close

Вход

Log in using OpenID

6 Verbale CdD 22 Maggio 2014 - Scuola Media Statale Umberto

embedDownload
VERBALE N.6
Il giorno 22 maggio 2014 dalle ore 15:00 alle ore 17.00, presso l’aula riunioni
dell’Istituto”U. Nobile”, si è riunito il Collegio dei Docenti per discutere i seguenti punti
all’ordine del giorno:
1. Certificazione delle competenze a.s. 2013/14: delibera
2. Esami di Stato conclusivi 1° ciclo a.s. 2013/14:
Prove esame scritte e orali: criteri
Prove esame scritte e orali alunni d.a.: criteri
Ammissione agli esami: criteri
3. Deroga alla valutazione finale a.s. 2013/014: delibera
4. Ammissione alla classe successiva: criteri
5. Nomina tutor docente anno di prova
6. Prove recupero materie: criteri e modalità
7. Progetto istruzione domiciliare: ratifica
8. Comunicazioni del Dirigente Scolastico
9. Varie ed eventuali
Presiede la seduta il D.S. M.T. Martelletti, verbalizza la Prof.ssa Cesarini
Risultano assenti i professori: Alessandro, Lemmo Gallo, Di Dedda, Lentini, Cuoco,
Pezzetta, Russo, Belforte, Ciardo, Cinelli, Sergi, Arcella.
Constatata la validità della seduta si passa alla discussione dei punti all’o.d.g.
Secondo quanto stabilito nel Collegio dei Docenti del 4 settembre, punto all’odg
n.1, i verbali delle sedute precedenti, già affissi all’Albo per la previa presa visione da
parte di tutti i docenti, risultano approvati all’unanimità senza darne ulteriore lettura.
P. 1 Certificazione delle competenze a.s. 2013/14: delibera
Il D.S. informa il collegio che dal corrente a.s., il documento per la certificazione
delle competenze sarà compilato e divulgato tramite il registro elettronico , pertanto il
modello della certificazione delle competenze, predisposto dal nostro istituto negli anni
precedenti, sarà trasformato in formato elettronico e presente nella piattaforma
Didanet .
Copia del documento è consultabile sul sito della scuola.
Il collegio delibera all’unanimità la trasformazione dello stesso modello di
certificazione, in formato elettronico.
P. 2 Esami di Stato conclusivi 1° ciclo a.s. 2013/2014
La D.S. comunica che è stata nominata Presidente della commissione degli
esami di stato conclusivi del 1°ciclo la D.S. dell’I.C. “Vivaldi”di S.Maria delle Mole,
Prof.ssa Carmela Crea, alla quale è stata sottoposta la nostra proposta di calendario
degli esami per l’approvazione.
La riunione preliminare si terrà venerdì 13 giugno alle h.12.00
Gli Esami scritti avranno la seguente cadenza:
lunedì 16/06 ore 8.30
prova scritta di italiano
martedì 17/06 ore 8.30
prova scritta di matematica
mercoledì 18/06 ore 8.30
prova scritta di inglese
giovedì 19/06 ore 8.30
ore 11.00
prova nazionale Invalsi
correzione collegiale Invalsi
venerdì 20 giugno ore 8.30 prova scritta 2^ lingua straniera
ore 11.30-17.30
correzione collegiale prove scritte
ore 18.00
ratifica prove scritte e Invalsi
Sabato 21/06 inizieranno i colloqui orali che si concluderanno sabato 28 giugno
con scrutini e ratifica finale.
Il prof. Vasta lamenta l'eccessiva pesantezza dei turni delle interrogazioni orali
che per i docenti delle educazioni si protraggono per molte ore consecutive. La
prof.ssa Petrelli fa presente che, considerando le sovrapposizioni dei nostri docenti con
le altre scuole e la festività del 27 giugno Santo Patrono di Ciampino, si è fatto il
possibile per diluire nei giorni disponibili i turni delle interrogazioni.
Il C. d. D. delibera all’unanimità di approvare la proposta del calendario
degli Esami di Stato. Tale programmazione, depositata negli uffici scolastici, dovrà
comunque essere confermata dal Presidente della Commissione.
Entro la fine di giugno, come da Piano Annuale, si terrà il C.d.D.
