPETTI ECONOMICI
conto economico evidenzia i componenti positivi
economica in base alle disposizioni dell'arl.229 del T.U.E.L.
ll
e
negativi della gestione, determinati secondo criteri di competenza
La struttura del conto economico permette di evidenziare, oltre al risultato economico complessivo, significativi risultati economicì
parziali, relativi a quattro gestioni fondamentali:
r
.
.
.
gestíone operativa "interna";
gestione derivante da aziende e società partecipate;
gestionefinanziaria;
gestionestraordinaria.
ll passo successivo
nell'analisi economica
è rappresentato dall'approfondire la composizione ed il significato dei vari risultati
intermedi.
ll risultato della gestione è dato dalla differenza tra iproventi della gestione ed i costi della gestione ed indica il cosiddetto risultato
della gestione caratteristica dell'Ente, sia quella prettamente istituzionale che quella relativa ai servizi attivati per iniziativa
dell'amministrazione dell'Ente.
ll secondo aggregato, di cui si compone il risultato economico complessivo, è rappresentato dalla differenza tra iproventi e costi
derivanti dalla gestione di aziende speciali e società partecipate dall'Ente. Questo risultato, sommato a quello della gestione operativa,
evidenzia il risultato della gestione caratteristica dell'Ente svolta, sia direttamente che indiretiamente tramite tali soggetti esterni.
ll terzo risultato intermedio è quello in cui trovano collocazioneqtutti i proventi e costi derivanti dalla gestione finanziaria dell'Ente.
ll quarto risultato intermedio è
particolarmente importante per poter comprendere la significatività del risultato economico
complessivo, in questo aggregato confluiscono i proventi e costi straordinari.
Infine viene fornita un'ulteriore analisi della composizione economica evidenziando, per ogni singola tipologia di provento e costo,
I'incidenza percentuale sul relativo totale complessivo.
Pag- 64
RISULTATO DÉLLA GÉSTIONÉ OPÉMTMA 'lNTERNA'
DA AZIENDE E SOCIETA' PARTECIPATE
RISULTAÍO DELLA GESTIONE DERIVANTE
FINANZIARIA
RTSULTATO DELt.A GESTIONE
RISULTAfO DELLA GÉSTIONE STMORDINARIA
.1 .107 .517
Un eventuale isuttato economico dell.'esercizio negativo,
ierilicare a causa di qÙali codponenti è dovt'na'
30
indica di una situdzione di squilibio ecoaomico, che deve esserc andlizzatd, al flhe di
l'attua2ionc hnmediata di ptuwedimenti, pèr ipisÚnarc I'equilibìo economico, nèl breve
Occoíe inoftrc stab,rTB se la sìtuazione impone
oenooo,
Pag. oc
Proventì tributari
Provenll da lrasferimenti
3 Proventl da servizi pubblicl
Provenll da qestion€ patrimoniale
8.151.963,,16
1
Proventl dive.si
6 Proventl da concessioni edifi care
7 tncrementl di immoblllzz. oer lavori inteml
I Varlazlonl nelle manenze di prodotll in corso di tavorazlone ecc.
Personale
10 Acouisto di materie Drime e/o benl di consumo
2.792.221,67
64,39 %
22,05 Yo
1.672.'137,69
13,21
0/o
4.654,73
0.04
0/r
39.396,34
o,31
0k
0,00
0,00 %
0,00
0,00 %
0,00
0,00 %
2.970.O29,20
27,54lo
132.883.49
1,23
./o
0,00
0,00 0t
6.714.143,7 5
62.26.h
65.815,70
0,61'/o
15 lmposte e lasse
566.647,65
234.a70,95
5,25 0/"
2,1a ra
16 Quote dl ammortam. dl esercizio
100.324,92
0,93 %
Variazioni nelle rimanenze di matede prime e/o beni di consumo
12 Prestazioni di servizi
13 Ljtilìzzo beni di tezi
11
14 Trasierimenli
Pag.66
(!
(!
Proventi trlbutarl
Proventi da traslerlmenti
Provenli da seryizi pubblici
Proventi da gestione pat.imoniale
Proventi diversi
Proventi da concesslqni edificare
7 lncrementi di immobilizz. per lavori intemi
varlazioni nelle rimalgnze di prodot In corso di lavorazione ecc.
17 utìti
't8 Interessi su caDltale
di dotazione
20 Interessi attiù
8.151.963,46
2.792.221,67
53,92%
'1.672.137,69
11,06
0,03 %
39.3S6,34
0,26./o
Plusvalenze oalrimoniali
Pag.69
oi6
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00 %
0,00
0,00
0,00
2.453.529,69
Soprcwenienze aíive
0/6
4.654,73
3.832,37
lnsussigtgnze del passlvo
18,47 %
0,00 %
0É
0,00 %
0,03 %
16.23
0A
1.689,70
0,01 %
0,00
0,00 %
Peasonale
't0 Acquislo di materie pdme €y'o beni dl consumo
11 Variazioni nelle rimanenzè di maleíe pdme eúo beni di consumo
12 Prestazioni dì seNizi
13 Utllizzo b€ni di tezi
2.970.025,20
18,30 %
132.883,49
0,a2 %
0,00
0.00 %
6.714.143,75
41,38 %
65.815,70
0,41yo
14 Tfasferimentl
566.647,65
3,49 %
15 lmposte e tasse
234.870,S5
1,45
l6
100.324,92
0,62 %
Quote dl ammortam, dl eserclzio
19 Trasferimenù ad aziende speciali e parlecipaie
73.945,98
21 Interessl passM su mutul e prestlti
162.176,24
lnteressi passivl su obb,lgazloni
Interessl passlvl su antlclpazlonl
lnteressi passlvi per altre cause
Ins16sistenze dell'attlvo
Minusvalenze Datrimoniali
27 Accantonamenlo per svalutaione credlti
28 Oneri straordinaÍi
Pa9.70
olo
0,46
1,00
0/o
0,00
0,00
0,00 %
0,00
0,00 %
3.609.927,59
22,25 %
0,00
0,00 %
0,00 %
300.000.00
1,85
0ó
1.296.177 ,4a
7.99
0k
2.4 . ASPETTI PATRIMONIALI
ll conto del patrimonio nella sua consistenza fìnale indica la situazione patrimoniale di fine esercizio, evidenziando ivalori delle
attività e Dassività.
La tabella di cui sopra viene allegata al Conto di Bilancio in esame.
Pag.71
sj
Patrimonio netto
Conferimenti
Oebiti
M.417.277 ,22
.203.304 ,7 4
7.455.220.12
21
6.884.9S7.20
Plsslvi
0.00
0.00
p?qsM
Pag. 73
1.107.517.30
706.356.
570.222.
8.28 r^
0.
0,
0,
0.
59.00 0t
nl materi
mmobilizzazionl fi nanziarie
27 .087
2.00./"
792
62.3î
%
1.U4.174,26
nanefue
ireditl
Attivita finanzlarìe che non costituiscono immobilizzi
ruide
anM
attivl
0.00
.698.24
0.
15.863.053,
3
13.58'1.097.14
n
0,
'i.021.409,
0
0,
'I
)atrimonio netto
0,
I
7
Conferimenti
0.00 %
1.139.424.
47 .33 %
Debiti
t7,
2 .203.304.7 4
455.224
34.08
48,77
I
.1
0.00 %
RatelDassM
lisconti passivi
O'/o
Pag.74
c
c
2.5. PIANO PROGRAMMATICO
Nel presente capitolo si va ad evidenziare in estrema sintesi la programmazione attuata dall'Ente.
Le tabelle che seguono evidenziano idati finanziari relativi alla programmazione iniziale e dopo le variazioni approvate nel corso
dell'esercizio.
Per rendere maggiormente significativi i dati, è utile analizzarli, considerando che, in sede di programmazione di inizio esercizio,
sono stati delineati suddividendoli per programmi.
Si procede quindi a disaggregare idati finanziari contenuti negli strumenti di programmazione per singolo programma, anche al
fine di permettere, nei paragrafi successivi, il confronto con i risultati finali e quindi conseguenti valutazionì sul raggiungimento degli
obiettivi prefissati, per ogni singolo programma.
A tale scopo si presentano quattro tabelle in cui sono evidenziate le risorse atiribuite ed impiegate per la parte corrente e conto
capitale, in sede di previsione iniziale e definitiva, per ogni singolo programma.
Pag.75
Entrate Trlbutarle
8.858.824,77
L858.824,77
tl
Entrate derlvanti da contrlbutl 6 trasferimenti correnl dello Stato,
della reglone e di altri entl pubblicl anche in raDDorto all,eserctzìo di
tunzioni delegate dalla reqlone
3.578.876,66
3.578.876,66
Il
EnÌrate Extratributarie
1
.872.469 ,64
1.872.469,64
IV
hntrate derivanti da alienazioni, da trasferimenti dl capitale e da
rlscossioni di crediti
1.340.390,59
1.340.390,59
Entrate derivanti da accensioni dl Drestiti
3.244.86.,16
3.244.46l,16
Entrate da seNizi oer conlo di terzi
1,519.285,66
1.519.285,60
600.000,00
600.000,00
VI
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE
14.910.171,07
Spese per rìmboFo di prestiti
Spese per servizi per conto di terzi
Pag. 76
2
5
6
INTERVENII SETTORE FIMNZIARIO
INTERVENTI SETTORE SPORTIVO, RICREATIVO E TURISIICO
INTERVENTI SETTORE VIABILITA', AUIOPARCO E VERDE PUBALICO
7
INTERVENTI SETTORÉ IORICO, FOGNARIO E DEPUMTIV
8
-
INTERVENTI
I
1O
INTERVENTI SETTORE CIMITERIALE
.'- '--'--SErroRE
EcoLoclco, TUTELA
AMBIENTE ED lclENtco sANtrARlo
"-'
-'---------"-- '---'-"'-''---'--'-"
INTERVENTI SETTORE SOCTALE
1I
INTERVENTI SETTORE URBANISIICO E DEL TERRITORIO
16
AI\4IJINISTRAZIONEGENEMLE
17
INTERVENTIAFFARI GENERALI E ISTITUZIOMLI
:,EIlglE^
. .-]Il-Bul]:-.^l'ANUrENzlONl'
C|M|TERO,VERDE - BRTSCHETîO
ùÈ:r.r ur<E^ùurJru.uuL r UKALÈ È ùf.uKr-
ISTITUZIONALI.MOSCA
Pag.77
Pag. 78
2.6 . ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI
In questo capitolo ci si pone l'obiettivo di fornire informazioni riguardanti gli scostamenti dei dati finanziari indicati nel conto del
bilancio, rispetto a quanto programmato negli strumenti di programmazione, al fine di evidenziare il grado di attendibilita e la capacità di
rcalizzazione di quanto programmato.
La prima tabella individua lo scostamento tra le previsioni iniziali e le previsioni finali, in termini assoluti ed in percentuale.
La seconda tabella espone lo scostamento tra le previsioni assestate e gli accertamenti di entrata ed impegni di spesa, sia
termini assoluti, sia in percentuale.
in
La terza tabella indica lo scostamento tra le previsioni iniziali e gli accertamenti di entrata ed impegni di spesa, sia in termini
assoluti, sia in percentuale.
Come per
il
precedente paragrafo, anche in questa analisi degli scostamenti, appare utile effettuare un approfondimento
dettagliando gli scostamenti per singolo programma, in quanto tali informazioni rappresentano utili indicatori per evidenziare la capacità
di acquisizione delle entrate attribuite ad ogni singolo programma e grado di attuazione dei programmi di spesa.
Pag.84
ll
Entrate îributarle
8.858.824,77
8.858.824,77
0,00
0,00 %
Entrate clerivantl da contributl e $asferimenti corentr clello Stato. cfel|a Égtone
e di €ltri enti pubblici anche in rapporlo all'eÈercizio di funzioni delegate dalla
3.578.876,66
3.578.876,66
0,00
0.00 %
reoione
Il
Enlrate Extratribularie
IV
Entrale derlvanti da alienaziona, da tfasfeimenli
crediti
vt
1.872.469,64
1
.472.469 ,64
0,00
0,00 %
1.340.390,59
1.340.390,59
0,00
0,00 %
Entrate derlvanti da accensioni di prestili
3.2,14.864,'l 6
3.244.864,16
0,00
0,00 %
Entrate da seMzi oer conto di terzl
1.519.2E5,66
1.519.285,66
0,00
0,00 %
600.000,00
600.000,00
0,00
0,00
21.O14.711 ,46
21.0.t1.711,16
0,00
0,00
14.910.171,07
14.910.17't,07
0,00
0,00 %
Spese in conto capitale
1.175.904,59
1.r75.904,59
0,00
0,00 %
Spese per rimborso di prestiti
3.409.350,16
3.409.3s0,16
0,00
0,00 %
Spese per servizl per conto dj teEi
1.5'19.285,66
1.519.285,66
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00 %
cli
capitale e da nscossioni di
AVANZO DI AMMINISTRAZIONÉ
Spese corentl
tl
l
lv
DISAVANZO DI AMMINISTRAZIONE
Pag. 85
0/"
0ó
II
Entrate Tributarle
8.858.824 ,77
8.151.963,46
-706.861,31
-7,58
0/o
Entrate derìvantl da contdbr.rtie trasferimenti correntl dello stato, della regaone
e di altri enù pubblici anche in rappodo all'esercizio di funzionidelegate dalla
3.578.876,66
2.792.221,67
-786.654,99
-21,98
alo
1
-8,14
To
feoione
Il
Enlrate Extratrlbuta.le
1.872.469,64
lv
Enlrate derivanti da alienazioni, da lrasferimenti di caprtale e da riscossioni di
crediti
vl
.720 .021 ,13
-152.448,51
1.340.390,59
935.927,84
404.462,75
-30,17 "k
Enlrate derivanti da accensioni di Drestiti
3.244.4ù4
, 16
744.8U,16
-2.500.000,00
-77,04 %
Enrate da seNlzi per conto di terzi
't.519.285,66
926.760,40
-592.525,26
-39.00 %
20,414.7't1 ,48
15.271.758.66
-5,142.952.62
.25,19 %
14.910.171,O7
12.235.926 ,25
-2.674 .244,82
-17,U
AVANZO DI AMI\4INISTRAZIONE
Spese corenti
600.000,00
%
tl
SDese in conto caDitale
1.175.904.59
671.548,78
-504.355,8'l
42,89./o
Il
Spese per rimborso di prestiti
3.409.350,î6
909.350,16
-2.500.000,00
-73,33 %
IV
Spese per servizi per conto dl teEi
1.5't9.285,66
926.760,40
-592.525,26
-39,00 %
DISAVANZO DI AMMJNISTRAzIONÉ
0,00
Pag.86
Entrate Tributarle
L858.824,77
8.151.963,46
-706.861,3't
-7,98
óh
I
Entrate dgívanti da contributi e kasferimenti correntidello Slalo, della regìone
e di altri enti pubblici anche in rapporto all'esercizio di funzioni delegate dalla
3.578.876,66
2.792.221,67
-786.654,99
-21,98
Yo
ill
Entrate Extratrlbularie
1
.872.469 ,64
1.720.021,13
.152.448,51
IV
Entrate derjvanti da alienazioni, da t.asferimenti di capitale e da riscossionidi
cfednl
1.340.390,59
935.927,84
404.462,75
Entrate derivantida accensioni di Drestltl
3.244 .864,16
744.864,16
-2.500.000,00
-77 ,04 %
EnlGte da seNizi oer conto di lerzi
1,519.285,66
926.760,40
-592.525,26
-39,00 %
14.910.171,07
'12.235.926,25
-2.67 4.244,82
vl
reqione
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE
4,14"to
-30,17
0/.
600.000,00
.'17,94
I
Spese conentl
il
Soese in conto caoitale
1.175.904,59
671.548.78
-504.355,8î
42,89.to
Il
Spese per rimborso di prestiti
3.409.350,16
909.350,16
-2.500.000,00
.73,33 %
tv
Spese per servizi per conlo di letzi
'1.5'19.285,66
926.760,40
-592.525,26
21.014.711,4E
14.743.585.59
4.271.125.89
0,00
DISAVANZO OI AMMINISTRAZIONE
Pag.87
.39.00
Yo
oó
-29,84 %
Pag. 88
Pag.8s
c
ct
ó
Pag.92
2.7 - POLITICHE DI INVESTIMENTO ED INDEBITAMENTO
ed indebitamento attuate nel corso dell'anno, nonché le prospettive
In questa parte si analizzano le politiche di investimento
future.
cui sono contabilmente
capitale che rappresentano l'aggregato finanziario in
si sintetizzano nella prima tabella le spese in conto
beni mob'i ed immobili, manutenzioni straordinarie, acquisizioni di
vare a dire costruzioni di opere, acquisti di
aflocati gri investimenti,
terzi' ecc'
partecipazioni, erogazione di contributi in conto capitale a
per funzione ed individuando, per ognuna di esse, la percentuale
suddividendoli
impegni,
degli
totale
il
evidenzia
La tabella
rispetto al totale.
indicando le relative
conto capitare, si approfondisce poi I'analisi degli investimenti,
in
spese
re
tra
impegnate
somme
alre
Rispetto
complessivo'
percentuale di ogni tipologia di finanziamento rispetto al totale
fonti di finanziamento ect individuando la
futuri' è rappresentata
costantemente, per isuoi riflessi sugli equilibri dei bilanci
Tra re fonti dì finanzramento, quela da monitorare
dall'indebitamento.
del
le variazioni intervenute nel corso dell'anno e la consistenza finale
si evidenzia quindi l,evoluzione di tale fonte, individuando
per istituto mutuante'
debito per finanziamenti a fine esercizio' suddivise
Ancora
così come testimoniano gli esigui pagamenti in conto capitale'
Le politiche d,investimento appaiono molto contenute
nel Comune durante il 2013'
debole appare la capacità d'investimento
Pag. 94
E;
q
ó
o-
2.8. RAPPORTO SULLE PRESTAZIONI
E SERVIZIOFFERTIALLA COMUNITA
ll compito fondamentale dell'amministrazione è quello di garantire il soddisfacimento dei bisogni dei cittadinl. per far questo,
I'amministrazione offre determinati servizi alla comunità locale.
ll problema delle amministrazioni è rappresentato dal fatto che l'Ente agisce in un regime di scarsità di risorse, rispetto a quelle
previste, per poter erogare tutti i servizi che i ciftadini richiedono.
