close

Enter

Log in using OpenID

Bergamo Artigiana - gennaio/febbraio 2015

embedDownload
Periodico mensile degli organi direttivi dell’Associazione Artigiani di Bergamo
Contiene I.P.
Poste Italiane spa • Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, comma 1, DCB Bergamo
1945-2015
Buon compleanno
Confartigianato
Bergamo!
ANNO 71 • NUMERO 1 • GENNAIO-FEBBRAIO 2015
ARTICOLAZIONE REGIONALE /20%$5',$ C/O E/%$
9LDOH 9LWWRULR 9HQHWR $ 0LODQR
7HO )D[ ‡ IRQGDUWLJLDQDWRORPE#HOEDORPEDUGLDLW
Parti sociali costituenti
IL SINDACATO DEI CITTADINI
bergamoartigiana
SOMMARIO
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
SOMMARIO
05 EDITORIALE
70 anni di Associazione Artigiani
Un grazie a tutti voi che ci seguite!
21 SPECIALE ALIMENTAZIONE
Zucchero, miele e zucchero di canna
Dolcificanti naturali o di sintesi?
06 SPECIALE SETTIMANA ENERGIA 24 AREE DI MESTIERE
Etichettatura alimenti
novità in vigore dal 13 dicembre scorso
Grande partecipazione
alla Settimana per l’Energia
Anche quest’anno la manifestazione ha voluto
promuovere sostenibilità e green economy
Perché è necessario
scegliere lo sviluppo sostenibile
le conclusioni della Settimana per l’Energia
MECSPE 2015
si cercano imprese interessate ad esporre
Il Gruppo Orafi realizza gioielli
in collaborazione con gli studenti del Liceo Artistico
Utilizzo degli pneumatici invernali
ecco cosa prevede la normativa
Illuminazione domestica
I numeri dell’edizione 2014
Intervista a Woodrow Clark
Il sistema Philips Hue controllabile da iPhone
Pratiche Rai
Premio Nobel per la Pace 2007
da gennaio la consulenza raddoppia
Sacchetti di plastica compostabili
novità sanzionatorie per chi non rispetta la normativa
13 PRIMO PIANO
[email protected]: motori del cambiamento
grande successo agli incontri sul territorio
Si continua tra febbraio e marzo con 4 serate
28 VITA ASSOCIATIVA
ANAP
Cecilio Testa nuovo presidente
Trofeo Europeo dell’Eccellenza
due aziende artigiane vincitrici a Lione
15 SOLIDARIETÀ
Pulitore Day
festeggiati i vent’anni del marchio
Franco Torri
Africa Tremila
Presentati alla cena annuale i progetti a favore
delle popolazioni più bisognose
Vicepresidente Confiab
Operatori polacchi a Bergamo
per conoscere le eccellenze del territorio
Acconciatori Anam
1° posto al Campionato europeo di Ekaterinburg
Ricordo di Giancarlo Frigerio
16 FORMAZIONE
figura di spicco nell’artigianato
Luigimaurizio Assolari
“Passato e futuro alla finestra”
“Area Education”
formazione scolastica e imprenditoria artigiana
I corsi di Gennaio e Febbraio
Scadenze fiscali e per il personale
Gennaio e Febbraio 2015
La gestione della tua impresa non è un gioco
DIRETTORE RESPONSABILE
Angelo Carrara
EDITORE
Associazione Artigiani
via Torretta, 12
24125 Bergamo
tel. 035.274.111
www.artigianibg.com
[email protected]
ecco l’ingresso omaggio per i soci
32 ULTIM’ORA • SCADENZE
17 TESSERAMENTO
Periodico mensile degli organi direttivi
dell’Associazione Artigiani di Bergamo
aderente a Confartigianato
Bergamo Sposi 2015
REDAZIONE
Ufficio Comunicazione di
Confartigianato Bergamo
via Torretta, 12
24125 Bergamo
PUBBLICITÀ
XComunicare srl
via Torretta, 7
24125 Bergamo
tel. 035.4284864
fax 035.4132194
[email protected]
A Ibiza il viaggio per i soci
Autorizzazione del Tribunale di Bergamo
n. 501 del 13-12-1968
iscrizione ROC n. 10601
STAMPA
Sestanteinc srl
Chiuso in redazione il 15.12.2014
♻ chlorine-free bleached paper
Printed on elemental
3
DAL 1945,
ORGOGLIOSI
DI ESSERE
ARTIGIANI.
bergamoartigiana
EDITORIALE
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
70 anni di Associazione Artigiani
Un grazie a tutti voi che ci seguite!
Cari Associati,
si apre un nuovo anno denso di
aspettative e di speranza. Alle
spalle abbiamo un 2014 che non
è stato sicuramente un’annata
delle migliori. Ancora oggi mi stupisco di come i nostri imprenditori
bergamaschi abbiano potuto continuare ad andare avanti, stringendo i denti, con spirito di resistenza
e di attaccamento alla propria
azienda, nonostante i dati congiunturali e previsionali negativi.
Adesso ci troviamo dinanzi un periodo di impegno ma anche di interessanti opportunità. Come Expo 2015, che concentrerà milioni
di operatori economici nella nostra regione e speriamo anche
nella nostra provincia, con molteplici possibilità da sfruttare sotto
l’aspetto del business commerciale, della diffusione del made in
Italy, dell’accoglienza turistica.
Seguiremo con attenzione questo
evento e, come sapete, è già da
tempo operativo uno sportello informativo e di consulenza presso
l’ufficio Internazionalizzazione per
tenervi informati su tutte le possibilità esistenti.
Per la nostra Associazione poi il
2015 sarà un anno molto importante perché festeggiamo i 70
anni di fondazione. Era il 1945
quando 12 «pionieri» artigiani,
appartenenti alle diverse categorie, decisero di costituirsi in gruppo per difendere il proprio lavoro
e il proprio futuro, convinti già da
allora che l’artigianato meritasse
più rappresentatività e più interesse da parte delle istituzioni: si
trattava del primo nucleo di quella che sarebbe divenuta poi l’Associazione Artigiani di Bergamo.
Nel corso di tutti questi anni abbiamo continuato a crescere, diventando una tra le realtà sindacali più significative della provincia, un vero e proprio punto di riferimento per le imprese e per
l’artigianato nel suo complesso, e
abbiamo ideato e realizzato una
lunga serie di servizi, corsi e sportelli in grado di abbracciare tutta
la vita dell’impresa. Oggi, a 70
anni di distanza, abbiamo 27 sedi territoriali per essere sempre
più vicini ai luoghi dove operano
le vostre imprese, e ci prepariamo a festeggiare la ricorrenza con
nuovi servizi, nuove iniziative e
nuove tecnologie di comunicazione sotto il logo di Confartigianato
Bergamo, introdotto lo scorso anno a voler simboleggiare l’adesione alla più importante organizzazione nazionale a tutela dell’artigianato e delle Pmi.
Cosa prevede per il prossimo anno la nostra attività a favore dei
soci? Tante novità! Ad esempio,
con la campagna tesseramento
2015, abbiamo lanciato «pacchetti» mirati per la formazione,
l’aggiornamento e il sostegno alla
competitività delle imprese condotte da giovani imprenditori,
mentre nei prossimi mesi continueranno le serate informative
gratuite sul territorio sulle tematiche fiscali e del lavoro. Inoltre abbiamo aumentato a 60 euro a
notte il rimborso della polizza assicurativa gratuita per gli infortuni
professionali ed extraprofessionali (finora la soglia era di 50 euro). Novità riguarderanno nei
prossimi mesi anche la comunicazione, con l’attivazione di un nuovo sito internet, mentre già da
qualche tempo sta avendo grande impulso la comunicazione delle nostre iniziative via mail, molto
richiesta da tutti voi.
E tante altre ancora saranno le
offerte di servizi, percorsi formativi, sessioni informative e anche
pacchetti gratuiti rivolti a tutti gli
associati.
Per questo ringrazio tutti voi che
anche quest’anno ci avete rinnovato la fiducia, sottoscrivendo la
nostra Tessera 2015 e consentendoci così di realizzare questi
nuovi progetti a favore delle vostre imprese. L’invito è di continuare a seguirci!
Intanto colgo l’occasione per porgere a tutti i miei migliori auguri
per un anno pieno di soddisfazioni e di occasioni da cogliere.
Il presidente
Angelo Carrara
5
SPECIALE SETTIMANA ENERGIA
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Grande partecipazione
alla Settimana per l’Energia
Anche quest’anno la manifestazione ha voluto
promuovere sostenibilità e green economy
S
ono stati oltre 18.000 i partecipanti alla 6^ edizione della Settimana per l’Energia, la
manifestazione promossa e organizzata da Confartigianato Bergamo
in collaborazione con Confindustria Bergamo e con una serie di
partner del territorio componenti
del comitato tecnico scientifico,
ossia: l’Università di Bergamo, gli
Ordini degli Architetti e degli Ingegneri, l’Ufficio Scolastico Territoriale,
Bergamo Sviluppo, azienda Speciale della Camera di Commercio e
BergamoScienza.
La kermesse anche quest’anno si è
posta l’obiettivo di promuovere le
tematiche della sostenibilità e della green economy tra i cittadini e le
imprese, fornendo preziosi spunti di
approfondimento e occasioni di riqualificazione professionale, attraverso una serie di convegni, eventi collaterali e attività per le scuole che si sono snodati per otto giorni, dal 19 al 26 ottobre.
Nello specifico, con il titolo “La sfida dello sviluppo sostenibile: valorizzazione delle risorse per il futuro dell’energia”, l’edizione 2014
ha voluto rimarcare il tema dello sviluppo sostenibile alla luce delle tematiche internazionali che hanno
caratterizzato il 2014, anno europeo della green economy e contro
lo spreco alimentare, lanciando
anche uno sguardo all’imminente
Expo 2015.
E proprio il tema della sostenibilità ha fatto da filo conduttore ai numerosi convegni della manifestazione, che si sono aperti al Teatro
Sociale di Bergamo, con un incontro dal titolo “Energia: ricerca, innovazione e sostenibilità” organizzato in collaborazione con Berga6
moScienza, e sono proseguiti per
tutta la settimana con seminari
tecnici per le imprese e gli operatori, per concludersi con un momento di discussione e dibattito finale, sempre al Teatro Sociale,
dove, attraverso le relazioni di
esperti e rappresentanti delle istituzioni, si è cercato di fare il punto
sullo stato dell’arte stabilendo
un’agenda di priorità per il nostro
territorio. Da segnalare la presenza ai lavori del premio Nobel per la
pace ed esperto sulle tematiche
della sostenibilità Woodrow Clark
(di cui pubblichiamo un’intervista
nelle pagine successive) che aveva
già preso parte all’edizione 2010
della Settimana per l’Energia.
Di particolare interesse anche le attività dedicate agli studenti bergamaschi, realizzate in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo, che hanno
coinvolto i ragazzi dalle primarie alle
secondarie di 1° e 2° grado in uno
spettacolo, un seminario e una visita a una centrale idroelettrica.
Infine un ricco catalogo di eventi
collaterali aperti a tutti i cittadini:
visite guidate e open day presso
aziende bergamasche d’eccellenza
che hanno illustrato le nuove soluzioni tecniche in tema di sostenibilità e risparmio energetico; una
mostra sulla sostenibilità vista dai
ragazzi e un “roadshow sull’efficienza energetica”, il tour itinerante di Enel allestito in piazza Vittorio
Veneto a Bergamo.
Sono stati enormi gli apprezzamenti per la manifestazione, che quest’anno ha avuto anche un forte respiro internazionale grazie alla presenza di due delegazioni di operatori cinesi, appartenenti ai settori
dell’ambiente e delle energie rinnovabili, che hanno partecipato agli
eventi della Settimana per l’Energia
e hanno avuto modo di apprezzare
le buone prassi veicolate da questo
importante appuntamento oltreché
di portare la propria testimonianza,
durante il convegno di chiusura, sullo stato dell’energia e dei settori della green economy in Cina.
bergamoartigiana
SPECIALE SETTIMANA ENERGIA
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Perché è necessario
scegliere lo sviluppo sostenibile
le conclusioni della Settimana per l’Energia
I
nterrogarsi sul prezzo per
l’umanità di scegliere o non scegliere la sostenibilità per il nostro futuro, capire cosa si nasconde dietro a questa scelta divenuta ormai irrinunciabile e cercare
di contribuire alla formulazione di
una visione unitaria da seguire
per dare un concreto sostegno allo sviluppo alla nostra economia
e del territorio bergamasco, con
lo sguardo puntato all’appuntamento con Expo che ci attende il
prossimo anno. Questi gli obiettivi dell’intera Settimana per
l’Energia e in particolare del convegno conclusivo, tenutosi al Teatro Sociale di Bergamo, che proprio dalla kermesse ha preso il titolo, ossia “La sfida dello sviluppo sostenibile: valorizzazione
delle risorse per il futuro dell’energia”, e nel quale è confluito
il dibattito tra le forze sociali che
ha animato tutti i lavori. Un incontro che ha visto la partecipazione di numerosi rappresentanti
del mondo accademico, politico
e imprenditoriale, proponendosi
di stilare un’agenda di buoni intenti per la nostra provincia in
materia di sostenibilità.