Vengono riepilogati, tramite videoproiezione, i criteri per le prove d’esame
concordate nella riunione per Dipartimenti del 10.04.2013 e29.04.2014
Prove scritte: Italiano
Le tracce, in numero di tre, saranno formulate in modo da rispondere agli
interessi degli alunni secondo le seguenti indicazioni:
esposizione in cui l’alunno possa esprimere esperienze reali o costruzioni di
fantasia sotto forma di diario o lettera o racconto ecc.;
trattazione di un argomento di interesse culturale o sociale che consenta
l’esposizione di riflessioni personali;
testo espositivo su un argomento di studio, attinente a qualsiasi disciplina o su
un’attività didattica significativa svolta nel triennio
La prova scritta dovrà accertare:
Pertinenza ed esposizione (adeguatezza delle forma testuale e capacità di
elaborazione ed espressione personale dei contenuti)
Organicità (coerenza ed organicità del pensiero)
Correttezza ortografica e sintattica
Scelta lessicale (corretto ed appropriato uso della lingua)
Prova scritta: Matematica
La prova scritta, articolata su quattro quesiti, sarà formulata in modo da
verificare le capacità e abilità indicate dai programmi ministeriali e verterà su:
Problemi di geometria solida: problema graduato;
Equazioni: una a coefficiente intero e una a coefficiente frazionario. Verifica di
almeno una di esse;
Elementi di Statistica;
Quesito attinente alle Scienze sulla proporzionalità diretta o inversa
E’ consentito l’uso della calcolatrice
Si allegherà tabella di valutazione collegata alla verifica, in cui verranno specificati i
livelli minimi per i BES
Prova scritta: Inglese
Le tracce, in numero di due, daranno agli allievi la possibilità di dimostrare le
competenze acquisite e verteranno su:
Brano con questionario relativo;
Composizione di un dialogo o una e-mail in lingua su traccia.
Criteri valutativi:
Proprietà lessicale
Ortografia
Padronanza delle strutture fondamentali
Comprensione del testo
Capacità di rielaborazione e di risposta
Originalità dei contenuti
Prova scritta: II lingua (Spagnolo o Francese)
Le tracce, in numero di due, daranno agli allievi la possibilità di dimostrare le
competenze acquisite e verteranno su:
Brano con questionario relativo
Composizione di una lettera o e-mail in lingua su traccia
Criteri valutativi:
Proprietà lessicale
Ortografia
Padronanza delle strutture fondamentali
Comprensione del testo
Prova Invalsi
La prova scritta Invalsi , a carattere Nazionale, sarà somministrata il 19 giugno 2014,
come definito dall'ordinanza ministeriale n. 696/2013; le modalità di somministrazione
seguiranno le disposizioni emanate con il consueto documento tecnico. Per gli alunni
con DSA, il Collegio dei Docenti approva la possibilità di scelta per ogni CdC la
modalità più consona all'alunno, evidenziata nel PEP o sperimentata in classe:
sintetizzatore vocale o commissario lettore in aula appositamente predisposta. La
modalità sarà condivisa, comunque, con la famiglia, previa autorizzazione scritta.
Per gli alunni certificati H, i docenti d'integrazione predisporranno prove Invalsi di
italiano e matematica differenziate su due livelli di difficoltà, o del tutto
personalizzate, che saranno corrette dalle sottocommissioni e costituiranno parte
integrante della valutazione finale.
Prova orale
Presentazione di un percorso pluridisciplinare a scelta del candidato
Criteri valutativi
1) Obiettivo relazionale:
Capacità di affrontare la prova (emotività, sicurezza, consapevolezza)
2) Obiettivi cognitivi:
Padronanza della lingua italiana/adeguate competenze linguisticocomunicative in L2-L3
Chiarezza del pensiero
Conoscenza dei contenuti
Capacità di collegamento tra i temi trattati
Capacità di rielaborazione e valutazione personale
Adeguatezza e ampiezza del lessico
Capacità creativo-operative
Competenze per l’attribuzione del giudizio di esame di licenza.
In sede d’esame l’alunno dovrà di mostrare di aver conseguito le seguenti competenze
specifiche sia sul piano cognitivo sia sul piano socio-affettivo:
Sa analizzare gli aspetti di una realtà e sa stabilire opportuni collegamenti
Sa esprimersi in modo chiaro ed ordinato (anche se non del tutto esauriente)
Sa usare con proprietà alcuni/la maggior parte dei linguaggi specifici
Sa padroneggiare la propria emotività
Ognuno sarà valutato in confronto al cammino che è riuscito a percorrere nel triennio
rispetto ai livelli di partenza.
