close

Enter

Log in using OpenID

150. Rassegna Sicilia 17_04_2014

embedDownload
RASSEGNA
Stampa
17 Aprile 2014
Atenei siciliani
GdS
–Esami truccati a Economia, otto condanne.
–Univercittà-Visite guidate a siti e musei- Mostre,foto e installazioni-<<Salvare
Palermo>> e i giardini pubblici.
La Sicilia – CT- Anche il rettore e il 62° Reggimento Fanteria sostengono la corsa-camminata
di solidarietà.
–PA-Esami truccati, 8 condanne Lagalla:<<Nostre verifiche serie>>.
La Repubblica – Otto condanne per gli esami truccati all’università.
Giornale di Sicilia
Se z
Cronaca di Palermo
data
17/04/2014
pag
18
UNIVERSITÀ. In quindici andranno a giudizio. Il Gip dovrà decidere se archiviare nove posizioni: tra queste quella di Alessandro Alfano, fratello del ministro dell'Interno
_
Esami truccati a Economia, otto condanne
O Cinque anni col rito abbreviato all'ex impiegata Paola Cardella, uno all'ex studente Alessio Martina, sei patteggiannenti
Le due sentenze di ieri (abbreviato
e patteggiamento) e i rinvii a giudizio sono del giudiceAiello, che ha
accolto le richieste del pm Luise,
titolare dell'indagine, coordinata
anche dall'altro pm Demontis.
Riccardo Arena
mi* Gli esami di Economia erano
truccati e un'ex impiegata dell'Università paga un conto salato: cinque
anni a Paola Adriana Card ell a, col rito abbreviato, che pure dà diritto a
uno sconto di pena di un terzo. Per
un altro imputato, Alessio Mattina,
ex studente che avrebbe fluito di favori — anche se in uno solo dei tre casi che gli erano stati contestati — la
pena è di un anno. Assolta invece
un'altra studentessa, Claudia Vitello.
Patteggiano in sei: altri studenti che
hanno sostanzialmente e implicitamente ammesse di avere superato
esami senza mai sostenerli. In quindici -vanno infine a giudizio. E rimangono sub judice nove richieste di archiviazione, che il Gup NieolaAiello de- i
ve ancora esaminare: tra coloro che
avrebbero tutte le carte in regola ancheAlessancir o All'ano, fratello del ministro dell'Interno, An gelino Alfano.
Le due sentenze di ieri (l'abbreviato e il paneggiamento) ci rinvii a gi u dizio sono del giudice Aiello, che ha
accoltole richieste del pm Amelia Luise, titolare dell'indagine, coordinata
anche dall'altro pm Sergio Demontis. I due condannati, assistiti clagji avvocati Salvatore Modica e Carlo Emma, dovranno anche risarcire la parte civile, l'Università, con 30 mila curo (la Cardella) e tremila curo Mattina. Loro impugneranno la sentenza.
A patteggiare sono stati invece Davide Di Salvo, che ha avuto un anno e
sei mesi, Marilena Tesa, condannata
a un anno,Franceseo Pirrone (sei mesi), Gioacchino Maria Di Franco (sette mesi e 15 giorni), Giuseppe Lo Buono (un anno e quattro mesi), Francesco Giaconia (due anni, la pena più. alta dei patteggiamentD.
L'Università era parte civile e, come ha sottolineato ieri il rette re, Roberto Lagalla, proprio la denuncia
presentata dall'ateneo innescò l'inchiesta e poi il processo. Le verifiche
incrociate, tra inserimenti telematici
degli esami e annotazioni scritte a
mano nei verbali, non offrono «spiragli per tentativi di frode», scrive lo
stesso rettore in una nota. E alcuni
impiegati, tra cui la stessa Cardella,
oggi in pensione ma interdetta in perpetuo dai pubblici uffici, furono licenziati.
A giudizio vanno alni due impiegati, Rosalba Volpicelli, di 52 anni, e
Ignazio Gi uliett o, di 59, con tredici es
studenti: Giuseppe Gennuso, Giuseppe Ciciliato, Andrea To masello, Caterina Guddo, Riccardo Della Vecchia.
Alexandra RitaNtononopoulou, Carlo Gaglio, Giuseppe Capodici, Francesca Pizzo, nenia Messina, Walter Graziani, Paolo Coviello e Nunzio FiorelIo, Il procso si aprirà 116 ottobre, davanti alla terza sezione del tribunale.