La mattinata si è aperta con i saluti di Angelo Carrara, presidente
di Confartigianato Bergamo, il
quale ha sottolineato che quella
che continuiamo a chiamare crisi,
in realtà è uno stravolgimento del
mondo come lo conosciamo.
“Concordo con quanto scrive
l’economista Jeremy Rifkin quando parla di “terza rivoluzione industriale”. Abbiamo costruito
un’economia basata integralmente sul carbonio diventando petrolio dipendenti. E le difficoltà che
ci stanno opprimendo derivano
proprio dal fatto che è giunta al
termine la civiltà del carbonio. È
dunque necessario che tutti insieme ci prendiamo le nostre responsabilità e cominciamo a
cambiare le nostre vite ogni giorno”. Carrara ha anche ricordato
che da anni la Settimana per
l’Energia opera come una rete
con i partner del territorio per la
diffusione di questi concetti, divenendo un punto di riferimento
nazionale, e quest’anno anche internazionale, grazie alla presenza
ai convegni di operatori provenienti dalla Cina e dal Senegal,
con lo scopo di fare emergere
questa sensibilità a livello globale
nei confronti delle future generazioni.
La vicepresidente di Confindustria Bergamo, Monica Santini,
invece, ha evidenziato come le
sfide produttive attuali siano le
«smart industries», che necessitano di spazi produttivi sempre più
connessi, tecnologici e intelligenti. Ma siccome per questa rivoluzione sarà necessario consumare
molta energia, occorrerà farlo
consapevolmente, con processi
produttivi migliorati e strutture
modificate.
Di seguito, dopo il saluto dell’assessore all’Ambiente del Comune
di Bergamo Leyla Ciagà, è intervenuta Sunny Zhang, rappresentante cinese responsabile del
centro di Cooperazione Internazionale IGEA (Associazione Aziende Settore Energie Rinnovabili)
che ha sottolineato la volontà di
instaurare rapporti di collaborazione con le imprese italiane ed
europee, spiegando come la Cina
offra opportunità di business per
le nostre aziende interessate a
fornire aggiornamento tecnologico e tecnologie avanzate nel campo dell’energia verde.
Anche dal Senegal è arrivata la richiesta di collaborazione. Il consigliere del presidente senegalese
per l’Energia e l’Ambiente, Mboji
Boubacar, si è infatti detto inte7
SPECIALE SETTIMANA ENERGIA
ressato a creare sinergie nella formazione e nella ricerca, al fine di
sviluppare tecnologie che vadano
nell’interesse delle imprese dei
due Paesi, invitando in Senegal
una delegazione di Confartigianato Bergamo per discuterne.
Henry Malosse, presidente del
Comitato Economico e Sociale
Europeo, ha invece auspicato che
anche Cina, Russia e Usa si impegnino per raggiungere l’obiettivo
del 20-20-20 “perché ne va della
stessa sopravvivenza delle future
generazioni”. E tra le sfide che vedono impegnata l’Ue, ha ricordato quella di ridurre per tutti il
prezzo dell’energia.
Molto apprezzato l’intervento del
rettore dell’Università di Bergamo
Stefano Paleari imperniato sull’elogio dell’equilibrio, inteso come la necessita di fare delle scelte rapide, semplici e chiare, per
eliminare i disequilibri esistenti,
contemperando le differenti esigenze per scegliere nuove strade
e creare istituzioni più leggere, infrastrutture abilitanti, inventare
nuove industrie. Un percorso obbligato il cui obiettivo sono i nostri giovani che, in caso contrario
se ne andranno inevitabilmente
da un’altra parte.
Paolo Riva, direttore del Dipartimento di Ingegneria e Scienze
Applicate (DISA) dell’Università
degli Studi di Bergamo, ha poi
parlato del dibattito tra riqualificazione energetica e sicurezza
degli edifici.
Quindi è stato il momento dell’attesissimo intervento del premio
Nobel per la pace Wodroow
Clark, della Clark Strategic Partners. Clark ha ricordato che siamo tutti coinvolti in questa responsabilità verso il futuro, per
questo ha apprezzato la presenza
ai lavori di rappresentanti di Paesi come la Cina e il Senegal. Nella
sua relazione ha poi evidenziato
come l’America, a differenza dell’Italia, sia ancora lontana dall’avere una coscienza sulla soste8
bergamoartigiana
nibilità. “Tutto ciò che riguarda la
rivoluzione green – ha detto – sta
succedendo proprio ora, in particolare qui in Italia e in Cina, ma
non in America dove le energie
verdi sono osteggiate dalle ricche
lobby del petrolio e dei combustibili fossili, al punto da ostacolare i brevetti di nuove tecnologie
verdi”. “L’Italia – ha concluso - ha
fatto tante cose che in America
non sono state fatte. Ad esempio
la nostra Motor Valley la città di
Detroit, mecca dell’automobile è
miseramente fallita per la cecità
delle maggiori case automobilistiche verso queste nuove tecnolo-
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
gie. In Italia la vostra Motor Valley, zona di produzione della
Lamborghini e della Maserati e di
altre macchine di lusso sarà il futuro grazie alla ricerca”.
Infine le conclusioni del vicepresidente vicario di Confartigianato
Claudio Miotto, che ha ricordato
che l’energia non è solo quella
che fa funzionare le macchine: sono le nostre risorse, il nostro spirito innovativo di persone che sanno guardare al futuro, la nostra
capacità di persone che sanno costruire. Ognuno è portatore di talenti: dobbiamo cercare di farli
crescere camminando assieme.
bergamoartigiana
SPECIALE SETTIMANA ENERGIA
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
I numeri dell’edizione 2014
L’
edizione 2014 della Settimana
per l’Energia ha visto l’organizzazione di tante iniziative di
spiccata qualità: 14 convegni in
Bergamo e provincia, 3 eventi per le
scuole (un convegno, uno spettacolo e una visita a centrale idroelettrica), 10 eventi collaterali.
Agli appuntamenti hanno preso
parte oltre 4080 partecipanti, dei
quali quasi 1500 studenti, consolidando così i dati della precedente edizione.
A questo numero si devono aggiungere le diverse migliaia di cittadini che hanno partecipato agli
eventi collaterali organizzati in piazza Vittorio Veneto: in particolare
sono stati oltre 14.000 i visitatori, tra cui circa 1000 studenti, al Roadshow sull’efficienza energetica
promosso da Enel e quasi 400 i
test drive di auto e moto elettriche.
Il totale tra partecipanti e visitatori supera dunque il numero di
18.000 persone che hanno potuto apprezzare gli eventi della manifestazione.
I relatori dei convegni, tra esperti,
docenti, moderatori e rappresentanti di istituzioni, sono stati 101.
Infine, sono stati 24 gli enti e gli organismi che hanno contribuito
alla manifestazione in qualità di
partner o sponsor.
L’iniziativa ha avuto il patrocinio di
Regione Lombardia, Comune di
Bergamo e Comitato Economico e
Sociale Europero.
9
SPECIALE SETTIMANA ENERGIA
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Intervista a Woodrow Clark
Premio Nobel per la Pace 2007
Il Team Comunicazione di Confartigianato
Lombardia, che riunisce i responsabili
degli uffici stampa di tutte le
Confartigianato lombarde, tra cui la
responsabile dell’ufficio Comunicazione di
Confartigianato Bergamo, Alessandra
Ghigliazza, lo scorso ottobre ha
intervistato Woodrow Clark, uno tra i più
accreditati paladini dell’economia verde,
insignito nel 2007 del Premio Nobel per la
Pace insieme ad Al Gore e ai colleghi
dell’IPCC, il Comitato Intergovernativo
dell’Onu per i cambiamenti climatici.
Chi è Woodrow Clark?
Woodrow Clark ha
lavorato come consulente
del Governatore della
California ed è stato il
primo Direttore di Ricerca
della Convenzione delle
Nazioni Unite sui
cambiamenti climatici, stabilendo le basi tecniche
ed economiche per la scelta delle tecnologie,
nell’ambito delle energie rinnovabili,
potenzialmente commerciabili nei Paesi in via di
sviluppo.
Per il suo impegno a favore delle energie verdi,
nel 2007 ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace
insieme ad Al Gore e ai colleghi dell’IPCC, il
Comitato Intergovernativo dell’Onu per i
cambiamenti climatici.
Oggi è managing director di Clark Strategic
Partners, società di consulenza specializzata nelle
aree della sostenibilità ambientale e delle energie
rinnovabili.
10
Che tipo di approccio dobbiamo avere nei confronti
della green sconomy?
“Sono convinto che la green economy vada spiegata con
un approccio qualitativo all’economia. La green economy, così come l’economia in generale, deve essere
considerata a tutti gli effetti una scienza, con un aspetto quantitativo e uno qualitativo. Per questo è fondamentale, quando si discute di questi temi, porre domande secondo un approccio scientifico. È proprio questo lo spirito con cui ho scritto il libro “The Next Economics: global cases in energy, environment and climate
change”, pubblicato lo scorso anno, dove introduco il
concetto di Green Industrial Revolution, una nuova fase
dello sviluppo industriale in cui l’economia dovrà prendere in considerazione, attraverso un’analisi al contempo
scientifica e globale, nuove importanti esternalità quali l’ambiente, l’energia, il cambiamento climatico”.
Quando si può parlare di energia pulita?
“Dovremmo tutti abituarci a chiedere la definizione di
alcuni concetti, quando si parla di green economy. Per
esempio, un’azienda che si definisce cleantech, cosa intende con questo termine? Quando parliamo di energia fossile pulita, cosa significa? In questo caso, stiamo usando un ossimoro, perché l’energia fossile non
ha nulla di pulito, così come il gas naturale sarà anche naturale, ma inquina! Quello del gas naturale è un
tema particolarmente spinoso: oggi negli Stati Uniti esiste una fortissima lobby di persone, particolarmente
influenti e ricche, che incoraggiano l’uso del gas naturale, su cui hanno interessi economici. Queste persone
condizionano la politica nazionale e costituiscono un reale ostacolo al diffondersi della Green Industrial Revolution, perché, come ho detto, il gas naturale non è da
ritenersi energia pulita”.
Di energia pulita si parla ormai da decenni, ma, dopo
tante promesse, prevale come un senso di scetticismo
e di scarsa volontà politica di investire in un percorso verso la sostenibilità. Perché è così difficile scegliere
le energie rinnovabili? Sono i loro costi?
“Certo scegliere le energie rinnovabili ha un costo inizialmente più alto rispetto ad altre fonti energetiche, ma
è un costo che diminuisce nel tempo. Il problema è che
esistono troppi interessi legati alle energie fossili: è significativo che soluzioni come questa – dice mostrando un piccolo pannello solare su supporto flessibile –
che avrebbero applicazioni straordinarie, non vengano
di fatto utilizzate. L’azienda che ha progettato questo pannello, lo sapete che fine ha fatto? È fallita. Strano, vero?
bergamoartigiana
SPECIALE SETTIMANA ENERGIA
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Forse c’era qualcuno che ne temeva la concorrenza e che ha pensato di acquisirla per poi affossarla?
Purtroppo cose così succedono
spesso negli Stati Uniti”.
“Vi racconto un’altra storia. Ho
avuto la fortuna di partecipare al
gruppo di ricerca che ha sviluppato il sistema di frenatura elettrico a
recupero, un sistema utilizzato per
creare energia nelle auto elettriche
e ibride. Questo studio è stato pagato dai contribuenti americani.
Secondo la nostra legge, se qualcosa viene scoperto o creato e
brevettato con i soldi delle tasse degli americani, le aziende americane devono essere le prime a poterne beneficiare, in modo gratuito.
Quindi abbiamo proposto il nostro
brevetto alla Ford, alla General
Motors, alla Chrysler. Sapete cosa
ci hanno risposto? No!!. Dopo pochi mesi il brevetto è stato chiesto,
e profumatamente pagato, dalla Toyota, che oggi è il primo venditore
di auto elettriche e ibride negli Stati Uniti e nel mondo. Così, dopo
qualche acquisizione e fallimento,
anche le case automobilistiche
americane si sono rivolte alla Toyota per acquistare il brevetto.
Peccato che nel frattempo la Toyota avesse ulteriormente migliorato
la tecnologia, continuando a dominare questo mercato”.
Cosa ci può dire sul tema del cambiamento climatico?