L'amminishazione deve quindi puntare a raggiungere un equilibrio ka il soddisfacimento della domanda di servizi dei cittadlni e
le risorse impiegate per l'erogazione di tali servizi.
In questa parte si presentano una serie di indicatori relativi all'erogazione dei servizi che ne valutano l'efficacia e l'efficienza.
La valutazione di tali indicatori deve tener presente che i servizi erogati possono essere di tre tipologie, ognuna ca ratter izzata da
una particolare forma di finanziamento:
'
'
.
servizi cosiddetti "istituzionali": generalmente gratuiti e finanziati unicamente con risorse dell'Ente;
servizi a domanda individuale: finanziati in parte da risorse dell'Ente ed in parte pagati dall'utente,
servizi a carattere produttivo: tendenti al pareggio o alla produzione di utili.
Nella presentazione di tali indicatori si utilizza l'indicazione dei servizi prevista dalla normativa, in materia di certificazione del conto
del
bilancio.
Pag. f00
Sorvlzl conne3sl agll organl lstltuzlon8ll
2
3
4
Ammlnlstrazlonggenerale,comprsso
aervlzlo €l6ttoralo
Servl2l connesgl all t tflclo tochlco
comunalo
Sswlzl dl anagraîe e dl ataio clvllo
Servklo statlstlco
6
Sorvlzl conngstl con la glustlzla
domancle
0,00000
0,00000
evase
domande oresentate
numero
totale
totale
cost o
pop( lazione
coslo
pog0lazlone
coslo
totale
Polizla locale e ammlnlstratlva
8
Servlzlo della lova mllltate
9
Protezlono civllo, pronto Intolvènto e
tutala della slcurezza Dubbllca
lstruzlong Drimada o eecondaria
lnlErlore
. Scuola Itatoma
- lstruzlono elementalg
- lstruzlong modla
addetti
numero addetti
0,00000
0,00000
lotale
lotale
costo
PoPolazione
costo
popolazione
!99 ale
popc
addettl
0,00000
numero
oooolazione
Fognatura e depuEdono
14 Nèttoza
l5
urbana
Vlabll|ta e illumlnaziono pubblica
0,00
0,00
0,00
0,00
0ne
totale
totale
cost l
pop( azione
0,00
cosl,
0,00
addell
numero
popolazione
numefo au|e
n. studenti ft eouenlanti
0,00000
n.
n. aule disoonibili
n. alunni ls(
n. aule disoo
n, studenti
n. aule disDonibili
0,o0oo0
lotale
costo
oooolazlone
cos r
n. sluder fteouentantl
bambiniiscrilli
0,00
tolale
0,00
totale
0.00
0,00000
iscritti
0,00000
cost o
DO0C
l3
0,00
|zione
Servlzl nècroscoplcl e clmltetlall
'12 acquedotto
0,00
DOpO|azlone
popolaziorÉ
7
I
0,00000
PoPolazione
5
l0
addetti
addetti
numero
popolazione
numero
popolazlone
I
0,00000
mc acoua eroq?
nr. abltanti seN I
unita
seN
tolale un A imm. n
unita imm.ri servi
totale unnà hm.
0,00000
0,00000
trequenzamediaseltlmanaledlraccolta
imm.rlservite
illumlnate
0,00000
unilà
totale unna imm.ri
km strade
totale km dl strade comunali
Pag.
0,00000
0,00000
'101
azione
totale
costo
mc acqua erogata
0,00
cos
la
Km re
costo
rif uto smaliiti
0,00
totale
0,00
totale
0,00
-----ì'iÎai
costo
Km strade illuminate
Albsrghl €sclusl .lormltorl pubbllcl e casg dl rlpolo è dl rlcovero
2
Alborghl diurnl s bagnl pubbllci
3 Allli nido
4
5
5
7
8
g
domande soddlsl
oomanoe Dfesen
domande soddlsl
oomanoe Dfesen
0,00000
:
soddisfalte
0,00000
e
pre8enate
d
soddisfatte
: soddisfatte
a
e
Convlttl, campsggl, caae per vacanze, ostelll
:
0,00000
I preseflate
Colonl6 s sogglornl staglonall, ltabillmond termall
cor3l extragcolaltlci dl Insognamento dl arlo, spoÍ
prévlstl por lsqge
Glardlnl zoologlcl E botanlcl
0,00000
e
altre dlsclpllne, latta eccezlone por quolll €pressanrgntg
soddlsfatte
0
visitatod
0,00000
imDlanli
0,00000
macellate
0,00000
domande
domande presentate
numero
oooolazione
numero
ooDolazione
lmplantl sportlvl
Mattatol pubblici
0,00000
presentate
q.licarne
ooDolazione
1U M9n3e
tz
ercatl 9 ÎlsfE
'13 Posa oubbllca
14 Serylzlturlstl.
1/
MUa€r, prnacorecne,
galgto
nr
om
numefo visitalori
ffi
;udrolstn-uzi6ii
lSJp-;GcoI-
'19 TrasDoli dl c.rnl macollatè
Traspo.tl funobfl, pompe funebrl s lllumlnazlonl votlve
20
[email protected]
slmlll
22 Altrl s€rvlzl
e
omande soddisfat
omande presental
e
soddisfatte
0,00000
0,00000
e preSentale
:
soddlsfatte
e presentate
Pag. 102
0,00000
Pag. 103
3
o-
3
I
I
I
I
I
tlc
t-
olÈ
'i
o-
H
H
:tà Eth
à18 ÈlE
htY
I
I
I
I
I
I
I
I
I
I
I
o.
I
I
I
ci
I
I
t^ t^ It-
cl
o,
I
I
I
I
'l'
I
I
I
I
I
I
I
I
g
F
o
o
u
I'
I
I
l^
;lc 6t.9
ffi
I
l-
€lE
ffi
g
glÉ
olE
I
g
-9
€lE
9lq
*tÉ 9l;
ffi
ffi
g
g
tE
slS
I
I
I
6to ÉtE ElÉ úlg
I
I
I
I
:tb
I
I
I
1.9
o.
I
I
I
ElÉ
"1
I
o-
I
I
ol
I
I
I
I
I
flÈ
1
I
I
t^
H
I
I
I
I
I
"l *lÈ
Elo
!l-s
€lE 9la
d
E
e
F
tI
I
SeryElconnossl agll
2
organl lstltuzlonall
Ammlnlstrazlong gonsrale,
comote3o 69 lzlo
-3-TIwLlconnessiall'Uff lclo
4
tecnlco comunale
Sorvlzl dl anagrale e dl
5
Servlzlo siatistlco
6
Sorvlzl conngssl con la
dlu3tlzla
Pollzla locals I
7
I
I
l0
slato clvlls
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
domande evase
0,0000u
0,00000
0,00000
numero addetli
popolazione
numelo al detti
{.,,UUU{JU
0,00000
0,00000
0.00000
0,00000
0,00000
numero addetii
popoFzlone
nume.o addetti
.l^órrvlF órÉcèniete
aa.^h.l*1,
lnfèt|6..
. Scuola Matèrna
. latruzlono elementarg
.lstruzlone hedia
0,00000
numelo al ldetti
0,00000
0.00000
13 Fognaiura
numero al ldetti
numerc au|e
n- slúden. freouenta
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
nta
n.bamblni iscritti
n. aule disPonibili
n. alunni iscrltti
n. aule disponlbiii
n. studenti iscritti
n- aule disDonibili
mc acqua erogala
nr. abitanti seMtl
unita lmm.ri servite
e depurazione
14 Ngttezza urbana
15 Vlabllta e luumlnazlonq
Dubbllca
0,00
---Do6oiéioÉtotale
o,00
0.o0
U,UU
0,0!
0,00
0,00
0,0c
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,0c
0,00
0,00
costo totale
0,00
0,00
0,00
le
0,00
0,00
0,00
costo tolale
00Dolazione
0,00
0,00
0,00
costo totale
mc acqua eaogata
0,00
0,00
0,00
costo tolale
Km rete fognarla
0,00
0,00
0,00
coslo totale
0,00
0,00
0,00
0,0c
0,00
0,00
costo
coslo totale
popolazione
costo totale
popolazione
costo totsle
popolazlone
coolo totsle
costo totale
popolazlone
coslo tolale
DOpOlazlOne
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0.00000
0,00000
0,00000
0,00000
Sen lzl nEcrcscoplcl o
clmltsrlall
12 Acquodotto
0,00
DoDolazione
amminlstlatlvà
Sorvlzlo della leva
mllltaro
P.otez. clvile, Pronto intew',
tutola slcurèzza Pubbllca
lstruzlone galmarla e
0,00
popolazione
popolazone
----ldoE
costo totale
totale unità immJi
unita imm.ri seMte
t^tàle rhità imm ri
frequenza media
setlimanale dl raccoltal/
unita imm.ri servite
totale un a imm.ri
km strade illuminate
lot. kmstrade comunali
0,00000
0,00000
0.00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
---ìopoiEió-ne
costo t(
n- studen. fn
Éntanti
Q.li dl rifiuto smaltiti
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
Pag. 105
cos'
Km stral
rinate
Alborghi oscluil dormltorl pubbllcl e cale dl rlpolo e dl rlcovsro
Z
E
Alberghl dlurnl o bagnl pubbllci
domande soddisfatte
domande 0resentale
domande soddisfatte
domande Dresentatg
domande soddisfatte
domande gresentale
domande soddbfatte
domgnde presenlale
domande soddisfatte
domande oresentste
numero visitatori
popolazione
numerc impianli
3 Allll nido
4
Convlttl, campeggl, caso per vacanzè, ostolll
5
colonlq e soggiornl gtaglonall, stablllmentl tsrmall
6 corll
7
extrascolastlcl dl Inlegnam€nto dl ans, sport s altro dlsclpllne,
falta eccszlone Der quèlll €sD.gssaments orcvlsll oèt leooe
Glardlnl zoologicl e bolanicl
8
lmplantl sportlvl
I
soddisfatte
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0.00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
e presentate
DOpolaZiOne
Mattatol pubbllcl
q.licame macellate
oooolazaone
'10 Mense
Mqnse acolastlchs
Msrcatl e lloro attrszzatg
15 Spurgo pozl nori
presentate
16 l€atrl
nt.
17 lllu3el, plnacolgche, gallerle 0 mostre
18 Sp€itacoll
20 T.asponl
tuneb.a, pompo tunebri e illumlnazlonl voflve
21 uso dl locell
aallbltl stabllmente ed 6clualvamenlè a rlunlonl hon
lltltuzlonall: .udllorlum, palazzl dol conqrsssi
22 AlEl aetrlzl
e
llmltl
Pag. 106
t
2
Albergtrl esclusl dormltorl Pubbllci e
caso dl rlposo q dl dcovolo
Alborghl dluml o bagnl Pubbllcl
3
Aslll nldo
FConvlttl, campeggi,
5
6
?
ostelll
Colonlè e sogglornl staglonall'
ctablllmontl termall
Corsl elraccolaEtlcl dl arts, spo4 àltro'
a eccezlone dl quelll prevlsti pellqggl
Glardlnl 2oologlcl è botanlcl
-5--implantt sportivl
-Í-Ilattaro
l0
I puuuncl
_
costo tolale
scolestlche
0,0c
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
numero utentl
costo lolale
costo lolale
0,00
costo tolale
.^r-l- É^ c'ú6.li.ia
costo lo|ale
0,00
costo lotaE
o-ll carni maceltate
costo lolale
Menso
lìllense
-costo
casè per vacenze'
totale
numerc utenti
costo totale
numero ue l
costo tolale
costo totale
numero pasti ofierti
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
provento totale
numero utenti
provenlo totale
numero utenti
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
orove
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
orovento totale
n.visitatori
Drcvento totale
numero utenti
provento totale
q.li carni macellate
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
o IoIaE
n.bambinl frequenlanti
orovenlo tolale
numero utenti
numero ulenti
-ssv949l9EE-
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Drovento lolale
0,00
0,00
0,00
0,00
numero oasli ofiefli
orovento totale
numero Dasti offerti
0,00
0,00
0,00
0,00
Pag. 107
---pP""d9.!9EE-numero iscritli
;ffi-
ffi;,il"-fiRrozaG
13
Psga DubDllca
l4 SeryElrunsrlcr
numel9,99l
costo l0 ate
ql
L^r^--,r .nÀ.6d1 lutlstlcl
€ glmlll
15 Spurgo Pozzl non
coslolota|e
..
numero iltgryenrl
costolol?fe..
16 Toatrl
17 líUge\ prnacureLrrE' lelre"t - " --
{8
popolqz
.,rm..ó cnènalon
costotoÎ419.
numefo
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
Spettacor
@
q-li
can\q |acellate
costo I
0,00
0,00
0,00
a
non
l6lltu2lonall: audltorlum, palazzl
del congr.g9Er e tnnn'
22 Altrl aervlzl
-nr.
--r",i**-li"1,,
0,0t
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
p!p9! Elone
proven o tolale
numefo nteruenli
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0.00
0,00
0,00
0,00
0.00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
pro!qd9-!9!919-
proy9! io to
;;rò
0,00
0,00
0.00
0,00
0,00
Rnel
orcvenlo
0n
tl
vl
,n
orovento t
numelo sDe[a oli
ofover{o totz
aIe
provento tota
na.
selizi prestati
-ìffiffifr;ffi-=as,mqzr
ed escluslvamenig rlunlonl
orovento totale
mq suped. occupata
provenro lgq|e .
numero servlz| Jesl
numero
v!!!!.!9!--
COstO lr )lare
-
0,00
seruzl res
provento loiale
nr. gioml d'utilizzo
tolale
númetó ulen(
0,00
-orovenlo
Pag. 108
I
Dlatrlbuzlone gas
mc gas efoqatq,
0,00000
0,00000
0,00000
popolazione seMta
unita imm.fl seMle
0,00000
0,00000
0,00000
I
ì
toE!q-u!Ig..!IIg
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
I
fficentrale del latto
unita imm,ri seN le
totale unita imm
4
v!
T.lÉrlscaldamgnlo
lc
domande soddisfatte
.lòmandè Drèsentate
-ì*68î'ib-G6""
2
s"-
Cenrale del |ane
-t-5Étt$-i6uzlo-ne Í!ffiÉttrlca
il
Telealscaldamsnrc
5
Tra6Po.ti Pubbllcl
6
Altrl servlzl
costo tota
liií latle
totale
Kcel otodone
costo tolale
-coslo
totale
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
totale
Kcal orodone
-provénto lotale
Km óercorsl
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
LutdrÉ
0,00
0,00
0,00
0,0c
Drovento to ate
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
oas eloqa o
orovento to A|e
litri latle oro( otto
Drovento totale
0,00
0,00
0,00
0,00
O,UU
0,00
0,00
Drol ono
costo tolale
lOVh erogatl
0,00
0,00
o
costo tota
0,00
0,00
unlta dimisura del
seMzio
-costo
Pag. 109
U,UU
-orovento
Drovernu
Unita dl misura del
servizio
COSTI E DEI PROVENTI
2.9 - ANDAMENTO DEI RISULTATI ECONOMICI, DEI
il servizio idrico e iservizi indispensabili alla persona assorbono
Le spese di carattere obbligatorio quali: il servizio TARSU,
consentendo un potenziamento della qualità dei servizi medesimi'
totalmente la capacità di entrata dell,intero bilancio non
di interventi risolutivi alle innumerevoli carenze che d i fatto
Le risorse proprie non sono sufficienti a garantire la realizzazione
impediscono un
piùr
incisivo sviluppo del territorio'
quinquennio è rinvenibile nelle tabelle allegate'
L'andamento dei costi e dei proventi dell'ultimo
Pag. 110
RISULTATO DELLA GESTIONE OPEMIIVA 'lNTERNA'
1.330.108,56
1.615.607,31
RISULTATO DÉLLA GESTIONE DERIVANTE DA AZIENOE E SOCIETA
-î0.200,00
-10.200,00
PARTECIPAÍE
RISULTATO DELLA GESTIONÉ FINANZIARIA
-43.564,58
-113.474,37
RISULTATO DELTA GESTIONE STRAORDINARIA
-2.589.987.62
-3a7.577,25
RISÚLTATO ECONOMICO DÉLL'ESERCIZO
-1
.O24.141,E9
818.456,94
Pag. l1'f
1
.226.226 ,49
'1.067.336,47
r.875.658,23
11.000,00
-10.200,00
-73.945,98
-168.363,82
-158.343,87
-577.079,46
-2.750.885,68
311.693,19
.1.107.5f7,30
-î02.288,95
-1.860.704,11
.747.746,57
2.10 . INFORMAZIONI SULLE PARTECIPAZIONI
Si delinea il quadro delle partecipazioni dell'Ente, dirette o indirette, evidenziando un complesso di informazioni che
rilevano la possibilita di influenza dell'Ente stesso sulle decisioni delle società partecipate, i risultati raggiunti dalle stesse nonchè
le motivazioni del mantenimento delle stesse, in considerazione anche delle norme introdotte dalla legge finanziaria.
L'Ente detiene una partecipazione del 8,52% nella società Jonia Ambiente S.P.A. e una partecipazione del 16% nel
Consorzio Servizio di Deourazione dei liouami.
Pag. 1î4
LE PARTECIPAZIONI DELL'ENTE
Pag. 115
2.1'I . ANALISI PER INDICI
In questo capitolo si presentano una serie di indicatori generali applicati al rendiconto, che permettono di comprendere in modo
intuitivo I'andamento della gestione nell'anno.