L'indagine non è del tutto chiusa:
il Gip Aiello deciderà nei prossimiJ
giorni se brchiviare le accuse contro
Alessandro Alano, Alberto Curzi, Riccardo Lo Giudice, Felice Ferrar°,
Alessio Signorelli, Simona Viola, Sabrina Tonolini, Serena Lo Cicero e
Alessandra Giattina. Curai è figlio di
un dirigente dell'Università che, come ha sottolineato ieri nella sua arringa l'avvocato Modica, per un breve,
periodo (prima che si scoprisse che
anche il figlio era coinvolto) presiedette la commissione amministrativa d'inchiesta.
Università degli studi di Palermo —Servizio Stampa
Giornale di Sicilia
data
pag
Palermo e Provincia
O Univercittà
Visite guidate
a siti e musei
•Doe Porte aperte e visite guidate
per«Pasqua 2014, Cultura consapevole» organizzata dall'Ateneo nell'ambito di Univercittà. Visite guidate allo Steri (prenotazione obbliOre
gatoria:
09123893756.
9.30-12.30/15-16.30), al museo di zoologia Doderlein di via Archirafi 16
(orari: 9-13), alle collezioni Basile e
Ducrot presso la scuola Politecnica
di viale delle Scienze (a cura di Ettore Sessa, ore 11.30-12.30), alla cripta
delle Repentite in via Divisi (prenotazione obbligatoria: 09123893756,
ore 9.30/12.30) e al museo storico
dei motori e dei meccanismi della
scuola Politecnica (viale delle
Scienze,
edificio
8.
orari:
9.30-13/15-17).
17/04/2014
32
• Steri
«Salvare Palermo»
e i giardini pubblici
«io Oggi pomeriggio, dalle 17, alla Sala Magna dello Steri, in piazza Marina
61, incontro sui «Giardini pubblici di
Palermo», a cura di Rosanna Pirajno e
Arturo Flaibani di Salvare Palermo.
L'incontro fa parte della rassegna «Pasqua 2014. Cultura consapevole», organizzata dall"Università proponendo al pubblico una serie di appuntamenti gratuiti e aperti a tutta la città.
Per consultare il programma completo viistare il sito www.unipa.it .
• univercittà
Mostre, foto
e installazioni
m» Al padiglione Tineo dell'Orto Botanico (9-19) «Cose di altre tempi. Collezioni private di Gesualdo Adelfio,
Francesco D'Attardi e Silvia Miccichè»; e «Dialogo» di Tommaso Chiappa; «Storie di carta», Alla Scuola Politecnica (edificio 8, viale delle Scienze,
9.30-13/15-17) «Palermo oltre», foto
di Sonja Burgì; e «Storia ed evoluzione tecnica delle motociclette sportive
e da competizione». Alle Carceri dello
Steri, (9.30-13/15-17), «Design: progetti e prodotti per mercati contemporanei»; «La città perduta», foto di Giacomo D'Aguanno. A S.Antonio Abate,
«Omaggio a Falcone e Borsellino» di
Giorgio Cattani per le Orestiadi.
Università degli studi di Palermo —Servizio Stampa
LA SICILIA
CATANIA
data 17/04/2014
pag .39
CORRWATANIA ON11NUAiL TOUR PROMOZIONALE NELLE SCUOLE E NEGLI ENTId ITUZIONALI
Anche il rettore e il 62 2 Reggimento Fanteria
sostengono la corsa-camminata di solidarietà
Continuano le tappe di avvicinamento
alla Corri Catania, la corsa-camminata
di solidarietà aperta a tutti in programma domenica 11 maggio con partenza
alle 10 da piazza Università.
E' la solidarietà il filo conduttore della manifestazione, organizzata dall'Asd
Corri Catania e patrocinata dal Comune
e da altre realtà che condividono lo spirito della manifestazione. Anche quest'anno sarà il progetto "Scuola in Ospedale' a essere promosso e sostenuto da
Corri Catania e l'obiettivo è quello di
dar vita a due aule scuola multimediali
all'ospedale Cannizzaro, una nell'area
del Monoblocco e l'altra all'Unità Spinale Unipolare.
Continua, intanto, a pieno ritmo l'attività di promozione dell'evento per favorirne la partecipazione e incrementare la raccolta fondi che, come ogni anno,
avviene attraverso la vendita della maglietta di Corri Catania a soli 3 euro.
Oltre al capillare e collaudato tour
nelle scuole di Catania e provincia, gli
organizzatori stanno incontrando tante
importanti realtà del territorio per presentare la corsa-camminata.
