close

Enter

Log in using OpenID

Bailador. Che fare

embedDownload
http://bailador.org/blog/
http://www.lasaggezzadichirone.org/
[email protected]
۩
SONDAGGIO EURISPES 2014
CACCIA : CONTRO 74,3% A FAVORE 15,2%
PELLICCIE: CONTRO 85,5%, A FAVORE 12,5%
VIVISEZIONE: CONTRO 81,6%, A FAVORE 16%
ANIMALI NEI CIRCHI: CONTRO 66%, A FAVORE 33,3%
ANIMALI NEGLI ZOO: CONTRO 42,2%, A FAVORE 56,2%
۩
LA GRANDE BATTAGLIA PER IL CLIMA
https://secure.avaaz.org/it/climate_march_reportback/?bnLoBab&v=46392
http://www.theguardian.com/environment/live/2014/sep/21/peoples-climate-march-live
E DOPO LE GRANDI MANIFESTAZIONI LA POLITICA SE NE ACCORGE. KERRY GALOPPA
LA TIGRE…
http://www.theguardian.com/environment/2014/sep/22/us-climate-change-john-kerry-un
LA FRANCIA PROMETTE UN MILIARDO DI DOLLARI PER IL “CLIMATE CHANGE”…
http://www.theguardian.com/environment/2014/sep/23/france-promise-climate-change-summit
E ROCKFELLER DICE ADDIO AL PETROLIO
http://www.lastampa.it/2014/09/23/esteri/i-rockefeller-dicono-addio-al-petrolio-il-futurodelleconomia-sar-verde-54STTUlLV0Vty7MgSlp4gM/pagina.html
۩
LA POLITICA SCEMA: LA BOSCHI FA FATICA A TROVARE CARNE DI CAVALLO
http://www.huffingtonpost.it/2014/09/21/boschi-carne-cavallo_n_5856622.html
۩
I POLITICI CAMBIANO? MA CERTO CHE NO! STA A NOI FARLI CAMBIARE…
http://richiamo-della-foresta.blogautore.repubblica.it/2014/09/21/indifferenti-e-carnivori-i-politicicambiano/
۩
MA ALTRI CAMBIANO: VOTE FOR BOB VOTE FOR NATURE
https://www.voteforbob.co.uk/?gclid=COHfxpWt_sACFSuWtAodOSEATQ
۩
INCOLLATO AI VETRI DELLE MACCHINE INGLESI: GLI ANIMALI NON POSSONO
VOTARE MA IO VOTO PER LORO….
۩
CHE FARE?
Spero che abbiate letto le cose che hanno preceduto questo scritto.
Il sondaggio ci mostra un Italia che cambia: su questo non c’è dubbio
Le grandi manifestazioni per il climate change ci hanno indicato che la politica cede davanti all’unità e la
forza dei numeri. La politica capisce solo questo. Se perde voti agisce. E dalle grandi manifestazioni del
climate change abbiamo capito che l’ambientalismo non può essere scisso dall’animalismo
(o dall’antispecismo, biocentrismo, universalismo ecc…ecc…) per la ragione che i viventi non umani
abitano anche le terre dei ghiacci, i deserti, le tundre, le grandi foreste, gli oceani, i fiumi e che non esistono
solo cani, gatti, asini, conigli, cavalli, esiste il non umano nella sua complessità che va difeso.
Basta leggere sotto per capirlo
Oltre a questo avrete letto l’usuale chiusura ermetica della politica nostrana verso ciò che difendiamo.
La Boschi rappresenta solo la punta dell’iceberg dell’imbecillità politica diffusa. La politica è Flavio Tosi,
sindaco di Verona e presidente della Federcaccia Veneto, che autorizza a sparare ai lupi e ai loro otto
cuccioli. La politica continua ad ignorarci malgrado i media abbiano, con continuità, informato il pubblico
che i vegetariani sono sette milioni e i vegani oltre 600.000. Sette milioni non saremo ma intorno ai quattro
sicuramente.Basta studiare il sondaggio Eurispes per capire dove tira il vento. Ma la politica nostrana non ci
sente e preferisce scegliere la lobby declinante dei cacciatori (750.000) piuttosto che noi, mostrando
stupidità e incapacità nel capire i tempi che rapidamente cambiano.