“È un tema particolarmente controverso negli Stati Uniti. Mentre
praticamente tutti gli scienziati hanno dimostrato come il clima sia
strettamente legato ai comportamenti e quindi alla responsabilità
delle persone, l’ala politica più conservatrice, quella legata agli interessi dei combustibili fossili, continua a non riconoscere questo fatto e così il dibattito sul cambiamento climatico sta diventando
sempre più un tema politico, non
scientifico. Se i conservatori avranno molti seggi alle prossime elezioni, come credo succederà (e
come è avvenuto n.d.r.) probabilmente l’America perderà ulteriore
terreno in questo campo”.
Le comunità sostenibili sono l’argomento di un’altra sua pubblicazione, il “Global sustainable communities handbook”, in cui analizza alcuni esempi di creazione di insediamenti sostenibili in tutto il
mondo. Ce ne vuole parlare?
“Una comunità sostenibile basa il
proprio approvvigionamento ener-
getico sulle fonti rinnovabili, e utilizza le nuove tecnologie secondo
una logica di capitalismo sociale,
rendendole pubbliche e accessibili
a tutti, per risolvere ad esempio i
problemi climatici. L’obiettivo è la
creazione di Smart Green Cities:
Smart perché utilizzano tecnologie
intelligenti quali le microgrid, reti intelligenti che permettono la distribuzione dell’energia elettrica; Green perché sono basate su fonti rinnovabili e non sui combustibili fossili, né sul nucleare”.
Si può davvero diventare più sostenibili? Come?
“Il cambiamento deve cominciare dal
basso, a livello locale. Credo che, prima e più che le strategie nazionali,
siano utili piccoli strumenti tecnologici come una app lanciata di recente, che permette di conoscere, attraverso la lettura dei codici a barre dei prodotti, i materiali di cui sono
fatti. Se le persone diventano sensibili a questi temi, e hanno la possibilità di avvicinarsi a questo tipo di
informazioni, saranno le aziende a
dover produrre sostenibile, se vogliono continuare a vendere”. “Credo che le nuove generazioni siano
mediamente più sensibili ai temi
della sostenibilità e della green economy rispetto alle precedenti. A
noi con i capelli grigi resta il compito di consegnare loro il mondo migliore possibile. Personalmente, ho
un’unica preoccupazione al riguardo: che le informazioni veicolate attraverso i nuovi mezzi di comunicazione, quali i social media, non possano essere verificate, e siano quindi facilmente manipolabili. Ricordiamoci di non accontentarci delle
parole, perché sono in molti a fare
greenwashing, chiamandosi sostenibili quando non lo sono. Ricordiamoci di chiedere, pretendere
le definizioni delle cose, e controllare
sempre cosa sta dietro a chi si dichiara green. È il modo migliore per
fare spazio, anche nella quotidianità, all’avvento di una reale Green Industrial Revolution”.
11
bergamoartigiana
PRIMO PIANO
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
[email protected]: motori del cambiamento
grande successo agli incontri sul territorio
Si continua tra febbraio e marzo con 4 serate
S
ono stati oltre 300 i partecipanti alle prime quattro serate informative organizzate a
novembre da Confartigianato Bergamo, in collaborazione con il Movimento Giovani Imprenditori, per
migliorare la gestione di impresa, illustrando nel dettaglio le più recenti
normative in materia fiscale e di lavoro.
Il percorso formativo, dal titolo
[email protected]: motori del cambiamento - partecipa, condividi, cresci”
ha inizialmente riguardato i quattro
Poli di Albino, Calusco d’Adda, Romano e Bergamo dove, in qualità di
relatori, i funzionari di riferimento degli uffici di Confartigianato Bergamo
hanno chiarito tutti i dubbi e risposto alle innumerevoli domande provenienti dalle aziende.
Le tematiche affrontate sono state
il credito d’imposta per investimenti previsto dalla cosiddetta Tremonti quater, illustrato da Ileana
Nava, responsabile del servizio di
Consulenza Fiscale; la fattura elettronica, che da marzo di quest’anno verrà estesa ai rapporti con
tutte le P.A., esposta nei dettagli da
Roberto Gargantini, responsabile
del servizio Contabilità; il Jobs act
e le ultime novità in materia di lavoro delineate da Roberto Perhat, consulente del lavoro e responsabile del servizio di Consulenza Amministrazione del Personale, e i bandi e le doti per le assunzioni elencati da Eva Morandi
del servizio Consulenza Amministrazione del Personale.
Notevole la partecipazione degli imprenditori che, molto attenti e interessati, hanno posto numerosi
quesiti e ascoltato gli esempi pratici proposti.
Novità delle serate è stata la possibilità di interagire con i relatori
grazie ai nuovi canali social, con la
possibilità di iscriversi alle serate attraverso la pagina Facebook del
Movimento Giovani Imprenditori
di Confartigianato Bergamo e di
partecipare al dibattito nel corso
degli incontri twittando con l’ashtag
#motoridelcambiamento.
Con l’obiettivo di rendere possibile
la partecipazione al maggior numero di imprenditori associati, le
serate verranno riproposte tra febbraio e marzo, con gli stessi contenuti, anche negli altri quattro Poli
del territorio: Clusone, Grumello
del Monte, Treviglio e Zogno. La
partecipazione sarà sempre gratuita. Le date e i luoghi degli incontri
verranno comunicati alle imprese
per mail e attraverso la newsletter
AAb News.
Per informazioni e per fornire la propria mail, qualora non ne fossimo già in possesso,
è possibile contattare gli uffici di territorio interessati:
Polo di Clusone – Responsabile Paolo Pegurri, tel. 0346 24.552
Polo di Grumello del Monte – Responsabile Emilio Gusmini, tel. 035 832.677
Polo di Treviglio – Responsabile Gianfranco Villa, tel. 0363 311.011
Polo di Zogno – Responsabile Ezio Martinelli, tel. 0345
13
COOPERATIVA
ARTIGIANA
DI GARANZIA
DI BERGAMO
ARTIGIANI SI NASCE
Servizi C.E.C.
GARANTITI
SI VOLA
Noi garantiamo il finanziamento. Tu ottieni liquidità e risorse per crescere.
LA TUA IMPRESA LAVORA. ANZI, VOLA.
FINO A 50.000 EURO
IN MODO FACILE E VELOCE
Scopri come su www.coopart-garanzia.it
Via Stoppani 10/d º Bergamo º Tel. 035.248601-271201 º [email protected]
bergamoartigiana
SOLIDARIETÀ
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Africa Tremila
Presentati alla cena annuale i progetti a favore
delle popolazioni più bisognose
G
rande partecipazione alla
tradizionale cena annuale
di Africa Tremila svoltasi a
novembre al Castello della Marigolda di Curno, dove amici e sostenitori dell’Associazione hanno
potuto apprezzare gli sviluppi dei
progetti in corso ed i nuovi “sogni”
da realizzare.
A raccontare i progetti sono stati
proprio i volontari dell’Organizzazione che nel corso della serata,
accolti con calore dai partecipanti, sono intervenuti per illustrare
le loro esperienze.
Hanno aperto la presentazione il
presidente Mauro Centurelli ed il
vicepresidente Carlo Spini che
hanno descritto la difficile situazione economica e finanziaria
dello Zimbabwe, illustrando il
progetto per la realizzazione e
l’allestimento di un nuovo centro
sanitario nei pressi di Norton, villaggio con 65.000 abitanti e in
forte espansione, a 50 km dalla
capitale. Obiettivi della nuova
struttura di 1000 mq sono la
promozione di servizi di assistenza sanitaria per tutta la comunità,
l’assistenza medica e psico-socia-
le per le persone affette da HIV e
la fornitura di servizi di diagnosi e
cura per donne in gravidanza e
neo-mamme.
Ampio spazio è stato poi dedicato
al progetto “Maurella” esteso
nell’ultimo anno dal Malawi al Kenya, all’Eritrea e al Madagascar.
Giunto al sesto anno di realizzazione, il progetto di aiuto alimentare
mira a sostenere le popolazioni
maggiormente colpite nei periodi
di carestia e siccità attraverso la
distribuzione di derrate alimentari. Viva è stata l’attenzione dei
partecipanti coinvolti dai racconti
dei consiglieri Romina Russo e
Matteo Ravasio che hanno descritto questo progetto mossi
dall’emozione di chi per la prima
volta si è trovato a vivere un’esperienza in Malawi, di fronte alle difficoltà di un popolo che vive con
grande dignità con quel poco che
la terra offre per la sopravvivenza.
Dal Malawi al Congo, dove, come
descritto dalla consigliera Gisella
Inverardi, Africa Tremila ha donato all’ospedale di Kingasani, alla
periferia di Kinshasa, un ecografo
multifunzionale con sonde poliva-
lenti. Ed ancora, il presidente
onorario Roberto Spagnolo e la
consigliera Annaluisa Pesenti
hanno illustrato il progetto FASICA, che ha permesso a trenta famiglie delle zone più povere e impervie (nel corso del progetto arriveranno a duecento) di avere un
asino, indispensabile mezzo per il
trasporto di beni e persone e
quattro capre per il latte. In Madagascar, invece, Africa Tremila
sta realizzando la costruzione di
una fattoria per animali che costituirà una fonte di lavoro per le
persone del posto e di sostentamento per i più poveri. Ma i progetti della ONLUS riguardano anche la comunità bergamasca.
Africa Tremila finanzierà infatti un
progetto, coordinato dalla Cooperativa Ruah, di insegnamento
della lingua italiana alle mamme
migranti, affiancando ai corsi di
lingua un servizio di baby-sitting
a livello di quartiere.
Robi Spagnolo ha poi ricordato
con profondo dolore la scomparsa di suor Margherita in Malawi e
del dott. Italo Calegari, al quale
Africa Tremila rimane riconoscente per aver concesso in comodato la sede presso l’Associazione
Artigiani.
Numerose sono state le autorità
intervenute, tra loro gli assessori
del Comune di Bergamo Maria
Carolina Marchesi e Giacomo Angeloni, il membro di giunta di
Confartigianato Bergamo e presidente della Cooperativa Artigiana
di Garanzia Salvatore Rota, il neo
presidente Anap Cecilio Testa e il
direttore di Confartigianato Bergamo Stefano Maroni.
Per informazioni e donazioni:
www.africatremila.it
15
FORMAZIONE
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
“Area Education”
formazione scolastica e imprenditoria artigiana
C
onfartigianato Bergamo è ufficialmente entrata
a far parte del Tavolo territoriale per l’Orientamento, costituito da diversi attori provinciali:
Ufficio Scolastico per la Lombardia, Provincia, Comune, Camera di Commercio, Confindustria e Università
degli Studi.
Lo scopo principale del Tavolo provinciale è l’elaborazione
del Piano di Orientamento, ovvero la proposta annuale di azioni rivolte a dirigenti scolastici, docenti, genitori e studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado, al fine di promuovere e potenziare l’integrazione delle azioni di orientamento territoriali, di favorire l’incontro tra domanda e offerta di istruzione e formazione e di sostenere le istituzioni scolastiche e formative nella realizzazione dei percorsi di orientamento.
Le azioni proposte si integrano in un piano condiviso,
organico e coerente, che si sviluppa su tutto il territorio della provincia di Bergamo.
A tale proposito, al fine di gestire i rapporti con il Tavolo provinciale e assicurare un efficace coordinamento
degli interventi di orientamento richiesti dagli istituti ed
enti formativi, nell’ambito della nostra Area Formazione è stata avviata la nuova “Area Education”, coordinata da Gabriella Fasulo, responsabile dell’ufficio For-
mazione, che vede il coinvolgimento dell’intera struttura
e soprattutto degli artigiani e che vede in prima persona
Oscar Mora, referente del progetto “Botteghe della manualità” e Valentina Trevaini, membro di giunta di Confartigianato Bergamo con delega alla formazione.
L’obiettivo che la nuova Area si propone è quello di mettere in pratica esperienze già consolidate con alcuni istituti scolastici, raccogliendo conoscenze e prassi utili a
creare sinergia tra il mondo della formazione scolastica e quello dell’imprenditoria artigiana. Si tratta di
azioni di rete finalizzate ad unire i vari Enti formativi, istituzionali e produttivi, sviluppando una cultura formativa che valorizzi il lavoro artigiano.
I corsi di Gennaio e Febbraio
Con l’inizio del nuovo anno sono numerosi i corsi che
l’ufficio Formazione propone alle imprese associate. Si
tratta di una serie di percorsi formativi di tipo tecnicoCATEGORIA
IMPIANTISTI
CORSI OBBLIGATORI
professionale, ma anche di corsi obbligatori, come
quelli per la sicurezza, che saranno avviati al
raggiungimento del numero minimo di partecipanti.