Preliminarmente
si
presentano
i
parametri per l'ind
ivid
uazione delle condizioni
di Ente strutturalmente
deficitario orevisti
dall'articolo 228, comma 5 del T.U.E.L.
Tali parametri sono contenuti nella Tabella
dei
Parametri di "Ente strutturalmente deficitario", allegata al Conto.
Pag. î16
r)
Valore negatlvo del risultato conlabile di gestione superiore in termini divalore assoluto al 5 per cento dspetto alle enttale conenti (a tali finl al rlsultato
contabile si aggiunge I'avanzo di amministrszione utillzzalo per le spese di investimenlo);
2l Volume dei residul attivi di nuova formazione provenienti dalla gestione di competema e relative ai titoli le lll, con lesclusione delle.isorse a titolo di
fondo sperimentale di riequilibrio di cui all'arlìcolo 2 D.Lgs23/2011 o di tondo di solidarietà di cui all'articolo 1, comme 380 delle legge 2411U2012 n.228,
supedori al42 per cento rispetto al valoridi accedamento delle entrate dei medeslmilitoli I e lll esclusi gli accerlamenti delle predetle risorse a tilolo di
fondo spedmentale o difondo dl solidarietà:
3)
Ammontare dei resldui attivi provenienti dalla gestione dei residui attivivi di cui al titolo le al titolo lll superiore al 65 per cenlo, ad esclusione eventuali
residui da risoese a tltolo di fondo sperimentale di lequilibdo dl cui all'articolo 2 D.Lgs23/2011 o di fondo di solldarietà dj cui all'artìcolo 1, comma 390
rapportata agli acrertamenti della gestione di compelenza delle entrate dei medesimi titoli I e lll ad esclusione degli
deffe legge 24h2J2012
^.228,
accertamenti delle predette
risorse a titolo difondo sperimentale o difondo di solidarìela;
4) Volume dei residui passivì complessivl provenienti daltitolo I superiore al40 per cento degli ìmpegnidella medesima spesa corrente;
s)
Esistenza di procedimentí di egecuzione foîzata supeiore allo 0,5 per cento delle spese corentì anche se non hanno prodotto vincoti a seguito delle
disposizioni di cui all'articolo 159 del tuoel;
6)
Volume complessivo delle spese di personale a vario titolo rapportato al volume complessivo delle enlrate coÍenti desumibili daititoli l, ll e lll superiore al
40 per cento per icomuni infèriori a 5.000 abìtanti, supedore al 39 per cento per icomuni da 5.000 a 29.9SS abitanli e superiore al 38 per cento per i
comunj oltre i 29,999 abitanti: tale valore è calcolalo al netto dei conkibuti regionall nonché dl altrl entl pubblicl finallzzali a finanzlare spese dl personale
per cui ìl valore dl tali contributi va detratto sia dal numeralore che dal denominatore del parametroi
4
Consistenza dei debiti di finanziamento non assistiti da contdbuzioni superiore al 150 per cento rispetlo alle entrate corîentiper glientiche presentano un
risulato contabile dl geslione posilìvo e supedore al 120 per cenlo per gli enti che presentano un dsúltato contabile di gestione negatlvo, fermo rcgtando il
rispetto del timite dì jndebìlamento di cui all'articolo 204 del tuoel con le modifiche di cui all'art.8, comma '1,legge 1211112011, n.183, a decorere dall'l
gennaio 2012i
8)
Consistenza dei debiti fuori bilancio riconosciuti nel corso dell'esercizio superiore all per cento rispetto aivalori di accertamerfo delle entrate conenli
fermo restando che l'indice si considera negativo ove tale soglia venga supeîata in tutti gli ullimi tre eseercizi finanziari:
s)
Eventuale esislenza al 31 dicembre di anticipazioni di tesoreria non rjmboEate superiori al 5 per cento rispetto alle entrate conenti;
l
r0) Ripiano squilibri in sede di prowedimento di salvaguardia di cui all'art.1g3 del tuoel con misure di alienazione di benj patrimoniali e./o avanzo di
amministrazione superiore al 5% deìvaloridella spesa corrcnte, fermo rcstando quanto previsto dall'art.1, commi 443444legge 24/1'212012 a decorere
dal 1t'|120131 ove sussistano i presupposti di legge per frnanziare il riequilibrlo in plù esercizi fìnanziad vìene conslderato al numeratore del parametro
l'inlero importo finanziato con mlsure di alienazione dei beni patdmoniali, olt.e che avanzo di ammlnistrazione, anche se destinato a finanziare lo squìlibrio
nel successivl eserclzl fìnanziari;
Pag.117
E
l-r_l
nE
tr-l
[]
rr-l
EE
nE
r-I
T tr
F_-l
Congruità dell'lMU/lCl
Proventi IMU/lCl
n. unità immobiliari
Proventi
IMU/lCl
0,00
n. famiglie + n. imprese
Proventi IMU/lCl prima
abitazione
Totale proventi IMU/lCl
Proventi IMU/lCl altrihbbricati
TÒttlp nrnvFnti lMl l/lcl
Proventi IMU/lCl terreni aqricoli
Totale Droventi lMLj/lcl
Pfoventi IMU/ICl aree edificabili
Congrulta l.C.l.A.P.
Provento l.C.l.A.P,
Pooolazione
T.O.S.A.P. Dassi carrai
Congruità della T,O,S.A.P.
0,00000
0,00006
0,00000
0,00
0,00
n. passr ca[|Ì|l
Tasse occupazione suolo pubblico
ngrulta T.A.R.S.U.
n.iscritti a
ruolo
n. famiglie + n. utenze commerciali
+ seconde case
Pag. 119
0,00
x100
0,00
ot+
Autonomla fln!nzlarla
x 100
55,804
66,151
77,952
x 100
42,2U
48,'t54
64,370
414,31
448,74
0,00
3't4,01
326,65
0,00
128,02
93,29
0,00
,70
134,93
0,00
x100
19,501
135,044
88,770
x 100
18,877
119,247
77,710
248,60
248,60
0,00
x'100
42,120
43,597
51,741
Spese personale + Quole amm. mutui x 100
Totale entrate îtoli | + ll + lll
PagamenliTitolo lcompelenza x 100
lmDeqni Tltolo I comoelenza
Entrate
x 100
Valore Dalrìmoniale disDonibile
Valore beni patrimoniali indisponlblll
Popolazione
Valore beni Datrimoniali disoonibili
32,442
34,981
31,913
70,981
76,448
79,160
0,000
0,000
0,000
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
215,52
215,52
0,00
0,683
0,683
0,000
Titolo | +
Autonomla imD06ltlva
fiiolo
I
Titotol+ +ltl
PrEsslone fnanzlatla
---
Pr€ssions trlbutarla
Tilolo l+ ll
PoDoGzidé
Po
Interygnto eradale
lrasterimentl statali
----opol-aa-one-
Intervonto rgglonale
Totalereslduiattivi
r
InalGbltamonto locale pro caplte
Veloclta rlacosslone Enllatg prcprle
RlgldltÉ sposa corrente
vgloc|la geatlono spèle coftontl
R€ddltlvfta dd patrlmonlo
Pat.imonlo pro capltg
Patrlmonlo prc caplto
Palrlmonlo pro caplte
Rapporto dlpendentupopolazlono
1
Trasferimenii reqionali
Popolazione
Incldenza resldul.ttlvl
Incldenza rèsidul paaslvl
0ne
olate accenamenù or comoèGnza
Totale residui
Dassivi
----T66Elmpeqqi?jEmÉGnza
Residui debiti mului
rne Tllolo l + lll
-.-------E;;ì;;;AC
Énti Titob-T+ ttt-
patrimoniali
---------6poEz6iè-Valo.e beni demanislì
Popolazione
Dipendenti
Pooolazione
x 100
Pal. 120
PrcventilCUlM
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
0,00000
Provento LC.l,A.P.
Popolazione
0,00
0,00
0,00
T.O.SA.P. passlcarrai
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
0,00
n. un[a irnmobil n
Proventi lcl/lMU
n. famiglie + n. imprese
Proventi lcl/lMU Drima abitazione
-------foGGiroveil
call
FTOI
-. Droventi lC
Pto\
Cl/lMU terreni agricoli
Droverfi lCÍlMU
Proventì lCl/lMU aree e(
abili
I
------lotatfi roventia-if
Gongruiîa d6ll l.c,l.a"P,
Congrullà della T,O.S.A.P.
n. Dassi
carai
T.O.SA.P.
Congru|t T.A"R.S.U.
mq. occuoati
n. lscrmi a
n. famiglie + n. utenze commercia'i +
seconoe case
ruolo
x
'100
Pag.121
2.12. EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
Sulfa base dello stato di realizzazione dei programmi, la Commissione Straordinaria ha assistito ad una progressiva ridotta
partecipazione da parte dello Stato e della Regione.
A fronte di un carico maggiore di servizi delegati a livello locale non fa riscontro un adeguato trasferimento di risorse.
Si prevede che I'aggravio degli oneri dovuti all'aumento di contenziosi instaurati con soggetti terzi, graverà sui bilanci futuri.
Le difficoltà socio economiche che il territorio attraversa impediscono l'aggravio della pressione fiscale.
L'accumularsi dei residui attivi mostra che l'aumentata pressione tributaria non sempre trova riscontro nell'effettiva realizzazione in
termini monetari.
Pag. 122
-
i-r04841
Pîttodisrrbitiràintcho2013_Art.
do
jl,
,.1r 1ftî/l
Ccrtif.20l3
connni 20
e
t0
bis,
dc
ù tegg€ n. IB3/20I1
pROSpETTO pcr ta CERTIÌ-TCAZTONE
a
lcritica det rispetto degtiobicttivi dct pafto di shìbjtirÀ interno 2013
d.r
Uî.rn.lrerecnrroil lcrnìrneperentoIo,lcl
]t
n,rt7o20t4
coNluNÈ di MASCALI
vlSTo ildccfelo n.41930 del Ministcro dell'ccorìonria
o.bierr
e delle lìnxnze dcl I4 naggìo 2013 conccrncnre ta dete1.11inazione (ìcglj
20 r 3 de lte pfovince ; Èi
p"p.r,zto"e
i. ó60
ivi plosra,tnìaricj felrrivi al prr ro d i strbilirà ìnremo
C;ii;-;;,,
"i,pi,i".- "
vìsTOiidtlrcion.7OiiildeÌ2setlcnìbr€201]
conc€ùìcnrc rlrnonrior.rggio semcsonìr Jet"prrrodisrabitità inremo pcr
l ,,n10
Llclìe trov|l|cc e Jci Cornrni corì
lìopùtJrione supcfi"re h t óó ,U;r,nrir
VIS Il ì risùlt ti dell:r gcsrknre di conrpctenza c di crssa delt'csercizio 20 tJ:
:0ll
VIS'IE Ie infonnazioni sul
del
p
tto di
fabiliri jnlemo 20 ll
trusrnesse da qLrcsro Enle mcdianre it sito web
RISUL'l'ANZEi
SALDO
!,t:ptlt|-t
ANZIARI
INfRAlF f lN^l-l
SPESE FINAI,I
SAI,DO IìNANZIARIO
vo 20t3
DIFFERENZA Tfu\ SALDO FINANZIARIO E OBIET'I'IVO Aì,.]iUALE
FIìALE
SulLì basc dclle predellr r'ìsulanzc sicrjrlifica chc:
i X
ìl patto dislîbilità ìntc'rìo pèr I'rnno
L-l
il pauo di sirbilirà inrcnro per l,anno 2013 NOr.\ E' STAîO lìlSP01'T^TO
!ndi!q/-fJi!ÌnÌi"!q!rr!',.!e
OIICANO Dl REVISIONE ECONotvl
lìgqlJ
Q+ro
l?rr4r,
Rt
v
i\ rorìc,12
I(c\ rsror(
)_
(l)
rr"'$i5' lu
20li
STAMPA DI CONTROLLO DEI PARAMETRI OBIETTIVI PER ICOMUNI
Dati dell'Ente
Ente COMUNE Dl MASCALI
Provincia
Codice Ente Popolazione
CATANIA
73 del 19-06-2014 Anno del rendiconto 2013
Delibera
Parametro
Apo.CO.RE.CO NO
NO
1
Disavanzo amministrazione
Avanzo di amministrazione per spese di investimento
A+B
Entrete correnti (Accertato CO titoli l+ll+lll)
5% su entrate correnti
Sl
Se
Se C<=E NO
EI
0,00
0,00
0 00
D
E
0,00
0.00
+
C>E
sl
Parametro 2
Residui attivi di competenza (titoli l+lll valore H c.to bilancio)
Residui attivi di competenza relativi a fondo sperimentale o solidarieta
A.B
B
Entrate correnti (Accertato CO titoli l+lll)
Accertato CO delle entrate relative a fondo sperimentale o solidarieta
D
u-c
F
E
42o/o dell' accertato CO delle entrate (F)
Sl
Se C>di
NO
Se C<=di
4.764.109,O4
0,00
4.764.109,O4
9.871.984,59
0.00
9.871.984,59
4.146.233,53
G
G
NO
Parametro 3
Residui attivi da riportare (titoll l+lll valore C c.to bilancìo)
Residui attlvi da riportare relativi a fondo sperimentale o solidarieta
A.B
Entrate proprie (Accertato CO titoli l+lll)
Accertato CO delle entrate relative a fondo sperimentale o solidarieta
D
D-E
F
E
65% del valore F
SeC>G
SeC<=G
4
.335 .725 ,94
4
.335 .725 ,94
0,00
B
9.871.984,59
0.00
9.871.984,59
6.416.789,98
Sl
NO
NO
Parametro 4
Residur passivi CO+RE (titolo I valore O c.to bilancio)
Spese corentì (lmpegnato CO titolo l)
40% di B
Sl
Se
E
3.289.681,07
12.235.926,25
4.894.370,50
A>C
Se
A<=C
NO
NO
Parametro 5
Procedimenti di esecuzione fozata
Spèse correnti (lmpegnato CO titolo l)
0,5% di B
Sl
Se
Se A<=C NO
A>C
0,00
B
12
.235 .926 ,25
61 .179,63
Parametro 6
NO
Volume complessivo spese perconale (lmpegn.CO tit. I int.1)
Somme da agg.al netto di quelle da escludere (circ. 9/2006 )
Eventuall contributi regionali nonchè altri enti pubblici finaliz.
Volume complessivo a vario titolo
Entrate correnti (Accertato CO titoli l+ll+lll)
Eventuali contributi regionali nonchè altri enti pubblici finaliz.
Entrate correnti al netto di eventuali contributi reoionali
B
D
E
F
40% di G
39% di G
38% di G
Per comuni inferiori a 5.000 abitanti
Se D>al 40% di
Sl
NO
Se D<=al 40% di
2.970.029,20
0,00
0.00
2.970.029,20
+
12.664.206,26
0.00
12.664.206,26
5.065.682,50
4.939.040,44
4.812.398,38
G
G
Per comuni da 5.000 a 29.999 abitanti
G
G
Se D>al 39% di
Se D<=al 39% di
Sl
NO
Per comuni oltre 29.999 abitanti
Sl
Se D>al 38% di
NO
Se D<=al 38% di
G
G
NO
Parametro 7
Debiti di finanziamento (C I passivo del c.to del Patrimonio)
Eventuali debiti di finanziamento assistiti da contribuzioni
Debiti di f nanziamento non assistiti
Entrate correnti (Accertato CO titoli l+ll+lll)
150% di D
12Oo/o di D
Risultato contabile positivo (Avanzo)
Sl
Se C>al 150% di
NO
Se C<=al 150% di
4.076.7 44,78
B
0.00
4.076.744,78
D
12.664.206,26
18.996.309,39
15.197.047 ,51
D
D
Risultato contabile negativo (Disavanzo)
Sl
Se C>al 120% di
lsè c<=al 12OoÀ
NO
D
diD
NO
Parametro 8
0,00
Consistenza debiti fuori bilancio 2011
Entrate correnti 2011
1% di B
ll
Consistenza debiti fuori bilancio 2012
Entrate correnti 2012
B
1%di B
Consistenza dèbiti fuori bilancio 2013
Entrate correnti 2013
1% di B
Sl
Se A>C per tutti
per
NO
i
3
anni
tutti
A<=C
Se
i3anni
10 .441 .7
I 1 ,35
104.417,'t'l
A
B
0,00
9.540.391,90
95.403,92
0,00
12
no
no
.664 .206 ,26
126.642,06
no
tarametro 9
\nticipazioni tesoreria non rimborsate
:ntrate correnti (Accertato CO titoli l+ll+lll)
NO
A
It
r%di B
;e A>C Sl
ìe A<=C NO
tarametro
PAdiB
A>C
A<=C
633.2r0,31
l0
Vanzo amm.ne esercizio prec. destinato alla salvaguardla
ìpese correnti (lmpegnato CO titolo l)
ìe
ìe
0,00
12.664.206,26
Sl
NO
NO
A
B
0,00
12.235.926,25
611.796,31
COMUNE di MASCALI
Provincia
di
Catania
Relazione dell'organo
di revisione
-
sulla proposta di deliberazione consiliare del
rendiconto della gestione 2013
-
sullo schema di rendiconto per l'esercizio
finanziario 2013
L'organo di revisione
Dott. Dl PAOLA ANTONINO
Verbole n. 12
Del O2/O7/?OI4
Comune di Mascali
ll Collegio dei Revisori
RELAZIONE SUL RENDICONTO 2013
Premesso che l'organo di revìsione ha:
-
esaminato lo schema di rendiconto dell'esercizio finanziario unitamente agli allegati di legge, e la
proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 2013;
-
rilevato che I'ente nel suo operato si è uniformato allo statuto ed al regolamento di contabilita;
visto il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali);
visto il D.P.R.31 gennaio 1996, n. 194;
visti i principi contabili per gli enti locali emanati dall'Osservatorio per la finanza e contabilità degli
ènti localit
-
visti i principi di vigilanza e controllo dell'organo di revisione degli enti locali approvati dal Consiglio
nazionale dei dottori commercialisti ed esoerti contabili:
Approva
l'allegata relazione sulla proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 2013 e sulla
schema di rendiconto per l'esercizio finanziario 2013 del Comune
integrante e sostanziale del presente verbale.