Il problema è che una forza come la nostra, che ha dimostrato la sua vitalità nelle manifestazioni riguardanti
la sperimentazione animale e la difesa di Daniza, appare divisa, frammentata, atomizzata e per questa
ragione non è presa sul serio. Ma è tempo di cambiare e di creare un movimento.
Un movimento che non sia un partito ma che potrebbe diventarlo. Ci stiamo provando da anni ma alla fine
ci riusciremo. Si impara dalle cose che non riescono.
Un movimento nostro, slegato totalmente dai partiti esistenti: l’entrismo nei partiti è ripetutamente fallito,
non ha portato a nulla. O a ben poco.
Un movimento che escluda dal gruppo direttivo personaggi mischiati con la vecchia politica.
Un movimento democratico, europeista, animalista, ambientalista aperto verso il mondo. Non un
movimento dei cani e dei gatti.
Un movimento strutturato democraticamente non a conduzione familiare o dispotica.
Un movimento che proceda senza timori, scompigliando lo status quo animalista, inizialmente con un
nucleo di attivisti per poi espandersi.
Un movimento che abbia come presidente una figura carismatica riconosciuta dal nostro mondo
Per far questo dobbiamo seguire il sentiero indicato dai gruppi che si sono battuti contro la sperimentazione.
ma aprendoci verso altre tematiche. Importante è ampliare il raggio d’azione, non limitarsi a una sola cosa.
La cosa da evitare ad ogni costo, in questo momento storico, è formare l’ennesimo partito animalista: ce ne
sono già tre e un quarto creerebbe ulteriore confusione. Se si pensa a un futuro partito bisogna prima
crescere per fare il passo decisivo al momento giusto.
Chi ha seguito il referendum scozzese ha capito che malgrado la sconfitta del “SI” per l’indipendenza
determinata dall’imponente schieramento del “NO” costruito sui media (solo il quotidiano Herald era per
il “SI”), il capitale in tutte le sue variazioni, i partiti, la televisione, la monarchia, i costruttori,
gli hedge fund , la micidiale minaccia sui mutui per le case, la grande finanza ecc…ecc… e le risorse
finanziarie limitate, il “SI” ha raccolto il 44% dei voti che pur nella sconfitta è stato un grande successo.
E c’è stato un risucchio dall’onda dell’evento che ha prodotto una crescita di 35.000 iscritti per l’SNP il
partito indipendentista e 6000 iscritti per i Green, i Verdi - che non sono l’ectoplasma nostrano diviso tra
vendoliani e Federazione dei Verdi - e un crollo del partito laburista – schierato per il “NO” - ormai ridotto
a 5000 iscritti.
In Inghilterra è apparso VOTE FOR BOB VOTE FOR NATURE e sui vetri delle macchine si legge che se
gli animali non possono votare ma voteranno gli umani per loro.
Certe cose basta volerle.
E’ tempo che ci muoviamo.
۩
CHE BELLA NOTIZIA: NEL 2100 SAREMO 13 MILIARDI
PER ORA ABBIAMO BISOGNO DI 1.5 TERRE PER SOSTENERCI.
MA PER GLI AMERICANI CE NE VOGLIONO QUATTRO.
http://www.dirittiglobali.it/2014/09/lincubo-2100-cosi-terra-saremo-13-miliardi/
LA META’ DEGLI ANIMALI SELVATICI PERSA DAL 1970 AD OGGI
75% IL DECLINO DEGLI ANIMALI DEI FIUMI, 40% QUELLI DELLA TERRA
http://www.vox.com/2014/9/30/6870749/the-world-has-lost-half-its-wildlife-since-1970-wwf-says
۩
E. M. CIORAN
Il paradiso è assenza dell'uomo. Più ce ne rendiamo conto, meno giustifichiamo il gesto di Adamo:
attorniato da animali, che cos'altro poteva desiderare? E come ha potuto misconoscere la fortuna di non
dover affrontare, a ogni momento, quest'ignobile maledizione impressa nei nostri volti?
۩
INTERVISTA A SUSANNA PENCO SULLA SPERIMENTAZIONE ANIMALE
https://www.youtube.com/watch?v=KMAQkZcpf7k
۩
PIKETTY E L’EUROPA
http://www.repubblica.it/economia/2014/09/22/news/piketty_basta_con_la_dittatura_del_debito_ma_
non_si_salva_l_europa_con_gli_slogan-96386698/
۩
PIETRO CITATI. L'ARMONIA DEL MONDO
(Jahve Elohim) ordinò all’ uomo di inventare i nomi delle creature viventi, sia che volassero, nuotassero,
strisciassero o camminassero sulla superficie della terra. Fu un segno terribile. Col dono dei nomi, Dio volle
che il mondo animale appartenesse per sempre all’ uomo, come suo possesso esclusivo. Tutti, o quasi tutti i
disastri della storia umana, dipesero dall’ incauto dono dei nomi. L’uomo immaginò di essere il centro e il
culmine della creazione, come se i coleotteri, gli usignoli, i passeri, i leoni, i gatti, gli storioni, i bradipi
dovessero guardare soltanto verso di lui. Immaginò di essere l’ unico a possedere l’ anima, la bellezza, la
sensibilità e l’ intelligenza. Dimenticò che i pini e le querce hanno una bellezza alla quale egli non può
nemmeno aspirare: dimenticò che i cani e i gatti posseggono un’ intelligenza e una sensibilità, che molto
spesso egli ignora. E cominciò ad esercitare il suo potere
۩
LA SPECIE CHE SOFFOCA IL SUO HABITAT CON I SACCHETTI DI PLASTICA
http://www.dailymail.co.uk/news/article-2768849/A-planet-drowning-plastic-A-floating-Pacificgarbage-patch-size-Wales-Seabirds-whales-dying-horrible-deaths-How-addiction-plastic-turningoceans-toxic.html
۩
LE FIAMME NEL CANILE DI MANCHESTER
Arrestato un ragazzo di 15 anni per l'incendio doloso del canile di Manchester. La famiglia del
ragazzo sotto protezione dalla polizia. 60 cani morti, 150 salvati di questi 72 immediatamente adottati.
Dal pubblico oltre un milione e mezzo di sterline per la ricostruzione del canile. Servizio funebre in
una chiesa anglicana per le vittime. Sdegno e rischio per la vita del ragazzo. Un uragano di insulti e di
minacce
http://www.dailymail.co.uk/news/article-2755740/Boy-held-dogs-home-fire-moved-safety-deaththreats-online.html
۩
UGDA: INTERROGAZIONI PER I CUCCIOLI DI DANIZA
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=801382
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=801640
DANIZA ERA DI TUTTI NOI
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2014/09/14/daniza-era-di-tutti-noi-inutileripopolare-gli-orsi-se-li-trattiamo-da-nemici20.html
MA NON C’E’ SOLO DANIZA…
PERCHE’ DITE CHE LA LEGA NON AMA GLI ANIMALI?
SPARATE AI LUPI ( E DI CONSEGUENZA AGLI OTTO CUCCIOLI)
INVITO DI TOSI, SINDACO LEGHISTA DI VERONA E PRESIDENTE DELLA FEDERCACCIA VENETO DETTO
“FLAVIUCCE O’ FUCIL’” , AI CACCIATORI.
Il sindaco leghista Flavio Tosi (che è presidente di Federcaccia Veneto) con un'ordinanza, emanata due
giorni fa, ha stabilito che i residenti del suo Comune possono "sparare" e "abbattere" i lupi che
"danneggiano gli allevamenti" e mettono "in pericolo" la città. Così il Corpo forestale dello Stato per
proteggere Giulietta (lupo italico), Slavc (che arriva dalle Alpi orientali) e la loro prole, ha denunciato il
primo cittadino…
http://www.repubblica.it/cronaca/2014/09/27/news/potete_uccidere_i_lupi_tosi_autorizza_a_sparare_
e_la_forestale_lo_denuncia-96761936/
۩
NIKOLAJ VASIL'EVIČ GOGOL
Da tempo avevo il sospetto che i cani fossero più intelligenti degli uomini; ed ero perfino convinto che
potessero parlare, ma che, soltanto, ci fosse in loro una specie di cocciutaggine. Sono dei grandi politiconi:
osservano ogni cosa, non perdono una sola mossa di una persona.