.
Criteri prove di esame alunni diversamente abili a.s. 2014/2015
Vengono riepilogati, tramite videoproiezione, i criteri per le prove d’esame per gli
alunni diversamente abili concordate nella riunione per Dipartimenti del 10.04.2014,
illustrando il documento elaborato dalla commissione dell’area integrazione avente
come referente la prof.ssa Calogero.
PROVA DI ITALIANO: prova solitamente comune con valutazione diversa in
riferimento ai criteri stabiliti dal PEI, differenziata per alunni con disabilità gravi.
PROVA DI MATEMATICA: prove di dipartimento di integrazione per gli alunni
"Border", con valutazione in riferimento ai criteri stabiliti nel PEI.
PROVA DI L2 e L3: prove scritte elaborate in collaborazione con il dipartimento
d'Integrazione, in riferimento ai criteri stabiliti nel PEI; per la prova orale, ove
possibile, verrà richiesta una presentazione personale o breve e semplice esposizione
di un argomento svolto durante l’anno scolastico
COLLOQUIO ORALE: al fine di garantire un clima sereno ed accogliente, l’alunno
verrà guidato, ove possibile, ad una presentazione personale o breve e semplice
esposizione di un argomento svolto durante l’anno scolastico.
Vengono inoltre esplicitati i criteri di valutazione delle prove d’esame degli alunni
diversamente abili. Infatti, la valutazione degli alunni con disabilità certificata nelle
forme e con le modalità previste dalle disposizioni in vigore e' riferita al
comportamento, alle discipline ed alle attività svolte sulla base del piano educativo
individualizzato PEI, previsto dall'articolo 314, comma 4, del testo unico di cui al D.
Lgsl. n° 297/1994 ed è espressa con voto secondo le modalità e condizioni indicate
nei precedenti articoli:
VALUTAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI
RILIEVO
VOTO
Obiettivo raggiunto in parte
6
Obiettivo sostanzialmente raggiunto
7/8
Obiettivo pienamente raggiunto
9/10
In merito alla valutazione degli alunni diversamente abili la prof.ssa De Amicis
propone di partire da una valutazione di 5, come per gli alunni normodotati. La
Prof.ssa Tucceri sostiene che è opportuno considerare il particolare stato emotivo dei
ragazzi disabili e quindi mantenere la valutazione minima di 6. Dopo alcuni interventi
dei docenti si passa alla votazione.
Proposta della prof.ssa De Amicis - partire da una valutazione di 5 –: 11 voti
favorevoli, 4 astenuti, 53 contrari.
Proposta della Prof.ssa Tucceri - mantenere la valutazione minima di 6 –: 11 contrari,
4 astenuti, 53 favorevoli.
La proposta della Prof.ssa Tucceri risulta approvata a maggioranza.
Valutazione degli alunni che hanno seguito solo un percorso trasversale –
Progetto di vita
1) La valutazione dei suddetti alunni è comunicata ai docenti curricolari dai
responsabili del progetto.
2) Per l'esame conclusivo del primo ciclo sono predisposte prove di esame
differenziate, comprensive della prova a carattere nazionale di cui all'art.11, co° 4 n.
del D. lgs. n. 59/2004 e successive modificazioni corrispondenti agli insegnamenti
impartiti, idonee a valutare il progresso degli alunni in rapporto alle loro potenzialità e
ai loro livelli d'apprendimento iniziali. Le prove sono adattate ove necessario in
relazione al PEI. Le prove differenziate hanno valore equivalente a quelle ordinarie ai
fini del superamento dell'esame.
3) Le prove d'esame sono sostenute anche con l'uso di attrezzature tecniche e sussidi
didattici, nonché di ogni altra forma di ausilio tecnico loro necessario, previsti
dall'articolo 315, comma1, lettera b, del testo unico di cui al D. lgs. n. 297/1994.
Ammissione agli esami di licenza a. s. 2014/15 : criteri
Il C. d. D. conferma il criterio guida adottato nel precedente anno scolastico, al
fine di rendere omogenea la valutazione nei diversi corsi.
A tal fine viene la prof.ssa De Amicis illustra, mediante video–proiezione, il
documento contenente i criteri proposti per l’ammissione alla classe successiva o agli
esami di stato:
1. l'alunno che abbia ottenuto la votazione di quattro/decimi da almeno tre
docenti diversi viene respinto.