CORSO E DATA
• NETWORKING – 7 gennaio
• PREPARAZIONE PER L’ESAME DI ABILITAZIONE PER CONDUTTORI IMPIANTI TERMICI
(c.d. patentino) – 29 gennaio
• CORSI OBBLIGATORI PER LA SICUREZZA ai sensi del d.lgs 81/08, rivolti al datore di lavoro e suoi
dipendenti - a cadenza mensile al raggiungimento del numero minimo di partecipanti:
– SETTORE IMPIEGATI e SETTORE RISCHIO BASSO – 12 gennaio
– SETTORE METALMECCANICI, AUTOTRASPORTATORI, IMPIANTISTI, FALEGNAMI, EDILI - 22 gennaio
– SETTORE PARRUCCHIERI/ESTETISTI – 26 gennaio e 23 febbraio
• SICUREZZA DEL LAVORO, CORSO RSPP/DATORE DI LAVORO – 19 gennaio
• ANTINCENDIO RISCHIO MEDIO – 23 gennaio
• AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO – 26 gennaio e 9 febbraio
• ANTINCENDIO RISCHIO BASSO – 2 febbraio
• PRIMO SOCCORSO 12 ORE/16 ORE – 2 febbraio
• FORMAZIONE OBBLIGATORIA PER PREPOSTI – 13 febbraio
Per scrizioni contattare l’ufficio Formazione (tel. 035.274.307; e-mail: [email protected]).
16
LA GESTIONE DELLA TUA impresa
non è un gioco.
Noi di Confartigianato Bergamo crediamo che solo chi lavora bene
e con ampie prospettive di sviluppo può crescere con l’obiettivo di migliorare,
NPVYUV KVWV NPVYUV S»VќLY[H L SH X\HSP[n KLP WYVWYP ZLY]PaP
Per questo dal 1945 lavoriamo con orgoglio per le imprese del territorio.
RICHIEDI ORA IL TUO PREVENTIVO GRATUITO
Compila in pochi passaggi il form di richiesta sul sito www.artigianibg.com
In alternativa invia una email con i tuoi dati all’indirizzo [email protected]
o chiama il n. 035 274 231
DOVE C’È IMPRESA C’È CONFARTIGIANATO.
Dal 1945 sosteniamo i piccoli e grandi imprenditori bergamaschi,
con tutti i servizi di cui hanno bisogno.
Il 2015 è un anno importante non solo perché vivremo insieme un
evento eccezionale come Expo ma soprattutto perché Confartigianato
festeggia i suoi 70 anni di storia al servizio delle imprese.
Un anno ricco di sorprese, di novità, di eventi, di promozioni e di
imperdibili opportunità per tutti e in special modo per i giovani.
PIU SICURI CON LA POLIZZA INFORTUNI GRATUITA
La polizza Infortuni gratuita per tutti: titolari, soci, collaboratori familiari.
Con la tua tessera personale Confartigianato ti regala una polizza infortuni che copre il ricovero ospedaliero a seguito di infortunio professionale ed extraprofessionale con un rimborso di 60 euro a notte! Un anno
di polizza infortuni senza franchigia operativa da subito, senza sottoscrivere alcun contratto, e cumulabile con l’eventuale polizza infortuni da te
stipulata individualmente.
La copertura prevede:
t Indennità giornaliera da ricovero a seguito di infortunio professionale
o extraprofessionale SENZA FRANCHIGIA (60 EURO a notte)
t Indennità per invalidità permanente superiore al 50% (15.000 Euro)
t Indennità per morte (10.000 Euro)
Regala sicurezza e serenità
a chi lavora con te: con soli 30 euro
puoi chiedere la tessera associativa anche
per i tuoi collaboratori familiari o soci!
Sei
socio di
di
Sei titolare
titolare di
di un’impresa
un’impresa familiare
familiare oo socio
una
società
con
molti
soci?
Non
perdere
questa
una società con molti soci? Non perdere queoccasione:
concon
solisoli
30,00
Euro
puoi
chiedere
sta occasione:
30,00
puoi
chiedere
la
la
tessera
associativa
anche
per
i
tuoi
collatessera associativa anche per i tuoi collaboboratori
familiario osoci
socieeinsieme
insieme alla
alla tessera
tessera
ratori familiari
avrai
gratuitamente
la
copertura
assicurativa.
avrai gratuitamente la copertura assicurativa.
Farlo
una
Farlo èè semplicissimo:
semplicissimo: basta
basta una
una mail
mail oo una
telefonata
indicando
il
nome
dell’impresa
telefonata indicando il nome dell’impresa ee ilil
nome
socio oo
nome cognome
cognome ee codice
codice fiscale
fiscale del
del socio
collaboratore
che
vuoi
tesserare.
collaboratore che vuoi tesserare.
UNDER 30? MEGLIO COSÌ !
A tutti gli imprenditori under 30 una quota scontata del 30%. Novità assoluta e mai vista prima in Confartigianato! Non solo: per loro, e per tutti gli imprenditori appassionati di nuove tecnologie, il 2015 si annuncia come
l’anno dell’innovazione e dell’apertura e valorizzazione dei nuovi mestieri e professioni che il mondo del web
ha creato e creerà.
Confartigianato è pronta, al servizio delle nuove generazioni come è stata, in 70 anni, a fianco di ogni imprenditore bergamasco.
TEL. 035 274 210 - [email protected] - WWW.ARTIGIANIBG.COM
CRESCIAMO INSIEME CONNESSI AL FUTURO.
Un’impresa associata non è mai sola. Al suo fianco c’è tutta la forza di una grande associazione: un
mondo di iniziative, vantaggi, servizi. Dove c’è un’impresa noi siamo lì!
Confartigianato si fa in cinque per dare più attenzione alle tue esigenze, con servizi e assistenza mirati alle tue necessità aziendali
e la sicurezza di poter contare sull’affidabilità di un’organizzazione gestita da imprenditori artigiani, commercianti e professionisti
come te, con un’esperienza di 70 anni, che mette a tua disposizione oltre 200 esperti e 27 uffici in tutta la provincia.
Quali sono i vantaggi di un socio?
GESTIONE D’IMPRESA
t accesso ai nostri servizi contabilità e paghe, a tariffe modulate in base alla dimensione aziendale, con possibilità di accesso ai
nostri servizi via Internet e via sms
t consulenze gratuite o a tariffe agevolate in materia legale, fiscale, sindacale, ambientale, ecc.
t sopralluoghi e check-up a tariffe agevolate in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro
t check-up della gestione finanziaria e accesso ai finanziamenti agevolati garantiti da Confiab
t check-up gratuiti su utenze elettriche e gas (anche domestico) con possibilità di risparmio fino al 20% sui costi grazie al
Consorzio Cenpi
t check-up gratuiti sulle polizze assicurative (anche personali) con possibilità di risparmio sui premi fino al 30%
AREE DI MESTIERE
t informazione tempestiva sulle novità tecniche e normative che riguardano la tua attività con la newsletter settimanale AAB
News e il nostro sito www.artigianibg.com
t accesso a seminari di aggiornamento specialistico, incontri formativi e di approfondimento tecnico, convegni e missioni d’affari
t approfondimento tecnico per tutti i settori attraverso il periodico “Bergamo Artigiana”
FORMAZIONE
t accesso a corsi obbligatori in materia di sicurezza e a percorsi tecnico professionali a tariffe
molto agevolate anche presso la propria azienda
t accesso a proposte formative sempre nuove e rispondenti al reale fabbisogno
dell’imprenditore
COMPETITIVITà E SVILUPPO
t ampio pacchetto di convenzioni e opportunità di risparmio locali e nazionali;
t progetti per lo sviluppo competitivo dell’impresa, missioni all’estero, importexport e fiere internazionali
t informazione tempestiva e supporto all’accesso a bandi ed appalti
WELFARE
t consulenza e assistenza gratuita su pensioni e previdenza
t consulenza nella scelta dei piani pensionistici integrativi
t accesso a convenzioni sanitarie
QUOTE ASSOCIATIVE
STANDARD UNDER 30
Ditta individuale o società unipersonali
(Titolare o socio unico)
180
125
Società
250
175
Dal 3° Socio e Coadiuvante
30
30
Contributo Confederale (solo
per artigiani e commercianti)
100
100
SCOPRI LE CONVENZIONI DEDICATE AI SOCI
ACI:
ALBERGHI:
ALD AUTOMOTIVE:
ALITALIA:
BONALDI MOTORI:
BREMBO SUPER SKI:
Assistenza stradale in
Italia e nei paesi UE
Sconti sulle tariffe della
tessera ACI SISTEMA
E ACI GOLD
Ospitalità e Servizi
Tariffe speciali presso
le più famose catene di
alberghi nel mondo
Noleggio a lungo termine
Condizioni vantaggiose
per il noleggio di veicoli a
lungo termine
Viaggiare in Italia a tariffe
scontate
Condizioni economiche
esclusive per viaggiare sui
voli nazionali
Acquisto Veicoli
6FRQWR ¿QR DO VX WDQWL
modelli dei marchi Audi,
Seat,Skoda e Volkswagen
Sciare a prezzo scontato
Sconto sul giornaliero di
¼ GD OXQHGu D YHQHUGu
H Gu ¼ VDEDWRGRPHQLFD
festivi
CATHAY PACIFIC:
CITROËN:
Vetture scontate da
Autosogno Srl
Sconti su molti modelli
di autovetture e veicoli
commerciali
CREBERG TEATRO:
Uno sconto ‘spettacolare’
GHO VX WDQWL VSHWWDFROL
della stagione teatrale
FIAT GROUP:
FORD:
LODAUTO SPA:
NOLEGGIO BREVE:
SALUTE/BENESSERE:
Star bene risparmiando
Cliniche e centri medici
convenzionati,Ottici,
Estetisti e Parrucchieri
SPORTELLO ENERGIA:
Scegli C.En.P.I e risparmia
LQ PHGLD LO VXOOH XWHQ]H
gas ed energia (per aziende
e privati)
SIAE:
TAMOIL:
TICKET RESTAURANT:
TOYOTA:
TRENITALIA:
Vola in Oriente
Sconti sui voli per Cina,
Hong Kong,Taiwan,Corea,
Giappone,Australia,sudest
Asia e Nuova Zelanda
Veicoli commerciali
Sconti per l’acquisto di
tutti i modelli più richiesti
di veicoli commerciali
nuovi a marchio Fiat
Acquisto autovetture e
veicoli commerciali
Sconto sui prezzi di listino
di tanti modelli di veicoli
commerciali e autovetture
un veicolo sempre a tua
disposizione
Condizioni vantaggiose
con Budget,Europcar,
Hertz e Maggiore
Con la musica si lavora
meglio
Riduzione dei compensi
dovuti alla Società Italiana
degli Autori ed Editori
Acquisto veicoli
La più ampia gamma di
autovetture con alimentazione ibrida a condizioni
esclusive
un pieno di risparmio
Carta a microchip gratuita
con sconto sul prezzo alla
pompa;eliminazione della
scheda carburante
’
Veicoli commerciali
Sconto sui prezzi di listino
di alcuni modelli di veicoli
commerciali a marchio
Mercedes Benz
Il risparmio è servito
Condizioni privilegiate per
l’acquisto di buoni pasto
Ticket Restaurant MAX
Alta velocità,prezzo basso
Prezzi scontati dei biglietti
ferroviari su tutti i treni
della Media e Lunga
percorrenza
INOLTRE...
Tantissime occasioni di risparmio per te e i tuoi famigliari grazie alle
offerte di artigiani come te: carrozzerie, gommisti, negozi, ristoranti etc
Per scoprire nel dettaglio tutte le convenzioni
consulta il nostro sito internet www.artigianibg.com
GUIDA ALLE CONVENZIONI 2015: SCOPRI TUTTE LE OPPORTUNITÀ
PER INFO UFFICIO MARKETING: -TEL. 035 274 229 - 210
[email protected]
WWW.ARTIGIANIBG.COM
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
L’alimento del mese:
ZUCCHERO, MIELE E
ZUCCHERO DI CANNA
QUALE DEI TRE
ALIMENTI È MIGLIORE?
Negli ultimi anni la tendenza ad etichettare gli alimenti come “buoni” o
“cattivi” per la nostra salute non ha
risparmiato nemmeno lo zucchero.
Tante teorie esaltano un particolare
tipo di zucchero a discapito di un altro, ma quanto sono veritiere e realmente basate su dati scientifici?
Nel nostro Paese viene consumato
prevalentemente zucchero bianco
raffinato, ottenuto dalla barbabietola
da zucchero, ma spesso si sente parlare dei suoi effetti negativi sulla nostra salute. Si tende invece a considerare lo zucchero di canna come alternativa molto più salutare allo
zucchero bianco, per le sue peculiarità a livello nutrizionale. Innanzitutto bisogna chiarire che il saccarosio, il comune zucchero da tavola,
viene estratto sia dalla canna da zucchero che dalla barbabietola da
zucchero; la molecola estratta è
esattamente la stessa, ma diversi
sono i residui e le impurezze che, prima della raffinazione finale, sono ancora presenti nel prodotto grezzo e
che alla fine rimangono nella melassa. I residui della barbabietola infatti non sono molto gradevoli ed il
saccarosio viene completamente
purificato; quelli presenti nella canna da zucchero, invece, sono apprezzabili al palato.