۩
IL BIOPARCO RESTA UNO ZOO
http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/09/17/news/nascono_licaoni_e_giraffine_il_bioparco_resta_un
o_zoo-95930824/
۩
UNA SOLUZIONE COMPASSIONEVOLE: AFFAMATE I CANI E SE NE ANDRANNO
http://richiamo-della-foresta.blogautore.repubblica.it/2014/09/20/trapani-cittadella-della-saluteaffamate-i-cani-se-ne-andranno/
۩
ECC O UN ESEMPIO DI DEMOCRAZIA NELLA RETE: LE MASSE VOTANO…
O MEGLIO NON VOTANO…
http://www.repubblica.it/speciali/politica/elezionieuropee2014/2014/05/26/news/elezioni_europee_m5s_grillo_risultati-87203764/
۩
ISIS : SENZA COMMENTO… MA DA VEDERE
http://www.youtube.com/watch?v=cWDoWps17Ws
۩
E SE PENSATE CHE NON SIA SUFFICIENTE GUARDATE QUESTO…
http://www.youtube.com/watch?v=Ue0faIIk2e0
۩
۩
MALTA - CHIUSA LA CACCIA
LAC Newsletter 1798 - 21 settembre 2014
Il Governo maltese ha chiuso la stagione venatoria con effetto immediato e fino al 10 ottobre, quando la
migrazione sarà terminata. Il motivo del provvedimento consiste nel continuo abbattimento illegale di
specie di uccelli protette. Le associazioni venatorie hanno protestato, mentre il Partito Nazionalista e le
associazioni Birdlife Malta e CABS hanno accolto con soddisfazione il provvedimento.
۩
IL PERPETUO ORRORE RUMENO
https://www.facebook.com/events/772026119505521/
۩
QUESTO VI RICORDA QUALCOSA? MUTI? L’OPERA?
http://www.youtube.com/watch?v=85DwyqwqACo
http://www.lastampa.it/2014/09/22/italia/politica/muti-lascia-lopera-e-accusa-i-sindacati33GlSWQ9MaSnG6gOOJ8uQO/pagina.html
۩
SE PENSATE CHE I CINESI ERANO (SONO) TREMENDI SOLO CON GLI ANIMALI
LEGGETE QUESTO….
http://www.dailymail.co.uk/news/article-2760019/The-Merciless-Ming-The-Chinese-dynastyunspeakably-cruel-one-debauched-history-produced-sublime-art-British-Museum.html
۩
IL KARMA E L’APERTURA VERSO IL NON UMANO
Con il Rig Veda (1500- 1200 a.C.) siamo ancora a una sola vita, come nelle religioni monoteiste: si tirano le
cuoia e buonanotte ai suonatori. Con le Upanishad (IX - VIII secolo a.C.) cambia la musica e siamo davanti
a qualcosa di profondamente differente: si parla di trasmigrazioni di anime e rientrano nel gioco anche il
non umano e le infinite vittime sacrificali. Ora ci si reincarna. Il corpo si corrompe ma l’anima imperitura
resta. E anche l’anima degli animali si reincarna in un corpo. E con il ciclo delle rinascite – aborrito dagli
orientali ma amato dagli occidentali – sbuca l’idea del karma. Le azioni passate producono le reincarnazioni
per umani e non umani. Il Karma è come un sistema computerizzato che calcola ogni azione, ogni pensiero,
ogni desiderio: se te la spassi alla grande, navighi nell’oro, non conosci la compassione, nella prossima
reincarnazione potresti divenire un disperato salvato da Madre Teresa da un marciapiede di Calcutta.
Così, se te la spassi alla grande, navighi nell’oro, non conosci la compassione, nella prossima reincarnazione
potresti divenire un disperato salvato da Madre Teresa da un marciapiede di Calcutta. Il Karma comporta
l’evoluzione spirituale: ogni essere vivente retrocede o procede secondo le sue azioni. Mengele scende al
livello degli insetti, un cane sofferente e l’orsa Daniza approdano al livello umano. L’idea della rinascita fa
capolino nelle Upanishad, come l’anima immortale nel monoteismo, in un preciso momento storico.