2. La votazione degli alunni che non rientrano nel punto 1 segue il criterio della
media aritmetica delle valutazioni.
3. Qualora la media aritmetica delle valutazioni risultasse:
inferiore a sei, superiore o uguale a 5.5, (cioè 5.6 o 5,7 o 5,8 o 5,9)
il caso verrà discusso in consiglio.
inferiore al 5,5 (cioè dal 5,4 in giù) l’alunno non sarà ammesso alla
classe successiva.
Si evidenzia che per i casi particolari o per gli alunni certificati o in via di
certificazione, la decisione finale resta di competenza del consiglio di classe e del
Dirigente indipendentemente dalla media dei voti.
Le valutazioni insufficienti, a seguito del voto di Consiglio, diventano 6 sul
documento di valutazione. Poiché nel voto di ammissione all’esame è previsto faccia
media anche il comportamento, tale media verrà calcolata con i voti reali, cioè le
proposte di voto comprese le insufficienze, e non con i voti della pagella finale.
Il documento contenente tutti i suddetti criteri d’esame viene consegnato e
depositato negli uffici di segreteria.
Il Collegio dei Docenti delibera all’unanimità i criteri illustrati nel documento.
P3
Deroga alla valutazione finale a.s. 2014/2015
In riferimento all’art.11 del D.L. n 59 del 2004, relativo all’ ammissione alle
classi successive o all’esame di Stato, il C d D ritiene di poter derogare da tale norma
solo in caso di malattie invalidanti o ospedalizzazioni, ampiamente documentate con
certificazioni di enti pubblici accreditati o su segnalazione dei Servizi Sociali per
particolari situazioni di natura socio-ambientale. La decisione finale viene quindi
rimessa al C.d.C. presieduto dalla Dirigente che valuterà ciascuna situazione, sia per
gli alunni della scuola media che per i corsisti del C.T.P.
Tali circostanze saranno oggetto di preliminare accertamento da parte del
consiglio di classe e debitamente verbalizzate.
Il Collegio dei Docenti delibera all’unanimità la deroga alla valutazione finale
P 4 Ammissione alla classe successiva a. s. 2014/15 : criteri
Il C. d. D. conferma il criterio guida adottato nel precedente anno scolastico, al
fine di rendere omogenea la valutazione nei diversi corsi.
A tal fine viene illustrato al collegio, mediante video–proiezione, il documento
contenente i criteri proposti per l’ammissione alla classe successiva o agli esami di
stato:
4. l'alunno che abbia ottenuto la votazione di quattro/decimi da almeno tre
docenti diversi viene respinto
5. la votazione degli alunni che non rientrano nel punto 1 segue il criterio della
media aritmetica delle valutazioni.
6. Qualora la media aritmetica delle valutazioni risultasse:
inferiore a sei, superiore o uguale a 5.5, (cioè 5.6 o 5,7 o 5,8 o 5,9)
il caso verrà discusso in consiglio.
inferiore al 5,5 (cioè dal 5,4 in giù) l’alunno non sarà ammesso alla
classe successiva.
Si evidenzia che per i casi particolari o per gli alunni certificati o in via di
certificazione, la decisione finale resta di competenza del consiglio di classe e del
Dirigente indipendentemente dalla media dei voti.
Le valutazioni che con voto del consiglio di classe diventano “sei”, vengono
riportate sul documento di valutazione con un asterisco che in legenda sarà chiarito
con la dicitura “in questa disciplina gli obiettivi non sono stati raggiunti”. IL D.S invita
i docenti di limitare al massimo di due il numero di materie con obiettivi non raggiunti.
Le famiglie degli alunni così valutati, avvisate via e-mail verranno ricevute,come
da circolare n.166, dai docenti della disciplina nella quale risultano carenti per la
consegna dei programmi che gli alunni dovranno seguire nel periodo estivo.
La prof.ssa Imperatore chiede che le famiglie possano essere avvisate anche
con fonogramma, per avere la certezza che il messaggio arrivi a destinazione.
P.5 Nomina tutor docente anno di prova
Vista la circolare Prot. n.AOODGPER.1441 del 20/02/2014 di recente emanazione che
consente ai docenti neo nominati in ruolo su posti di sostegno, con decorrenza
giuridica 1/09/2013, di considerare il corrente a.s. come anno di prova purchè il neo
nominato presti servizio in qualità di supplente (annuale fino al termine delle attività
didattiche o con supplenza temporanea di almeno 180 giorni) la prof.ssa Fantaccione
è ammessa a sostenere l'anno di prova nel corrente anno.