Lo zucchero di canna può comunque
subire vari gradi di raffinazione.
Quindi sotto il profilo chimico lo zucchero di canna e lo zucchero di barbabietola sono praticamente identici: in entrambi i casi si tratta prevalentemente di saccarosio, un carboidrato costituito da una moleco-
la di fruttosio e una di glucosio. Lo
zucchero di canna e quello di barbabietola hanno minime differenze
caloriche e uguale indice glicemico;
questo significa che, a livello sanguigno, a parità di zuccheri ingeriti la
quantità di glucosio che entra in circolo nel sangue è la medesima, così
come analoga è la risposta insulinica (ovvero la liberazione di insulina)
generata. Quello che cambia fra i due
tipi di zucchero è la quantità di minerali e vitamine, maggiore nello
zucchero di canna grezzo per via dei
processi di raffinazione più blandi cui
è sottoposto. Ma a differenza di
quanto si può credere lo zucchero di
canna non è necessariamente sinonimo di un prodotto integrale, a
meno che questo non appartenga
specificatamente alla tipologia “integrale”. Lo zucchero di canna in cristalli che si trova comunemente nei
negozi e nei bar, infatti, ha subito un
processo di raffinazione, che ha
molti elementi in comune con la raffinazione utilizzata per la produzione dello zucchero bianco di barbabietola. Il suo colore ambrato si
deve a residui della lavorazione,
poiché non ha coloranti aggiunti
appositamente per fare in modo che
lo zucchero appaia “grezzo”, e dal
punto di vista calorico è praticamente identico al normale zucchero
bianco.
Il meno diffuso zucchero di canna integrale (riconoscibile per i granelli
bruni, diversi come forma e dimensioni e che tendono ad attaccarsi tra
loro), contiene vitamine e minerali, a
differenza dello zucchero bianco e di
quello di canna raffinato che ne
sono privi, ma in percentuali così irrisorie che si dovrebbero mangiare
AL SP
IM EC
EN IA
TA LE
ZIO
NE
chili di zucchero per assumere quantitativi minimamente significativi di
queste sostanze, ovviamente con
danni per la salute e la linea di gran
lunga superiori ai benefici.
Pertanto, in base ai punti di vista
personali, ognuno di noi può scegliere il prodotto che più fa al proprio caso, lo zucchero di canna o
quello bianco, con la raccomandazione, in entrambi i casi, di prestare attenzione al consumo, che
non deve eccedere le dosi giornaliere raccomandate (massimo tre
cucchiaini da caffè).
ZUCCHERO O MIELE:
QUAL È LA
SCELTA MIGLIORE?
Il miele rappresenta una buona alternativa allo zucchero? La risposta
è sostanzialmente negativa.
Il miele, al contrario di quanto molti credono, è abbastanza simile
allo zucchero. I suoi principali componenti sono glucosio, fruttosio, acqua e polline. Il miele essendo ricco di fruttosio è più dolce (ha un potere dolcificante superiore) e ciò
consente di impiegarne quantità inferiori rispetto allo zucchero da
cucina. Il miele inoltre ha un contenuto calorico più basso (304
Kcal per 100 grammi contro le
392 dello zucchero tradizionale e
le 362 dello zucchero di canna) perché più ricco di acqua. Nonostante ciò un cucchiaino di miele fornisce più calorie e carboidrati rispetto ad un cucchiaino di zucchero, a causa del maggior peso
specifico. Il miele, specie se non cristallizzato e quindi semiliquido, è
21
E NE
L
A ZIO
I
C A
E
SP ENT
IM
L
A inoltre più difficile da dosare. Il miele contiene alcune sostanze utili all’organismo: vitamine del gruppo
B, sali minerali (ferro, calcio e fosforo) ed antibiotici naturali. Considerando però le piccole dosi di
bergamoartigiana
miele consumate l’apporto effettivo di tali micro e oligoelementi è decisamente basso. Inoltre tali sostanze non sono in alcun modo utili per il controllo glicemico. Infatti le
differenze sulla risposta glicemica
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
dell’organismo sono minime ed il
miele va quindi consumato con la
stessa parsimonia dello zucchero
(indice glicemico del miele: 55; indice glicemico del saccarosio, nello zucchero da cucina: 61).
Dolcificanti naturali o di sintesi?
I DOLCIFICANTI
PIÙ COMUNI
E LE LORO PROPRIETÀ
I DOLCIFICANTI
ARTIFICIALI FANNO
BENE O FANNO MALE?
Saccarina, aspartame o fruttosio
vengono spesso aggiunti al posto
dello zucchero per dolcificare gli
alimenti tentando di risparmiare
qualche caloria e di fare un favore
alla propria linea. Gli edulcoranti
di sintesi (artificiali) sono nati come dolcificanti per diabetici e, grazie al loro potere calorico estremamente basso, si sono presto diffusi
in molti alimenti dietetici. Queste
sostanze hanno infatti un potere
dolcificante estremamente elevato
tanto che sono sufficienti piccolissime quantità per donare un sapore particolarmente dolce all’alimento. I dolcificanti di sintesi
(aspartame e saccarina sono i più
diffusi), non si trovano in natura
ma vengono sintetizzati in laboratorio. L’aspartame in particolare
ha un potere dolcificante 200 volte superiore rispetto allo zucchero,
mentre quello della saccarina è
addirittura 450-600 volte superiore. Servono pertanto 200 grammi
di zucchero per avere lo stesso potere dolcificante di un grammo di
aspartame. I dolcificanti naturali
sono invece quelli che, come il
miele o il fruttosio, si trovano come tali in natura.
Il fruttosio in particolare ha un indice glicemico più basso dello zucchero mentre il suo potere dolcificante è leggermente superiore (circa il 33%) in più.
L’organizzazione mondiale della
sanità consiglia di non superare il
10% delle calorie totali attraverso il consumo di zuccheri. Per un
diabetico il saccarosio non dovrebbe invece superare il limite
del 5% dell’apporto calorico quotidiano. Un consumo eccessivo di
questo dolcificante naturale aumenta infatti il rischio di cadere
nella trappola dell’obesità con
tutte le conseguenze negative del
caso (iperlipidemia, insulino resistenza, problemi cardiocircolatori, maggiore suscettibilità ad alcune forme tumorali).
Considerando tutti questi fattori
l’utilizzo dei dolcificanti artificiali
sembrerebbe risolutivo ed altamente salutare. In realtà è alquanto ottimistico sperare di tenere sotto controllo l’assunzione
calorica semplicemente aggiungendo un dolcificante artificiale al
caffè a fine pasto. Non è inoltre
consigliabile ricorrere troppo
spesso ai prodotti dietetici che li
contengono dato che se da un lato la loro sicurezza è ampliamente documentata, dall’altro non
esistono ancora studi sulla loro
tossicità per un impiego cronico
nel lungo periodo di tempo e a
dosaggi elevati.
Recente è, per esempio, la notizia di una ricerca che dimostra,
per l’ennesima volta, la cancero-
22
genicità dell’aspartame, sperimentato sui ratti. Studio che ha
suscitato molto scalpore e che ci
ha ricordato che è bene non esagerare con il consumo di dolcificanti artificiali.
DOLCIFICANTI
ARTIFICIALI
E OBESITÀ
Se ci pensiamo bene i dolcificanti
artificiali possono avere un effetto diseducativo dato che abituano il palato a preferire alimenti
dolci. Mantenendo l’abitudine al
dolce è più facile consumare cibi
ipercalorici come dolciumi e bevande zuccherate. A conti fatti i
dolcificanti artificiali possono pertanto avere un effetto ingrassante.
Non è vero che i prodotti “senza
zucchero” non fanno ingrassare e
che possono essere consumati liberamente; molti di questi apportano notevoli quantità di calorie e il loro uso può indurre un
falso senso di sicurezza, portando
il soggetto ad ingerirne quantità
eccessive. I dolcificanti artificiali
possono pertanto spaventare sia
per l’eventualità di effetti tossici
nel lungo periodo, ma anche, ironia della sorte, per il pericolo
obesità derivante da un loro uso
indiscriminato.
bergamoartigiana
AL SP
IM EC
EN IA
TA LE
ZIO
NE
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
DOLCIFICANTE
ACESULFAME K
ASPARTAME
CICLAMMATO
SACCARINA
STEVIOSIDE
ACESULFAME K
–
Migliora il gusto, se
combinato ed è
sinergico
Migliora il gusto,
se combinato
ed è sinergico
ASPARTAME
Migliora il gusto,
se combinato
ed è sinergico
–
Sinergico
Sinergico, il retrogusto
amaro della saccarina
viene ridotto
Sinergico
CICLAMMATO
Migliora il gusto,
se combinato
ed è sinergico
Sinergico
–
Sinergico
SACCARINA
Sinergico, il retrogusto
amaro della saccarina
viene ridotto
Sinergico
–
Sinergico
STEVIOSIDE
Sinergico
Sinergico
–
TAUMATINA
Sinergico, il retrogusto
amaro della saccarina
viene ridotto
Sinergico, il retrogusto
amaro della saccarina
viene ridotto
TAUMATINA
–
POTERE
DOLCIFICANTE
(zucchero = 1)
CALORIE PER DOSE
(pari a 1 cucchiaio
di zucchero da 4 g)
1
16
Apporto calorico: limitare le quantità.
1.5
9
Moderato aumento glicemia
Apporto calorico. Effetti lassativi.
0.6
26
CICLAMATI
Non aumentano glicemia Acalorici
Sconsigliato gravidanza e bambini
30
=
SACCARINA
Non aumenta le glicemia Acalorico
Retrogusto metallico.
Sconsigliato gravidanza e bambini
400
=
ACESULFAME K
Non aumenta le glicemia Acalorico.
Non ha retrogusto
Sconsigliato gravidanza e bambini.
Scarsi studi epidemiologici
200
=
Non aumenta glicemia.
Apporto energetico trascurabile.
Sapore dolce naturale
Controindicato nella fenilchetonuria. Sconsigliato
gravidanza e bambini.
Instabile alla cottura
200
0.1
DOLCIFICANTI
VANTAGGI
SVANTAGGI
SACCAROSIO
Buon sapore
Aumento glicemia
FRUTTOSIO
Aumento moderato glicemia
SORBITOLO
ASPARTAME
23
AREE DI MESTIERE
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Etichettatura alimenti
novità in vigore dal 13 dicembre scorso
I
l 22 novembre 2011 è stato pubblicato il Regolamento
UE 1169/2011, entrato in vigore il 13 dicembre scorso. Il Regolamento riforma l’informazione del consumatore nel settore alimentare e prevede alcune importanti novità in materia di etichettatura alimentare.
Di seguito alcune delle principali novità introdotte
nel regolamento.
Dichiarazione nutrizionale: viene introdotto l’obbligo a partire dal 13 dicembre 2016 della dichiarazione nutrizionale per gran parte dei prodotti preconfezionati. Gli elementi da dichiarare obbligatoriamente
sono il valore energetico, i grassi; i grassi saturi, i carboidrati, gli zuccheri, le proteine e il sale.
Origine: informazioni aggiuntive obbligatorie sul paese d’origine o sul luogo di provenienza come richiesto e specificato nell’art.26.
Lingua: il nuovo regolamento indica anche i requisiti
linguistici delle etichette di prodotti alimentari. Il riferimento è l’articolo 15. L’etichetta deve in primo luogo informare il consumatore finale e pertanto essere
redatta in una lingua a lui comprensibile. Spetterà ai
singoli Stati membri decidere quali e quante lingue
ufficiali utilizzare sulle etichette.
Vendita a distanza e tramite internet: come stabilisce l’articolo 14 l‘obbligo di etichettatura si applica
anche ai canali di vendita quali internet.
Allergeni: qualsiasi ingrediente o coadiuvante che
provochi allergie deve figurare nell’elenco degli ingredienti con un riferimento chiaro alla denominazione
della sostanza definita come allergene. Inoltre l’allergene deve essere evidenziato attraverso un tipo di
carattere chiaramente distinto dagli altri, per dimensioni, stile o colore di sfondo.
In una nota del 26 novembre scorso indirizzata alla
senatrice Simona Vicari, Sottosegretario allo Sviluppo Economico, il presidente di Confartigianato Giorgio Merletti esprime la viva preoccupazione delle
imprese del settore alimentare per le problematiche
riferite all’applicazione di questa legge, in particolar
modo per quanto concerne la fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori. Per questo auspica
che venga adottato un indirizzo politico costruito per
accompagnare col buon senso e in modo ragionevole
e certo l’entrata in vigore della nuova disciplina fornendo alle imprese un periodo di transizione per
adeguarsi alla normativa fino al 30 giugno del 2015,
introducendo il principio della diffida con prescrizione nel caso di primo accertamento.
Per informazioni: Aree di Mestiere
Alfredo Perico (tel. 035.274.292;
e-mail [email protected]).