Ugualmente si transita dall’Ade omerico all’Oltremondo platonico e a quello dei misteri eleusini e orfici;
dalla situazione deplorata da Achille a condizioni ultraterrene migliori nei Campi Elisi. Le cose cambiano
senza dirette informazioni pervenute da Dio o da Dei, ma per le “intuizioni” di santoni, preti, savants,
sciamani, taumaturghi, filosofi, senza mai una misera traccia di evidenza.
A un certo punto della storia dell’India c’è un svolta: i bramini, la casta dominante, si rendono conto che
qualcosa va cambiato: l’orrore della separazione classista non regge, ma il sistema va mantenuto ad ogni
costo. Mutare l’iniquo ordine è pericoloso per le classi abbienti e il karma è il punto d’appoggio della
modifica; per i bramini tenere in piedi il baldacchino fantasioso delle caste è essenziale, altrimenti crolla
tutto. Funziona come il cristianesimo che insegna agli schiavi a sopportare la pena quotidiana perché alla
fine della vita li aspetta la luce infinita del Signore.
Ma con l’arrivo del Buddha si scompigliano i giochi. Gautama mina le fondamenta della struttura induista.
Saltano in aria il Dio creatore e personale, l’anima immortale, le caste, gli odiosi sacrifici e la speculazione
metafisica. I Dalit, gli intoccabili, vedono una luce. Gautama annienta la loro insostenibile condizione: non
esistono caste nel buddismo. Ma in mezzo alle rovine teologiche si salva l’idea della reincarnazione,
interpretata in maniera differente, dal momento che l’Illuminato nega l’atman l’anima immortale.
Ma cosa insegna il Buddha? Insegna che la via è quella del fuoriuscire dalla sofferenza, attraverso la
meditazione, la compassione verso i viventi, umani e non umani, la consapevolezza, la non violenza, .
seguendo il tracciato indicato dalle quattro nobili verità: la sofferenza, come realtà universale che tutto
abbraccia, il sorgere della sofferenza, la cessazione della sofferenza, la via che conduce alla cessazione della
sofferenza procedendo lungo l’ottuplice sentiero. L’Illuminato infrange il determinismo karmico insegna
che siamo noi gli artefici del nostro destino perché esercitiamo il libero arbitrio.
Gautama non si perde dietro alle disquisizioni teologiche o alle domande essenziali, è agli antipodi del
monoteismo nostrano tarlato dalle eterne domande senza risposta: osserva il mondo e decide.
Durante un festival della semina vede la fatica degli uomini, vede la paziente sofferenza dei buoi, vede la
lama dell’aratro che fende la terra, vede i vermi e gli insetti esposti alla luce e pasto d’uccelli. Vede la
povertà, le malattie, la vecchiaia, il perenne soffrire e tira le sue conseguenze. Il mondo del Buddha è come
quello del filosofo scozzese Hume che spiega che se un alieno venisse sulla Terra lo porterebbe a vedere un
ospedale, un carcere, un campo di battaglia, una flotta a picco nel mare, uno Stato dominato dalla tirannia,
oltre a popolazioni afflitte dalla fame e dalla peste. E se l’alieno chiedesse di vedere qualcosa di gioioso
allora lo porterebbe a un ballo, a vedere uno spettacolo, a visitare la corte e li esperimenterebbe la stessa
angoscia. L’uomo comune per Gautama è il classico piccolo borghese dei nostri tempi: ama gli elogi,
brama il successo, non è compassionevole, non sa come affrontare decadimento, malattie e morte, è
lussurioso, spesso spietato, affetto da familismo degenere e aborre povertà e silenzio.