Li,0?t07t2014
di
Mascali che forma parte
Sommario
INTRODUZIONE
CONTO DEL BILANCIO
.
-
Veriîiche preliminari
Gesfiore finanziaria
Risultati della gestione
-
risultato della gestione di competenza
risultato di amministrazione
conciliazione dei risultati finanziari
Analisi del conto del bilancio
-
saldo di cassa
confronto tra previsioni iniziali e rendiconto
trend storico gestione di competenza
verifica del patto di stabilità interno
verifìca questionari sul bilancio 2011 da parte della Sezione Regionale di controllo
della Corte dei Conti
Analisi delle principalí poste
-
Entrate tributarie
Tassa per la raccolta dei rifiuti solidi urbani
Contributo per permesso di costruire
Trasferimento dallo Stato e da altri enti
Entrate extratributarie
Proventi dei servizi pubblici
Esternalizzazione dei servizi e rapporti con organismi partecipati
Sanzioni amministrative e pecuniarie per violazione codice della strada
Utilizzo plusvalenze
Proventi beni dell'ente
Spese correnti
Spese per il personale
Interessi passivi ed oneri finanziari diversi
Spese in conto capitale
Servizi per conto terzi
Indebitamento e gestione del debito
Utìlizzo di strumenti di finanza derivata
Contratti di leasing
Analisi della gestione dei residui
Analisi e valutazione dei debiti fuori bilancio
Tempestività pagamenti
Parametri di defi citarietà strutturale
PROSPETTO DI CONCILIAZIONE
coNTo EcoNoMtco
CONTO DEL PATRIMONIO
RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO
RENDICONTI DI SETTORE
IRREGOLARITA' NON SANATE, RILIEVI, CONSIDERAZIONI E PROPOSTE
CONCLUSIONI
INTRODUZIONE
ll sottoscritto revisore nominato con delibera n. 30 del 15/07/2013
ricevuta in data 1210612014la proposta di delibera consiliare e lo schema del rendiconto per I'esercizio
2013, approvati con delibera della giunta comunale n.87 del0210712014, completi di:
a) conto del bilancio di cui all'art. 228 f ue\
b) conto economico di cui all'art. 229 del Tuel:
c) conto del patrimonio di cui all'art.230 del Tuel ;
e corredati dai seguenti allegati disposti dalla legge e necessari per il controllo:
-
relazione dell'organo esecutivo al rendiconto della gestione di cui all'art 151 comma 6 del Tuel;
elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza di cui all'art. 227 comma 5,
fett. C del Tuel;determina n.410 det 16t0612014:
-
conto del tesoriere di cui all'art. 226 del Tueli
conto degli agenti contabìli interni ed esterni (art. 233 TUEL)
prospetto dei dati Siope
d.1.1 12108
-
e D.M.
231
e delle disponibilita liquide di cui all'art.77 quater, comma 11 det
1212009i
la tabella dei parametri di riscontro della situazione di deficitarieta strutturale (D.M. 18|OA2OB)
tabella dei parametri gestionali (indicatori îinanziari ed economici)
;
inventario generale, aggiornato alla data di chiusura dell'èsercizio in esame;
ultimi bilanci di esercizio approvati degli organismi partecipati (art. 230 comma 7 TUEL)
il prospetto di conciliazione con le unite carte di lavoro;
nota informativa contenente la verifica dei crediti e dei debiti recioroci tra ente locale e societa
parteóipate (art. 6 comma 4 D.L. N' 95/2012
-
;
)
prospetto delle spese di rappresentanza anno2013 (art. 16comma26D.L. 13812011\
nota informativa che evidenzia gli impègni sostenuti derivanti dai contratti di strumenti derivati
(art. 62 comma 81.133/08)
-
certificazione rispetto obìettivi anno 2013 del patto di stabilita interno;
ultimo bilancio approvato da parte degli organìsmi partecipati;
relazione trasmessa alla Corte dei Conti Sezione Controllo degli effettl del piano triennale di
contenimento delle spese (art. 2 commi da 594 a 599 L.244107).,
-
attestazione, rilasciata
dai
Responsabili
dei Servizi
dell'insussistenza
alla
chiusura
dell'esercizio di debiti fuori bilancio
-
visto il bilancio di previsione dell'esercizio 2013 con le relative delibere di
-Kè
é'ó":)"i
\a-^Èj
or,o!
rendiconto dell'esercizio 201 2;
viste le disposizioni del titolo lV del T.U.E.L
;
visto il d.p.r. n. 194/96:
visto l'articolo 239, comma 1 lettera d) del T.U.E.L
;
visto il regolamento di contabilita approvato con delibera dell'organo consiliare;
DATO ATTO CHE
I'ente, awalendosi della facolta di cui all'art. 232 del T.U.E.L., nell'anno 2013, ha adottato il seguente
sistema di contabilita:
1)
contabilità finanziaria: con il solo utilizzo del prospètto di conciliazione per la rappresentazione dei
valori nel conto economico e patrimoniale;
-
il rendiconto è stato compilato secondo i prìnóipi contabili deglì enti locali;
TENUTO CONTO CHE
.
durante I'esèrcizio le funzioni sono state svolte in ottemperanza alle competenze contenute nell'art.
239 del T.U.E.L avvalendosi per il controllo di regolarità amminiskativa e contabile di tecniche
motivate di camDionamènto:
.
che il controllo contabile è stato svolto in assoluta indipendenza soggettiva ed oggettiva nei
confronti delle persone che determinano gli atti e le operazioni dell'ente;
RIPORTA
i risultati dell'analisi e le attestazioni sul rendiconto per l'esercizio 2013.
CONTO DEL BIANCIO
Verifiche preliminari
L'organo di revisione, sulla base di tecniche motivate di campionamento, ha verificato:
-
la regolarita delle procedure per la contabilizzazione delle entrate e delle spese in conformità
alle disposizioni di legge e regolamentari;
-
la corrispondenza tra i dati riportati nel conto del bilancio con quelli risultanti dalle scritture
contabili;
-
il rispetto del principio della competenza finanziaria nella rilevazione degli accertamenti e degli
ìmpegni;
-
la corretta rappresentazione del conto del bilancio nei riepiloghi e nei risulteti di cassa e di
competenza finanziaria:
-
la corrispondenza tra le entrate a destinazione specifica e gli impegni di spesa assunti in base
alle relative disposizioni di legge;
-
l'equivalenza tra gli accertamenti di entrata e gli impegni di spesa dei capitoli relativi ai seNizi
per conto
-
tezi;
il rispetto dei limiti di indebitamento e del divieto di indebitarsi per spese diverse da quelle di
investimento;
-
il rispetto del pafto di stabilità;
il rispetto del contenimento e riduzione del spese del personale e dei vincoli assunzionali;
il rispetto dei vincoli di spesa di cui all'art. 6 det D.L. 78/2010;
i rapporti di credito/debito al3111212013 con le società partecipate;
che I'ente ha riconosciuto debiti fuori bilancio per € 830.032,78 e che detti atti sono stati
trasmessi alla competente Procura della Sezione Regionale della Corte dei Conti ai sensi
dell'art. 23, comma 5, della legge 289/2002;
-
I'adempimento degli obbtighi fiscali retativi a: l.V.A., t.R.A.p., sostituti d,imposta:
che i responsabili dei servizi hanno proweduto ad effettuare il riaccertamento dei residui.
L'Organo di revisione, durante l'esercizio 20i3, ha espletato, mediante controlli a campione,
tutte le funzioni obbligatorie previste dall'art.239, del Tuel, redigendo appositi verbali.
-
L'Organo di revisione, nel corso dell'esercizio, ha proweduto, anche con controlli a cam
a verificare che I'attiviÈ di accertamento dèlle singole entrate sia stata effettuata
tempi e nei modi previsti;
.
a monitorare I'andamento complessivo delle èntrate, al fine di tenere sotto controllo gli equilibri
gene[ali del bilancio, che potevano risultare compromessi in presenza di entrate tendenzialmente
inferiori a quanto previsto inizialmente.
Anche per quanto riguarda le spese, l'Organo di revisione ha verifìcato che le stesse siano state
etfettuate sulla base dell'esistenza di un idoneo impegno contabile, registrato sul competente
interuento o capitolo del bilancio di previsione, a seguito di obbligazione giuridicamente perfezionata
dopo aver determinato la somma da pagare, il soggetto creditore e la ragione del credito.
In particolare, è stato verificato:
.
.
che non sono stati assunti 'impegni di massima';
che l'andamento delle singoli voci della spesa è stata in linea con le relative previsioni, di modo
che sono stati tenuti sotto controllo gli equilibri generali del bilancio.
Gesúione Finanziaria
L'organo di revisione, in riferimento alla gestione finanziaria, rileva e attesta che:
- risultano emessi n. 3.790 reversali e n. 1.965 mandatì;
- i mandati di pagamento risultano emessÌ in foza di prowedimenti esecutivi e sono
regolarmente estinti;
-
il ricorso all'anticipazione di tesoreria è stato effettuato nei limiti previsti dall'aft.222 del TUEL;
gli utilizzi, in termini di cassa, di entrate aventi specifica destinazione per il finanziamento di
spese correnti sono stati etfettuati nel rispetto di quanto previsto dall'articolo 195 del T.U.E.L. e
al 31 .12.2012 (isultano totalmenfe reintegrati;
-
ìl ricorso all'indebitamento è stato effettuato nel rispetto dell'art. '119 della Costituzione e degli
arÎicoli 203 e 204 del d,lgs 267100, rispettando i limitl di cul al primo del citato articolo 204;
-
gli agenti contabili, in attuazione degli articoli 226 e 233 del T.U.E.L., hanno reso il conto della
loro gestione entro il 30 gennaio 2014, allegando idocumenti previsti;
-
| pagamenti e le riscossioni, sia in conto competenza che in conto residui, coincidono con il
conto del tesoriere dell'ente, reso entro il 30 gennaio 2014 e si compendiano nel seguente
riepilogo:
Risu ltati della gestione
a) Saldo di cassa
f
l
safdo di cassa al31h212013 risulta così determinato:
ln conto
RESIDUT
I
COMPETENZA
Fondo di cassa al 1 gennaio 2012
1.021.409,91
Riscossioni
4.692.774,39
Pagamenti
2.873.542,'t5
Fondo di cassa al
3l dicembre
Totale
9.r 78.359,09
10.879.577,07
2012
13.871.133,48
13.753.119,22
'1.139.424.17
Pagamenti per azioni esecutive non regolarizzate al 31 dicembre
Differenza
1.139.424,17
La situazione di cassa dell'Ente al 31.12 degli ultimi tre esercizi, è la seguente:
Saldo Cassa
Anticipazioni
Anticipazioni
Liquidita
Cassa
DD.PP
Giorni di utilizzo
dell'anticipazione
al31.12
Anno
2011
2.3r',6.719,41
0,00
0,00
0
Anno
1.021409,91
0,00
0,00
0
1.139.424,17
0,00
0,00
2012
Anno
2013
Concotdanza con la tesoteria unica
ll fondo di cassa al 31.12.2013 corrisponde al saldo presso la Tesoreria Unica (desunto dall'apposito
modello Bankit), come dal seguente prospefto di conciliazione:
Fondo di cassa al 31 dicembre 2013
Euro
DisponibilìtàL oresso la Banca d'Italia
1.139.424,17
1.135.424,17
Differenza dovuta alla conciliazione che viene effettuata
Euro
0
entro tre giorni successivi
Tempestività dei pagamenti
L'art.9, comma 1, lett. a), del Dl. n.78/09, convertito con modifìcazioni nella Legge n. 102/09, na
previsto una serie di adempimenti rivolti ad agevolare pagamenti celeri a favore delle imprese.
Più nel dettaglio, quattro sono le procedure da attivare a cura dell'Ente Locale in attuazione della
Direttiva 2000/35/CE Parlamento europeo e Consiglio 29 giugno 2000, relativa alla lotta contro iritardi
di pagamento nelle transazioni commercialj, recepita con il DIgs. n. 231i02:
1) l'adozione, entro il 31 dicembre 2011, senza nuovi o maggiori oneri, delle "opportune misure
organizzative" per garantire il tempestivo pagamento delle somme dovute per somministrazioni,
forniture ed appalti, da pubblicare sul sito internèt dell'Amministrazione;
2) I'obbligo di "accertamento preventivo", a cura del funzionario che adotta
provvedimenti che
comportano impegni di spesa, della compatibilità del programma dei conseguenti pagamenti con
i
relativi stanzìamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica, con riconoscimento della connessa
responsabilità disciplinare ed amministrativa ìn caso di violazione di legge,
3) l'adozione, da parte dell'Amministrazione locale, delle "opportune lniziative, anche di tlpo contabile,
amministrativo
o contrattuale, per evitare la
formazione
di debiti pregressi", nel caso in cui lo
stanziamento di bilancjo, per ragioni soprawenute, non consenta dj far fronte all'obbligo contrattuale;
4) lo svolgimento dell'attività di "analisi e rèvisione delle procedure di spesa e dell'allocazione delle
relative risorse in bilancio prevista per i Ministeri dall'art. 9, comma 1-ter, del Decretolegge n. 185 del
2008'', con l'obiettivo di ottimizzare I'utilizzo delle risorse ed evitare la formazione di nuove situazioni
debitorie (adempimento questo da cui sono escluse le Regioni e le Province autonome, per le quali la
presente disposizione costituisce principio fondamentale di coordinamento della finanza pubblica),
icui
risultati saranno illustrati in appositi rapporti redattl in conformità con quanto stabilito dal comma 1quater del citato art. 9, e per gli Enti Locali allegati alle relazioni previste nell'art. 1, commi 166 e 170,
della Legge n. 266/05 (questionari del "controllo collaborativo" compilati ed inviati alla Sezione
regionale del controllo della Corte dei conti da parte del Collegio dei revisori).
10
b) Risultato della qestione di competenza
ll risultato della gestione di competenza presenta un avanzo di Euro 528.173'07
come risulta dai seguenti elementi:
così dettagliati:
Riscossioni
Pagamenti
Differenza
Residui attivi
Residui passivi
Differenza
óGîfiiiizo
di
cornpete-a
..
.. ..
......
....
(l
9.178.359,09
l:)
10.879.577,07
tAl
-1.701.217,98
(+)
6.093.399,57
.J-)
3.864.008,52
lPl-
2.22.9.391,O5
tN - tBl
52A17?,O7
di gesttone di competenza 2013'
La suddivisione tra gesuone corrente ed in c/capitale del risultato
integratacon|aquotadiavanzode||,esercizioprecedenteapp|icataa|bi|ancio,è|aseguente:
1'l
Entrate titolo
I
Entrate titolo U
Entrate titolo UI
(l)
Spese titolo
(c)
Rimborso prestiti pafte del titolo
(D)
Differenza di parte corrente (A-B-C)
,.r
Utilizzo avanzo di amministrazione applicato
alla spesa corrente( debiti fuorl bilancio)
I
IlI
x
4.462.200,O0
4
4.446.858.48
1.352.390,00
3.229.289,OL
8.151.963,46
2.792.221,67
1.717.027,67
L
11.568.674,01
8.928.759,54
Lr2.774,47
168,623,39
164,486,00
720.000,00
373,r30,57
445.737,25
.594 .07s ,22
.720 .02L ,r3
12.235 .926 25
Entrate diverse destinate a spese correnti di
tFì cui:
-contributo p€r p€rnessi di costruire
-plusvalenze da alienazione di beni
patrimoniali
- altre entrate cassa depositi e prestiti x paq dehiti
..,
(s,
Entrate correnti destinate a spese di
tnvesÚmento ol aur:
al37ll2l2'l?
.:
744.a64,16
.olool
J
-
-proventi da sanzioni per violazioni al codice
della strada
- altre entrate (specificare)
acquisto automezzo
1xy
Entrate diverse utilizzate per rimborso quote
::::
Saldo di paÉé corrente (D+E+F-G+H)
Entrate titolo IV
(r{)
(x)
(o)
(P)
(Q)
2.657.540,00
V xx
Edrate titolo
Totale titoli (Iv+v)
Spese titolo II
differenza di paɀ
capitale(M-N)
867.370,34
ry
935.927,84
7 44.464,16
178.240,O0
2.115.780,00
471.9r9,21
671.s48,78
72O.OOO,OO
395.451,13
r.oo9-243,22
Entrate correnti dest,ad.invest. (G)
Utilizzo avanzo di amministrazione applicato
alla spesa in conto capitale Ieventuale]
i
l-. -,''-i[,.,"--'
200.000,00
t 't^
E'stata verificata l'esatta corrispondenza tra le entrate a destinazione specifica o vincolata e le relative
spese impegnate in conformità alle disposizioni di legge come si desume dal seguente prospetto:
Enaale accertate
Spese irnpegrrafe
Per contributi dalla Regione perl. 328
Progetb Social Family Card
Conùibuti Regionali Alloggi in locazione
Per contributi in dcapible dalla Regione piu'europa
Per contributi in c/capitale dalla Provincia
Per contributi da altri enti
TA.V
Per rnon etizzazi one aree Sandard
Per proventi alienaione alloggi e.r.p.