MECSPE 2015
si cercano imprese interessate ad esporre
L’
Area Produzione e Subfornitura di Confartigianato Bergamo sta selezionando imprenditori
interessati a partecipare in qualità di espositori
a Mecspe 2015, l’importante manifestazione fieristica nel comparto della meccanica e subfornitura, in
programma dal 26 al 28 marzo 2015.
Le aziende che segnaleranno il loro interesse entro il
15 gennaio potranno partecipare all’esposizione, organizzata in forma collettiva all’interno di un’isola appositamente dedicata alle imprese di Confartigianato, con un risparmio dei costi di adesione.
Inoltre, come lo scorso anno, anche per l’edizione
2015 di Mecspe verrà organizzata una visita in fiera
a Parma: un’ulteriore occasione rivolta alle nostre imprese artigiane per stringere contatti con altre imprese del settore valutando l’opportunità ad esporre alle
24
edizioni successive.
I dettagli relativi alla visita verranno pubblicati sul
prossimo numero della nostra rivista.
Riteniamo che la partecipazione diretta come espositori o indiretta come visitatori sia una possibilità interessante per l’importanza della manifestazione, per il
confronto con altri imprenditori del settore, per uno
scambio di opinioni e – perché no – per una ricerca
di eventuali commesse di lavoro.
Coloro che fossero interessati possono
contattare, entro il 15 gennaio, la segreteria
organizzativa dell’ufficio Aree di Mestiere Alfredo Perico (tel 035.274.292;
e-mail [email protected]).
bergamoartigiana
AREE DI MESTIERE
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Il Gruppo Orafi realizza gioielli
in collaborazione con gli studenti del Liceo Artistico
L’
Area Immagine, Arte e Comunicazione, nella
sua componente orafa, ha promosso un progetto didattico in collaborazione con il Liceo Artistico Statale Giacomo e Pio Manzù, volto allo studio,
alla progettazione e alla realizzazione di gioielli.
Si tratta di un’iniziativa che nasce dal desiderio del
Gruppo Orafi di voler trasmettere alle giovani generazioni l’arte orafa della costruzione del gioiello, inteso come lavoro artistico volto alla creazione di pezzi
unici di laboratorio. Allo stesso tempo gli Orafi
avranno l’opportunità di realizzare lavori unici e originali, stimolati dalla fantasia e dalla creatività degli
studenti del liceo artistico, potenziali artisti in erba,
attraverso lo studio e il design di oggetti che verranno riprodotti in fusioni con metalli preziosi.
L’iniziativa ha ottenuto il pieno sostegno del dirigente
scolastico del liceo di via Tasso Laura Ferretti, e della
docente di scultura Cinzia Vittoria Magnaghi.
Per la realizzazione del progetto sono previsti degli
incontri in classe, durante i quali sarà possibile condividere il percorso didattico intrapreso dalla
prof.ssa Magnaghi, per confrontarsi e dare suggerimenti sulla fattibilità dei bozzetti. Successivamente
verranno scelti alcuni di questi bozzetti e, insieme
agli orafi di Confartigianato, si procederà alla realizzazione di un calco in cera; poi, attraverso il processo
finale di fusione si potrà assistere alla creazione vera
e propria del gioiello.
I gioielli realizzati saranno esposti nella Sala Agazzi di
via Torretta 12, nell’ambito della rassegna mensile
Arte &’ Artigianato.
Gli orafi che volessero collaborare
all’iniziativa didattica possono rivolgersi
alla segreteria organizzativa
dell’Area Immagine/Arte/Comunicazione
Alfredo Perico (tel. 035.274.292;
e-mail: [email protected]).
Utilizzo degli pneumatici invernali
ecco cosa prevede la normativa
R
icordiamo i punti principali di quanto previsto dalla normativa in vigore in merito all’utilizzo degli
pneumatici invernali.
Innanzitutto l’obbligo di tale utilizzo è alternativo rispetto a quello di detenere, a bordo del veicolo, le
catene da neve o altri dispositivi antisdrucciolevoli
omologati. Il periodo dell’obbligo di dotazioni invernali, ovvero dal 15 novembre al 15 aprile, è stato
unificato in tutta Italia da un decreto ministeriale del
2013, con entrata in vigore anticipata di un mese
(dal 15 ottobre) per le zone più nevose (Alpi e Appennini). Tuttavia gli enti proprietari di strade possono adottare provvedimenti della stessa natura, con
un’estensione temporale diversa per strade in condizioni particolari (strade di montagna a quote alte).
Gli pneumatici invernali sono caratterizzati dalla marcatura M+S e ne è consentito l’utilizzo, nel periodo
invernale, anche se il loro codice di velocità massima
è inferiore a quello previsto sul libretto di circolazione per gli pneumatici estivi (comunque non inferiore
a Q= 160 km/h). Dovrebbero inoltre essere installati
su tutte le ruote, indipendentemente dalla trazione,
per garantire direzionalità e manovrabilità del veicolo; anche se non espressamente previsto dal codice
della strada. La direttiva n.1580 del Ministero delle
Infrastrutture e Trasporti del 16 gennaio 2013 sulla
circolazione stradale nel periodo invernale recita
“Nel caso di impiego di pneumatici invernali sui veicoli delle categorie M1 e N1, se ne raccomanda
l’installazione su tutte le ruote al fine di conseguire
condizioni uniformi di aderenza sul fondo stradale”.
Anche i gommisti raccomandano di prestare la massima attenzione, poiché l’utilizzo di pneumatici differenti sugli assi dei veicoli potrebbe causare problemi
di ingovernabilità su fondi scivolosi o innevati.
Per informazioni: Aree di Mestiere
Giorgio Bianchi (tel. 035.274.317;
e-mail: [email protected]).
25
AREE DI MESTIERE
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Illuminazione domestica
Il sistema Philips Hue controllabile da iPhone
A
partire da questo numero della nostra rivista
l’Area Casa vuole introdurre una nuova rubrica
dedicata alle novità già operative che possono
migliorare sensibilmente il nostro quotidiano. Come
primo articolo andremo ad analizzare il famoso Hue,
il sistema d’illuminazione domestica controllabile da
iPhone e iPad. E pur con le sue piccole pecche, non vi
nascondiamo che si è rivelato una sorpresa per molte ragioni.
Quando è stato presentato la scorsa primavera tutto
il mondo dell’installazione era scettico, nel panorama
dei sistemi di illuminazione domestica, quello ideato
da Philips Hue è risultato sicuramente uno dei sistemi
più sofisticati, ma dopo ore di test e prove gli operatori del settore si sono convinti in merito alla qualità
del progetto.
Prima di entrare nei dettagli, però, è bene fare una breve panoramica sull’hardware. Il cosiddetto Starter
Pack, il box che si acquista la prima volta, contiene al
suo interno 3 lampadine, un’app iOS gratuita per il controllo remoto e un bridge Hue, cioè una scatoletta tonda che mette in contatto software e hardware. Inoltre
un piccolo alimentatore e un cavo Ethernet, poiché il
bridge si collega alla rete esclusivamente attraverso
quest’ultima. Quindi, prima di procedere all’acquisto,
è meglio controllare che il router abbia una porta disponibile. La configurazione è immediata e alla portata di tutti, tant’è che il minuscolo libretto con le istruzioni rivaleggia per minimalismo con gli stessi prodotti
Apple. È sufficiente collegare al router il bridge, avvitare le lampadine, accendere gli interruttori e scaricare
l’app che gestirà il tutto. Una volta avviata, l’app vi chiederà di premere il pulsante di collegamento sul bridge; poi, dopo qualche secondo, tutte e tre le lampadine saranno correttamente trovate e configurate.
L’app di Philips propone un’interfaccia immediata e pulita, che si spiega da sola. Se non avete tanto tempo
a disposizione potete selezionare uno dei tanti preset a disposizione, con nomi molto accattivanti tipo
Sunset, Lettura, Relax, Energizza, Concentra, e così via…
In alternativa potete crearne di personalizzati. Trascinando verso l’alto la linguetta della configurazione
26
manuale, invece, è possibile decidere selettivamente
le impostazioni per ogni singola lampadina, a cui può
essere assegnato il numero e il nome che preferite. Eccezionale la responsività dei controlli: ogni spostamento dei cursori sul pantone provoca variazioni
istantanee all’intensità e al colore delle lampadine e in
generale non si riscontrano difficoltà, nemmeno a distanza d’un paio di piani.
Sussistono però altri problemi. Innanzitutto l’app non
sembra capace di gestire correttamente le cadenze ricorrenti; una volta terminato il ciclo di accensione e spegnimento programmato (con o senza dissolvenza iniziale), infatti, il preset va riavviato di nuovo il giorno successivo. E, se spegnete una lampadina dall’interruttore fisico piuttosto che dall’app perderete lo schema di
colori impostato in precedenza. Niente comunque
che non si possa risolvere con un futuro update del software. Anche il bridge Hue è aggiornabile con pochi tap.
I colori in generale sono piacevoli e delicati, anche se,
per ovvie ragioni, non contemplano ogni possibile variante di tonalità (per esempio il nero e i marroni). Per
illuminare adeguatamente un grande salone ci vorranno molte più lampadine delle 3 comprese nel kit, con
relativo esborso economico, senza contare che attualmente non esiste un modo rapido per controllare gruppi di lampadine.
Il prodotto risulta quindi eccellente per creare un’atmosfera particolare in determinati ambienti, per
esempio per leggere o per rilassarsi con della buona
musica, ma difficilmente si presta alla sostituzione integrale dell’illuminazione tradizionale.
L’elenco ufficiale delle feature, prevede:
• Caratteristiche principali
• Crea e controlla la tua illuminazione personale da
iPhone o iPad
• Connettività wireless tramite bridge di facile installazione
• Le lampadine sono compatibili con la maggior parte dei portalampade
• Luce bianca di straordinaria qualità con bianco e colori regolabili
• Crea impostazioni di luce in base alle tue foto preferite
• Regola, abbassa e controlla la luminosità di Hue da
qualsiasi luogo
• Scegli fra i consigli degli esperti per rilassarti o concentrarti
• Imposta timer per svegliarti e dettare il ritmo della
tua giornata
bergamoartigiana
AREE DI MESTIERE
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
È sufficiente tenere in mano una Hue per rendersi conto di quanta tecnologia abbia: è molto più pesante e
complessa rispetto alla media. Si tratta di lampadine
LED, quindi con consumi ridottissimi, con una vita media garantita di 15.000 ore d’uso ininterrotto. La vera
contropartita, tuttavia, sta nel prezzo di commercializzazione: 199,95 euro per lo Starter Pack, più 59,95
euro per ogni lampadina aggiuntiva. Un po’ caro, forse, ma attualmente l’unico sul mercato.
Le impressioni raccolte sono largamente positive, e se
non vi spaventano il prezzo di vendita e le lacune del
software, Hue vale decisamente l’acquisto. Oltretutto,
esistono già molte app di terze parti che permettono
di sincronizzare i punti luce con la musica, e di recente Philips ha avviato un programma di SDK che consentirà a migliaia di altri sviluppatori di integrare il supporto a Hue in tutte le loro app; il che significa che possiamo ragionevolmente aspettarci novità sempre più
interessanti e un crescente raffinamento nei prossimi mesi.
Per informazioni: Aree di Mestiere
Marco Trussardi (tel. 035.274.355;
e-mail: [email protected]).
Pratiche Rai
da gennaio la consulenza raddoppia
R
addoppia lo sportello di consulenza Rai, rivolto agli
artigiani associati e a tutti gli utenti, inaugurato lo
scorso settembre nella sede di Confartigianato Bergamo e aperto una mattina al mese. Da gennaio 2015,
infatti, il servizio si amplia e lo sportello apre due volte
al mese, ogni secondo e quarto mercoledì, dalle ore 9.00
alle ore 12.00. A gennaio quindi, mercoledì 14 e mercoledì 28 e a febbraio mercoledì 11 e mercoledì 25, gli
ispettori Rai saranno presenti per fornire consulenza in
merito ad ogni pratica relativa al canone, dall’apertura e
la chiusura di abbonamenti privati e aziendali, fino alle
richieste di pagamento e alle cartelle esattoriali.
Per informazioni: Aree di Mestiere
Giorgio Bianchi (tel. 035.274.317;
e-mail: [email protected]).
Sacchetti di plastica compostabili
novità sanzionatorie per chi non rispetta la normativa
D
al 21 agosto scorso è entrata in vigore la Legge
116 dell’11 agosto 2014 che ha convertito con
alcune modifiche il D.L. 91/2014 “Ambiente e
Competitività”, il quale obbliga all’utilizzo di nuovi shopper compostabili e riutilizzabili nella commercializzazione delle merci.
Gli shopper devono essere prodotti secondo i dettami
stabiliti dalla norma EN 13432 del 2002.