E smonta l’ego, Gautama, fa a pezzi la “cosa pensante” cartesiana, il sé sostanziale e individuale;
precedendo di secoli la critica di Hume, mina la solidità dell’io, lo rende un fascio di disordinati pensieri
senza un vero centro. Sfalda il nucleo della nostra persona. La mente – dice – brucia come una fiamma,
s’impenna come un’onda, brucia come un incendio in una foresta. La mente è come un teatro ove i pensieri
si susseguono con grande rapidità, con un procedere penoso di stati d’animo, un’altalena spaventosa di
sensazioni, senza alcuna sosta. La mente è come un folle che urla rinchiuso tra le pareti del cranio. Tutto è
impermanente, interconnesso e dominato dal cambiamento. Non c’è un punto centrale. Il terreno del vivente
è friabile. E’ instabile. E’ fumoso. E demolisce l’atman, Gautama, l’anima eterna e i discepoli chiedono:
“cosa si reincarna?” E il Buddismo risponde nei secoli: le azioni determinano il prossimo corpo senza che ci
sia una sostanza eterna che salti come un grillo luminoso da un corpo a un’altro. Da un cadavere al
nascituro. Come il fuoco di una candela che si spegne e che è trasmesso a un’altra candela.
Ma il Buddha non rinuncia alla carne, spiega ai suoi bhikshu, ai suoi monaci, che elemosinando il cibo
possono mangiare i pezzi di carne mischiati nel riso, ma non possono uccidere per mangiare. Ma contro
l’idea di mangiar carne insorgono il suo discepolo Devadatta, che diventa il Giuda del buddismo, e i jianisti.
Ma il jiainismo è una religione differente, è la religione del non umano per antonomasia.
Il Dalai Lama spiegherà molto più tardi che è obbligato a mangiare carne perché glielo ha imposto il
dottore. Si resta sbalorditi. Ma quasi tutti i lama tibetani non lo seguono.
Il Buddha trova altri pensatori che l’osteggiano: Makkhali Gosala insegna che il karma è un invenzione
braminica e il bene e il male sono concetti senza sostanza, mentre lo sramana, l’asceta, Purana Kassapa,
della setta degli Ajivika, fa di peggio: insegna che gli stermini perpetrati dai vari monarchi, in perpetua
guerra tra di loro, non sono peccaminosi ma necessari. A questo Gautama risponde che gli kshtriya, i
guerrieri, che massacrano diventeranno scorpioni mentre il cavallo che muore in battaglia approderà al
livello umano. La predicazione di Purana Kassapa potrebbe andare a pennello per i tagliagole dell’IS
islamico. E da non dimenticare è il materialista Ajita Kesakambala che nega aldilà, karma, reincarnazioni e
insegna che tutto finisce con la cremazione. Ashes to ashes. Cinis et nihil.
Il Tempo del Buddha è definito da grandi controversie, è il tempo della “giungla delle opinioni”
I Kalama investiti dai mille credi degli asceti itineranti sono confusi e chiedono a Gautama in cosa credere:
un sraman dice una cosa, un altro la confuta. L’illuminato che detesta dogmi e fanatismi li invita a dubitare
di tutto e basarsi solo sul giudizio personale. Esistono variazioni notevoli nel mondo del buddismo e due
esempi le evidenziano: il primo riguarda il monaco Maha Ghosananda che ebbe la famiglia massacrata dai
Khmer Rouge, li perdonò e chiese che fossero invitati ai colloqui per definire la nuova Cambogia. Il
secondo riguarda Shaku Soyen, un monaco zen, che giustificò l’imperialismo giapponese, i massacri in
Manciuria e si rifiutò di firmare la condanna di Tolstoj per la guerra russo – giapponese spiegando al mondo
che, se combattuta per una ragione giusta, la guerra non è necessariamente orrenda. Dopo il massacro di
Nanchino leggere quello che insegna Shaku Soyen fa inorridire.
Ma così funziona il mondo: un santone, un monaco, un sraman , un taumaturgo, uno sciamano si sveglia la
mattina, dopo una notte travagliata, e cambia la prospettiva dell’Oltremondo. Quattro parole e annienta una
visione del mondo. Il problema è poi credergli.
۩
E VA BE’…IO NON MI REINCARNO!