Per entata da escavalone e cave Der reqJpero ambientale
Per sanzioni amm iniSrative pubblicita
Per irnpoda pubblicft
A
sugli ascensori
Per sanz. Ammin. codice della strada(parte vincolata)
108,207 .57
66,316.54
Per contributiin conto caDitale
123,479.44
123,479.44
Per contributi c/imDianti
Per mutui
13
c) Risultato di amministrazione
ll
risultato d'amministrazione dell'esercizio 2013, presenta un avanzo
di Euro 3.983.71 1,58. come
risulta dai seguenti elementi:
ln conto
Fondo di cassa al
1
' gennaio 2013
1.O21.409,91
RtscosstoNl
4.692.774,39
LI78.359,09
PAGAMENTI
2.873.U2,15
10.879.577,O7
Fondo
Totale
COMPETENZA
RESIOU I
d
cassa al
3l dicembrc
1
1
al3l
3,,+8
.139.424.17
dicenìbre
Ditfe rcnza
1.139.424,'t7
RESIDUIATTIVI
7.46'3.323,57
6.093.399,57
RESIDUI PASSIVI
7.593.291,37
3.
Diffe
.1 3
13.753.',t1922
2013
PAGAMENTI per azioni esecuti\re non regolarizzate
3.8 71
13.556.723,14
1r.457.299,89
864. 008, 52
enza
2.O99.423,25
Avarzo (+) o Disavanzo di Amministazione (-) al
3l dcembre
2013
3.238.U7.42
Fondivincolati
Suddivisione
dell'avanzo (disavanzo)
di amministrazione complessivo
Fondi per finanzianìento spese in conto
capitale
'L 179,50
Fondo svalutazione crediti
Fondi non vincolati
3.237.667,
L'avanzo di amministrazione per I'esercizio finanziario 2013 è vincolato per €. 1.179,50 per il
fondo svalutazione crediti istituito con D.L.95/2012 convertito con legge 135/2012
La restante parte dell'avanzo è applicabile solo se si rispettano
174t2012.
i
criteri previsti dal
D.L.
ll risultato di amministrazionè negli ultimi tre esercizi è stato il seguente:
2011 12012
Fondi vincolati
2.530.437,87
Fondi per finanziamento spese in c/caDitale
200.000,00
Fondo svalutazione crediti
62E.004,93
237.377,62
2.500.000,00
'1.179,50
570.208,58
500.000,00
3.237.667 ,92
3.300.646.45
3.865.382,s5
3.238.U7.42
Fondi non vincolati
TOTALE
12013
Trend Storico dell'Avanzo di
Amministrazione
4.000.000,00
3.900.000,00
3.800.000,00
3.700.000,00
3.600.000,00
3.500.000,00
3.400.000,00
3.300.000,00
r
Trend Storico dell,l
Amministrazione
3.200.000,00
3.100.000 00
3.000.000 00
2.900.00q00
20!L
15
2012
d) Conciliazione dei risultati finanziari
La conciliazione tra il risultato della gestione di competenza e il risultato di amministrazione scaîunsce
dai seguenti elementi:
ú
Tddesffiid
qrnderza
15271.7ú,ú
[email protected]
sArm cEsncf€ € /PEtEIg{
Tdde inpegri d
14743584S
5^173lJ/
to
Analisi del conto del bilancio
a) Confronto tra previsioni iniziali e rendiconto
Én?rate
nt.'lol
Prcvlsîone.toiínldva
lnlzlale
lEnralolnburario
:rLat€ da traBt [email protected]
Enùet€ da soryiui P€r @nro
2013
8.858.824,77
3.578376,56
La12.469,64
1.340.390,59
Lasa.a]4t11
3.244.864,\5
2013
8.151.963,46
2.792.221,67
3.57E.876,56
!.a72.469,64
1,720.O2\,11
4!.q!1É!
786.654,99
152.444,51
1Y!!9:!2
3.244.864,16
1.519.285,65
1.5r9!!!:!q
[email protected]
se!!?!;q
20.414.711,44
2o.4ra.7tL4a
t9,271.7t4.66
s.1,42.952,42
1.340.390,!a
Prevtslon. delnittva
Spes€
R-
935.927,a4
744.A64,16
rmini6lr€zione sPPlic€to
.ÍOTALE
Olllerenze P.l. e
|
"-::',X "
Scostart.
a%
22%
a%
71%
39%
dDtv/o1
Dlîfercnza P.l. e R.
zsrl
Scoslam.
1a%
43%
73%
Éntr.te 2013
39%
,[email protected]@,o r--
30%
I
ffi
=tf-
Spese 2013
'17
ll
Collegio constata che
lo scostamento fra le previsioni (iniziali e definitive) e le risultanze
del
ientra nella normale fisiologia della gestione di bilancio di un Ente locale; nel contempo si
osserya che, per non privare il bilancio di significato, è necessario per il futuro, in particolare per le
rendiconto
spese in conto capitale, che:
a) in sede di redazione del bilancio di previsione l'Ente tenga maggiormente conto della propria
effettiva capacita finanziaria, sulla base delle dinamiche dei precedenti esercizi e delle azioni
concretamente attuabili;
b) la
programmazione degli interventi
sia effettivamente relazionata alle possibilita concrete
finanziamento dell'Ente, combinato con la propria capacità operativa della struitura interna;
18
di
b) Trend storico della gestione di competenza
Entrate
Tiúob
I
Entrate iributarie
1
.591
,22
E.151.963,46
cofîenl
4.446.858,48
3
.229 .289 ,01
2.792.221,67
1
.7 17 .027
1
Iifìeb
lll
Entrate extratributarie
1.352.390,00
Iifitb
/y
Entrate da trasf. c/caDitale
2.657 .540 ,OO
Y
Iiicb y/
Iifob
2013
4.462.200,OO
Entrate da conùibuti e trasferimenti
Titob
2012
2011
Entrate da
preliti
Entrate da servizi Der
cy'
terzi
Spese
I
Spese conenti
Titob
ll
Iifob
Iifob
,67
E67.370,34
1.732.556,13
14 .829 .7 84
,61
2011
.7 20 .021 ,1
3
935.S27,E4
178.240,O0
Totale Entmte
Titob
.O7 5
744.864,16
1.265.682,33
1 1
.67
3
.444 ,57
2012
926.760,40
'1
5.271.758,66
m13
11.568.674,01
8.928.759,54
Spese in dcapilale
2.I 15.780,00
471.9't9,21
671.548,78
//
Rimborso di Drestiti
112.774,47
'168.623,39
90s.350,16
/V
Spese per servizi perc/terzi
1.732.556,13
1.265.683,33
926.760,40
fofale Spese
.7 84 ,61
10.834.9 85,47
Avanzo di competenza (A)
-700.000,00
838.,r59,10
Avanzo di amministrazione applicato (B)
700.000,00
500.000,00
Saldo (A) +/- (B)
15
.529
r.33E.459,r 0
1
'|
2.235 .926 ,2 5
4.743.585,59
628.r73,07
628-173,07
16.000.000,00
14.000.000,00
12.000.000,00
10.000.000,00
8.000.000,00
r
Spese
L'avanzo di competenza presenta un saldo positivo pari a€528.173,07 euro.
L'Amministrazione programma bene ma deve poi scontare una difficoltà di riscossio/.,e delte poste di
propria competenza di pafte corrente con anzianità superiore ai due anni laddove la componente della
spesa correnfe è rigida e non lascia spazio ad ampi marginì di manovra in termini restrittivi. Tale
situazione comporta un rischio di depauperamento delle disponibilità finanziarie delt'Amministrazione e
quindi una ancor minore capacità di poter far fronte con puntuatità alle obbtigazioni contraftuati
(pagamenti di forniture e servizi indispensabili).
b) Verifica del patto di stabilità interno 2013
L'Organo di revisione,
vista la normativa vigente in materia di Patto di stabilita interno Der l,esercizio ZOj3.
ricorda che a partire dal 2013 sono soggetti al Patto di stabilità interno anche icomuni con oiù d
1.000 abitanti;
ricorda che gli Enti soggetti
al Patto di stabilita devono conseguire un saldo
fÌnanziario d
competenza mista, pari alla spesa corrente media degli anni 200712009, desunta dai certific€ti a,
Conto consuntivo, moltiplicata per la percentuale prevista per I'anno 2013, che per le province è
del 19,61%, per icomuni oltre 5.000 abitanti det 15,6% e per i comuni tra 1.001 e s.000 abitanti
del12,81%, ed, inoltre, diminuito di un importo pari alla riduzione dei trasferimenti erariali di cui all'
aft.14, comma2, del Dl. 78/10;
che sono confermate anche per il 2013le disposizioni in materia di 'Patto regionalizzato verticale
ed orizzontale" g|azie alle quali le province e icomuni soggetti al patto possono beneficiare dl
maggiori spazi finanziari ceduti, rispettivamente, dalla regione di appartenenza e dagli altri Ent'
Locali:
fa presente che la Circolare Rgs. 7 febbraio 2013, n. 5, chiarisce che il Fondo svalutazione crediti
cafcolato secondo quanto disposto dall'art. 6, comma 17, del Dl. n. 95112, e le anticipazionì
ricevute dagli Enti a valere sul Fondo di rotazione ex art. 243-ter, del Tuel, non rilevano ai fini del
Pafto interno dt stabilita;
evidenzia che dal saldo finanziario di competenza mista devono essere escluse tutte le voc
tassativamente previste dalla normativa vigente;
softolinea che I'art. 31, comma 23, della Legge di stabjlità 2012 stabilisce che gti Enti Locati istituiti
a decorrere dall'anno 2009 sono soggetti alla dìsciplina del Patto di stabilità interno dal
tezo anno
successivo a quello della loro istituzionel;
ai fini della verifica del rispetto degli obiettivi
del patto di stabilità interno, ciascuno degli Enti con
più di 1.000 abitanti è tenuto a inviare entro il termine perentorio del g1 marzo 2014, al Ministero
dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento della Ragioneria generale dello stato, una
certificazione del saldo finanziario in termini di competenza mista conseguito nell'anno 2013,
firmata digitalmente, dal rappresentante legale, dal responsabile del servizio finanziario e
dall'Organo
di
revisione economico-fìnanziaria.
Inoltre in base a quanto disposto dall'art. 31, comma 19, della Legge n. 183/11, è previsto anche
un monitoraggio semestrale sul rispetto del Patto di stabilità interno che deve essere comunicato
in via telematica entro il 31 del mese successivo al semèstre di riferimento2.
In entrambi
icasi di cui sopra, l'Ente che non trasmette la certificazione nei tempi previsti dalla
legge è ritenuto inadempiente al patto di stabilita interno;
>
in base a quanto disposto dell'art. 1, del Dl. n. 35/13, che prevede I'esclusione dal saldo rilevante
ai fini della verifica del Patto di stabilità interno dei pagamenti sostenuti nel corso del 2013 per
estinguere i debiti di parte capitale certi liquidi ed esigibili alla data del 31 dicembre 2012 e per
quelii per iquali sia stata emessa fattura o richiesta di equivalente pagamento entro il predetto
termine, l'Organo di revisione deve segnalare se senza giustificato motivo,
i
responsabili dei
servizi interessati non abbiano richiesto gli spazi per effettuare i pagamenti di cui sopra owero
non abbiano effeftuato entro l'esercizio finanziario 2013 pagamenti per almeno il 90% degli spazi
concèssi;
Ai fini di rappresentare una visione complessiva dell'andamènto della gestione dell'Ente Locale nei
riguardi delle norme sul Patto di stabilita, indicare se nei seguenti anni l'Ente ha rispettato o meno gli
obiettivi oer esso stabiliti:
2009
cl
20'to
SI
20't1
SI
2012
SI
2013
SI
21
Riepilogo dei dati del Patto di Stabilita anno 2013
Competenza
mista
accertamenti titoli l.ll e lll
impegnititolo I
riscossionititolo lV
pqgamentititolo ll
Saldo finanziario 2010 di competenza mista
O bi ettivo p rogram mati co 201 2
diff.za tra risultato obiettivo e saldo finanziario
Rispetto del Vincolo del Patto
13.746.00
12,569.00
754.00
121.00
1,177.00
857.00
320.00
RISPETTATO
da atto
-
che l'Ente ha proweduto a trasmette[e via web gli obiettivi programmatici annuali e semestrali del
Patto di stabilità interno nel rispetto dei terminii
-
che, in deta 3110312014, il Responsabile del Servizio Finanziario ha certificato che I'Ente, in ordine
alle disposizioni riguardanti il Patto di stabilita interno per Province e Comuni ha rispettato/non na
rispettato l'obièttivo dell'anno 201 3;
22
Analisi delle principali poste
a) Entrate Tributarie
Le entrate tributarie accertate nell'anno 2013, presentano i seguenti scostamenti rispetto alla previsioni
iniziali ed a quelle accertate nell'anno 2012:
Rendiconto
Rendiconto
2011
2012
Previsioni
iniziali
)o11
Rendiconto
2013
Categoúa I - Imposte
t.c.t.
-
LM.u. ANNO 2013
.C.1. p€r liquid.accert.anni preqessi
Addizionale IRPEF
1.650,000,00
2.0'18.000,00
3.509.000,00
3.959.000,00
750.000,00
66,577,00
240.000,00
250.000,00
630.000,00
9.733,00
12.000,00
12.000,00
630.000,00
Compartecipaz ione IRPEF
Compartecipazione IVA
lmposta sulla pubblicità
Altre imposte
400000
Totale categoda I
4.341,95
'!28.000,00
2.366.310,00
2.280.000,00
4.901.000,00
4.721.Ul,95
1.851.622,00
L925.000,00
2.560.573,00
3,010.573,00
80.000,00
'100.000,00
67.601,44
Categoúa II - Tasse
Tassa rifuti solidi urbani
TOSAP
78.083,00
Tasse per liquid/ accertamento anni
oreoressl
1.'132.681,00
AÌtre tasse
Totale categoia
ll
1.929.705,00
2.005.000,00
3.793.254,00
3.078.174,44
Categoia I - Tibuti speciali
Diritti sulle pubbliche affissioni
196,30
Entrate da fondo sperimentale di riequilibno
Altri trìbuti propri
Totala categoia
Totale entate
lll
tibutaúe
352.251,00
352.250,77
1.748,00
2.800,00
2.000,00
1.748,00
2.800,00
354.251,00
352.447,07
4.297.763,00
1.287.800,00
9.U8.505,00
8.151 .963,46
5.000.000,00
4.500.000,00
4.000.000,00
3.s00.000,00
3.000.000,00
a lmposte
2,500.000,00
2.000.000,00
1.500.000,00
:
Tributi speciali
lmposta municipale propria
- lmu
L'Organo di revisione ricorda le principali novita che sono state approvate nel corso del 2013 in materia
di lmposta municipale propria.
In proposito, si segnala che:
1)
I'art. 10, comma 4, lett. a), del Dl. n. 35/13, ha modificato il termine per la presentazione della
Dichiarazione lmu, precedentèmente stabilito a data variabile (90 giorni dall'inizio del possesso),
fissandolo ora ad una data fissa, 30 giugno dell'anno successivo
a quello in cui il
possesso
dell'immobile ha avuto inizio.
l'art. 1, del Dl. n. 102113, ha definitivamente abolito la prima rata lmu 2013 con rifeÍmento a
determinate tipologie di immobili prevedendo un contributo compensativo da erogare agli enti entro il
30 settembre 2013;
sia più dovuta, per I'anno 2013, la seconda rata
con riferimento a tipologie immobiliari che non corrispondono
l'art. 1, del Dl. n. 133/13, ha previsto che non
dell'lmposta municipale propria,
esattamente
a quelli esentati dalla prima rata, prevedendo anche in questo caso un
contributo
compensativo del minor gettito. In deroga all'art. 175, del Tuel, i Comuni beneficiari del trasferimento
compensativo sono autotizzati ad apportare le necessarie variazioni di bilancio entro il 15 dicemore
2013:
il comma 5, del suddetto art. 1, detìnisce la cosiddetta "mini lmu" come differenza tra l'ammontare
dell'imposta municipale propria risultante dall'applicazione dell'aliquota e della detrazione per ciascuna
tipologia di immobile deliberate
o confermate dal Comune per I'anno 2013 e, se inferiore, quello
risultante dall'applicazione dell'aliquota e della detrazione di base previste dalle norme statali per
ciascuna tipologia di immobile prevedendone il versamento a carico del contribuente, in misura pari al
40% entro il 24 gennaio 2014;
non sono applicate sanzioni
ed
interessì nel caso di insufficiente versamento della seconda rata
dell'imposta municipale propria qualora la differenza sia versata entro
il termine del 24 gennaio 2014.
Addizionale Gomunale lrpef
L'Organo di revisione
:
ricordato che con la sostituzione dell'art.1, comma 3, del D.Lgs. n. 360/98, disposta dal c/jmma i42,
dell'art. 1 della Legge n. 296/06, i Comuni, con apposito regolamento, possono stabilire I'aliquota
dell'Addizionale comunale all'lrpef fino allo 0,8% e prevedere una "soglia di esenzione" in ragione del
reddito oosseduto:
softolineato, inoltre, che l'efficacia della variazione decorre dalla pubblicazione della Deliberazione sul
sito www.finanze.it del Mef e che il domicilio fìscale con il quale si individua sia il Comune che l'aliquota
è quello alla data del 1'gennaio dell'anno cui si riferisce l'Addizionale stessa;
fatto presente che
ai fini
della determinazione dell'acconto, I'aliquota
di
compartecipazione
all'Addizionale provinciale e comunale all'lrpef e la soglia di esenzione (commi 3 e 3-bis, dell'ari.
Dlgs. n. 360/98) sono assunte nella misura vigente nell'anno precedente, salvo che la
della Delibera sia effettuata entro il 20 dicembre precedente l'anno di riferimento;
i
Comuni possono stabilire aliquote dell'Addizionale comunale all'lrpef
'utilizzando esclusivamente gli stessi scaglioni di reddito stabiliti, ai fini dell'imposta sul reddito dellè
considerato, inoltre, che
persone fisiche, dalla legge statale, nel rispetto del principio di progressivita";
tenuto conto che negli anni pregressi I'entrata in oggetto ha avuto il seguente andamento:
Anno 2010
Anno 2011
Anno 2012
Anno 2013
Aliquota 0,30 %
Aliquota 0,30 %
Aliquota 0,30 %
Aliquota 0,80 %
(dati
definitivi (dati
definitivi (dati
definitivi
comunicati dal comunicati dal comunicati dal
Ministero)
Ministero)
Euto 240.000
(previsione assestata)
Ministero)
Euro 240.000
Euro 250.000
Euro 630.000
Compartecipazione al gettito I.R.P.E,F.
Come gia evidenziato nel parere al Bilancio di previsione il D.Lgs
n' 23 del 1410312011 sul federalismo
fiscale municipale entrato in vigore il 7 aprile 2011 ha soppresso, gia con decorrenza dall'anno 2011,la
compartecipazione IRPEF dello 0,75% con Ia devoluzione ai comuni di nuove entrate
Recupero evasione tdbutaria
In merito all'attivita di controllo delle dichiarazioni e dei versamenti I'orqano di revisione rileva che le
entrate derivanti da tale tipologia sono le seguenti:
Previste
Accertab
Riscosse
RedDero evasione Ici
750,000.00
450,000.00
105,582.35
Reopero evasione Tarsu
815,000.00
578,000.00
1'13,849.00
Reqrpero evasione altri tribuli
c) TARES/T|A/TARSU
L'Organo di revisione ricorda:
che dal 1'gennaio 2013 è istituito il Tributo comunale sui rifiuti e suì servizi, a copertura dei óosti del
servlzio di gestione dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti assimilati awiati allo smaltimento, svolto in regime
di privativa dai Comuni, e dei costi dei servizi indivisibili dei Comuni stessi;
che soggefto aftivo dell'obbligazione t[ibutaria è il Comune nel cui territorio insiste la superficie degli
immobili assoggettabili al tributo e che il Tributo è dovuto da chiunque possieda, occupi o detenga a
qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani; in caso
di utilizzi temporanei di durata non supèriore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare. la
î::'t'':'ìr
dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso,
.
f\ ol
\ù-É+.:
..::
r,Éì;\ o ,'
?'- ''r^v
';
:
supentc|e;
che la Tares deve pagarsi per anno solare sulla superficie calpestabile dell'immobile e sulla base della
destinazione dello stesso;
che nella determinazione della superfìcie assoggettabile al tributo non si tiene conto di quella parte di
essa ove si formano di regola rifiuti speciali, a condizione che il produttore ne dimostri l'avvenuto
trattamento in conformita alla normativa vigente;
che la tariffa è composta da una quota determinata in relazione alle componenti essenziali del costo
del servizio, riferite in particolare agli investimenti per le opere ed ai relativi ammortamenti, e da una
quota rapportata alle quantita di rifluti conferiti, al servizio fornito e all'entità dei costi di gestione, in
modo che sia assicurata la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio. Per I'anno 2013
è stata riconosciuta la possibilità ai Comuni di determinare icosti del servizio e la Taritfa sulla base dei
principi e dei criteri previsti per il prelievo sui rifiuti in vigore nell'anno 2012, tatta salva I'applicazione
della maggiorazione standard. In caso di vigenza, per l'anno di 2012, di Tarsu e di determinazione del
costo del servizio e della Tariffa 2013 sulla base dei relativi criteri
e principi, la parte di costo non
coperta dai proventi derivanti dal Tassa deve essere finanziata con il ricorso a risorse derivanti dalla
fiscalità generale del Comune;
che è stata riconosciuta la possibilità, per il Comune, di prevedere ulteriori riduzioni ed esenzioni
rispetto a quelle espressamente previste dalla norma e che la relativa copertura può essere assicurata
attraverso il ricorso a risorse diverse dai proventi del Tributo, nel limite del 7% del costo del servizio;
che i Comuni che hanno îealizzalo sistemi di misurazione puntuale della quantita di rifiutì conferiti al
servizio pubblico possono, con regolamento, possono prevedere l'applicazione di una tariffa avente
natura corrispettiva, in luogo della Tares;
ll conto economico dell'esercizio 2013 del servizio raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani
presente i seguenti elementi:
-
da tassa
da addizionale
da raccolta differenziata
altri ricavi
Totale ricavi
- raccoltia rifiuti solidi urbani
- raccoltia differenziata
- trasporto e smaltimento
- altri costi
2.432.573,34
128.000,00
e
assimilati
894.689,64
849.529,38
408.494,72
407.859,60
Totale costi
Percentuale di
2
100,00%
La movimentazione delle somme rimaste a residuo per tassa per la raccolta rifiuti solidi urbani è stata
le seguente:
Residui attivi al 1/1/2013
3.617.280,14
Residui riscossi nel 2013
1.196.188,31
Residui eliminati
328.308,95
Residui al 3111212013
2.092.782,88
c) Contributi per permesso di costruire
Gli accertamenti negli ultimi tre esercizi hanno subito la seguente evoluzione
Accertamento 201
1
Accertamento 2012
Accertamento 2013
720.000,00
373.130,57
445.737.25
d) Trasferimenti dallo Stato e da altri Enti
L'accertamento delle entrate per trasferimenti presenta il seguente andamento:
201
onfibut
e
ontibut
e trasferimenti correnti
Confibuli
e
trasJeriment conenti dello Stab
della Reaione
trasferirnenti della Regione per funz.
n13
t ,8 00,4 30.
45
1,311,982.70
,9 86 ,B 28.
38
1,170,524.81
1,317,076.4S
751,441.24
727,178.11
717,804.01
76,145.79
19,603.39
26,513.53
4614,8i15 85
3,2A,?85.01
1
Delegab
2012
1
7
n,827.64
Conb. e trasf. da parte di org. Comunitari e
intemaz.li
Conú. e trasf. conenti da altrienti del settore
Dubblico
Totale
27
2,7
92,2,1.67
e) Entrate Extratributarie
La entrate extratributarie accertate nell'anno 2013, presentano i seguenti scostamenti rispetto alla
previsioni inìziali ed a quelle accertate nell'anno 2012:
Rendiconto
2012
Servizi pubUici
InteÉssi su anticio.ni e ctedili
[email protected]
2013
D fercnza
8,5't1 .3€
1,771,4€,9.64
1,672,137.69
20,310.0c
20,m0.0c
4,654.73
'|
1,649.4'1
I,000.0c
3,832.37
-2,832.37
22 6,556.9C
80,000.0c
39,3S.34
40,603.66
1,717,0n.67
1,872,/t59.6,{
N,021.13
,15444€.61
1 ,46
Pfoverf i dei béri ddlbnte
Previsioní iniziali
2013
99,33'1.95
5,345.27
Utili rìetli delle aziende
Proventidivelsi
Totale
entrab èxùatributarle
1,f
f) Proventi dei servizi pubblici
Si attesta che I'ente non essendo in dissesto fìnanziario, ne strutturalmente deficitario in quanto non
supera oltre la metà dei parametri obiettivi defìniti dal decreto del Mìnistero dell'lnterno del241912009,
ed avendo presentato il certificato del rendiconto 2011 entro itermini di legge, non ha I'obbligo di
assicurare per I'anno 2013, la copertura minima dei costi dei servizi a domanda individuale, acquedofto
e smaltimento rifiuti.
La tabella seguente evidenzia che l'Ente non realizza alcun servizio a domanda individuale, individuale,
servizi indispensabili e servizi diversi:
Seruizi a doman& individuale
%
Prcvqtì
@sd
Sardo
dl
cqeriura
,@llzzab
Aslo nido
lmpiantisDortivi
M en
se s col6t b he
%
dì colprtu'a
prevls'a
#DV/0!
#DV/0!
#tlv/0!
ó""
íl'.=Ì.
,
h) Sanzioni amministrative pecuniarie per violazione codice della strada (art.
208 d.fgs. 285t92lLe somme accertate negli ultimi tre esercizi hanno subito la seguente evoluzione:
Rendiconto 2011
Rendiconto 2012
Rendiconto 2013
Accertamento
161 .571,13
151.965,91
108.207,57
Riscossione
161.571,13
151 .965,91
108.207,57
Riscossione Residui
Anno 2008
Anno 2009
Anno 2010
7
Anno 2009
0
Anno 2010
0
0
Anno 2010
0
Anno 201
1
0
.109,62
Anno 2011
0
Anno 2012
0
La movimentazione delle somme rimaste a residuo è stata le seguente:
Residui attivi al 11112013
0,00
Residui riscossi nel 2013
0,00
Residui eliminati
0,00
Residui al 3111212013
0,00
i) Utilizzo plusvalenze
Non sono state utilizzate entrate da plusvalenze da alienazioni di beni.
l) Proventi dei beni dell'ente
Le entrate accertate nell'anno 2013 sono pari ad €.4.654,73
La movimentazione delle somme rìmaste a residuo per canoni di locazione è stata le seguente:
Residui attivi al 1/1/2013
11.258,18
Residui riscossi nel 2013
10.638,18
Residui eliminati
Residui af 3111212013
620,00
0,00
29
m) Spese correnti
La comparazione delle spese correnti, riclassiflcate per intervento, impegnate negli ultimi tre esercizi
evidenzia:
Oaf czirpdb.pecoEf i FirErarb
atl
[email protected]/-
lMe
/aqi{od bsi d sÉ'nDdod múebgne
haioÍds\in
lfbdbidbzi
Tr*irErri
lrb€si
fi
eaEi ftEEài
óeri
[email protected]
G- OEiffirEièhgÉirEcflsb
bspecqlsli
m2
zm
3Í2V44
2S6g
€6P54
c55Bg
€28A
56ír&6
5€5Ag
683rc,f
61678
6/.e4l
65867(
[email protected]
61gg
EOlrR6
pw1
î7O0BZ
EÎt62'
34W4
d5
uSmg
46"Q8,
364
1&,î7741
llf/8?s3
8(I8rEF
12,&,Í6,!
30
2go@'
n) Spese per il personale
La spesa di personale sostenuta nell'anno 2013 rientra ( o non rientra) nei limiti di cui all'art.1, comma
557 o comma 562 ( per i Comuni non soggetti al patto di stabilita) della legge 296/06'
3.317.688,71
510.110,74
31
Le componenti considerate per la determinazione della spesa di cui sopra sono le seguenti:
personare
determinato
Der collaborazrone coorolnaE e
di lavoro Ressibile o con convenzioni
lavoratori socialmente utili
sostenute Cail'gnte per il personale in convenzione (aì sensi
13
e 14 del CCNL 22 gennaio 2004) per la quota parte di
costo
11o,commi 1e
@ell'art-
si@
estinzione del fapporto
facenti
impiego, in sirutture ed organismi partecipati e comunque
t
assistenza delle foîze
da sanzionì del codice della strada
13) Oneri per il nucleo familiare, buoni pasto e
AtFme
rimborsate
ad
altre
spesa sono le seguenti:
Le componenti CSgESq dalla determinazione della
totalmente a carico di finanziamenti comunitari o
a{ivita etettorate
"on
rilll!eI9e-93!-!!j!EEI9j9!!l!ntel!e
rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro
presso altre amministrazioni per
7) Spese sostenute per il personale comandato
o'uii e orevisto il rimborso
per pet*aia=agionale a Progetto
n*riuirà finanziato con quote di proventi per violazione
a!,à',:À.i".i li
rl"l.
E' stato inoltre accertato che I'Ente, in aftuazione del titolo V del d.lgs. n. 165/2001, kamite SICO, ha
inviato il conto annuale, la relazione illustrativa dei risultati conseguiti nella gestione del personale per
I'anno 2013
.
Tale conto è stato redatto in conformità alla circolare del Ministero del Tesoro ed in oarticolare è stato
accertato che le somme indicate nello stesso corrispondono alle spese pagate nell'anno 2013 e che la
spesa complessiva indicata nel conto annuale corrisponde a quella risultante dal conto del bilancio.
Negli ultimi tre esercizi sono intervenute le seguenti variazioni del personale in servizio:
Dipendenti (rapportati ad anno)
spesa perpersonale al netto di
spese rimborsate
spesa conente
Costo medto per dip9ndente
incldenza spesa po6onale 3u spesa cor]ante
2011
2012
2013
88
86
82
3.523.794,95
3.317.688,71
3.238.355,56
10.178.798,31
8.928.759,54
12.235 .926,25
,10.043,12
38,577,78
39.492,'t4
26,47
37,16
34,62
Contrattazione integrativa
Le risorse destinate dall'ente alla contraftazione integrativa sono le seguenti
Anno 2012
Anno 2013
Risorse stiabili
260.728,34
276.582,73
Risorse variabili
201.687 ,02
172.115,98
Totale
462.415,36
448.698,71
15,42Yo
15,10Yo
Percentuale sulle soese intervento 01
Spese di rappresentanza
Nell'ambito del genèrale flne di porre un freno alla spesa improduttiva il Legislatore è intervenuto per
ridurre le c.d. spese di rappresentanza. In particolare I'art. 16, comma 26, del Dl. n. 138/11, convertito,
con modificazioni, dalla Legge n. 148t11, ha previsto che le spese di rappresentanza sostenute dagli
Organi di governo degli Enti Locali devono essere elencate, per ciascun anno, in apposito prospetto
(Schema tipo approvato dal Ministero dell'lnterno con Decreto 23 gennaio 2011 - pubblicato nella G.U.
n. 28 def 3 febbraio 2012) allegato al rendiconto di cui all'art. 227, del TueL ll prospetto è trasmesso
alla Sezione regionale di controllo della Corte dei conti ed
è
pubblicato, entro
10
giorni
dall'approvazione del rendiconto, sul sito internet dell'Ente Locale.
La compilazione del prospetto è a cura del Segretario dell'Ente e del Responsabile dei "Servizi
Finanziari" e dagli stessi firmato insieme all'Organo di revisione economico-fìnanziario
ll Ministero dell'interno, aì fini della elencazione delle spese di cui al citato art. 16, ha
richiamato,
traendoli dal consolidato orientamento della giurisprudenza e da quanto specificato nella Delibera 25
novembre 2009, n. 428, della Sezione Regionale di Controllo per la Toscana della Corte
:r:à
ÀÀ^àr^li.
^^^,,^^+i principi
^,:n^;^i e
^ criteri
^;a^.i generali:
seguenti
.,
't
'':.''
?-\
"
:.li'F;
?A
30 iY.S
"stretta correlazione con le finalità istituzionali dell'ente:
sussistenza di elementi che richiedano una proiezione esterna delle aftività dell'ente per il migliore
perseguimento dei propri fini istituzionali;
'
rigorosa motivazione con riferimento allo specifico interesse istituzionale perseguito, alla
dimostrazione del rapporto tra I'attivita dell'ente e la spesa erogata, nonché alla qualificazione del
soggetto destinatario dell'occasione della spesa;
-
rispondenza a criteri di ragionevolezza e di congruita rispetto ai fìni".
Tenuto conto di quanto sopra l'Organo di revisione attesta che:
)
le spese di rappresentanza sostenute nel 2013 rispettano il limite di spesa previsto dall'art. 6,
comma 8. del Dl. n. 78110:
Contenimento delle spese
Le previsioni per l'anno 2013 rispettano ilimiti disposti:
>
dall'art. 6, comma 8, del Dl. n. 78/10, convertito con Legge n. 122110, come risultante dalla
seguente tabella:
Rendiconto
Riduzione
Tipologia spesa
Limite di spesa
Rendiconto 2009
2013
disposta
Relazioni pubbliche,
1.028,90
1.115,29
5.576,43
convegni, mostre, pubblicita
80%
e rappresentanza
dall'art. 6, comma 9, del Dl. n. 78/10, convertito con Legge n. 122110, in base al quale gli Enti
Locali non possono, a decorrere dall'anno 201 1, effettuare spese per sponsorizzazioni;
dall'art. 6, comma 12, del Dl. n. 78/10, convertito con Legge n. 122h0, come risultante dalla
seguente îabella:
Tipologia spesa
Rendiconto 2009
Riduzione
Limite di spesa
2013
disposta
Missioni
50%
3.500,00
34
Rendiconto
1.750,00
749,40
F
dall'art. 6, comma 13, del Dl. n. 78/'10, convertito con Legge n. 122110, come risultante dalla
seguente tabella:
Tipologia spesa
Rendiconto 2009
Riduzione
Limite di spesa
Rendiconto
2013
disposta
Formazione
F
2.699,62
SQolo
91 1,50
1.349,81
dall'art. 5, comma 2, del Dl. n. 95112, convertito con Legge n. 135112, come risultante dalla
seguente tabella:
Rendiconto 2011
Tipologia spesa
Riduzione
Rendiconto
Limite di spesa
2013
disposta
noleggio, esercizio
16.409,04
9.200,00
16.788,12
Acquisto, manutenzìone,
20%
autovetture
>
dall'art. 1, commi 141
e
165, Legge
n
228t12 e art 18, comma 8-septies, del
Dl n
69/13'
convertito con Legge n. 98/13), come risultante dalla seguente tabella:
Tipologia spesa
Acquisto mobili e arredi
Media rendiconto
Riduzione
2010 e 2011
disposta
9.242,63
?ovo
Limite di spesa
Rendiconto
2013
7.394,11
>da||,art.1,comma143,de||aLeggen.228t12(.teggedistabi|ità2013,'),comemodificato
quale gli Enti
dall'art. 1, comma 1, del Dl. n. 101/13, conveftito con Legge n. 125113, in base al
né
Locali non possono, fino al 31 dicembre 2015, effeftuare spese per l'acquisto di autovetture
possono stipulare contratti di locazione finanziaria aventi ad oggetto autovetture;
0,00
"Fondo svalutazione crediti"
L'Organo
di
revisione ha verificato che
il
"Fondo svalutazione crediti", confluito nell'Avanzo di
amministrazione come quota vincolata, è stato calcolato così come stabilito dall'art. 6, comma 17, del
Dl. n. 95112 ('Spending Review').
ll fondo svalutazione crediti del comune di Mascali è pa(i
al25% per€ 1.179,50
o) Interessi passivi e oneri finanziari diversi
La spese per interessi passivi sui prestiti, in ammortamento nell'anno 2013, ammonta ad
euro
162.176,24 e rispetto al residuo debito al 11112013, determina un tasso medio del 4,63%
VERIFICA CAPACITA DI INDEBITAMENTO
Entrate correnti Rendiconto 2012
Titolo I
Titolo ll
Titolo lll
Tota I e E ntrate Co rrenti
Limite di impegno di spesa per interessi passivi (8
n
,núelessi Dassil
lncidenza deq'li inferessi DassM s ulle entrate coftenti
e.