Ieri gli organizzatori, in testa Elena
Cambiaghi, Giovanni Nania e Carmelo
Prestipino, sono stati ricevuti dal rettore dell'Università, prof. Giacomo Pignataro. L'incontro è stato l'occasione per illustrare la manifestazione che prenderà
il via proprio da piazza Università alle 10
di domenica 11 maggio e per sottolineare che proprio piazza Università, a partire da venerdì 9 maggio, diventerà il
cuore pulsante di Corri Catania, grazie al
villaggio che vi sarà allestito e che farà
da anteprima alla corsa-camminata di
solidarietà aperta a tutti.
«Un plauso a questa iniziativa - ha
detto il rettore - che coinvolge migliaia
di persone in una domenica di festa e di
solidarietà per Catania. Mi auguro di
poter essere anch'io presente al via».
Un sostegno importante alla Corri Catania nelle ultime edizioni è sempre
giunto dal 6T Reggimento Fanteria Sicilia dell'Esercito che, anche nel 2014, ha
dimostrato grande generosità nell'aderire all'evento attraverso l'acquisto delle magliette della manifestazione. A dare il saluto all'Associazione Corri Catania, nell'incontro svoltosi alla caserma
Sommaruga, è stato il comandante Leonardo Privitera, affinacato dal capitano
Ezio Raciti e da una nutrita rappresentanza di militari.
«Sosteniamo Corri Catania con entusiasmo e passione - ha sottolineato il comandante Privitera - perché è un evento importante per la città. Aiutare chi ne
ha bisogno partecipando a una manifestazione corale come questa ci unisce
ancor di più con la comunità nella quale viviamo».
Università degli studi di Palermo — Servizio Stampa
LA SICILIA
PALERMO & PROVINCIA
data
17/04/2014
pag
27.
FALSI DOCUMENTI UNIVERSITARI
Esami truccati, 8 condanne
Lagalla: «Nostre verifiche serie»
L'ex coordinatrice della segreteria della facoltà di Economia e commercio, Paola Adriana Cardella, è stata
condannata a 5 anni di reclusione per avere caricato sul
sistema dell'università 71 esami che non sarebbero stati mai sostenuti da dieci studenti. Alcuni di loro secondo l'accusa si sono poi laureati grazie alle false attestazioni della regolare carriera universitaria. Secondo
l'accusa, sostenuta dal pm Amelia Luise, bastava pagare e nel piano di studi .
'
spuntavano esami mai so- T.- ---- .
stenuti. Non c'era bisogno
.:
di presentarsi davanti aii'7.
professori della facoltà di :ií';','i''tg i
t
Economia e Commercio,
Architettura e Ingegneria. '.,,,..':t ="tz', - In àit ,9 4,1,,:•. ,.,
Due studenti hanno chie- - :: -;::::.;*:,
sto il rito abbreviato men-,>39 tíf:,,,,,_:- ..,'
tre altri sei hanno patteg- Pilíbadiiì' ."-. --7::::111‘' 21,:.:.
giato la condanna. Il giudice ha rinviato a giudizio altre quindici persone, tra le quali c'è anche un'altra impiegata dell'università. Il rettore, Roberto Lagalla, ha detto che «la sentenza arriva al termine dell'inchiesta che l'Università ha
innescato, segnalando alla Procura le irregolarità riscontrate in alcune carriere degli studenti. Quando mi
sono insediato, ho disposto infatti che la verifica delle
carriere universitarie fosse verificata verbale per verbale d'esame, e non attraverso riscontri telematici».
ptiil n,,,,,-;:o:
t El
L. Z.
Università degli studi di Palermo —Servizio Stampa
LA REPUBBLICA
data
pag
PALERMO CRONACA
17/04/2014
VII
IL PROCESSO
Otto condanne
per gli esami truccati
all'università
urro condanne, sei delle quali
con il patteggiamento sono
state inflitte dal gup Nicola
Aiello a impiegati ed ex studenti
dell'università di Palermo,
accusati di aver truccato esami
di singole materie. L'inchiesta,
partita nel 2010, aveva
coinvolto decine di studenti e
impiegati dell'ateneo. La pena
più alta, cinque anni, seppur con
rito abbreviato, è stata inflitta
all'ex segretaria Paola Adriana
Cardella, poi licenziata, per aver
caricato sul sistema
dell'università 71 esami che non
sarebbero mai stati sostenuti
dai dieci studenti. Secondo
l'accusa bastava pagare e nel
piano di studi spuntavano esami
mai sostenuti durante la propria
carriera universitaria.
Università degli studi di Palermo -Servizio Stampa
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
569 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content