La EN 13432 è una norma armonizzata del Comitato
europeo di formazione e si riferisce alle caratteristiche
che un materiale deve possedere per potersi definire
biodegradabile o compostabile. Il termine “compostabile” fa riferimento a norme legate alla non tossicità del
materiale decomposto se disperso in natura. Le caratteristiche tecniche dei sacchetti definite dalla legge
permettono di ridurre l’impatto ambientale, favorendo la raccolta differenziata dell’organico. I sacchetti “usa
e getta” devono essere compostabili. I sacchetti riutilizzabili devono essere prodotti con una percentuale definita di plastica riciclata.
Coloro che commercializzano prodotti non conformi (anche se ceduti al pubblico a titolo gratuito) saranno sottoposti a sanzioni previste dalla legge 116/2014. Tali
sanzioni vanno da un minimo di 2.500 euro, fino a
100.000 euro se la violazione riguarda quantità ingenti
di sacchetti oppure un valore della merce superiore al
20% del fatturato del trasgressore.
Gli shopper compostabili sono riconoscibili dai seguenti
marchi:
Per informazioni: Aree di Mestiere
Alfredo Perico (tel. 035.274.292;
e-mail [email protected]).
27
VITA ASSOCIATIVA
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
ANAP
Cecilio Testa nuovo presidente
N
uovo presidente e nuovo consiglio direttivo per
l’Anap di Confartigianato Bergamo. Cecilio Testa, artigiano tipografo di Albano Sant’Alessandro, 66 anni, consigliere uscente, raccoglie il testimone da Giuseppe Carrara che, in carica dal 2006, ha
concluso il suo secondo mandato.
Fondatore nel 1974 dell’omonima tipografia, Testa è
stato anche consigliere dell’Associazione Artigiani dal
1997 al 2004, ricoprendo il ruolo di capo Area Immagine, Arte e Comunicazione, nonché di presidente
del Pab, il Consorzio poligrafici bergamaschi. Grande
appassionato di bicicletta, ha compiuto lunghe trasferte, come la traversata coast to coast degli Stati
Uniti, i viaggi a Santiago de Compostela e Capo
Nord, fino al recente tour che lo ha portato a visitare
le case natali degli ultimi sei Papi.
Testa per i prossimi 4 anni sarà quindi alla guida del
gruppo che, con i suoi 5.500 soci è il primo in Lombardia e fra i primi in Italia. Ad affiancare il neopresidente,
nel nuovo consiglio direttivo sono stati riconfermati
Adriano Arzuffi di Valbrembo, Abele Citaristi di Villongo, Daniele Coita di Brignano Gera d’Adda, Angelo Duina di Cerete, Luciano Facchinetti di Paladina, Giuseppe
Gusmini di Gazzaniga, Bianca Maria Pedrini di Terno
d’Isola, Andrea Salvi di Val Brembilla, Pasquino Taiocchi di Torre Boldone,Gianfranco Tonoli di Romano di
Lombardia. Nuovi ingressi quelli di Marziano Borlotti
di Montello e Severino Capello di Ponteranica.
La volontà della nuova dirigenza è quella di tenere
sempre vivo lo spirito che aveva portato nel 1976 l’ex
presidente dell’Associazione Artigiani Gianfranco
Agazzi a fondare quello che allora si chiamava Gapa
(Gruppo Artigiani Pensionati Anziani). In questi 38 anni il gruppo è cresciuto, ampliando le iniziative di carattere sanitario, assistenziale, formativo e culturale.
Trofeo Europeo dell’Eccellenza
due aziende artigiane vincitrici a Lione
S
oddisfazione per due aziende artigiane bergamasche che hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti al Trofeo Europeo dell’Eccellenza, svoltosi
a Lione lo scorso novembre in occasione della prima
Biennale Europea dell’Artigianato. Vincitore assoluto
nella categoria edilizia, per le speciali realizzazioni di pavimenti in legno con parquet a intarsi, la Magri Parquet
Srl di Nembro, mentre l’azienda La-me di Mattellini Danilo e Mattellini Angelo di Terno d’Isola, con la bicicletta
a tre ruote, ha vinto il premio della critica chiamato “coup
de coeur” ovvero premio che maggiormente ha impressionato la giuria.
Della delegazione bergamasca, che ha rappresentato
la Lombardia con il numero più alto di imprese partecipanti, facevano parte anche Bontà del grano dei f.lli
Gotti s.n.c.di Scanzorosciate, il salumificio di Rasmo Roberto di Gerosa, Gioela Suardi di Nembro, Locatelli Design srl di Locatelli Ugo di Berbenno e Spagnolo Robi
di Bergamo.
La manifestazione è stata organizzata dalla Camera dei
Mestieri e dell’Artigianato del Rodano, in collaborazione
28
con la Regione Rodano-Alpi ed ha ospitato oltre 200
professionisti appartenenti a quattro distinti settori: alimentazione, produzione, edilizia e servizi.
Alla gara erano presenti 40 operatori provenienti dalla regione Rodano-Alpi (Francia) e dalle regioni europee
gemellate: Baden Wurtemberg (Germania), Catalogna
(Spagna), Lombardia (Italia), Malopolska (Polonia).
bergamoartigiana
VITA ASSOCIATIVA
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Pulitore Day
festeggiati i vent’anni del marchio
A
mpia la partecipazione al “Pulitore day”, un
evento celebrativo, formativo e informativo,
organizzato lo scorso 11 dicembre dal Gruppo
Pulitore Qualificato di Confartigianato Bergamo per
festeggiare il ventesimo anno di fondazione dello storico marchio e per la consegna dei diplomi. Dal
1994, anno della sua costituzione, è l’unico marchio
di qualità in provincia di Bergamo che identifica le
imprese artigiane di pulizia che operano, grazie al
continuo aggiornamento, nella sicurezza e nella qualità degli interventi e dei prodotti utilizzati.
La serata, coordinata dal direttore Stefano Maroni, è
stata introdotta da Roberto Benedetti, Vice Capo
Area e referente del Gruppo, che ha voluto rimarcare
in particolare il grande lavoro di squadra svolto dagli
artigiani del settore nel corso dei vent’anni per organizzare un percorso di alta formazione così da valorizzare competenza e professionalità della categoria.
Benedetti ha poi presentato un filmato realizzato
per l’occasione, che ha ripercorso la storia del gruppo Pulitori, con fotografie e video sui diversi corsi ed
eventi organizzati e delle fiere nazionali e internazionali a cui gli imprenditori hanno preso parte. Tutto
questo con videointerviste ai cinque referenti che si
sono succeduti nel tempo: Angelo Biffi, Vincenzo Tiraboschi, Sergio Turolla, Luca Lo Sasso e, per ultimo,
Roberto Benedetti.
Si è poi proceduto alla consegna dei diplomi ai 19
imprenditori che, terminato il corso di quest’anno,
hanno ottenuto il marchio “Pulitore qualificato
2015”.
Significativo l’intervento del presidente di Confartigianato Bergamo Angelo Carrara che ha sottolineato
l’importanza di questo traguardo e di come questa
lunga frequentazione tra imprese (che hanno imparato a considerarsi colleghi oltre che concorrenti) abbia
creato terreno fertile per azioni di capitale importan-
za per il mercato di oggi: formazione continua, ricerca della qualità, attenzione alla sicurezza e all’ambiente, capacità di aggregarsi e di lavorare in rete.
La seconda parte della serata è stata invece dedicata all’informazione delle imprese. Al centro delle relazioni il recente rinnovo del Contratto Collettivo di
Lavoro delle imprese di pulizia, che è stato illustrato
dal vicedirettore di Confartigianato Bergamo e responsabile dell’ufficio Sindacale Lionello Marchiori.
Franco Torri
Vicepresidente Confiab
I
l Consiglio direttivo del Confiab,
il consorzio fidi di Confartigianato Bergamo, presieduto da
Angelo Ondei, nella seduta dello
scorso novembre ha nominato
nuovo vicepresidente il cav. Franco Torri per la sua dedizione, professionalità e grande esperienza.
La nomina è avvenuta in seguito
alla scomparsa, a fine settembre,
del compianto Italo Calegari, past
president dell’Associazione Artigiani, figura memorabile, impegnata per diversi anni a promuovere e a sostenere l’artigianato
bergamasco.
29
VITA ASSOCIATIVA
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Operatori polacchi a Bergamo
per conoscere le eccellenze del territorio
L
o scorso novembre una delegazione di operatori provenienti
dalla Polonia è tornata in visita
a Bergamo, con l’obiettivo di favorire lo scambio reciproco di esperienze tra imprenditrici e imprenditori locali e stranieri, promuovendo l’integrazione tra il mondo
imprenditoriale e quello universitario, nell’ambito dell’accordo tra il
Movimento Donne di Confartigianato Bergamo e l’Associazione internazionale femminile YWEA
(Young Women Entrepreneurs Association).
Il gruppo, composto da 7 professori
dell’Università cattolica di Lublino, 9 imprenditori polacchi e un
rappresentante di Solidarnosc, accompagnati dalla presidente di
YWEA Joanna Musialik, è stato
ospite di Confartigianato Bergamo per una visita alle eccellenze
produttive del territorio.
Guidati dalla presidente del Movimento Donne di Confartigianato
Bergamo Ida Rocca e dal direttore
Stefano Maroni, gli operatori stranieri hanno visitato i laboratori di
produzione del formaggio Branzi
della “Latteria Sociale di Branzi
FTB” per apprezzare le varie fasi di
lavorazione del formaggio, tra i più
antichi delle Orobie. Di seguito la visita al Casinò di San Pellegrino
Terme e poi il pranzo a Zogno con
prodotti del territorio alla “Baita dei
saperi e dei sapori” della Latteria
Sociale di Branzi. Il programma ha
previsto poi un incontro alla nostra
delegazione di Zogno, aperto dal
saluto del capo Polo Marco Valceschini, dove gli operatori stranieri,
alcuni dei quali interessati alle tematiche legate alla protezione dell’ambiente, hanno potuto conoscere le novità emerse nell’ultima
edizione della Settimana per l’Energia tenutasi lo scorso ottobre, presentate dal responsabile dell’ufficio
Innovazione e Qualità Roberto
Sottocornola. Al termine una degustazione di alcuni prodotti tipici
artigianali, quali i salumi del Salumificio di Rasmo Roberto di Gerosa e i dolci della Pasticceria Giosuè
di Giosuè Berbenni di Montello. Infine la visita alla ditta Ceroni & Partners Snc di Ceroni Diego & C. Serramenti e infissi di Zogno per conoscerne le fasi di lavorazione.
Acconciatori Anam
1° posto al Campionato europeo di Ekaterinburg
G
rande successo della squadra italiana di acconciatori dell’Anam (Accademia
Nazionale Acconciatori Misti) al
Campionato europeo di acconciatura, svoltosi nella cittadina russa di
Ekaterinburg lo scorso 16 novembre. Il team, guidato dal presidente nazionale Anam, Alessandro
Granai, si è infatti confermato campione, sbaragliando i numerosissimi concorrenti, provenienti da tutta Europa.
Sul gradino più alto del podio è
salita la bergamasca Diana Doci,
docente del centro Anam di Ber30
gamo, che con la modella Cinzia
Ferrari di Treviglio, ha conquistato
la medaglia d’oro.
Grande la soddisfazione del neo
presidente di Anam Bergamo Tarcisio Capelli che si è detto entusiasta per il prestigioso premio
ottenuto dalla concorrente bergamasca. “Un risultato - ha detto
- che è motivo di orgoglio non
solo per l’Anam, ma per tutti gli
acconciatori bergamaschi poiché
rappresenta un grande riconoscimento internazionale dell’alta
professionalità e creatività delle
aziende del settore”.
bergamoartigiana
VITA ASSOCIATIVA
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Ricordo di Giancarlo Frigerio
figura di spicco nell’artigianato
L
o scorso 24 ottobre si è spento
all’età di 85 anni il comm. Giancarlo Frigerio, già vice presidente dell’Associazione artigiani e membro del consiglio direttivo. Artigiano
nel settore della cardatura, è stata
una figura dalle grandi doti professionali capace di comprendere le diverse situazioni dettate dai momenti storici del tempo. Oltre che imprenditore è stato anche uomo politico, ricoprendo numerosi incarichi
pubblici nella sua Treviglio.
Frigerio è stato un personaggio di
spicco all’interno della nostra Associazione a cui era iscritto dal
1961 (subentrato in azienda al padre Angelo, uno dei soci fondatori
dell’Organizzazione, associato dal
1947 al 1960) ricoprendo il ruolo
di vice presidente dal 1977 al
1993, quindi cooptato nel Consiglio
Direttivo dal 1993 al 1997, vice
capo Polo di Treviglio dal 1997 al
2000 ed infine, dal 2001 al 2004,
capo polo di Treviglio. Un impren-
ditore che Confartigianato Bergamo
ricorda con grande affetto.
Luigimaurizio Assolari
“Passato e futuro alla finestra”
G
rande successo ha riscosso
la mostra dell’artista bergamasco Luigimaurizio Assolari, allestita lo scorso settembre
nella sala Manzù di via Camozzi.