E.
4.594.075.22
3.229.289.01
1.717.027.67
€.
€.
9.*0.391.90
€.
162.176.21
763.231,35
1,69 %
p) Spese in conto capitale
Dall'analisi delle spese in conto capitale di competenza si rileva quanto segue:
Previsioni
lniziali
Previsioni
Definitive
impegnate
1.175.904,59
1.175.904,59
671.548,78
Somme
.to
S costam ento f ra p rev i si on i
deîinitive e somme impegnate
in cifre
in%
504.355,81
57 ,10
Spese in conto Capitale Anno2013
800000
600000
400000
200000
0
Previsioni
Iniziali
Previsioni
Definitive
Somme
lmpegnate
illèzzi
-
avanzo d'amministrazione
avanzo del bilancio corrente
alienazione di beni
onèri di urbanizzazione
Totale
lilezzi di
345,887.29
345,887.29
tezi:
- mutui
- prestiti obbligazionari
- contributi comunitari
- contibuti statali
- contributi regionali
- contributi di altri
- altri mezzi di
_
123,479.44
202,182.05
tezi
Totale
325,661.49
Totale risorse
lmpièghi al titolo ll della spesa
q) Servizi per conto terzi
L'andamento delle entrate e delle spese dei Servizi conto
tezi
è stato il sequente:
SERVIZI CONTO TERZI
227 .721 .45
'146.175.87
1
13.078,49
1
10.179.13
10.179.13
218.671.88
218.671.88
13.078.49
/:i..'
r) Indebitamento e gestione del debito
L'Ente ha rispettato il limite di indebitamento disposto dall'art. 204 del T.U.E.L. ottenendo le seguenti
percentuali d'incidenza degli interessi passivi sulle entrate correnti:
2012
2011
1 ,Q10/o
1,79Yo
2013
1
,69
Yo
L'indebitamento dell'ente ha avuto la seguente evoluzione. (in migliaia di euro)
20rl
Anno
Residuo debito
Nuovi prestiti
201?
2013
3.778,00
3.ó65,00
3.49ó,00
113,00
1ó9,00
1ó5,00
3.6ó5,00
3.49ó,00
4.076,OO
745,OO
Prestiti rimborsati
Estinzìoni anticiDate
Altre variaz ioni +/-( da specificare)
Totale fine anno
Gli oneri finanziari per ammortamento prestiti ed il rimborso degli stessi in conio capitale registra la
seguente evoluzione: (in migliaia dieuro)
Anno
2012
2011
2013
Onerifìnanziari
103.00
170,00
t62,00
Quota capitale
113.00
tó9,00
1ó5,00
?t6.@
339,00
327,@
Totale fine anno
t) Contratti di leasing
L'ente non ha in corso al3111212013 iseguenti contratti di locazione finanziaria.
-
Contnfto Telecom spa - centralino telef.
Contrafto Kyocera Mita ltalia spa
1.560.00:
-
Contrafto lveco spa
-
Scuo/abrs
-
-
-
scadenza 2014 - canone annuo euro 15.069,00;
fotocopiatore
scade nza 2014
-
-
scadenza 2014
-
canone annuo euro
canone annuo euro 87.893,28
'.'....
38
..:.
Analisi della gestione dei residui
L'organo di revisione ha verificato il rispetto dei principi e dei criteri di determinazione dei residui aftivi e
passivi disposti dagli articoli 179,'182,189 e 190 del T.U.E.L..
I residui attivi e passivi esistenti al primo gennaio 2013 sono stati correttamente ripresi dal rendiconto
dell'esercizio 2012.
OPERAZIONE DI RIACCERTAMENTO DEI RESIDUI
La gestione dei residui misura l'andamento e lo smaltimento dei residui relativi agli esercizi precedenti
successìva alla chiusura di ogni esercizio, è rivolta principalmente al riscontro
e, nella fase
dell'awenuto riaccertamento degli stessi, verificando se sussistono ancora le condizioni per un loro
mantenimento nel rendiconto come voci di credito o debito.
L'Ente ha proweduto, prima dell'inserimènto nel Conto del bilancio, al riaccertamento dei residui attrvi
e passivi formatisi nelle gestioni 2012 e precedenti, ai sensi e per gli effètti dell'a'1' 228, comma 3, del
Tuel.
"prima dell'inserimento nel conto del bilancio dei
residui attivi E passivi l'Ente Locale prowede all'operazione di riaccertamento degli stessi,
consistente nella revisione delle ragioni del mantenimento in tutto o in paÉe dei residui'.
La suddetta norma dispone infatti che ogni anno,
le
lll
L'Organo di revisione da afto che, in relazione ai residui attivi che si riferiscono al Titolo
dell'entrata, con anzianita superiore a cinque anni, I'Ente ha costituito apposito Fondo svalutazione
crediti, come previsto dall'art. 6, comma 17, del Dl. n. 95/12, convertito dalla Legge n. 135/12, e che lo
stesso è confluito nella quota vincolata dell'avanzo di amministrazione.
Residuiattivi
Resid
Gestore
ui
iniziali
Residui
Resdui
[email protected]
da
ipnare
Toble
n6ggroritniMi
residui [email protected]
residuí
Cdrenb
Ít.l, ll,lll
10,2S0,52805
4,@7 ,042 .'t5
4,426,7n.41
8,523,
C/cafilab
lit. v, V
5.153,182.,€
420pú.12
2,926,173.71
3,347,153.8!
r,66,@9.@
110,429.3e
286181.51
-35442.ú
,4633?351
r2,156,@7.9t
-3,66237.88
ît
Srvizi cilezi
Vl
Toble
3m,@.4.31
15,764,334.85
17
4,7 52.12
4,@2,774.9
7
È2.5(
-
1
,766,765. 49
Residui
Re.edul
iniziali
Geslione
Cqrente lit.
I
Crcafitab Tit.
f
Residui
paga0
da ipolare
Toàle
'F-sidui
tusiduí
irwgnati
sbmatí
3,278,576.70
2276,9gg.57
739,689.73
3, 01 6,689 .3C
-261,887.40
9,531,732.63
557,171.08
6,783,337.20
7,340,508.28
-2,191,2A.35
70,264.44
109,635.94
417.94
0,466,833 .52
-2,453,529.69
Rimb. prestjliTl.lll
-m fV
Servin c^ezi
Toble
fusrdui
110,053.88
12,920,ffi3.21
2,873,U2.15
7,593,291.37
1
Risultato complessivo della gestione residui
Medori residú atlivi
Mimri residri attivi
3,608,237.89
Mimri re6idui ossivi
-2,
SATDO GESflONE RES/DUl
Sintesi delle vadazioni
453,529.69
1,154,7c820
ne
Gestione conenb
1
Gestone in conto capitale
,
504, 878.09
385,194.75
G€stone tit lll
Geslione vincolata
-
3s,024.86
VERIFICA SALDO GESTIONE RESIDUI
-
1,1U,708.20
40
Analisi "anzianità' dei residui
(imponi in euro)dv
RESIDUI
Esercizi
precedenti
2009
2010
2011
2012
20't3
Totale
ATTIVI
Titolo
5.223,69
I
di cui Tarsu
549.587,98
588.558,25
755.020,59
893.050,79
3.823.710,97
381.711,09
390.159,29
571.289,89
745 631,28
450.000,00
14.718,08
76.276,39
1.122.163,23
1.213.157,70
567.376,94
940.398,07
2.484.682,71
Titolo ll
.284,77
270.160,15
149.051,38
di cui per
sanzronl
codrce
1.2U,77
205.968,08
138.258,35
191.658,45
199.793,16
TitololV
595.373,83
587.828,s9
21.960,59
182.127,30
Titolo V
158.966,80
1.562.043,96
Titolo Vl
100.049,73
2.893,92
190,00
1.190,22
Totale
860.898,82
822.642,05
2.447.672,18
1.327.340,29
1.564.770,23
259.610,41
92.946,39
92.609,28
134.479,52
160.0,14,13
150.156,49
2.495.014,76
76.936,60
227.0U,96
Titolo
tl
1
556.411,40
6.615.152,27
di cui Tia
1.387.290,31
1.721.010,76
6.105,52
25.000,00
135.429,39
6.093.399,57
13.556.723,11
,U
3.289.68'1,07
550.623,19
7.333.960,39
744.864,16
744.46/.,16
PASSIVI
Titolo
I
3.834.194,39
Titolo ll
Titolo
tl
TitololV
Totale
2.549.991
8.049,52
20.962,44
15.606,56
17.602,35
8.043,61
18.529,83
4.1O1.45/32
264.065,28
2.603.230,60
229.018,17
395.122,70
3.864.008,52
88.7
rr.457.299.89
ANDAMENTO DEL TOTALE RESIDUI ATTIVI E PASSY'
ANNO
2011
2012
2013
RESIDUIATTIVI
15.297.669,01
15.764.335,85
13.556.723.14
RESIDUI PASSIVI
14.617.465,97
12.920.363,21
11.457.299,89
41
,27
Analisi e valutazione dei debiti fuori bilancio
L'ente ha proweduto nel corso del 2013 al riconoscimento e finanziamento di debiti fuori bilancio oer
Euro 830.032,78.
Tali debiti sono óosì classificabili:
194
T.U.EL
- ldtera a) - sentenze eseculi!e
- lettera
b) - copertJÉ disavanzi
- ldtera
d) - [email protected] espropriativdoccupzione duEenza
- ldtera e) - aquisizione beni e servizi senza
impegno dispesa
I relativi atti sono stati inviati alla competente Procura
della sezione Regionale della corte dei conti ai
sensi dell'art. 23, comma S, L. 2Bgt2OO2.
L'evoluzione dei debiti fuori bilancio riconosciuti e finanziati
è la seguenre:
42
Evoluzlone dei Deblti Fuori Bllancio
2013
Debiti fuori bilancio riconosciuti o segnalati dopo la chiusura dell'esercizio
Dopo la chiusura dell'eserclzio ed entro la data di formazione dello schema di rendiconto non sono
stati:
a) riconosciuti e finanziati debiti fuori bilancio
b) segnalati debiti fuori brlancio in attesa di riconoscimento
43
Sulla Gazzetta Ufficiale n.55 del 06.03.2013 è stato pubblicato il Decreto Ministero
dell'Interno del 18. Febbraio.2013, che ha definito i nuovi parametri obiettivi in base a
quali si individuano gli Enti locali strutturalmente deficitari; in particolare per i comuni è
previsto per il triennio 2013 -2015:
PARAMETRI OBIETTIVI PER
I
COMUNI
1) Valore negativo del risultato contabile di gestione superiore in termini di valore assoluto al
5 per cento rispetto alle entrate correnti (a tali fini al risultato contabile si aggiunge I'avanzo di
amministrazione utilizzato per le spese di investimento);
2) Volume dei residui attivi di nuova formazione provenienti dalla gestione di competenza e
relativi ai titoli I e III, con l'esclusione delle risorse a titolo di fondo sperimentale di
riequilibrio di cui all'articolo 2 del decreto legislativo n.23 de1201 1 o di fondo di solidarietà
di cui all'articolo 1,comma380 della legge 24 dicembre 2013 n.228, superiori al42 per
cento rispetto ai valori di accertamento delle entrate dei medesimi titoli I e III esclusi gli
accertamenti delle predette risorse a titolo di fondo sperimentale di riequilibrio o di fondo di
solidarietà;
3) Ammontare dei residui attivi provenienti dalla gestione dei residui attivi e di cui al titolo I e
al titolo III superiore al 65 per cento, ad esclusione eventuali residui da risorse a titolo di
fondo sperimentale di riequilibrio di cui all'articolo 2 del decreto legislativo n. 23 o di fondo
di solidarietà di cui all'articolo I comma 380 della legge 24 dicembre 2013 n.228, rapporta'n
agli accertamenti della gestione di competenza delle enhate dei medesimi titoli I e III ad
esclusione degli accertamenti delle predette risorse a titolo di fondo sperimentale di
riequilibrio o di fondo di solidarietà;
4) Volume dei residui passivi complessivi provenienti dal titolo I superiore al 40 per cento
degli impegni della medesima spesa corrente;
5) Esistenza di procedimenti di esecuzione forzata superiore allo 0,5 per cento delle spese
correnti anche se non harmo prodotto vincoli a seguito delle disposizioni di cui all'articolo
159 del tuoel;
6) volume complessivo delle spese di personale a vario titolo rapportato al volume
complessivo delìe entrate conenti desumibili dai titoli I, II e III superiore al 40 per cento per i
comuni inferiori a 5.000 abitanti, superiore al 39 per cento per i comuni da 5.000 a29.999
abitanti e superiore al 3 8 per cento per i comuni oltre i 29.999 abitanti; tale valore è calcolato
al netto dei contributi regionali nonché di altri enti pubblici finalizzati a finanziare spese di
personale per cui il valore di tali contributi va detratto sia al numeratore che al denominatore
del parametro;
7) Consistenza dei debiti di finanziamento non assistiti da contribuzioni superiore al 150 per
cento rispetto alle entrate conenti per gli enti che presentano un risultato contabile di gestione
positivo e superiore al 120 per cento per gli enti che presentano un risultato contabile di
gestione negativo, fermo restando il rispetto del limite di indebitamento di cui all'articolo 204
del tuoel con le modifiche di cui di cui all'art. 8, comma I della legge 12 novembre 2011, n.
183, a deconere dall'1 gennaio 2012;
8) Consistenza dei debiti fuori bilancio riconosciuti nel corso dell'esercizio suoeriore all'1 vvr
cento rispetto ai valori di accertamento delle entrate correnti, fermo restando che I'indice si
considera negativo ove tale soglia venga superata in tutti gli ultimi tre esercizi
.'
t tr:
o^
lLi- óa-O'
"
ttt 4
f-.1
s..!)'
ioùù io
Qrtc
9) Eventuale esistenza al 31 dicembre di anticipazioni di tesoreria non rimborsate superiori al
5 per cento rispetto alle entrate conenti;
l0) Ripiano squilibri in sede di prowedimento di salvaguardia di cui all'art. 193 del tuoel con
misure di alienazione di beni patrimoniali e/o avanzo di amministrazione superiore al 5% dei
valori della spesa corrente, fermo restando quanto previsto dall'articolo 1, commi 443 e 444
dellalegge 24 dicembre 2012 n.228 a decorrere dall'l gennaio 2013; ove sussistano i
presupposti di legge per finanziare il riequilibrio in più esercizi finanziaci, viene considerato al
numeratore del parametro I'intero importo finanziato con misure di alienazione di beni
patrimoniali, oltre che di avanzo di amministrazione, anche se destinato a finanziare lo
squilibrio nei successivi esercizi finanziari.
Tafi parametri trovano prevedono "che sono da considerarsi in condizioni strutturalmente
deficitarie gli Enti Locali che presentano gravi ed incontroveftibili condizioni di squilibrio,
rilevabili da un'apposita tabella da allegare al ceftificato sul rendiconto della gestione,
contenente parametri obiettivi dei quali almeno Ia metà presentino valori deficitari.'
RENDICONTO 2013
Parametri obiettivi ai fini dell'acceÉamento della condizione di ente
strutturalmente deficitario - Ministero dell'lnterno - Decreto Ministeriale del
Febbraio 2013
lndicare con Ia X se rispetta o meno
Valore negativo del risultato contabile
di
gestione superiore in termini di valore assoluto
al 5 per cento rispetto alle entrate correnti (a tali
fini al risultato contabile si aggiunge I'avanzo di
amministrazione utilizzato oer le soese di
Volume dei residui attivi di nuova formazione
provenienti dalla gestione di competenza e
relativi ai titoli I e lll, con l'esclusione delle
risorse a titolo di fondo sperimentale di
riequilibrio di cui all'articolo 2 del decreto
fegislativo n. 23 del 2011 o di fondo di
solidarietà di cui all'articolo 1 , comma 380 della
legge 24 dicembre 2013 n. 228, superiori al 42
per cento rispetto ai valori di accertamento delle
entrate dei medesimi titoli I e lll esclusi gli
accertamenti delle predette risorse a titolo di
fondo sperimentale di riequilibrio o di fondo di
solidarietà
Ammontare dei residui attivi provenienti dalla
gestione dei residui attivi e di cui al titolo I e al
titolo lll superiore al 65 per cento, ad esclusione
eventuali residui da risorse a titolo di fondo
sperimentale di riequilibrio di cui all'artìcolo 2 del
decreto legislativo n. 23 o di fondo di solidarietà
di cui all'articolo 1 comma 380 della legge 24
dicembre 2013 n. 228, rapportata agli
accertamenti della gestione di competenza delle
entrate dei medesimi titoli I e lll ad esclusione
accertamenti delle predette risorse a titolo
l8
di fondo sperimentale di riequilibrio o di fondo di
4
5
6
solidarietà
Volume dei residui passivi complessivi
provenienti dal titolo I superiore al 40 per cento
degli impegni della medesima spesa corrente:
Esistenza di procedimenti di esecuzione fozata
superiore allo 0,5 per cento delle spese correnti
anche se non hanno prodotto vincoli a seguito
delle disposizìoni di cui all'articolo 159 del tuoel;
5I
X
SI
X
5l
X
Consistenza dei debiti di finanziamento non >l
assistiti da contribuzioni superiore al 150 per
cento rispetto alle entrate correnti per gli enti
che presentano un risultato contabile di gestione
positivo e superioreal 120 per cento per gli enti
che presentano un risultato contabile di gestione
negativo, fermo restando il rispetto del limite di
indebitamento di cui all'articolo 204 del tuoel con
le modifiche di cui di cui all'art. 8, comma 1 della
fegge 12 novembre 2011, n. 183, a decorrere
X
volume complessivo delle spese di personale a
vario titolo rapportato al volume complessivo
delle entrate correnti desumibili dai titoli l, ll e lll
superiore al 40 per cento per i comuni inferiori a
5.000 abitanti, superiore al 39 per cento per i
comuni da 5.000 a 29.999 abitanti e suDeriore al
38 per cento per i comuni oltre i 29.999 abitanti;
tale valore è calcolato al netto dei contributi
regionali nonché di altri enti pubblici finalizzati a
finanziare spese di personale per cui il valore di
tali contributi va detratto sia al numeratore che
al denominatore del oaramet
dall'1 gennaio 2012;
8
Consistenza dei debiti fuori bilancio riconosciuti
nel corso dell'esercizio superiore all'1 oer cento
rispetto ai valori di accertamento delle entrate
conenti, fermo restando che I'indice si considera
negativo ove tale soglia venga superata in tutti
gli ultimi tre esercizi finanziari
SI
X
9
Eventuale esistenza al 31 dicembre di
anticipazioni di tesoreria non rimborsate
superiori al 5 per cento rispetto alle entrate
correnti
Ripiano squilibri in sede di prowedimento di
salvaguardia di cui all'art. 193 del tuoel con
misure di alienazione di beni patrimoniali e/o
avanzo di amministrazione superiore al 5% dei
valori della spesa corrente, fermo restando
quanto previsto dall'articolo I , commi 443 e 444
della legge 24 dicembre 2012 n. 228 a
decorrere dall'1 gennaio 2013; ove sussistano i
presupposti di legge per finanziare il riequilibrio
in più esercizi finanziari. viene considerato al
numeratore del parametro I'intero imoorto
5t
X
SI
X
10
îi
/'"..,
/
!'j ri:
,:,:
col.'