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2014/09/15/se-il-dalai-lama-non-sireincarna-lultima-sfida-a-pechino28.html
E IO COMINCIO AD AVERI DUBBI SU DIO….
http://www.lastampa.it/2014/09/19/esteri/vatican-insider/it/i-dubbi-su-dio-dellarcivescovo-dicanterbury-PYndKkr7rrLtiDmodw0wBL/pagina.html
NOI NO! PER NOI I TAGLIAGOLE DELL’IS SONO UGUALI AGLI ATEI…OVVERO LA
FOLLIA RELIGIOSA CHE ESONDA…
http://www.theguardian.com/world/2014/sep/18/religion-still-leads-the-way-in-post-morsi-gypt
MA IO DA QUI NUN ME MOVO…
NEL VANGELO DI LUCA” IL FIGLIO DELL’UOMO NON HA DOVE POSARE IL CAPO”.
MA QUESTO CE L’HA DOVE POSARE IL CAPO MA COL CAVOLO CHE SI MUOVE…
http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/cardinale-rouco-varela-gran-capo-chiesa-spagna-ventanni-84646.htm
۩
SALVARE LE API DAI VELENI
Tra pochi giorni, una task force consiglierà alla Casa Bianca cosa fare in merito a quei veleni e se 3 milioni
di noi chiederanno di metterli al bando, riusciremo a salvare le api dall'estinzione.
petizione: https://secure.avaaz.org/it/saven_the_bees_us_pet_loc/?email
۩
L’ABOLIZIONE DELL’INFERNO. TUTTO CAMBIA MENO PER IL NON UMANO
Fate attenzione. Ratzinger tempo fa ha abolito il Purgatorio. Per un millennio era una verità accettata, ma
ora Scalfari, che ha rapporti con il nuovo Papa, ci informa che:
“La dottrina tradizionale insegnava che l'anima è immortale. Se muore nel peccato lo sconterà dopo la morte
del corpo. Ma per Francesco evidentemente non è così. Non c'è un inferno e neppure un purgatorio. Per le
anime che non sono scomparse nel nulla c'è la beatitudine d'essere ammesse alla luce del Dio che le ha
create. E quando la nostra specie cesserà di esistere, "la luce di Dio sarà tutta in tutti". Questa è la visione di
Francesco.”
http://www.repubblica.it/politica/2014/09/21/news/editoriale_scalfari_21_settembre-96291107/
Così abbiamo una nuova visione dell’Oltre: i giusti raggiungono la beatitudine e sono ammessi alla luce di
Dio, i peccatori svaniscono nel nulla come i viventi non umani. Sprofondano nel buco nero del nulla con
cani, gatti, cavalli, pesci. balene, orsi ecc…ecc…
Però Gesù di Nazareth aveva detto un’altra cosa:
“ Ora vi dico che molti verranno dall'oriente e dall'occidente e siederanno a mensa con Abramo, Isacco e
Giacobbe nel Regno dei Cieli, mentre i figli del regno saranno cacciati fuori nelle tenebre, ove sarà pianto e
stridore di denti.” (Mt, 8,11-12)
“Il Figlio dell'uomo manderà i Suoi angeli, i quali raccoglieranno dal Suo Regno tutti gli scandali e tutti gli
operatori di iniquità, e li getteranno nella fornace ardente dove sarà pianto e stridore di denti.”
(Mt, 13,41-42)”
“Se la tua mano ti scandalizza, tagliala: è meglio per te entrare nella vita monco, che con due mani andare
nella Geenna, nel fuoco inestinguibile” (Mc, 9,43)”
“Se il tuo occhio ti scandalizza, cavalo: è meglio per te entrare nella vita orbo, che essere gettato con due
occhi nella Geenna, dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue” Mc, 9,47-48
Avete notato? Tutto cambia meno quando si parla del non umano. Lì il silenzio è assoluto. Neanche un
bisbiglio. Neanche una misera parola.
۩
LA LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA: GLI GNU ATTRAVERSANO IL FIUME MARA CON I
COCCODRILLI IN AGGUATO MA NON TUTTI CE LA FARANNO.
۩
FIGLIO MIO… QUANTO SEI PICCOLO!
http://www.dailymail.co.uk/news/article-2761684/Eat-son-ve-lot-growing-Baby-elephant-bornWhipsnade-Zoo-Dunstable-Bedfordshire-weighing-290lbs.html
۩
VI SIETE ROTTI? RELAX
https://www.youtube.com/watch?v=rjlSiASsUIs
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
685 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content