La personale, dal titolo “Passato e
futuro alla finestra”, è stata organizzata dalla nostra Associazione
con il patrocinio della Provincia,
quale preludio della 6^ edizione
della Settimana per l’Energia, svoltasi dal 19 al 26 ottobre.
La mostra era suddivisa in due sezioni, il passato e il futuro. La prima sezione, denominata “Per le antiche vie” era caratterizzata da ope-
re rivolte soprattutto alle nuove generazioni per riscoprire il ricco e
suggestivo patrimonio storico di
Bergamo; la seconda sezione, “il futuro/rigenerazione” era costituita da
opere informali di carattere simbolico realizzate con materiali di
scarto di vario tipo.
Bergamo Sposi 2015
ecco l’ingresso omaggio per i soci
A
nche quest’anno Confartigianato Bergamo sarà presente con il proprio stand a
«Bergamo Sposi», il salone dei
prodotti e dei servizi dedicati al matrimonio e alla famiglia, in calendario da venerdì 6 a domenica 8
febbraio alla Fiera di Bergamo.
La manifestazione ha conquistato
negli anni un’indubbia notorietà e
rappresenta oggi un vero e proprio
punto di riferimento per il settore,
grazie all’ampio ventaglio di offerte qualificate dedicate alle future
coppie. In omaggio agli associati,
pubblichiamo sotto un biglietto
d’ingresso offerto dalla nostra Organizzazione, da ritagliare e presentare direttamente alle casse
per accedere gratuitamente alla
manifestazione.
ingresso gratuito
Ritaglia questo coupon e presentalo
alle casse per ricevere il biglietto omaggio
800 90 33 20
Ven 6
17.00 23.00
fierabergamosposi.it
bergamosposi
offerto da
Sab 7
10.00 23.00
Dom 8
10.00 20.00
Hai bisogno di un altro ingresso gratuito?
Scaricalo dal sito fierabergamosposi.it
ULTIM’ORA • SCADENZE
bergamoartigiana
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Scadenze fiscali
e per il personale gennaio 2015
10 GENNAIO 2015
Datori di lavoro domestico
Versamento all’Inps dei contributi
dovuti per i lavoratori domestici in
relazione al trimestre precedente
16 GENNAIO 2015
Sostituti d’imposta
Versamento ritenute alla fonte su
importi corrisposti nel mese di dicembre 2014 (conguaglio)
Versamento addizionale regionale e comunale trattenuta ai lavoratori dipendenti sulle competenze del mese precedente a seguito
delle operazioni di conguaglio di
fine anno, o in unica soluzione a
seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro
Contribuenti Iva mensili
Versamento dell’Iva dovuta per il
mese di dicembre 2014
Esportatore abituale
Termine ultimo per l’invio telematico della comunicazione dei
dati relativi alle dichiarazioni d’intento, per le quali sono state ricevute fatture senza applicazione
dell’Iva confluite nella liquidazione periodica Iva del mese di dicembre (contribuenti che liquidano l’imposta mensilmente)
Inps - Versamento contributi
Gestione Separata
Soggetti obbligati: committenti.
Adempimento: versamento dei
contributi corrisposti su compensi erogati nel mese precedente a
collaboratori coordinati continuativi, associati in partecipazione e
venditori a domicilio, iscritti e
non iscritti a forme di previdenza
obbligatoria
32
Inps - Versamento contributi lavoro
dipendente
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati di
qualsiasi categoria e qualifica
iscritti alle gestioni previdenziali e
assistenziali dell’Inps. Adempimento: versamento dei contributi
Inps relativi alle retribuzioni dei
dipendenti corrisposte nel mese
precedente
Inps ex Enpals - Versamento
contributi
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati del
settore dello spettacolo. Adempimento: versamento dei contributi
relativi alle retribuzioni corrisposte nel mese precedente
26 GENNAIO 2015
(cadendo di domenica
il 25 gennaio)
Operatori intracomunitari con
obbligo mensile
Invio telematico degli elenchi Intrastat delle cessioni e/o acquisti
di beni e servizi resi e/o ricevuti in
ambito intracomunitario effettuati nel mese di dicembre 2014
Operatori intracomunitari con
obbligo trimestrale
Invio telematico degli elenchi Intrastat delle cessioni e/o acquisti
di beni e servizi resi e/o ricevuti in
ambito intracomunitario effettuati nel 4° trimestre 2014
Inps – Richiesta di autorizzazione
all’Inps per CIG e CIGS
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipen-
denze lavoratori subordinati che
hanno avuto una riduzione dell’orario di lavoro nel mese precedente. Adempimento: richiesta di
autorizzazione all’Inps
30 GENNAIO 2015
Inps ex Enpals – Denuncia
contributiva unificata
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati del
settore dello spettacolo. Adempimento: presentazione della denuncia mensile unificata delle
somme dovute e versate relative
alle retribuzioni corrisposte nel
mese precedente
Collocamento mirato
Soggetti obbligati: datori di lavoro che occupano più di 15 addetti. Adempimento: invio prospetto
sullo stato occupazionale relativo
al 31 dicembre 2014
Inps – Uniemens individuale
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati di
qualsiasi categoria e qualifica
iscritti alle gestioni previdenziali e
assistenziali dell’Inps. Adempimento: presentazione dei flussi
retributivi e contributivi individuali dei lavoratori, relativi al mese precedente in via telematica
all’Inps
Datore di lavoro – Stampa Libro
Unico
Soggetti obbligati: tutti i datori
di lavoro. Adempimento: stampa
del Libro Unico del Lavoro relativamente ai dati retributivi del
mese precedente
bergamoartigiana
ULTIM’ORA • SCADENZE
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
Inail
Domanda di riduzione dei tassi di
premio Inail per prevenzione, tramite presentazione del mod.
OT24
Lavoratori somministrati
Comunicazione annuale alla rappresentanza sindacale unitaria relativa ai lavoratori somministrati
utilizzati
Sono fatte salve eventuali proroghe o slittamenti dell’ultima ora
Scadenze fiscali
e per il personale febbraio 2015
2 FEBBRAIO 2015
(cadendo di sabato il 30 gennaio)
Operatori che intrattengono
rapporti commerciali con Paesi c.d.
“black list” con obbligo mensile
Invio telematico del modello di comunicazione delle operazioni intrattenute (cessioni e/o acquisti di beni
e servizi resi e/o ricevuti), di importo
superiore a 500 euro, con soggetti
aventi sede, residenza o domicilio in
Paesi a fiscalità privilegiata (c.d.
“black list”) per le operazioni effettuate nel mese di dicembre 2014
Operatori che intrattengono
rapporti commerciali con Paesi c.d.
“black list” con obbligo trimestrale
Invio telematico del modello di comunicazione delle operazioni intrattenute (cessioni e/o acquisti di beni
e servizi resi e/o ricevuti), di importo superiore a 500 euro, con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata
(c.d. “black list”) per le operazioni
effettuate nel 4° trimestre 2014
16 FEBBRAIO 2015
Sostituti d’imposta
Versamento ritenute alla fonte su
importi corrisposti nel mese di
gennaio 2015
Versamento addizionale regionale e comunale trattenuta ai lavoratori dipendenti sulle competenze del mese precedente a seguito
delle operazioni di conguaglio di
fine anno, o in unica soluzione a
seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro
Versamento del saldo sull’imposta sostitutiva sulla rivalutazione
TFR per il 2014
Contribuenti Iva mensili
Versamento dell’Iva dovuta per il
mese di gennaio 2015
Contribuenti Iva trimestrali art. 74
DPR 633/72
Versamento dell’Iva dovuta per il
4° trimestre 2014
Esportatore abituale
Termine ultimo per l’invio telematico della comunicazione dei
dati relativi alle dichiarazioni d’intento, per le quali sono state ricevute fatture senza applicazione
dell’Iva confluite nella liquidazione periodica Iva del mese di gennaio (contribuenti che liquidano
l’imposta mensilmente)
Inps – versamento contributi
gestione separata
Soggetti obbligati: committenti.
Adempimento: versamento dei
contributi corrisposti su compensi erogati nel mese precedente a
collaboratori coordinati continuativi, associati in partecipazione e
venditori a domicilio, iscritti e
non iscritti a forme di previdenza
obbligatoria
Inps - Versamento contributi lavoro
dipendente
Soggetti obbligati: datori di lavo-
ro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati di
qualsiasi categoria e qualifica
iscritti alle gestioni previdenziali e
assistenziali dell’Inps. Adempimento: versamento dei contributi
Inps relativi alle retribuzioni dei
dipendenti corrisposte nel mese
precedente
Inail – Pagamento del premio Inail
Soggetti obbligati: datori di lavoro soggetti all’assicurazione Inail.
Adempimento:
presentazione
della dichiarazione delle retribuzioni effettive per il 2014 online,
comunicazione delle retribuzioni
ridotte, calcolo e versamento del
premio per regolazione 2014 e
anticipo 2015 o versamento della prima delle quattro rate (tramite modello F24) all’Inail a mezzo
procedura di autoliquidazione.
Inps ex Enpals - Versamento
contributi
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati del
settore dello spettacolo. Adempimento: versamento dei contributi
relativi alle retribuzioni corrisposte nel mese precedente
25 FEBBRAIO 2015
Operatori intracomunitari con
obbligo mensile
Invio telematico degli elenchi Intrastat delle cessioni e/o acquisti
di beni e servizi resi e/o ricevuti in
33
ULTIM’ORA • SCADENZE
ambito intracomunitario effettuati nel mese di gennaio 2015
bergamoartigiana
2 MARZO 2015
(cadendo di sabato il 28 febbraio)
Inps – Richiesta di autorizzazione
all’Inps per CIG e CIGS
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati che
hanno avuto una riduzione dell’orario di lavoro nel mese precedente. Adempimento: richiesta di
autorizzazione all’Inps
27 FEBBRAIO 2015
Inps ex Enpals – Denuncia
contributiva unificata
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati del
settore dello spettacolo. Adempimento: presentazione della denuncia mensile unificata delle
somme dovute e versate relative
alle retribuzioni corrisposte nel
mese precedente
Sostituti d’imposta
Consegna ai dipendenti, collaboratori coordinati e continuativi o
lavoratori a progetto del modello
CU 2015
Inps – Uniemens individuale
Soggetti obbligati: datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze lavoratori subordinati di
qualsiasi categoria e qualifica
iscritti alle gestioni previdenziali e
assistenziali dell’Inps. Adempimento: presentazione dei flussi
retributivi e contributivi individuali dei lavoratori, relativi al mese precedente in via telematica
all’Inps
Datore di lavoro – Stampa Libro
Unico
Soggetti obbligati: tutti i datori
di lavoro. Adempimento: stampa
del Libro Unico del Lavoro relativamente ai dati retributivi del
mese precedente
34
Operatori che intrattengono
rapporti commerciali con Paesi c.d.
“black list” con obbligo mensile
Invio telematico del modello di
comunicazione delle operazioni
intrattenute (cessioni e/o acquisti
GENNAIO-FEBBRAIO 2015
di beni e servizi resi e/o ricevuti),
di importo superiore a 500 euro,
con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità
privilegiata (c.d. “black list”) per
le operazioni effettuate nel mese
di febbraio 2015.
Sono fatte salve eventuali proroghe o slittamenti dell’ultima ora.
A Ibiza il viaggio per i soci
Sarà Ibiza, l’isola spagnola che fa parte dell’arcipelago delle
Baleari, la meta del tradizionale viaggio aggregativo dei
soci di Confartigianato Bergamo. Il soggiorno sarà presso l’Hotel Invisa Cala Verde★★★ dal 14 al 21 giugno con
volo diretto da Orio al Serio per i primi 110 iscritti.
Iscrizioni entro il 28 febbraio contattando la Segreteria Operativa
Patrizia Pezzotti (tel. 035.274.331; e-mail: [email protected])
ARTICOLAZIONE REGIONALE /20%$5',$ C/O E/%$
9LDOH 9LWWRULR 9HQHWR $ 0LODQR
7HO )D[ ‡ IRQGDUWLJLDQDWRORPE#HOEDORPEDUGLDLW
Parti sociali costituenti
IL SINDACATO DEI CITTADINI
IMPRENDITORE
crede in te
Il Consorzio fidi dell’Associazione Artigiani Bergamo:
- è convenzionato con 30 banche;
- agevola l’accesso al credito con garanzia dal 50 all’80%;
- garantisce i prestiti a tassi particolarmente convenienti
con finanziamenti agevolati;
- predispone e inoltra domande per la partecipazione
ai bandi regionali, italiani ed europei;
- dà consulenza gratuita per riqualificare il rapporto tra banca e impresa.
Bergamo - Via Torretta, 12 - tel. 035.223442; fax 035.230397
e-mail: [email protected]
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 856 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content