,J-, r'J
'.:..ki{',
q..'
"1'
46
ffit
\1!Îr
finanziato con misure di alienazione di beni
palrimoniali, oltre che di avanzo di
amministrazione, anche se destinato a
finanziare lo squilibrio nei successivi esercizi
finanziari.
Adempimenti fiscali
Per quanto riguarda:
- gli obblighi del sostituto d'imposta, l'Organo di revisione ha verificato a campione che:
o per le diverse tipologie di compensi o indennità corrisposte a terzi, l'Ente ha
correttamente applicato la ritenuta a titolo di acconto o di imposta;
o a fronte di erogazione di contributi corrisposti ad imprese, esclusi solo quelli per
o
o
f'acquisto di beni strumentali, è stata operata la ritenuta del 4o/o a titolo di acconto
Irpef o lres ai sensi dell'art. 28, comma 1, del Dpr. n. 6oQ/73, atteso che la suddetta
disposizione è applicabile anche agli "Enti non commerciali" allorché essi svolgano
attività aventi natura commerciale, con la conseguente assoggetta bilità alla disciplina
Iva e/o dell'Ires/Irpef limitatamente all'attività commerciale svolta;
si è proweduto al versamento all'Erario delle ritenute effettuate sulla corresponsione
di contributi ad imprese o enti (art. 28, Dpr. n. 600/73), e per indennità di esproprio
(art. 11, Legge n. 4I3/91), entro il termine ultimo del giorno 16 del mese successivo
à quello di erogazione del redd ito/compenso, presso Ia Tesoreria provinciale dello
Stato (art.34, comma 3, Legge n.388/00);
è stato presentato il Modello 770, ordinario e/o semplificato, controfirmato dal
Presidente dell'organo di revisione e dai due membri effettivi, per via telematica in
data f7/09/2073 senza riscontrarvi alcuna irregolarità entro il termine previsto;
- la contabilità lva, l'Organo di revisione ha verificato a campione che:
o per le cessioni e prestazioni rilevanti ai fini Iva è stata emessa nei termini regolare
fattura, oppure annotato il relativo corrispettivo;
o si è provveduto alle liquidazioni mensili o trimestrali;
o il credito risultante dalla Dichiarazione Iva corrisponde al residuo attlvo rilevato nel
Conto del bilancio;
o nelle rettifiche degli impegni o degli accertamenti, ai fini della compilazione del conto
economico e del conto patrimoniale, si è tenuto conto dell'iva a credito o a debito
verso l'Erario;
o nella contabilità finanziaria dell'Ente sono evidenziate in maniera esplicita le risorse e
gli interventi che sono qualificabili come "rilevanti ai fini lva".
Viene dato atto inoltre che il Comune, per quanto riguarda le attività considerate rilevanti
ai fini dell,Imposta, ha optato/non ha optato3 per la tenuta della contabilità separata ai
sensi defl'art. 36, comma 3, del Dpr. n.633/72;
PROSPETTO DI CONCILIAZIONE
Nel prospetto di conciliazione sono assunti gli accertamenti e gli impegni finanziari risultanti dal conto
del bilancio e sono rilevate le rettifiche e le integrazioni al fine di calcolare ivalori economici e
patrimoniali.
Al fine della rilevazione dei componenti economici positivi, gli accertamenti finanziari di competenza
sono stati rettificati, come indicato dall'articolo 229 del T.U.E.L. , rilevando i seguenti elementi:
a)
irisconti passivi e iratei attivii
b)
le variazioni in aumento o in diminuzione delle rimanenze;
c)
icosti capitalizzati costituiti dai costi sostenuti per la produzione in economia di valori da porre,
dal punto di vista economico, a carico di diversi esercizi;
d)
le quote di ricavi gia inserite nei risóonti passivi di anni precedenti;
e)
le quote di ricavi pluriennali pari agli accertamenti degli introiti vincolati;
f)
l'imposta sul valore aggiunto per le aftivita effettuate in regime di impresa.
Anche gli impegni finanziari di competenza, al fìne della rilevazione dei componenti economici negativi,
sono stati rettificati con la nlevazione dei seguentr elementi:
-
icosti di esercizi futurii
irisconti attivi ed i ratei passivi;
le variazioni in aumento o in diminuzione delle rimanenze;
le quote di costo già inserite nei risconti attivi di anni precedenti;
le quote di ammortamento economico di beni a valenza pluriennale e di costi capitalizzati;
I'imposta sul valore aggiunto per le attività effettuate in regime dl impresa.
Al prospetto di conciliazione sono allegate le carte di lavoro relative alla rettifiche ed integrazioni al fine
di consentire il controllo delle stesse e l'utilizzo dei dati neoli esercizi successivi.
lvalori finanziari correnti risultantì dal conto del bilancio (accertamenti ed impegni), sono scomposti
nel prospetto in valori economici e patrimoniali (attivo, passivo o conti d'ordine).
E'stata pertanto assicurata la seguente coincidenza:
-entrate correnti = parte a conto economico e restante parte al conto del patrimonio;
-spese correnti = parte a conto economico, parte al conto del patrimonio e restante
d'ordine.
48
CONTO ECONOMICO
Nel conto economico della gestione sono rilevati
i componenti positivi e negativi secondo criteri
di
competenza economica così sintetizzati:
2012
2011
A
B
Pro\nn ti della gesti one
10,944,180.56
87 3.06
12,660,373.89
9,717,954.07
I,844,536.59
10,74,715.66
1,226,22649
I,067336.47
1,875,658.23
-11,000.00
-10,200.00
-73,945.98
'l,215,226/.9
I,057,136.47
't301,712.2s
-102,288.95
-168,363.82
158,343.87
ai
-1,860,704.11
-577,079.46
-2,7&,885.68
Risultato economico di sserchlo
-747,766.57
311,693.19
C.asli della
g$tione
Risultato della gestione
C
Prownti ed onei da aziende specialipafteciDate
Risultato della gestione operativa
D
E
2013
Proventi (+)ed onei O finanziai
Proventi (+)ed onerí O straordin
49
9
,91
1
,
1
,'lo7 ,517 .30
Trend Conto Economico
14,000,000.00
12,000,000.00
10,000,000.00
8,000,000.00
6,000,000.00
4,000,000.00
2,000,000.00
0.00
Proventi
della
ffi
Costidella
oneri
oneri
Perdita di
gestione
flnanziarl
straordinari
esercÌzio
2011
120t2
n
2013
Nella predisposizione del conto economico sono stati rispettati iprincipi di competenza economica ed
in particolare i criteri di valutazione e classificazione indicati nèi punti da 69
a
103,
del
nuovo principio
contabile n. 3.
L'organo di revisione, come indicato al punto 7 del nuovo principio contabile n. 3, ritiene che l'equilibrio
economico sia un obiettivo essenziale ai fini della funzionalità dell'ente. La tendenza
al
pareggio
economico della gestione ordinaria deve essere pertanto considerata un obiettivo da perseguire.
Le quote di ammortamento sono state determinate sulla base dei coefficienti previsti dall'art. 229,
comma 7, del T.U.E.L. e dal punto 92 del principio contabile n. 3. Le quote d'ammortamento sono
rilevate nèl registro dei beni ammortizzabili ( o schede equivalenti)
,
Le quote di ammortamento rilevate negli ultimi tre esercizi sono le seguenti:
Anno 2011
Anno 2012
Anno 2013
100.324,92
100.324,92
100.324.92
i
50
j}x
i.
l\.' I
./,:'- .: :-
ffi
i ì Éril:
iìÉl;i o"
,(,,i:
CONTO DEL PATRIMONIO
Nel conto del patrimonio sono rilevati gli elementi dell'attivo e del passivo, nonché le variazioni che gli
elèmenti patrimoniali hanno subito per effetto della gestione.
lvalori patrimoniali al3111212012 e le variazioni rispetto all'anno precedente sono cosi riassunti:
Attivo
ù conto
fimnziaúo
Varhzioni
31t12n012
Vadazioni da
altr€ cause
31/12/2013
lmmobilizzazioni iîmateriali
lmmobil?zazio.ìi fiEbrialì
lmmobilAzaziorìi
Totalg
fi
nanziarie
lmmobilizaioni
25, 550,6 98 .96
637
,324.n
899,675.08
m3u.
866,792.00
27,0a7,6 .24
1,U4,176.26
26,41 7r4 g0 .96
1,414,7ú.6
899,675.08
I 5, 86 3,0 53 .85
1,1m0,625.18
3,682,581.89
8
,731 ,874
.50
Rimane nze
Crediti
13,581,097.14
AI|e attivita fi nanziarie
DisponibiliÉ lquide
1,021,409.91
Totale attho drcolarúe
Ratei e
foade
.lsconti
16,884,46ó76
114,014.26
1,
1
518 ,639. 44
3,682,581.89
14,720,521.31
'18,620.54
2316.27
4,7ú.73
ddlítlvo
iA, 30 6,7 /O .45
Conú d'ordlne
2, 93:!,3 47.
2,764,28lJ.27
90
9,56,1,624.96
6,547.N
,139,424.17
2
,19 1 ,224 .35
,$
.47 5.8 02.0
7 ,363,8 52
8
.72
Passivo
Patrlmonlo n€tb
'ts,924,7
g.52
387,507.54
t,495,024.84
ConÉrimenti
20, 49 6,948 .73
935,9 27.84
229,571.43
3,496,366.6.2
580,378.16
3,27 8,576 .70
272,991.n
261,887.i10
3,289,681.07
53.88
20,841.67
417.94
88,7gr'..27
6,884,997.m
&32,5n.26
26?,306.y
Deb iti di
finanziamento
Deb iti di funzb na merìto
14 ,817
,2n .22
21,m3304.74
4 ,07 6,7 44 .7
I
Debiti per anticipaione di cassa
Alridebli
11 0,0
Totale dobiti
7
455,2m.12
Ratei e risconti
Totde dal passivo
,|:}, 30 6,7 iO .45
Conli d'ordine
9, 561 ,624
.96
La verifica degli elementi patrimoniali al
2, r 55,9 63.
r,986,9(),t.01
64
6,547.&
31j22013
2 ,191
,224.35
43 ,47 5,8 02 .0
I
.7
2
7 ,363,8 52
ha evidenziato:
ATTIVO
A. lmmobilizzazioni
Le immobilizzazioni iscritte nel conto del patrimonio sono state valutate in base ai criteri indicati nell'art.
230 del T.U-E.L. e nei punti da
1U a 140
del nuovo principio contabile n. 3, I valori iscritti
corrispondenza con quanto riportato nell'inventario e nelle scritture contabili.
ll collegio rileva che non esistono rilevazioni sistematiche ed aggiornate sullo stato della
effettiva
consistenza del patrimonio dell'ente. L'ìnventario viene solo aggiornato contabilmente. A tale scopo
risulta istituito il Settore Proweditorato, al quale viene rivolto invito per un sollecita adeguamento
dell'inventrario dell'Ente.
Le immobilizzazioni finanziarie riferite alle padecipazioni sono state valutate col criterio del costo
d'acquisto della partecipazione.
ll
B
Crediti
E'stata verificata la corrispondenza tra il saldo patrimoniale al31.12.2013 con il totale dei residui attivi
risultanti dal conto del bilancio al netto dei deoositi cauzionali
Risulta correttamente rilevato il credito verso I'Erario Der iva
lV
B
Disponibilità liouide
E' statia verifìcata la corrispondenza del saldo patrimoniale al31.12.2013 delle disponibilità liquide con
il saldo contabile e con le risultanze del conto del tesoriere.
PASSIVO
A.
Patrimonio nefto
La variazione del netto patnmoniale trova corrispondenza con il risultato economico dell'esercizio.
B. Confeimenti
I
conferimenti iscritti nel passìvo concernono contributi
in conto capitale (titolo lV delle
entrate)
finalizzati al finanziamento di immobilizzazioni iscritte nell'attivo.
C.
l.
Debiti di finanziamento
Per tali debiti è stata verificata la corrispondenza tra:
-
il saldo patrimonlale al 31.12.2013 con
idebiti residui in sorte capitale dei prestiti in essere
C.ll Debiti di funzionamento
ll valore patrimoniale al 31.12.2013 corrisponde al totale dei residui passivi del titolo I della spesa al
netto dei costi di esercizi futuri rilevati nei conti d'ordine.
C.V Debiti per somme anticipate da teni
ll saldo patrimoniale al 31 .12.2013 corrisponde al totale dei residui passivi del titolo lV della spesa.
Ratei e risconti
Le somme iscritte corrispondono a quellè rilevate nel prospetto di conciliazione.
Conti d'ordine per opere da realizzare
L'importo degli "impegni per opere da îealizzaîe" al 31.12.2013 corrisponde ai residui passivi
ll della spesa con esclusione delle spese di cui agli interventi n.7,8,9 e 10. L'importo
esercizi futuri corrisponde al saldo delle rettifiche apportate agli impegni di parte corrente né
di conciliazione.
;o'\
'r,;
r:!
RELAZIONE DELLA GIUNTA AL RENDICONTO
L'organo di revisione attesta che la relazione predisposta dalla giunta é stata redatta conformemente
a quanto previsto dall'articolo 231 del T.U.E.L, ed esprime le
valutazioni
di efficacia
dell'azione
condotta sulla base dei risultati conseguiti in rapporto ai programmi ed ai costi sostenuti.
Alla relazione non sono allegate le relazioni dei responsabili dei sèrvizi con evidenza dei risultati
previsti e raggiunti.
Piano triennale di contenimento delle spese
L'ente ai sensi dell'art.2, commi da 594 a 599 della legge 244107, si è adeguato in fase di stesura del
Bilancio di previsione 2012 , alla razionalizzazione dell'utilizzo di:
-
dotazioni strumentali, che corredano le stazioni di lavoro nell'automazione d'ufficio;
delle. autovetlure di servizio, previa verifca di fattibilita a mezzi alternativi di trasporto, anche
cumulativo:
-
dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali.
CONCLUSIONI
L'ORGANO DI REVISIONE
certifica
la conformità dei dati del Rendiconto con quelli dellè scritture contabili dell'Ente e in via oenerale la
regolarità contabile e fìnanziaria della gestione;
parere favorevole per l'approvazione del Rendiconto per l'esercizio fina nziaîio 2013,
Tenuto conto di tutto quanto esposto nella presente relazione, delle criticità e dei suggerimenti
proposti, si attesta la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione e si esprime parere
favorevole per I'approvazione del [endiconto deli'esercizio finanziario 2013.
Letto, approvato e sottoscritto.
LACOMMISSIONE
ORDINARIA
gtt:ytcr*É
.//turt,
ott. Milio Fr
Dott. Chiofalo Gius
IL SEGRETARIO GENERALE
Dott.ssa Mosca Marip Luisa
lV^-
rk,- /u'
CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE
operatore del servizio delle pubblicaaonr
che la preseÀte deliberazione, ai sensi
comune sezione
rraascali
tr
g3.O
dell'af. I I della L.R. 44191, modificato dallaL.R.
at ,tg- gl- trr
dal òl-9?- tq
,
1'7 D004,
è
in pubblicazione
per quindicigiomi consecutivi, sul sito web istituzionale di questo
Albo Pretorio, accessibile al pubblico (art.32, comma l, deua legge 69/2009).
l.
th
jpelatoret del servjlio
senza opposizione
D con opposizione
Giusta attestazione dell'operatore del servizio Sig./ ra
Mascali
li
La presente deliberazione è divenuta esecutiva ai sensi delf
Mascarir
OZ
a(!2
lurfuo Zol\
La presente deliberazione viene trasmessa ner l'esecuzione all'Area
rraascariri
o3
.-Q-^î.fto CoQ
E' copia conforme all'originale per uso amministrativo
comma
-
2,
deua L.R.44191 e successive modifiche ed
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
12 291 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content