close

Enter

Log in using OpenID

Condizioni generali di contratto Stato gennaio 2014. 1. Ambito di

embedDownload
Condizioni generali di contratto
Stato gennaio 2014.
1. Ambito di applicazione
Le seguenti condizioni generali di contratto (CG) si applicano secondo la versione corrente alla stipulazione
del contratto per tutti i nostri rapporti commerciali attuali e futuri con imprenditori ai sensi del Codice Civile
Tedesco (BGB) § 14 (in seguito committente).
Attenzione: Per ordini da catalogo da parte dei consumatori che non sono nel contesto di un'attività
commerciale o da lavoro autonomo, si applicano esclusivamente le nostre condizioni generali per
consumatori come pure la protezione dei dati separata, che sono entrambe riprodotte in allegato al presente
catalogo. Le nostre condizioni generali di contratto nella versione attuale sono disponibili alla voce
informazioni legali della nostra Home page www.kampmann.de oppure saranno inviate al committente su
richiesta.
Condizioni generali di contratto differenti, contrastanti o aggiuntive del committente non sono parte del
contratto a meno che non siano espressamente confermate per iscritto.
2. Offerta e stipula di contratto
Tutte le nostre offerte non sono vincolanti. Ogni contratto con noi viene stipulato esclusivamente in base alle
nostre condizioni generali di contratto. Accordi accessori verbali sono vincolanti solo se confermati per
iscritto.
Il committente è vincolato agli ordini per due settimane. Il contratto è stipulato solo quando accettiamo
l'ordine mediante una conferma d’ordine o la consegna entro questo lasso di tempo. I reclami concernenti le
conferme d'ordine devono essere effettuate per iscritto immediatamente, al più tardi entro una settimana.
Siamo autorizzati a correggere sbagli o errori nelle offerte, conferme d'ordine, cataloghi o fatture. Reclami di
risarcimento da parte del committente a causa di palesi inesattezze non sono accolti.
3. Prezzi e pagamenti
3.1. I prezzi sono prezzi netti, più imposta legale sul fatturato, spese di trasporto, d’imballaggio e di
spedizione. Per contratti di fornitura continuativa, a domanda o contratti di fornitura successivi si applicano i
prezzi di vendita correnti il giorno della consegna. Se le consegne sono effettuate oltre la data
originariamente prevista per ragioni imputabili al committente e da quel momento si verifica un aumento dei
costi di lavoro e di materiale o dei prezzi dei subfornitori, abbiamo il diritto di aumentare i prezzi di
conseguenza. Prezzi confermati sono validi solo per il rispettivo ordine e non sono vincolanti per gli ordini
successivi.
3.2. Se non diversamente concordato, l'importo della fattura senza detrazione è in scadenza entro 10 giorni
dalla data di fatturazione. Per la puntualità di pagamento è determinante l’entrata di cassa. Qualsiasi sconto
concordato non è concesso se il committente è in ritardo nel pagamento delle forniture precedenti. In caso di
ritardo nel pagamento applichiamo interessi di 8 punti percentuali sopra al tasso di interesse di base. Ci
riserviamo il diritto di azione di far valere un danno maggiore. Abbiamo il diritto di addebitare € 10,00 per ogni
sollecito di pagamento. In caso di ritardo nel pagamento o se contro il committente c’è domanda di
insolvenza, tutte le fatture devono essere pagate immediatamente.
3.3. Il committente ha il diritto di compensazione o di ritenzione solo se le sue contro pretese sono
legalmente stabilite, decisive o non contestate da noi. In caso di difetti, il committente può trattenere dal
pagamento, alle stesse condizioni, solo una parte in proporzione ai difetti.
4. Consegna
4.1. Se non diversamente concordato, consegniamo franco fabbrica. Le date di consegna da noi indicate
sono concordate solo approssimativamente. Le date di consegna fisse richiedono la nostra esplicita
conferma scritta come data fissa. Se siamo obbligati a fornire una merce, adempiamo a tale obbligo con la
consegna al vettore. Il termine di consegna può prolungarsi a causa di vertenze di lavoro e in caso di eventi
imprevisti (come la mancanza di materie prime, guasti, catastrofi naturali), che sfuggono al nostro controllo.
Questo vale anche se tali circostanze si verificano a subfornitori o se noi non siamo riforniti in tempo o
correttamente.
4.2. In caso di ritardo nella consegna, il committente, conformemente alle disposizioni di legge, può recedere
dal contratto solo se il ritardo è causato da noi e ci ha fissato un periodo di proroga scritto di almeno 14
giorni. Un cambiamento dell'onere della prova a scapito del committente non implica obbligo.
4.3. Abbiamo il diritto di effettuare consegne parziali, se e nella misura in cui questo è ragionevole per il
cliente. Il rischio di perdita o danneggiamento della merce passa al cliente al momento della consegna al
vettore. Ove noi siamo obbligati al montaggio o all'installazione, il rischio passa al committente con
l’accettazione o con l’inizio dell’uso. Abbiamo il diritto di richiedere accettazioni parziali..
4.4. Circostanze che sopraggiungono dopo la stipula del contratto (ad es. concordato extragiudiziale,
informazioni negative di solvibilità) che incidono in modo significativo sull’affidabilità creditizia del
committente, possono portare al rifiuto dei nostri servizi, finché il committente non abbia corrisposto o
provveduto a fornire sicurezza. Se il committente non riesce a soddisfare tale richiesta entro un ragionevole
lasso di tempo, abbiamo il diritto di recedere dal contratto.
4.5. Ove è stato concordato un ritiro della merce nell'ambito del contratto, i costi di spedizione saranno
comunicati per iscritto. Un diritto di restituzione del prodotto realizzato appositamente per il committente non
esiste in nessun caso. Per ordini a scalare siamo autorizzati, dopo la scadenza di due mesi dalla conferma
d'ordine di fissare al committente un periodo di proroga di 14 giorni per il ricevimento della merce. Dopo una
scadenza inconcludente possiamo chiedere il pagamento o recedere dal contratto a nostra discrezione. Ci
riserviamo il diritto a un ulteriore risarcimento danni .
5. Riserva della proprietà
5.1. La merce consegnata rimane di nostra proprietà (beni riservati) fino a adempimento di tutte le nostre
richieste (compresi i saldo creditori dai conti correnti) e di quanto ci è dovuto dai rapporti commerciali nei
confronti del committente ora o in futuro.
5.2. Il committente ha il diritto di vendere i beni riservati nel normale svolgimento dell'attività purché non sia in
ritardo nel pagamento dei crediti risultanti. Pegni o trasferimento di proprietà a scopo di garanzia sono
inammissibili. Le richieste risultanti dalla rivendita relativamente ai beni riservati o un qualsiasi altro motivo
giuridico (ad esempio un caso di sinistro, azione illecita) il committente risponde già ora completamente a
titolo di garanzia. Se i beni riservati sono venduti insieme ad altri beni non appartenenti a noi senza o dopo
una ulteriore lavorazione e/o collegamento, la cessione della richiesta derivante dalla vendita si applica solo
al valore dei beni riservati. Accettiamo questa cessione.
5.3. Su richiesta il committente è tenuto a trasmetterci i nomi dei suoi debitori e l'importo delle fatture. Il
committente è obbligato ad assicurare la merce con riserva di proprietà contro perdite e danneggiamenti. Se
facciamo valere i nostri diritti secondo la riserva di proprietà in violazione del contratto da parte del
committente, abbiamo il diritto di entrare nei locali del committente per prenderci i beni riservati.
5.4. Ci impegniamo di autorizzare le garanzie che ci spettano secondo le disposizioni di sopra a nostra scelta
e su richiesta del committente nella misura in cui, in caso di valorizzazione, il valore realizzabile di tale
garanzie superi di almeno il 10% le richieste da garantire.
6. Garanzia e responsabilità
6.1. Il committente è tenuto a controllare senza indugio la merce – anche confezionata - al ricevimento sui
difetti identificabili entro 10 giorni di calendario dal ricevimento della merce e indicando il reclamo in modo
verificabile per iscritto. Per difetti non identificati anche dopo un attento controllo si deve procedere allo
stesso modo nello stesso termine dalla scoperta, tuttavia, comunicato per iscritto, al più tardi, entro sei mesi
dal ricevimento della merce. Il committente deve denunciare subito per iscritto al vettore danni di trasporto
visibili al ricevimento .
6.2. Alla presenza di un difetto, abbiamo diritto, a nostra discrezione, di riparare gratuitamente, di provvedere
ad una nuova consegna o ad un accredito. Un intervento successivo si deve considerare non è riuscito solo
se un danno esistente non è stato rimosso anche dopo una secondo tentativo di intervento Questo non
pregiudica i diritti del committente in caso di non riuscita, di rifiuto e di inaccettabilità dell’intervento
2/3
supplementare.
6.3. Richieste per vizio di materiale da parte del committente vanno in prescrizione in 12 mesi. Questo non si
applica per quanto la legge prescrive, ai sensi del § § 438 c. 1 n° 2, , 479 c. 1, 634a c. 1 del Codice Civile
(BGB), periodi più lunghi come nei casi di lesioni alla vita, al corpo e alla salute, per dolo o colpa grave in
violazione dei doveri o occultamento fraudolento di un difetto. Le disposizioni di legge sulla sospensione e
ripresa dei termini di prescrizione restano invariate.
6.4. I diritti alla garanzia non sono una deviazione significativa dalla qualità concordati, in particolare il colore
e la versione, usura naturale o danni derivanti dopo il trasferimento del rischio a seguito di scorretto o
negligente trattamento, manutenzione o a causa di particolari influenze esterne.
6.5. Noi rispondiamo sempre alle norme obbligatorie legali sulla responsabilità da prodotto, per i danni di
lesioni alla vita, al corpo o alla salute, che noi e i nostri rappresentanti legali o ausiliari rappresentiamo e per
tutti i danni causati intenzionalmente o per grave negligenza da noi come pure quelli dei nostri rappresentanti
legali o ausiliari..
6.6. Per colpe lievi siamo responsabili tranne nei casi ai sensi del c. 6.5., solo in violazione degli obblighi
contrattuali fondamentali. La nostra responsabilità in questo caso è limitata a danni materiali e patrimoniali e
a danni contrattuali tipici e prevedibili. Per consegne in ritardo e/o sbagliate saremo responsabili tranne nei
casi di cui al c. 6.5. non per danni conseguenti.
7. Contratti di installazione e d’opera
Per l'esecuzione dei contratti di installazione e d’opera valgono i contratti d’opera delle condizioni generali di
contratto complementari.
8. Foro competente e clausole finali
8.1. Luogo di adempimento per le consegne è il luogo di spedizione, per i pagamenti la nostra sede legale.
8.2.Se il committente è commerciante, persona giuridica di diritto pubblico o di un fondo speciale di diritto
pubblico, il foro competente è, a nostra discrezione, la nostra sede legale o la sede del committente per tutte
le controversie derivanti dal presente contratto – anche per azioni di regresso per mancato pagamento di
cambiali e assegni – . Lo stesso vale se il committente non dispone di alcun foro generale in Germania o il
domicilio o la residenza abituale al momento della presentazione del reclamo non è noto.
8.3. Per tutti i contratti tra noi e il committente vale esclusivamente il Diritto Tedesco con esclusione del diritto
di acquisto delle Nazioni Unite.
3/3
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
169 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content