Viene nominata docente tutor la prof.ssa D'Ambra Donatella che, essendo assegnata
nella stessa classe, ha affiancato la prof.ssa Fantancione durante tutto l'anno
scolastico.
P 6 Prove recupero materie: criteri e modalità
Le prove di recupero delle materie scritte per gli alunni che non hanno raggiunto
completamente gli obiettivi programmati verranno somministrate i primi giorni di
scuola, in particolare nel primo giorno dai docenti non impegnati nell’accoglienza delle
prime classi. I docenti della disciplina da recuperare, avranno cura di consegnare il
piano di studio estivo alle famiglie secondo le modalità riportate al P.4 dell’o.d.g. della
circ.166.
La Prof. De Amicis inoltrerà via mail a tutti i docenti copia della comunicazione da
inviare alle famiglie.
P. 7 Progetto istruzione domiciliare: ratifica
Viene ratificato il progetto di istruzione domiciliare “La scuola a casa tua” approvato
dal consiglio di classe ed attuato nella classe II D. Il progetto è nato per facilitare il
percorso scolastico di una bambina per la quale si è resa necessaria una lunga
degenza domiciliare.
Grazie alla disponibilità dei docenti e dei compagni tutor, per l'alunna è stato
possibile collegarsi via e-mail, sia per avere i compiti assegnati che per inviare i
compiti effettuati.
P. 8 Comunicazioni del Dirigente Scolastico
 E’ stato comunicato dall’USR l’organico docenti/classi/alunni:ci sono state
assegnate 10 classi, quindi si riformerà la prima G;
 Nella nostra palestra il 9 maggio si è svolta la premiazione del consueto concorso
promosso dai Lions sul tema “Il nostro mondo, il nostro futuro. Per il concorso
letterario, sono stati premiati gli alunni: Casabianca Elisabetta della 3°A, Anna
Chiara Tatoo della 2° D, Giorgia Bartolucci della 2° I. Per il concorso grafico sono
stati premiati gli alunni Ludovica Proietti della 2°F, Alessandra Radici della 2H e
Vittoria Mollicone della 3D. Gli alunni della 3°A, preparati dalla docente di musica






prof.ssa Barile si sono esibiti in un coro vocale affiancato da un coro “segnante”
nella lingua dei segni. Lo spettacolo è stato molto apprezzato da tutti i presenti alla
manifestazione.
Il giorno 15 Aprile si sono svolti a Roma le finali provinciali di atletica in pista e
il nostro Istituto si è classificato 2° a squadre, con gli alunni Maddalena Tommaso
della 1E, Flamigni Massimo della 2F, Gargano Gabriele della
, Avellini Luca della
1°, Fantini Niccolò della 1L e Scura Giorgio della 1H. Inoltre, l’alunna Santangelo
Giorgia della 1D è campionessa provinciale del lancio del peso, mentre gli alunni
Sneider Alessio e Luca Avellini, rispettivamente della 3A e 1°, hanno conquistato
l’argento nel lancio del peso e nel salto in lungo; medaglia di bronzo, infine, per
Flamigni Massimo della 2F nei 600 metri e dalla staffetta 4x100, composta dagli
alunni Leonardi, Avellini, Fantini e Flamigni
E’ possibile che le date degli scrutini possano cambiare a causa del ballottaggio
per le elezioni
Il Torneo floorball nei giorni 29/05 e 4/06 terminerà alle ore 12.00 ca.
Il giorno 30/05 si terrà il saggio scuola di musica Vivaldi diretta dal maestro
Caminito e la giornata conclusiva del progetto “ Nonni e nipoti”.
Il giorno 3/06 ci sarà l’esibizione del Coro LIS
Nell'incontro avuto a Firenze il 19 maggiou.s. con gli esperti dell'INDIRE per le
direttive del progetto Vales, è stato indicata come data di prosecuzione del
progetto Settembre. Si terranno degli incontri con gli esperti esterni per l'avvio del
piano di miglioramento.
Alle ore 16,20 essendo esauriti i punti all’OdG , la seduta viene tolta.
IL SEGRETARIO
Prof.ssa Tiziana Cesarini
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
M. Teresa Martelletti
Author
Документ
Category
Без категории
Views
0
File Size
177 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа